Sei sulla pagina 1di 58

INTRODUZIONE

` E un dato inconfutabile che oggi la maggioranza delle persone in Italia mangia troppo e mana gia male1 . Negli scorsi quarantanni la qualit` dei cibi si e andata modicando e, seguendo lesem` pio degli americani, lalimentazione tradizionale italiana e stata progressivamente abbandonata. ` La quantit` di cibo e oggi talmente aumentata a ` che le calorie a disposizione sono, in molti casi, circa il doppio di quelle effettivamente necessarie; si e passati da una media di 2200-2400 cal/g ad ` oltre 3800-4000 cal/g. ni e tormoni, di pesticidi ed antibiotici, concimi chimici ed antiparassitari e cos` elevato che oggi ` per ogni italiano i produttori di alimenti (vegetali ` ed animali sommati insieme) usano piu di 120 kg allanno di additivi di ogni genere. Circa cinquantanni fa la proporzione tra cereali (riso, pasta, pane, ecc.), legumi (ceci, lenticchie, fagioli), verdure, proteine animali (carni di ogni tipo, uova, pesce, ecc.) e frutta era molto simile a quella che oggi propone la macrobiotica. Luomo moderno ha dimenticato, o sta ignorando, quanto sia importante la qualit` e la quantit` del cibo per a a ` mantenere una buona salute. E innegabile che il cibo sia la nostra sorgente di vita. Tutte le energie vitali vengono combinate e rese commestibili grazie alle piante. La luce del sole, lacqua, la terra e laria vengono assorbiti dalle piante e trasformati; nutrendosi principalmente di alimenti vegetali luomo pu` assorbire tutto lambiente naturale che o gli e intorno. `

Seguendo il miraggio di una pi` facile e rapida u realizzazione di se stessi gli italiani hanno tralasciato i ritmi di vita di una volta, mangiano sempre pi` spesso al bar, in piedi, o al ristorante; il pau sto preparato in casa e ormai una bella favola del ` tempo delle nonne. Poich ci` che consumiamo e o in fretta e furia e un cibo squilibrato (troppo sala` to o troppo zuccherato, troppo grasso o carente di minerali) abbiamo anche lurgenza di mangiare in Possiamo servirci, per scegliere il nostro cibo continuazione; il modo di alimentarsi e diventato ` e capirne meglio gli effetti, dei principi sui quali caotico. poggia la losoa pratica della Macrobiotica che e ` La produzione e concentrazione di cibo si sono stata riscoperta dal giapponese George Ohsatalmente specializzate che soltanto il rendimento e ` wa e reintrodotta in Occidente circa cinquantanni ormai importante, la qualit` , se costa viene aba fa. bandonata. Il cibo oggi e rafnato, colorato, con` Dico riscoperta e reintrodotta perch nele servato con additivi chimici, e anche se il residuo a di questi prodotti e minimo, mi sembra di essere ra- la cultura popolare e medica della nostra civilt` ` a gionevole nel dichiarare che la quantit` di additivi mediterranea questi principi erano gi` noti ed usati; a ` chimici che entrano nel nostro organismo dovrebbe il piu famoso dei medici macrobiotici fu senzaltro Ippocrate, ma anche la medicina araba e essere ZERO. la Scuola salernitana hanno moltissimi punti in Per ottenere una resa maggiore luso di ormocomune con la macrobiotica, in denitiva con il buon senso. 1 a
1 edizione di questo libro: 1988

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

3 Qui ci viene in aiuto il pensiero orientale, perch e in esso pi` che nel nostro, si e conservata la cultura u ` della sintesi, e si e meno sviluppata quella dellana` lisi. Mi spiego meglio; partiamo da considerazioni generali: alcuni alimenti portano ad una espansione o dilatazione del corpo e/o degli organi; altri alimenti causano invece una contrazione.

Se lalimentazione rispetta le nostre capacit` e a potenzialit` possiamo vivere una vita pi` sana, a u in denitiva pi` ricca, grande e libera. Ohsawa u si impegn` nellinsegnamento della Macrobiotica o per oltre trentanni, diffondendo in tutto il mondo moderno la riforma alimentare che da essa deriva.

Con il suo insegnamento ispir` numerosi seguao ci e studenti, che dopo la sua morte continuarono Leffetto della dilatazione e dapprima la sensa` la sua opera; Michio Kushi era uno di questi. zione di caldo (il sangue va verso la periferia dellorgano e/o del corpo) e successivamente quella di Unalimentazione che considera solo il punto di freddo (dispersione di energia e sostanze nutritive). vista nutrizionale (carboidrati, proteine, grassi, Leffetto della contrazione e dapprima la sensazio` vitamine, minerali, ecc.) e utilitaristica e parzia` ne di freddo (il sangue va verso il centro del corpo ` le; non e possibile nutrirsi in modo adeguato se e/o degli organi) e successivamente quella di caldo non si prendono in considerazione lambiente in ` (concentrazione di energia e sostanze nutritive). E ` cui viviamo e lambiente in cui nasce e/o e proevidente che queste due fasi sono necessariamente dotto il cibo; ma anche la nostra evoluzione di compresenti e alternate (ad esempio: la respirazioesseri umani e la nostra costituzione sica vanne, dilatazione e contrazione dei polmoni). La fase no tenuti presenti per non trasformarci in cardi contrazione e dipendente da quella di dilatazione ` nivori o erbivori con disagi, disturbi e danni e viceversa. Quando una delle due fasi e irregolare ` immancabili a breve o a lungo termine. o sospesa si hanno necessariamente dei disturbi o La Macrobiotica ci aiuta a considerare e vive- malattie. re la nostra vita con un atteggiamento pi` aperto u Prendiamo in prestito dalla cultura e losoa e disponibile; non e una medicina alternativa, n ` e orientali i termini yin e yang perch sono sintetie una dieta specica. Ma poich ognuno di noi ha e ci e, una volta capiti, molto facili da usare. Lo dei problemi di alimentazione e salute, lapplicayin indica lespansione e lo yang la contraziozione alimentare della Macrobiotica e quella che ` ne. Per comporre una dieta equilibrata, quinpi` delle altre fa breccia nel mondo moderno; inu di, e importante classicare i cibi in due grandi ` ` fatti ognuno di noi e diverso, vive in ambienti dicategorie: versi, si occupa di attivit` lavori diversi, necesa ` sariamente il nostro modo di mangiare e diverso 1. cibi che hanno leffetto di dilatare, yin; da quello degli altri. Per scegliere nel modo migliore possibile quali cibi e quali preparazioni sono pi` adatti alla nou stra costituzione ed al nostro stato dobbiamo far ricorso ad un principio generale, altrimenti ci perdiamo in un elenco di alimenti, ognuno di essi capace di effetti positivi e negativi. Invece di pensare: Questo fa bene per il tale organo e quellaltro fa bene per tal altro. . . dobbiamo essere in grado di scegliere gli alimenti per le loro qualit` pi` a u generali. 2. cibi che hanno leffetto di contrarre, yang. Il modo di crescere delle piante (nel caso presente quelle commestibili) e la loro struttura sono caratterizzati da fattori diversi che permettono di individuare il predominio delle energie yin e yang nel cibo.

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

Lenergia yin determina: crescita in clima pi` caldo u frutta o cibi che contengono pi` acqua (succo) u sviluppo di rami, foglie, frutti maggiore crescita verso lalto reazione acida nellorganismo sapori pi` piccanti, aciduli e/o aromatici. u Lenergia yang determina: crescita in clima pi` freddo u cibi o frutti pi` compatti e meno succosi u sviluppo di radici o semi maggiore crescita verso il basso (anche radici) reazione alcalina nellorganismo sapori pi` salati o amarognoli. u

te, esse procurano allorganismo un effetto rinfrescante necessario per sostenere il caldo dei mesi estivi. Nella tarda estate (ne agosto-settembre) lenergia delle piante raggiunge il suo massimo e tutta la frutta e ormai pienamente matura. Questa frut` ta e molto dolce e succosa (ricca dacqua) cresce ` sempre ad una certa altezza, talvolta notevole dal suolo.

Questo ciclo annuale indica lalternanza del predominio dellenergia yin e yang con il variare della stagione. Le piante, la frutta e i prodotti vegetali ` in genere che crescono e maturano nei climi piu ` caldi, o tropicali, sono piu grandi, lussureggian` ti e succosi e quindi piu yin, invece piante e pro` dotti vegetali che derivano da climi piu freddi o Per classicare i cibi e necessario vedere chiara- settentrionali sono piu piccoli, asciutti e quindi ` ` mente quali fattori predominano, poich tutti i cibi piu yang. e ` contengono qualit` yin e yang combinate. a Possiamo dunque classicare i cibi pi` diversi u anche se crescono nello stesso mese, o stagione dellanno, osservando il loro generale ciclo e mo0.1 Yin e yang nella natura do di crescita. Le radici sono governate dallenergia yang, la loro tendenza e di scendere nel terreno, ` Uno dei migliori metodi per classicare il cibo dirette verso il centro della Terra. I rami, i gambi, consiste nellesaminare il ciclo di crescita delle gli steli e le foglie sono governati dallenergia yin, piante commestibili. In inverno il clima e freddo e la loro tendenza e di dirigersi verso il Cielo. ` ` umido (yin), in questo periodo dellanno lenergia delle piante scende nelle radici, le foglie appassiscono e muoiono. Le piante che crescono e danno 0.2 Il modo macrobiotico frutti in autunno e inverno sono meno ricche dacqua e posseggono delle qualit` nutritive pi` cona u centrate; possono, perci` , essere conservate a lun- La Macrobiotica applicata allalimentazione non o go senza che vadano a male. Sono esempi di queste e altro che buon senso. Il modo macrobiotico di ` le carote, le pastinache, le rape bianche, i cavoli, mangiare e una sensata alternativa ai cibi doggi, ` ecc. . . super-rafnati, devitalizzati, ed edulcorati. Recenti studi fatti dal Centro Nazionale delle Ricerche In primavera ed allinizio dellestate lenergia di molti Paesi compresa lItalia sono giunti alla vegetale sale verso lalto, quindi vediamo appariconclusione che lalimentazione molto pi` del tau re le nuove foglioline sugli alberi mentre la terra bacco o delle droghe e il fattore pi` importante e ` u si ricopre del fresco colore delle piante annuali. diffuso da prendere in considerazione in qualunque Queste piante, dunque, sono di natura pi` yin. Le u caso di malattia degenerativa. verdure estive sono pi` ricche di acqua e di conu ` seguenza vanno a male e marciscono rapidamenE di importanza vitale, quindi, tornare ad
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

` unalimentazione piu vicina a quella seguita dai nostri predecessori, se si vuole riacquistare la salute e la vitalit` . E altres` importante rispeta ` tare i cicli di funzionamento biologici di veglia e ` riposo (ad esempio abbiamo bisogno di piu son` ` no in inverno che in estate ed e piu facile alzarsi presto al mattino in estate che in inverno); anche il ciclo giornaliero di attivit` , pasti e riposo a ` va tenuto in considerazione. E bene consumare solo una leggera colazione al mattino, preferibilmente un brodo vegetale destate ed una crema di cereali dinverno; il pranzo e bene che sia ` anchesso leggero per permetterci di mantenerci attivi nel pomeriggio; bisognerebbe pranzare tra le ` 12 e le 13 non piu tardi; alla sera bisognerebbe cenare tra le 18 e le 20 cos` da avere, per la prima digestione, circa tre ore di tempo prima di andare a letto.

ti gruppi scientici e non, riconoscono come questo moderno indirizzo dellalimentazione abbia ` causato molte e gravi malattie, oggi piu diffuse che mai, molte di esse di recente acquisizione, e caratteristiche della nostra civilt` tecnologica. a I cereali sono un cibo dalle caratteristiche singolari: rappresentano infatti sia linizio che la ne del ciclo vegetativo essendo al tempo stesso frutto e seme. Per questa ragione e anche per la possibilit` di a combinarsi molto bene con qualsiasi verdura, costituendo cos` unalimentazione sana e completa, i cereali sono il cibo di gran lunga pi` importante u del regime macrobiotico.

Anche il malto zucchero ricavato dai cereali e le bevande alcoliche derivate dai cereali birra, sak , whisky hanno un effetto relativae mente molto pi` blando dei prodotti simili ma deu rivati dallo zucchero della frutta; se ne abbiamo ` E fondamentale per tutti, ma soprattutto per cobisogno sono quindi da preferire. loro che intendono ottenere i risultati pi` efcaci u e duraturi, mangiare sempre a casa, almeno per le prime settimane, lasciando poi ai casi della vita, lopportunit` di riassaggiare i cibi comunemente 0.4 La preparazione a venduti in negozi e ristoranti.

Con lo scegliere, lavare, tagliare, cucinare e condire il cibo noi interveniamo sullo stato naturale dei prodotti della terra e ne modichiamo, in gran par0.3 Limportanza dei cereali te, le caratteristiche e lassorbibilit` . La donna che a conosce quali effetti produce uno stile di cucina dePer millenni luomo ha considerato, salvaguardato terminato pu` fornire alla sua famiglia il cibo pi` o u e coltivato i cereali per farne il suo cibo fondamenadatto alle condizioni di salute ed anche allattivit` a tale. Ci` e facilmente riscontrabile studiando la o ` di ognuno. comparsa e levoluzione delle grandi civilt` , dalle a pi` antiche alle pi` recenti. Non si pu` quindi sotu u o La cucina che segue i principi macrobiotici e ` tovalutare limportanza che i cereali hanno avuto lunica nel suo genere proprio per questo, perch e nel corso dellevoluzione dellumanit` . a ci rende consapevoli della possibilit` e capacit` di a a modicare i valori nutrizionali del cibo, anche serDi recente il consumo dei cereali soprattutvendosi di ingredienti semplici, talvolta anche solo to sotto forma di chicchi interi e non rafnati controllando il tempo di cottura. ` e drasticamente diminuito. I cereali sono stati sostituiti negli ultimi cinquantanni da cibi di proLa cuoca che conosce i principi macrobiotivenienza animale (es: formaggi e latticini, carni e ci possiede labilit` di cambiare la qualit` degli a a insaccati, carboidrati diversi come patate, zucche- alimenti; pu` arricchire il pasto di sali minerali o ro e farine sbiancate e rafnate). Adesso per` mol- con una cottura pi` lenta e lunga, con luso del o u
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

sale e limitando il contenuto dacqua; pu` anche niente. o conservare leffetto delle vitamine pi` fragili, se u necessario, limitando il tempo di cottura e usando il vapore. In pratica ella e in grado di controllare ` e mantenere lo stato di salute delle persone per cui cucina. La nutrizione moderna, che ha preparato i lunghi e elaborati elenchi dei principi nutritivi ha dimenticato e messo da parte il fattore pi` imporu tante: la combinazione di elementi nutritivi in pentola, durante la cottura e nello stomaco e nellintestino durante i processi di digestione e assorbimento. Infatti non e sufciente mangiare dei pasti so` ` ` stanziosi; e piu importante rendere il nostro organismo capace di assorbirli e di eliminare le scorie tossiche che ne derivano. Per questi motivi, ed anche perch la qualit` bioe a logica dei cibi comunemente in commercio e leffetto biologico delle ricette (combinazioni di ingredienti e modica di questi con la cottura) sono deleteri alla buona salute, e importante che tutti ` coloro che desiderano migliorare studino la teoria e la pratica della cucina secondo la visione della Macrobiotica. Non basta, infatti, scegliere un cibo anzich un altro per modicare profondamene ` te il nostro stato di salute. E necessario capire come e quando usare un alimento e come modicarlo con la cucina per ottenere dei grandi cambiamenti o miglioramenti. Anche latteggiamento verso il cibo va curato. Un fattore importante del regime macrobiotico e la ` masticazione. Oggi siamo abituati a ingurgitare senza riettere, n prima n dopo. La masticazioe e ne pu` essere considerata come un ulteriore e o nale modo di preparare il cibo per i nostri bisogni individuali. Il pasto dovrebbe essere consumato con calma e gratitudine. Uno dei modi migliori per esprimere a nostra gratitudine per il cibo consiste nel masticarlo cos` bene da riuscire ad assimilarlo tutto completamente senza sprecare

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 1

CONSIGLI GENERALI SULLALIMENTAZIONE


1.1 Cereali integrali
Ogni pasto dovrebbe includere circa il 50% di cereali integrali in chicchi. I cereali integrali in chicchi sono da preferire alla farina (a tutti i prodotti della panicazione e da forno) poich e ` essi sono di gran lunga piu digeribili. I cereali integrali e i prodotti da essi derivati sono: Riso semilavorato Pasta di grano duro integrale e/o setacciato Soba (frumento e saraceno al 40-60% di saraceno) Pasta di saraceno (pizzoccheri, ecc.) Udon (frumento) Pane integrale a lievitazione naturale (di frumento o di segale) Gallette di riso, cereali sofati Grano o farro spezzati, bulghur Fiocchi di cereali (avena, orzo, grano, riso) Farine (polenta, semolino, cuscus ecc.) Biscotti, fette biscottate, prodotti da forno Chapati, pane animo

da usare con regolarit` a


Riso tondo integrale Riso lungo integrale Miglio Orzo mondo Orzo perlato Granoturco Avena intera Grano in chicchi Segale in chicchi Saraceno in chicchi Farro in chicchi

1.2 Zuppe e minestre


Il 5% di ogni pasto (si considerano solo due pasti al giorno tra le 12 e le 13 e tra le 18 e le 20) sar` composto da una zuppa o minestra insaporita a da miso o salsa di soia (shoyu). Una o due tazze di consomm di zuppa sono sufcienti nella giornata. e Il sapore di questa zuppa sar` moderato (n salaa e to, n insipido). Gli ingredienti da usare devono e variare possibilmente ogni giorno e comprendono: verdure, alghe marine ed anche, pi` di rado, cereau li o leguminose. Il condimento sar` dato da: miso a hatcho, miso dorzo (mugi), miso di riso integrale (genmai), o shoyu naturale. Ogni tanto, a meno 7

da usare occasionalmente
Riso dolce integrale Mochi Riso integrale no

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

che non sia specicato altrimenti, si potr` usare il Ortaggi duri (radici e steli) a miso di soia, il miso di riso (kome) e il tamari. Bardana ` E molto importante che il sapore, laspetto, il Carote modo di cottura, la durata della cottura e la comDaikon (ravanello gigante bianco) posizione della zuppa o della minestra di miso Ravanello rosso, bianco, nero cambino il pi` spesso possibile. u Navone Radici di dendelio Radici di cicoria (barbe di frate) Radici di loto 1.3 Verdure e ortaggi Cipolle Rutabaga (cavolo-rapa) Il 20-30% di ogni pasto (circa 1/4) sar` composto Rape bianche a da verdure e ortaggi freschi, cotti in vari modi (al Pastinaca vapore, bolliti, al forno, a pressione, stufati, saltati con qualche goccia dolio). Il tempo di cottura e ` specicato pi` avanti. In genere un terzo di queste u verdure pu` essere anche assunto sotto forma din- Ortaggi di supercie o salatini o dinsalate (fresche o scottate). Le verdure da usare possono essere suddivise in due grandi Cavolore gruppi: Cavolo verza Cavolo cappuccio Zucca violina Zucca barucca verdure giornaliere Zucca hokkaido Popone (zucca gialla lunga) Ortaggi o verdure a foglie verdi o bianche Broccoli (tutti i tipi) Cavolini di Bruxelles Cavolo nero Cavolo riccio Verde delle carote Cavolo o lattuga cinese Foglie di daikon o di ravanello Senape o senapone Prezzemolo Scalogno Cime di rapa Crescione Porri Cipolline novelle Cicoria selvatica Cicorione (puntarelle)
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

verdure occasionali
Agretti Sedano Cetriolo Indivia Scarola Lattuga Lattuga romana Radicchio verde e rosso Funghi (di ogni tipo) Funghi shiitake Germogli di soia e/o legumi Germogli di sesamo o altri semi Sedano-rapa

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

Foglie di zucchine (tenerume) Zucche estive Ortica Piselli Fave Fagioli freschi Pannocchie di mais Fagiolini Carcio Cavolo rosso Cipolle rosse Bietole Topinambour Daikon secco (kiriboshi daikon) Lotus secco

wakame o con ortaggi duri.

leguminose giornaliere
Fagioli rossi (Azuki) Ceci bianchi Soia nera Lenticchie verdi

di rado
Derivati da leguminose e cereali: Tempeh Natto Tofu fresco Tofu secco Seitan Biscotti di glutine (Fu)

sono da evitare
Aglio Asparagi Barbabietola Rape rosse Finocchio Felce Spinaci Erba porcellana Borsa del pastore Melanzane Peperoni (rossi e verdi) Peperoncini Pomodori Patate Patate dolci Piantaggine Zucchini

leguminose occasionali
Fagioli bianchi, Regina Fagioli Lima Cannellini Dallocchio Borlotti Arancioni olandesi Soia gialla alimentare (non da olio) Fagioli messicani o neri Piselli secchi Ceci neri Lenticchie di montagna

1.5 Verdure di mare 1.4 Leguminose (fagioli, ceci, ecc.)


Questi prodotti, importantissimi per la nostra salute e vitalit` , vengono cotti e serviti solo in piccola a Una piccola porzione il 10% circa e composta da quantit` , circa il 5% del volume totale di cibo as` a leguminose, cotte sempre insieme ad alga kombu o sorbito nella giornata. Le alghe marine sono cotte
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

10

Granchio Merluzzo Nasello Niboshi (sardine secche) Orata Passera di mare Polipo Razza Rombo alghe da usare quotidianamente Seppia Sogliola Lamelle Kombu (base per brodi, complemento per Stoccasso la cottura di leguminose, contorni, o in polvere, co- Trota me condimento) Trota salmonata Ondarie Wakame (nelle zuppe, in particolare quel- Vorigola la al miso, anche come contorno o condimento). Lattuga Nori (come guarnizione, condimento, o per preparare involtini di cereali, ecc.). Hijiki (come contorno). di rado Arame (come contorno). Dulse (nelle zuppe, minestre, insalate). Agar-agar (detta anche kanten, per gelatine di ver- Tonno Pesce spada dure o di frutta). Salmone Mekabu (come contorno). Palombo Sgombro Sardine 1.6 Cibi supplementari Altro pesce azzurro e preparate in numerosi modi; ad esempio in zuppe o minestre, con leguminose, come contorno o anche come guarnizioni. I piatti a base di alghe marine possono essere insaporiti con laggiunta, in ne cottura, al fuoco, di una moderata quantit` di a shoyu (salsa di soia).

Pesce a carni bianche Noci e semi oleaginosi


pu` essere consumato una o due volte alla settio mana in sostituzione della porzione di leguminose leggermente tostati e insaporiti delicatamente con (un volume equivalente al 10%), scegliendo tra le sale marino o shoyu, possono essere usati ogni seguenti variet` : a tanto come snack o per arricchire piatti usuali: Aragosta Aringa fresca Bianchetti (lattarini) Calamaro Carpa Chirimen iriko (pesciolini secchi) Cozza Dentice Gambero
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

preferite le seguenti variet` a Semi di sesamo Semi di zucca Arachidi Mandorle Nocciole

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

11

di rado Semi di girasole Noci Pinoli ` E preferibile essere ragionevoli con luso di questi cibi e delle creme o burri derivati poich e lelevata quantit` di grassi appesantisce la dia ` gestione e tende a intasare gli organi piu importanti; ci` non signica che non si possano o usare.

Zucca bernoccoluta Zucca violina Zucca hokkaido

Dolcicanti e frutta secca Sciroppo di riso Malto dorzo Malto di mais Amasake Castagne Succo di mela Altri cibi che possono sostituire quelli gi` elena Succo duva cati comprendono gallette di riso, riso sofaUva passa to, cereali sofati, pop-corn, ceci tostati, cereali Mele secche tostati. Albicocche secche Pere secche Pesche secche Dolci e dessert Prugne secche e meglio che questi siano dolcicati con i prodot` ti migliori, in particolare con quelli derivati dai cereali (sciroppo di riso, malto dorzo, amasake). Dolci e dessert possono essere consumati, ma in ` piccole quantit` e a ragion veduta. Chi e in buoa no stato di salute pu` usare anche della frutta, o secca o fresca di stagione. Non si raccomanda invece luso regolare di succhi di frutta. Si dia la precedenza alla frutta locale, proveniente da coltivazioni non forzate; perci` se vivete in clima temo perato o mediterraneo evitate strettamente la frutta tropicale o semitropica.

Frutta del clima temperato di albero Mele Ciliege Pesche Albicocche Uva bianca Susine, prugne Pere Agrumi (solo a ragion veduta)

Cibi dolci
di piantine o arbusti Verdura dolce Carota Cavolo Cipolla Pastinaca Ravanello bianco
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Fragole Mirtilli Lamponi More Cocomero Melone

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

12

1.7 Bevande

1.8 Condimenti

Per preparare infusi, t` e decotti usate solo acqua Elenchiamo di seguito diversi condimenti, particoe di sorgente o di pozzo; pu` andare bene dellacqua larmente raccomandabili per luso quotidiano ed o anche per preparare ricette e bevande particolari. minerale non gassata. N.B. Usare solo i condimenti segnati: Sale marino: il sale va usato soltanto in cucina e ` non va aggiunto a tavola. E bene non usare sale marino grigio; questo infatti provoca danni renali, dovuti allelevato contenuto di magnesio. Il sale deve essere di colore biancastro, di sapore salato/dolce; se di sapore salato/amaro trattasi di sale di miniera (salgemma) o di sale estremamente rafnato. Il sale va usato, sciolto nellacqua in piccole quantit` a (circa un cucchiaino raso per litro dacqua), nella cottura di tutti i cereali ed in alcuni casi anche per la preparazione di zuppe, verdure, leguminose, desserts. Salsa di soia shoyu: va usata particolarmente in cucina, per condire verdure, leguminose, alghe. Siete pregati di non usare la shoyu a tavola per insaporire il cibo. Tamari: va usato come lo shoyu, solo in cucina, per condire verdure e leguminose. Non e equilibrato come lo shoyu, meglio usarlo di ` rado, comunque mai per cura. Sesamo salato (gomashio): e composto da 10-14 ` parti di sesamo delicatamente tostato e da una parte di sale marino anchesso tostato. Il sesamo va lavato accuratamente e fatto asciugare, e quindi tostare, in una padellina pesante, ` preferibilmente di ghisa. Il sesamo e pronto quando si sfarina facilmente tra le dita; ma attenzione a non bruciarlo! Durante la tostatura, a fuoco molto basso, e necessario ` mescolare in continuazione con una spatola di legno. Tostate poi, delicatamente, anche il sale, mescolando sempre ed evitando che cambi colore. Schiacciate i semi di sesamo e il sale

uso quotidiano
T` di tre anni (kukicha) e T` bancha e Riso tostato Orzo tostato Acqua calda Acqua di sorgente o di pozzo

occasionale
Caff di cereali e infuso di dendelio Infuso di cicoria Bevanda di kuzu T` di kombu e T` di umeboshi e T` mu (16 erbe) T` mu (9 erbe) e e

di rado
T` verde e Latte di soia Succhi di verdure Succhi di frutta Birra Sak , vino di riso e Vino ` Attenzione: e meglio bere solo se si ha sete.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

13

insieme, in un mortaio zigrinato di terracotessere usate come le umeboshi e per preparare ta (suribachi) nch i 2/3 dei semi di sesamo e degli specici. Utili in caso di intossicazione non siano polverizzati. Conservatelo in un vada cibi animali avariati. setto di vetro ben chiuso. Si conserva 10-15 giorni. Va usato a tavola per condire cereali, Kombu al sale (shio kombu): mettere in ammollo 3-4 strisce di kombu secca (circa 50 cm) verdure, leguminose. per dieci minuti, tagliatela poi in pezzettini di due cm di lato. Aggiungere un bicchiere dacAlghe tostate polverizzate: potete usare alghe qua e un bicchiere di salsa di soia (shoyu) (1 wakame, kombu o dulse. Tostate lalga in bicchiere = 1/6 di litro); portate a ebollizione forno nch non e quasi carbonizzata (circa e ` e riducete la amma al minimo, cuocete n15 minuti a 250 gradi), poi polverizzatela nel ch tutto il liquido non e evaporato, per circa e ` suribachi. Per condire cereali o leguminose. tre ore. Lasciate raffreddare e conservate in Sesamo alle alghe: 48 parti di sesamo, tostato coun vasetto chiuso no a 5-6 settimane. Manme per il gomasio, mescolati ad una parte di giate uno o due pezzetti di kombu al sale ogni alga tostata e polverizzata, come sopra. Metanto, se necessario. scolateli insieme e preparateli come il sesamo Salsa di nori: mettete dieci fogli di nori a cuocere salato. Si usa allo stesso modo. con due bicchieri dacqua e mezzo bicchiere Sesamo allo shiso: tostate delicatamente il sesadi shoyu. Lasciate cuocere pian piano nch e mo, come descritto sopra alla voce Sesamo la maggior parte del liquido non sia evaporata, salato; seccate al forno le foglie di shiso, cos` circa due ore; dovete ottenere una sorta di crecome si trovano mescolate alle umeboshi, per ma densa. Conservate in un vasetto di vetro 35-40 minuti a 200 gradi. Mescolate 12 cucper 3-4 settimane. Si usa come condimento di chiai di sesamo con un cucchiaino di shiso cereali, o verdure o brodi di verdure. seccato e polverizzato. Schiacciate al 70% Variazioni: aggiungere alla ne della cottucome per il gomashio. ra un cucchiaino di malto di riso e cuocere Variazioni: aggiungere a un foglio di alga nomescolando ancora uno o due minuti. Si usa ri tostata e sbriciolata 6-8 cucchiaini colmi di come sopra. sesamo allo shiso. Si usa come sopra. Tekka: e un condimento particolarmente forte e ` Albicocche o prugne salate (umeboshi): le albirinvigorente, composto da hatcho miso e racocche selvatiche maturate sotto sale per oltre dici di bardana, lotus, carote tagliuzzate con 12 mesi in Giappone vengono dette ume (allaggiunta di sesamo e di zenzero fresco. La bicocche) boshi (salate). Vengono usate sia in lunga preparazione ne sconsiglia la produziocucina, al posto del sale, in una grande variet` a ne casalinga. Meglio acquistarlo gi` pronto. a di piatti, sia a tavola per accompagnare il riso, Va usato come il gomashio, ma attenzione, le verdure ed anche (in alcuni casi) per prela sua fortissima capacit` di contrazione ne a parare bevande speciali. Le umeboshi stimoraccomanda un uso molto moderato. lano lappetito e la digestione ed aiutano a mantenere il sangue in condizioni alcaline. Crauti: fatti con cavolo cappuccio (cavolo bianco) e sale; e un cibo fermentato utilissimo per ` rinforzare la ora intestinale e per favorire la Foglie di shiso: la variet` a foglie violacee e usata a ` digestione. Pu` essere usato spesso, in pico per impartire alle umeboshi un colore rosso cole quantit` , per accompagnare il pasto. E a mattone ed un sapore pi` gradevole. Possono u
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

14

bene aggiungere due - tre gocce di shoyu ad ogni cucchiaiata di crauti. In genere non se ne consuma pi` di due cucchiaiate al giorno. u Aceto: laceto di umeboshi e lacidulato di riso possono essere usati con molta moderazione in cucina per condire verdure e alghe o nella preparazione di salse. Kelp: variet` di alghe laminaria, seccate e polvea rizzate. Si trovano gi` pronte e si usano come a le alghe tostate e polverizzate.

1.9 Olii e salse per cucinare


Sullolio, esiste in Italia una decennale disinformazione. Lolio migliore per il consumo umano ` e quello derivato dai semi (di sesamo o di mais) e non da frutta (olivo o mandorle). Bisogna evitare di aggiungere lolio crudo nelle pietanze a ` tavola questa e unabitudine deleteria, giusticata solo dallelevato consumo di proteine animali, che a lungo andare favorisce ed accelera il deposito di muco e grassi nelle ghiandole interne, e nei sistemi circolatorio, respiratorio ed escretore. Lolio pu` essere riscaldato, ma non suo perare i 140 gradi (quando inizia a fumare) ed usato con moderazione per saltare le verdure di contorno, o aggiunto nellacqua durante la cottura di zuppe o minestroni.

Ravanello daikon: questo grosso ravanello bianco va grattugiato e mescolato ad un po di ` shoyu o tamari. Una dose media e: un cucchiaio colmo di daikon e 4-5 gocce di shoyu. Al posto del daikon si possono usare In generale, per la maggior parte delle persone anche ravanello rosso, ravanello nero, navo- basta limitare luso dellolio a mezzo cucchiaino ` ne, rapa bianca. E specialmente indicato per al giorno. Qualche volta ci si servir` dellolio ana equilibrare le pietanze fritte o il pesce. che per soffriggere con una pastella verdure, pesce, molluschi, seitan o tofu ed anche crocchette di ceRavanello secco salato (takuan): si presenta co- reali. Non usare olio crudo, se state seguendo una me una radice di colore marroncino, schiac- dieta curativa.

ciata e molto compatta. Pu` essere consumao Un condimento universale, e indispensabile per to di tanto in tanto per accompagnare il pasto la buona salute, e il sale marino non rafnato (cfr. ` ` o per favorire la digestione. E bene mangiarne alla voce Condimenti) che esalta il sapore naturale solo due - tre fettine alla volta. del cibo senza aggiungere grassi. Il miso e la salsa di soia (contengono ambedue dal 13% al 18% di Zenzero fresco: si trova anche in Italia, nei cen- sale marino) possono venir usati come condimenti a tri macrobiotici pi` forniti o presso grossi ri- non grassi ma molto gustosi. Scegliete le variet` u venditori di frutta e ortaggi dimportazione e prodotte in maniera naturale e non trattate chimiprimizie. Si consuma come guarnizione o per camente. Anche questi condimenti vanno usati con insaporire contorni di verdure, zuppe ed an- moderazione. che bilanciare piatti a base di pesce o molluschi. Va grattugiato per estrarne il succo che va aggiunto in pentola qualche secondo prima Condimenti magri di terminare la cottura. uso quotidiano Rafano (cren): lo si usa di rado, come il ravanello daikon, per guarnire ed equilibrare pietanze Sale marino fritte o a base di pesce e molluschi. Salsa di soya - shoyu
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

15

Sesamo salato - gomashio Sesamo alle alghe Albicocche o prugne salate - umeboshi Miso dorzo Miso di riso Miso di riso integrale

Condimenti grassi
uso comune Olio di sesamo Olio di sesamo tostato Olio di mais Olio di girasole uso occasionale Olio di arachidi Olio di cartamo Olio di soia Olio di oliva Maionese di tofu anche se di buona qualit` a Pasta di olive e/o olive in salamoia da evitare Olii super rafnati, estratti e trattati chimicamente Olio di colza

uso occasionale Tamari Alghe tostate polverizzate Sesamo allo shiso Shiso fresco o secco, salato Salsa di nori Kombu al sale Crauti Agro di umeboshi Acidulato di riso Kelp Ravanello secco salato - takuan Zenzero fresco Rafano

Attrezzatura di cucina
Fornelli a gas Forno a gas Pentola a pressione per cereali Pentola a pressione per legumi Varie pentole in acciaio inox Qualche casseruola e/o pentola in ghisa Coltello quadro (stile cinese giapponese) per tagliare le verdure Tagliere di legno Se nella vostra cucina manca una delle attrezzature su indicate, acquistatela. Anche un umile attrezzo come il coltello quadro per verdure, o il tagliere di legno, vi ripagher` abbondantemente dia mostrandosi utile ed efciente, vi consentir` anche a una grande economia di tempo nella preparazione dei pasti.

Addensanti
uso occasionale Kuzu Arrow-root

usare di rado Fecola di mais (tipo maizena) Amido di riso Amido di grano
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

16

1.10 Cibi da eliminare o ridurre al grassi minimo


prodotti animali
Carni rosse (manzo, vitello, maiale) Pollame, coniglio, agnello, capretto Salumi (di ogni tipo) Cacciagione (di ogni tipo) Uova Lardo Olii estratti e manipolati chimicamente Margarina (di ogni tipo) Grasso doca

cibi trattati/rafnati
Cibi precotti-instant Cibi in scatola Cibi surgelati Pasta bianca (non integrale) Riso brillato (rafnato) Pane, gallette, ecc. fatti a partire da farine sbiancate e rafnate

derivati del latte


Latte (di ogni tipo) Formaggi fermentati o stagionati Burro, yogurt, ker Gelati al latte Panna montata o acida

stimolanti
Spezie (cumino, cannella, ecc.) Erbe aromatiche (basilico, rosmarino, ecc.) Aceto di vino Caff` e Alcool (compreso il vino) T` commerciali tinti articialmente e T` aromatici e stimolanti (alla menta, al gelsomie no, ecc.) Ginseng (in ogni forma)

cibi trattati con:


Additivi chimici Conservanti, stabilizzanti Emulsionanti, coloranti Deodoranti, arricchenti, ecc. Cibi liolizzati

dolcicanti
Zucchero (bianco, integrale, scuro, nero, ecc.) Miele Melassa di canna, sciroppo di barbabietola Saccarina, ciclammati e ogni altro dolcicante articiale Fruttosio, carruba, cioccolato Sciroppi di ogni altro tipo, pappa reale

bevande
Aranciate e limonate naturali Coca-cola, pepsi-cola ecc. Acqua brillante Succhi di frutta (di ogni tipo)
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

17

semi oleaginosi
Noci brasiliane Anacardio Pistacchio

frutti tropicali e subtropicali


Ananas Avocado Banane Pompelmi Mango Papaya Kiwi Fichi Noce di cocco

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 2

CONSIGLI DIETETICI
` E importante che tutti seguano i tre punti ti di mare) cotto al piatto o lessato alla grisuccessivi. glia, senza olio. Dei ravanelli crudi o scottati accompagneranno sempre il pesce. Primo: masticare molto bene, 50-100 volte o pi` . u 5-10% frutta di stagione fresca o secca, cotta o Mangiamo solo se abbiamo veramente fame. cos` com` , a seconda dei casi. e Secondo: bere solo in caso di sete mai per abitudine e solo le bevande consigliate. Terzo: usare sempre una piccola quantit` di sale e a condimenti; a meno che non sia specicato il contrario.

2.1 Dieta macrobiotica standard


50-60% cereali integrali, preferibilmente in chicchi. 5-10% zuppa di miso o shoyu. Sapore: delicato, moderato, forte. 20-30% verdure dei tipi consigliati. 2/3 di queste devono essere cotte (saltate, al vapore, lessate, stufate) da 5 a 30 minuti. 1/3 di tali verdure pu` o essere composto da: insalata cruda, pressata, scottata, macerata col sale (insalatini). Pressata da 1 a 8 ore; scottata da 1/2 a 3 minuti e macerata da 3 a 90 giorni. 5-10% leguminose ed alghe marine. Questi alimenti possono essere sostituiti una, due volte alla settimana da pesce bianco (o frut18

Capitolo 3

INDICAZIONI SULLA COTTURA


3.1 Metodi di cottura del cibo
di uso frequente
Cottura a pressione Bollire Cottura a vapore Cottura stufata, senza acqua Brodi e zuppe Strinare (saltare senza olio) Pressare con sale di sale (normalmente un quarto di cucchiaino) o altri condimenti al posto del sale come shoyu, alga kombu (solo se indicato usare due cucchiaini di shoyu, oppure 4 cm di kombu secca per tazza di riso). Lasciate il fuoco al minimo per quindici minuti; alzate la amma e, al primo bollore (quando la valvola della pentola a pressione inizia a schiare) mettete uno spargiamma tra la pentola e il fornello e abbassate la amma al minimo. Cuocete per cinquanta minuti. Spegnete il fuoco e lasciate riposare, senza togliere la valvola n il coperchio per almeno dieci e minuti. Togliete il riso cotto dalla pentola e disponetelo in una ciotola (di legno, se possibile) per evitare che si ammassi; copritelo con uno stuoino di bamb` perch si raffreddi e si asciughi. u e

di uso saltuario
Saltare con olio (bassa temperatura dellolio) Soffriggere (alta temperatura dellolio) Crudit` , insalate a Friggere Tempura (frittura con pastella) Cottura al forno Tostatura

3.3 Combinazioni di riso ed altri cereali, o semi

Per ogni tazza di riso integrale aggiungete a scelta: un cucchiaio di sesamo tostato 8 castagne secche (in ammollo due ore) 3.2 Cottura del riso integrale 10 nocciole o mandorle tostate e sbucciate una tazza di miglio, oppure mezza tazza di miglio Lavate il riso integrale quattro o cinque, volte, me mezza tazza di orzo perlato, o orzo mondo o farro scolando e sfregando i chicchi nellacqua fredda. Per ogni tazza di riso semilavorato aggiungete a Mettetelo a cuocere con una tazza e mezza dacqua per ogni tazza di riso crudo, pi` un pizzico scelta: u 19

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

20

10-12 mandorle o arachidi tostate e sbucciate pesce secco; una tazza di miglio, oppure mezza tazza di molluschi. miglio.

3.5 Cottura delle verdure 3.4 Preparazione della zuppa di miso (4-5 persone)
Al vapore: deporre la verdura in un cestello di acciaio inossidabile che andr` posto in una a pentola dove gi` bolle una piccola quantit` a a Mettete in ammollo sette - otto centimetri di alga dacqua salata. Coprite; lasciate cuocere wakame per cinque minuti. Tagliatela a pezzetti e ` per cinque - uindici minuti. E la cottura pi` u aggiungetela a tre tazze dacqua. Bollite per cinindelicata per le foglie e gli ortaggi pi` teneri. u que minuti ed aggiungete una delle seguenti coma binazioni di verdure (in totale due tazze di verdura Lessa: portate a bollore una piccola quantit` dacqua leggermente salata. Mettete la verdura in tagliata a rondelle e/o cubetti di uno - due cm di acqua bollente, cos` da trattenere la maggior lato): parte di sali. Recuperate lacqua di cottura per carota, verza, cipolla fare delle zuppe o per cuocere i cereali (non rapa bianca, cipolla, cavolo usate lacqua di cottura delle verdure amare!). pastinaca, zucca, cavolini di Bruxelles Il tempo di cottura varia da 10 a 15 minu ravanello con foglie, porro ti a seconda della grossezza e durezza della bardana, porri, crescione ecc. verdura. Tranne in qualche caso, e bene non ` Cuocete le verdure per dieci minuti, o meno. Incuocere in questo modo le foglie verdi. tanto diluite nel suribachi, o in una tazza, due cucchiaini colmi di miso mescolando accuratamente. Saltata: dopo aver lavato e tagliato la verdura, Spegnete il gas, attendete uno o due minuti e agmettete al fuoco una pentola dal fondo spesgiungete il miso diluito. Coprite e lasciate riposare so e lasciate che si scaldi, ungetela con un circa cinque minuti. N.B. Il miso, in genere, non po dolio di sesamo o di mais e poco dopo deve bollire. aggiungete anche la verdura. Prima la cipol` la e poi le altre verdure in ordine dalle piu ` dure alle piu tenere. Variazioni: Ci sono due metodi fondamentali per salta guarnite con un quarto di alga nori tostata, per re le verdure. Cuocete a fuoco vivace (ma ogni porzione; non eccessivo), a pentola coperta e per pochi omettete lalga wakame; minuti (da due a cinque minuti), aggiungete aggiungete solo carote o solo daikon o rapa o un po di salsa di soia (shoyu) per insaporire, sedano-rapa o bardana o dente di leone o pastinamescolate bene, spegnete il fuoco e servite. che al brodo con wakame; omettete le alghe e scegliete una combinazione Un secondo metodo di cottura (detto nituk , e di verdure a vostro piacere condita con uno o due in giapponese) consiste nel lasciare la verdura pizzichi di sale. a fuoco lento per molto tempo (da trenta a novanta minuti) con amma bassissima. Altri tipi di zuppa: includete nella zuppa: cereali gi` cotti; a legumi gi` cotti; a
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Questo secondo metodo di cottura va usato solo in alcuni casi particolari, e non e indi`

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

21

cato, in genere, per un uso giornaliero (cfr. kimpira nel paragrafo Piatti speciali). Scottata: portate lacqua leggermente salata allebollizione. Aggiungete le foglie verdi lavate, eventualmente tagliate. Lasciate al fuoco forte per due - tre minuti, o anche meno. Condite linsalata scottata con umeboshi diluito o qualche goccia di acidulato (di riso o di umeboshi).

3.6 Cottura delle leguminose


Tutte le leguminose (azuki, ceci, lenticchie, fagioli ecc.) vanno sempre cotte con laggiunta di alga kombu; in genere un pezzo di tre - cinque centimetri per porzione di legumi cotti (da due a ` quattro cucchiaiate colme di legumi a testa). E bene lasciare le leguminose in ammollo per circa sei - otto ore, cuocerle insieme allalga ma senza sale (non usate bicarbonato!) per circa due ore in pentola a pressione. In ne cottura aggiungete del sale, dello shoyu o del miso, a seconda dei casi e fate restringere. Le leguminose devono essere sempre ben cotte; se non riuscite ad ottenere dei legumi morbidi e cremosi lacqua usata e trop` po ricca di calcio. Procuratevi dellacqua minerale non gassata per cucinare. Variazioni: sostituite lalga kombu con una delle seguenti combinazioni di verdure (facendo attenzione ad aggiungere le verdure quando i legumi sono quasi cotti), continuando poi a cuocere ancora dieci - dodici minuti. Combinazioni: sedano-cipolle-carote; sedano-porro-carote; daikon-cavolo nero-zucca; verza-carota.

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 4

PIATTI SPECIALI
N.B. Tutte le ricette seguenti sono per quattro d) letti di pesce a carne bianca; oppure frutti di persone. mare (cozze, vongole, arselle ecc.); oppure seppie, totani, calamari; in percentuale. . .

4.1 Nishime stufato


Questo metodo di cottura aiuta a rinforzare ed ` aumentare la vitalit` di chi e diventato acco e a debole. Servitevi di una pentola pesante e spessa (di ghisa preferibilmente) munita di un buon coperchio. Lasciate in ammollo dellalga kombu nch e non diventi morbida, in quantit` tale da poter a coprire tutto il fondo della pentola (lalga kombu nellacqua aumenta di circa due volte il proprio volume). Tagliate lalga in pezzi di tre centimetri di lunghezza e disponetela sul fondo della pentola. Aggiungete due tazze di carote, daikon (ravanello gigante bianco), rape bianche, radici di bardana, radici di loto, cipolle, zucca bernoccoluta o hokkaido, cavolo cappuccio. Tutte queste verdure, (sceglietene almeno tre) devono essere tagliate in pezzi di quattro - cinque centimetri e disposte a strati (nellordine in cui sono elencate sopra) a partire dalla kombu. Inoltre sullo strato di verdure pi` alto si potr` disporre: u a a) tofu fresco tagliato a grossi dadi; in percentuale. . . b) tofu secco (gi` messo in ammollo per venti mia nuti), strizzato e tagliato a met` ; in percentuale. . . a c) seitan a grossi cubi; in percentuale. . . 22

Aggiungete acqua quanto basta per lambire lo strato di verdure pi` basso. Spargete una piccola u quantit` di sale marino o salsa di soia naturale sulle a verdure gi` in pentola. Coprite. Accendete il fuoa co e iniziate a cuocere a amma vivace nch non e si produce una forte quantit` di vapore. Abbassate a la amma e lasciate cuocere piano piano per quindici - venti minuti. Se lacqua dovesse evaporare completamente aggiungetene altra badando che sia bollente e di quantit` pari circa alla met` di quella a a iniziale. Quando la verdura e cotta (sofce ma non spap` polata) aggiungete uno solo dei seguenti condimenti: a) salsa di soia naturale; b) miso stemperato in due cucchiai di brodo di cottura caldo; c) prugne umeboshi, pestate insieme a due cucchiai di brodo di cottura, in un pestello o in un suribacbi no a rendere tutto omogeneo. Continuate la cottura, a pentola coperta, per altri due minuti. Mescolate ben bene senza rompere o intaccare i pezzi di verdura, cuocete ancora due minuti, spegnete il fuoco e lasciate che la verdura riposi per altri due minuti. Servite ancora caldo, con il sughetto delizioso formatosi durante la cottura.

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

23

Si raccomanda di servirsi del metodo di cottura senapone, il crescione, le cime di rape, il cavosuddetto da due a quattro volte per settimana. lo o lattuga cinese e il prezzemolo. Disponete le verdure in una pentola in cui sta gi` bollendo una a piccola quantit` dacqua, con un pizzico di sale. I a gambi e meglio che vadano sul fondo della pentola. `

4.2 Contorno di azuki e zucca

Condite le verdure ancora in cottura in uno dei seguenti modi: Questo piatto e indicato per regolarizzare il livel` con un pizzico di sale, oppure con mezzo o un lo di zucchero nel sangue, in particolare per colocucchiaino di shoyu, oppure con mezzo o un ro che soffrono di diabete o di ipoglicemia. Potete cucchiaino di aceto di riso. includerlo nei vostri pasti due o tre volte per settimana. Pu` essere fatto anche con azuki e carote o o Mescolate delicatamente e spegnete il fuoco. con azuki e pastinaca. Con o senza laggiunta di castagne secche, secondo i casi. Lavate e mettete in ammollo mezza tazza di fagioli azuki e qualche striscia di alga kombu secca (da 2 a 5).

4.4 Zuppa di miso con daikon e wakame

` Quando lalga e diventata sofce tagliatela in Questa zuppa e indicata per eliminare eccessi di ` pezzi di circa tre centimetri, lavate e tagliate della muco che ristagnano o si formano in varie parti del corpo. zucca bernoccoluta in volume pari a 3 - 4 tazze. Disponete lalga sul fondo della pentola, aggiungete i pezzi di zucca (di circa 3 - 4 centimetri di lato) e su tutto versate gli azuki. Coprite con acqua pulita e lasciate cuocere a fuoco basso sin dallinizio nch i fagioli e la zucca non siano e molto morbidi (circa unora e mezza). Aggiungete mezzo cucchiaino raso di sale marino; in pi` anu che: 2 cucchiaini di shoyu e/o 1 cucchiaino colmo di malto di riso. Coprite e lasciate cuocere per altri 5 minuti circa. Lavate e tagliate in pezzi un ravanello gigante bianco (in totale una tazza e mezza di cubetti di circa un centimetro di lato). Mettetelo in pentola con 3 tazze dacqua e lasciate cuocere per 5 minuti. Nel frattempo, mettete in ammollo 15 centimetri dalga wakame secca per 4 - 5 minuti e tagliatela poi a pezzetti.

Aggiungetela alla cottura del ravanello, con o senza la sua acqua di ammollo; cuocete a fuoco basso nch la verdura non sia ammorbidita. e Spegnete il fuoco. Lasciate riposare, in pentola Aggiungete 2 - 3 cucchiaini di miso, previamencoperta, per 10 minuti prima di servire. te diluito nel suribachi con un po del brodo di ravanello.

4.3 Verdure verdi al vapore

Tenete al caldo fuoco acceso e zuppa che freme ma non bolle per 2 minuti.

Servite in una tazza e guarnite con cipollina o Potete mangiare delle foglie verdi, appena cotte, scalogno freschi, a fettine. ` tutti i giorni. E importantissimo che le foglie non N.B. Al posto del daikon (ravanello gigante cuociano tanto da perdere il loro colore verde. Lavate e tagliate le verdure, ad esempio le foglie bianco) potete anche usare dei ravanelli rossi o e delle carote, delle rape e del daikon, la senape o bianchi o neri, purch di sapore piccante.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

24

Variazioni: potete eseguire questa zuppa senza Aggiungete una piccola quantit` di shoyu e a wakame aggiungendo insieme al miso anche un lasciate evaporare leccesso di liquido. cucchiaio di prezzemolo tritato.

4.7 Insalatini pressati 4.5 Zuppa di miso con daikon e nori


Procedete come nella zuppa descritta sopra senza usare lalga wakame. Servite in tazza aggiungendo cipolline o scalogno freschi e fettine e mezzo foglio di alga nori tostata per alcuni istanti sulla amma e tagliata a striscioline. Una piccola porzione di insalatini, alla ne del pasto, aiuta la digestione. ` E necessario disporre di un pesante vaso cilindrico di terracotta o anche di un fusto di legno, purch dritto, e di un coperchio di legno che non e appoggi sui bordi ma che penetri agevolmente nel vaso o nel fusto.

Lavate due grossi daikon e le loro foglie in acVariazioni: potete eseguire questa zuppa senza qua fredda, badando bene di eliminare ogni traccia nori, aggiungendo con il miso anche un cucchiaio di terra, in particolare da foglie e steli. Lasciate di prezzemolo tritato. asciugare i ravanelli, meglio se sospesi allombra, per ventiquattro ore.

4.6 Daikon secco con kombu e shoyu

Tagliate i ravanelli in fette rotonde. Cospargete di sale il fondo del vaso di terracotta: disponete sul sale uno strato di foglie di ravanello e sopra a queste uno strato di ravanello a fette.

Questo piatto serve a sciogliere il grasso Cospargete di sale questo primo strato di verdepositato nel corpo e negli organi interni. dure e ripetete loperazione no a riempire il vaso. Badate di cospargere con sale anche lultimo strato Mettete in ammollo due strisce di kombu secca, di verdure. quando si e ammorbidita tagliatela nel senso della ` lunghezza in strisce larghe 1 2 centimetri; disponeDisponete sul vaso il coperchio di legno, o un te lalga sul fondo di una pesante pentola in ghisa piatto che possa agevolmente penetrare no in fonmunita di coperchio. do, ponendo una pietra o un paio di mattoni sul coperchio, cosicch questo, per pressione, inizi a e Mettete in ammollo mezza tazza di daikon secco penetrare nel vaso schiacciando i ravanelli. nch non si e ammorbidito (se il daikon secco e di e ` ` colore piuttosto scuro e meglio gettare via lacqua ` Coprite il tutto con una garza, per impedire di ammollo). che la polvere penetri tra la verdura, ma non impedendo la circolazione dellaria. Disponete il daikon ammorbidito sopra lalga kombu, in pentola; aggiungete lacqua di ammollo In breve tempo lacqua contenuta nella verdura della kombu quanto basta per coprire. schiacciata verr` alla supercie. A questo punto a togliete la pietra pi` pesante e sostituitela con una u Coprite la pentola, portate ad ebollizione, abpi` leggera. u bassate il fuoco e lasciate sobbollire per 30 - 40 minuti, nch la kombu non sia ben cotta. e Conservate in un luogo fresco e buio per una dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

25

due settimane o anche pi` a lungo. u

Disponete un disco di legno, o un piatto, sulla crusca. Questo coperchio deve essere di diametro Servitevi di cucchiai o spatole di legno per prenminore del diametro interno del vaso cos` da poter dere la quantit` dinsalatini necessaria (non usate a premere sugli insalatini. le mani: anche se pulitissime), e dopo ogni approvvigionamento ricoprite con cura il vaso con Ponete una o pi` pietre, ben pesanti, sul disco u coperchio, pietra e garza. che funge da coperchio. Ben presto aforer` dela lacqua: quando il livello supera il bordo del coLavate gli insalatini in acqua fredda, tagliate a perchio sostituire le pietre pi` pesanti con una pi` u u fettine e servite. leggera.

4.8 Insalatini alla crusca


Questo tipo di insalatini aiuta a ricostruire un sano e forte ambiente intestinale per lo sviluppo della ora batterica. Vanno distinti in due tipi principali.

Coprite con della garza e ponete il tutto in una stanza fresca e buia. Quando gli insalatini saranno pronti toglieteli dal vaso, sciacquateli, tagliateli e serviteli.

4.9 Insalatini di umeboshi

Mettete 8 - 9 prugne umeboshi in un vaso di vetro o terracotta. Aggiungete 2 litri dacqua tiepida. Insalatini invecchiati , pronti dopo tre - cinque Agitate il tutto e lasciate riposare per 2 - 3 ore (nmesi di maturazione ch lacqua si colorer` di rosa). Assicuratevi che e a 10-12 tazze di crusca di riso o di grano 1 e il liquido sia completamente freddo. Aggiungete a mezza - 2 tazze di sale marino questo liquido ortaggi a fette quali: radici di rapa, Insalatini giovani , pronti in una - due settimane carote, cipolle, daikon. 10-12 tazze di crusca di riso o di grano 1/8 Coprite il vaso con un panno pulito di lino o 1/4 di tazza di sale marino. cotone. Conservate in un luogo fresco e al buio. Questi insalatini possono essere consumati dopo 3 u Tostate delicatamente la crusca: lasciatela raf- giorni, volendoli pi` forti si possono lasciare no a freddare. Mescolate bene con il sale. Disponete 2 settimane. uno strato di crusca/sale sul fondo di un vaso di terracotta o di un tino di legno.

4.10 Insalatini di shoyu

Potete usare un tipo di verdura solo (ravanelli bianchi, o rossi o neri, rape, rutabaga, cipolla, Mischiate in un vaso di vetro o terracotta una uguacavolo cinese) o una miscela di due o pi` tipi. u le quantit` di acqua e salsa di soia. Immergete in a Spazzolate accuratamente le verdure, senza la- questo liquido gli ortaggi desiderati (rape, ravanelvarle, tagliatele a fette e disponetele a strati li, carote, cipolle) in modo che siano coperti da un alternando uno strato di verdura e uno di crusca. dito di liquido. Quando il vaso, o il tino, e pieno, cosparge` Una deliziosa variante pu` essere una aggiunta o te lultimo strato di verdure con una porzione pi` di alcuni pezzi di alga kombu (messa a mollo trenta u abbondante di crusca. minuti e tagliata a quadretti). Se gli ortaggi sono
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

26

a) una prugna umeboshi bollita per 5 minuti in una tazza e mezza dacqua. Usare il brodo rimasto come succedaneo dellaceto; b) come al punto a) aggiungendovi 2 cucchiaini di aceto di riso. Mescolate bene e condite; c) stemperate in 4 cucchiaini di aceto di riso alcuni granelli di sale; d) in un mortaio, omogeneizzate la polpa di una 4.11 Insalata scottata prugna umeboshi, 2 - 3 cucchiaini di burro di sesamo e 4 - 5 cucchiai di acqua calda o brodo di Questo e un modo di preparare delle verdure verdure; ` rinfrescanti senza appesantirsi di liquidi. e) come al punto d) sostituendo alla umeboshi 3 Per preparare una buona insalata di verdure mi- cucchiaini di aceto di riso e alcuni granelli di sale; ste scottate, bollite ogni verdura separatamente; ma f) omogeneizzate in un mortaio 2 cucchiaini di burro di sesamo e alcuni granelli di sale e 4 cucchiai e meglio usare sempre la stessa acqua di cottura. ` di acqua tiepida o brodo di verdure. Cuocete per prime le verdure di sapore pi` teu nue e per ultime quelle di sapore pi` intenso cos` u da non mescolare i sapori. Mettete in una pentola 4.12 Insalata pressata larga e bassa 2 centimetri dacqua e un pizzico di sale e portate a bollore. In questo modo leccesso di liquido verr` rimosa Gettate nellacqua una tazza di cavolo cinese so dalle verdure crude. Lavate e tagliate la verdutagliato in pezzi e lasciatelo bollire per 1 - 2 minuti. ra preferita in fettine sottilissime. Potete usare, ad La verdura cos` preparata dovrebbe essere croc- esempio: mezzo cavolo cappuccio, un cetriolo, un cante e ancora soda, ma non cruda. Scolate la ver- gambo di sedano, 5 - 6 ravanelli rossi, una cipolla. dura cotta, servendovi di un colino appoggiato su Disponete il tutto in un pressa-insalata mescouna ciotola cos` da recuperare tutta lacqua di cot lando ben bene con 3 - 4 cucchiaini di sale. Prestura, che deve tornare in pentola, bollire e cuocere sate la verdura, lasciatela sotto pressione per almele altre verdure. no 2 ore. Ma potete anche lasciarla cos` per 3 - 4 o Fate poi cuocere mezza tazza di cipolla affetta- giorni: per` , in questo caso, otterrete degli insau ta; recuperate poi lacqua di cottura. Bollite, poi, latini freschi (in leggera fermentazione) e non pi` mezza tazza di carota a fettina e mezza tazza di uninsalata. gambi di sedano tagliati in diagonale; anche questi Lavatela prima di servirla per togliere leccesso ortaggi vanno cotti separatamente. di sale. Per ultimo, tuffate nellacqua bollente un mazzetto di crescione, solo per pochi secondi. Mentre alternate le verdure in cottura, quelle gi` a cotte dovrebbero passare 1 o 2 minuti nellacqua fredda. Servitevi del colino.

tagliati a fettine sottili potranno essere consumati dopo 8 ore, ma potete lasciarli no a 5 giorni. Se invece preferite un taglio pi` grossolano dovrete u attendere sino a 30 giorni, in quanto la salsa di soia dovr` penetrare sino al centro degli ortaggi. a

4.13 Gelatina di frutta con kuzu

Mescolate le verdure scottate; conditele con una Scegliete della frutta di stagione tra quelle considelle seguenti salse: gliate; tagliatela a dadini o a fettine (le ciliege o le
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

27

fragole baster` tagliarle in due). Cuocete 2 tazze di a frutta mista o di un solo tipo in 2 tazze dacqua con un pizzico di sale per 5 minuti; stemperate 3 cucchiaini di kuzu in 2 tazze dacqua fredda, versate in pentola girando continuamente nch il kuzu non e render` il tutto gelatinoso e trasparente (3 - 4 mia nuti circa), spegnete il fuoco; servite a temperatura ambiente (circa 3 quarti dora di riposo).

4.17 Riso e miglio


1 tazza di riso mezza tazza di miglio 3 tazze dacqua 1 pizzico di sale Lavate bene il riso sotto acqua corrente e cos` procedete per il miglio. Lasciate in ammollo il riso e il miglio per 30 minuti mischiati insieme. Colate lacqua di ammollo e ponete i cereali in una pentola a pressione. Aggiungete lacqua e il sale e cuocete per 45 - 50 minuti a amma bassa. Variazioni: 1 tazza di riso integrale 1 tazza di miglio 1 pizzico di sale 4 tazze dacqua Seguite la ricetta precedente. N.B.: le ricette precedenti possono essere fatte sostituendo al riso integrale il riso semilavorato; in questo caso il tempo di cottura in pentola normale e di 30 minuti e la quantit` dacqua va diminuita ` a un poco.

4.14 Gelatina di frutta con agar-agar


Portate a bollore 2 tazze di acqua fredda con un pizzico di sale, 2 - 3 cucchiai di succo di mela e 2 cucchiai colmi di occhi di agar-agar, bollite 5 minuti dopo di che versate 2 tazze di frutta di stagione, bollite ancora 5 - 6 minuti, lasciate raffreddare nch il tutto non si rapprenda in consistenza dura, e tagliate a fette e mangiate lontano dai pasti.

4.15 Daikon grattugiato


Da usare come contorno, specialmente per accompagnare il pesce o il tempura (piatti fritti).

4.18 Riso e orzo mondo o farro

Grattugiate abbastanza ravanello da ricavarne 4 cucchiai colmi. Aggiungete 8 - 10 gocce di shoyu, 1 tazza di riso tondo integrale (lavato e scolato) mescolate e servite. 1/2 tazza di orzo mondo o farro lasciato in ammolSe non avete a disposizione il ravanello daikon lo per una notte in 3 tazze dacqua potete usare anche il navone, il ravanello rosso o 1 pizzico di sale nero o le rape bianche. Cuocete come sopra.

4.16 Riso stracotto

4.19 Riso e orzo perlato

Aggiungete ad una tazza e mezza di riso gi` cotto 3 1 tazza di riso tondo a o 4 tazze dacqua, cuocete per 30 minuti a amma 1/2 tazza di orzo perlato (in ammollo 2 ore in due bassa, nch i chicchi si aprono. e tazze dacqua)
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

28

3 tazze dacqua 1 pizzico di sale. Cuocete a pressione come sopra.

4.22 Brodo di kombu e shiitake


Mettete in ammollo 4 - 6 funghi shiitake per 30 minuti con il cappello immerso in acqua. Private il fungo della parte dura del gambo e incidete in croce il cappello con un coltello. Cuocetelo aggiungendolo insieme alla kombu nel brodo descritto nella ricetta precedente.

4.20 Riso o pasta integrale o soba o udon-somen con verdure saltate


Scaldate una padella sulla amma e versate sul fondo di essa 2 cucchiaini dolio, saltatevi mezza tazza di cipolla o porri tagliati a striscioline nch e teneri, aggiungetevi mezza tazza di carota o daikon o rapa o fagiolini. Continuate a saltare (aggiungendo un po dacqua se occorre) per 3 minuti, aggiungete una tazza di verdure verdi come cavolo nero, verza, cime di rapa, broccoli, ecc. e continuate a saltare ancora. Aggiungete due tazze di riso cotto, 4 - 5 cucchiai dacqua e 2 - 3 - 4 cucchiaini di shoyu. Amalgamate le verdure e il riso rimestando per 1 - 2 minuti. Servite guarnendo con prezzemolo crudo.

4.23 Riso e azuki


1 tazza di riso integrale 3 cucchiai di azuki (in ammollo per una notte) un pizzico di sale o 5/6 cm di alga kombu 3 tazze e mezza dacqua Bollite in pentola per unora e mezza a amma bassa.

Variazioni: potete cuocere in questa ricetta riso e azuki usando una quantit` doppia di acqua ria spetto alla precedente. Bollite per 2 ore a amma medio-bassa. Aggiungete 2 - 3 cucchiaini di miso stemperato in acqua calda. Sobbollite per 2 Variazioni: aggiungete un cucchiaino di succo minuti mescolando bene il tutto e servite. di zenzero sulla soba o sul riso a ne cottura; oppure condite con sale al posto dello shoyu; o ancora condite con alghe tostate in polvere 4.24 Stufato della vitalit` a (kombu-wakame-nori). Piatto molto proteico, si usa in caso di estremo indebolimento; la quantit` non deve essere superiore a ad una tazza al giorno per 3-4 giorni consecutivi. La testa di un salmone di circa 2 kg 2 tazze di soia gialla 20 cm di alga kombu secca 1 cucchiaino di succo di zenzero fresco grattugiato 2 cucchiaini di miso dorzo 1-2-3 tazze di carota o bardana tagliate a dadini acqua a coprire Mettete a bagno lalga kombu e la soia 12 ore in

4.21 Brodo di kombu


Spazzolate o lavate brevemente 10 - 12 centimetri di alga kombu; aggiungetela a mezzo litro di acqua fredda. Portate a bollore e lasciate per 10 minuti, condite con 4 - 8 cucchiaini di salsa di soia. Versate caldo sulla pasta integrale, o udon, soba, somen, gi` cotti. Guarnite con crescione o a prezzemolo.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

29

inverno, mentre in estate saranno sufcienti 5 - 6 ore.

Servite con alcune gocce di zenzero.

N.B.: se il pesce non e stato tenuto vivo a ` Disponete lalga kombu tagliata a quadrettini sul spurgare in acqua pulita rimuovere gli intestini in fondo di una pentola a pressione, poggiatevi sopra quanto possono contenere del fango. la testa di salmone tagliata a pezzi di 2 centimetri. Mangiatene una tazza al giorno per 3 - 5 giorni Procedete ancora con uno strato di carota o bardana di seguito; conservatela in frigorifero. e poi con i fagioli. Coprite con acqua, che superer` di un dito lo a strato pi` alto. Cuocete a pressione 2 ore e mezza. u Riducete la pressione, aggiungete il miso stem- 4.26 Soia gialla con radici perato in brodo caldo, cuocete ancora per 10 minuti. Aggiungete lo zenzero, rimestate il tutto e 1 tazza di soia gialla (in ammollo per 6-12 ore) servite. Sufciente per 6 - 7 porzioni. eventualmente tostata 2 tazze di carote o 1 tazza di carote e 1 tazza di bardana tagliate a cubetti o altre radici 4.25 Zuppa di carpa 1 striscia di alga kombu (10 cm di alga seccaopzionale) o wakame 3 tazze dacqua 1 carpa o scardole 3 volte il volume del pesce di bardana o carote Lasciate a bagno lalga kombu sinch non si sia e 1 o 2 cucchiaini dolio di sesamo ammorbidita, tagliatela a quadretti e disponetela 1 sacchettino di t` bancha usato e sul fondo della pentola. Mettetevi sopra i fagioli 2 cucchiaini di miso di soia. 1 cucchiaino di succo di zenzero fresco grattugiato Cuocete a pressione per 2 ore, lasciate abbassare o 1/4 di cucchiaino di zenzero in polvere la pressione, aprite la pentola e aggiungete le radici Sciacquate la carpa e rimuovete la vescicola prescritte, bollite altri 20 minuti. biliare (fate attenzione a non romperla, e molto ` Aggiungete 2 cucchiaini di miso o di shoyu: amara!); non togliete le squame. lasciate sobbollire per altri 2 - 3 minuti e servite. Tagliate la carpa in fette di 2 centimetri; tagliate a ammiferi la bardana o la carota, e saltatela nellolio di sesamo sinch non e tenera. e ` Disponete nella pentola la carpa sulle radici, coprite dacqua e disponete il sacchetto di t` bancha e sulla carpa. Portate ad ebollizione. Bollite 4 - 5 ore nch le lische saranno morbie de. Togliete il sacchetto col t` ; stemperate il miso e in acqua calda o brodo di kombu, aggiungetelo alla zuppa e cuocete ancora unora. Oppure potete cuocere in pentola a pressione per 2 ore dopodich e togliete il t` e aggiungete il miso. e
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

4.27 Soia nera con radici


Seguite la ricetta precedente, ma mettendo in ammollo la soia nera con un pizzico di sale. Come radice e molto indicata quella di loto. ` N.B.: i due piatti precedenti possono essere fatti tostando delicatamente i fagioli prima di metterli in ammollo.

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

30

4.28 Kimpira
1 tazza di carota tagliata a ammiferi sottili 1 tazza di radice di bardana o di dente di leone o di cicoria (scorzonera) 1 cucchiaino di olio di sesamo 1/2 - 1 - 2 cucchiaini di shoyu Scaldate lolio in padella, aggiungete la bardana saltandola nch e sofce, circa 20 minuti. e` Aggiungete la carota e saltate ancora 10 minuti, condite con shoyu e continuate a cuocere mescolando ogni tanto nch il liquido non e assorbito e ` (30 - 90 minuti).

20 minuti, condite con salsa di soia; continuate a cuocere per altri 2 minuti e servite.

4.29 Contorno di alghe


Mettete a bagno una manciata di alghe hijiki o arame per 20 minuti, con acqua a coprire le alghe. Scaldate una padella nella quale verserete 1/2 o 1 cucchiaino dolio, saltate delicatamente mezza tazza di porro tagliato nemente, aggiungete una tazza di carote e saltate per 2 - 3 minuti ancora. Disponete le arame o le hijiki sulle verdure senza mescolare e coprite con lacqua di ammollo delle alghe o con acqua pulita. Cuocete a amma bassa per venti - trenta minuti, condite con 1 - 2 - 3 cucchiaini di shoyu, mescolate ver-dure ed alghe, coprite e cuocete un minuto ancora. Servite 1 - 2 cucchiai a testa. Variazioni: usate mezza tazza di acqua al posto dellolio che porterete a bollore e nella quale cuocerete le verdure. Procedete esattamente come nella ricetta sopra descritta. Variazione con mekabu: mettete in ammollo 2 3 centimetri di alga mekabu per 20 minuti. Saltate in un cucchiaino dolio 2 cipolle medie per 10 minuti. Aggiungete una tazza dacqua e lalga mekabu privata della parte dura centrale. Cuocete per
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 5

ALTRE RACCOMANDAZIONI
5.1 Cosa mangiare nella giornata
Colazione
zuppa di miso pi` delicata e pi` liquida di u u quella che normalmente va presa a pranzo o a cena accompagnata da: arancini di miso, o di riso dolce, o mochi; saltati in pochissimo olio. Il riso da usare pu` essere un avanzo; mescolare al o riso anche qualche verdura gi` cotta. a Il mochi, fatto di riso dolce gi` cotto e pestato, si a trova gi` pronto. a crema di cereali con riso avanzato (vd. riso stracotto ) con 1/2 riso avanzato e 1/2 occhi di avena o crema di avena (la crema di avena si ottiene mettendo in ammollo mezza tazza di avena in chicchi per tutta la notte; cuocete con sei tazze di acqua ed un pizzico di sale per novanta minuti, passare con passaverdura). Si pu` ottenere anche con 1/2 riso avanzato e met` o a occhi di orzo o crema di orzo, cfr. sopra. tempeh o seitan leguminose alghe di contorno, se e il caso. `

Cena
zuppa di miso riso, o riso e miglio, o pasta verdure verdi al vapore verdure stufate o saltate leguminose o pesce

Fuori pasto
Frutta fresca e bene che sia cotta, a meno che non ` ` venga indicato altrimenti. E bene anche che venga consumata almeno unora dopo i pasti, oppure a met` pomeriggio. a Frutta secca pu` essere consumata cos` com` o e o cotta, secondo i casi; anche questa va mangiata lontano dai pasti. Frutta e semi grassi (oleaginosi), secondo i casi, preparati come detto.

Pranzo

Avanzi: riso e verdure; con questi si possono zuppa di miso (se non e stata gi` consumata a ` a preparare degli involtini con nori, da consumare a colazione) met` mattina o a met` pomeriggio. a a riso bollito, o riso e orzo, o pasta, o miglio Gallette di riso o di altri cereali: evitare quelle al verdure stufate o scottate verdure saltate, con o senza aggiunta di tofu o saraceno, se non sono consigliate. 31

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

32

Pane e biscotti: come da indicazioni generali. Burri e marmellate senza zucchero aggiunto: come da indicazioni generali.

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 6

MODO DI VIVERE E IGIENE


1. Viviamo serenamente, cercando di capire e risolvere i motivi di preoccupazione, con lessere attivi sia mentalmente che sicamente. 2. Esprimiamo la nostra gratitudine per tutte le persone e per tutte le cose. Preghiamo, anche brevemente, prima o dopo ogni pasto. Mangiamo con ordine, seduti. Si pu` mangiare due tre volte al giorno, puro ch le proporzioni dei vari cibi vengano e rispettate. 3. Riordiniamo la nostra casa, dalla cucina e il bagno alla camera da letto al soggiorno. In particolare la cucina va mantenuta pulita e in ordine. 4. Iniziamo e manteniamo un attivo scambio epistolare con genitori, fratelli e sorelle, parenti, insegnanti e amici; offrendo loro affetto e amicizia. 5. Cuciniamo i nostri cibi con calma, amore e concentrazione e con lo stesso stato danimo li mangeremo. La televisione, il telefono, ` la radio, le discussioni e meglio che restino fuori della cucina e della sala da pranzo. ` 6. E ottima cosa alzarsi d a tavola sazi ma non pieni. Mangiamo solo se abbiamo fame, beviamo solo se abbiamo sete. 7. Andiamo a letto prima di mezzanotte e alziamoci presto la mattina. 33 8. Mangiamo almeno tre ore prima di andare a letto. Sostituiamo la siesta pomeridiana con una passeggiata. 9. Evitiamo dindossare direttamente sulla pelle vestiti di bre sintetiche o di lana, e meglio ` preferire le bre vegetali. Evitiamo anche luso di bigiotteria di plastica, metallica alle dita, ai polsi e al collo, limitiamoci a portare soltanto pochi e semplici ornamenti. Loro e ` lunico metallo bio-compatibile. Anche larredo della casa sia composto di legno, cotone o lana (evitiamo le luci al neon) che contribuiscono a formare un ambiente pi` sano e u naturale. 10. Non facciamo delle abluzioni (bagni o docce) troppo lunghe: a meno che, in passato, non abbiamo usato troppo sale e consumato troppi cibi di provenienza animale. 11. Ogni mattina e ogni sera, stroniamo vigorosamente tutto il corpo con un asciugamano caldo bagnato o con una spazzola di bre vegetali, nch la pelle non si arrossa del tutto. e Questo massaggio va fatto in particolar modo per ogni singolo dito delle mani e dei piedi. 12. Se le nostre condizioni ce lo permettono andiamo spesso allaperto indossando solo pochi e semplici vestiti, possibilmente scalzi per poter camminare sullerba e sulla terra. Questo e il miglior esercizio per il mattino `

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

34

che esista, cerchiamo di praticarlo almeno per mezzora in ogni giornata di bel tempo. 13. Per quanto e possibile facciamo attivamente ` degli esercizi sici. I migliori in senso assoluto sono il giardinaggio e le passeggiate nei boschi. Si possono anche praticare il do-in, lo yoga, 1e arti marziali ed alcuni sport, purch e non competitivi. 14. Evitiamo luso di cosmetici prodotti chimicamente e cerchiamo di usare soltanto pochi e buoni cosmetici naturali. Per la cura dei denti e delle gengive spazzoliamoli ogni mattina e ogni sera, qualche volta servendoci di dent` o di una soluzione di sale marino. 15. Evitiamo il contatto col corpo di qualsiasi forma denergia: rasoi elettrici, asciugacapelli, termocoperte, radiazioni del televisore (meglio sedersi ad una certa distanza). Evitate la televisione a colori. 16. Perch il cibo si trasformi pi` facilmente e e u pi` completamente in nostro sangue mastiu chiamolo bene: cinquanta volte come minimo, possibilmente di pi` specialmente in caso u di squilibri gravi. 17. Scartiamo dalla nostra cucina tutti gli attrezzi di plastica. Evitiamo di cucinare servendoci di pentole di alluminio o di pyrex. Le pentole migliori sono di ghisa non smaltata, quelle di terracotta (purch prive di smalti al e piombo), quelle di ghisa smaltata, quelle di acciaio inossidabile e inne quelle smaltate. Evitiamo anche, per quanto e possibile, luso ` di cucchiai, mestoli e attrezzi metallici. Il le` gno e il materiale migliore, anche per le posate; tra laltro non lascia sapore metallico in bocca o nel cibo. 18. Evitiamo luso dellenergia elettrica (cucina, tritatutto, centrifuga ecc.) nella preparazione o confezione del cibo. Preferiamo se ci e pos` sibile, le cucine a carbone e poi a gas di citt` o a
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

in bombola. Lo stesso dicasi per il forno. Per schiacciare, mescolare, omogenizzare il cibo (creme di cereali, noci e semi, legumi, verdure, ecc.) e bene usare il suribachi (mortaio ` zigrinato in terracotta), o il mulino a mano in acciaio, il cui uso prevede la nostra propria energia, tanto migliore di qualsiasi altra. 19. Teniamo in casa delle piante, meglio se a grandi foglie. In questo modo si aumenta e rinfresca lossigeno circolante. Tenete regolarmente aperte le nestre per qualche ` minuto, piu volte al giorno; anche in inverno. Non riscaldate troppo la casa. Lavate spesso il pavimento con acqua fredda.

Capitolo 7

RIFLESSIONI
Oltre ai punti esposti suggeriamo anche di riettere giornalmente su se stessi, come segue: accrescete il vostro apprezzamento per la natura. Cercate di riservare qualche minuto al giorno per osservare con meraviglia la bellezza stupefacente dellambiente naturale. Apprezzate il cielo e le nuvole, le montagne e la pioggia, il sole e il vento, la neve e i ori e qualsiasi fenomeno naturale. Riacquisterete, cos`, il senso umano di meraviglia per il miracolo della vita. Vivete serenamente e gioiosamente ogni giorno senza preoccuparvi. Se vi mantenete attivi, sia con la mente che con il corpo, potrete mantenere un atteggiamento ottimista e positivo. Salutate sorridendo con gratitudine tutti coloro che incontrate. Iniziate a farlo con gli amici ed i parenti, gradualmente allargate ed estendete la vostra gratitudine a tutti. Portate i membri della vostra famiglia a conoscenza del vostro nuovo modo di mangiare e vivere, incoraggiateli a adottare con voi la macrobiotica. Il sostegno, la partecipazione e lincoraggiamento della famiglia e uno degli aspetti ` fondamentali della buona salute.

7.1 Suggerimenti per chi soffre di malattie gravi e degenerative


I punti che seguono sono rivolti a coloro che devono affrontare dei gravi problemi di salute. Tuttavia, questo e solo uno schema di base; e anche ` ` assai probabile che siano necessarie modicazioni speciche caso per caso. 1. Bisogna evitare assolutamente o ridurre al massimo luso e il consumo delle farine e di tutti i prodotti da forno. ` 2. E meglio ridurre il pi` possibile luso di olio e u di grassi. I semi oleaginosi (noci, mandorle, nocciole, ecc.) e i burri, o creme, da questi derivati vanno esclusi dalla dieta. ` 3. E meglio minimizzare o evitare la frutta, i desserts di frutta e i succhi di frutta. Se e ` il caso si pu` consumare, talvolta, una pico cola quantit` di tali alimenti, soprattutto se si a desiderano molto i dolci. ` 4. E meglio scartare subito luso di forni e fornelli a microonde o elettrici. Anche la televisione a colori deve essere bandita. 5. Per tutte le malattie gravi e fondamentale rice` vere delle istruzioni di scelta, preparazione e cottura del cibo esatte e speciche. Contattare il locale centro macrobiotico per frequenta-

35

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

36

re dei corsi o lezioni di cucina adatti al vostro caso. Oltre ai cambiamenti di dieta, alcune persone affette dalla crescita di tumori, cisti o altro possono aver bisogno anche di applicazioni esterne (cfr. pi` u avanti). Incoraggiamo tutti costoro a seguire le indicazioni dietetiche standard contenute in questo opuscolo e a seguire i corsi e le lezioni offerti dalla Fondazione Est-Ovest e qualsiasi altro programma educativo che possa soddisfare i loro bisogni.

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 8

LALIMENTAZIONE MACROBIOTICA QUOTIDIANA


` E importante scegliere una serie di cibi e ricette Pesce: tutte le variet` e derivati da 3 a 4 volte a a pi` variati e ricchi, se non dobbiamo pi` preoccuu u settimana. parci dello stato di salute ma vogliamo solamente condurre una vita attiva senza cadere negli eccessi. In questo caso il quadro riportato in precedenza va Uova: 1-2 volte a settimana. modicato. Si raccomanda di consumare pi` proteine in u caso di intensa attivit` sica: in particolare le a 40-50% cereali: daremo sempre la precedenza a uova dovrebbero essere limitate a quei casi in quelli in chicchi, ma senza escludere la pasta, cui e necessaria unalta resa sica, oppure a ` i occhi, le farine. compensare delle carenze. Si raccomanda di consumare il 50% di cereale, o poco pi` , in inverno, e di mangiarne il u 0-5% alghe marine di contorno: Una piccola 40%, o poco meno, in estate. I cereali vanquantit` di alghe viene comunque sempre a no anche ridotti un poco nel pasto serale, se consumata con zuppe o leguminose; il conaumenta la razione proteica in caso di attivit` a torno di sole alghe va limitato ai casi in cui sica giornaliera. unabbondanza di minerali e di iodio sono necessari per mantenersi attivi ed in salute. 5-10% zuppe e minestre di verdura: condite Per alghe di contorno si intende, ad esempio: con miso o shoyu. insalata di wakame, hijiki saltate con cipolle, 20-30% verdure: di cui 1/2 cruda o semicruda arame con tofu, ecc. (scottata, saltata per pochi minuti) e 1/2 cotta; non superare comunque i 10 minuti di cottura, neppure in inverno, tranne in qualche 0-10% semi oleaginosi, o frutta secca, o fresca. Possono essere consumati cos` come sono o ricetta speciale. cotti, tostati, seguendo varie ricette. Sempre tenendo presente le condizioni di partenza, lo 10-30% leguminose: Tutte le variet` e derivati da a stato attuale e la costituzione individuale. 3 a 5 volte a settimana. 37

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

38

migliorate capaci di deporre 350 o pi` uova alu lanno ma che vivono solo 3 o 4 anni); luovo deve ` E possibile includere regolarmente dei cereali par- essere gallato. zialmente rafnati (es. il riso semi-lavorato), tutLa concentrazione di proteine, grassi, colesterotavia ci` non deve assolutamente escludere i ce- lo e Vitamine nelluomo e tale che bisogna neceso ` reali integrali, perch questi sono unottima fon- sariamente includere nel pasto anche delle verdure e te di Magnesio, elemento preziosissimo per il che ne aiutano lutilizzazione e che favoriscono la metabolismo del calcio. scarica delle scorie tossiche.

8.1 I cereali

Le farine, comprese la polenta ed il semolino, Scegliete tra le combinazioni seguenti e ricordovrebbero essere fresche, da consumare entro 15 date che luovo si digerisce meglio se condito con giorni dalla molitura. sale o con shoyu. funghi di qualunque tipo, preferibilmente Shiitake, insalata verde, prezzemolo; 8.2 Le leguminose cetriolo crudo e cotto, ravanelli crudi grattugiati con aggiunta di zenzero; Daremo la preferenza ai legumi che digeriamo me- cipolline crude, zenzero, ravanelli scottati, prez` glio, tenendo presente che quelli piu piccoli e me- zemolo; ` no colorati contengono meno grassi e sono piu cetriolo crudo, arance, ravanelli scottati. leggeri per il fegato; quindi se abbiamo qualche appesantimento o lentezza digestiva, useremo pi` u frequentemente gli azuki, i ceci, le lenticchie.

8.5 Semi oleaginosi


Vanno distinti in due tipi, quelli pi` grassi e quelli u meno grassi. Ad eccezione dei semi di sesamo, che pur essendo molto ricchi di olio possono essere consumati anche giornalmente con tutta la buccia esterna, che in altri semi non e commestibile per` ch completamente legnosa (es. il guscio della e mandorla).

8.3 Il pesce
` E importante usare tutti gli alimenti provenienti dal mare, non limitandoci a mangiare sempre la solita sogliola. Gli alimenti marini pi` assorbibili sono: u le ostriche e, nellordine: gli occhi il cervello il fegato e le uova di pesce; la polpa o carne del pesce e invece meno assorbibile, ed anche meno ` ricca di vitamine.

Per questo fatto il sesamo, la zucca, le arachidi, Anche tutti gli altri frutti di mare sono altamen- le mandorle e le nocciole sono consigliati come ` te assorbibili, perci` regolarmente useremo anche adatti al consumo piu frequente; mentre i pinoo ` li, le noci ed i semi di girasole vanno usati piu cozze, patelle, muscoli, datteri di mare, ecc. di rado; sono comunque tutti necessari al complemento dellalimentazione essendo ricchi oltre che di grassi, anche di proteine e minerali. 8.4 Le uova La tradizione considera i semi come cibo per Queste devono essere soltanto di galline che vivo- linverno; infatti il loro alto potere calorico e no a terra (non di allevamenti intensivi n di razze nutritivo giustica lusanza di dolci natalizi, e e
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

39

comunque del periodo freddo, a base di semi oleaginosi.

8.6 Lolio
Se non esistono pi` grossi problemi di salute luu so dellolio pu` essere liberalizzato, ma tenendo o presente una considerazione di grande importanza. ` Le stagioni piu adatte al consumo di olio sono lestate e linverno; attenzione, per` , in estate o lolio e necessario per difendere il corpo dalleva` porazione eccessiva, cosa che avviene solo con il secco (periodi di siccit` , giornate di vento asciutto a che provoca molta evaporazione), se invece lestate e umida, con piogge, ecc. lolio e meno necessa` ` rio; in inverno, la temperatura bassa richiede un aumento di dispendio di calore, sia con tempo umido che secco. La quantit` media raccomandabile va da 1/2 a a 3 cucchiaini al giorno. Teniamo presente che una certa quantit` di olio pu` avere leffetto di stia o molo a funzionare di pi` ed in maniera pi` rapida, u u se invece notiamo che lolio ci rende pigri e di malumore forse abbiamo raggiunto un certo grado di superlavoro del fegato e lolio andrebbe sospeso o ridotto per qualche giorno. ` E bene attenersi allo schema seguente:

PRIMAVERA + umida + secca pochissimo o niente pochissimo

ESTATE + umida + secca pochissimo pi` olio u anche crudo

AUTUNNO + umido + secco pochissimo o niente pi` olio u

INVERNO + umido + secco pi` olio u pi` olio u

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 9

RIMEDI CASALINGHI
Le ricette che seguono fanno parte della medicina popolare, in particolare di quella orientale, e sono state usate per migliaia di anni per alleviare svariati squilibri e disturbi causati da intemperanze ed errori alimentari o da una condotta di vita poco sana. Le indicazioni riportate vanno seguite soltanto dopo averne compreso perfettamente luso e le caratteristiche. Se aveste un qualsivoglia dubbio se usarle o meno cercate consiglio presso un esperto macrobiotico qualicato, per ricevere istruzioni adeguate.

9.1 Acqua salata


Lacqua fredda salata contrae la pelle, ed e utile in caso di scottature; invece lacqua calda salata e usata ` ` per pulire il retto, il colon e la vagina. Nel caso di scottature immergete la zona colpita dal fuoco in acqua fredda salata nch il dolore e lirritazione non spariscono; quindi ungete la pelle con olio vegetale per e proteggerla dallaria. Nel caso di costipazione o di accumuli di muco e grassi nel retto, nel colon e nella vagina servitevi di acqua calda salata (temperatura interna del corpo, circa 37 ) per fare un clistere o un lavaggio vaginale.

9.2 Bevanda di carota/daikon


Elimina gli eccessi di grasso ed aiuta a dissolvere i depositi di grassi e proteine induriti nellintestino. Grattugiate un daikon e una carota, crudi; ne basta un cucchiaio colmo di ciascuno. Cuocete per 5 - 8 minuti in 2 tazze dacqua, insieme a un pizzico di sale o 7 - 10 gocce di shoyu. 40

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

41

9.3 Bevanda di kuzu


Rinvigorisce la digestione, aumenta la vitalit` e dissolve gli stati di stanchezza. Sciogliete 1 cucchiaino a colmo di kuzu in 2 cucchiai dacqua fredda, mescolate bene; aggiungete il tutto a una tazza dacqua fredda. Fate bollire, pian piano, a fuoco basso mescolando in continuazione nch il liquido di colore e bianco non diventa gelatinoso e trasparente. Mescolatevi 1 cucchiaino di shoyu, spegnete il fuoco e bevete caldo.

9.4 Bevanda di ravanello


N 1 Aiuta a ridurre la febbre con laumento della sudorazione. Mescolate mezza tazza di ravanello (daikon) fresco grattugiato con un cucchiaio di shoyu e 1/4 di cucchiaino di zenzero fresco grattugiato. Versate su questi del t` bancha bollente, mescolate e bevete e caldo. N 2 Favorisce lurinazione. Servitevi di una garza per spremere il succo dal ravanello grattugiato. Mescolate 2 cucchiai di succo con 6 cucchiai di acqua bollente in cui e stato gi` dissolto un pizzico di sale. Portate ad ebollizione il ` a tutto. Spegnete il fuoco e bevete caldo. Solo una volta al giorno. Non usate questo preparato per pi` u di 3 giorni consecutivi senza la guida di un esperto macrobiotico. Non bevete mai il succo crudo di ravanello. N 3 Favorisce il dissolversi di grassi e muco. Mettete in una tazza un cucchiaio di ravanello e qualche goccia di shoyu. Versatevi sopra del t e ` bancha bollente, in pari volume mescolate e bevete. E maggiormente efcace se presa prima di andare a letto. Non usate questa bevanda per pi` di una settimana, a meno che non stiate seguendo i consigli di u un consulente macrobiotico qualicato.

9.5 Bevanda di funghi shiitake


Utilizzata per ammorbidire e distendere uno stato di forte tensione e irrigidimento; aiuta anche a sciogliere eccessi di grassi animali depositati. Tenete in ammollo un fungo shiitake, con il cappello in basso e il gambo in alto in due dita dacqua, nch non si ammorbidisce (circa 20 minuti). Tagliate il cappello in quattro. Cuocetelo, servendovi e anche dellacqua di ammollo, in 2 tazze dacqua con un pizzico di sale e per 20 minuti. Bevetene solo mezza tazza per volta; se cos` consigliati bevete la seconda mezza tazza 6 - 8 ore pi` tardi, nella stessa u giornata.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

42

9.6 Crema di riso integrale


Viene utilizzata in quei casi in cui il malato e indebolito e deve rinforzarsi e nutrirsi oppure quando il ` sistema digerente funziona male. Tostate delicatamente il riso integrale, in maniera uniforme, nch tutti i chicchi di riso non si siano e ingialliti. Per ogni parte di riso aggiungete una piccola quantit` di sale marino e da 3 a 6 parti dacqua. Cuocete a in pentola a pressione per almeno 2 ore. Passate il tutto servendovi di una garza sterile. Mangiatene un po per volta, condito con piccole quantit` di umeboshi, gomashio, tekka, kelp o altre alghe polverizzate a (a seconda dei casi).

9.7 Daikon grattugiato


Aiuta la digestione, in particolare, di cibi pesanti grassi o fritti, anche se si tratta di prodotti animali. Grattugiate il daikon fresco (pu` essere sostituito con ravanello rosso o rapa bianca), no ad ottenere un o massimo di un cucchiaio colmo di polpa, spruzzatela con salsa di soia (shoyu o tamari). Servitene per accompagnare i cibi pi` pesanti. Potete anche aggiungere un pizzico di zenzero grattugiato. u

9.8 Decotto di artemisia


Indicato per eliminare vermi intestinali e nei casi di itterizia. Fate bollire molto delicatamente un cucchiaio di artemisia in 3/4 di litro dacqua per 6 - 8 minuti. Bevetene poco per volta per non causare costipazione.

9.9 Decotto di bardana (radice seccata)


Si usa per rinforzare e migliorare la vitalit` . a Pu` essere fatto anche con la radice fresca, in questo caso il volume di bardana da usare deve essere o raddoppiato. Un cucchiaino di bardana secca in una tazza dacqua fredda. Portate a bollore e lasciate a amma bassa per 10 minuti.

9.10 Decotto di dendelio


Indicato per rinforzare le funzioni del cuore e dellintestino tenue e per migliorare la vitalit` in genere. a
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

43

Un cucchiaio di radice fresca di dendelio (a fettine) in un litro dacqua fredda. Portate a bollore, riducete la amma, lasciate al fuoco per 10 minuti.

9.11 Decotto di kombu


Viene preparato in due modi, ed e utilizzato per rinforzare il sangue. ` A. Fate bollire 35 centimetri di kombu secca in un litro dacqua, a fuoco basso, per 10 minuti. B. Fate seccare lalga kombu in forno, a 350 per 10 - 15 minuti nch non diventi fragile e croccante. e Grattugiatene un poco, 1/2 cucchiaino, mettetela in tazza e versatevi sopra dellacqua bollente. Lasciate in infusione per 3 minuti.

9.12 Decotto di loto


Aiuta a superare tossi e bronchiti e a sciogliere i depositi di muco bronchiale. A. Grattugiate la radice fresca, no ad ottenere mezza tazza di polpa, estraetene il succo per mezzo di una garza. Mescolate il succo di loto con un po dacqua. Fate sobbollire per 8 - 10 minuti. Aggiungete un pizzico di sale e bevete caldo. B. Se avete solo la radice secca di loto, fatene bollire un volume pari a 1/2 tazza in una tazza dacqua per 12 - 15 minuti, aggiungete un pizzico di sale e bevete caldo.

9.13 Decotto dorzo tostato


` E efcace per sciogliere i depositi di grassi animali. ` E uneccellente bevanda rinfrescante per lestate e talvolta e efcace per abbassare la febbre. ` Tostate delicatamente lorzo, mescolando in continuazione per impedire che bruci, nch non ne e avvertite pienamente laroma. Mescolate 10 parti dacqua per ogni parte di orzo tostato. Fate bollire, riducete la amma e lasciate al fuoco per 10 minuti.

9.14 Decotto di riso tostato


Eccellente per ogni tipo di disturbo. Seguite le istruzioni gi` date sopra per il decotto di orzo. Questa bevanda e efcace per ridurre la a ` febbre.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

44

9.15 Dent`
Usata per prevenire i problemi dei denti, promuove una sana condizione della bocca e arresta qualunque emorragia poich favorisce la contrazione dei vasi capillari in espansione. Fate carbonizzare una e melanzana, meglio se solo il calice. Polverizzatela e mescolatela con il 30-50% di sale marino tostato. Servitevene giornalmente come polvere dentifricia o applicatela sulle ferite. Dovete sapere per` o che la dent`, anche se efcacissima come emostatico, lascia per lungo tempo un segno di colore scuro nella pelle. In caso di emorragia dal naso, inumidite un panno di cotone e cospargetelo di dent`, inseritelo quindi nella narice e lasciatevelo per 2 - 3 ore.

9.16 Estratto di ume


Ottimo per neutralizzare uno stato di acidit` o per eliminare nausea e diarrea derivanti da stomaco in a disordine. Sciogliete 1/4 di cucchiaino in circa un bicchiere di acqua o t` bancha bollenti. e

9.17 Foglie secche (di daikon)


Vengono usate per riscaldare lorganismo e per curare molti disturbi della pelle e dei genitali femminili. Sono efcaci anche per eliminare un eccessivo e acre odore corporeo e per togliere luntuosit` della a pelle. Lasciate seccare, allombra, delle foglie di ravanello bianco gigante (daikon); altrettanto efcaci sono le foglie delle rape bianche (cime di rapa); meno efcaci, ma sufcientemente buone sono anche le foglie di ravanello (bianco, rosso, nero). Le foglie sono secche in circa una settimana molto dipende dalla stagione e dal tempo. Fate bollire 2 grosse manciate di foglie secche in 4 - 5 litri dacqua, nch questa non si colora di e marrone. Mescolate nel decotto un grosso pugno di sale marino grosso. Usate questo decotto in uno dei modi seguenti: 1. Imbevete con il decotto di foglie caldissimo un panno di cotone, torcetelo appena. Applicate sulla pelle malata, molte volte di seguito, cambiate limpacco non appena si raffredda. Continuate nch e la pelle non si arrossa. 2. Le donne che hanno disturbi genitali dovrebbero usare il decotto per fare dei semicupi. Aggiungere allacqua del bagno ben calda il decotto gi` preparato e un secondo grosso pugno di sale marino. a Lacqua deve arrivare no in vita; il petto e le spalle vanno coperti con un asciugamano per evitare raffreddature. Restare nel semicupio nch tutto il corpo non si e riscaldato e non inizia una leggera e ` sudorazione. In genere bastano 10 minuti. Ripetere il semicupio, tutte le sere, no ad un massimo di
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

45

10 volte consecutive. Sospendere il semicupio se inizia il ciclo mestruale. Dopo il semicupio fare una irrigazione vaginale con t` bancha caldo, contenente del sale e il succo di 1/2 limone. e Nel caso che, alla ne del semicupio, si avverta stanchezza o giramenti di testa, prendere t` bancha e al tamari e riposare. Nei giorni successivi distanziare maggiormente i semicupi.

9.18 Impacco di sale


Utile per riscaldare qualsiasi parte del corpo. Per esempio potete applicarlo alladdome per alleviare fastidio, dolori e reazioni di una diarrea. Fate abbrustolire il sale in una pentola spessa, meglio se di ghisa. Dopo circa 20 - 30 minuti il sale e caldissimo e di colore grigio-marroncino. Versatelo in un sacchetto di tela spessa e robusta; ` chiudete bene limboccatura; avvolgete il tutto in un asciugamano di spugna. Applicate sulla parte malata; cambiate limpacco non appena si raffredda, circa 2 ore.

9.19 Impacchi di zenzero


Utilissimi per stimolare e migliorare la circolazione del sangue e dei uidi del corpo; aiuta ad ammorbidire e sciogliere materia tossica depositata e indurita negli organi interni (cisti, tumori, calcoli, ecc.) Mettete in un sacchetto di garza una manciata (circa 100 gr.) di zenzero fresco grattugiato (gingiber ofcinalis), torcete il sacchetto per estrarre il succo. Aggiungete a 4 litri dacqua molto calda (circa 70 ) il succo e il sacchetto contenente lo zenzero. Non fate bollire! ci` eliminerebbe lefcacia dello o zenzero. Immergete un panno di cotone meglio se spugna nellacqua di zenzero calda, torcete delicatamente e applicate direttamente sulla pelle. Questi impacchi sono efcaci solo se molto caldi; respirate profondamente e sopportate con pazienza. Limpacco va cambiato non appena sintiepidisce. Per mantenere la parte e il corpo ben caldi ponete sempre sullimpacco un asciugamano di spugna ripiegato. Continuate nch la pelle non e completamente arrossata; da 10 a 15 minuti. e ` Nei casi di cancro bisogna usare questi impacchi in maniera pi` attenta. Preparate lacqua di zenzero, u come gi` detto. Continuate gli impacchi solo per 3 - 5 minuti, al massimo: in questo modo si ristabilisce a la circolazione nella zona cancerosa, quindi bisogna immediatamente applicare un impiastro di taro o di patata. Se si fanno degli impacchi di zenzero per un periodo troppo lungo si rischia di accelerare la crescita del tumore, specialmente se questo e di natura yin. ` Nei casi di cancro, perci` , limpacco di zenzero va considerato solo come stadio preparatorio per lapo plicazione dellimpiastro di patata. Se avete un problema del genere consultate un esperto macrobiotico il prima possibile.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

46

9.20 Impiastro di carpa


Fa scendere anche le febbri pi` alte, compresa quella della polmonite. u Riducete in poltiglia una carpa, viva e intera, e mescolate con un po di farina per dare la consistenza desiderata. Applicate direttamente sul petto, coprite con carta oleata o con dei panni di cotone. Se dovete curare una polmonite, prima di schiacciare la carpa, fatele unincisione immediatamente dietro la testa, raccogliete 2 cucchiaini di sangue e somministrateli al malato (questo si pu` fare solo se la o carpa e viva non bevete il sangue di un pesce morto da chiss` quante ore!). ` a Controllate la temperatura ogni mezzora; quando e scesa intorno ai 37 togliete rapidamente ` limpiastro.

9.21 Impiastro di loto


Utile per estrarre muco che ristagna dai seni frontali e nasali, dalla gola e dai bronchi. Mescolate la polpa di loto fresco grattugiato con il 10-15% di farina setacciata e con il 5% di zenzero fresco grattugiato. Spalmate sulla zona malata uno strato di 1 - 2 centimetri, coprite con un panno di cotone. Va mantenuto per parecchie ore (6-12) e va ripetuto giornalmente per 10 - 15 giorni. Per stimolare la circolazione del sangue, e rendere limpiastro di loto pi` efcace, si possono fare una u o due applicazioni di impacchi di zenzero, come preparazione al loto. Buon sostitutivo del loto e una ` mistura di 60% di carota fresca, 20% ravanello fresco, 10% patata cruda e 10% di farina setacciata.

9.22 Impiastro di senape


Stimola la circolazione del sangue e degli altri uidi del corpo, ammorbidisce i depositi stagnanti. Mescolate con cura farina di senape nera e acqua bollente cos` da ottenere una pasta sufciente per ricoprire la parte da curare. Spalmate la senape su un tovagliolo di carta per uno spessore di 2 centimetri e avvolgete con un asciugamano di cotone. Applicate il tutto sulla pelle (non applicate la senape direttamentel); lasciate agire nch la pelle non si arrossa e non si avverte del calore. Pulite bene , per non e lasciare sulla pelle del succo o granuli di senape che potrebbero causare irritazione.

9.23 Impiastro di riso Integrale


Nei casi in cui un foruncolo o uninfezione non sono maturati e aperti allapplicazione dellimpiastro di patata (o di taro) si pu` usare limpiastro di riso per calmare linammazione e far scendere la o temperatura locale. Macinate, a mano, 70% di riso integrale cotto e il 20% di foglie verdi e nori secca (non tostata).
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

47

Servitevi del suribachi; per la buona riuscita dellimpiastro bisogna macinare a lungo, se e il caso ag` giungete un po dacqua e continuate a macinare. Applicate la pasta risultante sullarea malata. Quando limpiastro d` fastidio senso di bruciore toglietelo (a questo punto non e pi` efcace) e lavate la a ` u parte.

9.24 Impiastro di saraceno


Utile a eliminare le ritenzioni dacqua e di uidi che provocano rigonamenti in qualunque parte del corpo. Mescolate la farina di grano saraceno con abbastanza acqua calda, tanto da formare un impasto piuttosto consistente e duro. Applicate uno strato di impiastro spesso un centimetro e mezzo sulla parte rigona; bendate con una garza o del cotone. Attenzione: perch la farina di saraceno sia efcace deve essere fatta a partire da saraceno decorticato non abbrustoe ` lito. In Italia, in genere, la farina di saraceno deriva dalla macinazione dei chicchi vestiti. E bene quindi preparare a casa la farina servendosi di saraceno in chicchi, spogliato e non tostato. Nei casi di cancro limpiastro di saraceno dovrebbe essere applicato al ventre in quei casi in cui il paziente trattiene liquidi nei tessuti delladdome (idropisia). Se questi liquidi vengono rimossi chirurgicamente il paziente si sente temporaneamente sollevato ma pu` improvvisamente stare molto peggio o ` qualche giorno dopo. E meglio evitare un simile drastico procedimento. Limpiastro di saraceno pu` essere applicato su ogni parte del corpo. Per esempio, nei casi di asporo tazione della mammella, dopo alcuni mesi i noduli linfatici circostanti, il braccio e il collo si gonano. Per alleviare questo stato, applicate degli impacchi di zenzero ben caldi e per 5 minuti soltanto, quindi applicate limpiastro di saraceno; tenetelo per 4 ore e poi cambiatelo. Dopo aver tolto il primo o il secondo impiastro potrete notare del liquido che trasuda dalla pelle, oppure che il rigonamento sta diminuendo. Limpiastro di saraceno ha unazione lenta ma sicura; elimina i gonori solo dopo parecchie applicazioni, al massimo entro 2 o 3 giorni.

9.25 Impiastro di tofu


` u E pi` efcace del ghiaccio per ridurre la febbre. Pressate il tofu per togliergli lacqua, schiacciatelo e aggiungetevi il 10-20% di farina setacciata e il 5% di zenzero fresco grattugiato. Mescolate bene e applicate direttamente sulla pelle. Cambiate limpiastro ogni 2 - 3 ore, oppure non appena sia diventato molto caldo.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

48

9.26 Impiastro di taro o di patata


` E usato soprattutto in congiunzione con limpacco di zenzero per estrarre attraverso la pelle sostanze tossiche accumulatesi negli organi interni. Sbucciate il taro e grattugiatene la polpa bianca; mescolate con il 5% di zenzero fresco grattugiato. Spalmate la mistura, per uno spessore di 2 centimetri su di una garza e applicate sulla parte (il taro deve essere a contatto diretto della pelle). Ogni 4 ore applicate un impiastro fresco. Il taro e difcile da trovare in Italia, sebbene sia coltivabile nelle regioni pi` calde ed umide; in ` u qualche ristorante cinese lo usano fresco e forse troverete qualche gestore che acconsente a darvelo. Se non riuscite a procurarvi il taro, chiamato anche albi o arbi, potete usare le comuni patate. Le patate a polpa bianca sono le migliori, sebbene siano meno efcaci del taro. Mescolate il 60% di patata grattugiata con il 40% di foglie verdi maciullate e pestate. Aggiungete della farina setacciata, quanto basta per ottenere un impasto consistente, e il 5% di zenzero fresco grattugiato. Servitene come gi` a detto sopra. ` Nei casi di cancro questo impiastro riesce ad estrarre dal corpo le tossine cancerose ed e particolarmente efcace per rimuovere il carbonio ed altri minerali spesso contenuti nei tumori. Talvolta, dopo aver tolto limpiastro potete notare come la sua colorazione, poche ore prima chiara, sia diventata scura o marrone oppure che la pelle si e ricoperta di macchie scure o nerastre; questi fatti indicano ` che il carbonio e gli altri minerali presenti vengono gradualmente eliminati attraverso la pelle. Queste applicazioni, pian piano, ridurranno le dimensioni del tumore. Se il paziente, a causa della frescura dellimpiastro, avvertisse dei brividi di freddo applicate tra un impiastro e laltro degli impacchi di zenzero molto caldi. Se la sensazione di freddo persiste applicate sullimpiastro di taro o di patata anche un impacco di sale caldo. State, per` , attenti a non riscaldare o eccessivamente il paziente con questa ulteriore applicazione di sale caldo.

9.27 Olio di sesamo


Serve a favorire levacuazione intestinale o ad eliminare dei ristagni dacqua. Mescolate 1 - 2 cucchiai di olio di sesamo con 1/4 di cucchiaino di succo di zenzero fresco e 1/4 di cucchiaino di shoyu; bere cos` com` , a stomaco vuoto per sciogliere gli intestini. e Invece per eliminare la ritenzione dacqua nei globi oculari mettete negli occhi, con un contagocce, 1 - 2 gocce di olio di sesamo tostato (meglio se bollito e ltrato), meglio se alla sera prima di dormire. Continuate per una settimana, o nch la condizione degli occhi non migliora. e
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

49

9.28 Olio allo zenzero


Riattiva le funzioni dei vasi sanguigni capillari, della circolazione e stimola le reazioni nervose; inoltre allevia dolori e mali di varia natura. Mescolate il succo di zenzero fresco grattugiato e spremuto con uneguale quantit` di olio di sesamo. a Imbevete del cotone con lolio allo zenzero e stronatelo energicamente sulla parte malata o dolorante. Allevia anche mali di testa, riduce la forfora e stimola la crescita dei capelli.

9.29 Ranshio
Viene usato per rinforzare il cuore e per stimolare il battito cardiaco e la funzione circolatoria. Mescolate, in tazza, un uovo intero crudo con un cucchiaio di shoyu. Bevete lentamente, a piccoli sorsi. Prendetelo non pi` di una volta al giorno e per un massimo di 3 giorni consecutivi. u

9.30 Riso integrale crudo


` E efcace per eliminare vermi e parassiti intestinali di varie specie. Saltate la colazione; a stomaco vuoto mangiate una manciata di riso integrale crudo, e mezza manciata di semi crudi (di zucca, di girasole, ecc.) e mezza manciata di cipolline, porro o aglio tagliuzzati nemente. Fate dei piccoli bocconi, mescolando in bocca tutti gli ingredienti e. . . masticate molto bene. Pi` tardi, tre ore almeno, potete consumare un pasto regolare. Ripetete per 3 giorni consecutivi. u

9.31 Succo di scalogno, cipolla, porro e daikon


` E il rimedio pi` semplice per neutralizzare le tossine della puntura dellape o di altri insetti. u Tagliate uno scalogno, o una cipolla o un porro o un daikon freschi; spremete lortaggio per ottenere del succo, che stronerete energicamente sulla pelle in modo da farlo penetrare in profondit` . Si pu` a o usare anche il ravanello rosso, purch fresco e piccante di sapore. e

9.32 T` di rametti bancha e


` E detto anche Kukicha o T` di tre anni. Viene usato per rinvigorire il metabolismo in ogni caso di e malattia. Mettete un cucchiaio di rametti in un litro dacqua fredda; fate bollire, abbassate il fuoco e lasciatelo sobbollire per 5 minuti.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

50

9.33 T` bancha salato e


Va fatto come spiegato sopra; viene usato per ammorbidire e staccare ristagni di muco nelle cavit` a nasali o per pulire la vagina. Aggiungete abbastanza sale marino al t` gi` fatto, no ad ottenere un sapore quasi uguale a quello e a dellacqua di mare. La temperatura del t` deve essere quella corporea (circa 37 ). Con questo liquido e lavate la cavit` nasale (con aspirazione) e quella vaginale (con una peretta di gomma). Il t` bancha salato a e pu` anche servire come lavaggio nei casi dirritazione e di problemi agli occhi e alla gola. o

9.34 T` bancha al tamari e


Neutralizza lo strato acido del sangue, promuove la circolazione e allevia la stanchezza. Mettete in tazza 1 - 2 cucchiaini di shoyu, versateci sopra il t` bancha bollente. Mescolate e bevete caldo. e

9.35 Umeboshi Umeboshi al forno Umeboshi carbonizzate in polvere


Per eliminare acidit` e problemi di stomaco e intestino, compresi quelli causati da infezioni di a microorganismi. Fate bollire per 5 minuti 1/2 - 1 umeboshi in 1 tazza di t` bancha. Oppure, nei casi pi` gravi o restii, e u fate carbonizzare delle prugne umeboshi (chiuse in un vaso di pyrex con coperchio, sigillato con una pasta dargilla) al forno, per 3 - 4 ore a 350 . Riducetele in polvere nissima per mezzo di un suribachi. Prendete un cucchiaio di umeboshi carbonizzata sciolto in 1 tazza di acqua calda, giornalmente per un massimo di una settimana. Se necessario, chiedete aiuto ad un esperto consulente di Macrobiotica. 38.

9.36 Ume-sho-bancha
Rinforza il sangue e la circolazione attraverso una migliore funzione digerente. Mettete in tazza la polpa di 1/2 - 1 umeboshi e 1 cucchiaino di shoyu; versateci sopra del t` bancha bollente, no a riempire. e Mescolate bene e bevete caldissimo.

9.37 Ume-sho-bancha allo zenzero


Ravviva la circolazione del sangue. Da prepararsi come sopra con laggiunta di 1/2 di cucchiaino di zenzero fresco grattugiato. Versate in tazza, sugli ingredienti gi` detti, del t` bancha bollente. Mescolate a e bene e bevete caldissimo.
dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

51

9.38 Ume-sho-kuzu
Rinforza gli organi e le funzioni digerenti, e rivitalizzante e regola le funzioni intestinali. Preparate la ` bevanda di kuzu, (ricetta nr.3) aggiungendovi la polpa di 1/2 - 1 umeboshi. Cuocete come gi` detto. Si a pu` anche aggiungere una puntina di zenzero fresco grattugiato. o

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Consigli Pratici per una Vita Macrobiotica


di Ferro Ledvinka

52

I SETTE PRINCIPI DELLORDINE NATURALE


1. Tutte le cose sono una differenziazione dellInnito Uno. 2. Tutto cambia. 3. Tutti gli antagonismi sono complementari. 4. Non esiste nulla che sia identico a qualcosaltro. ` 5. Cio che ha un davanti ha anche un retro. ` ` 6. Quanto piu grande e il davanti, tanto piu grande e il retro. ` ` ` 7. Cio che ha un inizio ha anche una ne.

LE DODICI MANIFESTAZIONI DEL PRINCIPIO UNICO


1. LInnito Uno si differenzia in yin e yang, poli che si manifestano quando linnita forza centrifuga arriva al punto geometrico di biforcazione. 2. Yin e yang derivano continuamente dallinnita forza centrifuga. ` ` 3. Yin e centrifugo, yan e centripeto. Insieme yin e yang producono lenergia e tutti i fenomeni. 4. Yin attira yang. Yang attira yin. 5. Yin respinge yin. Yang respinge yang. ` 6. La forza di attrazione o repulsione e proporzionale alla differenza tra le componenti yin e yang. Yin e yang combinati in proporzioni variabili producono lenergia e tutti i fenomeni. 7. Tutti i fenomeni sono efmeri, poiche la loro costituzione di yin e yang muta costantemente. ` ` 8. Niente e assolutamente yin o assolutamente yang. Ogni cosa comporta una polarita. ` ` 9. Niente e neutro. In ogni occasione o yin o yang e in eccesso. 10. Il grande yin attira il piccolo yin. Il grande yang attira il piccolo yang. 11. Agli estremi yin produce yang e yang produce yin. 12. Tutti gli oggetti e le forme siche sono yang al centro e yin alla periferia.

dizioniPDF www.edpdf.it . . . come una foglia nel vento. . .

Indice
COPERTINA INTRODUZIONE 0.1 Yin e yang nella natura . 0.2 Il modo macrobiotico . . 0.3 Limportanza dei cereali 0.4 La preparazione . . . . . 1 2 4 4 5 5 7 7 7 8 9 9 10 12 12 14 16 18 18 19 19 19 19 20 20 21 22 22 23

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

. . . .

1 CONSIGLI GENERALI SULLALIMENTAZIONE 1.1 Cereali integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1.2 Zuppe e minestre . . . . . . . . . . . . . . . . . 1.3 Verdure e ortaggi . . . . . . . . . . . . . . . . . 1.4 Leguminose (fagioli, ceci, ecc.) . . . . . . . . . . 1.5 Verdure di mare . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1.6 Cibi supplementari . . . . . . . . . . . . . . . . 1.7 Bevande . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1.8 Condimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1.9 Olii e salse per cucinare . . . . . . . . . . . . . . 1.10 Cibi da eliminare o ridurre al minimo . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

. . . . . . . . . .

2 CONSIGLI DIETETICI 2.1 Dieta macrobiotica standard . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3 INDICAZIONI SULLA COTTURA 3.1 Metodi di cottura del cibo . . . . . . . . . . . . 3.2 Cottura del riso integrale . . . . . . . . . . . . 3.3 Combinazioni di riso ed altri cereali, o semi . . 3.4 Preparazione della zuppa di miso (4-5 persone) 3.5 Cottura delle verdure . . . . . . . . . . . . . . 3.6 Cottura delle leguminose . . . . . . . . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

4 PIATTI SPECIALI 4.1 Nishime stufato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4.2 Contorno di azuki e zucca . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53

4.3 4.4 4.5 4.6 4.7 4.8 4.9 4.10 4.11 4.12 4.13 4.14 4.15 4.16 4.17 4.18 4.19 4.20 4.21 4.22 4.23 4.24 4.25 4.26 4.27 4.28 4.29

Verdure verdi al vapore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Zuppa di miso con daikon e wakame . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Zuppa di miso con daikon e nori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Daikon secco con kombu e shoyu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Insalatini pressati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Insalatini alla crusca . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Insalatini di umeboshi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Insalatini di shoyu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Insalata scottata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Insalata pressata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Gelatina di frutta con kuzu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Gelatina di frutta con agar-agar . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Daikon grattugiato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Riso stracotto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Riso e miglio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Riso e orzo mondo o farro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Riso e orzo perlato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Riso o pasta integrale o soba o udon-somen con verdure saltate Brodo di kombu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Brodo di kombu e shiitake . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Riso e azuki . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Stufato della vitalit` . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . a Zuppa di carpa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Soia gialla con radici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Soia nera con radici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Kimpira . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Contorno di alghe . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

23 23 24 24 24 25 25 25 26 26 26 27 27 27 27 27 27 28 28 28 28 28 29 29 29 30 30 31 31 33 35 35

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

5 ALTRE RACCOMANDAZIONI 5.1 Cosa mangiare nella giornata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6 MODO DI VIVERE E IGIENE 7 RIFLESSIONI 7.1 Suggerimenti per chi soffre di malattie gravi e degenerative . . . . . . . . . . . . . . . 8 LALIMENTAZIONE MACROBIOTICA QUOTIDIANA

37

8.1 8.2 8.3 8.4 8.5 8.6

I cereali . . . . Le leguminose . Il pesce . . . . Le uova . . . . Semi oleaginosi Lolio . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

. . . . . .

38 38 38 38 38 39 40 40 40 41 41 41 42 42 42 42 42 43 43 43 43 44 44 44 45 45 46 46 46 46 47 47 48 48 49 49 49 49 49 50 50 50 50

9 RIMEDI CASALINGHI 9.1 Acqua salata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.2 Bevanda di carota/daikon . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.3 Bevanda di kuzu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.4 Bevanda di ravanello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.5 Bevanda di funghi shiitake . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.6 Crema di riso integrale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.7 Daikon grattugiato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.8 Decotto di artemisia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.9 Decotto di bardana (radice seccata) . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.10 Decotto di dendelio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.11 Decotto di kombu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.12 Decotto di loto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.13 Decotto dorzo tostato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.14 Decotto di riso tostato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.15 Dent` . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.16 Estratto di ume . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.17 Foglie secche (di daikon) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.18 Impacco di sale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.19 Impacchi di zenzero . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.20 Impiastro di carpa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.21 Impiastro di loto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.22 Impiastro di senape . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.23 Impiastro di riso Integrale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.24 Impiastro di saraceno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.25 Impiastro di tofu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.26 Impiastro di taro o di patata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.27 Olio di sesamo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.28 Olio allo zenzero . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.29 Ranshio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.30 Riso integrale crudo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.31 Succo di scalogno, cipolla, porro e daikon . . . . . . . . . . . . . . 9.32 T` di rametti bancha . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . e 9.33 T` bancha salato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . e 9.34 T` bancha al tamari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . e 9.35 Umeboshi Umeboshi al forno Umeboshi carbonizzate in polvere 9.36 Ume-sho-bancha . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

9.37 Ume-sho-bancha allo zenzero . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9.38 Ume-sho-kuzu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . A . . . altri libri in PDF

50 51 56

Appendice A

. . . altri libri in PDF


Sono stati anche digitalizzati, tra gli altri, i libri che seguono e scaricabili con eMule durante i week-end. Tutti eccellenti. Cercali ... Perch` ? Per informare ... anche chi ha pochi soldi in tasca e non pu` spendere per acquistare decine e o e decine di libri. Troppa ignoranza in giro. Linformazione veicolata dai media in tema di nutrizione e cura delle malattie fa pena. Il solito bla-bla, la solita tiritera, le solite lastrocche, le solite balle. E infatti ... la gente sta male, sempre peggio, e gli ospedali traboccano. Quello delle malattie e un grande ` business in cui a sguazzarci sono i sanitari, i ricercatori, gli industriali, i politici... Tanti si arricchiscono e non ne hanno mai abbastanza, vogliono sempre pi` soldi ma serve allora una popolazione sempre pi` u u malata. . . . appunto! Gli autori sotto indicati, sono stati boicottati per avere intuito frammenti di verit` , altruisti, eroici per a avere cercato di aiutare i loro simili. Grandi uomini, da ammirare. Diversi libri sono dedicati al DIGIUNO, un rimedio che non costa nulla ... approfondisci! Chiss` , a potr` esserti utile. a Gli altri titoli: Digiuno terapeutico dellAssociazione Igiene Naturale Italiana Digiuno razionale, per il ringiovanimento sico mentale e spirituale del Prof. Arnold Ehret Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco del Prof. Arnold Ehret (Pregevole per tante intuizioni valide e per quanto e scritto sul digiuno ma ATTENZIONE: la dieta di Ehret non vale per ` chiunque, con qualunque costituzione sica ... e lui inoltre non distingue a seconda della costituzione sica, non parla di canali energetici nel corpo, non sa nulla di prana/etere, non parla delle qualit` energetiche dei diversi alimenti ... e questa dieta presuppone comunque che si accompagni a al digiuno e lunghi bagni di sole ... meglio leggere anche qualche libro sulla dieta macrobiotica, prima di cacciarsi nei guai). Ipertensione e malattia circolatoria Come prevenirle e disfarsene naturalmente senza ricorrere a medicine ma adottando un sistema di vita corretto, del dr. Herbert SHELTON Il digiuno pu` salvarti la vita del dr. Herbert SHELTON (uno dei migliori libri sullargomento). o 57

Tante malattie gravi, incurabili per la medicina ufciale, possono essere guarite semplicemente digiunando e in breve tempo. Occorre forza di volont` . a Assistenza igienica ai bambini del dr. Herbert SHELTON Sieri e Vaccini del dr. Herbert SHELTON Tumori e Cancri del dr. Herbert SHELTON, c` anche una critica feroce ma onesta sulla cosidetta e ricerca scientica in campo oncologico (era il 1950) tuttoggi attualissima. Si parla anche di errate diagnosi. Non ci fanno una bella gura i medici. Shelton era un Igienista Naturale, non un Medico. Lantico segreto per ringiovanire Lo Yoga della Nutrizione di M. Aivanhov Il Vangelo Esseno della Pace scoperto da Edmond B. Szekely, un classico, poetico. La scoperta del Vangelo Esseno della Pace descrive come Szekely ha scoperto il Vangelo Esseno della Pace. Di cancro si pu` guarire . . . con laloe arborescens preparata secondo la ricetta di Padre Romano o Zago. Vegetarismo e Occultismo di Leadbeater Alcool e Nicotina di Rudolf Steiner Alimentazione per vivere sani di Rudolf Steiner FLUORO, pericolo per i denti, veleno per lorganismo di L. Acerra SUGAR BLUES, il mal di zucchero, una dipendenza dal sapore dolcissimo di William Dufty [un classico che mette in guardia dai gravi pericoli per la salute derivano dal consumo di zucchero rafnato]

Il presente le e stato ottenuto con software open-source: in ambiente Linux (OpenSuse), formattato ` A con LTEX, interfacciato da Kile. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . nel luglio 2008.