Sei sulla pagina 1di 3

BIOGRAFIA – doc.TOQUINHO by Moretti – Milano (Italy) – www.toquinho.

com

Antonio Pecci Filho (in arte Toquinho), nasce a San Paolo (Brasile) il 6 luglio 1946. Sin da piccolo la madre lo
chiamava «mio Toquinho di gente» (Toquinho si legge come Tocchigno) e questo
soprannome è rimasto nel tempo, diventando il nome d’arte. L’amore per la musica e per
la chitarra già presente nell’infanzia di Toquinho, matura concretamente intorno a 14 anni
con le lezioni ed i corsi di studio impartiti dal suo principale maestro <<Paulinho
Nogueira>>, che lo guida al perfezionamento dello strumento ed alla scoperta della
musicalità e dei segreti «dell’accompagnamento» e del «solo». Insieme ad <<Edgard
Gianulo ed Oscar Castro Neves>>, Toquinho completa le conoscenze armoniche mentre
con <<Isaias Savio>> ricerca invece le caratteristiche della chitarra classica richiamandosi
allo stile di <<Baden Powell>>. Con <<Leo Peracchi>> diventa compositore, frequentando
i suoi corsi d’orchestrazione.

Gli anni ’60 per il Brasile rappresentano momenti difficili e significativi dove la
musica diventa un mezzo di comunicazione e di sentimento, dal quale prende vita un gruppo di «talenti
artistici», ancor oggi ineguagliabili, come: Zimbo Trio, Marcos Valle, Bossa Jazz Trio, Taiguara, Ivete, Tuca,
Geraldo Cunha, Chico Buarque. Toquinho ben s’inserisce in questo gruppo, partecipando con lo stesso
a numerosi concerti indimenticabili nel famoso Teatro Paramount, promossi dal radio conduttore Walter Silva, che con
abile maestria ha saputo riunire sullo stesso palcoscenico tanti nomi così importanti. È proprio dal <<Teatro
Paramount>> che inizia la carriera professionale di Toquinho che continua con successo in altri famosi teatri fra cui: <<il
Teatro Maria della Costa (1964) in «Na Onda do Balanco» insieme a Taiguara, T. Lee, Manfred Fest Trio>>; il Teatro
Maria della Costa (1965) in «Libertade, Libertade» con P. Autran; T. Raquel, Oduvaldo V., Claudia; << il Teatro de Arena
(1965) in «Esse Mundo è meu» rivista musicale iniziata nei locali notturni Ela Cravo, Canela e trasferita in teatro con la
partecipazione di Sergio Ricardo, e Manini>>.

La forte amicizia fra Toquinho e Chico Buarque, nasce dalla composizione comune a quattro mani della canzone «Lua
Cheia» che per Toquinho significa la prima vera partecipazione discografica all’interno del disco «Chico Buarque de
Hollanda - vol. 2 (RGE 1967) sulla scia del primo LP strumentale «O Violao de Toquinho» edito dalla casa discografica
FERMATA, realizzato l’anno precedente. Il contratto con la EXCELSIOR per il programma Tv «Ensaio Geral» condotto
da Gilberto Gil e la partecipazione ai più importanti «Festival delle canzoni popolari» ed ai grandi musical della TV
RECORD, confermano la crescita artistica ed il ruolo raggiunto da Toquinho nel mondo dello spettacolo e della musica
popolare brasiliana. Nel 1968 compose insieme a Paulo Vanzolini la canzone «Na Boca de Noite» interpretata per il
Festival Internazionale de Cancao Popular» da Ivete e il gruppo Vocale Canto 4, che si classifica all’ottavo posto.

Nel maggio 1969 Toquinho rimase in Italia per 9 mesi a fianco dell’amico Chico Buarque per una lunga tourneé
con oltre 45 concerti in tutta la penisola, suonando nello spettacolo che aveva come stella principale l’illustre
<<Josephine Baker>>. Durante la permanenza in Italia, Toquinho registra alcuni motivi musicali strumentali nell’album
dedicato al poeta Vinicius de Moraes, «La Vita, amico è l’arte dell’incontro» come intermezzi fra le poesie recitate da
Giuseppe Ungaretti e le canzoni cantate da Sergio Endrigo. Al rientro in Brasile, nel 1970 in compagnia di Jorge
BenJor, registra il suo secondo LP edito dalla RGE «Que Maravilha» che segna il suo primo grande successo.
Questa crescita artistica e professionale, lo porta ad incontrare <<Vinicius de Moares>> che lo invita nel giugno del
‘70 ad accompagnarLo a fianco di <<Maria Creuza>> in una serie di concerti tenuti nel locale notturno «La Fusa».
Questo incontro continuò per oltre un decennio ha affascinato il Brasile e non solo, realizzando oltre 120 canzoni, 25
Lp, e ben 1.000 concerti nei palcoscenici brasiliani, europei e latino-americani.

Nel 1971, Toquinho, inaugura i cosiddetti «Circuiti Universitario» suonando nell’Università del Nord e del Sud. Realizza
le prime colonne sonore per i teleracconti della televisione e collabora con altri compagni musicali in progetti discografici
di livello come G.F. Guarnieri in «Castro Alves Pede Passagem» (1971) e «Um Grito Parado no Ar» (1973) e Botequim»
(RGE) - 1973. Nel 1974 lancia in Brasile il disco «Toquinho na Boca de Noite» (RGE) e nel 1976 registra in Italia un
disco di «soli di chitarra» dal titolo «Toquinho - Il Brasile nella chitarra» (CETRA). Il legame significativo fra Vinicius de
Moraes e Toquinho, intanto continua di successo in successo attraverso l’album «La Voglia, La Pazzia (RGE – 1976)
registrato in Italia con la partecipazione di O. Vanoni.

In Brasile il concerto al «Canecao» di Rio de Janeiro nel 1977 con Tom Jobim, Vinicius De Moraes e Miucha,
registra il tutto esaurito per ben 7 mesi, stabilendo un primato ancor oggi imbattuto.

Nel 1977 e 1978, escono altri due Lp «Toquinho Tocando» (strumentale) e «Toquinho Cantando» editi dalla Philips in
collaborazione con Carlinhos Vergueiro e Belchior. Il 1979, festeggia i 10 anni di felice e positiva unione fra Toquinho e
Vinicius e la Philips lancia con un grande successo «Dez Anos de Toquinho e Vinicius». Toquinho con Francis Hime e
Maria Creuza, realizza nel 1980 più di 90 rappresentazioni musicali lungo il Brasile e in diverse città dall’Argentina,
realizzando poi quello che diventerà l’ultimo disco composto insieme a Vinicius, dal titolo «Um Pouco de Ilusao» edito
dall’Ariola. Durante il 1981, partecipa a Tournée invernali promosse dal noto impresario Franco Fontana prima in Itali,

Pagina 1 di 1
BIOGRAFIA – doc.TOQUINHO by Moretti – Milano (Italy) – www.toquinho.com

poi con il concerto in Francia al Festival di Montreaux ed all’Olympia a Parigi. All’inizio del 1982 effettua trasferte a
Bogotà e Cali in Colombia e successivamente ritorna ancora in Italia per i concerti estivi per ritornare in Brasile insieme
alla cantante Jane Duboc,

L’anno 1982 segna un nuovo incontro professionale fra Toquinho e l’italiano <<Maurizio Fabrizio>> che
trasferitosi per alcune settimane in Brasile, scrive insieme a Toquinho, la canzone «Acquarello» (Maracanà) che
presentata al Festival di San Remo diventa un grande successo. Toquinho conquista il disco d’Oro, ed è il
primo ed unico Brasiliano ad ottenere questo ambizioso riconoscimento all’estero. Partecipa poi al Festival di
Montreaux in Francia con altri artisti brasiliani. Nel 1983 registra in Brasile l’album «Aquarela» (Ariola) che
diventa il 35° disco della sua carriera ed esprime la sensibilità dell’arte e lo stile musicale unico ed inconfondibile, che
fanno di Toquinho, uno dei più espressivi artisti della musica popolare brasiliana.

Ritorna in Italia con lo spettacolo sintesi della storia della musica popolare brasiliana «Canta Brasil» al Teatro Sistina
(Roma), prodotto da Franco Fontana con cui lega una collaborazione importante, e che vide la partecipazione di diversi
artisti e musicisti di fama come: Branca De Neve, Papete, il vecchio Marcal da Portela, Mutinho, Luizao, Rafael Rabello,
Luciano Rabello, Dominguinhos ed un coro formato dalle voci di Guadalupe, Silvia Maria, Bel e Eliana Estevao. Sempre
nel 1983 realizza un lavoro discografico dedicato ai bambini insieme al batterista Mutinho dal titolo «Casa de
Brinquedos» (Philips). L’anno 1984, segna l’uscita di «Sonho Dourado» (Barclay) mentre nel 1985 crea l’album «A luz
do Solo» (Barclay) lavoro essenzialmente strumentale che riprende e suona alcune canzoni del Beatles. Nel 1986 lancia
«Coisas do Coracao» (Barclay). Collabora con il saxofonista giapponese Sadao Watanabe effettuando tournée
con lo stesso in Giappone, Colombia, Italia e Corsica.

Produce in compagnia di Elifas Andreato, 10 canzoni tratte dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dei Bambini
racchiuse nell’album «Cancao de Todas as Criancas». Nel 1987 ritorna in Giappone per diversi concerti a Osaka,
Kobe, Kyoto e Tokio, partecipando al «Bravas Club festival» promosso da Watanabe a fianco di nomi prestigiosi come
Victor Lazio, The Andy Narell Group, Bill Brufford Quartet, Working Weak, Pierre Horrough, Karizana, Jeff Lorber Group,
Nick Plyntass, YellowJackets lanciando «Vamos Juntos» con le registrazioni tratte dai concerti al Bravas Club. Prosegue
la tournée in Spagna toccando Madrid, Barcellone, Avilles, Saragoza, Pamplona. Registra una versione di «Aquarela» in
spagnolo con la cantante messicana Guadalupe. È protagonista in Cile (Santiago-Vinha del Mar) e presenzia
artisticamente nel programma dedicato al concorso di Miss Cile, trasmesso dalla Rete Nazionale di Tv del Cile, in tutta
l’America Latina.

Nel 1988 effettua lungo tutto il Brasile diversi concerti «Made in Coracao» con presenza
fissa al Palace di S. Paolo. Rimane per tutta la stagione ’88 al «150 Night Club» del Mak
Soud Plaza con lo spettacolo «In Concert» ed effettua show musicali a Quito, Santiago e
Caracas. Nel 1989 Toquinho presenzia a bordo della Nave Eugenio Costa tenendo concerti
anche in diverse capitali del Brasile, Porto Rico, dei Caraibi. Durante l’estate ’89 effettua
nuovamente concerti in Giappone (Kyoto, Tokio), registrando anche uno «speciale» per la
TV giapponese Fuji. Vola in Spagna per alcuni show in Barcellona, Sivilla e Cordoba,
toccando anche Parigi in occasione della commemorazione del bicentenario della
Rivoluzione Francese.

Nell’agosto del 1990 presenta il 42° LP della sua carriera «A Sombra de um Jatobà» (BGM-ARIOLA) con la
partecipazione speciale di Fagner e Eliana Estevao. Il disco evidenzia i diversi stili musicali presenti che spaziano dalle
canzoni di Steve Wonder alla samba «rasgada» di Clara Nunes a cui seguono diverse serate-concerto in Brasile ed una
tournée in Italia. Nel 1991 viene di nuovo chiamato in Italia per una stagione di successo ed al rientro in Brasile effettua
una stagione di 5 settimane al Palladium di San Paolo presentando il disco «Il Viaggiatore del Sogno» (BMG-ARIOLA).
In occasione del lancio della Formula Shell del 1992, Toquinho tiene diversi concerti in Brasile e pone sul mercato
discografico di Spagna, America Latina e Brasile, il suo nuovo album «O viajante do Sonho». Vola in Cile dove riprende
la collaborazione artistica iniziata qualche anno prima. Nel 1993, propone per il mercato italiano una collezione di
canzoni rappresentative del proprio percorso artistico e propone un concerto speciale «Toquinho, Vox e Violao» in Italia,
Spagna e Brasile.

Il 1994 è l’anno del festeggiamento di «Trenta anni di carriera artistica» di Toquinho. Avvenimento sottolineato
dall’uscita del prestigioso Cd «30 anos de Musica» (BMG-ARIOLA). Nel contempo promuove il concerto di lancio della
nuova Golf insieme ad Ornella Vanoni, a Monaco di Baviera e si presenta al Colony Theatre a Miami (Usa) con il
concerto «O Viajante do Sonho». Riprende lo spettacolo «Toquinho, Vox e Violao» presentandolo anche nei diversi
Paesi dell’America Latina. Nel 1995 registra un video per il mercato Giapponese con musiche di bossa-nova, con la
partecipazione di Tom Jobim, Joao Gilberto, Gal Costa, Carlos Lyra. Si presenta a fianco di Sadao Watanabe al
concerto «100 Anos de Amizade Brasil-Japao» al Palace di San Paolo ed al Metropolitan di Rio de Janeiro. E’ invitato

Pagina 2 di 2
BIOGRAFIA – doc.TOQUINHO by Moretti – Milano (Italy) – www.toquinho.com

in Italia, al prestigioso «Umbria Jazz Festival» insieme a Gilberto Gil. Presenta il concerto «30 anos de Musica» con la
regia di Fernando Faro al Tom Brasil a San Paolo che diventa anche uno speciale per la TV Manchete con la
partecipazione di Chico Buarque, Gilberto Gil, Jorge Ben Jor, Lucio Dalla e Quarteto em Cy. Nel 1996 continua il
successo dei concerti dedicati al festeggiamento di «30 anos de Musica» al Palladium di San Paolo, cui segue l’uscita
editoriale del libro «30 anos de Musica» edito da Maltese, unica vera testimonianza diretta della vita artistica di
Toquinho, scritto per l’occasione dal fratello di Toquinho, Joao Carlos.

L’evoluzione tecnologica che coinvolge anche il mondo della musica coinvolge anche Toquinho che sempre attento alle
novità, realizza un libro interattivo di canzoni su CD-ROM digitale e rilancia il CD «Cancao de Todas as Criancas»
dedicato ai “diritti dei bambini” (ONU) con il coinvolgimento di diversi artisti fra cui Elba Ramalho, MPB-4,
Belchior e Chitazinho e Chororo, Movie-Play. Effettua diverse tourneè in Brasile e diverse produzioni discografiche
con Paulinho Nogueira ed altri artisti brasiliani e con l’Orchestra Sinfonica di San Paolo (Brasile) e sviluppando un
progetto con arrangiamenti di Bacalov (Premio Oscar).

Nel 1996 sigla la collaborazione in Europa con il manager MORETTI dando inizio ad alcune iniziative singolari e
particolari che caratterizzano tutto il quinquennio 1996- 2001 ed oltre. E’ infatti protagonista di un tour promozionale di
solidarietà nella primavera del ’97 a favore dei “meninos de rua” in collaborazione con Iscos-Cisl. E’ presente nei festival
Latino Americani di Roma (Fiesta), Milano e Verona (Latino Americando) con tournè teatrali nelle principali città italiane.
Realizza il suo primo “live-Concert” in uno speciale video-film concerto. Promuove in Italia il “Libro di canzoni interattivo”
su CD-ROM. Diventa “Testimonial della collana dedicata ai grandi autori ed interpreti della musica del Sud-America”
proponendo come 1.a uscita il CD «Brasiliando» (by Hobby & Work) che registra una vendita sul mercato superiore alle
160.000 copie. Realizza diverse tournè estive ed invernali in Italia nelle quali realizza una registrazione Live CD
(distribuzione BMG) che è lanciato nel giugno del 2000, supportato da una tournè estiva in Spagna, Portogallo e Italia.
Quando presente in Italia, partecipa a programmi Tv fra cui “QUELLI DEL CALCIO” – con F.Fazio, TELE+ con Josè
Altafini, RAI UNO (TG1 – TG2- TG3 regionali), ITALIA UNO etc.

Partecipare in qualità di GIURATO al Festival di San Remo’99. Da segnalare il suggestivo evento nell’agosto ‘99
tenutosi in Positano, che ha visto un ritorno occasionale in palcoscenico insieme all’amica Ornella Vanoni. Nel 2000
partecipa con P.Cesar Pinheiro alle canzoni per la opera “Brasil: 500 anos” commemorazione della scoperta del Brasile.

Nel 2001 e 2002 si dedica ad eventi teatrali e a tutta una serie di concerti in Brasile realizzando due DVD speciali uno
edito in Brasile <<dedicato alla sua carriera con interviste, racconti, album fotografico, musiche e canzoni di oltre 30 anni
di carriera>> e che è risultato fra i 10 più venduti in Brasile, e l’altro edito in Europa <<contenente il concerto live>> oltre
a realizzare diverse produzioni speciali musicali come “Ensinando a Viver”, Mosaico, Cancao do Brasil, Herdeiros do
Futuro e un special Cd con Paulinho da Viola,Miucha. Nell’ottobre’02 registra un CD con l’Orchestra Jazz Sinfonica
di San Paolo composta da oltre 90 elementi nel prestigioso Teatro San Paolo. All’inizio del 2003, per il mercato
brasiliano esce con “16 sue nuove canzoni inedite” nel CD “So tenho tempo pra ser feliz” e nel contempo fa
seguire due uscite speciali in collaborazione con Selezione Readers Digest Brasil che raccolgono la sua vita artistica.

Da segnalare anche il suo emozionante ritorno nel febbraio’03, sul prestigioso palco
del Caneçao di Rio de Janeiro (l’ultimo concerto fu quello storico con Jobim, Moraes
e Miucha) che ha registrato nuovamente il tutto esaurito. Nell’estate 2003 ritorna
nuovamente per una serie di concerti nel centro-sud Italia collegati al lancio di un
doppio CD “As cançoes da minha vida” (raccolta di canzoni già edite) distribuito
dalla UNIVERSAL ITALIA.

Nel 2004 importanti sono le novità fra cui il festeggiamento di 40 anni di carriera
artistica con un grandioso show in Brasile (attualmente in corso) e l´uscita del progetto
BOSSA NOVA ovvero “un tributo” di Toquinho agli oltre “40 anni di Bossa Nova”
attraverso una raccolta di un doppio CD con 30 Cançoes registrate exnovo dall´artista
creando un disco di qualitá (distr. UNIVERSAL) a cui si aggiunge uno speciale DVD
(distr. Hobby & Work) ed anche un libro speciale che racconta appunto la storia di questo movimento musicale che ha
conquistato tutto il mondo. Il lancio di questo progetto é accompagnato dal tour in Italia (5-24/11/2004) anticipato da due
concerti a MADRID e proseguirá in BRASILE dove l´uscita discografica sará prevista per gennaio 2005.

Infoline: info@toquinho.com

Pagina 3 di 3