Sei sulla pagina 1di 37

POLICY

PAPER

IL FENOMENO DEI KHAWARIJ


Una Case Study dell Iraq & il Pakistan

BrassTacks | Syed Zaid Zaman Hamid

Tradotto da Shumaila Mehdi

INDICE
INDICE ................................................................................................................................................................... 2
SOMMARIO ........................................................................................................................................................... 3
RIFLESSI STORICI .................................................................................................................................................... 4
LEMERSIONE DEL KHAWARIJISMO ...................................................................................................................... 10
KHAWARIJISMO DURANTE IL CALIFFATO DEI RASHIDN ....................................................................................................13
VIA DUSCITA ...................................................................................................................................................... 19
COSTRUZIONE E PRESENTAZIONE DELLA PROPRIA NARRAZIONE .............................................................................................19
CONDIVISIONE TRANSNAZIONALE DELLINTELLIGENCE ...........................................................................................................20
ALLEANZA MILITARE CONGIUNTA ....................................................................................................................................20
COMPRENSIONE DELLA STRATEGY INGANNEVOLE DEI KHAWARIJ ..........................................................................................21
VALUTAZIONE DELLA WARFARE & KHAWARIJISMO ............................................................................................ 22
CASE STUDY: IRAQ ............................................................................................................................................... 24
CASE STUDY: PAKISTAN ....................................................................................................................................... 29
CONCLUSIONE ..................................................................................................................................................... 34
NOTE FINALI ........................................................................................................................................................ 35

Sommario
Oggi dopo 100 anni dalla prima guerra mondiale, l'intero mondo
musulmano a partire dal Nord Africa al Medio Oriente di nuovo in agitazione.
Due grandi cambiamenti hanno avuto luogo nelle politiche globali dopo la
prima guerra mondiale, ovvero, la fine del Califfato Islamico dellImpero
Ottomano e la divisione dell'impero musulmano per stabilire la segregazione
dello stato sionista di Israele.
Anche i semi di pandemonio di oggi nelle Terre Centrali musulmane furono
piantati dopo le due guerre mondiali combattute nel 20 secolo grazie alle quali
stato possibile la realizzazione dello Stato di Israele. Si pu anche dire che il caos
attuale la continuazione di queste guerre mondiali. Dopo l11 settembre, la
cosiddetta guerra al terrore ha ampliato la propria presenza dallIraq e
Afghanistan a tutto il mondo musulmano. Numerosi ignoti gruppi di militanti
violenti cominciarono ad emergere ed a sfidare l'autorit e l'integrit territoriale
dei grandi Stati musulmani come la Siria, l'Iraq, la Libia, la Turchia ed il
Pakistan. Oltre a questa ribellione contro gli Stati musulmani, queste
organizzazioni terroristiche hanno lanciato una guerra feroce contro l'Islam stessa
dirottando le idee politiche islamiche come Califfato, la Jihad e la sharia.
Nella storia islamica, tali gruppi sono conosciuti come Khawarij (Kharijiti). Fin
dai tempi del Califfato dei Rashidn, la civilt musulmana ha dovuto
intraprendere diverse guerre contro questi nemici interni. Questi gruppi sono
rimasti sempre gli alleati strategici naturali delle forze anti-Islam. Diverse Hadith
del Profeta Muhammad (sm) avvertono i musulmani riguardo questa minaccia.
Quindi non un fenomeno nuovo, ma mai prima d'ora nella storia, questa
minaccia era cos composita come lo oggi. Oggi, le societ e gli stati musulmani
si sono dimostrati ideologicamente mal equipaggiati per far fronte alle sfide poste
da questo dogmatico vecchio demone.
Questo documento una ricerca per capire meglio questo fenomeno con il suo
background storico e religioso, senza la quale il vero ruolo di Khawarij nella
geopolitica attuale rimarr insondabile. In secondo luogo, questo lavoro si
concentra sulla crescita e l'espansione delle Khawarij oggi giorno in Iraq e
Pakistan in modo da poter conoscere le sfaccettature nascoste di dinamiche
politiche contorte del 21 secolo.

Riflessi storici:
La

Turchia morta e non potr mai risorgere, perch abbiamo distrutto la sua

forza morale, il Califfato e l'Islam.


Lord Curzon, 1924. 1
La proclamazione sopra citata dellallora ministro britannico degli Affari Esteri ha
vistosamente stabilito due aspetti fondamentali della pianificazione strategica a lungo
termine delle potenze occidentali faccia a faccia con il mondo musulmano e l'Islam. In primo
luogo, la divisione delle terre musulmane in diversi stati nazionali, nell'ambito del accordo
segreto tra Gran Bretagna e Francia, faceva parte di un pi grande schema politico che ha
completamente cambiato la geografia e la politica del mondo. In secondo luogo, la distruzione
degli ideali politici islamici come il Califfato e le leggi della Sharia erano perno di questa
strategia occidentale.
Oltre a queste evidenti realt c' anche un messaggio nascosto in questa proclamazione che
la volont politica di non lasciare recuperare al mondo islamico la sua forza politica, militare e
morale per sfidare i modelli politici e finanziari occidentali come la democrazia occidentale, il
comunismo, capitalismo, socialismo, nazionalismo ed imperi di prestito di denaro
internazionale come Banca dellInghilterra la Federal Reserve Bank ecc. Questo l'aspetto che
ancora rilevante e deve essere inteso in un'analisi retrospettiva della geopolitica del mondo
islamico.
Piani effettivi per rovesciare l'Impero Ottomano erano nati alla fine del 15 secolo, subito
dopo la conquista di Costantinopoli da parte del generale turco Ottomano Sultan Mohammed
Fateh. Questa era la fine dellimpero bizantino. Dopo la quale, Califfato islamico ha continuato
ad espandersi in Europa orientale e centrale per i successivi 200 anni. Entro la fine del 17
secolo, l'impero era al suo apice politico. Ma questa grande espansione stata la causa di una
serie di problemi politici, amministrativi e sociali per Califfato come aumento del
regionalismo e del nazionalismo tribale. Queste fratture e faglie non sono state mai rimosse e
successivamente si sono dimostrate un duro colpo per l'intero Califfato.
Nella battaglia di Zenta, nel 1699, il lato ottomano era stato sconfitto ed aveva perso enormi
territori che oggi sono gli stati di Ungheria, Bosnia-Erzegovina, Croazia e Slovenia. Questa
battaglia era l'ultimo scontro delle Guerre austro-ottomane che sono durate per ben 14 anni
(1683-1697).2 Queste guerre protratte e costose contro lespansione dellinfluenza russa
avevano messo il califfato musulmano in una situazione di enorme debito verso le banche
francesi che in realt appartenevano ai banchieri ebrei. E cos contemporaneamente si era
iniziata anche la stagnazione finanziaria dell'impero musulmano. Il nesso tra questi banchieri
e le forze politiche occidentali contro l'Islam era naturale, perch l'Islam, nella sua
incarnazione politica, era emerso come l'ultima sfida per entrambi i modelli politici e
finanziari occidentali.

Impero Ottomano al suo apice politico


Al fine di mantenere il loro potere politico e finanziario in Europa, era fondamentale per
queste due forze la cospirazione contro l'Impero Ottomano. Anche se gi dalla fine del 18
secolo il disordine sociale e politico assieme ad una amministrazione debole si era diffuso
in alcune parti dell'Impero ottomano, ma sconvolgimenti politici nelle province centrali di
Hijaz, Siria e Iraq di trib arabe contro il Califfato hanno avuto una espansione molto pi
forte nel 19 secolo quando i paesi europei hanno iniziato a penetrare in queste province
ed hanno lanciato le loro operazioni sovversive segrete. I banchieri e gli strateghi occidentali
avevano trovato nuovi alleati contro il Califfato e questi erano le trib arabe. Entro la fine
del 19 secolo, Impero Ottomano si era ridotto alla Turchia di oggi e alcune parti del Medio
Oriente. La Prima Guerra Mondiale si conclusa con loccupazione coloniale di intere
province Ottomane sotto il potere occidentale . Al fine di ottenere indietro il suo attuale
territorio, la Turchia ha dovuto accettare il trattato di Losanna, che di fatto ha messo fine
all'istituzione del Califfato nel 1924. La decisione ha salvato la Turchia, ma nello stesso
tempo ha distrutto l'istituzione dirigente centrale che i musulmani avevano mantenuto dai
tempi di Califfato dei Rashidn.

La Caduta dellimpero ottomano continu nel 19 e allinizio del 20 secolo

Copia della lettera del ministro degli esteri della gran Bretagna a Lord Rothschild

Traduzione della lettera qui sopra:

Ufficio degli Esteri


2 novembre 1917
Egregio signore Rothschild
Ho molto piacere nel trasmetterle, a nome del Governo di Sua Maest, la seguente dichiarazione di simpatia per sionisti ebraici le
aspirazioni che sono state presentate ed approvate, dal Gabinetto
"Il governo di Sua Maest vede con favore la creazione in Palestina di una patria nazionale per il popolo ebraico, e far del loro
meglio per facilitare il raggiungimento di questo obiettivo, pur facendo in modo che nulla sia fatto che possa pregiudicare i diritti
civili e religiosi delle comunit non ebraiche gi esistenti in Palestina, o il diritto e lo status politico goduto dagli ebrei in qualsiasi
altro paese "
Le sarei grato se volesse portare questa dichiarazione alla Federazione Sionista.
(Firmato da) Arthur James Balfour

I veri piani sionisti per l'Impero Ottomano e per tutto il


mondo musulmano sono venuti alla luce dopo la
dichiarazione di Balfour, con la quale la Corona britannica ha
deciso di creare lo Stato di Israele nelle terre palestinesi. Una
lettera stata inviata dallallora ministro degli esteri
britannico Lord Balfour al banchiere sionista Barone
Rothschild subito dopo la prima guerra mondiale. La
"Dichiarazione Balfour" fu poi incorporata al trattato di pace
di Svres che era stato firmato ancora prima del trattato di
Losanna il quale proroga il mandato britannico in Palestina.
Questo era successo almeno 30 anni prima della creazione
dello stato di Israele. Ma questa lettera ha apertamente
delineato le politiche dell'Impero britannico per il futuro che
successivamente stato confermato da quanto stato detto
in seguito da Lord Curzon nel 1924.
La mappa del mondo islamico era stata ridisegnata, creando diversi stati nazionali basati
sull'idea del nazionalismo arabo. In seguito venne rivelato dagli inglesi che la loro politica
era quello di istigare un conflitto fra gli arabi attraverso gli stessi arabi. Cos il mondo non
avrebbe dato la colpa alle potenze cristiane o ad altri paesi occidentali per la distruzione
delle terre musulmane. Ora, se Damasco cade o viene occupata, sar fatto dai gruppi arabi.
Se Baghdad fallisce, saranno accusati i gruppi arabi per essa. Questo esattamente ci che
accaduto quando l'Impero Islamico Ottomano rimase ignaro alle sfide interne. All'inizio del
20 secolo, i disordini politici avevano varcato la soglia critica. Abdul Aziz ibn Saud attacc
e occup la fortezza di Riyadh, uccidendo il governatore ottomano.3

Lawrence d'Arabia -- spia occidentale penetrato nei ranghi dei musulmani

Modern Day Muslim World comprising on nation states created by Zionists after WWI.
Israel was established in the heart of Muslim states!

Leader musulmani di tutto il mondo hanno espresso il loro dolore per abolizione del
Califfato

Questa storia rilevante ancora oggi, ancora una volta infatti, la geografia di tutto il mondo
musulmano si sta ridisegnando per dividere ulteriormente gli stati nazionali islamici su
base etnica, settaria e linguistica con un obiettivo finale di ampliare i confini dello Stato di
Israele. Ancora una volta i gruppi tribali e religiosi locali sono riemersi per aiutare le forze
sioniste in virt della loro definitiva agenda politica nella regione.

Chi sono questi gruppi militanti? Come emergono? E come fanno ad ottenere cos tanto
potere da poter sfidare tutto il mondo islamico? Qual il contesto storico del presente
aumento dell'estremismo e del terrorismo all'interno del mondo musulmano? Qual il
ruolo di principali protagonisti mondiali nella creazione del presente caos? E soprattutto,
come le societ musulmane possono essere salvate da questo delirio violento? Queste sono
le domande che vengono esaminate da questo documento. Capire il caos attuale e principali
attori statali e non statali coinvolti in esso assolutamente fondamentale per i governi e
responsabili politici del mondo islamico e per questo estremamente importante studiare
questi gruppi nel loro contesto storico.

Lemersione del Khawarijismo


(Come narrato nei Hadith del Profeta Muhemmed (sm)
Nella storia islamica la prima comparsa di questi gruppi stata registrata durante il tempo
del Profeta Muhemmed (s.A.a.s.), quando le truppe musulmane tornarono dalla battaglia di
Hunain e bottino di guerra viene distribuito tra i poveri ed i bisognosi. Ci che accaduto
stato registrato nelle seguenti narrazioni autentiche. Questi hadith non solo spiegano
l'emergere dei Khawarijiti al tempo del Profeta Muhemmed (s.A.a.s.), ma smascherano
anche la mentalit, carattere, processo mentale e la strategia di questi "cani infernali"
(come sono stati chiamati nei hadith del Santo Profeta).
E stato narrato da Jabir b. Abdullah: mentre il Profeta divideva tra il popolo largento che
Bilal (r.a.) aveva nel mantello, a Jrana, sulla via del ritorno da Hunain, una persona viene
da messaggero di Allah(Muhammed SallAllah-u-Alaihi-wa-Sallam)e dice: Muhemmed, fai
giustizia. Avrai i guai ! dice il profeta (s.A.a.s.), chi avrebbe fatto giustizia se non la faccio io,
sarei condannato e perdente se non faccio giustizia. Poi Umer b. Khattab(r.a.) dice (al
Profeta): Mi lasci uccidere sto ipocrita, e risponde il Profeta: che Allah ci protegga! direbbe
la gente che uccido i miei compagni. Questuomo ed i suoi compagni leggono il Corano ma
non va oltre la loro gola, passano attraverso di essa cos come la freccia passa attraverso la
preda.
[Sahih Muslim: Book 005, Number 2316]

..una persona tra la gente quindi chiese il permesso di ucciderlo. Secondo alcuni, era
Khalid bin Walid (R.A.), che ha chiesto il permesso. Su questo il Messaggero di Allah
(sallAllahu-alayhi-wa-Sallam)dice: Dai discendenti di questa persona nasceranno le
persone che reciteranno il Corano, ma non andr oltre la loro gola; uccideranno i
Musulmani e lasceranno gli idolatri. Essi passano dallislam cos in fretta come la freccia
passa attraverso la preda. Se dovessi mai trovarli li ucciderei come la gente di 'Aad.
[Sahih Muslim: Book 005, Number 2318]

Questo hadith stato narrato attraverso un'altra catena di narratori


Umar ha detto:. Penso che (il Santo Profeta) disse anche questo: se li trovo, certamente
ucciderei come Thamud.
[Sahih Muslim: Book 005, Number 2320]

Dice il Messaggero di Allah (sallAllahu-alayhi-Wasallam) : Lasciatelo. Egli ha tali amici che


ognuno di voi considererebbe la propria preghiera insignificante in confronto alla loro
preghiera ed il proprio digiuno rispetto ai loro digiuni. Reciteranno il Corano, ma non andr
oltre le loro clavicole. Passeranno (dagli insegnamenti dell'Islam cos in fretta), cos come la
freccia passa attraverso la preda.
[Sahih Muslim: Book 005, Number 2323]

Abu Sa'id al-Khudri ha detto che il Messaggero di Allah (sallAllahu-alayhi-wa-Sallam) ha


fatto menzione di una setta che sarebbe stata nel suo Ummah,e che emerger dalla
discordia del popolo. Il loro segno distintivo saranno le teste rasate. Essi saranno le
peggiori tra le peggiori delle creature. Il gruppo che sar pi vicino alla verit dei due li
uccider.
[Sahih Muslim: Book 005, Number 2324]

'Ali(r.a.) ha detto: Ho sentito il Messaggero di Allah (sallAllahu-alayhi-Wasallam) ha detto:


Alla fine del tempo emergeranno le persone che saranno giovani di et e follemente
immaturi, ma faranno i discorso come le migliori persone. Essi recitaranno il Corano, ma
non andr oltre la gola, e passeranno attraverso il Deen come una freccia passa attraverso
la preda. Se li incontri, uccidi, ucciderli porta a chi uccide, il ricompenso da Allah, al Giorno
del Giudizio.
[Sahih Muslim: Book 005, Number 2328]

E stato narrato da 'Ubaidullah b. Abu Rafi', lo schiavo liberato del Messaggero di Allah
(SallAllah-u-alayhi-Wasallam),che lui era con Ali b. Abu Talib (Allah sia soddisfatto di lui)
quando Haruriya (Il Khawarij) si ribellarono. Dissero: "Non vi alcun comando, ma quello
di Allah."
Su questo Ali ha detto: Sono parole vere ma utilizzate per uno scopo falso. Il Messaggero di
Allah (sallAllahu-alayhi-Wasallam)aveva descritto alcune persone e riconosco le loro
caratteristiche in queste persone. Essi dichiarano la verit con la lingua, ma essa non va
oltre questa parte del loro corpo (ed il narratore ha puntato verso la gola).
[Sahih Muslim: Book 005, Number 2334]

Questi sono solo alcuni degli Hadith sul tema dei Khawarij. Ce ne sono molti altri con lievi
differenze nelle fraseologie, ma il significato rimane lo stesso. Analizzando con attenzione
queste Hadith, le caratteristiche fisiche e ideologiche degli Khawarij possono essere
riassunte come segue:

Essi reciteranno il Corano, ma non andr gi per la gola. Usciranno dalla Deen
(religione Islam) come una freccia che esce dalla preda. Le loro Salat (preghiere) e il
loro digiuno sembreranno migliori degli altri.

Parleranno come se le loro parole fossero le migliori tra le creature. Ma saranno le


peggiori delle creature sotto il cielo. Sono cani dell'inferno!.

Avranno teste rasate. Saranno le persone di giovane et, prive di ogni saggezza di
deen.

Essi appariranno da est. Continueranno ad emergere fino al Giorno del Giudizio. Il


loro ultimo gruppo uscir con Dajjal (nominato come anticristo in occidente).

I Khawarij alzeranno gli slogan dal Corano come 'non esiste un comando, ma quella
di Allah'. Questo vero, ma i Khawarij utilizzeranno questo per una causa sbagliata.
Allo stesso modo, torceranno e utilizzeranno altri versetti del Corano contro i
musulmani, anche quei versi che sono diretti agli infedeli. In questo modo, faranno il
takfir (dichiareranno infedeli ) dei musulmani che non saranno d'accordo con le loro
convinzioni.

I Khawarij emergeranno ogni volta che c' dissenso tra i musulmani. Questo
laspetto pi critico e la storia di Kharijism succintamente sostiene questa
affermazione di questi hadees.
Uccidere il Khawarij verr ricompensato nel Giorno del Giudizio e l'esercito che
lotter contro queste persone sar il migliore esercito.

Khawarijismo - Durante il Califfato dei Rashidn:


Le radici delle Khawarij di oggi si possono far risalire alla storia pre-islamica, quando le
guerre romano-persiane e le guerre bizantino-sasanide sono state combattute per centinaia
4
di anni. Queste guerre continuarono per quasi 700 anni (tra il 69 a.C. e il 629 d.C.). Per
entrambi gli imperi, queste guerre erano imprese costose. Per soddisfare il costo finanziario
di queste guerre, alte tasse sono state imposte sulle popolazioni. Tuttavia anche il costo di
vite umane di queste guerre era insopportabile per entrambi gli imperi combattenti. Nel
corso di queste guerre, entrambe hanno adottato la strategia di assoldare trib locali
attraverso la corruzione.
Le trib arabe in Iraq e Siria hanno svolto il ruolo di mercenari assoldati in queste guerre.
Territorio tribale in Iraq era sotto lImpero Persiano quindi le trib arabe qui erano state
pagate dai Persiani. D'altra parte, la Siria di oggi era sotto lImpero Bizantino e trib arabe
della Siria furono assunte dal Bizantino come i loro guerriglieri e combattenti. Non solo
queste trib avrebbero combattuto per i loro rispettivi stati, ma lanciavano persino
campagne contro laltro per ampliare la propria influenza nella regione. Perci di seguito,
quando entrambi gli imperi Persiano e Bizantino sono stati sconfitti dalle forze Islamiche, e
l'Iraq e la Siria divennero province del Califfato islamico, ognuna di queste trib arabe voleva
la capitale dello Stato Islamico di nuova costituzione nella propria zona.
Il fatto che queste trib non avevano mai accettato l'Islam come il loro nuovo codice della
vita, ma avevano la propria agenda politica e finanziaria da seguire gi da era pre-islamica.
Tale fatto stato registrato anche da numerose ricerche moderne. Studiosi come R.E.
Brunnow hanno anche avallato questa affermazione sebbene all'inizio avessero mostrato il
loro sostegno e la fedelt al califfato islamico. Durante i tempi del primo califfo, Abu Bakar
(R.A.) queste trib hanno combattuto in Ridda contro gli apostati che si erano rifiutati di
pagare Zakt. Dopo queste guerre, sono stati retribuiti con la paga pi alta nell'esercito
musulmano; ed hanno anche avuto lamministrazione fiduciaria della maggior parte delle
terre fertili della zona. Per quanto le loro motivazioni derivavano dal loro desiderio di potere
politico e di ricchezza, consideravano queste terre come loro dominio privato che secondo gli
insegnamenti islamici era sbagliato. Queste terre conquistate appartenevano allo Stato
islamico e non a una persona fisica.
In Iraq, questi gruppi hanno guadagnato una notevole influenza in tutta Kufa e vennero
conosciuti come Qurra e poi come Khawarij, a causa delle loro rivolte politiche e militari
contro il califfato islamico. Molti storici hanno registrato gli eventi di quei tempi che
illustrano lo stato d'animo e l'avidit di queste trib. In "Modern Intellectual Readigs of
khrijities, lo storico M.A. Saban ha descritto questa avidit di Khawarij durante il periodo di
califfo Usman Bin Affan (R.A.) con queste parole:

Il Qurra ricevette uno stipendio che varia da 2.000-3.000 Dirham


mentre la maggioranza
5
(di forze musulmane) avrebbe ricevuto solo 250 a 300 dirhams."
Questi Qurra hanno lanciato loro ribellione contro Califfo Usman (R.A.), quando il califfo ha
rifiutato di dare loro ulteriori terre in Persia ed stato deciso di ridurre il loro status e le
richieste eccessive.6 Il Califfo ha preso queste misure seguendo il suo predecessore califfo
Umer Bin Al-Khitab (R.A.) quando egli ha rifiutato di assegnare terre ai soldati musulmani e
comandanti nelle aree conquistate dai musulmani in Iran, Iraq e Siria. 7 Questa azione di
Umer (R.A.) ha fatto infuriare queste trib e successivamente il califfo ha dovuto dare un
estremo e definitivo sacrificio per sostenere i principi islamici. I Qurra hanno considerato
ostile questa mossa dal califfo Usman (R.A.), quindi hanno iniziato a causare problemi.
E un fatto interessante che questi Qurra (pi tardi conosciuti come Khawarij) non hanno
mai accettato il principio fondamentale di uguaglianza e di giustizia dell'Islam e
continuavano sempre a chiedere pi privilegi proprio come nei periodi Pre-islamici di
Guerre Persiano-Bizantine. Per assicurare l'applicazione di questa regola, califfo Usman
(R.A.), in seguito, ha anche eliminato la distinzione tra la Ridda e trib pre-Ridda che non
era stato di loro gradimento e diminuiva il loro prestigio.8
A causa di costanti problemi e fomentazione di guai, alcune delle persone dai nomi tribali
come Qurra erano state espulse da Kufa,Iraq, ed inviate a Muawiyah (R.A.) in Siria, dove
Muawiyah (R.A.) ha cercato di convincerli riguardo ai loro misfatti e contorte convinzioni le
quali erano in conflitto con la filosofia islamica basilare e principi di uguaglianza, di unit e
di ubbidienza ai comandi di Allah, il Suo Profeta e dei sovrani musulmani. Tuttavia queste
persone non hanno mai capito il messaggio dell'Islam ed hanno esaltato la loro superiorit
come guerrieri su Quraysh davanti Muawiyah (RA).9 Muawiyah (RA), poi gli disse: "Vi parlo
10
dell'Islam e voi parlate ancora di jahiliyya (ingnoranza,cio i loro giorni prima dall'Islam)."
Muawiyah (R.A.) poi rifer al Califfo Usman (R.A.):
Certe persone sono giunte a me che non hanno n l'intelletto n Deen (fede). L'Islam
gravoso per loro e la giustizia li irrita. Il loro scopo non (la benedizione di) Allah in nulla e
parlano senza alcuna prova. Sono presi da intenti di sedizione e da volont di appropriarsi
11
della propriet dei beni dei non musulmani."
Poi sono stati inviati a Abdur Rahman Ibn Khalid Ibn Walid (R.A.), che li ha avvertiti
riguardo le loro richieste illecite e misfatti e li ha definiti 'strumenti di Shaytan'. I Qurra
avevano gi combattuto nelle Guerre Ridda accanto Khalid Ibn Walid (R.A.), ma ora
avevano interessi politici ed economici che erano diversi dal resto dei musulmani. Sa'ad Ibn
Al-As (RA), allora governatore di Kufa, aveva anche scritto al califfo e descritto queste
persone come maldestrate.
Questi fomentatori sono stati inviati a Medina da califfo Usman (R.A.). Ormai era chiaro a
queste persone che n il Califfo n i suoi governatori e comandanti di fiducia erano in vena

di estendere a loro alcun favore eccessivo. In Madina, hanno dichiarato giurando che non
causeranno alcun problema e seguendo l'esempio del Profeta, anche Usman (R.A.) ha
accettato la loro parola e li ha lasciati andare. Essi poi si sono divisi e sono andati ai diversi
centri di potere islamico ed hanno iniziato a fomentare la ribellione, particolarmente in
Egitto.
Nel contempo, il califfo Usman (R.A.) era occupato nella pianificazione per lanciare
un'importante campagna militare a Costantinopoli attraverso Mar Mediterraneo.
Muawiyah (R.A.) fu ordinato di preparare una flotta navale musulmana per il commercio
marittimo delle spedizioni future. Prima grande battaglia navale tra flotta Islamica e la
marina Bizantina si svolta nella Battaglia degli Alberi in cui, nel giro di pochi giorni, la
flotta musulmana ha demolito completamente la marina bizantina con la fuga
dell'imperatore Costante a Costantinopoli. 12 Questa battaglia ha avuto luogo nel 655 dC . La
vittoria qui stata significativa in quanto ora le forze islamiche erano pronte a lanciare
ulteriori campagne navali verso Costantinopoli. Ma lanno successivo accade la tragedia pi
grave nella storia musulmana; Califfo Usman (R.A.) venne assassinato dai trib Qurra a
Madina. Improvvisamente, Impero Bizantino aveva trovato un nuovo alleato strategico tra
le file dei musulmani e questo nesso nefasto esiste ancora oggi. Nonostante il fatto che non
vi fosse alcun accordo formale tra i due, i loro rispettivi interessi improvvisamente erano
convergenti.

Gli eventi che hanno avuto luogo dopo l'assassinio del califfo Usman (R.A.) hanno
gravemente danneggiato le campagne militari musulmane verso l'Impero Romano. Qurra
(Khawarij) erano responsabili dell'assassinio del califfo, ma gli stessi hanno cominciato a
confondere tutti in Madina adottando uno stratagemma molto scaltro per creare divisione
tra i musulmani. Essi hanno deliberatamente sollevato attraverso la loro propaganda e
linganno, la questione di Qisas (vendetta o prezzo del sangue) del martirio del califfo
Usman. I Musulmani erano senza un califfo o qualsiasi candidato per il prossimo governo.
Era un completo collasso politico e per l'lite musulmana, trovare il prossimo califfo era la
questione pi grande ed immediata del momento. Un gruppo di persone ha chiesto Ali
(R.A.) di prendere la situazione in mano, cosa che egli ha anche accettato, ma con molta
riluttanza.

Tale fatto stato registrato da stesso Ali (R.A.) in Nahjul Balagha

"Non ero io a rivolgermi alle persone per ottenere il loro giuramento di fedelt, ma sono
venuti loro da me con il desiderio di farmi loro Amir (sovrano). Non ho esteso le mie mani
verso di loro in modo che potessero prestarmi il giuramento di fedelt, ma essi stessi si
sono estesi con le mani verso di me."13
La Scelta di Ali (RA) come prossimo califfo dell'Islam era un cattivo presagio per coloro che
avevano in realt assassinato Usman (RA). Essi hanno iniziato a diffondere voci ed hanno
reso Qisas di Usman (R.A.) una questione pi urgente della stabilit politica dello Stato
musulmano. Ali (R.A.) avrebbe voluto punire gli assassini di Usman (R.A.) dopo aver risolto
la crisi politica, ma Khawarij erano a conoscenza del fatto che un ex giudice come Ali (R.A.)
li avrebbe presto smascherati se lasciato esaminare la questione con risolutezza. Hanno
quindi alzato la posta ed hanno iniziato a diffondere la confusione tra i musulmani
portando alla prima guerra civile tra musulmani. La battaglia di Siffin e poi la battaglia di
Jamal (dei cammelli) si sono verificate a causa della loro propaganda. Migliaia di
musulmani sono stati uccisi a vicenda in queste guerre.14 I Soli beneficiari di queste guerre
erano i Khawarij e il cadente Impero Bizantino.

Spargimento di sangue nella battaglia di Siffin come illustrato nel Tarikhnama dello
storico persiano Abu Ali Muhammad Bal'ami
Prima della sua ascesa come califfo musulmano, Ali (R.A.) chiese alla gente di sceglierlo come
loro consigliere, piuttosto che fare di lui il loro capo e disegn un quadro cupo della
confusione e sconforto che regnava tra i musulmani di allora.
"Lasciatemi e cercate qualcun altro. Siamo di fronte a una questione che ha diversi volti e
colori, che n i cuori possono sopportare n intelligenza in grado di accettare. Le nubi

sono in bilico sopra il cielo, e le facce non sono distinguibili ... E possibile che ascolti e
obbedisca a chiunque fate a capo dei vostri affari. Io sono meglio per voi come consigliere che
come un capo."15
Questo spiega anche labilit di propaganda di questi Khawarij. Le persone che sono state
istruite e addestrate direttamente dal Profeta Muhemmed (sm) erano in guerra tra loro,
grazie all'atmosfera creata dalla propaganda e disinformazione dei Khawarij. Approfittando
della situazione, i Khawarij sono stati in grado di penetrare entrambe le parti che erano in
conflitto nelle battaglie di Siffin e Jamal.
Durante la battaglia di Siffin, entrambi Ali (R.A.) e Muawiyah (R.A.) volevano risolvere la
questione pacificamente, ma a questo punto, i Khawarij si ribellarono contro entrambi. Per
raggiungere il loro obiettivo di innescare lotte interne tra Ali (R.A.) e Muawiyah (R.A.),
contorsero il versetto del Corano che dice "Nessuna regola ma di Dio", come indicare che un
califfo non un rappresentante di Dio. Ora, da un lato, stavano opponendo "ribellione" di
Muawiyah contro luno (Ali R.A.), che hanno considerato come il legittimo califfo, e d'altra
parte si opponevano allo stesso Califfo per aver accettato l'arbitrato, minando cos
l'autorit dello stesso Califfo nei tempi di guerra e di crisi. Fu in quel periodo che sono
diventati noti come Khawarij, al singolare khrij in arabo, cio coloro che hanno lasciato la
strada dell'Islam(sono usciti) e si sono smarriti.
Durante il governo di Ali (RA) la fitna di Khawarij divenne una grave minaccia per l'intero
stato musulmano e il califfo ha dovuto condurre una spedizione militare contro questi
ribelli che sono stati sconfitti nella battaglia di Nahrawan nel 658 AD.16 La maggior parte dei
Khawarij erano stati eliminati durante la battaglia, ma i pochi di loro che sono
sopravvissuti e vennero alla ribalta tre anni pi tardi, quando, nel 661 d.C., essi
complottarono un triplice piano di assassinio contro Ali (R.A.), Muawiyah (R.A.) e Amr Ibn
al-As (R.A.) tanto per istigare una nuova crisi politica tra i musulmani. Sia Muawiyah e Amr
ibn al-As sopravvissero ai tentativi, ma il colpo contro Ali (RA) in Kufa si rivel fatale cost
la vita di Ali (R.A.).
Dopo questi problemi iniziali che hanno generato divisioni eterne tra musulmani, nei secoli
successivi questi Khawarij continuavano ad emergere e creare problemi all'interno del
califfato musulmano. L'ideologia radicale e anarchica degli Assassini emersa pi tardi nel
corso del 10 secolo ed ha raso al suolo la societ musulmana per quasi 200 anni, durante e
dopo i tempi delle Crociate. Il grande Sultano curdo della Siria e dell'Egitto, Salahuddin
Ayubi (Saladino) ha dovuto combattere e sottomettere gli Assassini nella societ
musulmana prima che potessero attaccare e contrattaccare i crociati invasori dal mondo
occidentale. Come ai precedenti califfi, anche nei confronti di Salahuddin sono stati
effettuati tentativi di omicidio da parte degli stessi Khawarij.
Sarebbe interessante notare per i nostri lettori che la parola Assassino viene dalla parola
araba Hashashin, cio quelli che fanno uso di hashish o inebrianti droghe.17 I delinquenti
omicida dell Ordine del culto Assassino venivano drogati con Hashish e poi inviati in missioni
suicida pericolose all'interno del mondo musulmano per omicidi, sabotaggi e la creazione del
terrorismo, perci la parola Assassini viene utilizzata nelle lingue occidentali, e rappresenta
le qualit di un assassino terrorista ignoto.Verso la met del XIX secolo, uno storico tedesco,

Von Hammer scrisse un libro raro e prezioso sulla ideologia e le pratiche di assassini
medievali, intitolato La storia degli Assassini, in cui spiega vividamente le loro pratiche
omicide e l'ideologia di culto, che erano riusciti a superare quasi tutta la zona centrale
islamica, addirittura stavano quasi per assassinare anche Sultan Salahuddin durante il
picco della Crociate.18 Persino Salahuddin non era riuscito a concretizzare la cappa e spada
di culto dell'Ordine degli Assassini, quali furono finalmente eliminate in modo decisivo e
spietato dagli scatenati eserciti Mongoli che hanno anche devastato la capitale del califfato
di Baghdad intorno al 13 secolo d.C. Ma, come la battaglia di Nahrawan, alcuni di loro
ancora una volta sono sfuggiti proprio per riemergere di nuovo, cosa che hanno continuato
a fare da allora.

Durante le Crociate, Assassini tentarono in pi occasioni di assassinare Sultan


Salahuddin. Addirittura anche durante il sonno.
Dopo i tempi delle Crociate, ora il mondo musulmano sta affrontando di nuovo due poli
avversari con ideologie politiche violente e fasciste - Crociati Sionisti e Khawarij Assassinispesso in lotta uno con l'altro, cos come all'interno del mondo musulmano per il controllo
del potere. Linvasione esterna dei Sionisti Giudaico-Cristiani e il sabotaggio interno del
culto delle Khawarij ha ricreato le minacce e l'ambiente violento delle Crociate. Il gioco
sinistro, malvagio e sanguinoso con grave conseguenze per i musulmani di oggi.

VIA DUSCITA:
Quello che dobbiamo capire che ci sono rimasti solo tre grandi paesi musulmani che
possono svolgere un ruolo decisivo nella Ummah. Essi sono la Turchia, l'Iran e il Pakistan;
in un certo senso l'Iraq, la Siria, la Giordania, l'Arabia Saudita o l'Egitto non esistono pi!
Questa una triste realt della geopolitica regionale. Tutti questi Paesi ora sono sull'orlo
del collasso, troppo deboli per svolgere un ruolo importante e sul punto di diventare parte
del "Grande Israele".
Diverse faglie sono state create in questi paesi da nemici interni ed esterni. Settarie, ISIS,
TTP, FSA, PKK e altre bande Khawarij stanno conducendo le guerre civili, mentre
USA/NATO/India stanno progettando di espandere il loro intervento militare per creare
ulteriore anarchia nella regione. Questo un momento pericoloso per Umma musulmana e
c' la mancanza assoluta di comprensione dei problemi reali. Il presidente turco Abdullah
Gul aveva ragione quando ha lamentato che mondo musulmano viene spinto allet della
pietra!

Costruzione e presentazione della propria narrazione:


La pi grande forza dei Khawarij il loro racconto che fornisce base alla loro strategia di
inganno. Distruggere questo racconto contorto rimane l'imperativo fondamentale per
qualsiasi contro-strategia. Tenendo in considerazione la sensibilit delle questioni e la
conseguente intolleranza settaria si tratta di una impresa sensibile che non pu essere
lasciata a un singolo stato nel mondo Islamico.
Poich tutte le bande Khawarij di oggi affermano di essere "i sunniti", responsabilit
primaria dei musulmani e paesi sunniti rispondere spietatamente ai Khawarij con
narrazioni sunnite e lavoro accademico. Nelle file degli Khawarij, la narrazione sciita non
possiede terra e non aiuta a distruggere la base ideologica del Khawarij, che hanno
dirottato dall'Islam sunnita.
Khawarij sono una minaccia comune per entrambi musulmani sunniti e sciiti. Nonostante le
loro affermazioni i Khawarij NON sono sunniti, e in autentiche tradizioni sunnite, essi sono
considerati gli eretici destinati ad essere processati ed uccisi.
Idealmente gli Stati musulmani sunniti devono condurre e formare un gruppo di eminenti
studiosi per costruire una contro-narrazione su temi come il terrorismo, takfir e
Khawarijismo. Nella fase successiva, gli Stati musulmani e politici dovrebbero trasformare
quel racconto in politiche statali relative alle questioni di cui sopra.
Un consenso politico tra stati nazionali islamici il requisito fondamentale per affrontare le
sfide strategiche poste dallo Stato di Israele e di altre forze ostili straniere che occupano
diverse parti del cuore musulmano, ad esempio lIndia.

Condivisione Transnazionale dellIntelligence:


Catalizzata da forze ostili straniere, Khawarijism ormai diventato un fenomeno
transnazionale all'interno del mondo musulmano. Occorre istituire tra gli stati musulmani
una rete di condivisione dell'intelligence robusta e combinata, con unico obiettivo di
combattere le minacce del Khawarijismo.

Pakistan e Turchia hanno avviato le esercitazioni militari congiunte, tuttavia questa


cooperazione deve essere trasformata in un patto di sicurezza comune per combattere
e proteggersi a vicenda contro tutti i tipi di minacce palesi ed occulte..

Alleanza Militare Congiunta:


Gli ultimi 100 anni di storia del mondo musulmano, dallepoca coloniale e post-coloniale,
la testimonianza pi inconfutabile del fatto che gli stati nazionali islamici continueranno ad
affrontare i pericoli per la loro sovranit e integrit territoriale se non riusciranno a
sviluppare una risposta di sicurezza collettiva.
Ridisegnare il Medio Oriente per creare "Gran Israele" un piano nefasto covato dal
Occidente/NATO/USA che rappresenta una minaccia militare combinata alla sovranit di
ogni nazione musulmana. Iraq, Libia, Tunisia, Siria, Giordania, Yemen, Somalia, sono gi
stati neutralizzati. Il Pakistan gi sotto scacco. Iran e Turchia sono i prossimi sulla lista dei
target.

Oggi nessuno di questi paesi in grado di sconfiggere da solo il polo militare di questa
minaccia alla propria esistenza. Ci richiede la necessit di un'alleanza militare musulmana
congiunta similare alla NATO. A causa delle prevalenti problematiche geopolitiche
all'interno del mondo musulmano, l'inclusione di tutti gli Stati in questa alleanza potrebbe
non essere possibile inizialmente. Tuttavia il Pakistan, l'Iran e la Turchia devono stabilire
un forum combinato di esperti di difesa, policy maker degli affari esteri e capi militari, in
modo da elaborare i profili pi ampi di un'alleanza militare con un proprio statuto e di
intraprendere non solo una reazione militare verso minacce interne ed esterne affrontate
dagli stati nazionali islamici, ma di condurre operazioni di sicurezza umanitarie in tutto il
mondo musulmano. Il concetto di un Muslim PeaceKeeping Force (Forze Islamiche per
tutela della Pace) deve essere seriamente sviluppato in una strategia di lavoro.

Comprensione della strategia ingannevole dei Khawarij:


La breve storia di Khawarij, come discusso nella sezione precedente, rivela i seguenti
profili della strategia dei Khawarij ed il loro esito finale.
1. Nell'ambito dello stratagemma, la minaccia posta da Khwarijism di duplice natura.
E tanto grave come minaccia ideologica quanto una sfida militare. Nessuno
Stato/esercito pu lottare contro di loro, senza formulare una strategia di intervento
per entrambi.
2. La loro narrazione ideologica costruita attorno al Corano e alla Sunna, ma con
un'interpretazione contorta. Hanno usato i riferimenti di Sharia solo per
promuovere i loro programmi violenti che non hanno nulla a che vedere con l'Islam
o con il benessere dei musulmani.
3. Attraverso gravi interpretazioni teologiche, hanno cercato di dirottare gli ideali
islamici come la Jihad e Califfato. Hanno dichiarato la vita, la propriet e l'onore di
altri musulmani halal (lecita) per se stessi, che la pi grave violazione degli
insegnamenti islamici.
4. Ogni volta che emergono, creano una forte presa e combattono ferocemente contro
gli stati islamici ed i governi, ma lasciano i campi di battaglia prima di sconfitte
decisive. Essi rilanciano il loro caos anti-stato dopo il raggruppamento.
5. La sopravvivenza dei Khawarij dipende dalla nascita di guerre civili, settarie, etniche
e religiose all'interno delle societ e paesi Islamici. Le guerre all'interno dei paesi
musulmani o guerre settarie all'interno delle societ musulmane servono per gli
interessi strategici delle Khawarij di sopravvivenza ed espansione.
6. Come parte della loro strategia di sopravvivenza, hanno imparato l'arte
dell'inganno. Usano la propaganda e addirittura le droghe e le donne per creare
illusioni e inganni nella mente delle loro vittime. Attraverso questa strategia non
solo hanno rimosso i governanti islamici che sfidavano loro interessi politici e
finanziari, ma hanno anche consolidato la loro presenza fisica.

7. Forze infedeli (limpero Romano e Bizantino) sono stati i veri beneficiari di disordini
creati dai Khawarij. Questa tendenza nelle ripercussioni strategiche di Khawarij
continua ancora oggi e senza comprendere questa tendenza, la costruzione di una
strategia di risposta resterebbe solo un sogno.

Valutazione della Warfare & Khwarijismo:


Nella geopolitica complessa del 21 secolo, Mezzi e Modi di condurre guerre hanno
trasformato radicalmente la natura della guerra stessa. Nella guerra moderna, la linea tra i
conflitti politici, religiosi e militari divenuta superflua. Ci rende la costruzione di una
contro risposta estremamente difficile in quanto la percezione olistica della minaccia stessa
diventa un compito arduo. Per questi motivi la nuova guerra stata classificata come "4th
Generation Warfare" (guerra di 4^ generazione), noto anche come 4GW.

Un Timeline raffigurativo dellevoluzione generazionale di guerra

In termini semplicistici, la guerra di 4^ generazione un conflitto politico e psicologico,


creato allinterno dello stato nemico bersaglio, sfruttando la diffusione di elementi non
statali, violenti e divisi fra loro stessi. La creazione di sfiducia tra le comunit nemiche e la
moltiplicazione di incertezza tra nazioni nemiche, sono tra i tanti obiettivi di ogni tentativo
di guerra di 4^generazione. La guerra di 4^ generazione molto diversa da un conflitto
fisico ad alta intensit tra le due nazioni. 4GW interamente basata su tattiche di guerra
asimmetriche, in quanto laspetto principale psicologico, e non fisico come in un vero
conflitto. Analizzando a grandi linee, si pu dire che la coesione nazionale diventa un
obiettivo primario di tale modello di guerra. Limportanza di distruggere l'unit nazionale e
la creazione di sfiducia diventa ancora pi rilevante quando il nemico uno stato
ideologico come il Pakistan.
A livello tattico, varie manovre ed elementi vengono utilizzati per raggiungere questi
obiettivi, come le operazioni di retro-zona. Significa sostenere le insurrezioni armate e
terrorismo da un lato e le forze centrifughe nel sistema politico del nemico, i media e la

societ civile, dall'altro. Le informazioni e la guerra politica, condotta da quinte colonne e


traditori all'interno del paese, sostengono le insurrezioni armate volte a demoralizzare la
nazione, alla sottomissione delle forze armate, alla confusione e alla resa.
La manipolazione economica, quando possibile, pu
servire come uno strumento in pi in questo tipo di
guerra. Le condizioni economiche fragili nello stato
nemico si sono sempre dimostrate favorevoli nella
guerra di 4^ generazione, in quanto la crisi
economica rende molto pi facile manipolare le
masse in agitazione e disordini civili.
Quello che accade su tutta la fascia di heartland
musulmani - dal Pakistan, Medio Oriente all'Africa
del Nord - una continuazione delle antiche guerre
con la vecchia agenda politica di mantenere i popoli
musulmani divisi su principi religiosi, politici, settari
ed economici, al fine di farsi beffe dell'idea di United
State of Islam o di una United Califfato Islamica. Le
forze violente interne del Khawarij sono diventate un
elemento indispensabile per distruggere le societ
musulmane dall'interno, pienamente sostenute e
armate dagli invasori Crociati occidentali e Sionisti
Ind.
Dopo il crollo del comunismo, nel 1990, il capitalismo
e la democrazia sono sull'orlo del fallimento e
l'umanit alla ricerca di un modello politico e
finanziario alternativo. L'Islam, come sistema politico
e finanziario, rimasto un modello praticabile e
questo il fatto che ha suscitato l'attuale fase delle
Crociate schierate 100 anni fa nelle zone centrali
musulmane. La rinascita dellislam come una forza
politica porrebbe seriamente sfidare le potenze
occidentali e soprattutto terminer il sogno sionista
di creare il "Grande Israele", nel cuore del mondo
musulmano.

BrassTacks is Pakistans only advanced


security and threat analysis think tank
which has done extensive analysis of
imposed 4GW and has suggested multipronged counter strategy as well.

Nello scenario post 9/11, nuove strategie di guerra di 4^ generazione (4GW) e tattiche
impiegate per dividere ulteriormente le terre musulmane erano talmente complesse che
ben pochi analisti all'interno del mondo Islamico sono stati in grado di comprendere
l'intero spettro della guerra e le sue sfaccettature nascoste.
La "guerra globale contro il terrorismo" Americana ha travolto l'intera Asia Occidentale,
Medio Oriente e il Nord Africa. Le fondamenta degli Stati nazionali di questa regione sono
stati scossi e un fenomeno violento di militanza religiosa e del terrorismo emersa.
Inizialmente, si credeva che il sorgere di vari gruppi militanti a sfondo religioso fossero

esito della geopolitica regionale etnica e settaria e rappresentassero la manifestazione di


indebolimento degli Stati nazionali, ma ora, dopo 13 anni di questa guerra sanguinosa
ormai molto chiaro che questo fenomeno non n nuovo n naturale.
Per capire meglio l'attuale crisi e il ruolo delle Khawarij insieme ad altre forze militanti (sia
locali che finanziate dallestero) analizziamo come argomento di studio i due paesi, che
sono stati colpiti di pi durante fase attuale di questa guerra.

Case Study: Iraq


Oggi, dopo quasi 100 anni dalla dichiarazione Balfour, Israele sta progettando di espandere
notevolmente i suoi confini. Dopo la prima guerra mondiale, il concetto di uno stato
Israeliano stato dichiarato. Israele stato creato nel 1948 dopo la seconda guerra
mondiale ed ora una nuova guerra mondiale stata lanciata il cui obiettivo la creazione
del "Grande Israele" sulle terre che appartengono agli Stati Islamici di Siria, Iraq, Giordania,
Egitto, Libano ed anche l'Arabia Saudita. La distruzione dei paesi musulmani che rientrano
in questa regione "Grande Israele", l'obiettivo fondamentale di questa guerra.
Sul web possibile trovare la mappa del "Grande Israele", che comprende l'area che Israele
considera la sua "terra promessa". Questa si estender dalla periferia di Baghdad,
attraverso il Kurdistan e la Siria e includer tutto lIsraele, il Libano, la Giordania e parti
d'Egitto e, infine, fino a Medina. Sembra un grande serpente che ha intenzione di inghiottire
il mondo Islamico. Per poter distruggere tutti i paesi musulmani, essi stanno utilizzando i
gruppi presunti o cosiddetti "musulmani", proprio come dopo la prima guerra mondiale
avevano usato le trib arabe per distruggere l'Impero Ottomano. E' la stessa strategia;
stessa politica. E' impossibile che un "Califfato" islamico arrivi nel cuore della "Grande
Israele" e l'America, Israele e Regno Unito non sembrano fare nulla al riguardo.

Grande Israele come da piano consisterbbe sulle parti della Siria , Giordania, Iraq,
Arabia Saudita ed Egitto.

Lespanzione dei confine di Israele non una teoria cospiratoria, ma un fatto storico
innegabile!
Dopo la prima guerra del Golfo nel 1991-2, tutta l'Arabia Saudita diventata effettivamente
una colonia americana. Le flotte militari americani vennero qui e rimasero
permanentemente. La prima guerra del Golfo, non solo ha attaccato lo Stato iracheno, ma
ha anche preso di mira il popolo iracheno con le sanzioni decennali che hanno ucciso quasi
5 milioni di persone attraverso la malattia e la fame. L'Iraq stato finalmente distrutto
dopo il 9/11 e la conseguente occupazione e la guerra civile lhanno effettivamente
trasformato in uno stato fallito sul punto dello smembramento. La creazione della regione
autonoma curda in Iraq e l'aumento delle bande Khawarij di ISIS ora hanno sigillato tale
destino.
Il ruolo delle Khawarij di oggi di natura cruciale per gli Stati Uniti/NATO al fine di avere
successo nei loro piani nefasti per aiutare Israele ad espandere i suoi confini. Senza questo
sostegno interno, il compito di implodere stati dall'interno, come la Siria e l'Iraq di oggi,
non sarebbe successo.
Generalmente si ritiene che quando Al Baghdadi ha annunciato il suo "califfato", Stati Uniti,
Regno Unito e Israele hanno espresso la loro preoccupazione e hanno preso in
considerazione l'ISIS come una vera e propria minaccia musulmana. La realt
esattamente il contrario. Proprio come la percezione del pubblico stata messa in scena
sulle "WMD irachene", il dramma dell ISIS viene anche coreografata a cura di campagne
mediatiche artigianali da parte delle potenze occidentali.
Oggi, non vi alcun califfato legittimo nel mondo musulmano, ma c' una forte possibilit
che un giorno le societ musulmane potrebbero adottare di nuovo questo modello.
Attualmente londata di Khawarijismo il fenomeno pi devastante in tutta la storia
Islamica. Essi non stanno solo prendendo il controllo delle terre musulmane, non solo
stanno rendendo pi facile per l'Occidente creare "Grande Israele", non solo stanno
sfruttando le donne musulmane, non solo stanno bruciando le biblioteche, non solo stanno
distruggendo le tombe dei profeti; Stanno dirottando l'Islam nel suo complesso;
distruggendo l'intera civilt musulmana dallinterno per creare un falso califfato, creato dai
Khawarij, per raffigurare l'Islam come una violenta setta politico-religiosa.

Psy-Ops (operazioni psicologiche) Britanniche per il reclutamento di giovani


musulmani. Una nuova strategia per sradicare l'Islam dalle societ europee e
presentare Califfato come un demone violento
interessante notare che tutti i video ISIS rappresentano giovani inglesi provenienti da
varie citt britanniche. Vengono reclutati proprio sotto la protezione di MI6 da
un'organizzazione chiamata, Al Muhajirun. Stanno apertamente reclutando commilitoni
ISIS nel Regno Unito, maldicendo l'Occidente e chiedendo il massacro degli Occidentali. Essi
invitano i ragazzi a combattere contro gli sciiti in Siria e in Iraq, scatenando le guerre
settarie all'interno del mondo Islamico. Il Governo Britannico, la polizia e le agenzie di
intelligence sono i complici e ora i volantini e opuscoli di ISIS con linvito a Jihad in Siria e
in Iraq, vengono distribuiti apertamente al di fuori delle moschee del Regno Unito. La Gran
Bretagna, come una vera politica, sta apertamente reclutando ed esportando i terroristi
Khawarij.
Regno Unito e lintera Europa avranno un grande beneficio da questa strategia. Essi sono
stati in grado di identificare ed eliminare i musulmani dalle loro societ poich sospettati di
avere una mentalit militante. Li mandano con un biglietto di sola andata verso la Siria.
Questa strategia avrebbe servito molteplici obiettivi. Il Regno Unito e l'Europa si liberano
dagli estremisti e militanti e al tempo stesso riescono anche ad istigare lotte etniche e
settarie nelle zone centrali musulmane. Stati musulmani verrebbero distrutti da musulmani
stessi, senza alcuna colpa ad ovest, e il percorso di "Grande Israele" sar aperto quando in
seguito alle guerre implose negli Stati musulmani, essi saranno smembrati uno dopo l'altro.
La Gran Bretagna ha pubblicamente espresso il desiderio di inviare 100.000 militanti in
Siria!
Ora l'Unione europea ha approvato la politica di armare i gruppi militanti curdi per la lotta
contro lISIS.19 Rimane per una domanda, perch mai lOccidente non sta sostenendo il
governo democratico dell'Iraq (che loro stessi hanno installato dopo Saddam) per
combattere contro ISIS? La risposta a questa domanda cruciale presenta un quadro
spaventoso di tutto lambiente geopolitico del Medio Oriente. La strategia occidentale
indebolir gli stati di Siria e Iraq, rafforzer invece le gang militanti autonome, che
successivamente combatteranno uno contro l'altro, per aiutare definitivamente la causa di
"Grande Israele.

Queste sono solo le dinamiche politiche della conseguente crisi. L'aspetto pi inquietante di
questa strategia occidentale il modo in cui l'Islam come civilt, come ideologia e come
religione sarebbe simboleggiato. Il mondo percepisce che i musulmani, nel loro insieme,
persino quelli che vivono in Europa sono terroristi, anche perch nei video diffusi dall ISIS,
i militanti sono mostrati a commettere crimini orrendi ed accettano pure il fatto che sono
venuti qui da citt come Manchester e Birmingham. L'Occidente sta cercando di uccidere
pi piccioni con una fava e le Khawarij dellISIS sono il loro strumento strategico pi grande
nel piano di rimodellamento del Medio Oriente e a distruggere l'Islam come ideologia.
Anche Khawarij dellISIS proclamano loro stessi come sunniti, dirottando l'intero racconto
sunnita dell'Islam e accendendo guerre settarie all'interno del mondo Islamico.
In realt Washington sta fornendo 500 milioni di dollari allISIS come aiuti, sotto l'etichetta
di sostenere la 'resistenza moderata'.20 in Siria. Il termine "moderato" usato dagli Stati
Uniti come un semplice schermo di fumo per nascondere il loro sostegno segreto all ISIS.
La CIA, strategicamente, ha reclutato militanti nella Baia di Guantanamo per le future Black
op. (operazioni segrete) contro i paesi musulmani. Abdullah Mehsud, il fondatore di TTP in
Pakistan, stato un prigioniero a Guantanamo per tre anni. Nel 2004, stato liberato ed ha
creato TTP sotto il patronato della CIA per condurre la guerra urbana asimmetrica contro il
Pakistan. Allo stesso modo, Abu Bakr Baghdadi, capo ISIS, un altro agente Guantanamo
rilasciato per la CIA, e sta facendo esattamente lo stesso in Iraq e in Siria, che il TTP sta
facendo in Pakistan.
Il nesso sinistro tra le forze sioniste e Takfiri Khawarij clamorosamente smascherato nei
casi dell ISIS e del TTP.

Ecco un'altra prova del Nesso tra forze sioniste e dei Takfiri Khawarij

Bench ci siano pi di 100 Ahadees autentici riguardo ai Khawarij nelle tradizioni sunnite
dell'Islam, Santo Profeta Muhemmed (sm) ha anche categoricamente messo in guardia
dallISIS! Ecco un valido Hadees dal libro di Naeem bin Hamad e molti altri, con riferimenti
forti ed accettati a dimostrare la sua autenticit.
Il Profeta (sm) ha detto quanto segue riguardo all'Iraq che un gruppo di Khawarij salir e si
creer un "Daulat". (La parola "Daulat" viene specificata in hadees). LISIS pure, si definisce
Daulat-e Islami. Il Profeta ha anche ricordato che essi stessi si faranno chiamare con il loro
'kunya' (teknonym: che si riferisce al nome del figlio/padre) e si associeranno con le citt.
- Abubakr il Kuniyat e Baghdadi il nome della citt.

Khawarij - reclutamento di giovani immaturi per stabilire Daulat, come gi raccontato nei
Hadith.

Allo stesso modo, Abu Musab Zarqawi - Abu Musab il kunya ed Zarqa la citt. Il Profeta
ha anche detto che i loro cuori saranno come le rocce dure ed acciaio (prive di piet) ed
manterranno i capelli lunghi come le donne. Egli ha anche avvertito che, quando tali gruppi
verranno fuori, la gente comune dovrebbero rimanere nelle loro case e non confrontarsi
con loro perch saranno feroci e brutali e l'uomo comune non potr resistere. E poi il
Profeta informa che tramite lotte interne Allah creer conflitto tra questi gruppi e verr
deciso il loro destino.
Un altro hadees nelle tradizioni sunnite ci dice che questi Khawarij alla fine prenderanno il
controllo di Damasco. Non sono ancora riusciti a conquistare Damasco, ma nel futuro, lISIS
potrebbe prendere il controllo di quella citt, in quanto ora il presidente degli Stati Uniti
Obama ha annunciato di ampliare il campo di battaglia dall'Iraq alla Siria cos come ha

spinto la a guerra dall'Afghanistan al Pakistan utilizzando la strategia militare Af-Pak e le


guerre dei droni della CIA. AF-Pak era per il Pakistan. E sta per essere Sy-Raq in Medio
Oriente. Khawarij rimangono lo strumento chiave in entrambe le guerre per la CIA/sionisti.

SYRAQ Nuovo campo di battaglia esteso per le guerre della CIA. Una replica di Af-Pak!

Case Study: Pakistan


La geografia strategica del Pakistan, la capacit nucleare e, soprattutto, la sua ideologia
islamica lo rende il custode naturale, protettore e fratello di tutta lUmmah musulmana, ed
un avversario di tutte le forze anti-islamiche ostili dell'Oriente e dell'Occidente. Il Pakistan,
nonostante tutti i suoi problemi interni, stato in grado di formare il 5 pi grande esercito
regolare d el mondo armato di arsenale nucleare. Forze armate del Pakistan sono le uniche
forze armate del mondo Islamico ad aver combattuto contro l'India, Israele e l'ex Unione
Sovietica ed hanno abbattuto gli aerei da combattimento di tutti e tre gli stati nemici.

Insieme all ISIS, l'organizzazione terroristica pi brutale e spietata nel mondo di oggi ed il
bene pi prezioso delle forze sioniste, c il TTP. Emerso nel 2005, sotto il supporto diretto
della CIA e del RAW indiano, TTP ha agito come organizzazione ombrello per molti gruppi
militanti che lottano sotto l'ideologia del Takfir contro lo stato del Pakistan. TTP guidata
da militanti sostenuti dall India, ma costituito da pakistani, arabi, uzbeki e cittadini
afghani.
Seguendo la loro strategia dei khawari, TTP ha dichiarato tutta la nazione pakistana come
infedeli e ha dichiarato una guerra spietata e brutale allo stato del Pakistan. Per guadagnare
legittimit morale e religiosa, TTP ha adottato lo slogan della jihad contro l'occupazione
degli Stati Uniti in Afghanistan per ottenere pi reclute provenienti dalle aree tribali del
Pakistan in modo da rafforzare e ampliare la sua guerra contro il Pakistan. Negli ultimi
nove anni della sua attivit, TTP non ha mai sparato un solo proiettile contro le forze
statunitensi presenti in Afghanistan ma tutta la sua guerra rimasta contro i musulmani
del Pakistan, sia contro lo Stato che la popolazione civile, con un focus particolare
sullesercito Pakistano e la sue agenzie di intelligence. Quasi 100.000 pakistani sono morti
da allora in una brutale campagna di terrore che sta minacciando le fondamenta dello Stato
stesso.

La guerra di TTP contro le forze armate del Pakistan per aiutare lIndia/Israele
Nel 2004, TTP aveva stabilito la sua presenza in agenzie del Sud Waziristan al confine con
l'Afghanistan, in aree FATA (Aree Tribali di Amministrazione Federale) Pakistane. Presto
essa ha ampliato la propria influenza anche in altre agenzie di FATA. C'erano stati diversi
incidenti nei quali membri del personale di sicurezza pakistano erano stati decapitati a
sangue freddo dagli operatori TTP. Oltre tutto, il fenomeno degli attentati suicida in
Pakistan era stato introdotto da TTP. Il governo del Pakistan ha dichiarato TTP come
organizzazione terroristica. Nel 2009, lesercito Pakistano ha lanciato massicce operazioni
militari contro TTP nel Waziristan meridionale, dove TTP aveva stabilito il suo stato
illegale. Ora anche nel 2014, lesercito del Pakistan ha lanciato unaltra grande offensiva
contro i terroristi TTP nel Nord Waziristan. TTP ora in fuga, mentre l'esercito pakistano
ha quasi superato anche le rispettive ultime roccaforti.

I risultati che vengono alla ribalta durante queste operazioni anti-TTP dell'esercito
Pakistano non lasciano nessun dubbio che questi militanti TTP sono effettivamente i
Khawarij. Il loro piano di guerra, la strategia, la narrazione e le tattiche sono basate sul
Khawarijism. Dicono di essere guerrieri Musulmani, ma in realt stanno lavorando mano
nella mano con le forze sioniste per implodere dallinterno l'unico stato Islamico ideologico
e nucleare.
In quanto la guerra di 4^ generazione ruota attorno all'idea di creare una totale paralisi
politica e sociale nello stato mirato. Proprio come abbiamo visto in Iraq, molte linee di
faglia simili sono state attivate anche in Pakistan. Le prime atrocit commesse dal TTP in
FATA e Swat chiaramente dimostrano questo fatto. I primi obiettivi di TTP in queste due
aree erano figure politiche e sociali di influenza. La loro eliminazione ha creato un clima di
paura e disperazione tra le masse locali. La stessa strategia era stata impiegata dallISIS
nella regione SYRAQ. L'assenza di una leadership politica ha creato un clima di illegalit e
caos, dando TTP mano libera per reclutare, addestrare ed armare i locali contro lo Stato,
imponendo le proprie opinioni politiche ed ideologiche sulle persone attraverso un salasso
brutale. Swat stata la prima grande regione urbana del Pakistan ad essere occupata e
invasa da questi Khawarij. Nel 2009 lesercito Pakistano ha dovuto combattere una
battaglia sanguinosa in questo centro urbano per liberarla nuovamente.
Tuttavia il fenomeno dei Khawarij e delle insurrezioni in Pakistan pi unico e complesso
di quanto lo sia in Medio Oriente, in quanto lo Stato si trova ad affrontare le minacce di
entrambe le insurrezioni religiose e laiche. La geopolitica del subcontinente, in cui le
questioni irrisolte come il Kashmir svolge un ruolo fondamentale, ha complicato
ulteriormente la questione. Stabilire l'egemonia strategica in Asia meridionale il primario
sogno indiano. Il Pakistan non solo un importante rivale militare dell'India, ma anche un
ostacolo serio alla realizzazione del sogno di "Grande India". Per eliminare questo ostacolo,
le istituzioni indiane stanno lavorando dal 1947 cio dallindipendenza del Pakistan. Il
Pakistan non mai stato accettato come uno Stato islamico indipendente nella psiche
collettiva dei sionisti ind.

Il piano del Grande India la creazione di un impero ind dalla Malesia


all'Afghanistan

Nel 1971 con la separazione del Pakistan orientale, lIndia ha perfezionato un importante
passo in avanti nella sua politica. La proxy Mukti Bahini, gruppo terroristico sostenuto dal
India ha avuto un ruolo fondamentale in questa secessione. Lulteriore smembramento del
resto del Pakistan in stati pi piccoli su base etnica, quello che l'India sta cercando di
ottenere dal 1971.
Solo ora, l'emergere dei Khawarij ha dato un'opportunit in pi agli ind, di utilizzare
bande di religiosi militanti per attaccare lo stato pakistano. Gli interessi della CIA e RAW
indiano sono confluiti contro il Pakistan. Le Khawarij del TTP sono emerse come utili bande
terroristiche mercenarie per entrambi sia per la CIA che per il RAW.
Quasi un centinaio di migliaia di truppe pakistane sono state stanziate lungo il confine
afgano e ora sono in combattimento con una serie di nemici a partire dai terroristi TTP fino
ai miliziani arabi ai simpatizzanti delle trib locali agli infiltrati uzbeki inviati da Kabul e
India. Lo scenario non solo complesso, decisamente sporco.
Mentre i sionisti dagli Stati Uniti e Israele hanno i propri obiettivi per attaccare il Pakistan,
attraverso queste insurrezioni, l'India vuole realizzare i propri multipli obiettivi strategici;
1. Mettere in ginocchia il Pakistan implodendo come uno Stato fallito.
2. Costruire una campagna contro il Pakistan di essere uno Stato fallito con le armi
nucleari che possono cadere nelle mani "sbagliate".
3. Una volta dichiarato uno stato fallito, il Pakistan sar denuclearizzato dalla comunit
internazionale, sotto vari accordi globali.
4. Un debole, denuclearizzato Pakistan potra quindi essere invaso e smembrato,
aprendo la strada per la creazione della "Grande India" oppure Akhand Bharat,
come lo chiamano gli ind il loro sogno.
Proprio come lISIS uno strumento per realizzare il sogno di "Grande Israele", il TTP
un'arma nelle mani degli ind sionisti e della Cia per il piano di "Grande India" e
"smembramento del Pakistan".
Denuclearizzare il Pakistan il primo passo di un pi grande piano strategico indiano ed
in completa armonia con i progetti preparati dagli Stati Uniti/Occidente per il Pakistan. Gli
attacchi del TTP alle basi e sistemi di sicurezza del Pakistan, aiutano a creare questo mito
propagandistico che le armi nucleari del Pakistan non sono al sicuro. LONU pu essere
mobilitato, a "mettere al sicuro " le armi nucleari del Pakistan, proprio come falsi WMD
iracheni.
La fase successiva quella di invadere il Pakistan fisicamente, poich non possibile in
questo momento sotto una minaccia nucleare. Denuclearizzazione Pakistan lagenda
comune tra le politiche degli Esteri israeliane, americane ed indiane.
TTP stato creato ed tenuto in vita attraverso un massiccio sostegno di armi, denaro ed
infiltrati nelle vesti di "militanti islamici" e "mujaheddin arabi" o "Al Qaeda". Mossad e la
CIA stanno gestendo la connessione araba, mentre RAW e RAMA gestiscono la Deobandi
TTP, Uzbeki , Pashtun locali e gli elementi terroristici Pakistani.

Oltre a condurre una guerra contro lo Stato stesso, i Khawarij Takfiri sono stati anche
molto attivi a scatenare guerre settarie sia in Iraq che in Pakistan. L ISIS e TTP, entrambe
hanno agende settari molto aggressive ed uccidono spietatamente sciiti in modo da
portare pi crepe all'interno delle societ musulmane. LeJ, la organizzazione terroristica
Takfiri settaria in Pakistan oggi la attuale filiale dei Khawarij TTP.
L'ideologia religiosa fascista delle Takfiri contro lo Stato Pakistano stato aggressivamente
promosso attraverso spie arabe piantate come Ayman Al-Zawahiri e Abu Yazid. Terroristi
locali come TTP vengono ulteriormente sostenuti da militanti uzbeki dalle bande dello
spietato Comunista il Signore della guerra Rasheed Dostum con il pretesto di un
movimento islamico dell'Uzbekistan. I terroristi Pakistani dei gruppi settari come SSP e LeJ
sono stati assorbiti nelle file del TTP per la protezione e la sopravvivenza, ed hanno
ampliato il loro ruolo da militanza contro gli sciiti alla guerra contro lo Stato ed il Pakistan.
L'intera campagna del terrorismo contro il Pakistan basata in Afghanistan sotto il
patrocinio di un vespaio della CIA, Mossad, RAW e RAMA. Quasi tutte le gang Khawarij in
Pakistan appartengono alla setta Deobandi, originata da un seminario religioso pro-ind di
Darul Uloom Deoband in India e le cui filiali sono presenti anche in Pakistan.
Tutti questi aspetti della 4GW vengono scatenati dalle forze ostili che intendono creare una
determinata narrazione riguardo il Pakistan come stato, nazione e ideologia. Purtroppo,
tutti i governi pakistani fino ad oggi, hanno percepito queste minacce aggravate come
distinti problemi di ordine pubblico ed hanno fallito miseramente nello sviluppare una
risposta alla Guerra di 4^ generazione.
Solo l intervento militare ha avuto successo su pi ampia scala. Lesercito Pakistano
riuscito a sradicare roccaforti della Khawarij nelle regioni nord occidentali del FATA,
spingendoli indietro in Afghanistan. Ma anche questo successo arrivato ad un costo molto
alto e solo dopo che lesercito Pakistano ha adottato ed ha introdotto una forte narrazione
ideologica anti-Khawarij nelle truppe delle forze armate. Khawarij non sono solo una
minaccia militare. Essi devono essere innanzitutto sconfitti ideologicamente, distruggendo
il loro racconto contorto dell'Islam basandosi, su solide argomentazioni scientifiche
islamiche. Solo quando la loro tesi sconfitta possono essere schiacciati anche nel campo di
battaglia.
Ma nonostante questo successo, il Pakistan non pu vantare una vittoria completa contro
queste bande nascoste allinterno finch sostengono le loro basi e le stazioni di lancio oltre
il confine dell Afghanistan protetti da NATO/USA. La minaccia persistente nella forma di
ideologia violenta ed a
meno che non venga schiacciata sia militarmente che
ideologicamente, solo questione di tempo prima che riappaia di nuovo a seminare il caos
in Pakistan!

Conclusione:
Nella guerra del 21 secolo, il fenomeno del terrorismo viene implementato come unarma
strategica di guerra ed il mondo Islamico la regione pi colpita da questa minaccia. Questa
trasformazione l'espressione di molte dinamiche storiche, interne, esterne, naturali di
evoluzione e di geopolitica moderna della regione. Il mondo musulmano si trova nell'occhio
di una tempesta. Ancora una volta gli Stati Islamici sono in corso di smembramento come da
circa 100 anni fa ad oggi. Il grande Israele ora in divenire.
I popoli Islamici nei territori occupati sono in balia degli aggressori e delle loro bande
terroristiche a pagamento come TTP, ISIS, Al-Qaeda. Non solo i territori islamici, ma tutta la
civilt islamica e lo stile di vita in pericolo. L'aspetto pi sfortunato di tutta questa crisi la
totale mancanza di comprensione nelle societ musulmane delle dinamiche moderne di
ordine mondiale, politico ed il loro contesto storico, cos come la comprensione della 4^
generazione di guerra e l'uso della religione da parte delle potenze occidentali e Khawarij
come importante fattore di destabilizzazione.
Per eseguire la scansione di questo abisso di geopolitica, il mondo islamico - ad ogni livello
della societ e dello Stato - dovr comprendere l'attuale pandemonio politico con le sue
dinamiche segrete nel contesto storico. Il problema del terrorismo, affrontato da parte delle
societ musulmane, non una semplice crisi di ordine pubblico. Non nemmeno una guerra
settaria. Non si tratta solo di petrolio o di afferrare solo rotte degli oleodotti. Non solo una
guerra contro l'Iraq o la Siria o l'Iran. una guerra totale contro la Ummah islamica.
Tutto questo fa parte di una deliberata guerra ideologica volta a creare "un Grande Israele" e
"grande India" e di distruggere l'Islam come alternativa ideologica, spirituale, politica e
finanziaria. Una strategia di risposta collettiva, sulla base della narrazione politica e
ideologica, la necessit del momento. Quanto prima llite al potere musulmana capisce
questo, tanto rapida sar la reazione.
La crisi senza precedenti. Anche la risposta deve essere imparagonabile.

*******************************

NOTE FINALI
1

Abdul-Kareem, European colonialists conspired to destroy the Khilafah state, Khilafah.com, marzo 2007,

http://www.khilafah.com/index.php/the-khilafah/issues/84-european-colonialists-conspired-to-destroythe-khilafah-state
2

Wikipedia, Decline of Ottoman Empire, http://en.wikipedia.org/wiki/Decline_of_the_Ottoman_Empire

Mark Zepezauer, Boomerang:How our covert wars have created enemies across the Middle East and brought
terror to America., Common Courage Press (novembre 1, 2002) , P. 110 (tratto dal)
http://www.thirdworldtraveler.com/Zepezauer_Mark/SaudiArabia_Boomerang.html
4

David Eggenberger, "An Encyclopedia of Battles: Accounts of Over 1,560 Battles from 1479 B.C. to the Present",
Dover Publications (1985)
5

Hussam S. Taimani, Modern Intellectual readings of the Kharijites, (Peter Lang Publishing, New York) P. 62
http://books.google.com.pk/books?id=F2F92guvrgAC&printsec=frontcover&dq=Modern+Intellectual+Readings+of
+the+Kharijites++By+Hussam+S.+Timani+ebook&hl=en&sa=X&ei=FL5U6jJA6Gj0QWu1IGgAQ&ved=0CBoQ6AEwAA#v=onepage&q&f=false
6

Ibid P. 65

Mohammad Abbas, Good Governance in Islam, Oct. 2010 http://www.cssforum.com.pk/off-topicsection/islam/49239-caliph-al-farooq-hazrat-umar-ibn-al-khattab-ra-35.html


8

Aisha Bewley, Mu'awiya: Restorer of the Muslim Faith, (Dar al Taqwa), 2002 P. 13-14

Ibid P.15

10

Ibid P.15

11

Ibid

Waren Treadgold, A History of the Byzantine State and Society, (Stanford university Press, Ott.
1, 1997) P. 314
12

13

Nahj ul Balagah, Letter #54.

14

25.000 erano stati uccisi dalle truppe di Ali (r.a.) e 45.000 dalle truppe Muawiyah (r.a.). Per ulteriori dettagli
consultare. Gibbon, Edward. The History of the Decline and Fall of the Roman Empire. Ch. L, Pagina 98. New York:
Fred de Fau and Co. Publishers (1906). P.116
15

Nahj ul Balagah, Sermon# 91.

16

Per uno studio pi dettagliato della Battaglia di Naharwan, visitare il sito


http://playandlearn.org/reader.asp?Type=History&fn=107
17

McCarthy, Kevin M. , American Speech Volume 48, PP. 7783

18

Accedere alla versione online di The History of the Assassins a the online version of The History of the
Assassins a
http://books.google.com.pk/books?id=q1sOAAAAQAAJ&printsec=frontcover&source=gbs_ge_summary_r&cad=0#
v=onepage&q&f=false
19

EurActiv, Eu Gives Go-Ahead To States Sending Arms To Iraqi Kurds, Eurasian Review, ago 14,
http://www.eurasiareview.com/14082014-eu-gives-go-ahead-states-sending-arms-iraqi-kurds/
20

2014,

HELENE COOPER, Obama Requests Money to Train Appropriately Vetted Syrian Rebels, The New York Times,
giugno 26, 2014, http://www.nytimes.com/2014/06/27/world/middleeast/obama-seeks-500-million-to-trainand- equip-syrian-opposition.html