Sei sulla pagina 1di 1077

ETIMOLOGICO

DEI

'

VOCABOLI ITALIANI DI ORIGINE ELLENICA


CON RAFFRONTI AD ALTRE LINGUE

COMPILATO
AD USO SPECIALMENTE DEI GINNASII

DEI LICEI

MARCO ANTONIO CANINI


//

-7*.
TEBZA EDIZIONE

TORINO

UNIONE TIPOGRAFIGO-EDITRIGE
33, Via Carlo Alberto, 33

1882

Diritti di riproduzione ritervati alla Societ Editrice.

Diritti

di

trUutac

in

liifoe

ttraalm rberratt

ll'Antor.

Depositate le copie volute dalla legge


il

28

ottobre 1865.

PREFAZIONE
/

XsXnr ri

Jta&a

lor.v

&irp

^tt fiadtv* xat &r, xai t tot

Tv vcjxarwv cu

xeimafat

jxadntwt

vei

aiAtf4v tu^/oc

cuv xp*i vputis te xat cu xal


]\ pawi'ws itc^ixeotiai.
Difficile il conoscere l'essenza delle cose belle ; e certo
non lieve cosa la scienza

dei

nomi (l'etimologia).

Vuoisi dunque a tutt'uomo e


per bene cercare, e non essere
di facile contentatura.

Platone, Cratilo; i,283 f


325, ed. Didot.

I.

Non hawi
alla

forse alcuna parte dell'umano sapere, intorno

quale siano cos diversi

Infatti

molli scrittori levano

giudizi,

quale (dicono) accerta l'origine e

cielo
il

come

l'etimologia.

questa dottrina,

la

vero senso dei vocaboli,

tutte le scienze collegata e torna utile, particolarmente

alla psicologia
in cui si

face che rischiara

formarono

le lingue.

Non

la

notte de' tempi remoli

pochi, consacrale a tale di-

sciplina lunghe veglie, pubblicarono opere dottissime. Altri


scienziati e letterati

o manifestamente derisero l'etimologia,

negandole qualit e grado

di scienza, o

ne posero

in forse


vantaggi. Persino
adatti, fu

IV

me sembra un

che a

da taluno censurato, come da Cicerone

avrebbe voluto che


che

nome

il

(egli dice) le

si

dicesse piuttosto notazione,

parole sono

note delle cose (4)


il pregio
$ la dil

le

nel passo sopraccitato afferma


cotali studj, e conforta

dialogo stesso,

altrui

darvi opera

ms

Cratilo, combatte coloro che

il

rano, a suo parere, l'importanza; ed esponendo

assurde e stranissime congetture sull'etimolog

di

recchi vocaboli,

quali egli stesso dubita essere

d<

lascia incerti noi posteri se abbia voluto parlare

si

non

le

piuttosto farsi beffe di

nit.

Sant'Agostino,

uomo

tali

ricerche, mostrand

universale sapere, g

di

medesima stregua

gl'interpreti di sogni e gl'invesl

etimologie

Varchi

(3).

Il

dottissimo dice che


sorto

tini

molte

le

a'

sui

spesse volte piuttosto ridicole che vei

fra esse pi

degne

un maestro Antonio

di

in cosifatti studj,

etimologie dei vocaboli g

rilanciato di

che

riso

di

Carafulla,

<

il

le

moderni

quale mai n

nessuna, ch'egli, cos pazzo com'era

te

rispondesse incontanente (4) e cita alcune fra le e


di quel messer Antonio, da fare sbellicar dalle risa. E
:

con amara beffa e troppo pi persuasiva

di

qualun

Novilalem verbi (elymologia) non satin apli fugientes,


votationem appellamus , quia sunt verba rerum notai.
pie, IX: Rhetor. et orai. A, pag. 632, ed. Lemaire.
(\)

(2) 2uveiuaj4<{iat [ut'

twv

p.c.5,

vofAutTtov pOoTY.T* ivat.

deliri nel dire qual

HLatone, Cratilo;

|/.7i

debb'essere
I,

ti urtpaXr, prato Xs'^wv ttav Set t

- Considera meco, 6e

3M,

io per avv
ragione (l'etimologia) dei p

la

ed.

Didot. Platone dice

nel senso di etimologia, vocabolo


-rv &reji.aTtoY

pOorr,

inventato pi tardi ; e
scienza, dottrina intorno ai nomi, nel senso

etimologica, o solamente etimologica,

jj

come

dissero gli Eli

posteriori.

Ineptum aggred Cfuod perequi prfedo infnitum


sententia nimis curiosa et non nimis necessaria. ... I
inleiyretalio, ita verborum origo pr cnjusque ingenv
tur. AuGUSt., Principia dialetti cai, vii; Od., l. Parigi 16*
(3)

mea
rum

(4)

fa

Varchi, Ercolano, pag. 260, 261

ed. comin.

discussione, afferma
lo vocali

non fanno

conclusione sarebbe
cosilatte indagini

che l'etimologia una scienza

in

nulla, e te consonanti pochissimo

che

che

gli

vano

parole sono

le

stillarsi

il

cui

La

cervello in

perch sono

tali

pro-

dotto, secondo alcuni, del caso; secondo

altri, di

venzione che esclude ogni nesso fra

elementi loro e

pensiero o fra quelli e

Eppure

gli

cose significate

le

una conil

r,

tanta la sete naturale di sapere nell'uomo, che

gli studiosi d'ogni

tempo e d'ogni paese, piultosto.cheamr

mettere quella conclusione, hanno preferito

tener per

di

buone molte etimologie, di accurate indagini frutto o trovate


a casaccio, che la scienza progredendo ha rigettato o rigetter.

alcune

che da pi secoli passano di libro in

di esse,

libro, di lingua in lingua,

come

Come
(e,

hanno una sanzione considerala

rispettabilissima, l'antichit e

il

.consenso dei dotti.

noto e come Platoae dice benissimo

in generale, dei vocaboli) alcuni

(j), dei

primitivi; altri sono primitivi. L'incertezza dell'etimo

cerne particolarmente

nomj

sono formati coi primi

vocaboli primitivi

con-

o composti

in

tempi remoti, oda una lingua introdotti in un'altra. Innanzi a


lutto molte volte incerto quali siano i vocaboli primitivi, dove
l'analisi

debba

far sosta

quale sia

il

valore degli

cruenti

empiici.

Gli antichi e, fino

costume
<*on tale

d nostri

anche

moderni ebbero
tentoni

erroneo metodo azzeccarono qualche volta

e' fu miracolo.

volte fortuita,
ficalo

a'

di andare, in eosifatte ricerche, a

erano

le

Una

certa somiglianza di suono,

il

cure guide o pericolose.

verr fatto di sciogliere

e se
vero,

pi delle

ed una pi o meno lontana analogia


sole guide loro in questo labirinto

il

di signi,

mal

gli

si*-

ardui

problemi suaccennati, prima che siano ben conosciute ed accertate la struttura e

le radici delle

lingue,

massime

che sono o furono parlate dalle razze pi


(1) Twv voaarwv t (iiv
CralUo; i, 319, -ed. Didot.

ex irp'vTpwv au-pcstueva,

di quelle

civili, le

leggi

r 8k irpwra. PLATONE

VI

dell'organo della favella e della commutazione de


altri

meno

pi o

affini, l'origine

norme che ne governarono


Per vero dire gli studj
tuttavia

Ma

dirne

nomi superfluo,
anche

pi degl'Italiani

e colti ne sono affatto digiuni

che anzi (perch

non solamente

nostre vergogne?)

del

lo studio

eziandio (ch' peggio) quello del latino in

denza fra noi:

educa

il

favelle

regno, non sapr

morin

resta a fare che

di

non

volti

su tutte

il

Ma

pure apparteniamo.

siasi fatto sinora

stesa dal

all'ultima Islanda, tenne e tiene

della razza aria, cui noi

limiti

umana che,

latine

il

furono

linguistici

razza

della

comp

generazione infarinata di sape

la

bello italo

Que' profondi studj


alle

fatto

Tedeschi. L'Italia ha di queste

pochi e valenti cultori

abbastanza noti.

hanno

linguistici

progressi: vi primeggiarono

secolo maraviglisi

meggiano

del linguaggio ui

lo sviluppo.

uscirei da

che mi sono imposti, se volessi parlare es


Baster

quelle lacune e de' miei desiderii.

l'affinit

tra le

lingue arie,

da alcuni esagerata, da

altri

le

turaniche e

il

le

negata, non fu ancori

prove n stabilita n rigettata. Non si so


compiutamente analizzate le lingue moderne pi e
fuse, per classificarne scientificamente le radici,
ficienti

saggio fu pubblicato dal Bolza per mostrare


nostra lingua colla sanscrita;

ma non

che

l'afl

un

Dizionario delle radici della lingua francese

cato da Charrassin

alcun

esiste

hanno

dottissimi

per cui

ma

il

della

lingua

pi impura

lavori di questo

Grimm, Diefenbach ed

scoria.

genere sulla

altri

incorni

e nelle etimologie date in quello del Tramater

pagliucola d'oro,

si

ma

lavoro pregevole,

dizionario etimologico

e'

lin

salirono in fa

lingua francese conosco due dizionarii etimologi

vu

del Roquefort e quello dello Scheler, erudite compilazioni,


11

lavoro etimologico pi recente sulla lingua inglese

Dizionario di

Wedgwood

York, 1862).
Non mi sembra lodevole

moderni etimologi,
arie

radici

alle

metodo seguito

il

di ridurre

classificate

tutti

dai pi fra

vocaboli delle lingue

ab antico

grammatici

dai

Converrebbe a parer mio, prescindendo

indiani.

il

Marsh (Nuova -

colle addizioni di

dalle radici

sanscrite, analizzare le nostre lingue e le antiche, trovare

primitive, e quindi raffrontare questi

di ciascuna le radici

ultimi risultamene dell'analisi a quelli gi trovati dagl'Indiani

che

Quanto
la

di tanti

hanno preceduti

secoli ci

alle leggi dell'organo della favella,

lingua sola,

ma

tutta la cavit della

in tali studj.

che non certo

bocca e

la

laringo-

faringea con parte della cerebrale, sono da ricordare, e con


lode, gli studj di

alta

che portano

fonetiche

Grimm di cui sono famose le leggi


il
nome di quell'illustre filologo, e
,

quelli di Mller (1), per tacere di altri dotti.

non posso estendermi a ragionare

Io

sulle leggi della

commutazione dei suoni e delle lettere che li rappresentano.


Avverto solamente gli studiosi, massime i discenti, che consulteranno questa mia opera, che nel raffrontare
si

tengono

mente

si

in

poco conto

cambiano

le vocali,

tra loro

le articolazioni labiali

con

vocaboli

o in nessuno; e che facil-

suoni della stessa classe, cio

altre labiali, e cos si dica delie

dentali, delle gutturali, delle nasali e delle liquide. Si os-

servi nei dialetti italiani la

grande variet

di

suoni vocali per

una stessa parola, tanto che a' non pratici di questi studj
non par pi quella. Si ammette pure dai filologi che un
suono possa talvolta tramutarsi da una classe fonetica ad
un'altra

questa per materia

Relativamente all'origine e

difficile

allo

e assai controversa.

svolgimento del linguaggio,

siamo poco pi innanzi degli antichi; e ancora sono agitate


(1)

pag.

Max Muller,
95

Lectures on the science oflanguage; seconda serie,

e seg. Londra 1864.

vni
le

questioni da Platone, da Aristotele e da

tate

o indicate, se

che

divinit,

sia

il

esclude, e opina

umane

doversi

il

quelle

ipotesi

linguaggio attribuire

alle fa-

operanti spontaneamente e nel loro insieme

e quanto al suo valore

parlante,

essendo
l'una

doversi

l'altro

ma

scere (4)

espressivo

al

cavare

la

tenere

la

la

voce

l'uomo essere natural-

com' naturalmente pensante;

forma espressiva e

formato

essersi
sizioni

la

quale, seguendo

il

ambedue

tedesca,

parola essere naturale nell'uomo e quanto

mente

trat-

sem-

aderisco interamente (e

lis est. Io

scuola razionalistica

colt

passo pi avanzato che abbia (atto in questa

parte la linguistica) alle dottrine di Renan,


la

dotti

ovvero stabilito per convenzione, o altrimenti:

adhuc sub judice


brami che

altri

uomini comun cato da qual-

sia stato agli

parola

la

veste esterna del pensiero,

come contemporanei; non

linguaggio lentamente e per sovrappo-

il

creato in breve tempo dall'umanit al suo na-

Queste sono

i.

in

complesso

le dottrine

esposte

dall'illustre scienziato francese.

Posto in mezzo

puro e

vivifico

alle

meraviglie della natura, in aere

in suolo d'erbe e fiori

e frutta lussureg-

come tutte le antiche tradizioni ricordano, con


intelletto e memoria vergini tuttavia, nella esuberanza
delle forze di un essere nuovo e allora allora nato, nato
giante,

compiuto, l'uomo pens, e comunicando

La

parl.

parola,

come

dice benissimo

suoi pensieri

creata al pensiero.... Essa funzione naturale dell'uomo


pari delle

altre

funzioni....

L'uomo

Tommaseo, conparl

primitivo

al

come

l'uccello canta, come le corde vocali dall'aria percosse


mandano un grato concento.
Tenuta ferma la dottrina di un intimo nesso fra il pen-

siero e la parola, conviene determinare le leggi


stessa.

Non

quelle che

(1) E.

della parola

intendo parlare delle leggi grammaticali,

si

riferiscono agli elementi fonetici e alle

Renan, De t orgine du lanaage.

Parigi, 1858.

ma

di

com-


binazioni loro,

vocaboli.

naturale dell'uomo,

Non sono

a caso?

norme

II

Ora perch

la

parola funzione

vocaboli dovranno forse essere formali

umane

funzioni

tutte le

connesse? Anche

stabili e fra loro

rale nell'uomo, e sapienti leggi vi presiedono.

dunque ammettere che

le

Non

potendosi

lingue siano parto del caso

che

e del pensiero esclude

parola

associazione della

l'intima

regolate da

pensiero natu-

il

questa ipotesi; non potendosi ammettere una convenzione

per creare

linguaggio, la quale, con petizione di princi-

il

pio, farebbe

supporre

per intendersi
si

contraenti gi di linguaggio forniti

chiaro che lo sviluppo delle

fatto con certe leggi, e che

umane

favelle

vocaboli sono fra loro per

queste leggi da manifesto o da occulto vincolo congiunti.

Ecco, a parer mo, alcune


quali

di

queste leggi cardinali, le

applicano particolarmente alle lingue arie e alle

si

affini.

1)

vocaboli radicali delle favelle

umane possono

es-

sere ordinati in categorie.


2)

verbo
idee

La prima

di

queste categorie l'affermazione,

propriamente detto, essere; da cui dipendono

affini,

Segue

modi

di essere, cio

diramano, che

si

suddividono in

modo

ordine non interrotto, a

P.

e.

Le

tempo, causa, potere, ecc.

che esprime

la categoria

il

le

il

moto; da cui

altre si

e cos in seguito con

altre,

di albero genealogico.

radici che significano luce sono affini a quelle

che esprimono moto; e

le radici

che significano bellezza,

a quelle che esprimono luce.


3) Tutte le articolazioni semplici della voce

umana,

con vocale preposta o posposta, esprimono essere; cos pure


alcune combinazioni

di

que' primi elementi.

4) Ciascuna lingua possiede

lemenli

semplici o fra

le

come

radici alcuni fra gli

combinazioni che

si

contengono

ft^un quadro generale delle categorie.


i

sono tra vocaboli

vocaboli

di

ciascuna

favella

delle

discontinuit;

in

modo che,

per esempio,

il

vo-

caboto che significa tempo, non ha


nella

medesima lingua

affine

significa

ma con

una lingua ha un solo

Talvolta

essere.

o due per una data

vocabolo

con quello che*

affinit

quello che in una lingua

combinazione

elementi

di

un certo senso le mancano gli anteriori,


poe altri della medesima serie, che si trovano invece

fonetici in
steriori

in altre lingue affini.

Citer ad esempio
di oriente.

zione

di

senso

di

dottissimi

La

quegli

elementi,

luce,

tranne

autori

Pietroburgo

con un

?,

pura

vocabolo sanscrito

il

del

in

quella

categoria,

barh lampeggiare;

(Bothlingk e Roth)

quasi dubitando se

lingua coptica, peire sorto


fi ri

splendere;

agli

categoria laterale, iw^;

por-fyr-a porpora, e

al

il

bhar),

<pup<*>

pura

notarono

fosse vocabolo

ellenici

in
i

di

oriente

genuino o

medesima

(mampeire

sole

nella

oriente)

corrispondenti,

in

una

pyrr-s rosso acceso e Tropea


lai

Le

pur-pur-a.

spondenti in una categoria superiore, sono


(skt.

cio

cosicch

Vocabolario sanscrito-tedesco

no. Si raffronti ai vocaboli della categoria

nel senso-

lingua vedica non ha alcun'altra combina-

corri-

radici

<p*pw fr-o

porlo,

fyr-o agito con violenza, per la legge

esposta alla pagina precedente.

A) Per solito un vocabolo non ha una sola radice,

o tante quante sono

le

categorie che

ma

digradano dalla prima

si

essere fino a quella cui appartiene, o una parte di esse, e


talvolta

anche alcune

fra

le

laterali.

vocabolo porta seco, per cos dire,


In questo senso
<

il

nome

si

la

In

tal

ciascun

pu intendere quello che dice Platone


strumento per

essere manifestazione della cosa

indicare e distinguere la sostanza; ragione del


logia) essere quella

modo

propria definizione.

che mostra qual

nome

sia la cosa

qual dottrina sarebbe da rigettare quando

si

(etimo(1).

La

volesse intendere

() Touvopwt Srikaua. to 7rpffjiaT0<... "Ovcua ia<i>iaXi>cv ti artv p#ri vyavov xa iaxpiTixd> tt; oaias... 'Ovop-aro; cdonns tiv

aSm

&Tat

oTov

an

t iy5rflM,

Platone, Cratilo;

I.

286, 316, ed. Didot.


che sempre

fra

il

nome e

la

X!

cosa

ci

fosse

rispondenza di onomatopea, cio che

rendesse
5)

una necessaria coril

suono materiale

l'idea.

La

forza dei vocaboli

accresce, e

si

la

variet in-

sieme

Per epanadiplosi o raddoppiamento della radice, o


medesima seguita da una vocale ;
b) Per affissione di vocali prosteliehe, per solilo di
un a; di un'aspirazione o di un s, seguito o no da una
a)

della lettera iniziale della

vocale

Per combinazione

e)

equivalenti

radici

di

quasi

equivalenti.

La

mar

radice

queste forme.

splendere

Infatti

offre

esempj

dc uapu<T(j&>,

fA<xpa<x(jc>,

di

quasi tutte

{/.apfxai'pw,

<r;u.aip(o

mar-sso, a-mar-t/sso, mar-mr-o, s-mr-o hanno


tutti

senso di splendere.
6)

la

Conforme

natura,

alla

legge di antitesi che regna in tutta

le articolazioni

le

quali nel linguaggio

umano

negazione dell'essere. La quale prima categoria d origine ad altre, e queesprimono X essere, significano pure
ste ad altre, in

ordine

antistico

la

e parallelo a quelle che

hanno per primo grado e origine l'affermazione onde


vita e la morte, il bene ed il male, il moto e la quiete,
;

luce e le tenebre, l'abbondanza e

il

la

la

difetto, creare e distrug-

gere, alto e profondo, punta e cavit, ecc. hanno spesso in

lingue

affini

e talora nella stessa lingua nomi identici o

quasi identici.

Qui, stretto da angusti

limiti,

mi torna impossibile

lo svi-

luppare queste leggi e spendere di molte parole a convalidarle

con prove.

Noter solamente che

il

fatto del significato contrario di

pu essere facilmente osservato dagli


studiosi, ove pongano mente che il tedesco kalt freddo
corrisponde foneticamente a caldo; che p-ys arg-<5s ha
doppio senso di veloce e lento; che raX<; pel-ds nero
vocaboli

identici,

xu

corrispondente e insieme artistico allo slavo biel bianco,

<he

le

preposizioni affisse

contrario significato,

ecc.

verbi

ai

Questo

ellenici

fatto

hanno

venne dai

la lori

filologi

tedeschi nominato enantiosemia (\), e ne parlarono partico-

larmente Dderleine Kanne(2). Bopp credette

il

significato

primitivo di molti vocaboli essere passato nell'opposto

Questa opinione del Nestore dei


forse

ammettere

in alcuni casi.

linguisti

P.

e. la

europei

si

(3).

pu

voce che significa

uomo in alcune lingue, in altre vuol dire schiavo, o come


un dispregiativo (che lo straniero fu ne' tempi antichissimi
chiamato barba'o, muto, stupido), o per essere il popolo
che cos diceva uomo, caduto in ischiavit. Ma tanti sono
gli esempj della enantiosemia, che necessariamente debbe
esistere una legge intorno a questo fenomeno, larga, comprensiva, generale. Mi sembra di essere primo a indicarla
-ed a formularla.

ir.

Ora quale il vincolo che collega le dottrine sues oste


con questo Dizionario etimologico? E quali sono gl'i tea*
di menti e l'utilit dell'opera mia?
Esporr lo scopo di questo tifer colle parole stesse di
un valente filologo che mi ha preceduto, e il cui lavoro (4)
stalo in gran parte la base del mio, il Marchi. Esso cont'ene

la

ragione delie voci elleniche usate nel linguaggio scien-

tifico

e letterario, non che

le

compendiose ed esatte de

ni-

(1) *Evyr(oq eoant-tos contrario e <m|/.aivw sem-wo significo.


Kanne, De
(2) Ddeblein, Die Internisene Yorbildung, pag. 19
vocabolarum enantiosemia. Norimberga 1819
(3) Sensus primitiva $ in opposilum traumi; Boipp, Glossarium
janscrituiH, pag. 157. Berlino 1#i7.
Vairone {De lingua latina,

iib. iv);

(i)

Multa verba aliud nane uslendunt. uliud ante

M Alieni,

Dizionario tecnico-etimologico filologico.

signi ficabant.

-^

cose da quelle rappresentate

zifii delle

larmente indicata
tal

XII!

vi

propriet per cui

la qualit, la

partico-

cosa ha

tal

noni e.
I

vocaboli di

origine

ellenica

quali

linguaggio scientifico e letterario del


generale di
partire

tutti

popoli colti,

appartengono

possono

si

al

popolo italiano, e in
in

due

classi

1) Vocaboli composti di altri vocaboli ellenici di senso

noto e non controverso. La maggior parte


dai moderni, pi o

la

parte pi facile del

quali citer solamente

naturale

G.

di

cina, ecc.

furono creati

servigio delie-

d'Orbigny

Nysten

di

(1)

mio

lavoro.

darne

Il

Quanto-

opere e dizionarii scien-

alla definizione, ebbi sottocchi dotte


tra

in

hanno meravigliosamente progredito.

scienze, che

l'etimologia era

tifici,

di essi

meno acconciamente,

il

il

Dizionaiio di storia
Dizionario di medi-

(2).

2) Antichi vocaboli ellenici, in gran parte di origine o

incerta o straniera, passati nel latino, nell'italiano ed in altre

lingue.

Lo indagarne

voro

parte pi diffcile, ed in cui

la

l'etimologia era

appunto del mio

la-

poteva fare nuove ed

accurate indagini.

Ho

accennato sopra che

base del mio

il

Dizionario del Marchi

fu la

n poteva essere altrimenti, che quel

filo-

logo mi ha preceduto di quarantanni o poco meno. Egli

compose

la

sua opera- su quella del Bonavilla

gendo, emendando, come suolsi fare


il

(3),

aggiun-

in tali compilazioni.

Bonavilla aveva probabilmente avuto per modello

zionario etimologico del Morin

(i)

il

E.

Di-

(4).

C. d'Orbigny, Dictionnaire universel dliistoire naturelle. Parigi,

1847.

Nysten, Dictionnaire de mdecine, de chirurgie, de pharmacie


des sciences accessoires. Parigi 1855.
Dizionario etimologico di lutti i vocaboli usali nelle
Bonavilla,
(3)
scienze, arti e mestieri, che traggono origine dal greco. Milano 1821.
(4) Morin, Dictionnaire lymologque des mots francais drivs dtt
(2)

et

grec. Parigi 1809

XiV
10 non conosco altre opere che abbiano per intendimento
di dare tutti o quasi tutti

termini scientifici derivali dallo

ellenico, che le suaccennate e un'altra pubblicala trentanni

sono
di

in

Germania

ormai antiquata ed insufficiente

quella del Marchi.

delle varie

dizionari!

ropee non ne danno che una parte

al pari

e spesso o senza

eu-

lingue

l'eti-

mologia o con inesatte congetture etimologiche. Esistono


alcune terminologie relative a varie discipline
di scienze particolari

intraprenda di raccogliere
rai

ii

pu

di questi lavori

tulli

Ma

di ellenica origine.

e dizionarii

suo pr chi

fare

vocaboli scientifici e Iette-

che un lavoro recente

fatto sta

simile al mio, qualunque ne siano

pregi o

difetti,

non

esiste in alcuna lingua d'Europa.


11

Marchi fu degno

scientifiche d'ogni

ma

pu accusare

si

per avere da vocabolari e opere

di lode

maniera adunato ricca messe, o spigolato:


poca

di

critica,

dal buon abate,

come

imperocch

egli abbia ac-

mano. Ogni quisquilia

colto lutto quanto gli veniva alla

suo luogo. Arrogi che

suo Dizionario, naturalmente man-

il

cante di molte e molte voci inventate pi tardi, di uso


ficile

perch a una prima serie

poco meno, e

alla

Inserire nel

seconda una terza, e

mio Etimologico

mole eguale o

alla terza

tutti

creati finora con elementi ellenici,

di

dif-

aggiunta una

di vocaboli n'

seconda, a mo' di appendice o supplemento,


'

fu

preziosa margarita, raccattata e posta a

una quarta.

vocaboli scientifici

mi tornava impossibile

per varie ragioni e particolarmente perch (come pi volle

ho accennato) mi erano
vale a dire
stretto,

stati prescritti dei limiti di

numero
di

Si voleva fare

accogliere

un

di

che

in Italia

poco

si

di

importanti ed

particolarmente

prezzo mediocri

non ne fosse agevole

legge e

condizioni misere delle nostre lettere

spazio

dunque co-

a non eccedere certi

mole e

nel dubbio che, con lutto ci,

lo spaccio,

meno

destinato

libro

conseguenza

era

fogli. Io

di

pi importanti vocaboli

alle scuole, per

sempre

certo

con pericolo

escludere
limili.

un

la

si

studia.

delle

colpa, che autori,

XV
editori e pubblico

palleggiano a vicenda, certo in buona

si

parie tocca a codesto rispettabile

che (ripelo)

pubblico,

poco lgge e studia. Io dovetti dunque dare solamente


vocboli pi importanti ed in uso. Si noti che
difficile

tal

anzi che no.

nome

di pianta

pastoje ho fatto

il

era

perch, a mo' d'esempio, accoglier

o d'insetto e non

meglio che per

brevit. Pochissimi sono

allungato, quasi dicessi

la scella

me

tal altro?
si

Con

quelle

potuto, e con tutta

vocaboli intorno

ai

mi sono

quali

editore o lettore umanissimo,

la-

un poco a ragionar m'inveschi . Il lettore mi sia


dunque indulgnte se l'opera non uscita completa prenda
scia che

intanto questi
quelli che

20,000

e pi vocaboli, che io scelsi fra

poluto mettere insieme nel mio lessico;

avrei

quello che ho detto un'altra volta, non esi-

e rammenti

stere una raccolta di voci di origine ellenica (appartenenti

ad una lingua moderna) copiosa

buon dato.
Molte voci moderne che

ne contiene
formate
ci

di

al pari di

questa, la quale

in

si

trovano ne\Y Etimologico, sono

elementi ellenici accozzati male, scorrettamente

applica sopraltutto a quelle di conio recente.

si

formare

Il

vocaboli nuovi con

antiche non

radicali

cosa da tutti; non impresa da pigliare a gabbo, massime

per una lingua cos

difficile

come

l'ellenica:

richiede

la

conoscenza dei canoni sulla derivazione e formazione delle


parole elleniche

quali furono esposti

ottimo metodo e molta dottrina

La

lingua scientifica ribocca

tissimi. Io a questo sconcio

autorit di farlo.
fici
il

vi

dal

dunque

di vocaboli inesat-

non poteva riparare

dotti e particolarmente

proveggano, che

il

Regnier con

(1).

non aveva

corpi scienti-

male va ogni giorno crescendo:

linguaggio scientifico, ch'era gi abbastanza inesatto, in

pericolo di diventare
ralogia, nella chimica
(1)

Regnier,

una sconciatura (massime nella mineecc.). Vi proveggano (dico) i corpi


,

Traile de la formation

grecque. Parigi, 1840.

des

mots dans

la

langue

Xfl
grande e universalmente riconosciuta.

scientifici di autorit

L'Istituto

proponga

Francia

di

societ dotte d'Europa

quale riveda
termini

la

ammeudi,

lingua scientifici e

come

tecnici,

chieggono. Questa

ragione

la

commissione

logica

le

e tecnici, di cui

sue applicazioni

riputale
la

crei, cassi

linguistica

la

tenga un'adunanza ogni

anno, ovvero ogni biennio; e d'ora in poi


scientifici

pi

altre

alle

formare una commissione,

di

tutti

vocaboli

progresso dell'umano sapere e

il

all'industria

rendano necessaria

mazione, con elementi ellenici od

altri

for-

la

siano da que' rap-

presentanti della scienza approvati prima che si dia loro


cittadinanza europea.

Un

altro difetto, fra

scientifico

innanzi

debbe,

lo si

Linneo ed

evitare.

notare nel linguaggio

tanti, voglio

s' possibile, tr via,

valenti

altri

o almeno d'ora

sero non pochi nomi ellenici di cui era ignoto


ficato,

vero signi-

il

ovvero a cui nelle lingue moderne corrispondevano

altre voci,
tifico; e

li

non elleniche, accolte


applicarono a caso ad

mali, ecc.). Citer fra gli altri

tomologo svedese

il

linguaggio

nel

vocabolo milabride, dall'en-

un genere di

applicato ad

Fabricius

me

milabride, da

mette a guasto

nn genere

L'etimologia

mangia farina, che

trovata, che

mulini; e

scien-

esseri (piante, ani-

altri

insetti coleopteri, della famiglia dei cantaridii.

di

pre-

naturalisti

in fatti significava

anticamente

d'insetti ortopteri, della famiglia dei blallii,

appunto abitano

mulini e

che ora porla quel

nome

si

nutrono

di

non ha che

che

farina. L'insetto

fare coi

mugnai e

coi loro sacchi.

Non ho

potuto n voluto dare, nell'opera mia,

cato che, di loro arbitrio, alcuni dotti


boli ellenici, scostandosi dal
all'origine. Avrei

senso vero,

troppo ingrossato

la

offeso la ragione filologica registrando

lingua ellenica ricchissima


si

possono ancora formare

co'

il

signifi-

hanno attribuito a vocain

uso,

mole del

conforme

libro

avrei

tante stranezze.

La

buon conio
suoi elementi. Merita di essere

infiniti

vocaboli di

XVII

biasimato tanto chi crea vocaboli a sproposito, quanto chi


dei vocaboli noti altera capricciosamente

Ebbi

per.

difettosi

un momento

torti

l'idea

ad altro significato

pi logici e meglio adatti

altri

cangiamenti.

Ma

il

vocaboli

e di sostituirne degli

notando

significato.

espungere

di

il

perch di

tali

poi abbandonai questa idea. Sarebbe stata

impresa troppo audace e faticosa; n io aveva l'autorit necessaria per assumerla con probabilit di successo.

III.

La
lavoro

mio

parte pi importante, pi faticosa, pi nuova del


consiste nelle

me

da

indagini

fatte

sull'etimo di

molti vocaboli ellenici di origine o incerta o notoriamente


straniera,

Tenni

in

nella sua prefazione

nel

introdotti

latino

e nelle lingue

questo altra via da quella del Marchi,

Nel dar

la

il

moderne.
quale dice

ragione dei vocaboli

ristretto

mi sono

al-

l'epoca in cui la Grecia pervenne al suo lustro maggiore...

senza curarmi d'investigare donde

menti

della

sua lingua. In

tal

ella

abbia tratto

gli

ciarne l'origine nei selvaggi suoi primi abitatori,


nella Fenicia, nell'Egitto ed in tutti quei

Ionie fondarono
citt,

indi

paesi le cui co-

Argo e Micene, Atene, Tebe ed

e finalmente in tutti

ele-

caso avrei dovuto rintrac-

altre

sue

popoli a cagione di traffico, di

viaggi e di guerre conosciuti dai Greci... Siffatta impresa,


nonch alle mie forze, ma a quelle, cred'io, superiore di
qualunque uomo che viva, immerso mi avrebbe nel pro-

fondo e fallace pelago di gratuite congetture

Per correre quel profondo pelago io osai, che il Marchi


non os, alzare le vele; sperando di trovarlo non tanfo
fallace e di riuscire, invece che a gratuite congetture,
Cantki, Diz. Etim.

"


vero scientifico. Se

al

XVIII

Marchi non

il

tolse quell'impresa,

non bisogna fargliene colpa gli studj linguistici non erano


al suo tempo progrediti come sono al nostro. Vi primeg;

giano a ragione alcuni dottissimi

tedeschi, tra cu

filologi

Pott (1), Benfey (2) e Curtius (3). Il primo fu accusato di


essere farraginoso anzi che no; il secondo di aver tenui

metodo non buono, e dato parecchie

volte nel falso

di avere alla scienza

di

poco aggiunto

Ma

nuovo.

lent'uomini sono lodevolissimi e benemeriti

per

quegli che venne ultimo in ordine di tempo,

opere

di

il

Mller,

ecc.

la

copia

il

Curtius,

lucido ordine, qualit che spesso manca nelle

Tedeschi dottissimi.

pari che quelli

del

terzo

que' va-

nelle indagini

della dottrina, per la pazienza e sagacia

anche per

il

di

Kuhn,

nomi

di

di questi

meriterebbero di essere

non siano. Fra

etimologi,

Aufrecht, di Weber, di
in

Italia

pi co-

non tedeschi
che ho consultato, merita particolare menzione e lode il
nosciuti che

Pictet,

gli

etimologi

che molto addentro nelle lingue celtiche, e che

nell'ultima sua opera (4)

ha raccolto copiosi materiali e

preziosi.

mi sono inoltre servito dei lavori lessigrafici di PevWilson (6), di Bopp(7), di Bohtlingk e Rotti (8),

Io

ron

(5), di

(1) PoTT, Eiymologiscke yonchungen auf dem Gebiete in indoGermanischen Spracheti. Lerogo, 1833; 2* ed. Lemgo, 1861.

(2)

Benfey, Griechisches Wurxellexikon. Berlino, 1839-42.

Curtius
1858-62.
(3)

(4)

Grandtiige

Etymologie.

dtr griechischen

Pictet, Le* origints Indo-Europennes, ou

Parigi,
(5)

le*

Argot

Lipsia,

primitifs.

1859-63

Peyron, Lexicon lingua

coplicce. Torino.

1835.

Wilson, Dictionnary satisfa'ti and english. Calcutta, 1819.


Glosmry ofjwiictal and revenue terms. etc. front the Arabie, Pmian,
(6)

Hindustani, Hindi,

etc.

Londra, 1845.

(7)

Bopp, Glossarium san seri tum. Berlino 1847.

(8)

Bohtlingk e Roth, Sanskrit-Wbrterbuch. Pietroburgo, 1852-65.

XIX

di Diefenbach

(1), di

Zenker

e di

di

(5)

Miklosich
altri

dotti

(2), di Justi (3), di


;

e pi che di

Hahn

tutti, del

(4),

Te-

soro della lingua greca di Stefano, vero tesoro (6). Tanta


copia di libri probabilmente in nessuna biblioteca italiana
avrei potuto rinvenire, fuorch in quella dell'Universit di

Torino, nella quale detti opera al mio Etimologico. Della


qual cosa,

come pure

della cortesia

loro che, nella biblioteca torinese,

che trovai

in tutti

vario grado,

in

co-

hanno

debbo, per onor del vero, fare pubblica testimonianza.

ufficio,

Fra' vocaboli ellenici di orgine incerta e controversa, al-

cuni derivano da radici che di raro


lingua;

altri

Platone dice
preso....

trovano in quella

si

sono veramente stranieri,


<

nomi

Molti

Pi antichi

sono

di noi

Elleni

gli
i

ellenizzati.

Infatti

hanno dai barbari

barbari....

Ma

lo

indagare

quelle origini impossibile a cagione dell'antichit (7)

la quest'ultima asserzione
sofo errasse.

crediamo che

certo impossibile

tone e per

massime

grande

discoprire la

il

parte delle etimologie a chi sia di

giuno, non a chi n'abbia notizia.

il

La

>.

filo-

maggior

straniere favelle di-

qual cosa, per Pla-

suoi contemporanei, per gli Elleni in generale,

quelli

dell'et

di

Alessandro e delle successive,

era, sotto molti aspetti, pi facile che

non

sia

per noi.

vero che riusciva malagevole per essi l'avere cognizione


delle lingue germaniche e delle scandinave, che sono pure

cognate

alla ellenica.

Ma

viveva allora

la

lingua pelasgica,

Diefenbach, Vergleichendes Worterbuch der germanischen


Sprachen. Francoforte, 1851.
(1)

(2}

Miklosich. Lexicon palceoslovenico-grceco-latinum. Vienna, 1865-

1865.

Handbuch der Zendsprache. Lipsia, 1864.


Hahn, Albanesische Studien. Jena, 1854.

Zenker, Turkisch-Arabisch-Persisches Worterbuch. Lipsia,

(3) Justi,
(4)

(5)

1862
<1i

64.

Stefano (Etienne), Thesaurus

grcecce lingum; colle aggiunte


Guglielmo e Lodovico Dindorf; ed. Didot. Parigi 1831-65.
ot "EXXnvij vo'jxaTa. . . icap twv PapSpwv cX-ricpaai.... stai
yjawv p^aioTtpoi ot (JapSapot... 'Tr iraXxio-mToc duvarov aura imaxc-

(6)

Unse e

di

(7) IloXX

f^xaxv.

Platone, Cratilo;

i,

302, 303, ed. Didot.

XX
almeno

Epiro, se non pi nelle

in

coi si

in

citt

lava tuttavia ai tempi di Erodoto (4). Viveva l'antica

gua slava
credo
i

Tracia e nella Macedonia

nella

Traci antichi essere

stati Stavi,

ed

parlin-

imperocch io

Bulgari essere

discendenti di quelli, non gi stranieri venuti nella Tracia

pi tardi, quasi in paese deserto (2) ; e credo Slavi anche t


Macedoni, o almeno pi affini agli Slavi che agli Albanesi.
Gli

Elleni, a cagione di studio

possiamo

commercio e poscia di

di

conoscevano, meglio che noi non

conquista e dominio,

parte di mondo. Fumava allora l'incenso*


Hrmazd, ed erano alla mano molti libri

tanta

sugli altari di

zendi ora perduti, mentre noi moderni possediamo cos scarsi


avanzi di quella letteratura.
o, per meglio dire

gadha e

la pali,

La

lingua sanscrita era spenta,

scissa in dialetti

che a quella pi

di

ma

fiorivano la

ogni altra

L'Egitto custodiva intatta l'antica sapienza

si

m-

avvicinano.

e per

dotti

alessandrini non potevano esservi penetrali di tempio inaccessibili, se

Bosforo
la

il

volevano i Tolomei. Era

conoscere

lingua celtica

poteva essere nota agli Elleni:

erano penetrati sino

Minore,

met

la

facile ai coloni elleni su)

lingue scitiche. Finalmente anche

le

ai

Balkani e pi oltre

Galazia, era da celtiche genti occupata, per

ellenizzate.

Gli Elleni furono grandi in molte arti e discipline,


tutti

fatto

sanno, e in alcune insuperati


lo studio

ma

nigi d'Alicarnasso.

Onde

caboli della lingua loro

l'Etimologico grande

Disse benissimo

il

non potendo intendere

H> Erodoto,

dettero nel

Esichio ed

riti
il

1
i

altri

Greci e

i,

Polibio e Dio-

falso.
,

Basta vedere

per accertarsene.

Romani ignorando

costumi di quei popoli, e

vero significato di alcuni vocaboli

57.
(2) Vedi l' Etimologico al vocabolo Pelasgi.
Storie,

come

nel cercare le origini di molti vo-

Braun:

lingue orientali,

come

trascurarono af-

lingue straniere: della stessa lingua

delle

latina pochissimi tra loro furono periti,

le

Celti

parte dell'Asia

XXI

di quelle lingue,

he attribuirono loro un

secondo

o.

luoghi

delle

l'origine

cose,

altro a casaccio,
al

postutto falsa-

mente (!).
Si osservi che le compilazioni

etimologiche

che sono

giunte a noi sono di tempi assai tardi, quando la letteratura ellenica era gi in piena decadenza. Perirono le opere
del filosofo Grisippo, di Demetrio Issione, di Orione e di
altri etimologi.

ed

tanto in

Fra

L'anonimo autore de\Y Etimologico grande

approfittarono dei lavori

altri

mano da

le altre

antichi?

cose da biasimare negli etimologi

l'abuso che hanno

fatto di

nomi

fiume Acate nel cui


1

Agaria

letto se

elleni, si

proprii nelle loro conget-

ture sull'origine di molti vocaboli. P.


detto perch abbonda in

Euforbo,

Non abbiamo

affermarlo n da negarlo.

nella

e.

Yagarico cosi

Sarmazia; Vagata dal

ne trova ; Xeuforbio da un medico

eupatorio da un Eupatore re del Ponto

e va

via dicendo. Cosi saltano di pie pari le maggiori difficolt.


Inoltre quegli etimologi sono pieni di tante inezie ed

che non dee far maraviglia che alcuni buoni

assurdit,

ingegni dell'antichit,
noja l'etimologia.
trova

come

sant'Agostino, abbiano avuto a

vero che in mezzo a tanta borra

si

qualche cosa di buono, particolarmente alcuni passi

preziosi di autori perduti. Si

ponno dunque consultare con

qualche frutto, come sussidio

di altri

studj. P. e. l'etimo-

abaco viene confermata daW Etimologico grande, che dice essere abaco ogni sorta di asse.
Poco frutto si pu trarre anche dai lavori di moderni,
come lo Stefano, Trippault, Bernires, Damm, ecc. Fra le
etimologie che danno appiglio ai beffardi di straziare la
nostra scienza e chi vi pone opera, sono senza fallo quella
data dallo Stefano di ammiraglio da &Xpupbc salato, e quella

ho

logia che

che diede
*

&& tV
(1)

il

trovato di

Damm,

di ai?

rocppotTcx^v OypnriTa

marito, da
et

*<*>,

*{vw bevo

quia bibitur quasi ab

Braunius, Vestiti^ sacerdolum Hebraorum, , 638. Amster-

dam, 1780.

XXII
nxore

(1).

Queste inezie

Londra 1827

leggono anche nell'edizione di

si

dei Lessico di

Dammi...

veri

fondatori

dell'etimologica sono filologi tedeschi del nostro secolo (2).

Qua!

criterio

doveva

io

propormi nelle mie ricerche?....

Innanzi a tutto doveva investigare l'origine di que' vocaboli


ellenici di

etimo incerto, nella lingua sanscrita, nella zenda

e nelle altre della famiglia


perch

gli

Erano
generale

miei predecessori; non

come doveva
'

vilt

essere posta

Elleni crearono

Gli

da

altri

sono pure

insisto

su di ci,

credettero

in

Ecco, a mio parere,

io....

questione.

propria

civilt

Si noti che

popoli?

la

una

Cosi

indagini?

quelle

sufficienti
i

Non

aria.

evidente ed incontroverso.

nominatori; e che

gli

o ebbero

la

creatori delle cose


stranieri la cosa

ci-

ne
ac-

il nome. Cos noi nel linguaggi


abbiamo parecchi vocaboli francesi,

cogliendo, accolgono pure

tecnico relativo

al vestire

il suo trono la moda ; in quello relausiamo alcune parole inglesi, perch quella

perch sulla Senna ha


tivo alle ferrovie

si debbe
non crearono una

maravigliosa invenzione
Gli

Elleni

al

popolo anglo-sassone.

civilt

la

da

civilt

altri

ricevuta perfezionarono maravigliosamente. Essi conquista-

rono un paese gi
tico

nome

civile, la Pelasgia,

dell'Eliade :

il

Peloponneso

che questo era l'ansi

chiama ancora con

Morta, che non


molto meno da moro, ma da more uomo,

antichissimo vocabolo pelasgico

viene da

mare

vocabolo-

tuttavia usato

nell'albanese e nell'ellenico volgare.

furono

civilizzatori dell'Eliade e dell'Italia

vana logomachia

il

disputare se

sche siano opera di elleni o

d'itali

vasi

Pelasgi

delle

artefici, se

I
;

primi

onde

tombe etninoi abbiamo-

nmi, secondo l'etimologia data di recente dai filologi tedeschi,


deriva dalla radice sanscrita p nutrire, proteggere, signoreggiare, e
ti)

corrisponde al sanscrito pat, zendo paiti.


(2) Fra i tentativi fatti anteriormente per dare un assetto scientificoall'etimologia, mi giova notare l'opera seguente del Gelenio, ora dimenticata, Lexicon symphonicum, quo quatuor linguarum Europa familiarium, grucce, scilicet, latina, germanica et tlavonica concordia
tonsonantinque indica ntur. Basilea, 1536.


insegnato

XXIII

Alpi e quella dei Balkani

pelasga vi

l'arte

ceramica

anticamente. Gli avanzi

La

o questi a noi.

l'arte agli Elleni

furono

come

incivilite

penisola delle

di que' nostri

prischi

Pelasgi

dai

tutte le altre

esercitate

civilizzatori

ora caduti in semibarbarie, vivono a poche miglia dall'Italia, in

Albania;

discendenti dei progenitori dei Toschi

portano ancora questo nome. Avlona o Yallona

o cinque ore

di

vapore da Otranto,

a quattro
(1).

Pelasgi furono autori della loro civilt o l'ebbero da

popoli? Second ogni probabilit,

altri

Toschenia

in

civilt pelasgica

Adunque
che furono

primi semi della

furono egiziani.

nelle lingue dei Pelasgi e degli Egiziani, autori

d'uopo cercare

della civilt ellenica,

le origini

di molti vocaboli ellenici; cio nella lingua albanese e nella

coptica, che

si

avvicinano

Dico spenta anche

pelasgica e all'egiziana spente.

sebbene

gerogli-

gli studj sui

e sui papiri abbiano tanto progredito, che fu possibile

fici

Ghabas

al

alla

l'egiziana,

compilare un glossario di circa mille voca-

di

boli di quell'antichissima favella (2).

tanto pi volentieri io

nell'albanese,

lingua

della

che

per

italiana,

ciascuna

dell'ellenica

nesca

(in

zioni),

sono persuaso esistere

un

m'arrecava

mediocre

la

delle

quali

fare

indagini

conoscenza

che

volgare e della

ho

fatto

delle

in tutte e tre,

ho

rum-

pubblica-

per cos dire,

substrato di albanese, cio di pelasgico, che in parte

a quelle tre lingue

comune

in parte

spetta a ciascuna di

rinnovare le relazioni fra l'Italia e quell'antica culla della civilt


elleno-italiana gioverebbe moltissimo l'esecuzione del progetto che io
primo ho ideato e formulato, di una ferrovia da Vallona a Salonichio per
i monti Candavii (fra il Pindo e lo Scardo) e di l a Costantinopoli. Si porterebbe inoltre verso l'Italia il commercio di tutte quelle regioni, mettendo le sponde del Mar Nero alla distanza di trenta ore dalle italiane
sull'Adriatico, o (a meglio dire) sul canale che mette in comunicazione
il Mare Adriatico e lo Jonio. - Sulla missione che ha l'Italia in Oriente,
come liberatrice e civilizzatrice, parlai anche nel mio scritto 'H 'ex(1)

Xc,

i/a,

x 2w6i,
VItalia e

(2)

ri

Ciiabas,

*lT<xXia jm t

'AvatoXucdv Cri-TOpa

la questione. d'Oriente. Atene,

1863

la Grecia, la Ser~
.

Lepapyrus magique Harris. Chlon-sur-SaOne, 1860.

XXIV
Onde ho

esse.

mio lavoro
il

modificato

(1), nel

rumnesco.

lessico

opinioni espresse iu

le

un

altro

quale sostenni essere italiano quasi tutto


quinto del rumnesco pelasgico,

Il

cio daco-pelasgico.

Si noti che io dico sempre ellenico volgare, e non mai

moderno. Credo che l'ellenico volgare sia antichiscome antichissimi sono i dialetti italiani nato dalla

ellenico

simo

mistura della pelasgica parlata dai vinti colla favella ellenica


dei vincitori, dell'una e dell'altra partecipa nel lessico

grammatica (certo

nella

mento

ellenico sovrabbonda)

(favella dei

che

in proporzioni

non

liberi), di cui

ineguali, che l'ele-

insomma la veXsu6epo? <pumi


un grammatico. E credo

parla

Elleni d'oggid siano fuor di via trascurando quella

gli

lingua volgare ricchissima e bellissima per tornare alla ellenica classica o, peggio, fare (come fanno)
delle due.

Nel che

un dotto miscuglio

sono d'accordo cogli

io

altri Italiani

che

studiarono tale questione in Grecia e aveano autorit per

darne giudizio.

Le

furono

relazioni fra gli antichi Elleni e gli Egiziani

soggetto di opinioni differenti e talvolta opposte:

scoperte della filologia comparata (dice Renan)

nulla

Nelle

venuto a dare un'ombra di verosimiglianza a quelle colonie


egiziane cui
lope, di

si

riferiscono

Danao

(2)

nomi

parole del dotto scrittore, che non


nici le cui origini

Pene-

favolosi di Inaco, di

Vale a dire, se intendiamo bene

ci

sono vocaboli

accennino a strette relazioni tra

tanti dell'Eliade e quelli della valle inferiore del Nilo

le

elle-

abi-

gli

ad una

trasmissione d'idee e di cose, che abbia costituito la civilt


egiziana
io

come uno

tra

principali fattori dell'ellenica....

credo che venga da' miei studj dimostrata

di quella trasmissione d'idee, di cose, di vocaboli,

(1) Canini, Sludii istorice


resc,
(2)

aprile

Ora

la probabilit

che nei

osupra originei natiunii rumane

Bncu-

1858.

Rrnan, Les
1865.

antiquits gypliennes,

Revue des deux Mondes,

XXY
tempi antichi

per via di colonie,

si faceva particolarmente

rincalzata la dottrina che le terre elleniche siano state in-

civilite dagli Egiziani.

IV.

L'analisi di alcune parole che si riferiscono ad antichi miti

(V. Jacnto, Narciso),

mi ha

fatto sospettare

che

il

molteplice

compongono, abbia dato


occasione a creare quei miti. Senonch prima di generalizzare,
bisogna che si faccia l'analisi anche di altri vocaboli simili,
e che si ottengano simili risultamenti. Io intanto scrivo quello
che ho osservato. Non degno di osservazione e di nota,
anche come il vocabolo mara abbia in varie lingue orientali
senso degli elementi fonetici che

(con leggere modificazioni)

le

significati di

parola, serpente,

morte, uomo ? Qual nesso pu avere questo fenomeno

lin-

guistico colle antiche tradizioni esposte nella Genesi intorno


al

primo uomo ed

mi sono

Io

mologico,

alla

sua caduta?

talvolta abbattuto, nel

in parole di

etimo

erano inutilmente adoperati


sti

per tutte

che

si

la

volo

il

Curia disputarono

Mommsen
?pV mente

senso tanto dubbio

di

Ermolao Barbaro, solenne


fare.

eruditi di gran

il

dia-

Intorno all'etimo di

nome,

eppure non azzeccarono

crate.

diavolo, perch gitela spiegasse, e

non averlo saputo

stesso

moderni. Ba-

dotti antichi e

parola entelechia

narra, per facezia, avere

erudito, evocato

compilare questo Eti-

difficilissimo, intorno a cui si

il

fra

vero.

quali Pott e

Sull'etimo di

e diafragma discordarono Aristotele ed Ippo-

Bopp

scopr

il

primo elemento

di

avGpw;

uomo

&fa), ma non riusc a trovare il secondo; imperocch la sua congettura che sia la radice aria p nutrire,
(v^p,

proteggere, dominare, non fu accolta dai

dotti.

Vedi l'etimo

XXVI
me

da

ho dato nel segno, applicando

trovato, se

ho formulato

legge che

la

pag. xi di questa prefazione, relativamente

alla

combinazione delle radici equivalenti o quasi equivalenti.

alla

propongo

Io

soluzione di molti

la

linguistici pi difficili e complicati

di

non

problemi

quei

di tutti

che mi

il

sarebbe stato impossibile: anzi in questo mio lavoro, per


evitare

ho

soverchia lunghezza e

la

le

congetture troppo incerte,

di qualche vocabolo italiano notato

solamente l'origine

el-

lenica, cio la voce ellenica corrispondente senza analizzarla.

Seguendo

consiglio

il

Platone (1), io

di

a tutuomo. Non

all'opera

esitai

consacrate dalla veneranda antichit e in mille

mano

posi

rigettare

etimologie

libri

ripetute

Comdia, Eunuco, Gimnstica, Stira, Tragdia, Afrodite, Ecatombe, Sicofante, ecc.). Alcune delle
etimologie antiche generalmente ammesse e che io rigetto,
(V.

sono cos strane ch'egli da credere essere state inventate


da qualche capo ameno, della risma di quel Garafulla di cui
parla

il

Varchi

per passar mattana

fante. Chi conosce


tasia, faceti

gli Elleni

canzonatori

come

sico-

p. e. quella di

moderni,

di vivacissima

gli antichi

creder

fan*

mia

la

congettura molto probabile.

Sono

io stato nelle

ha preceduto?.

Quando pure

dotti.

mie ricerche pi fortunato di chi mi


il mio lavoro al giudizio dei

Sottopongo

nuove da

tutte le etimologie

me

pro-

poste non fossero accolte, daranno a pensare, a discu-

Questa fu l'opinione che espressero pure, da


due uomini in tali materie autorevolissimi
,

tere.

consultati

Tommaseo

ed

il

me
,

il

Gorresio.

Per maggiore comodit

de' lettori,

ai vocaboli

ellenici

we\\ Etimologico aggiunsi la trascrizione in lettere

citati

latine.

Non

pretendo di avere esattamente rappresentata la

pronuncia antica: essa incerta. Si pu ragionevolmente


congetturare che
tu.

Ma come

(1)

Vedi

il

si

-n

si

pronunciasse

pronunciavano

e,

e u

come u

francese o

cos detti dittonghi

et,

ot?

passo del Cratilo posto come epigrafe a questa prefazione.

XXVII
N come
,

moderni,

Erasmiani fanno,

gli

n come

ei, oi ;

rappresentavano un suono semplice intermedio fra


delle lettere di cui sono formate, ora

perduto.

lettere*

suoni

Le

lettere

dubbio suono si ponno acconun modo conforme a quello che si

le combinazioni di lettere di

ciamente trascrivere

usa nei vocaboli

Quanto a

u y.

due
che

trascrizioni

in

Perci scrissi

latini di ellenica origine.

abbondare ambedue

diedi per

et,

zioni ei{ i; ripetei

Elleni

gli

Probabilmente quelle combinazioni di

i.

le

Del dittongo

parole.

oi e i;

oc

pure

detti

perch non mi posso persuadere

superfluo

Credetti

trascrivere lo spirito aspro

il

con un A, perch dai moderni non


che nelle parole

latine

iniziale,

si

pronuncia; del pari

almeno da noi

pure trascrissi f r, e non rh come suolsi:


Pi difficile riusciva il trascrivere le parole
straniere, soprattutto perch fra

pato questo

libro,

scrissi eh.

d'altre lingue

caratteri coi quali fu

mancavano quei segni

si

pu pretendere che

esattissimo.

stam-

particolari che si

suolsi,

sia

g italiano molle nei vocaboli sanscriti scrissi,,


g'\ segno necessario massime quando finale.
scrissi

sotto.

con un punto
in

Onde

mio lavoro

il

Il

N duro sanscrito
come

in questo

Cos

Italiani.
x,

sogliono dai dotti adoperare in cos fatte trascrizioni.

come

e,

pronunciasse oe, come lo trascrissero ordinariamente

si

Latini.

non

v\

trascri-

le

inglese,

cio

nh, mancandomi

Sh

si

solito carattere

il

legga nei vocaboli coplici,

come sce

italiano;

ma

nei vocaboli

suono rappresentato, come si


punto sotto, scrissi talvolta r/ ; ma

sanscriti e nei zendi questo

usa, da

e.

Invece di r col

pi spesso usai
Altra difficolt
origine.

l'altra
:

trascrizione, ch' pure in uso, ar+

l'accento dei vocaboli italiani di ellenica

Pur troppo

di molti di essi si

per Ausonia?

fines sine lege

abbandonata

all'arbitrio.

furono sinora bene

vagantur

Certo

vi

pu
:

dire che
la

saranno leggi,

stabilite teoricamente.

ippdromo quanto ippodromo.

Grseca

ma non

Alcune parole

pronunciano, ad arbitrio, in pi maniere;


tanto

pronuncia n'

p.

e.

si

si

dice

XXVIII
Ed

p,

ft,

mn,

Come; doveva trascrivere

altre difficolt ancora.

et,

ed altre combinazioni di lettere che esistono

parole elleniche e nelle latine corrispondenti, e che

nelle

sono ad orecchio

italiano

dure anzi che no? Doveva scrivere

invece di et e pt, due t; invece di

ss per ps e

in pratica! Innanzi a tutto,

hanno bisogno

ft, t;

nn

per

mn,

e doppio

ma

ecc.? Facilissima cosa in teoria,

difficile

discenti e in generale coloro che

un

di consultare

dizionario etimologico, molte

volte trovano quelle parole scritte in latino, n facilmente sanno

fare la trascrizione secondo

vi

sono

vremmo

altri sconci.

trasformare ftoro

canoni della pronuncia italiana.

Come

ftisi si trasformato in tisi, do-

toro ?

in

scrivere teno invece

cteno? Ovvero ad arbitrio tenere ora un modo di trascrizione, ora un altro? Ho preferito di usar sempre un'or-

<li

tografia che

scientifici,

notato
i

d una forma (dir

medesimi vocaboli

rimandi necessarii.

scritto

axioma,

ecc.:

sta si

ma

le etimologie.

si

il

vedere

di cteno.

trovano almanacco,

amai-

opere simili a que-

Credo che quelle voci siano


,

di

quindi naturalmente escluse

dalla cerchia nella quale restrinsi

dovuto escludere anche chimica e


ne accennai l'etimo che corre;

ma

miei studj. Forse avrei


i

ha corano con alcorano (al

nel dubbio

derivati:

pi probabile che sia

voce araba, come alchimia, con cui ha

Erano pure escluse

sono
talora

altrettanto e pi sarebbe strano

origine araba e non ellenica

-che

ho

modo, facendo

scritti in altro

altri vocaboli, di cui in altre

danno

vero che parr strano

Nel mio Etimologico non


ed

tutti

cos) pi scientifica

toro invece di ftoro, o teno invece

gama

a mio

avvicina all'ellenica, anche perch,

si

parere, ai vocaboli di greca origine, che quasi

la stessa relazione

l'articolo arabo).

dalla cerchia di questo lavoro molte

voci che sono nello stesso tempo elleniche e latine, senza


che

una lingua

-sorgevano delle
-ai

le

abbia folte

difficolt.

Chi

dall'altra.

p. e.

pu

Anche

in questo

dire a' d nostri se

Latini siano state dagli Elleni trasmesse le voci

ecatombee

salamandra,

la

prima

di'

origine egiziana I-altra sanscrita,

ovvero dagli Egiziani e dagli antichissimi Arii?... Nel dubbio ho seguito l'opinione che siano voci elleniche, e le ho*
nell' EHimologico.

inserite

voce che
tale,

none

Vi

certo ellenica,

come macheroni:

trova pure qualche

si

come curia, o che

rara

forse

non

ho date perch qualche vocane pu chiarire retimo incertissimo.

bolo ellenico affine

le

V.

Certo io non credo

aver fatto opera

di

esecuzione materiale scevra di

difetti;

in s e nella sua*

parte dei quali mi era

impossibile evitare nelle condizioni attuali delle lettere in


Italia,

mi sar

possibile

in seguito

tosto rifacendo od ampliando,

traducendo o piut-

come ho

intenzione di fare,

N mi

questo lavoro, in francese o in altre lingue.

si

po-

trebbe di quest'opera dire tanto bene o tanto male (in-

tendo di quello che

si

pu per avventura

volmente), che k) gi noi mi sapessi!

qualche cosa appunto perch ne conosco


artefici

gli

miracolose

Come
quanto

dire

ragione-

credo che valga

Sono-

difetti.

dappoco e presuntuosi che reputano perfette

&

le loro fatture.

ogni cosa

umana ,

dotti e accurati,

cos

non sono

lavori

perfetti.

filologici

Ne

per

recher una

sola prova. Havvi opera pi dotta, pi ricca, pi profonda^


del

Tesoro della lingua greca

di

Didot; a correggere ed ampliare


diti

di

il

Stefano, pubblicato da
quale concorsero eru-

gran nome e dottrina? Eppure

cune... P. e. vi

omesso un vocabolo

d k-s secondo l'edizione

di

vi
^

di

sono

difetti, la-

Plutarco, 8ex^

Schfer, &x&c d e ch-s seconda

quella di Didot: vocabolo che Plutarco stesso spiega

segue:

Gli efori lo

come

(Apde) condannarono a morte, e ai

XXX
condurlo nella cos detta decade

famigli ordinarono di

questa una stanza della carcere, in cui uccidono i condannati strangolandoli (1) . E vocabolo di buon conio,
-di

pretta origine aria; affine all'albanese

dek-oi</
<1

faccio

eku m- eja

un'offesa,

offesa, rottura, ferita

fine al latino

dek-i/e morte,

una rottura, una

forma

ferita;

secondaria af-

decini-are, ch' passato nelle lingue romanze,,

ed ha senso di uccidere, distruggere, particolarmente uccidere per punizione una parte dei soldati di un corpo ;
di cui

sanscrita
la

daksh, che,

sola,

ha

il

voce ellenica corrispondente

tema

inusitato di Sxvw

cella

sam

male

significa

nocivo,

Ssxavtxv

dec-em
La radice

d per solito un'etimologia erronea, da

si

dieci, quasi se ne uccidesse per ogni dieci uno.

senso di mordere (come

Saxai, $qx<*>

dkn-o);

ma

dk-o, dk-o,

preceduta dalla parti-

premere, contundere (Soxo? dk-o * aniDalla medesima radice deriva

velenoso).

dekan-ift-n carcere o meglio luogo di tormento

forma secondaria analoga a 8xvw dkn-o.


Opere di tanta mole e di tanto valore hanno dunque imperfezioni e lacune! Or pensa se io poteva non ometter

un lavoro perfetto in materia tanto vasta e difnon si tratta solo di compilare diligentemente,
ma eziandio di trovare nuove dottrine e di combatter talora quelle che sono accolte da molto tempo e per consenso
nulla, fare
ficile,

in cui

generale

se io poteva farlo particolarmente nelle condizioni

.attuali degli studj e degli studiosi in Italia!

L'etimologia, dice benissimo

trattiva

delle

scienze

della generazione di

il

Curtius, ha tutta

l'at-

occupano dei principj e


grandi fenomeni della natura e dello
le

quali

si

I risultamene cui essa conduce, compensano le


lunghe e pazienti indagini che richiede. Questo campo ancora in cos gran parte sodo o mal coltivato, in apparenza

spirito .

(1) varov a-roS xoiT(|nniaavTo, xat to> mipfrac ixXtuev &rpvt eie rfo
xaxoup-svinv exa. Toto os anv ctxyiaa -rifa etpx-rijs, v w 6avafoai tow;
xaTa&xouj dwrcwv^Gms. PLUTARCO, Vite, li, 958 ; ed. idot.

XXXI
spinoso ed ardo; ma, quando venga diligentemente
dolci frutta produce e copiose.

Onde

altri

colto,

a siffatta opera

con

fatica pone e ne ritrae con fatica la mano. Perci non


senza dispiacere io faccio punto e smetto questo lavoro,
che considero quasi saggio di opera maggiore. E, malgrado

le

mende che per avventura

scienza in

spero

di

me

vi si trovano,

o per difetto d

o per le nostre particolari condizioni letterarie,

aver giovato, sia pure in

menoma

cosa, alla filologia,

distruggendo qualche errore e mettendo in luce qualche

vero nella scienza del linguaggio umano.

XXX1U

APPENDICE

Questa Prefazione d\Y Etimologico

1865;

del

ora con poche

io dettava sullo scorcio

modificazioni la riproduco in

fronte alla seconda edizione. L'opera mia,

in

commercio,

di

spiacque ad un

come

stesso

quando usc

in

con favore, essendo quella del Marchi rara

luce, fu accolta

non

facile ricerca

uomo che

ed incompleta. Questo

negli studj filologici considera se

principe in Italia, al professore Ascoli. Costui

noto tanto per ingegno

ed astioso, come prov

sottile,
il

quanto per animo ingeneroso

battibecco ch'ebbe con

tori della filologia e delle belle lettere, quali

altri

cul-

Marzolo,

il

il

Biondelli e, di recente, quell'eruditissimo ed elegante scrit-

tore che fu

il

Camerini, cui

le

reggiarono ed accorciarono

persecuzioni dell'Ascoli

la

Dunque

vita.

ama-

l'arcifanfano

dei nostri filologi

mi

assal scortesemente, villanamente, e

pronunci che

mio

libro era

con

lui, tra

me. Taluno

il

pessimo

altri

fecero coro

quali alcuni Tedeschi da lui aizzati contro di

di questi,

come

il

Mller, non aveva

nemmeno

veduto l'opera mia. Io gagliardamente rimbeccai l'avversario,

pubblicando

gli

Spropositi del prof. Ascoli e Y Appendice

uomo. N mancai allora d'invomio favore alcuni valentuomini, le cui lettere a me


indirizzate sono aggiunte al primo di quegli opuscoli. Uno di
agli Spropositi dell'illustre

care in

essi,

il

Gorresio, luminare degli studi sanscritici in Italia

mi scriveva:

v'hanno nel suo libro molte parti pregevoli,

ben dedotte e bene esposte, di cui potr giovarsi


Ella

forse

primo in

Italia

tent di

etimologiche nuove e pi larghe vie


Oakiki, Di. Etim.

la

scienza.

aprire alle indagini


Fu pur
presero

le

XXXIV

viva la polemica nei

Tra

giornali.

gli altri

difese, furono Evaristo Ghiaradia nel

mie

che

Gior

naie di Napoli e il mio amico prof. L. D'Ancona , che


dett un bello ed esteso articolo per la Rivista Contemporanea. Si noti che l'Ascoli non entr mai in discussione
,

meco

content di pronunciare

si

ex cathedra

suo gi-

il

dicio e di farsi forte dell'autorit altrui.

Parecchi anni sono corsi

Uno

d'allora".

avver-

de' miei

sari^ pedissequo dell'arcifanfano, aveva detto ch'era inutile


di parlare dell'opera

mia: sarebbe stata

nel dimenticatoio. Invece

malgrado

il

prezzo veramente eccessivo di dieci

esemplare ; ed ora se ne
fatta assai

breve gittata

fra

pubblico italiano l'ha comperata,

il

prima, se

il

fa la

seconda edizione, e

libro si fosse venduto,

lire

per

sarebbe

si

come

si

ven-

der d'ora innanzi, ad un prezzo moderato.

Poich vo facendo
libro

per cos dire


,

mia

storia

la

aggiunger

scusa se dovr

chieggo
della

per completarla

alcune

me,

parlare di

di

altre

de'

questo
cose

miei studj,

vita.

Posi mano, verso


stala proposta

la fine del 1 863, a quest'opera, ch'era


Unione Tipografica fai fondatore di quella
editore Giuseppe Pomba. Ripresi allora gli
per il lungo esilio e le tempeste della mia

all'

casa, l'illustre
studj filologici,
vita, interrotti.

Come ho

notato

nella

Prefazione,

ch'io intraprendeva,

ha due parti ben

di raccogliere, nelle

opere dei

ceduto e nei
e pi o

trattati scientifici,

meno acconciamente

ma

era alla

lavoro

Si trattava

che mi avevano pre-

vocaboli derivati dal greco

il

carattere scientifico cui ac-

nome. Questo esigeva molte,

il

ricerche

diffcile

composti, massime dai moderni,

di darne l'etimo e di notare

cenna

filologi

il

distinte.

fin fine la

parte

men

lunghe,

faticose

difficile del

lavoro.

Era invece difficilissimo il dare l'etimologia di molte voci


greche, o credute tali, che si usano nel linguaggio scientifico,
talora

anche nel linguaggio comune,

in

tutte

le

moderne

mv
lngue cotte.

hanno dato

antichi

Gli

gli etimi,

ci

grammatici ed etimologi non n

hanno

lasciato sull'origine di quei

vocaboli assurde congetture. Io lodai nella Prefazione

ma non

derni etimologisti tedeschi;

abbiano potuto trovare l'etimologia


greci, di quelli appunto

di molti e molti vocaboli

cui uso

il

mo-

pu negare che o non

si

pi frequente nelle

lingue moderne, od abbiano esposto troppe volte opinioni

non meno assurde


Piccolissimo

di quelle degli antichi.

il

numero

degli etimi che tolsi dalle opere

tedesche per inserirli in questa mia. P.


appartiene

e.

quello i Nettare

Polt, quello di Peristra (colomba) del

al

Benfey, quello d'Istmo del Curtius. Certo sono strane


congetture degli antichi sull'etimo di
letto), di

(che ha

le

un

Sicofante che vuol dire calunniatore (che parla

di fichi), e

fra

Eunuco

quelle

va via dicendo.

Ma non

sono meno strane molte

alcuni moderni etimologisti tedeschi. P.

di

e.

Benfey trae punfi&n, amygdale, mandorla dal verbo y.uaw


che vuol dire lacerare: io dimostro che significa oleosa.

suo parere

xupavvos,

tyrannos, tiranno,

Yuomo della

torre; sostengo che significa padrone, re, signore. Curtius


deriva opa, sma, corpo, da

questa mia

in

opera,

un'altra, che quel

*<>?,

nome, del

dimostro
in

che signi-

dimensione figurata, mar

forma.

Tutta

me

io

dimostrer

pari che tutti quelli

ficano corpo, esprime l'idea di

teria e

sos, salvo

e pi estesamente

la

dotta

Germania ammette un'etimologia che a

pare stranissima, proposta (credo) da Lassen, e

la

quale

acquist, per cos dire cittadinanza europea, ripetuta che


fu

da Renan

duY^P)

nella

sua Origine du langage; quella di

thygter, figlia, in

sanscrito duhitr,,

daughter, ecc. dal sanscrito duh

mungere: figlia

in

inglese

quella che

munge le

vacche. Io invece dimostrer nel mio libro tudes


tymologiques quello ch'ho gi accennato nelle note di alcune

mie traduzioni dal greco e dal sanscrito pubblicate nel


a Parigi, che questo vocabolo,

come

lutti quelli

868

che signi-

XXXVI

ficano madre, padre, figlio, figlia, fratello, sorella, deriva


.da una radice che vuol dire generare. Il vocabolo cor-

rispondente persiano dokht (dokhtar) che per solito significa


sorella in dokht-andar, sorella uterina.

figlia, vuol dire

Dunque
al

tante

donne

mungere, sono

attendono

di casa, Gglie, sorelle, tutte

mungitrici di vacche! Questo

tutte

sarebbe, ripeto, affatto assurdo.


Talvolta, a proposito di alcuni vocaboli, que' dottissimi

uomini

si

contraddicono tra loro o a s stessi

nebbia;

imbottano

seminato,

desptes (despota), ed

al

p.

escono dal

rispetto

e.,

S*^

femminile Snroiva, dspoina,

despina. Taluno ammette, come etimo della seconda parte del


vocabolo,

irono*;,

il

sanscrito pati, signore:

ma

$?... Qui

giace nocco. Benfey invece suppone una radice &e<, esser

padrone:
&<rcoiv<x,

sarebbe un semplice

dspoina, dspina,

il

suffisso.

Kuhn

raffronta a

sanscrito dsapatni, e sostiene

due vocaboli. Pott acconsente; Benfey dubita;


Schweizer osserva che il t di dsapatni non pu essere

l'identit dei

sparito.

Regel crede

un vocabolo
(sa

Sraoiva, dspoina, despina, identico

ipotetico sanscrito, sadaspatni

il

di

casa

SesTOT^, desptes, despota, sarebbe

, dice, sparito):

dunque

padrona

padrone di casa, sadaspati. Curtius crede che sia

contralto di famforfi

che traduce binde-herr

un signore

che fa legare. Ma la pi strana congettura quella di


Wall, che riferisce quel vocabolo (Seoirrr,;) ad una radice
che vuol dire brillare. Dunque despota vorrebbe dire un
brillante!

Che capo ameno quel signor

Questo insegni

agl'Italiani a

filologo

non ammirar poi

quello che viene dalla dotta, arcidotta

Wall

(1)

tutto, tutto

arcidottissima Ger-

mania. Con piglio franco e alterosa maniera, dottamente e


arcidottamente,

si

grossi spropositi.

possono anche dire degli spropositi, dei

ve ne son di molli nelle opere etimo-

logiche dei Tedeschi, massime in quelle di Benfey.


(1)
di

Tutte qneste opinioni

Kuhn.

si

trovano passim nel Giornale filologico

XXXVII
Dopo

lunghi anni di studj su queste spinose materie mi

sono persuaso
si
si

di

una cosa che non sapevo, anzi che avrei

1868-64, quando

negato, nel

va ancora troppo a tentoni.

cifanfano dei filologi

quantunque

La

egli

italiani

beatamente

Non

compilai l'Etimologico.

pu affermare che l'etimologia

ancora una vera scienza :

sia

certo impeccabile l'ar-

dottissimo

il

Ascoli

prof.

sei creda.

parte pi pregevole dei nuovi studj etimologici con-

siste in alcuni canoni

sulle

modificazioni e trasformazioni

Ma

anche questi sono incompleti; e quante


dottissimi uomini peccano nelle loro ricerche

delle lettere.

volte dotti,

contro di essi

e pigliano granchi solenni

Per

es. Ascoli

Kuhn), deriva ^p, giorno, dal sanscrito


ush, brillare, ardere. Il dotto banchiere-professore disse,
(nel Giornale di

anni sono, che erano tanto vere

che

la

mie etimologie, quanto

le

luna sia un globo di carta. Io potrei dire che

ush

strana trasformazione di
quelle che

si

giocolieri.

Ma

serva o

si

vedono fare
io

in

mi

jjp'pa

la

pensare a

fa

talvolta sulle piazze publiche dai

conosco troppo bene

dovrebbe osservare fra

la

il

galateo che

si

os-

gente di lettere, per

dire certe cose tanto spiattellatamente.

Intraprendendo dunque, nel


difficile,

1863-64?, un'opera

vie: soglio in politica, in poesia, in filologia,

quello che di se diceva

dire di

Chiabrera, ripetendo

il

grande scopritore dell'America

del

cos

trovando poche guide e mal sicure, cercai nuove

vo' trovar terra

me

parole

le

nuova

o affogare.

Come
(nel 1

accennava

nella Prefazione

866-67)

in Francia

un

gico corretto ed ampliato, e lo trovai.

che ho quasi

mio

finito,

libro italiano

definizioni

di voler

editore per

La

il

fare,

cercai

mio Etimolo-

sola parte botanica,

e che abbraccia pure le specie, mentre nel

non

si

va oltre

generi,

quanto tutto l'Etimologico

comprende tante
25,000. Feci

italiano,

accurate ricerche sulla botanica degli antichi, e riuscii a sciogliere difficilissimi problemi,

come

d. e.

quello

sull'

Amomo

*(V.

Cardammo). La

ruppe

miei

stiidj

ttXXVll!

e mi ^ece

abbandonare

ma

Francia. Vi tornai poscia,

le

inter-

l'ospite suolo della

condizioni erano mutate:

sarebbe sconveniente lo aggiungere

grande lavoro

1870-71

sciagurata guerra del

particolari.

altri

Quei

almeno per ora, abbandonato.

In quello stesso anno fatale io stava per publicare un'o-

pera ch'era fruito

di

lunghi studj, di molte notti vegliate

per dar l'etimo difficilissimo di cento vocaboli greci

(t

pi

dei quali usati anche nelle lingue moderne), ne sono citati

10,000

appartenenti a cento lingue;

sanscriti,

700

armeni,

600

1500

greci,

1500

persiani, ecc. L'opera era tutta

tipograficamente composta, coi potenti mezzi di cui dispon-

gono parecchie

tipografe parigine.

Durante

la

mia assenza

da Parigi, tutto fu scomposto... Tenter forse fra breve di


sottoscrizioni: ne serbo le prove
Doveva publicarsi col titolo di Solutions de
cent problmes , tymolqgiques : se uscir, porter quello
pi modesto di tudes Etymologiques. Era annunciata in
calce al mio Fragment du Parthne d'Alcman, che io
restaurai ed interpretai sopra un papiro del Louvre. Questo
lavoro fu bene accolto in Germania e lodato da Blass nel

pubblicar l'opera per

di stampa.

Philologus del 1870.


aizzare altri contro di

Eccomi a dar

Non

me

c'erano allora

tristi Italiani

per

del modo col


eW Etimologico.
Uomo. Aveva publicato

parole ragione

in brevi

quale condussi questa seconda edizione

Soppressi
nel

1865

la

monografia Dio e

studj incompleti

dovrei dare quelle materie sotto

forma pi vasta, pi corretta; meglio farne senza per ora.


AI Dizionario feci alcune correzioni, quante
fare volendo servirsi degli antitipi fclichsj della
zione.

Alcune cose mutai

si

poteva

prima edi-

conservai e convalidai la maggior

parte delle etimologie pi contestate.

Aggiunsi infine un Elenco dei vocaboli


nell'opera mia etimi nuovi

di cui

son dati

sono circa trecento e cinquanta.

Potr compire e pubblicare

il

mio grande Etimologico

XXXIX

francese? Almeno pubblicare l'opera mia gi

finita Elude*
tymologiques? dar mano a nuovi lavori gi ideati? esporre
estesamente il mio sistema?... Forse s, se mi basteranno

la vita

meno

me saranno meno avversi i casi,


men dura matrigna l'Italia o se le

se per

le forze;

tristi gli

uomini,

condizioni della Francia diventeranno migliori

prendere
Attesi

il

e potr ri-

buon Gallo sentiero , come diceva l'Alamanni.

per qualche tempo,


studj smessi

edizione, agli

ripreso dal

1870

la

affine di

preparare questa

da pi anni.

vero che ho

poesia italiana, che aveva pure da

tanto tempo abbandonato e ho pubblicato dei versi

ma

il

pi delle mie forze e del tempo assorbito dalle cure, dalla


lotta

per

la vita

materiale, massime in questa Italia in cui

io nacqui, per cui

studiai e soffersi, e dove

la

vita

mi fu

pi triste che in altra terra.


Intanto ai benevoli che hanno tratto o trarranno qualche
utilit dai frutti,

qualsiansi,

del

mio ingegno, mando un

saluto di cuore. Ai nemici ringhiosi fo sapere che vivo e


scrivo,
Gli

ficili

di

e che

le

mie opere

si

spacciano a loro dispetto.

uomini coscenziosi e modesti, che coltivano questi

dif-

studj, gli studj etimologici, prego, osservino la regola

condotta

prescritta

da quell'antico: chiediamo

agli altri, e gli uni agli altri

gli

uni

accordiamo venia dei nostri

errori.

mWWMMW*

XL

ABBREVIATURE

anticamente (senso an-

acal.

acalefii

acari t.

acantopt erigi

tico del vocabolo)

lepid.

lepidopteri

r.

modernamente (senso

malac.
mio.

malacoplerigi

aneli.

anellidi

apt.

apteri

moli.

ci.

classe

om.

col.

coleopteri

ord.

minerale
molluschi
omopteri
ordine

condr.

condropterigi
crostacei

ortopt.

ortopteri

erosi.

p. a.

piante acotiledoni

dim.

diminutivo

pari,

particella

eli.

ellenico

p. d.

piante dicotiledoni

elm.

pleon.

em.

elminti
emipteri

ep.

epiteto

poi.

polipi

eter.

eteromeri

p.

m.

pleonastico

piante monocotiledoni

priv.

privativa

eufon.

eufonico

rett.

rettili

ecbin.

echinodermi
exapodi

st.-div.
skt.

sanscrito

famiglia

sin.

sinonimo

fig.

figuratamente

sp.

specie

exap.
fam.

sotto-divisione

foss.

fossili

st.-gen.

sotto-genere

gen.

genere

st.-ord.

sott'ordine

ibr.

ibrido

st.-tr.

imen.

imenopteri

tetr.

tetrameri

infus.

infusorii

tr.

trib

in gen.

in generale

trim.

trimeri

ins.

insetti

voc.

int.

intensiva

volg.

vocabolo
volgarmente

it.

italiano

ucc.

uccelli

lat.

Ialino

zoof.

zoofiti

NB.

derno del vocabolo)

sotto-trib

L'asterisco (*) precede i vocaboli che non si trovano nei clase furono inventati dai moderni.
I nomi delle lingue sono quasi sempre scritti per intero, fuorch
sanscrito (skt.), di raro abbreviati.
E usato promiscuamente albanese e pelasgico, essendo l'albanese

sici

un avanzo

dell'antico pelasgico.

ETIMOLOGICO
00

A - & - part. prefssa, che pu


essere 1 ) privativa o negativa .
onde il vocabolo composto espri-

abacisco, quadrettino di legno, ecc.


per lavori di tarsia o per lacu-

me

teria

il

difetto o

il

contrario di quello

nari],

pavimenti. Talvolta la

ma-

non era legno, massime per

abacii e gli abacischi , ma


o marmo , o una pasta vitrea , o
metallo; conforme all'etimo, cio
alla radice pa*, bhag', ecc., che
crescendone la forza (V. Aconi- significa dividere, tagliare, in geto, ecc.) ; 3) collettiva, significando nerale. Di tutti quei sensi i mounione, comunanza (V. Adelfo). derni hanno conservato solamente
Talora pleonastica od eufonica ; quello di tavola (di marmo) sovrapo indica diminuzione, peggiora- posta a fusto di colonna.
mento, ecc. Quando il vocabolo
Quanto poi ad abaco nel senso
semplice comincia per vocale, fra volgare di a arte di far di conto,
esso e la particella a si frappone tavola di numeri per imparare la
nei composti un v n eufonico.
moltiplicazione, arnese per facilibaco - dal skt. bhag', zd. tarci computi (dei quali sensi non
baksh, arm. bashkh-el, egiz. pak, v'ha esempio negli scrittori anticopi fah, pog'gh dividere; arm. chi), ecco quello che si pu conbek-bek-el rompere; skt. bhg-a, getturare. Pu derivare da abaco,
zd. bagh-a porzione ; copt. pgh-e tavoletta per far conti, come detto
pezzo, tavola ; skt. bhak-t-i, ar. sopra; o piuttosto dal coptico aps
baq-t divisione, premesso un numero e sii ai moltiplicare (cai*
pleonastico, a, tavola, asse; tavola colare), modificato sh in A;; ov-

che esprime

il

vocabolo semplice

gli

(V. Acfalo, Afillo, occ); 2) intensiva, aggiungendo qualche cosa


al senso del vocabolo semplice, ac-

su cui

si

ponevano

vasi per vivan-

de, acqua, vino, necessarii all'uso


quotidiano; tavoletta per giuocare a

vero dal coptico kob raddoppiare


(calcolare), che aveva probabilmente anche il senso di numero,

ed affine a kobh ritmo (come


sono affini piSp-s arythm-s numero e pufybs rythm-s ritmo); in-

cibi (a pranzo, ecc.); tavoletta che,

vertito l'ordine degli elementi fo-

sparsa di polvere o di cenere, serviva ai matematici ppr disegnarvi


sopra figure, far computi; madia;
tavola quadrata sovrapposta agli
epistili), che risale sopra l'uovolo
e sporta in fuori. Dim. abacio o

netici

dadi; tavola su cui si contavano


danari o voti ; vaso, per solito di

forma tondeggiante, per portare

e premesso pleonastico.
Tornando ad a&xl; abax pezzo,

asse, tavola, arnese fatto di pezzi, di


tavole,

osserveremo che in tutte

le

lingue le parole che hanno questo


significato, si riferiscono

ad altre

2-

ABA

che significano dividere, rompere ;


p.e. isl. fiol.skt. phalaka, serbo
polika(avo/a;skt. phal, ar. falk
fendere, alb. b j e 1 rompere, ecc.
Abaptsta, Abaptsto - da
priv. e^Gurr^cd baptlz-o
trivella o trapano

immergo -

che s'insinua nel

cranio senza ledere

tico o in una chiesa cristiana , a


emiciclo e a volta. 5 Arco dell'orbita di un astro. 6 m. Nome speci-

fico

alcuni

di

insetti,

di

forma

curva.

ABSNTIO

cervello.

il

ACA

chiese, a imitazione dell'abside del


coro. 4 Nicchia in un tempio an-

&MHov

tyivto;,

La forma

Abato - da priv. e aa> b-o


vado - parte di un tempio in cui era
permesso di entrare solamente ai

psinth-os,

sacerdoti.

<j
s
sknyz-a coniza,
per xo'wlja coniza (pianta) ; aniteto; spleth-os escremento, per iriXc-

Abisso - da priv. e 06 by-o,


p bys-o chiudo - profondit

senza

limiti.

* Abrnchi - da priv. e ppa-fXv brnch-ion branchia - ord. di


anellidi

privi di branchie.

abr-s elegante fam. leguminose;


un bel rosso di

Abro - da Sp;
m. gen.
i

cui

tli-os,

aspinth-ion. 'A spesso

di p. d.,

semi sono

di

(come

0c.

in oxovu^x

Talvolta

Abrma

- da

priv.

e fyatfxa

brm-a alimento - gen.

di p. d.,

fam. bittneriace;

i cui semi sono


Teonon si mangiano.
*Abrnia - da Sp; abr-s elegante - gen. di p. d., fam. nicta-

simili a quelli del cacao (V.

broma),

ma

ginee; distinte da bei

Abrtono - da
molle e skt. dan

fiori a

ciocche.

abr-s
artemisia, o
psan. dan-a, tan-a pianta - gen.
di p. d., fam. artemisie; le cui fop;

glie sono coperte di lanugine.

Abside - dal
l'intorno

giato

skt.

as+feT

correre,

al-

can-

bh in bs; come nell'antico

persiano abis, che corrisponde al


ab hi per, sopra, intorno, ecc.
(ba ab-a ruota) - parte anteriore
delle antiche basiliche, a emiciclo
skt.

e con una volta di sopra. 2 Parte


anteriore di una chiesa, a imitazione
delle antiche basiliche. 3w. Roton-

da all'estremit di ogni braccio


croce o

del

transetto

io

=.

pet (skt. pat, copt. pet


veloce).

sh-peite

pel.

La

radice del skt. piti a fiele, del ted.

amaro
amaro Dunque
,

piti

bitt

essere

oTnvfos e airivdtov

spinth-os, asplnth-ion sono formati

da o+radice wi6 pith, con v n


esentetico mv6 pinth essere amaro
- gen. di p. d., fam. artemisie, di
sapore amarissimo ; volg. assenzio.
L'assenzio si chiama anche /3a6uirtxp&s bathypikr os=^a6 (skt.
bahu molto) +mx.os amaro.
Abulia - da i priv. e |3o6Xo|xat
bl-ome voglio - mancanza di volont

sintomo

di pazzia.

Acacia - raddoppiamento della


a? penetrare - gen. d

radice skt.

abhitas

attorno attorno

-t-o, a, as

p. e. in Sotcsto; spet-os veloce

bitter

corallo.

affgge pleonastica-

si

mente ad una radice


r,

un

pleonastico; cos pure

affsso

fut.

apsinth ion.

pi antica SaimOo;, siuvOiov spin-

della

alcune

p. d., fam.

leguminose;

il

cui tipo

l'acacia egiziana od arabica, tutta


irta di spine.

- Derivano dalla me-

desima radice &w, Sxatva ak-,


k-en-a punta, ecc. E questa una
delle radici semplici o

monogramme

ricche di forme secondarie o p*


igramme, e di derivati, in tutte le
ingue arie ed anche in altre di di-

)i

verse famiglie umane.

ACADMIA, *ACCADMIA-da'ExeEchdem-os Echedemo, ve-

i)p-oi

ACA
neiato
lizioso

-3

come semidio - luogo devicino

radunavano

ad Atene, ove

si

discepoli di Platone e

di altri filosofi.

2 Scuola

di filoso-

ACA

Acntico - da xavda kanh-a


spina -m. gen. d'ins. em. om., fam.
cicadelle

col corsaletto

lungo e bi-

fido all'estremit.

che prese nome dal luogo. 3

Acntina - da *av8a kanth-a


Societ ai scienziati, letterati, ar- spina - m. gen d'ins. dipt., fam.
tisti. A Intrattenimento pubblico di
notacanti; che hanno lo scudo con
quattro punte.
musica, scherma ecc.
Acalfa - da xaXYicpYi akalf-e * Acntnio - da axavO* kanth-a
ortica - m. gen. di p. d., fam. eu- spina e vwv in-on occipite - gen.
forbiacee ; di cui alcune specie pre- di pesci acant.; che hanno l'occipite
sentano una rassomiglianza esterna acuminato.
ma senza produr brucoll'ortica
Acanto - da xavda kanth-a
spina - gen. di p. d., fam. acanciore come questa.
Acalfi - da i'AJ.itfrr, akalf-e orti- tcee; il cui tipo l'acanto spinoso.
ca -ord. di raggiati; animali marini 2 Ornamento a capitello di colonna
il cui contatto produce sulla pelle un
corinzia simile a foglie d'acanto.
bruciore simile a quello dell'ortica. 3 m.
Ornamento architettonico
* Aclice - da i priv. e xaXu!; k- a somiglianza di foglie d' ulivo
,
lyx calice - ep. di pianta, i cui fiori cardo ecc.
non hanno calice.
Acantbolo - da &cxv8a kanth-a
Aclle - da priv. e *<xXXg<; spina e pxxw blio getto - strukill-os bellezza - ro. gen. d'ins. col. mento chirurgico per estrarre spine
fa

pent., fam. curculionidi; di forme


ineleganti.
ACALPTO - da priv. e xaXurcTto
kalypt-o nascondo - m. gen. d'ins.
col. pent., fam. curculionidi; il cui
ano non coperto dagli elitri.

ecc. dalle parti molli del corpo.

*ACANTOBTRIA - da

xavfta

kanth-a spina e pipo; btr-ys ciocca - gen. di p. d., fam. papilionacee;

che hanno

fiori

a ciocche e

spinosi.

ACAMPSLA - da priv. e xccp/irrto * ACANTOCFALO - da *av8a kmpt-o piego rigidezza di un kanth-a spina e xecpaXvi kefal- tearto.
sta - gen. d'ins. em. eter., fam.
Acanonsti - da priv. e xavv corei ; che hanno la testa armata di
kan-n canone - libri ecclesiastici spine. 2 Ord. di vermi, fam. panon compresi fra i canonici, che renchimatosi; con enfiamento cefanon sono accettati nel canone.
lico guernito di pungoli.
Acnta - da <xxav6x kanth-a *ACANTCERO - da obucvto spina
colonna vertebrale. 2 Apo- kanth-a spina e xepa; kr-as corno
- gen. d'ins. dipt., fam. tabanii;
fisi di vertebra. 3 m. Gen. d'ins.
col. pent., fam. sternossi; che hanno con antenne puntute. 2 Gen. d'ins.
mandibole robuste, puntute.
em. eter. ; in cui il primo articolo
Acantcee. V. Acanto.
delle antenne munito di una spe* ACANTEFPPIO - da xavfla - cie di dente. 3 Gen. d'ins. col.
kanth-a spina e iylmtiov efippi-on pent., fam. lamellicorni; in cui uno
iella - gen. di p. m., fam. orchi- degli articoli delle antenne si prodee ; in cui il calice forma una spe- lunga in punta.
cie di volta spinosa, quasi a foggia
*ACNTCLADO - da axavta di sella.

kanth-a spina

xXe&oc

kld-os

ACA

4 .-

romo

- ep. di pianta che ha rami


spinosi.
* ACANTODCTILO - da xavS* -

kanth-a spina e &xtuXg; dktyl-os


dito - gen. di reti., che hanno il
naso a foggia di dito puntuto.
*ACANTODRMO - da axavda -

ACA

ACANTGENA

da

dJxavta

kanth-a spina e fsvu; gn-ys mascella - sp. d'ucc, gen. filedone;

che hanno

la

mandibola superiore

spinosa a foggia di sega.

ACANTOGLSSA -

kanth a spina e tywx. drra-a pelle


- gen. di pesci acant. foss., che

da dkavfla kanth-a spina e fXbKrcx glss-a


lingua -yen. di p. ra., fam orchidee ; distinte da una glandola curva

hanno

ali

pelle spinosa.

masse

pollinee.

Acantde - da xxvfa kanth-a * Acantolpide - xavfla kanspina -m. gen. d'ins. ort., fam. locu- th-a spina e Xt; lep-is scaglia starii; colle zampe armate di robu- gen. di p. d., fam. composte; in
ste spine. 2 m. Gen. di pesci acant. cui l'involucro del fiore spinoso.
foss., molto spinosi.
ACANTMERA - da awxv6a * ACANTDERO-daxaMtekanth-a kanth-a spina e fAnp; mer-s coispiri dr-e collo, cresta -gen.
scia - gen. d'ins. dipt., fam. tafam. spettri; che hanno banii; cui maschi hanno coscie
molte spine sul corsaletto. 2 Gen. spinose.
*ACANTONMA - da axavfta d'ins. col. tetr., fam. lungicorni;
kanth-a spina e vruwt nm-a filo con una spina sul corsaletto.
ACANTODNTE - da xavfla - gen. di pesci acant. foss., fam. teuti;

spina e

d'ins. ort

kanth-a spina e Sc?, $ovtoc ods,


odnt-os dente - gen. d'ins. apt.,
fam. aracneidi ; che hanno due articoli dei palpi armati di spine a foggia di denti. 2 Sostanza foss., che si
crede dente di pescecane, acuta a
guisa di spina.
Acantfago - da xav&a kanth-a spina e o-p fg-o, mangio ep. di animali che si pascono di
piante spinose o di semi di cosiffatte

che sono un tessuto di spine.


* Acantnice - da axavfla kanth-a spina e ovu!| nyx unghia gen. di crost. decapodi, fam. ossirinchi; le cui zampe sono fornite di

un tubercolo puntuto.
* Acantonchia - da duwcvftx kanth-a spina e vul- nyx unghia gen. di p. d., fam. paronichie; coi
petali esterni guerniti di una resta
spinosa.

* Acantpe - da xavfta kanth-a


* Acantfi - da ducavfla kanth-a spina e cty ops occhio - gen. di pespina e &pi of-is serpe
gen. di sci, fam. ciprinoidi; che hanno gli
rett.; che hanno in cima della coda ossi sottorbitarii spinosi.
una forte spina.
*Acntpsi - da <x>t3(.v8a kanAcntofllo - da a*av8<x kan- th-a spino e ctyi; ps-is vista - gen.
th-a spina e ^uXX&v fyll-on foglia - d'ins. ort., fam. mantidi; cogli ocpiante.

m. gen.

di p. d.,

fam. composte;

le

Acantforo - da xavO* kanth-a spina e cpepa fr-o porto -

th-a spina e irou;, to; pus, pod-s

m. piede - gen.

gen. d'ins. col. tetr., fam. lungicorni ; irti di spine. 2 m. (gen f.)
gen. di p. a , fam. ficee; con foglie
spinose.

chi in punta.

* Acantpodo - da xav8a kan-

cui foglie sono irte di spine.

d'ins. col. eter

fam.

melastomi ; le cui gambe posteriori


sono puntute.
ACANTPOMA - da a*av6o. kanth-a spina e ff2>{/.a pm-a coper

ACA

ACE

ehio - fam. di pesci olobranchi; che

per la loro piccolezza, quasi indivi*

hanno opercoli spinosi.


*ACANTOPTRIGI - da

sibili.

cbuziQa. -

kanth-a spina e wrepul; ptryx aletta


- ord. di pesci, che comprende tutti
quelli-

che hanno pinne appuntate,


di uno o pi raggi artico-

composte
lati

o rigidi.

* ACANTORRNCO - da xavfla kanth-a spina e pu-yx ? rynch-os


muso, becco - gen. d'ucc, fam.
melifagi

col

becco lungo e puntuto.


- da xav8a kan-

Acatalctico

da priv. e xa-

TaXvixTuc; katalectik-s cataletticc


- verso cui non manca alcuna sil-

laba.

Acatalptici - da priv. e netTaXr.Tmy.; kataleptik-s catalettico


- setta
l'uomo

di filosofi

che negavano

al-

la facolt catalettica.

A catastato - da

priv. e xai-aoraots katstas-is stato ecc. - m.

*Acantsoma

ep. di febbre che non ha nulla di


- regolare nei periodi, nelle urine,
gen. d'ins. em. om., fam. scutel- nella forma
* Acattlico - da < priv. e xa*
larii ; con una spina alla base dell'addome. 2 Gen. di crqst. irti di ft&XtJt? catholik-s cattolico - non

th-a spina e aw{;.a sm-a corpo

spine.
* ACANTOTORCE - da xav&a kanth-a spina e (kipai- thrax torace -

cattolico (si dice per solito di cri-

gen. d'ins. col. tetr., fam. curculionidi; che hanno il torace spinoso.
*AcANTRO-da *av8a kanth-a
spina e cupa ur- cuda - gen. di
pesci acant , colla coda armata di
spine. 2 Gen. d'ins. col. pent.,
fam. lamellicorni; che terminano in
funta. 3 Gen. di vermi, che hanno
estremit inferiore spinosa.
Acnzi a - da axave* kanth-a

caul-s caule,

spina -

sp.

di pesci acant.,

gen.

squalo; spinosi. 2 a. Gen, d'ins.


em. om., fam. cicadelle; che stanno
su piante spinose. 3 Gen. d'ins. em.
om., fam. reduvii; con becco robu-

stiano

non

cattolico).

*ACUL0
senza

da

gambo

priv.

gambo

xauX;

- ep. di pianta

apparente.

Acefalia - da priv. e xE^aXi


- mancanza di testa.
Acefali - V. Acfalo - popolo
di uomini senza testa, come favoleggiarono viaggiatori antichi e moderni. 2 Setta di eretici che non
volevano riconoscere un capo. 3/.
kefal- testa

CI. di moli.,

opposta ai cefalofori.

Acefalo - da priv. e xecpaXi


kefal- testa - ep. di corpo fisico e
morale che manca di testa; animale anormalmente nato che manca
di testa

distinta

dal tronco; ani-

male che normalmente manca di lesta. 2 m. Ep. di un ovario di fiore che


non porta immediatamente lo stilo.
3 Ep. di vescovo ecc. che si sotKxpSia kard-a cuore e rpccpi trof- trae alla dipendenza gerarchica.
alimento - atrofa del cuore, dimi- i Ep. di concilio non presieduto dal
nuzione del suo volume.
suo legittimo preside.
* Acridi - da xapi kar-i acaro,
* Acefalobracha - da & priv.,
e tloi id-os, d-os, specie, somi- xecpaXr, kefal- capo e Ppaxiwv biaglianza - fam. d'ins. api.; il cui ch-on braccio - mostruosit caratsto e puntuto.

* Acaida - da priv. e stappa


kard-a cuore - mancanza di cuore.
* AcardioTrofa - da priv.,

tipo l'acaro.
Acaro - da

priv. e jceipw kir-o


taglio - gen. d'ins. apt., cos detti

terizzata dalla

mancanza

di testa

di braccia.

* ACEFALOCARDLV - da

priv.,

ACE

ach

capo e xopJfa kard-la mancanza di alcune punticinc nelcuore - mostruosa mancanza di l'interno dei cornetti che compontesta e di cuore in un feto.
gono la corona staminale.
Acera - da & priv. e :w'p; kr-as
Acefalochera - da priv.,
xioaXri kefal- capo e yiiq cher corno - m. ep. della famiglia dei
mano - mostruosit di un feto senza moli, hullei, che mancano di tentesta n mani.
tacoli. 2 m. Gen. di p. m., fam.
Acefalocste - da priv., xi- orchidee; che differiscono dall'orfctXi kefal- capo e xu<mc kyst-is chide, tra le altre cose, per la manvescica - produzione morbida nel canza o per la piccolezza del corcorpo umano, creduta da taluno una netto o sperone al labello.
sorta di animale acefalo; consistente
Acertio - da i priv. e xspaVtcv
in una vescica piena di liquido.
kert-ion, dim. di xspa; kr-as corno
*Acefalopoda - da . priv., - gen. o st -gen. di p. d., fam. eleoKiycOx kefal- capo e ;, m$b; carpee: che non differiscono dai
pus, jpod-s piede - mostruosit che gen. affini che per la mancanza di
consiste nella mancanza di testa e certe piccole appendici in forma di
di piedi.
corno alle antere dei fiori.
* Acefaloracha - da priv.,
Aceri - da priv. e xs'pa; kr-as
wcpaXV) kefal- capo e few rch-is corno - prima ci. d'ins. apt. =:
rachi - mostruosit consistente Aracnidi; che mancano di corna,

v*l~'>x kefal-

mancanza

nella

d'antenne

di testa e di spina

*Acerotrio

dorsale.

*ACEFALOTORACA

- da priv.,
capo e 8wpa| thrax
torace - mostruosa mancanza di

mosfro -gen.
al

fi

xirj

ak- punta

rinoceronte,

chlos labbro -

*Achna -

ua my-ia mosca, - gen. d'ins.

da

priv.,

xi'

6r,pt'cv

ther-ion

mamm. foss., affini


ma senza corna.
priv.

mancanza
da

e y.eD.c;

di labbra.

priv. e x<u yfc>

chn-o mi apro -frutto indeiscente,


che non si apre. ixfl|5 &Q

fam. atericeri, tr. muscidi;


sono fornite di una punta
all'estremit della curvatura mediaditt.

di

*Achela - da

testa e di torace.

*Acemia - da

pa? kr-as corno e

xt^aXifi kefal-

le cui ali

Acherntia - dapA^spov Achron Acheronte, fiume infernale Acna - da axa.no. bken-a punta, m. gen. d'ins. Iepid. fam. crepuscopungolo -m. gen. d'ins. Iepid., fam. lari; cos nominati perch hanno
stina esterna.

notturni; che hanno coda puntuta.

*ACERNTO

da

priv.

sul corsaletto

una macchia che rap-

presenta una testa di morto.

xs'pa;

kr-as corno e av8c; nth-os fiore Sen. di p. d., fam. berberidee; che

Acheropita, Acher'opit- da
mano e touw pi-o
ifferif cono riall'rpimf din solamente
faccia - m. immagine di Grsn iro
per la forma dei fior, i quali sono pressa sopra un velo, che si conprivi di certi tubercoli o cornetti serva a Roma e si fa credere opera
che si trovano in quelli delFepi- non di mano mortale.
medio.
Achersia - da 'Axspoyat'a AcheAcrata - da & priv. e xpa; rusa, palude infernale - m. gen.
kr-as corno -gen. di p. d., fam. tl'ins. col. pent., fam. sternossi ;
asclepiadec; che differiscono dalle
altre asclepiadee solamente per la

di
I

priv., xeip chr

corpo grosso e aspetto ributtante.

Achta - da

%%<* ech-

suono -

ach

fam. grillidi; cos


detti dallo strepito che fanno.
Achilla- da 'AxtXXE; Achill-us
Achille, famoso eroe greco - gon.

gen. dns.

di p. d.,

ort.,

fam. composte;

il

cui tipo

la specie detta milleloglie o achillea,

con cui Achille guar

le

ferite

di Telefo.

- da priv. e xeiu.v
chimn inverno - gen. di p. d., fam.
scrofularinee; piante esotiche che
in Europa resistono al freddo.
Achirnto - da ^upcv chyr-on
paglia e v8c; nlh-os fiore - gen.
di p. d., fam. amarantoidi; il cui

Achimne

fiore guernito di pagliucole.

AH.

gen.

che hanno
di

fam. atericeri;
due estremit a forma

dipt.,

d'ins.
le

punta.

* Acidimetra

- vocab. ibr. da
mtr-on misura processo chimico per valutare la
quantit d'acido libero o di sale
acido contenuto in una sostanza.
Acidta - da xiSwTc akidot-s
acuto - m. gen. di p. d.. fam. euforbiacee; coi rami e le foglie irti
di peli acuminati.
*AcFORO - da x; ak-s punta
e ps'pw fr-o porto - tr. d'ins. dipt.,
fam. atericeri; armati di spine.
* Acinacifrme - vocab. ibr. da
xtvawnc; akink-es acinace, pugnale
che portavano i Persiani, che si credeva fatto a guisa di scimitarra e
torma - ep. di organi vegetali di

acido

e pirpcv

*Achera - da priv. e y/ip


cher mano - mancanza di mani.
*Achirstro - da xu P cv chyr-on paglia e orp&v str-on astro
- gen. di p. d., fam. cicoracee; il forma simile all'acinace, curvi.
* Acispermo - da x; ak-s punta
cui pennacchio formato di scaglie
membranose disposte in forma di e ampii. sprm-a seme - gen. di
stella.
p. d., fam. composte; il cui seme
ACHRIDE - da xupov chyr-on e puntuto.
paglia - gen. di p. d., fam. com*Acinforo - vocab. ibr. da
poste; la cui achena ha un pennac- acino e ps'pu fero porto - gen. di
chio pagliaceo.
p. d., fam. funghi; caratterizzati
Achiroclna - da xupov chy- da un peridio globuloso che racr-on paglia e xXivn clln-e letto - chiude dei gongili o spori molli.
gen. di p. d., fam. composte; i cui
Aclado - da priv. e xidhs
capitoli hanno un ricettacolo pa- Md os ramo - m. gen. di p. a.,
gliaceo.
fam. funghi; composte di filamenti
* Achirnia - da xupov chyr-on semplici, senza rami.
di p. d., fam. legu*Acleide - da priv. e xXel
minose; il cui calice acuminato kleis chiave - ep. di mamm. che
forma di paglia bifida.
mancano di clavicola.
Achiropppo - da xupov chy- * Acla - da xA; achl-ys oscurit r-on paglia e irai^o; ppp-os pen- gen. di p. a., fam. ficee ; che abitano
nacchi* - gen. di p. d. fam. com- acque profonde, luoghi tenebrosi.
poste ; il uhi peiiLacihio dtli'adiena
Aclide - da a/.Xl; athl-ys oscu*
formato di pagliucole o scaglie ril - m. oscuramento della cornea
membranose.
dell'occhio.
* Achitnio - da < priv. e xiv
*Aclisa - da xX; achl-ys ocbitn tunica- gen. di p. a., fam. scurit - gen. d'ins. apt. , fam.
funghi ; i cui spori sono senza in- aracnidi; d'incerta classificazione.
2m. Gen. di p. d.,fam. renonculategumento.
Aca - da >) ak- punta - cee idem.

paglia -gen.
in

ACM

Acmadnia

- da xuri akm-
sommit e Sr.v adn glandola gen. di p. d , fam. diosmee; che
hanno le antere dei fior con glandole in cima.
Acmna - da xp.Yiv; akmen s
fiorente - a. gen. di p. d., fam.
mirtacee; cos dette per la copia

ach

Acsmeto - da

priv

e xo'auot

ksm-os ornamento - gen. d'ins.


lep.,

fam. notturni; ineleganti.

Acsmo - da priv. e xo<r(Aoe


ksm-os ornamento - gen. di p. d.,
fam. leguminose; di forme ineleganti.

*Acotildone - da priv. e
xGTuXnSwv cotyledn cotiledone - ep.
* Acnnto - da a/.vYi hchn-e spuma, di pianta che non ha cotiledoni ;
cosa leggera e v6g<j nth-os fiore - che non ha embrione apparente.
* ACRANA - da priv. e xpavi'ov
gen. di p. a., fam. artrodicee ; composte di filamenti rudimentali; quasi kranl-on cranio - mancanza totale
fiori spumosi .
o parziale di cranio.
ACNE - da <xyyt\ chn-e cosa leg- *Acrantra - da xpo? kr OS
di fiori.

gera - m. piccola escrescenza; tubcrcoletto duro in faccia.


* Acocfalo - da xf, ak- punta e
xscpaUkefal-fes/a-gen. d'ins. em.
om., fam. cicadelle che hanno la
cima della testa di forma triangolare.
Acola - da priv. e /gay; chol-
;

bile -

mancanza

la

2 m. Cosembra sospesa

di bile.

lera asiatico, in cui

secrezione della

bile.

*Acologa - da

estremo e vfhr.p anther- antera - gen. di p. d.. fam. rubiacee;


da antere acuminate.

alto,

distinte

*Acrnto - da priv. e xpaivw


krn-o faccio, compisco - gen. di
rett., fam. pleodonti; che hanno
solamente quattro dita alle zampe
posteriori.

Acrasa -da i priv. e xp<n;krs-is


crasi - alterazione della crasi, del

teria medicale.

temperamento, del miscuglio normale di solidi e liquidi nel corpo


umano.

Aclito - da xoX&u85> akoluth-


seguo - che segue il vescovo (o il
prete) e serve all'altare ; primo de-

pwuu.1 ker-o, kernn-ymi mesco


- non misJn. puro; ep. di vino ecc.

medio

x&c k-os rie Xo'p; lg-os discorso - ma-

gli ordini

di

priv. e xepcd, xt-

ACRATPOTA - da

minori.

*Acmi - da di ak- punta e


mys topo - gen. di mamm.,

p.5;

fam. murii;

ACRATO - da

cui peli sono misti

spine.

axaaroc -

krat-os aerato, e itotvh pot-es bevitore - chi beve vino puro.

Acreo - da priv. e xpsa; kras


carne - chi si astiene dall'uso delle

Aconito - da int. e xcvr kon-ft carni.


uccisione - gen. di p. d.. fam. elle
Acreofaga - da priv., xps'oc
boracee; violento veleno.
kr-as carne e cpap> fg-o mangio
Acntia - da xo'vTiov aknt-ion - astensione dall'uso della carne.
dardo - gen. di rett. ofidii, fam.
Acribologa - da xpi&r,? akricolubri; rapidi a guisa di dardi. b-s esalto e Xo-yo; lg-os discorso
2 m. Gen. d'ins. lep., fam. diurni ;
parlare proprio, senza omettere
che si agitano molto rapidamente. n aggiunger nulla.
Acrio - da /p achr cosa su- * Acridii - da xp; akr-ls locudicia - malattia della testa ; cro- sta - fam. d'ins. nrt., il cui tipo
sta lattea. 2 Eruzione alla testa e la locusta o cavalletta.
alla faccia; tigna

mucosa.

Acridfago

da xoi; akr-is l(h

_9

ACR
tasta e

mangio -

ACR

cagione dell'elegante fogliame che


animale che si nutre di locuste.
ne corona il fusto.
Acrisa - da i priv. e xpiat?
*ACROCRDO - da axpo; kl-OS
krs-is crisi
crisi di malattia che alto, estremo e x c ?^< chord- budello
avviene con difficolt. 2 Mancanza - tubercoletto che si forma sulla
di crisi; guarigione senza feno- pelle, simile a un capo di budello

meni

tpa-^a

fg-o

ep. di

reciso.

critici.

Acrma

* Acrodicldio - da axpc; kr-os

- da xpnacp^i akr-oo-

me

sento - recita. 2 Accompagna- alto e ixX;, JixXiS't; dik-s, diklmento musicale.


d-os porta a due bollenti - gen. di
ACROAMATICO - da xpcacp.ai p. d.. fam. lauracee; cosi dette dal
ep. d'insegna- modo con cui si aprono le antere,
akr oome sento
mento a voce. 2 Ep. d'insegna- quasi a due battenti.
mento non destinato ad essere di- * Acrfio - ila dup&; kr-os allo
e epuw fy-o nasco - ep. di tutto ci

vulgato.

ACRBATE

da axpo; kr-os alto


e fSaxEo bat-o vado - saltatore di
-

corda.

Acrobtico. V. Acrbate-

pro-

che nasce, cresce in cima; p. e.


in cima a un ramo.
* Acrforo - da x;&; kr-os alto
e ctepw fero porlo - gen. di p. a.,

prio di un saltatore di corda.


*AcROBRA-da xpc; kr-os allo

pftKo bry-o

vegetali

il

fam. asplenacee; che hanno le capsule presso all'orlo delle foglie


all'estremila di una nervalura.
* Acrgeno - da >cpoi kr-os alto
fa

germino - gruppo

di

cui accrescimento si

unicamente alla sommit della pianta, la parte inferiore non avendo

altra funzione che di trasmettere

schi ecc., che crescono per allun-

da axpc; kr-os

gamento delle loro estremit senza


alcun cambiamento nelle parti gi

succhi

nutritivi.

Acrocarpi
cito, estremo e

- sud.

-capit;

karp-s frutto

"Yi'vcaai

delle p.

gn-ome nasco ecc. - div.


che comprende i mu-

a.,

formate.

Acrolpide - da axpo; kr-os


peduncolo porta la capsula.
alto e XcttU, XerciScc leps, lepd-os
Acrcera - da xpc; kr-os scaglia - gen. di p. d., fam. ci pera
alto e x/pa; kr-as corno - gen. cee, aventi scaglie imbricate. 2 Gen.
d'ins. dipt., fum. tanistomi; che di pesci foss., fam. sauroidi; dihanno le antenne inserite sulla cima stinti da scaglie appuntite.
* Acrlofo
ideila testa.
da xpc; kr-os alto
ACROCHTA - da x:o; kr os e >.o r c; lf-os altura ecc. - gen.
cito e xainri cht-e chioma - gen. d'ins. lepid., fam. notturni; i cui
d'ins. ditt. ; che hanno lo stilo ter- palpi hanno gli articoli pelosi fino
minale delle antenne peloso.
all'estremit.
Acrocola - da *p&; kr-os allo, ACROMANA - da axpc; kr-OS
estremo e xwXcv kl-on membro - estremo e p.av(a manta - mania ecestremit delle membra. 2 Mem- cessiva estremo grado della mania.
bro estremo, p. e. braccia, piedi,
Acromatico. V. Acromatismo di p. a., fam.

muschi;

il

cui

orecchie ecc.

ep. di prismi, lenti, cannocchiali,

* ACROCOMA - da a/.pc; kr-os alto


e UT, km-e chioma - gen. di p.
m., fam. palme; cesi chiamate a

che deviano
dccomporli.

raggi luminosi senza

Acromatismo

- da

priv.

ACR

chrm-a colore - propriet di.


un sistema di prismi o di lenti, di
tali sostanze e talmente combinati
da deviare i raggi luminosi senza
decomporli nei loro diversi colori.
* Acromla. - da axpc; kr-os allo
e auT my-ia mosca - gcn. d'ins.
di'pt., fam. muscidi; che hanno le
antenne inserite nella parte estrema

xpifxot

della testa.

*Acromiai.e. V. Acrmio - che


appartiene all'acromio; ep. dell'ar-

vena dell'acromio.

teria e della

Acrmio - da

10

parte superiore dell'ovario.

*Acrosprio - da *w; kr-os


estremo e citopo; spr-os seme
- gen. di p. a., fam. funghi bisalto,

axpc; alto, estremo

e wy.c? in-os - apofisi che termina

soidi;

in alto la spina dell'omoplata.

gli

AcRNFALO-da
estremo e
lico -

-cpo;

6u.vcO.bs

kr-os //o,

omfal s ombe-

media dell'ombilico

parte

estremit del cordone ombelicale.

Acrma

da xp'.; kr-os allo -

m., fam. orchidee; di-

gen. di p.

ACR

estreno e iroafo posth-e nelle de*


membro viri* - estremit cella pelle
che copre la ghianda del pene.
AororiAnio - da dExpcc kros
estremo e v rin naso - puuta del
naso. 2 Tutto l'ambito delle narici.
* Acrosrco - da axp*; kr-os alto,
estremo e cip!;, oapx; sarx, sark-s
carne - bacca nella quale gli avanzi
del calice sono rimasti attaccati alla

stinte da sepali lunghi ed acuminati.

Acroncta - da xpo; kr-os

in

cui gli

uni dopo gli

spori sono posti

altri

come pallot-

toline di rosario.

*ACR0SPERM0 -

03 axpe; kr-OS

estremo e aniou. sprma seme fungo con semi collocati in cima.


ACRSTICO - da xp:; kr-os estremo e ariyt$ stch os serie,
verso - sorta di componimento poetico in cui le

prime

lettere di

ogni

kt-s notte - m. gen. d'ins. lepid.,

verso esprimono o un nome o una


sentenza se si leggono insieme dalla

fam. notturni; cos

prima all'ultima.

estremo ecc. e

vi;,

ny-

vuxt; nyx,

perche vo-

detti

ACROTANNIO -

lano sul far della notte.

Acro da priv. e xpoo; chr-os


colorito - ep. di chi per malattia o

esiremo e

emorragia ha perduto

fi

il

colore na-

turale.

* Acroplta - da

ax?o;

alto, estremo e iriX-ni p|t-e

- gen.

di p.

a.,

*Acrstoma - da btpo; kr-os


estremo e ardua stm-a bocca - gen.
di vermi, che ondeggiano nell'interno
di una cavit, alla cui parete membranosa si attaccano coll'estremil
della bocca.
Ar.ROTF.njSMO - da xpcrripio
akrolr-ion estremit - amputazione di una delle pi importanti
membra estreme del corpo, p. e.

cui

una spe-

estremo fi raD;, irc? pus, pod-s


piede - plinto Lasso e quadralo;

una statua.
Acrpoli - da xpc; kr-os

piedistallo di

iro'Xt;

dominala
di

fam.

unghi mucedinei; che hanno l'estremit delle loro ramificazioni a forma


di virgulto.

in forma di piccolo
scudo all'estremit delle fronde.
Acropdio - da xfo; kr-os alto,

tezza situata

da axpo; kr-OS
thmn-os cespu-

scudo

cie di disco

estremo e

ottavo;

virgulto - gen. dip. a.,

kr-os

fam. ficee;

sporidii sono collocati in

lio,

alto,

pl-is citt - for-

sopra un'altura che


specialmente quella

citt;

un

braccio, una gamba.


ACROTRIO - da dtxpo; kr-os

estremo, alto - pinacolo d'un

tem-

sommit o

Alene.

pio.

ACROPOSTA - da axpc; kr-os

a un angolo di un frontone per por-

Piedistallo

sulla

Acn

il

tar una statua. 3 Qualunque orna-

mento in cima di un edilzio.


* Acrtrice - axpc; kr-os

alto,

estremo e 6f t?, Tpiy.b; thiix, trich s


- gen. di p. d., fam. epacridacee;
distinte da una corolla a segmenti

ACT

* ACTINOCREO - da xT?;, x?ive


aktls, aktn-os ragqioexr.fe ker-s
cera - gen. di moli., fam. actinii;
caratterizzati da un corpo fisso cilindrico contrattile a mo di cero.
* ACTINOCLA - da dtXTt;, xrTvec

raggio e -/Xon chl e


m., fam. granu-

terminati in un fascio di peli.


Acta - da cUrea akt-a sambuco - m. gen. di p. d., fam. re-

akts, akln-s

nuncolacee;

radiata delle pannocchie.


*ACTTNOCRINTI - da xTt;, x/r-

il

cui frutto rassomi-

glia a quello del

* ACTBIA - da

gia e

sambuco.

akt spiag- gen. d'iris,


notturni; che vivono
/rri

3ii; bi-os vita

lepid.,

fam

in paesi a mare.

* Actkfilo - da x-ni akt lido e


amico - gen d'ins. col.

9t>.oc fl-os

pent., fam. carabici; che abitano i


fidi del mare.
* Actegtono - xrri akt- spiag-

erba - gen

di p.

line; cos dette per la disposizione

vc; akts,

krn-on
fossili;

aktn-os raggio e xptV*

giglio

gen.

di

crinoidi

che hanno la faccia esterna


sporgente in forma di

delle coste

raggio.

* CTINODNTE - da xr;, xraktn-os raggio e g$gQ$,


S'&'vto; ods, odnt os dente -gen.

vc? akts,

di p

a.,

fam muschi pleurocarpi

- gen. di il cui pcristomio esterno ha sedici


p. d., fam. rannee; che si trovano denti disposti a raggi.
* ACTINFORO - da xr;, x-rve;
sulle spiaggie del mare.
* Actigea - da ducrU akts raggio akts, aktn-os raggio e cpspw fr-o
e pi %k terra
gen. di p. a., ram. porto - gen. d'ins. col. pent., fam.
funghi ; il cui peridio ha forma stel- Jamellicorni ; che hanno antenne
lata e rade il suolo.
radiate.
* ACTINANTO - da xrl; , xtTvc; *ACTINIDE - da xr-, xTvc;
akts, aktn-os raggio e lvOo; an- akts, aktn-os raggio e We; id-os
th-os fiore - gen. di p. d., fam. om- d-os specie, somiglianza - gen. di
brellifere; i cui fiori sono disposti p. a., fam. funghi; che hanno pea forma di raggio.
ridio radiato, il quale si apre dal
* ACTINA - da xTc, xTvo; akt-S, centro alla circonferenza
aktn-os raggio - gen. di p. d fam.
*ACTINLOBO - da x-rc, xTvce
composte ; coi fiori disposti a raggio. akts, aktn-os raggio e \ob<; lob-s
xTt;,
Actnii da
xTvo; akts, lobo - gen. di plipi actinii; che
aktln-os raggio - gen. di polipi, hanno il disco buccale lobato.
fam. actinoidi ; cosi detti per la loro * ACTINOMRFI - da xt;, xTtvo;
forma radiata.
akts, aktn-os raggio e ^opipr morf-
* Agtinrou) - da xtj, xtIvoc forma - animali radiati, divisi in
kts , aktn-os raggio e fidMt articolati e sub&r titolali.
* ACTINONMA - da x-rU, xrlva;
bll-o getto - m. gen. di moli., composti di raggi che partono da un akts, aktn-os raggio e vn(t nm-a
punto centrale.
filo - gen. di p. a., fam. funghi
ACTINOCARPO - xr;, xtTvo bissoidi; composti di fibre ramose
aktls, aktln-os raggio e xap7t; kar- che si spargono in forma di raggi
p-s frutto - gen. di p. d., fam. alis- dal centro alla circonferenza.
* ACTINOSP.ERMA - da xfl;, xroiacee ; coi frutti disposti a raggio.

gia e

7etT&>v gt-on vicino

jir

ACTINTO
akts, aktin-os

da due-ri; , xTtvo;
raggio - m. gen. di

fam. ombrellifere; i cui fiori


sono circondati da un involucro
formato da brattee divergenti in
forma di raggio. 2 m. Gen. di pop. d.,

lipi, in

ADE

12

raggio e ot.^a
sprma seme - geir. di p. d., fam.
sinanteree ; con un pennacchio in
cima al frutto, a mo' di ventaglio.

ve; akts, aktin-os

cui l'orificio terminale delle

branche striato a raggi.


* ACTINOZORII - da xTt( t xTvc;
aktn-os raggio e fov z-on
animale - animali radiati, divisi in
echinodermi, acalefi e polipi.
*ACTINRA - da cuct;, xxvoc
akts, akln-os raggio e cupa ur-
coda - sp. d'ucc, fam. passeri,
gen. tordo ; che hanno la coda lun-

akts,

Adenantra

da iHiy adftn
anther- a/itera
fam. leguminose;
distinte da antere coronate da una
glandola stipitata.
* Adennto - da *Hv adn glandola e v6o; nth-os fiore - gen. di
p. d., fam. protacee; distinte da
quattro filandole alla base persi-

glandola e
gen.

di

p.

vfopi

d.,

stente del perigono.


* Adenalga - da r,v adn glan-

dola e <xa-}cc lg-os dolore - dolore


che ha la sua sede nelle alandole.
* Adenenfrssi - da tfr.v adn

glandola e u^ppa^t; mfrax-is ingorgo - ingorgo delle glandole.


* Adentide - da &r.v adn glandola - infiammazione delle glandole.
* Adenobasio - da r,v adn glan-

dola e pacrt; bs-is base - gen. di


ga, a ventaglio.
p. d., fam. omalinee; il cui ovario
ACTINRO. V. Actinra - gen. inserito sopra un disco annidare
d'infus. roti feri, a doppia coda.
di sostanza glandolosa.
Acusmtico - da xcw ak-o orfo *Adenocrpo - da r,v adn
- discepolo di Pitagora, che assi
glandola e xsepr; karp-s frutto
- gen. di p. d. , fam
steva a lezioni elementari.
legumiAcstica - da xcuo ak-o odo- nose; che hanno il calice glandoscienza dei suoni.
loso e la siliqua coperta di glandole
Adamantino - da Ja^a;, 3a- stipitate.
* Adenocrpide - da r,v adn
p.avTo; diamante, la cui radice
Saj/., dam ha un doppio signifi- glandola e xpywc krep-s base cato, brillare ed esser duro; pers. gen. di p. d., fam. euforbiacee ; i
ilam, bret. tomm caldo, kimr. cui stami hanno un ricettacolo
calore, splendore, skt. tam glandoloso.
* Adenodrmio - r,v adn glanesser duro; aor. 2 ra.ti.th taqliare.
AdLFI - da SeXtp; adelf-s fra- dola e ^s'pjAa drm-a pelle - ep. di
I

wym

tello

collett.

5eX<p;

delf-ys

affezione sifilitica alle glandole della

- m. slami riuniti in un certo


pelle.
* Adenofringte - da &r.v adn
numero sopra uno o pi androfori
*Adelfogama - tfeXcpo; adelf-s glandola e yd$\rfi frynx faringe -

utero)

fratello e -^at; gm os matrimonio

infiammazione

- nozze incestuose

della faringe.

tra fratello e so-

rella.

* Adelocfalo - da aSv<>.o; del-os


occulto e x*f aXri kefal- lesta - gen.
d'ins. lepid., fam. notturni; che

hanno
race.

la

testa nascosta sotto

il

to-

Adenforo

delle

- da

amigdale

adn glandola e ^ps'pw fr-o porto - gen. di p.


a., fam. felci; che hanno la fronda
<xt,v

coperta di peli glandolosi. 2 Gen.


di p. a., fam. alghe; le cui fronde

sono tutte glandolose. 3 Gen. di p.

ADE
d., fam. campanulacee
glandole.

coperte di

13

ADI

caratterizzate da semi terminati in

una glandola globulosa.

* Adenide - da <x$f,v adn pian- Adenotoma - da ^v adn


dola e 5&; id-os, d-os specie, so- glandola e to^yi tom- taglio - tamiglianza - ep. della prostata, cor- glio di glandole. 2 Arte di anatopo glandoloso al vertice della ve- mizzare le glandole.
scica.
Adermonerva - da priv.,
* Adenologa - cc&iv adn glan- teppa drma pelle e vtpov nur-on
dola e Xcrjfc; log- os discorso - trat- nervo - parahsia ; perdita della sentato delle glandole.

sibilit della pelle.

* Adenomenngea - da &Hv adn * Adicrisi - da priv. e 3"ixpiglandola e .rnivlmemnxmembrana <ri; dikris-is diacrisi - malattia gan- ep. di febbre che ha la sua sede glio-adinamica, che consiste nella
nella membrana interna del con- diminuzione o nella soppressione
dotto

alimentare

specialmente

nelle sue glandole o cripte mucose.

* Adenncosi - da &H-*

e fywoci;

uks-is enfiagione - tumefazione


delle glandole.
Adenopelta - da r,v adn

glandola

e tm'Xtk plt-e scudo

- gen.

le cui
p. d., fam. euforbiacee
brattee hanno due glandole a foggia di scudo.
* Adenonervso - da &fiv adn
glandola e vepov nur-on nervo ep. di febbre caratterizzata da ingorghi glandolari e da alterazione
nel sistema nervoso; febbre che

di

accompagna

la peste.

*ADENOSCLROSi-da

i8ry adn
glandola e oxXr p; skler-s duro indurimento e tumefazione delle
(

- da

Sw

dola - malattia cronica


dole.

ADIAFANA - da
veia diafn-ia
lattia degli

priv. e Swtcpa-

trasparenza - m. ma-

occhi, che prende di-

nomi secondo la parte che


sintomi che l'accompai
gnano.
* Adiafresi - da priv. e iaversi

affetta e

y&pyjai; diafres-is traspirazione, di'


gestione - soppressione della traspi-

razione.
stione.

2 Soppressione
3

della dige-

Difficolt in queste

fun-

zioni.

* Adiantte. V. Adinlo - pianta


foss. , che ha
somiglianza colTadianto.
Adinto - da priv. e S'iat'vo

- gen. di p.
fam. felci; che ha per tipo l'a-

din-o bagno, immollo


a.,

dianto capelvenere, le cui Foglie

glandole.

*Adenos:

delle secrezioni.

adn glandelle glan-

scie e

come

verniciate

li-

se vi cade

sopra acqua, non s'inumidiscono,


non s'immollano.
Adiaplsto - da priv. e ia-

* Adensma - da &H-* adn glandola e <j|/.7iosra- odore gen. di p. d., wXotTTwdiapltt-o formo-m. aborto,
fam. acantacee; che hanno le foglie feto le cui membra non sono ancoperte di glandole, onde esala un cora formale.
* Adiapneusta - da priv. e ttvssoave odore di menta.
* Adenso - da fov adn glan- ai; pnus-is respirazione - mandola - ep. di tumore delle glandole, canza di respirazione. 2 Difficolt
o che somiglia a tumore glandolare. nella respirazione.
* Adenostemma - da Sr,v adn
* Adiarra - da & priv. e ipota
glandola e oTp-jjux stmm-a corona diarrea corso di liquidi o di aeri- gen. di p. d. t fam. eupalorie; formi - soppressione di liquidi che

ADI
dovrebbero

scorrere
espulsi, ingorgo.

per

14

essere

Adina - da &iv; adin-s abbondatile - gen. di p. d , fam. rubiacee; cos dette dai molti fiori
aggregati
capitolo sopra un ricet-

tacolo

comune.

naturali,

dei

movi-

menti volontari e involontarii.


Adinamico. V. Adinamia - ep.
di febbre putrida, perch accompagnata da diminuzione dell'azione
vitale dei muscoli.

Adina mico-ata x ico - da priv


$Wp.i; dynam-is forza, & priv. e
Tafo tx-is ordine - che riunisce i
,

caratteri dell'adinamia e deirata x ia.


* Adinandra - da iv; adin-s

copioso e vip, vSfcanr, andr s


uomo, fig. stame - gen. di p. d ,
fam. ternstremiacee; distinte da un
gran numero di stami.
*ADINATOCM10 - da SuvaTG,' adynat-os debole e xcpito kom-o curo
- stabilimento per curare invalidi

AIR
v

Adnide - da au*< Adon is


Adone amante di Venere - gen. di
p. d., fam. renuncolacee; che hanno
bellissimi fiori, colle corolle di

un

rosso acceso.

Adnio - da "A$fcw; Adon-is


Adone - verso formato di un dattilo
e di uno spondeo ; o carme
$vafu;

Adinama - da priv. e
dynam-is forza - mancanza di forza;
debolezza morbosa, aftievolimento
delle funzioni

composto

di cosiffatti versi,

che

si

cantava nelle feste di Adone.


* Adragnto - forma corrotta da
Tpa-jaxavOa traykanth-a - materia
gommosa che trasuda da pi specie
di astragalo.

Aeda - da x^ia aed-a no/a,


tristezza - m. gen. d'ins. lepid.,
i
cui bruchi vivono
mentre quelli di generi afstanno in compagnia.
* Aernto - da r,par aria e a>6c; nlh-os fiore - gen. di p. m.,
fam. orchidee; che fioriscono in aria,
che non hanno bisogno di essere

fam. notturni;
solitarii

fini

piantale in terra.
* Aeremotox a - da
af[/.a

r.p

ar cria;

m-a sangue e tg-ixv toxik-n


- avvelenamento che ri-

tossico

sulta dall'introduzione dell'aria nelle

vene

imbecilli.

* ADINATOCRASA - da Suvaro; adynat-os debole e xpm; krs-is crasi

aria,

- temperamento debole.

kard-a cuore presenza dell'aria nel-

Aerentocarda
err;

Adlrtro - da

priv. e S'taptpow

l'endocardo

ordino, formo

del cuore.

inarticolato.

2 m. Ep.

di feto

non

ancora formato.
Adipsa - da priv. e tya dps a
sete - malattia in cui soppresso
o molto diminuito l'appetito dei liquidi, o sintomo di malattia.
* Adiscale - da priv. e J!c?
dsk-os disco - ep. d'inserzione di
stami, quando non hanno per base
l'organo carnoso detto disco.
Adito - da priv. e Sua dy-o penero- parte interna del tempio, dietro o sotto la cella, inaccessibile a
tutti

fuorch

f,p

ar

xapS'ia

diarthr-o articolo,

- da

ent-s entro e

ai sacerdoti.

membrana interna

* Aerica - da f.p ar aria e cljto; k-os abitazione - gen. di p.


m., fam. orchidee; le cui radici
servono solamente per fissarle agli
alberi e che traggono tutto il loro

nutrimento
*

dall'aria.

Aerbio

- da
- gen.

cWip ar aria e Pio?


di p. m.,fam. orchidee; piante parassite che vivono

b-os vita

d'aria, cui gli alberi

danno solo un

punto

di appoggio.
* Aerocste - da r,p ar aria e
*u<iTi; kyst-is vescica - sorta di ve-

scichette delle fronde di alcuni fuchi;

15

AIR

voluminose e piene di gas,


permettono loro di sostenersi a galla

Ir quali,

dell'acqua.

* Aerodinmica - da
e

uvau.i-

rio ar aria
dynam-is forza - parte

AFA

marinajo - che naviga per l'aria con globo aerostatico.


Aeronutco. V. Aeronuta che proprio di aeronauta o delvauTYi* nut-es

l'arte di aeronauta.

* Aeropneumonectasa - da dp
leggi
che regolano i movimenti dei fluidi ar aria im!i|j.wv pnum-on po/mone e exraott ktas-is estensione
e la pressione dell'atmosfera.
* Aerofoba - da dwip ar aria e - dilatazione delie vescichette pol<poc; fb-os timore - stato morboso, monari per mezzo dell'aria.
ma ssime nelle affezioni nervose, in * Aerosttico - da r,p ar aria e
cui la luce, il suono, la stessa azione "amuA st-emi sto - (g. f.) parte della
della fsica che tratta delle

che tratta della gravit e del2 Proprio di

dell'aria sulla pelle offendono e ir-

fsica

ritano il malato.
* AerfmBO. V. Aerofoba - chi

l'equilibrio dell'aria.

aerostato.

Aerstato.

affetto di aerofobia.

Aerfono -

covili

da

f.p

fon- voce - gen.

ar aria e
d'uccelli,

fam. trampolieri; cos delti dal vociare che fanno in aria volando.
Aerogstro - da r.p ar aria
e 7a<rrf^ gastr ventre - gen. di p.
a., fam, funghi; molto carnosi, che
crescono alla superfcie della terra,
(juasi in aria.

Aerografa - da r,p ar aria e


"zat grf-o descrivo - descrizione
dei fenomeni atmosferici.
Aerolito - da hp ar aria e
At6o; lth-os pietra - meteora, corpo
che, attraversando l'atmosfera, cade
sulla superficie della terra,

come

dire pietra dell'aria.


* Aerologa - da rp ar aria e
>.o-p;
fsica,

lg-os discorso - parte della


che tratta dell'aria e delle

sue propriet, specialmente de' suoi


rapporti coll'economia animale.

Aeromnte.

V.

Aeromanza -

Aerosttica -

V,

pallone pieno d'aria rarefatta o di

un gas pi leggiero
alza e

si

dell'aria;

che

si

sostiene in aria.

Aette

- da ar; aet s aquila


- variet geodica del ferro, che
gli antichi favoleggiavano trovarsi
spesso nel nido delle aquile e possedere maravigliose virt.
Afaga - da & priv. e pa-yw fg-o
mangio - astinenza dal cibo.
* AfanXntemo - da *vyi; afan-s

non apparente, occulto e v6su.cv


nthem-on fiore - st.-gen. di p. d.,
gen. eliantemo, fam. cistinee; distinte da petali piccolissimi e spesso
abortivi.

Afano - da priv. e <p*tvou.at


fn-ome apparisco -m.gen. di p. d.,
fam. rosacee; senza corolla e con
quattro stami cortissimi e poco apparenti.

*Afanse. V. Afano - arseniato


rame, minerale verde-azzurro;

di

i fenomeni
atmosferici la cui composizione poco conoscopo d'indovinare gli avveni- sciuta.
AFANST1CO - da <pavi5ou.ai afaAeromanza - da top ar aria nz-ome sparisco - m. gen. d'ins.
e (lamia mant-a divinazione - os- col. pent., fam. sternoxi; che soservazione di fenomeni atmosferici gliono stare sulle piante basse e
collo scopo d'indovinare gli avve- non si vedono per la loro piccolezza.

chi osserva
collo

menti futuri.

*Afante. V. Afano - specie

nimenti futuri.

'Aeronuta - da

r? ar aria e

roccia pirossenica

il

cui

nome

di

APA
bile degli

elementi mineralogici di

cui composta.
* Afanopetalo - da ipm afan-s non apparente, nascosto e ntxXcv ptal-on foglia di fiore - gen.
di

p.

petali

d., fam. cunionacee; i cui


sono lineari, minimi e qual-

che volta
*

nulli.

fanpteho - da

qwwic afan-s

che non apparisce ecc. e rtpv


pter-n ala - ord. d'ins. apteri, di
cui tipo la pulce.

* Afanstefo - da ixpvms afan s


non apparente, invisibile e oriyv
stf-o cingo - gen. di p. d., fam
composte; i cui rami mancano di
foglie in cima.

*AFANOSTEMA - da

ifi

un'allusione allo stato impercetti-

Aecwr.C afan s

API

Aflio - da

l-ios sole -

apo da e tXio?
punto dell'orbita di un
ir

pianeta, in cui la sua distanza dal


possibile;

una

delle estremit del grand'asse

del-

sole la

l'elisse

massima

che

il

pianeta descrive in-

torno a quell'astro

Aferesi - da cpatpu afer- tolgo,


sopprimo - soppressione di una lettera o una sillaba al principio di
un vocabolo.
Afesi - da icpi\u.i afie-ini lascio,
libero ecc. - parte del circo, ove si
pigliava le mosse al corso dei carri.
t Diminuzione d'intensit in una
malattia. 3 m. Prostata deforme.
Afa - da priv. e <puw fy-o soo, quasi nonnatn, oda collett. e
cuw na>sv, 0> quasi nato insieme - pesciolini appena nati, che vanno in-

non apparente, invisibile e crjfxa


slm-a stame - gen. di p. d., fam. sieme. 2 Pesciolino del gen. ciprino.
ranuncolacee; che hanno petali miAFIDEFAGO - da &f i;, txyifcs f-is,
nimi e antere inlrorse, cosicch non td-os cimice e <pap> fg o mangio
appariscono.

AFRTERO - da cpaprepo; afrter-os rapido, agile - m. sp. d'ins.


api., fam. aracneidi, gen. sclenopi;

- gen. d'ins. col. trim.


sime allo stato di larve

che mspascono

si

di cimici.

*Afdio

cos detti per la rapidit dei loro

fid-os

movimenti.
* Afedrdero - da epepwv afedrn ano e Sepn dr-e collo - gen.

omopt.

di pesci, fam. percoidi; distinti dal-

fid-os

- da dbtc, etytSc; af-is,


cimice - gen. d'ins. em
sorta di cimice che abita

sulle piante.

* Afididi - da foi?,

y&o;

f-is,

cimice e efc; id-os, d-os

-gruppo d'ins.
em. omopt.; il cui tipo l'afidio.
* Aflace - da priv. e pXaS fyvpc anr, an- lax custode - gen. di p. d., fam.

l'ano posto sotto la gola, quasi fra

specie, somiglianza

l'istmo della mascella inferiore

*Afelndra - da
semplice e

vrlp,

cpeXr,;

afel-s

dr-s

uomo, fig. stame - gen. di p.


fam. acantacee; i cui stami
hanno antere uniloculari.
Aflia - da qsXtta afl-ia semplicit - m. gen* di p. d., fam. centrolepidee ; caratterizzate da stame
unico e ovario unico.
* Aflino - da cpeXy); afel-s sem-

commelinacee; distinte da involu-

d.,

cro nullo.

plice - m.

gen. di p. m.. fam. asfodelee; distinte da scape guernite solamente


di piccole foglie vaginanti alla base.
Afillo - da priv. e ^uxx&v fyi-

gen.

imenott.
cui antenne pred'ins.

fam. calcidii; le
sentano solamente sei articoli disunii.

Afilantropa - da priv., <pamico e vOpciwrc; nthrop-os uomo - m. mancanza di filan-

Xo fl-os

tropia.

Afillnto

da priv., <pxxwi

fyll-on foglia e vdo? nth-os fiore

AF1
I-on foglia - ep. di pianta

il

17

AFR

fusto senza foglie.

stica,

*Afilloclp - da

2 Censura ecclesiascomunica. 3 m. Divieto di far

esperimenti.

cui

priv., <px-

la

comunione. & m. Sospensione o

divinis, ossia proibizione del ve-

foglia e jcxmri klp-e


urna - gen. di p. a., fam. felci;
la cui urna priva di foglie, ossia
portata da un sostegno speciale
Xcv fyll-on

scovo a un prete di dir la messa.


Aforstico. V. Aforismo - che
proprio di aforismo. 3 Ch' soggetto ad aforismo n 2, 3, 4. 2 Ep.
e non dalle foglie.
* Afilloculo - da priv., <px- di massima, sentenza breve, preXcv fyll-on foglia e jcaux? kaul-s cisa, contenente il risultato di lunfusto - gen. di p. d., fam. sinan- ghe osservazioni ed accurati esperiteree; il cui fusto uno scapo o menti.
Aforo - da priv. e tps'pw fr-o
peduncolo radicale senza foglie.
filo - da priv. e qXo; fl-os porto - infecondo. 2 m. Ep. di periamico - che non ha amici. 2 Alieno carpio mancante di valvole.
Afotsto - da priv. e ptoTt'^w fodall'amicizia. 3 Nemico.
* Afistomi - da cpw afy-o as- tz-o illumino - m. gen, di p. a. fam.
sorbo, succhio e oTo'p,a stm-a bocca funghi ; che crescono in luoghi sot- fam. di pesci cartilaginosi, distinti terranei ove non penetra la luce.
dalia bocca posta all'estremit del 2 m. Gen. d'ins. col. pent., fam. stermuso e somigliante ad un tubo.
no xi; cos detti per opposizione ad
* Afita - da priv. e <puxv fyt-n altri gen. affini che sono fosforepianta - gen di p. m., fam. citinee; scenti.
che non hanno n fusto n foglie, *AFRGMA - da priv. e cppa-yp-a
e consistono in fiori che nascono frgm-a parete, barriera - gen. di
dalle radici dell'euforbia mauritana. p. d., fam. crucifere; distinte da
,

Aflegmtico

- da

priv.

flgm-a - che non ha flegma


non flegmatico.

^>x-]f|Aa

che
* Afdio

e
;

da <pcS&; fod-os escremento - gen. d'ins. col. pent., fam.


lamellicorni ; che si pascono di escreme ti ti di animali. 2 (in generale) Ep. d'ins. che vivono di
escrementi.
Afona - da priv. e cpwWifon-
voce - mancanza di voce. 2 Difficolt ad essere pronunciato.
Afono. V. Afona - muto. 2 Difficile ad essere pronunciato.
*Aforcsmo - da arc ap da e
pxujficx; orkism-s scongiuro - sin.
di esorcismo,

- gen.
d., fam. acantacee; distinte
uniloculari.
capsule
a
loggie
da
Afrte - da cpp? afr-s schiuma

*Afragma. V. Afrgma

di p.

- m. schiuma di terra, calcare madreperla, che presenta i varii colori


della schiuma. 2 m. Minerale di color biancastro, che si trova nello

montagne

Canini,

Diz. Etitnol

calcari.

* frizte - da cppt'fra afrz-o spumeggio - min., sorta di tormalina


che, esposta al cannello, d un vetro spumoso.
Afrodisaco - da 'A^po^i-m Afrodt-e Venere - sostanza che eccita

^gtg &p/fo.U-n*r

^FnntRMn - fo cpeptfo aforiz-o


separo, descrivo, definisco - senpotenza dottrinate,
dottrinale, c
che
he esprime in p
che parole un precetto; che riassume lunghe osservazioni, accurati
8

silique uniloculari.

la libidine (cantaride, fosforo ecc.

Afrodite JLa

radice

'A^po&mr]
potf

frod

).

Venere.

amare*

preceduta da un pleon. - zend.


frith-a, got.
'

frjathva, angl.

sass.

freod amore: forma secondari

FR
della

radice

amare,

prt,

skt.

got.

frii-on;

zend.

antistrofe

darpn amare; darphadz-u amante, darphud amoroso. Tutti i nomi della Dea dell'amore derivano da radici che significano amare; lat. Venus; sk't.
vn, zendo van amare - skt.
Kmi; kam amare - angl. sass.
Frig; frigjan amare; ant. pers.
Mitra; skt. mid amare; islandico
Lofn; lofan amare.
Afta - da imo pt-o Brucio dell'armeno

ulcera che produce una molesta


sensazione di calore alla bocca,
agli organi della voce , al canale
digestivo o alle parti pudende; pic-

cola flegmasia superficiale.


Af tartodocti - da SipOflipTOC

fthart-os incorruttibile e

S'oxso)

18

do-

AGA

Agape - da ^dmn agp-e amore

fri

(skt.

re;

bhag' amare; biHtg-a oiwobakh amante). In

irlandese

greco la radice invertita: -fan gap


invece di bhag, bhakh, come voghegaiare e gaveggiare - banchetto

che

i Cristiani dei primi secoli solevano far nelle chiese in segno di


unione, di affezione fraterna.
Agrico - da intens. e dal sanscrito- zendo gara veleno (persiano
e turco akarl z fungo) - gen. di p.

fam. funghi; le cui specie sono


massima parte velenose. 2
Min., variet di calcare, bianca e

a.,

in

spugnosa come carne di fungo.


* Ag aro da pleon. e -ypov
gr-on salsa di pesce - gen. di p. a.,
fam. fcee flondee; di cui tipo
lo sferocereo rubro, che si usa a

k-o sembro - setta d'eretici i quali


opinavano essere il corpo di Ges
incorruttibile, quindi non esser egli
stalo soggetto a morte.
Aftonite - da a<p8ovo; fthon-os

mo' di salsa.
*Agastachide - da

kliyaka - gen. di p. d., fam.


euforbiacee; volg. legno aloe.
Agama. V. Agamo - m. classe

semitrasparente, di varii e vivaci


colori. V. Sardgata.
Agtide - da p.6U agath-s fascio, gomitolo - m. gen. di p. d.,
fam. conifere; cosi nominate per la

molto e

-pxv

gan

stch-ys spiga - gen.


fam. proteacee; che hanno

ffrotxu;

di p. d.,

un gran numero di fiori disposti a


abbondante - min ; zolfo stibiuro spighe.
Agstro - da priv. e tcurcty
di rame, die abbonda d'argento.
Agalacta - da priv. o da gastr ventre - ep. d'infus. privi
intens. o da collett. e -yxa, <ya- di canale intestinale, che assorbono
Xaxro; gia, glakt-os latte - man- il loro nutrimento per la superficie
canza di latte. 2 Abbondanza di esterna del corpo.
Agata - da firm acht-es latte. 3 Fratellanza di latte.
Aglloco - da pleon. e skt. min.; variet di quarzo compatto,

di piante, che

sono prive

comprende quelle che

di organi di fruttifica-

zione apparenti; sin. di criptoga-

disposizione delle antere.

ma, acotiledona
Agamo - da priv. e -^aao; gm-os unione sessuale - m. div. di
moli , che comprende quelli che
sono privi di organi sessuali ap-

d'iris,

parenti.
di

2 m. Ep.

organi

renti

di

sinonimo

acotildone.

di piante prive

appacriptgamo

fruttificazione
di

2 m. Gen.

imenopt., fam. icneumonii;

distinti per la

forma delle autenne

globose e pelose.
Agatdio - dim. di -ro8l agath-s gomitolo
gen. d'ins. col.

-m

tetr.,fam. clavipalpi; piccoli insetti


di

forma

lano

sferica,
si

che

fngono

hanno paura.

si raggomitomorti quando

A6A

19

* Agatstega - da i-frnc acht-es


ayala e ori-pa stg-o copro -gen. di
moli, cefalopodi; sorta di conchiglie microscopiche, le cui nicchie
hanno vaghi colori a mo' di agata.
Agatodemone - da -fad; agaIh-s bttono e ^alp-wv dmon genio -

genio buono.
* Agatofllo - da <rp8>; agalh-s
buono e puXXov fyll-on foglia - gen.
di p. d., fam. lauracee; le cui fo-

glie sono aromatiche.


**
-

da yxm<; acht-es
Agatide
agata e elo; id-os, d-os specie,

somiglianza - pietra che rassomibench ne differisca

glia all'agata,

di natura.

AGL

gus-is gusto - privazione del

sapori.

*aginario. V. Aginia - ep. di


doppi in cui l'organo femmi-

fiori

manca od appena visibile.


* Aginia - da priv. epvr, gyn-
donna, fig. organo femminile - m.
gen. di p. d., iam. euforbiacee; che
hanno solamente uno o due fiori
femmine per pi maschi.
Agini o Agnii. V. Aginia setta di eretici che abborrivano il
matrimonio.
*Agnico. V. Aginia - ep. d'in;
serzione di stami, quando questi
organi non hanno aderenza coll'onile

* Agatologa - da -yatee agath-s


buono e Xo'-fc? lg-os discorso - dot-

vario.

trina, trattato del Bene.

posizione di vite di santi.

Agatsma - da

buono

cop-f,

di

p. d., fam. rutacee; le cui foglie

sono odorose.
Agave - da

Agiografico. V.
che

si

Agiografo

ad agiografo o a

riferisce

agiografia.

Agiografo - da a-yic; g-ios santa


-yau? agau-s, aga-

t-s magnifico - m. gen. di p. ni.,


fam. bromeliacee; da cui sorge uno
stelo gigantesco, che arriva persino
a ventidue piedi, a foggia di candelabro, coronato di fiori eleganti.
Agela - da fxin agl-e truppa
- m. gen. d'ins. imenopt., fam. potstidi ; che vanno a sciami.
AgelO. V. Agela - m. gen.
d'ucc, fam. tessitori ; che vanno
a stormi.
Agenio - da priv. e-ys'vetcv
gn-eion, gn-ion barba - m. gen.
di pesci malacopt. abdominali; che
nou hanno bargigli sotto la mascella
inferiore.

Agiografa. V. Agiografo - com

^at; agath-s

osm- odore - gen.

gu-

sto; abolizione o diminuzione della


facolt di percepire

-ypatpfc)

grafo scrivo - scrittore

di

vite di santi.

Agionti - da

a-yio;

g-ios santo

setta di eretici che si spacciavano

per santi e
trimonio.

condannavano

il

ma-

* Agrio - da priv. eppo; gyr-oi


giro - gen. di p. a., fam. funghi;
cos nominati perch non presentano
volute

come

il

gen. affine dei tre-

inellii.

Aglia - da -yXaia aglr-a splendore - m. gen. di p. d., fam. meliacee; cos

nominate per il loro aspetto

le scaglie brillanti che


coprono le foglie e i fiori. 2 m. Gen.
d'ucc, fam. passeri tanagridi; che

elegante e per

Agennesa - da et priv. e ^ewS hanno penne di colori varii e vigenn- genero - impotenza di ge- vaci.
A glia - da -yXtv) agl-e - cicanerare.
Agrato - da priv. e -pepa; trice biancastra nella cornea delgr-as vecchiaja - m. gen. di p. d., l'occhio. 2 m. Gen. d'ins. lepid.,
fam. notturni; con una macchia
hm. composte; sempreverdi.
Ageusta - da priv. e ^eoi? bianca in forma d'occhio sulle ali.

AGL

20

AGLSSA - da priv. e yXwaaa


glss-a lingua - m. gen. d'ins. lepid.,
fam. notturni ; che mancano di

AGR
che hanno

mascelle guerpalavomere senza denti.


Agondico - da fv agn agone
SUri dik-e giudizio - giudice net

coidi

le

nite di piccoli denti, le ossa

tine e

il

tromba.
Aglossa. V. Aglssa - man- e
canza di lingua.
pubblici agoni.
Agnato - da priv. e yvotftc;
Agonografa - da ctyov agn
gnth-os mascella - cen d'ins. col. agone e fpaor, graf- descrizione
eter. , che hanno gli organi della descrizione di agoni.
* AGONSTOMO - da a-fiavc; gOn-OSbocca in uno stato rudimentale.
* Agnata. V. Agnato - mancanza non angoloso e rro'fta stm-a bocca
- gen. di pesci, fam. mugiloidi; che
dell'osso mascellare.
Agnocsto - vocab. ibr. da hanno muso non angoloso, non
j'; agn-s casto e casto (ripeti- molto prominente.
zione) - gen. di p. d., fam. verbcAgonotesa. V. Agonotta - ufnacee ; cos nominate perch si con- ficio dell'agonoteta.
sideravano erroneamente dagli anAgonotta - da qv agn agone
tichi come antiafrodisiache.
e 6tt ; tht-es che ordina, disAgonrc - da -pv agn agone pone ( -rifai ai tith-emi ordino, dise <xpx rch-o presiedo - preside ai pongo) - che aveva l'ufficio di or(

pubblici agoni.

Agne - da -yv agn -

pubblica
gara nel pentatlo, nel canto, nella
poesia ecc. 2 Combattimento.

dinare, disporre, dirigere i pubblici agoni, di giudicare^ proclamare i vincitori e distribuire i premia.
Agoranoma. V. Agornomo -

* Agonio nuro - da priv., p>- ufficio dell'agoranomo.


gon-a angolo e vepov nur-on
Agornmio. V. Agornomo nervo - gen. d'ins. imenopt. ; che luogo in cui sedevano gli agoranomi
hanno le ali con una sola nervatura per esercitare il loro ufficio.
senza ramificazioni.
Agornomo - da -j-cp agor-
Agonsta - da -pv agn agone mercato e vojitoc nm-os legge- ma- chi si presenta all'agone; chi gistrato che aveva cura di mantepubblicamente gareggia con altri nere il buon ordine al mercato e
nel pentatlo, nella poesia, nella giudicava i litigi fra venditori o fra
musica ecc. 2 Combattente.
venditori e compratori.
AGONISTRCA - da i-^miarr^ aAgra - da S^pa gr-a preda - m.
gonist-s agonista e %.< rch-o gen. d'ins. col. pent., fam. carapresiedo che presiede agli agonisti. bici; che divorano altri insetti.
Agrutero - da fpeu-nhp agreuAgonstica - da ^v agn agone
- arte di esercitarsi in un agone tr cacciatore - m. gen. d'ins. col.
(pentatlo, eloquenza forense ecc.). pent., fam. carabici; che vanno alla
Agonistico - da p>v agn agone caccia d'altri insetti.
- che spetta all'agone o all'agoniAgrimpelo - da S^pio? gr-ios
sta; che atto agli agoni.
selvatico e 5jjCueXc; mpel-os vile
Agono - da priv. e fovc; gn-os pianta che rassomiglia alla vite, vite
generazione - che non genera; ste- selvatica; lambrusca.
* Agrintropo - da Sqpio? gr-ios
rile, infecondo.
Agono - da priv. e ^uva gon-a selvatico e ^Oponros nthrop-os uomo
angolo m. gen. di pesci, fam. perscimia che vive nelle selvn, ha.
vi'a

21

AGR
aspetto quasi d'uomo selvatico

AGR

selvatico e

sio.

di urangulang.

pcpcpri

che ha aspetto

morf- forma -

silvestre, ferino.

Agripiro - da

Agriela - da 5-ypioc gr-ios selvatico e xat'a el-a olivo - olivo

selvatico e iwp; pyr-s grano, fru-

selvatico, olivastro.

mento - gen.

Agrielo. V. Agriela -

olio di

olive selvatiche.

Agrimnia tampo
rio

p.o'vo;

- gen.

da

mn-os

di p.

^p?

qpic;

gr-ios

m., fam. graminacee; sorta di frumento selvati co


Agropo - da crypto? gr-ios selvatico e hty ops aspetto - m. gen.
d'ins. lepid., fam. notturni; di brutto

agr-s

solo, solita-

d., farti, rosacee;

aspetto,

di p.

irti di

spine.

*Agriopsra - da

che crescono in luoghi agresti e

psr-a

5-yptcc

gr-ios

rogna - rogna

solitari.

selvatico e

Agrio - da a-rpio; gr-ios selvatico - m. sorta di esantema, erpete

di cattiva indole, difficile da guarire.

typa.

* Agrirni - da

a-ypio?

gr-ios sel-

fagedenico; lichene di cattiva in- vatico e 'pvi; rn-is <jfa//ina-st.-gen.


di ucc. gallinacei, gen. pepoaza;
dole; sin. di ayriolichne.
Agriocrdamo - da a^pio? gr-ios sorta di gallina selvatica.
selvatico e xapSafwv krdam-on catAgrioslino - da S^ptc? gr-ios
tiamo - sp. di p. d., gen. cardamo, selvatico e os'Xwv slin-on sedano fam. crucifere pleurorizee; selvati- Igen. di p. d., fam. ombrellifere;
sorta d'apio silvestre o ipposelino.
che e spinose.
Agriocinra - da S-j-pto? gr-ios *Agriotima. V. Agritimo - fiextvapa
selvatico e
kinr-a carciofo
rezza d'animo. 2 Pazzia furiosa.
gen. di p. d., fam. composte cmaAgritimo - da S-^pioc gr-ios
|

selvatico e 6up.; thym-s animo - di animo generoso, altiero. 2 Pazzo


gr-ios selvatico e xoXoxvto kolokyn- furioso.
* Agritipo - da frypicc gr-ios selth-e zucchetta - gen. di. p. d., fam.
cucurbitacee; zucchetta selvatica.
vatico e tutto? typ-os tipo - gen.
Agrifagi - da ^io<; gr-ios sel- d'ins. imenopt., fam. icncumonii;
vatico e pa-yw fg-o mangio - popoli che hanno brutte forme, lo scudo
dell'estrema Etiopia e delle Indie, spinoso, l'addome grosso, il pedunche si pascevano (dicesi) di carne colo mingherlino.
di leone e di pantera.
*Agripnocma - da a-j'puTrwc Agriofllo - da ccyps gr-ios grypn-os vigile, insonne e xtbf/.a
selvatico e cpXXcv fyll-on foglia - m. km-a sopore, torpore - insonnia
gen. di p; d., fam. corimbifere; che congiunta con una gran voglia di
hanno toglie spinose e calice sca- dormire; delta pure coma vigile.
bro e coperto di squame dentate.
*Agrbate - da *ft agr-s
2 m. Sp. di p. d., fam. composte, campo e Parw bat-o vado - gen.
gen. berklusa; che hanno foglie ap- d'ucc., fam. silvani; che frequentano
pena coerenti alla base, denticolate i campi coltivati.
* Agrfilo - da -yp? agr-s campo
agli orli e nell'interno scariose.
Agriolichene V. Agrio.
e piXo? fil-os amico - gen. d'ucc,
S-ypto;
Agriomle
da
gr-ios fam. fringillidi; che amano di stare
selvatico e piXt mli mele - mele nei campi coltivati. 2 Gen. d'ins.
selvatico.
lepid., fam. notturni; che si troAgriomrfo - da ft*jpic? gr-ios vano nei campi.

ree; carciofo

selvatico.

AGRIOCOLOCNTA - da

qpiG;

AGR

22

Agrmiza c ampo e

p.fr>

da a^fa agr-s
myz-o ronzo - gen.

d'ins. dipt., fam. atericcri rouscidi;

che ronzano

nei campi.

Agronoma. V. Agrnomo - a.
magistratura dell'agronomo n i.
Scienza dei principii che si riferiscono alla terra in quanto col-

2m.

tivabile

teoria della coltivazione.

Agronmico. V. Agrnomo - ep.


ci che ri riferisce ad agronomo

di

o ad agronomia.
Agrnomo -

da

rpc

agr-s

e vep.cc nm-os legge - a.


Magistrato che amministrava i su-

campo

burbii,

Che
*

villaggi vicini alla citt.

2m.

perito di agronomia.

da ^pc; agr-s
campo e <rr=p.p.a stmm-a corona gen. di p. m., fam. silenee; che
crescono nei campi fra il grano e il
cui fiore ha forma di corona.
Agrstero - ^pwoTrp agrostr
cacciatore - m. gen. d'ins. lepid.,
fam. notturni; che vanno a caccia

e reowpT, graf-
della

botanica

che ha per oggetto lo


studio delle graminee. 2 Opera che
tratta di questa famiglia di piante.
A g roto - da -j-f; agr-s campo
-w. gen d'ins lepid., fam. notturni i quali si tengono nascosti fra
le alte erbe dei campi.
Aida - da gt$r ; aid-s etemo,
perpetuo -m. gen. di p. d., fam. caprit'oliacee ; che forniscono un eccellente legno da costruzione, di una
durata {per cos dire) eterna.
descrittiva,

Afano - da

e ai sempre e cpoufn-ome apparisco - m gen.


m., fam. palmizi cos dette
perch sono quasi sempre fiorite.
Aifllo - da e ai sempre e <pu).>cv fyll-on foglia - ep. di piante che
sono in ogni stagione ornate di fo-

vcp.at
di

Agrostmma -

ALA

gramigna
descrizione - parte

grost-is

p.

sempreverdi.
* Aipata - da e ai sempre e u6cc pth-os male - infermila cronica.
*Aizo - da ei ai sempre e Cwm
di altri insetti.
z-p vivo - gen. di p. a., fam. fi* Agrostcula - da ^pacnc gro- coidi; sempreverdi.
* Aizoona - da e ai sempre e
st-s agrosiide - gen. di p. m.. fam.
graminacee; affine all'agrostide.
w6> z-o vivo - gen. di p. m., fam.
* Agrostcoro - da 5^pwrri5 gro- sassifragacee ; sempreverdi.
st-is gramigna e xo'pcc kr os gerALABASTRTE - da XaSaorpcv
moglio, ramoscello -gen. d'ins. col. albastr-on vaso per unguenti pent., fam. serricorni; che si tro- min., sorta di carbonato di calce

vano sui gambi,

sui fiori delle gra-

minee.

glie,

mescolato a una piccola quantit d


materie straniere, che serviva spe-

Agrstide - da ^p; agr-s cialmente a fare alabastri o vasi da


campo - gen. di p. m., fam. gra- profumi, da unguenti; fletto pure
minacee ; fra le cui specie l'agro- onice, alabastro, alabastro orienstide canina o tritico repente, volg.

dente canino, che nasce nei campi


e somministra ottimo cibo al bestiame.
*AgR0ST1FLL0 - da Srfttaaric -

alabastro vero.
* Alabastrino. V. Alabastro candido come l'alabastro gessoso.
2 Calce carbonata, una volta usata
in medicina come assorbente o

tale,

gramigna e ?uXXcv fyll-on


foglia - gen. di p. m., fam. orchidee; le cui foglie somigliano a quelle

in

delle graminee.

bastr-on vaso per unguenti per so-

grost-is

AgrostoGrafa - da

5-ypcixmc

unguento per ammollire certi

tumori.

Alabastro - da
lito di

x<x<rrpcv al-

onice o alabastrite - m. min..

ALA

23

ALC

Alceo poeta greco - verso compostro orientale, alabastro vero. 2 m. sto di quattro piedi e una cesura ;
Min., sorta di solfato di calce idrata ; i primi due piedi jambi, la met di
pietra bianchissima, qualche volta un jambo e due dattili (il primo
venata o macchiata, detta pure ala- pu essere anche spondeo). 2 Verso
sin. di alabastrite; detto

pure alaba-

composto

due

bastro falso, alabastro gessoso.


Alcuni derivano alabastro dal
celtico alap bianco e tre pietra.

dattili

ch

le poesie

detti perd'Alceo erano per so-

Ma

lito

composte

di cosifatti versi.

il

vero alabastro orientale non

tutto bianco,

ma

di varii colori

screziato. In Egitto si trovava quella

pietra e se ne facevano vasi,

nome

il

cui

pi antico Xaalbaslon. Sembra dunque che l'etimologia del vocabolo


sia dal coptico al pietra, bo capello , o be sepolcro, ovvero pa
che si riferisce a, e sti unguento,
olio odoroso ; come dire pietra per
contenere unguenti per i capelli o
unguenti da offrire ai morti (come
solevasi) ovvero pietra per contenere unguenti; o finalmente, come
altre parole egizie, potrebbe esprimere cumulativamente tutti quei
sensi. L'etimologia che danno tutti
ellenico

aoTcv

anche quello di Stefano, edizione Didot, da priv. e


Xa& lab- manico (senza manico)
i

lessici greci,

non

accettabile, perch molti di


cos fatti vasi rappresentati nei monumenti o conservati hanno manico.

ALABASTROTCA - da Xa&torpcv
albastr-on vaso per unguenti e
thk-e teca, ripostiglio - stipetto da riporre i vasi d'unguenti.
Aladrma - da ax f xs ls,
al-s mare e fyopoc drm-os corso

(byer,

di quattro piedi, cio

due corei -cosi

Alcaligeno -

vocab. ibr. dalalcali e few genn- genero,


nroduco - sin. di azoto; che eom-

l'ar.

Dinato coll'idrogeno produce l'alcali

o ammoniaca.
* Alcalimetra - vocab.

volatile

ibr. dal-

alcali e firpcv mtr-on misura - processo per conoscere la


proporzione di alcali vero o base salificabile
contenuta in una data
quantit di soda o potassa del coml'ar.

mercio.

* Alcalmetro. V. Alcalimetra
- strumento per misurare la proporzione d'alcali contenuto in una
data quantit di soda o di potassa.

* Alcalide - vocab. ibr. dell'ar.


alcali e tUa; id-os, d-os specie y
somiglianza - sostanza organica
estratta da vegetali, che ha propriet simili a quelle dell'alcali o
soda ; come stricnina, morfina ecc.
Alcaloidometra - da alcalide, V. e fTpcv mtr-on misuraprocesso per valutare esattamente
la quantit di alcaloide contenuta in
certi vegetali.

Alcaloidmetro, V. Alcaloidometrta - strumento per valutare


esattamente la quantit di alcaloide
- gen. d'ucc. palmipedi ; che hanno contenuta in certi vegetali.
Alca - da aXxoi lk-o giovo l'abitudine di correr volando sul
gen. di p. d., fam. malvacee.
mare.
*
vocab.
Alclafo - Xxj fk-e alce e tks.lbuminide
ibr. da

albumina

e tlSo; id-os , id-os


specie, somiglianza - corpo azoto,
simile all'albumina ; come caseina,

l'alce e al cervo.

Alcemerope

fibrina ecc.

LCAICO - da

- gen. di mamm.
ram. antilopi; che rassomigliano al-

c; laf-os cervo

'AXxatoc Alk-os

da

Xxti alk-

forza e jp4 mrops merope - gen.

24

ALC

ALE

meropidi; che hanno partengono piuttosto agli spongiarii


per tipo il merope amicto, con J;he agli alcionii.
"^Alcoolometra - vocab. ibr.
becco lungo e forte.
Alcide - 'AXxi&n; Alkld-es Ercole dall'ar. alcool e p.Tp*v mtr-on mi- m. gen. d'ins. col. pent. ; che sura - processo per misurare la
hanno antenne corte e forti e solida proporzione di alcool puro contenuto

d'ucc,

funi,

in

struttura.

una data quantit

di liquido.

Alcione - da X;, x; ls, al-s Alcoolmetro, Alcometro.


mare e *uw ky-o genero - uc- V. Alcoolometra - strumento per
cello pescatore che fa

d'ucc. marini,

il

nido sul-

il

l'estremo lido del mare.

2 m. Gen.

cui tipo Talee-

dine tribrachio o uccello pescatore


dalle tre dita, fan, alcedidee.

condo alcuni

(se-

m. Ord. di
comprende i gen.

naturalisti)

ucc. marini, che

pescatore e cacciatore;

sinon.

di

palmatde.
* Alcioni. V. Alcine - fam. di
polipi sarcoidi; cos detti perch
sono generati nel mare.
* Alcionlla. V. Alcine - gen.
di polipi,

fam. plumatellii

(o di poi.

ippocrepii, ord. tunicei tentacolati)

produzioni marine.
* Alcionida - da xxwv alky-on
alcione e et^c id-os, Id-os, specie,

somiglianza - gen.

di polipi,

fam. alcionii; distinti dai generi affini per la retrattilit completa delle
estreme ramificazioni.
*Alciondh. V. Alcionida - diverse produzioni marine, animali o
vegetali, che sono state distribuite
secondo i regni naturali e le sezioni
di essi cui appartengono.
Alcini. V. Alcine - m. fam. di
poi. parenchimatosi; la cui cavit
digestiva presenta un tubo esofagi co.

Quattordici giorni d'in-

misurare la proporzione d'alcool


puro contenuto in una data quantit di liquido.

Alcto - da 'AXr.xr) Alekt


Alecto, una delle Furie - m. gen.
d'ucc, fam. tessitori; tutti neri,
con becco gonfio e rugoso, di brutto
aspetto.

2 m. Gen.

d'ins. col. pent.,

fam. malaeodermi; deformi. 3 m.


Sez. d'ins. apt., fam. araneidi, gen.
migala; bruttissimi.
* Alectora - da xtxrop alkt-or
gallo - gr. di p. a., fam. licheni;
cos dette perch

mentosi,

hanno

talli

fila-

quali, a somiglianza di

creste o di bargigli di gallo,

pen-

dono da rami di vecchi abeti.


Alectridi - da xxTwp alctor
gallo e etoc id-os, d-os specie,
somiglianza - m. fam di ucc. trampolieri
che hanno il becco corto e
;

come il gallo.
Alctoro - da Xex-rwp alktor
gallo - m. fam. di ucc. gallinacei
forte

d'America.
* Alectorlofo - da xe'xp alktor gallo e Xo'tpo; lf-os altura,
cresta - m. gen. di p. d. , fam.
scrofularinee ; che hanno il labbro
superiore della corolla bifido e l'inferiore trifdo, a foggia di cresta di

verno nel mese di dicembre, per so- gallo.


lito belli

e sepeni

in cui gli alcioni

sogliono nidificare.
Alcinio. V. Alcine - m. gen.
di poi. parenchimatosi, fam. alcionii;

con tentacoli

retrattili.

* Alcionti. V. Alcine - sorta


produzioni marine foss.

di

che ap-

ALECTOROHACHA - da XxTwp
e ju^ mch-e battaglia - combattimento di galli.

alktor gallo

Alectoromnte. V. Aectoromanzta - chi esercita l'alectoromanzia.

ALECTOROMANZA - da

lixrtf

ALE

25

ALF

alktor gallo e f/.<xroia mant-a di- *Alepisura - da priv., tane


vinazione - divinazione per ispe- lep s scaglia e aapm sur-e saura
zione del volo e delle interiora dei sorta di pesce - gen. di pesci, fam.
galli o del loro canto.
salmoidi; che hanno pelle nuda,
*Alctra - u Xe'jtTwp alkt-or senza scaglie.
gallo - gen. di p. d., fam. scrofu- *ALETFiLO-da Xittta alth-eia,
arinee; che hanno fiori gialli ri- alth-ia verit e <pt'Xo; amico - amico
gati di porpora, a foggia di cresta di della verit.
gallo.
*Aletoscpio - da x^e^; aleALCTRIDE - da Xewp?, XsHTpt- th-s vero e oxoraw skop-o osservo
c; aleklr-s, alektrd-os gallina - - rappresentazione di oggetti in
m. fam. d'ucc. silvani; che hanno colori sopra tele, in modo che, vecreste piumose simili a quelle car- duti attraverso di certe lenti ottiche, appajono di grandezza naturale.
nose delle galline.
Alectrine - da XExrpuwv aleALETRIDE - da XsTpl?, XerpiSoc
ktryn gallo - m. gen. di p. d., aletrs, aletrdos mugnaja (lta
fam. abietinee; il cui frutto una alth-o macino) - m. gen. di p. m.,
bacca coronata da una cresta co- fam. liliacee ; le cui foglie sono tutte
coperte da una specie di calugine,
riacea.
* Alctro - da xxTwp alktor onde appariscono come infarinate.
gallo e cupi ur- coda- gen. d'ucc.
Aletto
Alettro. V.
Alctro.
silvani, fam. mioteri; che hanno la Alcto
coda a foggia di quella dei galli.
Aleura - da SXeupov leur-on
ALPADE - da priv. e Xsir;, farina - sp. di p. a., fam. funghi,
Xeir^c; leps, lepd-os coccio di gen. peziza; che appariscono quasi
ostrica - gen. di moli, cirripodi, sparsi di farina.
fam. lepadii ; che invece di conchi- * Aleursma - da SXeupr.v leur-on
glia, hanno un'invoglia membra- farina - gen. di p. a., fam. funghi; che hanno spori globulosi, fanosa.
Alepida. V. Alepdoto - gen. rinacei, cosicch pajono un mucchio
di p. d. ; fam. ombrellifere; che di farina.
Aleurte - da Xeupi'-nfi; aleurihanno il ricettacolo nudo, senza
scaglie.
t-es pane di pura farina - m. gen.
Alepdoto - da priv. e Xe<;, di p. d., fam. euforbiacee; che
Xex&o? lep-is, lepid-s squama - m. hanno tutte le parti cosparse di peli
gen. di pesci chetodonti; che non minutissimi e biancastri, quasi di
,

farina.
canno squame.
Alessicaco - da &Xt& alx-o alAleuromnte. V. Aleuromanlontano e xaxv male - che allon- zta - chi esercita l'aleuromanzia.
Aleurom anza - da &x*upov leutana i mali ; ep. di Apollo.
Alessifarmaco - da xS alx-o r-on farina e {/.avreia mant-a divi-

natione - divinazione per ispezione


della farina, cio delle sue qualit,
del modo con cui si appasta ecc.
Alfabto - da a, p (alfa, beta),
allontano, preservo e irupir; pyre- prime nella serie delle lettere elt-os febbre - febbrifugo ; preserva- leniche - serie dei caratteri che si
usano per esprimere suoni semtivo contro la febbre.

allontano, preservo e pappaxev frmak-on veleno - contravveleno;


preservativo contro il veleno.
* Alessipirtico - da xfr alx-o

Air
plici

alcuni

una lingua.
Alfeo - da

suoni composti
'A).<ptt

feo fiume dell'Elide -

Alfe-s

ALI

mare che appartiene


barchetto. 2 m. Gen.

m. gen.

di

al

mare - a.

d'ins. lepid.,

ha forma
con uno dei capi che
una prora e l'altro una poppa.
Aliaeto - da aXio; l-ios marino
sr; aet-s aquila - m. gen. di

Al- fam. notturni ;

crost. decapodi, fam. macruri.

il

cui bruco

di barchetto,

figura

Alfitdone - da 5lX<pitcv lfit-on


farina - frattura del cranio, in cui
ossa sono sminuzzate, quasi ri-

le

dotte in polvere.

*Alfitobio - da

?6

di

Xqhtcv lfit-on

ucc. di rapina, fam. falcenidi;


cui tipo il falcone albicaudo.

* Alianssa - da aXw;

l-ios

il

ma-

pte? bl-os vita - gen. d'ins.


rino e vowjaa nass-a signora, dofam. melasomi; che vi- minatrice - gen. di mamm. cevono nella farina.
tacei foss., fam. lamantini; che
Alfitomante. V. Alftomanzia sembrano aver avuto un corpo smi-

farina e

col. eter.,

- chi pratica l'alfitomanzia.

Alftomanzia - da

surato.

xeptTcv lfi-

t-on farina e (xavrtia mant-a divi-

nazione - divinazione per mezzo


della farina, osservando come si

come si appasta ecc.


* ALFITOMRFA - da aXttirov

staccia,

t-on farina e u^yr, morf-

lfi-

forma -

* Alce - da <X;, x; ls, al-s


sp. di pesci, gen. clupeo,
fam. clupeoidi. z m. Macchia che
precede lo sviluppo di una pustola vajolosa , simile a quelle che
mostrano salsedine, corruzione di
umori.

mare-m.

*Alichro - da
mare e x*'P &

gen. di p. a., fam. funghi; che rassomigliano a farina sparsa sulle fo-

al-s

glie di altre piante.

sp. di

mamm.

aX$, xc ls,
ch-ros porco -

cetacei, gen. foca;

Alfo - da x<p; alf-s bianco - volg. porco marino; con un grugno


infiammazione cronica della pelle simile a quello del porco.
* Alictsto - da x?, x; ls, al-s
della testa, da cui si staccano squame farinose, biancastre; che im- mare e x.Tt<mn; ktst-es fabbricatore
bianca i capelli.
-gen. d'ins. imenopt., fam. meli*Alfide - da x<p; alf-s alfo feri ; che smuovono la terra sui lidi
e stc; idos, d-os specie, somi- del mare per formare le loro abiglianza - specie di lebbra squa- tazioni.
mosa, con squame bianche.
*Aldra - da X{, x; ls, al-s
*Alga, Aliga - da xuxri alyk- mare e p; drys quercia - gen. di
mare - fam. di p. a. ; che vivono p. a., fam. alghe; cne hanno la forma
quasi tutti alla superficie o in fondo di piccola quercia, in fondo al mare.
dell'acqua.
Aliutico - da xu aliu-o peAlgedone - da XynSm alged-n sco - che appartiene alla pesca o
vivo dolore - m. vivo dolore all'ano, a pescatore; peschereccio. 2 (gen.
ai testicoli. 2 m. Infiammazione do- f.) Arte delia pesca. 3 Poema di
lorosa del collo della vescica per cose peschereccie.
* Alimenio - da X;, xc ls, al-s
blennorragia o per subila soppressione di blennorragia.
* Algologa - voc. ibr. da alga
e Xo-yo; lg-os discorso - trattato
sulle alghe.

Alade - da

aX;, Xo; ls, al*s

mare e

tyunv

ymn membrana -

gen. di p. a., fam. alghe floridee;


che hanno foglie membranose.
Alimo - da aXt[i.c; lim-os marino (X;, x; ls, al-s

man) -

ALI

27

m.

sp. di p. d., gen. atriplice, fam.


atriplicee; piante che fanno sulle

ALI

cui gli atleti gimnici

prima

si

ungevano
2 Stanza

di entrar nell'agone.

rive del mare. 2 m. Gen. di crost. dei bagni, ove i bagnanti si facevanostomatopodi, fam. unicorazzati; pro- stropicciare , ungere, profumare.
Alptica. V. Alpta - arte degli
duzioni marine. 3 m. Gen. di crost.
decapodi, fam. ossirinchidi; idem. esercizii che si solevano fare con
Alimo - da priv. e Xtf/.; lim-s corpo nudo e unto ; sin. di agonifame - m. che atto a impedire o stica, di gimnstica.
a togliere la fame.
*Auselmnto - da Xuo; lys-s
* Alimodndro - da <xXtp.ei; lim-os catena e 'Xfuv? , iXpvfo; lmins
marino e ^'v^pcv dndr-on albero - lrninth-os verme - gen. di vermi
gen. di p. d., fam. papilionacee intestini, simili a lungo nastro; sin.
lotee; che si trovano in luoghi pa- di tnia.
Alisfria - da <xc, xc ls,
ludosi.
* AUNFA - da i priv. e Xujwpr; al-s mare e o<pa(picv sfr-ion, diiri.
lymf-e linfa - difetto di linfa.
di ccpapa sfera - gr. di p. a., fam.
* Alitide - da x?, x; ls, al-s licheni; o piuttosto stato primormare e r;, wt^o; ots, otd-os diale di licheni non ancora forniti
orecchietta - gen. di moli, macro- di apoteca; massa di globuli filapodi; che hanno sulla testa due mentosi.
grandi tentacoli conici, ^quasi orcAlisdio - da-Xuat^tcv alysd-ion,

dim. di xucl?, Xuat^oc alys-is, aly; \olg. orecchie di mare.


*Aliotte. V. Alitide - alitide sid-os catena-m. gen. di p. a., fam.

chie

funghi

pietrificata.

AlPENO - da

priv. e Xwrai'vw

lipn-o ingrasso - empiastro, che


non contiene materie grasse, e si

pone sulle ferite per toglierne l'innammazione e cicatrizzarle.


Aliploo - da x<;, x; ls, aWs
mare e irX pl-o navigo - m. gen.
d'ins. col. pcnt., fam. idrocantarii;

che

si

tiche,

arrampicano sulle erbe acquanuotano e vivono nell'acqua.

caratterizzate da filamenti

composti

di articoli ovali,

a foggia

di monile.

ALISDOTO - da Xuoc Xuafc;


alyss, alysid-os catena - m. gen.
d'ins. imenopt.,

fam. crabronii;

cui antenne articolate formano

le

una

specie di catenella.
"Ansio - da xatev alys-on, dim.
di Xuo; alys-s catena
p. a.,

fam. "ficee;

le cui

- m. gen.

di

fronde sono

Alipo - da priv. e Xuro lyp-e articolate ad articoli ovali, in serie,


afflizione - m. gen. di p. d., fam. cosicch rassomigliano ad u n moni le
Alsma - da Xio(M>c alism-s
globulare; cos dette per antifrasi,
essendo un purgativo violento e agitazione del mare (X;, x< ls,
al-s mare) - gen. di p. m., fam.
Alpta - da Xn'cpu alif-o, alf-o alismacee; che crescono in luoghi
ungo - untore; che ungeva -di olio paludosi.

pericoloso.

misto a sabbia fina il corpo degli


o stropicciava e ungeva il
corpo dei bagnanti, come ancora
suolsi fare nei bagni turchi. 2 Di-

atleti;

rettore, sorvegliante degli esercizii

e della dieta degli atleti.


Alipterio. V. Alpta - luogo p

Alismacee.

V. Alsma.

Alsmo - da Xw aly-o vado vagando (di luogo in luogo, di pensiero in pensiero ecc.) -m. specie di
pseudestesia, di allucinazione, in
cui si percorrono col pensiero varie

immagini

di

cose senza fissarsi so-

28

ALI

fra

d alcuna;

come

da priv. e Xuaoa lyss-a


rabbia - gen. di p. d., fam. aurifere

cui gli antichi attribuivano la

propriet di guaiire la rabbia.


Alitrca - da xrne alyt-es

alesprimo

xxoe ll-os

tro e fopsut) agoru-o dico,

dallo hascisc.

A l'isso

ALL

Allegora - da

quella prodotta

- figura che sotto l'immagine di un


oggetto ne adombra un altro.
Allegrico. V. Allegora - che
riguarda allegorie; che tiene d'allegoria.

lit-

tori e 5px*> presiedo - capo dei littori incaricati di mantener l'ordine

Allegorizzare. V. Allegora

modo
Allelengio - da

esprimersi in

negli agoni pubblici.

allegorico.
aXXviXce llel-oa

Alita - da xrnc alyt-es littore reciproco e iyft engy-o garantisco


-m.gen.dirett.batraciianuri,fam. - chi garante per altri che reciraniformi ; il cui maschio prende le procamente lo garantisce.
uova mano mano che la femmina le Allentesi -'da SXXce ll-os alpartorisce a mo'di pallottole infi- tro, v en in e Osci; ths-is posilate e se le mette intorno alle co- zione (ti'Oy.jai tth-emi pongo) - intrusione di un corpo estraneo nelscie per covarle.
ALLNTO - da XXc, XXavroe l'organismo.
all-s, allnt-os budello - m. gen.
Allitico - da xxic'w alli-o
fam. tentredinii; cangio, modifico - m. ep di sod'ins. imenopt.
cosi detti per la forma dell addome, stanza propria a modificare la composizione del sangue, a purificarlo.
a budello.
* ALLANT1DE - da XXe, XXavro; *Alurra - da <xXXcp.at ll-ome
al-as, allnt-os budello e elo?id-os, salto e ps'o) r-o scorro - gen. di
somiglianza - sorta polipi, fam. alcionii sarcoidei ; che
d-os forma
,

di sacco

membranoso

nel feto dei

mammiferi, rudimento della vescica


e dell'uraco, poscia canale di comunicazione fra questo e quella.
* \llantodio. V. Allantide

r r. di vaso venoso o arterioso del! allantide,


o di liquido contenuto

scorrono saltando.
* Allocrpo - da xxcc ll-os altro, diverso e xaptt? karp-s frutto
- gen. di p. d., fam. composte; i
cui semi del raggio sono cuneiformi,
schiacciati e senza pennacchio, mentre quelli del disco

sono cilindrici

e con pennacchio.

1 quella cavit.

Allantona. V. Allantide- so- * Allcero - da aXXo? ll-os altro,


fanza neutra che esiste nel liquido diverso e aapae. kr-as corno - gen.
a-'antoico della vacca.

Allantopdio -

da xxc, x-

budello e
ws, irc^o'c pus, yo-s piede - gen.
fam. felci; il cui frutto
<li p. a.
consiste in una capsula allungata
a guisa di budello.
1/toc

all-s,

allnt-os

d'ins.
i

cui

col. pent.,

fam. lungicorni;

maschi hanno

le

antenne com-

poste di articoli cilindrici e allungati,

mentre

le

femmine

le

di articoli corti e dentellati a

* Allocrote - da xxoc

hanno
sega.

ll-os

al-

diverso e xp* chr- a colore min.; variet di granato compatto,

tro,

* Allantot x ico. Allant x ICQ


- da xxc. aXXttvTGe all-s. allnt-os che non differisce dal granato mebadello e tgj-ixcv toxik-n tossico - lanite quasi in altro che nel colore.
veleno che si sviluppa nelle salsicce
in ogni altra specie di salumi cortempo.

colti dal

Allodapo - da xxc&xrc allodap-s straniero - m. gen. di p. d.,


fam. epacridee; il solo genere d

ALL
questa famglia che
1

America

gli altri

si

antartica,

mentre

tutti

abitano l'Australia.

* llfano - da aXXc;

una parola invece

Allmeno -

di un'altra.

da aXXc[iai ll-ome

salto - m. gen. d'ins. col. pent.,


fam. alopiani; che vanno saltando.
2 m. Gen. d'ins. col. eter., fam. stenelitri ; che saltellano.
AlLOMORFA - da aXXc; ll-os altro e p.cf*<pr morf 'forma - cangia-

mento

di

forma,

*Allsoro -

da xxc? ll-os altra


e owp? sor-s cumulo - gen. di p.

fam. felci pteridi; in cui i sorr


o gruppi di capsule sono distinti in-

a.,

ll-os altro

e ^atvcjiai fn-ome apparisco - min.


allumina idrata silicifera, che apparisce bianca quando pura, e si
colora altrimenti quando mista
ad altre sostanze.
Allolala - da aXXoc ll-os altro e XaXw lal- parlo - vizio della
favella, che consiste nel pronunciare

ALL

29

trovato nel-

di aspetto.

vece di formare una linea continua

come nelle altre pteridi.


Alltria - da xxoTpto;

e delle ali.

*Allotriocheza - da xxcTptt
yjdXp chz-o caco
- evacuazione da parte insolita o
per un'apertura artificiale. 2 Evacuazione di sostanze eterogenee per
alltr-ios diverso e

secesso.

* Allotriofaga - da xXoTptcs alstrano e cpa-yw fg-o


mangio -depravazione dell'appetito,
che porta a mangiare materie non
ltr-ios diverso,

* Allomorfte. V. Allomrfo min., variet di solfato di barite ;


cos detta perch la presenza del
solfato di calce ne altera talvolta la

alimentari.

forma

costumi

primitiva.

Allomrfo. Y.Allomorfta-clie
cangia forma, aspetto.
* Allopata - da xxg? ll-os altro e &<; pth-os malattia - metodo di trattamento in cui si fa uso
di medicamenti la cui azione sull'uomo sano produce fenomeni morbidi diversi da quelli che si osservano nel malato.
* Alloptico. \ Allopata - pro.

prio dell'allopatia.

2 Ep.

di

medico

che tratta i suoi malati coll'allopatia.


* Allporo - da SXXcs ll-os altro
e iropcc pr-os poro - gen. di poi.
entozoarri

tr.

fitocoralli

distinti

dai generi affini per la diversa strut-

tura del polipdjo.

* Allpteri - da aXXc?
e wrepv j)ter-n
feriori dei pesci

ll-os altro

ala - pinne inche variano di po-

alltr-ios

diverso - m. gen. d'ins. imen., fam.


; distinti dai generi affini per
la forma delle antenne, dello scudo
cinifii

*Allotrionoma - da xx&Tpic?
diverso e vo^.c? nm-oslegge - abitudine d'imitare leggi,
alltr-ios

di popoli stranieri.

* Allotriotoca. V. Allotritocodi partorire in modo diverso


dall'ordinario o un feto abnorme.
* Allotritoco - da xxoTptcs alltr-ios diverso ,
strano e tc'xc;
tk-os parto - parto venuto alla
luce in modo diverso dall'ordinario.
2 Parto di un feto abnorme, p. e.
atto

una mola.
*Allotriura - da

di

xxoTptcs al-

urina
una parte di-

ltr-ios diverso e cupe? r-os

- uscita

dell'urina per

versa dalla consueta.


ALL0TRIS10 - da XXorpic; alltr-ios diverso e cuoia us-a sostanza
- che ha sostanza differente.
Allotropa- da xx&; ll-os altro
e Tpo'-rrc; trp-os modo - cambia<

mento

di propriet fisiche o

di alcuni corpi

secondo

presentano,

sizione, ora jugulari, ora toraciche,

cui

si

ora abdominali, e che ora mancano.

gli

atomi che

li

la

chimiche

lo stato sotto

disposizione de-

compongono.

ALL

30

Alltropo. V. Allotropia - m.

ALO

* Alfilo - da

ab.;, <xx;

ls, al-s

amico - sp. di
chimiche differenti secondo lo p. m., fam. iridee, gen. iride; che
stato sotto cui si presenta, la dis- amano le rive delle paludi. 2 Gen.
posizione degli atomi che lo com- di p. d., fam. podostomee; che si
pongono (p. e. il carbone e il dia- trovano sui lidi del Madagascar.
mante).
fam. casuarinee;
3 Gen. di p. d
ep. di corpo che ha propriet fisiche

mare

tpiXo; fil-os

* Almagesto - vocab. ibr. dall'ar- he fanno in luoghi a mare.


arabo al il e f^iffrc? mgi jr 5L * Alogerm Afrodisia - da xc-j-cv
st-os massimo - raccolta di osser- log-on bruto e pp.appc^rta ermavazioni astronomiche e di problemi frodisia - ermafrodisia dei bruti.
geometrici fatta da Tolomeo quasi
Alogtone - da <2x;, x? ls,
ticolo

massimo
cos detto per la al-s mare e ^etrwv get-on, gt-on
grande stima che ne facevano gli vicino - gen. di p. d., fam. atriArabi. 2 Raccolta simile a quella plicee salsolee; che crescono in
libro

di Tolomeo.

*ALMATR0 - da

X|ia, aXjJuxTc;
lmat-os salto e cupa ur-
coda
sp. di mamm., gen. canguro, fam. marsupiali; che si ajutano colla coda per saltare.
* Albate - da aX;, a; ls, al-s
mare e part bat-o vado, cammino
- gen. d'ins. em., fam. idrome-

lm-a,

vicinanza del mare.


Alogi - da priv. e Xo-yc; lg-os
verbo - eretici che negavano il Verbo, negavano la divinit di Cristo.
* Alogotrofa -da axofcv log-on

bruto (i priv. e Xo'-yo? ragione) e


Tfocpr trof- allevamento - allevamento di bestiame.
* Alogotrofa - da SXc^oc log-os
trici; che nuotano alla superficie irragionevole, anormale [ priv. e
ilei mare.
Xo-fcs lg-os ragione) e Tpc<p7i trof-
Alocnemo - da atx?, x; als, nutrizione - sviluppo anormale di
al-s mare e xvn^vi knm-e gamba, qualche parte del corpo, che ne alfg. gambo- gen. di p. d., fam. a- tera le proporzioni , le forme.
tnplicee; che si trovano sulle rive
Alide - da x$, x ls, al-s
del Mar Caspio, e il cui gambo
spesso immerso nell'acqua.

sale e tifos id-os, id-os forma, somiglianza - sostanza che non


* Alodndro - da aX?, xc ls, vero sale nel senso chimico , ma
al-s mare e Jevfycv dndr-on al- ne ha alcune delle qualit.
Alona. V. Aloe - sin. i Abebero - gen. di p. d., fam. verbenacee che nascono in Siberia in ter- tina.
*Aloine. V. Aloe.
reni salmastri.
Aloe - da xovi al-e aloe - gen. * Alomnte. V. Alomanza - che
di p. m., fam. liliacee, tr. aloinee. esercita l'alomanzia.
2 Succo amarissimo che si estrae * Alomanza - da x? , x? als
l-s sale e (i-avrela divinazione da quelle piante.
* Alotico. V. Aloe - che con- divinazione per mezzo del sale.
tiene aloe. 2 Ep. di acido formato
Alome. V. Almia.
* Almia - da priv. e xfi lm-a
fier reazione dell'acido nitrico sul'aloe soccotrino.
frangia - gen. di p. d., fam. sinan*Aloetna. V. Aloe
principio teree, tr. eupatonee alomee; i cui
amaro, resina che si estrae dal- semi sono forniti di una specie di
;

'aloe; sin. di alona.

frangia.

ALO

31

ALT

* Altrico - da aX, ax; ls, al-i


da aXc, aX; ls, al-s
more e pia my-ia mosca - gen. sale e dp \hr\x pelo, capello - min.,
d'ins. imen., fam. icneumonii ; che variet di allume, formata di lunghi
* Alomia -

mosche

somigliano alle

si

tro-

fili

cer-

schetto e

paralleli.

* Alsevosma - da Xoo;

vano sulle rive del mare.

Alne - da x<o l-os disco,

eca|i.ia

ls-os bo-

euosm-a, evosm-ia

- aureola circolare, multi-

fragranza (e eu, ev buono, bene


colore, che sembra cingere un astro e o(i.7i osm- odore) - gen. di p. d.
veduto attraverso di un'aria pregna fam. caprifoliacee ; arboscelli che
chio ecc.

portano

di vapori.

Alopeca - da

alp-ex

ikvytrrfc

volpe - difetto naturale, ovvero sintomo o conseguenza di malattia;

fiori

molto odorosi e for-

mano dei boschi alla Nuova Zelanda.


Alsdio - da Xatfocv alsd-ion,

volpe, che pure

di aXcc; ls-os bosco-m. gen. di


a., fam. fcee floridee; la cui
fronda filiforme suddivisa in rami.
Alsna - da x<rc<; ls-os bosco m. gen. di p. d., fam. cariofillee,

fatto

tr.

per cui, cadendo qua e l

capelli

o in parte imbiancando, la testa apparisce chiazzata

come

la pelle della

va soggetta a cosifspelamento o imbiancamento.


* Alopcico. V. Alopeca - ep. di
malattia che produce o accompagna
l'alopecia. 2 Ep. di piastra cutanea

Alopecio - da xwrr^ alp-ex


volpe - ro. gen. di pesci, fam. squali.
2 a. Pesce di gen. incerto, che (dicesi) ha sapore simile a quello della
volpe.

* Alopcuro - da xm

aljv-ex

volpe e cupa ur- coda - gen.

di p.

m., fam. graminee; che hanno fiori


glume allungate,

a spighe dense, a

disposti a foggia di coda di volpe.

pex volpe,

da Xw-rcnS alo-

cupa ur- coda e elfo;

id-os, id-os forma, somiglianza sp. di p. d., fam. leguminose, gen.


astragalo; a spighe ovali, setolose,
somiglianti a coda di volpe.
* Alorragea - da <xX;, xc ls,
al-s mare e pi-, p\ry; rx, rag-s
acino d'uva - gen. di p. d., fam.
ilorragee; che hanno semi simili
ad acini d'uva ed abitano a mare.
* Alorrage. V. Alorragea.
* Alotecna - da X; X; ls
al-s sale e -nyyn tchn-e arte - ramo
della chimica ; che tratta della pre,

parazione dei

sali.

p.

alsinee

che nascono nei boschi.

* Alsinee. V. Alsna.
*Alsinlla. V. Alsna - gen.
p. d.,

fam. cariofillee,

tr.

di

alsinee;

simile all'alsina.

spelata per alopecia.

* Alopecuride -

dim.

Alsde - da
m. gen.

Xoc; ls-os bosco -

fam. violane,

tr.

amano l'ombra

dei

di p. d.,

alsodinee

che

boschi.

* Alsodinee. V. Alsde.
* Alsfila - da SXoo; lsos bosco
e 91X0; fl-os amico - gen. di p.
a, fam. felci; arborescenti, che si
trovano nei boschi delle regioni intertropicali.

Alta - da

x8co lth-o

sano -

gen. di p. d., fam. malvacee; cos


dette per l'uso benefico che se ne

medicina.
* Alternantra - vocab. ibr. da
a 1 te r n-o e avdnp anther- * antera
- gen. di p. d., fam. amarantacee ; cos dette perch hanno gli
stami alternativamente anterifer

fa in

ananter.

Altica - da XTMcs altik-s atto


al salto, agile - m. gen. d'ins. col.
tetr.,

fam. crisomelini; agilissimi

al salto; volg.

pulci di giardino.

*Altcopo - da Xnx; altik-s


atto a saltare e ieri; pus piede -

ALV
(pn. d'in?
ionidi

che hanno

molto proprii

32

fam. curcu-

tetr.,

col.

piedi posteriori

al salto.

Alvelito -

vocab. ibr. da alpietra - gen. di


fam. millepori ; masse
pietrose, ramose, formate di strati
di cellule alveolari prismatiche.

veo

lth-os

Xiflo;

poi. foss.

AMA

Amano, monte

della

Cappadocia -

gen. di p. a., fam. funghi agarici;


che abbondano sull'Amano.
*Amanitna. V. Amanite - sostanza tossica che si estrae da alcune
specie di agarico.

AmAraco - da uopajcov amrak-on - gen. di p. d., tara, labiate;

AMADRADE-da

volg. maggiorana.
Amaracino. V. Amraco - ep.
Amadryd-os
Amadriade, ninfa boschereccia che di unguento in cui entra magnasceva e moriva con una quercia giorana.
che aveva in cura (pa ama insieme
Amarantcee. V. Amaranto.
e p>{ drys quercia) - m. sp. di
Amarantina. V. Amaranto - m.
mamm. primati, fam. scimie. 2m. sp. di p. d., fam. amarantcee; si

3pooc

Sp.

di

'Apo$pu<;, Apia-

Amadry-s,

rett

gen. colubro.

ofidii,

mili all'amaranto.

Amaranto - da priv. e popawu


3 m. Gen. d'ins. lepid., fam. diurni.
A m Gen. di p. d., fam. renuncu- marn-o appassisco - gen. di p. d.,
lacee anemonee; che abitano bo- fam. amarantcee; i cui fiori conschi montuosi.

servano

* AMALLCERO - da priv., fiaXX;


mall-s lana e pa; kr-as corno -

schezza.

gen. d'ins. col. tetr., fam. lungicorni ; che non hanno corna pelose
come i generi affini.
* Amallpodo - da priv., p.aXXc mall-s lana e irc?, rccSo; pus,
o-s piemie

J m.

- gen.

lungicorni

d'ins. col. tetr.,

da altri genon hanno spaz-

distinti

neri affini, perch


zole ai tarsi.

Amalo - da pax; amal-s molle


- m. gen. d'ins. col. tetr , fam.
curculionidi; che sono pelosi.
Amalto - da (xaX8ew amalthu-o abbondo, arricchisco - ep. di
corno o braccio

di fiume,

per allu-

sione alla fecondit dei terreni di


alluvione.

2 Ep.

di corno, detto

pure

cornucopia o corno di abbondanza,


che si poneva in mano a Pane; personificazione della natura.

Nome

della capra

e di una figlia di

che

un

(gen.

allatt

f.)

Giove

re di Creta che

ebbe cura di esso. 6 m. (gen. f.)


Unione di molte achene in un calice persistente.

Amanite

- da 'A^av? Aman-s

lungo bellezza e fre-

Amarno

- da priv. e (jLopaiw*
marn-o appassisco - gen. di p. d.,
fam. leguminose; i cui fiori hanno
petali persistenti.

Amaria -da papa amr-a cacanale - gen. di p. d.. fam.


leguminose; i cui fiori hanno petali
solcati dalla base alla cima.
AMARLLIDE - da 'A|j.apuXXi; Amaryll-s Amarillide, pastorella cantata dai poeti-m. gen. di p. m., fam.
amarillidee; che hanno fiori grandi
vit,

e di sfoggiati colori.

Amarillidee. V. Amarillide.
*Amarocrpo - da ^pa amr-a
cavit,

canale

xopr?

karp-s

frutto -gen. dip. d., fam.rubiacee;

che hanno

nuculi del frutto solcati.

Amassbii - da
carro e

S^a

pio? b-os vita

madi che vivano sui

max-a

- popoli no-

carri,

come

gli

Sciti.

AmASTOZI -

da priv., pacro-

mast-s mammella e ov z-on animale - gruppo del regno animale


che comprende gli animali vertebrati
senza mammelle.

AMA
Amatte - da

5|/.aflc

33

AMB

an- su e pXe'uua blmm-a sguardo


-gen. di moli., fam. pediferi; la

math-os

- m.gcn. d'ins. lefam. notturni; le cui crisalidi

polvere, sabbia

cui cerniera guarda in su.


nude sulla terra.
Ambla - da ux; ambl-ys ot~
Gen. d'ins. lepid., farn. crepu- tuso-m. gen. di p. a., fam. felci;
scolari; che fanno le loro uova sulla le cui nervature si anastomizzano
sabbia. 3m. Gen. d'ins. col. pent., in forma d'arco.
* Amblicrpo - da ^Sx; ambl-ys
fam. carabici; che si trovano nelle
tabbie dell'Egitto.
ottuso e xof^; karp-s frutto - gen.
Amato - da ajt8c; malh-os /Mo- di p. d., fam. composte; che hanno
vere, sabbia - m. gen. d'ins. ne- achene ottuse.
vropt., fam. friganii; che abitano
*Amblicfalo - da p.xc amluoghi sabbiosi.
bl-ys ottuso e xCpaXin kefal- testa Amatde - da ap.a6c<; malh-os gen. di rett. ofidii , fam. colubri ;
polvere, sabbia e elSo; id-os, d-os che hanno testa grossa, ottusa.
* Ambuchlia - da f*.6x{ amforma, somiglianza - m. gen. d'ins.
col. eter., fam. melasomi ; di color bl-ys ottuso e yvXoi chil-os, chil-os
bruno come sabbia.
labbro -gen. d'ins. col. pent., fam.
Amaurosi - da int. e papcc carabici che hanno il margine del
mur-os nero - indebolimento o labbro curvo, mentre diritto in
perdita totale della vista per ane- generi affini.
* Amblignto - daj/.6x; ambl-ys
stesia o parali sia della retina o del
nervo ottico o della parte del cervello ottuso e pocOo; gnlh-os mascella" pid.,

sogliono giacere

!!si

destinala a percepire le sensazioni


luminose, o per lesione d'organi
estranei all'organo della visione e
simpalici con esso.

Amaurtico.

Amaurosi -eh'

V.

proprio dell'amaurosi; che

si

rife-

risce all'amaurosi.

Amzoni - da
(4 priv. e zendo

maz' uomo;

lat.

gen. dins. col. pent., fam. carabici

che hanno mandibole qua-

drate, arcate, ottuse.

Amclgona. V. Amblgono - m.
gen. di p. d., fam. poligonie; la cui
achena depressa e ottusa agii
orli.

Amaz-n * Ambligonte. V. Amblgono mas'ya, illirico min., variet di fosfato d'allumina,


mas maschio) - in piccole masse cristalline prisma-

'Ap.afr>v

guerriere di Scizia, Licia ed altri


paesi; che stavano sole , senza uomini.
* Ambgeno - vocab. ibr. da a b
e -revc; gn-os genere, generazione
- ep. d'inviluppo fiorale, la cui parte
esterna quanto ai colori arieggia a

tiche ad angoli molto ottusi.

calice, e l'interna invece a corolla.

d-os scaglia - gen. di p. d., fam.


composte; che hanno le scaglie in-

Amblachenio - da &(i6>.i; ambl-ys ottuso e * xaivt&v ackn-ion,


dim.

di vat'vr. achn-e

achena-sy.

Amblgono, AMBLiGNio-da ux; ambl-ys ottuso e "ywvia gon-ia

angolo - che ha angoli ottusi

p. .

ep. di ristallo.

AMBLiLHDE-da [ix ambl-vs

Ottuso e Xeir;, Xeiuo; leps

lepi-

terne tondeggianti, molto ottuse.


* Amblmero - da p.Gx ambl-ys

di p. d., lam. bittneree, gen. achi-

ottuso e p.p; mer-s coscia - gen.

rofora; che hanno frutta ottuse o

d'ins.

brevemente

hanno le cosce grosse, tondeggianti.


Amblntico - da ipSi/n* am-

rostrate.

Amdlf.mma - da
3

Canini,

u.
Di'*.

aro per va
Ettmot

imen.

fam.

calcidii;

che

34

A1B

blyn-o ottundo - che ottunde, che


indebolisce, p. e. la vista.

* Ambliodnte - da jxGxc

am-

bl-vs ottuso e ^&;, ^oVro; ods

dente - gen. di pesci


abdom. ; con denti ottusi. 2 Gen. di
p. a., fam. muschi; il cui pericarpio guernito di denti ottusi.
AmblOP E - da u.6 xg ambl-ys
ottuso e ii^ _ pps occhio -_che ha
vista debole ; che soffre di ambliopia. 2 ro. Gen. di pesci, fam. go-

atto di abortire.

Amblsimo. V. Amblma- abor-

odnt-os

bioidi

appena

cui occhi

sono piccolissimi,

V.

Amhlinflfi

- in-

debolimento, debolezza della vista,


o senza alterazione dell'organo o
per malattia di una parte di esso.
2 ro. Antaurosi incipiente, al primo
grado ; detta pure amaurost amlliopica.
si

die ha

tivo,

la propriet di

far a-

bortire.

Ambne -

da a^&ov mb-on {u.


per v an sopra e (3at'va bn-o
vado) tribuna nelle antiche chiese,
al disopra o a sinistra dell'entrata

del coro, ove si leggeva l'evangelio

il

vescovo predicava.

Ambrsia - da ^pocic; ambr-

visibili.

AlHBLlOPiA.

AMB

Amblope. V. Amblope.
Amblopia. V. Ambliopia.
Amblosi. V. Amblma - aborto ;

Amblipico. V. Amblope - che


riferisce a un ambliope, all'am-

Itiiopia.

Amblptero - da

fi.6).?

ambl-ys

ottuso e irrefv pter-n ala - gen.

fam. lepidoidi ; che hanno le pinne ottuse.


* Amblirrnfo - da u.6x<; ambl-ys
ottuso e pap.<po; rmf-os becco - gen.
d'ucc. , fam. trupiali; distinti dai
generi affini, per la forma del becco
che conico, ottuso all'estremit.
* Amblirrnco- da p.x; ambl-ys
ottuso e p^xo; rynch-os muso - gen.
di rett., fam. iguanii pleurodonti;
distinti da muso corto e rotondo.
*Amblisprma - da u.x? ambl-ys ottuso e ara'paa sprm-a seme
- gen. di p. d., fam. sinanteree;
distinte da acbene molto ottuse.
*MBLiRO-da fj.6x>c ambl-ys
ottuso e cupa ur- coda - gen. di
pesci foss. ganoidi, fam. lepidoidi ;
distinti da una pinna caudale larga
e mozza.
Ahblma - da uSxo ambl-o
abortisco - aborto: feto abortivo.
di pesci foss. ganoidi

perPpwaxw,
con-

s-ios incorruttibile, delizioso,


fetto ( priv.,
|3tpw(r>ca>

p per v

euf. e

br-(>sk-o, bibr-sk-o

sumo) - cibo degli Dei, incorrutdelizioso. 2 a. Sp. di p.


fam. artemisie che hanno odore
soavissimo. 3. m. Gen. di p. d.,
fam. composte, tr. ambrosiee ; che
stropicciate mandano un grato olezzo. 4 m. Gen. di p. d., fam. chenopodee ; che hanno soave odor
d'ambra, e con cui si fa per infusione una grata bevanda; volg. erba
del Messico, t del Messico.
tibile,

d.,

Se

si

accetta

come

poaia ambros-a

radicale di pambrosia quello

consumo
consumare;

del verbo pccxco br-sk-o

(radice sanskrita

br,

onde Ppor; brot-s mortale ecc.) ;


si pu congetturare che il p. (p. am
per v an) non sia eufonico, ma
parte integrante della particella negativa (radice sanskrita a un, un
privare; affine a vs'w, tvs'w an-o,
n-o evacuo, euvi? un-is privo aggettivo , oveu n-eu senza ecc.) Altra etimologia di p.poaa

ambro-

il vocab. sanskrito amrit-am,


che ha appunto il medesimo senso
(radice m r, distruggere; onde p.&pc<;
mr-os fato, morte ecc.); nel qual
caso il <o sarebbe eufonico.
* Ambrosiee. V. Ambriia.
AMBROSIIDE - da (xpca(a aro-

sia

35

AME

bros a ambrosia e e!o; id-os, d-os

AMI

mtr-on misura - smoderatezza*

m. sin. di am- sproporzione.


Amtro. V. Ametra - smodeAmeltna - corpo rato; sproporzionato. 2 Contrario
che si ottiene dal melano trattato di ritmico; prosaico.
* AMETROEMA - da auerpo; mecoll'acido solforico o col nitrico.
* Amelna - da int. e piXav m- tr-os ametro e afu* m-a sangue lan melano - corpo che si ottiene uscita eccessiva di sangue.
dal melano trattato coll'acido cloAmia - da aua m-a insieme e
specie, somiglianza -

brosia n i; t del Messico.

Amlide.

V.

ridrico.

*Amena. V. Amenorra.

Amenorra
mn mese

- da priv., f*r,v
e pec* r-o scorro - man-

TrifM -emi vado - gen. di pesci, fam.


palamide ; cosi detti perch vanno
insieme a frotte. 2 m. Gen. di pesci,
fam. clupei; idem.
* Amiantinte. V. Amianto -min.

canza di mestrui; detta pure amenta.


Amermno - da priv. e pipi ava simile all'amianto; silicato di mamrimn-a cura - m. gen. di p. d., gnesia e calce.
fam. papilionacee ; che prosperano
Amiantno. V. Amianto - ep. di
tela, carta, ecc. fatti di amianto.
senza cultura.
Amianto - Ha l priv ,,'>,,
Ametamrfo - da priv. e {" i-o tinao. lordo - min. silicato
Ta(wjp^pc<a
metamorf-o trasformo
- che non subisce metamorfosi f,i magnesia e di ferro idrato, con>
:

2 Animale

articolato,

p.

e.

cro-

staceo, aracnide; che non ha metamorfosi.


Ametiso. V. Amettsto - m. gen.

posto di filamenti flessibili, di cui


antichi facevano tela per varii
usi; cos detto perch il fuoco ordinario non lo tinge, non lo con-

gli

suma, anzi lo pulisce.


* Amiantide - da uiavrov araian
t-on amianto e stSo? id-os, id-os
Ametista. V. Amettsto - min., forma, somiglianza - min. variet
pietra preziosa, allumina pura ; cos di actinoto; in filamenti simili a

d'ins. dipt., fam. atericeri; il cui


colore simile a quello dell'ametista.

detta perch gli antichi credevano


che portandola addosso preservasse

dairubbriachezza;o piuttosto perch


suo colore come di vino misto
d'acqua, che non ubbriaca.
*Ametista. V. Ametista - gen.
di p. d., fam. labiate; i cui fiori
il

sono di color violetto-vinoso.


Ametistico. V. Ametista colore ametista, violetto.

di

quelli dell'amianto.

AMBA-da
b-o

ituiZt amib-o, am-

cangio - gen.

d'infus.

fam.

protei; cos detti perch cangiano

ogni

momento

di

forma, ora con-

traendosi, ora protendendosi.

* Amctero - da priv. e fi.uxnr,p


myktr naso, rostro -m. gen d'ins.
col. tetr. , fam. curculionidi
che
;

hanno rostro cortissimo.

da priv. e ueOw
*Amidlico. V. A m ido -prepatneth-yo ubbriaco - preservativo o razione farmaceutica in cui entra
antidoto contro l'ubbriachezza ; che dell'amido.
la previene o che la dissipa.
Amido - da priv. e auXog myAmtodo, * Amftodico - da 1-os mulino - sostanza granosa,
priv. e ju'Oe^oc mthod-os metodo - bianca, che si trae dal frumento e
che non ha metodo.
da un gran numero di altri vegetali
Ametra - da priv. e otpcv macerati nell'acqua, indi seccali al

Ametsto

36

AMI

come

iole;

preparata

dire farina

senza molino, senza che


macinato.

il

dl-e

ottiene trattando la pasta di

grano sia

si

man-

amare roll'alcool.
Amigdalno da p.uf*Xr amygdl-e mandorl a - fatto di mandorle,
dorle

Amielencefala (/.jtX;,

da . priv.,
myel-s midolla e -p<paXc;

enkfal-os rervello -

AMI

mandorla - m. corpo cbe

mancanza

estratto dalle mandorle, p. e. olio.

si-

della midolla spinale e 2 m. In cui misto olio di mandorle;


un feto mostruoso. p e. sapone.
* Amigdalte -dapu-^xai amyg* Amiela - da priv. e jja; myel-s midolla - mancanza della mi- dl-e amigdale - infiammazione alle
amigdale
o tonsille; sin. di angina
in
un
feto
mostruoso
spinale
dolla
* Amielonerva - da priv., |aw- tonsillare, esquinaniia. 2 Sin. di
x; myel-s midolla e vipov nur-on amigdalide.
higdalo - V. Amigdala - gen.
nervo - difetto di azione, paralisia
di p d., fam. rosacee, tr. amigdadella midolla spinosa.
* Amielotrofa - da priv.. jjiut- le; vnlg. mandorlo
* Amigdalide - da iwrfSdkn ax; myel-s midolla e togati trof-
nutrizione - atrofia della midolla mygdl-e mandorla e eic? id-os,
specie, somiglianza - roccia
id-os
somale.
Amigdala -iAu^ecXti amygdle a base di basalto; in cui sono

multanea

del cervello in
J

mandorla

((j.f$aXov

disseminati nocciuoli, di forma pi


o meno simili a mandorle , di vaminerali , come agate , calce-

mandorlo)

corrisponde al persiano maghzdr


che contiene una cosa molle, oleosa,
della polpa, una mandorla. Il pers.

rii

donie, ecc

mung'

significa mandorla (tolta


n esent.^ mug'). A-maghz dar
Amugdal (dar
=:A-mug'-dr
=skt. dhara; dhar contenere).
Mugli z, mug' si riferiscono a ra-

dici

che

significano

grasso, oleoso -

esser

della faccia inferiore del cervello

che ha forma di mandorla. 2 m.


(plur.) due corpi situati sull'istmo
della faringe,

a destra e a sinistra
che per la
;

della base della lingua

loro

forma e per

la loro superfcie

ineguale e come foracchiata somigliano a mandorle ; sin di tonsille.

- da apwXo; myl-os
della natura dell'amido,

che ne racchiude.

Amilo -da

p.uXo;

V. - m. radicale

molle,

protuberanza

Amilceo
amido - eh'

serie

di

amyl-os amido,

ipotetico di

composti,

il

2 Sin. di

idrato Folio di patate.

amido o farina amilacea.

Amilide
amido e

i5"o;

- da

una

cui ossido

S|.uXg;

myl-os

id-os, d-os specie,

somiglianza - sostanza simile all'amido, estratta dal tamarindo o


da altre piante,
Ammone - da f/.up*w amym-on
elegante, perfetto ( priv. e fxp^c,

aporfltakla, amyg- eolicamente per p-t^oc mm-os dimandorlo - m. tr. di p. d., fetto ecc.) - m. sp. di crost., fam.
fam. rosacee ; che comprende gli al- mnnocli, gen. ciclopi; di eleganti
beri a frutto libero , monospermo
forme e colori.
fra cui il mandorlo.
*Amiostena - da priv., p.u&
* Amigdlico - da jAu-Y&xXin amyg- my-on muscolo e rftvo; sthn-os
dl- mandorlo - ep. dell acido tratto forza - cessazione della contrazione

AMIGDALE-da

dal-a

dall'amigdalina.

Am'GDALna - da fxuv^aXr, amyg-

muscolare; paralisi.
* Amiridcee. V. Amtride.

37

AHI
* Amride

-dai

intens

myr-on balsamo - gen.

e pocv

di

p.

d.

fam. terebintacee, tr. amiridacee;


che forniscono il balsamo.
Amirna. V. Amride - materia
cristallizzabile, bianca che si trae
;

daila resina dell'amiride elemifora.

Amsto - da a

prv. e p-uorr;

my-

st-ee iniziato ai misteri (p my-o


chiudo, nascondo) - non inizialo ai

misteri

che non deve essere ini-

ziato; profano.

AMTTICO - da p.ucao , p^TTC)


amyss-o, amytt-o lacero - ep. di
rimedio corrosivo, scarificante.
Ammi - da api^t mmi - gen. di
p. d., fam. amminee.

Ammine.

V.

Ammte - da
-

Ammi.

afj-ac;

AMM

nose, gen. astragalo; che


vano in luoghi sabbiosi.

si

tro-

Ammodte - da ^c; mm-os


sabbia e Sfa dy-o penetro - sp. di
rett. ofidii, fam. vipere; che hanno
coda durissima e bifida e penetrano
nella sabbia. 2 w. Gen. di rett. ofidii. fam. colubri; che abitano luoghi sabbiosi. 3 m. Gen. di pesci,
fam. incerta; che, massime d'inverno, stanno entro la sabbia.
* Ammdromo - da 5(i.u.c; mm-os
sabbia e co^c? drm-os via, corso
- m. gen. d'ucc, fam. passeri coniroslri che corrono rapidamente per
i lidi del mare anche nottetempo.
*Ammfila - da (xu.c; mm-os
;

sabbia e

amico

epXc; fil-os

- gen.

mm-os arena di p. m., fam. graminacee; che ab2 m. Massa bondano sulle dune e sulle rive sab-

a. pietra arenaria.

di piccoli corpi rotondi, di natura

calcare, simili a piccoli semi

con-

crezioni globulose a strati concen-

biose del mare. 2 Gen. d'ins. imenopt., fam. scavatori; che depon-

gono

le

uova

nella sabbia.

Nome

trici.

specifico di molti insetti, che si tro-

- da i^cc, mm-os
sabbia e parso) bat-o vado -*gen.
di ofidii, fam. colubri ; che si trovano
in luoghi sabbiosi. 2 m. Gen. d'ins.
imenopt., fam. melliferi; idem.
* Ammbio - da ap.ao; mm-os sabbia e Ptoc b-os vita - gen. di p.
d., fam. composte; che abitano luoghi aridi e sabbiosi.
*Ammocte - da ^pac mm-os
sabbia e xctc; kit-os, kt-os sorta
di pesciolino - gen. di pesci, fam.
ciclostomii ; che dimorano nelle sabbie dei fiumi e dei ruscelli.
Ammocrso - da u^z; mm-os
sabbia e xpu*$ chrys-s oro - min.;
mica gialla, volg. oro di gatto o
polvere a"oro.
* Ammodndro - da {/.[e mm-os
sabbia e ivSpcv dndr-on albero gen. di p. d., fam. leguminose;
che abitano le steppe della Siberia.
* AMNDiA-da upu$y)fammd-es

vano

Ammbate

sabbioso - sp. di p. d., fam. legumi-

in luoghi sabbiosi.

* Ammogtone - da

S^o; mm-os

sabbia e *pnm git-on, gt-on vicino - gen. di p. d., fam. composte; che fanno vicino ai lidi del

mare.

Ammne
ti

massimo

gli

Egizii

- da

"Afjijjtav

Ammon

Iddio degli Etiopi, dedei

Libii

l'Altissimo

sublime, eccelso) raamm., fam. capre;


perch hanno grandi
corna, quasi a somiglianza di quelle
che porta in capo una delle forme
secondarie di Ammone, Amunknef, come simbolo del fallo, della
generazione.
Ammone. V. Ammonite - m.
(coptico

m. gen.
cos

amun
di

detti

gruppo

di moli,

cefalopodi foss.

conchiglie multivalvi, fra cui l'am-

monite.

Ammono. V. Ammonite - terreno secondario iu cui abbondasi


le ammoniti.

Amm

38

Ammonaca. V. Ammonaco corpo aeriforme

azoturo d'idro-

AMO

Amnesa - da
mns-is memoria -

{/.vrjatj

perdita

totale

priv.

acqua saturata di gas ammo- o diminuzione della memoria.


niaco); cos detta perch fu estratta
Amnesta. V. Amnista.
*Amnico. V. Amnio - che si
la prima volta dal sale ammoniaco.

geno

(o

rife-

una specie di gomma re- risce all'amnio.


Amnio - da pt'&v amn-ion - la
sina. V. Ammonaco.
* Ammoniacale. V. Ammonaci
pi interna delle membrane che in-

2 Ep.

di

ch' proprio dell'ammoniaca.

volgono

Ammonaco - da 'Ap.u*ma Ammonia, oasi della Libia, ora delta


oasi di Siu, celebre per il tempio

un liquido detto acqua deW amnio.


* Amnioclpsi - da u.v(ov amn-on

e l'oracolo di Ammone. 2 Sin. di


Libia e di Egitto superiore - sale for-

mato

dalla

niaca con

ch uno

combinazione dell'ammo-

un acido

cos detto per-

amnio

il

feto,

separata da esso per

e xXeVtw klpt-o sottraggo -

uscita

precoce

del

liquido

del-

l'animo.

* Amniomanza - da

p.vfcv

amnio e pxvrsx mant-ia,

amn-on
marit-ia

divinazione - divinazione della sorte


di ammoniaca, si preparava antica- propizia o avversa che avr un neomente ncll'Ammonia (sia nell'oasi, nato, per ispezione dell'amnio
Amniotico. V. Amnio -acido che
sia nell'Egitto superiore) calcinando
gli escrementi di camello.
2 Sin. si contiene nel liquore allantoico.
Amnista - da priv. e pac^ai
di ammoniacale. 3 Gomma resina
che si trae da una specie di ferula, mn-ome mi ricordo -a. oblio d'inpianta della Libia.
giurie e offese reciproche decretato
Ammnio. V. Ammonaca. - m. da Trasibulo in Atene, dopo aholita
gaz ammoniaco, pi un atomo d'i- la tirannide dei Trenta. 2 a. Perdono
drogeno, che ossidato diventa base dei delitti pubblici concesso dall'imperatore Aureliano. 3 m. Indulto
dei sali ammoniaci.
Ammonite - da v A(au.wv Amm-on accordato dall'imperante a rei di
Ammone - gcn. di moli, cefalo- Stato o carcerati o fuoruscili; abopodi, fam. ammonee; conchiglie lizione dei processi o remissione
fossili, che hanno forma di corna ;
delle condanne.
volg. corna a" Ammone.
*Amomee. V. Ammo.
* Ammontro - da
mm-os
Ammo. V. Cardammo - m.
sabbia e vtrpov ntr-on nitro - sab- gen. di p. m., fam. amomee; arobia mescolata con nitro per la fab- matiche.
bricazione del vetro.
Amomocrpo - da pwopov mo* Ammonocrato - da vA u.fMdv Ara- m-on amomo e stapp; karp-s frutto
mon Ammone e x-ioa.; kras corno - - frutlo foss.. che rassomiglia a
gen. di moli, cefalopodi foss.,fara. quello di alcune specie di amomo.
ammonee. V. Ammonite.
Amrfa. V. Amrfo - in. gen,
Ammotea - da 'Ap.u.o6Ea Amm- di p. d., fom. leguminose; la cui
th-ea Ammotea, nome di una Ne- corolla non ha altro pelalo che ne
reide ({/.[; mm-os sabbia e 6s stendardo senz'ale e carena. 2 m.
the dea) - m. gen d'ins. apt., fam. Larva d'insetto exapode.
aracnidi tracheari; che si trovano
Amorfa. V. Amrfa - infordi questi sali,

il

cloridrato

^^

jn lidi sabbiosi. 2 m. Gcn. di


fam. sarcoidei alcionii; idem.

poi.,

mit;

difformit.

2 Mancanza

di

lorme corporee (in Dio, negli Angeli).

39

AMO

t m.

Propriet di certi corpi di non

assumere forma
diventano

quando vigna - min.

cristallina

schistosa;

solidi.

* Amorfismo. V. Amrfo di

sin.

amorfia.

Amrfo -

da priv. e jxcpcpvi
morf- forma - informe, deforme.
2 Che non ha forme corporee. 3 m.
ep. di minerale die non ha forma
regolare, che non presenta nulla
di distinto nella sua struttura.
* Amorfcero - da p.&pa>o<; morf-os amorfo e xipa; kr-as corno gen d'ins. col. tetr., fam. curculionidi; che hanno antenne corte,
inserite in

mezzo

mororgano
della generazione - gen. di p. m.,
fam. aroidee; le cui antere hanno
forma irregolare e si aprono per due
pori alla loro sommit.
* Amorfpo - da au.&p'fc; morf-os
amorfo e wcc pus piede - gen d'ins.

amorfo

a^opcpc?

e aaXX; fall-s

ortopt., fam. acridii; le cui coscie

gambe sono difformi.


AMORFOZORII - da

af/.ep<po?

zor-ion

froolpiov

anima-

luccio - animali che non presentano traccia di apparecchio digestivo, nervoso e muscolare (spu-

gne

ecc.).

*Amplico. V. Ampelna acido che

si

ep. di

ottiene trattando col-

l'acido nitrico

prodotti della retti-

ficazione dell'olio di schisto.

Amplide - da
vigna - gen.
tenuirostri;

pwreXG? mpel-os
di ucc, fam. passeri
che frequentano i vi-

Ampelide, Ampeloide -

da

mpel-os vite e tlhq id-os specie, somiglianza -

5ttiTtXG$
,

fam. di

p. d.

il

cui tipo la vite.

Ampelna. V. Ampelte - m.
grasso che
di schisto

si

mpelos

delle sue specie, l'ampelite alluminifera, si usava dagli antichi nei vigneti per la propriet che le si attribuiva di distruggere gl'insetti.

AMPELODSMO - da
pel-os vigna e ^scia;

game

- gen. di p.

minee; che
legar le

viti

Sii/.Tzikcq mdesm-s le-

m., fam. gra-

usa in Sicilia por


{in dialetto siciliano

si

ligama).

*AMPELOGRAFA - da

5u.tteXc;

m-

pel-os vigna e ^paepr, graf- descri-

AMPELOLEUCE - da

viti.

au-TttXo:

m-

pel-os vigna e Xeu/.; leuk-s bianco

- gen. di p. d., fam. cucurbitacee


che hanno tralci simili a quelli della
vite e radici bianche.

*Ampelologa - da
pel-os vile e

Xo'-yo;

u.ttsXo?

m-

lg-os discorso -

trattato sulla coltivazione delle viti.

Ampelpraso - da
-gen.

af/.raXc?

m-

olio

ottiene trattando l'olio

con acido solforico con-

centrato e potassa caustica.

m., fam. asfodelee;


porro che nasce per le

di p.

sorta di

vigne.

* Ampelps: - da 5p.w eXo? mpel-os


vigna e tyi; ps-is vista, aspetto gen. di p. d., fam. sarmenlacee;
simili alla vite.

*Amplexiculelat.

amplexus

vocab. ibr. dai


abbraccio e*auxi;

kaul-s caule - ep. di foglie, peduncoli ecc., di piante, che si allargano


alla

base e abbracciano tutto o in

parte

il

An

gneti.

d-os

5u.iXo?

roccia di struttura
detta perch una

pel-os vigna e 7rpa<jov prs-on porro

morf-os e

cosi

zione - descrizione delle

al rostro.

* Amorfofllo - da

f-os

ANA

Ampelte - da

gambo.

v - come preposizione sidistribuzione in parli eguali; onde o intera o abbreviata


(a a) si usa nelle ricette per indicare
che tutti gl'ingredienti debbono entrare in eguale proporzione nel medicamento prescritto - Questa particella prefissa a nomi o a verbi
significa o ripetizione, (V. Anagnifica

40-

ANA

innalzamento (V. Anggei; o allontanamento, da (V.


Anacorta, Anacronismo)
o o
#tma di (V. Anacrdio) u a (V.
Anatma); o parit (V. ^na/o^ia)
o intensiva, corrispondendo quasi
a due intens. col v eufon. frapposto (V. Anagllide) ecc.
Anba - da va an sopra e
f>it b-o vado - m. gen. di pesci
acant., fara. faringeni; che (dicesi)
salgono su per gli alberi delle rive
baptisti); o

ANA

fam. passeri tenuirostri; simili agli


anabati.

Anabattisti. V. Anabaptsti.
v an in su e
bn-o vado - gen. di p. d.,
fam. euforbiacee ; che hanno stelo
arrampicante. 2 Gen. di p. a., fam.
licee; cos nominate perch le specie che crescono in fondo alle acque, si arrampicano ad altri vegetabili sommersi.
* Anbio - da va an di nuovo e
spine dell'o- Pie; b-osw/a-gen.d'ins.col pent.,
;

attaccandosi

per

le

*Anabena - da

Pativo

fam. serricorni;

percolo.

quali si appallot-

Anabaptsti - da v an di tolano e fauno il morto, poi si svolnuovo e ^airriCw bnptz-o battezzo gono e si rifanno vivi.
CCi>iiri C'oiui liiC iiuciticZia Anablpo - da va na in su e
vano in et adulta chi entrava nella (fri' blp-o vedo - m. gen. di peloro setta, sebbene gi battezzato da sci malacopterigi distinti da occhi
;

opinando doversi dare


battesimo solamente agli adulti
(Ariani, Novaziani, Donatisti, ecc..

altre sette;
il

2 S ettari i in Germania nel secolo


xvi, pi volte riformati; ora pi
conosciuti col nome di Mennoniti da Mennone loro riformatore;

sporgenti e incastonali in un'orbita,


la cui volta formala da un'escre-

scenza dell'osso frontale.


Anabrochsmo - da v an di
nuovo doppio e Pp&'xg? brch-os
nodo - maniera di strappare qualche
,

pelo di ciglio ritorto entro l'occhio,

idem. 3 Settarii in Inghilterra e


in America; detti pure Baptisti;
idem.
Anabasi. V. Anba - spedizione
militare da paesi a mare verso l'in-

o di attaccarlo esteriormente con


qualche empiastro, afferrandolo con
un nodo scorsojo formato da un

terno

ppwcic brs-iscorrtmotje-ro. corro-

p. e. la spedizione di Ciro

il

capello.

Anbrosi - da v an spra e

giovane contro suo fratello rta- sione, esulcerazione superficiale;


serse, dall'Asia minore verso il cen- effetto di un umore acre sopra una
tro dell'impero persiano. 2 m. Gen. parte solida o sopra una vena.
<li p. d.,
fam. chenopodee; il cui
Anabrtico. V. Anbrosi - m.
ciiiui iuue rivolto ali ins
mentre sostanza corrosiva, che consuma lp
quello delle piante affini oriz- superfcie con cui messa in
,

zontale.

contatto.

Anbatk - da v na sopra

*Anacmpila - da v an intens. e xafrrcuXGc kampyl-os curvo


fam. passeri tenuirostri, tr. anaba- - scaglia curva che si trova sopta
tici; poco atti al volo; che si ar- alcune piante agame.
rampicano su per gli alberi.
AnACAHPSERTE - da veutoiMrrto
Anabtici. V. Anbate.
anakmpt-o ritorco (v ana di
* Anabatide - da vaC-m; ana- nuovo, ri xfMrrw kmpt-o torco) a
bt-es an abate e t?$cc id-os, Id-os e pw<;, ?p>TC{ ros, rot-os amore forma, somiglianza - gen. d'ucc, gen. di p. d., fam. crassulaceefonico bat-o

vado - m. gen.

<T ucc,

ANA

--

ANA

cosi

nominate perch si favoleggiava che il toccarle facesse tornare


l'amore che si era convertito in

zione; ripetizione compendiosa che


fa un oratore di tutto quello che fu
detto da esso o anche dall'avver-

odio.

sario.

#.

Anacmpsi. V. Anacmplica gen di p. m., faro, orchidee;


che differiscono dagli aceri per due

xaiv?

foglioliue situale alla base del lab-

l'oratore fa vista di

brelto e ripiegate in su.

siglio agli avversarli o ai giudici.

ANACMPTICA - da

Anacnosi - da v an a e
ken-s comune - comunirettorica

xuxXo; kykl-os circolo - ep. di

'

ultimi,

ma disposte in

senso inverso.

Anclasi - da vaxxw anakl-o >


rifrango (v an ri e xXaw kl-o
-

figura rettorica, per cui ci

stica.

frango)

Anacmptico. V. Anacmplica
- atto a ritorcere, a riflettere (raggi
luminosi, onde sonore ecc.).
Anacmpto. V. Anacmplica -

ch' stato detto da altri

melodia discendente.
Anacantni. V. Anacnto.
Anacanto - da priv., v eufon.
axavfa. kanth-a spina - m. gen.
di pesci, fam. razze, tr. anacantini;
senza pungoli e natatoje dorsali e
caudali 2m. Gen. d'ins. col. tetr.,

per cui

domandar con-

Anacclico - da v an in e
componimento in versi, in cui le parole
dei due o tre primi si trovano negli

vajtu.7rrw

anakropt-o ritorco, rifletto (ava an


ri e xa{Mmi> kmpt-o torco) - scienza
che tratta della riflessione dei raggi luminosi; sin. di catttrica.
2 Scienza che tratta della riflessione
delle onde sonore; parte dell'acu-

figura

cazione;

si

prende

non in qitel senso, ma in contrario.


2 Piegatura, contorsione di una
giuntura verso

la

parte esterna.

ANACLSTlCA.

V.

Anclasi

parte dell'ottica che tratta della rifrazione dei raggi.

ANACLINPALA - da

vaxXEivw

anaklin-o, anakln-o piego, chino


(v an ri e xXeivw klin-o, kln-o

chino) eiTXYi pl-e palestra y lotta

tara, lungicorni; caratterizzati dalla

lotta;

mancanza di spine al corsaletto.


Anacardio - skt. vranakart,
vrana ferita e kart da kar fare

quando uno dei lottatori o entrambi


non erano pi ritti in piedi, ma chini,

(t/r spari)

-gen.

di p.d.,

fam. tere-

continuazione

della

lotta,

e toccavano colle ginocchia o con


altra parte del corpo la terra.

bintacee il cui fruito mangiato crudo


ulcera la bocca, la copre di afte.
Anacardte. V. Anacardio.
Anacatarsi - da v an su e

Anacollma - da v an intens.
e xoXXr.jAa kllem-a colla - medicamento glutinoso , conglutinante ;

purgazione - m.

Anacoluto. V. Anacoluzta forma di costrutto elliptica, in cui


omettesi una di due voci che si so-

adoperi; cthars-is

purgazione dello stomaco (per vomito, per emetico).


Anacatarsa V. Anacatarsi- m.
espettorazione di materia corrotta.
Amacatrtico. V. Anacatarsi
- rimedio che purga le stomaco (per
vomito).
NACEFALEOSI - da vaxi<paXta>
anakefal-o ricapitolo (da v an ri
e kmW kefal-e capo) - ricapitola.

manteca.

gliono per solito corrispondere.

ANACOLUZiA-da priv., v

eufon.

e xcXxudso) akolulh-o seguo - incoerenza delle parti di un discorso, per


eui quelle che seguono non corrispondono alle precedenti.

Anacorta - da vaxwpsw anachor-o cangio di luogo, o partendo

ANA

42

ANA

o tornando o ritirandomi (v an un verso la prima del verso seindietro e x^po; chr-os guente. 3 m. Ripetizione d'nccessfl
avanti
luogo) - che vive lontano dai luoghi di febbre intermittente.
Andosi - da vaiwai anadiabitati , in orazioni e digiuni; che
vaga per il deserto senza stanza domi distribuisco ( v an in e
,

tft>tu

fissa.

Anacortico. V. Anacorta proprio di anacoreta.

m. distribuzione dei
corpo nei

diff-

erenti vasi.

Anacrentica - da 'Avaxf*^
'AvaxpcWrc; A nakron A nakron t-os
Anacreonte

do) -

firincipii nutritivi del

componimento poetico

brioso, spontaneo, breve, leggero,

a imitazione di Anacreonte.
* Anacrentico. V. Anacreonte ch' proprio di Anacreonte o di ana-

creontica. 2 Verso composto di tre


piedi e mezzo, per lo pi spondei,
jambi e talvolta anapesti; cosi detto
perch le poesie di Anacreynte sono

per solito in cosifatti versi.


Anacronismo -da v an aranti,
indietro e xpovc? chrn-os tempo -

- da ava an su e
drm-os corso - m. rapido

ANDROMA
$pc'p.c;

trasporto di
inferiori

del

un umore
corpo

*Anafa - da
ayr, af- tatto

dalle parti

superiori.

alle

priv.,

eufon. e

- diminuzione o pri-

vazione assoluta del tatto.


Anfisi - da ivaepw anafy-o
cresco di nuovo (da v an dt
nuovo e <pw fy-o genero, cresco) ristaurazione di parti organiche per
forza vitale

(ossa,

tessuto

cellu-

va<c<im'c>

anafo-

lare ecc.).

Anafnesi - da

cambiamento di tempo ; trasporto n-o esclamo , vocifero ( v an


dauna sillaba ad un'altra. intens. e cwvr, fon- roce) - voci2 m. Erronea attribuzione di un av- ferazione; esercizio del petto e degli
venimento, di un'idea, di un si- organi fonetici per fortificarli.
stema ecc., ad un tempo non vero,
Anfora -da vacpe'po anafr-o ricio anteriore al tempo vero, o po- peto ecc. (v an t/t nuovo, su e <psp*>
steriore.
fr-o porto) - figura retorica, per
Anadma - da va^ew anad-o ri- cui si ripete pi volte una parola in
lego (v an intorno e 8t d-o una frase, in principio d'ogni mem-

a.

di quantit

lego) - nastro che cinge la testa, ordi donne e di uomini ; per


opposizione a diadema, ch'era segno di distinzione reale, religiosa

bro o in fine, ovvero senza astringersi a quest'ordine. 2 Vomito (specialmeute di sangue).


Anafrico. V. Anfora - ep. di

od onorifica.

costrutto in cui c' anafora.

namento

2 Me-

Anadiomne - da va^w anady-o dicamento che eccita il vomito.


sorgo (v an sopra e 5uw dy-o peAnagllide - da v an intens.
netro) - Venere che sorge dal mare.

e -yxxw ag.ll-o adorno - gen. di

2 m. Gen. di poi. flessibili; che


hanno nervature simmetriche, arti-

p. d.,

colate, eleganti.

lini rossi

Anadplosi - da va^nrXow anaraddoppio (v an ri e i-

dipl-o

wXo'c{ dipl-os

doppio)

- figura retto-

una parola si ripete pi


volte nello stesso periodo. 2 Figura

rica, per cui

rettorie, per cui l'ultima parola di

fm. primulacee, tr. anagalche producono graziosi fioreled azzurri.


*Anagallidee. V. Anagllide.
* ANAGALLIDISTRO - da va-YaXX;,

lidee

va-YaXXfSoi;

anagalls, anagalld-os

anagllide e crpcv str-on astro gen. di p. d., fam. primulacee; che


somigliano all'anagallide e hanno le

-43

ANA

divisioni della corolla in forma di

AN
2 Lettura ;

cedenti.

lezione.

bro ecclesiastico in cui

3m.

T f-

gall-is anagallide e tlos id-os, d-os

contengono
4m. Accurato esame del medico per cono-

forma, somiglianza - gen. di p.


fam. genzianee che somigliano

d.,

scere la natura delle malattie ed ap-

al-

filicare

stella.

* Anagallide - da faayxXkk ana-

si

le lezioni de'giorni festivi.

che comprende

rimedii;

a diagnosi, la prognosi, la terapeutica.


Anagnsta. V. Angnosi - a.

l'anagallide.

Anagnesi - da va^ewao anagenn-o rinenem (v an ri e fs'vva'w genn-o genero) - rigenera- schiavo

la cui funzione era di far la

padrone o cigli ospiti.


2 Recitatore pubblico ; chi recita in
lettura al suo

zione.

ANAGNiTA.V.^nogrnesi-min.

roccia la cui pasta scbistosa o petrosilicea racchiude frammenti di

teatro o nelle piazze pubbliche passi

roccie ignee ; terreno di transizione;


cos detto per opposizione a prtogina.
* Anagride - da v an in e -poo?
gyr-os giro - gen. di p. d., fam. le-

tura in chiesa; secondo degli ordini minori.


Anagnostrio. V. Angnosi -

guminose; che producono

consisteva nel leggere il testo degli


scrittori riveduto e corretto.

o altro oggetto scolpito in alto o in

basso rilievo. 2 m. Gen. d'ins. col.


tetr., fam. lungicorni; distinti da
una specie di rigonfiamento alla base
delle elitre e all'estremit delle coscie posteriori.

Anaglptica. V. Anglifa - arte


o in basso

rilievo.

Anaglptico. V. Anglifa - che

Angoge - da vp> ango

sacri.

Anagoga.

Angoge -

V.

stato

rapimento dell'anima
Dio, verso le cose di-

di estasi, di

verso

di

vine.

* Anagogicamente. V. Anaggico
in modo anagogico.
Anaggico. V. Angoge - ep. di

senso recondito, mistico dei

testi

sacri , d'interpretazione in questo


senso. 2 Proprio ad innalzar l'anim
a Dio, alle cose divine.

Akaggio.V Angoge-Aemoxie,
.

Angnosi - da vafivwaxw ana- terrene


ginsk-o riconosco, leggo (v an
di nuovo e ^ivcioxwginsk-o conosco)
- a. reminiscenza, per cui (secondo

mente imparando

ri

nalzo (v an su e yw ago con T


duco) -innalzamento dell'animo alle
cose divine. 2 Interpretazione mistica del senso recondito dei testi

genio, che trae la mente dalle cose

l'arte anagliptica.

Platone) la

(neo-ellenico)

ana-

va^iicpw

pure calamo scriptorio, perch ha


qualche rassomiglianza con una
penna da scrivere. 2 m. Gen. di p.
\, fate, composte; che hanno i
rami coperti di una sorta di lanugine glandolosa.
Anglifo. V. Anglifa - vaso

di scolpire in alto

Anagnstica. V. Angnosi parte della grammatica antica, che

glyf-o scolpisco (v an in e -yXuow


glyf o scolpisco) - m. porzione del
cervello che sembra scolpita; detta

concerne

luogo ove si legge


gabinetto di lettura.

baccelli

curvi.

Anglifa - da

3 Lettore della Santa Scrit-

di poeti.

si ri-

corda di cose conosciute in vite ante-

e l'innalza alle superiori,

alle spirituali.

Anagrafe

- da va^ayt* ana-

grf-o inscrivo (v an

grf-o scrivo)

cui sono inscritti

atto
i

m e -ypacyw

pubblico

nomi

in

di tutti gli

ANA
? bitanti di

un paese, con

dati sta-

AVA

per cui l'uomo debbe sopportar foril dolore, come non fosse.
*ANALGICO. V. Analgesia - rimr scemare o a togliere il

temente

tistici relativi.

Anagramma

- da v an contro,

in senso inverso e ??*[*[* grmm-a


lettera - trasposizione delle lettere

dio atto a

un nome in modo da formare una


nuova combinazione che abbia un

Anlisi - da voXw analy-o sciolgo (v an ine 'auo ly-o sciolgo)


- scomposizione di un tutto o reale
ipotetico nelle sue parti, procedendo dal molteplice al semplice,

dolore.

di

o in biasimo della
persona o della cosa espressa dal

significato in lode

nome medesimo. 2

Inversione delle
un verso

uno dei me
mente umana nello indala verit. 2 (nel seme
grammaticale ) Scomposizione di
Anagrammatsmo. V. Anagram- un discorso in frasi, di frasi in pama - anagramma, nel senso" n 1. role per indagarne rapporti; e di
AngRkmtSTA. V. Anagram- parole nei loro elementi radicali
ma - che si occupa di fare ana- suffissi ed affissi, con esercizii sulle
modificazioni di cui le medesime
grammi.
Anlcimo - da priv., v eufon. e sono suscettibili. 3 [nel senso matematico) Metodo di scomposizione,
i>.Ki alk- fona - m. min.; silicato
dall'effetto alla causa;

lettere o delle parole in

o in una

frase qualunque, dalla

prima

modo che

n'esca o
senso stesso o un altro senso.

.all'ultima, in

todi della

gare e scoprire

il

che procede dal cognito all'incognito; e specialmente deduzione di

idrato di allumina e di soda; cos


nominato per la sua debole virt
elettrica,

perch

difficilmente

tutte le

si

conseguenze

di

una propo-

sizione ipotetica, finch

elettrizza.

il

risulta-

Analcti - da vax-p analg-o mene ultimo ne dimostri la verit o


raccolgo, (va an intens. e Xp> la falsit. 4 (nel senso fisico-chimico)
lg-o raccolgo) - m. collezione di Indagine sui componenti i corpi, e
frammenti, di piccoli opuscoli.
sulle relazioni di quantit, forma e

ANALEMMA - da vaXafxgvw anatambn-o levo su, accumulo ecc. (v


an su e >.ap.vco lambn-o prendo)
- base; contrafforte; costruzione.
2 Piedestallo d'orologio solare ; orologio solare. 3 Proiezione ortografica della sfera, 1 occhio essendo
supposto a una distanza infinita ; per
sciogliere i problemi sull'altezza,
Tor e l'azimut di un astro, dato
uno di questi elementi.

v eufon.

e *xpariTcv alfbet-on alfabeto - illetterato; che

possibili.

5 (nel senso medico patolo-

Esame

gico)

di ciascun

sintomo di

una malattia, risalendo alle cause.


6 (nel senso anatomico) Separazione

un corpo organizzato per mezzi meccanici, fidelle parti costituenti


|

sici e
j

chimici. 7 (nel senso artistico)

Esame

speciale

un'opera d'arte,

di

ogni

parte di

sia letteraria, sia

grafica, sia architettonica;

Analtti. V. Analcti.
Analfabeta - da & priv.

meno

giacitura di essi e sui nuovi rapporti

elimi*

nando le parti secondarie, gli ornamenti ed artifizii, per risalire all'idea prima dell'opera, al pensiero

non conosce nem- creatore.

Analista. V. Anlisi -

l'alfabeto.

Analgesa - da
e x-fcc lg-os dolore
dolore, indolenza.

priv.,

eufon.

- mancanza

2 Dottriua

di

stoica,

litico,

perito

che usa il metodo anaspecialmente nel senso ma-

nell'analisi

tematico.

-45-

ANA

Analtica. V. Anlisi - scienza

2 Analitica trascen-

dell'analisi.

dente ;

il

risolvere le potenze del-

l'intelletto

per trovare

priori, che

principe a

hanno origine

nell'in-

AVa

Anandria. V. Anndro-m. gen.


di p. d.,

fam. composte;

fig.

Analtico. V. Anlisi - ch'


atto all'analisi; che impiega Tanalisi. 2 Cb' proprio dell'analisi.
Analizzare. V. Analisi - far

mancano completamente

Analoga - da v an eguale
Xrjc< lgos loyo, rapporto

glianza di due rapporti.

- egua-

Relazione,

somiglianza che

due o pi cose
hanno fra loro, sebbene differiscano
nel resto per qualit che loro sono
proprie.

Analogo. V. Analoga

- che ha
ha somiglianza con ogda cui per sotto altri aspetti

relazione,
getti,

cuifiorr

e vxp, vS'p; anr, andr-s uomo,


stame- m. ep. di fiore i cui stami

telletto.

l'analisi.

del raggio sono tutti femminei.


Anandro - da priv., v eufon.

trasformati in petali

o si sono*

(fiori

doppi).

2 ro. Ep. di piante che hanno solamente fiori femminei.


*Anantocclo - da priv., v eufon., v6c? nth-os fow e x*Xos ky-

kl-os circolo - gen. di p. d., fam.


sinanteree; che mancano del raggio
di fiori.

Anpale - da v an a guisa
e isxkn pl-e lotta - danza, per solito di fanciulli, in cui s'imitavano
le pose degli atleti nella lotta e in
altri esercizii

gimnastici.

Anapusi - da vewfauw anapu-o

riposo (va an ri e itauw pu-o


poso) - m. remissione della febbre.
fxrau; rans-is memoria - facolt
Anapstico. V. Anapsto - verso
di ricordarsi; memoria.
o carme composto di anapesti.
Anamnestco. V. Anamnesa Anapsto - da iva an indietro

differisce.

*Anamnesa

a.

che eccita

- da iva an ri e

la

memoria.

2m.

Se-

gno per conoscere una malattia;


fenomeno precedente ad essa. 3 m.
Rimedio o altro mezzo per restaurare la memoria indebolita o perduta.

AnamRFICO. V. Anamorfosi cristallo in cui la posizione del nucleo

come

mente

alla

rovesciata

relativa-

posizione naturale del

poliedro.

e 7mw po percuoto - piede composto di due brevi e una lunga; inverso del dactilo; quasi dactilo ripercosso, battuto in senso inverso.

2 Verso composto di piedi anapesti.


Anapsto-pirrchio. V. Anapesto e Pirrichio - verso composto di.
un anapesto e di un pirrichio, ossia
di due brevi, una lunga e due brevi.
ANPLASI - da v^aaco anaplss-o formo di nuovo (&*. an di
nuovo e Zaffata plss-o formo restaurazione di un membro rotto,

Anamorfosi - da v an alY innuovo e [jt.op<pw<Tt<; mrfos-is


formazione - m. immagi ne- irrego- perduto ; di carni, di forze.
lare, mostruosa che, veduta a certa
Anaplsma. V. Anplasi-mem*
distanza o attraverso certe lenti po- bro restaurato o in vece di uno
'iedre o prismatiche, o riflessa da perduto.
* Anaplstica. V. Anplad - arie
corti specchi
apparisce regolare
proporzionata. 2 w. Forma morbida di ridurre nello stato primitivo un
o atipica di un lichene o di altra membro, un osso infranto, sconverso, di

pianta agama, cosicch non


pi riconoscere.

si

pu

ciato.

di sostituire ad un:
perduto qualche cosa di

2 Arte

membro

ANA

46-

esteriormente simile (V. Rinoplstica, Uranoplstica ecc.).


Anaplecto - da vairiixw ana-

ANA

vati

con minima o nulla ingerenza

dei poteri governativi.


* Anrchico. V. Anarcha

plk-o ripiego (v an ri e Xi'xw

proprio dell'anarchia; che

plk-o piego) -

risce all'anarchia.

topt.,

fam.

ah coprono

m. gen.

d'ins. or-

blattii; le cui

seconde

e passano le prime, ri-

piegandosi su di esse.
Anaplrosi - da vaiFXnpdwanapler-o supplisco, completo - m. pre-

parazione

artificiale,

che ha per og-

ammendare la mancanza di
un organo congenita o accidentale,

getto di

totale o parziale.

m.

Anaplertico. V. Anaplersi ep. di medicamento per agevolare

* Anarchsta. V. Anarcha

- che

vuole l'anarchia; che procura l'anarchia.

Anrco. V. Anarcha - ep. dei


quattro giorni complementarii dell'anno lunare presso gli Ateniesi,
in cui erano cessati gli antichi

ma-

eleggevano i nuovi.
*Anarmona - da priv., v eufon! e affusa armon-ia armonia mancanza di armonia; serie di suoni

gistrati e si

la riproduzione delle carni e la ci-

sgradevoli

catrizzazione delle ferite.

alle leggi dell'armonia.

*Anapnustico - da v an

- ch'

si rife-

all'orecchio

contraria

Anarra

- da v an sopra e
(isti) r-o scorro - m. affluenza degli
umori verso le parti superiori.

aracee; le cui antere sono deiscenti


per via di pori.

Anrrico - da vapptxofwitanarrich-ome mi arrampico - gen. di


pesci, fam. gobioidi: che si arrampicano (dicesi) su per gli scogli.
* Anarrnco - da v an sopra
e pu"pc rynch-os muso, becco - gen.

ri

mia pn-o spiro - m. ep. di rimedii che facilitano la respirazione.


* Anaprie - da v an in e wopo$ pr-s poro - tr.'di p. m., fam.
*Anaprico - da v an

TccpeuojjLat

in e

poreu-ome pass - orologio

ucc, fam. trampolieri; caratterizda un becco lungo, ricurvo in

il

quale rappresenta il corso del


i segni dello zoe i segni celesti che si mo;
strano ai loro tempi per emersione
ed ascensione.
Anarcha - da priv., v eufon.
e pxTi arch- principio o a^ym
rch-on signore, governante (p
X.W rch-o principio ; precedo ; sono
cagione; signoreggio, governo) -

di

sole che passa per

zati

diaco

alto e deviato

zione nell'azione libera e completa

pisia.

a destra.

Anarrno - da v ana

su, in e
naso - m. rimedio per i mali
del naso. 2 m. Che si tira su per il
pv

rn

naso.

* Anasrca - da v an in e copi-,
carne - intumescenza generale del corpo o della
a. mancanza di principio, di causa. maggior parte delle membra, pro2 a. Mancanza di principe, di go- dotta da linfa infiltrata nelle carni,
verno, di potere sovrano. 3 Interru- nel tessuto cellulare; specie d'idrodei poteri governativi.

4 Usurpazione

dei poteri governativi;

sconvolgimento di societ prima regolare e ordinata.

5 m. Mancanza

sociali fondamentali

di principii

universalmente
riconosciuti in teoria e applicati in
pratica. 6 m. Libera azione dei pri-

<rapx; srx, sark-os

*Anspide - da
e <rcU

cTrtSo;

scudo - gen.

priv., v eufon.

asps

aspd-os

fam.
da uno
scudo quasi impercettibile.
Anastltico - da vaars'xxto anastll-o impedisco, stringo (v an
stenopteri;

d'ins. col. eter.,

caratterizzati

ANA
iutens. e <mXta> stll-o fermo)

4i

ANA

Anstrofe - da

- m.

vacrrpe^w

ana-

stringente; che ferma le emorragie.


Anastasi - da vio-m^i anst-emi

strf-o inverto (v an in e orp&pw


strf-o volgo) - inversione d'or-

risorgo (v an su e lampi st-emi


- risurrezione (di Ges Cristo).

dine delle parole, per cui

si mette
dopo quella che. dovrebbe andar
prima; o delle parti delle parole
composte.
*Anastrofa. V. Anstrofe inversione , rovesciamento di una

sto)

Anastatica. V. Anastasi - m.
p. d , fam. crucifere, tr.

gen. di

anastaticee; cos nominate perch,

quando sono morte, rami si contraggono e si appallottolano, e poscia bagnati si riaprono a poco a
poco; volg. rosa di Gerico.
* Anastaticee. V. Anastatica.
* Anstoma - da v an sopra e
ffro'|xa st-ma bocca - gen. di moli,

parte del corpo, p. e. della vescica


2 Gen. di piante, fam.

orinarla.

composte, distinte da Bori co* lembi


curvi.

Anatma - da v an a e Sto;
Thes Dio (secondo altri, da varidr.ai anatth-emi espongo - v an
in, a e TiOr.at tth-emi pongo) - a.
uomo, cosa (luogo, monte, trofeo,
sizione diametralmente opposta a ornamento ecc. , come tripode

gasteropodi, affine all'elice; le cui


conchiglie sono caratterizzate dall'apertura sull'orlo estremo, in poquella delle

scudo ecc.) consacrati

elici.

Anstomo. V. Anslomo - gen.

peri o

agl'inferi;

d'ucc, fam. cultrirostri, tr. cicogne; caratterizzati da un becco a


mandibole arcate nel senso opposto,
che lasciano fra i loro orli un in-

crare.

tervallo vuoto, fra la base eie punte.

agli

Dei su*

o atto di consa(uomo, cosa)


esecrato, maledetto (consacrato agli
Dei inferi). 3 m. scomunicato, maledetto dalla Chiesa per delitti contro le sue leggi, km. Atto di scomunica, di maledizione.
*Anatematsmo. V. Anatma a. Oggetto

Anastomosi - da vaoro|ji.co anastom-o allargo o stringo la bocca


(o qualunqueapertura) ; stringo a md scritto che ha per assunto di prodi bocca ; metto capo - un fiume in vare che una dottrina degna di
un altro, in lago, inmare (v an anatema.
in, come, ar^a. stma bocca) - a.
anatematizzare. V. Anatma apertura della bocca. 2 a. apertura a. consacrare alla divinit. 2 Scadelle vene o delle arterie nelle emor- gliare l'anatema, la maledizione.
ragie. 3 a. Abboccatura; foce; con*Anatro - da priv., v eufon.
fluente ; riunione di rami gli uni ne- e drp athr resta - gen. di p. m.,
gli altri. 4 m. Comunicazione fra fam. graminee; affine al gen. andue vasi che non provengono dallo dropogone, da cui differisce solo
stesso tronco, fra arterie ed arterie, per la mancanza delle reste.
arterie e vene, queste e vasi linfaAnatoma - da v an in e
tici, o vasi linfatici tra loro, ad arco,
Top.Yj tom- sezione (te'jm) tmn-o taad angolo. 5 m. Comunicazione fra glio) - arte di esaminare i corpi ani1

mali o vegetali per conoscerne la

varii nervi.

Anastomtico. V. Anastomosi
struttura e le funzioni, separandone
che ha rapporto air anastomosi
le parti collo scalpello e rendendole
che proprio dell'anastomosi. 2 m. evidenti con questo e con altri mezzi;
Rimedio per dilatare i vasi e rendere scienza della struttura e organizza;

pi libra la circolazione del sangue.

zione dei corpi

animali p vegetali

'

8 -

ANA

ANC

(numero, forma, situazione, con- appartiene all'anatomia. 2 Siti di


nessione di parti ecc.); che ha per Anatomista.
* Anatomista. V. Anatomia - che
base le verit trovate per mezzo
della dissezione dei medesimi e al- studia, che pratica l'anatomia.
* ANATRIPSOLOGA - da vrp}>i;
tri mezzi somministrati dall'arte.
scienza dell'organismo per spiegare le leggi
di composizione, sviluppo, origine,

antrips-is/Wstone (an ami intens.,


Tpt'cw trb-o frego) e Xo-yo; lg-os discorso - trattato sulle frizioni.

esistenza di esso. 3 Anatomia comparata; scienza dell'organizzazione

trp-o rovescio (v

2 Anatomia filosofica ;

Antrope - da

va-rpi ana-

an ri e

rpeW

m. gen. di p. d. , fam.
o elatinee ; cosi nominate

di diversi

animali e dei rapporti fra


analoghe. 4 Anatomia sistematica o classica; applicazione della

trp-o volgo)

le parti

zigofillee

scienza anatomica alia

sembra rovesciato, confuso.


AnAtropo. V. Antrope - m.

classifica-

zione degli esseri organizzati,

b Ana-

tomia medico-chirurgica ; applicazione della scienza anatomica allo


studio delle malattie.

6 Anatomia

chirurgica o topografica ; scienza


delle parli che si trovano in una
regione del corpo e della loro posizione rispettiva. 7 Anatomia patologica; arte e scienza anatomica,
applicate allo studio degli organi alterati dalle malattie.

8 Anatomia

siologica

delle

scienza

degli organi.

fi-

funzioni

9 Anatomia veterina-

scienza anatomica applicata


specialmente agli animali domestici.
10 Anatomia zoologica e paleontologica ; scienza anatomica degli a-

ria;

vanzi degli esseri organizzati sepolti

perch l'ordine

di ovuli

di

alcuni caratteri
ep.

vegetali in cui 'exostomo

e il calazo
opposti

sono

diametralmente

Anchiloblefaro - da dtytuXsc ankyl-os curvo, o piuttosto

nchi ricino e

ffticpapcv

palpebra - unione

sia

da

congenita,

sia accidentale degli orli delle

palpebre

2 Aderenza

a-yxi

blfar-on

due

delle palpebre

globo dell'occhio -detta pure itoiblfaro, prsfisi delle palpebre,


anchilosi.
* Anghilochila - da -pcxo; an-

al

kyl-os curvo, o piuttosto da y^t


nchi vicino e xtXc; chil-os, chl-os
labbro - aderenza anormale delle

labbra.

* Anchiloglossa - da piuXoc antomia microscopica; scienza ana- kyl-os curvo o piuttosto da -m ntomica di esseri organizzati o delle chi vicino e yXShkjo, glss-a lingua
parti di esseri organizzati che per - aderenza della lingua sia alla facil loro volume sono invisibili o mal
cia posteriore delle gengive, sia alle
visibili ad occhio nudo, esaminate
parti inferiori della bocca, per causa
coll'ajuto del microscopio. 12 Anato- del filetto o scilinguagnolo non tamia plastica ; arte di modellare in gliato o mal taglialo, o per altro.
cera, in carta o in altro modo le
Anchiloglsso. V. Anchiloglosparti del corpo umano sane od am- sa - che soffre di anchiloglossa
;
malate - V. per le etimologie i vo- tartaglia.
caboli filosofico, sistemtico, chi* Anchiloglosstomo - da *
i*
tx
nelle corteccie del globo. 11

Ana-

rrgico, topogrfico, patolgico,


fisiolgico, geolgico, paleontolgico, microscpico, plstico.

Anatmico.

V.

Anatoma - che

Xo-yXcucffta

(anchiloglossa) e tc(xtj

tome taglio

- strumento per operare l'esostosi della lingua.


Axchlope - da ap:t nchi vi-

ANC
tino e

24 ops occhio

more situalo all'angolo

49

ANC

zampe del quinto pajo,


superiore che terminano in una grossa mano

- piccolo tu-

zionc delle

subcheliformc.

dell'occhio.

* Ancilnice- da -piXce ankyl-os


curvo e ovuli, wy^s nyx, nych-us
ricino, e piv rin naso - aderenza a- unghia - gen. d'ins. col. pent.
fam. lamellicorni ; che hanno unnorroale delle pareti del naso.
Anchlosi - da 7x1 nchi in vi- ghie curve.
cinanza, in aderenza - aderenza
*Ancilnoto - da -yxuXc; ankyanormale delle parti di un'articola- 1-os curvo evwT&;nt-os dorso -gen.
zione; che ne impedisce il movi- d'ins. col. tetr., fam. lungicorni;
che hanno lo scudo arrotondato di
mento, le funzioni.
Ancle - da piuXccankyl-os cur- dietro.
* Ancilscelo - da 7x6X0; ankyda-ptuXx ankyl-e ansa, appivo,
cagnolo ecc. -scudo sacro di bronzo, l-os curvo e oa'Xoc skl-os gamba ovale, che si credeva caduto dal gen. d'ins. imenopt., fam meliferi;
cielo a Roma; cos nominato per- che hanno le zampe curve.
ch aveva nel perimetro due incavi
Ancilotoma - da ^xuXr, ankyl-r
opposti;
perch aveva un'ansa scilinguagnolo e Tcp/ tome taglio
in alto in cui passava la mazza - operazione di tagliare il freno, lo
* Anchilormna - da -y^uXo? anky-

l-os

piuttosto da arpn nchi

curvo,

colla quale

vano

sacerdoti Salii porta-

cosiffatti

per la

scudi solennemente

scilinguagnolo della lingua, che la


tiene aderente e le impedisce di
articolare.

citt.

Ancilcera

- da dtyiuXoc ancorno
d'ins.
coleopt. tetram.

kyl-os curvo e xs'pxc kr-as

- gen.
fam. lungicorni;

distinti dagli arti-

coli terminali delle

antenne

fatti

ad

Anciltomo V. Ancilotoma strumento per operare l'ancilotomia.


Anciride - da -yxupa nkyr-a
ncora e eSo; id-os, d-os forma, somiglianza - m. apofisi curva che termina

uncino.

Ancilodnte

- da piuXo? anky-

tos curvo e Soc , SoVro? ods


odnt-os dente - m. gen. di pesci,
fam. scienoidi; che differisce dal
gen. affine otoliti, per aver le mascelle inferiori armate sui lati di
denti appuntati e ricurvi.

* Ancilognto - da

a7x.fo.0z

an-

kyl-os curvo e -pafaq gnth-os mamandibola - gen. d'ins. col.


eter., fam. melasomi; caratterizzati da mandibole curve.
* Ancilomle - da -pwXos anky1-os curvo e j-mXi ml-e sonda sonda curva.
scella,

Ancilmero

- da -pcxo; ankymer-s coscia -

al di fuori

l'orlo superiore

cervicale dell'omoplata; sin. di coracoide. 2 m. Cavit dei ventricoli


laterali del cervello.

Ancstro - da -puc-pov nkiamo- m. strumento chirurgico adunco a foggia di amo.


* ANCISTROCRPO - da -yaicrpov
str-on

nkistr-on uncino, amo e xapr;


karp-s frutto - gen. di p. d., fam.

chenopodiee

cui frutti sono co-

d'amo.
- da afJUffTpcv
uncino
amo e $spu
dr-e collo - gen. d'ins. col. tetr.,
fam. lungicorni; che hanno il collo
perti di peli curvi a guisa

* ANCISTRDERO

nkistr-on

gen. di crost. antpodi, fam. ipe-

curvo.
* ANCISTRLOBO - da
xiarpov n*f
kistr-on uncino, amo e Xc6; lob-s

rini; caratterizzati dalla confornia-

lobo - gen. di p. d., fam. iperica-

1-os

curvo e

p.yjpc

Canini, Dix. Etimot.

ANC

50

AND

tea; distinte da capsule coriacee,


oblunghe e ritorte.
* Ancistrsomo - da -pcicrpov ankistr-on uncino, amo e atpa sm-a

ncora e eio; id-os, d-os forma,


somiglianza - terza apofisi della

corpo - gen. d'ins.

fuori.

col. pent.,

fam.

melolontidi; caratterizzati da

una

punta acuta, di cui fandonie del


maschio armato alla base.
*Ancistrostgma - da a-yxtffTpcv
nkystr-on uncino , amo e <rrqu.a
slfjma - gen. di p. d., fam. portulacee discinte da uno stigma terminale in forma di amo.
ANCISTROTO - da -pctorpcv nkistr-on uncino, amo - m. gen. di
;

si prolunga a foggia di
uncino colla punta piegata al di

scapula, che

ANDRSP1DE
anr, andr-s

- da vr.p, vSp;

uomo

organo

fig.

maschile e &<rn;, iaiz'ci; asps


aspd-os scudo -gen. di p. d., tara,
pnmulacee; che lianno le foglie dei
fiori maschi in forma d scudo.
*ANDROCEO - da vr,p, vp;
anr, andr-s uomo, fig. stame, e
cxa oik-a
ik-a casa - insieme
degli stami, sia che compongasi di
:

fam. lungicorni; distinti un solo o di pi verticilli; sia un


dagli altri generi della medesima solo stame, ovvero uno o pi fasci
trib per avere gli angoli del cor- di stami.
* ANDRCERA - da rfip , vSp$
saletto dilatati ed armati ciascuno
uomo , fig. slame e xsea; kr-as
da due forti spine.
Ancmeno - da ay/v nch-o corno - gen. di p. d., iam. solastrangolo - m. gen. d'ins. col. nacee; che hanno uno degli stami
pent., fam. carabici ; caratterizzati allungato a foggia di corno.
* Androceflide - da vr.p, vdalla testa ristretta alla basp, come
col. tetr.,

per una specie di strangolamento.


Ancne - da cqxwv anen - anformato dalle due ossa del
braccio quando si piegano verso l'ar-

<^;

anr,

kcfal-

andr s uomo,

testa

e et^c?

y.toakh

d-os

id-os,

forma, somiglianza- pietra che ha


forma di capo umano.
ticolazione del cubilo. 2 Angolo
ANDRCTONO - da vr.p, vp;
della squadra. 3 Mensola che so- anr, andr-s uomo e ktg'vo; ktn-os
stiene un ipertiro o cornice d'or- uccisione (/.Tetvw ktin-o, ktn-o ucnamento sopra una porta. 3 Spranga cido) -m. gen. d'ins. apt., fam. aradi bronzo o di ferro nelle costruzioni
cnidi polmonari; sorta di scorpioni
per unire i blocchi di marmo.
tanto velenosi da uccider un uomo.
-pwv
ankn
go*Ancono da
*ANDROFLACE - da vr.p, vSp;
mito - ep. dei muscoli che si at- anr, andr-s uomo, fig. stame, e
taccano al gomito presso l'epicon- cpuXa?;, cpuXaxo; fylax, fylak-os cudilo cubitale.
stode - gen. di p. d., fam. meni* Ancongra - da >v ankn go- spermacce; che hanno gli stami
mito e 7p* gr-a (V. Chiragru)
protetti da petali fra loro opposti
dolore artritico al gomito.
*ANDRK)RO - da <m,p, vA^u,
Ancora - da -yxupa nkyr-a - anr, andr-s uomo, fig. stame, e
golo

strumento

di

ferro

adunco

alle

(pj'pu

fr-o porto - fascio di

filamenti

astremit (in antico di pietra) per


aggrapparsi al fondo del mare e fermar il corso della nave cui acco-

staminali saldati insieme. 2 Ciascuno dei filamenti in particolare.

mandato.

anr, andr-s uomo,

*Ancoroida -

datytupa nkyr-a

*ANDROGNECO - da
yuvvi,

<xvr,p,

fig.

vp<;

stame, e

fuvaix; gyn-, gynek-s

don

51

S&
tic, fg. pistillo -

pio, in cui gli

ep. di fiore dop-

organi dei due sessi

sono trasformati in petali senza


modificazione degli integumenti flosi

AND

intemperanza, sfrenatezza di donna


nei piaceri venerei. 2 Sin. di ninfo^

mana.

Andromeda - da 'Av$pG|u3v> Andromede (avr, vp; anr, andr-s


*Androgintta. V. Androgneco uomo e |/ioci> md-o signoreg- gen. di p. a., fam. muschi lieo gio) - Andromeda, figlia di Cefeo re
podiacei ; distinte da fiori erma- d'Etiopia, che fu esposta a un morali.

froditi.

Androgina.

V.

stato dell'androgino.

due organi

Andrgino 2 Riunione dei

sessili nella stessa pianta,

in fiori separati.

* Andboginiflre - vocab. ibr. da


ovppvo; andrgyn-os androgino e
lat.

fi

os,

floris fiore - capitolo

stro marino e salvata da Perseo.


2 Costellazione di tre stelle di prima
e terza grandezza (in cui Minerva
colloc Andromeda dopo la
sua

morte). 3ro. Gen. di p. d., fam. ericacee, tr. andromedee, che si trovano specialmente nei climi boreali;

ed

cui vaghi fiori sono

l'orna-

compone di fiori androgini. mento di quelle squallide e deserte


Andrgino - da vrp, vp; regioni, come Andromeda della rupe

che

si

anr, andr-s uomo, fg. stame, e


prr, gyn- donna, fg. pistillo a. che riunisce gli organi e le
funzioni dei due sessi, che pu generare e far generare. Favoleggia-

su cui fu esposta.
* Andromedee. V. Andromeda.
Andrne - da w.p, vp; anr,
andr-s uomo - prima delle due divisioni di

una

vano

riserbata

agli

antichi che al principio del

gli

mondo

due sessi

fossero

uniti

nello slesso individuo, e che in


Africa esistessero cosiffatti popoli.
2 a. Che fa da uomo e da donna, in
senso osceno, ka. Matrimonio (senso

conservato nel neoellenico). 5 m.


Sorla di animali che possedendo i
due sessi non possono riprodursi rhe
accoppiandosi a due a due (p. e. le
lumache); mentre ermafroditi sono
quelli che si riproducono da s

cas-i ellenica,

uomini

ch'era

opposta a

gineco.

* Andropetalrio

da

vf.p,

v-

p;anr, andr-s uomo, fg. stame,


e 17ST7.A&V ptal on pelalo - ep. di
pianta a

fiori doppii,

stomi

sono trasformali in

ma

si

cio in cui gli


petali,

col pistillo intatto.

*ANDR0p6G0N0

- da

vy,p,

vp;

anr, andr-s uomo, fg. stame, e


7Twpiv pgon barba - gen. di p. m.,

fam. graminee; i cui fiori sono peEp. di piante losi alla base a foggia di barba, e
che riuniscono sullo stesso indivi- le cui radici o barbicine sono lunduo i due organi sessili, in fiori se- ghe, sottili e resistenti.
parati. 7 m. Donna per coraggio,
AnDHOSCE - da vr,p , v&p;
ingegno superiore alla maggior parte anr, andr-s uomo e xo; k-os ri'
medi - a. pianta marina di gen.
delle altre, slruoi.iruria.
ANDRMANE - da vr,p, vf; incerto (sembra che fosse una specie
anr, andr-s uomo e p-avt'a man-ia di alga),. con cui si facevano depazzia - ep. di donna che va pazza cotti molto salutiferi. - I moderni
oer gli uomini, che si abbandona naturalisti, traendo l'etimologia del
loro sfrenatamente. 2 Sin. di nin- vocabolo da vr.p, v$p; anr, an{p. e. le ostriche). 6ro.

'

fumane.

Andromana. V. Andrmane -

dr-s uomo e ffaxo; sk-os specie d x


scudo, hanno attribuito il nome d

-52

AND
Androsce ad una

sp. dio. a., faro,

funghi agarici, con cappello convesso


e leggermente depresso al centro ;
rizomorfa retiforme; e ad un
gen. di p. a., fam. alghe; con disco a forma di ombrella un po'
concava ; sin. di acetbolo del Mesin. di

diterraneo.

Androsma
anr,

da vrp, vp?
e aifia m-a

uomo

andr-s

sangue - gen.

fam. ipericacee ; cos nominale perch i fiori


stretti fra le dita emettono un liquore rossiccio fonde gli antichi lo
chiamavano ancne cpo'vc? fnos ucdi p. d.,

cisione).

* ANDROSTMMA - da

vSf;

vr.p,

uomo, fig. slame, e


stmm-a corona - gen. di p.

anr, andr-s
ttu.u.9.

m., fam. emorodacee; distinte da


stami inseriti alla gola del perianto
in

forma

corona.

di

*ANDRTRICO - da

vvip,

v#f;
anr, andr-s uomo, fig. stame, e Os!lj,
Tpi^; thrix,
fig.

tricb-s pelo, capello,

plamento - gen.

di p.

m., fam.

ciperacee; distinte da filamenti staminali lunghi, simili a capelli.

ANE

perde l'elettrico subito ch' in esso


prodotto, se non viene isolato.
* Aneltro - da priv., v eufon.
e fxTpcv lytr-on elitra - ep. d'ius.
privi ai elitre.

* Anemagrstide - da ve^o? ne
mos vento e a"j pG)(m$, ^pwaTi^GS
grostis, agrstid-os gramigna ,

gen. "di p. ni., fam. graminee; le


cui spiche alte e leggere sono agitate dal vento.

*ANEMARRNO-daavE|j!.c;nem-os
vento e u$m rren maschio, fig.
stame, antera -gen. di p. m., fam.
liliacee ; le cui antere sono fissate
sopra fogliette perigonali interne e
facilmente mosse dal vento.

Anemia

- da

5veu.c;

nem-os

vento - gen. d'ins. col. eter., fam.


taxicorni; che sono appena lunghi tre linee e larghi

una

mezza;

tanto piccoli che (per cos dire)


vento li porta via.

il

Anemia - da priv., v eufon. e


cupa, m-a sangue- a. privazione,
scarsezza di sangue. 2 m. Scarsezza
di globuli nel sangue con aumento

Ancdoto - ch' proprio dell'anec-

proporzionale della quantit d'acqua in esso contenuta; volg. povert di sangue; stato opposto alla

doto.

pletora.

* Ancdotico

Aneddotico.

Ancdoto, Anddoto

V.

da

e e/.^oto; kdot-os
dato fuori
pubblicalo ( x&S'wp.i
ekdd-omi do fuori, pubblico - *
ek fuori e Scorni dd-omi do) - ro.
priv., v eufon.

* Anemico. V.
*

racconto breve e piacevole di un


fatterello di qualche importanza o
per s o per le persone cui si riferisce, o non ancora divulgato, o gi
conosciuto.
Anddoto. V. Ancdoto.

* Anelettrico, Anelettrico - da

Anemobarmetro - da

*vcp.c*

nem-os vento, Pape; hr-os peso e


pirpov mtr-on misura - strumento
per misurare

il

peso, la pressione,

la forza del vento.

Anemlio
m.

- da

aveu.ee

nem-os

che indicano la direzione dei venti.


* Anemologa.- da avep.es nem os
vento e Xo'^c? lg-os discorso - tratvento

ep. di tavole

ipriv. v eufon. e *i\ix.Tpix.bz elektrik-s elettrico - ep. di corpo appa-

tato dei venti.

rentemente poco suscettibile o non

Anemia - proprio

dell'anemia.

*Anemomnte.

suscettibile di elettrizzarsi per stro-

picciamento; corpo conduttore che

lli

V.

Anemomanza

chi pratica l'anemomanzia.

ve^o;

ane-

ostento e pmea mant-ia,

man

Anemomanz - da

-53-

NE
t-la

divinazione - divinazione per

che

ispezione dei venti.

*Anemometfa. V. Anemometro
- misura della direzione e della
forza del

vento
V.

ottiene dall'anemonina.

si

*Anemonna. V. Anemone -

prin-

cipio acre, attivo dell'anemone;


si

Anemomtrico.

ANE

* Anemnico. V. Anemone - acido

che

ottiene per distillazione dall'ane-

Anemometro mone pratense

da altre specie di

- ch' proprio dell'anemometro o


doll'anemometria.

anemone.
* Anemoscopa. V. Anemoscpio *ANEMMETRO-daavp.o:nem-0S osservazione dei venti.
* Anemoscpio - da vep.c; nem-os
misura
vento e pi-rpcv mtr-on
stmmento con cui si misura la di- vento e cxomt scop-o osservo rezione del vento, o la forza, o la

strumento per osservare

direzione e la forza insieme.

zioni dei venti

ANEMOMETRGRAFO - da

avep.o;

* Anencefala - da

le varia-

priv., v eu-

nem-os vento, pirpov mtr-on mi- fon. e p^tpaXc; enkfal-os cervello


sura e Tpc-o) grf-o scrivo - stru- - mancanza di cervello in un feto
mento che indica le variazioni del mostruoso.
Anencfalo. V. Anencefala vento; che traccia, sulla carta od altrimenti, segui relativi alle variazio- feto mostruoso, che manca di cerni, alla durata'fe velocit del vento.

Anemmilo - da vep.o; nem-os


vento e pXc; myl-os molino - molino a vento in cui la forza motrice
il vento, che fa girare delle ali di
;

Anencefaloema

eufon

- da priv., v
cer-

i-pdy aXo? enkfal-os

m-a sangue - mansangue al cervello; sin-

vello e alp.a

canza

di

cope.

legno.

*Anemonnto -

da

vep-civ)

ane-

mn-e anemone

e avOo; nth-os fiore


- st.-gen. di p. d., gcn. anemone,
fam. ranuncolacee; che hanno firi

* Anencefaloneura - da i priv.,
v eufon., fxscpaXc; enkfal-os cervello e vepcv nur-on nervo - difetto
di azione

nervosa

al cervello.

* ANENCEFALOTROFA

eleganti.

AnemOne.

vello.

V. Anemone.

da priv.,

v eufon., 6-pw'<paXG; enkfal-os

cer

doricamente cello e Tpc<pv) trof- nutrizione - di


uuivx amn-a. Analizziamo questo minuzione del volume del cervello..
* Anentro - da priv., v eufon
ultimo vocabolo. La radice pu es
sere a, ed allora v un suffisso; e 'vTEpcv nter-on intestino - ci. d
si pu comparare col skt. hm-a infus. ; che hanno pi stomachi ap
rosso, con aTu.a sangue (in cui la pesi all'apertura buccale, ma non
vocale lunga e preceduta da una hanno n intestini n ano.
* Anenteronerva - da priv. >
aspirazione). Ovvero una part.
pleon. ointens., e allora la radice eufon., Vrepcv nter-on intestino e
e pxdv mon, che pur significa esser vspcv nur-on nervo - paralisi degli

Anemone- vjj.wvn,

(V. Antimnio.) - gen. di


fam. ranuncolacee; che hanno
rossi. L'antico etimo da avesse

rosso
p. d.
fiori

intestini.

Anepigrafo - da
fon. e

iri-Ypaipr)

priv., v

eu-

epigraf- inscrizione

- ep. di libro che non ha titolo,


nem-os vento assurdo.
Anemonella. V. Anemone - gen. di monumento ecc. che non ha
di p. d., fam. ranuncolacee; affine

tlTanenione.

iscrizione.

* Anepschesi - da priv., v eu-

54

ANE
fon. e imrfjui

eplsch-o ritengo -

AXP

punto dilatato. 3 m. Tumore prodotta


lungo il corso di un'arteria dal san-

uno sfinctere per cui


non si possono pi ritenere le feccie. gue spagliato nel tessuto cellulare,
Anepitimia - da priv, v eufon. per la rottura spontanea di tuniche

paralisi di

4m.

e smGufiuaepithym-a desiderio - di-

arteriose.

minuzione degli appetiti

mento delle membrane del cuore


per ipertrofia. 5 m. Dilatazione, ingrandimento delle cavit del cuore
per assottigliamento delle sue pa-

di

fame

sete, venere.

*Anerga - da priv., v eufon.


e Ipfcv rg-on opera - il contrario
d'energia
inazione.

mancanza

Anestesia
e

- da

&

di

azione

priv., v eufon.

<xtcftr,oi:jslhes-is seri sazione (aaOa-

esthn-ome sento) - insensi-

*ojx.ai

bilit

privazione generale o par-

ziale della facolt

di percepire per

di

sentire,

mezzo

cio

dei sensi

per malattia o per effetto di agenti


- Gli antichi usavano
anestesia in un senso tanto fisico,
quanto morale, come noi insensibilit. Ora si usa solamente nel
senso fisico.
* Anestetico. V. Anestesia - sostanza die ha la propriet di estinguere o diminuire la sensibilit
anestetici.

(etere solforico, cloroformio ecc.).


Aneto - da w.o&v neth-on - gen.
di p.

d.,

fam. ombrellifere; volg.

Dilatazione e ispessi-

6 m. Tumore prodotto nel tessuto cellulare dal sangue uscito da


un'arteria per lesione esterna (aneurisma traumtico, eurstico). 7 tn.
Dilatazione delle tuniche di una vena
reti

per impulso del sangue di un'arteria,


che per lesione esterna ha messo
capo in quella vena pure offesa;
sin. di aneurisma flebectsico, varice aneurismle
aneurisma varicso, aneurisma per anastomosi).
,

Aneurismatico. V. Aneurisma che proprio dell'aneurisma; che


*

si

riferisce all'aneurisma.

Aneuro - da i priv. e vsap&*


nuron nervo, nervatura - tn. gen.
d'iris, em. eteropt., fam. aradii; clic
hanno elitre quasi interamente trasparenti e senza nervature distinte.

*Anfacnto - da ^l amfi

in

due parti e xavOx kanth-a spina


Anura - da priv. e veup&v nu- - gen. di pesci, fam. teuti; che
r-on nervo -m. gen. di p. a., fam. hanno il raggio interno delle pinne
finocchio.

epatiche,

tr.

aneuree; che hanno,

fra gli altri caratteri distintivi, fronde

senza nervatura, uniformi, composte di cellule simili fra loro.

* Aneuree. V. Anura.
* Aneura - da priv. e veupcv
nur-on nervo - scarsezza
mancanza di azione nervosa ; paralisi.
uAmeuisma - da intens.. venfnn p ffipfo fiir- ys largo - a. a llargamento, apertura; dilatazione" ili
un vaso venoso o arterioso. 2 m.
Dilatazione di una o pi membrane
,

o tuniche di un'arteria {con rottura


o senza di alcuna di esse) : sin di
arteriectasa : r.yrit
sacco nel
t

ventrali spinoso

come

l'esterno.

* Anfnto - da a& amfi intorno


e owfo; nth-os fiore - ricettacolo
intorno al quale sono disposti i fiori.
Anfaristero - da u.<j, amfi invece e

picrrE ; arister-a

chi

serve della

si

sinistra

mano

come della destra.


* Anferfide - da

</.<p

sinistra

amfi in-

torno, due volte e s'ps?&> erf-o copro


- gen. di p. d., fam. composte; i cui

comune comsquame imbricate,


il quale
inviluppo coperto da un secondo
* Anfesip^na. V. Anfisbna.
fiori

hanno un

calice

posto di molte

cio le une coprenti le altre,

05-

ANF

ANF

- come preposizione stride - infiammazione della retina


lignifica ii, per, intorno, a guisa
dell'occhio.
di, ecc. Nelle parole composte ha
Anfboli - da ppi amfi da una
senso di intorno (V. Anfacnto); parte e dall'altra e pXXco bll-o
in due o pi parti (V. Anficma) ; getto -m. tr. d'ucc. passeri: muniti
da ogni parte (V. Anfiteatro) ; a di due dita avanti e due indietro.
* Anfibolte. V. Anfbolo - min.;
guisa di, simile a (V. Anficnio) ;
in modo incerto, dubbio (V. Anfi- roccia formata in gran parte di angamo), ecc.
fbolo misto a mica, quarzo, gra*Anfiachride - da pyl amfi nito ecc.
intorno e i/up&v chyr-on paglia
Anfbolo - da acpigoXo; amfibo- st.-gen. di p. d. gen. brachi- 1-os dubbio ({i.<p amfi da una parte
ride, fam. sinanterec asteroidi; in e dalV altra e pxxw bll-o getto) cui le achene del raggio sono mu- m. min. composto di due silicati,
nite di una corona di pagliuole.
l'uno di calce o isomorfi, l'altro
* ANFiARTROSi-da eccep amfi a due di magnesia o protossido di ferro ;
e dcpflpov rthr-on articolo - unione cos detto perch fu per molto
intima di due superfcie articolari tempo confuso con altri minerali
per mezzo di un corpo intermedio che hanno con esso una somiglianza
fibro-cartilaginoso ; che partecipa esterna.
della diartrosi quanto alla mobilit,
Anfibologia - da fAcpfoXo? ane dalla sinartrosi quanto al modo fbol-os dubbio (p.<p amfi da due

Anf -

ip.^1

di

connessione.

*ANFIBICRlDE-da p.<piio; amfbi-os anfibio e Kepi?, Kopeci); o xo'piSoc


kris, kr-eos o krid-os cimice tr. d'ins. em. eteropt. ; che corrono sulla superficie dell'acqua come

in terra

somiglianti alle cimici.

Anfibio - da p.<p amfi in una


{parte) e in un'altra e (i&s b-os
vita - animale che pu uscire dall'ambiente suo abituale (aria, acqua ecc.), e vivere anche in altro
ambiente.
ANFIBLSTRO - da ycptXvxrrpev
arafiblestr-on avvolgimento , rete
(u.ei<xX).&> amnbll-o circondo -

parti e
lg-os

un

**

flatXXw bll-o getto) e Xo'-yc;


discorso - dubbio senso di

costrutto, che per

la

sua sintassi

pu essere interpretato in due o pi


modi differenti ; parlare scuro ad
arte (invece di Anfibolo-loga).

Anfibologico. V. Anfibolia pu
modi diffe-

ep. di costrutto, discorso che

essere interpretato in
renti.

Anfibraco - da i^y amfi da


due parti e Ppax; bradi ys breve piede composto di due sillabe brevi
con una lunga in mezzo.
Anficarpia - da ijwpl amfi di
due sorta e scapit; karp-s frutto u.<pt amfi intorno e paxx bll-o
gen. di p. d., fam. leguminose ; i
getto) - m. gen. di p. a., fam. felci; cui fiori caulinarii sono sterili, o
distinte da nervature articolari, a producono frutti non conformi a
guisa di rete.
quelli dei fiori inferiori.
* Anficma - da p.<p amfi da due
* Anfiblestride - da i\txfikn<rrpovamfblestr-onre/e e fosid-os, parti e v.6pn km-e chioma - gen.
somiglianza
col. pent., fam. lamellicorni ;
retina
d'ins.
d-os forma,
dell'occhio; membrana fatta ap- pelosi al protorace e all'addome.
* Anficnio - da a<ei amfi a guisa
punto a rete.
* Anfiblestroidte. V. Anfibie- di e xo'vt; knis polvere - gen. di p.

56

ANF
a., fam. fcee;

cui sporidii somi-

gliano a polvere.

Anficord
tomo

ANP

fam. muschi;

[/.<p

anifi

e x c P^ chord- corda - gei),

da ricettacoli lunghi, cordiformi.


* Anficrnia - da u<p amfi in
due parti e xpavlcv kran-on cranio
- gen. d'ins. col. peut., fam. lamellicorni ; che hanno la testa biforcata.
u.c

peristomio

* Anfidesmite - da ucpi amfi da


una puri e e dal V altra e oeapf desm-s legame - gen. di moli acefali,
fam. inalracei; cos detti perch in
alcune specie una parte ci ligamento sporge in fuori, lo che lece
credere che avessero due ligameuti.
* Anfidxa - da u.< acrili dubbio,
incerto e oi;a dx-a opinione - gen.

in-

di p. a., fam. funghi; caratterizzale

Anficteno - da

cui

una membrana.

cinto da

da

il

amfi a

piante,

di

guisa di e ?;, xrev? ktis, kls,


kten-s pettine - st.-gen. di aneli.,
gen. anfitriti; distinti da quattro
branchie disposte a forma di pet-

composte;

fam.

il

cui

nome

allude alla incertezza dei bo-

tanici

nel classificarle, essendo af-

lini

all'elicriso,

al

gnafalio

e al-

Tifloga.

Anfiexadro - da uL amfi rfa


ambe parti ecc., e ex sei e iSpa

tine.

* Anfictionto, Anfizionto. V.
Anfitrioni - dignit, uticio di
(ctione.

durava

An-

2 Tempo

in cui l'Anfclione

carica.

3 D gnit simile

in

a quella degli Anficlioni.

ANFICT1NI, ANF1Z1NI - da u.cp


amfi intorno e xtiw ktiz-o fabbrico - popoii vicini.

2 Popoli vi-

che strinsero tra loro


una lega con adunanze, tribunale
federale e cerimonie sacre comuni;
lega che poi si allarg ad altri popoli massime tessali. 3 Ali ri popoli
cini a Delfo

dr-a base - solido, p. e. cristallo,


che presenta due exaedri; cubo

doppio.
* Anfigama
incerto

-da

dubbio

aep

amfi in

modo

gm-os
regno ve-

-j-auc;

unione sessuale -d. del


getale, che comprende i licheni, i
lunghi e le fcee; cos detta perch
incerto come in queste piante avvegga la generazione.
* Anfigastrie - u.(fl amfi intorno

-y&.oTy.p, p.oTi; gastr, gastr-s


ventre - terza serie di foglie delle
isolani delle Cicladi, a Delo ecc.). piante criptogame, che in un gran
4. Membri dell'adunanza, del tribunumero di specie coprono la parte
nale federale degli Anfizioni tessali, inferiore o il ventre del gambo.
* Anfgeno - da y-cl amfi a due
^ he
si riunivano a Delfo o ad Antela
presso le Termopile, o di altri po- e yve; gn-us genere -m. min., silicato doppio di allumina e potassa;
poli Anfictioni o confederali.
Anfictiona, Anfiziona. V. An- cos detto perch la struttura di
fictioni - adunanza degli Anlctioni. esso fra quelle che si applicano
2 Diritto federale anficlionico.
a due forine primitive differenti.

\icini

collegati

(vicini

a Calauria

*Anfilepto - da ^o amfi da

Anfictinio, Anfictinico, Anfizinio


Anfizinico - the
degli Anfictioni o dell'Ali-

ecc. e Xeirri; lept-s sot- gen. d'infus. ; la cui fronte


ti ctionia.
si prolunga assottigliandosi in forma
Anfido - da u.< amfi intorno di tromba e che termina in una
e $i d-o lego-m. ligamento circo- coda corta e conica.
* Anfilfio - da uo amfi da dum
lare alla parte supcriore dell'orifcio Uciia man ice. "I m. Ccu. di p. a , pulii e Xc\c; lf-os altura, citata -

due parli

proprio

tile

<

57

ANF

ANP.

due parti e wpocMw* prsop-on fac.


eia, figura - ep. di Giano con due
faccie. 2 Erma, statua di Mercurio
a due faccie, posta nei bivii per in*

fam. bignoniacee ;
che hanno calice e corolla a lembo
cinti
da un'ala memdoppio e semi
geo. di p. d.

branosa.

Antiloga - da u.<p! aro fi in dicare le strade.


incerto, dubbio e \6yc ? lg-os
Anfiprstilo - da u?t amfi da
- discorso ambiguo, che due parti e xpcr-ruXc; prsiyl-os propu essere interpretato in pi sensi. stilo - portico al di l nella celia
*nfilmia - da p.91 amf da parte principale di un edifzio. 2 Edidue parti ecc. e Xcfjuz lm-a /ran- lzio che ha un portico a colonne
cia - st.-gen. di p. a., gen. urceo- sulla parte anteriore e un altro sulla

modo

discorso

fam. licheni; caratterizzate


da apoteche guernite di una doppia

parte posteriore.

laria,

*Anfptero - da o amfi da
due parti e Trrsp&v pter-n ala dragone a due ali effigiato negli
stemmi.
*Anfirrno - da .<md amfi. a
guisa e pv rn naso - gen. di p. a.,
fam. muschi ; che hanno una ca-

frangia.

Anfimcro - da

amfi da
due parti e u.ewp; makr-s lungo
- piede cemposto di tre sillabe, la
prima e la terza lunga e la seconda
u.<f

breve.

Anfimtrio - da acpi amfi relativamente fi ur/rpa mtr-a matrice


- ep. di sintomo d'affezione alla

a foggia di naso.
jp amf intorno e ?pij, capy.c; sarx, sark-s
carne - sostanza carnosa che circonda il nucleo osseo di alcuni frutti.
2 Sostanza che riveste internamente
liptra

matrice.

* Akflnoma - da ^u amfi dub


vc'jac; nm-os legge di piante, fam. leguminose;
cos chiamate perch
botanici
esitando a quale dei generi affini
ascriverle, decisero di farne un genere a parte.
*Anfiodnte - da y.pl amfi in
due parti e cS"cO, c'v-rc; ods, 0dnt-os dente - gen. di pesci, fam.
bio, incerto e

gcn.

il

pluriloculare

car-

a. gen. di rett. olidii; m.


septembriata ; serpe che cam
e per indietro., cio
avanti colla
colla testa avanti,
coda. 2 m. Gen. di rett. ofidii, fam.
anfisbenii pleurodonti; che hanno

mina per avanti

e wp pyr fuoco - m. gen. d'ins.


lepid. , fam. notturni , tr. anfipiridi ; cosi detti perch girano intorno al lume.
Anfipridl. V. Anfpiro.
*Anfiprino - da p/fi amfi da
due parli e wpiwv prin sega - gen.
di pesci, fam. percoidi; che hanno
ambedue le mascelle guernite di
denti a sega.

amfi da

frutto

litope

mascelle, come alla lingua,


denti conici e puntuti.
Anfpiro - da (/.<p amfi intorno

^\

dei frutti .esternamente le-

mino -

clupeoidi; cos detti perch hanno

da

noso, polispermo, indeisccnte, duro


e legnoso di fuori, tenero e polposo
di dentro.
Anfisbna - da al; amfis da
due parli e Patvto bn-o vado, cam-

alle

seme

gnosi

Atturusoro

cufa

*Anfisrco - da

coda grande come la testa.


* Anfisbenii. V. Anfisbna.
*Anfiscpia - da ucpl amfi intorno e axcTtib) skop-co osservo - gcn.

la

di p. d.,

perch

il

fam. acantacee; cosi dette


loro fusto

si

alza diritto,

come

se guardasse intorno.
* Anfisprio - da u.<pi amfi di
due sorta e nropc; spr-os seme
gen. di p. a., fam. funghi guster<

ANP
miceli; che hanno spori di
sorta, gli uni fusiformi, gli

58

due
altri

globulosi.

* Anfistereo - da ^ amf da
due parti e orcpe; stere-s solido
- sez. di etm., fam. rabdocola;
il cui canale intestinale chiuso ad

ambedue le estremit.
Anfistomo - da ^ amf dalFuna e dall'altra parte e cTcp.a st-

ma

bocca - ro. gen. di clm., fam.


trematodi; a doppia ventosa terminale.
Anfitalamo - da fpl amfi vicino e 6aXa|/.c<; thlam-os camera anticamera.
Anfitale - da pwp amf intorno e GaX/.w thll-o fiorisco rigogliosamente -m. gen. di p. d., fam.

ANF

due e

thrx, tricn-6*

Tpix;

Op!;,

- gen.

capello, pelo

di p. a.,

fam.

funghi; caratterizzate da filamenti


ramosi.
ANFITRTE - da 'Afi/pirpt'-m

Am-

dea del mare ( ucp amf intorno rpiSt trz-o strepito) - m.


gen. di aneli, marini, fam. tubicoli;
ornati di vaghi colori. 2 m. Piccolo pianeta tra Marte e Giove.
* Anfitropeo - da jwpl amfi da
due parti, intorno e rpMn trop-
rivolgimento - embrione di vegefittile,

rpcv thalr-on teatro (6ecp.at th-ao-

estremit cotiledonarie
avvicinano quasi in egual modo
; ricurvo in forma di cerchio.
* Anfxilo - da p/p amf da due
parti e x&v xyl-on legno - gen. di
pesci; distinti da una spina anteriore alla dorsale, che invece d'essere rialzata sulla linea dorsale,
orizzontale e sembra essere una continuazione degli scudi del dorso.
Anfizini
Anfiziona ecc. V.
Anfictini, Anfictionta ecc.
* Anfodiplopa - da pepi amfi

me

da due

leguminose papilionacee ; che hanno


molti

a spighe.
V. Anfiteatro -

fiori disposti

Anfiteatrale.

ch' proprio di anfiteatro.

Anfiteatro -'da ^ amf da


due parti, da ogni parte e faveggo) -

edifzio

gladiatori

di

chie ecc.)

destinato

cos detto
,

mentre

il

teatro

due teatri uniti. 2 Anfiteatro anatomico; recinto in cui si fanno lezioni


di anatomia sopra cadaveri o sopra
parti di cadaveri ; ove intorno alla
cattedra si alzano gradini perch
gli spettatori possano meglio ve-

u<j<

parti, tirX$ dipl-s

* Anfitrio - da a u.<pi amf dubbio e


(

topicv ther-on

fces/w-mamm.

foss.,

gen. incerto; da alcuni collocato


i didelfi, da altri fraimonadelfi.

fra

Anfitreta - da jA<p amf da


due parti e Tpxrc tret-s bucato di p.

a.,

doppio

ps vista - vista doppia in

due parti

fam. funghi; le

cui due faccie sono porose.

Awftrico - da &pfi amf in

e c>$

*p.<p

amf da
ods

Sgvtg;

,.

odnt-os dente - animale fornito d


denti in ciascuna mascella. 2ro.
Gen. o st.-gen. di p. d., fam. leguminose papilionacee ; che hanno il
labbro superiore del calice bidehtato e l'inferiore tridentato.

Anfonchia
due parti

dere.

m. gen.

era*semicircolare; quasi formato da

di

si

nauma- ambi gli occhi.


Anfodnte - da
perch aveva

e di fiere

forma circolare

(combattimenti

spettacoli pubblici

tale, le cui

all'ilo

- da
ovu,

^ amfi da
6wyj><;

nyx*

nych-os unghia - gen. d'ins. lepia. , fam. crepuscolari; che differiscono dal gen. affine sfinge, per
l'ultimo articolo dei palpi appuntito
e sporgente dinanzi alla testa, a
guisa d'unghia.
Anfora - da pyt amfi da due
parti e ps'pw fr-o porlo (contratto
da py Mjicpes amt-for-us) - vaso a.

4ue manichi

53

ANG

specialmente vaso di
terra cotta con due manichi, molto
pi alto che largo, con base molto
angusta in proporzione dell'altezza
;

'.ti

ANf.
e prestavano ad essi culto

super-

stizioso.

che conserva nell'ellenico volgare.


2 Misura ellenica di liquidi, corrispondente a litri 38,82. 3 Misura

* Angelicna. V. Angelica - sostanza cristallizzata che si estrae


dall'angelicato di potassa.
Angelico. V. Angelo - ch' proprio di angelo. 2 m. Acido estratto
dalla radice di angelica.

romana di
litri 25,89

Angelo - da -yyXXu angll-o annumio - a. messaggiero. 2 Essere

pitolina

intelligente

detto pure orafiva

stmna

nome

liquidi, corrispondente a
; della pure anfora caperch se ne conservava
in Campidoglio il modello, k Misura dejla portata di una nave da
,

ottanta.

carico, libbre

dodici

segni

dello

5 Uno

zodiaco;

dei

Ac-

quario.

incorporeo

che,

se-

condo la teologia ebrea e cristiana,


annuncia agli uomini ci che Iddio
vuole comunicar loro. 3. m. Gen.
di

fam. plagiostomi; cos


perch le loro pinne pettosono bianche e distese come le
che si attribuiscono agli angeli.
pesci,

detti

Angaria, * Anghera - da -pra_

rali

costringo (a lavo- ali


portar pesi, costruir strade, 4 m. Palla di cannone divisa in due
senza retribuzione ecc.) - atto di emisferi congiunti da una catena o
angariare, vessare (in generale). da una spranga
che si getta per
2 Lavoro forzato. 3 m. Obbligazione rompere gli alberi e le sarte delle
che pu imporre un governo in navi nemiche. 5 m. Moneta d'oro,
tempo di guerra ai bastimenti che in Francia, al tempo di Filippo di
Valois e di alcuni suoi successori ;
si trovano nei suoi porti, sulle sue
rade, di trasportare uomini e merci cos detta perch portava l'effigie di
un angelo.
mediante indennit.
* Angelolatra - -nsXc; ngel-os
Angelica. V. Angelo - m. gen.
di p. d., fam. ombrellifere, tr. an- angelo e Xarpta latr-a culto - culto

peuw angaru-o
rare,

gelicee;

il

cui

nome

un'allusione

religioso verso gli angeli.

Anghera. V. Angaria.
Angiante. V. Anginto.
buivano ad alcune specie, p. e. al* Anginto - da q-vecv angi-on,
Yangelica arcangelica. 2 m. Sp. di
ang-on vaso e v8&; nth-os fiore p. d., gen. pimpinella; che si adofam. composte,
perava in medicina. 3 Danza oscena, gen. di p. d.
presso gli antichi, che si faceva tal- st.-tr. angiantee ; i cui capitoli sono
volta dopo i conviti; cos detta per- riuniti in glomeruli circondati da
ch forse rappresentava gli atti di ftu involucro di scaglie a foggia di
vaso.
chi arreca o riceve una lieta notizia.
* Angelicto. V. Angelica- trasAngdio - da pEiSiov angiformato in angelo, che ha qualit d-ion, angd-ion, dim. di -^ecv
angeliche. 2 Combinazione dell'a- ang-ion, ang-ion vaso - m. sorta
di pericarpio, che ha forma di urna.
cido angelico con una base.
2 m. Gen. di p. m., fam orchidee; i
Angelice. V. Angelica.
Angelici. V. Angelo - monaci cui fiori hanno forma di una urBasiliani, che vivevano santamente. ne Ita.
2 Settarii cristiani che opinavano *Angiectasa - da typcv^ an&>ere il mondo creato dagli Angeli, g-ion, ang-ion vaso e ex-raci; kiaalle virt

medicinali che

si

attri-

ANG

estensione - dilatazione dei vasi


nel corpo.

s-is

ANG

descrizione - descrizione dei vasi


di altri corpi
del corpo umano,

Angiectop - da rntlcv an- organizzati.


* Angioidrog rafia - da *j7tb>
ix. ek da, fuori
e Trce tp-os /uojto - spostamento ang-ion, ang-ion vaso, O&up ydor
di un vaso, o congenito o per tu- acqua e ypatpri graf- descrizione mefazione.
descrizione dei vasi linfatici.
Angiema - da &771I0V ang-ion, * ANGIOIDROLOGIA - da oratici
ang-ion vaso e aff/, m-a sangue
ang-ion, ang-on vaso, CSwp ydor
eccessiva affluenza di sangue nei acqua e Xc^c; lg-os discorso - trat-

g-ion, ang-on vaso,

tato dei vasi linfatici.

vasi; pletora.

Angienfraxa -da
g-ion, ang-on vaso e

an- * ANGIOIDROTOMIA - da fyetcv an


uo wp ydor
ang-ion vaso
m- g-ion
e pprrw acqua e rc^f, tom- sezione*- dis-

yyiTcv

tyfppaji;

trax-is ostruzione (tv

en in
- ostruzione

frtt-o chiudo)

dei vasi

nel corpo.

Angite -

da

nryelov

ang-ion,

ang-on vaso - infiammazione dei


vasi del corpo, in generale.
Angina - da y/eo nch-o strin-

go

soffoco - infiammazione

faringe, della laringe

della

e delle parli

attigue; che restringe le vie della

sezione dei vasi linfatici.

* Angiote - da -^thy ang-:on,


- infiammazione de;

ang-on taso

vasi sanguiferi

dei linfatici.

Angiologia -

da

-pl&v

an-

g-ion, ang-ion vaso e Xo-jc; lg-os

discorso -

parte di anatomia che

tratta dei vasi sanguiferi e dei linfatici.

* Angiomce - da SrfttM ang-ion,


producendo nell'esercizio di queste ang-on vaso e ^uxr,; mvk-es fungo
funzioni uu senso di dolore, di sof- - fungo dei vasi sanguiferi.
* Angiomonosprma - da ^slo*
focamento. 2 Sin di sternalgia.
Anginso. V. Angina - eh pro- ang-ion, ang-on vaso, uovo; inprio dell'angina. 2 Ch' affetto di n-os solo e crripua sprm-a seme angina.
pianta angiocarpa, caratterizzata da
* Angiocrpio, Angiocrpo - da un solo seme.
Angiopata - da fyelcv an-pfetcv ang-ion , ang-on vaso e
xapir; karp-s frullo - gcn. di p. g-ion, ang-on vaso e TraOc; pth-os
a., fam. funghi; i cui organi frut- male, dolore - malattia dei vasi
tiferi sono chiusi in un inviluppo.
sanguiferi
dei (infatici.
2 Vegetale i cui frutti sono coperti ngioplce - da ^slov anin tutto
in parie da un organo g-ion, ang-on vaso e 7cXoxti plok-
che nasconde la loro forma.
tntrec ciamento - modo meccanico
*Angiogena - da Tjtcv an- di fermare le emorragie , intrecg-ion, ang-ion vaso e ^evvoccd gen- ciando, torcendo i vasi.
* Angiopteride - da &*ftc,v an11-o genero - formazione
sviluppo
dei vasi del corpo.
g-ion, ang-on vaso e -irTept; pter-is
Angiodiastasi da -qtcv an- felce - gen. di p. a., fam. felci ; il
g-ion, ang-on vaso e diaa?aci; cui frutto ha forma di vaso ovaie,
distas-is dilatazione - dilatazione che si apre per una fessura longi-

deglutizione

della

respirazione

dei vasi sanguiferi.

*Angiografa - da ^tTcv ang-ion, ang-on vaso e fpcc?r, graf-

tudinale.

- da Sr^tlcv

an-

g-ion, ang-on vaso e prfvuju

r*

Angiorraga

&i

AKG

|H-ymi rompo - rottura di vasi.


z Musso sanguigno per rottura di
vasi, specialmente capillari.
* Angiorra - da ^ecv ang-ion,
ang-on vaso e ps'w r-o scorro -

Aita

*Angiostosi - da
osso - ossificazione

bocca

vasi capillari.

sifonobranchi
-

da yfetov ang-ion, ang-on vaso e ^x^t.- rx-is


rottura - rottura di vasi nel corpo.

Angioscpio - da

-^slcv an-

g-ion, ang-on vaso e oxorow sco-

p-o osservo - strumento per esaminare i vasi capillari.

Angiosperma - da ^eov ang-ion, ang-on vaso e aro'p|Aa spr-

m-a seme - secondo


ci.

ord., quarta

fanerogame; caratda semi racchiusi in cap-

delle piante

terizzato
sule.

Angiospermte - da -p^v an .

g-ion, ang-on vaso e (troppa spr-

m-a seme - infiammazione agli organi genitali. 2 Infiammazione ai


condotti spermatici.
Angiosprmo. V. Angiosperma
- ep. di piante che hanno un periffeov an-

da
g-ion, ang-on vaso e <moW sp.t-os seme-tr. dip. a., fam. licheni;
cui sporidii sono contenuti in
i

-^esv

an-

- ord. di moli, paracefalofori

hanno un

cui

le

conchiglie

molto stretto.
Angistrofe - da t-pj-ecv ang-ioft ang-on vaso e crpc^ strofe
torsione - torsione delle arterie per
fermare le grandi emorragie.
* ANGiOTCHE-da-preovang-ion,
ang-on vaso e bum thk-e teca t rtpostiglio - ci. di p. a., fam. funghi; cosi dette perch gli organi
fruttiferi sono chiusi in un vaso, in
un involucro; sin. di angiocrpe.
Angiotoma - da -^scv ang-ion, ang-on e -n\w tom- taglio
- incisione dei vasi del corpo umano.
2 Dissezione dei vasi sanguiferi e
orifizio

linfatici.

* Anglomana - da "A-^Xc? Angl-os


manta - imitazione

Inglese e pavta

esagerata delle idee, dei costumi,


delle

maniere

inglesi.

Anglmane

carpio distinto dagl'invogli del seme.

nGISPORI -

dei vasi.

*Angistoma - da

g-ion, ang-on vaso e otu.x stm-a

scolo di fluidi bianchi per rottura di

ANGIORREXA

-r^Icv an-

g-ion, ang-on vaso e on'cv ost-on

Anglomana

V.

chi imita esageratamente le idee,

maniere inglesi.
Angria - da -r^c; ng-os vaso

costumi,

le

-m.gen. dip.d.,fam.cucurbitacee;

cui frutti sono globosi, a forma di


an- vaso. Angria dicesi pure in alcuni
dialetti italiani, mentre in Toscana
voce
forza - febbre infiammatoria ; ma- e altrove si dice cocomero
lattia che si manifesta per altera- che nei dialetti ha spesso il signifi-

teche.

Angi'jstena - da

yyeTcv

g-ion, ang-on vaso e ctevo; sthn-os

zione del polso

per eretismo ar-

incerto se gli
usassero -^cpicv

cato di cetriuolo.

terioso.

antichi

* Angiostnico. V. Anyiostena ep. di febbre senza lesione appa-

angr-ion nel senso di cocomero ;


certamente aveva significato di ce-

rente di un organo, per eretismo


di vasi; sin. di febbre infiamma-

triuolo
tuale.

Elleni

come ha

ra

il

nel volgare at-

cocomero

si

chiama

con vocabolo turco xapicv kar* ANGIOSTNOSI - da iyytov an- pz-ion; una specie che si serba
g-ion, ang-on vaso e <rrevwcts st- per l'inverno detta appunto xFtw nos-is ristringimento - ristringi- vuv chimonik-n invernale. L'etimologia di TYcupuv angr-ion nel
nenlo dei vasi.

toria.

bZ

AMI

muso di
anguri

dito, pene, per la forma

'

guale grandezza.

*Anisactna - da

del cetriuolo, simile appunto a dito,

Amara

- da vtato ani-o attrispiaccio - m. gen. d'ins. col.

eter.,

fam. taxicorni

elitre rossastre,

Oeri

testa

che hanno
e corsaletto

priv., v eufon. e

immagine-

gen.
di mostri unitarii onfalopti; ultimo
termine di mostruosit, imperocch
non presentano alcuna immagine di
essere animato; consistendo in un
sacco mal simmetrico pieno di tessuto cellulare, senza visceri distinti,
*Anidremia -da priv., v eufon.,
CSup ydor acqua e cuu.a. m-a sangue - sottrazione dell'acqua dal sanglie nel colera e in altre malattie,

* Anidrh e
di calce

V.

Anidro -

fam ombrellfere, gen dau-

no;

cui

raggi dell'ombrella

sono

vioo; nis-os

ineguale

(V.

sch-o ritengo e cupcv r-oc


urina -impotenza di ritenere l'urina,
Aniso - da priv., v eufon. e

layja
,

eguale - ni. gen. d'ins.


fam. curculionidi ; che
hanno antenne ineguali.
* Anisocalice - da vwjg; nis-os
ineguale (V. Aniso) e xa>.uH, xaXu?<r&?

is-os

col.

xc; klyx, klyk-os


poi.

tetr.,

ca/icc-gen. di
fiori con

che rassomigliano a

calici ineguali.
f
!

*Anisocheta - da aviocc nis-s


ineguale (V. Aniso) e yjxiTYi cht-e
chioma -gen di p. d., fam. coniposte i cui fili del pennacchio sono
;

solfato

anidra; variet calcifera di

solfato di barite.

Anidro - da

p. d.,

thr-on articolo

dilatato, aperto.

Anido - da

xTtvcc

st.-ge-n.

Aniso) e pOpiv r- gen. d'ins. col.


pent., fam. micetofagi; i cui articoli delle antenne sono ineguali.
* Aniscura - da priv., v eufon.,

viccv nis-otiwgcn.

* Anictchilo - da v&ikto:; anoikt-s, ankl-s aperto (vcip> anig-o,


ang-o apro) e y.e/.c; chil-os, chl-os
labbro - gen. di p. m., fam. orchidee; che hanno il labello a lembo
*

cat?,

*Anisartria - da

di p. d., fam. ombrellifere.

a id-a idea,

nis-os

aviere;

ineguale. (V. Aniso) e


akls, aktn-os raggio

ineguali.

brutti d'aspetto.

Anice - da

del calice guemiti di spine d'ine-

a pene.
sto,

cetriuolo, nel sanskrito

priv., v eufon.

Cwp ydor acqua - m. sale a cui fu


tolta ia sua acqua di cristallizzazione.

*Androsi - da priv., v eufon.


e t$p>; dr-s sudore - diminuzione

iueguali.

*Anischilo - da

vtoo? nis-s
ineguale (V. Aniso) e y.eXc; chil-os,
chl-os kkbro - gen. di p. d., fam.
labiate; che hanno il labbro supe-

riore del calice

intero, l'inferiore

troncato.
* Anisodctili

- da aviao; nis-os
ineguale (V. Aniso) e SaxroXcs dk-

o cessazione del sudore.


Anipstato - da priv., v eufon. e '/io'ata.<ji; ypostas-is sostanza

tyl-os dito - ord. di ucc. silvani; il

yp sotto e larvai st-emi sto)


- che non ha sostanza; non sostan-

dietro - ord. corrispondente ai

te-

dei passeri

ar-

(Ttc

ziale.

2Non

esistente, insussistente.

*Anisacnta - da moo; nis-os


ineguale (V. Aniso) e xavda kan- gen. di p. d., fam.
chenopodee; che hanno i segmenti
th-a spina

cui carattere principale di avrra


tre dita dirate in avanti e una in
nuirostri

sl.-ord.

rampicatori.

* ansodctilo. V. Anisodctili
d'ins. col. pent., fam. cara-

- gen.

bici; che

hanno

tarsi di

lunghezza ineguali.

forma e

63

ANI
* Anisdera -

fi

nace nis-os ine-

guale (V. Aniso) e /pn dr-e tollo

che hanno

il

corsaletto ine-

guale di forma.

Anisodnte - da

vicc? nis-os
ineguale (V. Aniso) e o?, gSovtg?
ods, odnt-os dente - gen. di pesci, fam. squali; con dentatura ine-

guale.

nacee;

2 Gen.
il

di p. d.,

fam. sola-

cui calice inegualmente

diviso.

Anisodntio. V. Anisodnle gen. o st -gen. di p. d., fam. labiate; distinte da un calice a denti
ineguali.

* Anjsfiso - da 5vtco? nis-os ineguale (V. Aniso) e <fw fy-o genero


- gen. d'ins. dipt., fam. ateruri;
caratterizzati da alcune differenze
tra la forma del maschio e quella
della femmina.
* Anisomerico - da vide? nis-os
ineguale e pipe; mr-os parte - ep.
di fiori composti di parti dissimili

scono

col. pent.,

d'ins.

- fam. lamelliformi

gen. d'ins. col. tetr., fam. crisomelini

ANI

unghia - gen.

cui tarsi fini-

unghie ineguali.
*Anispodo - da vido; nis-os
ineguale (V. Aniso) e iro?, toSo?
pus, pod-s piede -%en. d'ins. dipt.,
fam. micetofili ; che hanno zampe
ineguali. 2. Gen. di crost. antpodi,
fam. crevetine; con zampe che si
allargano verso la cima. 2 Gen.
d'ins. col. tetr., fam. lungicorni; i
cui tarsi posteriori hanno il primo
articolo pi grande degli altri tre
in

riuniti.

* Amsopgono - da vido? nis-os


ineguale (V. Aniso) e iri-pv pg-on
barba - gen. di p. m., fam. graminee; che hanno barbe ineguali di
lunghezza e di forma.
* Anisptero - da Sviso? nis-os
ineguale (V. Aniso) e mrepv pter-n
ala - gen. d'ins. ortopt., fam. locusta ; che hanno ali ed elitre molto
corte e diseguali.

*Anisscelo - da avido? nis-os


ineguale (V. Aniso)' e dxs'Xo? sk1-os gamba - gen. d'ins. em. om.,
ineguale (V. Aniso) e vxp-a nm-a fam. corei ; le cui gambe posteriori
sono guernite di espansioni memfilo, filamento - gen. di p. d., fam.
euforbiee; che hanno, tra gli altri branose d'ineguale grandezza.
* Anisostmone - da Sviac? nis-os
caratteri distintivi, stami ineguali.
2 Gen. d'infus., fam. tecamonadii; ineguule (V. Aniso) e <mip.(ov sti cui organi visibili
sono due fila- m-on slame - ep. di fiore i cui stami
menti, che hanno moti ed uffici di- non sono in numero eguale a quello
ed irregolari.

*Anisonma - da

viaoc nis-os

versi.

dei petali.

*Anisopppo - da vico? nis-os


ineguale (V. Aniso) e 7tdc7nro? ppp-os pennacchio - gen. di p. d.,

*Anisostcta - da vide? nis-os


ineguale (V. Aniso)e <rri)CT?stikt-s
macchiato - gen. d'ins. col. trim.,

fam. composte; che hanno i frutti


coronati da pagliette corte e ine-

fam

rii

afidifagi;

sparsi

di

macchi &

ineguali.

da
*NiSTOMO
nis-oa
ineguale (V. Aniso) e Topi tom-
sezione - ep. di pertanto interno od
esterno , le cui divisioni sono alternativamente ineguali.
* Anisotrchia - da Sviao? nis-os
altri.
da vico? nis-os ineguale (V. Aniso) e 6pi?, rpt^l
ANisorxU
ineguale (V. Aniso) e tocX?i opl- thnx, trich-s capello, pelo -st.-gen
*

* Anisoptalo - da vido? nis-os


ineguale (V. Aniso) e tttoXov ptal-on petalo - corolla, in cui uno
o pi petali sono pi corti degli

Stia*?

64

ANI

p d., gen. albertinia, fam. composte; caratterizzale dalla fonna


del pennacchio, la cui serie esterna
pi corta dell'interna.
Ansto - da i priv., v eufon. e
tori; ist-s tessuto - ep. di organi
di vegetali in cui non si scorge
neppure col microscopio, alcuna

di

struttura cellulare,

comep.

e.

tubi

* Anoceliadlfo - da vw ano

so-

pra,

xct).(a koil-a, kil-ia ventre e


^Xcp; adelf-s fratello - mostro
celiadelfo, congiunto ad altro simile

parte superiore del

la

dio

manca

di denti.

Anfele

da priv.,

eufon.

e wa*Xf,c ofel-s utile - m. gen.


d'ins. dipt., fam. culicidi; la cui

tromba non punge,

(per cos dire)

inutile.

Anoixa

- da

Svcifo

noix-is,

nix-is apertura (v,i-p> anig-o,

esterni delle conferve.

mostro per

ANO

* Anodntio. V. Anodnte - geo


di p. d., fam. muschi; il cui peri-

tronco.

*Anocstii - da Svw ano sopra e


e xu<m; kyst-is vescica - gruppo di
elm., fam. cidariti; il cui corpo
termina in tubercoli vescicolari.
Anodina - da i priv., v eufon.
e &vm odyn-e dolore - mancanza di

ang-o apro) - gen. di p. a., fam.


funghi perispon; il cui peridio si

apre in cima.

Anomala - da k priv., v eufon.


e cp.xX; omal-s eguale, piano, ordinario, regolare - ineguaglianza;
disordine; irregolarit.
di

2 Mancanza

proporzionefralepartidiun tutto.

3 Mancanza di analogia fra una


parte di un tutto e una parte di un
altro tutto, mentre fra altre parti
dell'uno e altre parti dell'altro esiste

3 Insensibilit al dolore. analogia. 4 Ineguaglianza fra le


parti di un discorso, ora gonfio, ora
3 Cessazione di dolore.
* Anodino. V. Anodina - che non pedestre. 5 Non conformit di una o
d dolore ; che non duole che sol- pi inflessioni di un verbo alle cor-

dolore.

leva, toglie

il

dolore (refrigerante o

rispettive di altro verbo considerato

2 Che opera dolcemente, come tipo 6 Deviazione, in un essenza cagionar dolore. 3 Molle; op- sere organizzato, dal tipo specifico

narcotico).

posto ad energico.

Anodm

- da priv., v eufon.
e t\m oilm- odore - privazione
o diminuzione dell'odorato.
* Anodo - da Svw ano sopra e So;
od-s via - parte della superficie di
un corpo penetrato dalla corrente
elettrica e in decomposizione; la
quale tocca immediatamente il polo
positivo, e per cui l'elettricit entra

nel crpo medesimo.

Anodnte - da

- gen. d'ins. col. pent., fam. bratili

le cui

e sdentate.

mandibole sono sot2 St.-gen. di moli.,

fam. andontidi;

specie ecc. comparati colla maggioranza degl'individui .delle specie ana-

loghe ecc. (dalla semplice variet alla

deformit pi strana, siacene ponga


ostacolo al

compimento delle fun6m. Inegua-

zioni relative o no).

glianza nelle vibrazioni del polso.

7 m. Allontanamento di una masuo corso dal consueto.

lattia nel

priv. v eufon.

e oSc;, ^c'vtc; ods, odnt-os dente


chelitri

o dal generico; particolarit organica che presenta un individuo, una

la cui

conchiglia

ha la cerniera senza denti.


* Andontidi. V. Anodnte, n 2.

8 m. Differenza degli archi

descritti

tempi eguali dai raggi vettori di


un pianeta intorno al centro ; irrego-

in

larit del
si

moto

di

un pianeta quando

scosta dall'afelio o dall'apogeo.

*Anomaliflre

vocab. ibr. da

anmal-os anomalo e lat.


fi os, floris fiore - ep. del di-

vcifAaXc?

65 -

ANO

seo, della cresta delle piante sinanterec,

quando

le corolle

dei fiori

sono anomale.
* Anomalpodi - da vcipaXo? an-

mal-os anomalo, e iro;, itg&>< pus,


pods piede - fam. d'ucc. ; caratterizzata da

anteriori,

il

un

dito posteriore e tre

cui intermedio unito

da tre falangi e all'interno


da una sola.

all'esterno

*Anomalstico. V. Anmalo -ep


.di tempo che un pianeta, il quale
parte da una delle sommit della
sua orbita, mette a tornarvi. 2 Ed.
di anno in cui un pianeta compie
il suo giro da un afelio all'altro;
cosi detto perch comprende tutte
le sue anomalie.
Anmalo. V. Anomalia - ineguale, irregolare. 2 Cp di parte
non proporzionata alle altre parti

un tutto. 3Ep. di parte di un tutto


non analoga ad una parte di un altro tutto, mentre fra altre parti deldi

l'uno e le altre parti dell'altro esite analogia. 4 Ep. di discorso ora


gonfio, ora pedestre. 5 Ep. di verbo
non conforme in alcune delle sue
inflessioni a un verbo tipo, a cui
.si conformano i pi fra quelli che

hanno le medesime caratteristiche.


6 Ep. di organo, d'individuo, di specie, di

genere in essere organizzato,

che

scostano dal tipo specifico ge-

si

nerale, cui si conformano i pi degli


organi, degli individui, delle specie,
dei generi

relativi (p.

e.

glandole

ANO

macruri in alcune par"


ticolarit dei piedi, dell'abdome e
delle pinne. 7 m. Gen. d'iris, col.
pent. , fam. lamellicorni ; che variano in alcuni caratteri secondo i
climi che abitano. 8 m. Gen. d'ins.
imenopt., fam. icneumonii; differenti dai generi affini per alcune

differenti dai

particolarit nelle ali e nei tarsi.

* Anomaloecla - da vupxXo; ano


mal-os anomalo e cuc; ik-os, k-os
casa - ci. di piante, la cui fruttificazione va soggetta ad aborto degli
organi sessuali.

* Anomalpodi - da W>p.aXoc anmal-os anomalo e tcc;, i?g; pus,


pod-s piede - fam. che comprende
mammiferi aventi le cinque dita
piede
brana.

del

riunite

da una

mem-

Anomi - da priv., v eufon. e


5u.oicc m-oios, m-ios simile - settarli Cristiani che negavano essere il
Figlio simile di essenza al Padre.
* Anomema - da vou.oc nom-os
irregolare (V. Anomta) e afpx m-a
sangue - alterazione del sangue.
*
nomeomro - da priv., v eufon., Siamo; m-oios, m-ios simile
e {Aspo; mr-os parie - ente formato
di parli

eterogenee.

Anoma - da priv. e vo'{ag; nm-os legge, norma -in. gen. di moli,


ai lamellibranai brachiopod; ma ebe per
cagione di alcuni caratteri distintivi
non possono essere collocati in nessuno di quei generi. 2m. Gen. d'ins.
col. tetr., fam. crisomelini; in cui
vi sono alcune differenze fra i sessi.
* AnOMOCARDIOSTENA - da veuce
affini alle ostriche,

chi,

anomale, senza condotti vascolari


i cui due punti
di attacco sono immobili; febbri
anomale, i cui periodi non seguono
l'andamento ordinario ; eruzioni nom-os anormale (V. Anomta),
anomale, che non si possono ripor- xapi<x kard-la cuore e rivo; sthetare a specie conosciute ; fior ano- n-os forza - pulsazione anormale
mali, che sono formati di petali del cuore.
* Anomocfalo - da vcpo< noirregolari ; piante anomale, piante a
corolle polipetale irregolari). 6 m. m-os irregolare (V. Anomta) e xiTr. di erosi, decapodi macruri, cpxXV> kefa- testa - ep. di animale
;

mutolo anomalo,

Ca*i:|' D*. Etimol.

l"

ANO

66

ANO

inerme (V. Anoplo) e rrepvoV


slrn-on sterno - gen. d*ins. col.
formit.
*Anomodnte - da avojxc? no- fient.,fam. lamellicorni ; che hanno
m-os irregolare (V. Anoma) e o sterno inerme.
* Anoplotrio - da Svento; noSc;, ^vtoc ods, odnt-os dente
- gen. di p. a., fam. muschi; il pl-os inerme e tospiov ther-on fiera
cui peristomio inegualmente den- - gen. di mamm. fossili; icui denti
canini sono poco differenti dagl'intato.
* Anomomorfa - da 5vojxoc no- cisivi.
* Anptero - da vw ano sopra e
m-os anormale (V. Anoma) e fp<p7)
mtpv pter-n ala - gen. di mante,
morf- forma - forma anormale.
* Anomonerva - da vopc; no- fam. escallonie; i cui semi sono
m-os anormale (V. Anoma) e vtO- alati in cima.
p&v ner-on nervo - innervazione
*Anoptotrio - da vo7rrc? noanormale.
pt-os non visibile ( priv., v eufon.
* Anomotca - da 5vop^ nom-os e 0Trrti> pt-o veggo) e (hr^tcv ther-on
anormale (V. Anoma) e foixin thk-e fiera - animale la cui specie
teca - gen. di p. m., fam. irida- perduta.
* Anrchide - da priv. , v eufon.
cee; che hanno capsule di forma

la cui testa presenta

qualche de-

irregolare.

e cpja?,

Annfalo - da
e u.<paX;

priv., v eufon.

omfal-s ombilico - che

non ha ombilico.

Annimo - da priv., v eufon.


e ovupa nym-a nome - senza nome;
il
cui nome ignoto. 2 Ep. di
scritto (libro, lettera ecc.) cui

apposto

nome

di autore.

di alcune parti del corpo

non

3 m. Ep.
prima in-

nominate, cui poscia fu dato un

nome;

p.

e.

cartilagine

anonima

arteria o tronco ano(tronco branchiale-cefalico

(la cricoide),

nimo
ecc. A m. Ep.

di societ

commerciale

qualificata dall'oggetto della sua im-

ma

senza nome sociale.


da priv., v eufon. e
arme - m. gen. d'ins.
che
coi. tetr., fam. curculionidi
hanno tarsi senz' unghie. 2 m.
Gen. d'ins. col. pent., fam. sterno xi ; idem.
* Anoplognto - da SvwrXoc nopl-os inerme (V. Anoplo) e pado;
gnth-os mascella - gen. d'ins. col.
pent., fem. lungicorni; le cui mandibole sono sdentate.
* Anoplostrno - da vcwXo; no-

presa,

pl-os

Anoplo -

itX&v pl-on

opxi^cc

rch-is,

rchid-os

- animale nato senza testicoli o che li ha perduti.


Anorexa - da priv., v eufon.
e i'pefo rex-is appetito - mantesticolo

canza, diminuzione di appetito.


* Anorgnico - da priv., v eufon. e cp-ptvcv rgan-on organo non organizzato.
*Anorgansmo. V. Anorgnico -

mancanza

di organismo.
*AnORGANOGENA - da vop'yavGv
anrgan-on ( priv., v eufon. e pyavov rgan-on organo) anorganico
e -vevvo) genn-o genero - studio
sull'origine e sulla natura dei corpi

non

organizzati.

* ANORGANOGNOSA - da avocavo
anrgan-on anorganico ( priv., v
eufon. e p^avcv rgan-on organo) e
yvw<it; ens-is conoscenza - sin. di

mineralogia.
* ANORGANOLOGA - da evocavo
anrgan-on anorganico ( priv., v
eufon. e opravo rgan-on organo) e
top; lg-os discorso - trattato sui
corpi anorganici.

* Anosfres a - da priv. , v eufon.


cacppr.ai; sfres-is odoralo - maa-

07

ANO

NT

un altro muscolo
i m. Ep. di malattie che si escludono Tuna l'altra.
di anAntagonstico. V. AntagonicGfx.Yi osm- odore - sin.
smo - che si riferisce all'antagoos fresia.
* Anosteozo - da priv., v eu- nismo.
Antagoreusi - da *vt ant con
fon., c<m'cv ost-on osso e ^>ov z-on
tro e p'peuai; agreus-is arringa animale - animale senz'ossa.
* Anstoma - da avw ano sopra e arringa in risposta, in confutazione
oTc'oa stm-a bocca -gen. di p. ni., di un'altra.
* Antlgico - da vr ant contro
f:im. ciperacee; il cui ovario una
cariopse cartilaginosa, stipitata, con e x-j-cc lg-os dolore - rimedio che
cessa o diminuisce il dolore.
un disco spongioso.
* Antamaurtico - da vrl nt
* Anstomo. V. Anstoma - gen.
soppressione,

canza,

diminuzione

quello che le d

dell'odorato
*

Anosma - da

priv.,

eufon

<!i pesci, fam. salmoni ; la cui bocca


e situata in cima al muso.

ANOSTSTOMO - da

avearo;

no-

st-os spiacevole, sgradevole e oxofia


stma bocca - gen, d'ins. ortopt.,

fam. locustii; la cui testa sproporzionata al corpo, e la bocca larga


e prominente in forma di muso.
Antacnto - da avfc; nth-os
[ore e axav6a kanth-a spina - gen.
di p. d., fam. rubiacee;
spinosi.

cui

fiori

sono

Antacido

- vocab. ibr. da vri


acido - che neutraacidi. 2 Magnesia carbo-

contro e ^aupoot; amaros-ii* amau~


rosi - rimedio per l'amaurosi.
* Antnclasi - da vrl ant contro e vxXaai; anklas-is anaclasi,

ripercussione (v an ri e xXac*
kl-o percuoto , rompo) - ripercussione, riflessione di raggi luminosi o sonori. 2 Figura per cui
una parola, una frase viene ripetuta , viene , per cos dire , ripercossa, ma in un senso contrario.

AntanaclSTICO. V.

Antn-

miti contro e

clasi - proprio dell'antanaclasi.

lizza

Antangoge - da vrl ant contro e mprpi anagog- angoge

gli

nata, cos detta perch neutralizza


le acidit nel canale digestivo.
Antactina - da v6c? nth-os
fiore e xu;, xrvc; akt-s, aktn-os
rat/ t/io

- gen.

flore;

distinte

fam passida un nettario a

di p. d.,

raggio.
* Antafrodisaco.

disaco.

- figura relorica, per cui una ragione, un'accusa si ritorce contro


l'avversario.

AntanGGICO. V. Antangoge
- proprio dell'antanagoge ; che pu
essere ritorto.

Antapdosi - da vrl ant contro e uo'Swfft; apdos-is apodosi


v-r ant concorrispondenza in una compaagonism-s azione razione, in una similitudine ecc.,
V. Anliafro-

Antagonismo - da
tro e -ytoviop-b;

energica - opposizione

di forze. per cui i membri seguenti corrispondono agli antecedenti. i m.


Rivalit; avversione.
Antagonista. V. Antagonismo Ritorno del parossismo febbrile.
- che oppone a una forza un'altra
Antarctico - da vtI ant ronforza in direzione contraria. 2 Im- tro e pjtTixc arktik-s arctico muto ; rivale ; avversario. 3 m. Mu- ep. di polo nel cielo in opposizione
scolo che tende a dare ad una all' arctico. 2 Estremit dell'asse
parte un movimento opposto a della terra opposta all'arctica. 3 Ep.

68

ANT

del circolo polare, ch' a gradi 23


circa di distanza dal polo antarctico.

ANT

th-os riminto,

Antrtico. V Antrctico.
* AntartrTICO. V. Antiartistico.
Antastmatico, AntasmAtico -

tro gli elminti

verme - rimedio con;

vermifugo.
vfc; nth-os fiore

Antemide- da

a. fiorellino con pennacchio.

2 Gen.

fam. composte seneciodi p. d.


vT-ant contro e *o6.<x asthma nidee, volg. camomilla; i cui fiori
del raggio sono terminati da un
astma - rimedio contro Pastina.
*Ant atrfico V. Antiatrfico. pennacchio in forma di corona.
* Antemorrgico - da vr anti
* Antaxa - da Svdo? nth-os fiore
e 5ig xi-os che vale - gen. d'ins. contro e * alpc^afta emorraga
col. pent, fam. sternoxi; screziati rimedio contro l'emorragia.
* Antfmptico - da vr ant condi vaghi colori.
* AntAxoni - da vr ant contro tro e taoK-ruai; emptys-is emoplisi
rimedio per lo sputo di sangue.
e a^cov xon axe abitanti dell'axe
Antendixi - da vr ant conopposto del globo ; sin. di antpodi.
Antci - da dwT ant contro e tro e ev^et^t; ndeix-is, ndix-is diabitanti mostrazione (tv en in, et'jcvup.i dikoxstt oik-o, ik-o abito
sotto lo stesso meridiano, alla stessa n-ymi dimostro) - argomento per di,

da

distanza dall'equatore;

ma

gli

uni

nell'emisfero boreale, gli altri nello


australe.

mostrare la

falsit degli

argomenti,

delle dimostrazioni dell'avversario.


*Antenerga - da vt ant con-

* Antefiltico - da Avrl antl con- tro e ivfy-ytta enrg-eia, enrg-ia


<piXTific efilt-es efialte - rienergia - forza contraria, che agil'incubo, 1 efialte.
sce in senso contrario.
Ante la - da vfcc nth-os fiore * Antepilptico - da owt ant- a. fiorellino con pennacchio. 2 m. eontro e imky^ia. epilepsta - rimeInfiorescenza del giunco, di alcune dio contro l'epilepsia.
ciperacee.
Antra - da avOoc nth-os fiore
* Antelfilo - da vtoixn anlhl-e - m. parte superiore dello stame
fiorellino, fiore con pennacchio e dei fiori, che racchiude in una o pi
<piXs fil-o amo - gen. d'ins. col.
loggie il polline o polvere feconeter., fam. trachelidi; che amano dante.

tro e

medio contro

di star sui fiori.

AntLICE - da vr ant in opposizione e Xt^ lix elice - circuito


interno dell'orecchio; opposto all'esterno, ch' l'elice.

Antelio - da

lo stelo stesso, fiore, frutto,

vr ant rimnetto,

contro e -fato; l-ios sole - che riceve il sole mattutino. 2 Statua di


divinit alla porta di casa rimpetto
all'oriente

detta pure

telio.

3 Che

vola

che

chio.

fissa

oscura

il

il

demone an4 Nu-

sole.

sole;

Sin. di parelio.

solec-

6 m.

Sin.

di elianto.

* Antelmntico - da

Antrice (invece di Antatrice) - da 3v6c; nth-os fiore e Orp


ath-r stelo - a. pianta che porla
un lungo stelo con fiore in cima;

v-rl

ant con-

tro e tXpv; f {XjMvfo; loiins, lmin-

2 Pianta

dell'asfodelo.

caule.

3 m. Gen.

di

m., fam. liliacee, tr. antericee;


che hanno il gambo in forma di asta
con ispighe guernite in tutta la loro
lunghezza da scaglie.
* Antericee. V. Antrice.

p.

Antride, Anterdio, Antersma - da vr anti contro e pctfu


erid-o, erd-o appoggio - puntello.

2 Contrafforte
muro.

all'esterno

di

un

ANT
*Anterdio -

,- 6
an-

diro, di vtoip

th3r- antera - organo maschile dei


talassofiti articolati, dei funghi

nomiceti ecc., per fecondare


cliegnni o

anther- antera e

porlo - ep.
che portano

ANT

sedicesimo giorno
del mese di antesterione, e dura-

vano

11

tre giorni.

Antesterine - da
fiore e iara^Lon ist-ame

* Anterfero - vocab.
<to?

ime-

gli ar-

pistilli.

cominciavano

ibr.
lat.

da
fero

v-

dei

filamenti o stami
le antere.

*ANTERGENO -

da

an-

vfojp

ther- antera e -ytwaw genn-o getter - ep. di dori le cui antere si


sono trasformate in petali in forma
di cornetti (fiori cornicolali).

Anterografa

- da vfap antlier- antera e ip*yr, graf- descrizione - descrizione delle antere


dei fiori.

*Anterologa - da vfoip; anther-s fiorente (v6r p anther- antera) e o'fc; log-os discorso - trattato dei fiori. 2 Trattato sulle antere dei fiori.
(

Anteromana -

da vftrp anther- antera e pxvia mana - malattia stenica delle piante per ec-

5vfc; nth-os
comincio ecc.

- ottavo mese dell'anno attico;


met di febbrajo met circa di
marzo in cui i fiori cominciano a
,

sbocciare.

Ant

vr,

come

preposizione,

a cagione ecc. Nei


composti ha senso di contro (V. Antiloga); a riscontro {\ Antfona);
rimpetlo (V. Antlio); simile a
(V. Antlope) ecc.
Ant a - da vOo; nth-os fiore m. gen. di pesci acant., fam. serrani; di un bel color di rosa, con
significa invece,

linee di color violetto.

Antide. V. Antidi - ingrossamento, flegmasia delle antiadi o


tonsille; sin. di umigdaltle.

Antidi - da vr! arili r impetto


- piccole glandole ai peristmii della

cesso di nutrimento, onde produ-

faringe, poste l'ima rimpetto all'altra; sin. di tonsille o amgdale.


* Antiafrodsiaco - da vr ant

cono

ontro e appestatala; ul*rodisiak-s

un numero esuberante

di

antere.

afrodisiaco - che ha efficacia o a


* Antertico - da vr ant con- cui si attribuisce efficacia contraria
tro e p<?, IptTo; r-os, rot-os a quella degli afrodisiaci.
amore - contrario all'amore. 2 Ri- * Antiapoplptico
Antiapomedio contro Tarn ore
plttiqo - da vr ant contro e
* Awterptico - da vr ant-i con- iKxXrfcia apoplexta - rimedio contro e epirrc, spigr; rpes, rpet-os tro l'apopjexia.
erpete - rimedio contro l'erpete.
*Antiartrtico - da vr ant
,

Anterra -da

vtop anther-

contro e pOp-n< arthrt-is artrite


atto a combattere l'artri-

antera e cupa ur- coda - gen. o - rimedio


st.-gen. di p. d., fam. rubiacee; distinte da antere sagiltiformi con

una lunga appendice.


Antesi - da Sv6gc nth-os

fiore

ti de.

* Antiatrfico - da vr ant condro e pestai atrofia - rimedio contro l'atrofa.

- fioritura; tutto l'insieme dei feAntibacchio - da vr! ant connomeni che accompagnano lo schiu- tro e(3ax/;bkdi-iosdccAu)-piede
dersi dei fiori in una pianta.
composto di due lunghe ed una
Antestrie. V. Autesterine - breve; opposto al bacchio; sin. di
- feste di Bacco in Atene; Bacca- palinbacchio. 2 Verso composto di
nali o D.onisie (lat. florali a), che cosifutli Diedi.

70

ANT
* Anticachtico - da

vt antl

cosicch

ANT
il

debitore cede e

contro e xaxl;ia kakex-ia cachexia

ditore riceve

- rimedio contro la cachexia.


* Anticannico - da v

somma.

il

cre-

un uso invece di una

ant

Anticrsta. V. Anticrsi - que-

contro e xavv kan*n canone -conai canoni, alle leggi cano-

gli a cui profitto fatta l'anticresi ;

trario

niche.

* Anticrcinico - da arri ant


contro e xapxvc; karkn-os cancro
- rimedio contro il cancro.
* Anticrdio - da cm antl rimpetto, innanzi e xap^i* card-a cuore

- parte anteriore del petto; cavit


dello stomaco.

* Anticatarrle - da vt ant
contro e xatTppcu; katrr-us catarro - rimedio contro il catarro.
* Antica ijstico - da arri ant
contro e xauGTtx; kaustik-s caustico - che combatte l'azione, gli

un caustico.
Antchiro - da vt

effetti di

posizione a e

dito

quasi

x8 'p

pollice;

opposto

ant in op-

detto

al resto della

ANTICH1ROSPSMO - da

mano

perch

mano.
vrixiip

antcheir, antichir pollice e <nra<xu;

spasm-s spasmo - spasmo

al pol-

lice.

* Anticlinle - da arri ant condal lato opposto e xXtvw kln-o


linea che passa per la sommit degli angoli che forma uno
strato minerale inclinato in due
tro,

pendo -

sensi opposti.
*

Anticlico - da
jcuXixt]

vrl ant contro


kolik- colica - rimedio

contro la colica.
* Anticomtico

da vr ant

contro e xp.a km a coma - rimedio per il coma o torpore morboso.


Anticrsi - da vr ant invece
e xpwnc chrs-is uso - contratto
per cui un debitore cede al creditore

un immobile, a
annualmente

il

carico d'imputare

valore dei frutti su-

gl'interessi e quindi sul capitale del

credito, finch

il

creditore.

contraria a quella di Cristo.


Anticristiano. V. Anticristia-

nsimo - ch' avverso a Cristo,

al

Cristianesimo. 2 Ch' in opposizione colla dottrina di Cristo.

Anticristo - da

vr ant

tro e Xptor; Christ-os Cristo

con-

av-

verso a Cristo persecutore di Cristo o ile' suoi. 2 Chi osa asserir


s e non Cristo esser Dio. 3 Personaggio scellerato che apparir alla
fine del mondo, secondo i teologi,
e si spaccier per Dio. 4 Precursore dell'Anticristo, tiranno simile
ad esso.
Antidctilo- da arri ant ite
opposizione e JoxtuXoc dktyl-os
aactilo - piede opposto al dactilo ;
sin. di anapsto.
* Antidfne - da arri ant contro, sopra e ftdym dfn-e alloro gen. di p. d., fam. laurantacee;
che crescono parassite sulle laurinee.

il

Anticrsi - da arri ant contro


- ci che si oppone alla crisi in una malattia ; fenomeno in opposizione alla crisi.
ANTICRISTIANES'.MO - da arri
ant contro e y$umm\<s\n$ christianism-os cristianesimo - dottrina
e xpet; krs-is crisi

chir, chr

cos

chi usa dell'immobile;

debito sia pagalo

Antidemonaci

contro e a?{*o>v

da vt

ant

dmon demonio -

che negavano resistenza del demonio.


* Antidesma - da vrl ant invece
di, per e e<xj; desm-s legame gen. di p. d., fam. antidesmee; la
cui scorza serve a far corde.
* Antidesmee. V. Antidesma.
settarii Cristiani

Antidimetro - da vt ant
contro e ^tiurccv dimetr-oh dia-

71

ANT
metro - ep.

di cosa

diametralmente

opposta ad un'altra.

rimedio contro

ANT
il

veleno; contrav-

veleno.

* Antidiarrico - da

vr

ant

Antifrna. V. Parafrua.
* Antiflla - da v-r ant in op-

contro e tappeta dirr-oia, dirr-ia


diarrea - rimedio contro la diarrea. posizione e puXXcv fyll-on foglia Antidro - da arri ant invece gen. di p. d., fam sassifragacee ;
e 3a>pcv dr-on dono - parte che re- che hanno foglie opposte.
Antifilosofa. V. Antiflsofo sta di un pane che fu consacrato,

ma

non

quale

intero, nell'eucaristia; la

si distribuisce in

frammenti a

opposizione alla

filosofa.

2 Dottrina

opposta alla sana ragione.

*Antifilosfico. V. Antiflsofo
si trovano in chiesa, e
si sono comunicati, invece del - ch' in opposizione alla filosofa,
alla sana ragione.
dono, cio dell'eucaristia.
Antidosi - da kmStt antidd-o Antiflsofo - da v-r ant
permuto (v-r ant invece di e ( contro e ptXooe^o; filsof-os filocoloro che

non

/ai
do) - m. sinedoche per cui
quello ch' proprio della natura divina di Cristo, secondo i teologi, si
attribuisce alla natura umana.
Antdoto - da v-r ant contro
e ferace dot-os da darsi (i$w did-o

sofo - avverso ai

filosofi,

alla

filo-

sofia.

* Antifsico - da vr ant- contro


e cpuoi; fys-is natura - contrario alla
natura. 2 Contrario alla fisica.
Antiflogstico - da v-r ant

do) - sostanza che pu neutraliz- contro e yXifbmc, flgos-is flogosi


zare in tutto o in parte le propriet - rimedio contro l'infiammaz one.
Antfona - da vr ant in optoxiche dei corpi.
* Antjdrfobo - da vr ant con- posiziorte, a riscontro e cpwvr, fon-
tro e Opccfo&'a ydrofob-a idrofolria voce- canto alternato, specialmente
- rimedio contro l'idrofobia.
canto di chiesa. 2 Sentenza tratta
* Antidrpico - da vr ant con- dai libri sacri che si canta alternatro e Cp*><|> ydrops idropisia - ri- tamente da due cori; sin. ni responso. 4 Versetto tratto dai libri
medio contro l'idropisia.
* Antiefiltico. V. Antefiltico. sacri che precede il salmo e tal* Antielmntico. V. Antelmntico. volta si ripete anche in fine, e che
Antiemetico - da vr ant con- d il tuono al salmo medesimo.
tro e jmt; emet-s vomito - ri- 5 m. Allusione a cosa per solito spiacevole e che non si vuol dire spiatmedio per far cessare il vomito.
*ANTIEMORR01DLE-da vr aoJi, tellata; discorso o cenno di discorso
contro e aSfMp^tc, atjAcppot^o; emr- che precede o pu precedere una
rois, emorroa-os emorroidi - ri- spiegazione pi estesa e conforme,
come l'antifona precede il salmo e
medio per l'emorroidi.
* Antienneaedro - da vr ant gli d il tuono.
contro e iwtat^pcv enneedr-on en- * Antifonle. V. Antifona - mec-

neaedro - solido, p. e. cristallo che canismo che si adatta a uno struba nove faccie da due lati opposti. mento a tasti; in cui da punte con* Antiepileptico. V. Antepilp- ftte in un tamburo girevole sono
* Antierptico. V. Anterptico.

mossi dei becchi d'acciaio clic percuotono i tasti, in modo da eseguire

Antifrmaco -da

dei pezzi musicali.

tico.

tro

<paff/.ouov

vr ant con-

frmak-on veleno -

FtrONARio.

V. Antfona - li-

ANT

ANT

72

hro che contiene un raccolta di an- fam. chirarpii; la quale comprende


tifone in canto fermo.
quelli che si servono delle dita per
* Antfora - da arri ant contro
ghermire la preda e portarla al
a vicenda e pep; lbr-s portatore becco.
* Antilmico - da vr anti con(ptpt fr-o porto) - gen. di p. m.,
fam. graminee in cui ciascun in- tro e )/.ip.; loim-s, lim-s peste ,

volucro porta due fiori, uno neutro


e uno ermafrodito, con una sola tagliuola al neutro e due membranacee all'ermafrodito.
Antfrasi - da vTt ant contro
e cfpSw frz-o parlo - uso di un

preservativo contro la peste.

2 Ri-

medio per la peste.


Antilepsi - da vnX<x(j.av antilambn-o cambio ecc. (vr ant mvece e XapGvu lambn-o prendo) applicazione di un rimedio lontano

vocabolo in senso contrario; vocabolo o frase con cui s'intende siil contrario di quello che
esprime por s ; per eufemismo o
per ironia.
* Amiftoro - da vr anti contro
e <f)fep fthor- distruzione - rimedio contro la corrosione, la consun-

dalla parie malata per operare

zione.

tro,

gnificare

* Antigalctico - da vr ant
contro e faXa, "yXaxxc; gl-a, glakt-os latte - rimedio per soppri-

mere

per riparare ai mali


che per avventura ne avesse cagionato la soppressione.
il

latte,

* Antiglaucoma - da vr

anti

vr ant

a vicenda

e Xsfbilg-o dico- parte di

commedia

Antilexi -da
in cui

sono pi interlocutori; oppo-

sta a monologia o soliloquio.

* Antii exjco - da

vt ant

fronte.
* Antilssico

- da vrl ant con- rimedio

tro e xoaa lyss-a rabbia

contro

la

rabbia.

* Antiltico - da vr ant contro t Xt6o; lilh-os pietra

contro la pietra.

dell'occhio

si

cristallino

gonfia e

apparisce

pi grosso che non nel glaucoma.

*Antigrmma

- da vr anti in

opposizione e ypafiu.T, gramm-c linea


- gen. di p. a , fam. felci; in cui

Antilbio - da

(vr ant

lg-o dico)

cambio

ant

Antilogia - da vnXry antilg-o

mi oppongo

vr ant per,

ferri

recchia.

della fronda.

Antigh/.mma - da

- rimedio

opposizione e XcC; lob-s lobo parte dell'orecchia esterna opposta


al lobo;
parte superiore dell'o-

una rete di linee, di vene parallele


si ende dal mezzo verso
Torlo
si

in cambio di e fpatp.p.a grmm-a


lettera - lettera di obbligazione, in

con-

rimpetto e XeJJixv lexik-n vocabolario - lessico in pi lingue;


in cui pi vocaboli si trovano a

coma -

il

2 Sin.

di antilogia.

contro e yXauxtofi.a glucom-a glanmalattia in cui

una

rivulsione.

scorsi altrui.

2 Contraddizione
di un autore. 3

due espressioni
generale)

contro e Xsp

a. opposizione ai di
fra
(in

Contraddizione fra due

quale chi la scrve ne termini, fra due proposizioni.


riceve, dalla persona cui l'ha indiAntlope -da fafahtfy anthlops
rizzata, un'altra conforme.
gazzella - forma probabilmente
ANTILAMBANO - da icnOM^.Ci<.^ scorretta invece di rm'xxc^ anlltops
tieu antilambn-ome stringo forte o di vrXacpc? untela fos (vrl ant
(vr ant contro e
tam- a somiglianza di, simile a e fXawpo;
ii n-o
prendo) - m. gen. di ucc , laf-os cervo - fxXc4>, iXXcwc; clloos
dellu

k^dw

ANT

^Uop-os rapido, veloce - tXXo; ell-os


agile; xw l-o corro; sanskrito
ila t agile, radice il muovere, affrettare) - gen. di raaram., fam.
ruminanti cornuti; cos chiamati
perch somigliano pi o meno ai
cervi.

* Antimachia - da vrl
e

Y-y-fTi

2 Contrasto

l'organismo del corpo

mondo
*

ant

umano

fra

il

Antimelancnico - da
e

nente

un atomo

di

p.eXa-jT.oXia

ossigeno pi

dell'acido antimonioso.

(sorta di pianta). Mani significa


rosso (munivi g'a pomo granato

mani-t-vig'a seme, grano).

pari, intens. skt.

esterno.

confro

ANT

acido formato dalla combinazione


dell'ossigeno eoll'antimonio, contedi

Antimnio - uno dei nomi sanscriti del chermes minerale (antimonio rosso) raanika=manf,
contro come r ca ni e rcanik sunda

inch-e battaglia - contrasto

di forze nel corpo.

73

v-r

anti

melanchol-a

+-

A ti
mani=ati-

ma incanti mani
tetico)

(con l' esenminerale rosso scuro o

malinconia - avverso alla malinco- nerastro. Antimonio non vera


parola greca, come fu creduto. Se
nia ; che combatte la malinconia.
Antimetalpsi - da v- and in- ne dava un'etimologia ridicola da
e jm'vc mn-os
vece, contro e {UTaXr,^ metleps-is vrl ant-i contro
uso (p*T(xXa|j.v<>) metalambn-o mi solo.
* Antimonioso. V. Antimnio servo - tur, met con e Xa^Sav
lambn-o prendo) - ripetizione delle acido formato dalla combinazione
,

stesse parole,

ma in altro significato.

Antimetatesi - da
vece e

i/jrafeau;

camelo

anti in-

(aera met- oltre e

ttli-emi colloco)

per cui

v-r

meilhes-is trasloTitolai

- figura relorica

l'oratore trasporta, per dir

cos, l'uditore nel luogo dove avvenne la cosa di cui parla. 2 Figura
per cui alle parole stesse due volte

usate

si

d diverso significato.

Antimetstico - da v

ant

contro e pio* mth-e ubbriachezta


preservativo contro Tubbriachezza.
2 Mezzo per uissipare l'ubbria-

chezza.
* Anti miasmtico - da vrl ant
contro e ^iaoua. inasm-a miasma
- rimedio contro i miasmi; mezzo
di prevenire o di dissipare i miasmi.
* Antimonrchico - da vr ant
contro e tA/ivap/j* monarchia - opposto alla monarchia, al sistema

monarchico.

ANT1MONITO. V. Antimnio Baie formato dall'acido antimouico

e da una base metallica.


* Antimnico. V. Antimonio - ep.

dell'ossigeno eoll'antimonio.

* Antmonto. V. Antimnio- sala


formato dalla combinazione dell'acido antimonioso con una base metallica.

Antimomiro.
combinazione

V. Antimnio -

dell'antimonio

con

altri metalli.

* Antina - da vfto; nth-os fiore gen. di p. a., Cam. funghi bissoidi;


di forme eleganti e vivaci colori.
* Antinarcotico - da v-r ant
contro e ?atp*uot;. nrkos-is narcosi - che produce un effetto contrario a quello dei narcotici, che ne
distrugge l'effetto.

*Antinefrtico - da

vr anti

contro e ve^pv nefr-n rene - rimedio contro le col che nefritiche.


Antinomi. V. Antinoma - settarii cristiani del scolo xvi, i quali

sostenevano che chi ha la fede non


ha bisogno di buone opere per salvarsi, non ha bisogno di osservare
le leggi ; e che la fede basta a
sanjjjkaje una vita disordinata
viziosa.

&

ANT
Antinoma - da

74

fori ant contro

vo'[i.o; nm-os /0# - contraddizione fra due leggi, o fra due parti
della stessa leg^e. 2 m. Contraddizione fra le leggi della ragione pura,
Ira idee, fatti che sembrano egual-

mente

che ap-

certi, fra principii

ANT

ratori di Costantinopoli

a stranieri

illustri.

Antiperigoge - da vr ant
contro e

iripta-yuip;

goge - rotazione

pena"

periagog-
delle stelle

fsse

opposta a quella dei pianeti.


* Antiperistltico - da vr ant
contro e EpiffTaXrtx; peristaltik-s

pariscono egualmente veri.


Antiodontalgico - da vrl ant peristaltico - movimento anormale
contro e * ^ovTaX'yia odontalg-a rfo- dello stomaco e degl'intestini dal
lor di denti - rimedio per

il

dolore

dei denti.

Antipapa - da vr ant invece e


papa - capopartito

wawrjwcc ppp-as

che

basso in alto, contrario al peristaltico ; in modo che le materie in essi


contenute siano riportate in sopra.
* Antipetsma - da v-r ant rim-

scisma nella Chiesa per de- petlo , contro e nira.ay.9. ptasm-a


il papa legittimo e porsi
cortina - cortina che stendesi intorno all'altare.
* Antiparaltico - da vr ant
* Antipico - da vr ant contro
contro e 7ca^aXu<; parlys-is para- e ini&v p-yon pus - rimedio che tofa

tronizzare

in

suo luogo.

tisi -

rimedio contro

la paralisi.

Antiparstasi - da

vft

ant

contro e irapa<TT<x{v> parastn-o rappresento - controrisposta alle risposte dell'avversario. 2 Accettazione


di un fatto, di un'ipotesi con dimostrazione che non nuoce alla causa.
Antipata - da vr ant contro
e ttDe; pth-os affezione, passione

a. opposizione, urto, conflitto fra

2 Sentimento che
nasce da questa diversit; principio
di avversione, di cui chi lo prova
spesso non sa rendere ragione a
se stesso, ignorando o mal conoscendo le cause che lo promuovono. 3 11 contrario di affinit fsica
e chimica, p. e. antipatia del mercurio per il ferro.
* Antiptico. V. Antipatta - che
desta in altri sentimento di antiqualit opposte.

contro e rape-r; pyret-s infiammazione, febbre - rimedio contro


r infiammazione, la febbre, le scottature.

Antipirtico

Antpato - da
faaxcc,

vr ant vice e
ypat-os console - procon-

2 Governatore

poli ai

di Costantinotempi dell'impero Bizantino,

poi chiamato eparco (prefetto).

3 Go-

vernatore dell'Asia Minore ai tempi


bizantini. 4 Titolo dato dagl'impe-

da vr

ant

contro e wupwai? pyros-is pirosi rimedio contro la pirosi, o infiam-

mazione dello stomaco.


* Antipleurtici - da vr ant
contro e irXtupTi; pleurt-is pleurite
- rimedio contro la pleurite.

* Antpna - da

vflo; nth-os fiore e


ypn-os sonno- gen. d'ins. col.
pent.. fam. lamellicorni ; che si ten-

tlkvcj

gono

celati

come addormentati

nelle corolle dei fiori.

*Antipntico - davTt
tro e utcvo? ypn-os

ant consonno - che im-

sonno, naturale o no.


* Antipocondraco - da vrl ant
contro e oiro^ov^ptov ypochndr-ion
ipocondrio - rimedio per l'ipoconpedisce

patia.

sole.

diminuisce la suppurazione, o
ne corregge la qualit.
* Antipirtico - da vrl ant

glie o

il

dria.

*Antipodgrico - da vr ant
contro e ircSa^pa podagra - rimedio contro la podagra.

75

ANT
Antpodi - da

ART

paese diametralmente opposto, che


stanno (per cos dire) piedi contro

parlare - sin. di antilogia, di antagorusi.


*ntirrine. V. Antirrno.
Antirrno - da vr ant a so-
miglianza e pv rn naso - gen. di

piedi.

p. d.,

Antipfora - da vr ani! contro e irooGp ypofor- inofora - ri-

rinee;

e to;,

arri ant contro

tco^; pus,

pod-s piede -

abitanti del globo che

vi\ono in

sposta all'ipofora dell avversario.


2 Risposta all'ipofora o ali interrogazione che l'oratore fa a se stesso
affine di prevenire quelle che gli

pu

fare l'avversario

in cui parte

accetta e parte respinge degli argomenti che gli sono opposti o gli

batti rs-is

fam. scrofularinee, tr. antiri


cui fiori rappresentano le
narici di un vitello, di un leone ecc.
- n' tipo l'antirrino maggiore, volg.

muso di

vitello.

* Antirrinna. V. Antirrno- mache si estrae dall'antirrino.


Antisagoge - da vr ant con-

teria

tro e e{<rxprp, eisagog-, isagog-

possono essere opposti.


Antpoli - da vr ant contro,
rimpetlo e iroXt pl-is citt - citt
o parte di citt posta rimpetto ad

esagoge - affermazione contrapposta


a un'altra che si ammette come
vera, ma in modo da trarne un'induzione diversa da quella che sembrava doversene inferire, o che se

un'altra.

n'era inferita.

Antipoltico - da

Antscio - da vr ant in opcontro e woXitix; politik-s politico posizione e <m sk-i ombra - chi
- che non politico.
ha l'ombra del sole sempre dinanzi,
* AntiprostAte - da vr ant con- sempre opposta quando guarda vers
tro, opposto e i^oaT--rm; prostt-es il polo; abitante fra un polo e un
prostata - due piccole glandole po- tropico. 2 Abitante in un emisfero,
ste sui lati del bulbo e della pro- rispetto ad un altro che abiti l'altro
stata.
emisfero, sotto la stessa longitu* Antipsrici - da vrl ant con- dine e ad eguale distanza dall'equatro e <jpa psr-a rogna - rimedio tore - cos detti perch quando a
contro la rogna.
mezzogiorno, che avviene per ambe* Antiptosi - da vr ant contro due nel medesimo punto, guardano
e irradi; pts-is caso - figura reto- il sole, le ombre loro sono opposte,
rica per cui si usa un caso invece l'una dirigendosi verso il polo ard'un altro.
tico, l'altra verso l'antartico.
* Antirachtico - da vr ant * Antisclico - da vr ant con*
contro e paxfi; rachit-is rachitide tro e oxcXti;, (ixtXnxc; sklex, sk- rimedio contro la rachitide.
lek-os verme - rimedio contro i
* AntireumAtico - da vr ant vermi intestinali; sin. di antielmncontro e pwjjux ruma - rimedio tico, vermifugo.
Antisptico - da vr anti concontro le affezioni reumatiche.
Antirra - da vnppu antirr-o tro e ntyt; sps-is putrefazione rifluisco (cvrt ant contro e pa rimedio contro le malattie putride;
reno scorro) - m. gen di p. d. fam. che previene la putrefazione in una
rubiacee; le cui foglie e scorze si malattia.
usano come specifico contro l'e- * Antisilico - da vr ant contro e ot'aXcv sial-on saliva - rimedio
morragia.
* ttTiRRsi - da v:l ant contro contro l'eccessiva salivazione.
vr

ant

kVT

76

* A nti sifilitico - da arri ant


contro e * onxpiXt; syfl-s sifilide rimedio contro la sifilide.
Antisigma - da vrl ant contro
o olfu.z sigm-a lettera s, che ant. si
scriveva e - segno apposto dai critici ad alcuni passi di Omero che si
reputavano alterati (3) - Quando
due versi dicevano sottosopra la
stessa cosa, e si credeva che uno
l'osse interpolato , n sapevasi a
quale dare la preferenza; al primo
si apponeva un antisigma con un
mimo -o, e al secondo due punti. 2
favola emisferica a foggia di sigma d
che contrapposta ad un'altra di
t'aliai forma, formava con essa un
disco rotondo.
Antisofsta - da vrl ant contro e dctptdTf,; sofist-s sofista - avverso ai sofisti.
Antispasi, Antispsmo - da rrt
ant contro e otcw sp-o traggo rivulsione. 2 Ritorno verso una
parte degli umori ch'erano affluiti
ad altra parte.
Antispstico. V. Aniispsi - ri.

vulsivo.

ANT

cui la pagliuola inferiore de? flore


ermafrodito u n'arda lunga, torta,

quasi simile a carena di nave.


Antisterno - da vr ant
opposizione e ariate* strn-on sterno - parte della schiena ch' opposta alla cavit del petto , allo

sterno.

Antisticha - da

vr ant

con-

in opposizione e aro^oc stich-os, stch-os serie, lettera ecc.


tro,

- stato di chi opposto ad altri,


forma parte di una serie opposta ad
un Altra. 2 Trasposizione di Ietter
in una parola.
Antistchio. V. Antisticha opposto; che forma parte d una serie opposta. 2 Ep. di lettera trasposta in una parola.
* Antisterico - da vr ant contro e OoTspi* ysteria isterismo

medio per l'isterismo.


Antstrofe - da
opposizione,

ti

a
ant

vrl

all'inverso

ot^)^

slrof- strofa, giro (orptepo strfgiro) - danza in direzione opposta

alla strofa. 2 Verso o serie di versi


2 Che appartiene al metro che seguono a quelli delia strofi
3 Verso composto di an- (nelle cerimonie religiose e nei cori

antispasto.

sulla scena), cantati eoa diversa


Antispasto. V. Antispasi - sin. intonazione. 3 Inversione delle letspasmodico. 2 Piede composto tere o delle sillabe di una parola,
di un jambo e un trocheo, cio di di tutte o di parte. 4 Inversione dei
una breve, una lunga, un'altra vocaboli di un verso, di una senlunga e una breve; cosicch gli tenza, senza che si cangi il senso.
jamhi sono interrotti dai trochei e i 5 Inversione deHe parti che formano
trochei dagli jambi.
una parola composta. 6 SostituAntistasi - da v8t<rrr,[At anthis- zione di una forma grammaticale a
t-emi oppongo (vr ant contro e un'altra, die abbia lo stesso senso
- affermazione o quasi. 7 Conversione in dietro
'cttyi(xi ist-emi sto)
del fatto imputato in una causa, della falange dopo una conversione
ma dimostrando che n' provenuto in avanti. 8 Ritorcimento di un silbene, che si doveva far cos. 2 Ri- logismo, di un argomento.
petizione di un vocabolo, ma in alAntistrofo. V. Antstrofe - sin.
tro senso
di antstrofe. 2 Ep. di sillogismo,
*Antistera - da v ant con- di argomento che si ritorce, che si
tro e <mpx stir-a, str-a carena - pu facilmente ritorcere.
A.ntitasi - da vr ant contr*
g a. di p. m., fam. graminee; in
tispasti.

di

AHT
t*w

77 -

tm-o tndo - m. ope-

ANT

muschi; il cui peristomio


razione in cui per assestare le ossa composto di cigli nati al lato inslogate si tirano prima un poco in terno e alla base dei denti.
tin-o,

farri,

*AnttrOPO-

parte contraria.

da vr anl contro

Antititi - da <swTtTTTw anti- e TfS7Ko trp-o vulgo - embrione di


ttt o oppongo (vr anl contro e pianta, che ha una direzione oppoTarrw tatt-o colloco) - setta di Cri- sta a quella del seme.
stiani, usciti dai Gnostici ; i quali
*Antizeugmeno - da vr ant
opinavano che Dio buono, ma che in opposizione e I^eu^jiivcv zeugmil mondo abbandonato a un genio
n-on zeugmeno - specie di enumemalefico, opera del quale Fattuale
ordinamento delle cose umane, della
societ ; e che per rendersi grati a
Dio bisogna opporsi a questo genio
del male.
* Antitnare - da vr antl cantre e evap thnar tenare - muscolo

razione, in cui un verbo solo ac!

compagnato

da molti

reggimenti

opposta al zeugmeno.
;
*Antiznii - da- vr ant contro
e Cwvy) zn-e zona - abitanti di zone

simili

opposte.

*Antbii. V. Antbio - tr. d'ins.


opposto al tenare; porzione del pie- col. pent., fam. lamellicorni ; che
gatore del pollice. 3 Muscolo del vivono sui fiori.
pie^e ; sin. di abduttore obliquo del * Antbio - da v8o; nth-os fiore
dito grosso.
e $ic( b os vita - gen. d'ins. col.
Anttesi - da vr ant contro e tetr., fam. curculionidi ; che vivono
T&r.fM tith-emi pongo - opposizione sui fiori. 2 Gen. d'ins. col. pent.,
di due cose di natura diversa, con- fam. brachelitri; piccoli insetti che
traria

artifizio retorico

per meglio

vivono sui

fiori,

sui funghi ecc.

lumeggiare le idee , provare un as- Antobolee. V. Anlobolo.


Antbolo - da av6c; nth-os /?ore
sunto per via di contrasti.
Anitipo - da vr ant rispetto, e pxxw bli o getto - gen. di p. d.,
rincontro e twcc typ-os tipo - che fam. timelacee, tr. antobolee; i cui
corrisponde al tipo, che riproduce fiori hanno il perigono caduco.
*Antocaride - da v6c; nth-os
il tipo. 2 Persona le cui qualit, i
cui atti somigliano a quelli di un'al- fiore e /api; chr-is grazia - gen.
anteriore
Ges
d'ins.
lepid. fam. diurni; cos detti
di
tempo
tra
(p. e.
,

detto antitipo d'Isacco , di Da- per gli sfoggiati colori, che (Jan no
loro l'aspetto, la grazia di un fiore.
vide ecc.).
Antitopa - da vr antl invece e * Antocfalo - da vto; nth-os
titgs top- os luogo - m. artifizio re- fiore e xvfci kefal- testa - gen.
torico, per cui si fnge che una per- di elm. intestinali, fam. tetrarinchi,
sona sia in altro luogo da quello in la cui testa presenta la forma di u?
fiore.
cui realmente si trova.
Antitrgo - da vr ant in op- *Antocercide - da v6o; nth-os
posizione e Tpefyo? trg-os trago - fiore e p*, jcepxiS'c? kerks, kereminenza conica del padiglione del- kd-os spola - gen. di p. d., fam.
l'orecchio, situata in faccia e un scrofularinee ; cos dette dalla forma
dei segmenti arcati della corolla, in
po' al di sotto del trago.
Antitricha - da vr antl in modo da rappresentare una spola.
opposizione e 6p, ifixc thrx, tri- Antocpa - da <2v8o; nth-os
cinto pelo, capello - gen. di p. a , fiore e xcVru kpt-o taglio - geo.

78

ANT

imenopt., fam. melifer;

d'ins.

cui

femmine

bole

tagliano colle

le

ANT

(gen. di p. d., fam. mirtaeee).


Gen. di pi. foss., che

fillo

mandi- 2
forma

petali dei fiori per rivestirne

differenti dai ca*

perch le loro stelle termisono pi larghe e come guer-

le loro celle.

riofilli

* Antocri - da vfe? nth-os fiore


d'ins.
xo'pi; kr-is cimice - gen
em. omopt., fam. ligci; ornati di
vivi colori e simili alle cimici.
Antodsco - da vto; nth-os
fiore e ftoxoc dsk-os disco - gen.
di p. d., fam. ippocrateacee; il cui
calice piano a foggia di disco, coi
petali un p concavi e le bacche

nali

hanM

di cariofilli

nite di

un

picciuolo.

* Antofsa - da nfc< nth-os fior*


- gen. d'infus.
monadii ; aggregati in masse globue poca fys-a vescica

un pie*
modo da for-

lose all'estremit dei rami di

colo polipo ramoso, in

mare una

specie di fiore, di rosetta,

di corpuscoli vescicolari diafani.

fiore e o;, ^o'vto;

od-s, odnt-os
dente - gen. di p. d , fam. ippocrateacee ; che hanno petali inequila-

Antfora - davftc; nth-os fiore


reps'fxi fr-o porlo - donna che
cava e spargeva fiori nelle feste di
Venere; specie di sacerdozio. 2i.
Gen. d'ins. imen., fam. melifer

terali dentali.

tr.

* Antoec - da Sv6c nth-os fiore


e cxs'w oik o, ik-o abito - gen.
d'ins. lepid., fam. notturni; che si
nutrono dei fiori e dei semi delle
filante della singenesia e fanno le
oro metamorfosi entro i calici di

sono acconci a raccogliere

esse.

petali, gli

discoformi.

*Antodnte - da

Antfago

<2v8o

da vk?

nth-os

nth-os

fiore e <pa-p fg-o mangio - gen.


d'ins. col. pent., fam. brachelitri;

che

nutrono di

si

piiXai-,

nispennee;

av6&

nth-os

^uXasco; fvlax, fylak-os

custode - gen. di

p.

di.,

cui fiori

antoforidi;

fam. mcsono come

custoditi, protetti dalle foglie.


*Antfili - da avOo; nth-os fiore
e cpiXsw fi I-co amo - sez. di tr.

stami e

Antografa -

antofilli;

pie-

variet di antibolo

Antofllo - da
fiore

Sv6o;

nth-os

frutto del garofano o cario-

vto;

nth-os

2 Spiegazione
sentimenti per mezzo dei

di linguaggio dei fiori.


v6c; nth-os
Xuaoa
lyss-a rabbia - gen.
fiore e
di p. m., fam. iridacce; i cui fiori
sono simili a una gola o a una
bocca aperta in atto di mordere.
* Antlito - da kv6c; nth-os fiore
e xOo; litli-os pietra - fossile che
fiori

sin.

*Antolssa - da

la forma di un
Antologa - da

imita

fiore.

v8c; nth-os
Xsp> lg-o scelgo - e. racdi sentenze, di epigrammi. 2 m. Raccolta di squarci
scelti in prosa e in poesia di diversi
generi e di diversi autori, talvolta

accompagnata

actinoto.

da

descrizione dei fiori

colta scelta

* Antofillte. V. Antofillo

pistillo.

il

fiore e 7p<xr, graf- descrizione -

fiore e

degli

pol-

parte dal fondo del calice e porta

fiori all'ardor del sole.

tra di color bruno, simile a quello

il

* Antoforidi. V. Antfora,
Antforo. V. Antfora - m. prolungamento del ricettacolo, che

che si trovano in auLunno sulle ombrellifere.


2 Gen. tl'ins. lepid., fam. notturni,
tr. noctuofaleniti ; che volano sui
d'ins., fam. entomobii;

cui tarsi posteriori

line dei fiori.

d'idee, di

fiori.

*Antoflace - da
fiore e

da estratti, note,

cenni biografici.

Antolma - da

vfc;

nth-os

-79

ANT

ANT

Antoptsi

- da vdc; nth-of
di p. d., fam. marcgraviae.ee; le fiore e m-ciat; pts-is caduta - cacui corolle dei fiori hanno il lembo duta dei fiori delle piante. 2 Malattia
delle piante per cui cadono i fior,
merlato.
* Antomia - da v8oc nth-os fiore cagionata o da eccesso o da scare p-uia my-ia mosca - gen. d'ins. sezza di nutrimento.
* Antrni - da v0o; nth-os fiore
dipi., fam. muscidi, tr. antomiidi;
che pullulano all'infinito sui fiori, e opvis rn-is uccello - gen. d'ucc,
massime su quelli delle sinantree fam. melifagidi; che suggono i
fiore e X&jxa lm-a

frangia - gen.

e delle ombrellifere.
Antomidi. V. Antomia.

fiori.

* Antomiza - da v8c nth-os fiore


e fAub> myz-o succhio - gen. d'ins.

fiore e

lepid
i

*Antsomo -

fam. sfingidi;che succhiano

fiori.

*Antomzidi. V. Antomiza -

tr.

d'ins. dipt.,fam. atericeri; che suc-

chiano

fiori.

Antomzi. V. Antomiza - iAm.


d'ucc. silvani, fra cui i colibr; che
suggono

fiori.

Antonomasia - da vt anti invece e evolto onomz-o nomino uso di un nome comune determinato

dall' articolo

nome

proprio, o di un

invece

di

un

nome pro-

da v8o? nth-os

owaa s-ma corpo - gen.

prio invece di un comune.

fiori

Antonomstico. V. Antonomsia - detto per antonomasia.

corolla a foggia di orecchio.

Antnomo - da vflo; nth-os


fiore e vspxa nra-o imi nutro - m.

di

,
fam. caligiti ;
che hanno forma simile a un fiore.
Antostma
da vdo; nth-os
fiore e orrixa stm-a stame - gen.
di p. d., fam. euforbiacee; in cui
ogni fiore maschio ridotto a un
involucro che porta uno stame.
*Antstomi - da v8&; nth-os
fiore e errer stra-a bocca - fam.
di elm. intestinali; la cui bocca ha
qualche somiglianza con un fiore.
* Anttio - da v6c; nth-os fiore
e cu;, wt; s, ot-s orecchia - gen.
di p. d., fam. campanulucee; i cui

crost. sifonostomi

hanno

il

labbro superiore della

*ANTOTRb, ANTRBO - da v8o$


nth-os fiore e Tp(w trb-o lacero gen. d'ins. col. pcnt., fam. curcu-

gen. d'ins. col. tetr., fam. curcu- lionidi, tr. antotribidi; che guastano, lacerano i fiori.
lionidi; che si nutrono di fiori.
* Antonto - da v0c; nth-os fiore * Antotribidi, Antrbidi. V. An~
gen. di p. totrtbo
e varo; nt-os dorso
*Antotrco - da ve&s nth-os
d., fam. leguminose; la cui corolla
unipetala, con limbo a foggia di fiore e fpoy; troch-s ruota - gon.
di p. d., fam. scrofularinee; che
dorso.
* Antopcono - da v6o; nth-os hanno una corolla a tubo largo in
alto e lembo in forma di ruota..
fiore e itcywv pg-on barba - gen
*Antotrofa - da vfc; nth-os
di p.
, iam. graminee; i cui fiori
sono guerniti di lunghe barbe o fiore e Tps^w trf-o nutro, educo -

reste.

coltivazione dei

*Antporo - da v6c nth-os


fiore e wopo; pr-os poro - gen. di
poi. foss., sparsi di pori; i quali os-

Antrce - ria vep*5, 5v8paxo;


nthrax, nthrak-os carbone - tumore infiammatorio che affetta il
tessuto cellulare sottocutaneo e termina in cancrena. 2m. Gen. d'ins/

servati col microscopio presentano


la

forma

di

un

giglio.

fiori.

80

Ax*T

ANT

fam. tanistomii, tr. anlracii ; e XctuL&; loim-s, lirn-s peste - vadi color nero, tranne qualche lista cuolo nero.
* Antracmetro - da v6p, 2*di bianco. 3 Pietra preziosa; carboncino, cos detto perch, posto 6paxo<; nlhrax, nlhrak-os carbone
contro il sole, mostra un colore di e piipcv mtr-on misura - strucarbone acceso.
mento per misurare la quantit di
Antracdi, Antracidi - da v- acido carbonico che entra in un miepa, cv6paxc; nlhrax, nthrak-os scuglio di pi gas.
carbone e tl^cc id-os, d-os specie,
ANTRACONTE - da Svflpa, &v6pasomiglianza - m. fam. di min., di xo; nthrax, nthrak-os carbone e
cui il carbone il tipo fonda- xovi; kn-is cenere -min.; variet
mentale.
di calcare mescolato di carbone ;
Antrcia. V. Antrce - m. gen. terreno vulcanico di fondo nero,
d'ins. col. eter., fam. tenebrionidi; sparso di punti cinericci
bianpt.,

di color nero.

chi.

Antrcii. V. Antrce.
ANTRACNA - da scv6pa, SvOpaxo;
nlhrax, nthrak-os carbone - m.
prodotto che si ottiene per distillazione dal carbon fossile.
Antracite - da Svftpa^, vftpaxo?
nthrax, nthrak-os carbone - m.
min. opaco, di un nero metallico;
composto di carbonio puro con tre
o quattro per cento di sostanze terrose e con traccie d'idrogeno.
*ANTRACOBLFARO - da vflpafc,
vOpaxc; nthrax, nthrak-os carbone e pXscpapcv blfar-on palpebra
- tubercolo, piccolo carbonchio alla

* ANTRCOSI - da av8pal-, avOpaxo;


nlhrax, nthrak-os carbone - materia di color nero che esiste nei
polmoni e nei ganglii bronchici degli
uomini adulti, massime dei vecchi.
2 Malattia dell'occhio che consiste
in un carbuncolo alle palpebre
al
bulbo dell'occhio, che forma una
crosta nera come fosse toccato dal
fuoco. 3 Carbonchio in altra parte
del corpo.
* Antracotrio - da Sv8p*5, &*Opaxo; nlhrax, nthrak-os carbone
e fly.picv ther-lon fiera - gen. di
mamm. pachidermi foss. ; cosi delti
perch furono trovati nelle ligniti e
nei carboni fossili di Cadibona
Antrna - da vTpiivn antrn-e
vespa - m. gen. d'ins. col. peni.,
fam. stereoceri; cos detti a caso,
per nulla somiglianti alle vespe.
Antrbo. V. Antolrbo.
Antropofaga - da vflpwitc? nthrop-os uomo e pa-y* fg-o mangio - alto
abitudine di cibarsi di
carne umana.
Antropfago. V. Antropofaga

parte inferiore delle palpebre.

* ANTRACOFLCTIDE - da

v8pa$,

avOpaxo; nthrax, nthrak-os car-

bone e ^Xuxti;, ^Xuxtu^c;

flykt-s,

flyktd-os bolla - bolla di scottatura,

nereggiante, quasi carbonosa.

* Antracforo - da vdpa5,

v8p<x-

xo; nthrax, nthrak-os carbone e


fr-o porto - gruppo di terreni ;
rocce spesso colorate in nero dal-

ffit'pw

l'antracite.

* AnTRACOGRAFA - da

avflpa5, v-

- che

si ciba di carne umana.


* Antropofoba - da awdpowco; nthrop-os uomo e <po'o; fb-os timore
- sin. di misantropia.
Antropogena - da vepawrcc nnthrax, nthrak-os carbone throp-os uomo e fiww gnn-o g-

6pax&; nthrax, nthrak-os carbone

segno, scrivo - scrittura col carbone. 2 Disegno col


carbone.
* ANTRACOLMO - da av8pa$, av-

ypoKpw grf-o

Afcxxo;

_j

ANT
nero -

teoria

dei

generazione dell'uomo.
* Antropglifo - da 8v8po; n-

uomo e -^pa glyf-o scolpisco - fossile in cui si credette


di veder rappresentata qualche parte
del corpo umano.
throp-os

ANTROPOGLSSO - da forcone;
uomo e fX&cca glss-a
lingua -che ha voce, lingua umana.
2 m. Sorla di automa che emette
voce simile alla umana.
Antropografa - da SvOpwroc
ntbrop-os

nth?op-os

uomo

81

fenomeni della

e fpawpr graf- dedella strut-

umana.

Antropometra - da

v8p*w-ec

nthrop-os uomo e {urpcv mtr-on


misura - scienza delle proporzioni
delle varie parti del corpo umano,
secondo le variet di razza, et,
sesso ecc.
Antropomorfa. V. Antropomrfo - forma simile all'umana,
nei varii sensi di antropomorfo.
Antropomrfo - da v6p*>ito< nthrop-os uomo e p-cpcpT, morfr forma

m. ord. di mamm. che comprende


che rassomigliano all'uomo

scrhioe - esposizione

tura e del modo di azione degli organi del corpo umano.


Antropolatra - da dfv8f*>c

quelli

nthrop-os uomo e Xarpeia latr-a


adorazione - culto divino reso ad

ANT

futuro o per la ispezione delle


viscere o dalle grida di una vittima

il

(urangutang, chimpanzi ecc.).


sere favoloso,

come

2 Es-

sirena, ninfa,

che ha forma umana o simile all'umana. 3 Divinit che ha


uomini. 2 Culto reso a Ges Cristo preso forma umana.
da coloro che riconoscono in lui Antropomrfide. V. Antroposolamente un uomo.
mrfo - agata o altro minerale in
* Antroplito - da 5v6pwiroc n- cui si credette di raffigurare un'ima*
throp-os uomo e Xt8o; Hth-os pietra gine d'uomo.
- petrificazione di ossa umane co- *Antropomorfsmo. V. Antroperte di stalactiti nelle caverne o pomrfo - rappresentazione delle
nelle breccie ed altri terreni di re- divinit sotto forme umane mocente formazione. 2 Osso fossile che struose come quelle degli Dei Insi credette osso umano.
diani, di Diana Efesia ecc.; ovvero,
Antropologa - da vep^o? n- qual tipo perfetto dell'umanit, con
throp-os uomo e Xo'-p; lg-os discorso elettissime forme e con attributi di
- scienza degli organi del corpo forza e di grandezza superiori alla
umano, delle loro funzioni fsiche razza umana, come usavano i Greci.
e dei loro rapporti colle funzioni 2 Deificazione dell'umana natura.
* Antropomorfologa -da avepwmorali cui servono di strumento
nell'uomo solo o in societ.
rec; nthrop-os uomo, {/.cp^-n morf-
Antroplogo. V. Antropologa forma e X0705 lg-os discorso - dotto in antropologia.
scienza della formazione delle parti
ANTROPOMANZA - da v8p<o?TG; del corpo umano.
nthrop-os uomo e p-avreia mant-ia,
Antropomrfosi. V. Antropomant-a divinazione - divinazione mrfo - formazione dell'uomo. 2
per ispezione delle viscere di un Trasformazione in uomo.
uomo, per solito di un fanciullo o * Antroponoma - da vOpwTrcc ndi una donna immolati, o delle throp-os uomo e vo'p.ot nm-os legge
- scienza delle leggi che regolano
grida di cosi fatte vittime.
*Antropomnte. V. Antropo- l'economia animale dell'uomo, cha
manza - chi pretendeva indovinare ne governano le funzioni.

'*&*

Canini,

Di'*.

Etimol.

satiro,

82

ANT

NTROPONOSOLOGA - da

5vflp*>-

APA
esprme atto o

talvolta

passione

rc; nthrop-os uomo, vo'oo? ns-os


malattia e Xo-yo lg-os discorso trattato delle malattie del corpo

abituale.

solamente uomo e non Dio;


contrapposto a teotco.
* ANTROPOTOMA - da avOpwiro; nthrop-os uomo e rofi/f, tom- taglio
- dissezione del corpo umano.
Antrio - da 5vec; nth-os fiore
e op ur coda - gen. di p. m.,
fam. aroidi; i cui fiori e semi hanno

* Artico - da cp-rii aort- aorta


- che appartiene all'aorta; che si

una specie

dell'aorta.

Arta

- da

cp-rii

aort-

- prin-

corpo che naumano.


sce dal ventricolo sinistro del cuore.
Antropopat - da vflpowrc; n- 2 a. Aspra arteria, che unisce il
trop-os uomo e irao; ptn-os pas- polmone e il bronco.
sione - passione umana che, per
*Aortectasa - da epr?) aort-
linguaggio figurato, si attribuisce a aorta e Vraoi? ktas-is estensione
(ex ek fuori e teivw tin-o, tn-o
Dio nella Scrittura.
* Antropoterapa - da 5v8pwxoc tendo) - dilatazione dell'aorta, aneunthrop-os uomo e Gepaweia thera- risma aortico.
p-ia, therap-a terapia - terapia
*Aortelca - da cp-nli aort-
dell'uomo ; modo di guarire l'uomo. aorla e Xxc; lk-os ulcera - ulceAntroptoco - da av6p7cc; n- razione dell'aorta.
throp-os uomo e to'jcc? tk-os parto
*Aorteursma - da cpTYi aort-
- ep. di Maria madre di Ges, che aorla e s6poo{j.aurysm-adt7aa2t0e
le vien dato da chi crede che que- - aneurisma dell'aorta.
sti sia

*Anri

di

codino.

- da priv.,

cupa ur coda - fam. di

eufon.

rettili

ba-

che comprende le rane, i


rospi ecc., che mancano di coda.
* Anuria - da priv., v eufon. e
cSpov r-on orina - soppressione o
diminuzione d'urina.
Apla - da a priv. e 07rXcv pl-on
arma - m. gen. di p. m., fam. ortracii;

chidee; in cui

il

labello del peri-

gono non ha speroni.


Aorsto - da priv.
arz-o

determino

(opc; r-os

pt'fro

limite,

termine) - che non ha limili, o perche non pu averne o perch non furono determinati; epiteto di quantit che in grandezza e numero pu
crescere all'infinito
2 Tempo di
verbo, indeterminato, in cui l'affermazione si riferisce al passato senza
indicare se recente o rimoto; e
.

cipale

arteria

del

riferisce all'aorta.

* Aortite - da cp-nri aort- aorta


- infiammazione dell'aorta, della
tunica esterna dell'aorta.
* Aortoclasa - da cpnfi aort-

a orla e xXdw kl-o rompo - rottura

*Aortolita - da cp-n aort-


aorta e x(6c; lth-os pietra - incrostazione dell'aorta.
* Aortosclera - da

aort-

cp-ri

aorta e axXxpbe skler-s duro -

duramento

in-

dell'aorta.

*Aortostena

da

aort-

opTT)

aorta e orev? sten-s stretto - ristringimento dell' aorta ; diminuzione del suo calibro.
*Aortostosi - da cp-nfi aort-
cote'cv ost-on osso - ossifi
fazione doll'aorta.

aorta e
*

Aortotrauma

da

dop-n aort-

aorta e rpai^a trum-a ferita -

fe-

rita dell'aorta.

Aosma - da j^riv. e cp.f osm-


odore - mancanza d'odore.
Apagoge - da iwyw apg-o deduco - metodo di ragionare che
prova la falsit di una proposizioni
4

-83

APA
-oli' assurdit

delle

conseguenze,

APE

che facilmente

dei corollari! di essa; o la verit di


proposizione, dimostrando l'as-

altri

surdit della contraria -

canno

una

lat. deducilo ad abmrdum.


*Apalnto - da iraX? apal-s
molle e vdc; nth-os fiore - gen. di

generi di lattuga.

* patnto - da
p.,

confonde cogli

si

ira-no apt-e in-

e avOo; nth-os fiore - sp. di


gen. ieracio, fam. composte;

che hanno l'aspetto di ieracio pilosella

Apatene - da ndrn apt-e inganno - m. gen. d'ins. col. pent.,


da iraXc apal-s molle fam. sternoxi; che hanno aspetto di
- m. gen. d'ins. col. eter. fam. polipteri.
cantaridee; delicati, con palpi fili*Apate. V. Apatta - che ha abiformi. 2 Gen. di p. d fam. compo- tuale apatia.
ste; sin. di blennosperma.
Apata - da priv. e irao; p* Apaloclmide - da cwraX? apa- th-os passione, affezione - man1-s molle e xXap.1;, xXap^oc chla- canza di passioni, lat. affectionum
vuculas-, quindi mancanza di azione
iiis, chlamd-os clamide - tr. di p.
per soddisfarle; indifferenza verso i
<!., fam. composte; che hanno le
foglie coperte di lanugine e il fruito piaceri, gli onori ecc. 2 Sorta d'intorcoronato da un pennacchio a setole pidimento delle facolt mentali, per
cui uno indifferente ai piaceri e
tliformi.
Apantropa - da ar ap da, ai dolori.
* Aptici. V. Apata - divis. di
lontano e v6p<iwrcc nthrop-os uomo
- inumanit. 2 Allontanamento da- animali invertebrati; che mancano
gli uomini; desiderio, abitudine di di cervello, di forma simmetrica, e
vivere lungi dal consorzio umano, (per quanto sembra) di sensi.
* Apatico. V. Apata - sin. di
nella solitudine, anche senza mip. m., faro, giunchi ; cos dette per
la bellezza, la delicatezza dei fiori.

A palo

santropia.

tropia

3 Contrario

di

filan-

apte. 2 Animale invertebrato della


divisione apatica.

Apntropo. V. Apantropa inumano. 2 Che fugge il consorzio


anche senza essere
misantropo, perch ama la quiete,

degli uomini,

APATURENE.V..<4prtft/r/e-mese
di

novembre presso

gli lonii

d'Asia;

cos detto perch in questo si ce-

lebravano

le

Apaturie.

Apatrie - da collett. e -naTr,?


pater padre - feste che si celebravano dai popoli lonii, nell'Attica,
articolo - divisione
nell'Asia minore, nel mese di nodf'.v ribr-on
distinzione in articolazioni. 2 Ar- vembre (Pianepsione in Atene, Apaticolazione formata dalla testa di lureone in Asia); in cui si raccoun osso che pu muoversi in pi glievano padri che avevano avuto
maniere in una cavit pi o meno figli nell'anno e li presentavano per
la solitudine.

3 Contrario

di filn-

tropo.

* Aprtrosi

da ar ap da e 5p-

profonda.

farli

Apta - da -rc-ni apt-e inganno


- m. gen. d'ins. col. tetr., fam.

? ps, ped-s figlio, fanciullo

xilofagi; che per somiglianza di caratteri

erano

collocati fra

2m.

Gen.

stati

erroneamente

dermesti e gli scoliti.


fam. cicoracee;

di p. d.,

inscrivere nelle fratrie o trib.

Apeda

da priv. e ua;, non-

mancanza di figli.
Apepsa - da

priv. e wstyc
pps-is digestione - indigestione;

cattiva digestione.

84

APE

P ere A -da

apr-o tolgo,
levo {-no ap- da e op r-o f 0/170)

ger,

di

iirat'ptt

mamm.

rosicanti, faro,

eobiai; porcello d'India, cos detto,

API

fam. curcnlionidi, tr. apuli; distinti


da abdome grosso, ovoide, quasi
a foggia di pera. 3 m. Sin. di apiite.
Apio - da k priv. e ucv pyon

pus - ep. di tumore che non suppura ; di natura da non suppurare.


* Apiocero - da fcwcc pi-os pera
da priv. e*-ni5i'av6c{ perianth-os
pertanto - fam. di p. d.; i cui fior t xtp*e kr-as corno - gen. d ins.
sono sprovvisti d'inviluppi fiorali o dipt. , fora, tanistomi ; che hanno
il terzo articolo delle antenne a fogpenanti.
* Aperisprmo - da & priv. e * iw- gia di pera.
* Apiocrinti. V. Apiocrino.
perisperm-on
perispermo
nriffwv
f
- seme o embrione che manca di * ApiocrIno - da fano; pi-os pero
quasi mutilato, perch non ha coda.
Aperjantee, Aperiantace -

perispermo.

* APER6TOMO - da *

priv. e

m-

f i<rrcfv perstoBi-on pensiamo - ep.


di muschi, la cui capsula priva di

xj ivo*

-gen.
tr.

krin-on giglio (V. Crinidi)


di echinod.,

apiocrinti

fam. crinidi,
cima a fog-

fatti in

gia di pera.

* Apiomero - da forte; pi-os pera


*ApetalA. V. Aptalo - d. di e pip; mer-os coscia - gen. d ins.
piante che comprende le dicotile- emipt., fem. reduvii; le cui zampe
anteriori sono grosse e a forma di
doni apetale.
Apetalsmo. V, Aptalo - ma- pera.
* Apisporo - da fimo; pi-os pera
lattia delle piante che non sono na
turabnente apetale ; per cui i fiori e airopc; spr-os seme - gen. di p.
sono privi di corolla.
a., fam. funghi; che hanno spoApetalo - da priv. e irfraXcv rangi piriformi e spori globulosi.
Apirno - da priv. e icvpr.v
ptal-on petalo - ep. di fiori senza
petali. 2p. di piante che producono pyrn nocciuolo di frutto, spina di
pesce - ep. di frutti mancanti nacosiffatti fiori.
* Apetaloflre - vocab. ibr. da turalmente di nocciuolo, come l'amitaloi aptal-os apetalo e lat. nanas, la banana ecc. 2 Ep. di uva,
fi os, fiori s fiore - ep. della cala- i cui acini non hanno chicchi, o de?
tide o corona delle piante sinante- gli acini stessi. 3 Ep. di frutti con
ree, quando composta di fiori nocciuoli non legnosi, p. e. il melogranato, la palma cipria finch'
apetali.
Apcra - da priv. e irixp; pi- giovane, i Ep. di pesce con ossa
m. gen. di p. m., molli e senza spine, come l'anguilla.
kr-s amaro
Apirenomle - da priv., fam. liliacee, tr. aloinee; il cui
succo meno amaro di quello delle prv pyr-n nocciuolo (in gen. corpo

peristomo.

*Apidi. V. Apio n2.


* Apite - da irto; p-ios pera sciroppo di pere. 2 Vino fatto di

duro) e ^tXyi ml-e tenta - tenta


senza bottoncini in punta, che si
usa nella esplorazione dell'orecchia; sin. di melottte e di apiro-

pere.

mle.

altre aloinee.

Apio - da amo; pi-os pera - m.


leguminose; che
hanno radice tuberosa a foggia di
pera. 2 m. Gen. d'ins. col. tetr.,

gen. di p. d., fam.

* Apirtico - da priv. e imper;


pyret-s febbre - ep. di giorno in-

frammesso a due accessi di febbre


intermittente. 2 Ep. di malattia

85

API

APL

che non accompagnata da sin- * Apirpodo - da Siwipoc peir-os,


pir-os molto numeroso, infinito (i
tomi febbrili.
Apireto - da priv. e iwpt-r; priv. e m'pac pr-as limite) e mc
che non ha feb- pus piede - div. di animali articolati;
pyret-s febbre
bre. 2 Che non cagiona febbre. che comprende quelli che hanno pi
3 Che toglie la febbre o la previene ; di sei piedi ; sin. di iperexapode.
Apsto - da priv. e tar; pissin. di febbrifugo.
Apirexa, Apireza - da & priv. t-s fedele - m. gen. di pesci, faro,
e irpefo pyrex-is accesso febbrile
(o wuprc pyret-s febbre) - stato

non ha febbre. 2 Cessazione


di febbre. 3 Intervallo fra due acdi chi

cessi febbrili (intermittenti o no).

percoidi; in cui l'osso sottorbitario

armato di una spina lunga, punmobilissima, nascosta in un


solco, cosicch difficilmente si vede;
pericolosi massime per i pescatori
che vanno a piedi nudi sulla sabbia.
tuta,

* Apireza. V. Apirexa.
* AP!RTE.V.i4pro-min.; variet
APLANTO - da priv. e ttXaviitki? plant-es errante (pianeta) -m.
rossa della tormalina, infusibile.
Apiro - da priv. e wp pyr stella fissa, che conserva la stessa
fuoco - a. ep. di sacrificio che si reciproca posizione verso le altre
compiva senza fuoco e senza in- stelle, non la cambia come i pianeti.
*Aplantico - da priv. e wXacenso. 2 Ep di corpo che resiste
al fuoco senza alterazione sensibile. vkitix; pianetik-s che fa errare,
3 m. Min. ; sorta di feldispato, in- eh' soggetto ad errare (icXav
plan-o erro, fo errare) - ep. di

fusibile.

A PI ROCA LIA -

da priv., irtpot
esperienza e x*X ka-s bello, buono - atto, cosa che
offende il senso del bello, del buono.
{)ir-a, pir-a

2 Ignoranza
3. Mancanza

del bello, dell'onesto.


di attitudine, di peri-

zia per esercitare un'arte bella.

Apircalo. V.

A pirocala

- che
del buono.

offende il senso del bello,


2 Ignorante del bello e dell'onesto.
3 Che ha nessuna o poca attitudine
ad esercitare un'arte bella.
* Apirforo - da priv., irp pyr
fuoco e <ppa> fr-o porto - ep. di
corpo non atto o poco atto a pro-

uno specchio,

di una lente, di una


combinazione di lenti, in cui sia
poco o affatto sensibile l'aberrazione

di sfericit.

* Aplctro - da priv. e wXjxrpcv plktr-on

pungolo -gen.

dai generi affini per

di coste.

2 Mancanza

m-a seme brellifere

il

tr. di p. d. v

pleur- costa,
otis,

lg-os discorso

fam.

om-

cui pericarpio sub-

pir-os senza limili (i priv. e iwpac


c-rt;

di pleura.

* Apleurosprmie - d priv.,
ffXtup pleur- costa e <ncip|Mt spr-

dur calore.
Apiromle. V. Apirenomle.
Apirolugia - da mtpo< peir-os,
pr-as limile) e

d'ins.

fam. lungicorni ; distinti


non aver spine.
* Apleura - da priv. e irXwp
pleur- costa , pleura - mancanza

col. tetr.,

cilindrico, senza coste.

* Apleurtide - da priv., wXtup


lato e

t&oc
- gen. di

-rc,

otd-os orecchietta

moli., fam. terebratule; che

man-

- verbosit smoderata; abitudine cano di una delle orecchiette lad far sproloquii, di non finirla mai. terali.
Apirlogo. V, Apirologta - smoAplisa - da priv. e frXuv*
deratamente verboso ;' che ha l'abi- plyn-o, fut. itXvaca plys-o lavo - a.
tudine di foie sproloquii senza fine. specie di spugna di pessima qualit

86

APL

APL

che non si cui coscie posteriori non sono denpoteva pulire per quanto si lavasse. tellate, come nei generi affini.
*Aplnica - da cwrX? apl-s sem2 m. Gen. di moli, cefalopodi, faro.
ftleurobranchi ; che spandono un plice e 5vui-, vuxc; nyx, nych-os
iquore di odor nauseante , e che unghia - gen. d'ins. col. pent.
non si toglie per quanto si lavino - fam. lamellicorni; che hanno undetti ani. lepri marini, perch hanno cini semplici ai tarsi.
APLOPPPO - da ii:l; apl-s
due tentacoli superiori che rassomisemplice e 7rawr?ro; ppp-os pennacgliano a orecchie di lepre.
Apla - da 7rXo'oj apl-ossn- chio - gen. di p. d., fam. composte
plice ( priv. e imXco pl-o consisto) asteroidi; che hanno un pennacchio
- m. gen. d'ins. col. peni., fa in. composto di sete ineguali, ma della
carabici; che hanno Torlo poste- stessa qualit.
*Aploptalo - da wx; apl-s
riore del corsaletto senza prolungamento, gli uncini dei tarsi senza semplice e raTaXov ptal-on petalo
di color giallo sporco,

dentellature, insomma struttura pi


semplice dei generi affini.
Aplocrpo - da rcxj apl-s
semplice e xapir; karp-s frutto frutto che proviene da un pistillo

semplice,

da

un

solo

carpello.

2 Frutto che proviene da pi carpelli,

che appartengono ad un solo


sono distinti gli uni dagli

fiore, e
altri.

* APLOCNTRO - da wX; apl-s


semplice e xirrpov kntr-on pungolo
- gen. di pesci, fam. percoidi; che
hanno una sola spina dorsale.
*AplCERI - da wXo; apl-s semplice e xspa? kr-as corno - div.
d'ins.

senza

dipi.;

che hanno

antenne

peli.

*Aplodnte - da tz/; apl-s


semplice e S'oO; , $g'vtcc ods ,
odnt-os dente - gen. di mamm.
rosicanti, fam. sciuri; che hanno
denti incisivi convessi semplici.
2 Sp. di moli., gen. elice; le cui
conchiglie hanno un solo dente

fiori hanno la
un petalo solo.
- da rcXc
apl-s semplice e *irepiaTO[Mov peristm-ion peristomio - ep. dei
gen. di p. a., fam. muschi, in cui
l'orifizio delle capsule guernito di
una sola fila di denti e presenta un

- ep.

di pianta,

cui

corolla formata da

APLOPERtSTMIO

solo verticillo peristomico.

Aplpsi - da irX; apl-s semplice e jn ps-is vista , aspetto


- fam. d'infus.; che non hanno organi esterni n viscere.
*Aplotrso - da &n\; apl-s
semplice e rapod; tars-s tarso gen. d'ins. col. pent., fam. sternoxi; che hanno tarsi semplici.
*Aplotxi - da ii apl-s seni'
plice e Tifa tx-is ordine - gen.

fam. composte cinaree; il


pennacchio formato da una

di p. d.,

cui

sola serie di

APLSTRE

fili.

- da &

int.

e pXaaT;

flast-s tagliato, intagliato, frasta-

gliato

(yXc>> fl-o

taglio, intaglio,

ornamento

poppa

all'apertura.

frastaglio) -

da wxc apl-s semplice - min.; variet di granato;


cui si attribuisce il cubo come
forma semplice, primitiva.
Aplomera. - da x* apl-s
semplice e ()p$ mer-s coscia gen. d'ins. dipt., fam. tanistomi; le

delle navi antiche, formato di

*Aplma

alla

assi

strette, lunghe,

curve, dipinte,
sovrapposte le une alle altre, accostate alla base, ma che poi verso la
cima si scostavano alquanto ; onde
appariva tutto frastagliato.
11 vocab. Aplustre latino e de-

87

APN

APO

r; karp-s frutto - frutto che procangiata la f nell'affine labiale p, viene da un pistillo semplice, da un
Va
u, e aggiunto r per compire solo carpello. 2 Frutto composto di
la terra. tr(e) che esprime stru- pi carpelli, che spettano ad un solo
mento, arnese. Forse gli Elleni di- fiore e distinti gli uni dagli altri.
Apocatrctico. V. Apocatrsi
cevano anche cpXaoTpcv flastr-on
invece di a^Xaarcv flast-on, come - che giova per promuovere l'apodicevano XaSaorpcv albastr-on in- ca tarsi.
Apocatrsi - da wrcxaOaifw apovece di X&wjTov albast-on ch' la
kathr-o purgo (ar ap da e xaforma pi antica.
Apna - da priv. e irvsw pn-o Oatptd katlir-o purgo) - m. spurgo o
spiro , respiro - m. mancanza di evacuazione del pus per isputo; di
respiro.
escrementi biliosi per vomito o per
riva dall'ellenico 5<pXa<rro{ flastos,

* Apneologa - da aiwcta pn-oia, secesso.


Xo-y;; lg-os discorso
APOCATSTASI - da ivGxa8i<ro;[M
- trattato sull'apnea.
apokathst-emi
ristabilisco nello
* Apneosfix - da priv., jtvw stato di prima (ar ap da e xapn-o respiro e acpii-t; siix-is polso 8umr,|M kahst-pmi stabilisco) - per- cessazione del respiro e del polso. fetto ristabilimento in salute. 2 Ri* Apneimona - da priv. e eu- torno del sole, di altri astri al punto

pitv pnum-on polmone - mancanza


da cui si erano mossi ; p. e. ritorno
del sole allo stesso segno del zodi polmoni.
* Apneimononerva - da priv., diaco; periodo astronomico.
rcveu[i.wv pnum-on polmone e vepcv
Apocatasttico. V. Apocalnur-on nervo - difetto di azione stasi - ep. di periodo astronomico,
nervosa ai polmoni.
in capo al quale un astro si trova
Apo - ar - come preposizione, nella stessa posizione relativa di
significa da, lontano, ai, per mezzo prima.
di,, senza ecc. Nei composti ha
Apocenosi - da ar ap da, al
senso di lontananza {V. Apodema), tutto e fci'vt-fft; knos-is vuotamenlo,
o di contrario a quello che esprime sgombero (xsvo'w ken-ovuoto, sgomla seconda parte del vocabolo (V. A- bero) - m. emorragia od evacuapocalpsi), o di danno (V. Apcino, zione facile senza irritazione e senza

pn-ia apna e

Apocrstico)

particella

talora

ucxaXu-rcTw

intensiva ecc.

APOCALPSI

da

apokalypt-o rivelo (Ar ap neg


e xaXuirrw kalypt-o copro, nascondo) - rivelazione; opera attribuita all'apostolo Giovanni , che
svela le persecuzioni che la Chiesa
doveva soffrire e la vendetta divina
contro i persecutori. 2 Altre simili
rivelazioni, apocrife.

Apocalptico. V. Apocalpsi che appartiene all'Apocalipsi. 2 Mistico, profetico.

Apocrpo - da or ap da e

/.op-

febbre.

* APOCHILSMA - da iitaflikifa apoil succo (ar ap


e xuX? chyl-s sweeo) - compo-

chyliz-o estraggo

da

sizione medica di succhi estratti

da

sostanze vegetali ; volg. robbo.


*Apocine. V. Apocino.

Apcino - da ar ap- lontano


da e xtov, xuv; ky-on, kyn-s cane
- gen. di p. d. , fam. apocinee
che sono un violento veleno per

cani.

Apoclti - da oowxax&> apokal-o


invito, scelgo (ar ap- da e xaXe'w
kal-o chiamo) - consiglio formato

Apo
di

uomini

scelti, della

88

federazione

APO

siastici

che essendo

di

autore

dub-

non

Etolia; sorta di Senato simile ai

bio, di autenticit sospetta,

Pregai o Pregati di Venezia.


Apcope - da owtoxim apokpt-o

leggevano pubblicamente in chiesa,


si tenevano nascosti.

si

Apocrpto. V. Apcrifo-m. gen.


da e xrro kpt-o
- troncamento di una o pi di pesci, fam. gobioidi; che vivono
una parola. 2 Gua- nascosti nel fango alla foee dei

taglio (ir ap
taglio)

lettere in fine di

rigione di malattia senza declina-

3 Ferita con perdita

zione.

di so-

stanza; p. e. frattura in cui stata


staccata una parte di osso.
*Apocoptna. V. Apcope -gen.
d'ins. col. tetr.

fan),

lungicorni;

che hanno costume di deporre le


uova sotto la scorza di un ramoscello della mimosa lebbek e di tacircolarmente

gliarla

colle

man-

Apcrisi. V. Apocrisirio - responsoro nell'ufficio ecclesiastico.


* APOCRISIRIO - da oroxptvcpuK

apokrn-ome rispondo - messo, ambasciatore che porta le risposte del


suo principe a un altro (o a un pri-

2 Ministro del
papa presso l'imperatore di Costanvato), o a vicenda.

tinopoli.

3 Dignitario dell'antica

corte di Francia, ai tempi dei Car-

dibole.

* Apocrastico - da ar ap da e

temperamento - ep.
cause
che possono guastare la crasi, corrompere gli umori.
Apocrdo - da ar ap da e
Xtp^ chord- corda - dissonante ;

x^ai; krs-is

di rimedio che allontana le

in cui

fiumi o nei laghi salati.

una corda, un suono dis-

sonante

dall'altro.

lovingi, che sopraintendeva ai chierici

e trattava tutti i
detto pure
;

del palazzo,

negozii

ecclesiastici

cappellano o custode del regio palazzo.

4 Deputato, rappresentante

un monastero.
da ucxpcua> apokr-o, fut. aurexpcucci) apokrs-o respingo (ar ap da e xpc cr-o

di

una chiesa o

di

APOCRSTICO

Apocra - da ar ap da e

urto, spingo) - m. repulsivo, depili


sivo , che respinge gli umori che
sessagesima sino alla quinqua- affluiscono alla parte malata.
gesima, in cui si fa astinenza dalle
Apoda e riti co - da irc&ucpa
carni. 2 Carnovale ; o in un senso apodakry-o piango ; cesso di pianantistrofo, scherzoso; o usando la gere (nte ap intens. o neg.)
part. ap nel senso di partecipa- e a*fi>u dakry-o piango) - medizione invece che in quello d'asti- camento che promuove le lagrime
nenza.
per sanar l'occhio malato. 2 Che
Apcrifo - da woxpwr apo- fa cessare le lagrime.
krypt-o nascondo (ar ap da, al
Apodfma - da r ap da, lontutto e xpuitTw krypl-o nascondo
tano e ^rp.c; dm-os popolo, comune
xfcpicc kryf-ios nascosto) - a. ocsin. di nostalgia.
culto, arcano; che si manifestava
Apodi. \. Apodo -m.c. di anisolamente agl'iniziati. 2 a. Libro mali articolati ; che comprende parte
che conteneva cose occulte, arcane, degli nnt'llidi e dei vermi intestinali;
che si manifestavano ai soli iniziati. che mancano di piedi.
3 Libro il cui vero autore ignoto, e
Apodctica. V Apodctico - arte

xpe'a;

kr-as carne - settimana dopo

la

la cui autenticit incerta, sospetta.

4 Ep.

di

cose

siffatti libri.

contenute in coEp. di libri eccle-

dimostrare; parte della dialettica.


Apodctico - da icc$tuivu[M apodikn-ymi , apodkn-ymi dimostro
di

-89

APO

APO

fonewia dikn-ymi, fut. kto(06> apods-o restituisco,


likn-ymi mostro - dimostrativo; retribuisco, corrispondo ecc. (ar
atto a dimostrare evidentemente ap da e $to did-o 0*0) - proposi*
per priucipii di ragionamento senza zione in risposta ad altra proposizione. 2 Seconda parte di un pebisogno di prove di fatto.
contesto di frasi, che
Apoditrio - da immuta apo- riodo, frase
dy-o spoglio (no ap da e *> dy-o corrisponde alla protasi
prima
entro, vesto ecc.) - spogliatojo; parie
Apfisi - da dwrccpwo apofy-o, fut.
stanza delle terme dove i bagnanti
deponevano le vesti. 2 Stanza in irccpudci apofys-o genero, produco
cui i battezzandi adulti lasciavano per estensione della propria sostanza ; son generato, prodotto ecc.
le loro vesti ; detta pure Apdito.
Apodttica, Apodttico. V. Apo~ (uno ap da e cpw fy-o genero e son
generato) - sostanza prodotta per
dictica, Apodttico.
estensione da un'altra e della stessa
Apdito. V. Apoditrio.
Apodo - da priv. e toc, to'&os natura p. e. ramo, carne, osso ecc.
che non ha 2 Protuberanza delle ossa della
pus, pd-os viede
piedi. 2 Che na solamente un rudi- stessa natura ed aspetto delle ossa
mento di piedi. 3 Che ha piedi de- medesime. 3 m. Aggetto, sporgenza
formi, che non possono servire. di materia soda, legnosa che suol
4 m. Specie di rondine, che ha piedi trovare in alcuni frutti
semi.
quasi
mal conformati e non se ne pu va- i m. Escrescenza sferica
lere. 5t.0rd. di pesci privi di nata- sferica in alcuni muschi, un po' al
toja ventrale. 6ro Ord. dirett., fam. disopra della capsula.
lacerti, che mancano di zampe. 7m.
*Apoflegmtico - da ap da
CI. di entomozoi; secondo alcuni na- e ^X-yjx.a flgm-a - che impedisce
turalisti, solamente gli anellidi. l'accumulazione del flegma. 2 Che
8 m. Lana d'insetto, che manca di promuove la secrezione del flegma
piedi. 9 m. Nome che si dava una accumulato ; che provoca, per garvolta agli uccelli del paradiso, per- garismo
masticazione, la secre-

JeiA ap

int. e

ch
i

piedi

Per tagliavano loro zione della pituita, lo sputo.


onde si faApoflegmatsmo. V. Apoflegmtico - impedimento all'accumudi piedi.
Costellazione dell'emisfero an- lazione del flegma
2 Secrezione

natii del

prima

di venderli,

voleggi che mancassero

iOm.

tartico, cos chiamata perch bel-

del flegma, in ispecie della pituita

lissima, alludendo all'apodo o uccello

per via di sputo ; flegma uscito dal


corpo, sputato ecc.

del paradiso, di vaghissime penne


vestito.

12ro. Gen

di p. a., fam.

funghi ; il cui cappello, che porta


gli organi fruttiferi, aderisce solamente per un punto ai corpi su
cui si sono sviluppati.

APOFORTO-da Ar ap da, lontano e ft'pw fr-o porlo - presente


dopo
che si faceva nei satin nali.
convili, che gli ospiti portavano
i
seco andandosene.
APOFTEGMA - da irc^lypiAai
apofthng-ome parlo con brevit ,

* Apodnte - da ano ap da, senza


t Jcc, SoVrc; ods, odnt-os dente
- gen. di pesti, fam. sgnmberoidi; precisione, enfasi (ar ap intens. e
che hanno denti mascellari lon- c6i'-j-^t fthng-n emetto suono, di
tani, rari.
voce vmutm
altro - sentenza

Apdosi - da ^iSto apudd-o breve,

precisa, enfatica, di oracolo.

yu

APO

uomo

APO

radice sanscrita
che esprime argutamente qualche bh, zendo b, <po> f-o splendo;
islandico fa lucidezza - Dio della
importante ed utile verit.
Apoftegmtico. V. Apopgma luce, simbolo del Sole, nato a Delo
- proprio di apoftegma; ureve ed {albanese Di eli Sole). 2 m. Nome
arguto. 2 Che si esprime abitual- di una costellazione. 3 Sp. di moli,
mente e facilmente per apoftegmi. gen. murice ; di belle forme.
Apoi lineo - da 'AwoXXwv Apl2 Discorso composto in gran parte
1-on Apollo - proprio di Apollo ;
di apoftegmi.
APOGLACTISMO
da mfa.- poetico. 2m. Luogo di riunione; cadi filosofo o altro

illustre

secondaria

della

'

XaxTi^w apogalaktz-o svezzo, slatto

sino appartenente ad

ap da e faXa, fXax-rc; gia,


glakt-os latte) - slattamento.
Apogo - da iizh ap da cyaa.
pi ga
g terra - lontano dalla
terra. 2 Massima distanza di un

ove

dalla

terra.

si

da 'AtcXXwvio;

Apollni-os Apollonio i Perga, celebre matematico - ep. dall'iperbole

pi

Massima

distanza a cui un piancia o altro


corpo del sistema solare si pu allontanare dal sole. 5o. Che muove dalla

giuoca,

*APOLLONINA

3 Massima

distanza della terra dal sole

propriamente afelio,

si

era protettore Apollo.

pianeta

una societ,

suona, si canta, si
balla, si conversa ; cosi detto perch consacrato a quelle arti di cui

(-nh

e della parabola ordinaria,


l

stinguerle da altre curve

per dieli

altro

genere superiore
cos dette in
onore del matematico di Perga.
terra, che vien dalla terra. 6 Vento
Apollonio - da 'Aw&xxtov Apldi terra, che muove dalla pianura,
1-on Apollo - m strumento musicale
diverso dall'altano che muove dal- a due o pi tastiere, che si pu suol'alto dei monti verso il mare.
nare da pi musici contemporaneaApgrafo - da irc-ypacp<o apo- mente o per mezzo di un automato.
grafo copio (dito ap aa e Tpxaii
Apologia - da ircXcyscp.ai apogrf-o scrivo) - copia di un originale. log-ome adduco ragioni, rispondo
Apolepsma -da 7rGXemw apole- ad un'accusa confutandola, in un
pz-o tolgo le squame, squamo (aito processo o altrimenti (n ap da
ap da e Xercic, Xeig{ lep-s, lep- e X07CS lg-os discorso) - a. difesa
d-os squama)- m. lo squamarsi della in un processo, opposta alla xa-rtpelle in alcune malattie cutanee.
fcpia kategora accusa. 2 EsposiApoltico - da amputo apoly-o zione (per solito con discorso pensciolgo {a. ap da e Xuw !y-o sato ed esteso) di ragioni in favore
sciolgo) - ep. di lettera dimisso- di una persona, di un atto, di una
ria di un vescovo ad un ecclesiadottrina; accompagnata dalla constico da esso dipendente, che si futazione di ragioni addotte da avreca ad abitare in un'altra diocesi, versarli contro quella persona, quelper cui lo scioglie dalla dipendenza l'atto, quella dottrina specialmente
e lo raccomanda ad altri vescovi.
opera in lode e in difesa del criApolitosi - da i ap da e xltc? stianesimo, sia che porti appunto il
lth-os pietra - pietrificazione.
titolo di Apologia (apologia di san
Apllo - intens. e fenicio Giustino martire ecc*), sia che ne
Baal Dio, Sole; armeno phal-il abbia un altro (hstiluzioni di
brillare ; slavo pai-iti ardere ; Lattanzio, Terapeutica di Teodo;

tb<bagliare; bagli-ore; forma

reto ecc.).

&

yi

APO
Apologtica.

Apologia die consiste

V.

APO
del

tiarti

antenne, corsamolto lunghe.

corpo,

parte della dialettica ,


nel rimuovere, a difesa dell'assunto, le obiezioni dell'avversario,
le ragioni con cui lo nega. 2 m.

Apomrfosi - da ar ap da e
(x.cpp7; morf- forma - forma
rappresentata da una pittura, da una

Parte della
dar le prove

teologia, che cerca di

scoltura, rispetto all'oggetto vero.

dell'origine divina del

2 m. Sorta

Cristianesimo.

etto, elitre,

proprio dell'apologia, che serve per


apologia. 2 Libro che contiene un'apologia; specialmente opera di Tertulliano in difesa del Cristianesimo.
* Apologista. V. Apologia - che
fa un'apologia ; che fa apologie.

di

metamorfosi orga-

per cui una sostanza fissan-

nica,

Apologtico. V. Apologia- eh'

dosi sopra un'altra ne sottrae qual-

che cosa e
*

la

trasforma in se stessa.

APONFUROGRAFA - da

stirovepto-

aponuros-is aponeurosi e ^pacpi


graf- descrizione - descrizione
<ii?

delle aponeurosi.

PONEUROLOGA - da

ircveuscoat^

Aplogo - da ar a p da e x&^c? lg-os discorso - breve racconto

aponuros-is aponeurosi e Xo'yo log-os discono - trattato sulle apo-

in cui parlano uomini, bestie, cose


personificate; quasi discorso artifizioso, da cui si deduce un altro di-

neurosi.

scorso ,
morale.

una

fut.

specialmente

verit

Apolsie - da

apol-o t
n&Xcew apolS-0 lavo (ar
Xcu&> l-o lavo) - ottavo
iroXcuto

ap da e

Aponurosi - da ircveupow aponeur-o trasformo in nervo (ar


ap da e vep&v nur-on nervo) - a.
espansione tendinosa di un muscolo, come dire trasformazione Ae
muscolo in nervo (gli antichi confondevano i tendini coi nervi). 2 m.

giorno dopo il battesimo, in cui,


secrndo il rito della Chiesa orien-

Membrana

tale, si asterge dal capo e dal petto

nua

dei nuovi battezzati

si

la

unzione del

crisma

fibrosa,

cui capi

attaccati al periostio, e

sono

che s'insiovvero

fra le fibre muscolari,

continua con queste; copre, ini muscoli


e d loro dei punti

volge

A poma gd ali A

- da

7t

ap da e

d'inserzione,

mtt-o , fut. (/.ai-o mx-o


Aponeurtico. V. Aponurosi
astergo - ci che serve a pulire, ad - proprio delle aponeurosi, o di tesastergere; detto pure apomgma. suti fibrosi simili a queste.
2 Mollica di pane con cui gli anti- *APONEUROTOMA - da raveupeachi si pulivano le dita dopo il pranzo ci? aponur-os-is aponeurosi e tou.ti
tom-e taglio - dissezione delle apoe che poi si gettava ai cani.
Apomtesi - da ito(Aavtvw apo- neurosi.
{/.a-rrw

manlhn-o,

fut. cKt,u.<xHo&

apoma-

th-s-o dimentico t imparato

(ait

ap da e |/.*v6w manthn-o, fut.


p.afrno6> math-so imparo) - dimenticanza di ci che

si

era imparato.

* ApnMiciNA - da dwKp.Yxvw apomekyn-o allungo (ar apo da e p.f$x-,; mk-os lunghezza


estensione)
,

- gen. d'ins. col. tetr., lam. lungicorni; che hanno quasi tutte le

*Aponeurtomo. V. Aponeurotomia - strumento per dividere

le

aponeurosi ahdominali nella cistotomia subpubica.


Apona - da priv. e Trovo? pn-os dolore - stato di chi non sente
dolore.

APOPMPSI - da tircatpm apopmp-o mando lontano, indietro


(ar ap lontano da e rtrjru Dm-

92

A PO

APO

mando) - digressione dall'ar- g-o, fut fancvigt* apopriix-o so/foce


gomento artificio di oratore, che, (ir ap intens. e urvip pnig-o sof>
p-o

foco) - soffocazione completa.


APPTOSl - da TrcxtTtTw apoppt-o
cado (or ap da e irtVru pipt-o
* Apopism a - da r ap da e cado - irrtte pts-is caduta) - cairv py-on pus - espressione, se- duta delle ossa. 2 Emorragia emor-

per evitar di parlare di cosa che


pu nuocere alla causa, si forvia in

digressioni.

roidale. 3 Cadutadelle croste. 4 RalApopisma - che lentamento di una fasciatura.


suppurare un apostema ;
Aporma. V. Aporia - problema

crezione di pus.
Apopietico. V.

giova a far

che ne

affretta la suppurazione.

APOPLEXA - da
pltt'O,

fut.

MtXiirr*>

iKTrtufft

apoplx-o

volpisco violentemente, in
il

moto

colpita

(ir

sospendere
parte

x^rm,

il

di difficile, d'incerta soluzione.

Aporia

flf/W-

senso nella

ap intens. e

irXrfvuiAi pltt-o, plgn-imi

- da faccpt apor-o sono

in dubbio, sono imbarazzato (i priv.

modo da e

itc'pc;

pr-os passaggio) - artificio

per cui l'oratore mostra di essere


imbarazzato, di non sapere come incominciare, che dire.

batto) -a. sospensione del moto e


Aposeps a - da iro<wwaposp-o
del senso, intorpidimento, intor- imputridisco (ir ap intens. e
mentimento che avviene per un ertto sp-o imputridisco) - fermencolpo improvviso, o con fenomeni tazione putrida.
simili a quelli prodotti da un colpo
Aposceparnsmo - da ar ap
improvviso (per malattia, fulmi- da e oxnrapvtv skparn-on ascia ne ecc.). 2 Malattia dell'encefalo e ferita al capo con soluzione di con-

delle sue

membrane

per soverchia

affluenza di sangue nei vasi cere-

o per infiltrazione o stravaso


di sangue o di sierosit nelle membrane o nei ventricoli dell'encefalo,
o per improvviso turbamento delle
forze nervose al cervello; che produce repentinamente una pi o
meno lunga, totale o parziale, sospensione dei moti volontari!, del
senso e delle facolt intellettuali;
cos delta perch la persona affetta
rimane come chi riceve ufi gran colpo improvviso.
Ogni affezione
<-h' prodotta da repentina congestione di sangue in un organo (polbrali,

3m

mone, cuore, fegato ecc. ). 4 Stasi di

un pezzo

tinuit, in cui staccato

d'osso
scia

come

che leva

fosse fatta
i

con un'a-

pezzi.

APOSFACELISMO - da ir&<wpfluuaposfakelz-o mi dissolvo al

X{t

tutto, imputridisco,

ap intens.,

mi sfacelo (dur
mi

wpoxiXiC* sfakelz-o

agito violentemente, vo in isfaceto)

- completo sfacelo del corpo o di


una parte del corpo.
Aposipesi - da rnowitt* aposiop-o taccio affatto (ir ap intens. e ornane siop-o taccio) - artifcio

retorico; relicenza,

preteri-

zione, per cui la trasposizione o

il

riodo incomineiato s'interrompe,


fasciando che l'uditore o il lettore
intenda da s quello che o per viva
commozione d'animo, o per pudore,
o per filocalia, o per altro sentimento sincero o artifiziato non s
espresso ; sin. di parasipesi.
2 Pausa generale (nella musica

sangue nei vasi cerebrali.


Apoplctico. V. Apoplexia che cagiona apoplexia. 2 Che si riferisce ad apoplexia. 3 fJi' attaccato da apoplexia. 4m. Ep. di vena
che si apre nell'apoplexia.
APOPM1XA - da immitu apopm- antica}

APO
posrma - da

93

icooupw aposyr-o

tiro via {san a p da e ousu syr-o


tiro) - brandello di pelle. 2 Pezzo

APO

protettore (se assolto, era in tutto


libero ; se condannato , tornava

d'osso, pezzo di carne staccati in

schiavo). 2 Causa contro chi aveva


abbandonato la patria in pericolo, e

una

si

ferita.

Apstasi - da

<pt<mif afst-emi

allontano, porto altrove (ar ap


da, lontano e lomiu st-emi sto, fo
stare), o medio ^iara^an afst-ame

parto

tinuit

fuggo - soluzione
nelie

fratture

con-

di

delle

ossa.

puniva colla morte.

*APOSTASMERO - da

ww'oTaai;

apstas-is lontananza e pip;

me-

r-s coscia - st-tr. d'ins. col. pent.,

fam. cureulionidi

gonatoceri; distinti da zampe anteriori separate


,

alla base.

2 Scioglimento di apostema per riApstata. V. Apstasi e Apoassorbimento di umori. 3 Rimo- statare -a. chi abbandona, smette,
arte. 2 a. Fuggitivo, disertore, rizione delle cause, sparizione dei
fenomeni morbosi ; differente dalla E elle. 3 a. Chi abbandona la patria
metastasi, imperocch in questa si in pericolo. 4 Chi abbandona le dotcambia la sede o la qualit del trine che ha professato, la religione,
morbo

morbo, e

nell apostasi

il

dilegua

avviene

guarigione.

4 Cambiamento di forma, di periodo


in una malattia (p. e. in una ter-

apparteneva ; specialmente chi abiura il Cristianesimo


per abbracciare un'altra religione.
Aposttico. V. Apstasi, Apo-

zana che diventa quartana).

sifitre,

la

si

Apostasia. V. Apstasi e Apostatare - a. partenza dalla propria


citt, dal proprio paese, quando
sono in pencolo ed dovere il consacrarsi ad essi. 2 a. Diserzione.
3 Abbandono, per solito , pubblico,
clamoroso,

delle

dottrine

profes-

sate, della religione seguita, della


setta cui uno apparteneva; abbandono del Cristianesimo per abbracciare altra religione, i m. Gen. di p.
d., fam. apostasiee o apostasiacee ;
in cui i grani del polline sono di-

e non riuniti
generi affini.

stinti
in

in

masse, come

la

religione

cui

apparteneva; specialmente abil Cristianesimo per abbracciare altra religione.


Apostsio. V. Apstasi e Apostatare -a. ripudio. 2 a. Causa di
apostsio; causa contro un liberto
cne si era mostralo ingrato al suo
liberatore, che si era scelto altro
si

bandonare

Apostma - che appartiene,


che disposto ad apostasi, ad apostasia, ad apostema.
APOSTXI - da roorafr) apostz-0
flit, wcara^w apostx-o stillo - m.
lo stillar

il

sangue dal naso.

Apostma. V. Apstasi - ammasso di pus in una cavit anomala fra mezzo ai tessuti, massime
muscoli

; cos detto o perdi gli


lo formano si separano,
sottraggono da altre parti del
corpo, ovvero perch separato
dalle parti adjacenti per mezzo di
una ciste circoscritta e formata da

ai

umori che
si

una membrana particolare, detta

Apostatare. V. Apstasi - o.
esser lontano. 2 Abbandonare le dottrine professate

la setta cui

piogenica, a differenza dell'empie-

ma

o spandimento purulento ch'


immediato contatto cogli organi
ove affluisce.
in

Apostfmto.

V.

Apostma- chi

ha un'apostema.
Apostemtico. V. Apostma,
Apstasi - che appartiene ad apostema; ch' proprio di apostema.
2 Che ha forma di apostema. 3 Che
ha un tumore interno al disotto del

APO

-*i ^"
*>

diafragma, la cui marcia esce per


il deretano.
* Apostemtde. V. Apostma -

APO

3 Predicazione di dottrine,
massime religiose, filosofiche, so-

vile.

ciali.

Apostlico. V. Apstolo - sin.


che somiglia ad apostema. 2 Che
di papa o di altro vescovo. 2 Libro
ha forma di apostema.
Apstolo - da irc<mx>.<i> apo- che contiene le epistole di san Paolo.
Stll-0 (-ir ap da e OTt'XXw stll-o 3 Proprio di uno degli apostoli o di
allontano, invio - a. inviato 2 o. apostolo. A Ep. di chi tramandi la
Mandatario. 3 (fra gli Ebrei) Inviato dottrina che ricevette dagli apo-

5 Ep.

nelle provincie per vegliare alla ese-

stoli.

cuzione delle leggi, per raccogliere


un'imposta. 4 Uno dei dodici prescelti da Ges e da esso inviati a
predicare la sua dottrina, l'Evangelo;
per antonomasia, san Paolo. 5 Libro ecclesiastico dei Greci che contiene lezioni delle epistole di san
Paolo. 6 Chi primo port in un
paese l'Eangelo. 7 Inviato a raccoglier elemosine, a viaggiare per interesse dei fedeli. 8 ro. (nella Chiesa
protestante) Giovane ecclesiastico,
che non ha ancora ministero determinato. 9m. Inviato di societ segrete, che viaggia con missione politica, politico-religiosa (si dice, con
bell'uso, dogli Elleni moderni, e si
applica anche a donne, come in
gen., in tutti sensi, il vocah. aphi si adopera con zelo
stolo). 10 m.
a propagare la verit o quella che
crede verit, che si consacra tutto
a questo uffici. 11 Lettera dimissoria che l'appellante chiedeva dal
giudice, e che questi doveva 'dargli
per informar della causa il secondo
giudice; espressione usata tutto d
in diritto canonico. 12 m. Capo di
una delle dodici grandi case patrizie

specie della sede romana, di persooa

di

sede vescovile e

io

o cosa che si riferisce a quella sede.


6 Ep. di persona o di dottrina nello

7 Ep. di letun vescovo a un

spirito degli apostoli.

tera dimissoria di

perch andasse a ordinarsi


ogni let8m. Titolo dei re
d'Ungheria e poi dell'imperatore

laico,

in altra diocesi (in gen. di

tera vescovile).

d'Austria.

* Apostolicne.

V.

Apstolo -

sorta di unguento; cos detto per-

ch era composto

dodici ingre-

di

dienti.

Apostlici. V. Apstolo
tarii

cristiani

del in

- set-

secolo, detti

pure Apotactici. 2 Settarii del xiu


secolo, detti anche Dulcinisti -che
pretendevano essere custodi e seguaci delle vere dottrine apostoliche.
* Apostrofare. V. Apstrofe e

Apstrofo
scorso nel

volgere

modo

altrui

il

di-

Ap-

indicalo in

parola
massime in modo vivace, severo.
3 Apporre un apostrofo a un vocabolo , sopprimendone una o pi
strofe.

Indirizzare

la

lettere.-

Apstrofe - da

ircoTpjpw

apo-

papa.
strfo rovescio, mi rivolgo da
Apstolo da toh ap da e ot< uno all'altro (Smh ap da e oTpstfw
>o; stl-os stolo
parte della prora strf-o volgo) - atto del coro nelle
di una nave ; uno degli scalini a rappresentazioni sceniche antiche,
prora, fra i quali due sono prolun- (juando, partili gli attori, rivolgevi

a Venezia. 13 Sin, di

gati sino al capo di banda.


* Apostolato - ministero,

gnit, ufficio di apostolo.

il

di-

Sin. di

sede romana o di altra sede vesco-

discorso agli spettatori.

Artifi-

zio retorico per cui si volta

il

di-

scorso, dalle persone cui era indirizzato, ad un'altra o ad altre

o pej

95 -

APO

cui s'indirizza la parola a persone


presenti o non presenti, a morti, a
Dio, a esseri che non hanno persona
e che s'immaginano personificati.
Apstrofo. V. Apstrofe - segno (') che indica nella scrittura la
soppressione di una o pi lettere,

per eufonia o per altro cos detto


perch ha forma di uno spirito
r
aspro ( ) rovesciato.
Apotactsta, Apotctico - da
;

fatto,

APO
effetto.

Etfetto, influsso

della rispettiva posizione degli astri,


al

momento

uomo,

della

nascita

sulla sua vita.

di

un

(in gen.)

Ogni effetto, influenza di astri sulle


cose umane, secondo gli astrologi.
Apotelesmtico. \. Apotelesma
- che ha, che produce apotelesma.
2 Effettivo, attivo. 3 Ep. di astro,

che esercita influsso. 4 Ch' proprio di cos fatto influsso. 5 Dotto


apotss-ome, fut. dwro- in apotelesmatica
Ta'^cfjuxt apotx-ome mi allontano,
Apotelstico V. Apotelesma mi ritiro, rinuncio (arc ap lon- che produce un effetto, o che pu
tano e xaTTft) ttt-o pongo) - set- produrlo. 2 Ch proprio di apotetarii cristiani del secolo ili, che af- lesma.
fermavano di essere scrupolosi osApotelesmatica. V. Apotelesma
servatori delle dottrine evangeli- - scienza degli apotelesmi; parte
che
rinunciavano alle propriet dell'astrologia.
particolari e mettevano tutti i beni
Apotelesmtiche. V. Apotelesma - carme , attribuito a Manein comune.
Apoteca - da dwv ap da e Oyxyi tone, sugli apotelesmi.
thk-e ripostiglio, luogo da riApotema - da TTGTtfoju apotporre - luogo ove si ripongono der- th-emi abbasso, depongo (or ap
rate, merci, ogni specie di oggetti da e Ti8v;p.i tth-emi pongo) - perdi valore (granajo, cantina, arse- pendicolare condotta dal centro di
nale, tesoro ecc.) (corrotto in bot- un poligono regolare sopra uno dei
tega, con significato modificato). lati, ovvero dal vertice di una pira2 Parte della casa in cui si ripone- mide regolare sopra un lato della
vano provisioni per la famiglia; sua base. 2m. Materia insolubile,
locale , per solito al piano su- che si forma nei sughi estrattivi
periore, in cui si custodivano le quando si fanno svaporare col calore
anfore piene di vino, mentre i dolii affine di concentrarli.
o barili si tenevano nella cella o
ArOTERAPUTICA - da <X7r&6spacantina. 3 (nel medio evo) Bottega tceuw apolherapu-o (toh ap intens.
da speziale; onde il francese apo- e e^paTVEw therapu-o guarisco )
- arte di curare il corpo dopo gli
thicaire speziale.
* Apotecio - da 7a&wicv apoth- esercizii gimnastici con bagni, frim
k-ion> dim. di mOr^y; apothk-e zioni e quanto poteva contribuire
apoteca - parte dei licheni che rac- a togliere la fatica e assicurare il
cfiiude gli organi della riprodu- buon effetto dei gimnasmi; come
zione; ricettacolo formato dal ta- passeggiate, uso moderato di ve\amio e dall excipulo.
nere, ecc.; lat recuratoria. 2 Arte
APOTELESMA - da nvzzXm apo- di curare un malato in modo da
tel-co effettuo, eseguisco, compio guarirlo completamente.
(tz'o ap da e ts'Xo, ts/w tll-o,
ApoterapA. V. Apoteraputel-o faccio , cagiono
effettuo , tica - cura di frizioni e altre pracompio; t&Xg^cu tll-ome esisto)
tiche dopo gli esercizi gimnastici ;
irc-roocjAai

APO

96

Ann

in gen. tutto ci che restaura le carabici; che hanno un profondo


forze e riconforta dopo la fatica. taglio all'estremit d'ogni elitra.
2 Cura di frizioni e altri mezzi
APOTRUSI - da 1cc8pa.ua> apoper compire la guarigione di un am- thru-o. fut. ntOpaou apothrus-a
malato.
faccio in pezzi, in minuzzoli (dur
Apoteraputico. Y. Apotera- ap intens. e 6pauci> thru-e rompo)
pusi - cb' proprio dell'apoterapia, - frattura, sminuzzolamento di un
dell'apoterapeutica.
osso, quando da ogni parte rotta
Apotesi - da faA ap da e ei la continuit.
The-s Dio
deificazione , indiaApotrpsi - da irTpt apo~
mento, per cui un mortale defunto, trtb-o, fut. cTpiJ*j apotrps-o frego
anche un bruto o un oggetto inani- per pulire; logoro per isfrenamento
mato, ascritto al numero degli dei, o per lungo uso (ait ap intens. e
era ammesso a partecipare agli Tpi'&o frego) - operazione per toonori divini ; cerimonia solenne con glier dalla cornea le macchie forcui era proclamato dio. 2 Titolo d'un male o per nuove pellicole anormali
carme g Prudenzio in lode di Ges o per ingrossamento della cornea

3 m. Lode esagerata, onori


strabocchevoli ad un uomo, quasi
volesse farne un dio.
Cristo.

stessa.

si

faccio bollire (ir ap intens. e


iw z-o faccio bollire) - medica-

Aptesi - da 7coTi(hjp.i apotth-emi depongo ecc. {ano ap da e


-rifafM tith-emi pongo) - abbassamento della voce, massime verso
la fine del periodo. 2 Posizione che
si d a un membro infranto dopo
la riduzione e la fasciatura.
Aptome - da ire"rip.v<i> apo-

APOZMA

da Trota apoz-o

mento composto
si

di pi sostanze che
fanno macerare, infondere, bol-

lire

nell'acqua; volg. robbo.

Apozegma - da TccSeu-yvup.i apozugn-ymi disgiungo (ait ap neg.


e twpuft zugn-ynii unisco) - figura retorica, per cui ad ogni verbo
della frase si appone un verbo particolare, quando basterebbe per tutti

tmn-o taglio (isb ap da e Ttp.v


tmn-o taglio) - residuo di un tono
intero musicale, levatone un semi- un solo verbo.
tuono maggiore. 2 Differenza fra
Aproctelmnto - da a priv.,
due quantit incommensurabili.
irpwxx; prokt-s ano e fXp.ivc, XAptomo. V. Aptome - m. cri- jjuvto; lmins, lminth os verme stallo le cui faccie, avendo poca in- verme privo di ano.
clinazione, formano un angolo acuAprosopo - da priv. e irpoW
tissimo col loro asse. 2 m. Prisma irov prsop-on persona, faccia - che
con una punta a quattro facce acu- non ha persona; impersonale. 2 Che
tissima, posta sulle arete orizzon- ha faccia deforme, dm. Gen. d'ins.
tali del prisma.
col. pent., fam. lungicorni; che
*APOTOMDERO - da cwroTO|AOi; a- hanno testa lunga, fronte parallela
ptom-os tronco e pin dr-e collo al suolo, bocca indietro, faccia de- gen. d'ins. col. tetr., fam. cur- forme.
culionidi ; che hanno la testa stretta
Aprostsio - da priv. e irpcce come tagliata.
rafft'a prostas-a protezione - stato
Apotomptero - da iro'Top; di un meteco in Atene, che non si
aptom-os tronco e irrepv pter-n era trovato un cittadino per protetala - gen. d'ins. col. peni., fam. tore. 2 Causa di aprostsio ; causa

-97

APT

ARA

chi non aveva adempito questa


formalit.
Apteri. V. Aptero - ci. d-ins. ;

Aptno, Aptno - da priv. an,


tomo pet-o volo - m. gen. d'ins. col
pent., fam. carabici; che non hanno

die non hanno

ali

ali.

* Aptergide.

V. Aptrigo - gen.

da volare.

ApTNOTROPE
vo;

ali.

(V.

Aptrigo - da & priv. e impu^,


reputo? ptryx, ptryg-os ala - m.
gen. a'ucc, fam. brevipenni; che

hanno rudimenti

di

ale,

prii al volo e solamente

cone

irapro-

un mozzi-

di coda.

Apterno.
d'ins.

col.

che hanno

- gen.
fam. atericeri ;

V. Aptero

pent.
ali

rudimentali.

Aptero - da priv. e impv


pter-n ala - che non ha ale. 2 Che
ha soltanto rudimenti di ale.
*Aptercero - da arerepoc pter-os aptero e xs'pac kr-as corno ep. d'ins. , che non hanno ali, non
subiscono metamorfosi e hanno antenne.
* APTEROGNA - da airopo; pter-os aptero e pvri gyn- donna,
femmina - gen. d'ins. imenopt.

da

anroiv, retri-

aptn, aptn-os che non vola


Aptno) e 8pty, Tpwr; thrps,
trip-s verme - gen. d'ins. em.
om., fam. tripsii; che non hanno

d'ins. ortopt.,fam. forficuli; senza

ali.

Aptodisfora - da

Sictu pt-o

tocco e o<rq>opta dysfor-ia malagevolezza, spiacevole sensazione (ouc

che esprime

particella

male

difficolt,

e <pepo fr-o porto)

- molesta

sensazione prodotta dal contatto dei

morbosa

corpi per

sensibilit delle

papille nervee.

Aplosi - da r ap
oXt ul-

cicatrice

intens. e

- cicatrizzazione

completa.

Apultico. V. Aplosi - che


cicatrizzare

completa-

*Arcee. V. Araco.
Archide - dim. di

paxo; ara-

giova

per

mente.

k-os araco - a. specie di araco fam. mutilii; le cui femmine man- veccia che cresce fra il grano ; detta
cano di ale.
pure Arcio. 2m. Gen. di p. d.,
* Apteronto - da Simpoc pte- fam. leguminose papilionacee: sor-os opter e v>tc; n$t-os dorso - pranominata ipogea, perch il frutto

ma-

gen. di pesci malac. apodi, fam. gimnoti ; che mancano di pinne dor-

si

sali.

* Aracdna, Arachdna. V. Araco e Archide - sp. di p. d.,


fam. papilionacee vicie, gen, la-

affonda nella terra e col

si

tura.

* Apterro - da bmpo; pter-os


aptero e cupa ur- coda - gen. di
pesci , fam. cefalopteri ; sorta di
razze senza pinne alla coda. 2 Fam.
di crost. decapodi; che mancano di
appendici all'estremit dell'addome.
* APTILPOD - da imXo; ptil-os

tiro; simili all'arachide.

Aracne - da apu r-o tesso e


S/vY) chn-e cosa sottilissima, leggerissima - ragno. 2 Sorta di quadrante solare, cui la intersecazione

piuma , pelo , lanugine (. delle linee delle ore, dei circoli dele -irriXbv ptil-on piuma, pelo, l'equatore e dei tropici dava aspetto
lanugine) e ircc, wo pus, pod-s di tela di ragno.
Argnio. V. Arcne - tela di
piede - gen. d'ins. col. pent., fam.
sterno ; i cui tarsi non sono la- ragno. 2 Tela che si forma sugli
nuginosi, come quelli dei generi olivi, sulle viti, di molte fila sottilisaffini.
sime. 3 m. Gen. di p. a., fam. fuu-

lenza
priv.

Camini,

Di*. Etimol.

AJtt

ghi; che rassomigliano ai sacchetti


in cui i ragni chiudono le loro uova.

*&

Alt

Aracntero - da

?/.*) archn-e ragno e ftr.p thr cacciatore


da ifrnu* ar- -gen. duce, fam. filedoni; che
Arcmode
chn-ion tela di ragno e ito< id-os, vanno a caccia di ragni.
Abaco - dal copi, aro fava e
d-os forma, somiglianza - simile
a tela di ragno. 2 m. Farina coperta altri legumi - a. gen. di p. d.,
da una specie di tela simile a quella fam. leguminose ; detto pure voce
del ragno. 3 m. Tela che si forma sul chr-os, neoellenico pax; arak-as,
latte, sull'orma; finissima come volg. lente egiziana. 2 Gen. di p.
d. , fam. leguminose, tr. aracee ;
quella di ragno.
Aracnodrmu - da pax<ro ar- sin. di veccia bitinica.
&tppa
drm-a pelle
A rdo - da paoaw arss-o colchn-e ragno e
lido, urto - pulsazione violenta del
ci. di acal. ; che comprende le meduse e i porpidi, che hanno pelle cuore. 2 Rimescolo, brontolio nello
stomaco e negl'intestini, cagionato
sottilissima come ragnatele
Aracnide - da paxw archn-e da medicamento, da cibo ecc.
Arcico - da pxf, arch- prinragno, ragnatelo (V. Ararne) e i$oc
ia -os, d-os forma, somiglianza - cipio - che arieggia a Cosa antica
simile a ragno, a ragnatelo. 2m. e che non si usa pi. 2 Che preGen. di mamm. quadrumani, fam. senta l'antica semplicit
o rozscimie; che hanno membra min- zezza, nei costumi, nella lingua,
gherline, esilissime. 3 m. Gen. di nelle arti.
poi.; che per la testura e la dispoArcaismo - da fti arch- prin<

cpio - imitazione d antichi


di
rassomigliano a tele di ragno. modi antichi o che non sono pru
A m. Tela di fili sottilissimi che co- in uso. 2 Cosa, forma antica, poi
pre certe piante. 5 m. Una delle tre venuta in disuso, nella lingua , nei
membrane che inviluppano il cer- costumi, nelle arti ecc. - Arcaismo
vello, intermedia fra la pia madre (come arcico) si adopera in certo
e la dura madre; che penetra nelle senso dispregiativo, meno per di
sue anfrattuosita, sol li] issi ma a guisa vecchiume : parco uso e opportuno
di tela di ragno. 6 m. Membrana pu ringiovanire e far gradire gli
sottilissima che copre l'occhio; sin. arcaismi, mentre i vecchiumi non
di tunica dell'occhio, tunica arac- pu.
* Arcanglica. V. Arcngelo e
nide, ialide.
* Aracnodjo. V. Aracnide - che Angelica - gen. di p. d., fam.
si riferisce all'aracnoide. 2 Liquore ombrellifere , tr. angelicee ; cosi
Ira la pia madre e la foglia visce- dette per le maravigliose virt merale deiraracnoide. 3 Gen. d'ins. diche che loro si attribuivano.
*nl. pent., fam. rarabici; che hanno
Arcangijco. V. Arcngtl rampe lunghissime, a guisa di proprio di arcangelo.
ragno.
Arcngelo - da %wh areb-
* Aracnoidte. V. Aracnide - principio, supremazia e u-rpXis ninfiammazione dell'aracuoide.
gel-os angelo - principe degli an* Aracnlito - da ipor/v) archn-e geli che regge le schiere angeliche
ragno e Xi6c llh-os pietra - specie (Michele, Uriele, Raffaele e Gadi crost. foss.; che hanno zampe briele). 2 Spirito celeste del sesimili a quelle di ragno.
condo grado nel terzo ordine della
sizione concentrica delle loro celle

99

AHC

gerarchia angelica di san Dionigi


areopagita.

un grado

Spirito superiore di

Arcstro

- da

p^? arch-s
e aorpov str-on astro - gen.
asteridi; in cui l'ano
eentrale.
ecbin.

Arcutide - da

ipxeufec

rkeu-

delle

piante fanerogame; sporangio

muschi e

agli angeli.

ano
li

ARC

tiche corrisponde al pistillo

dei

delle epatiche.

Archeloga - da

arch-

principio e Xtfyp? lg-os discorso trattato sui primi fondamenti dell'umano sapere.
Archo - da ftii arch- princi-

th-os ginepro - a. bacca di gine- pio, supremazia - m. forza primorpro. 2 m. Frutto sferico, composto diale; principio della vita di tutta
di chicchi, che restano chiusi nelle la natura ; anima dell'universo. 2 m.
matrici, come nel ginepro comune. (second Paracelso e Van Helmont)
* Arceutbio - da pxw8o rkeu- Principio immateriale che esiste
th-os ginepro e

pi'c

b-os vita

- gen.

di p. d., lam. laurantacee; che vivono parassite sul ginepro.

Archegte -

da

pxi

arch-

principio, supremazia e f-m; gt-es


nvece di fiv-nuc gent-es
antenato (jevv genn-o genero)

- capo

negli embrioni cosi animali


vegetali, e che presiede ai
dell'

organismo

come

fenomeni

coadiuvato

nello
;
stesso individuo da altri simili ad
esso e secondarii.

Archeografa - da inaloc arch-os antico e *j-pacp7) grai- descr


zione - . copia di antichi monu-

della razza, della stirpe;


eroe eponimo della trib. 2 Titolo menti, manoscritti ecc. 2 m. Dedato a iddei
massime in alcune scrizione di antichi monumenti;
colonie, probabilmente perch con- parte di archeologia.
dotte sotto gli auspicii ai quelle diArchegrafo. V. Archeografa
- a. che copia antichi monumenti,
vinit da qualche sacerdote.
manoscritti
ecc. 2 m. Che descrive
Archegtide. V. Archegte
titolo dato a iddee, nel senso di antichi monumenti.
Archegte n 2.
Archeologa - da px*o? arArchgico - da px"" arch- prin- ch-os antico e X^oc lg-os discorso
cipio, supremazia e dtyo g-o con- - a. uso di termini antichi nel discorso. 2 a. Discorso di cose antiche, o
duco -precipuo; primordiale.
Archegona - da ?xi arch- sulle origini delle cose. 3 a. Storia
principio e for gon- generazione delle origini di un popolo, dei suoi
- generazione primordiale; prima primi tempi, k a. Trattato sulle oriorigine.
gini del mondo. 5 ro. Scienza delle
Archegono - da px*> arch- relazioni fra i monumenti antichi
principio, supremazia e fcwi gon- (edificii, bassi rilievi, mosaici, megenerazione, principio ; fove? go- daglie , oggetti d'uso domestico
fi-us generatore , padre (fewau diplomi , opere letterarie ecc. ) e
genn-o genero) - che contiene in lo slato sociale dei popoli; studio
s i principii della generazione, dello stato sociale, della storia dei
Iella creazione di una cosa; p. e.
popoli antichi per induzione dai
,

natura archgona

delle arti

ma- monumenti

o dagli avanzi dei

mo-

teria archegono del mondo ; membro virile archegono. 2 a Primo


autore, capo di una prosapia. 3 m.

- che appartiene all'archeologia o

Organo che

ad archeologo.

nei muschi e nelle epa-

numenti.

Archeologico. V. Archeologa

100

ARC

che usa termini antichi nel discorso. 2 a. Che discorre, che tratta
.

di cose antiche,

mondo o

di

delle origini

del

un popolo. 3 ro. Che

si

occupa, che tratta di archeologia,

ARC

Archatro - da

Archelogo. V. Archeologia

5.

pxf,

arch- jwrV

supremazia e tarp; iatr-s


medico - capo dei medici; o me-

cipio,

dico presso il capo, il principe ; o


che dipende dal principe , dal governo; medico dell'imperatore (a
Roma antica, a Costantinopoli ecc.).

Archetipa. V. Archtipo - idea 2 Medico che aveva dal governo il


di un essere o di una sene di es- mandato di curare i poveri (a Costantinopoli). 3 ro. Medico in capo;
seri primordiali.
Archetpico. V. Archtipo - capo del servizio sanitario.
* Archicmbalo - da pxti arch-
ch' conforme all'archetipo.
Archtipo - da pxTi arch- principio , supremazia e x(*.aXw
principio e nsircc typ-os tipo - primo kymbakm cembalo - sorta di cemtipo; tipo su cui si modellano o si balo che aveva corde e tasti partidebbono modellare gli enti della colari per il genere enarmonico o
stessa classe, sia ideale, sia rea- per altre armonie, di forma grande
lizzato - Archtipo si applica tanto e con molti registri.
Archico - da px'i arch- prinall'idea su cui Dio cre il mondo,
quanto agli enti primi creati, come cipio - primordiale (p. e. si dice
tipi dei successivi. - Archetipo che la mente arcaica del logo
dt una statua, di un quadro ecc.; (pensiero, parola); che il Padre
ideale che l'artista si torma prima archico del Figlio (nella Triade).
di eseguire l'opera sua. - ArcheArcidicono, Arcidicono -da
tipo di un busto; l'idea secondo la pxv) arch- principio, supremazia
quale l'artista modella la creta per e ffixovoc diakon-os diacono - primo

2 Modello in creta del


busto medesimo. 3Modelloingesso,
che poi si traduce in marmo.
- particella prepoArchi sta a molti nomi per significare suDeriorit, supremazia a quello che
espresso dal nome che segue;
pX'i arch- principio, autorit;
px? arch-s capo ecc. - da non
confondere colla particella italiana
arci che significa molto, sommamente. Perci invece di Arcidiacono, Arcivescovo, sarebbe pi logico il dire Arcidiacono , Archi-

dei diaconi, amministratore dei beni

vescovo.

effigiarlo.

&w

Archiaclito, Arciaclito

px'i arch- principio, supremazia e xoXcudo; akluth-os acolito -

da

capo degli

cune

acoliti; dignitario in al-

cattedrali.

Archiatra. V. Archtatro - ufficio dell'archiatra.

Chiesa antica. 2 Vicario del


vescovo, incaricato della giurisdizione contenziosa e dell'amministrazione temporale. 3 Dignitario delle
della

chiese cattedrali, che non ha funzioni speciali annesse al titolo.

Archiertico. V. Archiera -

sommo sacerdote,
o del sommo sacerdozio. 2 Ch'
proprio di arciprete.

ch' proprio del

Archiera - da

&px*>

arch-4

principio, supremazia e upsc ier-us sacerdote - sommo sacerdote.


Dignitario della Chiesa orientale;

arciprete.

Archiera, Archierata. V.
- sommo sacerdozio.
2 Dignit di arciprete.
Archietera. V. Architero Archiera

ufficio

dell'archietero.

2 Societ

principale superiore ad altre

simi-

ARO
od a cui
mano.

li,

le

altre

si

101

ARC
orientale del Mediterraneo,

Turchia d'Asia, la Turchia


d'Europa, la Grecia e Creta al sud ;
sin. di Egeo. 3 Insieme d'isole che
si trovano in quel mare. 4 m. Alare
fra isole riunite sott'acqua e a poca
distanza ( quello delle Maldive ,

fra la

Architero - da px*i arch-


principio, supremazia e tTapo?
etr-os socio - capo di una societ,
massime

2 Parte

confor-

politica segreta.

rchieunCO - da pxr

arch-

supremazia e evcOxo?
eunch-os eunuco - capo degli eu-

quello delle

nuchi.

in pi gruppi.

principio,

Archigernte - da

px*i arch-

Molucche

Archipota -

da

pxti

principio, supremazia e fpwv, *ypcrro? gron,


gront-os vecchio,

principio

poiet-s,

piet-s poeta

anziano - capo degli anziani.

dei poeti.

* Archigimnsio - da px-n arch-


principio, supremazia e -yuavaffiov

gymnas-ion gimnasio -

sin. di

uni-

versit.

Ar-

"Apxi'Xojco;

Archiloco, composto
i

arch-

supremazia e irewi-ric
- principe

Archipresbtero - da

pxir

ar-

ch- principio, supremazia e irpeo^gurepo? presbyter-os prete - sin. di


arciprte.

Archilchio - da

chloch-os Archiloco, poeta satirico


- verso di cui si crede inventore

vero

5 m.

ecc.).

Insieme delle isole medesime, diviso

come segue

ov-

-,-,-

* Archiprte

ha ispezione,

oltre

che sopra

la

sua

cura, anche sopra altre cure. 2 Titolo di alcuni parrochi nelle comuni
rurali,

Archimgo - da

Arciprte - vo-

cab. ibr. da px?i arch- principio,


supremazia e prete - parroco che

senza speciali funzioni an-

arch-

nesse. 3 Principale dignitario delle

principio, supremazia e p-^o; mg-os mago - capo dei maghi.


Archimandrita - da px*) arch-

cattedrali; ch' parroco nella par-

p/ri

rocchia della cattedrale,


dei

cardinali

delle

tre

i Titolo
principali

supremazia e [/.avSpa chiese di Roma.


mndra, monastero - che presiede
Archiprofta - da px*i arch-
a molti monaci, a una gran comu- principio supremazia e irpojnrmc
nit di monaci (nel qual senso Dante proft-es profeta - principe dei prochiam archimandrita san France- feti.
*ARCHPTERA-da apxu; rk-ys rete
sco). 2 Abate di un monastero importante, di prima classe; abate e irrepv pter-n ala - gen. d'ins.

principio

generale.

ort.,

Archimmo - da

px*i

principio, supremazia e

arche

sali degli elitri

gesti e gli atti del defunto, e por-

ch- principio

m-os mimo - capo dei mimi ;


nei convogli funebri contraffaceva

fam. acridii

tava una maschera

di cera

che

lo

(o suddiv. del

gen.

edipodi); in cui le nervature traver-

mche

{mjaoc

formano una specie

di reticella.

Archistrapo - da

pxri

ar-

supremazia e carpami; satrp-es satrapa - primo


,

satrapa.

raffigurava.

Archi plago, Arciplago - da


pxi arch- principio, supremazia
m'Xa'Yc; pelag-os pelago - mare

Archisinaggo - da pxri arch-


principio, supremazia e ouva-ywpj
synagog- sinagoga - principe
capo della sinagoga.
'

'

principale

pi

grande

di

altri.

r-<Q2-

ARC

ARC

da Affli arch- * Arcocle - da kffii arch-s tur


princpio, supremazia e -r'xtov tk- testino retto e xotXm kil-e, kil-e tut-OD arte/ice - capo degli artefici, more - tumore dell'intestino retto,
* Arcocisto-colpo-sirnga - da
specialmente degli artefici di edifici! ; che d il disegno dell'edificio
py.; arch-s intestino retto> xr-nc
kyst-is ciste, xo'Xiw; klp-os seno e
e presiede alla sua costruzione.
Architettnico. V. Archittto oiipqS, rpifro; syrinx, syring-os
- che appartiene all'architettura.
fistola - fstola che si estende alArchitettura. V. Archittto - l'intestino retto, alla vescica ori-

Architetto

i conana e alla vagina.


modi della vita per difesa o per * Arcmetro - da fyxk arch-s
uso del commercio.
Architettura intestino retto e {/irpcv mtr-on miidrulica; arte di condurre, muo- sura - strumento per misurare l'in-

arte di costruire edificii per


,

vere, ritenere le acque per uso di

testino retto.

Arcnte - da 5px rch-o presommo magistrato in Atene

bere o d'industria.

Architriclno, Architriclnio
- da pxV) arche supremazia e rpixXfvicv triklin-ion triclinio - che sopraintendevaal triclinio, alla mensa.
* Archivescovo, Arcivscovo da pxr, arch- principio, suprema-

siedo -

zia e 7rioxGTOc epskop-os vescovo -

ed in altre citt elleniche, instituito


dopo soppressa la dignit reale o
ristretta ad uffici sacerdotali. 2 Titolo particolare del primo degli arconti in Atene, quando fu stabilito
che questo magistrato fosse annuo

a. titolo onorifico di alcuni vescovi,

e composto di dieci cittadini (giu-

che non dava loro diritto a nessuna


preminenza sugli altri (a Roma, a Co-

dice nei processi di famiglia, cura-

stantinopoli,
tolo dato al

Gerusalemme

papa

ecc.); ti-

al concilio

e a quello di Calcedoni;.

Capo dei vescovi

tardi)

d'Efeso

(pi

detti su [fra-

ga nei, che ne conferma l'elezione,


visita le diocesi , convoca e presiede

sinodi, riceve l'appello delle

cause ecc. 3

Vescovo superiore

gerarchico, eguale nella dignit e negli


agli

uffici

altri

solo

nell'ordine

sacerdotali.

* Archvio - da pyri arch- augoverno - collezione metodica di documenti che si riferiscono


ai diritti e interessi di un corpo
morale (stato, citt, famiglia, congregazione religiosa, societ letterarie o scientifica).
Archivista. V. Archvio - che
torit,

presiede all'ordinamento, alla custodia, all'uso di

un archivio.

Arcidicono...., Arcivescovo.
V. Arcidiacono. ., Archivescovo

tore degli orfani ecc.); detto pure

eponimo perch dava

nome

il

al-

lamio. 3 Sin. di eforo a Sparta.

4 lapo del sinedrio degli Ebrei.


5 (nell'impero bizantino) Prefetto
di corte; maestro di palazzo; magistrato preposto ai monasteri, alle

mura

della capitale, alle sussistenze

militari,

alla

6 Divinit

zecca ecc.

secondaria, creata e creatrice, secondo i Gnostici.

Arcntici - da <xpxwv rch-on


arconte - setta di Gnostici i quali
attribuivano la creazione del mondo
ad alcuni spiriti secondari], che
chiamavano arconti od coni.
*Arcptosi - da pyj>; arch-3
intestino retto e tct&kii? pts-is

duta

ca-

caduta dell'intestino retto


p^; arch-s

*Arcorraga - da

intestino retto e px-yvuui

rompo *

rgn-ymi

rottura dell'intestino retto.

Arcorra -

testino retto

da

px,;

arch-s i-

e p r-o scorro

103

ARC
colo di sangue;

emorragia per

l'ano.

* Arcosirng - da px; arch-s


intestino

syrinx

retto e

rapici;,

oupt-^o;

syring-os fstola

fistola

ARE

e pi? mys topo - gen. di mamm.,


fam. roditori; le cui fattezze somigliano in parte a quelle dell'orso,
in parte a quelle del topo.

*Arctnice-

da pxroc rkt-os

orso e 3vu5, ovu^os nyx, nych-os


di mamm. carnivori

all'ano.

Arcostnosi - da px arch-s unghia - gen.


intestino retto e <rrvti>at stnos-is restringimento - coartazione

plantigradi; che

hanno unghie come

quelle dell'orso.

* Arctopitco - da pxro; rkt-os

dell'intestino retto.

Arcta - da pxW rkfcros orso


- gen. d'ins. lepid., fam. notturni;

orso e TCflnS, iwOrxec pythex, pythek-os scimia - st.-gen. di mamm.


quadrumani, gen. scimia; il cui
muso somiglia a quello dell'orso.
- ep. d'uno dei poli della terra e del * Arctpo - da px-ro? rkt-os orso
punto celeste ci. e gli corrisponde; e irou?, ico; pus, pod-s piede polo boreale, polo Nord; cosi detto gen. di p. d., fam. ombrellifere; le
perch questo polo celeste molto cui foghe radicali stese per terra,
vicino alla costellazione della Pic- a picciuolo piano, a lembo rotondo
cola Orsa. 2 m. Ep. di tutto che e trifido, con denti spiniformi, soposto verso il polo boreale, p. e. migliano a zampe d'orso.
nome specifico di pesci che abitano * Arctostfilo - da 5pxT? rkt-os
le cui larve sono molto pelose.
Arctico - da apxTo; rkt-os orso

mari

boreali.

Arctlo - da

- m.

SpxToc rkt-os orso

orso e <rrapuXov stfyl-on uva - gen.


p. d., fam. ericacee; de cui

di

che rassomigliano ad acini


coperti di pelo.
d'uva, sono ghiotti gli orsi
volg.
pxTor
uva orsina.
rkt-os orso
Arcto da
gen. d'ins. col. eter.

fam.

frutti,

melasomi;

* Arctte - da 5pxro; rkt-os orso


sfero boreale, l'Orsa Maggiore e - gen. di p. d. , fam. composte;

nome

di

due

costellazioni dell'emi-

l'Orsa Minore.

* Arctocefalo - da px-roc rkt-os


xe<poX7) kefal- testa - gen.
di mamm. cetacei, fam. foche; la
cui testa somiglia a quella di un
orso.
Arctocri - da 5fxTo<; rkt-os
orso e xopic kr-is cimice - gen.
d'ins. emipt., fam. scutellarii; che
hanno il corpo coperto di peli lanosi.
* Arctde - da px-ro? rkt-os orso
- gen. d'ins. col. pent. fam. lamellicorni ; coperti di pelo lanoso.
Arctoflace - da px-ro; orso
e (fit^aJi, <fuX<xxo; fylax, fylak-os custode - costellazione situata vicino

*rso e

all'Orsa Maggiore ; quasi Ja custodisca.


* arctoho - da fxT&j rkt-os orso

che portano frutta pelose.


Arctro - da SpxTo; rkt-os orso
e cupa ur coda - stella vicina alla
coda della costellazione dell'Orsa.
2 m. St.-gen. di p. d. fam. scrofularinee; che hanno stami barbati,
quasi come code di orso.
Ardsia - da ptc rd-is punta
- gen di p. d., fam. ardisiacee ; le
cui foglie sono coriacee e merlate,
piene di punte ai margini.
Ardisiacee. V. Ardisia.
,

Areometra. V. Aremetro misura della densit dei


loro peso specifico
degli strumenti

sto

fine

si

usano a que-

(sopratutlo per PulctMdK

*fARF,liF.TR0 - da

im

liquidi, del

arte di servirsi

che

Irjm*

fffffr'fo

lifirnnfi

anHia-

hit"

*"*-

ARE
tr-on
a
ii

di

misurare la densit dei liquidi,


loro peso specifico, cio il peso

ARG

mali e ne succhiano il sangue ; fra


le cui specie la cimice velenosa,
molto temuta in Oriente.

un determinato volume di liquido.


Argema - da appi arg-s bianco
Areopagta. V. Areopago - -ulcera, macchia bianca che occupa

membro

dell'areopago.

Areopagtico. v. Areopago che concerne l'Areopago, gli reopagiti.

Areopago - da

Apn Ar-es Marte


e Tca-p.; pg-os rupe, collina - collina rimpetto all'Acropoli d'Alene,
su cui si offrivano sacrifici a Marte.
2 Tribunale instiluito da Cecrope,
ricostituito da Solone, che sedeva
sull'Areopago, detto pure
~ti;

(cuXy,

pcuX-rj

ev

'Aptcta-

'Apttw ndvt

buie , buie en Are


pago assemblea areopagitide, assemblea nell'Areopago.
Areopagtis

104

misura - strumento destinato

AREOSTTICA

AROSTTICA -

da p ar aria e <rrr,\i.i Ist-emi sto


- scienza dell'equilibrio dell'aria.

Arestilo - da

apat;

are-os

colonna - una

parte del
cornea.

contorno

esterno

della

- da

Argemne
pr arg-s
bianco -gen. di p. d., fam. papaveracee ; cos dette o perch credute una buona medicina per l'argema, ossia piuttosto perch alcune
specie

hanno

bianco e

fiori

foglie

macchiate

di

bianchi.

Argnnidi. V. Argnno.
Argenno - da p^; arg-s bianco
- m. gen. d'ins. lepid., fm. diurni,
tr. argennidi; coperti di macchie
argentee o color madreperla.
* Argia - da p-p; arg-s bianco
- gen. d'ucc, fam. saxiclidei;
affini ai merli
ma che invece di
,

essere lutti neri

come

questi,

hanno

penne nere mescolate di bianco,


macchie bianche sull'ali, e bianca la
le

raro e o-nkn styl-e


delle cinque sorta d'intercolunnii; punta della coda.
in cui le colonne erano distanti una
ARGILLA - da affo arg-s hiancn
dall'altra otto o dieci moduli; oppo- - min., c ombinazione df silice, allumina e acqua con traccie di silista a picnositlo.
* Aretico - da pat? are-s raro cato di calce e ossido di ferro ; terra
- medicamento cui si attribuiva la 3ualche volta di color bianco callido, per solito di bianco sporco o
facolt di rarificare gli umori, di
sciogliere le anomale accumula- grigio chiaro.
Argillte. V. Argilla - min.;
zioni di umori.
Arsco - da pe'jxw arsk-o piac- terra argillosa combinata con un
cio - m. gen. d'ins. col. tetr., fam. acido.
Argillide, Argillde. V. Arciclici o crisomelini ; di forme elegilla - ep. di roccie la cui massa
ganti.
*Aretologa - da oLperri aret- principale presenta l'aspetto delvirt e X-yc; lg-os discorso - trat- l'argilla, e che posseggono alcune
delle sue propriet.
tato sulla virt.
Argante - da ?fU arg-s aspro, * Argilllito - da Ap*ytXu argl-e
di
argilla e X(6o; lth-os pietra - min.;
crudele
specie
di
serpe
-a.
fiero,
gen. ignoto, pericolosa. 2 m. Nome argilla in istato d'induramento pi
dato acconciamente dal Tasso ad o meno completo; petrosilice aeuno degli eroi della sua Gerusa- com posto; trachite decomposta a
lemme. 3 m. Gen. d'ins. api., fam. passata allo stato di tefrina.
dcarii; che si attaccano agli aniArgillde. V. Argillide,

AHG
* Argillforo

da

105

porto - che

argilla e q>p>
r "
contiene accidentalmente

ARG

gen. partenio; i cui


perti di pelo bianco.

p^fx-n argl-e

fiori

sono co-

* Argirocma - da apppo? rgygilla.


r-os argento e x.c'{jlyi km-e chioma
* BG1LLOPRFIRO - da pfiXYi ar- - st.-gen. di p. d., fam. composte,
gtle argilla e iro^pupov prfyr-on gen. diptero; alberi tutti coperti
porfido - min.; porfido argilloso, a di lanugine cotonosa e bianchiccia.
pasta di argillolito con cristalli di 2 Cometa a chioma argentea, d'una
dell'ar-

porfido.

luce

* Argope - da

meno

viva dell'eliocoma.

p-ys arg-s bianco


aspetto -gen. d'ins. apt.,
fam. araneiai; ornati di bei colori
d'oro e d'argento.
Argira - da p^upo; rgyr-os ar-

* Argirodamante - da p-rupo; argyr-os argento e a^a{i.a?, dapavTo;


admas, admantos diamante min. ; pietra simile al diamante, di

gento-m. gen. d'ins. dipt.,iam.

lor d'argento, che resiste al

e wy ps

chistomi

colore argenteo

bra-

cos detti perch le spe-

fuoco

* Argirodndro - da p-ppc; rgyr-os argento e vpov dndr-on


albero - gen. di p. m., fam. proteacee ; le cui foglie sono di un bianco

* Argirnto - da apppoc rgyr-os


vdoc nth-os fiore

specie di talco co-

pi vivo.

cie principali hanno il corpo coperto di una specie di lanugine argentea e lucente.

argento e

- gen.

d'argento.

*RGIRODNTE - da oppos l^yp. d., fam. composte; i cui fiori


sono di un bel colore d'argento.
r-os argento e oe, &o'vro; odus,
Argirspidi - da Spppoc rgyr-os odnt-os dente - sp. di pesci, gen.
argento e doni; , roc asp-s
umbrina, fam. scumoidi; che hanno
aspd-os scudo - corpo di fanti che i denti di un bianco argenteo.
* Argirogona - da p-ppo; rgyfacevano parte della guardia di Alessandro il Grande e poscia di al- r-os argento ^ fovri gon- genera-

li

cuni de' suoi successori , e por- zione - pietra filosofale, detta pure
tavano scudi coperti di piastre d'ar- dagli alchimisti seme oVarqento;
perch mista ad altri metalli li conArgira - da pppoc rgyr-os vertiva (dicevasi) in argento.
* Argirlito - da ap-yupo; rgyr-os
argento -m. gen. di p. d., fam. convolvulacee; di cui alcune specie argento e xifo; lith-os pietra - min.;

gento.

hanno fior bianchi.


mica argentina. 2 Calce fosfata, di
Argiro - da pppo rgyr-os color d'argento.
argento -m. gen. d'ins. lepid., fam.
*Argrolbio - da Spjupoc rgydiurni ; che hanno ali ornate di stri- r-os argento e XoSo? I^jd-os lobo ,

sce,

di occhi color d'oro e d'ar-

gen. di p. d., fam. leguminose pa-

Argirte - da ppoo; rgyr-os

Kilionacee; i cui legumi hanno la


uccia di colore argenteo.

argento -m. gen. d'ins. dipteri, fam.

*Argironta - da d^ppo; rgy-

gento.

una lanugine r-os argento e ve' n-o filo e nuoto


argentea. 2 m. Min. ; terra mista di -gen. d'ins. apt., fam. araneidi;
argento; sorta di litargirio.
sorta di ragno acquatico ; cos detto
* Argirochta - da o-yupo; rgy- o perch nuota sulle acque entro
*-os argento e x*k cht-e chioma bollicine di ragnatelo, piene d'aria
* st.-gen. di p. d., fam. composte, e di color argenteo, o perch la
atericeri; coperti di

106

ARG
femmina

un bozzoletto

fila

di seta

bianca e lucente per riporvi le sue


uona.
Argirope - da &rptft rgyr-os
argento e ^rco; ps, op-s occhio - sp. di pesci acant. , gen.
squalo; che hanno l'iride di color
d'argento.

* Argiropa - da Sp-ppc? rgyr-os


argento e ucu poi-e, pi-o faccio
- arte di trasformare varie sostanze
minerali in argento, secondo gli alchimisti.

* Argirptero - da afppo? rgyimpv pter-n ala gen. d'ins. lepid., fam. notturni;
bellissimi insetti che hanno sparso
il corpo di macchie d'argento o di
madreperla , con contorni color
d'oro, colle ali ornate di argentea
r-os argento e

frangia.

* Argirosi - da p*yupcc rgyr-os


argento - min. ; solfuro d'argento
o argento vetroso, per solito di co-

4RG

guisa d'occhi. 2 m. Sp. di pesci,


fam. leptosomi; cosi nominati per
le macchie rotonde di vivi colori
sparse sul corpo e sulle pinne. 3m.
Sp. di pesci, fam. pleuronecti; che
hanno due occhi dal lato stesso della
testa. 4 m. Sp. di rett.,gen. aroeiva,

fam. lucertole autosaure; la cui


pelle, nei primi anni, tutta screziata di varii colori a occhi. 5 m. Sp.
di rett. ofidii, fam. colubri ; che hanno sulla pelle grandi macchie ovali
rosse, con un contorno nericcio.

6m.Tr.

di moli, acefali

monomiarii;

con molti tentacoli simili a coni


tronchi, che hanno una specie d'occhio in cima. 7 m. Ep. o nome specifico di molti ins. lepid.,
le ali

sparse d'occhi,

ma

che hanno
nel resto

non si rassomigliano e appartengono a generi differenti. 8m. Sp. di


moli., gen. porcellana; le cui conchiglie sono coperte di macchie simili ad occhi.

piombo o d'acciajo.
*Argoflla - da pfc arg-s
*Argiroxfio - da o-ppcc argy- bianco e ^XXov fyll-on foglia r-os argento e &i<poc xf-os spada
st.-gen. di p. d., fam. composte,
fam. composte; cos gen. euribia; che hanno foglie luSeri, di p. d
lor grigio di

forma aguzza delle foche sono coperte di peli ar-

ette per la
glie,

gentei.

Argo -

da py; arg-s veloce, o


da "Apyci; Arg-os Argo, figlio di
Frixo - nave sopra cui cinquanta
eroi Elleni capitanati da Giasone
fecero la famosa spedizione della
Coleri ide per la conquista del vello
d'oro e altre lontane e ardimentose

imprese; cos detta o perch molto


veloce, o perch costruita da quell'Argo.

Argo -

da Apjcc Arg-os Argo,


d'Inaco e d Ismene, di cui si
favoleggi che avesse cent'occhi
parsi per il corpo - m. gen. d'ucc.
gallinacei, fam. fasianidei; i cui
figlio

maschi hanno penne


lori ,

tutte

piene

di

centi.

Argonuta -da py arg- argo,


nave e va-nr,? nut-es navigante uno dei naviganti sull'Argo, che
capitanati da Giasone andarono in
Colchide alla conquista del vello
d'oro e ad altre ardimentose e lontane imprese. 2 m. Gen. di moli, ce-

un tubo locomotore; con cui vanno nuotando per

falopodi, muniti di

indietro sulla superficie del

clava allungata e le

ali

terminane

due appendici a foggia di coda,


che danno loro una qualche somiin

varii comacchie a glianza

di

mare,

che si favoleggiava aver dato la


prima idea di navigazione; ant.
detto nautilo o pompilo. 3ro. Gen.
d'ins. lepid., fam. farfalle diurne;
le
cui attenne sono a forma di
lo

coi molluschi argonauti.

AfU

407

Argonutiche. V. Argonuta -

poema
nauti

sulla spedizione degli Argo-

Onomacrito,

(di

di

Apollonio

Rodio, di Valerio Fiacco).


* A rgpodo - da py? arg-s tardo
e

?rcc, irc^o; pus, pod-s piede

gen.

d'ins. col.

melini
di

tetr.,

che non hanno

saltare

come

fara. criso-

la facolt

quelli dei generi

aifmi.

* Argostmma - da

p-y?

arg-s

bianco e ory.p.a. stmm-a corona gen. di p. d., fam. rubiacee; distinte da


a corona.

fiori

bianchi a capitoli,

ART

Aristocrtico V. Aristocraza
- ch' proprio dell'aristocrazia; che
si riferisce a chi ne forma parte.
Aristocraza- da Spicro; risf-os
ottimo e xporo; krt-os pctere, governo - forma di governo in cui solamente alcune famiglie, fra i cittadini che posseggono i diritti civili,
posseggono anche i diritti politici e
possono prender parte alle pi alte
cariche dello Stato.

ARISTOFNICO - da

'ApiffTcpvr,;

Arislofn-es

Aristofane , celebre
poeta comico - verso usato da Ari-

stofane, composto di quattro piedi,


Argotmna - da pfc arg-s un anapesto, un dactilo, uno sponbianco, argento e e^vo; thmn-os deo e un proceleumatico variamente
cespuglio - gen. di p. d., fam. eu- combinati.
Aitisi olochi A - dal skt. a r s h t-i,
forbiacee ; che sono coperte di peli
a. pers. ars t-i lancia (skt. arsi) ,
biancastri e fanno cespuglio.
Ariano - da "Apic; Ar-ios Ario, aresh pungere; sved. rist-a laprete di Alessandria d'Egitto - set- cerare) e skt. ruh, rdh-mi (hi li,
tari Cristiani, seguaci di Ario; ldh-ami) crescere, vegetare, r li i
che negavano la divinit di Ges (lli-i) pianta, albero - gen. di p.
d., fam. aristolochie

Cristo.

Arisare.
A risar -

V. Arisro.
da pi; ris, dim. di
apcc r-os aro -gen. di p. m., fam.

aroidee,

tr.

arisare;

che hanno

hanno

la

forma

di

un

le cui foglii

Ferro di lancia

Aristolchio. V. Aristolchia acconcio a promuovere il parlo.

ARISTOTLIA - da

'AptorcT&Ti;

foglie, caule, radice pi piccole di

Aristotl-es Aristotele, celebre fi-

quelle dell'aro.
Arismo - da api; ris, dim.

losofo - m. gen.

ape r-os aro e ap.a

- gen. di
cui foglie e

p.
le

di

m-a sangue

m., fam aroidee;

le

spate sono sparse di

macchie rosse.
Aristarco - da

'Aoarapxo; Ars-

tarch-os Aristarco, famoso critico


Alessandria d'Egitto - critico
profondo , coscienzioso , severo ;
simile all'Alessandrino, che esercit una severa critica sui poemi di
di

di p. d., fam. com; consacrato da Adanson alla


memoria del filosofo di Staglia.
2 m. Pianta del Chili con cui si fabbrica una bevanda vinosa, sul cui
genere i botanici non sono d'ac-

poste

cordo

a chi

la colloca fra le

Ionie, chi fra le

esca-

omalinee ecc.

Ariteno-epiglttico. V. Aritenidi e Epiglttide - muscolo che


va dalla cartilagine aritenoide all'epiglotta

parte deiraritenoideo.

* Aritenoido. V. Aritenidi Omero.


A risto - da prro; rist-os ot- muscolo traversale, che s attacca
limo-m. gen. d'ins. col. pent., fam. alle due aritenidi.
* Aritenidi - da pi'i-aivcr aryten-a
earabici ; cos detti per antifrasi
perch le loro larve sono carnivore vaso da attingere acqua (puu ary-u
e crudeli.
attingo) e ic; id-os, Id-os forma.

ARI

108

somiglianza - due piccole cartila-

ARM

che formano un verso ; delle vari*


figure, sia di esseri animali sia ina*
nimati, che entrano in un quadro;
di suoni diversi emessi nello stesso

una sopra l'altra dietro


che formano una piramide triangolare a foggia di vaso.
2 dandole innanzi alle suddette momento
gini situate
la laringe,

di tempo o in successivi;
delle parli diverse che compongono
Aritmanza o Aritmomanz - un edilzio, il mondo intero ecc.
Armnica. V. Armona - scienza
da pi6(/.; arithm-s numero e p*vTsia mant-ia, mant-a divinazione degl'intervalli musicali. 2 Suono
arte di predir l'avvenire per mezzo concomitante generato dal corpo

cartilagini.

sonoro insieme col suono fondamentale. 3 m. Nome di strume ti


musicali di varia materia e forma ;
prii; parte della cabala ebraica.
p. e. strumento fatto di bicchieri che
* ritmma - da ptftfx; arithm-s si stropicciano con dita molli ; strumento di pezzi di vetro che si pernumero - gen. d'ins. coli eter.
fam. trachelidi ; che differiscono cuotono con bacchettine ; strumento
dai generi affini solamente per aver a mantice, che si suona gonfiandolo
otto antenne invece di nove.
e sgonfiandolo colle mani, con taAritmetica - da ptdp.^ arithm-s sti , cosicch l'aria nell'uscir da
numero - scienza dei numeri, che buchi rende suoni , note varie ecc.
Armnico. V. Armona - che
ne insegna le propriet e i calcoli.
Aritmtico. V. Aritmtica - che appartiene all'armonia 2 Ch ha
si riferisce ai numeri, alla scienza
armonia.
dei numeri. 2 Che professa l'aritme*Armonicrdo - da p(j.ovut artica.
mona e xop5i chord- corda - pia* Aritmologa - da pt8p.? arith- noforte a coda diritta.
m-s numero e Xofo; lg-os discorso
Armnio. V. Armona - stru- trattalo dei numeri.
mento a tasti, a vento, con regiAritmmetro - da piO^; arith- stri accordati ; simile a un pianom-s numero e pixpcv mtr-on mi- forte ritto, ma che rende suoni pi
sura - strumento per agevolare i forti e pieni.
dei numeri, calcolando
pianeti e

lettere che

il

rapporti fra

valor numerale delle

compongono

nomi

pro-

calcoli.

Armomanza - da

ppo; arm-s

articolazione e pavrctoc mant-ia,


mant-ia divinazione - divinazione

per ispezione di articolazioni animali, p. e. di spalle di capretto;


come si usava e forse si usa tuttavia in Corsica.

Armonizzare. V. Armona -rei*


2 Mettere in ar-

dere armonico.

monia.
* Armonmetro - da p .evia armona e (iirpov mtr-on metro - strumento per misurare l'armonia di

suoni

Armsta - da app.oX armz-o


modero, armonizzo, concilio - a.
moderatore, conciliatore. 2 Persona
cui si dava bala di riorganizzare
lo stato di una citt. 3 Magistrato
che si mandava da Sparta e da re
eli cose dissimili (dissimilium conbarbari o macedoni con ampii pocordia), come dicevano gli antichi, teri a governare citt soggette od
ARMONA-dalcopt. armo insieme
e na vo, muovo, o da ap^oC arin-z-o metto insieme, adatto, concilio - crasi, sintesi di parti diverse
the formano un tutto ; accordo

e. delle differenti parole e sillabe

alleate, o a sop avvegliarne e influen

ARN
carne

il

109

magistrato, che conservava


apparenza indipendenti

ARP

granti. 4

m. Sostanza

di

soave odore,

forme m
che serve per medicina, per condi(cos venne dai moderni Elleni chia- mento, o per cosmetico (olio essenmato il Lord Alto-Commissario delle ziale, resina, acido benzoico e soIsole Jonie).
Arnica - corrotto

da

^
irrapWxTi

ptarnik-

starnutatoria (irrapy*
j>tern-o starnuto) -gen. di p. d

fam. composte ; fra Te cui specie

stanze che ne contengono).

* Aromadndro - da

aroma

zpt>>.jirom-a

e evpov dndr-on albero -

gen. di p. d., fam. magnoliir.ee;


in cui tutta la pianta e sopratinto

V arnica montana, che eccita lo la scorza esalano una grata fratr^ nonetto jiezofewL^ 2 Gen. di p. d.,fam. mirstarnuto.
<

ArnoglSsa - da pv; arn-s


agnello e -yXoKwa glss-a lingua

che spandono buon odore.


Aromtico. V. Arma - che ha
odore e sapore di aroma.
Aromatte. V. Arma - vino
tacee

- st.-gen. di p. d., gen. piantatine,


fam. plantaginee; cos denominate
perch le foglie hanno qualche somiglianza con una lingua d'agnello.
rnopgono - da pv? arn-s
agnello e irw-pov pg-on barba - gen.

condito con aromi (p. e. vermut,


vino in cui furono infuse erbe aromatiche, assenzio ed altre; pilino,
vino in cui fu infusa erba di capel-

di p. \, fam.

venere ecc.). 2 a.

cicoracee; distinte
dalla resta dei loro semi, che arieggia a barba di montone.
ARO - dal copt. aro pianta arrampicante, tortuosa, affine ad ar,
ahor serpe - o. fava, lente, veccia,

2 Gen. di p. m., fam. aroidee; che


hanno gambo e radici tortuose, e
cui tipo Varo esculento, la cui
radice fornisce una fecola nutriente.

il

* Arocrpo - da

tpov

r-on aro e

karp-s frutto - polipo foss.


gen. incerto; che rassomiglia ai

tapiro;

di

frutti dell'aro.

Aroide. V. Aro.

Arma

- da

ape* r-o

dispongo,

accomodo, condisco - a. condimento ; specialmente qualunque


erba o agrume che serva per condimento (ira cui agli, cipolle ecc.),
onde Teofrasto dice che in Egitto
gli aromi non hanno fragranza,
sono aoau.a osm-a. 2 Siccome in
Grecia abbondano le erbe aromatiche, p. e. menta, salvia, timo, rosmarino ecc. che servono per condi-

mento, aroma divenne sin. di erba


fragrante. 3 m. Emanazione sottile,
^visibile che esala dai corpi fra-

Gemma

che avea

fragranza di mirra.

Aromatizzare: V. Arma - dar


sapore o odore di aroma.
* Aroma. V. Arma - gen.

d'iris

che
tetr., fam. lungicorni;
esalano un grato odor di rosa, sopratutto al tempo dell'accoppiacol.

mento.
* Arpalo - da intens. e poW.cv
clava - gen. d'ins. col.
tetr., fam. lungicorni- che hanno
le cosce in forma di lunga clava.
Arpa - da apim rp-e falce strumento musicale, cos detto perch da una parte ricurvo, falcato.
2ra. Gen. di moli., le cui conchiglie
sono solcate da strie longitudinaLv
e parallele, che vanno decrescendo
come le corde dello strumento di
cui portano il nome. 3 m. Sp. di pesci toracici, gen. triglie, fam. dactili
la cui pinna caudale ha forma
di mezzaluna. - Arpa d'Eolo, arpa
elica; strumento a corde, il quale
risuona mediante una corrente d'aria
che vi passa sopra.
Arpcto - daapitafcaarpz-o,aprcptarpg-o rapisco -m.tr. d'ucc,
rpal-on

UO

ARP
Mipael, fam. trigonoidei.

Gen

duis. imcnopt., fam. erabronii,


arpactoridi

tr.

rapaci.

Arpactridi. V. Arpcto.
Arpgo. V. Arpcto - m gen.

di

ucc. rapaci diurni, fam. falconi.


* Arpagne. V. Arpcto - avaro;

ART

scono in punta acutissima pi


o

meno falcata.
Arpofllo - da fy> rp-e fata
e fXXcv (y\\-on foglia gen. di p.
m., fam. orchidee; i cui sepali
laterali esterni formano una
gibbosit
o sperone.

Sersonaggio comico di Molire.


Arrenatro - da Sppxv rren
Strumento adunco per aggrap- maschio
e &f.p athr resta - gen.
pare qualche cosa, massime usato
dip. m., fam. graminee; il cui
fiore
nei combattimenti marittimi per agmaschio ha una resta molto pi
grappare le navi nemiche.
lunga che l'ermafrodito.
Arpsto - da aprcaCtt arpz-o
Arrende - da Sppuv rreu marapisco - specie di giuoco di palla
schio - gen. d'ins. col. tetr.,
fam.
usato dagli antichi ; cosi detto
curculionidi; che sono di forte cotterch si rapivano la palla lun
stituzione.
l'altro.

Arpa - da aprcato arp-z-o rapisco - mostro favoloso, con faccia di


donna, alaccie e
di

artigli di uccello
rapina, sudicio e fetido. 2 m.

l'omo sordido, avaro, rapace. 3 a.


Dtmonio alato che rapiva la vita
all'uomo, i m. Gen. di ucc. rapaci ignobili; grandi uccelli di
rapina che albergano nelle pi folte

e tenebrose foreste della Gujana.


5 m. Gen. di mamm. chiropteri
rapaci, fam.

6 m. Gen.
turni

la

pteropii;

bruttissimi.

d'ins. lepid., fm. notcui larva bruttissima,

con pelle rugosa, tutta gobbe e colle


zampe lunghe come un ragno.
* Arpicrdo - da dpitr, rp-e arpa
e xcf
choid corda - strumento a
tasti, colle corde di metallo,
col
fondo di legno, che si suonava con

zappettine di ottone applicate alle


corde
* Arpiprine - da *pm; rp-e
falce

nfiv pri n sega - gen. d'ucc,


fam. ardeidi; che hanno il becco
lungo, a orli taglienti, la mandibola
superiore ricurva.
Arpiptrige - da apmi rp-e
falce e wiepu?, impube ptnx, plryg-os ala - gen d'ins. lepid. lam.
notturni; le cui ali-superiori
,

lini-

* Arrenptero - da Spmjv
rren
maschio e wrepv pter-n ala - gen.
di p. a., fam. muschi
acrocarpi;
i cui fiori maschi
hanno antere con

parafisi lunghe.
* Arrenro -

da

Sppr.v

rren ma~

schio e cupa ur coda - sp.


d'ins.
apt., fam. aracnidi, gen.
idracne;
in cui

il corpo del maschio


guernito di un'appendice caudiforme.

Arrzo - da priv. e ptcTa rz-a


radice -m. ep. di vegetali senza
embrione , e quindi senza radichetla;
sin. di acotildone.
Arsnico - dal skt. rdc'ant
solfuro d'arsenico di color
rosso)
rdc'an loto rosso. Rc'an rc'anik (come kastur, kastu-

nk

wttcAi'o)=orc'anika=or-

sanik-a, arsanika. Ovvero


dal
zarnik (arznik) arsenico -

pers.

a. solfuro di arsenico rosso

(realgar, orpimento). 2 m.

o giallo
Oss. d'ars.

ARS] - da cupw r-o sollevo, detraggo - soppressione di una


sillaba in una parola. 2iw. Gen.
di p.

m., fam.

liliacee;

collocato sopra

il cui ovario

un ricettacolo al-

lungato.
*

Artamo - da apra art-o so-

spetto

- gm. d'ucc. insettivori;


yuuli iipj,iiidwio i loro nidi

come

ART
fa

il

pendolino.

2 Gen.

faro, arauedi lomisidi;

dono

la

ragna.

d'iris,

ili'

apt.,

JRf

alle vene.

3 m. Vaso che porta il san

che appen- gue o dal cuore ai polmoni, o dal


cuore a tutte le parti del corpo.
Arteraco. V. Artria - a. ep.
di medicamento che combatte le
malattie della trachea. 2 a. Ch'

* Artematpodo - da prrjwx rtcm-a appiccagnolo (apraci art-o


sospendo) e to;, -kcSo pus, pod-s
piede - gen. d'ins. col. pent., fam.
serricorni; i cui tarsi sono guer-

affetto alla trachea.

*Arteriectasa- da p-nApia arter-a arteria e extact; ktas-is estenmembranose.


Artemide - 'Ap-repuc 'kp-d^i- sioni (ex ek da e tomo t-o stendo)
<>c rtemis, Artmid-os, dorica- - dilatazione delle arterie, delle tumente "ApTa|M, 'A/3Tap.iTo Arta- niche arteriali.
* Arterieursma - da pnpta artemis, Artamit-os. Skt. r,ta, art-a,

niti di appendicette

brillante; skt. r,t-u, art-u splendore; r,ta, art-a regolare; r,t-u,


art-u tempo determinato, perio-

do , ritorno periodico di un fenomeno; fenomeno mensile; r,tumant, fera. r,tumati (artuinant, artumati) che ha un periodo, eh' mensile. 'Ejxi; emis
({xu amis) una terminazione,
come in vOe^U anthem-s da vfcc
v

nth-OS fiore. ApT<X|Ai$, 'Ap/raf/.tToc


Vrtamis , Artmit-os corrisponde
recisamente al skt. artumati Eliana, personificazione della Luna,
astro che ha un periodo, fasi mensili.
Artemisia. V. Artemide - isola
nel mar Tirreno, detta pure Diaria, ora Gianutri. 2 Regina della
Caria, famosa per la sua castit e
jer il monumento che innalz al
suo marito Mausolo. 3 Fam. di p.
d. (o gen. di p. d-, fam. composte);
ant. chiamata Diania o napOev; Parlliens Verginetta , perch usata
come emmenagogo per provocare e
facilitare i mestrui alle fanciulle.
ARTRIA - da erg a^r aria ft tt.vm t erreo f/>(fiffft - n: aspra arlena, trachea; canale della \oce e
'ella respirazione. 2 a. Vaso che
jorla il sangue per il corpo, che
ifi'onde l'aere e io spirito
1

er

il

corpo (Giostrato).

naturale

Gli antichi

lavano questo nome tanto alle arene propinimeli te dette, quanto

largo aneurisma.
* Arteriocalasa - da ompia arter-a arteria e %aldfa chalz-o guasto, allento - rilassamento, alterazione delle arterie, delle tuniche

r-ia arteria e epl; eur-ys

sin. di

arteriali.

* Arteriodiusi - da p-mpta

ar-

teria arteria e idXucic dilys-is


apertura - apertura di un'arteria.

* Arterioflebotoma - dattpTY,p(a
vena e
Top-ri tom- taglio - salasso capilarter-a arteria, <pX. flb-a

lare con scarificazione.

*Arteriografa - da

p-nnpta ar-

ter-a arteria e-ypa^w grf-o descrivo

- descrizione delle arterie


Arteriologa -da pnopia arter-a arteria e Xc^ec lg-os discorso

trattato sulle arterie.

* Arteriometra - da p-nripia arter-a arteria e |/iTpcv mtron mi'


sura - misurazione delle arterie.
* Arteriopata - da tdpmpia arter-a arteria e iraOc? pth-os

male -

malattia delle arterie.

Arteriorragu

- da pTrpaarrag rottura e flusso di san-

lr-a arteria e pa-jr,

- rottura

di arteria

gue.

Arteriorhssi - da prrpia arter-a arteria e

pr& rx-is rottura -

lacerazione di un'arteria.
*

ARTER10STN0S1 - da

tei-ia

uri tua e

pr/.pla ar-

crwot; stnos-il

112

ART

nxtrngimcnlo - restringimento,
obliterazione di un'arteria.

V. Artria - pro-

Arteriso.

lore nervoso alle articolazioni.

* Artratro - da pflpov rtbr-on


articolazione e fop athr resta gen. di p. m., fam. graminee; in

prio di un'arteria.

Arteriotoma

- da p-mipta arter a arteria e tojati tom taglio


- dissezione di un'arteria. 2 Apertura di un'arteria per trarne sangue.
Arterte. V. Artria - infiam-

mazione

cui la resta che in cima alla


valva florale inferiore, articolata.
* Artrelcosi - da elpOpov rthr-on
articolazione e eXxw<riclkos-is esulcerazione - esulcerazione ad un'ar-

di un'arteria.

Arta
Arturo. V. Arcua
Arctro.
* Artcero - da apno rt-ios in,

ticolazione.

Artrmbolo - da SpOpov rthr-on


articolazione e pgaXXo embll-o
metto dentro - strumento di tortura

- gen.
che hanno

tero e xepoc kr-as corno


d'ins. col.,

fam. pselafii;

una clava lunga e senza

che

si fa entrare nelle articolazioni


per lussarle. 2 m. Macchina per riporre in sesto arti lussati.

articoli

distinti.

Artiomrfi -

da fono? rt-ios

* Artra - da ap8pov rthr-on articolazione - gen. d'ins. dipt. nemoceri, fam. tipularii; i cui palpi e

intero e pp<pri morf- forma - suddiv. del regno animale, che com-

prende

vertebrati, gii articolati e

molluschi

sono composti di pi articoli.


* ARTRimo-da pOpov rthr-on articolo - gen. di p. a., fam. funghi;
composte di filamenti quasi moni-

forme pari o binarie.


- da apno? rt-ios
intero e impu, wrpu^c? ptryx,
ptrig-os aletta - gen. d'ins. neuropteri, fam. planipenni; che hanno
lunghe ali, le cui nervature sono
longitudinali e non si anastomizzano come nel gen. affine eme-

tarsi

di

Artioptrige

liformi.

Artrite, Artrtide - da pev


articolo - affezione alle
articolazioni, o traumatica o reumatica o gottosa; infiammazione semrthr-on

robio.

Artiozorii - da p?

ART

Artralga - da ap8pv rtbr-o*


articolo e S.^ lg-os dolore - do*

plice dei tessuti

rt-ios

sierosi

fibrosi

intero e frupiov zor-ion, dim. di


(uov z-on animale - animali il
cui corpo pu esser diviso in due

articolari.

parti simili da

ticolazione (dolori, rimedii ecc.).

per

il

Artrtico
articolo - che

un piano che passi

loro asse.

*Artipodo - da pnoc

- da aptpcv
si

rthr-on
riferisce ad un'ar-

Artrocco - da

Spftpov

articolo e xaxv kak-n

rt-ios in-

o per ulcera
per gonfiamento

tero e 7rc;, rcooc pus, pod-s piede

lattia alle articolazioni

- gen.

o per tumore o
dell'osso e carie.

fam. curche hanno tibie robuste.


Artocarpe. V. Artocrpo.
* Artocrpo - da apro; rt-os pane
e xapiu; karp-s frutto - gen. di
p. d. , fam. urticee, tr. artocarpee; il cui tipo V artocrpo inciso o albero del pane , che produce
frutta di sapore simile a quello del
pane di frumento.
d'ins. col. tetr.,

culionidi

rthr on

male - ma-

* Artrocefali - da

&o8pov rthr-on
kefal- testa che hanno la testa
distinta dal tronco da una o da due

articolo

fam.

xecpaXri

di crost.;

articolazioni.

* Artroclada - da SpOpov rthr-on


ramo - sp.

articolo e x.\8c$ kld-ns


j

di p. a., gen. spurocuo, fam.

ficee;

ART

113

con filamenti lunghi, flessibili, e


ad ogni articolo un verticillo con

ASA

nacee ; il cui legume formato di


'
nodi articolati.

* Artrnco - da pep&v rthr-on


ramosi.
* Artrocnmo - da opflpev rthr-on articolo e o-yxc? nk-os tumore - tuarticolo e xvrip.ri knm-e gamba, fg. mefazione delle articolazioni.
gambo - gen. di p. d., fam. che- * Artroposi - da apOpov rthr-on
nopodee, con rami fioriferi artico- articolo e rcov py-on pus - tumore
alle articolazioni, tumor bianco.
lati, spiriformi.
* Artrosi - da pftpc* rthr-on ar* Artrodctilo - da <xp8pov rthr-on articolo e S'x-ruXo; dktyl-os ticolo - articolazione in cui un osso
dito - gen. d'ins. col. eter., fam. si muove sopra un altro.
*Artrospngosi - da SpOpcv rtenebrioniti ; i cui articoli dei tarsi
sono corti, larghi e piatti, quasi a thr-on articolo e 1*0770; spng-os
spugna - tumor bianco alle articofoggia di dita.
Artrde - da apflpcv rthr-on lazioni.
* Artrostgma - da apflpov rthr-on
articolo - m. gen. d'ins. col. eter.,
fam. melasmi; le cui tibie ante- articolo e tni^a. stgm-a stigma fili

articolo e $uvt> odyn-e dolore - do-

di p. m., gen. petrofita,


fam. proteacee; che comprende le
specie a stigma articolato.
* Artrstilo - da apepov rthr-on
articolazione e otuXo? styl-os pistillo - gen. di p. m., fam. ciperacee; il cui stilo unito all'ovario
per mezzo di un'articolazione.
Asafe - da priv e <ja<pr,<; saf-cs
evidente gen. di p. d., fam.
terebintacee ; cosi dette perch i
botanici erano incerti sulla loro classificazione. 2 m. Gen. di p. d., fam.
verbe nacee; idem.
Asafo. V. Asfe - m. gen. d'ins.
imen
fam. calcidii; di piccolissima taglia. 2 ro. Div. di crost. trilobiti, fam. calimenii; cosi nominati
perch i naturalisti sono incerti

lore ad un'articolazione senza gon-

sulla loro classificazione.

riori

sono bidentate.

st.-gen.

* Artrodsmia - da ap6pcv rthr-on


$<rp.; desm os vincolo,

articolo e

fascio - gen. di p. a., fam. bacellarifi-ficee; alghe microscopiche,


fascio di filamenti articolati.

Artroda - da apflpcv rlhr-on


articolo - sp. di p. a., fam. ficee,
gen. cosmee-desmidie ; formate di
corpuscoli lunghi divisi in due articoli. 2 Articolazione formata da
una prominenza di osso depressa
anzi che no, che entra nella cavit di
un altro osso poco profonda.
Artrdico - da ap8p&v rthr-on
articolo - gen. di p. a., fam. ficee;
filamenti formati ai due tubi.

Artrodina

- da

SpOpcv rthr-on

*Asare. V. Asaro.
2 Reumatismo cronico.
* Artrofma - da Sp8pov rthr-on *Asarna - da aoapov sar-on
articolo e q>0p.a fym-a tumore - tu- asaro - corpo cristallizzato che si
trae dalla radice dell'asaro.
more molle alle giunture.
Asaro - da priv. e aaipw sr-o
*Artroflgosi - da apepcv rthr-on articolo e pXd^woi; flgos-is mi apro -gen. di p. d., fam. asaree;

fiezza.

- infiammazione delle giunture; sin. di artrite.


Artrolbio - da pflpev rthr-on

flogosi

articolo e >.ooc lb-os lobo - gen.


d p. d., fam.

leguminose papilio-

Camini, Dix. Etitnol.

i cui
fiori sono poco eleganti di
forma, sparuti, poco si mostrano.
Asarto da priv. e capoto sar-o scopo - specie di pavimento
formato di pie ti uzze e di pezzi di

ASB
terra cotta di vario colore

14

com-

AM
3 Che

oceupa a lodar*
maniera che rappresen- Iddio e a meditar la legge divina,
di cibi, onde ap- per solito nella solitudine, senza
parisce come non fosse scopato.
per legarsi con voti.
Asbestno. V. Asbsto - ep. di
Ascetrio. V. Ascta - luogo
materia che non si consuma dal di esercitazione, meditazione; luogo
fuoco, p. e. dell'amianto di cui si ove risiedono uno o pi asceti.
facevano i lucignoli delle lucerne
Asctica. V. Ascta - m. parte
eterne, asbeste, ossia inestinguibili. della morale che tratta esclusivanutrite da una fonte perenne di bi- mente della virt. 2m. Parte della
tume.
teologia che tratta dei principii e
Asbsto - da a priv. e oCuv delle norme ebe governano la vita
,

virtuose.

si

binati in

tano rimasugli

shvn-n.y/.pin - inestinynihilft p. p
lume delle lucerne col lucignolo
di amianto e alimentate da una
fonte di bitume; il fuoco che ardeva
perpetuamente nei tempii di Vesta
alimentato dalle Vestali. 2 m. Min.;
amianto ordinario, di colore oscuro,
il

meno

brillante

e pi

difficile

da

tessere.

* Asbestide - da
st-os asbesto

5or&<rro$

sbe-

e eiSc? id-os, d-os

spirituale e la perfezione cristiana.

Asctico. \. Ascta -a. esercitati vo, che serve all'esercitazione (in


opere fsiche o morali, in gimnasmi
o in devote meditazioni). 2 Ep. di
vita spesa in opere ascetiche,
in devote meditazioni; ep. di libro che contiene meditazioni sulla
legge divina, sulla virt.
* Ascetismo. V. Ascta - esercizio
abituale di vita ascetica

serie di

firma - min. ; variet d'anfibolo dottrine e pratiche che si riferiscono


masse fibrose, simile all'asbesto. alla vita ascetica.
Asblico - da a&okh asbol- fuAscia - da priv. e oxi sk-i
ngine - m. ep. di carcinoma dello ombra - m. gen. d'ins. lepid., fam.
scroto, o cancro degli spazzacamini. diurni ; che non hanno macchie
ASCALBl - da ax<Xac; ask- alle ali inferiori.
lab-os stellione - m. gruppo di speAscdie - da ox&iov asktd-ion t
cie di rett.,gen. geko, fam. saurii dim. di axc ask-s otre-m. gruppo
in

quali consi-

pleurodonti; fra cui la tarantola.

di animali radiati

Ascride - da intens. e axapiCo


skariz-o saltello - fam. di vermi,

stono in un otricello pieno d'acqua;

sin. di tunicati.

Ascdio. V. Ascdie - m. gen. di


a., fam. lichen ; il cui talamio
rnito di una doppia periteca mem-

che trovansi negl'intestini degli uomini e dei bruti ; ed essendo sempre in moto producono un incomodo

).

pizzicore.

>ranosa,

come

dire di

un

otricello.

*Ascarna - da oxaptc askar-is 2 m. Appendice ciatiforme di alcune


ascaride- gen. di p. d., fam. clo- specie di foglie, coperta da un operi antacee
i cui fiori sono forniti di
appendici filiformi, a guisa di asca;

ridi.

Ascta - da cxo ask-o eser-

-a. che

si esercita in opere
o morali. 2 (secondo gli
si esercita a domare le
passioni e ad acquistare abitudini

cito

fisiche
stoici)

Che

come nella nepente.


* Ascidiocrpo - da ax(tov a&ld-ion, dim. di oxc ask-s otre e
xapir; karp-s frutto - gen. di p.
a., fam. epatiche; il cui frutto si
apre in cima a guisa di otricello*
Ascte., Asctide - da ox&<
ask-s otre - idropisia addominale;
colo mobile,

ASC

115
"

smatasso

di sierosit

nella

cavit

del perineo, fra questo e gl'intestini,

come

fosse chiuso in un otre, per


cui l'addome teso come un otre
pieno. 2 Sp. di pesci, fam. siluroidi;
iteri,

siluro; le cui ova si

lano e ingrossano cos

sembra un

otre

il

accumu-

ventre che

enfiato,

onde

la

Asciti - da
li

ASC
,

A<rxX Askl oscuro, ma che il secondo senza dubbio wr (Epiona)!


* Ascbolo - da nc; ask-s otre

- imenio forteche (sporgenti

e $aXXw bll-o getto

pelle crepa.
eretici del

Esculapio dio della medicina.


questa una delle tante parole, di
cui agli etimologisti non era venuto
ratto sinora di trovare l'origine.
Polt dice che il primo elemento

m><;

secolo,

ask-s otre quali nei loro

misteri solevano danzare dinanzi a


un otre enfiato, che rappresentava
lo Spirito Santo.
* Asctico. V. Ascite - ch' affetto

mato

di otricelh o

sulla

superfcie

come

dell'imenio

Sunti neri), che sono spinte fuori


al ricettacolo per la pressione che
nel loro sviluppo esercitano le

une

sulle altre.

* Ascchila - da fox; ask-s otre


Asclepade. V. Asclepio -mem- e x>-c chil-os, chl-os labbro -gen.
bro di una specie di corporazione di p. a., fam. funghi; che apparidi medici, in cui si entrava o per scono in forma di piccole macchie

di asci te.

tradizione di famiglia o per iniziazione, e che trasmetteva di generazione in generazione dottrine e

orbiculari sull'acero campestre, e

cui piccoli

spori

escono

da

una

specie di usciolino.
* Ascofice - da <w; ask-s otre

pratiche di medicina e di scienze


affini a questa; cos detta o perch e puxTi fyke fuco - fam. di p. a. ; sin.
di ficee ; cosi dette perch nella magi suoi membri si davano per discendenti di Esculapio, ovvero nel senso gior parte delle specie i corpi rigenerale di esercenti la medicina. produttori hanno forma otricolare,
2m. Gen. dip. d.,fam. asclepiadee; come i licheni e le ipoxilee.
*Ascofore. V. Ascforo.
cos nominate in onore degli antichi
* Ascforo - da ax; ask-s otre
Asclepiadi. 3 Nome d'un poeta antico.
e ^spw fr-o porto - gen. di p. a.,
AsclepiadO. V. Asclepade - fam. funghi, tr. ascoforee; che
ep. di medicamento. 2 Verso for- hanno fanno forma di vescichetta
malo di uno spondeo, due co- od otricello, che si stacca circolarriambi e un giambo, ovvero di uno mente alla sua parte inferiore dal
spondeo, un dattilo, una cesura e pedicello.
*Ascogstro - da &ax&; ask-s
due dactili, inventato dal poeta
otre e faaTrip, yourTp? gastr, gaAsclepade.
Asclepio - lat. Esculapius, str-sven<rico/o-gen. d'ins. imen.,
'AoxXtim? - Skt. yask-a (-y pros
fam. icneumonii ; che hanno il ventetico)=ask-a, zd. aekh-a ma- tre gonfio a modo di otre.
* Ascosi - da ox? ask-s otre lattia, ar. esqm infermit e sir.
alaf, ar. rabb (labb) signore, frutto delle piante ciperacee, di alskt. r,bh-u, arbh-u divinit; ov- cune poligonie e chenopodee ; frutto
vero a. ted. lupp-6n curare, guarire, ang. sass. lf malato, isl. lif
medico, lif-i a.guarire (Ask-a-laf,
-

Ask-labh, Eska-ltf,

Baka^o

monospermo

indeiscente,

il

cui pe-

ricarpio grosso, gonfio distinto

dal tegumento proprio del

pu esserne separato.

seme e

116

ASC

Ascospore
otre e

oito'po;

- da oxc ask-s

spr-os

p. a., fam. licheni;

seme

ASP

da cui non

- tr. di

si

pu

toglier per forza

chi vi si rifugia.

da priv. e auap-erpta simmetria - diretto di simmetria. 2 Linea da un punto al-

Asimmetra

cui spori sono

chiusi in otricelli.

* Asfalti - da ccpa).tfr> asfal-iz-o


assicuro- cinque vertebre dei lombi,
cos dette perch sostengono tutta

l'altro della

circonferenza di un cir-

non passa per

colo, la quale

la spina dorsale.

tro; sin. di corda.

Asfltio - da SmpaXTo? sfalt-os


asfalto - sp. di p. d., fam. leguminose; gen. trifoglio; le cui foglie

manca

il

cen-

Asmmetro. V. Asimmetra - che


di

simmetria, sproporzio-

nato.

* Asimpttico. V. Asimptto - ep.


hanno odore di asfallo.
Asfalto - da aacpax-ro; sfalt-os di spazio contenuto fra una curva
- bitume solido, nero, che assomi- ed il suo asimptto.
glia alla pece.
Asimptto - da priv. e cup.7ri*ASFALTOPSSA - da a^paXro; irrw symppt-o coincido - linea retla
sfalt-os asfalto e iru<x<xa pyss-a pece che sempre si avvicina ad una
- pece mista a bitume
curva senza poterla mai toccare, anASFLTOSI - da aotpaXro; sfalt-OS che se fosse prolungata all'infinito.
Asndeto - da priv. e auvi'w
asfalto - il coprire, il rivestire di
asfalto.
synd-o congiungo (ov syn con e
Asfixta.
8< d-o lego) - figura in cui l'oraAgFjp. Asfissia -da ftnriv
reputo) sfvz-o balf.^i/gyimfi-cg s
afc tore, per parlar con pi precisione
tjolso) - mancanza qTdoIsq. z m
e riunire in un fascio pi idee,

ta

Sospensione delle funzioni cardiache


e cerebrali e dei fenomeni che ne dipendono, per compressione delle arterie carotidi o per ingombro prodotto da uh corpo solido o liquido
nei canali aerei (sommersione ecc.),
per lesione dell'ottavo pajo dei nervi
cerebrali, o per respirazione di gaz

omette

le

congiunzioni, massime

nell'epilogo dell'orazione.

Asinfona - da

priv. e oup.ffl-

via symfon-a sinfonia

- dissonanza

musicale.

Asma

Asmtico.

V.

Astma

Astmtico.

*Asperoculo - vocab.

ibr. dal

deleterii ; che si annuncia colla ces- lat. asper-us aspro e xaux; kausazione del polso. 2 m. Asfixia dei 1-s caulo - gen. di p. a., fam. ficee;
neonati ; morte apparente cagio- la cui fronda irta al tatto.
nata da debolezza e inettezza a com*Asperoccco - vocab. ibr. dal
piere le funzioni polmonari, seguita lat. asper-us aspro e kjocc; kkda morte reale, se queste non si k-os grano - gen. di p. a., fam. fistabiliscono.
cee ; la cui fruttificazione consiste
*Asfodele. V. Asfodlo.
in granulazioni aspre al tatto.
* Asfodelna - da tKpo'foXos asf- * Asperporo -vocab. ibr. dallat.
del-os asfodelo - gen. di p. m.
asper-us aspro e Tropo? pr-os poro
- gen. di foramin., pieni di pori
fam. liliacee, tr. asfodelee.

Asfodlo - da
l-os
tr.

- gen.

di p.

apo&tXo<;

m., fam.

asfdeliliacee,

asfodelee.

Asilo - da & priv. e ruXa'w syl-o


prendo per forza, sforzo - luogo

aspri al tatto.

* Aspermatsmo - da & priv. e


sperma - mancanza
sperma. 2 Dificoll di evacua,

(troppa sprm-a
di

projettare

il

liquore seminale T pec

ASP
l'orgasmo del coito.

Asperma. V. Asprmo - mancanza di sperma. 2 Mancanza di


seme

nelle piante.

Asprmo - da priv. e <nrpjt


sprm-a seme - che manca di seme
<ep. di animale e di vegetale); infecondo.

* AspicRPO-da
e

x-xprrc

o7rl(;

asp-s

scudo

karp-s frutto - gen. di

fam. malpighiacee ; i cui fiori


spesso si sviluppano anormalmente
e producono un seme a ferro di cavallo coperto di tre creste, una
media e due marginali a foggia di
p. d.,

* Aspidiace, Aspidie - da oitU,


scudo - tr.

aictos asps, aspd-os

di p. a., fam. felci; le cui capsule


sono aggruppate sulle nervature o

loro

alla

estremit, con un teorbiculare a foggia di

*ASPIDCHIRO- da <m;,
,

asps, aspd-os

scudo -m. filamenti

vegetali fossili, che presentano ana-

* ASPIDOBRNCHI - da

oir?, <wr(-

os asps, aspid-os scudo e fya.yx.iv*


brnch-ion branchia - fam di moli.;
cui branchie hanno forma di
scudo ; sin. di scutobranchi.
* ASPIDOCARPO - da affiti;, aioc

le

scudo e xapx; karp-s frutto - gen. di p. d., fam.


ramnee; i cui ricettacoli dei semi

asps, aspd-os

scudo.
asps

ASP

Aspiditi. V. Aspidita - m.
div. di crost. entomozoarii ; la cui
testa a forma di scudetto.
* ASPIDISCNA - da (jictt<T*os aspidisk-os, dim. di <m;, <nr&o; asps,
aspd-os aspide - fam. d'infus. ;
che hanno forma di serpentelli.
*ASPIDSTRE - da ffirU, nrtoe
asps, aspid-os scudo - gruppo di
m., che comprende tre famiglie,
{).
e acoracee, le aroidee e le smilacee; che hanno lo stigma in forma
di scudo.
ASPIDTI - da ff-rel?, oiri'^oc

logia colle aspidie.

scudetto.

gumento

117

reflusso dall'uretra alla vescica nel-

aspd-os

aspide

*<nr$oc
xEtpo;

mani (& sono coperti di una membrana.


* ASPIDOCFALI - da ow, ottimano) - gen.
che mancano di co; asps, aspd-os scudo e xeq>aXi>
piedi davanti e hanno forma di scudo. kefal- testa - sez. di rett. ofdii ;
*ASPIDFORO - da aw?, cmoc che hanno la testa guernita di
asps , aspid-os aspide e <f>pw fr-o scaglie.
porto - soldato armato di scudo.
*ASPJDOCTILO - da eco;, am2 Gen. d'ins. col. pent., fam. cla- $o; asps, aspid-os scudo e jmtuXti
vicorni ; che hanno il corpo di forma kotyl-e cavit -en. di elm. apodi
Euborbiculare.
pohstomi ; la cui parte posteriore
Aspdio - da oirlS'wv asptd-ion, guernita di una frangia suborbicudim. di oiric, air&oc asps, asp- lare con molte ventose.
d-os scudo - m. gen. d'ins. lepid.,
ASPIDFORO - da <n, orfico?
fam. notturni ; le cui ali superiori asps, aspid-os scudo e epspo fr-o
sono larghe, arcate, a foggia di porto - m. gen. di pesci, fam. perscudo.
coidi ; i quali hanno il corpo coperto
ASPIDITA - da oirc, iontct di squame ossee, che formano una
asps, aspd-os scudo - soldato ar- corazza poliedrica. 2 Soldato armato
chir-os, chir-os senza
priv.,
di

xp

rett.,

chir, chir

saurii;

mato di scudo. 2 m. Gen.


em. omopt. fam. coccinii;
,

corpo coperto da
bianca e lanosa.

d'ins.

di scudo.

*Aspidogstro - da oiclc, flw^i*


una peluria So; asps, aspd-os, scudo e ^aarhf,
il

cui

jaoTf;

gaslr, gastr-s ventre

ASP
gen. di vermi intestinali;

forma

zio posteriore si dilata in

di

ventosa, ed molto pi grande dell'altro.

* ASPIDOGLSSO - da

aerici?,

<

$o; asps, aspd-os scudo e -yXwoaa


glss-a lingua - gen. di p. d., fam.

semi hanno una


i cui
corona di dieci squamule larghe alla
base, con un'appendice membranosa in forma di lingua.
ASPIDOMRFA - da affiti;, affretto; asps
aspd-os scudo e p-op^ri
morf- forma -gen. d'ins. col. tetr.,
fam. crisomelini; che hanno forma
asclepiadee;

di scudo.

*ASPIDONTO - da
asps, aspd-os

affitto;

affiti;,

scudo e v&to; nt-os

schiena - gen. d'ins. ortopt., fam.


locuste; il cui addome coperto
dal protorace.

* ASPIDPTERA - da

affili-

camera del
munita di un'ala ovale omin forma di scudo.

* ASPIDORRNCO-da enti;, affitto;


scudo e f-yx 01 rynch-os muso, becco - gen. di pesci

asps, aspdos

foss.

fam. sauroidi;

la

cui

scella superiore, prolungata


di becco,

ma-

informa

copre l'inferiore.

*ASPID0SPERMA - da

affiti;,

orti'o^t

scudo e ff&ua sm-a


corpo - gen. di col. peni., fam.
malacodermi ; che hanno corpo rotondo, a scudo. 2 Gen. di col.
eter., fam. tenebrioniti ; idem.
*Aspleniace. V. Asplnio.
* Asplnio - da pleon. e ntXri
splen milza - gen. ai p. a., fam.
felci, tr. aspleniacee ; che si usavano
nei mali di milza.
Asse..., Assonfito. V. Axe... y
Axonflo.
Astacide - da orast; astak-s
asps, aspd-os

astice e sl&o; id-os, id-os forma,


somiglianza - div. di crost. decapodi macruri; che somigliano all'astice.

* Astcolo - da ffTox; astak-s


astice - gen. di moli., microsco-

che hanno qualche somiglianza


forma coll'astice.
ASTASA - da priv. e erraci;
sts-is stato - a. instabilit. 2 m.
Gen. d'infus.; che non hanno forma

di

che cangiano di forma.


* Astefannto - da priv. , oti-

fssa,

ovale, e in cui ciascuna


biiicale

AST

*ASP18MA - da

pici;
affiti;,

lo; asps, aspd-os scudo e impv


pter-n ala - gen. di p. d., fam.
malpighiacee ; i cui stili finiscono
con stigmati circondati da un'ala
frutto

118

cui orifi-

il

avo; stfan-os corona e v6c; nth-os fiore - gen. di p. d., fam.


passiflore; il cui fiore non ornalo
d'involucro a forma di corona come
i

generi

affini.

AsTFANO-ro. da priv. e cm'epacorona - m. gen. di p.

vo; stfan-os
d.,

fam. asclepiadee;

la cui corolla

non circondata da squamelle.


*Astmma - da priv. e OTe'f/.p.a.
sprm-a seme - gen. di p. d., fam. slmm-a corona -gen. d'ins. emipt.,
apocinee ; distinte da semi subor- fam. ligei; che non hanno una cobiculari imbricati con un'ala mem- rona di occhietti, come quelli dei
branosa.
generi affini. 2 Gen. di p. d.,fatn.
*ASP1DRA - da affiti;, affitto; composte-senecionidee ; il cui frutto
asps, aspd-os scudo e cupa ur coda senza pennacchio.
-gen. diechin. foss., fam. ofiuri;
Astena - da priv. o intens. e
in forma di stella, che copre la fffvo; sthn-os forza - diminuzione
affiti;, affite-

lo; asps, aspd-os scudo e

oitepf/.a

superficie superiore del disco, coi


raggi circondati da scaglie Em-

generale o parziale dell'azione organica. 2 Eccitabilit sopra il grado

bricate.

normale cb' condizione di salute.

H9

AST

amma-

Astnico. V. Astenta lato,

affetto di astenia.

* Astenologa - da

oflevyis

asthe-

Xo'-yoc lg-os discorso


- trattato sulla debolezza.
* ASTENOPR - da o6evTi; asthen-s debole e iriip pyr fuoco - febbre con debolezza, febbre ataxica.
* Asteracntio - da oTr.p astr
astro e <x%av6a kanth-a spina - gen.
di echin., fam. asterie; forniti di

n-s debole e

quattro

file

di tentacoli alla faccia

fiori.

5m

molto

piccoli.

Gen.

di echin. astridi;

Asterismo. V. Astro - unione

inferiore.

* Asterade - da cmfjp astr astro gen. diech.,fam. asterie; che hanno


quattro file di piedi nei solchi am-

2 Gen.

fam.
genzianee; che hanno corolle rotonde e semi con un'ala membranosa. 3 Min.; pietra preziosa , variet di zaffiro
che offre coi suoi
bulatorio

AST

precede una citazione , uni


schiarimento. 2 m. Macchia opaci
sulla cornea dell'occhio. 3 m. Stelletta d'oro o altro metallo che si
pone (nella Chiesa ellenica) sulla
patena per coprire le ostie, con
una piccola croce per sostenere il
velo che copre la patena. 4
Gen.
di p. d., fam. composte asteroidee ;
cos dette per la disposizione dei

che

di

d.,

p.

una stella di sei raggi.


Astrie , Astridi - da cWip
astr astro - m. fam. di echin. ;

di stelle; costellazione.

V. Astrno -

Asterna.
canza

- da
priv. e oTspvov strn-on sterno - che
non ha sterno. 2 Ep. delle cinque
ultime coste, le quali non giungono
fino allo sterno.

ASTEROCFALO - da

riflessi

astro e

*Ecpa}.T,

un

2 Gen.

di p. d.,

mare.
Astridi. V. Astrie.
* Asterigerna - vocab.

con capitoli

a raggi.

<mr,p astr astro e lat.

ornata da una

sieme

la

cui conchiglia

stella

involucro o calice

lato.

comune

fiori-

stel-

fam. dipsacee;

*Asterochte - da

da
gero porlo
ibr.

-gen. diforam. entomosteghi, fam.


asterigerinidi

crr.p astr

kefal- testa

tura in forma di testa circondata da

cosi detti perch pi o meno


a foggia di stella; volg. stella di

sono

man-

di sterno.

Astrno, Asternle

formata dall'in-

della sezione delle logge.

Asterigerinidi. V. Asterige-

astro e

x*^

<rn?;p aster
cht-e chioma - gen.

m., fam. ciperacee; in cui gli


organi sessuali ed il frutto sono
circondati da fili ispidi o piumosi.
Asterfidi - da o-p astr astro

di p.

&pt; f-is serpe e e!o; id-os, d-os

specie

somiglianza - gruppo

di

comprende

gli

echin. stelleridi, che

rna.

* Asterna - da orfy astr astro ofiuri e gli euriali il cui corpo ha


- gen. di echin. astridi di pic- forma di stella con appendici ser;

cole forme.

* Asteriofira - da
aitro e *
faro,

astr
ofiuru astridi e

catTp

ccpiopo? ofir-os

di echin.; tra gli

pentiformi alla circonferenza.


Asterofillti - da a-p astr
astro e cpuXXcv fyll-on foglia - piante
foss.

, che la riunione delle loro


focon verticilli e disposte a stella,

gli ofiuri, col corpo a foggia di stella

glie,

e la coda

distingue dagli

di serpe.

Asterisco - dim. di arr$ astr


astro - (*) segno a forma di stella,
che si pone ad un vocabolo, aduna
frase su cui si attira l'attenzione o

sili

altri

vegetabili fos-

e dalle piante vive.

Asterfoba
astro e
D. a.,

- da

<iTY,p

astr

pspto fr-o porto- gen. di


fam. funghi; piccolo fungo

120

AST

AST

parassito, o parassito di parassito,

perte di peli stellati

con una specie di cappello stellalo.


Asteride - da cmp astr astro
e So? id-os, d-os specie, somiglianza - m. piccolo corpo simile ad

cati.

astro, o sorta di pianeti sparsi per

biancastri.

lo

spazio,

hi-

o trifor-

* ASTLBA - da priv. e <rrtX&;


stilb-s splendente - gen. di p. d.,
fam. saxifragacee ; i cui fiori sono

Astinoma. V. Aslinomo -

cui si attribuiscono gli

uffi-

cio dell'astinomo.

aeroliti.

Asteroide. V. Asteride - tr.


di p. d., fam. composte; i cui fiori
sono disposti a stella.
* Asterma - da (mr,p aster astro
- gen. di p. a., fam. funghi; composte di filamenti bissoidi ramosi
che irradiano da un centro co-

mune.

*Asteropa - da

<rrf,p

astr

ASTiNMio. V. Asttnomo - edificio ove risiede l'astinomo.


Astinomo - da fiaru st-y citt e
vop.cc nm-os legge - magistrato
municipale; edile che esercitava gli
ufficii che ora si esercitano in parte
dal municipio, in parte dalla polizia o questura ; (neoellenico) direttore di polizia, questore.

^i

y.ap7i;

spi
Astma, Asma - da
- a. fiato. 2 a. Anelito frequente.
3 a. Respiro affannoso (di chi corre
o ha corso, di chi ha fatto esercizii
gimnastici, di un morente ecc.).
5 m. malattia; nevrosi dell'apparecchio respiratorio, per solito pe-

d..

riodica,

astro e

itoiita

poi-o, pi-o faccio -

cen. di aneli., fam. anttriti, a raggi.


2 Gen. di p. d., fam. omalinee; il
cui calice diviso a raggi.
* ASTEROPLATICRPO - da orfip
astr astro, irXa-r; platys largo e

karp-s frutt - gen. di p


fam. composte; il cui frutto
un'achena larga e fatta a stella.
* Asterpsi - da orrp astr astro
e fyi? psis aspetto - gen. di p. d.,
fam. radiate; con capitoli multiflori

e a pennacchi composti alter-

nativamente da

2 Gen.
ghe

fili

corti e lunghi.

di echin. asteridi,

a due

ri-

di tentacoli.

* Asterosprma - da <mr,p astr


astro e otk'pjmi sprm-a seme - gen.
di p. d., fam. composte ; cos dette
dalla disposizione a stella del pennacchio che sormonta il frutto e
dalle due coste marginali all'orlo
del

medesimo.

* Asterosprio - da owm-.p astr


astro e owo'poc spr-os seme - gen.

ad accessi, ad intervalli,

idiopatica o sintomatica di affezione


al

cuore.

Astmtico, Asmtico - da 5o6jAa


sthm-a astma - proprio dell'astma.
2 Chi soffre astma.
Astoma - da priv. e <rt\io.
stm-a bocca - ep. di diversi insetti di varie fam., in cui non appariscono organi masticatorii. 2 m.
Gen. d'ins. apt., fam. aracnidi acarii

la cui

bocca non che una semo apertura pettorale ;

plice cavit

che non sono forniti di organi boccali, dm. Gen. di p. d., fam. ombrellifere

in cui la

commessura

dei

me-

stretta e non perforata.


4 m. Fam. d'ins. dipt., la cui bocca
di p. a., fam. funghi; che hanno molto piccola, senza
succhiatoio
capsule seminifere stellate.
apparente. 5 m. Gen. di p. a., fam.
*Asterotrce - da oixp astr muschi; i cui ostioli sono nulli o
astro e Opti;, tptx; thrix, trich-s poco visibili. 6 i. Div. di p. a.,
capello, pelo - gen. di p. d., fam. fam. muschi; le cui capsule non si
composte; le cui foglie sono co- aprono regolarmente, cio per se*
ricarpi

AST

121

parazione e caduta di un opercolo


ma per rottura delle pareti.
Astomllo. V. Aslomo - gen.
d'iris, dipt. , fam. tanistomi; che

mancano

tromba.
Astomi. V. Astomo - m. fam
d'ins. dipt.; senza succhiatoio n
tromba, con tre punti cavi in luogo
di

di bocca.

AST

gen. di poi. parenchimatosi, fam.


astree ; cos detti per la disposizione
tti,

delle lamelle che guerniscono internamente ciascuna delle


logge del polipario.
Astre. V. Astra.
* Astrepore - da Serpe* str-on
stellata

astro e rapo; pr-os poro - gruppo


di

gen. di poi. parenchimatosi,

ali astra, e che


*Astragale. V. Astragalo.
Astrgalo - da ffTpa-yaXc? astr- madrepore.

gal-os - osso di forma quasi cu-

boide , situato alla parte superiore


o media del tarso, dove s'articola
cogli ossi della

gamba. 2 m. Gen

si

affini

avvicinano alle

Astrico - da crpcv str-on astro


gen. di p. a., fam. funghi ; che
hanno un peridio quinquefido, a

-m.

stella.

di p. d.,

fam. leguminose, tr. astragalee ; cosi dette perch i loro fiori


polipetali presentano una forma di
calcagno (che producono la gomma
adraganta).

Astro - da crpov slr-on stella


- m. gen. di p. d.,fam. composte;
con fiori a stella. 2ro. Che ha pi
efficacia degli altri preparati della
stessa sostanza (p. e. astro i zolfo,

ASTRAGALIDE - da aTfa-faXc;
astrgal-os astragalo e tlhq id-os,

astro di mercurio).

id-os forma, somiglianza - m.gen.


di p. d., fam. leguminose; che somigliano all'astragalo.
*Astrnto - da crpcv str-on
astro e v8c; nth-os fiore - gen. di
p. d., fam. ombrellifere; i cui fiori
hanno una corolla unica e collaretti parziali composti di molte foglie lanceolate e colorate, a guisa
di astro o corona.
Astrpe - da crpawr] astrap-
lampo - m. gen. di pesci condropt., fam. torpille; forniti di po-

tenti batterie elettriche.

*Astroblpo - da crpov str-on


astro e $Ui< blp-o veggo - gen.
fam. siluroidi;
gli occhi
situati nella parte superiore di essa.
* Astrocrio - da crp&v str-on

di pesci acanlopt.,

che hanno testa piatta e

astro e xpuov kr-yon noce - gen.


di p. m., fam. palme; il cui frutto

ovale e globoso contiene

un noc-

ciuolo osseo con tre fori in sulla

cima

da

cui partono strie rag-

giate.

* Astrocrpo - da crpcv str-on


astro e xapn; karp-s/raMo-gen.
di p. d. , fam. resedacee ; i cui frutti

Astrapa - da anean astrap- sono fatti a stella.


lampo - m. gen. di p. d., fam. mal- *Astrocma - da

Sorpcv str-on

vacee; i cui rami sono coperti di astro e xo'p; km-e chioma - gen.
una pubescenza stellata.
di echin. ; che hanno forma di stelle
Astrapo - da orpairr, astrap- crinite.
lampo -m. gen. d'ins. col pent., * Astrodrma - da Scrpov str on
fam. brachelitri; velocissimi nel astro e o'eppux drm-a pelle - gen.
di pesci acant., fam. sgomberoidi;
correre e nel volare.
Astrapa - da oTcoLii astrap- il cui corpo coperto di piccole scalampo gen. d'ucc. silvani ; coperti glie che irraggiano come stelle.
* Astrodnte - da crpcv str-on
ili colori sfoggiati.
Astra - da aorpcv str-on asf ro- astro e iSs, cJc'vrc; ods, oda-

biaie;

il

AST
t-os dente

- gen.

di p. d., fam. lacui calice un tubo con

dieci denti sporgenti in

forma

di

stella.

* Astrodnzio. V. Astrodnte gen. di p. a., fam. muschi


pleuro-

carpu; che hanno il peristomio


doppio esterno guernito di
sedici
denti, i quali formano un
triangolo
isocele, e l'interno formato
da una

memhrana annulare

tutta

frasta-

gliata.

Sarpov str-on

astro e eorv fyt-n pianta gen.


di p. d., fam. cactacee;
che sono
sparse di miriadi di peli
bianchi, i
quali alla lente appariscono
tante
nappe a foggia di stella; il cui
tipo

miriosfi>ma.

2 Gen

echm., ord. stellane; i cui


raggi
suddividono in rami alterni
*Astrgino - da Sorpov str-on
astro e pvr, gyn- donna,
figurat.
stilo - gen. dip.
d., fam. eufordi
si

biacee:

forma

cui fiori

femmine hanno

di stella.

* Astrognosa - da dcorpcv
str-on
astro e y*ai; gns-is
conoscenza scienza degli astri, delle
costellazioni e delle stelle
isolate che ne

tanno parte
* ASTROGRAFA - da aarpov
str-on
astro e ^pup graf-
descrizione descrizione degli astri.

Astride - da

5<tt cv
P

str-on
astro e el0; id-os,
3d-os specie,

wV{ffMa-m.8p.-dip.a.
f

iicfiem
in

forma

cui apotecii

fain.

sono disposti

di stella.

*Astrote - da

* Astrolatra. V. Astroltra adorazione degli astri.

Astrologia - da ct ov str-on
P
astro e Xo-yc; lg-os discorso a.
osservazione e* calcolo sul movimento

degli astri.

a.

Osservazione

fenomeni atmosferici e congetture sulle loro leggi. 3 Arte falsa


di
predir l'avvenire per osservazioni
e
dei

calcoli relativi all'aspetto, alla


posi-

*Astrfito - da

l astrofilo

AST

astro e >arptf ltr-is adoratore


adoratore degli astri.

zione e all'influenza degli astri.


Astrologico. V. Astrologia che appartiene all'astrologia.

Astrlogo. V. Astrologia - che


si

occupa di astrologia, che ne fa

professione.

Astromnte - da

aarpcv str-on

astro e {/.vrt; mnt-is indovino che indovina l'avvenire per ispe-

zione degli astri.

Astromanza. V. Astromnle divinazione siderale.

*Astrmetro - da

Scrpcv str-on
astro e pirpcv mtr-on misura stru-

mento per misurare gli astri.


Astronoma - da sTpov str-on
astro e
nm-os legge - a. distribuzione delle stelle. 2 Scienza delle

wW

leggi che reggono i movimenti


dei
corpi celesti, delle loro dimensioni
e distanze. - Astronomia prtica
;
osservazione degli astri; costruzione e maneggio degli strumenti
astronomici - Astronoma teri-

ca ; spiegazione delle contraddizioni apparenti nei movimenti celesti; scienza dei

Sarpov

str-on

astro - polipo pietrificato


a cellule

movimenti veri dei


corpi celesti, specialmente di quelli
del sistema solare. -Astronoma em-

come le astree.
prica ; osservazione del cielo, della
Astrolrio-- do <tt gv str-on posizione
apparente degli astri nella
P
prendo sfera celeste relativamente ad alstrumento marino per
misurare cuni circoli immaginarii.

stellate,

astro e Xa^avu
lamb-n-o,
-

altezza

degli

la latitudine

astri e determinare
e la longitudine.

Astroltra -

da Sorpcv str-on

Astronmico. V. Astronoma

che appartiene all'astronomia.

Astrnomo.

V.

Astronoma -

12b

AST
occupa

astronomia; ch'
/dotto in astronomia.
Astrnia - da aoxpcv str-on
astro - gen. di p. d., fam. melastomee ; con capsule a quattro scompolisperme , deiscenti
partimenti
per due o quattro fessure longitu-

che

si

di

causa

fsica

dell'a-

sfxia dei neonati.

*Atelcera - da

rtkr^ atel-s
imperfetto e xspas kr-as corno -

gen. d'ins. emipt., fam. pentastomii; le cui antenne presentano un


articolo di meno che nei generi
vicini.

dinali.

*Atalfa - da

dcTaX;

atal-s

tatto - gen.

molle e

a<pi

mamm

chiropteri; la cui pelle

molle

ATE

quest'organo;

af-

di

lingua.

al tatto.

ATANASA - da
thnat-os morte

priv. e OavaTC?

immortalit. 2ro.

di crost. decapodi macruri,


fam. salicochi; che hanno lunghissima vita. 3 m. Gen. di p. d., fam.
composte senecionidee ; idem.
Ataxa - da priv. e xafo tx-is
ordine - disordine. 2 m. Ogni stato

Gen.

morbido, ogni grave disordine dell'organismo. 3 m. Irregolarit del


polso, i

* Ateloglossa - da faiit ateimperfetto e fXuaoa glss-a


lingua - sviluppo imperfetto della
l-s

m. Fenomeni nervosi,

ir-

regolarit nelle affezioni cerebrali.

Atxico.

V. Ataxa - ep. di sintomo o di febbre i cui accessi non


seguono uu tipo determinato.
* Ataxitrofia - da xa&a atax-a
disordine e rpccpYi trof- nutrizione

* Atelognata - da

tEX-n; atel-s

imperfetto e -pao; gnth-os mascella - sviluppo imperfetto deiFosso della mascella superiore.

* Atelomiela - da reXT,? atel-s


imperfetto e pueXi; myel-s midolla
- imperfetto sviluppo della midolla
spinale.

* Ateloprosopa - da teXtk ateimperfetto e npoWircv prsop-on


faccia - sviluppo' imperfetto della

l-s

faccia.

*Atelostoma

- da

rex-ri;

atel-s

imperfetto e o-ro^a stm-a bocca sviluppo imperfetto della bocca.


Atena - da 'Atav Athen- Minerva (copt. Neitha) - m. gen.

- turbamento nell'ordine del pro- d'ucc. rapaci, fam. notturni;

affini

alle civette, ch'erano consacrate a


cesso assimilatorio.
Atecna - da priv. e ts'kvov Minerva. 2 m. Gen. di p. d., fam.
tkn-on figlio - mancanza di figli. semidee.
Ateno - da 'Atavi Athen- Mi2 Impossibilit di generare.
Atesmo. V. Ateo - mancanza nerva - tempio di Minerva, ove redi credenza in Dio. 2 o. Falsa opi- tori e poeti recitavano i loro comnione sulla divinit.
ponimenti. 2 Instituto a Roma,
* Atelndro - da reXY,? atel-s fondato da Adriano, ove erano alimperfetto e vr,p, v$p; anr, an- loggiati e davano scuola parecchi

dr-s uomo, metaf. stame - gen. di


p. d., fam. labiate; in cui alcune
borse delle antere sono pollinifere,
altre sterili.

uomini

dotti.

3 m. Societ lette-

raria e scientifica.

da priv. e e; The-s
Dio - che non riverisce Dio; che

Ateo

Atelectasa - da kxzliq atel-s


imperfetto e ix.Tcf.aiq ktas-is estensione - mancanza di estensione, di

non crede in Dio.


* Atrice - da &fip athr punta
- gen. d'ins. dipt., fam. bracnistodilatazione. - Atelectasa dei pol- mii
che hanno il labbro superiore
;

inomi

distensione

incompleta

di

puntuto.

ATE
* tekceri - da
e

dipt.

124

distinti

una
cima

da

resta in

di

setola

in

all'ultimo

anello delle antenne.

*Ateropgono - da tp athr
resta e irt-ywv pg-on mento, barba
- gen. di p. m., fam. graminee;
che portano spighe disposte a grappoli corti

modo

di barba.

* Aterosprma - da 6r,p athr resta e oropfMi spcrm-a seme -gen. di


p. d.,

fam. monimie,

tr.

ATL

Atlide. V. Atlante -

athr resta

kr-as corno - fam. d'ins.

x'pa?

(orma

tor.p

Atloddimo - da foXa; tl-s


atlante e iop.o ddym-os gemello
- mostro con un collo solo, che
porta due teste.
*Atloido-axoido. V. Atlide e
Axe - ep. di articolazione, che risulta dalla congiunzione dell'apofisi
odontoide all'arco anteriore dell'atlante e (i quella dell'atlante colTasse.

*Atloido-muscolre - vocab.

aterosper-

da * iuHi
muscolo - ep.

mee; i cui frutti consistono in piccole noci terminate in cima da una

ibr.

lunga appendice piumosa.


* Aterosperme.V. Aterosprma.

dall'occipitale e che

*Aterro

- da

athr punta
e cupa ur- coda - gen. di p. m.,
fam. aroidee; in cui la cima dello
spadice si prolunga in una lunga
appendice filiforme.
2 Gen. di

mamm.,

fam.

a8r,p

istrici; affini al por-

* Atipa - da priv. e tutoj typ-os


tipo - mancanza di tipo. 2 Allontanamento dal tipo; irregolarit.
Irregolarit nel corso di

lattia,

atloid-s atlide
di

arteria nata
si

congiunge

alla trachelo-muscolare.

*Atlido- occipitale - vocab.


ibr. da*<xTXoety <; atloid-s atlide
1

occipitemata dai

ep. di articolazione for-

condili occipitali e dalle

faccette articolari dell'atlante.

* Atlido-sotto-m astoido V .
Atlide e
astoido - muscolo che
si stende dalla cima dell'apofisi traversa dell'atlante al disotto della linea curva inferiore dell'occipitale e
talvolta alla regione mastoidea del
temporale.
.

cospino.

sin. d

atlante, n 2.

una ma-

Irregolarit del polso.

* Atpico. V. Atipa - che non


ha tipo. 2 Che non conforme al

cab.

tipo; irregolare.

atlide e

Atlante - da

pleon. e tXccw

*Atlido-sotto-occipitle -voda * rXuiSrt atloid-s

ibr.

scolo

sotto-occipitale

che

-mu-

va dall'apofsi traversa

tl-o porto - personaggio favoloso ;

dell'atlante all'occipitale, dietro la

uno

fossa jugulare.

dei Titani che, vinto nella lotta

con Giove, fu condannato a portare


sulle sue spalle il cielo. 2 m. Prima
vertebra del collo ; cos detta perch porta la testa.
Atlta - da 56Xov thl-on fatica
- a. faticante, che lavora. 2 Ch
1

Atlido-stiloido. V. Atlide
e Stiloido - muscolo del cervello
o piccolo piegatore, che va dal capo
alle spalle e al petto.

Atlotesa - da

56Xo

thl-os

partiene ad atleta

ths-is atto
di porre (Tifoni tth-emi pongo) determinazione di un premio per chi
vince in una gara. 2 Direzione dei
giuochi gimnici, ufficio dell'atto-

forte,

teta.

esercitato, valente

negli esercizi!

gimnici.

Atltico. V. Atlta - che ap; p. e. ep. di corpo


robusto, in cui il sistema
muscolare molto sviluppate, come

coleva essere negli

atleti.

fatica,

lotta

e 8<n;

Atlotta. V. Atlotesa - che


determina, offre un premio per cui

125

ATM

una gara. 2 Direttore

ATR

Atomismo

da arcacv atom-on
atomo - sistema filosofico, secondo
giuochi gimnici.
* ATMIDITRICA - da rp-l;, rp- il quale il mondo sarebbe formato
g? atras , atmid-os vapore e ta- dalla combinazione di atomi anirpi*] iatrik- medicina - metodo
mati da forze al pari eterne e neterapeutico che consiste particolar- cessarie di accentramento e di demente nell'uso di vapori o gas in clinazione.
* Atomstico. V. Atomo - ep. di
bagni e fumigazioni.
* ATM1DMETRO - da arpe, rp.!- sistema o dottrina chimica che esfot atms, almd-os vapore e {jtirpov pone le leggi secondo le quali gli
mtr-on misura - strumento con elementi o atomi di differente nacui si misura la quantit di un li- tura si combinano per costituire
quido che passa allo stalo di vapore nuovi corpi elementari organici o
in un tempo determinato; stru- inorganici e corpi secondarli.
mento con cui si misura la rapidit
Atomo - da priv. e Toph tom-
dell'evaporazione dell'acqua sulla taglio - piccolo corpo tenuissimo,
vince in

dei

superficie della terra iu un'esten-

sione data.

* ATM1DOSCPIO - da arpe,

<xt{M-

fat atms, atmd-os vapore e oxcits'a


scop-o osservo - sin. di atmid-

indivisibile in pi piccole molecole;

molecola indivisibile di cui si suple parti elementari

pongono formate
di un corpo.

*ATOMOGSTRO - da aTGp.ov tom-On atomo e *yoMmr,p , 'ya'rrp;


* Atmosttica - da tfwc atm-s gastr. gastr-s ventre - gen. d'ins.
vapore e iraTtwri statik- statica - dipt., fam. atericeri; che hanno
metro.

addome strettissimo.
*Atomogina- da Slto^ tom-on
r^?
Atmosfra
da
atm-s indiviso (V. Atomo) e pv/i gyn-
vapore e a<patpa sfera - massa donna , fig. pistillo - ord. della diteoria delle leggi dell'equilibrio dei

vapori.

fluido che circonda il nostro


globo, composta d'aria, vapori d'acqua, altri vapori e gas formati da
di

scariche elettriche. 2 Fluido che


circonda altri pianeti.
* ATMOSFEROLOGA - da r^occpapa
atmosfra e Xo-yc? lg-os discorso trattato sull'atmosfera.
Atoga - da priv. e tox; to-

k-ds parto di aver Agli.

sterilit;

2 Parto

impotenza

difficile.

ATOMRIA.

V. Atomrio - gen.
d'ins. col. pent., fam. clavicorni;
piccolissimi. 2 Gen. di p. a., fam.
talassiofiti ; sparse di punti minuti
come atomi.

Atomrio

- da

atomo - organo

parte del corpo d


atomo.

come

Sroftov

tom-on

appendicolare, o
insetti,

piccolo

dinamia; sin. di angiosperma.


* Atomosca - da rcu-cv tom-on
atomo e mia ski ombra - gen.
d'ins. dipt., fam. tanistomi; che
hanno il corpo coperto di punti
neri.

Atona - da priv. e rovo; tn-os


tensione - mancanza di tuono, di
tensione; debolezza di un organo
2 Stato in cui le forze
sono languenti. 3 m. Diminuzione dell'elasticit della cornea con
contrattile.
vitali

lesione della lamella interna.

A Vi-

zio del periodo per difetto di

mero
tutti

oratorio
i

periodo in cui

membri son

nunon

pari, l'apodosi

pi lunga della protasi.

Atraghlo - da
X*)>.o;

priv. e rpatrchel-os collo - mostro senza

collo o di collo assai corto.

ATR

126

* Atracta - da aTpax-rc; trakt-os


fuso - gen. d'ins. dipt., fam. tauistomii; che hanno il terzo articolo delle antenne fusiforme.
Atragtlide - da arpax-o; trak-

-m. gen. di p. d., fam. cicon doppio calice formato


;
di scaglie membranose acuminate.
ATRACTIO - dim. di Tpax-ro;
itrakt-os fuso - m. geu. di p. a.,
fam. funghi con ispori fusiformi.
*ATRACTBOLO - da aTpaxro; trakt-os fuso e pxxw bll-o getto -

ATRETENTERA - da SrpiriTo; atre


non forato (V. Atresa) e ev-

t-os

repov

gen.

di

a.,

fam.

funghi;

che

* Atractmero - da SxpaxTo? jxYipc mer-s coscia


- gen. d'ins. col. tetr., fam. curculionidi; che hanno coscie fusiformi.
trakt-os fuso e

*TRCTOSMA - da

nter-on intestino - otturazione in qualche parte del tubo intestinale.

* Atretsmo. V. Atresa.
* ATRETOBLEFARA - da TpnTO?
tret-os non forato (V. Atresa) e
PXsWpcv blfar-on palpebra - attaccatura delle palpebre.

*ATRET0C1SA
non forato

da

rpriTos

&rptXTO$ -

tre-

e xuw
k-yo caco - imperforazione dell'ano.
* ATRETOCISTIA - da arpriToc tre(V. Atresa)

t-os

t-os

non forato

kyst-is

(V. Atresa) e xua-ng

vescica

- imperforazione

della vescica.

* ATRETOGASTRA - da

foggia di fuso.

atre-

vagina - imperfora-

zione della vagina.

naree

hanno capsule sessili coperte da un


opercolo e una vescica lunga fusiforme piena di spori.
* ATRACTCERA - da arpa*? trakt-os fuso e xspa; kr-as corno gen. d'ins. col. pent., fam. malaoodermi; le cui antenne sono a

irpr.-ro;

t-os noti forato (V. Atresa) e eXu-

rpov lytr-on

t-os /"mso

ATR

Atretelitra - da

TpviTo;

tret-os

non forato

-yaa-rTip,

-yaorp; gastr, gastr-s ven-

tre, ventri colo

(V.

Atresa) e

-imperforazione dello

stomaco.

*Atretolema

- da tpu-roi; tre-

non forato (V. Atresa) e Xat(*


lem-s collo - imperforazione delle

t-os

vie respiratorie e digestive.

* Atretometra - da

arpr-ro; tre-

non forato (V. Atresa) e (jwrpa mtr-a matrice - imperforazione

t*os

matrice.
'Opsa - da arpTiTo? tret-os
io (V. Atresa) e cty ps

- imperforazione
tfRETORRlNA - da

non forato

della

pu-

h-pv-ro;

V.

Atresa)

ffo rln naso - imperforazione del

naso.

*AlRETOSTOMA - da

arpTiTo;

non forato (V. Atresa) e


crroua stm-a bocca - obliterazionn
tret-os

della bocca.

* ATRETURETRA - da rpviTo; tre,Y. Atresa) e


f ip

ATR
uretra

imperforazione

Atricha - da

priv. e

0pl!|,

rpt-

- gen.
d'ins. dipt., fam. miodii ; che hanno
chiome corte e i facciali non cigliati.
2 Mancanza di capelli.
Atrsma - da SpeiCw athriz-o,
athrz-o racclgo - m. insieme di
trichs camello

x? thrlx,

lagopedo. 2ro. Gen.

di

go pedo.

*Attagenti. V. Attgeno.
*Attgeno. V. Atigene - gen.
col. pent., fam. clavicorni,
dermesti; screziati di varii co-

d'ins.
tr.

lori,

come

l'attagene.

Attalbh.

V. Attalbo.

Attalbo, Attelbo - da aTTU

capitoli florali raccolti in glomerulo

tt-o salto - gen. d'ins.

terminale.
f-

AUL

- a. sin.

d'ucc. gallinacei; differente dal la-

retra.

12"

dell'u-

Atrofa - da priv. e Tpo^ tro- fam. curculionidi,


nutrizione - mancanza di nutri- saltano.

zione; diminuzione del volume e

massa di un corpo. 2 rn. Affezione del sistema muscolare per cui


diminuisce di volume e massa, cosicch si rendono impossibili le funzioni muscolari. - m. Atrofa mesenterica; dimagrimento per affezione ai ganglii mesenterici.
* Atrfiti - da epcifr) athriz-o,
della

athrz-o

raccolgo

pianta - alghe

<fuxv

fyt-n

le cui fronde si

ac-

cumulano nel fondo del mare.


Atropa. V. A tropo - m. gen.

di p.

fam. solanacee, tr.


velenose.
* Atrope. V. Atropa.
d.,

* Atropina - da

atropee;

Atropo -

dal coptico tar, atr

pe

essere
il

- una delle
filo

della vita,

2 m. Gen. di
mt., fam. sgomberoidi di
aspHto. 3m.Sp. d'ins. lepid.,

secondo, la mitologia.

gen. acherontia; che

idi,
1

salotto

che

ATTA...,ATTINRO.V.^C/o.. M
Atticismo - da 'Arnxi; Attik-s
Attico - parlare corretto, elegante,
venusto, come gli Attici parlavano
la lingua ellenica.

Attico - da 'Attir? Attik-s At- specie di gola ; ornamento ar-

tico

sovrapposto al corni-

chitettonico
cione.

Auchenpteri - da axw au-

chn collo e Tmpv pter-n ala fam. di pesci olobranchi ; le cui


pinne inferiori precedono le toraciche e sono collocate sotto il
collo.

atropo, V. alcaloide estratto dall'atropo belladonna.

Parche, che taglia

tetr.,

Actinro.

AULCIO - dim.

Tpoiro; trop-os

tagliare e

col.

tr. attalabii;

una macchia

la

auXa- m. gen.

di afiXal;,

xc; ulax, ulak-os solco

d'ins. col. pent., fam. lamellicorni;


il

cui corsaletto solcato.

* AULACODNTE - da

auXai;,

aCXap

ulax, ulak-os solco e S'o^,


S'o'vto; ods, odnt-os dente - gen.

XP<i

di

mamm.

roditori;

che hanno

denti solcati.

AULACFORA - da auXa,

ulax,

ulak-os solco e

afiXaxo;

cpe'pw

fr-o

porto - gen. d'ins. col. tetr, fam.


ofidii, gen. vipera;
crisomelini; che hanno dei solchi
profondi sul protorace. 2 Gen. di
priv. e TpsTK tr- {i. d., fam. composte; i cui frutti

esenta un teschio umano.


't.

ulo

dell'embrione,

tanno dei solchi.

* AULACORRNCO - da auXaS, auXa*

.TTGENE - da rra,v

allag-s,

atlag-n

xo; ulax, ulak-os solco e pw^xoc

rvnch-os becco - gen. di p.

m.#

128

AUL

AXE

fam. ciperacee ; la cui achena ter- stesso - macchina , figura che per
nascosti congegni si muove , onde
mina in un becco solcato.
AULASTMA - da afiXe^, auXaxo; sembra muoversi da s , quasi abulax, ulak-os solco e <rrop.a stm-a bia vita.
bocca - gen. di aneli., fam. irudi- Automtico. V. Autma - che
nee ; le cui mascelle consistono in si riferisce ad automa ; ep. di movimento di automa, o simile a quello
una moltitudine di pieghe striate.
* AULAXNTO - da aflXaS, afiXaxo? di un automa.
Autonoma - da auree aut-s se
ulax, ulak os solco e avOo; nth-os
fiore - gen. di p. m., fam. grami- stesso e vop.&c nm-os legge - fanee ; in cui le valve dei fiori sono colt di vivere colle proprie leggi,
striate.
libert. - Nel senso antico esclude
Aulte - da ax? aul-s flauto ogni vincolo, ogni soggezione. 1 mo- suonator di flauto. 2 Soprannome derni ammettono un'autonomia amdi

un Tolomeo

nel suonar

il

re d'Egitto, valente

flauto pi

ministrativa nelle parti dello stesso

che nel re- Stato.

Autnomo. V. Autonomia - che

gnare.

Autobiografa - da a-r; aut-s


stesso e PiaYpa<pt<x biografa - biografia di

un individuo composta e

dallo stesso.

di

AutocArpo -

da

aiut?

aut-s

xaprc karp-s frutto frutto che consiste nello sviluppo


del pistillo, senza alcun altro or-

stesso

gano del

possiede autonomia.
* Autopsa - da auro; aut-s stesso

stesso, s e

pt-ome veggo - esame

una malattia

t; aut-s

xporcc krt-os forza,

potenza - a. generale d'esercito, o


ambasciatore, ai quali si davano
Fieni poteri. 2 (ai tempi bizantini)
mperatore. 3 m. Monarca assoluto,

il

coi proprii occhi,

cadavere; sezione

cadaverica.

* Autosti - da aTos aut-s stesso


e gito; st-os alimento - ord. di moi quali si nutrono da
possono almeno per qualche tempo conservare la vita anche
fuori dell'alvo materno.
Axe, Asse - da S^wv x-on - linea

stri unitarii

fiore.

Autcrata. V. Autocrtore.

Autocrtore - da

irtc(Aai

nello sparare

s, cio

matematica che unisce i due poli di


di un movimento
medesima.
come l'imperatore della Russia.
2 Seconda vertebra del collo ; cos
Autocraza. V. Autocrtore
detta perch la sua apofsi odontoide
potenza assoluta dell'autocratore

un corpo dotato

di rotazione sulla linea

collocata fra l'arco anteriore

del-

l'atlante e il legamento traverso


Autctono - da auro; aut-s serve in qualche modo di perno al
stesso e x6v chth-n suolo, terra - movimento della testa, km. Linea
ep. di popolo nato, o da epoca re- retta o curva intorno alla quale si comota stabilito nel suolo che abita. ordinano le parti analoghe di un esAutfio - da auro? aut-s stesso sere. 5 m. Superficie piana o curva
e tpt fy-o nasco - che nasce da se ai due lati della quale si coordistesso, spontaneamente.
nano le parti analoghe di un essere.
Autgrafo - da a-r; aut-s 6 m. Parte di un vegetabile cheserve
ttesso e fpa<p<!> grf-o scrivo - scrit- di sostegno ad organi appendicolari
ricettatura originale, di propria mano.
(stelo
ramo , pedicello
Automa - da a-r; aut-s se colo ecc.). Im. Linea ches'imma-

nei suoi vari sensi.

129

AXI

gina traversare il centro di un cristallo o il centro di ciascuna delle


sue molecole. 8 Orlatura laterale
delle volute di

un

capitello d'ordine

AZ0

Axima - che si riferisce all'assioma;


ch' proprio dell'assioma.

Axide.

V.

Axe - seconda ver-

tebra verticale.

Axoido-tloido. V. Axe e At-

ionico o corintio.
* Axforo - da ab>v xon asse e
cpe'fo fr-o porto - gen. di p. a.,

lante - muscolo che


l'axe e all'atloide.

fam. alghe;. che consistono in un


asse diversamente modificato e
composto di tessuto cellulare.
* Axina - da ^vi) axyn-e ascia

da ai-uvx-onoxe e occipite -muscolo che va dall'arco posteriore


dell'atlante alla linea curva dell'oc-

gen. di aneli., fam. lernee (o irudinee polistomie) ; forniti di due succhiatoi da ogni lato della parte an-

teriore del corpo, e coll'estremit

caudale armata di due uncinetti.


di p. d., fam. melastomai
cui petali somigliano ad

2 Gen.
cee;

un'ascia.

* Axinte. V. Axina -min.; silicato di allumina e calce, composto


di cristalli i cui orli sono taglienti

come

il

ferro di un'ascia.

Axno - da

priv. e $6vo?xin-os,

*AxiDO-occiPiTALE-vocab.

cipite inferiore.

mune.
Azimo - da priv. e tupe zym-s lievito - ep. di pane senza
lievito.

Azotato.

V. Azoto - combinaazotico con una

zione dell'acido

base

salificabile.

Aztico.

V. Azoto -ep. di acido;

combinazione

straniero -inospitale; nome dato anticamente al Mar Nero, perch le


coste di esso erano abitate da popoli barbari, inospitali ; poscia cangiato per eufemismo in Euxeno o

di

ospitale.

* Axinro - da

S-vw

axyn-e ascia

e cupa ur- coda - gen. di pesci


acantopt., fam. teutii; che hanno

coda armata a ciascun lato da


una lama quadrata e tagliente.
AxiMA,AssiM-datc,waxi-o
reputo, opino - opinione, sentenza;
specialmente opinione, sentenza per
se stessa evidente, che non ha bila

ossigeno

Canini,

Diz. Etitnoh

di due volumi e mezzo


con uno e mezzo di

azoto.

* Azoto - da priv. e Coti zo- vita


- corpo semplice; cosi detto perch improprio alla respirazione
perch respirato d la morte.

Azotso.

V. Azoto - ep. di aci-

do; combinazione

di

due volumi

di

azoto con tre di ossigeno.


Azotura - da * a&DTov zot-on

azoto e cufov r-on urina - stato


anormale in cui l'urina contiene
molto pi urea che allo stato normale.
* Azotro. V. Azoto - combinazione di azoto e di uu altro corpo

sogno di prove.
Axiomatico, Assiomatico. V. semplice.

ibr.

* Axonfito - da &5v x-on axe


e <prv fyt-on pianta - gen. di p.
d., fam. amentacee ; i cui fiori sono
aggruppati intorno ad un asse co-

xln-os, ionicamente per Sevo; xn-os

Euxino

si riferisce al-

130
B
BACCA - da Baxxu Bkch-e Bac- significano strepitare , vociare ;
cante - m. gen. d'ics, dipt. braco- skt. bukk gridare; ar. buka'
b a k h-b a k h-a t che
cheri, fara. tanistomii; che sono che grida ,
sempre in moto, si agitano a guisa fa strepito.
di Baccanti.

Baccanali- da

Bxxoc Bkch-os
onore di Bacco.
Baccante - da Ba*x Bkch-os
Bacco, V.- donna seguace di Bacco ;
sacerdotessa di questo Dio. 2 Sp.
d'i ns. lepid., fara. diurni, gen. satiro; che svolazzano a salti.
BaccArjde - (sucxi bkch-e corona odorifera; arab. bakhar
odore; b u k li r esalazione; b a k h r
che produce esalazioni - gen. di
p. d., fam. composte; odorosissime.
*Baccaride - da flaxxapis bkchar-is oaccar/e e eTo id-os,d-os
specie, somiglianza - gen. di p. d.,

Bacco -

feste in

fam. composte; simile al gen. bac-

Bactera - da pauc-mpia bakter-a


bastone - m. gen. d'ins. ortopt.,
fam. fasmii; che hanno un corpo
lungo, stretto, quasi a foggia di
bastone.
Bactrio - da pxx-nipwv baktr-ion bastone - m. gen. d'infus.,
fam. vibrionii; diritti e inflessibili,
quasi a foggia di bastoni.
*Bctra - da SacxTpov bktr-on
bastone - gen. a'ins. lepid. notlunghi e
turni, fam. tortricidi;

come bastoni.
BActride - da Jocjcraov bktr-on

stretti

fiorone -gen.

di p.

m.,

tara,

palme;

il
cui gambo dritto e sottile a
guisa di bastone.

ca ride.
Bactrdio - dim. di (axTpov bkBCCHIDE da Baxxtc, Bx./i$o$ tr-on bastone - gen. di p. a , fam.
Bkchis, Bkchid-os Baccante (V. funghi ipomiceti; lunghi, stretti
Bacco) - m. gen. d'ins. dipt., fam. come bastoni.
napellee; che sono sempre in moto,
*Bactrilbio - da paxTpov bka guisa di Baccanti.
tr-on bastone e Xc; lob-s baccello
Bacchio - da Bxxo Bkch-os -gen. di p. d., fam. leguminose;
Bacco) - piede di una sillaba breve che comprende le specie il cui frutto
e due lunghe, che si usava negli un lungo baccello a forma di bainni in onor di Bacco.
stone.
Bacco - Bxx-oe, lat. Bacchus - Bactrcera- da Paxrpov bktr-on
-Skt. Bhaga, zd. Bagna, pelli. bastone e xspa; kr-as corno - gen.
B a g Dio ; Bax-ct festa religiosa
d'ins. dipt. bracocheri, fam. ateriBdx./% , come Sarchi) deriva da ceri ; le cui antenne sono lunghe e

<K<t;,

dritte come bastoni.


vakh,
*Badstero - da fk$ifr> badlz-o
; skt.
bog-aim, pxx- vado - m. gen. d'ins. col. pent.,

messa innanzi

all'aspirata la

inedia corrispondente

arm. bakhel,

irl.

yjtu agitare violentemente; gael.

fam. carabici; cosi nominati per la

bakh ubbriaco; irl. bakh-aim


ubbriacare - Bacco, figlio di Semele

velocit dei loro movimenti.

e di Giove, dio del vino. Altri raf-

fronta a

Bacco

dei vocaboli che

Bafa - da pacp baf- tintura gen. di p. d., fam. swartziee; che


servono per la tintura.

131

BAF
* Baforrza - da

Payri baf- tin-

tura e $tfe riz-a radice - gen. di


d., fam. borraginee; le cui raS.ici servono all'arte tintoria.
Balanfere - vocab. ibr. da
ffXavo; blan-os ghianda e lat. fero
porto - fam. di p. d. ; che producono ghiande; sin. qucrcinee.
Balanino - da pxavoc blan-os
ghianda -m. gen. d'ins. col. tetr.,

BAL

* Balestrira. V. Balstra- feritoja nelle muraglie, onde si balestrava il nemico.


* Balestrire. V. Balstra - sol-?

arma era la balestra.


*Baliospbma - da paXw; bal-is

dato la cui

brizzolato e cropjAa sprm-a

seme
- gen. di p. d., fam. euforbiacee;
i cui
semi sono brizzolati di pi
colori.

* Balista - da paXXw bll-o getto


fam. curculionidi ; che hanno sotto
- macchina bellica da scagliar frecl'addome una piccola ghianda.
Balanite - da paXavo; bla- cie, sassi ecc. 2 Gen. di pesci
n-os ghianda - infiammazione della acant., fam. sclerodermi; che ti-

membrana mucosa che

riveste la

ghianda e la faccia interna del prepuzio. 2 Gen. di p. d., fam. olacinee; il cui frutto haforma di ghianda.

Cirro fossile, detto pure

ghianda

di mare.

le

le

pinne spinose nascoste

scagliano colla rapidit di

una

balista.

Balstica - da

pxx> bll-o getto

- arte di slanciar progettili

per uso

bellico.

* Balnidi.

V. Blano.
Balano - da paxavo? blan-os
ghianda - m. gen. di cirr., fam. balnidi ; che hanno forma di ghianda.
* Balanofore - da paXavo blan-os ghianda e cppw fr-o porto cosi dette dai frutti
fam. di p.
,
che portano, simili a ghiande.
* BALANOMRFA - da [taXava; blan-os ghianda e (xcp^p-yj morf- forma
-gen. d'ins. col. tetr., fam. crisomelini; che hanno forma di ghianda.
* BALANOPTRIDE - da faXavo; blan-os ghianda e -rrrepv pter-n ala
- gen. di p. d., fam. sterculiacee ;
cos chiamate perch il calice ha
forma d'ala, e il frutto forma di
ghianda.
" BALANORRAGA - da paXavc; blin-os ghianda e pii-pwjAi rgn-ymi
rompo - scolamento mucoso che
4ia la sua sede nellaghianda del pene.
Balntio - da paXav-nov balan *-ion borsa - m. gen. di p. a., fam.
felci ; che hanno forma di borsa.
* Balstra
- da PaXXia bll-o
$etlo - arma da scagliar frecce e

tu idi.

rano fuori
e

V. Blsamo - che
ha qualit di balsamo soave.
Balsamfero - vocab. ibr. da
paXcap.ov blsam-on balsamo e lat.
fero porto - ep. di pianta che produce balsamo.
Balsamina - da PaXaapov blsam-on balsamo -m. gen. dip. d. , fam.
balsaminee; che hanno fiori ele-

Balsmico.

ganti e odorosi.

Balsaminee.

V. Balsamina.

Balsmino. V. Blsamo - soave


come balsamo. 2 m. Sin. di balsamodndro
Balsamite - da paXaa^ov blsam-on balsamo - gen. di p. d.,
fam. sinanteree; cos dette perla
fragranza dei fiori.
Blsamo - ar. baia san, pxoaaov - skt bl-a mirra; ar. bai-

vaso di profumi; ovvero ar.


che diventa liquido, skt.
bala-t-a, irl. baol acqua, psan.
bal-bal-a liquido e ar. shamm
odorifero; psan. s a m t-d a n s h a n d a n aver odore , essere fragrante
- sostanza resinosa che scola da
certe piante e ha odore.
-t

bawl

m
persolilo, grato.

132

2m

Rimedio

in cui

entrano sostanze resinose e odorifere.

* BALSAMODNDRO - da PaXcrapov
blsam-on balsamo e $voov dendr-on albero - gen. di p. a., fam.

BAR

lingua straniera; straniero. Indi

il

motto famoso n |*ii exx>jv fiapcpcs Ps me llen brbaros Chiunque non Elleno barbaro, cio

barbaras, varvaras straniero, barbaro; perterebintacee da una delle cui spe- siano barbar chiacchierone, barcie stilla la materia oleosa aroma- bar grido; arabo bai bai confusione; turco barabar insieme,
tica detta balsamo della Mecca.
* BALSAMNA - da paXoap&v bl- confusamente ; b a b a r e vagire ;
straniero (skt.

sam-on balsamo - gen.

di

p.

d.,

; i

cui fusti sono for-

niti di glandule,

da cui fluisce un

fam. salicarie

umore balsamico.
* BALSAMOSCCARO - da

paXerapov

blsam-on balsamo e <raxxa P 0V s kchar-on zucchero - miscela di balsamo e zucchero.


Baptsta - da pauTti) bpt-o tingo
-m. gen. dip. d., fam. leguminose;
i cui fiori sono tinti di bei colori
e che servono per la tintura.
Baptsti - da palmati) baptz-o
battezzo - settarii Cristiani che sogliono conferire il battesimo sola-

mente

agli adulti, e darlo di

nuovo

a chi l'ha in altra setta ricevuto da


bambino.
Bratro - da papadpcv, pa'Gpov
brathr-on, bthr-on, affine a po6pos

bthr-os fossa

(a6 bath-ys

profondo) - luogo profondo e cavernoso; sin. di precipizio, vorgine.

Barbrie. V.
di uomo barbaro
bara; abito, atto
Barbarismo -

Brbaro -

stato

o di nazione barda barbaro.

da ppPapo; brbar-os barbaro - vizio contro la puuso di parole fo;

barlume

luce confusa; balbo).


crudele;
imperocch negli antichi tempi straniero era quasi sinonimo di nemico, onde agli stranieri si attribuiva ogni mala qualit. - Simile

2 Non

incivilito, rozzo,

raddoppiamento di elementi fonetici (bar-bar) si osserva anche in


altre parole italiane che esprimono
suono confuso, p. e. tar-ta-glia,
gergo, gor-ga.
Barbitsta - da papgiTifr> barbitz-o suono la lira (ppSir&v brbit-on lira) - m. gen. d'ins. ortopt.,
fam. locustii; cos detti dal loro

suono stridulo.
* Barcero - da pap; bar-ys pesante e xs'pas kr-as corno - gen.
(i'ins. imen., fam. icneumonii; che
hanno antenne larghe e compresse
fra il mezzo e l'estremit.
* Bardio - da papi; br-is barca
e

ec<;

id-os, d-os specie,

somi-

glianza - gen. d'ins. col. tetr.


;
fam. curculionidi ; convessi al di
sotto, quasi a foggia di barca.
Bariglsso - da paps bar-ys
grave e fXoera glss-a lingua - chi

rit della lingua

parla con difficolt.


* Brio. V. Barite - metallo della

restiere o di parole e dizioni stor-

barite.

Bartico. V. Barite - ep. delle


Brbaro - vocab. onomatopeico combinazioni chimiche in cui en-

piate ed erronee.

bar-bar, var-var - che


emette un suono confuso, una voce
inarticolata, ovvero che, sebbene articolata, non ha senso per chi la
sente ma non l'intende; che parla una
ap-|3ap

trano

il

bario o la barite.

Baritina. V. Barile -

sin.

di

barite solfata.

Bario? ma
da pop;
grave e cap osni- odore -

bar-ys.

m. gen.

BAR
di p. d.

fam. diosmee

odore grave,

133

che hanno

forte.

cipio

BAS
d'Archimede applicato

ai fluidi

elastici.

BASANITE - da Paravo; bsan-os


grave, lento e wuxv; pykn-s spesso prova - a. min.; sorta di pietra
- ep. delle otto corde del diagramma dura di cui gli antichi si servivano
antico.
come pietra di paragone. 2 m. Min.;
* Baaipcro - da Papi; bar-ys grave specie di basalto.
Bascana - da Pacrxatvcd baskn-c
e mxpc pikr-s amaro - sin. di asBaripcno - da Pap; bar-ys

senzio; cos detto per la sua grande


amarezza.
Barpodo - da Pap; bar-ys grave,
lento e wc;, iw; piede - m. gen.
d'ins. col.

pent.

fam.

carabici

ammalio-

superstizione, per cui s


credeva che lo sguardo di persona
malevola potesse nuocere ad esseri
organizzati, animali o piante, e farli
perire.

che camminano lentamente.


Base - da po b-o vado, camBarsomo - da Pap; bar-ys pe- mino (fut. pian, /3ii<roirat bs-o, bsante e a(ia sma corpo - m. gen. s-ome, doricamente j3aaw bs-o) - a.
d'ins. col. pent., fam. carabici; che piede. 2 Ci che, a guisa di piede
hanno un corpo di forma ovale e rispetto al corpo umano, serve di
quasi quadrata.
sostegno. 3 Parte pi bassa di una
Barite - da pape? br-os peso - figura geometrica, opposta al verm. min., ossido di bario, il pi pe- tice. A Parte di un edifcio su cui
sante degli ossidi terrosi.
posa una colonna, un muro, ui piBartono - da Pap; bar-ys grave lastro. 5 m. Corpo composto cne
to'vcc
tuono
e
tn-os accento,
ep. ha la propriet di combinarsi con
di sillaba con accento grave. 2 m. un acido per formare un sale.
* Basico - da paci; bs-is base Chi ha voce che partecipa del tenore
e del basso, ma pi del basso.
ep. di ossido che pu produrre sali
* Bar 1 ito - da pape; br-os peso combinandosi cogli acidi.
e XiOoc lth-os pietra ~ barite car- * BAside - da paci; bs-is base piccolo corpo in alcune p. a., che
sporge dalla base del ricettacolo e
porta in cima una o pi cellule.
* Basgeno - da act bs-is base e
vevvw gepn-o produco - che prosante e piTjscv mtr-on misura -Stru- duce, che genera basi chimiche.
mento che indica il peso, la pres- * Basilare - da pat; bs-is apsione dell'aria atmosferica sovrappo- poggio, sostegno - ep. di parti di
sta a una data superfcie.
animali o di vegetali, che apparten* Barometrgbafo - da * papofu- gono ad una base, che sono alla
rpcv barmetr-on boromelro e j-poKpw base di altre.
grf-o scrivo - strumento che spgca
Basilea - da PaatXe; basil-us
le variazioni di pressione atmosfe- re - m. gen. di p. m., fam. iridee;
rica succedute in un dato tempo, o di bell'aspetto, con isteli alti e ca-

bonata (V

Barite).

V. Barmetro che proprio del barometro; che


si riferisce al barometro.
* Barmetro - da papo; br-os pe-

Baromtrico.

almeno la massima e
* Baroscpio - da
peso e

la

minima.
br-os

ppi?

- struserve a dimostrare la

oxcfftu scop-o osservo

mento che

pinta verticale dell'aria e

il

prin-

richi di fiori.

*BaSILINO - da BaotXetcs Baslvescovo di


Cesarea e santo - monaco dell'ordine instituito da san Basilio.

1-eios. Basil-ios Basilio,

134

IMS

Basilica - da jS*mXb? basil-ius,


ant. b-s, genitivo ba re nta p-o,

tilt,

signoreggio

re^to

(skt.

nuota ps-o possiedo,

skt.

p u/ro e pw-

pa, pala, irlandese

fo, fai, frigio bal-en, 7raXp.v< pi-

BAT

volta a certi medicinali cui si attri-

buivano grandi virt.


Basilisco - dim. di
l-us

re-m. gen.

fJaotXt; basi-

fam.
una specie di

di rett. saurii,

iguanii; cosi detti per

espansione cutanea, che

si alza

ver-

m-ys re; skt. baia fora; balio, p. ticalmente sopra l'occipite, quasi a
e. sovrano balio; bala; balioso; foggia di corona.
wom? ps-is marito, come direpos- * BASHOSURO - da /3ounXefe basessore, signore della donna; lat. sil-us re e aaOpa sur-a lucertola
poss-id-eo possiedo; nt;, 9wrrr,p - gen. di rett. saurii foss. ; di
ps, pater padre, quasi nutritore e grandi dimensioni.
* Basioceratoglsso - da p<xmc
signore dei figli - (kotXe? basil-us
significa possessore, signore, o pos- bs-is base, xs'pas kr-as corno e
della
fXwfffTa glss-a lingua - parte del
sessore, signore del popolo,
citt ; e deriva dalla forma del fu- muscolo ioglosso che si attacca al
turo Trac ps-O,

come

ttooi;

e poss-id-eo; cangiato

il

ps-S
in b,

come in balen, baia, balio, bax il e un semplice sutlss


vocaboli che significano re, espri
le idee di fona, d
Dossessione, di pro/esmei - regia,

lia;
I

mono sempre

reggia (sottinteso oixia oikla, ikla


abitazione o croi sto portico];

corno dell'osso ioide e

alla

base

della lingua.

* Basiofaringo - da a<n? bs-is


base e papu-fl; frynx faringe - parte
della membrana muscolosa della faringe, che viene dalla base dell'ioide
e fa parte del costrittore medio.
* Basiprionto - da pimi; bs-is

base e irpiv pri-n sega - gen. d'ins.


col. tetr., fam. cnsomelini; che
hanno la base del corsaletto tutta a
la giustizia ; edilzio ove sedevano punte come una sega.
* Basitxo - da ftxai; bs-is base
i tribunali, si trattavano affari, si
consultavano giureconsulti (nell'El- e Tol-ov tx-on arco - gen. d'ins.
iade, poscia in tutto l'impero ro- col. tetr., fam. lungicorni; che
mano). 2 Chiesa cristiana, o antica hanno il primo articolo delle anbasilica (nel senso precedente), o tenne in torma d'arco.
fabbricata a modo di basilica. 3
Bassride - da a<i<xapa, pasoahassaris, -dos
Chiesa principale di una citt.
pc, -o; bassra,
Basliche -HaBa<n'Xeio<;Basl-eios volpe (copt. basar, basor; basco
Basl-ios Basilio % imperatore bi- azaria, preceduto dal digamma) zantino - titolo di una raccolta di m. gen. di mamm. carnivori digileggi romane, tradotte in greco per tigradi, fam. viverre.
BTMIDE - da Mp-U, aflpe;
ordine degl'imperatori Basilio e
bathm-s, bathmid-os base, scalino
Leone.
Baslico -da paatXixic basilik-s - m. cavit d'un osso destinata a rireale - gen. di p. d., fam. labiate; cevere l'eminenza di un altro osso.
* Batcera - da paroc bt-os spino
cosi dette per il loro aspetto elegante e grato odore. 2 Ep. di cosa e xs'pac kr-as corno - gen. d ins.
principale, come dire regia.
col. tetr., fam. lungicorni; le cui
* Basilicne - da fcoiXix? basili- antenne sono guernite di piccole
k-s reale - ep. che si dava una soine.

sede

in

Atene dell'arconte pasiXels

basil-us o arconte re, che rendeva

135

BAT

* Btosclide - da pare? bt-os


spino e rxeXo; skl-os gamba - gen.
<Tins. col. pent.,

fam. carabici;

le

BEL

Zaccaria, che battezzava i


suoi discepoli nel Giordano.
Battistro da powcri^o baptz-o
immergo - a. vasca per bagnarsi

figlio di

zampe sono armate di spine.


Batrchio - da PctTpax&c b- pi o meno grande, talvolta cos
trach-os rana - m. sp. di p. d. fam. grande da potervisi nuotare. 2 Ediranuncolacee
che hanno radice lizio vicino alla chiesa, o exedra ancui

bulbosa e a foggia di ranocchio. 2 ro. nessa alla chiesa, con vasca ad uso
Gen. d'ins. col. pent., fam. cara- di battezzare per immersione. 3 m.
Vasca in chiesa ad uso di battezbici ; che hanno forma di ranocchio.
* Batrachte - da paTpaxoc btra- zare per aspersione.
Battologa - da pafr> o Parrw
ch-os rana - min., composto di silice e magnesia; il cui colore ha bz-o o btt-o parlo e X-p lg-o
Sualche rassomiglianza colla fregola parlo - vizio di chi parla troppo,
smoderatamente, inelegantemente.
i rana.
Bdlla - da f&s'XXa bdll-a sanBtrcii - da parpax^c btrach-os rana - m. ord. di rett., il cui guisuga (f&aXXo bdll-o succhio)
nj.gen. di aneli. fam. irudinee il
tipo la rana.
Btraco - da potTpaxo? btra- cui tipo una specie di sanguisuga
ch-os rana - m. tumore sotto la che vive parassita sul cocodrillo.
Gen. d'ins. apt., fam. aracnidi
lingua, detto pure ranella o idro- 2
glosso.
acarii ; che si attaccano ad altri aniBatracide - da Paroa^c? b- mali e ne succhiano il sangue.
trach-os rana e eto<; id-os, d os
Bdllio - da ^JaXXw bdll-o suc~
specie, somiglianza - m. gen. di chio, o da patta bd-o puzzo - sopesci, fam. gadoidi; il cui tipo il stanza gommo-resinosa, succo conranino, con una testa larga e grossa densato di alcuni alberi (forse del
di forma, simile a quella di un ra- balsamodendro africano e di altri),
nocchio.
di odore ingrato anzi che no.
Batracomiomacha - da poh-pa- * Bdellmetro - da p^xxa bdll-a
,

xc? btrach-os rana, m.5;, ps mys,


my-s topo e ydyvi mach-e battaglia

sanguisuga e p.s'Tpov mtr-on misura - strumento che nei salassi

- titolo
Omero,

capillari fa le veci di mignatte.

di

un poema

in cui si

attribuito ad

narrano favolose

battaglie di topi e di rane.

* BATRACOSPRMA - da parpaxo;
btrach-os rana e ompua sprma
seme - gen-. di p. a., fam. ficee;
di

una consistenza

mile a fregola

gelatinosa, si-

Bchico - da frf, pTixc bx,


bech-s tosse - ep. di rimedio per
la tosse.

^?

bx, beBchio - da jSy.5,


ch-s tosse - a. gen. di p. d., fam.
buone per la tosse.
;

tussilaginee

ro. Gen. di p. d., fam. composte.


* Befana - corrotto da 'EpvEi<x
Epifn-ia Epifania sisteva anticamente, e tuttavia consi- fiersona fantastica che porta regaste presso la Chiesa orientale, nelucci ai bimbi la notte di Epifania.
l'immersione di tutto il corpo nel- 2 Fantoccio di cenci che si porta
l'acqua, simbolo di purificazione.
attorno la notte di Epifania. 3 Donna
Battista - da pcwmSco baptz-o molto brutta.
immergo, battezzo -ep. di Giovanni,
Belemnte - da fkXip.viTr ; be-

di rane.

Battesimo - da pcwrri&a baptz-o


immergo - sacramento, il quale con-

Epifn-eia,

BEL

136

lemnt-es pietra che ha forma di


freccia (Ps'Xo; bl-os freccia) - m.

que

gen. di moli, cefalopodi foss. ; le


cui conchiglie hanno forma simile

nata.

un ferro

- da

Te antere terminate in

un'appendice membranosa acumi-*

Belstoma

da pxo;

pe'Xe;

bl-os

d'ins. ero.

om.

fam. nepii; con

freccia e irrepv pter-n ala - gen.


d'ins. col. pent., fam. carabici; le
cui ali sono lunghe, strette, pun-

una

tute, a guisa di freccie.

bmbex, bmbek-os

* Belionta - da

s'Xg; bl-os frec-

cia e vwto; nt-os dorso - gen. d'ins.


col. pent., fam. sternoxi; il cui
dorso acuminato.

*Belfero -

bl-os

freccia e rrdua stm-a bocca - gen.

di lancia.

Beleptero

BIB

foglie

vocab. ibr. da^s'Xo;

testa triangolare.

Bembecii. V. Bmbeco.
BEHBECO - da puSr 0u&ixo
(

J;,

trottola

- gen.

imen., fam. bembecii; cosi


detti per la forma del loro addome
a trottola.
d'ins.

* Bembidio - da pu&ii;

bmb-ex

trottola e et&o; id-os, dos, specie,

fero porto - somiglianza -gen. d'ins. col. pent.,


gen. d'ins. col. tetr., fam. curcu- fam. carabici; in cui il penultimo
lionidi ; che hanno sul dinanzi un articolo dei palpi ha forma di trotprolungamento acuminato , a guisa tola.
* Beomce - da Paio; be-s piccolo
di freccia.
Belide, Belonide - da s'Xo; e auwo; mvk-es fungo - gen. di p.
bl-os freccia, o da PsXo'vyi beln-e a., fam. licheni ; che hanno l'aspetto
ago e etc; id-os, Id-os specie so- di piccoli funghi.
miglianza - apofisi dell'osso tempoBERILLO - da fWpuXXe; bryll-os rale e del cubito; che hanno forma min.; silicato alluminoso; pietra
bl-os freccia e lat.

di freccia o di ago.

preziosa, di colore azzurro.

Belomanza - da PeXo? bl-os


freccia e pumela manti-a mant-a
divinazione - divinazione per mezzo
delle frecce.

* Belnia - da PeXovn beln e


-gen. di p. a., fam. ficee; che
consistono in filamenti acicolari.

* Belptero - da PXo; bl-os freccia e ir-rspv pter-n ala - gen. di


moli, cefalopodi foss. ; che hanno
nel davanti un prolungamento subcilindrico e sui lati delle espansioni aliformi.

Belorrnco -

da

jS-'xc;

racchiude, sotto uno stesso volume,


un numero doppio di atomi semplici.

* Bibsico - vocab. ibr. dal lat.


bis due volte e Pacai; bs-is base ep. degli ossisali che contengono
due volte tanta base quanta i medesimi sali allo stalo neutro.
* Bibbia - corrotto da Pi6xa bibl-os

freccia e pi>yx rynch-os becco, rostro - gen. d'ins. col. tetr., fam.
curculionidi ortoceri ; che hanno il
becco a guisa di freccia.

Belostmma

Bestmmia. V. Blasfma.

*Biatmico - vocab. ibr. dal lat.


bis due volte e rop.ov tom-on
atomo - ep. di un corpo che avendo
ago la stessa composizione di un altro

- da pxpc blos

bl-a libri, plurale di PiSXigv bibl-on

libro

- (per antonomasia)

la

Bibliofilcio - da piGXiov bibl-on libro e epuXTTw fyl-tt-o

freccia e <mp.ua stmm-a corona gen. dip. d.,tam. asclepiadee; che

stodisco - sin. di bibliotca.

hanno una corona staminale

libro e

di cin-

Sacra

Scrittura.

Biblifilo - da
coiXe'o

fl-o

cu-

piSxov bibl-on

amo - amatore

B1B

137

di libri ; che ama di raccoglier libri,


soprattutto antichi, corretti, rari.

* BlBLlOGNSTICA

paa

bibl-on libro e

da

j3i6Xtov

gns-is cono-

scenza - arte

di conoscere i libri,
stimarne convenientemente il
valore intrinseco ed estrinseco.
Bibliografa. V. Bibligrafo -

di

BIG

(top tth-emi pongo) - lugo, edil-

ove sono riposti in ordine molti


a uso di studio. 2 Raccolta di
opere o parti di opere sopra lo stesso
argomento o sopra diversi.
* Bibliotecrio. V. Bibliotca che presiede a biblioteca.
Bibromro - vocab. ibr. dal
zio

libri

lat. bis due volte e j3?wp.os brm-os bromo - composto binario


che contiene il doppio di bromo
rispetto ad altro composto consimile, che sia il primo grado di
combinazione del bromo col medeBibligrafo - da piGxiov bi- simo radicale.
* Biciclo - vocab. ibr. dal lat. bis
bl-ion libro e 7p<pw grf-o scrivo,
descrivo - che si occupa di biblio- due volte e xuxXo; kykl-os cerchio -

i. descrizione dei libri, in cui s'indi-

ca l'autore,

il

l'edizione,

titolo,

il

prezzo ecc., e si fa talvolta qualche


cenno sul contenuto.
* Bibliogrfico. V. Bibliografa
- ch' proprio della bibliografa.

grafia.

* Biblilito - da

ptSXi'ov bibl-lon

libro e Xtoo? lth-os pietra - min. ;


schisto composto di fogli come un
libro. 2 Pietra con impronte di foglie vegetali.

* Bibliologa - da PiGxwv bibl-on


libro e xWo? lg-os discorso - trattato dei libri, delle edizioni ecc.
V. Bibliomania chi ha eccessiva passione di raccogliere e possedere libri, massime

Biblimane.

ptSxiov bibl-on

e fiavia mana - eccessiva


passione di raccogliere e possedere

libro

libri, soprattutto antichi, rari.

* Bibliomanie. V.

col

medesimo

radicale.

Bidctilo due
-

vocab. ibr. da bis

volle e axruXo; dktyl-os dito

sin. di didctilo.

*Bifllo- vocab.

antichi, rari.

* Bibliomana - da

occhiali a due vetri concavi pei


miopi e convessi pei presbiti.
* Biclorro - vocab. ibr. cai lat.
bis due volte e xXwpv chlor-n
cloro - composto binario che contiene il doppio di cloro rispetto ad
un altro composto consimile che
sia prima combinazione del cloro

Bibliomanza

- chi pretende indovinare


colla bibliomanzia.

Bibliomanza - da

il

futuro

ibr. da bis due


- gen.
fam. xilofagi; che
hanno le estremit delle antenne
divise in due lamine o foglie. 2 Gen.
d'ins. col. tetr., fam. xilofagi; le

volte e puXXov fyll-on foglia


d'ins. col. tetr

cui antenne sono composte di due


lamine.
*Bifillcera - vocab. ibr. dal

ptSxi'ov bibl-on libro e [lavreta mant-ia, man- lat. bis due volte, puXXov fyll-on
t-a divinazione - ubbia d'indovi- foglia e *pa* kr-as corno - gen.
nare il futuro aprendo a caso un li- d'ins. col. pent., fam. lamellicorni;

bro e prendendo augurio dalle pa- che hanno l'ultimo articolo delle anrole che vengono lette per prime.
tenne bifido.
* Bibliopea - da ptGxtov bibl-on Bigamia - vocab. ibr. dal lat.
libro e weiew poi-o pi-o faccio - bis due volte e 70^0; gm-os matrimonio - stato di un conjuge il
arte di compor libri.
Bibliotca - da PiSxicv bibl-on quale, vivente l'altro conjuge, ha
libro e town thk-e ripostiglio (ti- contratto un secondo matrimonio.

3T

BIG

V. Bigamia - eonjuge
che vive in istato di bigamia.
Biglsso, Bigltto - vocab.
ibr. dal lat. bis due volte e ^x&aaa,
yXtTTa glss-a, gltt-a lingua - che

Bgamo.

sa dne lingue.
* Biiodro - vocab. ibr. dal lat.
bis due volte e 5>s id-es iodio - composto binario che contiene
il doppio di iodio in confronto di

MS

(xavrtia mant-ia,

manti-a divina*

zione - pronostico sulla durata della


vita tratto dal battito del polso.

Biotxa - da 0c

b-os vita e

tx-is ordine - scienza che ha


per oggetto gli esseri organici considerati allo stato statico , cio
Tol-t?

come

atti ad agire.
* Bitico - da pio? bi-os vita -

tale.

2 Ep.

vi-

di principio per cui

prima corpi vivono.


* Birsnto - da ppaa byrs-a cuojo
dell'iodio col medesimo radicale.
Blobo - vocab. ibr. dal bis e dwOo nth-os fiore - gen. di p.
due volte e Xos lob-s lobo - ep. d. fam. lobeliacee ; che hanno la
di organi vegetali divisi in due parti corolla coriacea.
*Birsonma - da ppaa byrs-a
poco profonde, larghe e arrotondile.
* Biodinmica - da p(c? bl-os vita cuoio e vijjia nm-a filo - gen. di
e * uva|j.tji dinamik- dinamica - p. d., fam. malpighiacee ; colla cui
dinamica della vita ; dottrina sulle scorza macerata si fa del filo.
altra

combinazione che

la

(Tins. col. tetr., fam. xilofagi;

* Birspsidi. V. Birspso.
* Birspso - da ppaa byrs-a cuojo
e 5<J; ps-is aspetto - gen. d'ins.
col. tetr., fam. curculionidi , tr.

si

birspsidi; duri, coriacei.

forze vitali.

*Bioflo - da

toc b-os vita e

Xot; floi-s, fli-s scorza

- gen.

che
nutrono della scorza degli alberi.
Biografa - da Pto b-os vita e

pcpco

gri-o

ella vita di

* Biscrma - vocab. ibr. dal lat.


- narrazione bis due volte e y.pap.<x chrm-a
alcuno (per solito, di croma - figura musicale che ha due
scrivo

distinti personaggi).

volte la croma, ch' l'uncino o il

* Biogrfico, v. Biografa - ch'


proprio di biografia.
Bigrafo. V. Biografa - chi

della

scrive la vita altrui (sopratutto di


distinti personaggi).

* Biologa - da Pio? b-os vita e


Xfo? lg-os discorso - trattato sui
fenomeni , sul principio e sulle

2 Scienza dei fenomeni, del principio e delle leggi

leggi della vita.

taglio

ha

alla

gamba, e vale met

croma. 2 m. Nota nera che

gamba, e vale il
quarto della croma; meglio detta
tricroma.
*Bsomo - vocab. ibr. dal lat.
bis due volte e aSpia sra-a corpo
- ep. di tomba che racchiude due
tre tagli alla

cadaveri.

* Bisscee - da jBfaoGc byss-os bisso


- fam. di p. a., intermedia fra
V. Biologa - ch' i licheni e le alghe ; distinte da filamenti liberi o congiunti da una
proprio della biologia.
Bilogo. V. Biologa - che si ganga gelatiniforme.
Bisso - Puaao? byss-os (ebraico
occupa di biologia; ch' dotto in
bus) - lino. 2 m. Filamenti eh a
biologia.
*BlOMAGNETSMO - da P? b-OS escono dalle conchiglie di certi molvita e * [jLapTTurp; magnetism-s luschi lamellibranchi. 3m. Gen. di
magnetismo -magnetismo animale. p. a., fam. incerta; filamentose^
* Biomanza - da /sic; b-os vita e polverulente.
della vita.
* Biolgico.

BIS

* Bissocldio - da

139

pmios byss-os

ELG

svilupparsi prima di essere uscito


dal pericarpio.

bisso e xx^o; kld-os ramo - gen.


* Blatta - da pxawrrw blpt-o nuoco
di p. a., fam. funghi ipomiceti;
composte di finissimi ramoscelli che -gen. d'ins. ortopteri, fam. blattii;
che sono nocivi ai comestibili , ai
imitano un tessuto.
Bissoidei - da Suaao? byss-os libri, alle vesti.
* Blattii. V. Blatta.
bisso e ef^os id-os, id-os forma, soBlcno - da px-ixvov blchn-on
miglianza - m. ord. di p. a., fam.
funghi; composte di filamenti con- felce - gen. di p. m., fam. felci.
tinui o articolati, semplici o ramosi.
Blefride - da {3Xe<pap!$ blefaBisslito - da pffffoc byss-03 r-is ciglio - m. gen. di pesci, fam.
bisso e xifo; lith-os pietra - sin. di sgomberoidi ; in cui i primi raggi
amianto.
della seconda pinna dorsale e del*Btoma - vocab. ibr. dal lat. l'anale si prolungano in filamenti.
bis due volte e TopiTi tom- taglio 2 m. Gen. di p. d., fam. acantacee;

^en. d'ins. col. tetr. , fam. xiloche hanno gli ultimi articoli
;
delle antenne tagliati in due.
Blabro - da pxa&p; blaber-s
dannoso - m. gen. d'ins. col. tetr.,
fam. curculionidi ; che danneggiano
le piante. 2 m. Gen. d'ins. ort., fam,
blattii; idem.
Blpsidi. V. Blpso.
BLPSO - da pXonrrc> blpt-o
nuoco - gen. d'ins. col. eter., fam.
blpsidi che mettono tutto a guasto per nutrirsi.
Blasfma - da pxaa^j/ita blasfem-o ingiurio, calunnio (invece di
fiXaaJtt-cpnpico blpsi-fem-o - pXairro
blpt-o, fiit. 8Xat{w blps-o nuoco e
qw)p. fe-m dico) - frase, discorso
fagi

con intendimento
trui

di

offendere al-

e specialmente frase, discorso

che offende Iddio e dimostra animo


irriverente alle cose divine;

cor-

rotto in bestemmia.

distinte da foglioline orlate di ciglia


peli.

mantii
di

3ro. Gen. d'ins. ortopt., fam.


il cui corsaletto fornito
;

una membrana

foliacea,

a guisa

di ciglio.

* Blefaripppo - da
far-s ciglio e tccmtoi;

nacchio - gen.

pxe<pap? ble-

ppp-os
fam.

di p. d.,

poste; le cui frutta portano

pencom-

un pen-

nacchio con pagliette cigliate.


* Blefarpo - da pxe<papl blefapus piede - gen.
d'ins. imenopt., fam. crabronii; le
cui zampe sono pelose, cigliate.
* Blefarptera - da |fte<papU ble
far-s ciglio e m-spv pter-n ala gen. d'ins. dipt.
fam. atericeri;
che hanno ali cigliate.
* Blefarite - da pxawpov blfar-on palpebra - infiammazione delle
r-s ciglio e to>>$

palpebre.
* Blefaroblennorra - da pxapcv blfar-on palpebra, pxwa

Blastema - da (ftacrr; blasf-As blnn-a muco e r-o scorro germoglio - m. embrione vegetale scolo di mucosit purulente dalla
(fatta astrazione dai cotiledoni).

Blsto - da

pxaor; blast-s ger-

moglio - m. parte
macrorrizo

di

un embrione

suscettibile

di svilup-

congiuntiva palpebrale.

* BLEFAROCNSMO - da pXs<jpapov
knesm-s prurito- malattia che conblfar-on palpebra e xvy<x(m;

parsi colla germinazione.

siste in

* Blastocarpo - da pxa<m>c blagerme e xapir; karp-os frutto


- seme che germina e comincia a

palpebre.

st-s

un molesto

prurto dello

Blefarodnte - da

p\apo

blfar-on palpebra e ouc, tvroc

DI.E

140

BLE

dus, odnt-os dente - st.-gen. di


\>. d., fam. composte asteroidi, gen.
aplopappo; i cui frutti sono coperti
di lunghi peli.
* Blefarofma - da pxpapov blfar-on palpebra e ?|t fym-a tu-

sime delle palpebre, quando abbondano eccessivamente di sangue.


BlefaroxSTO. V. Blefarxi - strumento per levare le callosit

more -

bitorzolo delle

palpebre.

palpebre.
* BlEFAROFTALMA - da PXeVpopov
blfar-on palpebra e yfaxpos ofthal-

m. nome

tubercolo,

rificazione dei vasi dell'occhio e mas-

sviluppate alla parte interna delle

Blnna - pxwa

blnn-a

muco -

specifico di pesci dalla cui

pelle trasuda mucosit, come il gado


blenna ecc.
Blennmesi - da pxwa blnn-a
muco e tfjuu em-o vomito - vomito
giuntiva.
* Blefarncosi - da p>i<papov bl- di mucosit.
far-on palpebra e 5-pw; nk-os
Blnnio - da pJiwa blnn-a
tumore - tumore alle palpebre.
muco - gen. di pesci jugulari, fam.
* BlEFAROPIORRA - da pXpapev blennioidi ; distinti da una copiosa
blfar-on palpebra t irov py-on pus mucosit che ricopre tutto il loro
e bea r-o scorro - flusso di pus corpo.
* Blennioidi. V. Blnnio.
dalle palpebre.
* BlEFAROPLASTA - da PXwpecpov
* Blennoftalmia - da p>i*va blnblfar-on palpebra e irXovu plss-o n-a muco e cpdaXjx; ofthalm-s ocformo - arte di formare una nuova chio - infiammazione dell'occhio
palpebra colla pelle vicina all'occhio, con scolamento di un fluido muquando la palpebra naturale stata coso-purulento.
* Blennometrte - da pxiwa blndistrutta in tutto o in parte
* BLEFAROPLEGA - da (Xopccpov n-a muco e p.i)Tpa mtr-a utero blfar-on palpebra e wX-urn-w pltt-o, catarro dell'utero.
* Blennopira - da p>iwa blnn-a
fut. itkilt plx-o colpisco - paralisi
delle palpebre.
muco e rp pyr fuoco - malattia
Blefarptosi da pxfyapov bl- che procede dall irritazione delle
far-on palpebra e ?rrS><n; pts-is glandole e delle membrane mucose.
caduta - rilassamento o caduta * Blenorraga - da pxwa blndella palpebra superiore, sia per n-a muco e pifyvopii rgn-ymi rompo
- scolo di mucosit. 2 Infiammaedema, sia per paralisi.
* Blefarospasmo - da px<papov zione dell'uretra e del prepuzio nelblfar-on palpebra oiraop; spas- l'uomo, dell'uretra e della vagina
m-s convulsione - convulsione nella donna, con scolo mucoso-pudelle palpebre, per cui o restano rulento
* Blennorra - da pxwa blnn-a
chiuse, o si aprono e chiudono ramuco e ps'w r-o scorro - scolo cropidamente.
* BLEFAROSPRMO - da pX<papov nico mucoso-purulento dalla memblfar-on palpebra e <nwpf/.ec sprm-a brana genito-urinaria.
* Blennorrina - da pxe'wa blnseme - gen. di p d., fam. composte; i cui frutti sono orlati di lun- n-a muco e piv rin naso - eccessiva
ghi cigli.
secrezione di muco dalla membrana
* Blefarxi - da pxfyapcv blfa- pituitaria.
* Blennosprma - de pxwa blnr-on palpebra e u< xy-o rado - sca-

m-s occhio - infiammazione simultanea delle palpebre e della con-

DI.E

n-a

muco

fam. composte; i cui frutti


sono coperti di pori da cui trasuda
mucosit.
Blennura - da pXeW blnn-a
muco e oupov r-on orina - scolo
d'orina mista di mucosit.
BOLCE - da piakaZ, jitXaxos blax, blak-os massa, gleba, globo
- m. gen. d'ins. col. pent., fam.
p. d.,

lamellicorni; grossi, globosi.

Gen

BUM

14!

e amplia seme - gen. di

2 m.

2 Arme a foglasciar fuoco sulle


navi, torri e macchine d'assedio

e projetta aeroliti.
gia d'asta per
del nemico.

* Bolitbio - da paXi-m? bolt-es


(3io bi-os vita -gen. d'ins.
col. pent., fam. brachelitri; che
boleto e

vivono sui funghi.


*

Bolitcara

boleto e

x*^

da

^wXityj bolit-es

chr-o godo - gen.


fam. brachelitri;

d'ins. col. pent.,

p. d.,fam. cariofillee, gen. saponaria ; i cui fiori sono in massa.


* Bolbcera - da oX6; bolb-s
bulbo e xs'pa kr-as corno - gen.

che vivono nei boleti ed altri vegetali in decomposizione.


* Bolitfago - da froXi-n* bolt-es
boleto e <pp> fg-o mangio - gen.
d'ins. col-, fam. diaperiali; che si
nutrono di boleti imputriditi.
* Bolitfilo - da ptoXtTYic bollt-es
boleto e pt>.i&> fil-o amo - gen.

d'ins. col. pent., fam. lamellicorni;

d'ins. dipt.

colle antenne a foggia di bulbo.


* Bolbochta - da poxSs bolb-s
bulbo e xa ^ ri cht-e chioma - gen.

larve vivono nei funghi.

di

cui

d., fam. ombrellifere;


fanno massa.
da pwXo; bl-os massa
antri -os fiore - st.-gen. di
p.

fiori

Bolnto 5v8o(j

di p. a. , fam. fcee ; composte di


filamenti, tra cui, ad ogni compartimento, un filo pi lungo e rigon-

fam

Blo - da
-

tipularii

|3Xoc

argilla colorata

lici; p. e.

le cui

bl-os

massa

da ossidi metal-

bolo oV Armenia, argilla

ocrosa rossa. 2 m. Pezzo di elettuario officinale che s'inghiotte in

una volta.
* Bolbocdio - da ox bolb-s
Bmbice - da Po[a6e'o) bomb-o
bulbo e xiiov kd-ion pelle, vello ronzo, bombo a. baco da seta (per- gen. di p. m., fam. colchicacee; siano pembeh). 2 m. Gen d'ins.
che hanno una radice bulbosa co- lepid.,fam. bombicidi, tr. bombicii;
il cui tipo era il baco da seta, che
perta da una buccia villosa.
* Bolbstilo - da poxCi; bolb-s da recenti naturalisti venne ascritto
bulbo e otuXcs styl-os stilo - gen. ad altra famiglia. 3 m. Gen. di p. d.,

fio,

a mo'

di bulbo, alla base.

di p. d., fam. composte; il cui stilo


gonfio alla base, qu-isi bulboso.

*Bo letico.

V. Bolto -

ep.

di

acido estratto dai boleti.

Bolto -da fSwXiTrs bolit-es sorta

fam. malvacee; le cui foglie sono


molli

come

seta.

* Bombicidi. V. Bmbice.

*Bombch. V.
d'ins.

lepid.

Bmbice

tr.

fam. notturni ; che


bombicidi e i noto-

di fungo, di gen. incerto (j3iXcs b- comprende i


l-os massa, gleba, globo) - m. gen. dontidi.
* Bombicidi - da ^^l, p6\&di p. a., fam. funghi; la cui fruttificazione copre la parte inferiore xoc bmbyx , bmbyk-os bombice e
etc; id-os
d-os specie , somidel cappello.
""BOLETBIO
BOLETFILO. V. glianza - m. tr. d'ins. lepid., fam.
,

Bolitbio ...., Boli lo (ilo


* Blide - da aXXw bll-o getto -

notturni; simili ai bombici.

meteora ignea,

specie di ape (V.

che talvolta scoppia

Bomblio - da

of*.uXvi

bombyl-e

Bmbo) - m. gen.

SOM

142

fam. tanistomii; che


hanno an tenue pelose, e ronzano.
Bmbo - da peps'u bomb-ojfrepito, ronzo (skt bhambha ala)
- m. gen. d'ins. imenopt., fam.
melliferi ; cos nominati dal ronzio
che producono nel volare.
*Bombmidi - da pou.c; bmb-os
bombo e p.ua my-ia mosca - st.-tr.
dipt.,

d'iris,

d'ins. dipt.,

di

fam. antericeri; sorta

mosche, ronzanti.

Boote - da pot-nis bot-es bifolco


(,3oD{,

o bus, bos bue)

costel-

lazione dell'emisfero artico, vieina


all'Orsa

Maggiore;

cos

denomi-

nata o perch abbia qualche somiglianza con un carro, o perch sia

quasi custode
bifolco

della

dell'Orsa,

mandra;

come

il

detta pure

arctoflace.

BOS

Pnropoc Bspor-os, probabilmente

vocabolo pelasgico. Infatti se ne


trovano le origini nell'albanese. Le
radici che in questa lingua significano tragittare, passare sono tre :
1 bie, da cui (per analogia di lje,

ljesh lasciare) si pud derivare la


forma secondaria biesh, obiosh,
affine a passo (antico slavo ves-ti
trasportare, uscire). 2 Pr, usalo
nell aoristo pr-wfio (affine a mtpu
pir-o , piro passo ; npcs pr-os
passaggio). 3Shk-oia. Colla cora)inazione delle due radici equiva-

enti shk e pr si forma shki-par


gola, stretto passo di monte. Cos,

per

analogia, colla

combinazione

biosh e pr
si crea biosh-pr, b o s-p o r eretto
passaggio di mare; forma ipotedelle radici equivalenti

Borsso - da Popaoios brass-os tica intensiva, ciascuno degli elemembrana che involge il dattero - menti della quale ha il medesimo
m. gen. di p. m., fam. palme.
senso di bosporo; p. e. Pass-o (di
Borborsmo, Borborigmo - da Calais), Far-o (di Messina).- Que(3op&opi&i> borborz-o gorgoglo - ro.
sto nome, che propriamente signirumor sordo che si ira sentire nel- fica qualunque stretto canale di
l'addome per ispostamento di gaz
contenuti nel canale intestinale.
Brboro - da Poo6o/9g brbor-os
fango - m. corpo filamentoso formato dal tessuto cellulare cancrenato nel centro di un foruncolo.

Brea - da

o/so;

r-os

monte

preceduto dal digamma (albanese


neve) - vento di Nord; cos
detto perch viene dai monti, rispetto all'Eliade e all'Italia; onde
in italiano si dice appunto tra-montnna, che significa lo stessodi borea.

vore

mare, si d particolarmente al canale che divide l'Europa dall'Asia


presso Bisanzio, al Bosforo tracio.
Si noti che giovanetto dicesi in albanese baize e che PoSs , /3os bus
bo-s significa bue. Le antiche favole relative a giovanette che passano qualche bosforo (Io, Europa),
o che si gettano in un bosforo (Elle)

e la falsa etimologia di bosforo


(passaggio del bue) sono probabilattribuirsi a quelle for-

mente da

tuite omonimie.
- fT7repo'stiot Yperbr eioi, Yperb- * BOSTRCHIA - da j33ffT/uxoc bsIperborei - rp ypr sopra, al Irych-os ciocca di capelli - gen.
di l e pdpcs br-os invece di opos di p. a., fam. ficee; le cui fronde
r-os monte; popoli che abitano al portano rami distichi o sparsi, divisi
di l dei monti.
in ramoscelli ricciuti, a somiglianza
Bro - da (cp{ bor-s vorace - di ciocche di capelli.
m. gen. d'ins. col. tetr., fam. teneBSTRICO - da Poorpuxc* bstrybrioniti; molto voraci.
ch-os ciocca di capelli - m. gen.
Bosforo - la forma pi antica di col. tetr.. Cam. xilofagi;, che ras-

r-ii

BOT

143

BOT

Somigliano esternamente a ciocche


di capelli crespi di Negri. 2 m. Gen.

cee; formate di globuli gelatinosi


disposti a grappoli.
gobioidi
con
due
lundi pesci, fara.
;
otrillria- da j&Tpu.; btr-ys
ghi bargigli alla mascella superiore. grappolo - gen. di tu ni e, fam. boBotanbio - da ot<xv) botn-e trilliai; il cui carattere principale
erba e |3io; b-os vita - gen. d'ins. di essere riuniti in massa comune,
col. tetr., fam. curculionidi;

nutrono

che

si

di erbe.

Botnica - da
erba - ramo della

botn-e
storia naturale,
che abbraccia lo studio e la conopotavi)

scenza dei vegetali, cio dei loro


organi, funzioni, caratteri, e distri-

quasi a grappoli.

*Botrillidi. V. Bolrtllo.
*Botrllo - da porpuc btr-ys
di tunic, fem. ascitr. botrillidi ; che
hanno aspetto di grappolo.
* Botriocrpa - da porpm; btr-ys
grappolo e xapr; karps frutto -

grappolo -gen.
die composte ,

buzione geografica.
Botnico. V. Botnica - che ap- gen. di p. a. ? fara. fcee; i cui spori
partiene alle erbe, alla botanica. sono disposti a grappoli.
2 m. Che si occupa di botanica ; * Botriocfalo - da po'Opwv b-

che dotto nella botanica.


thr-ion fossetta e paXi kefal- *e* BOTANOMANZA - da pOTcvri bo- sta - gen. di elm. intestinali ; che
tn-e erba e parata manti-a, raan- hanno, fra gli altri caratteri distint-a divinazione - divinazione per tivi, due fossette lunghe e poco promezzo di foglie di piante.
fonde nella testa
che servono da
* Botindero - aa po'Ouvo; bthy- succhiatoi.
,

n-os fossa, cavit e S"s'pvj dr-e collo


*BoTRicERA-da poflptov bthr-ion
- gen. d'ins. col. tetr., fam. cur- fossetta e xspa? kr-as corno - gen.
culionidi; distinti da una fossetta d'ins. emipt. omopt., fam. fulgorii;
distinti da antenne solcate.
al protorace.
Btri - da porpuc btr-ys grap- * BOTRIODNDRO - da Poto; bpolo - m. nome specifico di parec- tr-ys grappolo e evpov dndr-on
chie piante; i cui fiori e frutti sono albero - gen. di p. a., fam. aradisposti a grappoli.
liacee; i cui capitoli florali sono
BOTRCERA - da porpu; btr-YS disposti a grappoli.
grappolo e xs'pa; kr-as corno - gen
Botriidb - da |3oTpu btr-ys
di p. d. t fam. anacardiacee; cui grappolo e efoc id-os, d-os spefrutti sono riuniti in grappolo e ter- cie, somiglianza - m. gruppo di
minati dallo

stilo persistente

che

li

fa apparire cornuti.

echin.; disposti a grappoli.


* Botriomno -da p%ov bthr-ion

fossetta e p.ovo; mn-os solo - gen.


trych-os picciuolo dell'acino nei di elm. intestinali tenioidi; distinti
grappoli - gen. di p. a., fam. felci; da una sola fossetta o succhiatojo.
* BOTRIOPTRIDE - da oTpu; b\e. cui fronde sono disposte in forma
tr-ys grappolo e irrpi;, impilo;
di grappolo,
* Btride - da Corpus btr-ys grajh ptris, ptrid-os felce - gen. ai p.
(iole - gen. di p. a., fam. funghi; a., fam. felci; i cui fiori ariege cui spore sono disposte a grap- giano a grappoli; sin. di elmintostchide.
polo.
* BOTRIPTERO - da poSpicv b* Botridna - da porpu; btr-ys

Botrchio - dim.

grappolo - gen.

di 0oip>xoc

di p. a.,

fam.

D0 "

fi-

llir-ion fossetta

e nrepv pter-n ala

BOT
- gen.

Hi

pent.,fam. carabici ; caratterizzati da ali solcate.


* BOTRIOSPRMA - da Po'6piov bthr-ion fossetta e apipua sprm-a
seme - gen. di p. d., fam. borraginee ; 1 cui semi sono solcati.
* Botrte - daoTpu btr-ys grappolo - min. cadmia che si genera
nelle fornaci del rame, alle cui volte
si trova appiccata a grappoli.
*Botritlla - da poTpu; btr-ys
grappolo - gen. di p a., fam. ceramiarie; i cui frutti hanno aspetto
d'ins. col.

di piccoli grappoli.

Botrtico - da porpus btr-ys


grappolo - che ha forma di grappolo; a grappoli.

*BoTRTiDE-da po'rpu; btr-ys granpolo

- gen. di p. a., fam. funghi


, tr. botritidee ; che portano sporidii subglobulosi e ammassati a forma di grappolo.
Botritidee. V. Botritide.
Btro - da j3o'6pc bthr-os fossa
- borro, burraia; luogo scosceso.
*Botrcefali - da poflpoc bthr-os fossa, cavit e xe^aX; kefsil-
testa- ord. di elm. intestinali apodi;
distinti da fossette pi o meno profonde all'enfiamento cefalico.
* Botrfi - da Porpu? btr-ys grappolo e o<pt? f-is serpe - gen. di p.
d., fam. ranunculacee ; con fiori a
lunghe ciocche e sottili, a guisa di

iporaiceti

serpi.

Bracntemo - da ftaxs brach-ys corto e vOep.ov ntnem-on fiore


- gen.

fam. composte senecionidee ; distinte da fiori pi piccoli, pi corti che quelli dei generi
di p. d.,

affini.

*Bracheltri - da Ppxc Dra ch-ys corto e Xorpov litr-on elitro


- fam. d'ins. col. pent. ; cosi nominata perch tutte le specie che
racchiude, hanno gli elitri pi o

meno

BR4

ch-ys corto e Sxavfla kanth-a spina


-gen. d'ins. col. trim.; che hanno

una piccola spina acutissima vicino


base delle gambe anteriori.
* Brachiaspsta - da ?ax bra-

alla

ch-ys corto e ou;


ionidi;

asps scudo

fam. curcudistinti da scudo corto e

?;en. d'ins. col.

tetr.,

traverso.

* Brachicarpa - da ppax? brach-ys corto e xapTtc karp-s frutto


di p. d., fam. crucifere;
distinte da piccoli semi.

-gen.

Brachicatalctico - dappax^c
brach-ys corto e xaraXYixTixv katalektik-n catalectico (xaraXirYw katalg-o finisco) - verso mancante di
un piede in fine.

* Brachicfalo - da

W;

bra-

ch-ys corto e xs^aXyi kefal- testa ep. di razza d'uomini in cui la mas-

sima lunghezza della testa non oltrepassala massima larghezza di pi


d'un ottavo. 2 Gen. di rett. batracii; che hanno testa molto piccola.
* Brachicridi. V. Brachtcero.
* Brachcero - da ppax; brach-ys
corto e xspa; kr-as corno - gen.
d'ins. col. tetr.,

gonatoceri,

fam. curculionidi
le cui

brachicridi;

tr.

antenne sono pi corte della testa.


* Brachichitne - da
ftax; brach-ys breve e x'fv chitn veste gen. di p. d , fam. sterculiacee ; le
cui foghe sono di corta durata, ca-

dono presto.

*Brachiclado - da &>ax? brach-ys corto e xXSo; kld-os ramo


- gen.

di

distinte da

p.

d.,

rami

Brachicma

fam. composte;

corti.

- da pp*x" bra-

ch-ys corto e xo'fi.75 km-e chioma gen. di p. d., fam. composte asteroidee; i cui frutti hanno un pennacchio molto corto.
* Brachiderti. V. Brachidero.

* Brachidero - da Ppax; brach-ys


corti.
*BttACHiACNTA - da Ppa^b; bra- corto e pin dr-e collo - geu. d'ins.

BRA

coi. tetr., fava, curculionidi, tr.

cbideriti; che

145>

bra

hanno protorace cop-

tissima.

BRA

ch-ys breve e XeVt; Ig-os discorse


-

maniera

di parlare

breve e sen-

tenziosa.

* Brchieltro - da ppa^; braoh-ys corto e Ixurpov lytr-on inte-

gumento - gen. di p. m., fam grarainee; che hanno un calice a due


valve, di cui l'inferiore molto pi

* Brachimnio - da Ppax'o? brach-ys corto e up,v ymn membrana


- gen. di p. a., fam. muschi acro*
carpi

la cui

membrana

sionilo interno

del

pen-

molto corta.

Brachmero

corte.

- da ft>x; brach-ys corto e fAYip; mer-s coscia gen. d'ins. col. tetr., fam. crisomelini; distinti da coscie corte.
* Brachno - da |3pax? brach-ys
corto - gen. d'ins. col. pent., fam.
carabici; che hanno ale cortissime.
* BRACHIOCEFLICO - da Ppaxiwv
brach-on braccio e xpaXr, kefal-
testa - tronco arteriale che nasce
dalla parte anteriore e diretta della
croce dell'aorta.
* Brachiodrmio - da Ppaxv brach-on braccio e Sppa. rm-a pelle
- parte del muscolo pellicciaio che
si porta al membro anteriore del
braccio
* Brachincosi - da ppaxfo>v brach-on braccio e fy)>; nk-os tumore - tumore al braccio.

* Brachigrafa - da pp<*xc brach-ys breve e -ypacp grf-o scrivo arte di scriver presto, in abbre-

ch-on braccio -

corta della superiore.

* Brachiflla. V. Brachifillo -

-gen.

mamm.

di

chiropteri; di-

da ali corte.
* Brachifillo - da Pp*x*><i brach-ys

stinti

eorto e pxxov fyll-on foglia - gen.


di vegetali foss., fam. incerta; caratterizzati specialmente

da

.foglie

cortissime.

* Brachiglttide
ch-ys corto e

da pp ax? bra-

yXcoTTtc,

glott-is, glotld-os

yXtorr(5'cs

linguetta - gen.

composte; con fiori


che hanno qualche somi-

di p. d., fam.

corti

glianza con tante linguette.

* Brachignto - da j3pxJ>s brach-ys corto e paUc? gnth-os mandibola - gen d ins. col. pent., fam.
carabici ; distinti da mandibole

viatura.

* Brachilpide - da px? brach-ys corto e Xews, IntiS^ lep-s,


lepid-osscay/m-gen. di p. d., fam.
asclepiadee; caratterizzale da scaglie corte.
* Brachlobo - da Ppax"? brach-ys
cortoe Xoe; lob-s baccello -st.-gen.
di p. d., gen. nasturzio, fam. cru-

cifere;

*Brachinidi. V. Brachino.
Brachino - da Ppax' 6 "' bram. gen. d'infus
fam. brachionidi forniti di una spe-

caratterizzate specialmente

cie di braccio o

coda articolata.

Brachope - da 3p*x? brach-ys

corto , piccolo e *$ ps occhio gen. d'ins. dipt., fam biachistomii;

con occhi piccolissimi.


- Brachiopdio - da Ppaxfov brach-on braccio e toG? , iro^; pus,
pod-s piede - ci. di moli. ; che
due brachanno, invece di piedi
,

da un baccello cortissimo.
cia carnose, spirali, retrattili.
* Brachlofo - da ppaxc bra* Brachito - da pax<; brach-ys
ch-ys corto e Xo'cptf lf-os cresta
corto e cu;, wt? s, ot-s orecchia
gen.

di

rett. saurii,

pieurodonti

le cui

fam. iguanii

piastre cefaliche

sono piccolissime.
Brachiloga - da ppaxc braiV

Canini,

Dit. Etimol.

-gen. d'ucc, fam.

ululine strigi;

da orecchie cortissime.
*Brachiplpo - vocab. ibi. da
Pp7. brach-ys corto e palpo
distinti

BRA

- gen.

146

fam. brachi-

BRA

fam. curcnda ale cortissime.


* Brachirrnchi. V. Brachirrnco
- tr. d'ins. col. tetr., fam. curcuidem.
*Brachplato - da ftaxc bra- lionidi ; che hanno tromba cortisch-ys corto e icXa-r? plat-ys largo - sima.
* Brachirrnco - da ppx? bragen. d'ins. emipt. omopt., fam. geoch-ys corto e p-yx ? rynch-os becco
corisi di forma corta e larga.
Brachipna - da Ppaxc bra- - gen. di p. d., fam. composte; i
ch-ys corto e ira pn-o respiro - cui frutti terminano in una specie
di becco. 2 Gen. d'ins. em. eter.,
resjiro corto e lento.
* Brachipodini. V. Brachpodo. fam. aradii; con tromba cortissima.
*Brachipdio. V. Brachpodo - * Brachisclide - da ppax"? bragen. di p. m., fam. graminee; che ch-ys corto e oxt'Xoc skl-os gamba
- gen. d'ins. col. tetr., fam. melahanno pedicello assai corto
* Brachiscma - da ppax* bra- somi; distinti da coscie corte e
grosse ; sin. di pachisclide.
ch-ys corto e xo'p.n km-e chioma
*Brachisma - da Ppax? bragen. di p. d., fam. composte; le
cui achene sono terminate da un ch-ys corto e oift sm-a segno,
stendardo - gen. di p. d., fam. pabreve pennacchio.
* Brachpodo - da ppx brach-ys pilionacee podalirie ; che hanno lo
corto e oc, iro; pus, pod-s piede stendardo pi corto delle ali.
- gen. d'ucc, fam. brachipodini;
Brachisllabo - da ppax; bracoi piedi corti. 2 Gen. d'ins. col. ch-ys breve e ouXXa6fi sylab- silpent., fam. curculionidi ; idem. laba - piede formato da tre sillabe
3 Gen. di rett. saurii; con piedi brevi.
* Brachisra - da ft>ax brach-ys
corti e dita rudimentali.
* Brachiptercia - da /spaxc bra- corto e oeip seir-, sir- serie, cach-ys corto, irrtpv pter-n ala e tena - gen. di p. a., fam. ficee diaxcpax(a; koraUas gracculo-gen. di tomee ; che per solito non formano
ucc, fam. baccivoridei ; che hanno lunghe catene.
* Brachistrno - da ppaxs braali pi corte dei generi affini; simili
d'ins.

dipt.

con palpi cortissimi. 2 Gen.


pent., fam. palpicorni;

stomii

d'ins.

col.

{[en. d'ins. col. tetr.,

ionidi; distinti

ai gracculi.

ch-ys corto e erpvcv stro -on sterno


d'ins. col. pent., fam. lamellicorni ; collo sterno non armato

Brachpteri - da ppax; bra- - gen.


ch-ys corto e irrepiv pter-n ala fam. d'ucc. palmipedi; forniti di
ale molto corte.
* Brachiptrige - da ppaxbc brach-ys corto e im'pu!;, impone; ptr-yx, pteryg-os aletta - gen. di p.
d., fam. malpighiacee ; cosi nomirate a cagione della brevit dell'ala
che sovrasta alla samara.
* Brachiptrno - da ppax? brach-ys corto e impva ptrn-a tallone
- gen. d'ucc, fam. pichi; distinti

da

pollice piccolissimo.

Brachptero.

V. Brachipteri -

una punta come i generi affini.


* BRACHISTCRONO - da (SpaxuoTGC

di

brchyst-os, superlativo di

Ppax;
brach-ys corto e xp ovc chrn-os
tempo - ep. di linea curva che un
corpo percorre in un tempo pi
breve che qualunque altra linea.
Brachstoma - da Ppax; brach-ys corlo e <rr&p.a stm-a bocca m. sez. di p. a., fam. funghi, gen.
sferia; che comprende le specie il
cui ostiolo pi corto del ricettacolo.

14?

BRA

BRA

Brachistmh. V. Brackistoma - d'ins. lepid., fam. notturni; che


fam. d'ins. dipt.; la cui tromba volano lentamente.
Bradipi - da pp; brad-ys
corta.
Brachitrso - da ftax? bra- lento e itouc pus piede - fam. di
quali, avendo
ch-ys corto e Tapo; tars-s tarso - mamm. sdentati;
i

gen. d'ins. col. tetr., fam. curcu-

da tarsi corti,
*Brachitrpide - da^pax"? bra-

lionidi; distinti

ch-ys corto e xpo'm;, Tpo'mfoc trp-is,


"trpid-os

carena - st.-gen.

di p. d.,

fam. poligalacee, gen. poligala; di-

carena corta.
* Brachiri - da Ppaxs brach-ys
corto e op ur- coda - tr. di
stinte dalla

crost. decapodi; la cui

coda pi

corta del tronco e senza natatoje


2 (in generale) Nome

all'estremit.

specifico

di

animale che ha coda

pi corta delle specie o dei generi


affini.

Braco - da paxb brach-ys corto


- m. gen, d'ins. col. peni., fam.
sternoxi; corti e grossi.

* Bracceri - da Ppax; brach-ys


xs'pa? kr-as corno - div.
d'ins. dipt. ; che comprende tutti
quelli che hanno le antenne pi
corte di quelle dei nemoceri che
corto e

formano un'altra divisione.


* Bradbato - da ppaSu; brad-ys
lento

bat-o vado, cammino


col. tetr., fam. curche camminano lenta-

e^oi-cita

- gen.

d'ins.

culionidi;

mente.

Bradbeno - da fta&? brad-ys


lento e paivca bn-o vado, cammino - gen. d'ins. col. pent., fam.
arabici; che camminano lentamente.
* Bradicrpo - da ppa>; brad-ys
lardo e apir<; karp-s frutto - ep.
delle piante che producono

frutti

serotini.

* Bradipepsa - da ppa&c brad-ys


Jenlo e wi|>i; pps-is digestione digestione lenta, difficile.
* Bradpete - da ppa$ brad-ys
ieiUo e TUTtt pet-o volo - gen.

le

estremit

lunghe

anteriori pi

delle posteriori,

camminano

assai

lentamente.

Bradporo - da ppa brad-ys


lento e 7vopeuop.at por-u-ome cani'
mino -

m. gen. d'ins. ortopt.,


fam. locustii; che camminano lentamente.
* Bradispermatsmo - da Ppa>

brad-ys lento e 07'pu.a sprm-a seme


- lenta emissione del seme.
Bradte - da j3pa brad-ys
lento - m. gen. d'ins. col. eter.
fam. melasomi; che camminano
lentamente.
* Bradto V. Bradte - gen. d'ins.
col. pent., fam. carabici, che si
muovono assai lentamente.
Brnchie - da Pp*YXlcv brnch-ion
- organi destinali a sottoporre alla
ossigenazione il fluido sanguigno
della

maggior parte degli animali

acquatici.

* Branchfero - vocab. ibr da


(3p*Yxiov brnch-ion branchia e lat.
fero porto - ep. degli animali che
hanno branchie.
* Branchiobdlla - da jBptx 10
brnch-ion branchia e pSeUa bdll-a
mignatta - gen. di aneli
forniti
;

branchie ; simili alle mignatte.


* Branchideli - da Pp-yx^v brnch-ion branchia e ^Xo; dlo-s manifesto - fam. di aneli. i cui organi respiratorii sono visibili al di
di

fuori.

* Branchipodi - da fyrpyrt brnchi-on branchia e tou;, ik^j pus,


pod-s piede - gruppo di crost.

provveduti di organi che servono


insieme alla respirazione e alla locomozione.
* Branchistego - da Ppofyx10

BIU

tilaginoso.

Bhefoctona - da ppp*< brf-os


bambino e xtcvgc ktn-os uccisione
-

148

brnch-ioD branchia e <m-^a stg-o


eopro - cp. della membrana che,
insieme all'apparecchio opercolare
serve alla respirazione dei pesci.
* Branchisteghi. V. Branchistego - divis. di pesci a branchie
libere, coperte da un opercolo car-

infanticidio.

BRO

Briografa -

bry-on

fyev

ila

muschio e fpaqw graf descrizione


- descrizione dei muschi.
* Briologa - da pptiev bry-on muschio e Xefy&s lg-os discorso - trattato sui muschi. 2 Parte della boj
tanica che tratta dei muschi.
Brionee. V. Brinia
Brinia - da Ppu bry-o vegeto ,
abbondo - gen di p. d , fam cucurbitacee, tr. brionee ; di una vege-

Brefotrfio - da Pp<pc; brf-os


bambino e Tps<p*> trf-o nutro - ospi-

tazione rigogliosa.
* Bripside - da ppov bry-on

dove si raccolgono e si nutrono


bambini.
* Brntidi. V. Brnto.
Brento - da pv6c{ brnth-os
orgoglio - m. gen. d'ins. col tetr.,
fam. curculionidi , tr. brntidi;

schio e

zio

il

cui tipo

il

riccio.

Brisside - da

grandi, robusti.

Brexa - da ft^x4* brch-o piovo


- gen. di p. d., fam. brexiacee;
forse cosi nominate per cagione dell'ampio fogliame che ripara dalla

mu-

c<{<t; ps-is aspetto - gen. di


fam. ficee; in apparenza simili ai muschi.
Brsso - da Ppi'dooc brlss-os riccio marino - m. gen. di echin. ;

p. a.,

ppiaao? brss-os

marino e tlSa id-os, d-os


specie, somiglianza - gen. d'echin ;

riccio

simili al riccio.

Brza - da ppifa brz-a segala m. gen. di p. m., fam. graminee;


che non hanno di comune colla segala che la famiglia naturale.
Bricee. V. Bro.
* Brizomnte - da PpiS brz-o
Bro - da Ppufo bry-o germoglio,
abbondo- a. muschio (in gen. pianta dormo (specialmente dopo il pasto)
criptgama). 2 m. Gen. di p. a., e (i.vrtc mnt-is indorino - indofam. muschi acrocarpi, tr. bnacee. vino che pretende arguire dai sogni
* Bribio - da 3pue.v bry-on mu- gli avvenimenti futuri.
schio e Pio? b-os vita - gen. d'ins.
Brizomanza. V. Brizomnte -

pioggia.

*Bi
Jkexicee. V. Brexa.

col

pent., fam. carabici; che vi-

vono sui muschi.


* Brlcara - da ppov bry-on muschio e xoupof** 1 chr-ome godo gen. d'ins. col. pent., fam brachelitri; che si trovano sui muschi.
* Brifila - da ftjucv bry-on muschio e cpf/iw fil-o

amo

gen. d'ins.

arte d'indovinare l'avvenire dai sogni.

* Brocrda - da ppaxc brch-osnodo, laccio - sorta di glosa al


Corpo del diritto romano, che avea
per iscopo di sciogliere i nodi, le
questioni difficili e dubbie. -Seconda
altri Brocrda corrotto da irpw-

fam. notturni; che vivono Tapx '* protarch-a (7rpwToc prt-osmuschi e sui licheni.
primo e px?) arch- principio) ,
* BRiOFLLO-da Ppt bry-o vegeto, come dire opera in cui sono espoabbondo e puXXcv fyll-on foglia - sti principii elementari del diritto.
* Brocrdico. Vi Brocrda - ep.
gen. di p. d., fam. crassulacee; le
cui foglie piantate in terra mettono di questione difficile e dubbia, nel
radici e producono nuove piatile.
diritto,
nella pratica della vita.

lepid.

sui

14

BRO

BROME.

V. Brmo.
Brmico. V. Brmo - ep. del-

formato

l'acido

dall'ossigeno

col

bromo.
* BromDRICO. V.

geno

Brmo

e Idr-

ep. di acido formato di

bromo

- tumore

BRU
alla gola.

2 (secondo al-

cuni autori) Gozzo.

* Broncofona - da Ppo^xo? brnch-os bronco e pwvVi fon- voce suono della voce nelle divisioni
bronchiche esplorate per mezzo dello
stetoscopio.

e d'idrogeno.

Brmio - da fa\LQi brm-os * Broncoplasta - da Ppo'-^oc brnstrepito - sin. di Bacco, V. 2 m. ch-os bronco e i^Xa-crio pltt-o formo
gen. d'ins. col. tetr., fam. criso-

- operazione che ha per iscopo

melini; cbe guastano le

riparare le perdite di sostanza del

viti.

di

Brmo da Ppwjjw; hrmo-s puzza tubo aereo e di guarire le fistole


m. metalloide scoperto nell'acqua- che ne risultano.
madre proveniente dalla cristallizza- * Broncopneumona - da fyyxot
zione del sale marino, e cos no- brnch-os bronco e imu^wv pnuminato a cagione dell'odore forte e mon polmone - infiammazione dei
polmoni, che comincia nella memsgradevole che spande.
Brmo - da PpoW brm-os avena brana bronchica.
- gen. di p. m., fam. graminee, tr. * Broncorraga - da ppo-^oc brnch-os bronco e pipup rgn-ymi
hromee; simili all'avena.
* Bromogino - da P-pp* brm-os rompo - emorragia per i bronchi.
* Broncorra - da Ppo"yx? brnbromo e xuav; kyan-s ciano
corpo ottenuto dalla decomposi- ch-os bronco e ps'<i> r-o scorro zione dell'acido cianidrico o del cianuro d'argento col bromo.

* Bromografa - da Pp^a brm-a


cibo e

-ypa-/)

graf- descrizione - de-

scrizione degli alimenti.


* Bromologa - da Ppwjxa brm-a

flusso mucoso, evacuazione di liquido per infiammazione della membrana mucosa dei bronchi.
* Broncotoma - da Ppo-yx brnch-os bronco e touti tom- taglio
- operazione chirurgica; apertura

cibo e Xc'p; lg-os discorso - trattato sugli alimenti


* Bromologa - da |3po'u.G brm-os

della trachea, o della laringe,

uvena

strumento per operare

(in

gen. pianta graminea) e


- parte della

o di

ambedue questi canali.


*Bronctomo. V. Broncotoma la

bronco-

Xo-ycs lg-os discorso

tomia.

botanica che tratta delle graminee.


* Bromuro. V. Brmo - combinazione del bromo coi corpi semplici.
Brnchi - da Ppo'^xo; brnch-os
trachea arteria - divisioni della trachea arteria che s'introducono nei

* Brontofoba - da ppornfi bront-


tuono e cp'Soc fb-os paura - paura
del tuono e del fulmine.
* Brontologa - da ppov-r^ bront-
tuono e x-yc; lg-os discorso - trat-

polmoni.

nomeni

* Brnchico. V. Brnchi - che

si

riferisce ai bronchi.

Bronchite - da Ppo'-pcos brnch-os bronco - infiammazione della


membrana mucosa dei bronchi.
* Broncocle - da Pr4 ? brnch-os bronco e xviXr, kl-e tumore

tato sul tuono, in generale sui fe-

del tuono e del fulmine.


Brsco - da ppwdxw, ^gptffx
brsk-o, bibrsk-o mangio, consumo
- m. gen. d'ins. col. pent., fam. carabici ; che sono voracissimi.
* Brchidi. V. Bruco.

Bruco - da

j9pux&>

brych-o rodo-

insetto che rode le piante.

2 m. Geo.

BU

150

d*ins. col. tetr., fam. curculionidi,

bruchidi; che rodono i piselli,


ed altri legumi.
Bu - ou - pari, intens. o epitatica, che si premette a molti nomi

tr.

le fave

verbali, e significa grande - elemento del skt. bu-li grande, pu-1


accumulare, pu-r molto (-rcoXs pol-ys mollo),

Bubne -

ripetizione della par-

bu

ticella epitatica o intensiva |3tu

grande - a. anguinaia

glandola,

z Tumore infiammatorio

dei gan-

glii linfatici.

*Bubonocle anguinaia e

xiiXn

pcu6>v

bub-n
-

kl-e tumore

ernia inguinale.

* Bubonocistocle - da Pouwv

bub-n anguinaia

xu<jti

kyst-is

vescica e xtjXyi kl-e tumore - ernia


inguinale, formata dalla caduta della
vescica orinarla nell'inguine.
* Bubonncosi - da pou&bv bub-n

anguinaia
fiezza

o-yxcixrt?

sin. di

BUL

nezia, su cui

il

doge e

la signoria

uscivano dal porto per la cerimonia


simbolica dello sposalizio del mare;
forse cos detta perch anticamente
portasse una gran figura di Centauro alla prora.

Bcero - da Pcu bu part. intens.


e xpa kr-as corno - m. gen. d'ins.
col. e ter., fam. tenebrioniti ; che
hanno antenne grosse e lunghe.
Buclica - da p&uxo'Xe; bukl-os
pastore di buoi, mandriano (pcc
bus bue e xx&v kl-on nutrimento)
- composizione poetica, per lo
pi in forma drammatica, i cui attori sono pastori o bifolchi.
Buclico. V. Buclica - che appartiene alla poesia bucolica. 2 Poeta
bucolico.

Bucrnio - da
xpavtcv kran-on

j3o0 bus bue e


cranio - gen. di p.

d., fam. scrofularinee

2 Testa

sin. i aulir-

bue imitata in
nkos-is gon- istucco, ornamento dei fregi di cortno, V.

di

lonne doriche.

bubonocle.

* Buftalma - da flou bu part. in.


kn-e tromba e puXXcv fyll-on fo- tens. e opflaXp.; oftbalm-s occhio
glia - gen. di p. d., fam. sarraci- - aumento morboso del volume delnee; cos dette per la forma delle l'occhio.
foglie, simile a tromba.
Buftalmo - da po bus bue e
Bucarda - da pou bu part. <p6aXji.? oftlialm-s occhio - gen. di
intens. e xap^la kard-ia cuore
p. d. , fam. composte; cos dette
m. gen. di moli, acefali la nielli- per la forma dei fiori, grandi, a occorni; cosi detti a cagione della chio di bue.
figura cordi forme della conchiglia.
Buglssa - da pc; bus bue e
Bucfalo - da fku bu part. fXuoaa glss-a lingua - gen. di

*BUCANOFLLO - da

uxavr)

by-

p. d., fam. borraginee; le cui fo,


che aveva testa glie hanno forma simile a una lingrande. 2 Gen. di elm. trematodi; gua di bue.
* Buitrica - da pc bus bue e
idem. - (in generale) Ep. di animali
che hanno testa o specie d'enfia- ctTfixr, iatrik- medicina - arte di
mento cefalico grosse iu paragone medicare i buoi.
* Bulbfere - vocab. ibr. da p&xdel resto del corpo.
Bucentro, Bucintro - da 6 bolb-s bulbo e lat. fero porto
Sou bu part. intens. e KeVraupcs Kn- - ep. di piante che hanno bulbi.
taur-os Centauro, nel senso di nave
Bulbillo. V. Bulbo - corpicche porta nei rostri la figura di un ciuolo carnoso all'ascella delle fo-

intens. e xtcpaXi kefal- testa - ca-

vallo d'Alessandro

Centauro - nave da pompa iu Ve-

glie e delle brattee e talvolta

anche

151

BUL

dentro alle logge del pericarpio di


alcune piante.
* Bulbo - da 6oXg bolb-s (skt.
pl accumulare; affine a woxs
pol-ys molto, a p&Xos bl-os bolo,

massa,

a p&u

bu part. intens.)

corpo

grosso, tondeggiante, a strati concentrici,


(liliacee,

al

piede di alcune piante

narcisso ecc.). 2 m.

Bulbocastano - da poxgs bol-

di

p. d.,

Buprste - da
%?rfi<

cie di

il

la cui radice costituita

da

fiele

li

uccideva

pent., fam.

2m.Gen.

sternoxi,

neo a questa sorta

Bulbcera. V. Bolbcera.
* Bulbomana - da |3oxs bolb-s
bulbo e p.avia mana - malattia

non hanno alcuna relazione

stenica delle piante

per cui

si

svi-

lattia

che consiste in una fame ec-

d'ins.

tr.

bu-

prestidi (denominazione data da Lin-

un tubero carnoso.

luppano bulbi entro il pericarpio,


invece di semi.
Bulima - da pou bu part. intens. e >.ip.; lim-s fame - ma-

molto

bus bue e
prth-o gonfio, ardo - a. spescarabeo , che trangugiato infk$

buoi, faceva loro, dicevasi, gonfiare


col.

lifere

sieme coll'erba delle pascioni dai

stagno -gen. di

fam. ombrel-

fam. ombrellifere

spinose.

b-s bulbo e xaoravov kstan-on cap. d.,

- gen.

tens. e wXeup pleur- costa

Nome

di varie parti di corpo che hanno


forma globosa (seno dell'aorta, ganglio del nervo olfattorio ecc.).

BUT

myi-a mosca - gen. d'ins. dipt.


fam. calipterii ; che tormentano
colle loro punture i buoi e le vacche
che pascono nelle praterie umide.
Bupluro - da pou bu part. in-

d'insetti,

che

coll'eti-

mologia del vocabolo).

*Buprstidi. V. Buprste.
Burocrtico. V. Burocraza che forma parte della burocrazia.
2 Che si riferisce alla burocrazia.
Burocraza - vocab. ibr. dal
francese bureau? ufficio e xpa-ro;
krt-os potere - insieme degl'impiegati nell'amministrazione pubblica.

cessiva.

Blimo. V. Bulima - a. fame 2 Sistema, influenza


2 m. Gen. di moli, ga- tici.
steropodi; molto ingordi e vo*Burrnco - da

dei burocra-

eccessiva.
raci.

intens.

Bumsto - da^.u bu part. intens.


e {muit; mast-s mammella - a.

gen.

specie di uva, con acini grossi, tondeggianti. 2 m. Gen. di crost. trilobiti foss., grossi e tondi.
Bumela- da cu bu part. intens
elze
e peXia mel-ia frassino, fr.
- a. grande albero di gen. incerto.
Gen. di p. d , fam. sapotacee.
2

BuojdiA - da

(feu;

bus bue e

jxua

pou

bu

part.

rynch-os becco arrampicatori , fam.

pu-yx ?

d'ucc.

che hanno un becco


;
smisuratamente grande in paragone

ranfastidi

del corpo; sin. di tucano.


* Butomcee. V. Btomo.

Btomo - da (3ou; bus bue e -nph


tom- taglio - gen. di p. m., fam.
butomcee; cos nominale dalle foglie acute e affilate

che feriscono

lingua dei buoi che ne mangiano.

la

152

Cachtico. V. Cachexia - ch' fine di una parola; di voci che era*


2 Affetto di tano o di strumenti che suonano
senza accordo.
cachexia; magro, pallidiccio.
Cachexia - da xax; kak-s cat- * Cacofnico. V. Cacofonia - di
tivo e ilis x-is disposizione, stato suono spiacevole (nel senso di caproprio della cachexia.

stato in cui la nutrizione di tutto

il

corpo manifestamente alterata.

* Cacogalacta - da xax; kak-s

*Cacochila - da xox? kak-s

cattivo e fXa, nfaXaxTc; gia, g-

cattivo e xX; chyl-s chilo - chiliicazione imperfetta per cattiva di-

cofona).

lakt-os latte

- depravata elabora-

zione del latte.

*Cacognesi - da xax; kak-s

gestione o altro.

Cacochima - da xax kak-s cattivo e ftiais gnes-is generae xu P-; chym-s succo, zione, produzione - deviazione oralterazione, depravazione ganica. 2 Formazione di un tessuto

cattivo

umore -

degli umori.

patologico.

afCacografa - da xax; kak-s


cacochimia.
cattivo e f pa<pa grf-o scrivo - vi* Cacocola - da xax; kak-s cat- ziosa maniera di scrivere, omettivo e x<^*i chl- bile - deprava- tendo, aggiungendo lettere o usando
zione della bile.
cattiva punteggiatura.
Cacocraza - da xaxj kak-s
Cacomorfa - da xax; kak-s
cattivo e xpaTo; krt-os governo
cattivo e (jLcpcpi morf- forma - con-

Cacchimo. V. Cacochima -

fetto di

governo cattivo.

Cacodmone

- da xax; kak-s

cattivo e 5at(j.<!>v draon demone, genio - cattivo genio.

Cacodoxa - da xax? kak-s


e &o'i;a dx-a opinione opinione erronea.
CaCOETa. V. Cacote - cattiva
indole, difficile guarigione di una

cattivo

malattia.

Cacote - da

xax; kak-s cat-

tivo e ffcs th-os abito, indole, ca-

rattere-- ep. di malattia di cattiva


indole, invecchiata, difficile da guarire.

2 Mal

abito

(singolarmente)

intemperanza abituale

di parlare o

formazione difettosa, deforme del


corpo o di una parte di esso, come
gibbosit, labbro leporino ecc.

Cacopata - da xax; kak-s cat- m.

tivo e nado; pth-os malattia

malattia di cattivo carattere.


Cacorrtmo - da xax; kak-s caitivo e pu6f>; rylhm-s ritmo - ep. di
polso irregolare nelle sue pulsazioni.
* Cacosclide. V. Cacscelo-m.
d'iris, col. tetr.,

fam. crisomelini;

che non hanno le zampe ben conformate per saltare.


Cacscelo- da xax; kak-s cattivo e axe'Xo; skl-os

d'ins.

col.

tetr.,

gamba-m

gen.

fam. lungicorni;

tivo e cvti fon- voce - spiacevole

che hanrjo gambe deboli, esili.


Oacosfixa - da xax; kak-s
cattivo e affigli sfyx-is polso - polso

aggregato

di suoni, p. e. di lettere,

cattivo, irregolare.

di sillabe

eguali, in principio

di scrivere.

Cacofona - da xax; kak-s

cat-

hi

Cacosma - da xax; kak-s caU

CAC
tko

153

osm- odore - m. gen.


fam. sinanteree che hanno

&Tjj.ri

di p. d.,

CAL

- gen. di p. d., fam. labiate; che


tramandano un odore assai grato;

sorta di menta.
un odore forte e sgradito.
Calamite - da xaXap.G<; klam-os
Cacotima - da xox? kak-s cattivo e Oupc thym-s animo - m. al- canna - m. vegetabile pietrificato,
terazione delle facolt intellettuali. in forma di canna.
Clamo - da xaXap.o; klam-os
Cacotrofa - da xox; kak-s
cattivo e TpocpT) nutrizione - cattiva canna, penna -m. gen. di p. m.,
nutrizione.

fam. palme,

Ccrde - da xaxpu; kchr-ys, o


*i-yxp u c knchr-ys orso o a//ro seme

tezza.

sottili

tr.

calamee; icui fusti

s'innalzano ad una grande al-

2 m. Fossetta angolare

si-

o frutto spoglio del suo inviluppo - tuata sulla parte anteriore del quarto
m. gen di p. d., fam. ombrellifere. ventricolo del cervello; cos chiamata a cagione della sua rassomi*Cactace. V. Cacto
Cacto - da xaxroc kkt-os - a. glianza col becco di una penna temsorta di cardo pungente o di carciofo perata.
Calamodte - da xaXap.cs klaselvatico. 2 n*. Gen. di p. d., fam.
cactacee; cosi dette perch sono m-os canna e uw dy-o penetro gen. di ucc, fam. tordi; che si naquasi tutte spinose.
*Cactrno - da xxto; kkt-os scondono fra le canne
* Calamfilo
da xxap*; klacacto e pvis rn-is uccello - gen.
duce, fam. fringillidi; che amano m-os canna e cpiXs'w fil-o amo gen. d'ucc fam. paridei; cheamano
di stare nei cameti.
Cdmio - da xap.ta kadm-ia
*Calamspiza
da xaXap.cs kkadm-a calamina, ossido di zinco,
vicino
all'acropoli
lam-os canna e <ma spz-a frinscavava
di
che si
Tebe detta Cadmia da Cadmo che guello - gen. di ucc!, fam. frinl'aveva fondata - m. metallo sco- gillidi; che stanno nei canneti.
* Calamxilo - da xaXap.es kperto in alcune miniere di zinco.
lam-os canna e uXc# xyl-on legno *Caladnia. V. Calicadnia.

di stare sopra piante spinose.

Caladie. V. Caldio.
alterato da xaXafoov
k3lth-ion panierino - gen. di p.
m., fam. aroidee, tr. caladie; cos
dette per la forma delle spate.
Calamagrstioe - da xaXap.cs
klam-os canna e S^pwaris, qpwct-iSes grostis, agrstid-os gramigna- gen. dip. m., fam. graminee;
il cui stelo una grossa canna.
*Calamnto - da xaXap.es klam-os canna e Sv6o nth-os fiore
- gen. di ucc, fam. silvani; gra-

Caldio -

ziosi uccelli, che stanno fra

che ne sono, per

le

cos dire,

canne,

il

fiore,

gen. di p. d. foss., fam. cicadee;


che consistono in una canna legnosa.

Calnto - da xax kal s bello


- gen. di p.
m., fam. orchidee; distinte da bei

e av6c; nlh os fiore


fiori

a* aw chal-o
x.
- malattia degii occhi per
rilassamento o altra alterazione
della cornea, per cui gli oggetti si

rilascio

vedono confusamente.
Calstico - da x**" chal-o
rilascio - ep. di rimedio che rilascia, ammollisce le parti tese e dolorose.

l'ornamento.

Calaminta - da
bello, buono e

y-vSr,

xax;

kal-s

mnth-e menta

a ciocche.

*Calasa - da

Caltide - dim. di xaXa6o; k- m. infiorescenza


cui la cima del peduncolo si al-

lath-os corbello
in

CAL

154-

CAL

rica di fiori sessili e circondati

da

* Calcaneo-scafide- vocab. ibr.


dal lat. calcaneum calcagno,

un involucro comune.
*Calatifrme - vocab.

da

oxa(p7i skaf- cavit, e efc; id-os,


d-os specie, somiglianza - ep. del-

arga in una superficie rotonda, ca-

ibr.

xaXaOo; klath-os corbello e f o r m a


- ep. di parte di pianta che ha forma
*

l'articolazione

gno

che unisce

il

calca-

collo scafoide.

CALCANEO - SOPRA -FALNG10 -

di corbello.

Calatforo - da xaXaOl; kala- vocab. ibr. dal lat. calcaneum


porto - calcagno, sopra e <paXa-v? flanx

th-s calatide e ^'pw fr-o

sostegno della calatide.


Calato - da xaXaOo; klath-os
corbello - ornamento a foggia di pa-

falange - muscolo che

dall osso del

calcagno stendesi

seconde fa-

alle

langi dei diti grossi dei piedi.

niere, di corbello, in capo di Giove

CALCANEO- SOTTO -FALNGIO -

Serapide; sin. di modio. 2 Sodo,


forma di corbello o di cesto, che
nelle colonne corintie e composite
posa sopra il collarino, sotto l'abaco, e intorno a cui stanno le fo-

vocab. ibr. dal lat. calcaneum


calcagno, sotto e paXa-yS flanx
falange - muscolo corto flessore

in

comune

delle dita dei piedi.

Calcite- da x*>-*s chalk-s rame


gen. d'ucc, fam. cuculi; che
3 m. Gen. d'ins. col. pent., fam. ca- hanno penne brillanti a vivi riflessi
rabici; cos denominati dalla forma metallici.
di corbello che ha il loro corpo.
Calcodrmo - da x***; chalCalatre - da xaXEw kal-o k-s rame e Sppia drm-a pelle chiamo - messo incaricato di chia- jen. d'ins. col. tetr., fam. curcumare i cittadini dinanzi ai magi- ionidi ; di un colore metallico ora
strati. 2 Messo dei sacerdoti per
)rillante, ora oscuro.
avvertire il popolo di cessare dal
Calcfono - da xk> chalk-s
lavoro durante i sacrifizii. 3 Schiavo rame e <pwv7i fon- voce - ep. di pieincaricato d'invitare i commensali tra che percossa rende suono di
del suo padrone.
bronzo.
Calzio - da xdiaZ* chlaz-a
Calcfora - da xa>*^ chalgrandine - tumore delle palpebre, k-s rame e s'p fr-o porto - m.
piccolo, rotondo, trasparente, che gen. d'ins. col. pent., fam. serrirassomiglia ad un granello di gra- corni ; coperti di colori bronzini e
gnuola.
di rame.
* Calcaneo-astragalio -vocab.
* Calcografa - da x<*>>>>; chalibr. dal lat. calcaneum calcagno k-s rame e 7pa<p grf-o scrivo, in*
astrae da oTpat'YaXoi; astrgal-os
cido - arte d'intagliare in rame.
galo - ep. dell'articolazione della 2 Arte di stampare sopra lamine di
glie e le volute; sin. di

campana.

faccia superiore del calcagno colla

-m.

rame

intagliale (caratteri o figure).

3 Officina in cui s'intaglia il rama


* Calca neo-cubide - vocab. ibr. e si stampa sul rame intagliato.
dal lat. calcaneum calcagno,
Calcgrafo. V. Calcografia xuo kyb-os cubo e eTS'o; id-os, intagliatore in rame. 2 Stampatore
Id-os specie, somiglianza - ep. del- sopra lamine di rame intagliate.
l'articolazione che unisce la faccia
Calcoido - da x*** chalk-s
anteriore del calcagno e la poste- rame e 05 id-os, d-os specie,
riore del cuboide.
somiglianza - m. sp. di pesci, geo.
faccia inferiore dell'astragalo.

CAL
ciprino, fam. ciprinoidi
glie di

155

con isca-

un colore lucido metallico.

* Calcolepdio - da xaXx? chal-

CAL

* CALICADNIA - da xaX'4, xocXuxo calice e <xt,v adn glandola gen. di p. d., fam. composte senecionidee; caratterizzate da un calice

rame e XercL;, Xei7(c;leps, lepd-os squama, scaglia -gen. d'ins. glandoloso.


* CaLICANDRA- da xaXui-, xaXuxos
col. pent., fam. serricorni; il cui
corpo sparso di squame metal- klyx. klyk-os calice e vr.p, vp<;
liche.
anr, amlr-s uomo, fig. stame * Calcopirite - da yjxixk chal- ci. di
p. d.; che comprende tutte
k-s rame e irupn; pyrlt-is pirite
quelle che hanno pi di dieci stami
k-s

si veggono particelle
rame.
* C.ALCOSIDERTE - dax&K? chalk-5s rame e <it&r,poc sder-os ferro -

pirite in cui
di

inseriti sul calice.

*Calicantace, Calicante. V.
Calicanto.

* Calicanto - da xcxu!- , xaXuxcs


min.; fosfato verde di ferro e di klyx, klyk-os calice e v8o;nth-os
rame.
fiore - gen. di p. d., fam. calican* Calcotrichite - da x>>* chal- tacee; che hanno le divisioni del
Api?,
Tptx? thrix, tri calice simili ai petali per colore e
k-s rame e
ch-s pelo, capello - min. ; rame delicatezza.
ossidato in filamenti capillari.
Clice - da xaXul- , xxuxo; k* Cala - da xaX; kal-s bello - lyx, klyk-os (affine a xaXu7rr<>
gen. di p. d., fam. composte; che kl-ypt-o copro, nascondo, a ceproducono fiori eleganti.
1-are ecc., a xaXa6o; kl-ath-os corCalectasa - da xaX? kal-s bello) - invoglio esterno del fiore,
bello e cxTaoi; ktas-is estensione - 2 Vaso da bere (anticamente poco
gen. di p. m., fam. giuncacee; di profondo e circolare, con piede corto
aspetto elegante e molto ramose.
e due anse). 3a. Vaso, specie di ter* Caleidoscpio - da xaxb? kal-s rina, per mettere in tavola alimenti
bello, e5c id-os, d-os forma, ap- caldi e liquidi. 4 a. Tubo di acqueparenza e cxottw skop-o osservo - dotto che metteva capo al tubo prinmacchinetta catoptrica che rappre- cipale e portava l'acqua nelle case.
senta sotto forme belle e regolari 5 m. Sorta di piccoli condotti meme variatamente fra loro accozzati branosi, che abbracciano la circonvarii oggetti informi introdotti ad ferenza dei tubetti dei reni e si
una delle sue estremit.
aprono nella pelvi.
*Calndima - da xaxs kal-s * Calice. V. Caltcio.
* Calcera (invece di Caliccera)
bello e vSupx ndym-a vestito - gen.
d'ins. col. pent., fam.
di

un

malacodermi;

bel color verde, a striscie.

* Calibeato - da

xaXu<p, xaXuo

- da

xaXul-,

xXuxo? klyx, klyk-os


- gen.

calice e xipa$ kr-as corno

klyps, klyb-os acciajo - ep di rimedio in cui entrano delle particelle


di acciajo o di ferro.
C Alibo - da xaXwp, xaXuc klyps, klyb-os acciajo - m. gen.

p d., fam. caliceree; in cui il


calice prende uno sviluppo straordinario, ed ha cinque divisioni cornute e divergenti.
* Caliceree. V. Calcera.
* Calicetto, Calcolo. V. Calie

Vins. col. pent., fam. carabici; di

un

color bruno metallico, color di

acciajo.

di

piccolo calice. 2 Specie d'involucro sovrapposto al calice di un fiore


e pi piccolo ; secondo calice.

OAL

156

* Caliciflri - vocab ibr. da xaai>5, xaXuxc; klyx, klykos calice


e. lat. fi os, fiori s fiore - ord. di
p
d.; che

hanno

comprende

tutte quelle

che

la corolla inserita sul calice.

CAL
di

pedicello, traversato

Xuxc; klyx, klyk-os calice e <mj-

awv stm-on stame - ci. di p. d.,


cui gli stami sono inseriti sul

* Calcino. V. Clice - ep. delle


parti che appartengono al calice di

in

un

calice.

fiore.

un

da
un capitolo terminale, che lo circonda a guisa di un calicetto.
* CaLICOSTMONI - da xaXu, x*
mit

* CaLICTRICO - da xa'Xul;, xa'Xuxo*


Calcio - da xaXuxwv klyk-ion,
dim. di xaXui;, xaXuxcj klyx, kly- calice e 8pi!-, Tjtx? thrlx, trich-os
calice
m. gen. di p. a., fam. li- pelo, capello - gen. di p. d., fam.
cheni, tr. calicee ; i cui sporidii sono mirtacce ; il cui calice composto
contenuti in piccolissime teche, a di sepali sottilissimi.
* Calidrmo - da xaXu$ kl-yx caguisa di calicelti.
* CALICBOLO - da xa'Xu!;, xXuxcs lice e 8?ij.z drni-a pelle - gen. di
klyx, kalyk-os calice e polita bl- p. d., fam. composte; distinte da
I-o getto - gen. di p. d., fam. po- un calice a guisa d'una borsa di
dostemee ; allusione alla caduta pre- pelle.
coce della corolla, che il calice sem*Calidctio - da xax; kal-s
bello e ^(xtugv dkty-on rete - gen.
bra gettar via da s.
* Calicodoma - da yd^l* x*Xl5W s di p. a., fam. ficee floridee; le cui
chlix, chlik-os pietra e &>[/.<* d- eleganti foglie sono composte di una
m-a casa - gen. d'ins. imenopt., rete articolata.
fam. osmiidi; che costruiscono il
*CALIMN1A - da xaXu?;, xstXuxo?
loro nido sui muri con una specie klyx, klyk-os calice e piv ymn
membrana - gen. di p. d., fam.
di cemento durissimo.
* CALICOFLLO - da xaXui;, xotXuxos nictaginee; il cui calice una sorta
klyx. klyk-os calice e epXXcv fyl- di membrana che copre il frutto a
guisa di una bella veste.
1-on foglia - gen. di p. d., fam
* CALIMMAFORO - da xaXuu.fi.a krubiacee; che hanno il calice fogliaceo.
lymm-a coperta e (pepo) fr-o porto
* CALICOGNIO - da xaXui;, xaXuxcs - gen. d'ins. col. eter
fam. collaklyx, klyk-os calice e -/ama go- pteridi
che portano una specie di
n-a angolo - gen. di p. d., fam. copert pelosa.
alimmnii. V. Calimmno.
melastomacee ; il cui calice sparso
Calimmeno - da xaXu^vos kadi peluria appare angoloso.
* CALICOLRE - da x&ug, xaXy- lymmn-os nascosto (xaXirTw kaxcs klyx, klyk-os calice - ep. di lypt-o nascondo) - m. gen. di crost.
fioritura in cui, i pezzi dell'involu- trilobiti foss., fam. calimmenii; il
cro essendo disposti su due file, cui corpo si raggomitola in una
l'esterno copre o circonda solamente palla, in modo eia nascondere la
,

la

base dell'interno, a

modo

di

un

* CaLICOSPRIO - da xfltXug, xa'Xuxos klyx, klyk-os calice e oro'pcs


spr-os seme, sporo - gen. di p. a.,
fam. funghi; i cui organi dflht fruttiiicazioue

sono collocati

all'estre-

membra.
CAL1MM0DNTE - da xaXupip.a k-

divisione delle

calicetto

e <5Sou, movtos
od-s, odnt-os dente - gen. di p.
a foss., fam. folci; la cui fronda

lymm-a coperta

dpntata alla base e alla parte superiore;

che hanno in cima un

CAL
gruppo di capsule

157

stipitate e in parte

coperte dall'orlo del lobo della foglia.

* Clmpero - da xxujipx klyram-a coperta e roipu pir-o, pir-o

CAL

* Caliptracii. V. Caliptra.
CaliptrNTO - da xaXirrpa kalyptr-a opercolo e vdoc nth-os fiore
- gen. di p. d., fam. mirtacee; il

traverso, infilo - gen. di p. a., cui tubo calicinale porta una speCam. muschi aplocarpi; il cui peri- cie di opercolo.
* Caliptrto. V. Caliptra - ep.
stomio formato da una membrana
spugnosa che talvolta si lacera, e di fiore fornito di caliptra.
* Caliptra - da xaXuirrp* kadai cui frastagli si formano sedici

mede- lyptr-a velo ecc. - gen. di molli


gasteropodi-idrobranchi, fam. caxoXu kl-yx liptracii ; distinti da una fascia
calice, imo jp sotto e -pi g terra marginale ad ogni lato del collo.
-gen. di p. a., fam. epatiche; il *CALIPTRDIO - dim. di xoXuirrpa,
cui perianto si sprofonda nella terra. kalyptr-a velo, cuffia ecc. - get
Calpso - da KaXwJw Kalyps di p. d., fam. portulacee; la cui coCalipso, ninfa - m. gen. di p. m., rolla persistente e copre la capsula a foggia di velo, di cuffia.
fam. orchidee.
CLIPTEREE - da xaXuir ka- ^CALiPTRiFRME-vocab. ibr. da
xaXuirrpa kalyptr-a opercolo e fo rm a
lypt-o nascondo - fam. d'ins. dipt.
- ep. degli orfani vegetabili che
i cui bilancieri sono coperti dagli
denti attaccati all'orlo della

sima.

Calipgia - da

elitri.

* Caliptbio - da xaXuimo kalypt-o


nascondo e io b-os vita - gen.

hanno forma di opercolo.


*Calptrio - dim. di

xaXijirrpa

fam. xilofagi; che

kalyptr-a velo, cuffia - gen. di p. d.


fam. violacee; distinte* dal petalo

* Caliptocefalo - da xoXiwctco ka-

inferiore della corolla che si prolunga indietro a mo'di cappuccio o

d'ins. col. tetr.,

stanno nascosti.
lypt-o

nascondo e

xepXifi

kefal-

cuffia tubulosa.

* CALIPTROCLICE - da xaXuirrp*

testa - gen. di rett. batracii; la cui


testa coperta da una specie di

kalyptr-a velo, cuffia e xxol;, xXt>-

scudo rugoso,

xos klyx, klyk-os calice

*CALPTOPE - da
lypt-o

nascondo e

&><]/,

xaXuiro

ka-

ir? ops,

ops
fam.

occhio - gen. d'ins. col.


curculionidi

tetr.,

la cui testa porta

due

lobi che nascondono gli occhi.

p.

- gen di
m., fam. palme; distinte dai se-

pali esterni del calice,

kalyptr-a velo, cuffia ecc. e xapuov

* CalIPTORRNCO - da xaXuirrw ka- kr-yon noce nascondo e pu-pc ? rynch-os


becco - gen. d'ucc. , fam. papagalli ; il cui becco molto arcato
e quasi nascosto fra le penne del

peracee

collo.

p. d.,

lypt-o

concavi, a

forma di cuffia, di cappuccio.


* CALIPTROCARIA - da xaXuTTTp*

un

il

tr. di p.

m., fam.

ci-

cui frutto coperto da

invoglio.

* CALIPTROCRPO - da xaXu?rrpa
kalyptr-a velo, cuffia ecc. - gen. di

fam. composte-senecionidee,

Caliptra -da xaXuirrto kalypt-o il cui frutto inviluppato da una


nascondo - a. velo che portavano grossa buccia.
* C.alisf RO - da xaXu? kl-yx caanticamente in capo le donne per
nascondere il volto. 2 m Membrana lice e ocppa sfyr-a martello - gen.
che inviluppa il pistillo nelle epati- di p. d., fam. rubiacee; il cui calice ha forma di martello.
che e nei muschi.

CAL

158

CAL

* Calissosprio. V. Calicosprio. bellezza e prpuc btr-ys ciocca * Calistegia - da xXo$ kl-yx caSeti, di p. d. , fam. ericacee ; distinte
a bei fiori a ciocche.
lice e <m'7w 8tg-o copro - gen. di
* Callicrpa - da xxxoc kll-os
convolvulacee ; il cui
}i. d., fam.
rutto coperto da un calice per- bellezza e xapr karp-s frutto sistente.

* Calleida - da xaXXo; kll-os bellezza e tl$o; id-us*, d-os forma,


specie- %en. d'ins. col. pent., fam.

gen. di p. d., fam. verbenacee;


che producono piccole bacche eleganti.

Callcera - da wxXXo

kll-os

- m.

carabici; adorni di eleganti colori

bellezza e xpx; kr-as corno

metallici.

gen. d'ins. imenopt., fam. oxiuri;

* Cllia - da xaXXo; kll-os bellezza - m. gen. d'iris, col. pent.,


fam. lungicorni ; ornati di colori
vellutati e metallici.
* Callianssa - da xxxo? kll-os
bellezza e vaaoa nass-a signora gen. di crost. decapodi, fam. talassii; cos nominati per la loro

che hanno antenne eleganti, t m.


Gen. d'ins. dipt. , fam. brachistomii; idem.
* Callcero. V. Callcera - m.
gen. d'ins. dipt., fam. brachistomii;
che hanno graziose antenne.
* Calliclride - da xxxo? kal1-os bellezza

xXt p;

chjor-s che

ha color d'erba - m. gen. d'ins.


*f.LLIANlDA - da xaXXo; kll-OS col. pent., fam. lamellicorni ; d'un
bellezza - gen. di crost. decapodi bel color verde.
macruri, fam. criptobranchidi ; di
CaLLICNMIDE - da xaXXo; kll-os bellezza e xvripi knm-e gamba
forme eleganti.
*Calliai6ra - da xaXXo; kll-os - geu. d'ins. col. pent., fam. lamelbellezza e vstfu anir-o, anr-o rac- licorni fillofagi; che hanno zampe
colgo - gen. di acal. ; cos nominati eleganti.
per la loro bellezza e per essere riuCALLICCCA - da xaXXe; kll-os
niti in numerose torme.
bellezza e xo'xxoc kkk-os coccola * Callintemo - da xxxo; kll-os m. gen. di p. d., fam. rubiacee; il
bellezza e av6ep.cv nthem-on fiore coi frutto una coccola di bello
-gen. di p. d., fam ranuncolacee; aspetto.
che producono fiori eleganti.
CALLICOMA - da xaXXo; kll-os
Callintia - da xoxxo kll-os bellezza e xo'puv) km-e chioma - m.
bellezza e v6o; nth-os fiore - gen. gen. di p. d., fam. sassifragacee;
d'ins. col. pent., fam. malacodermi; alberi adorni di un bel fogliame.
ornati di vaghi e sfoggiati colori, a
GaLLICRA - da xaXXc; kll-OS

bellezza.

guisa di fiori.
* Callispide - da xxxo; kll-os
bellezza e adiri;, oiri&o; asps,
aspid-os scudo - gen. d'ins. col.
tetr., fam. crisomelini; il cui scudo

bellezza e xpo'a chr-a colore - m.


gen. di p. d., fam. composte; cosi

di un bel colore rosso.


* Callistro - da xaXXo; kll-os
bellezza e Sarpov str-on astro - gen.
d'echin., fam. asterie; di belle
forme.
Gallibtra - da xxxo kll-os

gen. d'ins. col. tetr., fam. lungicorni ; che sono coperti di colori
vivi e brillanti.
Callcto - da xaXXo; kll-os bel-

dette dal bel colore dei fiori.

*CALLCROMA - da
bellezza e

xaXXo; kll-os

xp^pA chrm-a colore -

lezza e

ixfl;

di pesci

ichth-ys pesce - gen.

fam. serrani

di vp.ghi

co*

CAL
lori; sin. di anta.

2 m. Gen.

159
di

pesci, fam. siluroidi; di belle forme.

CAL

bellezza e puxpi mikr-s piccolo

gen. d'ins. col. pent., fam. ster-

* Callida - da xaXXo; kll-os bel- noxi; piccoli ed elefanti.


lezza e el&oc id-os, id-os forma,
Callihrfa - da xaXXo? kll-os
specie - geo. d'ins. emipt. , fam. bellezza e [wpcpvi morf- forma - m.
saltellarli; dipinti di vivi colori.

Callidna - da xxxo;

kll-os

bellezza e lvo; dn-os vortice - gen.


d'infus. rotatori ; di forma elegante.

* Calldio - da xxxos kll-os bel-

gen. d'ins. lepid., fam. notturni;


di belle forme e vaghi colori.
* CALLIODNTE - da xaXXoi; kll-os
bellezza e ^oc, Sovto; ods, odnt-os

dente - st.-gen. di pesci, gen.


fam. labroidi; caratterizzati

lezza e cfoc id-os, d-os specie,

scari,

aspetto -gen. d'ins. col. tetr., fam.

dai denti anteriori imbricati a pi

lungicorni

file,

atericeri; le cui
specie esotiche sono dipinte di vivi

a guisa di tegole.
* Callinimo - da xaxxo; kll-os
nome -gen.
di pesci, fam. platicefali; detti di
bel nome, perch chiamansi anche
lire, avendo alle pinne dorsali sette
lunghi raggi che somigliano alle
corde di uno strumento musicale.
Callope - da xaxxo; kll-os bellezza e m op- voce - una delle

colori metallici.

Muse, che presiedeva all'eloquenza

di bell'aspetto.

* Callidrade - da xaxxo? kll-os


e Apu;, Apuane; Drys,
Dryd-os Driade - gen. d'ins. lepid.
bellezza

fam. diurni papilionidi ; eleganti farfalle.

*Callfora - da
bellezza e

<pspo>

xaXXo; kll-os

fr-o porto

- gen.

d'ins. dipt., fam.

*CALLGONO - da

xaXXo; kll-os
gn-y articolazione
-gen. di p. d., fam. poligonacee;
a rami articolati e di bell'aspetto.
Calligrafa - da xxxoc kll-os
bellezza e ^poepu grf-o scrivo, dipingo - arte di scrivere con bella
bellezza e

70'vu

bellezza e ovujmi nym-a

e alla poesia epica.


*

Calliplta - da xxxo*

kll-os

m\m

plt-e scudo - gen.


fam. rubiacee; il cui frutto
contenuto in un'ampia brattea
membranacea, a foggia di cappuccio, di scudo.
forma di carattere; bella scrittura.
Callippla - da xaXXoc kll-os
Callgrafo. V. Calligrafia - bellezza e wirXo; ppl-os peplo - m.
che scrive con bella forma di carat- gen. di ucc., fam. quaglie; di eletere. 2 1. Gen. d'ins. col. tetr., gante aspetto. 2 m. Gen. d'ins.
fam. crisomelini; dipinti di vivi col. tetr., fam. crisomelini; idem.
colori.

Calliloga - da xxxcc

kll-os

bellezza e Xo'^cc lg-os discorso arte di parlare con propriet ed ele-

bellezza e
di p. d.,

*Callipside - da xxxo; kll-os


ctyt; ps-is vista - st -gen.
gen. pelargonio, fam. geraniee; di aspetto elegante. 2 Gen.

bellezza e
di p. d.,

ganza; arte del bel dire.


di p. d., fam. composte; idem.
CALLIMCHIO - da KaXXi|iuxxo$
Callpiga - da xaxxo? kll-os
Kallimach-os Callimaco, poetagreco bellezza e wu-p pyg- natica - ep.
- sorta di verso formato di co- di Venere rappresentata da una stariambi, di un anapesto e di un bac- tua antica che si conserva al pachio, ossia anfibraco; cos detto lazzo Farnese in Roma, in cui sinperch Callimaco l'us nei suoi golarmente quella parte di percarmi.
fetta bellezza.
Callimcra - da xxxo? kll-os * Callipgono - da xxxtc kll-os

CAL

160

pg-on mento,
barba - gen. d ios. col. tetr., fam.
lungiconn; che hanno mento e
belletta e itrrm

mandibole

pelosi.

* Callirripide - da xxxos kll-os


bellezza e pwri;, pwrto; ripis, ripd-os ventaglio - gen. d'ins. col.
pent., fam. sternoxi; caratterizzati
dalle

antenne a forma di ventaglio.

CALLIRRB - da xaXXo;
bellezza e

por,

Oceanina. 2 m. Gen.
scofori.

kll-os

ro corrente - a. ninfa
di moli,

3m.St.-gen.di

p.

di-

m., gen.

amarillide, fam. amarillidee.

*Callsaco - da x*xxo kll-os


bellezza e axos sk-os scudo - gen.
di p. d.

fam. ombrellifere

cos

per
forma del frutto, a
scado.
* Callisuro - da xaXXo? kll-os
bellezza e aaupa sur-a lucertola -

dette

CAL

* CALL1STMONE - da *a>.Xc; kl1-os bellezza e ariawv stmon stame


- gen. di p. d., fam. mirtacee; distinte da eleganti stami.
Callistnia - da xaixxoc kll-os
bellezza e

m. gen.

ofe'v&s

di p.

sthn-os forza fam. vochisiacee;

eleganti e rigogliose.

Callisto - superlativo di xoxbc


- m. gen. d'ins. col.

kal-s bello

pent., fam. carabici; adorni di colori varii e vivissimi.

* CALLISTOLA - da xaXXo; kll-os


bellezza e stoXti stol- ornamento gen. d'ins. col. tetr., fam crisomelini; adorni di vaghi color.
* CALL1TAMNIO - da xaX; kal-s
bello e 8a[i.v< thmn-os cespuglio
- gen. di p. a. fam. fcee floridee;
di bellissimo asptto.

* CALLITUMA - (h xaXXo; kll-OS

gen. di rett. saurii. fam. iguanii


pleurodonti ; di forme e colori ele-

bellezza e Oaaa thum-a maraviglia - gen. di p. m., fam. amaril-

ganti.

lidee; distinte

l-os bellezza e crcpOpa sfyr-a

* Callisfride. - da xaXXo; klmartello


- gen. d'ins. col. tetr., fam lun-

lezza e

che hanno le
mollo lunghe, sot1
tili e ali estremit gonfie e pelose.
* CallSIA - da xa/Jus kll-os bellezza - gen. di p. m., fam. commelinee ; cbe si distinguono per la

ganti e di splendidi colori.

bellezza delle loro foglie.

gen. di mainm. quadrumani; specie di scimie che hanno bellissimo

gicorni;

zampe

eleganti e

di dietro

Callista - superlativo di xax;


m. sin. di erica, di

kal-s bello -

aylaja; piante che si distinguono


per la forma vaghissima delie foglie e dei fiori.

da bellissimi fiori.
* Callita - da xaXXo; kll-os bel9e'a tha vista - gen, d'ins.

lepid.,

fam. diurni; di forme ele-

Calltero

- da xaXXo; kll-os
bellezza ereps'o) ter-o foro - gen.
d'ins. col. pent., fam. teredili; grache forano il legno.
CallItrica. V Calltrico - m.

ziosi insetti,

pelo.

* Callitrichine. V. Calltrico.
Calltrico - da xax; kal-s
bello e 8p, rpt/?

thrx,

trich-s

Callistchide - da xax; kal-s pelo, capello- m. gen. di p. d.,


m. fam. callitrichine; di bell'aspetto e
gen. di p. d., fam. papilionacee ; con lunghi stami. 2 m. Gen. di
i cui fiori sono vaghissimi e dismoli, dimiarii, fam mitilacei forposti a spiga terminale.
niti di un muscolo linguiforme con
* Callstefo - da xxxo; kll-os cui filano il bisso. 3 w. Gen. di p.
bellezza e ot^w stf-o corono - gen. d., fam. conifere; di bell'aspetto e

bello e amynji; stch-ys spiga -

di p. d., fam. sinanteree; cos dette


dai bellissimi fio ti disposti a corona.

ramose.

Calljpeda - da

xatxxc? kll-os

CAL

bellezza e naie, at^? ps,

161

pe-

CAL

*CALBATA-da

xXov klon le-

d-s fanciullo - jnodo di procreare

gno, trampolo e |3atv&> bn-o cambei fanciulli.


mino - gen. d'ucc, fam. cuculi;
* Cali ixna - da xxxoc kll-os che corrono saltellando. 2 Gen.
bellezza e $evo xn-os straniero - d'ins. dipt., fam. atericeri; ossergen. di p. m., fam. smilacee; ele- vabili per il loro modo di cammiganti, esotiche (delle isole Ma- nare elegante e misurato.
Juine).
*Calobtria - da xaXc kal-s
* Calligrafi de -da xxxo; kll-os bello e po'rpu; btr-ys grappolo bello e -ypacp grf-o scrivo - sp. di gen. di p. d., fam. ribesiacee; i cui

m., gen limodoro, fam. orchi- frutti formano eleganti grappoli.


dee ; in cui il labbro della corolla ha
*Calocmpa - da xx? kal-s
segni ebe somigliano a lettere.
bello e xafj.7tn kmp-e larva - gen.
* Callmii - da xxx kll-os bel- d'ins. lepid., fam. notturni; le cui
lezza e (m>c mys topo - fam. di larve sono ornate di vaghi colori.
maram. roditori; che comprende il Calocfalo - da xaX; kal-s
genere chinchilla ed altri topi di bello e xetpaXri kefal- testa - gen.
forme eleganti.
di p. d., fam. composte; i cui frutti
* Callomia - da xXXoc kll-os bel- portano in cima un grazioso penlezza e r *. my-a mosca - gen. nacchio.
* Calcera - da xax; kal-s bello
d'ins. dipt., fam. atericeri; sorta
di mosche ornate di colori vivi e di e xpa; kr-as corno - gen. di p. a.,

p.

strisele argentine.

* Callopilforo - da xxxo?
l-os

kl-

bellezza, irXo$ pl-os cappello

fam. funghi bissoidi; che crescono


parassiti sopra gli alberi, a guisa
di eleganti cornetti.

* Calchilo - da xoX; kal-s bello


e <pe'po> fr-o porto - gen. di polipi;
che hanno una specie di opercolo o e x"* chil-os, chl-os labbro cappello di bella forma.
gen. di p. m., fam. orchidee; le
CaLLOPSMA - da xaXXwiciSw kal- cui corolle hanno due eleganti pelopz-o adorno - m. gen. di p. d., tali a forma di labbro.
* Caloctta - da xax; kal-s bello
fam. genzianee; di bell'aspetto, con
fiori eleganti.
e xirra kitt-a gazza - gen. d'ucc,
* Callorrnco - da xaXXo; kll-os fam. gazze; di colore azzurro e con
bello e pimoc rynch-os becco - gen. una lunga coda.
di pesci, ram. selacii; il cui muso
Calocldta - da xax; kal-s
guernito di una lunga ed elegante bello e xXo; kld-os ramo- gen.
appendice carnosa.
di p. a., fam. ficee floridee; di* Callstoma - da xxxo kll-os stinte da fronde di forme elegantisbellezza e orop-a stm-a bocca - gen
sime e sfoggiati colori.
* Calcomo - da xax; kal-s bello
d'ins. dipt., fam. tanistomii; in cui
gli orli dell'apertura della bocca sono e xo'|i.v) km-e chioma - gen. d'ins.
coperti di una lanugine argentea.

*Callna

- da xaxxv kallyn-o

abbellisco, pulisco, scopo - gen. di


p. d., fam. ericacee; cos dette o
perch coprono ed abbelliscono

col. tetr., fam. lungicorni; distinti


da antenne di forma elegante.
*Calocrto - da xaX? kal-s
bello e x P TC chrt-os erba, fieno gen. di p. m., fam. graminee;

squallide lande, ovvero perch ser-

piante erbacee che

vono a

ganti.

fare scope.
li

Canini,

Dix. Etimol,

hanno

fiori ele-

CAL

162

Calocra

CAL

- da xaX? kal-s bello


e xp a chr-a colore - geo. d'ins.

tr.

col. pent., fara. carabici; adorni di

* Calofiti - da xoX; kal-s bello


e purv fyt-n pianta - ci. di p. d. ;
che abbraccia le rosacee, le pomacee, le amigdalee , le papilionacee
ed altre d elegante aspetto.
* Calofsa - da xaX; kal-s bello
e <pO<ra fys-a bolla - gen. di p. d.,
fam. melastomacee; il cui calice
arieggia ad una bolla, ad un'am-

sfoggiati colori.

Calocrma -

da xaxc kal-s

bello e xp*|** chrm-a colore - geo.


d'ins. col. pent., fam. malacodermi;

ornati

di.

bei colori.

* Calodema - da xax; kal-s bello


e &{ja( dra-as corpo - gen. d'in,
col. pent. , fam. sternoxi ; di un

verde dorato, con macchie purpu*aX; kal-s


bello e a'v&pov dndr-on albero -gen.

fam. diosmee; distinte

lu<

cte, grandi, eleganti.

polla.

Calogero - da **x? kal-s buono

ree sul corsaletto.

*Calodndro - da

che hanuo foglie

calofillee;

1-efHv

gr-on vecchio - sin.

di

mnaco.
*

Cangino -

da xox; kal-s bello


da un fusto elegante, ovali e lucide e yrrh gyn- donna, fig. pistillo gen. di p. d., fam goodeniacee;
foglie e vaghi fiori.
* Caldera - da xXo? kal-s bello che hanno il pistillo di una forma
e Stpvi dr-e collo - gen. d'ins. col. curiosa ed elegante.
pent., fam. brachelitri; il cui proCalognto - da.xox? kal-s
torace coperto di finissima pe- bello e frodo? gnth-os mandibola di p.

d.,

luria.

* Caldrio - da wxx? kal-s bello


e &puov dry-on arboscello - gen. di
p. d., fam. meliacee; arboscelli

gen. d'ins. col. eter.. fam. melasorai ; eleganti e forniti di mandi*


bole molto sviluppate.

* Calomecone - da xaX kal-s


bello e (xyxwv mkon papavero da *aXo kal-s st.-gen. di p. d., fam. papaveracee,
*Caldromo
bello e ^po'jAoc drm-os corso - gen. gen. papavero; distinte da fiori eled'ins. tetr., fam. curculionidi; che ganti.
* Calomelano - da *ax; kal-s
corrono rapidamente.
* Calfaga - da xax; kal-s bello bello e piXac, pixavo; mlas, mlae cpaxri fak- lente - gen. di p. d., n-os nero - min. ; protocloruro di
fara. lotee galegee; eleganti e il mercurio cos detto perch in con
cui legume simile alla lenticchia. tatto cogli alcali puri prende un bel
* Calfane - da *aX; kal-s bello color nero.
e cpav) fn-e torcia - gen. di p. d., Calomicp.o - da xax? kal-s
fara. acantacee; eleganti e con fo- bello e [i.ixfc mikr-s piccolo - gen.
eleganti.

glie dritte, lunghe, sottili, a guisa

d'ins. col. tetr.,

di torcie.
* Calofena

piccoli

- da

jcoX kal-s bello

- gen. d'ins.
fam. carabici; adorni

cpatvu fn-o brillo

cui.

pent.,

di splendidi colori.

*Calofille. V. Calofillo.
*Calofllo - da xaXo? kal-s
- gen.

bello e qwXXOT fylkra foglia

di p. d., fam. clusiacee-guttifere

fam. crsomelini ;
ed eleganti.
Clmmato
da xaxc kal-s

bello e

op.;jui,

5(ApAToc

mm-a, m-

mat-os occhio - gen. d'ins. apt.


fam. aracnidi; distinti da otto occhi.
Calopdio. V. Calpodo - m.
spata delle piante aroidee; che aneggia nella forma ad un piede.
Calpodo - da *ax$ kal-s Ullo

GAL

CAL

163

c^; pus, pod-s piede -m.


gen. d'ins. col. eter., fam. stenelitri; forniti di zampe sottili ed ele-

iccSc

pent., fam. carabici; distinti


da bellissimi colori metallici.
col.

* Calospza - da xax; kal-s bello


<rmi> spz-a fringuello - gen.

ganti.

*Calopgono - da

xax; kal-s

ff<-ffa>v pg-on mento, barba


gen. di p. m., fam. orchidee; i
cui eleganti sepali hanno il labello
barbuto nella sua parte media.
*Calptero - da xax; kal-s

d'ucc, fam.

fringillidi;

di

forme

hello e

graziose, di bei colori.

* Calostmma - da xax? kal-s


bello e dTeijLjxa. stmm-a corona gen. di p. m., fam. amarllidee; in

bello

e Tapv pter-n ala - gen.

d'ins. col. pent., fam. serricorni;

cui la gola del calice guernita di


un'elegante canna tubulare.

*Calostgma - da xax;
bello e

carabici; idem,

boscelli

*Caloptlio - da xax
bello e

irri'Xcv ptl-on

kal-s

piuma -gen.

d.,

, fam. composte ; la cui achena


porta un pennacchietto piumoso.
* Calorimetra. V. Calormetro parte della fisica che ha per oggetto la misura del calorico libero.
Calormetro - vocab. ibr. da

e pirpov mtr-on misura strumento proprio a misurare la

calore

quantit di calorico specifico che


contiene un corpo.

da stigmi molto

distinti

sviluppati.

Calta- da xaXoTri;

di

p. d.

kal-s

rri-^fta stigma - gen. di p.


fam. asclepiadee; graziosi ar-

che hanno le ali ornate di vaghi colori. 2 Gen. d'ins. col. pent., fam.

kalt-es bel-

lezza - m. gen. di p. d., fam. composte asteroidi ; eleganti arboscelli.


*Calotmno - d xaX kal-s
e Capo; thmn-os arbusto,
cespuglio - gen. di p. d., fam. mirtacee; distinte da vaghi fiori e bel
fogliame.
* Calotca - da xaX? kal-s bello
thk-e teca - gen. di p. m.,
e

bello

Hm

fam. graminee; i cui semi hanno


* Calrni - da xax; kal-s bello un ricettacolo di forma elegante.
opvi<; rn-is uccello - gen. d'ucc, * Calotorce - da xax? kal-s
fam. tordi; di forme eleganti.
bello e Owpd-, fopaxo; thrax, th* Calorrnfo - da xaxs kal-s rak-os torace - gen. d'ucc, fam.
bello e afwpoc rmf-os becco, rostro
- gen. a'ucc, fam. barbati; distinti

da un becco

forma elegante.
Calosnto - da xax; kal-s
bello e vOoc nth-s fiore - gen. di
p. d., fam. bignoniacee ; che hanno
grandi e vaghi fiori porporini.
*CALOSURA - da xaX; kal-s
di

bello e occupa sur-a lucertola - gen.


di rett. saurii, fam. lacertii; pic-

cola lucertola di belle forme.


* CALSMA-da xax; kal-s bello,
buono e oti osm- odore - gen. di
|. d., fam.stiracee; da cui si trae
il benzoino, sostanza balsamica.
* Calosoma - da xax; kal-s bello

cupa sm-a corpo - gen.

d'ins.

colibr; adorni

il

petto di vaghis-

simi colori.

* Caltrica - da xoX kal-s bello


e

8pl5, Tptx? thrix, trich-s

capello,

filamento -gen. di p. a., fam. ficee


oscillane; i cui filamenti formano

nappe eleganti, di varii colori.


* Calotrpide - da xaX; kal-s
bello e Tpius, Tpowi^o; trpis, tr-

pid-os carena - gen. di p. d., fam.


asclepiadee; distinte da bellissimi
fiori, a carena.

* CalpAndria - da xa'Xmn klp-ft


urna e vr,p, vp; anr, andr-s
uomo, fig. stame - gen. di p. d.,
fam. meliacee
riuniti in

in cui gli

forma

stami souo

di urna.

CAL

Calta -

alterato da xa'Xafe;

164

CAM

k- volta - m. gen.

d'ins.

col.

tetr.,

lath-os corbello - gen. di p. d., fam. fam. curculionidi ortoceri, tr. caranuncolacee ; cos dette per la for- marolidi; gibbosi, fatti a volta.
Camarrnco - da xawapa kama dei loro fiori, a corbello.
Camalente - rtaxa^iXeuv, x*- mr-a volta e p7x; rynch-os becco
jMi&vTo; chamelon, chamelon- - geo. d'ucc, fam. fringillidi; dit-os (xapit; chamel-s basso, stri- stinti dal beceo arcato.
Camerlano - da x*^* cham
sciante - xap-a cham basso, terra

terra; pers.

aim
di

macht-dan,

irl.

mag- a

strisciare inversione) - gen.


saurii, fam. camaleonii.

reti,

2 Uomo che cangia spesso

di opinioni , di partito , di maniere ; a


guisa del camaleonte, la cui pelle,
secondo cir pi o meno tesa, appa-

risce di vario colore.

3 m. Cama-

terra e PaXavo; blan os

ghianda

- gen. di p. m., fam. aroidee;


molto basse e le cui radici sono globulose, a foggia di ghianda.

Camecraso
basso e

jts'poMrc;

da

x^ "

cham

kras-os ciliegio

sp. di p. d., gen. caprifoglio, fam.


caprifoliacee ; molto basse e il cui

frutto o bacca rossa somiglia ad una


che prende dif- piccola ciliegia.
- Altra etimologia;
Cameciparsso - da x*,"-8 chabasso e Mtapuaffo; kyprysX<xpAiXo>v chamelon potrebbe es- m
sere un'alterazione del persiano s-os cipresso - sp. di p. d. , gen.
qalam un (q a mal un) cama/eonte. santolina, fam. composte; che soLa radice kal, kh al signi (Ica me- migliano a piccoli cipressi.
Camedfne - da xa P- at cham
scere, variare; arabo klil, pers.
khala, skt. kalana macchia; basso e ^epwi dfn-e alloro - sp. di
d., fam. lauracee, gen. alloro;
khalis
mistura
di
due
co
p.
Siers.
ori, uccello di due colori; ar. molto basse.
Camedor - da x a p-" cham
klialtt misto; e arm. muyn co-

leonte minerale; min.; permanga-

nato di potassa,

ferenti colori.

basso e Sopu dor-y asta

lore.

(.amara - da ftxpuxpa kamr-a


m. frutto membranoso composto di due valve saldale insieme,
che racchiudono uno o pi semi
volta -

attaccati all'angolo interno.

*Camaria
volta

-gen.

stenelitri

- da

eli e

kamr-a

a volta.
- ep. di
caratteri della c-

gibbosi,

*Camrio.
frutto

jcajjuxpa

d'ins. col. eter., fam.

ha

V.
i

fatti

Cmara

mara.

Camrosi - da *ap.apa kamr-a


m. specie di frattura del cra-

volta -

nio, per cui, rialzati alcuni pezzi di

osso, rimanendo gli altri depressi


o al loro luogo, appare una maggiore convessit in fuori.
* Camartidi. V. Camarto.

Cauarto - da xa^apa kamr-a

m.,fam. palme;
alzano di raro
metri.

- gen. di
p.
cui fusti sottili s

al di l di

due o tre

Camdrio - da ype cham basso


e p; dr-ys quercia - sp. di p. d.,
fam. labiate, gen. teucrio; che non

passano per
piede,

solito l'altezza di

mezzo

e le cui foglie somigliano

quelle della quercia.

Cam eginstra xafjia! cham basso


*

vocab. ibr. da
e

ginestra -

sp. di p. d., gen. ginestre, fam.

pa-

pilionacee; umili pianticelle.

*Cameride - da x a P- a cham
basso e

tpi;, rpt&; r-is, rid-os iride


di p. m., gen. iride, fam. iridee ; che si tengono terra terra.
* Camelrio - da x*p-* cham-

- sp

basso e

Xetptcv lir-ion, lr-ion

giglio

165

CAM

gen. di p. m., fam. colchicacee;


che assomigliano ad un piccolo gi-

CAM

* Camerrafide - da
basso e p? ?,

xajAal

cham

popt$o<; raf-s, rafid-os

ago - gen. di p. m., fam. gramiCamela - da xa H-a ' cham nee; molto basse, e che hanno in
basso e Xaux el-a olivo - gen. di cima una setola lunga, a somip. d, fam. con naracee; molto basse, glianza di un ago da cucire.
* Camerrdo - da x*!**' cham
e i cui semi rassomigliano ad olive.
Cameluca - da xa {* cham basso, a terra e p&'Sov rd-on rosa
basso e Xsux; leuk-s bianco gen. -gen. di p. d., fam. rosacee; che
di p. d., fam. mirtacee; molto si tengono terra terra.
* Camrrope - da x a P-* cham
basse e con foglie bianchiccie come
basso e p rp-o tendo - gen.
quelle del pioppo.
di p. m., fam. palme; che hanno
*Cameline. V. Camelno.
*Camelno - da x*^ " cham di raro pi di quattro o cinque mebasso e Xtvov ln-on lino -gen. di tri d'altezza e spesso appena s'inglio.

p. d., fam. crucifere, ir. camelinee;


molto basse, e il cui fusto si ma-

nalzano sul suolo.

*Camesura - da xap-o cham


basso e capa sur-a lucertola come lino.
CAMELOPRDO - da xa(j.nXo<; k- gen. di rett. saurii; di piccole di-

cera e

si fila

mel-os cammello e irpSaXi; prda- mensioni.


* Camestfano - da x*p cham
pantera - gen. di raamra. ruminanti cos detti perch la loro basso e (rodavo; stfan-os corona testa ha qualche somiglianza con gen. di p. d., fam. sinanteree; cosi
quella del cammello, e il pelo nominate per la piccolezza dei fiori
sparso di macchie come quello della componenti la loro corona ossia il
raggio.
pantera; sin. di giraffa.
*Camemro - da xapax cham * Camza - da xaf cham basso,
basso e uo'pov mr-on gelso - sp. di a terra e l^opti zome siedo - gen.
d'ucc, fam. formichieri ; che stanno
p. d., gen. rubo, fam. rosacee;
molto basse, e il cui frutto somi- sopra rami bassi e nidificano a
glia a quello del moro.
terra.
* Camefuca - da x*^*
cham * Camomilla - da xa p-< cham
basso e raujovi puk-e pino - sp. di basso e p.yjXcv ml-on melo - gen.
p. d., fam. cinarocefale; di umile di p. d., fam. composte; che ebfusto e con foglie simili a quelle bero questo nome per il loro odor
1-is

del pino.
'

-gen.

icXcctowg; pltan-os

di p. d.,

platano

fam. caprifoliacee

nominate per la loro piccolezza e per la somiglianza delle loro


foglie con quelle del platano.
cos

Camerstoma - da

mr-a volta e
-

pomo e per la loro piccolezza.


* Camrghide - da
x*^ " cham
basso e pxi;, px^oc rcn-is, rchid-os orchide -gen. di p. m., fam.
di

Cam epltano -da x a p- a cham


basso e

ctou.0,

parte anteriore del

xap.pa

orchidee ; di piccole dimensioni.


* Campecopa - da xajxTWi kamp-

curvatura e

ka- gen.

stm-a bocca
corpo degli

xcir;

lama -

fam. sfero-

mii unguiculati; distinti dall'appendice posteriore del ventre formata

lama esterna allungata

aracnidi, che forma una specie di

dalla piccola

volta sopra gli organi della masti-

e curva.
* Campfaga - da

cazione.

kop-s

di crost. isopodi,

xaumi kmp-a

166

CAM

CAM

larva d'insetto e ^pafyi fg-o mangio - gen. d'ucc. passeri; che si


nutrono di larve d'insetti.
* Campfilo - da x^u-mi kmp-e
larva d'insetto e ^tXm fl-o amo gen. duce, fam. pichi ; che sono

* Campilodntio - da xac|J.irXc|
kampyl-os curvo e e>5, ^vtoj
ods, odnt-os dente - gen. di p.
a., fam. briacee; caratterizzate da

ghiotti di larve d'insetti.

* CAMPILFITO - da xap.irXc<; kampyl-os curvo e porv fyt-n pianta ep. delle piante in cui la parte superiore della corolla obliquamente
piegata, e per solito a spirale, prima

*Camptera - da xaf/.irw kmp-e


larva d'insetto e 0r,p thr cacciatore
-gen. d'ucc, fam. pichi; che danno
la caccia alle larve d'insetti.

denti

lanceolati

curvi

al peri

stomio.

* Campichta - da x|n kmp-e


larva d'insetto e x,a.im cht-e chioma

di sbocciare.

-gen.

pyl-os curvo e

* Campilmiza - da xaprcuXo; kampC&> myz-o succhio


- gen. d'ins. dipt., fam. tipularii;
le cui larve sono pelose.
* Campilnto - da xa^uXo? kam- caratterizzati da una tromba curva.
* CAMPILORRNCO - da xap.TruXos
pyl-os curvo e 5v6o; nth-os fiore geo. di p. d., fam. scrofularinee ; kampyl-os curvo e pu^x. ? rynch-os
distinte da fiori curvi.
becco, rostro - gen. d'ucc, fam.
* Camplipo - da xapjrxo; kam- pichi ; distinti da un becco curvo.
* Campilsomi - da xa|jnnjXo; kampyl-os curvo e iro?, pus piede d'ins. col. peni., fam. Iamel- pyl-os curvo e aujxa sm-a corpo f;en.
icorni; i cui tarsi sono lunghi e ord. di moli, cirripedi; che comcurvi.
prende quelli che hanno il corpo
* CaMPILIRRNCO - da xa|AirXo; flessibile.
* CAMPILOSPRMEE - da xa[i.irXoc
pu^o;
rynch-os
curvo
e
kampyl-os
becco ,rostro-$en. d'ins. col. letr., katppyl-os curvo e <nrlp(ia sprm-a
fam curculionidi ; che hanno trom- seme - div. di p. d., fam. ombrellifere; che comprende quelle in
ba curva.
Campilo - da xap.iu>Xo kampy- cui Torlo del seme si ripiega dal
l-os curvo
m. gen. d'ins. col. lato interno.
pent., fam. sternoxi; curvi, gibCAMPILOSTCHIA - da xapwniXcs
bosi.
kampyl-os curvo e <rraxu stch-ys
* Campilcelo - da xapwnixoc kam- spiga - jjen. di p. d., fam. stilbapyl-os curvo e xoiXia koil-a, kil-a cee; distinte da spighe curve.
* Campi lotca - da xa^wixos kamventre - ep. degli infusorii il cui canale intestinale presenta delle curve. pyl-os curvo e Ot.xyi thk-e teca * CAMP1LCHILA - da xap.7ruXo gen. di p. d., fam, composte; cakampyl-os curvo e x E Xc chil-os, ratterizzate da un involucro comchil-os labbro - gen. d'ins. lepid , posto di foglie oblunghe, elliptiche,
fam. notturni; distinti da labbro curve.
* CAMPILOTRPIDE - da xa|//nruXe
curvo.
* CAMPILOCLNIO - da xap/jruXoc kampyi-os curvo e Tpo'wic, rpoiriSoc
kampyl-os curvo e xXiwi kln-e letto, trpis, trpid-os carena - gen. di
fig. ricettacolo - gen. di p d., fam.
p d., fam. leguminose papilionacomposte; che hanno i fiori inseriti cee; distinte da una carena curva.
* CAMPILTROPO - da xapiriiXoc
sopra un ricettacolo leggermente
curvo e quasi emisferico.
kampyl-os curvo e roi-na trp-o volgo
d'ins. dipt., fam.-atericeri

'

.CAM

ep. di

seme

167

in cui l'ovulo svi-

- gen.

C1N
d'ins. tetr., fam. curculio-

luppandosi si curva in modo che


la sua sommit si avvicina alla sua
base.

nidi

dietro.

sternoxi

gonatoceri; la cui tromba


curva.

* Camptosclo - da xxpimt kamp* CAMPSiRA-da *a|4<>; kamps-s t-s curvo e axs'Xoi; skl-os gamba curvo e cupa ur- coda - gen. d'ins. gen. d'ins. col. pent., fam. carabici;
col. eter., fam. stenelitri; che hanno distinti da zampe curve.
* Camptosma- da xapirns kampla coda curva.
* Campsodctilo - da xajju|s t-s curvo e o-npx sm-a stendardo
kamps-s cocodrillo e oxtuXoc dk- - gen. di p. d., fam. leguminose
tyl-os dito - gen. di rett. saurii, papilionacee ; che hanno stendardo
fam. scincoidi; che hanno per ca- curvo.
* CAMPTOSTRNO - da xafrr
rattere distintivo, come il cocodrillo ,
cinque dita alle zampe kampt-s curvo e crrepvov strn-on
dinanzi
e quattro a quelle di sterno- gen. d'ins. col. pent., fam.
;

il

cui sterno obliquo e

* Cam pstrico - da xa^; kamp- curvo.


* Cnape - da xawat<; knnab-is
6p|, rptx? thrx, tri
ch-spelo, capello -gen. di p. a., (xawa canna ; skt. kanapa frecfam. nmghi bissoidi; i cui filamenti cia) - gen. di p. d., fam. orticas-s curvo e

sono curvi e tortuosi.


Cmpta - da xafxitTd) kmpt-o
curvo - m. gen. d'ins. col. pent.,
fam. clavicorni; di forma curva,
gibbosa.

* Camptcero - da xapwrr? kampt-s curvo e xpa< kr-as corno gen. d'ins. col. tetr., fam. xilofagi;
che hanno le antenne curve.

*CAMPTODNTE
kampt-s curvo e

da
<$o

x<xlmct
,

srcoq

ods, odnt-os dente - gen. d'ins.


col. Dent., fam. carabici: forniti di
mandibole curve.
*CAMPTOGNTO - da xafjwrrc
kampt-s cyrvo e -vya6o gnth-os
mandibola - gen. d ins. col. tetr.,
fam. xilofagi ; forniti di mandibole
curve.
* Camptorrna - daxap.wTckampt-s curvo e v rin naso - gen d'ins.
.

lepid., fam.

notturni;

distinti

da

una tromba curva.


* CaMPTRRNCO - da xaprrs
kampt s curvo e ^u*yxc rynch-os
becco-' gen. d'ucc, fam. anitre;
che hanno il herco ricurvo.
* Camptokkiwc. V. Camptorrna

cee

pi fa; il cui stelo nei climi


vorevoli ha un'altezza di dodici o
quattordici piedi, e forse serviva an-

ticamente per farne delle freccie.


Cancrfago - vocab. ibr. dal
lat. cancer granchio e <cap> fg-o
mangio - gen. d'ucc, fam. trampolieri ; che si nutrono di granchi
ed altri crostacei e molluschi.
Canfora - da x<wi kn-e paniere e <ps'?< fr-o porto - ranci ulta

ateniese che

nelle

feste di

Bacco,

di Cerere, di Minerva portava in testa canestri di frutta, di


spighe ecc. 2m. Gen. di p. d.,fam.

rubiacee

forma

di

cui fiori sono riuniti a

paniere o corbello.
- vocab. ibr,

Canforide

canfora (arabo kafr)


id-os, d-os specie,

piante labiate,

molto

da

etcs

somiglianza -

sostanza estratta dagli


prodotti da una

olii

essenziali

gran quantit di
e che rassomiglia

alla canfora

Canforsma

- vocab. ibr. da
(arabo kafr) e auriosm- odore - gen. di p. d., fam. chenopodee ; che tramandano un odore

canfora

168

CAN

quale si avvicina a
quello della canfora.
Cnone - da xavw kann re-*

aromatico,

il

golo, stregua , squadra

forinola

CAP

eter., fam. canlaridii;

che

si

usano

per vescicante.

Cantrdii. Y. Cantride.

CaNTARIDNA - da

xavflaps,

xav-

kanthars, kanthard-os can-

di scienza o d'arte dedotta dai prin-

flapo

fondamentali ed inconcussi
medesima regola per altre
deduzioni e per applicazioni nella
pratica: p. e. regola di dogma reli-

taride - principio cui le cantaridi


debbono le loro propriet epispa*t
che estratto dalla polvere di cantaridi per mezzo dell'alcool.
Cantarfeha - vocab. ibr. da
xavOopc; knthar-os vaso e lat. fero
porlo - sili, di nepnte.
* CANTAROCNEMA - da xavflapc;

cipii

della

gioso,

disciplina ecclesiastica;

di

forinola che risulta dalla soluzione


di

un problema matematico, regola


calcolare ecc. 4 Catalogo di

per

autori classici
tici

di libri sacri

auten-

in materia di fede; di martiri,

di altri santi ecc. 6 Formola per la


consacrazione e comunione nella
messa ; e tavoletta su cui sta scritta.
7 Regola per determinare gl'intervalli del canto , e strumento
per misurarli; sin. di monocrdo.
8 Fuga musicale, in cui le parti eseguiscono successivamente il medesimo canto. 9 Annuo valore che si
paga o in danaro o in natura da chi
tiene a livello case o poderi al padrone diretto. 10 Somma annua che
paga al proprietario colui che edifica sul suolo altrui.
Cannico. V. Cnone - ch'
conforme ai canoni. 2 Che appartiene
al canone. - m. Diritto canonico ;
scienza dei canoni ecclesiastici emanati da concilii o da capi dellaChiesa,
e fondata sopra di questi e sulle
consuetudini che governano le re-

knthar-os scarabeo e xv7p] knm-e


gen. d'ins. col. tetr., fam.

gamba prionidi

come

le

cui

gambe sono

fatte

quelle degli scarabei, triden-

tate al lato esterno.

* CANTAROSPERMO - da xv6apc
knthar-os scarabeo e cTrpua sprm-aseme - gen. di p d., fam. papilionacee; i cui semi arieggiano
a scarabei.
Canto - da xav8? kanth-s angolo dell'occhio - m. commessura
delle palpebre.

* Cantoplast'ia - da xav8; kanth-s angolo dell'occhio e irXaaw


plss-o formo, figuro

- incisione ad

uno

degli angoli dell'occhio nel caso

che

le

palpebre non siano abba-

stanza fesse.

* Caodine - da x<5 ch-os - vegetabili in istato rudimentale di for-

al vescovo o nella cura


d'anime o nell'amministrazione dei
beni della Chiesa; secondo i canoni, h, m. Dignitario delle chiese

mazione, globulosi, coperti di un


intonaco mucoso.
Capna - da xowrv; kapn-s fumo,
- m. gen. di p. a. , fam. ficee;
cos nominate perch hanno odore
di fumo.
*Capnte - da xairvc kapn-s
fumo - roccia di colore affumicato;

cattedrali.

diaspro di color di fumo.

lazioni fra la potest ecclesiastica e


la civile.

- 3 m. Ecclesiastico assi-

stente

* Canonizzare. V. Cnone -ascrial canone o catalogo dei santi.

vere

Cantride

dim. di xavtapo?
knthar-os scarabeo; insetto che
rode il grano - gen. d'ins. col.

Capnde - da xauvs kapn-s


fumo - m. gen. d'ins. col. pent.,
fam. sternoxi; di colore oscuro,
quasi affumicati.
* C>PNOFLLO - da xairvo; kapn-s

CAP
fumaria e ^uXXov
gen.

169

fyll-on foglia -

fam. ombrellifere; le
cui foglie somigliano a quelle della
di p.

fumana.
*Capparide. V. Cpparo.

loso

CAR

Amomum,

Sison

il

chi altra pianta:

que-

stione ancora incertissima, lo credo

che fosse una pianticella indiana

Cpparo -affine a capro (cornuto), xxpos kpr-os cinghiale (armato di zanne), >wc7rpo; kpr-os
pene,

la Cissus viliginea, chi

odorosissima, appartenente alla famiglia delle scrofularinee, trib


delle graziolee,

chiamata dai bota-

nici Columnea balsamica, o Ruelkafara esser vil- Ha balsamica: lo dimostrer estecomune cosa lunga
samente altrove. 11 cardamomo

arabo
(idea

sporgente) - gen. di p. d., fam.


capparidee; che hanno i filamenti
staminali di una lunghezza straor-

degli antichi

il

Persiani (piccolo

khord-ilayc'i dei

amomo,

cos detto
per distinguerlo da altre specie af-

detto pure in Persia

khord

dinaria, e la cui specie tipo irla

fini).

di spine.

e nel nord dell'India kti (per korti,

Capsico
mordo kordi). I Greci e i Romani cono- gen. di p. d., fam. solanacee; scevano dunque il piccolo amomo,
che hanno un mordente sapor di cio quello del Malabar; il medio
-

da xairrw kpt-o

pepe.

il grande delle Isole


primo elemento di Carsi pu anche raffrontare

deirimalaja,

*Carbici. V. Crabo.

Malesi.

Carabo - dal skt. car offendere,


consumare - m. gen. d'ins. col.
fam.

petit.,

caratici;

carnivori

voracissimi.

Carcno

- affine al skt.

karkas

- gen. di crost. decapodi brachiuri ;


granchio.
Carcinoma - da xapxvo; karkn-os granchio , cancro - cancro ;
malattia che rode,

consuma

tes-

Il

damomo

al skt. kshara, acre, piccante, e


persiano gard odorifero, cui
meglio si riferiscono il caro , lo
oxop^ov skrd-on aglio, il cardamo
al

il

cariofillo

(cpuXXov fyll-on signi-

fica qui frutto,

momo

si

non

foglia).

raffronta al skt.

sini, beng. drc'in (skt.

suti.

Cinna-

c'inmi

coprire, o a c'ina rosso (c'inua


significa scorza rossa) ; skt. d a r u-

dru

Cardamna. V. Cardammo - pezzo d'albero, o tara odorifero).


gen. di p (1., fam. crucifere.
Cardia - affine al skt. hr.d,
Car damo. V. Cardammo - gen. hard, al gotico hairt; xpaaa
fam. crucifere.
- Analizziamo i nomi

di p. d.,

Cardammo
di

tre

piante

m m o,
ammo (ele-

famose

Cardammo,

Cinti

mento comune amomo). Skt.

li

ima,

Alpinia Cardamomum; ar. h amami, arm. hametn, Amomum Car-

krad-o scuoto , agito, vibro (invece di xapta kard-a, dicesi pure


xpta krada) - V. Epate - a.
cuore. 2 m. Orifzio superiore dello
stomaco, presso al cuore.
Cardaco - da xap&a kard-a
cuore - che appartiene al cuore.

damomum, e altre specie affini. In 2 Che si riferisce all'orifizio supeamomo significa odorifero, riore dello stomaco.

generale

profumato

saporoso.

sciuto dai dotti che


antichi

non

damomum

dei

ricono-

l'amomo

degli

l'Amomum Carbotanici,

altra

pianta di quel genere. Chi disse che

Cardialga - da xapS'a kard-a


cardia e 5x-p lg-os dolore - vivo
dolore all'epigastrio verso l'orifizio
superiore dello stomaco.
Cardiocle - da xapi* kard-a

car
cuore e

wqXyi

kl-e

170
tumore - ernia

CAR

gen. di p. d. T fam. sapkidacee ; i


cui semi sono rivestiti di un'arista
cordiforme.

del cuore.

* Crdiofima - da xapi'a kard-a


cpp.a fym-a tubercolo - tu-

* Cardiostena - da xap&a karal cuore.


d-a cuore e <mv>s sten-s stretto * Cardioflgosi - da xapJia kar- ristringimento delle aperture del
d-a cuore e pXo'fwfft^ flgos-is in- cuore.
fiammazione - infiammazione del * Cardiostosi - da xap{* kard-a
cuore.
cuore e ctov ost-on osso - ossi* Cardiforo - da xapta kard-ia ficazione del cuore.
cuore e qps'pw fr-o porto - gen. d'ins.
Cardiotrso - da xapta karcol. pent., fam. sternoxi; che hanno d-ia cuore e Tapo; tars-s tarso lo scudo fatto a cuore.
gen. d'ins. col. pent., fam. ster* Cardiografa - da xpia kar- noxi ; distinti da tarsi a forma di

cuore e
bercolo

d-a cuore e -ypacpi graf- descrizione - descrizione del cuore.


* Cardiolita - da x<xpia kard-a
cuore e xitoc lth-os pietra - incrostazione del cuore.
Cardiologa - da scappa kard-la cuore e Xo-yo? lg-os discorso trattato sul cuore.
* Cardiomalaxa - da xap&ia kard-ia cuore e [AoXacaw malss-o ammollisco - rammollimento delle fibre muscolari del cuore.
* Cardiopalma - da xap$i', kard-ia cuore e -rcaXjx; palra-s palpito
- palpitazione di cuore.
* Cardiopata - da xapSia kard-la

cuore.
* Cardiotoma - da xapia kard-a
cuore e to^ti tom- sezione - disse-

zione del cuore.


* Cardiotrauma - da xapia kard-ia cuore e rpaupa trum-a ferita
- ferita al cuore.

*Cardsoma - da xapta kard-a


cuore e <r&>|c sm-a corpo - gen. di
crost. decapodi brachiuri ; a forma
di cuore.
* Cardite - da xapJia kard-ia cuore
- infiammazione di cuore. 2 Gen.
di moli, dimiarii, fam. cardiacee;
distinti

da conchiglie a forma di

cuore.

Cardtico

- da xopSia kard-a
cuore - ep. di febbre in cui il ma* Cardioptalo - da xapta kar- lato prova violente palpitazioni di
d-la cuore e iw'TaXov ptal-on petalo cuore.
* CARDOPERICARDTE - da xapSia
- %en. di p. d., fam. anonacee; i
cui petali hanno forma di cuore.
kard-a cuore e irepix*piov petikr* Cardiorrexa - da xap&ia, kar- d-ion pericardio - infiammazione

cuore e

irato;

pth-os malattia

malattia di cuore.

d-a cuore e

pifi?

rx-is rottura

del cuore e del pericardio.

Carebara - da xapn kr-e testa


*Cardiorrno - da xp$ia kar- e Pape? br-os peso - gravezza del
cuore
d-a
gen. capo, peso alla testa.
e pv rn naso
d'ins. col. pent., fam. sternoxi; la
*Carffi - da xap<pcc krf-os

rottura del cuore.

chiodo e tpi; f-is serpe - en. di


* CaRDIOSCLEROSA - da xap(oc rett., fam. calamarii; distinti da
cuore e ntXrp; skler-s due scudetti internasali
duro - induramento del cuore.
Carfologa - da xp<po; krf-os
*Cardiosprmo - da xapS'ia kar- truciolo e Xs'p> lg-o raccolgo - agid-a cuore e arreca sprm-a*eme - tazione automatica e continua delle

cui tromba ha forma di cuore.

kard-a

171

CAR
mani e

delle dita

come per racco-

gliere trucioli, piccoli oggetti; sin-

tomo di pazzia.
Caria - da xapuov kr-yon noce
(skt.k hara duro) - m. gen. di p.
d , fam. juglandacee; il cui frutto
una sorta di noce.
* CariAnto - da -/api chr-is Arrosta e ovtoc nth-os fiore - gen. di p.
d., fam. melastomacee; che
bei fiori porporini.

hanno

Caritide - da Kapua Kr-ya


Caria, citt del Peloponneso - figura in

pietra di donna, vestita di

una lunga

tunica; che serve a guisa

di colonna per sostenere

una cor-

nice; cos detta perch le Cariatidi

o donne di Caria portavano una tunica che a quel modo copriva tutta
la persona.

* Carica - da {p kir-o, kir-o


taglio - gen. di p. m., fam. ciperacee ; che hanno foglie a lembi taglienti e, in alcune specie, acuti

anche gli angoli dei fusti.


* Cridna - da *piov karyd-ion,
dim.

di xpuov

kr-yon noce - gen.

di erosi, decapodi macruri; che


hanno aspetto di una piccola noce.

* Caridiidi - da xajoSiov kary-hn, dim. di xpuov kr-yon noce


e e$&; id-os, d-os forma, somiglianza - fam. di crost. stomapodi;
che arieggiano ad una piccola noce.
Cariessa - da x/ chr-is grazia - m. gen. d'ins. col. pent., fam.
terediti; di forme e colori eleganti.
Criocatcte - da xpuov kr-yon
noce e xa.rtix.mq katkt-es rompitore (acari kat part. intens. e pupi
gn-ymi rompo) - m. gen. d ucc.
l

passeri conirostri, fam. corvi; che


rompono le noci per mangiarne il
gheriglio.
* Cariocloa

- da xpwv kr-yon
noce e x^w chl-e erba - gen. di
m., fam. graminee; piante erE.acee il cui frutto una cariopse.

^4\

CAR

* Cariodpne - da xpuov kr-yon


noce e $a<pwi dfn-e lauro - gen.
di p. d., fam. lauracee; il cui frutto
una cariopse.
* Cariofille. V. Cariofllo n 2.

Cariofllo. V.
gen. di

Cardammo -

fam. mirtacee (secondo alcuni, anticamente era nome


anche di altre piante aromatiche,
p. e. del cubebe).
p. d.,

* Cariofllo - questo vocabolo


non si trova negli scrittori antichi
ellenici nel senso di garofano;
dubbio se abbia origine ellenica,
se sia stato trasmesso a noi per via

degli Elleni (ellenico volgare -yapou-

Certo non pu
avere l'etimo di cariofllo n 1.
Forse deriva dalla radice skt. co
acuire e da ^uXX&v fyll-on foglia gen. di p. d., fam. cariofille o
diantee ; che hanno foglie strettissime, lunghe, in punta; volg. garofano.
* Cariopse- da xa'puov kr-yon noce
e o^i; ps-is aspetto - frutto secca
indeiscente, che arieggia ad una
noce.

paXov garfal-on).

Caro -

dal skt.

kar

offendere,

uccidere; kra morte, uccisione a. sopore profondo con immobilit


ed insensibilit (per malattia, ubbriachezza ecc.) ; immagine della
morte. 2 m. Lungo e profondo sopore morboso, accompagnato da lesione delle facolt mentali.
Caro. V. Cardammo - gen. di
p. d., fam. ombrellifere (o sp. del
gen. sesali).
Carotico. V. Caro- ep. di febbre accompagnata dal caro n i
* Carotido. V. Cartidi - condotto o canale delle arterie carotidi.
Cartidi. V. Cro n 1 - arterie che portano il sangue alle
differenti

parti

della

testa

cosi

nominate dagli antichi perch le


consideravano come sede del sonno.

CAR

Carpnto - da

172

xaprc karp-s

frutto e 5v8o; nth-os fiore

ger,

fam. rizospermee; il cui


frutto Dell'aprirsi si presenta simile
di

a.,

p.

ad un
*

fiore.

Carpello - da sapr; karp-s

frutto - organo elementare, libero


o aderente ad altri, la cui riunione

d origine al Distillo. 2 Frutto parziale che proviene da un solo fiore


n da un solo pistillo, in un frutto
composto.
Carpdio - dim. di xapr? karp-s

frutto

piccolo

frutto

di-

viso, con cellule separate da una


capsula infranta.
Carpo - da xaprc karp-s -

parte

del

membro

pettorale

com-

presa fra l'avambraccio e la mano.


Carpoblsamo - da xafw; karpaXcafAov balsam-on
balsamo - bacca dell'albero da cui
proviene il balsamo orientale.

p-s frutto e

*Carpboli - da xapr;
frutto e

3<xXXci)

bll-o getto

karp-s

tr

di

fam. funghi licoperdacei; i


cui semi giunti a maturit vengono
p.

a.,

slanciati dalla pianta.

CAR

che s
nutrono di frutta.
* Carpo -falngio - da xapr;
karp-S carpo e tpaXa-yi-, paXafyc;
flanx, flang-os falange - (del dito
mignolo) muscolo che va dal legamento annulare e dall'osso uncinalo
all'estremit superiore della prima
falange del dito mignolo. 2 (del pollice) Muscolo cne si attacca da una
parte al grande osso, al legamento
annulare del carpo e al terzo osso
e dall'altra alla
del metacarpo,
parte superiore della prima falange
del pollice e alle ossa sesamoidi
col. tetr.,fam. curculionidi;

dell'articolazione vicina.

Oarpofllo - da

xapic? karp-s

frutto e <puXXov fyll-on foglia -

m.

gen. di p. a., fam. felci; i cui spori


sono contenuti in ricettacoli sul
margine delle fronde.

* Carpfilo - da xapirfc karp-s


- gen.
tfikt fil-o amo
fam. clavicorni;
che amano le frutta.
Carpforo - da x*p7c? karp-s
frutto e cps'p fr-o porto - m. sostegno del solo pistillo che debbe difrutto e

d'ins. col. pent.,

* Carpocapsa - da xaptc; karp-s


frutto e xat^i; kps-is atto di divo-

venir frutto; sin. di ginforo.


* Carplito - da xapir; karp-s

rare (xaVrw kpt-o mangio avidamente, divoro) - gen. d'ms. lepid.,


fam. notturni; che divorano, guastano i frutti.
* Carpcera - da xapirs karp-s
frutto e xpa; kr-as corno - gen.
di p. d. fam. pedaliacee; icui frutti

frutto e xi6o? lth-os pietra

hanno forma

frutto

di cornetti

- frutto

fossile.

* Carpolbia - da xapirs karp-s


frutto e Xo6 lob-s baccello - gen.
di p. d , fam. poligalacee; il cui
frutto ha forma di baccello.
Carpologa - da xapjr; karp-s
e

X&70;

lgos

discorso

* Carpodsmia - da xapr? karp-s m. scienza che ha per oggetto spefruito e 5p. desm-s legame - ciale lo studio dei frutti.
* Carpomana - da xapTt; karp-s
gen. di p. a., fam. fcee; icui
spori sono disposti in lunghe se- frutto e fxavta mana - malattia
rie
delle piante, per sovrabbondanza di
Carpofaga. V. Carpfago- atto, vita, onde producono gran quantit
abitudine di nutrirsi di frutta.
di frutta ma di poco sapore.
Carpfago - da xapr; karp-s * Carpo-m et carpio - da xaprc
frutto e <e<rp fg-o mango - che karp-s carpo e p.eTaxap7uov metasi nutre di frutta. 2 m. Gen. d'ins.
krp-ion melacaroo - (del dito mi-

CR
gnolo) muscolo che

173

stende dal legamento annidare anteriore del


carpo al quinto osso del metacarpo.

si

CAT

Cassta - da xaccuw kassy-o cucio - gen. di p. d., fam. lauracee,


tr. cassi tee; che vivono parassite
di altre piante, cui sono attaccate,
quasi cucite con un gran numero

Muscolo che si stende


legamento annulare anteriore
del carpo e del trapezio al primo di radichette papilliformi.
Cassite. V. Cassila.
osso del metacarpo.
* Carpomrfa - da xoprs karp-s
* CASTANOSPRMO - da xacrravc
p-cccpi)
morf- forma apo- kstan-on castagna e crcp^a sprfruito e
tecio di lichene che rassomiglia ad m-a seme - gen. di p. d., fam. papilionacee i cui semi hanno gusto
un frutto.
(del pollice)

dal

Carpomorfte. V. Carpomrfa
- pietra che ha la forma o l'im-

di castagne.

pronta di un frutto.
* Carpptosi - da xapr? karp-s
frutto e Trnoi; pts-is caduta - malattia delle piante per cui
frutti
cadono fuor di tempo, prima di ma-

significa contro, da, sotto, con, per,

turarsi.

* Crpo-sotto-falangio

(del pol-

Cat

come

preposizione

spesso particella intensiva (V. Cail contrario (V. Catalc-

tappsi), o
tico), ecc.

gamento annulare

tro

del carpo al lato

sopra, secondo ecc. - Nei composti


ha senso di contro (V. Catacstica,
Catplrica); gi, al basso (V. Catatropia); con (V. Catechismo);

- vocab. ibr. (V. Carooflangio) - muscolo che si stenae dal lelice)

xar

* Catabaptsti - da xar kat cone PxktKm baptz-o battezzo -

che negavano

radiale della prima falange del pol-

settarii

lice.

necessit del battesimo.

da x*?*; chrt-es
carta (caledonico chairt corteccia)
e jp-yw rg-on lavoro - gen. d'ins.

imen.

un

tr.

vespei;

che

nido di una specie di

si

fanno
cartone

cristiani

la

Catabtico - da xaraSaivo ka-

Cartrgo -

tabn-o discendo (xar kat gi e


Pavw bn-o vado) - m. ep. di febbre
che decresce.

Catabrsa - da xar kat

part.

intens. e^pwcrxo, i6p<oxw brsk-o,

fino e liscio.

Cartofilce. V. Cartoflcio sin. di archivista.

Cartoflcio - da yprrn chrt-es carta e ptAarm fyltt-o custodisco - sin. di archivw.

bibrsk-o

consumo,

divoro - m.

gen. di p. m., fam. graminee;che


animali erbivori mangiano con

gli

avidit.

CATACUMA - da xaraxaiw kata* Cartonma - da y.ap-ni; chrt-es k-o ardo interamente, consumo
carta e n \uL nm-a filo - gen. di (xar kat part. intens. e xaiw
p. m., fam. commelinee; la cui cor- k-o , fut. xauaw kus-o brusio) l

teccia ha la consistenza della carta,

scottatura; bolla per scottatura.

ed coperta
a fili.

Catacusi. V. Catacuma - m.
combustione spontanea del corpo

di peli lunghi simili

Casmoda - da x,acp.Y) chsm-e umano, prodotta da eccessiva abiapertura - replicato sbadiglio, con tudine di ubbriachezza.
apertura convulsiva della bocca;
Catacustica - da xar kat
sintomo di alcune malattie. 2 Iato contro e xaiw k-o, fut. xauaw kus-o
nel -verso concorso di vocali senza ardo - m. curva lorwata dai rag^i ri;

elisione.

tiessi.

174

CAT

Catachno - da

kat part.
inlens. e x*' vu chn^o sono aperto
- m. gen. d'ins. col. tetr. iam.
curculionidi , che hanno mandibole
ampie e molto aperte.
Cataclide - da star kat sotto,
,

in relazione e xXetc, xXei; klis


klid-s

kls, kleid-s

*t

clavicola

osso cartilaginoso situato ove Tomopiata si unisce alla clavicola.


- fo xaraocXugti) katafJ ATACLSMO
klyz-o inondo (sar kat part. intens. e xXufo klvz-o baano) - diluvio, pioggia dirottissima e ruinosa.

2 Improvvisa

terribile

rovina.

3 Docciatura.

CAT

Catfago - da

tutrk

star

intens. e pety* fg-o

kat part.

mangio - m.

gen. d'ins. col. pent., fam. sternoxi; molto voraci.


*Catafmca - da star kat con-*

voce - sin.

e <pwvif) fon-
catacstica.

tro

di

Catafrcta. V. Catafrcto 2 Armatura completa.


3 m. Specie di corazza scagliosa

corazza.

che copre il corpo di certi pesci.


4 m. Gen. di pesci, fam. siluroidi;
che si distinguono per un inviluppo
osseo che ne copre la testa.
*Catafractrio. V. Catafrcto
- uomo armato da capo a piedi, da

* Catacmba - da star kat sotto


e atupigoe kvmb-os cavit, profon-

ogni parte.

dit
grotta ; cavit sotterranea
naturale o artinziale, o ve si seppel-

intens. e <ppTTw frtt-o copro, munisco - cavaliere coperto di un'armatura completa del pari che il suo ca-

liva no

morti.

Catafrcto - da

star

kat part.

Catacresi - da starax,pao|i.at ka- vallo. 2 m. Specie di fasciatura nelle


tachr-ome abuso (star kat- male e lussazioni, in cui la fascia pi volte
Xpoto[wu chr-ome uso) - figura re- s'incrocicchia e copre tutta la parte
torica in cui si adopera una parola offesa.
* Cataglsso - da star kat gi
impropria invece di una propria.
Catacstica - da star kat e -yXwooa glss-a lingua - strumento
contro e xcuw ak-o odo - scienza medico che serve ad aprire la bocca
dei suoni ripercossi. 2 Arte di far calcando la lingua e la mascella indegli echi, che ripercuotano

suoni.

feriore.

Cataglottsmo - da star kat


Catadiptrica. V. Catodip- parte dell'ottica che abbrac- con e ^Xairra gltt-a lingua - bacio

trico

cia la catoptrica e la dioptrica.

lascivo, di lingua

* Catadiptbjco - da star kat

con lingua.

C atagmtico - da star kat part.


gm-a frattura - che
riferisce a fratture buono per le

contro, i dia per, attraverso e


'icTOfjuxt pt-ome veggo - ep. di ci

intens. e -^.a

ch' relativo e alla luce riflessa e

fratture

alla rifratta.

solidazione delle fratture.


* Catagrmma - da star tffpart.

Catadromo - da

star

kat part.

e po'[; drm-os corso gen. d'ins. col. pent., fam. carabici; che corrono rapidamente.
CATADPA - da stara^cmMO) ka-

si

proprio a favorire la con-

fpa^^a grmm-a

lettera

intens.

intens. e

m.

gn. d'ins. lepid., fam. diurni; ornati di vivi colori e colle ali coperte

tadup-o cado con gran fracasso,


strepito cadendo (ara kat gi o
part. intens. e SoQwoc dp-os strepito, fracasso) - precipitosa e fra-

gorosa cascata d'acqua.

di segni simili

cifre aritmetiche.

Catalcti - da xaTaX^w kataaccuratamente (star


kat part. intens. e Xtp> Ic-o scelgo) - raccolta di squarci, di fram-

lg-o scelgo

menti,

di brevi

componimenti scelti.

CAT

Catalctico - da xax
meno e X^w lg-o finisco di

verso che

manca

di

una

175

kat
sorta

sillaba

CAT

kat e Xofos lg-os secondo ragioni)


- enumerazione ordinata di pi oggetti.

* Catamenile. V. Catamnie Catalepsi, *Catalepsa, Ca- ep. di rogna, che torna mensualtalssi, CATALESSA - da xccra- raente invece di mestrui.
>.ap.avu katalambn-o occupo inCatamnie - da xar kat/?er e
teramente, intendo (ara kat pari, piv, [/.rivo; mn, men-s luna, mese
intens. eXa^Cavo lambn-o prendo, - mestrui, purgazioni mensili delle
occupo - Xrtyn; lps-is atto ai pren- donne.
dere, di occupare ecc. dal teme *S
* Catanttro - da xar kat part.
M6-0 per Xa^Gavcu lambn-o) - affe- intens. e vtt nytt-o pungo - struzione morbosa caratterizzata dalla mento per pungere gli ascessi della
perdita istantanea della mente, del cornea.
movimento, mentre continuano le
Catapano - da xar kat in, sofunzioni della vita interna; cos detta pra e 7tv pan tutto - governatore
perch a un tratto si impadronisce delle possessioni che nel medio evo
di tutta la persona, rendendola im- l'impero bizantino aveva nelle
Promobile.
vincie meridionali d'Italia; cos detto
in fine.

Catalptico.V. Catalepsi -proprio della catalepsi. 2 Che affetto


3 Ep. di propriet di
certe piante o parti di piante di condi catalepsi.

servare la posizione che loro vien


data; cos detta perch un tal fenomeno avviene per le parti del
corpo nella catalepsi. \ Ep. di facolta d'intendere.

ma

per il solo fatto della loro


presenza, per cui si sciolgono al-

tutti

Catapsha - da

poteri civili e

xoo- kat so-

pra e iraoou pss-o spargo - medicamento pulverulento di cui gli


antichi spargevano

il

corpo o

cune delle sue parti.


Catappsi - da xorc kat
intens. e

Catlisi - da xaTaXw kataly-o


distruggo (xa-r kat part. intens.
e X6ft> Ivo sciolgo, struggo) - m.
azione di alcuni corpi non per affinit

perch riuniva
militari.

(ws'tctw

pps-is digestione

to'<|u;

ppt-o

alpart.

digerisco)

- dige-

stione perfetta.

Catapptico. V. Catappsi- ep.


che promuove, coadiuva una

di ci

perfetta digestione.

Cataltico. V. Catlisi -m, che


proprio della catalisi; che si rife-

Cataptalo - da xar kat


basso e TOTaXov ptal-on petalo ep. di corolla polipetala, i cui petali aderenti per la loro base all'androforo non cadono separatamente

risce alla catalisi.

dopo

cune combinazioni chimiche e se


ne formano altre.

la fioritura.

CATLLAGE - da
tallz-o

riconcilio

x<XTaXX&> kaCataplasma - da xax kat so(xar kat con, pra ecc. e 7rXaa<Ki> plss-o formo

a e xxcfr) allz-o cambio) - medicamento topico, consistente


- assoluzione di un penitente nell'an- come farina bollita, che si applica
tica Chiesa, per cui veniva riam- sopra una parte malata quale emolmesso a partecipare a tutti i mi- liente e rinfrescante.
steri cristiani.
Cataplexa- da xxr kat part.
Catlogo - da xaTaXo^tCcjjLai ka- intens. e 7rXii<xi> plss-o colpisco
talogiz-ome enumero t ordino U. - privazione di senso e di moto
rispetto

CAT

176

in qualche parte del corpo, quasi


per colpo violento e improvviso.
Cataptosi - da xar kat gi e
pts-is caduta - caduta improvvisa del corpo sul suolo, per
attacco
di epilepsia o di apoun

-tvtwoii;

plexia.

CAT

Catarrctico. V. CatdrreTn che promuove la catarrexia; ch'


proprio della catarexia.

Catarrexia - da

xaTapp7*yvut

katarrgn-ymi prorompo, esco con


impeto (xar kat gi o part. intens. e pii-pup rgn-ymi rompo) -

Catapulta - da xar kat con- abbondante e impetuosa evacuae irxxw pll-o vibro - mac- zione.
Catarrnii - da xar kat di
china di guerra da lanciar grossi
*

tro

macigni, dardi ecc , o da battere,


sconnettere , atterrare le mura di

sotto e pv rn

mie; fra

naso - fam.

di

sci-

cui caratteri l'avere le

narici vicine e aperte al disotto del


una citt.
Catarct, * Cataratta, Ca- naso.
Catarro - da xarappco katarteratta - da xaTafcoci) katarrss-o precipito (xara kat gi e r-o scorro abbondantemente (xar
pacffw, prno rss-o, rtt-o erompo, kat part. intens. e ps'w ro scorro
precipito) - parte dirupata dell'alveo - infiammazione acuta o cronica
di un fiume, in cui per improv- delle membrane mucose, con auviso cambiamento di livello le ac- mento della secrezione abituale di
que precipitano al basso. 2 Riparo esse.
Catarropa - da xar kat gi
alle porte di una citt fortificata,
che si pu calar gi per impedire e fisi rp-o volgo, tendo - flusso

saracinesca.

dei liquidi verso le parti inferiori,

3 Pioggia a scroscio , rovinosa.


A m. Opacit del cristallino del-

particolarmente verso le parti addominali.


* Catarrso. V. Catarro - ep. d

l'ingresso

l'occhio o

sin.

di

delle sue

membrane

dell'umore di Morgagni, che im- persona che patisce di catarro o di


pedisce i raggi luminosi di per- cosa che cagioni catarro.
venire alla retina; cos detta perCatarsa - da xadap; kathar-s
ch si attribuiva una volta alla ca- puro - m. evacuazione naturale o
duta di un umore sugli occhi. 5 m. artificiale per una parte del corpo.
Apertura fatta per pigliar l'acqua e
Catarte - da xaap-rr,? kathart-s
per mandarla via a sua posta, che purificatore (xaOatpw kathr-o pur^o)
- m. gen. d'ucc. rapaci, fam. avolsi apre e chiude con imposta di
legno.
toi
st.-fam
catartinii; cos detti
Ctari - da xa8ap? kathar-s perch nettano la terra e contribuipuro - m. settarii cristiani del se- scono a purificar l'aria mangiando
colo xi . xiil, i quali sostenevano gli avanzi putrefatti.
che da essi soli era conservata pura
Catrtico - da xaflap? kathar-s
la dottrina evangelica.
puro - purgante ; m. specialmente
Catarismo - da xa8ap[Cco katha- purgante gagliardo, ma meno del
r-z-o purifico - m. primo grado della drastico; che in poco tempo, senza
filosofa cristiana
che consiste nel grande irritazione, netta il canale
purgare il cuore dagli affetti terreni
intestinale.
Catarrale. V. Catarro - che * Catartnh. V. Catrie.
proprio del catarro; che produce
Catartsmo - da xar kat in reil catarro.
lazione o part. intens. e p-riC ar,

177

CAT
rir-o

acconcio - riduzione di un osso

lussalo.

Catartocrpo - da

xatapta

ka-

thr-o purgo e xapu; karp-s


frutto - sp. di p. d , gen. cassia,
fam. papilionacee ; il cui frutto ha
virt purgative.

Catascasmo - da xar kat part.


intens. e aydfa schz-o scarifico scarificazione profonda che avviene

nella cancrena e nello sfacelo.


Catascpio - da xaTaox&iti> kata-

skop-o osservo attentamente (xar


kat part. intens. e axcrcsto skop-o
osservo) - nave molto veloce, che
si usava per ispiare le mosse della
flotta nemica o per altro che richiedesse molta prestezza.
CatastAltic.O - da xa.ro. kat
part. intens. e <rriM.< stell-o riten-

go, ristringo - sin. di stplico.


Catastasi - da xa8{<mri[ji.i kalhst-emi stabilisco (xar kat part.
intens e Iutyi^i st-emi stabilisco)
- parte dell'orazione in cui si espongono i fatti e specialmente si prp,

paia l'animo dei giudici a sentii i


prove. 2 Parte del poema drammatico
in cui il viluppo cominciato nell'epitasisi mantiene, sicom,

fdica , per poscia svilupparsi nel'ultima parte che la catastrofe.


,

Catastrofe - da xoracrf i^>

ka-

CAT

Catechesi - da xaruxe kate-

%/

ch-o istruisco a voce (xar kat


con, a e ^xc * ch-os voce) - istruzione elementare (specialmente nei
misteri
fatta

della

religione cristiana),

oralmente.

Catechesi m. scienza dell'insegnamento ele-

Catechetica. V.

mentare orale (specialmente religioso).

* Catechismo. V. Catechesi -s\n.


di catechesi.

2 Libro che contiene

lezioni elementari (specialmente di

forma dialogica.
Catechista. V. Catechesi - mae-

religione), in

stro d'istruzione elementare

orale

(specialmente religiosa).
Catechistico. V. Catechesi che appartiene al catechismo; che
ha per iscopo la catechesi.
Catecumenato. V. Catecmeno
- tempo d'istruzione del catecumeno. 2 Condizione del catec-

'

meno.

Catecmeno. V.
chi

viene

principi]

istruito

Catechesi
oralmente nei

della religione cristiana

per disporlo
simo.

a ricevere

il

batte-

Ctedra, * Cattedra -da

xa8-'-

Spa kathdr-a sedia (xar kat per,


sopra e 25pa dr-a sedia - iZopzi
z-ome siedo) - sede ove s'inse-

gnano scienze, lettere, arti liberali.


2 Ufficio di ammaestrare pubblicamente.
condizioni di persona fisica o mora*Catedrle, Cattedrale. V.
le; m. in peggio. 2 Conclusione Ctedra - chiesa ove si trova la
del poema epico o drammatico; ul- cattedra, la sede del vescovo in una
timo avvenimento ch' conseguenza citt.
* Catedrtico
Cattedrtico.
degli antecedenti; m. in un senso
sfavorevole a lutti o ad alcuni per- V. Ctedra - che si riferisce a catsonaggi del poema. 3 m. Grande tedra. 2 Che ammaestra in cattastrf-o rovescio (xax kat part.

intens.

orpcpo

strf-o

cangiamento rapido,

volgo) -

definitivo nelle

sconvolgimento della natura.


Catatasi - da xar kat part.
intens. e xaw, tcvco to, tin-o,
t-no stendo - estensione e riduu\>o# delie membra fratturate.

19

Oahint, Diz. Etimol.

tedra.

Catfia - da xamfyeto, katf-ia,


katf-ia tristezza - m. gen. d'ins.
lepid.

fam. notturni

nati perch

hanno

cos

nomi-

le ali superiori

178

GAT

nerastre e le inferiori bianche ma


con orlatura nera, colori di lutto.
Categorma. V. Categoria -

m. aspetto sotto cui


considera un termine che si colloca in una categoria.
*Categoremtico. V. Categora
- ep. di cosa che veramente tale
quale il.suo nome l'annuncia (sea. attributo;
si

condo

gli scolastici).

tratta

CAT
dal

sommo

all'imo;

colarmente, l'uno o
lati

del

triangolo

parti-

l'altro dei due


rettangolo che

formano l'angelo retto. 2 Linea


perpendicolare che passa per rocchio della voluta del capitello ionico, e che serre di punto fisso
per tracciare questa voluta. 3 Linea
tirata da un punto radiante, perpendicolare alla linea riflettente od
al piano dello specchio.
Catoblepa - da xera kt-o gi
e xirc blp-o guardo - m. st.-gen.

Categora - da xawyeptw kategor-o attribuisco (xar kat relativamele e &ppcu agor-o dico}
- ordine, classe in cui sono raccolti di mamm. ruminanti cerofori; che
gli esseri della stessa natura o sotto guardano in basso.
* Catocatrtico - da xa kt-o
la stessa modalit.
Categrico V. Categora - pro- gi e xa8atp kathr-o purgo - purprio di categoria; che si riferisce a gante che opera per secesso.
categoria. 2 m. Preciso, esatto, che
Catco - da xa-rx< katch-o
esclude il dubbio.
occupo, tengo interamente (xar
V.
Catarcta.
kat
Cateratta.
part. intens. e x* ch-o ho.
Cateresi - da xo&xtpud kather-o Ungo) - morbosa disposizione al
distruggo (xar kat, part. intens. sonno, senza che questo venga;
detta pure coma vigile. 2 Sin. di
e aipw er-o distruggo) - dimagri
mento, consunzione. 2 m. Azione catalepsia.
* Catocenadlfo - da xaxw kto
delle sostanze caustiche.
Cater etico. V. Cateresi - m. ep. sotto , xoiv; koin-s , kin-s codi sostanze caustiche atte a consumar mune e &$tty; adelf-os fratello le carni fungose che sorgono dalle mostro cenadelfo, in cui due corpi

mr sparire sono uniti per l'estremit inferiore.


membrane mu- Catocala - da x-no kto sotto

ferite o dalle ulcere, o

escrescenze dalle
cose.

Cattre - da

xaewiju kath-emi

e xaX; kal-s bello - gen. d'ins.


fam. notturni; in cui sola-

lepid.,

immergo, approfondisco (xar kat mente le ali di sotto sono coperte


sotto, t e t-vipi -emi introduco) - di sfoggiati colori, mentre quelle di
sonda o strumento esploratore de- sopra sono di colore oscuro.
* Catocrsope - da xofo kto sotto,
stinato a percorrere un canale qualunque ; specialmente, sonda che si Xptxj; chrvs-s oro e xl, rt ops,
introduce nella vescica orinaria.
op-s occhio - gen. d ins. lepid.,
Cateterismo. V. Cattre - in- fam. diurni; di un bel color d oro,
troduzione di una sonda in un ca- di sotto.
nale qualunque del corpo ; specialCatodo - da xar kat verso e
mente, introduzione di un catetere, o$; od-s via - a. passaggio. 2 tu.
una candela, uno strumento lito- Polo positivo della pila da cui l'eletV

passa nei corpi che

vo-

trito re nella vescica.

tricit

Catto - da xoflvifu kath-emi


abbasso (xar kat gi e f-nifu -emi

gliono decomporre.
Catodnte - da

mando) -

sotto e &o<, &o'vt3c ods, odnt-os

linea

perpendicolare,

xa*

si

kto

179

CAT

CAU

mamni. cetacei ; cosi


Ctptrico. V. Ctptrica detti perch hanno denti rudimen- che appartiene alla ctptrica.
* CATOPTROMANZiA - da xa-rompov
tali o nulli alla mascella superiore,
ktoptr-on specvhio e p.avrsia mane bene sviluppati all'inferiore.
* CATOFTLMO-daxarkat presso t-ia, mant-a divinaxione - arte
e cp6aXfj.c ofthalm-s occhio - ep. di far apparire in uno specchio madelle antenne di un insetto, inserite gico le cose lontane o le future.
dente- gen.

presso

gli

di

Catoptromnte.

occhi.

Catogeo - da xru kto sotto e manza - chi fa


yh g terra - stanza sotterranea per specchio imagini
garantirsi dal caldo nella state, o

per conservarvi

frutti

ed

V. Catoptro-

apparire in uno
di cose lontane

di future.

Cattedra,* Cattedrale. V. C-

altri co-

tedra, * Catedrle.

mestibili.

* Cattolicit. V. Cattlico - in* Catomtopi - da xared kto sotto


e utomkv mtop-on fronte, parte sieme dei fedeli cattolici. 2 Dotanteriore - fam. di crost. deca podi trina della chiesa cattolica. 3 Conbrachiuri ; che hanno il corpo com- formit alla dottrina cattolica.
Cattolic'ismo. V. Cattlico - inpresso nella parte anteriore.
Catomsmo - da xa-ra kto sieme delle dottrine professate dalla
sotto e p.c; ra-os omero - mezzo chiesa cattolica romana.
Cattlico - da xafoxuc; kathoimpiegato dai chirurghi antichi
per ridurre

mero

la

lussazione

(l'operatore metteva

dell'ola

sua

spalla sotto l'ascella del braccio


lussato e levava il paziente di terra,

in

modo che

operava

il

peso

del

corpo

la riduzione).

likos universale (xar kat part.


intens. e 5Xo; l-os tutto intero)

di chiesa cristiana, che comprende molte chiese particolari e


abbraccia tutti quelli che hanno la

ep.

stessa fede

ovunque siano sparsi

*Ctope - da xocto kto sotto titolo che si danno la chiesa roe <*|>,ir; ops, op-s occhio - gen. mana e la costantinopolitana. 2 Crid'ins. col. pent., fam.

che hanno

gli

clavicorni,
occhi nella parte in-

stiano che appartiene a chiesa cattolica; specialmente, a quella di

feriore della testa.

Roma. 3 Che

* Catpigo - da xcctw kto sotto


e m/pi pyg- ano - gen. di echin. ;
il cui ano nella faccia posteriore.
*Catorrtico - da xa-n kto
sotto e psw r-o coito - purgante
j)er secesso.
*CATSTOMO - da xarco kto
jollo e <rro'p.<x stm-a bocca - gen.
di pesci, fam. ciprinoidi; caratterizzati da grosse labbra che circondano la bocca aperta al disotto e
propria a succhiare.
Ctptrica - da x*r kat contro, cottgjmci pt-ome veggo - parte
-della fisi:a che tratta ideila luce

lico o alla chiesa cattolica.

riflessa.

di

rimedio che

tutti

mali.

si riferisce

si

a catto-

4 Ep.
credeva buono per

5 m. Ep.

di fornello

che

serviva per tutte le specie di operazioni, usato in chimica. 6 m. Titolo che prendono i re di Spagna.

Catultico - da **r kat

part.

intens. e cXti ul- cicatrice - che


cicatrizza completamente; ch' pro-

prio a far sparire le cicatrici.

Cauldone - da xaux; kaugambo - ep. di frattura d'osso


senzi schoggie; come
taglia un gambo di pianta, di

1-s

di traverso e
si

netto.

Caulrpa

- da xaux; kaul-a

CAD

gambo

?pi7>

180

rp-o striscio - gen.

CE*

sotto forma di piccoli Glament

con

fam. fcee zoospermee,


tr. caulerpee ; che consistono in un
gambo rampicante sulla sabbia, dal
cui lato superiore spuntano foglie

modo di mazza.
Cauloptride - da xaut; kaul-s gambo e irw'pi;, irrspt&; ptris,

membranose.
*Cauleri'E. V. Caulrpa.
*Caulerpte. V. Caulrpa - gen

fam.

di

p.

fam. alghe zoosper-

di p. a. foss.,

mee,

Ir.

caulerpee.

pori gonfi a

- gen. di p. a foss.,
che consistono in grandi

ptrid-os felce
felci;

gambi.
(

ALMA

- daxat'w h-O,

flit,

xaucca

kus-o ardo - ardor febbrile.


Cuna - da x*uw<; chaun-s su-

Caulescente - da xaux; kau- perbo-m. gen d'ucc. gallinacei,


gambo - ep. di pianta che ha fam. alectoridei; cos nominati per
penne r
gli splendidi colori delle
gambo; opposto ad acanto.
* Caulcolo - da xau>.; kaul-s massime per il superbo pennacchio
*

1-s

raulo - parte intermedia dell'embrione che ha germogliato, fra i cotiledoni e la radice ; sin. di piumetta. 2 Pianta fanerogama pa3 Virassita di altri vegetali.
ticcio

che

esce

sotto

le

foglie

che ne adorna

la testa.

Cusone - da

xatto

k-o,

fut.

ardo - febbre caratterizzata da un calore e una sete

xa<To kus-o

eccessivi.

Custico - da

xou'w k-o,

fut.

kus-o brucio - sostanza che


in contatto con un corpo orCauliflro - vocab. ibr. da ganizzato, lo distrugge corrodenxauX; kaul-s gambo e lai. flos, dolo, come il fuoco. 2 m. Ep. del
fio ri s fiore - ep. di pianta i cui piano generato dal punto d'inconfiori spuntano dal gambo.
tro dei raggi riflessi sopra una suCulo - da xau>.; kaul-s - perficie curva, e che si tagliano
gambo, fusto delle piante.
altrove che nel fuoco della super*Caulbio - da xauX; kaul-s ficie medesima. 3m. Ep. di umore
gambo e /. b-os vita - gen. d'ins. acre, mordente (in senso morale).
lepid., fam. notturni; le cui larve
Cautrio - aa xai k-o, fut.
vivono nell'interno di alcune piante xauocu kus-o brucio - agente che
acquatiche.
serve per disorganizzare tessuti
* Caulocrpio - da xaut; kau- organici , cos detto perch opera
l-s gambo e Kaprc; karp-s fruito o per fuoco o consumando i tes- ep. dei vegetali il cui gambo suti per azione chimica a so persistente e porta pi volte miglianza del fuoco. 2 Ulcera arfrutto.
tificiale che si apre nelle parti in* Caulodnte - da xau).; kaul-s cili abbonda il tessuto cellulare, ingambo e ^oc, oVrc? ods, odn- troducendo in esso una sostanza che
t-os dente - gen. d'ins. neuropl.. agisce consumando come il fuoco.
* Cauterizzazine. V Cautrio fam. planipenni; le cui antenne, a
foggia di piccolo gambo, hanno la atto di cauterizzare, distruggere un?
sommit dentellata.
tessuto vivo, sano o malato.
- da xsavwOcs keno*Caulogstro - da xaiA? kau( eanto
l-s gambo e -yacTrip, -yaffTpcgastr,
th-os specie di cardo - m. gen. di
gastr-s ventre - gen. di p. a., fam. p. d , fam. ramnacee ; fra le cui spefunghi pilobolidi; che fi presentano cie alcune sono spinose.

del

capitello

corintio

sotto le volute.

si

curva

xaffco

messa

CEB

Cbo - da

m. gen. di mamm. quadrumani;


sorta di scimie che hanno la coda
molto lunga.

Cebocfalo scimia e

da

xto<;

xecpaXi kefal- testa

kb-os
- ^en.

di mostri che hanno testa simile a


quella delle scimie.
* Cecidodfne - da xvixl;, xrxtSoc
keks, kekd-os noce di galla e &<pw)
dfn-e alloro - gen. di p. d., fam.
lauracee, che producono coccole si-

mili a noci di galla.

Cecidoma - da xdxIc, xix&g;


keks, kekd-os noce di galla, escrescenza e
d'ins.

p.ua

dipt.

my-ia mosca - gen.

farri,

tipularii;

la bellezza e l'incorruttibilit.

Cedrelace.

V. Cedrla.
kdr-os

Cedreleo - da x%o?

cedro e eXaiov le-on olio -

del cedro, e che si prescriveva dagli


antichi come vermifugo.
Cedro - da xs'ipo; kdr-os - gen.
Ai p. d., fam. esperidee. 2 Gen. di
|>. d., fam. conifere.
* CefalacNTO - da xe<paX kefal-
testa e axavda kantli-a spina - gen.
di pesci, fam. triglie; la cui testa
termina con quattro lunghe punte
che sporgono dai soprascapolari e
dagli opercoli.

*Cefalgra - da
testa e

ep. di febbre quotidiana,

xpaXin kefal-

gr-a dolore - dolore

i
cui acsono accompagnati da un forte

cessi

dolor di capo.

* efalndra - da xvpak
testa e

kefal-
vSp? anr, andr-s

vr.p,

organo maschile - gen.


fam. cucurbitacee ; i cui
maschi sono posti in cima di

uomo,

fig.

di n. d.,
fiori

lunghi peduncoli.

efalante. V. Cefalnto.

* Cefalntera - da xeqpaXin kefal-


testa e vfap anther- antra - gen.
m., fam. orchidee; che hanno
antere fornite di filamenti tondeg-

di p.

gianti in cima.

Cefalnto - da

xeipaX^ kefal-

- gen. di
fam. rubiacee, tr. cefalantee;
cui fiori sono agglomerati in ca-

testa e av8o? nth-os fiore


p. d.,
1

pitoli globulosi.

* CefalntiO - da

xeqwtXr) kefal-

testa e vfo; ntho-s fiore - specie


di fioritura propria dei fiori compo-

che presenta una sorta di globo

sti,

o testa.

*Cefalria - da

olio

estratto dai frutti del cedro.


Cedrte - da xa'fycc kdr-os cedro - vino in cui entrava la resina

CEP

Cefallgico. V. Cefalalgia -

dalle

cui uova deposte nella scorza di


certi alberi si forma un'escrescenza,
una specie di noce di galla.
* Cedrla - da xiSpo; kdr-os cedro
- gen. di p. d., fam. ced reiacee ; il
cui legno somiglia a quello del cedro

per

lai

kb-os scimia -

xtc;

testa
i

cui

-gen.
fiori

di p. d.,

sono

xt<p*Xri kefal-

fam. dipsacee;

riuniti

in capitoli

terminali, subglobulosi.

* Cefalrtico - da xe<p*Xr, kefal-


testa e deprima artz-o acconcio, sano
- ep. di rimedio creduto efficace a
purgare la testa.
* Cefalti - da xtcpoXu kefal- testa

ci. di

moli., che

hanno

tesla;

sin. di cefalofori.

Cefalea - da

testa - dolor di testa, cronico, conti-

nuo o vario

xpaX7i kefal-

nell'intensit e nella

durata, che occupa tutta la testa.


* Cefalemia - da x<pXyi kefal-

my-a mosca - gen.

testa

artritico della testa.

d'ins.

dipt., fam. alericeri; le cui

Cefalalga - da xicpaXx kefal-


ti-sta e Xfc; lg-os dolore - doore
che occupa una regione qualunque

scellari dei montoni.


* Cefalematoha -

fal-

S-rc>a

tutta l'esleusioue del cranio.

p.ua

larve vivono nei seni frontali e

lesta

da

ma-

xXr, ke-

e atjia, gjultc;

ma.

CEF

*mnt-os sangue - tumore alla festa


dei neonati, che dipende da sangue
sparpagliato sotto

CEF

Cefalodndro - da nyali ke-

e fov^pev dndr-on albero


pent.. fam. filloda ciascun articolo delle
antenne, nei maschi, sporge un filo

fal- testa

- gen.

pericranio.

il

182
*

d'ins. col

* Cefalea - da nyali kefal- testa - gen. d'ins. dipi., fam aterif eri ; che hanno testa molto grande
in paragone del corpo. 2 Dolor di

ceri

capo.

testa e ei^c? id-os, d-os

in cui

lineare, peloso.

Cefaldio - da nyali

kefal-

forma, so-

Ceflico - da xecpaXr, kefal- te- miglianza - ricettacolo di certi lista - che si riferisce alla testa; cheni, rotondo, a foggia di testa.
* Cefalo-farngo - da nyai-h
come arterie, vene, rimedii ecc.
* Cefalte - da nyali kefal- te- kefal- testa e papu-vl; frynx faringe
- ep. di un muscolo e di un'aposta - infiammazione della testa.
Cfalo - da nfai, kefal- testa neurosi comuni all'apofisi basilare
-sp di pesci acant fam. mugiloidi, nella testa e al muscolo costrittore
gen. mugile; distinti da una testa nel faringe.
* Cefalfima - da nyali kefal-
larga nella parte superiore.
* Cefalobro - da nyali kefal- testa e <p[i.a fym-a tumore - tumore
,

testa e pape? br-os peso - gen. d'ins.


col.

tetr.,

hanno

fam. curculionidi

la testa di

un volume

che

straor-

maschi.
* Cefalobbnchio - da nyali ketcv
testa
brnch-ion
fal-
e p*|fx
branchia - gen. di aneli chetopodi;
dinario, sopratutto

caratterizzati dalla inserzione di

due

branchie libere sulla testa.


* Cefalocle - da nyali kefal-
testa e xiiXm kl-e tumore - ernia o

tumore del capo.


* Cefalcera - da xiyali kefal-
testa e pa? kr-as corno - gen.

alla testa.

* Cefalfio - da nyali kefal-


ocpt; f-is serpente - gen. di
fam. iungicorni; che
hanno la testa lunga e sottile, a ma'
di serpente.
* Cefaloflide - da nyali ketesta e

ins. col. tetr.,

fal- testa e ^poXlc, ^oXi^cc fol-ls, fo-

- gen. di pesci acant. ,.


fam. percoidi; che hanno la testa
ld-os scaglia

coperta di scaglie.
*( efalfori. V. Cefalforo-sn.
di cefalti.

Ceflforo -

da

nfali

kefal-

- gen.

fam. tanistomii; che


hanno una tromba lunga e sporgente

testa e

a modo

cui carattere essenziale consiste in

d'ins.

dipt.,

di sifone.

2 Gen.

d'ins.

imnopt., fam. tentredinei; idem.


* Cefalocsti - da nyali kefal-
testa e xort; kyst-is vescica -gen.
di vermi entozorii ; vescichette con
una specie di enfiamento cefalico.
* Cefalculo - voc. ibr. da xtkefal- testa e lat.
occhio - sin. di polifmo.

ca).f,

oculus

*< efaldela - da nyali kefal-


testa e ^tXcc dl-os palese - gen.
1 infus., fam. politrochi; forniti di

una

specie di testa all'estremit anteriore del corpo.

d.,

caspio

fr-o porto

di p.

fam. composte senecionidee;

fiori

solitari!,

globulosi,

foggia di testa.
* Cefalognesi - da xupaXr
fal- testa

fittali;

il

quasi a

ke-

gnes-is genera-

zione - storia dello sviluppo della


testa degli animali, nei varii periodi
della loro vita.
* Cefalografa

- da nyali ke-

fal- testa e ipx.yi. graf-tf esenzione

- descrizione delle

parti

che formano

la testa.

Cefalide - da xiyali kefal-


testa e c; id-os, d-os specie, so

183

CEF

miglianza - m. ep. di piante che


terminano in una fioritura ad un

fam. a terice ri; forniti di testa


molto grossa.
Cefalptera. V. Cefalptero gen. di pesci, fam. razze; la cui
lesta ottusa e quadrata porta ad
ogni angolo una piccola natatoja
che rassomiglia a una specie di

dipt.,

solo -capo.

* Cefalolia - da xwpaX

kefal-

testa e Xsoc li-os, l-os liscio- gend'ins. col. tetr., fam.

CEP

crisomelini;

che differiscono dai cassidarii per


alcuni caratteri, fra cui, per avere

corno.

* Cefalptero - da pax) kefal-


* Cefalologa - da xe?aX7i kefal- testa e irreov pter-n ala - gen.
testa e \yo$ lg-os discorso - trat- d'ucc. , fam oaccivoridei ; cos nomitato della testa.
nati a cagione del gran pennacchio
Cefalma - da xe^paX-fi kefal- di cui ornata la testa della specie
testa - cancro midollare o encefa- tipo di questo genere.
* Cefalorrachidio - da xe<paXri keloide.
* Cefalmelo - da xe<paXT kefal- fal- testa e a^i; rch-is spina dortesta e jiiXos ml-os membro - mo- sale - ep. di membrane ecc., che
stro la cui anomalia caratterizzata hanno relazione colla testa e colla
dall'inserzione di uno o due mem- spina dorsale.
* Cefalsfero - da xe<paXri kefal-
bri accessorii sulla testa.
* Cefalmetro - da pax-fi ke- testa e wpapa sfera - gen. d'ins.
fal- testa e pirpov mtr-on misura col. tetr., fam. curculionidi ; che
- strumento per misurare le di- hanno testa sferica.
* Cefalosprio - da xe<paXin kemensioni della testa del feto in
la testa liscia.

un

parto

xiyakh kefal-

testa e Ra.ybs pach-ys grosso

di

e vkm spr-os seme gen. di p. a., fam. funghi; i cui


fal- testa

difficile.

* Cefalpaco - da

- gen.

spori sono riuniti in capitoli in

mamm.,fam. lemuni; che hanno

* Cefalpago

*Cefalsteno - da xeipaX) kefal- testa e omo; sten-s stretto -

- da xi^aXr, kefal-

gen. d'ins. col. eter., fam. melasomi ; che hanno testa pi stretta
e lunga dei generi affini.
* Cefalostigma - da xecpoXri ke-

testa e ira-pU pag-is, pag-s attaccato (irvywp.1 pgn-ymi attaccare)


- mostro composto di due individui

a ombilichi distinti, colle teste riunite per le cime in senso inverso.


* Cefalopppo - da xt^pax) ke-

stigma - gen.
fam. campanulacee; il cui
ha uno stigma tondeggiante,

fal- testa e ari-yp-a


di p. d.,

ppp-os pennacchio - gen. di p. d., fam. composte ; a scape lunghe, coperte di


un pelo lanoso.
fal- testa e nonnroc

* Cefalpodi - da

stilo

quasi a foggia di testa.

* Cefalstomi - da
testa e

otoW

xecpax)

kefal-

stm-a bocca -

tr.

d'ins. apt., fam. aracnidi tracheari

<paX>i kefal-

primo articolo fa

testa e e5c, in$h<; pus, pod-s piede

in cui

di testa e di bocca.

ci. di moli.; caratterizzati dalla


inserzione dei tentacoli, che servono

il

Cefalote.

le veci

V. Cefalto.

* Ceflotchie - da xc?<*Xy> kefal-


- tr. di

di piedi, sulla parte anteriore della

testa e town thk-e astuccio

testa.

* Cefalpsidi - da xiwtkh kefal-


testa e

cima

dei filamenti fertili.

testa grossa.

fys ps-is vista -

tr. d'ins.

p. a.,

fam. epatiche; distinte dalla

fruttificazione collocata in

una spe

CEP

CEL

scatola o d capolino in cima

hanno somiglianza coi calabroni a


colle mosche.
ad un pedicello.
CefALTI - da xeepaXri kefal- * Celcne - da xoxo? kil-os; ktesta - m. fam. di pesci acant.; 1-os cavo e tyvv] chn-e gluma
distinti da una testa molto volu- - gen. di p. m., fam. graminee; la
minosa.
cui gluma bivalva, coll'esterna
Ceflto - da xetpaXf, kefal- te- valva ventrata e cava.
sta - m. gen di mamm., fam chi*Celnto - da atoxc? kil-os, kropteri; che hanno testa grossa, 3ro. 1-os cavo e Svflo; nth-os fiore - gen.
Gen. d'ins. col. pent., fam. carabici; di p. d.,fam. portulacee; i cui fiori
che hanno testa molto grossa in sono fatti a imbuto o a campana.
proporzione del rimanente del corpo.
*Celastrinee. V. Celstro.
-4 m. Gen. di p. d., fam. rosacee, tr.
Celstro - da xiiXaorpov kcefalotee ; la cui fioritura una spe- lastron albero di gen. indetermicie di spiga ramosa e gonfia a mo' nato, sempre verde - m .gen. di p.

eie di

d., fam. celastrinee.

di testa.

* Cefalotoma - daxMpaXx kefal-


Celaco - da x&tXta koil-a, kil-a
rop-r, tom- taglio - operaventre - che si riferisce agl'intezione che si eseguisce quando la stini (arteria, plesso, ganglio ecc.).
testa del feto non pu passare per 2 m. Ep. di malattia che consiste
il bacino , e consiste nel tagliarla
un flusso di ventre con forti dolori
in pezzi.
di stomaco cagionato da imperfetta
* Cefalotrbo - da xEcpaX?) kefal- digestione per iscarsezza di bile.
testa e

testa e rpiw trb-o stritolo - stru-

mento con
la

testa

di

cui si stringe e stritola

un

feto,

quando non

passa per il bacino.


* Cefaltrichi - da xeepaXin kefal- testa e ftplSi TP lX thrx, trich-s capello, pelo - tr. di p. a.,
fam. funghi ; la cui fruttificazione
consiste
una specie di capolino
composto di filamenti o crini che

* Celdio - da xcxcs kil-os, kl-os


cavo - gen. di p. d., fam. papilionacee ; che hanno la guaina staminale fessa in due.
Celide - da xoiXla koil-a, kil-ia
ventre - m. gen. d'ins." col. tetr.,
fam. curculionidi ; molto grossi.

* Celiodsmo - da xotXta koil-a,


ventre e ecj/. desm-s vin-

kil-ia

fascia - fascia usata dalle


contengono le spore.
donne per comprimere il ventre e
* Ceflotrpesi - da xe^aXi ke- comparire pi snelle.
fal- testa e -epiteta tryp-o buco,
Celo - da xox&c kil-os, kl-os
trapano - operazione chirurgica di cavo - m. gen. d'ins. col. eter.,
trapanare il cranio.
fam. taxicorni; distinti da un pro*Ceflide - da xecpaX kefal- fondo incavo nella parte superiore
testa e eic<; id-os, d-os forma, so- del corsaletto.
miglianza - gen. di p. d., fam. ru*Celoclna - da xcxec kil-os
biacee,

da

fiori

tr.

cefelidee

riuniti

in

caratterizzate

capitoli

termi-

nali.

colo,

cavo e xXtwi kln-e letto, fig.


ricettacolo- gen. di p. d., fam. anonacee; cos nominate per la forma
kl-os

* Cefelide V Ceftide
cava del ricettacolo.
*Cefenomia - da xr,<p7)v kefn * Celodnti - da xoxo; kil-os.
calabrone e pula my-a mosca
kl-os cavo e $o$ , $vtgs odus,
.

gen. d'ins. dipt., fam. atericeri; che

odnt-os dente -^r. di rett. saurii,

CEL
<swn. laceriti

che hanno

185

denti

solcati.

*Celgeno - da xoxoc kil-os,


3l-os cavo e -^vuc gn-ys mascella

gen.

cavii

di

mamm.

distinti

roditori,

fam.

da una cavit pro-

una

CEN

cavit laterale o media, e dalla

spostamento erniario del cuore.


* Celosperme - da xoxos kil-os,
cavo e oEpfjwt sprm-a seme
-sez. di p. d., fam. ombrellifere;

kl-os

caratterizzate

da una cavit nella

molare

dotta da una dilatazione dell'apofisi


dell'osso mascellare supe-

faccia interna dei carpelli.


* Celosprio - da xoxo? kil-os,

riore.

kl-os cavo e rrcopo; spr-os

*Celgina - da xoxcs kil os,k1-os cavo e pvf, gyn- donna, fig.


organo femminile dei fiori - gen.

gen. di

p. ni., fam. orchidee: distinte


principalmente dalla forma cava del
labello nei fiori femminei.

di

Celma - da xoxoc kil-os,

kil-os

m. ulcera profonda

nella

<iavo

cornea.

"Celomra - da

xo&o; kil-os,
kil-os cavo e pip; mer-s coscia
- gen. d'ins. col. pent., fam. crisomelini; che hanno le tibie solcate.
* Celomtra

- da xXc; kil-os,
kil-os cavo e atrpa mitra - gen.
di p. a,, fam. funghi; che presentano una specie di cappello fatto a
.mitra, internamente cavo o vuoto.
*Celopne - da xolx&c kil-os,
ikl-os cavo e mia pn-o respiro iain di moli, gasteropodi; che hanno

una

cavit polmonare

p.

cui

cavo e orapvcv strn-on sterno


d'ins. col. tetr.,fam. curcuIionidi ; cos detti per la forma incavata dello sterno.
*Celostgma - da xxe; kil-os,
kl-os cavo e arfyxa stigma - gen.
di p. d., fam. ericacee; il cui stilo
ha stigma cavo.
Celstoma - da xoTXo? kil-os,
kil-os cavo e <rro'p.f stm-a bocca
- gen. d'iris, col. pent., fam. pal-

kl-os

-gen.

picorni

in cui Torlo anteriore del

mento molto depresso.


*Celostoma. V. Celstoma difetto di pronuncia, per cui la voce
non esce chiara, ma, come da uno
speco, oscura e grave; voce sepolcrale.

quasi sepolcrale.

* Celpo - da xcxo; kil-os, kil-os


cavo e gc, wcSo; pus, pod-s piede

-gen.

un'ernia.

mamm.,

seme -

fam. funghi;

Celstomo. V. Celstoma - che


come organo ha voce non limpida, ma oscura,

del'ia respirazione.

di

a.,

spori hanno una cavit centrale.


* Celostrno - da xoxoc kil-os,

fam. sdentati;
conformazione cava

Celotoma - daxTnXm
T&p.in

tom- taglio

kl-e ernia
- taglio di

Cmbalo - da xu[/.6d kymb-e


cavit - a. strumento musicale
* Celsia - da xx kel-s splen- cavo, di metallo, simile ai nostri
dido, o da xnXow kel-o disecco - piatti. 2 m. Tamburello che consiste
gea. di p. d., fam. amarantacee; in una cartapecora stirata sopra un
che producono fiori eleganti, i quali cerchio, con sonagli. 3 m Struconservano il loro vivace colore an- mento a tasti, a corde metalliche,
in cui il suono vien prodotto meche diseccati.
diante pezzettini di penne inserite
*Celosmi. V. Celsomo.
* Celsomo - da xiXyi kl-e tumore nella linguetta dei saltarelli.
e owjia sm-a corpo - gen. di mo- *Cenadlfo - da xow; koin-s,
stri, fam. celosomii; distinti da ka-s comune e eXfc adelf-*
cos detti per la
dei loro piedi.

CEN

186

fratello - mostro doppio composto


di due corpi quasi egualmente svi-

modo che possegcomune uno o pi membri

luppati, uniti in

gono

in

* Cnanga - da xcw; ken-s vuoto


e ^-yecv ang-ion , ang-ion vaso malattia proveniente dal vuoto dei vasi
sanguigni, da scarsezza di sangue.
Cenngio. V. Cenngia - gen.
di p. a., funghi; cos detti per il
loro cavo ricettacolo.
Cncride - da xs*yxp knchr-os
miglio - m. sp. di rett. ofidii, gen.
boa; che hanno la pelle coperta di
macchiette simili a grani di miglio.
2 m. Gen. d'ucc. rapaci, fam. avoltoi ; che frequentano i campi coltivati a miglio per far preda degli
uccelletti granivori.

CEN

nomini o donne vivono inubbidienti alle medesima


,
regole di disciplina cristiana.
Cenobita. V. Cenobio - chi vive
in cui

sieme

con

necessarii alla vita.

comune in un cenobio.
Frutto diviso fino alla sua base

altri vita

2 m.

in pericarpi privi di stili, articolati

sopra una ginobase che porta

uno

stilo unico.

Cenobitico. V. Cenobio - eh '


proprio di cenobio, di cenobita.

Cenoccco

- da xev; ken-s
kkk-os grano - gen.
di p. a., fam. funghi; che si presentano sotto forma di globuli, il
vuoto e

ko'xxo;

massimo

cui volume

un

quello

pisello, fragili e quasi

di

sempre

vuoti.

* Cenogstro - da xevic ken-s,


vuoto e 7<xoTr p, -yaffTp? gas ter, gastr-s ventre - gen. d'ms. dipt., fam.
(

* Cencrte - da py; knchr-os


miglio - gen. di moli, foss.; sorta
di grandini rotondi come miglio,
che compongono certe roccie calcari, ora dette ooliti.

Piccolo dia-

mante, grosso come un grano

di

tipularii

hanno l'addome

cavo.
* Cenognio - da xoivc koin-s,
kin-s comune e -juvri gyn- donna,

organo femmineo - gen.


fam. licheni

miglio.

quali

; i

di p. a.,

cui organi seminiferi

Cncro - da yrupt knchr-os sono riuniti come nei funghi.


* Cenognio - da jmivc koin-s,
miglio - m. gen. di p. m., faro,
il cui frutto un pickin-s comune e *[vrh gon- geneseme quasi rotondo, simile al razione - gen. di p. a., fam, bissa-

graminee;
colo

miglio.

cee;

* Cencroblfaro - da Tcp^
knchr-os miglio e Pxtyctpov blar-on palpebra - tubercoletto duro

in

sulle palpebre, simile a

un grano

di

miglio.

* Cen - da xvif ken-s vuoto gen. di p. d , fam. composte senecionidee; che hanno picciuoli terminali cavi e il calice vacuo sotto

cui sporidii sono contenuti

una sola teca.


C enologa - da xowo? koin-s
kin-s comune eXop;log-os discorso
- conferenza

fra pi individui

con-

sulto fra pi medici.

Cenmelo

- da xow; koin-s,
kin-s comune e p-riXcv ml-on melo
- gen. di p. d., fam. pomacee; arbusti, molto comuni al Giappone
il ricettacolo.
e che somigliano ad un mel.
Cenobirca - da xowo'&ov koin- * Cenmici - da xeW; ken-s vuoto
bi-on, kinbi-on cenobio e &pxr- e (jluxyi; mk-es fungo - gen. di p.
ch-o presiedo - superiore di ce- a , fam. licheni; cui fusti sono
nobi ti.
talora vuoti al di dentro e terminano
Cenobio - da xcwoc koin-s, ki- in una specie di bicchiere largo e
n-s comune e pie; bi-os vita - luogo vuoto.

187

CEN

CEN

*Cenomia - da xotvfc koin-s, ki- rappresenta come mezzi uomini e


n-s comune e jiua my-ia mosca - mezzi cavalli. - L'etimologia suingeo. di ins. dipt., fam. tanistomii;
che vanno a sciami.
Cenorrmfi - da xev ken-s

vuoto e paucpc; rmf-os becco

fam.

d'ucc. passeri arrampicatori ; il cui


becco celluioso e spugnoso.

Cenosi - da

xevc

ken-s vuoto

dicata quella che corre, ch' comunemente accettata ; ma sembra

poco probabile. Si pu congetturare


che xev ken sia invece di -j-ev gen
(con leggera e frequente alterazione
ai lettera), da ^vo? gn-os

zione, popolo, nazione,

genera-

pvu gen-

- purga, evacuazione.
n-o genero ; nel qual caso Centauro
* Cenola - da xctv? koin-s, ki- significherebbe uomo robusto, forn-s comune - gen. d'ins dipt., zuto, o uomo generato da un cafam. atericeri; molto comuni, che vallo, favola cui avrebbero dato occasione le suddette voci affini. - I
si trovano in gran copia
Cenotfio - da *sv ken-s vuoto Centauri che abitavano la Tessae Tacpcc tf-os tomba - tomba vuota. glia, la Macedonia, il Pindo, erano
che s'innalzava a cittadini morti
mare, in guerra, in paese lontano e che non avevano ricevuto gli

forse affini ai Taurisci della Tracia


ai Taurii della Tauride.
Centte - da xevrw kent-o

onori della sepoltura.

pungo

in

Cenotlami

- da xmvj koin-s,

kin-s comune e 6a>.au.o; thlam-os


stanza, fig. ricettacolo, apotecio ci. di p. a., fam. licheni, i cui ricettacoli sono formali dal tallo.
Centico - da xv; koin-s,
kin-s comune - m. ep. di funghi
formati da filamenti fruttiferi riuniti e saldati fra loro.
* CENOTROFOSPRMIO - da xciv*
koin-s, kin-s comuwe, Tpc<j>r, trof-
alimento e cnrsp[/.a sprma seme ep. delle piante, che hanno un trofospermo comune alla base dell'ovario, o

pi trofospermi

l'asse del

uniti

lungo

medesimo.

Centurba

- dal

skt.

cfln-a

tivori;

in.
il

gen. di maram. inset coperto di

cui corpo

spine.

* CentigrmmA - vocab. ibr. da


cento e ^i^^a. grmma - centesima parte del gramma.

*Centiltro - vocab.

cento

litro.

Centimetro cento

da
cen-

ibr.

Htr-a litro -

e Xfrpa

tesima parte del

da
metro -

vocab. ibr.

pirp&v mtr-on

centesima parte del metro.


*Centstero - vocab. ibr.

cento

<mp;

stere-s

stero

da
-

centesima parte dello stero o stajo.


* Centradnia - da Vrpcv kentr-on

pungolo e

- gen

di p. d.,

rosso e tara albero, persiano dar


pianta - gen. di p. d., fam. sinanteree cinaree, tr. centauree; cosi
nominate perch hanno un succo
rosso.
* Centauree. V. Centaura.
Centauri - da xevrfo kent-o

rinee

pungo, trafiggo e -rapo,- laui-os toro

di

3r,v adu glandola


fam. melastoraacce;

cui antere pi piccole si prolungano in un'appendice gianduiiforme.


* Centrante r a - da vt^cv ken-

le

tr-on pungolo e vOr.p anther- antera - gen. di p. d., fam scrofula-

antere sono guernite


; le cui
pungoli o speroni.

sthaurin cavallo robusto, * Centrnto - da xivtpcv kntr-on


stallone; sthaura forza) - popolo pungolo e vfcc nth-os fiore -gen.
nomade di mandriani; che la favola di p. d., Cam. valeriaimcee che il
(skt.

Cen

CBN

188

fam. curculionidi*

distinguono dal gen. valeriana per


1< sperone di cui guernita la base

d'ins. co. tetr.,

del fiore.
* Centkrco - da xevrpov kntr-on

speroni.
* CENTttOGSTRO - da xevrpov keu-

che hanno

armate

le coscie

di forti

aculeo e px arch-s ano - gen.


che

tr-on aculeo e yaoTT.p, Yacrpc

di pesci acant., fam. percoidi;

str, gaslr-s ventre - gen. di pesci

hanno, fra

anfacanti

gli altri caratteri distin-

alcune spine alla natatoja anale.


vrpcv kne 6r.p athr stelo gen. di p. d., fein. composte vernonie ; il cui stelo sottile e spi
tivi,

Centrteko - da

tr-on aculeo

iioso.

CNTR1DE - da

xevrp;,

xsrrp'!^&;

keutr-s, kenlrd-os aculeo -

gen.
ridi

m.

goli

e sei

distinti

raggi

puntute.

Centrolpide
punta

tr-on

le

lepd-os

- da xtvrpov knXmuJo; lepis,

e Xnri

scaglia - gen.

Centrna - da xeVrpov kntr-on appuntite.


* Centrolepidee. V.
punta - gen. di pesci acant., fam.

Centrino - da xsvTpcv kntr-on


punta - gen. d'ins. col. tetr., fam.
volta

cui protorace tal-

armato, nei maschi,

di

due

punte.

CENTRISCO - dim.
l

di

xsvrpcv

ntr-on aculeo - m. gen. di pesci

acant., fam. tubulirostri

p.

m. t

Centrol-

pide.

squalidi; molto spinosi.

; il

di

fam. centrolepidee; fornite di scaglie

di quattro acuti denti.

curculionidi

ga-

da quattro punarticolati a cia-

scuna pinna toracica.


* Centrognato - da xsVrpcv kntr-on punta e -yva8o<; gnth-os mascella- gen. d'ins. col. pent., fam.
lamellicorni; che hanno mandibole

d'ins. imenopt.,

fam. antofocui mandibole sono armate

forniti di

una lunga e forte spina sul dorso

* Centrolbio - da

xs'vxpov

kn-

tr-on aculeo e Xo? lob-s baccello

- gen.

di p. d., fam. papilionacee

il cui baccello termina in


un forte
aculeo, vestigio dello stilo, irto di
tre lunghe spine.

*CENTRLOFO-daxvTpov kntr-on
aculeo e

Xo'cpo;

lfos cresta - gen.

pesci, fam. sgomberoidi


cosi
nominato perch Ticliologo che
primo classific questo genere, osserv sulla nuca del pesce che anasono egualmente distanti.
lizzava, tre piccole punte sporgenti;
* CENTRCtRO - da xvrpov punta carattere puramente accidentale e
e xspac kr-as corno - gen. d'ins. dipendente dal discccamento del pecol. tetr., fam.
lungicorni; che sce medesimo.
hanno antenne puntute.
*Centrnia - daxfvrpov kntr-on
* Centroclnio - da xmpcv knaculeo - gen. di p. d., fam. melatr-on aculeo e xkirr, klin-e letto, fig. stomacee
gueroite di foglie elliptiricettacolo - gen. di p. d
fam. che acuminate.
composte mutisiacee il cui carat- *Centrnh - da xs'vTpov kntr-on
tere essenziale consiste nelle spine aculeo - gr. di animali spinosi
corte e disposte in pi linee con- raggiati, che comprende gli echicentriche di cui irto il ricettacolo nodermi, i crinoidi e gli actinii.
dei fiori.
*Centronto - da xsvrpcv kn-

Cntro

- da

di

kntr-on
punta, punto - punto di un cerchio
<!a cui i punti della circonferenza
xsVrp&v

Centrforo -daxsvTpcvkentr-on
acuito e

<?ip<ftr-o

porto

-m.

gen.

tr-on aculeo e vto; nt-os dorso gen. di pesci acant , fam. sgombe-

180

CE*

midi, che hanno alcune spine libere avanti la pinna dorsale.


* Centroptalo - da xsvrp&v kntr-on aculeo e nraci ptal-on petalo -gen. di p. m., fam. orchidee ; distinte da foglie falciformi e
petali aruminati.
* Centro pdio - da xvrpcv kntr-on punta e wcc. iw^; pus, pod-s piede, fig. fusto - gen. di p.
d., fam. poligonacee; che hanno
fusto spinoso.

* Centropgono - da

xvrpcv

kn-

tr-on aculeo e irwfwv pgon barba

-gen.

di p. d.,

cui

lemho del

il

fam. lobeliacee; in
calice

guemito

CSA

* CENTRSTOMi-daxsVrpcvkntr-on

centro e arcjAa stma bocca - fam.


di echio. ; in cui la bocca centrale.

Centrto - da xs'vTp&v kntr on


aculeo - m. gen. d'ins. emipt.
omopt., fam. membranidi; armati
di un pungiglione.
.

Centiiro - da

xsvTpcv kntr-on
ur- coda - gen.
d'ucc., fam papagalli; che hanno
la coda corta ed acuminata 2 Gen.
fam. aracnidi; che
d'ins. apt.
hanno la coda rigida e appuntita,
* Cenuro- da x&iv?koin-s, kin-s
comune e cupa ur-a coda - gen. di

aculeo

cupa

caratterizzati
elm. cestoidi
da
kn- una vescichetta o coda comune a

di lacinie arricciate e falciformi.

Centropmo - da

xjvrpov

tr-on aculeo e i|c pm-a opercolo


-gen. di pesci acant., fam. percoidi

tellati

che hanno

gli opercoli

den-

o spinosi.

pi corpi.

*
e

Ceocfalo - da xs k-o divida


kfal- testa - gen. d'ins.

xe<p,XY

col. tetr.

*Centroprsia

- da xsvrpcv kn-

hanno

tr-on aculeo e n^.a-rrn; prst-es sega

corpo.

- gen.

fam. curculionidi

la

che

testa quasi staccata dal

Cepotfio - da

kp-oi
sepolcro - sepolcro in un orto ; orto
cangiato in cimitero.
spinoso.
* Ceracte - da xr,p; ker-s cera
* CENTROSCLIDE -da xvrpcv kntr-on punta e cxsXcs skl-os gamba e /ar/is acht-es agata - min.;
- gen. d'iris, col. tetr., fam. criso- pietra cornalina; cos detta perch

di pesci acant., fam. perche hanno denti a sega, il


preopercolo dentellato e l'opercolo

coidi;

melini

forniti di

gambe

rantacee ; i cui fiori sono disposti


a spighe, colle cinque fogliette del
perigono spinescenti.
Centrcpema - da x-'vrpcv kenaculeo
sm-a slcndardo - gen. di p. d , fam. papilionncee; il cui carattere principale
consiste in uno sperone corto ed
ottuso sullo slondardo della corolla.
*Centrospkmo - de xsVrpcv ken-

tr-on

or.y.v.

tr-on aculeo e ercu?paa

- gen di p. d.
semi sono irli

sprma seme

fam. caliceree,
di spine.

T<x-.fcv

x-Sfroc

taf-ion

taf-ion

del color della cera vergine.

spinose.

* CeNTROSTCHIDE - da xsVrptv
knlr-on aculeo e otoc^u; stch-ys
spiga - gen. di p. d., fam. ama-

orlo e

cui

*Ceragnia - da xspa kr-as


gen-is
corno e -yeveis gen-eis
barba -gen. d'ins. col. tetr., fam.
lungicorni; che hanno le antenne
,

coperte

di

lanugine.

Cermia - da

kram-os
m. gen. d'ins.

x-'pxu.c

terra colta, tegola -

imenopt.,f;im. diplopteri; che nidificano sotto le tegole.


Cermico - da xpa|/.c kram-o

terra colla - ep. di arte, di officina

che appartiene

alla

fabbricazione

delle terre plastiche

che poi

topongono

2 Nome

a cottura.

quartieri di Atene antica,

si

sot-

di due
uno den-

tro e l'altro fuori della citt, adorni

CER

190

CER

d bei passeggi e magnifici edifizii;

una spina a ciascun angolo termi-

cos detti perch ?i si fabbricavano


arnesi di terra cotta. - dm. Cermica (sostantivamente) ; scienza che

nalo.

tratta di tutto ci che si riferisce

scudo - gen.

al lavoro della terra plastica.

lamellicorni

Ceramie. V. Cermio.
Cermio - da xcppicv kerm-ion
vaso di terra - m. gen. di p. a.,
fam. fcee, tr. ceramiee; le quali
consistono in tubi continui, a similitudine di vasi. 2 Gen. d'ins.
imenopt., st.-tr. ceramiti; che
hanno forma di vaso.
*CeramTI. V. Cermio.

* Ceramografa - da

Wg? ke-

vaso ai terra
cotta e -yfxwpTi ^raf- descrizione ,
pittura -descrizione dei vasi di terra
cotta; parte di archeologia. 2 Arte
di dipingere i vasi di terra cotta.
Cerantr - da xpa kr-as
corno e vfoip anther- antera gen. di p. d., fam. solanacee; i cui
stami sono divisi in cima a foggia

ram-os terra cotta

due cornetti.
* Ceranto - da x*pa; kr-as corno
e av8o nth-os fiore - gen. di p. d.,
fam. gelsomini; distinte da un calice con quattro denti acuti.
* Cerpodo - da xspa; kr-as corno
e iros, mis pus, pod-s piede di

* Cerspide- da xcp kr-as corno


&<nrU, oir&Gc asp-s,

aspld-os

fam.
che hanno Torlo posteriore del corsaletto armato di tre
d'ins. col. pent.,

denti.

Cerasta - da xs'pas kr-as corno


- sp. di rett. ofdii, gen. vipere;
che hanno sopra ciascun occhio
aruna protuberanza appuntita
,

cuata, cornea.

Ceraste - da

xs'pa?

kr-as corno

-m. gen.

di moli, acefali; che hanno


per carattere due sifoni alla parie
anteriore del corpo, i quali escono
dalle conchiglie. 2 Bacherozzolo che

rode

fichi

gli abeti.

Cerastie.

V. Cerstio.

* Cerstio - daxpas kr-as corno


- gen. di p. d., fam. cariofllacee,
tr. cerastiee ; il cui frutto ha forma
di

cornetto.

CERATNDRA - da

xpas, xspaTCf

kr-as, krat-os corno e

vr,p,

vSp

anr, andrs uomo, fig. stame - gen.


di p. m., fam. orchidee ; in cui

per solito il labello dei fiori maschi


e munito di una appendice carnosa.
* CE RATI ASI - da xipas, xparcs kras, krat-os corno - escrescenza
gen. di crost. isopodi, fam. gam- cornea che sviluppasi sulle tempia
beri; le cui antenne sono terminate o sulla fronte.
da un grande articolo stiliforme.
CERATNA - da xspac, x/paTGck*Ceraptrige - da xspa; kr-as ras, krat-os corno - m. gen. d'ins.
corno e irrepui-, rpu^s ptryx, pt- imen., fam. melliferi; le cui anryg-os aletta- gen. d'ins. lepid., tenne hanno il primo articolo lungo
fam. notturni; distinti da antenne e cilindrico e gli altri formanti una
larghe a guisa di alette.
specie di clava oblunga.
*CERrTERO - da xipa; kr-as
Cebtio - da xepTtov kert-ion
corno e impv pter-n ala - gen. dim. di xspa, xs'paTc? kras, krad'ins. col. tetr., fam. xilofagi; le t-os corno - m. gen. d'infus., fam.
cui antenne sono larghe e piatte.
fieridinii; caratterizzati dal proCerasforo - da xs'pac kr-as ungamento in forma di corno del
corno e y^* fr-o porto - m. gen. testo. 2 m. Gen. di p. m., fam. ord'ins. col. tetr., fam. lungicorni; i chidee ; i cui frutti sono a guisa di
cui elitri sono tronchi e armati di coi u Ili; siu. di cilindilobu. 3 *.

CER

191

fam. funghi ipomiceti ; distnti da piccoli ricettacoli


ramosi in forma di corno.
Certte- da xe'pas, xepaTcs kras,
krat-os corno - m. affezione della
cornea dell'occhio per infiammazione della congiuntiva, della coroideo dell'iride. 2ro. Gen. di p. a.,
fam. funghi, che per allungamento
del loro pendio somigliano a cor<5en. di

p.

a.,

3 m. Corno pietrificato.
* CERATOCRPO - da xs'pa, xpTG

netti.

CER

* CeRATDNTE - da par, xtfavot


kras, krat-os corno e &u; , ovtoc ods, odntos dente - gen. di p.
a., fam. muschi acrocarpi; caratterizzati dai denti del peristomio divisi in

due porzioni

filiformi,

a mo'

di cornetti.

Certofaringo -

daxpac, ***
par-o; kras, krat-os corno e ^pu^
frynx faringe - muscolo che nasce dal gran corno dell'ioide e fa
parte della tonaca muscolosa della

kras, krat-os corno e xapirs kar- faringe.


*Ceratofille. V. Ceratoftllo.
p-s frutto - gen. di p. d., fam.
* CeRATOFLLO - da xpac, xpaToc
chenopodiee ; il cui seme fornito
kras, krat-os corno e puXXov fyldi due corna dritte ed acute.
* CERATOCEFALO - da xs'pas, x- 1-on foglia - gen. di p. d., fam.
pToc kras, krat-os corno e xt- ceratofillee; le cui foglie sono acuminate, forcute e dentellate.
<xXti kefal- testa - gen. di p. d.,
CerTFITI - da xpoc, xe'pa-ref
fam. ranonculacee; 1 cui carpelli
gonfi alla base a guisa di testa ter- kras, krat-os corno e <?utv fyt-n
minano in un lungo stilo persistente pianta - tr. di poi.; che hanno
che ha forma di corno. 2 Gen. di forma di pianta, e sono di consip. d.. fam, composte senecionidee; stenza cornea.
* CeRATFRIO - da xpa$, xs'paToc
jl cui frutto ha due cornetti ; sin.
di bidente.

* Ceratocele - da xpac, xipaToj


kr-as, krat-os corno e xtXyi kl-e
tumore - ernia della cornea dell'occhio, formata per dilatazione della
membrana dell'umore acqueo o delle

kras, krat-os corno e cpp; ofr-ys


ciglio - gen. di rett. batracii ;
che hanno sopra ciascuna palpebra
un'escrescenza membranosa , una
specie di cornetto
* CerATOFTLHI - da xp<t, xjpaTOj

lamine superficiali della cornea medesima.


* CERATCH1LO - da xs'pxc, xsparos
kr-as, kratos corno e x**c chi1-os, chll-os labbro -gen. dip. m.,
fam. orchidee; distinte dal labbro
cornuto delle corolle.
* CeRATOCLE - da xipac, xtparoc
kras, krat-os corno e x>><fa cnl-e
erba - gen. di p. m., fam. graminee ; piante erbacee, i cui semi ter-

kras, krat-os corno e 6v&aXy.bs ofthalm-s occhio - fam. di crost. de-

minano in tre cornetti puntuti.


* CERATODACTILO - da *pa{, y1pa-re? kr-as, krat-os dente e &-

glss-a lingua - parte del muscolo

xruXcs dktyl-os

lingua.

ritto

-gen.

di p. a.,

fam. felci; i cui gruppi di capsule


somigliano a cornetti, a dita

capodi; che comprende quelli che


hanno per solito gli occhi posti all'estremit di due articoli mobili.

*CERATGENO - da

xpa;, xp<XTO(

kras, krat-os corno e yswaw genn-o genero - insieme delle parti

da cui esce il corno.


* CERATOGLSSO - da xpx, xiparc*
krat-os corno e -fkStaax

della pelle,

kras,

loglosso che s'attacca alle corna dell'osso ioide e serve per

moti della

* CERATOGNTO - da x{po*, x*paT


kr-as, krat-os corno e 7% ade; gita-

iW

CBR
mandibola - gen.

CER

* Ceratopgono - da **>w, *ipent., faro, lamellicomi; le eui man- pare; kras, krat-os corno e f*
dibole sono acuminate, cornate.
pg-on barba - gen. d'ins. dipt..
CERATIDE - da xtpa;, xi^aro; taro, tipularii ; le cui antenne hanno
kras, krat-os corno e fc* idos, otto articoli forniti di lunghi peli.
* Ceratoptride - da ><* kras
Id-os specie, somiglianza - cornea
trasparente dell'occhio, che somiglia corno e irn'pi, iroptfo; ptris, pta sfoglia di corno.
rid-os felce - gen. di p. a., fam.
* CeRATLITO - da xc'pac, xtpaTCC felci ; le cui pinnule sterili sono lankras, krat-os corno e Xttoc lth-os ceolate od oblunghe , e le pinuule
vietra - mollusco pietrificato, che fertili lineari, strettissime e spesso
na forma di corno.
forcute come corna di cervo.
* CERATLOBO - da xepa<, xpotrec
* CERATPTERO - da xp*, xsparct
kr-as, krat-os corno e Xcg< lob-s kras, krat-os corno e irrepv ptebaccello- gen. di p. m., fam. palme; r-n ala - st. gen. di pesci, fora,
il cui frutto una sorta di baccello,
razze, gen. cefaloptera; che coma forma di corno.
prende le specie che hanno le pie* CERATOMALACIA - da pac, xi- cole pinne curve in forma di corno
parc; kras, krat-os corno e fta- dinanzi alla testa.
* CERATOSANTO - da xpac, xepTo
Xaxi; maldk-s molle- rammollimento della cornea dell'occhio.
kras, krat-os corno e vdos n*( ERATONEMA - da xpa^, xpatos th-os fiore - gen. di p. d., fam. cukSras, krat-os com e vf.jx* nm-a curbitacee; che hanno per distinfilo - gen. di p. a., fam. funghi bistivo due punte rivolte in fuori ai
th-os

d'in, col.

sacei;

bissi filamentosi di consistenza cornea.


* CERATNIA - da xe'pac , xg'paTO^

ritagli del calice.


* Ceratosprmo

- da x*pa, xi-

pare; kras, krat-os corno e oirppux

kras, krat-os corno - gen. di p.


d., fam. leguminose ; il cui frutto

sprm-a seme - gen.

un

in capsule curve, a foggia di

baccello ritorto afoggia di coruo

volg. carobba.

ficee

di p. a.,

la cui fruttificazione

fam.

consiste

cor-

netti.

e r atonico - da xipac kr-as


corno e &*>, avuxc * nyx, nych-os
unghia - gen. d'ins col. pent.,
fam. eucnemidi; che hanno unghie
<

cornee.

"

CERATOSPRIO - da

*e'p

a . xtp*TO

kr-as, krat-os corno e oiw'poc spr-os sporo - gen. di p. a., fam. funghi gimnomiceti; distinti da spori
oblunghi, a guisa di cornetti.
* Ceratostaflno- daxs'pae, x-

* CERATONSSl - da xe'pas, pare;


corno e vaaa nysso pungo - opera- parcs kras, krat-os corno e arxzione che consiste nello spostare o y\tk slafvl- ugola - fascio di fibre
deprimere il cristallino dell'occhio muscolari che dal corno dell'ioide
con un ago che traversa la cornea si stendono verso l'ugola.
* t ERATOSTGMA - da *s'pa, *spaTo
ed altre membrane.
* CERATOPTALO - da Jwpa, paro; kr-as, krat-os corno e ari^a.
kras, krat-os corno e toto>.gv p- stigma - gen. di p. d., fam. plumtal-on petalo - gen. di p. d., fam. baginee; i cui stigmi hanno forma
sassifragacee

mente
petali.

dalle

distinte particolar-

lacinie

cormformi dei

di cornetti.

CERATOTCA - da xp, patos

kras, krat-os corno e (hi*n thk-e

CER
teca

- gen.

gnoniacee;

il

di

d.,

p.

fam.

193

bi-

cui frutto consiste in

una capsula tronca, con quattro angoli corniformi in cima.


* Ceratotom - V. Cerattomo

- operazione per incidere la cornea


trasparente dell'occhio nella calaratta per estrazione.
* Cerattomo - da xpa;, xpaTc;

kraSj krat-os corno e Top*) tom-


sezione - strumento chirurgico per
incidere la cornea trasparente nell'operazione della cataratta per
estrazione.

Cerunio, Ceraunte - da

x-

kerawi-s fulmine - sorta


di diversa natura e di
forma differente, che si credevano
cadute dal cielo col fulmine, come
piriti, belemniti, ecc.
2 Sin. di
pauv
di

pietre

aerlito.

Ceramgrafo

da

xepauvs

CER

fam. colubri; sorta di aspidi distinti


da una lunga coda.

Crcide - da

xtpxtc, xepxto; ker- m. gen. di p.


d , fam. leguminose; cos denominate dalla forma del loro baccello, a

ks, kerkd-os spola

spola.

Crco - da
m. geu.
vicorni

xepxcs krk-os

d'ins. col. pent.


il

cui

addome

coda -

fam. ca-

fornito di

una specie

di coda
* Cercocarpe. V. Cercocrpo
* Cercocrpo - da xs'pxc; coda e
xapTws karp-s fruito - gen. di p.
d fam. rosacee, tr. cercoearpee; il
cui frutto oblungo, sottile, a foggia
,

di coda.

*Cercocro - da

krk-os

xs'pxos

coda e xr& kb-os scimia - gen. di


quadrumani ; che comprende le scimie intermedie tra i
generi cercopiteco e macaco, le

mamm

keraun-s fulmine e -ypacpw grafo


scrivo congegno per riconoscere se il fulmine che ha colpito
il parafulmine sia ascendente o discendente e ristante del tempo del

di

colpo,

coda lunga e sottile; sin. di kin-

*CeraunomnteV. Ceraunomanza - chi pratica

quali

hanno

la

coda pi lunga del

corpo.

*Cercolpto- da
coda e

xs'pxo?

Xeirr Iept-s sottile

mamm.

marsupiali

krk-os
- gen.

che hanno

kaj.

* Cercomnae - da xp*o krk-os


coda e p.&v, jjiova^os mons, mondos monade - gen. d'infus. asimmetri, fam. monadii , che hanno
tone per via de'fenomeni nella ca- un prolungamento posteriore in for-

ceraunomanzia.
Ceraunomanza - da xepauvs
keraun-s fulmine e {/.amia mante-a, mant-a divinazione - divinala

duta elei fulmini


* Ceraunoscopa - da pauv keraun-s fulmine e ffxoirsw skop-o
osservo - sin. di ceraunomanza.
* Ceraunscopo - V. Ceraunoscopa - sin. di ceraunomnte.
Cercria - da x/pxcs krk-os
coda - gen. d'infus., fam. microzoarii

apodi

tr.

cercariee

il

cui

corpo finisce in una sorta di coda.


* Cercariee. V. Cercria.
* Cercaspide - da xpxc krk-os

coda e ow;, am^o*


d-os aspide - gen. di
13

Camini,

asps,
rett.

aspofiaii,

Dix. Etimol.

ma

di coda.

Cercpe - da

xepxuffYi

kerkp-e

sorla di cicala - m. geu. d'ins.


emipt., fam. eercopidi.
*Cercpidi. V. Cercpe.

Cercopitco da xs'pxc* krk-os


iu6r,xc? pithek-os scimia gen. di mamm. quadromani; scimie che hanno coda molto lunga.
* Cercosuro - da xs'pxos krk-os
coda e oapasur-a lucertola - gen.
coda e

di

rett.

saurii; sorta di lucertola

colla coda molto lunga.

Crcosi - da

xgxos

krk-os coda

CER

- allungamento non

194

CER

corno e xiyzkn kefal- testa - gen.


d'ins. imenopt., fam. calcidii;che

naturale della

clitoride.

Crea - da

xlpa; kr-as corno hanno la testa tridentata.


* Cercoma -da xpa kr-as corno
due piccole apofisi sia corna na- e xofun km-e chima - gen. d'ins.
col. eter. fam. vescicanti; che hanno
scenti.
Cerelo - da Tipo? ker-s cera antenne pelose.
* Cerono - da xr,p$ ker-s cera
e fXaiov le-on olio - unguento com-

- m. nome
nuate

di

ai fianchi, simili

oivc; in-os, n-os vino - empiacomposto di cera e di vino.


* Ceroftidi. V. Cerfito.
* Cerfito - da xe'pa; kr-as corno
e utv fyt-on pianta - gen. d'ins.
col. pent., fam. serricorni, tr. ceroftidi; le cui antenne sono rami-

posto di cera e olio.

* Cerepse - da >ip ker-s cera


e fyit ps-is aspetto - gen. d'ucc.
palmipedi, fam. Inmellirostri ; i auali

stro

danno coperta

la

testa, dalla

del becco sin oltre gli occhi,


pelle gialla, color di cera.

Cerepssa - da

xr.ps

base

da una

ker-s cera

e maaa pss-a/)ece - unguento composto di cera e pece.


* Cria - da xEoas kr-as corno -

gen. d'ins dipt. iam brachistomii ;


forniti di corna a forma di chiodo.
Cernto - da KYip? ker-s e av60; nth os fiore - gen. di p, d.,
fam. borraginee; dai cui fiori le api
estraggono la cera.
* Certio - da xg'pas kr-as corno
- gen. di moli, gasteropodi petti
.

ficate.

Cerfori - da xs'pas kr-as corno


fr-o porto - m
tr. di
ruminanti; che comprende
corna vuote.
Cerforo. V. Cerfori -m. gen.
d'ins. col. pent., fam. clavicorni;

q>s'pp>

mamm.,

tutti quelli a

distinti

da due appendici
due

di orecchiette poste ai

in

forma

lati

della

testa, sopra la base delle antenne.


* Cerog rafia - da xnp<; ker-s

cera e -ypa^w grf-o scrivo - atto

nibranchi conchiliferi ; che hanno


testa a forma di proboscide, due
tentacoli conici che portano in cima

costume di scrivere collo stilo sopra


una tavoletta intonacata di cera.
* Cerlito - da xnp; ker-s cera

e conchiglia a forma di

e X1605 lth-os pietra - min.; silicato

gli occhi,

corno.

Cernforo - da

d'allumina e di magnesia;
di cera, bianco
verdastro, e grasso.
Ceroma - da xp; ker-s cera
- tavoletta incerata sopra cui usa-

idrato
xs'pvo?

krn-os

che ha aspetto

sorta di vaso di terra e ppw fr-o


porto - iniziato ai misteri di Eleusi
che portava un vaso di terra pieno di
grano, di miele, d'olio ecc ; simboli vano scrivere gli antichi. 2 Unguento
dei benefizii dell'agricoltura, che Ce- composto di cera ed olio, di cui solevano ungersi gli atleti.
rere aveva insegnato agli Elleni.
Cerbata - da xspas kr-as corno Ceromante. V. Ceromanzia e paivo) bn-o t>ado-gen. d'ins. col. che pratica la ceromanzia*
* Ceromanza - da xrp; ker-s
tetr., fam. curculionidi ; che hanno
unghie cornee.
cera e pavre-a mant-ia, mant-ia
* Cercala - da xspas kr-as corno divinazione - divinazione dedotta
e KaXs kal-s bello - gen. d'ins. dalla figura
dalla distanza ecc.
lepid., fam. notturni; i cui maschi delle gocce di cera fusa versate
hanno le antenne pelose e molli.
in un vaso pieno d'acqua.
* Cerocefal - da xs'fas kr-as
Ceromle da xr.p; ker-s cera
;

CER
e

piXi ml-i miele

posto di cera e di miele.


* Cerpaca - da pa? kr-as corno
e -ira^s pach-ys grosso - gen. d'ins.
lepid., fam. notturni; distinti da
grosse corna.
Ceropegia - da xnpoTrrr(M ceropg-ion candelabro (xr.p; kei-s
cero e mrpujM pgn-ymi pianto, attacco) - m. gen. di p. d., fam. asclepiadee, tr. ceropegiee ; il cui fiore ha
un'elegante corolla tabulata elunga,
quasi a foggia di candelabro.
* Ceropegiee. V. Ceropegia.
* Ceroplastica - da xnp? ker-s
cera e ^Xaccw plss-o formo - arte
di dar forma alla cera in modo che
imiti l'aspetto esterno degli oggetti.
Cerplato - da xs'pa; kr-as
corno e icXar? plat-ys largo -gen.
d'ins. dipt., fam. tipularii; distinti
particolarmente per la forma delle
antenne che sono molto compresse
e pi larghe in mezzo.
* Ceropgono - da *pa kr-as
corno e w^tov pg-on barba - gen.
d'ins. col. tetr., fam. lungicorni;
le cui antenne sono barbute.
* Cerqpfua - da xpa kr-as corno
pri-on sega - gen. d'ins. col.

e irpt'wv
pent,, fam. taxicomi; distinti da
antenne a sega.
* Cerorrnco - da xs'pa? kr-as
corno e pu7xc rynch-os becco - gen.
d'ucc. palmipedi, fam. alcididi; il cui
lecco coperto alla base da una

membrana

callosa con

un appen-

dice a foggia di cornetto.

Cersteno
corno e

- da

xs'pas

sten-s stretto - gen.


eter.,fam. collapteridi

che hanno antenne gracilissime.


*( erstroto - da xs'pac kr-as

corno

e orpcuT; strot-s lastricato

(oTpwwu{/.i

- lavoro

strnn-ymi io lastrico)
formato di qua-

di tarsia

dratini di corno e di legno.


*

Leuotoma- daxipac

CER

tom- taglio - gen* d*ins.


tetr., fam. crisomelini; in cui

to|mi

col.

terzo e

il

il

quarto

articolo delle

antenne hanno un forte incavo.


* Cerxide - da xs'pa; kr-as corno
e elfo ox-ys acuto - gen. d'ins. dipt.,
fam. atericeri; in cui il terzo articolo delle antenne termina
in
punta.
* Cerxilo - da xinpc ker-s cera
e SXgv xyl-on legno - gen. di p.
m. , fam. palme; dal cui tronco
trasuda una specie di cera.
*Cerozdia - da xs'pa; kr-as
corno e Sw&n; ozd-es ramoso gen. d'ins. dipt., fam. tipularii;
le cui antenne sono composte di
trentadue articoli, ciascuno dei
quali emette un lungo ramoscello.
* Cervico-acrmio - vocab. ibr.
dal

cervix

lat.

cervice e xp<[Mov

akrm-ion acromio; ep. iun muscolo che si attacca, fra gli altri
punti, al legamento cervicale posteriore e all'acromio.

*Cervico-brachile - vocab.
cervix cervice e (3pa-

ibr. dal lat.


X"">v

brach-on braccio - ep.

nevralgie che

hanno

delle

sede in
una parte del plesso brachiale e delle
radici

la loro

posteriori dell'ultimo pajo di

nervi cervicali.

* Cervico-bregmtico - vocab.
ibr. dal lat.

cervix

cervice e Pps-

brgm-a sincipite o parte anteriore del capo - ep. del diametro

7(jux

del capo di

un

fanciullo,

misurando

dal di dietro del collo fino al centro

kr-as

<xtsvg

d'ins. col.

195

- unguento com- e

kr-as corno

della fontanella frontale.

Cervico-cnchico - vocab.

dal

lat.

cervix

cervice

ibr.

xo^xyj

knch-e conca (dell'orecchio) - muscolo che passando dal mezzo del


legamento cervicale, si porla alla
faccia dorsale dell'orecchio esterno.

H'ERVICO-MASTOIDO - VOcab.
cervix cervice eua-

ibr. dal lat.

oroit&} mastoid-s mastoide -

mvh

CER

196

colo che appartiene alla parte posteriore del collo e all'apofisi

ma-

CHE

lucertolone,

stoide.

CerCO da
e fx w ch-oAo - m.
-

xt'pa;

kr-as corno

ger

d'iris,

f>ent., Fani, lamellicorni

col.

forniti di

unghe antenne.
* Cksiomoro - vocab.

ex si us

cesio,

sorta

di

pesce e

somigliano al gen. cesio.


Cesto - da xevrw kent-o pungo,
ricamo - fascia, cinto di Venere,
ornato di bellissimi ricami. 2 Guanto
di cuoi addoppiati, guernito di punte,
di cui si servivano gli atleti in una
specie di pugilato. 3 m. Gen. di
acal. beroidi a corpo simmetrico;
che consistono in una specie di fascia, di nastro.

cui avanzi si trovano

in terreni oolitici.

Ceutorrnco - da xefo> kuth-o


nascondo e p<Wxc rynch-os rostro *

d'ins. col. tetr., fam.

f;en.

ibr. dal Iat

pp'-s rnor-os affine - gen. di pesci acant., fara. sgomberoidi; che

ionidi; piccolissimi, la cui

curcutromba

non
* Centspora - da xeflw kuth-o
nascondo e empi spor- seme gen. di p. a , fam. funghi pirenovede.

si

miceti

il

cui

peritecio nascosto

da un tubercolo carnoso.
*

Cheiracnto

. .

Cheirotona.

Chirotona.
V. Chiracnto .
* Chelaria - da x"/"a>; chel- te.

naglia

notturni

fam.
,
forma dei

gen. d'ins. lepid.


;

cos detti per la

palpi, a tenaglia.

* heleptrige - da xM chel-
tenaglia e wrs'pu^, impupo; ptryx,
plryg-os ala - gen. d'ins. lepid.
?
fam. notturni; le cui ali inferiori
<

- da xeoT; kest-s
fascia e tlSos id-os, d-os

Cestidi
cesto,

lena e <ya5po sur-os lucertola - gen.


di reti, foss giganteschi; sorta di

forma, somiglianza - fam. di vermi


intestinali; che hanno forma di

sono pi lunghe delle superiori e


la cima curva come un uncino, in modo che quando sono
chiuse sembrano formare una sorta

hanno

nastri

* Cestrcio - da xsorpov kstr-on

punta

- gen. di
pesci acantopt.,
fam. selacii; pieni di spine.
* Cestrine. V. Cstro.

di tenaglia.

Chelia - da y-vz chl-ys testuggine - ni. gen. di reti, chelonii,


vunla-m. gen. di p.
fam. emidii; acquatici.
* Chelicera - da yr,\r, chel- tenalanee, tr. cestrine; che hanno foglie acuminate.
glia e xipa.; kr-as corno - organo
* Cetacei - da xttos kt-os ba- della testa degli insetti aracnidi
,
lena - ord. di mamm. ; che hanno a foggia di molla o tanaglietta, che
per tipo la balena.
coopera alle funzioni della masti*( TICO - da xv-c; kt-os balena cazione
Chelidnio -olandese geel,
- ep. di un acido che esiste nel grasso

Cestro - da

kstr on
d., fam. so-

xcrpcv

sved.

dei cetacei.

gul

giallo e

dana, tana,

da xrTc; kt-os ba- che in persiano e nelle lingue inlena - grasso di balena allo stato diane si pone in fine di nomi- composti di piante e significa appunto
puro.

*Cetna

pianta, o gaelico don cattivo,


kimrico ton, armeno thuyn vetrattato sui cetacei. 2 Parte della leno, irl. tonn-aim morire- gen.
di p. d., fam. papaveracee, che
zoologia che riguarda i cetacei.
* CETOSAURO - da xrTcc kt-os ba- abbondano di un succo giallo ve-

Cetologa

balena e

- da

Xo-ycc

x^to? kt-os
lg-s discorso -

CHE

l'-noso.

nome

Il

onesta pianta thona.


*

Chelidptera - aa yjtktSm che-

lid-on rondinella e irrejv

197

antico celtico di

pter-n

ola - gen. d'ucc fam. cuculi; che


lianno la coda simile a quella della
,

CHE

Chelonidi. V Chelnia.
Chelonii - da x e *vm cheln-e
testuggine - m. ord. di rett. anfibii ;
che comprende le testuggini di terra,
quelle di acqua dolce e quelle di
salata.

x^

th-s biondo - materia colorante

Chelnio - da
chel- forbice, tenaglia -gen. d'ins. imen.,
fam. terebrani; cos nominati dalla
forma del loro corpo, a guisa di

gialla estratta dalle Toglie e dai fiori

forbice.

rondinella

* CHELIDOXNTINA - da
chelid-n rondinella e

XeXi&wv

xan-

l|av6;

del chelidonio.
* Cheldro - da yX<; chl-ys te-

stuggine e fipa ydr-a idra, o x,eXiv*i


cheln-e testuggine - gen. di rett.
ofidii, fam. colubri; serpente acquatico. 2 Gen. di rett. chelonii, fam.
emidii; detto pure testuggine serpentina.
*Chelifrme - vocab. ibr. da
7.10X10 chel- forbice
e forma ep.

un

insetto,

sono

divisi

dei palpi di

nell'estremit
parti,

cui l'una si

di

quando
in due

muove

sul-

l'altra.

Chelodna

- da xs'Xu; chl-ys

testuggine e elc$ id-os, d-os


specie, somiglianza - gen. di rett.
chelonii, fam. emidi; sorta di testuggine acquatica.
Chelna - da x6i>*>v chl-on
ch'il on che ha grosse labbra (ytchl-os labbro)

chil-os,

>.o?

hi.

di p. d., fam. scrofularinee ; il


cui nome generico fa allusione alla
grossezza del labbro superiore.
Chelnia - da ytiYti cheln-e

en.

testuggine

marina) -

hi.

terrestre

gen. di

fluviale
rett.

anfibii

chelonii; che comprende le spene che vivono nel mare. 2 m.


notturni,
<ien. d'ins. lepid., fam
tr. chelonidi ; cos nominati per la
disposizione a striscieo macchie dei
colori che

modo

ornano

le

loro ali,

in

simile ad un guscio di testug-

3 Macchina
che rassomigliava ad una testuggine.

gine.

bellica,

Chelonsco

dim.

di

x*^

chln-e testuggine - m. sinon. di


daspo.

M.helno - da x^**) cheln-e


testuggine - gen. d'ins. imenopt.,
fam. braconidi; in cui la parte dorsale dell'addome forma una specie
di invoglia tutta d'un pezzo.

Chelonfagi - da x'^wi cheman-

ln-e testuggine e <p-^ fg-o

gio - popoli di Tracia e di Asia


Minore, che solevano nutrirsi di testuggini.
* Chelpodi - da

mo

chel- te-

naglia, artiglio e ira;;, ucSoc pus,


pod-s piede - ep, di mammiferi le
cui dita

sono armate di artigli


- da m chel-

Chelstomo

tenaglia e arcpastm-a bocca - gen.


d'ins.
distinti

imenopt. , fam. melliferi ;


da mandibole sporgenti , ar-

cuate, bidentate.

* Chelra - da xit chel- tanaglia e op ur- coda - gen d'ins.


lepid., fam. notturni; il cui addome termina in una tenaglietta aguzza, ogni braccio della quale
fornito, nella sua parte media, di
un doppio uncino.
(hemerna- da x^v cheimn,
chimn inverno - m. gen. d'ins.
lepid., fam. notturni; che appariscono solamente in gennajo e febbraio.

CHEMORGNico-da*xWache-

m-a chimica

organo - ep.

organ-on
che operalo

op-^avov

di ci

CHE
da

forze

chimiche

198

organiche

ed

lonii

CHE
che comprende quelli che vi-

vono in

congiunte.

I.HMOSI - da

wpn

chm-e buco

- oftalmia accompagnata da un

tale

afflusso nel tessuto cellulare sotto-

terra.

Chersonso, Cherronso - da
x'p? c chrs-os, chrr-os
sodo
terraferma (lat. h aereo,

xs'offo;,
,

e
la congiuntiva si gon- passato haesi sono attaccato)
cornea sembra come in fondo vfacs ns-os isola - isola che da una
parte attaccata al continente ; pedi un buco.
* Chennto -dax.atvuchn-0 sono nisola.
*Chetac.nto - dax*'Ti cht-e chioaperto e Sv0&s nth-os fiore - gen.

mucoso, che

fia e la

, fam. orchidee;
rigono aperto.

di p.

il

cuipe-

chn-o sono aperto, &*6g; nth-os fiore


e cps'pto fr-o porto - tr. di p. d.,
fam. sinanteree; i cui fiori hanno
la

corolla

divisa

in

ma

e &*av6a kanth-a spina -gen. di

fam. acantacee; spinose, dida calici forniti di lunghe


tempo induriscono.
*Chet antera - da %a.im chte
chioma e vfap anther- antera gen. di p. d., fam. mutisiacee ; che
hanno antere pelose.
* Chetoclice - da xcnin cht-e
chioma e xaXui-, xXuxo? klyx, klyk-os co/tee - gen. di p. d., fam.
p. d.,

ja^

Chenantofore - da

due

labbri

aperti.

stinte

sete, che col

* Chenocrpo - da x<> chn-o


sono aperto e xa^s karp-s frutto
-en. di p. d., fam. rubiacee; distinte da capsule che si aprono per composte papilionacee ; distinte da
calici pelosi.
met.
* Chenodermtosi - da xrv chn
*Chetocrpo - da x """) cht-e
oca e ^ip^a, 5sp(AaTo; drm-a, dr- chioma e jeaprs krp-s frutto mat-os pelle - malattia della cute gen. di p. d., fam. sapotacee; cache consiste in tubercoletti spessi, ratterizzate da frutta pelose.
* Ciietocnma - da xa.iT* cht-e
innumerevoli e lividi; a guisa di
pelle d'oca.

Chenopodie

V. Chenopdio.
* Chenopdio - da yr,v chn oca
e woii;, rec; pus, pod-s piede gen. di p. d. , fam. chenopodiee;
fra le cui specie alcune hanno foglie larghe palmate, quasi a foggia
di

zampa d'oca.
Cheradi - da x & 'fc

chir-os porco
siste

in

- malattia

tumori

pieni

chir-os,
,

che condi

linfe

corrotte, volg. detti scrofole; cui

vanno singolarmente soggette

le

chioma e xri,u.Y, knm-e gamba - gen. d'ins. col. pent., fam. crisomelini; che hanno zampe pelose.
* Chetodpteri - da xi.im cht-e
chioma, ; ds due volte e irrsp
pter-n ala - gen. di pesci, fam.
squamipenni; affini ai chetodonti, da
cui differiscono per avere due pinne
dorsali invece di una.

*Chetodnte

- da
x*"7 cht-e
Sos, Sovto? ods, odndente - gen. di pesci, fam. squamipenni; i cui denti sono fini, fles-

t-os

scrofe.

sibili

* Chersdro - da x^P? chrs-os


terraferma e fiwpydorac7tt-gen.
di reti, ofidii, fam. acrocordi; specie

spazzola.

di serpe anfibio.

*Chersti - da

x*? 58" ?

chers-os terrestre - fam. di rett. che-

chioma e

e stretti

come

peli di

una

*Chetfora. V. Chet fore -gen.


fam. clavicorni;
che sono pelosi.
* Chet fore - da %cdm cht-e
chioma e ?spo fr-o porte - tr- di
d'ins. col. pent.,

i9

CHE

fam. fcee zoospermee; composte di filamenti ramosi, arti-

p. a,

colati.

CHI

la stessa fede religiosa e riconoscono

stesso capo supremo. 2 Luogo


ove coloro che professano una co-

lo

* Chetolpide - da x """) cht-e


chioma e XeirU, Xe^i'^o? lep-s, lepid-os scaglia - gen. di p. d. fam.
melastomacee ; le cui foglie sono

mune

fede religiosa,

per

culto.

coperte

- dolore al labbro.
*Chilantte. V. Chilnto. - gen.

di

peli

rigidi,

quasi sca-

gliosi.

*Chetnio - da

il

riuniscono

si

*Chilalga - da xsfto; chil OS,


chl-os labbro e

aXp;

lg-os dolore

chioma -

fam. felci; che presentano qualche analogia col chi-

ghi

lnto.

ya.irt\
cht-e
gen. di p. a., fam. funproduzioni globose coperte di

di p. a. foss.,

* Chilnto - da x*^c chil-os,

crini.

*Chetonto

- da x

cht-e

"")

chl-os labbro e av6&; nth-os fiore

chioma e vwtos nt-os dorso - gen.

- gen. di

d'infus. rotiferi, fam. ictidinii; di-

dette per

stinti dal

dorso peloso.

Chetpodi chioma e
piede -

tc&s,

gr.

da xo

chte

rfoSs pus,

pod-s

che hanno
del corpo delle

di aneli.

sulle parti laterali

p.

a.

fam.

felci

Chiligono - da x

'
i

sete o piccoli peli spinosi inarticoper mezzo di cui si muovono

lati

come

e px44 rch-o presiedo


mille.

Chetpteri

- da x

chte

cos

Xl *

chil-ia

mille e-pva gon-a angolo - figura


piana e regolare, formata di mille

ed angoli.

Chilirca - da y[\un

lati,

con piedi rudimentali.

un tegumento membra-

noso, a foggia di labbro, aderente


all'orlo della fronda.

chl-ii

mille

- capo

di

chioma e w-repv pter-n aia - fam.


di aneli, chetpodi ; i cui piedi sono
raccolti in pi gruppi, ed hanno
qualche somiglianza con un'ala

Chiliasti - da xtXia chil-ia mille


- settarii cristiani del secolo l , i

una pinna.
* Cretosi - da yaLrn cht-e chioma
- alterazione dei capelli, che divengono duri come setole.

rire sulla terra e

3uali credevano che

opo
in

il

Ges dovesse

giudizio universale riappa-

regnar mille anni

una nuova Gerusalemme.

Chilifero

- vocab. ibr. da x<jfero porto

x; chyl-s chilo e lat.

Chetspora- da x*^ cht-e - ep. dei vasi linfatici degl'intestini,


chioma e orcop spor- seme - gen. che accolgono il chilo durante la
di p. m., fam. ciperacee; distinte digestione e lo conducono al canale
da semi pelosi.
toracico.
* Chetro - da x*t""i cht-e chio* Chilifcazine - vocab. ibr. da
cp
ma e
gen. di p. XuX; chyl-s chilo e lat. fa ci facur- coda
m., fam. graminee; la cui gluma cio - elaborazione che prova il chimo
ha la valva inferiore terminata in nell'intestino tenue e che lo rende
una

setola o coda.

Chirico.

V. Clro -

uomo

di

atto a fornire il chilo.


* Chilno - da
x* chil-os, ch-

l-os labbro - gen.


UxkrMa. fam. labroidi ; cos

chiesa; che forma parte del clero.

Chisa ekkles-a

alterato

(jotaXs'co

da

ekkal-o invito

- sezza

tx ek da e xaXsco kal-o chiamo)


- congregazione d'uomini che hanno

di pesci acant.,
detti per la gros-

delle labbra.

* Ch'ilio

- da xX chil-os, ch- gen. Ci pesci acant.,

l-os labbro

CHI
firn,

labroidi; distinti dal

superiore estensibile.
* Chiliotrichio - da

chil-ii

mille e 0p!5, t^x? thrix, tricli-s


pelo - gen. di p. d , fam. composte asteroidi

cui frutti terminano

un pennacchio
mero di (ili.

in

* Chilte

un gran nu-

di

ChilodPTERO- da xeu; chil-os


chil-os labbro, ; dis due volte
impv pter-n ala - gen. di pesci
acant., fam.

percoidi

ma toria

delle labbra.
* Chii JvoRi - vocab. ibr. da x-

distinti dal

lembo del proopercolo con un d|pio


orlo e prima classificati fra i labroidi.

*Cmi.DO -

- da ytlkot chil-os, chi-

1-os labbro - tumefazione insam-

1-os

yjiku;

chil-os,

ch-

labbro e $tu; ods dente


fam. labiate; il cui nome

di p. d.,

allude alla disposizione dei labbro

inferiore della corolla, che trifido


il cui lobo medio fesso in due.
- fam. d'ins. dipt.; le cui larve vi- * Chilfima - da x8 ^* chil-os,
degli
corpi
animali
si
e
vono nei
chil-os labbro e yjpux, fym-a tumore
- tumore alle labbra.
nutrono succhiandoli.
Chilo - da xu*<>f chyl-s succo - * Chiloftartica - da xux; chyl-s
m. fluido nutritivo che estratto chilo e v^fr; fthart-s corrotto
dagli alimenti nella digestione e (cp6e(p<t fthir-o, fthr-o corrompo) specie di cachexia o depravazione
poi si converte in sangue.
Chilo - da x" AG chil-os, ch- del chilo, proveniente da cibi nocivi.
* Chilogramma - da x' At* chl-ia
1-s labbro - ro. gen. d'ins. lepid.,
fam. notturni; 1 cui palpi sono mille e "rpapf** grmma sorta di
mollo lunghi e sporgenti a mo' di peso - peso corrispondente a mille
granirne.
becco o di labbro.
* Chilocaco - da yjXcs chil-os,
* Chilolitro - da yixia. chl-ia
>; chyl-s mcco e lat.

cui

x^i"

200

labbro

voro divoro

chi-os labbro e xaxs kak-s cat1ivo

- gonfiezza, indurimento

delle

mille e xirpa ltr-a litro


della capacit di mille

- misura

litri.

labbra.
!

Chilmetro - da

x'* 1* chil-ia

*CHILOCARPE-dBx6Xo chiI-OS, mille e {ii-rp&v mtr-on metro - mikarps frutto sura di lunghezza, che corrisponde

chil-os labbro e xouwk>

- gen.

di p. a.,

sterocarpee
marginale.

il

fam. epatiche gacui frutto

quasi

* Chilocrpo - da yukhs chyl-s


succo e xap7r; karp-s frutto - gen.
di p. d., fam. apocinacee; il cui
frutto consiste in una capsula piena
di polpa succosa.
* Chilodactilo - da x**c chil-os, chl-os labbro e ^x-ruXc? dkty1-os dito - gen. di pesci acant, fam.
scienoidi ; distinti dal labbro superiore estensibile e dai primi raggi
di ciascuna pinna pettorale, i quali
oltrepassano, a foggia di dita, la
membrana che li riunisce; una
volta classificati fra

labroidi.

a mille metri.
* Chilomnade - da xexcc chil-os,
chl-os labbro e (/.sv;, |i.ova5o; mons, mond-os monade -gen. d'inasimmetrici, fam. monadii;
animali microscopici distinti da una
fus.

filo o labbro che esce da


un incavo del corpo.
* Chilnica - da x" Xt chil-os,
chl-os labbro e vu?, vuxos nyx,
nych-os unghia - gen. d'ins. col.

specie di

pent., fam. carabici;

sporgente,

il

massime

cui labbro

nella

fem-

mina.
* Chilonictride - da xsxos chil-os, chl-os

labbro e

vuarep'u;,

?ics uyklei-is, nykterd-us

vuxte-

nullum

201

CHI

-cren, di mamm. chiropteri; distinti


da una specie di pieghe membranose all'estremit del labbro inferiore.
*

Chilopa. V. Chilopo -

sin. di

hilificazine.
*

Chilopo - da

x.uX;

ginosi, fam. squalidi; cos nominati

formo

per cagione della singolarit e deformit della loro testi.


* Chimerico - da xiuaipa chimer-a
chimera - alieno dalla verit non

ttgu'w poi-o, pi-o faccio,

ep. degli

organi de'la digestione

{bocca, ventricolo, diafragma ecc.).


che contribuiscono alla formazione
del chilo.
* Chiloplasta - da
x^ ch'i1-os, chl-os labbro e TzXdcaw formo
- operazione per cui si restaurano
pi o meno completamente le labbra.
*Chilpodi - da x tXltt chlii
mille e irtis, icc^s pus, pod s
nati per

di miriap.; cosi

nomi-

gran numero dei loro

il

mostro favoloso che aveva


di capra, testa di leone e coda
di serpe. 2 m. Cosa aliena dalla verit, appariscente ma che non esiste, come non esiste la mostruosa
Chimera 3 m. Gen di pesci cartila-

chyl-s chilo

piede - ord.

CITI

capra
corpo

solo reale, ma anco ideale.


* Ciiimiatra - da *xu^s(a chym-ia
chimica e tarp? ialr-s medico uso di preparati chimici e medicamenti secondo la teoria che
spiega i fenomeni dell economia
animale coi principj della chimica.
* Ciiimitho. V. Chimialria - chi
1

pratica la chimiatria.

*CHiMiCA-da-/,up?chym-s succo,

piedi.

*CHILORRAGA -

'l

x^-t

cbil-OS,

o da

x.s<>

dall'arabo

rompo -

coptico

scolo

di

sangue per

le

labbra.

*Chilsa - da xs^5
- gen.

l-os labbro

cliil-os, ch-

fam.
euforbiacee il cui ovario circondato alla base da una specie di urdi

p. d.,

nctta.

Chlosi - da x>-^ chyl-s cA7o

- formazione del chilo.


*Chilsia - da %iTms

somiglianza col chilo.


*CHlLOSTRO - yi'K\.%

scienza che studia le leggi della


composizione dei corpi, e i fenomeni che risultano dalla loro reciproca azione molecolare. 2 Chimica orgnica; chimica applicata
allo studio dei corpi organici. 3 Chimica inorgnica; chimica applicata
allo

chil-os,

- gen. d'ins. dipt.,


fam. brachistomii; che hanno l'orlo
della bocca sporgente.
* Chilso - da y>jj\bs chil-s chilo
- che ha natura di chilo. 2 Che ha
chl-os labbro

chl-ia mille

ch-o verso, o piuttosto

chema secreto, o dal


Che me, Chemi Egitto -

chl-os labbro e piputu rgn-ymi

studio

dei

corpi

inorganici.

4 Chimica tecnolgica; chimica che


ha per oggetto di trarre dello studio
della composizione e scomposizione
dei corpi utili applicazioni alle arti,
alle industrie.

5 Chimica

fisiol-

gica; studio delle qualit e reciproche azioni dei corpi in servigio


della fisiologia. 6 Chimica patolgica; chimica applicata allo studio
delle parti del corpo umano in istato
morboso - V. per le etimologie orgnico, inorgnico, tecnolgico,

e orepe? steres slajo - misura che


contiene mille staja.
* Chimatfila - da x 'F-a xe 'f*chim-a chm-a , chimat-os
tcc
climat-os inverno e yit fl-o fisiolgico patolgico.
amo - gen. d'ins. lepid., fam. not- Chimico. V. Chimica - che si
turni; che abitano in climi freddi.
riferisce alla chimica. 2 Che si ocChimeila - da xtucupa chhner-a cupa di chiUiiiu.
,

2U2

CHI

CHI

* Chimificazine - vocah. ibr. da


XO{/.; chym-s chimo e lat. fa ci
faccio - conversione delle sostanze
alimentari in chimo.
* Chimismo. V. Chimica - appli-

di color bianco.

zione della chimica alla fisiologia

che

ed

alla patologia.

Chine - da x iv chin neve


m. gen.

d'ins. dipt., fam. palomidi;

Chionea - da

x'v chin neve d'ins. dipt , fam. tipularii;


trovano sulla neve d'inverno.
* Chinide - da x,">v chin neve e

m. gen.
si

el^ocid os, d os specie, somiglianza


- gen. di ucc. trampolieri; le cui
penne sono di color candido.
* Chionfa - da x' v chin neve e
quando ha subito nello stomaco un
cpYi
yf- tessuto - gen. di p. a.,
primo grado di elaborazione.
* Chimocrpo - da x^ chym-s fam. ficee zoospermee; che sono

Chimo - da u u chym-s succo


- m. po'tiglia pi o meno omogenea
formata dalla massa alimentare
-

/.

succo e *ap-; karp-s frutto - gen.


di p. d., fam. tropeolacee. il cui
frutto contiene una polpa buona da
mangiare.
*Chimfila - da yj.iu.ct chim-a,
chm-a inverno e yiXs'w fil-o amo
- gen. di p. d., fam. ericacee; arbusti sempre verdi, che amano regioni fredde.
* Chimfilo - da xp- ? chym-s
cpiXs'o fil-o amo - gen.

succo e

d'ins. dipt., fam. brachistomii;

assorbono colla tromba

che

fluidi sparsi

sui fiori e sulle foglie.


Chimonnto - da xf"v cnei-

mon

chimn inverno e
,
th-os fiore - gen. di p.

v8o

n-

d., fam.

calicantee; che fioriscono d'inverno.

formate di filamenti, e si trovano


d'inverno sulla neve.
* Chionllo - da yj.m chin neve
- min.; sorta di carbonato di calce,
candido come neve.
* Chionbata - da xv chin neve
e aw b-o vado - st. gen. di mamm.
rosicanti, gen. lepre; che corrono
sulla neve. z Gen. d'ins. lepid., fam.
diurni; idem.
* Chionotflosi - da x'*v chin
neve e tup>. tyfl-s cieco - cecit
cagionata dal bagliore della neve.
Chitomo - da x * chei, chi
cavit e -rapi tom- taglio - strumento chirurgico per recidere le
l

tonsille

e le briglie

dell'intestino

retto o della vescica, ed estirpare le

*Chimosi - da yv>s chym-s fungosit ed escrescenze nell'interno


chimo - formazione del chimo.
* (hioccca - da x,tv chi-n neve
e xo'xxo; kkk-os bacca - gen. di p.
d., fam. rubiacee; cos nominate
per il color candido delle bacche di

di qualche cavit.

una

parte anteriore del corpo.

delle specie.
- alterato aa *p.n km-e,

Chima

kam

Chiracnto - da xsp

mano

Chirgra - da x6t P chir, ciure zendo aghra, skt. gara


male, malattia (persiano agra

mano

Peli inseriti all'estremit dei semi.

ecc.;

*CniONNTO

- dax,iwv chin neve

e 5v6o; nth-os fiore -gen. di p. d.,


fam. oleacee; il cui nome allude alla
ran quantit di fiori bianchi che
producono.

-gen.

elm. nematoidi; irti di spine palmate, a due o cinque denti, sulla

di

capo - capigliatura. 2 m. Foglie o brattee, che circondano la cima dell'antesi. 3 m.

affine al skt.

chir, ch'ir

e Sxavfta kanth-asjmia

esantema; ugra tumore, scrofola

agrok malattia, afar male, dolere; gotico

turco

gr-mak

agio dolore, turco agro, (che

si

al nome della parte amcome trft* gr-a nell'elle-

soggiunge
malata,

nico, p. e.

el-agro-s chir-gra).

203

CHI

gotta all'estrema parte delle mani


o nei legamenti e nelle giunture
delle dita.

Chirgrico. V Chirgra - che


proprio della chirgra.
* Chiragrso. V. Chirgra - che
patisce di chirgra.
* Chirnto - da x p chir, chir
mano e av8c<; nth-os fiore - gen.
di p. d., fam. crucifere, tr. chirantee ; i cui fior arieggiano ad una

mano.
Chirante. V. Chirnto.
Chirapsa - da ^.elp chir,

cnt

puntale e sostenute da un raggio


esterno molto duro.

*Chircera - da y.ep chir,


mano e xipa; kr-as corno d'ins. imenopt., fam. calcidii;
stinti

da antenne inserite

ciascuno, fuorch i tre


primi, porta una lunga appendice.
* Chiroflgosi - da
xp chir,
chir mano e cpXcpxit; fl<ps-is inticoli, di cui

fiammazione - infiammazione della


mano.
chir
*Chirgala - da x^p cheir, chir

mano

di

mamm.,

e inrt pt-o tocco - azione


toccare o di stropicciare colle

mani.

e ^oai gal- gatto - gen. di


fam. lemurii; simili ai

prosu-

gatti e forniti di dita divise,

Chiriatra. V. Chiritro -

sin.

chirurgia.

*Chirartrte - da xp cheir,
chir mano e Spflpcv rthr-on articolazione - infiammazione alle articolazioni della mano.

* Chiritro - da xp chir, chir


e tarpo; iatr-s medico - sin.

mano

di chirurgo.

* Chirartrocco - da xp

chir,

chir mano t ppov rthr-on articolazione e xaxv kak-n male - carie


dell'articolazione radiocarpica.
Chirte - da x p, chir, chir

mano di

al disotto

della fronte, composte di dieci ar-

mano

di

stalactite

che imita

la

chir

gen.
di-

forma

prie ad afferrare e di

cheirgraf-on,

pollice

chirgraf-on

Cairo-

grafo - creditore che per sua garanzia ha qualche documento legalmente firmato dal debitore.
Chirgrafo - da xep chir, chir
mano e *ypa<p<>> grf-o scrivo - scrittura portante obbligazione, fatta di
propria mano.

* Chirologa

da x"p chir, chir

mano

e Xvyc; lg-us discorso - sinon. di chironoma.


Chirom acha - daxeip chir, chir

mano

una mano.

Chirobalstra - da -/? chir,


chir mano e pxxw bll-o getto -

un

scettibile di movimenti proprii.


* Chirografrio - da xe'po'7?*<pov

e ^axojxai
batto - pugilato.

mch-ome com-

* Chirobalsta - da
xp chir,

* Chiromana - da x^p chir, chir


mano e p.ema man-a - sinon. di
onanismo.

e aXXa> ball-o getto macchina a mano, con cui antica-

Chiromante. V. Chiromanza
- chi conosce ed esercita la chiro-

mente

manzia.

sorta di balestra a
chir

mano.

mano
si

scagliavano sassi.

*Chirocflo - da x ? chir,
mano e lUffaCkh kefal- cano -

ehr

gen. dicrost.. branchiopodi


testo

ha

la

forma

di

il

cui

una mano.

* Chirocntro -da
xp cher, chir
e xs'vTpov kntr-on aculeo gen. di pesci, fam. clupeoidi; le cui
pinne pettorali sono lunghe, ap-

meno

Chiromanza - da x1

'

chir,

chir

mano

t-a

divinazione - divinazione delle

altitudini

uomo

e jxavrei'a mant-ia,
e

dell'avvenire

man-

di

un

per l'ispezione delle sue mani,


singolarmente delle linee e cavit
nelle palme.
*Chirmio - dax'p chir, chir

204

rni

mano

e
inaram.

uX>

mys topo - gen.

chir

quadrumani; che hanno


qualcuno dei caratteri dei topi e

zampe, massime

Je

le

mano. 2 Meccanismo che

posteriori,

alla tastiera del pianoforte,

a quelle delle scimie.


* Chironcte - da
x P chir, chir
titano, braccio, e v-nix-m; nkt-es
nuotatore (vsw n-o nuoto) - gen.
simili

sto strumento.

Chirpteri -da

mamm.,

fam. didelfi; che nuotano nei fiumi ; osservabili per la

forma singolare dei loro


riori, in cui l'osso

ordinariamente

quasi
rudimento di un sesto dito e por
la palmatura dei piedi posteriori.

2 Gen.

di pesci acant.

cui pinne
; le
sono portate da una sorta
peduncolo o braccio sostenuto

pettorali
<h

dagli ossicini allungali del corpo.

* Chirnia - da e w> chir-on,


x 'P
chir-on peggiore - ulcera maligna

xp chir, chir

mano, braccio, e wrepv pter-n ala


- ord. di mamm.; in cui libraccio

piedi ante-

pisiforme stra-

sviluppato

si adatta
per man-

tenere in una buona posizione le


mani di chi impara a suonare que-

e%t

di

CITI

mano

e KXdaata plss-o formo


- tutto ci che vien formato colla

di

convertito in centro e

appoggio

di membrane che gli danno quasi


aspetto di ala; mammiferi volanti
(pipistrelli ecc.).

* Chirosclide - da xtp chir,


mano, braccio e oxe'Xo; skgamba - gen. d'ins. col. eter.,
fam. melasomi ; le cui gambe anchir
los

teriori sono larghe e palmate all'estremit a guisa di mani.


* Chiroscopa - da
chir, chir
xp

mano

skop-o osservo chiromanza.


Cliron Chirone, centauro che eser* Chirostmone - da
xp chir,
citava la medicina - gen. di p. d., chir mano e gtyjmov stm-on
stafam. genzianee, tr. chironiee.
me - gen. di p. d , fam. stercu* Chihoniee. V. Chirnia.
liacee; il cui apparecchio stamiChironoma - da xep chir, chir nale un tubo cilindrico, quinquemano, braccio e vop.cs nm-os legge, fido in cima.
regola - arte del gesto colle mani
Chirotca - da xp chir, chir
e colle braccia, sia per esprimere mano e town thk-e*/eca sinon.
il pensiero,
sia per accompagnare di guanto. 2 m. Gen. di p. a., fam.
e rendere pi efficace l'espressione spongiarii; che presenta l'aspetto
di
del pensiero medesimo per mezzo un guanto.
inveterata

Chirnia - da Xeipwv Chiron,

e axcirsco

sin. di

della parola.

Chirotesa - da x?

chir, chir

Chirnomo. V. Chironoma - mano


esperto nella chironomia.
dipt., fam.

d'ins.

formi

il

cui

2m. Gen.

tipularii

nome

fa

cunei-

allusione

maniera simmetrica con cui


stendono le loro zampe quando si
alla

posano.

*Chiroptalo - da
chir

xp

chir,

e 6s<n; ths-is posizione atto di stender le mani per benedire.

*Chirotute - da xp chir,
chir mano, braccio e teu8c teuth-is
seppia - gen. di moli, cefalopodi
fam. loligopsidei ; distinti da braccia lunghissime.

mano, braccio

tal-on pelalo

euforbiacee

e TreraXcv p- gen. di p. d., fam.


cos nominate per la

forma digitata dei

*Ciuroplsto

petali.

- da
x*'f

chir,

* Chirotipografa da
x ?
mano, t7tc; typ-os tipo
-ypcpio grf-o scrivo - maniera di
;

chir, chir

stampare, facendo l'impressione sui


tipi colle mani invece che col tor-

205

CHI

eh io (per esempio nel far le prove


di stampa).
Chirto - da x8 lP chir, chir

'

CIA

per mezzo di un coperchio

come

una pentola; sin. di caliptrnto.


Ciamo - da x'jaf^c kyam-os fava gen. di eros t. lemodipodi; che hanno

'

mano - m. gen. di rett. saurii,


fam. anfisbene; distinti da piccole
membra anteriori fornite di cinque

il

corpo ovale e schiacciato, quasi

moao

di

fava.

Ciana - da i&uav; kyaji-s azfam. cenchr zurro - m. gen. di p. d

dita.

Chirotona - da x 'P chir,


,
mano e Tttvw tin-o, ln-o stendo - t auree ; distinte da fiori azzurri.
*Ciannto - da jtuav? kyan-s
segno d'approvazione collo stendere
o alzare il braccio 2 Imposizione azzurro e av6c; nth-os fiore - gen.
delle mani, per conferire un ufficio di p. d., fam. polemoniacee ; che
sacro ; p. e. di un vescovo nel con- hanno eleganti fiori di colore azsacrare un prete.
Chirurgia - da

zurro.

Cianato - da xyavv kyan-n


mano e ep-ycv rg-on lavoro - parte ciano - sale formato dalla combidella medicina, che rende necessario nazione dell'acido cianico colle basi.
l'uso della mano sola o armata di
Ciana - da *uxvc kyan-s azzurro - m. gen. di p. d., fam. lostrumenti.
Chirrgico. V. Chirurgia - che beliacee; che hanno fiori azzurri.
2 m. Gen. di acal , fam. meduse ; di
appartiene alla chirurgia.
Chirurgo. V. Chirurgia - che colore azzurro. 3 Min., sin. di /u2 m. Sp. pislazuli detto pure pietra d'azesercita la chirurgia.
d'ucc, fam. trainpolicri ; i quali zurro.
portano sulla piegatura dell'ala uno
*Cianlla - da xuav; kyan-s
sperone simile ad una lancetta. azzurro - gen. di p. m., fam. li3 m. Sp. di pesci acant. , gen. liacee; che hanno fiori azzurri.
acanturo
che portano in cima alla Cinico -da xuavv kyan-nciano
coda una spina mobile e acutissima -^ep. dell'acido formato dal ciano o
a foggia di lancetta
cianogeno combinato coll'ossigeno.
*Chismopni - da x'<jji chsm-e * Ciandrico - da xuavv kyan-n
ciano e uSiop yd-or acqua - ep. di
fessura e so> pn-o respiro - fara
x,

8 '?

chir, chir

di

pesci cartilaginosi; le cui bran-

acido formato dal ciano e dall'idro-

geno.

chie hanno, invece di opercoli, delle

membrane aperte

in

forma

* Cianna - da *uav kyan-s o*


zurro - materia colorante azzurro-

di fes-

sura sui lati del collo


* Chitina - da i v chitn (unica
x

'

rossa, che partecipa al coloramento

-sostanza di cui si compongono le


parti solide e tegumenti degl'insetti

naturale dei

fiori.

* Cianodide - da jcuavv kyan-n


ciano e * AStcvid-ion iodio - corpo
Chitnia - da xl v chitn ottenuto per azione dell'iodio sul
tunica - gen. di p. d., fam. zigo- cianuro d'argento.
* Ciante - da xuavv kyan-n
fillee
la cui capsula coperta da
un'ala coriacea. V, Parotnide,
ciano - sale prodotto dall'acido
* Chitraclia - da
chytr
a
isomero coll'acido fulmicianico
x^p*
vaso, pentola e ju).e; coul-es ra- nico.
pina -gen. di p d.. fam. mirtacee;
Ciano. V. Ciangeno.
* ClANOCFALO - da xuow; kyjt;
distiate da un calice che si apre

e dei crostacei.

206

CIA

n-s azztrro e xtyxkn kefal- testa


- sp. d'ucc. auisodactili, geo. colibri

che hanno

la testa di

un az-

zurro dorato. 2 Sp. di pesci, gen.


labro, fam. labroidi; la cui testa
di colore azzurro.

Ciande - da xuavv kyan-n


azzurro e efo; id-os, d-os specie, somiglianza. - m. nome specifico di molte p. d., fam. centauree ; che hanno fior azzurri.
* Cianofrro - vocab. ibr. da
xuavv kyan-n ciano e ferro - cianuro di ferro , radicale dell'acido
dei prussiati ferruginosi.
* Cianofsforo - da xuavv kya-

CIA

* Cianrico - da

kyan-s

xuavc

azzurro e cupo r-on orina - acido


prodotto dalla distillazione dell'acido
urico, di colore azzurro.

V. Cianrico - sosi trova nell'o-

* Gian urina.

stanza azotata che


rina azzurra.

* Cianuro - da xuavv kyan-n


ciano - combinazione del cianogeno
coi corpi semplici.

* Ciatntera - da xuato? kyath-os

coppa e
gen. di

v6v]p

p. d.,

anther-

cui

Ciata

antera -

fam. melastomacee

antere sono
foggia di coppa.
le

da

xua6o;

kyalh-os

n-n etano e ^wacpcpov fsfor-on fosforo - corpo fulminante prodotto

coppa, ciotola - gen.

dall'azione del fosforo sul cianuro

in gruppi di capsule circondati

felci

quasi a

cave,

di p. a.,

la cui fruttificazione

fam.

consiste

da

in-

tegumenti aperti nella sommit in


mercurio.
* Ciangeno - da xuavv kyan-n guisa da rassomigliare a ciotole.
Ciatifrme - vocab. ibr. da
etano e fewa genn-o produco gaz cos nominato perch uno de- xadc; kyath-os coppa, ciotola e dal
lat. forma -ep. di corolla, di certe
gli elementi che formano l'azzurro
glandole di piante fanerogame) ecc.
o blu di Prussia; detto pure ciano.
*Cianmetro - da xuav; kyan-s che hanno forma di ciotola. 2 Ep.
azzurro e {/irpov mtr-on misura - di p. a., fam. funghi; a foggia di
strumento per determinare i diffe- coppa.
renti gradi d'intensit dell'azzurro
Ciatsco - dim. di xafos kyath-os coppa - m. sorta di specillo
che ci presenta la volta celeste,
* Cianopata - da xuav; kyan-s chirurgico a forma di cucchiaio per
azzurro e rcdo; pth-os malattia - infondere od estrarre qualche cosa.
sin. di cianosi.
Ciato - da xua8o; kyath-os coppa
*Clanpse - da xuav; kyan-s - m. gen. di p. a., fam. funghi;
azzurro e &j/i; ps-is aspetto - gen. che hanno forma di calice. 2 m. Prodi p. d. , fam. sinanteree ; che hanno duzione membranosa sulle fronde
fiori azzurrastri.
dei licheni e delle marcantie, deCianosi - da xuav kyan-s az- stinata a contenere le propagini
zurro - m. min., rame solforato, di che ha forma di coppa.
* Ciatoclna - da xuaftos kyath-os
colore azzurrastro. 2 Colorazione
di

morbosa azzurra o

livida della pelle,

prodotta dalla stagnazione del san-

gue nei vasi


*

vascolari.

ClANOSPRMO

azzurro e

o7Vpu.a

da xuav; kyan-s
sprm-a seme -

gen. di p. d.,iam. papilionacee ; i


cui semi sono di colore tra azzurro

e violetto.

coppa

e xXivn klin-e letto, fig.


ricettacolo - gen. di p. d., fam.
sinanteree; il cui ricettacolo dei
fiori ha forma di coppa.
* Ciatocrno - da xuaOo; kyath-os
coppa e xptvov krn-on crino - gen

fam. crinoidi; le cui diramazioni crinoidi partono da una


di echin.,

CIA

207

colonna che presenta alla base una


specie di disco o tazza.
Ciatde - da jcua8c kyath-os

coppa e efo; id-os, d-os forma


somiglianza - m. gen. di p. d.,
epacridacee; cosi dette per la
forma del disco, a coppa.
ClATDio. V. Ciatde - gen. di
p. a., fam. epatiche; a capsula globulosa che si apre in cima a guisa
Tarn,

eie

felci; la cui fruttificazione consiste

in gruppi di capsule chiuse entro

un integumento coriaceo,
* Cicinro - vocab. ibr.

bivalve.
dal lat.

ci e i n a pipistrello e cupa ur-

- gen. d ucc, fam.

coda

paradisiaci; la

cui coda corta e rassomiglia al-

l'appendice codiforme dei pipistrelli.


Ccladi - da xxXg; kykl-os circolo - gruppo d'isole nell'Arcipe-

lago, disposte in cerchio attorno a


di ciotola.
* Ciatofllo - da xuafcs kyath-os Delo. 2 m. Fam. di moli, conchicoppa e pXXov fyll-on foglia - gen. feri dimiarii; cos chiamati per la
di poi., fam. astrei; che hanno forma orbiculare della conchiglia.
forma di foglie cave.
Ciclamine - da xxXo? kykl-os
* Ciatforo - da xuaOos kyath-os circolo - gen. di p. d., fam. primucoppa e <ppo> fer-o porto - gen. di lacee ; i cui peduncoli si aggirano
p. a., fam. muschi; il cui peristomio in circoli moltiplici nel tempo della
interno consiste in una membrana fruttificazione, e la cui radice gira
pure sopra di s.
a foggia di urna.
Ciatide - da xuafcc kyath-os * Ciclntera - da xuxXo; kykl-os
coppa e eo; id-os, d-os forma, circolo e vdxp anther- antera somiglianza - sin. di ciato, n 2. gen. di p. d., fam. cucurbitacee ;
*Citula - da xaOoc kyath-os nei cui fiori maschi le antere sono
coppa - gen. di p. d., fam. amaran- confluenti in un anello pollinifero.
* Ciclnto - da xxoc kykl-os cirtacee ; il cui calice ha forma di
colo e 5v6o nth-os fiore - gen. di
bicchiere.
* Cibinto - da x6oc kyb-os dado p. m., fam. pandanacee; cosi noe 5veo(- nth-os fiyre - gen. di p. minate per la struttura e la dispod., fam. mirsinacee ; i cui fiori sono sizione degli organi sessuali in cirsegnati di punti e di piccole linee coli attorno ad uno spadice comune,
glandulose, a somiglianza dei punti in modo che ogni spora alternatineri segnati nei dadi.
vamente composta di fiori maschi e
* Cibistomo - da xuSiais kybis-is di femmine.
* Ciclele - da xuxXoc kykl-os cirsacco e ropni tom- sezione - strumento per aprire, nell'operazione colo - osso vertebrale , impari , a
della cataratta, la capsula del cristallino.

Cibstero - da

xu6icrf,p kybistr

che fa capitomboli (xu6yi kyb-e capo)


- m. gen. d'ins., col. pent., fam.
idrocantari; cosi detti per il loro
modo di saltare, a capitomboli.
Cibstica - da xu6r kyb-e capo arte di far capitomboli e salti

poggiando in terra

CiBTio-dim.
causa - m.

il

ap-

capo.

di xiSwts kibot-s

gen.

di

p.

a.,

fam;

foggia di anello.
Cclica - da xOxXo? kykl-os cir-

colo- linea che

gli astri

descrivono

in cielo nei loro periodi.


Cclici - da xxXc; kykl-os circolo - poeti Elleni compresi nella

raccolta detta ciclo epico

quali

cantarono l'origine del mondo,' la


generazione degli Dei e degli uomini e le storie delle genti antichissime; (in generale) poeti che
celebrarono una serie intera, u

eie
intero ciclo di avvenimenti

2 m. Fam.

importanti.
tetr.

cosi detti perch

il

208

d'ins.

col.

loro corpo

ha quasi forma orbicolare.

eie

* CiCLOCFALO. V. Ciclocfali -

molto

gen. d'ins. col. pent., fam. lamel-

ha forma or-

licorni; la cui testa

bicolare.

* Cicldio - dim. di xuxXg; kykl-os


circolo - geo. d'infus., fam. mo-

Ciclforo - da xuxXo? kykl-os


circolo e pe'ew fr-o porto - m. gen.
nadii ; il cui corpo ha forma di disco di p. a., fam. felci; distinte da
circondato di cigli. 2 Gen. d'ins. capsule circondate da un anello elacol. pent.,

fam. lamellicoroi; che

hanno forma

stico sporgente sopra

circolare.

ClCLOGSTHO - da

ricettacolo.

il

xujiXgc

Ciclsco - dim. di jcxXc? kykl-os


circolo - strumento di forma circolare o a mezzaluna, adoperato

circolo e

dagli antichi per raschiare

forma rotonda del ventre.

2 m. Gcn.

fratturato.
tetr.,

il

cranio

d'ins.

fam. curculionidi; cos nomi-

colo

piano cinto da una linea curva

in cui tutti

rie eguale,

e cos indefinitamente.

fam.

notacanti

pa8e; gnth os mascella foss., fam. pachicos nominati per la forma

mamm.

dermi

orbicolare delle loro mascelle.

* Cicloidale. V. Ciclide - che


appartiene

alla cicloide.

Ciclide

- da xxXc*

sue tangenti.

di crost.

trilobiti

foss., fam. calimerii; che hanno


corpo emisferico.
* Ciclobrnchi - da xmXoc kykl-os
e Ppd-^t&v brnch-ion branch \a - ord
di

moli,

paracefalofori

dioici;

punto della circonferenza di un cirsi aggira sopra una delle


* Ciclolepide - da xuxXg; kykl-os

circolo e Xeni;, Xemfo; lepis, lepd-os scaglia - gen. di p. d., fam.


chenopodiee; il cui nome allude
alle

simmetrica-

appendici

forma

in

dorso delle

*Cicllito - da xuxXc; kykl-os


e

Xiftc;

llh-os pietra

antozoarii foss.

mente intorno ali ano.


littici, segnati
* Ciclocarpa - da xuxXcs kykl-os che al di sopra
circolo e xaprs karp-s frutto -

scariose riunite

di ala circolare sul

lacinie perigoniali.

le

cui branchie sono disposte a foggia


di arboscelli e raccolte

kykl-os cir-

colo e tifo; id-os, id-os forma, somiglianz - curva descritta da un

colo che

5 m. Gen.

per la

xuxXc* kykl-os

circolo e

gen. di

3 Complesso di tradizioni che fanno


quasi un circolo e si corrispondono

fetto.

kykl-os
gastr

d'ins. dipt.,

cos detti

*Ciclognto - da

fra loro, recandosi a certa unit.

4 Periodo di avvenimenti uno congiunto coll'altro, quasi causa con ef-

- gen.

punti della circonfe-

renza sono equidistanti dal centro.


2 Serie di anni, finita la quale si
comincia a contare un'altra se-

-yaorp;

gastr-s ventre

col.

nati per la forma del loro corpo.


Ciclo - da xxXc; kykl-os - cir-

"y<x<mr,p

di

- gen.

di poi.

orbicolari od

el-

linee concentri-

e convessi di sotto.
* Cici.ometopi - da xxXc; kykl-os

sez. di p. d. ; che comprende quelle circolo e {/tm7tgv mtop-on fronte^


che producono un frutto di furma parte anteriore - fam. di crost.;

circolare, orbicolare.
* Ciclocfali - da xxXe; kykl-os

il

circolo e xcpa7i kefal- testa - fam.

circolo e piTp&v mtr-on

mostri unitarii; distinti da testa


nasale atrofizzato.

arte di misurare i circoli.


* Ciclmice - da xlxXcs kykl-oa

di

sferica, e in cui l'apparecchio

cui testo tondeggiante.

*Ciclometr - da

circolo e

jj.u%r,;

xuxXc? kykl-os

misura -

myk-es fungo - gen.

ne
di p. a., fam. funghi

che hanno cappello semicircolare.


*Ciclomrfi - da xuxXos kykl-os
[/.opter, morf- forma - fam.

circolo e
di acal.

tondeggianti,

a forma di

disco; sin. di meduse.

Ciclope

da xxXoc kykl os

cir-

colo e w^. libi nps, op-s occhio sorta di uomini mostruosi, di cui
si favoleggiava che avessero un occhio solo e tondo in mezzo alla fronte.

2 m. Fam.

di

con un occhio

mostri unitarii; nati


solo.

3 m. Gen.

209

imenomiceti

CIF

ClCLOSTMONE - da xuxXos kyk-ng

circolo e <roi{Mav stm-on stame -

gen. di p. d., fam. euforhiacee; i


cui stami numerosi sono disposti in
circolo sopra un disco annulare.
* Ciclstom - da xuxXc; kykl-os
circolo e a-roaa stm-a bocca - gen.
di moli, polmonati; le cui conchiglie sono turbinate o discoidi, a spire
rotonde e ad apertura circolare.
*Ciclstomi. V. Ciclstom fam. di pesci cartilaginosi ; in cui

mandiboformano un anello che porta


una bocca rotonila o semicircolare.
* ClCLmo - da xxXo? kykl-os cirall'orlo anteriore della testa, i m.
Gen. d'ins. col. tetr., fam. curcu- colo e op ur- coda - gen di rett.
lionidi ; che hanno in mezzo alla saurii, fam. iguanii; che hanno la
fronte una macchia simile ad un coda formata di verticilli di scaglie
di

crost. copepodi, fam. monocoli; che

hanno un occhio

lari

solo situato vicino

occhio.

alternati

Ciclpeo

Ciclpio o Cicl-

pico. V. Ciclope - proprio dei Ciclopi; ep. specialmente di muro e


altri monumenti formati di poligoni
irregolari e senza cemento, che si
attribuiscono ai Ciclopi,
*Ciclopsna. V. Ciclope - gen.
di crost., affine al gen. ciclope; intermedio fra questo e il gen. pontio.
* ClCLOPTRIDE - da xxXoi; kykl-OS
circolo

gli ossi palatini riuniti ai

irrspis,

irrspiSoe

ptris

ptrid-os felce -gen. di p. a. foss.,


felci; caratterizzate da fo-

con

anelli di spine.

* Cidarti - da xi&xpi? kvdaris sorta


di cinta, di turbante - fam. di
echin.; il cui ambulacro ha forma"
sferoide, ed circondato da due serie di punte.

Cdimo - da

xuS'tfios

splendido, glorioso

-m.

kydim-os
?

gen. d ins.
lepid., fam. diurni; bellissimi per

forme e colori.
* Cidonito - da xuevwv kydon-ion cotogno - confettura di mele
cotogne.

*Ciesilqga - da xiSynjis kyes-is


gravidanza (xuw ky-o genero) e Xo* Ciclptero - da kuxXos kykl-os 70? lg-os discorso - trattato sui fecircolo e impero pter-n ala, pinna nomeni della gravidanza.
- gen. di pesci branchiosteghi, fam.
Ciflla - da xcpes kyf-os curvaplecopteri; i raggi delle cui pinne tura, incavo - m. sorta di fossette
ventrali sono uniti, intorno al ba- orbicolari che si osservano alla sucino, in una sola ventosa.
perficie interna dei licheni,
* Cclorrnfo - da xuxXc; kykl-os
*Cifdio - dim. di xpos kyf-os
circolo e pa.<po rmf-os becco - gibbosit - gen. d'infus., fam. arfam.

gliette rotonde o cordiformi.

gen. di rett. oatracii anuri; la cui


lingua disco-ovoide.
* Ciclosomti - da xuxXcs kykl-os
circolo e ctpa sm-a corpo - gr.
d'ins. col. pent., fam. caratici;

hanno corpo tondeggiante.


li

Canili, Dix. EtimoL

che

celle;

il

cui testo

ha quattro tu-

bercoli pi sporgenti degli altri.

Cfo - da

xup?

kyf-os curvo

gibboso -m. gen. d'ins. col. tetr.,


fam. curculionidi ; che hanno il
corpo curvo, gibboso.

210 -

CIP

* Cifocrna - da

xu<; kyf-os

gib-

boso e xpavi'ev kran-ion cranio fam. fasmii;


gen. d'ins. ortopt.
che hanno la testa gibbosa.
* Cifomia - da xucp; kyf-s gib,

boso

e p.ua

d'ins. dipt.,

my-a mosca - gen.


fam. uotacanti; il cui

addome pi

largo del corsaletto

e gibboso.

CIL

*Cilndria - da xXivpoc kylin*


dr-os Zindro - gen. di p. d., fam.
proteacee ; cos dette per la forma
tubulosa del calice e della corolla.

Cilndrico - da xuXivpo; kylindr-os cilindro - che ha forma di cilindro

epiteto spesso usato nelle

scienze naturali e nell'anatomia per


significare

*Cifocflo - da

kyf-s

xup

gibboso e x*a>aXYi kefal- testa gen. d'ins. col. pent., fam. scarabeidi; che hanno testa larga, gibbosa e armata di corna lunghe e
curve.
* Cifonto - da xucp; kyf-s gibboso e vtoc nt-os dorso - gen.
1
d ins. col. pent., fam. empii; i cui

plica

sale la
di

che l'oggetto cui

offre

nella sezione

si

ap-

traver-

forma pi o meno perfetta

un circolo.
Cilindro - da

xuXi'a,

xuXiv^s'w

volume generato dalla rivoluzione


di un rettangolo intorno ad uno
dei suoi lati. 2 Oggetto che ha
forma cilindrica, sopratutto nelle
arti (p. e., nella stampa tipografica
elitri presentano due gibbosit.
Cifosi - da xuqj; kyf-s curvo, meccanica , negli organetti ecc.).
gibboso - curvatura anomala della 2 m, Nome specifico d'insetti, di
colonna vertebrale ; gobba. 2 (in conchiglie ecc. che hanno forma cigen. ) Straordinario sporgimento lindrica, dm. Strumento di rame o
delle

ossa del petto,

della spina,

della scapula, dello sterno, cagio-

nato da un tumore, da una lussazione ecc.

kyl-o,

kylind-o

volgo,

rotolo

che pieno di carboni accesi serve nei bagni a scaldar l'acqua. 4 m. Apparecchio per la
d'altro metallo,

frattura dell'estremit inferiori, che

Cifso - da xo<pc kyf-s gobbo consiste in due bastoncelli della


- gen. di pesci toracici ; distinti da grossezza di un dito, lunghi a progibbosit sul dorso e sulla nuca.
Cifte - da xuipc kyf-s gib-

porzione della parte fratturata.

boso - gen.

lindr-os cilindro e xpa kr-as corno

d'ins.

emipt.

membracidi; che hanno

fam.
proto-

* Cilindrcero - da xuXiv^po; ky-

- gen.

d'ins. col. tetr., fam. curculionidi ; distinti da antenne cilinrace gibboso.


* Cla - da xuXtw kyl-o rotolo - driche.
* ClLINDROCSTE - da xuXtvpo; ky.
gen. d'ins. col. tetr., fam. cumuli onidi ; il cui ultimo articolo delle
lindr-os cilindro e xu<m; kyst-is ve- gen. di p. a., fam. ficee;
ovale,
proboscide
la
ciscica
antenne
e il corpo cilin- che consistono in corpuscbli cilinlindrico-conica
drici.
drico nella parte posteriore.
* Cilindra - da xuXiv^po? kylindr-os
* ClLINDRCLINO - da xuXivfyo; kycilindro - gen d'ins. col. pent., lindr-os cilindro e xkim kln-e letto ,
di
crpo lungo
fam. carabici ;
fig ricettacolo - gen. di p. d. , fam.
senz'ali, quasi cilindrico.
composte; il cui ricettacolo ha forma
il

*ClLINDRNTERA - da

xuXivfyo;

cilindrica.

Cilindride - da xuXtvpo; kyantera - antera dei fiori singene- lindr-os cilindro e all'oc id-os, d-os
riuniti
foggia
iiaci,
a
di cilindro.
forma, somiglianza - che ha forma

kylindr-os cilindro e vtop anther-

2H

CIL
cilindrica.

2 m. Ep.

di

due protube-

ranze nei ventricoli laterali del cerdette pure corna d'Am;

vello

inone.

Cilindridi. V. Cilindride fam. d'ins. col. tetr. ; che hanno


corpo e le antenne di forma ci-

tn.
il

* Cilindrlobo - da xuXtvpos kylindr-os cilindro e loCbs lob-s bac-

cello - gen.
i

inferiori

il

membra

nelle

zoppicare.

* Cillsomo - da xuXX; kyll-s mutilo, zoppo e CT&pux sm-a corpo gen. di mostri unitarii, fam. celosomii; monchi nella parte inferiore
laterale del corpo e in cui il membro
pelvico dalla parte dell'incavo in

lindrica.

dee;

CTM
articolazioni

delle

fera, orchidi p.
,
cui frutti consistono in bac-

uno

stato rudimentale.
Cimino, Cumino - da xujmvgv kymin-on -gen. di p. d., fam. ombrellifere.

Cimasa, Cimtio - da xup.aTtov


Cilndrosi - da xuXivSpo; kylin- kymtion, dim. di wjp.a kym-a onda
dr-os cilindro - tn. specie di su- - parte estrema della cornice, del
celli cilindrici.

tura o articolazione delle ossa del capitello, fatta a onde.


* ClMATTE - da xua, xujxaTc;
cranio o della faccia ; in cui una
lamina ossea gira sopra di s for- kyma, kymat-os flutto - gen. di
mando un canaletto , un incavo poi. foss., fam. astrei; che si trolongitudinale in cui entra un altro vano sulle spiaggie del mare, ove
sono gettati dai flutti.
osso.
* ClMATFORA - da xpa, xftaro;
* ClLINDRSOMI - da xuXtvpo; kylindr-os cilindro ecwp.asm-a corpo kyma, kymat-os onda e pspw fr-o
- fam. di pesci malac. ; che hanno porto - gen. d'ins. lepid., fam.
notturni, tr. cimatoforiti ; distinti
corpo cilindrico.
* ClLINDROSPRIO - da xuXiv^po; da linee ondate nelle ali supekylindr-os cilindro e <r*&po; spr-os

riori.

* Cimatoforiti. V. Cimato fora.


* ClMATOTRlO - da xjiWt, xu|mctoc
kyma, kymat-os onda e topiov
ghi, cilindrici.
* Cilindrtomo - da xuXtvfyc? ky- ther-on bestia - gen
di mamm.
lindr-os cilindro o rc^ri tom- se- foss. ; che erano probabilmente anizione - gen. d'ins. dipt., fam. ti- mali marini e furono classificati

seme - gen.

di p. a., fam. funghi


mnomiceti; i cui spori sono oblun-

pularii ; distinti particolarmente dalla

torma

cilindrica degli articoli delle

Cilldio - da

xuxx& kyllns

tronco, mutilo e ei$o; id-os, d-os


forma, somiglianza - gen. d'ins.
col. tetr., fam. xilofagi ; che hanno
corpo lungo e molto stretto, la testa ottusa e come tronca.
* Cillosclide - da xuXXs kyll-
curvo e mw'Xo; skl-os gamba - gen.
d'ins. col. pent., fam. carabici; che
le

cetacei.

Cimba - da
chetto.

antenne.

hanno

fra

gambe

in arco.

Cllosi da *uxx; kvlUs curvo,


zoppicante - vizio di struttura

xu|/.6o

2 Gen.

kymb-e - bar

di acal. bifidi; for-

organi per nuotare


di barchetto.

niti di

*Cimbcne - da

xu(ayi

modo

kymb-e

barchetto e a/vvi chn-e pagliucola

- gen.
cui

di p.

spighe

m., fam. graminee; le


e fiori hanno forma

circolare.

* Cmbalaria - da xjx&n kymb-e


barchetto - gen. di p. d., fam. scrofularie ; che hanno la corolla cava,
quasi a foggia di barchetto.
* Umbella - da xan kymb-e

212

CIM
barchetto - gen. di p. a

fam.

fi-

CIN
conservare, custodire (coptic

(ali)

che hanno forma di barchetto.


*Cimbdio - dim. di *u ugGs kymh-os cavit -gen. di p. m., fam.
orchidee; cos nominate per la
forma del loro frutto che una

areli^.

capsula cava.
* Cimbifrme - vocab.

* Ciminsma - da xuimvgv kymin-on


cumino e gtjxt osm-e odore - gen.
di p. d., fam. rutacee ; che esa-

cee

da xuu-

ibr.

g kymb-us cavit e lat. forma


- ep. di semi di forma cava.
Cmbio - dim. di xuu.c kymb-os
cavit - m. gen. di moli., fam. columellarii; che comprende le volute
le quali hanno conchiglia sottile e

* ClMELIOTCA - da xeip.ifiXtGv keikiml-ion cimelio e


ml-iou
thk-e teca - teca, ripostiglio di ci-

Hw

melii.

lano odore di cumino.

Cimitero, Cemetmo, Cimitrio - dalla rad. skt. cam esser


tranquillo, riposarsi; distruggere

(^ama

quiete; felicit finale,

e-

-gen. di p. d., fam. burmannjacee;


cos nominate per la forma cava dei

mancipazione dell'esistenza umana ; zendo cma che quieta, che


sana ; xotu.acp.ai koim-ome , kim-ome dormo - skt. e a m a n a
immolazione) - luogo di sepoltura

loro frutli.

per

*CiMPOCnPO. V. Cimbocrpa gen. di p. d., fam. ombrellifere; i

un'apertura molto larga e cava.


'Cimbocrpa - da xu.cs kymb-os cavit e xi(nrs karp-s fruito

morti.

Cimfana - da
cpat'vw

x-jp-a

kym-a onda

fn-o splendo - min.;

composta

pie-

chiesa, ecc.

allumina
misto
di azzurro, a guisa di onda.
CiMOPLiA-<hx'jp.a kym-a onda
e tcgi; pol-is bianco - m. gen di p.
a., fam. fcee; che consistono in filamenti biancastri agitati dalle onde.
ClNANGHE - da xwv, xuv; ky-on,
kyn-s cane e r/w nch-o strangolo - angina in cui il malato

CiMLio-dal skt. kam bramare,


amare; kraa oggetto di desiderio

lingua,

hanno forma cava.


""Cimbfora - da xug&s cavit

cui frutti

(fifcu

fam.

fr-o porto - gen. di p. a.,


con frustuli cavi.

ficee;

CiMELiRCA-da

xEip-xXt&v

keim-

1-ion, kiml-ion cimelio e 5p-/w r-

ch-o presiedo - custode di cimelii; m. che ha in custodia un gabinetto di antichit, il tesoro duna

(quindi oggetto pregiato, di valore,

prezioso);

kam al a

kmala

bello;

bramato, amato - a. bene (mobile o


immobile, singolarmente immobile).
2 Oggetto di molto valore (monili,
tazze d'oro o d'argento, ecc.).

3 m.

Oggetto prezioso per la materia e


per l'antichit, o per l'antichit e
rarit (medaglie , codici
gemme
ecc.) 4 m. Gabinetto d'antichit. Chi non accettasse l'etimo suddetto,
vegga questo: egiziano ham aver
in propriet, godere, fruire (cui
corrisponde il coptico girne) e ari
,

tra preziosa

di

e di glucina; di color bianco

per difficolt di respiro tira fuori la


come fa il cane per sete.
Cinnco. V. Cinnche - m. gen.
di p d., fam. asclepiadee; che sono

velenose specialmente per i cani.


*Cinpio - da xuwv, xuvs ky-on,
kyn-s cane e &tugv p-ion pera gen. di p d., fam. ombrellifere;
che sono venefiche sopratutto per
i cani, e le
cui radici hanno figura
periforme
*Cinare - da xuvoa kynr-a
carciofo - tr. di
pianta spinosa
fam. composte: il cui tipo
p d
,

il

carciofo.

ClNCLDIO

d. di xryxX;, xt-yxXi'5o t

213

CIN

CIN
accusa che ragionevolmente

kinkls, kinkld-os cancello, griglia

ni

gen. di p. a., fam. muschi acrocarpi; il cui perislomio interno


tutto forato, a somiglianza di can-

diede alla setta non ne' suoi primordio ma in seguito quando fu


degenerala). 2 Chi sprezza mani-

si

festamente e offende il pudore, la


delicatezza e in generale la virt,
e fa pubblica professione di vizio.
3 Cp. di atti conformi a questi sentimenti, i Ep. di spasmo o cone rapidamente, quasi in modo spa- vulsione; che consiste in un affezione dei muscoli mascellari, per cui
smodico, le palpebre.
Cnclo. V. Cnclisi - m. gen. la bocca, il naso, un occhio, cio
passeri,
mezza faccia si contorce.
fam.
turdidi
che
d'ucc.
;
* Cinpsii. V. Cinipo.
con grande rapi ita s'immergono
*Cinpo - da xut ky-o produco
nell'acqua ed emergono, per affere fy, irs ips, ip-s verme {in ipt-o
rare la preda.
* Cinclsoma - da xi'Tx>kinkl-os pungo) -gen. d'ins. imenopt., fam.
cnclo e awpux sm-a corpo - gen. terebrani, tr. cinipsii ; cos nomid'ucc. passeri, fam. turdidi; che nali perch intorno alle punture che
rassomigliano ai cincli.
sogliono fare alla scorza delle quer-

cello, di griglia.

Cinclsmo - da xi-ymuovo rapidamente


- abitudine di alfrequentemente
e
zare ed abbassare continuamente
Cnclisi

xXi'Co kinkl-zo

<:

CiNEuO
c'in-anh,

zendo

in-man

e nei composti e' in -a

osselo, e' in e amore - uomo che


si prostituisce a uso sodomitico.
Cinegesa - da xwv, xuv? kyon,
kyn-s cane e iqcp.ai ego-me con-

cie e di altre piante


delle

si

producono
ove

globulose,

escrescenze

mede-

abitano le larve degli insetti

simi. - Cosiffatte escrescenze delle

quercie, si chiamano volgarmente


noci di galla.

duco - arte della caccia coi cani.


Cinismo - da xuwv, xuv; ky-on,
Cinegte. - V. Cinegesa - m. kyn-s cinico - dottrina e costumi
gen. d'ins. col. trim
fam cocci- dei cinici. 2 m. Abitudine di derinellidi ; che, secondo alcuni, vanno dere il pudore, la delicatezza, la virt
,

a cccia di

altri

insetti

(secondo

sono fillofagi).
Cinegetico. V. Cinegesa -

di

poema

didascalico

sulla

ep.

caccia

coi cani.

dagli

Ateniesi

ai

Cinxi

minati perch frequentavano

il

Ci-

nosargo; altri finalmente, perch


usavano atti e detti sconci , osre-

da

vantare e praticare
il

vizio.

kin-o

xivsg)

e ; ix-s lombo

- gen.

muovo

di rett.

tartarughe terrestri distinte perla mobilit della


sorta di

parte posteriore della loro invogli.

Cinnammo. V. Cardammo -

discepoli

filosofo Antistene,

perch vestivano poveramente, con mantello lacero e barba incolta. Cosi i


moderni Elleni usano per dispregio
la parola axuX skylt, che significa
appunto carte. - (Alcuni opinano
che quei filosofi fossero cos no-

del

chelonii;

Cnico - da xucv, xuv; ky-on,


kyn s cane - nome dispregiativo
dato

in generale, di

pubblicamente

altri,

uccie

li

uiante die

nnee, gen. lauro;


la

famiglia lauscorza

la cui

cannella.

Cinocefalo - da

xiW, *iv-&

kyn-s cane e Kiyal-h kc- a. corpo umano figurato con testa di cane (come Anubi). 2 m. Gen. di mamm. quadrumani; scimie che hanno muso
somigliante a quello del cane. 3 m.

kyon

fal- lesta

CIN

On.

214

CIN

fam squalidi o pesci- larghe e che si ristringono alla base,


hanno testa simile a quella presentando qualche somiglianza
con una lingua di cane.
* Cinocpro - da xuwv, xuv kyon,
* ClNOGLOSSIDE - da xuvo"yXm<i<toi
di pesci,

cani; che

del cane.

kyn-s e xdwpos kpr-os escremento


- escremento di cani; cui gli antichi attribuivano virt medicinali.

Cinocrmbe -daxwv, xuvskyon,


kyn-s cane e

xp<xp.vi

gen. di p. d., fam. aspenfolie borraginee; che somigliano al cino-

krmb-e ca- glosso.


* Cinoina - da xuwv. xuv kyon,
kyn-s cane e uatva yen-a iena -

volo - gen. di p. d., fam. urticee;


che rassomigliano al cavolo e si
credono venefiche per i cani.
Cinoctno - da xcov, xuv;kyon,
kyn-s cane e xtvo; ktn-os ucci-

sione (xreivw ktin-o, ktn-o uccido)


- gen. di p. d., fam genzianee; la
cui radice un potente veleno per
i

kyngloss-on cinoglosso e tiSc; id-os, d-os specie, somiglianza

cani.

Cinodsmo - da xutov, xuvsky-on,


kyn-s membro genitale (xw ky-o
genero) e e<rp.s desm-s legame
- m. fascia che lega il prepuzio alla
ghianda.
Cinodnte - da xuav, xu^; kyon,
kyn-s cane e Stit;, Sovtqs ods,
odnt-os dente - m. gen. di p. m.,

gen. di
di

mamm., fam

cani; sorta

cane che' ha qualche somiglianza

colla iena.

* Cinolssa - da xv, xuv; Kyon,


kyn-s cane e Xuara lyss-a rabbia rabbia canina
contratta per morsicatura di un cane.
*ClNOGRAFA
da xuwv, xuvs
kyon, kyn-s cane e

ypawpT) graf-
descrizione - descrizione dei cani,
cio delle loro razze, propriet ecc.

*C.ingrafo. V. Cinografia - chi


descrive

le propriet, le

razze ecc.

dei cani.

* Cinologa - da xuwv, xuv? kyon,


kyn-s cane e Xo'-yoc lg-os discorso- trattato sui cani, sul modo di ad-

fam. graminee; le cui articolazioni


hanno forma di denti canini ; volg.
dente di cane. 2 m. Gen. di p. a., destrarli alla caccia, sulle loro mafam. muschi acrocarpi; cos nomi- lattie ecc.
* Cinlogo. V. Cinologa - chi si
nate per i molti denti lanceolati che
occupa di cinologia.
ne guerniscono il peristomio.
* Cinmetra - aa xuwv, xuv; kyon,
* ClNOFALLFORA - da xwv, xuv;
kyon, kyn-s cane, yaXkbq fall-s kyn-s cane e p-rirpa mtr-a vulva,
pene e <pfw fr-o porto - sp. di p. matrice - gen. di p. d., fam. legud., gen. cappari, fam. capparidee; minose; il cui frutto un baccello
carnoso, corto, leggermente tuberil cui frutto consiste in un baccello
lungo, carnoso e rosso, simile a coloso, che presenta qualche somiglianza con una vulva di cagna.
un pene di cane.
* Cngala - da xuwv, xuv? kyon,
ClNOMlA - da xuwv, xuv; kyon,
kyn-s cane e faXri gal- donnola kyn-s cane e p-ua my-ia mosca -gen. di mamm. carnivori; affini gen. d'ins. dipt., fam. calipteree;
al cane e alla donnola, ma pi al che tormentano sopratutto 1 cani
cane.
si pascono di carogne di cani.
ClNOGLSSO - da xuwv, XUV05
Cinomlgi - da xuwv, xu>; kyon,
kyon, kyn-s cane e -^Xwaaa glss-a kyn-s cane e pix-yw mlg-o mungo
lingua - gen. di p. d., fam. asperi- - popoli dell'India, che si nutrivano
folie borraginee; distinte da foglie di latte di ca^na.

215

CIN

* Cinomlgo.

V. Cinomlgi - sp.
quadrumani, gen. macaco; scimie che hanno l'aspetto

mamm.

di

CIN

maco, caratterizzata da una fame


eccessiva e dal vomito degli alimenti
poco dopo la loro ingestione; cos

detta perch i cani, dopo aver molto


un cagnolino poppante.
Cinomrfi - da xwv, xuv? kyon, mangiato, vomitano facilmente.
* ClNORRNCHIO - da xumv, xuv;
kyn-s cane e j/.op<p7i morf- forma

di

fam. di mamm. anfibii ; che rassomigliano ai cani per la forma del


corpo e sopratutto della testa.
Cinomrio - da Jtwv, xuv? kyon,
kyn-s cane e (lopiov mr-ion pene
- gen. di p. m., fam. balanoforee;

m.

gambo

semplice, grosso, cilindrico e rosso ha somiglianza con


un membro di cane. 2m.Sp. dipoi.,
gen. pennatule, fam. alcionii ; che
hanno la forma di un pene di cane.
* Cinopitco - da xuwv, xuv; kyon,
il

cui

pthek-os sorta

kyn-s cane e
di scimia - gen. di mamm. quadrumani; scimie intermedie tra i
irifoixos

cinocefali e

pitechi.

* Cinpodo - da xutov, xovc kyon


kyn-s cane e wou, mfos pus, pod-s piede - gen. di mamm. carnivori, fam. manguste; i cui piedi
sono fatti come quelli dei cani,
vale a dire gli anteriori con ciuque
dita e i posteriori con quattro soli.
* Cinptero - da xuwv, xuvs kyon,
kyn-s cane e iropv pter-n ala gen. di mamm. chiropteri, fam. pipistrelli; che hanno muso simile a
quello del cane.
* Cinrchide - da jcuwv,xuv;kyon,

kyn-s cane e %!<;, opxtSos rchis,


rchid-os testicolo - gen. di p.
,
fam. orchidee; le cui radici hanno
forma di testicoli di cane.
ClNORRSTE - da xvwv , xuv;

kyon, kyn-s cane e pai* r-o nuoco


d'ins. apt., fam. aracnidi acaridi ; che si attaccano alla carne dei
cani e di altri animali, e ne succhiano il sangue; volg. zecca.
* Cinorexia - da xtov, xuvckyon,
kjfn-s cane e ope^i; rex-is appetito - malattia nervosa dello sto-

-gen.

kyon, kyn-s cane e pu-yx * rynch-os


muso- gen. dip. d., fam. scrofola*
rinee ; distinte da una corolla a fog-

muso di cane.
CNORRDO - da

gia di

kyon

xtov

xuv;

kyn-s cane e poov rdon


rosa - gen. di p. d., fam. rosacee;
volg. rosa canina. 2m. Frutto carnoso, composto di un gran numero
,

di ovarii o a pericarpio solido chiusi

in

un

calice carnoso

ma

non ade-

rente alle pareti del calice; come


quelli della rosa canina.
Cinosrgo - da xuwv, xuv; kyon,

kyn-s cane e pp? arg-s bianco borgo vicino ad Atene ov' erano un
tempio consacrato ad Ercole e un
ginnasio; cos detto perch, mentre

un Diomo ateniese

sacrificava in

quel luogo ad Ercole, un cane


bianco invol parte della vittima.
Cinsbato - da xuwv, xuv? kyon,
kyn-s cane e paro; bt-s rovo sp. di p. d., gen. rosa, fam. rosacee ; piante spinose che producono
una bacca lunga, grossa e rossa,
simile a membro di cane; volg.
spina canina.
^
*Cinostrno - da xtvw kin-o
muovo e orsfvov strn-on strno
- gen. di rett. chelonii, fam. emidi;
sorta di tartarughe palustri , che
hanno sterno mobile dinanzi e di
dietro.

Cinosra - da xucov, xuv kyon,


kyn-s cane e cupa ur- coda - costellazione vicina

al

polo

detta pure Orsa minore

artico

composta
hanno

di sette stelle, tre delle quali

qualche somiglianza,

per la loro

posizione relativa, con una coda di

cane.

V. Ctnosra

- gen.

m.. fam. graminee; i cui


somigliano per la forma ad
di cane.
Hinotoma - da xuwv, xuv; kyon,

di

216

r?N

Cnosro.
p.

CIR

pride, Venere - m. gen. d meli.


acefali conchiliferi, fam. cardiacee;

fiori

cos detti per le loro eleganti

una coda

chiglie.

kyn-s cane e

Tcp-r,

tom- sezione -

sezione dei cani.


* Cinotomsta. V. Cinotomta- che
anatomizza cani.
Ci - da x?, *i ks, kis - a.
insetto che rode il frumento o il legio. 2m. Gen. d'ins tetr., fam. xilofagi; che vivono sugli agarici o

sui boleti secchi degli alberi.


* Ciofor - da zita ky-o genero

ps'pto

fr o

porto - stalo o tempo

di gravidanza.

p. a.,

diacei;

cos

prn-os

xuTTf vc;

carpione

c5;,

c&ovtg

ods, odnt-os dente -gen. di pesci


malac. , fam. ciprinidi ; le cui

mascelle sono fornite di molti piccoli denti.

Cipripedie - V. Cipripdio.
Cipripdio (invece di Ciprip- da Kurpi; Kypr-is Cipride,
e 7T'5'tXcv pdil-on calzatura - gen.
di p. m., fam. orchidee, tr. cipri'

dilo)

Cinio - da xiwv kon colonna


gen. di

con-

kyprn-os gen. di pesci malac, fam. ciprinoidi; volg. carpine.


* Ciprinidi - V. Ciprino.
* CH'RINODNTE - da xuTTpvo; ky-

Ciprno - da

fam. funghi licoper-

nominate

dalla

com-

pedie;

di

bell'aspetto

inella rinchiusa nel loro pcridio.

dal lahello del fiore,

Cionjta - da xiwv kion colonna


- solitario che viveva sopra una co-

concava,

lonna;

bello -

sin. di stilila.

*Ciperacee - V. Cpero.
Cpero - da xu7repo; kyperos,

io-

nicamente

come

di

distinte

che ha forma

scarpa.

Cipsel - da jcu^'/.t, kypsl-e corm. frutto ch' disposto in


un ricettacolo comune a forma di
corbello; come quelli della fam.

per xuiveip&? kyper-es


kypir-os - gen. di p. m. , fam. ciperacee.
Cifra - da Kurcpa Kypr-a Giu-

delle sinanteree.
*Cipselea - da

none - m. gen.

concava, quasi d'alveare.


Cipselo - da xu^eXo? kypsel-os
- gen. di ucc, fam. irundinee.
*
Urologa - da xipcs Vyi-os pro-

d'ins.

notturni; forniti di
ganti.
* Cipricrdia -

ali

lepid., fam.

molto ele-

xu^s'Xy! kypsl-e
alveare - gen. di p. d., fam. por-

tulacee;

le

cui foglie

hanno forma

da Kurpi; Kypr-is
Cipride e xapS'Ia kard-a cuore - priet e Xd-yo; lg-os discorso - locu^vi. di moli, acefali conchiliferi, zione propria
2 Abitudine di usare
fam. cardiacee; che presentano ca- locuzioni proprie.
ratteri comuni al geo. cipri e al
Ciropeda - da Kupc; Kyros Ciro
cardila.
e Trapela ped-ia, ped-a educazione
Cpride - da K7rp&? Kypr-os Ci- - romanzo storico di Senofonte sulpro - Venere ; cos nominata per- l'educazione di Ciro, fondatore delch aveva culto a Cipro. 2 m. Gen. l'impero persiano.
di crost. ostracodi, fam ciproidi.
Crride - da xtppU A:t>7v-gen.
* Cipridlla - V. Cpride - gen.
di pesci, acant., fam. percoidi.
di crost. ostracodi, fam. ciproidi.
*Cirronso - da xipsb; kyrr-s
*Cipridna. V. Cipride - gen. giallo e vo'<jo? ns-os maatlia - ep.
di crost. ostracodi, fam. ciproidi.
di colore giallo isterico del midollo
Cip rna - da KTipt; Kypr-is Ci- spinale dell'embrione.

cm
*

Cirroptalo - d

217

xipp; kirr-s

giallo e ro'TsiXcv ptal-on petalo gen. di p. m., fani. orchidee; i cui

testa

GIR

- gen.

aracnidi; che

apt.,

fam.

la testa

grossa

d'ins.

hanno

fiori sono di un colore giallo scuro.


* Cirrosi -da xipj.; kirr-s giallo

2 Gen. d'ins. col. tetr.,


fam. clavipalpi; idem.
* Cirtchilo - da xuprs kyrNs

- granulazione morbosa di un giallo


rossastro, che si forma nel fe-

curvo e x* c chil-os, chl-os labbro - gen. di p. m., fam. orchidee;

e gibbosa.

un labhruccio curvo ade-

gato.

distinte da

Cirsio - da xipc; kirs-s varice


di p. d., fam. composte cineree; le cui foglie sono, in alcune
specie sparse di varici od escre-

rente alla base del pistillo.


* Cirtogna - da xu/9t kyrt-s
stillo

scenze.

lacee; distinte da

Crso -dal skt. krish curvare


- varice ; gonfiamento nodoso di

* Cirtognato - da xu/st; kyrt-s


curvo e -pacs gnth-os mandibola
- gen. d'ms. col. tetr., fam. lungicorni; distinti da mandibole curve.

-gen.

qualche parte

di

una vena.

Cirsocele - da xi/5<js kirs-s varice e x.rXn kl-e tumore - ernia


varicosa alle vene dello scroto e

curvo e -yuvr, gyn- donna, fig. pi- gen di p. d., fam. crassu-

un

pistillo

curvo.

giuntiva molto injettati presentano


una specie d'ingorgo varicoso.
* Cirsnfalo - da xipc, kirs-s
rarite e ty.oa". ,- omfal-s ombilico

CiRToMA-da xupT; kyrt-s curvo,


gibboso - incurvatura della spina
dorsale, gobba. 2 m. Gen. d'ins.
dipt., fam. tanistomii; caratterizzati
da un torace gibboso.
Cirtomno - da xupTtD kyrt-o
curvo - m. gen. d'ins. em. eter.,
fum pentatomidi; gonfi, gibbosi.
*Crtomo. V. Crtoma - gen.
d'ins. col. tetr., fam. curculionidi*

- tumore, formato

gibbosi.

alle

vene spermatiche.

CmsoFTALMiA

varice e

<fy6a/.jji

- oftalmia

in

- da xtpa; kirs-s

oflhalm-s occhio

cui

vasi della con-

dalla dilatazione

delle vene dell'ombilieo.


*

Cirsotoma - da

varice e

rcp-r,

xipo* kirs-s

tom- taglio - sezione,

*Cirtomrfo - da
curvo, gobbo e

-gen.

d'ins.

estirpazione di vene varicose.


*ClRTANDRA - da xupr; kjtt-S

vipalpi;

curvo e vr p, vp; an-r, andr-s


uomo, fig. slame - gen. di p. d ,
fam. gesneracee, tr. cirtandree; che

d'ins.

xopTs kyrt-s

fxcp<p7]

col.

morfeo forma
fam. cla-

tetr.,

gibbosi.

Cirtonta.
col.

V. Cirtonto -gen.
fam. ciclici; che

tetr.,

hanno il dorso gibboso.


* Cirtonto - da xupfe kyrt-s

hanno stami curvi.


curvo, gibboso e vwtos nt-os dorso
- gen. di crost. decapodi brachiuri;
* Cirtandree. V. Cirtndra.
* Cirtnto - da xujit; kyrt-s la cui invoglia gibbosa.
curvo e av8o; nth-os fiore - gen.
*Cirtopdio - da xuprc kyrt-s
di p. m., fam. amarillidce; distinte

da

fiori curvi.

Cirto -

ffa.

xupts kyrt-s curvo,

gibboso (skt. krish curvare)- m.


gen. d'iris dipt., fam. tanistomii ;
die hanno il corsaletto gibboso.
*Cirtocfalo - da xupTd; kyrt-s
CUIVO, gibboso e xe^aXr, kefal-

curvo, gibboso e iroc, m$b; pus,


pod-s piede - gen. di p. m., fam.
orchidee; che hanno il gambo qua
e l gibboso.
*

Cirtoscelide - da xuprc kyrt-s

cwvo

<rx;.c

d'ins. col.
distinti

gamba - gen.
fam. clavicorni;

ski-os

pent.,

da gambe

in arco.

-- 218

Clft

Cirtsoma - da

xuprs kyrt-6s

curvo, gibboso e owfxa sm-a corpo


d'ins. col. eter., fam. melasomi; gibbosi.

- gen.

CIS

vescica e vaorpccx anastrofe rovesciamento - inversione della vescica, vizio organico.

Ciste, Cisti - da x<m kyst-is

Cirtosprmo - da xupr; kyrt-s vescica curvo e ompua sprma seme -gen. Membrana
di

p.

d.,

fam. ombrellifere; che

hanno semi curvi.


* Cirtostch de - d a KopT? kyrt- s
i

2 m.

vescica orinaria.
in

forma

di

sacco o d

vescica piena di liquido e altre


terie corrotte

ma-

nei tumori generati

dalle glandule.

* Cistnto - da xwmc kyst-is vecurvo e <ttocxi><; stch-ys spiga - gen.


m., fam. palme; cos nomi- scica e &v6o; nth-os fiore - gen. di
nate per la forma curva delle spighe p. d. fam. epacridee; distinte da
una corolla simile ad una vescica
che portano i fiori.
ClRTOTRCHELO - da xupT; kyr- trasversalmente fessa.
* Cistectasa - da x<m kyst-s
t-s e TpoxxX'y? trchel-os collo gen. d'ins. col. tetr., fam. curcu- vescica ed exracu; ktas-is estenlionidi
sione - processo di litotomia, per
distinti dal collo in arco.
* Cirtotrpide - da stupr; kyrt-s cui s'introduce nella vescica uno
curvo e Tpcbri;, Tpnn5os trps, tr- strumento che dilata la prostata,
pid-os carena -gen. di p. d., fam. affinch, accrescendo le dimensioni
papilionacee ; caratterizzate da una del collo vescicale, possa uscire
carena curva.
pi facilmente il calcolo.
* Giste - da xuaac kyss-s parte
*ClSTELMINTO - da xv<m; kyst-S
naturale della donna, ano
in- vescica e >.p.tv;, X|xiv8c; lmins,
fiammazione di queste parti del lminth-os verme - verme vescicodi p.

corpo.

lare.

ClSSMPELO - da xtaas kisS-S


edera e pureXos mpel-os vite - gen.
di p. d., fam. menispermacee; si-,
mili all' edera, e di cui alcune specie si arrampicano sulle viti.
Cisso - da xtao? kiss-s edera
- gen. di p. m., fam. ampelidee;

* Cistencfalo - da xJdTt; kyst-is


vescica e s-yxscpaXo? enkfal-os cervello - gen. di mostri, fam. pseudencefali ; nei quali in luogo di cervello e' una specie di vescica, un

una

delle cui specie V edera.


Cisside -da xtoo? kiss-s edera

e elSo; id-os, d-os forma, somiglianza - m. linea curva, che avvicinandosi al suo asimptoto imita la

curvatura d'una foglia d'edera.


Cista - da xicm kst-e paniere m. specie di pericarpio che