Sei sulla pagina 1di 100
N. 11 - NOVEMBRE 1975 - L. 700 Sped. In abl. post. yruppe il Neto Cyt) ney Ge Joe ey hia / ATTENZIONE yr ‘was Supertester 680 FR R come Recordee TIL SERIE CON CIRCUITO ASPORTABILE 4 Brevetti Internazionali - Sensibilita 20,000 ohms / volt STRUMENTO A NUCLEO MAGNETICO schermato contro i campi magnetic! esterni!!! Tutti i circuiti Voltmetrici e amperometrici di questo nuovissimo modello 680 R montano RESISTENZE A STRATO METALLICOdi altissima stabilita con la PRECISIONE ECCEZIONALE DELLO 0,5%I1 IL CIRCUITO STAMPATO PUO’ ESSERE RIGALTATO ED ASPORTATO SENZA ALCUNA DIS SALDATURA PER FACILITARE L’EVENTUALE SOSTITUZIONE D1 QUALSIASI COMPONENTE. amplezza del quadrante e minimo ingombro! (rm. 128%95«22) abe (artettine s duune a ausattnemee orien a semplicita, facilita di impiego e rapidita di lettura! . robustezza, compattezza e leggerezza! (300 grammi) YW | accessor’ supplementari © complementari! (vedi sotte) Protezioni, prestazioni e numero di portate ! yu led saa 10 CAMP! DI MISURA & 80 PORTATE! Yours cs 11 gotte: do 2 Va 2500. masini Me eas NOLS EC: 13 parte: os 100 "mia" 2000", sob ttn te Ge 50 A 10 Aap. ack fate: 200, WA 3.8 An Scot TMT I tae: fy detmo "dl “ohm 'e eee Bz, 2 s de ees So heesonns pase Sie fie. Es 1 1 10 egachs, da 04 S00 pf oda Oa i uated sal 10 sho ea 0. 9600 He, fon seessr apoostamente pre ee "astaram © deseneon pi sti iotte Greultaetnen SPHESI Stin mobile studata per un reno smo ZiveioseVindee © ‘gond ong Tepen “et Linton saten ee peer aio Stomen ae ‘aloe egal Tocizatoe sl Stopper see cs seo sn ee IL TESTER PER | TECNICI VERAMENTE ESIGENTI !!! tre’ ste con pet etn iii. use, con contami, a petene ete inti tne dete sl cieuto ohne 1 matcio “ICE 6 goann 6 sopra ed avons sass ed indus rll Dopetiaune © cotuune dep iain pa cpio ¢ pmiee PREZZO SPECIALE rroranonistice 48.800 franco mosto sublinesto completo punta, pila e mamale disvtone. Per saganenalerdine, 0d aia crear, el relative ssa ano ed oto In teige specie ressente 3 tensa stapgo o aeratioe, ets asuci. ea, neveriat fertile! cn erncinnorn 64 alleen cols exe ty esa" be" tow ends Woe vaste Bes sa sleet pu fi dolce, anche moll git secessrExie meme t'see Gal” SUPERTESTER 208 na ACCESSORI SUPPLEMENTARI DA USARSI UNITAMENTE Al NOSTRI “SUPERTESTER 680" PROVA TRANSISTORS] MOLTIPLICATORE RESISTIVO VOLTMETRO ELETTRONICO TRASFORMATORE |AMPEROMETRO EPRovA 1001 woo. 2 con Worst) > etere of MOD. Giipemmg) JA TEN AG LIA ranstest camo ET) MOD. UC: wove, GB [= ss) we get [Simeerclame ei eat Lema deat ean wt | Cee ine rmette mC ee Meet) "Ue | Teer UC dla me 60 my | 1 Mons fer svn 15:25 [st intsrrompere i Wee pr i aed a See eta tae achat to o8 Bettie pen $50". ‘2 éingema 8 tne | &2* 72+ 30.0 |800 Re. CA» Pee Hime neni ees 8.30 | a oe erOpFnaateny | es 20 cn Ve 2D eam. eet prey Frew Lagsobonprs Wi auch -| Yeuapiasppenenae. | Grn i101 ga.00 | suse Lt2.oog:npleto casero, i. sis" pitae mone oi ttrunone’ | Psso 3600 emote Pare £95.00 | Preis L. 7.000 [rine iste a sina Ned. 23 PUNTALE PER ALTE TENSION! LUXMETRO MOD, 24 1.0.£ —SONDA PROVA TEMPERATURA HUNTS SUPPLEMENTAR 100 m4) mon. reveE, m0 CE) SRNEIG B Gao ilar Ma OM ae mM Hoo, 32:16. 9 parte ange 00's 2000 Ls. "oteo pre co mt 04 ae ca ie epoca oo a2 moe ila ze saToni NONE = | Pps Pre ott 4.500 Presto nett: 11.500 rem eto LAS ex SIGNAL WECTOR woo #2 SS ae ‘SEOUENaTOSEORIONGD.28 1. Inator ara Eso sare private eves Bs “MF Sra Con ea vl I eat equenae ita Due Tras. | no tq 8 fom per ie seareaaria secondo I casio cru o vets aca cannon pea | densa i fasn se resent maton ete as frquenefandanarta 1000 He» 300.00 He; race L480. | pure dso, rages Prete 10500 | Prero L. 4.500 Fee: GB. Lid adhd Ne ‘OGM! STRUMENTO RICHIEDERE car. epg eon a CB e OM sono le sigle dei ricetrasmet- titori (radiotelefoni). CB per le brevi distanze, OM per le grandi. Sono gli apparecchi che vi consentono di trovare amici dovunque. Pit che trovarli, vi danno la gioia di scoprirne sempre dei nuovi captando Je voci librate nell’etere; mentre la vostra voce si diffonde a sua volta nello spazio, ascoltata da altri mille amatori delle radio-ticetrasmissioni. Per voi giovani é lattivita ricreativa e scientifica che vi trasporta ai confini dello spazio e del tempo. Compilate e spedite il tagliando, riceverete il nuovissimo catalogo CB & OM. Rares ES a ES a — eh 1 Ge j | =a ‘Speditem il uovissime catalogo CB&OM. Unisco L.500 in francobotli per concorso spese. a a ee AMPLIFICATORI COMPONENTI ELETTRONICI INTEGRATI Viele . Martini, @ - 20139 MILANO - Tol. 3.62.78 Via Avezzana, 1 ~ Tol. 53.90.25 86.03.97 CoNDENBATORI sot) COMPACT cesate G/ Lae Peo ure oa COMPACT cessette 6/90 L800 meeay S| $20 | UiMENTATOR! con protezione elton ancruto imey of se] nM i meay 8) Gabe 9de to mA a2 Lt Zuay 8 cx | HELBYSS HORA t zene igy ao | ALIMENTATORI ¢ tesion 07:58:12 V par men- may to | Glens mangadec relator eee Lea Goey | 8 Wim | TeeTINe ct carcelliane ‘ereparatione Lee, i We | Gault clatttuahin fa Sout 1. 2000 gat wey 19 $300 | TeBTINE X 7 In conpla 3,000 auey 8 wm | lcnoroNt K 7 @ vt Ute may 8 meGoLATOR! POTENZIONETRI cena lungo #0 6 cm everh ks ao 1B MEG Y Wo |g srasi@ZATOMl' 15 4 | porenziOMeTRl con Ierutore Lose Bany 'S ie dat | fete BTESY om | uous 2st6 NZIOMETRI micron sence nerve La 2 tev 9m | EMaeos Be foreNZIOMETR micron con Intruttore reso. Us aD gma 8 | Bie Be |orencioMern micomiron con orators 0 2.0 y te | Beak TRASFORNATORI D’ALIMENTAZIONE ise 2 Hs 3 Mi 80 DISPLAY E LED 800 mA primario 220 secondario 6V 0 7,5V 0 9V RB omay fe} Line 0 12V - L. 1.100 Bomesoy tao Fd ttre BU omy te |g Sl £m aimee ie epee ea : 1 megv aD Fir 0 3000 gee 8 | fee = " Dirur(con schoms) 200 L 3.000 190+ 100 mr a0 vie at elaae 4A primarlo 220 V. secondario 154.15 V 0 moneuv’’ im | ie = RY Bay L600 io mesY a me 20 INTEGRATI DIGITALI COSMOS. Boteay is 20 ome 160 7m -_ ‘TIPO URE ‘TIPO URE Bmey 1B TmASFORMATOR! momey i | to une | som mo at 2400 BomBy ie Wty smo | ion SMe 38 Bom ey ie aay ‘mo | dime 3 Ma = Som iey ie Aa iho | fs am feat o omy ie BA ay te | Ser as = 470 mE 16 V 130 AMPLIPICATOR! re = ral 500 mF 12 V 40 TH. pd ae SS 4 500 mF 25 V 30 Da1.2WagV a 1200 ae 500 mF 50 V 260 con 'SN7601 1500 an 0 02g 2000 640 mF 25 V 220 On? Wag y pf a = 8 oe E cn FARSI toning ani ae fi r movnence wma a Dag Wea 12 V aos 2400 4040 2300 000 me 70.V a con’ TAABIIC testing | = = ms Miso me TOV, ae peat aso | Me am ee cd 2000 mE 16 V 350 Ose Wey = a tJ 3 = 3000 me 25 V 0 ‘Da 30 W 30/35 V 15000 aie ‘1300 “ 0 2000 mF 60 V 900 Da 25425 36/40 V senza Smal am al 00 ne Seanpiikstre "os | Se0 70 sete BD me mye See cot i fest Ba me ste peices yom | om mE Y e Femme | § AREY ms a te a ee eS a ups 4000 mF 50 V 1200 Ba 3 W's blocchetto 6.5 A 400 Vv 1400 1 A 400 V ‘800 Se mey | {e a me | A gOY tm | isA40Y ae Sea hates Rlimentatore per ampiifice: an Ee HA ‘ae Besos me see anton ahats A any io |S Rey ites bt mm aresv *13000 10 Aan y 1300 A By RADDRIZZATORI ay 19 GOD V 1300 1 Adv 400 wl une cone teumplietins 4d A Bey Bo | 3 fey ee co Ine oon Fahad ms |B AEGY feel ae eae Be (B30-C300, 240 scr 25 A 600 V $300 15° A 600V 3600, 1B30-C400 260 1 Ue v a 3 A 00 V 7000 2 A 400 V 14000 (830-6750, 350 3 A 500 V 9000 2 A 600V 15500 B30-C1200 450, 15 A 100V wo 90 A 600 V 29000 40 A 400 V 34000 epee a BABY | wasy am | 2 Aa0y pm 'B40.2200/3200 750 22 A200 8s | 240A 1000 v 000 100 A 600 V +8000 Be0-cr000 so oA tov so | SoaGoy fon | foo A fono'v Som Be = She | SAR Se ATTENZIONE: BTI20 = A tne dievtre-ciaguld! nellevaslone dept arin, st prege di srl @ e'CAP. In calce_ all rina Noms! acecitano Stinacont inferior! a L. 4.000 escluse te speee di spedizione. Richiedere ‘qusliai moterialeeetronico, anche. se non ‘punbileao nella presente pagina CONSULTARE LE ALTRE RIVISTE SPECIALIZZATE Forniamo quelslasi preventvo, dieto versamento antic CONDIZION! BI PAGAMENTO: SVinvo, anticipate & mezzo assegno_eltcolare 0, vaglia postae doll'importo globale deordine, maggiorato-delle spese po- Hail‘sl'un minimo Loop per’ CSV, © L. 10h per pecchi postal b) Sontrassogno’ con Te spéae ineluse nelfimporto sifordine. In stampatello nome ed indieizzo del committente, clt- CIRCUM INTEGRATI po URE ) TIPO) URE ure une Shoes Biresece ‘2000 | Ewras —‘i0 t00 7008 Eades sm | Suri ‘S00 0 ao cases sunt Soe ne 5830 chames So Sunes Sto “00 eo cane io Swiss 00 io Saas Ho | Suro 0 io = Sasoes So | Sure soo 00 ae A300 to | Surere ‘ooo iso iro rare feo | Sues sto ‘ca io es Se Sire jm eo io We Se Suet om. = imo 700 ‘500 | SN7482 2000 650 | +2000 Mario So | Surat itoo al ito want fe | sures 00 so tn at theo | SNrss 1800 = tao w eo | Sunes S000 Ea ‘00 ne 3200 SN 1000, 650 | 2000, wane So Sues ta eo iro a = Sue fom = Heo we soo | SNraos 1200 = 2000 w eo | Shris = Heo theo So | Surits 300 EI oo ue si | Shree 3000 2800 amo te tao Suri ro 7% 0 ts tim | Sniet Son ta 100 us eo | Surist Zao Ed = Sass teoo | Sureise Zao re 0 Sc5se Heo | Surat 2a00 no 0. Stone Jeo | Snreiss Foo | aaiar coo feo Shtooeet fimo | Survey aon | TAASIO te 0 Ho VALVOLE = nro ume) 10.” URE ) TRO) URE a over 70 0 yo | Saino Seco eaBceo ae ca 100 ae Seo | Bo ‘350 UNIGIUNZIONI ecm 00 a | so URE ecu oo re feo | ater: Sooo Ecce oo i wo hue Egces ooo 10 rm | iNeea? Eee 0 cf too namo o Eccat 2800 FF to | Net foo Econ ‘co i ‘0 : eects 00 70 fo | panuincron Econ El 00 so | neo thee Eceiea ce tio > | ior: boo Econ 750 wo tare =a | Some Eres Ey wo HAs =e | BBs Ecre i | iaave = so | Boxe Zao Eceon oo | HA 30 | Tirewor Sooo Ecnet fo eo sie | 12008100 | pees” 800 coun eo ‘eo ‘= ent ‘| Boro = tm Echet 7 700 So fos se | potato ecu a i | mane ‘om | Tipe so io wee Boos = em | rips teoo so | vee imo re | en ‘| Tew | ee So | PYé00 200 te | ibs fo Tm ie feo | Open 00 eo beet me | Te ie fo | Uene 0 me | S008 me | nee i ro | srs 00 me | 5005 mo | Tem | fe | veces = 0 eo | Sone wo Tee ee so | Ucn? to00 te | for wo ee 900 | ULE4 ‘900, 850 GZ 1200 ee a0 so | tyes oo” me | avs 300 pio! | TO LIME | TPO. ine | Teo URE | TIPO) URE two une | Byinp a AA to eso | Acie ao | Acieak 300 te Eve ie Ate 8 goo | Ars = ima | Ace 3 avin Bo 3 (ue 2 ‘me | kcus = iao | Acie a : "00 # Cy ae | - ALMENTATORL 700 | ACt38K 300, acte7 240 o wo TAbiLIzzan eo | Aci’ «= amo | AC aan So Be po LIRE fio | Agia = | AGtare «—o a Boots ave tio Ree =o. Acieok a0 ~~ 6m | 15V0 18V 4200 1700 ACIAIK 300, ACI90 20 ia Sy | be2sanvo Aen Soa | Acar Fa | avomve Pe ee | ay ml hci = ao | AGIs 2a i Fer sto AGS m | ie $9 | wo *** une Reise «op. | AG «ep 4 ‘700 URE | ACEO 20 ACIOAK 300 — 700 400 AC162, 20 AD130 700 oe ‘700 soo | agra 300 - 4 Aeiet— * 128 | semicondutton | ACK 388 | Dias © Brwit 1500 | AC126 220 | AC180. 250 ADIs 780 8 MEMSeaC 1500 | ACI27. 220 | ACTB0K 300 ADI4a 680 | Mewene 1300 | AG ie | Agios gp | ADR | Memee tm | Acne; =| Acieik «= 300 | ADISD so esate 33 | AS Seo Actes ao | ADH segue SEMIGONDUTTORI 1190 uae Roast 0 abes arcs co ares ct Aros So Aros = aria = aris 30 are = ae 300 ari So at 0 aria x0 arias iro arias x Aner x ae = Anes =o Anas = Aner =o = = = = = 300 = = 30 3 30 Fa ie Fy =o so So Zo ze = =o 1200 i208 i200 iz {09 ed ‘oo SUNNEESUSNGNNBEN ESSE Ee RESSSESEEgagassssasaaaass ure SSSSESNZSSTSCUNR SENS 8 SUUBNSSSSSRSS RISE RSEU SER BNNNNSSBSERSNSSSANSSRE REESE SSSNSSNS! ipo. cas Besar Ses2228SSeesaussesses sgesside saassgeesss' B2gee3: E888 SBESSeSSSSSSSee sae y seaeseeee ee ez ssessessess Eg8: 3 Brvas. BrYso Bryer Bevs2 BrYS Brvsr vet Bryia BrYa0 eeWio eewit Brwie Brws0 art? Bexa8 BK BrKat Brxae BFKGS SERS SSSSSSSSSSSARR RRS SSS ae eBASSRERSRAUAUBBBBBSSAELBUNINsseSeELaessaTssaye: 20883 gigess senalegseudusseussuaugeageuuesegusgsen tux euussusnusnnesusdauauussuusssishauaeeggaggeegeldee ees ass TIPO 2N1989 21088 2Nto87 2Nz160 2NziBe ana 2Nz2i9 ElGeltaegecacduSasilelluausdudadessagsdeugusesastaaes sbeeaNEe aenady: 288 45000 lettere Tra le lettere che perverranno al giornale verrano scelte e pubblicate quelle relative ad ‘argomenti di interesse generale. In queste colonne una selezione della posta gia pervenuta La ricerca sull’integrato In un veochio numero della rivista mi ha at- tirato la pagina delle noviti sul mercato, Si trat- tava di un generatore di tono per organi elettro- nici che vorrei realizzare. Ho allora richiesto alla ditta costruttrice i Data Sheets dell’integrato. Ora ho i data sheets, ma non riesco a decifrare alcune terminazioni, sembra quasi che manchi il piedino per Ja messa a massa, infatti, oltre alle 12 uscite gli altri 4 piedini sono cosi contrasse- gnati: pin 1 Vss = GND pin 2 Input fo pin 9 Veo = —27,5 + 15 pin 10 Voo = —12 + 1 Vi sarei grato se mi aiutaste ad interpretare queste sigle. Sabino Ciffo Canosa I suo dovrebbe essere un esempio luminoso per tutti i lettori e sperimentatori. Lei aveva interesse ad un determinato circuito integrato allora cosa ha fatto: ha scritto alla ditta costrut- trice perché le mandassero i fogli illustrativi del- Vintegrato in questione, poi, studiata con calma la situazione, e in possesso di dati sicuri decide- ra se 0 il caso 0 meno di acquistare questo com- ponente per la realizzazione del generatore di tono. Questo @ il migliore modo di comportarsi, perché syiluppa Vautosufficienza, e quindi la pe- rizia dello sperimentatore. Dopo questo brillante comportamento sconcerta il fatto che lei non ab- bia saputo decifrare le sigle, invero molto sem- plici nella loro comprensione, dei piedini. Il pin 1 é il fantomatico piedino di massa che lei temeva non esistesse; infatti la siga GND non @ che una abbreviazione molto usata al posto di GROUND che in inglese significa terra, ma anche massa, Tl pin 2 2 il piedino di ingresso della frequenza fo che poi Tintegrato elaborera per la forma- zione dei vari toni; voleva che con 12 uscite non ci fosse un ingresso? Il pin 9 e 10 sono di alimentazione, come si pud vedere abbiamo il positivo a massa e due tensioni differenti per la alimentazione dell'inte- grato. Facile vero? Non era poi di cosh difficile in- terpretazione Velenco che ci aveva mandato. Le auguriamo una felice realizzazione del suo progetto e attendiamo eventualmente comunica- zioni a riguardo. Le scatole di montag fantasma Vorrei sapere se & possibile avere in scatola di montaggio il voltmetro elettronico presentato nel giugno 1975. Inoltre desidererei conoscere Vindirizzo della ARI Luigino Francescon Abbiamo pitt volte ripetuto che gli articoli che pubblichiamo non sono offerti in scatola di mon- taggio solo nei casi ix cui tale offerta & chiara- mente specificata sulle pagine dalla rivista; que- sto perché non ® possibile dal punto di vista pratico allestire in scatola di montaggio ogni ‘singolo progetto da roi presentato, ci yorrebbe una organizzazione di ben altra concezione che non quella che permette Vallestimento e la pub- blicazione di un periodico, Pertanto cerchiamo di realizzare le scatcle di montaggio per qu. ali apparecchi che ci sembrano di interesse pii immediato e di costruzione relativamente sem- plice. Liindirizzo che ci richiede 2: ARI - via Scarlatti 21 MILANO La potenza del TX 144 MHz Vorrei sapere che potenza eroga il TX144MHz apparso su questa rivista nel giugno 74. Qual’ il suo costo? Maurizio Esposito Latina La sua lettera ci ha lasciati per un momento perplessi; infatti non ricordavamo alcun articolo riguardante TX nel giugno 74, e ci era yenuto Hl sospetto di avere « perso il quadro » delle pub- blicazioni, il che @ abbastanza grave per chi co- me noi risponde alle lettere dei lettori; invece fortunatamente non ci eravamo sbagliati, infatti nel numero da lei indicato non risulta, dalla ve- rifica da noi fatta, alcun articolo del tipo da lei citato, un articolo su un TX 144 MHz era stato invece pubblicato nel marzo ’T4 ¢ a questo ci riferiamo nella nostra risposta. Come era chiaramente espresso nell’articolo che illustrava il progetto, il TX in questione as- sorbe una potenza di circa 500 mW, il che si- lettere gnifica, tenuto conto di un rendimento del tren- facingue percento, all’incirca 200 mW in tra- smissione, e non & poco, se si tiene conto che si opera in telegrafia. ‘A pagina 26 sempre del numero di marzo del 1974 era indicato poi il costo INDICATIVO che era di lire 8000; questo significa che il prezzo per Vacquisto dei componenti si aggira attorno alle L, 8000, con variazioni in pitt 0 in meno a seconda delle zone e dei negozi dove si effettua- no gli acquisti. TNL??? Prendendo visione del vostro articolo « L’an- tifruscio per il registratore » pubblicato sul nu- mero di luglio del 1975 noto che 1) C’% un errore di composizione nell’elenco dei componenti. 2) E’ citata per ben cinque volte nelle illu- strazioni la sigla TNL di cui non & spiegato il significato. Gradirei avere una risposta a riguardo, tenen- do conto del fatto che un problema abbastanza generale. Arrigo Brandestini Bolzano Abbiamo preso nota dégli appunti che lei ci muove e, sia in considerazione del fatto che il problema @ di carattere abbastanza generale, sia dalla constatazione che alcuni di questi appunti ci sono mossi a ragione, le rispondiamo attra- verso Ia rivista. L’appunto circa Verrore di composizione nel- Telenco dei componenti 2 pitt che legittimo, d'al- tronde refusi tipografidi del tipo capitato in questo caso sono, oltre che grossolani e evi- dentissimi al tecnico, difficilissimi da eliminare totalmente in quanto le persone che si occupa- no della composizione grafica di una rivista ben difficilmente hanno basi tecniche specifiche per riuscire a rilevare un errore di composizione in un elenco di componenti elettronici. Inoltre in | un secondo tempo i nostri tecnici hanno elabo- | rato ulteriormente il progetto cui lei si riferisce, sono stati pertanto modificati i valori di alcuni componenti. | La nuova lista, immune da errori di ogni tipo | 2 la seguente: | Ri 68 Kohm C4 100 KpF | R4 100 Kohm C7 2,2 uF 10 VI | R7 1 Mohm TR2 BC107 i P1 50 Kohm R3 1,2 Kohm C3 33 KpF R6 2,2 Kohm | C6 33 KpF R9 2,2 Kohm | TRI 2N3819 FET —C2 10 pF 10 VI R2 18 Kohm C5 10 uF 10 VI i R515 Kohm C8 100 KpF | R8 2.7 Kohm Di=D2 OA9I C1 100 pF 10 VI Ora che @ stato chiarito ogni dubbio circa i | componenti dedichiamoci al secondo appanto mossoci da lei. La sigla TNL che tanto ha col- pito la sua immaginazione altro non @ che Ia drastica contrazione della sigla inglese (lingua madre di tutte le sigle elettroniche) TRANSI- | STORIZED NOISE LIMITER che tradotto pe- dissequamente significa limitatore di rumore transistorizzato, 0, pitt propriamente, attenuato- re di rumore, che 2 la denominazione usata nel nostro articolo. Come avra sicuramente notato la comprensione di questa sibillina sigla non era poi tanto enigmatica, bastava un po’ di buon senso, senza contare che dal confronto di testo e figure dell’articolo si arrivava in modo imme- diato alla conclusione che il misterioso TNL al- tro non @ che il pitt casalingo, ma pur sempre efficacissimo attenuatore di rumore. Come si usa il compressore Ho costruito il compressore di dinamica, ma non so come usarlo. Mi dica per favore dove € come devo collegarlo ad un radioricevitore. Demet Venetikis Corticella Bologna | Una attenta lettura di tutto Varticolo che si | riferisce ad un determinato progetto @ quanto di meglio si possa fare per assicurarsi le massime possibilita di sucesso nella realizzazione; nel | suo caso le indicazioni che lei ora ci chiede era- no chiaramente jornite nella parte inziale dell’ar- ticolo, le ripetiamo per tutti coloro che, come lei, non hanno colto appieno il significato delle indicazioni fornite nell’articolo: il compressore di dinamica 2 un particolare preamplificatore nel quale Vampiezza del segnale di uscita rimane pressoché costante con segnali di ingresso. di ampiezza compresa tra pochi millivolt e qualche volt Quindi il compressore di dinamica va inserito tra il preamplificatore e lo stadio finale di am- Plificazione di un qualsiasi apparecchio di ripro- duzione sonora, siano essi radioricevitori, regi- stratori 0 giradischi. Semmai il problema sorge al momento di trovare il punto di separazione tra preamplificatore e amplificatore in un apparec- chio dove questi non siano separati fisicamente, ma qui la risoluzione va cercata singolarmente in ogni apparecchio. | La microspia da tavolo Ho realizzato recentemente la microspia su- per comparsa nel numero di aprile 74 e devo rendervi atto del fatto che funziona benissimo. Dal momento che la uso come trasmettitore fisso e non ho problemi di spazio, vorrei alimentarla con la tensione di rete. Devo fare uso di un alimentatore stabilizzato oppure & sufficiente I'uso di un alimentatore sen- za stabilizzazione? Gianfranco Minicueci Pescara Innanai tutto idesideriamo complimentarci con lei per la facile realizzazione della micro- spia, tanto ben riuscita da poter essere usala stabilmente come trasmettitore, in secondo luogo le auguriamo una sempre maggiore perizia nelle realizzazioni elettroniche. Passando al suo at- tuale problema la soluzione & molto semplice: la alimentazione della microspia a mezzo di un alimentatore da rete deve essere effettuata per mezzo di un alimentatore stabilizzato avente op- portuna tensione di uscita, la stabilizzazione @ | resa necessaria dalla altissima sensibilita del cir- cuito alle variazioni di tensione, quindi, nel caso come il suo di uso in stazione fissa della micro- spia, Valimentazione stabilizzata si rende obbli- gatoria per un ottimo funzionamento di tutto Vapparato. Non esistono particolari precauzioni da pren- dere, solo nel caso che la microspia « peschi » del rumore da trasjormatore di alimentazione an- dra schermato quest'ultimo. Per il tipo di alimentatore pud ampiamente | scegliere tra quelli da noi presentati nei passati numeri della rivista. Gli schemi in privato Prego inviarmi, se 2 possibile, lo schema elet- 0 di un amplificatore da 25 W stereo a luci psichedeliche per giradischi, oppure farmi sa- pere dove lo posso reperire. Giampiero Giaime Barge Le richieste come la sua ci fanno sinceramente piacere, in quanto ci dimostra come il legame tra la rivista e il lettore vada spesso pitt in 1a | del semplice rapporto: io leggo quello che c’é seritto, e speriamo che ci sia qualcosa di buono. Meno ‘piacere ci fa lo scoprire che nella maggio- ranza dei casi sotto a tali richieste si nasconde la pigrizia per la ricerca personale, la svogliatezza verso la sperimentazione attiva sotto forma di ri- cerca teorica, che sono tutti principi che Radio Elettronica cerca di attivare nei propri lettori. Sfogliando i vecchi numeri di Radio Elettroni- ca abbiamo trovato quello che fa per lei: nel gennaio 1974 fu presentato un ottimo ampli- ficatore da 25 W per cui fu progettato apposita- mente un adatto preamplificatore presentato nel- 300000 GIOVANI IN EUROPA SI SOND Certo, sono molt, Molt! perche il metodo ile e comodo. Molt perché la Scuola Radio Eletra Ia pia Organizzazione Europea al Studl per Corrispandenzs, polete specializarv! ed aprirv Ia strada verso un lavoro ‘icuro imparando una di queste profession: esonsopa irate aro vale CORSO ORIENTATIVO PRATICO inet tl past i cnewote (com madera) {fear coger coroner ORS! OL SPECIALIZZAZIONE OREO NOVITA (con materia ‘FECuica Conmateraiy on. Eaerinato, iy FROGNANMAIONE €0 ELABORAZIONE ti stboa es'att's Seuola Radio Elettra Societe Rage Vi Stllone 8/798 a {0428 Torna Fea atin w tees 900" om oe Appuntamento alla Saet. Pagosto 1974; ill mese successivo, cio? nel set- tembre dello scorso anno, sulle pagine della no- stra rivista apparve il progetto di un generatore al a Saet di effetti psichedelici che @ perfettamente asso- eco ciabile ai precedenti apparecchi. Quindi, con un 92 po’ di buona yolonta e seguendo molto attenta- ee tutto mente i consglt e-1 suggerimenti dati meglt ar ticoli in questione e, successivamente nelle rispo- ste alle lettere dei lettori siamo sicuri che potra er chi ha realizzare una ottima apparecchiatura Rammentiamo a lei ¢ a tutti i lettori che ci 9 serivono in proposito che i numeri arretrati di I heb Radio Elettronica possono essere _richiesti dieiro il versamento di L. 900 anche in fran- cobolli. Per il versamento si pud altresi u- 9 tilizzare un vaglia postale o il bollettino di con- ie to corrente postale normalmente pubblicato sulla rivista senza dimenticare di specificare esatta- elettronica |" Controlli sull’alimentazione A. proposito dell’alimentatore stabilizzato per tensioni continue comprese tra 0,1 € 15 volt, vor- e Anche la nuova rei chiedere se & possibile inserire nell’apparecchio serie dei Playkit un yoltmetro e un amperometro al fine di visua- lizzare direttamente Ja tensione e la corrente di uscita che stiamo prelevando; in caso di risposta affermativa quale & lo schema migliore per tale collegamento? «ed un servizio Paolg, Burel di assistenzZa CeCMICA De suc 2 une espirazione perfettamente leit ‘Pi Bt tima e ragionevole, infatti il possesso di una ap- parecchiatura di una certa classe deve sempre permettere la verifica delle condizioni di impie- un punto g0, questo vale in modo ancora maggiore nel caso degli alimentatori, dove @ pitt che mai utile 9a poter verificare in ogni momento il livello della @incontro Corrente e della tensione fornita senza dover di i pendere da strumenti esterni all’alimentatore che, degliOMe CB! fucsl sempre, senvone, contemporaneanente pet effettuare altre misurazioni; cid nonostante nella maggior parte dei progetti di alimentatore non compaiono gli strumenti di controllo dell’uscita; perché? Il motivo @ molto semplice: Ualimenta- tore in sé ha un costo relativamente contenuto, poche migliaia di svalutatissime lire bastano per Vacquisto dei componenti e la costruzione di un alimentatore pitt che soddisfacente, mentre gli strumenti di misura, per il carattere di prescri- zioni che devono soddisfare, vengono a costare cifre non indifferenti, e senz’altro commisurabili al costo di tutto il resto dell’apparecchio; per- 1 Ws cid usualmente si omette di segnalare nella lista sae dei componenti questi costosi lussi che, d'altron- \ FP Bee de, ogni sperimentatore pud, volendo, aggiungere tenendo conto, oltre alle specifiche’ dell'alimen- tatore, anche dei soldi che @ disposto a spendere Via Lazzaretto N°7- 20124 Milano-Tel.652306 [isairmesneretrs La loro inserzione nel circuito non @ per nulla difficoltosa, infatti si inserisce il voltmetro in il Primo a elinl Center parallelo ai morsetti di uscita e Vamperometro in nel cuore di Milano serie al morsetto positive, tenendo ben presenti Te polarita degli strumenti. Va inoltre tenuto preserite che il voltmetro deve potere abbondantemente sopportare la mas- sima tensione di uscita dell’alimentatore, cosi co- me 'amperometro deve potere sopportare ab- bondantemente la massima corrente di uscita. Per qualsiasi ulteriore delucidazione ci si pud rifare a quanto da noi pubblicato nell’ottobre del 1974 a proposito di un alimentatore stabiliz- zato di alta classe. Il motivo é alta fedelta Vorrei sapere da voi perché molti sostengono che i veri complessi stereofonici devono avere il giradischi, e non il cambiadischi, separato dal- Yamplificatore. Io possiedo uno Stereo con il cambiadischi nello stesso mobile dell’amplifica- tore, "ho confrontato con uno stereo a pezzi separati e ho trovato che il mio emetteva un leggerissimo ronzio che altro non aveva. ‘Angelo. Mal Bologna 11 vero motivo per cui ci sono queste contro- versie @ lalta fedelta. Esistono norme internazio- nali che regolano la concessione della denomina- zione: apparecchio di alta fedelta o HIFI. Queste norme specificino determinate e se- vere caratteristiche che le apparecchiature de- vono avere. Supponiamo di considerare un com- plesso comprendente giradischi, amplificatore e case acustiche. Ciascuno di questi apparecchi deve essere HIFI perché il prodotto della loro composizione sia una apparecchiatura HIFI; cioe ciascuno di questi apparecchi deve soddisfare norme molto rigide che sono sue specifiche; cost il giradischi dovra conservare una certa pre- cisione di rotazione, con sbalzi opportunamente limitati; Vamplificatore dovra avere una deter- minata banda passante eccetera, Nel campo dell'HIFI ci sono numerose picco- Ie case che producono apparecchi di classe, in- sieme a grandi case che producono apparecchia- ture altrettanto valide, Le prime sono quasi sem- pre specializzate nella produzione di un tipo di componente di alta fedelta, casse, amplificatori, giradischi, e hanno interesse a farsi un nome é ad espandersi; ecco cos) che tante piccole case mettono sul mercato prodotti che di per sé sono incompleti, ma che complessivamente possono essere associati in ottimi complessi stereofonici. Dall’altra parte della barricata ci sono gli ap- passionati che, con il coraplesso a composizione sono in grado, in tempi successivi, di migliorare il complesso di loro proprietd senza essere co- stretti ad wn cambiamenio dell'intero_ apparato. La preferenza che nei complessi HIFI si da al giradischi nei confronti del cambiadischi @ sem- pre di natura HIFI; infatti & possibile ottenere apparecchi di classe superiore rinunciando all'au- tomatismo che, tra Valtro ® spesso fronte di dan- ni ai dischi compromettendo cost il buon ascol- to HIFI. pi far da sé e meglio! ‘ata lairoiea coon propa FI scatola di montagglo per costrure, divertendost Je Iimparando, nel segreto del proprio laborstoro, Sul 27 MHz In sicureza © economia! RICEVITORE CITY RX A SINTONIA CONTINUA In_kit solo L. 12800 spose _comprese © ancora moti alte kit. Microspia trontsis: S00 Ricevitore VHF in ki: L100 Lineare 27 35W Amplificatore Ic 7W Mini amplificatore Distorsore Alimentatore 16V 0,8A in wi Preampli controllo toni ' z : : ink: 4200 montati: 1. 6200 Interfono 2 vie Indinisao in ‘stempatelle Spedizione "raccomandate gratis, Tutte le KIT SHOP ©.80 VITT. EMANUELE 15, MILANO 20100, ITALY CRAWISH UN VOLUME ECCEZIONALE! Spie PROC VNTR C) a oe un libro: in omaggio pit di 12 fascicoli di Radio Elettronica solo L. 7500! | ows stuyor 00910 oun od vou as wpe wou yea #1 Abbonarsi_conviene: uno i splendido volume gratis su- | i Hh bito © 12 fascicoli di Radio Hil |p Elettronica a casa con 900 li- re risparimiate! Compile oggi stesso il modulo a fianco ri- portato versando 7500 lire. 19 ineare del Uflcio accettante Tassa L. intestato a: ETAS TEMPO LIBERO 3/43137 Riceverai a stretto giro di po- | sta il volume Spie a Transi- stor in regalo e ogni mese la tua copia di Radio Elettroni- “SPIE A TRANSISTOR Un libro!? Qualeosa di pid forse! Quasi un manuale con, so- prattutto, molta pratica per Ia costruzione di numerosi cir- cuiti, nuovissimi, utilizzati nel- Ie tecniche di spionaggio con- temporance. Tutti i dettagli «rapiti» dagli archivi della CIA € del KGB con mille in- formazioni utili al dilettante € all'esperto. I circuiti sono corredati da schemi elettrici, disegni per i montaggi ¢ fotografie dei pro- totipi ricostruiti nei Iaborato- ti di Radio Elettronica per i collaudi. Ricevuta ai un versamento Via Visconti di Modrone, 38 20122 MILANO 3 = ETL. Servizio dei Conti Correnti Postali 44 acettazione LUffieate dt Posta eseguito da sumerato 19 ico accettante re del + ETAS TEMPO LIBERO ‘Via Visconti di Modrone, 38 - 20122 MILANO ETL 2 . locatita intestato a: Tassa L 3/43137 Firma del versante | Bollettino per un versamento di etre Un regalo insostituibile per Servizio dei Conti Correnti Postali | SERVIZIO DEI CONTI CORRENTI POSTALI g & : ogni lettore: Ia tiratura & Timi- 5 | ges |e : tata ¢ il libro non si trova in 5 SEs olf § libreria. per precisa volonta s 3 Sie) ‘| 3 delleditore. L’offerta & valida = 522 (2 of per tutti gli abbonati. aia 5 sg a S y wees |e aa gs 8 Ges Coloro che sono gid in regola S ss oe \ con V'abbonamento potranno ri- S 3. 27g ) cevere il libro versando solo Eo: ebe L, 800 anche in francobolli. S&S 2 & a = @ © 3 JUOUSIAA Jap apesneD e] o#19) B au>Ipuy 8 aes BAe 5 ef 8 2 33582 3 2 geseng E= a ggrazs § g 7 2 2238s ge °° 86 2 =§ebee £53 a50 3° eran sean Oz oe wa 53233725 S55 i208 pe fe ee ae: 2h syuo0 rap taffy Mnpodsys sp sud vp suorzozeusojno vuaeud ‘opsousten 1p p}209 yuo oyidoud ied sxodunys 1p pyocof vy susie? 11 Se 7 19 2 07002 107 ounpeis yp ouoro.ado nuassid 2) od0ct = “auoyeouado tap EY jpied opucine “este) op ojuere | OulISVLSOd | yuo uy oayjqand fap 2uorsodsyp v AsHUEHH09 Yop 2[PI2u—H 02 uy HBS9,| 29d Jue140D jAc1eg (edums es" | ssoiduiy ouvjs 14 wow eB viopenb aqusaa011 ojuoD [2p auO!ZEISIIU | > ovouin ,g ayiasaid out uod gusind ‘oueut eo eu iduo> 2A9p a}UESI9A || OyOUNESIa YOLSISNVUL V dds | auinjoa ft ayoup o1episamT ojusumeuogqe cAouUTYy C] iqar yp 1p auoae) © o1euap 4p assowia azeMyag}> ad o2}woUOSs mid ‘oynoea op 2 OSHESION | 2 aoyiduias mid ozzaui | @ 2U91109 Oyo uw) OWNOUINSIBA |] 1no uy eyep vILeP ONPYP woo ‘eyesed wuswios aiojes ey ‘ossauiUE 2 oF uy ye FEM UT = pp eINAIH FT aAZNALYAAAY oyuaureuogge OACNN “emuaunesoa jap 2yosna2 9) 42d o1z0ds RADIO. RICEVITORE AURITONE 12015 Frequenza: FM 98 = 108 MHz - AM 525-1690 KC Alinentazione: 220 Vea. - 9 Vice. Potenza audio: 1 W TRASMETTITORE SOMMERKAMP TS 630 Completa di microfono 30 canalt quarzati Potenza stadio finale: 10.W Alimentazione: 11 ROSMETRO SE 408 anma frequenza 18 = 220 Mie Rapporto 1 = 1,4 Inpedenza: 52 0 75 OHM Coss 5 REGISTRATORE SWAN KC 500 oa Alimentatine: 6 V.c.c. con TRISMETTITORE fat EARTH eS presa per alimentatore esterna ‘Massima potenza: 500 m. lineari ie Potenza uscita: 1 W Frewenra: 88 + 106 Miz Frequena risposta: 100-8000 He Alinemazioe: 9 Ve 6010 - MANGIANASTAL CHAMPION LcT 900 Potenza uscita: 1,5 W musicali Frequenza risposta: 100 = 9000 Hz Alimentazione: 6 V-c.c. con presa alimentazione estemna Cu r= Taal |g PRN 43100 PARMA casella postale 150 ue amet Se) c STEMS ean Cae CICS aL Ce ERS CSC f) AcROFONO HL AG 1015 Frecvenza: 80 15,000 Hz Impzdenza: 200 OHM Ce CALCOLATRICI HORNET Mocello 816 8 cifre - compie opereziont matzmatiche - algebriche - percentuali costanti - Virgolaflattuante ‘Alimentazione: 9 V.c.c. {piesa alimentazione esterna) qs CALCOLATRICI HORNET Modello 952 8 ce - compie operazioni matematiche - algebriche percentuali costanth - virgola flutwante - memoria Alimentazione: 9 V.c. (presa_alimentazione.esterna) L’ANGOLO DELL’ HOBBYSTA SCATOLE DI MONTAGGIO EHASAlampeggiatore per auto-motosceto 1. 2.800 E140 preanplficatore bassa impedenza BF L 1.200 Ext42 correttore di tonalita 1 2.400 EHIS7 trasmettit. per I'ascolto individuale dell'audio TY L. 1.500 EH162_ricevitore per t'ascolto individuale dell'audio TV L, 3,000 EH240 accerdiluci per autovettura automatico L. 2.500 B85 allarme capacitive © per contatto L. 2.200 L L Ev900.oscilltore AF 20 > 60 Mhz FH905 oscillztore AF 3+ 20 Mhz EHO10 miscelatore AF 12 > 170 Mhz L950 EH915 ampliicatore RF 12 > 170 Mhz L950 E920 miscelatore RF 2,3 + 27 Mhe L950 £EH925 amplificatore RF 2,3 = 27 Mhz L950 E4930 amplicatore di potenza AF 3 > 30 Mhz L950 £24995 amplifcatore larga banda 20 Hz = 150 Mhz L950 EHS75 demisceletore direzionale CB 1.500 HIEDETE SUBITO GRATIS : a a a g : 3 i > eS = al 6 “7 OVH arte, conor te & USCITO IL NUOVO CATALOGO GENERALE Chiunque in passato abbia gia avuto rapporti di corrispondenza con NE RICHIESTA. Infatti a tutti la nostra ditta @ pregato di NON FAR- indirizzi, verra inviato il cata- jativi gia inseriti nel nostro casellario- 1 noming logo automaticamente ¢ gratuitamente. : : woommee Radio Elettronica Sommario Direttore MARIO MAGRONE Redazione FRANCO TAGLIABUE Impaginazione GIUSY MAURI Segretaria di redazione ANNA D'ONOFRIO PT. 17 Sette note per lo xilofono elettronico 25 — Tentiamo Ia sorte con la slot machine | circuiti logici si prestano a moltissime applicazioni che, per uno sperimentatore. oltre ad essere propedeutiche, sono certa- mente divertenti. Vediamo dunqué come giocare con i circuiti integrati. 39 Polarizziamo il transistor 50 Microtono direzionale: ascoltiamo la natura 58 sulle onde corte da 5 a 7 megahertz 66 i contenitore a moduli componibili 71 A dimmer da un chilowatt RUBRICHE: 5, Lettere - 48, Block notes - 69, Eureka - 79, Novita - 91, Piccoli annunci. Fotogratie Studio G, no Copyright by ETL - Etas Periodict del Tompo Ii Risirazione, Abbor Rledazione: ET Tegra rone..Pubbilcita ‘nveriore al 76's. Tutti | {leer Manoscrtt, disegni, flogratie anche se. non pubbileat! m un calcolatore scientitico, perfetto, rapido, preciso, senza egual GARANZIA NATIONAL: 12 mesi dalla data d’acquist Sette note prchi per lo xilofono comin’? elettronico we eerure a divertente: un 5 apparecchietto dove gli elettroni si inseguono per generare il ritmo e la melodia voluti. Realizzabile con poche lire con gli avanzi nel cassetto del tavolo di laboratorio. Quattro transistor per L’abbinamento fra elettronica e strumenti musicali si @ rivelato, in questi ultimi anni, come un ma: trimonio molto ben’ riuscito. Inu- tile qui ricordare le innumerevo- Ii applicazioni possibili, che hanno portato ad elettronificare pratica- mente tutti gli strumenti, dalla chitarra, al pianoforte, perfino al- Ja batteria, Senza voler strafare, vogliamo proporre alla vostra attenzione un piccolo strumento elettronico che, 17 2b kb kb ke = al call cll eal all |____<=> PLETTRO MOBILE [et ov HP aR Schema elettrico dello xilofono elettronico. con estrema facilitt ¢ minima spe- sa potrete realizzare in breve tem- po a casa yostra: uno xilofono elettronico. Cos’é uno xilofono? Si tratta di uno strumento musicale a lamine vibranti, ciascuna delle quali ripro- duce una «nota» della scala mu- sicale. Lo xilofono tradizionale, a tale scopo, possiede lamine di di- versa lunghezza, disposte in ordi- ne decrescente dalla pit lunga, che produce la nota pit bassa, alla pitt corta che da invece quella pitt alta, Da un punto di vista pratico, lo xilofono & senz’altro uno strumen- to validissimo; infatti, non richie- de operazioni periodiche di accor datura, e non & soggetto a guasti. E’ maneggevole, facile da traspor- tare, e pud essere agevolmente u- sato anche all’aperto. Inoltre, an- che limitatamente alla sola esten- sione delle sette note musicali, consente di eseguire semplici me- odie a chiunque, non essendo ne- cessaria la conoscenza della musi- ca. E’ insomma il classico strumen- to da suonarsi « ad orecchio ». Ap- punto per questo abbiamo scelto 18 proprio lo xilofono per realizzare Papparecehio che ora vi descrive- remo. La costruzione dei piccoli appa- recchi musicali conquista solita- mente Vinteresse degli amatori, ¢ fa del resto parte di quel gruppo i montaggi semplici che costitui- scono un po’ « Viniziazione » del- Yamatore dell’elettronica pratica. Non si tratta, in effetti, di au- tentici strumenti musicali, ma di apparecchi dai quali @ tuttavia con- sentito trarre delle piacevoli sono- rita. Questi strumenti_musicali of: frono oltretutto il vantaggio di non necessitare di un eccessivo nu- mero di componenti; vale a dire che possono essere costruiti prati- camente da tutti. Il montaggio che presentiamo in queste pagine appartiene alla « fa- miglia» della Bassa Frequenza. Non si porra, dunque, agli amatori, alcun problema di collegamento ¢ di messa a punto. La realizzazione pratica di que- sto xilofono sperimentale 2 inoltre basata su una « strategia » di mon- taggio che gli consente di trasfor- marsi_in una tastiera «di fortu- na». Il principio di funzionamento pratico dell’apparecchio @ limita- to ad un plettro mobile (contatto) che Vesecutore fa scorrere lungo i contatti fissi (tastiera), ciascuno dei quali riproduce una nota di- versa dalla gamma sonora, Lo schema Lo schema di principio genera- Ie dello xilofono & presentato in figura: si nota immediatamente I” utilizzazione di 4 transistors, uno dei quali 2 di potenza. La ‘parte centrale del montaggio & basata sull'impiego di un multivibrato- re ad accoppiamento incrociato, e- quipaggiato con 2 normali_transi- stors 2N2926. Ogni transistor & montato in funzione di emittore comune, e a tale scopo comporta una resistenza di carico di 2,2 KOhm, ed una polarizzazione di base di 100 Kohm. Il manteni- mento delle oscillazioni & procu- rato dalla presenza di 2 condensa- tori, disposti rispettivamente alla base di un transistor al collettore del transistor seguente. Ad ogni nota corrisponde un condensatore apposito e questo & il motivo per cui i condensatori, da C2 a C8, sono stati scelti div lore descrescente. In effetti, esi- stono 2 possibilita di modificare la frequenza del circuito multivibra- tore: sia cambiando la polarizza- zione di base tramite Vinserimento di un elemento variabile, ¢ con- servando dei condensatori fissi, che operando inversamente, come’® il- lustrato sullo schema. Poiché la funzione dell’apparecchio & limita- Bo asHnANNADNOO AAA IL MONTAGGIO DELLO XILOFONO ELETTRONICO JSCITA ————] 4 i Disposiziono pratica dei Componenti Per il materiale weer pe ee el 1 = 22 Kohm I componenti utilizzati nel eset, jaar eaa Booker 2 = 100 Kohm Circuito sono di semplice repe- > 3 = 100 Kohm Tibilta, Non sono critct ma 8 uoceeso] Dera OOD a 4 = 15 Kohm bene siano di ottima qualita: per eo 1 = 22Kohm pot. log. _percid @ bene reperirli presso 1 = 68 nF negozianti di provata fiducia, 2 = 100F La spesa necessaria per il com: 3 = 820F pletamento del progettino si ag- 4 68 nF gira sulle cinquemila lire. 5 4,7 nF 6 3,9 nF 7 = 22 nF 8 nF 9 10 uF 1 2N2926 2 = 2N2926 3 = ACI27, 2N2222, 2NI1711 4 = BDI36 Schema generale di montaggio del'apparecchio. ee 20 ta allo sfruttamento di note diver- se, non & stata prevista nel montag- gio alcuna regolazione di frequen- za. La resistenza di carico del transi- stor T2 @ infatti costituita total- mente dalla parte inserita della re- sistenza del potenziometro P1. Quest’ultimo permette di rego- lare il livello di BF, poiché ® sul collettore del transistor T2_che vyengono prelevate le tensioni BF d'uscita. Segue nel circuito un am- plificatore di BF semplificato a 2 transistors ove il finale @ un tran- sistor di potenza BD136 in custo- dia plastica. 1 due transistors sono montati in collegamento diretto in ragio- ne della loro complementarith NP N (AC127) e PNP (BD136). In queste condizioni, una sola resi- stenza di polarizzazione R4 procu- ra il guadagno necessario a questo scopo. La bobina mobile da 8 Ohm d” impedenza del piccolo altoperlan- te, per ragioni di adattabilita, & in- serita nel circuito emettitore del transistor BD136. Infine, Yalimentazione del mon- 9V, procurati da 4 batterie a torcia da 1,5 V, oppure da 2 bat- terie piatte da 4,5 V. Realizzazione pratica Dati i pochi componenti impie- gati, ci si potrebbe accontentare di una realizzazione su piastra, o per- fino su una tavoletta di legno sul- a quale si saranno esattamente di- sposte delle puntine, a mo’ di capi da saldare. Vi diamo comunque i dettagli pratici per la realizzazione su ci cuito stampato di bachelite. Sara sufficiente tagliare da una piastra ‘un pezzo di 115x75, che corrispon- dera al circuito stampato il cui trac- ciato potete vedere a grandezza na- turale nell’illustrazione. Prima di riportare il tracciato sul lato ramato della piastra tagli ta alle dimensioni suddette, sar’ ‘opportuno rendere pulita la super- ficie ramata allo scopo di elimina- re eventuali tracce di ossidazione, a di ditate. Si potra quindi procedere, per mezzo di una penna, alla ripro- duzione del tracciato del circuito, per poi rimarcarla con un penna- rello, badando di ripetere Vopera- zione con pitt strati di inchiostro, Dopo un bagno di percloruro, non rester& che passare all’opera- zione di foratura, per mezzo di u- na punta da 0,8 a1 mm. In figura appare la sistemazione pratica degli elementi, in corri- spondenza del tracciato visto pri- ma. Tutti i componenti vengono disposti in piano sul lato isolante; si notera che i condensatori desti- nati a produrre te diverse note so- no riportati verso un lato del cir- cuito stampato, e che sono stati oa Oe 2N2926 Acierx praticati diversi fori al fine di po- ter disporre, all’occorrenza, uno o due condensatori in parallelo, con la possibilita di regolare la frequenza della nota prodotta. I transistors verranno montati per ultimi, qualora si disponga di supporti speciali, come nel caso del bozzetto. Le puntine d’ottone potranno essere inserite come componenti normali, e saldate al circuito stam- ato. Il tutto pud essere realizzato in una cassetta in compensato a for- ma di leggio che lascia sporgere, grazie ad una finestrella, soltanto Ia tastiera, che a sua volta & par- te integrante del circuito stampa- to. Per condurre a buon fine una realizzazione del genere & necessa- rio, in tutti i punti di collegamen- to del circuito stampato con gli lementi esterni, dotare il circuito stesso di boccole, e delle loro re- lative spine. Il potenziometro P1, inoltre, pud venir riportato sulla facia an- teriore della cassetta inclinata in forma di leggio, proprio sulla par- te alta. 21 Il collegamento con le pile di a- limentazione, il plettro mobile e I" interruttore saranno quindi prov- visti di queste boccole, che permet- teranno di fissare il circuito stam- pato all'interno della cassetta sen- za aver bisogno di effettuare delle saldature delicate dopo il montag- gio. Un manicotto d’adattamento si- stemato su uno dei lati dell’appa- recchio permetterd di creare il con- tatto con il plettro mobile; costi- tuito in effetti da un conduttore flessibile le cui estremita saranno dotate di spine a banana. Gli schizzi precisano le dimen- sioni della cassetta; comunque, a piacere, ci si potra servire di una scatola predisposta « Teko ». Un dettaglio importante in que- sto caso specifico di montaggio: Je boccole da saldare ai morsetti dalimentazione dovranno essere sistemate sul lato ramato, in fun- zione della disposizione delle bat- terie piatte sistemate sul circuit stampato, Peraltro il transistor di potenza 22 dovra, in caso di utilizzazione a pieno livello, essere provvisto di una rondella, o di un pezzetto d” alluminio trattenuto direttamente da vite ¢ bullone attraversanti il passaggio previsto a tale scopo in detto transistor. Non sar& necessaria alcuna mes- saa punto; se il montaggio sara stato effettuato correttamente, spo- stando il plettro mobile sulle pun- tine che costituiscono la tastiera, le note dovranno scaturire con una potenza che sara sufficiente regola- re per mezzo del potenziometro. Si evitera di toccare con le dita la parte metallica del plettro mobi- le, per non provocare disturbi, dal momento che si tratta del collet- tore del transistor T1; il problema comunque non si porra, poiché il plettro, ossia la spina a banana, & isolato. Come avrete senz’altro capito, si tratta di un montaggio molto sem- plice, ¢ facilmente eseguibile. Dungue, buon lavoro e... buona musica! . . % = SLT TOT oy Py ON ANN VN ‘wer Se a ELT TY PLATTS TTT VAN OOS TN PIEMONTE BRUNI -E SPIRITO - C.so La Marmora $5 - 15100 ALES- 'SANORIA LELETTRONICA ai C. & C. - Via S. Giovanni Bosco 22 - AST ELETTAONICA Dott. BENSO - Via Negrelli 18/30 - CUNEO BERGAMINI ISIDORO - Via Dante 13 - NOVARA IMER ELETTRONICA - Via Saluzz0 11/8 - TORINO TELSTAR - Via Globortl 37 - TORINO FARTOM - Via Filadeltia 167 - TORINO AGGIO" UMBERTO Pa S. Pietro 9 - SE (TO) SANTUCCI GIOVANNI - Via V. Emanuele 90 = ALBA (CN) GOTTA GIOVANNI - Via V. Emanuele 62 - BRA (CN) SETTIMO TORINE- LOMBARDIA SAET INTERNATIONAL - Via Lezzaretto 7 - MILANO FRANCHI CESARE - Via Padova 72 - MILANO FEAT - Via Anzani 82 - COMO MIGLIARINA - Via Donizetti 2 - VARESE VENETO RADIOMENEGHEL - Via IV Novembre 12 - TREVISO CENTRO DELL'AUTORADIO FINOTTI - Via Col. ~ VERONA, FRIULI ALTE. CABRINI - Via Trieste 101 - GORIZIA EMPORIO ELETTRONICO - Via Molinat! §3 - PORDENONE DINO FONTANINI - Via Umberto |, 3 - S. DANIELE DEL FRIULI (UD) LA VIP ~ Via Tolmezzo 43 - LIGNANO SABBIADORO (UD) DINO MENEGUS - S, VITO DI CADORE: RADIO KALIKA - Via Cicerone 2 - TRIESTE LGURIA ECHO ELETTRONICA - Via Brigata Liguria 78/80 - GENOVA EMILIA-ROMAGNA RADIORICAMBI MATTARELL! - Via II Piombo 4 - BOLOGNA. RADIOFORNITURE di NATAL! & C. - Via Ranzani 19/2 - BOLOGNA ELETTRONICA BIANCHINI - Vi DENA MORETTI FRANCO - Via Barbantini 22 - FERRARA ERC. - Via S. Ambrogio 33. - PIACENZA BELLINI SILVANO - Via Mattootti 164 - SASSUOLO De Bonomini 75 - MO- TOScANA PAOLETTI - Via it Pr ELETTRONICA CALO" Cc T E INTERNATIONAL s.n.c. to. 40R ~ FIRENZE P2a Dante & - PISA NEI MIGLIORI NEGOZI PLAY KITS GIUNTOLI MARIO - Via Aurelia 254 - ROSIGNANO SOL- VAY (Li) ITALO DE FRANGHI - Pza Gramsci 3 - AULLA (MS) CENTRO OB - Y, Aurelia Sud, 61 - VIAREGGIO CASA DELLA RADIO - V. Vittorio Veneto, 98 - LUCCA UMBRIA STEFANONI - Via Colombo 3 - TERN! MARCHE ELETTRONICA PROFESSIONALE - Via XXIX Settembre abc ~ ANCONA, MORGANTI - Via Lanza 5 - PESARO ABRUZZI ‘AZ - V.le Marconi, 260 - PESCARA Lazio ELETTRONICA BISCOSSI - Via della Giuliana 197 - ROMA DEL GATTO SPAATACO - Via Casilina 514 - ROMA PORTA FILIPPINA’~ Via Orti di Transtevere 88 - ROMA ART di VITTORI,- Via Buozzi 14 - VITERBO MANCIN - Via Cattaneo 68 - NETTUNO (Roma) CAMPANIA TETELEMICRON - C.so Garibaldi 180 - NAPOLI MOLISE MAGLIONE ANTONIO -P.za V. Emanuele 13. - CAMPOBASSO MIGLIACCIO SALVATORE - C.s0 Risorgimento 50 - ISERNIA PUGLIA ELETTRONICA PIEPOLI - Via Oberdan 128 - TARANTO RATTV.EL - Via Mazzini 134 ~ TARANTO LA GRECA VINCENZO - FOGGIA CALABRIA ELETTRONICA TERESA - Via XX Settembre - CATANZARO FUSSO MATTEO - Via Umberto 128 - CUTRO (C2) MAGAZZINI AZ - Via Nazionale 271 - MIRTO ( CZ) ANGOTTI FRANCO - Via N. Serra S6/60 - COSENZA SICILIA TROVATO LEOPOLDO - P.za M. Buonarrotl - CATANIA MOSCUZZA FRANCESCO - C.so Umberto 46 - SIRACUSA SARDEGNA, FUSARO - Via Monti 95 - CAGLIARI MULAS ANTONIO - Via Giovanni XXIIi - SANTA GIUSTA (cay COSTRUZIONI TECNICO ELETTRONICHE via Valli 16 - 42011 BAGNOLO IN PIANO (RE) tel. 0522/61397 TRASMETTITORE HF 65 Mhz-FM L. 3.760 I prezzi aumentano: é il momento dei Kit. Da oggi Josty Kit, un nuovo sistema istruttivo ed economico, che ti propone I’elettronica. Vuoi un esempio della vasta gamma dei Josty Kit venduti dalla Marcucci Sp.A.? Puoi trovare un apparecchio interfonico, un adattatore per la quadrifonia, un controllo variabile per regolare le hici di casa tua, un tergicristallo, un timer apriporta, un controllo temperatura 0 umidita del'aria, un ricevitore per ascoltare gli aeroplani, la FM o tutte le altre onde, convertitori di voltagaio 3 e altre quaranta idee. I prezzi? Basta un esempio: un trasmettitore sui 2 met a sole L. 9.000. Invia subito il coupon compilato alla Marcucci SpA: potrai nicevere gratis il catalogo a colori di tutti i Josty Kit e..buon divertimento! MARCUCCI... il supermercato dell’elettronica etal, TH8808L. GIOCHIAMO CON GLI INTEGRATI Tentiamo la sorte con la slot machine per lesperto di SANDRO REIS In molti locali pubblici, qualche anno fa, si trovavano delle strane macchine chiamate « Slot-machi- nes > 0 pit comunemente « mac- chinette mangia soldi ». Il giocatore che voleva tentare Ja fortuna introduceva una mone- ta, la quale metteva in funzione Ja’ machina, @ questo punto tre tamburi o sfere numerate si mette- vano in movimento, ill giocatore poteva fermare queste sfere o tam- buri premendo dei tasti, a seconda della combinazione ottenuta si po- teva avere una fuoriuscita di dena- ro pili o meno consistente. Il progetto che stiamo descriven dovi & basato su questi concetti fondamentali ed 2, nel funziona- mento, molto simile a quelle «macchineite »; l'unica differenza sostanziale sta nel fatto che la no- shat SR osvolt alcuni voit di potremo passare a scegliere una coppia di valori (Vce, Ib) nella ca- ratteristica di ingresso: a questo punto riscontreremo quindi che i valori di questa coppia corrispon- deranno al punto Q visto su que- stultima caratteristica, Anche la tensione base emettito- re presenta un vincolo: Vb e non pud essere inferiore al valore di so- glia Vbe minimo del diodo emetti- tore base, poiché altrimenti questo diventa un circuito aperto e il tran- sistor si presenta come se non fos- se alimentato. Rispettare i vincoli dianzi citati significa polarizzare il transistor: cid perché avremo ottenuto a que- sto punto che la giunzione colletto- re base sara polarizzata inversa- mente e la giunzione emettitore b: se sara polarizzata in senso diretto. Quanto detto vale per tutti i tran- sistor purché non siano del tipo ad effetto di campo. Realizzate queste condizioni, quando iniettiamo il segnale, fare- mo compiere al punto Q delle o- scillazioni. Si avra distorsione se il punto uscira dalla zona delineata non soddisfacendo pitt le caratteri- 43 stiche richieste. Infatti, quando si dice che lo stadio di ingresso di un amplificatore distorce perché viene saturato, si intende proprio che il punto Q del primo stadio esce dal- ja zona della saturazione durante Ie sue oscillazioni dovute al se- gnale. La fuga termica La fuga termica @ un fenome- no fisico che pud portare il tran- sistor alla rottura anche se & stato polarizzato mantenendo le sue ca- ratteristiche nelle aree descritte nei diagrammi_ utilizzati. Vediamo co- me si manifesta e da cosa & deter- minata la fuga termica. Poniamo che il transistor si scal- di anche se Vee e Ie sono quelle opportune; in questo caso le carat- teristiche d’uscita cambiano: pre- cisamente traslano nel senso delle Ic crescenti. La zona di funzionamento perd, per un aumento della temperatura restringe perché diminuisce la potenza massima dissipabile alla giunzione collettore-base, cio? il prodotto Vee Ic = pot. max. Il cambiamento delle caratteri- stiche, fa si che la Ic del transistor cresca e quindi sia necessaria una maggiore dissipazione. In pratica, il transistor continua a scaldarsi e’a traslare la sua carat- teristica di uscita finché il punto di funzionamento, a cavallo di una certa curva con il parametro Ib che avevamo scelto, esce dalla zo- na consentita dai vincoli di poten- za dissipabile e si brucia. Vediamo come porre rimedio a questo inconveniente. Sistemare le cose non é difficile: basta fissare il transistor su delle opportune aler- te di raffreddamento facendo in modo che la temperatura rimanga approssimativamente costante. Vediamo in dettaglio qualche formula per provare a polarizzare dei transistor con Vavvertimento che questi circuiti vanno bene per i primi stadi amplificatori, perché per i circuiti di potenza si usano pi soni concetleapoat, ma cam iano le configurazioni circuitali per le particolari esigenze di sfrut- tamento della potenza, 11 primo circuito che consideria- mo & la pitt semplice delle confi- gurazioni: ad emettitore comune. L’unico parametro che in questo 1 sistemi per il dimensfonamento dei componenti di polarizzazione dipendono dalla configurazione circultale. Per gli integrati il problema @ risolto con accoppiamento diretto dej transistor sul piano di’ semiconduttore A sinistra due circuit! di preamplificazione, rispettivamente a base comune @ collettore comune. Nel primo caso si adatta impedenza da bassa ad alta, nel secondo il proceso & inverso.’ A destra, esemplo di un circuito che potrebbe costituire il corpo di un circuito integrato. Per la realizzazione del circuit di polarizzazione si é tenuto conto delle considerevoll difficolta esistenti per integrare condensatori di elevata capacita. I transistor T1 serve per polarizzare T2 che funziona da amplificatore. Neli'ultimo schema appar infine tun circulto dove il transistor 8 termocompensato. Esistono due ossibilita per compiere questa operazione: 0 applicare un termistore a coefficiente negativo, NTC, tra I'alimentazione 6’ remettitore oppure sistemare una termoresistenza a coefficiente positive in parallefo all'ingresso. tipo di circuito possiamo manovra- re la resistenza Rb che si cal- cola con la formula approssimativa Br (Ee — Vo) Te Ry Te b Vediamo il significato dei sim- boli: Te corrente di collettore Tb corrente di base corrispondente al punto Q Ec tensione di alimentazione Vd tensione di soglia del diodo di emettitore (vale 0,5 + 0,7 V per i transistor al silicio ¢ 0,304 per quelli al germanio) RI resistenza di carico dello sta- dio ad emettitore comune che im- porré al punto Q il vincolo di o- scillare nella zona permessa lungo la retta di funzionamento. Vediamo ora come tracciare la vetta di funzionamento. | condensatori Consideriamo la caratteristica di scita. Segnando sull’asse Vee il valore della tensione di alimenta- zione Ec si ottiene un punto da congiungere con i punto Q. L’in- tersezione sult’asse delle IC della retta cost individuata varra Ec/RL. Procedendo come spiegato si ot- terra di polarizzare un transistor impiegato con la configurazione de- nominata ad emettitore comune. il circuito visto comunque pola- rizza il transistor, ma non @ sufli- ciente a garantire la dovuta stabi- 1ita termica. 45 E per ottenere poi il valore de- finitivo si moltiplica ‘per 10 il valore del pit piccolo dei due con- densatori. Gli stessi calcoli valgono per la polarizzazione a base comune ¢ collettore comune tranne che per i condensatori che si dimensiona- no nel seguente modo. Il condensatore Ce nel caso di collettore comune si calcola co- me Ce per inserzione ad emettito- re comune senza moltiplicare per 10. Per la configurazione a base co- mune si opera cosi: 1 ec tebe R Bett 628f | Re+ rere Reb = Be+1_| G= 1 Ro[te-+en-+Re(Be+ 1), 6,28 bas | Rot tre +R Brt 1] Re. Re dove Re=———— Rs-Rr Moltiplicando infine il pit: basso valore dei due condensatori per 10. Per i circuiti integrati si usa in- vyece il seguente sistema di pola- rizzazione chiamato polarizzazione con circuito a specchio di corrente. Ecco le formule: I R1 = ——_—. Ee—Ve R2 = resistenza di basso valore Cc = condensatore di accoppia- 46 mento di basso valore Ta = RI Per i circuiti integrati si usa que- sta polarizzazione perché cost fa- cendo si risparmiano i condensato- ri che costano molto di pit dei transistor nella tecnologia del!’in- tegrazione quando sono di elevata capacita, soprattutto tenuto poi an- che conto del fatto che esistono dei limiti tecnologici per la produ- zione di condensatori nei circuiti integrati. Passiamo dunque ad una reattd pratica. Un circuito pid pratico & quello utilizzato nel preamplificatore di cui ora consideriamo le formule. Scelto il punto di funzionamen- to (Vee Ic) si calcola Re in modo che su di essa ci sia una tensione di 30 4 volt: 3+4(V) Re = —_—. = (Kohm) Te (mA) Si calcola poi una resistenza e- quivalente che non compare nel circuito, quindi 1a tensione equivalente nel seguente modo: Es = In [Rs+(Br-+1) (Re)-+Vo] dove i simboli hanno lo stesso si- gnificato dell’esempio precedente. Successivamente si calcolano poi Ri ed R2 Ee Ri= Re Ep RIR R2 = —__. RI—R I valori dei condensatori si ot- tengono poi con queste formule: 1 6,28 (Rs+RoE Re (te + rm) Ret 2+ 28 Rs rappresenta la resistenza del microfono o dello stadio di ingres- 50 Rx vale fra 50 100 ohm £2 la frequenza di taglio infe- riore della banda passante Rr si calcola nel seguente modo: 25 Br Te (mA) Usando per queste formule valo- ri in Kohm, volt, KHz, si ottiene Ce espressa in pF Trattando questo argomento ab- biamo inteso sviluppare il discor- so della polarizzazione tramite ele- menti_resistivi. Riteniamo quindi che sia lecito sorvolare, per mo- tivi di maggior chiarezza, su di- mensionamento dei condensatori che stabiliscono la banda passante. Riportiamo quindi i calcoli ne- cessari per stabilire le capacita dei condensatori senza sviluppare le formule citate. Se @ vero che: Rr = (ohm) si pud porre Ce = ‘Ont Rr ECCO il nuovo tester + Formato tascabile (130 x 105 x 35 mm) + Custodia e gruppo mobile antiurto ‘+ Galvenometro a magnete centrale Angolo di deflessione 110° = Cl. 15 20 kQ/Vax ~ 50 kO/Ve — + Precisione AV = 2% - AV~ 3% + VERSIONE USI con‘iniettore di segnali 1 kHz ~ 500 MHz segnale ¢ modulato in fase, amplitudine e frequenza + Semplicita nellimpiego: 1 commutatore e 1 deviatore + Componenent tedeschi di alta precisione + Apparecchi completi di astuccio e puntali RIPARARE IL TESTER = DO IT YOURSELF 1 primo «unico apparecchio sl tmoreeto composto dt 4 element F'semplctssmo. sesenbiaggo Girumert, pannel, pasa er cuito stonpato © scala) In caso Gi questo basta un grove. per Sosttuireilcomponente 3 TESTER 20 20 kava: TESTER 20 (USD 20 ka/V= V = 100 mV _1 KV GO KV) /V~ 10. V1 kV A©50 uA _i0.A/ A~ 3 mA 10 A, 9 050 “10'Ma /'d8— 10" + 817 UF 100 nF — 100 pF Caduta ditersione SOyA = 100 mV, 10 A = 500 mV’ TESTER 50 50 ka/ Vex TESTER 50 (USD 50 kaV= Y= 150 mV 1 KV 6 KV ~ 30 KV / V~ 10 V1 KV KV) A=2yA3A A~3mA.3A 9050 -101M0'/ dB — 10.61 / uF 100 nF - 100 ¥F Caduta di tersione 20 yA = 150 mV /3 A= 750 m ‘MISELCO IN EUROPA GERMANIA: Jean Amato - Geretsrieg OLANDA: Teragram — Maarn BELGIO.. Arabel ~ Bruxelles SVIZZERA: Buttschard AG - Basel AUSTRIA: Frenz Krammer - Wien DANIMARCA: SVEZIA. Dansk Radio - Kopenhagen NORVEGIA FRANCIA” Franciair - Paris MISELCO NEL MONDO iu di 25 importator: © agenti nel mondo 31050 BARBISANO TV ELECTRONIC, 1 Ma/V= ELECTRONIC sy 1 Ma/V= mY 1 KV @ RV ~ 30 KV). V~ 3 mV. 1 VG KV) 8.08 6 “100 bic 7 10 481 pF 50 nF Cacia ci tonsione 1A 1 A= 3 mv 1000 HF ELECTROTESTER 20 kO/V=t per Feletronco e por feletincsta GP oo0 mvt kV Go KV, V~ 10. V1 kV A= 50 uA. 30/A An '3mA_30 A 9.05.01 Ma /dB-10 "+ 61 7 pF 00 nF ~ 1000 pF Gercofase & prove circu MISELCO IN ITALIA LOMBARDIA - TRENTINO: Fil Dessy Milano PIEMONTE: G “Torino UGURIA: G Castrol - Torino EMILIA-ROMAGNA: Dottor Enzo Dalfolio TOSCANA-UMBRIA: rence) Laz. A. Casali - Roma VENETO: E Mazzanti ~ Padova CAMPANIA-CALABAIA: A Fcc! ~ Napok PUGLIALUCANIA. G Galanting = Bari MARCHE-ABRZZO- MOLISE: U.Facciclo - Ancona block notes Profilo di un insigne scienziato che é@ staté motore dell’evoluzione scientifica dalla fine del settecento sino ai giorni nostri. MAURIZIO. MARCHETTA. André Marie Ampére un nome per la storia del passato e del futuro Anche senza sapere nulla di lui come uomo al mondo intero tutti conoscono il suo nome. Tl suo & un nome decisamente importante che ha determinato lo sviluppo delle scienze basate sull’elettricita. ‘André Marie Ampere, chimico, fisico e matematico francese, stabi- Iie relazioni intercorrenti fra elet- tricit8 © magnetismo e contribul attivamente allo sviluppo degli studi sull’elettrodinamica. Quando, nel settembre del 1820, Hans Christian Oersted fece alla ‘Accademia delle Scienze una co- municazione sull’effetto della cor- rente elettrica sull’ago di una bus- sola e sulla natura del campo ma- gnetico che 8 all’origine di questo fenomeno, Amptre era il suo assi- stente. . André Marie Ampére, chimico, fisico © matematico francese nato nel 1775 6 deceduto ne! 1836. Al suo nome @ rimasta legata anche unit di misura della corrente elettrica. Mentre Ia maggior parte dei membri dell’Accademia si occupa- rono di assimilare i concetti di questa comunicazione, Ampére si mise al lavoro per chiarire i prin- cipi e la teoria del fenomeno enun- ciato. Lavorando giorno e notte, egli poté presentare, nella settimana se- guente, una dimostrazione comple- ta delle leggi che regolano le cor- renti elettriche ed i suoi effetti co- niugati al campo magnetico. L’enunciazione del suo discorso fu cosi chiara e cosi logica, nono- stante che la relazione sia stata preparata nel breve tempo di una settimana, e quel discorso @ rima- sto, senza ritocchi, un modello classico di analisi nella letteratura consacrata all’elettricita. Durante i cinque anni seguenti, realizzd una serie di sperimentazio- ni evidenziando le leggi che deter- minano la forza che nasce fra due conduttori percorsi da corrente che lui stesso aveva scoperto. I nome di Ampere rimarra sem- pre legato alla teoria delf’elettro- magnetismo, anche se lui stesso, con generosa obiettivita, non ha mai mancato di menzionare il no- me di Oersted. Le ricerche di Ampére sono sta- te dunque determinanti per lo svi luppo della fisica elettrica; & quin- di doveroso da parte nostra ricor- dare con rispetto il suo nome. elettromeccanica ricci 21040 cislago (val via palestro 93 telefono (02) 9630511 component elettronici interruttori miniatura - commutatori miniatura - relé reed - relé miniatura - integrati - semiconduttori - display singoli e multipli - led - led microminiatura - componenti vari - surplus. il materiale relativo ai progetti pubblicati sulla rivista é disponibile a prezzi eccezionali hiesta sara inviato listino prezzi completo. i: pogamento contrassegno - ordine minimo &. 5.000 - spese di spedizione a carico de committente. _ bassa | frequenza “aan: uae Confessatelo: chissa quanti di voi, almeno una volta, avranno pensato: « Accidenti! Se potessi sentire cosa si stanno dicendo quei due...» In fondo, tutti han- no sempre desiderato’ possedere gli ultra-poteri di Superman: ve- dere oltre i muri, ascoltare a di- stanza.... Bene, cid che non si pud possedere in natura, a volte lo si pud ottenere con V’aiuto dell’- elettronica. Cosi, come non & pos- sibile udire a distanza con i pro- pri poveri mezzi naturali, & pos- sibile perd farlo con l’aiuto del di vertente montaggio che stiamo per illustrarvi. Ma prima di parlare dell’aspet- to « direzionale » del microfono, che data la sua concezio mette di dedicarsi a tu di ascolto, anche quelli conviene operare una distinzione fra i diversi tipi di microfono, pa- ragonando le loro direzionalita. 1 microfoni . Un microfono direzionale non ® che un microfono il cui angolo di apertura sia molto ridotto, sul- Vordine dei 10° d’arco. Questo ti- po di microfono si presta perfet- tamente alle registrazioni « deli- cate » e i cacciatori di suoni se ne servono regolarmente. Un microfono normale pud es- sere sia cardioide (a forma di cuore per I’angolo di apertura dal rapporto con un punto mediano), sia omni-direzionale, con ango- lo d’apertura piti o meno tondo, dal rapporto con un punto media- 50 LA REGISTRAZIONE DEI SUON! Ascoltiamo la natura no, in questo caso lo stesso mi- crofono. T microfoni hanno percid, a se- conda del loro tipo , differenti diagrammi, come mostriamo nel- Villustrazione, I microfoni direzionali vengo- no utilizzati principalmente per le registrazioni in esterni, (canti d’uccelli, suoni della natura, con- versazioni nel corso di registra- Zioni sincronizzate a filo, ecce- tera). In pratica, in tutti quei casi in cui il microfono non pud ve- nirsi a trovare in prossimita della persona o della « cosa- da re- gistrare. Appunto per questo motivo, sono stati impiegati diver- si procedimenti per rendere dire- Zionali i microfoni. A) La parabola: il microfono si trova all’origine della parabo- la, con la cellula rivolta verso di essa. B) La canna: il microfono & sistemato in un tubo, o canna, do- tati di sfoghi di decompressione, e concepiti di una lunghezza de- terminata a seconda del raggio di azione valido che si vuol dare al microfono stesso. E’ questa seconda soluzione, la cui applicazione pratica & sen- Z’altro piti semplice, che abbiamo deciso di illustrarvi. Lo schema di principio Lo schema di principio di que- sto microfono direzionale & pre- sentato in figura. Sono stati utilizzati quattro transistor dei piti classici. L’ele- mento attivo @ un captatore o mi- erofono ordinario, del tipo per registratori a cassetta, € costitui- sce il cuore del montaggio. L’ele- mento vitale di questo microfono 8 costituito da una pastiglia tipo MDK 712 P. Le.caratteristiche di questo mi- crofono sono le seguenti: Impedenza a 1000 Hz: Ohm. Risposta in frequenza: da 150 a 13000 Hz. Sensibilita: 65 dB. 200 Vi sono voci e rumori della natura che ogni amatore della tecnica delle incisioni magnetiche conserverebbe volentieri nella propria fonoteca per utilizzarli, al momento opportuno. Per incidere questi suoni sono necessari dei microfoni fortemente direzionali ad altissimo rendimento e, purtroppo, di costo proibitivo. Abbiamo dunque pensato che con un poco di sperimentazione e di buona volonta si sarebbe potuto risolvere il problema in modo economico: eccovi i risultati. OMNIDIREZIONALE CARDIOIDE se a La direzionalita di un microfono @ diretta funzione della tecni costruttiva utilizzata per realizzazione. DIREZIONALE Prese d’uscita: 1) DIN tripolare BF per regi- stratore 2) DIN pentapolare, comando a distanza. Tecnologia: microfono dina- mico. Torniamo allo schema di prin- cipio. Essendo molto deboli le tensioni originate dal microfo- no, data la grande distanza (fino a 20 metri) fra microfono e sog- getto, & necessaria una notevole amplificazione di una certa fedel- a. In pit, dato che si prevede che le registrazioni verranno spe- so effettuate in esterni, @ stato previsto per questo amplificato- re un filtro per i toni bassi. Per determinare cid, il transi- stor T1@ stato montato come preamplificatore di classe « A ». Si tratta di un transistor al sili- cio NPN, 2N4026 o 2N2926. L’- ingresso delle tensioni captate dal microfono equipaggiato col suo tubo come vedremo dopo, avvie- ne al livello della base di T1, po- Schema elettrico del circuito di preamplificazione con presa per monitor di ascolto. 52 IL MONTAGGIO DEL PREAMPLIFICATORE Per il materiale I componenti adoperati per la costruzione dell’appa- recchio sono elementi di faci- le reperibilita. La cifra orien- tativa necessaria per I'acqui- sto delle parti corrisponde a circa 12.000 lire. larizzato dalla resistenza R1. I segnali preamplificati giungo- no sul collettore di questo tran: stor grazie alla resistenza di cari- coR3. A. questo punto del collega- mento & inserito il filtro dei bas- si, composto dal condensatore C4 di collegamento, e dall’impeden- za del transistor T2, in unione con gli clementi R6/C5. Sempre in questo punto, la po- larizzazione viene praticata_ per mezzo della resistenza R4, Viene Componenti = 15 Mohm 12 Kohm 10 Kohm 1,5 Kohm 2 Kohm 10 Kohm 2 Kohm potenziometro linea. re 22 Kohm R R R R R R R R SIAM AUN introdotto il filtro degli ‘Uti, disponendo il condensatore CS tra la base ed il collettore del transistor T2. I segnali, preamplificati e fil trati, sono trasmessi al potenzio- metro di volume R8 tramite il condensatore C7. L’amplificatore finale 8 compo- sto dai due transistor T3 e T4, Una volta dosate, le tensioni BE vengono inserite alla base del transistor T3, montato in classe A con la resistenza d’emissione USCITA INGRESSO 1,5 Mobm 2’Kohm 2 Kohm 2 Kohm 410 KpF a disco 220 uF 12 Vi 470 KpF a disco 220 uF 12 VI 150 pF _ceramico 410 KpF a disco 410 KpF a disco j 220 uF 12 VI 410 KpF a disco 150 pF. ceramico 470 KpF a disco 2N4026 oppure 2N2926 come TI come Ti come T4 BS Ha sonnncnANANOARAR Se BORON RRO 2 Kohm R10 disinnestata dalla linea posi- tiva di alimentazione per mezzo del condensatore C9. L’operazione seguente é ilmon- taggio del collettore comune e dell’adattatore d’impendenza. Ri- troviamo quindi la carica inse- rita sul lato emittore, dove sono previste le prese di ascolto ¢ di registrazione, destinate al magne- tofono. Per finire, I’alimentazione & fornita da una pila da 9 V, dato lo scarso consumo del montaggio. 53 La pratica La realizzazione pratica della sezione elettronica pud venire e- ‘seguita come meglio si crede, 0 su una piastra speciale, oppure su un. circuito stampato. Nella prima versione, il sup- porto del montaggio é costituito da una piastra di bachelite di 20 x10 cm, suddivisa in 600 riqua- dri di 5x5 mm ad intervalli rego- Jari. Questa quadrettatura consen- 54 te combinazioni multiple di mon- taggio. Viillustrazione offre un'imma- gine della sistemazione dei vari componenti, saldati direttamente su queste piccole superfici rama- te. Pensiamo che sia sufficiente questo a spiegare come dovra es- sere operato il montaggio, una volta che venga seguita la rap- presentazione schematica. Le dimensioni del montaggio potranno ovviamente essere di- dotte, secondo Lesperienza del- l’amatore. E' stata realizzata anche una versione su circuito stampato. In queste condizioni, non rima- ne che sistemare gli elementi in conformita allo schema illustrato in scala naturale. Occorrer’ prestare particolare attenzione alla localizzazione dei condensatori ed alla sistemazione degli elettrodi dei transistor. Il collettore del ‘transistor 2N 2926 deve venirsi a trovare al centro del montaggio. Realizzazione del tubo Come abbiamo sopra precisa- to, abbiamo optato per la soluzio- ne della « canna ». La parte meccanica, se cosi si pud dire, sari costituita da nor- ‘male cartoncino telato, E’ eviden- te che abbiamo scelto questo ma- tetiale per evitare vibrazioni, an- che se il materiale ideale sarebbe Yalluminio, o un qualsiasi altro materiale duro. Vi forniamo Io schema, in sca- la naturale, di un micro-tubo che potrete realizzare per conto vo- stro. E’ composto di due parti: — Una parte fissa. — Non @ altro che un semplice tubo di car- toncino telato, o di plastica flessi- bile, incollato o fissato con del- Yadesivo sulla pastiglia del mi- crofono. — Una parte mobile.—Que- sta parte comprende gli sfoghi di decompressione, di cui occorrera rispettare i valori dati, se si vorra far funzionare questo appatecchio fino alla distanza di 20 metri. Per Ja realizzazione, occorrera ricopiare le due figure dise- gnate in scala, riproducendole sul carto cino telato o sulla plastica flessibile. Gli sfoghi verranno ta- gliati o con delle forbici molto appuntite, o con una lama di ra- soio appuntita, T tubo doppio verra fissato al microfono adattandolo; il diame- 355 presa on-off “Nidistante 1 tubo dit prolunga per il corpo del microfono deve essere fissato ‘al microfono stesso in modo cf non sj creino vibrazioni tall da disturbare con oscillazioni parasite l'incisione magnetica. Le prove da nol effettuate sono State eseguite con registratore Philips portatile © per la funzione di monitor ci siamo avvals! di una cuffia ad alta impedenza. tro interno del tubo dovra esse- re lo stesso del diametro esterno del microfono. Il microfono direzionale pud avere diverse utilizzazioni, con registratore o senza. Utilizzando un registratore, meglio a cassette o portatile, sara possibile ottenere ottime « cacce al suono », discrete ed in esterni. In pid, arresto momentaneo del magnetofono per mezzo del pul- sante del microfono, facilita ulte- riormente la registrazione. Il con- trollo continuo di registrazione (monitor) permettera di registra re soltanto gli ascolti interessan- ti. Il volume di registrazione ver 18 controllato come con un mi- crofono normale. Il potenziometro_ del volume del modulo elettronico dovra es- sere regolato in funzione della sensibilita del registratore impie- gato. Senza registratore, ci si potr’ dedicare ad ascolti forse non sprovisti d’interesse, data lestre- ma sensibilitt dell’apparecchio. Sinclair DM2 Multimeter. Completo - Accurato - Portatile AU Sinclair OM2 ha tutte le possibilita che Vi possono servire. Date un’occhiata alle sue caratteristiche e paragonatele con Quelle dei multimetri con prezzi molto superiori. Scoprirete che il DM2 @ uguale a loro in tutto eccetto che nel prezzo. mediante reppostte custodl f pronto. al ‘fnsionamento. in @ Vol {uelsies! momento Strumento garantito dalla nostra casa, viene spedito in tutta Italia, richiedetelo a: ext GIANNI VECCHIETTI ia Battisti, 6/e 40122 BOLOGNA baits bit Pas Progetto per la costruzione di un radioricevitore con stadio di sintonia controllato a diodo varicap. L’esiguita del numero delle parti, I la possibilita di alimentarlo con a: ta due batterie da 9 volt, rendono ile il circuito. \ frequenza oer Gostrulamo dunque il portatic per le onde corte. “hemmee La sperimentazione relativa a piccoli ricevitori O.C. a transi- stor rimane materia appassionan- te in quanto ogni montaggio o tati, e che percid di le captare lontane stazioni emit- tenti, quali non si sarebbe mai supposto. Occorre quindi cheilcostrutto- re principiante abbia effettivo de- siderio di realizzazioni nuove, che non si limiti ad osservare « Uffa! un altro ricevitore O.C. Diamo questa volta le ni per Ja realizzazione di un ri- cevitore O.C. che arriva a copri- te le bande da 5 a 7 MHz. La particolarit’ del montaggio sta nel fatto che abbiamo impiegato, in Iuogo del consueto conden: satore variabile, un gruppo elet- tronico equivalente; il che acca- de normalmente oggi nella mag- gior parte dei ricevitori televisi- vi, destinati a ricevere parecchi canali e che sono dotati di tastie- ra di pre-regolazione, ¢ di accor- do elettronico con diodi varicap. Il ricevitore che qui vi propo- niamo utilizza lo stesso sistema sopra detto. Il comando di accor- do elettronico viene semplicemen- te operato manovrando un normale potenziometro del tipo a regolazione lineare. II montaggio del ricevitore ne- cessita di un normale rivelatore, dotato perd di due transistor PNP. Come funziona Liillustrazione presenta lo sche- ma di principio di questo ricevi- 58 Sulle onde corte da 5 a 7 megahertz tore: [ due transistor sono illu- strati con la rappresentazione sim- bolica, e sono in questo caso del tipo da 2 N 2904 a 2 N 2907, oppure anche SFT 320 o con la vecchia sigla OC 45. Il montaggio prevede ovvi mente una bobina di accordo, in questo caso la L 1, ed una bobi- na, L 2, di reazione destinata ad assicurare il mantenimento delle oscillazioni. I due transistor sono montati in « darlington », ¢ costituiscono in effetti un solo transistor equi- valente, ottenendo in tal modo un elevato guadagno. Per ottenere un buon livello di stabilita, Vassie- me TI-T2 é polarizzato per mez- zo di un ponte di resistenza R3 -R4, Si pud ottenere un’ulteriore miglioria sostituendo alla resisten- za di 2,2 Mohm un potenziome- tro regolabile da 1 Mohm con una resistenza in serie da 220 Kohm. Sul lato del collettore troviamo ogicamente Vavvolgimento di reazione, e la resistenza variabile RS in parallelo destinata a rima- nere, come d’uso, al limite della sintonizzazione, con lo scopo di ottenere la migliore sensibilita. La particolarita del montaggio risiede nella sezione di accordo dell’avvolgimento L1, la quale & provvista di un diodo a capacita variabile D1, del tipo BA 112. Quest'ultimo possiede Ia proprie- a, quand’? polarizzato inversa- mente, di offrire una capacita il cui valore dipende dalla tensione di polarizzazione applicata ai suoi terminali. Risulta in tal modo possibile 59 Schema elettrico del ricevitore. | transistor sono accoppiati tra loro con la configurazione darlington, sostituire il consueto condensato- re variabile, costoso ed ingom- brante, col sopra citato dispositi- yo. Il potenziometro R1 costitui- sce il comando dell’accordo, ed 2 montato in funzione di diviso- re di tensione, dal momento che soltanto una frazione della ten- sione continua @ applicata ai ter- minali del diodo. In ogni caso, ¢ allo scopo di ottenere una, variazione di capa- cita sufficiente, ci & stato neces- sario poter disporre di una ten- sione continua di 18 V; il che spiega la presenza della pila da 9'V supplementare, indicata con P Il condensatore C2 & posto in serie con il diodo D1; sara op- portuno, a questo proposito, ef- fettuare alcune prove a livello sul suo valore. Le tensioni RF provenienti dal- Vantenna vengono trasmesse allo avvolgimento di accordo, sistema- to sulla frequenza di ricezione di una emissione, grazie al potenzio- metro R1, di qui ricevute alla ba- se del livello RF e del rivelatore T1-12, I segnali in BF rivelati sono prelevabili dai terminali di uscita E del montaggio, e resi percettibi- Ji per mezzo di una cuffia con im- pedenza da 1 a2 Kohm. Realizzazione pratica Un montaggio di questo tipo pud dar luogo a numerosi tipi di realizzazione pratica, in questo senso: il comando di accordo pud vonire spostato, o trasferito in una posizione piuttosto che in un’al- tra, la qualcosa non sarebbe pos- sibile qualora si_utilizzasse un condensatore variabile del tipo «classico». D'altra parte, a se- conda del tipo di potenziometro che verta utilizzato, possono in gran parte variare le dimensioni dell’apparecchio. Ciascuno potra, sulla scorta di queste indicazioni, lasciare libero pier nears Per il materiale I componenti adoperati per la costruzione dell’apparee- sfogoalla propria fantasia, badan- do comunque a rispettare le con- dizioni essenziali relative ai mon- taggi RF in genere (collegamenti cotti, disposizione delle bobine L1 L2 ece.). La nostra realizzazione pratica, che quindi diamo a titoli di esem- pio, 2 effettuata sulla consueta piastra, le cui dimensioni non de- yono superare i 115 x 50mm. Come di consueto, vi offriamo a grandezza naturale il tracciato del circuito stampato. Potrete in IL MONTAGGIO DEL RICEVITORE A VARICAP. chio sono elementi di facile reperibiliti. La cifra orienta- tiva necessaria per l'acquisto delle parti corrisponde a cir- ca 5,000 lire. tal modo riportarlo facilmente, per mezzo di carta carbone, sul- Ia piastra ramata. Ricordiamo a questo punto i sistemi normalmente utilizzati per ‘eseguire il tracciato: la stilo spe- ciale a resina, oppure le bande a- desive. Sia che si us iun metodo, sia che si adotti altro, imperati- yo categorico da tener presente &: perfettapuliziadellasuperficiufra- mata prima di disporre la resina o Vadesivo, pena l'interruzione delle bande conduttrici che ver- Componenti u potenziometro linea re 1 Mohm 1 Mobm 56 Kohm 2,2 Mohm | potenziometro linea: | re 10 Kohm 220 pF ceramico 10 nF plastico 10 nF plastico 2,2 nF plastico = BA 112 oppure BA 163 varicap 2N2904 oppure 2N2905, 2N2907 2N2904, oppure | 2N2905, 2N2907 i Auricolare da 2 Kohm | wan 44 pnAnn BARR OF Be pede i} v 1 rebbero in tal caso intaccate dal percloruro. Vale sempre la regola dell’espe- rienza: l’esecuzione dei circuiti stampati va imparata, ed a forza di farne si arriva alla perfezione. Altra parte importante nella rea- lizzazione di questo montaggio: Ja confezione degli avvolgimenti Per quanto ci riguarda, abbia- mo deciso per due bobine che po- tremmo chiamare bonina 5 MH2 e bobina 7 MHQ; cid, ovviamen- te, dopo averle sperimentate. 61 Abbiamo gia ricordato 1a solu- zione delle bobine intercambiabi- li: per ottenere cid, il circuito stampato 2 dotato, al centro, di un supporto per valvole, che’ab- biamo scelto in steatite per i gliori risultati che questo mate- Tiale da, in ragione della sua pro- pireta RF. Le bobine sono quindi montate su di un supporto a nove spine maschio, come illustrato nel dise- gno. Il diametro del mandrino, o supporto, sara da 10 a 12 mm. Per realizzare il mandrino, po- tr essere utilizzata della bache- lite, un tubo di plastica, o addi- rittura del legno. Per quanto riguarda poi I'ese- cuzione pratica delle bobine, ci riferiamo alle precedenti realizza- zioni in questo campo, di cui ab- biamo dato le volte scorse nume- rosi dettagli. La prima bobina, 7 MH2, com- porta 14 spire + 10 spire aggiun- tive per L1, e per L2 12 spire ag- giuntive di filo smaltato 30/100. La bobina 5 MH2 comprende per L1 9 spire + 6 spire aggiun- tive, e per L2 7 spire aggiuntive di filo smaltato 50/100. Tornandolalla disposizione pra- tica degli elementi sulla piastra, i transistor potranno essere prov- visti di supporto, al fine di sag- giare diversi tipi di PNP. I potenziometri di accordo e di reazione fanno parte integrante del montaggio, ed il loro asse di comando attraversa la piastra. 62 ovo un esemlo por a realizzazione della atruftura mecoanioa ricevitor 'utti i punt! su cui si deve intervenire Dari ropoiecahe eno] pool sulel irieaater L Gli altri componenti vanno di- sposti in piano sul lato isolante della piastra. Il diodo D1 viene montato su due spine a baionetta che vanno adinserirsi nelle piccole prese mi- niaturizzate: lo stesso accade per Valimentazione, la terra e l’anten- na. Questo artificio nel montaggio permette di costituire un suppor- to non fisso, il che facilitera I’e- ventuale sostituzione di questo diodo con un altro, senza dover rischiare di distruggere, con sal- Esploso di montaggio. Consigliamo di montare i transistor ‘su appositi zoccoli @ di fare in modo che / terminali del varicap non risultino troppo lunghi. dature ripetute, questo compo- nente. Il potenziometro di reazione comporta due interruttori separa- ti, come si vede chiaramente nel- Villustrazione. Ovviamente, la bobina va di- posta sul lato opposto dei coman- di di regolazione, anche la fine di evitare involontarie manipolazio- ni. Questa & dungue la _proce- dura a cui attenersi per effettua- re il montaggio; passiamo ai controlli ed al collaudo del ri- cevitore. Utilizzazioni e risultati Se sono state rispettate le con- dizioni di allacciamento della bo- bina (inizio e fine dell’avvolgi- mento), il caratteristico « soffio » della reazione deve venire inteso in cuffia manovrando il potenzio- metro RS. Prima di tutto si verifichera la polarita delle due pile ¢ si proce- dera a-metterle in serie, onde ot- tenere i 18 V in parallelo sul po- tenziometro di accordo R 1. 63 Basetta de! prototipo a montagglo ultimato. E' preferibil utllizzare un supporto in vetronite por le reallzzazione del circuito stampato. 64 Per questo tipo di montaggio sar& opportuno ricorrere ad una buona antenna lunga da 5 a 15 metri, che dovra essere tenuta completamente svolta, e ad una presa di terra che migliorer& con- siderevolmente la sensibilit’ di ri- cezione. In conclusione I risultati sono stati veramente molto buoni, con la bobina da 7 MHz; soprattutto durante la se- ra é stato possibile captare nume- rose stazioni emittenti. Pur essendo buona, dato il ti- po di montaggio, la selettivita, bi- sogna tuttavia dire che il coman- do elettronico di accordo sembra non coprire la totalita della gam- ‘ma, e presentare un « buco », che perd, data la presente applicazio- ne, non provoca né ostacoli né delusioni. Come detto all’inizio, facciamo notare che, volendo, |’intera se- zione di accordo elettronica (le due pile, R1, R2, C2 e D1) pud essere sostituita nel montaggio da ‘un condensatore variabile «classi- co» da 60 a 150 pF disposto in parallelo su Lt. A questo punto, ci sembra di ayer fornito tutte le informazioni necessarie, ¢ vi lasciamo al vostro montaggio, con la speranza che la maggior parte di chi ci segue si sia convinta che non sempre & importante cid che si ottiene, ma che spesso possono essere interes- santi i diversi procedimenti per ottenerlo, FINE INDUSTRIA Wilbikit ELETTRONICA salita F.lli Maruca - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 LAVORATE SICURI SUI VOSTRI ESPERIMENT! NUOVA PRODUZIONE DI KIT DIGITAL! LOGIC! kit N, 82 Carica batteria al Nichel_cadmio KOEN. 63 Allmont. stab. per circ. digitall con ger a'livella logico’él_impulsi a 10H2-IHz~ L. 14500 KILN. 64 Contatore digi Kit N. 63 Contatore digitale per 10 con memori program. 8.506 er 6 con memoria program. ee ses06 HUN. 4 Contatore_digitale_per 10 _L:_ 9782 "2751 gs Gontatore slgitale per 2 eon memoria program, Kit N. 85 Contatore digitale per 6 oreo hy Cometore clot Tos tesco at N56 Contatore digitale per 2 L. 9.750 “Kit N. 68 Logica conta pezzi digitale con pulsante L. 7.500 XIN. 57 Contatore digitale per 10 prosrammebile L. 4500 “KILN. 67 Loglea conta pezzi digo con fotoceliula, Kit N. 38 Contatore digitale per 6 programmabi 2 SS SS eS SS Kit N. €8 Logica timer digitale con rele 1A. L. 18.500 KitN. $9 Contatore digitale per 2 programmabile L. ¥ KILN. @ Logica cronometro digitale 1 16.500 Carica batterie automatico regolaile. do OSA 3A Bimpiieatore 5 transistor 3 W. 40 con memoria L. 13.800 Pez er 6 con memoria _L. 13.800 526.000 AN Si Contatore dglsle per 6 con memoria 1 T3800 THN. 71 Logica di programmaziore per conta pezzi KILN. €2 Contatore digitale per 2 con memoria. 1.600 digitale Gon fotocelula. 28.000 Amplificstore 18 W 4. 3m KAN ae. 1. 19.500 Amplitistore.6°W'RM 8, £500 Kit os £30 Smplitestore to W AMS T bdeo fie 50 & w50 Ampitaatore 13 W AMS Eiseso0 Kiet 2500 Amplifestore 30 W AM 8 Cie RINE fared OW AMS Citoo Rie 3s = C2500 HiFi site impedence 00 KEN. Se ilstte 800"mA Ss vert. 3.80 1 5500 Alimentaore stebliztsto 800 mA 73 vee t: 3850 KIEN.35 - Alimentatore stebilzzto 22 V 1.8 A per iimenttore steilztate 800 ma 9 vce” E880 Kien. L500 Alimentatore stebilierto 80) ma 12 Vcc t: 3850 KILN.36 - Allmentatore stbilzato SS V 1.8 A por Alimenttore steilzeto 89) mA 15 Veo: 3880 Ki. L500 ai Stabillezeto 24 6 vce E: P00 KIN37 - Breampiiticatore HI-FI basse impedenca 7300 Alimentotore stapilaceto 2875 Vac t. ala MIENLS8 - Alin’ etebs variable. e¥ fee con prote- Alimentatore stabiliztato 2A 9. Vee C0 a 3A 1 12500 Alimentetore stailazato 2A 12 Veo Ul ace KRM. labile 418 Yee con prote- A 1 15500 Alimenttore stellate. 28 1S Vee Lime ene. eee RS. Figuttore i tensione par suto. 810 mA zs ale 418 YoaT com (ortee 9 Wee 4 2500 KnNat 7580 Fidutiore i tensione por suto 810. mA fen @ t s500 1s vee 1 aso KILNS i elettronici & bloccata . y nel contenitore tramite opportuni i distanalatort 74 rente che passera, determinando una regolazione del valore effica- ce della tensione al carico. Una parte importante del re- golatore &, come si é visto, il ci cuito di accensione. Ci sono vari modi per ottene- re Paccensione di un triac. Noi abbiamo usato uno dei pid sem- plici e sicuri, che consiste in un circuito di sfasamento destinato a stabilire il punto esatto dello impulso di accensione nel corso di una semionda ed in una lam- pada al neon che serve come ge- neratore d’impulso. Il circuito di accensione fun- ziona nel seguente mod. Mentre il triac si comporta co- me isolante, il condensatore C5 si carica attraverso il gruppo di resistenze R1, Pi, R5, in quanto 2 posto in serie al circuito princi- pale. Il tempo di carica del con- densatore dipendera, oltre che dal valore del condensatore stesso, anche dal valore della resistenza che esso ha ‘in serie. Per questo motivo una delle tre resistenze prima menzionate 2 variabile (P1) in modo da variare la co- stante di tempo del gruppo RC entro i limiti necessari per otte- nere Vaccensione della lampada al neon. Vediamo ora la funzione del- Ja lampada al neon. Questo tipo di dispositivo ha bisogno per ac- cendersi, di una certa tensione, mentre una volta accesa, attraver- so ad essa comincia a passare cor- rente, abbassando la tensione ai suoj capi ed accendendo il triac. Siccome ora manca la tensione di alimentazione della lampada in quanto il condensatore si scarica rapidamente attraverso il triac ac- cceso che si comporta come un cor- tocircuito,questasi spegnera qua- si subito, ma il tempo di passag- gio della corrente attraverso la lampada sara stato sufliciente al isogno. Alla semionda successi va, il ciclo si ripete tale e quale con i segni di polarita invert La tensione sufliciente all’accen- zione della lampada si raggiunge- rai capi di C5 in un tempo pendente dalla posizione del po- tenziometro di regolazione P1. Con quanto detto sopra, la fun- zione di regolazione sarebbe cost ottenuta ¢ lapparecchio potreb- be funzionare, Emetterebbe perd una certa quantita di disturbi ra- dio. Quindi, per eliminare questa possibilita & necessario mettere in circuito un dispositivo adatto ad arrestarli ed a dissiparli, A questo scopo serve il gruppo L1 -C1 II filo recante la tensione rego- lata arriva quindi alla presa di uscita OUT-PUT ed attraverso il carico, ossia la lampada o Te- ventuale apparecchio comandato, si chiude il circuito. Siccome il triac, come tutti i semiconduttori @ un dispositivo che passa una corrente, non biso- gna superare i limiti imposti per questa corrente, in quanto, data ia piccola capacita termica’ della giunzione, una sovraccorrente provocherebbe una rapidissima bruciatura del triac. Funzionan- do invece entro i limiti di sicu- 75 eae) rezza, la durata del dispositivo, alla pari di tutti i semincondut- tori, & praticamente illimitata. A- lo scopo di non superare la cor- rente ammessa, avremo la possi bilita di far passare potenze di- verse a seconda della tensione del- la rete di alimentazione. Tali potenze sono indicate nel- la tabella dei dati tecnici. Per facilitare il compito di chi si prepara ad eseguire il montag- gio di questo apparecchio, che ri- sulta di grande facilita, pubbli- chiamo la figura 2 dove, sulla se- rigrafia del circuito stampato vi- sta in trasparenza, abbiamo so- vrapposto la disposizione dei componenti, Questa disposizione viene ripetuta in serigrafia su ciascun circuito stampato, onde facilitare al massimo il montag- gio. Montare sul circuito stampato i due condensatori C1 C5. Montare i resistori Rte R5 Montare I'induttanza con ‘nu- cleo in ferrite L1. Montare la lampada al neon 76 La, Siccome i conduttori di que- sto tipo di Jampada sono sovente ossidati, bisogna ravvivarli_ ra- schiandoli delicatamente con un temperino. Montare i quattro ancorag- gi per connessioni esterne_con- trassegnati dalle lettere B, D .E, F. La parte sagomata ad occhiel- Jo deve stare dal lato compo- nenti. Sul dissipatore di calore mon- tare il triac con i piedini rivolti verso alto e leggermente piega- ti in fuori. II fissaggio va esegui- to mediante la vite M3x10 ed il dado interponendo tra questo ed il triac la rondella dentellata Fissare il dissipatore comple- to alla semiscatola inferiore. Sul- le zanche di fissaggio del dissipa- tore vanno per prima cosa infila- tii tasselli isolanti, Eseguire quindi il fissaggio mediante le viti M3x15 ed i dati interponendo tra i dati ed i tas- selli i terminali semplici ad oc- chiello ¢ tra la testa delle viti e la scatola le rondelle dentellate. Montare il portafusibile fis- sandolo con fa ghiera zigrinata. Il dentino di orientamento ri- cavato sul corpo del portafusibi- le deve impegnarsi nella cava pre- vista nel foro di passaggio. Infilare nel portafusibile il fu- sibile e chiudere con il tappo. Infilare nei fori raticati nel fondo della scatola i quattro pie~ dini in gomma facendo in modo che-l'intaglio anulare di cui sono provvisti vada ad impegnarsi nello spessore della lamiera. A questo punto si eseguono i ca- blagai. Siccome il circuito non necessi- ta di regolazioni interne, se il montaggio 2 stato fatto in manie~ ra corretta, deve funzionare su- bito. Assicurarsi che il carico abbia una potenza minore od uguale a quella ammessa in ciascuna ten- sione. Collegare quindi il carico alla presa di uscita del regolatore ed infilare la spina del cordone di entrata nella presa della rete. CB ITALIA PIU’ GRANDE E PIU’ BELLA E’ GIA’ AL SECONDO ANNO — SETTANTADUE PAGINE CON LA CITIZEN'S BAND, IL. MONDO AFFASCINANTE DELL'ALTA FEDELTA’, LA MUSICA GIOVANE, I MISTERI DEL RADIANTISMO, IN TUTTE LE EDICOLE AI PRIMI DEL MESE A LIRE 600 qudio noi elettronici siamo tipi ordinati COMUNICATO Al LETTORI paEriocs t RACCOGLITORE Amici lettori, Vi invitiamo FUNZIONALE acquistare la Vostra copia PER | FASCICOLI DI Radio Elettronica della rivista, sempre pres- so la stessa edicola. Ci aiu- terete a risparmiare carta ¢ a perfezionare il servizio distribuzione. NUOVO MODELLO L. 2000 TUTTO COMPRESO | | «: ssn k Per ricevere a casa il raccoglitore @ necessario versare lire 2000 (duemila) sul conto corrente n. 3/43137 intestato a RADIOELETTRONICA, ETL, via Visconti di Modrone 38, Milano, non dimenticando di specificare chiaramente il proprio indirizzo e la causale del versamento. novita Per la biblioteca del tecnico Ci & pervenuta dalla Casa edi- trice IL Rostro una copie del li- bro « Strumenti e misure radio » scritto da Marino Miceli, noto ra- dioamatore i cui progetti hanno trovato e trovano spazio fra le pagine di diverse pubblicazioni specializzate. L’autore con una revisione cri- tica rigorosa confronta le esigen- ze pratiche del radioamatore, del laboratorio riparazioni ¢ dello sperimentatore, in termini di pre- cisione relativa raffrontata al « co- sto della precisione elevata ». Ne @ risultata un’opera completa che tratta a fondo con pratiche appli- cazioni ed esempi, tutta la stru- mentazione radiotecnica necessa- ria per eseguire messe a punto © riparazioni di apparecchiature ri- ceventi e trasmittenti; misure di frequenza spinte a qualche parte per milione, misure sulle antenne € perdite delle linee AF. L’opera comprende inoltre, mi- sure oscilloscopiche per Ja messa a punto di trasmettitori nelle di- verse forme di modulazione; di- storsione negli amplificatori AF e BF; verifica delle caratteristiche e qualita dei componenti come: con. densatori, induttori, —transistori diodi ¢ tubi. II volume « Strumen- ti. misure radio» essenzialmen- te pratico, & un ausilio indispen- sabile per i dilettanti, i tecnici ri patatori, gli studenti, i costruttori di modelli radiocomandati, Unico nella concezione e sviluppo, que- sto manualf fornisce anche il ne- cessario supporto teorico per com- prendere i fenomeni e costruire gli accessori descritti. Il disco per il televisore Negli Stati Uniti — scriye a rivista economico-finanziaria americana Business Week — @ in corso un’accesa battaglia per la conquista di un nuovo mercato nel settore discografico, che ri corda quella di trent’anni or sono per il lancio del primo disco Long-Playing. In questo caso, perd, si tratta di un « gira-video- dischi » ideaio per la produzione di massa, che dovrebbe essere posto in yendita, ad un prezzo accessibile a tutti, verso la fine del prossimo anno e che corona oltre un decennio di studi e di ricerche, miranti al perfezionamento e alla commercializza- zione di un apparecchio che fosse Vequivalente visivo di un normale giradischi. Per ora, partecipano a questa corsa la RCA Corporation un pruppo composto dalla Philips, la grande casa olandese che produce apparecchiature elettroniche, e la MCA Inc., una societa californiana specializzata nel settore dello spettacolo. Molti esperti ritengono che, dal punto di vista tecnologico, il prodotto della RCA sia inferiore a quello della Philips, ma ap- pare probabile che la casa statunitense possa vincere la gara applicando la stessa strategia che la portd alla vittoria, oltre vent’anni or sono, nella battaglia sostenuta contro la CBS Inc., per la televisione a colori. Come allora la RCA sacrificd la qua- lita delle immagini ad una relativa semplicita tecnica e ad una compatibilita con gli apparecchi televisivi in bianco © nero, cost oggi sembra disposto a sacrificare una certa flessibilit’ e alcuni accorgimenti non strettamente indispensabili per rag- giungere pid facilmente 1a realizzazione di un apparecchio pit economico ¢, in definitiva, meno sofisticato di quello della concorrente. Cid che la RCA sta per presentare — ha detto un osservatore — ¢ un prodotto meno ambi lampadine e pulsanti Ambedue i sistemi promettono di offrire gli stessi servizi mezz’ora di speitacolo o di un programma educativo, registra to su un disco di plastica coperto da un leggero strato di me- tallo, grande quanto un notmale LP. Inserito in un gira-video- dischi compatto, collegato ad un comune apparecchio tele- visivo a colori, ne trasferisce le immagini sullo schermo. Sia la RCA che la Philips-MCA — prosegue Business Week — affermano che il prezzo dell’apparecchio sara abbastanza basso da creare subito un notevole interesse nel pubblico ge- nerale e, cid che pitt conta, sostengono di poter soddisfare la domanda di programmi registrati sui quali, in ultima analisi, si basa ill successo del sistema. Su quest’ultimo punto non do: vrebbero esserci dubbi: la MCA & una delle maggioti case americane produttrici di films e di spettacoli televisi e 2 in grado di comandare un in- dicatore numer a 4 cifre a cri- stalli liquidi (ad esempio, AMI S 23590), senza neces di survol- tare la tensione di alimentazione per pilotare V'indicatore numeri- co. novita iUna delle caratteristiche che fanno dell’S 1420 un prodotto w- nico nel suo genere & la presen- za di un calendario automatic per tutto l'anno. La logica & sta- ta progettata in modo da ottene- ca per la lunghezza dei diversi mesi. In questo modo, 1a data viene regolata per oltre un anno, senza che Tutilizzatore debba preoccuparsi di cambiarla. Un orologio equipaggiato con VS 1420 consente di avere una indicazione continua delle ore e dei minuti. Premendo un pulsan- te, questa pud essere sostituita, per la durata di 2 secondi, alla indicazione del mese e della da- ta dopo di che riprende quella delle ore © dei minuti. re una compensazione automati- Orologio a C-MOS La AMI annuncia la disponi- ‘ita di un nuovo circuito inte- grato CMOS a basso assorbimen- to per orologi da polso digitali. Progettato e meso a punto dalla AMI nei suoi laboratori della California, I'S 1420 conta i secondi, indica le ore € i mint ti, contiene inoltre un calenda- rio_automatico per tutto anno. Esso pud essere alimentato da una batteria a secco da 1,5 V, ed Con una cerimonia ufficiale nella stazione ter- minale di Addis Abeba alla presenza di autorita ¢ dei rappresentanti dell’impresa costruttrice, si ® inaugurata una nuova rete di collegamenti in ponte radio destinata a fornire all’Etiopia un ef- ficiente servizio di telecomunicazioni telefoniche ¢ televisi L’attuale realizzazione si estende dal- Vest all’ovest del paese e ha come punto ‘di par- tenza la capitale raggiungendo, in direzione della Somalia, Harrar e verso il centro dell’Africa, Jimma. Il sistema si inserisce nell’ambito di un impegnativo piano per la creazione, in pit fasi, di una nuova rete di telecomunicazione. Il pro- getto prevede anche la prossima realizzazione del- Ta tratta destinata ad assicurare i collegamenti verso il Kenia di cui @ stato pure inaugurato il primo tronco fino a Shashemane. L'ITALTEL So- cieta Italiana Telecomunicazioni, commissionaria per [estero della SIT Siemens, maggiore indu- stria nazionale di produzione del settore, ha for- nito ¢ installato i tre collegamenti ora inaugurati per un totale di 21 stazioni terminali e ripetitrici, su una distanza di oltre 1000 chilometri. II siste- ma é in grado di trasmettere 960 canali telefonici € un programma televisivo. Commessa & di circa 2 milioni di dollari, | Pentastudio/ vi 129 75: risparmiare tempo = guadagnare denaro ELETTROACUSTICA VENETA 36010 THIENE (Vicenza) via Firenze, 24-26 - tel. 0445-31904 ‘CONDIZION! DI PAGAMENTO: Contrassegno ete postal! magglorate nell'im- "Ho dell ord resente,pubblicazione annulla te precedent. ‘Tralamo’ pura component elton = caste Scull: Ealgetel ‘vostro fornitore. 1 prezzi sl Intendono IVA compress. z | go | : g : ys | Gratis i'18 passi’ cheti porteranno a imparare (atari) in pochi giorni tpetodo IST un slo is Siimpacare IELETTRONICA con fill, col minimo impesno, in breve tempo! CCompila ¢ spedisci i tagliando (OGGI'STESSO in busta ciusa 0 steartolina postal, ‘Otte, 67 am at uro ne 18 Tascicol feziony, @ seatole oi materiale pe folie 70 espevimentt (ra cui Ona Paarl IST-ISTITUTO SVIZZERO DI TECNICA Via 8. Pietro. 49/338 21016 LUND Zao nee a| ee Ta Selezione agliate informa Comnome ‘itati da rappresentanti! | I | tr poo | | 1 CEC -Consialio Europe | Non sarete m: novita Dalla Svizzera ci comunicano La ditta Miro di Bologna va sempre pit estendendo il giro di affari; riportiamo al proposito un ‘comunicato stampa pervenutoci che riteniamo di interesse generale per gli appassionati di elettronica ed in particolare per i cultori del- Valta fedelta, Quando Ja dita SHAPHIR- WERK comincid a fabbricare pun- tine, queste erano ancora in ac- ciaio. Grazie all'esperienza_acquisita nella lavorazione dello zaffiro e del rubino, & stato possibile produrre puntine di questi materiali sinteti- ci, rendendo superfluo il cambio della puntina dopo l'ascolto di uno © due dischi. La puntina in zaffiro diventata sempre pitt piccola e leggera, arri- vando ad un peso che non supera il grammo per 1.000 puntine. Lo zaffiro, materiale pid: Iavora- ile, & stato superato dal diaman- te che & pitt duro e resistente, pro- lungando la durata delta puntina di circa 6 volte. La produzione di una puntina per giradischi, percorre’ diverse fasi di fabbricazione: 1) La preparazione dei supporti che vengono tagliati dal materiale di base. 2) La loro rettifica a forma ci- lindrica ¢ al diametro predetermi- nato. 3) La formazione del cono ¢ la rettifica della puntina a forma sfe- rica, ellittica, biradiale o da altre forme richieste per l'ascolto simul- taneo di stereo, Hi-Fi, e quadri- fonia. E’ owvio che per potere dare una riproduzione qualitativamente buo- na, Ia puntina deve essere lavora- 82 Dalla mostra di Hannover La Siemens, tenendo conto della diffusione dei sistemi di | modulazione ad impulsi codificati (PCM) sulle reti di trasmis- | sione delle informazioni, ha sviluppato lo speciale posto di mi- sura PCM modello P 2010, che @ strutturato per misure su | stemi PCM a 30 canali. Ii compatto apparato di misura, per Yesercizio, con scelta automatica del campo, nonché con’ rap- presentazione digitale del risultato di misura e del canale tem- porale scelto, & costituito da un generato di parola digitale (2048, Kbit/s), da ‘un trasmettitore di livello a bassa frequenza con generatore di rumore ¢ da un misuratore di livello a bassa fre- quenza ad indicazione digitale con misuratore di tensione di | rumore (da 200 fino a 3000 Hz). | _Nel nuovo posto di misura per sistemi PCM modello P 2010 la misura della distorsione di quantizzazione (misura del rap- port S/Q) avviene automaticamente, ciot, dopo la scelta del “tipo di esercizio e del livello di trasmissone, la distanza tra il segnale e il rumore di quantizzazione pud essere letta diretta- mente in dB sull’indicatore digitale del misuratore di livello. | Anche le altre misure fra i morsetti a bassa frequenza si svol- gono automaticamente: ciob, equivalente dipendente dal livel- | foe dalla frequenza, diafonia ¢ rumore a riposo. La sensibilita | del misuratore di livello viene rapportata automaticamente al di misura, ta con estrema precisione, cio® con tolleranze misurate a 1/1000 di millimetro. ‘Anche se la precisione della sola puntina non crea ancora un suono nitido, il suo montaggio sulla te- stina richiede ulteriori fasi di la- vorazione accuratissime. Pezzi metallici trafilati, stampa- ti, torniti ¢ trattati in bagni gal- vanici, vengono usati per il mon- taggio delle puntine. Queste vengono finalmente mon- tate sulla parte pitt grossa chiama- ta leva, prodotta in materiale pla- stico speciale, come Delrin, Luran ecc. La puntina, inserita in un corpo cosi rigido, non potrebbe natural- mente effettuare delle vibrazioni sonore, per cui la stessa viene fissa- ta, tramite un elemento elastico, fra la parte metallica e la leva. livello di trasmissione predisposto ed al prevedibile risultato | Fenrir ge ea Questo elemento elastico, deve avere delle qualita ben precise per dare flessibilita alla puntina ed es- sere resistente alle sollecitazioni dello strappo causate dallo slitta- mento della puntina dentro il sol- co del disco. Un piccolo errore in uno dei punti critici pud alterare la ripro- duzione del suono. La ditta SAPHIRWERK, pro- duce le puntine con machine ed attrezzature altamente automatizza- te, fabricate internamente per ga- rantire alla clientela un prodotto sempre uniforme e della stessa e- levata qualita, ed @ universalmente nota come il fabbricante pid esper- to del mondo. Agente generale per: I'It MIRO s.a.s. Via Dagnini, 16/2° 40137 BOLOGNA SGS apieno ritmo La sezione commerciale della SG S Ates ci comunica che saranno presto disponibili due nuovi gene- ratori di ritmi, Gli integrati M2 52 e M253 sono generatori mono- litici specificamente progettati per organi e altri strumenti musicali c- lettronici ¢ realizzati im tecnologia MOS silicon gate canalé P a bas- sa tensione. L’M252 contiene una ROM da 3840 bits organizzata per generare 15 ritmi su 8 uscite per differenti strumenti. L’M253__contiene invece una ROM da 3072 bits organizzata per generare 12 ritmi, sempre su 8 u- scite. Le principali caratteristiche di entrambi i dispositivi — reset per un conteggio di 24 0 32, programmabile allo stadio di mascheratura — uscita down-beat — reset esterno — uscite open drain — tensione di alimentazione stan- dard: +5V, -12V (0 17V mas- sa). Per ulteriori informazioni ri- | volgersi_a: SGS-ATES Componenti Elettroni- ni SpA Ufficio Pubbliche Relazioni Via C. Olivetti 2 20041 Agrate Br., Milano Schermare con lo scotch Nel campo degli « Scotch » schermanti la 3M Italia dispone di un nastro adesivo in alluminio, lo « Scotch 49 ». Lo « Scotch 49 » & costituito da una sottile pellicola di alluminio, che consente di ottenere efficaci schermature sia magnetiche che e- Iettrostatiche. Grazie al supporto autoadesivo di facile applicazione su superfici di ogni tipo. IL nastro & disponibile in rotoli di larghezza di 15 ¢ 6 mm. Pur avendo uno spessore di soli 0,13 mm. ha una resistenza alla trazio- ne di 5,3 kg/em con_allungamen- to alla rottura del 10%. In particolare l'applicazione di una striscia di « Scotch 49» sulla superficie esterna dei tubi fluore- seenti facilita Vinnesco dell'arco che provoca V'accensione della Jampada. Dlodi laser Con la sigla LAH 190 A e LBA 185 A dalla ITT yengono offerti diodi laser a stato solido per il campo a raggi infraros: Gli impieghi principali sono 1a trasmissione di dati e di conversa- zioni, gli impianti di allarme, I'il- luminazione a raggi infrarossi su brevi distanze, contrassegni di de- stinazione e misurazione delle di- stanze. Le specifiche tecniche possono essere adattate all’impiego partico- lare stabilita nel progetto. La Motorola annuncia la disponibilita presso i suoi distributori autorizzati di un « packege » completo di tutto il sistema-micro- computer offerto a sole Lire 225.000 tale « package » contiene Yormai famosa unita MPU (Microelaboratore) tipo MC6800L Motorola, due memorie RAM a 1K bit tipo MCM6810L, due ele- menti tipo MC6820L, una memoria ROM a 8K bit tipo MCMG6830L7 ed un elemento tipo MC6850L. Olire alla suddetta serie di hardware, il « package » contione inoltre una serie di doccmentaziofie molto dettagliata, composta da una breve descrizione dei circuiti-del sistema M6800 seguita da una raccolta di fogli tecnici, un manuale di programmazione per il sistema M6800, un manuale. d’applicazione sempre per il sistema M6800, un opuscolo descrivente I'exorciser ¢ il siste- ma di valutazioné-moduli, un opuscolo raffigurante i circuiti in- tegrati lineari di interfaccia della Motorola, una cartolina ta- scabile di programmazione, note tecniche, cento memorie ROM tipo «MIKBUK/MINIBUG » @d infine sei fogli tecnici di altrettanti dispositivi compatibili con quelli del microelabo- ratore. Il « package » compleio, denominato MEK6800D1, in vendita ad un prezzo speciale molto conveniente, sara disponibile sol- tanto per un periodo limitato di tempo. Esso mette a disposi zione del tecnico tutto I'« hardware » ¢ la documentazione oc- correnti per progettare ¢ usare un sistema base MC6800 a mi- crocomputer. 83 dai fascicoli gia pubblicati di Radio Elettronica a chiunque puo Liter (1c) i nostri fascicoli lee iiel OGNI NUMERO LIRE 900 Pye ec) Cleese an REM UL MU SMe rae e ULL GENNAIO 75 Reena Om PN ae MCLs SW sie} interessanti fol) a} sperimentazione ela pratica dell’elettronica is) Voy Eel tose eM Rag te) RUN cla Peat) DT ee Cr ee ee en en mT) cadauno) per mezzo di vaglia postale o con versamento sul conto corrente n. 3/43137 intestato a ETL - RADIOELETTRONICA - Via Visconti di Modrone 38 - 20122 Milano novita Controlli industriali di temperatura La TRANS-MET ha approfondi- to ed impiegato per applicazioni industriali e di ricerca la teoria di misura della temperatura. Gli strumenti costruiti dalla TRANS-MET secondo Ia teoria di misura sopra citata sono particolar- mente adatii per la rivelazione ed il controllo della temperatura su- perficiale di nastri, rull, fibre e fi- li in movimento sia allo stadio di ricerca che durante il processo di produzione. Liimpiego di detti strumenti & di interesse per i laboratori di ri- cerca e controllo di produzione di industrie che producono e tratta- ‘no fibre, ‘ili metallici, nastri di materiali diversi in movimento. Il principio di misura sopra cita- to 8 basato sulla certezza che & pitt facile ed accurato comparare un parametro con ampiezza non nota con uno stesso parametro a gran- dezza nota, anziché misurare diret- tamente una grandezza non nota di tun parameiro che in questo caso la temperatura superficiale di un corpo in movimento. Alla base di questo principio di misura troviamo le seguenti leggi fisiche: — Non esiste alcun scambio di ca- lore fra due corpi che si trovano alla medesima temperatura. — Vie scambio di calore fra due oggetti che si trovano a temperatu- ra diversa, e detto scambio 2 sem- pre dal corpo pitt caldo verso quel- lo pit freddo. Sfruttando questo concetto la TRANS-MET ha realizzato degli struménti che non sono ottici © neppure a contatto, eliminando co- si tutti gli inconvenient di emissi vita dei corpi, irraggiamento ed at- trito. L’elemento di misura di questi strumenti @ sensibite al flusso di calore convettivo da un corpo cal do verso uno meno caldo, ¢ lo yela nel momento in cui si rag- giunge V’equilibrio termico di due corpi. DIL retais ITT La ITT (Gruppo Componenti), mette in vendita un nuovo rel miniatura: il rele « 73 ». Nonostante le sue dimensioni ridotte, vale a dire 20x 9,5 x11 mm, il suo potere di interruzione & notevole, ed & pari al A - 125 V - 30 W/50 VA (@ munito di due scambi con contatto argentato), ‘La sua custodia impenetrabile alla polvere presenta termi- nali con disposizione « DUAL IN LINE ». Pud essere inserita in uno zoccolo per circuiti integrati D.LL. ‘oppure montato direttamente sui iti stampati. ‘Questo relé trova applicazione nella tecnica delle correnti de- boli, di comando e di regolazione. E’ disponibile nelle tensioni 4,5 V - 6 V - 12 V -'24 V. S D 85 0 D IS GS FE A APPARECCHIO. LA SALAGIOCHI 4s DI CASAVOSTRA ..LE EMOZIONI DI UNA GARA DI TENNIS 0 DI PING-PONG, IL BRIVIDO DELLO SCI O DELL'HOCKEY, IL FASCINO DELLA ROULETTE, LA TATTICA DELLA BATTAGLIA NAVALE.. ; E MOLTI ALTRI a ri GIOCHI PER TUTTI a e OACQUIST! GIANNI VECCHIETTI via L. Battistelli, 6/¢ 40122 BCLOGNA tel. 061/279600 Component! elettronici per uso Indus‘riale e amatoriale Radiotelefoni - CB - OM - Ponti radio - Alta fedelta LOMMANT COMMANT via Viotti, 9/11 43100 PARMA tel. 0521/27400 Antenne per telecomunicazio- ni ~ alimentatori stabilizzati da 3a10A ZETA ELETTRONICA via Lorenzo Lotto, 1 24100 BERGAMO tel. 035/222258, Amplificazione Hifi - stereofo- nia in kit e montata RC ELETTRONICA via Laura Bassi, 28 40137 BOLOGNA tel. 051/34150 Frequenzimetri digital - costruzioni professionali STE s.r. elettronica telecom. via Maniago, 15 20134 MILANO tel. 02/2157891 Produzione @ vendita di appa- rati, moduli e componenti per telecomunicazioni - Rappresen- tanze estere ELETTRONICA_CORNO ELETTRONICA CORNO via Col di Lana, 8 20136 MILANO tel. 02/8958286 Materiale elettronico - elettro- meceanico - ventilatori - all- mentatori stabilizzati SIGMA ANTENNE corso Garibaldi, 151 48100 MANTOVA tel. 0376/29657 Fabbrica antenne per: CB-OM nautica RADIOFORNITURE, via Ranzani, 13/2 40127 BOLOGNA tel. 051/269527-279837 Componenti elettronici ~ radio~ tv - HIF! - autoradio ed acces- sori (Galetti z W ELETTROMECC. CALETTI via Felicita Morandi, 5 20127. MILANO tel. 02/2827762-2809612 Antenne per CB e OM ELETTRONICA E.R. M. E. |. ELETTRONICA E.R.M.EL via Corsico, 9 20144 MILANO tel. 02/8356286 ‘Componenti elettronici per tut- te le applicazioni MIRO via Dagnini, 16/2 40137 BOLOGNA tel. 051/396083, ‘Componenti elettronici Ocquist) EN oo CEA via Malocchi 8 20129 MILANO tel. 02/2715767 Amplificatori lineari CB e ali- mentatori stabilizzati Telstar ccditcersin TELSTAR Radiotelevision via Gioberti, 37/4 10128 TORINO tel. 11/545587-531892 Componenti elettronici - Anten- ne - Ricetrasmettitori - Appa- recchiature professionali = Quarzi tutte le, frequenze. OTTAVIANI M. B. OTTAVIANI M.B. via Marruota, 56 51016 MONTECATINI T. (PT) Selezione del surplus ZETAGI via Enrico Fermi, 8 20059 VIMERCATE (MI) tel. 039/666679 Produzione alimentatori ed ac- cessori OM-CB elettronica ambrosiana ELETTRONICA AMBROSIANA via Cuzzi, 4 20155 MILANO tel. 02/361232 ‘Componenti elettronici per Ra- dio-Tv - Radioamatori ELETTRONICA LABRONICA ELETTRONICA LABRONICA via G. Garibaldi, 200 57100 LIVORNO tel. 0586/408619 Materiali didattici - industriali = radioamatori - cb PMM Casella Postale 100 17031 ALBENGA (SV) tel. 0182/52860-570346 27-144-28/30 MHz OPTICAL ELECTRONICS INTERNATIONAL OPTICAL ELECTRONICS INTERNATIONAL via G.M. Scotti, 34 24100 BERGAMO tel. 095/221105 Strumenti_ed_articoli_ottici ~ Bussole di ogni tipo - Strumen- ti nautici LoL ID ELECTRONICS Nw Lt hdo G.R. ELECTRONICS Via Roma, 116 - C.P. 389 57100 LIVORNO tel. 0586/806020 Componenti elettronici e stru- mentazioni LABORATORI ELETTRONICI Prof. Silvano Giannoni SILVANO GIANNONI via G. Lami, 3 86029 S. CROCE SULL'ARNO (P) - tel. 0571/30636 Materiale surplus in genere - per qualsiasi tipo di apparec- Chiature particolari e speciali = telefonateci vi aspettiamo a tutte le fiere > via Novara, 2 13031 BIELLA tel. 015/34740 Accessori CB-OM MiCROSET MICROSET via A. Peruch, 64 33077 SACILE (PN) tel. 0434/72459 Alimentatori stabilizzati fino a 15 A- lineari e filtri anti distur- bo per mezzi mobili o' EUFRATE, via XXV Aprile, 11 16012 BUSALLA (GE) tel. 010/932784 Costruzione alimentatori stabi- lizzati da25A-5A-8A- ‘commutatori manuali d'antenna = contenitori metallici per mon- taggi sperimentali —_ “7 via Comelico, 10 20195 MILANO. tel. 02/544744-589075 Oltre 22.000 articoli OM CB - catalogo omaggio a richiesta OnDEITRONIE Q STRUMENTI DIGITALI piaiTRONIC Provinciale, 59 22038 TAVERNERIO (CO) tel. 031/427076-426509 Strumenti digitall TODARO 4 KOWALSKY TODARO & KOWALSKY Via Orti di Trastevere, 84 00153 ROMA Materiale elettronico - mate- riale per CB e OM - telefonia via Mura Portuense, 8 00153 ROMA, tel. 06/5806157 Motori - Cavi - Meccanica ec. 9 ELETTRONICA PROFESSIONALE via XXIX Settembre, 14 60100 ANCONA tel. 071/28312 Radioamatori - componenti e- lettronici in generale Tutto per gli OM ed i CB esigenti Laboratorio assistenza tecnica Saet- Via Lazzareto 7 Milano- tel 65.23.06 distributore: MARCUCCI... via f.lli Bronzetti, 37 20129 MILANO. tel. 02/7386051 ieee eae Radiotelefoni ed accessori CB - apparati per . Patera een elettronici e prodotti per alta fedelta ELETTROACUSTICA VENETA ELETTROACUSTICA VENETA via Firenze, 38/40 96016 THIENE (VI) tel 0445/31904 Comp. HI Fl - amplificazione - componenti el. - casse acusti- che - stabilizzatori di tensione semplici e duale - libri tect gi equivalenze e di xx) SV NOVA 1 2 YO via Marsala, 7 cP. 040 20071 CASALPUSTERLENGO (Ml) - tel. 0377/84520 Apparecchiature per radioama- = quarzi_ per suddette e = microfo- MEGA ELETTRONICA via A. Meucci, 67 20128 MILANO tel, 02/2566650 ‘Strumenti elettronici di misura, e controllo| LINEAR SYSTEM, INC. IMPORTATORE ELECTRONICS SHOP CENTER IN VENDITA NEI MIGLIORI NEGOZI E DA MARCUCCI via F.lli Bronzetti, 37 20129 MILANO tel, 02/7986051 raven FRANCO ANGOTTI vial Marconi. 94 vin Neo Sra 30/60 87100 COSEN: tel, 0971/28469 CE rere Radiotelefoni C.B. ed acces- sori Apparati per Radioamato- Componenti elettronici - Ti-Hi-Fi-Radio T.V. - Autoradio Accessori - ~ Rogistratori Tutto per i CB ths ERP.D. di A. Vanflori ALPHA ELETTRONICA via Milano, 300 Via Alessandria, 7 92024 CANICATTI (AG) “3100 PARMA speclallzzata tel, 0922/852045 - C.P. 8 tel, 0521/34758 In alta fedelta In tutte Ie edicole Componenti per radioamatori ognl mese e CB - Apparati civili e Produzione alimentatori e al. 600 terrestri stabilizzati - accessori LEINDUSTRIE ANGLO-AMERICANE IN ITALIA a tuttljlettori VASSICURAND au tare UN AVVENIRE BRILLANTE “St <8 un posto da INGEC Corer POLITECNICI INGLES! Vi permetteranno di studiare a casa Vostra e di conseguire tramite esa. Dipiomi e Leuree avverte INGEGNERE regolarmente iscritto nelf'Ordine Britannica, na CARRIERAspleniéa : , ingegnerinCIVILE = Ingegneria MECCANICA Tutta la corrispondenza deve essere indi- ince wake rizzata a Radio Elettronica, Via Visconti di Ingeoneria ELETIROTEGNICA - ngeoneri NDUSTRIALE Modrone, 38 - 20122 Milano - Tel. 792.710 / lun FUTURO ricco dt soddistasion! 783.741 (ricerca automatica linea libera) Ingegneria RADIOTECNICA - ingegneria ELETTRONICA, 2% | versamenti devono essere effettuati sul 6 cep 3/43137 intestato alla: er iformaio! « cong sense ineeane srhvtac! opp sass. BRITISH INST. OF ENGINEERING TECHN. ETL - Etas Talla Division - 10125 Torn» Via Glia 477 Periodici del Tempo Libero S.p.A. ‘Sede Centrade Londra ~ Delegation’ in tutto il mondo PICCOL SEDICENNE appassionato di elet- irebbe ricevere in dono € materiale elettroni- attivita grazie. Cipolletti Giacomo - Via San Lorenzo, 1 - Poggio Morello. VENDO RX-TX Sommerkamp TS 624 S 10 W, 24 canali tutti quarzati, perfettamente funzionante, con di spositivo di chiamata: L. 80.000 Fiocchi Carlo - Via S. Bemadette, 78 - Roma. VENDO Woofer 3040 W. della Perless. Doppio cono e in ottime con- dizioni a L. 10.000 variatore di ten- sione a Triac 2.000 W 10 A L. 5.000. Tratto solo con Parma, Luca - Bgo Colonne 38 - VENDO saldatore Blitz V 125-220 ‘AC W 100; Crystal microphone paso mod. M 7; lampada Mazda ai vapori i Hg 125 W + reattore tipo DF W 125 50 Hz idonei per fotoincisione, + moltissime materiale elettronico, 11 tutto a sole L. 20.000. Giuseppe Fer- muzzi - Sir Teverina 44/C Viterbo. CAMBIO con CB 5 W 25 canali quarzati, yespa 150 ce. o Benelli 125 2 C. Piero Ciccone - Via Beata Ver gine del Carmelo, 181 Eur - Ni VENDO oscilloscopio UNAOHM G 49 L, 200.000 vendo RX-TX Universe 23 ch L. 90.000 vendo lineare 2 G 90 W _L. 100.000. Parola Luciano - P.zza 26 Maggio, 1 - Varese. COMPRO, se in buono stato qualsia- si apparecchio elettronico (amplifica- tori, radio, mangianastri_ecc.) non funzionanti, Giancarlo Concutelli - Via Stufa P. Castello, 4 - Ferentino. SINTETIZZATORI per studi sulla musica elettronica, vendosi schemi e- lettrici. Dicorato Roberto - Via Emi- lio Treves, 6 - Milano. PUNTO DI CONTATTO Radio Elettronica pubblichera gratuitamente gli annunci dei lettori. 1 testo, da scrivere chiaremente a machina o in stempatello (utilizzare il cedolino riprodotto nella pagina seguente), deve essere inviato a RadioElettronica ETL DIPLOMATO in montaggio ripat radioTV presso L'LP.S..A. esegui- rebbe per serie ditte montaggi di ap- parecchiature elettroniche, a domici- io, Crimi Mario - Via Umberto, 347 Giarcini. ABILE radiotecnico eseguirebbe a domicilio lavori di montaggio per ditta seria. Mazzaferro Paolo - Via Emilia, 7 - Pescara. STUDENTE alle prime armi di elet tronica cerca tester 20.000 OHM/V in buono stato. per L. 7.000; ¢ ma teriale usato di eletironica per un massimo di L. 3.000, Spalla Berardi 10 - Aringo S. Lucia L’Aquils. CERCO essendo alle prime armi, ri- viste, schemi ¢ materiale teorico di elettronica a prezzi modici. Det aliare caratteristiche (titolo, numero, nome, ecc.) e pretese. Riccitelli Ga tano- Via Degli Ausoni, 29 - Roma, CERCO ricevitore a sintonia conti- nua 144/146 MHz FM prezzo modi- V.F.0. 27 MHz AM - SSB. Cerco fi- neare 27 MHz max. out. 15 W. Trat- to sola con Milano telefonare ore Pasti Manzali Giampietro 895.143. - = Via Medici, 2 - Milano. PING PONG elettronico della Sele co cero possibilmente funzionante comunque ion manomesso, Srivere © telefonare. Barbaro Tortorella - Via SS, Salvatore, 26 - Paternd. PER un baracchino 5 W - 25 canali e micro cambio con 490/500 rivist Sistema « A » Sistema Pratico, 7 a Pratica, Fare, Radiorama, Costrui- re Diverte, ecc. Rispondo dettagl tamente all'interessato!__Frarcav Cosmo - Via Sant’Agostino, 38 - Gaeta, CERCO disperatamente tubo a raggi catodici Philips DG7-32 per oscillo- scopio, sarei disposto a pagaro, se nuovo, anche 25,000 lire. Posocco via Visconti di Modrone, 38 - 20122 Milano. Antonio - Via San Urbano, 65 - Pianzano. MOTOCICLISTI attenzione riparo accensioni eletironiche Motoplat. fun- zionamento garantito. Sechi - Via Pasteur, 1 - Bergamo. VENDO cingue scatole di costruzio- ni Fischer Technik per lire 40.000 ed organo elettrico Antonelli per lire 20.000. Angelo Protopapa - Via Cupe = Eboli VENDO impianto luci psichedeliche carico max. 2,4 KW canali alti, bassi medi L. 22.00) 0 cambio con barac- chino. “Tratto con tutti. Giuseppe Belfanti, Via Capri, 11 - Bolzano, -0 impianti uci psi- chedeliche, luci a doppia intermitten- a, psicorotanti, regolabili da 1.000 - 2.000 - 4.000 .'8.000 Watt, impianti di regia per dette Iuci, installo anche personalmente, Ambrosetti Giordano = Via F, Bellctti, 7 - Milano. CERCO materiale fermodellistico in scala HO; in particolare relé Mair Klin e Fleischmann. . Telefonare ore Pasti al n. 0552/860.100 - Ferrara. VENDO chitarra elettrica con ampli- ficatore e cassa acustica Davoli_ se- jova e perfettamente funzionante L, 140.000 ‘trattabili. (Pagata nuova L, 210.000). Zona Lodovico - Via Vandelli, 510 - 41050 Torre Maina. CERCO materiale ferroviario scarta- mento « Z>, Fare offerte dettagliate. Mario Mancastroppa - Via De Ami- cis, 3 - 24047 Trevigli CERCO. RXTX 25Ch solo se occa- sione. Con almentatore stabilizzato, prezzo trattaaile, Cambio autora: dio. Voxon {con ampl. ric. aut. MF) + reg. cassette + riduttore tensione auto + altoparlante Auto- vox + ap. vari + tiviste elettronica + prontuario semiconduttori + libri o1 TESTO INSERZIONE {compilare in stampatello) Si invitano i lettori ad _uti- lizzare il presente tagliando inviando il testo delt’inser- zione, compilato in stampa tello, a RadioElettronica ETL - via’ Visconti di Modrone, 38 + 20122 Milano, clettronica + motorini + motocom- pressore compl. + temporizzatore -+ fotocellula con ampl. + trasformato- re 0+16 V + tras. 12=40 V + trasf. vari + micromacchina fotogra- fica con astuccio + rasoio e taglia- basotte @ batteria con astuccio nuovo + 1 volante pesante legno Hellebore +2 ampolle mercurio + 4 micro- switch + valvole + 1 melodica pro- fessionale + cond, elettr. + trans. pot. -+ cavetti Scherm, +2 cinturo- ni nato + 1 fondina + 1 basetta Mixer + prese pannello Philips + C.L + 1 trapano petto + triangolo auto + 1 pantaloni similpelle 44, + binocolo Nivar. Il tutto in cambio di RX TX 5 W 25 ch + alim, sta- bilito. Cardillo Roberto - Via Capo- ne, 50 - 84018 Scafati, VENDO 1 saldatore 220 V 70 W; 100 resistenze; 100 condensatori; 40 condensatori elettrolitioi; 5 condensa- ili; 10 transistor; 10 diodi; 2 condensatori clettrolitici 50450 NF 385 V; il tutto a L. 15.000, omaggio 2 potenziometri con in. pitt tuna cassettiera da 4 cassetti Minor. Lucidi Vincenzo - Via Cerreto di Ve- narotta - 65040 Ascoli Piceno. CERCO fotocopia schema eletirico TAM TAM Ricevitore e amplifi- catore telefonico > ricevitore portatile Minerya mod. 554 /Ve sua alimentazione. Per spese L. 1,000 - a mezzo vaglia postale. Per- sinotto Angelo - Via Calabria 16/3 - 30030 Chirignago Venezia GIOVANE appassionato di mecca. nica desidera conoscere qualche co- struttore di modelli di automobili di corsa radiocomandati con motorini ‘a scoppio. Solo Monza ¢ d’intorni. Ferrentino Paolo - Via Manzoni, 17 - 20052 Monza. SVENDO quarzi_ per (RX TX) CB a L, 1.500 la copia canali disponibili 7-10. 14 - 9 tutte te 4 copie di quarzi 5.000; amplificatore mono 7 W (con possibilita di stereo) L. 3.000 (@ circuito integrato + 1 filtro); am- plificatore mono 3 W + toni + ali- mentatore L, 5.000. Signorelli Alfio - Via Gradisea, 19 - Catania. VENDO 2 casse acustiche Philips RH 412 40 OHM 10 W, sistema Bass Reflex con altoparlante’ doppio cono L. 35.000 - calcolatrice elettronica ‘Texas Instrument SR 11 come nuova 35.000 - -iriducibili - Richiedere pecifiche G. Carlo Zaccagnini - Via 4 = 00049 Velletri. Un apparecchio quasi straordinario: riceve in ioni radio o a volonta toparlante le trasmi COSTRUISCO impianti Iuci psiche- deliche 3 canali potenza 1.000 W per canale a L. 28,000. Oppure cambio con prova transistor in ottime condi- zioni + oscilloscopio in questo caso ago differenza. Maran Alberto - S. Andrea, 30 - 36100 Vicenza. GARANZIA assoluta! Fotoincisione circuitj stampati bachelite Lit. 15, ve- tronite Lit. 20, vetronit edoppia ‘Lit. 23, al cma. Foratura + Lit. 2 al oma. Inviare disegno del circuito. In man- canza di questo accettiamo anche so- pparecchiatura elet- tronica a prezzi modici. Pagamento al ricevimento. Stefanini Gianni - Castel del Piano - Perugia, VENDO amplificatore Fender Super Reverb 100 Watt e altro Fender Bassman 110 Watt, Chitarra Fender Mustang e astuccio; oltre HB con astuccio; varie amplificazioni - eco e molti altri amplificatori ogni potenza, Il tutto come nuovo. Pino Cariati - Via M. Pironti, 1-B - Avellino. VENDEST numerosissimi libri avven- tura, specialmente di Salgari, Verne ece. @ meta prezzo, come nuovi, chie- dere elenco preciso; cercasi anche amplifica i deboli segnali telefonici, II circuito ‘a circuit integrato, con bo- del ricevitore gia bell’e pronto, si amplificare le comunicazioni dal telefono. drone, 38 - Milano. in scatola di montaggio L. 11.000 Per ricevere l'apparecchio basta inviare ri- chiesta scritta con pagamento anticipato a mezzo vaglia postale 0 assegno, intestati a: E.T.L. Radio Elettronica Via V.ti di Mo- radio rotte ed irriparabil natore - Via Caravagli Bausano 80125 Napoli, VENDO radio-egistratore Grundig €. 6.000 nuovo, due mesi di vita con garanzia a L. 120.000 e cerco sinto- amplificatore stereo o radio registra- tore stereo pagandolo in contanti. Bruzzichini Sergio - Via Codroipo, 38 ~ telef. 06-25.77.419 - Roma, VENDO oscilloscopio L. 50.000 pro- vavalvole L. 1.500; oscilistore modu- lato 1. 20.000; provacireuiti L. 3.000; tester 10.000 9 per Volts L, 7.000 della S.RE. in perfette condizi Tutto in blocco L. 80,000. inoltre molto materiale eleitronico. Fattori Sergio - C. Garibaldi, 39/A - 50047 Prato. ENDO a serio collezionista radio Phonola mod. 903 anteguerra perfet- tamente funzionante 10 valvole OL (M._ i6-19-25-51-41.49) FM OM,, OM. Lazzaretti Franco - Via Gramsci, 26 + 27058 Voghera, CERCO urgentemente il numero di giugno 1970 (anche le sole fotocopie di un progetto) della rivista Radiora- ma, Offro per il fascicolo L. 1.500. Polignano Roberto - Via G. Matteotti, 10 - 70017 Putignano Bari. CERCO da seria ditta lavori a domi- cilio piccoli quadri elettrici o sem- plici lavori di elettronica. Boato Ales- sondro - Via Machiavelli, 6 - 35100 Padova. DUAL P. 41 compatto stereofonico con incorporato giradischi automati- co Dual 1010, amplificatore 6-6 W su 4 Q con’ diffusori acustici. L. 65.000 non trattabili. Paolo Momo + Via Luisa del Carretto, 74/C - 10131 Torino, CERCO urgentemente fascicoli « Ra- dio Elettronica » di giugno '73 luglio 75, settembre ‘71, ottobre "71, Gian- donato Enrico - Via Frentana, 45 - (66045 Casi CERCO oscilloscopio volmetro elet- tronico anche non funzionante ¢ schema R. TV. Birolo Giuseppe - Corso Svizzera, 56 - Torino. VENDO binocolo marca Sanyo 10 x50 ancora nuovo con custodia per- fettissimo a L. 15.000 pagato 23.000, Telefonare dalle 12 alle 13: 02/ 64.39.120. Tratto solo con Milano. CERCO tester in ottime condizioni specificare marca, portate, vecchiaia; fucile a pressione buona marca breve tempo di vita; mi interesso a mate- riale elettronico a buon prezzo ea iste sul Radio-comando per mo- dellini. Gregorio Giuseppe - V.le Pio XI, 7 - Molfetta Bari, DIPLOMATO in montaggi e ripara- Zioni_R.A.L. TV. eseguirebbe lavori di montaggio a suo domicilio. Deso- po Angelo - Via Mandorla, 1 - 75010 Calciano. CB attenzione cerco antenna direttiva con rotore per | 27 MHz disposto a Pagare 40.000 lire. Cranieri Raimon- do - Voe Fiore, 111 - 05100 Terni, VENDO baracchino «Lafayette Micro 723 5 W » 23 canali predisposto VFO + antenna G.P. + antenna caricata da_mobile a L. 150.000 trattal Siro Moroldo - Vie Italia, 225 - Si sto S. Giovanni (Milano). PER cambio frequenza vendo Zodiac 5026 con preampli M + 3 supporto gon antenna per detto a L. 170,000 Tokay TC 5005 5 W 6 ch quarzati dal 4al 9. Antonio Ventura - Vicolo del; la Vittoria, 11 - Trobaso (NO). QUATTORDICENNE _appassionato elettronica e radiotecnica gradirebbe in dono materiali libri per intrapren- dere attivita. Zeloni Andrea Massimo - Via Luigi Manginelli, 65 - Roma - CERCO schema di preamplificatore di antenna accordato 27 MHz che dia un ottimo guadagno. Cloudio Brambilla - Piazza Castello, 25 - 27020 Alagna Lomellina (Pavia). ASPIRANTE CB cerca CB disposto a regalargli il suo vecchio barace no. Candeloro Vincenzo - P.zza In- dipendenza, 15 - Firenze. DICIOTTENNE _appassionatissimo di clettronica desidererebbe libri, ri viste, materiale elettronico gratis ‘per intraprendere attiviti. Gaito Santolo - Via Garibazoi, 17 - Striano Nap CERCO schema di accensione elet- tronica a scarica catodica oppure ri- vista n, 25 anno 5 di Nuova Elettro- nica, Concina Aldo - Via Imponzo, 2 - 33080 Terzo Di Tolmezzo, CERCO schemi elettrici di calcole- trici elettroniche. Perrucci Antoni Vico Pisanelli, 7 - 74024 - Manduria, SE ottima occasione acquisterei con- tanti Saidebander III Courier SSB Gladiator oppure ottimo in banda laterale - lineare minimo 200 AM ¢ 400 W in SSB. Rocchi Gabriele - Via Ca’ Rossa, 45 - 18013 Diano Marina, VENDO fucile fotografico Zenit ES + teleobiettivo 300 mm. lire 150.000 - radioicevitore OH-OC Europhon mod. RC 59 lire 20.000 - fotografica 455. Bencini-Comet lire 15.000 - registratore Geloso mod. 541. Paolo Paolini - Via Panzini, 24 - 50020 Ancona, VENDO sistema lotto per ambata + sistema enalotto Totip 8 triple col. 81 L. 2.000. Antonio Grottoli - Via F. De Geronimo, 18 - 74023 Grot- taglie. CERCO antenna da auto per 27 MHz solo se vera occasione. Tratto solo con Spezia e dintorni, Astengo AMPLIFICATORI COMPONENTI ELETTRONIC! INTEGRATI Viale E. Martini, Via Avezzana, 20139 MILANO - Tel. 53.92.378 20139 MILANO 53.90.335 Si rende noto che le ordinazioni della zona Roma possono essere indirizzate anche a: CENTRO ELETTRONICA BISCOSS! via dela er la Sardegna: ANTONIO MULAS iana 107 ~ tel 06/319493 - 00195 ROMA Via Giovanni XXill - tel. 0783/70711-72870 - 09020 SANTA GIUSTA (Oristano) e per la zona di Genovi ECHO ELECTRONIC di Amore iguria 78/R - tel. 010/593467 - 16122 GENOVA via Brigata Si assicura lo stesso trattamento. Alessandro - Via Montepertico, 75 - Tel. 50.89.10 19100 La Spezia. SVENDO amplificatore stereof Alta Fedelti 12+12 W e/ettivi su 1, ingresso per pik-up piezoe- ‘ettrici, ‘radio, mangianastriper_L. 40,000 trattabili. Alimentatore_ stab. 54-16 V-2 A autoprotetto L. 12,000 = misuratore coeff. B nei transistori L. 5.000, Alessandro Micheli - Via Siatonia, 22 - 58100 Grosseto. QUATTORDICENNE appassionato di elettronica gradirebbe in dono ma- teriali, libri, riviste per vit, Cavello Luigino - Via Rivana - Sandrigo 36066 Vicenza. CEDO proiettore « Tondo» passo 8 mm. + super 8, cordone di allaccia- mento + alcune pellicole di cartoni animati. I] tutto nuovissimo ancora imballato in cambio di 2 altoparlanti (uno da Tweeter ¢ uno Woofer, © minimo 20 mm.). Enrico Vigand - 4 novembre, 45 - 20050 Zoccorino Milano, VENDO ricetrasmittente 27. MHz Zodiac 2 W 3 canali quarzati nuovis- simi e funzionante a lire 60.000 (ses- santa mila). Regalo inoltre all’acqui- rente un carica batterie funzionante. Penasso Marco - Via Guardiole, 18 ~ San Remo (IM). CERCO i n. 64, 65, 66, 67, 73, 74, 75, 16, 77, 78 del corso di Radioelet- tronica (Carriere Nuova Serie) e% zioni: Radio e Televisione - Via V. Colonna, 46 - Milano - Direttore: Giulio Borgogno (edizione settimana- Je) periodo: novembre 1965 - marzo 1966. Agostini G. Carlo - Via M. Dal Cottivo, 19/8 - Campalto Venezia. VENDO 10 annate complete di Sele- jane Radio TV da n. 1 - 1963 fino al n, 12 - 1973 e varie altre riviste di nuova data tutte a L. 200 cad. Trematerra Michele - Via Vincenzo Tanfolla, 36 - 80145 Napoli. VENDESI corso Radio TV, libri elettronica italiani e inglesi libri fan- tascienza - dischi pop. Tutto a meta prezzo. Calorio Sergio - Via Filadel- fia 155/6 - 10137 Torino. CERCO schema cablaggio VFO per Midland 13.770 B 5 W 6 canali e schema lineare almeno 50 Watt. Of fro per il tutto L. 3.500 + sp. Babuder Bruno - 01015 Sutri Viterbo. CAMBIO registratore - riproduttore - radio FM AM; con CB 5 W 25 ch funzionante. Benenati Francesco - Via 175 Edificio D interno 13 - 95041 Caltagirone. CERCO gruppo alta frequenza tipo Curbetta CS/23 B 0 equivalente (per valyola 6B E6), nuovo o vecchio ma funzionante, Francesco Bojola - Via Ugo Foscolo, 72 - 50124 Firenze. CAMBIO le seguenti valvole: 12BA6, 12BE6, UCHB, 6TE8, EABC80, UL84, con Ia valyola 829. Del Vecchio Ro- sario - Via N. Sala, 78 - Benevento. Tratto solo con Benevento, CEDO materiale elettronico di yario tipo nuovo ¢ usato + riviste ¢ libri, chiedere elenco unendo L, 200 in francobolli, cedo inoltre riviste di fotografia. Paolo Masala - Via San Saturnino 103 - 09100 Cagliari. VENDO stereo Balance Meter (UK 152), riproduttore musicassette per auto’ Autovox « Melody », amplifica- tore stereo 74-7 Watt (UK 535), 2 WWoofer ¢ t Tweeter potenza mas- sima 12 Watt, tutto in ottime condi- zioni. Rivolgersi a: Guido Salvestro- ni - Via Carducci, 37 - Milano VENDO riviste recenti di Elettronica Pratica n. 7 +n. 4 di Radio Elettro- nica a L. 5.000 0 cambio con mate- triale elettronico. Mattei Giovanni - Via Artigiani, 5 - 25065 Lumezzane SS. Bresci CAMBIO amplificatore 4 W con ali- mentatore da 6-7,5.9-12 Vcc ¢ uno schema con circuito stampato di una coppia ricetrasmittenti. Formica An- toine - Via V. Veneto - Calatabiano Catania. CERCO qualsiasi baracchino 5 W 23 ch, rosmetro e Wattmetro possi- bilmente nuovi. Il tutto frazionato in pochi mesi. Massima puntualita ai pagamenti. Laterza Nicola - Piano S. Giacomo, 86 - 75010 Calciano. VENDO causa passaggio decametri che: ricetrasmettitore 27 Mc, Tokei TC 1001 25 ch AM, 46 SSB, nuovo imballato 1 mese di vita L. 160.000 - ricevitore copertura continua 0,15 - 30 Mc Lafayette HA 600 a L. 70.000 ‘manutenzione eccellemte come nuovo - lineare80 W AM - 150 SSB BEE-Y 27y L. 70,000, con valvole nuove - antenna Lafayette 3 elementi con rotore CDE L. 50.000 - commutatore antenna 2 posizioni L. 4.000; 3 po- sizioni L. 7.000, Filippo Delle Piane - Via Bertora 8/7 - 16122 Genova. ACQUISTO se yera occasione ba- racchino 25 canali non autocostruito. Walter Volpes - Via Quintino Sella, 18 - Palermo. CERCO riviste 0 libri di elettronica per approfondire mic conoscenze in ‘questo argomento: scambio con fran- cobolli di tutto il mondo. Gazzini Marco - Via Catalani, 26 - Livorno. ESEGUO qualsiasi circuito stampato dietro invio del disegno in scala 1:1. ‘Massima serieta. Il prezzo 2 di L. 6 ‘emg. Di Pompeo Paolo - Via Dei Pla- tani, 167 - Roma, VENDO schemi di sintetizzatori_al- tamente professionale gid collaudati ¢ funzionanti, Armano Ugo - Divisione Folgore 4/A - 35100 Pi Un ‘gadget divertente ed drone, 38’ Milano. Antenna incorporata in ferrite, variabile di sintonfa a comando esterno. Si pud scrivere ed ascoltare contemporaneamente la radio. Per le piccole dimensioni pud essere sempre portata nel taschino della giacea Per ricevere l'apparecchio basta inviare ri- chiesta scritta con pagamento anticipato a: E.T.L. Radio Elettronica, Via V.ti di Mo- scatola di L. 3.500 montaggio! IMIGLIORI KIT NEI MIGLIORI NEGOZI Amplificatore 1,5 Watt 12 Volt Amplificatore 2,5 Watt 12 Volt Amplificatore 7’ Watt 12 Volt Amplificatore 12 Watt 32 Volt ‘Amplificatore 20 Watt 42 Volt Preamplificatore mono Preamplificatore microfono Preamplificatore bassa impedenza Preamplificatore alta impedenza Alimentatore 14,5 Volt 1A Alimentatore’ 24 Volt 1A Qoocoo0o0e000 ANCONA - Elettronica Professionale - Via 29 Aprilé n. abc BERGAMO - Teleradioprodotti - Via E. Fermi n. 7 IELLA - GBR, - Via Candelo n. 58 BOLOGNA - Radioforniture di Natali R. - Via Ranzant n. 13/2 BRINDISI - Fi i = Via G. Colombo n. 15, a7 CATANIA - Trovato Leopoldo - P.za M. Buonarrotl n. 14 COMO - Gazzoni - Via V. Emanuele n, 108 GOSENZA - Angotti Franco = Via N. Serra n. 56/60 FIRENZE - Faggioll - Vile Gramsci n. 15 GENOVA - De Bernardi Renato - Via Tollot 78 IVREA - Vergano Giovanni - P.2a Pistoni n. 17 LECCE - La Greca Vincenzo - V.le Japiglia n, 20/22 MANTOVA ~ Elettronica - Via Risorgimento.n. 69 MASSA CARRARA - Vechi Fabrizio - Via F. Martini n. 5 MILANO = Franchi - Viale Padova, 72 - Milano MILANO - Marcucct - Via F.IIi Bronzetti, 37 - Milano MODENA - Parmeggiani Walter - via ‘Verdi n. 11 Alimentatore 32 Volt 18 Alimentatore 42 Volt 1A Alimentatore da 9-18 Volt 1A Alimentatore da 25-35 Volt 2A Alimentatore da 35-45 Volt 2A Alimentatore da 45-55 Volt 2A Interruttore crepuscolare @ triac Regolatore di potenza a triec Regolatore di velocita per motorini c.c. Fototimer MONFALCONE - Reressi PADOVA ~ Ing i PALERMO - WM, fonics S.p.A..- Via 8. Corleo n. 8 PALERMO : Russo Benedetto - Via G. Campolo n. 48 PESARO - Morgant! Antonio.- Via Lanza n, PINEROLO - Cazzadori Arturo - Via del Pino n. 38 POTENZA - Pergola Rodolfo - Via Pretoria n. 296 ROVIGO - G.A. Elettronica - C.so del Popolo n. 8 ‘SAN DANIELE DEL FRIULI - Fontanini Dino - Via Umberto | n.3 SARDEGNA (OLBIA) - COMLEL. dl Manenti - C.s0 Umber. SETTIMO TORINESE - Aggio Umberto - P.za S. Pietro n. 9 TARANTO - FAVEL. - Via Dante 241 TORINO - I.MER. - Via Saluzzo n. 11 TRENTO - START di Valer - Via T. Gar TRIESTE - Radio Trieste - Via 20 Settembre n. 15 VERCELLI - Elettronica Bellomo - Via XX Settembré n, 17 Cristo - Via Cerlant n. 8 in - Via Jappelll n. 9 LA REAL KIT PRESENTE ANCHE IN FRANCIA - BELGIO-OLANDA-SPAGNA -LUSSEMBURGO-GERMANIA-MALTA Queste sono le cifre Wet AR Le abbiamo. ordinate in un orologio! un superprogetto di Sheek? in tutte le edicole ai primi di Dicembre Accessoristica... anche questa G.B.c. é la forza pate Antenna «Ground Plane» Antenna »Ground Plane» ‘Mod. MNGP Mod. MCGP AS element 5 ome Eingfetn radiate; 81 ym ash sale aaa tnoambr NT/0802.00 Alimentatore stabilizzate Amplifcatore R.F. «LORAY» Mod. 128 Bimension ‘Alimontatore stabillzzuto 2R/s000-40 on protecone eletonis ‘Telstra coronte Misuratore di NT/o010-00 BEET ee nrc miburatofxearpo SS dan, OW kW per CB. ‘s iS a eng Nt /o720a0 Beare ao Nr/o7s0-00 Quarziera teerione tah: OP raomissione (The NT/4640-00 ee er RED CRY CO eM geet [s.5.c. | SR eos Pe aria EM at ge, Pe 24100 153] Te eS Lets “e. 5 wae BS . Cd . od wl =... 4 hd a Re Pace ne