Sei sulla pagina 1di 84
Ups sec Se OU USCNIN EW Ea) DPA ae ee OS ceo IL BOLE OK HOME L’ALBERO IN REGALO COMPUTER DI NATALE unio Fantastico Il! Ic Miicrotest Mod. 80 Brevettato - Sensiblita 20,000 ohms / volt 1 tester pla platto, pid piccolo e plis leggero del mondo! (90x70x18 mm. solo 120 grammi) con la pid ampla scala (wm. $0) ‘Assonza di reostato di ne @ di commutator! rotantll Regolaziono elettonica dello zero Ohm! ‘Alta precisione: 2"Ve sia in c.c. che in c.2. 8 CAMPI Di MISURA E 40 PORTATE1! VERAMENTE RIVOLUZIONARIO! S portale: 4.5 V. = 30 V. - 60 Vi 260 V, = 1000 V. = Gea © potate: 60 uA = S00 WAS mR = &0 mA ~ 800 220 aA > 25 mA ~ 25 mA 260 mA = Boa town x1 «10 - Ox 100 (do's 0 Sto 8 8 Mogs a 18 V.= 10. = 50'V. = 280 V.- 1000 %, $608- +2246 - 4.96 0B - +50 9 CAPACITAY 4 portate: 25 UF 250 uF - 2800 uF - 25.000 uF we Scoala, naupene'e meen a acho SSMS Be RUSE rain ice Siete o's Seton aia nls cceaen canara geht ull dgmtaa bee Se (Gharatie Pn SPS hE Sate etcetera te Te ie sete Serge ua erie Rp ns as Panes hye SMe tons degen Conteh ese a Bs SSeS NY ha a BEG casa cee i net te 2840200 nate See ae Ee ak iment, completo di: astucco in resinpelie speclale, sesisente s qualsas!strappo 0 i lzalore ®comhaeiamenteIndiperdonie Gal proprio asivesio. A Tichesta slo lore gig BOgni Tester LCE. ¢ accompagnato_dal_proprio_ceriicato ai c Brevettato - Sensibilité 20.000 ohms / volt - Precisione 2°/o Supertester 680 G moda ancora wages «ral dos SE 10 CAMPI DI MISURA E 48 PORTATE!!! VOLTS C26: 7 porate: 10 mV. - 2 V.~ 10 V. = 9 Ve = 200 V. 4 800 We 100V. ok AI) porate: 2 v.40 V.= 60 V.- 280 V. = $000 Vs @ sto vats KRM 6 portato: #0 UA S00 UA 5 mA ~80 mA~ 500 mao PMS VoLTs cs aur. 02: AMP. CAs & portato: 250 WA - 25 9A ~ 25 mA 250 mA © 25 amp. oA. Ms: 6 ponte: N10 x1 - O10 - Bix too Ae 2005 "aod (per tet fe"da t decimo oh Otm tne 3300 i bach. 4a 0 10 Megaohins a, a $000 @ aa 0 a So0000 pF - da 0 5000; daa 20d ca'0 9 2000 tcrfared FREQUENZA:2 ponte: 0 = 800 0 0 + S000 He Y.USCITAY 5 portale: 10:V.- 50 V.- 250'V.- 1000 V6 DECIBELS: 5 portale: co —10 ¢8 9 + 70.48, Une, ss, eric approtonio ed unk uannnas eepeena hanno ora pomesto ala LOE, dl taslomare I ecco modelo GE, che 8 to Yoder ls vane n urehs, el mage ip & cho oregte Seat la inns Sue ates ta om, Sarl 0) ol ind" incre ancora mao ample (0 1) Fun Ble at prownore a fla pimtrabie jmorato tu toler 79 bass. pont shmeviche. W Asteagg. tt Eorepereleeegue ts crue stampa bale See ait RSA er retrial etissin. Situzone clog pertcolare, © Contato a seuon iercanaai 1: tmlat compon Sceicerisnerte uznate © ch pub eo yehino Bene ite gag een! grey cigonwenaton. M Mena GiatSCinr complencena anche ana’ «Gide pot ibrar "Sol"W Bptedr BBE Tice™ ase at geusaceoonal iecwinse alana, areas perl wechia del G0. Te sop cxatrtohe: Simms a nec areten abla e a -allissina precisione (05 8)'m Protaigne staiea dallo stumento conto | sovrecearicn anche mile volte superior alla sua, porta SCompllamert inipencerto el proprio ‘aissaew Asinee sade acceso sponenar cote per i Superat’ DR's COE H Aston soll ai ommataor rte einai siminatone & gas moceni’ © eorat moar Prezzo L. 28200 ranco na stabiiment, complete i. astuceo in rsinele spec 36 6 laceranore, punta, pize 1 ccodille, plas antala a ‘stuciohe. Gs wie. Opn Teter! CE" @-sccompeanato dal proprio coneto i colauto'® peat. tte ante rato motalicd e2° fad) manganina dl-alveeima ‘Sani eTRuMENTO 16. Riowoene caracoam onaruiri ay Ux Gs EL wan muricias isis fe ROL! MILANO - TEL. 5: N. 12 - DICEMBRE 1980 SOMMARIO 26 BOLE O L’ELETTRONICA DALLO SPAZIO 30 ba MozarT A BACH AUTOMATICAMENTE 36 LALBERO DI NATALE TUTTO A LED “Magrone . 42. computer: FINE DELLA COSTRUZIONE corr ErORIALE 51 INQUINAMENTO PROVIAMO UNA MISURA Enrico_Artiol, Giovanni Cobol, Gight Dante Secchia 56 Le cAaSse ACUSTICHE FATTE IN CASA 64 1 Basic UN LINGUAGGIO UTILISSIMO Geros Milani RUBRICHE: 25 Lettere; 70 Novita; 75 Annunci Collaborano a Radio Eletronica: Luigi Foto copertina: Studio G, Milano. Foto Pra. ‘Amorosa, Luciano Cocchia, Renzo Fi lippi, Alberto Megrone, Franco goni, Antonio Renzo, Sira Rocct Ghersel, Manfredi Vinassa de Leonardo Boccadoro, Indice degli inserzionisti pee pao. 4 ice 1 copering Asocina Shen beg. 30 fare, pak 6a als PIE. hes BASH INST aa, 74 Marcucc! redilne ine Se page Neca Eten Cra Bunge pag, 22 Mesaraonica sonst ose BE pire EARTH pis 0 PARODL ether a BeUStA pabio et 3 Copyright by ETL - Etas Periodiei det Etg5,, boa YEON eee ‘Tempo Libero - Torino. Direzione, Am- FABBRAL bes 76 Veet baa. e ministazione, Abbonamenti, Redazione: Sevenu fa Witsixrr ag. west ETL, Cso V. Emanuele 48, Torino, te- lefono 513649513702, Una copia di Re igelettronica costa lire. 2.000. Arretrati Tire 2.300, Abhonamento 12 numeri lie 22.000 (estero lire 50.000). Stampa: Of- Bata Ae Sits er la pu 1clta Peay 2 Sed 9 a oo to il Teibunale di Milano con il. 112/ 72 del giomo 211-1972. Ditetore re ETAS sponsabile:, Mario Magrone, Pubblici®s inferiore al 70%. Tutt dst sono rs PROM | eras prom si vati. Manoseritt,disegni, fotografie, an- [___} 20154 Milano ='Via Mantegna, 6 - Tel. (02) 942465 - 389908 che se non pubblicatinon si restituiscono. || Ld 30.000) utilizzando il bolle ‘che troveral nel fascicolo 0 da richiedere Torino. Riceverai Ia rivista Per abbonarsi: basta versare sul CC postale N. 33073107 solo lire 22.000 (per I'estero Lire "Ufficio Postale e intestando a Radio Elettronica-Etl, C.so V. Emanuele, 48 che indicherai e il libro direttamente gratis A CHI SI ABBONA PER UN ANNO A Radio Elettronica UN VOLUME DI PRATICA ELETTRONICA lino di versamento tun altro qualsiasi dal primo numero casa. prezzo, Oltre al volume dono riceverai_ app pata la tua copia di Radio Elettroni ben dodici mesi e senza inche se il costo aumentass fatto i tuoi conti? Conviene abbonarsi perché innanzitutto si rispar lume gratis. Il libro, di circuiti, idee, progetti da autocostruire. ©) Ho gia versato Lire 22.000 per I'abbonamento. CO Inviatemi_mensilmente Radio Elettronica e gratis il libro dono. Cl Desidero maggiori informazioni. _— cosnowe: A RADIO ELETTRONICA C.so V. Emanuele, 48 _ TORINO. Per Icun aumento di - Hal pol si ha pure un letironi al lavoro, trat Per maggiori informazioni © per awertirci che hai pagato e che ti sei abbonato puoi inviarci il tagliando a fianco, debitamente compilato. Puoi incollarlo su cartolina postale. MARIO LACONI ELETTRONI AL LAVORO Rey Via Terranova 21/23 - CATANIA | AP-EL™ ge (095) 32.13.16 COSTRUZIONI APPARECCHIATURE ELETTRONICHE COMPONENTISTICA © APEL KITS @)| ALLARMISTICA | N. 1 CONTROLLO LIVELLO BATTERIA | z COME NEUSE SUBSET Henn ram 1 Hfeoemtnntteee | FS | ‘CENTRALE VOR 73 in armadio corazato rere) | we papaagors | Segment St Ess . for 70 SASSETTA PER SIRENA autoalimentata L480 {fo notmamente spore 6 SENSOR! meget tipo NO peer) Eee cam J | Seno iS KR SHIAVE spo minikeba Lo z30 31 Scio momaggio cares betera auicmatico | °° tr eeiee eee “= s=|( ALIMENTATORI cere ees aieatelieon «22 | 7 pumeutarone ve vos 4 Lane 1. 10 Airbiliesions HFT 20W con TOA 2000 100 18900 ee TORE cee tee ce aL TU RR, ou AIMEVTATORE tatizmo 380030 Y ngllo Lee Srila cinl cae am nme | | Stuttret cecizes pa tce venoms eae 1. 18+ Gruppo" eletrogeno. statico inverter) p. gow Mee 60-02 WNVERTER 50 Watt - 25 Voc/220 Vea - 50 He Loose fate eras ates tet Pint™ Sn same | | MVERTEN an “ia ooo Wes 0M tan oe ee tie aindh. teeth IMPENTE 3 Wa - Yeo Vou 3H rd 5 Tae Mit ut esse A M40 | | Chniga BATTERIA sutomsica 126 Vee «A teas te Fete . . avec, “tt me LUCI PSICHEDELICHE 3 x 1.000 Watt protessionale L 76.000 Bibs obshes seme ges pete ce tages eae Bas | | rasrenaveveromcn con menor a) IS SE ere a ang Bae wg Remeeecna dem Boemit ge gm | >see wwemnons te eat ae ett EEE HEE | | coteara tare via tmpdoce 0 «Aanlaenro 1B Miner storeo a 2 canals ut Somer mobic: AES soe E.D.L. (Ag. in Puglia) - Via Campione, 2 - Tel. 080-065481 - BARI cE reeset ttahan ow SES UE | | St RaToorbatcs YS igs Bausea ROMA EBS eet Ee HS HS | | Semeaeecomencs Tecan cae gece EB: Ceram teh ES BE | | sioe'eotue. ya corsa se. rmewe ta BEDE'AAPEAELE Wi ha" Canara Virnqrpenats 2268: cokers haoou Cayriuane prot per Teeceica dete maior perce Peer a Ta a Peer eta Be neces content Be irtonca- Vn taressa 2 CANO HAUTE Goons iaoen machoDRceeoee Seereimenta Setar ee 28 ONSassano 10) Mogan poison op ota Lt, —Peggnanio,h conansogno. 1 paso (amndone NA fa, - Pr eedion sop 20.0 lve anicipa able arrotondeto alloraine, = Space ai Wasporto, tare postal-o imballo § catleo Gol destingario. = Per Yevasione dele ia tute To dita doveno comunieare per Iscrta codes fleale al momento dell ordinazione.- Si eccattane orcin! telefon Inferior! t 80.000 Cxsioge a tchiosa inviando L500 in trancoboli, NON SI EVADONO ORDINI SPROWICTI O1 CODICE FISCALE ANCHE SE PERSONE INDIVIDUAL ‘1 RICERCANO RIVENDITORI cae ee eile oe CREMONA Petar ae et Hi ch Ct rs erect lavoro on dae ea GANZERLI... via Vialba, 70 Po ete (Milano) serie STANDARD INTERNATIONAL VI-EL novita’ 1980 TEC 101/B L. 62.000 Autoradio, AM/FM, con rirodunore saren per east a4 piste, camandi di egolaione volume, tooo, bloniomente candi ¢ sintona, Testi avanament vlace del nto © i esplsion alla esse Alimentzione: batterie 2 V, con negeio a masse, Dimension 185 x $5160 wm TEC 110 L. 32.000 Radiosvesia, FAW. Ooogio a ire digtall LED. alton lumina varible, SSS SSS SSS SS Antena inctiprta.Sistena avtatica dt svglia ‘can radio t svonea oman per volume, sistnia, cambio onde e reolzine evel Dispestvo sleep. Sensor. Aurclere Almetazine: baterie 19 'V = crete 20 V, 50 He, Dimension: 2203 55 x 15 mn, VEICOLARE MOD. 309 L. 180.000 ‘TRASMITTENTE. POTEWa ouscira ar TAM 4 Wats, S88 - 42 Watts EP GRPAEITA? I oBUEAzioNe. ALI is! ‘SOroneatione'anonicn Esnunintnro Bet BATE: 35,4. ple potena set, STABILTIA DI FREQUENZA: oluna, atuceh, seeton RICEVENTE. ‘al Saale Saleh eee! gensieusra awe NO iv per 10 08 (S4NIN fnicte i ianker OXOFE"RE'30-—rreuaztone patie Meno it 0. pV per 10.08 (S-+N1N cana Htorom, EEN ames ete cc ae or Migretre, cienlay diate oot SAGIAACN oe Se 1 50 pr mints a 3 mi BEESON, EGNATE Pum wn paswemame a SEKoRn, SUSIE ARS Ria oun UAE SRL ae INOLTRE: PRESIDENT - SOMMERKAMP YESU - ICOM MICROFONI TURNER VI-EL VIRGILIANA ELETTRONICA sas, CALCOLATOAI « BROTHER » Pazale Michelangelo 9/10 CHIEDERE OFFERTE PER QUANTITATIVE Gesell post, 3448100 MANTOVA - a ca7e/268020 SPEDIZIONE: in contrassegno + spese Laboratorio specializzato riparazion! apparati rice-trasmittenti {a WHEL © presente’ tutte To mostre radianstiche ogni tipo. TUTTI GLI APPARATI SONO MUNITI DI UN NOSTRO MODULO DI GARANZIA ® PRACTICAL PLAY KITS Be SYSTEMS KT 381 Mumuerno oicirae SECONDA PARTE CARATTERISTICHE TECNICHE: Tensione dalimentazione = 5 Vee * Max corrente asgorbita = 20'mA\* Portate — Tensions AC/DC 2y/20V/200V/2000V Fondo scale = Corrente AC/DC. 20mA/200mA/ 2A/20A Fondo scala - Resistenza 2Ohm/20KOhr/200KOhm/2MOhm Fondo scala DESCRIZIONE: II KT 90 @ la logica consaguenza del KT 280, infatt ‘abbinamento del KT 301 ¢ del KT 360, potrete costrurvi un 0 digitale che avra caratteristiche Veramenta professional 40 un costo estremamente interessante per la categoria in cul si In Serlsco tale apparato, Il multimetro digitale & ‘dventato ormai fo strumento in digpensabite ‘al laborato flo di qua: Sash hob: bista ai gust siasl pro. fessionista ela Play Kits, on questa nuo- ‘2 sentola dh mon: tagglo, he dato una sua Ssolucione, pratica ed eco 2 nomica, per auitari a risolvere questo problema Learsoo + IVA KT 386 siorn macsine exerponica CARATTERISTICHE TECNICHE Tensione d'alimentazione Max eorrente assorbita DESCRIZIONE II KT 386 rappresonta una ulteriore novita elaborata nei laborator ella Play Kits, infatt suo scopo 8 quello di sostiture Ia famose Sloth machine meceanica ancora in auge nelle famose case da gioco i Las Vegas. Nel Kr 388-non servono ne monetine né leve, lnfsttl per Il suo fur Zionamento & sufficiente premere un Solo pulsante esi vedranno | Simboll soorrere L 31.500 + IA ‘ Vee 500 mA, NOM “ DI DICEMBRE KT 385 rrovanirtessi evertronico CCARATTERISTICHE TECNICHE fensloe. dalimontrione Mins corente ssoraive DESCRIZIONE Ter 385 ped oncho venir consderat un divertente passatempo de ultra ov ompo con wet anil tala sat come b stata concep. oo overs conaderato un vero © pe Bro Bament dt mura por’ vost lesa sie vosta weit Feovione E%oho ttrumento utlssimo che si pub riveare indispensable per fa guide del'sutomobie, inftt porete, allenarl per milorara i oslo tempo el rezion, m modo tle ds provenre qualia incon voninte * U14500 + WA, Ry 5 Vee = 100mA, KT 390 romsots exerraowica CARATTERISTICHE TECNICHE Tensione s'alimentazione Max eorrente ascorbita DESCRIZIONE Grazie al KT 290 potrete sostituire Il vecchlo sacchettino delle pe- ine di legno della vostra tombola con un cireuto elettranioo a pro. Va di errore e¢' 9 prova dl = Tuffa = ‘Questo kit rappresenta una novita sssoluta nel settore delle scatole i montagaio slettronche, Ifatl, sino ad ora, non era mal stato pre Sentato nulla dt simile 33200 + WA 45 = 5 Veo = 500 ma CATE. NIERNATIONAL® aaoss excnoro m piano (Ri. -ITALY-Via al, 18 Tal (052) 6162024256 aut.) TELEX 520150 CTE | AUTORADIO CR 80 Autoradio AMEN Control gi volume, tone, sinonia = § tas pre eee t PREZZO L. 36.500 "AUTORADIO. MANGIANASTRI-AC. 400, fale caso commotion ‘hie MEX mga ‘at in de nat Siw AUTORADIO. MANGIANASTAL CR, PREZZO.L. 67.000 AUTORADIO MANGIANASTAI STEREO AUTOREVERSIBILE ‘nee deca 3.16 anes” Rlspoea a traquense 160 ~ Be HE =e Ber is dietione’ a marcia del nasio ™ Gomando avart ad" Indo UANGIANASTRI TosoT Botenza duscia 6 Wats - Impodenza d'uscia « - 8 ohms ‘Spulsione deli cansava © Almentaziono i2VG.0. meget Bimesion 30038 mm, MANGIANASTRI 10650 Potense aussi 10 Wate - Ingedenza duscita 4 = @ ohms ~ Alepos sr Pegeenn 1 ee: "Etat, ata tng, fanless Suite ai caneeio " Alimonasone ives” negins «massa AMPLIFICATORE STEREO D1 POTENZA AP 200 3 chm Alimontazione "2 Vere" Dimension’ Wx "ieeaa PREZZO L. 56.000 "AMPLIFICATORE EQUALIZZATO 7 SL ‘anterior “e ‘postefar = Gomena’ ci ‘canratios roquonaa. a? agers Grugeta io’ Wats x2 mpodonza’ deca’ # Ohm per 2 alfoparia 8 Shi per aobarant AMPLIFICATORE EQUALIZZATO GR7SL Bilanclamento asiider .Tndiestor’ luminos! a led. et velio duscia ReaD REY Ran Ee Kiln E Rite, AOR = ton 6 lt: 38 Wat 4°" impedeneecunelta« Oh Bd PREZzO 1. 74.509 ‘AMPLIFICATORE EQUALIZZATO EK5 SL CON REVERBERO TGreterentoy convotio tet 1 Ean» “Sple luminees per viasaninemts ie, ‘250 Het Ria, 9 RHE. 10 KNe'= Potonsa' Gaeta 2 Walle 4 cCopand! a si PLANCIA ESTRAIBILE DA INCASSO UNIVERSALE PH 175 Seas ate PREZZO_L. 10.300 Puc seme mas aes arate NaN Rasa a Ro ea C= Tal |g Ci 43100 PARMA casella postale 150 “KITS PA See 1 CUTLE. NTERNATIONAL® azorrenanovo m mano ms -ALyvia vali 6 Yo 0820 63601242525 re. aut) ELEX S206 CTE | [ANTENNA AMPLIFICATA ELETTRONICA AA1Ot COPPIA ALTOPARLANTI HI-FI 00152 Ce Ee Bina Fee anyne aan Flssagglo aletterno ou carozeria PREZZO L. 16.000 PREZZO L. 33.000 ANTENNA «PORTABOLLO» AMPLIFICATA AA 0022 dotivo " Comadiesia por ‘sopor ‘limontasons eve She oletal Coed mache PREZZO L. 12.800 PREZZO L. 42.000) ‘CARICABATTERIA CB 121 IN OMAGGIO: 1 PLANGIA ESTRAIBILE A CH! ACQUISTA: + AUTORADIO + 1. AMPLIFICATORE + +. COPIA ALTOPARLANTI LA SPEDIZIONE AVVERRA' SENZA SPESE!!! Tanione entata zaves. Tenge ietione fusible atom. = Formica, PREZZO L. 72.000 Meee ution Rn uct uae NN ea at aay tact ear Ud ICR PSYCHEDELIC LIGHT LP 007 Potenea: ton W gor canala (x 10h)" Sensibiita ingress regatabile sre ach tae cie She tien tm, colaeen Se A ates em el abt FARETTO LP 500 PER LUCI PSICHEDELICHE PREZZO L. 25.000 J) pREZzO L. 10500 MINI REGISTRATORE MR. 307 RADIOREGISTRATORE 2613, Potenza dusts: £09 mW - Aisposte Game i oszlong: AM s10 «610 Givawenca abe Ms" "Wibrstons Sere te teh PaaS mensions “ia% 30% 180" am aueltane Ausniatose 6 We. op! PREZZO L. 53.000 PREZZO L. 62.000 RADIO 7901 Sar "Sa MoD, ee PREZZO 1. 19.000 "RADIOROLOGIO 7803, ‘cult an um wae omn SS comer pat, rotons ein ge de Gansione’Gelin svealia = Comm fe por ia svogit eon raga 0 98 ‘ion’ Alimentazione: 280'Wo's maar: A Oe r PREZZO L. 28.000 "LE NoviTA’, PLAY? KITS 48 Le TROVERAI DA: an GAS CTE. NTERNATIONAL sco encnocoin mano. iTcv-vn van Ta: 0 azarae aR SH TE | Gli strumenti digitali sabtronicsG (Sous eSciC) aU ex-ante en FREQUENZIMETRO MODELLO 8000 B display a9 cifre LED frequenza da 10 Hz al GHz base dei tempi a 10 MHz compensata in temperatura tre tempi di campionatura risoluzione sino a 0,1 Hz T due ingressi con controllo di sensi ' fi 1 esa <8 oo oe a | va necsa) | GENERATORE DI FUNZIONI MODELLO 5020 A_ | | ‘onda sinusoidale, quadra, triangolare | frequenza da 1 Hz a 200 KHz in 5 in 5 portate possibilita di controtlo di frequenza esterno uscita separata TTL offset in ec per lavorare con ogni classe di amplifieatori e e @ sweep sino a 100:1 -e e per audio, ultrasuoni, sistemi di > servo sistemi, eee. {4 {4 | tvatnecsa) ~ '°9 2° 14 | impedenza ingresso 100 Kohat e |, @ protezione sino a 50 V. continui e per cireuiti TTL-CMOS-MOS-HTL massima frequenza 10 MHz memoria selezionabile ui sostituisce loscilloscopio| Tt “TT [ee amereeon ISSEMBLATO: 32.000 WWAINGLUSA, ' i Li trovate dai migliori rivenditori o direttam re) ati} NU Oa eae SEC CRTC RCO) Mod. Oscar @ 27 MHz @ROS <144 @ Guadagno 1,82 4B @ Potenza 100 W @ Iinpedenza 50 ~ @ Lunghezza 1,5 m. @ Accordo continuo da 25 MHz a 28 MHz @ Fissaggic a cartozzeria con foro @ 16 mm. @ Stazione mobile Mod. GPV @ Antenna Ground-Plane 27 MHz @ Guadagno 2,1 dB Potenza 500 W Impedenza 50 ~ Dimensioni max. 4,7 x 3,9 m. @ Stazione fissa ELETTROMECCANICA aletti. Via Leonardo da Vinci, 62 - 20062 Cassano d’Adda (MI) Tel. (0363) 62224 - 62225 Uff. vendite: Milano - Via F. Redi, 28 - Tel. (02) 2046491 inpustRIA Weil bi kit evettronica VIA OBERDAN 24 - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 KIT N. 83 MIXER 5 INGRESSI CON FADER 19.750 Mixer privo di frusco ed Impurity; st consiglia it suo uso in discoteca, studi dt registrazione, sonorizazione- fle KIT N. 89 VUMETER A 12 LED L 13500 Sostituisce i tradiional strument! dl misurasione; sensibi |i 100" mV, itnpedensa 10. KOhm. KIT N. 90 PSICO LEVELMETER 12.000 W Lse.so Gomprenda te noviths VUsmeter gigante composta dt 12 triacs, accensione automatics sequenziale 12 ormade alla froquonza desiderata, sccensione © speanimenta. delle Tampado modianto rogolatore slettonico, Alimentazione 12 (2, assorbimento. 100 mA. KIT N. 8t ANTIFURTO. SUPERAUTOMATICO PROF. PER AUTO. L 24500 Indleto per automa installable In casa, negosi eee Sempliclsimo il funrionamente; ha 4 temporizarion’ ‘con chiave lettrenic, KIT N. 82 PRESCALER PER FREQUENZIMETRO 200250 MHz tza760 Questo kit applieato all'ingresso di pormall frequensimeti no estonde la portata‘ad oltre 250 Mitz Compatilla con 1 circuiti TTL, ECL, CMOS. Alimentezione 6 Voc... oss0r- mento max 100 mA, sensibiita 100 mV. tensione. segnole ‘scita § Vp. KIT N. 85 PREAMPLIFICATORE SOUADRATORE BF. ER FREQUEN2. 1 7500 Collegsto allingrosso al frequensimets, « pullsce «1 segnali dd BF, squadra tall sognalt permettenda una perfeita, lett Alimentasione 5-0 Vee. assorbimenta max 100 mA; bands peassante 5 Hz=300 Kis, impedenza dingresso 10 KOhm KIT N. 96 VARIATORE DI TENSIONE ALTERNATA SENSORIALE 2.000 W 1 14800 Tle cieuito con Il semplice stioramento di una placchetta metalics permette di accendere. delle lampade nonché re {olare a piacere Ia. luminosith Alimentszione autonoma 220'V ¢a, 2.000 W max KIT N. 97 LUCI PSICOsTROBO 1 38.080 PRESTIGIOSO EFFETTO. DI LUCI ELETTRONICHE i cus permette di rallentare lo immagini dt ognt oggette in mov mento posto nel su ragolo dl luminosith 8 tompo di musica, ‘Alimentazione- autonoma. 220\V ea.» lampada’strobo In do. tazione = intensitaluminesa 3.000 LUX = frequenea cet lp {tempo di musica - urate del lompo 2 m/seo KIT N. 84 PREAMPLIFICATORE MICROFONICO 12.600 Preamplitica segnall di basso livllo: possiede tre etfcact controll! di tone, Alimentazione 20. gusdogna max 110 €8, lvello duscta 2 Vpp. assorbimento 20™mA, ITN. 98 DisPosiTivo AUToMATiCO I REGISTRAZIONI TELEFONICHE L.18.500 Efertua registanion’ telefoniche senza intervanta manual Vinserimonto dell'sppareechio non altra la lines telefonice Alimentazione 1218 Ve, asgorbimento 8 vuota 1 mA, 89801 bimento. max 50 mA KIT WN, 401 LUC! PSICOROTANTI 10.000W 3800 Tale KIT pormotte 'accension® rotativa di 10 canall dla pide ritmo mustese, Alimentazione 15 We. - potenzs alle lampade 10.000 W. KIT N. 102 ALLARME CAPACITIVE 14500 Unico allarme nel. suo genere che salvaguarda gli oggett alapprossimars di corp estrane! Alimontazione 2Vc.e. " carleo max. al ‘sonctbiltb regolabile KIT N, 108 CARICA BATTERIA CON LUCE DIEMERGENZA's AMPERE 1. 28.500 6 & ompbve KIT N. 98 AMPLIFICATORE STEREO 25425 W RLM.S, L. 57.500 Amplfcstore stereo ad site fedelts completo di preamli eatore equalizzto del convoll dol ton! bass, a @ mesh, Slimentatore sablzeate incorporst, ‘iimentazione 40 V ca. potenza max 25+25.W su @ ohm (ash35W eu 4 ohm) dietorsione 000% KIT N. 99 AMPLIFICATORE STEREO 25++25 W AM.S. L. 61.500 ampiiicatore catore equalizzeia e del contol dei 10 ad site fedeits completo di preamplit- nt base, al! © med limentatore stabilizto incorporate, Alimentazione 80 Vea. - potonza max 35-435 W au 8 ohm (601 SOW gu 4 ohm) distorsions 0.0 ITN, 109 AMPLIFICATORE STEREO 50+50W R.M.S,L. 69.500 Amplificatore storoo ad site fedelta completo oi preampli alore equalizzato ® Goi contol del toni bess: alte med, alimentatore stabiizzato incorpareto Alimentazione 60 V ca. = potenza max 50+50W au & ohm (70+70W su 4 ohm) distorsione 003%. s s es inpustRIA WAIiLbI Kit ELettronica VIA OBERDAN 24 - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 LISTINO PREZZI MAGGIO 1980 PREAMPLIFICATORI DI BASSA FREQUENZA AUTOMATISMI Xie M48 Promote tre Hs per bese © Kak sutomaton por autonebil 19.500 Kit N. 7 Prosmalificatore heft alta impedence. “7.80 nN ot superauromatico rote 24.500 GEN af Preampliicatore Niti Bassa Tpedenes L780 wien. z7 supeautomatico profesional Kit N: 88 Mixer 5 ingress! con fadder 9+30Vec L, 19.750 ara 28.000 KIEN: B¢ Presmlitiestore microfonico © i200 wit N28 Carica’ batter automatico regolabile eos a8 7500 arn. se Galea bateia at Michel Cacmio ieeoe KIN 4 Tomorizmtore’ dn 0s 60 sesonnt L880 KEUNL& Tempus prledionto da 0-90” 7 AMPLIFICATOR! DI BASSA FREQUENZA Kit N. 78 Tomporizatore” por teraicristallo 300 KigN. 4 Anplifiesore 1.5W L sao KEN 2 ormostte a’ ptecietone a 1/19 ot KEN: ob Armplitesors 9"rensigtr 4w t ei me 1. 18500 KS Amplitetre sere Sch w pare it N95 Bispostvo automatic por reaistacione KRW 8 AmBinemere ea "3500 teldntes 1. 16800 KEN, 3 Ampiicntore fo\W'mus © Sie KEN: $ Ampitcatoe 20 W AMS E tes pert KILN: 6 Ampiicstore 50 W RMS. C10 EFFETT| SONORI . eS £ EENC EE Sven iran tllana trance ‘ ALIMENTATORI STABILIZZATI tN, Sree, americans tL fin & t ‘STRUMENTI DI MISURA ses t Kit M. 72 Freauensimatro sigltale 1 59.500 ee é KEL fSSeSlerper reqtersmeto 200.250 mite 38780 xn t Kit N. $3. Preamplificatore ‘squadratore B.F. per Shy a ae 3A Sa t Nec ete yes eae re ERAS Aacusae Sasease 2 ne t at Sos cae 2 aoe itn. 09 SUS a 12 Wes £883 SOS ASE Stee SNE Loo APPARECCHI DI MISURA E AUTOMATISMI DIGITAL! Reva cag engremseanee PT See TAS EFFETTL ese note ae athe bas KGW 6e {Oger mor dgiaw cin oe 10 HER ienecrensrenyen EA ane bes EEE tne are EHS! | ampanecomt vam aig Gee eue cae | HES See ead HER ee one wy ES Sete a BEER Ge miss coats EER REE iRise eiicires 1 | PREZZI SON COMPRENSIVI DI 1V.A, ‘Assistenza tecnica per tutte Girton pressor, tot 4" component lettre Fen PAVORE Inbialczo in STAMPATELLO RK... 2 seatiooar Lg gt | sronaar gy SEMI : CONDUTTORI 825, JP osc8 040 too feo 15 disdi, Nally 3 Jig ESC. ha xcoul/f 108 fiat mBoo 9 Ba Rj YoIOR 1 died aganke Wid 00 Aco fw Wl 20. a A a0 tno 6] 0x 260 20 cue spss a os pi os 08 25) TRASFORMATORI 10 we, 4/208 / 5) pou Gu yc, 20 wisi! ANG Eater iat see 290 Yo-t.-t at iso & reer ote te Bi Serene woeiss ev dko 439 6. 2h. 39 = 40-5 % Boon 05.6.8. 9.12 03905 JP 49 0-4o.45 50 a, wo-sow {coves 1. xT. distal fe) #364 BGR eoniash oabifudo de poTR ‘eed dedi 000 opto orrerre Pah wa AES ELETTRONICA(S) ‘cIRCUITISTI 4 gas T wpe, F009, Sudlisitie ouliacido 1800 il A ek unatite WD aisPuay LT 20 BP ACOH iy vaioute eo 40 visPiAy LT 502 /50e, “CIRC STOMA “Woof sore! sewrene — Heeo SPLAY FID #00 p 30'cof 4 BxSETA Pron. sr40 4oeeo Doce AS jedi maton © 4400 $50 iti oukofond EULA SOURRE 08. BEmAY "Se. rs) ACELLA SOLAR. OY AA 43.000 ¥ 000 2 oxo syn 20scHne ike date 2 500 4 ole est wee ne 20 atom 5 20 Bnd San fo khgek Im tose ee pe NeDvio .0ROLoGio tt coe 40 500) MoovioeoReosio cH YE Leontine deat J 44500] ssi pone 3,1 #00 Tecate: silo pila Mlal Cecio y Geeface fe M 5399 Lav scoma F000 Degen cag by Sie¥ oo SURPLUS 8 wicncnaiche 30 whee See Pontes to.tod 1oee to Mp i won 1 ah ae ds Grate Pea Sane oY aca quar fish ab M0 wa fibeo su0 Sadie yafacmpowt boas ‘Suse ea nadia cane ha for 25x45 poorenir thé SCATOLE DI MONTAGGIO Su Peg FE un xcs ————. Ta ile 6950 ake Ads saa Bo op ada aC Piao. tesla pags B sedate wins Wo ee é ma smn Roa 3950 g Teh Rinckio 3450 § huueinereo whe ete thins S10 Ene] [Beis elapse bi, Seocolnche. | 9350 Dobygo Rung $880 VHoe ated” eee Zac pte Oa Fien ro si6 Lonmin, 12.840 to wont 1c pn ro watalle NS 900 pyran sent ag” co fo peas 1 tafe sagan wader \ co pe Che ID fips ae 1300 ne pastels teh, TASTIERA 49 Tost cafes nats F300 AE é lida coro GREER] « Prep som PERE ag too BE etinn vague. A500 “Testes Dinanio Som forte cn 1300 amma 299-30: dn ow fomli wit FRO ao wing mia, 8 ‘ we mele 490 Ba codiva audit, — Soo Cranchaye tangy, Ainohua wus, 300 A ftganfade ba 43 er eenn see ne eon 36 JALORL DIVERS! A « TIPO Tor, % ee th ‘ nd pie ae Puteutlon wuss WB conbeselon wine 4300 ucumole 20 cove wage, Udon one as , es ft Ato Senate mad 480 PTET acta 4 well unuiedunoy LBA BOUL seo emo 100 5.3.13 fi A ode vauistunes ae a Be 62 ponpen! 199 exe NATALE. se cimem a rrovare € urea! | £ vo.000 vacaussta AvRAr UN GRADO, OMAGGIO (GBSELETTRONICA gg” LTiurRo ReIE 46-220 eA Ao paksents mito} Minitester «NYCE» TS/2562-00 © 4.000 Q/V ‘© Ampia scala nera © Movimento antiurto su rubini ‘Speoiche tecriohe Minitester «NYCE» TS/2564-00 © 1.000 2/V specchio per eliminare gli errori di parallasse ‘© Movimento antiurto su rubini -15/2568-00 175/2562-00 oysrmiouriwiraua oan ERE @& nyce) ‘TEST & MEASURING INSTRUMENTS scuno il sto comptter Anche vol avete bisogno del computer personale Tutti hanno sentito parlare di microelettronica e di microprocessori. Malti ne conoscono i vantaggi ma vorrebbero saperne di pid. Molti amerebbero sapere tutto. Qui si svela che 2X80 é l'apparecchio pit importante del nostro tempo. Cid che molti anni fa era costosamente consentito solo ai grandi organismi, ora’é alla Portata di tutti; del professionista, della piccola azienda, del nucleo familiare, persino della persona singola. Lo ZX80 della Sinclair offre servizi i gran lunga superiori al suo prezzo. Pesa solo 350 grammi, & applicabile a qualunque televisore. Pud essere collegato a un registratore di cassette per la memorizzazione permanente di istruzioni e dati. E un piccolo apparecchio che pud mettere ordine in tutte le vostre cose ¢ aiutarvi pid di una schiera di segretari I primo computer personale veramente pratico 2X80 anticipa i tempi. Le sue qualita colgono di sorpresa anche i tecnici, poiche il raggiungimento delle caratteristiche che lo distinguono sarebbero dovute apparire fra molto tempo. & Conveniente, facile da regolare, da far funzionare e da riporre dopo 1'uso. Soddisfa l'utente pit Preparato, Esemplo dl microelettronica avanzata La semplicita circuitale é il primo regio delio ZX80, la potenza é il secondo pregio. insieme, ne fanno apparecchio unico nel suo genere. Alcune applicazion! ‘Acasa memorizza i compleanni, i numeri telefonici, le ricette di cucina, le spese e il bilancio familiare, ¢ altre mille applicazioni di cui si pud presentare la necessita Per il tempo libero Lo 2X80 gioca alle carte, risolve le parole incrociate, fa qulsiasi gioco ali venga messo in memoria, » QS Baseman SS archivio clienti e fornitori eccetera Per professionisti Calcoli matematici e trigonometrici, elaborazione di formule, archivio. CARATTERISTICHE TECNICHE MICRO. — Z808 LINGUAGGIO — BASIC MEMORIA, — 1K RAM ESPANSIBILE A 16 K TASTIERA — KEYPLATE CON SUPERFICIE STAMPATA VISUALIZZAZIONE — — SU QUALUNQUE TELEVISORE GRAFICA — 24 LINEE A 32 CARATTERI MEMORIA DI MASSA — SU QUALUNQUE REGISTRATORE MAGNETICO BUS — CONNETTORE CON 44 LINEE, 37 PER CPUOV., 5V., 9V., CLOCK SISTEMA OPERATIVO — 4k ROM ALIMENTAZIONE —— — 220V. S0Hz CON ALIMENTATORE ESTERNO (OPZIONALE). “8 rt : R838 : i saa @_2¢ figs 2 + a fowheeanenenene See eoeseae ieee 3 wm Ne yee ese e:AES°RS ESI Connettore a pettine: GPU: OV: 8V, 8V; segnale look: indiestore at memoria esterna in uso; due masse. Modulatore TV UHF RAM chips. Connettor! per registratore a casse slimentazione Microprocessore ZB0A, versione perfezionata del famoso microprocessore SUPER ROM (4K bytes), 220 ‘contenente:interprete BASIC, carater. sistema ‘operativo e monitor Tastiorasensitiva Sinclair COMPUTER Zx80___L. 285.000 ‘COMPUTER ZX80 KIT L. 235.000 ESPANSIONE DI MEMORIA SK RAM —L. 50.000 MANUALE PROGRAMML L. 18.000 ALIMENTATORE RETE L. 13.500 Siclsir zxso Gris ECCEZIONALE DALLA POLON. BATTERIE RICARICABIL Geran NICHEL-CADMIO » iguido, sealing 2 element 24, Ean samtrre Panic Ingerre i 905 Fano di'teaa anpita: pus "sopporst ber bre PB seceo Meanteaaice 12° thgy TUNPREME * occnio A aueste orren M90 tre an Bt bop MOB. to Slo tsb'mtin ca x Hae £ iss Bio ge jaana 2S & ie MOOCisbor TONCIN Tho wih S25. x ans E bes Moi" suai ToReIA 3800 mA 2 388% He ise + MOB: 38°TORCIONE Eh "mh S64 ea © te PREZzZ0 SPECIALE SCONTO ‘is PER 10 PEZZ. oe Qe i Ques Mop. ac avroarico Ge Fearon S FOREATICE Noo ihleta ngreso. Sv oficad GetmauTBA EEA ONE Uisene evewan \ POMTATICE . Fiyoreaconte Bagel MATERIALE ELETTRONICO ELETTROMECCANICO Via Zurigo 12/2A - MILANO - tel. 02/41.56.938 19 sino roahezns ge uso ai riser In paraliio eo PLAFOMIERA FLUORESCENTE SPECIALE Pen CAMPER ROULOTTE Ffnrana' avec. (eome.fatemsbie) Internitore tonale oi ineeriment SCONTO 10% PER 19 PEZZ ne pet "accodiar recent MOTOGENERATORE 220 Vee. Pron magatzino Yotore 4 tempi a benzing «220 Vap 0 3) eontemporenesmante 12. HEWES pet Dicbatae- Vina Toto con gran e mio pat PBer Predisporre ia Tensions a uote “a2 ioty eomprestabilzzatey ‘fo 3 Roe woxne 1. ses FJ : ge LBS ‘TELEINSERITORE Ta PULSANTIERA SISTEMA DECIMALE Surf sarang < metre ASCE bt me Eerie fae cooing SM S00 Benzing = ots AGME An elettico Cf MICRON, ‘Git 6200 Gavel motors LOMBARDI “AW elohrico LL 2MLaN0 Bain empiric: STAD1ZZATOR! MONOFAS! A REGOLAZIONE AGNETO ELETTRONICA sonsa lane 2 Ya 19% wa 29 Vac = 2h GERI INUSTLN oo BOREL rensw ¢ [ORE Beotiburen MATERIALE ELETTRONICO ELETTROMECCANICO Rear AUe ME Se2 eA RCS AP Sd MOTOR! ELETTRIC! «SURPLUS COME NUOVI~ SRoMPoTER SG Man ERS] * oy Re aa BE Fan eit non, {| 70228020 ait at coe Fi its ti = fom ent 1 0 Pol ic fee Gia eaeeh ERS! | meteaeep acon mance Lise FSi tty mle OMA AL, ERS | REGBREER ACOA NA SUE tie Peay 0 9 go RELERESB SSAA aw veo C ties tepacmae ‘ame REE SEEBuSreaM ere ae CTs vee: ME chs uoron passo-rasso | supotit ates 7b ne En sovon pagso-asso | ANC ot on Es VEnTOUA BLD PREP ce 62 20. [aupe pe eros ox am WER 112A per tase. 200 pig | GUIDA per scheda alt. 150 mm. Ca mega. Be Scere 9 ae | paar eee Toon, FB Peden Hemaaacs TESLA aCe | tatgtehtnetrssmuareie Ege Beas ce 8 ene ne nag | RESEETPEONE SUPE Ce ggg eve eon wt 6 rence ea a Get ES | TARE Pas oe ad Ho per unira tte Ye part Oe SERRAFILO alta corrente nevi Coe Sree ecm aS eyes, vaso | SEMRAREB AME Sore Bh oan Ea VENTOULA PaPST.MOTEREN SONRNR ee areas Ht 220 V - 50 Hz - 28 W MOTORIDUTTORI INTAMETRI 8 mice 205200 Sis at sine ats covec ie | WATERIALE VARIO gees ara IG Epeiintelne | ato lates da nesso veo bt TES 2° 9 rae tees Sececdce Pape MO'ie ae Rote savadi Ee Tipo hia 15 gun copsage salem 1.2188 | Cleat eatonic 3:6 Vee Donde 1300 EE Hae eT arin eoeie | BB/Ee EER | Clean setvoraccanca Veo. 1388 VENTOUE TaNGENZIALY Testa Sinn copes Ztgiem £8 | Stone taonne 1 veo 0 Cae TEPCERT ER ee eetbit "EW | Remeron atc con cco late. Sane vee 20 18H mm BY Sao onan Nema lermvoutn aoe 2 D0 2A La tee TRASE TOR! ‘Commutatore rotativo t vin 12 pos. 15A L. 1.000 za Boye2NE- BMA ayy BL | Goma rotavo 2 vin Spon 2k LB Ln Bia Pay £ BHR | Setar ine cwe pon pus tee nr con oo alt Soe gai EBS | Mite toncn eevaore ua Cae oo ‘B2OV - SO-T10N = 2200VA 30.000 | popina nastro magnetico @ 265 mm. foro 2 8 ee ee ay Egy | MNT STD mes. 0 fad ‘TIPO MEDDIO 70 BON autoke TTY = Testina Mono 1200 cone sons pot | SEPARATOR! Ol RETE SCHERMATL OFPEnre SPECI Fete? tarts mm | OY « OV = BVA 1 sgge | 5 sone con Tras. potensa 1 s000 oi By: Ba hnotmogea ncEeAeTL mt aoe ne Freyeon rego. i veloona| 20° ay ° Sane E Fee | eee ce tomes a tecupro bs mom iccouo ss Li soon FO ZY FO goal = consegna o\gtornt | S00 resistence ask 4-12 1ievaPle L400 enutrcat Eee eles mgsen 5 Sh Se ee oe Soe a Veo ‘TIPO GRANDE 100 forcing minimo L. FAA 1160 rasistenze di precisione a strato metallica 10 Fo ae ng pra pot 1 W Se La ae Bote Fon min Sl, gone 208 0,95 ue | MATERIALE OA COMPUTER COME MUOVO | 0 reslncecvsoe 05-30 ws 1H 2402 regu men FL Sibtty at™| MATERULE OA COMPUTER COME MOWO | Oreont sara atio wor0q" Lome be tasee tam Alimentatorg, sta esae soit Gorka 4b abby | 2 einer & grafte assort ase = ies? iran oe ae le Gent | essmsonat mat tie VeNTOU a8 Senn Ine? (aR seer are | MPM ag hae sdizionate Neo 2.88 15.000 | S00 cond. Mylard Policarb, Poliest, 6~600V SED Sere ton ad ET aera 2) supmnae sete dpa eta ox | cng Plt ena Cee pron 2m yiSee WEES Re inne] Ra ows He Ce TO Se act Le Be BEEN alte a BM ino t zea | 10 mis Suen ip oe ‘Va 10 Pres = 16 mm. Heo L. 21.008 10 pulsantiore Radio TV assortite 2.000 Puleantiors luminoss, Pasco Kg. § mater. cletir. inter. Switch cond. rwvowuzowio wenvarone| ar) sarod Sinatc!ge | ea a en ion i Sera, Sig? | pues Ka 1 epezon fo colag, 1am dam praon, caarnat| bse aginal mate aya Fee eh cnet 2 ma rym, Paso Ke. Pr sp tz Bn SSR gy be ie sceawics steREO 1 oMZZONTALE pene BY oa sasgtewineseene veo) MSGNN RE aio Ra state erm uate 51x31 |— 6 Tan comand (Res = Rw = PWG - Ply VENTOLE 6-18 Vow (Ast) ete 28% mm ne. crude a 70 & 100 ‘SS ‘nctre 12 v 6 Wt e WOGLET AG A GRANT ORIENTAT BVA ah gtengone por un asfor. & Bibs ion Keio RUS Vattoo G00 lo Out = In (War a — Cente pee ecle sitrovo = Alimatesone’ta Veo in nactuniesviane Torte completa oi tas ~ pres ore nas) ferry MATERIALE ELETTRONICO ELETTROMECCANICO SCA arses Mee eC) RP SKS] ‘GONDENSATOR! ¢ [OREL 11 goRoe taco) PROFESSIONAL! a5: EBa genus | be aeameais = «ER 193 me ov 3 SJE faery ACQUISTIAMO 1G te YS Bis tis BOR ye Beis E88 | IN ITALIA E ALUESTERO ‘S00 mE 100V 3 45 x 60 © 3500 CENTRI DI CALCOLO 40 me foov 8 38 3 E Soon (COMPUTER) fetta aula, lee OSD me Sav 8 es bk SURPLUS ALLE MIGLIORI prsattOpsion: oparsione'inbleckmods: fe fra excita agutuniva per hars Copy: to schorto 4. 1.300000] CONDENSATORI ELETTROLITICI ‘URITA" BT CALCOLS OLIVET PORT QUOTAZIONI eR clRouTO StaMPATo VERTICAL Piastra 16K sieke e616 | ACQUISTO MINIMO 50 PEZZi rome conti] BEE B te eeu a cfs] Bane & ' 2 Ieasn poet gs) 2 # fs ‘Stampante SV 40 C (Centronix) L “aoo.n00 | 1000 ME av Cs rshite Beans, tga) By & ts etimetiead EB) Be gE B or ftv 2 2 SpEGULe ypnocesson cues) Geceewe | BX ER RS es cue) BBEH. BOE Dinemice tect L150) Be Mon a a 2102 RAM Statica « ‘ator e Li enon us = COMPONENT! COMSEL t= GRAS Sea ELETTRONICI “ eG Cen Sum STs OADINE MINO LTS [SPESE POSTAL! A GARIGO DEL DESTINATAAIO - PAGAMENTO IN CONTHASSEGNO, MoBUCD onoLocio-wateas ELE’ dee C12 AW BA Prerer erreeereer eroppeeer ere epee : i CHANNEL Pies eee) Corea Il primo ricetrasmettitore omologato CB a 23 canali in AM e FM mod. CB-823FM-Polmar © 23 canali nella banda CB (27 MH). ‘@Funzionamento in AM e FM. {© Comandi: volume con intertuttore alimentazione, ‘squelch, commutatore canali @ Le indicazioni del canale, delfintensita del segnale ricevuto e della potenza RF in uscita, ‘e della condizione di trasmissione o ricezione, sono realizzate con sistemi a LED. @ Previsto per lutlizzo con unita di chiamata selettva ‘@ Potenza in uscita audio: 15 W. ‘© Dimensioni estremamente ridotte. 1.23 canal, sintetizzati con uno speciale circuito sintetizzatore di frequenza PLL (phaselockdoop), sono indicati con un sistema digitale a LED. Sempre tramite dei LED, si hanno le indicazioni delle condizioni di trasmissione o ricezione, nonché la ettura dellintensita del segnale ricevuto della potenza RF in uscita Il icevitore & di tipo supereterodina a singola conversione ‘con circuito di controllo automatico del guadagno (AGC) Ja potenza in uscita audio @ di 1.5 W (su 8 ohm). Dispone di un microfono dinamico (600 ohm) E predisposto also con un‘unita di chiamata selettiva MARCUCCI... Exclusive Agent Milano - Via Filli Bronzetti, 37 ang. Cso XXill Marzo - tel: 7386051 | MOSTEK AR 5 TECCOR i 7 ] GENERAL INSTRUMENT l PERE] Rene: SE=Ze mus ol Vematron .... ifsiis iu COMPONENTI, STRUMENTI, MATERIAL! PER L'ELETTRONICA CAP 20025 DOCUMENTAZIONE 'E CONSULENZA TECNICA. grants, ORARIO: 9.12.90 / 1430.19 } (0331) 596296 SABATO CHIUSO eT EAIRCHILD he SILEC ‘SEMI CONDUCTEURS Ts PER CHE COSA Cl DISTINGUIAMO: ay SNELLEZZA, DINAMICITA’, POLITICA INDIPENDENTE © conseguente GRANDIS- SIMA FLESSIBILITA’ che ci permette di tenere a stock ci volta in volla i compo. nent delle case pid appropriate, cttimizzando | rapport! prezzo-quallta, con PRONTA CONSEGNA (su tutto quanto a magazzino) nel vero senso dela parola e ci proce. ‘are quanto non in casa in TEMPI MOLTO BREVI (qualche giorno. se a stock. in Milano in. aimeno uno dei numerosi distibutori della varie case costrutirie! con 7 {uali abbiamo particoleri accordi e conta quasi giornalier), [= QUALITA': Non trattiamo component! se non provenienti direttamente dalle case ostrutrici © dai relatvi distributor! ufticiali (nan @ assolutamente detto che un ‘componente, che « epparentems Sia « buono »: tuttaltra, cl sono in giro i seconda scelta », con scarti parametric! 19 pol in campo un mare di problem! strani ed inesplicabil ra ben altro di quelle poche lire talvolta apparentemente molt componenti voigarments anche notevall, che FeCONSULENZA IMPARZIALE (vedi politica Indipendente) E DOCUMENTAZIONE TECNICA su tutto quanto trattato: fotocople del fogi tecniel vengono inviate a1 client ‘che ne fa 81 procurano comunque nel giro i qualche giorno anche | data sheet» orginal SPEDIZION! VELOC! SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE A MEZZO PACCO POSTALE CON PAGAMENTO IN CONTRASSEGNO E SPESE POSTAL! A CARICO DELL'AGQUIRENTE (si concordano con client! abltual altr sistem ci spedirione ¢ agemente)'@ con ORDINE MINIMG, anone’telafonco {serio per muss cions © National completo 6 CODICE FISCALE e/o PARTITA IVA, NUMERO DI TELEFONO © NOME Semiconductor | BELta PERSONA CHE HA EMESSO COnDING) ot" '2" bo) uEeioneuTe ee INFERIORE a L. 1.000 PER VOCE (ad os.: in un ordine di L. 40.000 non devono gu, Fare pid di 40 voc!) - Componenti anche simil, ma oletricamente di valore divetae, vongono consierati voc! diverse. = PREZZI: Sono solitamente pid che buon! nella gamma centrata tra qualche mic lialo @ qualche centinaio oi migliaia di lire per voce a sono aticolat in colonne (da + 2 9 pezzi, da 10 a 99 ecc,) scendendo molto rapidamente, soprattutto per git articoli_a basso costo unitario, al salire dei quantita {incidenza dei cost fas), — CLIENT! TIPIC: Grossa industria non elettronica, medio-piccole dite elettro. niche “srigianall, scuole professional laborator! scientific, ior!” professions Consulenti, hobbisti (..senior) - CONDIZIONI SPECIAL! PER RIVENDITORI. (chs preghiamo di contattarci direttamente, — KIT DI MONTAGGIO originali di nostra progettazione sono disponibi per elet- tronica industrialo © generale a prezzi molto convenient CATALOGO-LISTINO: Viene tenuto continuamente aggiomato © mandato dletro Finvio anticipato di L. 1.000 (per spese postal @ gostionall) o gratis (su nichista) 4 chi fe acquisti superiori aL, 50.000. 3 PIHER a GANZERLI sas C2 op: ® MOTOROLA Semiconductors [Texas INstRuMENTs SIEMENS TEB/AnsLey Tra le lettre che perverranno al glornale verranno seette¢ pubblicate quelle felative ad argomentl di interesee generale. In quest colone tna selesione dela pout gia pervert Il calcolatore parlante Ma 2 vero che stanno pensando di costruire un calcolatore parlante? La cosa mi sembra incredibile ancke a livello di possibilita teorica, ciod che una ‘macchina possa parlare. E come la mettiamo con la lingua? Vorrei comungue immediatamente comprar- To. Stefano Conti - Roma Puoi gid comprarlo al prezzo stracciato di 300.000 lire senza preoccupazione: @ gia in vendita a Milano (per informazioni EDELEKTRON, C.so Sempione 39, Milano). Il TI Language Translator @ il primo traduttore elettronico tascabile del mondo in grado di mostrare © contemporaneamente insegnare come pronunciare le parole straniere. Qusto rivoluzionario prodotto, unico nel suo ge- nere, pud pronunciare parole, frasi ed espressioni di uso corrente, mostrandone ed eseguendone pure la corretta scomposizione in lettere (« spelling »). Il TI Language Translation & un valido ed essen- jale strumento per ogni occasione ¢ situazione: al ristorante, all'aeroporto, all’hotel, in taxi, nei nego- zi, nei musei... Alcune caratteristiche — traduttore elettronico portatile dotato di modulo linguistico « Solid State Speech > intercambiabile, ca- pace di tradurre su display in 4 differenti lingue, se- condo tutte le possibili combinazioni, e di pronuncia- re la lingua relativa al modulo prescelto. — ampia scelta di moduli intercambiabili, onde po- ter scegliere la lingua che si desidera venga parlata dal traduttore stesso. — ogni modulo linguistico contiene un esteso insie- me di parole e frasi fatte, direttamente selezionabili da tastiera, che possono essere facilmente tra loro combinate, onde realizzare oltre 3000 espressioni di uso corrente per ciascuna lingua. — traduttore dotato delle seguenti funzioni: traduci: permette la traduzione visualizzata e parlata delle parole impostate lettera per lettera da tastiera; fra- Se: permette la traduzione di intere frasi. ig a 8), ae completa la tua ence! e relative 'basi sperimentali’ In prove Aichedhettpte! Pot, sede tu ‘tao la vata del met troverl itrmasion che ewer ena ‘aiconta personament, dela seta Gey noato ature w goa ompilozee Gel corso. Spel questo, buono: invest poriltue futuro! Conekcer | sop dol ELETTRONL tlt una leslone ‘Exlnor spare cals scenzns soma Sebura neceusta dogg UELET- FmONIGA's Irmaceo one porate Giriglorare leu capacts, 3 quecs Grave ts, quaingue ia us 0 Tsone ale Teapere stor ‘we @ sure pet fare catiara on ie siates Mca ant ice neue ern setae ne ae Sar cayiimegn ot ete Se a senvers par posta, n prova gratuita «senza impegno- esong decree &| ELETTHONICA con espermen cepts Mot~ ! (Cesperensa_1St_nallvsoane Franto a cstanza ¢ goantte ca S'Eotronca «ty Rago » Eat Sisogno tecnco* Caen core PP etormazion au test ISTITUTO sviZzERO bITECNICA (eee He 25 Il mistero svelato. | nomi dei lettori che hanno risolto bene il circuito. *uovo di Colombo dell’anno 80 si chiama “bole”. E il pit semplice circuito elettronico, rea- lizzato con i componenti.basilari dell’elettronica moderna © pud es- sere utilizzato come gadget multi- forme, Pud essere destinato a sem- plice richiamo pubblicitario; pud Tappresentare un originale porta- chiave unisex, oppure un ultra- moderno ciondolo-gioiello, Indossato da_giovanissimi, spre- giudicati e vogliosi di mettersi in evidenza con ogni mezzo, fra la massa variopinta di correnti rock, punk o casual, @ un simbolo: quel- lo delera che stiamo vivendo, La natura inventa per la fauna forme sgargianti di piume, colori e de- sign; noi abbiamo escogitato per voi una creazione esclusiva, una ides resa tangibile, una innovazio- ne mesa in pratica, una “cosa nuova” che richiama_attenzione, curiosita e... perché no, un po? di ammirazione!! La novita & scontata, Ia simpa- tia e lo sbalordimento che circon- dano il “bole” lo dimostrano, 26 Bole gioiello ‘Tutti i giorni ci capita sotto gli occhi un semaforo che lampeggia, Vindicatore di direzione di un’auto, © una insegna pubblicitaria che si accende € si spegne ad intermit- tenza, ma cid non polarizza pitt la nostra attenzione; Vocchieggia- re del “bole” invece, con la sua piccola luce rossa, magnetizza il nostro sguardo, assorbe la nostra attenzione © soprattutto mete in moto quel meccanismo del cervel- lo atto a dare una spiegazione sul funzionamento di quel circui- tino microscopico, che lampeggi in continuazione, senza fermarsi mai e senza alterare la sua caden- za, martellante, psichedelica, affa- scinante, ipnotizzatrice. E indubbiamente l'uovo di C lombo, pochi elementi, una luce rossa ammiccante e il gioco é fat- Spaziotronico to: bastava_ pensarci! ‘Senza chiamarla « invenzione > ma neppure relegandola al rango di «scoperta dell'acqua calda >, ci piace chiamarla con un termine che, visto il tema di novita ed at- tualita, coniamo appositamente e la definiamo: escogitazione. Fino ad ora Velettronica, «da indossare », era confinata nell’oro- logio o, tutto al pit, nella minical- colatrice; oggi la possiamo appen- dere al collo, sul bavero di una giacca con una spilla, nel porta- chiave dell’auto, sulla scrivania co- me fermacarte-ricordaimpegni e an- che come contasecondi luminoso. Si, poiché la frequenza del < bo- le», con i componenti da noi usati, & di 1H, ossia si ha un lampeggio ogni secondo. di LEONARDO BOCCADORO 1" gadget elettonico Bole, al colo @) una donna © come portachiave. 1 progettino ® disponibile In scatola a! montaggio. Sveliamo il mistero Passiamo alla spiegazione del funzionamento tecnico alla elen- cazione dei valori e delle mansioni dei singoli componenti. Questo, in- fatti, era il tema del concorso ap- parso sulla nostra rivista del mese di luglio di questo anno, A questo proposito abbiamo ri- scontrato un grande plauso, dimo- stratoci dalla grande quantita di partecipazioni che ci sono pervenu- te da tutta Italia; certo la speranza di avere un «bole» dargento in omaggio ¢ Vapparente semplicita del circuito, ha spinto molti tecnici, appassionati e hobbisti di elettr nica a dare una concreta soluzio- Le risposte sono state delle pitt varie, ingegnose ¢ strava- ganti; alcuni hanno proposto qua- si il moto perpetuo! Molti hanno preso fischi per fia- , abbastanza si sono avvicinati, pochi hanno sfiorato dun soffio la soluzione, pochissimi hanno azzec- cato in pieno la soluzione esata. ‘A questo gruppo sparuto, dieci in tutto (i nomi saranno elencati in a IL RIQUADRO D'ONORE paste era eee zione un Bole in omaggio diretiamente a casa. 1) Graziano Cornoni, via Zingara 40 - 27029 Vigevano (Pavia) 2) Renato Zamporlini, via Gattinara 30 - 45100 Rovigo 3) Mareo Ciuti, vin Padova 555 - 20132 Milano 4) De Paoli Sergio, via Trieste 2 - 00053 Civitavecchia. = 5) Alberto Amico, via §. Francesco 6 - 20065 Cemnusco Sul Navigiio 6) Giampietro Fabbri, via Zannoni 4512 - 40154 Bologna 7) Umberto De Giuseppe, vin Galeno 52 - 80055 Cas di i 2 in at ai a I 10) Li Castri Giacinto, viale Kennedy 96 9) Alfredo Redaelii - 28030 Dissiino di Re queste pagine in un riquadro che chiamiamo donore!), facciamo un applauso e diciamo bravi (13), la vostra costanza e la vostra passio- ne sono state questa volta premia- te. A quelli che pur volenterosa- mente hanno partecipato, diciamo: sara per la prossima volta! A quel- i che si sono awvicinati, non pos- siamo mandare il «bole», ma li nominiamo per premiare la loro operosita: Marino Giovanni, Taranto; Ma- ria Antonietta D’Andria, Taranto; Gabticle Garbuglia, Camerata Pice- na; Elisa Berto, Vimodrone; Ezio lino; Francesco Russi, Laterza; Giuseppe Simonini, Arborea. Descrizione Tecnica Per realizzare il « bole » sono ne- cessati cinque componenti: un cir- euito integrato mini dip, un con- densatore al tantalio di ottima qualita e di valore motto preciso, una pila mignon allossido dar gento, un microinterruttore a slit- ta, un led da 3 mm a basso valore di polarizzazione e, owviamente, il cireuito stampato per inglobare il tutto. La disposizione @ stata ap- fF} ic —E Schema elettrica de! circuito del Bole. Bianchi, Misano Adriatico; Gio- vanni Ciattaglia, Cisterna; Massimo Lazzarelli, Camerino; Francesco Guidoni, Lucca; Ferdinando Ver- gini, Roma; cav. Roberto Allegret- ti, Pisa; Vincenzo Locritani, Ro- ma; Giuseppe Salvo, _Crotone; Gianni Passiatore, Contea; Umber- to Ottanello, Masone; Ennio Capo- tosti, Milano; Aldo Russo, Ey positamente studiata per rendere Vinsieme, diciamo, coreografico © funzionale allo stesso tempo. No, non ci siamo dimenticati la re stenza, questo componente infatti non serve ai fini del funzionamento, @ stata inserita per rendere pid) ar- tistico e colorato il < bole ». Que- sto perché, anche quando & spento, sso rappresenta un gioiello di tec nica e di valore, un insieme di for me e di colori che si incuneano e si compensano _vicendevolmente, rendendo una visione variopinta, racchiusa in una cornice di argen- to, lucidissimo e brillante, incasto- nato in una borchia di plexiglas trasparente che conferisce all’insie- me un tocco di futuribilita. Oppure Vargento & dorato e la borchia é di legno pregiato con mille venature naturali del legno, di colore bruno, che si abbina perfettamente all’in- sieme, conferendogli un aspetto di pregio particolare e di elegante presenza, Il cuore del circuito, ovviamen- te 2 Tintegrato [M3909 che, ap- positamente creato per svolgere questa funzione, 2 unico nel suo genere. Al suo interno sono allog- giati alcuni transistor, poche resi- stenze ¢ uno zener. Tutto cid sa- pientemente configurato e con lag- giunta esterna di una capacit& ¢ di un Ted si comporta come un oscillatore, La frequenza di osci lazione & inversamente proporzio- nale al valore di C ¢ fa lampeg- giare il led con una luce partico- larmente brillante, nonostante Vali- mentazione sia estremamente bas- sa: 1,5 volt. Nessun circuito, composto di so- i tre componenti, farebbe accen- dere un led con una tale lumino- sité ad una alimentazione di un volt ¢ mezzo. I! problema stato risolto sfruttando la carica del con- densatore, che, al momento della scarica, attraverso il led, si som- ma alla tensione di alimentazione, svolgendo la funzione di « boo- sting». Da cid ne deriva che il consumo, in termini di corrente, & molto limitato; cosicché la picco- lissima pila fara funzionare il cir- cuito per mesi ¢ mesi. Questa bat- teria, del tipo usato per gli orolo- gi clettronici, @ alPossido di ar- gento ed é di facilissima reperi- bilita in qualsiasi negozio di ot- tica 0 orologeria, Il condensatore, del tipo tanta- lio a goccia, riveste particolare im- portanza, poiché, dal suo valore dipende ‘la frequenza di lampeg- gio; nel caso il dispositive fosse usato come contasecondi, la_pre- cisione del valore nominale di ta- Ie elemento & fondamentale. Non solo questo parametro & impor- ante, ma anche la sua corrente di cllacage » deve essere la pit bassa possibile, poiché, in caso contrario, andrebbe a detrimento della pila che si scaricherebbe in un tempo inferiore al previsto, An- che il led deve essere di buona qualita e con un basso coeflicien- te di polarizzazione per fornire un lampeggio molto brillante. Chi vo- lesse variare Ia frequenza dit lam- peggio lasciando invariato il valo- re di C, pud, per aumentarne il ritmo, sfruttare la stessa resistenza lizzato su vetronite di spessore 0,5 millimetri, questo per rendere ‘il «bole > pidl leggero e piatto. Olire a questi componenti_es- senziali, ci sono quelli secondari, ma non per questo meno impor- tanti, Per la pila, ad esempio, non esiste un portapila cosi piccolo, per cui abbiamo dovuto realizzar- To cosi come @ stato fatto per la cornice in argento. Le due clips che compongono il portapila sono state concepite per tenere salda- mente bloccata la pila e fare un ottimo contatto elettrico. Cid & stato assicurato realizzando le due ti i componenti del «bole », so- prattutto gli ultimi descritti ¢ per non togliere a nessuno il. piacere di realizzarlo con le proprie ma- ni, abbiamo deciso di approntare una scatola di montaggio chiama- ta «Kit-bole » che pud essere ti chiesta al seguente inidirizzo: Bo- Ie-Boccadoro, via Solferino 13, 50123 Firenze. Il pagamento sara contrassegno, ossia pagherete al postino al ricevimento della merce. I prezzi sono: con cornice argento ¢ montatura plexiglas; — L. 9.500 per il «kit-bole » con cornice argento dorato ¢ mon- tatura in legno brunio pregiato. ‘A chi si chiedesse della. diffe: renza, diciamo che & tutta nel ple- xiglas che costa di pil come ma- teriale manufatto e richiede pid manodopera di lavorazione € lu- cidatura. ‘A. questi prezzi vanno owvia- mente aggiunte le spese di contras- segno ed imballo, circa L. 1.800. In pratica vi sara spedito un pac- chettino che conterra tutto occor- rente per realizzare questo gioiel- lo: 1 circuito integrato, 1 conden- satore al tantalio, 1 led rosso mi- Il montaggio 1p cs oOo Circuito stampato @ disposizione component PER EVENTUAL! ORDIN! (su cartolina postale) tole» mona Begone plexiglas, 12500 eal, We bole » matt genta dovtoegra L.11.800 cad. “Kittle » gor plexiglas No iol» genta deratodogpa L950 ead. + spese spedvione conrassegno ¢ imballo Firma 1.10300 ca. CD collegandola fra i piedini 1 e 8 del- Pintegrato. Ovviamente pitt si ab- bassa il valore di tale componen- te, pid il lampeggio sari. veloce. Fra 1 ¢ 50 Kohm si ha una ap- prezzabile variazione di lampeg- gio. L’interruttore & un piccolo sli- der a paso integrato con otti- me caraiteristiche elettriche ¢ mec- caniche. Il citcuito stampato & rea linguette in argento 925%, lo stes- so argento della cornice. Per chi non fosse particolarmente ferrato in materia di metalli preziosi, di- ciamo che il 925 @ uno dei mi gliori argenti lavorabili, esistenti in commercio. Wl kit Vista la difficolta di reperire tut- niatura, 1 pila all’ossido d'argen- to, 1 microinterruttore, 1 resisten- za, 2 clips portapila (1 polo posi- tivo, 1 polo negativo) in argento, 1 circuito stampato vetronite, cornice in argento con doppio anel- Jo, 1 borchia reitangolare di sup- porto plexiglas o in legno (spe- Segue a pag. 50 a ‘era una volta un fratello, che, appassionatosi di computer, aveva alla fine comprato un « per- sonal >, Il sottoscritto dapprima scettico, poi sempre pitt curioso, aveva, dopo breve tempo, gid al lontanato il fratello dalla sua «macchinetta » e appreso i primi rudimenti della programmazione. Da cosa nasce cosa, e appena due mesi dopo, aveva gid riempito di programmi una cassetta magnetica. Cereando tra i vecchi ricordi, qual- che tempo fa girando quella cas- setta, ho trovato un programma che forse sorprendera tutti coloro che pensano che il computer sia un tipo «chiuso >, dal carattere scontroso, solo intento a far di con- to. Ebbene non @ cost, ¢ con il programma che fra breve vi de- seriveremo, vedrete che anche i calcolatori 0 almeno APPLE IT che usiamo noi hanno un’anima ¢ ‘che possono persino suonare. I programma Come per ascoltare un brano musicale sono necessari l'esecutore, % 3 Mozart o Bach 0300 os01 0302 0305 0306 0308 0308 30D O30E 9310 os13 0316 AD 50 CO LDA S C030 88 DEY Do 05 BNE Ss 030D CE O1 O3 DEC S$ @301 FO 09 BEQ S 0316 cA DEX DO F5 BNE S 0505 AE 00 03 LDX $9300 4c 02 03 MP S 0302 60 RTS Lstato del progamma in linguagglo macchina. di MASSIMILIANO STADERINI lo strumento, ¢ Io spartito, cos} in questo programma in BASIC, di- stinguiamo tre parti principal. L’e- secutore, @ formato, ad es., dall'i- struzione di riga 170; lo stru- mento @ la subroutine in linguag- e gio macchina, generata dalle istru- ioni a riga 20 e seguenti, che & automaticamente Chiamata dalla CALL. 770 a re ga 170; infine lo spartito, che & costituito dai DATA letti dalla READ I, J. Tnnanzi tutto, perché usare il linguaggio macchine del 6502 an- ziché il BASIC per la subroutine? La spicgazione @ semplice. In tut- ti, 0 quasi, i personal computer, Semiminima 100 c'@ un programma (« interprete >), che traduce le istruzioni (del BA + Croma 50 SIC nel nostro caso) nel linguag- : gio proprio del microprocessore + Semicroma 5 che @ il cuore dell’apparato. Il pro- + Biscroma 18 gramma interprete funziona cost esso prende una istruzione del pro- + Semibiscroma 10 gramma e la traduce in linguag- gio machina, rendendola, cosi, ‘c appetibile » al microprocessore il quale la esegue; si prende, quindi, Tistruzione successiva e cosi via, rendendo il procedimento abba bebe bp Prospetto (J) dol valori durata delle note. ” Start — Carica T!accumlatore Torna al programms con 41 contenuto della in BASTC menoria C636 —— Decrementa ai uno iT valore contenuto nel registro Y Ti valore della nota 8 uguale a $7 Tl valore ai 8 ale af 7 Decrementa di uno 41 valore che setta Ja durata della no- ta Decrenenta 44 uno 41 valore contenuto nel registro X Carica 11 registro X con 41 valore che set ta l'altessa della no- ta Esposizione dol dlagramma di flusso in riterimento al programma in linguaggio macchina, PROSPETTO RIASSUNTIVO DEI VALORI DELLE NOTE (valori di |) 255 Fa 12 240 Fa desis 135 220 Sol 24 Fa 210 Sol diesis 119 Fa diests si 200 La 11 Sol Do 190 La desis 106 Sol diesis Do diesis 180 Si 99 La Re 170 Do 92 La diesis Re diesis 160 Do diesis 87 Si Mi 150 Re 81 Do 76 8 70 ot 60 56 54 52. 49 45 stanza lungo e perditempo. Se si usa il linguaggio macchi- nna, invece, il processo dit acquisi- zione ¢ di esecuzione delle istru- Zioni, risulta notevolmente sempli- ficato e velocizzato non dovendo il microprocessore usare Vinterpre- te. B chiaro, dunque, come nel no- stro caso fosse indispensabile, per la generazione delle note, un mec- canismo di questo tipo, rapido & preciso. Ora ci accingiamo ad esporre la subroutine in linguaggio macchina cui ho accennato sopra; essa parte dalla locazione di me- moria 770 (in decimale). A chi vorra controllare di persona que- sta subroutine sul proprio personal bastera entrare in Monitor e chie- dere il listato del programma dal- la ©302 (in esadecimale), in poi Le locazioni 03000301, servono rispettivamente a dare una precisa indicazione dell’altez- za ¢ della durata della nota. Sono, se vogliamo, delle variabili che di- pendono dall’esterno, cio’ dal va- Tore che viene loro assegnato dal programma BASIC. Mi rendo con- to che il programma cosi com’e & un tantino difficile per i non ad- detti ai lavori, ma penso che il di gramma di flusso chiarira ogni dub- bio. Dopo lo start, cio’ una volta chiamata la subroutine, la prima istruzione dice di caricare Paccu- mulatore (0 registro A, il primo dei registri del microprocessore) con quanto & scritto nella locazio- ne di memoria CO3O ex (ex sta per esadecimale). Questa memo- tia & collegata internamente a dei «flip-flop » a doppio stato che ge~ stiscono Paltoparlante. Ogni_ volta che Ia memoria viene letta, i fii flop si pongono nello stato oppo- sto a quello precedente producer te un . Ora attenzione! Le istruzioni in Data Il click dellaltoparlante, si pro- durra maggiori volte tanto pit. pic- colo sara il numero che setta ’al- tezza della nota. Si tratta di una divisione di frequenza in softwa- re. Infatti la frequenza dei click @ pari al rapporto tra la fie ed il valore caricato sul registro X, La frequenza con cui viene decremen- tato il valore della durata della nota, sari, per analoghi motivi, uuguale a fix/256 giacché il regi- stro Y non viene mai caricato. Il valore della nota non influisce al- lora sulla sua altezza, Dalle pre- cedenti formule si potrebbe intui- re che se si dimezza il numero che a Valtezza della nota, in teoria anch’essa dovrebbe raddoppiarsi in frequenza. In realtd, non @ cosi, come si pud anche vedere dallo specchietto illustrative dei valori delle note, poiché vanno conside- rati i ritardi che il microprocessore hha quando controlla gli zeri. Il secondo nerbo del program- ma, tornando a quello in BASIC, & ‘come detto, costituito dalle istruzioni di DATA. Esse consta- no di una serie di numeri, non 450 460 470 480 490 500 510 520 530 540 S50 560 570 580 590 600 610 620 630 DATA 439257 411259439257 49925 154925749 925 154725756925 7544 25 5472515625764 92597392596 4) 25 9561257739 25987 925976125 173925187 1259769257739 25 9647 25176 125192125987 12577612599 24251879200 DAEA 73925981125 187125199925 PULL 125999 9 25987 125181925973 L925 96425956925 7549251549259 56925964925 s73y 2517372508192 5187 251991257111 72519902598 7125181 1251739251649 25756925 754925 DATA 52+100149100+73725 981» 25187 125199925 9111125999125 87 1251819251731 25 16472575602 5954725754725 7561257 64725073 125973925981 925187 125199 259 87 9259739251111 1251879251999 259817257119 725999025r 111720 0 DATA 93,25) 415257 43725249925 1549259499 25954725 9569251647 25954925956» 25164725770 02576 4p 25956125 970925987 925776225 170125187 125 964925970125764y 2515612515425 756025 95492504 94251437259 457 25943925945 025 DATA 43925745» 2594325952925 AL 257439259417 25 7437259417 259439 25941925 7430250417 2504 3y 25949 925754925756 925954925 949 9259561259549 25 0497257439 25164925 170 y 25164725 95692597 0256412001649 100 DATA 00 READ IvJt IF J = 0 THEN 540 POKE 748/It FOKE 769+dt CALL 770 GoTo Sio FOR P = 1 TO 2000t NEXT P HOME INVERSE PRINT "$$eeeeeeeeeedoeeeeeas saeeeeaeseeeeaaaaa PRINT *# va PRINT "+ L. Vs BEET HOVEN oa PRINT "4 PRINT *# ‘PER ELIT sat ” PRINT *# ” PRINT ‘# ARRANG. DI MASSIM ILIANO STADERINI #" rf cor’ VIA messi a caso, naturalmente, che so- no poi letti alla fine a due a due dalla istruzione READ di riga 162. 1 numeri di DATA presi a coppia dal READ, e poi immessi nel programma in linguaggio mac- (tramite le istruzioni POKE) costituiscono le due variabili in pendenti di cui, se ricordate, ab- biamo fatto menzione prima. Tl primo numero della coppia, & quel- Jo che setta Paltezza della nota, altro, invece, Ia durata. Se, usan- do Ie’ note riportate in figura a qualcuno venga la voglia di « com- porre », potremmo consigliare, di usare per i valori di semibreve il numero 255, per la minima il nu- mero 20 e cosi via, Natural- mente i valori sono del tutto dicativi in quanto possono variare a seconda dell’andamento del bra- no che si vuole fare. Una volta messe nel programma in linguag- gio macchina le due variabili, ‘si (che sarebbe la 72 @) tramite I'i- struzione CALL 77 ed, una vol- ta terminata questa subroutine, si ricomincia a prendere le due cop- pie di numeri successivi, © cost via. Se caricherete fedelmente tut- to il programma, cosa che tichie~ de un tantino di pazienza, potre- te gustare, arrangiata per calcola- tore, la briosita di Mozart nella ce lebre marcia < Alla turca > dalla sonata in La maggiore K 331 ¢ Ja freschezza di Beethoven nella ancor piti celebre «Per Elisa >. Infine il concerto AlPatto della presentazione ascol- ierete, inoltre, alcune note della nona sinfonia’ di Beethoven. Una volta inserito nel vostro calcolato- re, questo programma vi assicure- 2 il sucesso. E se per caso, avre- te la possibilita di procurarvi uno spartito musicale, con semplici mo- difiche al programma, potrete tra- ferlo per computer. Vi consi- gliamo comunque, il genere classi- co perché il moderno, a causa del- Peguale importanza che hanno contemporaneamente tutti gli stru- menti, non viene resa appieno. Buon lavoro ¢ auguri a tutti di splendidi « concerti. computerizza- tis! 6 Lima immagine che appare spesso alla nostra mente, quan- do arriva il Natale @ Valbero. Gi- rando per le strade ne vediamo o- vunque in quasi tutti i negozi, in ogni vetrina. Pensiamo poi alla ‘no- stra casa che vivra in quello stra- no giorno rari momenti di una tran- quillit&a che ognuno di noi trova, se sa aspettare. Gia siamo alla ricerca dei tipi- ci_addobbi, nascosti da un anno nel ripostiglio, mentre fuori di casa la neve ricopre ogni cosa. Qualche lettore avra. certamente acquistato qualeuno di quei piccoli alberelli, spesso semplice cima di pini assai pia grandi, Molti, una volta com- pletato l'addobbo, ricamano lalbe- ro di una serie molto complicata di lampadine colorate, che si ac- cendono tutte contemporaneamente intermittenza. ‘immagine che crea @ indub- biamente suggestiva. I bambini al- meno per qualche minuto, si sof- fermano a guardare quasi incantati E capitato purtroppo anche che le «lucciole », cosi si chiamano le piccole lampade colorate, possono % 6f SL TTT Sa SN74154 i GIAMPAOLO BUZIO essere causa di pericolosi cortocir- itis gid si sard letto su qualche giomnale di principi di incendio, do- ve il salvavita non cera 0 non era entrato in funzione. Questo perché le «lucciole » sono alimentate a 220 V; spesso si tratta di una serie di dieci lampadine da 24 V ciascu- na. Ecco dungue qualcosa di muo- vo per tutti, Vi immaginate un albero di Na- tale tutto luccicante di vari colori, dovuti alPaccendersi e allo spegner- si di LED? Oggi ne esistono di tutte le tonalit’, bianchi, gialli, ver- di, arancioni, rossi, Non sarebbe quindi magnifico addobbare il_ no- stro albero con questa varieta di luci, del tutto innoque? E questo il fine del circuito che vi propo- niamo. Principio di funzionamento I LED verranno disposti, una volta ultimato il circuito in modo casuale sull'albero, a seconda delle preferenze del lettore. Questo per- ché il dispositivo descritto accende 3 + assy Schema elettrico generale. A destra circulto stampato e possibile disposizione component consecutivamente ogni LED. Se di- sposti in circolo si osserva che o- gni diodo elettroluminescente resta acceso pet un paio di secondi, o poco pil, quindi, se si osserva la numerazione delle uscite del cir- cuito, si accendera il successivo. il dispositivo & dotato di due in- tegrati identici che ne costituiscono il « cuore ». Si tratta di due inte- grati della serie 74, LC.1 e 2, Questi in realta presentano bassa in uscita, una delle 16, di cui cia- seuno @ dotato, a seconda del nu- mero, espresso in codice binario, che viene presentato ai quattro in- gressi Questa numerazione consecutiva dinaria & dovuta ad un contatore per 16, che @ pilotato da un oscil- Jatore @ bassissima frequenza, Si comprendeta quindi che ad ogni clock deltoscillatore, il contatore presenter sulle sue uscite un nu- mero che guider i due integrati fondamentali, facendo accendere un LED per volta. Descrizione del circuito Le onde quadre a bassissima fre- quenza vengono prodotte dall’oscil latore costituito da tre porte logi- che NAND a due ingressi ciascu- nna, contenute nel circuito integrati I.C.3. La frequenza di questa oscil lazione & determinabile dai valori di Rl e Cl. Si noti Palta capacita usata, in modo da ottenere imme- Giatamente la basa frequenza. IL circuito, per i nostri usi & uguale Il montaggio ae SERS PUPTPEUR ET OEE T AAGEOREROEEHBE3e6800000000004] c a cz \C Bac Ox wf neces mente stabile, anche se qualche e- sperto potra obiettare che era me- glio usare un‘oscillazione div fre- quenza maggiore, per poi dividerla opportunamente. Abbiamo preferi- to questa soluzione per tre motivi. Sia per questione di costi, che per non rendere ulteriormente pitt dif- ficile © complessa la costruzione della basetta, sia per la sufficiente garanzia di funzionamento data dalloscillatore, Le onde quadre escono dal pin 3 di LC.3 per pilotare direttamente I.C4, che non & altro che un di visore per due o per otto, da noi disposto. nella configurazione cir- cuitale « divisore per sedici ». Alle quattro uscite del divisore & pre- “0 Fae 0 ee) rte peste tte sente sempre un numero compre- so fra zero & quindici, Esso @ e- spresso in codice BCD, lo stesso usato per pilotare direttamente i decodificatori-pilota, tipo 9368 per intenderci, che hanno il compito di rendere visibile il numero BCD su di un display. Si noti invece che le nostre quattro uscite sono col- legate in parallelo ai_ quattro in- gressi di cui ciascun 74154 & do- fato. LC.1 e 2 hanno un’alira fun- zione. Essi presentano una delle sedici uscite a livello logico BAS- SO, mentre le altre quindici resta- no ALTE, a seconda del numero presente nei quattro ingressi, sem- pre che almeno uno dei due pin di controllo (pin 18 e 19) sia a Paes oe ee Sete oOO0 livello BASSO. In teoria quindi en- trambi i primi due integrati do- vrebbero presentare una delle se- dici uscite a livello BASSO. Ve- diamo perché questo non avviene. LC.5 é Vinsieme di due gruppi divisori, uno per due e altro per cinque. Noi usiamo il solo divi- sore per due. Liingresso di questo integrato di- visore per due, & collegato all’usci- ta D di L.C.4 di cui abbiamo appe- na parlato. Non appena all’ingres- so di questo integrato si presen- ta, durante il conteggio, il sedice- simo fronte di discesa di un’onda quadra, Puscita D passa da ALTA. a BASSA, provocando cosi anche essa un fronte di discesa che sari contato da L.C.5. L’uscita (pin 12) passera per esempio da BASSA ad ALTA, al sedicesimo impulso con- tato da LC.4. Si noti che questa uscita @ col- legata direttamente ai pin di con- trollo di I.C.2 e ugualmente ai pin di controllo di LC.1, ma tramite Vinvertitore costituito dai pin 4,5 © 6 di L.C.3, rimasti liberi, in pre- cedenza. In questo modo i pin di controllo dei primi due integrati saranno sempre ad un livello logi- co uno opposto all'altro, cio’ se i primi due sono ALTI, i secondi saranno BASSI ¢ viceversa. Quindi SOLO UNO dei primi due integrati sara attivo, accenden- do ad ogni clock delt'oscillatore un LED per un certo tempo. Vicever- sa si attivera Faltro e si blocchera il primo quando cambiera stato Puscita di LC.5, cio® dopo sedici impulsi contati da LC.4, Quest’ul- timo al sedicesimo impulso si azze- rer ¢ incomincera a contare da ca- po. Si @ ottenuto cosi un ciclo di 32 uscite ad accensione consecu- tiva, Gli integrati possono essere montati sia su zoccolo che diretta- mente sullo stampato. Ricordate di sostare per non oltre un secondo per pin, in caso di saldatura diret- ta, saltando da un integrato all’al- tro. In questo modo eviterete peri- colosi surtiscaldamenti. Terminato il circuito vi trovere- te di fronte alle trentadue uscite. Il montaggio dei LED va effettua- to fuori dallo stampato. Tutti i LED dovranno avere un terminale comune che & quello positive col- legato al positivo dell’alimentazio- ne, Basterd quindi mandare un fi- lo di connessione da un’uscita al LED corrispondente per terminare la realizzazione del citcuito, Dispo- nete i LED sulPalbero di Natale a vostro piacimento, osservando magari Pordine di accensione (in- dicato con la numerazione delle u- scite sullo schema elettrico) in mo- do da poter montare alternativa- mente LED di diverso colore. Se desiderate accensioni simul- tance o complesse, in modo da vere effetti estetici migliori, realiz~ zate un’alira basetta, ed effettuate un altro montaggio. Yan inceadoneda tecnetqualiiest, J Gass ot gobs post AeuTalSianno la sevet, impegno, a continu alone ohovamenta con eu da sempre, Sevela Radio Esta lavora. Ma Spiga ed approfoncta preparazione feorca, ma consente aallievo oi ‘ouficare praticamente. quanto apprende, costvuendo stu ‘an 8d aparece 1311 uo setlorepiofesstonale. O00) ‘rupee ailecien ris. di materia ee costuigeo SEUEhe ccna Sotiione estano do jevo al tormine dt aa E2FF metodo dinsegnamento Scuola Ras Eleva, quid) eorae pratica procesons nsieme eal valve del matogo 3! apgiutige quello del materia {Uomo nh gala F aut mated ad avd scucla Fale Elta a lv iollane scvolacuropesparTinsgonafientondstaa. Past seta Scuola Radio Eietia sone continuamenteaggiorat In base ale piu recent innovasion’ teenologicne ed al piu modern crite aati. Besgiira quest corsi quello sme en! piu Mletossarta od adalto alle tue ‘CORS/ DI SPECIALIZZAZIONE TECHICA (con material) See St EEES A TRANGISTON-TELeVISIONE SIANCO-NERO £ COLOR EREIVROTEGNIGA " ECETTRONICA INDUSTRIALE -HI-FI STEREO - FOTO GRAFIA-ELETTRAUTO. : ‘CORSIDI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE SESS nRMAtIONe £0 EcABOFAZIONE DEI DATI-OISEGNATORE MECCA Rico PROGETTTA - ESPERTO COMMERGIALE - IMPIEGATA D’AZIENDA {TEGNICO DOFFICINA: MOTORISTA AUTORIPARATORE - ASSISTENTE ED SEGNATORE EDILECINGUE, ‘CORSO ORIENTATIVO PRATICO (con material SPERMENTATORE ELETTRONICO paricearmenteadatto pr giovan dal 12a 1Sannl ‘Se desider severe nformazion! dettaglate non lascart sfuggir ayes pecunts, pus estore importante or itue arene. Compila@ spedtec Ets caroline, Aleevera gratutamente e senza slcunImpegno une spl ‘Socumentasione a ela ‘Al trine d gl corso, Scuola Rado Eetr rl ‘aN BS Scuola Radio Elettra Via Stellone 5/858 10126 Torino perché anche tu valga di piv cin un atest da oul ELETIAA Vis Slane ssa 18 TORINO seme 4“ Personal computer L'home computer costruito da Ra- dio Elettronica nei due contenitori Per uso pratico sono ne- cessari un qualunque televisore bian- conero (andra bene quello di casa cui ei si colleghera via antenna) ¢ tun normale registratore a cassette di costo molto contenuto. I progetto i essere realizzato da chiunque ab- tuna qualche dimestichezza con elettronica pratica. Per uso nessun problema perché pubblicheremo tut- 4 i programmi_possibili questa puntata assembleremo il terminale tastiera concludendo cosi la fase costruttiva del nostro Personal Computer. Nei prossimi mesi vedremo come programmare in Basic © come far eseguire dal Computer tutti i programmi che desideriamo. La scheda KTM-2 Per la realizzazione del termina- le tastiera sono necessari una scheda KTM-2_ della Synertek System Corporation e un Kit UK980W della Amtron il tutto reperibile, come sempre, presso i negozi del- Yorganizzazione GBC Italiana. La scheda KTM -2 @ costituita essenzialmente da una tastiera al- fanumerica in grado di generare 128 Caratteti grafici oltre ai nor- mali caratteri numerici e alfabe- tici, Sempre sulla scheda KTM - 2 @ presente un’interfaccia per us ta video che consente di visualiz- zare su di un televisore una pagi- na costituita da 24 righe da 40 posizioni T'una per un totale di 960 caratteri per volta. Queste le carat- teristiche fondamentali; pit. avanti 2 ecco la tastiera | GIUSEPPE PORZIO Foto Silvano Nani, Publi Foto terza puntata del _pro- le di un home computer. precedenti sono apparsi in ottobre e novembre. Conclusa qui {a costrurione della macchina Vau- tore illustrera gia. dal prossimo me- sel programmazione in Basic © Tuso diretto del computer. La re- dazione & a disposizione dei lettori per ogni aiuto, avremo modo di vedere le caratte- ristiche funzionali che fanno di questa scheda un terminale aven- te ottime prestazioni, pit che ade- guate alla nostra unit& centrale SYM- 1, basti pensare che la sche- da tastiera 2 munita di ben due CPU (integrati LST costituenti il cuore di un elaboratore eft. nume- ti precedenti) una per il controllo della tastiera (6502) e Valtra per ill controllo del video (6507), Ne con- segue perd che anche la scheda KTM-2 (utilizzante complessiva- mente 8 circuiti integrati MOS) de- ve essere maneggiata con le stesse cautele e le stesse precauzioni de- scritte il_mese passato parlando della scheda SYM- 1 Accensione del sistema La scheda vi si presenter imbal- lata e avvolta in un foglio dit ny- Jon antistatico nel quale dovrete sempre riporla fintanto che non sa- ra inserita nellapposito contenito- re 0 mobiletto. Prima di togliere Ja protezione ricordatevi sempre di scaricare Velettricita statica presen- es Fig. 1 Connettore alimentazione: 2 8v;8 5V; 4 = 8V; 69 = GND. Fig. 2 Connettori sulla scheda KTM-2. 5 aw Fig. 5 + 6,50 4 Atle pres: video” — del KM - 2 UK 900 4 5 Rp l L rent] modulatore UK 80W. te sulle vostre mani e sugli attrez- zi che prevedete di dover usare. NelI'imballaggio sono presenti, oltre ai vari manuali, anche tre connettori: uno da 9 pin (contatti) per Yalimentazione, uno da 25 pin per i collegamenti con unit’ cen- trale ¢ infine un jack per la uscita video. La scheda deve essere alimenta- ta con una tensione di 5 v. stabi lizzata e filtrata (la stessa che ali- menta unit centrale). Collegan- do i fili dell'alimentazione al con- “4 nettore & necessario assicurarsi che venga ispettata Ia giusta polarit’ pena il setio danneggiamento della scheda stessa. Una volta effettuati questi collegamenti sara il connet- tore stesso ad assicurarci la giusta polariti di alimentazione per mez~ zo della sua particolare conforma- zione che impedisce qualsiasi inser- ione errata. Vediamo ora quali so- no i collegamenti da effettuare; per prima cosa prendete il connettore a9 pin e osservando la fig. 1 col- legate il positivo della tensione pro- Un contenitore metallic @ assoluta- ee ad cy eee errs gO eee ere mc ee ae) ee es rece Veniente (tramite un interruttore) dallalimentatore a uno qualsiasi dei pin contrassegnati +5 v. e il po- Jo negativo o massa a uno qualsia- si dei pin GND. Prestate molta at- tenzione a non confondervi nel ri- conoscimento di questi pin poiché alcuni connettori riportano stam- Pigliata una numerazione diversa da quella visibile in fig. 1, ma voi dovete in qualsiasi caso attenervi a quella di fig. 1 trascurando la stampigliatura. Per quanto riguar- da la saldatura di questo e dei = 2 6 eS awe PG el prossimi connettori_utilizzate un buon saldatore di bassa potenza munito di punta « a spillo » ¢ sta- gno di ottima qualita senza assol tamente usare pasta salda (se avete ancora in casa pasta salda accet- tate un consiglio d'amico: buttate- la via, @ inutile e dannosa per qual- siasi uso). Fatto questo siete pronti ad e guire un primo controllo. Inserite il connettore appena saldato nella presa_« Alimentazione » (osservate la fig. 2) e alimentate il circuito. Tl led posto alla destra del tasto «ALPHA » dara un breve lampo fe rester’ spento. Ora, senza pre- mere alcun altro tasto, premete «ALPHA » ¢ il led si accender’, Premendo nuovamente il tasto « ALPHA » si produrra to spegni- mento del led € la cosa potrebbe continuare ciclicamente. Se tutto funziona regolarmente potete esse- re certi che Talimentazione ha rag giunto correttamente la scheda; in aso ntrollate i col- legamenti, Collegamento al TV e funzionamento in modo locale Liuscita per TV & del tipo a bas- sa frequenza adatta a pilotare mo- nitor. Volendo utilizaare un tele visore questa uscita dovra essere inviata ad un modulatore TV UHE © VHF. Da alcune nostre prove di laboratorio il modulatore UHF UK 980W della Amtron si @ rilevato ottimo sotto tutti gli aspetti: resa, reperibilita e prezzo. Unico neo di 48 Fig. 4 Posizionamento dello « switch opzioni ». Fig. 6 CONTROLLI SPECIALI, TASTO CTRL fd fool EB indictro at ‘ 3 A eS erm 1 conor in uo spi elas crn ( OLS Sr cree Cursore avanti di uno spazio 39 tod ect cre | Pps eb Poe | ' 2 be Ce yeeded, fel cree tun b 2 cra | Carsore 0 uno spazio ery ee eo | cine ¢ Psd Ae deetad Bod ore & Cursore su di uno spazio eon fb Ope cree § Phase sias CTRL L Cancella fo schermo e cursor in «Home>» | fgeipo bee aR be tnt ! eed et CTRL (ALPHA) CSch te cee) TRE M Cursore a capo = _ TRE questo modulatore (presentato su CTRL spario Resettaggio KTM -2 Radio Elettronica nel numero di CTRL agosto 1980) @ costituito dal fatto CTRL SHIFT, RETURN di dover essere alimentato, per un corretto funzionamento, a 6,5 v., . ‘ma come gid spiegato nella secon- Fig. 8) oka lis da puntata di questa serie di arti coli cid non costituisce alcun pro- blema poiché il nostro alimentato- 19 19 re & gia stato progettato per forni- re anche questa tensione. Osservan- ” 19 do la fig. 3 eseguite ora i collega- —h menti richiesti utilizzando cavetto 9 schermato per il tratto KTM-2 - a UK 980W e cavo coassiale nel trat- 19 to UK 980W - televisore. Dopodi- | ché osservate se sulla scheda KTM - 2 in vostro possesso & presente ill ponticello J6 (vedere fig. 2). Nel | ‘caso questo ponticello non fosse ss | aoe presente dovrete realizzarlo_utiliz~ zando un corto spezzone di filo co- Misure (mm) della inestra cho 8 state pracate sul contentore (Ganzert), | me gid avete fatto per i ponticell ‘pannel superiore. sulla scheda SYM-1, Un'ultima raccomandazione riguardante il te- bus a Fig. 5 Collegamenti connettore per la porta « main », funzionamento In modo locate. Dal comp’ Collegamonti connettore per fa porta = main », tunzionamento come terminale. Al computer ter levisore: prima di collegare Vuscita del modulatore alla presa d'anten- na del televisore assicuratevi che questa sia isolata rispetto alla rete al fine di non inviare accidental- mente la fase al modulatore e di conseguenza al computer. Dopo a- ver collegato il modulatore al KTM-2 @ possibile provare la scheda facendola funzionare in «Modo Locale » ¢ cio in modo indipendente dalf'unita centrale. Per fare questo posizionate gli « switch opzioni », posti allestrema sinistra in alto, come visibile in fig. 4, abilitando la tastiera al funcio- namento. Prendete quindi il con- nettore da 25 pin e saldatevi due ponticelli: uno dal pin 2 al pin 3, Paltro dal pin 4 al pin 5, dopodi- ché inseritelo nella porta < MAIN ». Ora alimentate Ia scheda, il mo- dulatore ¢ accendete il televisore. Sintonizzatevi sul canale di trasmis- sione del modulatore; vedrete ap- parire su fondo uniformemente gri- gio un cursore lampeggiante nel- Ja parte alta a sinistra dello scher- mo. Premete ora il tasto di u- na qualsiasi lettera e questa vi appariri sullo schermo. Se cid non dovesse accadere ricontrollate i pon- ticelli del connettore inserito nel- la porta « Main ». Impariamo ad usare la tastiera In questo momento la tastiera 2 abilitata al modo di funzionamento « Locale ». Consideriamo quindi di aver davanti_a noi una macchina da serivere che scrive su video an- ziché su carta, e analizziamone la tastiera. Essa @ composta da 54 tasti aventi quadrupli contatti in oro per assicurare una grande affi- dabilita e una lunga durata. Tutti i_tasti ad eccezione di SHIFT, CTRL ¢ ALPHA se premuti per pid di un secondo producono la ripetizione del carattere finché il tasto rimane premuto. Analizziamo ora in dettaglio i tasti_funzionali SHIFT: quando questo tasto & pre~ muto contemporaneamente ad un carattere produce la visua- lizzazione del carattere maiusco- lo per le lettere ¢ del carattere superiore per gli altri tasti. CTRL: quando & premuto contem- poraneamente ad un altro tasto produce gli effetti visibili in fig. 6. ALPHA: ogni volta che viene pre- muto accende o spegne il led po- sto alla sua destra, Quando que- sto led & acceso sono abilitati i caratteri maiuscoli per le lettere, ma non influenza gli altti tasti. Questo tasto risulter& molto uti- Te quando programmeremo in Basic. BREAK/TAB: produce lo sposta- a La costruzione del computor & terminate. Sul TV di casa fe prime immagini lun fatto veramente fantastico! mento a destra del cursore. Quan- do si preme questo tasto contem- poraneamente a SHIFT si pro- duce Tinterruzione dellelabora- jone in corso (anche questo quando Ja scheda KTM -2 sa- 18 collegata all'unita centrale). LINE FEED: premendo questo ta- sto. si produce lo spostamento in basso del cursore RETURN: produce il ritorno in 1° posizione della riga corrente nel funzionamento in modo locale. Quando Ia tastiera sar collega- ta all'unita centrale questo ta- sto produrra Tentrata (Enter) di quanto scritto © mandera a ca- po il cursore. DELETE: produce una freccia ri volta a sinistra. Nel funziona- ‘mento come terminale questo ta- sto cancella formalmente ulti mo carattere impostato. ESC: premuto assieme ad un altro cancella lo schermo ¢ ‘muove il cursore in Home (pri- ma posizione in alto a sit stra). ESC H: muove il cursore in «e Home. ESC J: cancella dallo schermo tutto cid che segue la posizio- ne del cursore. ESC K: cancella tutto cid che segue la. posizione del curso- re solo sulla stessa riga, ESC R: abilita i caratteri inver. si (nero su bianco anzich bianco su nero). ESC r: disabilita i caratteri in- versi ESC G: abilita i caratteri gra- fici (vedere fig. 7). ESC g: disabilita i caratteri gra- fici ESC +: indirizzamento relativo. ESC =: indirizzamento assoluto. Per quanto riguarda le ultime due istruzioni non prendetele, per ora, in considerazione. Nelle pros- sime puntate, parlando del linguag- gio Basic, analizzeremo a fondo il significato di queste importanti i- struzioni Potete ora, in possesso di que- ste nozioni base, impratichirvi sul- Tuso della tastiera funzionante in modo locale provando tutti i tasti € tutte Ie chiavi (CTRL-ESC), di- vertendovi a muovere il cursore in tutte le direzioni, e a scrivere in maiuscolo, minuscolo 0 in caratteri inversi (revers), potete infine dise- gnare con i caratteri grafici o gr fici inversi, ecc... Insomma potete fare tutte le prove che volete sen- za aleuna paura; se qualcosa do- vesse blocearsi (pud capitare che casualmente veniate a schiacciare combinazioni particolari di tasti che producono effetti non elencati fin'ora per non confondere troppo Ie idee) spegnete e riaccendete ta tastiera (questo produce T'azzera- mento di tutto) e ripartite tranquil- Jamente, Collegamento al computer Come gia visto nella puntata pre- cedente due soli caveiti, pitt uno di massa, sono sufficienti’ per colle- gare la tastiera KTM-2 alfunita centrale del computer. Questi ca vetti provengono dal_connettore «T» della scheda SYM-1 e pid precisamente dai pin 1 (GND), 2 (dati provenienti dalla tastiera) ¢ 3 (dati inviati alla tastiera). Prima di iniziare ad esaminare i collega- menti tra terminale tastiera e com- puter vediamo brevemente come si muovono i dati tra queste due uni- &: quando premiamo un tasto il carattere corrispondente, codificato in un modo particolare, viene invia- to tramite la linea del pin 2 al com- puter che lo riceve, lo riconosce e Jo invia nuovamente sulla linea 3 alla tastiera, Ea questo punto, e solo a questo punto, che il caratte- re viene visualizzato sul video. Ne risulta che questo tipo di interfac- ciamento permette di controllare se il carattere desiderato & stato tra- sferito correttamente, E chiaro, in- fatti, che se premiamo il tasto « P » € sullo schermo vediamo apparire il carattere « E » qualcosa non fun- ziona correttamenie. Questo scam- bio tastiera-computer e viceversa & perd velocissimo, tanto che allo- peratore non appena premuto il ta- sto, appare il carattere sul video, I collegamenti da effettuare so- no semplicissimi; dal connettore a 25 pin della scheda KTM-2 to- gliete il ponticello che avete posto tra ill pin 2 e il pin 3 per il fun- zionamento in modo locale. Fatto questo saldate il filo proveniente dal pin I del computer al pin 1 del connettore, il filo _proveniente dal pin 2 al pin 2 del connettore e analogamente il filo proveniente dal pin 3 collegatelo al pin 3. Non toccate il ponticello posto tra il pin 4c il pin 5 che deve rimanere in loco (osservate la fig. 7) € in- serite il connettore nella porta « Main ». Eccoci finalmente all'ultimo at- to; la prova finale del Personal Computer. Avendo gia eseguito le varie prove preliminari_possiamo alimentare senza tema di insucces- si il nostro computer. Accendendo il computer sara necessario atte- nersi sempre alla seguente proc dura di alimentazione: ‘Accendete televisore, alimenta- tore e modulatore Alimentate il terminale tastiera — Alimentate Tunita centrale; u- drete un Beep — Premete il tasto Q; sullo scher- mo apparira un puntino Premete « ALPHA ». Si accen- dera il led dei caratteri mai scoli Premete JO; vi appariranno spaziati sullo schermo — Premete « RETURN >; vi_ap- parira la scritta « MEMORY SIZE? » Premete « RETURN »; vi ap- parira Ia scritta « WINDTH? » — Premete « RETURN »; vi ap- parira: 3583 BYTES FREE BASIC V1.1 COPYRIGHT 1978 SYNERTEK SYSTEM CORP. OK Ora il computer 2 abilitato al lin- guaggio Basic e pronto all'uso. La scritta « 3583 BYTES FREE » in- dica quanti bytes (caratteri) liberi ci sono. All'atto dell'accensione il computer controlla € calcola il nu- mero di bytes di memoria liberi a disposizione delf'utente. Se nel vo- stro_caso il numero & minore di 3583 ripetete la procedura di ali- mentazione € se la cosa si ripetesse controllate che le memorie (2114) inserite nella scheda SYM - I siano state innestate correttamente. Se gia conoscete il linguaggio Basic pote- te iniziare a programmare. PHILIPS Scatole di montaggio per esperimenti di @ELETTRONICA - Serie 2000 & 2001 “Esperto elettronico per iniziati” WAWWAANYAN RICHIEDETE IL CATALOGO WWLUSTRATO A COLORI UNENDO £ 350 IN FRANCOBOLL! PER CONTRIBUTO 'SPESE POSTAL! DISTRIBUZIONE: EDILIO PARODI S.p.A. “iu Secca, 14/A 16010 Manesseno (Genova) Tel. 010/406641 —-’ IN EDICOLA TEditore La rivista diretta da Giovanni Giovannini ry ‘Segue da pag. 29 cificare il_modello nella richiesta) © un depliant illustrative a garan- zia del prodotto, Seppure semplice il montaggio richiede una certa sequenza che spicghiamo qui di seguito. Prima di tutto dovra essere ap- Prontato ill circuito elettronico, montando tutti i componenti sul circuito stampato. Dallo schema di cablaggio si veda la loro disposi- zione. Per primo sara montato l’in- terruttore, ripiegando i piedini al- Pesterno del circuito stampato, quindi saranno saldati avendo cu: ra di posizionare Vinterruttore per- fettamente dritto. Seconda sara la resistenza, terzo il condensatore che dovra essere il pi possibile vicino al cireuito stampato, Ver- 8 poi sistemato il led e il circui to integrato. Attenzione, per que- sti tre, alla polarita e alla dispo- sizione della piedinatura, Per quan- to riguarda il positivo del conden- satore esso & contrassegnato con un + in cortispondenza di uno dei due piedini. 11 catodo del led @ il pit. corto dei due piedini ¢ nelio schema @ in comune con il negativo del condensatore e il pin 8 dell'integrato. Questo compo- nente ha invece come repere una piccola tacca © pallino, in corri- spondenza del piedino 1 Per ultime saranno montate le due clips portapila, facendo atten- zione che la pid piccola ha una lin- guetta di rinforzo che andra rivol- ta verso V'esterno della basetta. Nelle saldature vi raccomandia- mo di non usare un saldatore con una potenza superiore a 30 watt, di non insistere nello stesso pun- to di saldatura pit di qualche se- condo, soprattutto per lintegrato © il led, che sopportano malvo- entieriprolungate saldature. La quantita di stagno deve essere la minore possibile, quanto basta per unire la piazzuola e il piedino da saldare, Per lo stagno vi consi- gliamo di usare quello a filo di 0,5 millimetri cirea, con anima di pasta autopulente, I reofori e i pie- ini eccedenti, se non ripiegati pri- ma della saldatura, dovranno es- Gotz -Via ‘ GORIZIA 20-21 DICEMBRE 1980 OnARIO: $12.20. 14.2018 gotizia esposizioni la Barca, 15 Tel. (0481) 99440 crt sere tagliati pid corti possibile in prossimita delle piste di rame. A questo punto, dopo aver con- trollato che la disposizione dei componenti sia quella esatta, si po- tr inserire la pila, tenendo presen- che Telettrodo pid) grande, che in pratica costituisce il corpo della pila, e il positivo e va rivolto verso Ja linguetta pit grande che & av- volgente. Dopodiché abbassando la levetta del microinterruttore, il led iniziera a lampeggiare. Volendo variare la frequenza di lampeggio potete collegare, con un filo sot tile 0 con Io stesso reoforo, il lato libero della resistenza al piedino numero uno dellintegeato, forman- do un piccolo ponticello’ dal lato rame della baseita. Accertatisi che tutto funziona perfettamente ¢ scelta la frequen- za di lampeggio desiderata, si in- serira la basetta nella piccola cor nice che posteriormente ha tre pic- cole linguette. Queste dovranno es- sere ripiegate, con aiuto di un paio di pinzette, all'interno della cornice, dimodoché blocchino il circuito stampato, renderidolo so- lidale con la cornice. Attenzione che una delle tre linguette non va- da a toccare una pista del cireui- to stampato, Per non graffiare Pargento, vi consigliamo di interporre fra la su- perficie esterna della cornice e il becco della pinza, un panno di co- tone, oppure nastrare direttamente con dello scotch i becchi della pit za, Terminata questa operazione 1 mane T'ultima fase che 8 Tincol- laggio della base di legno o plexi- alas di rifinitura, per coprire il la- to posteriore della basetta stampa- ta e della comice. Per fare cid pro- curatevi della colla trasparente, meglio se del tipo a due compo- nenti poiché essiccher’ pid rapi- damente, disponete da cingue a otto gocce circa di questa colla, sul retro e al centro del circuito stam- pato (lato rame) ed appoggiate questo sulla borchia di rifinitura. Nota redazionale: si precisa che «bole» & un marchio, oggetto che lo rappresenta & brevettato & che tutti i « bole » prodotti e ven- duti_portano stampigliato il sud- detto marchio. Quanto é pulita laria in citta Un progetto, facile e interessante, per la misura del grado di polverosita dell’atmosfera. Dalle esperienze di un amato professore di scienze applicate. Lo srorclamente, delle camper gne ¢ il contemporaneo con- centramento urbano delle grandi metropoli industriali un fenome- no tipicamente moderno. Ma Varia che respiriamo nelle grandi_metropoli contiene ordina- riamente alte percentuali di agenti inquinanti allo stato gassoso 0 sot- to forma di pulviscolo. Tralasciando gli agenti inquinan- ti gassosi, proponiamoci di deter- minare la concentrazione del ma- teriale particellare presente nell’a~ ria, comunemente chiamato polve- } ENZO D’ALESSANDRO rosita, costituito da particelle soli de, dagli aerosoli e da tutte quelle sostanze che direttamente 0 in rettamente esercitano una certa it fluenza sulla visibilita, Questo materiale, di natura sia inorganica che organica, & formato da particelle che differiscono note- volmente sia in forma che in di- ‘mensioni; queste possono oscillare da qualche decimo a qualche de- cina di micron di diametro. Esse possono avere varia origi- ne, ma essenzialmente, per quanto riguarda l’inguinamento urbano, so- no da attribuire ai prodotti di in- completa combustione ¢ solidi di varia altra natura microdispersi. Derivano dai focolari domestici, dai focolari industriali per la pro- duzione di energia, dai motori a combustione interna dei mezzi di trasporto, dagli inceneritori, dalle lavorazioni eseguite nei vari rami delPindustria e dall'usura dei ma- teriali (strade, mezzi di trasporto, pneumatici ece.). Nel materiale particellare pos- siamo distinguere una frazione inor- ganica costituita da sali (solfati, st Fig. 1 logresso aria Imbuto, Tube di PvE Supporto Filtvo Pompa membrana Lepparecchiatura per il prelievo deiiaria, Fig. 2 11 supporto portatitiro. Le misure sono in mm. £ owvio che si patra procedere anche con element! ol fortuna cloruri, nitrati, ossidi, ece.) di mol ti clementi (calcio, magnesio, fer- 10, silicio, zinco, piombo, allumi- nio, sodio, potassio) e da una fra- zione organica costituita da alcani, Irocarburi policiclici, azoeterocicli- ed altri composti organici. Determinare la concentrazione di dette particelle pud essere inte- Tessante per tutti e in particolar modo per i ragazzi in gamba, per i curiosi o per chiungue, in ogni branca scientifica, non si accon- tenta di dati approssimati, ma vuo- le sempre ¢ in prima persona c ‘oscere e misurare i parametri dei fenomeni. La concentrazione delle particel le presenti nell’atmosfera si pud determinare aspirando un volume noto di aria attraverso un filtro & misurando l’annerimento della mac- chia risultante su di esso mediante un particolare ma semplice appa- recehio chiamato « densitometro >. Dal grado di annerimento della macchia sul filtro si risale, median- te una curva di calibrazione al pe- so della polvere depositata. Innanzi tutto & necessario co- struire un apparecchio per prele- vare Varia, Esso consta, come in- dica il disegno ni, da un'imbuto, da un tubo in PVC, da un porta- filtri e da una pompa aspirante. Liimbuto viene posto all’esterno, su di un tetto, terrazzo o balcone, rivelto verso il basso per impedire che vi penetri acqua 0 qualunque altro_materiale, deve sporgere a qualche metro (2,3 m) di altezza Recipiente dt volume note Pompa a Por determinare it tlusso dolla pompa basts misurare i! tempo, necessario por scacciare racqua da un recipiente di volume noto. da terra ¢ alla distanza di circa un metro dal muro dell’edificio. AlPinterno una pompa aspiran- te © Vimbuto esterno € posto un portafiltri e, in questo, un foglietto di carta bibula (em 4.x 4). Tali file tri si possono ricavare da fogli in vendita presso negozi di articoli chimici. Le dimensioni del portafiltri so- no riportate nel disegno n2. aria aspirata @ costretta a pas- sare attraverso il filtro dove viene arrestato il materiale particellare. E opportuno conoscere il volu- me dell’aria prelevata. Per raggiungere questo scopo si pud inserire tra portafiltro © pom- pa_un contatore Se questa soluzione vi sembras- se troppo costosa si pud usare una pompa di cui si conosca esatta- mente il flusso cio’ la quantita di aria aspirata in un minuto ¢ fare un semplice calcolo. Se esso &, per esempio, di 0,85 litri al minuto e si é tenuto la pom- pa in funzione per 24 ore, il nu- mero dei litri aspirati sara: 24x 60x0,85 = 1224 litri cioe m 1,224 In genere la quantita ottimale di aria da prelevare da un luogo me- diamente inquinato & intorno al metro cubo. La pompa da noi usata, com- prata da una ditta di articoli scien- tifici, ha appunto un flusso di 0,85 litri al minuto. Ma il prelievo pud essere effet- tuato anche con una buona pom- Vite il fusso. Fig 3 Schema densitometro: L 3c 220V; FR 'R pot. 1000. ohm; mA ‘9 naturaimente pila. Nol 100 mA ts; P foto iI densitometro costruto. Fig. 4 GBC ¥0-4402-00 fotoresistonza; abiizzato 9-12 V 53 Fig. 5 400 350 300 —— 250 In basso: Fimbuto e i! tubo —_ 200 150 N 100 50 oly jy Pv) 40 50 60 70 80 30 100 Curva calibrazione tra il Is di trasparenza @ la quantita oi polvere in microgammy Pa a membrana tipo quelle che si usano per areare le vasche dei pe- sci, solo che, invece dj usarla co- me pompa premente bisogna usar- la come pompa aspirante. Per misurarne il flusso si pud a- gite in questa maniera, Capovolgere in una vasca un recipiente pieno di acqua, a collo stretto e di volume noto. (fig. 3) Dalla sottostante imboccatura fa- re gorgogliare aria proveniente dalla pompa e che si raccoglie nel- alto del recipiente. Misurando il tempo necessario all’aria provenien- te dalla pompa a cacciare via il volume noto di acqua si otterra il flusso eseguendo il calcolo: F = V/t dove V = volume t= tempo Dopo aver aspirato nel_ modo anzidetto un certo volume di aria, intorno al m cio 1.000 litri, il filtro risultera. annerito. Come gid detto, misurandone Vannerimento con il densitometro potremo risalire al peso della pol- vere depositata. Tl grado di annerimento di una macchia viene valutato attraverso una misura di trasparenza T ese- guito con densitometro riportato nella foto. La trasparenza @ definita da rap- porto T = 1/P dove T= intensita della luce trasmessa dalla macchia sul filtro. intensitd della luce trasmessa da un filtro bianco. Le misure delle intensita di lu- ce, sia di quella trasmessa dal fil- tro annerito che di quella trasmes- sa dal filtro bianco vengono fatte in manera indiretta, cioe facendo una misura di corrente Osserviamo Jo schema (fig. 4) abbiamo una lampada da 3 cande- le 220 volts posta in tubo annerito. Di fronte ad essa & posta una fotoresistenza che fa parte di un circuito che, oltre questa, compren- de una sorgente di corrente con- tinua (noi abbiamo usato un ali- ‘mentatore da 12 v per avere una corrente stabile) un potenziometro da 1.000 ohm ed un milliampero- metro da 100 mA fondo scala (op- r pure un tester). Accendendo Ja lam- pada, la FR che ha un alto valore ohmico al buio, to abbassa note- volmente con la luce, facendo pas- sare una certa quantita di corrente nel circuito. Questa é, in certi limiti, propor- ionale alla luce che ha investito la FR e viene letta sul mA. L’apparecchio & costruito in mo- do che dall’esterno, attraverso una fessura, si possa introdurre, maga~ ri con una pinzetta per francobolli, un filtro di carta tra la lampada ¢ la fotoresistenza, Si opera cosi: dopo aver i dotto un filtro bianco che fara da campione nella fessura (si racco- manda di annerire tutte le parti interne) si accende Papparecchio. Il mA segnerd un certo valore. Portare con il potenziometro ta- Je valore a fondo scala cio’ giu- sto a 100 mA. Togliere il filtro bianco © met- tere al suo posto un filtro anne- rito, di cui vogliamo misurare l’an- nerimento quindi ig di polvere che Phanno sporcato. Il mA segner& un valore pit basso. Da questo valore letto sulla sca- la dello strumento si risale diretta- ‘mente al peso M di polvere espres- so in microgrammi (milionesimi di grammi) attraverso la curva di ca~ librazione, La concentrazione C di polvere in uig/m* viene calcolata dalla for- mula C (g/m) = M/V dove M = quantita (ug) di materiale particellare depositato sul filtro, V = volume di aria campionata. Esempio: se una data macehina da una lettura di 60 mA, il valore percentuale & 60/100 di trasparen- za e dalla curva di calibrazione si ottiene il corrispondente valore di M ciot 165 1g. Se il volume di aria compionata @ di 1,224 litri, la concentrazione di polvere per metro cubo & data da: C (ug/m') 165/1,224 = 1348 pe/m cio’ circa 135 microgrammi di pol- vere in un metro cubo di aria. E allora coraggio! inpustrIA Wilbikit evettronica VIA OBERDAN 24 - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 LASER 5 mW Costruisci un generatore laser da 5 mW di potenza. Una sca~ tola di montaggio per preparare un laser a luce rossa adatta per esperimenti scientifici ed offetti psichedelici. La confezio- fhe comprende il circuito stampato inciso e serigrafato; | com- ponenti necessarl al montaggio ed il tubo laser da applicare Girettamente sulla basetta, Ii kit & reperibile presso i distribu- tori dei nostri prodotti oppure direttamente per corrispondenza Kit104L. 320.000 12 V2 A SUPPLY aa Alimentatore stabilizzato da 42 volt particolarmente ido: neo per il funzionamento di radiotelefonl. Circuito a basso livello di ripple ed elevata stabilita anche nelle condizio- ni di massimo carico (2 am- pere). Le dimension! partico- Jarmente.ridotte consentono una facile sistemazione net laboratorio 0 nella stazione radio. Llapparecchio @ dispo- nibile esclusivamente monta- to e collaudato, L. 21.000 8 Le casse acustiche realizzate in casa a cura di ALBERTO MAGRONE ai sistemi di casse acustiche a N pit attoparianti io spertro del- le frequenze audio da riprodurre di regola viene ripartito in tre ca- nali: abbiamo infatti il canale del- Ie note basse, quello delle note in- termedie e quello delle note alte. Ciascun canale fa capo ad un tipo di altoparlante adatto a riprodurre quella determinata gamma di fre- quenze. Una delle casse acustiche « bass reflex» che descriveremo impic- ghera pertanto un altoparlante per la riproduzione dei bassi (woofer), uno per la riproduzione delle fre- quenze intermedi (squawker) ed ed_uno infine per la riproduzione delle note alte (tweeter). Solitamente, per incanalare ogni altoparlante le frequenze che esso ¢ in grado di riprodurre vie- ene usata un’unita detta comun mente «filtro d’incrocio » 0 pitt semplicemente « filtro cross-over ». Questa unitd & costituita di regola da una serie di filtri rispettivamen- te passa-alto e passa-basso ciascu- no formato da induttanze, resistori ¢ condensatori variamente collega- ti in serie o in parallelo. Un filtro di questo tipo, ben progettato, di regola soddisfa e- gregiamente i compiti che & chia mato da assolvere. Ha un solo in- conveniente: assorbe una conside- revole quantita di potenza utile. Cid & dovuto ovviamente alla pre~ senza delle induttanze e dei resi- stori presenti nelle varie sezioni del filtro. Per risolvere questo problema la Philips/Elcoma, dalle cui note di applicazione sono tratte queste pagine, ha progettato una serie di woofer aventi un marcato taglio verso la parte alta dello spettro delle frequenze basse; questi woofer non richiederanno quindi il fil- iro passa-basso presente nell’unita cross-over. L’altoparlante per le note intermedie (squawker) ¢ il tweeter potranno essere pertanto accoppiati direttamente al wooler semplicemente mediante un con- densatore in serie; questo sara Pu- nico componente che prowveder& ad attenuate le basse frequenze. Evidentemente, questo sistema di accoppiamento di altoparlanti, oltre ad eliminare le perdite di po- tenza & estremamente economico, semplifica la realizzazione della cassa acustica in quanto lingom- brante filtro cross-over & ora so- stituito interamente da condensa- tori. Per semplificare ulteriormente la realizzazione, i condensatori pos- sono essere incorporati nello stes- so woofer; nel qual caso bastera collegare i terminali dello squaw- ker e del tweeter direttamente su opportuni terminali disponibili sul woofer, Vediamo una cassa 3 vie da 50 watt. Tl sistema bass-reflex deseritto 2 riportato in fig. 1 ed & dimensio- nato per ospitare il woofer AD 87 Fig. 1 ee ee Base ctor 60 it. Dimension’ fmm. Fig. 2 o— LT i eeer 330 woot riange | ower Cotlegamento etoparlant! nea casse da 50 watt | Fig. 3 se Fisposta in trequenza @ distorsione in campo apert. 80603/W. Le dimensioni della casa non sono critiche; possono essere anche variate a seconda delle particolari esigenze: occorre soltanto che sia mantenuto fisso il valore di 25 litri T pannelli della cassetta (truceio- lato) non devono vibrare e per- tanto devono essere assiemati mol- to accuratamente, Lo spessore sa- ri di 20 mm. Le superfici interne dovranno essere ricoperte con la- na di vetro (peso = 85 g). Gli altoparlanti_raccomandati pet la realizzazione di questa cas- sa sono i seguentis Tipo Imped. woofer AD 80603/W 82 (note basse) squawker AD 5062/SQ 82 (note interm.) tweeter AD0142/T 8 (note alte) Il collegamento elettrico dei va- ti componenti & riportato in figu- ra 2. Si noti la semplicita di questo assiemaggio rispetto ad un analo- g0 realizzato con filtri cross-over! Si tenga presente che Valtoparlante per le frequenze intermedie (squaw- ker o mid-range) deve essere mon- tato in opposizione di fase rispet- to al woofer ed al tweeter. Curve di risposta In figura 3 @ riportata la rispo- sta in frequenza e la distorsione armonica del sistema misurata in campo aperto. La risposta in fre- quenza si estende da 42 Hz a 20 Hz, La figura 4 indica invece le reali prestazioni del sistema, risultanti da misure effettuate con Ia cassa sistemata in una stanza d’abita- zione normale con dimensioni di 71x 4,8x 2,84 (altezza)_m. In particolare la curva di figura 4 venne ottenuta nella seguente ma- nicra: La cassa acustica venne si- stemata 40 cm al di sopra del pa vimento a meta strada tra Puna e Paltra delle pareti pit. lunghe; il retro della casa adistava 55 em da una delle pareti pid corte; il microfono venne sistemato a 4 me- iri di distanza dalla cassa, In que- ste condizioni, Ia risposta in fre- quenza (fig. 4) si estendeva da S4 Hz a 17 kHz + 2,5 dB, Caratteristiche della casa Le caratteristiche della casa a- custica descritte sono le seguenti: - impedenza 82 (nominale) = gamma di freq. ~ 42..20.000 Hz - freq. di risonanza 19...80 Hz = potenza trattata 50 Weircas (max) =vol. della cassa 25 litri Cassa due vie potenza 35 watt. I criteri che stanno alla base della realizzazione di questa cassa acustica sono gli stessi di_quelli menzionati per quella da 50 W. Limpiego dei convenzionalifiltri di separazione dei canali, se da un Jato assicura una netta separazione dei medesimi, dai?altro introduce inevitabili perdite dovute ai resisto- ri e alla componente resistiva del- le bobine dei filtri impiegati Liintroduzione di una nuova se- tie di woofer a molto rapida verso la parte superiore del- lo spettro consente di impiegare, per Paccoppiamento dei vari alto- parlanti, normali condensatori che possono essere incorporati nel woofer medesimo. In fig. 5 @ riportato il sistema bass-refiex da 35 W nel quale & montato il woofer AD 70610/W. Anche in questo caso, le misure indicate non sono critiche; non si pud comunque superare il volume i 13 Tite. Lo spessore del legno (truccio- lato) deve essere 18 millimetris le connessioni ben fatte; le pareti in- terne dovranno essere ricoperte con 50 g di lana di vetro. Gli altoparlanti raccomandati sono: Tipo Imped. woofer AD 70610/W 82 tweeter ADO143/T 152 II collegamento elettrico dei due altoparlanti & indicato in figura 6. In figura 7 @ riportata la curva di risposta e di distorsione armoni- Risposta in una stanza: ved! tosto. vam Fig 4 va ; | a a Fig. 6 ‘d Collegamento degli altoparlanti: cassa 95 W. ca misurate in campo aperto. La ri- sposta in frequenza va da 45 Hz a 20 kHz. Curve di risposta La curva di figura 8 indica la risposta in frequenza in condizioni reali ambientali. II locale nel quale @ stata ricavata la curva misurava 7,1 x 4,8 x 2,84 metri. ‘Anche in questo caso, la cassa venne sistemata 40 cm ‘dal pavi- mento a meta strada tra luna e Paltra delle pareti pid Iunghe, ¢ distante 40 cm da una delle pareti pitt corte, II microfono venne siste- mato a 4 m di distanza dalla parte anteriore della cassa. In queste con- dizioni, si misurd una risposta in frequenza compresa tra 50 Hz ¢ 18 kHz + 4,5 dB. Caratteristiche La cassetta bass-reflex a due ca- ali descritta possiede le seguenti caratteristiche. ~ Impedenza 82 (nominali) Freq. di risposta45...20.000 Hz + Freq, dirisonanza 20..86 Hz ~ Pot, trattata mass. 45 Wels = Vol. della casa 13 litri Le casse chiuse Qui di seguito illustreremo tre casse acustiche del tipo ermetica- mente chiuso. Non staremo qui a ripetere i vantaggi e gli svantaggi dei due tipi di casse, Facciamo no- tare che la cassetta acustica bass- reflex & in genere pitt ingombrante ma a parita di frequenza di riso- nanza, ha anche un maggior ren- dimento, naturalmente alle fre- quenze basse. La scelta quindi tra un tipo o altro, dipenderd dai Busti del costruttore, dallo spazio che avra a sua disposizione ¢ dal- la potenza del suo amplificatore Due canali, potenza sino a 50 watt. E riportata in figura 9. Le mi- sure non sono critiche purché alla fine venga mantenuto il volume di 25 litri, La potenza trattata 50 Wa. Il materiale @ il solito truc- 6 Fig. 7 Fig. 8 Fig. 9 Fisposta In trequonza e distorsione in campo aperto. Alsposta In una stanca 7.1 x48 x28 mt. Cassa 2 vie, 25 liv. Potenze sino @ 80 W. Misure in mm, 1s = asa Loar 82 | pososse aoo1s2 iw iris i | vn ] Collegamento altoparlant! cass 25 ltr. 2 = 8 ohm. Curve risposta in campo aperto (sopra) © in una stanza, Fig. 14 ciolato che internamente deve es sere rivestito con lana di vetro- del peso complessivo di 75 g. In fig. 10 si pud vedere come devono essere collegati i due alto- parlanti, C’ il filtro a due vie che pud essere facilmente autocostrui- to. Si tenga presente che il tweeter deve avere un’impedenza di 15 2, il woofer di 8 @. Si facia atten- zione che gli altoparlanti siano col- legati in opposizione di fase. Prestazioni In fig. 11 sono riportate Ie eur~ ve di risposta in frequenza ¢ della distorsione armonica. La risposta complessiva va da 37 Hz a 20 kHz. Per avere un’indicazione pit. reali- stica delle prestazioni del sistema diamo anche la curva di risposta (fig. 11 in basso), ricavata con la cassetta sistemata in un locale di 71x 4,8x2,84 m. Questa curva venne ricavata in queste condizioni: Ja cassetta era stata sistemata a 0,5 m dal suolo, ad uguale distanza dal- le pareti pit lunghe e a I m dalla parete pitt corta. Il microfono era stato sistemato di fronte alla cas- setta a 4 metri di distanza ¢ ad un’altezza di 1,5 m. In queste con- dizioni si pot’ misurare una ridu- zione di 20 dB nel livello sonora rispetto alla curva di fig. 3 in alto (misurata all'aperto) mentre la ri- sposta in frequenza andava da 50 Hz a 20 kHz 3 dB. Dati caratteristici ~Impedenza 8o -Gamma di freq. 37...20.000 Hz - Freq. di risonanza 73 Hz =Potenza trattata 50 Wer (manina) - Vol. della casa 25 litti Cassa 3 canali sino a 50 watt. & riportata in fig. 12. Tl volume @ 32 litri, Pimpedenza nominale & 8 Q la potenza trattata 50 War. T pannelli (trucciolato) devono avere uno spessore di 20 mm, Le giuntu- re devono essere a tenuta daria; eventualmente usare speciali na- stri adesivi. Le pareti interne dei pannelli devono essere ticoperte con lana di vetro pet un peso com- ot Fig. 12 Oe) 480 | 220 / ZL / Cassa 9 vie da 82 lit. Potenze sino @ 60 W. Misure In mm. 300 Fig. 15 wh “ee “ae i Collegamento altoparlant. Z nominalo 8 ohm. Fig. 14 ‘Sistema of costruzione. Legno compensato. e plessivo di 100 g. Gli altoparlanti da impiegare so- no i seguenti: tipo_impedenza woofer (bassi) AD 80652 80 intermedio (medi) AD 0211 8 9 tweeter (alti) AD 0163 82 In fig. 13 @ indicato come de- vono essere collegati gli altopar- anti nonché i valori delle indut- tanze del cross - over per i bassi. Dati caratteristici Impedenza 8 2 (nominale) Campo di frequenza 32...20,000 Hz Frequenza dirisonanza 63 Hz Potenza trattata 50 War Volume della cassa 32 litri La casse acustiche attualmente pil usate sono quelle ermeticamen- te chiuse, le quali riuniscono in sé il pregio delle ridotte dimensioni e della buona risposta alle frequenze audio, anche a quelle della parte inferiore della banda. Cid per il semplice fatto che esse impedisco- no qualsiasi interazione tra le on- de sonore che si producono davan- ti ¢ dietro Faltoparlante, (in com- penso perd, a differenza delle cas- se bass-reflex, tendono ad attenua- re le note basse). Il sistema si comporta_quindi come se Valtoparlante risultasse montato su un pannello (baffle) di infinite. dimensioni, Uno svantag- gio delle casse acustiche ermetica- mente chiuse & quello di avere un basso rendimento sonoro; cid é dovuto al fatto che mentre gli alto- parlanti per i toni alti (tweeter) quelli per i toni intermedi (squaw- ker) sono unita chiuse, e pertanto non irradiano dal di dietro, quello per i toni bassi (woofer) irradia verso l'interno della cassa la quale assorbe detti suoni. Non solo, ma Paria all'interno della cassa rende pit difficoltoso il movimento del cono dell’altoparlante dei toni bas- si (cid ovviamente non succede nel- le casse bass-reflex). Per questo motivo il progetto di luna cassa acustica sara sempre il risultato di un compromesso. fra la necesita di avere una buona ri- sposta ai bassi, e quella di avere una cassetta acustica di dimensioni non troppo grandi. Sennheiser. Professione registratore. E strano paragonare un microfono a un regi- stratore. Eppure, meno / contro i disturbi magnetici. Filtro incorporato contro irumori trasmessi dallo sbagliato di quanto sem- stativo. Sistema anti- bri. Se ci pensi, 2 proprio ) popping incorporato. Interruttore Pinserzione magnetico. Morsetto rapido. Collegabile a tutti gli impianti Pamplificazio- ne musicale. lui che cattura il suono. Lo sente, e lo trasforma in impulsi elettrici. Piti o meno come fanno le tue orecchie. E un microfono Sennheiser Non a caso @ adottato @ proprio un terzo orec- dalla maggior parte delle chio nelle tue mani. Ascol- compagnie radiotelevisive, ta e registra tutto fedel- dai migliori studi e da molti mente, senza aggiungere musicisti professionisti. Tutta o togliere nulla alla qualita gente che ha orecchie per del suono. Un vero profes- intendersene. sionista. E senti cosa ti offre: Yr "> ° Gamma di frequenza: [Pa seated 8 40... 16.000 Hz. Direttivita: Elenco Rappreseatati regional per negoxic inwallator, 7 soe . LOMBARDIA: Videmono Tel. 02/7171 717351 supercardioide. Ottime pro- PIEMONTE: Glacier Tel O1/637525 +h wet VENETO: (clus prov Bellns) Rossa Tel,030/931769 prieta anti larsen. FHUUL VENEZIA GIULIN RD. “Tel ov3e/29068"23047 | / a LIGURIA: Stereo Te 010 308086 Assolutamente insensi- bile al contatto fisico grazie ad una custodia completa- mente metallica con struttura interna antivibrante debita- mente smorzata. Bobina di compensazione EMILIA ROMAGNA: Audioteno Tel, 051/450737 TOSCANA < UMBRIA: acai Te 0574/453218 i LAZIO: Es Sound - Tel. 0673581816 (CAMPANIA: Marea Tel. 081/323270 Aa ata Ort f O80 Le ip PUGLIA - BASILICATA -CALABRIA, Tire - Te 080/348631 SICLIA: Montalto. Tel 091/334985 SARDEGNA' Lora Te. 0707501359 7” Le ‘TRENTINO - ALTO ADIGE: (6 pov. di Belluno) Kiem Tel 047139974 “ Eni Ti Basic ® uno det tinguagei di programmazione pitt diffusi_e pid facili da usare. 11 nome BASIC @ in realta una sigla, ricavata dal- Je parole Beginners’ All Purpose Symbolic Instruction Code, cio’ «sistema di istruzioni_simboliche per tutti gli usi, per principianti ». Si tratta quindi di un linguaggio appositamente studiato per essere facile da imparare, e di utilita ge- nerale, Per questo motivo, @ il lin- guaggio pitt usato nei personal com- puter, cio’ nei piccoli calcolatori che costano meno di un'utilitaria © devono poter essere programmati anche da « non esperti ». Per chi conosce gia qualche lin- guaggio di programmazione (spe- cialmente il FORTRAN), impara- re ill Basic & estremamente facile: il Basic @ infatti un Fortran molto semplificato. Chi non ha mai pro- grammato, in nessun linguaggio, dovrebbe prima imparare poche no- Zioni fondamentali. Crediamo perd che anche questo non sia un « com- pito» difficile; quindi cercheremo di spiegare adesso, in poche parole, che cos'é un elaboratore elettronico € che cosa significa « programmar- Jo», Naturalmente il discorso non sara astratto, ma orientato alle ca- ratteristiche dei personal computer © del linguaggio Basic. 6 Tutto sul basic il lir suaggio piu diffuso KASO DS 100 i SERGIO BARAGLI Slotemista Nixdort Computer Le parti principali di un elabo- ratore (calcolatore elettronico) so- no schematizzate in figura A, ¢ in parte visibili nella fotografia (cal- colatore Nixdorf 8870). Esamine- remo queste parti tra poco. Per far eseguire dei lavori ad un caleolatore, occorre fornirgli un programma, cio& una sequenza di comandi elementari detii istruzioni. Il calcolatore « capisce » soltanto pochi comandi, molto semplici; chi lo programma deve auindi riuscire ‘a scomporre il « compito » da ese~ guire in una serie di comandi ele- mentari. Per fare un esempio, sup- poniamo che un certo calcolatore sia in grado di eseguire le somme, ma non le moltiplicazioni; per « le informa Zioni che servono allunita centrale, ciot le istruzioni dei programmi, ¢ 65 FIG. A NawoR IA PRINCIPALS usrra [— viozo stanpants | canTRALS | rastzpra DISCO NASTRO HIG. B A 127 — 2 GIANNI pi [382,76 {In 25 anni i! costo per eseguire 100.000 ‘moltipicazion! con un elaboratore elet- tronico si 8 ridotto of oltre 126 volte, ‘Se i! costo di all! prodotti fosse dim hulto nelle stesso modo, sarebbe ogg) possibile comperare una bistecca @ 160 lire il Kg., un ablto 2 5400, una casa con quattro stanze da etto'a:meno di 3 ‘ilont, un'automabite a 167.000, un biglietto ‘ereo per i giro de! mondo a circa. 36.000 Nel 1959 un milione a caratteri (0 Byles) poteva essere momoriezato In uno spazio di 11,2 metr) cubi al costo 4,280 miloni. “Un elaboratore 18M 4241, annunciato nef 1979, pus. regi Strare ‘le. stosse informazion’ in “uno Sspazio di 0,00084 metr! cubi (lo spazlo i08 occupato da’ un libro tascabile) on un costo di noleggio della memo- via di 250 mila ie. i dati su cui i programmi operano (nell'esempio precedente, il compi- to da eseguite 8 la moltiplicazione 3 x 9; Pstruzione usata & quella che caleola la somma; i dati sono i nu- meri da moltiplicare tra loro, cio’ 3 € 9, € il relativo risultato: 27), Ogni calcolatore ha quindi biso- gno dell'unita centrale e di una me- moria principale; queste non sareb- bero pero sufficienti, se mancasse un metodo di colloquio tra il cal- colatore e luomo che deve usarlo. In altri termini, bisogna che Tuo- mo possa scrivere, cio’ comunica- re al calcolatore, le istruzioni del programma che vuol far eseguire, © i dati; © occorre poi essere in grado di leggere il risultato. Esi stono quindi anche le uniti di in- Bresso © uscita, cio® di immissione delle informazioni_ nel calcolatore ingresso) ed emissione dei risulta- ti (uscita). Come uscita del primo tipo, i personal computer utilizza- no la tastiera; motto simile alla ta- stiera di una machina da scrivere, 6 essa serve alluomo per « parlare » con il calcolatore, ciot per fornir- gli programmi e dati, Come unit di uscita siusa un video (display in inglese), che assomigiia ad un televisore; 0 una stampante, di cui parleremo pitt avanti. Sulle ultime parti indicate in fi gura A (dischi e nastri), non occor- re dir molto, in questa sede; sostan- Zialmente, esse servono a contene- re molte pitt informazioni di quan- te ne possano stare in memoria prin- cipale. Funzionano quindi come e- stensione della, memoria stessa. Sui personal computer sono utilizzate di solito le cassette magnetiche, con Ja stessa funzione. Su una cassetta possiamo scrivere programmi e da- ti che per il momento non servono © quindi « metterli via», proprio come si fa con una cassetta di mu- sica. Molti personal computer di- spongono anche di una stampan- te: esistono diversi tipi di stampan- ts, ma la loro funzione & sempre la stessa: quella di scrivere su carta, quindi in forma permanente, le in: formazioni che il calcolatore vuo- le comunicare all'uomo. Queste in- formazioni possono essere risultati di operazioni, messaggi di errore (ad esempio, se si tenta di far ese guire all'elaboratore la divisione di un! numero per zero) ecc. Una stampante « assomiglia » ad una.macchina da scrivere senza ta- sti, cio& munita soltato dei_mec- canismi di scrittura. La stampante 2 molto utile an- che per conservare traceia di pro- grammi molto Tunghi: un program- ma « lungo », cio? con molte istru- zioni, deve in genere essere svilup- pato secondo un metodo di questo tipo: 1) il programmatore scrive per la prima volta la sequenza di istru- zioni con carta e matita; esaminan- dola, cerca di scoprire ‘se ci sono degli errori; 2) quando la sequenza sembra corretta ¢ completa, viene « comu- FIG. C VARIABILI NUMERICHE VARIABILI STRI NOME, lettera o lettera + cifra: lettera + $: A, B, Z, F2, K3, H9 ece. AS, BS ece. OPERAZIONI ingresso da tastiera: ingresso da tastiera: POSSIBILI INPUT F2 INPUT FS stampa: stampa: PRINT 7 PRINT KS trasferimento: LET A2 = FS LET AS = GS calcolo espressioni: copia diretta: LET F4 = G + 5—U9 LET AS = «GIANNI» LET BS = «HA FAME » copia diretta: LET F9 = 1871 unione: LET C$ = AS + BS C$ contiere ora «GIANNI HA FAME » nicata » allelaboratore, cio’ rico- piata nella sua memoria per mezzo “ella tastiera; 3) a questo punto il programma deve essere provato: ad esempio, se si tratta di un programma che deve effettuare la moltiplicazione di due numeri, il. programmatore potri serivere sulla tastira «3» ¢ «5 >, per vedere se sul video (0 sulla stampante) il calcolatore risponde «15; poi potra scrivere «12» c <4, ¢ verificare che il risultato sia « 48 » ecc.; 4) se la fase precedente ha evi- denziato degli errori, occorre cerca~ re di capire quali istruzioni sono er- ate e quindi correggere il program- ma, sempre utilizzando la tastiera; le prove effettuate facilitano la ri- cerca dellerrore (ad esempio, se delle due moltiplicazioni. preceden- i, risulta errata solo la secoda, si pud sospettare che il programman sbagli soltanto nel moltiplicare nu- meri a pitt di una cifra); dopo aver corretto il programma, si ritorna al punto 3), per effettuare altre prove; 5) quando si arriva al punto in cui nessuna prova da risultati erra- ti, si pud essere ragionevolmente certi che il programma sia corretto; se il programma & molto comples- 0, tuttavia, & probabile che la ver- sione originale (quella scritta con carta ¢ matita) contenesse molti er- ori, quindi abbia subito parecchie modifiche, prima di arrivare alla versione corretta ¢ opportuno quin- di far stampare la versione corret- ta del programma, che potra ser- vire in futuro per eventuali: modi- fiche (se si renderd necessario far svolgere all’elaboratore un compito Ieggermente diverso da quello de- ciso inizialmente). Che cos'é un linguaggio di programmazione Abbiamo detto che un program: ‘ma % una sequenza di comandi e- Iementari, che permette di far ese- guire all'elaboratore il compito che noi vogliamo. Un linguaggio di pro- grammazione & costituito dallinsie- me di tutti i comandi clementari « comprensibili » per Yelaboratore, insieme con le regole per il loro uso. Per spicgarci meglio, ricorriamo ad un’analogia: un programma & come una serie di frasi di senso compiuto, scritte in italiano. Sup- poniamo che uno straniero, ad ¢ sempio un inglese, debba comuni- carci qualcosa (una frase); il pro- blema & che noi non capiamo Tin- glese, ¢ Iui non sa italiano, Se ha molta pazienza, lo straniero pud scrivere una frase in italiano con aiuto di due « strumenti »: 1) un vocabolario.inglese-italia- no, che gli permetta di tradurre cia- scuna parola inglese nella corri- spondente italiana; 2) una grammatica italiana, con Ja quale egli potra « mettere insic me » le varie parole, modificando- Te quando & necessario (es.: non di- ov re cio avere fame », ma «io ho fame »), Per « parlare » con il calcolato- re, noi dobbiamo imparare la sua lingua, cio’ il linguaggio di pro- grammazione, che & costituito da un insieme di parole di cui occorre conoscere il significato (vocabola- rio: ad esempio, PRINT in Basic significa: stampa) e delle regole ne- cessarie per «mettere insieme » le parole stesse (grammatica: ad e- sempio, alla parola PRINT occorre aggiungere una parola di tipo par- ticolare, che specifica il dato da in- viare su stampante). Solo cosi riu- sciremo a scrivere un programma, cio una frase 0 un « discorso » che abbia senso per lelaboratore. Per fortuna, un linguaggio di programmazione & molto pitt faci- Te da imparare di una lingua stra- niera, per almeno due motivi: 1) Te parole da imparare, che sono poi i comandi elementari disponi- bili sono pochissimi (una ventina, per il Basic); ancora meno sono le regole di grammatica; 2) in un linguaggio di program- mazione, non esiste il problema dei «modi di dire » che fanno ecce- zione alle regole di grammatica; ad esempio, la frase italiana « io ho fretta », se tradotte in inglese pa- rola per parola, seguendo vocabo- lario e grammatica, diventerebbe «1 have hurry »; ma questa frase in inglese non ha senso, e deve es sere sostituita, per essere compren- sibile, da «Tam in a hurry »; se adesso partissimo da quest'ultima frase, per ritradurla in italiano con vocabolario e grammatica, otter- remmo «io sono in una fretta »! Le « traduzioni » in un linguag- gio di programmazione, invece, so- ho tutte « letterali », D’altra parte, un uomo riesce di solito anche a capire una frase non corretta dal punto di vista gram- maticale; il calcolatore, —invect « capisce » soltanto le istruzioni che gli sono fornite senza il mis nimo errore. La « grammatica » del Basic: come si scrivono le istruzioni. Del vocabolario del Basic par- leremo nei prossimi articoli, dove elencheremo i comandi con i ri- spettivi significati, Cominciamo in- vece ad esaminare le «regole di grammatica » del linguaggio Basic, ed in particolare la struttura delle istruzion Ogni istruzione Basic deve esse- re scritta in una tiga: ad ogni nuova istruzione, una nuova riga. Questo metodo permette ovviamente di di- stinguere «a colpo docchio » una istruzione dall'altra; ad esempio, leggendo: INPUT A, LETB=A 43 PRINT B anche senza conoscere il significato dei comandi scritti né il funziona- mento del programma, possiamo di- re che ess0 & costituito da una se- quenza di tre istruzioni, corrispon- denti rispettivamente a INPUT A, LET B = A + 3 ¢ PRINT B. Non sempre la sequenza di istru- zioni di un programma deve essere ‘eseguita integralmente, dall'inizio alla fine; spesso, a seconda dei da- ti che forniamo al programma stes- so, devono essere eseguite certe parti della sequenza piuttosto di al tre. Ad esempio, supponiamo di serivere un programma che esegua la divisione tra due numeri. I due numeri possono essere qualsiasi (ad esempio, perché vengono di volta in volta scritti sulla tastiera), quin- di bisogna prevedere anche il caso che il secondo numero sia uguale a ze10. Ma se il secondo numero & zero, la divisione & impossibile, quindi il programma non pud es- sere eseguito. Occorre allora scri- vere per prima unlistruzione che controlli che il secondo numero non sia uguale a zero e, in caso affermativo, «salti» ad un‘altra parte del programma che, anziché eseguire la divisione, da’ una se- gnalazione di errore. Ul concetto di « salto » sara chia- rito meglio negli articoli successivis per ora diciamo soltanto che & ne- cessario «dare un nome», 0 un numero, alle istruzioni, per poter « dire » al calcolatore, ad esempio, « salta alfistruzione n. 13 », 0 qual- cosa di simile, Nel Basic, ogni riga deve essere numerata, © questo. numero. pud quindi essere usato come « nome » delfistruzione scritta in quella ti- ga. (Talvolta, capita che un’istru- Zione sia troppo lunga per stare in una sola riga; in questo caso si prende, per indicare Vistruzione, i numero della sua prima riga,) Esempio di numerazione: 1LETA S247 2 INPUT C 3 PRINT « SALVE » T numeri possono anche essere diversi da 1, 2, 3 ece. purché sia no interi e sempre crescenti; ad esempio, possiamo anche scrivere: 10LETA = 247 15 INPUT C 16 PRINT « SALVE » Il calcolatore riesce comunque a capire che con il numero 15 voglia- ‘mo fare riferimento alf'struzione INPUT C ece. Questo tipo di nu- merazione pud essere utile se pen- siamo di dover poi modificare il programma inserendo delle altre istruzioni tra la 10 e la 15, op- pure prima della 10. Vediamo adesso le regole che guidano la sorittura di una singo- Ia istruzione: ogni istruzione & for- mata « mettendo insieme » un co- mando (detto codice operative) © degli operandi (dati a cui si riferi- sce il comando). Ad esempio, nel- Vistruzione PRINT « SALVE », il comando @ PRINT, che significa stampa >; il dato da stampare & la parola « SALVE », messa tra vir~ golette. Lo stesso comando si pr sta ad essere usato per dati div possiamo quindi scrivere Vistruzio- he PRINT « BUONGIORNO », op- pure PRINT «RISULTATO = 8» ec, Passiamo ora alfesame dei dati Struttura dei dati Le istruzioni, come si & gia det- to, devono trattare dei dati, cio® delle informazioni scritte in forma opportuna. Nel Basic vengono in- nanzitutto distinti due tipi di dat i numeri ¢ le sequenze di caratteri. Un carattere pud essere una qual- asi lettera delfalfabeto, una cifra, © un segno di interpunzione. Quin- di una sequenza di caratteri pud essere « MARIO ROSSI », oppu- re «VIA DELUORTO N. 17» eee. Sui numeri possiamo svolgere o- perazioni aritmetiche, mentre le se- quenze di caratteri (dette anche Stringhe) possono essere soltanto «comunicate » al calcolatore con la tastiera, stampate (in tutto o in parte) sulla stampante ecc. Anche se una sequenza di carattericon- tiene delle cifre, non diventa un numero su. cui possigmo fare dei calcoli (esempio: la stringa « VIA DELL'ORTO N. 17» @ evidente- mente parte di un indirizzo; quin- Gi owvio che possa essere soltanto Tetta o stampata, ma non sommata © divisa per qualcosa, anche se con- tiene il numero 17; in altri casi, questa limitazione pud essere me~ no owvia, ma & sempre valida). Perché i dati possano essere trat- tati da un programma, occorre as- segnare ad essi dei nomi, detti nomi di variabili. Per Yesattezza, tun dato pud essere trattato soltan- to se scritto in una variabile; una variabile & come una scatola, in cui noi possiamo mettere o togliere del- Ie informazioni. Ad esempio, sup- poniamo di voler scrivere un pro- gramma che esegua la somma di due numeri introdotti, cio’ seritti NON PERDETE IL PROSSIMO NUMERO DI Rodio Elettronica UN PICCOLO REGALO PER TUTTI! NOSTRI LETTORI IN EDICOLA A GENNAIO! dalluomo, sulla tastiera. Dovremo uusare subito due variabili, cio’ due « scatole »: in ciascuna di esse met- teremo uno dei due numeri intro- dotti da tastiera. Per calcolare la somma, ci occorre una terza va- riabile, in cui scrivere il a meno che i due num tenza siano utilizzati soltanto per la somma, quindi possano essere « buttati » quando la somma @ ter- minata; se questo & vero, possiamo utilizzare, per contenere il risulta- to, una delle due variabili in cui avevamo scritto i numeri di par- tenza. [nomi delle variabili numeriche, cio’ adatte a contenere numeri, ma non sequenze di caratteri, sono co- stituiti da una lettera, oppure da una lettera seguita da una cifra. Ad esempio, A, K1, F9, Z ece. sono tutti nomi’ possibili per variabili numeriche. Possiamo decidere di usare, per il nostro programma di somma, le variabili Al e A2. ‘Anticipiamo che i codice opera- tivo INPUT permette di introdur- re dati dalla tastiera, « infilandoli » in una variabile. Quindi, con le i- struzioni: 10 INPUT AL 20 INPUT A2 potremo scrivere due numeri qual- siasi (ad esempio 127 ¢ 13) sulla tastiera, e « ritrovarli » nelle varia bili Al e A2. Notiamo che INPUT AL & un‘istruzione (con il numero 10), di cui INPUT @ il codice ope- rativo e Al Toperando. Il codice operativo LET. permet- te di eseguire delle operazioni arit- ‘metiche, oppure di ricopiare il con- tenuto di una variabile in un'altra; ad esempio: 30 LET Z= Al se eseguita dopo le istruzioni pre- cedenti, ricopierebbe il numero gid seritto in Al (cio’ 127, nell'esem- pio), nella variabile 2 Per eseguire la somma possiamo serivere invece: 30 LET Z = Al + A2 cosi in Z (terza variabile) ritrovia~ mo il risultato della somma. ‘Abbiamo gid detto che con PRINT il calcolatore pud stampa- re dei messaggi; quindi il program- ‘ma completo: 10 INPUT Al 20 INPUT A2 30 LET Z = Al + A2 40 PRINT Z provocherd Ia stampa del risultato della somma; nell'esempio fatto, il numero stampato sara 140 (pari a 127 -+ 13). Se da tastiera avessi- mo introdotto i numeri 87 ¢ 202, sarebbe stato stampato il numero 289 ece. Come si trattano le sequenze di caratteri? anche queste devono es- sere « inscatolate » in. variabilis dobbiamo perd usare delle varia- bili di tipo diverso, denominate, nel Basic, variabili stringa, Esse si di- stinguono dalle variabili numeriche, oltre che per il contenuto, anche per il nome: il nome di una va- riabile stringa, infatti, deve essere costituito da una lettera seguita dal simbolo del dollaro (S; vedere fi- gura B) Come risulta dalla figura C, le operazioni possibili sulle variabili stringa sono soltanto quelle di: « con pola- rizzazione inversa (RBSOA) fino a 10 A ¢ 600 V. Il tempo di storage induttivo tipico 8 di 1.3 1s a 100°C, con un tempo di crossover indut- tivo tipico di 600 ns. Sei dispositivi_ sono classificati con corrente continua di 2.5. A, 5 A € 10 A, con una Vero (sus) di 700 € 800 volts. I valori di corrente di picco sostenuta in condizioni im- pulsive arrivano al doppio dei valo- ri continui, Nella commutazione di carichi induttivi, le principali: per- dite di potenza di commutazione si verificano durante il tempo di crossover, quando le forme donda di tensione ¢ di corrente sono en- trambe elevate, IL basso tempo di crossover in- duttivo della serie MJ8500, accop- piato all’eccezionale RBSOA, eli- mina 0 riduce Ia necessit’ di reti di assorbimento RC, giungendo ad oitenere ulteriori economie nei cir- cuiti tipici. La famiglia MJ8500 & disponi- bile in un contenitore TO-3. n luce & colore eae) a la tua musica LE INDUSTRIE ANGLO-AMERIGANE IN ITALIA VIASSICURANO a UN AVVENIRE BRILLANTE ELCO ELETTRONICA snc. importazione 4 INGEGNERE anche por fECMICY INGLES! e distribuzione _ componenti elettronici e radio TV @ hobby e industria DISTRIBUTOR! IR - Siemens - Feme - Lumberg - Daut + Rietz - Buschelkontaktbau - Neosid - Seuffer rudiare 8 ease INGEGNERE ragolarmenta iseritto nell Ordine Britannic. una CARRIERA splendida Ingegneria CIILE - Ingegneria MECCANICA un THTOLO embito Ingegneria ELETTROTEGNICA - inggneria INDUSTRIALE lun FUTURO ricco di sod Ingegneria RADIOTECI Qe BRITISH INST. OF ENGINEERING TECHN. ELETTRONICA AMI LA MUSICA? TRASFORMALA IN FESTA CON | NOSTRI PRODOTTI ATRONICA [ELETTRONICA No VENDO TX FM al quarzo (con frequenza selezionabile mediante richiesta) completi di contenitore, alimentazione 12V CC, uscita su 50 ohm, totale assenza_ di spurie, range di temperatura —20°-+45°C. Le potenze disponibili_ sono: 1 W, 2 W, 5 W, 10 W, 15 W, 20 W, 30 W, 40 W, 50 W, 70 W, 100 W, 150 W, 200 W, 400 W, 800 W. I-'TX sono completamente in stato solido. I prezzi sono bassi © trattabili, Max serietd. Giuseppe Messina, via S, Lisi 111, 95014 Giarre (CT), tel. (095) 936012 (ore 2122). CERCO schema elettrico della se- guente radio: Radiomarelli Mod. RD 218, sono disposto a pagare Cravano Salvatore, via Scipione Africano 11, Palazzolo A., 96010 (SR). COMUNICASI che [’Orario Ra- dio Internazionale, dal titolo < Tut te Le Radio Del Mondo Minuto Per Minuto > quinta edizione apri- Je 1980, & in vendita presso le Librerie, Sezioni A.R.I., Club CB, negozi GBC; in caso di mancata reperibilit{ di detto Orario, da parte dei vari interessati, si prega di volerlo cortesemente segnalare all’Autore: Dottor Boselli Primo, via Lambruschini 4/A, 50134 Fit renze. VENDO ricetrasmettitore 24 CH quarzati della Sonic con microfo- no preamplificato + preamplifica- tore antenna + alimentatore + 10 metri RG 58 + antenna GP a sole L. 80.000. Camillo Aba- gnale, via C. Gragnano 8, S. A. Abate, 80057 Napoli, tel. (081) 8705844 dalle 13,30 alle 14,00. ALLIEVO s.te vende schemi di qualsiasi tipo (Mixer, trasmettito- Radio Elettronica pubblichera gratuitamente gil annunci det lettor. I testo, da serivere chiaramente amacehina o In stampatello sere inviato a Radio Elettronica ETL 0 Vitt. Emanuele, 48 ~ Torino ti FM, ricevitori con ascolto in cuffia ad energia gratuita, lineari per CB o FM 88-108 MHz. Am- plificatori BF, preamplificatori FM antifurti, effetti musicali, costru- zione di antenne per la ricezione dei canali esteri, Strumenti di mi- sura (tester, wattmetro AF, ampe- rometro, provatransistor PNP U PU). Si vendono anche schemi di televisori, radio, autoradio di qual- siasi marca. Ogni schema costa L. 2500. Per informazioni serivere a: Spingoni Marco, via del Forte 80, 03018 Paliano (FR). VENDO vetronite ramata per CS L, 2.000 al kg 0 cambio con altro materiale elettronico 0 in stock con oscilloscopio. Tratto solo con il Piemonte. Birolo G., corso Svizze- ra 56, Torino, tel. 7493152. CERCO: macchina di serivere ~ oscilloscopio S.R.E. - tester 680 R_- provatransistors_- dipolo WD3ZZ - micro 50 Kohm - buon ricevitore FM 88-108 MHz ¢ ban- de servizi civili (polizia - aerei ~ etc.) - variabile doppio 2504250 pF 3.000 V circa e variabile da 200 pF 0 250 pF 3.000 V. VENDO: A.L. Galaxy CTE - ro- tore «Golden Colorotors > con comando da tavolo - vendo coman- do rotore Channel Master nuovo 2 3 conduttori micro PRE da pal- ‘mo nuovo mod. 1115 - comando nuovo rotore « Stolle » ~ accorda- tore antenna 25-30 MHz. - lineari da B/M da 27 MHz 50-160 W. Giannetto Lapiz, P.O. Box 5, 08020 Posada (NU), Sardegna, tel. (0784) 854133. CERCO gli schemi per i seguenti effetti sonori: riverbero ¢ Peffetto di voce metallica, con alimenta- zione a 12 V. Scrivere a: Marco Orlandi, via S. di Santarosa 2, Fi- renze, VENDO APX6 ricetrasmettitore per la banda dei 1296 MHz idea- Je per chi vuole esplorare questa nuova banda, liberissima, comple- to di schema e documentazione L. 60.000. Inoltre vendo numerose riviste Cq-Sperimentare - Radio Elettronica - Selezione - Elettro- nica 2.000. Per stock di riviste prezzi bassissimi, Beltrami Dario, via Padova 46, 20030 Senago (MD, tel, (02) 9980714 dalle 18 21 CERCO ragazzi disposti a colla- borare alla apertura di una radio libera, di eta dai 14 ai 16 anni, residemi a Messina, massima se rieta; la quota di partecipazione di L. 20.000, scrivere per infor- mazioni pit. dettagliate a: Pistorio Stefano, via stagno 10, 98020 Tre- mestieri (Messina). ALLIEVO SRE eseguirebbe pro- prio domicilio. montaggi_clettroni- ci per seria dita, A. Zapelloni, via Ragusa 7, Ba VENDO TX FM 88+ 108 MHz professionali Hi-Fi con potenza 5 W L. 110.000; 14 W L. 170.000; 30 WL. 230,000; 50 WL. 300.000; 100 W L. 450.000; 200 W L. 870.000 il tutto a transistor con contenitore senza alimentazio- ne escluso il TX 200 W che & completo, Assicuro massima serie- t& e competenza. Egidio Maugeri, via Marano 62, 95014 Giarre (Ca- tania), tel. (095) 933883, VENDO riviste Radio Elettronica anni 1973-74-75-76 L. 6.000 ca- dauno; Radiorama 1974, 13 nu- meri L. 7,000. Righi Domenico, via G. Leopardi, 47, 00011 Ba- 78 Una collana nuova per una nuova didattica tecnico-scientifica edita dalla ETAS LIBRI. In ogni volume la teoria, le applicazioni e centinaia di esercizi risolti e da svolgere. La Collana si compone di 45 volumi che approfondiscono operativamente aspetti e problemi di scienza pura e applicata. In particolare Le proponiamo quattro volumi: Circuiti olettrict di. Edminister JA. L.9,000 - pagg. 292 Definizionie parametri circuitali Valore medio ed efficace - Correnti © tensioni sinusoidal « Impedenze complesse e vetto- "I - Circuiti paralielo e serie Potenza ¢ rifasamento ~ Riso: a - Studio delle reti- Teore- di Thevenin © di Norton + Mutua induttanza - Sistemi polifase - Analisi delle funzioni ‘con il metodo di Fourier -Tran- sitori circuital, Circuit elettronici di Lowenberg EC.-L. 7.000- pagg. 274 Dispositivi elettronici a bipolo “ Applicazioni dei diodi Generalité sulle reti a quadri- polo - Dispositivi elettronicl a ‘quattro terminali- Amplificatori lineari - Generalita sugli ampli ficatori - Appendici - Indice analitico. BUONO D’ORDINE Desidero ricevere le opere indicate con una X © che pagherd in contrassegno alla consegna 619015 Circuit eetrict L. 8.000 619023 ©) Circuit elettronici C 7.000 619031 © Algebra di Boole e circuit a ccommutazione L. 6000 619049) Regolazione automatica L 10.000 Fispedre in busta chusa & ILPOSTALE Dsione Vente per Conspondenza de Gruppo I ahora Fabon'S pA Caoein Postate 12000-20100 Mare Tuite le spese oi imballaggio © postal sono a carieo ee iL Hosta Algebra di Boole ¢ circuiti di ‘commutazione di Mendeison E. 6.000 - pagg. 224 algebra delia logica - L'alge- ‘bra degli insiemi - Algebre ci Boole - Circuiti di commutazio- he @ circuiti logich - Le teorie elle algebre di Boole. Regolazione automatica di Di Stefano J.J. - Stubberud AR. Williams. LJ. = L- 10.000 = pagg. 384 Sistemi linearl ed equazioni di ferenziali_- Trasformata Laplace - Stabilita - Funzioni di trasterimento - Schemi a bloc chi e funzioni di trasferimento - ‘Schemi di flusso - Analisi e pro- getto dei sistem di controllo re- troazionati - Analisi e diagram- mi di Nyquist - Analisi e proget- to con il luogo delle. radici ‘Analisi e diagrammi di Bode Carta di Nichols, Cognome Via cap Prov, Professione Firma Localita gni (Roma). VENDO Mixer 5 canali con Fad- der, 2 magnetici (equalizzati RIAA. 0,3 mV), 1 piezo, 1 ta- pe, 1 microfono. Controlli: volu- me generale, microfono, stacco Fadder. Caratteristiche: banda pas- sante 20-20 KHz, distorsione 0,3%, rapporto S/N > 70 dB, uw scita 2 Vp, alimentazione 9-18 Vee, assorbimento 100 mA. In elegante contenitore nero, rifiniture colore nero, rifiniture colore oro, senza alimentatore. Prese DIN 5 poli, completo schema elettrici schema per realizzazione preascol- to. L. 40,000 (quarantamila). Po- mini Luca, via G. Medici 15, 38100 Trento. VENDO trasmettitori FM-FM ste- reo, corrispondenti alle norme e- manate dal ministero P.T. poter ze da 0,5 fino a 1.500 WATT sia a valvole EIMAC sia completa- mente transistorizzati completi di ogni tipo di protezione. Montaggi professionali controllati con stru- ‘menti altamente professionali. Com- pleti di garanzia, Importante: le apparecchiature vengono montate e collaudate a domicilio in Tutta Italia, Non sono negoziante ed i prezzi, rapportati alla qualita, so- no. bassissimi, Per informazioni: Tullio Maurizio, via Federico Del- pino 151, 00171 Roma. GIOVANI ragazzi esperti in elet- tronica, costruirebbero qualsiasi po di montaggio o di apparato per ditte_o privati. Eseguiamo anche circuiti stampati solo su disegno a grandezza naturale. Scrivere 0 te- Iefonare a Claudio Iacono, via Bar- biellini Amidei 80/2, Roma, tel. 6286863, CERCO urgentemente trasmettito- re FM 88-108 MHz, 10 a 50 W, in buono stato, buona capacita di modulazione, bassa distorsione, sta- bilitA di frequenza, inviare il prez zo (tratto solo zona di Palermo). Scrivere a: Aiello Giovanni, via Buonriposo 29, 90100 Palermo. DO 7 valvole; PY88, ECF802, PCF801, PCF801, VY86, ECL86, PCL8¢, pili 4 riviste di Elettror ca, pit un modellino di nave an- tica cm 13 ricavato da corteccia di albero in cambio di un barac- chino 3 W AM che abbia almeno 5 ch quarzati con o senza antenna, Longo Mario, via Lucania 42, Tre- puzzi, (LE), tel. (0832) 758678. VENDO variatore clettronico di corrente potenza 800 W, comprato per errore L. 9.000, trasformato- re 15 W Ticino 4-8-12 Volt L. 3.500. Cercametalli autocostruito da tarare e revisionare L. 25.000. Trasmettitore con mixer L. 50.000 cablato e collaudato. Mauro Man- cigotti, via C. Cattaneo 7, 61100 Pesaro, tel. (0721) 62640. VENDO TX FM 88=108 MHz potenza 3 W effettivi + antenna € 20 m di cavo con relativi con- nettori a L. 50.000. In pid a chi lo acquista regalo schemi e istru- zioni di montaggio di amplificato- ri RF da 10, 30, 50, 100, 200 W da applicare_al TX. Alpignano (TO), tel. 9677682. CAUSA fusione finali del baracco vendo 53 riviste di Elettronica: 12 sperimentare, 6 Radiokit, 7 Ra- dio Elettronica, 3 Elettronica 2000, 11 Elettronica pratica, 4 Break, 2 Ondaquadra, 6 Cq Elettronica, 2 Nuova Elettronica. Scrivere o te- Iefonare (ore pasti) a: Giorgio Sec- co, v.le Lazio 6/A, Milano, tel. (02) 5463941, um WIZ Via Oberdan . 24 diode CAMEZIA. TERME ‘el. (osen) 28500 UNIVERSAL - STEREO - MIXER. THA MIKER STEREO UNIVERSALE Heule per radio liber, ‘siseoteche, club, GaRATTERISTICHE TECNICHE Sng Ingress! universal * tlimentarione ‘28 Vex 4 Ugclia peril contollo dt pla MIXER 32 8 ingress MAX rele Cuseta "2 Volt sett. 23.000 ‘SOUND Lux LUC! PSICHEDELICHE 3 canali ampiit- at 2.00 Wa coma. mat a i = fe, controliv-altvmedi-bassi-mastar allmen- {one 20 Vee 2.00 sTROBO LUX Scans pres a LUG! STAOBOSCOPICHE AD ALTA PO- te ZA Fellenta it movimento i persone © on: Vdeale "per ‘ereare’fancasio| att) ime font | prezzi sono compresi di IVA di spe ‘s8ione COMPONENTI Az ELETTRONICI Via Varesina, 205 20156 MILANO ‘ 02/3086931 oi LE NOSTRE OFFERTE SPECIALI B/IO - MASCHERE ROSSE prospex 3 mm spess. 40x 120 mm. © 45% 140 mm, cad 500 Speciticare misure 9 per 11.000 G/2 auanzi 2922, 160 KC. Solo L. 500 D/N2 KIT COMPLETO per moditica orologi igitall QUARZO COMPRESO. Soecilicate 1 tipo del Vosire orologio - tL 2050 2 per L, 4.000 D/10 VOLTMETRO DIGITALE = 9 cfire - conversione doppia rama alimentazione Sv KIT TUTTO COMPRESO SEMPRE L 13500 Fi DISPLAY How-Pack 20 per 10 mm. six mile @ MAN 72 an. com. dissalgat! C600 cas 10 por L. 500 F/9 PIASTRINA con 4 display HP. come fora gla montati Vi risparmia la. prepara nee foratura del citcuito stampato L. 2.000 --E LA NOSTRA SUPER... CHANNEL «F » VIDEO ENTERTAINMENT * [Sul Vostro televisore fun vero microcompus er i Vostri parenti ad amici - due programm ai base che Vi divertitanno in un modo veramente nuovo e4| inteligente; possibiita i eggiungere altro combinacioni| per mezzo di cassette sggiuntive intercamb abil una vasta scelta di prestazioni dil Syn per il Vostto tempo libero ~ per| Mise NON EQUIVOCHIAMO No. Non si tratta del soliti glochini elementa Fi, ma di qualche cosa di piu ¢ ¢1 meglio. UN VERO MICROCOMPUTER i GUIDE. RA’ © CONTRASTERA’ NEL GlOCO - 5 diversi livelli i dificalta Vi permetteran: | 'n0 di cominciare subito e di aumentare | ~ gradatamente iI Vostro impegno. UNA. so a manopola speciale per ogni partec. Panto Vi permette od) comandare 8 mov ‘enti delle immagini Sullo senermo'e. Gominare il gioco. Occarrerexbero. pag ne © pagine per illustrare adeguataments questa meraviglla della piu avanzata tec: nica slettronica, Molto meglio per Voi pro- vyario.- non lo lascerele piu © ne sarcte entusiast Channel sf » Videopiay - Oggi a meno della meta cel prezzo originale! \. ro.000 castro * Garanzia 6 mesi! alto or bala {et case srs Me2ewn CASSETTIERA ORDINE E PRATICITA’ 12 consti can aperchia stale ait pe to stern: 53220188 ? net: 2x70 a. 'e casstere sono compontil, ciod pos ono afiancre o sovapprre soidamente a@ in ATTENZIONE! ita ld cassesvora omaggio STEREO VU meter con 2 indici e 2 quadrati in unico contenitore. Scale da —20 a +3 db. L. 4.000 |W PENNA PER CIRCUITI STAMPATI. Dura (molto di pia di un normale tlacone a'inchic} ‘stro. 1) tratio @ sottlissimo e non macchia, Dotata di una punta di ricambio in fora lun [90 uso. Non riearicable 1 45% [M/¢ PACCO FILL. Contione pid «i 0.5 Kg. di vari spezzoni di conduttor. Cav schermati iat, unipolari, @ trecciola, tutti variamente ‘colorati. Utiissimo in molissime occasion, ‘solo. L. 1.500] ‘A/S LAMPADA AL QUARZO per fotoincisione Con reatiore limitatore di allmentazione luce Potente ricchissima di ultravioleto. Realizzereie finalmente | vostr circulti stam- pal MOLTISSIMI ALTRI USI PER GLI SPERIMENTATORI ‘Cominciando da questo numero, sulla nostra pagina di R.E. ogni mese Potrete trovare una offerta alla prova di uno o pill integrati di varie case Gisponibili presso il nostro magazzino. Ordinandoli avrete a disposizione gratuitamente la documentazione re- lativa ai vari sistemi di montaggio consigliata dagli stessi costruttori. L. 24900 QUESTO MESE PROPONIAMO. LM 3914: Dot/Bar Display Driver Uailissimo per Vu Meter, Voltmetr, Termometri ¢ tante altre applicazion! ove @ richiesta una misura di tensione non tradizionale. Piota 10 Led; alimentazione da 3 a 25V; sensibilta 1,2V ts. Veirculto integrate + 1 zoccolo 18 pin'+ 12 pagine di schemi M2 MINI TRAPANO - leggero, veloce, poten- te @ accessorio che corcavate per forare | Vostri circuit: stampat Caratteristiche: peso 100 gr. alimentazione da 9 a 18 Ve-c.; consumo 0,6A 15.000 APM. serraggio massimo del mandrine 2.5 mm. 18.000 ‘ABBIAMO DISPONIBIL! DATA BOOKS DEI PRINCIPAL! PRODUTTORI USA semiconductors, linear C's. Application Handbook, Mos & C Mos, Fet Data Bock, Memory application Handbook. Dovete solo tichiedere speciticamente cid che vi serve. Mettetec! alla prov Ordinate per lettera o telefono oppure visitateci al ns. punto vendita di Milano, via Varesina 205. Aperto tutti giorn dalle 9 al 13.¢ dalle 15415 alle 19.20, Trovercte sempre cordialita, simpatia, assistenza, comprensione e tutto cid che cereate (se non ¢'é lo pro curlamo). Non dimenticate che sullimporto totale dei Vostel aequist dobblamo applicare IVA © spese postal I3ENNE volenteroso di apprende- re Velettronica, desidera ricevere in omaggio da’ chi ne possedesse, materiale d'istruzione, libri, rivi- ste, € possibilmente uno schema chiaro ¢ completo, di un qualsiasi Nipper, volendo capire ill funzio- namento in particolare dei diversi componenti. Ringrazio in anticipo chi potra aiutarmi. Giovara Mas- simo, corso Quintino Sella 12, To- tino. CERCASI collaboratore finanzia- riamente disponibile, possibilmente maggiorenne per apertura radio privata, Solo zona Vicenza. Tel. (0444) 595636 ore 18-19. ESPERTI in montaggio elettroni- co cercano lavoro a domicilio. Tel. (O11) 757985. dalle 19 in poi chiedendo di Silvio. VENDO sintetizzatore Roland SH 1000, monofonico, tastiera 37 no- te (FA-FA), registri preselezionati, tuba, tromba, sax, flauto, clarinet” to, oboe, violino, basso’ elettrico, clavicembalo, piano elettrico; 1 o- scillatore (VCO); generatore di ru- more (noise) bianco o rosa, 9 for- me donda, 2 VCF - 2 ADSR., random regolabile di velocita quantita di note, vibrato, tremolo, delay, percussioni varie, glide, por tamento, nota infinita variabile sia come intonazione sia come effetti, presa esterna per VCF, regolazio- ne dell’accordatura esterna ed in- terna, controllo di volume sul pan- nello 0 a pedale, volendo anche contemporaneamente, Boscolo Francesco. via A. Ceron 33, 35100 Ponte di Brenta (Padova), Tel. (049) 628510. AAA.A. Cedesi_ modulatore au- dio/video. Uscita F.1. IV. Trasmet- titori TV completi IV e V banda UHF: Pot Out 500 mW; 1 W; 2 W; 3 W: 4 W; 5 W; 8 W. TX FM professionali con emissione 88 = 108 MHz, impedenza di uscita 50 ohm, totale assenza spu- rie: Pot Out 2 W; 3 W; 5 W; 10 W; 20 W: 3 W; 49 W; 50 W; 70 W; 100 W; 150 W; 200 W; 400 W; 800 W. Inoltre si cedono stazioni FM complete (dal microfono alla antenna). Max seriet&. Giuseppe Messina, via S. Lisi 111, 95014 Giarre (CT), tel. (095) 936012. OCCASIONISSIMA!! Vendo am- plificatore lineare, transistorizzato, potenza IN 30 W, potenza OUT 180 W, montato in mobile extra- lusso in acciaio, corredato di ven- tola e aletta di raffreddamento. 1 tutto nuovo, mai usato, perfetta- mente funzionante, svendo a sole L. 320.000. Vendo anche alimen- tatore per suddetto lineare, 0-30 V regolabile 6A, montato in mobile con relativi strumentini a sole L. 50.000. Pisano Francesco, via Tor- rione 113, 84100 Salerno, tel. (089) 355946. VENDO al miglior offerente, in blocco o singolarmente i seguenti pezzi: Eletiro microscopio Max L. 20.000 X ingrandimenti, motorino per piastra giradischi tipo 3.300 RPM 6-12 V 855803 C, 30 tran sistor di tipo BC550 B e 30 transi stor di tipo BC172 B, un trasfor- matore 3,5 VA (entrata 220 V 50 Hz e uscita 7 V continua. 200 resistenze assortite a carbone. In- cani Benedetto, via Montenero 33, Sulmona (AQ). il microsintonizzatore FM in kit SNT 78 FM acile da montaree sompice data tanuna babies RE avo arch git rampate al Cnet lj PERE! 7 _verranna agguunte le spase costal Degas + ewe aimerasoe 12+ 16a ‘Sisiado US so0 eecLitinaes, decoder stereo DS 79 F amplifiatore AP 5-16 amplficatore AP 15-16 isbn ” PER QUESTA PUBBLICITA’ RIVOLGERSI A: |_ETAS _| ‘etas prom sri PROM | 2015! nliano Via Mantegna, 6 tel, a424e5 - 360908 nelle Marche Ss ELECTRONICS Nw Lo an. execrnonics Mie A Nard are. 90 Shea rong tel. 0586/806020 radio elettronica fano leniii de blasi geom. vittorio antenne ricetrasmittenti per portexon fase mobi ‘antenne per CB - OM 0 TV component apparecchiature strumentazione €>) (OCQUISTI 4 SORGOGELLI AWEOUTI LoKENz0 — ii fo owt, tt el (re) eae RSRARECCMTATURE Pen St ce asta: Aectssomistica™® ~ spedtson in contrassogno ovunque — Apparecchioture OMLCR - Vasa acces Serica component leita - Tato | er adigamaton"¢CB'" Assonimenta tsa a morose eletteonica. 9 MEGA ELETTRONICA Via A. Meucei, 67 20128 MILANO tel. 02/2566650 Componenti elettroni mentazioni © stru- via negrol! 24 20133 milano} ~ te1.02/726572 - 2591472 MICGAOSET) f marcucci.. een oe ich, 64 via f.lli Bronzetti, 37 . 7 2012 MILANO 89077 SACILE (PN) tel. 02/7386051 tel. 0434/72459 KR § LARAvETTE Radiotelefoni ed accessori CB - apparati per Alimentatori_stabilizzati fino radioamatori e component 45 A- linear e fitri anti distur- elettronici_@ prodotti per bo per mezzi mobili alta fedelta ‘Strumentl elettronici di misura @ controllo ACQUIST! dD D ee) O O S Ci puoi scommettere... un costo decisamente basso! E poi... é piccolo, autoprotetto, preciso! eT Suis em eer aS pici’VOC2z ca. Berea ren emt eed Ce ees rca CM eR ere eo) Pe eo Or oe Crete} franco muzzio & c. editore M1 mm A) me (© 21 Cone a costvitce in mint © 22 Comet cosmlsce un reovitor tea Far. 3.000 0.15 ie ate arene: open, 0 ome a levere cont transcion, 23 Ete son par 1 feromodeh- Las 82 ae aC 8.800 ‘00 0 16 Prageno« ans oi ete 8 8 F- wn a 5 oe Esper a 6 Eomor © Rumoe: C3.800 © 5 Cones tamzn mvicnto —, g Smosetoma, C9000 1 anal onostonc, ‘manuali scfentitich Oo eee oe 0 19 Hate a a vena Dengan Carn tovora Q 27 Com savor on rt 3.600 tuto oy oa a. Os 8 Stipes (2009 ti eleaonion ope rimoesmme, © * Sitio, ase go Be atm, mana devon ppm 079 Bea OE ees ST 011 Come conve un angie: Ot BB seo ora eto © 24 Marsal dt operatre OX Toor tse, 1800 DA ae 3 ee aoe rocesoe, © 26 fia de ct sche, Indcato pit spese t spedztone ER ee © + Ba ar rao Tasliando da compilae, ritaghare © Sore csr un won “ spi busta cise 9 inal a © 15 Kee ise caaron mice § Loar eon, 400 carolina postal 3 i 8 i L400 = Franco Muzzio & ©. editore © 18 Ging Sa sevoie ga 8 Sire ae eet tooo Via Gonpord, 38 - 36100 Peaeve, © 17 Gone gras um dino a Hite 3 toe na mans on ora © 10 Come a coxtutsce un aimentato 7 OTe on Ce miss 32 Hirt compara atone cogaote (019 Came a Ivor con & cc ne Leo” omen: tora © 39 Ares dtettonicsL4000 indice gone 3000 0.11 Bete per Sin # ft, © 34 I ite det la 4.800 © 20 Comat conuise un tmomero ravi} 8 55 Pare gt esau comb sienna, 3.000, © 12 Ibe sloneitssopa, 4.400 We aoe cap: