Sei sulla pagina 1di 76
N. 7-LUGLIO 1981 hobby & professional Radio Elettronica LA PIU DIFFUSA RIVISTA DI ELETTRONICA Sped. in abb. post. Gr. Ill L. 2000 FREQUENZIMETRO ANALOGICO 10 MEGAHERTZ e IN CAMPEGGIO MA CON L'ANTIFURTO e GIOCHI: RIUSCIRA’ IL NOSTRO A SFUGGIRE ALL’ALIENO? UN CAMPANELLO CON MEMORIA e APPLE II INTERFACCIA GAME I/O 1 CIRCUITI DI COMMUTAZIONE NEI SISTEM! BF STEREO costruitevi un booster SOW...inauto! Cor eee Cae eae ee Pee ee eee icin eerie ist ACN LTT Eas i Inmmer all's greate terve eo! Beene s, Pani er Mine pies sre yar Fear svicwe eee Maes Spa Sie aia eer pone Per er nn Bn Rares ae tae 42 eee Sebi eC ee ED I EIS GIANNI VECCHIETTI Casella postale 3136 - 40131 BOLOGNA GRUPPO EDITORIALE FABBRI SpA. Via Mecenate, 91 = 20138 Milano ~ Tel (02) $0951 - Telex 311321 RADIO FLETTRONICA ‘Mario Magrone ‘Geros Milani Luciano Cocchia, Renzo Filippi, Alberto Magrone, Franco Marangoni, Fabio Gher sel, Maniredi Vinassa de Regny, Leonardo Boocadoro, Francesca Musso, Servizio abbonamenti: GRUPPO EDITO- RIALEFABBRISp.A.-TEMPO-LIBERO- Via Mecenate, 91°~ 20138 Milano ~ Tel (02) 50951 -Contocorrentepostalen. 177204 Uns copia L. 2.000 = Arretrati L. 4.000 Abbonamento 12 numeri L, 22.000 estero 30.000), iG} ares. © Copyright 1981 by GRUPPO EDITO. RIALE FABBRISp.A. Via Mecenate, 91 20138 Milano - Registrazione Tribunale di Milano n. 112/72 del 2.111972 Ditettore Responsabile: Gianni Rizoni Pubblicia inferiore al 70% - Tui i drink sono riservati. Manoseiti,eisegni, fotogra- fi, anche se non pubblicati non si restituiso no - Distribuzione per Italia = A&G, Mat- co sas. - Vie Forteza, 2720126 Milano = Tel, (02) 2526, Stampa: Officine Grafiche Gareanti = Via Mazzini, 15 - Cermusco sul Navigho (Mi) Associata alla FLE.G. (Federazione Ialia- ta ~ Editori Giornali).Pubblicarione perio ica mens N.7 = LUGLIO 1981 SOMMARIO 20 RIUSCIRA'IL NOSTRO EROE A SFUGGIRE ALL'ALIENO? 28 34 42 50 Imostro, provenientedalfreddo spazio, insegueil giocatoreper disintegrarto. ‘Ma lascid continue copie di se stesso moltiplicandosi stavisticamente, Quali probabilita ha Pantagonista, quanti secondi di vita restano a disposizione? IN CAMPEGGIO ANCHE CON L’ANTIFURTO, E’ stagione di viagai, di roulotte di tende, Anche di gente che in vacanzaap- profitta per appropriarsi l'altrui roba, Pensiamo ad un semplice antifurto. CONL'APPLE, GAME I/O UNA INTERFACCIA, ‘Sul personal probabilmente pit diffuso esistente, quello della mela, esistono ‘molti mezzi per comunicare con l'esterno: tastiera, video, altoparlante tanti ‘connettori per le pit varie periferiche. Realizziamo un'interfaccia, FREQUENZIMETRO ANALOGICO 0-10 MHZ Uncircuitodiagevole costruzionee molto economico, dautilizzaremagaricon iltester. Sono utlizzati integrati Cosmos per misure sino a 10 MHz, CAMPANELLO CASALINGO MA CON MEMORIA Supponiamo che qualeuno suoni alla porta di casa e che si voglia, comungue si senta il suono, memorizzare il fatto. Basta un rele che scattiperfissareaccesa tuna luce spia. In una casa di campagna potremmo moltiplicareilcircuito per contare ivisitatori 56 | CIRCUIT! DI COMMUTAZIONE NEI SISTEM! BF STEREO Rubric! ‘I commutatori meccanici dei segnali d'ingresso di un amplificatore stereo, nonché gli interruttori per Vinserimento-disinserimento di filtriantirombo e ‘antifruscio e quelli mono-stereo sono oggi sostituiti con sistem elettronici. he: 19 Letiere, 68 Novia, 71 Piccoli Annunci Foto copertina: la bobina in rame doliatestina di lettura sul nuove sistema di memoria a disehi bm 3380. Pub leggere e scrvere dat alla volocita i tre miioni di car teal secondo. Indice degli inser: ene 0. ewe pa Baise aa. 12 Pio’ Previor pag. 15-70 Sone pag ica BASSEGNA RADIO bag. 12 oe pag 8 seat Maaoe. fas. 8 Exar map SIGhA ANT ENNE 2 ene ag, ebb seer Pop Weep. Yecotierni resp Lemma aNTeNNe or fe vet peo MOSTAAMENCRTORAD fag 8 Wtirr ag 088 Per la pubblicita ETAS ETAS PROM srl tsroM | 20154 Milano - Via Mantegna, 6 - Tel. (02) 342465 - 389908 PROM Unoccasione almese er conoscere e fare elettronica sistemi, tecniche, pratiche Rainiatironien ai Elettronica al La rivista mensile di tecnica Son SRS ee crnay per la cultura dell’uomo moderno. E la rivista dell’elettronica nuova, diretta da Mario Magrone. La rivista che sa parlare di te di prodotto, di teoria e di pratica: dall’hobby al professionale. 2 un periodico det GRUPPO EDITORIALE FABBRI S.p.A. Via Mecenate, 91 - 20138 Milano Tel. (02) 50951 - Telex 311321 e subito un dono eccezionale! ——- Per ogni abbonato a Radio oo Elettronica gratis una —— scatola di montaggio. - Per ogni-abbonato una scatola di Ie > montaggio elettronica del valore di seimila lire. Potrete costruire un timer, un lampeggiatore, un sensor switch, un metronomo, un voltmetro, lta fino ad esaurimento. Oppure il libro “Elettroni al lavoro”. noo as o° IL libro & disponibile anche per i non abbonati al prezzo di lire 3.500. Per abbonarsi: 1 anno: 12 fascicoli pill in dono una scatola di montaggio, lire 22.000 (estero lire 30.000) attraverso: —conto correnté postale n. 177204 intestato a GRUPPO EDITORIALE FABBAI S.p.A, - Via Mecenate, 91 - 20138 Milano assegno bancario 0 circolare yi EEL. once CR-1210/F L. 30.000 ‘Autoradio AM/FM, controlli di volume, {ono e sintonia, ‘Fast! di preselezione per onde medie © modulazione di froquenza. Impedenza uscita: 4 Ohm, ‘Alimentazione: batteria 12 V negativo @ massa. Dimensioni: Norme Din. TECTRONIC a Ce CR-1350 L. 38.000 Autoradio AM/FM, stesso carattoristiche det peered ‘modello CR-1210, ma_storeo. ypadenza uscita: 4 Ohm. imentazione: batteria 12 V negative a massa imensioni: Norme Din TEC-77/A L. 90.000 ‘Autoradio AM/FM, riproduttore mono/stereo per cassette a 4 piste. Comandi di regolazione Volume, tono bilanciamento, avanzamento € ritorno. Veloce el ‘espulsione cassotta ‘Auto-reverse, impedenza di uscita: 4 Ohm. ‘Alimemtazione: batteria 12 V negative a massa, Dimensioni: Norme Din, TEC-500 L. 65.000 Autoradio AM/FM, riproduttore mono/stereo per cassette a 4 piste, Comandi di regolazione Volume, tono, bilanelamento, selettore cambio onde, tespulsione castetta e avanzamento veloce dol nasto. Impedenza di uscita: 4 Ohm. Alimentazione: batteria 12Vnegativo @ massa. Dimensioni: Norme Din GP-781 L. 55.000 la coppia Interfonico ad onde convogliate FM. Spia luminosa di controllo, TEC-138 manopola di regolazione volume, tasto, trasmissione-ascolto L. 85.000 G eamblo canale, Alimentazione: 220 V, 60 HZ Bimenstons 140 x50 180 mim Riprodutore ste poraile con | piste, 2 ean Almentazione: 0 Ve |i ”/ | Ber alimentatere INOLTRE: PRESIDENT - SOMMERKAMP YESU - ICOM MICROFONI TURNER VEEL VIRGILIANA ELETTRONICA snc Baale Michelangelo 8/70 cae/sooza vieDeRe OFFERTE PER QUANTITATIVI SeEGIZENE: in contrassegno + spese postal Laboretorio specalzzetoripareion! apparatirce-trasmittent ta WHEL 6 presente a tutte te mostre radantatiche a opr! tip. TUTTI GLI APPARATI SONO MUNITI DI UN NOSTRO MODULO DI GARANZIA PRACTICAL ELECTRONC ‘SYSTEMS PLAY*KIT. KT 330 minioncano ELeTTRONICO CARATTERISTICHE TECNICHE ‘Torsone daimentazione = 9 Voc Marcorone aseorbte, = 8mA DESCRIZIONE € FUNZIONAMENTO Ihct390¢ on pico} adognale MINI ORGANO ELETTRONICO", claus lepoirtesvonareparecon empl e ampats motvet oto poral convo nee vost scampagrae graze alle sve otissime femonsion ed ale batten envorontente Lt1.300 + WvA KT 345 wuctpsicHepeLice 1 CANALE ‘CARATTERISTICHE TECNICHE ‘enstone.dslmertszone = 220V5S0 He Massrrapotrea appleabie = S00 Soosoinl dngesso = Sm Maceo sognle inoresso. = 8 DESCRIZIONE E FUNZIONAMENTO Gans Ki Ses poeta colrre ia usica a vost piacimento «renders pis potesionaietesioaos con vost ame) grasieaamplcorat dese be fachedebche, un evoutoolgrande semis ungonata ecmungu po Aimer nin Spon cen nen sodas ade an Ue00 + Iva CTE. NIERNATIONAP “2011 BAGNOLOIN PANO RE.) -ITALY-vin Val 16» Tal (822 KT 352 inrennutrore ELETTRONICO A SENSOR CARATTERISTICHE TECNICHE Sensone e'aimortazione = 220V 50H Tensions 3 lavoro = 20v sone Potenza massime spplicale = S00W DESCRIZIONE E FUNZIONAMENTO ConinkT 352 potrete dare ale voste stanze un ton fartasientfco nat, por Scvendere ospegnereia luce, sara necessetostoreteuna lecoa paceheta ‘iret Loapplarion deiKT 32, pernons femaro aay ath cwo venr fo.sato come un alsa intorutote, pote accendeceoSpegnere con un ‘fio ur gradi, un tlevisre. oppure une qualies!apparecchitura funzwnante a 220 V 30 He 11.900 + va. KT 344 becopiricatore stereo CARATTERISTICHETECNICHE eons = 45ma Distersions Armonica = 0.3% Separazane wa esnali — 458 TTensone duscta = 200mv DESCAIZIONE € FUNZIONAMENTO Can ik 344 poet vastomare la vosta ras potter un perfoto sit Iizzatoostoreotonco con commutazsane automata mone/stere. pate tovvodee visualatalastazione streclonea dal aecensone oun dado rinoso chamate dodo Le. 1 KT 344 pu verre rangullamanieusato anche peor soctture un evertunie decodiestors tte in vn snongzatore stereo FV at por lo sue caraersich, I KT 344 ¢ un wero companonte HUI 1400 IVA ‘COGNOME ~ 7 wow luce & colore epee at wae EMC Witte: PRACTICAL, ELECTRONIC PLAY° KITS 2 KT 371 naoioricevitone so » somtie (Con possbiia i espansione a nesntore mulibanda varite kits KT972/ Krave xr 374) CARATTERISTICHE TECNICHE “Tensions dalmentazione 12Vee Max crane assorta 2507mA ax potowad uct eva Impetenea so! cao. = 30nm ‘Senetta dingrosso Saw Gamma. femora = So gots Frequonsa intermacie = toznme ‘ipo a moauazione = Fhe DESCRIZIONE Gon ik 271 potete icever tute lestazion comprose in uns gamma cf ‘Guenza compfess ta 0 86 80 MH poli, carannion, seal Dubbo, sta STonitelavewe ini anda tartssini att serv, {Grane a conceta di costusone modulate aootat, pole espandera|afre GuonsacncocunedelkTa7itnos BoMHeedole, qund poratecostury| UInpratca e sensible ncoviow maligamma in grado a fav ascotare to ‘uelo che dosrare | 1 | L. 29.900 - WA KT 373 EeNeaatb ace at, PER RADIORICEVITORE MULTIBANDA KT 371 CARATTERISTICHE TECNICHE Mae correte assorbta = Sima Gamma icenone = 308" 13002 Senate tingresso = sw ‘pa modulations em Frequenza ntrmodia = foam DESCRIZIONE Pkt 272 6 uno dal re cet tunorapplleabl a KT 971 ote al tune 5080 ‘Miz 9 presente naa contezione base Usheguanes cl noazane d quosto kite compresa tra 108 130 MHz od insie~ ‘me gr alr rout tuner i pormatier oi overs tut | Segnal Compres| Fale equenzo va S0.¢ 108 Mz Tr quosta gamma d Trequenea powete ascolare: serial autostradal, pont! Cv pontraco, aereopan,imbireazen, pelle, igi urban, sazon tle “fever emient M0 18.900 - WA CTE. NIERWONA® {2011 9AONOLOIN PANO RE) -ITALY-Vin i, 18 Tl 52) 61529/24/25195 (a) TELEX SONSE TE 1 KT 372 PenihBionicevtOne wurmisanoa xrs71 ‘CARATTERISTICHE TECNICHE “Tensione daimertazions = 12Vee ax corronte assorata = Sma Gamma icesone = be osm Senabita tingrosso Suv ‘Too mosularone eM Frequenza normed ovr He DESCAIZIONE IKct 272 Cuno del tre crc unerappiabal al KT7% ote al tune 5080 ‘Miz 9h presonenolacontozone bazo. Uecdusnea dg scesionec questo 6 compressa 8 ¢ 108M od insiomo fg! ati creult tuner w permettra roavore ttl sgn comores nai ‘quenza ra 30. 160 Mise Inquesta gamma d tequerza poteteascotar’ seri autostrada, pont Micpont fad, aeteoplan, meareaziont, pol, vig ubant,stazion tle ‘orem Ft oe 14.900 vA KT 374 Fea soaceot PER RADIORICEVITORE MULTIBANDA KT 371 (CARATTERISTICHE TECNICHE Tersione damentaziono = 12Ve0 ax orenteassorbta = Sima Gamma dseonone = iso" reo ne Senet gingreeso = aw ‘Tipo moduiazione FM Frequent toemedia 07 me DESCRIZIONE INKT374Oune dee ccultunor appicablalKT371 otra une 50-80 MHz (98 presente nol conlezone base En Fequenca & resaione questo kt @compresa ta 1300 180 MHz ed ins. ‘me al ais excuse vipemeters & eevere uf | segnal compres Male frequenze ta 500 180 MMe Inquesta gamma d requerza povete ascotare servi autosradal, pnt vi pond rad aereoplan, mbarcazion, pola, igh ua, saz ‘ver amin FM se, Lo 14900 va inpustRIA WilLbikit.§ evertronica VIA OBERDAN 24 - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 KIT N. 88 MIXER 5 INGRESSI CON FADER 19750, Mixer privo di fruscio ed impurit si consiglia il suo uso In digcoteca, studh di ropistraione, sonorizazion®- films KIT N, 89 VUMETER A 12 LED 13.500 Sostitulsce | tradizional strumenti di migurazione; sensi Ine 100" mV, stpedenea 10 KOhm KIT N. 90 PSICO LEVELMETER 12.000 W soso Gompronde te novith: VUmeter giganto camposte di 12 tries, je dt 12. lang alla frequenza desiderata, accensione e spegnimento delle lampade mediate regolatore elettonico, Alimentazione 12V fc, assorbimenta. 100 ma KIT_N. 91 ANTIFURTO SUPERAUTOMATICO. PROF. PER AUTO 24500 Indicato per automa installable in casa, negex!_ ee Sempicissimo il funsionsmento: ha 4 tomporizzariont “con chiave elettronia, KIT N. 92 PRESCALER PER FREQUENZIMETRO 200.250. Miz te a780 Questo kit applieato all'ngrosso di normali frequenalmeti ne estonde la portata ad oltre 250 MHz. Compatible con I Clrculti TTL, ECL, CMOS. Allmentazione 6Ve.., assorb- mento max 100 mA, sensbilte 100 mV. tensione segnale Useita 5 Vp. IT N, 88 PREAMPLIFICATORE SOUADRATORE B.F. PER FREQUENZ, 1.500 Collegsto aingresso di frequenzimeti,« pulisce» | segnalt Gi BF, squadra tai segnel! permettonde une perfetta letra Alimentazione 5:-9Ve.c. agsorsimento. max 100. mA: bands 120 10 KOhm. passente 5 He*300 Kile, impedense ding IT N. 96 VARIATORE DI TENSIONE ALTERNATA SSENSORIALE 2.000 W Tale citculto con Il semplice stioramento di una placchetts metallica permetta di sccendere delle lampade.nanché re Gelare piacere Te luminosta Alimentaziono autonome 220\V a. 2.000 W max KIT N. 87 LUG! PSICOSTROBO Las, PRESTIGIOSO EFFETTO DI LUCI ELETTRONICHE i qu pormette di ralletare fe Imagini di ogn! opgetto in mov Tonto posto mol suo ragelo dl Iuminostta a tempo dl musics. ‘Almentezione autonoma 220 e-n. lampada robo In” do. telone - infensita luminesa 3.000 LUX = frequenze del lampl 2 tompe di musice ~ durate del lampo 2 m/sec KIT N, 94 PREAMPLIFICATORE MICROFONICO —L.12.500 Proamplifica segnali di basso livello: possiods two efficec contralli di tone. Alimentazione 9:90 Vee. gusdagno max 110 4B, lvello wscite 2 Vpo,_sssorbimento 20 ma KIT N. 95 Dispositivo AUToMATICO DDI REGISTRAZIONI TELEFONICHE 1600 Effettua rogistrazioni telefoniche. senza inervento.manuate Tingerimento del spperecehio non sitera Ia Tinea telefon. ‘Alimentasione 12:8 Ve‘, aesarbimento a YuotO 1 mA, aesor Bimonto: max 59 ma, KIT N. 401 LUCI PSICOROTANTI 10.000 Ww L 29500 Tale KIT permette Faccensione rotativa di 10 canal dla pede ritmo musicale, Alimentazione 15 W6-. » potenza alle lampade 10.000 W. KIT N. 102 ALLARME CAPACITIVE L 14500 nel suo genere che salveguarda gli opgett marel dl cor estrane! Alimantazione 2Ve.e. = carico max al relé ® ampare = ‘sensibilita regoabile KIT N, 103 CARICA BATTERIA CON LUCE DEMERGENZA'S AMPERE L 26500 KIT N. 105 RADIORICEVITORE FAM, 88-108 MHz L 19750 KIT N98 AMPLIFICATORE STEREO 25425 W RALS. L 57.500 Anplificatore stereo a6 alta fedeltd completo dl preampil- Ccatore egualzzato © de! controll dl toni bessi, a © medi, Alimentatore stabilizzato incorporate, Alimentazione 40'V ca. - potenza max 25-+25 W su 8 ohm {aor 35 W ev 4 ohm) distorsione 0,097 ITN, 99 AMPLIFICATORE STEREO 25-435 W RLS. L. 61.500 Ampiiicatore stereo ad alta fedete complcto a preampil- alore equalizzato © dei contol del ton! bass, alte mech, alimentatore stabilzzate incorporsto, Almentezione £0 V es. - potenza max 8535 W su 8 ohm {60450 W su 4 ohm) dlstorsione 0.03% KIT N, 109 AMPLIFICATORE STEREO 50+50W R.M.S. L. 69.500 Amplfcatore stereo ad alta fesetd completo ¢i preampli catore equalizzato et controll doi Ton! Base, alto medi, Slimontatorestablzzato ncorporato Aiimentazione 60 Vea. potonsa mex S0-+50W su 6 ohm (7 70W su ohm) distorsione 0.03, inpustRIA Wi1lL bi kit evettronica VIA OBERDAN 24 - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 PREAMPLIFICATORI DI BASSA FREQUENZA AUTOMATISMI Kit N. & Proanplitiatoe ateree hi per bassa 0 ie tuto automatica per automobil *. tier impeseren S10 veo KN oT Anuuro Sporaomelco plesscnate 5% Kaen. 7 BreamplRteatere bid? ais impedenza ea 1 24500 KIN: 3 Proampilistor Rit! basse Toedenea wien. 27 Eetitine soprautomatico. profession Kit N. 98 Mixer 9 ingress con fadder $29 Vee per casa 2.000 Kit: 84 Proampilfcstore micrtonica it as Garica"Batteie automaticn repoabilo "2 see sa Gui Bain a won! caomio ETRE BENCH Sonera’ $m SSeS ee tT ae nt. mow AMPLIFICATORI DI BASEA FREQUENZA eeu re taller fa ee Ea eek Amolitee 137 Lago REN ETERS BS BEd Aust 2a aw bi NS soe 1850 LACS ARBNGSS Se Eee ae Bee 3 airs Ee ge? me fees ae aus £ ie er Kit N. 6 RMS, 18.500, EFFET SONORI " HE: Siena arcow aovonin OW, ka ROME Siem Geeeesesonee ty, kA RULE Sn mimagneien de" E38 ALIMENTATORI STABILIZZATI Bie, err tl tne wat ie Bat iB STRUMENTI DI MISURA aS Se ee ie cis Riot Remote «sas BA Aereecaersa ote Ci | | ANN Resetarmerhasitae ana wie 88 Gig Moatounemss se cist HNC S ampiee Seay Be me tN C3 fables 1 na Eh) Sie eee ie te ror nar SSO TEE"n pay po tat. a ee cs eee L asa Hie oer aeeee sd ie ce warns SOS a 2 a fae BEES ARES SMI 27816 ne APPARECCHIDI MISURA E AUTOMATISMIDIGITALI aun REASUECE oem ee EE Ee EFFETT! LUMINOSI ! SAEs oe ce AEN tol pultoatene 2504. call eat 1. TAS SET san npn iA B ts satedalete 25 cea esl bs ieee a ane St REA BS phedlchs fs, Stan Ese iia ine stv bass sae Wei Sepeee i sitas con oo hoogammnnn geet prvoe 8 ioc ze ise ‘ bass es ESS ti APPARECCHI VARI 1G NF Ml tame Las ais BS Mech tie Ea BERR coated Stet Sette ES Law RE Laon sot pa Bm Sha Liason 2 mR: veo BS form Se Shae por ao 12 ee a Sei Vee g ERS Be sr ee a mom L158 EAL cl fachedaiche Gita Wuce™ ES KEN Prampulle'por os gaeasoete ts a8 | PREZZI SONO COMPRENSIVI DI L.A. ‘Assistenza tecnica per tutte le nostre scatole di montagglo, Gia. premontate 10% In pil. Le ordinazion| possono essere ftte 4irettamentepresso" Ta. nostra casa, Spediioni eontrassogho oper’ pagemeno anticipate oppure reperill” nel milion negoet 4!" component eletwoniclCataloghi e Informasion! ® richiastsinvanae €00 lve Ii Trencobell, Pen FAVORE INDINIZZO IN STAMPATELLO. ryt MATERIALE ELETTRONICO ELETTROMECCANICO Via Zurigo 12/2A - MILANO - tel. 02/41.56.938 ECCEZIONALE DALLA POLONIA: Geeta oie ‘ah eta, es ‘non bore nel E eae tio ‘ aucere “orrth is 33 SA wb Akh © 42 bo QB ea? TOMCIA ea mah pane e oR t is + NOD: 85 TORCIONE 55 "nah fad prezzo speci Scent Set Sina” per scsendig gg PLAFONIERA FLuonESCENTE EpecHE Pen cauren € RoULoTTe a MEA ae YAMpaoa & Tus rivonescente FERMOFO Sw C Yana TELEINSERITORE T22 4s Junzone @ cule onset a fase, ULEANTIENA SISTEMA DECIALE Sinn w pansy SyfatosCometors Si Ye i SM see W “4 = 8h a0 W ME = Aw slates ier Gi fe Binsin Ansslennico Saar Mars tanmessa Findont’ 248 vet Gite to se cm ee vu tan a, scammer poz oh tahoe Rehiesta frie 18 KA moncasle tip da S78 RVA dra ¢ [OREL VENTOLA €x COMPUTER Ventols centage MATERIALE ELETTRONICO ELETTROMECCANICO Via Zurigo 12/2 - MILANO - tel. 02/41.56.938 ELETTROMAGNET! IN TF Boe eonuersvc am. reowzoast. tsa] (2 ipo a 2:58 Ves i. 5 Bee ( gogo tice vip 50-4 ay ir 7 S BBLS vec a Be eta ap L mmo Lae — Asoo se VENTOLA BLOWER aad REEESIGNE CeRMANIcA =. Vontola centage doppia seca oe ineranet in eto t 2 HEI%0 To con wn « WA rm Lune Ee Citi bos VENTOLA PAPST-MOTOREN ~ came orow passo-passo ta Pues mW pores Bre ante Bache Spee 2 Be ny fia Lam Deal ae Fete aleaita int fetelybrnicante mm Beg asemh far £3 VENTOLE TANGENZIALL Sate raged of alge ee — Piecoto ss aetiee ae Poi atin ‘Beles mm ra TIPO MEDIO 70 ome sore pot, 26 W, aie “TPO GRANDE 100 ome sopra pot W POR AEP a Van ne Frangaro” ensure 8 in gh 00. 4k per tase, 0 ith VENTOLA AEREX Mio". ‘at 200 BV teeta - 200 - ova ay Sono eon Bin aun Fav - 0ova pect apt cag BER Ce ae a oso anv ine Le Semiponte = 2 coat (m0 V 4A) con dsipior Ponte -& gia t0V 498) con dispatre EL SEY sas wen owe Sn SEG. SANE SEY wn + scheme per n= rs Inograto NE 86 acavsto minimo 100 pei #38 | conteaaton ceramich 3 oF a5” omonto te Ewe nie WATERIALE VARIO Lb w20 b 3 Micro Switch deviate 158 Numerator feitonlco con bocca ele t08 7 OnIZZONTALE ONES eres (Rac - Rew = FWA ~ Play « In ve. ir Per facie novo pezzi prascal = Kato ton epancio tne cored masta) FleTe"a “ai tblcarione in mobil CSueleta oi everrRONIcA Lom OsciLLoscor! TEKTRONIX COME NUOV! Ses geomet ae Sentiguate toe | BW bom | Baral Viton Cae MATERIALE ELETTRONICO ELETTROMECCANICO Via Zurigo 12/2A - MILANO - tel. 02/41.56.938 aes Be Fr Facauistiawo MTPIALRNE Auvesreno = gewral pI cALCOLO (COMPUTERS) SEARLE « = MATERIALE ELETTRONICO OBSOLETO — TRANsISOR « seHEDE INTEGRAT! FALLOUT (SARTO). ‘TUTTO ALLE MIGLIOR! QUOTAZION! fy ae mw © S EBB leon conan. Gt Rm connate oy bt ‘Lit. 70.000 Sb OR at a ob 8 one ena bale: BNC TAR RUSE Pace tae ieao's cas By ob ES |i Hey E138 1S. aisponiame al cataloge genet, | BE LS [ESRI SMT eos ae possiamo fornire un Corso completo di ELETTRONICA accessibile a tutti (dai primi element alle applicazioni digitali) nel giro di pochi giorni dalla Vostra richiesta. Migliaia di illustrazioni, quasi 1000 i testo. Una spesa mente bassa: 26.200 lire! Chiedeteci — senza impegno — una lezione: vi invieremo anche l’indice di tutti gli argomenti trattati. Unite solo 250 lire in francobolli (rimborso postale) Indirizzare: ““Rassegna Radio” FR 18010 Cervo (IM) LE INDUSTRIE ANGLO-AMERICANE IN ITALIA VIASSICURANO UN AVWENIRE BRILLANTE 18 un posto de INGEGNERE anche per Voi Goran POLITECNICY INGLES) Wi pelmetteranna ol studiare # cosa Vosta'e'l consequre trate esa, Dipom « Lauree INGEGNERE cagolarmente Iscritto nell Ordine. Britannica, tins CARRIERA splendie Ingegneria CIVILE - Ingegneria MECCANICA uy THTOLO ambito Ingegneria ELETTROTECNICA - Ingegneria INDUSTAIALE un FUTURO riceo a sodsteiont Ingegneria RADIOTEGNICA - ingognera ELETTRONICA & BRITISH INST. OF ENGINEERING TECHN. elo « WEa78 (owe 9-72 ‘Sede Contra fe Landes» Delegaion’ i ttt 1! mondo. AUTORADIO CR 60 hutgradio AWEM* Control di volume, tone, sinonia PREZZO L. 36.500 Gamma g! Heese AM SIDCI0 Kz ~/FM storeo 96 - 108 Mie - otorsa a ectn 2x7 wate» impedence’ dsc ‘i cat Fiiume, tana, sntona, Blancamerto Sgtema, auto top all fine Ho edtcata”='Cariauision Abt <"PH- MPS” Rispasta 3 requenas {io Win he = Spm fomown por fa enone nt red SedundS'ndine Bins "Alimantzione {2've's, negstho aes AUTORADIO MANGIANASTRI CTR 44 12 'Gusoite © ohm ~ Conall. volume, tons. bilanciemeni Pultnte_par‘Tvanxameno volgen 6 expuligne Sela cae sien abconds norma Sin “Amentaione 1905.0 mops PREZZO_L. 67.000 "AUTORADIO MANGIANASTRI STEREO AUTOREVERSIBILE Samer clrsectone avai» Tere Re FM ster Be 18 Ma = Po janea d'useits 40 nm" Conti volume. Tono, bianciamento. int in dhetisne” a tharla del nasive™ Camano "avant ea inaletto elo! “Simension! secondo norma’ bin = Alimastaione ae. nege MANGIANASTRI ToCoT Poterss cura 6 Wate = 4 reauenan e040) Sommutsar impedence dunce 4-8 chs 'MANGIANASTRI 10550 rte 2000 Hz <"Eontroil: volume, tono, bilanciamento Spin itmioea ah tnsiontmen'o’" Tani par vane woes ed stpisioe” oi cuvetn " Aimentstna" ive negate masta 8 ohms - fleposta Bucacis AMPLIFICATORE STEREO DI POTENZA AP 230 Sistomaautomatico @accensione = Potenza d'uslts 2%, vats 9 PREZZO L. 27.000 [eri “et pesteton comands at contralto, i Behe Bre tue, Se 8 Impodensa a'weta’ 4 Onn por’? "AMPLIFICATORE EQUALIZZATO 7 SL TensetatS posta | Soran oi eomotatrequensh. «7 atcars FSO MERE cones Salle 18 eta PREZZO L. 68.000 AMPLIFICATORE EQUALIZZATO GR7SL i BaMe SESE bP ees LEE Glas Ste SRE = Potenea Ed PREZzO L 74.509 ‘AMPLIFICATORE EQUALIZZATO EK SSL CON REVERBERO eg, Seraesi at conta 9 iequensa’t & sige a PLANCIA ESTRAIBILE DA INCASSO UNIVERSALE PH 175. Be digested Secondo acne PREZZO_L. 10.300 TUTTI CLI ARTICOLI SONO GARANTITI PER 6 MESI. Se NN aa aR Donel earths ACER) 43100 PARMA casella postale 150 «mn» —— Sintonizzatore Radioricevitore stereo FM OL/OM/FM UK 573 Fermace un segole oud Readirceiore portale compatio i seit, seats «faded bot nmore di oie perlcrcle dele onde onghe © La covruiane ela mesa © punto Pcie e delomeddorion: di non praetane pail FReqvenca, time te pensions ines Entec sob = «ira, eens 3012000 Dimerasiane 20 ca soa He DISTRIBUITO IN ITALIA DALLA GBC ——————1_ |_______ pstRIBUITO IN ITALIA DALLA GBC inpustReIA WALIlbikit evertronica VIA OBERDAN 24 - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 LASER 5 mW 12 V2 A SUPPLY a Ea Alimentatore stabilizzato da 12 volt particolarmente ido- ‘neo per il funzionamento di radiotelefonl. Circuito a basso livelio. di ripple ed elevata stabilita anche nelle condizio fii di massimo carico (2 am- Costruisci un generatore laser da § mW di potenza. Una sca- ere). Le dimension’ partico- tola di montaggio per preparare un lasor a luce rossa adatta larmente ridotte consentono per esperimenti scientifici ed effetti psichedelici. La contezio- luna facile sistemazione nel ne comprende il circuito stampato inciso © serigrafato; | com- laboratorio 0 nella stazione | Ponenti necessari al montaggio ed il tubo laser da applicare radio. Liapparecchio & dispo- Girettamente sulla basetta. Il kit 8 reperibile presso | distribu- nibile esclusivamente. monta- tori dei nostri prodotti oppure direttamente per corrispondenza to € collaudato. Kit 104 L. 320.000 L. 21.000 qTROD Sirena elettronica bitonale — UK IW Quote seen d devoo potensa impiago un aie etree ‘ompetomente ao soto sido foun comme, Pesan corto Frwerione d polr Foci oh wtdasone ‘Abts pe iste antt od ‘Setmcando wo voc borche 2 {valance cppeaione he ‘eda coraverniche data Aimertxone: 12 V ce feea omiten 00 o8/m Oimentons O52 a? DISTRIBUITO IN ITALIA DALLA GBC. qn Amplificatore stereo di potenza UK 537 ove si cbbianesceee Seponbiing diapac, innpege creat inept i poten autopraten corr Rovracones edi eotocreato per lamamina neuresea dh Completa a serie HI Srtcrcie” dllo quate & elemento di poten. 18 W per fanale Forsscone un aime “lume musicale por pccl @ Ingomiro dls varie merline” ‘nent mpage iovone” Forenza ch cio mascot 36 Fotenaa a ics per conse cstrora 18 W Inpederes disci © ne ana Inpedents noe K FEV ee veo re LP DISTRIBUITO IN ITALIA oat ac nuova serie CATALOGO A RICHIESTA INVIARE L. 500 ‘= MINI 100 W AM-H cm 60 Radiante Spiralato * S140 WAM-H cm 120 Radiante Spiralato © 200 220 W AM-H cm 140 Radiante Spiralato LO STILO RADIANTE PUO' ESSERE SOSTITUITO CON STILO DI ALTRE FREQUENZE POSSIBILITA’ DI MONTAGGIO SIA A GRONDAIA CHE A CARROZZERIA BLOCCAGGIO SNODO DI REGOLAZIONE A MA- NIGLIA VITE BRUGOLA Iaboratorio elettromeccanice basi geom. vitiorio Uuifllo © deposit: via negrol, 24 - 20138 milano Yel. 021726572 = 745419 NEWEL Attualita Elettroniche - Via Dupré, 5 TPASTIERA ARSED AS 20155 Milano - Tel. 02/3270226 ven coraisrovoeven NOVITA’ GUNES — nova 5 APPROFITTA 8 aay ee) ABBONATI A Radio Elettronica E una pubblicazione del GRUPPO EDITORIALE FABBRI S.p.A. kas OM OSL tel oo hats ser eee ae its ies or tan fas esc) pi ety Ss ner ae NON SI MUGUONO, Ha bare aea Cat mea ay a RADIO ELETTRONICA ERRATA CORRIGE Sard suecesso unpo' atuttidivedersi piombare addosso improvvisamente la cattiva sorte: quando meno ce lo si aspetti. E° la legge del Murphy, lo sap- Piao, ma non fa certamente piacere vedere il mumero di erroriditrascrizio~ ne presentinel nostro articolo delmese ‘corso “ Guerre Spaziali”. Vipreghia- ‘mo di scusarci e rimediamo subito: — Nella figura 4: A. diventa D B diventa C C diventa B D diventa A = Nel list (purtroppo) sostituite le ri- _ghe seguentialle corrispondentierrate 12 DIMAS(20yPRINTCHRS(27)+"E" 122 As=" 235 IFUANDITHEND=; 242 IFUAND2THENC=(—1):D-@ 289 IFUANDATHENC=1;D=9 262 IFUANDSTHEND=1 27 IFUANDIGTHENI=(I)G-2 28 IFUAND32THENG=() 282. IFUANDS«THENG=:1=@: 32 IFUANDIQ8THENI=1:0=% 42 Q=2XS=CHRS(tD)H=NV=0: GOSUBS220:H=E-VEF R=1 S=G:GosuBI20 24D LPMIDS(AS(V) HI) THENIE2S, 9220 PRINTCHRS(27}+ CHRSOT} HR” xe Togliete la riga 375 — Nel corso dellarticolo (paragrafo UTILIZZO DELL'INTERFACCIA) sostituite IFPEEK(42961)=XTHEN, con IFPEEK(42961)=1S-XTHEN,.. ce Noi non siamo superstiziosi, ma si trattava dell ottavo articolo di questa serie. Speriamo soltanto che lamaledi- zione biblica: "...sette anni di vacche ‘grasse, sette anni di vacche magre. rnon si tramuttin..sette mesi di arti- colicorrettiesettemesidiarticolierra- th procederi ugualmente adisabilitareic ratteri grafici anche se questi non sono stati abilitati. La cosa non é corretta, ma non é neppure un errore in quanto equi- vale ad azzerare una variabile gid a zero. Analizziamo ora riga per riga, leistru- zioni del programma tenendo presenteil contenuto delle variabili usate indicato in fig. 1 12 Dimensiona la stringa A$ e can- cella lo schermo. La stringa AS serve al computer per sapere quali sono glispazi gid occupatie nei quali noné consentito andare, 12D Definisce la variabile AS come un insieme di puntini. Detta variabile servird a stampare il campo di gioco, N@ Stampa 21 volte (daZ a 2) la riga di puntini ¢ la carica inoltre nella stringa AS, 182 _Assegna i valoriiniziali alle va- riabil. 232 Carica nella variabile U il dato presente nella porta I/O, 235-320 A seconda del valore di U incrementa o decrementa le variabili as- sociate. 385 Assegna alle variabili indicanti Ja posizione precedente i valori relativi alla posizione attuale e incrementa que- stiultimi 310-382 Nel caso di uscita dallo Py é F F : i vj a A A 4 ae rs) a Pare schermo fa rientrare dallaltra parte. 392 Giocatore 1 (Q= 1). Stampa il quadretto di avanzamento del serpento- ne ricoprendo la freccia precedent: stampa la nuova freccia, controlla sea posizione futura éliberaemette“X" nel- Ja stringa AS indicando cosi che quella posizione é stata occupata. Tutte queste funzioni vengono svolte dalle subrouti- nes richiamate. 422 Come 392, ma peril giocatore numero 2(Q= 2). 920 Fa tornare all'inizio (riga 232). I2OD-1B1D_Queste istruzioni concludono il programma ecomandano Bo eae) eta eee emma) Serr Peperscsctie tty Seer ar Aieieeoueos FEC Molo la stampa della riga “ERROR in PLA- YER...” seguita daun numeroche indica quale giocatore ha commesso lerrore e quindi ha perso. 2OL-2VSO Subroutine: a secon- da del valore di “R” mette in XS il carat- tere rappresentante lafrecciaclo stampa nella posizione assunta dal serpentone avanzando. Fatto questo controlla che la posizione sia corretta, e se non lo é manda alla riga I@ZO. Se invece tutto é regolare inserisce in AS(V) il segno “X ccheidentifica'occupazionedi quella po- sizione 92-902 Subroutine: abilita alla staripa i caratterigrafici, stampa X$ SOFTWARE conindirizzamentoassolutoedisabilitai caratteri grafic. Ancora qualcosa sulla porta di input Come dettoil mesescorso,nelnostroter~ minale-pulsanti abbiamo previsto una serie di pulsanti alfabetici (che possono essere premuti contemporaneamente) € tuna serie di pulsanti numerici (che devo- no essere premuti uno alla volta). Sono inoltre stati inseriti quattro deviatori che, se commutati in posizione 2 abilita- no al funzionamento i pulsanti alfabeti- ci, mentre in posizione I abilitano i pul- santi numericilasciando perdattiviipul- santi E, F, Ge H. Prima dianalizzarein dettaglio il comportamento di questi de vviatori soffermiamoci un attimo sul fun- zionamento generale del terminale. Sap- piamo che laportadel computer haisuoi ingressi posti normalmente livello logi- o 1, € quindi presenta il codice binario III corrispondente al numero de- cimale 255, ‘Questo numero vieneda noi modifica~ to cortocircuitandoa massa uno o pit fil costituenti la posta stessa. Ad esempio ando PA@ siavra il numero 254, mentre cortocircuitando PAI siot- tiene il numero 253; questo poiché nel primo caso la condizione della porta vie~ ne modificata in 11111110 mentre nelse- condo in 1111101, Siccomeperd questo modo di operarerisultascomodo noiab- biamo usato, per quanto riguarda i pul- santi alfabetici, pulsanti normalmente chiusiche,senon premuti,cortocircuita- no a massa tutti gli ingressi presentando cost il eodice 00000000 corrispondentea’ numero zero. In questomodo premendo un pulsante, ad esempio il pulsante A, si elimina tale cortocircuito (ricordatevi che questi pulsanti sono normalmente chiusi) € si modifica il codice present agli ingressi in 00000001 corrispondent al numero uno. Se invece si dovesse pre- mere il pulsante Bsiotterreble 00000010 corrispondente a 2, ¢ se questo venisse premuto contemporaneamente ad A si otterrebbe 00000011 equivalente al nu- mero decimale 3. Siccome perd noi te- stiamo la locazione di memoria corri- spondente alla porta con T'istruzione AND non corriamo il rischio di avere condizioni anomale in quanto qu RADIO ELETTRONICA istruzione Basic opera su codici binari eseguendo un’operazione logica AND (vedi RADIOELETTRONICA di Mar- 20). In modo diverso, perd, sicomportano i pulsanti numerici che, se premuti, cor- tocircuitano a massa l’ingresso o gli in- agressi relativi. Vediamo anche in questo casoalcuniesempi:premendo ilpulsante 1 si cortocircuita a massa la linea PAS. (ricordate che ora i deviatori devono es- sere in posizione 1) ottenendo 00001110 ecioé 14. Notate come le prime quattro cifre sonoa zero questo non é unerrore, ‘ma rappresenta la condizione logica dei fili PAS*PA7 che restano comunque collegati ai pulsanti E, F,G, He quindi cortocircuitati a massa. Premendo inve- ce il pulsante 3 si ottiene 00001100 che corrisponde al numero 12. Questo nu- mero pud essere ottenuto anche premen- do ipulsanti le 2contemporaneamente, oppure premendo 3e 1,3e2oanche 3, 2¢ 1. In questo caso non & quindi possibile premere pi pulsanti contemporanea- ‘mente perché si possono ottenere uguali risultati Abbiamo visto, pero, che al pulsante | corrisponde il numero 14, mentre al pul- sante 3ilnumero 12. Perowviarea questo inconveniente (di tipo mnemonico) & sufficiente eseguire lasottrazionedique- sto numero da 15 ottenendo cosi un nu- mero uguale a quello indicato dal pul- sante. 1 mese scorso vi abbiamo detto come potete controllare se uno di questi pul- santi viene premuto permezzo delVistru- IFPEEK(42961) = 15-XTHEN. E* possibile, perd, eseguire questo controllo anche mediante istruzioni AND e in fig. 2abbiamo indicato come queste devono essere strutturate, Cosi facendo si pud usare il nostro terminale in modo promiscuo; si possono cioé uti- lizzare i pulsanti numerici (uno alla vol- ta) unitamenteaipulsantialfabetici E,F, G, Hi quali possono essere premuti an- che contemporaneamenteaquellinume- ici. ‘Ad esempio premendo i pulsanti Se F otterremo in input il codice 00101010 (corrispondente al numero decimale 42) ced eseguendo: IFPEEK(42961)AND32THEN.... (per il pulsante F) LIST FUGA DEL MOSTRO © GOSUBIZZA-PRINTCHRSQ7)+“E” 12 15 As ‘3S:DIMAS@1) 22 FORX=ZTO2:AS(X)}=A8:NEXTX, 122 A=PEEK(42961) 121 T=1+1:PRINTCHRS(27)+"="+ CHRS(S4)+CHRS(S2)T 125 FORX=1TOS2:NEXTX, 112 IFAANDITHENV=V-1:IFV4THENIZO 219 E 220 I=B-D:IFI-GTHEN2S2 230 IFI>OTHENDSD+1:GOTO2S@ 240 D: 280 I=C- 262 IFI>OTHENE=E+1:GOTO282 Fig.4 270 E=E1 IFPEKK(40961) AND THEN. (per il pulsante 5) avremmo entrambe le condizioni verifi- cate. Cirendiamo perfettamente conto che quanto detto pud risultare poco com- prensibile e relativamente difficile per chi iniziamasiamocertichecon.un po' di pratica, verificando quanto detto al computer, tutto risultera pitt chiaro, ‘Analizziamo, per finire, la funzione dei deviatori S1, $2, $3 ed S4. Nella pre- cedente puntata abbiamo detto che que- sti deviatori servono per abilitare i pul- anti numeric escludendo di conseguen- za quelli alfabetici corrispondenti. In fi- gura 3 potete vedere quali pulsantirrisul- tino abilitati in funzione della posizione dei deviatori. Ricordiamo per® che I'uso di questa tabella non viene consigliato a chi é ancora poco esperto in materia, al fine di evitare delusioni e conseguenti scoraggiamenti. Per costoro risulterain- vece molto utile studiare a fondo ilist dei programmi che vengono periodicamen- te pubblicati Il mostro 1! gioco che presentiamo in chiusura di puntata, pur non essendo molto com- plesso, & veramente divertente, Si tratta di una lunga fuga da un mostro che inse- gue il giocatore per... mangiarlo. Fortunatamente, peré, ilmostro (pro- veniente da un altro pianeta) ha qualche difficolta di movimentoe,avolte,rallen- ta la propria corsa facilitando cosi a fu- ga del giocatore. Inoltre ilmostro,quan- do lo ritiene pid opportuno, lascia sul propriocamminoaltri mostri copiedise stesso, proiezioni di materia... chissa!) pericolosi quasi quantolui perché posso- no anch’essi mangiare il giocatore, ma fortunatamente sono impossibilitati a muoversi. A volte il mostro, ripassando nel punto dove ha lasciato unasuacopia, decide di “riprendersela” lasciando cosi libero il campo. La partita termina quando il mostro riesce a mangiare il giocatore (cosa que- sta che prima o poi inevitabilmente suc- cede) e il computer visualizza il numero di secondi impiegati dal mostro per rag- sgiungere la preda, 26 282. IFL> <2THENPRINTCHR§(27)+" (B2+F)+CHRS(G2+G)" * +CHRS 322 PRINTCHRS(27)+"="+CHRS(32+D)+CHRS(32+E)"X" 82 GOTOIZS THENIZOO EFTS(AS(F),G)+BS+ RIGHTS(AS(F),39-G) 1222 PRINTCHRS(27)+“="-+CHRS(S4)+ CHRS(38)"MANGIATO IN“T” SECONDEEND 9202 PRINTCHRSQ7)+“E"4* “SPRINT 9212 PRINT” SEI BRACCATO DA UN MOSTRO! PRINT 9222 PRINT”TU SEI RAPPRESENTATO COL SIMBOLO ‘0’ 9232 PRINT”IL MOSTRO COL SIMBOLO ‘X’”:PRINT 9215 PRINT”. 9242 PRINT"PER SPOSTARTI DEVI PREMERE I PULSANTI:" 9252 PRINT” A”:PRINT” B C” RINT” D”:PRINT 9262 PRINT” ATTENTO PERO’; IL MOSTRO PUO LASCIARE”:PRINT 9272 PRINT"LUNGO IL SUO CAMMINO ALTRI PICCOLI MO-”:PRINT 9282 PRINT’STRI CHE NON SI MUOVONO, MA POSSONO MAN-’ 9292 PRINT'GIARTI. BUONA FORTUNA (NE HAI BISOGNO)":PRINT 912@ PRINT"PREMI UN PULSANTE PER INIZIARE” 9112 LFPEEK(42961)=2THENSII 9122 RETURN Vediamo come @ strutturato il pro- gramma, Il mostro & gestito completa- mente dal computere viene fattomuove- re sempre in direzione del giocatore. 1 suoi movimenti, perd, sono vincolati da un numero castiale (generato dalla riga 216) che se risulta maggiore di quattro ron permette alcun movimento. Anche la “riproduzione” del mostro é sempre legataa questonumeroesiverificaquan- do esso é uguale a due. La gestione della srafica edel “modelo logico” édeltutto similea quella usata nel gioco dei serpen- toniequindinoncidilunghiamo oltre. In figura 4 visibile il list del programma. ‘Analizziamo ora le istruzioni: ® Manda alla subroutine 9220. Cancella lo schermo, 102 _Assegna valori alle variabili Dimensiona la matric. 15 Crea una riga di matrice. 22 _ Carica la matrice. 122 _Pone in Ailvalore presente al- la porta (42961). 121 Incrementa e stampa i secondi trascorsi 125 Questarigaserveacreare unri- tardo, Chi volesse rallentare il ritmo del gioco aumenti il numero di loop portan- doli da 52 a 12B o pitt. Chiinvecelovo- lesse rendere pid veloce ne diminuisca i numeroa 1G 0, addirittura, elimini la ri- sa 11142 _Incrementa 0 decremen- tailvaloredi Vo Hasecondadeipulsanti premuti. Non é prevista 'uscita dallo schermo (come nel gioco dei serpentoni ad esempio). 15. Se le coordinate del giocatore cortispondono ad una posizione occu- pata da un mostro immobile manda a 1220, 22210 Stampa la posizione del siocatoretogliendodal videola "O” pre- cedente, 21S Assegna i valori alle variabil 216 Genera un numero casuale compreso tra@ e 9. Sequestoe maggiore di quattro mandaallariga IZ evitando cosi tutta la parte relativa al movimento del mostro che rimane, di conseguenza, fermo. 218 Se il numero casuale & 2 mette x" in B SOFTWARE 219. Assegna valori alle variabili 22+272 Incrementa o decremen- ta le coordinate del mostro in funzione della posizione del giocatore. 28D Se il numero casuale & diverso da 2.cancella dal video la “X” preceden- te, 320320 Stampa la nuova posi- zione delmostroemettenellamatrice AS la variabile BS. 332 Assegna valori alle variabil. 342 Sele coordinate del mostro so- ‘no ugualia quelle del giocatore manda a 1220. ‘822 Fa ricominciare il ciclo man- dando alla riga 122. 122 Fastampare*MANGIATO. IN“T”SECONDI" echiude ilprogram- ma. 92@2+9120 Subroutine: stampa delle righe di istruzione Conclusioni Siccome sappiamo di essere seguitinon solo da chi ha costruito il nostro Perso- nal Computer, ma anche da lettori in ppossesso dialtricaléolatori,diamo quid seguito alcuni consigli su come modi care le istruzioni dei nostri programm per adattarli alla loro machina. Nel caso di computer avent linguag aio Basic contenente 'istruzione GET & possibile operare come segue — sostituire l'istruzione A = PEEK (42961) — con Vistruzione GET 1S dove TS una qualsiasivariabilealfabe- tica — ¢ sostituire le righe IFAANDI- THEN... ece — con IF T$="A" THEN... ec dove A@iltasto della tastiera che devees- sere premuto per farsiche quella condi- zione sia verificata. ‘Ovviamente in questo caso il termina- le pulsanti verrebbe sostituito dalla ta- stiera stessa, Se invecelistruzione GETnonécom- ppresa nel set di istruzioni del computer oppure sesi vuole utilizzare ugualmente il terminale pulsanti (certamente pid si- curo) si dovra cercare sul manuale di istruzioni del calcolatore la locazione di memoria relativa ad una porta 1/0 ¢ comportarvi analogamente a quanto in- dicato nelle puntate precedent sosti- tuendo 4296! con la nuova locazione. 2 FOTOELEMENTI IN CAMPEGGIO ANCHE CON L’ANTIFURTO E’ stagione di viaggi, di roulotte e di tende. Anche di gente che in vacanza approfitta per appropriarsi l'altrui Toba, Pensiamo ad un semplice antifurto a sirena che almeno in prima approssimazione pud semplicemente difenderci. ono certo che la quasi tota- lita di voi lettorié stato (0 lo éane: 1a) un accanito lettore del settimanale Topolino, Sono poi sicuro che, per una buona parte di voi, ilpersonaggio pidisimpatico ed affascinante altri non era che il buon Archimede Pitagorico, il geniale inven tore,chein fondo in fondo, conlesuetro- vate meravigliose ha pure luicontribuito ad indirizzarci verso Phobby dell’elet- tronica sottraendoci cosi alle folte schie~ re di persone il cui unico passatempo consiste nella raccolta di francobolli, ‘monete, scatole da cerini,costumiintimi dipupazzid’epoca, per citaresoloalcunt esempi. Purtroppo, a noi poveri emuli del per- sonaggio di Walt Disney, mancano mol te delle cose che Archimede haa in dota zione nel suo laboratorio. Laprima cosa che dovremmoautoco- struirci (e vedrete cheprima.o poisu que sta rivista apparirail prototipo) consiste nl famosissimo cappello pensatore, ‘Codesto cappella (parlo per gli unici due lettori che non ne hanno maisentito nominare) é un aggeggio diforma cubica contenenie nel ua interno, oltre achiss quale diavoleria elettronica, tre cornac- chie (vive) il cui unico scopoé gracchiare nel momento in cui, alla persona che usa Paggeggio a mo’ di copricapo, viene I'i- dea che a lui abbisogna, Infattil cappello pensatoreserveafar venire le idee a chi ne é sprovvisto. E ritornando anoi, Dio solo sa quanti problemi un povero sperimentatore si trova ad affrontare nell’arco della sua esistenza, Un aggeagio come quello sopra de- seritto, in grado di dare soluzioni ai di- Temmi pitt micidiali, sarebbe una vera manna. Purtroppo, sino ad ora, lemiericerche in al senso hanno datofruttidecisamen- te negativi ed @ per questo motivo che in. una bella sera d’estate mi trovai nelle condizioni di chi non sa pitiche pesci pi- sliare, Il problema, chein quell'occasione mi era stato posto dal vicino del piano diso- praera angosciante. Durante le precedenti vacanzeestiveil Lapparecchio con un trastormatore da campanellié a campana de! tipo di quelle usate ascuola, RADIO ELETTRONICA SCHEMA ELETTRICO ! tod I % AR dispositive di allavme ° Ae ireuito elettrico realizzato. In basso risoluzione pratica su cirouito stampato. vicino aveva preso il volo verso uno dei campeggi pil: malfamati della penisola dopodiché aveva iniziato a montare la sua splendida tenda, facendosi aiutare naturalmente dai soliti tedeschi volent rosi che estate bazzicano sempre sulle nostre coste. Una volta assemblata Ia tenda aveva avuto Voriginale idea (che accomuna tutti 1 campeggiatori) di nascondere i propri valori personali nella solita buea fatta sul lato sinistro dell'interno della tenda, Tralascio di raccontare in che modo il vicino ritornd da quelle Ferie, dopo che un bel giorno, ritornando dalle acque dell’Adriatico si ritrovd la tenda sac- cheggiata di soldi, viverie vestiario. Ricordo ancora quando arrivd ma- agro, sciupato, imprecante, vestito delso- Jo costume da bagno rimastogli ea bor- do della sua automobile fattaandarecon tuna non ben precisata “miscela agrico- 1a” arraffata chissa dove. Da Ii era nata la sua storica frase: “campeggio bastal!™ Ma poi sisa come va finire ed ¢ cosi che quel mainato vicino si trovava a 24 ore dalla partenza implorando il sotto- scritto di fare qualeosa per porre un ri- medio ai furti effettuati dai topi di cam- peggio. I problema non era semplice. Era impensabile mettere dei contatti clettricialle porte della tenda perché, per chinonhamaivistoleportediunatenda, dird che sono assai differenti da quelle tradizionali Al’interno della tenda non si poteva piazzare unsistema che indicassedeicor- pi in movimento sia perché i sistemi in uso oggigiorno avrebbero sicuramente esteso il loro campo d’azione al di fuori della tenda sia perché sarebbe bastatoun colpo di vento per far oscillare la costru- Zione e far entrare quindi in azione 'ap- posito allarme. Incominciavo a pensare che anche con COMPONENTI LATO RAME RI 3900 cr 220 nF A a pDi2 Fri,2 R Ta Pe J Ts trasformatore 12 V 1 RI relé ad uno scambio A ~~ u interruttore LA RESISTENZA VARIA CON LA LUCE FOTOELEMENT! Cromer] W cappello pensatore non sarei venuto a capo di nulla quando finalmente, pensa chet ripensa, riusciiastilare (alle 3della mattina dopo) un abbozz0 disoluzione. L'idea era semplicissima. Per quanto latenda sia dotata diun’infinita di difetti bisogna riconoscere che, una volta che siano debitamente chiusi, neisettori adi- biti a camere da letto la luce del giorno non filtra e che quindi per illuminare questi settori occorre necessariamente aprirlise non illuminarli artificialmente Ricordo che queste sonocosecheunipo- tetico ladro € costretto a fare se vuole esercitare nel migliore dei modi la sua professione. Basandomi su questo fattoestato pos- sibile progettare la basetta, montare i componenti,ecederel'apparecchioal vi- cino rompiseatole nel tempo record di cinque ore, ventotto minutie due secon- di, Loschema émoltosemplice. Degliap- positi sensori captatori di radiazioni lu- minose (leggi fotoresistenze)danno|'av- vio al temporizzatore il quale dopo un periodo di tempo variabile, a seconda che sensorivenganoeccitati in pitiome- no, fa scattare il meccanismo delI’allar~ me che nel nostro caso consiste in un co munissimo rele che comanda (come ve-~ remo) una campana elettromeccanica, DISPOSIZIONE COMPONENTI Lo schema non si ferma allallarme ma, comes potraosservare, ritornaalti= ‘mer il quale provvede (dopountempori- gorosamente fissato) a tacitare lo stesso allarme a patto perd che isensori abbia- no smesso difunzionare. Schema elettrico Vi posso assicurarechetutto quanto det- to sopra viene eseguito dal circuito che avete sotto gli occhi. Nonostante lesiguit’ dei componenti cche vengono utilizzati (nondimentichia- mo che per tanti campeggiator il peso Re we All, — AR dispositive i allarme et _ a RADIO ELETTAONICA del loro bagaglio é di vitale importanza) il funzionamento del circuito ottimoe, senza fare della retorica, sono certo che questa realizzazione potra dare a molti i voi pid soddisfazioni di molt altri di- spositivi dall'apparenza pit seria, La prima cosa che adoperailcircuitoe ilclassico trasformatore(Ts)cheportala tensione di rete ai piit maneggevoli 12 volts. Di li segue un ponte di diodi (Pt) che provvede al raddrizzamento della tensione la quale, nel frattempo, giunge attraverso il diodo D1 al condensatore Cl che svolge due funzioni, La prima di queste consiste nel livellare la tensione pulsante che giunge dal ponte di diodi, i secondo compito di questo condensato- re lo vedremo in seguito, I componenti Frl ed Fr2non sono al- to che due fotoresistenze il cui unico compito édidiminuire la loro resistenza in maniera direttamente proporzionale all'intensita luminosa con la quale pos- sono essere investite In condizioni di lavoro (quando cio’ Vinterruttore I] @ aperto) abbiamo che nel momento in cui un raggio di lucecol- pisce efotoresistenze il condensatoreC2 (grazie alla diminuita resistenza di Fr ed Fr2) inizia a caricarsi sino a che, una volta raggiunta latensionedisogliadella base del transistor Tr1, il potenziale ac- ‘cumulato da C2 provoca la saturazione diTrI medesimoche permettecosiecci- tazione del relé RI Questo relé andra a comandare (come nel caso descritto in questo articolo) un dispositivo d'allarme elettromeccanivo alimentato a 12 Volts ce. Per chi si fosse in precedenza interro~ gato sullo scope del diodo DI ecco laso- luzione. Se il contatto delio scambio del rele si fosse collegato su di una linea comune d'alimentazione avremmo avuto il se- guente fenomeno: il rele, per le cause vie ste poc’anzi, si eccita, Eccitandosi provoca Palimentazione del dispositivo d'allarme il quale, assor- bendo inizialmente una discreta quanti- ta di corrente, fa cadere per un breve pe- riodo la tensione erogata dal piccolotra- sformatore a valori bass. A questo punto ilrelé si diseceita, vie- ne a mancare 'assorbimento di corrente da parte del dispositivo, al che la tensio- ne del circuito risale, Quindi, giuntia cid, abbiamo cheilre- 1 prototipo cosi come costruito dallautore. le si eccita nuovamente provocando tut- to quanto detto sino ad oraun’infinitadi volte (o meglio, sino a che la tensione sul condensatore C2é tale da permettere la saturazione del transistor). Per risolvere il problema si poteva ri- correre ad un pit potente (oltre che pitt Pesantee costoso) trasformatore. Tutta- via, visto e considerato che la punta del- assorbimento 'abbiamo solo quando diamo tensione al dispositivo d'allarme, hho pensato bene diseparareiduecircuiti mediante un diodo assicurandomi perd (ed ecco il secondo merito di C1) di far mantenere con un condensatore la ten- sione al circuito nel breve pieco d'assor- bimento massimo di corrente, Il diodo D2 serve, come sempre, ad evitare leforze elettromotriciinverse che possono crearsi a causa della natura prettamente induttiva di tutti i relé di questo mondo. Una volta inserito il relé continua a ‘mantenersi in tale stato anche se le due fotoresistenze non permettono pitt un sufficiente passaggio di corrente (questo nel caso fossero ritornate al buio). Cid &dovuto al fatto cheilrele abbiso- ‘gna, per eccitarsi, di una corrente molto superiore a quella che adopera per man- tenersi inserito. Considerando che anche il transistor haun comportamentoanalogo sicapisce perché la corrente erogata dal condensa- tore C2, purcontinuandoacalareésuffi ciente a far rimanere tutto il complesso attivato, Ovviamente se leduefotoresistenzeri- mangono illuminate questo dispositive dara 'indicazione di allarme sino a cheil proprietario non disattivera il circuito. Per disinserire il circuito non ci sono che due sistem Osi leva la spina dalla presadicorren- te oppure si chiude 'interruttore I] Anche con quest’ultimo sistema si ha lamatematicacertezzache ilcircuito ces- sera di funzionare. Infatti si notera che, grazie ad RI, si “sbatterdia massa” tutta la “linea calda”” rappresentata dal contatto con la basedi Trl Alimentazione Perl'alimentazione, come si avra gi no- tato, é stata prevista la presenza della tensionedirete. Questoéstatofattonella considerazione che tuttii campeggi con almeno uno sputo di organizzazione so- ‘no dotati del!'allacciamento elettrico, Tuttavia nel caso le condizioni lo ri- 2 tengano indispensabile si potrd saltare il trasformatore ed il ponte di diodi per col- legare direttamentealcircuitolepolarita di una qualsiasi batteria a 12 Volts. Nel fare cid si tengano pero presenti ivarias- sorbimenti di corrente che, in caso di ne- cessita, il circuito d'allarme verra a pro- vocare. Sconsiglio a priori di ricorrere a que- sta soluzione nel timore che il ladro “ta~ ali fli della luce” prima di compiere il suo lavoro. Montaggio Ui cireuito stampato riportato in questi foglillustralasoluzione che pensovalga, la pena di adottare ‘Comungue, qualungue disposizione circuitale si impieghera, ci si ricordi di creare dei montagai piti compatti possi- bile ‘Questo, oltre ovvie ragioni di mime- tizzazione, anche per evitare un eccessi- vo ingombro al campeggiatore. Nonsidimentichiche in parecchicam- peuai la tensione di rete € di 180 Volts. Quindi sara preferibileun rasformatore iii tensioni d'entrata sul tipo di quello ilustrato in questo servizio (comune tra- sformatore da campanell) M1 ponte di diodl. Owio che pud usarsi una Vec. Le fotoresistenze sono previste in nu- merodi due in modo cheilcircuito possa tenere contemporancamente d'occhio due lati della tenda, E” chiaro infatti che una fotoresisten- za illuminataallespalle non risponde pit alle nostre esigenze. Tuttavia come & possibile installare tuna sola fotoresistenza & possibile ‘aumentare il loro numero (in quesulti- ‘mo caso sara utile prendere in un pid at- tento esame le caratteristiche resistive a riposo delle fotoresistenze impiegate). Semprea propositodellefotoresisten- ze tengo a precisare che quelle quiimpie- gate non hanno nulla @ che fare con ifo- todiodi peril semplice fatto che quelle adoperatenel ircuitosonolereperibilis- sime cellule fotoconduttive al solfuro di cadmio. Si tenga infine presente che, per gli scopi del nostro circuito, andra bene qualunque tipo commerciale difotoresi- stenza al CdS. Nell’esecuzione del montaggio sirac- comanda la massima prudenza a riguar- do delle saldature da effettuare. Eyitate di prolungarvi troppo lungo con il saldatore sui terminali del trans stor, dei diodi edelle fotoresistenze. Ab- bate comungue un poco di rispetto an- che peri condensatorie la resistenza, FOTOELEMENTI Raccomando di prendere in conside- razione le polarita dei condensatori elet- trolitici impiegati Le fotoresistenze potranno essere iso- late fisicamente dal circuito grazie ad ‘una pili o meno lunga piattina difilo, Nel caso invece si preferisse installarle sulla basetta, come nel mio prototipo, consi- lio diisolareidueterminalidiognifoto- resistenza mediante 'involuero isolante diun filo elettrico precedemtemente spe- lato, In tal modo sara possibile orientare verso i punti pitt strategici della tenda le superfici delle due fotoresistenze senza timore di cortocireuiti e amenita simili, In conclusione Per finire sara utile spendere tre parole anche sul dispositivo d'allarme Avrete notato come nel mio prototipo abbia adoperato la campanaelettromec- canica attualmente in voga presso le seuole gli ascensori Anche se bisogna ammettere che que~ sta soluzione & quanto mai clegante oc- corre ricordare che esistono in commer- cio moltissi altri tipi didispositivi analo- ghi alimentati a 12 Volts ce, Ad ogni buon conto si tenga presente che i suono deilallarme deve essere il pid originale possibile. Questo perevita- re intense scariche adrenaliniche nel proprio sangue a causa della somiglian- za tra il suono del vostro allarme e il ru- more che produce lfischiettodelbambi- no dei vicini di tenda. ‘A rigor di logica é possibile installare, sul circuito, un dispositive dvallarme completamente elettronico sul tipo ma- gari di quelli pubblicati a suo tempo su questa rivista ‘Ma questa é una decisione che lascio completamente a voi lettor 6 PERSONAL COMPUTERS CON L’APPLE, GAME I/O UNA INTERFACCIA | ENRICO M. STADERINI Dp” aver acquistato un calcola- tore, aver capito grosso modo co- me funziona, averci fatto girare pro- grammi sempre pitt complessi si richie- de, prima o poi, che il computer “faccia qualcosa” verso “T'esterno”: per esem= pio faccia accendere luci, girare motorie mille altre cose. Cosi puresirichiede che il computer acquisisca dati dall’esterno non solo attraverso Ia tastiera, e quindi dall’uomo, ma anche attraverso altre macchine come radio e dispositivi elet- tronici vari. Si vuole cioé un'interfaccia verso lesterno, Il personal computer Apple IT di cuici interessiamo in questo articolo possiede tuna grande varieta di mezzi con cui co- ‘municare con l'esterno: tastiera video, registratore, altoparlantinoed inoltreha otto connettori per le pit varie periferi- che ed un connettore di input/output (1/0) che normalmente é utilizzato per CeEVves fiochi (pulsanti, racchette, eee). Que- stultimo connettore (che & un semplice zoccolo per integrato da 16pin)é quello ‘dal quale pittfacilmentesipossono pren~ dete ¢ dare segnali per fare una serie di cose come accendere luci, muovere mo- tori, ricevere segnali morse ee. Tramite il “Game 1/0 connector”, infattisipos- sono avere disponibili te ingressi TTL verso il computer, quattro uscite TTL dal computer, quattro ingressi per po- 34 tenziometri, unauscita TTLdistrobedal computer ed inoltrenon pitt di 100 mA a SV che possono essere sempre utili Allora in questo articolo descrivere- mo un semplicissimo dispositive di in- terfaccia tra il “Game I/O connector” e Pesterno, E’ nostra intenzione realizaare un “qual- cosa" che renda effettivamente possibile Fuso dituttii“canali” disponibilisu quel connettore, In realta con il calcolatore Sul personal probabilmente pit) diffuso esistente, quello della mela, esistono molti mezzi per comunicare con esterno: tastiera, video, altopariante, tanti connettori per le pill varie periferiche. Realizziamo un’‘interfaccia verso lesterno. vengono forniti anche due potenziome- tie due pulsanti con un connettore ma- schio che peré utilizzano il “Game I/O connector” soltanto per meno della me- tadelle sue possibilita. Conilnostro pro- getto, tra Maltro, noi potremo utilizzare ‘non solo semplici potenziometri, ma an- che joystick (cio® quei potenziometri doppia cloche). Ma ora finiamola con i preliminati perché coloro che hanno un Apple I avrannosenz‘altro capito tutto. esaranno gia saltatisullo schemaclettri- “Primum non nocere” Questo detto deve essere sempre alla mente di coloro che vogliano mettere le mani dentro a un calcolatore: le cose de- vono esser fattecon maggior precisionee cchiarezza di idee del solito, Nel caso del 35 RADIO ELETTRONICA SCHEMA ELETTRICO GENERALE 6 (rou(), pout), P8 (rou), eoe(2), Pa) Circuito elettrico completo. La complessita é solo apparente: si veda infatti io stampato molto piccolo, PERSONAL COMPUTERS COMPONENTI Ri = 3.9K R = 560 Rs = Rs = 470 Rs = R: Re = Ro Ry = Rs Ri = Ri Rs Rw Ru Ro Ro = Rr Ru = Rs Ris = Ri Ris = Ru RvRwsRv = Ri Rw = 180 Ra = Rn = Rs Ra = Ru = Ro Ros~-Ra = Rs Rx = Rr Ci = 22uF 16 VI C2 = 0.14F disco OC = FCD 820 IC1 — IC4 = SN7413 ICS — IC7 = SN7400 Dis = led rosso 37 RADIO ELETTRONICA COMPONENT! E COLLEGAMENTI ey a nostro dispositive, che evidentemente non nuoce, il problema era quello dievi- tare a qualsiasi altro dispositive in qual- siasi condizione di funzionamento (an- cche errata) che volesse comunicare col calcolatore, di nuocere a quest’ultimo. Inaltre parole V'interfaccia devecostitui- re una valida barriera, dal punto di vista clettrico, trailcalcolatoreeI'esterno. Per questo motivo tuttele ineedientrataedi uscita sono isolate galvanicamente eac- coppiate tramite dispositivi ottici. Sol- tanto lelinee per gli ingressi dei potenzio- metri non sono galvanicamente isolate, ma d’altra parte ad esse possono essere collegati solo potenziometri, essendo in- fatti per niente utili come ingressi analo- ici Lo schema elettrico Esaminiamo separatamente le uscite € 8 PERSONAL COMPUTERS LABASETTA Circuito stampato, lato rame. gliingress. Le prime sono costituitedal- le quattro uscite TTL, che sui manuali Apple vengono chiamate “Annuncia~ tors”, € dallo “strobe”. Dai piedini 15, 14, 13 12 del “connector” tramite R2, R6, RY ed R13 isegnali TTL provenienti 4dal computer vengono applicatiai diodi LED presenti all'interno dei fotocopia- tori OCI, OC2, OC3 ed OC4 del tipo FCD 820 (sostituibili con FCD 810). Le resistenze suddette sono di valore ohmi- co superiore al normale per non caricare troppo le uscite TTL. del computer: la trasmissioneavviene comunqueregolat- mente perché le uscite dei fotoaccoppia- tori sono inviate a dei trigger di Schmitt contenuti negli integeati ICI ed 1C2 del tipo SN7413. Le uscite di taliintegrati costituiscono le uscite TTL del ispositi- voedi LED sudiessesegnalanoefficace- mente il loro stato, Sul terminale S del connettore & prele- vabileilsegnale di strobe che 8costituito da un impulso della durata di 0,Sys. Un impulso cosi breve non consente il cor- retto funzionamento del fotoaccoppia- tore OCS ¢ per questo esso viene prima allungato mediante lintegrato ICT (SN7400), la resistenza R I6ed il conden- satore C2 che costituiscono un oseillato- re monostabile. Dall‘altra parte di OCS tale segnate & ancora molto corte ese cimettessimoun LED il relativo lampo sarebbe forse ap- pena apprezzabile cosi occorre un altro monostabile, costituito da 1/21C4e 3/4 1C6, prima di arrivare a DL Ma un segnale di strobe molto lungo ud essere di scarsa 0 nulla utilita e per questo Fuscita strobe é presa subito do- po OCS. Sel'impulsodurasse troppo per i vostri usi potrete ridurreC2(con mode- razione). Vediamo ora icircuitidiingresso. Essi sono costituiti da 3 ingressi TTL, 2 pul- santi e quattro potenziometri semplicio PIEDINATURA IC. Dy ale D ct aD aE iY) CE +I Ue SN 7400 4 5 “4 SN 7413 co. FCD 820 due joystick, Itreingressi TTL sonorice- vvuti da trigger di Schmitt cosicché i se- gnali di comando potranno avere anche lenti tempi disalita ediscesa, Non éinve- ce prevista una protezione dai rimbalzi tale protezione dovri essere fattaamon- te dell'interfaccia (in hardware) oa valle (in software). I circuitidiingresso, come vedetedalloschemaelettrico,sono costi- tuiti da NAND, ma essi realizzano tre funzioni logiche OR come insegna il eo- rema di De Morgan: KoB=A+B Quelli che da R18 ed R19 vanno@PLI © PL2 “in duplice filar” devono essere collegati a dei pulsanti normalmente aperti eche sichiudono collegando detti fili a massa. I fotoaccoppiatori OC6, OCTe OCS funzionano tutti nella stessa maniera: quando il diodosiaccendeilre- lativo transistor passa in conduzioneela 9 RADIO ELETTRONICA VEDIAMO UN PROGRAMMA 12 HOME : VTAB (4): PRINT “TEST PROGRAM APPLE"; CHRS (93 ), CHRS 1)" 1/0 INTERFAC. E®: VIAB (6) : PRINT TAB (13 )s"(ESC KEY TO END)" 162 REM * * * 192 REM. 182 NORMAL : VIAB (21) :HTAB (14 "RINT *: VTAB QI): HTAB 20 VTAB (15): HITAB (34) : PRINT” (32): PRINT": VTA @2): HTAB PDI. (© VTAB (16): HTAR G4 (19): PRINT PRINT “PDL. 1)": VEAB 7) 190 L=INT (PDL @ * 1/255 SHITAB (34) :PRINT"PDL Q)": RAIN DLE) 917255 VTAB (18) : HTAB (34) : PRINT. ):J= INT (PDL (2) * 317 “PDL GY 285): H=INT@DLG) #31 30 VTAM (1D :H1TAB (7): PRINT? 7755) : 200 IFL=MANDK=NANDJ=B AND H= V THEN GOTO 242 21 NORMAL: VPAB (15): HTAB (t+ 42 VIAB (2): PRINT“ D:PRINT =" sHTAB(N +1) x : PRINT": TAB QB--1): PRINT 2°: VTAB (9): PRINT - reas Ob pais SIN viapaay: print s@ 220 M=L:N=K:B=J:V=H 1 NIAB a) TAB G1) :PRINT 220 INVERSE: VIAB (1): 11TAB 01 “F1): PRINT" "sHTAB (N+ 50 POKE 49247, 1: GOSUB 190: POKE 1): PRINT“ *:1ITAB (> 1) 49245,1 :GOSUB 120 :POKE 492 PRINT" ": HTAB (V+): PRINT 43, 1:GOSUB 122 "NORMAL 6© POKE 49241, 1: GOSUB 120: POKE 24 IF PEEK (49249)> 127 THEN 49216, 1: GOSUB 122 : POKE 492 INVERSE: VTAB (21): HTAB ( 31, 1:G0SUB 122 1) PRINT" "CALL 64477 72 POKE 49246,1: GOSUB 12: POKE 280 IF PEEK (49250) > 127 THEN 49244 1: GOSUB 120: PORE 492 INVERSE : VIAB @1): TAB ( 42,1:60SUB 128 32): PRINT" ": CALL €4477 8© POKE 49242, 1: GOSUB 120:G0TO 260) 1F PEEK (49251) > 127 THEN Ps INVERSE : VIAB (23): HTAB 14): PRINT " "CALL 6477 120 REM 270 IF PEEK (49152) TO REM SOONG CCE 120 REM SHAS E RR 130 REM * SUBROUTINE PADDLES * 280 2 POKE 49168, 27 THEN GOTO : RETURN HOME : VTAB (15): PRINT TAB ( 142 REM *& PUSH-BUTTONS. * 150 REM #8 Oe eR RoR E EES 15); "END PROGRAM" : 300 END rAB (23) tensione tra emettitore e massa da zero va quasi a SV facendo accendereil LED; ilealcolatore se ne accorge tramitei pi dini2, 3e 4delconnettore, Leentrate per i potenziometri vanno direttamente a PLiePL2. Un’ultima annotazioneda fareriguar- dda le masse; dovendo essere assoluta la separazione elettrica tra calcolatore ¢ mondo esterno, noterete come sullo schema elettrico esistano due masse una, quella dell'interfaccia,indicata con la freccetta verso il basso a trattini oriz~ zontalie Paltra, quella del computer, in- dicata con un trattoorizzontaleetrattini obliqui. Anche, evidentemente, le ali- mentazioni a +5V sono diverse; una, quella dell’interfaccia, deve essere gene- rata da un apposito alimentatore (sulla Rivista ne sono stati descritti moltissimi: trasformatore, ponte, condensatore, re- golatore 7805), laltra viene invece dal caleolatore tramite il piedino 1 del con- nettore. Solo Mintegrato IC7 sara ali- mentato da quest’ultima per il fatto di trovarsi “al di la” ‘Tra i dubbi, speriamo pochi, che po- trebbero esservi rimasti, ci preme chia- rirvene uno: quello del “Game I/O con- nector” ‘Dungue: questo connettore écostitui- toda unsemplice zoccoloabasso profilo 4 16pin dual in line che si trovasulla pia- stra principale del caleolatore. Esiste anche un altro “Gamel/Ocon- nector” che i trova sullo stampato della “0 PERSONAL COMPUTERS. stenza tecnica. LA MACCHINA APPLE Il personal di cui si parla in questo articolo é molto diffuso in Italia, favorito sul mercato da un ottimo rapporto prestazioni prezzoeda una commercializ~ zazione aggressiva ed efficace. Lamacchina prodotta in Usa viene distribuita da noi attraverso la Iret di Reggio Emilia che offre anche tuttiiservizida assi- nostra interfaccia, I due connettori de vvono essere uniticon un cavo piattoa 16 {ili con agli estremi i relativi masebi: &, {quest'ultimo, purtroppo il componente pill costoso dell'apparecchio. Montaggio Non ci sono problemi particolari. Oc- corrono come al solito, oltre a stagno saldatore, pazienza, ordine, precisione owes anche per 'assemblaggio del mobile che deve risultare anche bello a vedersi, per ron sfigurare vicino al computer. Noi abbiamo usato per il prototipounconte~ nitore Ganzerli col quale abbiamo otte~ rnuto un apparecchio molto compatto, Sullo stampato sono previste alcune piazzole, non forate, su cui vanno salda- ti, appoggiandoli, fii che sidirigonoal- le prese “pin” di uscita o alle prese “DIN” PLI ¢ PL2;non sono invece pre~ viste le piazzole per il collegamento dei {ili di massa ¢ di alimentazione a +5V: ‘non mancano tuttavia i punti dove olle- garli, per esempio su un capo della RIS il+ esu un capo della R27 il — Sullo stampato inoltredovrannoesse- re inseriti dei ponticell,visbil sul dise- ‘gno della disposizione deicomponenti,e {quindi pub essere consigliabile la reali zarione di uno stampato a doppia trac- Un programma di prova ‘Questo ésenzaltro il modo pitt elegante e preciso di eseguire il collaudo dell’ terfaccia appena realizzata, a patto che abbiate git ricontrollato pit volteillavo- ro fattoe visiate sinceratidella giustezza 4a yeu av. tiplea—60dB SIN tipica—S74B. 10H... 20k ‘ipico” 248, ew tipica 18 V Toe tiplea 28°C 4B > 14ap S 1448 > 1448 duu iplea a SIN tipiea— 60dR tipico 6048 oa BASSA FREQUENZA Fe) 138) cash Risposta in frequenza del TCA 740 (f= 40 Hz, a sinistra, ¢ /5KHz). pud essere impiegato come preamplifi- catore di segnali forniti da giradischi dato che, in questo caso, la sensibilita d'in- _gresso sarebbe troppo bassa ed inoltre non é possibile adottare una correzione RIAA. In questo caso sara opportuno inserire trail giradischiele regolazioni di volume e di bilanciamento effettuate dal TCA 730 un normale preamplificatore Regolazione dei toni alti-bassi In questo caso, none pitiilvolumeoillbi- Janciamento che vengono regolati dalla componente continua ma bensi i toni al- titbassi che vengono rispeitivamente amplificatio attenuati grazie alle tensio- ni di regolazione provenienti rispettiva- ‘mente dai rispettivi potenziometri E’ opportuno che le tensionidiregola- zione fornite dai due potenziometri ven- ‘ano indicate otticamente mediante due strumenti misuratori di tensione (volt= metri) con fondo scala massimo di 10 V. Evidentemente, il TCA 740 non amplifi- chera o attenuer qualora i cursori dei due potenziometri si trovino nella loro posizione intermedia (caratteristica con andamento lineare). 1 due segnali di uscita dallintegrato sono identici come ampiezza ai due se~ ‘gnali applicatiall'ingresso. La tensione dPingzesso massima & 1 V. La tensione ‘massima di uscita sara quindi 1 V. Anche il circuito integrato TCA 740 dovra essere alimentato da una tensione stabilizzata di 15 V. Questa ultima pud AMPLI STEREO TCA 740 essere fornita dalla stessa songente che alimenta il TCA 730, Quest'ultimo cir cuito integrato assorbe circa 30mA. Sei {due circuiti integrati vengonoalimentati dda una stessa tensione sara quindi neces sario che questa possa fornire una cor rente di alimentazione di 60 mA. Sistema di ampiiticazione stereo. RADIO ELETTRONICA Temporizzatori elettronici AEG L‘AEG-TELEFUNKEN Divisione Prodotti diSerie come precedentemente annunciato ha ampliato il proprio pro- gramma con I'inserimento della nuova linea di temporizzatori elettronici Questa nuova linea é costituita dalla Serie 50 dalla Serie 22,5 che rappresen- tano rispettivamente la larghezza dei contenitori (50mm. perla Serie 50€22,5 mmm. per la Serie 22,5). Tcontenitori sono in materiale plasti- coautoestinguente ed hanno un gradodi protezione IP 40, Entrambe possono essere agganciate su profilato DIN 46277/3 su apposite piastre o su apposito zoccolo con termi- nali a vite (undecal e octal); la numera- zione ela posizione dei pinsedeicontatti sono conformi alla IEC 67-1-18a, Laserie 50 pud essere fornitacon 102 contatti in scambio, mentre la Serie 22,5 hha un solo contatto in seambio; le carat- teristiche dei contatti nella Serie SOsono: max tensione comm,: 380 V~ — max corrente comm.: 5A — potenza comm, 220 V~ cos@ = 1 1100 VA — potenza comm, 220 V~ cosp 750VA, — vita meceaniea: 10X10" operazioni mentre le caratteristiche per i contatti della Serie 22,5 sono: — max tensione comm.: 250 V~ = max corrente: 5A — potenza comm. 220 V~ cos p 1000 VA — vita meccanica: 2X 10" operazioni tempi dirritardo hanno un minimodi 0,05 sec. con un massimo di 180 sec. eda tun minimo di6 minuti ad un massimo di 60 min. perla serie $0, mentre perlaserie 22,5 vanno da un minimo di 0,05 see. ad lun massimo di 180sec. secondoscale gid definite 0.4 Custodie per termistori a progettazione standard La Terry Ferraris offre delle migliaia di sonde con differenti termistori di pro- gettazione standard per applicazioni sensibilizzate di temperatura per aria, i= quidi e solidi ¢ come pure una vasta va- Fieti di gruppi catalogo standardizzato. ‘Questi assemblaggi sensori termistori ‘con caratteristica operativa ad altissima sensibilita, sono compat, leggeri di pe- so, ed operano con grande sicurezza ¢ stabilita sottocondizioniavversediurto, vibrazione, accelerazione, umiditaecor- rosione. Non hanno alcun particolare mobile di limiti specificati. Esse tengono accuratamente nella posizione l'elemen- to termistore entro il mezzo daesserede- etminato; proteggono il termistorecon. tio il danno ripercorrente 0 controllo; aiutando direttamente ilflusso termaleo Mluido persino attraverso il sensore ter- mistore. La misurazione della temperatura e delle applicazioni di controllo, Vassem- blaggio sensore generalmente si usa co- ‘me una gamba di sostegno di un conven- zionale ponte di Wheatstone, I termi- store pud essere altresi usato nelsistema del “Riscaldamento Automatico” per i- velare il flusso di liquide o gas o per ana- lizzare la composizione del fluido. Tipi- camente, questi gruppi vengono usati estesamente nelle applicazioni acrospa- Ziali, militari, del consumatore, indu- striali, medicali ed oceanografiche. Per ulteriori informazioni contattate Ufficio Tecnico della Terry Ferraris - Viale Ortles, 10 - Milano - Tel 5391005/6/7. Circuiti integrati “Custom” Presentati dalla Micro Circuit Engine- ring (MCE) di Palm Beach in Florida, una serie di circuiti integrati universali per la realizzazione di integrati “Cu- stom”, 66 RADIO ELETTRONI Ica Anche seilconcettononénuovissimo, eperd merito della MCEaversviluppato il pit alto numero di chips semi-custom ogi esistente sul mercato edi aver inol- tre inserto le celle elementari che com- pongono i chips inunaseriedicircuitin- tegratiin modo da permettere al cliente aii progetiare, realizzare e collaudare il proprio cireuito A circuito funzionante, i cliente non deve fr alto che riportarele connessio- ni su apposita mappa di interconnessio- need inviare questa mappa alla MCE, la quale provvedera, tramite Pultima ma- scheratura, alla realizzazione, montag gio ecollaudo del circuito integrato Da questa breve descrizione¢ possibi- le dedurre il vantaggio economicoditale approccio. Aen pensarcisitratta di una possibi- lita straordinaria:supponiamodipensa- reodipprogettare un certocircuitointec- nica digitale, Tutti conosciamo come si ripetano quasi indefinitamente certe funzioni logiche. E' ovvio un grosso ri- sparmio se, soprattutto per applicazioni che richiedano serie sufficentemente grandi, si pud avere un integrato facto tum. Teosto disviluppo diun “custom” d- minuisce notevolmente (in confronto ai sistemi tradizionali) perché tute le ope- ravionididiffusionesonocomunia tutti chips dellastessaserieeladifferenziazio- ne avviene solo durante Multima fase e cio® nel'wtima mascheratura. La MCE ore inoltze una vasta gam- 1a di teenologie di dffusione ra cui bi polari combinati con Junction e MOS- FETS; F L;Schottky; ECL; Multi-Layer etc. permettendo cosial cliente la scelta det processo pi idoneo in funzione alle caratteristiche del circuito in progetta- zone: Depliants illustrativi ed informazioni pitt dettagliate disponibili presso la AMZ ELETTRONICA St! - Via Passo di Fargorida, II - 20148 Milano, 11 Pascal sull’Apple L’Apple Pascal oggi si aggiunge al utrito catalogo dei prodotti software forniti dalla Apple per estendere e ra- zionalizzare 'impiego dei propri per- sonal computer, distriby Ital dalla IRET Informatica S.p.A.di Reg gio Emilia. L’Apple Pascal & un sistema di espansione linguaggiin grado, tra al tro, dimigliorare la grafiea a colori, la generazione dei suoni e lecaratteristi- che di input/output del calcolatore. Tali miglioramenti sono possibili poi- cché Apple Pascal contiene il sistema ‘operative UCSD Pascal geazie al qua- Je gli utenti possono contaresuuncom- pleto corredo distrumentisofiwareper ‘unosviluppoottimaledeiprogrammidi lavoro. L'UCSD Pascal non ésoltanto linguaggio standard nell'ambito dellindustria dei microcaleolatori,ma qualeosa Esso provvede infatti alle seguenti funzioni: assembler, editor, filer hand- le ampie strutture del Pascal, apprez- zato soprattutto per le sofisticate fun- zioni e per la velocita di esecuzione, ne fanno il linguaggio tipico per i grossi programmi appli edi natura scientifica ed educativa, i questo linguaggio di sufficiente rammentare che: — aumenta la produttivitd del pro- grammatore in quanto fornisce uno strumento completo per lo sviluppo del software — semplificail progetto del program- ma data la caratteristica strutturale del Pascal ela varieti del tipi di dati = ridues jisviluppo in irtidel- la capacita di individuare gli errori di sintassi, di battitura, ete. CONTROLLA IL TELEFONO Un dispositivo elettronico realizzato in Gran Bretagna consente ad un abbonato senza i alimentazione. Uno solo. gati alla medesima linea. are il controll sulle chiamate in partenza dal proprio o dai propri apparec~ luenzare le chiamate di emergenza e quelle Securit” applicato alla tinea, enon ichiedebatterieoaltrefontiest wb controllare qualsiasi 1 dispositivo & munito di una serratura a 4posizioni che possono essere program- ‘mate e modificate solo con I'apposita chiave. Nella prima pk jone il dispositivo & “aperto™,e tutte lechiamate possono essere effettuatenormalmente. Laseconda po- sizione esclude le chiamate internazionali, poi nnazionali che quelle it 16 un circuito elettronico controllale fre composte e— qualora appartengano ad un prefisso internazionale— provoca F'interruzione della linea. Laterza posizione impedisce sia le chiama teleselezione nazionale, mentre permette quelle locali. Nella {quarta posizione la linea funziona solo per le chiamate in uscita ed indistintamente per quelle in arrivo. Telespec Ltd. 15-17 Broadway, Maidstone, Kent, Inghilterra. 67 RADIO ELETTRONICA Lanota itta Gianni Vecchietti GVH ‘La nuova linea denominata “uP” si art il uP10 (fino a 10W su 2 ohm) il uP1S (fino a 15 W su 4 ohm) il uP20 (fino a 20 W su 3 ohm) il uP30 (fino a 2x30 W su 4 ohm) radio, mentreil uP1S ed il P30 sono pit i pleti di alimentazione. La nuova linea “uP” taggio e piecole dimensioni. L’utilizzo diistruzioni dimontaggio e di scher nendo a mancare gli alti costi di montaggi Per ulterior‘ informazioni rivolgeteVi la Postale 3136 - 40131 Bologna. ‘una nuovissima linea di amplificatori di media potenza HI-FI in kit | primi due modelli sono adatti per ampli NUOVI AMPLIFICATORI IN KIT GVH hha annun to Vavvio alla produzione di ticola, per oa, su 4 modelli mono: ‘ompleto di alimentazione izioni in auto come booster per auto- i per impianti casalinghi esonocom- ” &improntata ad una.alta faci nuovissimicircuitiintegratidipotenza per- rmette un semplice montaggio ed unsicurofunzionamento. Ogniprodotto completo pplicazione. In questa mai fre allhobbista un prodotto con ottime caratteristiche econ un prezzo contenuto,Ve- la GVH of- io. la Ditta GVH Gianni Veechietti-Casel- Siemens all’Intel 81 La Siemens Blettraé stata presentean- che quest’anno alla prestigiosa rassegna “Intel 81" — internazionale di elettro- tecnica edi clettronica”, tenutasia Mila- no, nel quartiere dellafieracampionaria, dal 23al 27 maggio. Attraverso una ricca ed articolata esposizione la Siemens Blettra ha presentato gran parte del suo spettro produttivo riferito a questa ma- nifestazione, con alcune importanti no- vita e con una tecnologia frutto di un continuo e costante impegno nel campo della ricerca, dello sviluppo e dell’ag- giornamento, per una sempre maggiore affidabilit nelle applicazioni pratiche. La Siemens Blettra ha partecipato al- Mintel 81 in quattro diversistands:unodi carattereistituzionale nel quale viene il- lustrata Vattivita del Gruppo Siemens nel mondo in Italia, uno dedicato all'e- lettrotecnica, uno all’elettronica ed infi- ne, nell’ambito della nuovissima esposi- zione patrocinata dall’Anie, uno per i gruppi elettrogeni, la cui evoluzione sot- tolinea una significativa tappa in questo specifico settore. ‘Trae novitd di maggior rilievo segna- liamo: nel settore dellilluminazione i nuovi ap- parecchi da soffitto edatavolo SIDEKO che, tra laltro, permettono un notevole risparmio di energia rispetto agli appa- recchi tradizionali; nel settore installazione inuovi interrut- tori automatici della serie N con contatti ausiliariin corrente continua equellidif- ferenziali STABIT BLOCK; il central no STABIT per uso civile nel tipo da in- ccasso con frontalino ribaltabile da 8¢ 12 unit modulari; un nuovo rivelatore di focolai d’incendio, uno speciale allarme antifurto ed il SILUMAT, un regolatore clettrico di intensita tuminosa; nel settore bassa tensione ricordiamo i nuovi interruttori quadripolari, rele a tempo, reostatie pulsanti, Infine, nelset- tore distribuzione energia, un nuovo ti- po di interruttore sottovuoto 3AF, pro- dotto, in Italia a Cavenago Brianza. Audio Exibo Anche quest’anno la Polinia, divisio- ne audio della Exibo Italiana, ha orga- nizzato dei corsi indirizzati a chi ¢ inte- ressato al campo della registrazione e ri- produzione del suono sia come privato che come professionista, La localita prescelta Clusone, 2 un ri- nomato luogo di vlleggiatura ed @stato scelto per offrire tutta la tranquillita ne- cessaria per seguireicorsioltreasvariate ‘oceasioni di relax per rilassartial difuori di questi. Dorga diCastione siraggiunge facilmente in ferrovia e pullman, Tcorsi sono i seguenti Tecniche di registrazione del suono. Alcuni tra gli argomenti trattati — Lostudio di registrazione impian- to semiprofessionale. — Tecnica di registrazione: la sistema zione dei microfoni — Registrazione dal vivo. — Come realizzare una buona registra- ione. H suono come professione. — Imixer professionale ele tecniche di remixaggio. — Acustica ambientale e insonorizza- zione di uno studio, — Taratura € messa a punto dei regi- stratori professionali — Organizzazione tecnico commercia- le di uno studio di registrazione profes- sionale. Tecniche sonore per Radio Emittenti — Apparecchiature di base perunostu- dio radiofonico. — Montaggio di una trasmissione. — Organizzazione di una “diretta” — Pianificazione commerciale ¢ pub- blicitaria, 68 La3M a Telematica 81 Fra i diversi servizi di telematica oggi esistemt, il facsimile & certamente quello cche ha avuto il maggiore sviluppo. Esso consente la riproduzione a distanza di documenti, lettere, grafici, fotografie cece, attraverso una normale linea telefo- nica commutata. Il facsimile quindi —: differenza di altri mezzi di comunicazio- ne come il telefono, la posta, il telex ed i terminali ~ soddisfa tutte le esigenze di ‘comunicazione dellazienda in termini di rapidita di trasmissione, informazione verbale e scritta, trasmissione di grafic, disegni eccetera. La 3M, che é stata una tra le prime aziende a eredere in questo prodotto, ¢ ‘oggi in grado di offtire attrezzature per soddisfare qualsiasi esigenza con due modell: i 2346eit 9600. Iprimoéunap- parecchio da tavolo di tipo universaie, ‘compatibile cio® con tutti telecopiatori del gruppo 1 2con velocita di trasmis sione variabile. Consente di trasmettere seritti, dise- gni, schemi, fotografie, graficiin forma- to UNI Adin duc o tre minuti (asecond: del grado dirisolvenzadesiderata) oppu- re in 4/6 minuti per essere compatibil con la velocita di apparecchiature pi vecchie. E molto semplice da usare, gra- zie ai numerosi dispositivi visivi e auto- matici, In particolare é dotato di intro duzione e restituzione automatiche del documento, di arresto automatico nella posizione “pronto” edi interruzione del- la trasmissione. I telecopiatore digitale modelo 9600 & in grado di trasmettere ad altissima ve- locita (una fetteradi 300parole vienetra- smessa a qualsiasi distanza in soli 20 se- condi). Un dispositive incorporato tra- sforma i segni grafici in impulsi digitali, che vengono a loro volta trasformati in impulsi acustici per la trasmissione tele- fonica, ‘A differenza di altri apparecchi esi- stenti sul mercato, il 9600 & completa ‘menteautomatico. L'innovazione pitri- Jevante consiste nella capacita disceglie- re automaticamente la velocita di tra smissione in funzione della qualita della, linea telefonica. Cid consente di avere in ogni occasione la massima fedelt 119600 ¢ in grado di comporreda solo, all'ora prestabilita, numeri telefonici Basta con i fusibili Nella tecnica degli impiantielettrici sono wdubbii vantaggidiesecuzione diimpian- senza fusibil L'AEG TELEFUNKEN offreta possi tiidirealizzare questo tipo diimpianticon Tintroduzione det suo tenza a limitazione dicorrente econ cate- goria di cortocircuito P2conpoteredirot- turaminimo di $0 KA. Nellafiera INTEL, vista ora a Milano AEG TELEFUNKEN hha esposto aleuni esempi di impianti con- venzionali realizzati con fusibili ed piantimodernirealizzatisenza fusbilicon RADIO ELETTRONICA ‘programmatic diricomporlise la linea & occupata, trasmettendo fino a 100docu- ‘menti anche in diverso formato; inoltre pus ricevere in automaticofinoa S00do- cumential giorno. Questecaratteristiche Fanno si che il 9600 possa ricevere e tra- smettere 24 ore su 24 senza la presenza dell’operatoreagevolandocosiiltraffico di documenti sempre pitt crescente frale aziende. Ta tecnica degli interruttori limitatori di corrente, La possibilita di realizzar piantisenza fusibilié legataalla disponibi- lita di interruttori con potere di rottura 10% degli effetti teorici che si manifeste- rebbero in mancanza di interrutto tatori di corrente. Tutti gli interruttori automatici tripolari fino a 630A costruiti dalla AEG TELEFUNKEN per il coman- do e la protezione di materialielettrictso- ro costruiti con la tecnica della limitazio- ne di corrente, garantendo poteridirottu- ra sotto corto circuito in categoria P2. ngi2.2 126 258 ee potde.s Sot4¥ 2.58 paso asad 13.8 44 _ Lpstss o=18v 44 asiag 126 8A psis.t2 10215 128 psio.t2 10718V |A12.12 12,68 128 sae pets S>14V 6A pss save asta.18 12.6V 188 ue, p5ts.25 10218 25A mao RADIO ELETTRONICA CERCO gentile persona disposta ad in- viarmi schema di montaggio ed elenco componenti di trasmettitore FM 88-108 MH7di potenza da 10 Wa 30 W. Inviare a:Candusso Alfonso, Via Indipendenza, 35, 33030 S. Daniele del Friuli (UD). VENDO TX FM 88 + 108 MHz Play Kits, eccitatore 2 Watt+ lineare 30 Watt, centrambi tarati e completidicontenitore + 10m RGS8+ Alimentatore 12,6Vde5 Ampere il tutto a lire 120,000 non tratta~ bili telefonare ore 21 — 22, Rosario, 081/422913 Napoli VENDESI amplificatore stereo profes- sionale W 250+ 250-42, amplificatore Orion 2002, con varie protezione ag- giunte lire 200.000, sintonizzatore Am- tron UK 541 W lire 60.000, piattogiradi- schi Garrard mod. 35 SB con testina Shure M7SB lire 150.000. Telefonare al n, 0165/841516 ore 13 0 19, VENDO antifurto a raggi infrarossi, funzionante, mai usato; a lire 30.000. Vendo Big Bengdi Londra, funzionante, aire 33.000, Per accordi telefonareal n (081) 8631935 dalle 15 alle 17, Prete Sal- vatore, Via A. Grandi 14 84018 Scafati (SA). VENDO CB 40 CH mod. Pace 8030 8 ‘esi vita+ ant. SigmaG.P. Prezzoocca- sione causa chiamata allearmi, Bortolin Lino, Via Colombera, 31020 Vidor (rv) CERCO anime gentili disposte ad in- Viarmi materiale e libri dielettronica an- che non funzionante. Ringrazio, Spedire a: Mario Orr, Via Roma 35, 09010 Uta (CA). VENDO 4 TX 88+ 110MHzquarzati a PLL in eleganti contenitori Rak comple- tidi ventola e Vu-Meter, da 20 W, 40 W, 80 W, 100 W, effettivi. Prezzi economici massima seriet e garanzia. Abagnale Camillo, Via C. Gragnano, 8 - 80057 S.A. Abate Napoli, tel.081/8705844 dal- le 13,30 alle 14,00. CERCO corso SRE radio stereo atrasti- stori, anche senza materiale lezioni pra- tiche, purché completo ditutte lelezioni tcoriche a 90.000, eventualmente tratta- bili, e spese di spedizione a mio carico, Scrivere a Borsi Moreno, Via lunga 8 - 51100 Pistoiaoppuretelefonareorepasti 0873/27505, ERRATA CORRIGE Nel fascicolo di giugno scorso relative al progetto del telecomando ad ultrasuoni (a pag. $8) la R78 di 3,3 Mohm (non 33!) 1 ‘iodi D1, D2, D3 devono essere al germa- no. La prima srista&stata de proto. Cene scusiamo con i lettori VENDO al miglior offerente dispense corso radio transistor S.R-E. ultima edi- Zione. Prezzo base lire 150,000 + spese postali al $0%. Telefonare ore cena 041/449571, Varisco Giampaolo Via F. Guardi, 19 Peseggia (VE). VENDO al miglior offerente dispense corso radio transistor S.R.E. ultima edi- ione in fotocopie, spese postali al 50%. Telefonare ore cena: 041/449571 - Vari- sco Giampaolo, Via F. Guardi, 19 Peseg- gia (Scorz8) (VE), VENDO Tester, completo dei stoi ac- cessori, funzionante con due pile a tor- cetta da 1,5volts, marca “CHINAGLIA MINOR” mai adoperato vita unanno,o per L. 60,000.0.con scambio apparato rice- trasmittente di una qualsiasi marea, fun- vionante e quarzato, a S watt. Per accor- di, scrivere a Marangoni Renzo-Canna- regio, 2951/A - 30121 Venezia. ESEGUO su commissione qualsiasi ap- parato elettronico riguardo Hi-Fi, labo- ratorio, musica, giochi, lavoro, ec. ec. vendo inoltre molte rivisteelettronichee fornisco schemi di qualsiasi apparec- chiatura, Iprezzisonoimbattbiliscrive- temi specificando. Lorenzo Galbiati, Via Metastasio, 8- 20052 Monza (MI). CERCO e pago meta prezzo iseguentin, di Selezione Radio TV, Hi-Fi, Flettroni- ca: dicembre 1976, Maggio, Giugno, Lu- slio, Agosto, Settembre, Ottobre 1978, Inoltre cerco amici per scambio di idee e per eventuale lavorare insieme ramo ri- parazione radio TV. Tel. (011) 625046. VENDO TX FM $8 108 composto da: 2dipoli, palo, 30 metri di cavo RG8, sta- dio amplificatore 12 W, eccitatore 1W, Watt+ SWE, alimentatore SA variabile, Mixer 4canali, 2piattistereoautomatici, microfoni, + minuterie ¢ cavetti, dischi, attualmente Vimpiamto & tarato sui 90,400. Vendo il tutto in blocco a lire £600,000. Lorenzo Galbiati Via Metasta- sio 8 - 20052 Monza (MI), tel 039/366432. EHI, amanti degli effettiluce, sapete che vendo tutti gli effetti, dicotutti,eccettoil laser, racchiusi in un contenitoreelegan- tissimo? No? Beh allora é grave. Il prez- 20? Solo 200.000lirea mezzo vaglia. Pen- sate che a stretto giro di posta avrete pit dina discoteca in casa. Se hai gid fatto i conti e tisei convinto che & un affarone, alloranon tirestachescriverea: Montro- ne Francesco, vico 2° Martueci 8- 70014 Conversano (BA) 0 telefonare allo 080/751438, n Barra mobile wp || iB nautica | | Frequenza 27 MHz i Impedenza 52 Ohm | Una speciale bobina | nella base sostituisce il piano Sieve S882 1 conrobanda Potenza SOW RE conta ¢ \ =— R= worn : Froquonza 27 Mie TBM Antenna di 1/4 d’onda NUOVA PLC ton bobina di eatieo requenza 27 MHz immersa nella fibra, Amenen at done Frequenza 27 Maz CATALOGO A RICHIESTA INVIANDO L. 400 IN FRANCOBOLLI Ba asa ewe) oC el Ne MeO TEL Lg UNIMER 31 BULK] TAA a TN sects MN as kes Bei til te) 20.000 °/V ri. el bal CL Rt CTE [Rona bed DEC CUny CUT CTR OC’ Patel Ty CMT SOCIETA PRODOTTI ELETTRONICI INDUSTRIALI VIA WASHINGTON, 27 - 20146 MILANO - TEL. 43.20.87 - 49.87.1865 100 passi Grande concorso Sinclair riservato ai possessori intelligenti di uno ZX 80 II concorso & destinato a tutti gli appassionati di informatica, possessori di minicomputers SINCLAIR ZX 80. Si tratta di proporre, entro il 25 settembre, un programma originale per lo ZX 80 1K RAM registrato su cassetta con flow dattiloscritto a parte accompagnato dall’apposito tagliando qui allegato. Come dovranno essere i programmi concorrenti? | criteri in base ai quali saranno assegnati i premi sono questi: cite — dewrd servire a qualcosa, non essere fine a se stesso! oncisivita - non dovra superare le 100 istruzioni. niente giti tortuosi. chiara - anche locchio vuole la suo parte sii ll programma completo di ; dattiloscritto e modulo di partecipazione, 2 premio un TV color Geloso 22" andra speddte ci: Concorso’ Sinclair, 3° premio un minicomputer SINCLAIR ZX 80. Casella postale 76, CINISELLO B. 20092 dal 4° al 30° premio un abbonamento per = allo stesso indirizzo potete richiedere 12 numeri alla rivista BIT. anche il modulo di partecipazione. Ai vincitori verraé: data comunicazione a mezzo raccomandata. Una giuria di esperti esominera e valuterd ‘a Min, P2N6A del 25/9/81 ‘Ai concorrenti che avranno ricevuto i programmi. | primi tre saranno pubblicati i maggiori punteggi, verranno assegnati sulla rivista BIT con nominativi e foto i seguenti premi: dei vincitor. T° premio viaggio in aereo a/r e soggiorno di'5 gg. a Londra per , 2 persone, con vista agi stabilimenti sinclair Sindlair. 2