Sei sulla pagina 1di 2

Il Kamishibai: dalle strade del Giappone una antica tecnica

di narrazione arriva oggi nelle scuole italiane


Cos il Kamishibai ? - Un po di storia.
Kami-shi-bai (lett.: teatro di carta): una tecnica giapponese di narrazione itinerante su ciclo, in
auge nel periodo tra le due guerre e spazzata via dall'avvento della TV negli anni Cinquanta.
Il contastorie itinerante utilizzava una struttura-teatrino per i disegni, montata sul retro della bici,
con la quale dava vita a brevi storie narrate con l'ausilio di qualche oggetto, pochi strumenti...Finito
lo spettacolo, che si componeva di una serie di storie brevi, egli rimontava sulla bicicletta per
fermarsi in unaltra piazzetta, continuando cos per tutta la giornata
I bambini accorrono al suono degli hyosige, i battagli di legno o
di bamb, che annunciano lo spettacolo arrivato il
Kamishibaiya, il contastorie, che prima di dar inizio alla
narrazione, cercher di vendere i dolci senbei di latte e riso, la
frutta caramellata, i calamari secchi tanto graditi ai bimbi del Sol
Levantechi ha comprato potr stare davanti, gli altri
allungheranno colli e orecchie e cercheranno di seguire la storia
da lontanopochi minuti di incanto, trepidazione e curiositin
attesa dellarrivo in piazzetta di un altro Kamishibaiya, o forse lo
stesso, ma con nuove storie

Era questa una scena che, nel periodo tra le due guerre, si ripeteva
giornalmente in tutto il Giappone: si pensi che, solo a Tokyo, erano
oltre tremila i contastorie che, a bordo delle loro biciclette, giravano
fermandosi ogniqualvolta incrociavano un crocchio di bimbi. Una
tradizione, sempre ricordata con emozione dai nonni, che si
consolidata al punto da evolversi nel Kamishibai educativo,
preziosissimo strumento didattico ancor oggi, nonostante la
presenza in classe di pc e video, ampiamente utilizzato, non solo in
Giappone, nella scuola materna e primo ciclo elementare.

Il Kamishibai a scuola
Il grande successo del Kamishibai didattico, nella sua versione da tavolo, sta nella sua estrema
semplicit: come tutte le cose che funzionano nel fare con i bambini, il segreto sta nell
essenzialit. Solo cos si riesce ad avere continua attenzione e partecipazione, qualunque sia il
tema proposto. In Giappone il Kamishibai didattico viene utilizzato non tanto per la narrazione di
storie, ma come vero e proprio schermo per trattare le materie pi disparate: scienze naturali,
geografia, storia, aritmeticaPer funzionare la tecnica necessita di pochi ma essenziali elementi:
la narrazione, che dev essere fluida, stimolante e divertente
(dote che fa parte del consueto bagaglio di qualsiasi brava
insegnante!); i disegni, che non devono essere
eccessivamente dettagliati ma chiari ed immediati; la
costruzione della struttura del Kamishibai, in verit
semplicissima, deve necessariamente prevedere, per il
cambio dei disegni, lo scorrimento laterale: questa la vera
e propria firma della tecnica di narrazione, dal momento
che lo scorrimento laterale parziale, ovvero interrompendo
lestrazione del disegno, permettere di intravedere soltanto il
disegno che sta sotto, creando suspance e attenzione.

Lo spettacolo / laboratorio
La giornata di incontro con il Kamishibaiya si articola su due momenti: la rappresentazione a
scuola con una vera bicicletta da Kamishibai (15 minuti di aula in aula, dal momento che la piccola
struttura non permette la visione a un grande gruppo di bambini) e il laboratorio con le insegnanti.
Lo scopo dello spettacolo, oltre ovviamente a far divertire i bambini, creare in loro laspettativa
affinch in seguito le insegnanti, con laiuto dei bambini stessi (che potranno fare i disegni della
storia di debutto, o dipingere la struttura una volta finita) costruiscano il loro Kamishibai, quello
che poi rester in classe e verr utilizzato per tutto lanno
Il laboratorio, che di preferenza si svolge al pomeriggio o in orario extra scolastico, un incontro di
un paio dore nel corso delle quali verranno trattati i seguenti punti:
-

La costruzione della struttura con materiali di recupero (cartone, colla vinilica, qualche
ritaglio e listello di legno); in sede di laboratorio si cercher di costruirne il pi possibile, ma
la semplicit di costruzione permetter alle insegnanti anche la costruzione in proprio in
pochi minuti, nonch la trasmissione di quanto appreso ad altre colleghe;
La tecnica di narrazione: lidentit attorale del narratore, limportanza delle pause, il
coinvolgimento del pubblico.
La preparazione dei disegni: accorgimenti da tenere in considerazione per lo sviluppo della
narrazione

Per essere svolto il laboratorio necessita soltanto di un aula ben illuminata con qualche banco
e vicinanza di acqua corrente. Tutti i materiali vengono forniti. E preferibile limitare a 8/10 il
numero dei partecipanti.

Una volta pronto


il Kamishibai rappresenter per sempre un ausilio didattico insostituibile e di grande efficacia: si
pensi solo alla possibilit, dal momento che per i disegni viene utilizzata la misura standard di un
quarto di cartoncino bristol (cm 35 x 50), di scambiare i disegni con le colleghe delle altre classi,
delle altre scuole della citt, con insegnanti del resto dItaliail centro di promozione Kamishibai
Italia, in corso di allestimento presso la nostra Associazione, permetter
infatti il contatto tra le scuole ove si sono tenuti i laboratori dal 2009 in poi, e
metter a disposizione gli elenchi aggiornati delle storie e della didattica da
poter circuitare nella scuola materna ed elementare. Levoluzione del
Kamishibai fatto con i cartoni di recupero, comunque efficientissimo, sta
anche nel trovare il bravo nonno o genitore disponibile alla costruzione di
una bella struttura in legno, come nella foto, magari dotata di proprio
impiantino luci, e che resti a disposizione dellaula

Lartista
Roberto Leopardi, classe 1963, artista di strada, burattinaio,
imbonitore e contastorie da quasi ventanni. Sempre in giro per strade
e piazze di tutta Italia, partecipa a rassegne e festival del settore in
tutta Italia. Da questanno ha messo in repertorio lo spettacolo
Kamishibai, ed al momento lunico Kamishibaiya professionista in
Italia, uno dei pochissimi in Europa.

Costi
La giornata di intervento (spettacolo mattutino e laboratorio pomeridiano) ha un costo di Euro
400,00 per tutte le scuole di Friuli V.G. e Veneto, compresi i materiali per la realizzazione delle
strutture. La Associazione emette debita ricevuta fiscale in esenzione Iva quale Contributo alle
attivit associative. In caso di fattura viene aggiunta lIva al 20% sullimporto indicato.

Contatti: Ass.Cult. Burattini & Cantastorie Trieste 328 3898692 Roberto Leopardi
kamishibaishow@gmail.com