Sei sulla pagina 1di 53

Le patologie ansioso depressive nella medicina antroposofica

Dott. Maria Luisa Robbiati


1

Uomo e medicina antroposofica


Nella visione della medicina antroposofica si considera luomo come originato e facente parte delluniverso e della natura, collegato ed interdipendente da essi
2

Costituzione delluomo
secondo la medicina antroposofica
1. Corpo fisico: in comune col regno minerale 2. Corpo eterico: in comune col regno vegetale 3. Corpo astrale: in comune col regno animale 4. Io: elemento proprio delluomo
3

Costituzione delluomo

Corpo fisico
determina lapparenza dellessere umano. coscienza minerale elemento terra La sua manifestazione tipica nella medicina moderna il risultato dellesame clinico. Presenza di forze centripete

Corpo vitale o eterico


presenza di forze centrifughe, dirette verso la periferia; forze di lievitazione di crescita, di costruzione, di ripetizione (es:anelli vertebrali) Corpo delle forze funzionali, formatrici. E il corpo della memoria. Ghiandole. La sua manifestazione tipica nella medicina moderna sono i segni clinici soggettivi Si esprime nellelemento liquido

Corpo psichico o corpo di sensibilit (astrale).


Sensazioni, Impressioni emotivit Sistema nervoso Funzioni endocrine Elemento aereo Pone termine alla ripetizione (es: scatola cranica)

Organizzazione dellIO
Autocoscienza. Lespressione fisica dellIo il sangue. Calore elemento fuoco Malattie croniche.

Luomo tripartito
Luomo costituito da tre sistemi 1. Neurosensoriale: capo e sistema nervoso 2. Ritmico: sistema cuore polmoni 3. Metabolico: sistema del ricambio e degli arti.

Uomo tripartito e sue funzioni


Luomo neuro-sensoriale: funzioni delle percezioni e dei pensieri. Luomo ritmico: funzioni del sentimento. Luomo metabolico e delle membra funzioni metaboliche, del movimento e della riproduzione.
10

Sistema dei nervi e dei sensi

SAL

PENSARE SENTIRE

MERCUR

Sistema ritmico

SULFUR

VOLERE
Sistema del ricambio e delle membra

11

Piante e Uomo tripartito


Capo umano corrispondo allelemento della radice legato allelemento salino (Sal) Sistema ritmico (torace, polmoni cuore - circolazione) corrisponde allelemento della foglia con le forze del Mercur Sistema del ricambio (addome sist. riproduttivo e arti) corrisponde allelemento floreale legato al Sulfur

12

Malattia come squilibrio dei corpi costitutivi


La malattia si colloca nellambito di uno squilibrio dei corpi costitutivi con prevalenza o debolezza di uno o pi corpi sugli altri
13

Malattia come squilibrio delluomo tripartito


. elementi preponderanza di uno dei due costituenti, polari tra loro

Sistema Nervoso < - - - - > Sistema Metabolico con insufficiente elemento di equilibrio del Sistema Ritmico.

14

Sistema dei nervi e dei sensi Polo del capo


Pensare/tranquillit/distacco Freddo/introversione Vigilanza dei sensi Pedanteria Antipatia per lambiente Tipo ipercinetico risposta immunitaria umorale

Sistema del metabolismo Polo delladdome e degli arti


Volere/movimento/ coinvolgimento Caldo/estroversione Vivicazione dei sensi Magnanimit Simpatia per lambiente Tipo ipocinetico carbonico

15

Organi interni e corpo eterico


Gli organi umani che sono soggetti allinflusso del corpo eterico e che per anomalie di questo si possono ammalare, sono legati tra loro da precisi rapporti.
16

Organi interni e corpo eterico


Fra cuore e cervello di un uomo esiste un rapporto ben preciso che in senso figurato si pu descrivere come rapporto tra sole e luna il cuore corrisponde al sole e il cervello alla luna pertanto una malattia radicata nel corpo eterico che si manifesta per esempio al cuore, avr necessariamente una ripercussione sul cervello cos come un fenomeno che riguarda il sole (eclissi) si ripercuote sulla luna.(R. Steiner)

17

Organi interni e corpo eterico


I rapporti reciproci tra gli astri sono unimmagine del vicendevole rapporto tra gli organi umani, in quanto appartenenti al corpo eterico Ai diversi organi interni si attribuisce metaforicamente il nome di corpi celesti Sole cuore Luna cervello Saturno milza Giove fegato Marte cistifellea Venere reni Mercurio polmoni
18

Organi interni e metalli


Ad ogni organo corrisponde un metallo Sole Luna Saturno Giove Marte Venere Mercurio cuore cervello milza fegato cistifellea reni polmoni oro argento piombo stagno ferro rame mercurio
19

loro terrestre la traccia minerale del sole ( R. Steiner)

20

Organi interni e malattia psichica


Ogni organo possiede peculiari caratteristiche eteriche, dai tratti della patologia mentale si pu risalire allorgano interessato nella genesi della malattia Nelle malattie mentali sono coinvolti principalmente quattro organi:

Cuore e polmoni Fegato e reni

sfera ritmica sfera metabolica


21

Quadripartizione delluomo
In ogni organo del corpo sono attivi lio, il corpo astrale, il corpo eterico. Ognuno di essi si esprime attraverso un particolare elemento:

Io Corpo Corpo Corpo

astrale eterico fisico

fuoco, aria acqua,

calore liquido terra


22

Quadripartizione e connessione con organi e stati psichici


Io Astrale Eterico Fisico fuoco aria acqua terra cuore rene fegato polmone rabbia, senso di colpa ansia, angoscia, fobie depressione nevrosi ossessive
23

Fegato organo eterico


Il fegato un organo estremamente liquido, semi fluido ed esprime cos il predominio dellattivit eterica, attraversato da cinque correnti liquide: Sangue arterioso, sangue venoso, sangue portale, linfa, bile. Ha una capacit di rigenerarsi, in esso come nelle piante predominano i processi di sintesi e di anabolismo.
24

Fegato e cistifellea
La produzione di bile e la sua concentrazione nella cistifellea sono una eccezione alla prevalenza di processi anabolici del fegato. La bile si forma dal catabolismo della emoglobina e serve per lassorbimento e assimilazione dei grassi ingeriti. Questa una attivit legata allelemento fuoco cio dellIo.
25

Depressione e fegato
La salute uno stato di equilibrio dinamico tra processi anabolici e catabolici. Se io e corpo astrale non controbilanciano lazione del corpo eterico, pu esservi un eccessivo accumulo di sostanza che tende verso lelemento terra. Questi processi fisico-eterici sono alla base della depressione quando lelemento liquido del fegato viene come intorbidato e appesantito. Queste alterazioni possono riguardare solo il fegato eterico oppure essere evidenti anche nel fisico in una grave patologia epatica che spesso seguita da depressione.
26

Depressione fegato e ritmo circadiano


Nel periodo del sonno pi rigenerativo , circa fino alle 3 di notte, il fegato accumula zuccheri sotto forma di glicogeno. Dopo le 3 prevalgono gli effetti catabolici; proprio a questora che molti depressi si svegliano con uno stato di angoscia e di inquietudine spesso senza riuscire a riaddormentarsi. interessante notare come la maggiore parte degli antidepressivi inducono il rilascio di amine cataboliche (catecolamine) come pure lesercizio fisico porta sollievo perch aumenta la combustione di zuccheri (catabolismo)
27

Fegato e temperamento
Luomo fegato in cui il corpo eterico (organismo acqua) predominante caratterizzato da un temperamento linfatico o flemmatico. Ha una natura bonaria e presenta quellinerzia di liquidi che tornano spontaneamente ad una posizione di equilibrio. Quando il fegato non esercita pi il suo giusto ruolo di strumento dellanima la bonomia si trasforma in debolezza danimo e linerzia in depressione. Si avr lidea fissa di perdere il benessere e la paura della vita, fino a divenire incapaci di assolvere i compiti elementari che diverranno insormontabili. Questo stato spinto alleccesso diverr totale abulia.

28

Fegato e mania
I processi catabolici del fegato ( cistifellea) sono invece associati con lo stato opposto alla depressione cio la mania. Lumore del depresso come acqua stagnante quello del maniaco come acqua ribollente
29

Stannum

30

Depressione e fegato - terapia


(Stannum)Quando i disturbi epatici si manifestano con depressione -talvolta con la mania - bene iniziare la terapia con il metallo vegetalizzato per iniezioni sottocutanee Taraxacum stanno cultum D2 nella depressione Cichorium stanno culto D2 nella mania Associati a Fragaria /Vitis comp. + Hepar D8 (unitario) oppure Hepar/Stannum D4 fiale In seguito si consolider il trattamento con: Stannum metallicum D8-D12 oppure Arandisit (silicato naturale di stagno) in D6 o D15 Nelle disfunzioni biliari si utilizzer il ferro Chelidonium ferro cultum D2 per iniezioni s.c. Ferrum met 0,4% unguento da massaggiare sulla zona biliare
31

RENE
Il rene, organo arterioso (il tasso di O2 nellarteria e nella vena renale poco diverso) ha una funzione escretrice ma anche una funzione di assimilazione, cio trasforma le sostanze alimentari (protidi) provenienti dalla digestione impregnandole di forze astrali. La irradiazione renale indirizzata verso tutto lorganismo.
32

Rene e ansia
Lorgano rene comprende anche i surreni e in parte lapparato riproduttivo nonche i processi spirituali legati allattivit dellorgano stesso. Ha particolare affinit con lelemento astrale aereo. Il rene in quanto organo del corpo astrale connesso con stati di

ansia, paura o agitazione.


33

Rene e ansia
La connessione con disturbi ansiosi pi evidente se si includono nellorgano rene anche le ghiandole surrenali. Nella midollare di derivazione nervosa, in caso di stress viene prodotta adrenalina responsabile delle alterazioni fisiologiche che si manifestano per esempio in situazioni di paura: aumento della frequenza cardiaca e respiratoria, tremore, sudorazione fredda. Nella corticale si producono gli ormoni steroidei che tra laltro hanno funzione di sostenere lo stress
34

Rene e ansia (paure)


Assimilazione ed escrezione renale sono come un ritmo interno, non cosciente profondo. La paura di tipo renale una paura organica, il paziente avr paura di una malattia occulta, o una cancerofobia. Come organo aria si avr una estrema mobilit nellumore del paziente sar diviso tra direzioni opposte, si andr dalla indecisione fino alla tendenza schizoide. Il pensiero sar vivace e intelligente ma freddo e la passione si manifester come un fuoco di paglia.
35

CUPRUM

36

Rene e terapia
La terapia di fondo il Rame Melissa cupro culta D2 Renes/Cuprum per iniezioni sc Chamomilla cupro culta D2 in caso di spasmi, crampi o pressione alta. Equisetum D20 f sc Oppure carbo equiseti D15 Cuprum met. D1/tabacum D6 unguento da applicare nella zona renale. Plumbum met.0,4% unguento per dare un certo peso ai malati da applicare nella regione splenica
37

Bryophyllum (famiglia delle CRASSULACEE)


fu usata in terapia gi in epoca remota per alleviare i dolori, cicatrizzare le ferite e rinfrescare. Goethe ne era affascinato per la sua forza riproduttiva. Rudolf Steiner lo consigli per un caso di isteria: infatti anche chiamato valium vegetale per il suo effetto sedativo nei casi di insonnia legata a stati emotivi. Bryophyllum argento cultum gtt utilizzato negli stati ansiosi-isterici
.
38

Bryophyllum (famiglia delle CRASSULACEE) L dove si vuole rafforzare lelemento astrale, se troppo debole rispetto allattivit eterico-metabolica: il quadro dellisteria o dellipercinesi infantile. In questi casi lelemento fisico-eterico viene spostato oltre, nei livelli superiori e lastrale comincia a perdere le sue caratteristiche.
39

Polmone
Il ruolo del polmone quello di metterci in rapporto con il mondo esterno; inizia la sua funzione quando veniamo al mondo, con la prima respirazione il corpo astrale si lega allorganismo fisico-eterico e al momento della morte lo lascia definitivamente. Questo scambio permanente con il mondo fisico (organo terra) sul piano psichico realizza il contatto affettivo con il nostro ambiente.
40

Polmone e paure
Il paziente ha la tendenza a ripiegarsi su se stesso, soffre per un corpo di cui non interamente padrone. Ha paura di ci che lo circonda, teme la folla,ha paura dellambiente. Si pu avere agorafobia, idee fisse, fino ad una profonda malinconia o in un delirio sistematico.
41

Polmone e temperamento
Quando il polmone ha una preponderanza sugli altri organi, lintero organismo sar dominato dal principio terra il corpo fisico diviene pi denso. lIo ed astrale hanno difficolt a incarnarsi e si trovano nelle condizioni di coloro che, avendo un mantello troppo pesante per la propria forza, devono fare uno sforzo sproporzionato per raggiunger il proprio fine. Il temperamento il malinconico landatura pesante, la testa inclinata in avanti e la schiena curva come se il paziente fosse attirato dal suolo.
42

Mercurio

43

Depressione polmone e terapia


La terapia specifica il mercurio Nasturtium mercurio culto D2 Pulmo D6 f sc a livello del torace Sulfur o hepar sulfur perch lo zolfo attiva il metabolismo e aiuta a combattere lindurimento. Bagni solforati caldi Far interessare il malato alle sofferenze degli altri per evitare il richiudersi in se stesso.
44

Cuore
Il cuore associato con lIo, deve risolvere conflitti interiori come quando gli impulsi istintivi (polo metabolico) sono incompatibili con le convinzioni morali personali (polo neurosensoriale) Cos lio cerca di armonizzare gli impulsi istintivi del polo metabolico inconscio con le idee sociali e morali associate al polo cosciente del capo. Il cuore con lIo colora le malattie degli altri organi se coscienza morale e coraggio sono alterati
45

Cuore e depressione
La coscienza morale che dovrebbe spronarci a imparare dagli errori del passato se porta a un eccessivo senso di colpa pu diventare patologica e pu essere causa di depressione Cos come il coraggio che ci d la forza di lottare verso il futuro viene meno nel corso di depressioni severe. Il paziente, preso dal passato, non riesce ad avere un senso del futuro ed il coraggio si pu esprimere in modo distorto e violento con lira. Allora la volont di agire ci sovrasta e va oltre il controllo dellio.
46

Cuore e temperamento
Lelemento costituente che domina lIO Persona forte che tende ad imporre la sua volont che mal sopporta ostacoli predisposto alla collera,ma anche generoso. Ha una statura piuttosto tarchiata, e unandatura che vuol dare al suolo la sua impronta.(es: N. Bonaparte)
47

Aurum

48

Depressione e cuore
Quando il cuore troppo influenzato dal polo neurosensoriale, la percezione incosciente dei processi di distruzione e morte generati da questo polo si tradurr in angoscia e paura della morte, anche senza lesioni tali da mettere in pericolo la vita dellindividuo.

49

Depressione cuore e terapia


Nella sindrome depressiva verr trattato oltre al fegato il cuore. Aurum in diverse potenze omeopatiche Primula auro culta D2 gocce o D3 fiale, se c una influenza eccessiva del polo neurosensoriale Hypericum auro cultum D2/D3 gocce o fiale Aurum/Lavandula comp. unguento nella zona precordiale Onopordon/Primula comp. (cardo asinino, giusquiamo e primula officinale) la combinazione di queste erbe rappresenta un equilibrio armonico tra forze anaboliche e forze cataboliche. Terapie artistiche per sostenere il sistema ritmico per mantenere un giusto equilibrio tra i due poli. Il massaggio terapeutico 50

In conclusione
Fegato paura della vita carattere flemmatico- linfatico Rene paura organica nel soggetto nervoso ( sanguigno) Polmone paura dellambiente -carattere melanconico Cuore paura della morte carattere collerico
51

Bibliografia
Elementi fondamentali per un ampliamento dellarte medica (R.Steiner.Ita Wegman Teosofia (R. Steiner) La medicine a limage de lhomme ( F. Husemann O. Wolff) 3 volumi Das Bild des Menschenals Grundlagere der Heilkunst Entwurf einer geisteswissenschaftlich orientierter Medizin ( F. Husemann O. Wolff) Compendio farmaceutico di medicina antroposofica ( Henning M. Schramm) Le piante medicinali (W. Pelikan) Medicina antroposofica (V.Bott) Medicina antroposofica (M.Evans I. Rodger) Le trouble psychiques(R. Treichler) Depressione (quaderni di flensburg) Sette metalli (W.Pelikan) Antropologia scientifico spirituale volume 1-2(R.Steiner) Natura e uomo (R. Steiner) Esperienze terapeutiche (F. Wantschura)non pubblicato. La natura della sostanza ( R. Hauschka) La natura delle malattie nervose e la loro cura( R. Treichler)
52

53