Sei sulla pagina 1di 3

I QUATTRO TEMPERAMENTI

IPPOCRATICI
Ippocrate, padre fondatore dellArs Medica, introdusse un sistema interpretativo-diagnostico che considerava
luomo integrato nella natura e nelle sue leggi. A lui si deve la teoria umorale e dei quattro temperamenti
ippocratici che, strappando la pratica medica alle credenze superstiziose, ha tracciato linee guida atte a
giustificare i disequilibri e le malattie allinterno di una concezione olistica.
Di Elisabetta Milani
Foto 1 di 5


La teoria umorale di Ippocrate
Un tempo tutto nella natura era un segno, la natura stessa aveva un significato che ognuno nel suo intimo percepiva.
Avendolo perso luomo oggi la distrugge e con ci si condanna [Claude Levi-Strauss].
Nel corso dei secoli per la nostra civilt occidentale si andata perdendo la capacit di leggere in termini analogici la
realt da cui siamo circondati. I popoli pi antichi e saggi invece avevano una visione della natura fondata sulla
comunione ed interazione di tutti gli esseri viventi e sulle forze archetipiche da cui tutto dipende.
Ci che cade sotto i nostri sensi si presenta in quattro forme possibili: forma solida, liquida, gassosa o eterea. La
Scienza ne ha individuato gli elementi chimici che rappresentano i costituenti base: Carbonio, Ossigeno, Azoto,
Idrogeno. Questi a loro volta entrano in relazione diretta con i quattro elementi che per gli antichi formavano il tutto:
Aria, Fuoco, Terra, Acqua. Quattro sono anche i punti cardinali, quattro sono le forze che governano i movimenti
della creazione: forze centripete, forze intermedio centripete, forze intermedio centrifughe, forze centrifughe.
Noi abitanti della Terra siamo il frutto dellevoluzione dellUniverso, tutti gli elementi di cui siamo composti sono la
sintesi delle trasformazioni che si sono verificate a partire dal Big-Bang iniziale. Siamo davvero un po figli delle
stelle e solo seguendo le leggi universali, i cicli stagionali, lunari e circadiani possiamo vivere in armonia con la
Natura. Il pensiero greco aveva introdotto il concetto di physis e con Empedocle si filosofava su come gli elementi
Terra, Aria, Fuoco e Acqua ne fossero i costituenti, simboli di forze che determinano le forme fisiche di qualunque
essere vivente.
Secondo Ippocrate, medico che visse nel V sec. a.C. dando corpo alla Teoria umorale, il corpo umano sarebbe formato
dallunione dei quattro elementi e dalla qualit di ognuno di essi: il freddo, il caldo, il secco e lumido. Quando si
manifestano nellessere umano diventano temperamenti. In Della Natura dellUomo Ippocrate spiega ll corpo
umano comprende in s: sangue, flemma, bile gialla, bile nera. Questo quello che costituisce la natura del corpo e
che crea la salute e la malattia. Vi invero la salute quando questi umori sono in giusto rapporto di mescolanza, di
forza e di quantit e quindi il miscuglio perfetto.
Il temperamento collerico
La predominanza delle forze di Fuoco caratterizza il collerico. Il fuoco infatti corrisponde allumore della bile gialla,
che ha sede nel fegato. E una bile gialla infuocata, mossa da forze centrifughe, espansive dellapparato epato-biliare
che tutto trasforma. Al temperamento collerico associata la stagione dellestate, stagione della vita in cui la
giovinezza intemperante e impulsiva guida verso il nuovo, nuove esperienze. Caldo e secco generano il fuoco, elemento
che illumina e carbura questo temperamento.
Il collerico fisicamente magro asciutto, tonico, con un colorito olivastro e la pelle calda. Caratterialmente irascibile,
permaloso, superbo ma anche generoso. Le sue funzioni neurovegetative sono rapide, con unintelligenza e
unimmaginazione vivaci. Lo sguardo sottile e penetrante, che ne tradisce il guizzo furbo, il suo essere volitivo,
ambizioso e coraggioso, daltra parte ha fegato!
Lelemento chimico associato al fuoco lIdrogeno. Si trova come gas con molecola biotonica H2 ed il capostipite di
tutti gli altri elementi. Pu essere considerato energia allo stato puro. Secondo la mitologia greca, Theia genera Selene,
la Luna e Helios, il Sole, nascono cos lAcqua e il Fuoco. Lidrogeno quindi d origine sia al Fuoco che allAcqua.
Esso la massima espressione delle forze centrifughe.
Il temperamento sanguigno
La predominanza delle forze di Aria caratterizza il tipo Sanguigno. Laria corrisponde allumore rosso del sangue che
ha sede nel cuore. E un sangue informatore, caldo che si muove dal centro verso la periferia, per poi ritornare alla sua
sede. Al temperamento sanguigno associata la stagione della primavera, la stagione della fanciullezza, del risveglio
alla vita, alla scoperta.Il caldo e lumido generano lAria.
Il sanguigno fisicamente si presenta di forma tondeggiante, ma tonica. La pelle arrossata e calda. Caratterialmente
gioviale, allegro, goloso della vita a tutto tondo, con unintelligenza rapida e intuitiva, ma anche di umore labile,
emotivo e influenzabile, soggetto ai cambiamenti dellelemento Aria. Cercando di attualizzare le intuizioni di Ippocrate
in merito a questa tipologia lelemento Aria analogo allAzoto, che sotto forma di gas contenuto per il 78%
nellatmosfera. Inoltre si pensi che sono basi azotate le basi puriniche e pirimidiniche del DNA, linformazione vitale di
ogni cellula!
l temperamento melanconico
La predominanza delle forza di Terra caratterizza il tipo Melanconico. La terra corrisponde allumore della bile nera,
che ha sede nella milza. Al temperamento melanconico associata la stagione dellautunno, la stagione dellet adulta,
ricca di esperienze, di vita vissuta. Il secco e freddo generano la Terra.
Il melanconico fisicamente magro, pallido, astenico, la sua cute fredda e olivastra. Di costituzione debole, il suo
sistema neurovegetativo lento, lo sguardo spento e poco espressivo. Generalmente triste, introverso, riservato,
soggetto alla rimuginazione e al pessimismo,ha pensieri circolari, chiusi, tendente alla nostalgia e al rimpianto.
La Terra chiama verso il basso. Ed nel Carbonio che si esplicano maggiormente le forze centripete, la capacit della
materia di mantenere una determinata forma (non a caso secondo la medicina tradizionale cinese la Milza presiede i
confini e la forma degli apparati!!). Gli atomi di Carbonio formano lunghe e complesse catene stabili, su cui si possono
strutturare gli altri elementi.

Sapevi che la milza anche in medicina cinese l'organo della tarda estate associato all'elemento
Terra?

Il temperamento flemmatico
La predominanza delle forze dellAcqua caratterizza il tipoFlemmatico/ Linfatico. Lacqua corrisponde allumore della
flemma e ha sede nella testa. Al temperamento linfatico associata la stagione dellInverno, la stagione della
vecchiaia, di una vita passata dove i ricordi prendono il sopravvento. Umido e freddo generano lAcqua.
Il linfatico/flemmatico fisicamente si presenta con forme tondeggianti e flaccide. Le pelle pallida e fredda. Le sue
funzioni neurovegetative sembrano intorpidite: lento, pigro, sensibile e riflessivo, si adatta alle situazioni. Daltra
parte la forma dellacqua si conf allambiente in cui contenuta, e questo elemento predominante nellorganismo del
Flemmatico: tutti i liquidi, il sistema linfatico e quello ghiandolare ne governano il movimento.
LAcqua costituita da Ossigeno trattenuto dallIdrogeno, quindi governata da forze intermedio-centripete, dove
una naturale tendenza al movimento sedata da una pesantezza, da una flemma che rallenta lespansione.

Sapevi che con il test ayurvedico puoi definire se sei Acqua, Fuoco, Terra o Aria? Ne parliamo
qui!