Sei sulla pagina 1di 14

Gheorghe Claudia

I

P
R
I
M
I
I
T
A
L
I
A
N
I
I
N


R
O
M
A
N
I
A

Gli italiani hanno abbracciato diverse attivit e mesieri: musicanti,
attori, medici , giornalisti, pittori, letterati, professori, membri
(Mircea Grosaru). L'ambasciatore italiano a Bucarest Mario Cospito.
Tra le personalit italiane provenienti dalla Romania sono Antonio,
Alfonso
i Carlo Cirillo, Altieri Zanvettor, Florin Bogardo, Mensis
Barberis, Sorana Coroam-Stanca, Alexandru Pesamosca, Ivanca
Olivotto, Amelio Olivotto, Livio Bellegante, Nicolo Girardi, Dante
Viecelli, Virgil Toso, Puschiazis Vicenzo, Mdlina Coracin, Mihaela
Profiriu Mateescu-Culluri , Horia Moculescu, Miu Fotino, Adrian
Marino, Ileana Stana-Ionescu, Angela Tomaselli, Cristian
opescu,enumerandoli assieme, solo pocchi tra i conosciuti o meno
conosciuti, ma i cui hanno in comune la stessa origine


Ai paesi, troviamo italieni in zone di pianura o montagna
dove lavorarono come agricoltori, operai forestali, minatori
o sfruttatore della pietra

Essendo buoni intagliatori di pietra, conosciendo meglio di
qualsiasi altro come si taglie la pietra sulla vena o il modo
de scegliere il miglior marmi. Insegnarono anche altri.

Oggi, possono essere trovati ai greci, a Tulcea, discendenti dei
lavoratori nelle cave Iacobdeal e Turcoaia, e poi a
Campolungo Muscel, la Nucsoara e Albesti.
Bello scriveva degli italiani di Valea Jiului, nel suo libro
Storie della vita degli Etnici italiani in romania ,
Modesto Gino ferrarini : C'e'un nucleo di itaiani- tutti
di 24 karate come gli altri in Valea Jiului,proli di alcuni
costtrutori,specialisti nella costruzione di gallerie,
viadotti, e persino scultori che sono venuti da Belluno.

A non dimenticare gli italiani che hanno
lavorato nelle miniere in Tg. Ocna, Bacau contea o nella
valle del Jiu.
L'integrazione rapida nell'a vita sociale dalla Romania e
stata possibile anche dato che sono stati portatori
di alcuni valori dei quali qui e` stato necesaiamente
bisogno in un periodo.
Vincere le elezioni del 2004. l'Associazione degli italani in
romania-RO.AS.IT, cerca di unire sotto un unico ombrelo tutta
questa diversita delle comunita, dei gruppi e degli individui.

Unita' nella diversita'perche'gli italiani in Romania provengono da
diverse regioni d'Italia, ma la maggior parte provene del nord, del
Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Trento e Belluno.
Essi, in particolare, sono arrivati in gruppi etnici vivono in
compatto e si chiamono:belluni, friulani,trentini romagnoli.

Difficile troviamo italiani di Genova, Napoli, Bari, Milano e Sicilia.
Poter accogliere tutte queste italiani orgoliosi e` davvero un lavoro,
ma un lavoro bellissimo il quale RO.AS.IT si ha assunto la
responsabilita`.
Il suo lavoro si basa su l'avvio di programmi e progetti volti ad
integrare il sostegno etnico vita basata sul Dipartimento
per le relazioni interetniche del governo rumeno.
Loro guardano a coinvolgere un gran numero di membri in
varie attivit per mantenere e promuovere l'identit
nazionale, tradizioni, lingua e cultura.
Un aspetto importante delle sue preoccupazioni la raccolta
di dati, documenti e prove materiali della continuita`.
Lintereso per editare e publicare che mettono in risalto le
molte faccie della presenza italiana in questo territorio, ma
anche contribuino all'evoluzione della societ da cui sono
fatto ora, ma arricchisce anche il lavoro dell'associazione di
vari rami della sua comunit.
Lassociazione degli italiani in Romania
- RO.AS.IT. Ha organizzato nel 17
dicembre, il tradizionale Salone di
natale. Quest'anno, l'evento stato
speciale.
I partecipanti hanno potuto godere i
prodotti della cucina italiana
preparati e offerte dal maestro cuoco
Pierluigi Maniero, noto come Meniu
DAutor.
Per lui, la festa del Natale rappresenta
qualcosa speciale. Come prova, sul
blog personale, dove la poesia si
intreccia con la cucina, ha composto
un'ode dedicata Pierluigi Maniero,
ha composto un ode che ha preso la
forma di un menu di Natale ...

Meniu di Natale

Delicio Veneto

Asiago DAlpeggio con Crostino di Polenta e
Mostarda Veronese

Pesce Spada Affumicato

Antica Veneziano dal 700 con Crostino di Pane con
olive di
Bologna dolce Vita boloniese con Uva Passa e
formaggio Provola)