Sei sulla pagina 1di 262

La Lingua Italiana

Grammatica Conversazione Letture Modi di dire

Dedicato ai miei Cari Amici Allievi Nha Hai Thanh Chi - Nguyen Huong Binh - H - Nga H - Chi Thai Hoa

Meris

Roma, ottobre 2009

ORIGINE DELLA LINGUA ITALIANA

Le origini dellItaliano non si possono ovviamente far risalire ad una data precisa. Il 960, comunque segnato da un evento di capitale importanza per la storia della nostra lingua. Al marzo di quellanno, infatti, risale il pi antico documento scritto in volgare che sia mai giunto a noi. Questo testo, redatto a Capua, contenuto nei PLACIDI CASSINESI, un insieme di documenti notarili che contengono sentenze a proposito di una lunga controversia territoriale sorta tra un privato, tale Rodelgrino, e il Monastero benedettino di Montecassino. Il testo in Latino e, ad un certo punto, vi si legge che, durante lo svolgimento delle cause, il testimone, un monaco, indicando con la mano una carta topografica, pronunci una formula sotto giuramento. Il documento la riporta fedelmente come citazione, ma in una lingua che non pi Latino, bens una forma antichissima di volgare Italiano. Evidentemente, per i fini del processo, era importante che Rodelgrino capisse la formula. Quindi, il testimone dovette pronunciarla in volgare.

LA LINGUA ITALIANA LItaliano deriva dal Latino. Il Latino per met formato da parole greche. LItaliano esistito fin dalle sue origini solo sulla carta. 1

Noto come lingua letteraria, plasmata su alcuni autori fondamentali, rimasto per lungo tempo una specie di lingua morta. Dopo quel periodo si rinunciato per sempre a frenare la colonizzazione linguistica che veniva dal mondo anglosassone. Prima colonizzazione: Spagnola, del Seicento. Seconda Terza : Francese, del Settecento. : Anglosassone, del Novecento.

Ora un liberismo linguistico. Si dice che: senza grammatica non c alcun mondo terreno n extraterreno. Il mondo moderno ha portato il linguaggio a continua mutazione. Litaliano moderno una lingua che evolve cos rapidamente da costringere i linguisti a stare al passo. Non pi la parola, in base alla etimologia, a determinare il significato. Ma il contesto che confeziona alle parole labito adatto alla circolazione.

dal greco Alfa Apolitico Acefalo Apolide Analfabeta Analcolico

con valore negativo (privo di interessi politici) (senza testa) (senza cittadinanza) (senza conoscenza della lettura e scrittura) (senza alcol) 2

Analgesico Anonimo Per formare verbi: a a a a ad cc pp gg tt orrere orre iungere ingere! ornare

(senza dolore) (senza nome)

Valore privativo: insolvibile insalubre incosciente inaccettabile incapace inodore (non solvibile) (non salubre) (non cosciente) (non accettabile) (non capace) (senza odore)

Davanti a verbi (con valore di dentro): innalzare irrompere incarnare incavare incombere 3

MASSIMA Pi regredisce lignoranza, pi si capiscono i propri limiti.

LITALIA una Repubblica Parlamentare. Ha 57 milioni di abitanti. La capitale Roma. Ha una superficie di circa 300.000 kmq. La lingua lItaliano. La religione quella cattolica. La moneta era la Lira ed ora lEuro. composta da 20 Regioni. Ogni Regione composta da Province e Comuni.

IL 2 GIUGNO la Festa Nazionale della Repubblica italiana. La Repubblica nata il 2/6/1946. Le votazioni del 2/6/46 diedero la vittoria alla Repubblica. La Monarchia perse. Perse perch legata per 20 anni al fascismo. Il Re Umberto I abdic e se ne and via. Il 2/6/46 si vot per il Referendum Monarchia o Repubblica e per lAssemblea Costituente. La Patria solo di chi lama.

IL PO il pi grande fiume dItalia. Nasce sulle Alpi, sul Monte Bianco. Attraversa la Pianura Padana e arriva nel Mar Adriatico. Vicino a Torino riceve molti affluenti e poi scorre verso Est.

REGIONI PROVINCE e COMUNI

Valle dAosta Piemonte

Aosta Torino Vercelli Alessandria Asti Biella Cuneo Novara Verbano/Cusio/Ossola

Friuli Trentino Liguria

Udine Gorizia Pordenone - Trieste Trento Bolzano Genova Imperia La Spezia Savona Ventimiglia

Lombardia

Bergamo - Brescia - Como - Cremona Lecco Lodi Mantova Milano Monza e della Brianza Pavia Sondrio - Varese

Emilia Romagna Marche

Bologna Ferrara Forl-Cesena Modena Parma Piacenza Ravenna Reggio Emilia Rimini Ancona Ascoli Piceno Fermo Macerata Pesaro e Urbino

Molise

Campobasso Isernia 5

Abruzzo Umbria Toscana

Chieti LAquila Pescara Teramo Perugia Terni Arezzo Firenze Grosseto Livorno - Lucca MassaCarrara Pisa Pistoia Prato Siena

Lazio Puglia

Frosinone Latina Rieti Roma Viterbo Bari Barletta-Andria-Trani Brindisi Foggia Lecce Taranto

Campania Basilicata Calabria

Avellino Benevento Caserta Napoli Salerno Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone Reggio Calabria Vibo Valentia

Sicilia

Agrigento Caltanisetta Catania Enna Messina Palermo Ragusa Siracusa Trapani

Sardegna

Cagliari Carbonia-Iglesias Nuoro Olbia-Tempio Oristano Medio Campidano Sassari Ogliastra

Nota:

ogni capoluogo di regione anche provincia e comune. Le province sono anche Comuni. Ogni regione divisa in province e comuni.

LItalia una penisola. circondata dal Mar Ligure a nord-ovest, il Mar Tirreno a sud-ovest, il Mar Adriatico ad est, il Mar Mediterraneo a sud. A

nord ci sono le Alpi che la dividono dalla Francia e dalla Svizzera. Ha il Monte Bianco, il pi alto dEuropa. Ha 2 catene montuose: le Alpi e gli Appennini. Per la sua strana forma allungata viene chiamata anche lo stivale e infatti gli assomiglia. Pi larga a nord e pi stretta a sud, con la punta in Calabria e il tacco in Puglia. Ha 2 isole principali: Sicilia e Sardegna. Quelle minori sono numerose: Capri, Lipari, Giglio.. Gli italiani sono un popolo di poeti e navigatori. Sono romantici e sognatori. Amano il sole, il mare, la musica. Sono artisti, creativi, geniali. Altezza media 1,77. Speranza di vita: donne 79 uomini 75.

LUNIONE EUROPEA La U.E. unorganizzazione di tipo sovranazionale e intergovernativo che comprende paesi membri indipendenti e democratici. La sua istituzione sotto il nome attuale risale al Trattato di Maastricht del 7 febbraio 1992 (entrato in vigore il 1 novembre 1993) al quale tuttavia gli stati aderenti sono finiti dopo il lungo cammino delle Comunit Europee precedentemente esistenti. LUnione consiste attualmente in una zona di libero mercato

caratterizzata da una moneta unica, lEuro, regolamentata dalla Banca Centrale Europea e attualmente adottata non da tutti gli Stati membri. 7

Essa presenta inoltre una unione doganale fra i paesi aderenti agli Accordi di Schengen, che garantiscono ai propri cittadini libert di movimento, lavoro e investimento allinterno degli Stati membri. LUnione presenta inoltre una politica agricola comune, una politica commerciale comune e una politica comune della pesca.

ROMA (Leggenda) In un piccolo villaggio del Lazio, tanto tempo fa, viveva una bella ragazza di nome Rea Silva. Il dio Marte la vide e se ne innamor. Dallamore dei due nacquero due gemelli. Rea Silva non poteva tenerli. Li mise in un cesto che lasci andare sul Tevere. I bambini piangevano e strillavano. Una lupa li sent. Li porto a riva e li allatt. Un pastore li port poi a casa sua. I due gemelli si chiamavano Romolo e Remo. Da grande, Romolo decise di fondare una citt sulle colline vicino al Tevere e la chiam Roma. Romolo fu il Primo Re di Roma. 7 furono i Re di Roma. Dopo Romolo, Numa Pompilio, Tullio Ostilio, Anco Marzio, Servio Tullio, Tarquinio Prisco e Tarquinio il Superbo. 8

7 sono anche i Colli di Roma: Aventino, Palatino, Celio, Campidoglio, Esquilino, Quirinale, Viminale.

LE PIU BELLE VILLE DI ROMA Villa Torlonia (della Famiglia dei Torlonia) Dopo 20 mesi di restauro, nel dicembre del 2006 stata riaperta al pubblico. la pi moderna fra le antiche ville di Roma. del 700. Prima era della famiglia Torlonia che poi lha ceduta al Comune. Vi si trovano: il Casino nobile, la Casa dei Cavalli, ampi giardini e giochi per i bambini. Villa Ada Ha bellezze naturali. 2 percorsi ginnici attrezzati. Ci sono attrazioni artistiche. Allinterno ci sono le Catacombe di S. Priscilla ed i resti dellantichissima Cittadella fortificata dellVIII Secolo a.C. (Antenna). Il Gianicolo Terrazza panoramica sulla Capitale. Parco naturale. Statue dei 1.000 Garibaldini. C anche il Monumento di Giuseppe Garibaldi a cavallo e il Monumento della moglie Anita Garibaldi, che combatt al suo fianco. Possiamo ammirare la bella fontana dellAcqua Paola o Fontanone, la Chiesa di S. Pietro in Montorio con il Tempietto del Bramante (Rinascimento).

Ogni giorno, a mezzogiorno, il cannone dellEsercito Italiano spara un colpo per annunciare lora esatta che si sente in tutta Roma. Possiamo trovare: il Gioco dei Burattini (antico) la Residenza Spagnola la Residenza Americana il Faro regalato dagli Argentini agli Italiani un Teatro dEstate la Quercia del Tasso (poeta) la veduta di tutta la citt di Roma. Villa Adriana (della famiglia Adriana) Gioiello archeologico. Si trova a Tivoli. In estate, dal 21.6.2007, si fanno spettacoli. Giardini, fiori, fontane. Sale con quadri e affreschi preziosi. Villa Borghese (della famiglia Borghese) Allinterno c la Galleria Borghese: le pi belle opere del Caravaggio, del Bernini, di autori spagnoli. Si pu visitare. Possiamo ammirare: lorologio ad Acqua, il Tempietto di Minerva. Si possono fare gite in barca sul laghetto. Villa Pamphili (della famiglia Pamphili) Si trova a Monteverde Vecchio (quartiere di Roma).

10

Giardini allitaliana. Piante di aranci, limoni, cedri, il Giardino Segreto, il Giardino del Teatro, la Casa Principale. Manifestazioni culturali destate. Villa Sciarra (della famiglia Sciarra) Si trova a Monteverde Vecchio. sorta nellarea degli Orti di Cesare. Vari passaggi di propriet. Allinterno possiamo trovare: il Teatro, le Biblioteche, giostre e giochi per i bambini. Belle fontane. Belle statue (i Leoni, lAquila, ecc.) Ai primi del Novecento fu acquistata dal diplomatico americano Gorge Wurtz che lha resa un esempio quasi unico sia del punto di vista botanico che artistico. Villa Lazzaroni C un mandorlo di 130 anni che produce ancora frutti. Unaraucaria che matura frutti a questa latitudine. Unacacia Karoo che ha spine lunghe 20 cm. Monte Mario Riserva naturale. Vero mosaico di piante e fiori. Si trova a 139 metri di altezza. Tipica vegetazione mediterranea.

11

Tante storiche ville allinterno: Villa Mazzanti, Villa Mellini, lOsservatorio Astronomico.

LOsservatorio Dallalto si gode di un panorama unico della citt di Roma, fino ai Castelli Romani, e si possono vedere anche gli Appennini. Bar e Ristorante. Ampio parcheggio. Terme di Caracalla Qui si svolgono grandi e belle serate di musica, lirica e non. C un Mitreo (religione Mitraica portata dai Romani dalla Persia). Luogo dove i Nobili Romani andavano a lavarsi, a giocare ed a divertirsi. Foro Romano Sono qui tutti i resti dellAntica Roma. Si consiglia una guida. Spettacoli teatrali. Castel S. Angelo Un tempo era propriet del Papa che fuggiva qui quando cera pericolo, tramite un passaggio segreto. Poi passato allo Stato. stato anche una prigione. Si fanno oggi delle passeggiate sulle mura, lungo i bastioni e lungo il Giretto. 12

Si fanno visite nei cortili e nelle logge. Anche di notte si pu vedere Roma illuminata, dalla terrazza dellAngelo. Visite anche al Passetto di Borgo illuminato, che porta in Vaticano. Si fanno 20 spettacoli allanno. Dal 27 giugno, manifestazione Sulle Terrazze di Castel S. Angelo.

Teatro di Marcello Notti romane. Concerti. Laghetto dellEur Concerti organizzati dalla Provincia di Roma, Festa di Primavera.

IL GIARDINO DELLAMBASCIATA una villetta a tre piani. Ha la forma di un piccolo Castello. molto carina e gradevole. Ha un bel giardino dove si possono vedere: lUfficio Consolare, per ricevere i turisti. Una bella e antica fontana Alberi secolari Alberi vietnamiti e alberi italiani in segno di amicizia fra i due paesi Grandi e piccoli vasi con piante e fiori bellissimi; i vasi sono sia rotondi che quadrati che ovali 13

Un grande Banano Due abeti Unasta con la Bandiera Nazionale Una graziosa panchina in ferro battuto Un gazebo in legno con tavolo e sedie Una parte pavimentata a ghiaia e unaltra a lastroni mattonati Posti macchina Scale, scalini, ringhiere lavorate Le finestre sono in vetro colorato a disegni Tre porte-cancello automatiche in ferro Un camminamento centrale tuttintorno fra il giardino e la casa Allinterno ci sono gli Uffici, saloni e salotti arredati con bellissimi oggetti e quadri vietnamiti.

14

LALFABETO Le Vocali a e i o u

Le lettere straniere

j = i lunga k = kappa w = doppia vu x= ics y = ipsilon o i greca

le Consonanti B : bar, banca C : casa, chiesa, ciao, cena, cuore, cosa D : domani F : foto G : gas, ghiaccio, spaghetti, giorno, gente, famiglia, signora H : hotel, ho, hai, ha, hanno L : latte M : mare N : notte P : pane Q : questura, quadro, quota, quindi R : ristorante S : sole, sci, uscita, pesce 15

T : telefono V : via Z : zucchero LARTICOLO assolutamente necessario mettere sempre larticolo davanti al nome. Esso designa genere e numero. Larticolo non ha un vero e proprio significato. Ha per la funzione di indicare la collocazione del nome cui si riferisce e con cui concorda in numero e genere. Larticolo normalmente collocato immediatamente prima del nome cui si riferisce. Tuttavia, talvolta, fra larticolo e il nome pu essere presente un aggettivo o un altro elemento con funzione aggettivale. Es.: La nuova casa Un nuovo amico

Articolo Determinativo Larticolo Determinativo serve ad indicare che il nome che segue va considerato: come classe: il cane il miglior amico delluomo il cane indica la classe di tutti i cani la conoscenza: ho visto il cane si suppone che il cane in questione sia noto sia a chi parla sia a chi ascolta Articolo Indeterminativo Larticolo Indet. serve ad indicare che il nome che segue va considerato: 16

come membro di una classe: un cane. indica un membro della classe di tutti i cani preso come esempio un cane nuovo si suppone che il cane in questione non sia noto n a chi parla n a chi ascolta - Per indicare una massa non quantificabile singolarmente. Larticolo indeterminativo al plurale viene sostituito dallarticolo partitivo DEL DEI

Es.:

del latte

del pane

del denaro

dei biscotti ecc.

o dalla locuzione: un po di un po di latte o dallaggettivo indeterminativo: alcuni / alcune per il plurale alcuni ragazzi alcune madri Vogliono larticolo tutti i nomi di: MONTI , FIUMI, GRANDI ISOLE, REGIONI, STATI, CONTINENTI Es.: Il Terminillo Il Po La Sicilia La Sardegna Il Lazio La Francia LAsia

Nomi senza articolo 1) un nome proprio 2) parentela 3) in espressioni proverbiali Es.: ho visto Carlo Es.: mio padre Es.: Can che abbaia non morde 17

4) in locuzioni avverbiali o aggettivali Es.: Con audacia Senza scrupoli

Articoli seguiti da elementi che non sono nomi: Es.: il parlare troppo I se ed i ma - Con un mi dispiace si risolvono molte situazioni

Sono: Art. Definiti Art. Indefiniti Art. Dimostrativi il un lo uno la una questa-e quella-e i gli le

questo-i quello-i

Davanti a parole che iniziano per consonate: i il Davanti a parole che iniziano per vocale o per S X Z GN PN PS SP ST

Gli articoli semplici Il Lo La L I Gli Le

18

IL NOME 1 Gruppo finestra Pantera Poeta Finestre Pantere poeti Mela Artista Mele Artisti

- nomi che finiscono in CA e GA: al plurale: femminili = CHE e GHE maschili = CHI e GHI mollica = molliche lettiga = lettighe duca = duchi collega = colleghi

- nomi che finiscono in CIA e GIA Se preceduti da vocale Se preceduti da consonante ciliegia = ciliegie lancia = lance valigia = valigie spiaggia = spiagge

Per evitare confusione fra sostantivo e aggettivo: AUDACIA TENACIA CAMICIA SOCIA audacia (nome) tenacia (nome) camcia (nome) scia (nome) audace/i (agg.) tenace/i (agg.) cmice (vestito nome)

2 Gruppo 1) nomi che al singolare terminano in : O plurale I quasi sempre maschili (rari i femminili) il canstro = i canstri il nastro = i nastri il gatto = i gatti la mano = le mani 19

2) in IO se la I accentata = i il frusco = i frusci 3) se la I non accentata = i armistizio = armistizi aglio = agli figlio = figli beneficio = benefici il bruso = i brusi

4) in CO e GO se laccento su penultima sillaba plurale CHI e GHI traslco = traslochi castgo = castighi

5) se laccento su terzultima sillaba plurale CI e GI prroco = parroci asprago = asparagi

3 Gruppo nomi invariabili 1. accento su ultima sillaba la citt = le citt il caff = i caff la virt = le virt

la schiavit = le schiavit 2. che finiscono in I la sintesi = le sintesi lanalisi = le analisi 3. che finiscono con una consonante il caos = i caos il lapis = i lapis 20 la crisi = le crisi il brindisi = i brindisi

4. nomi maschili che finiscono in A il vaglia = i vaglia il sosia = i sosia il guardaroba = i guardaroba 5. nomi femminili che finiscono in O lauto = le auto 6. nomi monosillabici il re = i re 7. nomi di origine straniera il film = i film lhotel = gli hotel lo sport = gli sport il computer = i computer la gru = le gru la moto = le moto il boia = i boia il sottoscala = i sottoscala il cavalcavia = i cavalcavia

8. nomi maschili che NON finiscono in O Mattia = i Mattia Oscar = gli Oscar Luca = i Luca Daniele = i Daniele

9. nomi propri femminili che NON finiscono in A Cleofe = le Cleofe Edwige = le Edwige Ingrid = le Ingrid 10. tutti i cognomi Valentini = i Valentini (le famiglie i membri delle famiglie Valentini) Iole = le Iole Iris = le Iris Es. : le Ingrid sono tutte bionde

21

NOMI (PAROLE) CHE COMINCIANO CON: CI CE CO CA CU QU CHI CHE CI CE CO QU ciao cena cenere collo com quale - quadro CHI CA CU CHE chiamare chiedere - chiave casa cane cuore culla cherubino

ZA ZE ZO ZU - ZI ZA ZU zafferano zucchero zuppa zucca ZE ZI zero zenzero zitto - zircone ZO Zoo

SCI SCE SCU SCO SCA - SCH SCI SCU SCA sciogliere sciocco scuro scuotere scuola scarpe scalare scatto SCE SCO SCH scegliere scelta scopa scopare scoglio scheda

AGN OGN IGN AGN agnello OGN ognuno IGN ignorante

Parole che contengono Doppie Consonanti A anello - accetta - albicocca - azzurro - appuntamento - affitto affetto B Ballo basso - bella bicchiere birra biscotti biglietto bolla 22

bottiglia bocca brullo bullo C Callo cassa carro caramella cammello cipolla citt cioccolata caffellatte collega coraggio colle collo D E F Danno disinfettante donna dottore Etto eccezione effetto Faccia febbraio fetta febbre fitto fisso fossa freddo formaggio G Gatto getto gesso gennaio giraffa giallo gioiello grammo I L M Inno irregolare Latte letto legge lettura lotta lotto lutto Maggio mazzo marrone marmellata matto materasso mezzogiorno mezzanotte mezzo mozzo mozzicone motto millimetro N O P Nebbia netto nonno nonna Otto ottobre ossa ossi osso Pazzo palla pezzo pelle petto percosse pollo penna pioggia pillola Q R S Quattro quello Ratto rotto rosso ressa retto retta rissa russo rutto Sacco secco succo sella sette setta siccit sotto stalla stella specchio settembre spesso spalla spasso 23

stucco stacco stecca scatto scotto T U V Z Tatto tutto tetto tacco telline Unno Ussaro uccello Valle vello vitto villa villaggio Zappa zeppa zuppa zitto zoppo

Lanello = gli anelli Il fosso = i fossi Il pollo = i polli

Il collo = i colli Il mezzo = i mezzi

la bolla = le bolle La palla = le palle

Quando una frase comincia con: Dove? Che? Che cosa? Cosa? Quanto/a/i/e? Quando? Come? Chi? Quale/i? una frase interrogativa. Bisogna mettere il punto interrogativo alla fine (?) Esempi: Che dici? Che cosa dici? - Cosa dici? Che ne dici? Cosa hai detto? Cosa stai facendo? Cosa fai? Cosa pensi? Cosa stai pensando? Che ne pensi? - Quanto pesa? Quanto bene gli vuoi? Quanto pensi a lei? Quanto profondo? Quanti sono? Quante sorelle hai? - Come fai a leggere senza occhiali? Quanti siete in famiglia? Dove hai messo la penna? Chi ? Come ti chiami? Quando ti sposi? - Cosa c che non va? C qualcosa che non va?

24

Come si comporta di solito? Com di carattere? Che carattere ha? Com il suo viso? -

sta sempre zitto parla sempre sta fermo e tranquillo timido vivace serio tranquillo Ovale Rotondo Sono azzurri / grigi/ verdi / marroni / rotondi / allungati

Come sono i suoi occhi?

Lui com?

alto / basso / grande / piccolo / grasso / magro / snello / grosso

Chi ?

Una bambina, figlia di Nga Un giovane dottore Un vecchio signore che abita vicino a casa mia

Un uomo antipatico Una signora che mi guarda la bambina

La figlia minore di Son 25

LAGGETTIVO la parte del discorso che esprime gli attributi del sostantivo al quale si riferisce. A. Qualificativo: esprime una qualit del sostantivo: es. bello, buono, brutto, rosso bianco A. Pronominale o determinativo A. Possessivo A. Dimostrativo A. Indefinito A. Interrogativo A. Numerale Specifica il sostantivo a cui si riferisce, dandone una indicazione particolare Mio tuo suo Questo quello Ogni alcuno qualsiasi Quale? - Quanto? Uno due - tre

Pu concordare col sostantivo in genere e numero (es. albero alto, queste scarpe) ed avere vari gradi di intensit, rappresentati dal comparativo e dal superlativo (es. buono migliore ottimo freddo molto freddo freddissimo)

MOLTO POCO TANTO Lui stato molto buono con sua figlia. C molto pane in quel sacchetto. Non serve comprarlo. Nuotare le piace molto. 26

Lui ha poco coraggio, lei ne ha molto. Abbiamo poco tempo per decidere. Si esercita poco. poco socievole. Di denaro, ne ha poco. Non serve lo zucchero, ce ne ancora tanto.

GLI AGGETTIVI Contrari Ambedue Luno e laltro Entrambi Tutti e due Educato Calmo Simpatico Tranquillo Dolce Chiuso Allegro Generoso Felice Piccolo Maleducato Nervoso Antipatico Agitato Aggressivo Aperto Triste Egoista Infelice Grande 27 Nessuno dei due N luno n laltro

Rumoroso Sporco Esterno Moderno Buio Caro Vuoto Libero Bello Lungo Alto Semplice Lontano Chiaro Noioso Molto brutto Piacevole Confuso Contento Solo Tranquillo Preoccupato Depresso

Silenzioso Pulito Interno Antico Luminoso Economico Pieno Occupato Brutto Corto Basso Difficile Vicino Scuro Interessante Stupendo Spiacevole Con idee chiare Scontento In compagnia Agitato Sereno Su di morale 28

Pieno di gioia Entusiasta A proprio agio

Gi di morale In crisi A disagio

Laggettivo qualifica e determina un nome (sostantivo). Gli aggettivi sono: Possessivi, Dimostrativi, Interrogativi, Esclamativi, Indefiniti. Laggettivo ha il singolare ed il plurale, i numerali, i gradi, vari.

Aggettivi Qualificativi Pesante Sicuro Diverso Difficile Debole Legale Flebile Felice Rapido Rabbioso Timido Tenace Tecnico Leggero Precario, insicuro Uguale Facile Forte Illegale Forte Infelice Lento Calmo Sfrontato Debole Inesperto 29

Piacevole Esatto Eccellente

Spiacevole Inesatto Pessimo

AGGETTIVI PRIMA e AGGETTIVI DOPO IL NOME Cambia il senso

un poveruomo! un granduomo! un galantuomo. un solo uomo.

un uomo povero. un uomo grande. un uomo galante. un uomo solo.

AGGETTIVI POSSESSIVI Il mio il tuo il suo il nostro il vostro il loro

Davanti a membri della famiglia (al singolare) senza articolo mio padre tuo fratello

Davanti a membri della famiglia (al plurale) con articolo i tuoi fratelli le nostre cugine i loro zii 30

in generale, sempre con articolo: il mio cane il tuo gatto la vostra auto il mio cane buono, il tuo no agg. poss. pronome poss. la sua palla il nostro amico la loro casa

La mia auto grande, la tua piccola agg. poss. pronome poss.

COMPARATIVO di maggioranza = pi di di minoranza = meno di - Lei pi seria di te. - Loro sono meno cattivi di voi. - Tu sei alta come me.

di uguaglianza = come

SUPERLATIVO relativo assoluto il pi bello bellissimo

il pi bravo/il pi buono = il migliore il pi grande = il maggiore il pi piccolo = il minore il pi cattivo = il peggiore

31

IL FEMMINILE e IL MASCHILE Il Femminile: al singolare finisce con A al plurale finisce con E Il Maschile: al singolare finisce con O al plurale finisce con I ma talvolta larticolo che decide Eccezioni: Singolare e o o a o 1) larte locchiale lattore Lambiente 2) lidentit lautorit la possibilit Plurale i e ii i a le arti gli occhiali gli attori gli ambienti le identit le autorit le possibilit 32

3) 4)

Lorecchio Il caff Il t

Le orecchie I caff I t Gli olii I giornalisti Le giornaliste

5) 6)

Lolio Il/la giornalista

7)

Il braccio Luovo Il ginocchio Il dito Il labbro

Le braccia Le uova Le ginocchia Le dita Le labbra

Esempi: il bicchiere il barbiere il cane il cameriere la carne il consigliere il Console il cotone il corriere i bicchieri i barbieri i cani i camerieri le carni i consiglieri i Consoli -------i corrieri 33

il direttore la legge il Signore il mare il mese il nome il portone il posacenere il parrucchiere il professore il paese il quartiere il ristorante la regione il sedile il termosifone il tribunale la televisione il piede

i direttori le leggi i Signori i mari i mesi i nomi i portoni i posacenere i parrucchieri i professori i paesi i quartieri i ristoranti le regioni i sedili i termosifoni i tribunali le televisioni i piedi

34

DALLAGGETTIVO SI PUO CREARE IL SOSTANTIVO Esempi: felice = felicit allegro = allegria deluso = delusione triste = tristezza sereno = serenit solo = solitudine depresso = depressione infelice = infelicit contento = contentezza tranquillo = tranquillit entusiasta =

disperato = disperazione preoccupato = preoccupazione entusiasmo

IL PRONOME Parte variabile del discorso, che sostituisce il nome, indicando senza nominarli esseri o cose dal punto di vista della quantit, della qualit e della posizione. Pu richiamare una nozione gi espressa (lo scrittore che preferisco), anticiparne una ancora da esprimere (questo il posto ideale per un pic-nic). Oppure pu avere funzione indicativa (questo quello lui!). I pronomi si distinguono in: Personali Possessivi Riflessivi Dimostrativi Indefiniti Relativi Interrogativi Numerali Esclamativi.

Posizione dei Pronomi toni Prima del verbo Es.: lo mangio gli credo che lo faccia subito

35

Dopo il verbo - verbi allinfinito: - verbi allimperativo: - verbi al gerundio: - verbi al part. Pass.: - con lavverbio Ecco: mangirlo mangilo mangindolo mangitolo ccolo crdergli crdigli credndogli credtogli ccomi

Con i Verbi Servili (potere, dovere, volere) il pronome tono pu unirsi allinfinito del verbo principale oppure al verbo servile. Es.: Non posso mangiarlo. Non lo posso mangiare.

Altri avverbi seguiti da infinito con FARE e LASCIARE Lo faccio vedere - Fallo vedere Lascialo stare Con SEMBRARE e PARERE Sembra capirlo

36

I PRONOMI DIRETTI I PRONOMI INDIRETTI

Diretti io tu lei/lui me te lo / lui la / lei La / Lei noi voi loro ce ve li / le

Indiretti mi (a me) ti (a te)

gli / le / Le (a lui / lei)

ci (a noi) vi (a voi) gli / a loro (a Loro)

Presente Mi piace Ti piace Gli/le/Le piace Ci piace Vi piace Gli (a loro) piace

Passato Prossimo Mi piaciuto Ti piaciuto Gli/le piaciuto Ci piaciuto Vi piaciuto Gli piaciuto

37

I Pronomi Diretti + passato prossimo Lho visto Le ho viste Lho incontrata lho vista Lho incontrato Le ho incontrate li ho visti Li ho incontrati

Il Pronome NE con il passato prossimo Ne ho letto uno Ne ha letti molti Ne ha letta una Ne ho lette due o tre Ne ho lette poche Non ne ha letto nessuno

Diretti mi ti si ci vi si

Indiretti mi ti gli le Le ci vi gli / a loro / a Loro

38

Davanti a LO o NE diventano me te lo la La ce ve li le lui lei Lei

Pronomi Dimostrativi

Questo racconto pi divertente di quello. Di quale film parli? Di quello che ha avuto loscar. Quella non mia cugina. A quale libro ti riferisci? A quello che mi hai prestato ieri. Quella moto pi veloce di questa.

Pronome NE Si usa quando non si specifica quanto o solo una parte di. Ne vuoi un po? Quanto ne vuoi?

39

Pronomi LA LE LO LI LA LE LO LI femminile singolare femminile plurale maschile singolare maschile plurale Personali Complemento me te lui / lei ce ve loro Partic. Pronominali MI TI - LUI / LEI / SI CI VI - SI / LI / NE Pronomi Possessivi Pronomi dimostrativi ci (il)mio tuo suo nostro vostro loro 40 questo quello stesso tale

Personali Soggetto io tu lui / lei noi voi loro

Particelle Pronominali lo li la le ne ci

Pronomi relativi che cui di cui il quale chi quanto quanti chiunque

Pronomi Interrogativi chi? che cosa? che? cosa? quale? quanto?

Pronomi Esclamativi chi! che! che cosa! quanto! quanti! quanta! quante!

Pronomi indefiniti Ognuno qualcuno chiunque altri qualcosa niente - nulla

41

Pronomi di specie diversa Tale certi - chi Pronomi e Aggettivi Uno una alcuno alcuna alcuni alcune ciascuno - ciascuna Altro altra altri altre troppo troppa troppi troppe parecchio parecchia parecchi parecchie molto molta molti tanta tanti tante quanto quanta quanti nessuna altrettanto altrettanta altrettanti -

molte - tanto

quante - nessuno altrettante

Luso dei pronomi diretti con ECCO Dove sono i miei occhiali? Eccoli, sono sulla sedia. Dov la sua sciarpa? Eccola, sulla poltrona. Hai visto le mie scarpe? Eccole, sono sotto il tavolo. Non trovo pi il mio cappello. Sai dove posso averlo lasciato? Eccolo, sullattaccapanni. Eccolo Eccoli Eccola Eccole

42

Pronomi Personali Complemento (esempi) Te lo ripeto ancora una volta, non voglio venire. Si guarda sempre allo specchio. Si preoccupano solo per loro stessi. Ho visto lei, non lui. Dobbiamo andare, ci chiamano. Gli accarezzo la fronte, ha la febbre. Lha dato a me il libro, non a te. Ho scritto loro pi volte ma non mi hanno ancora risposto. Con lei non voglio parlare, mi antipatica. Li vedo molto spesso, abitano vicino a me. Telefonaci ancora, ne siamo felici. La conosco da due anni e mi piace molto. Si tolto il cappotto, fa caldo. Ci ha fatto una sorpresa, venendoci a trovare. lui che lha detto, non lei. Che ne pensi? Era interessante il film? Gli ho scritto che parto e arrivo alle 5. Mi verr a prendere alla stazione. Ne parleremo domani, ora sono stanca. Ci sono le elezioni, non lo sapevo. Ci sono molto affezionati perch vogliamo loro molto bene. 43

Vi sembra giusto? Gli ha dato solo 6 al compito in classe. Si meritava molto di pi. Non dargli troppa confidenza. Quelluomo non serio. Lo compro subito, mi piace.

Pronomi Relativi Ho visto un paracadute che scende. I pezzi che sono difettosi vengono scartati. Quelli che pensano male, non conoscono i fatti. la ragazza di cui ti ho parlato. Dal cielo, che si fatto scuro, scende la pioggia. La Signora, alla quale hai parlato, vedova. Luomo che sembra tranquillo, invece molto nervoso. Il giovane che ti guarda Ha. Gli amici con i quali ho ballato ieri sera, oggi partono per Milano. il tecnico di cui tutti hanno fiducia.

CUI DI CUI A CUI CON CUI PER CUI FRA CUI DA CUI Ho incontrato tua sorella a cui (alla quale) ho dato il regalo per te. Te lo ha dato? Il professore, a cui mi sono rivolta, insegna nella tua scuola. Il libro, di cui ti ho parlato, molto bello. La citt, in cui vivo, molto grande. 44

Ti ricordi il giorno in cui ci siamo conosciuti? S, me lo ricordo bene.

CHE CHI Se vuoi sapere chi cera, chiedilo a chi era presente alla riunione. Chi tace, acconsente. C chi preferisce il treno, chi la nave, chi laereo. Lui, chi ? A che pensi? A che cosa pensi? A che pensi? Chi hai visto? Prendete il treno che parte alle 10. Leggiamo i libri che ci hai dato.

NESSUNO (negativo) QUALCUNO (positivo) ALCUNI (positivo) QUALCHE (positivo) C molto silenzio. Nessuno parla. Qualcuno se ne va. Qualcuno ride, qualcuno piange. Sono tutti tuoi amici? Alcuni s, alcuni no. Non aspettare sempre che ti chiami io, qualche volta chiamami tu.

45

GLI AVVERBI PRINCIPALI TIPI DI AVVERBI: Avverbi di Modo Indicano il modo in cui si svolge levento espresso dal verbo. Sono: gli avverbi in MENTE (dolcemente) gli avverbi in ONI (carponi-gattoni) o espressi da un aggettivo al maschile singolare (chiaro storto)

felicemente gentilmente dolcemente nervosamente rapidamente disperatamente apposta

tristemente specialmente cordialmente lentamente silenziosamente felicemente


senza intenzione

allegramente faticosamente naturalmente improvvisamente fortunatamente gradevolmente senza volere

attentamente duramente tranquillamente violentemente serenamente sgradevolmente involontariamente

Avverbi di luogo Indicano il luogo in cui si svolge levento espresso dal verbo o la collocazione nello spazio di una persona , di un animale o di una cosa. Sono: qui qua l l laggi lass dentro fuori sopra sotto ovunque. Es.: vieni qui guarda laggi vieni di sotto esci fuori

46

Avverbi di tempo Indicano il momento in cui si svolge levento espresso dal verbo. Sono: ora adesso mai sempre ieri oggi domani Es.: domani torner non lho mai visto uscito adesso Fra un mese Domani il mese prossimo nel futuro il mese venturo un giorno

dopodomani

a fine mese

fra un anno

Nel duemiladieci A fine anno

la settimana ventura

lestate prossima

lanno prossimo

un domani lanno venturo

Linverno prossimo Altri avverbi di tempo Presto tardi sempre mai spesso qualche volta di solito

Ogni giorno

quasi mai di frequente

abitualmente

tutti i giorni solitamente

Di tanto in tanto Ogni volta

frequentemente

due volte allanno

Frasi con Avverbi di Tempo Di solito mi alzo presto. Abitualmente vado a casa a piedi. Leggo sempre il giornale.

Ogni giorno vado a lavorare. Vado spesso al cinema.

Non vado quasi mai al mare.

Di tanto in tanto vado a fare una passeggiata. Solitamente incontro gli amici. Ogni volta leggiamo in italiano. Due volte alla settimana abbiamo lezione di italiano. 47

Ogni giorno compro il giornale locale. I miei amici mi telefonano spesso. Qualche volta esco per fare una passeggiata. Solitamente ascolto il telegiornale. Abitualmente parlo in italiano. Non farei mai del male ad un amico. Durante il giorno i bambini non hanno quasi mai sonno. Di frequente pensa alla sua famiglia lontana. Tutti i mesi ricevono lo stipendio. Al presente Adesso ora oggi in questo momento sempre di solito abitualmente

Attualmente Al passato Ieri laltro ieri Lanno scorso

al giorno doggi

la settimana scorsa due giorni f Nel 1998

Il mese scorso unora f

un anno f

Il mese passato

Avverbi di Affermazione Servono ad affermare levento espresso dal verbo. Sono: certo certamente sicuro appunto s - ecc. Es.: verr certamente anche lui vuoi un po di gelato? S. Avverbi di Negazione Servono a negare levento espresso dal verbo. 48

Sono: no non nemmeno neanche - ecc. Es.: non ho visto nemmeno il film non ho mangiato neanche il dolce. Avverbi di Dubbio Servono a mettere in dubbio levento espresso dal verbo. Sono: forse probabilmente quasi - ecc. Es.: forse domani piover. Avverbi di Quantit Determinano quantitativamente levento espresso dal verbo. Sono: molto poco tanto niente pi meno troppo abbastanza ecc. - Es.: studiare molto mangiare poco bere troppo. Avverbi Interrogativi Servono ad indicare lelemento della frase su cui si chiedono informazioni tramite la domanda, diretta o indiretta, che stiamo formulando. Sono: come dove quando quanto perch ecc. - Es.: come sta? quando torni? Quanto costa? Mi chiedo dove sia. ATTENZIONE: questi stessi avverbi possono essere usati in frasi relative (e non interrogative) Es.: ho rivisto la casa dove abitavano.

Frasi con Avverbi Gli ho parlato subito.

49

Lho visto molto stanco, forse non sta bene. Normalmente era sempre attivo. Il Professore si preoccupa troppo dei suoi studenti. Lui ostinatamente sincero. Il vestito era di un blu scuro, quasi nero. Lombra si spostata leggermente. Loro un materiale praticamente eterno. Ti prego, comincia a parlare pacatamente. un uomo soprattutto sincero. La nave si muove piuttosto rapidamente. Il nonno anziano, si alza tardi. Lui poco di compagnia. Lo hanno scelto quasi immediatamente. Pi o meno verso le sei chiacchierano sempre. Quando incontro gli amici, chiacchieriamo del pi e del meno. Con i ma ed i se non si risolve mai nulla. Loggi sempre pi certo del domani. Fuori piove a catinelle. Non li vedo mai a scuola.

50

Alcuni verbi con i quali si usano i Pronomi Indiretti Dare Dire Portare Telefonare Scrivere Mandare Le dai un bacio? Mi dici ciao? Gli porti un bicchiere dacqua? Gli telefono domani. Le scrivi luned. Le chiedo una cortesia. Ci domanda se verremo alla festa. Gli regalano dei fiori. Mi consegna un pacco. Quel colore ti dona. Le mandi le rose. Le confidi i tuoi segreti. Ci hanno spedito una lettera. Vi presto 2 penne. Vi restituisce il libro. 51 Regalare Offrire Consegnare Donare Confidare Domandare Prestare Restituire Comunicare Inviare Chiedere Spedire

Gli comunico che si sposato. Invier loro la carta dinvito. Gli consegno questo pacco. Le scrivo un biglietto. Ti restituisco le chiavi della macchina. Vi spedisco il telegramma. Vi dico una cosa importante.

Espressioni e Avverbi di Tempo Quanto? Quanti? Quanta? Quante?

Quanto coster? Quanto potr costare? Quante ore ci vorranno? Quanto tempo ci vorr? Quanto peser? Quanti chili peser?

Quanta farina devo metterci? Altri avverbi interrogativi: Che? Quando? Che cosa? Com? Come? Dove? Quale? Cosa?

Tempo: Modi di dire Marzo pazzerello. Se c il sole, prendi lombrello. Aprile, dolce dormire. Aprile, non ti scoprire. Maggio, va adagio. 52

Giugno, allarga il pugno. Agosto, moglie mia non ti conosco. Una rondine non fa primavera. Santa Lucia, il giorno pi corto che ci sia. Sposa bagnata, sposa fortunata. Rosso di sera, bel tempo si spera. Nuvole a pecorelle, pioggia a catinelle. Ammazzare il tempo. Chi ha tempo non aspetti tempo. Guadagnare tempo. Prendere tempo. Il tempo denaro. Lasciare tempo al tempo. Il tempo sana tutte le ferite. Tempo viene per chi sa aspettare. Chi arriva tardi male alloggia. Meglio tardi che mai. Non mai troppo tardi.

53

I VERBI Modi: Tempi: Indicativo Presente Passato prossimo Passato remoto Futuro Condizionale Gerundio Participio passato Presente continuativo Modi: Tempi: Congiuntivo Presente Imperfetto

I verbi hanno 3 coniugazioni: la 1a are la 2a ere la 3a ire

Sono irregolari i verbi: Modali (Volere Potere Dovere) Uso dei Verbi Modali: Le posso offrire un caff? Posso offrirle un caff? Ti posso offrire un caff? Posso offrirti un caff? 54

La devo accompagnare. Le ho dovuto dire la verit. Non ho potuto telefonarti.

Devo accompagnarla. Ho dovuto dirle la verit. Non ti ho potuto telefonare.

Verbi Riflessivi Sono riflessivi quei verbi la cui azione si riflette su s stessi. Ci mettiamo 30 minuti. A che ora ti svegli? Mi preoccupo per te. Mi scuso per. Si accomodi Scusami Accomodati Mi metto a sedere. Mi sveglio alle 7.

Mi accomodo sul divano, va bene?

svegliarsi alzarsi lavarsi pettinarsi vestirsi addormentarsi pulirsi chiamarsi scusarsi asciugarsi mettersi radersi farsi la doccia/il bagno prepararsi guardarsi allo specchio ti alzi si rade ci pettiniamo vi lavate si truccano ci prepariamo

AVERE DA (nel senso di Dovere) Ho da fare. Ho da scrivere. Fin da Da parte. 55

Da vicino. Fare passi da gigante. Ho una bella notizia da darti.

Frasi con: MI TI SI CI VI - SI LO LA LI LE - NE Vi parlo Ve lo dico Ce ne andiamo Ti saluto Ti piace la zuppa? Mi piacciono i Nem Ti trovo bene Parlo con loro Gli parlo Le parlo Vi piace la musica? Io ti amo Tu mi ami Loro ci amano Noi li amiamo - Mi sveglio Ti alzi Si lava Ci vestiamo Vi preparate Si mettono il cappotto - Mi scuso per essere arrivata in ritardo Si puliscono le scarpe prima di entrare - Lui si fa sempre la barba Il bimbo si addormenta Si chiama Nga. Ieri ho lasciato qui delle penne. Le avete trovate? Ne avete visto qualcuna? Le avete trovate tutte e 10? No, non le abbiamo trovate. Ne abbiamo trovate 7. S, le abbiamo trovate tutte e 10. Potete darmele? Datemele, mi servono. Cosa ti aspetti da una cos? Non mi aspetto proprio niente. Non ci aspettiamo nulla. Lui si aspetta di tutto. Loro si aspettano solo cose belle. La tua borsetta si rotta. Devi farla riparare, nuova! (Falla riparare). 56

Lei senza auto. Accompagnala a casa tu, vuoi? Lo devo fare? Devo farlo? S, lo devi fare. (Mostrando dei dolci) Ne vuoi un po? S, grazie. Prego. Hai visto che ha vinto Obama? S, lho visto. Te lavevo detto, visto? S, avevi ragione tu. Ami gli animali? S, li amo. Leggi molti libri? S, ne leggo molti. Ti piace leggere? S, mi piace molto. Se parlo italiano con te, tu sei contenta? S, molto. S, lo sono molto. Che ne fai della tua auto? Niente. La regalo. Me la tengo. Che vestito ti metti? Mi metto quello nero. Come ti vesti domani alla festa? Mi vesto elegante. Dove ve ne andate? Ce ne andiamo al mare. Dove andate? Andiamo al mare. E se i jeans sono troppo larghi? Stringili. Falli stringere. Lasciali cos. Ma sono di tipo maschile. Allora, dalli a tuo marito. Cosa aspetti? Aspetto una sua telefonata. Me lo ha promesso. Ha promesso di chiamarmi verso le 17. Come ti trovi nella nuova casa? Mi ci trovo bene. Non vi parlate pi? S, ci parliamo ancora. Avete gi imparato litaliano? Ne abbiamo imparato molto. Ma molto c ancora da imparare. Ti dico la verit. S, lo so che me la dici sempre. 57

C del t? Me ne dai un po? Danne un po anche a loro. Grazie. Guidi lauto? S, la guido. Come mi sta questo vestito? Ti sta bene, ma ti ingrassa. La prima regola per piacere piacersi. Non me ne importa niente. Non mi interessa. Non mi interessa affatto. Non me ne volere se non vengo. Mi successa una cosa incredibile. Te la voglio proprio raccontare. Quanto tempo ho per prepararmi? Ne hai molto. 1 ora e mezzo. Mi manchi tanto. Mi sei mancata. Mi sei mancato tanto. Ho sentito tanto la tua mancanza. Ti fa male la schiena? Hai mal di schiena? S, mi fa molto male.

Il verbo ANDARE (quali preposizioni usare) dal parrucchiere dal dentista al negozio a teatro al mercato in giardino ai giardini in montagna sui prati da te (a casa tua) al Ministero dal dottore dal professore in chiesa al cinema al mare in collina allAmbasciata 58

SI + Verbo (esempi) Si pu ( permesso)? fumare attraversare entrare bere

introdurre vetro Non si pu ( vietato)? fumare fotografare pescare

calpestare lerba entrare con il cane

Si

parla va

sta pensa

pu dice

beve legge

usa

fa

telefona scusa

deve vuole

perdona

mangia

gusta spende

paga ordina

Il Congiuntivo (di alcuni verbi) Presente ESSERE che io tu egli noi voi loro sia sia sia siamo siate siano sia stato

59

Passato che io tu egli noi voi loro Presente AVERE che io tu egli noi voi loro Passato che io tu egli noi voi loro avessi avessi avesse avessimo aveste avessero avessi avuto 60 abbia abbia abbia abbiamo abbiate abbiano abbia avuto fossi fossi fosse fossimo foste fossero fossi stato

ANDARE Che io tu egli noi voi loro

Presente vada vada vada andiamo andiate vdano sia andato

Passato andassi andassi andasse andassimo andaste andassero fossi andato Passato dicessi dicessi dicesse dicessimo diceste dicessero avessi detto

DIRE che io tu egli noi voi loro

Presente dica dica dica diciamo diciate dicano abbia detto

61

STARE che io tu egli noi voi loro

Presente stia stia stia stiamo stiate stiano sia stato

Passato stessi stessi stesse stessimo steste stessero fossi stato

VOLERE che io tu egli noi voi loro

Presente voglia voglia voglia vogliamo vogliate vgliano abbia voluto

Passato volessi volessi volesse volessimo voleste volessero avessi voluto

62

IL PASSATO PROSSIMO Si forma con il verbo ausiliare AVERE al Tempo Presente e il Participio Passato del verbo principale es. io ho fatto Si usa il verbo ausiliare ESSERE solo quando il verbo principale un verbo di movimento e di cambiamento. Io sono andato e con i verbi: stare salire scendere diventare andare partire morire io sono stato rimanere arrivare restare venire uscire tornare entrare nascere

crescere

e con i verbi riflessivi es: mi sono svegliato - mi sono fatto il bagno - ti sei addormentato

IL PRESENTE CONTINUATIVO STARE + Gerundio del verbo principale Es: sto parlando - stai ballando - sta leggendo stiamo bevendo state ascoltando stanno uscendo parlare = parlando bere = bevendo ballare = ballando uscire = uscendo leggere = leggendo ascoltare = ascoltando

al passato stavo facendo la doccia stavo dormendo 63

verbo STARE allimperfetto + gerundio

I Verbi COMPETERE SECERNERE DELINQUERE SPLENDERE INCOMBERE

non hanno il participio passato e quindi non hanno neanche tutti i tempi composti.

IL PARTICIPIO PASSATO 1a coniugazione mangiare ascoltare 2a coniugazione vendere tenere compiere avere 3a coniugazione dormire capire sentire finire sentito finito dormito capito mangiato ascoltato venduto tenuto compiuto avuto

64

Mentre + imperfetto Mentre studiavo, mia sorella chiacchierava. Mentre leggevo, i bambini giocavano in cortile. Mentre lavavi i piatti, tuo marito guardava la TV.

FRASI ALLIMPERFETTO Mentre io lavavo i piatti, mio marito ed i bambini guardavano la televisione. Mentre leggevo un libro, mia figlia prendeva il sole. Altre forme Mentre venivo a casa, scoppiato un temporale. Mentre dormivo, ti ho sognato. Mentre facevo la doccia, suonato il telefono. Mentre ero in giro per la citt, ho incontrato un mio vecchio amico. Mentre andavo a Bologna, si rotta la macchina. Mentre leggevo un libro, pensavo a te.

VERBO SAPERE Presente indicativo So sai sa sappiamo sapete sanno Imperfetto 65

Sapvo Futuro

sapvi

sapva

sapevano sapevate sapvano

Sapr saprai sapr sapremo saprete sapranno Condizionale Saprei sapresti saprebbe sapremmo sapreste saprebbero

Participio passato Saputo Passato remoto Sppi sapesti sppe sapemmo sapeste sppero Congiuntivo presente Che io sappia sappia sappia sappiamo sappiate sppiano Part. Presente Sapiente (usato solo come agg. e sost.) Gerundio Sapendo I VERBI che finiscono in CARE e GARE Cercare cercher cercheremo Pagare pagher pagheremo cercherai cercherete pagherai pagherete cercher cercheranno pagher pagheranno

66

VERBI che finiscono in CIARE GIARE SCIARE Cominciare comincer cominceremo Mangiare manger mangeremo Lasciare lascer lasceremo comincerai comincerete mangerai mangerete lascerai lascerete comincer cominceranno manger mangeranno lascer lasceranno

Mi ami? Ti pensa? La saluto Mi pensi Mi ami Pensa a loro mi ti le/lo/La ci ti saluto ci pensa ci ama vi li lo amo vi saluta li saluta

SE (Frasi) Se ho tempo, passo a salutarti. Se non piove, vado al mare. Se avr il diploma, cercher un lavoro in Banca. Se avrai le ferie, potrai andare a trovare i tuoi. Se mangi troppo, ti ingrassi. Se non parli mai una lingua straniera, la dimentichi. Se non porti gli occhiali, ti verr male agli occhi. 67

Se stai troppo sotto al sole, ti verr mal di testa. Se guardi ballare, impari presto. Se ti metti sempre colori scuri, sembri triste. Se sei troppo sudato, non bere acqua ghiacciata. Se sei troppo stanco, non andare al lavoro. Se stai dimagrendo, non saltare i pasti. Se hai sempre la tosse, non fumare pi. Se non stai bene, non andare in piscina oggi.

IL CONGIUNTIVO indica: la possibilit: sia come sia, intendo partire la volont: lirrealt: Presente che io sia sia sia siamo siate sano Participio Passato 1a amato Imperfetto Che io fossi Passato Che io sia stato amato temuto sentito 68 fossi fosse fossimo foste fossero 2a temuto 3a sentito che se ne vada pure non so chi sia

Trapassato Che io fossi stato amato temuto sentito

Congiuntivo presente Essere che io sia sia sia siamo siate siano Avere che io abbia abbia abbia abbiamo abbiate abbiano

La mamma pensa che suo figlio sia un bravo ragazzo.

Espressioni e Verbi che reggono il Congiuntivo Sperare / pensare / credere Parere / sembrare bene / meglio Bisogna / occorre Mi sembra che tu sia pi alto. Spero che tu possa venirmi a trovare. Credo che tua figlia arrivi domani. Bisogna che tu faccia i compiti. meglio che tu studi, se no sarai bocciato. che che che che

Congiuntivo Imperfetto Lavorare: lavorassi perdere: perdessi uscire: uscissi

Essere: fossi dire: dicessi fare: facessi dare: dessi ssi ssi sse ssimo ste - ssero 69

Verbi Irregolari Essere: fossi dire: dicessi dare: dessi fare: facessi

LIMPERATIVO Serve: - per dare ordini - per dare consigli - per dare indicazioni - per dare prescrizioni Respiri prenda dorma finisca

Negativo Non respiri non prenda non dorma non finisca

Imperativo + Pronomi con il Tu: con il Lei: a Voi: mngialo alzati bvilo prndine lo mangi si alzi lo beva ne prenda mangitelo alztevi bevtelo prendtene

esprime un comando Vai via! V via! Vieni qua! Se ne vada! Vattene! Chiudi la porta! Non parlare! Andatevene! Vada via! Stai zitto! Non guardare!

Costruzione impersonale: si parla si dice si racconta 70

Vogliatevi bene Vattene via Si sieda Non parli ad alta voce

(preghiera) (comando) (ordine) (divieto)

Per esprimere idee NON CERTE AL 100% o opinioni personali penso che + verbo al congiunto credo che pare che sembra che

Penso che tu ora legga meglio litaliano Credo che sia meglio fare sempre un po di conversazione Pare che egli ritorni presto Sembra che gli Uffici postali domani siano chiusi. Sai che festa sia?

Esprimere Speranza Speriamo di sposarci prima della fine dellanno. Spero che mio padre, che lavora allestero, torni presto. Spero di vincere la gara. Speriamo che i nostri figli da grandi trovino un lavoro. Spero di superare lesame. 71

Spero di star bene. Spero che tu stia bene. Spero di poter andare in America. Spero che lei possa andare in America. Spero che lei superi gli esami. Spero che voi possiate vincere la gara. IL PASSATO REMOTO (quando si usa) Indica azione momentanea o avvenimento anteriore nel tempo rispetto a chi parla. Lontano nel tempo con una sfumatura di favola. un tempo che nellitaliano parlato si usa raramente ma che si pu trovare invece nelle fiabe, nei testi storici e nelle narrazioni, come le storie cinesi. Fare fece Tornare torn lasciare lasci si accorse accorgersi andare and

Si disper disperarsi si rallegr rallegrarsi

CONDIZIONALE (Presente) Modo del Verbo che modifica a desiderio laffermazione contenuta in una frase. Vorrei un paio di scarpe Oppure, nellambito del periodo ipotetico, sottomette laffermazione alla condizione espressa nella proposizione dipendente: Se potessi, verrei. Se si presenta, lo scaccio. 72

Verbi regolari: cambiare cambie + + leggere legge + + partire parti + + rei resti rebbe remmo reste remmo

73

Verbi irregolari (alcuni):

avere essere andare dare fare stare bere dovere potere rimanere sapere vivere volere dire venire

av sa and da fa sta ber dov pot rimar sap viv vor dir ver

rei resti rebbe remmo reste rebbero

I VERBI DIFETTIVI Prdere (dare prurito) si usa solo la 3a persona singolare e plurale dei tempi semplici, tranne il passato Solre (essere solito) es.: io sono slito fare sport 74

Vrtere

(riferirsi) si usa solo la 3a persona singolare e plurale

VERBO FARE Si usa molto spesso, al posto di altri verbi (come il TO GET in inglese) Esempi: Faccio del mio meglio. Ecco fatto. Fare il caff/t. Fare la doccia/il bagno. 7+7 fa 14. Mia sorella fa linsegnante. Che tempo fa?

Fa molto caldo/freddo.

Questo posto non fa per me. Che cosa hai fatto?

Mi sono fatta le mani.

VERBO STARE Che cosa stai facendo? Stai bene? Dove stai? Cosa stai facendo?

Sto studiando. S, sto bene, grazie. E tu? Sto a casa. Faccio il caff.

VERBO DOVERE (essere costretto) Devo studiare di pi, se voglio essere promosso. Devo andare a scuola tutti i giorni se voglio imparare. 75

Sto male, devo andare dal dottore. Sono dovuto partire perch la loro madre era malata. Sono dovuti andare in Questura a ritirare il passaporto. Abbiamo dovuto firmare il contratto, anche se non eravamo daccordo.

IL VERBO VOLERE (esprimere volont propria) Volere potere (Shakespeare). Se voglio, posso imparare a parlare bene la lingua italiana. Voglio parlare bene litaliano cos far felice la mia insegnante.

IL VERBO POTERE (avere la possibilit chiedere permesso impedimento) Posso entrare? Prego, entra. Se voglio posso imparare qualsiasi cosa. Questa sera non posso venire perch ho la febbre. I tuoi amici non possono venire perch i loro genitori non danno loro il permesso. Hai potuto portare qui tua moglie perch ha presentato i documenti in tempo.

76

VERBI e VERBI CONTRARI cominciare/finire nascere/morire apparire/scomparire dormire/stare sveglio assolvere/condannare muoversi/stare fermo mettere/togliere comperare/vendere aprire/chiudere fare/disfare mentire/dire la verit apparecchiare/sparecchiare aprire/chiudere ridere/piangere sorridere/essere serio sedersi/alzarsi salire/scendere benedire/maledire fiorire/sfiorire accendere/spegnere costruire/abbattere prendere/lasciare parlare/tacere tenere/lasciare

FRASI CON I VERBI: Dormire Dormirebbero, se non fosse cos caldo. I bimbi stanno dormendo come angioletti. Loro hanno dormito tutta la notte. Sono stanchi, dormiranno per tutta la durata del viaggio. Giocare Tutti i bambini giocano a palla. Loro stanno giocando in giardino con i loro amichetti. I miei bambini hanno giocato tutto il giorno ed ora sono stanchi morti e sporchi dalla testa ai piedi.

77

I nostri bambini giocheranno senza farsi male perch ora conoscono bene questi giochi e poi noi li controlliamo da vicino. I nostri figli se non dovessero anche studiare, giocherebbero sempre. Mangiare Stai mangiando con le mani, non da persona educata. Mangerai la carne solo se ci sar anche il dolce, vero? Mangeresti solo e sempre pesce. Ti piace proprio tanto, eh? Mangiate solo la frutta, come mai? Hai mangiato tutta la carne! Bravo! Saltare Saltate sempre con la corda, vi piace, vero? State saltando gli scalini a due a due. Attenti a non cadere! Avete saltato la lezione di storia. Se continuate cos, sarete bocciati. Siete stati cattivi. Oggi salterete il pranzo. Parlare Parlate tutti italiano, bravi! Stanno parlando litaliano abbastanza bene. Abbiamo parlato con lui. Verr. Promettiamo di parlare solo in italiano. Faremo felice Meris. Suonare Mi piacerebbe molto saper suonare il pianoforte. E a te? Io preferisco suonare la chitarra. 78

Stare Stare con i piedi per terra, vuol dire non sognare. Dove stai? Sto in cucina. Stare a letto. Stare a casa. Dovere Nella vita devi sempre essere ottimista. Cerca di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno. Sentirsi Lui si sempre sentito bello e giovane. Ho sentito suonare il campanello. Sapere Sapete che la terra rotonda? Sai come si chiama? S, si chiama Nguyen. Frasi varie La volont pu far fare tutto. Come dice Shakespeare: Volere potere. Camminate a piedi lentamente, godendo cos della natura e guardando le vetrine. Guardate! Il cielo pieno di nuvole. Osservate la bellezza dei fiori che sbocciano. In linea di massima va bene. Ma se migliorate meglio. C chi traduce bene ma non riesce a parlare italiano. 79

Quando uno di voi sta scrivendo alla lavagna, gli altri non devono suggerire. Salire le scale / Scendere le scale Correre veloce / Rallentare piano piano Passeggiare per la strada. Guardare le vetrine dei negozi. Di che anno sei? Sono del 1948. Rispondi al telefono, sta suonando. Ci vediamo fra 1 ora a Piazza Venezia. Vai a dormire, tardi. Al mercato c tanta gente. Comincia la Scuola Media. Ha 11 anni. un uomo privo di volont. Questa lagenda del 2008, non di questanno.

IL VERBO PIACERE (Irregolare) Piaccio piaci piace piacciamo piacete piacciono Piacqui piacesti piacque piacemmo piaceste piacquero Piacer piacerai piacer piaceremo piacerete piaceranno Piacerei - piaceresti - piacerebbe - piaceremmo - piacereste piacerebbero Piacendo - Piaciuto Piacevo piacevi piaceva piacevamo piacevate piacevano 80

Frasi ed esempi: Non gli mai piaciuta la carne. Mi piace molto quel quadro. Fai pure quello che pi ti piace. Lui fa sempre come gli pare e piace. Mi piaciuto come si difeso. Non le piacciono i pettegoli. A loro piace quella ragazza. A lei piacciono i dolci. A lui piacciono i salatini. A Dio piacendo, ci sposeremo in ottobre. Mi piacerebbe imparare la lingua araba. Ma molto difficile anche se bella. Voglio farti vedere un vestito. Se ti piacer, te lo regaler.

FRASI CON IL SI Si sta bene allombra quando fa caldo. AllAmbasciata si parla vietnamita, francese, inglese e italiano. Durante le ferie si pu andare al mare o in montagna. A Capodanno si usa brindare con lo spumante. Negli Uffici Pubblici si fa la fila. Non si telefona spesso ai figli per non farli sentire controllati. Le lingue straniere si devono parlare, altrimenti si dimenticano. 81

Si pensa che i soldi facciano la felicit, ma non vero. Si dice donna ma si legge danno. Nei momenti di relax si legge un libro. Ai figli si perdona sempre. Loro si sono scusati per essere arrivati in ritardo. Quando fa caldo si vuole bere e bere. In estate si mangia leggero. La vendetta si gusta fredda. Negli alberghi famosi si spende molto. Per viaggiare in autobus si paga il biglietto. La torta-gelato si ordina 2 giorni prima.

I VERBI Il Modo Indicativo esprime: la constatazione Il Modo Congiuntivo indica: la possibilit la volont lirrealt Il Tempo Passato Remoto indica: 1) una azione momentanea 2) un avvenimento anteriore nel tempo rispetto a chi parla. Lontano nel tempo con una sfumatura di favoloso. Il Tempo Condizionale rende laffermazione contenuta in una frase come un desiderio Il Tempo Imperfetto indica lazione che dura nel passato. 82

Il Tempo Imperativo esprime: un comando, un ordine, un invito, un suggerimento, una preghiera. Il Tempo Passato Prossimo indica un avvenimento anteriore nel tempo rispetto a chi parla.

83

I NUMERI Gli aggettivi numerali cardinali indicano la quantit numerica delle cose di cui si parla. Sono invariabili ad eccezione di UNO che, al femminile, diventa UNA, e di MILLE che, al plurale, diventa MILA. MILIONE e MILIARDO sono nomi ed hanno il plurale (MILIONI e MILIARDI). I numeri cardinali si scrivono in cifre nei calcoli matematici, nei testi scientifici, nelle tabelle in genere, nelle misure e nelle cifre elevate. Negli altri casi si scrivono in lettere. I numeri cardinali si possono usare come veri e propri sostantivi. Es.: Il tredici un numero fortunato. Gli aggettivi numerali ordinali indicano la posizione che una persona o una cosa occupano in una successione numerica. Si scrivono in lettere, in cifre romane o in cifre arabe. Es.: quinto V 5. Laggettivo ordinale si pone prima del nome. Es.: la seconda generazione Si pone dopo: - con i nomi di Re, Papi e altri simili. Es.: Gugliemo I (primo) Anche gli ordinali possono assumere la forma sostantivata: Es.: partire in quarta.

I numeri moltiplicativi Essi indicano quante volte stata moltiplicata una quantit. Es.: doppio, triplo, quadruplo. Ma anche: duplice, triplice, quadruplice. 84

Numeri Arabi 1 2 3 4 5 I Numeri Cardinali no si ndici sdici ventno ventisi quaranta novanta trecento de stte ddici diciasstte ventide ventistte cinquanta cento mille tr tto trdici diciotto ventritr venttto sessanta centouno duemila quttro nve quattordici diciannve ventiquttro ventinve settanta centodieci un milione cnque dici qundici vnti venticnque trnta ottanta duecento un miliardo Romani I II III IV V Cardinali Uno Due Tre Quattro Cinque Ordinali Primo Secondo Terzo Quarto Quinto

85

I Numeri Ordinali il Primo il Sesto lUndicesimo il Secondo il Settimo il Dodicesimo il novantanovesimo il Terzo lOttavo il Tredicesimo il Centesimo il Quarto il Nono il Ventesimo il Millesimo il Quinto il Decimo il Trentesimo

LE PREPOSIZIONI ARTICOLATE

il a di da con per in su tra/fra al del dal con il per il nel sul fra il

lo allo dello dallo con lo per lo nello sullo fra lo

la alla della dalla con la per la nella sulla fra la

l all dell dall con l per l nell sull fra l

i ai dei dai con i per i nei sui fra i

gli agli degli dagli con gli per gli negli sugli fra gli

le alle delle dalle con le per le nelle sulle fra le

86

FRASI CON PREPOSIZIONI Spero di avere da te qualche consiglio su ci che devo fare. Abbiamo avuto un sole splendido per tutta la giornata. Devi portare i documenti a Ha. Non mi aspettavo da Lei un simile scherzo. Lidraulico era accompagnato da un giovane autista. difficile trovare un punto di incontro fra di noi. Non ti sento pi, ti sei dimenticato di me? Parto ora da Mosca per andare a trovare mia madre. Conto su di te per risolvere quel problema. Eravamo in tanti alla sua festa di compleanno. Ho comperato i pomodori da Nga, la fruttivendola che ha il negozio qui vicino. Nha disse che nel prezzo era compreso il viaggio in aereo. Chi arriva con la macchina di Hai. Metti i libri su quello scaffale, per favore. Il carattere di quella ragazza molto difficile. Mio fratello arriva fra mezzora da Amsterdam. Vuoi un passaggio? No, grazie. Preferisco andare a piedi. Il ristorante ad unora da qui. Lautobus era pieno. Cos ho fatto tutto il viaggio in piedi. Sai se stato fissato il giorno per la riunione? Il lavoro del padre di Huong molto interessante. 87

Regaliamo una bicicletta alla sorella di Chi. Il telefono dellufficio sempre occupato! I rami degli alberi sono secchi. Esco sempre alle sei di sera. Il figlio della Signora Chi va alla stazione con lautobus. Conosci la fine del romanzo? Lauto della moglie di Thanh nuova. La moglie del barista va in spiaggia con le amiche. La cuoca del ristorante conosce le ricette della torta di fragole. Domani andremo allo stadio per vedere la partita di calcio. Non andare da Huong a mani vuote. Portale almeno una scatola di cioccolatini o un mazzo di fiori. Quando la mamma esce di casa, i bambini mettono tutto in disordine. Ho regalato un orologio doro al mio fidanzato per il suo compleanno. Ieri sera siamo rimasti a lungo dai nostri amici a parlare di politica. Chi stata molto gentile con noi. Invitiamola a cena nel miglior ristorante della citt. Oggi non ho niente da fare. Voglio andare in giro per le vie del centro. Il medico ha ordinato a mia zia di mangiare di meno. Il nostro amico ha un sacco di soldi. Ha comprato un appartamento da 500.000 euro. Non posso comprare niente da mangiare. Ho problemi di linea. Il treno proveniente da Milano viaggia con 30 minuti di ritardo. 88

Lo studente seduto al primo banco viene da una piccola citt dellAustria. Prima di andare in piscina devo comprare il costume da bagno. Preferisco passare le vacanze al mare piuttosto che in montagna. Partir per Parigi con il treno delle 12. Ho lasciato lauto nel parcheggio dellUniversit. Andiamo in centro a vedere le vetrine dei negozi. Sono andato dal tabaccaio per comprare un pacchetto di sigarette. Gli studenti vengono allUniversit a piedi. Domani sera Nga verr da te per guardare la televisione. La sua si rotta. Lei ha portato un mazzo di fiori a sua madre. Dalla finestra della mia camera vedo i tetti delle case. Hai andato a mangiare con suo fratello e poi andato dal sarto. Questa pianta molto rara, viene dallAfrica. Vado un attimo in cucina. Da grande sar pilota di Formula 1. Ho sentito dal direttore che vuoi cambiare lavoro. gi pronta la mia tuta da lavoro? Questo film veramente da vedere. Di solito non uso il motorino e vado a piedi. Voi che cosa fareste al mio posto? Dove hai messo gli occhiali da vista? 89

Questestate andiamo a Bruxelles. Noi invece andiamo a Barcellona in Catalogna. Lanno scorso siamo andati a Lisbona in Portogallo. Lanno prossimo andremo a Pechino, in Cina. Nostra zia negli Stati Uniti. Noi andiamo a scuola in bicicletta. I nostri amici vanno a scuola in treno. La sera preferisco stare a casa. Questo il mio libro di matematica e quellaltro il mio libro di storia. La mia professoressa di francese viene da Milano. Tu di dove sei? Sono di Londra. Da dove vieni? Vengo da Palermo. La sera esco di casa alle nove. Di solito mangio in cucina e guardo la TV in salotto. Preferisco fare spese in centro. Stasera ci vediamo alle 10 in Piazza? Quando ho bisogno di soldi, vado in banca. Quando abbiamo bisogno di pregare, invece, andiamo in chiesa.

FRASI CON: LO NE CI CE SI LA - LI LE GLI - MI ME TI TE - LORO La mia bicicletta nuova. La tua non lo . Non facile, ma devi farcela. 90

Glielo hai dato il mio libro? S, ti assicuro che glielo ho dato. Ma non ha neppure ringraziato. Ci piacciono molto i film damore. Lui stato bocciato, glielo hanno detto ieri. Due miei amici non vanno mai a teatro. A loro non piace. Lui non sa rispondere: vediamo se me lo sai dire tu. I gatti, qualcuno li ama molto. Altri, amano di pi i cani. Sono stata da mia zia e le ho portato una scatola di dolci. Qualcuno ti cerca. Rispondigli. Qualcuno ha bussato. Aprigli. tanto comodo andare in treno. Perch tu non ci vai? Lui ha poco coraggio. Lei ne ha molto. Lo capisci che se non fumi stai meglio? Verr con te, se mi vuoi. uscito di casa. Lo hai visto? Quel libro colorato di rosso. Ti piace? Sono quasi morto di noia. Meno male che sei arrivata tu in tempo. Mi hai salvato. Se tieni ai tuoi libri, tienili ordinati. Non ho tempo ora, parliamone domani. Prima, le caramelle non potevi masticarle. Ora puoi farlo. Le voglio bene, anche se non ci vediamo troppo spesso. Suo figlio ha gli esami domani. Ce la metter tutta. Far del suo meglio. 91

Te la fai sotto dalla paura quando guardi un film pauroso, vero? Stringiamoci la mano e facciamo la pace. I nuovi arrivati devono stare 3 anni in Italia. A maggior ragione debbono imparare la lingua italiana. Lo so che hai dei problemi seri. Stringi i denti e tira avanti. Se vuoi vincere, non mostrare il fianco. Ma smettila di parlare forbito per fare scena. Parla come mangi! Ti hanno invitato a passare le vacanze a casa loro come ospite. Prendi la palla al balzo! Che cosa ci mantiene in forma? Lentusiasmo! un piacere rivederLa. Il piacere mio. Sono pronta ad affrontare tutti i problemi che mi trovo di fronte. Noi gli chiedemmo come stava e lui ci rispose sorridendo. Sei proprio una testona! Non capisci unacca (h)! Ho fatto una battuta ma lui se l presa. Il bambino geloso e fa i capricci. Ci ha detto che andr in Africa. Ma questa non la beviamo! Domani hai gli esami, vero? Allora, in bocca al lupo! R. Crepi! Quello che lei ha detto non mi fa n caldo n freddo. Siamo in Canada. Fa un freddo cane! Cosa ti sei messa in testa? Che sei riccia? Prima dice che viene e poi fa marcia indietro. Voleva avere ragione lui ma, in realt, aveva torto marcio. 92

Quando un figlio lontano, una madre diventa matta se non ha notizie. Lei va matta per i dolci con la crema. Finalmente lui ha maturato la sua decisione di sposarsi. Se la memoria non mi inganna, tu ora hai 43 anni, vero? Quando gli chiedi aiuto, lui fa sempre orecchie da mercante. La mamma ci ha fatto la torta. Facciamo a met, daccordo? Non la sopportava pi. Le ha detto che voleva divorziare e lha fatto. Detto fatto! Lei proprio pesante! Cerca sempre il pelo nelluovo. Hai sentito cosa ha detto? Sono senza parole! La favola di cui ci hai parlato proprio grossa. Raccontala a qualcun altro! Anche se discute con qualcuno, lui poi non serba rancore. Lei ha proprio un brutto carattere. Non la reggo pi! Ha lavorato tanto oggi e non si regge pi dalla stanchezza! Lui ha un brutto carattere e quando voglio parlargli non so mai come regolarmi. Lei ora ride perch pensa di essere stata furba. Ma, ride bene chi ride ultimo! Ti impicci sempre. Questo non ti riguarda. Il bambino fa le smorfie e al pap scappa da ridere! I nostri amici raccontano delle barzellette e ci fanno sempre crepare dalle risate! 93

Quello che lui ti ha detto non lo riferire a lei. Acqua in bocca! Non mi ricordo la traduzione in vietnamita di questa frase. Come si dice? E come si pronuncia? Quel bambino molto vivace. Sembra che abbia il diavolo addosso. Lasciami stare. Sono nervosa. Non aria! Non il caso! Non opportuno!

Suo figlio ha promesso che dora in avanti sar pi buono. Lui ha promesso che da questo momento in poi sar pi educato con i genitori. I buoni e i cattivi sono ovunque. Tutto il mondo paese! Gli ho creduto. Ho fatto uno sbaglio. Ho girato a destra anzich a sinistra. Mi sono sbagliata.

LE PREPOSIZIONI

DI
Di che anno sei?

Del 1948.
Di che cosa fatto il tavolo?

Di legno.
Il libro di storia non lho trovato.

Mi presti il tuo?
Esci di casa. 94

Di notte dorme poco. Suo figlio cresce di ora in ora. Sei un uomo di carattere. La loro casa piena di mobili. Lui un uomo privo di volont. Parliamo della nostra famiglia. Tre di voi devono firmare. Lui pi alto di te. Un albero di 10 metri. una ragazza di 15 anni. Questo costa di pi. La pentola di acciaio. Ti piace la musica di Chopin? Ha perso il controllo dellauto. un gioco di squadra. Facciamo di tutto per farlo felice. Farei di tutto per farlo contento. Non me la sento di uscire stasera. Trattamento di bellezza. Va di male in peggio. Va di bene in meglio. Approfitta di questa magnifica offerta. Ride di gusto. 95

Alla Camera stato chiesto il voto di fiducia. passato per 50 voti. A meno di 10 euro allora lei non lavora. Il bimbo ha 39 e mezzo di febbre. Di citt in citt. Di che cosa avete parlato tutto il pomeriggio? Un libro di storia. Il tramonto del sole. / I lacci delle scarpe. Una ragazza di 12 anni. (et) Un uomo pieno di soldi. (abbondanza) Un pollo di 2 Kg. (peso) Una superstrada di 65 km. (misura) Un anello doro / Una collana di perle / Un tavolo di legno. (materia) Si alzato di cattivo umore. (modo e maniera) Il treno si fermato di botto. (modo e maniera) Morire di rabbia / Morire di spavento (causa) Di venti in venti (distribuzione). = specificazione

A
Sono stata (stare) a casa / teatro / scuola / Venezia / spasso fare un giro in centro / vedere i negozi passeggio / ballare al alla cinema / mercato / ristorante / mare mostra / festa 96

allo Sono andato (andare) Frasi A chi vuoi bene? Ai miei figli. Vai a dormire, tardi. Al mercato c tanta gente A domani. A presto. A gioved. A destra. A sinistra. tutto a posto? Questo libro lo regalo a Nha. Vado a piedi. Leggere a voce alta. Viviamo a Firenze. Andiamo a Palermo. Partire allalba. A parole, fa tutto lui. Abita a 100 metri dal paese. a

stadio

giocare a pallone

Ha cominciato gli studi a 6 anni. Lho comprato a buon mercato. 97

Davanti a Dietro a Costa 100 euro al metro quadro. Rispondi al telefono, sta suonando La mia auto va a benzina, la tua a metano, la sua a gasolio. Quando sei a casa? Vorrei venirti a trovare. Inter-Juventus: 2 a 2 A questo punto. A un certo punto. Torna a Sorrento. Ritorna a casa, tardi. Passa a Vodafone. Il latte andato a male. Se passi a Tim parli con soli 12 euro al mese. Costa solo 8 euro lora. Girare a destra / a sinistra. In estate andremo al mare. Dare una ricompensa a qualcuno. Lui risiede a Milano. Ci vediamo alle 5 (di tempo determinazione) Si sposa a 30 anni (di et) Uscire a passeggio. 98

Testimoniare a favore = (fine o scopo) Vestivo alla moda. (modo o maniera) A dire il vero, non ci credo affatto. (frasi condizionale) Accanto a me. A precipizio. A mano a mano. Alla rinfusa. Alla buona. (aggiunto a verbi forma locuzione)

DA
Sono andata da Nguyen. Sei venuta da me. andato da lui. Siamo andati da zia Ha. Siete andati da loro. Sono andati da Hai - dal parrucchiere Frasi Si comporta da figlia. Lo conosco da quando era studente. Il cane trema dal freddo. Lei ammirata da tutti. 99 - dal dentista - dal fruttivendolo

Dove andata? dal dottore. Da dove vieni? Vengo dal Viet Nam. Le Alpi dividono lItalia dalla Francia. Abitano qui da 10 anni. cieco da un occhio. Qual tua figlia? Quella dai capelli neri. Prenota una stanza dal 10 al 15 agosto. Dalla Valle dAosta alla Sicilia ci sono 22 regioni. Dal mio punto di vista. Sar a cena dagli zii. Ti aspetto dal parrucchiere (stato in luogo) Non dipende da lui. Battere i denti dal freddo (causa) Una ragazza dai capelli rossi (qualit) Un oggetto da poco. Un quaderno da 2 euro (stima o prezzo) Lo tratta da amico (modo o maniera)

Libro da leggere Uova da bere Macchina da scrivere Sala da ballo. 100 Locuzioni di origine verbale

C tanto rumore da impazzire. C una tale confusione da perdere la testa. (proposizione consecutiva)

IN
Lui arriva in bicicletta. Guarda in alto, c il sole. Cammini troppo in fretta. Parla in modo che ti sentano. Lo faccio in tuo onore. Abitiamo in citt. In centro si va a piedi. Hai fatto il compito?

No, lo finisco in una settimana.

Posti in piedi ed a sedere. Questo un cancello in ferro battuto. Lui esperto in geografia. Vi tiene in grande considerazione. La multa si paga solo in denaro contante. In compagnia di In seguito a In virt di In gi. In su. In fondo. 101

In breve. In fretta e furia. In quanto Nel caso che Avverbi: insomma infatti invano invece

In quale mese sei nato? In alto. In basso. In su. In gi. Guarda su, c la luna. In Viet Nam si parla vietnamita.

In agosto.

Il treno delle 5 in ritardo/in anticipo. Sei in punizione. Non esci per 10 giorni. Il film viene presentato in anteprima assoluta. Sei ancora in vestaglia. Come mai? Ti sei alzata da poco? Lo specchio si rotto in mille pezzi. La casa in campagna. Ho parenti in Sicilia. Non ho nessuna fiducia in quelluomo. E appena entrato in Chiesa. Hai messo il cappotto nellarmadio? Nella pianura scorre il fiume. 102

Di cinque in cinque. Sono nata nel 1948. In autunno molti alberi perdono le foglie. La conferenza avr luogo nel mese di agosto. Sono pronte le scarpe? Vivere in pace. Lavorare in silenzio. Camminare in punta di piedi. Vestire in grigio. Parlare in inglese. Riso in bianco. Maria Rossi in Giannini. (Sposata. Giannini il cognome del marito) Viaggiare in nave, treno, aereo. Descrivi la situazione in poche parole. Pagare in contanti. Lei si laureata in Lettere. Oggetti in bronzo. Brindisi in onore della sposa. Lo tiene in grande considerazione. Andare in discoteca pizzeria piscina palestra campagna ospedale montagna Davanti a nome e aggettivi, li nega abile = inabile 103

No.

Allora ripasser in mattinata.

CON
Scrivere con la penna. Comportarsi con dignit. Con questa pioggia non esco. arrivato con Fabio. Ha mangiato la zuppa con il cucchiaio. Il mio libro stato scambiato con un altro. un bimbo con gli occhi chiari. Con tante promesse, non risolvi nulla. uscito di casa con la moglie. Verr anchio con te. Con chi sei stato? Cammina col bastone. giusto con tutti. Un panino con burro e acciughe. La signora con il vestito grigio. sposato con una vietnamita. Ha litigato con la sorella. Prendersela con chi non ha colpa. Con il l lo i gli le

Con chi hai appuntamento? Devo parlare con lei. in casa?

Con Huong.

104

Stiro con il ferro a vapore. Questa una doccia con gli scarichi lenti. Il pane si fa con lacqua, la farina, il frumento e il sale. Mangi solo la pasta con il sugo. Vettura con 6 posti. Camera con vista sul mare. Mi ha risposto con una cartolina. Bloccare la palla con le mani. Lavorare la terra con laratro. Te lo auguro con tutto il cuore. Studiare con attenzione. Rispondere con gentilezza. Rimanere con le bracci conserte. Una signorina con i capelli neri. Con questa pioggia impossibile uscire. Con il peso della neve il tetto crollato. Con lautunno le rondini se ne vanno. Una chiesa con una fontana di fronte. Va sempre in giro con una pistola in tasca. Con tutti i tuoi difetti, rimani sempre il migliore. Con il freddo che fa, uscito senza giacca. Con i ma ed i se non si risolve nulla. Lo faccio con piacere. 105

Con voi sto bene.

SU
SU indica un punto SOPRA indica una superficie Sul far del giorno. Sul calar della sera. Cosa c sulla tavola? I bambini giocano sul tappeto. Sulla gonna grigia lei ha messo una maglia rossa. La struttura poggia su una base di cemento. Fate conto sulla sua collaborazione. Posso contare su di te? Commettere errori su errori. Mi ha tenuto tutto il giorno sulle spine. LInghilterra ha esercitato il suo domnio su molti paesi. Metti quei fiori sul tavolo. Salite su quel terrazzo. Il lupo balzato sulla preda. Scarica tutte le sue colpe sul collega. La polizia ha sparato sugli scioperanti. La pioggia picchia sui vetri. Le finestre si affacciano sul fiume. Puoi venire sul mezzogiorno. (Verso le 12) 106

Mettere laccento su una questione. Sul fare del giorno. Sul calar del sole. Sul momento non ho saputo cosa rispondere. Lattesa durata sui 20 minuti. Ho scritto un libro sulla storia di Roma. Il Consiglio dei Ministri ha discusso a lungo sulla situazione economica. Lavorare su ordinazione. Confezionare su commissione. Scarpe su misura. Parla sul serio. Ti credo sulla parola. Dipinto a olio su tela. Incisione su rame. Ricamo su seta. Un vecchio sulla ottantina. Pesi sui 70 kg. Il costo di quella casa sui 300 mila euro. Perch non vieni su con me? Le azioni vanno su. Il bambino viene su bene. Ha tanti figli da tirar su. Non c niente che possa tirarmi su. 107

Non va n su n gi. Suppergi (allincirca). Dai 18 anni in su. Dai 10 euro in su. Da Napoli in su. Il sole brilla su di noi.

PER
Il libro che ho scritto te lo mando per posta. Lo fa solo per soldi. Tremo per il freddo Tutti lo apprezzano per la sua intelligenza. Prese per moglie una tedesca. Lo faccio per te. Lo hanno preso per un ladro. Rispondo io per te. Uno per volta. Parto per Roma. Mese per mese. Moltiplicato per 3. Per favore, invitalo per domani. Dividere per due. Piover per tre giorni. Loro sono superiori per impegno. 108

Vado in campagna per riposare. Continua per 1 km e troverai il bar. Per ora. Peraltro. Vendo il mio motorino per poco. Tre per tre fa nove. E stato condannato per furto. Lo faccio per te. Il conto corrente rende il 3 per cento. Dopodomani partir per Milano. Hai lavato per terra? Per lui importante studiare. Passeggiamo per la citt. Per me va bene. E per te? Sta per piovere. Andresti per favore in farmacia a comprare delle medicine per me? Per sempre. Per una settimana non esci, sei in punizione. La legge passata per 50 voti. Cercare per mare e per terra. Ha una grande passione per la musica. E piovuto per 3 giorni di seguito. Non lo dimenticher per tutta la vita. 109

E tutto bagnato per la pioggia. Ricevere un pacco per posta. Ho chiesto uninformazione per telefono. Lho detto per scherzo. Chiamare per ordine alfabetico. Correre per 20 km. E un tratto di mare che si estende per diversi km. Lho avuto per 50 euro. C una lettera per te. Hanno comprato una maglietta per la Se non viene, tanto peggio per lui. Quella donna non fa per te.

Per

seguito dal verbo

stare o essere

Sta per piovere - era l l (stava) per cadere Sta per arrivare

TRA FRA
Tra me e te non c pi nulla, n amore n amicizia. Tra di noi c un abisso. E il pi studioso fra di noi. Fra tre mesi. Fra tutti. Lincidente accaduto fra il quinto ed il sesto km della Via Salaria. 110

Lecco si trova fra Milano e Bergamo. Perdersi tra la folla. Inoltrarsi tra gli alberi del bosco. Il sole fa capolino tra le nuvole. E nato fra il 1250 e il 1260. Ci vediamo tra le 18 e le 19. Tra oggi e domani bisogna prendere una decisione. Partir tra 2 giorni. Tra Roma e Firenze ci sono 300 km circa. E il migliore fra tutti. Il Papa si fa promotore della pace fra i popoli. Tra di noi due c solo amicizia. Borbotta tra i denti. Trascorre il suo tempo tra lo studio e la famiglia. Tra una chiacchiera e laltra, si fatto tardi. Tra una cosa e laltra non so pi dove mettere le mani. Tra un spesa e laltra, lui rimasto al verde. Tra breve (tra non molto, presto). Tra laltro (inoltre). Sia detto fra noi (in confidenza). Tra pochi mesi il Tt. Tra di loro si capiscono bene. Ci vediamo fra 1 ora, fra luna e luna e mezzo. 111

Se in italiano abbiamo la parola adatta, preferiamo quella al posto dellaltra della lingua straniera. Es.: abat-jour = paralume

A Es.:

davanti a vocale diventa

AN

anarchia analcolico analgesico anonimo

per formare i verbi raddoppia la consonante attirare = a + tirare aggiungere = a + giungere

accorrere = a + correre apporre = a + porre attestare = a + testare

davanti a vocale

AD

adornare = ad + ornare abbindolare (ingannare) (figurato) abitno (abito piccolo) bitino (abitare) aborigeno (AB + origine = dallinizio (latino)

GIA ANCORA - NON ANCORA Lho gi fatto Mi piace ancra Non lho ancra fatto

112

CERA CERANO Cera un ragazzo Cera un albero Cerano due ragazzi Cerano molti alberi

COMPOSIZIONE DELLE PAROLE La lingua italiana composta da parole derivanti dal latino e dal greco. RADICE + DESINENZA RADICE + SUFFISSO + DESINENZA PREFISSO + RADICE + SUFFISSO + DESINENZA

SUFFISSI SUFFISSO ALGA CIDA COLO SIGNIFICATO dolore che uccide Della coltivazione COLTORE CRAZIA DIPENDENTE FERO FILA Che coltiva Potere Che dipende Che porta Passione / simpatia / Agricoltore Democrazia (demo = popolo) Teledipendente tossicodipendente Mammifero Emofilia (no coagulazione) Emorragia bibliofilia 113 ESEMPI Nevralgia, sciatalgia Suicida liberticida Agricolo

affinit FILO FOBO Che ama che ha paura, odio FUGO GRAFA Che fugge Scrittura Centrifugo Geografia ( terra = geos) Ortografia (orto = modo) Ecografia (eco = ambiente) GRAFO GRAMMA Che scrive Scritto Telegrafo autografo Telegramma encefalogramma (encefalo = testa) LOGA
Scienza/discorso

Francofilo Xenofobo (xeno = straniero)

Ecologia, biologia (bios = vita) Teologia (teos = dio)

LOGO MANE

Studioso Maniaco di

Teologo geologo biologo Megalomane (megalos = grande) Tossicomane (toxicos = droga)

MANA METRO

Fissazione Che misura

Rockmania videomania Termometro (calore = termo) Cronometro (tempo = cronos)

PATA SCPIO

Sofferenza Che vede

Cardiopatia (cardio = cuore) Telescopio (tele = da lontano) Microscopio (micro = piccolo) 114

TECA

Deposito/raccolta

Biblioteca (biblios = libro) Discoteca (disco = musica)

VORO

Che mangia

Carnivoro (carne) Onnivoro (animale e vegetale) Erbivoro (erbe)

Altri SUFFISSI aio mente ano ese igiano ino alga archa arca cidio cida crazia crate dotto faga fago indica una professione (macellaio fioraio) forma gli avverbi di modo (lentamente gentilmente) indica residenza e provenienza (toscano milanese valligiano perugino) dolore (nevralgia sciatalgia) comando (monarchia) patriarca che uccide (omicidio) fratricida potere (aristocrazia) burocrate che conduce (oleodotto) il mangiare (aerofagia) antropofago 115

fila filo foba fona fono fugo grafa grafo iatra iatra loga logo metro peda scopa scopio

amore, passione (esterofilia) bibliofilo paura (claustrofobia) suono (stereofonia) telefono che fugge (ignifugo) scrittura (calligrafia) cronografo medico, cura (odontoiatra) pediatra scienze (metodologia) grafologo misura (cronometro) educazione (logopeda) visione (grastroscopa) (telescopio)

Suffissi che alterano i nomi, gli aggettivi, i verbi e gli avverbi: I Nomi Diminutivi ino etto icella gatto tempio nave gattino tempietto navicella 116

ella iccilo Spregiativi accia astro azzo uncolo Vezzeggiativi olo uccio chiotto Accrescitivi one accine Che alterano i Verbi acchiare ottare uzzare erellare ucolare Che alterano gli Aggettivi Diminutivi ino etto icello Accrescitivi one

povera porto casa poeta amore uomo figlio tempo volpe cavallo uomo

poverella porticcilo casaccia poetastro amorazzo omuncolo figliolo tempuccio volpacchiotto cavallone omaccine

rubare parlare tagliare cantare piangere

rubacchiare parlottare tagliuzzare canterellare piagnucolare

stupido furbo grande ricco

stupidino furbetto grandicello riccone 117

acchione accione Vezzeggiativi uccio otto acchiotto Spregiativi accio uccio etto Che alterano gli Avverbi Diminutivi ino uccio etto Accrescitivi one

furbo buono caro pieno furbo vecchio male poco

furbacchione bonaccione caruccio pienotto furbacchiotto vecchiaccio maluccio pochetto

bene male poco bene

benino maluccio pochetto benone

Precisazioni: I suffissi vengono usati per alterare il significato delle parole, per cambiarlo in parte, o per esprimere sottili sfumature. Es.: CASA = CASINA piccola (diminutivo) CASUCCIA piccola, povera, graziosa (vezzeggiativo) CASETTA piccola, graziosa (vezzeggiativo) CASONA grande (accrescitivo) CASACCIA grande e spregevole (accrescitivo)

118

Prefisso

1) preposizioni semplici 2) di origine greca o latina

Sono moltissimi. Questi sono i pi importanti e significativi: PREFISSO ANTE ANTI ANTI AUTO SIGNIFICATO prima Contro Davanti S stesso ESEMPI Anteprima - antefatto Antifascista antifurto Anticamera antipasto Autogoverno autodisciplina BI BIO CIS CONTRA COSMO CRIPTO o CRITTO CRONO ECO ENDO ESO EURO EXTRA Tempo Ambiente Dentro Fuori Europeo Fuori da Cronometro cronologico Ecologia ecosistema Endocarpo (polso) endometro Esotermico esoscheletro Eurodeputato europarlamentare Extracomunitario extraterrestre 119 Due, due volte Vita Al di qua Contro Mondo Nascosto Bilingue bisillaba bilaterale Biologia biosfera Cisgiordania cisalpino Contrapporre contraccambiare Cosmonauta cosmopolita Criptolinguaggio crittografia autodifesa

MACRO MEGA MICRO MONO MOTO MULTI NEO OLIGO

Grande Grande Piccolo Uno A motore Molto Nuovo Poco

Macroscopico Megaconcerto megatruffa Microscopio microrganismo Monoposto monopolio Motocross motociclista Multicolore multinazionale Neodirigente neonato Oligominerale (comandare) oligarchia

OMNI o OMNI OMO

Tutto Simile/uguale

Onnipotente onnivoro Omosessuale omotetia omologo omonimo

ORTO PALEO POLI PATO

Giusto Antico Molti Malattia

Ortografia ortopedico Paleocristiano paleolitico Polisportiva policlinico Patologia (origine, nascita) Patogeno (formazione, generazione)

POST PRE RADIO

Dopo Prima
Onde elettromagnetiche

Postcomunista postmoderno Prerivoluzionario preindustriale Radiofonico radiosveglia

RE

Di nuovo

Reinventare redistribuire 120

RETRO RI SUB SUPER TELE TERMO

Indietro Di nuovo Sotto Sopra Da lontano Calore

Retroattivo retroguardia Rifare rianimazione Subaffitto subacqueo Supermercato superdotato Televisione telecomando Termometro termonucleare termosifone

TRANS VIDEO

Al di l Riproduzione immagini

Transatlantico Videocassetta videoregistratore

ZOO

Animale

Zootecnica - zoologico

ALTRI PREFISSI a ad a an arci auto avam bis capo cata co con avan archi ha valore rafforzativo (affrontare) ha valore privativo (analfabeta) Indica superiorit (architetto, arcifelice) Su s stesso Indica precedenza (avamposto, avantreno) Doppio (biscotto) Chi comanda (capoluogo) Gi in basso (catacombe, catastrofico) Indica unione (cooperativo convenzionale) 121

contro de dis dis fono foto idro ill imm in inter intra intro ipo iper maxi mega micro mini meta omo para

Indica contrasto (contropartita) Indica allontanamento (decaffeinato degradare) Separazione (disonesto disgiungere) Malformazione (dislessia disfunzione) Voce, suono Luce (fotosintesi) Acqua (idromassaggio) Verso, dentro (illuminare immergere) Privazione, opposizione (inesatto infelice) Tra, in mezzo (internazionale intermezzo) Dentro (intramuscolo intromettersi) Sotto (ipocalorico) Sopra (ipercalorico) Grandissimo (maxischermo) Grande (megalomane) Piccolo (microscopico) Piccolissimo (minigonna) Oltre, dopo (metafisico) Uguale (omonimo) Presso, accanto (paramedico) Alterazione (paralisi) Che serve a riparare (paracadute parabrezza) 122

pseudo ri - re s

Ingannare, mentire, falso (pseudonimo) Ripetizione, valore, intermezzo (ripetere reiterare) Allontanamento, separazione, opposizione (sbarcare smontare spremere)

STESSA SCRITTURA, CON O SENZA ACCENTO, SIGNIFICATO DIVERSO

Da D Che Ch Fa F Ne N E Se Si S S

Preposizione Verbo dare, indicativo presente, 3a persona Pronome relativo Perch Verbo fare, indicativo presente, 3a persona Tanto tempo f Di questo, di quello pronome Non Congiunzione Verbo essere, indicativo presente, 3a persona Dubitativo pronome 3a persona Es.: s stesso Ok 123

Li L La L Te T Do D

Loro Avv. luogo Articolo femminile singolare Avverbio di luogo Pronome indiretto - 2a persona Bevanda Nota musicale Verbo dare, indicativo presente, 1a persona

Esempi: Non ne d n a te n a lui. Vuoi del t? A te piace vero?

Che ti prende? Perch non parli? Gli d la sua auto per andare a Roma. Quel giardino bello e grande. La sua amica seduta l. I tuoi fiori sono l e li guardo sempre. Se lui non pensa solo a s stesso meglio. Si vede che ti interessa, dici sempre di s. ABBREVIAZIONI a.C. ACLI AD avanti Cristo Ass. Cristiana dei Lavoratori Italiani Anno Domini (nellanno del Signore) 124

A.I. AIDO a.m. ANAS ANPI ANSA ASL BOT BTP CAF CAI C.A.P. C.C.I.A.A.

Aeronautica Italiana Associazione Italiana Donatori di Organi Ante meridiem (prima di mezzogiorno) Azienda Nazionale Autonoma delle Strade Associazione Nazionale Partigiani dItalia Agenzia Nazionale Stampa Associata Azienda Sanitaria Locale Buono Ordinario del Tesoro Buono del Tesoro Poliennale Centro di Assistenza Fiscale Club Alpino Italiano Codice di Avviamento Postale Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

CCT C.d.L. CENSIS CGIL CISL c.m. c/o CONFINDUSTRIA

Certificati di Credito del Tesoro Camera del Lavoro Centro Studi Investimenti Sociali Confederazione Generale Italiana del Lavoro Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori corrente mese Presso Confederazione Generale dellIndustria Italiana 125

CONI C.P. CRAL CRI d.C. D.D.L. DIA DIGOS

Comitato Olimpico Nazionale Italiano Casella Postale Circolo Ricreativo Assistenziale Lavoratori Croce Rossa Italiana dopo Cristo Disegno di Legge Direzione Investigativa Antimafia Divisione Investigazioni Generali e Operazioni Speciali (di Polizia)

D.L. D.O.C. D.P.R. dx EI ENEL ENEA

Decreto Legge Denominazione di Origine Controllata Decreto del Presidente della Repubblica destro Esercito Italiano Ente Nazionale per lEnergia Elettrica Comitato Nazionale per la Ricerca e lo Sviluppo dellEnergia Nucleare e delle Energie Alternative

ENI FAI FIAT FIGC F.lli

Ente Nazionale Idrocarburi Fondo Ambiente Italiano Fabbrica Italiana Automobili Torino Federazione Italiana Gioco Calcio Fratelli 126

G.d.F. GG.FF. G.I.P. I.C.I. INAIL

Guardia di Finanza Guardie Forestali Giudice per le Indagini Preliminari Imposta Comunale sugli Immobili Istituto Nazionale per lAssicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INPS IPC IPSIA

Istituto Nazionale Previdenza Sociale Istituto Professionale per il Commercio Istituto Professionale di Stato per lIndustria e lArtigianato

IRPEF IRPEG ISTAT ITC IVA LAV LIPU MIBTEL NAS N.B. Ns. O.d.G.

Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche Imposta sul Reddito delle Persone Giuridiche Istituto centrale di Statistica Istituto Tecnico Commerciale Imposta sul Valore Aggiunto Lega Anti Vivisezione Lega Italiana Protezione Uccelli Milano Indice Borsa Telematico Nucleo Anti-Sofisticazioni (dei Carabinieri) Nota Bene Nostro Ordine del Giorno 127

OGM On. ONG ONLUS ONU p.f. PIL p.m. POLFER POLSTRADA PP.TT. PRA P.S. P.S. p.v. RAI R.C.A. RSM sec. Sen. SIAE SNAM

Organismo Geneticamente Modificato Onorevole Organizzazione non Governativa Organizzazione Non Lucrativa di Utilit Sociale Organizzazione delle Nazioni Unite per favore Prodotto Interno Lordo Post meridiem (dopo mezzogiorno) Polizia Ferroviaria Polizia Stradale Poste e Telecomunicazioni Pubblico Registro Automobilistico Pubblica Sicurezza (Polizia di Stato) Post scriptum (scritto dopo) prossimo venturo Radio Audizioni Italiane Responsabilit Civile Autoveicoli Repubblica di San Marino secolo Senatore Societ Italiana Autori ed Editori Societ Nazionale Metanodotti 128

S.n.c. S.p.A. SPQR S.r.l. SS SS sx TAC TAR TBC TCI TOTIP UDI UE UFO UGL UN UIL u.s. VF Vs. VU

Societ in nome collettivo Societ per Azioni Il Senato e il Popolo di Roma Societ a responsabilit limitata Strada Statale Santa Sede sinistro Esame medico Tribunale Amministrativo Regionale Tubercolosi Touring Club Italiano Totalizzatore Ippico Unione Donne Italiane Unione Europea Oggetto volante non identificato Unione Generale del Lavoro Nazioni Unite Unione Italiana del Lavoro ultimo scorso Vigili del Fuoco Vostro Vigili Urbani 129

VV.FF. w.c.

Vigili del Fuoco Gabinetto con acqua

OMOGRAFI Parole che hanno la stessa grafa ma pronuncia e significato diversi. Acctta Afftto Arna Btte Collga Clto Crso Verbo Amore Anfiteatro Percosse Comp. di lavoro Verbo Abitante Corsica Dtte sca sse Verbo dare Uscire Lettera alfabeto Dtte sca sse Verbo dire Cibo per pesci Pronome plurale Lgge Fro Mnte Mnto Msse Verbo Tribunale Verbo mentire Verbo Raccolto Lgge Fro Mnte Mnto Msse Norma Buco Psiche Parte del volto Celebrazioni in Chiesa 130 personale femminile Acctta Afftto Arna Btte Collga Clto Crso Scure Verbo Sabbia tino Verbo Istruito Viale

Psca Pse Rsa Scrsi Tma Tcco Vnti Vlgo Vlto Vto

Frutto Atteggiamento Fiore Verbo scorgere Compito scritto Pezzo Folate aria Verbo volgere Verbo voltare Vuoto

Psca Pse Rsa Scrsi Tma Tcco Vnti Vlgo Vlto Vto

Azione del pescare Verbo porre Verbo rodere Verbo scorrere Avere paura Verbo toccare Aggettivo numerale Popolo Viso Votazione

131

PAROLE CON SINGOLARE E PLURALE DIVERSI La cornice La carne Il Console Il liquore La luce Il Consigliere Il Dottore La gente Il tribunale Locchiale La pensione Il pittore La parte La rete Il Presidente Il labbro Il frutto Il caff Il cinema Il gas La giornalista Le cornici Le carni I Consoli I liquori Le luci I Consiglieri I Dottori Le genti I tribunali Gli occhiali Le pensioni I pittori Le parti Le reti I Presidenti Le labbra La frutta I caff I cinema I gas Le giornaliste Il cane Il/la cantante Il Comune Il lampione Il mare Il Direttore La estate Il termosifone Il nome Il portone Il professore Il pesce Il ristorante Il nome La televisione Il dito Lo uovo La citt Il computer Il giornalista Lo uomo I cani i/le cantanti I Comuni I lampioni I mari I Direttori Le estati I termosifoni I nomi I portoni I professori I pesci I ristoranti I nomi Le televisioni Le dita Le uova Le citt I computer I giornalisti Gli uomini 132

USO DI H La lettera H non ha un suono specifico, solo un segno grafico, per distinguere alcune consonanti dal suono duro: ch gh o dolce: ci ge

o per distinguere parole con lo stesso suono ma con significati diversi: o ho Esempi: o: congiunzione a: prep. semplice anno ho: verbo ha: verbo hanno: verbo oh!: interiezione ah!: interiezione o nelle esclamazioni: ahim! ah!

USO DI GN 1) parole di origine latina si usa NI Es: colonia genio gn seguita da I solo se accentata: magnfico compagna

se no ingegnere ognuno montagna compagna

campagna (Campnia)

Si troncano le parole per eliminare un suono sgradevole Es: Buon Anno belluomo 133

PUNTEGGIATURA In Italiano molto importante il tono della voce e la punteggiatura , . ; : ? ! ,, () [] Virgola Punto Punto e virgola Due punti Trattino Punto interrogativo Punto esclamativo due virgole Tre puntini Virgolette Parentesi tonde Parentesi quadre Lineetta Pausa breve Fine periodo. Pausa pi lunga. Pensiero compiuto Pausa pi lunga Pausa speciale, prima di riferire un discorso Unire due parole, andare a capo Per tono voce nella lettura per porre domande Per tono voce di stupore e meraviglia (inciso) (sospensione) (parole, frasi in rilievo, citazioni) (spiegazioni, per indicare autore) (usate in matematica) (distacco tra battute)

Esempi circondato; non c via di scampo. Roma, capitale dItalia, nel Lazio. (disc. dir.) Lui dice: hai ragione tu. (elencaz.) Scrivi la nota: una penna, una matita. 134

(sosp.) Sai, tra il dire e il fare ciao (lin.) Lhai visto? domanda lui - (tratt.) Il treno Roma-Napoli Lamicizia italo-francese Sottolineatura: si usa per mettere in rilievo le parti pi importanti di un discorso. Doppie Rosa / rossa pena / penna

Non si raddoppia mai: 1) le parole contenenti: zio-zia 2) la b davanti a ile: femminile addizione mobile rastrello distretto malizia

3) la S seguita da altra consonante:

PAROLE ED ESPRESSIONI LATINE IN USO NELLITALIANO

ad hoc ad honorem ad interim agenda a latere album alias

per questo / a tal fine A titolo donore Per il momento - Per un tempo limitato Cose da fare A fianco Bianco, non scritto Altre volte altrimenti 135

alibi alter ego a priori a posteriori audio video aula magna aut aut bis bonus brevi manu campus casus belli carpe diem

Altrove scusante o pretesto Un altro me stesso Che precede lesperienza Dopo lesperienza Ascolto Vedo Aula grande oo 2 volte nuovamente Buono gratifica premio Direttamente di persona Campo Causa di guerra Approfitta delloggi Sfrutta lattimo

curriculum vitae deficit de gustibus non

Il corso della vita Mancanza I gusti non si discutono

est disputandum Deo gratias Deus ex machina de visu Grazie a Dio Dio (che discende) per mezzo di un meccanismo Per visione diretta 136

do ut des Dulcis in fundo Errare est Errata corrige Ex cetera Ex Excusatio petta, manifesta Extra Facsimile Factotum Forma mentis Forum Gratis Grosso modo Habitat Hic sunt leones Honoris causa Humus Ictus non accusato humanum

D affinch tu da Il dolce alla fine Errare umano

Correggi le cose sbagliate E le cose rimanenti Da, fuori di Scuse non richieste, accuse aperte

Fuori, al di l Una cosa simile Fai tutto Mentalit Foro, piazza Per grazia In modo grossolano, approssimativamente Abita ambiente Qui vivono i leoni A titolo donore Terriccio strato di terra terreno Colpo battuta 137

Idem In alto loco Incipit In extremis In fieri

La stessa cosa Al vertice Incominciare Allultimo momento In formazione / in mutamento / in

completamento In itinere In medias res Inter nos In vitro Ipso facto Iunior Lapis Lapsus Legenda Libido Lupus in fabula Durante il viaggio Nel mezzo delle cose al centro del problema Fra noi Sotto vetro in provetta Detto fatto senza porre tempo in mezzo Il pi giovane (fra i due) Pietra Caduta, scivolone svista passo falso Cose da leggere Passione desiderio Il lupo nella favola persona che appare allimprovviso mentre le persone parlano di lui e tutti tacciono per disagio

138

ORTOGRAFIA Laccento Pu essere Tonico o Grafico Tonico per rafforzare la voce nella pronuncia di una sillaba rispetto ad unaltra della stessa parola. La sillaba su cui cade laccento si chiama sillaba tonica. Quelle prive di accento si chiamano ATONE. Laccento grafico quello che si mette per mostrare su quale sillaba cade laccento. Pu essere grave, acuto o circonflesso. Grave: si usa per: - le vocali A I U E O aperte: realt caff parl dovr Acuto: per le vocali E O chiuse: poich perch n s clto mta Circonflesso: serviva un tempo per fare la contrazione di due vocali in una sola: principii Ora non si usa pi Elisione: si mette lapostrofo quando una parola finisce per vocale e la successiva comincia per vocale: leroe (lo eroe) Troncamento: coda ultima a seconda della parola ma senza mettere apostrofo es: San - Buon proprii

ESCLAMAZIONI

COME NO! MAGARI!

FIGURATI! EVVIVA!

BASTA! ANIMO!

ZITTO! FORZA!

PECCATO! CORAGGIO! 139

FRASE: POSITIVA/INTERROGATIVA/NEGATIVA INTERROGATIVA-NEGATIVA

Tu bevi solo del t. Bevi il t? Non bevi il t. Non bevi il t?

FORME PER CHIEDERE QUALCOSA Solenne Le sarei grato se avesse la cortesia di darmi una copia del discorso del Signor Presidente. Cortese Informale Familiare Sia gentile, mi dia un bicchiere dacqua per favore. Mi d un bicchiere dacqua, per favore? Dammi una penna. Mi dai una penna?

IN CUCINA Esercizio: mettere gli articoli: tavola pensili sedie scaffali lavello rubinetto mobiletti bicchieri

piatti (fondi, pari, da dolce, da frutta) bicchierini da liquore tazze da latte 140

tazzine da caff brocca dacqua scolapasta pentolini stracci pattumiera scolapiatti

tazzine da t bottiglie per il vino pentole padelle

posate (cucchiai, forchette, coltelli, cucchiaini) pagliette spugnette frigorifero

La Pasta Da sugo Corta Maccheroni, penne, pennette, denti delefante, ravioli,

cappelletti, tortellini, orecchiette Lunga Fettuccine, tagliatelle, spaghetti, linguine, spaghettini, zite

Esercizio: mettere gli articoli:

Da brodo Stelline, puntine, granellini, quadretti, quadrucci, , cappelletti,

cannolicchi (per minestrone). Esercizio: mettere gli articoli:

141

Nomi di alcuni

NEGOZI

SCUOLA GUIDA MATERASSAIO PASTICCERIA SUPERMERCATO CENTRO COMMERCIALE MERCATO CENTRO DI BELLEZZA OTTICO - ABBIGLIAMENTO BIRRERIA EDICOLA MERCERIA PESCHERIA - GIOIELLERIA BARBIERIA ENOTECA VETRI-CORNICI OMBRELLAIO - ARROTINO FIORI-PIANTE FERRAMENTA RISTORANTE PIZZERIA - TRATTORIA RIPARAZIONI IDRAULICHE Esercizio: mettere gli articoli:

IN BANCA Buon giorno. Vorrei aprire un conto corrente in Euro. Certo, Signore. Lei abita qui a Roma? S, in via di Bravetta 156. Che lavoro fa? Sono il Consigliere Commerciale dellAmbasciata del Viet Nam in Italia. Il suo recapito telefonico? il 333.5724089. Mi d un suo documento, per favore? S, prego. Questo il mio passaporto. E questo il mio tesserino diplomatico. Quanto vuole versare oggi? Verso 10.000 euro. Va bene. Le arriveranno delle somme dallestero? 142

S. Pi o meno quanto? 50.000 euro ogni tre mesi. Verser assegni o contante? Tutti e due. Bene, ora firmi qui. A posto. Abbiamo finito. Il numero del suo conto il 164578/02. La ringrazio per essere venuto da noi e aver scelto la nostra Banca. A presto rivederla. Direttore impiegato cassiere Filiale di Sede di

Conto corrente in valuta estera /interna in Euro Blocchetto di assegni da 10 e da 20. Contante in contanti assegno

IBAN IT 66 S .

con assegno

Che garanzia d? Distinta di versamento.

Cosa d in garanzia? Bollettino di prelievo.

Devo fare un prelievo / un versamento. Deposito Estratto conto Lettera di credito Bonifico da parte di

Lettera di vettura Pagamenti Addebitare Versare

Bonifico a favore di La Borsa Accreditare Depositare

Pagare Garantire

Prelevare

Esercizio: mettere gli articoli:

143

PAROLE COMMERCIALI Societ - S.p.A. - S.r.l. - S.n.c. - Azienda - Ditta - Impresa Ufficio - Affari - Giro daffari - Fabbrica - Marchio di fabbrica - Fattura Commercio Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) - Agente di

commercio - Artigiano - Industriale - Industria - Commerciante Commercio - Allingrosso/Al dettaglio - Negoziante - Commerciare Beni di consumo - Beni di largo consumo - Beni di prima necessit Articoli Abbigliamento Confezioni - Calzature Calzaturificio Generi -

alimentari

Commercio con lestero

Dogana

Ferrovia - Aeroporto - Stazione ferroviaria - Economia - Imballaggio Investimento azionario - Merce Mercato dellusato A buon

mercato - Caro - Prodotto - Produttivit - Produzione - Treno Nave - Aereo - Porto - Agricoltura - Industria. Esercizio: mettere gli articoli:

NATALE, CAPODANNO E LA BEFANA IN ITALIA C aria di festa. Le strade sono piene di luci e di colori. L8 dicembre, in tutte le case, si prepara lalbero di Natale e il Presepe. La gioia dei bambini. Tutti vanno in giro per comprare i regali che mettono poi sotto lalbero. I negozi sono aperti anche la domenica. Il 24 le famiglie si riuniscono per il cenone di Natale. Poi si aprono i doni. A mezzanotte, i cattolici vanno in chiesa per ascoltare la Messa di Mezzanotte. 144

Il 25, Natale, di mattina, i cattolici vanno a Piazza S. Pietro per ascoltare il discorso del Papa e per vedere il grande Albero e il Presepe a dimensione umana. Ci si riunisce di nuovo per il pranzo di Natale. Il 26 ci si riposa. Si lavora dal 27 al 31 mattina. Il pomeriggio del 31 ci si prepara per la grande serata di fine danno. Chi con la famiglia, chi con gli amici. I giovani vanno a ballare. In casa si prepara il Cenone di Capodanno e si aspetta la mezzanotte per mangiare il panettone e stappare le bottiglie di spumante per brindare allAnno Nuovo. Si parla, si canta, si balla, si gioca a carte o a Tombola. Tutti si vestono eleganti, con colori rosso e oro. In TV ci sono programmi allegri, musica, giochi, canti, ecc. Il 1 dellAnno Nuovo si sta a pranzo

insieme. Si indossa qualcosa di nuovo e di rosso perch porta fortuna. Si mangia cotechino con le lenticchie o zampone con le lenticchie. Il 2 Gennaio si torna a lavorare. Il 6 Gennaio di nuovo festa, la Befana ( un vecchia signora che vola su di una scopa e porta i doni a tutti i bambini, entrando dal camino). I bambini aspettano ansiosi la mattina del 6 per correre a vedere quali e quanti doni hanno ricevuto. Poi, tutti a Piazza Navona, piena di bancarelle con giochi, dolci, zucchero filato.

IN CAMERA DA LETTO Letto - comodino - com - rete - materasso - cuscini - federe Lenzuolo di sopra/di sotto - le lenzuola - coperta - sovraccoperta Piumone - armadio - finestra - porta - persiana - tende - vetro 145

Televisore - cassetti - ante armadio - lampadario - lampade Lampadina termosifone mobile specchio cassettiera tappeto -

Esercizio: 1) mettere gli articoli 2) fare il plurale e/o il singolare

146

IN SALOTTO Divano - tavolo - tavolino (rotondo/quadrato) - sedie - mobile con cassetti e vetrine - quadri - finestra - vetri - tenda - porta tappeto Termosifone - vaso - specchio - soffitto - pareti - posacenere Esercizio: mettere gli articoli e fare il plurale e/o il singolare

IN CUCINA Tavola - tovaglia - sedie - stoviglie - posate - bicchieri - tovaglioli Bottiglie da vino/da acqua - asse da stiro - ferro da stiro - scaffali Pentole - pensili - piatti (piani/fondi) - piattini da dolce/da frutta Frigorifero - lavello - rubinetto - scolapiatti - scolapasta - tazzine da caffe / da t bicchierini da liquore padelle pentolini stracci pagliette pattumiera tazze da latte. Esercizio: mettere gli articoli e fare il plurale e/o il singolare

ANDARE dal parrucchiere dal dentista al negozio a teatro al mercato in giardino da te (a casa tua) al Ministero dal dottore dal professore in chiesa al cinema 147

ai giardini al mare in collina allAmbasciata

in giardino in montagna sui prati

LE DIREZIONI Avanti Alla fine Vicino Indietro Attraverso A destra Di fronte A sinistra In alto Al centro Allinizio In basso Lontano

Diritto davanti a te

Nord, Sud, Est, Ovest sopra - di sopra

Qui - qua - l - l Sotto - di sotto

di qua - di l

AVVISO AGLI INQUILINI (lo potete trovare affisso nellentrata del palazzo dove abitate) Esempi: Luned 5-7-09, dalle 17 alle 19, lettura del gas. I Signori Inquilini sono vivamente pregati di non parcheggiare bici, auto e moto nel cortile. LAmministratore. Luned 18-6-09 sar sospesa lerogazione della luce (energia elettrica) dalle 8,30 alle 15,00 per lavori ACEA.

I SERVIZI PER LA CASA ACQUA - LUCE - GAS - TELEFONO - NETTEZZA URBANA 148

Entrando in una nuova casa, bisogna fare i contratti per luce, gas, telefono. Questi servizi si pagano con bollette bimestrali (ogni 2 mesi) Le bollette si possono pagare alla Posta o in Banca se si ha un conto proprio. Ogni bolletta va pagata entro la data di scadenza. Per dei guasti, si deve informare lAmministratore o telefonare allUfficio guasti di ACEA, ENEL, ITALGAS, TELECOM, AMA.

149

LETTURE
UN SABATO TRANQUILLO Ieri mattina lei si svegliata pi tardi del solito, alle nove. Si fatta la doccia, si lavata i capelli, si vestita con calma. Alle 10 uscita ed andata con la sua amica a fare un giro in centro per vedere le vetrine e fare spese. A mezzogiorno tornata a casa per cucinare. Alluna sono arrivati il marito e il figlio ed hanno pranzato insieme. Nel pomeriggio sono andati al cinema tutti insieme e la sera sono andati a trovare degli amici.

TURISMO IN ITALIA Solo mare e citt darte LItalia non un paese molto esteso ma ha una grande variet di ambienti naturali: montagne, mari, pianure, colline, laghi, boschi di vario tipo, vulcani attivi, zone paludose ecc. Purtroppo, essendo anche un paese molto popolato e ricco di industrie, la natura corre continuamente dei gravi pericoli. Per questo motivo, come anche in altri paesi del mondo, esistono dei Parchi Nazionali per proteggere gli ambienti naturali, la flora (piante) e la fauna (animali). Fino al 1991 i Parchi Nazionali erano solo cinque. Sempre nel 1991 ne sono stati creati altri 13. Ma, a tuttora, la superficie del territorio 150

nazionale protetta solamente del 5%. Ancora meno della media mondiale che del 6%. Pochi parchi dunque e poco estesi ma, senza dubbio, molto belli.

IL TEMPO LIBERO DEGLI ITALIANI Come passano il tempo libero gli Italiani? Moltissime persone la sera stanno davanti alla TV per rilassarsi e per distrarsi. Soprattutto alla fine degli Anni Settanta, con lavvento delle televisioni private e con laumento del numero di canali, guardare la TV diventata lattivit di tempo libero pi diffusa fra gli Italiani di tutte le et. I diversi canali trasmettono a tutte le ore trasmissioni per tutti i gusti: film, telefilm, cronache sportive, attualit, notizie, cartoni animati, musica... Il sabato e la domenica si va anche al cinema, a teatro, in un locale ad ascoltare musica e a bere qualcosa con gli amici. Naturalmente, i giovani escono pi spesso degli adulti, soprattutto durante il fine settimana. Un altro modo per passare il tempo libero e per stare in compagnia andare a cena fuori, al ristorante, in pizzeria, in trattoria, oppure invitare a cena gli amici. Il sabato e la domenica chi abita nelle grandi citt, quando pu, fa delle passeggiate in campagna, al mare, o fuori porta per respirare aria pulita e stare in mezzo al verde. 151

SPORTIVI o TIFOSI Le attivit fisiche o sportive non sono molto diffuse fra gli italiani. Solo pochi praticano uno sport e sono soprattutto i pi giovani. Le statistiche dicono che gli italiani dedicano allattivit fisica e sportiva solo 10 minuti al giorno. I tifosi, invece, sono moltissimi. In Italia la passione per lo sport molto diffusa e il calcio sicuramente lo sport pi popolare e famoso. Molti tifosi seguono la squadra del cuore e ogni domenica vanno allo stadio a vedere la partita. Altri ascoltano le partite alla radio o le guardano in TV. I calciatori pi bravi, quelli che segnano i goal e fanno vincere le squadre, sono delle vere celebrit. Per la squadra di calcio si litiga, si discute, e, quando perde, si piange. Al contrario, in caso di vittoria, si canta e si fa festa. C purtroppo anche un tifo violento che causa danni, risse e feriti. Talvolta anche dei morti. In questi anni ci sono stati alcuni episodi di violenza e alcune aggressioni fra tifosi di squadre diverse.

SPORT (in uso in Italia) Alpinismo - Atletica - Automobilismo - Basket - Boxe - Calcio Canottaggio - Ciclismo - Ginnastica - Hockey sul ghiaccio Ippica - Nuoto - Podismo - Scherma - Sci - Tennis Esercizio: mettere larticolo 152

I PIU IMPORTANTI LAGHI DITALIA

di Garda: 370 kmq di Como: 145.9 di Bolsena: 114.5 di Bracciano: 57.5 di Varese: 15.0 di Varano: 60.5 di Idro: 10.9

Maggiore: 212 Kmq Trasimeno: 128 dIseo: 65.3 di Vico: 12.1 di Orte: 18.2 di Lisino: 51.4 di Santa Croce: 7.8

LITALIA IN VACANZA In estate milioni di turisti, italiani e stranieri, affollano le lunghissime coste della penisola e delle isole italiane. Ancora oggi, per molti italiani, la vacanza estiva vuol dire andare al mare. Quando ha avuto inizio la moda dei bagni di mare, iniziata la mana di prendere il sole per farsi la tintarella. Fino agli anni 50 solamente le famiglie benestanti potevano permettersi una villeggiatura marina. La vacanza al mare diventata di massa negli anno 60, allepoca del boom economico. Da allora, nei primi giorni di agosto, sulle strade italiane si vedono code chilometriche di vetture dirette ai luoghi di villeggiatura.

153

Una canzone degli anni Sessanta

Per questanno non cambiare, stessa spiaggia, stesso mare per poteri rivedere per restare, per ballare insieme a te. E come lanno scorso sul mare col pattino vedremo gli ombrelloni lontano lontano nessuno ci vedr, vedr, vedr

LEMIGRAZIONE ITALIANA ALLESTERO Dalla fine dellOttocento fino ad oggi, circa 30 milioni di italiani sono emigrati per cercare lavoro e per migliorare la loro vita. La presenza di persone di origine italiana nel mondo perci molto elevata. Sono poco pi di cinque milioni i cittadini italiani che vivono allestero, ma molti di pi sono gli americani di origine italiana, gli australiani di origine italiana, i francesi di origine italiana. Sono i figli ed i nipoti degli emigrati italiani che hanno da tempo la cittadinanza del paese in cui sono nati. Fino a circa il 1925 gli emigrati italiani partivano soprattutto per i paesi al di l delloceano: gli Stati Uniti, lAustralia, il Brasile, il Canada, lArgentina. 154

Dolo la Seconda Guerra Mondiale (dal 1945) invece, molti italiani sono andati a lavorare nei paesi europei pi industrializzati: in Germania, in Svizzera, in Belgio, in Francia. Dal 1975 per la prima volta, il numero dei lavoratori stranieri che arrivano in Italia ha superato il numero degli italiani che partono per lestero. E cos lItalia, da paese di emigrati, diventato un paese di immigrati che ospita pi di un milioni di lavoratori stranieri.

DALLALBUM DI FOTO DI SON Ho rivisto molte mie foto. In una avevo due anni, ero un po grassottello, ero al mare con mia madre e mio fratello. In unaltra, avevo cinque anni, frequentavo la Scuola Materna ed ero un po pi magro. Nella terza foto, ero con i miei compagni di classe delle elementari. Facevo la quinta. Era lultimo anno di scuola. Nella quarta, avevo 13 anni. Ero in montagna con la mia famiglia. Ricordo che la montagna non mi piaceva. Mio fratello invece si divertiva molto. Nella quinta, avevo diciannove anni. Facevo il militare in Marina. Ero su di una nave. Nella sesta, ero con i miei Colleghi di una Agenzia di viaggi dove lavoravo.

155

PRIMA CERA: ORA NON C PI PRIMA CERANO: ORA NON CI SONO PI I LAVORI SCOMPARSI

Lo Spazzacamino

Passava di casa in casa e puliva i camini delle case.

Il venditore di ghiaccio Il lustrascarpe Lombrellaio Larrotino

Quando non cerano i frigo, cera lui. Puliva le scarpe ai passanti. Aggiustava gli ombrelli. Affilava le forbici ed i coltelli.

IL CLIMA IN ITALIA LItalia ha un clima piuttosto vario, secondo le zone e le regioni. Nellinsieme, il clima della penisola piuttosto mite, grazie soprattutto alla posizione geografica e al mare. Non vi sono quasi mai temperature troppo rigide, n troppo elevate. In autunno (sett. ott. nov.) la temperatura scende raramente sotto lo zero, ma pi bassa al nord e al centro, e pi mite al sud. Piove spesso, ma il problema maggiore quello della nebbia che si concentra soprattutto in pianura. In inverno fa pi freddo. Al nord e in pianura la minima scende di solito fino a 4/5 gradi sotto lo zero. 156

La Primavera (marzo/maggio) porta un tempo variabile, con piogge, vento, giornate limpide e calde. Destate fa caldo. In certi giorni la temperatura sale fino a 35 gradi e oltre. Il caldo diventa pesante soprattutto in pianura e in citt, a causa della forte umidit e dellafa.

PROVERBI E MODI DI DIRE VARI lanello debole della catena. Lanello mancante. Al cuore non si comanda. Sono al settimo cielo! Ho il batticuore. Ho il cuore infranto. E un amore a prima vista. Non vedo lora di rivederla! Sognare ad occhi aperti. Chi trova un amico, trova un tesoro. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore. Dimmi con chi vai e ti dir chi sei. Chi fa da s fa per tre. Lunione fa la forza. Due cuori e una capanna. Il primo amore non si scorda mai. 157

Ho un buco nello stomaco. Avere gli occhi fuori dalle orbite. Avere le ossa rotte. Avere la schiena a pezzi. Avere sangue freddo. Avere fegato. Avere naso. Essere in gamba. Essere in vena di + verbo allinfinito. Chi troppo vuole, nulla stringe. Chi va piano, va sano e va lontano. Gallina vecchia fa buon brodo. Occhio per occhio, dente per dente. Mai dire mai. Vale pi un amico che 100 parenti! Il primo amore non si scorda mai! Impara larte e mettila da parte!

158

PRENOTARE UN ALBERGO Buon giorno. la Pensione Miramare?

S, Buongiorno.
Vorrei fare una prenotazione per il mese di agosto.

C posto solo dall1 al 12. Poi siamo al completo.


Vanno bene 10 giorni, dal 2 all11 compreso. Vorrei una stanza matrimoniale con bagno e una stanza con due letti per i bambini. Mezza pensione. Quanto viene a testa (persona)?

Sessanta Euro al giorno per gli adulti e 45 per i bambini.


Va bene. Le stanze hanno la vista sul mare? Lalbergo vicino alla spiaggia?

S, lalbergo proprio sulla spiaggia. A cinquanta metri. Tutte le stanze sono sul mare.
Benissimo. Devo mandare una caparra?

S, deve mandare lanticipo di un giorno. Sono quindi 210 Euro.


Bene. spedir un vaglia domani. Grazie e arrivederci.

Arrivederci.

FARE CONOSCENZA IN UNA SALA DA BALLO Ciao, posso sedermi?

Prego. Io sono Ha e tu, come ti chiami?


Mi chiamo Son. Sei qui da sola? 159

No, sono venuta con una coppia di amici. Sono quelli che stanno ballando vicino al bar.
Dove abiti?

Ad Ostia, a 20 km da qui.
Che combinazione! Anchio abito da quelle parti. Se ti va, posso accompagnarti a casa, dopo.

Ma, non so. Dopo vediamo.


Vuoi bere qualcosa, Ha?

Grazie, una spremuta darancia. (Il giorno dopo, dove lavora Son. Son parla con un collega)
Son, che cosa successo? Stamattina mi sembri diverso. Sei pi allegro del solito.

Oggi sono proprio di ottimo umore. Sabato sera ho conosciuto una ragazza proprio carina. Non vedo lora di rivederla.
Lhai appena vista e gi te ne sei innamorato? proprio un vero colpo di fulmine!

Devo telefonarle domani sera. La inviter al cinema e poi a mangiare una pizza. Che ne dici?
Mi sembra unottima idea! Ma adesso smettila di sognare ad occhi aperti e lavora!

(Ha parla con la sua amica Nga)


Ciao Ha, come andata ieri sera?

Benissimo. Ho conosciuto un ragazzo proprio simpatico.


160

Come si chiama?

Si chiama Son.
Com?

alto, con tanti riccioli, simpatico. Lavora in una agenzia di viaggi.


Ti chiamer?

S, mi chiamer domani sera.


Pensi di rivederlo sabato prossimo?

Penso di s, mi piace.

DI CHE SEGNO SEI? una domanda che si sente fare spesso durante le cene fra amici; quando si fanno nuove conoscenze e anche solo per iniziare una conversazione. La mana delloroscopo si diffonde sempre di pi e anche chi dice di non crederci, finisce spesso per leggere le previsioni che riguardano il suo segno con la speranza di trovare buone notizie. Quasi tutte le riviste settimanali e molti quotidiani pubblicano loroscopo e vi anche una linea telefonica che informa sulle previsioni giornaliere, segno per segno. Questi sono i 12 segni zodiacali:

161

Segno Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Marte

Pianeta

Periodo 21-3/20-4 21-4/21-5 22-5/21-6 22-6/22-7 23-7/22-8 23-8/22-9 23-9/22-10 23-10/22-11 23-11/21-12 22-12/20-1 21-1/18-2 19-2/20-3

Venere Mercurio Luna Sole Mercurio Venere Marte-Plutone Giove Saturno Saturno-Urano Giove-Nettuno

LOROSCOPO ORIENTALE

Topo Bufalo Tigre Lepre Drago

Affascinante, socievole, troppo ambizioso Lavoratore, leale, ostinato Coraggioso, onesto, impulsivo Tranquillo, raffinato, permaloso Sicuro di s, pieno di fantasia, impaziente 162

Serpente Cavallo Capra Scimmia Gallo Cane Cinghiale

Intuitivo, pu essere un po pigro Amichevole, spiritoso, cambia facilmente di umore Affettuoso e sincero, insicuro Astuto e spiritoso, egoista Buon parlatore, ordinato, pedante Fedele, altruista, caparbio Sincero, tollerante, credulone

IL CORPO UMANO La testa la nuca il collo la fronte le guance le sopracciglia le ciglia gli occhi il naso la bocca le labbra (il labbro) il mento le guance le orecchie (lorecchio) le spalle il busto la schiena il petto il torace la colonna vertebrale le braccia (il braccio) il gomito il polso la mano le dita (il dito) i fianchi la pancia le ginocchia (il ginocchio) i polmoni il cuore la trachea il fegato lo stomaco le gambe i piedi le dita dei piedi Malattie La polmonite linfarto la tracheite la bronchite lepatite la colite la gastrite

163

GLI ITALIANI E LA SALUTE Le principali cause di mortalit: - cardio-circolatorie - tumori - respiratorie - incidenti - digerente - nervosismo le i le gli il il

Si vive pi a lungo ma queste malattie aumentano. Si muore sempre di pi di tumori e di malattie del benessere. Gli italiani per sono un popolo longevo, anzi vivono in media un anno in pi rispetto alla media europea. Il Bel Paese vanta anche un altro primato: siamo il paese della Comunit Europea con il pi alto numero di medici, uno ogni 214 abitanti.

CHE COSA LEGGIAMO? I quotidiani (un milione di copie al giorno) Escono tutti i giorni e riportano notizie di tutti i tipi Giornali di annunci economici Riviste Riportano richieste/offerte di acquisto, vendita, affitto di case e proposte di lavoro Escono periodicamente (settimanali, mensili) 164

Giornalini a fumetti

Riportano storie illustrate (per i bambini, ma letti anche dai grandi)

I Giornalisti I Tipografi I Giornalai

Scrivono articoli sui giornali Stampano le pubblicazioni Vendono le pubblicazioni

FORTUNA SFORTUNA Siete daccordo?

Ci sono persone che nascono fortunate Ogni persona costruisce da s la propria fortuna Non esiste la fortuna, solo il caso Ci sono oggetti che possono portare fortuna o proteggere dalla sfortuna (p. es. cornetti, ferri di cavallo, amuleti vari, ecc.)

Ci sono azioni o cose che portano sfortuna, come rompere uno specchio, rovesciare il sale, ecc. Rispondete e scrivete la Vostra opinione.

Lettura: UNA STORIA CINESE (niente arriva per caso) Un contadino di nome Se Ong aveva un cavallo. Una mattina, come al solito, Se Ong lo fece uscire dalla stalla e lo lasci libero di stare attorno

165

alla casa. Ma, mentre il contadino era occupato in alcuni suoi lavori, il cavallo se ne and e non torn pi. Quando a sera Se Ong si accorse che lanimale mancava, si disper tanto da mettersi a piangere di rabbia. Ma, tre giorni dopo, il cavallo torn alla fattoria insieme ad un altro cavallo. Stavolta Se Ong si rallegr per il guadagno imprevisto. Allora suo figlio, un giovane vivace e curioso, and nella stalla a vedere il nuovo cavallo e cerc di montarlo. Ma il cavallo era selvaggio. Si imbizzarr e fece cadere il giovane che si ruppe una gamba. Di nuovo Se Ong si mise a piangere a calde lacrime per lo sfortunato incidente successo al figlio che era il suo unico aiuto nel lavoro dei campi. Proprio il giorno dopo, il Governo ordin che tutti i giovani del paese si presentassero al Comando dellEsercito e partissero soldati perch era cominciata la guerra. Durante la battaglia, tutti i giovani del villaggio di Se Ong morirono, ma non suo figlio che era rimasto a casa, a causa della gamba rotta. Allora Se Ong per allo scampato pericolo e fu di nuovo contento.

GRATTA E VINCI la lotteria pi recente. I biglietti si comprano dal tabaccaio o nelle edicole. Costano poco pi di 1 Euro. Si gratta via la vernicetta per scoprire che cosa c sotto: si vince se si trovano una o pi immagini di 166

Vele. I premi vanno da 1 Euro a 100.000 Euro, a seconda del numero delle vele disegnate sul biglietto. La novit che le vincite fino a 25 mila euro vengono pagate subito dal tabaccaio che ha venduto il biglietto. Come mai questa euforia? Perch c voglia di gioco, dice lo psicologo, e non importa se non si vince molto. La gente compra i Gratta e Vinci perch si sente un po protagonista, perch il premio immediato, perch si diverte. una piccola emozione. Se vinci 5 euro al mattino, vai a lavorare anche pi contento, no?

UN GIOCO TRADIZIONALE: IL LOTTO Anche questo molto diffuso, specialmente in alcune citt come per esempio Napoli. Durante la settimana i giocatori puntano (cio indicano sulla schedina) dei numeri, al massimo cinque, sulle ruote di diverse citt italiane. Il sabato c lestrazione dei numeri vincenti. Ci sono giocatori scientifici che segnano di settimana in settimana luscita dei numeri e puntano calcolando le probabilit. Ma il modo pi tradizionale e popolare quello di puntare i numeri visti o sentiti durante i sogni notturni. Non necessario sognare direttamente i numeri. Infatti a cose, persone, animali corrispondono dei numeri: 16 il sedere, 47 morto che parla, 51 la fattoria, 78 la donna allegra, 19 le risate, 77 le gambe delle donne, 90 la paura, 3 son le cose che piacciono a me. 167

Se tu sognassi una donna allegra che ride in una fattoria, dovresti subito puntare la terna 78-19-54.

GLI STRANIERI IN ITALIA Attualmente in Italia ci sono molti stranieri, che lavorano soprattutto nelle grandi citt. C chi si sposato con italiani o italiane e ora ha una bella famiglia con bambini che frequentano regolarmente le nostre scuole. C un folto numero di stranieri che fanno parte del corpo diplomatico presso le Ambasciate e le Rappresentanze Commerciali e presso gli Organismi Internazionali. Poi ci sono molti stranieri che lavorano nei servizi (liberi professionisti, commercianti, infermieri negli ospedali, ambulanti, camerieri, cuochi nei ristoranti, domestici e badanti nelle case private). Poi nellindustria come operai nelle fabbriche. Nellagricoltura, come braccianti. Nella pesca, soprattutto in Sicilia.

GLI ITALIANI E IL BAR Di solito gli italiani, al bar, stanno in piedi. Prendono il caff o un cappuccino, bevono in fretta una bibita o mangiano qualcosa e poi subito via! Alcuni bar sono per un ritrovo per i giovani che si incontrano, un punto di incontro per gli uomini daffari, un momento di riposo per chi lavora, e altri sono dei bar-ritrovo per gli uomini che giocano a carte o a biliardo o a bocce. Ci sono poi anche degli antichi 168

caff italiani, noti in tutto il mondo. Qui si danno appuntamento persone famose, artisti, turisti di tutte le nazionalit. Sono, ad esempio, il Caff Greco a Roma, il Caff Florian e lHarrys a Venezia, il Giubbe Rosse a Firenze, il Biffi in Galleria a Milano, il Pedrocchi a Padova. Anche i bar di via Veneto, a Roma, sono molto famosi. Ci sono andati e ci vanno i pi famosi divi del cinema e del teatro.

ANDARE A CENA FUORI: IN TRATTORIA Agli Italiani piace andare in trattoria. I piatti sono semplici e gustosi. Il vino genuino. Il servizio alla buona. Sui tavoli, tovaglie a quadri rossi e bianchi, brocche di vino sfuso. Il men a voce. La gestione familiare. Destate si pu mangiare allaperto, sotto lombra delle piante. Se non si vuole spendere molto e si vuole mangiare bene, sano e genuino, si va in trattoria, dove i prezzi non sono alti. La cucina casalinga, i piatti sono fatti in casa, le specialit sono regionali. Verdure fresche dellorto, i polli del proprio pollaio, i salumi di produzione propria e la pasta fatta in casa. Tra una portata e laltra, quattro chiacchiere con gli amici e tanta allegria!

169

I MONDIALI DI CALCIO Il 9 luglio 2006 lItalia diventata Campione del Mondo. Ha vinto sulla Francia e sulla Germania. La squadra italiana stata festeggiata il 10 luglio alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con la consegna di una medaglia e poi si recata in giro per la citt di Roma, festeggiata da tutti gli italiani, venuti da ogni parte dItalia. Roma era tutta una festa. Piena di luci e fuochi dartificio. Cerano 1 milione di persone, oltre a tutti quelli che hanno seguito la festa in TV.

I SALDI In Italia, i saldi, le svendite, le offerte speciali, le vendite promozionali e le liquidazioni ci sono ormai quasi tutto lanno. Sono le occasioni per fare acquisti a prezzi scontati. I saldi di fine stagione sono a luglio ed ad agosto per la stagione estiva. A gennaio ed a febbraio per la stagione invernale. Gli sconti partono dal 10% ed arrivano fino al 50-60%. Via del Corso a Roma una via famosa per gli acquisti, per lo shopping giovane. La merce alla portata di tutti perch i prezzi sono convenienti. Via Montenapoleone a Milano famosa per lo shopping di lusso. I grandi magazzini in tutta Italia vendono anche merce poco costosa.

I SALDI DI FINE STAGIONE

(Entri in un negozio di abbigliamento):


170

Commessa: Buongiorno Signora. Desidera?

Signora: Posso provare quella giacca bianca esposta in vetrina?


C. Che taglia ha?

S. La 44
C. Adesso guardo. Signora, fortunata. proprio la sua taglia.

S. Vediamo, che stoffa ?


C. E lino. Pratico ed elegante.

S. Mi piace molto. Posso provarla?


C. Certamente. Si accomodi nel camerino.

S. Questa giacca mi va benissimo e questo modello mi sta benel.


C. Veramente. Le sta a pennello.

S. Quanto costa?
C. Con lo sconto del 50% la paga solo 100 Euro. Un vero affare!

S. Va bene, la compro. Posso pagare con un assegno?


C. Senzaltro. Alla cassa, prego. A rivederla.

S. Grazie per la sua gentilezza. Arrivederci.

(Entri in un negozio di scarpe) S. Buongiorno, vorrei un paio di scarpe.


C. Ha visto qualcosa in vetrina?

S. S, quelle scarpe marroni.


C. Che numero porta?

S. Il 40.
171

C. Eccole. Le provi.

S. Mi vanno proprio bene. Quanto costano?


C. 100 Euro.

S. mmsono care! Niente sconto?


C. Mi spiace. Il prezzo fisso.

S. Va bene, le prendo lo stesso.


C. Prego, alla cassa.

S. A rivederla, grazie.
ABITI VARI Giacca giacca di lana/di seta/di cotone camicia camicetta gonna Pantaloni vestito abito vestito completo cravatta cappello Maglione maglia maglietta giubbotto impermeabile cappotto Giaccone calzini calze pigiama cintura scarpe zaino zainetto stivali scarpe da uomo/da donna Esercizio: mettere larticolo

Largo stretto comodi aderenti attillati

Un paio

due paia non costa molto

costa molto/poco/troppo

di quale stoffa fatto? Di cotone - di lino - di seta - di velluto - di lana di che colore ? rosso verde - giallo nero - bianco di quale taglia lo/la vuole? Piccola - media - grande - molto grande 172

che bella camicia! Posso provarla?

S, certo prego -

Mi piace vestirmi in modo: sobrio classico sportivo elegante

Lettura: LA GIORNATA di HOA, figlio, studente. Sua madre, insegnante. Suo padre, impiegato. Hoa di solito si alza alle 8. Fa colazione e si prepara in fretta e va allUniversit in moto. Di mattina segue le lezioni e nel pomeriggio studia o si vede con gli amici. La sera esce spesso. Cena abitualmente con i suoi genitori. Va qualche volta al cinema, in pizzeria o in discoteca. Si addormenta sempre dopo mezzanotte. Sua madre, insegnante: si sveglia presto, fa colazione, riordina un po la casa e si prepara per uscire. Va a scuola in autobus e insegna dalle 8,30 alle 13,20. Torna a casa alle 14. Cucina e pranza con il figlio. Nel pomeriggio va a fare la spesa o corregge i compiti dei suoi alunni. La sera guarda sempre la televisione. Non esce quasi mai. Solo di sabato incontra gli amici. Suo padre, impiegato: ogni giorno si alza alle 7,30. Si prepara, si veste, fa colazione, esce in fretta e compra il giornale alledicola sotto casa. Va in ufficio in macchina. Alluna fa uno spuntino in uno snack-bar vicino allufficio. Comincia a lavorare alle 9 e finisce alle 18. La sera legge il 173

giornale o guarda la TV. Di sabato si diverte a giocare a carte con gli amici e va a letto tardi.

COSA FAI AL MATTINO? Mi sveglio alle 8 meno un quarto Mi lavo Mi pettino Mi rado Mi faccio la doccia Mi provo i vestiti Mi vesto Mi taglio le unghie dei piedi Mi metto la crema nelle mani Mi trucco Mi metto il deodorante Mi metto il profumo Faccio colazione Ascolto le notizie del TG Rifaccio il letto Riordino un po la casa Preparo la lista della spesa Porto a spasso il cane Mi preparo un panino per il pranzo Esco per andare a lavorare.

LE CARATTERISTICHE FISICHE

Capelli

Ricci, lisci, biondi, bruni, castani, grigi, brizzolati, bianchi, neri, scuri, rossi, lunghi, corti, calvo, con la coda, con la frangetta, con il ciuffo, con le basette

Occhi

Scuri, chiari, blu, marroni, verdi, neri, azzurri, grigi, grandi, piccoli, allungati, a mandorla, rotondi, in fuori

Corpo

Alto, basso, magro, grasso, grosso, robusto, atletico, massiccio

Viso

Ovale, rotondo, allungato, grasso, magro, grosso, piccolo 174

Naso Bocca Guance Fronte Sopracciglia Baffi

Sottile, grosso, allins, aquilino, piccolo, grande Grande, piccola, sottile, carnosa Magre, grasse Ampia, bassa Folte, sottili Piccoli, grandi, allins, allingi

Lettura: IL LATTE Il latte ed i latticini, cio gli alimenti fatti con il latte, come il formaggio e lo yogurt, sono necessari al corpo umano. Se una persona vuole stare bene, deve bere molto latte. I latticini danno al corpo umano il calcio che utile a tutti, non solo ai bambini ed ai ragazzi. Una persona, infatti, per stare bene ha bisogno di calcio a tutte le et, anche nella vecchiaia. Il latte necessario per crescere e mantenersi forte. Il latte, il formaggio e lo yogurt sono inoltre molto buoni e servono per preparare molti piatti gustosi. DOCUMENTI E DATI PERSONALI Cognome Nome Luogo di nascita Data di nascita Domicilio Residenza Codice postale Codice fiscale Telefono di casa Cellulare Carta didentit Tessera sanitaria Patente di guida Partita IVA Passaporto Tessera pensione Esercizio: mettere larticolo 175

Lettura: IL CANE E LA SUA IMMAGINE Un cane, tenendo un pezzo di carne fra i denti, attraversava, sopra unasse, un piccolo corso dacqua. Vide nellacqua la propria immagine e credette di vedere un altro cane con un altro pezzo di carne. Lasci cadere il suo pezzo e si precipit per afferrare laltro. Non trov niente: quanto alla carne che egli portava, unonda laveva trascinata via. E il cane rest a denti asciutti.

Lettura: IL VECCHIO NONNO Cera una volta un vecchio nonno che non ci vedeva quasi pi, ci sentiva poco e le mani gli tremavano. Qualche volta, quando mangiava, la minestra gli cadeva dalla bocca sulla tovaglia e per questo il figlio e la nuora non lo vollero pi a tavola con loro. Il povero vecchio fu costretto a mangiare tutto solo, in un angolo, presso il camino. Un giorno che le mani gli tremavano pi del solito, la scodella gli scivol dalle mani e si ruppe in tanti pezzi. La nuora lo rimprover severamente ma egli chin il capo mortificato e non disse pi nulla. La nuora gli consegn una scodella di legno, dicendogli con voce sprezzante: Questa non la romperete! Finita la cena, il nipotino stava cercando di riattaccare i pezzi della ciotola. I genitori lo videro e gli chiesero cosa stesse facendo. Il bambino rispose che stava attaccando i pezzi della ciotola per dare a loro da mangiare quando fossero diventati vecchi. I genitori si guardarono negli occhi commossi e 176

scoppiarono a piangere. Da quel giorno ripresero il nonno a tavola, rispettandolo e amandolo sempre di pi.

Lettura: LA SUA GIORNATA Di solito si sveglia verso le sette perch deve andare a lavorare. Qualche volta va a fare alcune commissioni per la sua famiglia. Non gli piace per svegliarsi presto e se la sveglia non suonasse, dormirebbe fino a mezzogiorno. A volte neanche il suono fastidioso della sveglia riesce a strapparlo dal sonno. Allora sua moglie va a scuoterlo piano piano. Poi lo chiama sempre pi forte ed alla fine deve per forza aprire gli occhi. Per non si alza subito. Gli piace da morire stare al caldo, con la testa sotto il lenzuolo e gli occhi chiusi per sognare ancora un po o pensare e ricordare i piccoli avvenimenti belli della sua vita. Dopo un po si alza e va in cucina a fare colazione. Mentre gira il cucchiaino nella tazza di latte e caff o di t, sogna ancora un po o pensa a quello che deve fare nella mattinata. Mangia qualche biscotto e pensa a come si vestir. Lava e mette a posto la tazza e intanto si chiede se fa in tempo a lavarsi i capelli prima di uscire per andare al lavoro. S, fa in tempo. Allora corre a bussare alla porta del bagno per sollecitare sua moglie ad uscire. Entra e in pochi minuti si prepara. Torna in camera per vestirsi e butta per aria un po di abiti prima di scegliere quello che pi gli piace. Non ha tempo per riordinare n per rifare il letto. Lo far quando 177

torner a casa. Corre perch tardi. E cos, comincia la sua giornata di lavoro.

Lettura: QUANTI TELEVISORI ABBIAMO IN CASA? H possiede 3 televisori: uno in bagno, uno in cucina e il terzo in camera da letto. Quando si sveglia, al mattino, per prima cosa accende la TV e, mentre si lava e si veste, guarda il telegiornale. Non ascolta tutte le notizie, ma quando inizia il primo telefilm gi in cucina per la colazione. A lei piace molto vedere i telefilm polizieschi. Per c un problema. Non riesce mai a vedere il finale perch deve andare a lavorare. Al lavoro una sofferenza. In ufficio non ci sono televisori. Durante la pausa per il pranzo si precipita alla paninoteca: non le piacciono i panini, per c la TV! La sera arriva stanca a casa: se squilla il telefono, non va a rispondere perch rischia di perdere la centesima puntata dello sceneggiato che le piace tanto. Dopo cena va a dormire e, con il telecomando, cambia continuamente canale: non sa mai quale canale scegliere. Molte volte si addormenta senza spegnere il televisore. I suoi amici cominciano a preoccuparsi per lei.

178

FARE LA SPESA Al Mercato Mi d un etto di prosciutto crudo e mezzo etto di cotto?

Poi?
Due o tre etti di caciotta toscana.

Poi, cosa Le do?


Vorrei anche una bella fetta di gorgonzola, due etti circa.

Desidera altro? Vuole delle mozzarelle fresche?


S, una.

Basta cos?
Ahmi dia anche un etto di burro e un litro di latte.

tutto?
Per oggi s, grazie. Quant?

16 Euro e 30 centesimi.
Ecco a Lei. Grazie e arrivederci.

Grazie a lei. A presto


Banco delle verdure - Mi serve - Dammi

Ciao! Che ti serve? Che ti do?

1 chilo di patate 2 chili di carote 1 chilo e mezzo di bieta Un mazzetto di prezzemolo Un po di basilico 7 etti di minestrone Un po di rosmarino 1 chilo di fagioli Mezzo chilo di fagiolini 179

3 etti di lenticchie 4 spicchi di aglio Banco dei formaggi - Mi servono 3 etti di parmigiano 1 litro di latte 1 litro di aceto 1 chilo di zucchero fino/grosso 1 chilo di farina 3 etti di: emmenthal/stracchino

10 cipolle

10 uova 2 litri di vino 2 litri di olio chilo di sale

2 etti di burro

1 mozzarella (di mucca / di bufala) Banco del pesce Mi serve 1 chilo di pesce

Banco della carne Mi serve 1 chilo di carne di vitella 2 chili di carne di manzo / tacchino / pollo / maiale Compro tutto ma per favore divida gli ossi dalla carne. Grazie.

Banco della frutta Dammi 1 chilo di arance / mele / pere / ananas / banane / uva 3 limoni / 3 confezioni di fragole / 2 meloni / 3 cocomeri Quanto costa? Quanto ti devo in tutto? 180 Quanto costano?

Al Supermercato (marito e moglie fanno la spesa) Ecco la lista. Allora, per la colazione dobbiamo prendere un barattolo di miele e due vasetti di marmellata. Non dimenticare i biscotti. Prendine tre pacchetti e anche un pacco di fette biscottate, confezione famiglia. Poi, ci servono quattro scatole di pomodori pelati. E anche una bottiglia di olio extra vergine di oliva. C anche una confezione da tre molto conveniente. Mancano i surgelati. Prendiamo una busta di piselli e una di verdure gi pronte per il minestrone. Compriamo anche frutta e

verdura? No, preferisco andare domani al mercato. L la merce fresca


ed i prezzi sono pi convenienti. Ci serve un pacco di zucchero e due pacchetti di caff. Eccoli. Ora possiamo andare alla cassa a pagare. C una fila! Pazienza.

Lettura: A SPASSO, A FARE SPESE Oggi pomeriggio sono andata con unamica a fare spese. Ho portato le scarpe dal calzolaio per farle riparare. Poi siamo andate al negozio di calzature vicino casa per comperarne delle nuove. Mentre stavamo guardando i negozi, decidemmo di fermarci alla gelateria per prendere un buon gelato alla frutta. Siamo poi passate in libreria per vedere i nuovi libri usciti e ne abbiamo comprati 2 di spionaggio e 1 di avventure. La mia amica ha poi portato il cappotto di suo marito in tintoria per farlo pulire. Dato che le si rotta la lavatrice, ha portato le lenzuola e gli asciugamani in lavanderia per farli lavare. In tipografia 181

abbiamo ordinato la stampa di 100 nuovi biglietti da visita per me e per lei. In farmacia ho comprato la Cibalgina in compresse perch mio marito aveva un gran mal di testa. Dato che avevamo ancora un po di tempo, siamo andate dal parrucchiere per farci fare la tinta ai capelli. In trattoria abbiamo poi prenotato 4 posti per domani sera per noi ed i nostri mariti. In tabaccheria ho comprato un pacchetto di sigarette perch le avevo finite. Dal ferramenta ho preso dei chiodi per appendere i nuovi quadri che ho a casa e la tinta bianca per il muro che si macchiato. Infine, nel rientrare a casa, ho comprato il pane al forno, la carne dal macellaio e formaggio, vino e biscotti e succhi di frutta al negozio di alimentari. Finalmente siamo rientrate a casa, stanche ma contente del bel pomeriggio passato insieme a fare spese per noi e per la nostra famiglia.

Lettura: CHE COSA FAI DI SABATO? Vado in palestra Vai dal parrucchiere Va a pranzo dalla nonna Andiamo a giocare a tennis Andate a teatro con i vostri amici Vanno a lavare lauto. Esercizio: E tu, cosa fai? Racconta.

182

COME TRASCORRI LA DOMENICA? Incontro gli amici Vado al ristorante Va ad ascoltare i concerti Loro non vanno mai n al ristorante, n ai concerti. Preferiscono rimanere a casa Leggono il giornale e guardano la TV Andiamo al mare La vostra famiglia preferisce invece andare in montagna, vero? I bambini di mia sorella vogliono andare in montagna o in campagna a giocare con gli animali.

COSA FAI DURANTE LA SETTIMANA? Mi alzo presto Lavoro tutto il giorno Frequento un corso di italiano La sera ceniamo a casa I miei cugini guardano la TV Loro leggono il giornale Noi facciamo gli esercizi di ginnastica a casa Loro vanno in palestra Lei segue i bambini nel fare i compiti.

LA SALUTE Ciao. Allora, ci vediamo stasera?

Mi dispiace, resto a casa. Ho preso un raffreddore fortissimo.


Ma se laltro ieri eri un leone

Beh, oggi invece starnutisco in continuazione, mi lacrimano gli occhi, ho il naso chiuso, la luce mi d fastidio, la gola mi brucia ed ho anche un po di tosse.
Sei proprio malato, allora! Hai anche la febbre? 183

No, non me la sento.


Fai bene a stare a casa. Andr io a divertirmi anche per te.

Grazie, bellamica che sei!


CONSIGLI DEGLI AMICI CONTRO IL RAFFREDDORE Misura la febbre Stai a letto Mangia leggero Vai dal dottore Bevi molte spremute darancia Su con la vita! Vestiti ed esci con noi Dormi il pi possibile Prendi 2 aspirine Copriti bene Fa una bella sudata e domani starai meglio Attenti alle correnti daria! Fanno male.

UNA VISITA MEDICA

Che cosa si sente?


Da alcuni giorni ho qualche linea di febbre e un po di tosse.

VediamoSi sieda qui sul lettino Apra la bocca Adesso levi la camicia e tossisca. Respiri lentamente.
C qualcosa che non va?

Direi che lei ha una bella bronchite. Per essere pi sicuri occorre ( necessario) fare degli esami.
Quali?

Vada a fare una radiografia ai polmoni. Intanto prenda le medicine che Le prescrivo.
Esami: radiografia analisi del sangue elettrocardiogramma ecografia - elettroencefalogramma 184

Suggerimenti del dottore al paziente: Faccia le analisi del sangue. Torni da me fra 2 settimane. Mangi in bianco. Resti a letto per 2 giorni. Segua questa cura. Non beva alcolici. Non esca di casa fino a domenica. Non faccia sforzi.

DOTTORE, CHE COSA DEVO FARE PER MANTENERMI IN FORMA? Faccia una dieta equilibrata. Non mangi troppo. Prenda una camomilla prima di andare a dormire. Non stia sempre seduto. Dorma almeno 7 ore per notte. Non fumi. Stenda le gambe, per rilassarsi. Faccia ginnastica regolarmente, per stare in forma. Cammini molto tutti i giorni. 185

Lavi i denti dopo i pasti. E per mantenere sani i denti? Lavi i denti dopo ogni pasto E per stare bene con lo stomaco? Eviti di mangiare cibi fritti. Con il Lei si usa il Congiuntivo tornare = torni finire = finisca fare = faccia uscire = esca prendere = prenda bere = beva stare = stia dormire = dorma andare = vada dire = dica

Lettura: LA CICALA E LA FORMICA estate. Una cicala sta sdraiata sopra una foglia e canta. Che bella vita, pensa. E una giornata splendida e io sono veramente felice! Le formiche, invece, lavorano sotto il sole e raccolgono i chicchi di grano per linverno. Viene linverno. La cicala ha freddo e fame perch non ha niente da mangiare. Allora chiede alle formiche qualcosa da mangiare. Le formiche rispondono: Perch in estate non hai raccolto il cibo per linverno? Perch non ho avuto tempo. Ho cantato le mie canzoni.

186

Le formiche ridono e dicono: Se in estate hai cantato, ora in inverno balla! Ma poi hanno piet della cicala e le danno da mangiare. La cicala ringrazia le formiche e canta per loro!!

CHE COSA HANNO TRASMESSO IN TV? Hanno trasmesso: film telefilm notiziari telegiornali programma di variet programmi sportivi programmi culturali documentari cartoni animati dibattiti fiction programmi sulla salute programmi di storie di altri paesi programmi musicali

187

QUANDO CADE UNA STELLA, ESPRIMI UN DESIDERIO: Vorrei andare in Oriente Vorrei avere un figlio Esercizio: E tu, cosa vorresti? Esprimi un desiderio. Vorremmo sposarci presto

Lettura: ALLA MOSTRA DARTE DEL VIET NAM Buonasera Signora Ha, come sta? stato un vero piacere incontrarla laltra sera alla Mostra darte del Vietnam. Lieta anche di poter rivedere suo marito, il Signor Dung. Era tanto che non lo incontravo. Ho potuto rivedere con piacere anche i Signori Tu e Y. Signora Hoa, non lho vista alla Mostra. Come mai? Che peccato! Speravo tanto poterla incontrare. Ho visto molte signore vietnamite con i loro bellissimi ao dai. Le sono piaciuti i quadri dei pittori vietnamiti? A me, molto. Ma non quelli astratti. Non sono venuta al ricevimento sulla terrazza perch avrei dovuto salire anche la seconda scalinata. Mi facevano male le ginocchia. Ho potuto ammirare ancora una volta Roma di notte. meravigliosa. A lei piace? Spero di poterla rivedere presto.

188

PERCH? - PERCH Perch non sei potuto uscire ieri sera? Perch i miei genitori non mi hanno dato il permesso. Perch lui non ha potuto portare qui sua moglie? Perch non ha presentato in tempo tutti i documenti. Perch voi non avete potuto cambiare lavoro? Perch non abbiamo ottenuto lautorizzazione. Perch tuo figlio non ha potuto iscriversi allUniversit? Perch non ha presentato il suo diploma di Scuola Superiore. Perch i tuoi amici non sono potuti venire? Perch i loro genitori non hanno dato loro il permesso.

SE VOI VINCESTE ALLA LOTTERIA, CHE COSA FARESTE? Se noi vincessimo, faremmo un lungo viaggio. Se loro vincessero, aiuterebbero i loro parenti. Se io vincessi, comprerei un bellappartamento e il resto lo metterei in Banca. Se tu vincessi, scommetto che smetteresti subito di lavorare. Se lui/lei vincesse tanti soldi, non saprebbe proprio cosa fare. Ci dovrebbe pensare molto bene. Se voi vinceste, vi comprereste tanti gioielli. Ti comprerei lauto se tu avessi la patente. Verrei da te se stessi meglio. 189

Sareste pi tranquilli se dicessi la verit. Sarebbe meglio per loro se ti dessero retta. Imparereste meglio litaliano se steste pi tempo in Italia. Guadagnerebbe di pi se facesse un altro lavoro. Se, invece di chiacchierare, steste pi attente, imparereste prima e meglio.

Lettura: IL RAGAZZO E LAUTOBUS/TAXI Un giorno il ragazzo torna da scuola. felice. Dice a suo padre: Pap, oggi ho potuto risparmiare 1 euro. Il padre non felice e chiede a suo figlio: Perch solo 1 euro? Il figlio risponde: Per andare a scuola non prendo lautobus ma gli corro dietro. Il padre gli risponde: Figlio, corri dietro ad un taxi. Potrai cos risparmiare 20 euro.

Lettura: LA STORIA DEI TRE CAVALIERI (giocare con le parole) Il cavaliere pi bravo spara ad un uccello che cade e muore. Il secondo cavaliere spara ad una mosca che cade e muore. Il terzo cavaliere spara ad una farfalla che non cade e continua a volare. Ha vinto il terzo cavaliere. Ma la farfalla non potr pi continuare la razza.

(Chi)
190

Lettura: LA STORIA DI THANH Sono nato a Roma nel 1960. Sono rimasto a Roma fino a 25 anni. Ho finito gli studi e mi sono laureato. Ho fatto il militare a Trento nel 1983. Dopo il militare e dopo la laurea, ho cercato un lavoro. Lho trovato a Bologna in unazienda elettronica. Cos, nel 1985 mi sono trasferito a Bologna. Due anni dopo ho incontrato Nga. Ci siamo sposati nel 1990. Dopo tre anni sono nate le nostre due figlie.

Esercizio Raccontate la vostra storia: dove siete nati, dove avete studiato, quali scuole avete frequentato, se avete lavorato in Vietnam o allestero. Quando siete arrivati in Italia. Con chi siete venuti. In quale citt siete andati. Se avete cambiato lavoro. Se avete cambiato citt. Se vi siete sposati/fidanzati. Se avete figli e quanti. Se studiano. Lettura: LA SCUOLA IN ITALIA In Italia la scuola dellobbligo dura otto anni: cinque anni di scuola elementare e tre anni di scuola media. I bambini iniziano le elementari a 6 anni. I pi piccoli, prima della scuola elementare, possono frequentare le scuole dellinfanzia: lasilo nido, da 3 mesi a 3 anni, e la scuola materna, da 3 anni a 6 anni. La maggior parte dei bambini italiani (circa il 95%) frequenta la scuola materna (pubblica, comunale o statale, oppure privata). In Italia quindi 191

la vita scolastica per la maggior parte dei bambini inizia con la scuola materna. Dopo la scuola media, i ragazzi e le loro famiglie possono scegliere il tipo di scuola superiore che vogliono frequentare. Ci sono i Licei (classico, scientifico, artistico) che durano 5 anni. Rilasciano un Diploma di maturit e preparano allUniversit. Ci sono poi gli Istituti Tecnici e Professionali che rilasciano un Diploma professionale e che hanno durata diversa. Dopo il diploma, chi vuole continuare gli studi si iscrive allUniversit. La durata degli studi varia a seconda della Facolt. In genere, dura 4 anni. Da poco tempo sono stati istituiti anche i corsi di Laurea breve: durano 2 anni e rilasciano un Diploma Universitario.

Lettura: LE VACANZE DI PASQUA

Come andata la Pasqua? Che tempo avete trovato?


In Riviera il tempo era bellissimo. Abbiamo avuto una settimana di cielo azzurro e sereno. Era tutto in fiore. Noi invece siamo andati nel Trentino. Cera ancora la neve e cos abbiamo potuto sciare. La sera faceva freddo ma di giorno si stava bene. In Sicilia sembrava gi estate. Faceva caldo. Cera gente che faceva il bagno ed altri che prendevano il sole in costume. 192

In Toscana il tempo era cos cos, variabile. Di giorno si stava bene ma di sera faceva piuttosto freddo. E tu? Come andata qui, a Roma? Comera il tempo qui? stato quasi sempre nuvoloso. Pioveva spesso. Solo 2 o 3 giorni di sole. Come al solito!

ESPRESSIONI VARIE Ho fatto il bagno in mare. Mi sono abbronzata. Fa freschetto. Cera un temporale. Grandinava. Si gela. Si scoppia dal caldo. nuvoloso. sereno. soleggiato. Piove. Nevica. Fa freddo. Fa caldo. Che tempo fa/faceva? C mezzo metro di neve. 193

Ascoltare le previsioni meteorologiche. Sai se brutto tempo anche al Nord/Sud? Che pioggerellina! Che tempaccio! Fa un freddo cane! Che venticello piacevole! Che nuvoloni! Viene un temporale. Ci sono dei nuvoloni. Ci sono tante nuvolette.

Lettura: SEMINARIO SUL VIET NAM DEL DOI MOI Il Seminario stato molto interessante. Hanno preso la parola: - un giornalista del Corriere della Sera, - il Direttore generale per lAsia e il Pacifico del Ministero Affari Esteri, - il Presidente della Provincia di Roma, - lAmbasciatore italiano in Viet Nam, - il Consigliere politico del Ministro degli Affari Esteri, - il vice Ministro vietnamita della Cultura, lAmbasciatore del Viet Nam in Italia. Tutti hanno, finalmente, parlato bene, anzi molto bene, del Viet Nam. Cosa che non succedeva da molto, molto tempo. Le pi importanti cose dette: 1) Ora il Viet Nam amico di tutti; 194

2) Ora il Viet Nam ha bisogno del nostro aiuto per la sua ricostruzione. Le nostre aziende delle piccole e medie industrie devono andare a lavorare in Viet Nam. 3) Il Viet Nam d alle aziende straniere le pi ampie possibilit di investimento. 4) Il Viet Nam, dopo tante guerre di invasione straniera che ha sempre vinto e respinto ha dovuto anche aiutare la Cambogia contro Pol Pot. 5) Il Viet Nam, da importatore, diventato ora esportatore di riso. 6) Il Viet Nam ha sempre mantenuto la sua identit nazionale. 7) Invece di importare le nostre scarpe di bassa qualit, perch lItalia non viene in Viet Nam a fare le sue scarpe di alta qualit?

Lettura: LA BASILICA DEI SS. GIOVANNI E PAOLO (Storia) In un tempo assai remoto, sul Monte delle Querce, unaltura che si trovava fuori dalle Mura Serviane, sorgevano soltanto degli edifici di culto pagano. Gi in et repubblicana, tuttavia, il Colle, a cui oramai era stato dato il nome di Celio, fu urbanizzato, dapprima con immobili popolari e intensivi e, in seguito, con dimore lussuose, essendo questo divenuto una ampia zona residenziale, grazie anche ai vicini palazzi imperiali situati sul Palatino. Ed proprio qui, sul Celio, che inizia e finisce la storia di Giovanni e Paolo, ufficiali cristiani passati dallesercito al servizio di Costantina, la figlia dellimperatore. 195

Alla morte di lei, i due nobili romani avevano ereditato un ingente patrimonio, grazie al quale si erano ritirati in una ricca dimora sul Celio, dalla quale avevano iniziato unintensa opera di assistenza verso i poveri. Condannati a morte per essersi rifiutati di abiurare il loro credo, nottetempo furono decapitati e in gran segreto, per evitare tumulti popolari, furono sepolti nella loro stessa casa. Correva lanno 362, durante limpero di Giuliano lApostata, restauratore del Paganesimo. Morto Giuliano e ripristinato il culto cristiano, il Senatore Bizante, per ordine del nuovo Imperatore Gioviano, fece erigere sul sepolcro stesso dei due martiri un oratorio, ben presto trasformato in chiesa domestica. Ma a Pammachio, il figlio di Bizante, che dobbiamo attribuire, probabilmente nel 393, la costruzione vera e propria di una Basilica che, come configurazione e dimensioni, si presentava identica allattuale, solo con la pavimentazione a circa 50 cm pi in basso rispetto allodierno piano di calpestio. Nonostante la devastazione gotica del 410 e il terremoto del 440, ledificio conserv inalterato per secoli il suo aspetto originario. Tuttavia, dopo i saccheggi e gli incendi di Roberto il Godoardo (1084), la Chiesa fu ridotta in completa rovina e si dovette intervenire energicamente con opere che ancora oggi ammiriamo. Venne costruita la stupenda torre campanaria, lelegante portico con colonne ioniche e corinzie, labside, esternamente arricchita dalle ornamentali arcatelle, unico esempio a Roma di tipica influenza 196

lombarda. Furono eseguiti affreschi di cui restano tracce a sinistra dellAltare Maggiore, dietro la Cappella del SS. Sacramento e, infine, fu realizzato il Convento annesso, che tuttora conserva le bifore originali. Altri restauri protessero ed arricchirono la chiesa nel 1598 e nel 1677, fino a quelli decisivi del 1715 con i quali linterno assunse lattuale aspetto settecentesco, pur mantenendosi fedele alloriginaria pianta basilicale. Infatti, anche attraverso le varie trasformazioni avvenute nel corso dei secoli, sono sempre state rispettate le proporzioni delledificio primitivo con le sue navate, divise oggi da larghi pilastri a cui sono addossate 16 antiche colonne sorreggenti gli archi. La spiegazione di tale fedelt dovuta al fatto che in origine la costruzione era sorta situandosi da un lato proprio a ridosso di una delle quattro strade pi importanti del Celio, il Clivus Scauri, e poggiandosi dallaltro su blocchi squadrati che costituivano il basamento del Claudium, tempio dellimperatore Claudio, eretto nel 54 in suo onore dalla terza moglie Agrippina. Vanto, assolutamente unico al mondo, della Basilica laffascinante labirinto dei suoi sotterranei scoperti solo nel 1887 e perfettamente restaurati. Si tratta di una grande insula di et imperiale, comprendente quattro edifici fra cui case a pi piani, un ninfeo ed un piccolo stabilimento termale. Molti di questi ambienti conservano degli splendidi affreschi. Lintero cielo decorativo appartiene ad epoche diverse ed oltre ad essere 197

una preziosa testimonianza della delicata fase di transizione da unarte decisamente pagana a unarte gi cristiana, offre al visitatore la rara emozione di poter osservare direttamente delle immagini cos

profondamente legate alla storia stessa della Basilica.

Lettura: COME E STATO IL MATRIMONIO? E LA FESTA DOPO? COMERA VESTITA LA SPOSA? stata una cerimonia commovente. La sposa era bellissima e molto emozionata. Aveva gli occhi lucidi. Indossava un vestito di raso bianco con piccole rose ricamate ed aveva i capelli raccolti e un lungo velo.

E lo sposo?
Era elegante, classico, in grigio scuro. Era commosso anche lui.

Cerano tanti invitati?


S, cerano pi di 100 persone, tra amici e parenti.

Peccato per il tempo!


Davvero! Pioveva e faceva un freddo cane. Io gelavo, con il mio vestito di seta leggero.

E adesso, dove sono gli sposi?


Partivano subito per la luna di miele. Andavano alle Maldive, al caldo.

Beati loro!

198

LE PREVISIONI DEL TEMPO (esempi) Cielo coperto e molto nuvoloso al Nord. Variabile al Centro. Poco nuvoloso o sereno al Sud e nelle isole. Temperatura in diminuzione/aumento al Nord. Stazionaria al CentroSud. Nebbia in pianura. Nord = Settentrione/Settentrionale Ovest = Occidente / Occidentale Centro = Centrale Sud = Meridione/Meridionale Est = Oriente / Orientale

LE PAROLE USATE PER IL CLIMA Sereno Nuvoloso Piovoso Variabile Coperto Piove Nevica Fa freddo/fa caldo C la nebbia C umidit C afa C il vento La temperatura sale/scende ( diminuita/aumentata) sotto zero sopra zero. La temperatura minima (la pi bassa) La temperatura massima (la pi alta)

quanti gradi erano? Qualera la citt pi calda/fredda? Tempo previsto per domani (qual ) Il mare mosso 199

CHE COSA HAI FATTO SABATO E DOMENICA? DOVE SEI STATO PER IL FINE SETTIMANA? COME ANDATO IL FINE SETTIMANA? (esempi) Sono andata a vedere la partita. andato in discoteca con gli amici. Sei andato al cinema e hai visto un film bellissimo. Io e mia moglie abbiamo fatto un giro in bici in campagna. Siamo state a casa tutta la domenica ed ho pulito, lavato, stirato Siamo andate a casa di amici ed abbiamo cenato da loro. Non hanno fatto niente di speciale. Hanno dormito tanto e si sono riposati. Siete andati a vedere una mostra di pittura. Avete letto un libro. Lui, purtroppo, ha dovuto lavorare.

CHE COSA FAI NEL TEMPO LIBERO? (esempi) Vado a ballare in discoteca. Guardi la TV. Organizza una festa. Leggiamo un libro. Fate una lunga passeggiata. 200

Guardano un film. Ci piace incontrare gli amici. Amano ascoltare la musica. Mi piace fare sport. Ti piace nuotare. Le piace andare a mangiare una pizza. Gli piace fare ginnastica. Vado fuori citt. Va a fare un bel giro. Esercizio: e tu cosa fai?

Quando Sabato scorso. Laltra domenica. Di domenica. Di sabato. La sera. Di sera. Quando sono a letto. Quando sono distesa in poltrona.

A mangiare in una trattoria casereccia. A dormire sullerba. 201

Andare in campagna. A visitare unaltra citt. Andare in montagna. A portare i bambini al parco giochi. A visitare una mostra. Andare ad un concerto. Andare a visitare un mercatino dellantiquariato o dellartigianato. A sciare. A giocare a golf. A tennis. A calcio. A pallacanestro. A pattinare.

VI PIACIUTO IL FILM? VI SONO PIACIUTI LATTORE E LATTRICE? (esempi) Mi sono piaciuti gli attori e la fotografia. Ma il film un po troppo lungo ed in certi punti noioso. A lei sono piaciute molte le immagini. A lui non piaciuto il secondo tempo. Solo il primo. Loro dicono che questo film non certo un capolavoro. A voi invece il film proprio piaciuto. Avete detto che, secondo voi, il pi bel film di questo regista. Vi piaciuta anche molto lattrice protagonista: bellissima e proprio brava. 202

Lettura: UN VIAGGIO DARTE Quando avr un mese di ferie, far le vacanze che ho sempre sognato. Far un viaggio da solo. Andr finalmente a vedere le citt darte che ho visto solo sui libri. Prima tappa: visiter la Toscana: Firenze, Siena, Arezzo, Pisa. Poi andr in Umbria: Perugia, Assisi, Gubbio. Terza tappa: visiter Roma per una settimana. Lultima settimana: vedr Napoli e Pompei.

VOI COSA FARETE IN AGOSTO? (esempi)

Non far niente di speciale. Rester a casa. Uscir tutte le sere con gli amici. Io sistemer la casa. Io studier per un esame. Lei legger molto. Noi partiremo con gli amici per il mare.

USCIRE INSIEME S (risposta positiva)

Ciao, Ha. Vogliamo uscire a cena insieme questa sera?

S, grazie. Dove ci incontriamo?


Ci vediamo a Piazza Venezia, sotto al balcone, alle 20. Non puoi passare a prendermi sotto casa con lauto?

S, va bene. vengo alle 20.


203

Daccordo, grazie.

Sar puntuale. A dopo. Ci divertiremo vedrai!


NO (risposta negativa)

Mi dispiace ma non posso.

Peccato! Ci saremmo divertite


Sar per unaltra volta.

Grazie per linvito.


Ciao, a presto.

COM LA TUA CASA? un appartamento di mia propriet (o in affitto). Si trova a Roma in Via degli Artificieri 12 c.a.p. 00144. Ci sono 3 stanze due da letto e 1 salotto, molto grandi. In pi, la cucina e il bagno entrambi abbastanza grandi. Un ingresso largo, un corridoio ad angolo, un bel terrazzo. Si trova in centro / in periferia / in una bella zona. Ci abito con mia sorella. Ci dividiamo a met il pagamento dellaffitto e la luce e il gas e il condominio. Ognuna di noi fa la spesa per proprio conto. - La tua casa si trova in centro o in periferia? - Da quanto tempo abiti in questa casa? - Con chi ci abiti? - Quante stanze ci sono? - una casa moderna? Antica? Vecchia? ristrutturata? - poco o molto illuminata? 204

- Le stanze sono piccole o grandi? - Si affaccia sulla strada? - Hai uno sgabuzzino? Un ripostiglio? Un armadio a muro? - C un balcone? Una terrazza? - Quante camere da letto ci sono? - Hai un salotto? Un soggiorno? - A quale piano abiti? Pianterreno? Primo piano? Secondo piano? - C un giardino? - C una cantina? Una soffitta? - C lascensore? - Quanto paghi di affitto? E le spese? Esercizio: descrivi la tua casa. Parole Monolocale Bilocale Servizi (bagno e cucina) Cucinotto Angolo cottura Villetta a schiera Palazzo Una stanza Due/tre stanze Cucina Bagno Terrazzo Balcone Cantina Soffitta Lavabo Fornelli Contratto daffitto Prima/seconda casa Vendesi Affittasi Si vende Si affitta CHIEDERE INFORMAZIONI Mi scusi, sa dove posso trovare un tabaccaio in zona?

100 metri avanti, a destra.


205

Mi pu dire gentilmente se c un supermercato qui vicino?

Alla terza strada a sinistra.


Lei della zona?

S, prego, mi dica
Sa se qui vicino c un ospedale?

S, certo. Vada avanti 200 metri. Se lo trova sulla sinistra.


Grazie. Di niente. Prego, non c di che. LA FAMIGLIA Il Nonno La Nonna I genitori Il marito e la moglie La madre e il padre la Mamma e il Pap lo zio e la zia il cognato e la cognata Il fratello e la sorella il cugino e la cugina il figlio e la figlia il nipote e la nipote. Maggiore Frasi Quanti siete in famiglia? Studiano? Sono in pensione? Quanti fratelli e sorelle hai? State bene insieme? Separarsi Avere figli Vivere fuori casa Come si chiamano? Lavorano? Dove abitate? Tuo marito ti aiuta in casa? Sposarsi Divorziare Fidanzarsi Litigare Cosa fanno? Come stanno? Minore Paterno Materno

Vivere in casa con i genitori Matrimonio Separazione 206

Nozze Nascita Morte

Fidanzamento Nozze dargento

Divorzio Nozze doro

Esercizio: descrivi la tua famiglia. AD UNA FESTA (esempi) Ieri sera c stata una festa. Perch non me lo hai detto? Domani sera ci sar un ricevimento presso la mia Ambasciata. Sarei molto lieto poterla rivedere. Posso contarci? R. Far il possibile. Sono molto lieto rivederla. Grazie per averci onorato con la Sua presenza. Salve, come va? Tutto bene? Tutto a posto? R. Bene grazie. Molto bene grazie. Abbastanza bene, grazie. Cos cos.

Insomma.

Non tanto bene.

Come mai? Cosa successo? R. Niente, niente. Le posso offrire un drink?

Grazie, un bicchiere di vino bianco.


Prego. Grazie. Di niente. Lei il benvenuto. Lei nostro ospite. Mi fa molto/tanto piacere rivederla. Mi ha fatto piacere poterla rivedere. Grazie per essere venuto. 207

A presto Buonasera - A rivederla - Arrivederci - Alla prossima La Signora?

Mia moglie aveva un forte mal di testa ed ha preferito rimanere a casa.

Mi dispiace. La prego, le porti i miei saluti.

FRASI

Saprete risolvere subito gli imprevisti. Sono molto lieto avere lopportunit di essere qui con Voi (di rivederLa) e vi ringrazio per avermi gentilmente invitato.

Essere in alto mare (non sapere ancora cosa fare). Domani sar una giornata molto calda / caldissima / afosa / pesante / piovosa / nevosa / fredda / freddissima /con un tasso elevato di umidit.

Quando prendi le tue medicine?

Alcune, le prendo la mattina alle 8. Altre, allora di pranzo. Altre, la sera alle 18 e lultima alle 20.

Dal 16 giugno Rete 4 e Rai 2 trasmetteranno esclusivamente in digitale terrestre. Per vedere i programmi occorre dotarsi di un decoder o di un televisore con digitale terrestre incorporato. Per informazioni, chiamare l8003232.

Dal punto di vista personale / istituzionale / commerciale / politico / diplomatico 208

Si andr alle urne il 6 e 7 giugno per le Elezioni Europee e amministrative.

PARTITI VARI esistenti dal 30.5.2009 POPOLO DELLE LIBERT PARTITO DEMOCRATICO (PD) DEMOCRAZIA CRISTIANA (DC) PARTITO DEI COMUNISTI ITALIANI (PdCI) RIFONDAZIONE COMUNISTA SINISTRA E LIBERT ORLANDO RADICALI ITALIA DEI VALORI (DI PIETRO) SOCIALISMO 2000 CONSUMATORI UNITI PARTITO DEI PENSIONATI I VERDI LISTA PER LE AUTONOMIE PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI UNIONE DI CENTRO COMUNIT ALPINE LA DESTRA (BONTEMPO) MUSSOLINI 209

DESTRA SOCIALE FIAMMA TRICOLORE FORZA NUOVA (FIORE) FRASI Spero tanto che la mia idea ti piaccia. La crema riduce le rughe. Formato Famiglia. Formato convenienza. Per questa volta dobbiamo dargliela vinta. Volevi dirmi qualcosa di importante? Che cosa successo? Non bisogna mai ignorare un cattivo presentimento. Se non arriverai a casa in orario, sar molto in pensiero e preoccupata. Dai, balla il rock! Dai, facci vedere come si fa! Fammi vedere quanto sei bravo! Non c dubbio. Lei pi brava di tua sorella. Riunione del Consiglio dei Ministri sulla sicurezza. Quella ragazza laggi molto carina. Lo hai notato? Te ne sei accorto? Quali occhiali preferisci (ti piacciono di pi)? Quelli rotondi o quelli quadrati? Hai apparecchiato la tavola? S, lho fatto. Quanti piatti hai messo? Ne ho messi 3. Va bene? S. Metti anche tre posate e 3 bicchieri. I piatti, li hai messi sia fondi che pari? No, solo

pari. Adesso metto anche gli altri.


210

Hai cucinato la carne? S. Ho preparato anche le uova sode. Poi ho

anche cucinato il minestrone. Preferisci la minestra? No, va bene cos.


Avete visto quanta pubblicit c in TV? Linterruzione dei programmi per mandare in onda la pubblicit molto antipatica. Anche in VN si fa cos? Cosa si trasmette in Viet Nam? Telegiornali? Sport? Film? Dibattiti? Si vedono i programmi italiani? Qualcuno ti cerca. Qualcuno ha bussato. tanto comodo viaggiare in treno! Lui ha poco coraggio, lei ne ha molto. Non fumare, se vuoi stare bene. Verr con te, se mi vuoi. Non ha mai parlato in pubblico. Allaltro capo del filo non risponde nessuno. Lo abbiamo fatto per te. uscito di casa per andare al cinema. Quel quadro colorato di rosso. Sono quasi morto di noia, ascoltandolo parlare. Dai, chiacchieriamo del pi e del meno! Con i ma ed i se non si risolve nulla. Loggi pi certo del domani. Fuori piove. 211

A scuola non li vedo mai. La mia bicicletta nuova, la tua non lo . Non facile ma devi farcela. Non li vedo mai a scuola. Il libro ti assicuro che glielo ho dato. Ma lui non ha neppure ringraziato. Sai, lui poi glielo ha detto ieri. Lei non sa rispondermi: vediamo se me lo sai dire tu. I gatti, Huong li ama molto. Sono stata dai nostri vicini ed ho dato loro i fiori che avevamo comprato. Gli ho parlato subito. Lho visto molto stanco. Lo zio non si preoccupa troppo. Lui ostinatamente sincero. La sua camicetta di un blu scuro, quasi nero. Lombra si spostata leggermente. Loro un materiale praticamente eterno. Comincia a parlare pacatamente. un uomo soprattutto sincero. La nave si muove piuttosto rapidamente. Il nonno si alza tardi. Lisola diventata pi piccola. Lei di poca compagnia. 212

Questo fatto succede nella quasi totalit dei casi. Lo hanno sentito quasi immediatamente. Accendi subito la luce. Spegni immediatamente. Vai in palestra a fare ginnastica? S, ci vado. Quando? Due volte alla

settimana. Il luned e il venerd. A che ora? Dalle 17 alle 18.


Sei veramente grande! tempo di partire. Sei un leone! Sei del leone. Non mangio la carne da tempo. Arriver in tempo. Fai gli esercizi di corsa. Lho dovuto fare per forza. Me lhanno imposto con la forza. Quel soldato in forza alla direzione amministrativa. In cambio del libro, ti do 10 quaderni. Di tanto in tanto vado in bicicletta. Per poco non ho preso la pioggia. Sono a Roma da poco. Ho studiato in poco tempo. A testa in gi. Guarda in su. 213

Lavare, stirare, cucinare, sono cose da fare. Comincio a fare le pulizie di casa. Per favore, parla in italiano. Diamo questi soldi a favore dei bambini orfani. Sto a casa. Vado a casa. Torno a casa. Esco di casa Torno da te. E con ci? Ammesso che. Buon appetito. Accanto a Accipicchia! Arrivederci. Addio. Tremo dal freddo. Viene da Roma. Abita qui da due anni. Cieco da un occhio. Le ragazze dai capelli biondi. Vorrei cambiare il colore dei capelli. Cosa mi consigli? Ti piacerebbe assaggiare la cucina vietnamita? Vorresti gentilmente aprire la porta del salone? Fa molto caldo. Mi mancherai molto. Sei appena andata via e gi mi manchi. 214

Auguri di cuore. Grazie di cuore. Da quando sei partita sento molto la tua mancanza. Te lo dice per il tuo bene. E per il tuo bene. Puoi versarmi un po di t? Grazie. Grazie di tutto. Con te andrei ovunque. Il sole alto nel cielo. Le stelle brillano in cielo. La vista del sangue mi fa star male. Il gioved pomeriggio i negozi di alimentari sono chiusi. Il luned sono chiusi i parrucchieri, i ferramenta, i barbieri, i centri di bellezza. Cosa ti piace di pi? La carne o il pesce?

Preferisco il pesce.

Di pi il pesce, di meno la carne.


I bambini preferiscono il gioco allo studio. Esercizio: componi una storia con le frasi che hai.

MODI DI DIRE Meglio un giorno da leoni che 100 da pecora. Le ore del mattino hanno loro in bocca. Nel paese degli onesti ci si intende pure a gesti. Metti le carte in tavola! 215

Hai proprio un chiodo fisso! (unossessione) Chi tace acconsente. Mettersi in gioco. Alzare il gomito. Dare una mano. Abbassare la guardia. Mettere il carro davanti ai buoi. Non scherzare con il fuoco. Le tremano le gambe. Mi batte il cuore. Mi si chiude lo stomaco. Chi causa del suo mal, pianga s stesso. Chi la fa, laspetti. Essere furbo come una volpe. Essere in una botte di ferro. Bagnato come un pulcino. Brutto come la fame. Sei unaquila. Tenere il broncio. Tutto fa brodo. Tirare un brutto tiro. Avere una brutta cera. Fare un buco nellacqua. 216

Sei un buffone. Sei di bocca buona. Le bugie hanno le gambe corte. Calma e sangue freddo. Non mi fa n caldo n freddo. una cosa da nulla. Uomo avvisato mezzo salvato. Avere il senso degli affari. Ha un grosso giro di affari. Mettersi in gioco. Essere allaltezza di+verbo. Lasciar correre. E gioco forza che tu venga. C un abisso (fra me e te). Abbracciare una fede / una religione. Abrogare una legge / un decreto . Indossare labito (entrare nella vita religiosa). Accampare un pretesto. Non vale unacca (non vale niente). Di primo acchitto. Accollarsi le responsabilit di + verbo. Accomodarsi (mettersi comodo). Accordarsi (mettersi daccordo). 217

Accusare un dolore. Cotonare i capelli (renderli gonfi). Essere acerbo (giovane). Acqua in bocca! (non dire qualcosa) Navigare in cattive acque (essere in gravi difficolt). Da Adamo in qua (da sempre). Alladdiaccio (allaperto, sotto le intemperie). Essere addentro in qualcosa (conoscere a fondo). Tagliare i panni addosso (criticare dietro alle spalle). Piombare addosso (assalire). Dare addosso (essere contro). Ti aggiusto io! (minacciare). Ti concio per le feste! (minacciare). Avere dita di alabastro (bianchissime e belle). Alzare le spalle (mostrare indifferenza). Andare in appello (ricorrere al giudizio di un Tribunale di grado superiore). Avere il fiato in gola (respirare velocemente dopo una corsa). Sentirsi mancare laria (sentirsi svenire). Senza capo n coda (qualcosa che non ha senso). Restare a bocca asciutta (non avere niente). Qualcosa bolle in pentola (c qualcosa ma sconosciuto). Essere in bolletta (senza soldi). 218

Non scherzare con il fuoco (fare attenzione avvertimento di non continuare a fare ci che si fa). Tra il dire e il fare c di mezzo il mare (si dice ma poi non si fa). Hai un brutto modo di fare (un brutto atteggiamento). Ecco fatto! (aver terminato di fare qualcosa) Mettere la mano sul fuoco (essere sicuri di una persona). Che tempo fa? Le vuole un bene dellanima (tanto). Questo tempo. Questo posto. Questo abito non fa per me. Le bugie hanno le gambe corte (la verit poi viene fuori). Le bugie sono le scuse degli uomini da poco (vengono usate da chi non vale niente). Cadere dalla padella nella brace (fare sempre peggio). Il lupo cambia il pelo ma non il vizio (chi capace di fare del male, lo continuer sempre a fare).

CON I SOLDI SI PU COMPRARE: Una casa, ma non la felicit. Un orologio, ma non il tempo. Un letto, ma non il sonno. Un libro, ma non la conoscenza. 219

Una posizione importante, ma non il rispetto. Il sangue, ma non la vita. Un corpo, ma non lamore. Una visita medica, ma non la salute.

CONVERSAZIONE Questo tavolo di legno?

S, questo di legno. Laltro di bamb.


Chi sono questi Signori?

Sono amici di Ha. Quegli altri, di Chi.


Perch me lo dici?

Te lo dico perch importante.


Che cosa ti ha detto la tua amica?

Mi ha detto che molto stanca.


Nessuno parla. Nessuno ascolta. Qualcuno legge. Molti se ne vanno. Sono tutti tuoi amici?

Alcuni s, altri no.


Porti qualche libro? E il dizionario?

Se posso, s. Ma non ne sono sicura.


220

Interessa / Importa Cosa me ne importa! Che me ne importa! Che vuoi che ce ne importa! Non mi interessa affatto. Non gli interessa per niente. Chi se ne frega! (un po volgare) Non me ne frega niente! (volgare)

FRASI Parlagli dei tuoi studi e delle tue idee. Vedrai che ti ascolter e capir. Lauto che ha acquistato cara. Penso che ci che hai detto sia () giusto. Che bella giornata! Che cosa vuoi? Che vuoi? Quanto sei simpatica! Quello che vuoi impossibile. Quanto hai dormito?

Due giorni di seguito.


Eri proprio stanco! Vuole limpossibile. 221

Le piace ballare. Vuoi che venga?

No, rimani a casa a studiare.


Guarda! Li vedi? Sono laggi.

S, li vedo. Stanno parlando.


Parlami di loro. Parla con loro e convincili a venire. Quale autobus devo prendere?

Prendi il 46.

FRASI CON I PRONOMI PERSONALI COMPLEMENTO Te lo ripeto ancora una volta. Si guarda sempre allo specchio. Per quanto mi riguarda, far il possibile. Si preoccupa solo di s. Ho visto lei, non lui. Gli accarezza le guance. Lha dato a me. Ha scritto loro pi volte. Con lei non voglio parlare. Mai pi. Li vedo molto spesso. Telefonaci ancora. La conosco da due anni. 222

Si tolto il cappotto perch fa caldo. venuto prima del previsto. Ci ha fatto una sorpresa. Vuoi sapere chi stato?

S, dimmelo.
lui che lha detto. Hai sentito cosa ha detto il relatore? Che ne pensi? Ha detto che verr. Speriamo bene. Non mi piace quella persona. Ha un ch di strano nello sguardo. Non so che fare. Dammi un consiglio. Gli ho scritto che parto e me ne vado. Ma a lui non interessa. un argomento interessante, ma ne parleremo domani. Ci sono le elezioni? Io non lo sapevo. I Signori che ti ho presentato questa mattina sono dei cari amici. Siamo, io e mia moglie, molto affezionati a loro. E vogliamo loro molto bene. Vi sembra giusto quello che ha fatto? Io penso proprio di no. Lui un uomo poco serio. Non dargli troppa confidenza. Mi piace molto quel cappotto. Lo compro subito. Non mi importa quanto costa.

FARE IL PLURALE E METTERE LARTICOLO posacenere pizza tazza sesso tasso tassa 223

tacco getto tutto collo collina ballo posta busto lungo mamma pinna casta cesta salsa volta disco parco vasca vice fascia ciglia foglia

gatto carro tatto cassa callo sella tuta posto pasto giusto fango costa cinta solco volto pesca porco voce pesce esca paglia figlia 224

maglia pezzo manzo fato

piazza mazzo pelle foto

FARE IL SINGOLARE E METTERE LARTICOLO giusti lettere tavolini agende cassetti amici frasi bicchieri armadi visi scalini dizionari auto sedie automobili foto giorni quaderni piante porte scale anni tavoli fiori vasi buste alberi penne fogli macchine lampadari fotografie 225

radio tazzine chiavi tappeti borse pavimenti gomme sottobicchieri attaccapanni medicine cappelli spine corrimani frigo cassetti fazzoletti gonne cmici donne cognati madri nipoti

specchi piattini cellulari tappetini borsette quadri gomme da cancellare bottiglie abiti capelli armadi prese di corrente portabottiglie frigoriferi accendini scarpe camicie uomini zii padri cugini finestre 226

gomme da matita penne sigari luci televisori divani portaoggetti

gomme da penna sigarette dischi porte televisioni cani

IL GOVERNO Il Presidente del Consiglio dei Ministri Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Ministero degli Interni della Difesa della Giustizia dellEconomia dello Sviluppo Economico della Pubblica Istruzione delle Politiche Agricole delle Infrastrutture delle Riforme Costituzionali del Welfare per la Semplificazione legislativa per la Attuazione del Programma di Governo 227

degli Affari Regionali dei Rapporti con il Parlamento dei Beni culturali delle Pari Opportunit delle Politiche Giovanili dellInnovazione e Pubblica Amministrazione Il 19% sono donne, di cui 4 sotto i 40 anni. Et media 50 anni. 12 Ministri col Portafoglio, 9 senza. Nel Parlamento: 1 attore (Luca Barbareschi) 4 operai molti giovani

INO ONE ACCIO casina lettino (piccolo) un telefonino (piccolo e portabile) un caratteraccio (brutto) un albergaccio (brutto e sporco) un ragazzone (grande e grosso) casetta passeggiatina (breve) una macchinina (piccola) una letteraccia (brutta) una finestrona (grande) un piedone (grande) un fratellino (piccolo)

una insalatona (grande e con tante altre cose) una sorellina (piccola) es: TAVOLO TAVOLINO TAVOLONE TAVOLACCIO 228

MEDICI SPECIALISTI il Dentista il Dermatologo lOtorino il Chirurgo il Ginecologo lOrtopedico lOculista il Pediatra il Cardiologo il Neurologo

RISPONDI:

Se ti fanno male i denti, da chi vai? Se sei molto nervoso, a chi telefoni? Se ti fanno male gli occhi, con chi prendi appuntamento? Se cadi e ti fai male alle gambe, chi vuoi che ti controlli? Se hai il cuore che va a 2000, da chi corri? Se il tuo bambino non dorme bene, chi vuoi che lo visiti? Se hai forti dolori al basso ventre, chi ti deve visitare? Se ti sei bruciato il braccio, a chi lo fai vedere? Se ti devi fare unoperazione, chi ti deve operare?

QUALI SONO I LUOGHI PI BELLI E INTERESSANTI DEL VIETNAM? Nel Nord?......... Nel Sud? ......... Al Centro? .........

Quali sono gli oggetti pi belli che il turista pu acquistare in Vietnam? Legno Ceramica Madreperla Oro Perle Pietre preziose Ambra Giada Tessuti Abiti Borse Bigiotteria Avorio - ? 229

Con quali mezzi ci si sposta in Vietnam? Auto Moto Bicicletta Vespa Autobus Taxi - ???

DARE LE RISPOSTE

MODI DI DIRE VARI Chi temuto da molti, molto ha da temere. Bacco, Tabacco e Venere riducono luomo in cenere. Chi vive sperando, muore piangendo. Finch c vita c speranza. Compiere un dovere. Essere sul punto di (+ verbo) Cogliere loccasione. Acidit di stomaco. Tirarsi indietro. Alzare il gomito (ubriacarsi) Tenere il broncio. In breve. In due parole. Tirare un brutto tiro. Avere una brutta cera. Fare una bella/brutta figura. 230

La buca delle lettere. Fare un buco nellacqua. Con le buone o con le cattive. Le bugie hanno le gambe corte. Essere di buonumore. Essere di bocca buona (mangiare di tutto). Di buonora. Divieto di caccia. A caccia di Calma e sangue freddo. Fai con calma. Non mi fa n caldo n freddo. Cosa vuoi che sia! Uomo avvisato, mezzo salvato. una cosa da nulla! Accendere la luce / un fiammifero. Essere adatto a(+ verbo) Spegnere la luce / un fiammifero. Giro daffari. Avere il senso degli affari. Niente affatto. Sentirsi a proprio agio. Chi altro? 231

Essere allaltezza di(+ verbo) Parlare ad alta/bassa voce. Allungare il passo (camminare pi veloce). Daltronde. Se me lo dici tu Lo sai? S, lo so. Dove vai? Ve ne andate via? Senza alcun dubbio. Non ho visto nessuno. Chi te lo ha detto? Vai di sopra / vai di sotto. Mi fa vedere quel vestito? Quale? Quello l. Chi causa del suo mal, pianga s stesso. Chi la fa, laspetti. Brutto come la fame. Essere in una botte di ferro (essere al sicuro). Morire dalla voglia di + verbo Sei unaquila! A fin di bene. Hai fatto bene. Di bene in meglio. Lo spero bene. 232

Allaria aperta. Sentirsi mancare laria. Ben arrivato! Ben tornato! Arrivederci a domani. Nato con la camicia. Sordo come una campana. Campione di prova. Avere un diavolo per capello. Senza capo n coda. Prendere una boccata daria. Restare a bocca asciutta. In bocca al lupo! Crepi! Restare a bocca aperta. Chiudi la bocca (stai zitto). Buona fortuna! Qualcosa bolle in pentola. Fare a botte. Essere in bolletta (senza soldi). Voglia scusarmi. La prego di scusarmi. Mi scusi. Scusami. 233

Lo faccio per te. Mi pu fare uno sconto? Fatto a mano. Lui ha un certo non so che. La tengo in grande considerazione. Unire lutile al dilettevole. Parla chiaro! Chi si accontenta, gode. Leggere tutto dun fiato! (di corsa) Ma vai a fare un giro! Tutte le strade portano a Roma. Una donna di polso. Lui sta sempre sulle sue (non socievole). Dopo il temporale viene il sereno. Buono come il pane. Cambia musica! (parla di qualcosaltro). Loccasione fa luomo ladro. Lei ha una buona parlantina (parla sempre e bene). nellocchio del ciclone (in mezzo ai guai). al settimo cielo (molto felice). Ha un cuore di pietra (non buono). come parlare al muro (non cambia idea). Ha un chiodo fisso (avere unidea continua). 234

Perdere il lume della ragione (arrabbiarsi moltissimo). Mettere i puntini sulle i (sottolineare qualcosa). Le vecchie abitudini non muoiono mai. In amore e in guerra tutto lecito. diventato un chiodo fisso (determinato a fare quella cosa). Astuto come una volpe. Sistemarsi alla meglio. Al giorno doggi. Sentirsi a proprio agio.

LA PAROLA FORMA Sotto forma di Prendere forma. Quel vestito mette in risalto le sue forme. Forma di Governo. La forma benigna di un tumore. Nuove forme di arte. La domanda va formulata nella forma prescritta dalla legge. La cerimonia si tenuta in forma privata.

235

Formale

Deforme da FORMA Conforme

FORMARE

Formalmente Formalit Informale Deformit Deformare Deformato Deformazione Deformabile Conformit Conformare Conformemente Conformista Conformazione Formato Formazione Informare Riformare

Rivolgersi a qualcuno in una forma educata. Salviamo almeno la forma. Le forme attive e passive del verbo. Una forma per dolci, per scarpe. Colare del metallo in una forma. Una forma di pecorino. Essere gi di forma. Formaggio. Essere in forma. Rimettersi in forma.

CONVERSAZIONE Come ti chiami? Da quale zona di Roma vieni? Dove abiti? Vieni in autobus o in auto? 236

Che auto hai? Quale marca? Vieni solo o ti accompagna qualcuno? E il tuo nome? Sei a Roma solo? O con la tua famiglia? Maschio o femmina? Quanti anni hai? Sei sposato? Che cosa sta facendo Nha? Sta ascoltando. E Ha? Sta scrivendo. E Nguyen? Sta parlando con Chi.

Di che colore ? Quale modello? Qual il tuo cognome? Come si scrive? Quanti figli hai? Da dove vieni? Dove sei nato? Che lavoro fai?

E Hai? Sta andando via perch ha un ospite che sta arrivando. E Huong? Ci sta salutando. E i bambini in giardino? Stanno giocando. Come stai? Come va?

Bene, grazie. E tu?


Non c male, grazie. Proprio bene, grazie. A presto, ciao. A gioved. Come sta? Cos, cos. Ciao, ci vediamo. A domani. Alla prossima.

Bene, grazie. E lei?


Abbastanza bene, grazie. A rivederla. 237

La rivedr presto?

Penso di s, alla prossima riunione.

Certamente s. Abbiamo una riunione alla FAO la settimana prossima. Piacere. Le presento mia moglie. Lieto di conoscerla, Signora.

Le presento mio marito Phong. Piacere di conoscerla.


Ho avuto il piacere di conoscere il suo assistente allincontro di due giorni fa. Sarei lieto poter venire nel suo ufficio per parlarle di un progetto da realizzare. - Vorrei avere la sua opinione. Quando posso disturbarla?

Non mi disturba affatto. Venga pure domani mattina alle 10. La aspetto con piacere.
Purtroppo questa settimana non possibile. Partir domani per il Vietnam e star via per 10 giorni. Appena torno, le telefono per metterci daccordo su giorno e ora. Daccordo. Buon viaggio. Attendo una sua

telefonata.
Quanto tempo rimani in Italia? Ancora due anni. Qual il tuo indirizzo?

Pronto? Posso parlare con Huong? Vorrei parlare con la signora Huong. Pu passarmela? Me la pu passare? Con chi parlo, prego? Chi al telefono? Chi parla?

Sono Nga.

S, un attimo. Gliela chiamo subito. / Te la chiamo subito.


238

Mi spiace, non pu venire al telefono. Si sta facendo il bagno. La/Ti faccio richiamare appena possibile.

LAUTOMOBILE Pneumatici Cerchioni Freni a disco anteriori Tubo di scappamento Tappo del serbatoio Freccia posteriore Freccia anteriore Asse Portiera Marmitta Specchietto retrovisore Volante Specchietto laterale Cruscotto Tergicristalli Targa Radiatore Batteria Fanale anteriore Motore Acceleratore Accensione Bocchetta di aerazione Clacson Comando luci Indicatori di direzione Comando tergicristalli Contachilometri Freno Frizione Freno a mano Leva della marcia Vano portaoggetti Esercizio: mettere larticolo. GLI ALBERI PIU COMUNI ABETE CASTAGNO NOCE VITE BETULLA CIPRESSO OLIVO PLATANO ACERO PIOPPO PALMA TIGLIO PINO FAGGIO QUERCIA

Esercizio: mettere larticolo.

239

LETTURA Non ci vediamo da molti giorni. State bene? Vi siete riposati? Ci siamo incontrati il 25 aprile, alle 18:30, nella Sede dellAmbasciata. stata una bella occasione per festeggiare insieme, amici italiani e vietnamiti, alcune feste importanti. Il 25 aprile, Festa italiana della Liberazione. I Re Hung, fondatori del Vietnam. Il 30 aprile, giorno della Liberazione del Sud Vietnam e il 1 (primo) maggio, Festa internazionale dei lavoratori. Erano 24 anni che non festeggiavo pi il 25 aprile. Prima, ogni anno, andavo con i miei genitori ai Castelli. Passavamo una bella giornata allaria aperta, insieme a tanti amici. Pranzavamo e, alla fine, mio padre prendeva la parola e ricordava questa ricorrenza cos importante. Lui laveva vissuta. Aveva fatto la guerra e aveva lottato per la liberazione del suo paese. Era un momento molto commovente. Da quando lui non c pi, non ho mai pi festeggiato questo giorno. Per questo motivo, questa volta, sono stata molto emozionata e contenta di festeggiarla con voi. Ringrazio Binh per il regalo che mi ha fatto: gli involtini di primavera. La festa per me continuata ancora due giorni. Mi piacciono molto. Anche la vostra insalata buonissima. Solo voi riuscite a farla cos buona. Grazie. 240

SECONDO TE

Che tipo ?

Com?

Che tipi sono?

Come sono?

Mi sembra simpatico

Mi sembrano brave persone

Huong, come sono i tuoi vicini di casa?

Mi sembrano persone distinte, educate e gentili.


Oh, ciao Chi. Com il tuo nuovo vicino di casa?

buono e generoso. Mi piace proprio. Per mi sembra un po timido.


Chi, com il tuo nuovo collega?

Un vero disastro. nervoso e sempre arrabbiato. Mi sembra una persona aggressiva.


Per te, come devessere luomo ideale? / la donna ideale?

Per me, deve essere:


Com il tuo carattere? Il suo carattere come vorresti che fosse?

I MESI DELLANNO Gennaio Maggio Settembre Febbraio Giugno Ottobre Marzo Luglio Novembre Aprile Agosto Dicembre

241

I GIORNI DELLA SETTIMANA Luned Venerd Marted Sabato Mercoled Domenica Gioved

In che mese siamo? Siamo in agosto. Che giorno oggi? Oggi luned. Che giorno era? Che mese era? Che anno era?

VARIE A che ora sei uscito ieri sera? Verso le 8 e mezzo. Da dove siete partiti? Dallaeroporto di Ciampino. A che ora venuto Son? Mezzora fa. Chi tornata? S, questa mattina alle 7. Sono arrivate le tue amiche? S, poco f. Com andata a scuola oggi tua figlia?

andata a piedi perch c lo sciopero dei mezzi.


nato il bambino della tua amica? S, ieri mattina. Vi siete addormentati tardi laltra notte? Tardissimo, alle 4.

RACCONTA IL TUO VIAGGIO PER ARRIVARE IN ITALIA Che cosa hai fatto prima di partire? Con chi sei partito? Che mezzi di trasporto hai preso? 242

Quanti aerei hai preso?

Ne ho preso uno: da Hanoi a Roma.


Quanti mezzi hai cambiato? Ne ho cambiati tre. Quanti libri hai letto?

- Ne ho letto uno.

- Ne ho letti molti.

- Ne ho letti due o tre.

- Non ne ho letto nessuno.


Quante citt hai visitato? Ne ho visitate molte. Quanti nuovi amici hai conosciuto? - Molti. - Ne ho conosciuti molti. Quante lettere hai scritto? - Ne ho scritte moltissime. Quante lingue hai studiato? Ne ho studiate 2: linglese e il francese. Quanti soldi hai guadagnato?

Ne

ho

guadagnati

abbastanza/molti/pochi
Hai pagato laffitto? No, non lho ancora pagato. Avete pagato le bollette? Avete rinnovato i documenti? Avete aggiustato la macchina? Avete preso il caff? I tuoi genitori sono arrivati? Hai visto il film che danno da ieri al cinema vicino casa tua? Hai comprato il biglietto? Avete fatto le prenotazioni? 243

S, lho appena pagato. S, lho gi pagato.

Hanno comprato le valigie? Ha chiuso il gas? Avete messo la segreteria telefonica? Hai pagato le bollette? Avete annaffiato i fiori? Hai preso in Banca i soldi necessari per il viaggio?

VACANZE Ha, dove andrai in vacanza questanno? Andr al mare, e tu? Rester in citt per lavoro. Mia moglie ed i miei figli andranno un mese a casa dei miei. Io li raggiunger il sabato o il venerd sera. Niente ferie per te, allora?

- Questanno purtroppo no. Devo lavorare. Abbiamo comprato la casa e c il mutuo da pagare. Andr in ferie lanno prossimo.

In tenda Al mare In campagna

in albergo Al lago Allestero

in pianura In collina In campeggio

in montagna In citt

QUANTO COSTERA? QUANTO COSTERANNO? Una giacca da uomo elegante Un biglietto di prima classe Milano-Roma Un viaggio aereo andata e ritorno Milano-Parigi 244

Un costume da bagno intero da donna Una valigia di pelle robusta Un paio di stivali QUANTE ORE CI VORRANNO? QUANTO TEMPO CI VORRA? In aereo, da Roma a Milano In treno, da Roma a Milano. In macchina, da Bologna a Firenze. In nave, da Napoli a Capri. / da Tokyo a Pechino

Ce ne vorranno 2

10

Ci vorr un giorno e pi.


Quanto peser quelluomo?

- Penso pi di 100 chili.

Che mezzo usi di solito per andare in ufficio? Auto Metro Taxi Autobus

Ci vado in auto / con la metro / in taxi / in autobus / a piedi Dove va lautobus 98? In Via di Bravetta. A piazza Carpegna. Per andare in centro, devo cambiare? S. Poi devi prendere il 62. A quale fermata devo scendere? Scendi a piazza Carpegna. Dove posso comprare il biglietto? Dal tabaccaio o alledicola. Mi d un biglietto per lautobus? Ecco a lei. Quanto le devo? Prego, tenga. 245 - 2 Euro.

ESEMPI DA PRESENTE A PASSATO PROSSIMO E FUTURO

ti do lanello

ti ho dato lanello

ti dar lanello

Vi diamo appuntamento alle 5. Vi ho dato appuntamento alle 5. Vi dar appuntamento alle 5.

Ci date i documenti per partire. Ci avete dato i documenti per partire. Ci darete i documenti per partire.
Ti dico sempre la verit. Ti ho sempre detto la verit. Ti dir sempre la verit.

Vi raccontiamo le novit. Vi abbiamo raccontato le novit. Vi racconteremo le novit.


Ci dite un segreto. Ci avete detto un segreto. Ci direte un segreto.

Le diciamo una bugia. Le abbiamo detto una bugia. Le diremo una bugia.

246

CHE COSA REGALIAMO? A lei piace il caldo, quindi un costume da bagno. A suo marito piace leggere, quindi un buon libro. Ai loro amici piace la musica, quindi un CD. A voi piacciono i gioielli, quindi un anello doro. A loro piace cucinare, quindi una pentola. A te piacciono i dolci, quindi una torta. Ai bambini piacciono i giochi, quindi una bambola o un trenino. A lei piace lavorare a maglia, quindi un po di lana per fare un maglione per suo marito.

CHE LAVORO FAI?

DOVE LAVORI?

Faccio la commessa in un negozio di abbigliamento. Sono un giornalista presso un giornale, ma viaggio spesso. Sono un medico e lavoro in un ospedale a tempo pieno. Sono una casalinga e mi occupo della casa e della famiglia. Sono un diplomatico e lavoro presso una ambasciata come consigliere.

QUAL IL TUO ORARIO DI LAVORO? Dalle 8 del mattino fino alle 8,30 della sera. Non ho orario. 247

Lavoro a tempo pieno e faccio anche visite a domicilio. Comincio alle 6 del mattino e finisco la sera tardi. Dalle 9 del mattino fino alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17.

TI PIACE IL TUO LAVORO? Solo perch sono a contatto con il pubblico e perch conosco tanta gente. S, molto interessante. S, mi piace molto perch curo i malati. Non tanto, ma lo devo fare per la mia famiglia. S, lho scelto io.

METTI GLI ARTICOLI DETERMINATIVI commessa casalinga insegnante Esercizio: 1) Metti larticolo determinativo. 2) Fai il plurale con larticolo. 3) Metti larticolo indeterminativo. medico scrittore scienziato giornalista zoologo diplomatico operaio

248

Dove lavorate? In un negozio Presso un giornale In fabbrica In officina in ospedale In casa In ufficio allAmbasciata del Vietnam A scuola In farmacia

Cosa fa? Il macchinista Il fornaio Il cassiere Il cameriere Il vigile Il parrucchiere La baby-sitter Il farmacista Il fotografo Conduce il treno Fa il pane e lo vende Incassa e conta i soldi Serve ai tavoli Regola il traffico Taglia e pettina i capelli Sorveglia i bambini Vende le medicine Stampa e fa le foto

Fare il plurale
COM IL TUO LAVORO? interessante difficile indipendente bello noioso leggero autonomo allegro pesante precario a tempo pieno movimentato 249 facile dipendente part-time

LUOMO CASALINGO In molte famiglie italiane marito e moglie lavorano tutti e due e si occupano insieme della casa e dei figli. Anche il marito lava i piatti, fa la spesa, fa le pulizie di casa e cambia il pannolino al neonato e gli canta la ninna nanna.

ANDIAMO AL BAR A BERE QUALCOSA? Posso offrirle qualcosa al bar? S volentieri, grazie. Oggi offro io. Che cosa desidera? Cosa prendi?

Per me un caff, grazie.


Anche per me un caff, ma ristretto. Cameriere, prego.

S, prego. Che cosa desiderano? / Cosa volete? / Cosa prendete?


Vorremmo 2 caff, di cui 1 ristretto.

Ecco, prego.
(Se non lascia lo scontrino, si paga alla cassa. Se lo lascia, si paga al cameriere) COSA SI PUO BERE AL BAR? Una spremuta darancia. Una birra. Un caff ristretto / lungo / macchiato / freddo / caldo / tiepido

Un cappuccino caldo / freddo / tiepido / senza schiuma / con poco caff Un aperitivo alcolico / analcolico 250

Un digestivo Una coca cola

alcolico / analcolico un bicchiere di

Un bicchiere di vino bianco Un bicchiere di acqua minerale gassata / non gassata

Un t al limone / al latte / freddo / caldo / tiepido Unaranciata dolce / amara ALLA CASSA Quant? / Quanto pago? / Quanto devo pagare? / Quanto Le devo?

QUANDO? Quando sei arrivato? Quando ritorni?

Di quando in quando (ogni tanto, qualche volta) Quando entra linsegnante, i bambini Da quando lho conosciuta, la mia vita cambiata (provenienza) Risparmiamo le forze per quando dovremo affrontare la salita

(destinazione)
Fino a quando avr fiato non mi stancher mai di ripetergli che sbaglia. Non capisco perch ti lamenti quando invece dovresti essere felice. Quando ti dico che non lo so, vuol dire proprio che non lo so.

251

QUANTO/I/A/E? Quanto pane vuole? Vorrei sapere quanto tempo pensa di fermarsi. Quanti di voi verranno? Chiedigli quanto ne vuole. Quanti fiori! Ma quanto mangi! tanto bello quanto intelligente (comparativo) Ormai alto quanto suo padre. Ti aiuter quanto posso (nella misura in cui) In quanto direttore, gli permesso. Non sono venuta in quanto non invitata. Accetter, per quanto sia poco convinta. Per quanto si sforzi, non ti superer mai. Stabiliamo subito quanto vuoi.

QUASI Il serbatoio quasi pieno. Ho quasi finito. quasi unora che aspetto. Quasi (per poco non) mi rompevo una gamba.

252

Quasi quasi vengo anchio (superando incertezze e riserve) Mi ha risposto male quasi lo avessi offeso. Mi evita quasi che fossi malato (un pezzente).

IN TRATTORIA Qui si usa il tu. Al ristorante si usa il Lei ed pi formale. Ristoratore = R Cliente = C.

R. Che cosa volete mangiare? C. Che cosa c di buono oggi? R. Come antipasto, salumi nostrani. Come primo, tagliatelle al rag, fatte in casa, gnocchi di patate e spaghetti al pomodoro e basilico. Come secondo, pollo arrosto, coniglio in umido. Come contorno, insalata del nostro orto e patate al forno o fritte. Come dolce, torta di mele, fatta in casa. Da bere, vino rosso o bianco della casa e acqua minerale. Per ordinare:

per me. Mi porti Ci porti Vorrei Vorremmo Come primo Come secondo Per noi 253

R. Volete altro? C. No, grazie

Basta cos? S, basta cos.

C. Si pu avere il conto? / Posso avere il conto? / Quanto ti devo?

CHE ORA E? CHE ORE SONO? mezzogiorno luna Sono le 10 meno venti Sono le 5 e mezza Manca un quarto alle 2 Sono le otto mezzanotte Sono le 4 e 10 Sono le 7 e 3 quarti

MI PIACE VESTIRMI: in modo: sobrio / classico / sportivo / elegante / giovane

Di solito indosso abiti: larghi / comodi / stretti / attillati Scarpe: un paio / due paia

DI QUALE STOFFA E FATTO? di cotone di lino di seta di velluto di lana di raso

254

DI QUALE TAGLIA LO VUOLE? Piccola media grande molto grande grandissima

DI CHE COLORE E? rosso bianco viola rosso fuoco giallo grigio rosa verde blu lilla rosso vermiglio bord celeste marrone nero giallo oro rosso bandiera azzurro

A CHE ORA CI VEDIAMO E DOVE? Ci vediamo alle 20, sotto casa mia. Ci vediamo a mezzogiorno, davanti al bar. Ci vediamo alluna, allingresso della scuola. Ci vediamo a mezzanotte, alluscita del cinema. Al bar - allo stadio - ai giardini pubblici - alla stazione Negli spogliatoi della palestra Allangolo della strada Alla festa dei nostri amici Sei pronta? No, sono in ritardo. Dai, sbrigati! Non sei mai puntuale!

Un attimo! Pazienza, aspettami!


255

tardi.

No, siamo in perfetto orario. presto!


Su, su, in fretta.

Va bene, mi preparo di corsa. Vedi, siamo in anticipo. Sono stanca morta!


Vengo con: la metro / lautobus / lauto / il tram / lo zio / le mie sorelle

FRASI VARIE CON RISPOSTE Hai mandato il messaggio a Hai? S, glielo ho mandato. Le hai fatto mangiare la frutta? S, lho fatto. Hai stirato le mie camicie?S, lho fatto. Ne ho stirate 5 su 7. Hai dato i libri a Chi? S, glieli ho dati. SALUTI Distinti Cordiali Fraterni Cari

La saluto caramente La saluto cordialmente Ti saluto fraternamente Cari saluti Distinti saluti. DAL BENZINAIO Mi mette 20 euro di benzina, per favore? Mi fa il pieno, per favore?

Benzina verde?
256

S, grazie. Mi controlla lolio, per favore? E anche lacqua, grazie.

Altro?
No, il resto tutto a posto, grazie. ESCLAMAZIONE: Che bello! Che bel maglione! Che bella giornata! Che bei stivali! Che bel cielo! Che bei pantaloni! Che bella gonna! Che bello zainetto! Che bella mattinata! Che bellabito! Che bella camicia! Che bel tempo! Che bella casa!

POMPEI Si trova in provincia di Napoli. Comune di 24.000 abitanti, situato alla base sud-orientale del Vesuvio. Lantica citt di Pompei, di origine Osca (VIII Secolo), fu sotto legemonia Etrusca (VI e V Secolo) e Greca (474-425) finch pass ai Sanniti che lampliarono e lAbbellirono. Alleata di Roma nelle guerre sannitiche, nell80 a.C. divenne colonia romana. Fu completamente sepolta sotto uno strato di lapilli e di cenere durante lenorme eruzione del Vesuvio (79 d.C.) che distrusse insieme a Pompei anche Statia ed Ercolano. Gli scavi, iniziati nel 1748 portarono alla luce labitato con le rovine di numerosi edifici; i templi, le

257

terme, la casa dei Vetti, la casa degli Amorini, la casa dei Menandro, la casa dei Fauro, la villa dei Misteri. Le decorazioni murali delle case di Pompei costituiscono un documento fondamentale per la conoscenza dello sviluppo della pittura romana dallo stile a incrostazioni di derivazione orientale (II e I Secolo a.C.) a quello architettonico con scene di paesaggi e grandi figure (I secolo a.C.) a quello a parete reale con vaste campiture monocrome e figurette realizzate con semplici tocchi di pennello (prima met del I secolo d.C.) a quello dellillusionismo architettonico, di un gusto fantasioso ed esuberante quasi Barocco (II met del 1 secolo d.C.). Ville signorili e rustiche sono sparse nellagro pompeiano (Villa di Cicerone, di Fannio Sinistore, di Boscoreale, ecc.) Cerano industrie alimentari, cartarie, poligrafiche, turismo (es. Santuario della Madonna del Rosario).

FIRENZE Ha 500.000 abitanti. Provincia e Comune. La regione la Toscana. Sorge in riva al fiume Arno. Attivit industriali e artigiane, scambi commerciali e culturali, vita artistica e scientifica, moda. Laeroporto di Pisa/S.Giusto collegato con lautostrada del Sole. Fondata dai Romani nel 1 Secolo a.C. Massima civilt tra l11 ed il 15 Secolo d.C. fra imperatori e Papi. 258

Nel 15 Secolo passa sotto la dinastia dei Medici. Periodo di massimo splendore nelle Arti, nella Cultura, nella politica e potenza economica. Fu capitale del Regno dItalia dal 1865 al 1871. Ha un eccezionale patrimonio darte. Pittori: Pisani Scultori: il Botticelli, Leonardo, Michelangelo,

Brunelleschi, Donatello, Masaccio. Le maggiori opere si trovano negli Uffizi e nei vari musei: nel Battistero: mosaici nel Duomo: sculture

nelle chiese medievali: affreschi a Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti: moda nel Palazzo de Medici: arte nella Certosa: quadri A Firenze nacque Dante Alighieri, padre della Lingua Italiana. Nacquero anche Petrarca, Boccaccio (letteratura), Galileo (scienza moderna) Ha varie Universit, un Centro di Cultura per Stranieri, un Centro di Medicina Nucleare, Centri di Storia dellArte e della Cultura, vari Musei e Biblioteche. famoso il Maggio Musicale Fiorentino e lEsposizione della Moda Italiana. Tutto lanno si organizzano manifestazioni commerciali. 259

anche famosa per il suo artigianato, per la paglia, cuoio, ceramica, legno, metallo, preziosi ricami, argento, oro, gioielli e mosaici in pietre dure. Ha 400 alberghi e pensioni, un Ostello per la Giovent, decine di ristoranti e tipiche trattorie. Famosi i vini toscani (Chianti). Stadi di calcio, corse al trotto, gare ciclistiche, tennis, piscine, golf, bocce, canottaggio, pallanuoto.

260