Sei sulla pagina 1di 30

TERRATEC TUTORIALS

Supporto

Catturare l'immagine video 'screenshots' Aggiornare i Driver Quale slot PCI utilizzare

Computer

Ottimizzare Windows XP Ottimizzare il file di swap Ottimizzare il disco fisso Ottimizzare la priorit delle applicazioni Disabilitare i servizi di Win XP inutili Disinstallare Windows Messenger

Audio

Eliminare i clicks in HD-Recording Ottimizzare gli ASIO Driver Configurare un PC per fare musica Eliminare i rumori di fondo nell'audio Tecnologia MIDI Master-keyboard-sequencer-expander Audio Digitale S/PDIF

Quanto spazio occupa un file audio Connettori per segnali audio I microfoni Il gain Segnale bilanciato e sbilanciato Dizionario dei termini audio Registrazione digitale Software per fare musica
Tecnologia VST & VSTi Audio PCI, USB o Firewire ? Driver a bassa latenza Suonare un file WAVE o MIDI Registrare con Cubase La Latenza e il Jitter PHASE 22 & CUBASE

Tecnologia

Tecnologia USB Tecnologia FireWire

Vinile

Info sull' audio

La manutenzione dei dischi Restauro del segnale audio Perch uno stadio phono Testina MM o MC Lista Testine MM & MC

Ottimizzare Windows XP
Tutti i dati e le informazioni riportate sono derivanti da esperienze pratiche, pertanto, data la vastit di componenti hardware oggi in commercio, possono avere esiti diversi ed imprevedibili. Si consiglia pertanto di procedere con cautela. In ogni caso decliniamo ogni responsabilit per eventuali danni e/o malfunzionamenti, su hardware e software, derivanti dall'applicazione dei consigli e/o di tutto ci che riportato nella presente pagina. La configurazione standard di Windows XP in generale, tende a bilanciare vari fattori, come la facilit d'uso, la compatibilit, le prestazioni e l'estetica. Questo compromesso spesso e volentieri non soddisfa l'utente che comunque utilizza il sistema per dei scopi ben specifici ( musica, video editino, office, games etc.. ). Molti optional di Windows XP infatti possono rappresentare un vero e proprio collo di bottiglia per le prestazioni complessive in termini di velocit: basti pensare, all'utilit per il ripristino della configurazione di sistema, che pu aiutarci a recuperare il sistema operativo in caso di crash ma che agisce comunque rimanendo perennemente nascosta in background e consumando cicli del processore, oppure a tutti i servizi che sono abilitati di default ma che comunque non verranno probabilmente mai utilizzati. Al fine di migliorare le prestazioni del sistema operativo si possono modificare alcune delle configurazioni base di Windows XP, intervenendo sulle opzioni e sul registro di sistema. Per fare tutto questo necessario operare con dei privilegi di amministratore sul PC che vogliamo ottimizzare, che tutti i software antivirus siano disabilitati e sopratutto di un backup delle informazioni importanti, nel caso in cui le cose non andassero completamente per il verso giusto. Attenzione: essenziale per aumentare la stabilit e le performance di una Workstation D.A.W. o video-editing, utilizzare minimo due hard-disk. Uno per il sistema operativo ed i programmi ( creare anche una partizione specifica per il file di Swap ), laltro hard-disk per i file audio o video. Ottimizzare il file di SWAP (memoria virtuale) (dimensione Max. = dimensione Min.) Questo impedisce a Windows di ridimensionare continuamente la memoria virtuale , causando i disturbi di registrazione. Il ripetuto ridimensionamento del file swap della memoria virtuale pu dare problemi con i processi in tempo reale. Si consiglia di leggere il documento: ottimizzare il file di Swap Eliminare Dr. Watson Questa applicazione di Windows, serve al sistema a salvare limmagine corrente della memoria in un file, quando un programma in esecuzione va in crash. Inutile dire che inutile e utilizza tante risorse di sistema inutilmente. Per disattivare il servizio, serve utilizzare regedit . Dopo lapertura del registro cercare la chiave Hkey_Local_Machine/Software/Microsoft/WindowsNT/CurrentVersion . Selezionare la chiave AeDebug ed eliminarla. Se in seguito si volesse ripristinare, baster inserire il comando drwtsn32 i , nel men Start >> Esegui.

Opzioni programmi Pannello di controllo Sistema Avanzate Impostazione delle prestazioni >> Avanzate >> Selezionare Servizi in Background. Questo settaggio vi assicurer una bassa latenza con i driver ASIO che funzionano come programmi in background.

Opzioni specifiche sul dettaglio grafico Pannello di controllo Sistema Avanzate Impostazione delle prestazioni

Limitare il numero di font Pannello di controllo Caratteri Molti programmi installano in Windows tipi di caratteri addizionali, che vengono caricati in memoria con quelli di default di Windows che sono gi almeno 30 Font diversi. Per snellire e rendere pi veloce il sistema si consiglia di eliminare i Font che riteniamo di non utilizzare mai, o possiamo semplicemente spostarli in unaltra cartella vuota. Di tanto in tanto, conviene sempre controllare che non siano stati aggiunti dei Font superflui, soprattutto dopo linstallazione di stampanti, o applicazioni di grafica.

Disabilitare Microsoft Messenger

Windows XP integra il software Chat Messenger per le comunicazioni on-line, ed il trasferimento di file tra amici o colleghi, in assoluto spreco di risorse in una stazione DAW. Si consiglia di leggere il documento in supporto: disinstallare Windows Messanger Disabilitare il cambio rapido utente Pannello di controllo Account Utente Cambia modalit di accesso e disconnessione deselezionare Utilizza cambio rapido utente. Questa opzione consente infatti di operare il passaggio fra un profilo utente e l'altro senza doversi disconnettere e senza dover chiudere nessuna delle applicazioni che al momento stiamo usando, ma il rovescio della medaglia che mantenendo in memoria tutti i profili utente per consentire il passaggio rapido, il sistema assorbir il suo quantitativo di risorse. Disattivare gli aggiornamenti automatici Pannello di controllo Sistema Aggiornamenti automatici Disattiva l'aggiornamento automatico, il computer verr aggiornato manualmente. Programmino che opera in background che periodicamente esamina il sistema e consiglia gli aggiornamenti da effettuare, sottraendo risorse di sistema.

Disabilitare l'utilit di ripristino del sitema Pannello di controllo Sistema Ripristino configurazione di sistema Disattiva Ripristino configurazione di sistema su tutte le unit. Il ripristino del sistema registra delle "istantanee" delle parti vitali del sistema, come ad esempio il registro di configurazione, i profili utente, da cui poter ripartire in caso di crash grave del sistema. In questo modo se per un qualsiasi motivo il vostro sistema dovesse diventare inutilizzabile, potrete ripristinare una precedente configurazione. Chiaramente il tutto gestito da un programma residente in memoria, con relativo consumo di risorse.

Disabilitare Connessione Remota Pannello di controllo Sistema Connessione Remota

Disattivare lassistenza remota

Disabilitare segnalazione errori del sistema Pannello di controllo Sistema Avanzate Segnalazione Errori

Disabilitare Avvio e Ripristino Pannello di controllo Sistema Avanzate Avvio e ripristino >> Impostazioni Disabilitare le segnalazioni Errore di Sistema

Disabilitare immagini di sfondo Pannello di controllo Schermo Desktop selezionare nessuno E consigliato di disattivare le immagini in background, per risparmiare qualche Kbyte di risorse

Disabilitare pulitura desktop Pannello di controllo Schermo Desktop >> Personalizza Desktop Disabilitare

Disabilitare Screen Saver Se i salvaschermo sono abilitati, il sistema controlla periodicamente se i programmi che stanno girando hanno ricevuto un input, e impedisce cos al programma di funzionare per un breve istante. Ma questo pu causare spazi vuoti o "click" o "pop" nella registrazione o nella riproduzione. Pannello di controllo Schermo Screen Saver selezionare nessuno

Disabilitare risparmio energetico Questo impedir al sistema di controllare periodicamente l'attivit, analogamente a quanto detto riguardo gli screen savers. Pannello di controllo Opzione risparmio energia >> Selezionare Combinazione Risparmio Energia scegli la combinazione "Sempre attivo", poi in tutti i men a discesa seleziona "Mai"

Disabilitare accelleratore hardware grafico Alcuni consigliano di abbassarla, altri ritengono di no, se non si hanno problemi si pu provare a lasciare al massimo. Pannello di controllo Schermo Screen Saver >> Impostazioni >> Avanzate >> Risoluzione Problemi Impostare Accelerazione Hardware al minimo per utilizzo DAW.

Disabilitare suoni di sistema I suoni di Windows, possono occupare le uscite della scheda audio impedendone l'uso alle applicazioni audio che stai usando o, peggio, il sistema pu mettersi a suonare mentre stai registrando, e potrebbbe venire registrato. Rrimuovi anche il segno di spunta dal checkbox "Mostra icona sulla barra delle applicazioni" Pannello di controllo Suoni e periferiche audio >> Suoni >> Combinazione Impostare Nessun Suono

Disabilitare USB + COM nel Bios I computer che sono settati per funzionare come workstation D.A.W ( in particolare quelle con i chipset VIA ), si raccomanda di disabilitare da BIOS le periferiche USB se non sono necessariamente utilizzate. Questo liberer un IRQ e impedir a Windows di fare "ping" o controllare la porta USB per vedere se ci sono nuove devices, cosa che fa molte volte al secondo. Si consiglia

anche di disabilitare le COM ( porte seriali ) per liberare IRQ.

Disabilitare la funzione Write behind Caching Pannello di controllo Sistema Hardware Gestione periferiche >> Unit disco Selezionare il disco e fare un doppio click, selezionare Criteri e disabilitare lopzione Abilita cache di scrittura su disco. Windows attiva automaticamente la funzione Write behind Caching per memorizzare i dati in memoria prima di scriverli sul disco. Disabilitare tale funzione implica un aumento di prestazioni e forza il sistema a scrivere i dati direttamente sullhard disk.

Disabilitare la funzione Sincronizzazione dellorario Pannello di controllo Data e ora Ora Internet Disabilitare la sincronizzazione automatica dellorario

Disabilitare la funzione index sul disco Risorse del computer >> selezionare un disco e disabilitare la funzione di Index dei file

Eliminare i servizi inutili In Windows XP, vari compiti del sistema operativo, sono affidati a piccoli programmi che girano in background, chiamati, appunto, servizi di sistema. Questa serie di programmi, occupano risorse a livello di processore e, poich sempre in esecuzione, preziosa Ram , pur se non tutti i servizi siano necessari. Windows XP ne attiva di default una discreta quantit: disabilitando quelli superflui si ottiene un deciso aumento delle performance. Si consiglia di leggere il documento: disabilitare i servizi inutili Attenzione: non installare nessun software oltre a quelli di cui hai bisogno per il lavoro audio, no antivirus, no applicazioni freeware etcperch possono causare grossi malfunzionamenti.

Ottimizzare il file di swap


Normalmente il file di scambio, comunemente detto di SWAP o memoria virtuale, viene gestito in modo automatico da Windows al fine di adattarne le dimensioni alle esigenze di memoria. In effetti, quando la memoria installata sul PC non pi sufficiente a contenere i programmi e i dati caricati, Windows provvede a spostare i dati temporaneamente non necessari nel file swap ( Win386.swp ) posto nella cartella di Windows. Spesso per, specialmente quando si opera con file di grosse dimensioni, la gestione automatica provoca un rallentamento globale del sistema, causando nell'audio i disturbi di registrazione, e nel video scatti nelle clip. Il rallentamento dovuto al doppio lavoro che il sistema operativo compie nel creare e adattare di volta in volta il file di SWAP in base alle risorse necessarie al momento. In ogni caso gli accessi alla memoria virtuale rallentano il sistema ed quindi consigliabile aumentare la RAM in modo da rendere il meno possibile utilizzabile il file di swap. In effetti la memoria virtuale si potrebbe anche eliminare o disattivare, ma certe applicazioni ne fanno uso quando devono trasferire tanti dati sul BUS. Quindi oltre ad aumentare la memoria fisica, si consiglia di impostare un valore fisso, per eliminare l'effetto fisarmonica. Se possibile consigliabile creare una partizione del disco dedicata solamente al file di SWAP. Non creare Il file di Swap sul disco riservato ai dati ( DAW, video-editing ) Reimpostare il valore della memoria virtuale, sia come minimo che massimo al doppio della dotazione RAM. (per Es. RAM=128MB ==> Swap=256MB) Pannello di controllo " Sistema " Avanzate " Impostazione delle prestazioni >> Avanzate >> Memoria Virtuale >> Cambia Selezionare " Dimensioni personalizzate " inserire il valore e poi selezionare " Imposta " per renderli attivi

Attenzione : Normalmente il programma Defrag di Windows, non ottimizza il file di Swap. Per ottimizzare anche questo file, si utilizza uno stratagemma. Con le applicazioni chiuse, si disattiva la memoria virtuale " Nessun file di paging " ( ricordarsi di selezionare " Imposta " per rendere attivo la selezione ) , fare il reboot del sistema, e procedere alla deframmentazione del disco o della partizione su cui si trova il file di Swap. In seguito riattivare la memoria virtuale.

Ottimizzare il disco fisso


L'errore pi comune quello di utilizzare un unico hard disk, e partizionarlo in due parti, una per il sistema e l'altra per i dati audio o video. In questo modo l'hard disk si, diviso in due parti, ma la meccanica ossia le testine e i dischi contenuti all'interno faranno il doppio della fatica dovendo gestire, programmi, memoria virtuale e file audio o video.

1) Per aumentare le prestazioni e ottimizzare il disco, sempre opportuno utilizzarne due, configurati su BUS IDE differenti e verificare che sia abilitato il DMA.

2) Deframmentazione del disco Quando passato un certo periodo dalla formattazione del disco e quindi dal suo continuo utilizzo, gli accessi al disco diventano sempre pi lenti. La causa non da imputare all'hardware ma al sistema di memorizzazione dei file sul disco. Dopo una formattazione i dati vengono memorizzati ordinatamente in maniera sequenziale. Quando si comincia a cancellare alcuni dei file gi memorizzati ed a memorizzarne dei nuovi, si creano degli spazi vuoti che vengono colmati con altri dati ( programmi o file ). Se una certa locazione non abbastanza grande da contenere un file, questo viene ripartito e quindi diviso in numerose parti ( deframmentato ), in altre locazioni del disco con spazi vuoti. Questo comporta un lavoro sempre pi frenetico delle testine del disco, che saranno costrette a saltare da un punto all'altro, usura della meccanica e prestazioni scadenti nell'accesso al disco, sia in scrittura e lettura. I programmi di deframmentazione riorganizzano la struttura dei file sul disco, mettendo assieme i vari frammenti di uno stesso file, spostano tutti i dati all'inizio del disco per rendere cos la loro lettura di esecuzione pi rapida e riorganizzano gli spazi redendoli in modo sequenziali.

Per deframmentare il disco fisso basta fare clic sull'Utilit di deframmentazione dischi presente in: Start > Programmi > Accessori > Utilit di sistema > Utilit di deframmentazione. Da questo pannello di controllo, si pu analizzare lo stato del disco

e si pu visualizzare un report per verificare l'ottimizzazione dei file e del cluster size utilizzato

Attenzione: normalmente il programma Defrag di Windows, non ottimizza il file di Swap. Per ottimizzare anche questo file, si utilizza uno stratagemma. Con le applicazioni chiuse, si disattiva la memoria virtuale " Nessun file di paging " ( ricordarsi di selezionare " Imposta " per rendere attivo la selezione ) , fare il reboot del sistema, e procedere alla deframmentazione del disco o della partizione su cui si trova il file di Swap. In seguito riattivare la memoria virtuale. 3) NTFS o FAT32 ? NTFS il file system nativo di Windows XP, quindi senz'altro ottimizzato per lavorare meglio del FAT 32. Inoltre opportuno non convertire il disco da FAT32 a NTFS, ma di formattare direttamente in NTFS per garantire una corretta struttura del file system con cluster superiore ai 512 bytes. NTFS ha anche una gestione migliore come performance I/O sui dischi con capacit superiore ai 32GB, rispetto al FAT. Inoltre NTFS ha una deframmentazione ridotta , perch cerca di garantire la memorizzazione dei file in modo contiguo. 4) Formattazione Quando si formatta il disco, una parte importante da considerare il valore Cluster Size. Un Cluster una unit minima di spazio allocato sul disco o sulla partizione. Se si ha un cluster size da 16KB, un file di 1KB lascia libero 15KB, mentre un file da 17KB, richiede due allocazioni da 16KB, utilizzando 32KB invece di 17KB. Quindi un cluster size piccolo determina una deframmentazione e basse performance. Un file audio genera file di grandi dimensioni, per questo trae benefit se si configura il disco con un cluster size grande. Un minuto di registrazione di un file audio stereo a 44,1KHz e 16bit, genera un file .WAV di 10MB. Windows XP setta automaticamente il valore migliore di cluster size, quando formatta hard-disk, comunque si pu sempre decidere di variare il default al valore desiderato.

Ottimizzare la priorit delle applicazioni


Tutti i programmi in esecuzione lavorano con una priorit assegnata. Con Task Manager di Windows ( Ctrl+Alt+Canc ) si possono rilevare le priorit di tutte le applicazioni in esecuzione al momento.

Se si desidera accelerare una delle applicazioni in corso, lo si pu fare assegnando ad essa una maggiore priorit. Nella scheda Processi fare clic con il tasto destro del mouse, e in " Imposta priorit " si pu selezionare un altro livello rispetto a quello in esecuzione. Specificando la priorit, compare giustamente un messaggio che ci avverte che la stabilit del sistema potrebbe venire influenzata dall'operazione. Rispondere comunque di " Si ". Cambiando la priorit di un processo, valido solo finch in esecuzione. Se si chiude il programma o si riavvia il computer, il processo funzioner ancora con la priorit normale di default.

Disabilitare i servizi di Win XP inutili


Attenzione: Tutti i dati e le informazioni riportate sono derivanti da esperienze pratiche, pertanto, data la vastit di componenti hardware oggi in commercio, possono avere esiti diversi ed imprevedibili. Si consiglia pertanto di procedere con cautela. In ogni caso decliniamo ogni responsabilit per eventuali danni e/o malfunzionamenti, su hardware e software, derivanti dall'applicazione dei consigli e/o di tutto ci che riportato nella presente pagina.

In Windows XP, vari compiti del sistema operativo, sono affidati a piccoli programmi che girano in background, chiamati, appunto, servizi di sistema. Questa serie di programmi, occupano risorse a livello di processore e, poich sempre in esecuzione, preziosa Ram , pur se non tutti i servizi siano necessari. Windows XP ne attiva di default una discreta quantit: disabilitando quelli superflui si ottiene un deciso aumento delle performance. Selezionate Start --> Esegui e digitate services.msc In seguito troviamo la casella a scorrimento tipo di avvio, che stabilisce la modalit di avvio del servizio ed configurabile su tre opzioni:

Automatico - Il servizio verr lanciato automaticamente all'avvio di Windows Manuale - Il servizio non verr lanciato automaticamente all'avvio di Windows, ma eseguito da un altro servizio o applicazione Disabilitato - Il servizio inattivo, non verr caricato all'avvio di Windows Sempre da questa scheda possibile controllare anche lo Stato attuale del servizio, ed eventualmente agire per modificarlo tramite i pulsanti disponibili: Avvia - Permette di avviare il servizio qualora non sia esecuzione Arresta - Permette di chiudere un servizio gi attivo Sospendi - Stop temporaneo di un servizio Riprendi - Riattivazione di un servizio dopo uno stop temporaneo

Passiamo ora a consigliare quali servizi possibile disabilitare nella maggior parte dei casi. Accesso periferica Human Interface (Human Interface Device Access) E un servizio che permette al sistema operativo di gestire correttamente le periferiche HID, come i pulsanti speciali delle tastiere e gli scanner one touch. Disabilitato Accesso rete (NetLogon) Necessario per fare login su domini NT, in normali workgroup assolutamente inutile. Disabilitato

Accesso secondario (Secondary Logon) Permette ad un utente standard di eseguire programmi con i privilegi di amministratore. Pu essere utile in alcuni ambiti di multiutenza, ma nelluso tipico superfluo. Disabilitato Acquisizione di immagini di Windows (WIA) (Windows Image Acquisition (WIA) Necessario per utilizzare correttamente scanner e alcune webcam: se non avete questi dispositivi, disabilitate, Disabilitat Aggiornamenti automatici (Automatic Updates) Una delle principali nuove funzioni di Windows XP la possibilit di mantenersi aggiornato automaticamente Disabilitato Allarmi (Alerter) Notifica gli utenti di avvisi riguardanti il sistema. In circostanze standard assolutamente inutile. Disabilitato Applicazione di sistema COM+ (COM+ System Application) Un altro componente di appoggio per le applicazioni COM+: impostatelo come COM+ Event System Disabilitato Archivi rimovibili (Removable Storage) Controlla alcuni aspetti di unit esterne di archiviazione, come dispositivi Zip, Jaz e simili. In caso non abbiate questi dispositivi, potete disattivarlo per risparmiare parecchie risorse. Disabilitato Auto Connection Manager di Accesso remoto (Remote Access Automatic Connection Manager) E il responsabile della richiesta di connessione alla rete ogni qualvolta provate ad agganciarvi ad un servizio remoto: se ad esempio siete offline e provate a controllare la posta, questo componente fa comparire la finestra con la richiesta dei dati necessari (nome, password ecc) per collegarsi a Internet.. Disabilitato Avvisi e registri di prestazioni (Performance Logs and Alert) Nei momenti di inattivit, il sistema analizza le performance e le rende visibili con levent viewer per poter capire le cause dei rallentamenti e incrementare cos la velocit Disabilitato Browser di computer (Computer Browser) Su reti LAN o WAN molto vaste, si occupa di tenere in cache i DNS risolti di LAN onde evitare di dover far girare richieste ridondanti: tale cache viene ripulita ogni 10 minuti circa. Come potete facilmente intuire, in una piccola rete questo servizio inutile e pu essere rimosso senza nessun problema. Disabilitato ClipBook (ClipBook) Permette di condividere la clipboard con altri computer. Disabilitato Compatibilit di Cambio rapido utente (Fast User Switching Compatibility) Disabilitato Condivisione desktop remoto di NetMeeting (NetMeeting Remote Desktop Sharing) Questa feature permette di condividere il vostro desktop mediante NetMeeting Disabilitato Copia replicata del volume (Volume Shadow Copy) Disabilitato DDE di rete (Network DDE) Un componente dappoggio per Network DDE DSSM. Disabilitato DDE DSDM di rete (Network DDE DSSM) Disabilitato Distributed Transaction Coordinator (Distributed Transaction Coordinator)

Una funzione legata alle funzioni dei server ad alto utilizzo. Disabilitato Gestione dischi logici (Logical Disk Manager) Permette di compiere alcune operazioni di manutenzione su dischi logici o rimovibili. Disabilitato Gestione sessione di assistenza mediante desktop remoto (Remote Desktop Help Session Manager) Questo servizio si riferisce a Remote Assistance. Disabilitato Gruppo di continuit (Uninterruptible Power Supply) Gestisce le funzionalit avanzate degli UPS: se avete questa periferica, lasciate il servizio come sta, altrimenti disattivate pure. Disabilitato Guida in linea e supporto tecnico (Help and Support) Disabilitato Helper NetBIOS di TCP/IP (TCP/IP NetBIOS Helper Service) Mantiene il supporto a NetBIOS appoggiandosi a TCP/IP Disabilitato Helper smart card (Smart Card Helper) Componente di appoggio di Smart Card Disabilitato Host di periferiche Plug and Play universali (Universal Plug and Play Device Host) Disabilitato Manutenzione collegamenti distribuiti client (Distributed Link Tracking Client) Un sistema efficiente per mantenere i link su drive di rete Disabilitato Messenger (Messenger) Permette di ricevere i messaggini via rete. Come pi volte ribadito anche da Microsoft, si tratta di un servizio indipendente da Windows Messenger. Disabilitato Notifica eventi di sistema (System Event Notification) Un ennesimo monitor per le attivit del sistema operativo. Disabilitato Numero di serie del supporto portatile (Portable Media Serial Number) Se avete un lettore MP3 o simili, questo servizio legge il numero di serie del prodotto ogni qualvolta lo collegate al pc Disabilitato Ora di Windows (Windows Time) Un componente che ha un compito molto interessante: mantiene lorologio del vostro pc sincronizzato con quello mondiale. Disabilitato Provider supporto protezione LM NT (NT LM Security Support Provider) Un componente riservato ai grandi server che permettono il routing di messaggi o un collegamento Telnet Disabilitato QoS RSVP (QoS RSPV) Il famoso servizio Quality of Service, non utilizzato. Disabilitato Registro di sistema remoto (Remote Registry Service) Sotto Windows XP Pro, permette ad un utente remoto di modificare il vostro registro di sistema: una funzione potenzialmente pericolosa da chiudere subito! Disabilitato

Routing e Accesso remoto (Routing and Remote Access) Permettere laccesso remoti alla rete locale tramite protocollo sicuro VPN. Disabilitato Scheda WMI Performance (WMI Performance Adapter) Un componente di analisi della strumentazione di Windows Disabilitato Servizi IPSEC (IPSEC Services) Da utilizzare solamente se dovete fare login su un dominio NT (molto improbabile in ambito domestico, molto probabile in ambito aziendale). Disabilitato Servizi terminal (Terminal Services) Permette di loggarsi da remoto sul computer locale Disabilitato Servizio di indicizzazione (Indexing Service) Se ancora non lavete rimosso come componente opzionale, giunto il momento di liberarvi definitivamente di questo divorarisorse, una vera piaga per la stabilit e la velocit del sistema. Disabilitato Servizio di rilevamento SSDP (SSDP Discovery Service) Uno dei due componenti di Universal Plug and Play Disabilitato Servizio di segnalazione errori (Error Reporting Service) Di default, Windows XP si propone di inviare a Microsoft informazioni sul vostro sistema ogni qualvolta si verifica un crash. Disabilitato Servizio Ripristino configurazione di sistema (System Restore Service) Arrestando questo servizio eliminerete del tutto il famoso System Restore, una funzionalit sopravvalutata e piuttosto invadente. Disabilitato Servizio trasferimento intelligente in background (Background Intelligent Transfer Service) questo servizio vi permette di riprendere il download anche dopo aver spento il sistema o aver fatto logoff (il download dovrebbe riprendere automaticamente al primo accesso al pc). Disabilitato

Disinstallare Windows Messenger


L'arrivo di Windows XP ha portato molte novit tra le quali l'ingombrante presenza di Microsoft Messenger. un programma di messaggistica istantanea per comunicare via Internet con amici. Molti utenti non sono interessati a utilizzare questo programma, per non riescono a eliminarlo. Chi non vuole pi convivere con questo programma segua queste istruzioni:

Abilitare prima la visualizzazione delle cartelle e file nascosti. Start > Risorse del Computer > selezionare il disco di sistema C > posizionarsi sotto Windows > strumenti > opzioni cartella > visualizzazione e abilitare il flag visualizza i file nascosti.

Poi: 1. Avvio >> Programmi >> Accessori >> Esplora risorse. 2. Andate nella cartella Windows/inf. 3. Cercate il files sysoc.inf ed eseguite una copia di backup su di un dischetto o in un'altra cartella del vostro PC. 4. Adesso aprite il file e cercate la riga: msmsgs=msgrocm.dll,OcEntry,msmsgs. inf,hide,7 5. A questo punto dovete rimuovere la scritta hide tra le 2 virgole che trovate tra inf e 7. 6. Otterrete cos una stringa del tipo: msmsgs=msgrocm.dll,OcEntry,msmsgs.inf,,7 7. Fatto ci salvate il file e uscite. 8. Riavviate il pc. Una volta riavvato Windows XP: 1. Andate su: Avvio >> Start >> Pannello di controllo >> Installa applicazioni >> Installazione componenti Windows 2. Togliete la spunta (v) da Microsoft Messenger

Disabilitare Messenger come servizio di messagistica da Microsoft Outolook.

Disabilitare Messenger come programma di avvio in background

Una soluzione quella di "far credere" a Windows che il programma in questione (quello che crea problemi) non sia stato mai installato. Per far ci sufficiente accedere al registro di sistema servendosi dell'apposito Editor (Avvio/Start/Esegui...REGEDIT) quindi portarsi in corrispondenza della chiave seguente: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Active Setup\Installed Components All'interno di questa chiave troverete una serie di sottochiavi marcate con degli identificativi alfanumerici - piuttosto lunghi - racchiusi tra parentesi graffe. - Messenger {5945c046-1e7d-11d1-bc44-00c04fd912be} Selezionate la chiave identificativa corrispondente al programma che non riuscite a disinstallare, controllate che all'interno della stringa "Predefinito" (nel pannello di destra) sia presente il nome del software stesso, fate doppio clic su "IsInstalled" e modificatene il valore da 1 a 0. Confermate la modifica premendo il pulsante OK.

Eliminare i clicks in HD-Recording


Molti utenti utilizzano i prodotti audio per HD Recording con ottime performance e senza riscontrare dei problemi di dropout, mentre altri riscontrano i fastidiosi clicks con un intervallo di tempo regolare TickTickTick... Il problema dei crackles o dropout ovvero crepitii e schioppettii presenti in una registrazione e riproduzione audio pi complesso di quanto si possa immaginare e non facile individuare subito cosa provoca tale inconveniente. Problemi simili si possono verificarsi per svariate ragioni , dalla configurazione hardware oppure software. Quindi non esiste una soluzione standard, ma differenti soluzioni e solo con unattenta analisi del sistema , e al tipo di configurazione possibile riuscire ad eliminare la vera causa. Lhardware di fondamentale importanza per chi utilizza un computer D.A.W. , perch le prestazioni richieste dai software di sequencing audio per fare HardDiskRecording, sono nettamente differenti dallutente che desidera utilizzare il computer per uso multimediale, office o videoediting. Per questo fondamentale per chi ha in mente di fare musica di informarsi su come :

Configurare il computer DAW. Ottimizzare Windows. Ottimizzare il file di swap Ottimizzare il disco fisso Configurare opportunamente gli ASIO Ottimizzare e configurare al meglio lapplicazione. Disabilitare da BIOS laudio onboard. Verificare che la scheda audio non utilizzi un interrup IRQ condiviso. Provare a cambiare slot PCI e comunque non installarla sullo slot 1, perch normalmente condiviso con AGP. Non utilizzare un modem interno per via dellutilizzo deli driver wave e quindi pu provocare problemi e se avete

un winmodem, richiede risorse alla CPU. Provare a non utilizzare o a disabilitare la scheda di rete , a volte la causa dei crackles. Non utilizzare la nuova scheda audio su uno slot precedentemente occupato da un altro prodotto. Utilizzare necessariamente due HardDisk, da destinare uno al sistema operativo e laltro ai dati audio. Gli harddisk devono essere accuratamente deframmentati prima della registrazione o prima di qualsiasi altro lavoro audio. Verificare che sia abilitato il DMA sui dischi. Utilizzare minimo 512 MB di memoria fisica e aumentarla se si utilizzano pi tracce in registrazione. Spesso si rende necessario rimuovere la scheda video 3D, ed installarne una priva di motore 3D, poich facendo uso delle stesse propriet di calcolo a virgola mobile, sottrae risorse al sistema e quindi allapplicazione audio. Provare comunque a spostare al minimo lacceleratore hardware della scheda video Verificare una frequenza di campionamento differente. Disabilitare gli Antivirus Disabilitare i sistemi di risparmio energetico, da BIOS e da Windows. Disabilitare da BIOS periferiche non utilizzate per risparmiare risorse e possibili conflitti. Disabilitare Direct Monitoring del segnale audio in tempo reale. Sostituire lalimentatore se insufficientemente ad alimentare tutto lhardware. Accertarsi che lhardware non presenti incompatibilit con i chipset utilizzati. Verificare la quantit di effetti Plugin attivi e Virtual Instruments attivi. Verificare la connessioni dei cavi se sono ben connessi. Verificare le cariche elettrostatiche se collegate pi periferiche esterne, e che siano tutti a massa.

Ottimizzare gli ASIO Driver rev. 3.0


Introduzione Un'operazione fondamentale per operare con Cubase, quella di impostare correttamente i parametri della propria interfaccia Audio, in modo che possa comunicare con il sequencer nella maniera pi fluida possibile ed evitando i fastidiosi ticks, clicks, pops etc.. Sappiate che non esiste una configurazione ideale di questi parametri, ma variano con il variare dell'hardware utilizzato , con il lavoro che si vuole raggiungere e dipende anche dall'applicazione che si utilizza. Inoltre, se si lavora con molte tracce audio , occorre considerare anche la configurazione del sistema ( CPU, Memoria, dischi etc. ). I parametri di default generalmente garantiscono un funzionamento ottimale in svariate situazioni, ma occorre avere padronanza del significato dei parametri per cercare di raggiungere il giusto compromesso a fronte dei problemi audio. Prima di analizzare come impostare questi valori, vediamo quali sono i tre parametri principali che determinano l'ottimizzazione dei driver ASIO : Gli ASIO driver sono dei driver sviluppati da Steinberg, per operare all'interno del sequencer Cubase e gestire nella maniera pi diretta e trasparente, le connessioni di Input ed Output presenti in un'interfaccia Audio. Buffer una porzione di memoria destinata ad ospitare temporaneamente dei dati. Un valore di buffer audio alto, comporta per la CPU pi tempo per processarlo. Un buffer piccolo comporta dei trasferimenti veloci tra CPU e memoria e quindi molto lavoro stressante per la CPU. Nel primo caso si possono ottenere jitters, nel secondo caso pur ottenendo delle latenze basse, si possono avere dei clicks e drop-out. La soluzione quello di un compromesso dei valori per far in modo di ottenere un audio pulito. Latenza, il ritardo che si verifica durante la trasmissione di una certa quantit di dati Audio.

Da Cubase selezionare Device Setup, per accedere alla finestra ASIO. Attraverso la voce " VST Multitrack " abbiamo a disposizione un pop-up che ci permette di scegliere il driver da utilizzare e che sono presenti nel sistema. Di default selezionato il driver ASIO multimedia . Se si vuole sfruttare la scheda audio serve selezionare il driver ASIO della vostra scheda audio ( es. ASIO for DMX 6Fire 24/96 ). Attenzione, tutti i driver installati anche per la gestione normale dell'audio, ( suoni di Windows, suoni multimediali etc..) vengono visti da Cubase tutti come ASIO, per questo motivo nel pop-up troviamo le voci : ASIO Multimedia Driver, ASIO direct Driver, ASIO direct Full Duplex driver etc..

Quale " ASIO DRIVER " scegliere ASIO Multimedia Driver Si tratta del driver della scheda audio, utilizzato dal sistema operativo. Questo driver viene installato automaticamente da Cubase, per gestire gli ingressi e le uscite della scheda e quindi permette di riprodurre e registrare l'audio. ASIO directx Driver Questo driver utilizza la libreria DirectSound per la comunicazione tra Cubase e la scheda audio. Funziona solo per il playback e non per la registrazione. ASIO Directx Full Duplex Driver Il driver Full Duplex consente di riprodurre e registrare l'audio attraverso i driver di Windows ( WDM ) e con il supporto delle librerie DirectX. L'utilizzo di questo driver, comporta valori di latenza pi alti degli ASIO. ASIO Driver Specifico " ASIO for xxxxxxx " I driver ASIO della scheda audio sono appositamente sviluppati per garantire le migliori prestazioni, stabilit di sistema e permettono di lavorare con valori di latenza notevolmente inferiori rispetto ad altri generici. Quindi se la scheda audio prevede dei drivers specifici assolutamente importante non utilizzare i driver ASIO generici.

I valori di latenza ASIO Software Nel pannello del riquadro Device Setup, una volta selezionato il driver della scheda audio in uso, troviamo due valori di default: Number of Disk Buffer e Disk Buffer Size. Questi due valori servono al software Cubase a regolare il flusso dei dati audio verso l'hardware. Quando la scheda audio riproduce o registra i dati audio, questi vengono inviati in una porzione di memoria temporanea ( Buffer ) per poi essere letti o registrati. Possiamo decidere quante aree di immagazzinamento utilizzare, attraverso il parametro Number of Disk Buffer che di default impostato a 4, e con il parametro Disk Buffer Size stabiliamo le dimensioni dei buffer, utilizzati da Cubase per scambiare i dati con il disco rigido. Bisogna sapere che l'aumento dei valori comporta un dispendio di risorse da parte della CPU e di tutto il sistema in generale. Quindi occorre sempre avere prudenza nel ritocco dei parametri di default e farlo solo a fronte dei problemi di clicks sia in registrazione e in esecuzione. Se non possedete sufficiente memoria RAM nel sistema, non impostate valori alti, contrariamente aumentateli per una riproduzione migliore. I valori di latenza ASIO Hardware Selezionando nel riquadro Control panel, si accede al pannello di controllo della scheda audio in uso, dove poter impostare altri parametri della scheda. Sample Buffer che di default 1024, indica la dimensione della memoria di transito fra la scheda e il BUS PCI. Valori inferiori diminuiscono la latenza, ma possono causare salti se la CPU non performante. Per calcolare il valore della latenza , baster conoscere il valore " Sample Buffer Size " che si vuole utilizzare, moltiplicarlo per 1000 e dividere il tutto per la frequenza di campionamento ( Sample rate ). Il risultato va arrotondato per eccesso. Latenza = ( Sample Buffer x 1000 ) / Sample Rate 11 = ( 512 x 1000 ) / 48.000 3 = ( 512 x 1000 ) / 96.000

DMA Buffer determina la velocit di comunicazione, e si pu selezionare un valore di latenza compreso tra 15 ms e 1 ms. Se la dimensione troppo piccola, si potrebbero produrre dei clic e scricchiolii nel segnale audio, se troppo elevato una latenza superiore senza la comparsa di rumori. Di default 10.

Configurare un PC per fare musica

Digital Audio Workstation

Una questione che viene posto di frequente da chi si avvicina a fare musica multitraccia e hard-disk recording con il Computer : che cosa occor Introduzione

Home Recording, Hard-disk Recording, D.A.W o PC Musicale ? Qualsiasi definizione implica una volont di cercare unottima configurazione del Computer per evitare Rumore, Ronzio e Latenze che possiamo Preparazione

Prima di entrare nello specifico cosa occorre per effettuare un home recording, e quindi parlare del PC, occorre porsi una serie di questioni che d di nuovi prodotti hardware per PC non permette di fare correttamente il punto della situazione per valutare le offerte e scegliere quali siano effett Questioni 1) Quale strumento voglio registrare? Certamente una chitarra, ma voglio effettuare la registrazione direttamente o tramite un microfono?

2) Quanti strumenti in media penso di collegare per la registrazione? Questo serve per verificare quanti ingressi ho bisogno. Forse sono sufficienti 2 ingressi singoli ( MONO ) se non devo collegare una serie di strumenti. Comunque della scheda audio.

4) Quante uscite ho bisogno? la questione se voglio registrare e quindi fare il Mix via software o tramite una Console Hardware. Via software collegarsi a una Console. Comunque il numero degli ingressi audio pi importante nella valutazione. 5) Ho bisogno I/O Digitale? Certamente si, e che supporti le varie frequenze e un bit rate identico allanalogico (24bit). 6) Devo lavorare con strumenti MIDI? Ci determina la scelta del software e quindi della scheda audio che supporti questa interfaccia. 7) Quale altro hardware occorre? Senzaltro un Monitor, degli altoparlanti di qualit per ascoltare la musica e di un microfono decente. Scelta del PC

Un D.A.W. = Digital Audio Workstation, speciale perch esistono poche applicazioni come Hard-Disk-Recording , che esigono tanto da un PC veramente difficoltoso dare suggerimenti su marche , modello di acquisto, visto che il materiale per lassemblaggio sempre pi numeroso e ve pi indicata a svolgere lavori di registrazione e post-produzione Audio e MIDI e come vedremo in dettaglio consigliabile spendere qualcosa in p

1. Processore

Lapplicazione audio multitraccia lavorando simultaneamente in registrazione, mixer, sintettizzatore, output su con il floating point ( virgola mobile ), e quindi che dia delle ottime performance. La quantit di RAM e clock de Sistema, quindi un clock alto indica miglior performance.

Attualmente per Windows ci sono in commercio due tipi di processori, INTEL e AMD, e poich sono in continu il Celeron e AMD K6 non sono consigliati.

2. Motherboards

La Motherboard il cuore del sistema, ed importante fare la scelta giusta, in quanto un errore potrebbe inev componenti hardware necessari per far funzionare il computer. Quindi deve occuparsi di gestire correttamente sistema. Le differenze tra le varie motherboard sono molteplici ma quella che pi interessa quella relativa al video o rete, poich limitano lespandibilit del sistema e generano i vari conflitti di IRQ che potrebbero verifica computer; tutte le comunicazioni tra CPU, memoria RAM, Hard Disk, schede PCI, tastiera, etc.. vengono gesti Northbridge e Southbridge. Chiaramente per ogni modello di processore esistono diversi Chipset in grado di s acquistare mai immediatamente lultima novit hardware, ma consigliabile attendere un breve periodo, giusto assicurino unottimo streaming dei dati, e che il BRAND della motherboard assicuri sempre degli aggiornamen PCI non-shared ( non condivisi ), sui quali poter installare tranquillamente le schede senza alcuna paura di integrati nella motherboard e non utilizzati ( porte seriali, parallele, USB, Ethernet, audio on-board, modem inte

IMPORTANTE: per evitare conflitti, quando inserite una o pi schede PCI sulla scheda madre, evitate gli slot d evitare di inserire schede audio, controller IDE/SCSI, schede di acquisizione ecc.. negli slot che condividono g vostra scheda madre per sapere com' organizzata la condivisione degli IRQ. 3. Scheda Grafica

La scheda grafica un elemento meno importante nel DAW in quanto laudio non necessita di accelerazione 3 programmi audio. La configurazione ideale suggerisce di disabilitare lacceleratore hardware.

4. RAM

Chiaramente pi memoria installata nel sistema , meglio per le performance per evitare paging o swap sul e fare audio multitraccia. Per ottenere degli ottimi risultati, in termini di prestazioni e stabilit, oltre al size della oltre.

5. Hard Disk

Linstallazione di un hard-disk ( IDE o SCSI) oltre a migliorare efficienza e prestazioni nel PC, nel DAW viene p (rotazioni per minuto). Una maggiore velocit di rotazione abbassa la latenza di accesso medio e quindi aume maggiore emissione di calore, minore affidabilit nel tempo e aumento della rumorosit. Quindi un buon disco IDE con 7.200 rpm con capacit minimo 40GB per il S.O. e un disco IDE possibilmente c disk dedicato allaudio sul secondo controller , senza utilizzare altre periferiche sul bus IDE, e un eventuale ma Possibilmente si suggerisce anche di utilizzare hard-disk con un alto buffer di cache ( 512 a 2.048kb ). Control file di swap sul disco sistema e non su quello audio.

6. Alimentatore

Talvolta un alimentatore insufficiente, rumoroso, e non a norma la causa di problemi inspiegabili, quindi si su

7. Monitor Un computer non pu far meno di un buon monitor, con il DAW si suggerisce un monitor LCD per evitare con

Scelta della scheda audio

I requisiti fondamentali delle schede audio per il DAW devono avere innanzitutto uneccelente qualit audio, senza disto hard-disk, con tempi di latenza bassi. La presenza di numerosi ingressi e uscite sia analogiche che digitali, per poter co comparativa dei prodotti Terratec per selezionare il prodotto giusto, e in caso di dubbio non esitate a chiedere ulteriori in

Scelta del software Il software come Logic Audio, Cubase, Cakewalk, Sonar, Wavelab etc.. possono offrire varie funzioni e supporto per fare hard-disk-recording.

Eliminare i Rumori di fondo e restauro del segnale audio

Le registrazioni audio, sono spesso corrotte da vari tipi di rumore o di disturbo. Fra questi i pi frequenti sono rumori a carattere impulsivo (click circuiti, soggetto ad influenze dal mondo esterno, sia dall'etere (trasmissioni radio, cellulari etc.) che dalla rete elettrica domestica (frigo, condi quello di una registrazione da vinile o da tape. Inoltre in fase di una registrazione bene considerare che le variabili che entrano in gioco nell'ing Impedenza elettrica Livello del segnale Tipo di connettore Tipo di collegamento

Restauro Il restauro audio digitale viene applicato al fine di ripulire una registrazione audio. L'obiettivo finale quello di poter ascoltare la musica senza effettuare le inevitabili elaborazioni che si dovranno fare (tagli , rifiniture e filtri ) il .WAV , nonostante sia molto ingombrante per via della manc della qualita' del prodotto. Infatti modificare file in formato compresso mp3 comporta sempre un ulteriore degrado, per via del taglio delle frequen

Per effettuare il restauro digitale occorre procurarsi un editor wav. Due programmi tra i pi diffusi e versatili (nonch a pagamento n.d.r.) sono: S Editor wav molto semplici si trovano in tantissimi programmi di masterizzazione, per esempio l'editor wav di NERO ovvero l'ottimo freeware Aud

Procedendo al restauro di un qualsiasi file audio, occorre seguire un ordine seriale di processamento ben specifico, soprattutto se deriva dalla r 1. 2. 3. 4. Descratch Declick (impostato su Click) Declick (impostato su Crackle) Denoise

Perch quest'ordine importante? Semplice: questione di spazio. Ciascun Plug-In ottimizzato per gestire una specifica tipologia di artifatto so click pi importanti solo riducendoli; di conseguenza, un Declick posizionato successivamente e impostato su Click' non riconoscer i click prec

Di seguito sono elencate alcuni consigli pratici e le pi comuni tecniche di elaborazione applicate sul segnale audio al fine di migliorarne le cara collaterali che possono verificarsi a causa di interventi troppo pesanti sui dati originali e di intervenire pi possibilmente sulle cause che determin Click ( tick )

I click sono i rumori impulsivi, di breve durata e di breve intensit, tipici, per esempio, della puntina sui dischi in vinile non perfetti, ad un click di deformazione della forma d'onda, dovuta alla presenza di alcuni campioni clamorosamente sbagliati che fanno compiere all'onda alcune brusch

Questo tipo di disturbo piuttosto frequente nella musica registrata, in riproduzione di un brano o su supporto vinile quando la testina di lettura c supporto, o da vari tipi di graffi o incisioni. Soluzione : Se i click sono in riproduzione di una sorgente audio CD-audio, mp3 , verificate che sia abilitato sul controller IDE (XP) o sule propriet della consiglia di leggere il tutorial eliminare i click in HD-Recording Per eliminare questo disturbo a livello software si utilizza la funzione con il termine DeClick , Questa procedura si basa essenzialmente sulle in esame.

In altre parole, si ricercano i fenomeni impulsivi estranei alle normali caratteristiche del segnale e, una volta individuati, si passa ad una loro pr Crackle ( crepitio ) o Scratch

un insieme di piccoli e ravvicinati CLICK , un rumore continuo tipico di un LP rovinato, ad esempio la puntina di un giradischi che salta su di un correlata in bassa frequenza, corrispondente ad una oscillazione smorzata dovuta all'assestamento del sistema di riproduzione, ad esempio sem risonanza.

Soluzione: Pulite i vinili da polvere e sporco con un panno umido, non fibroso e che non lasci "peletti" (quindi niente scottex e simili, meglio una "pelle di da del disco un lieve velo di acqua pulita; conservate i vinili sempre in posizione ORIZZONTALE e mai in buste di acetato. Per eliminare questo disturbo a livello software si utilizza la funzione DeClick , DEscratch , DENoise e DeHiss

Con il termine DeNoise , ci si riferisce generalmente ad una procedura per l'eliminazione di un rumore a banda larga le cui caratteristiche princi prima fase, si determina il contenuto spettrale di un frammento di segnale in cui sia presente solo il rumore in oggetto (ad esempio un piccolo s si procede alla sottrazione, da tutto il segnale, dello spettro del rumore precedentemente calcolato. Qualora il rumore di riferimento non fosse fa la componente di rumore, lo spettro da sottrarre pu essere ovviamente estratto da segnali simili per natura al segnale in esame.Questa proced prodotto. DESCRATCH

Questa nuova e innovativa tecnologia in grado di ricostruire parti di segnali audio mancanti o danneggiate, della lunghezza di migliaia di samp

diverse sorgenti, inclusi gli scratches derivanti da varie imperfezioni sulla superficie dei dischi in vinile, tutto ci senza l'aggiunta di ulteriori artifa porzione danneggiata del segnale, il Descratch in grado di estrapolare il segnale pulito dalla porzione di segnale danneggiato creando un'accu di restituire un segnale pulito senza l'aggiunta di alcun artifatto sonoro udibile. Hiss (fruscio)

un sibilo tipico delle registrazioni analogiche su nastro magnetico

Soluzione: Prima di riversare un nastro, sbobinatelo piu' volte facendo alcuni FFWD e REW (questo attenua l'effetto copia delle spire); se si trovava in luog con un cottonfioc inbevuto di alcool e acqua la testina di lettura prima e dopo il play.

Per eliminare questo disturbo a livello software si utilizza la funzione con il termine DeHiss , che una procedura per l'eliminazione di un rum applicata quando l'impronta del rumore non disponibile. Questa procedura pu portare a risultati migliori della tecnica di DeNoise precedente fare molta attenzione nell'utilizzo di questa filtro, in quanto una riduzione troppo drastica del fruscio potrebbe comunque essere controproducent Clipping ( distorsione )

E' il classico rumore che si ha con dei suoni molto distorti. Avviene quando il segnale in ingresso supera il range dinamico ( 0db ) del supporto d range . Il segnale viene dunque approssimato appiattito alla soglia pi alta possibile generando rumore fino a quando il livello non cali sotto la s ovviamente adeguando il livello di registrazione per evitare la distorsione, perch anche utilizzando il software di restauro con l'opzione effects

Soluzione: E' possibile eliminarlo lavorando sul guadagno del segnale in ingresso AGC - Automatic Gain Control e sulla bont delle apparecchiature u non eccessivo (molti programmi utilizzano un VU-meter a led adatto allo scopo). Se notate un effettivo sovraccarico in ingresso, utilizzate il mixe Ronzio ( Hum )

L'hum, chiamato anche "rumore di alternata" invece un rumore che quasi sempre causato dai collegamenti elettrici. Di solito i disturbi deriva di un loop di massa.

La "regola numero uno" per evitare ronzii (e magari guasti) consiste nell'inserire la spina del computer in una presa in buone condizioni, lontana motori). Bisogna evitare nel modo pi assoluto di usare castelli di spine multiple e di collegare alla stessa presa apparecchi non legati al compu

Se l'impianto di messa a terra funziona, la corrente si richiude verso la terra quasi totalmente attraverso l'apposito conduttore del cordone di alim quante le periferiche devono essere dotate della spina a tre contatti di sicurezza e tutte le prese e prolunghe devono essere a tre fili.

Si pu provare a scambiare il verso d'inserzione della spina di alimentazione nella presa di corrente a 220 volt del computer. Ci permuta il cond funzionamento del filtro di soppressione dei disturbi a radiofrequenza, che il primo responsabile del ronzio. Pu capitare anche che una partic

dell'impianto elettrico con scintillamento tra cavo e presa jack, conseguenza questa di una dispersione elettrica nascosta dell'alimentazione del

Un sistema efficace per eliminare i ronzii, quello di collegare direttamente con un cavo , la massa dell'impianto elettrico alle alette metalliche d faccia contatto con il telaio del computer. Pu succedere anche che il BUS PCI della motherboard non aderisce bene alla scheda audio. Loop di massa

Ogni apparato del sistema audio ha un suo specifico punto di massa interno generalmente chiamato , dagli addetti ai lavori , massa del segnal Quando si connettono due apparati audio tra di loro con un cavo audio ( sia esso bilanciato che sbilanciato) si uniscono tramite la calza ( massa Hertz). I loop di massa nascono quindi quando i punti di massa delle due unit sono collegati anche da un altra parte tramite il cavo di terra o l potenziale tra le due masse la corrente circoli tra le due unit ininterrottamente e se la massa quella audio si ha l'insorgenza di hum (ronzii) . P piccolissima corrente circola sempre tra le masse) per possibile renderla non udibile usando linee bilanciate e prestando attenzione ai cablag

Ricordate che se un apparecchio collegato a terra elettricamente (ossia quando il suo cavo di alimentazione dotato di polo di massa connes quella di predisporre due ciabatte di alimentazione, una connessa a terra e l'altra no, sperimentando con i collegamenti fino a ottenere un sistem Altra fonte di HUM sono i trasformatori degli alimentatori che vanno posizionati il pi distante possibile da cavi di segnale e dalle carcasse delle hard-disk, e quindi si pu optare per un cavo schermato o collegare la massa del cavo IDE allo chassis. Spesso pu essere la scheda PCI che matematiche per risolvere i problemi di hum e spesso si va a tentativi Eliminazione di disturbi armonici ( DeHum )

Con il termine DeHum , ci si riferisce generalmente ad una procedura per l'eliminazione di disturbi o rumori di tipo armonico quali ad esempio il eliminato mediante un filtro comb che un insieme di filtri notch (a picco) progettati al fine di sopprimere il disturbo portante e le sue armonich

Tecnologia MIDI

Sotto la sigla MIDI acronimo di M usic I nstrument D igital I nterface (interfaccia digitale per strumenti digitali) sono contenuti due concetti: l' "in comunicazione" (detto anche protocollo), ossia un insieme di regole e messaggi interpretabili in modo univoco. Come funziona il MIDI?

Un computer e uno strumento musicale vengono collegati attraverso un cavo detto cavo midi. Le estremit del cavo sono facilmente riconosc segue:

Le informazioni, codificate come una successione di messaggi di 0 e 1, vengono trasmesse attrav interpretate e tradotte in messaggi. Il sistema MIDI in grado di gestire una moltitudine di messag gestione del programma (lo strumento), del volume, dell'attacco delle note suonate, ecc. Su che cosa si basa il protocollo Midi?

Il sistema MIDI fondato sull'utilizzo di canali indipendenti (16 per ogni modulo sonoro, di cui uno con le sue caratteristiche timbriche etc. Questo significa avere la possibilit di creare arrangiamen

Naturalmente, oltre a collegare un PC a uno strumento, il MIDI permette di collegare pi strumenti fra loro, per sincronizzarli o per espanderli, Con la diffusione del MIDI e la nascita di nuovi software si pone il problema della comunicazione dei dati precedentemente gestiti dagli strume comunicazione tra computer e strumenti, e tra software diversi: il MIDI file (SMF-Standard Midi File). Ma come si fa a connettere una postazione Midi e farla funzionare Intanto bisogna sapere che ci sono tre modi fondamentali per riprodurre musica secondo il sistema MIDI.

Il primo avviene connettendo una tastiera muta, simile a quella del pianoforte, che da sola non emette alcun suono, ad un modulo sonoro, un sequencer al suo interno) alla scheda audio del computer. Infine il terzo modo utilizza la sola scheda audio del computer e invia i segnali delle variet di configurazioni tra i diversi moduli sonori: al posto di una tastiera possiamo usare una chitarra ad esempio.

I connettori Midi che possiamo trovarci davanti possono essere di tre tipi: In, Out e Thru.

Midi in: Porta a cui arrivano i dati. Questa porta deve essere sempre collegata con una porta MIDI Out oppure Thru. Non si possono collegare pi por

Midi Out: Porta da cui escono i dati verso un MIDI In. Tutto quello che viene eseguito sulla tastiera pu essere mandato attraverso questa porta. Non si (soft thru) e mandarli via tutti assieme attraverso il midi Out.

Midi Trhu: Il MIDI Thru una copia esatta dei dati che arrivano al MIDI in e vengono immediatamente rispediti fuori attraverso il MIDI Thru. Questa porta schiavo - le macchine a cui arrivano i dati MIDI).

In generale, un cavo MIDI per PC avr quindi un connettore con 15 piedini dal lato del PC e due spinotti a cinque poli, uno maschio e uno fem sequencer che utilizzeremo e della scheda audio installata nel pc

Abbiamo stabilito che essenzialmente il MIDI un linguaggio che permette ai vari bit di un insieme musicale di parlarsi uno con l'altro. Quand forte stata premuta(i due parametri descrivono la nota e la velocity). Questa informazione pu essere registrata in un programma software c esterno, una scheda audio, o un sintetizzatore software, ma tutti riprodurranno il suono con la stessa tonalit e con l'esatto volume con cui vie l'abbaiare di un cane. Tutte le schede sonore includono una specie di sintetizzatore ed alcune offrono qualcosa chiamato 'wavetable synthes qualunque tono e a qualunque volume, dando l'impressione che stiate suonando uno strumento vero. Naturalmente ci sono anche degli strum proprie preferenze. Tale strumento hardware/software detto campionatore. Un buon campionatore deve offrire una variet di controlli per manipolare o addirittura sconvolgere il sample originale.

Se il suono prodotto dalla vostra scheda sonora non proprio l'ideale, altamente preferibile procurarsi un buon software di sintetizzazione. C straordinari effetti sonori come quelli prodotti dai VST Instruments del noto sequencer Cubase o il Nemesys Gigasampler. Chiarito il semplice

Un sequencer un programma che permette la registrazione e l'esecuzione contemporanea di pi strumenti anche diversi l'uno dall'altro. Per che ci serve. Una batteria, una chitarra, un basso, un piano, un organo. Ogni strumento su una traccia, registrati uno per volta ed eseguiti in acustiche collegate al computer.

Il concetto di sequencer o multitraccia pi semplice di quanto si possa immaginare. I sequencer software hanno un'interfaccia molto intuitiva

Nei sistemi Windows possibile ascoltare un file midi semplicemente con il "Media Player" senza ricorrere all'utilizzo di un programma seque traccia di un cd, hanno dimensioni molto ridotte: in genere meno di un centinaio di Kbyte. Perch? Beh, la spiegazione dovreste gi averla pe forma dell'onda sonora (audio) ma solamente le informazioni codificate delle note, della loro durata e della forza con cui sono state suonate (l diffusione anche in Internet. Se da una prima analisi questo pu sembrare portentoso, per altri versi la riproduzione di un file midi rappresenta l'esecuzione di un file midi alle sole capacit della scheda audio presente nel proprio computer , peggio ancora se di tipo integrato computer . Per una buona riproduzione occorre disporre di una buona scheda audio con un'ottima wavetable (libreria) di suoni integrati o me Vst Instruments) e suonarli in tempo reale (senza dare problemi di sfasamento/latenza).

Naturalmente ogni problema di gestione di un progetto Midi o di ottimizzazione dei suoni dipende caso per caso dal programma sequencer ut musicista che si avvicina per la prima volta al mondo della musica in formato Midi. Occorre innanzitutto sgombrare il campo da un grossolano digitale . La Musica digitale si pu servire delle implementazioni Midi ma non si identifica in esse. Si consideri il seguente paragone: se l'audio digitale fosse una registrazione su nastro di una persona che esegue un assolo di chitarra, il MID velocit di esecuzione della musica, le note che vengono suonate, il loro volume e altri segni di espressione. La voce allo strumento suonato

Su questo argomento si potrebbe discutere per ore. Chi stabilisce la bont di una scheda audio rispetto ad un'altra? La risposta non solo le

Ogni casa produttrice ha una propria logica ed un proprio indirizzo. C' chi preferisce offrire un prodotto all inclusive alla propria clientela, ca esigenze specifiche di chi vuole fare musica al computer. I clienti di Terratec, ad esempio, si saranno resi conto che nella loro scheda audio n loro esecuzione. Questo in apparenza. In realt le cose stanno diversamente. La scelta indirizzata esclusivamente alla qualit del suono ed detto determinerebbe amare sorprese se il nostro amico non possiede un pc con le stesse caratteristiche del nostro! La logica quella di tras

Per far ci Terratec ha dotato i propri prodotti di un chipset hardware molto potente, in grado di leggere banchi di suono esterni, forniti da un s eccellente.

Molti di voi si saranno accorti del fatto che in un file Midi non sono udibili tracce audio, ad esempio la voce del cantante. Ci dovuto al fatto nostro esempio, non potrebbe mai gestire la voce umana. Questo spiega ancora una volta il perch delle dimensioni cos ridotte di un file .m

Ci rappresenterebbe un grosso limite se noi ad esempio, volendo sfruttare la nostra attrezzatura, desiderassimo registrare un coro che canta stato infranto dalle tecnologie software dei sequencer. Con sequencer tipo Cubase Sx possibile non solo registrare noi stessi che cantiam

Audio reale e suoni sintetizzati suoneranno in sincrono nella nostra esecuzione. Anche qui predominante il discorso sulla qualit della sche l'impressione di averci davanti con la nostra chitarra in braccio! Anche in questo caso la nostra voce e la nostra chitarra appariranno nel sequ

Per godere di tutti i vantaggi offerti dal trasformare il nostro Pc in una stazione audio essenziale la scelta di un componente audio ad una bu delizia per le orecchie degli audiofili pi raffinati.

N.B. Sulle schede dei computer, sulle interfacce midi del computer non hanno quasi mai una porta throu, perch non avrebbe nessuna utilit uno strumento pu anche avere un throu, ma l'interfaccia midi vera e propria ha solo in e out. Mettiamo che voglio registrare con la mia tastiera e poi voglio far suonare il tutto da un qualsiasi strumento collegato, qualsiasi generatore son Dall'out della tastiera all'in del computer, e poi dall'out del computer all'in dell'expander, e poi posso utilizzare il throu. Se quello che mi manda

Master-keyboard-sequencer-expander
TASTIERA Elettronica

Una tastiera musicale elettronica, pu essere parti: - Tasti - Generatore sonoro expander - Interfaccia MIDI

I tasti, identici a quelli dei pianoforti, sono de quando viene premuto il tasto - al generatore che genera il suono sull'uscita audio out int

Il generatore sonoro pu essere diviso in alcune categorie: Campionamento. Ci sono alcuni generatori sonori che funzionano solamente se noi gli diamo dei frammenti di audio digitale. Se noi registria dentro il generatore sonoro che funziona con il campionamento: i campionatori (ci registro la mia voce, posso far "suonare" la mia voce!). Wave Table. Vuol dire che il generatore sonoro ha una memoria in cui sono stati messi dei suoni campionati. Non c' la possibilit di metter campionatore, ma si sfruttano quelli che sono gi stati messi dalla ditta costruttrice all'interno della memoria. Una "tavola" di forme d'onda.

La MASTER KEYBOARD "chiamata anche tastiera muta" una tastiera che ha solamente i tasti e l'interfaccia MIDI, e sono sprovviste di gen

La qualit delle tastiere musicali per PC varia molto, ci sono tastiere piccole da 4 ottave con 49 tasti pensate per non occupare troppo spazio, consentono esecuzioni pi avanzate e dispongono di pi controlli slider, pulsanti per la selezione dei banchi suoni, levette per effetti speciali e

Solitamente le tastiere sono sensitive keys sensibili al tocco, ovvero suonano piano o forte a seconda della pressione esercitata sui tasti e po risponde al tocco in maniera simile a quello di un pianoforte invece che essere morbido come quello di un organo elettronico, facilitando l'esec Sequencer Il sequencer pu essere diviso in due categorie: hardware e software.

Sequencer hardware: un computer dedicato, una macchina che costruita a questo scopo. Ha il pregio di costare molto meno di un sistem aggiornabile. Non ha generatore sonoro, non ha tasti, non ha controller hardware. Quello che ha l'interfaccia midi. Cosa fa il sequencer? u sequencer posso memorizzare le note che sto suonando. Il sequencer non registra i suoni! Registra i messaggi! Quando suono sulla tastiera, corrispondono alla nota che ho premuto, arriveranno al sequencer che se in modalit rec registrer il messaggio che gli stato inviato. Torn play, l'interfaccia midi del sequencer mander un messaggio all'interfaccia midi della testiera che risuoner esattamente quanto prima aveva r questo collegamento, dunque la tastiera.

Sequencer software: un programma che gira su un computer e simula le funzioni del sequencer. Il sistema computer + soft costa di pi di u

Normalmente molto pi potente di un sequencer hardware - E' pi versatile - E' aggiornabile

Cakewalk Sequencer che gestisce tracce midi, audio Cubase Forse il sequencer pi famoso per registrare, Logic Orientato ad un pubblico professionale Nuendo Registrazione e post-produzione anche per p Pro Tools Sistemi di produzione audio per musica, de Reason Sequencer di tracce audio e midi ma anche m Expander

I brani registrati dal sequencer o eseguiti dal vivo sulla da strumenti MIDI esterni (sintetizzatori, Expander e c Praticamente tutte le schede audio hanno un generatore di suoni MIDI interno, la cui qualit non certo paragonabile ad un Expander MIDI es un buon software di sintetizzazione.

Modulo sonoro' (expander) una dicitura generica che utilizzeremo per tutti quei dispositivi che generano elettronicamente dei suoni. Il modu tastiera, come abbiamo appena visto, oppure pu essere separato. Un modulo sonoro pu alloggiare un sintetizzatore, un campionatore, un g specifica categoria (es: solo pianoforti), una batteria elettronica, cio un dispositivo che genera sequenze e suoni percussivi. La sintesi con wavetable

I suoni generati con la sintesi FM non sono dei suoni che somigliano a quelli prodotti da strumenti musicali, n tatomeno a quelli della voce um elettronici piuttosto innaturali.

Quindi si pensato di registrare i suoni emessi da strumenti musicali e campionarli per poterli memorizzare sulle schede audio. I suoni cos m detta wavetable (tabelle delle onde) per la riproduzione dei suoni. In questo modo, quando un suono deve essere riprodotto, si pu scegliere l da strumenti musicali reali) e quindi amplificarla opportunamente e modularla in frequenza per ottenere il suono desiderato.

I synth virtuali sono software che installati nel pc e usati unitamente a sequencer creano suoni come veri sintetizzatori anche se suonati con ta Absynth Da Native Instuments un completo synth da gestire su pc ausilio di moduli esterni B4 L'emulazione dello storico organo Hammond su pc Battery Per gestire semplicemente la programmazione e i campioni di batteria FM7 Il suono dei synth anni 80' sul pc ES1 Synth per pc con suoni analogici e digitali Reaktor Studio modulare con sintetizzatore, campionatore, groovebox e molto altro ReBirth Tre famosi strumenti Roland dal suono inconfondibile in un software completo che... suona quasi da solo!

Audio Digitale S/PDIF

Nelle applicazioni semiprofessionali e casalinghe questa senz'altro l'interfaccia digitale pi com La sigla sta per "Sony/Philips Digital Interface". Questa interfaccia prevede di funzionare con cav un cavo audio non adatto a trasmettere i dati digitali. Alternativamente, questa interfaccia pu

Il suo standard molto simile a quello dell'AES3, tanto che in alcuni casi apparecchiature profes segnale audio). Questa tuttavia non una buona pratica, perch gli standard elettrici sono abba metodo risultati imprevedibili. L'interfaccia S/PDIF in grado, a differenza della sua collega profe apparecchiature casalinghe, la possibilit di copie digitali in serie di prodotti preregistrati, tipo CD Sincronizazzione

Quando si registra con l'interfaccia digitale, occorre essere sicuri che la frequenza di entrambi si dell'interfaccia digitale, si consiglia di settare la scheda TerraTec su Master Clock "External", que settato come Internal .

Il bit rate, spazia da 8 a 24 bit e la frequenza di campionamento da 8 a 96 KHz. Fate attenzione occorre trasferire un audio registrato a 96 KHz su un DAT, necessario convertire il file a 44.1 K Dolby AC3 e DTS

L'uscita digitale implementa anche una modalit denominata Non-Audio , che consente di veicolare in uscita flussi di audio digitale e multi Cavi Spesso nel trasferimento del flusso digitale pu succedere che si generano degli errori.

Oltre al discorso della sincronizzazione, importante ed essere sicuri di utilizzare dei cavi di alta qualit e che non siano troppo lunghi. I cav massimo 5 metri . Gli errori sul digitale sono causati dagli algoritimi di correzzione d'errore che usato pi frequentemente di altri sistemi, pe AES/EBU con S/PDIF in quanto i protocolli non sono simili.

Quanto spazio occupa un file audio


Il formato wave che il formato di tutti i brani musicali presenti nei classici CD audio, con estensione .WAV un minuto stereo a 44.1kHz a 16bit occupa 10Mb un minuto mono a 44.1kHz a 16bit occupa 5Mb un minuto mono a 22.1kHz a 16bit occupa 2.5Mb Un file MP3 ha una dimensione che pu variare da tre a sei MB di spazio disco. 1 minuto di musica, occupa 1MB con bit-rate a 128.000

CONNETTORI PER SEGNALI AUDIO


CONNETTORI PER SEGNALI AUDIO