Sei sulla pagina 1di 17

Linux Lubuntu Ogigia 2015

Descrizione di Linux Lubuntu Ogigia.


Lubuntu e' un diffuso sistema informatico, con milioni di utenti, che viene ricavato da Linux
Ubuntu mediante modifiche e l'aggiunta del leggero desktop grafico Lxde. Utilizza di solito 128 mb
di ram o meno, diventando proponibile per recuperare vecchi computer, perfino della serie Pentium
2 oppure equivalenti. Gli utilizzatori lamentano pero' dei malfunzionamenti e delle difficolta', per
questo e' stata realizzata la sottoversione Ogigia che risolve non pochi problemi ed e' consigliata
per 256 mb. di ram abbinando almeno 15 gigabyte di disco fisso.

Un Lubuntu a 32 bit (per andare incontro agli hardware datati, ma comunque compatibile su quasi
tutti i pc da 64 bit) rifatto e semplificato, alla portata di tutti grazie ad una configurazione gia'
approntata, questo lo scopo che e' stato raggiunto. Quando installate Lubuntu Ogigia infatti non vi
serve essere bravi, smanettoni oppure dei tecnici, molto e' gia' stato risolto a monte. Cosi' aziende,
privati oppure associazioni che desiderano poter accedere a montagne di software gratuito con una
macchina non certo nuova, ma non riuscivano ad utilizzare il Lubuntu classico, possono tirare un
sospiro di sollievo.

Lubuntu Ogigia ha gia' un suo utente preconfigurato (username: webmaster), ma nessuna paura
perche' con l'installazione potrete aprire tutti gli utenti aggiuntivi che vorrete, ed anche cancellare
l'account di base, oppure modificare la password di root.

Sul desktop trovate il Cestino e varie opzioni utili. Le webcam videotelefonando su Skype
funzionano perche' sono state fatte le modifiche necessarie. I vari Java, Flash e codec
multimediali sono gia' preinstallati. Forse avete letto che c'erano dei problemi a vedere i film in
dvd su Lubuntu per via di un repository che ha chiuso? La versione Ogigia ha gia' al suo interno
tutto il necessario, ed il monitor NON diventa nero dopo 5 minuti che state vedendo un film. Per

orizzontarvi meglio tra i comandi e' suggerita una rapida consultazione di questa pagina web . Una
curiosita' da segnalare e' che la mancanza di editor Html facili (per lavorare sui siti web) nei
repository e' stata ovviata installando Kompozer, nella sua versione per Windows, dentro
l'emulatore Wine. Questo trucco si e' reso necessario perche' la versione di Kompozer piu' recente
ha dei problemi di compatibilita' con gli attuali sistemi Linux. E' preinstallata una versione libera di
Telegram per potersi intercomunicare con i videocellulari, in modo simile a WhatsApp (ma gratis).

In questi tempi di recessione potete aiutare l'economia italiana facendo conoscere il progetto Linux
Ogigia (anche da Facebook, forum, email, ecc. ecc.), oppure utilizzandolo voi stessi.
Un'associazione no-profit, un'azienda come un centro di ricerca ottengono con Lubuntu Ogigia
diversi software utili per attivit di contabilit, ufficio, ricerca e sincronizzazione. I programmi open
source dentro il sistema si usano con regolare licenza gratuita, oppure potete ridistribuirli a terzi
senza nessuna paura di trovarvi multe dalla Guardia Di Finanza. Potete valorizzare un vecchio pc
per tenerlo in sede o laboratorio con cui svolgervi non poche operazioni utili. In tutta Italia ci sono
operatori che si impegnano nel recupero di vecchi computer (Trashware), per aiutare persone
bisognose, per attrezzare laboratori di ricerca, per diminuire le spese di un'azienda, per comandare
macchine di produzione o apparecchiature scientifiche. Regalare Linux Lubuntu Ogigia su dvd pu
aiutare disoccupati volonterosi a rendersi utili e trarre dei benefici, diminuendo il numero di rifiuti
inquinanti; molte aziende devono pagare 80 euro per rottamare un pc, per loro regalare elaboratori
sorpassati ad un privato pu essere un risparmio.

Se volete potete guardare alcune schermate di Linux Lubuntu Ogigia e/o potete scaricarvi in
download il suo file .iso per dvd. Potete consultare un video illustrativo oppure i pareri di alcuni che
hanno provato il sistema. Oltre alle istruzioni per l'installazione e' preferibile conoscere la funzione
di alcuni bottoni sul desktop e come risolvere i difetti che sono stati individuati nel tempo.

Posizioni dei comandi in Lubuntu Ogigia.


Rispetto ad altri sistemi Linux questa sottoversione di Lubuntu ha sul desktop non pochi comandi.
Per orizzontarsi meglio ecco qui sotto una serie di spiegazioni e di indicazioni utili a chi inizia ad
usare Linux Lubuntu Ogigia.
I comandi in alto a destra.

Alcuni utilizzatori di Linux Lubuntu riferiscono di problemi nella conservazione delle impostazioni
video, tra un riavvio e l'altro del computer. Ecco perche' le opzioni di configurazione della
schermata, compresa la risoluzione in pixel, sono facilmente raggiungibili in alto come
nell'immagine qui sotto, negli angoli indicati qui sopra.

Uno dei pulsanti gestisce il salvaschermo, che diversamente dai soliti Lubuntu in questo caso si
attiva all'avvio del sistema operativo. Molti utenti si lamentano che con Lubuntu non si riusciva a
vedere i film, perche' dopo pochi minuti lo schermo diventava nero. Con questo espediente il
problema e' risolto.

I comandi in basso a destra.

E' possibile non solo vedere quanta ram state utilizzando, ma anche fermare o "uccidere" i processi
in corso se rallentano la macchina. Come potete vedere qui sotto Lubuntu Ogigia utilizza un
pochino di ram in piu' rispetto al normale Lubuntu, ma questo perche' il salvaschermo ed altre
opzioni sono attivate per prevenire difetti che non piacciono agli utenti.

Il pulsante di spegnimento del computer, o per cambiare utente, o per terminare la sessione, o per
bloccare lo schermo oppure altre opzioni si trova nella posizione indicata qui sotto.

I comandi in basso a sinistra.

Una delle richieste piu' diffuse degli utilizzatori di Lubuntu Ogigia sarebbe stata dove si trova il
comando per aggiungere utenti, oppure per cambiare la password dell'utente preinstallato. Guardate
qui sotto.

Come trovare i driver aggiuntivi mediante il motore di ricerca apposito? Alcuni utilizzatori del
classico Lubuntu non lo hanno trovato, cosi' nella versione Lubuntu Ogigia il tasto lo trovate in
bella vista, come potete vedere qui sotto.

Anche poter installare del software aggiuntivo dai repository, ma con un comando facilmente
trovabile e' parso una soluzione utile.

Per finire occorre specificare che anche le cartelle di sistema, ovvero le varie Documenti,
Immagini, Video, Musica e sopratttutto Scaricati (dove finisce ogni file che ricevete in download) le
potete richiamare mediante un tasto apposito, come vedete qui sotto.

I comandi dentro alle cartelle di sistema.

Sopra avete visto come si accede alle cartelle di sistema, al suo interno potete trovare comandi
utili. Ecco qui sopra dove cliccare per richiamare l'accesso alla cartella in cui inserire i wallpaper, o
se preferite gli sfondi del desktop. Trascinatevi dentro i file delle foto o delle immagini che
preferite, oppure copiatele al suo interno, per averle sempre a disposizione. Notate che i colori della
finestra sono stati cambiati grazie alle impostazioni del sistema.

Vi chiederete quindi come svuotare il Cestino (prima o poi si riempira'), quando aprite la finestrella
andate sull'icona del Cestino dentro alle cartelle di sistema, come nell'immagine precedente,
premeteci sopra il tasto di destra del mouse e vi appare l'opzione Svuota Cestino, basta cliccarci
sopra con il tasto sinistro del mouse e farete piazza pulita di tutti i file presenti.

Come installare Linux Lubuntu Ogigia.


Linux Lubuntu Ogigia e' di facile installazione, e quasi non necessita di alcun intervento
successivamente grazie alla pre-configurazione. Leggete qui sotto tutti i consigli, ma e' opportuno
che consultiate subito la posizione di alcuni bottoni come i trucchi per risolvere difetti e
malfunzionamenti riscontrati nel tempo.

Linux Lubuntu Ogigia e' disponibile in un unico file .iso che scaricate da questa pagina web
apposita. Per chi non lo sapesse i file .iso sono come dei file zippati, devono essere scomposti in
tanti altri file minori (testi, video, dati, programmi) da uno scompattatore, per esempio i programmi
di masterizzazione che usano gli .iso ottenendone dei cd o dvd. Eccovi un esempio usando il
programma Nero Burning Rome . Quando il disco e' pronto impostate il Bios del computer per
partire dal lettore dvd, inserite il dvd nel lettore e poi fate ripartire il pc. Se avete fatto tutto giusto vi
appariranno le opzioni iniziali, cliccate il comando Boot live system tra quelli dell'elenco
(muovendovi tra loro con i tasti delle freccette sulla tastiera) per caricare Lubuntu Ogigia su un
vostro disco fisso da almeno 15 gigabyte, oppure non toccate che parte comunque dopo pochi
secondi in automatico.

Nella risorsa che vi apparira', simile a quella che vedete qui sopra, potete nell'ordine inserire il
vostro nome di persona (Full name), poi il vostro username e la sua password. Si consiglia di NON
cambiare in questa fase la password di root (le istruzioni per questa operazione successivamente le
trovate qui sotto). Come hostname inserite il nome che vorreste che appaia in una vostra eventuale
rete di computer.

Come dalla guide sopra linkate si raccomanda, nella finestrella di impostazione delle partizioni, di
cliccare per attivare l'opzione Transfer user configuration files o avrete dei problemi
successivamente.

Dopo che avete avviato lo spegnimento del vostro Linux in live mode (da cui avete eseguito
l'installazione) allora il vostro computer avra' eventualmente espulso il dvd dal suo lettore
(toglietelo e riponetelo nella sua custodia), premete sulla tastiera il pulsante Invio (Enter) per
terminare.

Adesso Lubuntu Ogigia si carica dal disco fisso, lasciategli il tempo di adeguarsi al vostro
hardware. Se vi appare una richiesta di password per l'utente Webmaster usate i dati di accesso
indicati qui sopra. Quando avete fatto l'accesso al desktop ricordatevi la posizione dei comandi
indicati nella pagina sopra linkata, se volete potete cliccare per cambiare la password utente, o
aprire un nuovo utente per poi cancellare quello che state usando (ma solo se siete esperti, il rischio
e' che cancellate un account senza saperne impostare un altro).
Per cambiare la password di amministrazione andate nel Menu', settore Accessori, ed attivate il
comando LXTerminal. Nella finestrella che si apre scrivete esattamente queste parole:
sudo passwd root
e digitate sulla tastiera il pulsante Invio (Enter). La vecchia password di amministrazione e' indicata
qui sopra, e viene inserita per prima. Dopodiche' dovrete inserire due volte la nuova password di
root e digitare il tasto Invio sulla tastiera in entrambi i casi. Se avete fatto tutto correttamente ora
avete una nuova password di amministrazione, usata per esempio per consentire l'installazione di
software aggiuntivo.

Come hostname, o nome del computer, vi apparira' quello che avete scelto in fase di installazione
nell'apposita finestrella. Per modificare il nome del computer che appare se lo mettete in rete con
altri pc (hostname) andate a leggere in questa pagina web , qualora ne sentite il bisogno.

Dopo l'avvio del computer sopradescritto, dopo essere entrati nell'account webmaster con la
password webmaster , potete avviare l'installazione. Nell'immagine qui sopra trovate nel Menu' la
posizione del comando Systemback utile per questa operazione. Ecco le guide utili ( esempio 1
oppure esempio 2 ) per questa installazione, ed ecco qui sotto dove si trova eventualmente il
programma Gparted nel Menu'.

Difetti e soluzioni di Lubuntu Ogigia.


Qui sotto sono riportati consigli e metodi per risolvere i piu' frequenti problemi che potreste avere
con Linux Lubuntu Ogigia, grazie anche alle segnalazioni dei nostri utenti che vengono considerate
solo se contenenti una corretta e completa descrizione dei problemi, in lingua italiana
comprensibile. In caso i problemi non si risolvono si consiglia di rivolgersi a forum o bacheche o

siti web italiani dedicati a Linux Lubuntu.

Qualora volete configurare una connessione wireless dal vostro computer non e' facile riuscirvi
dall'utente normale. Andate in basso a destra, attivate il pulsante di spegnimento e scegliete
l'opzione Chiudi sessione. Rientrate con l'username: root (che sarebbe l'account
dell'amministratore) e la password di root (che di base, in fase di installazione, e': webmaster ,
salvo che dopo l'installazione non l'avete cambiata). Una volta che siete dentro il desktop
dell'amministratore andate in basso a destra e, vicino al pulsante di spegnimento trovate il comando
per la gestione delle connessione, cliccateci sopra e, se i vostri driver sono compatibili con i
wireless dell'hardware, vi apparira' una serie di reti a cui potersi agganciare. Scegliete la vostra
preferita, inserite l'eventuale password e confermate il tutto. Quando vi segnala che siete collegati
ad Internet uscite dal desktop di root e tornate in quello del vostro normale utente, ora dovrebbe
funzionare tutto perfettamente.

Su alcuni vecchi computer sia Lubuntu Ogigia, sia tutti i derivati da Ubuntu, hanno dei problemi a
vedere i video con Flash (per esempio quelli di Youtube) o le animazioni Flash dei siti web se ci
navigate dentro Mozilla Firefox. Questo perche' nelle nuove versioni l'azienda Adobe ha inserito
l'accellerazione hardware capabilities sse2, che non e' compatibile con molti processori di classe
Pentium 3 ed equivalenti. Ecco un metodo che si e' rivelato funzionante, perche' permette di inserire
una versione vecchia di Flash player che, sia pure non perfetta, riesce ad attivarsi.
Se avete molti aggiornamenti del sistema operativo da fare eseguiteli adesso, e dopo riavviate per
avere il computer aggiornato (questa fase NON e' obbligatoria). E' indispensabile essere collegati ad
Internet, perche' nella procedura viene scaricato un file dal web.
Andate quindi nel Menu' in basso a sinistra, sezione Accessori, ed attivate il programma
LXTerminal. Nella finestrella che si apre inserite questi comandi qui sotto e dopo premete per
ciascuno il tasto Invio (Enter), rispettandone l'ordine. Vi ricordo che il comando sudo richiede
l'inserimento della password di root, quella di base e' webmaster , ma forse l'avete cambiata con un
altro codice di vostra scelta.
sudo apt-get purge flashplugin-downloader flashplugin-installer flashplugin-nonfreeextrasound
sudo apt-get install flashplugin-installer
wget http://linux-trip.googlecode.com/files/libflashplayer.so
Nella Home vi apparira', a scaricamento concluso (aspettate che termini il download), il file
libflashplayer.so che e' una versione precendente di Flash. Trasferitelo nella cartella di sistema
necessaria, copiandolo per sovrascrittura (da accettare quando richiesto), con il comando:
sudo cp ~/libflashplayer.so /usr/lib/flashplugin-installer
Se avevate aperto il browser Mozilla Firefox chiudetelo, poi riaprite questo programma e provate a

visionare qualche video presso http://www.youtube.it . E' probabile che funziona tutto, altrimenti
cercate con Google una soluzione alternativa con le parole chiave lubuntu flash , impostando se
volete la ricerca nei soli siti di lingua italiana, e nell'ultimo anno a partire da oggi.
Importante: fino a che Adobe non risolve il problema, se effettuare gli aggiornamenti del sistema
operativo, richiamate la lista dei programmi da aggiornare per un controllo, e de-selezionate
eventuali software di Flash, altrimenti il lavoro qui sopra verra' cancellato.

Per un errore di cancellazione dalla barra delle icone, oppure per via di un aggiornamento di sistema
operativo, da Lubuntu Ogigia puo' scomparire l'icona che gestisce le connessioni ad internet. Per
farla ritornare subito operativa basta digitare in un terminale il comando:
nm-applet
e poi battete il tasto Invio (Enter). Se non fosse sufficiente usate la stessa procedura, ma con il
comando qui sotto:
sudo nm-applet
dovrete inserire la vostra password di root per attivare questa applet. Forse il problema e' cronico e
si ripresenta ogni volta che avviate il vostro computer, nel caso andate nel Menu' in basso a sinistra,
nella sezione Preferenze, quindi avviate l'opzione Default applications for LXSession. Nella
finestra che si aprira' cliccate Autostart nel menu' in alto a sinistra, nella finestrella bianca inserite
il comando:
nm-applet
quindi premete il pulsante Aggiungi appena a fianco (nel menu' a tendina deve essere indicato
l'indice config-only e NON altri). Grazie a questa opzione aggiunta l'applet di gestione delle
connessioni alla rete apparira' ogni volta che avvierete il vostro pc.

Potrebbero piacerti anche