Sei sulla pagina 1di 39

La stufa russa

Traduzione e aggiornamento del manuale


argentino
Stufa a legna ad alto rendimento

Traduzione del manuale


(estufa de lena de alto
rendimento) pubblicato nel
1995 in Argentina
dallIstituto Nazionale di
Tecniche Agrarie.
Per la libera diffusione.
Per loriginale in spagnolo
cercare su google Estufa
rusa

Indice
Introduzione alla traduzione Italiana
Prologo alla prima edizione, Prologo alla Seconda edizione
1)Antefatto
2) Dove si disperde il calore della casa
3) Cosa chiamiamo rendimento
4) Tipi di stufa
Fiamma libera, caminetti
Stufe di ferro
Cucine economiche
Stufe ad alto rendimento
5) Legna
6) Principio di funzionamento
7) Rilascio del calore
8) Quale dimensione per la stufa ad alto rendimento?
9) Dove ubicarla
10) Descrizione dei materiali
Materiale refrattario
Malta di "terra cruda"
Pezzi di ferro
Porta
11) Costruzione
12) Essiccazione
13) Funzionamento
14) Varianti
15) Precauzioni
16) Costo
17) Ringraziamenti
18) bibliografia
Appendice
Forni, Acqua calda
Intonacare la stufa in muratura con la terra cruda

Introduzione alla traduzione Italiana


Quello che segue per lo pi una traduzione di un manuale semplice e geniale di un
manufatto molto interessante ed adatto allauto-costruzione. Queste stufe in muratura
non richiedono particolari macchinari per la loro costruzione, durano decine di anni e
non richiedono particolare manutenzione o sostituzione di pezzi: non avendo al loro
interno componenti meccaniche o elettroniche, basta pulirle dalla fuliggine. Anche il
calore molto pi sano essendo per la maggior parte calore da irraggiamento o per
contatto. Mentre le stufe in metallo scaldano laria con superfici vicino ai 500
bruciando le polveri e innescando un veloce movimento daria.
Anche dal punto di vista della sostenibilit ambientale sono molto interessanti:
consumano circa un decimo della legna che consuma un camino e mantengono il
calore dopo che il fuoco si spento per 10-12 ore. Richiedendo meno legna anche i
boschi potrebbero avere un po pi di respiro in quanto basterebbe tagliare solo la
legna secca o poco pi.
Potrebbero essere uneccellente soluzione intermedia soprattutto per chi abita in
campagna per avere un ciclo breve: terra- legna locale- riscaldamento senza bisogno
di elettricit.
Anche in alcune parti dItalia sono diffuse questo tipo di stufe: le stufe in muratura
dellarco alpino (stufa tirolese piena, kachelofen, olle ecc.), le stufe in terra cotta
con giri di fumo (Becchi a Forl e le Felici a Prato). Le stufe che presentiamo
possono collocarsi per resa termica, peso e dimensioni a met fra una stufa in terra
cotta a 3 piani e una grande stufa tirolese.
Rispetto al manuale originale sono state cambiati alcuni dettagli: i costi, i pesi, alcune
misure per quel che riguarda i mattoni refrattari e di conseguenza gli sportelli. Sono
stati inseriti gli starter, le piante per aggiungere i forni e una modifica per rendere
facile la pulizia della stufa piccola. In Italia sono in commercio principalmente due tipi
di mattoni refrattari: i pi comuni (6x11x22cm) di media qualit a 0.80 luno circa.
Questo manuale stato scritto scegliendo la soluzione pi economica adottando
questo tipo di mattoni.
Ci sono anche mattoni appositamente per stufe in muratura con una capacit
maggiore di immagazzinare e restituire lentamente il calore che sono commercializzati
da ditte specializzate (Unistara, Baucenter, Rats ecc.) misurano 6 o 6,4 x 11 x 25cm
al costo di 2.7 luno circa. Se si utilizzano questi ultimi bisogna tenere conto delle
misure interne della camera di combustione e dei giri di fumo e fare pi tagli e magari
dotarsi di una troncatrice ad acqua. Con questi accorgimenti si possono fare queste
stufe con mattoni di ottima qualit. Le misure in questo caso possono essere dedotte
dagli schemi che originariamente erano pensati per mattoni argentini della misura di
(6x11,5x23cm).
Sono state aggiunte da noi alcune note a pi pagina che derivano dallesperienza fatta
con alcuni fumisti tedeschi. Abbiamo aggiunto anche la possibilit di intonacare queste
stufe con una malta di terra cruda e qualche suggerimento per aggiungere lacqua
calda sanitaria.
Su suggerimento dellautore del manuale, che abbiamo contattato personalmente,
riportiamo le modifiche per avere una stufa facile da pulire.
Detto questo non ci resta che augurarvi buona lettura.
Riportiamo i prologhi delle prime due edizioni del manuale argentino La Estufa a lena
de alto rendimento. In queste righe si pu leggere lo spirito delliniziativa dellEnte di
venire in contro alle necessit reali e quotidiani degli agricoltori alle prese con il freddo
e lisolamento geografico.

Prologo alla prima edizione


In queste pagine raccolgo unidea, vecchia e altrui, che pu contribuire a rendere pi facile la vita
contadina e delle comunit rurali.
Molta gente ha sentito parlare delle stufe russe, per le risultato impossibile trovare piani e
istruzioni per la sua costruzione. Questa la lacuna che voglio colmare.
Con questo apparecchio di riscaldamento utilizzerete tecnologia di punta. Non facile avere
unefficienza dell 80 o 90% negli elementi che usiamo quotidianamente.
I problemi di inquinamento ambientale, e perdita della qualit di vita, che tanto preoccupano,
caleranno se si utilizzer questa stufa. Pi comfort, meno taglio di alberi nelle valli, meno arbusti
strappati ai campi, meno legna importata da altre province, pu essere un effetto. La stufa mostrata
qui solo quella piccola, per tra poco pubblicheremo un opuscolo di una stufa pi grande e con
altre opzioni per il riscaldamento casalingo.
Pablo Battro
INTA, maggio 1994
Prologo alla seconda edizione
Dalla prima edizione abbiamo fatto lo scorso anno 700 copie.
Con quegli opuscoli e azioni di divulgazione nelle fiere agrarie, sono state costruite molte di queste
stufe in diversi luoghi della Patagonia e nelle province del centro del paese.
Questa stufa ha risolto il problema del riscaldamento nella maggior parte dei casi, per questo
abbiamo deciso di ristampare lopuscolo dato che il primo era gi esaurito.
Abbiamo realizzato parte di ci che avevamo promesso nella prima edizione, aggiungendo le
istruzioni della stufa grande e quelle del forno per entrambe, grande e piccola, per dobbiamo
ancora inserire lopzione per lacqua calda che ancora non abbiamo testato. Abbiamo inoltre
inserito una stufa molto piccola ed economica che pensiamo possa essere utile per i luoghi duso
occasionale.
Il testo quasi il medesimo della passata edizione, ma abbiamo tenuto conto dei suggerimenti che ci
sono pervenuti ed abbiamo inserito alcune correzioni e chiarimenti.
Pablo Battro
INTA, agosto 1995
Questo lavoro stato realizzato dall INTA Chubut (Istituto Nazionale di Tecniche Agrarie,
distaccamento di Chubut, Argentina).

1)Antefatto
Nelle alte latitudini dEuropa, in paesi come Russia, Polonia, Germania, Svezia o
Finlandia, da molto tempo si usano stufe in muratura chiamate stufa russa, stufa
svedese ecc.1 Tutte queste hanno la caratteristica di avere un alto rendimento e
condizioni particolari di restituzione del calore.

Queste regioni sono simili a molte zone della Patagonia: gli inverni sono lunghi e
crudi, le mattine molto fredde e scaldarsi con la legna implica un arduo e costante
lavoro.
Nonostante la legna sia energia rinnovabile, non la si deve sprecare.
In Argentina questo tipo di stufe, abitualmente chiamata Stufa Russa, sono state
costruite nella zona della cordigliera Andina, Bariloche, Trevelin, El Bolson ecc.
sicuramente a causa dellimmigrazione che si produsse da quelle regioni dEuropa (la
Russia).
Queste stufe risolvono in gran misura il problema di riscaldarsi tutti gli inverni
perci, in queste pagine, proviamo a spiegarne il loro funzionamento e costruzione.
Chiunque, con un minimo di abilit, pu costruirla e sfruttare i suoi vantaggi.

In Austria e nellarco alpino Kachelofen con il tradizionale rivestimento in maiolica, o in Italia


Olle con il rivestimento in pietra ollare.
5

2) Dove si disperde il calore della casa


E inutile pretendere di usare efficientemente qualsiasi tipo di riscaldamento (legna,
kerosene, gas, ecc.) se nella casa abbiamo il tetto in lamiera o porte e finestre dove
entra una gran quantit di aria fredda.
Dobbiamo avere un minimo di isolamento, perch sempre pi facile mantenere il
calore che produrlo.
I luoghi dove il calore di una casa scappa dipende dai materiali con cui si sono
costruite le pareti, il tipo di tetto e il controsoffitto, la quantit e la dimensione delle
porte e finestre ecc. per un esempio tipico dei luoghi dove il calore scappa
producendo importanti perdite potrebbero essere quelli mostrati in figura.

Perdite di calore in una casa

Per impedire le fughe di questo calore che tanto ci costa produrre, generalmente si
impegano il controsoffitto nei tetti, persiane, ante o tende per evitar la fuga di calore
attraverso i vetri, e guarnizioni per evitar le entrate di freddo.
Non approfondiremo qui questo tema per curando questi aspetti potremo diminuir in
maniera importante il nostro fabbisogno di riscaldamento.

3) Cosa chiamiamo rendimento


Una certa percentuale di rendimento nelluso di legna, diciamo un 30%, significa che
ogni 100kg di legna che bruciamo solo il calore di 30 kg rimane dentro casa. Il resto
si disperde perch si produce una combustione deficitaria e perch gran parte del
calore si perde per la canna fumaria.
Come esempio vedremo il rendimento di alcuni tipi di stufa.

4) Tipi di stufa
Fiamma libera, focolari aperti, caminetti.
Un grande fuoco aperto molto romantico per, come dice John Seymour tutto quel
che fa confortare il cuore, raffreddare la schiena e scaldare il cielo.

Un camino comune funziona come un potente estrattore di aria. Nellambiente in cui


installato provoca il rinnovo dellaria da 5 a 6 volte per ora, quando, quello di cui si
ha bisogno, che questo rimpiazzo di aria viziata per aria pulita, sia solo di una volta
per ora (in modo che la stanza non abbia un odor di chiuso). Questo eccesso di aria
nuova penetra in forma forzata per le fessure delle porte, finestre e dal tetto di
lamiera, generando i conosciuti spifferi che hanno un effetto negativo molto
importante nel confort della casa.
I rendimenti di questo camino con fuoco aperto difficilmente superano il 10 o
15%, e in pi, se consideriamo le 24 ore del giorno, molte volte arriva a essere pi il
freddo che entra per il camino durante la notte quando si spegne il fuoco, che il calore
che produce mentre sta acceso, per questo il rendimento globale negativo.
Nonostante possa sembrare stupefacente, frequente che durante tutto linverno sia
una stufa che raffredda.
Rendimento nellordine di un 15% in questo focolare significa che se voi prendete
una camionata di legna sciolta secca ( 6.000 kg.), quel che rimane di questo calore
dentro la casa quel che potrebbe essere stato portato con un camioncino (900 kg.),
gli altri 5.100 se ne sono andati per la canna fumaria. Se siamo orgogliosi di come
tira bene il nostro camino possibile che la perdita sia maggiore.
Pensate allora che di 7 o 8 alberi che voi abbattete, tagliate, raccogliete, impilate,
fate a pezzetti e dopo bruciate, ne approfittate di 1 solo come calore per la vostra
casa e il vostro comfort. Indiscutibilmente un gran spreco di legna e lavoro.
Stufe di ferro
Le stufe di ferro comuni hanno un rendimento che oscilla intorno al 20% e esigono
legna fine e abbastanza tagliata e
spaccata.
Qualche stufa di ferro con un progetto
evoluto o migliorato possono arrivare
a rendimenti del 40% ma il loro costo
abbastanza alto.
Ci sono alcune stufe nordiche di ferro
che arrivano al rendimento del 60%.
7

Cucine economiche
Non abbiamo trovato valori di rendimento di questi artefatti, per per il suo disegno
e circolazione di fumo, stimiamo che raggiunga il 30%. Senza dubbi, per cucinare e
scaldare la cucina molto appropriata, per per scaldar unabitazione in generale non
ha lubicazione adeguata. Inoltre, richiedono un gran lavoro con il taglio della legna.
Queste cucine economiche danno il calore ideale per alcune case di campagna.
Stufe ad alto rendimento
Le stufe ad alto rendimento, comunemente
chiamate2 Stufe Russe, sono artefatti per il
riscaldamento, costruiti da mattoni refrattari, che
si caratterizzano globalmente per avere
eccellenti rendimenti e altre qualit di interesse
Ora si che rende la legna.

Stufa Grande in un campo di Rio Mayo


I diversi studi che sono stati fatti in alcuni
istituti di ricerca stranieri, parlano di rendimenti
tra l84 e il 93% molto superiori a qualsiasi altra forma di stufa nominata.
Se la compariamo questi rendimenti, per esempio, con una stufa comune di ferro,
vediamo che la Stufa Russa ci produce con 100 kg di legna lo stesso calore che una di
ferro produce con 400kg.

5) Legna
La legna composta basicamente di cellulosa (le fibre della legna), lignina (il
legante che mantiene unite le fibre), ossigeno e acqua.
Accendendo il fuoco, a 90-120C lacqua se ne va sottoforma di vapore ( gran parte
delle calorie di legna verde si spendono nellevaporazione della propria acqua), tra i
250 e i 400C la cellulosa e la lignina si decompongono producendo calore e
liberando gas.

In Argentina
8

Arrivando ai 600C, se c ossigeno (aria), questi gas si bruciano producendo pi


calore. Se nella stufa non si superano i 600C, questi gas non si bruciano, si produce
una combustione incompleta abbassando di molto il rendimento.
Tutta la legna, che sia dura o morbida, ha circa le stesse calorie per kilo di peso: 4500
calorie per kg.
Si preferisce la legna dura perch a parit di volume pi pesante e perch in
sistemi di tiraggio non controllato arde pi lentamente dellaltra.
Inoltre, se bisogna tagliare molto la legna, dato il suo uso (cucina economica o stufa
di ferro), perch renda e non si debba alimentar la stufa permanentemente
importante che sia di legna dura, in modo che ogni carica duri di pi.
Per alcuni legna che si usa nella zona3 mostriamo la sua capacit calorifica e la sua
densit
____________________________________________________________________
SPECIE
CAPACITA CALORICA
DENSITA
Caloria per Kilo
Kg. Per metro cubico
di legna secca
di legna secca
____________________________________________________________________
Cipresso
4500
620
(coihue)
4650
620
(lenga)
4600
570
(fiire)
4600
670
Eucalipto
4680
750
Algarrobo
4500
800
4
-------------------Legna utilizzata in italia ------------------------------------------------Leccio
940
Carpino nero
4200
820
Carpino bianco
4200
800
Rovere
4200
760
Robinia (Acacia)
4100
750
Faggio
4000
750
Frassino
4200
720
Acero Campestre
4100
740
Platano
670
Salice
4050
670
Nocciolo
660
Castagno
580
Pioppo
3880
480-500

In Argentina
Valori presi dalla pubblicazione della regione Piemonte Lenergia del legnoa cura di Valter
Francescano ed Eliseo Antonimi
4

Siccome la stufa russa pu usare legna di grande dimensione, non un inconveniente


che sia morbida. Il salice secco eccellente per questo tipo di stufa.
Per esempio, un troco di salice (secco) da 25 cm di diametro e 70 cm di lunghezza,
dimensione di legna che si pu usare nel modello della stufa grande (usare pali grandi
di legna un vantaggio inestimabile di questa stufa), pesa 16 kg. In questa stufa
restituir 60.000 calorie, sufficiente per mantener calda la casa durante tutta una
mattina di inverno.
Si deve sempre usare legna ben secca () 5 giacch il rendimento molto
maggiore. A volte si crede che per esempio il tamerice verde abbia un gran
rendimento, per la realt che una parte importante delle sue calorie si usa per
evaporare lacqua che ha al suo interno. Questa confusione data dal fatto che
tarda abbastanza a bruciare e fa una buona brace, allora lo si assimila ad una legna
dura. Il tamerice secco un legno molto buono.
6) Principio di funzionamento
Lefficienza globale del funzionamento delle stufe ad altro rendimento si basa su:
1- Sono costruite con un materiale (mattone refrattario) che ha una gran capacit
di assorbire il calore, accumularlo e in seguito rilasciarlo lentamente.
2- La temperatura di combustione molto alta e il percorso dei fumi
dentro la stufa molto lungo prima di uscire per la
canna fumaria, il che permette che si effettui una
combustione molto completa
3- Per la stessa ragione rilascia quasi tutto il calore
dentro la casa prima di uscire per la canna fumaria a
scaldare.
Come circolano i fumi dentro una stufa russa

7) Rilascio del calore


Una dei grandi vantaggi della Stufa Russa la sua capacit di accumulare calore nella
sua pesante struttura per poi rilasciarlo lentamente durante le ore (la maggioranza
della gente che ha costruito la sua stufa fa una speciale menzione per questo aspetto).
In pieno inverno, con temperatura sotto zero, per la mattina la casa rester temperata
nonostante la stufa sia spenta.

In germania consigliano di usare legna secca di due anni, quindi tagliata per esempio a dicembre
2010 o gennaio 2011 (meglio in luna calante) e utilizzata per linverno 2012-2013
10

La stufa russa immagazzina una gran quantit di calore per la mattina

Per lo pi, la gran capacit del suo fuoco e la possibilit di controllare in maniera
adeguata il tiraggio permette che un tronco messo durante la notte prima di
addormentarsi, rimanga acceso fino alle 3 o 4 della mattina, rilasciando calore e
aiutando a mantenere calda la sua grande massa di mattoni refrattari.
Una stufa russa piccola pesa, includendo la base di muratura, circa 600 kg. Questa
gran massa calda ha molta inerzia termica ed il calore che rilascia molto uniforme.
Non succede, come nelle stufe di ferro o nei fuochi aperti, che alimentando il fuoco
dobbiamo allontanarci per il gran caldo mano a mano che si spegne dobbiamo
avvicinarci. Con la stufa russa il calore rilasciato praticamente costante durante il
giorno, simile a quello che abbiamo con un riscaldamento a gas o a Kerosene. 6

Il riscaldamento per irraggiamento, che in queste stufe raggiunge circa l80%, assicura una piacevole
sensazione di calore, grazie alla temperatura dellaria meno elevata rispetto al riscaldamento per
convezione, aumentando nel contempo le temperature delle pareti circostanti. Anche lumidit
relativa dellatmosfera dei locali si mantiene su livelli di benessere (40-50 %).
A differenza di sistemi di riscaldamento con termosifoni, con lirraggiamento, il calore non viene
trasportato dallaria, ma arriva al corpo sotto forma di radiazioni infrarosse, del tutto simile ai raggi solari,
scaldano quello che incontrano fino ad una. Inoltre, evitando grandi spostamenti daria, le particelle di
polvere non vengono messe in circolazione negli ambienti, con notevole vantaggio per la salute
(specialmente per i bambini e per le persone allergiche).
11

12

8) Quale dimensione per la stufa ad alto rendimento?


Se gi siamo preoccupati di impedire le perdite di calore migliorando lisolamento
della casa, possiamo scegliere la dimensione della stufa russa adeguata. In realt
queste stufe possono avere qualsiasi dimensione, per qui ne nominiamo due: piccola
e grande, che stimiamo possano coprire la maggioranza delle necessit zonali.
(allultimo momento abbiamo incluso una stufa mini che pu avere un uso
interessante).
Per il clima delle aziende agricole nella zona di Trelew, nella valle inferiore del
fiume Chubut, la dimensione piccola riscalder a 18-20C una casa di mattoni
razionalmente ben isolata di 50-60 metri quadrati quando la temperatura estera di 5C.
La stufa grande pu arrivare a scaldare fino a 90 metri quadrati, questo dipende
anche dal materiale delle pareti, tetto, tipo di finestre ecc. Questi sono solamente
valori illustrativi.
Come presupposto bisogna tenere in considerazione che la restituzione del calore di
ogni stufa dipende dalla quantit di legna che bruciamo, per possiamo stimare che la
piccola rilasci circa 5000 calorie/allora e la grande 9000.

9) Dove ubicarla
Lubicazione della stufa dipender basicamente dal nostro stile di vita, se abbiamo
una cucina economica o una cucina a gas, gli orari che abbiamo in casa e, in generale,
lattivit che svolge la famiglia. (Questa stufa non raccomandata per situazioni
dove non c gente in casa durante tutto il giorno, in questi casi, si ha bisogno di una
stufa di ferro che d una risposta immediata per scaldar la casa 3 o 4 ore prima di
dormire. Queste stufe russe cominciano a scaldare unora dopo laccensione e
funzionano a regime un paio dore dopo, sono condizioni per un funzionamento quasi
continuo).
Una adeguata disposizione permetter, per esempio, di tener caldo la camera da letto
e il bagno.7
Se c un soggiorno e si usa molto, la
possiamo mettere l. Per decidere la sua
ubicazione fondamentale considerare
come viviamo durante il giorno.
Collocare adeguatamente la stufa

Lasciando aperte le porte e collocando la stufa al centro della casa, oltre lirraggiamento diretto
con infrarossi (un tipo di calore molto sano del tutto simile ai raggi solari), laria calda circoler un
po in tutta la casa.
13

10) Descrizione dei materiali


Materiale refrattario.
Il termine refrattario comprende tutti quei materiali che si utilizzano per resistere
agli effetti termici, fisici e chimici che hanno luogo nei forni.
Il refrattario composto di diversi materiali (argille, silice, allumina, ecc.) e la sua
principale caratteristica la sua capacit di sopportare temperature molto alte
presentando occasionalmente solo piccole deformazioni.
Per il suo processo di fabbricazione i mattoni refrattari sono molto uniformi nella
dimensione e peso. La differenza di dimensione fra 2 mattoni refrattari di qualit (di
marca buona)8 raramente supera il millimetro. Per le stufe russe si utilizzano i
mattoni refrattari e tavelle refrattarie come quelli illustrati in figura

Per poter fare il lavoro delle file dove va la porta, abbiamo bisogno di mezzi
mattoni (6x 11x 11 cm) che, se non si fabbricano, si devono tagliare in un marmificio
o da un piastrellista o da un muratore che abbia una troncatrice ad acqua. Lo stesso
vale per le mezze tavelle.
La quantit di materiale necessario per le stufe 9:
piccola
grande
Mattoni refrattari 6x11x22
Mezzi mattoni refrattari 6x 11x 11
Tavelle
Misure del tubo di uscita dei
Tavelle per chiudere la costruzione
Mezze tavelle
Tavella 50x 20cm (da tagliare in seguito50 x 6cm)
8

80
6
33
10cm
-

153
5
60
15cm10
20
8
1

Per i mattoni commercializzati in Europa vero spesso il contrario, quelli che si utilizzano per le
stufe in muratura, pi porosi e con un rilascio del calore pi costante sono pi irregolare dei mattoni
economici.
9
Inseriamo le misure dei mattoni refrattari per lo pi presenti in Italia, le misure originali dei
mattoni argentini riportate nel manuale erano 6x11,5x23
10
in orginale 4 pollici per la stufa piccola e 6 pollici per quella grande.
14

Malta di terra cruda


Vista la alta temperatura che si raggiunge all interno della stufa (fino a 700C) il
cemento refrattario comune non il pi appropriato. Al suo posto si possono
utilizzare:
a) terra per fabbricare i mattoni.
E una delle argille che si utilizzano nei forni di mattoni per fabbricare i mattoni cotti
comuni. Questa argilla (da secca) si sminuzza con un martello o una mazza, si
setaccia11 e si mescola con acqua in quantit sufficiente (la meno possibile) per
formare una pasta lavorabile. Questa pasta conviene prepararla vari giorni prima,
coperta con un telo di plastica perch non evapori lacqua e si utilizza come miscela
per incollare i mattoni. Per applicarla si pu utilizzare un cucchiaio o una spatola
larga 4 cm. Per una stufa piccola ci vogliono circa 10 kg di terra12.
b) La miglior miscela si prepara con caolino e chamote.
Il caolino unargilla bianca a bassa espanzione: dilata poco se mescolata con
lacqua13. La chamote mattone refrattario che stato usato (per esempio nei
forni dove si produce lalluminio) e che si sminuzza. Si deve setacciare con una
zanzariera da 1 mm. Si mescolano tutte e due in parti uguali in peso (per esempio 2
kg di ognuno) e si aggiunge acqua fino che si forma una pasta. In totale si usano
10kg per la piccola e 20 per la grande.

-Durante la costruzione raccomandiamo di tenere la malta coperta e lontano da dove


si movimentano e si puliscono i mattoni; se un granello di 2 o 3mm entra nella
malta pu creare un dislivello nella posa dei mattoni che ci si porta dietro fino alla
fine della costruzionePer chi non ha mai posato mattoni in questo tipo di costruzioni e non ha esperienza
con malte di terra cruda consigliamo di acquistare la Ausbaumorten una malta a
base di argilla gi premiscelata e molto pi semplice da utilizzare
In Italia da rivenditori come lUnistara o il BauCenter che rivendono malte della Ortner
o della Ganz a circa 20 euro il sacco.
Per la stufa piccola serve circa 1 sacco o poco pi.
Per quella grande servono 2 sacchi.

11

Noi consigliamo di miscelarla con sabbia fine di fiume 1mm in proporzione variabile ma
orientativamente 1volume di terra, 1 di sabbia per terre poco argillose e 1 di terra e 2 di sabbia per
quelle pi argillose. Oppure una parte di argilla mezza di sabbia fine e mezza di cocciopesto fine.
12
Circa 2 secchi da pittura di pasta di terra
13
In Italia ci sono ditte specializzate che vendono la Chamotte. Altre vendono il coccio pesto fine
15

Pezzi di ferro
Uscita della canna per il tiraggio
Per congiungere luscita della canna di tiraggio necessario un pezzo (figura)
costituito da una lamina spessa almeno 4mm dove deve calzare, non troppo stretta, la
canna fumaria in metallo per luscita dei fumi.
- Fra questo pezzo di congiungimento e la canna fumaria possibile mettere della
fibra ceramica o lana di roccia che evita le dispersioni di fumo e poi sigillare con la
malta che si usa per i mattoni in modo che non vadano in giro fibre nellaria della
stanza. Piastra per congiungere la canna
fumaria allesterno

Queste canne saranno di lamiera nera allinterno della casa per devono essere di
lamiera galvanizzata allesterno. Pu essere galvanizzata anche la canna allinterno,
dalluscita della stufa, dato che la canna non raggiunge alte temperature.
-Le canne fumarie migliori in assoluto sono di acciaio, sono pi costose ma si
sporcano di meno e durano in eterno.-

Il comignolo che funziona perfettamente con


qualsiasi tipo di vento lH ed quello che
preferibilmente dobbiamo usare.
Il comignolo ad H funziona bene con qualsiasi tipo di
vento

- Attualmente questi comignoli sono


fuori norma in italia possibile
comunque acquistare un comignolo a
cappello o con una ventola sopra.-

16

Porta
Si costruisce secondo la misura riportata nel disegno e la sua misura tale da
lasciare uno spazio (da 2mm a 5mm) tra la cornice di ferro ad angolo ed il mattone
refrattario, vista la diversa dilatazione di questi materiali quando si scaldano.
Prendete le misure per costruire la porta una volta armata la stufa. Se comprate la
porta gi fatta o la fate fare prima, abbiate cura di lasciare questo spazio.
Misura in larghezza

A
L
T
E
Z
Z
A

Misure in centimetri Piccola Grande


Larghezza 21,3
32,3
Altezza 23.5
30

Fessura di Tiraggio, piccola: 7cm x 1cm


Grande: 10cm x 1 cm

lamiera 3mm 14

La porta rimane chiusa semplicemente per l attrito del ferro sopra la placca.

A causa del riscaldamento della piastra della porta deve permettersi il libero gioco
tra la porta (vedi il punto A nella figura) e la piastra dove si trova la fessura
regolabile del tiraggio.
Per fare la chiusura, saldare una placca sporgente di ferro nella cornice e un ferro
del 4,2 nella porta come mostra la figura;

14

Sul manuale Argentino riportato 3 mm, noi consigliamo una lamiera almeno da 4mm che non si
piega con il calore, ghisa, acciaio o ferro (non zincato! Lo zinco con il calore libera sostanze
tossiche)
17

-Lo spazio fra i mattoni refrattari la cornice


in ferro pu essere riempito con fibra
ceramica (o fibra di roccia) con laiuto di una
spatola piatta e poi stuccato con la malta
che si usa per murare i mattoni in modo da
non far passare involontariamente aria o
fumo.
Lo sportello qui descritto non ermetico,
questo include il fatto che pu esserci un
piccolo passaggio di aria una volta che la
stufa spenta e quindi una piccola perdita di
efficienza.
Si possono acquistare anche sportelli
professionali ermetici. In questo caso
bisogna modificare la parte anteriore in
refrattario della stufa vicino allo sportello
senza alterare le misure della camera di
combustione!
ATTENZIONE
In
ogni
caso
non
chiudere
mai
totalmente lo sportello o il tiraggio
durante la piena combustione!! La
mancanza di ossigeno potrebbe far andare in depressione la camera di combustione.
Appena si riapre lo sportello i gas si potrebbero incendiare di colpo e creare una
fiamma che esce anche di mezzo metro dalla camera di combustione! In alcuni casi
di stufe in muratura tirolesi senza starter (o gaslitzs) si generato uno scoppio che
ha crepato la stufa o dove i tappi sono schizzati a diversi metri di distanza!

18

11) Costruzione

La stufa ad Alto Rendimento pu


costruirsi direttamente al suolo per, per
comodit nella carica della legna e per
togliere la cenere della stufa,
conveniente che sia costruita sopra una
base di muratura di 45 cm di altezza.
Questa si fa con una parete di 15 (mattoni
comuni) riempita con un materiale
(sabbia, ghiaia o pietrisco con sabbia) ben pestato.
Misure in centimetri
A
B
C

Piccola

Grande

45
52
75

45
65
100

La base di mattoni pi
comoda per la carica della legna

Una volta riempita, si fa un piano con uno


strato di pasta comune molto ben livellata,
dato che sopra questa si comincia la
costruzione della stufa con i refrattari. E importante cominciare bene. Conviene
lasciar seccare la base una settimana, prima di cominciare la costruzione della stufa.
I mattoni refrattari lievemente inumiditi si incollano con un po di pasta descritta
facendo attenzione che ogni giunta non sia pi di 2 o 3 millimetri di spessore
(questo punto di primaria importanza, diciamo che il pi importante nella
costruzione e per il successivo funzionamento della stufa), che ogni fila sia in
squadra e bel livellata. E preferibile usare una spatola di 4 cm di larghezza per
mettere la pasta (con una cazzuola da muratore difficile mettere poca pasta e fare
un lavoro parsimonioso e calibrato)
I piani si trovano alla fine del manuale e
comprendono una vista di fronte, del fianco,
un taglio verticale e il piano di ogni fila.
Rispettando questultimo, non si ha modo di
sbagliare.
La porta di ferro si colloca dopo la costruzione
della stufa.
<-Stufa piccola durante la costruzione

19

Se si dispone di energia elettrica bucate i mattoni con


una punta al widia e avvitate la cornice alla stufa
mettendo un po di pasta nei buchi15.In caso non ci sia
energia elettrica, nella parte superiore e inferiore della
cornice, si saldano 4 orecchie (vedi figura) e la
cornice va collocata mentre si costruisce la stufa.
Molto conveniente per familiarizzare con i piani
armare la stufa sul pavimento senza pasta (a secco),
semplicemente appoggiando i mattoni e le tavelle
come chi costruisce una torre con tronchi di legno. In
questo modo ci faremo unidea di come si costruisce,
come circola il fuoco e i fumi, etc.
Questa
precostruzione
la
raccomandiamo in modo speciale.

Stufa piccola quasi terminata

12) Essiccazione
I materiali che usiamo per incollare i mattoni della
stufa devono avere un certo tempo di essiccazione
(almeno 20 giorni). Dopo questo periodo, si pu
accendere la stufa. I primi 10 o 15 fuochi devono
essere fatti con la porta un po aperta16 e con poco
fuoco perch la gran circolazione di aria permetta di
seccare e cuocere il materiale della pasta a una
temperatura moderata.
Vediamo quindi che dobbiamo avere la precauzione
di costruire la stufa 30 giorni prima dellinizio dei
primi freddi. Indubitabilmente, lideale costruirla in
estate, secca meglio e ci da il tempo per assicurarci il
calore per linverno.

15

consigliamo ficher per cemento armato interamente in metallo del diametro 8mm
O porta semi aperta, spesso accostando la porta e lasciandola aperta di 2 o 3 cm si aumenta il
tiraggio
16

20

13) Funzionamento
a) Accensione
Si accende come qualsiasi stufa, con la legna piccola e ben secca, mettendo il
tiraggio a mezza apertura. Quando si sta consumando la legna piccola si aggiungono
tronchi pi grandi ma senza fare un fuoco ruggente. Durante i primi venti minuti
della combusione la temperatura nella camera di combustione bassa e dal
comignolo si vede il fumo.
Quando la combustione ben
avviata ri raggiungono 800900 gradi, la combustione
pi completa e quasi non si
vede fumo dal comignolo Se
la stufa era fredda, conviene
che si scaldi poco a poco. In
circa 3 ore, la stufa gi lavora
a regime.
Mettere 2 tronchetti paralleli e carta
nel mezzo, sopra legna secca e fine
con un foglio accendere sul fondo

Quando il fuoco sar ben avviato tender


ad avanzare verso lo sportello, a questo
punto si pu completare la carica.17

b) Gestione del tiraggio


Con il tiraggio regolabile che sta nella parte inferiore della porta regoliamo laria
che entra nella stufa perch si produca la combustione della legna. Dopo poco si
forma uno strato di braci che ricever la nuova legna con cui alimenteremo la stufa.
In generale, questo tiraggio non si tiene aperto al massimo.

Al minimo

Per accendere e fino


a che si scaldi bene

Al massimo

c) Dimensione della legna


Per la legna morbida (salice, pioppo ecc.) preferiamo la legna lunga, quasi della
lunghezza della stufa, e di un diametro non superiore a 8cm per una combustione
efficiente e veloce. Se invece si desidera tenerla accesa si possono inserire tronchi
17

Disegno e spiegazioni aggiunti per la versione in italiano


21

con un diametro poco minore della porta. La legna fine si brucia molto rapidamente e
quella molto grossa pu correre il rischio di spegnersi se il tiraggio molto chiuso. In
questo caso, consigliamo di aggiungere legna fine e aprire il tiraggio, in pochi minuti
il tronco grande si sar riacceso nuovamente.
Per la legna dura, una volta formato lo strato di braci possiamo usare qualsiasi
dimensione. Generalmente, con questa legna il tiraggio sar pi aperto. La legna si
mette lungo tutta la camera di combustione e non solo in fondo, in questa maniera
scalda meglio.
d) Per la notte
Generalmente al calare della sera quando siamo tutti in casa e vogliamo che la
stufa produca pi calore, per cui a queste ore sar sicuramente al massimo. Si pu
lasciare che alla notte la stufa si spenga lentamente con il tiraggio al minimo, o
chiuso; per la sua inerzia termica, la stufa, manterr il calore fino al giorno
seguente. Consigliamo di non lasciare la stufa accesa di notte, se si dovesse alzare il
vento o con altre particolari condizioni atmosferiche, la stufa potrebbe fare fumo in
casa, e non prudente.

In Argentina, se vogliono lasciare la stufa accesa durante la notte, alcuni metteno un


tronco grande, lasciando che prenda bene, e poi chiudono il tiraggio. Questo tronco
rimarr acceso molte ore, a volte fino alla mattina dopo. In ogni caso, quasi sempre
ci saranno braci la mattina, in modo che aprendo il tiraggio, muovendo un po le
braci e aggiungendo legna piccola, prender immediatamente.
d) Pulizia
A seconda della legna che si usa varier la frequenza con cui si pulisce la stufa.
La cenere si toglie come di consueto (facendo attenzione alle braci che di solito
restano sotto le ceneri). Si deve pulire la canna fumaria come in qualsiasi altra stufa.
Se usiamo legna resinosa dobbiamo aver pi attenzione alla pulizia e realizzarla pi
frequentemente.
Stufa Grande e piccola: si tolgono le tavelle che chiudono la circolazione. Non
necessario togliere la canna fumaria, che si pu pulire lasciandola al suo posto
pulendola dallalto e togliendo la fuliggine dallinterno della stufa poi si rimettono le
tavelle.

14) Varianti
Se per ragioni di ubicazione, abbiamo bisogno che la
canna fumaria esca verticalmente nella parte dietro della
stufa (invece che davanti come descritto nei piani), nella
stufa piccola e in quella grande si fa un giro fumi in
meno (ne restano 2) o uno in pi (cos diventano 4 giri
fumo). In ambo i casi spostiamo la canna fumaria
contro il fondo della stufa.
>> Stufa piccola con la canna fumaria dietro >>
22

15) Precauzioni
Questa stufa disegnata per funzionare in accordo con il buon senso. Come
qualsiasi tipo di prodotto artigianale per il riscaldamento, disguidi o errori possono
causare fuochi non desiderati o bruciature a chi la utilizza. Sii prudente.
- Se voi usate la dimensione adeguata di stufa, funzionando a regime, dispenser
tutto il calore di cui avete bisogno. Non esagerate mettendo un fuoco ruggente,
avete una stufa, non un dragone. Un gran fuoco consuma molta legna e
diminuisce il rendimento, dato che molto calore se ne va per la canna fumaria.
- Non usate mai combustibili liquidi (kerosene, olio, gasolio, benzina ecc.)
Siccome una volta iniziato linverno la stufa non arriva a raffreddarsi (anche se
non la si utilizza per qualche giorno) se voi gettate, per esempio, kerosene,
questo si volatilizza salendo per i giri fumi dentro la stufa. Incendiandosi il
fosforo, irrimediabilmente esploder con risultati che voi potete immaginare,
Non dimenticate mai questa raccomandazione.
- Non usate carbone di pietra. Alcuni di questi contengono gas volatili e possono
presentare problemi simili ai
combustibili liquidi.
- Siccome la temperatura esterna della
stufa non molto alta si pu mettere
relativamente vicina ai mobili o
rivestimenti di legno .Consigliamo,
in tutti i modi, di non avvicinarla
meno di 40 cm da oggetti di legno.
Con le tende dobbiamo aumentare la
distanza.
La temperatura esterna della stufa
di circa 120 C con una superficie a
bassa conducibilit (in una stufa di
metallo supera i 300 ad altissima
conducibilit) per questo molto pi sicura riguardo le bruciature. La stessa cosa
non vale per la porta che pu raggiungere una temperatura elevata.
- Dato il tipo di stufa, la canna fumaria accetta pi di un gomito nel suo percorso
verso lesterno, per questo e possiamo farla uscire dalla parete per evitare di
bucare il tetto.
I buchi nei tetti, in generale alla lunga, presentano problemi di infiltrazione di
acqua.
In questo caso, nel gomito esterno facile che si formi fuliggine nella giuntura,
per questo conviene pulirlo 2 volte lanno.
Se con le canne fumarie attraversate un tetto di legna o materiali infiammabili
(per esempio, un sottotetto) necessario lasciare uno spazio di almeno 8 cm
isolare con lana di roccia o meglio ancora con fibra ceramica (lamianto ha
alcuni svantaggi per la salute) se non avete mai fatto questo tipo di lavori state

23

attenti! In Italia la canna fumaria deve essere certificata, fatevi assistere da un


fumista o altra figura abilitata ed esperta!
Perch non esistano problemi di riflusso di vento conviene che la canna fumaria
esca allesterno del tetto pi di un metro e mezzo e lontano ad interferenze (piani
superiori, alberi, ecc.)

- Generalmente si producono piccole fessure o segni nella giunta fra due mattoni.
Le stesse sono provocate dalla grande differenza di temperatura fra la stufa
accesa o spenta. Sono normali e non causano inconvenienti. Nel caso di
importanti fessure si possono sigillare con un po di pasta di terra. Se abbiamo
fatto una fuga fine, non occorrer.
- Non utilizzare metalli dentro la stufa. I differenti coefficienti di dilatazione
rispetto ai refrattari causeranno dei problemi.
- Non impilare legna sotto la porta della stufa. Aprendo la porta per caricarla
possono cadere braci, scintille e accendere un fuoco.
- In ogni caso non chiudere mai totalmente lo sportello o il tiraggio

durante la piena combustione!! La mancanza di ossigeno potrebbe far andare


in depressione la camera di combustione. Appena si riapre lo sportello i gas si
potrebbero incendiare di colpo e creare una fiamma che esce anche di mezzo
metro dalla camera di combustione! In alcuni casi di stufe in muratura tirolesi
senza starter (o gaslitzs) si generato uno scoppio che ha crepato la stufa o
dove i tappi sono schizzati a diversi metri di distanza!

16) Costo
Considerando questo periodo, novembre 2010, e i prezzi nel nord Italia, il costo
totale di materiali refrattari, la pasta di terra, porta, piastre, di approssimatamene:
mattoni refrattari economici 0.80---1.00 luno
Tavelle refrattarie 0.65---0.80
(mattoni refrattari per stufe in muratura 2.20---2.80 luno)
Pezzi di ferro, sportello e manodopera di un fabbro onesto 100 circa

Un costo indicativo di una stufa base (senza forno o altre varianti)


grande
da 400 a 500
piccola
da 200 a 300

Peso 18
Il peso pu variare dal tipo di mattoni refrattari che si usano, e lo spessore delle parti
in ferro. Facendo una stima con i mattoni economici presenti in italia (3,3 kg luno
circa) il peso delle stufe si aggira intorno a:
Stufa piccola: 360 kg circa base esclusa
Stufa grande: 715 kg circa base esclusa
Questo tipo di stufe non hanno nessun problema a essere costruite a piano terra (con
pavimento che poggia a terra).
18

Paragrafo aggiunto per la versione in italiano


24

Se sotto il pavimento (soletta) ci sono altre stanze bisogna fare molta attenzione ai
problemi di peso! Un metro quadrato di un pavimento in laterizio di un condominio in
genere regge 200 kg per metro quadrato!
Bisogna predisporre i rinforzi adeguati o rinunciare a fare questo tipo di stufa
e optare per una pi leggera. Fatevi assistere da un ingegnere strutturale o
da unaltra figura abilitate. FATE ATTENZIONE!!!

17) Nuovi ringraziamenti


A quelli che hanno inviato commenti e i suggerimenti, foto, in base ai quali si
possono fare le correzioni e chiarificazioni per il testo e per le figure.
18) Bibliografia
- M. E. News. The energy efficiency book. M.E.N. Inc. Ed. 1983
- SHREVE. Industrias de proceso quimico. Dossat, Madrid, 1954.
- JARPE. J. Russian Fireplace: demostration and workshop. New Mexico R&D
Inst. 1981
- EYMOUR, J. La vida en el campo. Blume, 1979.
- Wood heat. Energy division, DNRC, Montana 1986.
- DEVOTO. F. e MAX ROTHKUGEL. Aplicaciones de las maderas argentinas.
Ministero dellagricoltura. Publ N186, 1945.
- DIAMANT, R. Aislamiento termico y acustico de edificios. Blume, 1965.
- VALTER FRANCESCANO ED ELISEO ANTONIMI Lenergia del legno
Regione Piemonte sett. 2004

25

Stufa piccola: pianta


NB nella versione Italiana abbiamo aggiunto gli starter. Che servono per far defluire i fumi quando
la stufa non ancora partita del tutto o quando viene chiusa per sbaglio durante la combustione

26

Stufa piccola: Vista di fronte, di profilo e in sezione

27

Stufa grande: pianta

28

Stufa grande: vista di fronte, di profilo e in sezione.

29

Forni
Dato che questa stufa accesa tutto linverno, avete senza costi extra un forno
permanente per cucinare con la casseruola, scaldare acqua, fare carne al forno, pane
o torte, pollo al forno, ecc.19
La temperatura del forno quando la stufa ben calda di 280, che equivale a un
forno a gas. Siccome la temperatura non regolabile, impareremo che il pane si fa in
mezza mattinata, che una coscia di cappone si mette mentre la temperatura del forno
sta aumentando Il calore e la modalit di cucinare sono simili ad un forno da
panetteria.
Il calore di questo forno avvolgente anche se tende a scaldare pi nella parte dietro
che in quella davanti. Questo forno autopulente.
Per la base del forno faremo una grata di ferro per appoggiar le teglie e evitare che si
brucino sul fondo, questa grata la toglieremo per scaldar lacqua nella casseruola (di
modo che il fondo sia appoggiato direttamente sul piano del forno).
Pianta supplementare forno stufa piccola

Le file qui riportate vanno inserite fra la fila 6 e la fila 7 della pianta della stufa
piccola. Servono 24 mattoni e 14 tavelle. Si pu fare la parte superiore del forno con
tavelle lunghe (50x20) ma in questo caso vanno tagliate a misura. La stufa verr pi
alta di circa 21 cm (totale intorno ai 90cm) e pi pesante di 95 kg (totale 385 kg
base esclusa)
19

Quando la fiamma viva si pu cucinare facilmente, quando la temperatura della stufa sta
calando si possono essiccare frutta e verdura come mele, prugne, pomodori ecc.
30

Pianta supplementare forno stufa grande

Le file qui riportate vanno inserite fra la fila 7 e la fila 8 della pianta della stufa
grande.Per il forno della stufa grande servono 33 mattoni 4 tavelle 20x50x3cm da
tagliare e 15 tavelle 22x11x3cm 2 mezze tavelle11x 11x 3cm. La stufa verr pi alta
di circa 24 cm (totale intorno ai cm) e pi pesante di 100 kg circa (totale 665 kg
base esclusa)

31

Appendice alla versione Italiana


-Inconvenienti della stufa piccola e varianti
Abbiamo contattato lautore del manuale che ha sperimentato per diversi anni queste
stufe; la stufa piccola come disegnata in originale (si trova su internet estufa rusa.pdf)
era difficile da pulire e bisognava smontarla fino alla fila 7 oppure costruire attrezzi
appositi. Nella foto a destra si vede la stufa smontata dopo un anno di utilizzo (con
mezza paletta di fuliggine in tutto)
Abbiamo risolto linconveniente modificando la struttura dei giro fumi per renderla pi
simile alla stufa grande (nella foto a destra).
Stufa piccola con giro di fumi modificato (tavella
che sporge e tavelle a secco di cui la prima in
fondo ha il buco dello starter 3x3cm)

-Lo starter
Abbiamo inoltre aggiunto gli starter (o gaslistz) che servono a tracciare il percorso
pi breve per il fumo dalla camera di combustione alla canna fumaria. Quando il fuoco
appena acceso, la piccola massa di fumo ed aria calda passa attraverso gli starter e
pu andare subito a scaldare la canna di metallo ed avviare un buon tiraggio. Quando
la combustione sar ben avviata e la massa di fumo ed aria calda sar pi grande,
sceglier da sola il condotto pi largo, quindi il giro di fumi vero e proprio.
Allo stesso modo quando il fuoco si sta spegnendo o restano solo le braci, gli starter
aiutano a far defluire il fumo migliorando il tiraggio e diminuendo moltissimo i pericoli
legati al monossido di carbonio.
-La stufa media
Come ulteriore alternativa ci ha fornito la pianta di una stufa media, leggermente
accorciata in lunghezza rispetto alla grande.

32

Pablo Bratto ha inoltre inviato due foto


della stufa in casa sua che, essendo fra due
stanze incorporata nella parete, le scalda
perfettamente.

Questo invece un
modello di stufa con la
carica della legna da
fuori completa di forno.
Potrebbe essere un
ottima idea per una
stufa che vada a fascine
di vite o di altro legno.

33

Stufa Media

(stufa grande accorciata di 11cm per il lungo) in

34

pianta

Stufa Media in sezione

35

Acqua Calda
Come abbiamo detto nel prologo, ancora dobbiamo sperimentare lopzione acqua
calda per queste stufe. Per chi abbia lansia di farlo, suggeriamo di mettere nella
base di muratura, prima di riempirla di sabbia, una serpentina di quattro giri.
Questa serpentina pu farla con un tubo di rame (o bronzo idrico) come quello che si
usa per listallazione dellacqua a domicilio.
Conviene mettere un boiler intermediario dove
si conservi lacqua calda che circoler nel
termosifone.20
Il tubo pu essere facilmente posto nella base
Volendo si pu far proseguire la serpentina
anche a lato e sopra la stufa ma bisogna poi
fare una parete ulteriore che li contenga.

Queste sono foto di un applicazione in una


stufa tedesca: sopra vediamo i tubi di uscita.
Se il boiler immediatamente sopra si pu
far funzionare limpianto con circolazione
naturale.
Altrimenti si pu mettere una pompa che
21
faccia girare lacqua tecnica nellimpianto.

20

Abbiamo assistito in Italia al posizionamento di serpentine per il riscaldamento di acqua sanitaria


per stufe austriache. Questi impianti forniscono circa 300 litri di acqua al giorno a 70-80. Con un
boiler di 300 o 400 litri che funziona congiuntamente ai pannelli solari termici, si pu garantire una
quasi totale autonomia per quanto riguarda il fabbisogno di acqua calda sanitaria per una famiglia
media. Il collegamento ad uno o pi termosifoni da valutare in quanto utilizza quasi tutta lacqua
calda prodotta dalla stufa
21
Fumista Martin Stoppel
www.calorenaturale.it
36

Intonacare la stufa in muratura con la terra cruda


Una volta realizzata la stufa la si pu lasciare con i mattoni a vista oppure
intonacarla.
In molti paesi dEuropa, tradizionalmente, la stufa veniva rivestita in diversi modi:
in Germania e Austria si usavano le maioliche (spesso dipinte), in Fillandia e in
alcune zone del Trentino si usava la pietra ollare, in altre zone si faceva un intonaco
apposito che reggeva la dilazione della stufa. I meno abbienti invece utilizzavano la
terra cruda.
La terra cruda un impasto di terra argillosa, sabbia, e paglia.
Questo metodo particolarmente adatto alle stufe auto-costruite in quanto la terra
perdona: se avete fatto degli errori lintonaco si pu facilmente togliere con
lausilio di una spatola e dellacqua.
Intonaco grosso
Setacciate la terra argillosa: se secca va sbriciolata e setacciata con una maglia da
3mm o 5mm altrimenti potete bagnarla e con laiuto di un miscelatore o un trapano
robusto con una frusta la renderete molto liquida per poi versarla sul setaccio ed
ottenere una barbottina setacciata. Meglio se questa si fa seccare, le proporzioni,
per non sbagliarsi si fanno sempre con la terra secca.
Si aggiunge la sabbia di fiume22 o pietrisco da 3 o 5mm. Per sapere la proporzione si
fanno delle prove su una tavella di terracotta facendo 5 strisce larghe 7 cm e spesse
1 cm. La prima solo terra, la seconda 1:1 un bicchiere di terra uno di sabbia, la terza
1:2 uno di terra e due di sabbia, la quarta 1:3 e la quinta 1:4. La prima striscia
probabilmente creper, in genere si sceglie la striscia che non crepa con meno
sabbia.
Si impasta nella proporzione ottenuta sabbia e terra e si aggiungono 3 pugni di
paglia triturata con un tritura foglie o tagliata a mano lunga circa 4 cm al massimo.
Si stende uno strato di questo intonaco con una frettazzo di ferro (detto
lamericana) con la stufa accesa (e quindi in dilatazione) quando le pareti sono
calde ma non bollenti.
Si annega una rete porta-intonaco a base di fibra di vetro nel primo strato di
intonaco quando ancora morbido e si frattazza spingendo leggermente in modo da
compattare lintonaco.
Quando il primo strato asciutto si fa un altro strato di intonaco per uniformare la
superficie. Lo spessore finale fra 1 cm e 2 cm.
In alternativa alla rete porta-intonaco si pu utilizzare una rete di yuta non fitta, con
lo spazio fra una maglia e laltra di circa 1 mm. E molto comune nei sacchi da
caff.

22

Attenzione! la sabbia di frantoio ottenuta macinando macerie di cantiere quindi cementi, pitture,
colle ed altri residui non adatti.
37

Intonaco fine
Setacciare la terra argillosa con un setaccio da 1 mm. Aggiungere sabbia fine da
fiume 1mm. Si fanno anche qui 4 prove: solo terra, 1 di terra 1 di sabbia, 1:2 e 1:3.
La sabbia, pi fine, pi smagrisce limpasto. Si stende su un muro intonacato
grezzo o se la pittura ben salda anche su un muro pitturato ma non completamente
liscio. Si sceglie limpasto che non crepa. Quando lo strato grosso completamente
asciutto si stendono 1 o 2 mani sulla stufa e si tira con il frattazzo a spugna o a
spatola.
Il risultato un intonaco uniforme che fa massa termica e dona alla stufa
morbidezza specialmente se si stondano gli spigoli.
Inutile dirlo oltre che per la stufa, gli intonaci di terra cruda sono ottimi anche per
i muri interni (sani senza infiltrazioni dacqua) di tutta la casa, svolgendo funzione
idro-regolatrice: quando c meno del 50% dumidit la rilasciano e quando ce n
di pi la assorbono. Sono moderatamente isolanti per quel che riguarda calore,
suono e soprattutto a differenza del cemento e delle colle sono completamente
atossici a meno che la terra non sia estratta in un deposito di scorie nucleari
PIANTA FORNO
STUFA PICCOLA
STARTER PIANTA FIANCO

38

39