Sei sulla pagina 1di 8

Velocizzare Windows 10 in

4 pratiche fasi
APR 30, 2018BY MARIA GRAZI AIN TUTORIAL

Anche l’ultimo OS di casa Microsoft potrebbe aver bisogno ogni tanto di un po’
di ottimizzazione, ecco quindi tutti i suggerimenti per migliorare e velocizzare
Windows 10, condensate in 4 semplici fasi.

Argomenti [Nascondi]
• 1 Fase 1. Velocizzare Windows 10 eliminando il superfluo
o 1.1 Disabilita programmi all’avvio
o 1.2 Elimina i programmi superflui
o 1.3 Disabilita le applicazioni in background
o 1.4 Effettua la pulizia disco
o 1.5 Disattiva gli effetti grafici
• 2 #2. Tenere in ordine il sistema
• 3 #3. Migliorare le prestazioni
• 4 #4. Protezione e pulizia per velocizzare Windows 10

Anche tu fai parte della cerchia dei fruitori di Windows 10?


Sebbene l’ultimo arrivato nella casa di Redmond segni una gran rivoluzione nel
mondo dei sistemi operativi targati Microsoft, con miglioramenti e stabilità
(forse) mai visti prima, chiunque lavori con un computer cerca sempre
prestazioni al top.
Come fare quindi per velocizzare Windows 10?

Esistono degli accorgimenti per migliorare le performance del tuo sistema


operativo, molti dei quali li ho già illustrati in altri articoli dedicati a come
velocizzare il pc, ma in questo caso voglio focalizzare l’attenzione
sull’ottimizzazione specifica di Windows 10, racchiusa in 4 pratiche fasi che
potrai facilmente eseguire sul tuo pc.

Fase 1. Velocizzare Windows 10 eliminando il


superfluo
Partiamo dalla parte più semplice: per velocizzare il pc prima di tutto bisogna
alleggerirlo da tutto ciò che non serve, e questo include file, programmi, servizi
e tutto quello di cui non si ha bisogno, ma che viene inevitabilmente prodotto
durante l’utilizzo del pc.

Per fare ciò, dobbiamo intervenire su:

1. Avvio;
2. Programmi;
3. Applicazioni;
4. Disco;
5. Grafica.
Disabilita programmi all’avvio
Innanzitutto, apri la casella di ricerca interna di Windows 10 e digita
“msconfig” per accedere alla Configurazione di sistema.
Dalla finestra che si aprirà, apri la tab Avvio e clicca su Apri gestione attività: ti
si presenterà un elenco di tutti i programmi che partono all’avvio, e dopo
un’attenta valutazione potrai procedere a disabilitare quelli che non sono
necessari fin da”avvio.
A tal proposito, ricorda di tenere comunque attive tutte quelle voci inerenti il
caricamento del sistema operativo e l’antivirus.
Attenzione: per eseguire quest’operazione è necessario essere molto cauti e
procedere nell’analisi di ogni singolo programma, accertandosi della sua
natura facendo una ricerca su Google per ciascuno di essi. Potresti infatti
disabilitare programmi necessari all’avvio e rendere fortemente instabile il
sistema.

Elimina i programmi superflui

Questo passaggio è molto importante per tenere il pc libero da robaccia inutile,


controlla quindi l’elenco dei programmi che hai installato e, laddove ve ne
siano alcuni che non usi più, provvedi alla corretta disinstallazione.
A tal proposito, ti consiglio di scaricare ed installare il mitico CCleaner, che
ritroveremo utile anche più avanti, e dalla voce Strumenti potrai visualizzare
tutto ciò che hai installato nel pc.
Quando vorrai disinstallare un programma, basterà selezionare con il tasto
sinistro del mouse quello desiderato e successivamente cliccare sul pulsante
Disinstalla in alto a destra.
Disabilita le applicazioni in background
Esistono delle applicazioni in Windows 10 che, anche quando non vengono
aperte e utilizzate, continuano a funzionare in background, togliendo risorse
preziose al sistema che potrebbero essere canalizzate in operazioni più
importanti e attualmente in corso.
Stai pensando di effettuare un upgrade del tuo sistema operativo? Dai
un’occhiata alle proposte qui sotto per acquistare una nuova licenza!

Per disabilitare le applicazioni in background non devi fare altro che:

1. Aprire Start;
2. Cliccare su Impostazioni;
3. Selezionare Privacy;
4. Scorrere in basso e cliccare su Applicazioni background.
A questo punto basterà semplicemente cliccare sulla levetta corrispondente ad
ogni applicazione per decidere se lasciarla attiva oppure disabilitarla.

Nota: anche qui dovrai essere prudente ed evitare di disabilitare applicazioni


utili ed essenziali per il funzionamento del pc, quindi informati prima su
Google sugli elementi che stai per disattivare.

Effettua la pulizia disco


Arriviamo a uno strumento di Windows molto conosciuto, che serve per ripulire
il disco da tanti file inutili che a lungo andare intasano la memoria del PC
rallentandolo inevitabilmente.
Clicca su Start, Questo PC, e clicca con il tasto destro del mouse sull’unità in
uso (presumibilmente C:), subito dopo seleziona Proprietà, e infine dalla scheda
Generale clicca su Pulizia Disco.
Partirà un’analisi del disco che ti comunicherà quanta pulizia c’è da fare, e alla
fine del calcolo potrai procedere a liberare il disco dai file inutili cliccando su
OK e dando conferma su Eliminazione file.
Disattiva gli effetti grafici
Infine, puoi alleggerire Windows 10 disattivando gli effetti grafici che lo
caratterizzano e, anche se in questo modo ne perderà l’estetica distintiva, ne
guadagnerai in reattività generale.
Apri quindi il Pannello di controllo, e da Sistema seleziona Impostazioni di
sistema avanzate e clicca su Impostazioni sotto la voce Effetti visivi,
pianificazione processore, utilizzo memoria e memoria virtuale.
Infine, deseleziona dall’elenco le voci che riguardano ombreggiature,
dissolvenze o animazioni.

#2. Tenere in ordine il sistema


Quando hai una scrivania con documenti, cartelle, fogli e moduli alla rinfusa ti
riesce molto difficile lavorare, e cercare quel preciso documento di cui hai
bisogno diventa una vera odissea, non è così?
La stessa cosa vale per il computer: più lo tieni in ordine e maggiore sarà la
velocità durante il suo lavoro. Per tenere in ordine il computer dovrai fare 3
cose:

1. Deframmentare il disco;
2. Usare regolarmente CCleaner;
3. Eseguire gli aggiornamenti più recenti.
Esistono diverse soluzioni per deframmentare il disco del pc, ma puoi affidarti
tranquillamente allo strumento integrato in Windows, cercandolo dallo
strumento di ricerca digitando “Deframmenta” e selezionando Deframmenta e
ottimizza unità.
Dalla finestra che si aprirà, potrai selezionare l’unità attualmente in uso (C:), e
cliccando su Analizza potrai scoprire il grado di frammentazione della stessa.
Effettuando la deframmentazione, non faremo altro che rimettere in ordine i
diversi file che creiamo, copiamo, spostiamo e incolliamo continuamente nel
pc.
Usando CCleaner, invece, potrai eliminare i file superflui accumulati
quotidianamente, riparare problemi nel registro di sistema, eliminare i duplicati,
bonificare i driver e tanto altro, così come ho illustrato nella guida CCleaner, il
tutto fare del pc.
Infine, è necessario tenere sempre Windows aggiornato, per avere la stabilità
necessaria al funzionamento del computer: Windows 10 è un sistema operativo
per il quale vengono spesso rilasciati aggiornamenti, e questa è una cosa
buona e giusta dal momento che gli update servono a migliorare sempre di più
le performance di sistema, e a riparare eventuali bug o falle riscontrati dagli
sviluppatori.

#3. Migliorare le prestazioni


Inoltre, per velocizzare Windows 10, puoi ottimizzare sensibilmente il sistema
disattivando le opzioni di risparmio energetico, ma anche intervenendo più a
fondo sulla parte hardware, aumentando la memoria RAM a disposizione o
sostituendo l’hardisk con un più veloce SSD.

Per la prima opzione non serviranno manovre particolari, ti basterà recarti nel
Pannello di controllo e cercare le Opzioni risparmio energia, e a questo punto
selezionare Prestazioni elevate.
Da questo momento il computer sarà impostato per darti prestazioni migliori, a
discapito però dell’autonomia della tua batteria: se possiedi un pc fisso questo
aspetto non ti peserà più di tanto, quindi procedi senza problemi.
È possibile velocizzare Windows 10 anche aumentando la memoria Ram del pc,
fisso o portatile che sia, ma anche procurando un disco allo stato solido che
potrebbe regalare prestazioni più alte rispetto a un hardisk tradizionale.
Informati prima sulla tipologia compatibile con il tuo device ed esegui
l’upgrade dell’hardware se sai dove mettere le mani, altrimenti affidati a una
persona esperta per evitare di far danni

#4. Protezione e pulizia per velocizzare Windows


10
L’ultima fase per velocizzare Windows 10 è quella che prevede il controllo del
sistema: il tuo computer è pulito e al sicuro da virus o malware in generale?
Per esserne sicuri, ti consiglio di installare un buon antivirus che ti permetta di
proteggere adeguatamente il tuo pc, di tenerlo sempre aggiornato e di effettuare
scansioni complete almeno una volta a settimana, per scongiurare qualsiasi
tipo di infezione da virus.
Per tutti gli altri malware, prova a scaricare ed installare Malwarebyte’s anti-
malware: si tratta di un programma completo e gratuito, che ti permette di
effettuare una profonda scansione del sistema alla ricerca di programmi
pericolosi da eliminare o spostare in quarantena.
Questi sono i miei consigli per velocizzare Windows 10, ma come già
specificato dovrai fare molta attenzione a programmi, applicazioni o servizi che
andrai a interrompere, pena l’instabilità o malfunzionamento degli stessi.

Ti andrebbe di condividere con me tutte le tecniche che hai provato per rendere
più veloce e fluido l’ultimo sistema operativo di Microsoft?