Sei sulla pagina 1di 82

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

ELEMENTI DI INFORMATICA

PER IL CORSO ECDL


Modulo 1 - Concetti di base della Tecnologia dellIn o!"a#ione 1$1 Concetti gene!ali
1$1$1 De ini#ioni
%a!d&a!e Insieme de!li elementi fisici c"e formano il comp#ter $parti meccanic"e ed elettric"e%. So t&a!e Insieme dei pro!rammi c"e consentono al comp#ter di effett#are i &ari compiti. P!og!a""a Sin!ola applica'ione in !rado di far s&ol!ere al comp#ter #n compito (en preciso $scritt#ra testi) arc"i&io) e..%. In particolare * formato da #na se+#en'a di opera'ioni elementari) dette istr#'ioni) c"e dicono al comp#ter cosa de&e fare in o!ni momento. ,n comp#ter non p#- fare n#lla sen'a #n pro!ramma. In o!"ation Tecnolog' (IT) Insieme di t#tte le tecnolo!ie fisic"e e non in !rado di consentire la manipola'ione e la trasmissione delle informa'ioni $comp#ter) reti) telefonia) internet) ser&i'i telematici) ecc..%.

1$1$* Ti+i di co"+ute!


Main !a"e, comp#ter di !randi dimensioni $sia fisic"e c"e di poten'a% #sati per applica'ioni scientific"e o per !estire (asi di dati di !randi a'iende $enti) (anc"e) ecc.%. Costo, centinaia di milioni o miliardi. Minico"+ute!, comp#ter di dimensioni e poten'a intermedie tra mainframe e personal #sati in !enere per !estire (asi di dati di piccole medie a'iende o a li&ello dipartimentale $ser&er%. Costo, decine di milioni.

Pe!sonal co"+ute!, comp#ter #tili''a(ili dalla sin!ola persona. I campi di impie!o sono i pi. disparati/ la&oro) casa) di&ertimento) internet.... Costo, 0 1 milioni. La+to+, letteralmente da !rem(o sono i cosiddetti portatili o Note2oo3. 4anno il &anta!!io di essere le!!eri) facili da trasportare e #tili''a(ili o&#n+#e.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

6er- "anno #n costo pi. ele&ato dei personal $a parit7 di presta'ioni% e sono poco espandi(ili $cio* si possono a!!i#n!ere poc"i accessori%. In !enere sono riser&ati ad #tili''i professionali. Costo, 8 51 milioni.

1$1$- Co"+onenti del +e!sonal co"+ute!

,n personal comp#ter * costit#ito da #na unit. cent!ale e da #n insieme di dispositi&i esterni detti +e!i e!ic/e. Nell9unit. cent!ale tro&ano posto t#tti i componenti fondamentali del comp#ter $CP0) "e"o!ie) sc/ede) ecc..%. Le +e!i e!ic/e) in&ece) "anno !eneralmente f#n'ioni di in+ut e out+ut dei dati) cio* ser&ono ad immettere dati nel comp#ter o a rice&erne da esso. Le periferic"e pi. com#ni sono/ tastie!a) "ouse) 1ideo) sta"+ante. Sempre pi. diff#se di&entano periferic"e come/ "ic!o ono) casse acustic/e) "ode") scanne!.

1$* %a!d&a!e

1$*$1 0nit. cent!ale di elabo!a#ione (CP0)

E9 l9elemento pensante del comp#ter: essa inte!+!eta ed esegue le ist!u#ioni dei +!og!a""i) esegue i calcoli) atti1a e cont!olla il un#iona"ento degli alt!i co"+onenti. La 1elocit. della CP0) in !enere) &iene indicata fornendo la !e2uen#a di cloc3 espressa in Mega%e!t# $M/#%. 0

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Tale !rande''a indica +#anti milioni di cicli al secondo la C6, p#- ese!#ire e +#indi tanto pi. * ele&ata tanto pi. &eloce sar7 la C6, in esame. Le fre+#en'e di cloc3 pi. #sate att#almente &anno da #n minimo di -44 M/# a #n massimo di 544 M%#.

1$*$* Dis+ositi1i di in+ut


Sono +#ei dispositi&i c"e consentono di inserire dati nel comp#ter. I principali sono. Tastie!a comp#ter. allo stato att#ale il principale me''o di com#nica'ione con il

Dis+ositi1i di +unta"ento (Mouse6 T!ac37all) Sono dispositi&i c"e consentono di posi'ionare #n c#rsore in #na data posi'ione dello sc"ermo $indispensa(ili con i sistemi operati&i ad interfaccia !rafica come ;indo<s%. Mouse * il pi. noto di t#tti e il pi. #sato.

T!ac3 ball * #sa specie di mo#se al contrario $con la pallina in alto%.

Dis+ositi1i ottici Scanne! +e! codici a ba!!e ser&e a le!!ere i codici a (arre: +#esti sono codici #sati per identificare #n prodotto in c#i i &alori n#merici &en!ono re!istrati sotto forma di (arre di &aria lar!"e''a. =#esto sistema * #sato nei ne!o'i) s#permar3et) li(rerie) ecc. proprio perc"> consente di ac+#isire al comp#ter il codice del prodotto e +#indi re!istrare la &endita in modo rapido e sen'a errori. Scanne!/ consente di ac+#isire pa!ine di testo e fi!#re trasformandoli in file #tili''a(ili dal comp#ter. Gli #si pi. com#ni sono ela(ora'ione al comp#ter di imma!ini e dise!ni. Reali''a'ione di #na copia di!itale di #n testo scritto s# carta cos? da poterlo ela(orare con pro!rammi di trattamento testi. Ci- a&&iene !ra'ie all9#so di appositi pro!rammi di riconoscimento testi detti OCR c"e) partendo dall9imma!ine della pa!ina scritta) sono in !rado di riconoscere le parole in essa conten#te.

1$*$- Dis+ositi1i di out+ut


Sono +#ei dispositi&i c"e consentono di rice&ere dati dal comp#ter. I principali sono. 0nit. di 1isuali##a#ione (sc/e!"o o "onito!) E9 il normale dispositi&o di &is#ali''a'ione. 6er &al#tare la +#alit7 di #no sc"ermo * opport#no considerare i se!#enti fattori/ Di"ensione &iene espressa indicando la l#n!"e''a della dia!onale in +ollici $5 @ 0)11 cm%. Le mis#re pi. com#ni sono 51 e 5A. 8

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Risolu#ione espressa come n#mero di p#nti $+i8el% &is#ali''a(ili s# #na ri!a per n#mero di p#nti s# #na colonna $per es. 5448944 +i8el: si!nifica c"e s# #na ri!a si possono &is#ali''are BCC p#nti e s# #na colonna DCC o) e+#i&alentemente) c"e lo sc"ermo p#- &is#ali''are DCC ri!"e ciasc#na da BCC p#nti%. Le risol#'ioni pi. com#ni sono/ DECFEBC) BCCFDCC e 5C0EFADB. E!gono"ia6 e"issione di !adia#ioni6 consu"o di ene!gia. Att#almente esistono in commercio 0 tipi di monitor indicati con le si!le CRT e LCD. CRT * lo sc"ermo classico (asato s#l principio de!li apparecc"i tele&isi&i $T#(o a Ra!!i Catodici%. E9 il dispositi&o di memori''a'ione pi. economico $8CC.CCC lire 5 milione%) ma "a 0 !randi difetti/ cons#ma molta ener!ia: emette radia'ioni $sia p#r in mis#ra minima%. LCD monitor a cristalli li+#idi: * #sato sopratt#tto nei comp#ter portatili) ma si sta diffondendo sempre pi. anc"e nei comp#ter da ta&olo) !ra'ie al s#o ridotto spessore e alla (assissima emissione di radia'ioni. Il s#o pi. !rande difetto * il costo $att#almente da 0 milioni in s#%) ma i pre''i si stanno rid#cendo &elocemente.

Sta"+anti Gli elementi caratteristici di #na stampante sono ;elocit. espressa in <Pagine Pe! Minuto $++"%) cio* il n#mero di pa!ine $formato AE% stampa(ili in 5 min#to. Le pi. &eloci $laser% possono ra!!i#n!ere le 5C 50 ppm. Risolu#ione * espressa in d+i $Dot Pe! Inc/) cio* p#nti per pollice%) indica il n#mero di p#nti stampa(ili in #n pollice $circa 0)11 cm%. 6i. * ele&ato +#esto &alore) ma!!iore ris#lter7 la +#alit7 di stampa. Esistono E tipi fondamentali di stampanti/ Sta"+ante ad ag/i sta di&entando sempre meno #sata a ca#sa della r#morosit7 e della ridotta +#alit7 di stampa: * per- il tipo di stampante c"e consente la ma!!iore economia d9eserci'io.

Sta"+ante a getto di inc/ist!o #nisce +#alit7 di stampa) silen'iosit7 e (#ona &elocit7) nonc"> la possi(ilit7 di fare stampe a colori. 6er tali moti&i * di&entato il tipo di stampante pi. diff#so nell9#so domestico) anc"e se "a costi d9eserci'io #n po9 ele&ati $le cart#cce di inc"iostro costano 8C DC mila lire e possono stampare in media 5CC pa!ine%.

Sta"+ante lase! "a !rande +#alit7 e ele&ate &elocit7 di stampa) ma #n alto costo. Ci- ne "a rele!ato l9#so sopratt#tto alle applica'ioni professionali. Plotte! #sato per le stampe di altissima +#alit7 s# !randi formati $pro!etti tecnici) poster p#((licitari) ecc..%. 4a in!om(ro e costo ele&ato per c#i &iene #sato escl#si&amente per applica'ioni professionali $st#di tecnici) st#di !rafici) editorie%.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Mode"
Il modem $"od#latoreGde"od#latore% merita #na tratta'ione a parte in +#anto * #na periferica di in+ut=out+ut) cio* * in !rado sia di rice&ere c"e di trasmettere dati. In pratica * il telefono del comp#ter) infatti * a t#tti !li effetti #n apparecc"io telefonico pri&o di cornetta c"e consente a 0 comp#ter di com#nicare tramite la normale linea telefonica. Tale dispositi&o * indispensa(ile per colle!arsi ad inte!net e) pi. in !enerale) per #s#fr#ire di +#al#n+#e ser&i'io telematico.

1$- Dis+ositi1i di "e"o!ia


Le memorie del comp#ter si di&idono i 0 !randi cate!orie/ Memorie &eloci o interne $RAM) ROM) Cac/e%. Memorie esterne o di massa $/a!d dis36 disc/etti6 CD-ROM%.

1$-$1 Me"o!ie di "assa


Le "e"o!ie di "assa "anno le se!#enti caratteristic"e fondamentali/ 6ossono contenere !randi +#antit7 di dati a costi pi#ttosto (assi. Sono non 1olatili) cio* non perdono le informa'ioni in esse memori''ate +#ando il comp#ter * spento. Sono molto pi. lente delle memorie interne. Esse &en!ono #tili''ate/ per memori''are t#tti i dati necessari al comp#ter $pro!rammi) doc#menti) ecc.% +#ando +#esto * spento: per trasportare i dati da #n comp#ter all9altro $se +#esti non sono colle!ati in rete%. Le memorie di massa si di&idono) a loro &olta) in memorie "agnetic/e e memorie ottic/e o "agnetoottic/e a seconda del tipo di tecnolo!ia c"e #sano. Me"o!ie "agnetic/e %a!d dis3 o Disco isso/ * #n disco interno all9#nit7 centrale e non estrai(ile $da ciil nome%. E9 la memoria di massa pi. &eloce e p#- contenere !randi +#antit7 di dati: +#elli att#almente in commercio "anno #na capacit7 c"e &a da E)8 a 8E Gi!a2Hte $cio* E)8 8E miliardi di caratteri%. E9 #sato per re!istrare il sistema operati&o) i pro!rammi e i dati c"e #siamo di solito. Nei comp#ter con sistema operati&o ;indo<s * indicato con la lettera C. Minidis3/ sono i classici disc"etti estrai(ili con ri&estimento in plastica. 6ossono contenere al massimo 5)EE Me!a2Hte di dati $circa 5)EE milioni di caratteri%. Sono lenti e poco capienti per c#i stanno di&entando rapidamente o(soleti) sostit#iti da pi. moderni dispositi&i ad alta capacit7. Nei comp#ter con sistema operati&o ;indo<s * indicato con la lettera A. Sia l9"ard dis3 c"e il disc"etto per poter essere #sati de&ono essere o!"attati) cio* de&ono essere resi compati(ili con il sistema operati&o della macc"ina in c#i &erranno #sati. 1

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Data cat!idge e Ta+e st!ea"e!/ sono memorie a nastro ma!netico estrai(ili $tipo le a#diocassette% caratteri''ate da #n (asso costo e da #n9ele&ata capacit7 di memori''a'ione $para!ona(ile a +#ella de!li 4D%. 6er contro "anno #na &elocit7 molto (assa sopratt#tto nella ricerca dei dati. 6er +#esto moti&o sono #tili''ate +#asi escl#si&amente come #nit7 di bac3u+) cio* #nit7 s# c#i re!istrare copie di riser&a dei dati presenti s#ll9"ard dis3 o dati di arc"i&io #sati raramente.

Me"o!ie ottic/e (CD-ROM) I CD-ROM sono disc"i re!istrati e letti attra&erso #n ra!!io laser: "anno #na capacit7 di DEC Me!a2Hte $milioni di caratteri%. 6ossono essere scritti #na sola &olta $"aste!i##ati%) da +#el momento in poi possono essere solo letti. In !enere sono #sati per i se!#enti scopi/ per re!istrare prodotti m#ltimediali $di'ionari) corsi di lin!#a) man#ali) materiale sonoro e &isi&o di alta +#alit7%: per distri(#ire pro!rammi applicati&i di !randi dimensioni: per i !ioc"i: per fare co+ie di bac3u+ dei dati.

1$-$* Me"o!ia 1eloce (RAM6 ROM6 Cac/e)

RAM E9 la memoria di la&oro: s# di essa &en!ono memori''ati i dati e i pro!rammi s# c#i il comp#ter sta operando in +#el momento $a differen'a delle memorie di massa c"e conten!ono i dati e i pro!rammi +#ando non &en!ono #sati%. E9 #na memoria &eloce) ma &olatile) cio* perde t#tte le informa'ioni +#ando !li &iene tolta l9alimenta'ione elettrica. 6er tale moti&o * necessario sal&are dati e doc#menti s#lle memorie di massa prima di spe!nere il comp#ter. Le capacit7 tipic"e delle memorie RAM att#almente in commercio sono/ -*6 9>6 1*56 ?1* Mega7'te $milioni di caratteri%. Oltre alla capacit7) * importante conoscere anc"e la &elocit7 della RAM. =#esta &iene espressa in M"' come per la C6,. Le RAM att#almente in commercio "anno &elocit7 di 144 e 1-- M/#: sono in fase di commerciali''a'ione RAM con &elocit7 di 544 M%#. ROM E9 #na memoria a sola lett#ra $Read Onl' Me"o!'%: cio* il s#o conten#to non p#- essere modificato. Contiene i pro!rammi c"e de&ono essere ese!#iti al momento dell9accensione del comp#ter. Infatti +#ando &iene acceso) il comp#ter s&ol!e le se!#enti opera'ioni/ Indi&id#a +#ali sono i componenti di c#i dispone e ne &erifica il corretto f#n'ionamento $diagnostica%. E&ent#almente ne a!!i#n!e di n#o&i $setu+%. S#ccessi&amente carica il sistema operati&o dalla memoria di massa $do&e * memori''ato a comp#ter spento% nella RAM $bootst!a+%. D

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

T#tte +#este opera'ioni &en!ono s&olte da pro!rammi presenti in ROM. Solo +#ando il sistema operati&o * stato caricato in RAM) esso prende il controllo del sistema e permette l9esec#'ione dei pro!rammi applicati&i.

1$-$- Ca+acit. della "e"o!ia


La capacit7 di #na memoria) sia essa l9"ard dis3 o la RAM) si mis#ra sempre come n#mero di informa'ioni c"e possono essere memori''ate in essa. Le #nit7 di mis#ra della +#antit7 di informa'ione e +#indi della memoria sono le se!#enti/ 7it/ * l9#nit7 di mis#ra pi. piccola: p#- ass#mere solo 0 &alori c"e) a seconda delle sit#a'ioni) possono essere rappresentati come/ C 5: si no: &ero falso. 7'te/ #n (Hte * formato da B (it e costit#isce l9#nit7 di mis#ra (ase della capacit7 di memoria $#n po9 come il metro o il c"ilo!rammo%. ,n (Hte * la +#antit7 di memoria #sata per memori''are #n carattere $lettera dell9alfa(eto) cifra n#merica) sim(olo !rafico%) per +#esto spesso si fa coincidere il n#mero di (Hte con il n#mero di caratteri memori''a(ili. @ilo7'te (@7)/ * formato da circa 5CCC (Hte: per la precisione/ 5 I2 @ 5.C0E 2Hte. E9 l9#nit7 #sata di solito per le memorie di piccole dimensioni $Cac"e) ROM% e per i file. Mega7'te (M7)/ * formato da circa 5CCC Iilo2Hte e +#indi da circa 5 milione di (Hte: per la precisione/ 5 M2 @ 5.C0E I2 @ 5.CEB.1AD 2Hte. E9 #sata per le memorie di media dimensione e per i file pi. !randi. Aiga7'te (A7)/ * formato da circa 5CCC Me!a2Hte e +#indi da circa 5 miliardo di (Hte: per la precisione/ 5 G2 @ 5.C0E M2 @ 5.CA8.AE5.B0E 2Hte. E9 #sata per le memorie pi. !randi) per !li att#ali 4D) per i DJD. 6#r non rientrando tra le #nit7 di mis#ra dell9informa'ione) sono molto com#ni i se!#enti termini le!ati all9or!ani''a'ione dei dati s#lle memorie di massa/ File * l9elemento #sato per memori''are +#al#n+#e tipo di dati s# #na memoria di massa. 6ro!rammi) doc#menti) imma!ini) (rani m#sicali &en!ono memori''ati sempre sotto forma di file. Reco!d il conten#to di #n file non &iene &isto come #n insieme indefinito di dati) ma &iene di&iso in (locc"i di dimensione prefissata. O!n#no di +#esti (locc"i prende il nome di record. Di!ecto!' o ca!tella * #n elemento in !rado di contenere !r#ppi di file o altre directorH. E #tile per or!ani''are i file per insiemi dello stesso tipo e +#indi per facilitarne la classifica'ione e la ricerca. =#ando si or!ani''ano i files in directorH * opport#no/ Tenere pro!rammi e doc#menti in directorH di&erse. Mettere i files dello stesso tipo nella stressa directorH per facilitarne la ricerca. Limitare il n#mero di files presenti in #na directorH. E&itare di a&ere troppi sottoli&elli in #na directorH $massimo 8 o E%.

1$-$> P!esta#ioni del co"+ute!


6er comprendere come i sin!oli componenti infl#en'ano le presta'ioni complessi&e * opport#no capire il f#n'ionamento di massima dei comp#ter att#ali. =#ando diamo #n comando per l9esec#'ione di #n pro!ramma) si &erificano le se!#enti fasi/ A

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

5. Il sistema operati&o fa trasferire le parti del pro!ramma da ese!#ire in +#el momento dall94D $do&e si tro&ano in permanen'a% alla RAM e lascia +#elle di non immediato #tili''o s#l disco. 0. =#indi la C6, incomincia a le!!ere dalla RAM le istr#'ioni c"e formano il pro!ramma e le ese!#e $in +#esto momento il pro!ramma * in esec#'ione cio* * atti&o%. 8. Se) ad #n certo p#nto) si de&e ese!#ire #na parte di pro!ramma non presente in RAM) il sistema operati&o fa scaricare dalla RAM all94D #na por'ione non pi. in #so e trasferisce da +#esto alla RAM la n#o&a por'ione. E. =#indi la C6, ricomincia ad ese!#ire le istr#'ioni del pro!ramma. Da +#esto semplice sc"ema si possono trarre le se!#enti concl#sioni. Il Siste"a O+e!ati1o controlla ed a&&ia t#tte le opera'ioni di trasferimento dati) per c#i de&e essere il pi. possi(ile efficiente. La CP0 d7 il &ia a t#tte le opera'ioni c"e a&&en!ono nel comp#ter ed ese!#e direttamente le istr#'ioni. 6ertanto #na C6, lenta $(assa fre+#en'a di cloc3% rallenter7 t#tto il sistema. La RAM "a il compito di memori''are la por'ione dei dati e dei pro!rammi in esec#'ione in +#el momento. 6ertanto oltre ad essere &eloce) de&e a&ere ele&ata capacit7 per poter contenere la ma!!ior +#antit7 possi(ile di dati. Infatti +#anti pi. dati contiene tanto pi. di rado si do&r7 andare a prendere le altre por'ioni di pro!ramma dall94D $c"e * decisamente pi. lento della RAM e +#indi rallenta il sistema%. 6er +#anto ri!#arda l9%D) pi. * &eloce) pi. rapidamente ri#scir7 a trasmettere le parti di pro!ramma alla RAM e a consentire il ria&&io dell9esec#'ione del pro!ramma. A +#esti componenti * opport#no a!!i#n!ere la Sc/eda g!a ica) cio* la sc"eda c"e "a il compito di !estire la &is#ali''a'ione s#l monitor. Gli att#ali comp#ter #sano moltissimo la !rafica $sistemi operati&i ad interfaccia !rafica) m#ltimedialit7%) pertanto #na sc"eda poco &eloce p#- rallentarne note&olmente il f#n'ionamento anc"e in presen'a di C6, &eloci. Com#n+#e la scelta delle caratteristic"e di #n comp#ter non p#- (asarsi solo s#lla &elocit7 otteni(ile) ma de&e tener conto anc"e di elementi come il tipo di #so c"e si &#ol fare) il pre''o) ecc. In !enerale +#ando si sce!lie #n comp#ter (iso!na rispondere a domande del tipo/ =#ale #so intendi fare del comp#ter $ela(orare testi) !iocare) !rafica di +#alit7....%K Ti ser&e #n comp#ter portatile o noK =#anto &orresti spendereK =#ali periferic"e ser&ono/ $stampante) modem) CD ROM) ecc.%K =#ali pro!rammi occorronoK

1$> So t&a!e
1$>$1 Ti+i di so t&a!e
Il soft<are * l9insieme dei pro!rammi c"e consentono al comp#ter di effett#are i &ari compiti. Esso &iene di&iso in 0 !randi cate!orie/ soft<are di sistema soft<are applicati&o B

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

So t&a!e di siste"a Rientrano in +#esta cate!oria t#tti +#ei pro!rammi c"e fanno da intermediari tra l9#tente $#omo% e l9"ard<are consentendo al primo di #sare in modo semplice ed efficiente il secondo. Il pi. importante soft<are di +#esta cate!oria * il siste"a o+e!ati1o. So t&a!e a++licati1o Comprende t#tti i pro!rammi c"e consentono all9#tente di s&ol!ere il particolare compito c"e si * prefisso $scri&ere #na lettera) arc"i&iare dei dati) ela(orare #n9imma!ine) !iocare) ...%.

1$>$* Siste"a O+e!ati1o


Il sistema operati&o * #n insieme di pro!rammi c"e s&ol!e i se!#enti compiti/ fa la&orare in modo corretto ed efficiente i &ari componenti del comp#ter: rende semplici e comprensi(ili all9#tente le &arie opera'ioni s&olte dal comp#ter per consentir!li di intera!ire con esso. 6i. in detta!lio il SO de&e/ Gestire la C6, consentendole di ese!#ire i &ari pro!rammi nel modo corretto. Gestire la memoria centrale $RAM% distri(#endola nel modo mi!liore tra i pro!rammi in esec#'ione: in pi. !estisce la cosiddetta "e"o!ia 1i!tuale. Gestire la memori''a'ione dei dati s#lle memorie di massa or!ani''andoli in file e directorH $cartelle% e consentendone #n facile e &eloce accesso. O!ni sistema operati&o "a #n proprio modo di or!ani''are i dati s#lle memorie di massa: pertanto * necessario c"e disc"etti e "ard dis3 rispecc"ino tale or!ani''a'ione per poter essere #sati. =#esto * il moti&o per c#i (iso!na o!"atta!e tali dispositi&i. Gestire le periferic"e di inp#tGo#tp#t $tastiera) mo#se) &ideo) stampante) ecc.%. Infine "a il compito di reali''are #n inte! accia tra l9"ard<are) i pro!rammi e l9#tente) consentendo!li #n #so facile e sic#ro di t#tto il sistema. SO ad inte! accia utente di ti+o g!a ico (A0I - A!a+/ic 0se! Inte! ace) Sono SO c"e #sano #na interfaccia #tente in c#i i comandi e i pro!rammi sono rappresentati da imma!ini. Gli elementi caratteristici di +#esta interfaccia sono/ la inest!a $<indo<%/ p#- essere imma!inata come #no sc"ermo nello sc"ermo: o!ni pro!ramma "a #na s#a finestra attra&erso la +#ale &is#ali''a i dati di o#tp#t: pertanto si possono a&ere pi. pro!rammi atti&i contemporaneamente) o!n#no con la s#a finestra s#llo sc"ermo: il cu!so!e o +untato!e/ di solito indicato con #na freccia) ser&e a posi'ionarsi s#i &ari elementi dello sc"ermo per sele'ionarli e atti&arli: il p#ntatore &iene mosso attra&erso #no dei dispositi&i di p#ntamento &isti in preceden'a: l9icona/ * la sin!ola imma!ine associata ad #n elemento dell9interfaccia $comando o pro!ramma%. =#esto tipo di interfaccia "a il &anta!!io di essere molto int#iti&a e +#indi semplice da #sare anc"e per !li #tenti meno esperti $* pi. facile associare #n9imma!ine ad #na a'ione c"e ricordare il comando c"e consente di ese!#irla%. In pi. i pro!rammi c"e #sano l9interfaccia !rafica) in !enere associano !li stessi sim(oli a!li stessi comandi: * +#indi pi. facile) per c"i "a !i7 #sato #n pro!ramma del !enere) imparare a #sarne #no n#o&o. 6er contro * molto pi. complessa da reali''are e ric"iede comp#ter molto pi. &eloci.

1$>$- So t&a!e a++licati1o


Le principali cate!orie di pro!rammi applicati&i sono/ L

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Elabo!ato!i di testo $&o!d +!ocesso!% 6ro!rammi c"e consentono di scri&ere doc#menti test#ali formattandoli e impa!inandoli in #n !ran n#mero di modi. Rispetto ad #na tradi'ionale macc"ina da scri&ere "anno i se!#enti &anta!!i/ consentono di fare corre'ioni e modific"e con facilit7 sen'a sprecare carta $il testo &iene stampato solo +#ando * completo%: consentono di #sare modelli prefissati di doc#menti: consentono di fare #n controllo a#tomatico dell9orto!rafia: consentono di #sare differenti tipi e dimensioni dei caratteri e di inte!rare il testo con elementi !rafici $cornici) colori) imma!ini%. consentono di trasmettere testi &elocemente attra&erso #na rete di comp#ter. 6er contro +#esto tipo di pro!rammi presenta anc"e +#alc"e s&anta!!io/ * difficile a&ere #na &isione di insieme del testo: spin!e a (adare molto alla forma) a spese del conten#to/ si perde tempo a sce!liere forma e dimensione dei caratteri) a inserire cornici e imma!ini e non si c#ra a s#fficien'a ci- c"e si scri&e e la le!!i(ilit7 del doc#mento. Il prodotto pi. #sato in +#esta cate!oria * sic#ramente Mic!oso t Bo!d. Fogli di calcolo $s+!ead s/eet% 6ro!rammi c"e consentono di la&orare s# !randi +#antit7 di dati sopratt#tto di tipo n#merico: i compiti principali sono/ calcoli s#i dati) costr#'ione di ta(elle e !rafici) estra'ione di ris#ltati sintetici $totali) riepilo!"i% sopratt#tto come s#pporto a pro(lemi decisionali. I prodotti pi. #sati sono/ Mic!oso t E8cel e Lotus 1*-. Aesto!i di basi di dati $Data 7ase Manage"ent S'ste"% 6ro!rammi c"e consentono di costr#ire arc"i&i di dati e applica'ioni le!ate alla !estione dei dati. I compiti fondamentali sono arc"i&iare) or!ani''are $anc"e in modi di&ersi%) ricercare e presentare $cio* &is#ali''are o stampare% i dati. I prodotti pi. #sati sono/ Mic!oso t Access) FileMa3e!) O!acle. P!og!a""i di +!esenta#ione $+!esentation "anage!% Sono pro!rammi c"e consentono di reali''are #na serie di sc"ermate $slide) cio* diapositi&e% #tili''a(ili come s#pporto ad #na presenta'ione o a #na le'ione. Tali diapositi&e possono contenere testo) !rafica) imma!ini) s#oni. Il pi. #sato */ Mic!oso t Po&e!Point. P!og!a""i +e! a++lica#ioni "ulti"ediali $"ulti"edia tools%/ tipici esempi di applica'ioni m#ltimediali sono +#elle c"e si tro&ano s# CD ROM $enciclopedie) corsi) ecc.%. In !enerale #n9applica'ione m#ltimediale * #n insieme molto complesso di docu"enti di testo) i""agini) il"ati) b!ani "usicali) il t#tto or!ani''ato secondo percorsi lo!ici c"e consentano all9#tente #na facile e istr#tti&a fr#i'ione. Gli att#ali comp#ter "anno reso semplice lo s&il#ppo di +#esto tipo di prodotti c"e si sono diff#si moltissimo. I principali campi di applica'ione di tali doc#menti sono/ insegna"ento) co!si di autoist!u#ione) enciclo+edie) "a!3eting di +!odotti) te"+o libe!o $!ioc"i) "o((ies) intrattenimento%. Il soft<are pi. #sato in +#esto settore */ Toolboo3. P!og!a""i di des3to+ +ublis/ing Sono pro!rammi adatti a creare doc#menti da p#((licare $li(ri) ri&iste) manifesti) (roc"#re) ecc.% Gli att#ali pro!rammi di ela(ora'ione testi si a&&icinano sempre pi. a +#elli di des3top p#(lis"in! ac+#isendo sempre pi. f#n'ioni di +#esti #ltimi. Aioc/i Sono sic#ramente il tipo di applicati&o pi. diff#so $* proprio !ra'ie ad essi c"e il comp#ter * entrato per la prima &olta nelle case%. Nonostante &en!ano considerati poco importanti) "anno il merito di far 5C

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

conoscere il comp#ter in modo di&ertente consentendo #n mi!liore apprendimento dell9am(iente operati&o) dei principali comandi) delle poten'ialit7 e dei limiti c"e esso "a.

55

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

1$? Reti in o!"atic/e


,na !ete in o!"atica * #n insieme di comp#ter colle!ati tra loro da #na !ete di co"unica#ione in modo c"e o!ni comp#ter possa com#nicare e scam(iare dati con o!ni altro comp#ter della rete.

1$?$1 LAN e BAN

Le reti &en!ono di&ise in 0 !randi cate!orie LAN e BAN. LAN (Local A!ea Net&o!3) Si!nifica rete locale. E9 #na rete formata da #n n#mero relati&amente piccolo di comp#ter $+#alc"e decina% disposti ad #na distan'a reciproca ridotta $massimo +#alc"e centinaio di metri%. In !enere #na LAN &iene reali''ata nella sede di #na societ7 per condi&idere le informa'ioni presenti s# #n se!1e!: o dispositi&i il c#i costo non consente di fornirne #no per o!ni posta'ione $es. stampanti laser e plotter%. ,n se!1e! * #n comp#ter della rete $in !enere pi. potente de!li altri% c"e "a il compito di !estire e mettere a disposi'ione de!li altri comp#ter i dati) i pro!rammi o i dispositi&i condi&isi. BAN (Bide A!ea Net&o!3) In italiano !ete geog!a ica. E9 #na rete c"e colle!a #n !ran n#mero di comp#ter $da +#alc"e centinaio a molti milioni% disposti in l#o!"i anc"e molto distanti tra di loro $per es. s# di&ersi continenti%. 6ossono essere pri&ate se sia i comp#ter c"e le linee c"e li colle!ano apparten!ono a #na sola societ7 $enti) (anc"e% o p#((lic"e se sono formate da comp#ter e linee di trasmissione non appartenenti a #n9#nica societ7 $internet%. ;antaggi delle !eti di co"+ute! La disponi(ilit7 di reti di comp#ter si sta ri&elando #n elemento primario nell9e&ol#'ione non solo dell9economia) ma dell9intera societ7) tanto c"e si parla di ri&ol#'ione telematica dopo +#elle ind#striale e informatica. I &anta!!i di poter colle!are #n !r#ppo di comp#ter sono inn#mere&oli. Tra i principali/ Ra+idit. di co"unica#ione se &o!lio trasportare #n doc#mento da #n comp#ter ad #n altro non colle!ato in rete de&o sal&arlo s# disc"etto o stamparlo) portare fisicamente il disc"etto o il fo!lio s#ll9altro comp#ter) memori''are il doc#mento s# +#est9#ltimo. Se i d#e comp#ter sono colle!ati in rete (asta in&iarlo attra&erso +#esta e) al massimo in +#alc"e secondo) il doc#mento sar7 disponi(ile anc"e s#l rice&ente. 50

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Possibilit. di la1o!a!e in tea" s#llo stesso pro!etto sen'a do&er essere nello stesso l#o!o t#tti i doc#menti relati&i ad #n pro!etto sono s#llo stesso comp#ter $ser&er% nella sede di Milano: i partecipanti al pro!etto) dislocati nelle sedi di Milano) Roma) 2ari e Ne< Mor3) la&orano contemporaneamente s#i doc#menti del pro!etto) si scam(iano opinioni attra&erso E Mail) disc#tono direttamente in &ideoconferen'a. Il t#tto sen'a mai m#o&ersi dalla loro sede o addiritt#ra sen'a m#o&ersi da casa $telela&oro%. Possibilit. di condi1ide!e dis+ositi1i costosi tra t#tte le posta'ioni di #n #fficio in #na ditta di pro!etta'ione !rafica ci sono 5C !rafici $o!n#no con il s#o comp#ter% c"e reali''ano i doc#menti $manifesti) &olantini) p#((lica'ioni% e #n #nica #nit7 di stampa $sono macc"ine c"e costano centinaia di milioni o miliardi%. =#ando #n !rafico "a terminato il proprio la&oro) in&ia direttamente il doc#mento al comp#ter c"e !estisce il macc"inario) il +#ale lo manda a#tomaticamente in stampa.

1$?$* La !ete tele onica e i co"+ute!


6er #n pri&ato) il me''o pi. semplice e comodo per colle!arsi ad #na rete !eo!rafica $internet% * #tili''are la rete telefonica. Infatti tale me''o) p#r non a&endo #n9alta +#alit7) * economico e disponi(ile in t#tte le case. Att#almente si possono sce!liere &arie alternati&e per il colle!amento: le pi. #sate sono/ Rete telefonica comm#tata $PSDN - Public S&itc/ed Data Net&o!3% Rete di!itale $ISDN - Integ!ated Se!1ice Digital Net&o!3% PSDN E9 la rete telefonica classica) +#ella c"e a((iamo in casa. E9 sic#ramente il me''o di trasmissione pi. economico) ma "a #n note&ole difetto/ essa * stata pro!ettata per trasmettere la &oce e non i dati: per +#esto "a #na (assa +#alit7) presenta molti dist#r(i ed "a #na (assa &elocit7 di trasmissione $difficilmente si s#pera la &elocit7 reale di 8 E I(ps) cio* 8 E mila (it al secondo%. ISDN Si (asa s# #na tecnolo!ia di!itale $come +#ella del comp#ter% ed * stata pro!ettata sia per la trasmissione &ocale $#mana% c"e per i dati $comp#ter%. 4a #na ele&ata +#alit7 e consente di trasmettere dati alla &elocit7 di DE I(ps $DE mila (it al secondo%. 4a #n costo le!!ermente s#periore a +#ello della rete 6SDN) ma sta di&entando sempre pi. competiti&a. ;elocit. di una linea di t!as"issione La &elocit7 delle linee di trasmissione dati si mis#rano in 7aud: +#esta #nit7 indica la fra'ione di secondo necessaria per trasmettere #n (it s#lla linea. 6i. #sato del (a#d * il b+s $bit +e! secondo% o me!lio il s#o m#ltiplo @b+s $@ilo bit +e! secondo% c"e indicano rispetti&amente il n#mero di (it trasmessi in #n secondo $(ps% e le mi!liaia di (it trasmesse in #n secondo $I(ps%.

1$?$- Posta elett!onica (E-Mail)


Co"e un#iona Il f#n'ionamento della E-Mail $Elect!onic Mail% * in t#tto simile a +#ello della posta classica o me!lio assomi!lia molto al ser&i'io di fermo posta. Esaminiamolo nel caso di internet. O!ni #tente "a #n indiri''o e #na casella postale c"e * rappresentata da #na directorH s#ll9"ard dis3 del pro&ider. =#ando si &#ol in&iare #n messa!!io ad #n altro #tente (iso!na innan'it#tto scri&erlo $al comp#ter nat#ralmente% e poi) dopo essersi colle!ati a internet $tramite il proprio telefono%) spedirlo indicando 58

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

l9indiri''o del destinatario. A +#esto p#nto ci si p#- anc"e disconnettere da internet) il messa!!io &ia!!ia in a#tomatico attra&erso la rete fino a ra!!i#n!ere la casella postale del destinatario do&e &iene memori''ato $il fermo posta%. =#ando +#est9#ltimo si colle!a ad internet) il s#o pro&ider lo a&&isa c"e c9* della posta in arri&o $Mo#9&e !ot mail C9* posta per te% e !liela in&ia. In pratica +#esta fase e+#i&ale a recarsi all9#fficio postale per ritirare le lettere arri&ate. A +#esto p#nto possiamo aprire e le!!ere i messa!!i. ;antaggi e s1antaggi La posta elettronica "a n#merosi &anta!!i rispetto a +#ella ordinaria/ Consente di in&iare messa!!i in +#al#n+#e parte del mondo in modo molto rapido $in !enere poc"i secondi% e sic#ro $* molto raro c"e +#alc"e messa!!io si perda%. Consente di trasmettere doc#menti di &ario tipo $testi) imma!ini% sen'a do&erli stampare. 6ermette di in&iare messa!!i a molte persone contemporaneamente reali''ando) cos?) dei !r#ppi di disc#ssione. 6er contro p#- a&ere de!li s&anta!!i/ I messa!!i possono essere facilmente letti da persone non a#tori''ate $se non sono critto!rafati%. Si possono in&iare &ir#s informatici attra&erso messa!!i E Mail. E9 facile rice&ere #n !ran n#mero di messa!!i in#tili messi in !iro da +#alc"e (#ontempone $s+a""ing%. Cosa se!1e +e! usa!e il se!1i#io di +osta elett!onica Innan'it#tto #n co"+ute!) #n "ode" per colle!arsi alla rete telefonica e #n abbona"ento ad un +!o1ide! $cio* ad #na societ7 in !rado di fornire #n accesso ad internet%. Att#almente ci sono n#merosi pro&ider c"e forniscono l9accesso !rat#ito $Tiscali) Li(ero Infostrada) N#mpH) Infinito) ecc.%. ,na &olta iscritti) il pro&ider ci fornisce) tra le altre cose) #na casella +ostale e #n indi!i##o di +osta elett!onica $+#esti indiri''i "anno sempre la se!#ente str#tt#ra/ identi icato!e+e!sonaleCno"e+!o1ide!%. A +#esto p#nto ci ser&e #n +!og!a""a di +osta elett!onica) i 0 soft<are di accesso ad internet pi. #sati $E8+lo!e! e Netsca+e Co""unicato!% ne "anno !i7 #no in!lo(ato al loro interno $in EFplorer si c"iama Outloo36 in Netscape Messenge!%. =#ando atti&iamo il pro!ramma di posta) esso si colle!a al pro&ider $casella postale% e !#arda se c9* posta) se s? la scarica s#l nostro comp#ter. Ora possiamo le!!erla. ,na &olta scaricata) la posta * s#l nostro comp#ter) +#indi per le!!erla non siamo costretti a restare colle!ati ad internet) possiamo disconnetterci e le!!ere i messa!!i con comodo sen'a dar soldi alla Telecom.

5E

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

1$?$> Inte!net
6C Client 6ROJID ER 6C Client 6ROJID ER 6C Client CosD e co"e ci si collega Internet) * semplicemente #n sistema di colle!amento tra comp#ter adatto alla trasmissione dei dati. =#ando telefoniamo a +#alc#no) noi non diciamo c"e stiamo telefonando alla Telecom) ma c"e #siamo la rete telefonica per parlare con #na persona c"e sta all9altro capo della stessa. Allo stesso modo +#ando ci colle!"iamo ad Internet in realt7 noi stiamo #sando Internet per colle!arci ad #n altro comp#ter e ci- c"e &ediamo sono i doc#menti c"e ci &en!ono trasmessi da +#est9#ltimo. 6ertanto collega!si ad un sito si!nifica colle!arsi ad #n particolare comp#ter della rete e na1iga!e in !ete si!nifica colle!arsi con &ari comp#ter della rete in se+#en'a per rice&erne informa'ioni. Se!1i#i su inte!net Oltre al ser&i'io di E Mail !i7 &isto) ci sono/ BBB (Bo!ld Bide Beb)/ * sic#ramente il pi. #sato) tanto c"e di solito &iene identificato con la stessa rete. Consente di #sare #na interfaccia !rafica m#ltimediale e +#indi di inserire testi) imma!ini) anima'ioni) m#sica rendendo l9aspetto dei doc#menti rice&#ti da internet molto piace&ole e facilitando la na&i!a'ione. Il formato #sato per reali''are le pa!ine <e( prende il nome di %TML. Tale formato) oltre a!li elementi di c#i sopra) consente di inserire dei colle!amenti $ lin3s% ad altre pa!ine <e( o ad altri indiri''i internet. Ci- consente di &is#ali''are #n9altra pa!ina o di colle!arsi ad #n altro sito $comp#ter% semplicemente cliccando s#l lin3. Moto!i di !ice!ca/ sono pro!rammi c"e !irano s# alc#ni comp#ter della rete ed "anno il compito di racco!liere #n elenco dei siti presenti s# di essa per consentire #na facile ricerca di +#elli c"e interessano. Jisto il !ran n#mero di siti ed il loro costante a#mento) sono di&entati #no str#mento indispensa(ile per potersi m#o&ere in modo efficace s# Internet. 6ROJID ER 6C Client 6C Client

INTERNET
6C Client 6ROJID ER 6C Client

1$9 Il co"+ute! nella 1ita di ogni gio!no


Il comp#ter si * diff#so in t#tti i settori di atti&it7/ dal p#((lico al pri&ato. Ci- !ra'ie alle s#e particolari caratteristic"e/ possi(ilit7 di memori''are ed ela(orare !randi +#antit7 di dati in poco tempo) &elocit7 e precisione di calcolo) &ersatilit7 $p#- a&ere #n !ran n#mero di impie!"i nel tempo li(ero) nel la&oro) nell9economia) nella medicina) ecc.%.

1$9$1 Il co"+ute! nella casa


I pi. com#ni campi di impie!o dei comp#ter in am(ito casalin!o sono/ 51

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Contabilit. a"ilia!e sono in commercio molti pro!rammi c"e consentono di !estire t#tti !li aspetti della conta(ilit7 familiare) dalle spese +#otidiane alla !estione dei conti correnti o de!li in&estimenti patrimoniali. Inte!net att#almente internet * #sato sopratt#tto per com#nicare e per cercare informa'ioni. E9) per-) facile pre&edere #na lar!"issima diff#sione dello s"oppin! in rete e dei ser&i'i telematici in !enerale. La1o!o a do"icilio (telela1o!o) ne!li Stati ,niti !i7 da di&ersi anni molte !randi societ7 "anno capito c"e era possi(ile far s&ol!ere alc#ne mansioni da casa attra&erso #n colle!amento &ia comp#ter e c"e tale sol#'ione mi!liora&a non solo la +#alit7 della &ita del dipendente interessato $niente pi. stress da traffico o orari di la&oro predeterminati e ri!idi%) ma anc"e la s#a prod#tti&it7. 6er contro #n sistema del !enere p#- limitare i contatti sociali e rendere pi. difficile la com#nica'ione con i propri diri!enti. %obb' o!!i * possi(ile tro&are #n !ran n#mero di pro!rammi di intrattenimento. Aioc/i) titoli "ulti"ediali s# CD ROM) elabo!a#ione g!a ica) elabo!a#ione "usicale) "ontaggio il"s. Di&enta) +#indi sempre pi. facile tro&are #n s#pporto informatico ai propri "o((ies.

1$9$* Il co"+ute! nel la1o!o e nellist!u#ione


Il co"+ute! +uE esse!e usato da++e!tutto6 "a non +uE a!e tutto. In particolare il comp#ter * #tilissimo nei se!#enti settori/ reali''are la&ori ripetiti&i $a&&itare (#lloni in #na catena di monta!!io) in&iare #n doc#mento a 5CC.CCC persone) ordinare #n arc"i&io di 5 milione di &oci%: s&ol!ere compiti c"e ric"iedono precisione $calcoli complessi) controllo di macc"ine #tensili%: s&ol!ere compiti c"e de&ono essere ese!#iti molto rapidamente: racco!liere) or!ani''are) arc"i&iare e cercare !randi +#antit7 di dati. Ma * perfettamente in#tile in sit#a'ioni +#ali/ s&ol!ere compiti c"e ric"iedono in&enti&a e creati&it7: sapersi adattare a sit#a'ioni di&erse e non pre&iste: tenere rela'ioni #mane $dialo!are con !li altri) scam(iarsi informa'ioni in forma discorsi&a%: prendere decisioni complesse. Indust!ia Auto"a#ione dei la1o!i !i+etiti1i ci- &ale sopratt#tto per il la&oro d9#fficio &ero e proprio $ O ice Auto"ation cio* la&ori di se!reteria e conta(ili%. A tal proposito sono particolarmente #tili pro!rammi come Bo!d per reali''are doc#menti) E8cel per reali''are ta(elle e !rafici) pro!rammi specifici per la !estione della conta(ilit7 $fatt#re) ma!a''ino) ecc.%) pro!rammi per la pianifica'ione del tempo $!estione app#ntamenti e atti&it7%. Raccolta e o!gani##a#ione dei dati #na societ7 di +#al#n+#e dimensione "a (iso!no di !estire #na !ran mole di dati $dipendenti) fornitori) a!enti) clienti) fatt#re) ma!a''ino) ecc.%. I comp#ter) attra&erso i soft<are di !estione delle (asi di dati) consentono di racco!liere) tenere in ordine e rendere facilmente disponi(ili +#esti dati. Indispensa(ili a +#esto scopo sono pro!rammi D7MS come Access. Piani ica#ione delle atti1it. * di fondamentale importan'a poter pianificare al me!lio l9or!ani''a'ione del personale e l9atti&it7 di t#tti i settori. Ci- consente di risparmiar soldi e&itando tempi morti) d#plica'ioni di compiti) immo(ili''a'ioni di capitali. =#esto compito &iene s&olto con il s#pporto di pro!rammi $DSS-Decision Su++o!t S'ste"% c"e) prele&ando le informa'ioni de!li arc"i&i di c#i sopra) consentono di a&ere #n +#adro completo dello stato dell9a'ienda e di sim#lare cosa s#ccedere((e in caso di modific"e all9or!ani''a'ione. 5D

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Sca"bio di in o!"a#ioni t!a a#iende $Elect!onic Data Inte!c/ange EDI% nell9att#ale sistema economico fortemente interconnesso * indispensa(ile $sopratt#tto per le !randi societ7% scam(iare contin#amente dati e doc#menti. S&ol!ere +#esto compito tramite materiale cartaceo * antieconomico e poco sic#ro oltre c"e molto lento. E9 molto pi. efficiente scam(iarsi i dati &ia comp#ter tramite E Mail) infatti +#esto consente di/ a#tomati''are la trasmissione di dati tra or!ani''a'ioni) da comp#ter a comp#ter) sen'a inter&ento #mano: e&ita in#tili reimmissioni di dati nei comp#ter) con risparmio di tempo e rid#'ione de!li errori: semplifica il la&oro di classifica'ione e arc"i&ia'ione dei doc#menti e la loro ricerca: a#menta l9efficien'a operati&a dell9a'ienda e ne rid#ce i costi. Co""e!cio E-Co""e!ce la &endita di prodotti a distan'a "a i se!#enti &anta!!i/ rid#ce il n#mero di passa!!i tra il prod#ttore e il cons#matore: e&ita di immo(ili''are !randi +#antit7 di merce $l9articolo p#- essere prodotto +#ando &iene ric"iesto da #n cliente%: consente di a&ere #n (acino d9#ten'a &irt#almente esteso a t#tto il !lo(o: consente al cliente di sce!liere le caratteristic"e del prodotto $colore) accessori) +#alit7) ecc.% costr#endosi #n prodotto personali''ato: consente di &al#tare con pi. atten'ione le offerte fatte da ditte di&erse e sce!liere la mi!liore. Gli s&anta!!i di tale tipo di &endita sono/ difficolt7 di &erificare la +#alit7 della merce $anc"e se il diritto di recesso ci d7 com#n+#e la possi(ilit7 di rimandarla indietro%: risc"i le!ati ai pa!amenti &ia rete. Se!1i#i banca!i o!ni &olta c"e si &a in (anca (iso!na pianificare #n paio d9ore di tempo li(ere. O!!i molte (anc"e forniscono ser&i'i a#tomatici e ser&i'i telematici &ia internet c"e consentono di fare +#al#n+#e opera'ione in modo rapido o sen'a m#o&ersi da casa. Di particolare importan'a) a tal proposito) il se&i'io banco"at reso possi(ile dal colle!amento tra i comp#ter delle &arie (anc"e. Infatti +#ando si ric"iede #na opera'ione ad #no sportello (ancomat +#esto si colle!a tramite #na rete di com#nica'ione al comp#ter della nostra (anca) il +#ale) &erificata l9identit7 $tramite il codice personale PIN% e la disponi(ilit7 di denaro s#l nostro conto) a#tori''a il pa!amento. Pubblica a""inist!a#ione Il principale impie!o dell9informatica nella p#((lica amministra'ione ri!#arda l9Auto"a#ione dei se!1i#i. La reali''a'ione di !randi arc"i&i comp#teri''ati $Siste"i in o!"ati1i% e di #na rete di colle!amento tra #ffici p#((lici consente di s&ol!ere t#tte le opera'ioni da #n solo #fficio sen'a do&ersi spostare da #n posto all9altro. Anc"e il n#mero di certificati dimin#isce sostit#ito da com#nica'ioni interne tra #ffici. Tra i sistemi informati&i c"e !i7 o!!i sono disponi(ili e c"e raccol!ono informa'ioni s# praticamente t#tti i cittadini italiani possiamo ricordare/ Moto!i##a#ione ci1ile6 Siste"a sanita!io6 Regist!i eletto!ali6 Anag!a e cent!ale6 P!e1iden#a sociale6 Casella!io giudi#ia!io6 0 ici di colloca"ento6 Ministe!o delle inan#e. Educa#ione Rice!ca di docu"enta#ione prima della diff#sione di internet per fare #na ricerca c9erano solo 0 possi(ilit7/ l9enciclopedia in casa e la (i(lioteca com#nale. O!!i (asta colle!arsi ad #n motore di ricerca) di!itare l9ar!omento e) in poc"i secondi) a&remo #na lista di doc#menti c"e non ri#sciremo mai a finir di le!!ere $la lista non i doc#menti%.

5A

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

0tili##o di st!u"enti "ulti"ediali l9"omo sapiens esiste da circa 1 milioni di anni: per t#tto +#esto tempo !li #nici me''i per rice&ere informa'ioni sono stati le imma!ini e i s#oni. Solo da +#alc"e mi!liaio di anni #sa la scritt#ra. 6er noi * molto pi. nat#rale interpretare) capire) ricordare se!nali &isi&i e sonori c"e non testi scritti. =#esto ci fa capire come siano importanti nell9istr#'ione i doc#menti m#ltimediali) tanto c"e sono sempre pi. diff#si nelle sc#ole prodotti e tecnic"e di apprendimento (asate s# tale tecnolo!ia. In particolare essi consentono di/ st#diare indi&id#almente col proprio ritmo: reali''are &erific"e !#idate c"e &en!ono corrette a#tomaticamente e immediatamente: ripetere t#tte le &olte c"e si &#ole le parti non c"iare. 6er contro/ l9apprendimento di&enta meccanico: non * possi(ile effett#are approfondimenti o porre domande non pre&iste da c"i "a reali''ato il prodotto: &iene a mancare il rapporto #mano. Su++o!to alle +e!sone con /andica+ I comp#ter consentono di s#perare n#merosi s&anta!!i le!ati a determinati tipi di "andicap) tra i principali/ per i ciec"i o !li ipo&edenti/ sistemi di riconoscimento della &oce) possi(ilit7 di in!randire a piacimento la &is#ali''a'ione dei caratteri) possi(ilit7 di scri&ere #sando tastiere in 2raille: per persone con !ra&i "andicap motori/ me''i di intera'ione con il comp#ter c"e consentono di sele'ionare caratteri e +#indi di scri&ere parole) cos? da poter com#nicare col mondo esterno: per persone con "andicap mentali/ pro!rammi di creati&it7 e di istr#'ione !#idata.

1$9$- Il co"+ute! nella 1ita 2uotidiana


6er capire +#anto * diff#so il comp#ter nella &ita di t#tti i !iorni * s#fficiente osser&are c"e o1un2ue ci sia un 1ideote!"inale6 diet!o cD se"+!e un co"+ute!. O!!i ci sono n#merosissimi compiti s&olti dal comp#ter o con il s#o s#pporto. Tra i principali possiamo ricordare/ lo sportello (ancomat) i terminali per !li orari dei treni nelle sta'ioni ferro&iarie) i re!istratori di cassa dei s#permercati) il lettore di sc"ede nella rice&itoria del lotto) i terminali per la !estione delle prenota'ioni $al(er!"i) aeroporti) ospedali%) !li sportelli a#tomatici per il pa!amento di tic3et o per il rilascio di doc#menti) ecc.. Nei su+e!"e!cati) per esempio) essi ai#tano la dire'ione a !estire le merci in modo efficiente) re!istrando le &endite e !li arri&i $tramite codici a (arre%) indicando +#ando * necessario rifornire #n dato settore) !estendo la conta(ilit7 ecc.. =#esto consente di risparmiare tempo e denaro $la&oro pi. efficiente) scorte pi. limitate e +#indi minor immo(ili''o di capitale%. 6er il cliente ci- si trad#ce in #n ser&i'io pi. &eloce $meno code alle casse) self ser&ice% e in #n minor costo delle merci. Gli aspetti ne!ati&i possono essere #na dimin#'ione del personale e) per i clienti) #na minore possi(ilit7 di ser&i'i personali''ati. In biblioteca) ra'ionali''ano e &eloci''ano la !estione dei prestiti) consentono al personale di conoscere in o!ni momento la sit#a'ione detta!liata della (i(lioteca $li(ri disponi(ili) li(ri in prestito) n#o&i arri&i) ecc.%) consentono all9#tente #na facile e &eloce ricerca dei testi c"e interessano o dei testi s# #n dato ar!omento. Negli s+o!telli sel -se!1ice $(ancomat) sta'ioni) ecc.% consentono di accedere a &ari ser&i'i in modo semplice e &eloce. In !enere ci- a&&iene attra&erso l9#so di sc"ermi sensi(ili al tatto e di #n9interfaccia 5B

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

!rafica semplice e int#iti&a) cos? c"e si possano atti&are i &ari comandi semplicemente toccando determinate parti dello sc"ermo o premendo alc#ni p#lsanti. S"a!t Ca!d Ca!ta intelligente) si tratta di #na tessera tipo carta di credito con dentro #n microprocessore $#na C6,% o #na memoria. Il processore le rende molto &ersatili e permette di #sarle in #n n#mero di applica'ioni molto pi. ele&ato di +#elle delle carte di credito o del (ancomat. Tra le altre/ Opera'ioni c"e ric"iedono #n ele&ato !rado di sic#re''a/ !estione delle transa'ioni economic"e: trasmissione di dati. Doc#mento di identit7 $sc/eda elett!onica +e!sonale% contenente dati come/ n#mero di pre&iden'a sociale) codice fiscale) dati ana!rafici) patente) ecc.. Doc#mento sanitario/ #tile sopratt#tto per i malati !ra&i e cronici in +#anto consente di memori''are t#tta la storia sanitaria del malato) compresi ris#ltati di analisi) cartelle clinic"e) incompati(ilit7 con i farmaci.

1$F IT e societ.
1$F$1 0n "ondo c/e ca"bia
Fino allG544 il +iH o!te e!a colui c/e +ossede1a +iH do"ini te!!ie!i$ Dall544 agli anni GF4 il +iH o!te e!a colui c/e +ossede1a +iH indust!ie$ Oggi il +iH o!te D colui c/e +ossiede +iH in o!"a#ioni$ La societ7 att#ale &iene definita societ. dellin o!"a#ione perc"> molti elementi sia della &ita sociale c"e dell9economia sono le!ati alla !estione e all9ela(ora'ione dell9informa'ione. Il passa!!io dalla societ7 delle cose materiali a +#ella dell9informa'ione * stato reso possi(ile dalla com(ina'ione comp#ter telecom#nica'ioni $tele"atica%. Infatti/ caratteristica fondamentale del comp#ter * la capacit7 di trattare !randi +#antit7 di informa'ioni &elocemente rendendole disponi(ili nella forma c"e ci torna pi. #tile: caratteristica fondamentale delle telecom#nica'ioni * la capacit7 di trasmettere le informa'ioni in +#al#n+#e parte del mondo in tempi molto rapidi. Molti aspetti della societ7 att#ale sono conse!#en'a della capacit7 di !estire le informa'ioni/ Alobali##a#ione dellecono"ia possiamo in&estire alla (orsa di To3io) prod#rre #n articolo a Tai<an e &enderlo ne!li ,SA) reali''are #na societ7 con #na ditta a#straliana. In definiti&a non esistono pi. economie isolate) ma #n #nico sistema mondiale. Au"ento del nu"e!o e della 2ualit. dei se!1i#i con la possi(ilit7 di trattare e trasmettere informa'ioni di&enta pi. facile fornire n#o&i ser&i'i o rendere pi. &eloci ed efficienti +#elli !i7 esistenti. Ca"bia"ento del "ondo del la1o!o nascono sempre n#o&e professioni le!ate al trattamento delle informa'ioni $es. pro!etta'ione) pro!ramma'ione) &endite) ser&i'i) forma'ione) t#tte le professioni le!ate a internet) ecc.% e tendono a sparire +#elle le!ate a la&ori ripetiti&i o pericolosi in +#anto tali mansioni sono sempre pi. appanna!!io dei ro(ot. In !enerale l9IT $Information Tecnolo!H% sta a#mentando i posti di la&oro nel settore dei ser&i'i $ter'iario% e li sta dimin#endo nel settore ind#striale $secondario%. Alc#ni aspetti ne!ati&i di +#esta n#o&a or!ani''a'ione sociale sono/ ma!!iore frenesia nella &ita di t#tti i !iorni con conse!#enti pro(lemi di stress: 5L

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

il la&oro * sempre pi. sedentario) con riflessi ne!ati&i s#lla sal#te: s#(iamo #n (om(ardamento di informa'ioni a &olte eccessi&o: c9* la necessit7 di imparare sempre cose n#o&e per stare al passo con i tempi: c9* meno pri&acH) dati e informa'ioni personali possono di&entare facilmente di p#((lico dominio: la facilit7 di com#nica'ione fa&orisce anc"e le associa'ioni criminali e p#- essere #sata per fini ille!ali.

1$F$* Co"+ute! ed e!gono"ia


6assare molto tempo al comp#ter p#- prod#rre danni fisici di #n certo rilie&o. =#esti danni possono essere note&olmente limitati se!#endo alc#ne semplici re!ole er!onomic"e. Le pi. importanti sono/ 6orre lo sc"ermo alla ma!!iore distan'a alla +#ale si riesce a le!!ere sen'a sfor'o. Cercare di a&ere #na ill#mina'ione dello sc"ermo e am(ientale il pi. possi(ile #niforme) sen'a forti contrasti e sen'a riflessi. In particolare * me!lio a&ere caratteri sc#ri s# sfondo c"iaro. ,sare poltrone er!onomic"e re!ola(ili: posi'ionare la tastiera in modo c"e a&am(racci e polsi siano ori''ontali e lo sc"ermo all9alte''a de!li occ"i. Tenere la sc"iena &erticale o le!!ermente inclinata all9indietro. E&itare torsioni laterali. Ass#mere #na posi'ione nat#rale e non contratta. Oare delle pa#se. Me!lio pa#se fre+#enti e (re&i c"e rare e l#n!"e.

1$F$- Co"+ute! e salute


Non rispettare le re!ole s#ddette p#- prod#rre pro(lemi a carico della &ista) delle mani e della colonna &erte(rale. Oltre a +#esti non (iso!na dimenticare i risc"i di scosse elettric"e. 6ertanto/ A comp#ter spento/ assic#rarsi c"e i ca&i siano colle!ati in modo sic#ro e c"e non facciano falsi contatti: non #sare prese doppie e triple. ,sare le prese m#ltiple $ciabatte%. =#ando il comp#ter * acceso/ e&itare di toccare la parte posteriore dell9#nit7 centrale: non colle!are o scolle!are accessori. Infine ci sono aspetti c"e ri!#ardano l9in+#inamento am(ientale do&#to sopratt#tto ai campi ma!netici e al cons#mo di ener!ia. 6ertanto * opport#no/ sce!liere comp#ter con (asso cons#mo di corrente: atti&are le f#n'ioni di spe!nimento a#tomatico di sc"ermo e comp#ter dopo #n po9 c"e la macc"ina non &iene #sata.

1$5 Sicu!e##a6 di!itto dIauto!e6 as+etti giu!idici


1$5$1 Sicu!e##a dei dati
La sic#re''a dei dati ri!#arda 0 aspetti/ e&itare le perdite accidentali $cancella'ione di file) rott#ra dell9"ard dis3) &ir#s%: e&itare c"e dati pri&ati $personali o a'iendali% finiscano in mani non a#tori''ate. 6er far fronte al primo tipo di pro(lema * necessario/ 0C

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Sal1a!e fre+#entemente i dati s#ll9"ard dis3 mentre si la&ora s# #n doc#mento. Infatti i dati s# c#i si sta la&orando sono memori''ati s#lla RAM e +#esta memoria perde le informa'ioni se &iene a mancare la corrente. 6ertanto in tale e&enien'a t#tti i dati non ancora sal&ati s# "ard dis3 &erre((ero persi i!!i"ediabil"ente. 6er limitare il pro(lema s#ddetto * anc"e opport#no #sare #n g!u++o di continuit.) cio* #n dispositi&o dotato di (atteria in !rado di !arantire #n certo periodo di a#tonomia in caso di mancan'a di corrente. Reali''are periodicamente co+ie di bac3u+ $cio* di riser&a% dei doc#menti s# data catrid!e) CD ROM o disc"etti. Ci- ci !arantisce da perdite do&#te al malf#n'ionamento dell9"ard dis3 o all9a'ione di &ir#s. Anali''are fre+#entemente l9"ard dis3 con #n soft<are anti&ir#s cos? da indi&id#are ed eliminare e&ent#ali &ir#s prima c"e possano far danni. 6er +#anto ri!#arda la conser&a'ione di disc"etti) CD ROM e data catrid!e * opport#no/ etic"ettarli in modo da sapere sempre cosa conten!ono: riporli in #n l#o!o sic#ro: prote!!erli da scritt#re accidentali $per es. nel caso dei disc"etti ci- si ottiene aprendo la finestrella scorre&ole di c#i sono dotati%: e&itare di esporli a pol&ere e fonti di calore $sole) st#fe) ecc.%: per disc"i e nastri ma!netici) e&itare di esporli a campi ma!netici $non metterli &icino ad apparecc"iat#re elettric"e%. 6er far fronte al secondo tipo di pro(lema $sopratt#tto in am(ito a'iendale% * necessario/ Sistemare comp#ter e arc"i&i ma!netici in posti sic#ri. Reali''are sistemi di controllo de!li accessi ai dati e ai comp#ter) s#ddi&idendo !li #tenti in !r#ppi con di&ersi li&elli di a#tori''a'ione per le!!ere e immettere dati. 6re&edere codici #tente e pass<ord per #sare il comp#ter. Critto!rafare i dati riser&ati.

1$5$* ;i!us
,n &ir#s * #n piccolo pro!ramma c"e s&ol!e 0 f#n'ioni fondamentali/ Ri+!odu#ione esso si inserisce in #n altro pro!ramma e resta colle!ato a +#esto in modo in&isi(ile. =#ando il pro!ramma in etto &iene ese!#ito) il &ir#s cerca altri pro!rammi e inserisce in essi #na s#a copia. Se #no di +#esti &iene copiato ed ese!#ito s# #n altro comp#ter) anc"e i pro!rammi di +#est9#ltimo &erranno infettati. Danneggia"ento in #n momento deciso dall9a#tore del &ir#s $#na particolare data) #na particolare opera'ione%) +#est9#ltimo ese!#e opera'ioni c"e &anno dalla semplice comparsa di frasi o sc"ermate particolari al cancellamento di #na parte o di t#tti i dati presenti s#ll9"ard dis3. Osse!1a#ione/ in o!ni caso il &ir#s non p#- distr#!!ere l9"ard dis3) +#esto p#- infatti essere ri#tili''ato riformattandolo. 6er e&itare i &ir#s * necessario se!#ire alc#ne semplici re!ole/ Non #sare pro!rammi non ori!inali o com#n+#e di c#i non si conosce la pro&enien'a. Ac+#istare la licen'a d9#so di #n pro!ramma anti&ir#s. Tenere a!!iornato il pro!ramma $in !enere ci sono a!!iornamenti a caden'a trimestrale o +#adrimestrale%. Ese!#ire periodicamente la scansione dell9"ard dis3 per controllare c"e non sia entrato #n &ir#s nei nostri pro!rammi. 6rote!!ere da scritt#ra i disc"etti s# c#i non si de&e scri&ere. E&itare di scaricare pro!rammi da internet

05

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

1$5$- Co+'!ig/t (di!itto dauto!e)


Il soft<are) come t#tti i prodotti dell9intelletto #mano) * so!!etto al diritto d9a#tore) ci- si!nifica c"e solo c"i lo "a prodotto p#- decidere +#ale #so farne e) e&ent#almente) p#- rica&arne #n !#ada!no economico. =#ando si ac+#ista #n soft<are in realt7 si ac+#ista la licen'a d9#so dello stesso. Ci- si!nifica c"e il soft<are non di&enta nostro) noi possiamo solo #sarlo nei modi pre&isti dal contratto di licen'a. Se noi ac+#istiamo #n9a#tomo(ile) +#esta di&enta nostra a t#tti !li effetti. =#indi possiamo ri&enderla o prestarla a c"i ci pare. Se in&ece la affittiamo) possiamo solo #sarla nei modi pre&isti dal contratto di affitto) ma non possiamo ri&enderla o prestarla ad altri. Ac+#istare la licen'a d9#so del soft<are e+#i&ale ad affittare #n9a#to. 6ertanto non possiamo ri&enderlo ad altri) darlo in #so o fare #na copia di #n soft<are ac+#istato in #fficio per #sarlo a casa) sal&o c"e +#esto sia pre&isto dalla licen'a. In&ece *) in !enere) consentito fare copie di riser&a) p#rc"> +#este non &en!ano date ad altre persone. La licen'a d9#so &iene sempre &is#ali''ata in fase di installa'ione del pro!ramma ed "a &alore di contratto. 6ertanto * opport#no perdere +#alc"e min#to per le!!erla prima di prose!#ire. Infatti c"i non la rispetta * so!!etto alle conse!#en'e le!ali pre&iste per c"i#n+#e non rispetti #n contratto tra pri&ati. Se poi il mancato rispetto comporta #n arricc"imento inde(ito $&endita di copie pirata% le conse!#en'e possono essere anc"e di nat#ra penale. Ti+i +a!ticola!i di licen#a Nel settore informatico si sono diff#si 8 tipi di licen'a particolari c"e * opport#no conoscere/ S/a!e&a!e il cliente p#- #sare !rat#itamente il pro!ramma per #n periodo di tempo prefissato $8C DC !iorni%. Al termine di +#esto periodo de&e !egist!a!si:) cio* de&e ac+#istare la licen'a d9#so) se &#ol contin#are ad #sarlo. F!ee&a!e il pro!ramma p#- essere #sato !rat#itamente sen'a limiti di tempo) p#- essere copiato e distri(#ito ad altre persone. 6er contro non p#- essere modificato) non si p#- sostit#ire il nome dell9a#tore con il proprio per ass#mersene la paternit7 e) sopratt#tto) non p#- essere &end#to ad altri. Public do"ain il pro!ramma non "a ness#n &incolo se non +#ello di non poter essere &end#to. Lo si p#- copiare) ridistri(#ire) modificare a piacere.

1$5$> P!i1ac'
Da +#alc"e "anno in Italia * in &i!ore #na le!!e s#lla pri&acH (n$ 9F? del -1$1*$1JJ9) c"e impedisce di racco!liere e #tili''are dati personali sen'a il consenso esplicito dell9interessato. Ci- allo scopo di !arantire il diritto alla riser&ate''a del sin!olo cittadino e di e&itare il commercio di tali dati. Infatti ne!li anni precedenti alla le!!e) proprio !ra'ie alle possi(ilit7 di arc"i&ia'ione e !estione dei dati permesse dal comp#ter) sono nate di&erse societ7 speciali''ate nel racco!liere dati personali e &enderli per !li scopi pi. disparati $p#((licit7) inda!ini statistic"e) ecc.%. O!!i +#esto non si p#- pi. fare. Se #na ditta "a (iso!no di informa'ioni s# #na persona) de&e contattarla e c"iederle #n consenso scritto) indicando c"iaramente il tipo di #so c"e intende fare di +#ei dati. ,n altro elemento c"ia&e della le!!e * la possi(ilit7) per c"i#n+#e) di ric"iedere a #na societ7 +#ali dati "a s#l s#o conto. In tal caso la societ7 * o((li!ata a fornirli e a cancellarli se l9interessato non ne consente l9#so. 00

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Modulo * - 0so del co"+ute! e gestione dei ile

Siste"a o+e!ati1o Bindo&s


A11io6 s+egni"ento6 !ia11io
6er a&&iare ;indo<s * s#fficiente accendere prima il monitor e poi il comp#ter premendo i corrispondenti p#lsanti di accensioneGspe!nimento. 6er terminare l9#so di ;indo<s e spe!nere il comp#ter si de&e premere il p#lsante di a&&io $ Sta!t% e sce!liere la &oce C/iudi sessione) +#indi premere O3 nella finestra c"e appare. A +#esto p#nto i comp#ter pi. recenti si spe!neranno da soli sen'a do&er premere il p#lsante di accensioneGspe!nimento: in +#elli pi. &ecc"i (iso!na attendere c"e appaia la scritta O!a +uoi s+egne!e il co"+ute! e +#indi spe!nere dal p#lsante. 6er ria&&iare ;indo<s in caso di (locco del sistema * necessario premere la com(ina'ione di tasti Ct!lKAltKCanc per 0 &olte di se!#ito.

Ca!atte!istic/e di base
;indo<s * #n sistema operati&o "ultitas3ing dotato di inte! accia utente di ti+o g!a ico $A0I%. Con il termine "ultitas3ing si intende la possi(ilit7 di ese!#ire pi. pro!rammi contemporaneamente. 6er inte! accia si intende l9insieme di elementi con c#i l9#tente intera!isce $in&ia comandi e le!!e informa'ioni% con il comp#ter. ,n9interfaccia g!a ica rappresenta t#tti !li o!!etti come imma!ini $icone6 +ulsanti6 "enH%. L9#tente p#intera!ire con essi attra&erso il "ouse) spostando&i sopra il p#ntatore $ !eccia% e premendo il tasto sinistro $d9ora in poi indic"eremo tale a'ione con il termine clicca!e:%. =#esto consente #n #so pi. facile ed int#iti&o del comp#ter stesso. L9imma!ine +#i sotto raffi!#ra l9interfaccia di ;indo<s.

Gli elementi principali di tale interfaccia sono/ Des3to+ $scri&ania%/ * il piano $&irt#ale% s# c#i po!!iano t#tti !li elementi di ;indo<s. 5

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Icone/ sono imma!ini c"e possono essere associate ad o!!etti di ;indo<s $finestre) doc#menti) pro!rammi% per rendere pi. int#iti&o il loro si!nificato. Finest!a/ #na sorta di sc"ermo nello sc"ermo attra&erso il +#ale #n pro!ramma com#nica con l9#tente. O!ni pro!ramma "a #na propria finestra c"e &iene aperta nel momento in c#i esso &a in esec#'ione e &iene c"i#sa +#ando il pro!ramma termina. Allo stesso modo) c"i#dere la finestra di #n pro!ramma e+#i&ale a far terminare l9esec#'ione dello stesso. 7a!!a delle a++lica#ioni/ * la (arra !ri!ia posta s#l (ordo inferiore dello sc"ermo. Jiene c"iamata cos? perc"> mostra $attra&erso dei p#lsanti% t#tti i pro!rammi in esec#'ione in +#el momento. Dall9imma!ine sopra si p#- notare c"e in +#esto momento * in esec#'ione il pro!ramma Microsoft ;ord $scritt#ra testi%. Se si mandano in esec#'ione altre applica'ioni) ;indo<s far7 apparire #n p#lsante per o!n#na di esse. Oltre ai p#lsanti dei pro!rammi in esec#'ione +#esta (arra contiene i se!#enti elementi/ Pulsante di a11io (Sta!t)/ consente di accedere ad #n men. $cio* #n insieme di comandi% attra&erso i +#ali si possono s&ol!ere t#tte le f#n'ioni principali di ;indo<s. Icone +oste a ianco del +ulsante Sta!t/ se cliccate #na &olta a&&iano il pro!ramma corrispondente) rappresentano #na specie di colle!amento &eloce all9applica'ione corrispondente. Icone sul lato dest!o della ba!!a/ rappresentano speciali pro!rammi di sistema $re!ola'ione &ol#me) data e ora) ecc.%: cliccando 0 &olte s# di esse si possono atti&are i pro!rammi corrispondenti

O+e!a#ioni sulle icone


Sele#ione/ per sele'ionare #n9icona * s#fficiente cliccare s# di essa con il mo#se. S+osta"ento/ * s#fficiente cliccare s#ll9icona e spostarla tenendo prem#to il tasto sinistro del mo#se $d9ora in poi tale a'ione &err7 indicata con i termini t!ascina!e o s+osta!e%. Ca"bio no"e/ sele'ionare l9icona) cliccare #na seconda &olta s#l nome $sotto l9icona%) immettere il n#o&o nome $o modificare +#ello esistente dopo essersi spostati con i tasti c#rsore nel p#nto in c#i modificare%. Cancella#ione/ sele'ionare l9icona e premere il p#lsante Canc. Esecu#ione del +!og!a""a associato/ per ese!#ire il pro!ramma associato all9icona (iso!na cliccare &elocemente per 0 &olte di se!#ito $doppio clic3% s#ll9icona o) in alternati&a) sele'ionare l9icona e premere il tasto In1io. Molte delle opera'ioni indicate sopra possono essere effett#ate anc"e cliccando il tasto destro del mo#se s#ll9icona: +#esto fa apparire #n men. detto "enH contestuale perc"> i comandi c"e contiene cam(iano a seconda del p#nto s# c#i &iene prem#to il s#ddetto tasto. A +#esto p#nto * s#fficiente sce!liere la &oce c"e interessa.

O+e!a#ioni sulle inest!e


,na &olta aperta) #na finestra "a l9aspetto mostrato sotto

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Gli elementi caratteristici sono i se!#enti. 7a!!a del titolo Jis#ali''a il titolo del doc#mento eGo del pro!ramma a c#i essa * associata e i p#lsanti di controllo della stessa. Pulsanti di cont!ollo Ser&ono rispetti&amente/ a !idu!!e la inest!a ad icona la finestra * ancora atti&a $il pro!ramma * in esec#'ione%) ma non &iene &is#ali''ata: l9#nica cosa &isi(ile * #n p#lsante s#lla ba!!a di a11io del Des3To+ $in (asso s#llo sc"ermo%: a ing!andi!e la inest!a fino a farle occ#pare l9intero sc"ermo: a !i+!istina!e la dimensione personali''ata della finestra $+#esto p#lsante compare al posto di +#ello di in!randimento +#ando la finestra * a sc"ermo intero%: a c/iude!e la inest!a in tal caso anc"e il pro!ramma ad essa associato &err7 terminato. A +#esti p#lsanti si a!!i#n!e +#ello con l9icona della finestra c"e si tro&a sempre s#lla (arra del titolo all9estrema sinistra $ in +#esto esempio%. Esso ser&e a mostrare #n men. con le f#n'ioni di controllo della finestra $Ripristina) Sposta) Dimensione) Rid#ci a icona) In!randisci) C"i#di%. 7a!!a dei "enH Contiene i comandi #tili''a(ili dal pro!ramma. O!ni parola $;oce% della (arra atti&a #n elenco $"enH% di comandi: tale elenco &iene mostrato +#ando si sele'iona la corrispondente &oce. ,na &oce p#- essere sele'ionata/ cliccando s# di essa con il mo#se: premendo il tasto Alt in com(ina'ione con la lettera sottolineata della &oce c"e interessa $es. per sele'ionare la &oce File premere AltKF%. Osse!1a#ione, Il se!no K indica c"e i d#e tasti &anno prem#ti insieme) o me!lio nella se!#ente se+#en'a/ premere il tasto Alt) tenendo prem#to Alt premere F o $si p#- premere sia la lettera mai#scola c"e la min#scola%. 7a!!e di sco!!i"ento (Sc!oll ba!) L9imma!ine mostra solo +#ella &erticale$a destra%) ma p#- essercene anc"e #na ori''ontale $in (asso%. Ser&ono a far scorrere il conten#to della finestra nel caso in c#i esso occ#pi #n9area ma!!iore di +#ella mostrata dal corpo della finestra. 6ossono essere #tili''ate in 0 modi/ trascinando il c#rsore con il mo#se: cliccando s#i p#lsanti di scorrimento. S+osta"ento e di"ensiona"ento 8

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Oltre c"e dai p#lsanti di controllo * possi(ile spostare e ridimensionare le finestre con il mo#se nel modo se!#ente. S+osta"ento/ ci si posi'iona s#lla (arra del titolo e si trascina la finestra. Ridi"ensiona"ento/ ci si posi'iona s# #no +#al#n+#e dei (ordi o de!li an!oli della finestra $il p#ntatore del mo#se cam(ia forma di&entando #na doppia freccia% e si trascina fino alla dimensione &ol#ta. 6osi'ionandosi s#i (ordi si cam(ia solo #na dimensione $alte''a o lar!"e''a%: posi'ionandosi s#!li an!oli si cam(iano entram(e le dimensioni contemporaneamente. Ese!ci#i Jerificare l9effetto dei comandi s#ddetti aprendo) c"i#dendo e disponendo in &ario modo le finestre s#l &ideo.

Pulsante A11io (Sta!t)


Cliccando s#l p#lsante di Sta!t si ottiene il men. mostrato nell9imma!ine a destra. Esso contiene i principali comandi ese!#i(ili in ;indo<s nonc"> #n elenco di pro!rammi atti&a(ili $sotto la &oce P!og!a""i%. Ecco i principali/

C/iudi sessione/ spe!ne il comp#ter. Esegui/ consente di ese!#ire #n pro!ramma a c#i non * associata #na icona $e +#indi non atti&a(ile da des3top o da 6ro!rammi%. Auida in linea/ &is#ali''a la !#ida di ;indo<s. T!o1a/ consente di tro&are dei files s#l comp#ter. I"+osta#ioni/ consente di impostare le caratteristic"e e le confi!#ra'ioni del sistema. Dati !ecenti/ contiene #n elenco de!li #ltimi doc#menti #tili''ati. P!e e!iti/ contiene #n elenco dei siti Internet preferiti. P!og!a""i/ contiene #n elenco di colle!amenti ai pro!rammi presenti nel comp#ter. Alt!e icone/ sono colle!amenti ai pro!rammi pi. #sati.

Auida in linea
Atti&a(ile dal p#lsante Sta!t) consente di a&ere informa'ioni s# +#al#n+#e f#n'ione di ;indo<s. La fi!#ra se!#ente ne mostra le caratteristic"e principali.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Nella parte destra &en!ono &is#ali''ate le informa'ioni relati&e alla &oce sela'ionata) mentre a sinistra si indica l9ar!omento da cercare. Tale scelta si p#- fare in 8 modi/ So""a!io/ &iene mostrato l9indice della !#ida s#ddi&iso in capitoli e para!rafi. Indice/ scri&endo nella finestrella #na parola &en!ono cercate t#tte le &oci d9indice c"e la conten!ono: +#indi * possi(ile sce!liere nell9elenco in (asso +#ella c"e interessa. Ce!ca/ scri&endo nella finestrella #na parola &en!ono cercati t#tti i doc#menti della !#ida c"e la conten!ono: +#indi * possi(ile sce!liere nell9elenco in (asso +#ello c"e interessa.

I"+osta#ioni del des3to+


E9 possi(ile modificare l9aspetto del des3top in &ari modi cos? da renderlo pi. f#n'ionale e pi. &icino ai propri !#sti. 6er far ese!#ire il pro!ramma di confi!#ra'ione si possono #tili''are i se!#enti modi/ Cliccare il tasto destro del mo#se s# #na parte &#ota del des3top e sele'ionare il comando P!o+!iet. dal men. contest#ale c"e appare. 6remere il p#lsante A11io $o Sta!t% +#indi sele'ionare la &oce I"+osta#ioni=Pannello di cont!ollo) infine ese!#ire l9applica'ione Sc/e!"o. In entram(i i casi si ottiene la finestra mostrata in (asso a destra.

Le principali f#n'ioni reali''a(ili in essa sono le se!#enti/ S ondo/ cam(ia l9imma!ine di sfondo del des3top. Sc!een sa1e!/ imposta lo screen sa&er. As+etto/ imposta i colori de!li elementi !rafici di ;indo<s. E etti/ imposta l9aspetto delle icone. Beb/ imposta il des3top come #na pa!ina ;e( $cio* come se si fosse s# Internet%. I"+osta#ioni/ imposta la risol#'ione e i colori #tili''a(ili s#llo sc"ermo.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

I"+osta#ioni ba!!a delle a++lica#ioni e "enH di a11io (Sta!t)


6remere il p#lsante Sta!t e sce!liere la &oce I"+osta#ioni +#indi 7a!!a delle a++lica#ioni e "enH a11io. La finestra c"e appare presenta d#e lin!#ette in alto: dalla prima * possi(ile cam(iare l9aspetto della (arra delle applica'ioni) la seconda consente di a!!i#n!ere o rim#o&ere colle!amenti nel men. P!og!a""i.

I"+osta#ioni ca!atte!istic/e del co"+ute!


6remere il p#lsante Sta!t e sce!liere la &oce I"+osta#ioni +#indi Pannello di cont!ollo. La finestra c"e appare contiene #n insieme di icone $pro!rammi% c"e consentono di modificare le caratteristic"e dei &ari elementi del comp#ter. Le pi. #tili''ate sono/ Data e o!a/ Consente di modificare la data e l9ora del comp#ter $si p#- fare anc"e cliccando 0 &olte s#ll9ora riportata nella parte destra della (arra delle applica'ioni%. Mouse e tastie!a/ consentono di cam(iare le caratteristic"e di f#n'ionamento di +#esti 0 dispositi&i. Sc/e!"o/ consente di modificare le caratteristic"e dello sc"ermo $&edi para!rafo precedente%. Siste"a/ consente di modificare le imposta'ioni relati&e alle periferic"e e di conoscere le caratteristic"e tecnic"e del comp#ter $tipo di processore $Cp#%) memoria $Ram%) ecc.%. =#esta f#n'ione p#- essere otten#ta anc"e premendo il tasto destro del mo#se s#ll9icona Riso!se del co"+ute! e sce!liendo la &oce P!o+!iet. dal men. c"e compare.

Installa!e=con igu!a!e una sta"+ante


Si p#- atti&are il pro!ramma di installa'ioneGconfi!#ra'ione stampanti in 0 modi/ aprire Riso!se del co"+ute! e fare doppio clic3 s#ll9icona stampanti: sele'ionare Sta!tGI"+osta#ioni=Sta"+anti. Appare #na finestra c"e contiene #n9icona per o!ni stampante installata. Da +#i si p#-/ installare #na n#o&a stampante/ cliccando s#ll9icona Aggiungi sta"+ante: sele'ionare #na di&ersa stampante predefinita tra +#elle !i7 installate/ tasto destro del mo#se s#ll9icona della stampante e sce!liere la &oce I"+osta co"e +!ede inita: modificare la confi!#ra'ione di +#elle !i7 installate/ cliccare con il tasto destro del mo#se s#ll9icona corrispondente e sce!liere la &oce P!o+!iet.. Le stesse opera'ioni si possono effett#are sele'ionando l9icona della stampante interessata e aprendo il men. File.

Segui!e il +!ocesso di sta"+a


,na &olta a&&iata la stampa di #no o pi. doc#menti * possi(ile interrompere la stampa) sospenderla o se!#irne le fasi nei modi se!#enti/ cliccare 0 &olte s#ll9icona c"e compare nella parte destra della (arra delle applica'ioni: da Sta!tGI"+osta#ioni=Sta"+anti fare doppio clic3 s#ll9icona della stampante in a'ione. In entram(i i casi appare la finestra mostrata sotto c"e contiene #n elenco dei doc#menti in stampa e lo stato di a&an'amento di ciasc#no.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Se si &#ole interrompere definiti&amente #na stampa * s#fficiente cliccare s#l nome del doc#mento in stampa) sele'ionare il men. Docu"ento e sce!liere la &oce Annulla.

O!gani##a#ione dei dati sulle "e"o!ie di "assa Dis+ositi1i6 iles e ca!telle (di!ecto!')
Dis+ositi1i
,n comp#ter p#- contenere n#merose memorie di massa $"ard dis3) disc"etti) CD ROM sono le pi. com#ni%. =#este &en!ono indicate in ;indo<s con il termine !enerico di dis+ositi1i. I sin!oli dispositi&i &en!ono indicati #sando le lettere consec#ti&e dell9alfa(eto se!#ite dal carattere ,. ;indo<s #sa i se!#enti criteri/ Con A, e 7, indica i lettori di disc"etti $nei comp#ter att#ali se ne #sa #no soltanto) per c#i si #sa solo la lettera A/ %. Con C, indica l9"ard dis3: se ci sono pi. "ard dis3 o l9"ard dis3 * di&iso in pi. parti $ Pa!ti#ioni%) !li "ard dis3 o le parti'ioni s#ccessi&e prendono le lettere s#ccessi&e alla C $+#indi a&remo D,) E,) ecc.%. Il lettore di CD ROM &iene indicato con la prima lettera li(era dopo +#elle de!li "ard dis3: +#indi con #n solo "ard dis3 il CD ROM #ser7 la lettera D,) se ci sono 0 "ard dis3) #ser7 la lettera E,) ecc. Le altre e&ent#ali memorie di massa prenderanno le lettere s#ccessi&e a +#ella del lettore CD.

Fo!"atta#ione disc/etti
La formatta'ione di #n disco consiste nel preparare il disco per rice&ere i dati. In pratica il disco &iene s#ddi&iso con #na serie di circonferen'e concentric"e $cilindri% e di spicc"i $settori%. =#esto crea #na serie di aree nelle +#ali &en!ono memori''ati i dati. La conse!#en'a della formatta'ione * la cancella'ione di t#tti i dati precedenti) per c#i * #na f#n'ione da #sare con "olta atten'ioneP 6er formattare #n disc"etto (iso!na cliccare con il tasto destro del mo#se s#llQicona del disc"etto $si p#fare sia da RRisorse del comp#terR c"e da REsplora risorseR% e sce!liere la &oce R Fo!"attaR) apparir7 #na finestra c"e consentir7 di sce!liere le op'ioni di formatta'ione ed effett#are la formatta'ione &era e propria.

File
,n ile * #na str#tt#ra #sata per memori''are #n insieme di dati s# #na memoria di massa $"ard dis3) disc"etti) CDSROM) ecc.%. =#al#n+#e dato #tili''ato dal comp#ter &iene memori''ato sempre s# files $pro!rammi) doc#menti) imma!ini) s#oni) ecc.%. Gli elementi c"e caratteri''ano i files sono/ No"e E9 il nome c"e identifica #ni&ocamente il file $non possono esistere 0 files con lo stesso nome%. In ;indo<s il nome dei files p#- essere l#n!o fino a 011 caratteri e p#- contenere lettere) cifre n#meric"e) spa'i e caratteri speciali ad ecce'ione dei se!#enti L M , N M O P Q R 4a sempre #na str#tt#ra del tipo se!#ente/ No"e Del File$E8t do&e/ No"e Del File * il nome &ero e proprio.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

E8t * l9estensione) cio* #na si!la $in !enere di 8 o E lettere% c"e indica di c"e ti+o di file si tratta $pro!ramma) testo) imma!ine) ecc.%. O!ni applicati&o "a #na estensione c"e identifica i doc#menti reali''ati con esso. Le estensioni pi. #sate sono/ ESE6 DLL6 COM6 ;SD identificano i pro!rammi: TST identifica #n file di testo semplice: RTF identifica #n file di testo in #n formato particolare detto Ric/ Te8t Fo!"at: DOC6 SLS6 MD76 PPT identificano rispetti&amente doc#menti reali''ati con Bo!d $testo%) E8cel $fo!lio elettronico%) Access $(ase di dati%) Po&e!Point $presenta'ione%: TIP6 RAR6 ARU identificano files compattati: AIF6 UPA (o UPEA)6 7MP identificano files contenenti imma!ini: BA;6 MIDI6 MP- identificano files contenenti s#oni e (rani m#sicali: %TM6 %TML identificano files contenenti pa!ine <e(. Icona I sistemi operati&i ad interfaccia !rafica consentono di associare #n9icona a o!ni tipo di file: in +#esto modo * possi(ile capire di c"e tipo di files si tratta sen'a !#ardare l9estensione. In pratica l9icona * l9e+#i&alente !rafico dell9estensione) infatti cam(iando l9estensione di #n file) ;indo<s cam(ier7 anc"e l9icona ad esso associata. Data Ad #n file &en!ono associate 0 date/ data di c!ea#ione e data di ulti"a "odi ica. La prima indica la data in c#i il file * stato creato per la prima &olta) la seconda +#ella in c#i il file * stato modificato per l9#ltima &olta. Di"ensione N#mero di (Hte occ#pati dal file. Di solito si #sano i m#ltipli Iilo2Hte $I2%) e Me!a2Hte $M2%. Att!ibuti Sono propriet7 c"e indicano il tipo di accesso c"e si p#- fare al file: i principali sono/ a!c/i1io il file rappresenta #n doc#mento normale accessi(ile sia in lett#ra c"e in scritt#ra: sola lettu!a il file p#- solo essere letto) ma non modificato: nascosto il file non * &isi(ile: siste"a il file * #n file del sistema operati&o e +#indi do&re((e poter essere modificato solo da +#esto.

Di!ecto!' o ca!telle
Le directorH $o cartelle% sono str#tt#re) presenti sempre s#lle memorie di massa) in !rado di contenere !r#ppi di files o altre cartelle. E9 #tile per or!ani''are i files in !r#ppi omo!enei e si!nificati&i c"e ci consentano di ritro&are facilmente +#elli c"e ci ser&ono. Come !i7 detto) o!ni cartella p#- contenerne C, L $directorH principale detta anc"e !adice% altre: ciasc#na di +#este a s#a &olta Office $contiene t#tta la p#- contenere files e altre cartelle e s#ite% ;ord cos? &ia in #na str#tt#ra !erarc"ica EFcel c"e p#- essere anc"e molto estesa. Grafica $contiene i pro!rammi di !rafica% Le cartelle conten#te in #n9altra 6"otoS"op prendono il nome di sottoca!telle o subdi!ecto!'. 6aintS"op6ro Internet $contiene i pro!rammi per l9accesso a internet% Ese"+io Netscape Comm#nicator S#l nostro disco a((iamo i se!#enti pro!rammi/ Microsoft Office $s#ite%: C#teOT6 6"otoS"op e 6aintS"op6ro $!rafica%: Imma!ini Netscape Comm#nicator) C#teOT6 Oami!lia Sport B

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

$internet%. In pi. a((iamo #n certo n#mero di file contenenti imma!ini di &ari so!!etti $fami!lia) sport%. In totale ci sono 0.CCC files. Se mettiamo t#tti i files in #n9#nica cartella sar7 difficile tro&are o!ni &olta ci- c"e ci ser&e) ma se reali''iamo #na str#tt#ra di cartelle fatta nel modo se!#ente t#tto di&enta pi. ordinato e pi. facilmente accessi(ile. Le cartelle #tili''ano !li stessi elementi caratteristici dei files/ No"e) Data6 Di"ensione6 Att!ibuti$ 6er +#anto ri!#arda l9icona) essa * #!#ale per t#tte le cartelle ed * rappresentata app#nto dall9imma!ine di #na cartelletta di colore !iallo/

Es+lo!a!e le "e"o!ie di "assa


6er &edere il conten#to delle memorie di massa si possono #tili''are 0 pro!rammi di&ersi/ Riso!se del co"+ute! e Aestione Riso!se (E8+lo!e!).

Riso!se del co"+ute!


Consente di &edere il conten#to di #na cartella o di #n disco e di effett#are opera'ioni s#i files presenti $copia) sposta) rinomina) ecc.%. Si atti&a cliccando 0 &olte s#ll9icona/ A se!#ito di ci- &iene aperta #na finestra come la se!#ente/

Gli elementi fondamentali sono/ 7a!!a degli st!u"enti Contiene #na serie di +ulsanti c"e ese!#ono i comandi #sati pi. di fre+#ente. Gli stessi comandi sono presenti nei men.) ma atti&arli attra&erso il p#lsante * molto pi. &eloce c"e cercarli nei men.. 7a!!a di stato 6#- contenere &arie informa'ioni/ %el+ (aiuto) +#ando si sele'iona #na &oce di men.) &is#ali''a #na (re&e descri'ione del comando s&olto. In !enerale &is#ali''a il n#mero di file presenti o sele'ionati e la dimensione totale di tali file. Icone Rappresentano i files presenti nella cartella. Le sottocartelle &en!ono indicate con l9icona della cartelletta !ialla. Dettagli ile L

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Nella parte sinistra della finestra &en!ono riportate il disco o la cartella &is#ali''ata e) sotto) i detta!li s#l file sele'ionato $dimensione) data) anteprima%. S+osta"ento t!a ca!telle 6er &is#ali''are il conten#to di #na sottocartella della cartelle in esame * s#fficiente cliccare s#ll9icona corrispondente. 6er tornare alla cartella s#periore $+#ella c"e contiene l9att#ale% (iso!na cliccare s#l p#lsante nella (arra de!li str#menti.

Aestione Riso!se
Consente di &edere contemporaneamente il conten#to di #na directorH o di #n disco e la str#tt#ra delle cartelle nonc"> di effett#are opera'ioni s#i files presenti $copia) sposta) rinomina) ecc.%. Si atti&a premendo il p#lsante A11io e se!#endo il percorso P!og!a""iLAestione Riso!se $o P!og!a""iLAestione Riso!se nelle &ersioni pi. recenti%. A se!#ito di ci- &iene aperta #na finestra come la se!#ente/

Oltre a!li elementi !i7 presenti nel pro!ramma precedente c9*) nella parte sinistra) #n9area c"e contiene la &is#ali''a'ione della str#tt#ra delle cartelle. O!ni cartella o memoria di massa * rappresentata con #na piccola icona e con il nome. =#ando #na cartella contiene altre sottocartelle) a sinistra dell9icona c9* #n +#adratino con dentro il sim(olo T o . Il T appare +#ando le sottocartelle sono nascoste: in tal caso possono essere &is#ali''ate cliccando s#l T. Il appare +#ando le sottocartelle sono &isi(ili: in tal caso possono essere nascoste cliccando s#l . S+osta"ento t!a ca!telle 6er &is#ali''are il conten#to di #na cartella con Gestione Risorse * s#fficiente cliccare s#ll9icona o s#l nome corrispondente nell9area di sinistra $str#tt#ra cartelle%. In +#esto caso l9icona si aprir7 e nell9area di destra apparir7 l9elenco dei files e delle cartelle conten#te) mentre nella (arra di stato appariranno il n#mero di o!!etti $files o cartelle% presenti nella cartella e l9occ#pa'ione totale $in I2 o M2%.

Modalit. di 1isuali##a#ione di iles e ca!telle


Sia con Risorse del comp#ter c"e con Gestione risorse ci sono &arie modalit7 di &is#ali''a'ione sele'iona(ili dal men. ;isuali##a/ Icone A!andi6 Icone Piccole consente di &edere files e cartelle sotto forma di icone disposte come in #na !ri!lia. Sotto o!ni icona compare il nome del file. Elenco &is#ali''a l9elenco dei files s# colonne affiancate. Dettagli &is#ali''a #n file per o!ni ri!a) mostrando non solo il nome) ma t#tte le informa'ioni s#l file $dimensione) tipo) data di modifica%. Inoltre * possi(ile disporre i files ordinandoli secondo i se!#enti criteri/ per no"e) per ti+o) per di"ensione) per data. 5C

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Nelle prime 8 modalit7 di &is#ali''a'ione +#esto si fa se!#endo il percorso ;isuali##aLDis+oni icone. Nella +#arta cliccando s#i p#lsanti !ri!i s#(ito sopra la lista dei files.

Nella &is#ali''a'ione detta!li * anc"e possi(ile allar!are o rimpicciolire le sin!ole colonne: per esempio se si &#ole in!randire la colonna No"e ci si posi'iona all9interse'ione tra i 0 p#lsanti !ri!i No"e e Di"ensione si clicca e si trascina &erso destra fino a ra!!i#n!ere la lar!"e''a &ol#ta. Se in&ece di trascinare si efferr#a #n doppio clic3) la colonna No"e &err7 ridimensionata in modo da mostrare per intero t#tti i nomi di file presenti.

;isuali##a#ione delle +!o+!iet. di iles6 ca!telle e "e"o!ie di "assa


6er &edere le propriet7 di #n dato o!!etto $file) cartelle o memoria di massa% ci sono 0 &ie/ Da Risorse del comp#ter o da Gestione risorse sele'ionare l9o!!etto e sce!liere dal men. File la &oce P!o+!iet.. 6remere il tasto destro del mo#se s#ll9o!!etto) dal men. c"e compare sce!liere la &oce P!o+!iet. $in !enere * l9#ltima &oce dell9elenco%.

O+e!a#ioni su iles e ca!telle


C!ea!e un nuo1o ile o ca!tella
Sele'ionare la cartella in c#i creare l9o!!etto $da Risorse del comp#ter o da Gestione risorse%) +#indi sele'ionare FileLNuo1o e sce!liere il tipo di o!!etto da creare dall9elenco $cartella) file di testo) doc#mento) ecc.%. Sostit#ire il nome standard dato all9o!!etto con #no si!nificati&o. Se si &#ol creare l9o!!etto s#l des3to+) premere il tasto destro del mo#se s# #na parte &#ota del des3top e sce!liere Nuo1o dal men. c"e appare $MenH contestuale%.

Sele#iona!e un g!u++o di ile e ca!telle


Ci sono &ari modi/ 6osi'ionarsi s# #n9area li(era con il p#ntatore: tenendo cliccato creare #n rettan!olo c"e comprenda i files da sele'ionare $c"e &erranno e&iden'iati%. Se i files da sele'ionare sono consec#ti&i/ sele'ionare il primo con il mo#se) +#indi sele'ionare l9#ltimo tenendo prem#to il tasto "aiuscole. Se i files da sele'ionare non sono consec#ti&i sele'ionare i sin!oli files tenendo prem#to il tasto Ct!l.

Ca"bia!e no"e (Rino"ina) a un ile o ca!tella


Dopo a&er sele'ionato il file $con #n solo clic3 s#l nome o me!lio s#ll9icona c"e lo rappresenta%/ cliccare #na seconda &olta con il mo#se s#l nomeGicona del file $atten'ione/ i 0 clic3 non de&ono essere troppo ra&&icinati nel tempo) altrimenti si a+!e il ile) cio* si manda in esec#'ione il pro!ramma ad esso associato%: opp#re premere il tasto f#n'ione F*. opp#re premere il tasto destro del mo#se s#l nomeGicona e sce!liere la &oce Rino"ina.

Co+ia!e un ile o ca!tella


P!i"o +!ocedi"ento. Dopo a&er sele'ionato il file o la cartella/ 55

Elementi di informatica per il corso ECDL 6remere il p#lsante 6osi'ionarsi s#lla cartella in c#i si &#ol memori''are la copia 6remere il p#lsante

I.T.I.S. G.MARCONI

Secondo +!ocedi"ento. Dopo a&er sele'ionato il file o la cartella/ sele'ionare il men. Modi icaLCo+ia: spostarsi nella cartella in c#i copiare $o restare nella stessa se si &#ol lasciare la seconda copia in essa%: sele'ionare il men. Modi icaLIncolla.

S+osta!e un ile o ca!tella


P!i"o +!ocedi"ento. Dopo a&er sele'ionato il file o la cartella/ 6remere il p#lsante 6osi'ionarsi s#lla cartella in c#i si &#ol memori''are la copia 6remere il p#lsante Secondo +!ocedi"ento. Dopo a&er sele'ionato il file o la cartella/ sele'ionare il men. Modi icaLTaglia: spostarsi nella cartella in c#i copiare $o restare nella stessa se si &#ol lasciare la seconda copia in essa%: sele'ionare il men. Modi icaLIncolla.

Cancella!e un ile o ca!tella


P!i"o +!ocedi"ento. Dopo a&er sele'ionato il file o la cartella/ trascinare l9icona s# +#ella del cestino/ Secondo +!ocedi"ento. Dopo a&er sele'ionato il file o la cartella/ premere il tasto Canc per mandare il file nel cestino $rec#pera(ile%: premere il tasto Canc tenendo prem#to +#ello delle mai#scole per eliminare il file definiti&amente. Osse!1a#ione/ i files mandati nel cestino possono essere rec#perati nel se!#ente modo/ cliccare 0 &olte s# di esso/ appare #na finestra Risorse del comp#ter con l9elenco dei files presenti nel cestino: spostare i files in altre cartelle con i comandi &isti in preceden'a.

Ce!ca!e ile e ca!telle con date ca!atte!istic/e


2iso!na premere il p#lsante A11io e se!#ire il percorso T!o1aLFile o ca!telle. Apparir7 la se!#ente finestra/

50

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Nella casella No"e si de&e scri&ere il nome del file o cartella da tro&are) nella casella Ce!ca in il disco o la cartella in c#i cercarla. Nella casella del nome si p#- inserire anc"e #na por'ione di #n nome) in tal caso &erranno cercati t#tti !li o!!etti $file o cartelle% c"e conten!ono tale por'ione nel loro nome. Inoltre si possono inserire 0 caratteri Uoll' c"e consentono di cercare !r#ppi di file. =#esti caratteri sono/ N $asterisco% indica c"e) dalla posi'ione in c#i c9* l9asterisco in poi) il nome del file p#- contenere +#al#n+#e se+#en'a di caratteri. M indica c"e nella posi'ione in c#i compare $e solo in essa% p#- esserci +#al#n+#e carattere. E9 anc"e possi(ile cercare files e cartelle per data di c!ea#ione o di "odi ica) per ti+o) per di"ensione o +#elli c"e contengono un dato testo. Se nella casella No"e inserisco/ Ese!ci#io1$t8t &erranno tro&ati t#tti e soli i file c"e "anno tale nome. Se nella casella No"e inserisco/ Ese!ci#ioM$t8t &erranno tro&ati t#tti i file del tipo/ Ese!ci#io1$t8t Ese!ci#io*$t8t Ese!ci#ioA$t8t ecc. Non saranno tro&ati nomi del tipo/ Ese!ci#io$t8t o Ese!ci#io1*$t8t perc"> "anno rispetti&amente meno e pi. caratteri di +#elli ric"iesti. Se nella casella No"e inserisco/ Ese!ci#io$N &erranno tro&ati t#tti i file del tipo/ Ese!ci#io$t8t Ese!ci#io$doc Ese!ci#io$dat ecc. Non saranno tro&ati nomi del tipo/ Ese!ci#io1$t8t o Ese!ci#ioA$t8t perc"> non "anno il nome ric"iesto. Se nella casella No"e inserisco/ EseN$t8t &erranno tro&ati t#tti i file del tipo/ Ese!ci#io1$t8t Ese!ci#io*$t8t Ese!ci#ioA$t8t ma anc"e Ese1$t8t o Ese!c$t8t o ancora Ese!ci#ioDiP!o1a$t8t ecc. Non saranno tro&ati nomi del tipo/ VuestoEse!ci#io$t8t o Es1$t8t perc"> non ini'iano per Ese. N> sar7 tro&ato Ese!ci#io$doc perc"> l9estensione * di&ersa da +#ella ric"iesta. Se nella casella No"e inserisco/ Ese! &erranno tro&ati t#tti i file del tipo/ Ese!ci#io1$t8t Ese!ci#io$doc VuestoEse!c$dat ecc. Non saranno tro&ati nomi del tipo/ Ese1$t8t o Es1$t8t perc"> non conten!ono la parola inserita. Ese!ci#i s1olti Tro&are t#tti i file e le cartelle c"e ini'iano per 7 nella cartella A,LEse!ci#i Casella Nome/ 7N$N Casella Cerca in/ A,LEse!ci#i Tro&are t#tti i file e le cartelle c"e conten!ono la parola co"+ nella cartella A,LEse!ci#iLCa!tella* Casella Nome/ co"+ Casella Cerca in/ A,L Ese!ci#iLCa!tella* Tro&are t#tti i file e le cartelle con estensione t8t nella cartella A,LEse!ci#i comprese le sottocartelle Casella Nome/ N$t8t Casella Cerca in/ A,L Ese!ci#i Assic#rarsi c"e la &oce Rice!ca nelle sottoca!telle sia sp#ntata.

Ese"+i

58

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Modulo - - 0so dei +!og!a""i di gestione testi

BinBo!d
Inte! accia del +!og!a""a
Gli elementi principali di ;in;ord sono. Cu!so!e E9 il trattino &erticale intermittente c"e indica la posi'ione in c#i &err7 inserito il testo di!itato. 7a!!a di stato E9 la (arra posta nella parte (assa della finestra: contiene informa'ioni s# n#mero di pa!ina) n#mero di se'ione) pa!ina att#ale) posi'ione del c#rsore) alc#ne si!le c"e indicano modalit7 particolari tra le +#ali SSC indica se si * in modalit7 so&rascritt#ra o inserimento. Inoltre +#ando &iene sele'ionata #na &oce di men. o ci si posi'iona s# #n tasto essa riporta #na (re&e spie!a'ione della f#n'ione s&olta $"elp in linea%. 7a!!a dei "enH Contiene i men. principali disponi(ili in ;ord. 7a!!e degli st!u"enti

Sono (arre poste di solito sotto la (arra dei men. e contenenti p#lsanti o!n#no dei +#ali s&ol!e #na f#n'ione tra +#elle presenti s#i &ari men.. C"iaramente non &en!ono riportate t#tte le f#n'ioni possi(ili da men. ma solo +#elle di #so pi. com#ne. ;in;ord p#- &is#ali''are n#merose (arre contemporaneamente. Rig/ello Si tro&a sotto le (arre de!li str#menti: * l9e+#i&alente del ri!"ello delle macc"ine da scri&ere. 6#- essere #sato per far rientrare in &ari modi i mar!ini di #n testo o per inserire stop di ta(#la'ione. T#tti !li elementi s#ddetti possono essere &is#ali''ati o nascosti a!endo s#i comandi presenti nel men. ;isuali##a.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Tastie!a
Tasti di s+osta"ento !a+ido E9 possi(ile spostarsi s#l testo in modo rapido #sando opport#ne com(ina'ioni di tasti. Le principali sono/ Co"bina#ione di tasti 4ome Oine $End% CTRLT4ome CTRLTEnd 6a! $6a! ,p% 6a! $6a! Do<n% CTRLT6a! CTRLT6a! E etto &a ad ini'io ri!a &a a fine ri!a &a a ini'io doc#mento &a a fine doc#mento &a #na sc"ermata in s# &a #na sc"ermata in !i. &a a ini'io sc"ermata &a a fine sc"ermata

Osse!1a#ioni Il tasto %o"e * il tasto posto a destra del tasto Ins e spesso &iene indicato con #na freccia ri&olta in alto a sinistra/ I tasti indicati con le frecce sono detti tasti cu!so!e e sono +#elli disposti a forma di T ro&esciata. Le com(ina'ioni CTRLKTasto &en!ono otten#te tenendo prem#to #no dei tasti CTRL $ai lati estremi della (arra spa'iatrice% e +#indi premendo il secondo tasto indicato. S+osta"ento con il "ouse E9 s#fficiente posi'ionare il mo#se nel p#nto in c#i si &#ol inserire il c#rsore e cliccare.

Modalit. di 1isuali##a#ione

;ord consente E di&erse modalit7 di &is#ali''a'ione atti&a(ili sia con i p#lsantini posti in (asso a sinistra s#lla (arra di stato) c"e attra&erso il men. ;isuali##a. Esse sono/ no!"ale/ il testo &iene &is#ali''ato nel modo pi. semplice possi(ile sen'a !rafici e fi!#re) ma per +#esto non rispecc"ia il reale aspetto c"e esso a&r7 #na &olta stampato: * il metodo di &is#ali''a'ione c"e consente la ma!!iore &elocit7. la'out di lettu!a/ il doc#mento &iene &is#ali''ato secondo #n formato c"e rende pi. facile la lett#ra) ma c"e non rispecc"ia l9aspetto del doc#mento stampato: la'out di +agina/ il testo &iene &is#ali''ato in modo molto simile a come &err7 stampato) compresi e&ent#ali !rafici e fi!#re: rallenta parecc"io le opera'ioni di &is#ali''a'ione: st!uttu!a/ mostra il doc#mento s#ddi&iso in #na str#tt#ra formata da se'ioni) capitoli) para!rafi. E9 inoltre possi(ile decidere il li&ello di in!randimento con c#i &edere il doc#mento $Too"%. Ci- si p#fare sia dalla (arra de!li str#menti $attra&erso il p#lsante % c"e dal men# Jis#ali''a. A tal proposito * possi(ile sia sce!liere i &alori di 'oom predefiniti c"e inserire man#almente #n &alore a piacere.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

O+e!a#ioni sui ile


6er poter la&orare s# #n doc#mento (iso!na prima caricarlo in memoria. 6oi al termine del la&oro * necessario sal&arlo s# #na memoria di massa se non lo si &#ole perdere allo spe!nimento del comp#ter. =#este opera'ioni sono possi(ili dal men. File. Le principali sono. A+!i apre #n doc#mento reali''ato in preceden'a) cio* lo carica in memoria RAM per poterci la&orare sopra. E9 possi(ile aprire pi. doc#menti contemporaneamente. In tal caso si passa da #no all9altro attra&erso il men. Finest!a. C/iudi c"i#de #n doc#mento) cio* lo cancella dalla memoria RAM sen'a c"i#dere il pro!ramma ;ord. Se il doc#mento non * stato sal&ato $cio* non * stato re!istrato s# memoria di massa%) ;ord c"iede se si &#ol farlo adesso $se si risponde No) il doc#mento &err7 perso irrimedia(ilmente%. Sal1a re!istra il doc#mento s# #na memoria di massa $in modo da renderlo #tili''a(ile in se!#ito%. Se il doc#mento esiste&a !i7 $era stato creato in preceden'a%) ;ord lo sal&a sen'a c"iedere altro) altrimenti $doc#mento appena creato% si composta come con il comando sal1a con no"e. Sal1a con no"e di solito * #sato per creare #na seconda copia del doc#mento con #n nome di&erso $+#indi sen'a cancellare l9ori!inale%. =#ando si sce!lie +#esto comando) &iene mostrata #na finestra in c#i si p#- sce!liere/ la memoria di massa s# c#i sal&are $"ard dis3 c/) disc"etto a/%) la cartella dentro la +#ale inserire il doc#mento e il nome del file.

O+e!a#ioni sul testo


Sele#ione
=#ando si de&ono effett#are delle opera'ioni s# #na parte del testo) * possi(ile sele'ionarlo in modo c"e l9opera'ione &en!a s&olta #na &olta per t#tte s#ll9intera por'ione interessata. La sele'ione p#- a&&enire sia da tastiera c"e da mo#se. 6er sele'ionare t#tto il doc#mento * necessario atti&are il men. Modi icaLSele#iona tutto. Sele#ione del testo da tastie!a ,sare i tasti c#rsore mentre si tiene prem#to il tasto "aiuscole. Sele#ione del testo con il "ouse Ci si posi'iona all9ini'io del testo da sele'ionare) si preme il tasto sinistro e ci si m#o&e tenendo prem#to il tasto. Sono possi(ili anc"e le se!#enti modalit7 di sele'ione &eloce/ si p#- sele'ionare #na intera parola cliccando 0 &olte di se!#ito s# di essa: si p#- sele'ionare #na intera ri!a posi'ionandosi s#l mar!ine (ianco alla s#a sinistra e cliccando 5 &olta: si p#- sele'ionare #n intero para!rafo cliccando 8 &olte di se!#ito s# di esso o 0 &olte di se!#ito s#l mar!ine (ianco a sinistra del para!rafo.

Annulla"ento o+e!a#ioni
Se * stata effett#ata #n9opera'ione s(a!liata si p#- annulla!e il s#o effetto dal p#lsante della (arra de!li str#menti. Se si preme il p#lsante con la freccia a sinistra si ann#lla solo l9#ltima opera'ione s&olta) se si preme il trian!oletto nero ;ord &is#ali''a l9elenco di t#tte le opera'ioni s&olte) per c#i * possi(ile sele'ionandole cancellarne molte in #n sol colpo. E9 com#n+#e possi(ile !i+!istina!e t#tte o alc#ne opera'ioni ann#llate con il tasto precedente attra&erso il p#lsante .

Cancella#ione6 sostitu#ione testo


Cancella!e un ca!atte!e si p#- fare in 0 modi/ 8

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

si pone il c#rsore a sinist!a del carattere $con il mo#se o con i tasti c#rsore% e si preme il tasto Canc: si pone il c#rsore a dest!a del carattere $con il mo#se o con i tasti c#rsore% e si preme il tasto 7ac3s+ace) cio* il se!#ente tasto posto in alto a destra/ Cancella!e +a!ole o !asi sele'ionare la parola o la frase) +#indi premere il tasto Canc. Sostitui!e +a!ole o !asi se si &#ol sostit#ire #na parola o #na frase con #n9altra) * s#fficiente sele'ionarla e scri&ere direttamente la n#o&a parola o frase.

Fo!"atta#ione ca!atte!e
Oormattare il testo si!nifica fissare/ il tipo di carattere $Oont% e la s#a dimensione) l9aspetto $g!assetto) corsivo) sottolineato%) la posi'ione $apice) pedice% ecc. Le prime 8 caratteristic"e $tipo) dimensione e aspetto% si possono sce!liere direttamente dalla (arra de!li str#menti/ 6er a&ere #n controllo completo delle op'ioni di formatta'ione) (iso!na sele'ionare il men. Fo!"atoLCa!atte!e. Se si &#ole atti&are #n formato carattere prima di scri&ere #n testo * s#fficiente sce!liere la op'ioni &ol#te e poi scri&ere. Se si &#ole cam(iare il formato di #n testo !i7 scritto) * necessario sele'ionarlo e poi sce!liere le op'ioni c"e &erranno applicate solo alla parte sele'ionata.

S+osta"ento e co+ia di testo


Le opera'ioni di spostamento e copia di #n testo possono essere s&olte #sando i se!#enti p#lsanti della (arra de!li str#menti/ 6er s+osta!e #n testo da #n p#nto all9altro del doc#mento * necessario/ sele'ionarlo: premere il p#lsante taglia s#lla (arra de!li str#menti: posi'ionarsi nel p#nto in c#i si &#ole inserire il testo: premere il p#lsante incolla. 6er co+ia!e #n testo da #n p#nto all9altro del doc#mento * necessario/ sele'ionarlo: premere il p#lsante co+ia s#lla (arra de!li str#menti: posi'ionarsi nel p#nto in c#i si &#ole inserire il testo: premere il p#lsante incolla.

6er copiare o spostare #n testo da #n doc#mento all9altro * necessario aprire t#tti e d#e i doc#menti) +#indi/ atti&are il primo doc#mento dal men. Finest!a e sele'ionare il testo da spostare o copiare: premere il tasto taglia o co+ia: atti&are il secondo doc#mento $sempre attra&erso il men. Finest!a%: posi'ionarsi nel p#nto in c#i inserire il testo: premere il tasto incolla:

Rice!ca e sostitu#ione di testo


6er ce!ca!e #na parola o #na frase * necessario #sare il men. Modi icaLT!o1a. Appare #na finestra nella +#ale possiamo inserire il testo da cercare e sce!liere le modalit7 di ricerca. 6remendo il p#lsante T!o1a successi1o ;ord tro&a il primo testo #!#ale a +#ello cercato. 6remendo di n#o&o il p#lsante si tro&er7 la seconda occorren'a del testo cercato e cos? &ia fino alla fine del doc#mento. Se &o!liamo sostitui!e #na parola o #na frase con #na di&ersa nell9intero doc#mento) possiamo #sare il men. Modi icaLSostituisci. Appare #na finestra simile alla precedente nella +#ale do((iamo inserire E

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

sia il testo da sostit#ire c"e il n#o&o. 6remendo il p#lsante T!o1a successi1o ;ord tro&a il primo testo #!#ale a +#ello da sostit#ire e lo e&iden'ia. A +#esto p#nto con il tasto Sostituisci sostit#iamo il &ecc"io testo con il n#o&o. Se &o!liamo sostit#ire in a#tomatico t#tte le occorren'e del testo nel doc#mento) premiamo il tasto Sostituisci tutto.

O+e!a#ioni sul +a!ag!a o


Concetto di +a!ag!a o
,n para!rafo * #n insieme di caratteri) parole) frasi terminato da #n carattere In1io $otten#to premendo il p#lsante corrispondente%. 6ertanto o!ni &olta c"e premiamo In1io creiamo #n n#o&o para!rafo. ,n para!rafo p#- essere &#oto $linee &#ote%) formato da #na sola ri!a $se premiamo in&io prima di arri&are a fine ri!a% o formato da pi. ri!"e. La fine di #n para!rafo &iene se!nalata con il carattere W. Tale carattere non * &isi(ile in condi'ioni normali) ma p#- essere &is#ali''ato premendo il p#lsante corrispondente nella (arra de!li str#menti. T#tte le imposta'ioni delle caratteristic"e di para!rafo si possono effett#are dal men. Fo!"atoLPa!ag!a o) ma le pi. #tili''ate si possono atti&are anc"e dai p#lsanti della (arra de!li str#menti. Le opera'ioni di formatta'ione di #n para!rafo non ric"iedono la sele'ione di testo) * s#fficiente posi'ionare il c#rsore in #n p#nto +#alsiasi del para!rafo e sce!liere le op'ioni &ol#te. O!ni &olta c"e si preme il tasto In1io si creer7 #n n#o&o para!rafo con le caratteristic"e di +#ello precedente.

Allinea"ento
,n para!rafo p#- essere allineato in E modi di&ersi/ sinist!a t#tte le ri!"e ini'iano alla stessa distan'a dal (ordo sinistro: cent!ato t#tte le ri!"e sono centrate rispetto al fo!lio: dest!a t#tte le ri!"e terminano alla stessa distan'a dal (ordo destro: giusti icato t#tte le ri!"e ini'iano e terminano alla stessa distan'a dai 0 (ordi. =#esti allineamenti so possono sce!liere) oltre c"e da men.) anc"e attra&erso i p#lsanti se!#enti/

Rient!i6 s+a#iatu!a6 inte!linea


Rient!i Si #sano i rientri +#ando si &#ol far cominciare o terminare #n para!rafo ad #na distan'a dal (ordo di&ersa da +#ella del mar!ine predefinito. =#esto si p#- fare sia dal ri!"ello $pi. immediato) ma meno preciso% c"e dal men. Fo!"atoLPa!ag!a o.

Dal ri!"ello * necessario trascinare i p#lsanti di rientro carrello indicati in fi!#ra fino al p#nto &ol#to. Dal men. * s#fficiente inserire il &alore di rientro in centimetri. E9 anc"e possi(ile far rientrare o spor!ere solo la prima ri!a di #n para!rafo attra&erso la &oce Speciale della finestra di formatta'ione atti&ata dal men. s#ddetto. S+a#iatu!a

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Consente di inserire #n po9 di spa'io $mis#rato in p#nti% all9ini'io o alla fine del para!rafo. E9 #tile +#ando si &#ole distan'iare i &ari para!rafi sen'a do&er inserire #na ri!a &#ota. E9 atti&a(ile solo dal men.. Inte!linea Spa'io tra #na ri!a e la s#ccessi&a. Si possono sce!liere delle mis#re di interlinea predisposte $sin!ola) doppia) 5)1) minima) ecc.% o inserire direttamente il &alore &ol#to.

Tabula#ioni
Se si &#ole posi'ionare il testo a distan'e prefissate dal (ordo del fo!lio $per esempio per reali''are #na ta(ella a pi. colonne%) si p#- #sare il tasto ta(#la'ioni e i p#nti di ta(#la'ione. I p#nti di ta(#la'ione possono essere inseriti dal men. Fo!"atoLTabula#ioni o cliccando s#l ri!"ello nel p#nto in c#i si &#ol inserire la ta(#la'ione. Nel primo caso si "a la possi(ilit7 di fissare con ma!!iore precisione il p#nto in c#i si tro&er7 lo stop) nel secondo le opera'ioni di inserimento) spostamento e cancella'ione sono pi. rapide e int#iti&e. ,na &olta inseriti i p#nti di ta(#la'ione) il ri!"ello si presenter7 nel modo se!#ente/

La piccola L indica c"e c9* #no stop a E centimetri dal mar!ine sinistro. Si possono a!!i#n!ere t#tti i p#nti c"e si &#ole) sempre con lo stesso metodo. Se si &#ole spostare #n p#nto di ta(#la'ione * s#fficiente cliccare s# di esso con il mo#se e trascinarlo $tenendo cliccato% nel n#o&o p#nto. 6er eliminare #n p#nto di ta(#la'ione * s#fficiente cliccare s# di esso e trascinarlo nel fo!lio. ,na &olta inseriti !li stop) o!ni pressione del tasto ta(#la'ioni/ porta il c#rsore in corrisponden'a dello stop s#ccessi&o.

Punti elenco
In ;ord * possi(ile reali''are e !estire in modo semplice !li elenc"i p#ntati o n#merati/ 5% 6#nto 5 di elenco n#merato 6#nto 5 di elenco p#ntato 0% 6#nto 0 di elenco n#merato 6#nto 0 di elenco p#ntato In particolare nel caso di elenc"i n#merati) ;ord !estisce a#tomaticamente la n#mera'ione delle &oci) per c#i o!ni &olta c"e si preme in1io da #na ri!a di #n elenco) esso crea a#tomaticamente #na n#o&a ri!a n#merata con il n#mero s#ccessi&o. Allo stesso modo) +#ando si elimina #na ri!a da #n elenco) ;ord rid#ce di #no i &alori delle ri!"e s#ccessi&e. Si p#- atti1a!e=disatti1a!e #na ri!a elenco $sia p#ntato c"e n#merato% attra&erso i tasti della (arra de!li str#menti riportati a fianco. In pratica) premendo #no di +#esti tasti s# #na ri!a normale la si trasforma in #na ri!a elenco) premendolo s# #na ri!a elenco la si ritrasforma in #na ri!a normale. ,na &olta inserita la prima ri!a) ad o!ni in1io &err7 a!!i#nta #na n#o&a ri!a di elenco. Attra&erso il men. Fo!"atoLElenc/i +untati e nu"e!ati * possi(ile sia atti&areGdisatti&are le ri!"e elenco c"e sce!liere il formato di &is#ali''a'ione delle stesse.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Tabelle
,na ta(ella * formata da !ig/e e colonne. O!ni elemento della ta(ella prende il nome di cella. T#tte le opera'ioni s#lle ta(elle possono essere s&olte da men. Tabella. Sce!liendo la &oce A!iglia del men. s#ddetto si p#- &is#ali''are o non &is#ali''are #na !ri!lia tratte!!iata c"e ci mostra le sin!ole celle. Tale !ri!lia non &err7 stampata) ser&e solo per rendere pi. comodo l9#so della ta(ella in fase di inserimento del testo.

Inse!i"ento6 eli"ina#ione
L9inse!i"ento di #na n#o&a ta(ella p#- a&&enire dal men. TabellaLInse!isci o dal p#lsante In entram(i i casi ci &iene data la possi(ilit7 di sce!liere il n#mero di ri!"e e di colonne della ta(ella: tale n#mero p#- essere com#n+#e modificato in se!#ito a!!i#n!endo o eliminando ri!"e o colonne. 6er eli"ina!e #na ta(ella (iso!na sele'ionarla sce!liendo la &oce Sele#iona tabella dal men. Tabella e poi $sempre dallo stesso men.% Eli"ina !ig/e.

O+e!a#ioni su !ig/e e colonne


Sele#ione 6er sele'ionare #na ri!a si possono se!#ire 0 metodi/ sce!liere la &oce Sele#iona !iga dal men. Tabella: posi'ionarsi alla sinistra della ri!a con il mo#se e cliccare #na &olta. 6er sele'ionare #na colonna si p#-/ sce!liere la &oce Sele#iona colonna dal men. Tabella: posi'ionarsi con il mo#se s#l mar!ine s#periore della colonna $nel p#nto in c#i compare la freccia % e cliccare #na &olta. Inse!i"ento nuo1a !iga o colonna Inserire #na ri!a in me''o alla ta(ella posi'ionarsi nel p#nto in c#i si &#ole inserire e sele'ionare il men. TabellaLInse!isci !iga. Inserire #na ri!a alla fine della ta(ella posi'ionarsi s#ll9#ltima cella a destra e premere il tasto di ta(#la'ione. Inserire #na colonna in me''o alla ta(ella sele'ionare la colonna in corrisponden'a della +#ale si &#ol inserire #na n#o&a e sce!liere il men. TabellaLInse!isci colonna. Inserire #na colonna alla fine della ta(ella posi'ionarsi con il mo#se s#(ito a destra dell9#ltima colonna) in prossimit7 del (ordo s#periore: apparir7 di n#o&o la freccia ) cliccare #na &olta con il mo#se) +#indi sce!liere il men. TabellaLInse!isci colonna. Eli"ina#ione di una !iga o colonna E9 s#fficiente sele'ionare la ri!a o la colonna da eliminare e sce!liere la &oce Eli"ina !iga o Eli"ina colonna dal men. Tabella.

7o!di
Se si &#ol inserire #n (ordo intorno ad #na parola) ad #n para!rafo o !r#ppo di para!rafi o intorno alle celle di #na ta(ella) ma anc"e i (ordi) * necessario sele'ionare l9elemento intorno a c#i mettere il (ordo e premere il p#lsante . In particolare il trian!oletto nero a destra consente di &is#ali''are i principali tipi di (ordi #tili''a(ili. 6er sce!lierne #no * s#fficiente cliccare s# di esso con il mo#se. Se si &#ole #na ma!!ior possi(ilit7 di scelta nell9#so dei (ordi $stile) spessore) ecc% * necessario sce!liere il men. Fo!"atoL7o!di e s ondo. A

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Inse!i"ento di i""agini
;ord consente di inte!rare il testo con le imma!ini ottenendo doc#menti di +#alit7 professionale. 6er inserire #n9imma!ine (iso!na sele'ionare il men. Inse!isciLI""agine. Ci &err7 mostrato #n sottomen. c"e ci consentir7 di sce!liere tra &ari tipi di imma!ini/ Cli+a!t #n9imma!ine stile fumetto reali''ata in #n formato specifico per ;ord. Da ile ci consente di sce!liere #n9imma!ine +#alsiasi prendendola da #na memoria di massa o da internet. Fo!"e #na forma !eometrica. Bo!dA!t #na scritta reali''ata con &ari effetti !rafici. A!a ico #n dia!ramma tipo EFcel. ,na &olta inserita nel doc#mento) l9imma!ine p#- essere sele'ionata semplicemente cliccando s# di essa e +#indi p#- essere/ !idi"ensionata posi'ionandosi con il mo#se s# #no dei +#adratini neri s#i (ordi dell9imma!ine e trascinandoli: s+ostata cliccando al s#o interno e trascinandola $con il p#lsante del mo#se prem#to%: cancellata semplicemente premendo il tasto Canc: allineata l9imma!ine si comporta come il testo normale) +#indi si tro&a s# #na ri!a) c"e a s#a &olta fa parte di #n para!rafo: *) pertanto possi(ile allinearla a sinistra) a destra) al centro semplicemente allineando il para!rafo in c#i essa si tro&a.

Most!a=Nascondi 7a!!a di disegno


Le principali f#n'ioni relati&e alla !estione delle imma!ini possono essere fatte dalla (arra di dise!no/

Essa &iene &is#ali''ataGnascosta premendo il p#lsante

s#lla (arra de!li str#menti.

Inse!i"ento e "odi ica o!"e


6er inserire #na forma si p#- sele'ionare il men. Inse!isciLI""agineLFo!"e o) dopo a&er &is#ali''ato la (arra di dise!no) cliccando s#l p#lsante Fo!"e. Apparir7 #n men. con &ari tipi di forme) dopo a&er scelto +#ella c"e interessa * s#fficiente cliccare nel p#nto del doc#mento in c#i la si &#ol mettere e trascinare il mo#se finc"> non ass#me la dimensione &ol#ta.

Modi ica ca!atte!istic/e delle i""agini


Le caratteristic"e delle imma!ini $presen'a di (ordi) colore sfondo) posi'ione) ecc.% possono essere in parte modificate dalla (arra di dise!no) ma per a&ere #na ma!!ior possi(ilit7 di scelta * necessario sele'ionare l9imma!ine e sce!liere il men. Fo!"atoLOggetto.

O+e!a#ioni sulle +agine


Inte!!u#ioni di +agina
;ord consente di interrompere #na pa!ina sen'a essere arri&ati in fondo ad essa $per esempio perc"> si * arri&ati alla fine di #n capitolo e si &#ol far ini'iare il s#ccessi&o ad #na pa!ina n#o&a%. 6er far +#esto * s#fficiente premere la se+#en'a Ct!lKIn1io. 6er eliminare l9inte!!u#ione di +agina si opera come per cancellare il testo normale.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Intesta#ione e +iD di +agina6 nu"e!o di +agina


Intesta#ione e +iD di +agina L9intesta'ione e il pi* di pa!ina sono le scritte c"e compaiono rispetti&amente all9ini'io e alla fine di o!ni pa!ina $di solito conten!ono il titolo del li(ro o del capitolo e il n#mero di pa!ina%. 6er inserirle (iso!na sce!liere il men. ;isuali##aLIntesta#ioni e +iD di +agina. ;ord mostra la se!#ente (arra de!li str#menti/

con t#tte le f#n'ioni ese!#i(ili s# tali elementi e si posi'iona nello spa'io dell9intesta'ione $&is#ali''ato con #n rettan!olo tratte!!iato%. A +#esto p#nto * s#fficiente scri&ere #n testo c"e si ripeter7 #!#ale all9ini'io di t#tte le pa!ine. 6er passare al pi* di pa!ina si de&e premere il p#lsante s#lla (arra de!li str#menti di c#i sopra. 6er terminare la modifica) premere il p#lsante c/iudi s#lla (arra de!li str#menti) entram(i !li elementi &erranno mostrati in !ri!io. Nu"e!o di +agina Si ottiene sce!liendo il men. Inse!isciLNu"e!i di +agina. Da tale men. * possi(ile sce!liere sia la posi'ione nel fo!lio $nell9intesta'ione) nel pi* di pa!ina) allineato a destra) a sinistra) al centro%) sia il formato $n#meri normali) n#meri romani) n#mero ini'iale) ecc.%.

I"+osta#ioni di +agina
Dal men. FileLI"+osta +agina * possi(ile sce!liere t#tte le caratteristic"e delle pa!ine del doc#mento. =#esta f#n'ione * fondamentale per ottenere #na corretta stampa del doc#mento. Le pi. importanti sono. Ma!gini consente di fissare le distan'e dei mar!ini del testo dai (ordi del fo!lio) cio* le distan'e del testo dai (ordi s#periore) inferiore) sinistro e destro. Di"ensioni si p#- sce!liere la dimensione del fo!lio $+#ella standard * il formato AE cio* 05 F 0L)A cm%. O!ienta"ento consente di sce!liere se orientare il fo!lio in &erticale in ori''ontale $orientamento standard% o

Cont!ollo auto"atico dello!tog!a ia


;ord controlla in a#tomatico !li e&ent#ali errori di orto!rafia !#ardando se le parole (att#te sono presenti nel s#o di'ionario interno) se cos? non *) le sottolinea con #na linea ond#lata rossa. 6er effett#are le corre'ioni si p#- premere il p#lsante o!tog!a ia. o sele'ionare il men. St!u"entiLCont!ollo

Jiene mostrata #na finestra specifica e ;ord si posi'iona s#lla prima delle parole s#ddette) la &is#ali''a e mostra le parole del di'ionario c"e si a&&icinano di pi.. A +#esto p#nto si p#-/ sostitui!e la parola con #na di +#elle consi!liate: co!!egge!e direttamente: aggiunge!la al di'ionario: igno!a!e la parola.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Sta"+a
Ante+!i"a di sta"+a
6rima di effett#are #na stampa * opport#no &edere +#ale sar7 l9aspetto del doc#mento stampato. La &is#ali''a'ione LaHo#t di pa!ina si a&&icina molto a tale aspetto) ma non lo rispecc"ia completamente. 6er ottenere #na &is#ali''a'ione pi. realistica (iso!na atti&are la f#n'ione Ante+!i"a di sta"+a o attra&erso la corrispondente &oce del men. File o attra&erso il p#lsante

Scelta e i"+osta#ione sta"+ante


Attra&erso il men. FileLSta"+a * possi(ile/ issa!e le o+#ioni di sta"+a/ n#mero di copie) pa!ine da stampare) ordine di stampa $dalla prima all9#ltima o &ice&ersa) solo pa!ine pari) solo pa!ine dispari%: sceglie!e la sta"+ante $se sono disponi(ili pi. d9#na%: i"+osta!e le ca!atte!istic/e della sta"+ante. =#est9#ltimo aspetto &aria da stampante a stampante) ma per t#tte sono presenti almeno le se!#enti &oci/ !isolu#ione di sta"+a indica la +#alit7 con c#i &err7 stampato il doc#mento in p#nti per pollice: #na ma!!iore risol#'ione prod#ce #na mi!liore +#alit7) ma rende la stampa pi. lenta e cons#ma pi. inc"iostro: "odalit. di sta"+a delle i""agini $densit7) retinat#ra%: anc"e in +#esto caso si p#- sce!liere tra #na ma!!iore +#alit7 a discapito di &elocit7 e cons#mo di inc"iostro e &ice&ersa: ali"enta#ione della ca!ta le scelte pi. com#ni sono tra alimenta'ione a fo!lio sin!olo e a mod#lo contin#o $trattore%.

Sta"+a unione
Spesso si "a la necessit7 di stampare pi. copie dello stesso doc#mento per in&iarle a persone di&erse $per esempio in caso di circolari%. In +#esti casi l9#nica differen'a tra le &arie copie * il nome e l9indiri''o del destinatario. ;ord mette a disposi'ione la f#n'ione sta"+a unione c"e consente di stampare le &arie copie inserendo in a#tomatico l9intesta'ione $nome) indiri''o% corretta in ciasc#na di esse. Le intesta'ioni &erranno prese da #n doc#mento separato reali''a(ile anc"e con ;ord. Il procedimento per reali''are tale f#n'ione * il se!#ente.

Sele'ionare il men. St!u"entiLSta"+a unione. Jerr7 &is#ali''ata la finestra se!#ente/ 6remere il p#lsante C!ea e sce!liere lette!a ti+o. =#indi sce!liere Finest!a atti1a per applicare la f#n'ione al doc#mento att#ale.

5C

Elementi di informatica per il corso ECDL Nella finestra precedente) premere il p#lsante Dati per creare $o sele'ionare se esiste !i7% #n doc#mento con l9elenco de!li indiri''i. Se il doc#mento non esiste sce!liere C!ea o!igine dati. Jerr7 &is#ali''ata la se!#ente finestra/ Rim#o&ere i campi c"e non interessano sele'ionandoli e premendo il tasto Ri"uo1i no"e ca"+o. =#indi premere O@ e dare #n nome al doc#mento c"e conterr7 l9elenco de!li indiri''i. Nella finestra c"e apparir7 premere il p#lsante Modi ica dati. Jerr7 &is#ali''ata la se!#ente finestra/ Inserire in o!ni campo il corrispondente &alore e premere Nuo1o per passare ad #n elemento s#ccessi&o della lista indiri''i. La casella con le freccette rosse in (asso consente di ri&edere i &ari elementi immessi in lista.

I.T.I.S. G.MARCONI

,na &olta terminata l9immissione de!li indiri''i) nella (arra de!li str#menti &err7 mostrata la se!#ente (arra/ A +#esto p#nto * s#fficiente posi'ionarsi nel p#nto del doc#mento in c#i inserire l9indiri''o) premere il p#lsante Inse!isci ca"+o unione e sce!liere i campi da inserire. Nel doc#mento &err7 &is#ali''ato il nome dei campi racc"i#si tra &ir!olette. Es. UTitoloV UCo!nomeV UNomeV UIndiri''oV UCA6V UCitt7V U6ro&inciaV Infine per effett#are la stampa (iso!na premere il p#lsante $0nisci alla sta"+ante% e ;ord effett#er7 tante copie +#anti sono !li indiri''i inseriti nel doc#mento elenco e per o!ni copia sostit#ir7 i nomi dei campi s#indicati con i corrispondenti &alori nella lista de!li indiri''i.

55

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Modulo > - Foglio di calcolo

E8cel
Inte! accia e ele"enti del +!og!a""a
EFcel * #tile +#ando si &#ol la&orare s# !randi +#antit7 di n#meri per effett#are opera'ioni matematic"e o per reali''are ta(elle e !rafici. L9interfaccia si (asa s# alc#ni elementi !i7 &isti in ;ord $(arra di stato) (arra dei men.) (arre de!li str#menti% a c#i si a!!i#n!ono i se!#enti. 7a!!a delle o!"ule Jis#ali''a il conten#to della cella sele'ionata.

Se #na cella contiene #na form#la) &is#ali''a la form#la $da +#i il nome%) mentre nella cella &iene &is#ali''ato il ris#ltato della stessa. Esempio/

7a!!a di sele#ione dei ogli 6osta nella parte (assa dello sc"ermo) s#(ito sopra la (arra di stato) consente di passare da #n fo!lio all9altro del doc#mento. =#esto si p#- fare cliccando con il mo#se s#lla lin!#etta con il nome del fo!lio c"e interessa. Se la lin!#etta di tale fo!lio non * &isi(ile perc"> i fo!li sono molti) * possi(ile spostare le lin!#ette cliccando s#i p#lsanti a sinistra.

Fogli6 !ig/e6 colonne6 celle ,n doc#mento EFcel * formato da ogli o!n#no dei +#ali * costit#ito da #na g!iglia c"e p#- essere para!onata a +#elle presente s# #n fo!lio a +#adretti. O!ni fo!lio "a #na lin!#etta nella (arra di sele'ione fo!li c"e consente di sele'ionarlo. S#lla lin!#etta * anc"e riportato il nome del fo!lio. Tale nome p#essere modificato cliccando 0 &olte s#lla lin!#etta corrispondente. S#lla !ri!lia presente s# #n fo!lio indi&id#iamo delle !ig/e) identificate da n#meri crescenti a partire da 5) e delle colonne) identificate dalle lettere dell9alfa(eto in!lese a partire da A. Il sin!olo elemento rettan!olare all9incrocio tra #na ri!a e #na colonna prende il nome di cella e costit#isce l9elemento (ase di EFcel. ,na cella * indi&id#ata da 0 coo!dinate/ l9identificatore della colonna a c#i appartiene $lettera% e l9identificatore della ri!a a c#i appartiene $n#mero%. 6ertanto la prima cella del fo!lio "a coordinate A1) la ter'a cella della seconda ri!a "a coordinate C*) ecc. Le coordinate della cella sele'ionata sono indicate nella parte sinistra della (arra delle form#le. 5

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

,na cella p#- contenere testo) nu"e!i e o!"ule. =#este #ltime consentono di effett#are calcoli (asandosi s#l conten#to di altre celle.

O+e!a#ioni su celle6 !ig/e6 colonne6 ogli


Sele#ione celle6 !ig/e6 colonne
=#al#n+#e opera'ione in EFcel ric"iede c"e prima sia sele'ionata la cella o il !r#ppo di celle s# c#i l9opera'ione de&e essere ese!#ita. La sele'ione p#- a&&enire nei se!#enti modi. Sele#ione di una cella (asta cliccare s# di essa con il mo#se o spostarsi con i tasti c#rsore. Sele#ione di un g!u++o (!ettangola!e) di celle ci sono 0 modi/ con il mo#se posi'ionarsi s#lla prima cella e sele'ionare il !r#ppo tenendo prem#to il tasto sinistro del mo#se: con la tastiera posi'ionarsi s#lla prima cella e sele'ionare il !r#ppo con i tasti c#rsore tenendo prem#to il tasto "aiuscole.

Sele#ione di una !iga o colonna cliccare s#ll9intesta#ione di ri!a o di colonna. L9intesta'ione * la parte !ri!ia posta all9ini'io delle ri!"e e delle colonne contenente l9identificatore di ri!a $n#mero% o di colonna $lettera%. Sele#ione dellinte!o oglio cliccare s#ll9elemento !ri!io posto all9incrocio tra le intesta'ioni di ri!a e colonna. Toglie!e una sele#ione con i tasti c#rsore. * s#fficiente cliccare in #n p#nto del fo!lio esterno alla sele'ione o m#o&ersi

Inse!i"ento-cancella#ione-"odi ica del contenuto di una cella


Inse!i"ento per inserire +#alcosa in #na cella * s#fficiente sele'ionarla e scri&ere: al termine dell9immissione premere il tasto In1io o sele'ionare #n9altra cella. Se #na cella contiene !i7 +#alcosa) il n#o&o testo canceller7 a#tomaticamente il &ecc"io. Se il testo scritto s#pera le dimensioni della cella e la s#ccessi&a * &#ota) esso &err7 mostrato per intero. Se in&ece la cella s#ccessi&a * piena) il testo &err7 mostrato solo fino ai limiti della s#a cella. In tal caso per &ederlo t#tto (iso!ner7 allar!are la colonna. Com#n+#e il testo completo &err7 mostrato nella (arra delle form#le o!ni &olta c"e si sele'iona la cella. Cancella#ione * s#fficiente sele'ionare la cella o il !r#ppo di celle di c#i si &#ol cancellare il conten#to e premere il tasto Canc. Modi ica se si &#ole modificare il conten#to di #na cella sen'a do&erlo riscri&ere da capo $per esempio nel caso c"e #na cella conten!a #na frase l#n!a di c#i si &#ol cam(iare solo +#alc"e lettera%) si de&e/ sele'ionare la cella) cliccare s#lla (arra delle form#le) posi'ionarsi con i tasti c#rsore nel p#nto di modifica) cancellare con il tasto Canc o 7ac3s+ace la parte da sostit#ire ed inserire il n#o&o testo.

S+osta"ento e co+ia di celle e a!ee


S+osta"ento di una cella o g!u++o di celle sele'ionare la cella o il !r#ppo da spostare: premere il p#lsante Taglia s#lla (arra de!li str#menti o sce!liere il men. Modi icaLTaglia: 0

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

posi'ionarsi nel p#nto in c#i spostare) premere il p#lsante Incolla o sce!liere il men. Modi icaLIncolla. Co+ia di una cella o g!u++o di celle sele'ionare la cella o il !r#ppo da copiare: premere il p#lsante Co+ia s#lla (arra de!li str#menti o sce!liere il men. Modi icaLCo+ia: posi'ionarsi nel p#nto in c#i copiare) premere il p#lsante Incolla o sce!liere il men. Modi icaLIncolla. S+osta"ento o co+ia di !ig/e o colonne come per le celle con la differen'a c"e (iso!na sele'ionare l9intera ri!a o colonna prima di premere i p#lsanti Taglia o Incolla. S+osta"ento o co+ia di un oglio sele'ionare il men. ModificaWSposta o copia fo!lio: nella finestra c"e appare sce!liere il p#nto in c#i si &#ol spostare o copiare e premere OI: in caso di copia) cliccare 0 &olte s#lla lin!#etta del n#o&o fo!lio $nella relati&a (arra% e scri&ere il n#o&o nome del fo!lio. S+osta"ento o co+ia di un g!u++o di celle t!a * ogli di1e!si come per lo spostamento o la copia normale) solo c"e prima di incollare (iso!na posi'ionarsi s#l n#o&o fo!lio. S+osta"ento o co+ia di un g!u++o di celle t!a * docu"enti di1e!si aprire il primo doc#mento dal men. FileLA+!i: aprire il secondo doc#mento dal men. FileLA+!i: posi'ionarsi s#l primo doc#mento dal men. Finest!a: sele'ionare il !r#ppo di celle da spostare o copiare: premere il p#lsante Taglia o Co+ia: posi'ionarsi s#l secondo doc#mento dal men. Finest!a: premere il p#lsante Incolla.

Ridi"ensiona"ento !ig/e e colonne


Ridi"ensiona"ento !ig/e si p#- fare in 0 modi/ posi'ionarsi con il mo#se s#l (ordo tra l9intesta'ione della ri!a c"e si &#ol ridimensionare e la s#ccessi&a) cliccare e trascinare il (ordo $&erso il (asso se si &#ol allar!are la ri!a) &erso l9alto se la si &#ol restrin!ere%. sele'ionare #na cella della ri!a da ridimensionare e sce!liere il men. Fo!"atoLRigaLAlte##a: &iene mostrata #na finestra di dialo!o nella +#ale si p#- scri&ere l9alte''a &ol#ta. Ridi"ensiona"ento colonne si p#- fare in 0 modi/ posi'ionarsi con il mo#se s#l (ordo tra l9intesta'ione della colonna c"e si &#ol ridimensionare e la s#ccessi&a) cliccare e trascinare il (ordo $&erso destra se si &#ol allar!are la colonna) &erso sinistra se la si &#ol restrin!ere%. sele'ionare #na cella della colonna da ridimensionare e sce!liere il men. Fo!"atoLColonnaLLa!g/e##a: &iene mostrata #na finestra di dialo!o nella +#ale si p#- scri&ere la lar!"e''a &ol#ta.

Inse!i"ento-eli"ina#ione ogli6 !ig/e6 colonne6 celle


Inse!i"ento di un nuo1o oglio sele'ionare il men. Inse!isciLFoglio di la1o!o: cliccare 0 &olte s#lla lin!#etta del n#o&o fo!lio $nella relati&a (arra% e scri&ere il nome del fo!lio. Eli"ina#ione di un oglio sele'ionare il men. Modi icaLEli"ina oglio. Inse!i"ento di una !iga o colonna sele'ionare #na cella della ri!a o della colonna nella c#i posi'ione si &#ole inserire) sele'ionare il men. Inse!isciLRig/e o Inse!isciLColonne a seconda c"e si &o!li inserire #na ri!a o #na colonna. 8

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Eli"ina#ione di una !iga o colonna sele'ionare la ri!a o la colonna da eliminare $cliccando s#lla corrispondente intesta'ione di ri!a o colonna%) sele'ionare il men. Modi icaLEli"ina. Inse!i"ento di una cella o g!u++o di celle sele'ionare la cella o il !r#ppo di celle in c#i si &#ole inserire) sele'ionare il men. Inse!isciLCelle. Appare #na finestra c"e c"iede se le celle c"e att#almente occ#pano le posi'ioni in c#i si &#ol inserire de&ono essere spostate a destra o in (asso. Sce!liere l9op'ione &ol#ta e premere OI. Eli"ina#ione di una cella o g!u++o di celle sele'ionare la cella o il !r#ppo di celle da eliminare) sele'ionare il men. Modi icaLEli"ina. Appare #na finestra c"e c"iede se le celle intorno a +#elle da eliminare de&ono essere spostate a sinistra o in alto. Sce!liere l9op'ione &ol#ta e premere OI.

Fo!"atta#ione celle
Consiste nel cam(iare l9aspetto di &is#ali''a'ione del conten#to della cella. Le opera'ioni di formatta'ione pi. com#ni si possono fare dai p#lsanti posti s#lla (arra de!li str#menti. T#tte le opera'ioni possi(ili si possono reali''are dal men. Fo!"atoLCelle. Le pi. importanti sono/ Fo!"ato ca!atte!e consente di sce!liere il tipo di carattere) la dimensione) lo stile $!rassetto) corsi&o) sottolineato%) il colore. Il men. Fo!"atoLCelleLCa!atte!e consente anc"e di sce!liere !li effetti $apice) pedice) (arrato%. Allinea"ento consente di decidere se il conten#to della cella de&e essere allineato a sinistra) al centro o a destra. Il men. Fo!"atoLCelleLAllinea"ento consente di sce!liere anc"e l9allineamento &erticale del testo nella cella $in alto) al centro o in (asso% e l9orientamento $scritt#ra in ori''ontale o in &erticale%. 7o!di consente di inserire dei (ordi intorno alla cella. Il men. Fo!"atoLCelleL7o!do consente di sce!liere sia la posi'ione in c#i mettere i (ordi c"e il tipo di linea da #sare $spessore) tratte!!io) ecc.%. Fo!"ato nu"e!ico se la cella contiene #n n#mero) * possi(ile sce!liere il formato in c#i &err7 &is#ali''ato. Dalla (arra de!li str#menti si possono sele'ionare i formati/ 1aluta $Lire%) +e!centuale $X%) con se+a!ato!i delle "igliaia $5.CCC.CCC%: inoltre * possi(ile sce!liere anc"e il n#mero di cifre decimali da &is#ali''are. Dal men. Fo!"atoLCelleLNu"e!o * possi(ile sce!liere anc"e altri formati tra i +#ali spiccano contabilit.) data e o!a.

Fo!"ule
,na o!"ula consente di effett#are opera'ioni matematic"e s# n#meri conten#ti in altre celle del fo!lio di la&oro. 6er indicare ad EFcel c"e si sta inserendo #na form#la (iso!na ini'iarla con il carattere Y XY $#!#ale%. Esempio La cella 28 contiene #na form#la c"e dice di effett#are la somma del conten#to delle celle 25 e 20 A 2 C 5 Dato 5/ 0 Dato 0/ 8 Somma/ @25T20 6ertanto se in 25 e 20 si inseriscono i &alori 50 e E l9aspetto finale del fo!lio sar7/ A 2 C 5 Dato 5/ 50 0 Dato 0/ E 8 Somma/ 5D E

Elementi di informatica per il corso ECDL Se in 25 e 20 si inseriscono i &alori 8C e 01 l9aspetto finale del fo!lio sar7/ A 2 C 5 Dato 5/ 8C 0 Dato 0/ 01 8 Somma/ 11

I.T.I.S. G.MARCONI

O!ni &olta c"e si cam(ia il &alore conten#to in 25 o 20) il conten#to di 28 cam(ier7 di conse!#en'a. Osse!1a#ione #na &olta immessa la form#la in 28 e prem#to In1io) nella cella non &err7 mostrata la form#la) ma il ris#ltato della stessa. La form#la &err7 &is#ali''ata nella (arra delle form#le o!ni &olta c"e si sele'iona la cella e +#i potr7 essere modificata $se necessario%.

0so di 1alo!i i""ediati e di !i e!i"enti di cella


,na form#la p#- contenere sia &alori immediati c"e riferimenti di cella. Con il termine !i e!i"ento si indicano le coordinate della cella. Ese"+io Nella form#la in 20 * presente sia il !i e!i"ento alla cella 25 c"e il 1alo!e i""ediato 0/ A 2 C 5 Dato/ 0 Dato F 0/ @25Z0 Se in 25 si inserisce il &alore 51 l9aspetto finale del fo!lio sar7/ A 2 C 5 Dato/ 51 0 Dato F 0/ 8C Se in 25 si inserisce il &alore 0E l9aspetto finale del fo!lio sar7/ A 2 C 5 Dato/ 0E 0 Dato F 0/ EB

Co+ia di una o!"ula - Ri e!i"enti !elati1i e assoluti


=#ando si copia #na cella c"e contiene #na form#la) i riferimenti di cella presenti in +#esta &en!ono modificati in (ase alla posi'ione finale ass#nta dalla cella. Ese"+io La cella C0 contiene #na form#la c"e dice di effett#are la somma del conten#to delle celle A0 e 20 A 2 C 5 Dato 5 Dato 0 Somma 0 @A0T20 8 Se si copia la cella C0 in C8 il ris#ltato finale sar7/ A 2 5 Dato 5 Dato 0 0 8 C Somma @A0T20 @A8T28

Cio* i riferimenti alle celle A0 e 20 sono stati auto"atica"ente modificati in A8 e 28 per tener conto del fatto c"e la n#o&a form#la si tro&a nella ri!a 8 e non pi. nella 0. 1

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Se si &#ol e&itare c"e i riferimenti di cella &en!ano cam(iati nella copia di #na form#la * necessario mettere da&anti alle coordinate di cella il sim(olo Y[9 $dollaro% cio* trasformare i riferimenti nel modo se!#ente/ [A[0 e [2[0. =#esto tipo di riferimento si c"iama Assoluto) mentre +#ello sen'a il Y[9 si c"iama Relati1o. Il !i e!i"ento assoluto * #tile +#ando t#tte le form#le de&ono #tili''are #n &alore com#ne. Ese"+io La cella C8 contiene #na form#la c"e calcola l9IJA s#l pre''o del prodotto presente in 28 s#lla (ase dell9ali+#ota presente in 25. Aspetto con form#le Aspetto finale A 2 C A 2 C 5 Ali+#ota IJA/ 0CX 5 Ali+#ota IJA/ 0CX 0 6rodotto 6re''o IJA 0 6rodotto 6re''o IJA 8 @28Z25 8 Camicie 0C.CCC E.CCC E E Se copio la form#la in CE per poterla applicare ad #n altro prodotto otterr-/ Aspetto con form#le Aspetto finale A 2 C A 2 5 Ali+#ota IJA/ 0CX 5 Ali+#ota IJA/ 0CX 0 6rodotto 6re''o IJA 0 6rodotto 6re''o 8 @28Z25 8 Camicie 0C.CCC E @2EZ20 E 6antaloni BC.CCC

C IJA E.CCC \Errore

Il riferimento a 25 $ali+#ota IJA% * stato cam(iato in 20: +#esta seconda form#la dar7 #n errore in +#anto 20 non contiene #n n#mero ma #na parola $6re''o%. Se modifico la form#la in C8 nel modo se!#ente/ Aspetto con form#le A 2 C 5 Ali+#ota IJA/ 0CX 0 6rodotto 6re''o IJA 8 @28Z[2[5 E E la copio in CE) otterr-/ Aspetto con form#le A 2 5 Ali+#ota IJA/ 0CX 0 6rodotto 6re''o 8 E Aspetto finale A 2 Ali+#ota IJA/ 0CX 6rodotto 6re''o Camicie 0C.CCC

C IJA E.CCC

5 0 8 E

C IJA @28Z[2[5 @2EZ[2[5 5 0 8 E

Aspetto finale A 2 Ali+#ota IJA/ 0CX 6rodotto 6re''o Camicie 0C.CCC 6antaloni BC.CCC

C IJA E.CCC 5D.CCC

Cio* solo il riferimento relati&o 28 $c"e si riferisce al pre''o prodotto% * cam(iato) mentre il riferimento assol#to [2[5 $c"e si riferisce all9ali+#ota #!#ale per t#tti i prodotti% non * cam(iato $come * !i#sto c"e sia%.

Fun#ioni standa!d
EFcel mette a disposi'ione dell9#tente #n insieme di f#n'ioni !i7 pronte. Tra +#este le pi. #sate sono/

Elementi di informatica per il corso ECDL @SOMMA$% a#tomaticamente premendo il p#lsante

I.T.I.S. G.MARCONI dalla (arra de!li str#menti.

effett#a la somma di #n !r#ppo di celle. =#esta f#n'ione p#- essere atti&ata

Es./ la f#n'ione presente in C0 somma t#tte le celle dell9area compresa tra A0 e 2E) per c#i il s#o conten#to finale sar7 8B.B5C.CCC. 5 0 8 E A Redditi 5LLL 50.B1C.CCC B.ACC.CCC 2 Redditi 0CCC 58.CCC.CCC E.0DC.CCC C Totale @SOMMA$A0/28%

XMEDIA$% calcola la media di #n insieme di &alori. Es./ la f#n'ione presente in 2E calcola la media delle celle dell9area compresa tra 25 e 28) per c#i il s#o conten#to finale sar7 B $media di 1) A) 50%. A 5 0 8 E 2 1 A 50 @MEDIA$25/28% C

Media

@MAS$% ) @MIN$% calcolano rispetti&amente il &alore massimo e minimo di #n !r#ppo di celle. Es./ le f#n'ioni presenti in C5 e C8 calcolano rispetti&amente i &alori minimi e massimi delle celle dell9area compresa tra A5 e A8) per c#i il loro conten#to finale sar7 rispetti&amente di 50 e 1. 5 0 8 E A 1 A 50 2 Massimo/ Minimo/ C @MA]$A5/A8% @MIN$A5/A8%

Sintassi delle un#ioni


,na f#n'ione "a sempre #na str#tt#ra del !enere @NOMESO,N^IONE$6ARAMETRI%. Essa de&e essere preced#ta da #n @ come le form#le) de&e a&ere #n nome sen'a spa'i ed * se!#ita da #na coppia di parentesi tonde contenenti i parametri cio* i &alori o le coordinate delle celle s# c#i la f#n'ione de&e operare. ,na f#n'ione p#- operare s# #n9area rettan!olare di celle) in tal caso tale area &iene rappresentata indicando le coordinate della prima cella in alto a sinistra dell9area se!#ite dal carattere / e dalle coordinate dell9#ltima cella in (asso a destra dell9area $&edi esempi sopra%.

Autoco"+osi#ione un#ioni
Jisto il !ran n#mero di f#n'ioni standard presenti in EFcel $molte decine%) * stata reali''ata #na f#n'ionalit7 di a#tocomposi'ione c"e consente di !#idare l9#tente nella composi'ione della f#n'ione anc"e se non se ne conosce la str#tt#ra. 6er atti&are tale f#n'ionalit7 (iso!na premere il p#lsante nella (arra de!li str#menti. Apparir7 #na finestra con l9elenco delle f#n'ioni disponi(ili s#ddi&ise per cate!oria o ordinate alfa(eticamente. E9 s#fficiente sce!liere la f#n'ione &ol#ta e se!#ire le indica'ioni fornite dal pro!ramma per ottenere la f#n'ione finale !i7 pronta. A

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

A!a ici
EFcel consente di reali''are in modo semplice !rafici (asati s#i dati conten#ti in #na ta(ella. Jediamo i passa!!i da se!#ire nel caso di #na ta(ella come +#ella sotto. 5. Sele'ionare le celle 20 2A $fatt#rato%. 0. Sce!liere il men. Inse!isciLA!a ico o il p#lsante/ 8. Sce!liere il tipo di !rafico $i pi. #sati sono !li isto!rammi e i dia!rammi a torta%) +#indi premere il p#lsante A1anti. A Anni 5LLE 5LL1 5LLD 5LLA 5LLB 5LLL 2 Oatt#rato $milioni% 81C 8AD 8B5 8AB 8B1 8LE

5 0 8 E 1 D A

E. Nella finestra c"e appare sele'ionare la lin!#etta Se!ie. 1. 6remere il p#lsantino nella parte destra della finestrella Etic/etta asse catego!ie (S),: ci- consente di sce!liere i dati da inserire l#n!o l9asse ori''ontale del !rafico $sotto le (arre%. D. La finestra di a#tocomposi'ione si rid#ce alla sola finestrella s#ddetta. A. Sele'ionare le celle A0 AA e premere lo stesso p#lsantino di c#i sopra nella finestrella di a#tocomposi'ione. B. Riappare la finestra completa. 6remere il p#lsante A1anti.

5. Appare la finestra a destra c"e consente di inserire nel !rafico titoli e le!ende. 0. Sce!liere attra&erso le lin!#ette !li elementi c"e interessano e inserire le frasi opport#ne. 8. In +#esto caso * opport#no inserire almeno il Titolo del g!a ico c"e potre((e essere Oatt#rato in milioni: la le!enda * in&ece in#tile e p#- essere e&itata $torna #tile +#ando si &o!liono rappresentare pi. serie di dati contemporaneamente%. E. 6remere il p#lsante A1anti.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

1. Appare la finestra se!#ente c"e consente di sce!liere se inserire il !rafico nello stesso fo!lio della ta(ella o in #n n#o&o fo!lio. D. Sce!liere l9op'ione &ol#ta e premere Fine.

6er modificare le caratteristic"e del !rafico * s#fficiente sele'ionarlo con il mo#se) a +#esto p#nto si p#spostare $trascinandolo% ridimensionare $dai +#adratini neri c"e compaiono s#i (ordi%) cancellare $premendo il tasto Canc% o modificarne l9aspetto attra&erso il men. A!a ico c"e compare in tale sit#a'ione.

O!dina"ento dati
,n9altra #tile f#n'ione di EFcel * la possi(ilit7 di ordinare i dati presenti in #na ta(ella secondo #n ordine crescente o decrescente. 6er farlo * necessario sele'ionare #na +#alsiasi cella della ta(ella e sce!liere il men. DatiLO!dina. Appare #na finestra c"e ci consente di sce!liere in (ase a +#ale colonna si de&e ordinare $+#ella standard * la prima della ta(ella% e il tipo di ordinamento $lo standard * il crescente cio* da A a ^%. Ese"+io Se si &#ole ordinare la ta(ella a fianco in (ase al nome dell9a!ente) (iso!na $dopo a&er sele'ionato #na cella al s#o interno% sce!liere il men. di c#i sopra e accettare le op'ioni mostrate $O!dina +e!/ A!ente) Modalit./ Crescente%. Si otterr7 il ris#ltato della ta(ella se!#ente/ Se si &#ole ordinare in (ase alla +#antit7 &end#ta) (iso!na sce!liere nella finestra di ordinamento/ O!dina +e!/ =#antit7 &end#te. Modalit./ Crescente. Il ris#ltato sar7/ A 2 A!ente =#antit7 &end#te Rossi Marco 20 Alberti Giorgio 13 Francini 18 Leonardo Dattolo Andrea 22 A 2 A!ente =#antit7 &end#te Alberti Giorgio 13 Dattolo Andrea 22 Francini 18 Leonardo Rossi Marco 20 A 2 A!ente =#antit7 &end#te Alberti Giorgio 13 Francini 18 Leonardo Rossi Marco 20 Dattolo Andrea 22 C Rica&o totale 3.500.000 2.600.000 3.200.000 3.750.000 C Rica&o totale 2.600.000 3.750.000 3.200.000 3.500.000 C Rica&o totale 2.600.000 3.200.000 3.500.000 3.750.000

5 0 8 E 1

5 0 8 E 1 5 0 8 E 1

I"+osta +agina - Ante+!i"a di sta"+a


Attra&erso il men. FileLI"+osta +agina * possi(ile sce!liere t#tte le imposta'ioni della pa!ina c"e &erranno #tili''ate in fase di stampa. Gli elementi fondamentali sele'iona(ili da FileLI"+osta +agina sono i se!#enti. L

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI $standard% o in

O!ienta"ento _ consente di sce!liere se il fo!lio &err7 stampato in &erticale

ori''ontale . =#est9#ltima op'ione * #tile +#ando si de&ono stampare ta(elle molto lar!"e c"e non possono entrare in #n fo!lio in &erticale. Ma!gini _ consente di fissare le distan'e dei mar!ini del fo!lio di la&oro dai (ordi del fo!lio fisico) cio* le distan'e dai (ordi s#periore) inferiore) sinistro e destro. Di"ensioni cm%. si p#- sce!liere la dimensione del fo!lio $+#ella standard * il formato AE cio* 05 F 0L)A

Intesta#ioni e +iD di +agina _ consente di inserire #n9intesta'ione o #n pi* di pa!ina nelle pa!ine stampate. Il men. FileLAnte+!i"a di sta"+a o il p#lsante Consentono) in&ece) di &edere l9aspetto c"e a&r7 il fo!lio di la&oro #na &olta stampato e +#indi di &al#tare le imposta'ioni effett#ate prima di stampare fisicamente il fo!lio.

5C

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Modulo ? - 7asi di dati

Access
De ini#ioni
Spesso si "a la necessit7 di racco!liere #n insieme di dati #tili $indiri''i dei conoscenti) fatt#re) lista dei mo&imenti $!#ada!ni spese%) ecc.% in modo c"e siano facilmente accessi(ili in +#al#n+#e momento. 6er fare +#esto * necessario creare #n a!c/i1io dentro il +#ale poter inserire tali informa'ioni in modo ordinato. ,n tipico esempio di arc"i&io * l9a!endina telefonica/ essa * or!ani''ata in ordine alfa(etico e o!ni ri!a contiene le informa'ioni relati&e ad #n nominati&o $Nome) Indiri''o) Telefono) ecc.% In !enerale #n arc"i&io * costit#ito da #n insieme di informa'ioni omo!enee $cio* riferite ad #n !r#ppo di so!!etti dello stesso tipo%) or!ani''ate in modo c"e t#tte +#elle relati&e ad #n so!!etto stiano insieme $sulla stessa riga%. L9insieme delle informa'ioni riferite ad #n so!!etto prende il nome di !eco!d $#na ri!a dell9a!endina%. La sin!ola informa'ione prende il nome di ca"+o $il nome) l9indiri''o) il n#mero di telefono) ecc.%. In molte sit#a'ioni reali * necessario a&ere non #n solo arc"i&io) ma #n insieme di arc"i&i colle!ati tra di loro in modo c"e si possano inte!rare le informa'ioni di t#tti. ,n insieme di arc"i&i inte!rati e colle!ati tra di loro prende il nome di base di dati $o data base%. Ese"+io Si &#ol !estire il ma!a''ino di #na ditta per sapere +#anta merce * entrata o #scita in #n dato periodo) +#anta merce * presente in ma!a''ino) da c"i * stata ac+#istata e a c"i * stata &end#ta $mo&imenti%) ecc. In tal caso #n solo arc"i&io non * s#fficiente) ma sono necessari/ #n arc"i&io Fo!nito!i contenente t#tte le informa'ioni s#i fornitori $ra!ione sociale) indiri''o) partita IJA) ecc.%) #n arc"i&io Clienti) #n arc"i&io Me!ci con i relati&i dati $codice) descri'ione) pre''o) ecc.%) #n arc"i&io Mo1i"enti con le informa'ioni s# ac+#isti e &endite $data) n#mero fatt#ra) importo) +#antit7) ecc.%. Se &o!liamo emettere #na fatt#ra &erso #n cliente) prenderemo i dati $ra!ione sociale) indiri''o ecc.% dall9arc"i&io Clienti e le caratteristic"e dei prodotti &end#ti da Merci e re!istreremo le caratteristic"e della fatt#ra s#ll9arc"i&io Mo&imenti.

Ca!atte!istic/e gene!ali e st!uttu!a


Access * #n pro!ramma c"e consente la reali''a'ione e la !estione di (asi di dati) cio* consente di reali''are !li arc"i&i c"e formano la (ase di dati $Tabelle%) colle!arli in modo opport#no) ordinarli) effett#are ricerc"e $Vue!'%) reali''are masc"ere di immissione o &is#ali''a'ione dei dati $Sc/ede%) effett#are stampe $Re+o!t%. In Access #n arc"i&io &iene c"iamato tabella) mentre !li altri elementi $record) campi% manten!ono lo stesso nome $a &olte in&ece di record si #sa il termine !iga%. ,na &olta mandato in esec#'ione il pro!ramma &iene mostrata #na sc"ermata con elementi simili a +#elli !i7 &isti per ;ord ed EFcel $2arra dei men.) (arre de!li str#menti) (arra di stato%. A +#esto p#nto (iso!na aprire #n data(ase esistente o crearne #no n#o&o. =#esto si p#- fare dal men. File sce!liendo le &oci A+!i o Nuo1o. Se si sce!lie Nuo1o) Access c"iede il nome da dare al data(ase. 5

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

,na &olta aperto o creato il data(ase appare la se!#ente finestra $Finest!a di database% c"e consente di accedere a t#tti !li elementi c"e lo formano $Tabelle) Vue!') Masc/e!e) Re+o!t) ecc.%. Si passa da #n tipo di elemento all9altro cliccando s#lla corrispondente lin!#etta in alto.

C!ea#ione di una tabella


Jediamo come s&ol!ere +#esta fase nel caso in c#i si &o!lia reali''are #na a!enda telefonica con le se!#enti informa'ioni/ Nome) Indiri''o) Data di nascita) Citt7) Telefono. 5. Innan'it#tto creiamo #n n#o&o data(ase dal men. FileLNuo1o e diamo!li nome Agenda. Apparir7 la Finest!a di database corrispondente. 0. =#indi * necessario sele'ionare la lin!#etta Tabelle e premere il p#lsante Nuo1o. Access ci c"iede come &o!liamo reali''are la ta(ella. Sce!liere l9op'ione ;isuali##a#ione st!uttu!a. 8. Apparir7 la se!#ente finestra $+!ogetta#ione tabella% c"e ci consente di definire i campi c"e formeranno la ta(ella $in pratica le informa'ioni c"e do&remo inserire per o!ni record%) il loro tipo) la dimensione e !li e&ent#ali indici.

E. 6osi'ionarsi nella prima cella della prima ri!a $No"e ca"+o% e scri&ere No"e $* il nome del primo campo%. 1. 6osi'ionarsi s#lla seconda cella della prima ri!a $Ti+o dato%) cliccare s#l p#lsantino c"e appare e sce!liere il tipo di dato c"e sar7 conten#to nel campo. I principali sono/ testo p#- contenere del testo) cio* #n insieme di caratteri +#alsiasi $massimo 011%: nu"e!ico p#- contenere #n n#mero: data=o!a p#- contenere #na data o #n9ora. contato!e associa in modo a#tomatico #n n#mero pro!ressi&o a ciasc#n record in modo c"e non ci siano 0 record con lo stesso n#mero: * #tilissimo per creare #na c"ia&e primaria. 6er il campo Nome sce!liamo il tipo testo. 0

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

D. in (asso appare la se'ione P!o+!iet. ca"+o c"e consente di sce!liere le caratteristic"e del campo. Le pi. importanti sono/ Di"ensione ca"+o indica la dimensione massima del testo inseri(ile nel campo $cio* il n#mero massimo di caratteri inseri(ili standard 1C%: Indici##ato consente di reali''are #n indice s#l campo $&edi para!rafo s#!li indici%. 6er il campo Nome sce!liamo la dimensione standard e) nella casella Indici''ato) l9op'ione Si (du+licati a""essi). A. Ora ci si posi'iona s#lla prima cella della seconda ri!a e si scri&e Indi!i##o) +#indi s#lla seconda cella $tipo di dato% si sce!lie di n#o&o testo $non modific"iamo le imposta'ioni standard%. B. S#lla ter'a ri!a scri&ere Data di nascita $nome del campo%) +#indi sce!liere il tipo Data=o!a. L. S#lla +#arta ri!a scri&ere Citt. $nome del campo%) +#indi sce!liere il tipo testo e la dimensione 0C e) nella casella Indici''ato) l9op'ione Si (du+licati a""essi). 5C.Infine s#lla +#inta ri!a scri&ere Tele ono e sce!liere testo con dimensione 0C. A +#esto p#nto la pro!etta'ione della ta(ella * terminata e si p#- c"i#dere la relati&a finestra $p#lsante nella finestra%. Il pro!ramma c"ieder7 se si &#ol sal&are la ta(ella appena creata. 6remere il p#lsante Si e inserire il nome della ta(ella $nel nostro caso Agenda% $il nome di #na ta(ella p#- essere #!#ale al nome del data(ase%. Inoltre c"ieder7 se si &#ol creare #na c"ia&e primaria: rispondere NO a tale domanda. Osse!1a#ione Sar7 sempre possi(ile modificare la str#tt#ra della ta(ella appena creata. Ci- si p#- fare sele'ionandola dalla finestra Tabelle e premendo il p#lsante St!uttu!a o) #na &olta aperta premendo il p#lsante dalla (arra de!li str#menti. Tale re!ola &ale per t#tti !li o!!etti del data(ase) essi possono essere sempre &isti in 0 modi/ Esecu#ione $o Foglio dati% $p#lsante data(ase. St!uttu!a $p#lsante % consente di #tili''are l9o!!etto per &edere i dati del

% consente di modificare le caratteristic"e dell9o!!etto.

C/ia1e +!i"a!ia e indici


6er poter tro&are &elocemente #n particolare ar!omento in #n li(ro !#ardiamo l9indice. Allo stesso modo * possi(ile definire de!li indici in #na ta(ella Access con il compito di accelerare le ricerc"e dei record. ,n indice de&e essere associato ad un ca"+o e consentir7 di &eloci''are le ricerc"e s# +#el campo. Se si fanno ricerc"e s# campi di&ersi) * opport#no associare #n indice ad o!ni campo. Ese"+io Se nella nostra a!enda facciamo delle ricerc"e fre+#enti s#l nome $del tipo t#tti i record il c#i nome * Rossi Mario%) do((iamo associare #n indice al campo No"e) se facciamo anc"e ricerc"e s#lla citt7 $del tipo t#tti i record la c#i citt7 * 2ari%) do((iamo associare #n indice anc"e al campo Citt.. 6er associa!e un indice ad un ca"+o * necessario aprire la finestra di pro!etta'ione $sele'ionare la ta(ella e premere il p#lsante St!uttu!a%) posi'ionarsi s#lla ri!a relati&a al campo c"e interessa e modificare opport#namente la &oce Indici##ato. Le scelte possi(ili sono/ No il campo non &iene associato a ness#n indice $defa#lt% Si (du+licati a""essi) il campo &iene associato ad #n indice e ci possono essere pi. record con lo stesso &alore in +#esto campo. 6er esempio se si associa +#esto tipo di indice al campo Citt7 sar7 possi(ile a&ere pi. record con citt7 2ari. In +#esto caso #na ricerca prod#rr7 non #n solo record) ma t#tti i record c"e si riferiscono alla citt7 di 2ari. Si (du+licati non a""essi) il campo &iene associato ad #n indice) ma non ci possono essere 0 record con lo stesso &alore in +#esto campo. 6er esempio se si associa +#esto tipo di indice al campo Nome) 8

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

si potr7 a&ere un solo record con nome Rossi Mario. Se ne a!!i#n!iamo #n secondo) Access ci d7 #n messa!!io di errore. In +#esto caso #na ricerca s# +#esto campo prod#rr7 sempre #n solo record. In !enere in #na ta(ella Access si inserisce sempre #n campo c"e non possa contenere 0 &alori #!#ali. In +#esto modo * sempre possi(ile fare #na ricerca c"e consenta di accedere ad #n solo record. ,n campo del !enere &iene definito C/ia1e +!i"a!ia e p#- essere fissato dalla finestra pro!etta'ione posi'ionandosi s#l campo e premendo il p#lsante . Tale campo sar7 a#tomaticamente associato ad #n indice con d#plicati impossi(ili e nell9intesta'ione della ri!a &err7 &is#ali''ato il sim(olo di #na c"ia&e.

Ese"+io Nel data(ase A!enda appena creato a((iamo associato il campo No"e ad #n indice con d#plicati possi(ili perc"> ci possono essere 0 persone c"e "anno lo stesso nome. Se &o!liamo inserire #na c"ia&e primaria do((iamo a!!i#n!ere #n n#o&o campo c"e possa contenere &alori distinti per o!ni record. 6er esempio) possiamo inserire #n campo Codice e sce!liere il tipo di dato Contato!e c"e associa a#tomaticamente #n n#mero distinto ad o!ni record. A +#esto p#nto * s#fficiente premere il p#lsante di c#i sopra per fissare il campo come c"ia&e primaria.

;isuali##a#ione e inse!i"ento dati in una tabella


,na &olta creata la ta(ella) la si p#- aprire per &is#ali''arne il conten#to o per immettere n#o&i dati. =#esto si p#- fare sele'ionando la ta(ella e premendo il p#lsante A+!i. Access mostrer7 la se!#ente !ri!lia in c#i o!ni ri!a rappresenter7 #n record con le informa'ioni s# #n nominati&o e o!ni colonna #n campo di +#elli definiti in fase di pro!etta'ione. In (asso &iene mostrato il n#mero del record att#ale e il n#mero di record complessi&i.

6er inse!i!e n#o&i dati * s#fficiente posi'ionarsi con il mo#se nella prima ri!a &#ota ed immettere ci- c"e interessa. 6er s+osta!si tra le celle della ta(ella si possono #sare il mo#se) i tasti di ta(#la'ione o i tasti c#rsore. 6er "odi ica!e il conten#to di #na cella sen'a cancellarlo completamente * s#fficiente cliccare dentro la cella con il mo#se) spostarsi con i tasti c#rsore nel p#nto in c#i si &#ole modificare ed effett#are la stessa. 6er cancella!e il conten#to di #na cella (iso!na sele'ionarla e premere il tasto Canc.

O!dina"ento
=#ando si apre #na ta(ella &en!ono mostrati t#tti i record nell9ordine in c#i sono stati inseriti. 6er &edere i record in modo ordinato si "anno delle se!#enti alternati&e. O!dina!e !is+etto ad un solo ca"+o Ci si posi'iona in #na cella +#alsiasi del campo $per esempio il campo Nome% e si preme il p#lsante se si &#ole #n ordine crescente $da A a ^% o O!dina!e !is+etto a * o +iH ca"+i consecuti1i E se si &#ole #n ordine decrescente $da ^ a A%.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Si sele'ionano t#tti i campi interessati $per esempio Data di nascita e Citt7% cliccando s#lle intesta'ioni di campo $le parti in !ri!io contenenti i nomi dei campi% e si preme #no dei 0 p#lsanti precedenti. Osse!1a#ione 6er poter ottenere lo stesso tipo di ordinamento anc"e alla s#ccessi&a apert#ra della ta(ella) (iso!na sal&arlo premendo il p#lsante .

Inte!!oga#ioni e ilt!i (Vue!')


,na interro!a'ione * costit#ita da #n insieme di criteri c"e consentono di/ sele#iona!e ( ilt!a!e) un g!u++o di !eco!d c"e rispondono a determinate caratteristic"e: o!dina!e tutti i !eco!d o un g!u++o di essi secondo determinati criteri: 1isuali##a!e solo alcuni ca"+i presenti nella ta(ella $per esempio &edere solo i campi Nome e n#mero di telefono%: collega!e i dati di * o +iH tabelle in modo c"e siano &isi(ili insieme $esempio s#lle fatt#re nel para!rafo Defini'ioni%. Jediamo come si reali''a #na +#erH costr#endone #na c"e consenta di sele'ionare t#tti i record con citt7 2ari.

5. Sele'ionare la lin!#etta =#erH della finestra data(ase) e premere il p#lsante Nuo1o. 0. Nella finestra c"e appare sele'ionare la &oce ;isuali##a#ione st!uttu!a. 8. Appare la finestra a destra c"e consente di sce!liere la ta(ella $o il !r#ppo di ta(elle% s# c#i effett#are l9interro!a'ione: sce!liere Agenda e premere il p#lsante Aggiungi +#indi premere C/iudi. E. Appare la finestra +!ogetta#ione 2ue!'. 6osi'ionarsi nella prima cella della !ri!lia in (asso $Ca"+o,%) cliccare s#l p#lsantino c"e appare a destra nella cella e sce!liere Agenda$N $tale nota'ione sta ad indicare c"e si &o!liono &is#ali''are t#tti i campi%. 1. 6osi'ionarsi nella prima cella $Ca"+o,% della seconda colonna) cliccare s#l p#lsantino e sce!liere Citt.. D. 6osi'ionarsi nella cella C!ite!i, e scri&ere 7a!i. A. Sempre nella stessa colonna) cliccare nel +#adratino per desele'ionarlo. B. C"i#dere la finestra +!ogetta#ione ilt!o $p#lsante %. L. Access c"ieder7 se si &#ol sal&are la +#erH: rispondere Si e di!itare il nome da dare alla +#erH $es. Vue!'Citt.%.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

A +#esto p#nto * s#fficiente sele'ionare l9o!!etto Vue!'Citt. e premere il p#lsante A+!i per &is#ali''are i ris#ltati dell9interro!a'ione $i record c"e "anno la parola 2ari nel campo Citt7%. 6er modificare #na interro!a'ione (iso!na sele'ionarla nella finestra =#erH e premere il p#lsante St!uttu!a.

Vue!' con o!dina"ento


Se s#lla +#erH precedente si &#ole anc"e &is#ali''are i record in ordine crescente per data) si p#a!!i#n!ere s#lla ter'a colonna il campo Data di nascita) to!liere la sele'ione alla casella Most!a) +#indi nella cella O!dina"ento, sce!liere C!escente cos? da ottenere il ris#ltato sotto.

Osse!1a#ione Il campo Data di nascita non de&e essere mostrato perc"> il conten#to della prima colonna Agenda$N dice !i7 di &is#ali''are t#tti i campi e +#indi) se si lasciasse la casella Most!a sele'ionata) la +#erH mostrere((e il campo 0 &olte. In !enerale nella str#tt#ra della +#erH si de&ono mettere sia i campi da mostrare $e&ent#almente t#tti% c"e +#elli s# c#i applicare i criteri di ordinamento e filtro: +#esti #ltimi) per-) non &anno &is#ali''ati $cella Mostra desele'ionata%.

Vue!' con solo alcuni ca"+i


Se si &o!liono &is#ali''are solo alc#ni campi * necessario sele'ionare ciasc#n campo da &is#ali''are in #na colonna della str#tt#ra +#erH. =#esto si p#- fare o cliccando 0 &olte s#l campo nella finestra associata alla ta(ella in esame $in alto nella str#tt#ra +#erH% o posi'ionandosi nella cella Ca"+o cliccando s#l p#lsantino c"e appare a destra nella cella e sce!liendo il campo dal men. a discesa c"e appare. 6er esempio se nella +#erH precedente si &o!liono mostrare solo i campi Nome e Indiri''o (iso!na sele'ionare Nome nella prima colonna $al posto di A!enda.Z% e Indiri''o nella seconda in modo da ottenere #n ris#ltato come +#ello mostrato sotto.

C!ite!i di sele#ione= ilt!o in una inte!!oga#ione


Nella ri!a dei criteri di #na finestra di pro!etta'ione +#erH possono essere inseriti &ari tipi di criteri di sele'ione. I principali sono i se!#enti. 0guaglian#a _ cerca t#tti i record c"e "anno lo stesso &alore di +#ello indicato nella cella criteri $&edi esempio precedente%. 6er reali''arlo * s#fficiente scri&ere il &alore &ol#to nella cella criteri. Maggio!e o "ino!e di _ cerca t#tti i record c"e "anno #n &alore ma!!iore o minore di +#ello indicato nella cella criteri. 6er reali''arlo (iso!na inserire il se!no di ma!!iore o minore $` o a% se!#ito dal &alore. Esempio/ se si &o!liono t#tti i record la c#i data di nascita * s#ccessi&a al 5 5 5LDL (iso!na costr#ire la +#erH se!#ente/

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Se si &#ole ottenere i record c"e "anno #n &alore "aggio!e o uguale di +#ello dato (iso!na #sare i sim(oli QX: stesso discorso per i &alori "ino!i o uguali $PX%. Co"+!eso t!a cerca t#tti i record c"e "anno #n &alore compreso tra +#elli indicati nella cella criteri. Si p#- reali''are in 0 modi/ scri&endo nella cella criteri Q ;alo!e1 And P ;alo!e* opp#re scri&endo 7et&een ;alo!e1 And ;alo!e*. Esempio se si &o!liono tro&are t#tti i record relati&i a persone nate ne!li anni 91C) (iso!na scri&ere in #no dei 0 modi se!#enti/ QX1-1-1J?4 And PX-1-1*-1J?J opp#re 7et&een 1-1-1J?4 and -1-1*-1J?J. Il ris#ltato nei 0 casi sar7/

Nel secondo modo) scri&ere 7et&een 1-1-1J?4 and -1-1*-1J?J e+#i&ale a dire c"e il &alore de&e essere "aggio!e o uguale $QX% di 1-1-1J?4 e "ino!e o uguale $PX% di -1-1*-1J?J) cio* si incl#dono anc"e !li estremi per c#i il primo Gennaio 5L1C e il 85 Dicem(re 5L1L ris#ltano compresi. Si"ile a _ cerca t#tti i record c"e in #n dato campo conten!ono #n &alore c"e ini'ia) termina o contiene il &alore dato. 6er fare tale tipo di ricerca si de&ono #sare l9operatore Li3e e i caratteri bollH YZ9 e YK9. Il primo $Z% indica c"e da +#el p#nto in poi) o prima di +#el p#nto ci pi- essere +#al#n+#e se+#en'a di caratteri. Il secondo $K% indica c"e nel p#nto in c#i si tro&a p#- esserci #n carattere +#alsiasi $ma #no solo%.

Ese"+i
Lo sc"ema sotto riporta alc#ne delle possi(ili strin!"e di ricerca inseri(ili nella cella dei criteri relati&a al campo No"e e la descri'ione del tipo di ricerca effett#ato. St!inga di !ice!ca Ti+o di !ice!ca e ettuata !elati1a al ca"+o No"e Li3e <7N: Cerca t#tti i record c"e il c#i nome ini'ia con 2: es./ 7ia!io) 7ernardo) ecc. Li3e <RossMni: Li3e <NancN: Cerca t#tti i record c"e il c#i nome ini'ia con Ross se!#ito da #n carattere +#alsiasi e termina con ni: es./ Rossini) Rossoni) Rossani) ecc. Cerca t#tti i record c"e il c#i nome contiene la parola anc: es./ Oranco) Orancesco) Ancona) ecc.

Masc/e!e
Ele"enti ca!atte!istici delle "asc/e!e
,na &olta costr#ita #na ta(ella se ne p#- &edere il conten#to in forma ta(ellare $come in EFcel% semplicemente facendo doppio clic3 s# di essa. Tale &is#ali''a'ione) per-) non sempre * la pi. #tile in +#anto o((li!a a &edere t#tti i campi di t#tti i record insieme. A

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Se si &#ol &edere #n record alla &olta o solo #na parte dei campi e com#n+#e se si &#ol creare #n9interfaccia di accesso ai dati pi. piace&ole della semplice ta(ella * possi(ile reali''are #na masc"era. ,na masc"era $fi!#ra sotto% * #na finestra c"e contiene #na serie di caselle associate a sin!oli campi di #na ta(ella.

=#esta masc"era mostra t#tti i campi di #n sin!olo record) ma * possi(ile modificarla per mostrare solo alc#ni campi o per mostrare !r#ppi di record. Gli elementi caratteristici di #na masc"era sono/ 7a!!a di sele#ione !eco!d _ * la (arra &erticale c"e si tro&a nella parte sinistra della masc"era $a fianco ai nomi dei campi%. Consente di sele'ionare l9intero record $per esempio per eliminarlo%. 7a!!a di na1iga#ione _ * l9insieme dei p#lsanti c"e si tro&ano nella parte (assa della masc"era. Consentono di spostarsi tra i record. Il si!nificato dei sin!oli elementi * indicato nella fi!#ra sotto.

C!ea#ione di una "asc/e!a


Sele'ionare la lin!#etta Masc/e!e della finestra di data(ase) +#indi premere il p#lsante Nuo1o) nella finestra c"e appare sce!liere Autoco"+osi#ione "asc/e!a. Nella finestrella in (asso cliccare s#l p#lsante e sele'ionare la ta(ella da associare alla masc"era) +#indi premere A1anti. Appare la finestra a destra c"e consente di sce!liere i campi da &is#ali''are nella masc"era. 6remendo il p#lsante ` si sce!lie solo il campo sele'ionato) premendo `` si scel!ono t#tti i campi. I p#lsanti a e aa ser&ono per to!liere dalla &is#ali''a'ione rispetti&amente #no o t#tti i campi !i7 scelti. 6remere A1anti.

A +#esto p#nto appaiono altre 8 sc"ermate c"e consentono di sce!liere rispetti&amente la modalit7 di &is#ali''a'ione dei campi $laHo#t%) lo stile e il nome della masc"era. ,na &olta finito la masc"era &err7 mostrata e potr7 essere #tili''ata per fare t#tte le opera'ioni s#i record della ta(ella associata. B

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Modi ica dellas+etto di una "asc/e!a


,na &olta creata) #na masc"era p#- essere modificata &is#ali''andola in modalit7 str#tt#ra. In +#esta modalit7 * possi(ile spostare i sin!oli campi) cam(iare i colori del testo o dello sfondo o a!!i#n!ere n#o&i elementi $+#ali etic"ette o caselle di testo% prendendole dalla casella de!li str#menti.

Come esempio ti tali f#n'ioni &ediamo come inserire #n titolo alla masc"era. ,na &olta entrati in modalit7 str#tt#ra la masc"era "a l9aspetto mostrato a destra. Se l9intesta#ione e il +iD di +agina "asc/e!a non sono &isi(ili &is#ali''arli sele'ionando la &oce Int$=PiD di +agina "asc/e!a dal men. ;isuali##a. Allar!are l9intesta'ione posi'ionandosi s#lla linea di separa'ione tra essa e il co!+o della masc"era e trascinando &erso il (asso con il mo#se. Cliccare s#l p#lsante $etic"etta% s#lla casella de!li str#menti e cliccare in #n p#nto +#alsiasi dell9intesta'ione di masc"era) +#indi immettere il titolo della masc"era. 6er modificare l9aspetto dell9etic"etta $(ordo) tipo e dimensione del carattere) ecc.%) sele'ionare la stessa cliccandoci sopra #na &olta e #tili''are !li appositi p#lsanti della (arra de!li str#menti. Il ris#ltato finale * &isi(ile a destra.

Re+o!t
,n report * #na str#tt#ra c"e consente di stampare i record dell9arc"i&io s# carta sce!liendo l9aspetto) i campi da stampare e le modalit7 di ordinamento e ra!!r#ppamento. 6er creare #n n#o&o report * necessario sele'ionare la lin!#etta Re+o!t della finestra di data(ase e premere il p#lsante n#o&o) +#indi si se!#ono passi del t#tto simili a +#elli dell9a#tocomposi'ione masc"era. Anc"e la modifica di #n report !i7 creato se!#e #n procedimento simile a +#ello delle masc"ere.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Modulo 9 - P!esenta#ioni al co"+ute!

Po&e!Point
Ca!atte!istic/e gene!ali
6o<erpoint * #n pro!ramma c"e consente di reali''are presenta'ioni con &ari scopi. I principali sono/ s#pporto ad #na conferen'a o ad #na le'ione) presenta'ione a#tomatica s# comp#ter. L9elemento (ase di 6o<erpoint * la Dia+ositi1a $Slide%. O!ni diapositi&a conterr7 alc#ne informa'ioni riass#nti&e or!ani''ate e formattate opport#namente. In pi. o!ni diapositi&a p#- essere resa pi. accatti&ante attra&erso l9#so di imma!ini) anima'ioni) sfondi) effetti sonori. La presenta'ione consiste nel &is#ali''are in se+#en'a $in modo a#tomatico o man#ale% le &arie diapositi&e.

C!ea#ione di una nuo1a +!esenta#ione


=#ando si manda in esec#'ione 6o<erpoint) ci &iene mostrata #na finestra c"e ci consente di sce!liere se #sare #na str#tt#ra !i7 pronta) effett#are la composi'ione !#idata della presenta'ione o creare #na presenta'ione &#ota. Con la prima op'ione potremo sce!liere tra #n elenco di str#tt#re c"e ci consentono di #tili''are #no stile !i7 definito per le diapositi&e. 6#- essere #na (#ona sol#'ione partire da +#esto p#nto per e&itare di do&ersi creare #no stile da 'ero ed e&ent#almente apportare delle modific"e del caso alla str#tt#ra scelta.

Ele"enti del +!og!a""a e inte! accia


Oltre a!li elementi classici delle applica'ioni Office $men.) (arre de!li str#menti standard e di formatta'ione) (arra di stato%) ce ne sono altri di #na certa importan'a. Pulsanti di 1isuali##a#ione Consentono di cam(iare il tipo di &is#ali''a'ione del doc#mento c"e si sta reali''ando.

I principali sono/ Dia+ositi1a singola _ &is#ali''a #na diapositi&a alla &olta consentendo di modificarne il conten#to. St!uttu!a _ consente di &edere la str#tt#ra !erarc"ica delle informa'ioni presenti nella presenta'ione. Elenco dia+ositi1e _ consente di &edere le miniat#re di t#tte le diapositi&e presenti nella presenta'ione. Da tale &is#ali''a'ione * possi(ile fare &arie opera'ioni/ cam(iamento dell9ordine delle diapositi&e) passa!!io ad #na data diapositi&a) cancella'ione di #na o pi. diapositi&e. P!esenta#ione _ consente di &edere la presenta'ione cos? come apparir7 in fase di esec#'ione.

Pulsanti di +assaggio t!a dia+ositi1e 5

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Si tro&ano in (asso a destra sotto la (arra di spostamento &erticale $scroll (ar%. Consentono di passare alla diapositi&a precedente o s#ccessi&a a +#ella att#ale. 7a!!a di disegno

Consente di inserire nella slide i &ari elementi c"e la compon!ono $caselle di testo) linee) frecce) fi!#re !eometric"e) ;ordArt _ cio* scritte deformate e colorate con effetti speciali%. Inoltre consente di cam(iare il colore e l9aspetto de!li elementi inseriti.

O+e!a#ioni sulle slide


Inse!i"ento di una nuo1a slide ,na &olta creata la presenta'ione * possi(ile a!!i#n!ere o eliminare diapositi&e nel se!#ente modo. 6remere il p#lsante ) &err7 mostrata la finestra nuo1a dia+ositi1a da c#i sce!liere lo stile $la'out% della diapositi&a da creare.

Ca"bia"ento dello!dine delle slide Jis#ali''are l9elenco diapositi&e $p#lsante in (asso a sinistra%) sele'ionare #na diapositi&a e trascinarla nella n#o&a posi'ione. Eli"ina#ione di una slide Sele'ionare il men. Modi icaLEli"ina dia+ositi1a o) da elenco diapositi&e) sele'ionare la diapositi&a e premere il tasto Canc. Ca"bia"ento dello stile (la'out) di una slide 6remere il p#lsante n#o&o laHo#t. ) appare #na finestra simile a +#ella mostrata sopra da c#i si p#- sce!liere il

Ca"bia"ento della st!uttu!a della +!esenta#ione 6remere il p#lsante alla presenta'ione. ) appare la finestra sotto da c#i si p#- sce!liere #na n#o&a str#tt#ra da applicare

Tale modifica ri!#arder7 t#tte le slide della presenta'ione e non solo +#ella att#ale.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Sc/e"i
T#tte le diapositi&e reali''ate in #na presenta'ione fanno riferimento ad #no sc"ema com#ne $fissato nella str#tt#ra scelta% c"e contiene le informa'ioni s#ll9aspetto di (ase delle slide e in particolare s#/ sfondo) colori) posi'ione e formato dei testi) elementi com#ni a t#tte le diapositi&e $titolo) data) n#mero di diapositi&a) pi* di pa!ina) ecc.%. 6ertanto +#ando si &#ol far apparire #n elemento $per es. #n testo o #n9imma!ine% in t#tte le diapositi&e * necessario inserirlo nello sc"ema. 6o<erpoint fornisce 0 sc"emi fondamentali/ titolo _ consente di definire l9aspetto della slide ini'iale della presenta'ione: dia+ositi1a consente di definire l9aspetto di t#tte le altre slide della presenta'ione.

6er accedere a tali &is#ali''a'ioni (iso!na sele'ionare il men. ;isuali##aLSc/e"a e sce!liere la &oce c"e interessa. Jiene mostrata la diapositi&a tipo s# c#i effett#are le modific"e del caso. ,na &olta terminata la modifica * s#fficiente sele'ionare la &is#ali''a'ione slide per tornare alla diapositi&a corrente.

O+e!a#ioni !eali##abili sullo sc/e"a


Testo co"une a +iH slide 5. ,na &olta &is#ali''ato lo sc/e"a dia+ositi1a) premere il p#lsante s#lla (arra di dise!no o sce!liere il men. Inse!isciLCasella di testo. 0. 6osi'ionarsi s#lla diapositi&a e) cliccando con il mo#se) dise!nare #na casella di testo $cio* #n rettan!olo in !rado di contenere del testo%. 8. Scri&ere il testo. La casella di testo p#- essere !idi"ensionata cliccando s#i +#adratini neri ai (ordi e trascinando) s+ostata cliccando s#l (ordo $non s#i +#adratini% e trascinando) cancellata premendo il tasto Canc. Se la casella non * sele'ionata (iso!na farlo cliccando #na &olta s#l testo. 6er cam(iare il formato del testo presente nella casella $tipo) dimensione) colore% * s#fficiente sele'ionarla e #tili''are !li appositi p#lsanti della (arra de!li str#menti o il men. Fo!"atoLCa!atte!e. Il testo scritto &err7 mostrato s# t#tte le slide della presenta'ione esattamente nella posi'ione in c#i * stato inserito nello sc"ema. Inse!i"ento di ca"+i s+eciali (data=o!a6 nu"e!o dia+ositi1a6 +iD di +agina) 5. Sempre da sc"ema diapositi&a) sele'ionare il men. Fo!"atoLLa'out sc/e"a dia+ositi1a. 0. Dalla finestra c"e appare sele'ionare !li elementi c"e si &#ol inserire. 8. Sele'ionare il men. ;isuali##aLIntesta#ione e +iD di +agina. E. Nella finestra c"e appare sce!liere la modalit7 &ol#ta e inserire l9e&ent#ale testo a pi* di pa!ina. Anc"e in +#esto caso) !li elementi inseriti &erranno mostrati in t#tte le diapositi&e. 8

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Inse!i"ento i""agini Sele'ionare il men. Inse!isciLI""agine) +#indi sce!liere se si &#ol inserire #na Cli+a!t $#na imma!ine in #n formato particolare specifico dei doc#menti Office% o #na i""agine da ile. Nel primo caso il pro!ramma mostra la raccolta di clipart c"e "a !i7 a disposi'ione: per inserirne #na) sele'ionarla e premere il p#lsante Inse!isci. Nel secondo consente di sce!liere #n +#al#n+#e file di imma!ine presente s#l disco o anc"e di cercarne #na s# Internet. ,na &olta inserita) l9imma!ine p#- essere ridimensionata) spostata e cancellata nello stesso modo della casella di testo. S ondo 6er sce!liere il colore dello sfondo * necessario sele'ionare il men. Fo!"atoLS ondo. Da +#i * anc"e possi(ile decidere se il cam(iamento de&e interessare solo la diapositi&a att#ale o t#tte.

Ele"enti inse!ibili in una dia+ositi1a


Oltre a!li elementi &isti nel para!rafo precedente $casella di testo) campi speciali) imma!ini% * possi(ile inserire anc"e altri tipi di o!!etti. Jediamo di se!#ito i principali.

Slide con elenc/i +untati


Si p#- operare in 0 modi/ Sceglie!e una dia+ositi1a con +unti elenco dalla finestra n#o&a diapositi&a nel momento in c#i +#esta &iene creata. Tale diapositi&a contiene !i7 al s#o interno #na $o pi.% casella di testo con p#nti elenco. Inse!i!e una casella di testo e) al s#o interno) premere il p#lsante $Punti elenco%.

In entram(i i casi * possi(ile modificare le caratteristic"e dei p#nti elenco $aspetto) colore% sele'ionando il men. Fo!"atoLPunti elenco.

O!ganig!a""i
,n9altra tipica str#tt#ra #tili''ata nelle presenta'ioni * costit#ita da!li or!ani!rammi) cio* sc"emi come il se!#ente/

6er ottenerli * opport#no inserire #na n#o&a diapositi&a sce!liendo dalla relati&a finestra lo stile corrispondente. Nella diapositi&a apparir7 #n rettan!olo con #na icona al centro) cliccare 0 &olte per ese!#ire il pro!ramma O!gani#ation C/a!t in !rado di reali''are #n or!ani!ramma. In tale pro!ramma * molto semplice a!!i#n!ere e colle!are tra loro n#o&i (locc"i e inserire in essi del testo. ,na &olta terminata la costr#'ione dell9or!ani!ramma si esce dal pro!ramma attra&erso il men. FileLEsci e !ito!naY. 6o<erpoint mostrer7 la diapositi&a con l9or!ani!ramma appena creato. Tale or!ani!ramma p#- essere modificato in +#al#n+#e momento semplicemente cliccando 0 &olte s# di esso. E

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Osse!1a#ione Se non * possi(ile #sare il pro!ramma precedente) si p#- sempre creare #no sc"ema con !li str#menti di dise!no di 6o<erpoint $&edi para!rafo s#ccessi&o%.

Diag!a""i
6er reali''are #n dia!ramma si p#- inserire #na n#o&a diapositi&a con tale caratteristica) +#indi cliccare s#l (oF centrale. Jerr7 &is#ali''ata #na ta(ella tipo EFcel nella +#ale inserire la ta(ella contenente i dati da rappresentare. Inoltre &iene mostrata #na (arra de!li str#menti c"e consente di modificare le caratteristic"e del dia!ramma $tipo di !rafico) colori) ecc.%. Se si de&e inserire il !rafico in #na slide esistente * s#fficiente premere il p#lsante men. Inse!isciLA!a ico. o sce!liere il

,na &olta terminato * s#fficiente cliccare s# #n p#nto li(ero della diapositi&a per far sparire la ta(ella. Il dia!ramma p#- essere sempre modificato cliccando 0 &olte s# di esso.

Tabelle
Anc"e per le ta(elle &ale lo stesso procedimento &isto per i dia!rammi. Inserire #na n#o&a diapositi&a con tale caratteristica) +#indi cliccare s#l (oF centrale. Il pro!ramma c"iede il n#mero di ri!"e e colonne della ta(ella e la &is#ali''a. Anc"e +#i * possi(ile cam(iare le caratteristic"e della ta(ella $(ordi) colori) ecc.% dalla (arra de!li str#menti c"e appare. ,na &olta terminato * s#fficiente cliccare s# #n p#nto li(ero della diapositi&a per &edere la diapositi&a completa di ta(ella. Anc"e in +#esto caso si p#- modificare la ta(ella cliccando 0 &olte s# di essa. E9) inoltre) possi(ile inserire #na ta(ella in formato ;ord o #n fo!lio di la&oro EFcel attra&erso i p#lsanti .

Disegno
Attra&erso la ba!!a disegno * possi(ile reali''are &ari tipi di dise!ni ed elementi !rafici c"e possono essere inseriti in +#al#n+#e p#nto di #na diapositi&a. =#al#n+#e sia l9o!!etto !rafico c"e &o!liamo tracciare il procedimento * sempre lo stesso/ 5. 6remere il p#lsante corrispondente al tipo di o!!etto da dise!nare. 0. 6osi'ionarsi s#lla diapositi&a nel p#nto in c#i l9o!!etto de&e ini'iare. 8. Cliccare e trascinare $tenendo il p#lsante del mo#se prem#to% fino al p#nto in c#i l9o!!etto de&e terminare. E. Cliccare 0 &olte s#l (ordo dell9o!!etto per &is#ali''are la finestra di formato dalla +#ale si possono modificare/ colori) dimensioni) posi'ione) aspetto $le caratteristic"e &is#ali''ate dipendono dal tipo di o!!etto dise!nato%.

Ani"a#ione della +!esenta#ione


,na &olta completate le slide della presenta'ione (iso!na decidere in +#ale modo &is#ali''arla. 6er la precisione (iso!na sce!liere le modalit7 di passa!!io da #na slide all9altra $ t!ansi#ione% e !li effetti di anima'ione de!li o!!etti presenti nelle slide.

I"+osta#ione +!esenta#ione
Aprire il men. P!esenta#ione dia+ositi1e +#indi sce!liere la &oce I"+osta +!esenta#ione. Appare la se!#ente finestra c"e consente di sce!liere le caratteristic"e !enerali della presenta'ione. Le pi. importanti sono/

Elementi di informatica per il corso ECDL Con !elato!e _ la presenta'ione a&&iene a sc"ermo intero e il s#o a&an'amento p#- essere controllato dal relatore $appare #n tasto di controllo in (asso a sinistra%. Sco!!i"ento indi1iduale _ la presenta'ione appare in finestra e non * controlla(ile direttamente dal relatore $sal&o c"e per terminarla con tasto Esc%. Ci- si!nifica c"e il relatore non p#- for'are l9a&an'amento della presenta'ione sal&o c"e non sia pre&isto dalla stessa $per esempio attra&erso appositi tasti di na&i!a'ione%. P!esenta#ione continua _ come prima) ma con presenta'ione &is#ali''ata a sc"ermo intero. E ettua ciclo continuo ino a Esc _ #na &olta terminata) la presenta'ione ricomincia dalla prima slide e il t#tto &a a&anti finc"> non si preme Esc. A1an#a"ento "anuale _ si p#- passare alla diapositi&a s#ccessi&a con #n clic3 del mo#se o premendo In1io. 0sa gli inte!1alli sal1atiY se alle diapositi&e sono stati associati de!li inter&alli di &is#ali''a'ione) al termine di tale inter&allo la presenta'ione &is#ali''a a#tomaticamente la slide s#ccessi&a .

I.T.I.S. G.MARCONI

T!ansi#ione t!a dia+ositi1e


Consente di sce!liere l9effetto di transi'ione da #na diapositi&a all9altra. Dal men. P!esenta#ione dia+ositi1e si sce!lie la &oce T!ansi#ione dia+ositi1a. Si ottiene la se!#ente finestra.

Da essa si p#- sce!liere l9effetto di transi'ione) la &elocit7) il s#ono da associare alla transi'ione stessa e il tipo di a&an'amento/ man#ale $s# clic3 o In&io% o tempori''ato. Inoltre si p#- decidere se applicare il tipo di transi'ione scelto a t#tte le diapositi&e o solo a +#ella in esame.

Ani"a#ione oggetti di una slide


Dal men. P!esenta#ione dia+ositi1e) sce!liendo la &oce Ani"a#ione +e!sonali##ata) si ottiene la finestra sotto da c#i * possi(ile impostare &ari effetti di anima'ione s#i sin!oli o!!etti della slide in esame. 6er farlo (iso!na effett#are i se!#enti passi/ D

Elementi di informatica per il corso ECDL 5. Sele'ionare l9o!!etto da animare nella finestra Oggetti dia+ositi1a sen#a ani"a#ione e cliccare s#lla &oce Esegui ani"a#ione $a destra%. L9o!!etto &iene spostato nella finestra O!dine ani"a#ione:$ 0. Sce!liere se ese!#ire l9anima'ione con #n clic3 del "ouse o Auto"atica"ente do+o le1ento +!ecedente. Nel secondo caso l9anima'ione di #n o!!etto a&&err7 dopo il completamento di +#ella precedente $se non * stata impostata ness#n9altra anima'ione a&&err7 dopo la &is#ali''a'ione della slide%. Il n#mero di secondi impostati indica +#anto tempo de&e passare tra il termine dell9e&ento precedente e l9ini'io dell9anima'ione in esame. 8. Se si decide di animare pi. o!!etti * possi(ile cam(iare l9ordine di esec#'ione delle rispetti&e anima'ioni sele'ionando l9o!!etto nella finestra O!dine ani"a#ione e premendo i p#lsanti o . E. Gli effetti di anima'ione possono essere scelti sele'ionando il fo!lio E etti $imma!ine a destra%. =#i si possono sce!liere il tipo di anima'ione) i s#oni) le opera'ioni da s&ol!ere al termine dell9anima'ione $cam(ia colore) nascondi) nascondi al clic3) non modificare%) la modalit7 d9immissione del testo $se l9o!!etto animato * #na casella di testo%.

I.T.I.S. G.MARCONI

Gli #ltimi 0 fo!li della finestra $Effetti !rafico e Imposta'ioni esec#'ione% ser&ono per fissare le imposta'ioni di anima'ione dei !rafici e dei filmati.

Pulsanti e lin3 di na1iga#ione


6o<er6oint consente di associare a ciasc#n o!!etto presente in #na slide delle opera'ioni particolari $passa!!io ad #na determinata slide) esec#'ione di #n pro!ramma) ecc.%. Si p#- sce!liere di far ese!#ire tali opera'ioni o cliccando s#ll9o!!etto o semplicemente passando il p#ntatore del mo#se s# di esso.

Pulsanti
Anc"e se la f#n'ionalit7 s#ddetta p#- essere applicata a +#al#n+#e o!!etto) ne esiste #na cate!oria creata apposta per +#esto compito/ i +ulsanti. 6er inserire #n p#lsante (iso!na sele'ionare la &oce Pulsanti di a#ione dal men. P!esenta#ione dia+ositi1e o sele'ionare la corrispondente &oce dal p#lsante Fo!"e della (arra Disegno.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

=#indi dise!nare il p#lsante s#lla diapositi&a cliccando in #n p#nto e trascinando fino a c"e esso non a((ia ass#nto le dimensioni &ol#te. A +#esto p#nto appare la finestra sotto c"e consente di sce!liere il tipo di a'ione da associare al p#lsante. Le a'ioni possi(ili sono. E ettua collega"ento a _ consente di passare ad #n9altra diapositi&a) ad #n9altra presenta'ione o ad #n sito Internet $se si "a il colle!amento%. Esegui +!og!a""a _ ese!#e #n pro!ramma: premendo il p#lsante S oglia * possi(ile sce!liere nome e percorso del pro!ramma da ese!#ire. Esegui "ac!o _ ese!#e #na macro cio* #na se+#en'a di a'ioni di 6o<er6oint re!istrate in modo da poterle ese!#ire insieme in modo a#tomatico $tale scelta * possi(ile solo se ci sono macro !i7 re!istrate%. A#ione oggetto _ consente di ese!#ire #n9opport#na a'ione s# #n o!!etto incorporato $cio* reali''ato con #n altro pro!ramma) es. ta(ella o !rafico EFcel%).

La finestra sopra p#- essere fatta apparire per +#al#n+#e o!!etto di 6o<er6oint. 2asta sele'ionarlo e sce!liere la &oce I"+osta#ioni a#ione dal men. P!esenta#ione dia+ositi1e. Se si effett#a tale opera'ione dopo a&er sele'ionato #na parola si ottiene #n lin3 tipo +#elli &isi(ili s#lle pa!ine <e(.

Sta"+a +!esenta#ione
6er stampare #na presenta'ione (iso!na operare s# 0 men./ FileLI"+osta +agina consente di sce!liere il formato delle diapositi&e $&erticale o ori''ontale% e la loro dimensione. FileLSta"+a oltre alle normali f#n'ioni di stampa de!li altri pro!rammi Office $N#mero di copie) stampante) diapositi&e da stampare) ecc.%) consente anc"e di decidere cosa stampare $diapositi&e) note) str#tt#ra% e +#ante diapositi&e per pa!ina stampare: +#este #ltime f#n'ioni si otten!ono dalla casella Sta"+a di, della finestra di stampa.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Modulo F - Reti in o!"atic/e

Inte!net e8+lo!e! - Outloo3


Inte!net
CosD e co"e ci si collega
Internet * #na rete di comp#ter ad estensione mondiale c"e consente di #s#fr#ire di n#merosi ser&i'i $e mail) ricerca di informa'ioni) e commerce) e (an3in!) ecc.%. 6er colle!arsi ad Internet * necessario a&ere #n co"+ute!) #n "ode" $c"e ci consente di colle!are il comp#ter alla linea telefonica%) #n a((onamento ad #n +!o1ide! $societ7 c"e fornisce l9accesso ad Internet%) #n b!o&se! $#n pro!ramma c"e "a il compito di le!!ere i dati c"e !li arri&ano) interpretarli e trasformarli in +#alcosa di comprensi(ile per noi $testo) imma!ini) s#oni%%. ,na &olta colle!ati ci &iene mostrata a#tomaticamente la nostra %o"e +age) cio* la pa!ina ;e( c"e #siamo come p#nto di parten'a. O!ni sito Internet "a #na "ome pa!e attra&erso c#i si p#- accedere a t#tte le pa!ine e i doc#menti del sito stesso. La "ome pa!e) di solito) * +#ella del pro&ider) ma possiamo costr#irne #na personale $se sappiamo come fare%. Dalla "ome pa!e possiamo ini'iare la na&i!a'ione: +#esta p#- a&&enire in 0 modi/ Cliccando s# #n collega"ento i+e!testuale $Lin3%) cio* #n elemento c"e ci consente di colle!arci ad #n sito di&erso o ad #na di&ersa pa!ina ;e(. I lin3 possono essere associati a parole $dette /ot &o!d ed e&iden'iate) di solito) con #na sottolineat#ra% o a imma!ini. In entram(i i casi ci si accor!e di essere s# #n lin3 perc"> il p#ntatore del mo#se ass#me la forma di #na mano. Scri&endo l9indiri''o del sito a c#i colle!arsi nella (arra de!li indiri''i $imma!ine sotto% e premendo IN;IO.

Indi!i##i Inte!net
,n indiri''o Internet $detto anc"e nic3na"e) da non confondere con l9indiri''o di posta elettronica% "a #na str#tt#ra di +#esto tipo/ /tt+,==&&&$no"esito$ti+o. Il campo ti+o p#- essere #na si!la identificati&a della na'ione in c#i il sito si tro&a $it _ Italia) #s _ Stati ,niti) #3 _ In!"ilterra) ecc.% o del tipo di sito $!o& _ !o&ernati&o) com _ commerciale) ed# _ scolastico) ecc.%. Le si!le /tt+, e &&& indicano c"e ci stiamo colle!ando ad #n sito c"e #tili''a lo standard Bo!ld Bide Beb. =#esti siti $att#almente i pi. diff#si% &is#ali''ano le informa'ioni #tili''ando doc#menti in formato /t"l) cio* doc#menti in !rado di contenere non solo testo) ma !rafica) imma!ini) m#sica e lin3 ipertest#ali ad altri doc#menti e siti s#lla rete.

Moto!i di !ice!ca
Sono siti Internet c"e consentono di cercare #n particolare sito presente s#lla rete. ,n motore di ricerca racco!lie contin#amente informa'ioni s#i siti presenti s#lla rete in modo da a&erne #n elenco il pi. possi(ile a!!iornato. =#ando ci si colle!a * possi(ile effett#are ricerc"e per ar!omento $t#tti i siti di tipo scientifico% o per parole conten#te $t#tti i siti c"e conten!ono la parola Sport%. I principali motori di ricerca sono '/aoo (&&&$'/aoo$it)6 google (&&&$google$it)6 l'cos (&&&$l'cos$it).

Inte!net E8+lo!e! (7!o&se!)


5

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Inte!net E8+lo!e! * #no dei (ro<ser pi. #tili''ati nel mondo dei personal comp#ter. Come !i7 detto il s#o compito principale * +#ello di le!!ere i dati pro&enienti da Internet) interpretarli e trasformarli in #na sc"ermata !rafica.

Ele"enti del +!og!a""a e inte! accia


7a!!a di na1iga#ione

Contiene i p#lsanti c"e consentono di na&i!are tra le pa!ine <e() cio* di passare da #na pa!ina all9altra in modo semplice. In particolare i primi d#e p#lsanti consentono di spostarsi alla pa!ina &isitata in preceden'a o a +#ella s#ccessi&a. 7a!!a degli indi!i##i Contiene l9indiri''o del sito c"e si sta &isitando in +#el momento. 6er &isitare #n sito di c#i si conosce l9indiri''o * s#fficiente scri&erlo in +#esto spa'io e premere in&io.

O+e!a#ioni !eali##abili da b!o&se!


Oltre alla normale na&i!a'ione * possi(ile ese!#ire le se!#enti f#n'ioni Sal1ataggio di una +agina &eb sul +!o+!io co"+ute! ,na &olta caricata la pa!ina * s#fficiente sele'ionare il men. FileLSal1a con no"e e sce!liere la cartella in c#i sal&are il file. ;isuali##a#ione di una +agina &eb +!esente sul +!o+!io co"+ute! Se s#l proprio comp#ter * presente #na pa!ina <e( $per esempio sal&ata in preceden'a% * possi(ile &is#ali''arla sele'ionando il men. FileLA+!i. =#esta f#n'ione * molto comoda per le!!ere doc#menti <e( l#n!"i sen'a essere colle!ati alla rete $e sen'a pa!are la relati&a (ollettaP%. Sal1ataggio di uni""agine sul +!o+!io co"+ute! E9 s#fficiente cliccare con il tasto destro del mo#se s#ll9imma!ine e sce!liere la &oce Sal1a i""agine con no"e dal men. c"e appare: +#indi sce!liere la cartella in c#i sal&are il relati&o file. Co+ia di testo o i""agini da una +agina &eb a un docu"ento Bo!d Se si &#ol copiare #na por'ione di testo della pa!ina <e( &is#ali''ata * s#fficiente sele'ionare il testo con il mo#se) cliccare s#l tasto destro e sce!liere la &oce Co+ia dal men. c"e appare) +#indi spostarsi nel doc#mento <ord) posi'ionarsi nel p#nto in c#i incollare e premere il p#lsante incolla. Se si &#ol copiare #na imma!ine o l9indiri''o della pa!ina <e( &is#ali''ata * s#fficiente cliccare con il tasto destro s#ll9imma!ine o s#lla (arra de!li indiri''i e ripetere le stesse opera'ioni &iste al p#nto precedente.

Posta elett!onica (E-Mail)


Il ser&i'io di posta elettronica $E-Mail% consente di in&iare messa!!i ad altre persone attra&erso #na rete di comp#ter secondo #n meccanismo molto simile a +#ello del ser&i'io postale ordinario. 6er #sare il ser&i'io di posta elettronica * necessario a&ere/ #n "ode" per colle!arsi alla rete telefonica e #n a((onamento ad #n +!o1ide! $cio* ad #na societ7 in !rado di fornire #n accesso ad internet%.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

,na &olta iscritti) il pro&ider ci fornisce) tra le altre cose) #na casella +ostale e #n indi!i##o di +osta elett!onica $+#esti indiri''i "anno sempre la se!#ente str#tt#ra/ identi icato!e+e!sonaleCno"e+!o1ide!%. A +#esto p#nto ci ser&e #n pro!ramma di posta elettronica $#no dei pi. #sati * Outloo3%.

Ele"enti del +!og!a""a e inte! accia


Outloo3 si presenta con l9aspetto mostrato in fi!#ra.

Come al solito ci sono !li elementi tipici di o!ni applica'ione ;indo<s $men.) (arra de!li str#menti) (arra di stato%) mentre la finestra * di&isa in 8 parti fondamentali. Ca!telle Occ#pa la parte sinistra della finestra e mostra le cartelle dentro c#i sono inseriti i messa!!i. Sono #tili per classificare e s#ddi&idere i messa!!i in !r#ppi omo!enei e rendere pi. facile la ricerca de!li stessi. 6er &edere il conten#to di #na cartella * s#fficiente sele'ionarla con il mo#se. Contiene le se!#enti cartelle standard c#i si possono a!!i#n!ere altre cos? da creare #na str#tt#ra personali''ata. Le cartelle standard sono/ Posta in a!!i1o * la cartella in c#i &en!ono inseriti t#tti i messa!!i in arri&o. Essi restano in tale cartella finc"> non si decide di cancellarli o spostarli in altre cartelle. Posta in uscita contiene i messa!!i pronti per essere in&iati) ma non ancora spediti. Tali messa!!i &erranno spediti effetti&amente nel momento in c#i si preme il p#lsante In1ia=Rice1i. Posta in1iata contiene i messa!!i !i7 spediti. Consente di tener traccia dei messa!!i !i7 in&iati. Posta eli"inata contiene i messa!!i eliminati dalle altre cartelle. E9 #na sorta di cestino dei rifi#ti c"e consente di riprendere i messa!!i eliminati per s(a!lio. 7o##e contiene i messa!!i non ancora completati.

Lista dei "essaggi Contiene la lista dei messa!!i presenti nella cartella sele'ionata.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

6er o!ni messa!!io &en!ono fornite le se!#enti indica'ioni/ +!io!it. indica c"e si tratta di #n messa!!io con ele&ata priorit7: allegato indica c"e il messa!!io "a dei file alle!ati: cont!assegno consente di se!nalare i messa!!i particolarmente importanti in modo da renderli facilmente ritro&a(ili: "ittente nome del mittente: oggetto contiene #na (re&e descri'ione del conten#to del messa!!io: data di !ice#ione _ indica la data e l9ora in c#i * stato rice&#to.

E9 possi(ile ordinare l9elenco dei messa!!i secondo #na delle &oci s#indicate semplicemente cliccando s#ll9intesta'ione della colonna corrispondente $parte !ri!ia con il nome della colonna%. Messaggio sele#ionato =#esta parte della finestra mostra il messa!!io &ero e proprio. O!ni &olta c"e si sele'iona #n messa!!io dall9elenco in alto) il s#o conten#to &iene mostrato in +#esta parte della finestra.

Rice#ione e lettu!a di un "essaggio


=#ando si manda in esec#'ione il pro!ramma) esso cons#lta a#tomaticamente la casella postale presente s#l comp#ter del pro&ider per &edere se ci sono messa!!i. Se s?) li ac+#isisce e li memori''a nella cartella Posta in a!!i1o. In se!#ito * possi(ile ricontrollare la casella postale $per &edere se ci sono altri messa!!i% premendo il p#lsante .

Si p#- anc"e confi!#rare O#tloo3 per esaminare a#tomaticamente la casella postale ad inter&alli di tempo sta(iliti. =#esto si fa sce!liendo il men. St!u"entiLO+#ioni e sele'ionando la sc"eda Aene!ale nella finestra mostrata. ,na &olta rice&#ti i messa!!i * possi(ile le!!erli sele'ionandoli con il mo#se dall9elenco.

Sc!ittu!a e in1io di un "essaggio


Nuo1o "essaggio
6er scri&ere #n n#o&o messa!!io si p#- premere il p#lsante Il pro!ramma mostra la finestra se!#ente $Co"+osi#ione "essaggio%. o sce!liere il men. FileLNuo1o.

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

L9indiri''o del mittente &iene inserito a#tomaticamente) +#ello del destinatario de&e essere scritto. Il campo Cc, consente di riportare #n elenco di indiri''i c#i mandare il messa!!io in copia $#tilissimo in caso di circolari%. Nel campo Oggetto * opport#no scri&ere #na descri'ione sintetica del conten#to del messa!!io) tale descri'ione &err7) infatti) mostrata nell9elenco dei messa!!i del destinatario consentendo!li di capire il conten#to del messa!!io sen'a do&erlo le!!ere $molto comodo +#ando si rice&ono decine o centinaia di messa!!i al !iorno%. A +#esto p#nto si scri&ere il testo del messa!!io. 6er +#anto ri!#arda la i!"a $signatu!e%) O#tloo3 consente di inserirla in a#tomatico) +#esto si ottiene dalla finestra principale del pro!ramma sce!liendo il men. St!u"entiLO+#ioni e sele'ionando la sc"eda Fi!"a dalla finestra c"e appare. =#i * possi(ile atti&are e disatti&are l9inserimento a#tomatico e scri&ere il testo da #sare come firma. ,na &olta fatto +#esto) in o!ni n#o&o messa!!io &err7 inserito a#tomaticamente il testo scelto. =#ando si * completato t#tto il messa!!io lo si p#- in&iare premendo il p#lsante .

,na &olta spedito) tale messa!!io &iene anc"e sal&ato nella cartella Posta in1iata do&e sar7 sempre possi(ile ri&ederlo: ci- consente di tener traccia di +#ali messa!!i sono stati in&iati) a c"i e cosa contene&ano.

Ris+osta (!e+la') o inolt!o ( o!&a!d) di un "essaggio !ice1uto


Ris+osta (!e+la') 6er rispondere ad #n messa!!io rice&#to * s#fficiente sele'ionarlo dell9elenco dei messa!!i e premere il p#lsante . Il pro!ramma mostrer7 la finestra di composi'ione messa!!io e inserir7 nel campo destinatario l9indiri''o del mittente del messa!!io a c#i si &#ol rispondere. Nel testo della risposta $dopo l9e&ent#ale firma% &err7 a#tomaticamente inserito il testo del messa!!io a c#i si &#ol rispondere e le informa'ioni relati&e ad esso $mittente) destinatario) data di in&io) o!!etto%. Se il messa!!io a c#i si &#ol rispondere contiene #na lista di indiri''i in Cc, $cio* * stato in&iato in copia a pi. destinatari%) * possi(ile in&iare copia della risposta a t#tti premendo il p#lsante . In tal caso nel campo Cc, &err7 inserito lo stesso elenco presente nel corrispondente campo del messa!!io a c#i si &#ol rispondere. Inolt!o ( o!&a!d)

Elementi di informatica per il corso ECDL

I.T.I.S. G.MARCONI

Se si &#ole in&iare il messa!!io rice&#to ad #n altro destinatario si p#- premere il p#lsante . Anc"e in tal caso compare la finestra di composi'ione messa!!io con il messa!!io ori!inale e le informa'ioni relati&e ad esso $mittente) destinatario) data di in&io) o!!etto%. Si de&e solo inserire nel campo A, l9indiri''o del n#o&o destinatario ed e&ent#almente a!!i#n!ere #n messa!!io per se!nalare l9inoltro.

Allega!e un ile al "essaggio (attac/)


Spesso * necessario alle!are #n doc#mento al messa!!io in&iato $#n testo) #na imma!ine) #na ta(ella) ecc.%. +#esto si p#- fare nella finestra co"+osi#ione "essaggio premendo il p#lsante . Ci &iene mostrata #na finestra c"e ci consente di sce!liere il file da alle!are. ,na &olta scelto) sotto il campo Oggetto, &iene mostrato #n n#o&o campo $Allega,:% con il nome del file alle!ato.

Aestione dei "essaggi


,na &olta rice&#to o creato #n messa!!io) +#esto &iene inserito a#tomaticamente in #na cartella standard e ci resta finc"> non &iene spostato o cancellato. 6#- essere molto #tile or!ani''are i messa!!i spostandoli in cartelle personali in (ase al tipo) al mittente) all9importan'a. Cancella!e un "essaggio E9 s#fficiente sele'ionarlo dell9elenco e premere Canc. Il messa!!io non &iene eliminato realmente) ma &iene spostato nella cartella Posta eli"inata. 6er eliminarlo definiti&amente si de&e entrare in tale cartella) sele'ionare il messa!!io e cancellarlo $sempre con Canc%. E9 anc"e possi(ile confi!#rare O#tloo3 in modo c"e cancelli t#tti i messa!!i presenti in tale cartella al termine del pro!ramma. =#esto si p#- fare dalla sc"eda Manuten#ione della finestra c"e appare +#ando si sce!lie il men. St!u"entiLO+#ioni. S+osta!e o co+ia!e un "essaggio in unalt!a ca!tella Sele'ionare il messa!!io dall9elenco e sce!liere il men. Modi icaLS+osta nella ca!tella o Modi icaLCo+ia nella ca!tella. O#tloo3 mostra #na finestra dalla +#ale si p#- sce!liere la cartella destina'ione ed effett#a l9opera'ione ric"iesta.

Aestione ca!telle
C!ea!e una nuo1a ca!tella Sele'ionare il men. FileLCa!tellaLNuo1a: ci &iene c"iesto il nome da dare alla cartella e in +#ale posi'ione inserirla nella str#tt#ra delle cartelle $possiamo inserirla dentro #n9altra cartella cos? da creare #na str#tt#ra !erarc"ica tipo +#ella delle directorH%. ,na &olta prem#to O@) la n#o&a cartella &iene mostrata nell9area cartelle di O#tloo3. Eli"ina!e una ca!tella Sele'ionarla nell9area cartelle e premere il tasto Canc o sele'ionare il men. FileLCa!tellaLEli"ina. S+osta!e una ca!tella 6er spostare #na cartella in #n9altra) si de&e sele'ionare la cartella con il mo#se: a +#esto p#nto si p#trascinarla nella n#o&a posi'ione $sempre con il mo#se% o) in alternati&a) sele'ionare il men. FileLCa!tellaLS+osta. Ca"bia!e no"e ad una ca!tella Sele'ionare la cartella e sce!liere il men. FileLCa!tellaLRino"ina.