Sei sulla pagina 1di 15

Fonte: http://www.assemblarepconline.

it/hdd-ssd/ottimizzare-ssd-per-windows-7-8/

Ottimizzare SSD per Windows: guida


definitiva

Come ottimizzare lSSD per Windows 7, 8.1, 10? Ecco


una guida completa per migliorare le prestazioni.
Le differenze tra SSD e HDD sono notevoli, soprattutto per quanto riguarda la
velocit. Dopo aver scelto quale drive acquistare, adesso vediamo come puoi rendere
pi performante e longevo il tuo SSD. Quando si installa Windows 7, 8.1, 10, bisogna
procedere manualmente a disattivare alcune impostazioni del sistema operativo che
potrebbero ridurre la vita dellSSD e renderlo meno performante.

Ecco quali accorgimenti devi prendere per rendere veloce e duratura la periferica a
stato solido, liberando anche qualche GB. Alcune delle informazioni e dei consigli
che trovi di seguito potrebbero essere gi attivi in automatico.
1. Controllare che il TRIM sia attivo

Il comando TRIM permette al sistema operativo di conoscere quali settori dellSSD


non vengono pi utilizzati. Il suo scopo principale evitare che lSSD subisca
rallentamenti durante lutilizzo, mantenendo una velocit sempre costante.

Per controllare che questa funzione sia attiva, esegui questi passaggi:

Recati nel men Start e cerca cmd, ovvero il Prompt dei comandi;
Clicca col destro del mouse sul Prompt dei comandi e premi Esegui come
amministratore;
Scrivi il comando fsutil behavior query disabledeletenotify e premi invio;
Se compare DisableDeleteNotify = 0 allora il TRIM attivo;
Se compare DisableDeleteNotify = 1 allora il TRIM disattivato.

In Windows 7, 8.1, 10 questo comando dovrebbe essere gi attivo, in caso contrario


devi impostare la modalit AHCI dal BIOS.
2. Disattivare la deframmentazione

La deframmentazione consente di ottimizzare i dati archiviati sullhard disk. Di solito


i file vengono frammentati dal sistema operativo ed immagazzinati nel disco rigido,
sparsi per i vari settori dellHDD. Con la deframmentazione si raggruppano tutti i file
relativi ad una determinata applicazione, migliorando la gestione del disco e la
velocit del sistema.

Questa procedura dannosa ed inutile per gli SSD, infatti comporta numerose
operazioni di scrittura che potrebbero danneggiare e ridurre la vita del dispositivo. Di
default, Windows attiva la deframmentazione anche sugli SSD, quindi devi procedere
alla disattivazione di questo servizio.

Per farlo, leggi questi passaggi:

Apri la finestra Computer, premi col destro del mouse sullSSD e clicca
Propriet;
Nella schermata Strumenti, premi su Ottimizza;
Seleziona il tuo SSD e premi su Modifica impostazioni;
Disattiva lopzione Esegui in base ad una pianificazione (scelta consigliata);
3. Disattivare il ripristino configurazione di
sistema

Il ripristino configurazione di sistema consente di creare dei punti di ripristino, utili


in caso di malfunzionamenti del PC. Infatti se hai un punto di ripristino ed il tuo PC
si blocca improvvisamente, puoi tornare indietro nel tempo allultimo punto creato,
dove il sistema funzionava correttamente. La creazione di questi punti viene fatta
automaticamente da Windows quando installiamo driver, software ed aggiornamenti.
Con gli SSD si suggerisce di disattivare la creazione dei punti di ripristino, perch
potrebbe avere un impatto negativo sulle prestazioni, interferendo col TRIM. Inoltre
togliendo questa opzione si liberano anche diversi GB di spazio.

Se non sei interessato ai punti di ripristino, puoi disattivarli in questo modo:

Clicca col destro del mouse su Computer e premi Propriet;


Sulla sinistra premi su Impostazioni di sistema avanzate;
Dal men Protezione di sistema premi su Configura;
Seleziona Disattiva protezione sistema, infine premi Applica ed OK.
4. Disattivare lindicizzazione del sistema

Lindicizzazione molto utile sugli hard disk. Con questa funzione possibile
rendere pi rapida la ricerca dei file sul PC. Infatti Windows indicizza
automaticamente tutti i file disponibili, creando appunto un indice dei file. In questo
modo puoi trovarli pi velocemente.

Sugli SSD non c bisogno di indicizzare i file, poich i tempi di accesso sono molto
pi bassi rispetto agli hard disk. Inoltre lindicizzazione esegue una serie di piccole
scritture sul drive, facendo diminuire la sua longevit, quindi provvedi a disattivare
questa funzione. Disattivando lindicizzazione non perderai la possibilit di cercare
file su Windows. Lindicizzazione consente solo di rendere pi veloce la ricerca, ma
siccome stai utilizzando un SSD, la velocit di ricerca talmente elevata che puoi
benissimo disattivare questa impostazione.

Unaltra via pi drastica per disattivare lindicizzazione, quella di disattivare


completamente il servizio Windows Search. In tal caso non potrai eseguire pi le
ricerche, con una serie di conseguenze.

Quindi ecco la strada migliore da seguire:

Apri la finestra Computer, clicca col destro del mouse sullSSD e premi
Propriet;
Disattiva la funzione Consenti lindicizzazione del contenuto e delle propriet
dei file di questa unit, seleziona limpostazione applica a tutte le
sottocartelle, file. Infine premi Ok e poi Applica;
Dovrebbe comparire una schermata di errore. Seleziona Ignora tutti e
prosegui.

Questo procedimento pu durare anche alcuni minuti, dipende da quanti file hai
salvato sullSSD.
5. Disattivare Superfetch e Prefetch

Superfetch e Prefetch sono due funzionalit di Windows che permettono di


memorizzare le applicazioni pi utilizzare dallutente, per avviarle direttamente nella
RAM allaccensione del PC. Questo procedimento dovrebbe garantire una maggiore
velocit durante il lancio di unapplicazione che utilizziamo spesso, ma allo stesso
tempo rallenta lavvio iniziale del sistema.

Anche in questo caso opportuno disattivare queste opzioni sullSSD, perch


effettuano un certo numero di scritture e letture di dati che possono danneggiare il
drive. Disattivali in questo modo:

Dal men Start cerca regedit, esso il registro di sistema;


Recati nella cartella
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\SessionMana
ger\Memory Management\PrefetchParameters;
Apri la chiave EnablePrefetcher e setta il valore su 0;
Apri la chiave EnableSuperfetcher e setta il valore su 0.

Il registro di sistema molto delicato, ci sono le configurazioni fondamentali del


sistema operativo. Presta particolare attenzione a quello che fai quando apri questo
registro.
6. Disattivare libernazione

Libernazione una particolare modalit di Windows che consente di consumare


pochissima energia, quindi particolarmente utile sui portatili. Con questa funzione
vengono salvati i documenti ed i programmi aperti sul disco rigido, spegnendo il
computer. Pu essere particolarmente utile quando si usa un notebook con hard disk.

Ancora una volta loperazione richiede diverse scritture e letture di dati sullSSD,
quindi se utilizzi un drive a stato solido preferibile disattivare questa modalit. Per
farlo, esegui questi passaggi:

Dal men Start cerca cmd, cio il Prompt dei comandi, ed eseguilo come
amministratore;
Scrivi il comando powercfg -h off e premi invio.

Non comparir alcun risultato, ma in questo modo avrai disattivato libernazione.


7. Disattivare il file di paginazione

Il file di paginazione una particolare tecnica adoperata dal sistema operativo.


Risulta utile quando la RAM inizia ad essere satura, quindi il sistema operativo
utilizza una parte dellhard disk come se fosse RAM, allocando programmi e file
aperti.

Nel caso dellSSD consigliabile disattivare questa impostazione, perch causa pi


scritture sul drive, facendo diminuire la sua longevit. Ecco come disattivarlo:

Premi col tasto destro su Computer e clicca su Propriet;


Sulla sinistra seleziona Impostazioni di sistema avanzate e recati nella
scheda Avanzate;
Clicca su Impostazioni nella sezione Prestazioni;
Vai in Avanzate e premi Cambia;
Deseleziona lopzione Gestisci automaticamente dimensioni file di paging per
tutte le unit;
Seleziona Nessun file di paging, premi Imposta ed alla fine OK.

Siccome devi eseguire numerosi passaggi, osserva limmagine in alto per capire
meglio come disattivare il file di paginazione.
8. Disattivare ClearPageFileAtShutdown e
LargeSystemCache

Il comando ClearPageFileAtShutdown permette di svuotare la memoria del file di


paginazione, che abbiamo disattivato nel punto precedente. Per questo motivo
inutile tenere attiva questa opzione, e dobbiamo disattivarla. Il comando
LargeSystemCache stabilisce se il sistema operativo deve utilizzare un file piccolo o
grande per la cache di Windows. Anche in questo caso procediamo a disattivare
lopzione.

Procedi in questo modo:

Dal men Start cerca regedit;


Recati nella cartella
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\SessionMana
ger\Memory Management;
Seleziona la chiave ClearPageFileAtShutdown ed impostala su 0;
Seleziona la chiave LargeSystemCache ed impostala su 0.
9. Disattivare Windows Search ed
Ottimizzazione Avvio

Per recuperare spazio sullSSD, puoi disattivare i servizi di ricerca e


dellottimizzazione dellavvio. Infatti grazie alla velocit del drive a stato solido, non
sono necessari questi servizi e puoi tranquillamente disattivarli recuperando anche
una parte della memoria. Segui queste indicazioni:

Dal men Start cerca esegui;


Scrivi services.msc per avviare la gestione dei servizi di Windows;
Cerca ed apri il servizio Ottimizzazione avvio;
Sullopzione Tipi di avvio: seleziona Disabilitato. Poi premi Applica ed
infine OK;
Esegui la stessa operazione per il servizio Windows Search.
10. Attivare/Disattivare la cache in scrittura
sul dispositivo

Questo passaggio dipende dal tipo di SSD che possiedi. Per alcuni dispositivi
preferibile lasciare attiva la cache di scrittura, per altri invece preferibile disattivare
lopzione per avere maggiori prestazioni.

Siccome questa impostazioni dipende dal tipo di SSD, preferibile prima attivare la
cache in scrittura ed eseguire un test di velocit. Dopodich disattiva lopzione ed
esegui nuovamente lo stesso test. A seconda dei risultati ottenuti, decidi se attivare o
disattivare il comando.

Per accedere allimpostazione, leggi questi passaggi:

Clicca col destro su Computer ed accedi alle Propriet;


Dal men sinistro seleziona Gestione dispositivi;
Trova la sezione Unit disco;
Clicca due volte sullSSD ed accedi al men Criteri;
E presenta limpostazione Attiva cache in scrittura sul dispositivo.

A questo punto procedi con i test, per valutare se hai un miglioramento oppure un
peggioramento delle prestazioni.
11. Aggiornare il firmware
Il firmware un software integrato nelle periferiche che consente il corretto
funzionamento del dispositivo. Per ottimizzare le prestazioni degli SSD importante
avere sempre un firmware aggiornato allultima versione disponibile. In questo modo
si andranno a correggere eventuali bug e problemi, migliorando anche la velocit del
drive a stato solido.

Per aggiornare lSSD puoi utilizzare i software ufficiali che vengono rilasciati dalle
principale aziende. Ad esempio per i Samsung possibile scaricare il software
Magician, che consente di aggiornare il firmware allultima versione ed eseguire alte
operazioni. Di seguito trovi i principali software delle aziende pi popolari, che ti
consentono di effettuare laggiornamento.

Samsung Magician Software;


Intel Solid-State Drive Toolbox;
OCZ Toolbox;
Kingston Toolbox.
12. Disattivare lo spegnimento dellSSD

Quando un computer resta acceso per diversi minuti senza essere utilizzato, Windows
disattiva automaticamente il disco fisso per risparmiare energia. Siccome gli SSD
consumano poco, puoi disattivare questa funzione per non spegnere mai il drive a
stato solido.

Per disattivare limpostazione, procedi cos:

Recati nel pannello di controllo, seleziona Hardware e suoni;


Clicca su Opzioni risparmio energia;
Attiva il profilo Prestazioni elevate e clicca su Modifica impostazioni
combinazione;
Seleziona Cambia impostazioni avanzate risparmio energia;
Imposta su 0 (mai) la disattivazione del drive allo stato solido.

Conclusioni
Lottimizzazione di un SSD fondamentale per sfruttare al massimo le potenzialit
del drive allo stato solido. Grazie a questi consigli potrai anche recuperare GB
preziosi e rendere veloce e fluido il sistema operativo Windows.
BONUS
Se hai un portatile oppure un PC desktop e vuoi sostituire il tuo attuale HDD con un
veloce SSD, devi eseguire queste operazioni:

1. Clona lattuale HDD sullSSD

In questa fase devi copiare lintero hard disk sul nuovo SSD. La copia comprende il
sistema operativo installato sullHDD e tutti i relativi driver e software. In questo
modo il nuovo SSD sar perfettamente identico al tuo HDD e potrai utilizzarlo senza
alcun problema. Per eseguire la clonazione devi installare un programma che effettua
questo tipo di operazione. Generalmente quando acquisti un SSD, allinterno della
confezione trovi un software da utilizzare per clonare lHDD. Ad esempio gli SSD
Samsung sono forniti con un software chiamato Data Migration che consente di
eseguire lintero processo di copia in modo rapido. Tutto quello che devi fare :

Installa il software di clonazione sullHDD

Collega lSSD al computer con un adattatore USB

Crea una nuova unit di volume sullSSD in modo da farlo riconoscere a


Windows (dettagli https://goo.gl/pPQkwC)

Avvia il software e procedi alla clonazione (guida a Samsung Data Migration


http://goo.gl/9llDJQ)

NOTA: nei portatili presente una partizione di recupero (partition recovery)


sullHDD. Tale partizione consente di ripristinare il portatile alle condizioni iniziali
di fabbrica. Alcuni software di clonazione, come il Samsung Data Migration, non
clonano questa partizione sullSSD. Ci significa che in caso di problemi, non potrai
ripristinare il portatile alle condizioni di fabbrica iniziali. Per risolvere
linconveniente, nella maggior parte dei portatili sono preinstallati dei software che
consentono di creare dei backup di tutto il sistema da salvare su un supporto esterno
(DVD, chiavetta USB, hard disk esterno). Sui portatili Asus puoi utilizzare ad
esempio il programma Backtracker per creare un backup dellintero sistema (guida
dettagliata http://goo.gl/3OVgTE).
2. Sostituisci lHDD con lSSD

A questo punto hai lSSD con Windows e tutti i tuoi dati perfettamente copiati. Nel
caso del portatile, accedi al vano posteriore dove risiede lHDD e smontalo,
dopodich sostituiscilo con lSSD (dettagli https://goo.gl/VIdngs). In alcuni modelli
di portatili bisogna smontare anche la tastiera ed il vano superiore per accedere
allHDD, quindi questoperazione pu risultare pi delicata (esempio
https://goo.gl/9OHHVU). Nel caso dei PC desktop, puoi seguire questa guida
http://goo.gl/omczWj.

3. Avvia il computer

Fai partire il computer e goditi il nuovo SSD. Avrai Windows e tutte le applicazioni
installate esattamente come lHDD, ma lincremento prestazionale sar abissale.

Prova tu stesso le prestazioni del tuo SSD con questi benchmark gratuiti
http://goo.gl/2nlhQd.

Fonte: http://www.assemblarepconline.it/hdd-ssd/ottimizzare-ssd-per-windows-7-8/

Seguimi: Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Potrebbero piacerti anche