Sei sulla pagina 1di 18

1.

REPERTORI BIO-BIBLIOGRAFICI INTERNAZIONALI LEZIONE 1

THE NEW GROVE DICTIONARY of MUSIC & MUSICIANS

1^Ed. 1879-89: 4Vol. → 2^Ed. 1890: 6 Vol. → 3^Ed. 1900: 8 Vol. → 6^ Ed. 1980: 20 Vol.
Ultima 7^ Edizione 2001 London, MacMillan in 29 Vol.

Spezzatino: 1992 N.G. of Operas in 4 Vol.


1996 N.G. of Musical Instruments
2002 N.G. of Jazz in 3 Vol.

OGNI VOCE contiene: 1) Vita e stile musicale 2) Catalogo opere 3) Bibliografia


Lo si trova On-line sul sito della Oxford Music Online

M.G.G. DIE MUSIK EN GESCHICHTE UND GEGENWART

1^Ed. 1990 (Solo tedeschi!)


2^Ed. 1994 (Anche italiani) e successive sino al 2007, formata da :
- Sachteil 9+1 Vol.
- Personenteil 17+1 Vol.
Edizione del 2008 - Contemporanei e nuovi temi in 1 Vol.

OGNI VOCE contiene: 1) Vita 2) Catalago opere 3) Inquadramento stilistico 4) Bibliografia

Uso delle sigle parlanti del RISM: A-Wn F-Pn che indicano la collocazione delle opere.

ALTRI REPERTORI
• NUOVO VOGEL di Emil Vogel, Alfred Einstein, Francoise Lesure e Claudio Sartori 1977
proveniente dalla Bibliografia della musica Italiana Vocale a Stampa Profana dal 1500 al
1700

• RePIM Repertorio della Poesia Italiana in Musica dal 1500 al 1700 a cura di Angelo
Pompilio. L’Università di Bologna lo trasferisce On-line

• OPERNLEXICON di Franz Stieger 1975-83 - Dizionario Operistico in 4 Vol.

• GROSSES SÄNGERLEXIKON Lessico dedicato ai cantanti

• DICTIONAIRE DES OUVRES DE L’ART VOCALE du Honneger&Prevost 1991 -2 Parigi


REPERTORI BIO-BIBLIOGRAFICI ITALIANI LEZIONE 2
Gaffurio ci provò nel Medioevo (fine ‘400)

DIZIONARIO E BIBLIOGRAFIA DELLA MUSICA di Pietro Lichtenthal triestino Ed


Fontana, Milano 1826.
• Riceve documentazione da Austria (Vienna) anche di autori italiani

DIZIONARIO UNIVERSALE DEI MUSICISTI 1926 di Car lo Schmidl (dopo 1^Guerra) in 3


Vol. Ed. Sonzogno. Solo biografie, niente bibliografie.

LA MUSICA di Alberto Basso 1948 (dopo 2^ Guerra) in 2 Vol. Ed. UTET

DEUMM Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti di Alberto


Basso 1983-2009 in 15 Vol. Ed. UTET
◦ Lessico 1983-84 in 4 Vol
◦ Biografie 1985-88 in 8 Vol.+ Supplementi
◦ Titoli e personaggi 1999 in 3 Vol. + Appendice ‘A’: Arie, Cori, Opere
teatrali, Oratori e cantate + Appendice ‘B’
◦ Indice Analitico

ENCICLOPEDIA DELLA MUSICA di Jean-Jaques Nattiez in 5 Vol. Ed. Einaudi, Bologna


Tratta di problemi della Musica: 1) Il 900 2) Il sapere musicale 3) Musica e
culture 4) Storia della musica europea 5) L’Unità della musica

ENCICLOPEDIA DELLO SPETTACOLO di Silvio D’Amico in 10+1 Vol . 1954-1962

BIBLIOGRAFIA DELLE RACCOLTE A STAMPA MUSICALI DAL XVI AL XVII SECOLO di


Robert Eitner, poi Quellen Lexikon.

DIZIONARIO DEGLI EDITORI MUSICALI ITALIANI 1750 1930 di Antolini


REPERTORI DI MUSICA MANOSCRITTA LEZIONE 4

ITER LITURGICUM ITALICUM : elenco di fonti musicali esistenti nelle biblioteche


ecclesiastiche europee - 1999

ITER LITURGICUM AMBROSIANUM dell’Abate G. Baroffio che descrive nella Rivista


“Aevum” i canti della liturgia ambrosiana dalle origini alla polifonia

CENSUS Catalogo dei manoscritti di musica polifonica dal 1400 al 1550. Edizione
American Institute of Musicology – 1978

BID – BIBLIOTECA BRAIDENSE ==> URFM Milano

ITALIAN MANUSCRIPT SOURCES OF 17th CENTURY – KEYBOARD MUSICISTI


Catalogo di musica strumenta le di Alexander Silbigen pubblicato in Michigan nel 1980

REPERTORI DI MUSICA VOCALE

BIBLIOGRAFIA DELLA MUSICA VOCALE A STAMPA PROFANA ITALIANA dal


1500 al 1700 - Pubblicato da Emil Vogel nel 1892, poi integrata nel 1977 nel
NUOVO VOGEL

BIBLIOGRAFIA DELLA MUSICA ITALIANA VOCALE DAL 1500 AL 1700


di Emile Vogel, integrata poi da Claudio Sartori, Francoise Lesure ed Alfred Einstein
e pubblicata da Staderini, Pomezia nel 1977

THE ITALIAN MADRIGAL and RELATED REPERTOIRES – INDEX TO PRINTED


COLLECTION - di L. Harry pubblicato da New haven nel 1988. È più aggiornato del
Nuovo Vogel

RePIM - REPERTORIO DELLA POESIA ITALIANA IN MUSICA 1500 -1700


di Angelo Pompilio, Lorenzo Bianconi ed altri. Contiene componimenti adespoti.
Consultabile nel DB dell’Università di Bologna

REPERTORI DI MUSICA STRUMENTALE

BIBLIOGRAFIA DELLA MUSICA STRUMENTALE ITALIANA FINO AL 1700


di Claudio Sartori edita nel 1952 e poi nel 1968. Ogni voce contiene:
1) Elenco delle stampe
2) Numero di Catalogo LEZIONE 4
3) Consistenza

INSTRUMENTAL MUSIC PRINTED DEL 1500


di Howard Mayer Brown, complementare a quella di Sartori. Principalmente del 1500

CATALOGO DEI MANOSCRITTI MUSICALI FINO AL 1900


disponibile On-line nella Biblioteca Braidense → URFM Ufficio Ricerche Fondi
Musicali

INDEX TO PRINTED MUSIC Spogli di Edizioni Musicali Antologiche, collezioni,


Monumenta, etc

CATALOGO DEI LIBRETTI

I LIBRETTI ITALIANI A STAMPA DALLE ORIGINI AL 1800


di Claudio Sartori (1990-2004) in 5 Vol + 2 Vol di indici.
Contiene i libretti d’opera del 1600-’700 ed il paratesto:
- rappresentazioni con date e luoghi;
- i ballerini
- i cantanti ed i personaggi dell’opera
- la dedica dell’autore
- il coreografo dei balletti
- lo scenografo
- il vestiario
- i riferimenti ad altri catalog hi

Molto curati gli indici, come quello de:


- i Cantanti che riporta cronologicamente la carriera, dove ha agito e quando;
- l’Indice degli autori letterari
- l’Indice dei curatori del vestiario
- l’Indice degli scenografi, etc

+
CLIO – CATALOGO DEI LIBRI ITALIANI DEL 1800 pubblicato nel 1991, poi su CD -ROM

=
CORAGO - REPERTORI ED ARCHIVIO DEI LIBRETTI DEL MELODRAMMA ITALIANO DAL
1600 AL 1900 nato dalla fusione presso l’Università di Bologna dell’Opera di Sartori
+ CLIO, poi portato in rete.
Ogni voce contiene: 1)Indicazioni generali 2)Struttura 3)Bibliografia 4)Scansione del
libretto 5)Sigla RBS del RISM

LEZIONE 6

2. I CATALOGHI TEMATICI
Cataloghi comprensivi del “Tema”, l’”Incipit” è alla base della ricerca delle sole
composizioni scritte.

Barry Brook, padre di tre delle 4R, scrive un “Indice dei cataloghi tematici, cioè una
bibliografia dei cataloghi tematici esistenti nel 1972, poi ampliato nel 1997 da Brook
insieme a Viano.

I primi Cataloghi Tematici compaiono a cura della casa editrice Breitkopf&Hartel a


Lipsia nel 1762.

Il Catalogo collettivo di SBN, grazie all’Incipit in chiaro, è uno dei più grandi
cataloghi tematici disponibili in rete.

Il dott. Ludwig Ritter von Koechel redige nel 1862 uno dei cataloghi tematici più
famosi, quello di W.A. Mozart con la sigla K-nn oppure KV-nn.
Il C. T. Koechel è CRONOLOGICO.
È attualmente alla 6^ versione del 1956

Es.: K-50 “ Bastien et Bastienne ” è un’0peretta in 1 atto composta da Mozart all’età


di 15 anni nel 1768. Il Catalogo contiene l’Incipit in chiave di Violino e di Basso
delle prime 4 battute.
Il catalogo fornisce tutte le info sull’opera, incluso se l’originale è autografo, dove si
trova e di cosa è composta la fonte, dove si trovano le edizioni a stampa.

K-492 “Le nozze di Figaro” Opera buffa in 4 atti. Composta a Vienna nel 1786. Ha
la catalogazione del catalogo di Mozart Verzeichniss 37, quella tenuta da Mozart
stesso in cui annota i persona ggi ed i cantanti.
Inizialmente nel catalogo mancavano i recitativi, poi nelle edizioni successive inclusi.

K-626 è l’ultima opera di Mozart, Il “ Requiem ”. Esiste il vero autografo di Mozart e


quello copiato dopo la morte e completato dagli allievi per po terlo consegnare a chi
l’aveva commissionato, il Conte Walsegg.
E
siste l’appendice (Anhang) al catalogo che contiene curiosità.

Il catalogo è visibile in digitale su VIFA Musik e su Orchestravirtuale Flaminio


Il C. T. di Bach è il BWV Bach Werke Verzeichniss è SISTEMATICO , cioè è suddiviso
per tipologie di composizioni, infatti il BWV -1 è la prima Cantata, non la prima opera
composta da Bach. Infatti il catalogo si suddivide in:
• Cantate
• Mottetti
• Messe e Magnificat
• Passioni ed Oratori
• Corali a 4 voci, Lieder

Es: Bwv-249a-b “Oratorio di Pasqua” riporta Poeta sconosciuto . Le voci usate


nell’opera.
Nelle Appendici ci sono frammenti ed opere perdute

Di C. T. di BEETHOVEN ne esistono 2, quelle contraddistinte da Op -nn e quello


invece che ha la sigla WoO-nn, ve ne sono 228, che sono state quasi ripudiate da
Beethoven, cioè opere per balletti, Opere per cerimonie, etc.

Altro Catalogo T. CRONOLOGICO è quello di SCHUBERT, elaborato da Otto Erich


DEUTSCH, da cui la numerazione D -nn

Il Catalogo per GENERI elaborato da HOBOKEN per le opere di J. HAYDN ha la


numerazione HOB-nn.

HANDEL ha il suo catalogo tematico con la numerazione HWV -nn.

Il FTCO è il Catalogo tematico di FRESCOBALDI gestito in North Carolina ed ha la


numerazione F-nn

Il C.T. della Oxford Christ Church di John Milsom tratta Fondi antichi.

Il C. T. di CLEMENTI contiene gli Incipit musicali approntato da Alan Tyson.

VIVALDI ha 5 Cataloghi.

Il C.T. di Carl NIELSEN con la numerazione CNW -nn.

Il C.T. di BOCCHERINI era autografo con la numerazione B -nn ed è parziale mentre


Gerard ha completato il catalogo utilizzando la numerazione G -nn
LEZIONE 4

3. OPAC SBN ONLINE PUBLIC ACCES CATALOG del SERVIZIO BIBLIOTECARIO


NAZIONALE

Rete di 6.000 biblioteche italiane che aderiscono ad SBN, 45 biblioteche di


Conservatori, Biblioteche di Chiese, Archivi ecclesiastici, Istituti Universitari, l’Archivio
di Stato, Enti di Stato, Fondazioni di Teatro, Assoc iazioni di Bande e Scuole Musicali
che scambiano servizi bibliotecari.
Polo principale è Ravenna. IsCCU di Roma è l’Istituto Centrale di Controllo Unico.

OPAC-SBN contiene: - Musica a stampa e manoscritta


(10 milioni - Libretti
di records) - Documenti sonori ed audiovisivi
- Spogli da libretti, da mus. Manoscritta ed a stampa

In OPAC-SBN Sono stati riversati:


- il DB dell’Istituto Centrale dei Beni Sonori ed Audiovisivi nel 2016
- i principali cataloghi nazionali URFM e IBIMUS 1978 -90
- 200k notizie grazie alla legge dei “Giacimenti culturali” N. 41 del 1986

Le ricerche tramite l’interfaccia OPAC -SBN sono fatte con l’ausilio di varie tipologie:
- di maschere di ricerca avanzata che mettono a disposizione:
* la descrizione bibliogra fica con
* la disponibilità della riproduzione digitale e
- di filtri che permettono la ricerca tramite:
* l’INCIPIT MUSICALE potenziato dall’uso della notazione alfabetica anglosassone;
* l’ORGANICO in forma sintetica.

OPAC-SBN usa l’ISBD - International Standard Bibliographic Description - che è un


insieme di regole prodotte dalla International Federation of Library Associations and
Institutions (IFLA) per rendere universalmente e facilmente disponibili, in una forma
accettabile in ambito internazionale, i dati bibliografici di base relativi a tutti i tipi
di risorse pubblicati in ogni paese.

OPAC-SBN è collegato alle risorse digitali nazionali, ai distributori commerciali come


Amazon, AbeBooks ed IBS, ai portali ad Open Access come IMSLP – Petrucci ed a
cataloghi di rete stranieri.

OPAC-SBN usa le abbreviazioni e relativi scioglimenti di URFM


Le descrizioni bibliografiche di OPAC -SBN sono state fatte con “ libro in mano ”
MetaOPAC Raccoglitore di OPAC, tra cui:

- MAI MetaOpac AZALAI Italiano

- KVK Karlsruher Virtueller Katalog dell’Università di Karlsruhe (D)

- OAIster della University of Michigan che è un meta -motore della WORLDCAT - USA

- INTERNET ARCHIVE Organizzazione no -profit Ricerca un meta-motore di pagine WEB

- DOAB Directory of Open Access Books

- DOAJ Directory of OA Journals

- JSTORE
LEZIONE 3

4. LE 4 R
RISM Repertoire Internationale des Sources Musicales

Sede a Francoforte. Proviene dal Quellen Lexicon di Robert Eitner in 10 Vol.


pubblicati dal 1900 al 1904.
Alla sua Pubblicazione cartacea nel 1956 fu organizzato in SERIE A - B - C

A/I Edizioni monografiche di stampe e manoscritti per singolo autore dal 1500 al
1800
A/II Fonti Musicali manoscritte dopo il 1600

B/I Collezioni a stampa dal XVI al XVII secolo


B/II Collezioni a stampa del XVIII secolo
B/III La teoria musicale fino al 1500
B/IV Musica polifonica

C) Indirizzi e consistenza delle Biblioteche nel mondo


C/III/2 Dedicato all’Italia

Il RISM è Online dal 2015 ed è suddiviso in :


• Serie A: inventari in ordine alfabetico per compositore
• Serie B: bibliografie dei materiali organizzate per argomento
• Serie C: elenchi delle biblioteche di ricerca musicale
Sigle RISM Biblioteca del Conservatorio di Latina è I -LTNc
RILM Repertoire Internationale de la Literature Mu sicale LEZIONE 7
◦ Tratto da Pubblicazioni di tutto il mondo fondato nel 1996 da IAML e IMS
◦ Traccia la bibliografia musicale corrente in tutte le pubblicazioni del mondo dal
1967 in poi, infatti è diffuso in 48 paesi. Sede centrale è N. York.
◦ Uscite annuali
◦ Formato da 15 super-classi e sottoclassi
1. Letteratura di reference
2. Musica per film e cartoons
3. Scritti in onore di .., Atti di convegni, Saggi
4. Scritti universali
5. Scritti sulla storia occidentale (Es. Sottoclasse “Opera”)
15. Musica e religione

Essendo impossibile continuare col cartaceo, oggi è solo On -line Il sito RILM
contiene:
◦ Pubblicazione di 6000 periodici con la disponibilità in full-text di 200.000
abstract, cioè pochi tratti dell’articolo.

Collegamento a:
◦ M.G.G. on line
◦ Pubblicazioni cartacee
◦ RILM Music Enciclopedias full-text di 45 enciclopedie tra cui il Dizionario di
Schmidl ed il Dizionario degli Editori Musicali
◦ Index to Printed Music - musica a stampa.

PERIODICI MUSICALI INTERNAZIONALI

JSTORE in abbonamento e OA. Periodici internazionali e pochi italiani


MUSE DB scientifico e sociale. Periodici non -italiani
PERmusica Periodici mus. Del 900 in OA, anche in Internet Culturale
ARTMUS Articoli musicali in periodici non -musicali dell’ ‘800 da Università
ACNP Catalogo nazionale dei Periodici Accessibile tramite UNIBO
DOAJ Directory of Open Access Journals Periodici Internazionali
ANALECTA SEBINA DB che contiene lo spoglio di 150 perio dici italiani
PERIODICI MUSICALI ITALIANI

• RIVISTA ITALIANA DI MUSICOLOGIA che esce con cadenza semestrale


• NUOVA RIVISTA MUSICALE ITALIANA, CHIUSA
• STUDI MUSICALI
• SAGGIATORE MUSICALE
• FONTI MUSICALI ITALIANE
• RECERCARE
• RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE

RIDIM Repertoire Internazionale d’Iconographie Musicale

nel 1971 Barry Brook insieme a G. Thibault, H. Mayer Brown a Zurigo.


Cataloga e studia L’Iconografia musicale come
-gli strumenti musicali
-i cartigli etc

Permette la ricerca di oggetti artistici e dei loro creatori suddivisi per


1) Tipo di oggetto
2) Persona
3) Tecniche artistiche
4) Luoghi
5) Strumenti musicali
6) Istituzioni di appartenenza

RIPM Retrospective Index Periodical Musicales

di Robert Cohen e Marcello Conati nel 1980 in Canada.

Nasce come spoglio dei periodici a stampa dell’800 e, successivamente, si sviluppa


come spoglio degli indici con gli abstract di quegli autori che hanno scritto nel
periodici dal 1760 al 1966 e fino al Jazz. Il RILM recensiva i periodici a partire da
1967 in poi.

Ogni record contiene: 1) Titolo dell’articolo 2) Commenti riassuntivi

La rivista “AMZ” nasce a Lipsia alla fine del 1700, importante per gli strumentisti
dell’epoca.
Schumann fonda il 3 aprile 1834 la Neue Zeitschrift für Musik (Nuova rivista
musicale).

La rivista italiana collegata al RIPM è: La Rivista Italiana di Musicologia

Oggi RIPM è On-line

5^ R Sarà quella che attualmente è la International Bibliography of Discographies


5. BIBLIOTECHE MUSICALI ITALIANE LEZIONE 7

Oltre alle Biblioteche Statali e di Enti Locali, Ecclesiastiche, Fondazioni teatrali,


Bande, Scuole di Mus., Università, le più importanti sono quelle associate ai 77
Conservatori di musica; anche quella di Latina è arricchita da donazioni di fondi.

NAPOLI è il Conservatorio più antico, fusione di 4 (Regio Conservatorio della Pietà


de’ Turchini + altri 3), oggi S. Pietro a Maiella ex convento cinquecentesco.
Alla fine del ‘700 vengono convogliati tutti i fondi musicali.
Utilizzando INTERNET CULTURALE, t roviamo autori da Scarlatti fino agli autografi
dell’800 di Pergolesi, Durante, Jommelli, Fenaroli, Zingarelli, Donizatti, Verdi.
Gran parte del materiale è stato digitalizzato.

MILANO è storicamente importante. Nella Biblioteca sono comfluiti il Fondo Ha sse, il


Fondo Noseda e quelli della Biblioteca Braidense.
Fausto Torrefranca fu Direttore dal 1924 al 1938, poi primo insegnante di Storia della
Musica a Roma nel 1913, a Milano nel 1930 ed a Firenze nel 1941.
Sono archiviate grandi collezioni di musica st ampata da Petrucci in poi, i libretti
d’opera. La Biblioteca ha un Museo degli Strumenti musicali storici fondato nel 1881.

ROMA dove, oltre alla Bibl. Casanatesa (N. Paganini) e l’Apostolica Vaticana, c’è la
Biblioteca del Conservatorio di Musica in via dei Greci. Nata nel 1880, vengono
riversati in essa tutti i fondi dell’area romana, compresi quelli dell’Accademia.
Con la costruzione dell’Auditorium di R. Piano, i fondi dell’Accademia sono traslocati
li, separandoli da quelli governativi. Vi si trovano anche le Opere rappresentate al
Teatro Valle; la raccolta dei Libretti fu venduta all’Accademia di S. Cecilia dal suo
possessore portoghese.

BOLOGNA dove esistono due istituzioni diverse: Il Conservatorio Statale ed il Museo


Internazionale e Biblioteca della Musica, situato nel Palazzo Sanguinetti di proprietà
comunale.
Nel Museo del Conservatorio sono conservati la Quadreria con i ritratti di autori vari,
i carteggi e gli strumenti di Padre Martini, le stampe inclusa la prima di Ottaviano
Petrucci. Gaspari-on-line è l’OPAC delle fonti bolognesi, liberamente consultabile.

L’ISTITUTO STORICO GERMANICO di ROMA, nasce per studiare le carte del Vaticano,
Possiede fondi moderni e colleziona privata di fondi e la digitalizzazione dei
manoscritti della Biblioteca Massimo.
PARMA la Biblioteca Palatina dal 1889 con la sezione musicale presso il Regio
Conservatorio che fa capo al MIBAC. Consultabile tramite INTERNET CULTURALE sono i
manoscritti digitalizzati di Scarlatti, Cimarosa, Jommelli, Rossini.
GENOVA – VENEZIA – TORINO – PESARO – PALERMO – FIRENZE del Cons Cherubini
– GENOVA del Cons. Paganini

BIBLIOTECHE MUSICALI ESTERE

AUSTRIA
VIENNA - ONB.ac.at Biblioteca Nazionale Austriaca, ex Bibl. Di Corte, sistemata in
un edificio a 4 piani, lo stesso dove si rappresenta il Concerto di Capodanno. Sede
della Società degli Amici della Musica, promossa da Bramhs nel 1812.
Arricchiscono la Bibl i lasciti di Bruckner ed i manoscritti di Mozart, Haydn,
Beethoven, Schubert, Brahms, Strauss.

INGHILTERRA
LONDRA
- British Library. Una delle biblioteche più importanti al mondo che nel 1980
pubblica il CPM
- Cathalog of Printed Music in 62 Vol. Vi sono i manoscritti di Handel in 97 Vol.
- Molti manoscritti che risalgo no al Medioevo sino ai giorni nostri.
- Early Music On-line con la descrizione di 300 libri del Rinascimento
- British Museum Library con sede a Saint Pancras 1997
- Royal Academy of Music, la Biblioteca del Conservatorio
- Bodleian Library di OXFORD
- COPAC.ac.uk Catalogo Online
- CECILIA Guida Online di Fondi Mus. del Regno Unito

FRANCIA
PARIGI
- Biblioteque National de France - Mediateca H. Berliotz del Conservatorio sito nella
Cité de la Musique. Accentramento di tutti i fondi mus. Nel departement del la
Musique della BnF.
- Gallica Bibl. Digitale

GERMANIA
MONACO di BAVIERA - VIFA MUSIC sito in cui sono stati trasferiti fonti digitalizzate
della Bibl. Bavarese e Partner della digitalizzazione di Google.
BERLINO - Biblioteca di Stato sito nella sede dei Berliner Philarmoniker. Vi sono
conservati gli autografi di Beethoven, Bach, Mozart, Haydn, Weber, Mendelssohn,
Schumann. Importante raccolta librettistica
LIPSIA – Bach Archive

U.S.A.
WASHINGTON - Library of Congress – Documenti e Libretti digitalizzati – 1^ al
mondo per le registrazioni creata nel 1897 e diretta da Sonnek
CHICAGO - Newberry Library
NEW YORK - Public Library dello Julliart School

SPAGNA
MADRID - Biblioteca musicale di Spagna – Prevalentemente copiate in Italiana

SVIZZERA
BASILEA - Paul-Sacher-Stiftung.ch – Archivi di contemporanei 1973

MUSEI DEGLI STRUMENTI MUSICALI ITALIANI

In Italia esistono 230 collezioni di strumenti musicali.

MUSEO INTERNAZIONALE E BIBLIOTECA DI BOLOGNA

BIBLIOMEDIATECA DELL’ACCADEMIA DI S. CECILIA A ROMA

MUSEO DEGLI STRUMENTI MUSICALI DEL CONSERVATORIO DI MILANO

La Raccolta di strumenti musicali nel CONSERVATORIO DI FIRENZE (c/o Galleria)

Museo degli strumenti musicali del CONSERVATORIO S. PIETRO A MAIELLA DI NAPOLI

MIMO – MUSICAL INSTRUMENTS MUSEUM ON-LINE , inserito nel sito


EUROPEANA, rappresentato da 8 nazioni europee e 24 Musei di cui l’italiano è
quello di Firenze.
DIGITALIZZAZIONE

INTERNET CULTURALE
Promuove la conoscenza del patrimonio culturale ital iano
Ricerche full-text
Archivio periodici
Progetti di digitalizzazione di biblioteche e fondazioni italiane
Archivio storico Ricordi
Si affianca al RIPM
MEI – Music Encoding Initiative
OMR – Optical Music Recognition
DRM – Digital Resources of Musicology
ADAM - Archive of Digital Applications in Musicology
CARL NIELSEN WORK CNW-xx
EVE - Electronics and Virtual Edition
WORLD DIGITAL LIBRARY Library of Congress Risorse di musicologia
JOSQUIN RESEARCH PROGRAM Polifonia del ‘4-500
DME - Digital Mozart Edition Opera Omnia in Edizione Critica
CEE – Chopin Early Edition dell’Università di Chicago
EUROPEANA Musica notata Registrazioni sonore Collezioni etnomusicali
VIFA Musik Grande portale della Biblioteca di Stato Bavarese nato nel 2005
suddiviso in 4 settori: 1) Raccolte generali 2) Raccolte tematiche 3) Territori e
regioni 4) Persone

OPEN ACCESS

AIB Studi
Biblioteca oggi
OPEN MUSIC LIBRARY di Alexander Street. Proviene da GALLICA POLONA British
Lib. Bibl Nacional de Espana in OA
IMSLP Petrucci
EARLY MUSIC ON-LINE della British Lib.
GALLICA Bibliotheque Nationale Fracaise
MUSIC TRESAURUS CONSORTIUM Library of Congress
INTERNET ARCHIVE Organizzazione no-profit Ricerca OCR
EUROPEANA Musica notata. Registrazioni sonore. Collezioni etnomusicali
VIFA Musik Grande portale della Biblioteca di Stato Bavarese nato nel 2005 suddiviso
in 4 settori: 1) Raccolte generali 2) Raccolte tematiche 3) Territori e regioni 4)
Persone
EPHEMERA Concerti dal ‘700 in poi
URFM DB di manoscritti fino al 1900 con ricerca x Incipit
CORAGO Libretti gestito dell’Università di Bologna
OBPS Opera and Ballet Primary Sources gestito nello stato dell’Utah
MUSREF Bibliografia di bibliografie gestito nello stato dell’Utah
DME Digital Mozart Edition
CEE Chopin Early Edition gestito dalla Chicago University
IMSLP International Music Score Library Project gestito in Canada dove la
protezione delle opere dalla copiatura è anticipata a 50 anni dopo l a morte del
compositore, contro i 70 anni di altre nazioni.
Choral WIKI
LE CITAZIONI BIBLIOGRAFICHE
permettono al lettore di individuare con facilità le parti utilizzate
dell’autore.

TIPOLOGIE DI STILI CITAZIONALI (Viaggiano insieme)

CHIC B 1 Citazioni Intertestuali - Breve nel corpo del testo + Bibliogr. finale completa
M.L.A.

CHIC A 2 Note a piè pagina/capitolo – Numero di rifer. progressivo + Bibliografia


finale completa
---------------------------------------------------------------------------------------
1 CHICAGO B STYLE
Nota: (Cognome_autore Data)
(Russo 2021) se l’autore è citato nel testo (2021)
opp.: (Cognome_autore Data, pagina-e)
(Russo 2021, 129)
Bibliografia: Cognome, Nome_autore. Data. Titolo: Sottotitolo. Luogo: Editore
Russo, Francesco. 2021. La Storia della Bibliografia. Roma: Sonzogno.

MLA
Nota: (Cognome_autore)
(Russo)
Bibliografia: Cognome, Nome_autore. Titolo: Sottotitolo. Luogo: Editore. Data.
Formato documento.
Russo, Francesco. La Storia della Bibliografia. Roma: Sonzogno, 2021. Print
-----------------------------------------------------------------------------------------
2 CHICAGO A STYLE
Nota1: 1. Nome Cognome_autore, Titolo: Sottotitolo (Luogo: Editore. Data), Pagina-e
1. Francesco Russo, La Storia della Bibliografia (Roma: Sonzogno. 2021), 129.
Bibliografia:Cognome, Nome_autore. Titolo: Sottotitolo. Luogo: Editore. Data.
Russo, Francesco. La Storia della Bibliografia. Roma: Sonzogno, 2021.

FORME ABBREVIATE
Nota1: 1. Cognome_autore, Titolo, Pagina-e
Nota2: 2. Solo_Titolo o parte di esso
Nota3: 3. IDEM
Nota4: 4. IBIDEM

Potrebbero piacerti anche