Sei sulla pagina 1di 17

COM’È MUSICALE

L’UOMO?
JOHN BLACKING
Giovanni Bologna
Conservatorio di Musica A. Scontrino
28/04/2018
Orientamento olistico: al centro di tutto l’uomo nel suo rapporto
con altri uomini.Neuropsicologia, Sociologia, Storiografica, Pedagogia, Biologia ecc…..

• Un compositore dovrebbe sempre avere in


mente il fondamentale problema dell’uomo
di imparare ad essere umano.
• La musica non è un linguaggio che descrive la
società così come appare… è un riflesso delle
forze sociali e una risposta ad esse: divisione
del lavoro nella società.
Simmetria:

• Uomo come essere biologico e come essere


sociale.

• Musica come tratto peculiare della specie umana


(processi fisiologici e cognitivi universali) e
sistema relativo di suoni.
• La Musica è un tratto
umano universale

• Non ha significato al
di fuori di uno
specifico contesto
culturale
Tutta la Musica
è Popolare.24*
• Essa è profondamente legata ai sentimenti e alle
esperienze dell’uomo sociale;

• Le sue strutture o sequenze sono spesso il frutto


di inconsce esplosioni attività cerebrali;

• Evoca sentimenti di paura, passione, religiosità,


patriottismo ecc….
Test sulle abilità musicali
• La musica gioca un ruolo
molto importante nella vita
dei Venda del Nord eppure
di fronte ai nostri test non
sarebbero capaci di
distinguere un suono da
un altro;
• Per loro la musica è
armonica;
• E ogni suono non prodotto
da un essere umano non è
musica;
Cos’è la Musica?
Suono
Umanamente
Organizzato
• La Musica crea un particolare universo
temporale
• Ha la funzione di coinvolgere le persone
in un’esperienza comunitaria nell’ambito
della loro vita culturale
• Esprime il contrasto tra il gusto di
un’epoca e il sentimento.67%,69,70

Per i Venda non è


musica tutto
quello che non
provoca quanto
sopra ma al
massimo
intrattenimento.
Genio Musicale
• Peculiarità latente
1 nell’individuo?
• Inibizioni sociali e
2 culturali rispetto al
Genio?
• Gli uomini sono più
capaci di quanto le
3 società permettano loro
di essere.30**
Attitudine Musicale
• Non potrebbe mai svilupparsi
senza una motivazione
extramusicale; 63--
• Se il contesto non è favorevole
difficilmente si riuscirà ad
esprimere il proprio «genio»
musicale.30++, 118++
• Noi spesso viviamo la musica
come competizione; per i Venda è
cooperazione; 63//
• L’effetto della musica dipende dal
contesto in cui viene eseguita ed
ascoltata, ma anche da chi la
suona (vicinanza culturale)
LA STORIA SI
SVILUPPA MENTRE
L’ARTE RESTA
IMMOBILE.
PER I VENDA LA VITA È UN PROCESSO
DINAMICO PIÙ CHE UNO STADIO
DELL’EVOLUZIONE.
RESTA DIFFICILE CREDERE CHE IN
ALCUNE PARTI DEL MONDO, PER
MILLENNI, NON CI SIANO STATE
INNOVAZIONI IN CAMPO MUSICALE.
LA MUSICA È UN
COMPORTAMENTO
APPRESO?

SONO LE INIBIZIONI SOCIALI A


ESSERE MOLTO FORTI E NON
LA MUSICA MOLTO DEBOLE.
PUR ESSENDO
FONDAMENTALE IL CONTESTO,
ESISTONO POSSIBILITÀ DI
COMUNICAZIONE
INTERCULTURALE.

PERCHÉ NELLA MUSICA ESISTONO


ELEMENTI CHE SONO COMUNI ALLA
PSICHE UMANA E NON TRASPAIONO
NELLE STRUTTURE DI SUPERFICIE.
ANTIMUSICALI
?
INSENSIBILI?
INCAPACI?
120//
GRAZIE