Sei sulla pagina 1di 12

ATTIVITÀ IN AMBIENTE

NATURALE
COSA SONO?
Sono attività che uniscono l'esercizio fisico alla
conoscenza e all'esplorazione dell'ambiente,
oltre agli effetti benefici derivanti dall'aria
pura. Possono essere competitive o praticate
per divertimento, desiderio di avventura e
miglioramento di se stessi.
Dove si svolgono?
Alcune di queste attività richiedono ambienti particolari, come la montagna, il
mare, il fiume, ma la maggior parte possono essere praticate anche in parchi,
giardini e corsi d'acqua cittadini. Esempi di attività in ambiente naturale sono:
• Gli sport escursionistici come il Trekking, la Mountain bike, l’Arrampicata
• Gli Sport della neve come lo sci, lo snowboard.
• Gli Sport in acqua come la vela, il Kayak e il Rafting
• Lo Jogging praticato soprattutto nei parchi cittadini
I benefici
• L’attività all’aria aperta è fondamentale per il benessere della persona, ma spesso non conosciamo i numerosi ritorni positivi che il contatto con la
natura ci può dare.
• 1. Potenziamento dell’apparato respiratorio: la natura permette di respirare aria fresca e pulita che fa bene ai polmoni; l’assenza di smog, inquinamento
e polveri sottili aiuta a mantenere sano l’apparato respiratorio.
• 2. Miglioramento delle funzioni cardiovascolari: aumenta la resistenza, migliora le funzioni cardiache e respiratorie facilitando le capacità di
recupero, migliora anche la funzione cardiovascolare diminuendo il rischio di infarto.
• 3. Maggiore ossigenazione dei muscoli: migliora il processo di ossigenazione dei muscoli incrementandone la forza e le prestazioni favorendo migliori
performance sportive.
• 4. Produzione di vitamina D: aumenta la produzione di vitamina D fondamentale per il corretto assorbimento di
calcio e fosforo nell’organismo. Quest'ultima un’ottima alleata per rinforzare il sistema immunitario e le ossa.
• 5. Maggiore consumo di calorie e grassi: Il terreno irregolare costringe il nostro corpo a continue sollecitazioni
impreviste attivando muscoli, che rischiamo di trascurare. Di conseguenza abbiamo un maggior dispendio
energetico e una relativa diminuzione della massa grassa.
• 6. Benessere psicofisico: il verde della natura ha effetti positivi sulla nostra psiche e di conseguenza favorendo il
buonumore. Il verde è il colore della tranquillità, della calma e del benessere e la luce naturale aiuta a ridurre
ansia e stress e a combattere la stanchezza fisica e psicologica.
SICUREZZA E SOSTENIBILITà
• Queste attività svolgendosi in ambiente naturale spesso mutevole e a tratti
ostile, soprattutto per quel che concerne alcuni sport vanno affrontate con
un'adeguata preparazione in termini di conoscenza del territorio, procedure,
attrezzature, e consapevolezza dei propri limiti.
• La diffusione di alcune attività come lo sci con i suoi impianti di risalita e le
strutture di ricettività alberghiera, ma anche come l’escursionismo poco
consapevole, possono in qualche modo danneggiare il paesaggio naturale, per
questo esistono norme che servono ad evitare che la natura possa rimanerne
danneggiata
Un esempio di attività all'aria aperta è il trekking: consiste nel camminare a piedi nella natura in genere in collina

Il trekking o in montagna, contemplandole bellezze dell'ambiente circostante, riscoprendo il contatto con la natura e
svolgendo un’attività fisica sfruttando i benefici di respirare in un ambiente non contaminato, migliorando l’
efficienza fisica superando le difficoltà offerteci dalla natura.
• L'attrezzatura: la scelta delle scarpe è fondamentale, queste è
importante che abbiano una suola scolpita che eviti gli scivolamenti
su terreni sassosi, umidi e fangosi. Per quel che riguarda il
vestiario, è bene vestirsi a strati, tenendo conto anche del percorso,
della stagione, del tempo di percorrenza. Se il percorso è
in montagna o se il tempo è incerto è bene mettere nello zaino
anche una mantella da pioggia. Lo zaino deve contenere: acqua,
mappa, coltellino multiuso, torcia, borsello di primo soccorso con
qualche antidolorifico, cibo nutriente facilmente assimilabile,
eventuali calzini di ricambio, occhiali da sole, crema solare, cappello.
Scegliere un percorso adatto alle proprie capacità: Normalmente si seguono sentieri
tracciati e segnalati. Nella scelta è sempre bene controllare il grado di difficoltà
dell'itinerario e soprattutto agli inizi è sempre bene unirsi a gruppi e far ricorso a guide
esperte.
Classificazione degli itinerari:
• T = turistico (facile per tutti) sono itinerari su stradine o comodi sentieri e quindi
non richiedono particolare preparazione.
• E= escursionistico (richiede preparazione): itinerari su sentieri segnalati; richiedono
un certo impegno fisico, capacità di orientamento, abitudine a camminare in montagna
e anche la giusta attrezzatura.
• EE= escursionisti esperti (media difficoltà): sono itinerari non
sempre ben segnalati, richiedono capacità di orientamento, capacità
di muoversi su sentieri, un’adeguata preparazione fisica e
l’equipaggiamento adatto.
• EEA = per escursionisti esperti con attrezzatura alpinistica (molto
difficile): sono per Escursionisti Esperti e richiedono in alcuni tratti
l’uso di attrezzatura alpinistica(corda, imbragatura, ramponi, ecc)
• Una giornata immersi nel verde, è estremamente rigenerante, ma
non dobbiamo dimenticare che la natura va preservata, pertanto è
essenziale:

Rispettiamo • Riportare a casa i rifiuti! Plastica, lattine, bottiglie non si


decompongo e trasformano il verde in una discarica.

l'ambiente!
• Osservare gli animali senza importunarli, difficilmente un animale
è aggressivo se non spaventato
• Ascoltare la natura e quindi parlare a voce bassa, Sia per rispettare
gli altri escursionisti, sia per godere dei suoni della natura e sia
per evitare di spaventare gli animali.
CLAUDIA

Realizzato da:
• Erika Nuncibello
• Giulia Caliri
• Maria Trovato
• Claudia Santocono