Sei sulla pagina 1di 245

Università del Salento

Corso di Laurea in Ingegneria Industriale

Costruzione di Macchine

Progettazione di massima di un riduttore di


giri ad assi ortogonali
a cura dell’ing. Riccardo Nobile

1
Progettazione di una trasmissione meccanica

1. Individuazione dei dati di progetto e vincolo


2. Scelte progettuali fondamentali
3. Analisi delle condizioni di carico
Università del Salento

4. Individuazione dello schema cinematico


5. Progettazione di massima degli organi di trasmissione
6. Disegno di massima degli organi di trasmissione e scelta delle
dimensioni di progetto
7. Progettazione di massima degli alberi
8. Scelta dei cuscinetti
9. Aggiornamento del disegno di massima per verifica ingombri
e interferenze
10. Dimensionamento di organi accessori (collegamenti, frizione,
collegamenti bullonati, ecc.)

R. Nobile – Costruzione di Macchine 2


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
Riduttore di giri ad assi ortogonali

1. A1, A2, A3, A4 –


Alberi
2. C1, C2, C3, C4, C5,
Università del Salento

C6, C7, C8, C9 -


Cuscinetti
3. R1, R2 – Ruote
coniche
4. R3, R4, R5, R6 –
Ruote cilindriche
5. S1 – Scanalato
ingresso
6. L1, L2, L3, L4 –
Linguette
7. V – Viti mordenti

R. Nobile – Costruzione di Macchine 3


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
1. Individuazione dei dati di progetto e vincolo
Riduttore di giri ad assi ortogonali
Dati di progetto della trasmissione del cingolato:
 Potenza in ingresso
Università del Salento

- P = 50 kW
 Numero di giri in ingresso
- n = 1500 giri/min
 Rapporto di trasmissione
-  = 0.01
Vincoli del riduttore:
 rispetto dello schema di massima fornito
 riduzione degli ingombri
 impiego di materiali poco pregiati

R. Nobile – Costruzione di Macchine 4


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
2. Scelte progettuali fondamentali

Le scelte progettuali iniziali tengono conto delle


condizioni di utilizzo della trasmissione (gravosità,
condizioni ambientali di impiego) e dei materiali da
Università del Salento

impiegare.
 Nel dettaglio è necessario definire:
 Fattore di incertezza sui carichi: UF (Uncertainity
Factor)
 Coefficiente di sicurezza: SF (Safety Factor)
 Durata dei cuscinetti: L10h

R. Nobile – Costruzione di Macchine 5


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
2. Scelte progettuali fondamentali

Scelte progettuali iniziali:


 Fattore di incertezza sui carichi:
- UF = 1.1
Università del Salento

 Coefficiente di sicurezza:
- SFruote dentate = 5
- SFalberi = 1.5
 Durata dei cuscinetti:
- L10h = 6000 h

R. Nobile – Costruzione di Macchine 6


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
3. Analisi delle condizioni di carico

La condizione di carico fondamentale è quella


associata ai dati di progetto
Occorre poi definire le altre condizioni di carico che, a
Università del Salento

seconda del caso esaminato, possono consistere in:


 Funzionamento a potenza ridotta o a numero di
giri differente (con relativo fattore di utilizzazione)
 Analisi del transitorio
 Condizioni di funzionamento anomale

R. Nobile – Costruzione di Macchine 7


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
3. Analisi delle condizioni di carico

Nel caso in esame si considererà la sola condizione di


carico fondamentale associata ai dati di progetto
Le condizioni di carico che andrebbero considerate
Università del Salento

sono corrispondenti ai differenti regimi di rotazione del


motore di comando di cui è nota la distribuzione
statistica:
 Potenza ridotta
 Numero di giri differente

R. Nobile – Costruzione di Macchine 8


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
4. Individuazione dello schema cinematico

Lo schema cinematico rappresenta il punto di


partenza di qualsiasi progettazione meccanica, in
quanto comprende nella sua semplicità tutte le
Università del Salento

informazioni legate alla funzionalità e all’architettura


generale della macchina
Lo schema cinematico individua gli elementi di
macchina fondamentali per assicurarne il corretto
funzionamento

R. Nobile – Costruzione di Macchine 9


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
Università del Salento 4. Individuazione dello schema cinematico

C5 C3
R2 C1 C2
R3
i
R4
R1
C6 C4

C8
R5 R6

C7 C9

u
R. Nobile – Costruzione di Macchine 10
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione

Gli organi di trasmissione fondamentali sono le pulegge


per le trasmissioni a cinghia o le ruote dentate
Le pulegge e le ruote dentate possono essere
Università del Salento

dimensionate sulla base di requisiti cinematici utilizzando


come dato di partenza i soli dati di progetto
Nel caso in esame occorre scegliere i rapporti di
trasmissione di ogni coppia di ruote, tenendo conto che
questa scelta influenzerà l’ingombro della macchina

R. Nobile – Costruzione di Macchine 11


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione

Si sceglie di eseguire un primo dimensionamento delle


ruote dentate utilizzando rapporti di trasmissione identici
Successivamente, sulla base degli ingombri ottenuti si
Università del Salento

cambieranno opportunamente i singoli rapporti di


trasmissione

Calcolo dei rapporti di trasmissione preliminari

= ∙ ∙ = 0.01
= = = 0.01 = 0.215

R. Nobile – Costruzione di Macchine 12


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione

Scelta del materiale delle ruote dentate e degli alberi


Poiché i pignoni sono realizzati di pezzo si utilizzerà lo stesso
Università del Salento

materiale sia per le ruote dentate che per gli alberi


Poiché si richiede di utilizzare materiali poco pregiati a favore
della economicità, la scelta si orienta verso un acciaio al
carbonio bonificato per il quale si assumono le seguenti
proprietà meccaniche:

= 720 /
- Acciaio da bonifica C40
= 560 /
= 220
, = 540 /
R. Nobile – Costruzione di Macchine 13
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2

Calcolo delle condizioni di funzionamento dell’albero A1


Università del Salento

Velocità di rotazione dell’albero A1

2 2 ∙ 1500
= = = 157.08 /
60 60
Coppia trasmessa dall’albero A1
50 ∙ 1000
= ∙ = 1.1 ∙ = 350.14
157.08

R. Nobile – Costruzione di Macchine 14


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
Stima angoli di apertura dei coni primitivi

= = 0.215 = 12.13°
Università del Salento

= 90° − = 90° − 12.13° = 77.87°

Calcolo del numero minimo di denti del pignone


- Assunzioni:
proporzionamento normale: a’/m = 1
angolo di pressione θ0 = 20°
2 2
= ∙ =1∙ 12.13° = 16.71
sin sin 20°

R. Nobile – Costruzione di Macchine 15


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
Scelta del numero di denti del pignone e della ruota
condotta
Poiché si vuole minimizzare l’ingombro si sceglie:
Università del Salento

= 17
17
= = = 79.07 → 79
0.215
Calcolo degli angoli di apertura effettivi

17 = 12.14°
, = = = 0.215
79 = 77.86°

R. Nobile – Costruzione di Macchine 16


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
Assunzioni per il dimensionamento delle ruote coniche
 Rapporto Larghezza/Modulo
Università del Salento

1
= = 11.55 ÷ 17.16
2
= 0.25 ÷ 0.35 − 1 sin

- λ = 15

 Coefficiente dinamico 3.56


- taglio con creatore  
3.56  v
 Tensione ammissibile
720
- SFruote = 5 = = = 144 /
5

R. Nobile – Costruzione di Macchine 17


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2

Coefficiente di Lewis z y
Università del Salento


17 17 0.302
= = = 17.39
12.14° 18 0.308



= + ∙ −


17.39 − 17
= 0.302 + ∙ 0.308 − 0.302 = 0.304
18 − 17


= ∗∙ ∗ = =0.723
. ∙ .

R. Nobile – Costruzione di Macchine 18


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
Calcolo di resistenza a flessione del dente secondo Lewis
∗ = 1 + sin =
= = ∙
Università del Salento

1 + sin 1000 2
3.56 m UNIF
  3.942
3.56  v = = = 1.335 ∙
= 1.185 1.185

0.700 4.440 5.263 6 5.062 6.758

0.578 4.733 5.610 6 OK

Dimensioni geometriche ruote


, 17 , 79
= =6∙ = 51 = =6∙ = 237
2 2 2 2
, 17 , 79
= = 5.062 ∙ = 43.03 = = 5.062 ∙ = 199.95
2 2 2 2

= ∙ , = 15 ∙ 5.062 = 75.93

R. Nobile – Costruzione di Macchine 19


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
verifica di resistenza a usura
350140
= = = 8137
43.03
Università del Salento


77.86
= = 0.215 = 0.046
12.14

43.03
= = = 44.01
cos cos 12.13

1 1+
= 0.59 ∗
∙ 2

1 8137 ∙ 206000 1 + 0.046


= 0.59 = 701 /
0.578 75.93 ∙ sin 40 44.01

σ > , = 540 / NON VERIFICATO

Occorre variare la geometria delle ruote


R. Nobile – Costruzione di Macchine 20
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
Poiché la tensione di contatto è molto distante dalla
tensione ammissibile, non è pensabile di poter rientrare
Università del Salento

nei limiti variando λ o il numero di denti z1


Si aumenta quindi il modulo al valore normalizzato
immediatamente successivo
Si sceglie però il modulo tra quelli di più comune
utilizzo privilegiando l’economicità della scelta
0.5 2.5 6
0.75 2.75 6.5
1 3 7
Tabella dei moduli 1.125 3.25 8
mE,12 = 8
normalizzati 1.25 3.5 9
1.375 3.75 10
1.5 4 11
1.75 4.5 12
2 5 14
2.25 5.5 16
R. Nobile – Costruzione di Macchine 21
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
Non è necessario ripetere la verifica di resistenza
perché con un modulo maggiore sarà automaticamente
verificata
Università del Salento

Occorre però ricalcolare la geometria delle ruote a


partire dal modulo medio mM
8
= = = 6.749
15
1 + sin 1 + sin 12.13
17

, 17 , 79
= =8∙ = 68 = =8∙ = 316
2 2 2 2
, 17 , 79
= = 6.749 ∙ = 57.36 = = 6.749 ∙ = 266.58
2 2 2 2

= , = 15 ∙ 6.749 = 101.23

R. Nobile – Costruzione di Macchine 22


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
Ricalcolo parametri per verifica di resistenza a usura
350140
= = = 6104
57.36
Università del Salento


77.87
= = 0.215 = 0.046
12.13


57.36
= = = 58.67
cos cos 12.13

, 6.749 17
= = 157.08 = 9.011 /
1000 2 1000 2

3.56 3.56
= = = 0.543
3.56 + 3.56 + 9.011

R. Nobile – Costruzione di Macchine 23


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote coniche R1, R2
Verifica di resistenza a usura

1 1+
= 0.59 ∗
∙ 2
Università del Salento

1 6104 ∙ 206000 1 + 0.046


= 0.59 = 470 /
0.543 101.23 ∙ sin 40 58.67

σ < , = 540 / VERIFICATO

Le ruote coniche R1 e R2 sono ora correttamente


dimensionate

R. Nobile – Costruzione di Macchine 24


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4

Calcolo delle condizioni di funzionamento dell’albero A2


Università del Salento

Velocità di rotazione dell’albero A2

= ∙ = 0.215 ∙ 157.08 = 33.77 /

Coppia trasmessa dall’albero A2


350.14
= = = 1628.56
0.215

R. Nobile – Costruzione di Macchine 25


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Calcolo del numero minimo di denti del pignone
- Assunzioni:
Università del Salento

proporzionamento normale: a’/m = 1


angolo di pressione θ0 = 20°
2 2
= ∙ =1∙ = 17.10
sin sin 20°
Scelta del numero di denti del pignone e della ruota
condotta
Poiché si vuole minimizzare l’ingombro si sceglie:
= 18
18
= = = 83.7 → 84
0.215
R. Nobile – Costruzione di Macchine 26
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Calcolo del rapporto di trasmissione effettivo
18
= = = 0.214
Università del Salento

,
84
Assunzioni per il dimensionamento delle ruote cilindriche
 Rapporto Larghezza/Modulo
- λ = 12 = 8 ÷ 14

 Coefficiente dinamico
- taglio con creatore
3.56
 
3.56  v

R. Nobile – Costruzione di Macchine 27


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4

 Tensione ammissibile
Università del Salento

- SFruote = 5
720
= = = 144 /
5

 Coefficiente di Lewis

z y 2 2
= = = 0.712
18 0.308 ∙ 18 ∙ 0.308

R. Nobile – Costruzione di Macchine 28


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Calcolo di resistenza a flessione del dente secondo Lewis

3.56 = = ∙
1000 2
Università del Salento

  m UNIF
3.56  v 6.981
= = 0.304 ∙

0.700 7.862 8 2.431

0.695 7.879 8

Dimensioni geometriche ruote


18 84
= =8∙ = 72 = =8∙ = 336
2 2 2 2

= = 12 ∙ 8 = 96

R. Nobile – Costruzione di Macchine 29


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
verifica di resistenza a usura
1628560
= = = 22619
72
Università del Salento

1 1+
= 0.59
∙ 2

1 22619 ∙ 206000 1 + 0.214


= 0.59 = 798 /
0.695 96 ∙ sin 40 72

σ > , = 540 / NON VERIFICATO

Come nel caso precedente, la verifica ad usura non è


superata e occorre variare la geometria delle ruote

R. Nobile – Costruzione di Macchine 30


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Poiché la tensione di contatto è molto distante dalla
tensione ammissibile, non è pensabile di poter rientrare
Università del Salento

nei limiti variando λ o il numero di denti z3


Si aumenta quindi il modulo al valore normalizzato
immediatamente successivo
Si sceglie però il modulo tra quelli di più comune
utilizzo privilegiando l’economicità della scelta
0.5 2.5 6
0.75 2.75 6.5
Tabella dei moduli 1 3 7
1.125 3.25 8
normalizzati m34 = 10
1.25 3.5 9
1.375 3.75 10
1.5 4 11
1.75 4.5 12
2 5 14
2.25 5.5 16
R. Nobile – Costruzione di Macchine 31
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Non è necessario ripetere la verifica di resistenza
perché con un modulo maggiore sarà automaticamente
verificata
Università del Salento

Occorre però ricalcolare la geometria delle ruote

18 84
= = 10 ∙ = 90 = = 10 ∙ = 420
2 2 2 2

= = 12 ∙ 10 = 120

R. Nobile – Costruzione di Macchine 32


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Ricalcolo parametri per verifica di resistenza a usura
1628560
= = = 18095
90
Università del Salento

10 18
= = 33.77 = 3.039 /
1000 2 1000 2

3.56 3.56
= = = 0.671
3.56 + 3.56 + 3.039
1 1+
= 0.59
∙ 2

1 18095 ∙ 206000 1 + 0.214


= 0.59 = 581 /
0.671 120 ∙ sin 40 90

σ > , = 540 / NON VERIFICATO

R. Nobile – Costruzione di Macchine 33


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Nonostante l’aumento del modulo la verifica non è
ancora soddisfatta
Università del Salento

Piuttosto che aumentare ancora il modulo, che


aumenterebbe di molto l’interasse delle ruote, si può
aumentare il valore di λ e portarlo da 12 a 14
Tale modifica non sarebbe però sufficiente da sola ad
abbassare la tensione di contatto al di sotto del valore
ammissibile
 Si aumenta quindi anche il numero di denti z3 e di
conseguenza z4
Anche in questo caso è ovvio che andrà verificata
esclusivamente la resistenza ad usura in quanto quella
di resistenza sarà abbondantemente verificata

R. Nobile – Costruzione di Macchine 34


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Ricalcolo della geometria delle ruote
= 20
20
Università del Salento

= = = 93.02 → 93
0.215
 Rapporto Larghezza/Modulo
- λ = 14
20 93
= = 10 ∙ = 100 = = 10 ∙ = 465
2 2 2 2

= = 14 ∙ 10 = 140

Calcolo del rapporto di trasmissione effettivo


20
, = = = 0.215
93

R. Nobile – Costruzione di Macchine 35


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Ricalcolo parametri per verifica di resistenza a usura
1628560
= = = 16286
100
Università del Salento

10 20
= = 33.77 = 3.377 /
1000 2 1000 2

3.56 3.56
= = = 0.660
3.56 + 3.56 + 3.377
1 1+
= 0.59
∙ 2

1 16286 ∙ 206000 1 + 0.215


= 0.59 = 489 /
0.660 140 ∙ sin 40 100

σ < , = 540 / VERIFICATO

R. Nobile – Costruzione di Macchine 36


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6

Calcolo delle condizioni di funzionamento dell’albero A3


Università del Salento

Velocità di rotazione dell’albero A3

= ∙ = 0.215 ∙ 33.77 = 7.26 /

Coppia trasmessa dall’albero A3


1628.56
= = = 7574.70
0.215

R. Nobile – Costruzione di Macchine 37


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6
Calcolo del numero minimo di denti del pignone
- Assunzioni:
Università del Salento

proporzionamento normale: a’/m = 1


angolo di pressione θ0 = 20°
2 2
= ∙ =1∙ = 17.10
sin sin 20°
Scelta del numero di denti del pignone e della ruota
condotta
Poiché si vuole minimizzare l’ingombro si sceglie:
= 18
18
= = = 83.7 → 84
0.215
R. Nobile – Costruzione di Macchine 38
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6
Calcolo del rapporto di trasmissione effettivo
18
= = = 0.214
Università del Salento

,
84
Assunzioni per il dimensionamento delle ruote cilindriche
 Rapporto Larghezza/Modulo
- λ = 10
 Coefficiente dinamico
- taglio con creatore

3.56
 
3.56  v

R. Nobile – Costruzione di Macchine 39


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6

 Tensione ammissibile
Università del Salento

- SFruote = 5
720
= = = 144 /
5

 Coefficiente di Lewis

z y 2 2
18 0.308 = = = 0.712
∙ 18 ∙ 0.308

R. Nobile – Costruzione di Macchine 40


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6
Calcolo di resistenza a flessione del dente secondo Lewis

3.56 = = ∙
1000 2
Università del Salento

  m UNIF
3.56  v 12.380
= = 0.065 ∙

0.700 13.943 16 1.045

0.777 13.467 16

Dimensioni geometriche ruote


18 84
= = 16 ∙ = 144 = = 16 ∙ = 672
2 2 2 2

= = 10 ∙ 16 = 160

R. Nobile – Costruzione di Macchine 41


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6
verifica di resistenza a usura
7574700
= = = 52602
144
Università del Salento

1 1+
= 0.59
∙ 2

1 22619 ∙ 206000 1 + 0.214


= 0.59 = 631 /
0.777 160 ∙ sin 40 144

σ > , = 540 / NON VERIFICATO

Come nel caso precedente, la verifica ad usura non è


superata e occorre variare la geometria delle ruote

R. Nobile – Costruzione di Macchine 42


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6
Piuttosto che aumentare ancora il modulo, che
aumenterebbe di molto l’interasse delle ruote si può
Università del Salento

aumentare il valore di λ e portarlo da 10 a 14


Tale modifica non sarebbe però sufficiente da sola ad
abbassare la tensione di contatto al di sotto del valore
ammissibile
 Si aumenta quindi anche il numero di denti z5 e di
conseguenza z6
Anche in questo caso è ovvio che andrà verificata
esclusivamente la resistenza ad usura in quanto quella
di resistenza sarà abbondantemente verificata

R. Nobile – Costruzione di Macchine 43


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6
Ricalcolo della geometria delle ruote
= 20
20
Università del Salento

= = = 93.02 → 93
0.215
 Rapporto Larghezza/Modulo
- λ = 14
20 93
= = 16 ∙ = 160 = = 16 ∙ = 744
2 2 2 2
= = 14 ∙ 16 = 224

Calcolo del rapporto di trasmissione effettivo


20
, = = = 0.215
93

R. Nobile – Costruzione di Macchine 44


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6
Ricalcolo parametri per verifica di resistenza a usura
7574700
= = = 47342
160
Università del Salento

16 20
= = 7.26 = 1.162 /
1000 2 1000 2

3.56 3.56
= = = 0.768
3.56 + 3.56 + 1.162
1 1+
= 0.59
∙ 2

1 47342 ∙ 206000 1 + 0.215


= 0.59 = 483 /
0.768 224 ∙ sin 40 160

σ < , = 540 / VERIFICATO

R. Nobile – Costruzione di Macchine 45


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6

Calcolo delle condizioni di funzionamento dell’albero A4


Università del Salento

Velocità di rotazione dell’albero A4

= ∙ = 0.215 ∙ 7.26 = 1.56 /

Coppia trasmessa dall’albero A4


7574.70
= = = 35231.16
0.215

R. Nobile – Costruzione di Macchine 46


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima organi di trasmissione e
scelta dimensioni di progetto
Dopo aver stabilito le dimensioni degli organi di
trasmissione (raggi e ingombri assiali di pulegge e ruote
dentate) è utilissimo mettere su carta le dimensioni
Università del Salento

calcolate, in modo da scegliere oculatamente le altre


dimensioni di progetto
Al fine di minimizzare l’ingombro si può decidere di
differenziare i rapporti di trasmissione dei singoli
ingranamenti, mantenendo costante quello di progetto
complessivo
Tradizionalmente il disegno di massima veniva eseguito su
carta millimetrata
Oggi si può utilizzare un software CAD 2D

R. Nobile – Costruzione di Macchine 47


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

Dopo aver realizzato il


disegno in scala delle ruote e
la loro posizione relativa,
Università del Salento

risulta evidente che la C5 C3

soluzione ottenuta non è R2


C1 C2
R1
ottimale R4 R3

Gli alberi A2 e A4 non sono C6 C4


C8
collineari e questo complica
la realizzazione sulla R5 R6
carcassa delle rispettive sedi
dei cuscinetti C7 C9

Inoltre l’eccessivo
ingombro delle ruote R5-R6
determina un aumento delle
dimensioni assolute del
riduttore
R. Nobile – Costruzione di Macchine 48
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

La soluzione ottenuta è la


conseguenza dell’aver scelto il
medesimo rapporto di
Università del Salento

trasmissione per tutte le ruote C5 C3


R2
Per ottenere una soluzione R1
C1 C2

migliore è necessario R4 R3

aumentare l’interasse delle C6 C4


C8
ruote R3-R4 e ridurre quello
delle ruote R5-R6 R5 R6

In pratica occorre diminuire il


C7 C9
rapporto di trasmissione 34 e
aumentare proporzionalmente
il valore del rapporto di
trasmissione delle ruote 56

R. Nobile – Costruzione di Macchine 49


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

Calcolo degli interassi ruote R3-R4 e R5-R6


+ 20 + 93
= + = ∙ = 10 ∙ = 565
2 2
Università del Salento

+ 20 + 93
= + = ∙ = 16 ∙ = 904
2 2

Rapporti di trasmissione
= ∙ ∙ = 0.01
Non c’è ragione di
= 0.215 variare il rapporto
di trasmissione 12
=

R. Nobile – Costruzione di Macchine 50


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

E’ possibile risolvere il problema cinematicamente


occupandosi successivamente della verifica di resistenza
delle ruote dentate
Università del Salento

La soluzione cercata deve soddisfare le seguenti relazioni


+ +
= 10 ∙ = 16 ∙
2 2

∙ ∙ = 0.01 0.215 ∙ ∙ = 0.01

Tra le infinite soluzioni possibili dobbiamo escludere quelle


con numero di denti z3 e z5 inferiore a 20
Fissiamo quindi z3 = 20 e z5 = 22 e determiniamo z4 e z6

R. Nobile – Costruzione di Macchine 51


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

Eseguendo i passaggi si ottiene:

20 + 22 +
10 ∙ = 16 ∙ 100 + 5 = 176 + 8
Università del Salento

2 2
0.215 ∙ 20 ∙ 22
20 22 ∙ =
0.215 ∙ ∙ = 0.01 0.01

8 + 76 8 + 76
= =
5 5

∙ = 9460 8 + 76 − 47300 = 0

L’unica soluzione valida è: = 72.2 → = 72

8 + 76
= = 131
5

R. Nobile – Costruzione di Macchine 52


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

Assumendo quindi i valori calcolati si ottiene:


= 20 + 20 + 131
= ∙ = 10 ∙ = 755
Università del Salento

= 131 2 2

= 22 + 22 + 72
= ∙ = 16 ∙ = 752
2 2
= 72

A causa degli arrotondamenti non si ottiene il medesimo


interasse
Si osserva che aggiungendo 1 dente sia alla ruota 4 che alla
ruota 5 si ottiene finalmente il medesimo interasse

R. Nobile – Costruzione di Macchine 53


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

In definitiva si assume quindi:


+ 20 + 132
= ∙ = 10 ∙ = 760
= 20 2 2
Università del Salento

= 132 20
= = = 0.151
132

+ 23 + 72
= ∙ = 16 ∙ = 760
= 23 2 2

= 72 23
= = = 0.319
72

R. Nobile – Costruzione di Macchine 54


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

Verifica del rapporto di trasmissione complessivo:

17 ∙ 20 ∙ 23
= ∙ ∙ = ∙ ∙ = = 0.0104
Università del Salento

79 ∙ 132 ∙ 72

Per ottenere un rapporto di trasmissione più prossimo a


quello di progetto si può variare a questo punto il rapporto di
trasmissione delle ruote coniche 12, in particolare
aumentando di 3 denti z2
Si ottiene quindi:

17 ∙ 20 ∙ 23
= 82 = ∙ ∙ = = 0.01
82 ∙ 132 ∙ 72

R. Nobile – Costruzione di Macchine 55


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

Una volta determinata la soluzione ottimale da un punto di


vista cinematico, occorre ora verificarne la resistenza
Poiché si è visto che la verifica più stringente in questo
Università del Salento

caso specifico è quella ad usura, verrà eseguita solo


quest’ultima
Per procedere alla verifica occorre ricalcolare per ogni
coppia di ruote le effettive dimensioni e condizioni di carico

R. Nobile – Costruzione di Macchine 56


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Verifica ruote coniche R1, R2
Calcolo degli angoli di apertura effettivi
= 17 17 = 11.71°
, = = = 0.207
= 82 82 = 78.29°
Università del Salento

Dimensioni geometriche delle ruote


, 17 , 82
= =8∙ = 68 = =8∙ = 328
2 2 2 2
, 17 , 82
= = 6.749 ∙ = 57.36 = = 6.749 ∙ = 276.71
2 2 2 2

= , = 15 ∙ 6.749 = 101.23
Poiché l’unica modifica ha riguardato i numeri di denti della
ruota condotta, con l’unica variazione minima di *, la
verifica ad usura è automaticamente soddisfatta

R. Nobile – Costruzione di Macchine 57


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Verifica ruote cilindriche R3, R4
Ricalcolo della geometria delle ruote
= 20 20
, = = = 0.151
= 132 132
Università del Salento

20 132
= = 10 ∙ = 100 = = 10 ∙ = 660
2 2 2 2

= = 14 ∙ 10 = 140

Ricalcolo delle condizioni di funzionamento dell’albero A2

Velocità di rotazione dell’albero A2


= ∙ = 0.207 ∙ 157.08 = 32.51 /
Coppia trasmessa dall’albero A2
350.14
= = = 1691.50
0.207
R. Nobile – Costruzione di Macchine 58
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R3, R4
Ricalcolo parametri per verifica di resistenza a usura
1691500
= = = 16915
100
Università del Salento

10 20
= = 32.51 = 3.251 /
1000 2 1000 2

3.56 3.56
= = = 0.664
3.56 + 3.56 + 3.251
1 1+
= 0.59
∙ 2

1 16915 ∙ 206000 1 + 0.151


= 0.59 = 483.4 /
0.664 140 ∙ sin 40 100

σ < , = 540 / VERIFICATO

R. Nobile – Costruzione di Macchine 59


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Verifica ruote cilindriche R5, R6
Ricalcolo della geometria delle ruote
= 23 23
, = = = 0.319
= 72 72
Università del Salento

23 72
= = 16 ∙ = 184 = = 16 ∙ = 576
2 2 2 2
= = 14 ∙ 16 = 224

Ricalcolo delle condizioni di funzionamento dell’albero A3

Velocità di rotazione dell’albero A3


= ∙ = 0.151 ∙ 32.51 = 4.91 /
Coppia trasmessa dall’albero A3
1691.50
= = = 11201.99
0.151
R. Nobile – Costruzione di Macchine 60
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
5. Progettazione degli organi di trasmissione
Ruote cilindriche R5, R6
Ricalcolo parametri per verifica di resistenza a usura
11201990
= = = 60880
184
Università del Salento

16 23
= = 4.91 = 1.014 /
1000 2 1000 2

3.56 3.56
= = = 0.780
3.56 + 3.56 + 1.014
1 1+
= 0.59
∙ 2

1 60880 ∙ 206000 1 + 0.319


= 0.59 = 528.1 /
0.780 224 ∙ sin 40 184

σ < , = 540 / VERIFICATO

R. Nobile – Costruzione di Macchine 61


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima organi di trasmissione e
scelta dimensioni di progetto
Dopo aver stabilito definitivamente le dimensioni degli
organi di trasmissione (raggi e ingombri assiali di pulegge e
ruote dentate) si può aggiornare il disegno di massima, in
Università del Salento

modo da definire gli ingombri assiali


Tale scelta deve tener conto dell’ingombro dei cuscinetti, i
quali però potranno essere selezionati solo dopo aver
progettato gli alberi
Può essere utile aiutarsi nella scelta utilizzando i rapporti
geometrici del disegno assegnato

R. Nobile – Costruzione di Macchine 62


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
6. Disegno di massima e scelta dimensioni

Dopo aver realizzato il disegno in scala delle ruote e


verificata la correttezza, si stabiliscono per similitudine le
distanze tra cuscinetti e ruote dentate
Università del Salento

C5 C3

100
R2
C1 C2
225

125
R1
R4 R3

125
175

100 100
C4

100
C6
C8
225

175
R5 R6
175

175
C7 C9

R. Nobile – Costruzione di Macchine 63


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi

La progettazione di massima degli alberi consiste


nell’eseguire le verifiche di resistenza e deformabilità
richieste
Università del Salento

A seconda dei casi, le verifiche da effettuarsi sono le


seguenti:
 verifica di resistenza statica
 verifica di resistenza a fatica
 verifica di deformabilità a torsione/flessione
Per poter effettuare materialmente i calcoli, è
necessario fare delle assunzioni riguardo alle distanze
tra cuscinetti e organi di trasmissione, pur non avendo
ancora scelto i cuscinetti o altri organi

R. Nobile – Costruzione di Macchine 64


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi

La progettazione di massima degli alberi viene in genere


effettuata considerando la condizione di carico più gravosa
tra quelle a regime
Università del Salento

Per evitare inutili sovradimensionamenti, la progettazione a


fatica può far riferimento ad una condizione di carico
equivalente, ottenuta combinando con la legge di Miner le
differenti condizioni di carico e i relativi coefficienti di
utilizzazione
Si considererà per semplicità una sola condizione di carico
corrispondente alle condizioni di funzionamento nominali

R. Nobile – Costruzione di Macchine 65


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Calcolo delle azioni agenti – ruota R1
Università del Salento

= 350.14 = 1500

350140
= = = 6104
57.36

, = ∙ ∙ cos = 6104 ∙ 20° ∙ cos 11.71° = 2175

, = ∙ ∙ sin = 6104 ∙ 20° ∙ sin 11.71° = 451

57.36
, = , ∙ = 451 ∙ = 25.86
1000

R. Nobile – Costruzione di Macchine 66


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Calcolo delle azioni agenti - ruota R2
Università del Salento

350.14
= = = 1691.50
0.207
= ∙ = 1500 ∙ 0.207 = 310.5

= 6104

, = ∙ ∙ cos = 6104 ∙ 20° ∙ cos 78.29° = 451

, = ∙ ∙ sin = 6104 ∙ 20° ∙ sin 78.29° = 2175

276.71
, = , ∙ = 2175 ∙ = 601.84
1000

R. Nobile – Costruzione di Macchine 67


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Calcolo delle azioni agenti - ruota R3
Università del Salento

= 1691.50

1691500
= = = 16915
100

, = ∙ = 16915 ∙ 20° = 6157

R. Nobile – Costruzione di Macchine 68


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Calcolo delle azioni agenti - ruota R4
Università del Salento

1691.50
= = = 11201.99
0.151
= ∙ = 310.5 ∙ 0.151 = 46.9

= 16915

, = ∙ = 16915 ∙ 20° = 6157

R. Nobile – Costruzione di Macchine 69


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Calcolo delle azioni agenti - ruota R5
Università del Salento

= 11201.99

11201990
= = = 60880
184

, = ∙ = 60880 ∙ 20° = 22158

R. Nobile – Costruzione di Macchine 70


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Calcolo delle azioni agenti - ruota R6
Università del Salento

11201.99
= = = 35115. 96
0.319

= ∙ = 46.9 ∙ 0.319 = 15

= 60880

, = ∙ = 60880 ∙ 20° = 22158

R. Nobile – Costruzione di Macchine 71


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Equilibrio – piano xy

C1 C2
Università del Salento

Q12
x

R1 y
Y1 Y2

l1 l2

+ − =0
∙ + ∙ =0
100
=− ∙ = −6104 = −6104
100
+ 100 + 100
= − = + ∙ = ∙ = 6104 = 12208
100

R. Nobile – Costruzione di Macchine 72


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Caratteristiche della sollecitazione – piano xy
Università del Salento

Mfz,max = 610400 Nmm

-
Mfz

+
Ty
-
Ty,max = 6104 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 73


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Equilibrio – piano xz

FR,12
Università del Salento

MA,1
x

z
Z1 Z2

l1 l2

+ − , =0
, ∙ − , + ∙ =0
, − , ∙ 25860 − 2175 ∙ 100
= = = −1916
100
, − , ∙ , ∙ + − ,
= , − = , − =
2175 ∙ (100 + 100) − 25860
= = 4091
100
R. Nobile – Costruzione di Macchine 74
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Caratteristiche della sollecitazione – piano xz
Università del Salento

-
Mfy +
Mfy,max = 191600 Nmm

+
Tz
-
Tz,max = 2175 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 75


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Caratteristiche della sollecitazione – torsione
Università del Salento

+
Mt
Mt = 350140 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 76


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Caratteristiche della sollecitazione – sforzo normale

Il carico assiale FA introduce uno sforzo normale nell’albero che


Università del Salento

potrà essere definito solo una volta note le reazioni dei cuscinetti.
Poiché la scelta dei cuscinetti avviene successivamente e poiché
lo sforzo assiale è generalmente trascurabile rispetto agli sforzi
normali di flessione, tale caratteristica di sollecitazione viene
trascurata ai fini del dimensionamento dell’albero

R. Nobile – Costruzione di Macchine 77


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Equilibrio – piano xy y
Y3
x

l3
C3 Q21
Università del Salento

l4
R3 Q34

l5
C4 Y4

+ − − =0
∙ + ∙ + − ∙ + + =0

∙ + ∙( + )
6104 ∙ 100 + 16915 ∙ (100 + 125)
= = = 12618
+ + 100 + 125 + 125
∙ + ∙ +
= + − = + −
+ +
∙ + ∙ + 16915 ∙ 125 + 6104 ∙ (125 + 125)
= = = 10401
+ + 100 + 125 + 125
R. Nobile – Costruzione di Macchine 78
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Caratteristiche della sollecitazione – piano xy

Mfz Ty
Università del Salento

Mfz,max = 1577250 Nmm


Ty,max = 12618 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 79


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Equilibrio – piano xz z
Z3
x

l3
Università del Salento

MA,2 FR,21

l4
FR,34

l5
+ − , + , =0 Z4
, ∙ − , ∙( + )− , − ∙( + + )=0

, ∙ − ,∙( + )− , 451 ∙ 100 − 6157 ∙ 100 + 125 − 601840


= =
+ + 100 + 125 + 125
= −5549
, ∙ − , ∙ + − ,
= , − , − = , − , −
+ +
, ∙ + − , ∙ + , 451 ∙ 125 + 125 − 6157 ∙ 125 + 601840
= =
+ + 100 + 125 + 125
= −157
R. Nobile – Costruzione di Macchine 80
Progettazione di massima della trasmissione di un cingolato
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Caratteristiche della sollecitazione – piano xz
Tz
Mfy
Università del Salento

Tz,max = 5549 N
Mfy,max = 693625 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 81


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Caratteristiche della sollecitazione – torsione

Mt
Università del Salento

Mt = 1691500 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 82


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Caratteristiche della sollecitazione – sforzo normale

Il carico assiale FA introduce uno sforzo normale nell’albero che


Università del Salento

potrà essere definito solo una volta note le reazioni dei cuscinetti.
Poiché la scelta dei cuscinetti avviene successivamente e poiché
lo sforzo assiale è generalmente trascurabile rispetto agli sforzi
normali di flessione, tale caratteristica di sollecitazione viene
trascurata ai fini del dimensionamento dell’albero

R. Nobile – Costruzione di Macchine 83


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xy
Y5
C5 x
Università del Salento

l6
Q43
R4

l7
C6 Y6

l8
Q56
R5

l9
C7 Y7

L’albero A3 è iperstatico e quindi non è possibile


determinare le reazioni vincolari imponendo semplicemente
l’equilibrio

R. Nobile – Costruzione di Macchine 84


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Metodo dei 4 momenti
Il metodo dei 4 momenti permette di risolvere le travi
iperstatiche continue vincolate con più di 2 appoggi
Università del Salento

Il metodo si basa su una formula che permette di calcolare


la rotazione in corrispondenza di un appoggio di una trave
attraverso la seguente espressione:

= 2 − − 2 −
6

μAB e μBA rappresentano i


y
MBA momenti di incastro perfetto
MAB
x AB BA rispettivamente in A e in B
jAB
Tutti i momenti sono positivi se
provocano una rotazione
l
antioraria

R. Nobile – Costruzione di Macchine 85


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Metodo dei 4 momenti
Nel caso in esame la configurazione di incastro perfetto che
Università del Salento

occorre per risolvere il problema è la seguente:

M1 P M2
=

=
a b

R. Nobile – Costruzione di Macchine 86


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xy
Introducendo una cerniera
Università del Salento

interna in corrispondenza del


cuscinetto 6, l’azione del vincolo
continuerà ad essere garantita

l6
applicando una variabile Q43
iperstatica X1, che rappresenta il X1

l7
momento flettente agente in
corrispondenza del cuscinetto

l8
C6 Q56 X1
 La variabile X1 si otterrà

l9
imponendo la congruenza delle
rotazioni negli appoggi

R. Nobile – Costruzione di Macchine 87


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xy
Applicando il metodo dei 56

l6
l6
4 momenti alla campata 5- Q43
Università del Salento

Q43
6 si può determinare la X1

l7
rotazione φ65
Si ipotizza che le due

l7

l8
campate abbiano sezione Q56 X1
65
costante e ugual diametro;

l9
di conseguenza il
momento d’inerzia J è il
medesimo e potrà essere
semplificato

+
= −2 − 0 − −2 ∙ − ∙
6 + +

R. Nobile – Costruzione di Macchine 88


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xy
Allo stesso modo 67

l6
l8
applicando il metodo dei 4 Q43
Università del Salento

momenti alla campata 6-7 Q56


X1

l7
si può determinare la
rotazione φ67

l8
l9
Si ipotizza che le due Q56 X1
campate abbiano sezione

l9
76
costante e ugual diametro;
di conseguenza il
momento d’inerzia J è il
medesimo e potrà essere
semplificato
+
= 2 − 0 − −2 ∙ − ∙
6 + +
R. Nobile – Costruzione di Macchine 89
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xy
Imponendo che le due rotazioni precedenti siano uguali si
Università del Salento

ottiene l’espressione di X1
=

∙ ( +2 ) ∙( +2 )
= ∙ − ∙
2 + + + + 2( + )( + + + )

225 ∙ 175 ∙ 175 + 2 ∙ 225


= 16915 ∙ +
2 225 + 175 225 + 175 + 225 + 175
225 ∙ 175 ∙ 225 + 2 ∙ 175
−60880 ∙ = −1503271
2 225 + 175 225 + 175 + 225 + 175

R. Nobile – Costruzione di Macchine 90


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xy
y
Imponendo l’equilibrio di ogni Y5
x
Università del Salento

singola campata si determinano le

l6
Q43
reazioni vincolari

l7
Y6A X1

Y6B X1

l8
+ − =0 Q56
∙ + − ∙ − =0

l9
Y7

∙ + 16915 ∙ 225 − 1503271


= = = 5757
+ 225 + 175
∙ − 16915 ∙ 175 + 1503271
= = = 11158
+ 225 + 175

R. Nobile – Costruzione di Macchine 91


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xy
y
Imponendo l’equilibrio di ogni Y5
x
Università del Salento

singola campata si determinano le

l6
Q43
reazioni vincolari

l7
Y6A X1

Y6B X1

l8
+ + =0 Q56
+ ∙ + + ∙ =0

l9
Y7

− − ∙ 1503271 − 60880 ∙ 225


= = = −30487
+ 225 + 175
− ∙ −1503271 − 60880 ∙ 175
= = = −30393
+ 225 + 175

R. Nobile – Costruzione di Macchine 92


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Caratteristiche della sollecitazione – piano xy
Ty
Mfz
Università del Salento

Mfz,max = 5335225 Nmm


Ty,max = 30487 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 93


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xz

C5 z
Università del Salento

x Z5

R4

l6
FR,43

C6

l7
Z6

R5

l8
FR,56

C7

l9
Z7

Anche in questo caso, l’albero A3 è iperstatico e


risolveremo il problema con il metodo dei 4 momenti

R. Nobile – Costruzione di Macchine 94


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xz
Introducendo una cerniera

l6
Università del Salento

interna in corrispondenza del FR,43


cuscinetto 6, l’azione del vincolo
continuerà ad essere garantita

l7
X2
applicando una variabile
iperstatica X2, che rappresenta il
X2

l8
momento flettente agente in FR,56
corrispondenza del cuscinetto
C6

l9
 La variabile X2 si otterrà
imponendo la congruenza delle
rotazioni negli appoggi

R. Nobile – Costruzione di Macchine 95


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xz
56
Applicando il metodo dei

l6
l6
FR,43
4 momenti alla campata 5- FR,43
Università del Salento

6 si può determinare la

l7
X2
rotazione φ65

l7
Si ipotizza che le due X2

l8
campate abbiano sezione FR,56
65
costante e ugual diametro;

l9
di conseguenza il
momento d’inerzia J è il
medesimo e potrà essere
semplificato
+
= −2 − 0 − −2 , ∙ − , ∙
6 + +

R. Nobile – Costruzione di Macchine 96


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xz
Allo stesso modo 67

l6
FR,43
applicando il metodo dei 4

l8
Università del Salento

momenti alla campata 6-7 FR,56

l7
X2
si può determinare la
rotazione φ67 X2

l8
l9
Si ipotizza che le due FR,56

campate abbiano sezione

l9
76
costante e ugual diametro;
di conseguenza il
momento d’inerzia J è il
medesimo e potrà essere
semplificato
+
= 2 −0 − 2 , ∙ + , ∙
6 + +
R. Nobile – Costruzione di Macchine 97
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xz
Imponendo che le due rotazioni precedenti siano uguali si
Università del Salento

ottiene l’espressione di X2
=

∙ ( +2 ) ∙( +2 )
= , ∙ + , ∙
2 + + + + 2( + )( + + + )

225 ∙ 175 ∙ 175 + 2 ∙ 225


= 6157 ∙ +
2 225 + 175 225 + 175 + 225 + 175
225 ∙ 175 ∙ 225 + 2 ∙ 175
+22158 ∙ = 1020610
2 225 + 175 225 + 175 + 225 + 175

R. Nobile – Costruzione di Macchine 98


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xz
z
Imponendo l’equilibrio di ogni
x Z5
Università del Salento

singola campata si determinano le


reazioni vincolari

l6
FR,43

l7
Z6A X2

Z6B X2
+ − =0

l8
, FR,56
∙ + − , ∙ − =0

l9
Z7

, ∙ + 6157 ∙ 225 + 1020610


= = = 6015
+ 225 + 175
, ∙ − 6157 ∙ 175 − 1020610
= = = 142
+ 225 + 175

R. Nobile – Costruzione di Macchine 99


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Equilibrio – piano xz
z
Imponendo l’equilibrio di ogni
x Z5
Università del Salento

singola campata si determinano le


reazioni vincolari

l6
FR,43

l7
Z6A X2

Z6B X2
+ − =0

l8
, FR,56
∙ + − , ∙ + =0

l9
Z7

, ∙ + 22158 ∙ 175 + 1020610


= = = 12246
+ 225 + 175
, ∙ − 22158 ∙ 225 − 1020610
= = = 9912
+ 225 + 175

R. Nobile – Costruzione di Macchine 100


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Caratteristiche della sollecitazione – piano xz
Tz
Mfy
Università del Salento

+
+

+
-

Tz,max = 12246 N

Mfy,max = 1734600 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 101


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Caratteristiche della sollecitazione – torsione
Mt
Università del Salento

Mt = 11202000 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 102


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Equilibrio – piano xy
y
Y8
x

l10
C8
Università del Salento

Q65
R6

l11
C9 Y9

+ − =0
∙ − ∙( + )=0
175
= ∙ = 60880 = 30440
+ 175 + 175
175
= − = − ∙ = ∙ = 60880 ∙ = 30440
+ + 175 + 175

R. Nobile – Costruzione di Macchine 103


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Caratteristiche della sollecitazione – piano xy

Ty
Università del Salento

Mfz

Mfz,max = 5327000 Nmm Ty,max = 30440 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 104


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Equilibrio – piano xz z Z8

l10
x
FR,65
Università del Salento

l11
Z9

+ − , =0
, ∙ − ∙( + )=0
175
= , ∙ = 22158 ∙ = 11079
+ 175 + 175
= , − = , − , ∙ = , ∙
+ +
175
= 22158 ∙ = 11079
175 + 175
R. Nobile – Costruzione di Macchine 105
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Caratteristiche della sollecitazione – piano xz
Università del Salento

Mfy Tz

Mfy,max = 1938825 Nmm Tz,max = 11079 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 106


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Caratteristiche della sollecitazione – torsione
Università del Salento

Mt = 35115960 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 107


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Individuazione della sezione critica

Nell’ipotesi semplicistica di considerare l’albero a sezione


Università del Salento

costante, le sezioni critiche sono quelle corrispondenti ai valori


massimi delle caratteristiche di sollecitazione.
Nel caso dell’albero A1 la sezione critica risulterà essere quella
in corrispondenza del cuscinetto C1
La verifica a fatica va eseguita nelle sezioni intagliate prossime
alla sezione maggiormente sollecitata
In questo caso la sezione da verificare è la gola di scarico che
separa la ruota conica dal tratto a sezione costante dell’albero

R. Nobile – Costruzione di Macchine 108


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Calcolo delle caratteristiche di sollecitazione della sezione
critica
Università del Salento

= + = 610400 + 191600 = 639765

= + = 6104 + 2175 = 6475


Mt = 350140 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 109


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento statico a flessotorsione

Il materiale è lo stesso utilizzato per la ruota dentata, essendo il


Università del Salento

pignone ricavato di pezzo

= 720 /
Acciaio da bonifica C40 = 560 /
= 220

R. Nobile – Costruzione di Macchine 110


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento statico a flessotorsione
560
= = = 373.33
1.5
Università del Salento

3 3
= + = 639765 + ∙ 350140 = 707989
4 4

32 32 ∙ 707989
= = = 26.8
∙ ∙ 373.33
Per il dimensionamento statico si è fatta l’ipotesi di trascurare la
tensione di taglio

4 4 16 6475
= = ∙ = 15.3
3 3 ∙ 26.8

R. Nobile – Costruzione di Macchine


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Il pignone è ricavato di pezzo e, per esigenze funzionali di


corretto funzionamento dell’ingranamento, ha sicuramente un
diametro di fondo superiore al diametro dell’albero
La sezione da verificare è la gola di scarico che separa la ruota
conica dal tratto a sezione costante dell’albero

R. Nobile – Costruzione di Macchine 112


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Assunzioni sulla geometria dell’intaglio


d = 40 mm > dmin = 26.8 mm
D = Dfondo pignone=2R-2d∙cosj1=2∙68 - 2∙1.2∙8∙cos11.71°=117.20 mm
r = 4 mm
Rapporti geometrici di tentativo

4
= = 0.1
40
117.20
= = 2.93
40

R. Nobile – Costruzione di Macchine 113


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del kt
Università del Salento

4
= = 0.1
40
117.20
= = 2.93
40

= 4.32

R. Nobile – Costruzione di Macchine 114


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del fattore di sensibilità agli intagli q
Università del Salento

r=4
σR = 720 N/mm2

= 0.964
=1+ − 1 = 1 + 0.964 4.32 − 1 = 4.20
R. Nobile – Costruzione di Macchine 115
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione della retta di lavoro
Università del Salento

32 639765
= = =2 = 2 ∙ 4.20 ∙ = 15.35
16 350140

R. Nobile – Costruzione di Macchine 116


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

S = 0.5 = 360 /

Effetto del tipo di carico:


Flessione rotante =1

Effetto del gradiente di tensione:


. .
d = 40 mm = = = 0.833
. .

Effetto dell’affidabilità dei dati:


p = 50% =1
R. Nobile – Costruzione di Macchine 117
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Effetto della finitura superficiale:
Università del Salento

Rettifica media (Ra = 0.6-1.6) σR = 720 N/mm2

C = 0.904

R. Nobile – Costruzione di Macchine 118


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

= S ∙ ∙ ∙ ∙

= 360 ∙ 1 ∙ 0.833 ∙ 0.904 ∙ 1 = 271 /

R. Nobile – Costruzione di Macchine 119


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica in condizioni di esercizio
Università del Salento

15.35
= = = 264.6 /
1 15.35 1
+ +
′ 271 720
R. Nobile – Costruzione di Macchine 120
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del diametro minimo
Università del Salento

32 32 ∙ 639765
= = 4.20 1.5 = 53.7
∙ ∙ 264.6

Si assume d = 60 mm e si verifica nuovamente la sezione

R. Nobile – Costruzione di Macchine 121


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Assunzioni sulla geometria dell’intaglio


d = 60 mm
D = 117.20 mm
r = 4 mm
Rapporti geometrici

4
= = 0.067
60
117.20
= = 1.95
60

R. Nobile – Costruzione di Macchine 122


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del kt
Università del Salento

4
= = 0.067
60
117.20
= = 1.95
60

= 4.39

R. Nobile – Costruzione di Macchine 123


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del fattore di sensibilità agli intagli q
Università del Salento

r=4
σR = 720 N/mm2

= 0.964
=1+ − 1 = 1 + 0.964 4.39 − 1 = 4.27
R. Nobile – Costruzione di Macchine 124
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione della retta di lavoro
Università del Salento

32 639765
= = =2 = 2 ∙ 4.27 ∙ = 15.60
16 350140

R. Nobile – Costruzione di Macchine 125


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

Effetto del gradiente di tensione:


d = 60 mm = 0.859 − 0.000837 = 0.809

= S ∙ ∙ ∙ ∙

= 360 ∙ 1 ∙ 0.809 ∙ 0.904 ∙ 1 = 263.3 /

R. Nobile – Costruzione di Macchine 126


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica in condizioni di esercizio
Università del Salento

15.60
= = = 257.3 /
1 15.60 1
+ +
′ 263.3 720
R. Nobile – Costruzione di Macchine 127
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A1
Dimensionamento a fatica
Determinazione del diametro minimo
Università del Salento

32 32 ∙ 639765
= = 4.27 1.5 = 54.5
∙ ∙ 257.3

La scelta d = 60 mm è quindi corretta e viene confermata

R. Nobile – Costruzione di Macchine 128


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Individuazione della sezione critica

Nell’ipotesi semplicistica di considerare l’albero a sezione


Università del Salento

costante, le sezioni critiche sono quelle corrispondenti ai valori


massimi delle caratteristiche di sollecitazione.
Nel caso dell’albero A2 la sezione critica risulterà essere quella
in corrispondenza alla mezzeria della ruota R3
In questo caso la sezione da verificare è lo spallamento tra la
ruota cilindrica R3 e il tratto a sezione costante fino al cuscinetto
C4
Occorre in questo caso verificare anche la sezione tra la ruota
R3 e il tratto costante in cui è calettata la ruota conica R2 in cui
però agiscono sollecitazioni differenti
Per semplicità si considererà quest’ultima sezione
considerando però le sollecitazioni massime dell’albero
R. Nobile – Costruzione di Macchine 129
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Calcolo delle caratteristiche di sollecitazione della sezione
critica
Università del Salento

= + = 1577250 + 693625 = 1723030

= + = 12618 + 5549 = 13784


Mt = 1691500 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 130


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento statico a flessotorsione

Il materiale è lo stesso utilizzato per la ruota dentata, essendo il


Università del Salento

pignone ricavato di pezzo

= 720 /
Acciaio da bonifica C40 = 560 /
= 220

R. Nobile – Costruzione di Macchine 131


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento statico a flessotorsione
560
= = = 373.33
1.5
Università del Salento

3 3
= + = 1723030 + ∙ 1691500 = 2261573
4 4

32 32 ∙ 2261573
= = = 39.5
∙ ∙ 373.33
Per il dimensionamento statico si è fatta l’ipotesi di trascurare la
tensione di taglio

4 4 16 13784
= = ∙ = 15.0
3 3 ∙ 39.5

R. Nobile – Costruzione di Macchine


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Il pignone è ricavato di pezzo e, per esigenze funzionali di


corretto funzionamento dell’ingranamento, ha sicuramente un
diametro di fondo superiore al diametro dell’albero
La sezione da verificare è lo spallamento tra la ruota R3 e la
zona a sezione costante in cui è calettata la ruota R2
La verifica a fatica dovrebbe a rigore considerare le
sollecitazioni agenti nella sezione in corrispondenza della ruota
R2
Poiché la differenza è piccola si esegue il dimensionamento
con le caratteristiche massime dell’albero, che si realizzano in
corrispondenza della ruota R3

R. Nobile – Costruzione di Macchine 133


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

A rigore il dimensionamento a fatica dovrebbe essere fatto


considerando il momento flettente che si realizza nella sezione
ad una distanza pari a b/2 dalla mezzeria della ruota verso destra
Ragionando a vantaggio di sicurezza, il dimensionamento fa
comunque riferimento al momento flettente massimo della
sezione di mezzeria della ruota R3

R. Nobile – Costruzione di Macchine 134


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Assunzioni sulla geometria dell’intaglio


d = 60 mm > dmin = 39.5 mm
D = Dtesta pignone = 2R+2a =2∙100 + 2∙10 = 220 mm
r = 6 mm
Rapporti geometrici di tentativo

6
= = 0.1
60
220
= = 3.667
60

R. Nobile – Costruzione di Macchine 135


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del kt
Università del Salento

6
= = 0.1
60
220
= = 3.667
60

= 3.44

R. Nobile – Costruzione di Macchine 136


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del fattore di sensibilità agli intagli q
Università del Salento

r = 6 mm
σR = 720 N/mm2

= 0.976
=1+ − 1 = 1 + 0.976 3.44 − 1 = 3.38
R. Nobile – Costruzione di Macchine 137
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione della retta di lavoro
Università del Salento

32 1723030
= = =2 = 2 ∙ 3.38 ∙ = 6.89
16 1691500

R. Nobile – Costruzione di Macchine 138


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

S = 0.5 = 360 /

Effetto del tipo di carico:


Flessione rotante =1

Effetto del gradiente di tensione:


d = 60 mm = 0.859 − 0.000837 = 0.809

Effetto dell’affidabilità dei dati:


p = 50% =1

R. Nobile – Costruzione di Macchine 139


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Effetto della finitura superficiale:
Università del Salento

Rettifica media (Ra = 0.6-1.6) σR = 720 N/mm2

C = 0.904

R. Nobile – Costruzione di Macchine 140


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

= S ∙ ∙ ∙ ∙

= 360 ∙ 1 ∙ 0.809 ∙ 0.904 ∙ 1 = 263.3 /

R. Nobile – Costruzione di Macchine 141


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica in condizioni di esercizio
Università del Salento

6.89
= = = 250 /
1 6.89 1
+ +
′ 263.3 720
R. Nobile – Costruzione di Macchine 142
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del diametro minimo
Università del Salento

32 32 ∙ 1723030
= = 3.38 1.5 = 70.9
∙ ∙ 250

Si assume d = 75 mm e si verifica nuovamente la sezione

R. Nobile – Costruzione di Macchine 143


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Assunzioni sulla geometria dell’intaglio


d = 75 mm
D = 220 mm
r = 6 mm
Rapporti geometrici

6
= = 0.08
75
220
= = 2.93
75

R. Nobile – Costruzione di Macchine 144


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del kt
Università del Salento

6
= = 0.08
75
220
= = 2.93
75

= 3.47

R. Nobile – Costruzione di Macchine 145


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del fattore di sensibilità agli intagli q
Università del Salento

r=6
σR = 720 N/mm2

= 0.976
=1+ − 1 = 1 + 0.976 3.47 − 1 = 3.41
R. Nobile – Costruzione di Macchine 146
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione della retta di lavoro
Università del Salento

32 1723030
= = =2 = 2 ∙ 3.41 ∙ = 6.95
16 1691500

R. Nobile – Costruzione di Macchine 147


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

Effetto del gradiente di tensione:


d = 75 mm = 0.859 − 0.000837 = 0.796

= S ∙ ∙ ∙ ∙

= 360 ∙ 1 ∙ 0.796 ∙ 0.904 ∙ 1 = 259.1 /

R. Nobile – Costruzione di Macchine 148


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica in condizioni di esercizio
Università del Salento

6.95
= = = 246.3 /
1 6.95 1
+ +
′ 259.1 720
R. Nobile – Costruzione di Macchine 149
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A2
Dimensionamento a fatica
Determinazione del diametro minimo
Università del Salento

32 32 ∙ 1723030
= = 3.41 1.5 = 71.4
∙ ∙ 246.3

La scelta d = 75 mm è quindi corretta e viene confermata

R. Nobile – Costruzione di Macchine 150


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Individuazione della sezione critica

Nell’ipotesi semplicistica di considerare l’albero a sezione


Università del Salento

costante, le sezioni critiche sono quelle corrispondenti ai valori


massimi delle caratteristiche di sollecitazione.
Nel caso dell’albero A3 la sezione critica risulterà essere quella
in corrispondenza alla mezzeria della ruota R5
In questo caso la sezione da verificare è lo spallamento tra la
ruota cilindrica R5 e il tratto a sezione costante fino al cuscinetto
C6

R. Nobile – Costruzione di Macchine 151


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Calcolo delle caratteristiche di sollecitazione della sezione
critica
Università del Salento

= + = 5335225 + 1734600 = 5610121

= + = 30487 + 12246 = 32855


Mt = 11202000 Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 152


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento statico a flessotorsione

Il materiale è lo stesso utilizzato per la ruota dentata, essendo il


Università del Salento

pignone ricavato di pezzo

= 720 /
Acciaio da bonifica C40 = 560 /
= 220

R. Nobile – Costruzione di Macchine 153


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento statico a flessotorsione
560
= = = 373.33
1.5
Università del Salento

3 3
= + = 5610121 + ∙ 11202000 = 11206563
4 4

32 32 ∙ 11206563
= = = 67.4
∙ ∙ 373.33
Per il dimensionamento statico si è fatta l’ipotesi di trascurare la
tensione di taglio

4 4 16 32855
= = ∙ = 12.3
3 3 ∙ 67.4

R. Nobile – Costruzione di Macchine


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Il pignone è ricavato di pezzo e, per esigenze funzionali di


corretto funzionamento dell’ingranamento, ha sicuramente un
diametro di fondo superiore al diametro dell’albero
La sezione da verificare è lo spallamento tra la ruota R5 e la
zona a sezione costante fino al cuscinetto C6

R. Nobile – Costruzione di Macchine 155


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

A rigore il dimensionamento a fatica dovrebbe essere fatto


considerando il momento flettente che si realizza nella sezione
ad una distanza pari a b/2 dalla mezzeria della ruota verso l’alto
Ragionando a vantaggio di sicurezza, il dimensionamento fa
comunque riferimento al momento flettente massimo della
sezione di mezzeria della ruota R5

R. Nobile – Costruzione di Macchine 156


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Assunzioni sulla geometria dell’intaglio


d = 80 mm > dmin = 67.0 mm
D = Dtesta pignone = 2R+2a =2∙184 + 2∙16 = 400 mm
r = 8 mm
Rapporti geometrici di tentativo

8
= = 0.1
80
400
= =5
80

R. Nobile – Costruzione di Macchine 157


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del kt
Università del Salento

8
= = 0.1
80
400
= =5
80

= 3.96

R. Nobile – Costruzione di Macchine 158


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del fattore di sensibilità agli intagli q
Università del Salento

r = 8 mm
σR = 720 N/mm2

= 0.982
=1+ − 1 = 1 + 0.982 3.96 − 1 = 3.91
R. Nobile – Costruzione di Macchine 159
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione della retta di lavoro
Università del Salento

32 5610121
= = =2 = 2 ∙ 3.91 ∙ = 3.92
16 11202000

R. Nobile – Costruzione di Macchine 160


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

S = 0.5 = 360 /

Effetto del tipo di carico:


Flessione rotante =1

Effetto del gradiente di tensione:


d = 80 mm = 0.859 − 0.000837 = 0.792

Effetto dell’affidabilità dei dati:


p = 50% =1

R. Nobile – Costruzione di Macchine 161


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Effetto della finitura superficiale:
Università del Salento

Rettifica media (Ra = 0.6-1.6) σR = 720 N/mm2

C = 0.904

R. Nobile – Costruzione di Macchine 162


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

= S ∙ ∙ ∙ ∙

= 360 ∙ 1 ∙ 0.792 ∙ 0.904 ∙ 1 = 257.7 /

R. Nobile – Costruzione di Macchine 163


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica in condizioni di esercizio
Università del Salento

3.92
= = = 236.2 /
1 3.92 1
+ +
′ 257.7 720
R. Nobile – Costruzione di Macchine 164
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del diametro minimo
Università del Salento

32 32 ∙ 5610121
= = 3.91 1.5 = 112.4
∙ ∙ 236.2

Si assume d = 120 mm e si verifica nuovamente la sezione

R. Nobile – Costruzione di Macchine 165


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Assunzioni sulla geometria dell’intaglio


d = 120 mm
D = 400 mm
r = 8 mm
Rapporti geometrici

8
= = 0.067
120
400
= = 3.33
120

R. Nobile – Costruzione di Macchine 166


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del kt
Università del Salento

8
= = 0.067
120
400
= = 3.33
120

= 4.02

R. Nobile – Costruzione di Macchine 167


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del fattore di sensibilità agli intagli q
Università del Salento

r=8
σR = 720 N/mm2

= 0.982
=1+ − 1 = 1 + 0.982 4.02 − 1 = 3.97
R. Nobile – Costruzione di Macchine 168
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione della retta di lavoro
Università del Salento

32 5610121
= = =2 = 2 ∙ 3.97 ∙ = 3.98
16 11202000

R. Nobile – Costruzione di Macchine 169


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

Effetto del gradiente di tensione:


d = 120 mm = 0.859 − 0.000837 = 0.758

= S ∙ ∙ ∙ ∙

= 360 ∙ 1 ∙ 0.758 ∙ 0.904 ∙ 1 = 246.7 /

R. Nobile – Costruzione di Macchine 170


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica in condizioni di esercizio
Università del Salento

3.98
= = = 227.1 /
1 3.98 1
+ +
′ 246.7 720
R. Nobile – Costruzione di Macchine 171
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A3
Dimensionamento a fatica
Determinazione del diametro minimo
Università del Salento

32 32 ∙ 5610121
= = 3.97 1.5 = 114.4
∙ ∙ 227.1

La scelta d = 120 mm è quindi corretta e viene confermata

R. Nobile – Costruzione di Macchine 172


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Individuazione della sezione critica

Nell’ipotesi semplicistica di considerare l’albero a sezione


Università del Salento

costante, le sezioni critiche sono quelle corrispondenti ai valori


massimi delle caratteristiche di sollecitazione.
Nel caso dell’albero A4 la sezione critica risulterà essere quella
in corrispondenza alla mezzeria della ruota R6
In questo caso la sezione da verificare è la gola di scarico tra la
ruota cilindrica R6 e il cuscinetto C9

R. Nobile – Costruzione di Macchine 173


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Calcolo delle caratteristiche di sollecitazione della sezione
critica
Università del Salento

= + = 5327000 + 1938825 = 5668860

= + = 30440 + 11079 = 32393


Mt = 35115960Nmm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 174


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento statico a flessotorsione

Si continua ad utilizzare lo stesso materiale di tutti gli altri


Università del Salento

alberi

= 720 /
Acciaio da bonifica C40 = 560 /
= 220

R. Nobile – Costruzione di Macchine 175


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento statico a flessotorsione
560
= = = 373.33
1.5
Università del Salento

3 3
= + = 5668860 + ∙ 35115960 = 30935157
4 4

32 32 ∙ 30935157
= = = 94.5
∙ ∙ 373.33
Per il dimensionamento statico si è fatta l’ipotesi di trascurare la
tensione di taglio

4 4 16 32393
= = ∙ = 6.16
3 3 ∙ 94.5

R. Nobile – Costruzione di Macchine


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

La sezione da verificare è la gola di scarico tra la ruota R6 e la


zona a sezione costante fino al cuscinetto C9
A rigore il dimensionamento a fatica dovrebbe essere fatto
considerando il momento flettente che si realizza nella sezione
ad una distanza pari a b/2 dalla mezzeria della ruota verso il
basso
Ragionando a vantaggio di sicurezza, il dimensionamento fa
comunque riferimento al momento flettente massimo della
sezione di mezzeria della ruota R6

R. Nobile – Costruzione di Macchine 177


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Università del Salento

Assunzioni sulla geometria dell’intaglio


d = 120 mm > dmin = 94.5 mm
D/d = 1.1
r = 12 mm
Rapporti geometrici di tentativo

12
= = 0.1
120
= 1.1

R. Nobile – Costruzione di Macchine 178


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Determinazione del kt
Università del Salento

12
= = 0.1
120
= 1.1

= 1.59

R. Nobile – Costruzione di Macchine 179


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Determinazione del fattore di sensibilità agli intagli q
Università del Salento

r = 12 mm
σR = 720 N/mm2

= 0.988
=1+ − 1 = 1 + 0.988 1.59 − 1 = 1.58
R. Nobile – Costruzione di Macchine 180
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Determinazione della retta di lavoro
Università del Salento

32 5668860
= = =2 = 2 ∙ 1.58 ∙ = 0.51
16 35115960

R. Nobile – Costruzione di Macchine 181


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

S = 0.5 = 360 /

Effetto del tipo di carico:


Flessione rotante =1

Effetto del gradiente di tensione:


d = 120 mm = 0.859 − 0.000837 = 0.758

Effetto dell’affidabilità dei dati:


p = 50% =1

R. Nobile – Costruzione di Macchine 182


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Effetto della finitura superficiale:
Università del Salento

Rettifica media (Ra = 0.6-1.6) σR = 720 N/mm2

C = 0.904

R. Nobile – Costruzione di Macchine 183


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica al carico oscillante
Università del Salento

= S ∙ ∙ ∙ ∙

= 360 ∙ 1 ∙ 0.758 ∙ 0.904 ∙ 1 = 246.7 /

R. Nobile – Costruzione di Macchine 184


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Determinazione del limite di fatica in condizioni di esercizio
Università del Salento

0.51
= = = 147.6 /
1 0.51 1
+ +
′ 246.7 720
R. Nobile – Costruzione di Macchine 185
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Dimensionamento a fatica
Determinazione del diametro minimo
Università del Salento

32 32 ∙ 5668860
= = 1.58 1.5 = 97.5
∙ ∙ 147.6

La scelta d = 120 mm è quindi corretta e viene confermata

R. Nobile – Costruzione di Macchine 186


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti

La scelta del tipo di cuscinetti da adottare dipende dalle


condizioni di funzionamento richieste e dalle caratteristiche dei
carichi agenti sugli alberi
Università del Salento

Nel caso in esame sugli alberi A1 e A2 sono presenti delle ruote


coniche, che introducono dei carichi assiali rilevanti. Per questi
alberi si adotteranno dei cuscinetti a rulli conici con montaggio a X.
La presenza di un pignone conico montato a sbalzo sull’albero A1
suggerirebbe un montaggio a O, ma si adotta un montaggio a X per
via di una esecuzione del montaggio più semplice
Per l’albero A3 si utilizzeranno dei cuscinetti radiali a sfere con
montaggio isostatico. Il cuscinetto bloccato assialmente sarà il C5
L’albero di uscita A4 monterà cuscinetti a sfere a gole oblique in
modo da avere un montaggio più rigido dell’albero ed evitare la
presenza di giochi assiali

R. Nobile – Costruzione di Macchine 187


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A1
Determinazione dei carichi sui cuscinetti
Università del Salento

z
FA
x
Z1 Z2
y Y1 Y2

= + = 12208 + 4091 = 12875

= + = 6104 + 1916 = 6398


FA,12 = 451 N
R. Nobile – Costruzione di Macchine 188
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A1
Scelta dei cuscinetti: a causa della presenza della forza assiale
dello stesso ordine di grandezza delle forze radiali si sceglie di
utilizzare dei cuscinetti a rulli conici
Università del Salento

La presenza di un pignone conico montato a sbalzo sull’albero


A1 suggerirebbe un montaggio a O, ma si adotta un montaggio a
X per via di una esecuzione del montaggio più semplice
Il cuscinetto che sopporta il carico assiale è il C2

Calcolo del fattore di carico


L10h = 6000 h
n = 800 giri/min

∙ 60 ∙ 6000 ∙ 60 ∙ 1500
= = = = 6.603
10 10

R. Nobile – Costruzione di Macchine 189


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A1

FAG33014
Cuscinetto A – C2 d = 70 mm
Università del Salento

D = 110 mm
x = 1; y = 0 T = 31 mm
= + = 1 ∙ 6398 = 6398 C = 136000 N
= = 6.603 ∙ 6398 = 42246 C0 = 223000 N
x = 0.4; y =2.11; e = 0.28

FAG33014
Cuscinetto B – C1 d = 70 mm
D = 110 mm
x = 1; y = 0 T = 31 mm
= + = 1 ∙ 12875 = 12875 C = 136000 N
= = 6.603 ∙ 12875 = 85014 C0 = 223000 N
x = 0.4; y =2.11; e = 0.28
R. Nobile – Costruzione di Macchine 190
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A1

= 0.5 ; = +
Università del Salento

0.5 − ≤?
NO
= 0.5 ; = −

6398 12875
0.5 − = −1535 ≤ 451
2.11 2.11
= 0.5 = 0.5 = 3051
.
= + = 3051 + 451 = 3502

R. Nobile – Costruzione di Macchine 191


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A1

Cuscinetto A – C2
Università del Salento

3502
= = 0.62 > 0.28 =
6398
= + = 0.4 ∙ 6398 + 2.11 ∙ 3502 = 9948
= = 6.603 ∙ 9948 = 65687

Cuscinetto B – C1

3051
= = 0.24 < 0.28 =
12875
= + = 1 ∙ 12875 = 12875
= = 6.603 ∙ 12875 = 85014
R. Nobile – Costruzione di Macchine 192
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A1

Cuscinetto A – C2 FAG33014
d = 70 mm
Università del Salento

= = 6.603 ∙ 9948 = 65687 D = 110 mm


T = 31 mm
VERIFICATO C = 136000 N
C0 = 223000 N
x = 0.4; y =2.11; e = 0.28

FAG33014
Cuscinetto B – C1 d = 70 mm
D = 110 mm
= = 6.603 ∙ 12875 = 85014 T = 31 mm
C = 136000 N
VERIFICATO C0 = 223000 N
x = 0.4; y =2.11; e = 0.28
R. Nobile – Costruzione di Macchine 193
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A1
Caratteristiche geometriche
dei cuscinetti selezionati
Università del Salento

Cuscinetto C1
FAG 33014

Cuscinetto C2
FAG 33014

R. Nobile – Costruzione di Macchine 194


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A2
Determinazione dei carichi sui cuscinetti

Y3
Università del Salento

FA
Z3

= + = 10401 + 157 = 10402

= + = 12618 + 5549 = 13784 Y4

Z4
FA,21 = 2175 N x
z y

R. Nobile – Costruzione di Macchine 195


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A2
Scelta dei cuscinetti: a causa della presenza della forza assiale
dello stesso ordine di grandezza delle forze radiali si sceglie di
utilizzare dei cuscinetti a rulli conici
Università del Salento

Poiché il punto di applicazione della forza assiale è tra i


cuscinetti si sceglie un montaggio a X
Il cuscinetto che sopporta il carico Assiale è il C3

Calcolo del fattore di carico


L10h = 6000 h
n = 310.5 giri/min

∙ 60 ∙ 6000 ∙ 60 ∙ 310.5
= = = = 4.116
10 10

R. Nobile – Costruzione di Macchine 196


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A2

FAG 32915
Cuscinetto A – C3 d = 75 mm
Università del Salento

D = 105 mm
x = 1; y = 0 T = 20 mm
= + = 1 ∙ 10402 = 10402 C = 74000 N
= = 4.116 ∙ 10402 = 42815 C0 = 124000 N
x = 0.4; y =1.8; e = 0.33

FAG 32915
Cuscinetto B – C4 d = 75 mm
D = 105 mm
x = 1; y = 0 T = 20 mm
= + = 1 ∙ 13784 = 13784 C = 74000 N
= = 4.116 ∙ 13784 = 56735 C0 = 124000 N
x = 0.4; y =1.8; e = 0.33
R. Nobile – Costruzione di Macchine 197
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A2

= 0.5 ; = +
Università del Salento

0.5 − ≤?
NO
= 0.5 ; = −

10402 13784
0.5 − = −939 ≤ 2175
1.8 1.8
= 0.5 = 0.5 = 3829
.
= + = 3829 + 2175 = 6004

R. Nobile – Costruzione di Macchine 198


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A2

Cuscinetto A – C3
Università del Salento

6004
= = 0.58 > 0.33 =
10402
= + = 0.4 ∙ 10402 + 1.8 ∙ 6004 = 14968
= = 4.116 ∙ 14968 = 61608

Cuscinetto B – C4

3829
= = 0.28 < 0.33 =
13784
= + = 1 ∙ 13784 = 13784
= = 4.116 ∙ 13784 = 56735
R. Nobile – Costruzione di Macchine 199
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A2

Cuscinetto A – C3 FAG 32915


d = 75 mm
Università del Salento

= = 4.116 ∙ 14968 = 61608 D = 105 mm


T = 20 mm
VERIFICATO C = 74000 N
C0 = 124000 N
x = 0.4; y =1.8; e = 0.33

FAG 32915
Cuscinetto B – C4 d = 75 mm
D = 105 mm
= = 4.116 ∙ 13784 = 56735 T = 20 mm
C = 74000 N
VERIFICATO C0 = 124000 N
x = 0.4; y =1.8; e = 0.33
R. Nobile – Costruzione di Macchine 200
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A2
Caratteristiche geometriche
dei cuscinetti selezionati
Università del Salento

Cuscinetto C3
FAG 32915

Cuscinetto C4
FAG 32915

R. Nobile – Costruzione di Macchine 201


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Y5
Albero A3
Z5
Determinazione dei carichi sui cuscinetti
Università del Salento

Y6

Z6

Y7

Z7
x
= + = 11158 + 142 = 11159 z y

= + = (5757 − 30393) +(6015 + 12246) = 30666

= + = 30487 + 9912 = 32058

R. Nobile – Costruzione di Macchine 202


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A3
Scelta dei cuscinetti: poiché sono presenti solo forze radiali si
utilizzano cuscinetti radiali a sfera
Il montaggio è isostatico e l’unico cuscinetto bloccato
Università del Salento

assialmente è il C5

Calcolo del fattore di carico


L10h = 6000 h
n = 46.9 giri/min

∙ 60 ∙ 6000 ∙ 60 ∙ 46.9
= = = = 2.565
10 10

R. Nobile – Costruzione di Macchine 203


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A3
Università del Salento

FAG 16022
Cuscinetto C5 d = 110 mm
D = 140 mm
x = 1; y = 0
B = 19 mm
= + = 1 ∙ 11159 = 11159
C = 57000 N
= = 2.565 ∙ 11159 = 28623
C0 = 57000 N
VERIFICATO
Si sceglie un cuscinetto con diametro di 110 mm inferiore al
diametro dell’albero di 120 mm in modo da realizzare uno
spallamento per bloccarlo assialmente

R. Nobile – Costruzione di Macchine 204


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A3

Cuscinetto C6
FAG 6224
Università del Salento

x = 1; y = 0 d = 120 mm
= + = 1 ∙ 30666 = 30666 D = 215 mm
= = 2.565 ∙ 30666 = 78658 B = 40 mm
C = 146000 N
VERIFICATO C0 = 122000 N

FAG 6224
Cuscinetto C7 d = 120 mm
D = 215 mm
x = 1; y = 0 B = 40 mm
= + = 1 ∙ 32058 = 32058 C = 146000 N
= = 2.565 ∙ 32058 = 82229 C0 = 122000 N
VERIFICATO
R. Nobile – Costruzione di Macchine 205
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A3
Caratteristiche geometriche
dei cuscinetti selezionati
Università del Salento

Cuscinetto C5
FAG 16022

R. Nobile – Costruzione di Macchine 206


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A3
Caratteristiche geometriche
dei cuscinetti selezionati
Università del Salento

Cuscinetto C6
FAG 6224

Cuscinetto C7
FAG 6224

R. Nobile – Costruzione di Macchine 207


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4
Determinazione dei carichi sui cuscinetti
Y8
Università del Salento

Z8

= + = 30440 + 11079 = 32393 Y9

Z9
= + = 30440 + 11079 = 32393

x
z y

R. Nobile – Costruzione di Macchine 208


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4
Scelta dei cuscinetti: nonostante siano presenti solo forze
radiali si utilizzano cuscinetti a gole oblique a sfera in modo da
rendere più rigido l’albero ed eliminare il gioco assiale
Università del Salento

sull’albero di uscita
Il montaggio è a X

Calcolo del fattore di carico


L10h = 6000 h
n = 15 giri/min

∙ 60 ∙ 6000 ∙ 60 ∙ 15
= = = = 1.754
10 10

R. Nobile – Costruzione di Macchine 209


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4

FAG7226-B-TVP
Cuscinetto C8 d = 130 mm
Università del Salento

D = 230 mm
x = 1; y = 0 B = 40 mm
= + = 1 ∙ 32393 = 32393 C = 200000 N
= = 1.754 ∙ 32393 = 56817 C0 = 204000 N

FAG7226-B-TVP
Cuscinetto C9 d = 130 mm
D = 230 mm
x = 1; y = 0 B = 40 mm
= + = 1 ∙ 32393 = 32393 C = 200000 N
= = 1.754 ∙ 32393 = 56817 C0 = 204000 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 210


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4

SÌ = 0.5 + ; = 0.5
Università del Salento

≤ ?
NO
>? 0.5 −

SÌ NO

= 0.5 + ; = 0.5 = 0.5 − ; = 0.5

32393 32393 32393


≤ = 0.5 + = 0.5 = 29448
0.55 0.55 0.55
= 0.5 = 0.5 = 29448
.

R. Nobile – Costruzione di Macchine 211


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4

Cuscinetto C8
Università del Salento

29448
= = 0.91 < 1.14
32393
= + = 1 ∙ 32393 + 0.55 ∙ 29448 = 47117
= = 1.754 ∙ 47117 = 82643

Cuscinetto C9

29448
= = 0.91 < 1.14 =
32393
= + = 1 ∙ 32393 + 0.55 ∙ 29488 = 47117
= = 1.754 ∙ 47117 = 82643
R. Nobile – Costruzione di Macchine 212
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4

Cuscinetto C8 FAG7226-B-TVP
d = 130 mm
Università del Salento

= = 1.754 ∙ 47117 = 82643 D = 230 mm


B = 40 mm
VERIFICATO C = 200000 N
C0 = 204000 N

FAG7226-B-TVP
Cuscinetto C9 d = 130 mm
D = 230 mm
= = 1.754 ∙ 47117 = 82643 B = 40 mm
C = 200000 N
VERIFICATO C0 = 204000 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 213


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4
Caratteristiche geometriche
dei cuscinetti selezionati
Università del Salento

Cuscinetto C8
FAG 7226-B-TVP

Cuscinetto C9
FAG 7226-B-TVP

R. Nobile – Costruzione di Macchine 214


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
Il disegno di massima viene completato inserendo la
dimensione degli alberi e i cuscinetti scelti
Si verifica che l’ingombro dei cuscinetti sia compatibile con le
Università del Salento

distanze degli appoggi ipotizzate in fase di calcolo degli alberi


Si disegna lo schema iniziale di montaggio dei cuscinetti
Si tiene conto delle superfici di appoggio richieste dai
cuscinetti e forniti dal costruttore

R. Nobile – Costruzione di Macchine 215


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
La verifica degli ingombri è soddisfatta tranne che per l’albero
A4. I cuscinetti dell’albero A2 e A4 si sovrappongono
Università del Salento

R. Nobile – Costruzione di Macchine 216


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
E’ possibile avvicinare il cuscinetto C8 alla ruota R6 di circa
60 mm portando la lunghezza l10 da 175 a 115 mm
Università del Salento

63
R. Nobile – Costruzione di Macchine 217
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
E’ possibile avvicinare il cuscinetto C9 alla ruota R6 di circa
75 mm in modo da allineare i cuscinetti nella parte inferiore del
riduttore. La lunghezza l11 passa da 175 a 100 mm
Università del Salento

75

Modificando le distanze tra cuscinetti e ruota dell’albero A4


devo ricalcolare le reazioni vincolari e le caratteristiche della
sollecitazione

R. Nobile – Costruzione di Macchine 218


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Equilibrio – piano xy
Ricalcolo con l10 = 115 mm e l11 = 100 mm
Università del Salento

y
Y8
C8 x

l10
R6 Q65

l11
C9
Y9

+ − =0
∙ − ∙( + )=0
115
= ∙ = 60880 = 32564
+ 115 + 100
100
= − = − ∙ = ∙ = 60880 ∙ = 28316
+ + 115 + 100
R. Nobile – Costruzione di Macchine 219
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Caratteristiche della sollecitazione – piano xy

Mfz Ty
Università del Salento

Mfz,max = 3256340 Nmm Ty,max = 32564 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 220


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Equilibrio – piano xz
Ricalcolo con l10 = 115 mm e l11 = 100 mm
Università del Salento

z Z8

l10
x
FR,65

l11
Z9

+ − , =0
, ∙ − ∙( + )=0
115
= , ∙ = 22158 ∙ = 11852
+ 115 + 100
= , − = , − , ∙ = , ∙
+ +
100
= 22158 ∙ = 10306
115 + 100
R. Nobile – Costruzione di Macchine 221
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi
Albero A4
Caratteristiche della sollecitazione – piano xz
Mfy
Università del Salento

Tz

+
+

Mfy,max = 1185190 Nmm


Tz,max = 11852 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 222


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi

Ricalcolo dei carichi sull’albero A4


Piano xy Piano xz
Università del Salento

Y8 Y9 Mfz Ty Z8 Z9 Mfy Tz
[N] [N] [Nmm] [N] [N] [N] [Nmm] [N]
Valori 30440 30440 5327000 30440 11079 11079 1938825 11079
iniziali
Ricalcolo 28316 32564 3256340 32564 10306 11852 1185190 11852

La variazione degli interassi comporta una riduzione


delle sollecitazioni flettenti e un incremento modesto delle
reazioni sui cuscinetti
E’ superfluo verificare i cuscinetti poiché la variazione
rientra nel margine di sicurezza
R. Nobile – Costruzione di Macchine 223
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
La verifica degli ingombri è ora soddisfatta e questa
configurazione può essere considerata definitiva
Università del Salento

R. Nobile – Costruzione di Macchine 224


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
Disegno di massima dell’albero A1
Università del Salento

102,2 48,5 100 150

4x45°

R4
11,71°
Ø151,67

Ø105,84

Ø62

Ø70
R. Nobile – Costruzione di Macchine 225
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
Disegno di massima dell’albero A2

4x45°
Ø220
Ø75

21
Università del Salento

R6

100
4
121
70
1
54

R6

Ø75
4x45°
24

Ø85

R. Nobile – Costruzione di Macchine 226


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
Disegno di massima dell’albero A3
Ø114

4x45°
Ø110
Università del Salento

25 20
200
155
Ø120
R8
R8
20 20

Ø130
R8
93
112
112

R8
43
24 20

R8
4x45°

Ø120
Ø140
Ø400

R. Nobile – Costruzione di Macchine 227


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
9. Aggiornamento del disegno di massima per
verifica ingombri e interferenze
Disegno di massima dell’albero A4
Ø150

8x45°
Ø130
Università del Salento

R8

48
3 55,52
R2

112
100
Ø140

R8

55,52
360
8x45°

Ø130

R. Nobile – Costruzione di Macchine 228


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi

Verifica della deformabilità flessionale degli alberi

Foglio di lavoro
Università del Salento

di Microsoft Excel

valori massimi 0.00685 1


= = 6.85 < = 3.33
Albero A1 100 3000
freccia angolo 2
= 1.87 <2 = = 5.82
0.00685 0.000187 60 180

valori massimi
0.00976 1
= = 2.79 < = 3.33
Albero A2 freccia angolo 350 3000
2
0.00976 0.000152
= 1.52 <2 = = 5.82
60 180
NOTA: 2’ limite massimo alla rotazione degli appoggi per i
cuscinetti a rulli conici suggerita dal manuale FAG
R. Nobile – Costruzione di Macchine 229
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
7. Progettazione di massima degli alberi

Verifica della deformabilità flessionale degli alberi

Foglio di lavoro
Università del Salento

di Microsoft Excel

valori massimi 0.058 1


= = 1.45 < = 3.33
Albero A3 freccia angolo
400 3000
2
= 2.18 <2 = = 5.82
0.058 0.000218 60 180

valori massimi
0.00342 1
= = 1.59 < = 3.33
Albero A4 freccia angolo 215 3000
2
= 4.91 <2 = = 5.82
0.00342 4.91E-05 60 180
NOTA: da 2’ a 6’ limite massimo alla rotazione degli appoggi per i
cuscinetti a radiali a sfere suggerita dal manuale FAG
R. Nobile – Costruzione di Macchine 230
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Collegamenti scanalati

Collegamento scanalato dell’albero A1


Università del Salento

Assunzioni:

Accoppiamento fisso
m = 2.10
1 superficie cementata (albero A1)

Accoppiamento fisso
Carico costante k = 1.25

R. Nobile – Costruzione di Macchine 231


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Collegamenti scanalati

Collegamento scanalato dell’albero A1 all’innesto di sicurezza


Università del Salento

Assunzioni geometriche:

 Scanalato serie leggera z x d x D = 8 x 46 x 50


Smusso: c = 0.25 mm

46
Ω= = = 0.918
+ − −4 8 50 + 46 50 − 46 − 4 ∙ 0.25

R. Nobile – Costruzione di Macchine 232


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Collegamenti scanalati

Collegamento scanalato dell’albero A1 all’innesto di sicurezza


Università del Salento

Ω 0.918
= = 2.10 ∙ = 1.54
1.25
Si assume: = 1.54 ∙ 46 = 70.8

l = 75 mm

R. Nobile – Costruzione di Macchine 233


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Linguetta collegamento ruota R2 – albero A2
Assunzioni:
Diametro dell’albero A2: d = 70 mm
Università del Salento

b x h = 20x12
Coppia applicata: C2 = 1691.50 Nm
Pressione ammissibile: pamm = 115 N/mm2

4 4 ∙ 1691500
= 2.5 = 2.5 ∙ = 175
ℎ 12 ∙ 70 ∙ 115
Si adottano due linguette b x h x l = 20 x 12 x 90

R. Nobile – Costruzione di Macchine 234


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Linguetta collegamento ruota R4 – albero A3
Assunzioni:
Diametro dell’albero A3: d = 114 mm
Università del Salento

b x h = 32x18
Coppia applicata: C3 = 11201.99 Nm
Pressione ammissibile: pamm = 115 N/mm2

4 4 ∙ 11201990
= 2.5 = 2.5 ∙ = 475
ℎ 18 ∙ 114 ∙ 115
Si adottano due linguette b x h x l = 32 x 18 x 250

R. Nobile – Costruzione di Macchine 235


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Linguetta collegamento ruota R6 – albero A4
Assunzioni:
Diametro dell’albero A4: d = 140 mm
Università del Salento

b x h = 36x20
Coppia applicata: C4 = 35115.96 Nm
Pressione ammissibile: pamm = 115 N/mm2

4 4 ∙ 35115960
= 2.5 = 2.5 ∙ = 1091
ℎ 20 ∙ 140 ∙ 115
Poiché la lunghezza della linguetta è eccessiva occorre
aumentare il diametro dell’albero

R. Nobile – Costruzione di Macchine 236


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Linguetta collegamento ruota R6 – albero A4
Assunzioni:
Diametro dell’albero A4: d = 200 mm
Università del Salento

b x h = 50x28
Coppia applicata: C4 = 35115.96 Nm
Pressione ammissibile: pamm = 115 N/mm2

4 4 ∙ 35115960
= 2.5 = 2.5 ∙ = 545
ℎ 28 ∙ 200 ∙ 115
Si adottano due linguette b x h x l = 50 x 28 x 280

R. Nobile – Costruzione di Macchine 237


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Linguetta uscita albero A4
Assunzioni:
Diametro dell’albero A4: d = 170 mm
Università del Salento

b x h = 45x25
Coppia applicata: C4 = 35115.96 Nm
Pressione ammissibile: pamm = 115 N/mm2

4 4 ∙ 35115960
= 2.5 = 2.5 ∙ = 718
ℎ 25 ∙ 170 ∙ 115
Si adottano due linguette b x h x l = 45 x 25 x 370

R. Nobile – Costruzione di Macchine 238


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
10. Dimensionamento organi accessori
Linguetta uscita albero A4
A causa della necessità di aumentare il diametro dell’albero A4
per limitare a valori accettabili la lunghezza delle linguette è
necessario incrementare anche il diametro della sede dei
Università del Salento

cuscinetti, che passa da un diametro di 130 mm ad un diametro


di 170 mm
Si rende quindi necessario effettuare una nuova scelta dei
cuscinetti C8 e C9

R. Nobile – Costruzione di Macchine 239


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4

FAG7234-B-MP
Cuscinetto C8 d = 170 mm
Università del Salento

D = 310 mm
x = 1; y = 0 B = 52 mm
= + = 1 ∙ 32393 = 32393 C = 265000 N
= = 1.754 ∙ 32393 = 56817 C0 = 325000 N

FAG7234-B-MP
Cuscinetto C9 d = 170 mm
D = 310 mm
x = 1; y = 0 B = 52 mm
= + = 1 ∙ 32393 = 32393 C = 265000 N
= = 1.754 ∙ 32393 = 56817 C0 = 325000 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 240


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4

SÌ = 0.5 + ; = 0.5
Università del Salento

≤ ?
NO
>? 0.5 −

SÌ NO

= 0.5 + ; = 0.5 = 0.5 − ; = 0.5

32393 32393 32393


≤ = 0.5 + = 0.5 = 29448
0.55 0.55 0.55
= 0.5 = 0.5 = 29448
.

R. Nobile – Costruzione di Macchine 241


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4

Cuscinetto C8
Università del Salento

29448
= = 0.91 < 1.14
32393
= + = 1 ∙ 32393 + 0.55 ∙ 29448 = 47117
= = 1.754 ∙ 47117 = 82643

Cuscinetto C9

29448
= = 0.91 < 1.14 =
32393
= + = 1 ∙ 32393 + 0.55 ∙ 29488 = 47117
= = 1.754 ∙ 47117 = 82643
R. Nobile – Costruzione di Macchine 242
Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4

Cuscinetto C8 FAG7234-B-MP
d = 170 mm
Università del Salento

= = 1.754 ∙ 47117 = 82643 D = 310 mm


B = 52 mm
VERIFICATO C = 265000 N
C0 = 325000 N

FAG7234-B-MP
Cuscinetto C9 d = 170 mm
D = 310 mm
= = 1.754 ∙ 47117 = 82643 B = 52 mm
C = 265000 N
VERIFICATO C0 = 325000 N

R. Nobile – Costruzione di Macchine 243


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
8. Scelta dei cuscinetti
Albero A4
Caratteristiche geometriche
dei cuscinetti selezionati
Università del Salento

Cuscinetto C8
FAG 7234-B-MP

Cuscinetto C9
FAG 7234-B-MP

R. Nobile – Costruzione di Macchine 244


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali
Università del Salento Disegno di massima finale

R. Nobile – Costruzione di Macchine 245


Progettazione di massima di un riduttore di giri ad assi ortogonali