Sei sulla pagina 1di 1

NUOVO SECOLO

Aggiornamento al 28.02.2019

ANAGRAFICA COMPOSIZIONE PORTAFOGLIO


Patrimonio della gestione separata 2.786,1 mln/€
Duration attivi 5,2 anni
1,0%
GRADO DI RISCHIO 6,7% 15,8%
2,2%
Grado di rischio basso
Rischio azionario e valutario non presenti
RENDIMENTO LORDO DELLA GESTIONE 28,4%
periodo tasso
Mar 18 - Feb 19 3,47%
Feb 18 - Gen 19 3,48%
Gen 18 - Dic 18 3,56% 45,9%
Dic 17 - Nov 18 3,41%
Nov 17 - Ott 18 3,34%
Ott 17 - Set 18 3,42%

RENDIMENTI STORICI ANNUI LORDI


anno tasso
2018 3,56% Gov. Italia Altri Gov.
2017 3,51%
2016 4,06% Corporate IG HY & EM Debt
2015 4,41%
Altri Inv. Fin. (Private Assets) Liquidità e strumenti monetari
LA STRATEGIA DI INVESTIMENTO
La strategia di investimento combina un approccio di tipo top-down, partendo cioè Ripartizione per asset class peso %
dalla definizione della strategia di gestione del capitale (asset allocation strategica) Governativi italiani 15,8%
basata sullo studio delle variabili macroeconomiche e sulla diversificazione del Altri governativi 45,9%
rischio, per arrivare alla definizione puntuale degli investimenti tramite un’analisi dei Corporate Investment Grade 28,4%
dati fondamentali, attuali e prospettici, dei singoli investimenti (approccio bottom- High Yield & Emerging Markets Debt 2,2%
up). Altri investimenti finanziari (Private Assets) 1,0%
Nell’ambito della gestione bottom-up dei portafogli, la Compagnia attua un'ampia Liquidità e strumenti monetari 6,7%
diversificazione degli investimenti per: Totale 100,0%
- esposizione geografica focalizzata su stati core e periferici europei;
- rischio di credito, privilegiandone i livelli più alti secondo una valutazione prudente;
- emittente in relazione agli strumenti di emittenti finanziari e corporate.
Sono stati definiti, inoltre, alcuni vincoli di investimento al fine di rendere la strategia COMPOSIZIONE PER RATING DELLA COMPONENTE
di investimento meno rischiosa (nessuna esposizione in valuta e ai mercati OBBLIGAZIONARIA
azionari).
Per ottenere la massimizzazione e la stabilizzazione dei rendimenti nel medio-lungo Rating peso %
periodo ed il contenimento dei rischi, la Compagnia ha "strutturato" la gestione AAA 9,4%
finanziaria nel modo seguente: AA 25,6%
- l’investimento nelle asset class “tradizionali” (prevalentemente titoli governativi e A 28,7%
obbligazioni di emittenti finanziari e corporate Investment Grade) avviene tramite un BBB 33,9%
mandato di gestione con un gestore finanziario di elevato standing internazionale Non Investment Grade o senza Rating 2,4%
(BNP Paribas AM);
- l’investimento in altri strumenti finanziari liquidi (prevalentemente titoli
obbligazionari dei Paesi Emergenti e obbligazioni High Yield di emittenti europei e
COMPOSIZIONE PER PAESE DELLA COMPONENTE
americani) avviene tramite l’investimento in fondi multi-asset fixed-income che OBBLIGAZIONARIA
consentono di avere una gestione di tipo diversificata flessibile (tra e all’interno delle
diverse asset class) e globale (dal punto di vista geografico). La gestione è affidata Paese peso %
ad un gestore globale altamente specializzato (Goldman Sachs AM). Italia 20,2%
- l’investimento in strumenti finanziari “innovativi e illiquidi” (prevalentemente Spagna 18,7%
obbligazioni e finanziamenti a medie imprese) avviene tramite fondi dei principali Francia 14,9%
gestori internazionali caratterizzati da un lungo e solido track-record. L’investimento Portogallo 11,9%
in fondi di debito privato, oltre al settore corporate, consente di investire in iniziative Germania 6,1%
di tipo infrastrutturale ed immobiliare, permette di diversificare gli investimenti e di Regno Unito 5,9%
“cogliere” il premio di illiquidità tipico di queste asset class, coerentemente con le Irlanda 5,6%
caratteristiche di stabilità dei portafogli assicurativi. La Compagnia, per la selezione
Stati Uniti 3,1%
e la gestione di questa tipologia di investimenti, si avvale del supporto di StepStone,
Belgio 2,7%
che è uno degli operatori leader a livello mondiale nell’ambito di tale strategia.
In sintesi, la gestione finanziaria, tramite un “solido” processo di investimento, ha Finlandia 2,2%
l'obiettivo di cogliere in modo professionale e flessibile tutte le opportunità offerte Altri Paesi 8,9%
dai mercati finanziari globali.

ANALISI MERCATI FINANZIARI COMMENTO ALLA GESTIONE FINANZIARIA


In Europa la BCE ha rivisto al ribasso le stime di crescita economica e di inflazione, A partire dallo scorso anno, la gestione è stata caratterizzata da un
evidenziando come il rallentamento del commercio internazionale, l’incertezza progressivo riposizionamento del portafoglio con l'obiettivo di aumentare la
politica italiana, il rallentamento del settore automobilistico tedesco e le incertezze diversificazione degli investimenti e rendere il portafoglio maggiormente
legate alla Brexit, sono i fattori che influenzeranno maggiormente l'andamento resiliente agli shock di mercato. In modo particolare, nel comparto
dell'economia europea. Negli Stati Uniti la FED ha confermato l'atteggiamento più governativo, il peso limitato dei titoli di stato italiani rende il portafoglio poco
accomodante dell'Istituto, dovuto all'atteso rallentamento dell'economia, e ribadito sensibile ad ulteriori stress derivanti dall'incertezza politica e dalle tensioni
l’impegno di valutare l'andamento degli indicatori economici prima di correggere con le istituzioni europee. L'obiettivo di diversificazione di portafoglio
l'indirizzo di politica monetaria. Nel mese di febbraio i mercati azionari globali hanno avviene principalmente attraverso l'investimento in obbligazioni corporate
registrato performance positive piuttosto generalizzate a tutti i settori/regioni. IG ad elevato rating ed in fondi di debito privato, che in ottica prospettica,
L'indice aggregato dell’area obbligazionaria governativa europea (core e periferici) permettono di incrementerare il rendimento della gestione.
si è contraddistinto per una performance negativa. I governativi italiani hanno
mostrato un rialzo dell'intera curva dei rendimenti. Per quanto riguarda il comparto
corporate, il mese di febbraio è stato caratterizzato da una riduzione generalizzata
degli spread.

MATERIALE AD ESCLUSIVO USO INTERNO DA NON CONSEGNARE AL CLIENTE