Sei sulla pagina 1di 36
Sistema di Post-Tensione a Trefoli

Sistema di Post-Tensione a Trefoli

Sistema di Post-Tensione a Trefoli
Sistema di Post-Tensione a Trefoli

I

cavi a trefoli DYWIDAG in uno dei maggiori ponti

dell’Ungheria

Ponte Koeroeshegy, Interstatale M7

ponti dell’Ungheria Ponte Koeroeshegy, Interstatale M7 Uno dei maggiori ponti in c.a.p. dell’Ungheria si trova

Uno dei maggiori ponti in c.a.p.

dell’Ungheria si trova nel tratto di pro- lungamento di 15 km dell’interstatale M7 tra Zamardi e Balatonzarszo presso Koeroeshegy. La costruzione è iniziata nell’estate 2004. L’itinerario conduce dalla Slovenia a Budapest passando a sud del lago Balaton. Per il ridotto periodo di costruzione di soli 2,5 anni e l’elevato standard tecnologico richiesto, il ponte è certamente un’opera d’ingegneria di rilevante importanza. Data l’altezza delle pile di 90 m ed i ridotti tempi di costruzione, l’impalcato

di

23,80 m di larghezza per entrambe

le

carreggiate è stato costruito in c.a.p.

invece della prevista struttura in

acciaio – cls. Le 16 pile si fondano su pali di diametro 1,2 – 1,5 m lunghi

22 – 29 m. Le pile arrivano a 90 m

e sono state innalzate con casseri

scorrevoli in conci da 5 m. L’impalcato

a 17 campate con luci di 60 m,

95 m, 13x120 m, 95 m, 60 m, è stato

costruito con procedimento a sbalzo e post-teso con cavi a trefoli DYWIDAG. Conci speciali da 11 m sono stati gettati mediante carrellone ausiliario insistente su tre pile.

mediante carrellone ausiliario insistente su tre pile. Committente Società Nazionale Autostrade, Ungheria +++

Committente Società Nazionale Autostrade, Ungheria +++ Impresa Viaduct Consortium Hidepitoe Rt. – Strabag Rt., Ungheria +++ Società Nazionale Autostrade, Ungheria +++ Impresa Viaduct Consortium Hidepitoe Rt. – Strabag Rt., Ungheria +++ Ingegneria Metrober Kft, Ungheria +++ Progetto Hidepitoe Rt. Ungheria +++ Consulente Pont Terv Rt., Ungheria

Unità DSI DSI Austria, Salisburgo, Austria Prestazioni DSI Fornitura sistema a trefoli DYWIDAG (ca.1000 ancoraggi MA 6815 e 3400 MA 6819) con attrezzature.

I ponti della nuova autostrada Zagabria – Split fanno uso del know – how DSI

Ponte sul Guduca, autostrada Zagabria – Split, Croazia

Il ponte si compone di due impalcati paralleli con lunghezza 225 m (67 m + 96 m + 62 m) e larghezza 13,9 m. Le pile sono alte rispettivamente 35 e 45 m. Per l’impalcato a sbalzo si sono utilizzati 4 carrelloni DYWIDAG e cavi DYWIDAG 12, 15, 19 x 0,62”.

4 carrelloni DYWIDAG e cavi DYWIDAG 12, 15, 19 x 0,62”. Committente Autostrade Croate Co., Zagabria

Committente Autostrade Croate Co., Zagabria +++ Impresa KONSTRUKTOR – INZENJERING d.d., Split +++ Consulente “Rijeka Project”, Autostrade Croate Co., Zagabria +++ Impresa KONSTRUKTOR – INZENJERING d.d., Split +++ Consulente “Rijeka Project”, Croazia +++ Progettista Dipl.Ing. Rene Lustig, Croazia

Unità DSI DSI Group HQ Operations, Monaco, Germania Prestazioni DSI Fornitura Sistema di precompressione a trefoli DYWIDAG 12,15,19x0,62”. Nolo attrezzature, nolo due coppie carrelloni

Indice

Santan Freeway Interchange, Phoenix, AZ, USA

Indice Santan Freeway Interchange, Phoenix, AZ, USA Sistemi di post-tensione DYWIDAG 4 Acciaio in trefoli 6
Indice Santan Freeway Interchange, Phoenix, AZ, USA Sistemi di post-tensione DYWIDAG 4 Acciaio in trefoli 6
Indice Santan Freeway Interchange, Phoenix, AZ, USA Sistemi di post-tensione DYWIDAG 4 Acciaio in trefoli 6

Sistemi di post-tensione DYWIDAG

4

Acciaio in trefoli

6

Guaine corrugate

7

Guaine in PE/PP

8

Omologazioni ETA

9

Ancoraggi

10

Posa in opera

14

Tesatura

16

Iniezione

17

Piastra ED

18

Ancoraggio a superfici multiple MA

19

Accoppiatore R

20

Accoppiatore D

21

Ancoraggio a cappio HV

22

Ancoraggio a fiore ZF/ZR

23

Accoppiatore M/ME (Ancoraggio a blocco flottante)

24

Piastra SD

25

Accoppiatore P

26

Ancoraggio piatto FA

27

Referenze

28

Attrezzature

30

Calcolo degli allungamenti

34

Indirizzi

36

Sistemi di post-tensione DYWIDAG

I sistemi di post-tensione DYWIDAG

sono noti per affidabilità e prestazioni per ogni applicazione nelle strutture precompresse. Essi coprono l’intero spettro dai ponti ed edifici alle costruzioni civili in superficie ed in sotterraneo.

alle costruzioni civili in superficie ed in sotterraneo. Victory Bridge, NJ, USA La prima struttura mai

Victory Bridge, NJ, USA

La prima struttura mai costruita con

prototipo del sistema di post-tensione a barre DYWIDAG è il Ponte ad arco di Alsben in Germania nel 1927. Da allora DYWIDAG ha continuamente migliorato

i propri sistemi per essere sempre un

passo avanti nelle moderne costruzioni. Oltre al tradizionale sistema a barre, perlopiù rivolto ad applicazioni geotecniche, ristrutturazioni e rinforzi di edifici, DSI offre una linea completa di sistemi a trefoli (tradizionali, unbonded ed esterni) come pure per stralli in modo da coprire totalmente il mercato della post-tensione. I sistemi di post- tensione DYWIDAG hanno sempre combinato i più elevati standard di sicurezza ed affidabilità colla più economica efficienza nella ricerca e nello sviluppo. Molteplici modalità di protezione dei sistemi di post-tensione DYWIDAG contribuiscono alla durabilità delle moderne costruzioni. Un’elevata resistenza a fatica è acquisita con un’ottimale selezione dei materiali e con una prudente definizione di tutti i componenti, particolarmente nel loro assemblaggio.

tutti i componenti, particolarmente nel loro assemblaggio. Serbatoi LNG, Sagunto,Spagna 4 con riserva di modifica,

Serbatoi LNG, Sagunto,Spagna

Sistemi di post-tensione DYWIDAG

Sistemi di post-tensione DYWIDAG Noi guardiamo ai molti anni di concrete esperienze nella post-tensione, che hanno

Noi guardiamo ai molti anni di concrete esperienze nella post-tensione, che hanno prodotto una gamma estremamente versatile con soluzioni economiche per ogni problema. Questo include le nostre attrezzature altamente sofisticate, colle quali risulta agevole operare in ogni fase dal montaggio, all’installazione, tesatura ed iniezione.

I sistemi di post-tensione DYWIDAG

sono sviluppati e curati da DYWIDAG- Systems International e sono distribuiti da un network mondiale di società del gruppo.I nostri sistemi ottemperano alle specifiche e raccomandazioni internazionali (ASTM, AASHTO, BS, Eurocodice, DIN, Norme Austriache, SIA, FIP, fib, EOTA, Norme Italiane, etc.). Il mercato delle costruzioni americano dispone di una gamma particolare descritta nei relativi cataloghi. La qualità dei prodotti e dei servizi DSI risponde totalmente a ISO

9001.

Prestazioni DSI:

n

consulenza

n

progettazione generale e di dettaglio

n

produzione e fornitura

n

posa in opera o istruzione e/o supervisione al montaggio

n

ispezione e manutenzione

supervisione al montaggio n ispezione e manutenzione Torre delle Poste, Bonn, Germania con riserva di modifica,

Torre delle Poste, Bonn, Germania

Acciaio in trefoli

I trefoli sono costituiti da 7 fili trafilati a freddo di cui 6 si avvolgono intorno al centrale (king wire). Le proprietà meccaniche come pure la resistenza alla corrosione sono per DSI della massima importanza.I trefoli possono essere forniti grezzi, zincati o con rivestimento epossidico restando invariata la resistenza anche dei cunei. Per massimizzare la protezione dalla corrosione offriamo sistemi elettricamente isolati con guaine in polietilene (PE) o polipropilene (PP). Vedi anche pag. 8.

in polietilene (PE) o polipropilene (PP). Vedi anche pag. 8. I trefoli sono normalmente arrotolati in

I trefoli sono normalmente arrotolati in bobine del peso sino a 3,5 t.

sono normalmente arrotolati in bobine del peso sino a 3,5 t. giunto di costruzione V =

giunto di costruzione

V = dreno V V = sfiato V V S S = attacco d'iniezione C
V
= dreno
V
V
= sfiato
V
V
S
S
= attacco d'iniezione
C
V
S
V
V
= accoppiatore
= ancoraggio a tendere
= attacco di post-iniezione
D
G
P
D
G
P

E Dati tecnici

tipo codice / specifiche

 

13 mm (0.5")

 

15 mm (0.6")

 

ASTM A 416 Grade 270

prEN 10138 BS 5896 Super

ASTM A 416 Grade 250

prEN 10138 BS 5896 Super

ASTM A 416 Grade 270

prEN 10138 BS 5896 Super

tensione snervamento f p0.1k

N/mm 2

1,670 1)

1,640 2)

1,550 1)

1,560 2)

1,670 1)

1,640 2)

tensione rottura f pk

N/mm 2

1,860

1,860

1,725

1,770

1,860

1,860

diametro nom.

mm

12.70

12.90

15.20

15.70

15.24

15.70

area

mm 2

98.71

100.00

139.40

150.00

140.00

150.00

peso

kg/m

0.775

0.785

1.094

1.180

1.102

1.18

carico ultimo

kN

183.7

186.0

240.2

265.5

260.7

279.0

modulo di elasticità

N/mm 2

~195,000

 

rilassamento 3) dopo 1,000 h a 0.7 x f pk

%

max. 2.5

 

Oltre ai trefoli standard, DSI offre vari trefoli speciali quali DYFORM con carico ultimo garantito di 300 kN. Dati tecnici a richiesta.

1) snervamento misurato a 1% allungamento effetivo 2) snervamento misurato a 0.1% allungamento residuo 3) applicabile per rilassamento classe 2 secondo Eurocodice prEN 10138/BS 5896 oppure basso rilassamento secondo ASTM A 416.

Guaine Corrugata

Le guaine metalliche corrugate rappresentano il sistema più economico per creare i condotti di alloggiamento dei cavi. Le guaine in lamierino corrugato (spessore 0.25 - 0.60 mm) forniscono una barriera secondaria alla corrosione con eccellente aderenza al calcestruzzo. La protezione primaria è fornita dalla boiacca alcalina iniettata all’interno della guaina nonché dal calcestruzzo.

Dimensioni guaina corrugata (misure standard)

cavo tipo

cavo tipo

guaina

0.5"

0.6"

I.D.

O.D.

 

mm

mm

5901

6801

20

25

5902

6802

40

45

5903

6803

50

55

5904

6804

55

60

5905

6805

60

65

5907

6806

65

70

5909

6807

65

70

5912

6809

75

80

5915

6812

80

85

5920

6815

90

95

5927

6819

95

100

5932

6822

100

105

5937

6827

110

118

– 6831

120

128

– 6837

130

138

La numerazione tipologica (ad es. 5901, 6801) è stata costruita mediante la seguente chiave

di lettura: la prima cifra (5 or 6) identifica il diametro nominale del trefolo in decimi di pollice

ad es. 0.5" o 0.6"/ 0.62", le ultime due cifre (

(= 1 trefolo). la seconda cifra è un codice interno. Per i cavi da 0.6", gli accessori sono riferiti sia ai trefoli Grado 250 (GUTS 1770 N/mm 2 ) che a quelli Grado 270 (GUTS 1860 N/mm 2 ).

01)

si riferiscono al numero di trefoli del cavo

2 ). 01) si riferiscono al numero di trefoli del cavo O.D. I.D. cavo tipo cavo
2 ). 01) si riferiscono al numero di trefoli del cavo O.D. I.D. cavo tipo cavo
O.D. I.D.
O.D.
I.D.

cavo tipo

cavo tipo

min.

interasse

deviazione

coefficiente

0.5"

0.6"

interasse 1)

max

angolare ß

di attrito

 

cavalletti 1)

 

mm

m

rad/m

rad -1

5901

6801

36

1.8

14 x 10 -3

0.15

5902

6802

72

1.8

9 x 10 -3

0.17

5903

6803

90

1.8

5 x 10 -3

0.18

5904

6804

99

1.8

5 x 10 -3

0.19

5905

6805

108

1.8

5 x 10 -3

0.20

5907

6806

117

1.8

5 x 10 -3

0.19

5909

6807

117

1.8

5 x 10 -3

0.19

5912

6809

117

1.8

5 x 10 -3

0.19

5915

6812

144

1.8

5 x 10 -3

0.19

5920

6815

162

1.8

5 x 10 -3

0.19

5927

6819

171

1.8

5 x 10 -3

0.20

5932

6822

180

1.8

5 x 10 -3

0.20

5937

6827

198

1.8

5 x 10 -3

0.20

– 6831

216

1.8

5 x 10 -3

0.20

– 6837

235

1.8

5 x 10 -3

0.20

1) conformi al Benestare Tecnico Europeo

Guaine in PE/PP

Guaine in PE/PP Dimensioni guaine corrugate PE/PP (misure standard) Le guaine in plastica polietilene/ polipropilene

Dimensioni guaine corrugate PE/PP (misure standard)

Le guaine in plastica polietilene/ polipropilene assicurano una protezione secondaria di lungo termine particolarmente in ambiente aggressivo quale impianti di depurazione delle acque, serbatoi per acidi, silos o strutture esposte a sali antigelo.

DYWIDAG-Systems International offre guaine in polietilene/polipropilene in barre sino a~24 m per tutti i cavi. Lunghezza di spedizione standard é ~12 m. Maggiori lunghezze in rotoli sono disponibili per tutte I diametri eccetto 130 mm.

cavo tipo

cavo tipo

guaina

spessore parete

 

I.D.

O.D.

0.5"

0.6"

mm

mm

mm

5907

6805

59

73

2

5909

6807

59

73

2

5912

6809

76

91

2.54

5915

6812

84

100

2.54

5920

6815

100

115

2.54

5927

6819

100

115

2.54

5937

6827

115

136

3.56

 

6837

130

151

3.56

Guaina Piatta PE/PP

  6837 130 151 3.56 Guaina Piatta PE/PP tipo cavo tipo A B a b spessore

tipo

cavo tipo

A

B

a

b

spessore

0.6"

mm

mm

mm

mm

mm

guaina piatta

6804

90.2

39.5

80

29

2

Omologazioni ETA

I prodotti per le Costruzioni dotati di

Omologazione Tecnica Europea (ETA) soddisfano tutti I requisiti richiesti dalla Direttiva sui Prodotti da Costruzione (CPD).

I

titolari di ETA sono autorizzati a porre

il

marchio CE (Conformità Europea) sui

loro prodotti. Il marchio CE certifica la

conformità alle specifiche tecniche ed è

il fondamento per la libera circolazione delle merci tra gli stati membri dell’Unione Europea.

DSI é orgogliosa di essere detentrice del Benestare Tecnico Europeo per i propri sistemi a barre, a trefoli successivamente aderenti e unbonded.

Piastra ED

L’ancoraggio a piastra, montato ad entrambe le estremità del cavo, può essere usato in solette e similari ad es. precompressioni trasversali di impalcati da ponte. Il disco porta-cunei si

autocentra sulla piastra di ancoraggio, per un assemblaggio sicuro ed una tesatura agevole.

ancoraggio

ancoraggio fisso

carico ultimo

a tendere

accessibile non accessibile

kN

 

da

a

9

9

9

721

1.395

Ancoraggio a superfici multipe MA

L’ancoraggio a superfici multiple si usa principalmente per cavi longitudinali in travi e impalcati da ponte.

Il disco porta-cunei ed il fusto conico

di

ancoraggio, dotato di tre superfici

di

contatto, trasmettono la forza di

pretensione con continuità alla struttura con il minimo ingombro frontale.

Separando disco e fusto si rende

possible l’infilaggio dei trefoli dopo il getto del calcestruzzo. Il disco porta-cunei si autocentra sul fusto

di ancoraggio, per un assemblaggio

sicuro ed una tesatura agevole.

Accoppiatore R

assemblaggio sicuro ed una tesatura agevole. Accoppiatore R ancoraggio a tendere 9 ancoraggio fisso accessibile non

ancoraggio a

tendere

9

ancoraggio fisso accessibile non accessibile

9

9

carico ultimo

kN

da

1,201

a

10,323

L’accoppiatore R é concepito per giuntare un cavo già tesato. Consiste

di un fusto di ancoraggio a superfici

multiple e un disco porta-cunei in cui i trefoli si sovrappongono. I nuovi trefoil possono essere installati facilmente in fasi successive.

possono essere installati facilmente in fasi successive. fisso 9 flottante – da 1,201 carico ultimo kN

fisso

9

flottante

da

1,201

carico ultimo

kN

a

10,323

Accoppiatore D

Per prolungare cavi non ancora tesati, ad es. in ponti costruiti a fasi successive, si utilizza l’accoppiatore D. I trefoli sono accoppiati singolarmente con un manicotti portante due cunei contrastati da molle.

Ancoraggio a cappio HV

due cunei contrastati da molle. Ancoraggio a cappio HV fisso flottante carico ultimo kN   da

fisso

flottante

carico ultimo

kN

 

da

a

9

721

10,323

Spesso utilizzato in strutture a piastra, pareti di strutture off-shore o serbatoi LNG con carichi generalmente non dinamici. Il cappio a 180° dovrebbe essere posizionato al centro del cavo per evitare scorrimenti durante la tesatura simultanea da entrambe le estremità.

Ancoraggio a fiore ZF/ZR

da entrambe le estremità. Ancoraggio a fiore ZF/ZR ancoraggio a tendere ancoraggio fisso accessibile non

ancoraggio a

tendere

ancoraggio fisso

accessibile

non accessibile

carico ultimo

kN

 

da

a

9

721

6,138

Usato principalmente per cavi prefabbricati, può anche essere confezionato in cantiere. I fili del trefolo sono deformati plasticamente per garantire un trasferimento del carico, statico o dinamico, sicuro e localizzato nella zona del bulbo. A seconda delle condizioni geometriche, si può optare per una distribuzione piatta oppure sovrapposta.

ZF

optare per una distribuzione piatta oppure sovrapposta. ZF ZR ancoraggio a tendere ancoraggio fisso accessibile non

ZR

per una distribuzione piatta oppure sovrapposta. ZF ZR ancoraggio a tendere ancoraggio fisso accessibile non

ancoraggio a

tendere

ancoraggio fisso

accessibile

non accessibile

carico ultimo

kN

 

da

a

9

721

6,138

Accoppiatore M e ME (Ancoraggio Flottante)

Strutture a simmetria di rotazione

(serbatoi d’acqua, digestori, condotte

di grande diametro, coperture a volta

sottile), che richiedono precompressioni circonferenziali, costituiscono le

principali applicazioni dell’accoppiatore flottante M/ME. L’ancoraggio consiste

di un blocco forato per i cunei da ambo

i lati per trefoli nudi oppure ingrassati

e viplati. I trefoli si sovrappongono nel blocco con un funzionamento a fibbia.

Il cavo anulare è molto compatto e necessita di nicchia ridotta.

Piastra SD

M

molto compatto e necessita di nicchia ridotta. Piastra SD M ME ancoraggio a tendere ancoraggio fisso

ME

compatto e necessita di nicchia ridotta. Piastra SD M ME ancoraggio a tendere ancoraggio fisso accessibile

ancoraggio a

tendere

ancoraggio fisso

accessibile

non accessibile

carico ultimo

kN

 

da

a

9

9

240

3,348

L’ancoraggio a piastra é concepito per strutture di limitato spessore oppure per cavi trasversali nei ponti. Le ridotte distanze dai bordi e interassi permettono una disposizione economica in spazi ristretti.

SD

permettono una disposizione economica in spazi ristretti. SD ancoraggio a tendere ancoraggio fisso accessibile non

ancoraggio a

tendere

ancoraggio fisso

accessibile

non accessibile

carico ultimo

kN

 

da

a

9

9

9

721

2,511

Accoppiatore P

L’accoppiatore P consiste di un fusto di ancoraggio a superfici multiple, di un disco porta-cunei standard ed un anello

di accoppiamento che riceve i nuovi

trefoli fissandoli con boccole estruse anzichè con cunei. Il campo di applicazione è lo stesso

dell’accoppiatore R.

Il campo di applicazione è lo stesso dell’accoppiatore R. fisso 9 flottante – da 1,201 carico

fisso

9

flottante

da

1,201

carico ultimo

kN

a

10,323

Ancoraggio piatto FA

L’ancoraggio piatto con max. 4-0.62" trefoli in un sol piano devianti in guaina ovale è progettato per strutture sottili quali solette da ponte e solai.

per strutture sottili quali solette da ponte e solai.   ancoraggio a   ancoraggio fisso  
 

ancoraggio a

 

ancoraggio fisso

 

carico ultimo

 
 

tendere

accessibile

 

non accessibile

 

kN

 

da

a

 

9

9

9

721

1,116

 

Quadro riassuntivo

Cavo Tipo 59…

59

01

02

03

04

05

06

07

08

09

12

15

20

27

32

37

Tipi di ancoraggio

Piastra ED

l

l

l

l

 

Ancoraggio MA

l

l

l

l

l

l

l

l

Accoppiatore R

l

l

l

l

l

l

l

Accoppiatore D

l

l

l

l

l

l

l

l

l

l

Ancoraggio a cappio HV

l

l

l

l

l

l

l

l

l

Ancoraggio a fiore ZF / ZR

l

l

l

l

l

l

l

l

Piastra SD

l

l

l

l

l

l

Ancoraggio piatto FA

l

l

altri tipi di cavo a richiesta

Cavo Tipo 68…

68

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

12

15

19

22

27

31

37

Tipi di ancoraggio

Piastra ED

l

l

l

Ancoraggio MA

l

l

l

l

l

l

l

l

l

l

Accoppiatore R

l

l

l

l

l

l

l

l

l

l

Accoppiatore D

l

l

l

l

l

l

l

l

l

l

l

l

Ancoraggio a cappio HV

l

l

l

l

l

l

l

l

l

l

Ancoraggio a fiore ZF / ZR

l

l

l

l

l

l

l

l

l

Accoppiatore M e ME (Ancoraggio flottante)

l

l

l

l

l

l

l

Piastra SD

l

l

l

l

l

l

l

Accoppiatore P

l

l

l

l

l

l

Ancoraggio piatto FA

l

l

altri tipi di cavo a richiesta

Posa in opera

DYWIDAG-Systems International ha sviluppato tre diversi metodi di infilaggio dei trefoli nelle guaine. La scelta del metodo più adatto dipende dalle condizioni operative di cantiere.

più adatto dipende dalle condizioni operative di cantiere. Metodo 1: A spinta con macchina spingitrefolo rotolo

Metodo 1: A spinta con macchina spingitrefolo

rotolo spingitrefolo taglierina trefolo tubo
rotolo
spingitrefolo
taglierina
trefolo
tubo

L’infilaggio in opera è molto economico e può essere eseguito prima o dopo il getto del calcestruzzo. La spingitrefolo può essere posizionata in posizione agevole e connessa con tubi-guida flessibili al punto d’ingresso. La spingi- trefolo DSI opera a velocità relativa- mente elevata sino a 8 m/s e richiede un personale minimo di due operatori. Questi vantaggi portano a preferire questo metodo per l’installazione dei trefoli.

vantaggi portano a preferire questo metodo per l’installazione dei trefoli. 14 con riserva di modifica, agosto
vantaggi portano a preferire questo metodo per l’installazione dei trefoli. 14 con riserva di modifica, agosto

Metodo 2: A tiro

gru bobina cavo (trefolo) argano cavo fune di tiro (trefolo) calza di tiro DSI
gru
bobina
cavo
(trefolo)
argano
cavo
fune di tiro
(trefolo)
calza di tiro DSI

Metodo 3: Cavi preassemblati

L’installazione mediante tiro del trefolo nella guaina è particolarmente indicato in strutture ove si utilizzano I cappi. Normalmente si tira l’intero cavo mediante argano a fune.

Normalmente si tira l’intero cavo mediante argano a fune. Il preassemblaggio dei cavi sia in stabilimento,

Il preassemblaggio dei cavi sia in stabilimento, sia in cantiere può risultare molto conveniente specialmente per cavi corti e tratte di spedizione limitate. Sono necessari speciali svolgitori o argani idraulici per installare i cavi nella struttura.

Tesatura

DYWIDAG ha sviluppato una serie

di martinetti e pompe idrauliche atti

a conferire ai cavi il tiro previsto. La

necessaria versatilità è fornita da complessi intercambiabili che

permettono di adattare l’unità base a più dimensioni di cavo. Con martinetti

di capacità variabile da 250 kN a

15,000 kN, l’attrezzatura DYWIDAG é progettata per coprire il più vasto spettro di applicazioni.

I martinetti DYWIDAG sono attrezzature molto sofisticate, ma di semplice uso. Utilizzano un fascio di tubi-guida interno con incuneamento automatico a

convogliare I trefoli in sicurezza dentro

il martinetto. Questa configurazione

permette il controllo più accurato delle

operazioni con minima perdita di

assestamento nei cunei, sfruttando

la possibilità di incuneamento a

pressione. L’incuneamento a pressione è una modalità di conferire contemporaneamente ai cunei idraulicamente una forza predefinita

invece di affidarsi all’attrito in fase

di rilascio. I martinetti DYWIDAG

permettono di sovratesare e rilasciare il cavo per compensare maggiori perdite

di attrito e raggiungere il massimo

livello di tensione lungo l’intero cavo.

Ogni martinetto é dotato di una valvola

di massima pressione per motivi di

sicurezza. La valvola si attiva per

limitare la pressione idraulica in caso

di malfunzionamento della pompa. Un

manometro aggiuntivo, direttamente applicato al martinetto, permette il controllo ulteriore della tesatura.

Cavi tesati possono essere distesi utilizzando cunei speciali e una particolare configurazione del martinetto. Le pompe idrauliche possono essere dotate di un comodo controllo remoto. Ulteriori

informazioni sulle attrezzatore a pag. 30

e seguenti.

informazioni sulle attrezzatore a pag. 30 e seguenti. 5904 6804 6801 5920 919 . 6803 .

5904

6804

6801

5920

919 . 6803 . 686

a pag. 30 e seguenti. 5904 6804 6801 5920 919 . 6803 . 686 misura della

misura della corsa del pistone

6801 5920 919 . 6803 . 686 misura della corsa del pistone pompa idraulica a controllo

pompa idraulica a controllo remoto

Iniezione

La durabilità delle costruzioni precompresse dipende principalmente dal successo delle operazioni di

iniezione. La boiacca di cemento indurita fornisce l’aderenza tra calcestruzzo e cavo come pure la protezione primaria

di lungo termine per l’acciaio di

precompressione.

di lungo termine per l’acciaio di precompressione. sfiati 6819 5909 5907 6801 DYWIDAG ha sviluppato una

sfiati

6819

5909

5907

6801

DYWIDAG ha sviluppato una procedura d’iniezione basata su malta tixotropica altamente plastica associata ad una attrezzatura estremamente affidabile. Metodi avanzati d’iniezione quali

l’iniezione a pressione, la post-iniezione

e l’iniezione sotto vuoto costituiscono il risultato di anni di ricerche.

L’iniezione deve essere eseguita sempre dal punto più basso del cavo. Questo può essere uno degli ancoraggi, dotato

di calotta d’iniezione, oppure un attacco

intermedio appositamente previsto lungo

il cavo. Tutti gli accessori d’iniezione sono provvisti di filettatura per

connessioni facili, veloci e a tenuta.

(vedi pag. 32 e seguenti)

6802

6804

1 . 5915 . 6837 . 5909 .

(vedi pag. 32 e seguenti) 6802 6804 1 . 5915 . 6837 . 5909 . miscelatore
(vedi pag. 32 e seguenti) 6802 6804 1 . 5915 . 6837 . 5909 . miscelatore

miscelatore – iniettore

6802 6804 1 . 5915 . 6837 . 5909 . miscelatore – iniettore iniezione sotto vuoto
6802 6804 1 . 5915 . 6837 . 5909 . miscelatore – iniettore iniezione sotto vuoto

iniezione sotto vuoto

Piastra ED

spirale
spirale

E Dati tecnici

tipo 0.5’’

carico ultimo Ø 12.9 mm (186 kN per trefolo)

tipo 0.6’’

carico ultimo Ø 15.7 mm (279 kN per trefolo)

x d

x a

e*

c

m

f pk

fpk1860

 

1860

N/mm 2

kN

N/mm 2

kN

mm

mm

mm

mm

mm

5904

744

6803

837

110

165

47

30

170

5905

930

6804

1116

110

165

47

30

170

5907

1302

6805

1395

135

190

47

30

280

E Particolari della zona di ancoraggio per 35 N/mm 2 (cubo) / 28 N/mm 2 (cilindro) resistenza calcestruzzo al tiro

Ø 12.9/15.2 mm, carico ultimo 186/260.4 kN

Ø 15.7 mm, carico ultimo 279 kN

tipo

tipo

distanze ancoraggi

armatura aggiuntiva

tipo

distanze ancoraggi

armatura aggiuntiva

0.5"

0.6"

spirale

0.6"

spirale

f pk

f pk

interasse

distanza dal bordo 1)

1860

1860

x da min l*

n*

ds

N/mm 2

N/mm 2

mm

mm

mm

mm

5904

6803

190

115

150

175

5

14

5905

6804

215

130

180

195

5

14

5907

6805

240

140

205

195

5

14

mm

1) ricoprimento 30 mm

f pk

interasse

distanza dal bordo 1)

1860

x da

min l*

n*

ds

N/mm 2

mm

mm

mm

mm

6803

200

120

150

175

5

14

6804

225

135

180

195

5

14

6805

250

145

205

195

5

14

mm

I valori relativi alla zona di ancoraggio sono basati sull’omologazione europea

ETA-06/0022.

Interassi, distanze dal bordo, frettaggio per differenti resistenze del cls. e ulteriore assistenza presso www.dywidag-systems.com

Tiro max. 75% del carico ultimo (GUTS) (sovratensioni temporanee sino a 80% ammissibili). Occorre inoltre rispettare le vigenti norme nazionali.

sino a 80% ammissibili). Occorre inoltre rispettare le vigenti norme nazionali. 18 con riserva di modifica,

Ancoraggio a superfici multiple MA

Armatura aggiuntiva, Spirale, E Dati tecnici tipo tipo 0.5" carico ultimo Ø 12.9 mm 0.6"
Armatura aggiuntiva,
Spirale,
E Dati tecnici
tipo
tipo
0.5"
carico ultimo
Ø 12.9 mm
0.6"
carico ultimo
Ø 15.7 mm
x d
x a
e*
j
m
(186 kN per trefolo)
(279 kN per trefolo)
f pk
f pk
1860
1860
N/mm 2
kN
N/mm 2
kN
mm
mm
mm
mm
mm
5907
1,302
6805
1,395
117
150
47
90
190
5909
1,674
6807
1,953
130
170
52
100
160
5912
2,232
6809
2,511
145
190
52
125
280
5915
2,790
6812
3,348
170
220
55
180
350
5920
3,720
6815
4,185
190
250
60
200
390
5927
5,022
6819
5,301
210
280
68
220
430
5932
5,952
6822
6,138
220
310
73
220
550
5937
6,882
6827
7,533
240
340
80
240
550
6831
8,649
270
420
80
350
550
6837
10,323
270
420
95
350
550

E Particolari della zona di ancoraggio per 40 N/mm 2 (cubo) / 33 N/mm 2 (cilindro) resistenza calcestruzzo al tiro

Ø 12.9/15.2 mm, carico ultimo 186/260.4 kN

Ø 12.9/15.7 mm, carico ultimo 186/279 kN

tipo

tipo

distanze ancoraggi

armatura aggiuntiva

tipo

tipo

distanze ancoraggi

armatura aggiuntiva

0.5"

0.6"

spirale 2)

0.5"

0.6"

spirale 2)

f pk

f pk

interasse

distanza dal bordo 1)

1860

1860

x da min l*

n*

ds

N/mm 2

N/mm 2

mm

mm

mm

mm

5907

6805

220

130

200

270

4,5

14

5909

6807

260

150

235

295

5

14

5912

6809

295

170

250

320

5,5

16

5915

6812

345

195

290

365

6,5

16

5920

6815

385

215

340

385

7

16

– 6819

430

235

390

410

7,5

16

– 6822

470

255

430

445

7,5

16

5937

6827

525

285

450

460

7

20

- 6831

570

305

510

615

9

20

– 6837

630

335

550

615

9

20

mm

1) ricoprimento 30 mm

2) necessaria armatura aggiuntiva secondo ETA-06/0022.

f pk

f pk

interasse

distanza dal bordo 1)

1860

1860

x da min l*

n*

ds

N/mm 2

N/mm 2

mm

mm

mm

mm

– 6805

230

135

205

270

4,5

14

– 6807

270

155

240

295

5

14

– 6809

305

175

260

320

5,5

16

– 6812

355

200

300

365

6,5

16

– 6815

395

220

350

385

7

16

5927

6819

445

245

400

410

7,5

16

5932

6822

485

265

440

445

7,5

16

– 6827

540

290

460

460

7

20

– 6831

590

315

530

615

9

20

– 6837

650

345

570

615

9

20

mm

I valori relativi alla zona di ancoraggio sono basati sull’omologazione europea

ETA-06/0022.

Interassi, distanze dal bordo, frettaggio per differenti resistenze del cls. e ulteriore assistenza presso www.dywidag-systems.com

Tiro max. 75% del carico ultimo (GUTS) (sovratensioni temporanee sino a 80% ammissibili). Occorre inoltre rispettare le vigenti norme nazionali.

sino a 80% ammissibili). Occorre inoltre rispettare le vigenti norme nazionali. con riserva di modifica, agosto

Accoppiatore R

Accoppiatore R E Dati tecnici tipo carico ultimo Ø 12.9 mm   0.5" x d x

E Dati tecnici

Accoppiatore R E Dati tecnici tipo carico ultimo Ø 12.9 mm   0.5" x d x

tipo

carico ultimo Ø 12.9 mm

 

0.5"

x d

x F R

h 1

I 1

f pk

(186 kN per trefolo)

1860

N/mm 2

kN

mm

mm

mm

mm

5909

1,674

224

168

105

350

5912

2,232

224

172

105

350

5915

2,790

246

191

105

500

5920

3,720

264

215

110

450

5927

5,022

320

262

120

570

5932

5,952

340

279

125

640

5937

6,882

380

318

135

660

tipo

carico ultimo Ø 15.7 mm

 

0.6"

x d

x F R

h 1

I 1

f pk

(279 kN per trefolo)

1860

N/mm 2

kN

mm

mm

mm

mm

6805

1,395

207

152

105

460

6807

1,953

207

152

105

370

6809

2,511

224

168

105

350

6812

3,348

246

188

105

500

6815

4,185

264

207

110

450

6819

5,301

289

224

120

570

6822

6,138

340

276

125

640

6827

7,533

380

314

135

660

6831

8,649

435

370

158

870

6837

10,323

435

370

158

870

Gl’interassi, distanze dai bordi e armatura addizionale dell’accoppiatore R sono identici all’ancoraggio MA.

Interassi e distanze dai bordi non possono risultare inferiori ai valori riportati.

bordi non possono risultare inferiori ai valori riportati. E Dettagli della zona di giunzione Ø 12.9
bordi non possono risultare inferiori ai valori riportati. E Dettagli della zona di giunzione Ø 12.9

E Dettagli della zona di giunzione

Ø 12.9 mm, carico ultimo 186 kN

tipo

minimo

minima distanza

ingombro

0.5"

interasse

dai bordi

per montaggio

f pk

Accoppiatore R Accoppiatore R

1860

N/mm 2

mm

mm

mm

5909

330

190

1500

5912

330

190

1500

5915

350

200

1500

5920

370

210

1500

5927

430

240

1700

5932

450

250

1700

5937

490

270

1700

 

Ø

15.7 mm, carico ultimo 279 kN

tipo

minimo

minima distanza

ingombro

0.6"

interasse

dai bordi

per montaggio

f pk

Accoppiatore R Accoppiatore R

1860

N/mm 2

mm

mm

mm

6805

310

180

1500

6807

310

180

1500

6809

330

190

1500

6812

350

200

1500

6815

370

210

1500

6819

400

225

1700

6822

450

250

1700

6827

490

270

1700

6831

550

300

2000

6837

550

300

2000

Accoppiatore D

Accoppiatore D D i A 150 M L+s 150 A G = 2A+M+300+ L+s dimensioni in
D i A 150 M L+s 150 A G = 2A+M+300+ L+s dimensioni in mm
D i
A
150
M
L+s
150
A
G = 2A+M+300+ L+s
dimensioni in mm
dimensions in mm
s = 0,2 ·
L
120
fl 46 mm
200 mm

E Dati tecnici

tipo

carico ultimo Ø 12.9 mm

tipo

carico ultimo Ø 15.7 mm

 

0.5"

0.6"

A

M

x D i

f pk

(186 kN per trefolo)

f pk

(279 kN per trefolo)

1860

1860

N/mm 2

kN

N/mm 2

kN

mm

mm

mm

6803

837

150

900

100

5904

744

6804

1,116

200

600

110

5905

930

6805

1,395

250

900

120

5907

1,302

6807

1,953

300

900

125

5909

1,674

6809

2,511

350

900

140

5912

2,232

6812

3,348

450

900

160

5915

2,790

6815

4,185

500

900

180

6819

5,301

550

940

200

5920

3,720

6822

6,138

700

940

225

5927

5,022

6827

7,533

700

940

225

5932

5,952

6831

8,649

800

940

250

5937

6,882

6837

10,323

800

940

250

E Dettagli della zona di giunzione

Ø 12.9/15.7 mm, carico ultimo 186/279 kN

tipo

0.5"

f pk

tipo

0.6"

f pk

interasse

accoppiatori

interasse

guaina/accoppiatore

1860

1860

N/mm 2

N/mm 2

mm

mm

6803

180

135

5904

6804

195

150

5905

6805

210

160

5907

6807

220

170

5909

6809

245

195

5912

6812

270

210

5915

6815

300

235

6819

325

255

5920

6822

365

280

5927

6827

375