Sei sulla pagina 1di 67

DALL’AUTORE DI “GOOGLE TAG MANAGER PER CHI INIZIA”

MATTEO ZAMBON

IL GRANDE
GLOSSARIO
DI GOOGLE
TAG MANAGER
Mi fa davvero piacere che tu abbia scelto di utilizzare
il Grande Glossario di Google Tag Manager. È il primo
glossario in italiano interamente dedicato a GTM,
nonché il più completo glossario al mondo su questo
argomento. Dal momento che si tratta di uno
strumento pensato per essere utilizzato di frequente,
ho realizzato per te e per gli altri membri del livello
GOLD del Club Tag Manager Italia questa versione
cartacea con una rilegatura metallica che ti permette di tenere il Glossario aperto
di fianco al tuo computer, senza che si chiuda come avverrebbe con un normale
libro rilegato in legatoria.

Questa che stai sfogliando è l’ultima edizione aggiornata del Glossario: le future
edizioni del Glossario, che rilascerò nei prossimi mesi, saranno disponibili
all’interno del Club Tag Manager Italia dove, in aggiunta al Glossario, troverai
molti altri materiali che potrai utilizzare immediatamente nel tuo lavoro
quotidiano per ottenere risultati.

A presto e buon Tag!


Matteo Zambon

Ultimo aggiornamento: Agosto 2019

Copyright 2018 Tag Manager Italia - In Risalto Srl.


Tutti i diritti sono riservati a norma di legge e a norma delle convenzioni internazionali.
Quest’opera, comprese tutte le sue parti, è tutelata dalla legge sui diritti d’autore. Nessuna
parte di questo elaborato può̀ essere riprodotta tramite alcun procedimento meccanico,
fotografico o elettronico, o sotto forma di registrazione fonografica, né può̀ essere
immagazzinata in un sistema di reperimento dati, o altrimenti essere copiata per uso pubblico
o privato, escluso “l’uso corretto” per brevi citazioni in articoli e riviste, senza previa
autorizzazione scritta dell’Autore.
2

Termine Definizione

Account L'account di Google Tag Manager, subordinato al tuo account Google (quello che si
usa per Gmail, Drive, Analytics, Adwords, Youtube...), è il primo passo dentro GTM.
All'interno dell'account puoi attivare diversi contenitori (vedi Contenitori).

L'associazione è molto simile a Google Analytics dove esistono le Proprietà e le


Viste.

Active Campaign Piattaforma di email marketing e marketing automation che consente la gestione di
newsletter, segmentando i contatti con funnel estremamente personalizzati.

AdBlock Plugin per browser che blocca le pubblicità web.

Adjusted Bounce Rate È un "passo avanti" rispetto al Bounce Rate (vedi Frequenza di Rimbalzo). Il Bounce
Rate è una metrica che considera come rimbalzo tutte le sessioni in cui l’utente
abbandona il sito senza aver interagito con esso, comprendendo anche i casi in cui
l'utente non ha visitato altre pagine ma hanno letto il contenuto dell'unica pagina
che hanno visitato. L'Adjusted Bounce Rate permette invece di non considerare
come rimbalzo un utente che ha passato un determinato lasso di tempo prima di
chiudere la pagina, supponendo che la sua interazione consista nella lettura del
contenuto.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
3

Termine Definizione

AdRoll Strumento per il remarketing alternativo a Google AdWords o Facebook


Remarketing (vedi anche Remarketing).

Affiliazioni Le affiliazioni sono meccanismi di guadagno. Ad esempio, un fornitore di servizi o di


beni dà la possibilità ad altri di guadagnare una percentuale (o un fisso) se questi
riescono a far vendere quei servizi o beni.

Aggiungi eccezione È un'impostazione presente nell'associazione degli attivatori all'interno dei tag. La
(Attivazione del tag) sua funzione è semplicemente opposta all'attivazione normale. Se l'attivatore viene
abilitato allora il Tag non si attiverà.

AJAX AJAX è l'acronicmo di Asynchronous JavaScript And XML. È una tecnica per
richiedere dei contenuti nei siti web e nelle applicazioni senza dover ricaricare
completamente la pagina. Di default Google Tag Manager non riesce a tracciare in
modo nativo le richieste AJAX. È possibile farlo attraverso l'utilizzo di Listener
JavaScript o eventi personalizzati.

Albacross È un tool specializzato per il B2B che ti restituisce dei dati analytics tenendo in conto
non il singolo utente, ma il lavoro e l’azienda in cui è.

Ambiente Accessibili da ► Amministrazione ► Contenitore, gli Ambienti servono a testare le


modifiche apportate con Google Tag Manager se già hai ambienti multilivello nel
tuo sito (staging, produzione, sviluppo) o se hai una versione di test del sito.

Amministrazione Sezione di Google Tag Manager che permette di gestire Account e Contenitore da
un punto di vista delle impostazioni.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
4

Termine Definizione

AMP Acronimo di Accelerated Mobile Pages, la tecnologia AMP si propone di aumentare


la velocità di caricamento delle pagine web da dispositivi mobili tramite una
versione mobile più "semplificata" che utilizza solo codice in pagina senza usare
JavaScript.
Proprio a causa di questo non è possibile usare il classico contenitore di Google Tag
Manager. Per farlo devi selezionare il contenitore di tipo AMP.

Analytics Classico Versione precedente e più limitata dell'attuale Universal Analytics. Ad esempio non
permetteva di tracciare l'utente cross-device tramite user ID. Di solito viene usata la
versione di Universal Analytics.

Apache (Web Server) Piattaforma server Web più diffusa al mondo. Permette la gestione di ricezione e
risposta di un server Web. È configurabile in diversi sistemi operativi tra cui
Unix/Linux e Windows.

API Acronimo di Application Programming Interface. È in pratica il metodo che consente


ai software di interagire con altri. Anche GTM ha una sua API, che permette agli
sviluppatori di integrare Google Tag Manager ad altri sistemi.

App ID È la variabile che contiene il valore associato al package name per Android o il
bundle ID per iOS. È praticamente il valore univoco dell'App. Questo valore non è
possibile gestirlo nel contenitore di tipo Website o AMP.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
5

Termine Definizione

App Name Come per App ID è disponibile solo nei contenitori di tipo app iOS o Android. Questa
variabile contiene il nome dell'applicazione. È una varibile integrata e quindi non c'è
bisogno di crearla.

App Version Code Come per App ID e App Name è una variabile presente nei contenitori dedicati alle
app. In questo caso il valore che contiene è la versione dell'app in esecuzione.

Area di Lavoro Sezione di Google Tag Manager in cui puoi operare le modifiche vere e proprie al
contenitore, lavorando su Tag, Attivatori e Variabili. Dato che più utenti possono
lavorare sullo stesso contenitore utilizzando più aree di lavoro, in maniera
indipendente, questo a volte può dare vita a eventuali conflitti dell'area di lavoro,
che però vengono segnalati da GTM per essere risolti.

Attiva questo tag solo Impostazione presente in qualsiasi tag nelle impostazioni avanzate. Identifica di
nei contenitori pubblicare i tag solo nei contenitori pubblicati.
pubblicati.

Attivatore Detto "Trigger" in inglese, indica in presenza di quali condizioni eseguire le istruzioni
fornite dal Tag. Esistono delle tipologie di attivatori predefiniti:

- Visualizzazione di Pagina
- Click
- Invio modulo
- Errore JavaScript
- Timer
- Modifica della cronologia
- Evento personalizzato

È uno dei pilastri di Google Tag Manager.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
6

Termine Definizione

Attivatore "Errore È un tipo di attivatore che di viene attivato in caso di errori JavaScript. In caso di
JavaScript" attivazione verranno attivate 3 variaibli integrate:
- Error message
- Error URL
- Error Line

Attivatore "Finestra Attivatore che si abilita quando la finestra è caricata e il rendering CSS e JS viene
Caricata" effettivamente eseguito. È l'ultimo evento in ordine cronologico della
(Visualizzazione di visualizzazione di pagina.
Pagina)

Attivatore "Invio È uno degli attivatori presenti tra gli auto-event listener di Google Tag Manager. Nel
Modulo" dettaglio questo attivatore rimane in ascolto finché non viene eseguito un submit
da parte di un form.

Attivatore "Modifica Tipologia di attivatore che si attiva quando nell'URL esiste il fragment (hash) e il suo
della Cronologia" valore cambia. Questo attivatore spesso viene associate a richieste AJAX.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
7

Termine Definizione

Attivatore Tipo di attivatore permette di tracciare lo scrolling di pagina dell’utente. È possibile


“Profondità di impostare le percentuali (o i pixel) con cui si vuole scatenare l’attivatore.
Scorrimento”
C’è anche la possibilità di tracciare lo scorrimento orizzontale, oltre a quello
verticale.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
8

Termine Definizione

Attivatore "Timer" È un tipo di attivatore che si attiva dopo un certo periodo di secondi che puoi
configurare. In questo modo puoi far scatenare un attivatore se l'utente è rimasto
ad esempio 30 secondi nella pagina.
È possibile indicare il numero massimo di volte di attivazione.

Attivatore “Visibilità Tipo di attivatore che si attiva quando un determinato elemento viene visualizzato
di un Elemento” all’interno della schermata del browser dell’utente.

È possibile impostare la percentuale minima di visibilità dell’elemento e anche il


tempo minimo sullo schermo, per fare in modo che l’attivatore si attivi solo in
specifiche condizioni.

Attivatore Tipo di attivatore che viene attivato nell'evento di caricamento di pagina. Possono
"Visualizzazione di essere di 3 tipi:
Pagina"

- Visualizzazione di pagina
- Pronto per il DOM
- Finestra caricata

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
9

Termine Definizione

Attivatore "Video di Tipo di attivatore che viene attivato nel momento in cui un utente visualizza un
YouTube" video di YouTube all’interno del sito.

Attività dell'Account Voce contenuta nell'Area Amministrazione che riassume le ultime azioni eseguite
dagli utenti all'interno dell'Account di Google Tag Manager. Utile per verificare
azioni da parte di collaboratori.

Trovi la voce su ► Amministrazione ► Attività dell'account

Attività Voce contenuta nell'Area Amministrazione che riassume le ultime azioni eseguite
dell'contenitore dagli utenti all'interno del Contenitore dell'Account di Google Tag Manager. Utile
per verificare azioni da parte di collaboratori.

Trovi la voce su ► Amministrazione ► Contenitore ► Attività del contenitore

Attributi Hreflang Il Rel Alternate Hreflang è un attributo usato nei siti multilingua per indicare al
motore di ricerca che le varianti delle pagine nelle varie lingue straniere non sono
contenuti duplicati, ma versioni in lingue diverse.

Attribuzione Link Modo per gestire in modo più approfondito e preciso i click sui link in Google
Avanzata (GA) Analytics. Ad esempio, se uno stesso link si trova in pagine diverse, grazie
all’attribuzione avanzata si può capire da quale delle due pagine provengono quali
click.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
10

Termine Definizione

Auto-Event Listener Listener è un termine tecnico che identifica una funzione che rimane in attesa (in
ascolto) in background. Non appena viene eseguita un'azione che la funzione
Listener ha in ascolto allora il Listener viene attivato. Questo è anche il concetto
degli attivatori.
L'Auto-Event Listener non sono nient'altro che degli eventi già creati di default da
Google Tag Manager:

- Visualizzazione di pagina
- Clicks (tutti gli elementi)
- Solo Link (link clicks)
- Errore JavaScript
- Invio modulo
- Modifica della cronologia
- Timer

Auto-Event Variable La variabile di tipo evento automatico è usata per estrapolare dei valori
(Variabile evento dell'elemento che è stato identificato da un evento automatico (click, errore
automatico) JavaScript, invio modulo ecc.…).

Nel dettaglio è possibile estrapolare qualsiasi attributo dell'elemento HTML come


ad esempio l'attributo alt di un'immagine, il name, l'id oppure un attributo HTML5
data (es data-price).

Autotrack.js Libreria per Google Analytics che raccoglie più plugin di analytics.js. Puoi
implementare l’intera libreria oppure solamente i plugin che ritieni utili.

Bing e Bing Ads Bing è un motore di ricerca competitor di Google, specialmente usato negli Stati
Uniti.
Bing Ads è l'equivalente di Google AdWords per Google.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
11

Termine Definizione

Bit.ly È la piattaforma di link management più utilizzata. Si tratta di un’applicazione web


che permette di ridurre la lunghezza di un indirizzo web. Inoltre, Bitly è utile per
tracciare i click sui link.

Brand Awareness Nel Marketing, la Brand Awareness (o Notorietà di Marca) è la consapevolezza della
marca nella mente dei consumatori. In senso più ampio può essere intesa anche
come primo step di "contatto" fra il Brand e il Consumatore.

Breadcrumbs All'interno di una pagina web, i Breadcrumbs sono un elemento che rappresenta il
percorso per arrivare alla pagina, partendo dall'Homepage, passando per eventuali
categorie e sottocategorie. In questo modo rappresentano dove ci si trova
correntemente nella gerarchia di pagine del sito.

Browser Il browser è un’applicazione per accedere al World Wide Web (www). I browser più
diffusi sono Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari, Microsoft Edge, Microsoft
Internet Explorer, Opera Browser.

Browser Limits (limiti Google Tag Manager non ha limiti sul numero di Tag che è in grado di gestire.
del browser) Diversamente però il browser (chrome, firefox, safari ecc...) ha un limite di 6/8
chiamate HTTP simultanee su diversi domini. Quindi se ci sono più tag che si
attivano e contengono script su domini diversi, questo limite del browser potrebbe
rallentare l'esecuzione dei tag.

Call To Action (CTA) Conosciuta anche come "Invito all'Azione", la CTA è una frase concisa che “incita”
l’utente a compiere un’azione, con lo scopo di spingerlo sempre più in fondo nel
funnel di conversione.

Campagna Display Tipo di pubblicità online che consente di acquistare spazi su altri siti web per i propri
(AdWords) annunci, tipicamente visuali ma anche testuali.
Questo è ideale in una fase di Brand Awareness (vedi definizione) per raggiungere il
consumatore prima ancora che esso cerchi il prodotto o brand in questione.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
12

Termine Definizione

Campagna PPC L'acronimo PPC sta per Pay-per-Click. Una campagna Pay-per-Click è un tipo di
(AdWords) pubblicità online in cui l’inserzionista paga non in base a quante volte la pubblicità
viene mostrata agli utenti (ovvero il numero di impression), ma in base ai click fatti
sull’annuncio. Le campagne PPC sono presenti su motori di ricerca come Google o
Bing ma anche su social network come Facebook, Instagram, Twitter.

Caricamento Il caricamento asincrono non è nient'altro che il caricamento di script in modo


asincrono parallelo o simultaneo. In altre parole il caricamento di un componente non è
vincolato da un altro. Nelle pagine web questa tecnica aiuta la user experience
evitando tempi di pagina bianca o non caricata. Questo è molto importante
soprattutto nell'utilizzo di file JavaScript esterni.
Google Tag Manager lavora completamente in asincrono.

Caricamento sincrono Caricamento sincrono sta ad indicare la tipologia di caricamento sequenziale. Ad


esempio, se sono presenti più file, il caricamento è uno seguito dall'altro.

Cartella Le cartelle permettono di categorizzare i tag, attivatori e variabili. Permettono


quindi di raggruppare i vari elementi di Google Tag Manager.

Cestino Quando elimini un contenitore questo verrà inserito nel cestino e rimarrà in quello
stato per 30 giorni dove ci sarà la possibilità di ripristinare.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
13

Termine Definizione

Chatfuel Chatfuel è uno strumento che ti permette di creare i bot da inserire nelle chat di
Telegram e Facebook Messenger. I bot, grazie all’intelligenza artificiale, sono in
grado di sostenere semplici conversazioni con gli utenti.

Clarity Nato nel 2018 in versione beta, Clarity è uno strumento per la Web Analytics di
Microsoft. Ha la funzione di analizzare il comportamento degli utenti nel sito, di
creare heatmap, di effettuare A/B test, di visualizzare le registrazioni delle visite.

Classi CSS Le classi CSS sono tutti quei valori dichiarati in un CSS e sono gestite dall'attributo
class dentro gli elementi.
Con Google Tag Manager è possibile tracciare gli elementi individuando le classi CSS
(attraverso i selettori CSS) e il valore degli ID.

Click - Solo Link Come per il click su tutti gli elementi, solo che traccerà solamente elementi di tipo
link.
Nell'anteprima di debug l'evento si chiamerà gtm.linkClick.

Click - Tutti gli È la tipologia di attivatore associato al click. Nel dettaglio Google Tag Manager
elementi (All Click) traccerà qualsiasi click su qualsiasi elemento. Quindi anche qualcosa che non sia un
link o che scateni un'azione.
Nell'anteprima di debug l'evento si chiamerà gtm.click.

Click Classes Variabile integrata in GTM che identifica il nome dell'attributo class (ovvero il css)
associato all'elemento cliccato.

- Tipo: Variabile evento automatico (Auto-Event variable)


- Tipo Variabile: Classes element

Click Element Variabile integrata in GTM che identifica il nome dell'elemento cliccato.
- Tipo: Variabile evento automatico (Auto-Event variable)
- Tipo Variabile: Element

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
14

Termine Definizione

Click ID Variabile integrata in GTM che identifica il nome dell'attributo ID associato


all'elemento cliccato.
- Tipo: Variabile evento automatico (Auto-Event variable)
- Tipo Variabile: Element ID

Click Target Variabile integrata in GTM che identifica il nome dell'attributo target dell'elemento.
- Tipo: Variabile evento automatico (Auto-Event variable)
- Tipo Variabile: Element Target

Click Text Variabile integrata in GTM che identifica il Text Content, ovvero l'Anchor Text del
link.
- Tipo: Variabile evento automatico (Auto-Event variable)
- Tipo Variabile: Element Text

Click URL Variabile integrata in GTM che identifica il nome dell'attributo HREF o all'action del
form associati all'elemento cliccato.
- Tipo: Variabile evento automatico (Auto-Event variable)
- Tipo Variabile: Element URL

Client ID (GA) Variabile di Google Analytics che associa in modo univoco a un'istanza di browser o
dispositivo un valore casuale. Questo permette a GA di riconoscere lo stesso utente
attraverso più dispositivi e browser in mancanza dell'UserID.

CMS Acronimo di Content Management System, i CMS sono dei software specifici per
gestire i contenuti dei siti web come pagine, articoli, immagini. Consentono di
gestire un sito web in modo semplice, evitando molte attività di programmazione.
Fra i più diffusi: WordPress, Joomla!, Drupal.

Coda di approvazione Si trova in ► Amministrazione ► Coda di approvazione e non si riferisce a una coda
di approvazione delle normali modifiche su Google Tag Manager ma alla
DoubleClick Floodlight.
Per maggiori dettagli qui trovi al guida ufficiale:
https://support.google.com/tagmanager/answer/3374209?hl=it

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
15

Termine Definizione

Condividi anteprima È una funzione di GTM che permette di condividere la Modalità Anteprima (vedi
definizione) anche con altri utenti.
Cliccando su "Condividi Anteprima" nel riquadro arancione è possibile ottenere un
semplice URL da condividere anche con chi non ha l'accesso all'account o al
contenitore.

Condizione “OR” Condizione che compare quando ci sono più Attivatori, sta a indicare che le
condizioni di attivazione si attivano su un Attivatore oppure su un altro.

Conflitti Area di Quando pubblichi è possibile che esistano dei conflitti nelle diverse aree di lavoro.
Lavoro Possono esserci tre categorie di conflitto:

Blu: Qualcosa è stato modificato dall'ultimo aggiornamento e l'attuale area di lavoro


Rosso: Qualcosa nell'ultimo aggiornamento non è presente nell'attuale area di
lavoro
Verde: Qualcosa nell'attuale area di lavoro non è presente nell'ultimo
aggiornamento

Contact Form 7 Contact Form 7 (abbreviato spesso in CF7) è semplicemente il plugin più utilizzato
per creare form contatti su WordPress.

Contatore Il Contatore DoubleClick Floodlight è un tag predefinito che permette di contare le


DoubleClick visite alle pagine a seguito di un'azione di click nel circuito di advertising di
Floodlight DoubleClick.
Maggiori dettagli qui: https://support.google.com/dcm/partner/answer/2823375

Contenitore Il contenitore è l'ambiente che contiene tutte le impostazioni di tag. La creazione


del contenitore è il passo successivo alla creazione dell'account. GTM offre 4 tipi di
contenitori: Web, app iOS, app Android e AMP.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
16

Termine Definizione

Conversione Nel Marketing, è un'azione svolta dall'utente e considerata rilevante per l'attività. In
questo senso la conversione non è quindi solo la transazione, l'acquisto o una
richiesta di contatto, ma può essere anche una micro conversione come il download
di un PDF. Per la loro rilevanza sono considerati obiettivi per valutare la
performance delle campagne di marketing online.

Cookie File scaricato dal browser al dispositivo che immagazzina i dati sull'utente. Viene
spesso utilizzato per il remarketing e per tracciare il comportamento dell'utente.

CookieBot Cookiebot è uno strumento da installare sul tuo sito per “rendere i tuoi cookie e il
tracciamento online conformi alla GDPR”.

In pratica Cookiebot:

• gestisce il consenso per i cookie da parte dell’utente


• monitora, cataloga e controlla i cookie nuovi e quelli rimossi

Cookiegeddon Cookiegeddon è un nome di fantasia per indicare una serie di regole che limita
l’utilizzo dei cookie per quanto riguarda il browser Safari (e in seguito anche Mozilla
Firefox).

Cookie di prima parte I cookie di prima parte sono i cookie che vengono installati dal dominio in cui si sta
navigando. Con Google Tag Manager è possibile gestire questi cookie con le variabili
di tipo Cookie Proprietario.

Costante All'interno di GTM, la Costante è un tipo di Variabile, nonostante questo possa


sembrare una contraddizione. Serve in pratica a "salvare" dei valori in modo fisso
dentro una variabile. Ad esempio, puoi creare una costante col tuo codice UA di

Google Analytics per evitare di reinserirla manualmente ogni volta che ti occorre.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
17

Termine Definizione

CPA e CPA Target Acronimo di Cost-per-Acquisition, il CPA rappresenta la spesa (media) per acquisire
un singolo cliente nelle campagne online.
Il CPA Target è un metodo di offerta su Google AdWords, per cui lasciamo che il
sistema calcoli l'offerta in base a quello che vogliamo che sia il CPA massimo che
vogliamo spendere per acquisire un cliente.

CPC Acronimo di Cost-per-Click, nelle campagne PPC (vedi definizione) indica il costo di
un singolo click.
Ugualmente:

- CPC max: offerta che indica il costo massimo che vogliamo spendere per un click
- CPC medio: indica il costo medio di un click.

Crawler Conosciuto anche come Bot, Spider o Robot, il Crawler è un software che scansiona
i dati delle pagine web oppure di database con il fine di estrapolarne i contenuti.
Tipicamente nella SEO il Crawler viene associato allo spider di Google. In realtà il
crawling è una delle fasi per l’indicizzazione dei siti nella SERP.

Criteo Servizio di Remarketing (o Retargeting). Vedi anche AdRoll e Remarketing.

CRM Acronimo di Customer Relationship Management, un CRM è un software di


gestione che organizza e controlla le relazioni tra cliente e azienda, ottimizzando i
processi aziendali.

Cross-domain Metodo di tracciamento che permette a Google Analytics di tracciare le sessioni


(tracciamento) dell’utente su siti diversi e gestirli come singole sessioni attraverso il Client ID dalla
stessa proprietà.
L'esempio è tracciare www.miosito.it e www.shopmiosito.it con un'unica proprietà
di Google Analytics senza perdere il tracciamento dell'utente che passa da un sito
all'altro.
Di default Google Analytics traccia il dominio del sito stesso.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
18

Termine Definizione

CSS L'acronimo di Cascading Style Sheet contiene tutte le informazioni relative alla parte
di layout e grafica delle pagine.
Nel dettaglio vengono gestiti i colori, gli spazi, i font, la visibilità e così via.
Il CSS può essere inserito in file esterni (es style.css) oppure in pagina dentro
l'elemento <style> da inserire nell'<head>
Un altro modo invece è nell'elemento stesso attraverso l'attributo class se richiama
una classa, esempio:

<button class="rosso">INVIA</button>

oppure con l'elemento style esempio:

<button style="background-color:red">INVIA</button>

CTR Acronimo di Click-through Rate, ovvero la percentuale di click rispetto alle


conversioni ottenute da un annuncio online. È una metrica da tenere in
considerazione soprattutto per valutare l'appeal dell'annuncio.

Custom Auto-Event Gli eventi Custom Auto-Event Listener hanno la stessa funzionalità degli eventi
Listener Auto-Event Listener. Questi eventi personalizzati sono quindi in aggiunta a quelli già
predisposti da Google Tag Manager.

Ovviamente spetta a te creare la tipologia di evento. Ecco alcuni esempi: Like di


Facebook. click sui pulsanti, Play di un video di Youtube o Vimeo, Ajax form etc.

Customer Journey In italiano potrebbe essere tradotto come "viaggio" o "percorso del consumatore" e
identifica il percorso di acquisto, ovvero gli step compiuti dal cliente (o potenziale
cliente) da una fase di Brand Awareness (vedi definizione) fino alla conversione
(vedi definizione).

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
19

Termine Definizione

Customerly È un tool online che permette un controllo diretto dell’intero processo di customer
journey.
Customerly offre sei funzionalità principali:

• Supporto diretto dei clienti con le Live Chat


• Customers intelligence con segmentazione di audience
• Email Marketing per creare e inviare bellissime newsletter
• Marketing Funnel Automation per automatizzare le conversazioni
• Survey Online Tool per la creazione di sondaggi
• Soddisfazione degli utenti con raccolta di feedback

Dark Traffic Quel traffico che per un motivo o per un altro Google Analytics non riesce a
classificare e dunque fa rientrare nella categoria “Traffico diretto”.

Nel Dark Traffic rientrano:

• click da pagina HTTPS ad HTTP


• traffico da mobile, app e social
• traffico da campagne email non gestite con UTM
• click su link inviati tramite Messenger, Hangout, Whatsapp, ecc.

Data Layer Array JavaScript presente in Google Tag Manager. Il Data Layer contiene eventi,
variabili e oggetti che possono essere passati ai vari Tag. È il cuore centrale di
Google Tag Manager.

Maggiori informazioni:
https://www.tagmanageritalia.it/glossario-data-layer/

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
20

Termine Definizione

Data Layer Quando si crea la variabile di livello dati viene proposta la versione di livello dati. La
Versione 1 versione 1 ha dei limiti in quanto prende il valore presente nel primo gruppo di
valori (nodo nel gergo tecnico).

dataLayer.push({'autore': 'Matteo Zambon'});

quindi in questo caso il valore della variabile autore sarà "Matteo Zambon"

dataLayer.push({
'autore' {
'nome' 'Matteo',
'cognome': 'Zambon'
}
});

in questo caso il valore della variabile autore sarà un oggetto


{'nome': 'Matteo', 'cognome': 'Zambon'}

Nel caso di più push con lo stesso valore la variabile conterrà l'ultimo valore in
quanto viene eseguito l'overwrite.

dataLayer.push({
'autore': {
'nome': 'Matteo'
}
});

dataLayer.push({
'autore': {
'cognome': 'Zambon'
}
})

Il valore di autore finale sarà l'oggetto {'cognome': 'Zambon'}

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
21

Data Layer Quando si crea la variabile di livello dati viene proposta la versione di livello dati.
Versione 2 La versione 2 a differenza della versione 1 permette di prelevare i valori tra i nodi
inserendo semplicemente un punto tra il valore e un altro.

dataLayer.push({
'autore': {
'nome': 'Matteo',
'cognome': 'Zambon\'
}
});

in questo caso per prelevare il nome basterà indicare come variabile autore.nome e
il valore restituito sarà Matteo

Nel caso di più push con lo stesso valore la variabile aggiungerà il valore dei figli
senza sovrascriverli.

dataLayer.push({
'autore': {
'nome': 'Matteo',
'categoria': 'web analytics'
}
});

dataLayer.push({
'autore': {
'cognome': 'Zambon',
'categoria': 'Google Tag Manager'
}
});

Il valore di autore.nome sarà Matteo. I nodi con gli stessi valori saranno sovrascritti
e quindi il risultato finale della variabile autore sarà:

dataLayer.push({
'autore': {
'nome': 'Matteo',
'cognome': 'Zambon',
'categoria': 'Google Tag Manager'
}
});

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
22

Termine Definizione

dataLayer.push dataLayer.push indica un'istruzione JavaScript che non fa altro che inserire
all'interno della variabile dataLayer dei valori.
È possibile passare delle variabili personalizzate, oppure creare degli eventi veri e
propri:

dataLayer.push({'event': 'addToCart'});

è possibile indicare più valori all'interno dell'azione:

dataLayer.push({
'event': 'addToCart',
'prodotto': 'sedia gialla',
'prezzo': '13.99'
});

Data Overload Nella Web Analytics, si tratta di un eccesso di dati. Questa situazione si verifica
quando si tracciano troppi Eventi (vedi definizione di Evento).

Dati strutturati In inglese Structured Data. Sono markup on-page che permettono di indicare dei
contenuti del tuo sito in modo che siano comprensibili per i crawler. Aiutano quindi
i motori di ricerca a visualizzare dati aggiuntivi in corrispondenza dei risultati delle
ricerche nella SERP (Rich Snippets, Breadcrumbs, Sitelinks, Knowledge Graph - vedi
definizioni relative).

Data Visualization Si tratta di un’evoluzione della comunicazione visuale dei dati: comprende la
creazione, l’esplorazione e la rappresentazione visuale ed interattiva di dati di
qualunque dimensione (small e big data). Permette di identificare fenomeni e trend
che risultano invisibili ad una prima analisi.

DEM Acronimo di Direct Email Marketing. È un'attività di online marketing effettuata


tramite l'invio di email e newsletter a liste di contatti, solitamente utilizzando
software come MailChimp o Active Campaign.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
23

Termine Definizione

Dimensioni Misurazioni qualitative (composte da valori testuali) e personalizzabili, riscontrabili


Personalizzate (GA) nei rapporti di Google Analytics.
È possibile definirle andando su ► Amministrazione ► Definizioni personalizzate
► Dimensioni personalizzate ► Proprietà.

(vedi anche Metriche personalizzate).

DOM (Document l DOM ovvero Document Object Model, in italiano modello a oggetti del
Object Model) documento, è uno standard (della W3C) per la rappresentazione di dati strutturati.

Nel nostro caso parliamo di come la pagina HTML rappresenta gli elementi e in che
modo lo carica.

Questo è il tipico esempio di HTML:

<html>
<head>
<title>Titolo pagina</title>
</head>
<body>
<h1> Titolo </h1>
<p>
Testo…
</p>
</body>
</html>

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
24

Termine Definizione

DOM Scraping Lo Scraping è una tecnica di estrapolazione dati. In questo caso lo scraping è legato
al DOM della pagina web.

Dominio Dominio di Google riscontrabile nella sezione del Business Manager dedicata al Pixel
gtm-msr.appspot.com di Facebook (vedi definizione).

Drupal Drupal è un CMS (Content Management System) open source utilizzato per la
realizzazione di siti web ed e-commerce. Si compone di moduli, che possono essere
scaricati e installati per implementare funzionalità aggiuntive.

Dwell Time Il Dwell Time (o “tempo di sosta” in italiano) è il tempo che l’utente proveniente
dalla SERP di Google (o di qualsiasi altro motore di ricerca) trascorre su una pagina
(Tempo di sosta) web prima di ritornare indietro sulla SERP.

Il Dwell Time è un indicatore per la SEO (vedi definizione).

Elemento DOM L'elemento DOM è un tipo di variabile. Il valore è impostato sul testo dell'elemento
DOM o sul valore dell'attributo dell'elemento DOM specificato.

Emojics Emojics è un tool che raccoglie i feedback emotivi degli utenti attraverso le emoji.

Enhanced In italiano "E-commerce Avanzato". È una funziona di Google Analytics attivabile per
Ecommerce un sito web e-commerce che permette di ottenere statistiche più approfondite sul
comportamento degli utenti, come ad esempio: aggiunta e rimozione articoli dal
carrello, tasso di abbandono del carrello, termini di ricerca interna del sito,
visualizzazione dei prodotti.

Errori in Google Tag Nell'implementazione di Tag su Google Tag Manager, può capitare di visualizzare
Manager dei messaggi di errore che segnalano qualcosa di scorretto all'interno del Tag.
Esempio: il nome di una variabile del Data Layer, errori dello script, posizionamento
del Data Layer, errori di sintassi, ecc.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
25

Termine Definizione

Esporta Contenitore L'esporta contenitore permette di esportare un file JSON tutta la configurazione di
un'area di lavoro o una versione. Questa funzione è utilissima perché permette
l'importazione di tag, variabili e attivatori in modo rapido.
Per accedere a questa funzione devi andare su ► Amministrazione ► Contenitore
► Esporta Contenitore.

Espressioni regolari Conosciute anche come RegEx, permettono di creare combinazioni di condizioni
condensate in un'unica formula, piuttosto che avere molteplici condizioni. In GTM
vengono (utilizzate ad esempio) all'interno degli Attivatori per specificare appunto
in presenza di quali condizioni attivarsi.
Alcuni casi di Espressioni Regolari:
- A|B significa A o B
- A$|^B significa finisce con A e inizia con B.

Per maggiori informazioni:


http://www.tagmanageritalia.it/glossario-espressioni-regolari-regular-expressions/

Event Name È il nome della variabile integrata nelle applicazioni mobile.


Per esempio: nomeABC.

Android
FirebaseAnalytics.getInstance(mContext).logEvent("nomeABC", null);

iOS
[FIRAnalytics logEventWithName:@"nomeABC" parameters:parameters];

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
26

Termine Definizione

Evento Rappresenta un'interazione dell'utente con sito web, come ad esempio un click su
un link oppure uno scrolling o qualsiasi azione misurabile lato JavaScript.

In Google Tag Manager puoi attivare dei Tag per il monitoraggio di questi eventi.

Ad esempio, nella Modalità di Anteprima (vedi definizione), nella colonna di sinistra


puoi vedere i vari eventi scatenati da te sul tuo sito. Esistono vari tipi di evento,
come Page View, Invio Moduli, Click Solo Link, Click su Tutti gli Elementi, e così via. I
Tag si attivano proprio in corrispondenza di questi eventi.

È possibile visualizzare gli eventi attraverso l'anteprima e debug nel riquadro a


sinistra.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
27

Termine Definizione

Evento personalizzato L'evento personalizzato è una tipologia di attivatore. Forse è il più potente
attivatore presente su Google Tag Manager.
L'evento personalizzato viene gestito e creato manualmente nel Data Layer
attraverso un'istruzione JavaScript di push: dataLayer.push(...).

Dentro la funzione di push è possibile inserire l'evento e poterlo poi gestire in


Google Tag Manager. Ad esempio, potresti creare un evento personalizzato
addToCart quando l'utente inserisce nel carrello un articolo.

Facebook Ads Strumento che permette di pubblicare annunci pubblicitari su Facebook. Utile per il
suo potere di stimolazione della domanda latente, grazie anche all'elevato potere di
segmentazione degli utenti sul social network. Puoi utilizzare il Pixel di Facebook
(vedi definizione) per tracciare le conversioni e fare campagne di remarketing sulla
piattaforma.

Fbclid (Facebook Pixel fbclid è un parametro introdotto da Facebook che indica al Pixel le informazioni per
e Cookie) tracciare meglio l’utente. Il Pixel di Facebook usa dei cookie di prima parte (1st party
cookies) dove verranno salvati i dati relativi ai tracciamenti.

Feed di dati (xml o Il feed è un file contenente liste di informazioni in formato .xml o .csv.
csv)

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
28

Termine Definizione

Filtri (GA) All'interno delle Viste di Google Analytics (vedi definizione), i filtri servono a
escludere o includere determinate categorie di dati visualizzabili in una vista.
In GA esistono già dei filtri predefiniti, ad esempio per indirizzo IP, domini ISP,
sottodirectory, nome host.
È possibile anche crearne di personalizzati.

Firebase User Variabile integrata presente solo nei contenitori in applicazioni mobile. Indica la
Property chiave presente in Firebase Analytics.

Flowchart Il Flowchart è un diagramma di flusso. È è definito “di flusso” proprio perché viene
utilizzato per impartire una serie di comandi eseguiti scorrendo di blocco in blocco,
fino ad arrivare alla conclusione.

Frequenza di In inglese: Bounce Rate. Percentuale di utenti che lasciano il sito dopo aver visitato
rimbalzo solo una pagina, senza ulteriori interazioni. È una metrica molto importante per
valutare l'interesse degli utenti nei confronti del sito. Vedi anche "Adjusted Bounce
Rate".

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
29

Termine Definizione

Funnel È l'insieme degli step coinvolti nel processo di vendita/acquisto rappresentati come
un imbuto: all'inizio dell'imbuto vi sono tutti i clienti che entrano in contatto con
l'azienda o il prodotto.
Via via che si procede dal contatto fino alla conversione, l'imbuto si restringe
indicando che sempre meno sono i consumatori che si "avventurano" in tutti gli
step dell'imbuto raggiungendo la conversione finale.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
30

Termine Definizione

Funzione Pausa nei Funzione che permette di mettere in pausa i Tag all’interno del contenitore. Per
Tag rendere la pausa effettiva è necessario pubblicare il contenitore.

Per mettere in pausa, entrare nel Tag, cliccare sul menù di fianco al pulsante Salva e
selezionare l’opzione “Metti in pausa”.

GDPR Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali entrato in vigore il 25
(General Data Maggio 2018. Verrà implementato per uniformare e migliorare la tutela dei dati
Protection personali dei cittadini dell’Unione Europea.
Regulation)
In pratica occorrerà un consenso specifico da parte dell’utente per il trattamento
dei dati personali, per questioni di trasparenza e responsabilità dell’azienda, dati
sensibili che comprendono nome, cognome, numero di telefono, indirizzo email,
età, sesso e simili.

Gestione Utenti In Google Tag Manager puoi dare accesso anche ad altri utenti a livello di account o
(Permissions) di contenitori.
Trovi questa funzione dentro ► Amministrazione ► Gestione Utenti (sotto
"Account" o sotto "Contenitore").

GetResponse GetResponse è un software all-in-one per la Marketing Automation (vedi


definizione) che permette di strutturare le automazioni grazie a dei semplici drag
and drop, “trascina e rilascia”.

Ghostery Estensione di Chrome che permette al browser di non essere tracciato da script di
tracking e pixel.

Goo.gl Goog.gl (Google URL Shortener) era un servizio di Google che serviva per accorciare
i link, esattamente come fa Bit.ly (vedi definizione). Il 30 Marzo 2018, però, Google
ha ufficialmente chiuso il supporto.

Google Ads (ex Piattaforma per la gestione di annunci pubblicitari sul motore di ricerca oppure su
AdWords) altri siti nel circuito AdSense. Gli annunci possono essere di tipo testuale o visivo.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
31

Termine Definizione

Google AdSense Circuito pubblicitario di Google a cui i siti web hanno la possibilità di iscriversi per
offrire spazio agli annunci display e remarketing. Viceversa, gli inserzionisti possono
comprare il loro spazio all'interno di questi siti per i loro annunci (visivi o testuali).

Google Analytics App Si tratta di un nuovo tipo di proprietà e di misurazione tra App e Web. In altre
parole, Google ha deciso di rendere i dati di App e Web uniti in un’unica proprietà di
misurazione.

Google BigQuery Google BigQuery è un data warehouse cloud di Google che consente di archiviare e
recuperare dati utilizzando un ambiente SQL.

Google Data Studio Tool di Data Visualization che permette di collegare diversi data entry (tra cui
Google Analytics, Google AdWords, BigQuery o database MySQL). Con Data Studio
puoi creare online dei report personalizzati che si aggiornano in modo dinamico, da
poter mostrare anche ad altri utenti. Inoltre, si possono inserire immagini,
didascalie il tutto in modo semplice e intuitivo, anche utilizzando dei template
preimpostati.
Informazioni ► https://www.tagmanageritalia.it/glossario-google-data-studio/

Google I/O Google I/O è il keynote annuale dedicato alla presentazione dei nuovi hardware,
software e vari aggiornamenti relativi alle app e ai servizi Google.

Google Marketing Google Marketing Live è il keynote annuale dedicato agli inserzionisti
Live sull’innovazione nell’advertising online.

Google Marketing Google Marketing Platform è una piattaforma di pubblicità e analisi unificata che
Platform consente ai team di marketing di collaborare in modo più stretto unificando i
prodotti DoubleClick e Google Analytics 360 Suite.

Google Optimize Google Optimize è uno strumento che permette di fare A/B test direttamente da
un'interfaccia web. Per farlo bisogna configurare lo strumento. In Google Tag
Manager è presente un tag predisposto.
Informazioni ► http://www.tagmanageritalia.it/glossario-google-optimize/

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
32

Termine Definizione

Google Surveys Google Surveys è uno strumento a pagamento che permette di inviare sondaggi ad
un segmento di pubblico definito da parametri. In Google Tag Manager è presente
un Tag predisposto.

Google Tag Manager Google Tag Manager è uno strumento online gratuito che permette la gestione di
Tag/Script.

Google Tag Manager Google Tag Manager 360 fa parte della suite Google Analytics Solution ovvero la
360 versione a pagamento di Google. La differenza con la versione gratuita consiste in
due cose:

• numero illimitato di aree di lavoro


• assistenza dedicata

Google Tag Manager Esistono moltissimi plugin ed estensioni dedicate a Google Tag Manager che
Estensioni e plugin aiutano l'utilizzo e la gestione di GTM. All'interno del club.tagmanageritalia.it
troverai diverse risorse dedicate.

gtm.dom Evento di default di GTM. Corrisponde al caricamento del DOM.

gtm.js Evento di default di GTM. Corrisponde al caricamento del Page View.

gtm.load Evento di default di GTM. Corrisponde al caricamento della pagina e del suo
rendering.

Hard Refresh Il Browser (Chrome, Safari, Firefox, Internet Explorer ecc) gestisce una cache
interna. A volte quando vengono pubblicate delle modifiche nelle pagine web il

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
33

Termine Definizione
browser utilizza la versione vecchia perché risulta nella sua cache.
Per forzare il caricamento delle modifiche è necessario usare un Hard Refresh
attraverso una combinazione di tasti che varia da Browser a browser.
Ad esempio su Chrome CTRL + F5 per gli utenti windows e CMD + SHIFT + R per gli
utenti Mac.

Hard-coded Scripts Gli script hard-coded sono snippet di codice che vengono inseriti fisicamente dallo
sviluppatore. In caso quindi di modifiche è necessario delegare l'implmentazione
allo sviluppatore.
Con Google Tag Manager la maggior parte di questa operatività viene
completamente bypassata.

Heatmap In italiano "Mappa di Calore", è una rappresentazione visiva del comportamento


degli utenti su un sito, facendo un'analisi qualitativa che evidenzia con colori diversi
una maggiore o minore attività dell'utente sulla pagina.

Hit Builder (GA) Hit Builder è un tool gratuito di Google che permette di simulare le richieste usando
il Measurement Protocol (vedi definizione).

Hit da non Opzione riscontrabile nell'impostazioni di alcuni Tag su Google Tag Manager che
interazione può essere impostata su True o False. È un valore collegato alla frequenza di
rimbalzo (vedi Bounce Rate).
Un rimbalzo è una sessione che comprende un solo hit interazione (o hit evento).
Una sessione con due o più hit interazione, non viene considerata come sessione
con rimbalzo.
Impostare “True” nell’Hit da non interazione fa sì che il tipo di hit evento non venga
considerato un hit interazione.
Per capire meglio, dobbiamo porre l'attenzione sulla doppia negazione:
- Hit da non interazione False = il Tag verrà considerato come hit da interazione e
quindi andrà ad influenzare la Frequenza di rimbalzo.
- Hit da non interazione True = il Tag NON verrà considerato come hit da interazione
quindi NON andrà ad influenzare la Frequenza di rimbalzo.

Hootsuite È un tool che permette di schedulare e gestire sia i post sia i commenti su vari social
media. Con Hootsuite è possibile collegare diversi profili social su un unico account
e avere uno sguardo globale sulle varie piattaforme.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
34

Termine Definizione

Hostname L’hostname è un nome attribuito ad uno specifico computer per distinguerlo dagli
altri connessi alla rete.

Hotjar Tool per l'analisi qualitativa dei siti web, offre strumenti come: heatmaps (vedi
definizione), registrazione del comportamento degli utenti, conversion funnel,
analisi dei form, sondaggi e interviste.

HTML5 Si tratta dell’ultima versione del linguaggio di programmazione HTML (Hyper Text
Markup Language) che ha introdotto nuove funzionalità, tra cui nuovi elementi e
attributi.

HTTP - SSL HTTPS: protocollo HTTP con certificato SSL implementato nel 2014. Con questo
protocollo le informazioni che passano dal browser sono criptate e certificate.
SSL: acronimo di Secure Socket Layer. È uno strato che permette di rendere sicuri i
dati attraverso criptazione.
Lo scopo del protocollo HTTPS è di rendere sicuri i dati sensibili che vengono inviati
dalle pagine web (e dal tuo browser) al server.

ID contenitore Similmente al codice GATC/UA di Google Analytics, l'ID Contenitore è un codice che
identifica univocamente il contenitore stesso. Esempio: GTM-XXXXXXX.

ID Dispositivo Variabile integrata per i contenitori dedicati alle app. Per Android è il device ID
mentre su iOS è vuota.

Importa Contenitore In Google Tag Manager è possibile importare i valori di un contenitore attraverso
l'azione "Importa Contenitore" presente su ► Amministrazione ► Contenitore ►
Importa Contenitore.

Basterà scegliere il file JSON che conterrà tutti i Tag, Attivatori e Variabili
precedentemente esportati attraverso l'operazione "Esporta Contenitore".

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
35

Termine Definizione

Importa Contenitore - Durante l'operazione di importazione contenitore è possibile imbattere nella


Merge casistica di Merge, ovvero quando nell'attuale contenitore sono già presenti Tag o
Attivatori o Variabili con lo stesso nome. Sarà possibile fare due tipi di azioni:
- Sostituisci ovvero la sovrascrittura con la versione importata.
- Rinomina ovvero rinominare la versione importata con un nuovo nome.

Impostazioni Ogni Tag in Google Tag Manager ha delle impostazioni comuni come:
avanzate del tag - La priorità di attivazione del tag
- La pianificazione di attivazione in un certo range di date
- L'attivazione solo in contenitore pubblicati
- L’opzione di attivazione
- Le sequenze di tag

Impostazione sugli Si tratta di un aggiornamento di Google Tag Manager relativo all’Attivatore Scroll
Attivatori di tipo Depth (Profondità di scorrimento) e all’Attivatore YouTube. Potrai impostare il
Scroll Depth e campo “Abilita questo attivatore quando” (Enable this trigger on:) su tre eventi:
YouTube di Google
Tag Manager • Container Load (gtm.js), corrisponde al Pageview
• DOM Ready (gtm.dom), corrisponde alla tipologia Pronto per DOM (default
per YouTube)
• Window Load (gtm.load), corrisponde alla tipologia Finestra caricata
(default per lo Scroll)

Impression in ambito online advertising, le impression sono definite come la frequenza di


(Visualizzazioni visualizzazione dell'annuncio. Identificano, cioè, il numero di volte che l'annuncio
annunci) viene visualizzato indipendentemente dal numero di utenti. Le Visualizzazioni (su
Facebook si parla anche di “Copertura”) sono invece il numero di volte in cui
l’annuncio è stato visualizzato, conteggiando ogni utente come una singola
visualizzazione.

Instagram Instagram è un social media utilizzato per la condivisione di foto e di video.

Lanciato il 6 ottobre del 2010 da Kevin Systrom e Mike Krieger, Instagram – a


differenza di Facebook e Twitter - è una piattaforma puramente visuale e non dà la
possibilità di condividere degli status testuali.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
36

Termine Definizione

Iubenda Servizio a pagamento per la gestione della Cookie Law su siti web e app.

Joomla! CMS (vedi definizione) caratterizzato dall’alto grado di personalizzazione e dalla


disponibilità di numerosi moduli, componenti e plugin.

JSON JSON è l'acronimo di JavaScript Object Notation è un modo per passare dei dati con
una determinata formattazione in modo semplice. Ecco un esempio di JSON

var autore = {
"nome" = "Matteo",
"cognome" = "Zambon",
"sesso" = "maschio"
}

Il formato di importazione ed esportazione dati in Google Tag Manager è JSON.

JSON-LD Metodo con il quale è possibile eseguire il markup delle pagine web, in alternativa ai
microdati. Può essere utilizzato ad esempio per inserire i Rich Snippets (vedi
definizione).

Knowledge Graph Scheda informativa che possiamo trovare a destra nella SERP (vedi definizione). In
questo box possiamo trovare informazioni su personaggi, luoghi famosi, città, opere
d’arte, film, avvenimenti, eccetera… senza esplorare i risultati di ricerca. Possiamo
aiutare Google a reperire più facilmente informazioni sul nostro sito grazie ai dati
strutturati (vedi definizione).

KPI Acronimo di Key Performance Indicator. Si tratta di un indicatore di performance


aziendale, utilizzabile a più livelli, stabilito per monitorare determinati valori e
quindi l'andamento delle performance e il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Landing Page Pagine destinate all'atterraggio dell'utente dopo aver cliccato su un annuncio web,
strutturate con l’obiettivo di fargli compiere una determinata azione, come
l'iscrizione ad un form, la visione di un video, l’acquisto di un prodotto, il click su
qualche elemento e così via.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
37

Termine Definizione

Lead Champion Lead Champion è un servizio professionale di lead generation per aziende che fanno
B2B.

All’interno ha due servizi: Discover e Booster.

Discover ti permette di:

• sapere il nome delle aziende che visitano il tuo sito


• impostare di due tipi score, uno in base alle informazioni di business e
l’altro sul comportamento degli utenti sul sito.
• ad ogni azienda viene assegnato un punteggio di rischio
• Puoi integrare i lead raccolti con vari strumenti di marketing, come
HubSpot, Mailchimp e Zapier

Con Booster hai la possibilità:

• attivare dei bellissimi form dinamici a comparsa, personalizzabili.


• creare i form da zero o utilizzare template già pronti
• personalizzare i messaggi in base al comportamento degli utenti.

Lead Generation La lead generation (in italiano “generazioni di contatti”) consiste in quelle attività di
marketing finalizzate a ottenere e raccogliere contatti prospect (ovvero i possibili
clienti), utilizzabili - ad esempio - per l’invio di newsletter, il direct marketing e
molto altro. Lo scopo finale è quello di “coltivare” questi contatti per trasformarli in
futuri clienti.

Limite sulla A partire dal 29 gennaio 2019, all’interno della pagina Versioni (Versions) del
dimensione del contenitore, compare un campo indicante la dimensione, in percentuale, sul limite
contenitore massimo consentito. L’avviso comparirà solo se superiamo il 70% della dimensione
massima.

Link ad Account Link ad Account Esterni è un parametro riservato alla configurazione di DoubleClick
Esterni Floodlight.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
38

Termine Definizione
È possibile gestirlo su ► Amministrazione ►Contenitore ► Link ad Account
Esterni.

Listener Il concetto di Listener è una funzione nativa JavaScript. In altre parole possiamo
abilitare il nostro browser a rimanere in ascolto in base a una lista di particolari
eventi (click, scrolling, doppio click, onchange ecc.…).
In Google Tag Manager esistono gli Auto-Event Listener.

LiveChat LiveChat è uno strumento di customer care online. Le sue funzionalità garantiscono
l’assistenza ai tuoi utenti durante tutto il customer journey (vedi definizione).

Magento Uno dei più diffusi CMS (vedi definizione) per e-commerce

MailChimp Uno dei software più diffusi per l’Email Marketing. Oltre a DEM, è possibile fare
campagne di remarketing tramite Google e Facebook, e marketing automation.

Malware Detection I Malware è un acronimo di "malicious software" ovvero software che creano danni.
Tipicamente i malware possono essere installati anche nelle pagine web e quindi
con script JavaScript. Attraverso Google Tag Manager la possibilità che vengano
inseriti Malware è attraverso script di terze parti è ridotta perché:
- Esistono dei Tag nativi su Google Tag Manager
- Hai il controllo anche sui Tag con HTML personalizzato

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
39

Termine Definizione

Marketing Stiamo parlando di software che integrano CRM, tools per la lead generation e la
Automation segmentazione dei contatti, strumenti di web analytics, piattaforme di email
marketing, di gestione social, creazione landing page, coordinandole e consentendo
di gestire tutto a partire da un unico strumento di controllo e analisi e automatizza
attività che altrimenti sarebbero ripetitive e lunghe da svolgere manualmente,
specialmente avendo a che fare con database consistenti.

Marketo Marketo è uno dei principali strumenti di marketing automation.

(Marketing Fondato nel 2006, Marketo supporta diverse strategie di marketing cross-channel
Automation) integrando sito web, email marketing, social media, adattandosi a funnel di
conversione anche molto variegati.

Matomo (ex Piwik) Matomo (ex Piwik) è una piattaforma open-source per la web analytics installabile
su un server di proprietà. Matomo rappresenta una delle migliori alternative a
Google Analytics: oltre a raccogliere i dati del traffico sui siti web, Matomo integra
anche molte funzionalità per migliorare la CRO.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
40

Termine Definizione

Mautic Software open source per la marketing automation. Mautic ti permette di gestire i
lead, l’email marketing, i form contatti e le landing page.
(Marketing
Automation)

Measurement Canale per inviare degli hit in Google Analytics da qualsiasi dispositivo connesso ad
Protocol Internet. Il Measurement Protocol utilizza il protocollo HTTP (sia POST che GET) per
passare i dati in Google Analytics utilizzando il payload data. Attualmente è nella
versione 1 ed è nato con Universal Analytics.

Ecco un esempio di sintassi:

v=1&tid=UA-123456-2&cid=36009a59-2a05-49e7-b826-
2b884d0f935b&t=pageview&dp=%2Fhome

https://www.tagmanageritalia.it/glossario-measurement-protocol/

Metodo di trasporto Metodo per inviare le hit che sfrutta la funzionalità navigator.sendBeacon() del
Beacon browser.

Metriche Misurazioni quantitative (composte quindi da date e numeri) e personalizzabili,


Personalizzate (GA) riscontrabili nei rapporti di Google Analytics. È possibile definirle andando su ►
Amministrazione ► Definizioni personalizzate ► Metriche personalizzate ►
Proprietà. (vedi anche Dimensioni personalizzate)

Mixpanel È un tool per la web analytics che traccia le azioni che compiono gli utenti dal
momento in cui atterrano sul sito fino a quando abbandonano la pagina; inoltre,
assegna un ID per permettere di identificare anche gli utenti di ritorno.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
41

Termine Definizione

Modalità di Funzione di Debug di Google Tag Manager che ti permette di verificare l'effettivo
Anteprima funzionamento dei Tag creati anche prima della pubblicazione.

Modalità di In Google Tag Manager è possibile verificare le configurazioni di Tag, Attivatori e


Anteprima e Debug Variabili prima di pubblicarle. La funzione è Anteprima e Debug ed è attivabile
attraverso il pulsante "Anteprima". Attraverso l'anteprima viene installato un cookie
nel browser e solo tu potrai vedere la nuova versione modificata. Inoltre si attiverà
riquadro con un pannello contenente tutte le informazioni utili per il Debug.

Modelli (Templates) Si tratta di una nuova release di Google Tag Manager che permette di sviluppare dei
su Google Tag modelli (template) personalizzati con la possibilità di importarli ed esportarli. Si
Manager possono creare modelli di Tag e modelli di Variabili.

Modelli di Regole che attribuiscono le conversioni a determinati canali piuttosto che altri.
attribuzione Esistono vari modelli di attribuzione, fra cui: Ultima interazione, Ultimo click non
diretto, Ultimo click AdWords, Prima interazione, Decadimento temporale, In base
alla posizione, Data-driven (vedi definizione di quest'ultimo).

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
42

Termine Definizione

Modello AIDA Uno dei primi modelli pubblicitari che definisce le 4 fasi attraversate dal
consumatore: Azione - Interesse - Desiderio - Azione (Awareness - Interest - Desire -
Action). Secondo questo modello un buon messaggio pubblicitario dovrebbe
spingere il consumatore all’interno del Funnel seguendolo nella Customer Journey
attraverso tutte e 4 queste fasi.

Modello di Modello di attribuzione personalizzato (vedi definizione di Modello di Attribuzione)


Attribuzione Data che assegna un peso diverso ai vari Touchpoint in base a calcoli algoritmici che a
Driven loro volta basati sui dati Analytics reali.

Motore di ricerca Il motore di ricerca è un’applicazione web creata per cercare informazioni sul World
Wide Web (www). I risultati di ricerca vengono mostrati in un indice gerarchico di
contenuti, la SERP (Search Engine Results Page).

Naming Conventions È il sistema che ha lo scopo di capire con un solo colpo d'occhio di cosa si parla e il
contenuto. Utilizzare una nomenclatura ben definita aiuta non solo chi implementa
ma anche chi dovrà successivamente lavorarci.
In GTM suggerisco di usare una naming conventions per i Tag, Attivatori e Variabili.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
43

Termine Definizione

Nome Dispositivo Variabile integrata per i contenitori dedicati alle app. Indica il device Name.

Obiettivi di GA Modalità impostabile su Google Analytics per tenere sotto controllo i tipi di
Conversione (vedi definizione) sul sito stabilite come più rilevanti.

In pratica gli Obiettivi servono a monitorare le Conversioni e possono essere


impostati andando su ► Amministrazione ► Vista ► Obiettivi.

Opzioni di attivazione In ogni Tag di GTM è presente la voce opzione di attivazione tag. Questa voce
tag identifica quante volte il tag deve attivarsi:

- Illimitata: il tag si attiva tutte le volte che l'attivatore viene attivato


- Una volta per evento: il tag si attiva una singola volta per evento
- Una volta per pagina: il tag si attiva una singola volta per pagina

Override In GTM all’interno dei tag relativi a Google Analytics, c’è la dicitura “Abilita
l’override delle impostazioni in questo Tag”. Override letteralmente significa
“escludere” o “disibilitare” e in questo caso vuol dire sovrascrivere alcune
impostazioni per inserirne altre.

Panoramica Sezione dell'interfaccia di Google Tag Manager che serve da sommario fornendo
(Overview) informazioni sull'attività generale del contenitore.

Parametri UTM Tag aggiunti nel link di destinazione delle campagne pubblicitarie per identificare la
sorgente di traffico, indicando i dettagli della campagna che ha portato una
determinata visita al sito web. Sono composti da parametri obbligatori (Source
utm_source; Medium utm_medium; Name utm_name) e da altri facoltativi.

https://www.tagmanageritalia.it/glossario-utm-google-analytics/

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
44

Termine Definizione

Payload Data Il Payload è il contenuto del messaggio codificato in URI encode del protocollo di
misurazione (vedi definizione).

https://www.tagmanageritalia.it/glossario-payload-data-measurement-protocol/

Pianificazione La pianificazione dell'attivazione tag è un parametro presente in tutti i tag di Google


dell'attivazione dei Tag Manager. Nel dettaglio la configurazione permette di schedulare un range
tag temporale con una data inizio e una data fine per l'attivazione del tag.

PII Acronimo di Personally identifiable information, sono quei dati sensibili degli utenti
che non possono essere inviati a Google Analytics.

Esempi di PII sono: Nome, Cognome, Email, Telefono e tutti quei dati che possono
identificare l’utente singolo.

Pinterest Pinterest è un social network basato sulle immagini con tutte le classiche funzioni
social, come: seguire altri utenti, mettere like, commentare, creare e condividere e i
propri contenuti. I post su Pinterest sono chiamati Pin e contengono dei media
come immagini o video. Pinterest, come si può intuire dal nome, è basato sugli
interessi di una persona a delle categorie specifiche, che saranno visualizzate su un
feed personalizzato.

Pixel di Facebook Snippet di codice JavaScript da inserire nelle pagine di un sito per il monitoraggio
delle conversioni da Facebook e il remarketing sulla piattaforma social.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
45

Termine Definizione

Pixel Helper di Per verificare la configurazione e gli hit del Pixel di Facebook esiste un plugin in
Facebook Chrome chiamato "Pixel Helper di Facebook".
Questo plugin oltre a dirvi se l'installazione è presente, indica anche i vari hit e gli
eventi che vengono scatenati nella pagina.

Polr Polr è un URL Shortener (vedi definizione) open source gratuito e facile da utilizzare.
Con Polr puoi scrivere gli URL personalizzati, renderli pubblici o privati e generare
automaticamente un collegamento.

PrestaShop CMS (vedi definizione) open source utilizzato per gli e-commerce. Offre la possibilità
di aggiungere dei moduli per implementare determinate funzioni.

Priorità di attivazione In ogni Tag di GTM è presente la voce priorità di attivazione di tag. È possibile
dei tag inserire un valore numerico e GTM darà priorità di attivazione ai Tag che hanno il
valore più alto.
Attenzione che la priorità si intende nell'attivazione e non nella sua esecuzione
completa. Quindi il tag successivo non partirà quando il tag precedente è stato
eseguito fino in fondo, ma semplicemente è una sequenza di partenza.

Pronto per DOM DOM Ready è un tipo di attivatore presente nella categoria Visualizzazione di
(DOM Ready) pagina. Questo attivatore viene abilitato quando il DOM della pagina è
effettivamente caricato.
In Google Tag Manager l'evento è creato in automatico con gtm.dom. Puoi vedere
questo evento attraverso l'anteprima di debug.

Punteggio di qualità In inglese Quality Score, rappresenta una valutazione degli annunci Google
AdWords con punteggio da 1 a 10. Viene calcolato da AdWords secondo
determinati criteri, fra cui CTR previsto (vedi definizione di CTR), pertinenza
dell'annuncio con le parole chiave, esperienza dell'utente sulla landing page (vedi
definizione).

Query String URL Parametri passati nell’URL con lo scopo di filtrare o estrapolare determinati valori o
semplicemente passare dei dati in più, come ad esempio i parametri UTM.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
46

Termine Definizione

Raggruppamento In inglese "Default Channel Grouping", è un’aggregazione di etichette su Google


Canali (GA) Analytics che identifica il mezzo (medium) che viene accoppiata con la dimensione
sorgente (source).

Rapporto tempo La modalità tempo reale (Real-Time) di Google Analytics ha lo scopo di monitorare
reale (GA) le attività nel tuo sito o nella tua app in tempo reale. I rapporti (o reports) sono
aggiornati ogni volta che si verifica un HIT. Una delle prime funzioni dello strumento
è mostrarti quante persone sono online nel tuo sito in tempo reale, con quali pagine
o eventi gli utenti stanno interagendo e se hanno effettuato qualche conversione.

Referral Sorgente di traffico diretto verso il proprio sito. Identifica in pratica un sito (dominio
del sito) che ha un link verso le proprie pagine web.

Maggiori informazioni: https://www.tagmanageritalia.it/glossario-referral/

Reimposta ambiente Quando condividi l'anteprima di debug e preview in Google Tag Manager e vuoi
(Revoke invalidare il link e quindi la condivisione puoi farlo attraverso la reimpostazione
Authorization Code) dell'ambiente. Per farlo ti basta:
- Andare su Ambienti ►Amministrazione ► Contenitore ► Ambienti
- Cliccare su Azioni
- Selezionare Reimposta Ambiente
A questo punto apparirà un dialog di conferma e tutti i link contenenti le
condivisioni di anteprima precedentemente inviati non saranno più validi.

Release Notes A differenza di Google Analytics non esiste un blog ufficiale per le nuove release.
Esiste però un articolo nella guida ufficiale dove vengono raccolte tutti i nuovi
aggiornamenti relativi a Google Tag Manager:
https://support.google.com/tagmanager/answer/4620708?hl=en

Remarketing Strategia che permette di raggiungere gli utenti che hanno già visitato il proprio sito
internet o utilizzato la propria app senza effettuare una conversione. Permette
quindi riproporre il sito tramite ad esempio la rete display di Google o il
Remarketing di Facebook.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
47

Termine Definizione

Remarketing Strategia che permette di automatizzare dinamicamente il remarketing (vedi


Dinamico definizione), utilizzata spesso dagli e-commerce con un grosso quantitativo di
prodotti. In questo modo è possibile semplificare il processo grazie all'utilizzo di un
feed di dati (vedi definizione).

Rich Snippet Informazioni aggiuntive riguardanti il sito web o la pagina di riferimento che
arricchiscono, appunto, gli snippet classici visualizzati in SERP.
Possono essere ad esempio: prezzo, disponibilità, recensioni di un prodotto; luoghi,
date, descrizioni, search box, eccetera.

Risoluzione dello Variabile integrata per i contenitori di tipo app. Identifica il valore della risoluzione
schermo dello schermo, ad esempio 1024x768.

ROAS Acronimo di Return On Advertising Spend, ovvero in italiano Ritorno sulla Spesa
Pubblicitaria. Si tratta di una metrica che indica la performance delle campagne
online, che misura l'investimento per la stessa in relazione al guadagno che esse
hanno generato.

https://www.tagmanageritalia.it/glossario-roas-return-on-advertising-spend/

ROI Acronimo di Return Of Investment, ovvero in italiano Ritorno sull'Investimento.


Indice ci serve per capire quanto il capitale investito ha portato in termini di reddito.
In riferimento alle campagne online si usa più nello specifico il ROAS (vedi
definizione).

Scraping Conosciuto anche come Web Scraping, consiste nell'estrapolazione di dati


attraverso tecniche o sistemi software. Questo è possibile ad esempio identificando
lato HTML se esiste un elemento che identifica in modo univoco quel valore
(esempio, un ID o un CSS, o qualcosa presente nel DOM).

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
48

Termine Definizione

Screaming Frog Screaming Frog è uno strumento di SEO Audit. Nella sua versione gratuita è limitato
alla scansione di un massimo di 500 URL per sito. Esattamente come uno spider (o
crawler) dei motori di ricerca, fa un check completo del sito che vuoi analizzare
(basta inserire l’URL dell’Homepage di qualsiasi sito) restituendoti velocemente una
serie di informazioni fra cui:

• Meta title e meta description


• Tag Title
• Velocità di risposta delle pagine
• Alt delle immagini
• Broken link interni e in uscita, pagine di errore e redirect
• Pagine duplicate
• Meta robots
• Attributi Hreflang
• Lunghezza dei contenuti

Search Box (Rich Tipo di Rich Snippet (vedi definizione) che permette di visualizzare la barra di ricerca
Snippet) interna del sito già quando questo appare fra i risultati della SERP (vedi definizione).

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
49

Termine Definizione

Selettori CSS Il selettore CSS è un metodo per selezionare un elemento HTML presente nel DOM
della pagina. In pratica attraverso le classi dell’elemento è possibile identificare
l’elemento. Questo metodo è presente in diversi componenti di Google Tag
Manager.

SEO Acronimo di Search Engine Optimization, ovvero l'ottimizzazione di un sito web per i
motori di ricerca. Comprende un insieme di tecniche finalizzate a migliorare il
posizionamento di una pagina web nella SERP (vedi definizione).

SEM SEM sta per Search Engine Marketing ed è un termine ampio che comprende al suo
interno anche la SEO (Search Engine Optimization) oltre che la SEA (Search Engine
Advertising, e quindi la pubblicità in sé e per sé).

Comprende tutte le attività che si possono attuare a fini promozionali sul motore di
ricerca.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
50

Termine Definizione

Sequenza Tag La sequenza Tag è un'opzione presente su tutti i Tag i GTM. Al suo interno si
trovano:

- Tag di installazione, ovvero i tl tag che viene attivato prima dell'attivazione del tag
- Tag di cleanup, ovvero il tag che viene attivato alla fine

SERP Acronimo di Search Engine Results Page. È in pratica la pagina dei risultati di un
motore di ricerca.

Sitelink Link generati automaticamente da Google che possono comparire sotto i risultati di
ricerca in SERP. Servono a velocizzare ulteriormente la ricerca degli utenti,
puntando alle sezioni più importanti del sito, e danno maggiore visibilita allo snippet
in SERP.
Possono essere anche implementati manualmente grazie ai dati strutturati o ad
AdWords per i risultati a pagamento.

siteSpeedSampleRate È una proprietà presente in Google Analytics. Sta ad indicare il valore di percentuale
(GA) del campionamento degli utenti per misurare la velocità di caricamento della
pagina.

https://www.tagmanageritalia.it/glossario-sitespeedsamplerate-google-analytics/

Smartlook Smartlook è un tool di analisi qualitativa, simile a Hotjar, che registra le sessioni
degli utenti e crea Heatmap.

Sniply Sniply è un URL shortener che permette di inserire dei banner con delle call-to-
action (CTA) all’interno di pagine web, anche se il sito non è di tua proprietà.

Snippet Frammento di codice sorgente di un sito. Può essere utilizzato per implementare
altri strumenti, come Google Tag Manager, Google Analytics, Google AdWords.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
51

Termine Definizione

Snippet del Script JavaScript da incollare (manualmente) nel codice del sito per installare Google
contenitore Tag Manager.
Esistono due parti di snippet:

• <script>
• <noscript>.

Il primo va inserito all'interno del tag <head>.

Il secondo è la gestione di un iframe attraverso il <noscript> e va inserito appena


dopo l'apertura del tag <body> . Il secondo viene utilizzato quando il JavaScript
risulta non funzionante o disabilitato.

Source o Sorgente di In Google Analytics, è la dimensione viene associata al medium (mezzo), indicando
traffico maggiori dettagli sulla provenienza del traffico verso un sito web (o app). Esempio:
- medium: referral / sorgente: dominio del sito referral (tagmanageritalia.it,
inrisalto.it ecc…).
- medium: organic / sorgente: dominio del motore di ricerca (google, bing, yahoo
ecc…) .
- medium: paid search (ricerca a pagamento) / sorgente: dominio del sistema PPC
(google, bing ecc…).

SPAM Comunicazione indesiderata e fastidiosa che solitamente avviene online, ad


esempio tramite email, SMS, social network. Anche alcuni tipi di Referral (vedi
definizione) in Google Analytics sono considerati SPAM.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
52

Termine Definizione

Suggeritore di Si tratta di una funzione all’interno di Google Tag Manager che permette di
Variabili selezionare le Variabili all’interno dei Tag HTML personalizzati e Variabili JavaScript,
semplicemente iniziando a inserire due parentesi graffe.

Tab errors La tab “Errors” nella sezione di Anteprima e Debug (Preview & Debug) ha lo scopo di
nell’anteprima debug mostrarti eventuali errori dei tag di tipo “predefinito” e, quindi, tutti quelli presenti
di GTM nella sezione Tag che puoi selezionare.

Tag Pezzo di codice (chiamato anche Snippet) che serve a inviare informazioni dal tuo
sito a strumenti di terze parti, come ad esempio Google Analytics, AdWords, ecc.…).

Tag assistant Estensione per Google Chrome che serve a verificare la presenza di Tag nelle pagine
di un sito web. Segnala anche eventuali malfunzionamenti. È un tool molto utile per
il Debug.

Tag di Cleanup Questa configurazione è presente su tutti i Tag di Google Tag Manager. In pratica
(Cleanup Tag) questo parametro identifica quale tag deve essere eseguito dopo dell'attivazione di
questo tag. Esiste anche il parametro che identifica il tag che si deve abilitare prima
di questo tag.
È possibile trovare questi valori su ► Impostazioni tag ► Sequenza tag ►Attiva un
tag prima dell'attivazione (tag di installazione) / Attiva un tag dopo l'attivazione (tag
di cleanup)

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
53

Termine Definizione

Tag di installazione Impostazione presente in qualsiasi tag nelle impostazioni avanzate. Identifica se
(Setup Tag) deve essere attivato un Tag prima dell'attivazione di questo Tag.

Tag di Remarketing Snippet di codice da aggiungere sul sito per implementare il Remarketing di
AdWords AdWords, ovvero una strategia che consente di mostrare nuovamente gli annunci
AdWords a chi ha già visitato il sito senza effettuare conversioni.

Lo trovi su ► Tag ► Configurazione Tag ► Remarketing AdWords.

Tag HTML Il Tag HTML Personalizzato è un tipo di tag presente in Google Tag Manager. È il tag
Personalizzato più dinamico in quanto è possibile inserire al suo interno qualsiasi codice HTML,
JavaScript o JSON-LD.

Tag Immagine Il tag Immagine Personalizzato è un tipo di tag che permette l'inserimento di
Personalizzato un'immagine. L'utilità è quella di inserire pixel che contengono degli url che
permetto di eseguire il tracciamento. Un esempio potrebbe essere l'inserimento di
una chiamata al protocollo di misurazione di Google Analytics o di un pixel di
qualche strumento di email marketing.

Tag Manager Injector Estensione per Google Chrome che serve ad iniettare lo snippet di GTM nei siti.
Ovviamente è valido solo nel browser.

Tag Predefiniti Template di Tag già presenti di default in Google Tag Manager. Facilitano
l'implementazione dei Tag più comuni e diminuiscono gli errori, fornendo un
modello già preimpostato.

Tawk.to Servizio di messaggistica online che permette di chattare con gli utenti, ed è
totalmente gratuito. È possibile personalizzare i messaggi con trigger che si attivano
a seconda del comportamento del visitatore sul sito.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
54

Termine Definizione

Test A/B e Conosciuti anche come Split Test, servono a comparare due versioni diverse di uno
Multivariati stesso elemento su un sito web, su una landing page, in una campagna Pay-per-
Click o una campagna di Email Marketing e vedere qual è la variante più efficace e
performante. Mentre i Test A/B confrontano un elemento per volta, i Test
Multivariati prendono in considerazione più elementi contemporaneamente.

https://www.tagmanageritalia.it/glossario-test-ab-test-multivariati/

Tipo di Contenitore Dopo aver creato un account Google Tag Manager, al momento di creare il
Contenitore, viene richiesto di scegliere il tipo di contenitore, che può essere:
- AMP
- App Android
- App iOS
- Web

TMS Acronico Tag Management System. Un TMS è un sistema di gestione dei tag di
marketing, ovvero stringhe di codice di programmazione utilizzate per
implementare software di terzi. Google Tag Manager è un esempio di TMS.

Tracciamento delle Per identificare il ritorno dell'investimento durante una strategia di advertising è
conversioni fondamentale tracciare le conversioni. In Google Tag Manager è presente il Tag per
il tracciamento di Conversione di Google AdWords.
Lo trovi su ► Tag ► Configurazione Tag ► Monitoraggio delle conversioni di
AdWords.

Tracking In italiano Tracciamento. Con Tracking si intende il monitoraggio, attraverso


strumenti e servizi di terze parti (Google Analytics, Facebook, Remarketing, ecc.),
dei dati relativi a determinate azioni che vengono eseguite in una pagina web (o
applicazione mobile) dagli utenti.

Transazione (GA) Funzione di Google Analytics che permette di tracciare le conversioni di un e-


commerce, in particolare in termine di acquisto.

Trigger Group In italiano “Gruppo Attivatore”. Si tratta di una nuova tipologia di Trigger lanciata
con un aggiornamento di Google Tag Manager di marzo 2019.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
55

Termine Definizione

UET Tag Helper Estensione ufficiale per Chrome che verifica il corretto funzionamento dei Tag di
Bing, come l'equivalente Tag Assistant di Google (vedi definizione).

Universal Analytics Versione successiva di Google Analytics "classico" con alcune funzioni in più come:
- Possibilità di tracciare dispositivi grazie alla SDK per iOS e Android;
- Identificazione univoca dell'utente cross-device tramite userID.
- Measurement Protocol per passare dati in Google Analytics attraverso HTTP.

URL Acronimo di Uniform Resource Locator. Si tratta di una stringa che definisce
l’indirizzo di una risorsa su internet.
Ad esempio, https://tagmanageritalia.it/glossario-url/
Una URL può essere formata da più parti: Protocollo, Dominio, Percorso, Query,
Fragment.

URL Shortener Gli URL Shortener sono dei tool online che consentono di comprimere gli URL in
modo da trasformare indirizzi web molto lunghi in link cortissimi. Tra gli URL
Shortener, il più utilizzato è Bit.ly (vedi definizione).

User ID (GA) Novità introdotta con Universal Analytics che permette di associare lo stesso utente
in modo univoco a più dispositivi per tracciarlo anche cross-device.

Variabile È uno dei pilastri di Google Tag Manager. La Variabile è l'elemento utilizzato
all'interno di Tag e Attivatori che contiene un valore mutabile a seconda del
contesto.
Esempio: la variabile document.title, che identifica appunto il titolo di una pagina,
muterà in base alla pagina in cui si trova.
Nello specifico:
- dentro gli attivatori, le variabili servono da "filtri" per specificare quando
l'attivatore deve essere eseguito.
Esempio: esegui quando Page Path corrisponde a /prodotto/.
- dentro i tag, le variabili servono a passare valori dinamici

Le variabili possono essere integrate oppure personalizzate.

Variabile "Container Variabile integrata in GTM che inserisce il valore dell'ID Contenitore (vedi
ID" definizione). Esempio: GTM-XXXXXXX.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
56

Termine Definizione

Variabile "Container Variabile integrata in GTM che inserisce il valore della Versione (vedi definizione) di
Version" pubblicazione. Esempio: QUICK_PREVIEW, se siamo nella modalità anteprima.

Variabile "Debug Variabile integrata in GTM che identifica se l'utente è o meno in Modalità
Mode" Anteprima (vedi Definizione). Il valore può essere quindi True o False.

Variabile "Error Line" Variabile integrata in GTM che identifica il numero di linea di codice in cui è
contenuto l'errore.

Variabile "Error Variabile integrata in GTM che contiene il messaggio di errore restituito dal
Message" JavaScript Error Trigger.

Variabile "Error URL" Variabile integrata in GTM che estrapola l'URL in cui è venuto l'errore.

Variabile "Form Variabile integrata in GTM, utilizzata per tracciare i moduli, che identifica il nome
Classes" dell'attributo CSS associato al form.

Variabile "Form Variabile integrata in GTM, utilizzata per tracciare i moduli, che identifica il nome
Element" dell'elemento associato al form.

Variabile "Form ID" Variabile integrata in GTM, utilizzata per tracciare i moduli, che identifica il nome
dell'attributo ID associato al form.

Variabile "Form Variabile integrata in GTM, utilizzata per tracciare i moduli, che identifica il nome
Target" dell'attributo target del form.

Variabile "Form Text" Variabile integrata in GTM, utilizzata per tracciare i moduli, che identifica il Text
Content del form.

Variabile "Form URL" Variabile integrata in GTM, utilizzata per tracciare i moduli, che identifica il valore
dell'href del submit del form.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
57

Termine Definizione

Variabile "HTTP Tipo di variabile integrata che contiene il valore del referrer, ovvero della sorgente
Referrer" URL di provenienza dell'utente.

Variabile "Hystory Variabile integrata in GTM che contiene la descrizione dell'evento che ha iniziato il
Source" cambio della cronologia.

Variabile "ID For Variabile integrata nei contenitori App. Identifica L'Advertising ID.
Advertising"

Variabile "Linguaggio" Variabile integrata nei contenitori App. Il valore è a due cifre e rappresenta lo user-
set device language.

Variabile "New Variabile integrata in GTM che restituisce un elemento gtm.oldUrlFragment


History State" contenuto nel dataLayer. Identifica l'oggetto che contiene il nuovo stato della
cronologia.

Variabile "New Variabile integrata in GTM che restituisce un elemento gtm.newUrlFragment


Hystory Fragment" contenuto nel dataLayer. Indica il frammento di URL dopo l'evento cronologia.

Variabile "Old History Variabile integrata in GTM che restituisce un elemento gtm.newUrlFragment
Fragment" contenuto nel dataLayer. Indica il frammento di URL prima dell'evento cronologia.

Variabile "Old History Variabile integrata in GTM che restituisce un elemento gtm.oldUrlFragment
State" contenuto nel dataLayer. Identifica l'oggetto che contiene il vecchio stato della
cronologia.

Variabile “On-Screen Variabile integrata che permette di visualizzare il tempo che un elemento è rimasto
Duration” visibile sulla schermata del browser.

Variabile "Page Variabile integrata in GTM che inserisce il valore dell'Host, ad esempio:
Hostname" https://www.tagmanageritalia.it/

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
58

Termine Definizione

Variabile "Page Path" Variabile integrata in GTM che inserisce il valore del percorso della pagina senza
Hostname, ad esempio: /glossario-url/

Variabile "Page URL" Variabile integrata in GTM che inserisce il valore completo dell'URL (vedi
definizione), ad esempio: http://www.tagmanageritalia.it/glossario-url/

Variabile Variabile integrata per i contenitori di tipo App. Il valore identifica la piattaforma (es
"Piattaforma" Android).

Variabile "Random Variabile integrata in GTM che inserisce un valore numerico casuale nell'ordine fra 0
Number" (Numero e 2147483647.
Casuale)
Potrebbe essere utile per esempio nel caso in cui vogliamo attivare un tag ogni dieci
visitatori, allora potremmo mettere la regola {{Random Number}} finisce con 1.

Variabile "Referrer" Variabile integrata in GTM che inserisce il valore completo dell'URL della pagina
visitata precedentemente. Ci dice quindi da dove proveniva l'utente prima di
visitare la pagina corrente. V. anche Referral.

Variabile Variabile integrata che registra la percentuale di scorrimento a cui è un utente su


“Scroll Depth una pagina.
Threshold”

Variabile “Scroll Variabile integrata che registra i pixel di scorrimento a cui è un utente su una
Depth Units” pagina.

Variabile “Scroll Variabile integrata che registra la direzione di scorrimento dell’utente su una
Direction” pagina. Il valore di questa variabile può essere verticale o orizzontale.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
59

Termine Definizione

Variabile "Tabella di Tipo di variabile personalizzata che in base ad una variabile di input restituisce un
Ricerca" output.

Variabile "Tabella Tipo di variabile personalizzata che in base ad una variabile di input restituisce un
delle espressioni output. Simile alla tabella di ricerca ma con la particolarità che è possibile utilizzare i
regolari" pattern delle espressioni regolari. Esistono dei flag che cambiano le modalità di
funzionamento dei pattern.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
60

Termine Definizione

Variabile "Versione Variabile integrata per i contenitori di tipo App. Il valore identifica il sistema
del sistema operativo operativo installato nel device.

Variabile "Video Variabile integrata che identifica il secondo dove l’utente si trova quando è stato
Current Time" scatenato l’evento.

Variabile "Video Variabile integrata in GTM che determina la durata del video in secondi.
Duration"

Variabile "Video Variabile integrata in GTM che identifica la percentuale di avanzamento del video al
Percent" momento dell’attivazione dell’evento.

Variabile Variabile integrata in GTM che specifica la piattaforma all’interno della quale si
stanno tracciando i video. Per ora l’unica piattaforma supportata da GTM è
"Video Provider" YouTube.

Variabile Variabile integrata in GTM che specifica lo status del video nel momento in cui ha
"Video Status" scatenato un evento di tipo “Video YouTube”.

I valori dello status saranno in base alla configurazione dell’attivatore “Video


YouTube”.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
61

Termine Definizione

Variabile Variabile integrata in GTM che specifica il titolo del video visualizzato dall’utente.
"Video Title"

Variabile "Video URL" Variabile integrata che specifica l’URL originale del video.

Variabile "Video Variabile integrata in GTM che può avere valore true o false a seconda se il video
Visible" fosse visibile all’interno della pagina web al momento di attivazione dell’evento.

Variabile Variabile integrata che permette di visualizzare la percentuale visibile di un


“Percent Visible” determinato elemento.

Variabile di Livello La variabile a Livello di dati rappresenta una variabile che preleva i dati
dati direttamente dal dataLayer. Basterà inserire il nome della variabile per dare modo a
Google Tag Manager di gestire il valore.

Variabile Variabile integrata in GTM che inserisce il valore dell'Ambiente (vedi definizione) sul
Environment quale Google Tag Manager sta funzionando.
Name/Nome
Ambiente

Variabile HTML ID Variabile integrata in GTM che inserisce il valore del Tag HTML Personalizzato (vedi
Definizione).

Variabile Variabile Integrata di GTM che permette di impostare le configurazioni del tag di
Impostazioni di Google Analytics. In questo modo sarà possibile cambiare velocemente le
Google Analytics configurazioni dei vari Tag direttamente dalla variabile invece di farlo su ogni
singolo tag.

Approfondimento ► https://www.tagmanageritalia.it/guida-base-variabile-google-
analytics-google-tag-manager/

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
62

Termine Definizione

Variabile integrata Variabile già presente in Google Tag Manager che contiene dei valori predefiniti
impostati di default in Google Tag Manager. Prima di essere utilizzate, tuttavia,
vanno abilitate spuntandole nell'apposita sezione. I tipi di Variabili già presenti sono:

- Pagina
- Utilità
- Errori
- Clic
- Moduli
- Cronologia
- Video

Variabile JavaScript È un tipo di variabile che puoi selezionare nell'utilizzo di variabili personalizzate. Nel
dettaglio questa variabile prende il valore di variabili di tipo global JavaScript.
Solitamente vengono usate variabili per il titolo della pagina come ad esempio
document.title.

Variabile JavaScript La variabile JavaScript è una delle variabili più potenti su Google Tag Manager. In
Personalizzata pratica è possibile inserire una funzione JavaScript e di fatto eseguire qualsiasi
istruzione JavaScript. La variabile si aspetta sempre un valore di ritorno. Un esempio
potrebbe essere il se il device è mobile oppure la grandezza dello schermo ecc.

Variabile Integrata Le variabili Video puoi abilitarle all’interno della sezione “Variabili integrate”.In
Video questo modo potrai tracciare il comportamento dell’utente durante la
visualizzazione di un video.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
63

Termine Definizione

Variabile URL Variabile integrata di Google Tag Manager che contiene l'URL completo. È possibile
estrapolare scegliendo il tipo di componente:
- URL completo :
https://www.tagmanageritalia.it/newsletter/:8080?id=123&val=abc#thanks
- Protocollo: https
- Host Name: www.tagmanageritalia.it
- Porta: 8080
- Path: /newsletter/
- Query: se impostato id il valore sarà 123
- Frammento: thanks

Per maggiori informazioni https://www.tagmanageritalia.it/glossario-url/

Variabile Versione Variabile integrata per i contenitori di tipo app. Identifica il valore della versione
SDK dell'SDK.

Vendite DoubleClick Vendite DoubleClick Floodlight è un tag predefinito che permette di tracciare le
Floodlight vendite e quanti articoli l'utente ha acquistato.
Maggiori dettagli qui ► https://support.google.com/dcm/partner/answer/2823375

Vendor Tag Template È la modalità in cui è possibile richiedere a GTM di creare un tag predefinito per
Program un'app.
Maggiori dettagli qui ►
https://developers.google.com/tag-manager/program/

Versione È una "fotografia" del contenitore e del suo stato in un determinato momento (Tag,
Attivatori e Variabili e del loro settaggio compresi) e può essere recuperato in
qualsiasi momento.
Grazie alle versioni puoi quindi compiere un roll-back e tornare a uno stato
precedente. Questo è molto utile nel caso in cui tu abbia fatto un errore e voglia
eliminare delle modifiche fatte.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
64

Termine Definizione

Vimeo È un servizio che ti permette di fare l’upload di video online, uno dei maggiori
competitor di YouTube.

Virtual Page (GA) Hit di pagina (pageview) che non sono presenti realmente nel sito e che vengono
inviati a Google Analytics.

Vista (GA) Interfaccia personalizzabile su Google Analytics che ti permette di accedere a


rapporti e strumenti di analisi diversi. Si possono impostare filtri, utenti autorizzati,
obiettivi, raggruppamenti di canali, eccetera.

Visual Website Anche abbreviato in VWO, è uno strumento di web marketing che permette di
Optimizer ottimizzare le campagne, le pagine e i contenuti del tuo sito web. Offre la possibilità
di creare Heatmaps, segmentare utenti, effettuare Test A/B e molto altro.

Voice search La voice search (o vocal search) permette agli utenti di interrogare il motore di
ricerca utilizzando la propria voce, senza dover digitare la query.

WhatsApp WhatsApp è un’applicazione di messaggistica istantanea gratuita, utilizzabile da


chiunque possieda uno smartphone e un account Play Store o App Store.

WooCommerce WooCommerce è un plugin per il CMS WordPress che permette di gestire portali e-
commerce.

Wordpress Uno dei più diffusi CMS open source. Permette di gestire i contenuti di un sito web
anche a chi non è un programmatore esperto. È infatti molto semplice
personalizzare la grafica: sono disponibili migliaia di temi (gratuiti e a pagamento) e
plugin.

Yandex Metrica Tool per l’analisi qualitativa e quantitativa di Yandex. Similmente a HotJar (vedi
definizione) permette di analizzare il comportamento degli utenti su un sito web,
tramite Heatmaps, Scroll Maps, Link Maps, Form Analysis, Registrazione delle
sessioni, e altro.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
65

Termine Definizione

Zapier Zapier è uno strumento di automazione che ti permette di integrare più di 1000 app
per creare task ripetitivi senza aver bisogno di programmare o l’aiuto di uno
sviluppatore.

Zone Contenitore Feature presente all’interno della versione a pagamento di Google Tag Manager
(360). Permette a un contenitore principale, di collegare contenitori aggiuntivi
all’interno della stessa pagina.

I Tag, Attivatori e Variabili dei contenitori rimarranno separati tra loro, ma


condivideranno il Data Layer.

Quando la pagina viene caricata, ogni contenitore che è dentro la zona si attiva
assieme al contenitore principale.

Zopim Live Chat Software di chat installabile su qualsiasi sito web.

Questo contenuto è protetto da copyright e riservato esclusivamente ai membri del Club Tag Manager Italia.
La copia e la riproduzione anche parziali ed effettuate con qualsiasi mezzo, sono vietate salvo espressa autorizzazione dell’Autore.
https://club.tagmanageritalia.it