Sei sulla pagina 1di 12

OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE

GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

VERSIONE CON RISPOSTE PER LA GIURIA

PRIMA PROVA CRUCIVERBA (prova a squadre):


Ogni gruppo deve compilare soltanto il cruciverba “grande” (gli altri servono per il lavoro
dei ragazzi durante la prova).
Si parte da 25 punti.
Per ogni risposta sbagliata o non data si tolgono 0,5 punti.
La prova dura un massimo di 45 minuti.

SECONDA PROVA Neuroanatomia (prova individuale):


5 tavole con 10 regioni da nominare. Nomi e funzioni dovranno essere scritti in italiano.
Potranno essere usati sinonimi, purché appropriati (esempio: nucleo abenulare = abenula).
Si parte da 25 punti.
Per ogni risposta sbagliata o non data si tolgono 0,5 punti.
La prova dura un massimo di 20 minuti.

TERZA PROVA Diagnosi di malattie (prova individuale):


Ogni diagnosi corretta vale 2 punti. Il punteggio massimo totalizzabile è 10.
Non si tolgono punti per le risposte sbagliate o non date.
La prova dura un massimo di 10 minuti.

QUARTA PROVA Domande a scelta multipla (prova individuale):


Si parte da un massimo di 30 punti.
Per ogni risposta sbagliata o non data si tolgono 0,5 punti.
La prova dura un massimo di 15 minuti.

QUINTA PROVA DOMANDE A RISPOSTA DIRETTA (prova per i primi cinque classificati*):
5 domande orali. I concorrenti scrivono le risposte su una lavagnetta.
Ogni risposta corretta vale 1 punto. Non si tolgono punti per le risposte sbagliate o
non date.
In caso di parimerito si sottopongono altre domande a risposta diretta fino alla definizione
del vincitore. Alla prima risposta sbagliata il concorrente viene eliminato.

*In caso di ex-aequo sul 5° posto, varrà, in ordine:


1) il maggior punteggio ottenuto nelle domande a scelta multipla (IV prova),
2) il maggior punteggio ottenuto nelle tavole di anatomia (II prova),
3) il maggior punteggio ottenuto nel cruciverba (I prova).
1 2 4 5 6 7 8 9 10 11 12
A T 3O A L G E S I A D A M I N A S S
13 15
M 14A R T E L L O D I I C B E
16 17 19
R E T L C 18O R A E E R R
20 21 22 23 24
B A I B A S T O N C E L L I O B O L
25 26
C O C L E A F C O I N C T
27 28 29 30 31 32 33
NN O F T E T E L E N C E F A L O
34 35 36 37 38 39 40
O A M O A M O R F I N A D E E N C
41 42 43 44 45
P I A I P E R A L G E S I A D G I R O I R
46 47 48
D S I N A S S L O L F A N
49 50 51 52
E P I F I S I M I P O R P A D
53 54 55 56 57
S C H MO T A F A S I A A E
58 59 60 61 62 63
I N C U D I N E A O O M I G N G C N
CRUCIVERBA (prova a squadre)

64 65 66
O E E C C S C V E N T L D
67 68 69
G R A N R I I A N A L G E S I A R
70 71 72 74
MA N B T P 73O N G R A L T I
75 76 77 78
N E U R O T R O F I N A O L F F T
79 80
A T R A E P A R I E T A L E
I PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
I PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

DEFINIZIONI ORIZZONTALI

2 Prima e ultima nel talamo 47 La prima metà dell’assone


4 La sensazione del dolore 48 All’inizio del primo nervo cranico
8 La seconda metà di anfetamina 49 Ghiandola dietro il terzo ventricolo che produce
melatonina
11 Scissura Silviana
50 All’inizio della ghiandola sotto l’ipotalamo
13 Uno dei piccoli ossicini dell’orecchio medio,
attaccato alla membrana timpanica e dalla forma 51 All’inizio del padiglione
caratteristica
53 All’inzio del nome dello scienziato che indica
16 La prima metà della retina le cellule che formano la guaina mielinica degli
assoni periferici
17 All’inizio del nome dello scienziato che ha dato
il nome all’organo recettoriale dell’udito 54 All’inizio del motoneurone
20 Brodman Area 55 Incapacità di comprendere e/o produrre gli
elementi del linguaggio
21 I recettori della vista, senza colori
58 Piccolo osso dell’orecchio medio, dalla forma
24 Lobo al rovescio caratteristica
25 Componente dell’orecchio interno, contenente la 61 Delimitano il primo nervo cranico
linfa
62 All’inizio della migrazione
26 All’inizio e alla fine del cervelletto
63 Golgi Camillo
27 Doppie nel sonno
64 Corpo Calloso
29 Limitano il trocleare
65 Sinapsi Centrale
30 La parte dell’encefalo che comprende gli emisferi
cerebrali 66 All’inizio dei ventricoli
34 Alla fine del talamo 67 All’inizio del granulare
36 Alcaloide vegetale che conferisce all’oppio le 68 Assenza della normale sensazione di dolore.
sue proprietà analgesiche
70 Così cominciano le manie
38 Così comincia la depressione
72 All’inizio del ponte
39 All’inizio delle encefaline
74 Lo sono i toni rilevati nella parte iniziale della
41 La meninge più vicina al cervello coclea
42 Aumentata percezione del dolore 75 Fattore trofico neuronale
44 Sinonimo di circonvoluzione 79 Limitano le amacrine
45 Le prime nell’iride 80 Lobo dietro al solco centrale
46 Così cominciano le sinapsi
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
I PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

DEFINIZIONI VERTICALI

1 All’inizio delle amacrine 34 Così finiscono le sinapsi


2 Numero delle branche del trigemino 35 Lo scienziato il cui nome indica recettori cutanei
superficiali
3 Secondo nervo cranico
35 All’inizio del mesencefalo
4 All’inizio del ballismo, ma senza la prima
37 Ormone peptidico che stimola le contrazioni
5 Alla fine del diencefalo uterine
6 Così comincia l’adattamento 40 Prime nel cristallino
7 La regione del cervello che comprende il talamo 43 Motoneurone che innerva le fibre muscolari
e l’ipotalamo intrafusali
9 Avvolgimento membranoso che ricopre l’assone 44 Giro frontale
dei neuroni
51 All’inizio dello scienziato che ha dato il nome a
10 Nucleo Caudato meccanocettori del derma profondo
12 Neurotrasmettitore derivato dall’amminoacido 52 Prolungamento neuronale dotato di spine
triptofano
55 Alla fine del putamen
14 Una delle tre membrane che avvolgono il
cervello, tra dura madre e pia madre 56 All’inizio della agorafobia
15 Lo scienziato che ha descritto una famosa afasia 57 Così cominciano gli interneuroni
motoria
59 Porzione trasparente anteriore dell’occhio
18 In mezzo ai lobi
60 All’inizio dei dendriti
19 Gruppo di neuroni nella linea mediana del tronco
encefalico che proiettano in maniera diffusa a 63 Le cellule di supporto associate ai neuroni
tutto il sistema nervoso centrale 64 All’inizio della citoarchitettonica
22 Così finiscono i ventricoli 66 Decimo nervo cranico
23 Stato di bilancio energetico alterato, in 67 All’inizio dei gangli
cui fallisce l’assorbimento di energia con
conseguente perdita di tessuto grasso. 69 I motoneuroni più grandi
28 Fascio di fibre nervose a forma di “C” che mette 71 All’inizio del bottone (sinaptico)
in comunione l’ippocampo con i corpi mammillari 72 La meninge più sottile
29 La prima parte del talamo 73 Alla fine del neurone
30 All’inizio del trigemino 76 All’inizio e alla fine dello scienziato il cui nome
31 Oppioide endogeno con azione simile alla indica lo spazio tra due blocchi consecutivi di
morfina mielina
32 All’inizio dei feromoni 77 Lobo Parietale
33 All’inizio di lenticolare 78 Formazione Reticolare
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
II PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

NEUROANATOMIA 1

CIRCONVOLUZIONE
POSTCENTRALE
SOLCO
PRECENTRALE SOLCO
POSTCENTRALE

SOLCO FRONTALE
INFERIORE
LOBULO PARIETALE
SUPERIORE

LOBULO PARIETALE
INFERIORE

GIRO FRONTALE
INFERIORE SOLCO OCCIPITALE
TRASVERSO

CIRCONVOLUZIONE CIRCONVOLUZIONE
TEMPORALE TEMPORALE
MEDIA INFERIORE
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
II PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

NEUROANATOMIA 2

GHIANDOLA
PINEALE

LOBULO
precuneo
PARACENTRALE
CORPO CALLOSO

cuneo

SCISSURA
CALCARINA

CERVELLETTO
TALAMO

LAMINA
BULBO
QUADRIGEMINA
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
II PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

NEUROANATOMIA 3

PUTAMEN
INSULA

NUCLEO CAUDATO

VENTRICOLO
LATERALE

SETTO
PELLUCIDO

CAPSULA INTERNA

CLAUSTRO

CHIASMA OTTICO

CAPSULA ESTERNA AMIGDALA


OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
II PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

NEUROANATOMIA 4

NUCLEO CAUDATO

CLAUSTRO

VENTRICOLO PUTAMEN
LATERALE

INSULA

TALAMO
GLOBO
PALLIDO

NUCLEO CAUDATO

PLESSO COROIDEO

SCISSURA
CALCARINA
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
II PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

NEUROANATOMIA 5

n. OCULOMOTORIO
(III)

PONTE

n. VESTIBOLO-
COCLEARE (VIII)
n. GLOSSOFARINGEO
(IX)

N. FACIALE (VII)

n. VAGO (X)
OLIVA INFERIORE

FASCICOLO
LATERALE
n. IPOGLOSSO (XII)

n. ACCESSORIO (XI)
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
III PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

DIAGNOSI DI MALATTIE

Quale condizione patologica è caratterizzata dai seguenti sintomi:


esordio nell’infanzia, tic motori , ripetizione di parole, propensione alla attività
indagativa e alla ritmica musicale, rapida eleaborazione delle informazioni
Malattia di Parkinson
Epilessia
Ictus
Schizofrenia
Sindrome di Tourette X

Quale condizione patologica è caratterizzata dai seguenti sintomi:


vomito, rigidità del collo o delle spalle, formicolio o intorpidimento delle
estremità, diminuzione del livello di concentrazione, aura
Malattia di Parkinson
Depressione
Emicrania X
Dolore cronico
Schizofrenia

Quale condizione patologica è caratterizzata dai seguenti sintomi:


disturbi dell’affettività, perdita di contatto con la realtà, demenza,
comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico, disfunzione
sociale e lavorativa
Malattia di Alzheimer
Emicrania
Schizofrenia X
Autismo
Sindrome di Tourette

Quale condizione patologica è caratterizzata dai seguenti sintomi:


esordio precocissimo, carenza di interesse e reciprocità relazionale, dialogo
con personaggi inventati, autolesionismo, ansietà
Autismo X
Schizofrenia
Epilessia
Depressione
Dipendenza da droghe

Quale fra questi sintomi non è caratteristico della dipendenza da alcol?


Ansia
Depressione
Incapacità a svolgere lavori complessi
Emiparesi X
Insonnia
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
IV PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014

DOMANDE A SCELTA MULTIPLA • V o F

I potenziali d’azione:
Nascono e si esauriscono molto velocemente V
Sono impulsi elettrici che viaggiano lungo le fibre nervose V
Sono dovuti alla presenza di canali ionici V
I dendriti:
Integrano l'informazione F
Sono molto numerosi nelle cellule di Purkinje V
Possono cambiare forma creando nuove connessioni V
Il recettore AMPA:
Lega il glucosio F
È un recettore metabotropico F
Agisce lentamente F
Il cortisolo:
Innalza il livello ematico degli zuccheri V
È prodotto dalla corteccia cerebrale F
È responsabile di alcune risposte allo stress V
Le citochine:
Sono organelli intracellulari che trasportano i mitocondri verso le sinapsi F
Sono molecole proteiche V
Contribuiscono alle difese dell'organismo V
L’azione immunitaria del cervello può essere soppressa:
Dal sistema endocrino V
In risposta alla lesione di un tessuto F
Da alcune parti del cervello stesso V
Il ciclo sonno-veglia:
È un ritmo circadiano V
È esogeno, perchè dipende dall'alternanza del buio e della luce F
È controllato anche dall'ipotalamo V
Le reti neurali artificiali:
Non possono essere utilizzate per studiare processi come apprendimento e memoria F
Possono essere utilizzate su computer digitali convenzionali V
Possono essere costruite a strati V
Durante una crisi epilettica:
Si possono perdere le urine V
I neuroni riducono drasticamente la propria attività F
Non si perde mai conoscenza F
Le malattie genetiche del sistema nervoso:
Si manifestano sempre precocemente nell’infanzia F
Possono essere individuate con indagini prenatali V
Sono rapidamente mortali F
OLIMPIADI ITALIANE DELLE NEUROSCIENZE
V PROVA GARE NAZIONALI • 12 APRILE 2014
STUDENTE
NOME COGNOME REGIONE

DOMANDE A RISPOSTA DIRETTA


SI/NO
Malattia neuroinfiammatoria che si manifesta,
1 inizialmente, con periodi di malattia e remissioni
sclerosi multipla

Periodo in cui si forma un numero esuberante di


2 connessioni
critico

Credevano di poter studiare il cervello dai bernoccoli


3 sul cranio
FRENOLOGI

Struttura del lobo temporale importante per la


4 memoria
ippocampo

Parte del sistema nervoso che media le risposte allo


5 stress
(orto)simpatico


TOTALE SI ______

DOMANDE A RISPOSTA DIRETTA PER SPAREGGI

Malattia genetica neurodegenerativa associata a


1 movimenti involontari
malattia di Huntington

2 Sinonimo di memoria a breve termine (memoria) di lavoro

3 Molecole che si attivano velocemente in risposta a un danno citochine


Precoce struttura embrionale da cui derivano cervello e
4 midollo spinale
placca neurale
Artificiali, possono essere usate per studiare apprendi-
5 mento e memoria
reti neurali

6 è cruciale per i movimenti abili e l’apprendimento motorio cervelletto

7 Stadio del sonno con movimenti oculari rapidi REM

8 Attaccamento che si sviluppa fra neonato e madre imprinting

9 Degenera nel morbo di Parkinson substantia nigra


Può manifestarsi con improvvisa debolezza in una metà
10 del corpo
ictus / stroke