Sei sulla pagina 1di 1

CN0511@026-027.

qxd 4-11-2005 16:16 Pagina 26

NEWS CIBO E DINTORNI a cura di FRANCO TRAVAGLINI

Tra dieci anni la spesa consumi familiari. Si prevede meno


per il tempo libero spesa alimentare e investimenti mag-
superer quella alimentare giori per tempo libero e comunicazione.
Se attualmente i consumi alimentari do- Nel 2015 al secondo posto, tra le voci
mestici incidono per il 15%, costituendo di spesa di una famiglia, troveremo
la seconda voce della spesa familiare, la spesa per alberghi, ristoranti e viaggi
nel 2015 si prevede un sorpasso stori- e solo al terzo, ormai raggiunte dalle
co che porter al secondo posto la spe- spese di trasporto e comunicazione
sa per alberghi, ristoranti e viaggi (12%), quelle relative ai consumi ali-
(14%). quanto emerso dallo studio mentari (12%). Con affitto, luce, gas,
Scenari e sfide globali per lagroali- acqua che sfioreranno (23%) quasi un
mentare italiano per i prossimi 10 quarto del totale. Il numero dei punti
anni presentato nel corso del Forum vendita alimentari da qui al 2015 regi-
Alimentare 2005 organizzato da Fede- strer un calo del 4,9%, passando da
ralimentare. Lo studio evidenzia che il 215.200 a 204.600: con un vero e pro-
settore agroalimentare si trover di prio crollo dei punti vendita di tipo tra-
fronte a una grande scommessa fatta dizionale e una lieve crescita di quelli
dincognite e di opportunit. Cruciali sa- pi moderni, come gli ipermercati, che
ranno i mutamenti della struttura dei passeranno da 23.800 a 26.100.

Spazi riservati
ai prodotti tipici locali
nei supermercati
La Commissione Agricoltura, nel corso
dellesame dei provvedimenti straordi-
nari per lagricoltura, ha approvato un
emendamento che prevede che le re-
gioni stabiliscano, per le grandi struttu-
re di vendita e per i centri commerciali
in cui si vendono prodotti agricoli e
agroalimentari, una percentuale minima
della superficie di vendita del settore
alimentare da destinare esclusivamen-
te a prodotti agricoli e agroalimentari di
provenienza regionale.
In attesa delle decisioni delle singole
regioni, la percentuale minima stabili-
La maggioranza ta nella misura del 20%. Pochi giorni do- Lindustria del tabacco
degli imprenditori agricoli po, lAutorit garante della concorrenza ha favorito i pesticidi
italiani contraria agli Ogm e del mercato, ha inviato un parere alla in agricoltura
LEurisko, per conto di Confagricoltura, Camera e al Governo con il quale au- Secondo uno studio di ricercatori del-
ha condotto una ricerca sugli orienta- spica leliminazione di questa norma lUniversit della California di San Fran-
menti delle imprese agricole commer- dal decreto legge in quanto contraria al- cisco, presentato on-line sul sito di
ciali italiane con un fatturato uguale la libera concorrenza. environmental health perspectives e
o superiore a 48.000 euro in tema di sulla stessa rivista, lindustria del ta-
impiego in agricoltura degli Ogm. bacco ha coordinato campagne trasver-
Il 97% degli imprenditori agricoli intervi- sali allo scopo di ritardare e indebolire i
stati si dichiarato al corrente della regolamenti nazionali e internazionali
problematica degli Ogm, ma solo una sulluso dei pesticidi.
minoranza (15%) si ritenuta sufficien- Basandosi sullanalisi di documenti
temente informata. interni alle aziende, larticolo mette in
Da un punto di vista generale, il 44% luce le prove che lindustria del tabacco
degli imprenditori agricoli contrario al- ha - tra le altre cose - assunto alcuni
le colture biotech, il 36% favorevole e scienziati affinch intervenissero nelle
il 21% incerto. decisioni dellAgenzia di Protezione Am-
Sul futuro ruolo degli organismi geneti- bientale (EPA) degli Stati Uniti e ha in-
camente modificati in Italia e nel mon- caricato un consulente di influenzare le
do, la possibilit di coltivarli nel nostro delibere dellOrganizzazione Mondiale
Paese ha trovato favorevoli il 41% degli della Sanit sulla regolamentazione dei
imprenditori agricoli, di opinione contra- pesticidi senza rivelare i suoi legami
ria il 44% e incerto il 16%. con lindustria.

26 CUCINA NATURALE DICEMBRE 2005