Sei sulla pagina 1di 32

B U R N E R S

BRULEURS
B R E N N E R
QUEMADORES
B R U C I AT O R I

MANUALE DI
! INSTALLAZIONE
! USO
! MANUTENZIONE
BRUCIATORI DI GASOLIO

PG30
PG70
PG90

PG60
PG80
PG91

VERSIONI BISTADIO
M03965AA Rev.00 07/97

AVVERTENZE

Pag. 2

PARTE I: INSTALLAZIONE

Pag. 4

PARTE II: USO

Pag. 13

PARTE III:MANUTENZIONE

Pag. 15

APPENDICI

Pag. 24

Conforme direttive

EMC 89/336/CEE
LV 73/23/CEE

AVVERTENZE
- IL MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE COSTITUISCE PARTE INTEGRANTE ED ESSENZIALE
DEL PRODOTTO E DEVE ESSERE CONSEGNATO ALL'UTILIZZATORE.
- LE AVVERTENZE CONTENUTE IN QUESTO CAPITOLO SONO DEDICATE SIA ALL'UTILIZZATORE CHE AL PERSONALE CHE CURERA' L'INSTALLAZIONE E LA MANUTENZIONE DEL PRODOTTO.
- L'UTILIZZATORE TROVERA' ULTERIORI INFORMAZIONI SUL FUNZIONAMENTO E SULLE LIMITAZIONI D'USO
NELLA 2 PARTE DI QUESTO MANUALE CHE RACCOMANDIAMO DI LEGGERE CON ATTENZIONE.
- CONSERVARE CON CURA IL LIBRETTO PER OGNI ULTERIORE CONSULTAZIONE.

1) AVVERTENZE GENERALI
Linstallazione deve essere effettuata in ottemperanza alle
norme vigenti, secondo le istruzioni del costruttore e da
personale professionalmente qualificato.
Per personale professionalmente qualificato si intende quello
avente competenza tecnica nel settore di applicazione
dell'apparecchio (civile o industriale) e in particolare, i centri
assistenza autorizzati dal costruttore.
Unerrata installazione pu causare danni a persone, animali
o cose, per i quali il costruttore non responsabile.
* Dopo aver tolto ogni imballaggio assicurarsi dellintegrit del
contenuto.
In caso di dubbio non utilizzare lapparecchio e rivolgersi al
fornitore.
Gli elementi dellimballaggio (gabbia di legno, chiodi, graffe,
sacchetti di plastica, polistirolo espanso, ecc.) non devono
essere lasciati alla portata dei bambini in quanto potenziali
fonti di pericolo.
* Prima di effettuare qualsiasi operazione di pulizia o di
manutenzione, disinserire lapparecchio dalla rete di
alimentazione agendo sullinterruttore dellimpianto e/o
attraverso gli appositi organi di intercettazione.
* Non ostruire le griglie di aspirazione o di dissipazione.
* In caso di guasto e/o di cattivo funzionamento
dellapparecchio, disattivarlo, astenendosi da qualsiasi
tentativo di riparazione o di intervento diretto.
Rivolgersi esclusivamente a personale professionalmente
qualificato.
Leventuale riparazione dei prodotti dovr essere effettuata
solamente da un centro di assistenza autorizzato dalla casa
costruttrice utilizzando esclusivamente ricambi originali.
Il mancato rispetto di quanto sopra pu compromettere la
sicurezza dellapparecchio.
Per garantire lefficienza dellapparecchio e per il suo corretto
funzionamento indispensabile :
fare effettuare, da personale professionalmente qualificato la
manutenzione periodica attenendosi alle indicazioni del
costruttore.
* Allorch si decida di non utilizzare pi lapparecchio, si
dovranno rendere innocue quelle parti suscettibili di causare
potenziali fonti di pericolo.
* Se lapparecchio dovesse essere venduto o trasferito ad un
altro proprietario se si dovesse traslocare e lasciare
lapparecchio, assicurarsi sempre che il libretto accompagni
lapparecchio in modo che possa essere consultato dal nuovo
proprietario e/o dallinstallatore.
* Per tutti gli apparecchi con optionals o kit (compresi quelli
elettrici) si dovranno utilizzare solo accessori originali.
* Questo apparecchio dovr essere destinato alluso per il
quale stato espressamente previsto. Ogni altro uso da
considerarsi improprio e quindi pericoloso.
E' esclusa qualsiasi responsabilit contrattuale ed
extracontrattuale del costruttore per i danni causati da errori
nellinstallazione e nelluso, e comunque da inosservanza
delle istruzioni date dal costruttore stesso.

2) AVVERTENZE PARTICOLARI PER BRUCIATORI


* Il bruciatore deve essere installato in locale adatto con
aperture minime di ventilazione secondo quanto prescritto
dalle norme vigenti e comunque sufficienti ad ottenere una
perfetta combustione.
* Devono essere utilizzati solo bruciatori costruiti secondo le
norme vigenti.
* Questo bruciatore dovr essere destinato solo alluso per il
quale stato espressamente previsto.
* Prima di collegare il bruciatore accertarsi che i dati di targa
siano corrispondenti a quelli della rete di alimentazione
(elettrica, gas, gasolio o altro combustibile).
* Non toccare parti calde del bruciatore. Queste,
normalmente situate in vicinanza della fiamma e
delleventuale sistema di preriscaldamento del combustibile,
diventano calde durante il funzionamento e permangono tali
anche dopo un arresto non prolungato del bruciatore.
* Allorch si decida di non utilizzare in via definitiva il
bruciatore, si dovranno far effettuare da personale
professionalmente qualificato le seguenti operazioni :
a) Disinserire lalimentazione elettrica staccando il cavo di
alimentazione dallinterruttore generale.
b) Chiudere lalimentazione del combustibile attraverso la
valvola manuale di intercettazione asportando i volantini di
comando dalla loro sede.
Avvertenze particolari
* Accertarsi che chi ha eseguito linstallazione del bruciatore
lo abbia fissato saldamente al generatore di calore in modo
che la fiamma si generi allinterno della camera di
combustione del generatore stesso.
* Prima di avviare il bruciatore, e almeno una volta allanno,
far effettuare da personale professionalmente qualificato le
seguenti operazioni :
a) Tarare la portata di combustibile del bruciatore secondo la
potenza richiesta dal generatore di calore.
b) Regolare la portata daria comburente per ottenere un
valore di rendimento di combustione almeno pari al minimo
imposto dalle norme vigenti.
c) Eseguire il controllo della combustione onde evitare la
formazione di incombusti nocivi o inquinanti oltre i limiti
consentiti dalle norme vigenti.
d) Verificare la funzionalit dei dispositivi di regolazione e di
sicurezza.
e) Verificare la corretta funzionalit del condotto di
evacuazione dei prodotti della combustione.
f) Controllare al termine delle regolazioni che tutti i sistemi di
bloccaggio meccanico dei dispositivi di regolazione siano ben
serrati.
g) Accertarsi che nel locale caldaia siano presenti anche le
istruzioni relative alluso e manutenzione del bruciatore.
* In caso di ripetuti arresti di blocco del bruciatore non
insistere con le procedure di riarmo manuale, ma rivolgersi a
personale professionalmente qualificato per ovviare a tale
situazione anomala.
* La conduzione e la manutenzione devono essere effettuate
esclusivamente da personale professionalmente qualificato,
in ottemperanza alle disposizioni vigenti.

AVVERTENZE

3) AVVERTENZE GENERALI IN FUNZIONE DEL TIPO DI


ALIMENTAZIONE
3a) ALIMENTAZIONE ELETTRICA
* La sicurezza elettrica dellapparecchio raggiunta soltanto
quando lo stesso correttamente collegato a unefficace
impianto di messa a terra, eseguito come previsto dalle
vigenti norme di sicurezza.
E necessario verificare questo fondamentale requisito di
sicurezza. In caso di dubbio, richiedere un controllo accurato
dellimpianto elettrico da parte di personale
professionalmente qualificato, poich il costruttore non
responsabile per eventuali danni causati dalla mancanza di
messa a terra dellimpianto
* Far verificare da personale professionalmente qualificato
che limpianto elettrico sia adeguato alla potenza massima
assorbita dallapparecchio, indicata in targa, accertando in
particolare che la sezione dei cavi dellimpianto sia idonea
alla potenza assorbita dallapparecchio.
* Per lalimentazione generale dellapparecchio dalla rete
elettrica, non consentito luso di adattatori, prese multiple e/
o prolunghe.
Per lallacciamento alla rete occorre prevedere un interruttore
onnipolare come previsto dalle normative di sicurezza vigenti.
* Luso di un qualsiasi componente che utilizza energia
elettrica comporta losservanza di alcune regole fondamentali
quali:
- non toccare lapparecchio con parti del corpo bagnate o
umide e/o a piedi nudi
- non tirare i cavi elettrici
- non lasciare esposto lapparecchio ad agenti atmosferici
(pioggia, sole, ecc.) a meno che non sia espressamente
previsto
- non permettere che lappparecchio sia usato da bambini o
da persone inesperte.
* Il cavo di alimentazione dellapparecchio non deve essere
sostituito dallutente. In caso di danneggiamento del cavo,
spegnere lapparecchio, e, per la sua sostituzione, rivolgersi
esclusivamente a personale professionalmente qualificato.
* Allorch si decida di non utilizzare lapparecchio per un certo
periodo, opportuno spegnere linterruttore elettrico di
alimentazione a tutti i componenti dellimpianto che utilizzano
energia elettrica (pompe, bruciatore, ecc.).

3b) ALIMENTAZIONI CON GAS, GASOLIO, O ALTRI


COMBUSTIBILI
Avvertenze generali
* Linstallazione del bruciatore deve essere eseguita da
personale professionalmente qualificato e in conformit alle
norme e disposizioni vigenti, poich unerrata installazione
pu causare danni a persone, animali o cose, nei confronti dei
quali il costruttore non pu essere considerato responsabile.
* Prima dellinstallazione, si consiglia di effettuare una
accurata pulizia interna di tutte le tubazioni dellimpianto di
adduzione del combustibile onde rimuovere eventuali residui
che potrebbero compromettere il buon funzionamento del
bruciatore.
* Per la prima messa in funzione del bruciatore, far effettuare
da personale professionalmente qualificato le seguenti
verifiche:
a) il controllo della tenuta interna ed esterna dellimpianto di
adduzione del combustibile;
b) la regolazione della portata del combustibile secondo la
potenza richiesta dal bruciatore;
c) che il bruciatore sia alimentato dal tipo di combustibile
per il quale predisposto;
d) che la pressione di alimentazione del combustibile sia
compresa nei valori riportati in targhetta;
e) che limpianto di alimetanzione del combustibile sia
dimensionato per la portata necessaria al bruciatore e che sia
dotato di tutti i dispositivi di sicurezza e controllo prescritti
dalle norme vigenti.
* Allorch si decida di non utilizzare il bruciatore per un certo
periodo, chiudere il rubinetto o i rubinetti di alimentazione del
combustibile.
Avvertenze particolari per luso del gas
* Far verificare da personale professionalmente qualificato:
a) che la linea di adduzione e la rampa gas siano conformi
alle norme e prescrizioni vigenti. (specificare)
b) che tutte le connessioni gas siano a tenuta.
c) che le aperture di aerazione del locale caldaia siano
dimensionate in modo da garantire lafflusso di aria stabilito
dalle normative vigenti e comunque suffcienti ad ottenere
una perfetta combustione.
* Non utilizzare i tubi del gas come messa a terra di
apparecchi elettrici.
* Non lasciare il bruciatore inutilmente inserito quando lo
stesso non utilizzato e chiudere sempre il rubinetto del gas.
* In caso di assenza prolungata dellutente, chiudere il
rubinetto principale di adduzione del gas al bruciatore.
* Avvertendo odore di gas :
a) non azionare interruttori elettrici, il telefono qualsiasi altro
oggetto che possa provocare scintille;
b) aprire immediatamente porte e finestre per creare una
corrente daria che purifichi il locale;
c) chiudere i rubinetti del gas;
d) chiedere lintervento di personale professionalmente
qualificato.
* Non ostruire le aperture di aerazione del locale dove
installato un apparecchio a gas; per evitare situazioni
pericolose quali la formazione di miscele tossiche ed
esplosive.

AVVERTENZE

PARTE I: MANUALE DI INSTALLAZIONE


DATI TECNICI

BRUCIATORE TIPO
Potenzialit

min kcal/h
max kcal/h
min kW
max kW
kg/h min.
kg/h max.

Portata
Combustibilie
Alimentazione elettrica
Motore 2800 g/1'
A assorbiti
Potenza elettr. tot.
Peso kg ca.
Regolazione

kW
A
kW

BRUCIATORE TIPO
Potenzialit

min kcal/h
max kcal/h
min kW
max kW
kg/h min.
kg/h max.

Portata
Combustibilie
Alimentazione elettrica
Motore 2800 g/1'
A assorbiti
Potenza elettr. tot.
Peso kg ca.
Regolazione

kW
A
kW

PG30

PG60

PG70

90.000
330.000
105
383
9
33
gasolio
230V
50 Hz
0.37
2.3
0.87
27
Bistadio

125.000
600.000
145
698
12.5
60
gasolio
230/400V
50 Hz
1.1
2.7
1.6
42
Bistadio

250.000
900.000
291
1047
25
90
gasolio
230/400V
50 Hz
2.2
4.8
2.7
60
Bistadio

PG80

PG90

PG91

400.000
1.350.000
465
1570
40
135
gasolio
230/400V
50 Hz
3
5.4
3.5
76
Bistadio

400.000
1.300.000
465
1512
40
130
gasolio
230/400V
50 Hz
3
5.9
3.5
135
Bistadio

600.000
1.800.000
698
2093
60
180
gasolio
230/400V
50 Hz
4
8.5
4.5
145
Bistadio

IDENTIFICAZIONE DEI BRUCIATORI


I bruciatori vengono identificati con tipi e modelli. L'identificazione dei modelli descritta di seguito.
Tipo: PG80
(1)

Modello:

G-. AB.
(2) (3)

S.
(4)

IT.
(5)

A.
(6)

(1) BRUCIATORE TIPO


(2) COMBUSTIBILE

G = Gasolio
A = Biodiesel

(Viscosit a 20C 5 cSt)


(Viscosit a 20C 7.5 cSt)

N.B. Quando si utilizza il biodiesel le portate indicate nelle tabelle e nei diagrammi devono essere aumentate dell' 11%.
(3) REGOLAZIONE

AB = Alta-Bassa fiamma

(4) LUNGHEZZA BOCCAGLIO (Vedi dimensioni a pagina 5)


- a richiesta
S = Standard
L = Lungo
(5) PAESE DI DESTINAZIONE

IT = Italia

(6) VERSIONI SPECIALI

A = Standard

MANUALE DI INSTALLAZIONE

DIMENSIONI DI INGOMBRO

Fig. 1

TIPO

BL

CL

PG30

500

160

350

660

850

260

260

520

133

290

125

155

M10

PG60
PG70

680
700

250
320

450
470

930
1020

1130
1170

300
355

300
400

600
755

165
198

350
375

190
240

190
216 - 250

M10
M10

PG80

700

350

500

1050

1295

355

400

755

218

375

240

216 - 250

M10

PG90

850

290

475

1140

1325

520

485

1005

224

450

320

300

M14

PG91

850

300

485

1150

1335

520

485

1005

238

450

320

300

M14

Contropressione in
camera di combustione mbar

Tipo PG30

6
5
4
3
Fig. 2

2
1
0
1
80

120

160

200

240

280

320

360

400

440

Portata kg/h

Contropressione in
camera di combustione mbar

Tipo PG60

10
8
6
4

Fig. 3

2
0
-2
0

200

400

600

800
Portata kg/h

MANUALE DI INSTALLAZIONE

Contropressione in
camera di combustione mbar

Tipo PG70

4
2
0
8
6

Fig. 4

4
2
0
-2
0

200

400

600

800

1000

1200

Portata kg/h

Contropressione in
camera di combustione mbar

Tipo PG80

14
12
10
8
6
4
2
0
-2
200

Fig. 5

400

600

800

1000

1200

1400

1600

1800

Portata kg/h

Contropressione in
camera di combustione mbar

Tipo PG90

18
16
14
12
10
8
6
4
2
0
200

Fig. 6

400

600

800

1000

1200

1400

1600

1800

Portata kg/h

Contropressione in
camera di combustione mbar

Tipo PG91

18
16
14
12
10
8
6
4
2
0
400

Fig. 7

800

1200

1600

2000

2400

Portata kg/h

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MONTAGGI E ALLACCIAMENTI
Imballo
I bruciatori vengono consegnati in imballi di cartone (gabbia di legno per mod. PG90/91) di dimensioni:
PG30
990 - 460 - 540 mm
(L x A x P)
PG60
1200 - 560 - 670 mm
(L x A x P)
PG70 e PG80
1270 - 760 - 840 mm
(L x A x P)
PG90 e PG91
1640 - 840 - 1080 mm
(L x A x P)
Gli imballi non sono adatti per essere impilati e temono l'umidit.
All'interno di ciascun imballo sono inseriti:
1 bruciatore;
2 flessibili;
1filtro;
1 guarnizione da interporre tra bruciatore e caldaia;
1 busta documentazione contenente il presente manuale, il Certificato di garanzia, la Dichiarazione di conformit ai requisiti
della legge 46/90 ed il certificato di collaudo.
Per eliminare l'imballo del bruciatore e in caso di rottamazione di quest'ultimo, seguire le procedure previste dalle leggi vigenti
sullo smaltimento dei materiali.
Montaggio bruciatore alla caldaia
Terminato il montaggio del bruciatore alla caldaia
provvedere a sigillare lo spazio tra il boccaglio del
bruciatore e la pigiata refrattaria con apposito materiale
isolante (cordone in fibra ceramica o cemento refrattario).
Legenda
1)
Bruciatore
2)
Dado di fissaggio
3)
Rosetta
4)
Guarnizione
5)
Vite prigioniera
6)
Tubetto pulizia vetrino
7)
Boccaglio

Fig. 8

Schema collegamenti elettrici


- Togliere il coperchio del quadro elettrico a bordo bruciatore.
- Eseguire i collegamenti elettrici alla morsettiera di alimentazione seguendo lo schema in fig. 9 - 10, verificare il senso
di rotazione del motore del ventilatore (vedi nota a fine pagina) e rimontare il coperchio del quadro.
ATTENZIONE: il bruciatore viene fornito con un ponte elettrico tra i morsetti 6 e 7, nel caso di collegamento del termostato alta/bassa fiamma rimuovere tale ponte prima di collegare il termostato.
IMPORTANTE: Collegando i fili elettrici di alimentazione alla morsettiera MA del bruciatore assicurasi che il filo di terra sia
pi lungo dei conduttori di fase e neutro.
Legenda: vedi a pagina 17.

Fig. 9

Fig. 10

RISPETTARE LE REGOLE FONDAMENTALI DI SICUREZZA, ASSICURARSI DEL COLLEGAMENTO


ALLIMPIANTO DI MESSA A TERRA, NON INVERTIRE I COLLEGAMENTI DI FASE E NEUTRO, PREVEDERE UN
INTERRUTTORE DIFFERENZIALE MAGNETO TERMICO ADEGUATO PER L'ALLACCIAMENTO ALLA RETE.
Rotazione motore ventilatore (escluso PG30)
Dopo aver completato il collegamento elettrico del bruciatore, ricordarsi di verificare la rotazione del motore del ventilatore.
Il motore deve ruotare in senso antiorario guardando la ventolina di raffreddamento del motore stesso. In caso di rotazione
errata invertire l'alimentazione trifase e riverificare la rotazione del motore.
NOTA: i bruciatori sono forniti per alimentazione trifase 400 V, nel caso di alimentazione trifase 230 V necessario
modificare i collegamenti elettrici all'interno della scatola morsetti del motore elettrico e sostituire il rel termico.
(N.B. Nel modello PG91 necessario sostituire anche il contattore).
MANUALE DI INSTALLAZIONE

SCHEMI DI INSTALLAZIONE TUBAZIONI ALIMENTAZIONE GASOLIO

Fig. 11
Legenda
1
Bruciatore
2
Tubi flessibili (a corredo)
3
Filtro gasolio (a corredo)
4
Dispositivo di intercettazione automatica (*)
5
Valvola di non ritorno (*)
6
Saracinesca
7
Saracinesca a chiusura rapida (esterna ai loacali serbatoio e caldaia)
(*) Richiesto in Italia, solo negli impianti con alimentazione per gravit, a sifone o a circolazione forzata.

Determinazione del diametro delle tubazioni di alimentazione gasolio

Fig. 12

Fig. 13

L = Lunghezza tubazioni (metri)

MANUALE DI INSTALLAZIONE

DIMENSIONI TUBAZIONI

Installazione bitubo a sifone

H
(m)
0
0.5
1
2

Pompa VM2/BVM2
L (metri)
6
8
10
5
16
40
5
17
42
6
19
45
7
21
50

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa AS57C
L (metri)
6
8
10
10
37
95
12
42
107
13
47
118
19
65
150
19
65
150
22
74
150

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa AN67C
L (metri)
10
12
14
6
27
70
7
31
79
8
34
87
13
48
121
13
48
121
15
55
138

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa AJ6/J6/E6
L (metri)
10
12
14
5
13
27
6
15
30
7
17
33
9
21
40
10
24
47
12
28
53

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa J7CC/E7
L (metri)
10
12
14
2
7
16
2
8
18
3
10
20
4
12
25
5
14
29
6
17
33

Installazione bitubo in aspirazione

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa VM2/BVM2
L (metri)
6
8
10
5
16
40
5
14
36
4
12
33
10
25
8
18
10

12
80
75
65
50
36
20

12
150
150
150
150
150
150

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa AS57C
L (metri)
6
8
10
10
37
95
9
33
84
7
28
73
4
19
50
1
10
27
0
0
5

12
150
150
150
107
60
13

16
150
150
150
150
150
150

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa AN67C
L (metri)
10
12
14
6
27
70
5
23
62
4
20
53
2
13
36
0
6
19
0
0
2

16
150
132
114
79
44
9

16
47
52
58
70
80
92

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa AJ6/J6/E6
L (metri)
10
12
14
5
13
27
4
12
23
3
10
20
2
6
13
0
3
7
0
0
0

16
47
41
36
24
13
2

16
29
33
37
44
52
59

H
(m)
0
0.5
1
2
3
4

Pompa J7CC/E7
L (metri)
10
12
14
7
16
29
6
14
26
5
12
22
2
7
14
0
3
7
0
0
0

16
76
67
58
40
21
3

12
80
85
90
100

Impianto monotubo
I bruciatori escono dalla fabbrica predisposti per l'alimentazione con impianto a 2 tubi.
E' comunque possibile la trasformazione per alimentazione con impianto monotubo (consigliabile nel caso di alimentazione
a gravit). Consultare l'appendice per i dettagli sulle operazioni da eseguire.
MANUALE DI INSTALLAZIONE

REGOLAZIONI
Innesco pompa
Prima di procedere alle regolazioni necessario innescare la pompa gasolio operando come segue:
- avviare il bruciatore, illuminare la fotoresistenza dopo l'apertura dell'elettrovalvola e sfiatare l'aria dall'attacco manometro.
Prima di mettere in funzione il bruciatore accertarsi che la tubazione di ritorno alla cisterna non abbia occlusioni. Un eventuale
impedimento provocherebbe la rottura dell'organo di tenuta della pompa.
Regolazione portata gasolio
La portata del gasolio viene regolata scegliendo ugelli di dimensione opportuna per il 1 e 2 stadio e tarando la pressione di
mandata della pompa (vedi schema di principio del circuito gasolio in fig. 14).
Per la scelta degli ugelli fare riferimento alla tabella 4; per la regolazione della pressione della pompa vedere le indicazioni a
pag. 11
Ulteriori informazioni sulle caratteristiche delle pompe gasolio sono riportate in appendice.

EVG1
EVG2
M
P

Elettrovalvola gasolio 1 stadio


Elettrovalvola gasolio 2 stadio
Manometro
Pompa

Fig. 14

Scelta degli ugelli gasolio

kg/h
10
15
20
25
30
35
40
45
50
55
60
65
70
75
80
85
90
95
100
105
110
115
120
125
130
140
150
160
170
180

10

Tab. 4

kcal/h
102'000
153'000
204'000
255'000
306'000
357'000
408'000
459'000
510'000
561'000
612'000
663'000
714'000
765'000
816'000
867'000
918'000
969'000
1'020'000
1'071'000
1'122'000
1'173'000
1'224'000
1'275'000
1'326'000
1'428'000
1'530'000
1'632'000
1'734'000
1'836'000

10 bar
1,20+1,50
1,65+2,25
2,25+3,00
2,75+4,00
3,50+4,50
4,00+5,50
4,50+6,50
5,00+7,00
6,00+7,50
6,50+8,30
6,50+9,50
7,00+10,50
8,30+10,50
8,30+12,00
9,50+12,00
9,50+13,80
10,50+14,00
10,50+15,00
12,00+15,00
12,00+16,00
12,00+17,50
13,80+17,50
14,00+18,50
14,50+19,00'
15,00+20,00
16,00+21,50
18,50+22,00
19,00+24,00
19,50+27,00
21,00+28,00

GPH I 60 - II 45
12 bar
1,00+1,50
1,50+2,25
2,00+3,00
2,50+3,50
3,00+4,50
3,50+5,00
4,00+6,00
4,50+6,50
5,00+7,00
6,00+7,50
6,50+8,30
6,50+9,50
7,00+10,00
8,00+10,50
8,30+11,50
9,00+12,00
9,50+13,00
9,50+14,00
10,50+14,50
11,00+15,00
11,00+16,00
11,50+17,00
12,00+17,50
13,50+17,50
14,00+18,00
15,00+19,50
16,00+21,00
16,60+23,00
18,00+24,00
19,00+26,00

MANUALE DI INSTALLAZIONE

14 bar
1,00+1,35
1,35+2,00
2,00+2,75
2,25+3,50
3,00+4,00
3,50+4,50
3,50+5,50
4,50+6,00
5,00+6,50
5,00+7,50
5,50+8,00
6,50+8,30
6,50+9,50
7,50+9,50
7,50+10,50
8,30+11,00
8,50+12,00
9,00+12,50
10,00+13,00
10,50+13,80
11,00+14,00
11,00+15,00
12,00+15,30
13,00+15,30
13,80+16,00
13,80+18,00
15,00+19,00
15,00+21,00
16,60+22,00
17,00+24,00

POMPE GASOLIO

Pompa Delta VM2 (Tipo PG30 G-AB...)


Pompa Delta BVM2 (Tipo PG30 A-AB...)
Aspirazione: massima depressione
0.5 bar
Velocit di rotazione:max.
3500 giri/1'
Viscosit di funzionamento
da 1,5 a 50 cSt
Pressione max. nei condotti di aspirazione e ritorno
0.7 - 1.5 bar rispettivamente

Fig. 15

Pompa Suntec AS57C (Tipo PG60 G-AB...)


Pompa Suntec AN67C (Tipo PG60 A-AB...)
Aspirazione: massima depressione
0.5 bar,
valore consigliato per evitare la formazione di bolle d'aria
0.4
Velocit di rotazione
max. 3600 giri/1'
Viscosit di funzionamento
da 2 a 12 cSt
Pressione max. nei condotti di aspirazione e ritorno
2 bar

Fig. 16

Pompa Suntec AJ6CC (Tipo PG70 G-AB...)


Aspirazione: massima depressione
0.5 bar,
valore consigliato per evitare la formazione di bolle d'aria
0.35 bar.
Velocit di rotazione
max. 3600 giri/1'
Viscosit di funzionamento
da 2,8 a 75 cSt
Pressione max. nei condotti di aspirazione e ritorno
2 bar
Fig.17

Pompa Suntec J6CCC - J7CCC (Tipo PG80/90/91 G-AB...)


Pompa Suntec E6NC - E7NC (Tipo PG70/80/90/91 A-AB...)
Aspirazione: massima depressione
0.5 bar,
valore consigliato per evitare la formazione di bolle d'aria
0.35 bar.
Velocit di rotazione
max. 3600 giri/1'
Viscosit di funzionamento
da 2,8 a 200 cSt
Pressione max. nei condotti di aspirazione e ritorno
1.5-3.5 bar

Fig. 18

Legenda
1 Aspirazione
2 Ritorno
3 Mandata all'ugello
4 Regolatore di pressione
5 Presa vacuometro
6 Presa manometro

MANUALE DI INSTALLAZIONE

11

REGOLAZIONE PORTATA ARIA


La regolazione della portata aria si esegue agendo sulle
camme del servocomando della serranda.
-Togliere il coperchio del servocomando.
-Accendere il bruciatore e lasciarlo in bassa fiamma
(aprire il ponte tra i morsetti 6 e 7).
-Agendo sulla camma opportuna (vedi tabella
seguente) regolare la portata daria in bassa fiamma.
-Portare il bruciatore in alta fiamma (ponte tra i morsetti
6 e 7).
-Agendo sulla camma opportuna (vedi tabella
seguente) regolare la portata d'aria in alta fiamma.
-La terza camma comanda il consenso di apertura alla
valvola combustibile del II stadio (valvola EVG2), deve
essere regolata in posizione intermedia tra le altre due
camme.
Fig. 19

-Rimontare il coperchio del servocomando.

BERGER
STA6B2.41/6
Camma regolazione aria in bassa fiamma
Camma regolazione aria in alta fiamma
Camma ausiliaria per il consenso di apertura alla
seconda valvola del combustibile.

ST1
ST2
MV

REGOLAZIONE DELLA TESTA DI COMBUSTIONE


Il bruciatore viene regolato in fabbrica con la testa di combustione in posizione "MAX.", corrispondente alla massima potenza.
Per il funzionamento a potenza ridotta arretrare progressivamente la testa di combustione, verso la posizione "MIN.", ruotando
la vite VRT in senso orario.

Mod. PG70 - PG80 - PG90 - PG91

Fig.20

N.B. Allentare la vite VB prima della regolazione e bloccarla a regolazione ultimata.

12

MANUALE DI INSTALLAZIONE

Mod. PG30 - PG60

Fig.21

PARTE II: MANUALE D'USO


LIMITAZIONI D'USO
IL BRUCIATORE UN APPARECCHIO PROGETTATO E COSTRUITO PER FUNZIONARE SOLO DOPO
ESSERE STATO CORRETTAMENTE ACCOPPIATO AD UN GENERATORE DI CALORE (ES. CALDAIA,
GENERATORE ARIA CALDA, FORNO, ECC.), OGNI ALTRO USO E' DA CONSIDERARSI IMPROPRIO E QUINDI
PERICOLOSO.
L'UTENTE DEVE GARANTIRE IL CORRETTO MONTAGGIO DELL'APPARECCHIO AFFIDANDONE
L'INSTALLAZIONE A PERSONALE QUALIFICATO, E FACENDO ESEGUIRE LA PRIMA ACCENSIONE DA UN
CENTRO ASSISTENZA AUTORIZZATO DALL'AZIENDA COSTRUTTRICE DEL BRUCIATORE.
E' FONDAMENTALE, A QUESTO PROPOSITO, IL COLLEGAMENTO ELETTRICO AGLI ORGANI DI
REGOLAZIONE E SICUREZZA DEL GENERATORE (TERMOSTATI DI LAVORO, SICUREZZA, ECC.) CHE
GARANTISCE UN FUNZIONAMENTO DEL BRUCIATORE CORRETTO E SICURO.
E' PERTANTO DA ESCLUDERSI OGNI FUNZIONAMENTO DELL'APPARECCHIO CHE PRESCINDA DALLE
OPERAZIONI DI INSTALLAZIONE O CHE AVVENGA DOPO TOTALE O PARZIALE MANOMISSIONE DI
QUESTE (ES. SCOLLEGAMENTO ANCHE PARZIALE DI CONDUTTORI ELETTRICI, APERTURA DEL
PORTELLONE DEL GENERATORE, SMONTAGGIO DI PARTI DEL BRUCIATORE).
NON APRIRE O SMONTARE MAI ALCUN COMPONENTE DELLA MACCHINA.
AGIRE SOLO SULL'INTERRUTTORE GENERALE ("ON-OFF" VEDI FIG. 22), CHE PER LA SUA FACILE
ACCESSIBILIT E RAPIDIT DI MANOVRA FUNGE ANCHE DA INTERRUTTORE DI EMERGENZA, ED
EVENTUALMENTE SUL PULSANTE DI SBLOCCO.
IN CASO DI RIPETIZIONE DELL'ARRESTO DI BLOCCO NON INSISTERE SUL PULSANTE DI SBLOCCO E
RIVOLGERSI A PERSONALE QUALIFICATO CHE PROVVEDER A RIMUOVERE L'ANOMALIA DI
FUNZIONAMENTO.
ATTENZIONE: DURANTE IL NORMALE FUNZIONAMENTO LE PARTI DEL BRUCIATORE PI VICINE AL
GENERATORE (FLANGIA DI ACCOPPIAMENTO) SONO SOGGETTE A RISCALDAMENTO. EVITARE DI
TOCCARLE PER NON RIPORTARE USTIONI.

FUNZIONAMENTO
- Ruotare in posizione 1 l'interruttore A sul quadro di comando del bruciatore.
- Controllare che l'apparecchiatura non sia in blocco (spia B accesa), eventualmente sbloccarla agendo sul pulsante di sblocco
(accessibile dal foro sulla parte superiore del quadro elettrico nei modelli PG30 e PG60, pulsante C sul pannello frontale negli
altri bruciatori).
Verificare che la serie di termostati (o pressostati) dia il consenso di funzionamento al bruciatore.
- Inizia il ciclo di avviamento del bruciatore: l'apparecchiatura avvia il ventilatore del bruciatore e, contemporaneamente,
inserisce il trasformatore di accensione (segnalato dalla spia H sul pannello frontale); la preventilazione dura 13 o 25 sec. in
funzione dell'apparecchiatura che equipaggia il bruciatore.
- Al termine della preventilazione viene alimentata l'elettrovalvola del gasolio (1 stadio, EVG1), segnalata dall'accensione della
spia D sul pannello grafico, ed il bruciatore si accende.
- Il trasformatore di accensione rimane inserito per alcuni secondi dopo l'accensione della fiamma (tempo di post-accensione),
al termine di tale periodo viene escluso dal circuito e la spia H si spegne.
- Il bruciatore risulta cos acceso in bassa fiamma (spia G accesa); dopo 5 o15 sec. (in funzione dell'apparecchiatura installata)
inizia il funzionamento a 2 stadi e il bruciatore si porta automaticamente in alta fiamma, o rimane in bassa fiamma, a seconda
delle richieste dell'impianto. Il funzionamento in alta o bassa fiamma segnalato dall'accensione/spegnimento della spia F sul
pannello grafico, la spia E segnala l'apertura dell'elettrovalvola che alimenta l'ugello del 2 stadio (alta fiamma).

MANUALE D'USO

13

Pannello frontale bruciatori di gasolio bistadio

H
I

Fig. 22

Legenda
A
Interruttore generale acceso spento
B
Spia segnalazione blocco
C
Pulsante di sblocco apparecchiatura comando bruciatore (esclusi bruciatori PG30-PG60).
D
Spia segnalazione apertura elettrovalvola 1 stadio
E
Spia segnalazione apertura elettrovalvola 2 stadio
F
Spia segnalazione funzionamento in alta fiamma
G
Spia segnalazione funzionamento in bassa fiamma
H
Spia segnalazione funzionamento trasformatore di accensione
I
Spia segnalazione intervento rel termico (esclusi bruciatori PG30)

14

MANUALE D'USO

PARTE III: MANUTENZIONE


Almeno un volta all'anno eseguire le operazioni di manutenzione riportate nel seguito. Nel caso di servizio stagionale si
raccomanda di eseguire la manutenzione alla fine di ogni stagione di riscaldamento; nel caso di servizio continuativo la
manutenzione v eseguita ogni 6 mesi.
N.B. Tutti gli interventi sul bruciatore devono essere effettuati con l'interruttore elettrico generale aperto.
OPERAZIONI PERIODICHE
- Pulizia ed esame cartuccia filtro gasolio, in caso di necessit sostituirla;
-esame stato conservazione flessibili gasolio, verifica esistenza di eventuali perdite;
-pulizia ed esame filtro all'interno della pompa gasolio (v. istruzioni riportate in appendice);
- smontaggio esame e pulizia testa di combustione (vedi fig.23), nel successivo rimontaggio rispettare scrupolosamente le
misure riporatate in fig. 24;
- esame elettrodi di accensione e relativi isolatori in ceramica, pulizia, eventuale registrazione e, se necessario, sostituzione
(vedi fig.24);
-smontaggio e pulizia degli ugelli gasolio (Importante: la pulizia deve essere eseguita utilizzando solventi e non utensili
metallici), al termine delle operazioni di manutenzione, dopo aver rimontato il bruciatore, accendere la fiamma e verificarne la
forma, in caso di dubbio sostituire gli ugelli, o l'ugello, difettosi/o; in caso di impiego intenso del bruciatore si consiglia la
sostituzione preventiva degli ugelli all'inizio della stagione di funzionamento;
- esame e pulizia accurata della fotoresistenza rivelazione fiamma, se necessario sostituzione. In caso di dubbio verificare il
circuito di rivelazione, dopo aver rimesso in funzione il bruciatore, seguendo lo schema in fig.25;
- pulizia ed ingrassaggio di levismi e parti rotanti.
AR
C

Estrazione della testa di combustione


- Togliere la calotta C;
VRT

- estrarre la fotoresistenza dal suo alloggiamento;


- svitare i raccordi girevoli dei 2 tubetti gasolio (usare 2
chiavi per evitare di allentare i raccordi fissati al
blocchetto distributore);

- (solo mod. PG30-PG60) svitare la vite VRT fino a


liberare lasta filettata AR, successivamente svitare le 2
viti V che tengono in posizione la rosetta R e la vite VRT;
- estrarre il gruppo completo come indicato in figura (nei
modelli PG70-PG80-PG90-PG91 la vite di regolazione
VRT viene estratta assieme al gruppo della testa di
combustione).
Nota: per il successivo rimontaggio eseguire in ordine
inverso le operazioni sopra descritte.

Fig. 23

Corretta posizione degli elettrodi e della testa di


combustione
Al fine di garantire una buona accensione necessario
che siano rispettate le misure indicate in figura 24.
Accertarsi di aver fissato la vite di bloccaggio del gruppo
elettrodi prima di rimontare la testa di combustione.
Fig. 24

MANUALE DI MANUTENZIONE

15

Controllo della corrente di rivelazione


Per misurare il segnale di rivelazione seguire lo schema in
fig.25.
Se il segnale non rientra nei valori indicati, verificare i contatti
elettrici, la pulizia della testa di combustione, la posizione
della fotoresistenza e, eventualmente, sostituire quest'ultima.

Minima intensit di corrente


con fiamma:

65 A

Massima intensit di corrente


senza fiamma:

5 A

Fig. 25

Massima intensit di corrente


possibile con fiamma:

200 A

INTERRUTTORE GENERALE APERTO


FUSIBILI DI LINEA INTERROTTI
TERMOSTATO DI MASSIMA GUASTO
INTERVENTO RELE TERMICO VENTILATORE
FUSIBILE AUSILIARE INTERROTTO
APPARECCHIATURA CONTROLLO FIAMMA GUASTA
SEVOCOMANDO GUASTO
FIAMMA FUMOSA
TRASFORMATORE DI ACCENSIONE GUASTO
ELETTRODO DI ACCENSIONE SPORCO O CATTIVO POSIZ.
UGELLO SPORCO
ELETTROVALVOLA GASOLIO DIFETTOSA
FOTORESISTENZA SPORCA O DIFETTOSA
TERMOSTATO ALTA-BASSA FIAMMA DIFETTOSO
CATTIVO POSIZIONAMENTO CAMME SERVOCOMANDO
BASSA PRESSIONE GASOLIO
FILTRI GASOLIO SPORCHI

16

MANUALE DI MANUTENZIONE

IL BRUCIATORE SI BLOCCA
E RIPETE IL CICLO DURANTE
IL FUNZIONAMENTO

IL BRUCIATORE SI BLOCCA
DURANTE IL
FUNZIONAMENTO

IL BRUCIATORE NON
PASSA IN ALTA FIAMMA

IL BRUCIATORE PARTE E
VA IN BLOCCO

IL BRUCIATORE NON PARTE


E VA IN BLOCCO

POMPA GASOLIO
RUMOROSA

RIPETIZIONE DEL
PRELAVAGGIO

IL BRUCIATORE NON SI
ACCENDE

CAUSE

IRREGOLARITA'

TABELLA RICERCA GUASTI

SCHEMI ELETTRICI

LEGENDA SCHEMI ELETTRICI


BHO 61

-Apparecchiatura DANFOSS controllo fiamma

BV

-Bobina teleruttore motore ventilatore

CTV

-Contatti termico motore ventilatore

CV

-Contatti teleruttore motore ventilatore

EVG1

-Elettrovalvola gasolio I stadio

EVG2

-Elettrovalvola gasolio II stadio

-Fusibile

FR

-Fotoresistenza

IG

-Interruttore generale

IL

-Interruttore di linea ausiliari

-Fase

LAF

-Lampada segnalazione funzionamento alta fiamma bruciatore

LB

-Lampada segnalazione blocco fiamma

LBF

-Lampada segnalazione funzionamento bassa fiamma bruciatore

LEVG1

-Lampada segnalazione apertura EVG1

LEVG2

-Lampada segnalazione apertura EVG2

LOA 24

-Apparecchiatura LANDIS controllo fiamma

LOA 44

-Apparecchiatura LANDIS controllo fiamma

LT

-Lampada segnalazione blocco termico ventilatore

LTA

-Lampada segnalazione trasformatore di accensione

MA

-Morsettiera di alimentazione

MC

-Morsettiera collegamento componenti bruciatore

MV

-Motore ventilatore

-Neutro

PS

-Pulsante di sblocco fiamma ( solo per LOA 44)

ST

-Serie termostati o pressostati

STA6B2.41/6 -Servocomando BERGER serranda aria


TA

-Trasformatore di accensione

TAB

-Termostato alta/bassa fiamma (dove previsto togliere il ponte tra i morsetti 6 e 7 nella morsettiera MA )

TV

-Termico motore ventilatore

1 - Alimentazione elettrica400V 50Hz 3Na.c. (per tipi PG60-PG70-PG80-PG90-PG91); 230V 50Hz 2N a.c. (per tipo PG30)
2 - Non invertire fase con neutro
3 - Assicurare una buona messa a terra del bruciatore

MANUALE DI MANUTENZIONE

17

SCHEMA ELETTRICO PG30 (COD. 04 - 573/2)

18

MANUALE DI MANUTENZIONE

SCHEMA ELETTRICO PG60 (COD. 05 - 555/4)

MANUALE DI MANUTENZIONE

19

SCHEMA ELETTRICO PG70 - PG80 - PG90 - PG91 (COD. 07 - 348/2)

20

MANUALE DI MANUTENZIONE

PARTI DI RICAMBIO
TIPI: PG30 - PG60

POS.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
17A
18
18A
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36

DESCRIZIONE
QUADRO ELETTRICO
TERMICO
BASETTA APPARECCHIATURA
APPARECCHIATURA
TELERUTTORE
TRASFORMATORE DI ACCENSIONE
CALOTTA
FOTORESISTENZA LANDIS
GUARNIZIONE
CAVI DI ACCENSIONE
ELETTRODO (LUNGO)
ELETTRODO (CORTO)
BOCCAGLIO
DIFFUSORE
UGELLO
PORTAUGELLO
TUBETTO GASOLIO 1 UGELLO
TUBETTO GASOLIO 2 UGELLO
ELETTROVALVOLA GASOLIO
BOBINA ELETTROVALVOLA
DISTRIBUTORE
ANELLO "OR"
CONNETTORE ELETTROVALVOLA
BOBINA POMPA
POMPA
FILTRO GASOLIO
TUBI FLESSIBILI
SERRANDA ARIA
SERVOCOMANDO BERGER STA6B2.41
CONNETTORE
SQUADRETTA SERVOCOMANDO
GIUNTO LATO POMPA
CORPO TUBOLARE
GIUNTO LATO VENTOLA
VENTOLA
COCLEA
VITE REGOLAZIONE TESTA
MOTORE ELETTRICO

PG30
G-.AB.x.IT.A
610.00.86
--203.04.09
45
202.04.45
202.04.09
--217.00.02
221.01.03
251.00.03
211.00.04
605.01.25
208.02.06
208.02.05
309.00.33
306.01.73
261...
302.00.05
307.10.03
307.10.18
219.04.19
258.05.14
286.00.24
225.00.18
620.00.24
258.04.03
259.00.09
209.00.16
234.00.01
214.00.05
248.00.41
254.00.20
243.00.16
254.00.06
254.00.49
254.00.03
205.01.17
215.00.06
232.00.02
218.00.16

MANUALE DI MANUTENZIONE

PG60
G-.AB.x.IT.A
610.00.87
614.00.02
203.04.09
202.04.45
202.04.09
613.00.01
217.00.02
221.01.09
251.00.03
211.00.13
605.01.26
208.02.06
208.02.05
309.00.34
306.01.74
261...
302.00.06
307.10.15
307.10.04
219.04.19
258.05.14
286.00.25
225.00.18
620.00.24
--259.01.01
209.00.16
234.00.01
214.00.07
248.00.41
254.00.20
243.00.16
254.00.06
254.00.50
254.00.03
205.01.21
215.00.13
232.00.04
218.00.20

POS.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
17A
18
18A
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36

21

TIPI: PG70 - PG80 - PG90 - PG91

POS.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
17A
18
19
19A
20
21
22
23
24
25
26
27
27A
28
29
30
31
32
33
34
35

22

DESCRIZIONE
QUADRO ELETTRICO
TERMICO
BASETTA APPARECCHIATURA
APPARECCHIATURA
TELERUTTORE
TRASFORMATORE DI ACCENSIONE
CALOTTA
FOTORESISTENZA LANDIS
CAVO DI ACCENSIONE
ELETTRODO (LUNGO)
ELETTRODO (CORTO)
PROLUNGA BOCCAGLIO
BOCCAGLIO COMPLETO
DIFFUSORE
UGELLO
PORTAUGELLO
TUBETTO GASOLIO 1 UGELLO
TUBETTO GASOLIO 2 UGELLO
GUARNIZIONE ISOMART
ELETTROVALVOLA GASOLIO
BOBINA ELETTROVALVOLA
CONNETTORE ELETTROVALVOLA
BLOCCHETTO DISTRIBUTORE
ANELLO "OR"
CASSETTO
POMPA GASOLIO
FILTRO
TUBI FLESSIBILI
SERRANDA ARIA INTERNA
SERRANDA ARIA ESTERNA
SERVOCOMANDO BERGER STA6B2.41/6
SQUADRETTA SERVOCOMANDO
CONNETTORE
GRUPPO GIUNTO
VENTOLA
COCLEA
GHIERA REGOLAZIONE TESTA
MOTORE ELETTRICO

PG70
G-.AB.x.IT.A
610.00.87
614.00.08
203.04.09
202.04.12
613.00.01
217.00.02
221.01.24
251.00.03
605.01.07
208.02.06
208.02.05
--309.00.A9
306.01.41
261...
302.00.61
307.10.28
307.10.27
211.00.33
219.04.19
258.05.14
620.00.25
286.00.25
225.00.18
238.01.15
259.01.03
209.00.16
234.00.02
214.00.22
214.00.23
248.00.41
243.00.16
254.00.20
254.01.16
215.00.18
205.01.61
232.00.05
218.00.58

PG80
G-.AB.x.IT.A
610.00.87
614.00.08
203.04.09
202.04.12
613.00.01
217.00.02
221.01.24
251.00.03
605.01.07
208.02.06
208.02.05
--309.00.28
306.01.42
261...
302.00.61
307.10.28
307.10.27
211.00.33
219.04.19
258.05.14
620.00.25
286.00.25
225.00.18
235.01.15
259.01.09
209.00.16
234.00.02
214.00.22
214.00.23
248.00.41
243.00.16
254.00.20
254.01.16
215.00.18
205.01.61
232.00.05
218.02.26

PG90
G-.AB.x.IT.A
610.00.72
614.00.03
203.04.09
202.04.12
613.00.01
217.00.23
221.01.49
251.00.03
605.01.29
208.02.06
208.02.05
220.00.78
309.10.81
306.01.57
261...
302.00.72
307.10.34
307.10.35
211.00.48
219.04.19
258.05.14
620.00.04
286.00.45
225.00.47
238.01.39
259.01.45
209.00.17
234.00.03
214.00.32
214.00.35
248.00.41
--254.00.52
254.01.23
215.00.31
205.01.65
232.00.05
218.02.04

MANUALE DI MANUTENZIONE

PG91
G-.AB.x.IT.A
610.00.72
614.00.04
203.04.09
202.04.12
613.00.01
217.00.23
221.01.49
251.00.03
605.01.29
208.02.06
208.02.05
220.00.79
309.10.82
306.01.57
261...
302.00.72
307.10.34
307.10.35
211.00.48
219.04.19
258.05.14
620.00.04
286.00.45
225.00.47
238.01.39
259.01.45
209.00.17
234.00.03
214.00.32
214.00.35
248.00.41
--254.00.52
254.01.23
215.00.31
205.01.65
232.00.05
218.02.04

POS.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
17A
18
19
19A
20
21
22
23
24
25
26
27
27A
28
29
30
31
32
33
34
35

LISTA PARTI DI RICAMBIO VERSIONI A BIODIESEL


POS.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
17A
18
18A
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
POS.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
17A
18
19
19A
20
21
22
23
24
25
26
27
27A
28
29
30
31
32
33
34
35

DESCRIZIONE
QUADRO ELETTRICO
TERMICO
BASETTA APPARECCHIATURA
APPARECCHIATURA
TELERUTTORE
TRASFORMATORE DI ACCENSIONE
CALOTTA
FOTORESISTENZA LANDIS
GUARNIZIONE
CAVI DI ACCENSIONE
ELETTRODO (LUNGO)
ELETTRODO (CORTO)
BOCCAGLIO
DIFFUSORE
UGELLO
PORTAUGELLO
TUBETTO GASOLIO 1 UGELLO
TUBETTO GASOLIO 2 UGELLO
ELETTROVALVOLA GASOLIO
BOBINA ELETTROVALVOLA
DISTRIBUTORE
ANELLO "OR"
CONNETTORE ELETTROVALVOLA
BOBINA POMPA
POMPA
FILTRO BIODIESEL
TUBI FLESSIBILI
SERRANDA ARIA
SERVOCOMANDO BERGER STA6B2.41
CONNETTORE
SQUADRETTA SERVOCOMANDO
GIUNTO LATO POMPA
CORPO TUBOLARE
GIUNTO LATO VENTOLA
VENTOLA
COCLEA
VITE REGOLAZIONE TESTA
MOTORE ELETTRICO
DESCRIZIONE
QUADRO ELETTRICO
TERMICO
BASETTA APPARECCHIATURA
APPARECCHIATURA
TELERUTTORE
TRASFORMATORE DI ACCENSIONE
CALOTTA
FOTORESISTENZA LANDIS
CAVO DI ACCENSIONE
ELETTRODO (LUNGO)
ELETTRODO (CORTO)
PROLUNGA BOCCAGLIO
BOCCAGLIO COMPLETO
DIFFUSORE
UGELLO
PORTAUGELLO
TUBETTO GASOLIO 1 UGELLO
TUBETTO GASOLIO 2 UGELLO
GUARNIZIONE ISOMART
ELETTROVALVOLA GASOLIO
BOBINA ELETTROVALVOLA
CONNETTORE ELETTROVALVOLA
BLOCCHETTO DISTRIBUTORE
ANELLO "OR"
CASSETTO
POMPA BIODIESEL
FILTRO
TUBI FLESSIBILI
SERRANDA ARIA INTERNA
SERRANDA ARIA ESTERNA
SERVOCOMANDO BERGER STA6B2.41/6
SQUADRETTA SERVOCOMANDO
CONNETTORE
GRUPPO GIUNTO
VENTOLA
COCLEA
GHIERA REGOLAZIONE TESTA
MOTORE ELETTRICO

PG30
A-.AB.x.IT.A
610.00.86
--203.04.09
202.04.09
--217.00.02
221.01.03
251.00.03
211.00.04
605.01.25
208.02.06
208.02.05
309.00.33
306.01.73
261...
302.00.05
307.10.03
307.10.18
219.04.19
258.05.14
286.00.24
225.00.18
620.00.24
258.04.03
259.00.28
209.00.14
234.00.73
214.00.05
248.00.41
254.00.20
243.00.16
254.00.06
254.00.49
254.00.03
205.01.17
215.00.06
232.00.02
218.00.16
PG70
A-.AB.x.IT.A
610.00.87
614.00.08
203.04.09
202.04.12
613.00.01
217.00.02
221.01.24
251.00.03
605.01.07
208.02.06
208.02.05
--309.00.A9
306.01.41
261...
302.00.61
307.10.28
307.10.27
211.00.33
219.04.19
258.05.14
620.00.25
286.00.25
225.00.18
238.01.15
256.01.16
209.00.15
234.00.97
214.00.22
214.00.23
248.00.41
243.00.16
254.00.20
254.01.16
215.00.18
205.01.61
232.00.05
218.00.58

PG60
A-.AB.x.IT.A
610.00.87
614.00.02
203.04.09
202.04.09
613.00.01
217.00.02
221.01.09
251.00.03
211.00.13
605.01.26
208.02.06
208.02.05
309.00.34
306.01.74
261...
302.00.06
307.10.15
307.10.04
219.04.19
258.05.14
286.00.25
225.00.18
620.00.24
--259.05.05
209.00.14
234.00.73
214.00.07
248.00.41
254.00.20
243.00.16
254.00.06
254.00.50
254.00.03
205.01.21
215.00.13
232.00.04
218.00.20
PG80
A-.AB.x.IT.A
610.00.87
614.00.08
203.04.09
202.04.12
613.00.01
217.00.02
221.01.24
251.00.03
605.01.07
208.02.06
208.02.05
--309.00.28
306.01.42
261...
302.00.61
307.10.28
307.10.27
211.00.33
219.04.19
258.05.14
620.00.25
286.00.25
225.00.18
235.01.15
259.01.16
209.00.15
234.00.97
214.00.22
214.00.23
248.00.41
243.00.16
254.00.20
254.01.16
215.00.18
205.01.61
232.00.05
218.02.26

POS.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
17A
18
18A
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
PG90
A-.AB.x.IT.A
610.00.72
614.00.03
203.04.09
202.04.12
613.00.01
217.00.23
221.01.49
251.00.03
605.01.29
208.02.06
208.02.05
220.00.78
309.10.81
306.01.57
261...
302.00.72
307.10.34
307.10.35
211.00.48
219.04.19
258.05.14
620.00.04
286.00.45
225.00.47
238.01.39
259.01.17
209.00.15
234.00.97
214.00.32
214.00.35
248.00.41
--254.00.52
254.01.23
215.00.31
205.01.65
232.00.05
218.02.04

MANUALE DI MANUTENZIONE

PG91
A-.AB.x.IT.A
610.00.72
614.00.04
203.04.09
202.04.12
613.00.01
217.00.23
221.01.49
251.00.03
605.01.29
208.02.06
208.02.05
220.00.79
309.10.82
306.01.57
261...
302.00.72
307.10.34
307.10.35
211.00.48
219.04.19
258.05.14
620.00.04
286.00.45
225.00.47
238.01.39
259.01.17
209.00.15
234.00.97
214.00.32
214.00.35
248.00.41
--254.00.52
254.01.23
215.00.31
205.01.65
232.00.05
218.02.04

POS.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
17A
18
19
19A
20
21
22
23
24
25
26
27
27A
28
29
30
31
32
33
34
35

23

APPENDICE : CARATTERISTICHE COMPONENTI


Apparecchiatura controllo fiamma Landis&Gyr LOA24

Pag.

24

Apparecchiatura controllo fiamma Landis&Gyr LOA44

Pag.

26

Pompe gasolio

Pag.

28

APPARECCHI DI COMANDO PER BRUCIATORI A GASOLIO


LANDIS&GYR LOA24
Impiego
Gli apparecchi di sicurezza della serie LOA... sono destinati
unitamente alle fotoresistenze QRB..., allavviamento ed al
controllo di bruciatori a gasolio ad aria soffiata di piccola
potenza, portata max. 30 kg/h secondo le norme DIN 4787.
Lavviamento pu essere effettuato, a seconda dei collegamenti
elettrici, con o senza postaccensione con funzionamento a 1 o
2 fiamme.
Per bruciatori di generatori ad aria calda (WLE secondo
DIN4794) usare LOA44.
Sostituzione di LAI... e LAB...
I tipi LOA... possono essere utilizzati per la sostituzione degli
apparecchi di comando e controllo LAI... e LAB1 tramite
ladattatore KF8819 senza modifica ai collegamenti elettrici.
Grazie alle dimensioni pi ridotte dei tipi LOA..., con limpiegi
di questo adattatore le dimensioni di ingombro restano
praticamente identiche, cos come non cambia la posizione del
pulsante di sblocco.
Esecuzione degli apparecchi
Gli apparecchi sono in esecuzione ad innesto e possono essere
montati in qualsiasi posizione: sul bruciatore, nel quadro
elettrico o nel quadro di comando. La custodia in materiale
sintetico resistente agli urti ed al calore contiene:
- il programmatore termico che agisce su un sistema di
comando a commutazione multipla, con conpensazione
della temperatura ambiente
- lamplificatore del segnale di fiamma, con il relativo rel di
fiamma
- la lampada-spia di segnalazione di arresto di blocco ed il
relativo pulsante di sblocco (a tenuta stagna).
Lo zoccolo ad innesto, anchesso in materiale plastico resistente
agli urti ed al calore, comprende oltre ai 12 morsetti di
collegamento:
- 3 morsetti di neutro, precablati al morsetto 2
- 4 morsetti di messa a terra, predisposti per la messa a terra
del bruciatore
- 2 morsetti dappoggio numerati 31 e 32.
Lo zoccolo prevede due aperture a sfondamento sul fondo per
il passaggio dei cavi; 5 altre aperture a sfondamento con
attacco filettato per passacavi PG11 o UNP per manicotti non
metallici sono situate sul premistoppa di tipo mobile, una su
ciascun lato e 3 nella parte frontale.
Ai lati dello zoccolo sono situate due linguette metalliche di tipo
elastico per il fissaggio dellapparecchio. Per lo smontaggio
sufficiente premere leggermente con un cacciavite nella fessura
nella guida di fissaggio.
Le dimensioni di base dello zoccolo corrispondono esattamente
a quelle dei tipi LAB/LAI. Restano invariati: la posizione ed il
diametro del pulsante di sblocco, delle due viti di fissaggio e
della flangetta di messa a terra del bruciatore.
Sicurezza alle basse tensioni
Gli apparecchi di comando e controllo previsti con la sicurezza
contro gli abbassamenti della tensione di rete hanno un circuito
elettronico particolare per cui quando la tensione diminuisce
fino a <165V~ blocca linserzione del bruciatore oppure - senza
liberare il combustibile- effettua larresto di blocco.

24

Collegamento e diagramma del programma


Per un corretto collegamento elettrico indispensabile il rispetto
delle norme locali e delle istruzioni di montaggio e di avviamento
del costruttore del bruciatore.
Legenda programma
Segnali di uscita dell'apparecchio
Segnali necessari in ingresso
A Inizio avviamento per bruciatori con preriscaldatore di
gasolio OH
A
Inizio avviamento per bruciatori senza preriscaldatore di
gasolio
B
Presenza di fiamma
C
Funzionamento normale
D
Arresto di regolazione tramite R
tw Tempo di preriscaldamento del gasolio fino al consenso
del funzionamento tramite il contatto OW
t1
Tempo di preventilazione (13s)
t3
Tempo di preaccensione (13s)
t2
Tempo di sicurezza (10s)
t3n Tempo di post-accensione (15s)
t4
intervallo tra la presenza della fiamma e linserimento del
2 valvola al morsetto 5 (15s)

APPENDICE

Schema interno
AL

Mancanza della fiamma


In mancanza della presenza di fiamma alla fine del tempo di
sicurezza lapparecchio provoca subito larresto di blocco.

Allarme ottico

BV..

Valvola del combustibile

EK

pulsante di sblocco

FR

rel di fiamma

fr

contatti rel di fiamma

FS

segnale di presenza fiamma

motore del bruciatore

K
ancoretta del rel di fiamma per ritenere il comando
tz1 in caso di segnale di fiamma prematura o per
agganciarlo in caso di segnale di fiamma corretto
OH

preriscaldatore di gasolio

OW

contatto di consenso al funzionamento

Mancanza della fiamma durante il funzionamento


Per mancanza della fiamma durante il funzionamento
lapparecchio interrompe lalimentazione del combustibile e
ripete automaticamente un nuovo programma di avviamento:
trascorso il tempo t4 il programma di avviamento terminato.
Ad ogni arresto di sicurezza in meno di 1 s viene a mancare la
tensione ai morsetti 3-8 e 11; contemporaneamente, tramite il
morsetto 10, possibile segnalare a distanza larresto di
blocco. Lo sblocco dellapparechio possibile segnalare a
distanza larresto di blocco. Lo sblocco dellapparecchio
possibile dopo circa 50 s di un arresto di blocco.

QRB fotoresistenza (rivelatore di fiamma)


R

termostato o pressostato

TZ

programmatore termoelettrico (sistema a bimetallo)

tz...

contatti del TZ

amplificatore del segnale di fiamma

termostato o pressostato di sicurezza

trasformatore di accensione

Questi apparecchi sono dispositivi di sicurezza!


Ogni manomissione pu avere conseguenze imprevedibili!
Non apriteli!
Caratteristiche tecniche
Tensione
Frequenza
Fusibile esterno
Portata dei contatti:
- morsetto 1
- morsetto 3
Portata dei morsetti
- morsetti
- morsetti 6 e 7
- morsetto 8
Consumo
Protezione
Temperatura ammessa:
- funzionamento
- trasporto e magazzino
Posizione di montaggio
Massa (peso)

220V - 15%...240V + 10%


oppure
100V - 15%...110V + 10%
50...60 Hz, 6%
10A max., azione lenta
5A
5A (compresi i consumi del
motore e del preriscaldatore del
gasolio)
4, 5 e 10
2A
5A
3VA circa
IP40

1A

-20...+60C
-50...+60C
qualunque
apparecchi 180g, zoccolo 80g
accessori AGK... 12g

Comandi in caso di disturbi al funzionamento


Luce estranea/accensione anticipata
Durante il tempo di preventilazione e/o preaccensione non
deve esserci alcun segnale di fiamma. se invece il segnale si
presenta, per esempio per accensione anticipata dovuta a
cattiva tenuta dellelettrovalvola, per illuminazione esterna, per
cortocircuito nella fotoresistenza o nel cavetto dei collegamento,
per guasto allamplificatore del segnale di fiamma, ecc.,
trascorso il tempo di preventilazione e di sicurezza, lapparecchio
di controllo mette il bruciatore in blocco e impedisce lafflusso
del combustibile anche durante il tempo di sicurezza.

APPENDICE

25

LANDIS & GYR LOA44


Apparecchio di comando e controllo
Funzionamento
-Bruciatori senza preriscaldatore del combustibile
Allavviamento, consenso del termostato o pressostato di
regolazione R, il motore del bruciatore G ed il
trasformatore di accensione Z sono comandati
contemporaneamente. Dopo circa 25 secondi viene
comandata la prima valvola del combustibile (in questo
periodo lamplificatore di fiamma al massimo della
sensibilit). Con il comando alla prima valvola BV1 inizia
il tempo di sicurezza per cui se al bruciatore non c
presenza di fiamma lapparecchio effettua larresto di
blocco, viceversa dopo 5 secondi viene inserita la seconda
valvola BV2 (secondo stadio) ed ha cos termine il
programma di avviamento del bruciatore.
-Bruciatori con preriscaldamento del combustibile
(consenso di funzionamento del contatto OW che
cortocircuita i morsetti 3 e 8)
Il programma di avviamento del bruciatore identico al
precedente con la sola differenza che allinizio
determinato dalla chiusura del contatto di consenso OW
del preriscaldatore
(OH). Allapparizione della fiamma il contatto viene
cortocircuitato dal contatto del rel di fiamma (fr2) per cui
uneventuale apertura del contatto OW non determina
larresto di blocco del bruciatore, ma la ripetizione del
ciclo.
Comandi in caso di disturbi al funzionamento

Collegamenti elettrici e diagramma del programma


A'
Inizio avviamento per bruciatori con
preriscaldamento del gasolio
A
Inizio avviamento per bruciatori senza
preriscaldamento del gasolio
B
Presenza segnale fiamma
C
Fine programma - inizio funzionamento normale
C-D Inizio funzionamento normale
D
Arresto di regolazione
Programma o ciclo comando
tw
tempo di preriscaldamento del combustibile in
funzione del sistema usato
t1
tempo di preventilazione
~25 s
t3
tempo di preaccensione
~25 s
t2
tempo di sicurezza
max. 5 s
t3n
tempo di post-accensione
~2 s*
t4
intervallo di tempo tra il comando BV1 e BV2
~5 s*
-blocco per mancanza di fiamma <1 s
* In funzione del momento in cui si presenta la fiamma

* Accensione anticipata / presenza di fiamma durante


la preventilazione: Arresto di blocco al termine della
preventilazione.
* Componenti difettosi del programmatore elettronico:
nessun avviamento dell'apparecchio o arresto di blocco.
* Mancanza del segnale presenza fiamma trascorso il
tempo di sicurezza: arresto di blocco
* Mancanza fiamma durante la post accensione:
arresto di blocco.
* Mancanza fiamma durante il funzionamento normale:
ripetizione del programma di avviamento.
* Mancanza di tensione durante il programma di
avviamento o durante il funzionamento: ripetizione
automatica del programma completo, al ritorno
dell'alimentazione.
* Tensione insufficiente (a partire da 160V):
disinserimento della valvola BV1, la valvola BV2 si
disinserisce alla mancanza di fiamma.
Larresto di blocco, che avviene in meno di 1 secondo,
priva di tensione i morsetti dal numero 3 al numero 8 ed il
morsetto 12; viceversa in tensione il morsetto 10 per
attivare lindicazione ottica di blocco esterna. 2 secondi
dopo un arresto di blocco lapparecchio pu essere
sbloccato.
Attenzione: quando viene impiegato il riarmo elettrico
esterno necessario assicurarsi che lo stesso sia inserito
sulla medesima fase del morsetto 2 (in modo che il
morsetto 9 sia collegato al neutro).

26

APPENDICE

Legenda schema interno


AL
indicazione ottica di blocco a distanza
AR
rel principale con i contatti ar...
BV.. valvole del combustibile
BR
rel di blocco con i contatti br...
EK.. pulsanti di sblocco
FR
rel di fiamma con i contatti fr...
FS
segnale di presenza fiamma
G
motore del bruciatore
HR
rel ausiliario con i contatti hr...
L
lampada di blocco inserita nel pulsante di sblocco
OH
preriscaldatore del combustibile
OW contatto di consenso del preriscaldatore
QRB fotoresistenza(rivelatore di fiamma)
R
termostato o pressostato di regolazione
V
amplificatore del segnale di fiamma
W
termostato o pressostato di sicurezza
Z
trasformatore di sicurezza
Caratteristiche tecniche
Apparecchio
Tensione
oppure
Frequenza
Fusibile esterno
Portata dei contatti:
morsetto 1
morsetto 3

220V-15%...240V+10%
100V-15%...110V+10%
50...60 Hz, 6%
max. 10A, azione lenta
max. 5A
5A (compresi i consumi
del motore e del
preriscaldatore)

Portata dei contatti:


morsetti 4, 5 e 6
max. 2A
morsetto 8
max. 5A
morsetto 10
max. 1A
Temperatura ammessa per Un:
187...242 V
-20...+60C
242...264 V
-20...+40C
Temperatura ammessa per trasporto e magazzino
-50...+60C
Protezione
IP40
Massa (peso)
apparecchio/zoccolo
140g/80g,
accessori AGK... ~12g
Rivelatori di fiamma
QRB...QRB...S
Minima intensit di illuminazione con 2000 Lux misurati
con un Luxmetro L&G
25 Lux 6 Lux
Sensibilit di risposta media dellamplificatore durante il
funzionamento
6 Lux
2 Lux
Lunghezza del cavo di collegamento del rivelatore
max. 20m; posa separata
Temperatura ammessa
-20...+70C
Massa (peso):
QRB1... con 50cm di cavo
~25g
QRB1... con manicotto in
plastica e 50 cm di cavo
~32g
QRB1s-27.4AMST
~28g
QRB3
~35g
Attenzione:
Questo apparecchio un dispositivo di sicurezza!
Non apritelo!
Ogni manomissione pu avere conseguenze imprevedibili!

APPENDICE

27

POMPE DELTA TIPO VM


Nella pompa Delta della serie VM il flusso dolio pressurizzato
intercettato da una valvola elettromagnetica incorporata, e
pu quindi essere aperto successivamente allavviamento del
motore (preventilazione), o interrotto prima dellarresto del
motore stesso (spegnimento istantaneo della fiamma senza
gocciolamento dellugello).
La pressione dellolio regolata e mantenuta costante dalla
valvola a pistone, che agisce sullapertura di una luce di
scarico per Iolio che eccede la capacit dellugello e viene a
sua volta reinviato al serbatoio (installazione bitubo), o
reimmesso in aspirazione attraverso un apposito foro di
collegamento, o by-pass (installazione monotubo).
Anche di questo modello entrambe le versioni bitubo e
monotubo sono autoinnescanti.
Si consiglia di installare comunque sempre un filtro esterno di
linea.
Tutti i modelli forniti in versione Bitubo possono essere
impiegati anche come Monotubo grazie alla semplice
rimozione di un grano in nylon (posto sotto il filtro interno) ed
alla chiusura del canale di ritorno.
DATI TECNICI
Viscosita olio
Temperatura olio
Gamma di pressione

Vuoto in aspirazione
Pressione in aspirazione
Pressione in ritorno
Velocit di rotazione
Filtro di serie
Montaggio

Connessioni idrauliche

Momento di spunto

28

1,5=50 cSt
50C max
2=10 bar
4=15 bar
8=20 bar
10=25 bar
0,5 bar max
0,7 bar max
1,5 bar max
3500 rpm max
Tela acc. inox 110
micron, 20 cmq
Mozzo 32, albero 8
(DIN 24220)
A richiesta: Flangia,
Mozzo 54, albero 7/16"
Aspirazione-Ritorno
1/8"G 1/4"G
(1/8"G solo V1, V2)
Mandata 1/8"G
Manometro-Vacuom.
1/8"G
VMl, VM2: 0,1 Nm max
VM3: 0,18 Nm

POMPE GASOLIO SUNTEC AS


- Gasolio
- Portata fino a 75 I/h (circa 600.000 kcal/h - 700 kW)
- Installazione a 2 tubi
- Installazione monotubo
DATI TECNICI
Montaggio

a flangia o a mozzo conformente agli


standards DIN 24220 ed ISO/TC 109
SC 3 DP 5062F
Filetti
cilindrici conformemente a ISO R 228NFE 03005(DIN 259). Entrata ed
uscita R 1/4" Mandata R 1/8",
Pressione R 1/8"
Su coperchio R 1/8"
Funzione valvola
Regolazione pressione e taglio
Filtro
Superficie 34 cmz 120 micron
Albero
8 mm conformemente 24220 DIN
Grano by-pass
inserito, deve essere inserito per 2
tubi rimosso per monotubo
Peso
1,8 kg - montaggio a mozzo
1,9 kg - montaggio a flangia
Rotazione e posizione attacco mandata visto dal lato albero
A - Rotazione oraria / mandata destra
B - Rotazione oraria / mandata sinistra
C - Rotazione antioraria / mandata
sinistra
D - Rotazione antioraria / mandata
destra
Dati idraulici
Gamme pressione di es.
7-14 bar regolabile
9-15 bar regolabile (per AS 67)
Taratura
9 bar di fabbrica
Gamma viscosit a 20C 2 a 12 mm2/s (cSt)
Pressione entrata
max.2 bar
Pressione ritorno
max.2 bar
Aspirazione
0,5 bar - vuoto massimo - si consiglia
0,35 bar per evitare separazione gas
dellolio
Velocit
2850 GPM di rotazione
Temperatura
Temperatura massima dellolio - 70C
Coppia di spunto
1,0 cm - daN
Assorbimento
vedi curve motore
Caratteristiche elettriche
Tensione valvola elettromagnetica
20 volts +10% -15%
50/6 Hz
Assorbimento
9 VA
Lunghezza cavo bobina 600 mm
Lunghezza cavo innesto 600 mm
Cavo
6 mm a fili - 0,75 mmq di sezione

APPENDICE

Funzionamento
II gruppo ingranaggi aspira olio attraverso il filtro incorporato e lo trasferisce al pistone che assicura la regolazione della
pressione nella linea allugello. Lolio eccedente che non passa nella linea allugello, viene inviato attraverso la valvola o al tubo
di ritorno al serbatoio, o nel caso di uninstallazione monotubo, allingresso del gruppo ingranaggi - lato aspirazione.
La valvola idraulica, oltre alla regolazione della pressione allugello, ha anche una funzione di taglio. Diversamente dalla pompa
AN il pistone della valvola non ha scanalatura di scarico. La funzione di questa scanalatura sostituita dalla valvola
elettromagnetica.
Quando questa valvola non eccitata, il foro by-pass fra il lato pressione e il lato ritorno della valvola idraulica aperto. Di
conseguenza, non si crea pressione che possa aspire la valvola irrispettivamente dalla velocit del gruppo ingranaggi.
Eccitando il solenoide, il foro by-pass si chiude ed in conseguenza del fatto che gli ingranaggi girano a pieno regime, la
pressione necessaria per aprire la valvola si crea con estrema rapidit. Ci produce unapertura estremamente veloce e netta.
Allarresto del bruciatore, il solenoide apre il foro by-pass simultaneamente il ch scarica tutto Iolio al ritorno e chiude
istantaneamente la valvola allugello.
Ci produce un taglio molto veloce ed efficace. Lapertura e taglio possono essere regolati indipendentemente dalla velocit del
motore. Mentre Ielettrovalvola rimane aperta, la coppia di spunto si mantiene bassa fino alla massima velocit del motore.
A
B
C
1
2
3
4
5
6

Valvola elettromagnetica chiusa (NO)


Valvola eletrtomagnetica aperta
Ritorno chiuso
Valvola elettromagnetica
Valvola di regolazione pressione
Regolatore di pressione
Mandata allugello
Attacco manometro
Valvola di spurgo

7
8
9
10
11
12
13
14
15

Tenuta albero
Attacco vacuometro
Grano by-pass P
Gruppo ingranaggi
Entrata pompa
Ritorno
Ritorno allaspirazione
Olio proveniente dagli ingranaggi
Verso tenuta albero e ritorno

Olio in aspirazione
Olio sotto pressione
Olio non utilizzato al serbatoio o
all'aspirazione

INSTALLAZIONE A DUE TUBI

APPENDICE

INSTALLAZIONE MONOTUBO

29

Funzionamento

POMPA GASOLIO SUNTEC AJ6CC


Applicazioni
- Gasolio - Portata fino a 150 I/h - Normalmente impiegata
con valvola elettromagnetica in linea - Installazione a 2 tubi
- Installazione monotubo - Installazione per trasporto gasolio
a bassa pressione con kit di conversione disponibile
separatamente (per AJ versione 2).
Dati tecnici
Montaggio
Filettatura attacchi

Flangia (DIN 24220)


Entrata e uscita R 1/4" (DIN259)
Mandata R 1/8"
Pressione manometro R 1/8"
Vuotometro R 1/8"
Funzionamento valvola
Regolazione della pressione con
taglio
Filtro
46,1 cm2(120-150 Mesh)
Albero
11 mm
Grano by-pass
Inserito per installazione a 2 tubi
Rimosso per installazione
monotubo
Peso
1,8 kg
Identificazione rotazione e posizione mandata vista lato
albero
A - Orario / mandata destra
C - Antiorario / mandata sinistra
D - Antiorario / mandata destra
A
B
C
1
2
3
4
5
6
7
8
9

II gruppo ingranaggi aspira Iolio attraverso il filtro e lo


trasferisce sotto pressione alla valvola. Raggiunto il valore di
taratura della molla, la pressione dellolio spinge la testa del
pistone allindietro, cosi facendo permette allolio di passare
alla linea dellugello.
Lolio eccedente la portata dellugello, viene scaricato
attraverso la valvola alla linea di ritorno al serbatoio
(installazione a 2 tubi) o alla camera di aspirazione
(installazione monotubo).
Allarresto del motore avviene un conseguente calo di
pressione che permette alla molla di spingere velocemente il
pistone in avanti chiudendo Iapertura alla linea dellugello
(funzione di taglio).
Un passaggio del pistone provvede allo spurgo automatico
dellaria - installazione a 2 tubi - ed accelera il movimento del
pistone per assicurare un taglio molto rapido.

Olio in aspirazione
Olio sotto pressione
Olio non utilizzato al serbatoio o all'aspirazione
Regolatore di pressione
Attacco manometro
Mandata allugello
Tenuta albero
Attacco vacuometro
Entrata
Ritorno
Grano by-pass P
Ritorno allaspirazione

A
B
C

INSTALLAZIONE MONOTUBO

30

APPENDICE

INSTALLAZIONE A DUE TUBI

SUNDSTRAND J7

Dati idraulici

Pompa per gasolio

Pressione di esercizio

- Gasolio

Taratura di fabbrica

10 bar

- Portata fino a 300 l/h

Gamma viscosit

2,8 - 200 cSt

- Normalmente impiegata con valvola elettromagnetica in


linea

Temperatura

Temperatura massima dellolio:


70 C

- Installazione a 2 tubi

Portata

60 - 300 l/h

- Installazione monotubo

Pressione ritorno

max. 1,5 bar

Dati tecnici

Aspirazione

0,5 bar - vuoto massimo si consiglia 0,35 bar per evitare


la separazione del gas dallolio

Montaggio

A flangia o a mozzo conforme agli


standard DIN 24220 ed ISO/TC 109
SC 3DP 5062 F
R 1/2"

Mandata

R 1/4"

Pressione

R 1/8"

Vuotometro

R 1/2"

Funzione valvola

Regolazione pressione e taglio

Filtro

31 cm2 (100 Mesh)

Albero

11 mm

Grano by-pass

Deve essere inserito per 2 tubi

Raggiunto il valore di taratura della molla, la pressione


dellolio spinge la testa del pistone allindietro, cosi facendo
permette allolio di passare alla linea dellugello. Lolio
eccedente la portata dellugello, viene scaricato attraverso la
valvola alla linea di ritorno al serbatoio (installazione a 2 tubi)
o alla camera di aspirazione (installazione monotubo).
Allarresto del motore avviene un conseguente calo di
pressione che permette alla molla di spingere velocemente il
pistone in avanti chiudendo lapertura alla linea dellugello
(funzione di taglio).

rimosso per monotubo


Senso di rotazione e posizione attacco mandata visto dal
lato albero: C - Rotazione antiorario / attacco mandata
sinistra
A
B
C
1
2
3
4
5
6
7

Funzionamento
Il gruppo ingranaggi aspira lolio attraverso il filtro e lo
trasferisce sotto pressione alla valvola.

Filettatura attacchi:
Entrata e uscita

10 - 21 bar

Olio in aspirazione
Olio sotto pressione
Olio non utilizzato al serbatorio o allaspirazione
Filtro
Entrata
Pignone
Entrata
Rotore
Pressione
Pompa

Un passaggio del pistone provvede allo spurgo automatico


dellaria - installazione a 2 tubi - ed accelera il movimento del
pistone per assicurare un taglio molto rapido.

8
9
10
11
12
13
14
15
16
17

APPENDICE

Allugello
Attacco mandata
Attacco manometro
Pistone
Camicia rimuovibile
Valvola regolazione pressione
Regolazione pressione
Ritorno
Grano by-pass
Attacco vacuometro

31

CIB UNIGAS S.p.A.


Via Colombo, 9 (Zona Industriale)
35011 CAMPODARSEGO (Padova) Italy
Tel. 049/9200944 - Telefax 049/9200945 - 9201269

32