Sei sulla pagina 1di 4

Giovanni Giolitti nasce a Mondov, nella provincia Cuneese, il giorno 27 ottobre 1842.

figlio di
un cancellerie del tribunale e di una nobildonna di origini francesi. Il padre Giovenale uore a
causa di una alattia respiratoria entre lui ! ancora in fasce. "a adre #nric$etta prende la
decisione di tornare dai propri faigliari a %orino.Copie i propri studi all&attuale "iceo Gioberti
di %orino, c$e per "ui ! l&istituto 'an (rancesco. )el 1*+1 all&universit, di %orino, a diciannove
anni, ottiene una laurea in giurispruden-a.Gra-ie all&intervento dello -io e./deputato c$e ! aico
di un collaboratore di Cavour, ini-ia l&interesse per la politica.Conosce personalente il 0Conte0
1Cavour2, anc$e se esso in un prio oento non riesce a coinvolgerlo appieno nella 03uestione
risorgientale0, siao infatti nel 184* e olti coetanei di Giovanni si arruolano per cobattere la
seconda guerra d&indipenden-a. )el 18+2 $a ini-io la carriera politica vera e propria di Giovanni
Giolitti5 dal Ministero di Gra-ia e Giusti-ia passa alle (inan-e nel 18+*. 6ui coadiuva e aiuta i
inistri a pareggiare i alessi bilanci dello 'tato. 7aggiunge la posi-ione di capose-ione, fino
al 1877, anno in cui ! scelto per la Corte dei Conti. )ell&anno 1882 avvengono due fatti
iportanti c$e ne segnano definitivaente la carriera. 8iene noinato al Consiglio di 'tato,
organo supreo di consulta-ione Giuridico/9inistativa, e viene eletto, alla sua pria
candidatura al ruolo di deputato.)el corso del 188+ ingaggia, una dura bagarre con il governo di
9gostino :epretis, in rela-ione alla politica degli investienti dello stato.:iventa, nel 188*,
inistro del %esoro ed anc$e delle (inan-e5 3uesti incaric$i gli sono affidati nel corso del secondo
governo guidato da (rancesco Crispi, con il 3uale va in disaccordo nel 18*;, a causa della politica
coloniale. 'i diette da entrabe gli incaric$i. )el 18*2 cade il governo del Marc$ese 9ntonio
'tarabba di 7udin, e il 'ovrano <berto I gli assegna la carica per forare il prio dei cin3ue
governi da lui guidati.
Giolitti I (maggio 1892 - dicembre 1893)
Giovanni Giolitti, c$e apparteneva ancora al gruppo crispino, venne noinato =rio inistro il
14 Maggio 18*2.
"a crisi econoica aveva portato ad un auento del costo di pria necessit, portando la
popola-ione a anifestare e protestare in nuerose pia--e italiane. In 3uesto contesto Giolitti si
oppose all&uso della for-a per repriere i oti di pia--a, le voci c$e lo volevano sostenitore di
una tassa progressiva sul reddito e lo scandalo della >anca 7oana travolsero il governo Giolitti.
"e voci di tassa-ione progressiva sui redditi fecero perdere i consensi dei ceti borg$esi e dei
proprietari terrieri c$e vedevano inacciati i proprio interessi econoici e le false accuse di aver
coperto le irregolarit, fiscali della >anca 7oana costrinsere Giovanni Giolitti a diettersi il 14
dicebre 18*?.
Giolitti II (novembre 1903 - marzo 1905)
Giovanni Giolitti torna al governo il ? novebre 1*;?.
Il secondo governo Giolitti var@ nore a tutela del lavoro infantile e feinile e su teatic$e
sociali 3uali invalidit,, infortuni e vecc$iaia. "e cooperative cattolic$e e socialiste furono
aesse nelle gare di appalti e fu data indica-ione ai prefetti di usare una aggiore tolleran-a
verso gli scioperi apolitici.
Il secondo andati di Giolitti fu caratteri--ato dall&apertura ai socialisti e dal tentativo di
estendere il consenso nei riguardi del governo alle aree popolari e operaie gra-ie a una
retribu-ione salariale igliore, la 3uale avrebbe garantito un igliore tenore di vita. 'econdo
Giolitti tenere i salari bassi avrebbe inoltre penali--ato il ercato c$e avrebbe avuto una
sovrapprodu-ione di beni. 7iasero esclusi da 3uesto iglioraento di condi-ioni sociali i
lavoratori eno 3ualificati concentrati aggiorente nelle regioni eridionali.
Iportanti provvedienti furono anc$e presi nel capo delle infrastrutture, na-ionali--ando la
rete ferroviaria e la reali--a-ione del traforo del 'epione e nel capo econoico irando alla
sviluppo econoico attraverso una stabilit, onetaria.
Giolitti III (maggio 1906 - dicembre 1909)
"&8 febbraio 1*;+ Giolitti insied@ il suo ter-o governo a seguito della caduta del governo (ortis.
"&Italia vide coparire il fenoeno dell&eigra-ione, dovuta sia dai dissenti econoici c$e
disastri naturali coe l&eru-ione del 8esuvio nel 1*;+ e il terreoto c$e devast@ Messina e
7eggio Calabria nel 1*;8. Giolitti non si ostacolo al coparire di flussi di eigranti verso altri
stati.
)el ter-o governo, Giolitti continu@ le politic$e dei suoi prii due andati e favor lo sviluppo
dell&industria pesante, ancora arretrata rispetto al resto dell&#uropa a causa della ancan-a di
capitali da utili--are per svilupparla. Giolitti, utili--o uno stratagea risc$ioso, la conversione
della rendita na-ionale dal 4A al ?,4A. 6uesta opera-ione poteva generare panico tra i creditori
dello 'tato, a ebbe successoB le ric$ieste di riborso furono liitate. In pratica di ebbe una
generale diinu-ione del costo del denaro c$e perise di ottenere denaro a tassi di interesse piC
vantaggiosi. "a diinu-ione dei tassi di interesse consent inoltre allo 'tato di rispariare sui
debiti c$e doveva pagare, rispari c$e fu girato a favore dell&industria.
In 3uesti anni si porta al copletaento la na-ionali--a-ione delle (errovie e proposta la
na-ionali--a-ione delle assicura-ioni.
Giolitti IV (marzo 1911 - marzo 1914)
)el 3uarto governo Giolitti tent@ di coinvolgere al governo il =artito 'ocialista, c$e rifiutarono
a coun3ue votarono a favore. Il prograa del governo prevedeva la na-ionali--a-ione delle
assicura-ioni sulla vita e l&introdu-ione del suffragio universale. %eatic$e di notevole ipatto
sociale c$e furono reali--ate anc$e se dal suffraggio rianevano ancor escluse le donne.
)el settebre del 1*11, dietro a crescenti spinte na-ionaliste Giolitti diede ini-io alla guerra di
"ibia, conflitto c$e divise il =artito 'ocialista e lo allontan@ dal governo in aniera irriediabile.
Giolitti V (gigno 1920 - lglio 1921)
"&ultia governo di Giolitti si insedia nel giugno 1*2;, durante il biennio rosso 11*1*/1*2;2. "e
fre3uenti agita-ioni socialiste spinsero Giolitti ad appoggiarsi alle s3uadre fasciste, credendo c$e
la loro violen-a potesse essere in seguito rientrare all&interno del sistea deocratico.
!ia""mendo i #rinci#ali a"#etti della #olitica giolittiana $rono%
D apliaento della legisla-ione socialeB egli era convinto c$e il iglioraento delle
condi-ioni lavorative degli operai avrebbe giovato anc$e tutto il corpo sociale. =er 3uesto egli
concesse la libert, di sciopero e attu@ la legisla-ione sociale a tutte le categorie piC deboli
1 invalidi, donne, fanciulli, ecc...2
D iglioraento del sistea econoicoB 3uesto tipo di ainistra-ione del bilancio
increent@ il valore della lira e agevol@ il rispario, con il 3uale venne finan-iata l&attivit,
industriale, la cui produttivit, raddoppio tra il 1*;; e il 1*1?.
D opere pubblic$eB egli increent@ le opere pubblic$e e istitu il onopolio statale nel settore
delle assicura-ioni sulla vita, fino ad allora gestite da privati.
D 'uffragio universaleB tra le piC iportanti vi ! l&apliaento del diritto di voto c$e venne
esteso a tutti i cittadini asc$i, passando da ? ilioni di elettori a 8 ilioni.
Il governo di Giolitti lasci@ coun3ue irrisolti alcuni gravi problei c$e affliggevano l&ItaliaB
9nalfabetiso, tubercolosi, alaria e iseria, differen-a )ord/'ud
&d in '()I*I+, &-*&!,
In politica estera Giolitti decise di allontanarsi dall&allen-a con Gerania e 9ustria e di
avvicinarsi a (rancia e Ing$ilterra. In 3uesto odo egli pot! preparare la con3uista della "ibia
1posta sotto il doinio turco2. "&avventura coloniale, forteente ric$iesta anc$e dal oviento
na-ionalista, ini-i@ il 2*E;*E1*11 e si concluse nell&ottobre 1*12 con la pace di "osanna, con la
3uale la %urc$ia dovette riconoscere all&Italia il possesso della %ripolitania e della Cirenaica.

Potrebbero piacerti anche