Sei sulla pagina 1di 21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

B1

Produzione di documenti e presentazioni

La capacit di comunicazione dellessere umano forse la caratteristica che maggiormente lo distingue dagli altri abitanti del pianeta nel quale vive. La necessit di lasciare traccia di documenti di carattere legale, o di semplici pensieri e memorie, di preservare conteggi di carattere economico o di trasmettere nuove scoperte in ambito scientifico o tecnico, ha indotto luomo a ideare forme di scrittura sempre pi semplici e funzionali, divenute nel tempo strumento essenziale per levoluzione stessa della specie umana. Cos dai primi graffiti delluomo primitivo si passati alla scrittura cuneiforme su tavolette dargilla, ai geroglifici su rotoli di midollo di papiro, alle pergamene realizzate in pelle di pecora, arrivando poi ai fogli di carta, realizzati a partire dalla cellulosa del legno, e alle macchine da scrivere.

Negli ultimissimi tempi il computer, nelle sue varie forme (PC, tablet, smartphone) ha influenzato enormemente le modalit di comunicazione sia verbali che scritte delluomo moderno, cambiandone radicalmente modalit di creazione e fruizione e accelerando in maniera fino a pochi anni fa impensabile la diffusione della conoscenza. Scopo del presente capitolo quello di dare indicazioni affinch documenti e presentazioni creati attraverso il computer siano ben strutturati e rispettino requisiti di fruibilit in funzione dello scopo per il quale sono stati redatti.

B1.1

I documenti elettronici
Ancora fino a pochi anni fa la comunicazione scritta era vincolata allutilizzo di carta e penna o alla macchina da scrivere; ci non consentiva di separare due fasi ben distinte: la produzione del contenuto, cio la scrittura vera e propria, e la sua formattazione, cio lattribuzione di caratteristiche grafiche adeguate al tipo di documento che ne rendano pi agevole la lettura. I word processor, cio i programmi che consentono lelaborazione di testi, sono tra quelli che hanno maggiormente contribuito alla diffusione dei computer anche tra gli utenti non informatici. I pi diffusi sono Microsoft Word, LibreOffice Writer, Corel WordPerfect; lo stesso Blocco Note di Microsoft un editor di testi. I word processor consentono di concentrarsi su ci che si sta scrivendo, lasciando ad un momento successivo la formattazione del testo.
Inizio DIGITAZIONE FORMATTAZIONE REVISIONE STAMPA

I word processor consentono inoltre di effettuare la revisione del testo prima della stampa; anche questo fornisce allutente la libert di scrivere bozze di testo, conscio

1/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

del fatto che eventuali correzioni o migliorie potranno essere effettuate in un secondo momento. I word processor, infine, elaborano i testi tramite file archiviabili su qualsiasi tipo di supporto e consentono quindi la creazione di nuovi documenti a partire da quelli esistenti, velocizzandone enormemente il processo di realizzazione. La diffusa adozione di word processor ha portato alla necessit di uniformare il linguaggio utilizzato per descriverne il funzionamento; sono cos entrati nel nostro vocabolario termini fino a pochi anni fa riservati a specialisti, mentre altri hanno assunto nuovi significati. Documento Nellambito dei word processor per documento si intende il testo, eventualmente arricchito da immagini, tabelle e grafici, individuato come appartenente ad un unico file. Ad ogni documento sono associati un percorso, un nome e unestensione univoci, definiti nel loro insieme pathname. Lestensione una sigla di tre o quattro lettere che collocata alla fine del pathname e che identifica il tipo di file e di conseguenza lapplicazione associata. esempio Un esempio di pathname c:\documenti\giuseppe\relazione.doc, dove il percorso del file c:\documenti\giuseppe\, il nome relazione e lestensione .doc. In ambiente Windows, eseguendo un doppio click su un file con questo tipo di estensione sar lanciato Microsoft Word ed automaticamente aperto il documento relazione. Pagina Ci che in un word processor si definisce pagina ha unevidente corrispondenza con il foglio di carta sul quale il documento potrebbe essere stampato alla fine del processo. Caratteristiche della pagina, quindi, sono lorientamento (verticale o orizzontale), la dimensione dei margini (superiore, inferiore, destro, sinistro) intesi come distanza tra il bordo della pagina e la porzione scritta, ma anche la dimensione della pagina stessa. Un foglio standard identificato dalla sigla A4, di dimensioni 210 per 297 mm. Carattere Il carattere, o font, la forma con la quale sono stampate a video e su carta le singole lettere che costituiscono il testo. Il nome font deriva dal latino fundere e si riferisce alla fusione del piombo per creare i caratteri mobili, cio componibili in modo da poter formare le parole. Tale sistema di stampa venne ideato da Gutemberg intorno allanno 1450; in precedenza erano adoperate sagome di legno non riutilizzabili.

Fogli in formato A Il rapporto tra le dimensioni di un foglio A4 2. Dividendo a met il foglio, o accostandone due, le proporzioni tra i lati si mantengono inalterate, facilitando il processo di variazione di scala di testo ed immagini. I formati pi comuni della serie A sono i seguenti: A3 297 420 mm A4 210 297 mm A5 148 210 mm A6 105 148 mm

Un tipografo allinea i singoli caratteri metallici sulla matrice fino a formare una pagina. I caratteri metallici venivano successivamente bagnati di inchiostro, poi una pressa faceva aderire un foglio alla matrice stampando cos il testo.

2/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

I caratteri si dividono principalmente in due categorie: con grazie (serif) e senza grazie (sans-serif). I primi sono cos definiti perch aggraziati, cio arricchiti graficamente da sezioni pi sottili poste alle estremit dei segmenti che costituiscono le singole lettere. Nei caratteri senza grazie le estremit sono invece lineari, a bastone.

La progettazione della lettera A (con grazie) da parte di Geoffroy Tory per il suo trattato sulla tipografia del 1529.

Tra quelli con grazie uno dei pi utilizzati il Times New Roman, che deriva dal font originariamente utilizzato dal famoso quotidiano The Times; largamente impiegato in ambito giornalistico e letterario. Altri esempi sono il Cambria e il Garamond. esempio Times New Roman Cambria Garamond

I caratteri sans-serif pi noti sono lArial, il Tahoma, il Verdana. Sono generalmente utilizzati nella segnaletica, nei cartelloni, nei titoli e in genere dove si preferisce limmediatezza del messaggio allaccuratezza della grafica. Sono per usati anche nelle pagine web, perch i caratteri con grazie possono risultare meno leggibili sugli schermi dei computer. esempio Arial
Kerning La crenatura o kerning indica la riduzione dello spazio tra due caratteri consecutivi allinterno delle singole parole. Il kerning pu aumentare la leggibilit di un testo. Le parole AVA e AVA hanno diversa crenatura.

Tahoma

Verdana

Per molti font la larghezza di un carattere dipende dalla lettera che rappresenta; cos, come nel testo che state leggendo, una o pu occupare pi spazio di una i. Talvolta pu essere utile impiegare un font per il quale la larghezza di ogni carattere rimanga costante, come ad esempio il Courier (ecco come si presenta), molto utilizzato nei documenti legali e nelle sceneggiature cinematografiche. Gli stili applicabili al carattere, quali grassetto (detto anche neretto o bold) e corsivo (o italico) ne influenzano ulteriormente laspetto. Il grassetto si usa preferibilmente nei titoli di vario livello o per evidenziare specifiche parole rispetto al testo. Il corsivo si utilizza per i titoli di opere citate nel testo o per i termini stranieri. Anche le citazioni possono essere riportate in corsivo, eventualmente racchiuse tra virgolette. Grassetto e corsivo possono combinarsi solo in casi molto particolari. Esempio Il seguente brano un esempio di corretto utilizzo dei vari stili dei caratteri: Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band l'ottavo album della discografia ufficiale dei Beatles. Messo in commercio gioved 1 giugno 1967, fra i pi famosi della storia del rock e uno dei primi concept album della musica rock. Sgt. Pepper's occupa la prima posizione nella lista dei 500 migliori album di tutti i tempi pubblicata dalla rivista Rolling Stone. [] Il critico letterario Guy Aston [] osserva che l'influenza di Sgt. Pepper sul pop stata enorme.
Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Sgt._Peppers_Lonely_Hearts_Club_Band

3/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

Per i caratteri si parla di famiglie, nel senso che corsivo e grassetto sono a tutti gli effetti font diversi dal carattere di riferimento, definito talvolta tondo, al quale sono legati per caratteristiche grafiche comuni. Quindi alla famiglia Arial appartengono lArial corsivo, lArial grassetto e lArial tondo. Intestazione e pi di pagina Sono due aree presenti in alto ed in basso in ciascuna pagina sulle quali possibile inserire testo e/o immagini che saranno riportate in tutto il documento. Nellintestazione delle pagine dei romanzi solitamente sono riportati il titolo e/o lautore; nei testi scientifici il titolo del capitolo e della sezione. Il numero di pagina un tipico elemento che pu essere posto nel pi di pagina. I word processor consentono di alternare il contenuto dellintestazione e del pi di pagina, diversificandolo tra pagine pari e pagine dispari, per cui risulta possibile, ad esempio, scrivere il nome dellautore nellintestazione delle pagine pari e quello dellopera in quella delle dispari. Paragrafo Un paragrafo la parte di testo, composta da uno o pi periodi, che termina con un a capo. Un titolo di sezione quindi un paragrafo. Questa sezione di testo un paragrafo che inizia con la parola Un, termina con la parola periodi ed composto da tre periodi. Al paragrafo si pu applicare una formattazione specifica, quale lallineamento (a destra, a sinistra, centrato, giustificato), il rientro rispetto ai margini e quello per la prima riga, linterlinea, cio lo spazio tra le righe, e la spaziatura, cio lo spazio tra un paragrafo e laltro. Tabella In un documento di testo una tabella uno strumento che consente di allineare non soltanto numeri, ma anche quanto scritto, per migliorarne la leggibilit. Interruzione di pagina La disposizione del testo scritto mediante un word processor del tutto automatica: quando il testo digitato eccede la capacit delle precedenti, viene creata una pagina nuova. Se si vuole forzare del testo a una pagina nuova anche quando la precedente non completa (ad esempio alla fine di un capitolo) si inserisce una interruzione di pagina. QUESITI 1. Un word processor - consente di formattare mentre si scrive - obbliga a stampare i documenti creati - consente di utilizzare documenti gi creati

Allineamento giustificato La giustificazione di un testo inserisce automaticamente degli spazi di dimensione variabile tra le parole, in modo che lultima di ogni riga (tranne che per lultima riga del paragrafo) sia allineata con il bordo destro del testo.

vero vero vero

falso falso falso

2. Individua almeno tre famiglie di caratteri di tipo serif, tre di tipo sans-serif ed una a larghezza fissa diverse da quelle citate nel testo. 3. Quali tipi di allineamento mantengono costante la distanza tra le parole? 4. Associa a testo, paragrafo e/o pagina i seguenti attributi: Allineamento, grandezza, colore, orientamento, interlinea, rientro prima riga, interruzione, grassetto, margine.
4/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

B1.2

Lo stile di un documento di testo


In base alla formattazione applicata a pagine, paragrafi e caratteri, si conferisce un determinato stile ad un documento. importante che tale stile sia adeguato allo scopo che il documento si prefigge di avere; diverso sar infatti laspetto di una lettera confidenziale rispetto a quello di una lettera commerciale, di un articolo giornalistico, di un curriculum vitae o di una relazione. La lettera formale, il curriculum, la relazione sono tipi di documenti molto diversi tra loro e, bench esistano altri tipi di documenti di testo, mettono in luce gran parte degli strumenti e delle potenzialit di un word processor. La lettera formale Una lettera formale, come quella che pu intercorrere tra due aziende per scopi commerciali, deve possedere una serie di caratteristiche affinch siano immediatamente riconosciuti gli elementi standard.

MITTENTE Devono essere presenti i dati completi. Solitamente questi sono posti in alto; nelle lettere commerciali americane si trovano invece nel pi di pagina. Il testo ha un font di grandezza inferiore rispetto al resto. Pu essere presente il logo della ditta. RIFERIMENTO In alcuni casi le lettere devono essere protocollate e ad esse viene attribuito un identificativo che il destinatario pu citare nella eventuale risposta. TESTO Pu avere o meno il rientro speciale della prima riga. Il font generalmente di dimensione 12. Lallineamento del paragrafo a sinistra o, meglio, giustificato. ALLEGATI Elenco degli eventuali ulteriori documenti allegati.

LUOGO E DATA Possono trovarsi in alto, allineati a destra o a sinistra, oppure in basso a sinistra, prima della firma. DESTINATARIO specificato in alto, con allineamento a sinistra e un rientro del margine sinistro di circa 8 cm. OGGETTO Pu essere in grassetto. Riassume brevemente lo scopo della lettera e pu citare eventuali riferimenti precedenti.

FIRMA Si pone con un rientro del margine sinistro di circa 8 cm. Se su pi righe per la presenza di altre informazioni, lallineamento centrato.

Una lettera formale esclusivamente ad orientamento verticale e pu essere composta da pi pagine; in questo caso preferibile inserire anche il numero di pagina, nel pi di pagina. Una lettera formale pu avere pi destinatari; in questo caso i destinatari per conoscenza sono riportati di seguito al destinatario principale.
5/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

CV europeo Europass un'iniziativa della Comunit Europea finalizzata a favorire la mobilit dei suoi cittadini. Tra le iniziative c la proposta di uno standard per la redazione di CV. I sito di riferimento http://europass.cedef op.europa.eu

Il curriculum vitae Un curriculum vitae (CV) un documento che riassume dati anagrafici, studi effettuati ed esperienze lavorative di una persona che intende proporsi per un posto di lavoro. Per la redazione di un buon curriculum vitae fondamentale inserire una serie di informazioni ed bene tenere in considerazione alcune indicazioni. In linea di massima un buon curriculum deve essere: breve, perch potrebbe essere limitato il tempo a disposizione di chi lo valuta; curato, perch limmagine che si d di se stessi; completo, ma non eccessivamente dettagliato. Gli stili da utilizzare possono essere molto diversi: fondamentale studiare il settore cui si interessati o direttamente lazienda alla quale ci si rivolge e realizzare un curriculum adeguato. Oltre ai contenuti, anche lo stile e la grafica dovranno essere studiati e mirati: un curriculum indirizzato ad uno studio notarile avr un aspetto diverso da quello di un curriculum inviato ad unagenzia pubblicitaria.

IMMAGINI La propria foto pu essere allegata a parte oppure inserita nel documento; in questo caso bene utilizzare immagini e stampanti di alta qualit.

ELENCHI PUNTATI Allinterno delle sezioni le informazioni sono state ben evidenziate tramite degli elenchi puntati. SPAZIATURA stata aumentata la spaziatura tra i paragrafi delle diverse sezioni per favorire la leggibilit. CARATTERE Per il testo stato utilizzato un carattere serif; per la sezione relativa alle note legali uno sans-serif, corsivo. Per i recapiti di nuovo il font precedente, ma pi piccolo.

TABELLE Una tabella fondamentale quando si devono dividere le informazioni in sezioni ben ordinate. Questa ha due colonne, ma nelle righe dei titoli di sezione le colonne sono unite. Sono stati disegnati solo alcuni bordi orizzontali.

NOTE LEGALI bene inserire l'autorizzazione a detenere e utilizzare le informazioni fornite ai fini dell'attivit di ricerca e selezione del personale.

RIENTRI Lo spazio per la firma in un paragrafo rientrato a sinistra di 8 cm e centrato.

6/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

La relazione Un documento composto da pi pagine di testo, quale pu essere una relazione, una ricerca, una tesi, deve presentare in modo chiaro e completo un determinato argomento. solitamente suddiviso in sezioni organizzate in maniera gerarchica (capitoli e sezioni) e solitamente presenta elementi caratterizzanti quali una copertina, un sommario, lintestazione di pagina, le note ed i riferimenti bibliografici. Una relazione necessita di un lavoro preliminare di ricerca, raccolta e selezione delle informazioni testuali e degli elementi grafici. Ancora prima di iniziare a scrivere la relazione, le informazioni reperite dovranno essere catalogate ed organizzate in modo da poter essere presentate in maniera sequenziale nel testo. Un documento del genere deve avere coerenza ed uniformit nelle varie sezioni di testo; tutti i titoli dello stesso livello devono essere formattati allo stesso modo, cos come le sezioni di testo delle stesso tipo, quali le osservazioni, le citazioni, le note. Ci sono poi alcuni elementi che devono necessariamente essere presenti perch una relazione sia efficace; altri sono da considerarsi facoltativi, ed il loro inserimento da valutare in base allargomento, ai destinatari della relazione ed allo stile che si vuol dare al lavoro.

SOMMARIO Quando un lavoro composto da diverse pagine ed suddiviso in sezioni, bene far precedere il testo da un sommario che elenchi i titoli ed il relativo numero di pagina.

COPERTINA Una relazione pu prevedere una prima pagina che comprenda il titolo, eventuale sottotitolo, lautore, la data di elaborazione. Possono essere presenti elementi grafici quali una foto.

ORIENTAMENTO Una relazione ha orientamento verticale, ma, per esigenze grafiche, possono essere presenti anche sezioni con orientamento orizzontale.

Il sommario pu anche essere posizionato alla fine del documento. I word processor offrono degli strumenti che facilitano la costruzione e laggiornamento dei sommari; questultima operazione deve essere sempre effettuata prima del salvataggio definitivo del documento, in quanto una semplice modifica del testo potrebbe causare il cambiamento di alcuni numeri di pagina.

7/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

INTESTAZIONE In questo caso stata scelta una intestazione diversa per pagine pari e dispari.

TITOLI I titoli dei capitoli, sezioni e sotto-sezioni sono numerati in ordine gerarchico e riportati nel sommario.

SEZIONI SPECIALI Alcune sezioni di testo possono essere evidenziate tramite bordi rientrati e colorazione di sfondo.

DIDASCALIE A grafici ed immagini possono essere associate delle didascalie.

GRAFICI Pu essere utile inserire un grafico che riassuma alcuni dei dati reperiti o calcolati.

NOTE A PI PAGINA Possono essere inserite nel testo note numerate; il loro approfondimento sar nel pi di pagina.

NUMERI DI PAGINA Essenziali in una relazione; possono essere posizionati anche nei margini laterali.

RIFERIMENTI Le fonti delle ricerche effettuate devono essere citate inserendo delle note a pi di pagina oppure dedicando una apposita sezione ai riferimenti bibliografici. Per i libri si riportano: autori, titolo, editore, edizione, anno. Per gli articoli si riportano: autori, titolo, rivista, numero, data. Per i siti internet si riportano lindirizzo completo e la data.

INDICE In una relazione specialistica pu essere inserito un elenco dei termini pi significativi e la lista delle pagine dove ogni termine citato.

QUESITI 1. In un documento di testo una tabella serve a: Eseguire dei calcoli Allineare del testo

Inserire delle immagini

2. Associa i seguenti elementi al tipo di documento nel quale sono richiesti. Firma Documento formale Numeri di pagina Mittente Curriculum Oggetto Note legali Relazione
8/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

B1.3
Presentazioni con o senza relatore Una presentazione pu essere concepita perch se ne usufruisca anche autonomamente, in assenza del relatore; in questo caso il contenuto deve essere pi completo rispetto ad una presentazione tradizionale.

Lo stile di una presentazione


La presentazione una sorta di traccia che lautore segue per illustrare unidea, mostrare dati, condividere informazioni, ed lautore stesso che ne completa oralmente il contenuto durante lesposizione in pubblico.

Anni fa le presentazioni erano predisposte su fogli trasparenti che venivano visualizzati su schermi a parete attraverso degli appositi proiettori retroilluminati. Oggi sono utilizzati per lo pi proiettori collegati direttamente a PC, portatili o tablet, e le presentazioni sono preparate con strumenti informatici dedicati, quali Microsoft Power Point, Impress di LibreOffice e di OpenOffice, KeyNote di Apple, Presentazione di Google Drive. possibile utilizzare altri strumenti per visualizzare una presentazione, come le LIM (Lavagna Interattiva Multimediale), o lasciare che se ne usufruisca direttamente attraverso lo schermo di un computer. Una presentazione si definisce multimediale quando, oltre a testo ed immagini, fa uso di suoni e filmati, cosa resa possibile da tutti i programmi di presentazione.

Digitalizzazione del materiale Spesso i contenuti di una presentazione possono essere reperiti on line o creati direttamente in formato digitale, come le foto. Si pu avere lesigenza di inserire dei testi personali, vecchie foto, disegni; in questo caso necessaria la digitalizzazione, che avviene tramite digitazione o scanner.

Una presentazione efficace richiede un adeguato lavoro di preparazione, che si pu schematizzare come di seguito:

Lultima fase riguarda la sistemazione di colori, dimensione di testi ed immagini in funzione dello strumento che sar utilizzato per la presentazione; inutile ad esempio utilizzare sfondi con sfumature delicate se il proiettore a disposizione non ha la necessaria risoluzione, o impiegare filmati se non si dispone dellaudio. Occorre infine verificare se il tempo previsto per la presentazione corrisponde al tempo a disposizione.
9/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

Le singole diapositive (o slide) possono essere strutturate in vari formati; i software dedicati includono schemi che sono utili punti di riferimento alla loro progettazione. Schema titolo solitamente la prima di una presentazione, ma tale schema pu essere applicato anche ad altre diapositive, ed composta da un titolo ed un eventuale sottotitolo.

Schema elenco Una diapositiva del genere finalizzata a presentare una serie di voci tra loro collegate. Lelenco pu essere puntato o numerato.

Schema descrizione Quando occorre accompagnare con una breve descrizione un oggetto inserito nella diapositiva (unimmagine, un grafico, ) si pu utilizzare questo schema.

Schema confronto Uno schema molto utilizzato quello che consente il confronto tra coppie di oggetti analoghi: immagini, grafici, schemi o dati numerici.

10/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

Ai titoli e ai testi inseriti poi possibile applicare una molteplicit di stili, predefiniti dal programma o da impostare attraverso gli strumenti di formattazione messi a disposizione dal software. Non esistono regole generali per ottenere presentazioni efficaci, ma ci sono delle indicazioni di base su cosa si deve e soprattutto su cosa non si deve fare in merito allutilizzo di font, disposizione e scelta degli oggetti, testi, colori, immagini ed effetti. Il testo In una presentazione il testo deve essere: ben leggibile, breve, differenziato in base allimportanza, ma non deve abusare di font e stili diversi.

11/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

I dati Una presentazione un metodo molto efficace per comunicare dei dati, ma non lo strumento che ne consente lo studio; pertanto i dati illustrati devono essere chiari ma mai eccessivamente dettagliati. Un grafico comunica in maniera semplice ed efficace linformazione ed quindi molto adatto ad essere inserito in una presentazione.

I dati sono i medesimi, ma la seconda diapositiva molto pi semplice da interpretare.

I programmi di presentazione consentono linserimento di grafici ottenuti a partire da altri software specializzati quali i fogli di calcolo. Pu essere utile far risaltare direttamente nel grafico il dato che si vuole evidenziare.

Nella seconda diapositiva pi chiaro il messaggio che si vuole trasmettere.

Le immagini Tutti i software nati per creare presentazioni consentono linserimento di immagini di vari formati: JPG, GIF, PNG, TIFF ed altri. Una volta inserite le immagini possono essere spostate, ridimensionate o ritagliate. Linserimento di unimmagine pu essere molto efficace in una presentazione, anche quando non loggetto della diapositiva, sia perch la pu rendere pi gradevole, sia perch talvolta consente di rafforzare il concetto che si intende comunicare. Prima di inserire unimmagine in una presentazione, opportuno verificarne la dimensione in termini di occupazione di memoria. Le moderne macchine fotografiche, ad esempio, consentono di ottenere immagini di altissima qualit, che implicano una grande occupazione di memoria. Al ridimensionamento di unimmagine in termini di spazio occupato sulla diapositiva non corrisponde una riduzione dello spazio di memoria.

12/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

Linserimento di immagini di alta qualit pu essere non soltanto inutile, soprattutto se il sistema di proiezione non supporta una risoluzione elevata, ma addirittura dannoso, perch la proiezione stessa potrebbe essere rallentata o difficoltosa a causa delle dimensioni globali della presentazione. Prima di inserire unimmagine in una presentazione (o in una relazione) pu essere necessario ridurre la sua risoluzione tramite un programma di grafica. I programmi di grafica possono essere utilizzati anche per ritagliare la porzione di immagine che si intende inserire nella diapositiva. I software di presentazione consentono unoperazione apparentemente analoga; con questo sistema limmagine non realmente ritagliata, ma ne sono nascoste le altre porzioni, e loccupazione in memoria rimane quella dellimmagine intera. I programmi di grafica consentono di selezionare degli oggetti in unimmagine e di creare di nuove con loggetto selezionato e lo sfondo trasparente; tale operazione definita scontornatura. Linserimento di immagini scontornate in una diapositiva pu donarle un aspetto molto professionale.

Scontornatura Per poter inserire immagini con sezioni trasparenti necessario che queste siano state salvate in formato PNG.

La stessa immagine, prima riquadrata, poi scontornata, inserita nella medesima diapositiva. Alcuni software consentono di fare in modo che il testo segua il contorno dellimmagine.

Unimmagine pu anche ricoprire lintera diapositiva, e fare quindi da sfondo al testo: leffetto finale pu essere suggestivo. Una scelta del genere consente di utilizzare font pi grandi e quindi pi leggibili, a patto di scegliere dei colori che offrano un buon contrasto con la fotografia di sfondo.

Limmagine della prima slide utilizzata come sfondo della seconda: c pi spazio per il testo. Limmagine composta da colori sia chiari che scuri: possibile aggiungere unombreggiatura al testo per renderlo pi contrastato rispetto allo sfondo e quindi pi leggibile.

Se la presentazione deve essere utilizzata in pubblico, o distribuita ad altri (per esempio rendendola disponibile su un sito web) bene assicurarsi di avere il permesso di usare le immagini che vi si inseriscono: a questo scopo risultano particolarmente utili quelle distribuite con una licenza Creative Commons, per quanto si debbano comunque verificare gli usi che lautore ha voluto concedere.
13/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

Slideshow Si pu creare una presentazione nella quale le transizioni tra diapositive avvengano automaticamente, senza intervento del relatore. Questo tipo di presentazione si definisce slideshow e pu essere accompagnato da musica o registrazioni vocali.

Gli effetti: animazioni e transizioni Tutti i programmi di creazione di presentazioni consentono di applicare effetti particolari quali le transizioni, cio effetti grafici che enfatizzano il passaggio da una diapositiva ad unaltra, e le animazioni, che consentono di far muovere, apparire e scomparire in vari modi gli oggetti sulla diapositiva. Bench questi effetti siano molto attraenti bene farne un uso moderato, soprattutto se la presentazione ha uno scopo serio o professionale, perch si rischia un risultato finale disordinato, grossolano e poco efficace. Collegamenti tra diapositive Gli oggetti contenuti in una diapositiva (testo, immagini, grafica) possono essere trasformati in link ad altre diapositive; ci consente di consultare la presentazione in maniera non necessariamente sequenziale, come si fa solitamente con una relazione. In questo caso il relatore ha la possibilit di variare la sequenza di lettura in funzione dellesigenza del momento o, nel caso di presentazioni senza relatore, di lasciare al lettore della presentazione questa facolt.
A B C D E

La struttura di una presentazione sequenziale: da ogni diapositiva si passa alla successiva nella sequenza predefinita dallautore.

Ipertesti Grazie ai link tra diapositive possibile creare degli ipertesti multimediali, dove la struttura della presentazione pu essere a rete, come quella di un sito web.

Una struttura piuttosto utilizzata per le presentazioni non sequenziali quella gerarchica: il relatore pu decidere sul momento se approfondire uno dei temi o passare al successivo.
A B B1 C D E

C1

D1

D2

B1.1

B1.2

D1.1

D1.2

D1.3

Un esempio di struttura gerarchica: bene inserire nelle diapositive la possibilit di tornare al livello superiore.

I link possono essere anche esterni alla presentazione e condurre ad oggetti di diversa natura presenti sullo stesso dispositivo del relatore (documenti di varia natura o altre presentazioni) o a pagine di siti web. QUESITI 1. Cosa possibile associare ad un oggetto di una diapositiva? Una transizione Una animazione Un link Un grafico

2. Quali operazioni consigliabile fare su unimmagine prima di inserirla in una presentazione? Aumentarne la risoluzione Ridurne la risoluzione Aumentarne il contrasto 3. Effettua le corrette associazioni tra elementi di una presentazioni e le propriet consigliate TESTI Fare un uso moderato EFFETTI Leggibili FONT Brevi
14/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

B1.5

Documenti con Google Drive


Google un motore di ricerca, divenuto in breve tempo tra pi utilizzati nel mondo grazie ai suoi innovativi algoritmi di restituzione dei risultati. Nel corso degli anni ha ampliato il numero dei servizi offerti, in gran parte gratuiti, introducendo tra gli altri le mappe, il traduttore, la posta elettronica, ed il Google Drive. Google Drive un servizio di tipo cloud al quale si accede attraverso un account Google; ogni utente ha a sua disposizione uno spazio virtuale nel quale archiviare, creare, modificare, salvare, condividere documenti di varia natura, foto e file in genere. Google Drive un servizio gratuito fino ad unoccupazione massima di 5GB di memoria; ne esistono versioni a pagamento che consentono di ampliare tale limite. I documenti che si possono creare direttamente tramite Google Drive sono: - documenti di testo, - presentazioni, - fogli di calcolo, denominati fogli di lavoro, - insiemi di campi da compilare, come questionari o sondaggi, denominati modulo, - disegni.
Icone per creare nuovi documenti o per caricarli dal computer locale Elenco dei tipi di documenti che si possono creare in Google Drive

Cartella selezionata

Elenco file nella cartella, completo di proprietario e data ultima modifica


La finestra principale di Google Drive e, di fianco, la lista dei tipi di documenti che si possono creare direttamente in Google Drive. Licona con la freccia verso lalto alla destra dellicona crea consente invece di archiviare on line un file presente sul proprio computer.

Oltre a creare nuovi documenti, le applicazioni presenti consentono di visualizzare e di modificare file di varia natura caricati in Google Drive. Ad esempio lapplicazione documento consente di visualizzare anche documenti creati da altri text editor quali Microsoft Word o OpenOffice Writer; stessa cosa dicasi per lapplicazione relativa alle presentazioni di Google Drive, che consente di visualizzare e modificare presentazioni come Microsoft Power Point o OpenOffice Impress. Non necessario un costante collegamento alla rete per poter usufruire dei file archiviati in Google Drive: i file sono duplicati anche nel Drive locale, e sono sincronizzati con quelli on line. Ad ogni accesso individuata, per ciascun documento, la versione pi recente tra quella on line e quella presente sul drive locale e viene resa disponibile allutente.
15/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

Selezionando con il tasto destro un documento non creato on line, ad esempio un documento creato con Microsoft Word, Google Drive offre la possibilit di visualizzarlo in anteprima di sola lettura oppure di aprirlo con lo strumento specifico Documenti Google.
Problemi di conversione Lapertura con Google Drive di documenti di testo o di presentazioni create con altri strumenti pu provocare qualche difformit nella formattazione. Apertura in anteprima di visualizzazione Apertura in Google Drive Condivisione con altri utenti

Un documento creato in Google Drive o semplicemente caricato sul Drive pu essere condiviso con altri utenti Google e si pu specificare il tipo di accesso che si desidera impostare. Un documento sul Drive, quindi, pu essere: Non condiviso Privato Fruibile da chiunque abbia il link Pubblico sul web Solo lutente che lha creato pu gestirlo. Soltanto gli utenti in possesso di un account Google specificati dal proprietario possono leggerlo o modificarlo. Ad ogni documento sul Drive associato un link: il proprietario pu decidere di comunicare tale link ad altri utenti, anche non in possesso dellaccount Google, e di specificare se questi possano leggerlo o anche modificarlo. Il documento viene pubblicato come una normale pagina web ed quindi accessibile a chiunque.

La condivisione in Google Drive unalternativa molto funzionale allo scambio di documenti via mail o tramite pen-drive, perch gli utenti abilitati possono lavorare contemporaneamente allo stesso documento, gli aggiornamenti effettuati dagli utenti abilitati arrivano immediatamente a tutti gli altri ed il sistema tiene traccia delle variazioni e dei commenti apportati da ognuno di loro.

Marta ha creato un documento e lo ha condiviso con Lorenzo, che ha aggiunto il testo contrassegnato ed inserito dei commenti, ai quali Marta ha risposto.

16/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

Documenti di testo con Google Drive Lambiente di Google Drive presenta tutte le funzionalit necessarie per creare documenti di testo di vario tipo. Il menu dei comandi presenta le voci che consentono di operare sugli elementi standard di un documento di testo, quali la formattazione del carattere e del paragrafo, le tabelle, le interruzioni di pagina e le immagini. consentito linserimento di oggetti creati con altri programmi, come ad esempio di un grafico creato con un foglio di calcolo.

Lambiente di gestione dei documenti di testo in Google Drive. I comandi sono molto simili a quelli presenti in altri text editor, quali Word o Writer.

Un documento di testo di Google Drive pu essere esportato e salvato sul computer locale per essere elaborato con altri programmi. I formati possibili di esportazione sono: HTML, ODT, PDF, RTF, TXT e DOCX.

La finestra che consente di scegliere il formato di esportazione di n documento di testo sul computer locale.

Tipi di file Sul Drive possono essere caricati file di tutti i tipi; quelli di tipo TXT, HTML, ODT, RTF, DOC e DOCX potranno essere anche essere aperti e modificati dallapplicazione Documenti di Google.

Google Drive tiene traccia di tutte le modifiche effettuate da ogni utente; possibile avere lelenco delle varie versioni del documento, il dettaglio di ogni modifica applicata, comprendente lautore e lora di modifica, ed possibile ripristinare una delle versioni precedenti.

Lelenco delle revisioni apportate ad un documento; i vari autori e le singole modifiche da loro apportate sono evidenziate con colori diversi.

17/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

Presentazioni con Google Drive Google Drive comprende unapplicazione che consente di realizzare presentazioni on line e di condividerle con altri utenti sin dalla fase di creazione. Lambiente offre le funzionalit standard dei programmi per presentazioni, quali la formattazione del testo, linserimento di immagini e di grafici creati con altre applicazioni, la possibilit di applicare transizioni alle diapositive o animazioni ai singoli oggetti.
Menu dei comandi

Visualizzatore on line Diapositiva corrente Immagine inserita Elenco diapositive nella presentazione Elenco puntato

Lambiente che consente di gestire le presentazioni allinterno di Google Drive.

possibile inserire immagini, video, forme (frecce, callout, oggetti grafici) in ogni diapositiva, specificare la transizione tra due diapositive successive e lanimazione da applicare ad ogni oggetto presente. Anche in questo ambiente possibile associare dei link ai vari oggetti (testo, immagini, oggetti) in modo da ottenere presentazione dalla struttura non sequenziale. Lambiente consente di visualizzare il risultato del lavoro, ossia la presentazione, direttamente on line. anche possibile esportare il lavoro nei formati PPTX per Microsoft Power Point, PDF, o in formati di tipo immagine, quali PNG e JPG, per poter usufruire della presentazione anche al di fuori dellambiente di Google Drive. QUESITI 1. Quali tipi di documenti possibile creare in Google Drive? 2. Cos lelenco delle revisioni di un documento? 3. Quali tra queste modalit di condivisione sono consentite dagli strumenti di Google Drive? Sola Solo alle persone Solo a chi conosce A chiunque conosca lettura invitate la password il link

18/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

B1.6

Mappa di sintesi

documenti formali

curriculum

relazioni

altri documenti di testo

suoni immagini possono essere sono di tipo TESTO elementi multimediali sono di tipo sono costituiti da filmati

DOCUMENTI

tabelle

PRESENTAZIONI hanno un

testo

formato da costituite da

formato diapositive dei della del caratteri

pagina

paragrafo

con stile

con relatore

senza relatore

con grazie

senza grazie

19/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

B1.7

Verifica delle competenze


1. Utilizzando Word scrivi un sintetico documento che mostri vari formati del carattere e del paragrafo. Dato che in questo caso il contenuto testuale insignificante possibile impiegare il seguente testo latino che per secoli i tipografi hanno utilizzato a questo scopo:
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

2. Realizza una presentazione con PowerPoint che esemplifichi luso dei tipi fondamentali di slide utilizzabili. 3.
La videoscrittura la scrittura effettuata mediante un dispositivo dotato di video sul quale viene visualizzato il testo che pu essere memorizzato (su supporto informatico), modificato, stampato pi volte e/o diffuso come file di testo. []. La sua caratteristica principale consiste nel separare nettamente i due momenti della scrittura a macchina tradizionale, la digitazione e la stampa, passando attraverso la memorizzazione e la revisione del testo. All'operatore viene data la possibilit, tramite un software, di predisporre un documento con determinate impostazioni per l'impaginazione, di effettuarvi modifiche, di memorizzarlo e stamparlo in pi copie originali. http://it.wikipedia.org/wiki/Videoscrittura

sempre necessario stampare un testo realizzato con un sistema di videoscrittura per poterne usufruire?

4.
A presentation program is supposed to help both: the speaker with an easier access to his ideas and the participants with visual information which complements the talk. []. Text, graphics, movies, and other objects are positioned on individual pages or "slides" or "foils". []. Slides can be printed, or (more usually) displayed on-screen and navigated through at the command of the presenter. Transitions between slides can be animated in a variety of ways, as can the emergence of elements on a slide itself. http://en.wikipedia.org/wiki/Presentation_software

What is the purpose of a presentation program?


20/21

Produzione di documenti e presentazioni

Dott. Giuseppe Di Palma

5. Un insegnante di Storia dellarte prepara materiali di studio molto ben fatti: realizza le singole pagine fotocopiando insieme fotografie delle opere e testi scritti a macchina. Per presentarli alla classe fotocopia le pagine su fogli trasparenti che proietta sul muro con una lavagna luminosa. Quale modalit di lavoro pi attuale potresti consigliare allinsegnante?

6. Ricerca in rete i siti web da cui poter liberamente e gratuitamente scaricare applicazioni per realizzare documenti e presentazioni.

7. Il foglio di carta delle dimensioni standard il formato A4 (210297mm). I formati A0, A1, A2 ed A3 sono pi grandi, mentre i formati A5, A6, A7, sono pi piccoli. La regola che stabilisce le dimensioni di un foglio della serie la seguente: il lato lungo ha la stessa dimensione del lato corto del foglio precedente ed il rapporto tra i lati sempre lo stesso. Prova a calcolare le dimensioni dei formati A3 e A5.

8. Il seguente schema illustra i criteri essenziali per lefficacia dellinformazione grafica:

Quali di essi ritieni importanti per una presentazione?


21/21