Sei sulla pagina 1di 15

ESEMPIO DI ANALISI DI UN OSCILLATORE SEMPLICE

Redattore: Dott. Ing. Simone Caff - 26/10/2013


Analizzare il comportamento di un'oscillatore semplice avente rigidezza pari a 939.06 kN/mm, massa pari a 12000
kg e soggetto ad una forza armonica verticale pari a 100 kN. Descriverne il comportamento dinamico in termini di
spostamento verticale, assumendo inizialmente smorzamento del sistema pari al 2% dello smorzamento critico
e poi uno smorzamento viscoso lineare dell'oscillarore pari a 0.63 kNs/mm (a 50 Hz). A seguito di ci, analizzare il
medesimo oscillatore considerando rigidezza e smorzamento viscoso lineare, variabili in funzione delle frequenza.
Dati di input:
Rigidezza dell'oscillatore: k 939.06
kN
mm
:=
Forza armonica verticale: F
v
100 kN :=
Massa vibrante: m
v
12000 kg :=
Periodo proprio di vibrazione: T
0
2
m
v
k
0.02246s = :=
Frequenza propria di vibrazione: f
0
T
0
1
44.52216 Hz = :=
Pulsazione propria di vibrazione:
0
2 f
0
279.74
rad
s
= :=
CASO A - Analisi in caso di smorzamento del sistema pari al 2%:
Rapporto di smorzamento:
A
0.02 :=
Si definisce ora la parte reale dello spostamento (previa definizione di una variabile di frequenza " f
A
"):
u
z_real_A
f
A
( )
F
v
k
1
2 f
A

0
|

\
|
|
|

(
(
(

1
2 f
A

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
2
A

2 f
A

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
+
:=
Si definisce ora la parte immaginaria dello spostamento:
u
z_imm_A
f
A
( )
F
v
k
2
A

2 f
A

0
|

\
|
|
|

1
2 f
A

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
2
A

2 f
A

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
+
:=
L'anadamento dello spostamento complessivo risulter pertanto pari alla "magnitudo":
u
z_magnitudo_A
f
A
( )
u
z_real_A
f
A
( )
2
u
z_imm_A
f
A
( )
2
+ :=
40 45 50 55 60
0
1 10
3

2 10
3

[Hz]
[
m
]
u
z_magnitudo_A
f
A
( )
f
A
f
A
1 Hz :=
Spostamento massimo nel caso di sistema con smorzamento al 2%:
Maximize u
z_magnitudo_A
f
A
,
( )
44.504 Hz = (funzione che restituisce la frequenza alla quale si verifica il massimo)
u
z_magnitudo_A
44.504 Hz ( ) 2.663 mm =
Di seguito si riporta passo passo come inserire la suddetta analisi su SAP 2000:


La matrice di smorzamento [C] composta da un termine MPD (mass proportional dumping ) che moltiplica la
matrice delle masse [M] e da un termine SPD (stiffness proportional dumping ) che moltiplica la matrice delle
rigidezze [K]:
[C] = [M] + [K]
MPD ed SPD possiedono due caratteristiche opposte, rese evidenti dalla seguente formulazione:

n
= /2
n
+
n
/2
Lo smorzamento modale
n
relativo all'n-esima pulsazione propria
n
costituito da un primo termine che
diminuisce iperbolicamente all'aumentare della frequenza e da un secondo termine che aumenta linearmente
all'aumentare della frequenza.
Nel nostro esempio il rapporto di smorzamento fissato al 2%, pertanto per ottenere la medesima oscillazione
in risonanza che si avrebbe nel dominio del tempo, necessario che il rapporto di smorzamento isteretico
possieda un valore doppio, per fare ci il coefficiente deve essere posto uguale al 4%.
NOTA:
Il risultato perfettamente
analogo a quello ricavato
manualmente.
CASO B1 - Analisi in caso di smorzamento del sistema pari zero e smorzamento dell'oscillatore pari a
0.63 kNs/mm:
Smorzamento viscoso lineare:
c
v
0.63
kN s
mm
:=
Determinazione dello smorzamento critico:
c
crit_B
2 m
v
k 6.7138
kN s
mm
= :=
Rapporto di smorzamento:

B1
c
v
c
crit_B
0.0938 = :=
Si definisce ora la parte reale dello spostamento (previa definizione di una variabile di frequenza " f
B1
"):
u
z_real_B1
f
B1
( )
F
v
k
1
2 f
B1

0
|

\
|
|
|

(
(
(

1
2 f
B1

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
2
B1

2 f
B1

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
+
:=
Si definisce ora la parte immaginaria dello spostamento:
u
z_imm_B1
f
B1
( )
F
v
k
2
B1

2 f
B1

0
|

\
|
|
|

1
2 f
B1

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
2
B1

2 f
B1

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
+
:=
L'anadamento dello spostamento complessivo risulter pertanto pari alla "magnitudo":
u
z_magnitudo_B1
f
B1
( )
u
z_real_B1
f
B1
( )
2
u
z_imm_B1
f
B1
( )
2
+ :=
40 45 50 55 60
1 10
4

2 10
4

3 10
4

4 10
4

5 10
4

[Hz]
[
m
]
u
z_magnitudo_B1
f
B1
( )
f
B1
f
B1
1 Hz :=
Spostamento massimo risulta:
Maximize u
z_magnitudo_B1
f
B1
,
( )
44.128 Hz = (funzione che restituisce la frequenza alla quale si verifica il massimo)
u
z_magnitudo_B1
44.128 Hz ( ) 0.5699 mm =
Di seguito si riporta passo passo come inserire la suddetta analisi su SAP 2000:
L'analisi svolta si inputer su SAP in due modi:
- utilizzando un link con smorzamento viscoso lineare
- utilizzando i frequency dependent link con rigidezza fissa e smorzamento isteretico
Primo modo


NOTA:
Il risultato perfettamente
analogo a quello ricavato
manualmente.
Secondo modo
Per utilizzare gli FDL bisogna trasformare lo smorzamento vi scoso nel lo smorzamento isteretico variabile
linearmente al variare della frequenza.
Se a 50Hz lo smorzamento viscoso costante a 0.63kNs/mm lo smorzamento isteretico sar lineare:
c
h_0Hz_B1
c
v
2 50 Hz 197.92
kN
mm
= :=
Considerando un andamento lineare si otterrano i valori a 40 Hz e a 60 Hz:
c
h_!0Hz_B1
c
h_0Hz_B1
40 Hz
50 Hz
158.34
kN
mm
= :=
c
h_"0Hz_B1
c
h_0Hz_B1
60 Hz
50 Hz
237.5
kN
mm
= :=
NOTA:
Gli FDL sovrascrivono i nteramente l e propriet assegnate al
link.
NOTA:
Il risultato perfettamente
analogo a quello ricavato
manualmente.
CASO B2 - Analisi in caso di smorzamento del sistema pari al 2% e smorzamento dell'oscillatore pari a
0.63 kNs/mm:
Smorzamento viscoso lineare:
c
v
0.63 s
kN
mm
=
Determinazione dello smorzamento critico:
c
crit_B
6.7138s
kN
mm
=
Rapporto di smorzamento:

B2

A
c
v
c
crit_B
+ 0.1138 = :=
Si definisce ora la parte reale dello spostamento (previa definizione di una variabile di frequenza " f
B2
"):
u
z_real_B2
f
B2
( )
F
v
k
1
2 f
B2

0
|

\
|
|
|

(
(
(

1
2 f
B2

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
2
B2

2 f
B2

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
+
:=
Si definisce ora la parte immaginaria dello spostamento:
u
z_imm_B2
f
B2
( )
F
v
k
2
B2

2 f
B2

0
|

\
|
|
|

1
2 f
B2

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
2
B2

2 f
B2

0
|

\
|
|
|

(
(
(

2
+
:=
L'anadamento dello spostamento complessivo risulter pertanto pari alla "magnitudo":
u
z_magnitudo_B2
f
B2
( )
u
z_real_B2
f
B2
( )
2
u
z_imm_B2
f
B2
( )
2
+ :=
40 45 50 55 60
1 10
4

2 10
4

3 10
4

4 10
4

[Hz]
[
m
]
u
z_magnitudo_B2
f
B2
( )
f
B2
f
B2
1 Hz :=
Spostamento massimo risulta:
Maximize u
z_magnitudo_B2
f
B2
,
( )
43.941 Hz = (funzione che restituisce la frequenza alla quale si verifica il massimo)
u
z_magnitudo_B2
43.941 Hz ( ) 0.4708 mm =
Di seguito si riporta passo passo come inserire la suddetta analisi su SAP 2000:
L'analisi svolta si inputer su SAP in due modi:
- utilizzando un link con smorzamento viscoso lineare
- utilizzando i frequency dependent link con rigidezza fissa e smorzamento isteretico
Primo modo


NOTA:
Il risultato di SAP differisce
dello 0.21% rispetto a
quello manuale.
Secondo modo
Per utilizzare gli FDL bisogna trasformare lo smorzamento vi scoso pi lo smorzamento del sistema, nel lo
smorzamento isteretico variabile linearmente al variare della frequenza.
Se a 50Hz lo smorzamento viscoso vale 0.63kNs/mm lo smorzamento isteretico sar lineare e pari a:
c
h_0Hz_B2
4
A
k m
v
50 Hz
( )
c
v
2 50 Hz
( )
+ 240.1
kN
mm
= :=
Considerando un andamento lineare si otterrano i valori a 40 Hz e a 60 Hz:
c
h_!0Hz_B2
c
h_0Hz_B2
40 Hz
50 Hz
192.08
kN
mm
= :=
c
h_"0Hz_B2
c
h_0Hz_B2
60 Hz
50 Hz
288.13
kN
mm
= :=
NOTA:
Il risultato perfettamente
analogo a quello ricavato
manualmente.
CASO C - Analisi in caso di smorzamento del sistema pari a zero. La rigidezza e lo smorzamento
dell'oscillatore variano al variare delle frequenza:
Rigidezza variabile: Smorzamento addizionale variabile: Frequenza:
k
!0
1023.27
kN
mm
:= c
!0
1.15
kN s
mm
:= f
!0
40 Hz :=
k
0
939.06
kN
mm
:= c
0
0.63
kN s
mm
:= f
0
50 Hz :=
k
"0
736.57
kN
mm
:= c
"0
0.64
kN s
mm
:= f
"0
60 Hz :=
Considerando un coportamento lineare tra i suddetti valori, si costruiscono le funzioni di rigidezza e smorzamento
in ragione della frequenza:
Funzione di rigidezza variabile:
k
var
f ( )
k
!0
k
0

f
!0
f
0

f
k
0
f
!0
k
!0
f
0

( )
f
!0
f
0

+ f f
0
if
k
0
k
"0

f
0
f
"0

f
k
"0
f
0
k
0
f
"0

( )
f
0
f
"0

+ other#ise
:=
40 45 50 55 60
7 10
8

8 10
8

9 10
8

1 10
9

1.1 10
9

k
var
f ( )
f
Funzione di smorzamento variabile:
c
v_var
f ( )
c
!0
c
0

f
!0
f
0

f
c
0
f
!0
c
!0
f
0

( )
f
!0
f
0

+ f f
0
if
c
0
c
"0

f
0
f
"0

f
c
"0
f
0
c
0
f
"0

( )
f
0
f
"0

+ other#ise
:=
40 45 50 55 60
6 10
5

8 10
5

1 10
6

1.2 10
6

c
v_var
f ( )
f
Periodo proprio di vibrazione variabile in ragione della frequenza:
T
0_var
f ( ) 2
m
v
k
var
f ( )
:=

0_var
f ( ) 2 T
0_var
f ( )
( )
1
:=
40 45 50 55 60
0.021
0.022
0.023
0.024
0.025
0.026
T
0_var
f ( )
f
40 45 50 55 60
240
250
260
270
280
290
300

0_var
f ( )
f
Smorzamento critico variabile in funzione della frequenza:
c
crit_var
f ( ) 2 m
v
k
var
f ( ) :=
40 45 50 55 60
5.5 10
6

6 10
6

6.5 10
6

7 10
6

7.5 10
6

c
crit_var
f ( )
f
Funzione del rapporto di smorzamento finale al variare della frequenza:

var
f ( )
A
c
v_var
f ( )
c
crit_var
f ( )
+ :=
20 40 60 80
0.1
0.15
0.2
0.25
0.3
0.35

var
f ( )
f
Si definisce ora la parte reale dello spostamento:
u
z_real
f ( )
F
v
k
var
f ( )
1
2 f

0_var
f ( )
|

\
|
|

(
(
(

1
2 f

0_var
f ( )
|

\
|
|

(
(
(

2
2
var
f ( )
2 f

0_var
f ( )
|

\
|
|

(
(

2
+
:=
Si definisce ora la parte immaginaria dello spostamento:
u
z_imm
f ( )
F
v
k
var
f ( )
2
var
f ( )
2 f

0_var
f ( )
|

\
|
|

1
2 f

0_var
f ( )
|

\
|
|

(
(
(

2
2
var
f ( )
2 f

0_var
f ( )
|

\
|
|

(
(

2
+
:=
L'anadamento dello spostamento complessivo risulter pertanto pari alla "magnitudo":
u
z_magnitudo
f ( ) u
z_real
f ( )
2
u
z_imm
f ( )
2
+ :=
40 45 50 55 60
0
1 10
4

2 10
4

3 10
4

4 10
4

[Hz]
[
m
]
u
z_magnitudo
f ( )
f
Spostamento Massimo:
f 1 Hz :=
Maximize u
z_magnitudo
f ,
( )
46.38 Hz =
u
z_magnitudo
46.38 Hz ( ) 0.354 mm =
Inputazione dei Frequency Dependent Link su SAP 2000:
Rigidezze: Smorzamenti isteretici:
k
!0_$A%
k
!0
1023.27
kN
mm
= := c
!0_$A%
4
A
m
v
k
!0
f
!0
c
!0
2 f
!0
+ 324.25
kN
mm
= :=
k
0_$A%
k
0
939.06
kN
mm
= := c
0_$A%
4
A
m
v
k
0
f
0
c
0
2 f
0
+ 240.1
kN
mm
= :=
k
"0_$A%
k
"0
736.57
kN
mm
= := c
"0_$A%
4
A
m
v
k
"0
f
"0
c
"0
2 f
"0
+ 286.11
kN
mm
= :=
NOTA:
Il risultato di SAP differisce dello 2.74% rispetto a quello manuale.
Per interpretare lo scostamento tra il calcolo manuale ed i risultati di SAP, vediamo di studiare l'andamento dello
smorzamento isteretico in funzione della frequenza:


Se l'andamento dello smorzamento viscoso linerare, l'andamento dello smorzamento isteretico parabolico,
pertanto sar necessario inputare su SAP pi valori in modo da rispettarne il corretto andamento:

NOTA:
Ora il risultato
perfettamente analogo a
quello ricavato
manualmente.