Sei sulla pagina 1di 1

Potenza Giovedì 27 marzo 2008 33

URBANISTICA/2 Il sogno di una città nuova attraverso l’estetica

La Potenza della bellezza


TOMANGELO CAPPELLI soluta, capace di generare energia
Una delle allo stato puro, accendere entusia-
EH SI’! UN SOFFIO di Bellezza po- vedute smo, accarezzare l'anima e far sor-
trebbe davvero spazzar via i timori classiche di ridere i cuori.
su un Brutto d'Autore che Paride Potenza (dal Potenza della Bellezza è suscita-
Leporace ha espresso in merito al sito internet re meraviglia, Thaumazein, per
nuovo Regolamento Urbanistico del rendere tangibile l'intangibile:
di Potenza. Consorzio linguaggio universale che acco-
Realizzare la Città Nuova di cui Asi): muna mostrando la vera essenza
parla Campos Venuti nel piano l’ingresso dell'umanità.
urbanistico, lanciando un appello dal ponte Il paradosso è che, pur vivendo
per riscoprire il senso della Bellez- Musmeci in una società che ha smarrito il
za, proprio a Potenza, quella che, senso del bello, la Gente è affama-
negli anni '80, è stata definita “la ta di Bellezza, la richiede a viva vo-
città più brutta del mondo”, è una ce, perchè sa che può donare vere
missione ardua, ma non impossi- emozioni.
bile. Quando la Gente ha l'opportu-
Proveremo a essere più chiari, nità di scoprire la Bellezza della
sottolineando che per imprimere propria Storia, dei propri Monu-
un vero significato alle cose biso- menti, dell'Arte, della Natura ele-
gna renderle poetiche. giaca che la circonda, si commuo-
Potenza ha nel nome un appa- ve di gioia e sente la scintilla del-
rente ossimoro, ché se Potenza l'innamoramento verso la propria
fosse il nome di Roma, Parigi, città.
New York, nessuno avrebbe nulla La Bellezza favorisce l'armonia
da ridire, ma un nome di tale rile- dei comportamenti. Ecco perché
vanza per una città, almeno appa- lanciamo un appello per avviare
rentemente, insignificante, diffi- un diffuso processo di conoscenza
cilmente si spiega, se si considera del Patrimonio Culturale che, at-
che, al momento, il suo unico pri- traverso il linguaggio delle Emo-
mato è quello di essere il capoluo- zioni, sia in grado di diffondere il
go di regione più alto d'Italia piacere della Bellezza, ritenendolo
(sic!). indispensabile per rinsaldare i le-
Gli antichi non definivano mai a gami tra le Persone e la Città e per
caso la scelta dei toponimi, che, di garantire una maggiore coesione
solito, erano direttamente colle- tutti, forse legati a culti ancestrali nica forza della Natura, espressio- Vita; espressione sublime e perfet- sociale con accrescimento della fi-
gati al genius loci, lo spirito del dedicati a divinità eteree e impal- ne autentica dello spirito del luo- tissima della Bellezza Assoluta, da ducia e dell'autostima.
luogo, ovvero ciò che di più pro- pabili, sprigionanti poteri magici go, che avrebbe potuto folgorare i cui, per sillogismo, si evince che è E, allora, non ci resta che confi-
fondo ne rappresenta il carattere ammalianti. fondatori di Potenza, tanto da in- anche: potenza della bellezza. dare nella Potenza della Bellezza
simbolico, lasciando ai posteri il Alla luce dei caratteri peculiari durli ad assegnarle un nome così Eppure, per tornare al tema ini- per poter sperare che il nuovo Re-
piacere di fantastiche interpreta- della città, che, non dimentichia- altisonante, non può che essere il ziale, si potrebbe ritenere ingenuo golamento Urbanistico possa rea-
zioni. mo fa parte di quella Lucania/Leu- brillante lucore atmosferico, l'ab- collegare la Bellezza alla riuscita lizzare il sogno di avere una città
Eppur vero che, trattandosi di kania “Terra della Luce”, - se si bagliante energia luministica che del Nuovo Regolamento Urbani- più vivibile, una città a dimensio-
una scelta di spirito, fosse dettata esclude quell'energia sismica, si sprigiona laddove la città è stata stico di Potenza. ne della Gente, in cui ognuno pos-
anche dalla capacità di cogliere sempre in agguato e molto più de- edificata, appunto una Potenza Ma così non è. Perché, qui, si sa raggiungere un sempre mag-
elementi non visibili agli occhi di vastante - si può supporre che l'u- della Luce, e la Luce, è risaputo, è parla di Bellezza come Idealità As- giore ben/Essere.

GENTILISSIMO Direttore
Paride Leporace,
URBANISTICA: LA POLEMICA/3 Un’analisi critica del Regolamento certamente nell'abbandono
totale per il disgregamento.
Il Quotidiano da Lei bril- Quello mascherato con il gof-
lantemente diretto, continua
a pubblicare gli interventi più
qualificati sull'approvazione
La perequazione non è un bene fo telo alla parete del comples-
so di largo D'Errico e prospi-
ciente piazza Pignatari.

Limita il diritto alla proprietà


del nuovo Regolamento Ur- Veniamo al tema di caratte-
banistico (Ru). Che dopo l'in- re giuridico. Tale perequazio-
tervento conclusivo dell'ar- ne è una limitazione del dirit-
ch. Giuseppe Campos Venuti to di proprietà e di disponibi-
che spiega (chiacchiera enfa- lità così previsto dall'art. 42
ticamente) di tale documen- porace, ha giustamente esal- suna traccia. commi II° e III° dalla Carta Co-
to/atto amministrativo paro- tato le preoccupazioni e il ti- Ora veniamo al progetto stituzionale. Tale imposizio-
la per parola, lascia solo l'a- more di veder continuare la del nuovo Ru che avrebbe la ne perequativa non è contem-
maro in bocca. colata di cemento che, tenen- pretesa di essere perequativo plata dal codice civile e dal di-
Risulta più pertinente la do conto della acclività, quale - primo caso al Sud - ma che ritto amministrativo. Saran-
trattazione - in parte osserva- pendenza di una superficie scimmiotta quanto è stato at- no investiti il Tar, il Consiglio
zioni giuridiche - dell'Avv. topografica montuosa e colli- tuato in Emilia Romagna e a di Stato e la Corte Costituzio-
Luciano Petrullo consigliere nare del territorio potentino, Bologna in particolare. Po- nale. A parte i litigi dei con-
di opposizione, e in parte del- invaderebbe le aree ancora li- tenza, a scarso di risorse dis- sorziati che - come nei condo-
l'arch. Graziadei. bere da Piani del Mattino alla sipate in opere brutte e spre- mìnii - invaderanno le già in-
Il tema, che Il Quotidiano Basentana e da Masseria Ca- gevoli - guarda caso la nave al tasate aree giudiziarie. Difat-
con puntualità certosina ha valieri a Varco d'Izzo. La con- salmone al rione Cocuzzo (da ti, i piccoli proprietari in mi-
trattato da quattro mesi a clusione di uno dei suoi nu- abbattere e rimuovere), i ro- noranza, non avendo potere
questa parte con dovizia di in- merosi interventi, anche se stri di piazza Cagliari, i ghiri- in merito all'autonoma pro-
terventi e commenti tutti i giornalista da appena un an- gori di piazza don Colucci e posizione dell'intervento,
giorni - contrariamente a no in Potenza, ha focalizzato gli sgabelli in cemento arma- non avranno altra scelta. E
quanto spesso è stato illazio- bene il futuro - giusta preoc- Palazzi potentini (dal sito immobiliare eurekasa.ilsole24ore.com) to di piazza delle Regioni, solo chi non aderisce si vedrà
nato di disinteresse anomalo - cupazione - con il titolo “… Po- per citare alcuni scempi - non espropriato.
ha provocato l'attenzione dei tenza teme il brutto d'auto- aree metropolitane, solo a se- non si saranno degnati di potendo praticare espropri, Ora, bisogna ringraziare Il
lettori e dei cittadini più di re”. guito di regolamenti urbani- percorrere i rioni e le anguste ha deciso di attuare la pere- Quotidiano e Lei direttore
quanto visibilmente la stam- La questione dal punto di stici che, nel sostituire il vec- stradine contorte con stroz- quazione. che, più degli stessi organi
pa abbia potuto recepire e vista tecnico giuridico è rile- chio Prg, si occupasse della zature e pendenze da capogi- L'artifizio consiste nel rico- professionali, ci ha illuminati
pubblicare. vante. Non si capisce perché, disciplina degli insediamenti ro di tutte le campagne della noscere ai proprietari di ter- quotidie sul tema che interes-
E, per smentire tali voci di a seguito della legge regiona- esistenti. periferia - nulla avranno vi- reni, anche destinati a verde sa oggi noi e le generazioni
insensibilità e menefreghi- le n. 23/1999, solo ora si è af- Un impulso a rimuovere gli sto de visu dello scempio del pubblico, un diritto a costrui- future per l'avvenire di Po-
smo occorrerebbe informarsi frontato il tema. Il precedente ostacoli che si sono sempre territorio così come è stato re con un incremento della tenza - Città Metropolitana - e
presso il responsabile dell'uf- Piano Regolatore Generale frapposti alla promozione ed edificato. Si trascura il Cen- volumetria ma cedendo alme- la regione tutta.
ficio Urbanistico e Patrimo- con i quadri di previsione in esecuzione dei piani attuativi tro Storico e le selvagge co- no il 50% di tali aree. Così i Un ultimo argomento.
nio arch. Di Vito e collabora- zone identificate dalla A alla per opposizione o inerzia dei struzioni degli anni 50/60. privati, mediante i consorzi, Qualcuno ha insinuato che
tore ing. Viggiano a Parco lettera F avevano già previsto proprietari è venuto soprat- Quelle attuali sono uno scon- nei distretti urbani Dus (di- senza tale strumento urbani-
Aurora di quante richieste di la realizzazione di Consorzi. tutto dall'art. 27 della legge cio ancora più obbrobrioso. stretti assoggettati a schede stico sarebbe precluso l'avve-
delucidazioni, chiarificazio- E, poiché venivano definiti 166/2002. Legge che ha rico- Bastava recarsi solo a Mac- di dettaglio), Dut (distretti di nire dei nostri figli. Quante
ni e perplessità siano stati pe- “Piani Attuativi”, venivano nosciuto un interesse pubbli- chia Romana. trasformazione) e i DUP (per fesserie per giustificare la fa-
dissequamente investiti. colpito i piccoli proprietari co alla realizzazione delle pre- Né una parola ha speso le aree a maggiore estensio- me di incarichi per professio-
Si trascurano le sterili e terrieri con l'onerosa Ici su ta- visioni urbanistiche anche se Campos Venuti per ristabili- ne), dovranno presentare il nisti ed imprese! Motivo per il
astruse polemiche politiche li superfici, instaurando un di iniziativa privata. re un pizzico di equilibrio nel piano attuativo. Con i Dup i quale venne presentato all'e-
degli alleati sostenitori di Ta- increscioso e astioso conten- Tale norma ha portata ge- rapporto metri cubi di cemen- privati guadagnato un pre- poca il piano Campagne del-
nino Fierro (in particolare di zioso tributario. nerale anche se inserita nelle to per piazze e centri socio- mio di cubatura del 10%. Ecco l'ex sindaco Tanino Fierro.
Luigi Scaglione) in cerca di Ma veniamo a questo per- disposizioni sui programmi culturali e ricreativi o per l'as- come è stato progettato, svi- Fortunatamente e sonora-
consensi per sfondare al Se- corso. La legge urbanistica di riabilitazione urbana. Quì senza di strade e/o il collega- scerato e propagandato come mente bocciato dalla Regione
nato con l'eterogenea lista del 1942 era stata largamen- casca l'asino. Non si capisce mento. Con gli attributi, se si panacea il nuovo Ru. Basilicata. Certo i problemi
partito Popolari Uniti, che ha te superata. Con la riforma perché si è voluto scomodare fosse esaminato l'attuale Non sono state previste del- sono tanti, ma non è che sot-
stabilito un patto di desisten- costituzionale e istitutiva del- l'architetto Campos Venuti e sconvolgimento edificatorio, le tangenziali di largo respi- traendo le aree ai piccoli pro-
za con il Psi di Boselli, per av- le regioni ultimamente erano Federico Oliva dell'Inu (Isti- si sarebbe potuto suggerire ro, né meridiane secondo le prietari terrieri che si risolvo-
versare il sindaco Santarsie- stati delegati tali enti autono- tuto nazionale di urbanistica) di imporre alle imprese di ri- curve di livello. Né sono stati no secoli di arretratezza e di
ro. mi territoriali a disciplinare. per tale scopo in Potenza. mediare abbattendo qualche calcolati e inventariati gli edi- grettezza pubblica e ammini-
Utili all'argomento invece Quindi recentemente, stante Quasi mancassero architetti piano e provvedendo a lascia- fici pubblici e la tipologia di strativa. Assicuriamo fin d'o-
possono essere considerati alla necessità di decentra- di livello seri e competenti in re delle aree per ampliare cui necessita Potenza. Nes- ra di obiettare con precise os-
gli apporti dell'architetto mento delle metropoli intasa- materia di urbanistica. Ma la- strade e costruire asili e inse- sun intervento è stato preven- servazioni.
Paolo Baffari e anche del sig. te, si è pensato di prevedere sciamo stare. diamenti artigianali. Quindi tivato per i parcheggi pubbli- Tommaso Marcantonio
Rosario Gigliotti di Macchia un Piano Strutturale per le I predetti altisonanti nomi della programmazione di ci o privati inibendo l'accesso (Geometra libero professio-
Romana. E Lei, direttore Le- grandi trasformazioni di tali nel campo urbanistico - che “riabilitazione urbana” nes- al centro storico che cadrà nista dal 1959-60)