Sei sulla pagina 1di 1

Primo piano Sabato 22 marzo 2008 11

Urbanistica a Potenza
Verde e piazze pagate dai privati. Nel vallone di Santa Lucia nessuna colata di cemento

La perequazione democratica
«Le polemiche di chi fa solo campagna elettorale»
di PARIDE LEPORACE biamo cercato il confronto e in requazione non è indolore.
molti non si sono fatti vedere. Campos Venuti a Roma ha riti-
SARA’ che è un tecnico. Sarà Anche qualche ordine profes- rato la firma per i furori ideolo-
che ne ha fatto un punto d’ono- sionale». gici di Rifondazione comuni-
re, ma il sindaco Vito Santarsie- Ma lei si sente di difendere, sta».
ro non concede dub- a futura memoria, questo re- Ma la politica locale la pen-
bi sulla questione golamento? sa diversamente. Oggi i Popo-
urbanistica. Plani- «E’ un atto storico e va visto lari uniti, che non possono es-
metrie e progetti al- alla luce della Storia. La pere- sere scambiati per degli
la mano difende la quazione sanerà molti guasti estremisti, denunciano rischi
sua scelta politi- del vecchio Piano regolatore. di speculazione privata. Una
ca. Con il Piano Potenza è una città senza stra- denuncia pesante…
urbanistico, re- de, piazze e verde pubblico. Po- «Affermazioni da campagna
datto da Campos tevamo anche decidere di recin- elettorale e strumentali, vorrei
Venuti, Potenza tare la città e costruire fuori del ricordare a questi amici che Po-
cambia linea. Nulla perimetro urbano. Scelta costo- tenza negli ultimi quindici anni
sarà come prima, sa e poco rispettosa della storia ha prodotto meno case popolari
a suo dire. Ren- urbana. Invece attraverso stra- di Rionero. Quando mi sono in-
dita parassita- de, piazze e verde avremo final- sediato Bucaletto era la vittima
ria e trionfo del mente una città degna di questo di un bando assurdo fatto per
brutto non ci sa- nome». motivi elettorali. Sono perden-
ranno. Quello che Da un punto di vista tecnico ti. Il regolamento urbanistico
leggete è frutto di gli acronimi rivoluzionari si ha messo a nudo le responsabi-
due ore di discus- chiamano Dus, Dut e Dup. lità del passato. Di tutti».
sione serrata dove il Santarsiero li conosce a me- Ma nel vallone di Santa Lu-
primo cittadino nadito. cia ci sarà questa ventilata co-
spiega con dovizia di «Sono dei piani particolareg- lata di cemento?
particolari ogni det- giati. All’interno della città, per «La zona verde non sarà toc-
taglio. Perché è con- esempio il Dut di via Messina, cata ma anzi risanata. Per poter
vinto di essere riu- esistono delle situazioni preca- risistemare la zona si sarebbero
scito a disegnare un grande rie. Con delle demolizioni si pre- dovuti spendere 12 milioni di
progetto politico. vedono delle cubature nuove. euro per gli espropri. Consenti-
Un regolamento urbani- La restante parte viene ceduta remo ai residenti di poter demo-
stico d'autore, ma non all’amministrazione per realiz- lire e ricostruire con la stessa
mancano i dubbi dei citta- zare verde e parcheggi. Nei Dus volumetria. I trentacinquemila
dini che sia come per il pas- e e nei Dup la perequazione e le metri cubi vengono trasferiti ai
sato. opere pubbliche saranno date margini dell’area verde in
«C’è molta confusione. dai privati, inoltre molte aree un’area che abbiamo individua-
Noto attacchi a testa bassa prevedono edilizia sociale. Via- to come possibile nell’area del
da chi vive in luoghi disa- bilità, verde e piazze che il priva- Cocuzzo».
strati. Il Pentagono è stata to donerà al pubblico. Un’even- Non temete un impatto am-
una pessima eredità che ho tuale espropriazione avrebbe bientale pesante vicino al
ricevuto. Non potevo far al- avuto dei costi enormi». Serpentone?
tro che autorizzare le con- Ma i sette piani ritirati ora «Le costruzioni non possono
cessioni per i diritti acquisi- che cosa sono diventati? superare i tre piani. La cubatu-
ti. Né si potevano fare prefe- «Nei tre principali, in cambio ra è bassa. Comunque questa è
renze». della cubatura, ci siamo fatti un'ipotesi. Potrebbe anche alla
Insomma una guerra tra dare da due consorzi il 20 per fine andare in un altro sito. Bi-
poveri… cento dei terreni gratuitamen- sogna però tenere conto della
«Non capisco perché all'e- te. Dal terzo consorzio abbiamo ricucitura urbana».
poca nessuno si mobilitò». avuto una cessione gratuita Santarsiero continua, appas-
Ma a Macchia Romana che noi ridaremo all’Ater per sionandosi, a mostrare cartine
che accadrà? un prezzo politico. Abbiamo e grafici. La rivoluzione delle
«Un milione di euro stan- calmierato il prezzo ottenendo zone agricole, la nuova viabilità
ziato per avere un grande 250 alloggi che partiranno a fi- a costi possibili, i parchi che
parco a favore del quartiere. ne anno». raddoppieranno nella Potenza
Nel comparto confinante sa- Mi spiega perché ha chia- che sarà. Non basterebbe un
ranno realizzate prima stra- mato Campos Venuti? giornale intero per dar conto di
de e infrastrutture a carico «Volevo mettere ordine in tutto. Credo che da questo sin-
dei privati, e poi le case. In- una città con un’urbanistica in- daco in molti comprerebbero
terveniamo sulla pessima decente. La direttrice della pe- un’auto usata.
urbanistica del passato». requazione ci consente di ope- Sul futuro urbanistico del ca-
Ma le critiche al regola- rare quasi a costo zero. Potenza poluogo, per dirla con Aristote-
mento urbanistico? con 140 euro di debito per effet- le, le storie si giudicano sempre
Il sindaco di Potenza Vito Santarsiero
«E’ facile fare le pulci a un to degli espropri doveva cam- alla fine.
documento approvato. Ab- biare corso nella materia. La pe- p.leporace@luedi.it

«L’APPROVAZIONE del Regola-


mento urbanistico nella città di Po-
Nuovo Regolamento Il partito dei Popolari uniti lo commenta così re all'Urbanistica del Comune di
Potenza, Alessandro Singetta, par-
tenza, se pur rappresenta una svol- tecipando al convegno organizza-
ta epocale rispetto alla logica delle
politiche di programmazione ter-
ritoriale, è solo il punto di partenza
«Il pericolo è la speculazione» to dalla Regione Basilicata in colla-
borazione con l'INU "Verso la rifor-
ma della L.R.23/99", ha riafferma-
di una nuova azione politica che de- to: «Il valore delle scelte - ha dichia-
ve interessare tutti i cittadini del rato - compiute dalla città di Poten-
capoluogo per una città più bella e za con il Regolamento urbanistico
funzionale». che, tuttavia, non può essere consi-
Lo ha dichiarato il segretario cit- derato la panacea di tutti i mali è
tadino dei Popolari uniti, Luigi sin troppo evidente. Attraverso la
Scaglione, nel corso di un incontro corretta applicazione della legge
a cui hanno preso parte ammini- regionale 23/99 le amministrazio-
stratori e cittadini di Potenza, ana- ni locali si riappropriano della po-
lizzando la definizione del nuovo testà pianificatoria sui loro territo-
regolamento e guardando alle cri- ri, di cui per troppo tempo sono sta-
ticità che pure si riscontravano te spogliate. Ma, - ha aggiunto l'as-
nella normativa di riferimento. sessore Singetta- la vera sfida si
«Lo sforzo dell’amministrazione gioca con il Piano Strutturale Me-
comunale potentina - ha aggiunto tropolitano, strumento a cui sono
Scaglione - rischia di non essere rinviate le grandi scelte di sviluppo
compreso nella sua efficacia anche della città di Potenza e dei comuni
alla luce di discutibili scelte che il limitrofi».
Consiglio comunale ha fatto in me- A tal proposito, i Popolari Uniti
rito ai Piani operativi, per i quali, il hanno invitato la Regione Basilica-
voto di astensione dei Popolari uni- ta a snellire e chiarire le procedure
ti, suona come un monito a preve- I tre esponenti locali dei Popolari uniti Luigi Scaglione, Michele Graziadei e Alessandro Singetta previste dalla legge regionale
dere le conseguenze di norme che .23/99 con mirati interventi legi-
rischiano di favorire solo taluni lità aveva compreso. E invece non è vincente), ha interessato la ridefi- tare discriminanti nei confronti slativi, tra cui anche la formale pre-
privati a danno delle politiche so- accaduto nulla di tutto questo». nizione delle norme urbanistiche dei cittadini delle aree rurali. visione, appunto, del Piano Strut-
ciali per la casa che invece abbiamo Altra grande questione, («e qui per le aree rurali, con il forte con- Una «coerenza di posizioni», che turale su base metropolitana che la
propugnato da sempre e che, guar- l'intesa con il gruppo consiliare vincimento che il rinvio al Piano i Popolari uniti rivendicano in ma- legge, ad oggi, ancora non contem-
da caso, anche qualche altro priva- guidato da Michele Graziadei e l’at- strutturale potesse fare giustizia niera forte come un proprio suc- pla esplicitamente e che guarda ca-
to, tra l’altro con il coinvolgimento tenzione dell’assessore all'Urbani- di alcune previsioni iniziali, che, cesso e che ha trovato conferma an- so, trova ora fautori anche chi un
più ampio di suoli rispetto alla tota- stica, Alessandro Singetta è stata anche queste, rischiavano di risul- che nelle indicazioni che l'assesso- tempo sosteneva il contrario.