Sei sulla pagina 1di 1

Potenza Domenica 29 marzo 2009 25

REDAZIONE: Via Nazario Sauro, 102 - 85100 Potenza - Tel. 0971.69309

L’accordo per risolvere il contenzioso in zona Poggio Tre Galli passa per il regolamento urbanistico

La transazione con Mancusi


Due scenari legati alla sentenza d’appello e tempistica “urgente”
«VORREI capire quale svan-
taggio ci sia per il comune, UNA LUNGA STORIA
quale sia la perdita per l’am-
ministrazione». Il commento
è del legale della Mancusi
Group, l’impresa protagoni-
Tutto comincia anni fa
sta indiretta, negli ultimi
giorni, delle polemiche politi-
che sorte in consiglio comu-
nale sul regolamento urbani-
stico e su due osservazioni
che ne hanno bloccato la di-
scussione. Quelle due osser-
vazioni riguardano un vec-
chio contenzioso e una even-
tualità di soluzione tra l’am-
ministrazione e l’impresa po-
tentina, per un suolo (e volu-
metrie annesse) - il lotto 4 - del
complesso a forma di rettan-
golo, il Secondo centro dire- DI quella zona di Poggio Tre Galli si parla da tempo. Se ne
zionale, che sta sorgendo a parla dai primi anni ‘70 quando il piano regolatore preve-
Poggio Tre Galli. Nei giorni deva che lì sorgesse persino un centro sociale. Nel tempo,
passati, conferenze, incontri, diversi passaggi burocratici, compiuti da diverse ammi-
note e dichiarazioni della poli- nistrazioni, tra varianti al Prg, un piano particolareggia-
tica su una vicenda dell’urba- to, persino un Prusst, oggetto di accordo Quadro con Re-
nistica potentina che nasce gione e Stato. Con la convenzione del 2004 con il comune,
negli anni ‘70 e tocca varie il consorzio edilizio ha assunto impegno a cedere gratui-
amministrazioni. tamente all’ente le aree di proprietà dei consorziati desti-
Ma l’imprenditore cosa ne nate a opere di urbanizzazione e il lotto 4. Questo uno dei
pensa? E’ il suo legale a ri- punti su cui nasce, di recente, la vertenza tra comune e
spondere, atti alla mano, mo- impresa (oggi proprietaria dei suoli). Alla ditta, l’ente ha
strando la transazione propo- negato il permesso di costruire perchè, secondo la con-
sta dal comune. venzione, titolare del lotto. Ma il Tribunale civile ha dato
Quella transazione è stata ragione all’impresa. Poi i ricorsi e l’attesa degli sviluppi.
inserita nelle due osservazio- Il Secondo centro direzionale
ni al Ru proposte dall’Ufficio
di piano (proprio il fatto che il Tribunale civile di Potenza te e parte dell’ex stazione au- stamento della volumetria 4, fino alla pubblicazione del- visioni dell’accordo entro la
proponente sia l’ufficio comu- che attesta la titolarità di quel tolinee di rione Francioso». «non comporta varianti urba- la sentenza di Corte d’Appello data d’approvazione del rego-
nale è stata una delle critiche lotto all’impresa, ndr)», gli al- Visto che, si legge ancora nel- nistiche». Per questo - si legge (dopo il ricorso dell’ente). C’è lamento urbanistico, altri-
fatte non solo dall’opposizio- tri 14 mila metri cubi potran- la transazione, «risulta accla- nella proposta estiva - «l’edifi- poi la questione relativa ai menti l’accordo si riterrà nul-
ne) e su cui la discussione con- no essere delocalizzati e rea- rato da atti ufficiali e validi un cabilità è diretta», basta il per- suoli attorno al rettangolo: lo.
siliare si è, momentaneamen- lizzati su suoli di proprietà residuo diritto edificatorio messo di costruire, «laddove l’impresa ha fatto ricorso al «Mi chiedo come si possa di-
te, arenata. della ditta, nella parte alta del spettante alla Mancusi il consiglio comunale appro- Tar «per il risarcimento dei re che l’accordo favorisca
E’ il legale della Mancusi quartiere nota coma “zona Group», quei 9 mila metri cu- verà l’osservazione». danni derivanti alla società l’impresa - spiega il legale del-
Group a spiegare i contenuti G”. Ma sempre in questo caso, bi potranno essere «realizzati Fin qui una strada. Poi c’è dalla illegittima occupazione la Mancusi Group - Sarà l’ente
dell’accordo raggiunto dalle si dovrà procedere allo scom- in lotti rimasti inedificati» di l’altra opzione prevista dalla dei suoli utilizzati per la rea- a fare una stima dei terreni
parti, ma che, per restare vali- puto della percentuale degli Mancusi, sempre in zona G. transazione. «In caso di pro- lizzazione di strade» limitrofe circostanti e di quello interno
do, dovrà essere recepito nel oneri concessori (le tasse Potranno essere accorpati al- nuncia definitiva dell’autori- alla zona. Così, «l’ufficio al rettangolo, altrimenti poco
regolamento urbanistico. sull’edificazione) già versate le volumetrie delocalizzate tà giudiziarie in favore del co- espropri del comune eseguirà fruibile. Se, poi, la sentenza
Il 9 giugno 2008 l’ammini- dall’impresa per la volume- dal Secondo centro direziona- mune di Potenza, ferma re- - ancora la transazione - la sti- darà ragione all’amministra-
strazione comunale propone tria non più realizzabile nel le. Ora, la localizzazione della stando la volumetria dei 26 ma del valore di tali aree da zione, disporrà del lotto come
all’impresa una proposta di rettangolo. Mentre dei 26 mi- nuova volumetria complessi- mila metri cubi (cioè, livellata conguagliare con il valore vuole. In più, l’impresa rinun-
accordo che poi, in seguito, la che rimarrebbero nel ret- va «non comporta - si legge sugli altri edifici e non più della superficie di proprietà cia a tutti gli eventuali diritti
sarà recepita in un atto di in- tangolo, il 75 per cento dovrà nella transazione - variazione una previsione di 11 piani, comunale inserita nel Secon- risarcitori». Così l’avvocato,
dirizzo dell’esecutivo e resa, essere destinato a edilizia re- degli standard urbanistici», ndr) l’amministrazione co- do centro direzionale» ampia transazione alla mano, spie-
nel febbraio scorso, in un atto sidenziale, il resto a terziario. inoltre sono già presenti le munale potrà valutare di rea- circa 1.000 metri quadrati. ga di non comprendere su che
di transazione già sottoscrit- C’è di più. Con questa transa- opere di urbanizzazione (tutti lizzare, o far realizzare, edili- Poi, «la Mancusi Group di- cosa «si stai effettivamente di-
to da Mancusi. zione si richiama anche un al- quei servizi necessari alla vi- zia residenziale pubblica». chiara di rinunciare a ogni e scutendo».
Il punto di partenza della tro contenzioso in corso tra vibilità, come fognature, im- Questi i due scenari lasciati qualsivoglia pretesa risarci- Quanto alla tempistica, se-
proposta è di tipo “urbanisti- l’impresa e il comune, quello pianti, strade, marciapiedi) aperti dall’accordo. Ma non è toria in relazione ai conten- condo l’accordo, meglio che la
co” perchè su quel lotto do- relativo al Primo centro dire- «capienti e idonee ad assorbi- tutto. Innanzitutto la Mancu- ziosi in corso, anche in caso di “concretizzazione” del per-
vrebbe essere costruito un zionale in via Nazario Sauro re la maggiore volumetria». si Group, «indipendentemen- esito positivo, parziale o tota- corso avvenga, come data in-
fabbricato di 40 mila metri cu- (noto in città come “le due tor- Sulla zona G già insiste un te dalla sentenza civile» di pri- le, dei giudizi, sia civili che dicativa, entro fine marzo.
bi, circa 11 piani di altezza o ri”), per circa 9 mila metri cu- vecchio piano particolareg- mo grado che ha dato ragione amministrativi». E proprio per martedì è pre-
giù di lì, «per di più - spiegava bi non realizzati «che rivengo- giato con relativo piano attua- all’impresa sulla titolarità del Esiste, però, un limite inde- vista la discussione interrotta
l’amministrazione nella pro- no - spiega il legale - dalla ces- tivo (sono le fasi della proget- suolo, «dichiara che non insi- rogabile. La transazione avrà sulle due osservazioni del ca-
posta - con destinazione “ter- sione gratuita dei suoli su cui tazione di un qualsiasi com- sterà nella richiesta di per- effetto a condizione che il co- so.
ziario”, che notoriamente il comune ha costruito il pon- plesso edilizio ampio) e lo spo- messo di costruire» per il lotto mune adempia a tutte le pre- Sara Lorusso
comporta maggior carico di
persone e veicoli». Allora, «al-
la luce di approfondimenti ef-
fettuati, anche con la consul-
tazione del comitato di quar-
tiere della zona interessata»,
si legge nella transazione,
serve «perseguire il premi-
nente interesse pubblico con
una riduzione della volume-
tria insediabile».
La proposta, sottoscritta la
scorsa estate da entrambe le
parti, e poi, spiega il legale
della ditta, recepita nella
transazione, stabilisce che
l’edificio che sorgerà sul lotto
4 non dovrà comunque supe-
rare l’altezza dei palazzi pre-
visti già sullo stesso lato del
rettangolo: a conti fatti si ar-
riva a una volumetria di 26
mila metri cubi.
Che ne sarà della cubatura
“limitata”? Dipende. Secondo
la transazione, in caso «di de-
finitiva pronuncia favorevole
alla Mancusi Group (l’ammi-
nistrazione ha fatto ricorso in
Appello dopo la sentenza del