Sei sulla pagina 1di 2

Corrado Malanga ANIMA allinterno del sistema SPIRITO, MENTE e CORPO Secondo le ricerche condotte nel campo delle

interferenze aliene (ufologia), abbiamo impiegato lipnosi come mezzo principale di indagine. Nello stato ipnotico il soggetto in grado di rivivere parti della sua esperienza cancellate volutamente dalla interferenza aliena. Ma durante il fenomeno dellipnosi i due lobi del cervello tendono ad aumentare la loro lateralizzazione ed infine si cerca di fare emergere solo, o principalmente, quella parte di noi che storicamente stata sempre negata. Questa parte negata la definiamo in questo contesto con il termine di ANIMA. Anima qualcosa che ci appare atemporale, trascendente: era comunque qualcosa che doveva essere descrivibile almeno approssimativamente anche in modo matematico geometrico. Abbiamo tentato di costruire un modello geometrico che descrivesse lessere umano con i risultati di centinaia di ipnosi regressive condotte su soggetti che erano stati sottoposti a fenomeni di interferenza aliena. Da questo punto di vista, lessere umano sarebbe descrivibile come somma di quattro componenti Corpo, Spirito, Mente ed Anima ciascuna, a sua volta, descrivibile mediante tre soli assi cartesiani. In particolare il Corpo sarebbe formato da Spazio, Tempo ed Energia, ma non possiederebbe Coscienza: si tratterebbe, pertanto, di un guscio vuoto. La Mente sarebbe formata da Spazio, Tempo e Coscienza: sarebbe pertanto informazione coerente e cosciente di s. Lo Spirito sarebbe formato da Tempo, Energia e Coscienza e rappresenterebbe qualcosa che dappertutto (assenza del concetto di Spazio), fungendo da collante tra Mente e Corpo. LAnima sarebbe formata da Spazio, Energia e Coscienza, ma sarebbe priva di Tempo: essa sarebbe pertanto caratterizzata dallimmortalit. Si pu, tuttavia, dire di pi: delle quattro componenti proposte ( Anima, Spirito, Mente e Corpo) sufficiente possederne solamente due per essere sicuri di entrare in questo universo poich due sole componenti garantiscono comunque la presenza di tutti e quattro gli assi coordinati. Si pu sintetizzare questa caratteristica con la seguente matrice, attribuendo a ciascun asse un contributo intero, ma variabile tra zero e tre (0, 1, 2, 3): COSCIENZA - ENERGIA - SPAZIO - TEMPO ANIMA 3 2 1 0 SPIRITO 2 3 0 1 MENTE 1 0 3 2 CORPO 0 1 2 3 3 Secondo questa matrice lAnima a possedere pi Coscienza, poi lo Spirito, quindi la Mente; il Corpo non possiede affatto Coscienza. Daltra parte lAnima non possiede un contributo temporale ed la pi longeva, seguita da Spirito, Mente e Corpo, il quale risente in massima misura del Tempo. Si nota facilmente che la matrice ha le due diagonali che valgono, rispettivamente, 3 e 0. In parole povere stiamo esaminando una matrice che descrive un tetraedro nel quale i lati tre e zero sono ortogonali tra loro, ma posti su due piani paralleli rispetto allosservatore che guarda il tetraedro dallesterno. Cosa si intende per termine Coscienza? La Coscienza quella cosa che i mistici tendono ad identificare con Dio. Dio sarebbe dunque dentro anima, spirito e mente ma non dentro al corpo che sarebbe un tabernacolo della trinit. La definizione di essere vivente sarebbe da questo punto di vista identificata con avente coscienza. Il corpo dunque sarebbe in realt morto ma tenuto in vita dalle tre coscienze di anima mente e spirito. E evidente che anima pi cosciente di spirito che lo pi di mente. La differenza tra un uomo con Anima ed uno senza consisterebbe semplicemente nella diversa possibilit di avere coscienza di s. LAnima, infatti, porta un contributo di valore 3 allasse della Coscienza, mentre lo Spirito solo di valore 2. Questi valori sono del tutto arbitrari e ad oggi non so se la scala lineare da me proposta sia quella giusta. da notare che in questo contesto geometrico chi possiede Anima potrebbe non avere consapevolezza di possederla: di conseguenza sarebbe come se non lavesse. Potrebbe essere pi consapevole di s qualcuno che possieda uno Spirito evoluto, ma non lAnima, piuttosto di uno che possieda lAnima e Spirito poco evoluti. In ipnosi profonda le tre coscienze di anima mente e spirito possono essere dicotomizzate fino a interagire scambiandosi informazioni solo con la parte coscienziale animica.

Anima allora prende il sopravvento sulle altre parti e descrive luniverso dal suo punto di vista totalmente atemporale. In quel contesto ANIMA descrive il suo rapporto con gli ALIENI che usano lei ed il suo contenitore (il corpo delladdotto/rapito) per un solo scopo. Ottenere limmortalit. Anima infatti essendo immortale (mancante cio dellasse del tempo) sarebbe necessaria allalieno, che non la possiede, per guadagnarsi una immortalit corporea. Gli alieni, appunto perch tali, non possedendo parte animica, non sono molto coscienti che nella esperienza della morte che si conquista la consapevolezza della eternit e si ostinerebbero a cercare di prendere lenergia della parte animica degli uomini nel tentativo di rimandare allinfinito listante della morte fisica. Anima invece dichiara di essere entrata nei corpi degli uomini proprio per fare lunica esperienza che non consoce, quella della morte. Ma per fare questa esperienza ecco che prima bisogna vivere, altrimenti le morti sarebbero prive di contenuto esperienziale. Lalieno invece vuole stravolgere il progetto di anima, e pi a monte della coscienza, che non solo appare immortale ma addirittura eterna. Assistiamo dunque alla descrizione di un universo abitato da esseri con anima, gli uomini ed esseri senza anima, gli umani (tra cui gli alieni) dove gli uomini sovente non hanno n consapevolezza della loro coscienza n paura della morte fisica e gli umani, che sanno perfettamente che devono morire ma non vogliono fare questa esperienza, per mancanza di adeguata coscienza di s. Un universo popolato da chi sovente inconsapevolmente animico e chi consapevolmente non animico. Un universo in cui i DEMONIi cio gli ALIENI contemporanei recitano la parte del male e gli uomini che recitano i personaggi dei poveri di spirito, come direbbero in certi ambienti religiosi. Dove gli alieni servono alluomo per fargli prendere consapevolezza di s prendendo coscienza della presenza di esseri diversi. In questa ottica lalieno strumentale alluomo mentre la presenza delluomo non serve allalieno per prendere consapevolezza, visto che lalieno stesso non ne ha i prerequisiti poich mancante di una buona dose di coscienza stessa, quella della forte componente animica. 4 In questo teatro di realt virtuale gli ADDOTTI/RAPITI sono uomini con poca consapevolezza di essere ANIMA. Anima che venuta per fare esperienza passiva, che si mette alla finestra e guarda cosa accade, non anima che in grado di decidere la propria esperienza, che in grado di prendersi la responsabilit della propria scelta ma anima bambina, poco matura ed in attesa che qualcuno le faccia notare che gli alieni la vogliono intrappolare per sempre per i loro scopi. Gli altri uomini non addotti dagli alieni sono anime forti, in grado di scegliere la loro esperienza e per questo di rifiutare lesperienza delladduzione. Va infatti sottolineato come anima che ha il contributo coscienziale pi elevato possa fare ci che vuole della realt che la circonda. Pu fare i MIRACOLI si potrebbe dire in un contesto religioso. Anima o meglio la sua coscienza crea spazio tempo ed energia quali stati di una realt virtuale cio modificabile. Anima dunque decide se eliminare gli alieni dalla sua esperienza o passivamente subirli. Dallaltro fronte invece abbiamo gli umani, tra cui gli alieni che hanno paura di morire perch non sanno che non si muore, hanno poca coscienza di s e finiscono per essere soggetti amorali che rubano ad altri ci che a loro non compete, che finiscono per rappresentare le classi degli stupidi e dei governanti e dei ricchi cio di tutti coloro che della esistenza hanno capito e capiranno comunque poco. LALIENO non ha capito infatti proprio perch mancante di una bella fetta di coscienza che anche se un giorno riuscisse a rubare anima alluomo si trasformerebbe immediatamente in esso ma non essendo abituato al peso di anima si autodistruggerebbe nellimpossibilit di sopportare il fardello di una cosa cos incredibilmente pesante. LALIENO non abituato ad ascoltare lurlo delluniverso che solo chi anima pu, se vuole, comprendere. Lalieno in parole povere non avrebbe affrontato tutte le tappe della sua acquisizione di consapevolezza ma avrebbe saltato tutti gli stadi intermedi. Non si sarebbe preparato geneticamente ad attendere di essere pronto per accogliere anima ma avrebbe preteso subito di averla. Esiste il tempo per cui le cose debbono essere fatte. Dare ANIMA agli ALIENI sarebbe come dare perle ai porci o la bomba atomica in mano ad un pazzo. Riusciranno gli uomini con anima consapevole a salvare baracca e burattini e rimettere le cose a posto? Questa una bella domanda a cui oggi non possiamo rispondere.
Corrado Malanga.