Sei sulla pagina 1di 70

CigarsLover

Autumn 2016
MAGAZINE
intervista
r. caldwell

intertabac 2016

fumata senza
olfatto

l’affumicatura

don carlos
fuente

whisky
giapponesi

b l i n d
l o
trip i n g !
tast
TEAM & EDITORIALE

Lover Cigars
Magazine
Direttore: Luca Cominelli
Vicedirettore: Michel Arlia

Grafico: Mario Amelio


Assistente Grafico: Renz Mauleon

Autori: Didier Houvenaghel


Giuseppe Mitolo
Luca Cominelli
Michel Arlia
Nicola Ruggiero
Roberto Canzi
Simone Poggi
Giovanni Bolzonella

Fotografie: Mario Amelio


Ivana Lorusso

Marketing: Luca Cominelli


Michel Arlia

Editing: Giovanni Bolzonella


Roberto Canzi

Traduzioni: Rachelle Mauleon


Simone Poggi

Awards Panel: Aaron Reddy (U.S.A.)


Giovanni Bolzonella (Italia)
Giuseppe Mitolo (Italia)
Kaarel Kluge (Estonia)
Luca Cominelli (Italia)
Michel Arlia (Svizzera)
Nelson Campos (El Salvador)
Richard Frazier (U.S.A.)
Sebastian Hefel (Austria)
Thomas Hoebe (Olanda)

3 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Editoriale
L’attenzione dei produttori di sigari rivolta al mercato europeo è in forte ascesa e molti sono gli aspetti
che suggeriscono ciò. Si potrebbe parlare della maggior affluenza alla fiera europea per eccellenza,
l’Intertabac di Dormund, piuttosto delle edizioni limitate dedicate al mercato europeo, che sono delle vere
e proprie esclusive. Se a tutto ciò si somma la regolamentazione FDA, oramai imminente, e il mercato
europeo in crescita, è molto semplice giungere alla conclusione inziale.

Nello scorso numero avevamo annunciato la piaggia di un numero vasto di novità, che sarebbero state
presentate prima all’IPCPR e successivamente all’Intertabac. Come da attesa, le news sono state vera-
mente molte, e hanno riguardato sia prodotti realmente pronti al lancio, sia invece una moltitudine
di progetti che sono stati inseriti sul mercato di sbieco, per tamponare l’incalzante normativa FDA.
Soffermandoci su queste ultime, sono stati molti i rumors, spesso contornati da immagini che ritraevano
il box della novità in questione, ma senza le informazioni che più ci interessano, ovvero i dettagli dei blend.

La nota positiva è che tutto il lavoro “under pressure” dei produttori è e sarà presto disponibile per tutto
ciò che è stato presentato e che era in fase embrionale qualche mese fa. Non sarà semplice selezionare
i migliori sigari del 2016, ma tutte le novità da testare renderanno senz’altro appetitosi i test. Di questo
però, ne parleremo nel numero di fine anno.

”La passione ci muove!”

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 4


INDEX

Contenuti
Team
il gruppo CigarsLover ................................................ 3

9
Editoriale
riflessioni sul magazine ............................................. 4

Rating
come leggere la scala di valutazione .................. 8

Don Carlos
un uomo che ha cambiato il mondo del... .......... 9 13

L’affumicatura
smoky drinks .............................................................. 13

Le mignon
piccole grandi compagne di viaggio ................. 17

20
Cuaba
il 20° anniversario .................................................... 20

Xokolatl
dagli harem di Montezuma ai giorni nostri .. 23

23

5 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Blind smell
quant oconta l’olfatto durante una fumata .. 28

28
Whisky giapponesi
l’inizio della leggenda ............................................... 31

Caldwell cigars
intervista con Robert Caldwell ............................ 34

The italian job


i terroir italiani del kentucky ................................. 39 31

Oporto
Yeatman hotel ............................................................ 43

Blind tasting
Short Robusto, Robusto, Piramide ................... 46

36
Intertabac 2016
the european main event ...................................... 63

Glossario e Rubriche
cosa si può trovare su CsL Magazine ............. 67

46

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 6


IL MIGLIOR SISTEMA DI UMIDIFICAZIONE
Acquistabili su CigarsLoverStore.com

SECONDA GENERAZIONE. ANCORA PIÙ EFFICIENTI.


INFO

Rating
COME LEGGERE LA SCALA DI VALUTAZIONE

I sigari recensiti presentano una valutazione in centesimi. Questo per riuscire a dare a ogni sigaro un
punteggio preciso, in grado di collocarlo all’interno di un’ampia scala di valori. Il punteggio che i sigari rice-
vono è dato da una media che proviene sia dagli esemplari fumati, sia dalle valutazioni dei diversi fumatori.

fumata memorabile. Il sigaro eccelle in tutte le sue caratteristiche: intensità aromatica,


95-100: equilibrio, complessità, finezza, evoluzione, qualità costruttive, persistenza post-fumata
e costanza produttiva.

fumata ottima. Il sigaro presenta numerose caratteristiche eccellenti. Si tratta di


90-94: sigari di elevata qualità, che danno luogo a fumate molto soddisfacenti. I sigari da
avere in humidor!

fumata buona. Il sigaro è di qualità, pur presentando alcuni lievi difetti su alcuni
86-89: parametri di valutazione. Si tratta comunque di sigari consigliati e di alto grado di
soddisfazione.

fumata discreta. Il sigaro convince a tratti e presenta alcune caratteristiche discutibili,


81-85: mostrando sia qualità che difetti inerenti ai diversi parametri di valutazione.

fumata mediocre. Il sigaro mostra molti difetti. I parametri di valutazione sono per
<80: lo più improntati verso il basso e la fumata è da considerarsi generalmente non
consigliata.

sigari che presentano un rapporto qualità/prezzo eccezionale. Presentano


caratteristiche di alto livello abbinate ad un prezzo molto competitivo.
Il loro acquisto è decisamente consigliato.

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 8


TOBACCO HISTORY

Don Carlos
UN UOMO CHE HA CAMBIATO IL MONDO DEL SIGARO
di Michel Arlia

Nato nel 1935 a Tampa, in Florida, e cresciuto scuola e si sposò all’età di 18 anni. Negli anni ’50,
in Ybor City, Carlos Fuente entrò nel mondo dei Fuente è un business locale, che si limita alla zona
sigari in giovane età. di Tampa.

Il padre, Arturo Fuente, aveva ricominciato a La filosofia di vendita di Arturo Fuente era sem-
produrre sigari nel 1946, dopo che un incendio plice: i sigari si vendevano solo tramite pagamento
distrusse la prima fabbrica nel 1924; i sigari veni- in contanti. Il business di sigari in questo periodo
vano prodotti nella veranda dietro la casa, che non era grande a tal punto da sostenere comple-
presto venne convertita in una piccola fabbrica. tamente Carlos, che era costretto ad iniziare a
Fu qui che Carlos Fuente, a soli 11 anni, iniziò a far lavorare come panettiere durante il giorno, men-
parte del business di famiglia. Ogni giorno, dopo tre di sera continuava a produrre sigari. Quando
scuola, Carlos rollava 50 sigari. iniziò a lavorare a tempo pieno nella fabbrica, il
salario era di soli $40 per settimana.
A 12 anni si ammalò di poliomelite; fortunata-
mente il ricovero in ospedale fu un successo Nel 1958 Carlos Fuente comprò il business di suo
e presto tornò in grado di camminare normal- padre, pagandolo $1. In attivo vi erano 1.161$ e
mente. Prima di laurearsi decise di lasciare la nessun debito. La prima mossa fu la decisione di

9 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


incendio, stavolta però non doloso, ridusse in
cenere anche questa fabbrica.

Ad una cena Carlos e suo figlio Carlito discussero


sul futuro dei propri affari, giungendo alla conclu-
sione che se si doveva continuare nel business dei
sigari, tutto doveva avvenire in famiglia, coltivazione
inclusa. Decisero così di fare un ultimo tentativo,
questa volta nella Repubblica Dominicana. Dopo
che Carlito aveva imparato l’arte della coltivazione
del tabacco, decisero entrambi di investire tutto
ciò che possedevano, aprendo nel Settembre
iniziare a vendere i sigari a credito. Così facendo, dell’anno 1980 la fabbrica Tabacalera A. Fuente,
iniziava l’espansione in altre zone della Florida e a Santiago.
New York, concentrandosi su mercati con forte
presenza latina. La crescita era lenta e i tempi In breve tempo il brand Arturo Fuente venne rico-
continuavano ad essere duri. nosciuto come uno dei migliori al mondo. Grazie a
linee come la Añejo, la Don Carlos, la Hemingway e
Tutto cambiò con l’ embargo, che costrinse i pro- la tanto osannata Opus X (oltre a produrre anche
duttori negli Stati Uniti, che prima usavano tabacco per altri brand come Ashton, Diamond Crown, per
cubano, a cambiare completamente i loro blend. citare solo alcuni) crebbe al punto di essere uno
Fu così che Arturo e Carlos Fuente iniziarono a dei brand a conduzione familiare più grandi.
sperimentare tabacchi di diversi paesi, creando il
blend che portava il nome di Flor de Orlando. Fu un Questa è la storia di una legenda che ci ha lasciato
successo e la crescita iniziò in modo inarrestabile. nel mese di Agosto di quest’anno. Una leggenda
Pian piano lo spazio nella casa dei Fuente diminuì, che ha influenzato il mondo del tabacco e del
costringendo Carlos Fuente a cercare un nuovo sigaro come pochi altri hanno fatto. Un uomo
luogo a Tampa dove produrre sigari. umile, generoso e saggio, oltre che grande lavora-
tore. Mancherà molto nel mondo dei sigari, anche
Gli anni settanta furono un periodo difficile per se il suo ricordo resta vivo, anche solo accendendo
il mondo del sigaro a Tampa: inflazione, costi e un Arturo Fuente.
tassi d’ interesse che aumentavano, sommati al
venir meno di alcuni torcedores esperti, costrin-
sero Carlos a prendere la decisione di spostare
la produzione al di fuori degli Stati Uniti. La pro-
duzione passò da Tampa a Puerto Rico prima e
in Messico poi. La qualità che queste fabbriche
garantivano, non soddisfava però lo standard che
Carlos desiderava.

Fu così che, dopo il consiglio di un amico di fami-


glia, la produzione venne spostata in Nicaragua. I
Fuente nicaraguensi furono eccezionali e l’azienda
crebbe ulteriormente. La rivoluzione in Nicaragua
rappresentò però un brutto colpo: la fabbrica di
sigari venne completamente bruciata. A questo
punto Carlos decise di optare per una coopera- Xikar Volta: 5,4 x 10,1 cm.
zione con un coltivatore di tabacco in Honduras,
ma dopo soli sei anni il disastro si ripetè: un

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 10


SMOKES FROM THE WORLD

The Finest Philippine Cigars Since 1881.

HEAD OFFICE ALOHA HOTEL MANUFACTURING U.S.A. DISTRIBUTION


6/F Alphaland Southgate Tower Unit F, Corta Bitarta Tabacalera Incorporada Daughters & Ryan Inc.
2258 Chino Roces Ave. cor EDSA Street Technology Cor. Complex Avenue 207 Johnston Parkway
Makati City 1232 Malate, Manila People’s Technology Complex SEZ Kenly, NC 27542
Philippines TEL (632) 525-3266 Carmona, Cavite 4116 TEL (919) 284-2058
TEL (632)310-5047 TEL (632)584-4316 FAX (919) 284-2305
TELEFAX(632)310-5047

www.tabacalera.com.ph
cigars@tabacalera.com.ph

11 CigarsLoverMagazine | No.14
The Finest Philippine Cigars Since 1881.

CigarsLoverMagazine | No.14 12
DRINKS

L’affumicatura
SMOKY DRINKS
di Nicola Ruggiero

Vi è mai capitato di entrare in un bar e di essere l’aspetto ed aromatizzare in maniera caratteri-


avvolti da un’ondata di fumo? stica una serie di prodotti alimentari.
Quello che potrebbe sembrare una novità del
“mondo bartending” in realtà è un processo uti- Gli alimenti vengono esposti all’azione del calore
lizzato fin dalla preistoria, sia come metodo di e del fumo, entrambi conseguenza di una combu-
conservazione che di insaporimento dei cibi. stione di legname selezionato a seconda del cibo
da affumicare. Le sostanze liberate dalla com-
E’ quasi una certezza che l’affumicatura sia nata bustione penetrano nel prodotto, alterando le
quando gli uomini primitivi hanno notato che la caratteristiche organolettiche.
conservazione e il gusto della carne migliorava
con l’esposizione della stessa al fumo dei fuochi Il fumo, che varia a seconda del tipo di legno uti-
accesi per riscaldarsi. lizzato, è formato da diverse componenti tra cui
quelle con azione conservante ovvero la formal-
Attualmente l’affumicatura, oltre a non aver perso deide, i composti fenolici e gli acidi alifatici. Spesso
affatto gli originari scopi, nel corso dei secoli è il processo di affumicatura prevede il precedente
stata oggetto di migliorie ed affinamenti, fino al utilizzo di altre metodiche quali l’essiccamento e
punto di essere utilizzata anche per esaltare la salagione.

13 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Con riferimento all’aromatizzazione, gran parte
del lavoro è svolto dal legno utilizzato che, lo ricor-
diamo, è costituito da cellulosa ed emicellulosa
legate tra loro dalla lignina. Durante la combu-
stione queste componenti si trasformano in altri
composti ed alcune di queste sono le responsa-
bili dell’aroma conferito all’alimento o al drink.Gli
zuccheri contenuti in cellulosa ed emicellulosa
bruciando si trasformano in molecole che pos-
sono sprigionare note fruttate, floreali o burrose,
mentre dalla combustione della lignina deriva l’a-
roma di vanillina.

Fondamentali sono le tipologie di legno utilizzate


e la temperatura di combustione. I legni general-
mente riconosciuti come i più adatti all’affumica-
tura sono il faggio, il ciliegio, l’arancio, il melo e il
gelso. Quercia, noce e gli alberi da frutto produ-
cono un’affumicatura equilibrata, mentre i legni
più ricchi di resina quali pino, abete e conifere,
producono un’affumicatura più pungente.

Nel mondo del beverage l’affumicatura è una


pratica abbastanza diffusa: oltre ai legni già men-
zionati, non è insolito, per noi bartenders, dar
fuoco anche a spezie (come la cannella), fiori e
piante essiccate (ad esempio, il rosmarino) e, per i
più temerari, tabacco (siano aromatizzati, da pipa,
o un piccolo pezzo di sigaro). Tuttavia non si pensi
che basti dar fuoco ad una sostanza aromatica
per conferire un buon gusto al drink, in quanto
risulta difficile conferire al cocktail un’aromatizza-
zione gradevole, anche perché la tecnica richiede
l’utilizzo di strumenti particolari. Si può utilizzare la
smoking gun: sicuramente molto coreografico ma
molto spesso non conferisce al drink un’affumica-
tura uniforme e gradevole, ma un impatto scenico
molto accattivante.

Un’alternativa sicuramente più immediata


potrebbe essere quella di utilizzare distillati peat
(torbati) come Whisky o Mezcal con un distin-
tivo carattere di fumo/torba, da vaporizzare
(seguendo giuste dosi) sul drink tramite un nebu-
lizzatore da profumo.

E’ possibile anche inserire il drink in una campana


di vetro riempita di fumo e lasciarlo a contatto
con il gas per qualche decina di secondi.

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 14


DRINKS

E’ bene dire che durante la combustione si sprigio- Ora non vi resta che affacciarvi dal vostro bar-
nano anche sostanze nocive quali il benzopirene e tender di fiducia, rinunciare al primo centimetro
il benzoantracene. Tuttavia, pur di non rinunciare del piede del vostro sigaro preferito (che spunte-
a questa tecnica, sono in corso metodi di studio rete con il vostro cutter), per provarlo abbinato
in grado di limitare il più possibile la generazione al cocktail che meglio possa esprimere le proprie
di queste sostanze. caratteristiche con il fumo.

15 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Triple-aged & hand-selected by
all the Maestros del Ron Cubano

From left to right:


Juan Carlos GONZALES, Manuel CALDERON,
Cesar Augusto MARTI, Asbel MORALES,
Maestros del Ron Cubano

BEVI RESPONSABILMENTE
CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 16
DRINKS

Le mignon
PICCOLE GRANDI COMPAGNE DI VIAGGIO
di Luca Cominelli

I Mignon sono una tipologia di imbottigliamento distillato senza dover pagare il prezzo intero della
senz’altro simpatica e spesso destinata ad un bottiglia e questo non è un vantaggio da poco.
mercato quasi collezionistico (per lo meno le ver-
sioni più pregiate degli spirit). Un altro vantaggio risiede nella loro trasportabi-
lità. I distillati sono dei prodotti con i quali non si
Con il termine Mignon ci si riferisce ad un imbot- può viaggiare liberamente (a livello internazionale),
tigliamento in grado di ospitare non più di 100 in quanto soggetti a regolamentazioni ferree.
ml di liquido, anche se solitamente la stragrande I Mignon, visto il piccolo quantitativo di distillato
maggioranza di queste piccole bottiglie è da 50 contenuto, passano invece in sordina e vengono
ml. Siamo quindi al cospetto di due, tre bicchieri poco considerati dalle dogane, che prestano più
di distillato. attenzione alle bottiglie standard. Sono quindi
una sorta di Jolly, che può essere abbinata al tra-
Se raffrontiamo il prezzo al litro nei Mignon e nelle sporto di bottiglie standard senza grossi problemi
bottiglie standard da 70 cl, siamo di fronte allo (ovviamente nei limiti del ragionevole!). Visto che
stesso prodotto ma con un prezzo al litro mag- non superano i 100 ml, possono anche essere
giore nel caso dei Mignon. La quantità molto trasportati nel bagaglio a mano nel caso di viaggio
ridotta consente però di poter assaggiare il aereo, rendendo il volo sicuramente più piacevole!

17 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


CigarsLoverMagazine | No.14 18
TOBACCO HISTORY

Cuaba
IL 20° ANNIVERSARIO
di Giovanni Bolzonella

Il Brand Cuaba viene presentato 20 anni fa, nel Oltre ad essere un marchio molto giovane è noto
1996, per il mercato inglese. Fu il primo di quat- principalmente per la sua linea formata esclusiva-
tro brand presentati negli anni novanta in seguito mente da sigari perfectos, moduli in tempi recenti
a una manovra di espansione commerciale di molto cari ad Hollywood per via dei gangster
Habanos SA (gli altri tre brand furono: Vegas movie. Sono stati formati molto importanti e dif-
Robaina e Vegueros nel 1997; San Cristobal de fusi nella prima parte del ‘900, in particolar modo
La Habana nel 1999). Cuaba fu però il primissimo negli anni ’20, ma al momento del lancio di questo
marchio ad essere introdotto dalla presentazione marchio erano quasi scomparsi.
al pubblico di Cohiba (1982).
I doble figurados o perfectos rappresentano una
Sui box impiegati per il packaging è raffigurata sfida importante per il torceador, tanto che ven-
una vega di tabacco di Vuelta Abajo vicino a un gono solitamente affidati alle mani più esperte,
antico arbusto, notoriamente autoctono, dalla per via delle non poche difficoltà nella realizzazione
quale prende il nome la marca. Questo arbusto, di questo formato. Il mix di esperienza e manualità,
noto per la sua combustibilità, fu usato per secoli necessario per chiudere perfettamente dei puros
dagli indigeni (i Tainos) come fiaccola durante la a due punte, pare abbia contribuito a far sparire
celebrazione dei riti magici. questi formati per un periodo di tempo dall’Isla.

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 20


TOBACCO HISTORY

Per ottenere una struttura di qualità è necessa-


rio conoscere gli esatti punti in cui esercitare la
giusta pressione su tripa e capote. Se oltre a ciò
si pensa che inizialmente questi sigari venivano
realizzati senza l’apposito modello per poterli
pressare e donargli la forma (come avviene prati-
camente per tutti i sigari in produzione odierna),
si intuisce l’estrema difficoltà di realizzazione di
questi sigari.

Il lancio ufficiale, come vi raccontavamo, avvenne


il 19 novembre 1996 a Londra e fu celebrato con
tutti gli onori del caso, persino con la presenza di
14 fra i migliori torcedores dell’epoca (guidati da
Carlos Izquierado Gonzales), chiamati a mostrare
tutta l arte di realizzazione del formato “perfecto”.

Nel 1996, però, furono proposte solo quattro


vitolas (Divinos 43x101, Exclusivos 46x145,
Generosos 42x132, Tradicionales 42x120).
Nel 2003 furono lanciati altri tre formati: il
Distinguidos (52x162), il Salomones (57x184) e
il Diadema (55x233, scomparso dalla produzione
cubana negli anni ‘80 e famoso per la grande
quantità di tabacco utilizzato), formato che deve
la fortuna della sua riesumazione proprio al mar-
chio Cuaba. Tuttavia, la primissima apparizione
del Diadema avvenne nel 2001, quando per il solo
mercato italiano vennero rilasciate 300 habilita-
das con ciascun coffin numerato singolarmente.
Peculiarità di questa uscita risiede nel foglio di allu-
minio esterno, marcato con delle stelline rispetto
alle righe della produzione standard.

Attualmente, solo quattro sono i prodotti soprav-


vissuti alla riorganizzazione del vitolario Cuaba:
il Divino, l’Exclusivo, il Distinguido, e il Salomone,
quest’ultimo degno manufatto rappresentativo del
brand, sia per la complessità della fumata che per
la quantità di tabacco utilizzato.

Nel 2008 venne rilasciata la Piramide in edizione


limitata. Una giara e diversi humidor commemo-
rativi hanno fornito ai collezionisti alcuni prezzi di
pregio. Il prossimo rilascio, per commemorare i
20 anni dalla nascita del marchio, sarà l’humidor
Aniversario, contenenti 50 sigari dalle misure
56x170 mm.

21 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 22
FOODS

Xokolatl
DAGLI HAREM DI MONTEZUMA AI GIORNI NOSTRI
di Roberto Canzi

Il cacao era conosciuto fin dall’antichità e le popo- venerato per aver insegnato agli uomini la colti-
lazioni Maya ed Azteca ne facevano largo uso. vazione del cacao, che in segno di gratitudine
L’etimologia di “coccolato” risulta tuttora incerta: diedero poi al seme il nome di “xoko-l-atl”.
il missionario inglese Thomas Gage riconduce il
termine alla bevanda bevuta dagli Aztechi “xoco- Come descritto nel libro “Historia verdadera de
latl”, definizione composta da “atle” che in lingua la Conquista de la Nueva España” di Bernal Diaz
messicana significa “acqua” e da “xoc” il rumore de Castillo, Cortes partì da Cuba nel 1517, con
scaturito nel rimestolare la bevanda in conte- cinquecento uomini. Appena sbarcato nel Golfo
nitori in modo che producesse schiuma. Il mito dell’Honduras diede ordine di incendiare tutti i
vuole che il cioccolato prenda nome dal “serpente velieri della flotta, costringendo così i compagni
con le piume Quetzacoatl”, re-sacerdote Tolteco di conquiste al massimo impegno nella ricerca

23 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


dell’oro degli Incas. In verità fu l’oro degli Aztechi: inconsciamente vi associa il cacao, ingrediente
il cospicuo bottino comprendeva si il pregiato principe nei preparati fondenti, extra fondenti ed
metallo ma anche l’altrettanto preziosa cioccolata. amaro, ma molto meno utilizzato (se non del tutto
assente) in altre tipologie dolciarie.
Il sovrano Azteco Montezuma, come narra la
leggenda, beveva molte tazze di cioccolato aro- Sebbene le sue origini siano amazzoniche, il 70%
matizzato al pepe, al peperoncino o alla vaniglia, dell’odierno cacao commercializzato proviene da
prima di recarsi nel proprio harem ad accoppiarsi piantagioni africane; i principali produttori sono la
con le sue molteplici donne; una sorta di primor- Costa d’Avorio, il Ghana e l’Indonesia.
diale “Viagra”.
Tra le specie più note di cacao ricordiamo il Cacao
Gli Aztechi ritenevano la pianta del cioccolato Forastero (il più diffuso e facile da coltivare), il
sacra, tant’è che nelle piantagioni i raccoglitori Criollo (il più pregiato e raro) ed il Trinitario (un
di cacao non potevano avere rapporti sessuali ibrido tra i due, utilizzato prevalentemente in
durante i tredici giorni della raccolta. I chicchi di pasticceria). Curioso notare come alcune qualità
cacao erano talmente preziosi da costituire una ricordino da vicino il mondo del sigaro.
sorta di valuta di scambio economico.
Veniamo ora alle diverse tipologie di cioccolato e
Chiunque senta pronunciare la parola cioccolata, alle caratteristiche che devono presentare:

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 24


FOODS

Cioccolato al latte: il più diffuso al mondo, dalla di massa di cacao contenuta:


consistenza soffice e “burroso”; deve contenere
un minimo del 25% di sostanza secca (cacao) e Cioccolato fondente: deve contenere una percen-
non meno del 14% di latte. tuale minima di pasta di cacao pari al 43% (tra il
70% e l’80% si parla di extra fondente).
Cioccolato bianco: tecnicamente non potrebbe
appellarsi cioccolato poiché è l’unico a non utiliz- Cioccolato amaro: contiene una percentuale
zare fave di cacao. Tra i suoi ingredienti troviamo molto alta di pasta di cacao, tra 80% e il 90%;
un minimo del 20% di burro di cacao, almeno il in questo caso la componente zuccherina è pre-
14% di latte, zucchero 55% e vaniglia. sente in minimi termini (tra il 90% e il 99% si è di
fronte all’extra amaro, praticamente cacao puro).
Cioccolato gianduia: deve il suo aroma alla per-
fetta combinazione di cacao e olio di nocciola. L’assunzione moderata (20-30g al giorno) di
Costituito da almeno 32% di cacao e da una quan- cioccolato fondente minimo 70% ha molteplici
tità variabile dal 20 al 40% di nocciole. proprietà benefiche per il nostro organismo. Tutto
ciò è dovuto al fatto che il grasso del cioccolato
Cioccolato aromatizzato: al composito di cacao proviene dal burro di cacao, sostanza vegetale
vengono essenzialmente aggiunte spezie. Già le contenuta nei semi di cacao.
antiche ricette Maya contemplavano l’aromatiz-
zazione delle loro bevande con baccelli di vaniglia, Nel cioccolato ritroviamo anche sostanze con pro-
peperoncino essiccato o fiori. prietà antiossidanti, i polifenoli (presenti anche nel
vino rosso), quali la catechina e la epicatechina.
Cioccolatini o praline: un involucro esterno di Per finire una curiosità: sapete perché il ciocco-
cioccolato (minimo 25%) racchiude al suo interno lato si scioglie in bocca?
un ripieno più o meno morbido.
Il cioccolato è uno dei pochi prodotti commesti-
Un capitolo a parte deve essere dedicato al cioc- bili con una temperatura di fusione di circa 34°,
colato fondete ed amaro, da molti conosciuto quindi al disotto dei canonici 36,5° del corpo
come dark chocolate (cioccolato scuro). umano. Questi pochi gradi di differenza permet-
Si differenzia a seconda della percentuale minima tono che si sciolga facilmente sulla lingua!

25 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 26
NUOVO DAVIDOFF YAMASA

IL LUOGO IN CUI NESSUNO È MAI STATO PRIMA �


È QUI CHE I PIONIERI VOGLIONO ARRIVARE �
HENKE KELNER E IL SUO TEAM DI ESPERTI SONO COME I PIONIERI �
VISIONARI DEI SIGARI, SI SONO MESSI IN VIAGGIO ALLA RICERCA
DI QUALCOSA DI ESTREMAMENTE AUDACE IN TERMINI DI INTENSITÀ
ED ESPERIENZA � E GRAZIE A UNA COLTIVAZIONE ATTENTA DEL
TERRENO ROSSO E GREZZO DELLA REGIONE DI YAMASA, HANNO
TROVATO QUELLO CHE CERCAVANO �
PARTI PER UN INTREPIDO VIAGGIO VERSO L’ANIMO TERROSO DI
YAMASA ATTRAVERSO I SAPORI DOLCI E SPEZIATI DEI TABACCHI
NICARAGUAN ESTELI E CONDEGA � LASCIA CHE I TUOI SENSI
VENGANO BLOCCATI E RISVEGLIATI DA UNA SERIE DI COMBINAZIONI
INTENSE E STIMOLANTI �
N I E N T E P OT R À P R E PA R A R T I A Q U E S TA I N T E N S A O N DATA D I
SENSAZIONI E ALL’EUFORIA DI UN MOMENTO CHE NON RIVIVRAI
MAI PIÙ � TI CHIEDERAI COME SIA POSSIBILE � LA RISPOSTA �
SEMPLICEMENTE CREDENDO CHE FOSSE POSSIBILE �

S FIDA L’IMPOSSI B I L E
S OGN A · OSA · SCO P R I

#timebeautifullyfilled davidoff.com

Nuoce gravemente alla salute

27 CigarsLoverMagazine | No.14
SLOW ATTITUDE

foto: Ivana Lorusso


Blind smell
QUANTO CONTA L’OLFATTO DURANTE UNA FUMATA?
di Giuseppe Mitolo

Che l’olfatto sia il senso maggiormente coinvolto almeno senza compromettere la respirazione”.
in una fumata, lo si comprende già dalle prime Abbiamo voluto capire in che misura l’olfatto
esperienze di fumo. Consapevolezza che diviene potesse davvero incidere negli aspetti di perce-
poi certezza quando ci si approccia, con un’atten- zione di una fumata. Per farlo, insieme a Luca
zione maggiore, alla degustazione di un prodotto. Cominelli, abbiamo deciso di condurre un pic-
Tuttavia, se ci si sofferma a meditare, l’olfatto è colo test. Dopo aver scelto due sigari di piccole
l’organo di senso che usiamo meno degli altri, dimensioni, che godessero di una costanza pro-
nonostante, in un passato ancestrale, gli ominidi duttiva affidabile, indipendentemente dai box di
lo utilizzassero finanche per capire il limite di com- provenienza, abbiamo fumato il primo dei due let-
mestibilità o di velenosità di un cibo. teralmente con il naso tappato e l’altro mediante
una fruizione classica, per poi scambiarci le
Eppure, come sosteneva un grande aficionado impressioni ed elaborare delle linee comuni.
italiano durante lezioni e catas da lui condotte “l’ol-
fatto è l’unico senso che non possiamo decidere Tuttavia, decidere di non utilizzare il naso non ci
di non utilizzare: possiamo chiudere gli occhi, tap- sembrava sufficiente, poiché, come detto, non ci
parci le orecchie, non mangiare né toccare, ma è concesso di estromettere la percezione degli
non possiamo impedire al naso di percepire odori, odori. Abbiamo, perciò, chiuso il naso con l’ausilio

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 28


SLOW ATTITUDE

delle “nose clip” adoperate negli sport acquatici, al conseguenza di provocare tosse, in ragione del
fine di escludere l’olfatto sia per via diretta (orto- fatto che il fumo alcalino del sigaro mal si concilia
nasale) che per via retronasale. con il Ph acido delle nostre mucose orali.

Anche la scelta di fumare prima il sigaro “a naso La successiva fumata “canonica” ha confermato
tappato” (e non viceversa), aveva la sua ragione: tutte le sensazioni registrate dalla bocca nella
evitare che durante il test, avendo registrato gli fruizione precedente (sapori e loro intensità, sen-
aromi nella fruizione classica precedente, la mente sazioni tattili), restituendo il dato degli aromi e
potesse essere ingannata da una finta percezione della forza, totalmente assenti nella prima.
aromatica, per lo più riconducibile alla sommato-
ria fra i sapori (bocca) e la memoria della fumata Ciò che non avevamo previsto né ipotizzato è stata
già effettuata. una compromissione, durante il test, della per-
cezione dell’eventuale evoluzione dei sapori, così
L’esperimento, oltre a dimostrare delle tesi che come la percezione degli stessi nel prosieguo della
supponevamo di aver già elaborato, ci ha rivelato fumata. Difatti, il passaggio dell’aria dalla bocca a
anche nuovi spunti di riflessione che vogliamo con- fini respiratori ha avuto l’effetto di seccare le fauci
dividere con i nostri lettori. e, in tal modo, non si è riuscito a comprendere, ad
esempio, quanto il fumo fosse asciutto o quanto
Innanzitutto, sorvoleremo sulle difficoltà di fumare fosse acido. Deve risultare chiaro, però, che
con un oggetto che stringe le narici, in partico- quanto descritto è una conseguenza secondaria
lare sul dover gestire, contemporaneamente, la del nostro esperimento, che non si sarebbe appa-
fruizione e la respirazione solo con la bocca, senza lesata se avessimo avuto la possibilità di respirare
entrare in apnea. col naso scegliendo di non percepire alcun odore.
In conclusione, nonostante pensassimo che
Come immaginabile, i sapori e la loro intensità durante una fumata l’olfatto fosse importante
(il sigaro infatti si è mostrato sapido e amaro, al pariteticamente quanto il gusto, dopo questo test
pari della successiva fumata “regular”) essendo abbiamo rivalutato la nostra tesi, propendendo
registrati sia dalle papille gustative che da altri per ritenere che la percezione della via nasale sia
recettori posti nella cavità orale, non subiscono anche più importante di quella affidata alla bocca,
alcuna compromissione derivante da questa tipo- con la quale, meccanicamente, fumiamo il sigaro.
logia di fumata. Anche le sensazioni tattili non Esemplificando con una percentuale, diremmo
hanno risentito dell’assenza dell’olfatto, poiché è che una corretta fruizione o degustazione è
stato possibile avvertire sia la densità del fumo in affidata almeno per il 65% al senso dell’olfatto
bocca, sia la variazione della temperatura dello (includendo in esso anche la via retronasale) e,
stesso, che una leggera piccantezza propria dell’e- per la residuale parte, al gusto.
semplare testato.

Quello che ci attendevamo, era la totale incapacità


di registrare qualsivoglia aroma con il naso tap-
pato ed infatti, come facilmente intuibile, ciò non è
stato possibile neppure per via retro nasale (era
impossibile far defluire il fumo dalle fosse nasali).

Altra peculiarità di una fumata, non percetti-


bile nell’esperimento condotto, è stata la forza.
Sebbene ci si possa avventurare in una sorta di
“deglutizione” del fumo immesso in bocca al fine di
comprendere la forza rilasciata dal sigaro, è una
pratica che sconsigliamo, perché avrebbe l’unica

29 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 30
DRINKS

Whisky giapponesi
L’INIZIO DELLA LEGGENDA
di Luca Cominelli

Negli ultimi anni la notorietà degli whisky giap- non ha però fatto rassegnare gli amanti degli whi-
ponesi è aumentata non poco, a seguito di molti sky giapponesi, anzi..! Si è creata una maggiore
riconoscimenti internazionali. E’ scattata quindi la attenzione per questi prodotti, rendendo ancora
“caccia” a questi prodotti, cogliendo impreparati più appagante la ricerca.
i produttori del Sol Levante, che hanno visto la
richiesta di mercato per i loro distillati impennare Molti store internazionali hanno terminato le ver-
considerevolmente. La legge di mercato in questi sioni maggiormente invecchiate di questi whisky,.
casi è molto semplice: a fronte di un amento della Abbiamo così deciso di volare nella loro madre
richiesta, senza incremento dell’offerta, si crea sin patria, per capire la situazione al giorno d’oggi, ma
da subito una maggiorazione sui prezzi. Questo è anche per cercare di mettere in valigia qualche
quanto avvenuto negli ultimi mesi. bottiglia che possa regalare emozioni.

Nonostante ciò, le versioni aged dei brand più Giunti in Giappone, la situazione, come da pre-
rinomati sono divenute molto difficili da reperire e messa, non è stata particolarmente favorevole.
anche qualora si incappi nella “fortuna” di imbat- Siamo dovuti entrare in svariati liquor store per
tersi in qualche bottiglia, si deve pagare un prezzo trovare qualcosa di particolare e con qualche
molto più salato di qualche anno fa. Tutto questo anno sulle spalle.

31 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Mettiamo in chiaro sin da subito una cosa: whi-
sky giapponesi se ne trovano, e anche molti! La
maggior parte di essi però, sono la risposta delle
aziende Giapponesi all’incredibile impennata nella
richiesta dei loro prodotti. Non essendo in grado di
rimpiazzare in poco tempo le versioni invecchiate
dei loro marchi (per fare un 18 anni servono
almeno 18 anni!), hanno deciso di introdurre delle
linee non invecchiate.
Tutto questo si evince dall’assenza di riferi-
menti riguardo all’invecchiamento del distillato
sull’etichetta. A variare sono le tipologie di botti
impiegate, ma nessuna indicazione su quanto
tempo il distillato sia stato affinato.

Parlando di prezzi, le versioni recenti e non stagio-


nate degli whisky giapponesi si collocano su una gli imbottigliamenti non aged. Anche qui i prezzi
media di circa 4000 Yen (circa 40$ - 35€). Si tro- oscillano (abbiamo riscontrato una forbice di circa
vano senza problemi i brand Yamazaki, Hakushu 2.000 Yen).La caccia nei confronti di questi pro-
(VERIFICARE), Yoichi e Nikka. Una nota positiva è la dotti ha già condizionato fortemente il mercato
facilità di reperire anche le versioni Mignon di que- e la situazione non potrà che entrare in stallo
sti prodotti, ma anche imbottigliamenti da 180 e nell’arco di pochi mesi, dove l’offerta non sarà
250 ml che rende facile poterli provare prima di assolutamente in grado di sopperire nemmeno in
scegliere se acquistare la bottiglia standard. minima parte alla domanda.

Passando invece alle versioni invecchiate e più Lo scenario corrente ci porta quindi a una duplice
ricercate, la difficoltà di trovare delle bottiglie non conclusione. Innanzitutto prima si riesce a repe-
è poca. Le edizioni limitate sono le più rare, men- rire il brand e l’imbottigliamento che si vuole,
tre gli imbottigliamenti più affinati (parlando dei meno si spende e meno si devono impiegare
17yo in su) si trovano solamente in alcuni negozi risorse per reperirlo. In secondo luogo, visto che
(versioni come Hibiki 17yo, Nikka 17 yo, Hakushu si va in una direzione a senso unico, senza che
18yo e Yamazaki 18 yo). I prezzi oscillano non si possa tornare indietro, il consiglio è quello di
di poco e abbiamo riscontrato delle differenza non limitarsi solamente ai prodotti più blasonati
anche di 5.000 Yen sulla medesima bottiglia. Le e noti, ma di sperimentare (consiglio universale e
versioni 12yo delle case più note sono invece più sempre valido) anche whisky giapponesi che ora
reperibili, ma anche in questo caso serve qualche come ora non hanno ancora una notorietà tale da
sforzo per non trovarsi di fronte esclusivamente rendere la loro ricerca dispendiosa e difficile!

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 32


33 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016
INTERVIEW

Caldwell Cigars
INTERVISTA CON ROBERT CALDWELL
di Michel Arlia

Raccontaci il tuo percorso all’interno del Come è stata la tua esperienza nell’imparare
business del sigaro. l’arte del blending e nel lavorare il tabacco?

Ho sempre amato i sigari. Fumo da oltre vent’anni Molte prove ed errori. Ho ascoltato molto e ho
anche se non mi sono mai visto nei panni di un posto numerose domande. Pian piano l’esperienza
addetto del settore. Tutto è iniziato quando iniziai è aumentata sempre più, e così le mie abilità.
come distributore. Aprii un’azienda per commer- Ora i consumatori che provano i miei sigari senza
cializzare sigari a ristoranti e alberghi nel sud anilla li riconoscono e sanno che io li ho prodotti.
della Florida; da investitore finii per essere colui Sono riuscito a creare una certa firma nella
poi prese in mano la gestione completa. In quel paletta aromatica e lo stesso vale anche per lo
periodo iniziai ad avere delle etichette private stile del packaging.
di sigari per i miei clienti. Questo fu il momento
nel quale misi veramente le mani nel mondo Caldwell cigars è “fatta da amici per amici”.
del tabacco, avendo a che fare con il blending, il Puoi spiegarci il significato di questa frase e
packaging e tutto ciò che vi girava attorno. Lì nac- perché è così attrattiva per i fumatori?
que anche l’idea di creare un brand da vendere
presso le tabaccherie. Amiamo quello che facciamo. Questo non è solo

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 34


INTERVIEW

un business, ma molto di più. Inizialmente l’azienda Siete coinvolti in molti progetti: collaborazioni
la aprii con uno dei miei migliori amici. Tutti coloro per nuovi brand, comproprietà di marchi,
che lavorano con noi sono amici e consideriamo distribuzione ecc...
tutti i clienti degli amici. Non siamo qui solamente Dove nasce tutto questo e come mai avete
per il business. Ci piace molto quello che facciamo deciso di cimentarvi in tutto ciò?
e vogliamo lavorare con persone che siano come
noi. Credo che il fumatore dei nostri prodotti rie- Quanto abbiamo fondato Caldwell cigars volevamo
sca a sentire tutto ciò attraverso il brand. Tutti fare le cose in modo differente. Le collaborazioni
quelli che sono con noi si divertono e ci divertiamo sono state un qualcosa di molto importante per
anche noi! Abbiamo un’enorme energia e la river- noi. Nessun le fa. Dopo circa un anno da quando
siamo nel nostro lavoro. avevamo creato il nostro marchio, ho capito come
tutto ciò potesse essere fatto. Ho pensato che
Il brand è abbastanza nuovo, ma siete riusciti potesse aggiungere un qualcosa di importante al
ad avere un successo notevole in un periodo nostro portfoglio, dovuto al fatto di lavorare con
di tempo decisamente contenuto. Qual è il altre manifatture, specialmente quelle diverse
tuo segreto? da noi. Ho percepito la cosa come
puzzle, dove le collaborazioni
Abbiamo dei buoni erano i pezzi finali.
sigari, dei prodotti di
qualità. Penso che le Sei molto traspa-
persone se ne ren- rent e quando si
dano conto. Oltre a tratta di parlare dei
ciò, il nostro mar- tuoi blend. Le per-
keting e il nostro sone possono trovare
packaging sono allo esattamente tutto ciò
stesso tempo classici che riguarda le foglie
ma contemporanei. impiegate, sia sui box
Credo che siamo riusciti che sul vostro sito web.
a creare una nicchia di Quanto e perché hai rite-
mercato molto partico- nuto che tutto ciò fosse
lare, in quanto abbiamo richiesto dal consumatore?
costruito un brand che fosse in
grado di competere solo con noi Quando si parla di sigari e di tabacco,
stessi. Non abbiamo preso spunto è importante per il consumatore capire
o copiato prodotti già esistenti o altri cosa sta fumando. Tabacchi diversi hanno
brand già presenti sul mercato. caratteristiche diverse. Non solo, crediamo
che sia una cosa molto importante per il fuma-
Parliamo allora della vena artistica che gioca tore l’essere in grado di aumentare la propria
senz’altro un ruolo importante nei sigari esperienza, essendo a conoscenza di tutte le
Caldwell. Ciò non si riflette solo sulle anille, informazioni necessarie.
ma nella creatività in generale del brand.
Dove prendi l’ispirazione? I tuoi sigari sono già distribuiti in molti paesi.
Come mai non vi siete limitati al solo mer-
Sono ispirato praticamente da tutto. Ho avuto il cato americano?
piacere di sviluppare delle relazioni con degli arti-
sti fantastici sparsi per tutto il mondo e la cosa mi Amo viaggiare e conoscere le altre culture, è
ha letteralmente aperto gli occhi, sotto il profilo una delle mie cose preferite. Sono stato in oltre
della creatività. Ho imparato a vedere le cose in 70 paesi e nella maggior parte dei casi li ho visi-
modo diverso. tati oltre dieci volte. Questo è ciò che sono, e

35 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 36
INTERVIEW

considerando che la mia persona influenza molto negli USA: la nuova regolamentazione FDA.
i sigari Caldwell, lo stesso vale per quello che vedo Cosa ne pensi?
e conosco. Tutti nel mercato americano parlano
di quanto sia complesso il mercato internazio- Tutto ciò cambierà l’industria per sempre e in
nale, ma io adoro le sfide. Oltre a ciò, va detto che modo negativo. Questa è l’unica cosa che si sa di
abbiamo tentato più volte di ricreare i nostri belnd, per certo.
usando tabacchi provenienti da diversi campi e Ci sono molte speculazioni su come possa dan-
territori. Gli aromi non sono mai stati gli stessi. neggiare il mercato e quanto difficile possa essere
Questo per via della moltitudine di variabili che il processo di approvazione. Ad oggi ci sono molte
è coinvolta: la coltivazione, come il tabacco sia più domande che risposte. L’unica verità è che le
lavorato, chi e come lo coltiva. Tutto ciò si riflette cose non saranno mai più le stesse.
sul profilo aromatico finale. Molte manifatture
tengono i propri blend segreti, per la paura che Un’ultima domanda.
possano essere copiati. Penso che la cosa sia Dammi tre ragioni per le quali un aficionado
impossibile a meno di avere le informazioni esatte dovrebbe fumare i sigari Caldwell.
di tutto ciò che sta a monte.
Usiamo tabacco di qualità, siamo devoti alla mani-
Parliamo ora di un argomento che sta scuo- fattura e mettiamo il nostro cuore in ogni sigaro
tendo gli animi di molti produttori e fumatori che produciamo.

37 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Largest and Best Range of Quality
Tobacco and Cigars in the UK
C.Gars Limited Est. 1997
16-18 Kingsgate Place, London, NW6 4TA
0207 372 1865
www.cgarsltd.co.uk
sales@cgarsltd.co.uk
Turmeaus Tobacconist Mayfair
1 White Horse Street, London W1J 7LB
0207 495 7330
mayfair@cgarsltd.co.uk
Turmeaus Tobacconist Est. 1817
32-34 Fenwick Street, Liverpool L2 7NB
0151 236 3802
turmeaus@cgarsltd.co.uk
Turmeaus Tobacconist Est. 1817
34 Watergate Street, Chester CH1 2LA
0124 434 8821
Chester@cgarsltd.co.uk

Turmeaus – Norfolk
Hall Farm, Martham Road
Rollesby, Great Yarmouth
Norfolk NR29 5DR
01493 749 710
sales@turmeaustobacconist.co.uk
La Casa Del Habano
32 Watergate Street, Chester CH1 2LA
01244 348 821
Chester@cgarsltd.co.uk

ALSO AT:
Whisky and Cigars by Robert Graham Ltd
4 Broadwell Parade, Broadhurst Gardens,
West Hampstead, London NW6 3BQ
0207 624 3351
london@robertgraham1874.com

Robert Graham Ltd


9 Sussex Street, Cambridge, CB1 1PA
01223 354 459
Cambridge@robertgrham1874.com
Robert Graham Ltd Est. 1874
194A, Rose Street, Edinburgh EH2 4AZ
0131 226 1874
rosestreet@robertgraham1874.com

The Treasurer by Robert Graham Ltd


254 Canongate, Edinburgh EH8 8AA
0131 556 2791
canongate@robertgraham1874.com

Robert Graham’s Global Whisky Shop


111 West George Street, Glasgow G2 1QX
0141 248 7283
glasgow@robertgraham1874.com
RMEAU
TU emier Cigar S
r
Orchant and Johnstone Family Business ‘s P EST 1817 nt
T he uk & ha
Member of the AICS To b rc
ac c o M e
Association of Independent Cigar Specialists LONDON •LIVERPOOL•CHESTER•NORFOLK

CigarsLoverMagazine | No.14 38
MADE IN ITALY

The italian job


I TERROIR ITALIANI DEL KENTUCKY
di Giuseppe Mitolo

Da qualche anno nel mondo dei sigari e del Tutto il mondo è solito classificare, approfondire e
tabacco si è mutuato un concetto proprio dell’e- valutare le peculiarità di ciascun terroir caraibico,
nologia: il terroir. ma sfugge quanto l’Italia possa offrire in termini di
diversità geografica con riferimento alla tipologia
Il significato del sostantivo di origine francese non di tabacco Kentucky.
trova un’immediata corrispondenza nel lessico
italiano, ma con il termine “terroir” si ricompren- Fino ai primi anni del 2000 l’Italia, grazie alla sua
dono quelle caratteristiche che concorrono a posizione climatica favorevole per le colture, poteva
determinare la qualità del prodotto finale, quali la vantare di occupare il 7°-8° posto nella classifica
composizione bio-chimica del terreno ed il fattore mondiale dei produttori di tabacco, preceduta da
climatico (per l’analisi delle quali, vi segnaliamo l’ar- giganti come la Cina (con il suo 45-50% di produ-
ticolo “Terror e sigari” di Luigi Ferri su Cigarslover zione rispetto al quantitativo mondiale), il Brasile,
Magazine n. 8). l’India e gli Stati Uniti. Tuttavia, dopo un cambio di
rotta delle politiche agricole Italiane ed Europee
Il dono di madre natura è poi arricchito dall’in- (con particolare riferimento al Regolamento CE
cidenza dell’uomo che riversa sulla coltivazione 2004/864), con le quali si intendeva ridurre gra-
agricola la propria passione e il Know-how. dualmente (fino alla definitiva soppressione nel

39 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


2014) gli incentivi economici per la coltivazione di per quanto riguarda le caratteristiche estrinseche
tabacco (in gergo chiamati “premi”), la produzione (paginatura, colore, elasticità, tessuto e combusti-
in Italia ha subìto una decisa flessione a partire dal bilità) ed intrinseche (gusto e aroma). In Italia la
2006 (così come il resto dell’Europa). Nonostante pianta, nel corso dei secoli, si è acclimatata a tal
tale colpo di scure, la coltivazione del Kentucky punto da vantare un’apprezzabile qualità. Fino a
(o meglio, del gruppo 04 – Dark Fire Cured) ha qualche anno fa la Campania deteneva il record
comunque retto il colpo, facendo piazzare l’Italia della produzione di Kentucky italiano seguita da
al 3°-4° posto (l’alternatività delle percentuali varia Toscana, da Veneto e Lazio.
per periodi di produzione, in base al raccolto), die-
tro U.S.A., Indonesia ed alcune nazioni africane. Al momento, in Italia, la situazione è notevolmente
cambiata. Nella regione della Toscana (area Val
Per addentrarci nel dettaglio delle produzioni Tiberina) si produce la quasi totalità del Kentucky
territoriali italiane, abbiamo chiesto a Domenico italiano con piccoli quantitativi in Campania,
Napoletano, master blender di rinomata e lon- Veneto e basso Lazio. Nel dettaglio, le aree ita-
geva esperienza [ndr. negli anni ha lavorato per la liane più vocate sono Verona, Val Tiberina, Val di
realizzazione dei prodotti Toscano, Nostrano del Chiana, Pontecorvo e Benevento.
Brenta e, da ultimo, Ambasciator Italico], di rac-
contarci qualcosa in più sulla tipicità delle varie Per quanto riguarda le produzioni italiane, la
zone di coltivazione. coltivazione e la successiva cura sono quasi stan-
dardizzate per tutte le aree. Esistono ancora, però
e per fortuna, delle minime differenze nelle moda-
lità di raccolta e di cura: per esempio in Campania,
dopo la cura a fuoco, il tabacco subisce una blanda
fermentazione che, unita ad altre caratteristiche,
differenzia questo prodotto dagli altri.

Analiticamente, quali sono le caratteristiche


“organolettiche” che ciascuna zona conferi-
sce al Kentucky coltivato?

- Il veronese risulta più gentile, elastico e genera


Puoi parlarci delle zone d’Italia più vocate alla un fumo elegante e raffinato, associato ad una
coltivazione del Kentucky e come le peculia- forza sensibile.
rità di ciascuna portino a parlare di “terroir”?
- Il Kentucky toscano, quasi esclusivamente colti-
La qualità del prodotto dipende dalla composi- vato in Val Tiberina può essere considerato il più
zione del terreno e della sua esposizione al sole, tipico italiano. Il gusto è marcato e ricco, mentre
dalle condizioni climatiche, e, forse la più impor- la forza è più elevata rispetto agli altri. La Val
tante, dalla passione e dall’impegno dei coltivatori. di Chiana fornisce un Kentucky che conserva le
Quindi si può senz’altro affermare che per tutto il caratteristiche toscane ma il gusto è meno vivace
tabacco, ma in particolare per il Kentucky (DFC), e l’aroma meno intenso.
è corretto parlare di terroir. Questo concetto non
viene normalmente esteso ai sigari perché, per - Il Kentucky proveniente dal basso Lazio
esigenze di miscele e di lavorazione, vengono uti- (Pontecorvo) ha subito negli ultimi anni un calo di
lizzati diversi tabacchi di varie provenienze. Vi è da impiego a causa delle sue caratteristiche. Il tes-
fare una premessa: a livello mondiale, secondo suto fogliare risulta consistente e le nervature
il mio parere e la mia esperienza, il tabacco pro- sono ben pronunciate. Il gusto è corposo asso-
veniente dal Kentucky o dal Tennessee, area di ciato ad un debole aroma. La combustibilità che
origine di tale varietà, resta il migliore in assoluto ne deriva può essere difficoltosa.

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 40


MADE IN ITALY

- In Campania, nella provincia di Benevento e parte di conseguenza la loro coltivazione fu soppressa.


in quella di Avellino, si coltiva un tabacco Dark Fire L’iniziativa di riprovare mi sembra molto inte-
Cured che presenta alcune differenze rispetto alle ressante per verificare se, utilizzando le attuali
altre aree geografiche. Il particolare processo di tecnologie, si riesca ad ottenere tabacchi idonei
cura genera nel tabacco una ottima combustibilità per i prodotti da fumo. Se tra le diverse varietà
associata ad un gusto morbido, dolce ed elegante. il Kentucky si dovesse ben acclimatare, allora si
L’Aroma è delicato. potrebbe considerare questa una nuova frontiera.

Concedendoci solo una rapida divagazione,


con riferimento agli altri tabacchi coltivati
sul suolo nazionale, cosa ci puoi raccontare?
Come si sono acclimatati?

Dal momento della sua scoperta e della suc-


cessiva importazione dei semi, si è diffusa nelle
diverse regioni italiane la pratica di coltivare
tabacco prima per motivi sanitari (e antiparas-
sitari) e poi per motivi economici. Per molti anni
ed in molte regioni italiane il tabacco è stata la
più importate fonte di reddito. I terreni, e più in
generale le condizioni climatiche, hanno poi favo-
rito lo sviluppo di alcune varietà invece di altre.
Per esempio nel Salento si coltivava agevolmente
il tabacco levantino (derivato dall’orientale) che si
cura al sole. Nelle zone più ventilate si è diffuso
l’Air Cured come il Burley, l’Havanna e altri ancora.

Ci sono zone d’Italia nelle quali non si coltiva Nell’ultimo decennio sono emerse nuove
più tabacco Kentucky? realtà manifatturiere: come è possibile leg-
gere questo dato? Che tipo di vantaggio può
Al di fuori delle aree precedentemente descritte, trarre il fumatore?
in Italia non ci sono altre regioni vocate alla colti-
vazione del Kentucky o, forse, non sono state mai Con la liberalizzazione della produzione dei
esplorate. Per gli altri tabacchi, invece, la situa- prodotti da fumo, in Italia la situazione è radical-
zione è ben diversa. In passato si coltivava tabacco mente cambiata. Si è passati da uno scenario
per fiuti e sigarette quasi in tutte le regioni. Il tipo in cui il Monopolio italiano produceva e vendeva
di cura, al sole, ad aria o ad aria calda, semplifi- il 60-70% dei tabacchi lavorati ad un mercato
cava notevolmente la fase agricola. molto frammentato.

Coltivazione Kentucky in Sicilia: nuova fron- Nel caso particolare dei sigari la situazione è
tiera o rinnovata sfida? diversa. Dopo la liberalizzazione della produzione,
alcuni privati, spinti più da passione che da motivi
In Sicilia, fino a molti anni fa, veniva coltivata una economici, stanno muovendo i primi passi per
varietà di tabacco del genere “Rustica” utiliz- inserirsi in un mercato detenuto, per oltre il 90%,
zata per i “fiuti” e per l’estrazione della nicotina. da un unico produttore.
Probabilmente, con le tecniche agricole ed agro-
nomiche di quei tempi, i tabacchi di quel terroir La legge della concorrenza porta sicuramente al
avevano caratteristiche tali da non poter essere miglioramento della qualità ed alla riduzione dei
utilizzati per la produzione dei prodotti da fumo e prezzi, per cui il ritorno per il fumatore è notevole.

41 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


“Acting is like lying. The art of lying well. I’m paid to tell elaborate lies.”
Mel Gibson

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 42


LOUNGES

Oporto
YEATMAN HOTEL
di Simone Poggi

“Possiamo vendere il nostro tempo, ma non cinema, allorchè il ponte stesso pareva muoversi
possiamo ricomprarlo.” fino ad ondeggiare quando i vagoni della linea fer-
Fernando Pessoa, Lisbona roviaria del Nord passavano rapidi sull’ardito arco
13 Giugno 1888 - 30 Novembre 1935 in ferro.

Per coloro che hanno la fortuna di viaggiare ad Ma per noi aficionados la città invitta riserva una
Oporto in brillanti giorni di Giugno, il destino riserva delizia ancora maggiore, ancorché inesplorata e
una luce indimenticabile, che si sposa con il verde poco pubblicizzata: The Yeatman Hotel. Questa
dei parchi e il blu cobalto delle onde del fiume lussuosa struttura si colloca in un panorami-
Douro, solcato dai famosi sette ponti. cissimo punto delle scoscese rive del Douro, e
mostra subito caratteristiche che faranno salivare
Per chi ha amici in questa terra ospitale, il destino molti lettori: una carta di Habanos con ricarichi
riserva racconti fantastici di treni antichi, degni dei ragionevoli, un buon humidor tenuto sempre nelle
più celebrati Orient Express, che passando sopra corrette condizioni di conservazione, ed una lista
il famoso Ponte de Maria Pia, opera fine ottocen- di alcoolici, vini e tè che potrebbe far invidia alle più
tesca dell’ingegnere belga Théophile Seyrig, allievo rinomate collezioni. Lo stesso educato e gentile
di Eiffel, strappavano a matrone in viaggio urla da cameriere Jorge riferisce che sono più di 80 le

43 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


etichette di vino disponibili al bicchiere. Con Rita,
la sua collega, racconta che in inverno un cliente
di un altro hotel 5 stelle di Oporto ha inviato un
taxi allo Yeatman solo per acquistare in serata un
Partagas Serie D N.2 per fumarlo subito. Anche
questo è Oporto, trovare puros dopo cena per noi
aficionados è davvero dura. Invece The Yeatman
è il paradiso, in quanto anche in inverno si può
fumare nella Libreria, un elegante e sobrio interno
di buona (ottima) famiglia Americana di potere,
allevata in Svizzera a cioccolato e champagne.

La scelta ricade sull’ultimo, piccolo Cohiba Siglo I


in tubo, un po’ per la durata ma anche per rivalu-
tare la base lievemente dolce del famoso marchio
cubano, e per provarlo in abbinamento con un
Porto Dow’s Colheita 2002, e capire se l’adagio
Fiorentino “chi si somiglia si piglia” possa anche
benedire accostamenti in similitudine (dolce-dolce)
piuttosto che in contrappunto. La serata è fresca
e limpida, la terrazza e le luci sul Douro troppo
invitanti, per la Libreria attenderemo l’inverno e la
prossima volta. e di carattere. Tuttavia l’abbinamento non con-
vince pienamente, e a volte si rimpiange un buon
Il tubo appena aperto sprigiona abbondanti note espresso senza zucchero a bilanciare la base
di cedro, e lo stesso piccolo Perla ne è piacevol- dolce del sigaro invece che rafforzarla. Il vinho do
mente impregnato. La capa è setosa, ben stesa Porto è comunque un grande pairing.
ed oleosa e fa pregustare i primi puff, che giun-
gono subito morbidi e speziati, forse con una nota Se passate da Oporto, non potrete più emozio-
appena amaricante che non ricordavamo, ma non narvi passando in treno sopra il traballante Ponte
spiacevole. La fumata è breve, e dà tutto e subito, de Maria Pia, ora inutilizzato, ma Jorge vi aspetta
ma il brand è rappresentato appieno, con spezie al The Yeatman, per una fumata cubana sulla più
presenti su una base appena dolce, profumata bella terrazza sul Douro.

POSIZIONE RAGGIUNGIBILITA' SIGARI DISTILLATI SERVIZIO


***** ***** ** **** ****
Vino e Porto al
molto semplice da Alcuni moduli di brand
Centrale e panoramica bicchiere. Distillati di Attento
trovare cubani
ogni tipo

POSITION REACHABILITY CIGARS SPIRITS SERVICE


***** ***** ** **** ****
The Yeatman Hotel Vino e Porto al
molto semplice da Alcuni moduli di brand
Centrale e panoramica
Rua do Choupelo, 4400-088 Vila Nova de Gaia, Portogallo bicchiere. Distillati di Attento
Tel +351 22 013 3100 trovare cubani
ogni tipo
http://www.the-yeatman-hotel.com/en/

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 44


SMOKES FROM THE WORLD

Smoking Drinking
Kills Kills

Driving Money Stress


Kills Kills Kills

Thinking Love
Kills Kills LIVE!

Fallon & Nicarao ©

Balance. Character. Passion.


45 www.laleycigars.com
CigarsLoverMagazine | No.14
BLIND TASTING

Short Robusto
Definiti in molti modi, talvolta Short Robusto, altre alla fumata. Questo è il motivo che li ha visti
Petit Robusto, spesso semplicemente con l’appel- nascere, ma pian piano si sono affinati sempre
lativo “Shorts”, sono diventati sempre più comuni più e ora tra la miriade di prodotti sul mercato ve
dall’avvento delle restrizioni contro il fumo. ne sono molti che vanno ben oltre questo ruolo
di “tappa buchi”. Vi sono non pochi sigari interes-
Sono i sigari che offrono una fumata veloce, senza santi e in grado di offrire fumate sopra le righe, di
la necessità di dover dedicare troppa attenzione breve durata, ma di grande soddisfazione.

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 46


BLIND TASTING

Tatuaje Black Label Short Robusto - Nicaragua


Dimensioni: cepo 50 x 101 mm (4”) - EUR: - € (IT) - 9 € (EU) | USD: 9 $
Capa: Nicaragua | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza medio alta.Intensità eccezionale e armonia marcata sin dal primo puff. Persistenza
prolungata e paletta aromatica ben strutturata. Di grande senso di appagamento.

Sprigiona note di pane, terra cuoio e spezie (pepe nero). In retro-


gusto sono percepibili aromi agrumati. A metà sigaro le spezie si
arricchiscono, e vengono affiancate da nocciola, legno e cannella. 92 /100

Cavalier de Genéve Medio - Honduras


Dimensioni: cepo 50 x 90 mm (3,5”) - EUR: - € (IT) - 10 € (EU) | USD: - $
Capa: N/A | Capote: N/A | Tripa: N/A

Forza media. Equilibrato e armonioso, sprigiona una fumata cremosissima. Uno Short
elegante e raffinato, che risulta allo stesso tempo appagante e soddisfacente.

Sprigiona note di legno di cedro, frutta secca con guscio (nocciola)


ed echi di vaniglia. La base è dolce. La seconda metà vira su terra
ed erbe aromatiche balsamiche. 90 /100

Mombacho Corto - Nicaragua


Dimensioni: cepo 50 x 101 mm (4”) - EUR: 8 € (IT) - - € (EU) | USD: 6 $
Capa: Nicaragua | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza di poco sopra la media. Equilibrato e dall’intensità spiccata. Aromi ben delineati e
complessità è apprezzabile. Appagante e dotato di una persistenza molto prolungata.

Pepe nero e terra, accompagnati da sentori di noce moscata, si


sprigionano nella prima metà sigaro, sostituiti poi da legno e caffè.
Le note speziate si mantengono presenti per tutta la fumata. 90 /100

Padron 1964 Hermoso - Nicaragua


Dimensioni: cepo 56 x 101 mm (4”) - EUR: - € (IT) - 13 € (EU) | USD: 12,5 $
Capa: Nicaragua | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza media. Fumata equilibrata e cremosa. Elegante e raffinato, non si scompone dal
primo all’ultimo puff. L’armonia è uno dei punti forti di questo piccolo Padrón.

La paletta aromatica ruota attorno a note di frutta secca con


guscio (nocciola) e tostate (caffè). In alcuni puff fa capolino il legno,
accompagnato da soavi note di cappuccino. 90 /100

47 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Royal Danish Umami - Nicaragua
Dimensioni: cepo 55 x 114 mm (4,5”) - EUR: - € (IT) - 6,5 € (EU) | USD: - $
Capa: N/A | Capote: N/A | Tripa: N/A

Forza elevata. Una bomba aromatica. L’equilibrio è sul filo del rasoio per tutto l’arco della
fumata. La paletta aromatica è ben strutturata e corposa. Molto appagante.

Sprigiona ricche note di cacao, che si fanno strada su una base


lievemente e piacevolmente amaricante. Nel proseguo di fumata,
echi minerali, terra e noce completano il bouquet aromatico. 90 /100

Cohiba Maduro 5 Magicos - Cuba


Dimensioni: cepo 50 x 115 mm (4,5”) - EUR: 22,5 € (IT) - 22 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Di forza media, sprigiona una fumata cremosa e dotata di ottima complessità. La paletta
aromatica non è tra le più ampie, ma gli aromi sono ben definiti. Corposo ed equilibrato.

La fumata ruota attorno ad aromi di cacao, cuoio e note tostate di


caffè, che si alternano per tutto l’arco della fumata, accompagnate
da note speziate. La base è lievemente dolce. 89 /100

Partagas Serie D No.6 - Cuba


Dimensioni: cepo 50 x 90 mm (3,5”) - EUR: 7,7 € (IT) - 7,5 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Forza medio alta. Intesto e corposo, sprigiona una paletta aromatica discretamente
ampia. Appagante e dotato di una buona persistenza.

Il bouquet aromatico ruota attorno a frutta secca con guscio (noc-


ciola verde e arachidi) e note tostate di caffè, affiancate cuoio ed
erbe aromatiche. La base è sapida. 89 /100

Chinchalero Picadillo - Nicaragua


Dimensioni: cepo 50 x 101 mm (4”) - EUR: - € (IT) - 3 € (EU) | USD: - $
Capa: Ecuador | Capote: Honduras | Tripa: Honduras, Nicaragua

Forza media. Sprigiona una fumata dotata di buona complessità, che lo spinge ben oltre
una fumata veloce, rendendolo apprezabile anche per altre caratteristiche.

La partenza è acidula, ma presto la fumata vira su una base sapida.


Si sprigionano note tostate di caffè, spezie e pepe nero nella prima
parte, alle quali si aggiungono pan brioches e miele nella seconda. 88 /100

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 48


BLIND TASTING

Eiroa CBT Maduro Corona Prensado - Honduras


Dimensioni: cepo 48 x 101 mm (4”) - EUR: - € (IT) - 8 € (EU) | USD: 9 $
Capa: Maduro | Capote: Honduras | Tripa: Honduras

Forza elevata. Fumata saziante e dotata di buona complessità. E’ percepibile anche una
piccola evoluzione, che completa una paletta aromatica strutturata. Corposo e intenso.

Dopo un’apertura con accenni floreali, sviluppa note di cacao,


frutta secca con guscio (noce) e spezie pregiate. Risultano perce-
pibili anche note balsamiche, che fanno capolino in alcuni puff. 88 /100

Trinidad Vigia - Cuba


Dimensioni: cepo 54 x 110 mm (4,3”) - EUR: 12,1 € (IT) - 12,5 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Forza medio alta. La paletta aromatica è contenuta. Risulta però armonioso e di buona
intensità. La costanza produttiva è alquanto altalenante.

Sprigiona note di legno di cedro, nocciola, e pepe bianco. In alcuni


puff sono percepibili echi di vaniglia. La fumata è lineare e non pre-
senta grossi cambiamenti nel corso della fruizione. 88 /100

Villa Zamorano Expreso - Honduras


Dimensioni: cepo 52 x 90 mm (3,5”) - EUR: 2,6 € (IT) - 3 € (EU) | USD: 4 $
Capa: Sumatra | Capote: Honduras | Tripa: Honduras

Forza medio alta. Fumata rustica, ma appagante e armoniosa nella sua semplicità. La
persistenza è una delle migliori doti dell’Expreso. Poco impegnativo ma soddisfacente.

Sviluppa legno stagionato, note tostate di caffè ed echi di cuoio. Le


note tostate si intensificano con l’incedere della fumata. Nell’ultima
parte compaiono anche echi di spezie. 88 /100

Arturo Fuente Chateau F. Short Robusto - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 50 x 114 mm (4,5”) - EUR: - € (IT) - 6 € (EU) | USD: 6 $
Capa: Connecticut Shade | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana

Di forza media, sviluppa una fumata intensa e armoniosa, dotata di una buona persi-
stenza. Elegante e raffinato, è adatto a qualsiasi momento della giornata.

Gli aromi ruotano attorno a fieno, note vegetali ed agrumi. Nel finale
compare anche la terra, a coronare una paletta aromatica non tra
le più ampie ma ben delineata e fedele alla linea Chateau Fuente. 87 /100

49 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


AVO Syncro Short Robusto - R. Dominicana
Dimensioni: cepo 52 x 101 mm (4”) - EUR: - € (IT) - 8,5 € (EU) | USD: 5 $
Capa: Ecuador | Capote: R. Dominicana | Tripa: Nicaragua, R. Dominicana, Perù

Forza medio alta. Intensità aromatica elevata e paletta aromatica dotata di buona com-
plessità e ampiezza. Fumata veloce ma allo stesso tempo non banale.

Sprigiona note speziate, legno e cacao, che si fanno strada su una


base molto dolce. La seconda metà vira su noce e cuoio, con il
legno che si fa più marcato, portandosi in primo piano. 87 /100

Flor de Selva Egoista 20th Aniversario - Honduras


Dimensioni: cepo 56 x 90 mm (3,5”) - EUR: - € (IT) - 7,5 € (EU) | USD: 8 $
Capa: Habano Jamastrán | Capote: Olancho / Azacualpa | Tripa: Honduras

Forza di poco sopra la media. Fumata elegante, dotata di un equilibrio marcato. L’armonia
è il punto forte di questo short Robusto. La paletta aromatica è discreta.

Sprigiona note di legno pregiato, affiancate da agrumi e da pepe


nero in retrogusto. Nella seconda metà vira su terra umida e note
tostate di caffè. 87 /100

La Estancia Short Robusto - Honduras


Dimensioni: cepo 50 x 110 mm (4,3”) - EUR: - € (IT) - 6,5 € (EU) | USD: - $
Capa: Nicaragua | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua e Cuba

Forza di poco sopra la media. La fumata è fresca, delicata e dotata di un’armonia mar-
cata. L’equilibrio è sul filo del rasoio nella seconda metà. Intenso e appagante.

Il bouquet aromatico è vegetale, con note floreali, menta e tè. Si


sprigionano anche spezie e cuoio, che completano la paletta aro-
matica. La base è lievemente acidula. 87 /100

Machetero Short Robusto - Nicaragua


Dimensioni: cepo 46 x 95 mm (3,7”) - EUR: - € (IT) - 1,5 € (EU) | USD: - $
Capa: Nicaragua | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza medio alta. Fumata intensa e saporita, anche se a tratti rivela delle spigolosità. La
persistenza è prolungata. Il bouquet aromatico è di buona ampiezza

La fumata è lineare e dall’inizio alla fine il sigaro sprigiona note


tostate di caffè, spezie, frutta secca con guscio (noce) e terra.
Nella seconda parte, si aggiungono terra umida e note pepate. 87 /100

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 50


Per la linea Macanudo Inspirado i no-
stri Master Blender utilizzano tabac-
co proveniente da Honduras, Nicara-
gua e Repubblica Dominicana. Viene
utilizzata una capote della Jamastran
Valley (Honduras). La capa è un’oleo-
sa foglia San Agustin, di provenienza
honduregna. Sarete sicuramente in-
spirati da grandi idee mentre vi go-
drete i Macanudo Inspirado.

51 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


BLIND TASTING

Robusto
Il modulo più richiesto ed apprezzato, oltre che al
più commercializzato. Sarà per le sue dimensioni,
che non sono né troppo piccole, né eccessive,
oppure per la durata di fumata, che si attesa
attorno all’ora. Il formato Robusto sta oramai
dominando da quasi un decennio, sin da quando
è stato in grado di essere preferito all’allora for-
mato più richiesto: il Petit Corona.

In questo blind tasting, ci sono molte novità da


poco introdotte sul mercato, che hanno dato
luogo a fumate particolarmente performanti,
che si sono collocate nelle posizioni più alte della
classifica. Questo risultato è volto a sottolineare
la sempre maggior attenzione e qualità rivolta
al mondo del sigaro, che non è di certo una sor-
presa. Ciò che però ci ha colto alla sprovvista è
stato il periodo nel quale tutto ciò sta avvenendo,
un periodo non semplice per via delle nuove rego-
lamentazione FDA, che hanno spinto i produttori
a dover presentare svariate novità, anticipando di
molto le tempistiche. Nonostante questo sforzo,
il lavoro parallelo di creazione e lancio dei nuovi
prodotti non sembra aver subito alcun disguido. E’
come se la questione FDA sia sotto una campana
di vetro e non vada a toccare le ultimissime pro-
duzioni. Sapendo però che così non è, il risultato
sortisce ancora un maggior effetto.

Nelle prime 5 posizioni vi sono delle novità come


il nuovo modulo de “La Sobremesa” e l’”Anastasia
Kartel” di Caldwell. Pochi gradini più in basso, il
Wunder Lust di RomaCraft e il Joya Black.
Nonostante ciò, lo scettro per la vittoria va ad un
sigaro che appartiene alla vecchia guardia, un pro-
dotto che appartiene ad una linea ben conosciuta
e popolare: Opus X di Arturo Fuente.

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 52


BLIND TASTING

Arturo Fuente Opus X Robusto - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 50 x 133 mm (5,2”) - EUR: 28 € (IT) - 21 € (EU) | USD: 22 $
Capa: R. Dominicana | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana

Forza medio alta. Grande complessità e intensità aromatica. Puff cremosi, persistenza
notevole e senso di appagamento straordinario. Paletta aromatica ampia e strutturata.

Note di terra, legno e frutta matura sono ben presenti per tutto
l’arco della fumata, accompagnate prima pepe rosa, poi pepe nero.
Nella seconda metà si aggiungono anche noce, caffè e cuoio. 93 /100

La Sobremesa Short Churchill - Nicaragua


Dimensioni: cepo 48 x 133 mm (5,2”) - EUR: - € (IT) - € (EU) | USD: 11 $
Capa: Ecuador | Capote: Messico | Tripa: Nicaragua e USA

Forza elevata. Cremoso e intenso, sprigiona una fumata molto appagamente. Perrsistenza
prolungata e paletta aromatica è ben strutturata e dotata di buona complessità.

Sviluppa note di incenso, pepe nero, spezie piccanti ed erbe aroma-


tiche balsamiche. Nel corso di fumata la base si fa via via più dolce
e giungono al palato mandorla e cacao. 92 /100

Eiroa Robusto - Honduras


Dimensioni: cepo 50 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - 9 € (EU) | USD: 10 $
Capa: Honduras | Capote: Honduras | Tripa: Honduras

Forza medio alta. Equilibrato e dotato di ottima armonia. L’intensità aromatica è eccezio-
nale. La persistenza risulta prolungata e l’evoluzione è ben percepibile.

La paletta aromatica si apre con legno di cedro, caffè e spezie,


seguite da note balsamiche e piccanti. La seconda metà alterna
terra, caffè e spezie. Le note balsamiche tornano nel finale. 92 /100

Señorial Maduro Robusto Dingo - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 52 x 140 mm (5,5”) - EUR: - € (IT) - 9 € (EU) | USD: 8,5 $
Capa: Messico | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana

Forza medio alta. L’evoluzione è marcata e la fumata risulta equilibrata e armoniosa.


Molto appagante e dotato di una paletta aromatica ampia e ben strutturata.

Sprigiona note di terra, cuoio, legno e spezie, alle quali si aggiunge


la nocciola in corso d’opera. L’ultimo settore vira su note tostate di
caffè e frutta matura, che si alternano a cacao e pepe rosa. 91 /100

53 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Caldwell Anastasia Kartel - R. Dominicana
Dimensioni: cepo 50 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - 8,8 € (EU) | USD: - $
Capa: Brasile | Capote: Indonesia | Tripa: Secret

Forza media. Bilanciato e dotato di buona complessità, questo Robusto è elegante e


raffinato. La paletta aromatica è ben definita e ampia.

Svluppa note di legno di cedro, frutta matura e spezie, con echi di


miele. Avanzando, si aggiungono ricche note di pepe nero e noce.
Il finale corana il bouquet aromatico con aromi di agrumi. 91 /100

RomaCraft Wunderlust - Nicaragua


Dimensioni: cepo 50 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - 8,8 € (EU) | USD: - $
Capa: Brasile | Capote: Indonesia | Tripa: Secret

Forza medio alta. Nonostante il finale arrembante, questo Romacraf risulta più “docile”
rispetto a quanto ci si aspetterebbe. Eccellente armonia, è intenso e ben bilanciato.

La paletta aromatica sprigiona legno pregiato, cuoio e caffè, accom-


pagnati da echi di terra. Nella seconda metà fanno capolino anche
note agrumate e giungono al palato ricche note di pepe nero. 90 /100

Brun del Re 1638 LE - Costa Rica


Dimensioni: cepo 58 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - 8,9 € (EU) | USD: - $
Capa: Habano 2000 (R. Dominicana) | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana

Forza medio leggera. Seppur l’evoluzione e la complessità siano contenute, il grande


equilibrio e l’armonia fanno si che la fumata sia molto piacevole, grazie anche all’intensità
e alla persistenza, entrambe di livello. Molto cremoso.

La paletta aromatica è composta da note di fieno, lievi spezie, cap-


puccino e caffè, che ben si alternano per tutto l’arco della fumata. 90 /100

Joya de Nicaragua Joya Black Robusto - Nicaragua


Dimensioni: cepo 50 x 133 mm (5,2”) - EUR: - € (IT) - 7 € (EU) | USD: 7 $
Capa: San Andres (Messico) | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza di poco sopra la media. Equilibrato e con una paletta aromatica spiccatamente
nicaraguense, dà luogo ad una fumata intensa, armoniosa e di persistenza prolungata.

Sviluppa note di cacao ed erbe aromatiche balsamiche, con echi di


pepe nero in retrgosuto. Nella seconda metà si aggiungono soavi
note terrose e risultano percepibili anche punte piccanti. 89 /100

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 54


BLIND TASTING

Casa Turrent Robusto - Messico


Dimensioni: cepo 48 x 108 mm (4,25”) - EUR: - € (IT) - 9 € (EU) | USD: 8,95 $
Capa: Messico | Capote: Messico | Tripa: Honduras, Nicaragua e Messico

Forza media. Sprigiona una fumata equilibrata e molto intensa. La complessità è marcata
e la paletta aromatica è corposa e ben strutturata. La persistenza è lunga. Appagante.

Frutta matura e spezie pregiate si fanno strada su una base dolce.


Nella seconda metà le spezie divengono più intensenote di tè nero
e agrumi, che rinfrescano la fumata. 89 /100

Davidoff Nica. Box Pressed Robusto - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 48 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - 14 € (EU) | USD: 15 $
Capa: Nicaragua | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza di poco sopra la media. L’equilibrato è magistrale e questo robusto box pressed è
dotato di una paletta aromatica ben delineata. Buona la complessità.

Sprigiona legno stagionato, terra e spezie (pepe nero) in prima bat-


tuta. Le spezie si affievoliscono nel tratto centrale per poi tornare
alla ribalda nell’ultimo settore, culminando con punte piccanti. 89 /100

Dunhill Heritage Robusto - Honduras


Dimensioni: cepo 50 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - 8,6 € (EU) | USD: 10 $
Capa: Ecuador | Capote: Nicaragua | Tripa: Honduras e Nicaragua

Forza medio alta. Di grande intensità aromatica e persistenza, sprigiona una fumata
appagante. Equilibrato e armonioso, con una paletta aromatica rustica e ben strutturata.

Sviluppa note di cuoio, cacao e terra, accompagnate da spezie ed


echi tostati di caffè. Avanzando, si vira su note di sottobosco e pepe
nero. Le spezie divengono più marcate nel finale. 89 /100

Belmore Maduro Robusto - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 50 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - -5,9 € (EU) | USD: - $
Capa: Honduras | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza medio alta. Sigaro di ottima intensità aromatica e buona complessità. La persi-
stenza è prolungata. La paletta aromatica è discretamente ampia. Appagante.

Il bouquet si apre con note di terra, cacao e pepe nero. Avanzando


si aggiungono legno stagionato, liquirizia e note di mandorla. Nel
finale si alternano cacao e terra. 88 /100

55 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Romeo y Julieta Short Churchill - Cuba
Dimensioni: cepo 50 x 127 mm (5”) - EUR: 12,2 € (IT) - 11 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Forza medio alta. Molto equilibrato, sprigiona una fumata intesa e dotata di buona per-
sistenza. L’evoluzione non è marcata ma il sigaro però risulta appagante e armonioso.

La paletta aromatica si apre con note vegetali, legno di cedro e


noce. Addentrandosi nella fumata, compaiono terra e note pepate.
La base nella seconda metà è lievemente sapida. 88 /100

Flor de Claro Robusto - Nicaragua


Dimensioni: cepo 54 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - - € (EU) | USD: 15 $
Capa: Honduras | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza leggera. Sprigiona una fumata lineare sotto il profilo evolutivo. Non vi sono infatti
molti cambi di direzione, ma il sigaro è di grande armonia ed equilibrio. Molto cremoso.

La paletta aromatica è composta da legno pregiato (cedro e quer-


cia) e note speziate (pepe nero). Nella seconda metà le spezie
divengono più marcate. 87 /100

Hoyo de Monterrey Epicure No.2 - Cuba


Dimensioni: cepo 50 x 124 mm (4,9”) - EUR: 12,5 € (IT) - 11 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Forza di poco sopra la media. Molto armonioso ed equilibrato, presenta una persistenza
marcata. La paletta aromatica è di buona ampiezza.

Sprigiona note di legno di cedro, su base dolce. In retrogusto sono


percepibili ricche note di pepe nero, che culminano in punte pic-
canti. Avanzando compaono cacao e terra. Il finale à balsamico. 87 /100

Gurkha Ghost Shadow - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 52 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - 8,2 € (EU) | USD: 7,5 $
Capa: Brasile | Capote: R. Dominicana | Tripa: Brasile

Forza media. Sprigiona una fumata di discreta intensità ed armonia. L’evoluzione risulta
contenuta, ma comunque percepibile. Il bouquet aromatico è particolare e poco comune.

La paletta aromatica è composta da cacao, cuoio e caffè, che si


sprigionano su una base lievemente dolce. Avanzando, si aggiun-
gono spezie e una particolare nota di legno affumicato. 87 /100

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 56


BLIND TASTING

La Rica Maduro Robusto - Nicaragua


Dimensioni: cepo 55 x 124 mm (4,9”) - EUR: - € (IT) - 5 € (EU) | USD: - $
Capa: Brasile | Capote: Sumatra | Tripa: Nicaragua

Forza medio leggera. Sigaro equilibrato, dotato di una discreta persistenza. Non brilla per
complessità aromatica ed evoluzione, che risultano alquanto contenute.

Sprigiona note di cacao, frutta secca con guscio (noce) e legno. La


base è lievemente dolce nel primo settore di fumata. In alcuni puff
risultano percepibili sfumature di tè nero. 87 /100

Vegas Robaina Famosos - Cuba


Dimensioni: cepo 50 x 124 mm (4,9”) - EUR: 10,3 € (IT) - 10 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Forza media. L’evoluzione risulta molto lineare e l’armonia non è la migliore virtù di que-
sto sigaro. La persistenza è invece marcata e la paletta aromatica strutturata.

Sviluppa note di nocciola, spezie ed erbe aromatiche balsamiche,


che divengono via via più marcate con l’incedere della fumata.
Nell’ultima parte si aggiungono anche aromi terrosi. 87 /100

Camacho Barrel Aged Robusto - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 50 x 124 mm (4,9”) - EUR: - € (IT) - 13 € (EU) | USD: 10 $
Capa: Connecticut Broadleaf | Capote: Connecticut Broadleaf | Tripa: Honduras e USA

Forza media alta. Fumata equilibrata, dotata di un’ottima intensità. L’evoluzione, seppur
non troppo marcata, risulta percepibile. Il bouquet aromatico è ben strutturato.

Inizialmente è terroso e pepato, con note tostate di caffè.


Avanzando nella fumata le note terrose divengono più marcate,
accompagnate poi da cacao e cuoio. 86 /100

Kristoff Kristania - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 50 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - € (EU) | USD: 5,5 $
Capa: Nicaragua | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana

Forza medio alta. L’equilibrio è precario in alcune boccate, che risultano a tratti scompo-
ste. L’intensità aromatica è buona. Persistenza e complessità sono nella media.

La paletta aromatica è composta da cacao e terra, che si alter-


nano per tutto l’arco della fumata. Dalla seconda metà di fumata,
si sprigiona una vena acidula piacevole. 85 /100

57 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Piramide
Un formato che tempo fa era ben più apprez- il Vega Robaina Unicos e il Sancho Panza Belicoso.
zato di quanto avvenga al giorno d’oggi. Vi sono Nella lista vi sono poi sigari molto performanti pro-
però molti prodotti degni di nota e in questo blind dotti nei più disparati terroir, che comprendono
tasting Cuba ha due sigari nelle prime 5 posizioni: sia novità che manufatti già molto conosciuti.

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 58


BLIND TASTING

My Father Le Bijou Torpedo - Nicaragua


Dimensioni: cepo 52 x 156 mm (6,1”) - EUR: - € (IT) - 11 € (EU) | USD: 12 $
Capa: Habano Oscuro | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza medio alta. Di grande equilibrio, non si scompone dal primo all’ultimo puff. Molto
intenso, risulta corposo ed appagante. La persistenza è lunga.

Il bouquet aromatico si apre con noce e pepe nero, ai quali si


aggiungono erbe aromatiche balsamiche, terra e resina di legno. Il
finale è tostato (caffè) e terroso. 93 /100

Vegas Robaina Unicos - Cuba


Dimensioni: cepo 52 x 156 mm (6,1”) - EUR: 13,4 € (IT) - 13,5 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Forza di poco sopra la media. Fumata intensa e saporita. Anche se l’evoluzione non è
particolarmente accentuata, il sigaro risulta godibile e appagante.

La paletta aromatica ruota attorno a nocciola ed erbe balsamiche,


che si sprigionano su una base lievemente dolce. In alcuni puff risul-
tano percepibili anche echi tostati di caffè. Il finale è terroso. 92 /100

Davidoff Yamasa Piramide - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 52 x 165 mm (6,5”) - EUR: - € (IT) - 24 € (EU) | USD: 24 $
Capa: Yamasà | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana e Nicaragua

Forza media. Fumata di grande equilibrio ed armonia. Elegante e raffinato presenta una
paletta aroamtica ampia e ben strutturata. Appagante e cremoso.

Sviluppa note di legno pregiato, pepe nero ed echi di vaniglia. Nella


seconda metà giungono al palato ricche spezie piccanti, note
tostate di caffè, cuoio ed erbe aromatiche balsamiche. 91 /100

La Galera Habano Cortador - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 52 x 158 mm (6,2”) - EUR: - € (IT) - 8,5 € (EU) | USD: 7,5 $
Capa: Ecuador | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana

Forza medio alta. Ben bilanciato e armonioso. Appagante e munito di buona evoluzione,
sprigiona una paletta aromatica ampia e ben delineata.

Sviluppa note di cacao, terra e cuoio. Avanzando nella fumata com-


paiono pepe nero e spezie, accompagnate da lievi note tostate di
caffè. In alcuni puff sono percepibili anche note di frutta secca. 91 /100

59 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Sancho Panza Belicoso - Cuba
Dimensioni: cepo 52 x 156 mm (6,1”) - EUR: 12 € (IT) - 11 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Forza di poco sotto la media. Sigaro rustico, senza fronzoli, ma diretto e semplice da
fuire. Sviluppa una discreta evoluzione. L’intensità è buona.

Sprigiona inizialmente nocciola, legno e note vegetali, accompa-


gnati da punte piccanti. Successivamente vira su note di terra,
affiancate da legno stagionato, erbe aromatiche e punte piccanti 90 /100

Drew Estate Undercrown Shade - Nicaragua


Dimensioni: cepo 52 x 152 mm (6”) - EUR: - € (IT) - 9 € (EU) | USD: 9 $
Capa: Ecuador | Capote: Sumatra | Tripa: R. Dominicana & Nicaragua

Forza media. Equilibrio magistrale e armonia molto spiccata. L’evoluzione è ben perce-
pibile e la paletta aromatica è ampia e complessa. Sprigiona una mole di fumo copiosa.

Sviluppa note di legno pregiato, pepe bianco ed erbe balsamiche,


con echi di cannella. Nella seconda metà le spezie sono più mar-
cate, con picchi piccanti. Vira poi su terra e caffè. Il finale è cuoioso. 89 /100

Caldwell The King is Dead - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 52 x 152 mm (6”) - EUR: - € (IT) - 11 € (EU) | USD: 11 $
Capa: R. Dominicana | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana

Forza medio leggera. Bilanciato e armonioso, con un persistenza discretamente prolun-


gata. Evoluzione e complessità risultano meno performanti. Raffinato e molto cremoso.

La paletta aromatica è composta da legno di cedro, cacao e spezie


(pepe rosa), che si alternano per tutto l’arco della fumata. Le spe-
zie divengono più marcate nell’ultimo settore di fumata. 89 /100

Royal Danish Sangre Azul - Costa Rica


Dimensioni: cepo 52 x 127 mm (5”) - EUR: - € (IT) - 6 € (EU) | USD: - $
Capa: Nicaragua | Capote: Nicaragua | Tripa: Panama, Costa Rica, Nicaragua

Forza medio alta. Fumata equilibrata e intensa. Nonostante le dimensioni contenute, il


sigaro presenta un’evoluzione percepibile e difficilmente si potrebbe dire che il ripieno
non è completamente a tripa larga. Appagante e dotato di buona intensità.

Srpigiona noce, pepe nero e spezie piccanti. Vira poi su legno,


terra e nocciola. Il finale è terroso e pepato. 88 /100

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 60


BLIND TASTING

CAO Colombia Magdalena - Nicaragua


Dimensioni: cepo 54 x 158 mm (6,2”) - EUR: - € (IT) - 7 € (EU) | USD: 7,8 $
Capa: Honduras | Capote: Cameroon | Tripa: Brasile, Colombia

Forza media. Sprigiona una paletta aromatica ben strutturata, dotata di buona comples-
sità. L’intensità è buona e la persistenza prolungata. Appagante.

La paletta aromatica è composta da noce, legno stagionato e note


minerali. Nella seconda metà si sprigionano spezie, punte piccanti,
ed erbe balsamiche. Nel finale le note minerali si fanno più marcate. 88 /100

L’Atelier La Mission - Nicaragua


Dimensioni: cepo 52 x 152 mm (6”) - EUR: - € (IT) - - € (EU) | USD: 8,5 $
Capa: Messico | Capote: Nicaragua | Tripa: Nicaragua

Forza medio alta. L’intensità aromatica è marcata e gli aromi risultano ben delineati.
Fumata equilibrata e armoniosa con un difetto: l’evoluzione. Gli aromi risultano piuttosto
statici e la fumata ineare. E’ comunque una fumata cremosa ed appagante.

Sprigiona note di cacao e terra, note tostate ed echi di agrumi.


Nella seconda metà risultano percepibili anche note di pepe nero. 88 /100

Maria Mancini Torpedo - Honduras


Dimensioni: cepo 54 x 152 mm (6”) - EUR: - € (IT) - 5,5 € (EU) | USD: 5 $
Capa: Honduras | Capote: Honduras | Tripa: Honduras

Forza medio alta. Fumata molto appagante, dotata di buona complessità. L’intensità è
marcata e la persistenza molto prolungata. L’evoluzione è percepibile.

La paletta aromatica è composta da terra, cacao, legno pregiato e


note agrumate. In alcuni puff si percepiscono anche note speziate.
Il finale alterna terra e cacao. 88 /100

Cuenca y Blanco Torpedo Especial - Nicaragua


Dimensioni: cepo 50 x 160 mm (6,2”) - EUR: - € (IT) - 9 € (EU) | USD: 10 $
Capa: Ecuador | Capote: R. Dominicana | Tripa: Nicaragua, Perù

Forza media. Fumata armoniosa e intensa. L’evoluzione risulta contenuta, così come la
persistenza e la complessità. Risulta però facile da apprezzare.

L’aroma principale è il legno stagionato (quercia), che risulta ben


presente per tutto l’arco della fumata, accompagnato da cuoio ed
echi di vaniglia, che si sviluppano su una base è lievemente sapida. 87 /100

61 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Quesada Oktoberfest 2016 Das Boot - R. Dominicana
Dimensioni: cepo 52 x 152 mm (6”) - EUR: - € (IT) - 9 € (EU) | USD: 8 $
Capa: R. Dominicana | Capote: R. Dominicana | Tripa: R. Dominicana

Forza leggera. Equilibrato e armonioso, presenta una buona intensità. La paletta aroma-
tica è dicresca, così come la persistenza. Buona l’armonia.

Sviluppa nella prima aprte di fumata note floreali, cacao e legno di


cedro. Nella seconda metà giungono al palato anche soavi aromi
tostati di caffè e nocciola. 86 /100

Diplomaticos No.2 - Cuba


Dimensioni: cepo 52 x 156 mm (6.1”) - EUR: - € (IT) - 11 € (EU) | USD: - $
Capa: Cuba | Capote: Cuba | Tripa: Cuba

Forza medio leggera. La paletta aromatica presenta ben pochi cambiamenti durante il
corso della fumata. L’intensità aromatica è buona e la complessità è discreta.

Sprigiona ricche note legnose e di vaniglia, con in retrogusto lievi


spezie (pepe bianco). In alcuni puff risultano percepibili anche degli
echi tostati. 85 /100

Alec Bradley Connecticut Torpedo - Honduras


Dimensioni: cepo 52 x 155 mm (6,1”) - EUR: - € (IT) - 7,5 € (EU) | USD: 7 $
Capa: Ecuador | Capote: Honduras | Tripa: Honduras e Nicaragua

Forza medio leggera. Sigaro dotato di una discreta intensità aromatica ed evoluzione.
Molto equilibrato e armonioso, presenta però una complessità e una persistenza limitate.

Sprigiona note di arachidi, che risultano l’aroma principale per


tutto l’arco della fumata, accompagnate da pepe, caffè e sentori
di fieno. 85 /100

Zino Platinum Rocket - R. Dominicana


Dimensioni: cepo 60 x 165 mm (6,5”) - EUR: - € (IT) - 29 € (EU) | USD: 34 $
Capa: Ecuado | Capote: USA | Tripa: R. Dominicana, Perù

Forza media. Sigaro di semplice fruizione, con un’evoluzione lineare. La persistenza e


l’evoluzione risultano alquanto contenute.

La paletta aromatica è composta da legno, note tostate e spezie,


che si alternano per tutto l’arco di fumata. Nell’ultimo settore com-
pare una lieve vena amaricante. 85 /100

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 62


EVENTS

Intertabac
THE EUROPEAN MAIN EVENT
di Michel Arlia

Come di consueto avviene ogni anno, nel mese Non potevano poi mancare i personaggi di spicco
di Settembre, il mondo del sigaro si è riunito a del mondo sigarofilo: Jorge Padron, Carlito Fuente,
Dortmund, in Germania, per la fiera sul tabacco Jonathan Drew, A.J Fernandez, Pete Johnson, e
più importante d’Europa: l’Intertabac. tanti altri.

Con circa 450 espositori di 60 paesi diversi e Molti stand erano rinnovati, con grafiche diverse
oltre 11.700 visitatori, si conferma il più grande e uno spazio maggiore rispetto allo scorso anno,
evento di settore nel vecchio continente. che rispecchia non solo la volontà di voler essere
presenti nel mercato europeo ma di volersi radi-
Continua il trend dello scorso anno, ovvero la pre- care ancor più.
sentazione di numerose novità. I nuovi tubos di
Padron, il 20° anniversario degli Opus X di Arturo La cosa più particolare e degna di nota sono
Fuente, i Davidoff Yamasà, l’Andalusian Bull di stati i molti brand, grandi e piccoli, che sino a
La Flor Dominicana, il Presse di Flor de Selva, il poco fa erano delle realtà quasi esclusivamente
Wunderlust di RoMa Craft, solo per citare una pic- per il mercato statunitense: Caldwell Cigars,
cola parte dei prodotti presentati e che verranno Quesada Cigars, Oscar Valladares, Jas Sum Kral,
immesu sul mercato molto presto. Roma Craft, Cavalier de Geneve, Fratello Cigars,

63
Antonio & Litto Gomez

Dunbarton tobacco & trust (Steve Saka), eccetera. vigore negli Stati Uniti. La cosa certa che si può
Questa crescita di interesse nei confronti del affermare però, è che l’aficionado europeo ha
mercato europeo può essere dettata sia da una davanti a sé un futuro molto interessante, colmo
maggior apertura alle tante novità, sia per via di novità e di prodotti che sono destinati a creare
del nuovo regolamento FDA che sta entrando in una svolta come mai prima.

Xikar Volta: 5,4 x 10,1 cm.

Liana & Carlos Jr Fuente

64
EVENTS

Jorge Padrón & figlio, Cesar Gadea

Jonathan Drew

65 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Tatuaje Skinny Monsters

Didier Houvenaghel

Steve Saka Juan Martínez

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 66


INFO

Glossario
SIGNIFICATO DELLA TERMINOLOGIA UTILIZZATA

Anilla: fascetta di carta litografata che viene posta sul sigaro per identificare la marca.
Calibre (cepo o ring gauge): espressione del diametro del sigaro.
Capa (wrapper): foglia di tabacco utilizzata per avvolgere la Tripa e il Capote.
Capote (binder): foglia di tabacco che avvolge la Tripa.
Catadores: addetti delle fabbriche che giornalmente provano i sigari per verificarne la qualità.
Claro: tonalità di colore marrone chiaro della Capa.
Colorado: tonalità di colore marrone castano della Capa.
Colorado claro: tonalità di colore marrone intermedio della Capa. (si chiama anche Natural).
Colorado maduro: tonalità di colore marrone scuro della Capa.
Figurado: sigaro che presenta un’estremità a punta. Quando il sigaro presenta entrambe le estemità
a punta, si definisce Double Figurado.
Fortaleza: sensazione di forza che il fumo provoca in gola al fumatore ad ogni boccata.
Galera: luogo dove si preparano i sigari.
I.S.: International Shape (formato internazionale).
Largo: lunghezza del sigaro.
Liga (ligada): miscela di foglie che caratterizzano il sigaro.
Ligero: foglie raccolte nella parte superiore della pianta e che donano maggiore forza al sigaro.
Maduro: tonalità di colore marrone scuro mogano della Capa.
Medio tiempo: foglia raccolta nella parte più alta della pianta di tabacco.
Puro: sigaro preparato esclusivamente con foglie di tabacco provenienti dallo stesso paese.
Seco: foglie raccolte nella parte intermedia della pianta tabacco. Donano aromaticità al sigaro.
SLB: in inglese Slide Lid Box. Cassa di sigari di legno naturale con coperchio a scorrimento.
Tercio: balla di tabacco grezzo.
Tercio (primo, secondo e terzo): fasi nella quale viene suddivisa la fumata.
Torcedor: operaio addetto alla preparazione dei sigari.
Tripa (filler): foglie che compongono il ripieno del sigaro.
Tripa corta: residuo della lavorazione del sigaro composto da ritagli e pezzetti (trinciato).
Tripa larga: foglie intere di tabacco.
Vitola: modulo o formato di sigaro con una dimensione stabilita da diametro e lunghezza.
Vitola de galera: nome unico che si attribuisce per distinguere i vari formati, indipenden-
temente dal nome che verrà assegnato al sigaro. (Marevas, Prominentes, ecc...).
Vitola de salida: nome attribuito alla vitola de galera ai fini commerciali e che varia a secondo della
marca. (Siglo VI, Serie D No.4, ecc...).
Volado: foglie raccolte dalla parte bassa della pianta di tabacco. Sono fondamentali per la buona com-
bustione del sigaro.

67 CigarsLoverMagazine | Autumn 2016


Rubriche
COSA SI PUÒ TROVARE SU CSL MAGAZINE

DRINKS PAIRINGS
Le migliori bevande recensite e spiegate. I nuovi Le migliori bevande alcoliche e analcoliche in abbi-
prodotti e i classici che non tramontano mai, il namento con i sigari. Quando il pairing è fonte di
tutto condito con un pizzico di storia. piacere assoluto.

EVENTS SLOW ATTITUDE


Eventi particolarmente rilevanti sia sul territorio Articoli tecnici per una migliore conoscenza del
nazionale sia su quello internazionale. Fiere, ritrovi, e prodotto sigaro: segreti e approfondimenti della
situazioni che abbiano come protagonista il sigaro. fruizione sia per neofiti che per grandi appassionati.

FAMOUS SMOKERS SMOKES FROM THE WORLD


Biografie e curiosità di personaggio famosi, ita- Fumare il sigaro vuol dire approfondire tutti
liani e stranieri, viventi e non, con una passione i terroir di riferimento, apprezzandone le carat-
sfrenata in comune: l’arte del fumo lento e in par- teristiche e le differenze che rendono ciascun
ticolare per i sigari. paese produttore unico.

INTERVIEW TOBACCO HISTORY


Storie di passioni raccontate direttamente dai Storie legate al mondo del tabacco: i grandi mar-
protagonisti: interviste con gli addetti ai lavori, chi, le zone di raccolta del tabacco, le storiche
tabaccai, importatori, collezionisti e chi più ne ha manifatture del passato, le città cresciute
più ne metta. sul business del tabacco.

LINE UP TOOLS
Approfondimenti, dettagli, recensioni e valuta- Gli accessori sono un elemento fondamentale per
zioni riguardanti tutti i sigari appartenenti alla il fumatore moderno: strumenti per il taglio, humi-
medesima linea. dor, accendini, portasigari, complementi d’arredo.

MADE IN ITALY VINTAGE


Recensioni, discussioni e approfondimenti Il variegato mondo del collezionismo: sigari con
riguardanti i sigari realizzati nel nostro paese. invecchiamenti decennali, grandi classici del pas-
La tradizione del Toscano, la novità del Nostrano sato e cubani introvabili. Il fascino e la qualità
del Brenta e non solo! estrema dell’impossibile.

CigarsLoverMagazine | Autumn 2016 68


© Tutti i diritti riservati