Sei sulla pagina 1di 2

Anna Cinzia Bonfrisco, Pdl, Partiamo dall'emergenza sociale ed economica

Giusto il monito di Napolitano Ora al lavoro su crisi e riforme. Sferzata ai partiti. I parlamentari veronesi di Pd e Pdl si dicono d'accordo sulle priorit.
Testo integrale dellarticolo apparso su larena.it del 3 giugno 2013

Fa breccia nei parlamentari veronesi di Pd e Pdl la sferzata di Napolitano alle forze politiche che sostengono il governo affinch si smetta di perdere tempo con polemiche sterili e pericolose per la stabilit politica e istituzionale. Il presidente ha poi richiamato alla responsabilit e alla operosa laboriosit per aggredire la crisi e riformare lo Stato attraverso profonde riforme istituzionali, a partire da quella elettorale. Parole che per la deputata del Pd Alessia Rotta sono musica per le nostre orecchie perch siamo stati eletti per questo. E aggiunge: Speriamo che anche i nostri alleati, ma non solo, ascoltino Napolitano, che il presidente di tutti non solo quando lo si deve eleggere. La parlamentare, che fa parte della commissione Trasporti di Montecitorio, sottolinea: Noi come Pd le nostre responsabilit ce le siamo prese, anche quando c'era da sostenere il governo Monti e abbiamo pagato un prezzo politico. Per la senatrice del Pdl Cinzia Bonfrisco, membro della commissione Bilancio di Palazzo Madama, quella del capo dello Stato un monito efficace e importante in una fase in cui i due principali partiti hanno dato vita a un governo di grande maggioranza per affrontare i problemi del Paese. In primo luogo, secondo la senatrice del Pdl bisogna dare una risposta adeguata alla crisi che spazza via migliaia di posti di lavoro e contro la disoccupazione servono forti incentivi ai lavoratori e alle imprese, dal punto di vista degli sgravi fiscali e della flessibilit, ma tutto ci ha costi notevoli. Ma, si dice sicura la parlamentare veronese, questo per il governo sar la priorit. In questi giorni, continua, si parla moltissimo di disoccupazione giovanile ma non dimentichiamo che perdere il lavoro a un'et tra i 45 e i 50 anni una vera tragedia, umana e sociale. Dobbiamo pensare anche a questi. Secondo la democratica Rotta sia i provvedimenti contro la crisi che le riforme istituzionali sono entrambe indispensabili, e soprattutto non bisogna ritardare la nuova legge elettorale che, in teoria, tutti vogliono, quindi, basta con le ipocrisie, esclama.

Ma prima di cambiare la legge elettorale, dice per la senatrice Bonfrisco, si deve mettere mano alle riforme costituzionali per ridurre la rappresentanza parlamentare e per modernizzare la forma di governo in senso presidenziale o semipresidenziale. Quanto al sistema elettorale che soppianti il famigerato "Porcellum", Bonfrisco confessa di vedere con favore un ritorno ai collegi. Il Mattarellum, afferma, un modello che personalmente apprezzo, ma il dibattito ampio e aperto... Tuttavia, ripeto, in questo momento la priorit la crisi economica e sono convinto che questo governo ce la pu fare. Previsioni, invece, Alessia Rotta non vuole farne. Mi basterebbe, dice, che il governo Letta facesse lo stretto necessario, che per non poco, perch significa affrontare l'emergenza sociale-economica. Altrimenti nessuno potr pi presentarsi davanti agli elettori, perch la gente non ne pu pi di chiacchiere. FONTE: larena.it