Sei sulla pagina 1di 1

Domenica 3 novembre 2002

Jannacci: Passano gli anni e mi sento meno arrabbiato


Il cantautore parla del nuovo disco che sta preparando insieme al figlio e ricorda quella volta che lo cacciarono dalla Capannina di Vigevano
di Linda Lucini
PAVIA. Ascolta ogni discorso del figlio Paolo, attento, si fa prendere in giro da lui, ma poi tace. E a lungo. Quando decide di parlare, Enzo Jannacci lo fa per sentenziare come un patriarca utilizzando quel linguaggio Prima di tutto una curiosit: ma vero che lei e Celentano siete stati cacciati dal pubblico di Vigevano? S, ma la storia stata ancora pi pesante. Erano gli anni Cinquanta, suonavamo alla Capannina di Vigevano. A quel tempo lo spettacolo era diviso a met: una parte la faceva Nunzio Gallo, laltra noi. Cera Adriano Celentano che cantava e come orchestra cero io, Luigi Tenco al sax alto, Giorgio Gaber e altri grandi artisti che ora non ricordo. A un certo momento, uno ha urlato: Il tempo, almeno quello ed ha iniziato a tiraci monetine. Siamo dovuti scappare con il pullman, altrimenti ci avrebbero tirato dietro di tutto. Alla rassegna Tenco ha presentato in anteprima una canzone del suo prossimo disco. Si intitola Maria e sembra quasi la continuazione di Vincenzina. E davvero cos? di frasi sbocconcellate che ormai fa parte di lui e che solo apparentemente d lidea di uno che ha altro per la testa. Jannacci invece c, con tutta la sua lucidit e, rivela adesso, anche con maggiore saggezza. vedo il mondo in unaltra maniera. Sul suo ultimo lavoro quasi autoprodotto cera scritto Jannacci non intende ingraziare nessuno, tanto meno i suoi discografici che quel disco non lo volevano fare. Eppure il cd andato bene, ha avuto ottime critiche e le ha fatto guadagnare persino la targa Tenco 2002. Ma dal punto commerciale, quellinvestimento come andato? Ha venduto quasi a livello di break eaven. Io e mio figlio Paolo abbiamo lavorato due anni, pagando tutto e tutti prima che arrivasse un produttore a darci una mano, ma noi lo volevamo proprio fare questo disco. Il problema che il mercato non c. I dischi non si vendono, mica come un tempo che ti bastava fare una buona canzone e se riuscivi a vendere facevi i quattrini. Per questo le chiedevano al posto del disco, una compilation dei suoi successi? Quella adesso la far io. Chi non vorrebbe ringraziare nel nuovo cd? Quelli che hanno votato Berlusconi sapendo che li avrebbe ingannati. Mancano di senso civico.

Cerano Gaber, Tenco Si sent urlare: e Celentano nella band: Almeno il tempo, poi scappammo tutti ci tirarono monetine
Un po, una piccola storia damore. Nessuno canta le donne. Io ho cercato di farlo dal punto di vista loro, per con un certo senso di ironia. Ironia? Ma se dice che la sofferenza non si pu evitare: si affronta solamente accettandola e passandoci in mezzo. S, lo dico anche nella canzone: inutile piangersi addosso, dovunque cammini c il fosso. Il dolore quello fisico passa con il tempo, quello spirituale molto difficile che passi: te lo ritrovi ogni tanto e cos cominci a fare i conti. Quando il dolore cos brutto, rimane solo laffetto a salvarti. E la cosa pi importante che esiste nella vita, lamore per le cose, per il mondo. Per quando subisci, quellamore non lo vedi sei solo indignato verso quella nuvola che l e che ce lha con te. A che punto il nuovo disco? Stiamo lavorando con Mauro Pagani che per me un vero amico. Dobbiamo completare le musiche. Sar pronto allinizio del prossimo anno. Quando ha presentato il suo ultimo disco Come gli aereoplani era davvero arrabbiato. E ancora cos? No, lo sono meno. Un po perch sono pi vecchio di due anni, un po perch adesso prendo le cose pi tranquille. Sto guarendo da una malattia importante, che mi ha creato problemi per tre anni. Ora

Enzo Jannacci sta preparando un nuovo disco

IL LIBRO
di Sisto Capra
PAVIA. Fabbretti stato uno di quei cercatori di Dio, di quei viandanti dello Spirito che nel viaggio terreno hanno saputo rimanere una roccia diventare santuari. Cos il filosofo ambientalista tortonese Luciano Valle apre il bel volume, pubblicato da non molto da Effat editrice per iniziativa della Provincia, dedicato al frate francescano, brillante predicatore, teologo, scrittore e giornalista. Nazareno Fabbretti, pistoiese di nascita e vogherese dadozione, morto il 25 ottobre di sei anni fa a 77 anni, stato una delle pi fulgide coscienze critiche cattoliche del nostro Paese, amico di Primo Mazzolari e Giuseppe Dossetti, Milani e Ernesto Balducci, David Maria Turoldo e Costantino Ruggeri e una delle firme di prestigio della Provincia pavese. Era una penna tremenda e dal pulpito amava stupire i fedeli a volte con burle pazzesche, come quella volta che se ne and dallaltare in una chiesa di Genova durante lomelia. A un certo punto, tre anni fa, venne persino sospettato di essere una spia del Kgb, lui che era un anticomunista convinto ma anche un fervente sostenitore della linea del dialogo tra le grandi culture po-

Testimonianze per ricordare padre Nazareno Fabbretti


monianza cristiana tra profezia e realismo esce a cura di Elena Cristina Bolla, Paolo Pulina e Luciano Valle e raccoglie gli atti della giornata di studi svoltasi a Voghera il 28 ottobre 2000, alla Biblioteca Ricottiana, che venne organizzata da Valle, dal direttore dellistituzione Paolo Paoletti, con il contributo dellassessore provinciale Delio Todeschini. Voghera scrive lassessore provinciale alla cultura Lorenzo Demartini ha vissuto quasi met della sua vita a Voghera, centro di irradiazione della sua presenza in almeno tre regioni. Voghera, infatti, caso singolare, appartiene alla provincia di Pavia, alla diocesi di Tortona e per i Francescani alla Provincia ligure. Il volume corredato da scritti di Todeschini, del sindaco Aurelio Torriani, da Paoletti e dal dirigente dellufficio beni e attivit culturali della Provincia Antonio Sacchi. Monsignor Pino Scabini, preside dello Studio interdiocesano di teologia di Alessandria e Tortona, ricorda il dono di unamicizia gioiosa. Il direttore del settimanale Giornale di Voghera Antonio Air ripercorre i quarantanni di vita vogherese del frate, sulle frontiere del 48, alfiere del dialogo tra Democrazia cristiana e Partito comunista in anni impervi per simili aperture. Padre Alberto Tosini, padre superiore dei Francescani liguri, rid voce al saio del profeta. Carlo Carozzo lo ricorda fondatore della rivista genovese Il Gallo. Caterina Gabibbo Siri ripercorre la storia di unamicizia. E poi ci sono i pensieri in libert di don Ernesto Maggi, rettore dellAlmo Collegio Borromeo di Pavia. E ancora lex-direttore della Provincia pavese Gaetano Rizzuto lo rivede giornalista. Elena Cristina Bolla ricostruisce la vocazione francescana di Fabbretti. Valle rid corpo al suo progetti di unecosofia cristiana. Monsignor Angelo Colombi, parrocod el Duomo di Voghera, rilegge una lunga fraternit. E infine d una limpida testimonianza Laura Berti, nipote del frate.

Pavia, si inaugura domani la mostra di frate Costantino

Frate Costantino Ruggeri


PAVIA. Si inaugura domani pomeriggio alle ore 17 in S. Maria Gualtieri la mostra dei quadri di padre Costantino Ruggeri che ha lo scopo di raccogliere i fondi con cui i Lavoratori Credenti-Centro di Solidariet potranno completare la costruzione di un centro scolastico e sociale a Beltoje, un villaggio molto povero a sei chilometri da Scutari, capoluogo dellAlbania nord-occidentale. Frate Ruggeri ha messo gratuitamente a disposizione per la vendita una quarantina di quadri, da lui realizzati in decenni di attivit. La mostra, che si svolge in collaborazione con il mensile Noi Albanesi in Italia rester aperta fino al 14 novembre.

polari dellItalia, contro la logica dei blocchi che paralizzava il mondo allepoca della guerra fredda. Il volume dal titolo Padre Nazareno Fabretti, una testi-

Padre Nazareno Fabbretti

OROSCOPO

a b c

ARIETE 21 marzo 20 aprile

d e f

CANCRO 21 giugno 22 luglio

g h i

BILANCIA 23 settembre 22 ottobre

j k l

CAPRICORNO 22 dicembre 19 gennaio

Le stelle vi consigliano di curare maggiormente il vostro aspetto fisico, di raffinare il vostro look e di incominciare una volta per tutte una dieta. Riservatezza. TORO 21 aprile 20 maggio

Giornata sotto ottimi influssi. Possibili incontri con persone dal fascino magnetico e situazione economica che permette di guardare al futuro con ottimismo. LEONE 23 luglio 22 agosto

Situazione astrale favorevole per avere dei rapporti affettivi intensi e rassicuranti. Dovrete per essere meno razionali, far vibrare la voce del cuore. SCORPIONE 23 ottobre 22 novembre

Siate cauti nellaccettare inviti. Assicuratevi almeno che non incontrerete persone che vi sono sgradite. Vi occorre molto riposo: non affaticatevi. ACQUARIO 20 gennaio 19 febbraio

Tenete in costante controllo i nervi durante la giornata, ed in particolare in una discussione prevista verso la fine della mattina con un familiare giovane. GEMELLI 21 maggio 20 giugno

Calma piatta su tutti i fronti. Non vi rimane che godervi la giornata odierna, facendo quello che pi vi piace, da una passeggiata alla lettura di un bel libro. VERGINE 23 agosto 22 settembre

Non lasciatevi prendere dal nervosismo o da troppe incertezze. Il vostro segno soggetto ad influssi prevalentemente favorevoli e fortunati. Pi comprensione. SAGITTARIO 23 novembre 21 dicembre

Imparate ad apprezzare le qualit della persona amata, invece di criticarla costantemente. Ne guadagner la serenit del vostro rapporto. PESCI 20 febbraio 20 marzo

Alti e bassi dumore renderanno difficili i rapporti con il prossimo. Controllate le parole, potreste dire cose che non pensate realmente. Prudenza alla guida.

Non riuscirete subito a capire i motivi che vi spingono a cercare un po di solitudine; forse avrete bisogno di scoprire quali sono le vostre vere esigenze.

Avrete una gran voglia di muovervi, di cambiare un poco entourage. Importante la vita di relazione e quella sentimentale. Bisogna evitare le discussioni.

Preparate per oggi un programma che sia divertente, ma non troppo faticoso. Tenete conto che dovete smaltire un notevole accumulo di stanchezza.