Sei sulla pagina 1di 40

Guida di primo avvio LarsonDavis SoundTrack

via Belvedere, 42 - 20043 Arcore (MI) tel. 039 - 61.33.21 - fax. 039 - 61.33.235 http://www.spectra.it - spectra@spectra.it
Scritto e redatto da Andrea Sanchini Versione: 1.01 del: 09/11/2007 Firmware LxT: 1.303

INTRODUZIONE
Innanzi tutto congratulazioni per avere acquistato un prodotto LarsonDavis; il fonometro / analizzatore LxT uno strumento molto flessibile, che si distingue per sua la semplicit duso. Lo scopo della Guida di primo avvio LxT quello di fornire allutente di prendere confidenza con le funzionalit principali del fonometro analizzatore LxT, attraverso una serie di capitoli guidati per loperatore. Funzionalit pi avanzate potrebbero non essere indicate; ulteriori informazioni possono essere trovate su un CD ROM di guida e sul manuale originale Operation Manual in dotazione. Poich lo strumento LxT basato su un Firmware aggiornabile (si veda il par. 5 di pag. 40), possibile che alcune funzionalit siano differenti da strumento a strumento, in funzione della versione di Firmware installato, in termini di posizione e contenuto dei men, oltre che di tipologia di calcolo attivo. La Guida di primo avvio LxT suddivisa in 5 capitoli, cos ordinati: Capitolo 1 : DOTAZIONI, ALIMENTAZIONE, TASTIERA Capitolo 2 : ISTRUZIONI PER UNA PARTENZA VELOCE CON LxT Capitolo 3 : SCARICARE MISURE DI LxT SU Noise & Vibration Works Capitolo 4 : IL PANNELLO DI CONTROLLO DI LxT Capitolo 5 : INSTALLAZIONE NUOVO FIRMWARE PER LxT INSTALLAZIONE NUOVE OPZIONI Buona lettura

LarsonDavis e Spectra si riservano di modificare in qualunque momento, e senza preavviso, le caratteristiche e le modalit di funzionamento dell'apparecchiatura descritta nel manuale, nonch le informazioni riportate nel manuale stesso. LarsonDavis e Spectra non si assumono alcuna responsabilit di alcun danno, diretto o indiretto, a cose o a persone, derivante dall'uso proprio o improprio dello strumento descritto, o derivante dai dati da esso fornito. LarsonDavis e Spectra non si assumono alcuna responsabilit circa le informazioni riportate nel presente manuale, anche se eventualmente a causa di carenza, imprecisione o errore di queste, ne derivasse un danno diretto o indiretto a cose o a persone, ivi compreso l'utilizzatore o chiunque altro.

SOMMARIO:
1 DOTAZIONI, ALIMENTAZIONE, TASTIERA DI LXT ........................................................................................4 1.1 CARATTERISTICHE GENERALI DI LXT ......................................................................................................................4 1.2 ACCESSORI STANDARD DI LXT ................................................................................................................................5 1.3 ACCESSORI OPZIONALI DI LXT.................................................................................................................................5 1.4 CONNETTORI DI LXT E COLLEGAMENTO MICROFONO DI MISURA .............................................................................6 1.4.1 Connettori del pannello posto sul fondo di LxT..................................................................................................6 1.4.2 Il microfono di misura di LxT.............................................................................................................................6 1.4.3 Il connettore microfonico di LxT ........................................................................................................................6 1.5 ALIMENTAZIONE DELLO STRUMENTO LXT ..............................................................................................................7 1.5.1 Accensione LxT Spegnimento LxT ...................................................................................................................7 1.5.2 Alimentazione di LxT tramite batterie ................................................................................................................7 1.5.3 Switch hardware di LxT......................................................................................................................................7 1.5.4 Alimentazione tramite USB.................................................................................................................................8 1.6 LA TASTIERA DI LXT ...............................................................................................................................................8 2 ISTRUZIONI PER UNA PARTENZA VELOCE CON LXT .................................................................................10 2.1 2.2 2.3 2.4 2.5 2.6 2.7 2.8 2.9 3 IMPOSTARE, LA DATA, LORA E LA LINGUA IN LXT ................................................................................................10 CANCELLARE TUTTI I FILE DI MISURA DI LXT........................................................................................................11 CALIBRARE LXT ....................................................................................................................................................11 IMPOSTARE UN SETUP INIZIALE DI MISURA CON LXT .............................................................................................12 SALVATAGGIO DEL SETUP CREATO E SUO UTILIZZO ...............................................................................................14 AVVIARE LA MISURA E MEMORIZZARLA CON LXT.................................................................................................16 LA SCHEDA GLOBALE DI LXT ................................................................................................................................17 LA SCHEDA REGISTRO E PROFILO STORICO DI LXT................................................................................................17 RICHIAMARE UNA MISURA DALLA MEMORIA DI LXT .............................................................................................18

SCARICARE MISURE DI LXT SU NOISE & VIBRATION WORKS ...................................................................19 3.1 INSTALLAZIONE DI NOISE & VIBRATION WORKS...................................................................................................19 3.1.1 Installare Noise & Vibration Works .................................................................................................................19 3.1.2 Verifica della lingua di Noise & Vibration Works............................................................................................19 3.1.3 Verifica abilitazione chiave hardware..............................................................................................................19 3.1.4 Apertura di un file vuoto di Noise & Vibration Works .....................................................................................19 3.2 VERIFICA DELLA CONNESSIONE TRA LXT E NOISE & VIBRATION WORKS .............................................................20 3.2.1 Primo collegamento di LxT al PC con Noise & Vibration Works ....................................................................20 3.2.2 Pagina di comunicazione tra LxT e Noise & Vibration Works.........................................................................20 3.2.3 Disconnessione di LxT da Noise & Vibration Works .......................................................................................20 3.3 SCARICARE LA MISURA SU NOISE & VIBRATION WORKS .......................................................................................21 3.4 INSERIRE LA MISURA DENTRO AD UN MODELLO GRAFICO PRESTABILITO ...............................................................22 3.5 CREARE UNA CARTELLA CONTENENTE MODELLI GRAFICI PERSONALIZZATI ..........................................................23 3.6 CREARE UN NUOVO MODELLO GRAFICO .................................................................................................................23 3.7 SALVARE I SETUP DI LXT CON NOISE & VIBRATION WORKS .................................................................................23

IL PANNELLO DI CONTROLLO DI LXT .............................................................................................................24 4.1 4.1.1 4.1.2 4.1.3 4.1.4 4.1.5 4.1.6 4.1.7 4.1.8 IL TASTO TOOLS ( ) .....................................................................................................................................24

Propriet del sistema...............................................................................................................................25 A proposito di ..........................................................................................................................................29 Calibra ....................................................................................................................................................30 Esplora dati .............................................................................................................................................32 Gestione Setup.........................................................................................................................................33 Servizi del sistema ...................................................................................................................................36 Blocca......................................................................................................................................................37 Registratore vocale .................................................................................................................................39

INSTALLAZIONE NUOVO FIRMWARE PER LXT INSTALLAZIONE NUOVE OPZIONI......................40

1 DOTAZIONI, ALIMENTAZIONE, TASTIERA DI LxT


____________________________________________________________________________________

1.1 Caratteristiche generali di LxT

Ampia memoria di 64 MB per la memorizzazione di dati (opzione: 256 MB) e setup di misura Display grafico LCD ad alto contrasto retroilluminato 160 x 240 pixel, visibile sotto la luce solare diretta Tastiera con tasti morbidi in gomma antirumore Bande laterali in materiale anti-scivolo per una presa sicura, cordino di sicurezza Tutti i tasti sono accessibili con la sola mano di sostegno dello strumento Peso e dimensioni contenute (513 g con batterie e microfono) Dimensioni contenute (senza microfono: 22,3 x 7,1 x 4,1 cm) Alimentazione a batterie alcaline da 1.5 volt, ricaricabili da 1.2 volt, e tramite alimentatore esterno a 5 volt Consumi ridotti (autonomia di 16h con batterie alcaline o con NiMH da 2500mA/h, 30h con litio) Intuitiva interfaccia utente ad icone, men a finestre e barre di scorrimento Soddisfa la IEC 60651-2001 Type 1, IEC 60804-2000 Type 1, IEC 61672-2002 Classe 1, IEC 61252-2002 Misura del livello di pressione sonora con costanti di tempo Fast, Slow, Impulse, Leq e Picco Ponderazioni in frequenza secondo le curve A, C e Z Filtri digitali conformi a IEC 1260-2001 Classe 1 filtri in banda di 1/1 ottava da 8 Hz a 16 kHz (opz. LXT-OB1) filtri in banda di 1/1 ottava da 8 Hz a 16 kHz e 1/3 di ottava da 6.3 Hz a 20 kHz (opz. LXT-OB3) Analisi statistica da L0.01 fino a L99.99 Storia temporale con velocit fino a 1 secondo (opz. LXT-LOG) Storia temporale con velocit fino a 1/10 di secondo (opz. LXT-LOG e opz. LXT-HSLOG) Elevato range dinamico (>104 dBA), Pkmax = 143 dBC, Noise Floor = 29 dBA (17 dBA con PRMLxT1L) Registro dei comandi (Run Log) per ogni misura Funzione di blocco tasti con impostazione della password 4

Registro delle ultime 10 calibrazioni con database dei calibratori Correttore elettronico di campo per incidenza casuale Salvataggio automatico di sicurezza dei dati minuto dopo minuto su memoria flash interna non volatile Uscite AC/DC standard, ingresso microfonico per registrare commenti vocali (opz. LXTDVA) Processore multitasking ( possibile visualizzare o trasferire i dati mentre lo strumento sta misurando) Interfaccia USB2 ad alta velocit per il trasferimento dei dati Supporto multilingua (italiano, inglese, etc) Firmware facilmente aggiornabile direttamente dallutente

1.2 Accessori standard di LxT


Il sistema, oltre al fonometro LxT, comprende i seguenti accessori: n 1 preamplificatore microfonico standard, type PRMLxT1 n 1 capsula microfonica prepolarizzata (0 volt), type 377B02 (sensibilit 50 mV/Pa, campo libero) n 1 schermo antivento da 9 cm (3.5 in) di diametro, type WS001 n 4 batterie alcaline AA da 1.5 volt n 1 cordino di sicurezza per agganciare lo strumento al polso delloperatore n 4 viti di sicurezza 4-40 x 3/16 la chiusura di sicurezza del vano batterie n 1 cacciavite per viti miniatura a testa esagonale passo 1/16 n 1 manuale di riferimento in inglese, type I770.01 n 1 alimentatore universale switching IN: 100-240V ~ 0.2A 50-60Hz, OUT: 5V = 0.5, type PSA029 n 1 cavo di alimentazione e scarico dati su PC di tipo USB, type CBL138 n 1 valigia rigida di trasporto, type LXT-CCS Software SLM Utility-G3 per Windows 2000/XP per scarico dati e creazione setup Software SLM Screengrabber per Windows 2000/XP per salvare le schermate di LxT in formato .bmp Certificati di taratura, di conformit e di ispezione

1.3 Accessori opzionali di LxT


Oltre al corredo base di cui sopra, disponibile una serie di accessori opzionali, tra i quali: Cavo di prolunga microfonica, type MY127-5 da 5 metri (altre misure disponibili) Cavo schermato di uscita bifilare AC/DC, type CBL139 Calibratore acustico in classe 1 type CAL200 (frequenza di 1000Hz, livello generato di 94 dB o 114 dB) Preamplificatore microfonico per misure di bassi livelli, type PRMLxT1L Impedenza equivalente (capsula type 377B02)da 12 pF, type ADP076 Adattatore per microfoni da 1 pollice, type ADP008 Adattatore per microfoni da di pollice, type ADP043 Piattaforma software avanzata per elaborazioni dati Noise & Vibration Works (varie opzioni) Box a tenuta stagna con accumulatori (per monitoraggi in esterno) con ampia autonomia Sistema di protezione microfonica per esterno, type EPS2108 Cuffia con microfono per registrare/ascoltare commenti sonori, type LXT-HS Treppiede professionali di varie altezze e tipologie Supporto microfonico per posizionare sul treppiede il microfono di misura, type MI-0301

1.4 Connettori di LxT e collegamento microfono di misura


1.4.1 Connettori del pannello posto sul fondo di LxT I connettori presenti sul fondo di LxT, visibili nella figura seguente, sono: a) Interfaccia USB per il collegamento con un PC tramite cavo USB type CBL138 e il collegamento allalimentatore esterno a 5 volt type PSA029 tramite il medesimo cavo USB type CBL138 in dotazione. b) Interruttore generale di sicurezza (normalmente da impostare su I come in figura). c) Connettore ausiliario USB per collegare una memoria USB esterna. d) Connettore minijack uscita cuffia (AC) e ingresso microfonico uscita DC. 1.4.2 Il microfono di misura di LxT Il microfono costituito da una piccola capsula microfonica, che lelemento sensibile vero e proprio, e da un preamplificatore di forma allungata contenente un circuito elettronico di amplificazione del segnale. La capsula microfonica deve essere avvitata (senza usare forza eccessiva) sullestremit superiore del preamplificatore, come mostrato in figura, utilizzando pollice e indice della mano destra; durante questa operazione, evitate di toccare con la mano il terminale dorato del preamplificatore. Per svitare la capsula microfonica, con pollice e indice della mano destra fate presa sul corpo della capsula e non sullestremit superiore, per evitare di svitare la griglia di protezione e danneggiare la membrana; loperazione, per quanto facile, delicata, ed alcuni preferiscono non smontare mai la capsula microfonica dal preamplificatore, anche perch la custodia in plastica del preamplificatore lunga abbastanza da consentire di riporre il microfono intero. 1.4.3 Il connettore microfonico di LxT Una volta che la capsula microfonica stata avvitata sul preamplificatore, occorre collegare il tutto al fonometro, inserendo il microfono completo nel connettore Switchcraft a 5 pin presente sullestremit superiore di LxT. Inserite il microfono ruotandolo con delicatezza di poche decine di gradi fino a che le scanalature dei due connettori siano allineate e permettano di spingere il microfono fino in fondo; il corretto inserimento sar assicurato da un lieve click udibile quando il microfono raggiunge il fondo. Per rimuovere il microfono dallo strumento, premete il pulsante con il logo LarsonDavis ( ) indicato dalla freccia in figura, che in pratica sgancia il connettore di ingresso di LxT dal connettore di uscita del microfono, e permette con facilit il suo distacco. Sebbene loperazione di distacco del microfono dallo strumento sia meno delicata di quella tra capsula microfonica e preamplificatore, alcuni preferiscono mantenere montato il microfono sullo strumento; la valigia di trasporto permette infatti di riporre lo strumento anche con il microfono inserito.

1.5 Alimentazione dello strumento LxT


1.5.1 Accensione LxT Spegnimento LxT Per accendere LxT: premete il tasto ON/OFF ( ) per un istante; il display si attiver con un ritardo di 2 secondi, e dopo 20 secondi LxT gi pronto. Per spegnere LxT: mantenete premuto i per 2 secondi il tasto ON/OFF ( ); o in alternativa: premete per un istante il tasto ON/OFF ( ), accedendo cos alla pagina Controllo Alimentazione; premete quindi il SOFTKEY di sinistra ( ), che riporta sul display la scritta Spento. Switch hardware su O (solo particolari procedure di emergenza). 1.5.2 Alimentazione di LxT tramite batterie Lo strumento pu essere alimentato con 4 comuni batterie alcaline da 1.5 volt (in dotazione), oppure con 4 comuni batterie ricaricabili di tipo NiMH (nichel-metal idrato) da 1.2 volt, oppure con 4 batterie al litio di nuova produzione tipo Energizer e2; lautonomia con retroilluminazione del display spenta e spettro abilitato di 16 ore per batterie alcaline e NiMH, 30 ore per batterie al litio. Lo strumento, quando alimentato con batterie alcaline, si spegner quando la tensione complessiva delle 4 batterie scende fino a 4 volt. Le 4 batterie dovrebbero essere dello stesso tipo, e non consigliabile utilizzare contemporaneamente batterie esaurite con batterie efficienti, batterie di differente tipo o di differenti produttori. Per inserire o rimuovere le batterie, occorre prima di tutto Vite di sicurezza sollevare lo sportellino che accede al vano batterie, posto sul retro dello strumento; per fare questo, occorre prima di tutto controllare che non sia inserita la vite di sicurezza che potrebbe essere presente sulla parte superiore dello sportellino stesso, sul suo lato destro. Questa vite ha il compito di assicurare la tenuta dello sportellino anche in caso di caduta Linguetta accidentale dello strumento, condizione che altrimenti potrebbe causare il distacco delle batterie e generare una scintilla molto pericolosa in ambienti con presenza di gas potenzialmente esplosivi (laddove dovrebbe essere garantita la Sicurezza Intrinseca della strumentazione utilizzata). Nel caso la vite di sicurezza sia inserita, rimuovetela tramite lo speciale cacciavite a testa esagonale in dotazione. Quindi con delicatezza spingete lungo lasse longitudinale dello strumento la linguetta, sollevate tale estremit dello sportellino verso lalto, e quindi liberate i due gancetti dal lato opposto fino a distaccarlo dal corpo del fonometro. Una volta che il vano batterie stato aperto, sar possibile inserire le batterie; nel verso indicato sulla parete interna del vano. Attenzione: l'inserimento non corretto delle batterie pu danneggiare lo strumento! Dopo aver installato le batterie, richiudete lo sportellino, inserendo prima di tutto i due ganci sulla sua base e quindi fissando la linguetta sullestremit superiore (deve essere udito un distinto click, singolo o doppio). Nel caso in cui lo strumento non venga utilizzato per un lungo periodo di tempo, comunque consigliabile rimuovere le batterie per evitare la fuoriuscita di acido. 1.5.3 Switch hardware di LxT LxT dotato di un piccolo switch con la funzione di interruttore generale; per poter accendere lo strumento, lo switch deve essere posizionato su I, cio verso destra. 7

Nel caso di inutilizzo per molto tempo di LxT, questo switch pu essere impostato su O (cio verso sinistra); in questa posizione, le batterie vengono disconnesse internamente in modo da impedire un inutile consumo a strumento spento, che se pur minimo esiste sempre, per il mantenimento della data e dellora; lo switch non deve comunque essere utilizzato per accendere e spegnere lo strumento, che deve avvenire attraverso il tasto ON/OFF ( ). 1.5.4 Alimentazione tramite USB Oltre all'alimentazione con le batterie interne, possibile alimentare lo strumento esternamente tramite lalimentatore universale switching type PSA029 fornito di serie con lo strumento, oppure tramite una qualsiasi porta USB di un computer; in entrambe i casi, il cavo da utilizzare il type CBL138, in dotazione allo strumento: lestremit pi piccola del cavo USB va collegata al connettore del fonometro che riporta la scritta USB, come visibile in figura, quella pi larga allalimentatore type PSA029 oppure alla porta USB del computer. Lalimentazione esterna tramite USB pu essere applicata sia a strumento acceso che a strumento spento, sia in presenza che in assenza di batterie interne. Quando alimentato esternamente, LxT non utilizza le batterie interne, che svolgono esclusivamente la funzione di batterie tampone. Quando si accende lo strumento attraverso il tasto ON/OFF ( ), se sono presenti batterie interne, esse non devono essere completamente scariche, altrimenti LxT non si accender, anche se il cavo USB correttamente collegato. In tal caso, sostituite le batterie scariche con 4 batterie nuove, oppure rimuovete del tutto le batterie interne e accendete lo strumento alimentandolo via cavo USB; seppure possibile, sconsigliabile utilizzare lo strumento senza batterie interne, in quanto se per un qualunque motivo viene interrotta anche solo pochi istanti lalimentazione esterna, possono originarsi malfunzionamenti con conseguente perdita di dati. Nel caso di avvio a batterie, sconsigliabile tentare, in fase di avvio ancora in corso, tentare una connessione/alimentazione tramite la porta USB del fonometro: meglio attendere che lavvio sia completato e poi collegare il cavo USB per connettersi. Nota: non utilizzare altri alimentatori USB diversi da quello fornito.

1.6 La tastiera di LxT


La tastiera dellLxT costituita da un totale di 13 tasti in morbida gomma antirumore; tutti i tasti sono posizionati in rilievo per facilitarne la pressione, fatta eccezione per il tasto ON/OFF (tasto ), protetto da unopportuna rientranza per prevenirne la pressione accidentale ed evitare in tal modo che lo strumento si accenda inavvertitamente quando riposto dentro la valigia o si spenga durante una campagna di misura. Del totale di 13 tasti, 3 vengono denominati SOFTKEYS e gli altri 10 HARDKEYS. I 3 SOFTKEYS ( ) sono i pi piccoli della tastiera, ma non per questo meno importanti; sono posizionati subito al di sotto dello schermo dello strumento, sono anche chiamati tasti funzione poich la loro funzione cambia a seconda del contesto ed indicata dalla scritta che di volta in volta appare in corrispondenza di ciascuno di essi, sulla parte inferiore dello schermo. I 10 HARDKEYS ( ) hanno una funzione fissa, indicata dal simbolo o dal testo stampato sopra o in prossimit di ciascuno dei tasti. Nella tabella che segue sono descritte le principali funzioni svolte da ciascuno dei tasti di LxT: il tasto di ), i 4 tasti di navigazione (tasti ), il tasto di accensione e spegnimento dello strumento (tasto ), il tasto di avvio misura (tasto ), di arresto misura e di memorizzazione (tasto ), di conferma (tasto azzeramento o reset (tasto ), i 3 tasti funzione ( ), e da ultimo il Pannello di controllo cui si ). accede attraverso il tasto TOOLS (tasto ON/ OFF Per accendere LxT, premete il tasto ON/OFF ( ) per un istante; il display si attiver con un ritardo di 2 secondi, e dopo 20 secondi LxT gi pronto per misurare; per spegnere LxT, mantenere premuto il tasto ON/OFF ( ) per 2 secondi circa; in alternativa, premete per un 8

), accedendo cos alla pagina Controllo Alimentazione; istante lo stesso tasto ON/OFF ( premete quindi il SOFTKEY di sinistra ( ), che riporta sul display la scritta Spento. I tasti freccia Sn ( ) e Dx ( ) servono a spostarsi orizzontalmente allinterno di un grafico spettrale, ma anche a spostarsi in orizzontale per evidenziare uno o un altro carattere mentre si sta scrivendo un nome, ad evidenziare passando da un parametro a un altro mentre si sta editando un setup di misura. Essi non servono invece per passare da una scheda (o tab) allaltra, essendoci infatti due tasti funzione dedicati a questa specifica funzione di navigazione tra i vari men, che sono i due SOFTKEY ( ) di destra e sinistra. ) e alta ( ) servono spostarsi verticalmente allinterno di una I tasti freccia bassa ( scheda (o tab), a scorrere i caratteri o i numeri mentre si edita un nome, a passare da un parametro al successivo mentre si sta editando un setup di misura, a scorrere tutte le finestre di visualizzazione durante una misura. ) quella di confermare unazione o un La principale funzione del tasto ENTER ( comando quando viene presentata una finestra o un messaggio che contiene la voce OK oppure S evidenziata. Inoltre il tasto ENTER ( ) il sistema per entrare o saperne di pi sulla gran parte delle icone o dei testi o dei comandi che di volta in volta sono evidenziati (di solito con il bordo della casella pi spesso o doppio) nello schermo di LxT. Il tasto RUN/PAUSE ( ) usato per iniziare (RUN) una misura; se la misura gi iniziata, il tasto RUN/PAUSE ( ) serve per interrompere momentaneamente (PAUSE) la misura; per riprendere una misura momentaneamente interrotta, premete nuovamente il tasto RUN/PAUSE ( ) (funzione di CONTINUE). Il tasto RUN/PAUSE ( ) attivo solo nelle pagine di misura di LxT. Il tasto STOP/STORE ( ) serve per terminare (STOP) una misura; premendo il tasto ) una seconda volta, la misura sar memorizzata (STORE). Quando lo STOP/STORE ( strumento in stato di STOP, possibile continuare la misura premendo il tasto RUN/PAUSE ( ). ) attivo solo nella pagina di misura di LxT. Anche il tasto STOP/STORE ( Sono i tre tasti di piccola dimensione posizionati subito sotto al display; la loro funzione dipende dal contesto corrente, ed indicata da unicona o da un testo posizionato di volta in volta sul display stesso. La funzione pi importante del SOFTKEY ( ) di destra e del SOFTKEY ( ) di sinistra quella di spostare la schermata sul display da una scheda (o tab) allaltra, mentre la funzione pi importante del SOFTKEY ( ) centrale quella di accedere al Men con le impostazioni di misura ([ ]) oppure quando in corrispondenza del tasto ] ) la sua pressione permette di uscire senza modifiche appare Chiudi, ( [ dal men o dalla pagina o dalle impostazioni dove si entrati (funzione di Exit o Antipanico). Quando non appare alcuna icona in corrispondenza di uno dei tre tasti, allora quel tasto non ha alcuna funzione (ad esempio nei casi [ ] oppure [ ] ). Il tasto RESET ( ) azzera la misura corrente, annullando il tempo di misura e i valori eventualmente conseguiti fino a quel momento. Il pratica, il tasto che va premuto prima di ogni nuova misura per essere certi di iniziare una misura completamente nuova e non commettere lerrore di continuare involontariamente una misura gi iniziata. Il tasto RESET ( ) non elimina le misure salvate in memoria. Il RESET possibile solo se LxT in stato di STOP, cio la misura terminata; se cos non fosse, apparir il messaggio: Occorre fermare. Nota: se viene effettuato un RESET subito dopo un altro RESET, i filtri digitali saranno svuotati, e un successivo avvio della misura (azionato tramite il tasto RUN/PAUSE ( ) potr avvenire solo dopo unattesa di 10 secondi; infatti in alto a destra nello schermo ) senza che la misura abbia inizio, e solo dopo circa 10 apparir il simbolo di attesa (

Sn e Dx

bassa e alta

ENTER

RUN/ PAUSE

STOP/ STORE

SOFT KEY (x3)

RESET

) e il tempo di misura inizier secondi al suo posto apparir il simbolo di misura in corso ( a scorrere. Permette di accedere al Pannello di controllo, le cui funzioni sono assai importanti e articolate; lideogramma della chiave inglese rivela che da qui potete mettere a punto e TOOLS personalizzare il vostro LxT. Per il Pannello di controllo si veda il Par. 4.1, dedicato agli approfondimenti. 9

2 ISTRUZIONI PER UNA PARTENZA VELOCE CON LxT


____________________________________________________________________________________

Il presente capitolo permette in unora di tempo di alimentare LxT, collegare correttamente il microfono, impostare la lingua italiana, la data e lora corrette, calibrare tramite il calibratore acustico, entrare nella pagina delle impostazioni per creare un setup personalizzato, effettuare una semplice misura, visualizzarla, salvarla in memoria e richiamarla dalla memoria. Il capitolo che segue (il Cap. 3) andr letto per scaricare la misura sul software Noise & Vibration Works.

2.1 Impostare, la data, lora e la lingua in LxT


La prima cosa da imparare impostare lorologio di LxT; per fare questo premete il tasto TOOLS ( con il tasto freccia bassa ( ) evidenziate System Properties ( ) e premete il tasto ENTER ( dentro le propriet del sistema; ora premete il tasto SOFTKEY ( ) di destra ( quello piccolo in alto a destra, in corrispondenza del quale sullo schermo compare una freccia verso destra; giungerete alla scheda (o tab) chiamata Time; il giorno corrente gi evidenziato, il che visibile dal bordo rettangolo leggermente pi spesso degli altri rettangoli della pagina; premete il tasto ENTER ( ); ora apparir evidenziata una delle due cifre componenti il numero del giorno; per modificarlo premete i tasti freccia bassa ( ) e alta ( ), e per spostarsi dalle ) o il tasto freccia Sn ( ) per decine alle unit premete il tasto freccia Dx ( tornare indietro e quindi impostare la cifra corretta tramite i tasti freccia bassa ( ) e alta ( ). ) e quindi il tasto Terminato di inserire il giorno, premete il tasto ENTER ( freccia Dx ( ) per spostarsi dal giorno al mese corrente: per modificare o impostare ); si aprir un men a tendina con il mese corrente, premete il tasto ENTER ( tutti i mesi (vedi figura) scegliete il mese corrente spostandovi con i tasti freccia ) e alta ( ), quindi confermate con il tasto ENTER ( ). bassa ( Ora premete il tasto freccia Dx ( ) per evidenziare lanno, e impostatelo come visto sopra. Premete il tasto ) per confermare. ENTER ( Per impostare lora corrente (chiamata System Time) spostatevi sul campo relativo con il tasto freccia bassa ( ), quindi al solito modificate ore minuti e secondi con lazione dei quattro tasti freccia ( ). confermate con il tasto ENTER ( Poich limpostazione di data e ora assai importante nelle misure fonometriche, viene richiesta una conferma definitiva, senza la quale le modifiche a data e ora non verranno mantenute. Per confermare occorre spostarsi ed evidenziare sullo schermo il rettangolo con la voce Set Time, e quindi confermare premendo il tasto ENTER ( ). Apparir il messaggio di conferma Time has been set; premete il tasto ) per presa visione del messaggio. ENTER ( Partendo da questa situazione, potete facilmente impostare la lingua italiana: basta premere tre volte il tasto SOFTKEY ( ) di destra ( quello piccolo in alto a destra) fino a giungere alla scheda (o tab) chiamata Localization; la lingua predefinita ); si sar impostata su English, non dovete far altro che premere il tasto ENTER ( aprir il men a tendina visibile nella figura a fianco; premete il tasto freccia bassa ( ) fino a evidenziare la voce Italiano e confermate premendo il tasto ENTER ( ). )e ), poi ); siete

10

Per confermare le modifiche su data, ora e lingua, occorre premere il SOFTKEY ( ) centrale (quello corrispondente alla scritta Close sul display); apparir il messaggio Apply Changes? con evidenziato il rettangolo con la scritta Yes; premete il tasto ENTER ( ) per confermare le modifiche; se invece non volete confermare le modifiche, premete il tasto freccia Dx ( ) per spostare ed evidenziare ). Se avete il rettangolo con la scritta No, quindi premete il tasto ENTER ( confermato le modifiche, ora il vostro LxT avr tutti i men in lingua italiana.

2.2 Cancellare tutti i File di misura di LxT


E buona norma iniziare una nuova sessione di misure con la memoria completamente vuota; se LxT nuovo, esso non dovrebbe contenere in memoria nessuna misura. Nel dubbio, premete il tasto TOOLS ( ); dovrebbe essere gi evidenziata licona ); premete il tasto ENTER ( ) per entrare, quindi il SOFTKEY dellEsplora dati ( ) di destra ( quello in alto a destra, in corrispondenza del quale sullo schermo ( compare la scritta Men); apparir una lista di comandi come mostrato nella figura a fianco (se invece la lista non appare significa che la memoria gi vuota); dovete scorrere tale lista premendo pi volte il tasto freccia bassa ( ) fino a evidenziare la voce Canc. tutta mem. interna e quindi confermate premendo il tasto ENTER ( ), come mostrato in figura; LxT mostrer un messaggio di conferma con la domanda Cancella tutti i files? per evitare di cancellare erroneamente misure importanti (che NON sarebbero pi recuperabili!); se si desidera effettivamente cancellare tutte le misure contenute in memoria, sufficiente premere il tasto ENTER ( ); se invece ci si accorti di aver commesso un errore e non si vuole cancellare nulla dalla memoria, premete il tasto freccia Dx ( ) per spostare ed evidenziare il rettangolo con la scritta No, quindi premete il tasto ENTER ( ).

2.3 Calibrare LxT


Dopo aver premuto il tasto TOOLS ( ), premete il tasto freccia Dx ( ) per evidenziare licona Calibra ( ), quindi premete il tasto ENTER ( ) per entrare nel men di calibrazione, Per default, il calibratore un LarsonDavis CAL 200 a 114 dB 1000 Hz o altri calibratori a 114 dB 1000 Hz; occorre essere sicuri di generare con il calibratore lo stesso livello che si attende il fonometro. Il calibratore LarsonDavis CAL 200 genera 114 dB solo se la minuscola linguetta posta sopra il pulsante di avvio del calibratore stesso orientata verso lalto (cio verso lapertura del calibratore). Accertarsi di questo prima di effettuare la calibrazione. Se disponete di un calibratore che genera solo 94 dB o comunque un livello diverso da 114 dB, spostatevi con il tasto freccia bassa ( ) fin sopra il rettangolino che ) e modificate il contiene il livello 114.00, quindi premete il tasto ENTER ( livello con lausilio dei quattro tasti freccia ( ) fino ad ottenere il livello ) per confermare, e poi desiderato, quindi premete nuovamente il tasto ENTER ( il tasto freccia alta ( ) per evidenziare nuovamente il rettangolo in alto con la scritta Calibra come mostrato nella figura a fianco. Fatta questa premessa, passiamo alla calibrazione vera e propria : - Inserite il calibratore sul microfono (a fondo ma delicatamente); verificate che il livello generato sia effettivamente il livello desiderato; di solito i calibratori hanno la possibilit di generare pi di un livello, selezionabile con un piccolo deviatore presente sul loro involucro. - Accendete il calibratore (nel LarsonDavis CAL 200 il pulsante nero e tondo posto sul suo lato lungo). - Con la scritta Calibra evidenziata (come in figura), premete il tasto ENTER ( ). - LxT inizia la procedura automatica di calibrazione che durer qualche secondo.

11

Se la procedura di calibrazione fallisce (ad esempio se il calibratore si spegne o addirittura non stato acceso, oppure al microfono arrivato un forte rumore di disturbo dallesterno), apparir il messaggio di Calibrazione fallita; al contrario, se la procedura di calibrazione ha successo, apparir il messaggio di Salva il risultato? come mostrato in figura. Per completare la calibrazione, premete il tasto ENTER ( ). Nota: se la calibrazione differisce dalla precedente per pi di 0.5 dB, LxT mostra un messaggio di avviso, che pu essere tranquillamente ignorato per lo scopo della calibrazione.

2.4 Impostare un setup iniziale di misura con LxT


Quando LxT acceso per la prima volta, viene caricata unimpostazione predefinita che deve necessariamente essere modificata per poter rispondere alle principali normative adottate in Italia e nel resto dEuropa. Ad esempio, per il recente D.Lgs. 10 aprile 2006, n.195, gli indicatori di base sono LAeq e LCpeak ; altri utili indicatori sono LCeq , lo spettro di LZeq per bande di 1/1 ottava ( richiesta lopzione LxT-OB1 o LxT-OB3), la storia temporale ad 1 secondo di LAeq e LCpeak ( richiesta lopzione LxT-LOG), la storia temporale dello spettro di Leq per bande di 1/1 ottava ( richiesta lopzione LxT-LOG e LxT-OB1 o LxT-OB3). Per impostare il vostro LxT in modo da memorizzare tutti questi parametri, dovete premere una o pi volte il tasto SOFTKEY ( ) centrale che riporta la scritta Chiudi, in pratica uscendo da uno dei men dei TOOLS dove si trovava lo strumento al termine della cancellazione dei files o dal men di calibrazione descritte pi sopra; ora sul display, premete il SOFTKEY ( ) centrale, corrispondente alla scritta Men sullo schermo; ) per entrare nelle impostazioni di LxT, dove apparir la scritta Impostazioni; premete il tasto ENTER ( sono presenti una decina di schede che possibile scorrere premendo i tasti freccia Dx ( ) e Sn ( ). Il numero e il contenuto di queste schede pu variare in funzione delle opzioni abilitate sul vostro strumento; prendete confidenza con il contenuto delle varie schede disponibili.

Scheda (o tab)

Suggerimenti per limpostazione


La scheda Generale la prima a sinistra; il suffisso del nome della misura in memoria, che sar seguito da un numero progressivo. Per ora potete lascirlo invariato.
Nota: nelle pi recenti revisioni della lingua, il termine stato sostituito da Nome della misura, cos come pure Filtri OBA al posto di Analizzatore.

SLM sta per Sound Level Meter, o Fonometro. ) fino a evidenziare la Spostatevi con i tasti 4 tasti freccia ( Ponderazione del Picco in C e successivamente premete il tasto ENTER ( ) per confermare; ora lo strumento acquisir LCpeak (come da D.Lgs. 10 aprile 2006, n.195), oltre che LAeq e LCeq. E consigliabile impostare su Lineare il Metodo di integrazione. Usate il tasto freccia Dx ( ) per scorrere alla scheda successiva.

) fino ad Dalla scheda Analizzatore, premete il tasto freccia bassa ( ) per aprire il evidenziare la Banda analisi; premete il tasto ENTER ( men a tendina; per effettuare anche analisi in frequenza attraverso lAnalizzatore in frequenza a 1/1 di ottava, evidenziate Banda analisi su 1/1 ) ottava (Filtri OBA = Octave Band Analizer) e premete il tasto ENTER ( per confermare. Premendo il tasto freccia Dx ( ), potete scorrere velocemente le successive schede (Dosimetro 1, Dosimetro 2, Ln, Controllo) che possono essere 12

ignorate per ora. Spostatevi con il tasto freccia Dx ( ) fino alla scheda Profilo storico, dove risiedono i parametri con limpostazione della Time History, che la scheda pi importante del fonometro. ) fino ad Dalla scheda Profilo storico scendete con il tasto freccia bassa ( ) per evidenziare Abilita Profilo Storico, e premete il tasto ENTER ( inserire il segno di spunta. Il Periodo pu essere scelto a 1 secondo; per fare questo premete il tasto freccia bassa ( ) per evidenziare il Periodo, quindi premete il tasto ENTER ( ) per aprire il men a tendina; scorrere le voci del men a tendina attraverso i tasti freccia bassa ( ) e alta ( ), quando ) per avete evidenziato la voce 1 s (1 secondo) premete il tasto ENTER ( confermare e per chiudere il men a tendina. Ora premete il tasto freccia bassa ( ) per scendere ed evidenziare ) per lOpzione Profilo Storico, e subito di nuovo il tasto ENTER ( accedere ai parametri contenuti; dovete evidenziare Leq (che sar in dBA, in accordo alla Ponderazione in frequenza) e Lpicco (che sar in dBC, in accordo alla Ponderazione del picco); per fare questo, attraverso i tasti freccia bassa ( ) e alta ( ), evidenziate la voce Leq e premete il tasto freccia Dx ( ) o Sn ( ) per inserire (e anche disinserire) il segno di spunta a sinistra del campo con il nome del parametro; ripetete il procedimento per Lpicco.
Nota: in aggiunta al Leq, dovrebbe essere selezionata la storia di Lmax (che sar uno Slow Max come stabilito dal Rivelatore) se ci si sta occupando dei requisiti acustici delle sorgenti sonore nei luoghi di intrattenimento danzante e di pubblico spettacolo e nei pubblici esercizi (D. P.C.M. 16 aprile 1999, n. 215).

Per acquisire anche lo spettro di Leq nel tempo, con il tasto freccia bassa ( ) evidenziate la voce OBA 1/1 Leq in fondo alla finestra Opzione Profilo Storico e premete il tasto freccia Dx ( ) o Sn ( ) per inserire il segno di spunta. ); ora Al termine delle operazioni di cui sopra, premete il tasto ENTER ( il cursore sganciato e i tasti freccia bassa ( ) e alta ( ) riprendono la consueta funzione di spostamento verticale allinterno della scheda. Terminate queste impostazioni, premete il SOFTKEY centrale ( ) per mantenere le modifiche allimpostazione corrente; quando appare il messaggio ). Ora siete usciti dalla pagina come in figura, premete il tasto ENTER ( delle impostazioni del setup.

13

2.5 Salvataggio del setup creato e suo utilizzo


Se ora voleste spegnere LxT (da non fare in presenza di una connessione ancora attiva ad un PC), alla successiva accensione lo strumento si verrebbe a trovare esattamente con impostazioni eventualmente modificate che avete lasciato prima di spegnerlo. Prima di perdere le impostazioni, meglio salvarle: c una comoda memoria dei setup a disposizione (si veda anche il par. 4.1.5) nella quale ogni setup salvato per nome. Inizialmente la memoria dei setup ovviamente vuota, e risulta molto utile, se si svolgono pi applicazioni con lo stesso fonometro, per ritrovare sempre le impostazioni volute al semplice richiamo di un nome di setup. Ecco come fare a salvare il nostro primo utile setup: Premete il tasto TOOLS ( ), con i tasti freccia evidenziate ). Setup quindi premete il tasto ENTER ( Gestione

La memoria dei setup vuota, Active e default sono il contenuto minimo predefinito; default il nome del setup predefinito, che essendo lunico sar anche il setup attivo (Active). Premete il tasto SOFTKEY di destra ( ) con la scritta Men premete quindi il tasto freccia bassa ( ) per evidenziare la voce Salva come; ). premete il tasto ENTER (

Per default, usato il nome Active; dovete cambiarlo; assegnate un nome breve con un significato chiaro, ad esempio 195DLgs. Premete il tasto ) per iniziare a editare il testo. ENTER ( Ecco alcune regole semplici e utili per editare un testo: I caratteri possono essere inseriti o modificati attraverso luso dei tasti freccia alta ( ) e bassa ( ) dopo aver posizionato il cursore con i tasti freccia Sn ( ) e Dx ( ) sopra il carattere da cambiare allinterno della finestra dove appare il nome. Tenendo premuto i tasti freccia alta ( ) e bassa ( ), lo scorrimento diventa pi veloce. ) per uscire Dopo aver modificato il nome, premete il tasto ENTER ( dal modo di modifica testo, quindi con il tasto freccia bassa ( ) ). evidenziate la voce S e confermare con il tasto ENTER ( Ordine dei caratteri: il carattere vuoto posizionato prima della lettera A maiuscola, subito dopo il numero 9; prima dei numeri sono presenti i caratteri speciali e prima ancora le lettere minuscole a ciclo continuo: quindi per passare da A a 1 di 195DLgs si fa prima a premere la freccia verso il basso ( ), piuttosto che fare il giro lungo da sopra ! Lopposto per passare dalla lettera v al 9 di 195DLgs: meglio andare verso lalto ( )!. ) ancora quando avete finito di modificare il Premete il tasto ENTER ( testo (in pratica un ON-OFF di edita testo, funzione molto comune del tasto ENTER). Ora con il tasto freccia bassa ( ) scendete per portarvi su S e ). confermate con il tasto ENTER ( 14

Lavvenuto salvataggio del setup potr essere verificato dal fatto che in fondo alla lista comparsa una nuova riga con il nome del nuovo setup. Per uscire dalla pagina della Gestione Setup premete il SOFTKEY centrale ( ) cui corrisponde la voce Chiudi. Premete ancora una volta il SOFTKEY centrale ( ) per uscire dal Pannello di controllo. Il nome del setup che attivo scritto in alto a destra, e sar caricato in automatico ogni volta che si accende lo strumento; per caricare un altro setup della lista basta premere sopra il nome il tasto ENTER ( ). Altre funzioni della gestione dei setup sono descritte al par. 4.1.5.

15

2.6 Avviare la misura e memorizzarla con LxT


Dopo aver caricato un setup come descritto al par. 2.5, ed essere usciti premendo uno o pi volte il SOFTKEY centrale ( ), oppure dopo aver acceso lo strumento che in automatico ha caricato lultima impostazione, probabilmente sarete sulla finestra Istantaneo; in tale finestra lo strumento anche se non in misura, sta mostrando unanteprima dei livelli istantanei. In alto a destra appare il nome del setup attivo, in alto a sinistra il prefisso del nome della misura, al quale sar poi aggiunto in memoria un numero progressivo (si veda il par. 4.1.4). Premete il SOFTKEY di destra ( ) per passere alla scheda Globale come mostrato in figura. Al Cap. 4.1.1 descritto come memorizzare la vista Globale come vista predefinita allaccensione. , possiamo Tutto pronto, in alto a destra appare il quadratino bianco finalmente dare inizio alla misura: ). - Premete il tasto RUN/PAUSE ( - dentro il grafico comincer ad apparire una storia temporale in dBA, - il simbolo in alto a destra sar una freccia animata ( ), - il tempo di misura nella riga pi in alto si sta muovendo, - appare il LAeq in dBA di tutta la misura. Per terminare e salvare la misura: ) una prima volta; la misura si Premete il tasto STOP/STORE ( arresta, i livelli complessivi sono definitivi; il simbolo in alto a destra - Premete ancora il tasto STOP/STORE ( ) una seconda volta e apparir il messaggio qui a fianco per salvare la misura: ) su S per confermare il salvataggio Premete il tasto ENTER ( Il simbolo in alto a destra ora Per fare una nuova misura, basta premere nuovamente il tasto RUN/PAUSE ( ). Per terminare senza salvare la misura: Premete il tasto STOP/STORE ( ) una prima volta; la misura si arresta, i livelli complessivi sono definitivi; in alto appare il simbolo - Premete il tasto RESET ( ). Viene comunque presentato lo stesso tipo di messaggio di salvataggio visto sopra: ) per non salvare Spostatevi su No e premete il tasto ENTER ( - A domanda Azzera?: evidenziate S e premete il tasto ENTER ( ) - Ora la misura non pi presente nella memoria corrente, che diventata vuota; il simbolo in alto a destra diventato un quadratino bianco - Ora che lo strumento azzerato (o resettato). A questo punto, per ripetere la misura, basta premere nuovamente il tasto RUN/PAUSE ( ). -

16

2.7 La scheda Globale di LxT


La scheda Globale di LxT contiene molte pagine, che potete scorrere premendo i tasti freccia bassa ( )e alta ( ); si riporta una serie di esempi delle pagine pi utili (per impostare quali vedere e quali non vedere, e quale predefinita allaccensione, leggere il par. 4.1.1):

2.8 La scheda Registro e Profilo storico di LxT


Altre schede importanti sono quella del Registro e quella del Profilo storico. Il Registro consiste nella lista delle azioni in corso o gi terminate svolte nellultima misura (Avvio, Stop, Pausa, etc).

Il Profilo storico permette di vedere fino a 2 andamenti contemporaneamente tra quelli acquisiti, scegliendoli tra i disponibile (LAeq e LCpeak nellesempio).

Una funzione interessante da attivare durante la misura la Marcatura; premete il SOFTKEY corrispondente alla scritta Men mentre siete dentro la scheda Profilo storico, e scegliete Marca il tipo di rumore confermando con il tasto ENTER ( ). Appariranno i marcatori predefiniti ( possibile modificarli); da questa finestra, durante la misura, se sentite un auto, ad esempio, potete evidenziare la voce Automobile e premete il tasto ENTER ( ) o i tasti freccia Sn ( ) e Dx ( ) per inserire il marcatore quando iniziate a sentire lauto, e uno qualsiasi degli stessi tasti per disinserire il marcatore quando lauto non si sente pi. I marcatori possono essere utili in post-elaborazione (vedi par. 3.3). Unaltra pagina che pu essere utile lo spettro nel tempo, sempre allinterno della scheda Profilo storico.

17

2.9 Richiamare una misura dalla memoria di LxT


Ecco i requisiti essenziali per poter richiamare una misura dalla memoria interna: Lo strumento non sta effettuando una misura ( in STOP) Non vi alcuna misura corrente da salvare o che deve essere ancora azzerata Siamo usciti da un eventuale sottomen con il SOFTKEY ( ) centrale, nel caso in cui ad esso corrisponda ancora la voce Chiudi ) - Esplora dati per entrare nella memoria e Premete il tasto TOOLS ( richiamare una misura: basta evidenziarla dalla lista con i tasti freccia alta ( ) e bassa ( ), e premere il tasto ENTER ( ); la misura verr ricaricata, e potrete navigare attraverso tutte le viste tra cui la Globale descritta pi sopra oppure quella con lanalisi in frequenza.

18

3 SCARICARE MISURE DI LxT SU Noise & Vibration Works


____________________________________________________________________________________

3.1 Installazione di Noise & Vibration Works


3.1.1 Installare Noise & Vibration Works Linstallazione di Noise & Vibration Works ha requisiti molto semplici: - Si effettua a chiave hardware disinserita - Lanciare leseguibile di installazione e seguire le istruzioni a video - Al termine dellinstallazione inserire la chiave hardware USB - Il sistema operativo riconosce la chiave hw e automaticamente installa il driver - A questo punto avviare Noise & Vibration Works (che si aprir su un file di esempio) 3.1.2 Verifica della lingua di Noise & Vibration Works Se i men del software dovesse essere in lingua inglese, dallultimo men ? Scegli lingua selezionate la lingua italiana. Verifica abilitazione chiave hardware Dallultimo men della schermata principale di Noise & Vibration Works, quello con il punto di domanda ? Informazioni su NWWIn - verificare che lo Stato dellOpzione LarsonDavis LxT sia su abilitato. In questa stessa pagina riportato il numero con la versione di Noise & Vibration Works (attualmente la versione 2.2.2).

3.1.3

3.1.4

Apertura di un file vuoto di Noise & Vibration Works Noise & Vibration Works in esecuzione sul file di esempio. Dovete chiuderlo per aprirne uno nuovo vuoto: men File Nuovo Documento vuoto. La chiave hardware abilitata per LxT inserita. Nota: per fare in modo che allapertura Noise & Vibration Works carichi sempre un file vuoto in automatico, vi suggeriamo questa utile impostazione (men Modifica Preferenze Avvio). Quando avrete maggiore confidenza con Noise & Vibration Works, potreste anche togliere il segno di spunta sullultima voce che decide di non inserire automaticamente un Modello Grafico quando arriva una misura dallo strumento. Queste impostazioni saranno mantenute e caricate automaticamente al prossimo avvio di Noise & Vibration Works.

19

3.2 Verifica della connessione tra LxT e Noise & Vibration Works
3.2.1 Primo collegamento di LxT al PC con Noise & Vibration Works Dopo aver installato Noise & Vibration Works, ora il momento di collegare LxT al PC e installare il driver di comunicazione: accendete LxT, quindi collegate il cavo USB in dotazione (connettore piccolo) al connettore USB del fonometro, e laltro capo del cavo (connettore grande) ad una porta USB del vostro PC (si veda anche il par. 1.5.4). Se la prima volta che collegate LxT al PC, apparir una schermata con la quale Windows rileva una nuova periferica; non scegliete linstallazione automatica (che difficilmente sarebbe conclusa con successo), ma attraverso il tasto di navigazione della finestra, assegnate il percorso dove stato installato Noise & Vibration Works (che di default : C:\Programmi\NWWin2\SETUP\LD Slm USB Drivers). Ora confermate e terminate linstallazione del driver; Windows aprir una piccola finestra in basso a destra del video del PC, dove sar presente il messaggio di conferma del fatto che il driver stato installato e la periferica (cio il fonometro LxT) funziona correttamente.
Nota: a seconda dei casi, il PC potrebbe non riconoscere automaticamente lo strumento, e richiedere nuovamente linstallazione del driver nei seguenti casi: 1) Se collegate LxT ad una porta USB diversa da quella dove stato installato il driver in precedenza. 2) Ogni volta che collegate al PC un LxT con numero di serie diverso da quello per cui il driver stato gi installato.

3.2.2

Pagina di comunicazione tra LxT e Noise & Vibration Works Avviate Noise & Vibration Works, quindi men Analizzatore LxT; si aperta la pagina di comunicazione tra LxT e Noise & Vibration Works, come visibile dalla barra di Windows. Da questa pagina, men Analizzatore Connessione; oppure click sullicona attiva; appare la clessidra per qualche secondo, poi scompare. Dopo qualche secondo si pu vedere attiva anche la 2 icona (che servirebbe per disconnettersi). Ora lo strumento connesso. Durante la connessione, appare il numero di serie dello strumento collegato, e molti dei men di comunicazione diventano attivi.

3.2.3

Disconnessione di LxT da Noise & Vibration Works Men Analizzatore LxT; si aperta la pagina di comunicazione. Da questa pagina, men Analizzatore Disconnessione; oppure click sulla 2 icona come indicato in figura per disconnetersi nella maniera corretta; quella sbagliata invece quella di chiudere il sw ancora connesso o spegnere di colpo lo strumento.

20

3.3 Scaricare la misura su Noise & Vibration Works


Dopo esservi connessi come detto al par. 3.2.2, andate sulla voce di men Analizzatore Scarica dallAnalizzatore Appare la lista delle misure in memoria come nellesempio in figura. Potete ordinare la lista per nome o dimensione con un click sulla colonna. Se la prima volta che scaricate una misura con quel PC, scegliete una destinazione sullhard disk per i dati di misura che arriveranno da LxT, cliccando sullicona con i tre puntini e scegliendo un percorso (esempio: C:\Dati LxT); questo back up automatico memorizza ad ogni scarico una copia dei dati binari prima che vengano tradotti da Noise & Vibration Works. Se la prima volta che scaricate una misura, aprite le Opzioni di esportazione, e impostate la pagina come mostrato nella figura a fianco; tale impostazione sar mantenuta alla successiva apertura del software. Le Opzioni di esportazione, consentono di esportate su Noise & Vibration Works un File di misura focalizzando sin da subito la modalit di traduzione della misura, della sua forma e alla sua possibile rappresentazione grafica. Col mouse lasciate il segno di spunta sul quadratino a sinistra del nome della misura desiderata (o anche pi misure alla volta), cliccate su Scarica. Apparir un messaggio di conferma dellavvenuta ricezione da parte di Noise & Vibration Works del File dallo strumento LxT. Nella memoria dello strumento LxT, il file non stato comunque cancellato. Si veda il par. 4.1.4 per i dettagli sulla cancellazione di un singolo file dalla memoria di LxT o per la cancellazione di tutte le misure in memoria di LxT.

Ora potete lasciare cos come la comunicazione, e passare tramite la barra di Windows dallapplicazione di connessione LxT al Noise & Vibration Works vero e proprio. Se appare la finestra automatica di Modello Grafico, scegliete Annulla, a quella finestra ritorneremo in seguito. Dopo lo scarico, la prima cosa da fare capire dove finita la misura: aprite il Contenuto Documento di Noise & Vibration Works dal men: Visualizza Mostra Contenuto Documento, oppure click sullicona con i binocolo nero su sfondo bianco come mostrato nella figura qui a fianco per attivare e disattivare il Contenuto Documento. Spostare e sistemare il Contenuto Documento sulla parte destra dello schermo del PC; esplodendo i simboli +a sinistra delle categorie, arriverete ai Globali e alla Time History. Se site arrivati nella medesima situazione della figura a fianco, premete il tasto funzione F4: si vedranno i numeri che compongono la tabella. Premete F2 per tornare alla visualizzazione precedente. Click di destro del mouse, Informazioni Misura: si possono editare le informazioni della misura, tra le quali il Nome, Localit, Note. per singola o per multiple misure (con Replica informazioni utente su altre misure). A seconda del setup di misura e anche da come sono impostate le Opzioni di esportazione, la struttura del contenuto di un singolo File di misura pu essere suddivisa in pi parti. La distinzione principale tra Globali (che contiene i livelli generali di tutta la misura) e Time History (che contiene anche il filmato nel tempo ). Con le impostazioni del par. 2.4, quello che ci attendiamo di trovare dentro la misura di Time History sar la storia temporale ad 1 secondo di LAeq e LCpeak (opzione LxT-LOG), la storia temporale dello spettro di Leq per bande di 1/1 ottava (opzione LxT-LOG e LxT-OB1 o OB3), oltre che i livelli globali LAeq e LCpeak , LCeq.

21

3.4 Inserire la misura dentro ad un modello grafico prestabilito


Men Inserisci Modello Grafico; apparir la lista delle misure e quella dei modelli. Selezionate prima la misura della Time History nella finestra in alto, poi scegliete il modello in basso !! Viene proposta una lista di modelli adatti alla misura selezionata:

Abilitate l'Anteprima e regolatene la dimensione, se necessario per scorrere i modelli. Selezionate Criteri di Ricerca Modelli in maniera da includere la cartella LxT831 nella Sequenza di Ricerca. Ok per confermare. Il modello grafico da sceglier potrebbe essere 195 per LD831-LxT contenuto nel software. Cliccate su Avanti per inserire la misura selezionata nel Modello Grafico selezionato. Per incominciare, impostate come mostrato nella figura qui a fianco. Cliccate su Fine. Ora la nostra misura di Time History dentro il Modello Grafico, e pu essere analizzata e stampata. A questo punto consigliabile memorizzare il file di Noise & Vibration Works di estensione .nww, se non lo avete fatto prima: men File Salva con nome.
Nota: per lo zoom a video, provate le lenti tra le varie icone sulla sinistra dello schermo. Nota: premete il tasto Ctrl mentre si clicca con il mouse sopra un grafico per spostarlo o sui bordi (le maniglie di controllo) per ridimensionarlo. Nota: se invece che una misura, dentro al File di Noise & Vibration Works avete pi di una Time History ad esempio, allora apparir una successiva pagina: la Ripetizione Automatica; selezionate le altre misure dello stesso tipo della prima selezionata, e per ciascuna verr creata una pagina dedicata. Terminato linserimento, per scorrere la varie pagine, usate le tre icone in alto a destra, che saranno attive solo sui documenti multi pagina. Nota: Si pu eliminare una pagina non desiderata dal men Modifica - Elimina Pagina, facendo in tal modo restare solo le pagine restanti; il numero della pagina corrente e del totale della pagine mostrato in basso a destra dello schermo: nellesempio in figura la pagina corrente la 2 su un totale di 3 pagine. Nota: possibile esplorare altri modelli non adattati al vostro setup di misura Selezionate Criteri di Ricerca Modelli in maniera da includere altre cartelle nella Sequenza di Ricerca. Ok per confermare. Questa impostazione sar ricordata per le misure riconosciute dal sistema esperto essere di quel tipo.

22

3.5 Creare una cartella contenente modelli grafici personalizzati


In prima battuta potreste ignorare il presente paragrafo, e memorizzare i nuovi modelli da voi creati nella stessa cartella standard LxT831 da dove stato preso il modello usato nel par. 3.4. In tal caso saltate direttamente al par. 3.7. Se la prima volta che provate a salvare una cartella di modelli grafici, consigliabile creare, dentro la cartella TEMPLATE di Noise & Vibration Works, una cartella utente. Questa cartella di modelli sar comoda anche per essere portata su un altro PC: conterr tutti i modelli grafici da voi salvati. Ecco come fare: Dal men File Modelli Gestione Modelli Click su Nuova cartella Digitare un nome (ad esempio "Miei Modelli") Cliccare su OK, Chiudi

3.6 Creare un nuovo modello grafico


Per creare un Modello Grafico, allego queste semplici istruzioni: Partite ad esempio dal documento creato in questa Guida di primo avvio LxT al par. 3.4; modificate la posizione degli oggetti o il loro aspetto o il loro significato, anche eliminandoli se non desiderati. E possibile ad esempio con il doppio click sugli assi o sul centro del grafico aprire varie impostazioni interessanti e modificabili; la cosa importante che il modello che si vuole salvare sia tutto dentro una singola pagina e che i vari grafici e valori facciano riferimento a non pi di una misura (lideale sarebbe riferire tutto alla misura di Time History. Una volta terminte le vostre modifiche, e apprezzata la differenza con loriginale, proviamo a salvarlo: Selezionate tutta la pagina (Ctrl+A, oppure tracciate un rettangolo con il mouse abbracciando tutto il contenuto della pagina); nota: sar considerata solo la parte selezionata. Men File - Modelli - Salva modello grafico, scegliendo come destinazione la cartella "Miei Modelli" creata in precedenza In questa cartella deve poter essere ritrovato (attraverso i "Criteri di ricerca dei modelli Grafici") dopo un comando men "Inserisci"- "Modello Grafico", si ripeta la procedura par. 3.4, ad esempio per abilitare i modelli contenuti in entrambe le cartelle "Miei Modelli" e LxT831.

3.7 Salvare i setup di LxT con Noise & Vibration Works


Dentro la cartella di Windows dove stato installato Noise & Vibration Works vi la sotto cartella SetupLxT831", che contiene alcuni setup di esempio; il percorso potrebbe essere qualcosa di simile a: C:\Programmi\NWWin2\SetupLxT831; consigliabile salvare il setup appena creato in LxT allinterno della cartella SetupLxT831"allinterno del vostro PC. Ecco come fare: Dalla pagina di comunicazione tra LxT e Noise & Vibration Works: Men Analizzatore Connessione; oppure click sulla corrispondente icona attiva Dopo la connessione, men Analizzatore Finestra setup Gestione Setup Apparir una finestra divisa in due parti: a destra i setup dentro al PC, a sinistra i setup dentro LxT. Potete trasportare un setup da una parte allaltra e anche rinominare facilmente un setup memorizzato dentro LxT. 23

4 IL PANNELLO DI CONTROLLO DI LxT


____________________________________________________________________________________

4.1 IL TASTO TOOLS (

Il tasto TOOLS ( ) permette di accedere al Pannello di controllo, che presenta 8 grandi icone con legenda: Propriet del sistema, A proposito di, Calibra, Esplora dati, Gestione Setup, Servizi del sistema, Blocca, Registratore vocale. Una volta entrati nel Pannello di controllo, premete i tasti freccia Sn ( ) e Dx ( ), e alta ( ) e bassa ( ), per evidenziare una o laltro icona; lazione della navigazione di tipo ) per entrare nei men relativi allicona evidenziata; circolare; premete il tasto ENTER ( quella che segue una descrizione di tutte le pagine di tutti i men; per una lettura da zero, lordine con il quale consigliabile accedere per prendere confidenza con il fonometro LxT quello proposto, in alternativa quando necessario, i paragrafi da 4.1.1 a 4.1.8 possono essere consultati direttamente su di uno specifico argomento: TOOLS Propriet del sistema A proposito di Calibra Esplora dati Gestione Setup Servizi del sistema Blocca Registratore vocale

24

4.1.1

Propriet del sistema

Propriet del sistema contiene le 6 schede (chiamate anche Tabs) Dispositivo, Tempo, Energia, Preferenze, Localizzazione, Visualizza. Dispositivo e Tempo: sono schede relative ai dati generali del vostro LxT e allimpostazione di data e ora; conveniente utilizzare il software SLM Utility-G3 oppure Noise & Vibration Works per inserire i testi identificativi dello strumento e per inserire la data e lora corretta, sincronizzata con quella di un computer. In alternativa, possibile impostare data, ora e identificativi dello strumento manualmente, agendo sui 4 tasti freccia e sul tasto ENTER ( ) (si veda il par. 2.1).

Energia: permette di impostare la modalit di alimentazione di LxT; T. auto-Off e T. salva energia sono due utili funzioni atte a prolungare lautonomia delle batterie interne; possono essere scelti vari tempi: 5, 10, 30, 60 minuti o Mai. I due comandi sono attivi solo se lo strumento non alimentato esternamente, nessun tasto stato premuto e non c comunicazione via USB con lesterno. Se tutte queste condizioni sono verificate per un tempo superiore a quello impostato, e lo strumento non in misura, allora T. auto-Off spegne completamente lo strumento, per cui per riaccenderlo occorre nuovamente premere il tasto ON/OFF ( ). Perch la funzione T. salva energia sia attiva, devono essere verificate le stesse condizioni di cui sopra, ma lo strumento pu anche essere in misura; infatti questa funzione non spegne tutto lo strumento ma solo il suo schermo, e se lo strumento sta effettuando una misura, la misura viene continuata a schermo spento, limitando il consumo complessivo; per riaccendere lo schermo, basta premere un tasto qualsiasi. Nota: dopo che lo strumento si risveglia da un T. salva energia durante il quale non era in misura, sono necessari 5 secondi circa perch lo strumento possa partire con una nuova misurazione (cio possa essere messo in RUN) o lo schermo possa essere sbloccato dalla pagina visualizzata al momento in cui il T. salva energia entrato in funzione. Nellesempio presentato in figura, il parametro retroilluminazione impostato su Spento; in alternativa, possibile accendere una fonte luminosa dietro al display (utilissima di notte, ma attenzione ai consumi, per!) impostabile come Media o Luminoso. Se la retroilluminazione venisse attivata, per limitare al massimo il suo consumo, nellesempio in figura il parametro T. retroillumin. stato impostato al tempo minimo disponibile pari a 5 secondi; gli altri tempi disponibili sono: 5 s, 10 s, 30 s, 60 s, Sempre luminoso. Il Contrasto visore pu essere regolato da -9 a +9, a seconda dellangolo di vista, della quantit e qualit della luce ambientale incidente; valori attorno al +3 sono un compromesso accettabile per quasi tutte le situazioni. 25

Il Tipo di batteria pu essere impostato su Alcalina, NiMH o Litio; utile che limpostazione del tipo di batteria corrisponda al tipo di batteria installato allinterno di LxT, in quanto la stima dellautonomia residua delle batterie interne, fornita da LxT su una pagina dedicata allalimentazione (si veda il Controllo alimentazione poco pi sotto), si basa necessariamente sulla conoscenza del tipo di batterie interne installate. Dopo aver impostato e modificato uno o pi di uno di questi parametri, occorre premere il SOFTKEY ( ) centrale, cui corrisponde la voce Chiudi; apparir una finestra con il messaggio: Applica le modifiche? ); se Per applicare le modifiche occorre premere il tasto ENTER ( invece non si desidera applicare le modifiche, con il tasto freccia Dx ( ) spostatevi fino a evidenziare la casella conNo, e quindi premete il tasto ENTER ( uscire senza imporre alcuna modifica. ) per

Nota: poich le impostazioni relative al contrasto dello schermo, alla retroilluminazione, e le informazioni generali sullalimentazione sono considerate prioritarie per lo strumento, le stesse sono raccolte in una pagina dedicata, chiamata Controllo alimentazione. Per accedere a questa pagina anzitutto uscite da Pannello di controllo premendo il SOFTKEY ( ) centrale, cui corrisponde la voce Chiudi, e successivamente premete il tasto ON/OFF ( ) per un istante; ecco la pagina che appare: Controllo alimentazione contiene la durata stimata delle batterie interne (disponibile solo dopo qualche minuto di funzionamento, e affidabile solo se il tipo di batterie stato impostato correttamente e lo strumento non alimentato esternamente), il voltaggio interno delle stesse, il voltaggio dellalimentazione USB esterna, e una replica dei due comandi gi visti di retroilluminazione e Contrasto visore; la regolazione della retroilluminazione avviene per semplice pressione dei tasti freccia Dx ( ) e Sn ( ), mentre il Contrasto visore si regola con i tasti freccia alta ( ) e bassa ( ); a differenza di quanto visto in precedenza, non richiesta alcuna conferma, ma le modifiche sono applicate immediatamente. Nota: la temperatura interna espressa in gradi Celsius o Fahrenheit a seconda dellimpostazione del parametro Unit allinterno della scheda Localizzazione descritta pi avanti). Preferenze: sono le impostazioni generali dello strumento, che comprendono la correzione elettronica per campo diffuso, la memorizzazione manuale o automatica delle misure, labilitazione del minijack e della porta USB, la modalit di avvertimento che segue un comando di Reset o Azzeramento. Correz.RI (Spento, FF->RI) utile quando si utilizza una capsula microfonica a campo libero (come la capsula standard type 377B02 in dotazione) e si vuole correggere elettronicamente la risposta per simulare un comportamento tipico di una capsula a campo diffuso; in tal caso impostare su FF->RI (free field -> random incidence). Normalmente una misura inizia premendo il tasto RUN/PAUSE ( ) ); Auto-memorizza e termina premendo il tasto STOP/STORE ( (Nessuno, con Comando, Direttamente) istruisce il fonometro su quale azione debba essere fatta dopo che si terminata una misura, cio dopo che si premuto il tasto STOP/STORE ( ); se impostato su Nessuno, allora per memorizzare una misura occorre premere una seconda volta il tasto STOP/STORE ( ). Se impostato con Comando (che la scelta consigliata), allora non appena viene premuto il tasto STOP/STORE ( ), viene presentato un messaggio di conferma per memorizzare la misura. Se impostato su ), e il Direttamente, allora la misura viene salvata non appena si preme il tasto STOP/STORE ( nome viene scelto automaticamente secondo una numerazione progressiva. 26

Nota: se Auto-memorizza impostato su Nessuno oppure su con Comando, sempre possibile assegnare un nome diverso da quello proposto automaticamente. Nota: dopo il salvataggio di una misura, sufficiente premere nuovamente il tasto RUN/PAUSE ( ) per iniziarne una nuova, in quanto lo strumento resetta automaticamente. Funzioni del Jack (Spento, AC/DC, Cuffia) riguardano luso del connettore minijack posizionato sul fondo dello strumento; su Spento il connettore disabilitato (il che riduce, anche se di poco, i consumi complessivi dellLxT), su AC/DC sono abilitate luscita AC (che una tensione alternata utilizzata ad esempio per registrare il segnale audio prelevato dal microfono di misura su un PC o su un DAT) e luscita DC (che una tensione continua di valore proporzionale ai livelli correnti di pressione sonora calcolati da LxT in base alle impostazioni del Rilevatore e della Ponderazione in frequenza relative alle impostazioni Settings - SLM; luscita DC veniva in passato utilizzati per controllare lescursione del pennino di una stampante grafica, consentendo cos la stampa su carta di un tracciato temporale). Avvertimento per Reset una casella che pu essere o non essere spuntata (per spuntare muovere il cursore con i tasti freccia alta ( )e ) fino a evidenziare la voce Avvertimento per Reset, bassa ( ). Se tale casella spuntata come quindi premete il tasto ENTER ( nella figura precedente (opzione consigliata), allora lo strumento, dopo aver premuto il tasto RESET ( ), far apparire un messaggio di conferma dellazzeramento come mostrato nella figura qui di fianco. Se tale casella Avvertimento per Reset non fosse spuntata, lazzeramento verrebbe effettuato senza nessun messaggio ulteriore. Il Takt Maximal un tipo di analisi richiesta in Germania, per cui normalmente per il mercato italiano nessun segno di spunta va posto su Dati Takt Maximal. Porta USB Host (Spento, Acceso) permette di fornire alimentazione alla porta USB ausiliaria presente sul fondo di LxT, per la connessione a dispositivi USB esterni quali le comuni memorie USB; normalmente impostato su Spento per ridurre i consumi; quando impostato su Acceso, allora sulla stessa schermata si attiva una nuova voce, Memoria USB (No, Auto rileva); se impostata su No, allora la memoria usata per salvare le misure quella interna di LxT; se impostato su Auto rileva allora la memoria utilizzata per salvare le misure quella USB esterna se rilevata, altrimenti linterna se non viene rilevata. Nota: la memorizzazione su memoria USB esterna non interferisce con le operazioni di LxT. Localizzazione: questa scheda contiene le impostazioni della lingua e dei formati della data che possono differire da nazione a nazione; in figura a fianco limpostazione pi usata dagli utilizzatori italiani. Lingua (English, Franais, Deutsch, Italiano, Portugues, Espanol, Swedish) sceglie la lingua che deve essere utilizzata nei men di LxT. Simbolo decimale (Punto (.), Virgola (,)) da utilizzarsi nel sistema di numerazione di LxT. Consigliato il punto di default. Formato data (a-m-g, g-m-a) formato della data utilizzato; pu essere scelto anno mese giorno oppure giorno mese anno. Unit (Sist. Internazionale, Inglese) la scelta tra le unit di misura ISO oppure Inglesi (che fa si ad esempio che la temperatura interna sia rilevata in gradi Celsius piuttosto che in Fahrenheit). Visualizza: questa scheda permette di impostare a piacere laspetto delle finestre mostrate da LxT durante una misura; ad esempio possibile che, ogni volta che lo strumento viene acceso, esso automaticamente si posizioni su un particolare gruppo di finestre, oppure possibile scegliere quali 27

pagine visualizzare e quali non visualizzare, al fine di alleggerire il numero complessivo di pagine da scorrere per trovare quella cercata. Avvia (Istantaneo, Globale, Registro) imposta la cartella (chiamata anche Tab) da visualizzare allaccensione di LxT; normalmente si sceglie la cartella chiamata Globale, perch sono presenti i dati pi utili da consultare durante una misura (tra i quali ad esempio il Livello Equivalente ponderato A), mentre scegliendo Istantaneo non si avranno i valori medi relativi a tutta la misura, ma solo quelli relativi ad un intorno dellistante nel quale il livello appare. Limpostazione Registro poco utilizzata come impostazione allaccensione; il Registro in pratica il libro virtuale delle azioni che loperatore compie sullo strumento (si veda anche il par. 2.8). Tabs (Istantaneo, Globale, Registro) permette di scegliere, per ciascuna delle 3 cartelle Istantaneo, Globale, Registro, cosa visualizzare perch ritenuto importante e cosa non visualizzare perch ritenuto non importante. Per fare questo, dopo aver evidenziato una delle tre voci allinterno del men a tendina Tabs, ad esempio la voce Globale come mostrato in figura, con il tasto freccia bassa ( ) occorre spostarsi di una posizione, fino a evidenziare il rettangolo con la lista sottostante, quindi ) per entrare nella lista stessa, e quindi nuovamente con il occorre premere il tasto ENTER ( tasto freccia bassa ( ) possibile scorrere la lista fino a evidenziare la voce desiderata; a questo punto basta premere il tasto freccia Sn ( ) oppure il tasto freccia Dx ( ) per alternativamente togliere o mettere il segno di spunta sul quadratino relativo; quindi con i tasti freccia bassa ( ) e alta ( ) si pu evidenziare una o pi di unulteriore voce e nuovamente con i tasti freccia Sn ( ) o Dx ( ) togliere o mettere il segno di spunta relativo. Al termine delle operazioni, premete il ) per uscire, quindi come al solito il SOFTKEY ( ) centrale, cui corrisponde tasto ENTER ( la voce Chiudi; apparir una finestra con il messaggio: Applica le modifiche? ); se invece non si desidera Per applicare le modifiche occorre premere il tasto ENTER ( applicare le modifiche, con il tasto freccia Dx ( ) spostatevi fino a evidenziare la casella No, e ) per uscire senza imporre alcuna modifica. quindi premete il tasto ENTER ( Nota: per uscire da Propriet del sistema premete ancora una volta il SOFTKEY ( (che riporta la scritta Chiudi). ) centrale

28

4.1.2

A proposito di

A proposito di a sua volta composta da 4 schede (chiamate


anche Tabs) che possono essere visualizzate una dopo laltra attraverso i SOFTKEY ( ) di destra e di sinistra, che sono: A proposito di, Norme, Opzioni, Utente. A proposito di: questa scheda molto importante perch contiene il Numero di serie di LxT e la Revisione del firmware installato e il tipo di preamplificatore collegato; tali informazioni sono essenziali ogni qual volta si vuole usufruire di un servizio di assistenza da parte di un tecnico specializzato Spectra. Nellesempio in figura, il numero di serie dello strumento 1559, la revisione del firmware la 1.303, il tipo di preamplificatore il PRMLxT1L. Norme: la lista degli standards a cui LxT conforme. Opzioni: riporta la lista delle opzioni a cui il vostro LxT abilitato; nuove opzioni possono essere implementate nello strumento tramite linstallazione di un nuovo firmware dedicato al numero di serie dello strumento (si veda a tal proposito il Cap. 5). Utente: riporta le informazioni dellutente che sono state immesse allinterno delle Propriet del sistema nella scheda Dispositivo come descritto in precedenza. Nota: per uscire da A proposito di premere il SOFTKEY ( Chiudi). ) centrale (che riporta la scritta

29

4.1.3

Calibra

Calibra a sua volta composta da 4 schede (chiamate anche Tabs) che possono essere visualizzate una dopo laltra attraverso il SOFTKEY ( ) di destra (e di sinistra per tornare indietro) che sono: Calibra, Storia, Sensibilit, Certificazione.
Calibra: permette di effettuare la calibrazione dello strumento, cio la regolazione della sensibilit interna del fonometro sulla base di un livello di pressione acustica di riferimento noto con grande precisione; occorre per essere sicuri di generare con il calibratore lo stesso livello che si attende il fonometro. Per default, il calibratore un LarsonDavis CAL 200 a 114 dB 1000 Hz: questo calibratore genera 114 dB (113.9 per la precisione) solo se la piccola linguetta posta sopra il pulsante di avvio del calibratore orientata verso lalto (cio verso lapertura del calibratore).

Nota: LxT rende disponibile una lista predefinita di calibratori, ed possibile inserirne di nuovi modificando gli esistenti. Nota: una volta scelto il tipo calibratore predefinito, questa scelta viene mantenuta anche dopo lo spegnimento di LxT. Per effettuare la calibrazione occorre prima di tutto inserire il calibratore sul microfono premendo delicatamente fino al fondo corsa dellapertura circolare del calibratore, accendere il calibratore con il suo interruttore di accensione (il calibratore LarsonDavis CAL 200 non ha interruttore di spegnimento, si spegne da solo dopo 60 secondi), posizionarsi sul tasto nel display ); apparir un messaggio dove di LxT, e quindi premere il tasto ENTER ( compare il livello di pressione sonora letto (impostato automaticamente da LxT in Fast e dBC), la differenza delta (simbolo ) rispetto al livello atteso, ed un indicatore ad ago della stabilit del livello. Premendo il tasto ENTER ( ) in questa situazione, poich evidenziata la voce Cancella, la calibrazione verrebbe interrotta. In caso contrario, lasciando proseguire, dopo qualche secondo apparir la finestra con la richiesta di salvataggio del risultato: Scegliendo S, la nuova calibrazione verr usata per tutte le successive misure, e sar aggiunta una riga nella lista nella storia delle calibrazioni; scegliendo No la calibrazione non verr in pratica accettata n memorizzata nella storia delle calibrazioni; questultima funzione utile se si desidera soltanto un Controllo di Calibrazione (ad esempio alla fine di una sessione di misura si vuole conoscere il delta) e non una Calibrazione vera e propria (che si effettua normalmente allinizio di una sessione di misura e che impone automaticamente un delta uguale a zero). Nota: qualora il valore di sensibilit determinato per calibrazione si dovesse discostare per pi di una certa quantit dal valore nominale atteso, questo fatto viene segnalato con un messaggio di warning, che pu essere tranquillamente ignorato, a meno di errori o malfunzionamenti eccezionali. Nel dubbio, al termine della calibrazione, una buona idea effettuare una misura del calibratore 30

inteso questa volta come specifica sorgente sonora da misurare, e controllare i valori della misura. Nota: qualora la differenza (delta o ) rispetto allultima calibrazione sia superiore a 0.5 dB, verr automaticamente mostrato un messaggio di avvertimento. Storia: questa scheda contiene la lista delle ultime 10 calibrazioni memorizzate, ciascuna completa di data, ora e variazione in dB rispetto alla calibrazione precedente, sensibilit in dB riferita a 1V/Pa. Lultima calibrazione effettuata appare sempre nella prima riga della lista. In cima a questa scheda appare il modello di preamplificatore utilizzato, che viene riconosciuto automaticamente da LxT (type PRMLxT1L nellesempio della figura). Nel caso si disponga di due premplificatori, ad esempio il type PRMLxT1 di serie e il type PRMLxT1L opzionale per misure di bassi livelli, la storia delle calibrazioni viene memorizzata separatamente per ciascun preamplificatore, e quindi verr visualizzata una diversa storia delle calibrazioni a seconda di quale preamplificatore viene collegato e riconosciuto da LxT. Sensibilit: prima di effettuare la calibrazione, in questa scheda occorre impostare il tipo di capsula microfonica che si sta utilizzando (normalmente gi impostato correttamente sulla capsula standard type 377B02, quindi sufficiente soltanto un controllo); come gi detto, il preamplificatore viene riconosciuto automaticamente. Certificazione: riporta la data della taratura effettuata dal produttore, e contiene un utile calendario per ricordare, qualche giorno prima, della sua eventuale scadenza (1 anno, 2, 3, 4 anni o mai).

31

4.1.4

Esplora dati

Esplora dati contiene tutti i files di misura memorizzati


dentro LxT; per ciascuno viene mostrato Nome misura, Descrizione misura, Data e Ora inizio e fine misura, Durata misura in h:m:s e ) potete richiamare dimensione in kB. Premendo il tasto ENTER ( una misura evidenziata (si veda il par. 2.9).
Nota: e possibile accedere alla lista delle misure presenti in memoria anche durante lo svolgimento di una misura.

) centrale con sopra la scritta Chiudi ha la funzione di uscita dalla pagina aperta Il SOFTKEY ( dopo aver premuto il SOFTKEY ( ) di destra con la scritta Men, oppure se Mennon stato scelto, di uscire da Esplora dati e tornare al Pannello di controllo. Il testo sopra al SOFTKEY ( ) di sinistra per default per pagina, mentre se viene premuto diventa per file; poich il SOFTKEY ( ) di sinistra permette di cambiare (cio si tratta di un comando, in pratica) la modalit di scorrimento dei file in memoria attraverso tasti freccia alta ( ) e bassa ( ), se appare per pagina lo scorrimento sar per file, se appare per file lo scorrimento sar per pagina. Premendo il SOFTKEY ( ) di destra (scritta Men) si accede alle voci (purch sia presente almeno una misura memorizzata): Vedi: per ricaricare una misura memorizzata e rivederne i valori. Cancella: per cancellare un singolo File di misura in maniera permanente; viene richiesta una conferma di sicurezza. Canc. tutta mem. interna: per svuotare la memoria in maniera permanente da tutte le misure presenti; viene richiesta una conferma di sicurezza; i Setup non verranno cancellati. Rinomina: per cambiare il nome ad una misura presente in memoria; i caratteri possono essere inseriti o modificati attraverso luso dei tasti freccia alta ( ) e bassa ( ) dopo aver posizionato il cursore con i tasti freccia Sn ( ) e Dx ( ) sopra il carattere da cambiare allinterno della finestra con il campo nome: ) per Dopo aver modificato il nome, premete il tasto ENTER ( confermare, quindi con il tasto freccia bassa ( ) evidenziate la ). voce S e confermate con il tasto ENTER (
Nota: il carattere vuoto posizionato prima della lettera A maiuscola, subito dopo il numero 9; prima dei numeri sono presenti i caratteri speciali e prima ancora le lettere minuscole.

Rinnova la lista: per effettuare il refresh dei nomi delle misure, utile dopo aver rinominato o cancellato una misura. Carica le impostazioni: per ricaricare solo il setup con cui una misura stata fatta; comodo per fare una nuova misura con le stesse identiche impostazioni di una vecchia misura. Salta allinizio - Jump to Beginning e Salta alla fine - Jump to Beginning: per saltare alla prima misura in memoria o allultima (utilissimi se sono presenti molte misure). Nota: per uscire da Esplora dati premete il SOFTKEY ( ) centrale (che riporta la scritta Chiudi).

32

4.1.5

Gestione Setup

Gestione Setup permette allutente di generare e di memorizzare un qualunque numero


di impostazioni di misura definibili a piacere, facilmente richiamabili al momento opportuno. Tali impostazioni sono costituiti da file specifici, chiamati File di setup o pi semplicemente setup, per non confonderli con i File di misura, chiamati anche misure o semplicemente files. In funzione delle opzioni installate, LxT pu essere impostato con differenti modalit per adattarsi alle varie esigenze di misura. Ad esempio limpostazione necessaria per effettuare una misura di potenza sonora sar molto diversa da quella relativa ad un monitoraggio di 24 ore o di una settimana. A strumento nuovo di fabbrica (o a seguito dellinstallazione del firmware), la lista dei setup di LxT presenta solo due setup: Active (il setup corrente o attivo, che in pratica un senza nome su uno strumento nuovo di fabbrica) e default (che lunico setup originale di fabbrica di LxT). Nella figura a fianco sono stati aggiunti dentro a LxT tre setup costruiti ad hoc, chiamati Dlgs195, Clima, Impatto. I setup possono essere creati e modificati in tre modi: direttamente sul display dello strumento, tramite il software base SLM Utility-G3 oppure tramite il software avanzato Noise & Vibration Works. Le impostazioni da display dello strumetno sono argomento del par. 2.4. Per caricare un setup, lo strumento deve essere in STOP; necessario scorrere la lista dei setup attraverso i tasti freccia alta ( ) e bassa ( ), fino a posizionarsi sopra il setup desiderato (Impatto nellesempio in figura); ); apparir il messaggio quindi sufficiente premere il tasto ENTER ( Applica le modifiche? al quale occorre confermare premendo il tasto ); il caricamento del setup verr confermato dal fatto di ENTER ( vedere il nome del setup caricato sulla prima riga della lista dei setup (come nellesempio in figura, dove appare LD Active Impatto) e replicato in alto a destra. Nota: se si vuole caricare un setup, cos come appena descritto, ma dentro a LxT presente una misura non ancora salvata, apparir un messaggio di avvertimento per il quale occorre preliminarmente azzerare (o resettare se si preferisce) la misura non ancora salvata. Per azzerare (o resettare) basta premere il tasto ENTER ( ) con evidenziata la casella OK come in figura. A questo punto la misura non ancora salvata sar azzerata e il setup desiderato sar caricato nello strumento. Se invece la misura presente dentro a LxT importante e si desidera salvarla, allora con il tasto Dx ( ) occorre spostarsi sopra la voce ), quindi premere il Cancella, quindi premere il tasto ENTER ( SOFTKEY ( ) centrale, cui corrisponde la voce Chiudi, e nuovamente lo stesso SOFTKEY ( ) centrale, cui corrisponde ancora la voce ) e a Chiudi, e a questo punto premere il tasto STOP/STORE ( ) per salvare la misura. seguire il tasto ENTER ( A questo punto, a misura salvata, occorre ripetere tutta la procedura appena descritta per caricare un setup dalla memoria dei setup, che pu essere riassunta in: tasto TOOLS ( ) fino allicona Gestione Setup ( per accedere al Pannello di controllo, tasto freccia bassa ( ), evidenziate il setup desiderato con i tasti freccia bassa ( ) e alta ( quindi tasto ENTER ( ) per caricarlo. ), quindi premete il tasto ENTER (

) ),

Per modificare il setup attivo (cio il setup caricato con la procedura di cui sopra), occorre evidenziare come mostrato in figura la prima riga della lista dei setup, dove compare il nome del setup caricato (Active Dlgs195 nellesempio in figura) e quindi premere il SOFTKEY ( ) di destra, che riporta la 33

scritta Men; si aprir una pagina con tre voci: Edit, Salva come, Rinnova la lista. Edit: permette di entrare nelle impostazioni relative al setup caricato, e quindi di controllare ed eventualmente modificare le impostazioni relative alle pesature del fonometro, al tipo di analisi in frequenza, alle impostazioni delle soglie, dei livelli percentili, dellimpostazione del profilo storico o time history. Per una spiegazione dei contenuti di alcune schede relative ai parametri principali di LxT, si veda il par. 2.4. E possibile uscire dalle schede di dettaglio delle impostazioni premendo il premendo il SOFTKEY ( ) centrale cui corrisponde la scritta Chiudi, e ritornare quindi alla pagina Gestione Setup. Salva come: una volta che il setup attivo (Dlgs195 nellesempio in figura) stato modificato, possibile salvarlo con il comando Salva come; per attivare tale comando dovrete aver gi premuto il SOFTKEY ( ) di destra, con la scritta Men;con il tasto freccia bassa ( ) scendete fino a raggiungere la voce Salva come, quindi premere il tasto ENTER ( ) per confermare; si aprir la finestra Salva il file?, relativa al setup attivo, nella quale occorre per individuare la destinazione; per fare questo, premete una volta il freccia bassa ( ), quindi due volte il tasto ), fino ad evidenziare sullo schermo la casella con i tre puntini ( freccia Dx ( ). premete il tasto ENTER ( ), quindi

A questo punto sullo schermo apparir la lista di tutti i setup contenuti nello strumento; con i tasti freccia bassa ( ) e alta ( ) evidenziate il nome del setup attivo che volete modificare ); ora apparir una finestra (Dlgs195 nellesempio in figura), quindi premete il tasto ENTER ( Salva il file? simile alla precedente, ma invece del nome voce Active sar presente il nome del setup destinazione (Dlgs195) (si confrontino le due figure precedenti). Nel caso si voglia sovrascrivere un altro setup esistente, dovrete evidenziare il nome di tale setup e selezionarlo premendo il tasto ENTER ( ), premete quindi due volte il tasto freccia Sn ( ) fino ad evidenziare la casella con S, ); apparir un ulteriore messaggio di quindi premete il tasto ENTER ( Sovrascrivi il file?, al quale occorre confermare premendo ancora una volta il ). tasto ENTER ( Nota: una simile procedura utilizzata nel caso in cui si voglia salvare un nuovo setup con un nome leggermente diverso dal nome di uno dei setup presenti in memoria (il nome dei setup limitato ad un numero massimo di 12 caratteri; non conveniente usare pi di 8 caratteri.). Per fare questo evidenziate il nome del setup proposto o caricato presente dentro la casella con il campo nome, quindi premendo il tasto ENTER ( ) per entrare nel modo edit del testo, e utilizzate i quattro tasti di navigazione: freccia Sn ( ) e Dx ( ) per muoversi orizzontalmente a scegliere il carattere da modificare o da aggiungere, freccia bassa ( ) e alta ( ) per scorrere i caratteri disponibili. 34

Rinnova la lista: aggiorna la lista dei setup presente in memoria. ) di destra, che riporta la scritta Men, quando si sta evidenziando uno Premendo il SOFTKEY ( dei setup creati dallutente (quindi uno qualunque dei setup presenti nella lista tranne LD Active e LD default) si aprir una pagina con cinque voci: Carica le impostazioni, Edit, Rinomina, Cancella, Salva come, Rinnova la lista, delle quali le voci Edit, Salva come, Rinnova la lista sono gi state descritte pi sopra. Come al solito, per selezionare una delle cinque voci basta scorrere la lista con lausilio dei tasti freccia bassa ( ) e alta ( ), e confermare la scelta di una delle voci con il tasto ENTER ( ). Carica le impostazioni carica il setup evidenziato; in alternativa, per caricare il setup evidenziato, premete il tasto ENTER ( ). Lo strumento deve essere in STOP e non deve essere presente una misura non ancora memorizzata (nel qual caso occorre memorizzarla oppure azzerare premendo il tasto RESET ( )). Edit permette di visualizzare e modificare le impostazioni relative ad un setup, esattamente come gi visto in precedenza, con la differenza che per fare questo non necessario caricarlo come e setup attivo. Rinomina permette di rinominare un setup; la finestra che appare la stessa di cui sopra, alla voce Salva come. Cancella permette di eliminare in maniera definitiva un setup dalla lista dei setup; dopo aver dato questo comando, apparir una pagina di conferma. Salva come (gi descritta sopra). Rinnova la lista (gi descritta sopra). Nota: per uscire da Esplora dati premete il SOFTKEY ( ) centrale (che riporta la scritta Chiudi).

35

4.1.6

Servizi del sistema

Servizi del sistema: sono una serie di comandi e utilit dedicate alla memoria interna
(e anche USB) di LxT; per rendere visibile licona relativa, dopo essere entrati attraverso il tasto TOOLS ( ) nel Pannello di controllo, occorre premere una volta il tasto freccia alta ( ) oppure alcune volte il tasto freccia bassa ( ) per rendere visibile licona dei Servizi del sistema; una volta ) sar possibile evidenziata licona, dopo aver premuto il tasto ENTER ( trovare quattro grandi pulsanti rettangolari: Controlla i files permette di controllare la memoria interna di LxT, in maniera simile a quanto fatto dal comando Check Disk di un PC; se un problema viene riscontrato, viene fatto un tentativo per ripararlo automaticamente. Formatta permette di formattare tutta la memoria interna (e quindi tutta la memoria con le misure), preservando per tutte le impostazioni fatte allinterno delle Propriet del sistema; i setup saranno cancellati, quindi consigliabile prima salvarli esternamente su un PC. Formatta / Ritorna preimpostato permette di formattare tutta la memoria interna (e quindi la formattazione di tutta la memoria con tutte le misure); nulla verr preservato; lo strumento torner impostato come quando uscito di fabbrica. Check/Repair USB (non ancora implementato).

36

4.1.7

Blocca

Blocca: al fine di prevenire accessi non autorizzati a LxT che potrebbero interferire con uneventuale misura in corso o con le impostazioni memorizzate dentro a LxT, stata prevista una gestione degli accessi allo strumento a 4 differenti modalit di protezione.
), dopo essere entrati Per rendere visibile licona relativa a Blocca ( attraverso il tasto TOOLS ( ) nel Pannello di controllo, premete una volta il tasto freccia alta ( ) oppure alcune volte il tasto freccia bassa ( ); una volta evidenziata licona, premete il tasto ENTER ( ) per entrare. Evidenziando il men Blocca e premendo il tasto ENTER ( ) si aprir il men a tendina contente 4 voci: Sbloccato, Blocca /AutoMemor., Blocca/ManualMem., Blocco totale che saranno descritte nel dettaglio in seguito. Il Codice di sblocco un codice a 4 numeri che viene scelto dallutente come codice di protezione di LxT; per immettere questo codice, occorre spostarsi con il tasto freccia bassa ( ) fino ad evidenziare il codice, e quindi spostare il cursore sopra ciascuna delle 4 cifre tramite i tasti freccia Dx ( ) e Sn ( ), quindi immettere per ciascuna il numero desiderato scorrendo da 0 a 9 attraverso i tasti freccia alta ( ) e freccia bassa ( ). Consenti Cal. Quando bloc consente ad un operatore non in possesso del codice di sblocco di poter comunque effettuare le operazioni fondamentali di calibrazione prima di iniziare una misura o una sessione di misure anche a strumento bloccato; tale opzione si abilita evidenziando il quadratino corrispondente a Consenti Cal. Quando bloc e premendo il tasto ENTER ( ) per mettere un segno di spunta su di esso; quando lo strumento bloccato ma con lopzione di consentire la calibrazione, diviene attivo il SOFTKEY ( ) centrale, che riporta la scritta Cal. Premendo questo tasto, si accede al men Calibra scheda Calibra che consente la scelta del calibratore e lavvio della procedura di calibrazione, allo stesso modo di quanto descritto nelle pagine precedenti. Sbloccato: lutente ha completo accesso allo strumento. Blocca /AutoMemor.: lutente non pu cambiare la pagina visualizzata; possibile far partire una misura prima di bloccare LxT, oppure far partire una misura con il tasto RUN/PAUSE ( ). Non possibile utilizzare la funzione di PAUSA; premendo il tasto ) la misura sar fermata e apparir un STOP/STORE ( messaggio di conferma del tipo La misura OK?; premendo il ) quando evidenziata la casella con S, la tasto ENTER ( misura verr memorizzata, e quindi si potr avviare una nuova misura premendo il tasto RUN/PAUSE ( ); se invece si vuole resettare senza memorizzare, allora occorre spostarsi su No con il tasto freccia Dx ( ) e quindi premere il tasto ENTER ( ) per confermare. Blocca / ManualMem.: lutente non pu cambiare la pagina visualizzata; possibile far partire una misura prima di bloccare LxT, oppure far partire una misura con il tasto RUN/PAUSE ( ). E abilitata la funzione di PAUSA (premendo il tasto una seconda volta dopo il RUN) e di CONTINUA (premendo il tasto ancora una volta ) la misura si arresta, a dopo la PAUSA). Quando viene premuto il tasto STOP/STORE ( questo punto pu essere deciso di rifare la misura senza memorizzarla; per fare questo basta ) e confermare premendo il tasto premere il tasto RESET ( ENTER ( ), oppure decidere di memorizzare la misura; per fare questo occorre premere una seconda volta il tasto STOP/STORE ( ); apparir un messaggio con il nome di file proposto; per ) sopra la casella con S. Se salvare premete il tasto ENTER ( 37

a questo punto si decidesse di non salvare, con il tasto freccia Dx ( ) spostatevi sopra la ). casella con No e premete il tasto ENTER ( Blocco totale: lutente non pu cambiare la pagina visualizzata, che in pratica una pagina con un grande lucchetto disegnato al centro; possibile far partire una misura prima di bloccare LxT; oppure possibile bloccare prima di far partire la misura; in questo secondo caso lutente non pu fare altro che premere il tasto RUN/PAUSE ( ) per avviare una misura; subito apparir un messaggio di avvertimento: Siete sicuri?, poich una volta che la misura avviata, non possibile ripensarci. Come al solito, per confermare ) quando evidenziata la sufficiente premere il tasto ENTER ( casella con S, o altrimenti spostarsi su No con il tasto freccia Dx ( ) e quindi premere il tasto ENTER ( ) se si desidera rimandare lavvio della misura. Su Blocco totale lauto memorizzazione sempre attiva, quindi se ad esempio stato programmata una durata temporale predefinita della misura, al termine di questo tempo LxT automaticamente va in STOP e memorizza automaticamente il File di misura. Per sbloccare LxT, premete il tasto TOOLS ( ); apparir la pagina con la richiesta del codice a 4 cifre che stato usato per bloccare LxT; per immettere il codice occorre spostare il cursore sopra ciascuna delle 4 cifre tramite i tasti freccia Dx ( ) e Sn ( ), quindi immettere per ciascuna il numero giusto scorrendo da 0 a 9 attraverso i tasti freccia alta ( ) e freccia bassa ( ).

38

4.1.8

Registratore vocale (opzione LXT-DVA) permette di registrare brevi commenti sonori, utili ad esempio come blocco note di una misura, in una maniera molto simile a quella con la quale alcune macchine fotografiche possono associare un commento ad ogni foto. I commenti saranno registrati da una cuffia audio dotata di microfono collegata allingresso minijack di LxT e ascoltati attraverso gli auricolari della cuffia o scaricati su PC. Se la cuffia audio non presente, allora i commenti sonori saranno registrati direttamente dal microfono di misura. Nota: quando una misura viene memorizzata, assieme ad essa saranno memorizzati tutti i commenti audio registrati e presenti nella lista dei commenti audio; per poterli riascoltare attraverso la cuffia audio, necessario ricaricare la misura (si veda il par. 2.9). Registrazione di un commento audio: premete il SOFTKEY ( ) di sinistra (sopra al quale appare il simbolo ) per iniziare una registrazione; il livello della registrazione visualizzabile attraverso un VU Meter con indicatore a lancetta; una registrazione pu durare al massimo 20 secondi; per interromperla prima, premete il tasto ENTER ( ). Al termine della registrazione, appare un messaggio di conferma del ) per tipo: Salvare la registrazione?. Premete il tasto ENTER ( confermare, oppure scegliere No per non salvare la registrazione. Ascolto di un commento audio: per eseguire il playback (riproduzione) di un commento audio, scorrete la lista dei commenti memorizzati con i tasti freccia bassa ( ) e alta ( ) fino a evidenziare il commento desiderato, quindi premete il SOFTKEY ( ) di destra (sopra al quale appare il simbolo ) oppure il tasto ENTER ( ); apparir il VU Meter con indicatore a lancetta del livello di riproduzione. In qualsiasi momento possibile ). interrompere il playback premendo il tasto ENTER (

Registratore vocale:

39

5 INSTALLAZIONE NUOVO FIRMWARE PER LxT INSTALLAZIONE NUOVE OPZIONI


____________________________________________________________________________________

Periodicamente consigliabile aggiornare nuove versioni del firmware di LxT quando disponibili sul sito Spectra (www.spectra.it). Sullo stesso sito troverete da scaricare gli aggiornamenti di Noise & Vibration Works e gli aggiornamenti dell SLM Utility-G3. Per fare questa installazione, bene che lo strumento non contenga dati o setup importanti per evitare di perderli. Installate il software LarsonDavis in dotazione, l SLM Utility-G3, e connettervi con questo software (icona in alto a sinistra) Quindi cliccate sulle schede System System, vi troverete come in figura:

Cliccate su Upgrade the firmware using a .ROM file se avete un file .ROM (tasto Browse per trovarlo dentro al vostro PC) Cliccate su Change installed options using a .OPT file se avete un file .OPT (tasto Browse per trovarlo dentro al vostro PC); il file .OPT viene inviato tramite e-mail dalla segreteria di Spectra nel caso di acquisto di una nuova opzione per il vostro LxT in un tempo successivo allacquisto dello strumento stesso. Se avete entrambe le installazioni da fare, preferibile installare prima il nuovo firmware e poi le nuove opzioni. Per verificare la versione di firmware installata e le opzioni abilitate sul vostro LxT, si veda il par. 4.1.2.

40