Sei sulla pagina 1di 193

TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE

UDIENZA 25/05/2012 AULA BUNKER TRIBUNALE DI ROMA P.n.R.G.TRIB.819/11 R.G.N.R.4302/06 PROCEDIMENTO A CARICO DI ARMELI SIGNORINO + 62 Presidente CONCETTINA EPIFANIO P.M. ALESSANDRA CERRETI P.M. GIULIA PANTANO Pubblico Ministero Dott.ssa Cumpone P.M. CUMPONE - Buongiorno signora Pesce. IMP. PESCE - Buongiorno. P.M. CUMPONE ceravamo Allora riprendiamo esattamente Ferraro da dove

lasciati,

allora la famiglia

Signora

per quanto le consta una famiglia mafiosa? IMP. PESCE - Non ho capito scusi. P.M. CUMPONE - La famiglia Ferraro per quanto le risulta una famiglia mafiosa? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Mi descrive i rapporti tra la famiglia Pesce e la famiglia Ferraro vale a dire i componenti della

famiglia Ferraro prendono direttive dalla famiglia Pesce? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Lei come fa a dirlo questo? IMP. PESCE - E intanto perch va beh sono legati anche da un legame

legame di parentela quindi sono... perch ci sono pi matrimoni che

da pi di un

sono tra la famiglia Pesce

ed i coniugi Ferraro, appartenenti alla famiglia Ferraro. P.M. CUMPONE - Ma al di l del legame tra Ferraro Giuseppe e 1

Ferraro

Angela,

sua

madre,

quali

sono

gli

altri

componenti della

famiglia

Ferraro

che hanno legami di

parentela con la famiglia Pesce? IMP. PESCE - Mio cugino Pesce Francesco classe 79 sposato

con la figlia di una Ferraro. P.M. CUMPONE - Quale, si ricorda il nome? IMP. PESCE - La moglie? P.M. CUMPONE - S. IMP. PESCE Tutino Maria Carmela, la figlia di Ferraro

Mariarosa. P.M. CUMPONE Quindi c questo duplice, Ferraro Giuseppe

tramite Ferraro Angela... SITO PALMI - Presidente? P.M. CUMPONE - Mi devo fermare Presidente? PRESIDENTE - Non ho sentito, da Palmi avete interloquito? SITO PALMI - S Presidente non per il tono della voce. PRESIDENTE - S allora forse dobbiamo avvicinare microfono e dobbiamo pregare la un poco il pi sentiamo bene limputata, credo

signora di parlare

forte. S allora qual era La domanda? P.M. CUMPONE - Quali componenti della famiglia Ferraro lei che sono appartenenti alla cosca mafiosa Pesce? IMP. PESCE - Intanto mio Mario e zio Ferraro Giuseppe, mio sono pi quelli zio Ferraro che hanno sa

diciamo che loro

insomma pi un ruolo e poi altri diciamo che sono... c lamicizia, c il per le loro due. 2 rispetto, c insomma la disponibilit della famiglia Ferraro sono

persone principali

P.M. CUMPONE - E chi

sarebbero questi

soggetti

che sono a

disposizione, che sono disponibili? IMP. PESCE - Diciamo i cugini tipo Ferraro Giuseppe quello pi piccolo di mio zio. P.M. CUMPONE - Figlio di? IMP. PESCE - Di Ferraro Francesco. P.M. CUMPONE Ferraro Francesco che legame ha con le altre

persone, Ferraro Mario e Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - il fratello. P.M. CUMPONE - E Ferraro Giuseppe e Ferraro Mario? Suo zio Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Con hanno? IMP. PESCE - Sono zio e nipote. PRESIDENTE - Mi pare che lavesse detto gi. P.M. CUMPONE Oltre questo Ferraro Francesco quali altre Ferraro Mario che legame di parentela

persone sono a disposizione della famiglia mafiosa Pesce? PRESIDENTE- Se ce ne sono altre, quindi ci sono altre persone? IMP. PESCE - Sono questi. P.M. CUMPONE - Rapporto Ferraro Giuseppe e Ferraro Mario, chi

ha maggiore potere mafioso? Se lo sa. IMP. PESCE - Diciamo che sono pi o meno allo stesso livello. P.M. CUMPONE - Con quali soggetti Mario e Ferraro direttive? IMP. PESCE - Diciamo che non che so io non hanno 3 preso c stata occasione, di quello dove loro della famiglia Pesce Ferraro

Giuseppe si relazionano, da chi prendono

che c stata

unoccasione

direttive,in generale

sono a disposizione

della famiglia Pesce e nel

momento in

cui c qualcosa particolare nella

loro sono a disposizione per unoccasione

dove so che hanno preso direttive da qualcuno non mia conoscenza.

P.M. CUMPONE - Okay. Senta Ferraro Giuseppe ha dei soprannomi? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Qual ? IMP. PESCE - Mussuni. P.M. CUMPONE - Che significato ha questo termine? Se lo sa. IMP. PESCE - Ma forse per via del labbro, della labbra insomma. P.M. CUMPONE - Senta Ferraro di lavoro, lavoro lecito? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Lei sa da quanto tempo detenuto suo zio? IMP. PESCE - Un otto anni. P.M. CUMPONE - Lei mai andata a fare colloqui carcerari con Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Alcune volte. P.M. CUMPONE - Senta quali sono le... AVV. CARDONE gentilmente Presidente non chiedo scusa, le Avvocato Cardone, precedenti abbiamo Giuseppe ha mai svolto attivit forma delle

abbiamo capito

risposte

della signora Pesce, non

sentiamo proprio nulla,

difficolt proprio a sentirla, grazie Presidente. PRESIDENTE - Bisogna cercare di non nella registrazione fare accavallare le voci un tantino pi

e poi deve parlare

forte perch se no da Palmi non si sente, va bene? IMP. PESCE - Okay. PRESIDENTE - Allora la domanda era? 4

P.M. CUMPONE - Era se lei si fosse mai

recata a fare colloqui

carcerari con suo zio Ferraro Giuseppe. PRESIDENTE - Pu rispondere. IMP. PESCE - S qualche volta sono andata. P.M. CUMPONE - Quando Giuseppe? IMP. PESCE - Un paio di volte a Voghera e qualche volta quando veniva a Reggio per i processi. P.M. CUMPONE - Lei ha mai avuto corrispondenza epistolare con andata dove era detenuto Ferraro

suo zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Ha Giuseppe? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE Pu riferire al collegio che tipo di mai ricevuto delle disposizioni da Ferraro

disposizioni ha ricevuto e in AVV. MONACO -

quale ambito lei ha operato? c opposizione, ha gi

Presidente da Palmi

riferito sul dato per recupero soldi di un orologio, lha riferito laltro giorno. PRESIDENTE - S, s, allora lAvvocato Monaco intervenuto,

vi ricordo e vi invito gentilmente a presentarvi prima di interloquire, questo vale per chi lontano ma vale anche per chi vicino perch il tecnico non voci, riesce a vedere le

cio da dove provengono le voci. S la domanda in

effetti gi stata fatta e ha risposto sul punto. P.M. CUMPONE - Signora oltre allepisodio che lei ha riferito, ha gi riferito nelle udienze precedenti, ha mai

effettuato altri recuperi crediti 5

per conto di suo

zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - S, ricordo che una volta mi fece andare da una persona per dirgli che... se poteva recuperargli i soldi gli doveva dare recarmi e mi

che lui conosceva la persona che scrisse una lettera

chiedendomi di

in una

gioielleria di Rosarno dove cera non ricordo bene il cognome, la

questa persona, adesso moglie era una Pisano,

insomma di dirgli se poteva impegnarsi lui a recuperare di questi soldi. P.M. CUMPONE - Quindi la chiesto di persona dalla quale le era stato

andare avrebbe dovuto svolgere unulteriore

attivit di mediazione? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Quindi non somma di denaro? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE Lei sa che provenienza avesse la somma di era il soggetto debitore di questa

denaro per cui suo zio le chiedeva il recupero. IMP. PESCE No, so che lui aveva tanti libero e soldi in quindi li giro doveva

che aveva lasciato quando era recuperare.

P.M. CUMPONE - E al di l della somma di cui stiamo parlando, lei sa a quanto ammontava, glielaveva riferito suo zio? IMP. PESCE - So che erano cifre molto alte tipo chi gli doveva dare 50.000 euro, chi 90, chi 60. P.M. CUMPONE - E lei appunto mi ha detto che suo zio non ha

mai svolto attivit di lavoro, era sposato? IMP. PESCE - Conviveva. P.M. CUMPONE - La moglie lavorava? 6

IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - La moglie cio la convivente lavorava? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Senta e invece Marco Russo le dice qualcosa, lo conosce? IMP. PESCE - S, una volta mi scrisse ricordarmi questo nome e che gli una lettera dicendomi di a quella persona questo Marco

di dirglielo

doveva recuperare i soldi che era

Russo che gli doveva dare i soldi. P.M. CUMPONE - Anche qui le chiedo sa a che titolo Marco Russo dovesse del denaro a suo zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - No, con precisione non me lha mai detto. P.M. CUMPONE - Lei sa se la persona a cui lei ha fatto prima

riferimento, ha detto questa persona che aveva la moglie se non uno sbaglio che si chiamava Pisano mi ha detto, era

dei Pisano, abbia poi effettivamente

recuperato il

credito per suo zio? IMP. PESCE - Non lo sono. P.M. CUMPONE La lettera che lei riceveva recava

lindicazione del mittente? PRESIDENTE - Ma una o pi lettere? P.M. CUMPONE - Ha detto che aveva corrispondenza. IMP. PESCE - S diciamo che mi scriveva sempre. PRESIDENTE - Le il nome? P.M. CUMPONE - Lindicazione del mittente. PRESIDENTE - Di chi mandava la lettera quindi del mittente. IMP. PESCE - S, se me la mandava lui? S, certo. PRESIDENTE - E risultava? 7 scriveva sempre, perfetto, e quindi si aveva

IMP. PESCE - S, s. P.M. CUMPONE - Il contenuto diciamo delle disposizioni era da chi

esplicito, si comprendeva lei cosa dovesse fare, doveva andare, quanto doveva recuperare?

IMP. PESCE - No a me mi scriveva vai da..., s, diciamo che in qualche modo s era esplicito, s, cio non diceva

vai che mi deve dare i soldi della droga per mi diceva vai, digli che insomma. P.M. CUMPONE - Ma quindi signora Pesce adesso lei sta parlando mi deve dare questi soldi che lui sa

di droga, vorrei capire ma quindi cera un riferimento al titolo? In relazione a quale titolo Ferraro Giuseppe

dovesse ricevere questi soldi. IMP. PESCE - No nella lettera no. PRESIDENTE - E Lei perch dice, lei ha detto non cera nessun riferimento esplicito alla droga per che era un creditore, perch ha insomma si capiva fuori questo

tirato

vocabolo, perch ha parlato di droga? IMP. PESCE - Perch questi soldi che lui aveva in giro erano

di quando lui era libero che faceva il traffico della droga e doveva recuperarli. P.M. CUMPONE - E a lei lha riferita? IMP. PESCE - Anche lui lui in carcere quando si per questo arrabbiava e ma diceva che e che i soldi li doveva questa cosa, questa circostanza chi

recuperare perch li aveva guadagnati. P.M. CUMPONE - E i soggetti da cui doveva recuperare, visto

che lei dice sono io che ho ricevuto delle lettere, da 8

quello che le risulta erano tutti soggetti di Rosarno? IMP. PESCE - No, no, non erano di Rosarno. P.M. CUMPONE - Non erano di Rosarno. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - E lei sa di quale provenienza fossero questi debitori? Parlo di provenienza geografica. IMP. PESCE - Di preciso no. P.M. CUMPONE - C qualche altro componente della sua famiglia

che ha ricevuto disposizioni simili

a quelle di cui sta

parlando oggi lei? Come quelle che ha ricevuto lei. IMP. PESCE - S, scriveva anche a mio marito, a mio marito, io ricordo a mio marito, a me insomma, a mio fratello no. P.M. CUMPONE - A suo fratello no. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Senta e suo marito... PRESIDENTE - Forse non si sentita lultima cosa. IMP. PESCE - A mio fratello no. P.M. CUMPONE Erano lettere diciamo differenti quelle che

riceveva lei rispetto a quelle che riceveva suo marito o era ununica lettera in cui cerano diciamo due missive? IMP. PESCE - No erano differenti. P.M. CUMPONE abbia Erano differenti. Lei sa se poi suo marito

eseguito, innanzitutto il contenuto delle lettere

diciamo che pervenivano a suo marito Lei lo conosce? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - E allora perch prima mi ha detto anche mio

marito ha effettuato il recupero? IMP. 9 PESCE Dopo che arrivavano le lettere che lui le

strappava, il mittente suo era diverso dal mio e a volte

anche lui mi fa

stesso si arrestare,

lamentava e diceva mi parla

fa arrestare, lettere

chiaramente nelle

insomma. P.M. CUMPONE - Quindi mi faccia capire quelle che riceveva lei

recavano lindicazione corretta del mittente, cio la corrispondenza a Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Quelle che riceveva invece suo marito? IMP. PESCE - No, il mittente a volte era tipo diverso. P.M. CUMPONE Era diverso. Ascolti e per quale motivo le

strappava suo marito queste lettere? IMP. PESCE Perch se veniva qualche perquisizione e

trovavano quelle lettere erano compromettenti per lui. P.M. CUMPONE - Quindi lei ha mai letto il contenuto di una

lettera indirizzata a suo marito? IMP. PESCE - S, qualche volta qualcuna lho letta. P.M. CUMPONE - Avevano tenore differente rispetto a quelle che lei riceveva? IMP. PESCE - S, parlava di cifre, di dove si doveva recare. P.M. CUMPONE - Di dove si doveva recare, di nomi precisi e di cifre. merito? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Cio intendo dire qualche nominativo, lentit di qualche suo marito? IMP. PESCE - Allora le cifre 10 erano alte per i nomi no, non cifra, qualche luogo dove si doveva recare Ecco ha qualche ricordo diciamo maggiore in di soldi, di nomi precisi,

erano persone nelle mie conoscenze.

P.M. CUMPONE - E che lei sappia erano tra le conoscenze di suo marito queste persone? IMP. PESCE Lui doveva sempre trovare qualche aggancio per

arrivare a queste persone perch neanche lui le conosceva quindi cera sempre il riferimento a qualcuno che doveva farlo arrivare a questa persona. P.M. CUMPONE - Ascolti lei quanto riguarda le nel suo caso, che voglio lei dire stessa per ha

disposizioni

ricevuto, si attivata, si effettivamente attivata? IMP. PESCE - Solo in quel caso l s, persona. P.M. CUMPONE - E per quanto invece riguarda suo marito che lei sappia suo marito effettivamente si attivato? IMP. PESCE - S, s, zio si lamentava si attivava per ricordo anche che mio diceva che non gliene sono andata da quella

sempre perch

sbrigava una. P.M. CUMPONE ricevevate Ascolti ma e che, voi questa incombenza diciamo capito, punto che

da quello un

che ho

eseguivate di vista

comportava per economico?

vantaggio

da un

IMP. PESCE - S, se questi soldi venivano recuperati insomma potevamo farne uso. P.M. CUMPONE - Sa se esisteva una percentuale

anche noi

sulla

somma

recuperata? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Per voi intendo. IMP. PESCE - No, no, era, diciamo che era al bisogno se servivano, non cera una percentuale. P.M. CUMPONE - Ascolti lasciamo stare 11 il suo nucleo familiare insomma,

stretto quindi lei, suo marito e suo fratello, lei sa se altri componenti della famiglia Pesce, quindi persone di cui lei ha gi parlato cosca che ci ha detto che sono

appartenenti alla direttive di

mafiosa crediti

abbiano ricevuto delle da parte di Ferraro

recupero

Giuseppe? Se lo sa. IMP. PESCE - Non lo sono, una volta capitato qualche lettera sempre nella lettera mia che mi ha dato

per mio zio, per

mio zio Vincenzo per non so cosa cera scritto perch le lettere erano chiuse quindi non so se parlava di questo o di altro. P.M. CUMPONE Cio nel senso lei come mai non ha visto il

contenuto della lettera diretta... PRESIDENTE - Lha detto Pubblico Ministero perch era chiusa, era chiusa, lha spiegato, e quindi non questo o altro. P.M. CUMPONE - Senta il recupero da parte di suo marito di sa se parlava di

somme di denaro effettivamente poi vi stato in qualche circostanza? AVV. PARISI Presidente chiedo scusa da Palmi lAvvocato

Parisi, ha gi detto che lo zio si lamentava che comunque non riusciva a combinare niente suo marito. PRESIDENTE - S laveva detto. () P.M. CUMPONE - Signora me la spiega meglio questa frase anche se lui si lamentava, io non ho capito si lamentava

perch faceva meno di quello che avrebbe potuto fare o si lamentava perch non ha mai recuperato nulla? PRESIDENTE - Ha detto prima anche se lui 12 si lamentava perch

non gliene combinava mai una questo ha detto, parole che poi troverete trascritte insomma. P.M. CUMPONE Senta ieri abbiamo parlato dei camion, dei

venditori ambulanti, lei descritto ieri, fratello, Ferraro

sa se da quellattivit che ha alla posizione di suo

con riferimento

Giuseppe avesse una rendita e se s con

che cadenza, avesse un profitto e se s con che cadenza? IMP. PESCE - Settimanale se non dovevano passare ogni fine soldi. P.M. CUMPONE In relazione a questa attivit, attivit di sbaglio perch praticamente settimana a recuperare questi

recupero stata mai Palaia Rocco?

svolta, se le risulta, da suo marito

IMP. PESCE - Su Milano dice? P.M. CUMPONE - S. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Lei sa se queste rendite che lei cadenza settimanale Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - S, fino a quando mio fratello non era andato su effettivamente ha detto con

venivano consegnate a

Claudio mandava questi soldi a mio zio tramite la moglie e curava gli avvocati. P.M. CUMPONE riferirla E senta lei questa circostanza come cio somme fa a

con certezza, queste

che Claudio recuperasse ed effettivamente le

effettivamente

consegnasse anche indirettamente, cio tramite la moglie, a Ferraro Giuseppe, come fa a dirlo? IMP. PESCE - Intanto perch si lamentava mio zio una volta per dire 13 che se non cera Claudio i suoi figli potevano

andare in mezzo ad una strada. P.M. CUMPONE - Si lamentato con lei suo zio su questo? IMP. PESCE - No in uno quando sentito dei discorsi che ho sentito insomma ho

andai a trovarlo

e poi anche perch insomma

anche la moglie che a volte lo diceva Claudio,

deve venire Claudio, deve portare i soldi per i vestiti, dobbiamo andare insomma cos. P.M. CUMPONE - Ho capito. Quindi Claudio come soggetto lavora per suo zio. IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE Ci sono altri soggetti che svolgono questo che a comprare le cose ai bambini,

stesso tipo di attivit per suo zio Ferraro Giuseppe e se s come lo sa? IMP. PESCE - S, sempre appreso dalla sua convivente, Yuri. P.M. CUMPONE - Sa il cognome di Yuri? IMP. PESCE - No io solo il nome conosco. P.M. CUMPONE Lo conosce di nome o lo conosce anche

visivamente, lha mai visto Yuri? IMP. PESCE - S, lho visto una o due volte. P.M. CUMPONE - Chi Yuri? C un Ferraro Giuseppe? () IMP. PESCE - No, parente no, un amico e anche lui curava pi insomma la famiglia di mio lato insomma familiare. P.M. CUMPONE - No me lo deve spiegare un po meglio, voglio zio, i bambini, insomma il rapporto di parentela con

capire, faceva il badante ai bimbi di Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE 14 Aiutava la moglie con i bambini e in pi la

accompagnava quando si lei non guidava

doveva recare a trovarlo perch si aveva bisogno era

e quindi insomma

sempre l. P.M. CUMPONE - Lei lha mai visto appunto Yuri, cio sarebbe

in grado di riconoscerlo? IMP. PESCE - Lho visto due volte. P.M. CUMPONE - E dove lha visto, in che circostanze? IMP. PESCE - Una volta a Milano quando sono andata a trovare

Elvira e una volta gi, quando venne lui in Calabria e fu ospitato a casa di mio zio. P.M. CUMPONE - Ma era di Milano Yuri? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - A casa di suo zio dove, a Rosarno? IMP. PESCE - S, a casa della nonna Macr. P.M. CUMPONE - Senta visto che lei due circostanze riconoscerlo mi e d ha detto ha detto che lho visto che sarebbe in di grado in di

una

descrizione

questo

Yuri?

Descrizione fisica. PRESIDENTE - Ha detto s? IMP. PESCE era Se lo vedo s, probabilmente s. Mi ricordo che trentanni forse, io beh parlo di che sarebbe in grado di riconoscerlo,

un ragazzo sui

quando lho visto lultima volta. PRESIDENTE - A quando risale lultima volta che lha visto pi o meno? IMP. PESCE - Un cinque o normale, non sei anni fa. Normale, di fisico

molto alto, magro, non

molto ma magro, un

ragazzo normale insomma. P.M. CUMPONE - I capelli, il colore dei capelli? 15

IMP. PESCE - Castani. P.M. CUMPONE - Ricorda anche il colore degli occhi? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Senta lei sa in che rapporti fosse, se ci ha citato

fossero dei rapporti tra prima, e questo Yuri?

il Claudio, che lei

IMP. PESCE - Insieme non li ho mai visti per si conoscevano. P.M. CUMPONE quellattivit parlato ieri? IMP. PESCE - No, in quel contesto non nome. P.M. CUMPONE - Lei ci ha detto durante la sua audizione che da Ferraro Giuseppe sono pervenute delle carte di credito se non sbaglio, che lei ha detto avevano il credito lho mai sentito il suo Si conoscevano ma Yuri inserito in

dei camion di cui lei

ha abbondantemente

illimitato. Lei sa se Ferraro Giuseppe oltre ad avervele procurate di qualche carta uso? IMP. PESCE - Se Ferraro Giuseppe ha usato quelle carte? P.M. CUMPONE - S, se lei lo sa. IMP. PESCE - Di preciso non se le avrebbe usate. P.M. CUMPONE - Quindi una sua deduzione non di questo dato. IMP. PESCE - No, se le ha usate no, non lo so. P.M. CUMPONE - Lei sa se Yuri, quella persona che lei Yuri, che ha indicato col nome di chiama mai a conoscenza lo so ma penso di s, cio non so di credito abbia mai fatto

Yuri abbia

utilizzato queste 16

carte di credito che abbiamo appreso

essere state clonate?

IMP. PESCE - Non lo sono. P.M. CUMPONE - Sa se il Claudio di cui lei ha parlato avesse

mai utilizzato carte di credito? IMP. PESCE - Non lo so. PRESIDENTE - Signora un mai attimo solo lei ha detto che non ha

visto Yuri e Claudio insieme per ha affermato che i conoscevano, diciamo su che cosa poggia questa

due si

sua affermazione? IMP. PESCE - Che quando sono andata a casa di mia di zia avevo che

sentito anche Yuri che parlava

Claudio per non

parlava con Claudio per Claudio deve venire, cose qua insomma. P.M. CUMPONE - E aveva capito che tipo di rapporti

queste

fossero

sottesi tra i due, cio che tipo di rapporti ci fossero tra i due? IMP. PESCE - No, che tipo di rapporti no per prendeva come... cio mia zia diceva a Yuri chiama Claudio, ma Claudio venuto?, insomma queste cose qua. P.M. CUMPONE Giuseppe? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Lha detto. P.M. CUMPONE - Senta e poi ha detto che in una circostanza ha visto Yuri in Calabria. IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Ha detto una volta lho visto io quando sono andata a trovare mio zio Ferraro Giuseppe a Milano e Ma quindi anche Yuri era legato a Ferraro

unaltra volta lho visto in Calabria, in Calabria in che contesto lha visto, 17 per quale motivo era venuto, chi

era venuto a trovare? IMP. PESCE - avvenuto quando mio zio era fuori e niente era

venuto cos, prestare un paio di giorni gi. PRESIDENTE - Era fuori significa che non era in carcere. IMP. PESCE - Libero. PRESIDENTE - Ed era a Rosarno in quel periodo? IMP. PESCE - S, s, era... veniva tutto il periodo delle

feste, stava un paio di giorni l e poi... PRESIDENTE - A casa della nonna Marina Macr? IMP. PESCE - S, s. In quel periodo vennero questi insomma a trovarlo e tra cui cera anche Yuri. P.M. CUMPONE - E chi erano gli altri amici che erano venuti a trovarlo? IMP. PESCE - Ci stava questo Claudio che venne con la moglie, Yuri e poi anche altre persone che venivano durante il amici suoi

giorno per quelle non le conosco. P.M. CUMPONE - Ma era nellambito dello stesso contesto quando lei dice venuto Yuri ed venuto Claudio? IMP. PESCE - S, s, vennero nello stesso periodo. PRESIDENTE Signora per ecco la domanda vennero insieme

queste persone? IMP. PESCE - Questo non lo ricordo, ricordo che Yuri e rimase persona io lho visto solo un

di pi e che quellaltra

giorno questo Claudio che venne con la moglie, Yuri si fermato di pi, stato tipo una settimana mentre questo attimo quel giorno per che avevano una legame che bambina mia zia

Claudio io lo vidi solo cos un ricordo piccola 18 che aveva e ricordo cenato l,

insomma il

raccontava della moglie...

PRESIDENTE - Ma era nello

stesso periodo in cui cera

Yuri

cera anche Claudio con la moglie e la bambina? IMP. PESCE - S, s. P.M. CUMPONE Volevo fare una domanda per capire meglio il

contesto, lei dice sono rimasti... lei

non so se sono venuti dice...chi

insieme ma

rimasto soltanto un

giorno? IMP. PESCE - Claudio. P.M. CUMPONE - Ma innanzitutto posto? IMP. PESCE - No, Yuri mi sembra che dormiva proprio l, nella casa, gi nel garage, nella casa di mia nonna. P.M. CUMPONE - Ma nel famoso garage di cui ha parlato udienze passate? IMP. PESCE - S, cera un divano diciamo, cera una zona con nelle hanno alloggiato nello stesso

un caminetto ed un divano, e questo Claudio per un giorno aveva dormito nella casa di mia Donizetti. P.M. CUMPONE Senta vediamo se riusciamo ad avere qualche di queste persone, di Claudio, madre, nella casa in via

elemento in pi per lidentificazione

di Yuri ci ha dato una descrizione fisica, lei Claudio lha visto, no? IMP. PESCE - Ma un attimo stato. P.M. CUMPONE - Ma sarebbe in grado di dare delle per quanto riguarda, occhi, non lo so, la

indicazioni i di

corporatura, in grado

capelli, gli

insomma sarebbe

riconoscerlo se lo vedesse? IMP. PESCE - No, no, di riconoscerlo no. P.M. CUMPONE - Senta vediamo se riesce a darci altri elementi 19

perch noi possiamo capire chi sono queste persone, anche il Claudio che era venuto gi in Calabria aveva la stessa provenienza geografica di Yuri? IMP. PESCE - S, lui s, la moglie era straniera. P.M. CUMPONE Appunto adesso allora vediamo chi era la

moglie, a chi si sta riferendo la moglie di chi? IMP. PESCE - Di Claudio. P.M. CUMPONE - Era straniera, non lo so, il nome? IMP. PESCE - S mi ricordo parlavamo di questa amica che si che mia zia mi disse, quel giorno diceva che e una sua si ricorda qualche particolare,

ragazza e mi

chiama Camilla, Camilla, che una bella

ragazza, insomma mi raccontava delle cose sulla moglie. P.M. CUMPONE - Ma lei Claudio? IMP. PESCE - S mi cos, un giorno. P.M. CUMPONE - Ricorda la nazionalit? IMP. PESCE - Se non sbaglio era rossa come mia zia. P.M. CUMPONE - Come la convivente di Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE Ricorda se allepoca questa donna svolgesse sembra che anche lei sempre di sfuggita, ha avuto modo di vederla la moglie di

attivit di lavoro? IMP. PESCE - Se non sbaglio lei mi raccontava che era stata delle foto per dei

una fotomodella, che aveva fatto solari, qualcosa cos.

P.M. CUMPONE - Senta e quando ha parlato dei figli chi che era venuto gi con i figli? PRESIDENTE - Ha detto che era venuto Claudio con la bambina. 20

P.M. CUMPONE - Una bambina o un bambino signora? IMP. PESCE - No, non lo ricordo. AVV. SALDARINI - Ieri aveva detto una bambina, mi ricordo io. P.M. CUMPONE - Senta invece Yuri, se lo sa, sposato? IMP. PESCE - No, no, era single. P.M. CUMPONE - Senta quindi dando una collocazione, dovendo dare una collocazione diciamo temporale quando sarebbero era fidanzato,

avvenute queste visite? Se si ricorda se era estate o se era inverno e lanno. AAV. SALDARINI - Scusi Presidente sono lAvvocato Saldarini e intervengo perch non mi pare una domanda posta nella mi sembra che

maniera corretta perch pi che di visite

la signora Pesce fino ad oggi abbia parlato di visita. P.M. CUMPONE - Beh Claudio. PRESIDENTE - Riferite al fatto che fossero pi soggetti. AVV. SALDARINI - Ma la visita una, ecco. P.M. CUMPONE - Ci ha praticamente fatto avvenute nello stesso contesto. PRESIDENTE - S, s, era riferito a questi diversi soggetti suo zio, s. Allora signora se si capire che non sono visite perch sto parlando di Yuri e di

che andavano a trovare

ricorda pi o meno in quale anno e se era estate, se era inverno, se riusciamo a contestualizzare meglio dal punto di vista temporale. IMP. PESCE - Era il periodo di Natale e lanno era pi o meno il 2002 poteva essere. P.M. CUMPONE - 2002. IMP. PESCE - 2002, 2003. 21

P.M. CUMPONE - Senta lei quando ha parlato

di Claudio ha detto

che Claudio pagava gli avvocati a Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - S. AVV. SALDARINI - C opposizione Presidente, sempre lAvvocato Saldarini per da la verbalizzazione, della perch Pesce io non questa lho

affermazione

parte

signora

sentita, forse ero distratta. PRESIDENTE - Lha detto Avvocato, lha detto. P.M. CUMPONE - Lei sa se Yuri pagasse gli avvocati a Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE non Yuri. P.M. CUMPONE - Lei ha capito Claudio, fosse se questa trasferta di Yuri e Io qualche volta ho sentito menzionare Claudio

che poi abbiamo collocato in tempi differenti, trasferta di dovuta ad amicizia con suo o zio motivi Ferraro

una

lavorativi,

interessi

comuni

Giuseppe e se s quali? IMP. PESCE - No, non lo so. PRESIDENTE era? P.M. CUMPONE - Se conoscesse la ragione di questa trasferta persona che lei Pubblico Ministero la domanda esattamente qual

praticamente di Yuri e Claudio. Senta la ha indicato stupefacenti? IMP. PESCE - Non lo so. con il nome

di Yuri faceva uso di sostanze

P.M. CUMPONE - La persona che lei ha indicato con il nome di Claudio faceva uso di sostanze stupefacenti? IMP. PESCE - Non lo so. 22

P.M. CUMPONE -

Lei sa

se queste

persone che abbiamo fino

adesso citato avessero dei rapporti con Ferraro Mario? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CUMPONE - Lei sa se queste persone avessero dei rapporti con Pesce Salvatore? IMP. PESCE - S, con mio padre s. P.M. CUMPONE - Che saperlo? IMP. PESCE - Amichevoli, anche in quel insomma si conoscevano, venivano l quando venivano, tipo di rapporti cerano e come fa a

periodo

insomma,

alloggiavano a casa nostra, era una conoscenza per via di mio zio insomma. P.M. CUMPONE - Ma lei sa se ci fossero degli affari tra suo

padre, Yuri e Claudio? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CUMPONE Senta invece i rapporti tra, se cerano,

cerano rapporti tra Yuri e suo fratello? IMP. PESCE Non in particolare, sempre rapporti di

conoscenza per che io sappia cio niente di... P.M. CUMPONE - Cio non sa se avessero degli affari in corso? IMP. PESCE - No, non lo sono. P.M. CUMPONE - Invece con Claudio, cerano dei rapporti tra suo fratello e Claudio? IMP. PESCE - S pi volte lo nominava Claudio, Claudio, so

che quando si rec a Milano insomma andava a trovarlo, che una volta aveva raccontato che insomma andavano a

ballare insieme per tutto qua. P.M. 23 CUMPONE fratello ha Ma senta detto quando poi lei ieri a parlando Milano di dopo suo il

andato

matrimonio con La Torre Ilaria stava male, poi vedeva che non cerapossibilit a Milano, di inserirsi ma allepoca a Rosarno suo e se n quanto

andato

fratello

rimaste a Milano, quanto tempo? Se se lo ricorda. IMP. PESCE - Di preciso no ma poco perch poi fu arrestato

quindi non ricordo se un tre mesi, una cosa cos. P.M. CUMPONE E questi rapporti a cui lei ha fatto

riferimento prima erano antecedenti questi rapporti tra suo fratello e Claudio rispetto a quella data in cui lui quel lavoro di cui ha

diciamo va a Milano? Per effettuare parlato ieri.

IMP. PESCE - S, s, si conoscevano da prima, s, s, insomma si conoscevano da prima. P.M. CUMPONE - Ma sa se avessero diciamo degli interessi

comuni per la droga? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - E sa se nel periodo milanese di suo fratello ci siano stati degli affari di droga tra i due? IMP. PESCE - No, non lo so. Pubblico Ministero Dott.ssa Cerreti P.M. CERRETI - Signora solo una domanda prima di chiudere la

posizione di suo zio Ferraro Giuseppe, lei non ricordo se ieri ho avanti ieri una ha citato la famiglia le Mancuso di

definendola

famiglia

mafiosa,

chiedo sa

rapporti fra suo zio Ferraro Giuseppe e i Mancuso? IMP. PESCE - S, s, mio zio era... P.M. CERRETI - In particolare per lattivit sostanze stupefacenti. 24 di traffico di

IMP. PESCE - S, mio

zio

era

legato

con alcuni

componenti

della famiglia Mancuso, s. P.M. CERRETI - Sa qualche nome in particolare? IMP. PESCE - S ricordo Lune Mancuso che lui lo menzionava sempre e che lui si recava sempre a trovarlo in quel

periodo che era l. PRESIDENTE - Scusi qual il nome? IMP. PESCE - Lune. P.M. CERRETI - un nome o con un diminutivo che lei sappia? IMP. PESCE - un diminutivo del nome. P.M. CERRETI - E il nome lo conosce? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - E in che contesto ne ha sentito parlare? IMP. PESCE - Diciamo quando quel periodo sempre che eravamo a Nicotera e lui persone e lui dellestate

era molto legato con queste fisicamente a

insomma era proprio con lui

volte, poi quando si trasferito a Milano questa persona ricordo ricordo che aveva fatto la carcerazione e poi era uscito, che era uscito perch... si sono incontrati

insomma e suo zio aveva un rapporto affettivo con questa persona. P.M. CERRETI - Al di l del rapporto affettivo lei sa se ci a

fossero rapporti io le ho sostanza stupefacente tra Mancuso? IMP. PESCE - Non lo so.

fatto la domanda relativi suo zio Ferraro e la

famiglia

P.M. CERRETI - Lei poco fa ci ha parlato di disposizioni che partivano da suo zio Ferraro Giuseppe anche in direzione di suo marito relativo al recupero crediti. 25

IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI Cerano disposizioni da suo zio Ferraro

Giuseppe a suo marito anche relative al traffico di droga che lei sappia? AVV. PARISI - Presidente chiedo scusa, Avvocato Parisi... PRESIDENTE - S la domanda ammessa perch emerso niente in effetti non dovrebbe essere

abbiamo gi vagliato questaspetto e non dalla bocca dellimputata

quindi potrebbe

essere suggestiva. P.M. CERRETI - Signora Presidente li deve dare qualche secondo per trovare domanda... PRESIDENTE - La contestazione perch diciamo abbiamo indagato suggestiva nella misura un punto, se non mi consente di fare la

questaspetto in cui..

e potrebbe essere

P.M. CERRETI - Allora prima di fare la contestazione ci provo a formularla diversamente, tra marito riceveva altre relative da suo zio a ulteriori le disposizioni che suo

Ferraro

Giuseppe ce nerano illecite oltre a

attivit

quelle di cui ci ha parlato? AVV. PARISI - Opposizione, la stessa domanda Presidente. PRESIDENTE - No, no, questa una domanda che pu essere

ammessa, cos pu essere ammessa, l non andava bene. IMP. PESCE - S ricordo che mio zio mandava a mio marito a

nome suo da alcuni suoi amici per acquistare la droga. P.M. CERRETI - E sa dove li mandava? IMP. PESCE - Sulla Ionica mi ricordo. P.M. CERRETI - E riesce ad essere specifica riferimento? 26 o sa solo questo

IMP. PESCE - Non lo so,

lo mandava alla Ionica da questo suo

amico per non so chi . P.M. CERRETI - Il nome Pino Mancuso le dice qualcosa? AVV. PARISI - Presidente sempre lAvvocato Parisi... PRESIDENTE peraltro Avvocato no, no, va bene, la domanda va bene, un gesto di

devo rilevare come di

che limputata ha fatto chi rimanga sorprese

con la testa

insomma

fronte a qualcosa che sente per la prima volta, come devo dire, comunque risponda. IMP. PESCE - No un nome che conosco. PRESIDENTE - Lo conosce? IMP. PESCE - S, s, lo conosco, due... PRESIDENTE Quindi lo conosce per aveva fatto un segno Lune e Pino insomma erano i

come... IMP. PESCE - No nel senso che lho ricordato. PRESIDENTE - Ah nel senso che ricordava, okay. P.M. CERRETI - Cosa ricordava? IMP. PESCE - Che anche Pino e Lune sono le due persone che mio zio insomma...a cui era legato mio zio. P.M. CERRETI - Sa se suo marito stato mai inviato a ritirare droga da Pino Mancuso? IMP. PESCE - So che si recato, che c stato un periodo che si recava, s. P.M. CERRETI - Sa se si recasse per questioni di droga? Ma si recava

innanzitutto scusi la ritiro e la sostituisco,

per conto di Ferraro Giuseppe sempre, stiamo parlando di questo? IMP. PESCE - S, s, capitato 27 una volta che io sono andata

con

lui

sono

rimaste

in

macchina, siamo arrivati

davanti a questabitazione, lui sceso a parlare proprio con questa persona. P.M. CERRETI - Ah cera anche lei quindi? IMP. PESCE - S, s. P.M. CERRETI Non sa quale fosse stato loggetto della

conversazione, cosa riguardava? IMP. PESCE - Con precisione no, non andava l per conto di mio zio. P.M. CERRETI - Presidente va bene cos. Pubblico Ministero Dott.ssa Cumpone P.M. CUMPONE - Signor Pesce lei Bassolamento Marco? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Laveva detto ieri. P.M. CUMPONE - Come lo conosce? IMP. PESCE - Lho incontrato pi volte quando sono andata a Milano. P.M. CUMPONE Bassolamento Marco ha mai effettuato delle ho assistito per so che

trasferte a Rosarno? Se lo sa. IMP. PESCE - Non me lo ricordo. P.M. CUMPONE - Lei sa se Bassolamento Marco conosce Claudio e Yuri? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE Lei sa se tra Bassolamento Marco e Ferraro

Giuseppe ci siano dei rapporti e se s di quale natura? PRESIDENTE - Ha detto gi qualcosa riguardo. IMP. PESCE - Sono amici come lo sono con Claudio e con Yuri e

lo so perch quando andavamo Milano ci veniva a prendere 28

e ci accompagnava anche lui a volte al carcere. AVV. SALCINA - Non si capito nulla dalla risposta. PRESIDENTE - Ripeta gentilmente. IMP. PESCE - Quando ci recavamo a trovare mio capitato qualche volta che c zio a Voghera prendere lui

venuto a

allaeroporto e ci ha accompagnato. PRESIDENTE - Bassolamento Marco quindi vi accompagnava da suo zio. IMP. PESCE - S, s. P.M. CUMPONE - Ma Bassolamento Pesce? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - Lei in che ambito inserisce Bassolamento, la figura di Bassolamento Marco? PRESIDENTE Per io devo dire che ieri ha gi detto al Marco fa parte della cosca

riguardo, con riferimento alla rendita dei panini ha gi detto ieri. P.M. CUMPONE - Le altre di attivit allora. PRESIDENTE Ah va bene, diciamo su questo punto ha gi

parlato, vediamo un poco. IMP. PESCE - Qual la domanda? PRESIDENTE - In che ambito inserisce la figura di Bassolamento Marco. IMP. PESCE - Non lo so, lo colloco vicino a mio zio, so che si prestava per lui per qualcosa ma non so in che ambito. P.M. CUMPONE in grado di riconoscerlo comunque

Bassolamento Marco? IMP. PESCE - S, Marco s. P.M. CUMPONE - Senta Petull Alberto invece chi ? 29

IMP. PESCE - il cugino di mio zio. P.M. CUMPONE - soggetto che appartiene alla Pesce? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - No? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Senta quando dice che non appartiene alla cosca cosca mafiosa

mafiosa Pesce perch non sa di attivit illecita? AVV. MANNO - C opposizione Presidente, sono lAvvocato Manno, risposto in maniera esauriente e

mi pare che abbia gi

quindi mi oppongo fermamente. PRESIDENTE - Lopposizione accolta, domande significato sulla risposta che ha dato. P.M. CUMPONE - Ci sono dei rapporti di parentela tra Petull Alberto e Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - S, sono cugini di primo grado. AVV. MANNO - C opposizione, ha gi risposto opposizione ha gi risposto. P.M. CUMPONE - Ha cugini PRESIDENTE - In che modo sono cugini, ecco s, questo possiamo chiederglielo. IMP. PESCE - Figli di fratello e sorella. P.M. CUMPONE - Petull Alberto lei sa se si recasse a fare detto che sono cugini. In che modo sono Presidente, c specifiche non

colloqui carcerari con suo zio Ferrara Giuseppe? IMP. PESCE - S so che andava a trovarlo. P.M. CUMPONE persona? 30 - Sa che attivit di lavoro svolgesse questa

IMP. PESCE - So preciso. P.M. CUMPONE - Suo faceva?

che lavorava

nelle

ferrovie ma non

so di

zio Ferraro

Mario che attivit

di lavoro

IMP. PESCE - Aveva unagenzia di onoranze funebri. P.M. CUMPONE - Sa qualcosa nella gestione di questa agenzia? IMP. PESCE - So che la svolgeva il figlio e lui e che, niente, che era unagenzia attiva insomma. P.M. CUMPONE - Andava bene da un punto di vista diciamo della gestione economica questagenzia? IMP. PESCE - S, s. P.M. CUMPONE Pesce? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Lha gi detto ieri. Ferraro Mario fa parte della cosca mafiosa

Pubblico Ministero Dott.ssa Cerreti P.M. CERRETI - Signora solo due precisazioni prima di passare ad unaltra posizione, lei poco fa su Bassolamento Marco

ha detto so che era a disposizione di mio zio, ha fatto questa affermazione, volevo chiederle come lo sa. IMP. PESCE - Perch pi volte lho sentito dire anche dillo a Marco di... praticamente si occupava anche degli come fa a dirlo,

avvocati, andava a trovare

anche lAvvocato e prestava

insomma ad accompagnare anche lui la moglie. P.M. CERRETI Quindi lei ha detto lho sentito dire a

Marco, ha detto cos? IMP. PESCE - A Marco va beh lho visto... 31

P.M. CERRETI - No perch proprio non difficolt anche noi qua in

la sento, oggi a sentirla

abbiamo

aula

bene per

questo, scusi se le chiedo di ripetere. IMP. PESCE - Glielho sentito a trovare, cio a mio zio quando lo andavo diglielo a Marco,

magari capitava dice

diglielo a Marco e anche a Marco insomma che cio si attivava insomma, mi ricordo quando sono salita che cera qualche procedimento e lui ha detto che era andato

dallAvvocato, cio si prestava in questo insomma. P.M. CERRETI - Quando suo zio le diceva diglielo a Marco,

diglielo a Marco di cosa si trattava? IMP. PESCE - No, non con mia madre. P.M. CERRETI - Ah lha sentito. IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - E ha sentito essere detto a Marco? IMP. PESCE - No, di cosa nello specifico hanno. P.M. CERRETI - Poi lei per Petull Alberto ha detto non fa di cosa si trattasse, cosa doveva lo diceva a me, ho sentito che ne parlava

parte della cosca mafiosa Pesce, come fa a dirlo? IMP. PESCE - Perch a parte che lui cio quindi lui mai non abitava in Calabria, e non lho

scendeva solo per le feste,

visto in unoccasione in qualche

insomma vicino alla no, lui era

famiglia

Pesce o

evento,

praticamente era

vicino a mio prestato

zio per il discorso di parentela e si quando mio

ad andarlo a trovare

zio stato

arrestato. P.M. CERRETI - Okay, grazie. 32 Senta non so se le stato gi

chiesto, in questo caso chiedo scusa,

conosce lattivit,

se ce n una, di lavoro lecito di Ferraro Mario? PRESIDENTE - S lha detto. P.M. CERRETI - Avevo premesso che non ero sicura. PRESIDENTE - S, s, lha detto. P.M. CERRETI - E allora mi pu ripetere la risposta? Perch

non lho sentita, per questo gliela sto rifacendo. IMP. PESCE - Lagenzia di onoranze funebri. PRESIDENTE - S ha finito poco fa di dirlo. P.M. CERRETI - No mi ero distratta un attimo. PRESIDENTE - S, s, agenzia di onoranze funebri, bene. P.M. CERRETI - lunica agenzia di onoranze funebri che

esiste a Rosarno? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Lei cosa sa del funzionamento dellagenzia onoranze funebri di Ferraro Mario? AVV. MONACO - Ha gi risposto Presidente, da Palmi lAvvocato Monaco, la gestisce il figlio. P.M. CERRETI No, non lha detto, ha detto questo che la di

gestiva il figlio? AVV. MONACO - S, S, attiva operativa che la gestisce il figlio. PRESIDENTE Allora io e il Pubblico Ministero ci siamo

distratte, la gestisce insieme al figlio questo ha detto. P.M. CERRETI - Sa del lavoro, relativa qualcosa circa la modalit di reperimento della difesa, da

prendo spunto dallopposizione agenzie di

alle

onoranze funebri gestite

Ferraro Mario? AVV. MONACO - Presidente da Palmi lAvvocato Monaco, modalit 33

di reperimentoal

di l

del fatto

che sono morti

non

credo che... un po generica come domanda Presidente. PRESIDENTE - La rispondere risposta, domanda e poi poi ci invece ammessa e vediamo se sa i termini se della sa sua come

spiegher insomma,

vedremo

intanto

reperisce i morti, gli incarichi diciamo cos. IMP. PESCE qualche S, so che lui praticamente qualcuno prendere si imponeva in lui

modo, quando

moriva lui a

subentrava

insomma, subentrava funerali. P.M. CERRETI -

insomma questi

Lei dice si

imponeva,

cosa

vuol dire

si

imponeva? IMP. PESCE - Che faceva a lui non veniva negato il fatto che li lui, cio magari gli altri

diciamo

tutti

lavoravano per su questo

campo lui

aveva la meglio in

quanto era insomma appoggiato,

insomma aveva il cognome e nessuno gli

della famiglia Pesce che lo faceva inserire poteva dire di no. P.M. CERRETI - Lei questo come fa a dirlo? IMP. PESCE - Lho sentito dire da mio

marito facendo una nota,

insomma una cosa dice sempre lui, tanto lui ormai fa tutto lui perch era nel senso di prepotenza. P.M. CERRETI - E conosce le condizioni economiche di Ferraro Mario? IMP. PESCE - Stava bene, stava bene economicamente. P.M. CERRETI - Quindi era unazienda florida? AVV. MONACO - Ha gi risposto. PRESIDENTE - Stava bene dice. P.M. CERRETI - La 34 condizione personale una cosa lessere

florido

di

unazienda

unaltra,

non

necessariamente

coincide. PRESIDENTE - La risposta Pubblico Ministero aveva gi risposto quindi si che n io, perch pure io, n lei il

abbiamo registrato

che in effetti

perch dice che lagenzia andava bene

riferita proprio allagenzia, evidentemente

c stato un attimo cos... P.M. CERRETI - Va bene. Pubblico Ministero Dott.ssa Cumpone P.M. CUMPONE - Passiamo a Tiritino Antonino, conosce Tirintino Antonino? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - CHI ? IMP. PESCE - un amico di mio padre. P.M. CUMPONE - Amico, quindi non siete parenti? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - E questamicizia quando la colloca nel tempo? IMP. PESCE Diciamo che loro a erano gi insieme amici ai da ragazzi

insomma, giocavano squadra. P.M. CUMPONE - Sa

pallone

tempi della

che lavoro

fa Tirintino Antonino? Parla

sempre di lavoro lecito. IMP. PESCE - S, il corriere, il corriere. P.M. CUMPONE - Fa Antonino? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - Mi spiega il rapporto fra suo padre e Tirintino Antonino, 35 al di l del discorso amicale avevano parte della cosca mafiosa Pesce Tirintino

cointeressenze economiche? IMP. PESCE - No, no, lui praticamente era solo... cio aveva dato... cio avevano dato il via ad una serie di attivit che loro gi avevano un negozio di articoli sportivi e padre

poi praticamente stata fatta una societ

con mio

e niente solo praticamente gli dava questo nominativo poi per aprire questi negozi lui era che poi anche il quelli lavoro erano suo che

andati

male per

svolgeva pi che

sempre altro

insomma, questo facevano la

unattivit

moglie e la figlia e lui

aveva sempre il

posto fisso, ha fatto sempre insomma il corriere. P.M. CUMPONE - Lei ha detto gli dava questo nominativo, che vuol dire che Tirintino Antonino dava questo nominativo a suo padre, cosa intende dire? IMP. PESCE Che praticamente quando hanno fatto a nome gli questa

societ ricordo che fecero una ditta e insomma lo aiutava, qualche volta

della figlia dava qualche

assegno se gli serviva per non ricordo altro. P.M. CUMPONE Sta dicendo che si prestava a fare

lintestatario fittizio per suo padre? IMP. PESCE - No, no... AVV. MONACO - Presidente c opposizione... PRESIDENTE - Un attimo ammissibile. IMP. PESCE Diciamo che il lavoro veniva... cio era una che sta rispondendo e la domanda

societ con 50 e 50 diciamo di percentuale... PRESIDENTE - Eh ma la societ, non ho capito... IMP. PESCE - S va beh il nome era sempre loro. PRESIDENTE - Mi vuole spiegare 36 questa cosa? Perch non lho

capita ecco. IMP. PESCE - Diciamo il negozio cera, lattivit. PRESIDENTE - Quindi Tirintino aveva un negozio? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - E di che cosa? IMP. PESCE - Di articoli sportivi. PRESIDENTE - Ed era un negozio gestito in societ sta dicendo? IMP. PESCE - S, praticamente mio padre era entrato a far lo so se poi sulla carta o

parte di questo negozio, non

solo economicamente comunque era di entrambi. PRESIDENTE - Era di entrambi. IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - E Tirintino ci lavorava? IMP. PESCE La moglie e la figlia, Tirintino faceva il

corriere. P.M. CUMPONE - Come Tirintino? IMP. PESCE - La Concetta. P.M. CUMPONE - Conosce Garruzzo Maria Carmela? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE quella - Conosce la denominazione di questa ditta, lei ha chiamato societ che di figlia Daniela e la moglie Larocca Maria si chiamano la moglie e la figlia di

che

hanno fatto

insieme, come si chiamava? IMP. PESCE - Se non mi sbaglio World Sport. P.M. CUMPONE - Sa dove fosse fisicamente? IMP. PESCE S era nella via nazionale a Rosarno, in un

locale affittato. P.M. CUMPONE - In che arco temporale siamo se lo ricorda? 37

IMP. PESCE - 2004/2005. P.M. CUMPONE - Presidente mi d qualche secondo per consultare degli atti? PRESIDENTE -P rego. P.M. CUMPONE Ecco Presidente allora procedo ad una

contestazione, interrogatorio del 17 novembre 2011 pagina 37 per le difese, il Pubblico Ministero chiede quindi

conferma lintestazione fittizia... si sta parlando di Tirintino poi se necessario ovviamente esibisco al

tribunale il verbale, s, questo s,

poi di altro...

questo era il ruolo di Tirintino? s, si prestava a fare lintestatario quando ci Pubblico Ministero, risposta fosse bisogno? chiede il s, s, s e faceva

prestare anche la figlia? emerso qualcosa chiarire il di un

s,

quindi oggi diciamo che signora, ci vuole proprio detto

po diverso

suo pensiero?

Perch qui ha parlato fittizia, oggi ha

espressamente di qualcosaltro. IMP. PESCE -

intestazione

Allora intanto premetto saputa in

che io lintestazione

fittizia lho

questo procedimento perch non probabilmente forse ancora che lavoravano lo so se

avevo chiaro questo concetto, non

lo acquisisco per il discorso era

insieme, che il nome

lo davano, poi io non

intestazione fittizia o meno cio so che... PRESIDENTE - Ascolti ma con riferimento solo a questo negozio

World Sport oppure ci sono altre attivit nelle quali suo padre era coinvolto insieme a Tirintino e quindi poi

vediamo se era intestatario... P.M. CUMPONE 38 S perch li aveva detto era a disposizione

per fare questo. PRESIDENTE S per appunto dobbiamo chiarire perch visto

che adesso ci sta dicendo che il concetto di intestazione fittizia lha acquisito col processo diciamo per ha

detto per il World Sport cera detto

una certa situazione e ha il nome, insomma va che lei abbia

erano soci so che metteva da quel verbale

bene per

sembrerebbe

confermato che anche in altre si sarebbe prestato a dare

occasioni questo Tirintino il nome a suo padre per

qualche altra

attivit per ci

deve spiegare

a questo

punto se cos e quali sono queste altre attivit. IMP. PESCE - Allora ricordo che cera anche un in campo che si doveva aprire a nome che doveva che le essere fatto con il prestito altro negozio figlia

della

giovani, quello fare insomma

banche danno ai giovani che volevano poi stato fatto

unattivit, non so se perch poi ripeto

effettivamente

le cose non

sono andate bene e questi sono andati a

negozi alla fine non hanno fruttato insomma, non

bene. Ricordo che lui lo aiutava con gli assegni, che volte gli girava degli assegni per aiutarlo nel per da quello che io so non guadagnarne solo di comune accordo profitto che si che lui lui cio

supermercato per

lo faceva

era

una questione lo so se era padre in quel

faceva e poi non

intestazione fittizia, so che per cera mio negozio eche

praticamente eravamo noi come al supermercato

insomma, cera il supermercato, il nome era un altro per lavoravamo noi, poi se quella intestazione fittizia

s, confermo che... PRESIDENTE - No lavorate voi per ecco mi deve spiegare 39 mentre

nel supermercato lavoravate vostro

voi

e il

supermercato era

questo negozio World Sport era anche di Tirintino

o in effetti Tirintino cera per era vostro? IMP. PESCE - No, no, perch il negozio allinizio Tirintino, cio ce laveva gi lui era solo di

attivato questo mio padre

negozio, in un secondo perch non che

momento subentrato stato fondato da mio

padre e

Tirintino, Tirintino

ce laveva gi da prima e poi mio

padre entrato in seguito cio per questo. PRESIDENTE - Va valuteremo. P.M. CUMPONE - Lei sa qual stata la quota di capitale che bene raccogliamo questa risposta e poi la

suo padre ha investito in questo negozio? IMP. PESCE - No, non 50%. P.M. CUMPONE - E non sa quanto avesse messo, quanto avessero lo sono, so che era socio al pari, al

messo rispettivamente? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Siccome lei ha detto che intervenuto dopo. IMP. PESCE - Eh ma non lo so con quale percentuale. P.M. CUMPONE - Ma lei sa se suo padre rivestiva una qualifica

formale allinterno di questa ditta? IMP. PESCE - Il nominativo era sempre uguale, praticamente lui era subentrato insomma quando questo, per sulla carta no si facevano gli acquisti, quindi

perch era protestato

sulla carta no quindi non che poteva entrare come... PRESIDENTE - Quindi sulla carta era rimasto diciamo il negozio comera. IMP. PESCE - S per fra di loro cera un accordo... 40

PRESIDENTE

Cera un

accordo per

cui

si

spartivano

guadagni. IMP. PESCE Si spartivano il guadagno e in pi le spese

venivano affrontati insieme. P.M. CUMPONE - Signora che lei sappia la World Sport di cui

stiamo parlando ha avuto altri gestori? IMP. PESCE - Ha avuto? P.M. CUMPONE - Altri gestori oltre suo padre. AVV. LONGO - Presidente opposizione da Palmi, Avvocato Longo, un attimo prima che risponda mi pare che ha gi risposto la collaboratrice dicendo che subentrato suo padre nel 2004/2005, queste erano le conoscenze, non ha fatto

riferimento ad altri rapporti pregressi. P.M. CUMPONE - Parliamo del periodo successivo allora, dopo il 2004/2005. PRESIDENTE - Allora intanto facciamo una domanda in questo

negozio suo padre fino a quando rimasto? IMP. PESCE - Ma diciamo che poi questo negozio stato per un 7/8 mesi cos sembra che era. PRESIDENTE - Ed stato chiuso? IMP. PESCE - Poi stato chiuso, s, alla fine, quindi non subentrato nessuno. PRESIDENTE - Quindi non subentrato nessuno dice lei. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE Ma quindi signora stato chiuso con la e poi stato aperto

chiuso da 2005 mi

gestione Tirintino e Pesce Salvatore? IMP. PESCE - S. 41

P.M. CUMPONE -

Senta lei

ha mai

sentito

parlare di Larocca

Maria Concetta? IMP. PESCE - S la moglie di Tirintino. PRESIDENTE - Ha detto pure che gestivano questo negozio la

figlia e la moglie. IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Perch lui faceva il corriere ha detto, vero? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE Signora abbiamo parlato di Tassi Ettore con

riferimento allattivit commerciale quella nel vibonese, Mileto, lei conosce un negozio che si chiama Glamour di Joy? IMP. PESCE - Il nome non mi dice niente, so che avevano due

negozi uno che era una pellicceria e uno che... P.M. CUMPONE - Ed quella di cui abbiamo parlato fino adesso in dibattimento. IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE Ci sono ulteriori attivit diciamo di cui si

occupava Tassi Ettore? IMP. PESCE Sempre un altro negozio di abbigliamento mi

sembra su Vibo che una volta vestito per volta, s. P.M. CUMPONE nominativo? E in

insomma mi recai l per un una

matrimonio e ricordo di esserci andato

questo negozio lei

non

ricorda

il

IMP. PESCE - No, il nominativo no, non me lo ricordo. P.M. CUMPONE - La denominazione intendo. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Lei non 42 sa se in questo negozio a cui sta

facendo riferimento,

che

non

insomma

la

pellicceria un

Giovanna, quella di cui altro. IMP. PESCE - un altro.

aveva parlato,

giusto?

P.M. CUMPONE - Lei sa se suo padre avesse delle economiche in questo negozio? IMP. PESCE - No, non lo so. AVV. ALVARO

interessenze

- Presidente scusi, Avvocato Alvaro,

su queste

circostanze erano state

erano state fatte queste stesse domande ed date le si stesse pu risposte arrivare questo lo anche alla faccio terza

osservare

perch

curiosit volendo. P.M. CUMPONE - Ma fino adesso abbiamo parlato soltanto, io ho memoria che abbiamo parlato della pellicceria Giovanna. PRESIDENTE - Io vorrei capire guardando il capo dimputazione a quale negozio perch mi pare solo ad un negozio fatto

a che cosa ci riferiamo, che solo di un

negozio,

riferimento il capo dimputazione. AVV. ALVARO - Esatto. PRESIDENTE - E quindi con riferimento scandagliato mi pare. P.M. CUMPONE Altro soggetto, Filardo Giuseppe, lei di a quello avevamo gi

Filardo Giuseppe ci ha gi parlato della gestione della radio Olimpia, ci ha detto

radio, della anche se non

sbaglio nelle precedenti udienze che coltivava un terreno di kiwi nellinteresse di suo zio Vincenzo. IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Senta lei sa di ulteriori attivit criminali

svolte da Filardo Giuseppe? 43

IMP. PESCE - S so che anche lui marito e mio fratello

era un

referente quando mio la droga

dovevano acquistare

parlavano anche di lui a volte. P.M. CUMPONE Di Filardo Giuseppe inserito anche nel

traffico di sostanze stupefacenti? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE I rapporti diciamo di lavoro in materia di

sostanze stupefacenti sono soltanto con le persone che ha appena menzionato o ci sono anche dei rapporti con altri

componenti della famiglia mafiosa Pesce? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - Senta rapporto Filardo Giuseppe Pesce Vincenzo, ovviamente non faccio pi riferimento alla coltivazione quel terreno Filardo di kiwi, lei sa di ausili di aiuti in altro prestati a di da

Giuseppe,

ambito

Pesce

Vincenzo? IMP. PESCE - S so che negli anni che mio zio faceva latitanza Filardo Giuseppe lo aiutava negli spostamenti. P.M. CUMPONE - Lei come fa a saperlo questo? IMP. PESCE - Me laveva detto mio marito in unoccasione. P.M. CUMPONE - Le risulta effettivamente che suo zio Pesce

Vincenzo sia stato mai latitante? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - In che periodo lo sa collocare? IMP. PESCE Forse 95/96, linizio, cio in quel periodo l per un bel po di anni, forse

per stato latitante cinque. P.M. CUMPONE - Filardo

Giuseppe quindi insomma per quanto le

risulta fa parte della cosca mafiosa Pesce? 44

IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Mi dice la come fa a dirlo? IMP. PESCE - Perch era a disposizione di mio di mio padre. P.M. CUMPONE Filardo Giuseppe aveva rapporti con Pesce zio Vincenzo e fonte della sua conoscenza, cio

Francesco classe 78? IMP. PESCE - No, non li ho mai visti insieme. P.M. CUMPONE - Senta Palaia Mario, lavevamo gi definito il

rapporto di parentela con suo marito Palaia Rocco. IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - S, avevamo gi detto. P.M. CUMPONE - Lei sa se Palaia Mario avesse dei soprannomi? IMP. PESCE - Marie lo chiamavano. P.M. CUMPONE - Palaia Mario un Pesce? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Che ruolo ha e lei come fa a saperlo? IMP. PESCE - Era a disposizione di mio classe 78, era a disposizione e cugino Pesce Francesco vicino anche a mio membro della cosca mafiosa

fratello e a mio marito. P.M. CUMPONE - Sa se coniugata questa persona? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Con chi? IMP. PESCE - Con Spataro Rossana. P.M. CUMPONE Quindi c un rapporto di parentela con

Francesco Pesce classe 78? IMP. PESCE - S sono figli di due sorelle. P.M. CUMPONE - Suo 45 cugino Pesce Vincenzo classe 86, vediamo

lei cosa sa dire

su Pesce Vincenzo, un

componente della

cosca mafiosa Pesce? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Ha dei soprannomi? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE Lei come fa a dire che si tratti di un

componente della famiglia mafiosa? IMP. PESCE - Perch anche lui come insomma faceva le stesse mio fratello loro e mio marito il

attivit

insomma,

traffico della droga. P.M. CUMPONE - Sa di altre attivit criminali commesse da

Pesce Vincenzo classe 86? IMP. PESCE - S so che anche lui faceva delle rapine. P.M. CUMPONE - Lei sa, a conoscenza di una rapina camion che trasportava uova a Rosarno? IMP. PESCE - Ne ho sentito parlare per non... P.M. CUMPONE Ovviamente al di l della lettura ad un

dellordinanza. IMP. PESCE - No, che era nelle mie conoscenze prima no. P.M. CUMPONE - Ma ne aveva sentito aveva sentito parlare in paese? IMP. PESCE - No, no, dopo ne ho sentito nelle mie conoscenze. PRESIDENTE - Sta chiarendo che ha sentito parlare dopo, dopo parlare prima non era parlare in famiglia o ne

larresto quindi dopo lordinanza di custodia cautelare e dunque nellambito del processo. P.M. CUMPONE - Pesce Vincenzo classe 86 aveva dei camion della Sisa? AVVOCATO - Presidente scusi c opposizione, aveva dei camion 46

della

Sisa

presuppone,

se

aveva per la

dei

camion

poi in

eventualmente se lavoravano questi termini.

Sisa credo, solo

P.M. CUMPONE - una domanda molto specifica invece, chiedo una circostanza di fatto. PRESIDENTE No, no, poniamola nei termini in cui ha detto

lAvvocato che meglio. P.M. CUMPONE - Va bene. IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - Ascolti Pesce Vincenzo classe 86 aveva rapporti

con Pesce Francesco classe 78? IMP. PESCE - Simili a quelli di mio fratello. P.M. CUMPONE classe 78? IMP. PESCE - Si scontrava anche lui con Pesce Vincenzo. PRESIDENTE - Proprio perch lo sta dicendo lei quando lei dice simili a quelli di mio fratello vuole dire che cera Prendeva delle direttive da Pesce Francesco

questa sorta di contrasto, di attrito tra di loro? IMP. PESCE - S, s. P.M. CUMPONE - No ma io in realt non meno parlo se andassero o

daccordo, voglio capire se ci sono state attivit

criminali svolte su indicazione di Pesce Francesco classe 78 se le risulta. PRESIDENTE - Se lo sa dire. IMP. PESCE - No, di preciso no, non lamentavano, insomma lui e mi risulta, so che per si mio fratello bisogno quando di noi si ci

lamentavano dicevano

che quando ha

chiama e noi come gli stupidi insomma andiamo. P.M. CUMPONE - E quindi cosa vuol dire, che cosa aveva bisogno 47

Pesce Francesco classe 78? IMP. PESCE - Quando gli serviva per risolvere... P.M. CUMPONE - E lei servito di sa qualcosa in particolare in cui si Vincenzo? Stiamo parlando di Pesce

Pesce

Vincenzo classe 86. IMP. PESCE - No, di preciso no, so che anche questa frase la sentii una volta da mio zio Pesce Vincenzo che le diceva chiamano non vi

che aveva imposto ai azzardate

figli quando vi

ad andare perch se no

vi spezzo le gambe nel

senso che lui la famiglia la ricordava solo quando aveva bisogno di forza per fare qualche azione e allora si

ricordava di avere una famiglia. P.M. CUMPONE - Stiamo parlando di azioni criminali? IMP. PESCE - S, s. P.M. CUMPONE - Azioni criminali. IMP. PESCE - S per nello specifico non so. P.M. CUMPONE - E questa cosa diciamo lei lha sentita e da suo zio Pesce Vincenzo e poi? IMP. PESCE - E anche da mio cugino, da mio fratello, insomma era una cosa che si sentiva spesso. P.M. CUMPONE - Senta sa di attivit di lavoro lecita svolta da Pesce Vincenzo classe 86? IMP. PESCE Ricordo che ultimamente aveva aperto un locale

centro scommesse a San Ferdinando. P.M. CUMPONE - Ultimamente quando, lo colloca nel tempo? IMP. PESCE - Tra il 2009 ed il 2010. P.M. CUMPONE - Ma era intestato questo 48 locale di cui sta a Pesce Vincenzo classe 86 parlando, questo centro

s commesse? IMP. PESCE - No non lo so perch non ci sono mai andata. P.M. CUMPONE Sa se Pesce Francesco classe 78 avesse

interessenze economiche in questattivit? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - Lei prima ha detto che Pesce Vincenzo era nel

giro della droga con suo fratello e suo marito ma quali erano i canali diciamo di rifornimento di Pesce Vincenzo? Se lo sa e come fa a saperlo. IMP. PESCE - Ricordo una sera che era venuto a casa e lho sentito parlare con mio marito in cucina, parlava anche

lui di San a trovarlo.

Luca e di persone insomma che dovevano venire

P.M. CUMPONE - Ma si faceva menzione a quale tipo con queste persone di San Luca? IMP. PESCE -

di rapporto

Era sempre quel periodo che anche mio

marito

aveva a che fare con queste persone. P.M. CUMPONE - Ma lei classe 86? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE stupefacente? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI- Signora solo centro scommesse a San un chiarimento in relazione al cui ci ha parlato le chiedo Lha mai visto in possesso di sostanza lo ha mai visto spacciare Pesce Vincenzo

Ferdinando di

perch ha detto non so se intestato a lui, come fa a dire che fosse a lui riconducibile?

IMP. PESCE - Me lha detto lui stesso al telefono insomma, io ci parlavo sempre con lui e parlavamo di queste schedine 49

che

io

giocavo

ed

io

una

volta

mi

aveva

invitato

dicendomi adesso cugina devi venire da me perch adesso le schedine le devi giocare da me. P.M. CERRETI - Okay. P.M. CUMPONE Senta Pesce Francesco classe 87 con suo

cugino, ci dice di chi figlio? IMP. PESCE - Di Pesce Vincenzo. P.M. CUMPONE - Pesce Francesco classe 87 un componente della famiglia mafiosa Pesce? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Come fa a dirlo? IMP. PESCE Segue le direttive del padre nellambito degli

interessi del padre insomma. P.M. CUMPONE - Quindi gli interessi estorsivi di cui abbiamo parlato? IMP. PESCE - Estorsivi, s, e trasporti. P.M. CUMPONE - Lei come fa a dirlo che segue le direttive del

padre in questo settore? IMP. PESCE - Perch ricordo che quando mio carcere se lera bene i soldi acquistato zio uscito dal aver gestito avendo le lui

presa con i figli per non

e averne fatto un

uso inappropriato

automobili e cose varie e lui

su questo

aveva riprese,

poi quando uscito lui molte volte

tendeva a dire adesso che sono uscito io gli ho

stretto

diciamo la cinghia perch adesso vanno male perch ci sto io a gestire le cose mie, poi ricordo che in e lui

un frangente lui stato arrestato riprendeva 50 pi volte perch

e poi uscito che

diceva

loro dovevano in un modo che

gestire le cose come

dice lui e gestirle

alla luce del sole debbano sembrare lecite. P.M. CUMPONE - Ascolti Lei prima ha detto che questa cosa lha sentita per bocca di suo zio Pesce Vincenzo. IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Ma era presente o le stata riferita? IMP. PESCE - No, no, ero presente. P.M. CUMPONE - Ascolti lei sa se Pesce Francesco classe 87

prendesse direttive da Pesce Francesco classe 78? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE Sa se Pesce Francesco classe 87 avesse

unattivit lecita? IMP. PESCE - Non aveva un edificio commerciale, no. P.M. CUMPONE - Oltre al settore di cui lei interessi comuni di padre e ha parlato cio gli quindi Pesce sa di

figlio,

Francesco che agisce nellinteresse

del padre, lei

ulteriori attivit criminali compiute da suo cugino? IMP. PESCE - No, no, non lo sono. P.M. CUMPONE fratello? IMP. PESCE - Con mio marito no, con mio fratello s. P.M. CUMPONE - Stiamo parlando di rapporti.. PRESIDENTE - Che rapporti erano, ecco, serano rapporti di Aveva rapporti con suo marito e con suo

natura illecita. IMP. PESCE - Di natura illecita no. Pubblico Ministero Dott.ssa Cerriti P.M. CERRETI seguente Signora un che mi attimo fa lei sono segnata ha profferito la Le cose devono

frase

sembrare lecite, chi lha detta questa frase? 51

IMP. PESCE - Mio zio Vincenzo. P.M. CERRETI - Me lo spiega meglio il contesto? lho capito. IMP. PESCE Perch una sera quando stavo per dire legge ci sempre l che ormai sta sulle e di Perch non

dalla nonna lui fece un non si pu pi fare

discorso come che la

niente,

spalle, io

cercher di tenere fuori glielho detto

i miei figli

fare le cose...

a sti ragazzi no

che devono ed fare

fare la cosa alla luce del sole perch se usciranno sempre dal carcere

entreranno devono

quindi

investimenti giusti, questo. P.M. CERRETI - Va bene.

Pubblico Ministero Dott.ssa Cumpone P.M. CUMPONE - Giovinazzo Francesco signora lo conosce? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Chi ? IMP. PESCE - Era il fidanzato di mia cugina Pesce Carmela. P.M. CUMPONE - Non ho capito, con quale sua cugina? IMP. PESCE - Con Pesce Carmela, la figlia di mio zio Giuseppe. P.M. CUMPONE - Senta questa persona ancora viva? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Faceva parte della cosca mafiosa Pesce? IMP. PESCE - So che era vicino a mio poi subentrato fratello anche lui e che mia

questo legame insomma con questa

cugina e lo vedevo sempre con mio zio. P.M. CUMPONE - Suo zio il padre di sua cugina? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Pesce Giuseppe. Ascolti lei come fa a dire che 52

fosse un appartenente della cosca mafiosa Pesce? AVV. CACCIOLA - Presidente Avvocato Cacciola, c opposizione, non ha detto che era un appartenente, detto che era

vicino. PRESIDENTE perfetto. P.M. CUMPONE - Per io la domanda ricordo di averla fatta. AVV. CACCIOLA ancora... PRESIDENTE - Lei ha risposto cos quindi che non era per cui Non dobbiamo dare per scontato fatto che No, non lha detto, ha detto che era vicino,

non possiamo poi metterle in bocca cose che non ha detto. AVV. CACCIOLA - Che era vicino a mio fratello. PRESIDENTE - S labbiamo detto Avvocato Cacciola. P.M. CUMPONE - Come fa a dirlo signora? IMP. PESCE - Che mio era vicino? Perch lo vedevo che frequentava dalla nonna insomma

fratello e lo vedevo pi volte

col mio zio. P.M. CUMPONE - Ma sa di attivit criminali di questa persona? IMP. PESCE - Ricordo che anche lui droga perch una volta parlare quel con mio aveva a che fare con la e and a sempre a qualche ebbe una

venne anche a casa mia

marito nel salone ed legato mio marito insomma faceva che

periodo

che

attivit

in questo settore

e poi ricordo

volta un attentato, stato sparato sto ragazzo e si era detto insomma che era stato fatto sul fatto che non pagato qualcosa, insomma queste cose qua.
()

aveva

P.M. CUMPONE - Signora chi sono i figli di suo zio Giuseppe Pecora? 53

() IMP. PESCE - Pesce Francesco, Pesce Antonino e Pesce Carmela.

P.M. CUMPONE - Ascolti con riferimento ai suoi cugini maschi lei sa se Pesce Francesco classe 79 sia un componente

della cosca mafiosa Pesce? IMP. PESCE S, anche lui fa parte della cosca, a

disposizione del padre quando era vivo. P.M. CUMPONE - A disposizione in quale attivit criminale? IMP. PESCE - Ricordo che anche lui con i trasporti aveva a che fare qualcosa

per nello specifico non

so di che tipo

di settore insomma. P.M. CUMPONE Ma Pesce Francesco classe 79 aveva

disponibilit di camion? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - E invece per quanto riguarda la posizione del padre lei sa se Pesce Giuseppe avesse disponibilit di camion della Sisa? IMP. PESCE - Ricordo da quella volta insomma sempre tornando al camion di mio fratello che mio i soldi zio incontrava questa fratello, questo anche lui con

persona che doveva dare

a mio

Armeli, e che cio aveva qualche interesse Armeli.

P.M. CUMPONE - Quindi quando parla che il figlio

curava gli

interessi del padre fa riferimento a questo settore? IMP. PESCE - S, a questa gestione di trasporti, s. P.M. CUMPONE Senta invece per quanto riguarda ulteriori

attivit diciamo criminali di Pesce Francesco classe 79? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Pesce Francesco classe 79 eseguiva direttive da 54

parte di Francesco Pesce classe 78? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE Cerano dei rapporti tra suo cugino Pesce

Francesco classe 79 e suo fratello e se s di che tipo? IMP. PESCE - S ma solo a livello affettivo ma non cera una

frequentazione su quello che riguarda lattivit mafiosa. P.M. CUMPONE - Ascolti dAgostino Francesco lo conosce? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Come fa a conoscerlo? IMP. PESCE - un amico di mio fratello. P.M. CUMPONE - Ma lo conosce di vista conoscenza personale nel senso o era anche una sua ci parla, gli ha

che

parlato, aveva lei un rapporto diretto con lui? IMP. PESCE - S, s, cho parlato alcune volte. P.M. CUMPONE - Lei sa se questa persona avesse dei soprannomi? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - E quali? IMP. PESCE-Beccaccia. P.M. CUMPONE - Come fa a dire che avesse questo soprannome? IMP. PESCE casa si Perch quando veniva a trovare mio presentava lui stesso come fratello a

sono beccaccia,

Ciccio c?. P.M. CUMPONE - Quindi si autoqualificava con questo nomignolo? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE DAgostino Francesco fa parte della cosca

mafiosa Pesce? IMP. PESCE S, ma nella disponibilit insomma di mio

fratello anche lui 55

nel settore

della droga perch li ho

visti molte volte appartarsi anche con lui nel garage. P.M. CUMPONE - Quindi uno garage? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Senta ma al di l di averlo visto parlare con suo fratello lei ha mai sentito il tenore dei dialoghi di quei ragazzi che frequentava il

intercorrenti tra di loro? IMP. PESCE - No, mai assistito. P.M. CUMPONE - E allora come ci fa a dire che diciamo era uno

dei soggetti che trafficano in droga con Pesce Francesco? IMP. PESCE - Perch si recava gi nel garage, perch lo vedevo attivo con mio fratello nel periodo in poi... diciamo che mio fratello in quei periodi l dopo quellattivit

solitamente veniva sempre arrestato quindi lo collego per questo. P.M. CUMPONE - DAgostino Francesco aveva rapporti marito Palaia Rocco? IMP. PESCE - S, s. P.M. CUMPONE - Che tipo di rapporti? IMP. PESCE - Una lui frequentazione, cio quando capitava non anche con suo

l che era nel garage, a casa mia

mai venuto,

casa di mio marito per alcune volte li ho visti insieme, s. P.M. CUMPONE - Ma avevano interessenze in materia di droga? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE Lei ha mai sentito utilizzare da dAgostino

Francesco termini afferenti a sostanza stupefacente? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Chiedo un 56 attimo di tempo Presidente per poter

chiedere un chiarimento alla signora Pesce. PRESIDENTE - Prego, prego. P.M. CUMPONE - Signora dAgostino Francesco eseguiva direttive da parte di Pesce Francesco classe 78? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - Al di l di suo fratello e di suo marito con

chi altri aveva rapporti?

Faccio riferimento ovviamente

se ci sono a ulteriori membri della famiglia Pesce. IMP. PESCE - Non ho capito scusi. P.M. CUMPONE - Con ovviamente dico Pesce. PRESIDENTE - Se dAgostino Francesco aveva rapporti con altri chi altri aveva rapporti, ai membri se ne aveva, della famiglia

riferiamoci

membri a parte suo fratello e a parte qualche volta lha visto.

suo marito con cui

IMP. PESCE - No, no, con altri membri mi sembra di no. P.M. CUMPONE - Rapporti famiglia Bellocco? IMP. PESCE - S, ricordo un particolare di un episodio che era DAgostino Francesco con membri della

accaduto, praticamente io ero presso il posto di lavoro dove lavoravo, dove mi recavo a lavorare e so che un ad un

giorno lui, il giorno prima insomma, era scappato posto di blocco di polizia e

che praticamente nella latitante, il figlio di insomma

macchina stava trasportando un

Carmelo Bellocco e che praticamente nel correre,

nellinseguimento, la macchina si era capovolta e insomma il latitante era riuscito a scappare ma lui mi sembra che in quelloccasione era stato arrestato. P.M. 57 CUMPONE E ricorda quando si verificato questo

episodio? IMP. PESCE - Nel 2009 se non sbaglio. P.M. CUMPONE - E lei come fa a sapere che allinterno di

questa autovettura ci fosse un latitante? IMP. PESCE - Me lhanno raccontato Gianluca. PRESIDENTE - Ha detto che si ricorda che quel giorno era i miei cognati Benito e

andata a lavorare, dove signora? IMP. PESCE - Allazienda agricola. PRESIDENTE - Allazienda agricola di suo suocero, okay. P.M. CUMPONE Lei ha mai visto nella disponibilit di

dAgostino Francesco somme di denaro? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Ha mai sentito parlare dAgostino Francesco con suo fratello di somme di denaro? IMP. PESCE - No, nello specifico no, avevano qualcosa per non so di cosa parlavano, non assistevo ai loro discorsi. P.M. CUMPONE - Se me lo pu spiegare meglio questo, parlavano di qualche cosa, cio di qualcosa e lei comprendere che si parlasse di... IMP. PESCE - Si appartavano a parlare nel garage oppure... AVV. CONTESTABILE Contestabile, c Presidente da Palmi opposizione nella sono lAvvocato cui la come faceva a

misura in

domanda ridondante perch limputata

ha gi risposto

abbondantemente a questa domanda e dunque in ogni caso una domanda che francamente termini non a mio avviso viene posta in

esatti nella misura in cui limputata ha gi

riferito pi volte che non era a conoscenza del contenuto 58

dei dialoghi tra il fratello e dAgostino Francesco. PRESIDENTE - S, s, lopposizione accolta. P.M. CUMPONE - Ha mai stupefacente? PRESIDENTE - Da parte di chi? P.M. CUMPONE - Da parte di dAgostino Francesco. AVV. CONTESTABILE - C opposizione Presidente da Palmi, sempre lAvvocato contestabile, test espresse. PRESIDENTE - No ma questa posta in maniera differente perch stato chiesto allimputata se lei ha mai sentito non sono sentito parlare di prezzi di sostanza

per le medesime ragioni

quello che si

dicevano suo fratello e dAgostino quindi

in questi termini la domanda pu essere ammessa. IMP. PESCE - Diciamo che molte volte fratello o mio capitava che sentivo mio

marito che parlavano di prezzi

e facevano

i nomi, cio questo anche un particolare che magari da l sapevo che quella persona vendeva la droga perch

molte volte dicevano Peppe ce lha a 50, cio alcune volte s,

a 40, quello ce lha lho sentita questa

affermazione nei confronti di dAgostino. P.M. CUMPONE - Perfetto, grazie. Fortugno Andrea rapporto di parentela se c. IMP. PESCE - Sono fratelli. P.M. CUMPONE - Andrea Fortugno fa parte della Pesce? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - Ha dei soprannomi? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Fa 59 parte della cosca mafiosa Pesce con quale cosca mafiosa Domenico e Fortugno

ruolo? IMP. PESCE - Nella disposizione di mio fratello. P.M. CUMPONE - E lei come di suo fratello IMP. PESCE - Perch praticamente vivevano quasi sempre uno fa a dire che nelle disposizioni

insieme, in simbiosi, erano... andava qualche laltro e molte volte o frase tra

insomma dove andava ho assistito di loro

insomma a che

discorso

insomma

parlavano della loro attivit. P.M. CUMPONE - Attivit criminali? IMP. PESCE - Eh s. P.M. CUMPONE - Quelli tipo di attivit criminali? IMP. PESCE - Sempre questo genere di attivit di traffico di

droga vai qua, vai l, cio queste frasi che da queste frasi che sentivo... P.M. CUMPONE - Quindi lei era presente, le ha sentite, le ha sostanza stupefacente

percepite delle frasi attinenti a

anche con riferimento alla figura di Andrea Fortugno? IMP. PESCE - S, s, capitato. P.M. CUMPONE - Senta Andrea Fortugno al di l del rapporto di amicizia con Pesce Francesco anche entrato modo in qualche

nella famiglia Pesce, cio ha rapporti di affinit

con qualcuno dei componenti della famiglia Pesce? IMP. PESCE - S, si fidanzato con la figlia di mio zio Pesce Rocco. P.M. CUMPONE - In che periodo siamo e chi questa ragazza? IMP. PESCE - La ragazza Pesce Maria Carmela per il periodo

penso tra il 2007 ed il 2008. P.M. CUMPONE - Ascolti Fortugno Andrea frequentava il garage? 60

IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA Presidente c opposizione, ha gi risposto

ieri su questi argomenti e su queste tematiche in maniera compiuta, laltro ieri che non lo anzi, che frequentava a traffico il garage, di sostanze

sapeva interessato

stupefacenti, specificamente ha risposto. PRESIDENTE - Aveva gi detto, s. P.M. CUMPONE - Lei sa chi sono i fornitori di Fortugno Andrea? AVV. NOVELLA - Opposizione, se esclude la sua partecipazione al traffico di sostanze stupefacenti. PRESIDENTE - No non che la esclude, no, non ha detto in questi termini Avvocato,forse, forse, nei confronti di Andrea Fortugno ha detto forse anche Andrea Fortugno. P.M. CUMPONE - Per chiedo scusa perch oggi lo sta dicendo, lha dato in termini di certezza alla Fortugno col fratello Andrea al traffico partecipazione di

di sostanze stupefacenti con quello

per cui se c una contraddizione

che stato detto in precedenza forse meglio chiarirlo. PRESIDENTE Pubblico Ministero ha ragione, no, no, ho

sbagliato io, ho era con

letto male il mio col fratello,

appuntino, che forse nel tentativo di

Francesco,

sequestro di Ilaria La Torre, okay, scusatemi. P.M. CUMPONE - Signora lei chi Fortugno Andrea? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CUMPONE - Lei sa se Fortugno Andrea ricevesse direttive da Pesce Francesco classe 78? IMP. PESCE - No, da Pesce Francesco 78 no, da mio fratello. P.M. CUMPONE 61 Quindi c un ruolo subordinato di Fortugno sa dove acquistasse la droga e da

Andrea rispetto a suo fratello? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE Perch ha detto prendeva disposizioni da mio

fratello e allora se mi spiega questa affermazione. PRESIDENTE - Dicendo prendeva disposizioni allora che suo fratello dava... P.M. CUMPONE - Era sotto Andrea. IMP. PESCE No era sotto Andrea, Andrea era sotto mio si capisce

fratello. PRESIDENTE - E quindi adesso il Pubblico Ministero dice quindi era sotto ordinato, stava sotto Francesco, questo? IMP. PESCE - S, Andrea stava sotto Francesco. P.M. CUMPONE Lei sa di disposizioni di armi da parte di

Andrea Fortugno? IMP. PESCE - Lui comunque sempre con mio gli era, come ho quindi ripetuto avevano prima, era lo stesso sempre al

fratello stessi

interesse,

movimenti, ho mai

insomma erano

insieme quindi no, non

visto

unarma in mano

loro per cio era sempre presente, a volte si delle di... P.M. CUMPONE Ma in materia di disponibilit di battute

facevano

a cui ho assistito cio si parlava, s,

armi

si

facevano battute? IMP. PESCE - S, s, per non ho mai visto niente. P.M. CUMPONE - Cio non parlavano di armi? IMP. PESCE - S, s, bella 62 di acquistarle che bella qua questa, insomma, che ha mai visto larma ma sentiva che

quella, lucida, queste cose

discorsi fra di loro.

P.M.

CUMPONE

Ha

capito

anche di

che

tipologia di

armi

stessero parlando? IMP. PESCE - No, no, il tipo no. P.M. CUMPONE - Senta invece rapporti Fortugno Andrea, Leotta

Domenico e Di Marte Francesco, se ne conosce. IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Fortugno Domenico, cha dei soprannomi Fortugno Domenico? IMP. PESCE - No, che io sappia no. P.M. CUMPONE - Quando insomma dovevate indicare la sua persona come vi rivolgevate, come lo chiamavate tra voi? IMP. PESCE - Va beh in dialetto micu, micuzzeru, cos. P.M. CUMPONE - Fortugno mafiosa Pesce? IMP. PESCE - E diciamo che prima di vicino a mio fratello e poi per... P.M. CUMPONE - Quando lei parla di vicinanza parla sempre di vicinanza in affari in attivit criminali? IMP. PESCE - S, nellattivit che svolgeva mio fratello. PRESIDENTE - Vediamo quello che stava spiegando, prima di Andrea anche lui era Domenico con appartenente alla cosca

Andrea che significa? IMP. PESCE anche un Perch praticamente prima mio rapporto con il fratello fratello aveva

per poi stato fisso

diciamo con Andrea perch pu si allontanato.

il fratello si sposato e

P.M. CUMPONE - Ecco vediamo un attimino, con chi si sposato Fortugno Domenico? IMP. PESCE - Con Spataro Mariagrazia. 63

P.M.

CUMPONE -

Spataro

Mariagrazia ha

dei

rapporti

di

parentela con qualche componente della famiglia Pesce? IMP. PESCE - Era la cugina di Pesce Francesco 78. P.M. CUMPONE - Collochiamo un di interessi comuni, e suo attimo nel tempo questo rapporto poi vediamo di che tipo, tra

Fortugno Domenico e

fratello,

in che anni colloca

appunto questo rapporto tra i due? IMP. PESCE - Tra il 2005 e il 2006, cos. P.M. CUMPONE - Tra il 2005 ed il 2006. Ecco mi dice in quale attivit, da quali attivit erano accomunati? IMP. PESCE - Di Andrea lui preciso non lo so perch a differenza di tanto casa veniva un nostra, a cio si

non frequentava pi

diciamo Andrea era doveva

familiare, lui era mio

casa,

mangiare con noi,

po pi...

cio lo

lui aveva solo il rapporto cercava, per non ad un mio

con

fratello,

veniva,

si mai fermato, non di loro per

ho mai

assistito

discorso tra

diciamo che conoscendo

fratello

in quel periodo lo vedevo perch era nelle

sue... dopo

insomma lo veniva a prendere, uscivano, tornavano a casa, andavano gi nel garage, da questi

movimenti... P.M. CUMPONE sulla Quindi soltanto diciamo una sua deduzione o ha sentito attinenza e carpito a materia

base di movimenti fatti diciamo che

dialoghi illecita?

avessero

IMP. PESCE - No, solo da questo. P.M. CUMPONE Senta Fortugno Domenico lei sa se prendesse nel periodo della frequentazione da Pesce

delle direttive

Francesco classe 84? 64

PRESIDENTE - 84? P.M. CUMPONE - S da suo fratello. IMP. PESCE - S era sotto La sua disposizione, anche se doveva accompagnarci con lui a si prestava trovare mio

padre, insomma nella disponibilit, a disposizione di mio fratello. P.M. CUMPONE - Ma lei Fortugno sa di attivit criminale commessada

Domenico durante

il periodo di

frequentazione

con Pesce Francesco classe 84? IMP. PESCE - No, non lo sono. P.M. CUMPONE - Senta poi dice ad un certo punto il rapporto

cambia nel senso che mio fratello comincia a frequentare un po di pi Andrea, ma qual ... PRESIDENTE Mi pare che abbia detto si che comincia a

frequentare

Andrea perch poi lui

sposa e quindi non

lo frequenta pi. IMP. PESCE Diciamo che rimangono amici anche fino per poi mio insomma

allarresto

fratello va beh era in carcere

quindi cera lamicizia lo stesso per non che... P.M. CUMPONE - E lei ricorda di ausili economici di Fortugno Domenico nei confronti di suo fratello? IMP. PESCE - S, ricordo che sempre nel 2010, quando andavo a trovare mio fratello io a Palermo... P.M. CUMPONE - Quindi gi si era allentataquestamicizia? Perch lei ha detto che si sposato intorno al 2007/2008 Fortugno Domenico, quindi nel 2010 cosa accade? IMP. PESCE - Che praticamente lui aveva mandato 300 65 euro a mio

fratello

insomma a

titolo

di

amicizia, insomma

per ricordarsi che lui c insomma. P.M. CUMPONE - Senta ma che lei sappia Fortugno Domenico ha

interessenze comune con Pesce Francesco classe 78, prende direttive da Pesce Francesco classe 78? IMP. PESCE - So che dopo che si sposato praticamente, sempre da frasi che anche a volte dicevano, che ormai lui si anche Andrea e mio fratello

era allontanato perch

il cugino laveva sistemato e ormai... P.M. CUMPONE E in chi cosa laveva , sistemato il cugino? Il Pesce Francesco

cugino poi classe 78? IMP. PESCE - S.

stiamo parlando di

P.M. CUMPONE - In che cosa laveva sistemato? IMP. PESCE - Sentivo parlare qualcosa come dei camion, gli ha messo i camion alla Sisa per cio sempre frasi che

sentivo da loro. P.M. CUMPONE - Da loro quindi da? IMP. PESCE - Da mio fratello e da Andrea. P.M. CUMPONE - Va bene. Pubblico Ministero Dott.ssa Cerreti P.M. CERRETI Domenico lavorava? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Sa come si manteneva? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CERRETI - Quando Fortugno Domenico ha mandato il denaro a 66 Volevo sapere nel periodo frequentava suo fratello in cui Fortugno signore

questo

suo fratello tramite lei suo fratello come ha reagito? IMP. PESCE - Non mi ricordo in questo momento. P.M. CERRETI - Due minuti Presidente. PRESIDENTE - Approfittiamo di questa pausa per far risultare verbale che sta a

arrivando in questo momento lAvvocato

Riolo che difensore di Ferraro Mario. SITO PALMI - Presidente arrivato lAvvocato Sabatino. PRESIDENTE- Ah bene, diamo atto che arrivato lavvocato Sabatino. Allora Pubblico Ministero? P.M. CERRETI - S Presidente procedo ad una contestazione,

il verbale del 7 marzo del 2012 pagina 23 per le difese, alla domanda del Pubblico Ministero e questo Fortugno in cosa lo ritiene coinvolto... si sta parlando di Fortugno Domenico e se necessario ovviamente esibisco fase il che

verbale, in cosa frequentava suo

lo ritiene coinvolto nella risposta nelle

fratello?,

rapine,

Pubblico Ministero nelle rapine? s e nella droga? anche. PRESIDENTE E allora si ricorda di aver fatto questa

affermazione, questa dichiarazione? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE Adesso a fronte di questo che le stato

contestato e letto conferma quella dichiarazione? IMP. PESCE - S, s, che nel periodo prima che ci fosse Andrea cera lui e lui era... cio praticamente mi sembra di

aver detto pi o meno la stessa cosa nel senso che... P.M. CERRETI - Io poco fa le ho chiesto, mi scusi forse magari mi sono spiegata male, le avevo chiesto... PRESIDENTE - Non avr capito magari. 67

P.M. CERRETI - Eh infatti perch io le lavora no, sa come aveva chiesto del

avevo chiesto sa se le

si manteneva no, la collega in attivit

coinvolgimento

illecite

specifiche e lei aveva detto non so da qui il contrasto perch invece allepoca coinvolto nelle chiaramente ha detto lo so

rapine e nella droga nella

prima fase

cio quando lei lo accosta a suo fratello. IMP. PESCE - Nelle attivit di mio fratello che sono quelle comunque s nelle

insomma, forse lo davo per rapine e nella droga.

scontato

P.M. CERRETI - Ah no perch invece qua signora scontato... PRESIDENTE - Ci sta dicendo che nella prima fase cio quando frequentava fratello? IMP. PESCE - Quello che faceva mio fratello, s, forse lavevo dato per scontato. PRESIDENTE - E che quindi quando ha detto no, non so si suo fratello faceva quello che faceva suo

riferiva al periodo successivo per caso? IMP. PESCE - Eh perch pensavo dopo come viveva. PRESIDENTE - Come viveva dopo? IMP. PESCE - Eh dopo, s. P.M. CERRETI - Okay. Lei fase, cio che lei la ha circostanza che definito di nella seconda Pesce

vicinanza

Francesco classe 78, in quella fase, io utilizzo il suo termine se ricordo bene, che suo cugino Ciccio lavessi

sistemato come fa a dirlo? IMP. PESCE - Non lho detto, lho sentito dire a mio fratello e ad Andrea. 68

P.M. CERRETI - Ecco io questo volevo capire. IMP. PESCE - Lho sentito parlavano e dicevano dire a loro in un che ormai lui contesto quando diventato una

persona per bene e che non

ha pi bisogno insomma di fare

quello che faceva prima quindi riferito alle rapine, alla vita che faceva prima, che il cugino adesso laveva

sistemato. P.M. CERRETI - Il periodo in cui Fortugno Domenico manda del

denaro a suo fratello in carcere a quale detenzione si riferisce di suo fratello, in che anni siamo? IMP. PESCE - 2010, Palermo era, allassociazione di Catania. P.M. CERRETI Ma lei Fortugno Domenico lo conosce

personalmente? IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - E come lo conosce, cio in quale contesto lo ha conosciuto? IMP. PESCE - Lo conosco dai tempi della scuola. P.M. CERRETI - Perch, facevate la scuola insieme? IMP. PESCE - Pi o meno s, non era la stessa scuola per

frequentavamo lo stesso anno, poi in paese, frequentavamo una scuola di pianoforte insieme e poi va beh negli anni

frequentava casa mia insomma. P.M. CERRETI - Quindi frequentava casa sua, perch poco fa lei ha detto rispetto ad Andrea la capito bene? IMP. PESCE - S, s, per veniva, cio non si fermava a frequentava di meno, ho

mangiare come sei,

faceva

Andrea oppure

non veniva cinque,

sette volte al giorno per magari veniva una volta

ogni due o tre giorni o ogni settimana. 69

P.M. CERRETI - E di questo lei ha contezza direttamente, cio lei che lha visto frequentare casa sua o gli stato

riferito? IMP. PESCE - No lho visto. P.M. CERRETI - I camion, lattivit fatto riferimento, che lei di camion di cui lei ha al

sappia erano intestati

Fortugno Domenico? IMP. PESCE - Non lo so. - I PESCE E LA POLITICA A ROSARNO

P.M. CERRETI - Cambiamo argomento

signora, ultima domanda, lei

a conoscenza di interessi della cosca mafiosa Pesce sulla vita politica del comune di Rosarno? IMP. PESCE - S, s. P.M. CERRETI - E cosa sa? IMP. PESCE - So che nel periodo delle votazioni mio cugino

Ciccio, Pesce Francesco, era interessato doveva essere eletto. P.M. CERRETI - Di periodo? IMP. PESCE Le votazioni non so adesso quale votazioni

a chi insomma

stiamo parlando e in

che

serano

quelle

comunali o regionali, non lo ricordo comunque queste. P.M. CERRETI - Periodo? IMP. PESCE - Se non sbaglio era il 2006, s, mi sembra 2006. P.M. CERRETI - 2006. IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - E lei come fa a dire che suo cugino Ciccio era

interessato, in che senso, ci spieghi, si candidava? 70

IMP. PESCE - No, no, era una cosa generale. P.M. CERRETI - Cio? IMP. PESCE - Diciamo che sempre quando deve salire qualcuno alle votazioni circola in una cosa giro chi che praticamente diciamo che deve essere votato perch le

famiglie, le

persone insomma hanno necessit che venga interessi personali a livello

eletta questa persona per di favoritismi.

P.M. CERRETI - Mi scusi ma quando lei parla di famiglie cosa intende? IMP. PESCE - Della famiglia, io parlo della famiglia Pesce. P.M. CERRETI - E intesa mafiosa? IMP. PESCE - Come famiglia mafiosa. P.M. CERRETI Lei dice si sapeva in giro chi si doveva come famiglia naturale o famiglia

votare, che vuol dire, me lo spieghi meglio. IMP. PESCE - Allora da quello che nella mia dire a casa mia tipo sapevo che noi conoscenza per

dovevamo votare

quella persona. P.M. CERRETI - Chi glielo diceva? IMP. PESCE - Ciccio, Ciccio Testuni. P.M. CERRETI - Ciccio Testuni vi dava unindicazione. IMP. PESCE - S, s, parlo di praticamente insomma a me, ripeto io

quella precisa perch lunica

volta che io

andai a votare e che me lo dissi lui, praticamente lui ci

anche a me personalmente votazione, insomma

indicava la

chi era la persona ed io cos un giorno gli dissi, perch io non andavo mai quasi a votare, allora dissi tanto io

alla fine voto quello che dico io perch... va beh pure 71

mio

marito a volte mi diceva dobbiamo far salire questa

persona perch abbiamo degli interessi nel campo diciamo aziendale e allora io dissi a lui insomma in una

affermazione s guarda io tanto ti dico di s per voto chi dico io e lui ho il potere di a questa cosa disse ma guarda che io e di vedere a chi votavo alla hai votato,

entrare

solo che in quel periodo non

scuola dove lui

si metteva effettivamente l... P.M. CERRETI - Perch, lui si metteva effettivamente l? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE - L dove? IMP. PESCE Allangolo della scuola e le persone quando

entravano gli diceva a chi dovevano votare. P.M. CERRETI - Cio al seggio elettorale? IMP. PESCE - S, s, davanti ai seggi. P.M. CERRETI - Lha visto lei? IMP. PESCE - S, s. P.M. CERRETI - Ma lui faceva ufficiale? IMP. PESCE - No, no. P.M. CERRETI - Supportava comizi piuttosto politica? IMP. PESCE - No, no, lui fermava le persone e gli diceva vota a questo perch minteressa so se lo facevano a me e la gente poi certo non per insomma glielo che aveva una vita campagna elettorale cio in via

effettivamente

chiedeva lui. P.M. CERRETI - Ma lei esattamente nel seggio elettorale che

cosa ha visto fare a Ciccio? IMP. PESCE - Lho visto stare allangolo l e come arrivavano 72

le persone lui

subito diciamo che con i suoi modi che in

quel momento poi diventavano dolci diciamo ci abbracciava e diceva dai adesso devi votare a questo, deve votare a questo, dai e allora io un giorno dissi ma perch

dobbiamo votare

a questo? dice s, s,

perch questo

qua mi deve aiutare a fare uscire a mio pap. P.M. CERRETI - Questa era la spiegazione che le veniva data? IMP. PESCE - Che mi ha dato a me quel giorno s. P.M. CERRETI - Ma quando le ha detto io ho il potere di

andare a verificare se tu voti per me o meno le ha detto in che modo aveva questo potere di verificare? IMP. PESCE - No diceva che lui poteva anche entrare l dentro

e vedere, mo non lo so se lha fatto, non lho visto. P.M. CERRETI - Lei questa condotta di Ciccio che accompagna fino a dentro lha vista fare solo nei confronti dei di

membri della

vostra famiglia o

anche nei confronti

cittadini, di estranei? IMP. PESCE - No nei confronti di tutti. P.M. CERRETI Quindi anche nei confronti di cittadini

rosarnesi? IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - Ha visto direttamente la reazione di questa

gente? Se ci pu fare qualche nome anche di persone che ricorda aver visto accompagnare da Ciccio al seggio

elettorale. IMP. PESCE - Allora di preciso il ricordo quel momento che siamo arrivate io, mia mamma e mia sorella perch loro

praticamente votavano l per io siccome voto in unaltra scuola 73 perch non sono... insomma faccio parte di

unaltra

scuola non che stavo l tutto il giorno a vedere cosa lho visto

faceva lui quindi insomma solo in quelloccasione avvicinarsi e lui gi come faceva

con noi chi arrivava

faceva la stessa cosa. P.M. CERRETI - Lei sa se in quelloccasione sua madre e Sua sorella votarono per la persona indicata da Ciccio? IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI Si ricorda la persona che era indicata dal

Ciccio per essere votata? IMP. PESCE - S, se non sbaglio era Fuda. P.M. CERRETI - Fu eletto? IMP. PESCE - Non lo ricordo. P.M. CERRETI Oltre a questi episodi specifici che ci ha

riferito in relazione a queste elezioni si ricorda altre elezioni, altro tipo di elezioni o altri periodi? IMP. PESCE - Ripeto in generale cera sempre questaria chi si deve votare, cera sempre arrivavano questi unindicazione di volantini chi si a casa, cio

doveva votare, questo l

io personalmente non andavo sempre

quindi ricordo

particolare di quella volta l perch mi sono recata per ogni periodo che cerano le circolo, anche a casa mia, votazioni le

voci in

erano sempre

che salito

quello che volevano loro o non era salito. P.M. CERRETI - Saliva sempre quello che volevano loro? IMP. PESCE - No, no, capitava anche che per pochi voti veniva eletto. P.M. CERRETI - Ricorda altri nomi di esponenti politici sono stati appoggiati che gi ci ha fatto? 74 da suo cugino Ciccio oltre che non

quello

IMP. PESCE - S ricordo un Rao per... P.M. CERRETI - Si ricorda il nome periodo inserisce siamo se riesce. IMP. PESCE - No il nome non lo ricordo per so chi la di battesimo e in quale in che arco temporale

questo ricordo,

persona ma non ricordo il nome. P.M. CERRETI - E chi la persona? IMP. PESCE - La ragazzina. PRESIDENTE - Come, uno di Rosarno? IMP. PESCE - S, s, di Rosarno, un uomo di Rosarno. P.M. CERRETI - Il nome della figlia? IMP. PESCE - Gaetano mi sembra che si chiama. P.M. CERRETI - Ah Gaetano lui. IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - Presidente di sottoporre in a questo punto abbiamo la necessit degli album fotografici alla figlia veniva a scuola con me quando ero

visione

collaboratrice, se il tribunale autorizza. PRESIDENTE - Che sono, sono album fotografici di che cosa? P.M. CERRETI Sono pi di uno quindi magari per la

trascrizione direi proprio procediamo uno per uno. PRESIDENTE - Certo uno alla volta, uno alla volta, s. P.M. CERRETI redatto carabinieri dal di Allora il primo reparto Reggio un fascicolo fotografico di di dare varie

operativo nucleo Calabria

investigativo 58 effigi pu

contenente

persone, si d atto che la legenda, e questo non atto anzi il Presidente, separata rispetto

alle

fotografie, un elenco apposito alla fine, lo faccio prima vedere al Presidente. 75

PRESIDENTE

Quindi adesso c cos

lelenco che

di

questi

album

fotografici

vediamo quello

dobbiamo scrivere di

qui, allora fascicolo fotografico contenente 58 effigi soggetto dinteresse sono fotografie e operativo, s, poi c allora delle queste

lelenco

persone

effigiate in queste fotografie. P.M. CERRETI S, se ritiene Presidente lei lo stacchi

proprio materialmente e lo trattenga lei stessa cos il tribunale riesce a seguire. () PRESIDENTE S, s, certo. E allora signora lo esamini,

vogliamo procedere come, fotografia per fotografia? P.M. CERRETI - S si dice foto per foto si riconosce qualcuno e di chi si tratta. PRESIDENTE Allora signora la fotografia numero uno,

riconosce il soggetto che vi effigiato? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - E chi ? IMP. PESCE - Arena Domenico. PRESIDENTE E allora si d atto che in effetti secondo

lindice che fotografico

stato alla foto

estrapolato numero uno

da quellalbum corrispondono le

generalit di Arena Domenico nato 1954. IMP. PESCE - Vado avanti? PRESIDENTE - S certo.

Rosarno il 15

aprile

IMP. PESCE - Foto numero due Bassolamento Marco. PRESIDENTE - Allora la foto numero due Bassolamento 76 Marco,

in effetti c questa coincidenza Bassolamento Marco nato a Milano il 1 giugno 1969. IMP. PESCE - Foto numero tre Capria Carmelina. PRESIDENTE - E in effetti c coincidenza. IMP. PESCE - Foto numero quattro Carbone Rocco. PRESIDENTE - Carbone Rocco coincide. IMP. PESCE - Foto numero cinque Giovanna per non cognome, la madre di Sabatino. P.M. CERRETI - La madre di Domenico Sabatino? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - E allora limputata dice lei conosce diciamo che per la foto numero cinque Giovanna che quello ricordo il

che si tratta di una tale madre di Sabatino,

come

Sabatino

ucciso? IMP. PESCE - Domenico, Domenico. PRESIDENTE - Okay. IMP. PESCE - Foto numero sei ricordo il nome ma non cognome. P.M. CERRETI - E nel nome qual era? IMP. PESCE - Rocco se non sbaglio, Rocco Salvatore. PRESIDENTE - Allora la foto numero sei Signora per favore? IMP. PESCE - Solo il nome ricordo, e non sono sicura comunque, ricordo il

Rocco mi sembra, Sibio mi sembra. PRESIDENTE - La foto forse numero sei lei dice che forse Rocco e do i

Sibio, poi alla fine dopo questa cosa vi

risultati, va bene? P.M. CERRETI - S certo. IMP. PESCE - Foto numero sette Claudio dAgostino. PRESIDENTE 77 Andiamo avanti che alla fine ve li comunico

tutti. IMP. PESCE Foto numero otto non lo conosco. dAgostino Francesco. Foto numero 10 Di Foto Marte

numero nove

Francesco. Foto numero 11 Di Marte Giuseppe. 12 Ferraro Angela. Foto numero 13 Ferraro

Foto numero

Giuseppe. Foto

numero 14 Ferraro Mario. Foto numero 15 Filardo Giuseppe. Foto numero 16 Fortugno Andrea. Foto numero 17 Domenico. numero 19 Foto numero 18 Giovinazzo Foto Fortugno

Francesco. Foto 20 Leotta

Giovinazzo

Rocco.

numero

Domenico. Foto numero 21 22 Messina Foto Mariagrazia. numero 24

Maddalone Roberto. Foto numero Foto Yuri. numero Foto 23 Mubaraccina non lo

Elvira.

numero 25

conosco, cio lo conosco solo di vista. PRESIDENTE - Allora foto numero 25 ha detto? IMP. PESCE - Non lo conosco, non so come sichiama. PRESIDENTE - Okay. IMP. PESCE - Foto numero 26 Palaia Rocco. Foto numero 27 Pesce Antonino. P.M. CERRETI - Quale? IMP. PESCE - Di Savino. Foto numero 28 Pesce Antonino. P.M. CERRETI - Quale, dica sempre quale. IMP. PESCE - Il grande, il padre di Testuni. Pesce Antonino di Giuseppe. Foto Foto numero 29 30 Pesce

numero

Francesco di Salvatore. Foto numero 31 Antonino. Foto numero 32

Pesce Francesco di Vincenzo.

Pesce Francesco di

Foto numero 33 Pesce Francesco di Rocco. Foto numero 34 Pesce Francesco di Giuseppe. PRESIDENTE - Pesce Francesco di Giuseppe lei sa quando nato? IMP. PESCE - 79. 78

PRESIDENTE - Okay, quel Pesce Francesco di prima, di Rocco ha detto mi pare. IMP. PESCE - Di Rocco 87. PRESIDENTE - Perch qui ci sono tanti... cio io non coincidenza con scusi un i cugini solo so se c mi

quindi dovremmo... allora lo deve dire lei,

attimo

me

Pesce

Francesco, torniamo dal numero 30 per favore. IMP. PESCE - S. PRESIDENTE Allora Pesce Francesco lei ha detto Pesce

Francesco dell84, di Salvatore detto lei. IMP. PESCE - S, di Salvatore. PRESIDENTE - E siamo daccordo, cio in effetti coincide.

Laltro Pesce Francesco ha detto che Testuni quindi del 78. IMP. PESCE - 78. P.M. CUMPONE - 32 Pesce Francesco, chi Pesce Francesco? IMP. PESCE - Di Vincenzo, 87. PRESIDENTE - Poi? IMP. PESCE - Poi foto 33 sempre di Rocco, Pesce Francesco di Rocco. PRESIDENTE - Di Rocco, s, e di quale data non lo sa, di Rocco va beh vediamo poi se di Rocco. Poi 34? IMP. PESCE - 79, di Giuseppe. PRESIDENTE - Pesce Francesco 79, s. Poi? IMP. PESCE - Poi 35 Pesce Giuseppe. PRESIDENTE - Pesce Giuseppe? IMP. PESCE -Il grande. PRESIDENTE - Pecora? IMP. PESCE - Pecora. Foto 36 Pesce Giuseppe di Antonino. Foto 79

37

Pesce Marcello.

Foto 38

Pesce Mariagrazia.

Foto 39

Pesce Marina. Foto 40 Pesce Rocco. PRESIDENTE - Pesce Rocco quale signora? IMP. PESCE - Il grande. Foto 41 Pesce Rocco di Savino. Foto 42 Pesce Salvatore. SITO PALMI - Presidente non sentiamo. PRESIDENTE Eh s non sentite perch c un momento di

commozione. Allora foto 42 Pesce Salvatore, 43? IMP. PESCE - Pesce Savino. Foto 44 Pesce Vincenzo. P.M. CERRETI - Quale signora? IMP. PESCE - Il grande. Foto 45 Pesce Vincenzo di Savino. Foto 46 Petull Alberto. Foto 47 Preiti Domenico. Foto 48

Preiti nome.

Roberto. Foto 49

Rao, il

puffo, mi

sfugge il

PRESIDENTE - Noi sappiamo che Rao Franco Rao il puffo. IMP. PESCE - Numero Foto 52.. P.M. CERRETI - Mi scusi Sabatino Domenico quello che stato ucciso? IMP. PESCE - S, s. Foto 52 Sibio Domenico. Foto numero 53 Tirintino Antonio. Varr Foto 50 Rao Rocco. Foto 51 Sabatino Domenico.

Stanganelli Maria. Foto numero 54 numero 55 Tutino Foto

Angelo. Foto numero 56 Antonio.

Domenico. non come lo si

numero 57 Zangari

Foto numero 58 ma non so

conosco, cio lo chiama. PRESIDENTE Okay

conosco di

vista

allora i

diamo

atto

che

sono

stati ad

riconosciuti

tutti

soggetti

indicati

nelle

foto

eccezione di quello raffigurato 80

nella foto numero 6, che

limputata Sibio.

ha detto

di

chiamarsi Rocco forse

forse

AVV. CACCIOLA - Chiedo scusa Presidente, avevo capito la foto 8 non la 6. PRESIDENTE - No la 6 Avvocato.

Avvocato Cacciola, io

AVV. CACCIOLA - Forse sbaglio io, avevo appuntato la 8. PRESIDENTE - S Avvocato la foto 6 perch la foto 8 ha detto dAgostino Francesco e corrisponde esattamente a

dAgostino Francesco. AVV. CACCIOLA male allora. PRESIDENTE - Prego Avvocato. La foto numero 6 si espressa in questi termini, detto poi per quanto riguarda la foto numero 9 ha Chiedo scusa Presidente, io avevo appuntato

di non conoscere il soggetto che vi raffigurato, ha detto di non conoscere neanche il soggetto la

raffigurato nella foto foto 33 ha detto

numero 25, per quanto riguarda

Pesce Francesco di Rocco, vediamo se

Pesce Francesco nato nell88, s, perfetto quindi stato riconosciuto, poi la foto numero 58 foto numero 58 ha detto alla con riferimento alla

signora che non conosce il

soggetto che vi raffigurato. P.M. CERRETI positivi? PRESIDENTE - S nel senso che coincide quello che lei con riferimento ai alle soggetti generalit al raffigurati che ha detto altre Tutti gli altri riconoscimenti sono stati

nelle

fotografie nellindice

vengono e che

indicate stato

allegato

fascicolo

estrapolato come prima dicevo. P.M. 81 CERRETI Ovviamente delloriginale dellalbum

chiediamo lacquisizione,

quindi originale

con relativa

legenda cos come faremo per tutti gli altri. PRESIDENTE - Sar acquisito, certo, certo. P.M. CERRETI difese ne Sto aspettando per il prossimo album che le stanno prendendo visione direttamente

Presidente quindi se ci d qualche secondo. PRESIDENTE - Questa copia pu Ministero essere ritirata riserva di ed il Pubblico produrre poi

naturalmente si

loriginale. P.M. CERRETI Credo che sia loriginale Presidente, non

vorrei sbagliarmi ma ho portato a posta gli originali. PRESIDENTE - Non avevo capito. P.M. CERRETI - Se di... PRESIDENTE No, no, ma forse loriginale, no, no, invece una copia mi riservo ovviamente

loriginale, loriginale, s, va bene. P.M. CERRETI - Cos restano al fascicolo del dibattimento. PRESIDENTE - Viene acquisito intanto quel fascicolo. P.M. CERRETI - Anche per questaltro Presidente deve avere la

pazienza di staccare la legenda finale. PRESIDENTE S. E allora esibiamo il secondo album

fotografico e incominciamo dalla foto numero uno. IMP. PESCE - Anche se, voglio dire, li conosco solo di vista per io non riconoscendoli io vado avanti dicendo non lo conosco oppure devo... PRESIDENTE - S allora la numero uno conosce il soggetto? IMP. PESCE - Di vista s ma non so come si chiama. Il numero

due non lo conosco proprio. Il numero tre non lo conosco. Il 82 numero quattro non lo conosco. Il numero cinque

Taranzi numero

Vincenzo. sette non

E il lo

numero se il

non

lo

conosco, il otto non lo

conosco,

numero

conosco... SITO PALMI - Presidente non si sente. PRESIDENTE - Allora pi forte signora grazie. IMP. PESCE - Nel numero nove non lo conosco. PRESIDENTE - Il numero otto signora costa ha detto che mi sono persa. IMP. PESCE - Non vista. Numero come lo lo conosco.Il numero nove la conosco di so non non

10 di vista ma non 11

lo conosco, cio non 12 14

si chiama. Numero conosco. Numero 13 non

Danilo dAmico. Numero lo conosco. Numero Numero 16 18

non

lo conosco. Numero 15 Maria. Numero conosco. Numero conosco. Numero conosco. Numero 17

lo conosco.

Ligato non lo lo lo

Natalone

Salvatore. Numero

19 lo conosco di vista. Numero 21 non lo conosco. Numero

20 non 22 non

23 Spataro Giuseppe. Numero 24 lho visto

ma non so chi . Posso esprimere se ho un dubbio? PRESIDENTE - S prego. IMP. PESCE - Mi sembra, mi sembra per, Claudio. P.M. CERRETI - Quale Claudio? PRESIDENTE - Il numero 24 dice lei? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Quello di cui ha parlato? IMP. PESCE - Quello che avevo visto allepoca a casa di mio zio. P.M. CERRETI - Quello di Milano? Perch lei cerano due Claudio, stava a Milano. 83 uno che stava aveva detto che che

a Rosarno e uno

IMP. PESCE - Quello di Milano che venne in quelloccasione. P.M. CERRETI - Okay. IMP. PESCE - Numero 25 Bonarrigo Giuseppe. Numero 26 Messina

Rocco. Numero 27 Pesce Carmela. Numero u sardignolu. Numero Rocco...

28 Pesce Antonino, 30 Pesce

29 Pesce Carmelo. Numero

PRESIDENTE - Pesce Carmelo sarebbe sardignolu? IMP. PESCE - S e pure Pesce Rocco sardignolu. PRESIDENTE - S, Pesce Rocco. IMP. PESCE - Numero 31 Fabio Pesce. Numero 32 il fratello di Fabio ma non mi ricordo come si chiama, sempre un Pesce. PRESIDENTE - 32 sempre un Pesce? IMP. PESCE - S, il fratello di Fabio Pesce. PRESIDENTE - Ah il fratello di Fabio, okay. IMP. PESCE - Numero 33 sempre un ha un Pesce, Giuseppe. Foto 34 34

diciamo che quello

soprannome, questo della

che un Pesce Giuseppe pure e ha un altro soprannome. PRESIDENTE - Pu dire queste soprannome? IMP. PESCE - S allora il 33 u scarparu e 34 sciorta. PRESIDENTE - Allora 33 abbiamo detto che u scarparu, Pesce Giuseppe 34 sciorta ha detto. IMP. PESCE - S, sarebbe il figlio di Vincenzo. Numero 35 poi

Pesce Salvatore di Rocco. PRESIDENTE - Come soprannominato lo sa? IMP. PESCE Il gemellino.Numero 36 Alviano Giuseppe.

Numero 37 Alviano Vincenzo. PRESIDENTE - E cha un altro nome Alviano Vincenzo? IMP. PESCE - S ne ha tre. 84

PRESIDENTE - Ah okay. IMP. PESCE Vincenzo Antonio Salvatore. Foto 38 Alviano

Francesco. Foto 39 Pesce Antonino di Vincenzo. PRESIDENTE - Sa se ha un soprannome? IMP. PESCE - Materassino. Foto 40 Pesce Vincenzo. PRESIDENTE - Cha un soprannome? IMP. PESCE - Sciorta. Foto 41 Pesce Giuseppe pirolino. PRESIDENTE - E sa quando nato? IMP. PESCE - O 78 o 79. PRESIDENTE - 79, s, poi? IMP. PESCE - 42 Pesce Francesco di Vincenzo sciorta. Foto 43 Pesce Daniela di Antonino. Foto 44 Pesce Maria Carmela di

Marcello. Foto 45 Pesce Savino di Vincenzo. Foto 46 Pesce Antonino pirolino. Foto 47 Foto 48 Pesce Pesce Gianluca di Antonino. Foto 49 non me lo di

Rocco pizzolino. Foto 50

ricordo per lo conosco. Rocco Rao ma non chiama. Foto 51 chiama. PRESIDENTE - Okay alcuni e allora che

Rao, il figlio

so come si chiama, non lo conosco ma non mi

ricordo come si ricordo come si

di questo secondo album ci conosciuto e che sono

sono

soggetti

ha

quelli

indicati nelle fotografie numero 5, 11, 16, 17, 23, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, pu vedere la foto 34 per favore? Perch sciorta per qua a me non risulta, non

so se lui effettivamente. IMP. PESCE - Pesce Giuseppe di Vincenzo. PRESIDENTE - Ma Pesce Giuseppe nato a Taurianova il 4/7/74? IMP. PESCE - Eh io non lo so per il figlio di Vincenzo. 85

PRESIDENTE

Okay ha

quindi detto

della

foto

34

dice di

che

Pesce

Giuseppe

sciorta,

figlio

Vincenzo.Poi

riconosce ancora il soggetto della foto 35, 36, 37, 38, 39, 40, 41, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48 e 50 esattamente quindi ha fatto i nomi. E allora poi non ha riconosciuto

invece, proprio dice non lo conosco, i soggetti di cui alle foto numero... la foto numero 24 dice che forse

Claudio, ora arriviamo, una alla volta, un perch io ho detto finora quelli

attimo solo

che ha riconosciuto secondo

senza esitazione lelenco,

e che in effetti corrispondono

ora vi dico i soggetti di cui ha detto che non che non sa chi riconosce proprio, questi che ha

conosce cio detto che non

sono sono i soggetti di cui alle

foto numero due, 3, 4, 6, 7, 8, 12, 13, 14, 15, 18, 20, 21, 22, 49. Poi ci sono dei soggetti che ha detto di sa come si

conoscere di vista o che li ha visti ma non chiamano e allora

questi soggetti sono quelli raffigurati

nelle foto numero 1, 9, 10 e poi 51 e anche il soggetto di cui alla foto numero 19. P.M. CERRETI - PossiamoPresidente avere contezza di quelli riconosciuti? PRESIDENTE - S con attimo solo, quanto riguarda con attenzione la poi volevo dare atto che per

foto numero 24 ha detto

dopo averla visionata mi pare di averlo

limputata

visto, mi pare che forse Claudio, quello di Milano, do atto che alla fotografia numero 24 abbinato il

nominativo di tale Ventrice Girolamo nato a Taurianova il 26/11/1969. P.M. CERRETI - Proprio solo su questo punto Presidente... 86

PRESIDENTE - Un attimo solo, alla foto numero 24 risponde il nome di Ventrice Girolamo nato a Taurianova il

26/11/1969. P.M. CUMPONE - Su questo punto Presidente formale contestazione perch se mi consente nel una

corso

dellinterrogatorio

del 12 ottobre 2011 nel quale si sono

rilette le dichiarazioni rese gi in data 27 ottobre 2010 alla foto numero 24 alla signora aveva risposto non lo

conosco, allora adesso volevo capire se ricordasse meglio oggi o piuttosto che la scorsa volta, come mai c questo contrasto. PRESIDENTE - Facciamogli vedere questa fotografia numero 24. IMP. PESCE - Perch mi sembra di averlo visto qualche volta a casa. PRESIDENTE - E quindi le sembrava di averlo visto? IMP. PESCE - S, s, visto. PRESIDENTE - una persona che lei qualche volta ha visto. P.M. CERRETI - E ricorda dove lo ha visto? IMP. PESCE - Forse a casa. P.M. CERRETI - A casa sua? IMP. PESCE - Di mio fratello, s. P.M. CERRETI - Perch oggi ha detto Claudio di Milano. IMP. PESCE - Eh non lo so, mi ricordo di averlo visto l. PRESIDENTE - Ha detto forse. P.M. CERRETI - Comunque ricorda di averlo visto a casa di suo fratello questo signore? IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - E Claudio di Milano era mai stato a casa di mio 87 una persona che io qualche volta ho

fratello? IMP. PESCE - La quella della casa sempre quella, di mio zio, la casa cio come fratello

nonna perch nel periodo che...

riferimento quella la casa, la casa di mio

sempre quella perch lui ha vissuto sempre l comunque. PRESIDENTE - La casa della nonna Macr? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Dove durante le feste cera Giuseppe Ferraro, suo zio? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Va bene, possiamo avere questalbum per favore? P.M. CERRETI S, Okay anche di questo se ne chiede

lacquisizione.

Presidente

abbiamo il terzultimo

album, mi dia solo qualche secondo. PRESIDENTE - Quanti album andiamo ancora? P.M. CERRETI - Altri due. () P.M. CERRETI - Posso mostrare il penultimo album? PRESIDENTE - S. P.M. CERRETI - Sempre Presidente lei deve avere la pazienza di Togliere la legenda. PRESIDENTE - S va bene non c problema. E allora signora col ad una ad una e che vi

solito sistema lei visiona le fotografie poi ci dice se conosce il

soggetto

rappresentato, se non vista e come si

lo conosce, se lo conosce solo di

chiama. Signora cancelliere arrivato

lAvvocato Pisani, diamone atto. Prego signora. IMP. PESCE - Foto numero 1 Filia Maria. Foto numero 2 Arena a 88

Rocco. Foto Fortugno, non Fortugno, di

numero 3 mi

Di

Marte Giuseppe.

Foto

numero 4

ricordo il nome, il padre dei fratelli Domenico. Foto numero 5 non lo

Andrea e

conosco. Foto numero 6 Giovinazzo Giuseppe. Foto numero 7 Capria Carmelina. numero 9 non Foto numero 8 Capria Francesca. Foto

lo conosco. Foto numero 10

Tocco Giuseppina.

Foto numero 11 Pesce Maria Carmela. Foto numero 12 Arena Francesca. Foto numero 13 il figlio di Rao Rocco. PRESIDENTE - Sa come si chiama questo ragazzo? IMP. PESCE - No, mi sfugge il nome per so che il figlio di Rocco Rao. Zungri, Foto numero 14 mi sfugge il nome comunque

la

moglie di

Zangari Antonio. Foto numero 15 Valenzise Giuseppe. Foto

non la conosco. Foto numero 16 numero 17 Garruzzo ma non

mi ricordo il nome, mi sembra

Carmelo. Foto numero 18 non lo conosco. P.M. CERRETI - Mi scusi signora ma questo Garruzzo ha a che fare con la Sisa? Questo di cui ha detto che non il nome, forse Carmelo? IMP. PESCE - No, no, questi sono quelli del bar. PRESIDENTE - Allora siamo al numero 18 e ha detto non il soggetto. IMP. PESCE - No, il 18 no. Il 19 Garruzo Angelo. Il 20 non conosco. Il 21 la conosco ma non lo conosce ricorda

mi ricordo il nome, la

moglie di uno degli Arena. La 22 Leotta Teresa. P.M. CERRETI Domenico? IMP. PESCE - la sorella. PRESIDENTE - Allora Leotta Maria Teresa quella raffigurata nella fotografia numero 22. 89 Che rapporti di parentela ha con Leotta

IMP. PESCE - S. PRESIDENTE detto. IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - La numero 23 ha detto? IMP. PESCE - Arena Giusy. PRESIDENTE - Allora signor alla 22 Arena Giusy. IMP. PESCE - S. La 24 non la conosco. La 25 non la conosco. Leotta, la 23 ha detto E della sorella di Leotta Domenico, cos ha

La 26 Mercuri Antonina. La 27 Menni Antonio. La 28 Palaia Benito. La 29 Palaia Francesco. P.M. CERRETI - Sono i suoi cognati questi? IMP. PESCE - S. La numero 30 Palaia Gaetano. P.M. CERRETI - Chi ? IMP. PESCE - Mio suocero. La numero 31 Palaia Gianluca. La 32 Palaia Giovanni. P.M. CERRETI - Chi Palaia Giovanni? IMP. PESCE - Mio cognato. P.M. CERRETI - Anche Gianluca? IMP. PESCE - S. La 33 non lo conosco. La 34 non lo conosco.

35 non lo conosco. 36 non lo conosco. 37 Arena Lidia. P.M. CERRETI - Chi Arena Lidia? IMP. PESCE - La cognata di Pesce Marcello. P.M. CERRETI - Cognata come? IMP. PESCE - La sorella della moglie che deceduta, di Pesce Marcello, di Tiziana. P.M. CERRETI - Quindi rispetto alla prima moglie? IMP. PESCE - S. La 38 Tocco Giovanna. P.M. CERRETI - Chi Tocco Giovanna? 90

IMP. PESCE - la sorella... mi sembra che Tocco il marito, lei la sorella di quelli della colonnina, adesso mi

sfugge il cognome. PRESIDENTE - Quindi non ricorda il cognome, sa che si chiama

Giovanna e che Tocco il cognome del marito, okay. IMP. PESCE Di Bartolo 40 Giovanna. nome Numero 39 Di Bartolo non lo

Salvatore.

Numero

lo ricordo il nome,

conosco. Numero 41 Varr Fortunato. P.M. CERRETI - Chi Varr Fortunato? IMP. PESCE - il figlio di Varr Domenico. 42 non la conosco. 43 non lo conosco. 44 non lo conosco. 45 non lo conosco. 46 non lo conosco. 47 non lo conosco. 48 non la conosco. 49 Arena Tonino. P.M. CUMPONE - Chi Arena Tonino? IMP. PESCE - il fratello di Arena Domenico. 50 Arena Biagio. 51 non lo conosco. 52 non lo conosco. 53 so che il mi

ragazzo che lavorava

alla gioielleria Gelanz ma non

ricordo come si chiama. PRESIDENTE - Quindi conosce la persona per non nome. IMP. PESCE - No. PRESIDENTE -O kay. P.M. CERRETI - Quindi lei frequentava la gioielleria Gelanz? PRESIDENTE - Do subito atto intanto che al numero 53 con 53 ne conosce il

riferimento alla

fotografia

individuata col

numero

dice di conoscere la persona ma non

di ricordare il nome nato San

che corrisponde il nominativo di Campisi Salvatore il 91 18 giugno 1979 a Taurianova, residente a

Ferdinando. Pubblico Ministero aveva fatto una domanda? P.M. CERRETI No avevo solo chiesto se frequentasse

personalmente la gioielleria Gelanz. IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Poi? IMP. PESCE - Foto numero 54 la conosco di vista ma non si chiama. Foto numero 55 Fabio Costa. P.M. CUMPONE - Scusi il Fabio Costa di cui lei aveva parlato a proposito del lido di San Ferdinando? IMP. PESCE - S e quella di prima la moglie, la foto numero 54 che non so il nome. PRESIDENTE - Ah quella di prima la moglie di questo Fabio Costa? IMP. PESCE - La 54, s. PRESIDENTE - Ah okay. IMP. PESCE - 56 Gelanz il gioielliere. 57 non lo conosco. 58 non lo conosco. 59 la madre di Fabio. PRESIDENTE - Di Fabio Costa? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - E non sa il nome? IMP. PESCE No, no, la vedevo al mare, la signora che so come

cucinava. 60 non lo conosco. 61 non lo conosco. 62 non lo conosco. 63 non lo conosco. 64 non lo conosco. 65 non lo conosco. 66 Valenzise Angela se non sbaglio, la sorella

di Valenzise del Conad, cio il ho il dubbio, la signora lei. 67 chiama. 68 non lo conosco. 69 Filardo Nicola. P.M. 92 CERRETI Che rapporto di parentela ha con Filardo lo conosco di vista ma non so come si

Giuseppe? IMP. PESCE - il fratello. 70 conosco. 72 non Christian Pagano. 71 non lo

lo conosco. 73 lo conosco di vista ma non lo conosco. 75 non so come si 78 so

so come si chiama. 74 non

chiama. 76 Rachele Salvatore. 77 Megna Maria Rosaria. Spataro Giuseppe. 79 come si chiama. PRESIDENTE - Lo conosce di vista quindi il 79? IMP. PESCE - S. 80 di vista, lo conosco solo di vista ma non

so che uno Olivieri, o il

figlio di Olivieri, ma non mi ricordo come si chiama. 81 Iulio Giovanna. 82 non lo conosco. PRESIDENTE Bene allora vediamo vi soggetti dico che quali non ha

riconosciuto, allora i

sono raffigurati

nelle fotografie individuate con i numeri 9, 15, 18, 20, 24, 25, 33, 34, 35, 36, 40, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 51, 52, 57, 58, 60, 61, 62, 63, 64, 65, 68, 71, 72, 74 e 82, questi soggetti non alcuni questi che lei sono i sono stati riconosciuti. Ci sono sa indicarne il nome ai e

conosce per non

soggetti raffigurati

numeri, quindi

nelle fotografie di cui ai numeri 21, 53, 59, 67, 73, 75, 79, 80 e basta. riconosciuti esattamente cos come allindice in visione. AVV. PISANI - Presidente mi pare che la numero 5 non riconosciuta e sbagliato io. PRESIDENTE - Vediamo un 93 attimo, allora s la numero 5 non non stata indicata, forse sia stata mi sono Gli altri sono stati tutti

indicati

nelle generalit di cui esibito

allegato al fascicolo che le stato

stata riconosciuta, non lho detto? AVV. PISANI - Non laveva indicata. PRESIDENTE - No, non lho indicata. SITO PALMI - Presidente chiedo scusa anche il numero 40. PRESIDENTE Eh ma 40 lho detto non per, no, non ha per

riconosciuto, il numero 40

lo ha riconosciuto,

lavevo detto mi pare, nel riassunto lavevo detto. P.M. CERRETI Anche di questalbum il Pubblico Ministero

chiede la produzione agli atti del dibattimento. PRESIDENTE - E il tribunale acquisisce. P.M. CERRETI - Passiamo allultimo album Presidente, si tratta in questo caso di immobili.() La domanda collaboratrice per tutte le che pongo alla e se

foto se li riconosce

sono riconducibili direttamente o indirettamente alla cosca mafiosa Pesce. PRESIDENTE - E lei su per ogni fotografia se vuole interpellarla farlo. Possiamo farglielo tratta vedere, di

questo puntopu guardi quelle

signora

fotografie, si

quindi

fotografie di immobili questa volta non cose e non di persone. IMP. PESCE - Foto numero 1 non scusi Presidente...

di persone, di

lo riconosco. Ma io devo dire,

P.M. CERRETI - Mi scusi signora non ho sentito, foto numero 1? PRESIDENTE - S vuole forse di andare avanti. IMP. PESCE - Devo negozio. PRESIDENTE - Adesso vediamo che cosa le chiede il Pm. P.M. 94 CERRETI Allora lei innanzitutto ci deve dire se riconoscere il posto oppure se conosco il qualche chiarimento prima ancora

riconoscere il posto e di cosa si tratta domanda, quindi o questo vale meno alla per cosca

e poi seconda se ci

ciascuna foto,

riconducibile

mafiosa Pesce e

spiegher il perch. IMP. PESCE - S, okay, la numero 1 no, non... AVV. INFANTINO Presidente chiedo scusa sono lAvvocato

Infantino, mi spiace interrompere da subito questo esame, io ho qualche perplessit domanda cio a dire sullammissibilit della terza visto limmobile, dopo

dopo aver

averlo individuato dovrebbe dire anche, dovrebbe metterlo in relazione con la cosca Pesce, obiettivamente a me non pare che questo sia un metodo che sotto questo profilo... voglio dire, si supera un attimino il limite delle

domande non suggestive. PRESIDENTE - Avvocato no perch la domanda ammissibile ma

chiaramente nel momento in cui dovesse, per qualcuno di questi immobili, dirci s chiaro che poi la questione va approfondita perch la risposta no va beh si capisce ma la risposta s ha bisogno poi di chiarimenti per essere capita perch altrimenti rimane soltanto se non una

asserzione

che non ha nessun valore

supportata

da qualche elemento poi pi concreto, va bene? AVV. INFANTINO - Per carit completo Signor Presidente per

in questo modo, molto sinteticamente, in questo modo per si finisce per stimolare il ricordo in maniera impropria, il mio dubbio, la mia perplessit questa. PRESIDENTE - Avvocato Infantino La sua perplessit non ha

ragion dessere nel momento in cui si questo stiamo parlando, si tratta 95

pensa che noi di

di far conoscere, la

premessa

gi

e in

quella,

si

tratta immobili non

di

sottoporre che secondo

allimputata

esame degli

laccusa, alcuni essere ricondotti

dei quali, tutti, ai

so, potrebbero cosca Pesce,

componenti della

insomma di cui ha parlato sinora la signora, vediamo un poco quello che esce ma dico come che non ammissibile. AVV. MONACO - LAvvocato Monaco da Palmi, ma ha detto via, di che domanda non posso dire

immobile si tratti, dov la tutti senza bisogno... PRESIDENTE - Ascolti Avvocato...

cos capiamo subito

AVV. MONACO - Perch se ci dice la via e il luogo e evitiamo di allungare lesame con valutazioni magari, ecco

problema. PRESIDENTE - Avvocato allora prima quindi fotografia e intanto ha parlato so, nel non solo della conosco e

ha detto al

non

nulla questio

riguardo,

momento in che ci il

cui dovr il

dovesse dirci questo lo conosco chiaro dire, come per la fotografia ci ha detto

nome,

cognome o pu che ci

comunque moglie di, figlio di, chiaro

dovr dare qualche ulteriore elemento per vedere

se c corrispondenza con la fotografia con il luogo che effigiato nella fotografia. Andiamo avanti, non

perdiamo tempo. IMP. PESCE - Allora la foto numero 1 siccome mi sembra che il negozio edile che c nella strada che porta

allautostrada per Polistena. PRESIDENTE Ah ecco invece prima aveva detto non lo

conosco. 96

IMP. PESCE - S per visto da qua diciamo s, mi sembra quello comunque. P.M. CERRETI - Ma quello di cui lei gi ci ha parlato come

riconducibile a suo cugino, stiamo parlando di quello? IMP. PESCE - S, quello che era in costruzione quando io ero fuori e poi insomma era riconducibile a lui, s, perch

avevo saputo che era suo. PRESIDENTE - Era in costruzione ma alla fotografia... AVV. MALVASO Presidente chiedo scusa ormai la domanda

passata per carit, tuttavia mi permetta... P.M. CERRETI - Me ne ha gi parlato. AVV. MALVASO - S ho capito per lei ha formulato una domanda, sicuramente in modo suggestivo, evitiamo. PRESIDENTE - S, s, cerchiamo di essere pi neutri possibili. AVV. INFANTINO quando lei Presidente io stata ricordo che questo negozio, era in corso di questo, involontario, in almeno sotto modo estremamente

questo secondo profilo

arrestata,

costruzione. PRESIDENTE - Ecco stavo approfondendo. AVV. INFANTINO quello... PRESIDENTE Lei non lo pu chiedere adesso Avvocato, io E come fa a stabilire, mi chiedo, se questo

dovrei chiederlo alla di interloquire

fine per voi mi avete gi consentito

nel corso quindi mi permetto diprendermi

questa licenza che benevolmente mi avete concesso e quindi glielo chiedo io questo perch chiaro che insomma mi deve dare 97 una spiegazione perch lei ha detto che quel

negozio che era fuori,

in

corso di stavo

costruzione quando lei

era

ora io le

chiedendo, perch non

lho vista

ancora la fotografia, se quella fotografia riproduce un immobile in costruzione oppure un immobile gi finito.

IMP. PESCE - No qua finito per vedendo la posizione e come affaccia sulla strada ricordo che quello che io avevo

visto passando di l. PRESIDENTE - Va bene, ha dato questa spiegazione, andiamo

avanti. IMP. PESCE - Foto numero 2 s conosco il posto per non chi riconducibile, di chi no. P.M. CERRETI - Vada avanti. IMP. PESCE - Numero 3 no, non di so. Numero Mario. 4 s, lagenzia di Foto numero 5 la so a

onoranze funebri

Ferraro

macelleria che era prima insomma di Giovinazzo Rocco. PRESIDENTE - Di Giovinazzo Rocco. IMP. PESCE - S, praticamente poi passata al figlio. PRESIDENTE - E come si chiama il figlio di Giovinazzo Rocco? IMP. PESCE - Giuseppe, Giuseppe Giovinazzo. Foto numero 6 cio Foto

lExtin (fonetico)

di Rosarno che riconducibile, che era di mio cugino Ciccio.

che di propriet, numero 7

il negozio di articoli

sportivi che era di

Pesce Francesco. P.M. CERRETI - Si ricorda come si chiamava questo negozio? IMP. PESCE - World Sport. moglie di Stanganelli Foto numero 8 la pizzeria della genitori insomma, di

Pesce Francesco, dei

Maria. Foto numero 9 la Conad di Valenzise

Giuseppe e Arena Domenico. PRESIDENTE - E sa dirmi dov questa Conad? 98

IMP. PESCE - S, a Rosarno in via nazionale nord. PRESIDENTE - Okay. IMP. PESCE - Foto numero 10 il benzinaio dove lavorava

Ferraro Angelo, di Pesce Francesco. P.M. CERRETI ricorda? IMP. PESCE - S sulla strada... AVV. INFANTINO volte... P.M. CERRETI Per sollecitare la memoria proprio per Presidente mi perdoni per carit quante E dovera situato questo benzinaio se lo

linteresse delle difese ho fatto questa domanda, lavete sollecitata poi due minuti fa, lAvvocato Monaco ha

chiesto di precisare gli indirizzi. PRESIDENTE - Vediamo cosa dice lAvvocato Infantino. AVV. INFANTINO Presidente io ricordo, uso questo

verbo, ricordo che pi volte ha riferito nel corso del suo esame che questo distributore di benzina riferibile

a testa Francesco classe 78 porto, almeno tre

collocato nei pressi del

o quattro volte, mi sbaglio? E adesso

perch bisogna rifare la domanda? ripetitiva penso. PRESIDENTE Avvocato guardi io non prendo le difese

del Pubblico Ministero perch le signore Pubblico Ministero si difendono benissimo da sole come fatto non dire stata e quindi figurarsi, per ha che il

qualcosa che il Pubblico Ministero aveva chiesto allimputata

proprio perch lAvvocato Monaco ci si limitasse a far riconoscere dovesse limputata

luogo ma

che

indicare pi

specificamente che

di che cosa si 99

trattava quindi solo questo, chiaro

il dato era gi emerso, quella fotografia che lei

soltanto

per essere

sicuri

che di

dice essere del distributore

cui stiamo parlando sia proprio quella che situato sulla strada che porta al porto di Gioia Tauro quindi ecco

non credo davvero che ci sia stata nessuna ripetizione cos inutile, ecco, da questo punto di labbiamo 11. IMP. PESCE Foto numero 11 no, non la 13 riconosco no. Numero questa 14 no. vista. alla Allora signora

riconosciuta, andiamo

fotografia numero

strada. Foto numero 12

no. Numero

Numero 15 s la Filda di Palaia Gaetano. PRESIDENTE - quella di cui ci ha parlato, del suo esame? IMP. PESCE - S, s. Numero mio cugino, cio 16 no. Numero 17 labitazione di gi in questo vero, nel corso

sono due foto

quella

palazzo abito mio cugino, Tutino Angelo... PRESIDENTE Ma sono due fotografie o una? Una dovrebbe

essere. IMP. PESCE - S una... c praticamente come se... PRESIDENTE - Riproduce due... IMP. PESCE - Tutta la strada perch non finisce quindi fatto

in due piani per io lappartamento riconosco... PRESIDENTE - Quindi riconosce lappartamento di suo cugino? IMP. PESCE - Che abitava mio cugino l, s, Tutino Angelo. P.M. CUMPONE - Chiedo scusa su questo punto, sulla foto numero 15, se possibile Pesce, chiedere un sede di chiarimento alla signora

quellimmobile

qualche attivit che lei

sappia? IMP. PESCE - La 15? 100

P.M. CUMPONE - S la 15, unabitazione e ha detto che di un suo cugino, sa... IMP. PESCE - No la 15 la Filda. P.M. CUMPONE - No tra 17, chiedo scusa, la 17, quando ha detto

che labitazione del cugino qual , la 17? IMP. PESCE - S. P.M. CUMPONE Lei sa se quellimmobile sia anche sede di

qualche attivit commerciale? AVV. MONACO - Presidente opposizione da Palmi, ha gi dato la risposta sullimmobile non possiamo chiedere se c

qualcosaltro. PRESIDENTE - Ha dato la risposta ma dato che dite che ci sono due immobili o comunque la fotografia posta in maniera tale che riproduce non so esattamente facciamola

rispondere e poi eventualmente chiariamo. AVV. MONACO Presidente mi scusi il problema che gli

sottopone la foto, se lei la aggiunge particolari che sa

riconosce la riconosce e non che bisogna chiedere

ulteriormente se c qualcosaltro rispetto a quella foto in modo surrettizio perch lei si ricordata quel dato e basta, se poi bisogna aggiungere ulteriormente

suggestiva. PRESIDENTE - Avvocato lei mi sta dicendo cosa farebbe al mio

posto, io invece le dico che pu rispondere. IMP. PESCE - S alla fine di questa... c praticamente una via e alla fine c un negozio edile per... PRESIDENTE - Ma si vede nella fotografia? IMP. PESCE - S, s, questo praticamente che si 101 vede qui nel

piazzale. PRESIDENTE - un negozio? IMP. PESCE No un piazzale con delle pedane, non

comunque... cio io non

lo riconosco come un posto... lo

riconosco e basta per non so insomma la... PRESIDENTE - Okay quindi non sa dare indicazioni pi precise. IMP. PESCE - No, no. PRESIDENTE Daccordo. IMP. PESCE - La numero 18 no, non la riconosco. 19 no. Numero 20 s il distributore di mio zio Pesce Vincenzo. Numero 21 un caseificio Zangari Antonio. PRESIDENTE Allora il numero 21 mi scusi che ha detto della moglie di Zangari Antonio e di

signora? IMP. PESCE - Caseificio moglie. PRESIDENTE - Va bene. IMP. PESCE - 22 conosco il posto ma non lo so, non so niente. 23 il distributore dei fratelli Rao. P.M. CERRETI - Quello di cui lei ci ha gi parlato? IMP. PESCE - S quello nella nazionale, nord o sud adesso non ricordo di preciso l come fa. P.M. CERRETI - Okay. IMP. PESCE - Numero 24 no, non lo so. 25 no. 26 no. 27 i campi di Zangari Antonio che conduce con la

di calcetto di Rao Rocco. 28 no. 29 no. 30 no. 31... PRESIDENTE - Mi sono persa signora, mi sono persa, mi deve

perdonare, allora io sono rimasta alla numero 28, che ha detto? 102

IMP. PESCE - 28 Vittoria.

no. 29 34

no. 30

no. 31 di

no. 32

no. 33

lhotel Filardo

lautosalone

macchine di

Nicola. 35 il negozio di abbigliamento di Arena Lidia. 36 il distributore dei fratelli no. Sono finiti. PRESIDENTE - E allora vediamo perch ci sono alcuni sembrano non allora punti che Di Bartolo. 37 no. 38

corrispondere e altri s, ora vi dico come, fotografia numero 1, diciamo

ha riconosciuto la

limmobile di cui al numero 1... IMP. PESCE - Quello in via provinciale. PRESIDENTE - S, poi numero 4, numero 15, numero 20, 23, 5, 6, 33, 7, 34 8, e 9 e numero 10, 36, poi non ha

riconosciuto, ha detto

non conosco, gli

immobili che

sono raffigurati nelle foto numeri 2, 3, 11, 12, 13, 14, 16, 18, 19, 24, 25, 26, 28, 29, 30, 31, 32, 37 questi ha detto che non riconosce, poi e 38 e su

invece

qualcosa che sembra non coincidere ora vediamo un poco... P.M. CERRETI - Quindi quelli che lei evidentemente c coincidenza tra collaboratrice? PRESIDENTE - Quelle che allinizio ho cera coincidenza, queste che ho detto li ha riconosciuti indicato da ultimo sono ha elencato Presidente quanto dichiarato dalla

gli immobili per i quali ha detto non li conosco. P.M. CERRETI - chiaro. PRESIDENTE Ci sono poi alcuni sui quali ha cos risposto,

ora vi dico subito, allora alla fotografia numero 17 la fotografia su cui il Pubblico Ministero gi intervenuto perch ha detto c lappartamento di un quale cugino? 103 suo cugino, di

IMP. PESCE - Tutino Angelo. PRESIDENTE - S laveva detto, fine della strada c un vero, e poi ha detto che alla negozio di materiale edile e

qualcosa del genere. Al numero 17 secondo lindice allegato a quellalbum fotografico io vedo

che

scritto

Trivel Sud

di Armeli Signorino con sede a Rosarno in via

nazionale sud, senza numero civico, poi alla fotografia numero 21 ha detto qualcosa con riferimento a Zangari mi pare, vero IMP. PESCE - Zangari Antonio. PRESIDENTE numero 21 Elisa. IMP. PESCE - Elisa Zungri la moglie di Zangari Antonio. PRESIDENTE - E quindi un caseificio, stata riconosciuta. Poi c la okay, allora questa numero 27 e non so Io non so se la stessa cosa perch qui al individuale Zungri

mi viene indicata la ditta

esattamente che cosa ha detto. IMP. PESCE - I campi di calcetto. PRESIDENTE - I campi di calcio riconducibili a? IMP. PESCE - A Rao Rocco. PRESIDENTE - E allora questa era stata riconosciuta, non so se la stessa cosa un Gioffr attimo perch qua io con sede vedo ditta operativa in

individuale

Maria Anna

Rosarno in contrada Carozzo, campi da calcio. IMP. PESCE - la moglie. PRESIDENTE - la moglie Gioffr, okay, allora riconosciuta. Poi alla detto lei signora? IMP. PESCE - 35 il negozio di abbigliamento di Arena Lidia e 104 questa stata che cosa ha

fotografia numero 35

Arena Sonia. PRESIDENTE - Perfetto, non so se c coincidenza perch qua io Artuso Carmela recante individuale Porretta

vedo scritto ditta individuale

insegna Angels and Devils e ditta

Antonio recante insegna Lidia Spose, entrambe con luogo di esercizio a Rosarno in via nazionale sud n.434, non

so se si riferisce... IMP. PESCE - Il negozio quello. PRESIDENTE - Diciamo con questa precisazione perch questo era il punto. Poi unaltra cosa, su questa per lei chiara, alla fotografia Pesce 23 lei ha detto di mio che zio stata era il

distributore di

Vincenzo

Pesce

Vincenzo, io qua vedo scritto stazione di servizio Agip di Tutino Maria Concetta, la stessa cosa? P.M. CERRETI - Potremo chiedere chi Tutino Maria Concetta. PRESIDENTE - Chi Tutino Maria Concetta? IMP. PESCE - Praticamente stata rimasta con il acquistata da loro per precedente... cio

nominativo della

praticamente prima... PRESIDENTE - stata acquistata da suo zio? IMP. PESCE - Da mio zio da queste persone praticamente. PRESIDENTE - Da Tutino Maria Concetta. IMP. PESCE - S per rimasto col nome della signora. P.M. CERRETI - Quindi non era intestata a suo zio Vincenzo? IMP. PESCE - Come? P.M. CERRETI - Dopo lacquisto suo zio Vincenzo non lha

intestata a s, questo vuole dire? IMP. PESCE - S, che rimasta col nome della precedente... 105

PRESIDENTE - Che rimasta quindi non lha intestata a lui. Ma quando avvenuto questo acquisto? IMP. PESCE - Un tre mesi prima del nostro arresto. PRESIDENTE - E abbiamo concluso. AVV. NOVELLA - Presidente chiedo scusa a che se che scusa sono lAvvocato Novella, praticamente volevo seduto per visto non e

sto

riuscirei considerando evitare

parlare, ha

soltanto una, in tornare

lalbum poi

fotografico di dover

mano, per dopo e se magari

eventualmente lalbum chiederlo

riprendere possiamo

volevo soltanto subito, se

sapere, con

riferimento e World

alle attivit

quali hotel Vittoria, caseificio nelle foto

Sport e materiale edile lindicazione

raffigurato Vittoria,

del marchio,

cio

dellhotel

world Sport, cio se proprio sono raffigurati fotografica insegne. PRESIDENTE - Lei vuole sapere se ci sono, ho quali sono? AVV. NOVELLA Hotel Vittoria, World Sport, anche le scritte, cio le

nelleffigie reclame, le

capito, allora

caseificio

materiale edile. P.M. CERRETI Lo deve dire lo la signora? Non non lo un dato

documentale? Non

vede il tribunale,

vediamo

tutti noi se c scritto? PRESIDENTE S va beh ma dato che stiamo chiarendo si

pu eventualmente... P.M. CERRETI - Ma un dato documentale. AVV. NOVELLA - Solo per capire se c. PRESIDENTE - Volevamo sapere 106 se cerano le insegne di questi

negozi, lhotel Vittoria scritto hotel Vittoria? IMP. PESCE - S.

per esempio si

vede che c

PRESIDENTE - Poi lo vedremo ovviamente, chiaro che un dato documentale, e allora channo... IMP. PESCE - pi piccolo per s. PRESIDENTE - Va bene. P.M. CERRETI - Abbiamo finito Presidente, anche di questalbum si chiede lacquisizione. PRESIDENTE- E allora il tribunale acquisisce album fotografico. P.M. CERRETI- E allora signora ultimo argomento veramente pochissime domande, dallesame di ha letto del resto lordinanza, il fermo del ieri emerso che lei 28 aprile 2010 come chiedo a anche questultimo qui c, anche negli altri negozi

era suo diritto essendo imputata, le

letto lordinanza del 20 maggio 2010? IMP. PESCE - Dellarresto, quella che channo consegnato quel giorno allarresto. P.M. CERRETI - Quindi solo il fermo, lordinanza non lha letta? IMP. PESCE - No, no, lho mai avuta quella. P.M. CERRETI - Ha letto lordinanza del gip di Reggio Calabria successiva

del 15 novembre del 2010? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Ha letto il fermo della del 23 aprile 2010? IMP. PESCE - No, no, io solo quella che mi hanno dato 107 quando DDA di Reggio Calabria

mi hanno arrestata, lunico documento. P.M. CERRETI - lunico documento processuale letto? IMP. PESCE - S, s, lunico quello che mi hanno dato il che lei ha

giorno dellarresto. AVV. MONACO Presidente ci scusi come fa a fare queste

domande se questi atti sono stati notificati direttamente alla signora, lordinanza notificata direttamente. PRESIDENTE - Avvocato Monaco che cosa stava dicendo? AVV. MONACO - Queste domande riteniamo che siano suggestive e

poi partono da un presupposto sbagliato perch lordinanza di custodia cautelare stata notificata direttamente alla

persona quindi come fa a non leggerle. P.M. CERRETI - Io infatti ho chiesto quella del 15 novembre

che non riguarda la signora, il fermo del 23 novembre che non riguarda la signora... AVV. MONACO - Ma quella di Reggio Calabria s convalida del fermo, o sbaglio? P.M. CERRETI - Ma infatti ho chiesto non e lei mi se ha avuto la perch la

notifica ma se lha letta

ha detto il fermo

lho letto, non credo che la domanda sia inammissibile. PRESIDENTE - La domanda non la valenza che pu atto che viene inammissibile ma chiaramente ha perch se nel non momento in lha letto cui va un beh

avere

notificato

insomma non lha letto, possiamo crederle o non ma insomma stato fine. AVV. MONACO - Perfetto Presidente, grazie. P.M. 108 CERRETI Gli atti successivi per la nella sua disponibilit

crederle

insomma alla

domanda era

ammissibile perch non riguardavano la signora. PRESIDENTE - S, s la tua domanda in se stessa ammissibile per voglio dire rendiamoci conto dellutilit anche di

una risposta in un senso o nellaltro. P.M. CERRETI - Presidente mi sono stati tanti scusi in questo procedimento ci

provvedimenti coercitivi in tante fasi la signora, io ho

diverse, solo il primo ha riguardato fatto le domande su quelli successivi.

PRESIDENTE - Perfetto allora stavo dicendo proprio questo che sui provvedimentidi cui lei era destinataria chiaro

che noi la domanda la possiamo anche fare perch diciamo sotto il profilo... P.M. CERRETI - Ma quello stato domande. PRESIDENTE- Diciamo che sotto il profilodellammissibilit non c problema perch ammissibile ma chiaro che solo il presupposto delle mie

quale che sia la risposta insomma non altri provvedimenti di cui non stata

che... per gli destinataria la

signora La che deve

domanda ammissibile e poi risponde quello rispondere e valuteremo. Rifaccia la domanda

Pubblico Ministero. P.M. CERRETI - Allora lordinanza del 15 novembre mila 10 lei lha letta? IMP. PESCE- No. P.M. CERRETI - Il fermo della aprile 2010 lei lha letto? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI Lordinanza gip di Reggio Calabria del 13 DDA di Reggio Calabria del 23

dicembre 2010 lha letta? 109

IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Lordinanza del 16 aprile 2011 nei confronti di Ferraro Angela e Pesce Marina lei lha letta? IMP. PESCE - No,. P.M. CERRETI - Durante la deposizione testimoniale di Ferraro Rosa e aula? IMP. PESCE - No. AVV. INFANTINO - Presidente questa una domanda utile, cio c un verbale da cui si attesta se era presente in aula chiedo scusa Presidente. PRESIDENTE - Avvocato Infantino questo serve a voi perch se la signora risulta dal Pesce chi verbale dice voi cose diverse avete una la da quello carta verit in che pi Facchinetti Salvatore lei stata presente in

eventualmente per dire

non ha detto

quindi

secondo me queste sono a garanzia vostra che sta facendo il Pubblico Ministero. P.M. CERRETI riferito Lei il primo giorno del suo

queste domande

esame ci

ha

di aver iniziato a collaborare

con lautorit

giudiziaria in data 14 ottobre del 2010, conferma questo dato? IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI Prima del 14 ottobre 2010 lei durante il

periodo detentivo ha ricevuto in carcere visita da parte di polizia giudiziaria che lhanno invitata a

collaborare? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Ha avuto preventivamente contatti con lufficio del 110 Pubblico Ministero che lhanno invitata a

collaborare? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Quando ha ripreso lattivit collaborativa il 7 luglio del 2011,prima di questa data ha ricevuto da parte di polizia giudiziaria invitata a collaborare? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI Ha ricevuto visite da parte del Pubblico visite

che lavessero indotta o

Ministero che labbiano indotta a collaborare? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Lei sempre il primo giorno del suo esame ci ha riferito dei suoi due tentativi di suicidio e ha parlato

di assunzione di farmaci per dormire in quel periodo. IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - Le chiedo quando cessata lassunzione di quei farmaci, cio per quanto si protratta? PRESIDENTE - Sta prendendo ancora farmaci? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Glielavrei chiesto subito dopo. IMP. PESCE Grazia Dio no, praticamente ci io ho sono stati una farmaci dal smesso di ho

serie di episodi in pratica primo giorno che sono entrata

assunto

in carcere e ho

prenderli il primo giorno che sono uscita dal carcere, poi preso qualche cosa, ma proprio cos, per

dormire nel

periodo

che stavo

nel programma ho preso agosto del

di protezione, poi sono qualche goccia sempre prendo pi

rientrata in carcere e per dormire e poi da

2011 non

niente. P.M. CERRETI - Si ricorda come 111 si chiamassero le gocce per

dormire di cui ci ha appena riferito che prendeva prima, se lo ricorda? IMP. PESCE Quelle che prendevo nel periodo che ero nel le Lexotan, quando stavo in carcere

programma erano quelle beh

che davano loro, non sempre Xanax, sono

so che gocce erano quindi va poi nel

erano

Prazolam compresse e prima insomma

periodo

che

rientrata,

di agosto,

Tranquirit, delle gocce che aiutavano a dormire insomma. P.M. CERRETI - Pu riferire al tribunale con quale frequenza

assumevo questo farmaco? IMP. PESCE - La sera, sempre la sera prima di andare a letto. P.M. CERRETI - Per quanto tempo li ha assunti? IMP. PESCE - Ripeto stato in periodi, da quando sono entrata ad aprile del 2010 fino al 5 novembre, s, sempre del

2010, diciamo che erano come al bisogno o la sera e

terapia quindi le prendevo o poi sera lo stesso quando sono

rientrato insomma, solo la se ne avevo necessit, cos. P.M. CERRETI farmaci? Che disturbi

insomma o al pomeriggio

aveva, perch prendeva questi

IMP. PESCE - UN po dansia e insonnia. P.M. CERRETI - Quindi insonnia ed ansia. IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - Senta lei prova qualche motivo di risentimento dichiarazioni

nei confronti delle persone su cui ha fatto accusatorie? IMP. PESCE - No. P.M. CERRETI - Vuole spiegare 112

al tribunale quali sono i motivi

che

lhanno

indotta

collaborare

con

lautorit

giudiziaria? AVV. RIOLO C abbondante opposizione Presidente, ci sono

due argomenti che hanno occupato lintera udienza. PRESIDENTE Ascoltate allora questa specifica domanda

nonostante il primo giorno sia stato le ragioni eccetera non percorso non stata mai

dedicato ad indagare

della collaborazione ma del suo fatta tant che mi riservavo

specificamente di farla io al momento opportuno. P.M. CERRETI - Esattamente. PRESIDENTE Allora lultima domanda, proprio la domanda fa

specifica il

perch ha deciso di collaborare, Ministero ma la fa

questa la

Pubblico

propria

anche il

Presidente. P.M. CERRETI - Il Pubblico Ministero scientemente ha deciso di farla soltanto alla fine, erano state scandagliate le

motivazioni per cui aveva interrotto quelle per cui ha iniziato la collaborazione.

e poi ripreso non e ha proseguito

a collaborare

PRESIDENTE - cos, cos Pubblico Ministero. IMP. PESCE - Allora io quando ho iniziato a collaborare non

stata una scelta facile, la mia scelta stata non perch provo risentimento per qualcuno o perch... non ho mai

dato la responsabilit a qualcuno per quella che stata la mia vita. Nel periodo che sono stata in carcere diciamo

che ho passato dei brutti momenti e ci sono stati dei momenti perch in non cui avrei voluto morire, ma morire carcerazione ma perch non non

sopportavo la

sopportavo lidea di sapere i miei figli senza di me e di 113

pensare che sarebbero loro.

quello

che

stava

succedendo

me

quando

diventati cercato

grandi sempre

sarebbe potuto succedere a di proteggerli diciamo

Io ho

da quello che era lambiente, da quella che era purtroppo la catena che puntualmente si carcerazione di mio padre, poi manifestava, cio la

quella di mio fratello,

quella di mio marito, poi arriv anche la nostra e quindi sapevo che quando i miei figli sarebbero cresciuti, mio che apprendevo, da

figlio in particolare, anche da quello

quello che sentivo, dai progetti che avevano mio marito e mio fratello per mio figlio capivo che a loro sarebbe

aspettato un

futuro come questo insomma, come

quello che

ho avuto io, che ha avuto mia sorella, mia mio fratello, e quindi da l ho

madre, anche cercato di mia

valutato, ho

poter fare qualcosa per evitare

questo e quindila

scelta di collaborare stata basata su questo, di poter evitare ai miei figli il destino di dare soprattutto a loro una che abbiamo avuto noi e vita migliore e dove

possano essere padroni di scegliere quello che vogliono fare. P.M. CERRETI - Signora lei ha timori per la sua incolumit? IMP. PESCE - S. AVV. MALVASO Presidente domanda ripetitiva, ne abbiamo

parlato lintera prima giornata. PRESIDENTE - Non lha mai stata fatta una fatta Avvocato, non domanda ma non lha mai per fatta, la sua

era

incolumit ma per lincolumit di qualcun altro Avvocato. P.M. CERRETI - Ha risposto? IMP. PESCE - S ho paura per la mia incolumit. 114

P.M. CERRETI - Teme qualcuno in particolare? IMP. PESCE - S. P.M. CERRETI - Vuole spiegare al tribunale chi e perch? IMP. PESCE - Temo mio fratello. P.M. CERRETI - Perch proprio suo fratello?

115

IMP. PESCE - Perch lui non condivide questa scelta e che non la accetter mai. P.M. CERRETI - Abbiamo finito Presidente.

IL CONTROESAME bene ora allora un iniziamo il controesame ma

PRESIDENTE - Va prima vi do viene di l. ()

poco di tempo, Avvocato Polimeni se poi

Difesa Di Marte F. Avvocato Mercurio AVV. MERCURIO Francesco Di Io sono lAvvocato Mercurio e difendo

Marte, imputato del reato per essersi

associato in questa... SITO PALMI - Presidente mi scusi sentiamo molto male. PRESIDENTE Avvocato dicono che si sente male, se sta pi

comodo seduto. AVV. MERCURIO - Sono costretto a sedermi allora, chiedo scusa, parler in questa maniera. Senta signora innanzitutto do atto di quello che lei ha detto in queste io

ultime pu

battute

e cio della sua via crucis,

perch cos si

definire,

io per vorrei farle una domanda lei in questo

dibattimento, nel quale io potr fare domande solo sulla scorta dei mie modesti appunti, lei ha riferito al

tribunale di essersi accorta di vivere in una famiglia di ndrangheta o mafiosa verso let di 9 o 10 anni, lo

conferma questo? IMP. PESCE - S. 116

AVV. MERCURIO - Quindi lei

sin da quellet giovanile ha preso

atto che la sua era una situazione particolare rispetto a quella degli altri. Ci pu dire in cosa differiva per

esempio da quella dei suoi compagni di scuola? Cio con i suoi compagni di scuola aveva una difficolt a

rapportarsi? IMP. PESCE - No ma io non ho parlato di difficolt a scuola. AVV. MERCURIO - No, no, una domanda che le faccio io non che lei ne abbia parlato, lei aver appreso di essere ha parlato della circostanza di appartenente di una famiglia

mafiosa allet di 9 o 10 anni, ecco io le faccio questa domanda. IMP. PESCE - No, non avevo difficolt a scuola. AVV. MERCURIO Molto bene. Senta lei ha detto di essersi

sposata molto giovane, vero, allet di 14 anni? IMP. PESCE - S. AVV. MERCURIO - Quindi lei quando ha scelto determinata sbaglio? IMP. PESCE - Della? AVV. MERCURIO - Lei ha fatto una scelta scegliendo un marito che era nel suo stesso ambiente, corretto questo? IMP. PESCE - Ma io allepoca non lho scelto perch faceva perch ero innamorata di ad una scelta suo marito era gi della cosca o

nellambito

parte di una cosca, lho scelto mio marito. AVV. MERCURIO riferito che

Bene, ne prendiamo atto. le cose andavano bene

Senta lei nellambito

ci

ha

della

vostra famiglia, tra le redini era 117

virgolette,

fino a quando a tenere testuni, corretto

suo zio

Antonino u

questo? IMP. PESCE - Cera ununione familiare. AVV. MERCURIO E allora mi spieghi lunione familiare

derivava dal fatto ripartiti in

che i proventi dellassociazione erano oppure da altre cose, da

maniera equa

affettivit? IMP. PESCE - Non ho capito la domanda. PRESIDENTE - Lunione familiare,dice lAvvocato, dipendeva dal fatto che proventi dellattivit illecita in parti uguali tra i diversi venivano ripartiti famiglia o

membri della

lunione

familiare dipendeva da altre

ragioni, questo ha

chiesto lAvvocato. IMP. PESCE - Io ricordo che quando cera mio zio io ero una ai

ragazzina, che cera lunione familiare, che lui era legato fratelli, che mangiavamo insieme, che cera laccordo non so se si spartivano bene gli interessi.

per

AVV. MERCURIO - Va bene. Signora lei comunque quel percepiva un benessere familiare, s? IMP. PESCE - A livello affettivo sentivo una famiglia. AVV. MERCURIO - Ha risposto? PRESIDENTE - A livello affettivo s ha detto. AVV. MERCURIO - Ed economico? IMP. PESCE - Stavamo bene. AVV. MERCURIO - Senta quando suo zio

periodo

Antonino venne arrestato

e prese le redini suo cugino Ciccio u tistuni, classe 78, le condizioni economiche della sua famiglia, del suo

nucleo

stretto cio del gruppo Salvatore Pesce, mut oppure

rimase comera prima? 118

IMP. PESCE -

Diciamo che cambi quando cominci a venire

mancare mio padre che veniva arrestato. AVV. MERCURIO - Quindi dopo larresto di suo padre cambiano le condizioni economiche della famiglia, corretto? IMP. PESCE - S, quando mio padre non cera pi, s. AVV. MERCURIO - Ma gli altri suoi zii, che lei sodali in questa di organizzazione, la afferma essere omesso e

avevano del

trascurato

supportare

famiglia

fratello

Salvatore, cio di suo padre? IMP. PESCE - Avevano scusi? AVV. MERCURIO - La padre Salvatore ripeto pi semplicemente, dopo che suo

stato arrestato i suoi zii hanno smesso vi erano pi attivit di

di dare aiuto a voi oppure non carattere, mi consenta, mafioso?

IMP. PESCE - Diciamo che in quel periodo io non

stavo in casa

con mia madre perch io avevo un altro nucleo familiare e non so se arrivavano soldi da parte dei miei zii a mia

madre. AVV. MERCURIO Ecco ma alle condizioni di sua madre erano

come prima o erano mutate? IMP. PESCE - In un cambiate. AVV. MERCURIO - E il cambiamento da cosa era derivato, se lei in grado di dircelo. IMP. PESCE - No, non lo sono. AVV. MERCURIO Pu ragionevolmente ritenere che fossero primo periodo erano normali, poi erano

mutate per larresto di suo zio Antonino che era diciamo il garante di questa pace familiare, possibile questo? IMP. PESCE - S, possibile. 119

AVV.

MERCURIO condizioni virgolette stabilir

In

sostanza

possiamo affermare capo della

che

le tra lo

mutarono quando a perch non

cosca,

so se poi di cosca si tratti, tribunale, rispetto

la sentenza del

mutarono

quando prese il comando suo fratello Ciccio? IMP. PESCE - Quando prese il comando? AVV. MERCURIO - Suo fratello... mi scusi suo cugino Ciccio. IMP. PESCE - C stato un periodo che Ciccio aiutava la mia

famiglia per poi dopo, quando cominciarono ad scontri con mio

avvenire gli

fratello lui non aiut neanche la famiglia

di mia madre. AVV. MERCURIO rapporti Ho capito, cugino bene. Allora mi dica i suoi

con il

Ciccio u

tistuni

erano buoni,

cattivi, mediocri, comerano? IMP. PESCE - Buoni. AVV. MERCURIO - Senta lei nel corso della non vorrei ripetere la domanda ma nellambito familiare, dove le viveva della

sua vita

famiglia quante

Pesce Salvatore

ovviamente, effettuarsi

perquisizioni

domiciliari

ha veduto

nellarco della sua presenza in casa? IMP. PESCE - Molte. AVV. MERCURIO - O una, dieci, venti? Non voglio sapere il

numero esatto, cio quello che lei ricorda ecco. IMP. PESCE - Non riesco a quantificarlo Avvocato, molte per. AVV. MERCURIO Va bene, prendo atto che sono molte, riguarda

benissimo. Senta, perch lo ripeto

ed entr nellargomento che mi

ancora una volta io difendo Francesco Di

Marte e quindi debbo farle le domande sugli stupefacenti, 120

io ripeto le mie di memoria anche lei ha detto

domande vengono effettuate sulla scorta perch senza ho dovuto appuntare poter vedere quello che la

esattamente

trascrizione per lei ha parlato in pi riprese di questi fatti di droga, la prima volta che ne parla... PRESIDENTE - Avvocato sta scomodo in quel modo non so se si

pu avvicinare il microfono cos lei sta pi comodo e la sentiamo. AVV. MERCURIO - Grazie ma perch mi sembra che non riproduca. Allora lei ne parla per la prima del 23, volta e a mi pare

alludienza specifica di

dellaltro

ieri,

domanda

del procuratore della occupavano

Repubblica lei dice che Rocco, si

droga si

Pesce Francesco, Palaia

Pesce Salvatore

e suo cugino Pesce Francesco che non

esponeva ma in prima persona, corretto questo? IMP. PESCE - S. AVV. MERCURIO - Lei come sapeva di questi fatti di droga? IMP. PESCE - Di tutte le posizioni? AVV. MERCURIO - Era una sua deduzione cotture venivano da lei

e le dicevano guarda che noi facciamo traffico di droga? PRESIDENTE detto, Per Avvocato Mercurio lha detto questo, lha lha detto con riferimento anche al fratello, al

marito, ha detto tante cose. AVV. MERCURIO - A me serviva per introdurre poi largomento

che a me riguardava comunque io lo posso tranquillamente superare. Lei ha inserito novit, suo ha riferito cresce un elemento che per me una Rocco e di

al tribunale che suo marito Francesco si

fratello

approvvigionavano

stupefacenti da Leotta e da Di Marte. 121

IMP. PESCE - S. AVV. MERCURIO - corretto cos? IMP. PESCE - S. AVV. MERCURIO - Ecco lei quando ha saputo di questo fatto, lo ha saputo da sempre oppure in un periodo pi recente? IMP. PESCE - Lho saputo quando li sentivo parlare tra di loro che dovevano acquistarla e facevo nel nome di queste vai da

persone con riferimento Leotta. AVV. MERCURIO -

vai da Tetenna oppure

Signora cara

per io

poi

le

far

una

contestazione, la non priva di

mia domanda sul

momento di

apprensione sicuramente

significato

anche perch lei

rammenter di avere effettuato, di fronte al procuratore della Repubblica, anzi alla dottoressa che oggi qui in aula e addirittura allaggiunto, che dichiarazioni

dapprima mi

sembra di ricordare

che fosse il 14 ottobre

del 2010 e poi altre il 19 ha ripetuto

dicembre del 2010 e da ultimo unultima dichiarazione

in tempi pi recenti

che mi pare che sia del 27 settembre del 2011, in queste tre dichiarazioni, in queste tre spontanee dichiarazioni che lei fa, anzi sotto interrogatorio, rende delle mi dia

dichiarazioni che io poi le contester perch lei una risposta. laltro consenso giorno, di Dopo cio suo questepisodio che ad di cui

ha riferito con il ad

approvvigionarsi, testuni

cugino

Ciccio

erano

approvvigionare

i suoi congiunti cio suo marito e suo Marte e Leotta, lei ha aggiunto anche

fratello erano Di

unaltra cosa, ha aggiunto, e vorrei una risposta

se in

grado di darmela, che la droga che era in possesso di Di 122

Marte e di Leotta veniva dal porto di Gioia Tauro, lei quando ha appreso questa circostanza? IMP. PESCE - Mi pu capito? AVV. MERCURIO - Gliela ripeto, lei tribunale dopo avere illustrato al ripetere la domanda Avvocato che non ho

dove si approvvigionavano

suo fratello e suo

marito di droga cio tramite Di Marte e Leotta nel corso dellinterrogatorio, per questo che le dico ho premesso non sono in grado di dirle a quale punto perch ho dovuto prendere degli appunti miei... PRESIDENTE - Non importa a quale punto ma venuto fuori corso dellesame Avvocato. AVV. MERCURIO - Nel corso dellinterrogatorio lei ha riferito nel

che la droga, che portavano Leotta e Di Marte, proveniva dal porto di Gioia Tauro. Allora la domanda molto

semplice, da chi, quando e dove lo ha saputo? IMP. PESCE - Allora acquistare riferimento la a quando mio droga, Tetenna fratello che e mio marito dovevano facevano stato un

praticamente cera

e a Leotta,

sequestro di droga al porto e un passaggio

giorno

vedendo questo e hanno

alla tv si sono guardati in faccia gli

detto ne abbiamo fortuna, non riferimento al loro. AVV. MERCURIO - Ho capito quindi lei

arrivata facendo

da questa dichiarazione

desume che venisse dal porto di Gioia Tauro. IMP. PESCE - No lhanno detto loro io lho sentito. AVV. MERCURIO - S, ho servizio droga? 123 del capito, ho capito perfettamente ma il un sequestro di

telegiornale

parlava di

IMP. PESCE - S. AVV. MERCURIO - Ma lei come fa a dire che la droga veniva

portata da Gioia Tauro da Di

Marte e da Leotta?

IMP. PESCE - Perch la vendevano a Rosarno loro la droga. AVV. MERCURIO - Va bene. Senta adesso io credo che sia giunto il momento di darle lettura di un verbale, lultimo,

perch lei, come le ho detto prima, le ho anticipato, il 14 ottobre del 2010, il 19 ottobre del 2010, ha reso

delle dichiarazioni, le

stesse dichiarazioni leggermente

pi ampie lei le ha rese anche il 27 settembre del 2011 e io adesso gliene do contestazione perch lei possa

rispondere... P.M. CUMPONE - Ci pu dire la pagina Avvocato? AVV. MERCURIO - Dunque la pagina ... P.M. CUMPONE - Siamo al 14 ottobre? AVV. MERCURIO - No non do lettura degli altri perch grosso

modo sono ripetitivi, do lettura... P.M. CUMPONE - No per la contestazione si legge. AVV. MERCURIO lettura del - S mi scusi verbale di mi faccia finire, sto cio dando della

interrogatorio,

descrizione dellinterrogatorio in data 27 settembre Pubblico 2011,

di Pesce Giuseppina resta siamo a esattamente, pagina 37 per delle

conoscenza del

Ministero,

maggiori 321, e lei potr naturalmente trovarlo. P.M. CUMPONE - S ci d qualche secondo Avvocato per cortesia? AVV. MERCURIO - S ma come no, ci mancherebbe altro. P.M. CUMPONE - Ma quindi la risposta? AVV. MERCURIO 124 Sullultima, le spiego perch vorrei dare contestazione solo lultima

contestazione di tutti i verbali di interrogatorio. P.M. CUMPONE - No ma le contestazione sono specifiche e chiedo la contestazione e quindi sulla del traffico di droga? AVV. MERCURIO - Esatto. P.M. CUMPONE - Quindi sullultima risposta. AVV. MERCURIO Glielavevo anticipato perch prima ho domanda come ha appreso

illustrato, e mi sono fatto dare delle risposte su quello che aveva... con controesame un po anomalo, credo che il tribunale me ne debba dare atto perch... PRESIDENTE - Avvocato ma lei non posso stare pi zitta, un controesame che mi ha chiamata in campo e non deve esser non anomalo, deve non

essere

quindi

disquisizioni,

valutazioni, non

considerazione

che devono essere fatte

in sede di discussione ma non in questa sede. AVV. MERCURIO - Voglio dire che in genere io uso fare cos, quando contest qualcosa dico contesto quello che lei ha reso, se lo posso dire nella trascrizione dei verbali di interrogatorio, dopodich contesto le altre adesso sto contestando questa. della Allora son cose ed io

ovviamente

presenti il procuratore Reggio Calabria e allora 10...

Repubblica credo anche di foto numero

viene mostrata la

P.M. CUMPONE - Scusi Avvocato ha detto 27 settembre 2011? AVV. MERCURIO - S. P.M. CUMPONE - Ha detto pagina 27? AVV. MERCURIO - 37. P.M. CUMPONE - Ah me scusi ho sentito male io. PRESIDENTE - Vada avanti signor Avvocato. 125

AVV. MERCURIO - Le leggo questo e poi lei foto 10 di Di Marte Francesco lei

mi risponder la dice, dice chi la Repubblica, lei lui? era

sta interrogando, aveva soprannomi

credo il procuratore della questo Di Marte

Francesco?, cosa sa di so che

risponde s, Tetenna, Tetenna, s, chiede chi la vicino a mio interroga,e cugino lei

risponde domanda

Francesco,

testuni?,

risposta s,

domanda come lo sa? perch lo vedevo,

lo vedevo spesso con lui e perch so che era... che aveva un ma giro di affari con lui, domanda che affari?, lei sia lui che il Leotta erano amici fidati di mio tipo di di

cugino, persone di cui si cose facevano

fidava, domanda che so che sul

insieme? loro

traffico

droga erano abbastanza esperti,si ricorda qualche fatto le domanda il procuratore questo lei? della Repubblica dirlo, come fa cio ha no

a sapere visto

difficile

qualcosa per

insiste

il procuratore, visto

risponde lei lavr detto

vivendo nellambiente cio magari forse

mio marito, forse lavr detto mio fratello, sentito per non una cosa che ho

io magari

lho

immaginato, le dice il procuratore della certo dice lei

Repubblica no, no, capace

per adesso ricordare il momento non sarei so che era cos nel

senso che lui ha queste questi lavorano per lui

persone che gli

stanno vicino,

cio..., interrompe il procuratore ma perch ne avete parlato in famiglia? ma perch magari parlavano fra di loro, noi sentivamo fra la loro chi i maschi di cosa ricorda 126 famiglia, di mio intende magari i marito, su mio fratello maschi, che che

aver sentito

questo? ricordo

magari, perch il fatto che ogni volta che si parlava di mio cugino si parlava sempre in un modo contrastante, perch lui andava a a casa sua casa mia, chi erano s a ogni volta che si parlava o mio

parlarne? mio marito e qui si

fratello

magari giustamente...

interrompe

perch poi... P.M. CUMPONE Avvocato. AVV. MERCURIO - Io leggo quello che voglio comunque lo leggo. P.M. CUMPONE - Eh no la contestazione Presidente se si deve No, no, continui a leggere cortesemente

fare si deve fare completa non si legge quello che vuole. AVV. MERCURIO - Mi scusi ma non cos. P.M. CUMPONE - Ma come no? AVV. MERCURIO - Allora il procuratore dice fra virgolette perch la aggiunto no magari lo

signora nel corso del suo

intervento ha detto una serie di magari. P.M. CUMPONE - Esatto. AVV. MERCURIO - S ma io gliene avrei data lettura ha un interesse che emerga questa cosa, e dopo perch allora il

procuratore insiste

no magari, o s o no, risponde

la signora mio marito e mio fratello magari un modo... un modo di dire dice la signora e poi lo spiega... P.M. CUMPONE - Mi scusi Avvocato. PRESIDENTE - Magari sarebbe lintercalare. AVV. MERCURIO - Mi faccia finire. P.M. CUMPONE - Lei omette delle parti intervenire 127 e io ho lobbligo di propongo Avvocato quel modo che ho di dire

perch il senso cambia comunque io

che venga esibita al tribunale questa parte. AVV. MERCURIO - Io glielo esibisco se vuole. PRESIDENTE Certo, come abbiamo fatto ieri per laltro

verbale. P.M. CUMPONE - A parte che non si capisce il contrasto con la

dichiarazione che ha fatto oggi. AVV. MERCURIO - Eh adesso glielo interrogatorio sulla contesto non congiunti si perch non perch? P.M. CUMPONE - No chiedo scusa... AVV. MERCURIO - Scusi ma io non ho mai interrotto nessuno. P.M. CUMPONE Chiedo scusa per sulla regolarit delle parla dico. E qui finisce come mai in il suo questo i suoi

droga, lei dice

e non

apertamente come

approvvigionassero, se ci

spiega perch, lho voluto dire,

se lo ricordava, perch non

contestazioni... PRESIDENTE - Scusate voglio capire se lAvvocato ha finito poi vi do la parola. AVV. MERCURIO - Questa la domanda e vorrei la risposta. PRESIDENTE Ah okay allora Pubblico Ministero pu interloquire. P.M. CUMPONE C opposizione perch la signora Pesce con posizioni di Leotta e Di non ha reso Marte Francesco solo ed e

riferimento alle che lei assiste

dichiarazioni

esclusivamente... AVV. MERCURIO - No Leotta lo difendo guardi, Marte. P.M. CUMPONE - Aspetti un secondo, rispetto a Di Marte che lei assiste non 128 ha reso dichiarazioni Francesco io difendo Di

solo in data 27

settembre 2011 e soltanto con riferimento alla pagina che

lei sta

sottoponendo in questo momento lattenzione

del

tribunale, la signora ha reso dichiarazioni anche nel corso di ulteriori fatte interrogatori nel corso dei quali sono state domande a precisazione e per cui allora c o la un

ulteriori

contestazione la facciamo nel globale, e contrasto effettivo e lo mettiamo in non c contrasto, la

evidenza, altrimenti quindi una

regolarit,

contestazione per essere tale deve avere una difformit. AVV. MERCURIO Io sto contestando un verbale, se voglio

contestare altre cose le contesto, io voglio una risposta su questa discrasia tra quello che ha dichiarato qui e

quello che ha dichiarato in sede di interrogatorio. PRESIDENTE No, no, scusatemi niente battibecchi tra voi,

allora sentiamo le altre difese e poi parlo io. AVV. SALDARINI Saldarini per Presidente la mi perdoni sono lAvvocato che

posizione di

Lucia, La

questione

pone in questo momento il Pubblico Ministero, modo di vedere pu avere un suo senso

che a mio logico, era mi

esattamente quella che avevo posto ero spiegata in maniera efficace

io, forse io non

cio a dire io ponevo

questo problema siccome per il nostro caso per esempio ci sono pi dichiarazioni sul perlomeno sul mio medesimo argomento difformi, mi ponevo, proprio perch

caso cos,

il Pubblico Ministero aveva eseguito una contestazione di un verbale dove la signora Pesce a aveva effettivamente che stava a venendo che

reso una versione avanti a voi ma

diversa

quella

assolutamente

conforme

quella

invece aveva reso in altre

occasioni

ponevo il problema

al tribunale se le contestazioni dovessero avere riguardo 129

a tutti

gli interrogatori, il che era anche complicato,

oppure no e lei mi disse Presidente... PRESIDENTE - S, s, va bene allora vi volevo dire in effetti chiaro che

ci siamo gi pronunciati e ribadiamo allora

il Pubblico Ministero nel corso del suo esame ha avuto, era lesame che stava conducendo il Pubblico Ministero e quindi dal suo punto di vista cose tra virgolette che ha voluto fare emergere le interessavano al Pubblico

Ministero, ho detto lAvvocato Saldarini, e ribadisco, in sede di controesame quindi ognuno dei attraverso cose che difensori il potr fare delle in

emergere,

sistema

contestazioni,

quelle

ritiene

essere

contrasto con quelle che sono state

dette in dibattimento agli Pubblico

o in altri interrogatori precedenti e che servono interessi tra virgolette dei difensori. Il

Ministero a sua volta avr il riesame voglio dire per cui questo il modo di procedere perch non noi non possiamo dire al difensore s lo stesso possiamo fare, sono altre che aveva

ma ci

dichiarazioni perch

rilievo

fatto il difensore allorch la contestazione veniva fatta dal Pubblico Ministero,mi pare che su questo... P.M. CUMPONE quello Presidente posso chiedere un chiarimento lorientamento del collegio su

che

sulla

correttezza della contestazione? AVV. MERCURIO - Presidente... P.M. CUMPONE - No Le evitiamo di chiedo scusa a Avvocato cos la contestazione... anche noi il vostro

opporci se

orientamento che c contrasto nelle dichiarazioni in s, nel corso di un 130 verbale, quindi di un interrogatorio

nel quale stato redatto verbale una determinata non stata fatta, le faccio

domanda

lesempio chi riforniva Di il Marte Francesco Ministero e d

Pesce Francesco suo verbale di oggi,

fratello? domani

pu

Pubblico

chiedere da chi la prendeva Di

Marte Francesco

unindicazione, cio si pu leggere per dire che c una contraddizione e limitare la lettura del verbale... PRESIDENTE - No, chiaro, se lo stesso verbale no, se sono verbali emerger questo, differenti attraverso e viene ripreso ovviamente chiaro il quella riesame circostanza perch

non possiamo,

perch

se ci sono...

attraverso questo sistema di esame, controesame e riesame eventualmente emergeranno e il tribunale dichiarazioni avr contezza di perch se

che potranno non essere diverse

allesito si dimostrer dir che uno

che uno sviluppo il tribunale ma emerger attraverso quel

sviluppo

sistema, non pretendere

possiamo fare

il battibecco o non possiamo voglio dire non

che il difensore contesti,

contesti perch c altro, lo farete emergere voi in sede di riesame, questo e questo avevo detto gi

allAvvocato s ma in

poteva anche dire in effetti unaltra parte..., questo

come , in

ha detto noi non

conosciamo tutto indagini e

quello che stato potr

detto

sede di al che

quindi chiaramente

transitare a quello

dibattimento leventuale difformit rispetto

abbiamo sentito col sistema di questo esame incrociato ma secondo una sequenza che prevede il codice insomma. AVV. MERCURIO E allora teste credo di nel senso poter perch sollecitare una

risposta dalla 131

quando ha reso

quellinterrogatorio, seppi che Di Marte

quelle dichiarazioni, non o Leotta da mio marito

ha detto che li

riforniva di droga cio se ce lo vuole spiegare. PRESIDENTE - Signora non so se ha capito. P.M. CUMPONE Presidente per non che pu suggerire le

risposte che deve dare il collaboratore. AVV. MERCURIO - No io suggerisco, io suggerisco perch sono in controesame Pubblico Ministero. P.M. CUMPONE - Per deve rispondere. AVV. MERCURIO - Che risponda, io non voglio suggerire niente

ma io lo posso anche suggerire vorrei per una risposta. PRESIDENTE - LAvvocato mercurio al letto una pagina, insomma

delle righe del primo interrogatorio che del settembre 2011 in cui si parla... ha sentito no? IMP. PESCE - S, non ho capito lultima parte della domanda. PRESIDENTE Ora lAvvocato dice com quello che che in

quellinterrogatorio lei stato letto e non ha non

si fermata a aggiunto c un

particolare il fatto

che in che lei

quellinterrogatorio sapeva che questa

e cio

droga proveniva da Di

Marte e Leotta,

questo vuole sapere. IMP. PESCE - Vuol dire che non mi stato chiesto perch io

rispondo alle domande che mi vengono fatte. AVV. MERCURIO - Ma ripeto... PRESIDENTE Avvocato ha dato la sua risposta possiamo

proseguire. AVV. MERCURIO - S ma questa la risposta, in effetti che cos comunque sar oggetto di valutazione. PRESIDENTE - Non cos non consentito. 132 non

AVV. MERCURIO - A me interessava la risposta. PRESIDENTE - Non cos non risposta. AVV. MERCURIO - Va benissimo, va benissimo. PRESIDENTE Poi naturalmente direte quello che dovrete dire consentito nel senso la sua

ma la risposta questa. AVV. MERCURIO - Per completare questo riferito nel corso del del aspetto senta lei ha

suo interrogatorio dietro della Repubblica che

sollecitazione

procuratore

lavverbio magari, che lei ha

reiteratamente pronunciato era una sorta

in quel purgatorio e anche nei precedenti, di... IMP. PESCE - Intercalare. AVV. MERCURIO - Di domanda, ascoltata questo io intercalare, dal il esame giorno

ecco. Allora io le faccio una 21 che la ascolto, nel e lha di mai di

anche lungo

tribunale, come mai lei credo che

corso abbia

non

pronunciato lavverbio

magari? Ha

perduto

il modo

dire, ci dia una spiegazione. P.M. CUMPONE - Presidente a parte che... PRESIDENTE - da verificare questo voglio dire perch lei

dice di non averlo sentito... P.M. CUMPONE - Esatto perch non detto. PRESIDENTE - ... io invece le posso assicurare che lho mi risulta che non labbia

sentito pure. IMP. PESCE - Magari non lha sentito lei Avvocato. P.M. CERRETI - Su 133 questo si persino corretta dicendo anzi

non magari ma si corretta, risulta dalla registrazione.

AVV. MERCURIO - Chiedo scusa perch la rilevanza implicita e se non fosse cos io lo sottolineo, magari ha un

significato

noi lo sappiamo pu

essere magari che voglia ha una serie forse, come

Iddio, speriamo che magari andiamo di l, di significati non

ma ha anche quello di dubitativo,

so bene, ecco e lei, la signora, in pi parti, gi letto

io ho

e mi permetto di sottolinearlo, ha pi avverbi ed io adesso se volete

volte detto entrambi gli

ve lo rileggo, fatemelo trovare... P.M. CUMPONE Cio ma Presidente cio stiamo cercando

lavverbio magari nellinterrogatorio? AVV. MERCURIO - S. P.M. CUMPONE - A quale scopo. AVV. MERCURIO - Perch voglio stabilire se la signora in quel

momento aveva un dubbio oppure era un intercalare. P.M. CUMPONE - Ma credo che prima vada fatta la domanda sulla circostanza. PRESIDENTE Lo faccia adesso, era un dubbio o era un

intercalare? IMP. PESCE - un intercalare che ho. PRESIDENTE - un intercalareche ha Avvocato. AVV. MERCURIO - E allora come mi spiega che nel corso... PRESIDENTE - No questa non tutto da verificare. AVV. MERCURIO registrato quello che ho letto che gliela ammetto perch un dato

testuale e quindi

sar forse oggetto di discussione. Allora fine di questa domanda, lei ieri parlava della

io credo che qui siamo praticamente alla posizione, 134 le debbo fare unaltra

interrogata su una posizione

diversa, cio

posizione

di

Alviano

Vincenzo,

anticipando

la

domanda del Pubblico Ministero ha nel quale sarebbero poi alla fine

riferito un

episodio tre

rimaste uccise

persone. IMP. PESCE - Due, una mi sembra che stata ferita. AVV. MERCURIO - Due o male. PRESIDENTE - Una ferita mi pare che avesse detto e due uccisi. AVV. MERCURIO - Coinvolte tre persone, tre donne, e avrebbe tre ha detto lei eh, se non ricordo

detto che a fare questa esecuzione, chiamiamola cos, non so come definirla, sarebbero stati Leotta e Di Marte. Allora

io le domando secondo le norme del codice vostro, non certamente mio, chi che deve tradimento? Cio dato che si lavare col trattava sangue lonta del della signora Alviano,

madre di Vincenzo Alviano, chi questa ingiuria, questoffesa? IMP. PESCE - Il

che doveva lavare col sangue

figlio grande, il figlio maschio che cera in

quel momento. AVV. MERCURIO Ho capito. Lei sa che et avesse questo

ragazzo allepoca? Lei parla del 90/91 se non sbaglio. IMP. PESCE - Poteva essere appena maggiorenne. AVV. MERCURIO - Appena maggiorenne, Lei intende diciottanni? IMP. PESCE - Per Avvocato non Vincenzo ma Francesco, stiamo va bene, ce maggiorenne

parlando di Francesco non Vincenzo. AVV. MERCURIO - Lei ha riferito di questo episodio per non ha

detto dove accaduto, accaduto a Rosarno o in unaltra parte dItalia? IMP. PESCE - A Genova Avvocato. 135

AVV. MERCURIO -

Senta certo lei

non

pu

saperlo ma io la mi dice magari s su

domanda glielha fatto lo stesso e lei o no, sa se a Genova sono state

attivate indagini

questo episodio? IMP. PESCE - Non detto la lo so Avvocato, so che c che le stato... lha

televisione un

indagini cerano, certo, stato riportato dalla

perch era

omicidio quindi

televisione per non so come sono andate le indagini. AVV. MERCURIO - Quindi lei non sa che sono state assoggettate ad indagini Alviano Vincenzo, Di Marte Francesco e Leotta Domenico? IMP. PESCE - No ricordo che stato figlio e poi per messo sotto di indagine il stato

insufficienza

prove

scagionato. AVV. MERCURIO - Ma sicura Leotta e Di Marte? IMP. PESCE - Non lo so. AVV. MERCURIO - Mi riservo su questo punto, se non fatto lhanno gi che non abbiano indagato anche

i difensori in sede, di depositare il decreto di Marte e di Leotta. La

archiviazione nei confronti di Di

posizione del mio assistito termina qua anche perch solo da questo che io mi devo difendere e credo che ecco le risposte che io ho sollecitato siano dal mio punto di

vista esaustive quindi io concludo il mio esame in questi termini. PRESIDENTE - Grazie Avvocato Mercurio. AVV. DI FRAIA - Dopo al controesame? 136 lAvvocato Saldarini posso procedere io

PRESIDENTE

Mettetevi daccordo tra voi, non ci

sono

problemi. AVV. DI FRAIA - Col consenso ovviamente dei colleghi, chiesto ai colleghi. PRESIDENTE - Avvocato Saldarini allora dai. Difesa Lucia Avvocato Saldarini AVV. SALDARINI - Dunque intervengo in difesa di Lucia Claudio signora Pesce, buonasera. IMP. PESCE -Buonasera Avvocato. AVV. SALDARINI - Senta volevo come lei abbia mai sentito prima domanda chiederle se della societ Break gi ho

parlare

Sandwich. IMP. PESCE - No. AVV. SALDARINI - Se Intagliatore Savino. IMP. PESCE - No. AVV. SALDARINI - Se Work. IMP. PESCE - No, no, non lho mai sentita nominare. AVV. SALDARINI - Se lei ha mai saputo che il signor Lucia ha mai sentito nominare la societ Open lei ha sentito mai nominare il signor

Claudio fosse stato altre societ non

socio di queste meglio

societ o comunque di che i

specificate visto

nominativi di queste due societ non le dicono nulla. IMP. PESCE - No, no, non nera conoscenza. AVV. SALDARINI signor Senta signora lei Claudio avesse sa, ha mai saputo se il

Lucia

una

regolare attivit

lavorativa a Milano? IMP. PESCE - Non conoscevo la sua vita personale. 137

AVV. SALDARINI - Lei nel periodo diciamo del quale coccupiamo quante volte ha avuto occasione di venire a Milano, se ne ha avute chiaramente visto che sappiamo che a Milano

comunque dimorava suo zio Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - Abbastanza insomma, un po di volte, cos. AVV. SALDARINI - Lei ieri illustrato riferimento quella alla a domanda dei pubblici ministeri ha che era e diciamo anche lattivit alle con 10/15 volte,

gestione

estorsioni

propriamente ai danni di commercianti ambulanti di panini che sarebbe gestita da suo zio Giuseppe Ferraro con il

coinvolgimento anche di soggetti a lui vicini, la domanda lavori in porre nuovamente anche sa se immagino che

parte abbia gi risposto, lei

esattamente cosa

faceva suo zio Ferraro Giuseppe nel milanese? P.M. CUMPONE C opposizione perch lha descritto

analiticamente. AVV. SALDARINI - S ha ragione il Pubblico Ministero, la domanda, allora oggi se non specifico anche che la ritiro

domanda posta

erro, io anche qui il Presidente mi perdoner

ma faccio affidamento alla memoria e ai miei appunti, stata posta alla domanda alla signora Pesce se sapesse se lo zio Ferraro Giuseppe avesse mai svolto attivit tipo, io e la signora farei una

lavorativa lecita, ha risposto

oltre che di altro a questo

mai e

punto

contestazione Presidente. PRESIDENTE - Dica s. AVV. SALDARINI - Il data 19 138 ottobre riferimento allinterrogatorio reso in 2010, pagina 41, viene esibita alla

signora

Pesce

Giuseppina la signora

foto numero

13

di 13

Ferraro Ferraro

Giuseppe e la Giuseppe....

commenta foto numero

P.M. CUMPONE - Avvocato mi reperirlo? AVV. SALDARINI - Ah mi Pubblico Ministero. P.M. CUMPONE - S grazie.

pu

cortesemente dare il tempo di

scusi, mi

scusi,

la pagina la 41

AVV. SALDARINI - Verbale del 2010. Posso Pubblico Ministero? P.M. CUMPONE - S prego Avvocato. AVV. SALDARINI Ferraro Dunque ripeto mio foto numero 13 lei dice

Giuseppe

zio,

Pubblico Ministero s

e lei prosegue dicendo di lui sinceramente so solo che non abitava a Rosarno, che ha sempre abitato io non so, non so come viveva, non a Milano quindi

so cosa faceva, non... quando veniva in la sua lavoro non il di

cio io avevo solo un legame familiare Calabria a trovarci, vita ce laveva a

stava con noi, per cio lui Milano quindi non so che

faceva, Pubblico Ministero non sa niente? di lui so niente, poi questo un altro argomento per

Pubblico Ministero prosegue della Pompei che ha a che fare

famosa questione

con suo padre... ma questo un su questa

altro argomento, il contrasto io lo rileverei affermazione che mi

pare evidentemente in contrasto con

tutte le informazioni fornite ieri ed oggi. PRESIDENTE - Riesce a dare una spiegazione del perch in quel verbale ha dichiarato quello, ci dica Lei insomma. 139

IMP.

PESCE

praticamente era

una cosa a

livello

di

maturazione che arrivata dopo per la collaborazione, io in quel periodo diciamo che ero un po... cio era una

questione familiare a livello tipo non dire le cose perch a parte diciamo non che la mia

riuscivo insomma a primo periodo era al poi

che era nel

quindi

collaborazione non un

100% per diciamo che stata diciamo che ho che sapevo.

po pi sofferta, detto tutto

maturato la cosa e ho

quello

AVV. SALDARINI - S dunque signora propria questo proposito, capisco appunto che rendere dichiarazioni nei confronti di ne e siamo resi difficile, conto mi

familiari e anche persone care, ce tutti, per lei stato

doloroso

domandavo e le domandavo se questo tipo di problema si fosse rappresentato per lei, cui veniva interrogata avvertito confronti dei questa suoi dal cio nel momento lei solo in ha nei di

Pubblico

Ministero

comprensibile

lesistenza nei

familiari o anche

confronti

persone che lei aveva conosciuto solo superficialmente. IMP. PESCE - Diciamo che nei confronti dei miei famigliari stretti stato un degli altri stata po pi difficile pi

ma nei confronti poich per

pi una cosa di ricordi

piano arrivata, cio parlandone, pi parlo di una cosa e chi ricorda particolari e aggiungo particolari. AVV. SALDARINI - Va bene la ringrazio. Lei ha mai sentito

nominare la famiglia Flachi? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - C opposizione, non stato oggetto di esame. AVV. SALDARINI - Se 140 posso Presidente siccome poi chiaramente

anche la difesa introdurr

le

proprie prove in

questo

procedimento attraverso lesame dibattimentale questa domanda, non voglio esplicitarla

di testi

nel senso per non

nuocere la genuinit della risposta ma in ogni caso ci sono personaggi che sono gi emerse nel presente

procedimento... PRESIDENTE - Ma lei ha chiesto lesame dellimputata? P.M. CUMPONE - No in controesame lAvvocato. AVV. SALDARINI - No ma infatti domanda si inserisca su sto specificando come questa argomenti gi toccati dal

Pubblico Ministero. PRESIDENTE - No perch voglio dire se comunque ha chiesto

lesame dellimputata chiaro che si

fa contestualmente

esame e controesame, quindi chi ha chiesto lesame degli imputati lo sapete per tutto essere allargato anche contestuale per cui potrebbe non mi

il tema dindagine per

ricordo se lAvvocato Saldarini... P.M. CUMPONE - No io ho lelenco degli avvocati che hanno

chiesto lesame. AVV. SALDARINI - Allora Presidente la mia nel senso di argomentare il fatto lesame, stavo cercando ho di osservazione non era

che io avessi chiesto spiegare come verit

largomento che io alla teste si

introdotto

facendo questa domanda

innesta su un

argomento che gi stato

trattato nel corso dellesame di ieri perch, se posso lo spiego per non vorrei che spiegando lo ripeto poi...

cio c una pertinenza con un tema gi introdotto. PRESIDENTE - Lei deve fare il controesame solo sulle domande che 141 ha posto il Pubblico Ministero quindi non

ammissibile Avvocato. AVV. SALDARINI - Va bene. Lei invece ha parlato ieri signora delle ragioni che hanno indotto diffusamente ad un certo

punto suo fratello a decidere di trasferirsi a Milano, corretto? IMP. PESCE - S. AVV. SALDARINI - Ecco anche qui mi pare di ricordare che ci permetto di riassumere mi lato un interesse il fatto

fosse da un

legato al commercio di stupefacenti e dallaltro che avrebbe voluto inserirsi gestione

in unattivit connessa alla alla vendita di che lei

camioncini ambulanti addetti e in particolare

panini e bibite ha definito

ad unattivit

propriamente di tipo estorsivo cio stata

proprio una domanda espressa dal Pubblico Ministero se si trattava di pizzo, vado memoria ma ho gli appunti, e lei confermava cos. La mia questa fosse una delle domanda se lei ragioni che ha certezza che suo

aveva spinto

fratello al trasferimento a Milano. PRESIDENTE - Ha fatto bene ad aggiungere una delle ragioni

perch comunque ha detto che era successa la separazione da Ilaria e quindi cera anche il desiderio di

allontanarsi da Rosarno. AVV. SALDARINI S, s, anche quello me lo ricordo

effettivamente. IMP. PESCE - S era anche frutto della discordia che aveva gi con mio cugino che non riusciva ad inserirsi quindi in

rientrare

a Milano per riuscire insomma a inserirsi quello insomma che era,la

quel contesto,

vendita dei

bagnini o che era... 142

AVV. SALDARINI - Ecco signora scusi se la interrompo proprio in relazione a questa attivit poi nella quale lui ovviamente aveva suo

deciso di

inserirsi,

sentiremo sa,

fratello, ma per quello che lei

per quello che a lo

sua conoscenza di che cosa esattamente si trattava? Se sa ovviamente. P.M. CUMPONE - C opposizione perch lha maniera approfondita proprio ieri entrambi gli aspetti e ha chiarito. PRESIDENTE - S.

spiegato anche in ha spiegato

credo,

AVV. SALDARINI - Ecco Presidente allora dando per presupposto, ovviamente anche qui chiedo conferma che la mia memoria

sia corretta, che quello che ieri ci ha riferito la teste con riguardo allinserimento in attivit fratello fosse stato riferito procedo ad una contestazione. PRESIDENTE - Prego. AVV. SALDARINI - Pagina 54 il verbale quello del 28/10/2010, Giuseppina Pesce e lui allora disse che voleva andare estorsive del

in termini di certezza io

via a crearsi qualcosa di suo a Milano perch proprio Milano? non lo so, Milano non lo so se aveva appoggi o

se aveva... so che era a Milano, che lo diceva anche..., Pubblico Ministero a Milano perch cera..., Pesce

Giuseppina cera Andrea Fortugno, cera gi un amico che era gi l che..., Pubblico Ministero non perch cera lo poteva aiutare?,Pesce Giuseppina

Ferraro Giuseppe

s anche, perch cera mio zio, perch cerano magari amici di mio zio che lavrebbero aiutato sicuramente, dicendo

s, Pubblico Ministero da quello che lei sta 143

presumo

che

lui

non per

andasse che

Milano per

cercare

unattivit lecita, questo appoggio del potevano dargli in

cosa

andava Milano? Cio

Ferraro cosa

Giuseppe o del Fortugno che poteva lo so consistere?, per so trovato un che modo Pesce lui per

Giuseppina io di preciso non diceva che andando diceva lui ma il l

avrebbe insomma,

camparsi, Ministero

per vivere,

Pubblico

riferimento presumo o di ha

era s nel mai

sempre ad attivit senso s non..., Pesce come un

criminali? Pubblico

s,

Ministero ho mai

parlato..., mio fratello

Giuseppina non

collocato

lavoratore quindi..., Pubblico Ministero ha mai parlato di attivit lecite, Pesce Giuseppina di andare a cercarsi un lavoro?,

lui

diceva che voleva,

voleva tipo,

voleva portare tipo un lavoro, cio un lavoro, lui diceva che lo campo, voleva portare e che voleva inserirsi era il lavoro a di portare vendere, le in questo della

specialit

Calabria

insomma Pesce

Pubblico tipo

Ministero prodotti

alimentari?, tipici, mi tipo,

Giuseppina s,

diceva

che voleva aprire qualcosa di questo qui vedo un po di incertezza tipo di

quindi

gi

sulloggetto delsuo prodotti da rendere

trasferimento e anche sul o contesto in cui inserirsi

per cui

questa una prima contestazione ma ce n unaltra. PRESIDENTE - S vuole proseguire e poi ci facciamo dire? P.M. CUMPONE Presidente. AVV. SALDARINI Siccome sono sullo stesso tema forse No magari una per volta pi semplice

bene... non lo so, datemi voi delle... 144

PRESIDENTE - Se lo stesso tema possiamo farla per intero la contestazione e poi chiediamo spiegazioni. AVV. SALDARINI - Dunque s, sempre lo stesso interrogatorio un po pi avanti estorsiva nei ambulanti ne si riprende il tema e invece attivit confronti ha mai di questo genere di parlare? venditori s in

sentito

quelloccasione? no che ne ho

sentito parlare so che

cio che lui gestiva qualcosa di questo tipo lui chi? mio fratello, Pubblico Ministero s gestiva? s, s, che aveva questi... che lui diceva che l avrebbe avuto o trovato il modo di vivere in questo modo qui insomma, a danno

Pubblico Ministero stiamo parlando di estorsione dei gestori ambulanti? io non so se lui

faceva le

estorsioni o se i camion erano suoi o se lavoravano per lui per che il settore era... lui diceva che

quando andava a Milano andava per trovarsi insomma un posto dove poter vivere, io non soldi glieli... proseguire per so se a queste persone lui i chiaramente che volevo mi tutto un

insomma poi il senso

permetto su questo

sempre di sintetizzare una grande incertezza argomento. PRESIDENTE S allora Avvocato non credo che sia

proprio che ha

veramente una contraddizione detto ieri ma

rispetto a dalla

quello stessa

facciamocelo dire

imputata

perch lei dice stato dato in termini di certezza ieri, o avanti ieri effettivamente quando stato, ma l sembra certo nel verbale, in quel verbale di perch

interrogatorio lei

ha detto le cose che ha ripetuto qui quello che

in dibattimento non so se c differenza tra 145

ha detto

in quella sede in cui dice forse,

forse era

interessato anche a questo, forse lavrebbe quello e in dibattimento forse stata un

fatto anche tantino pi

assertiva, ecco vorrei capire, vorrei capire. IMP. PESCE Ma sui salumi? Non ho capito se la

contestazione sui salumi o sui prodotti chimici. PRESIDENTE - La prima contestazione sui salumi perch in che di suo

Dibattimento non avrebbe parlato di questofatto comunque uno dei possibili campi di

attivit

fratello poteva essere ecco, l ne ha parlato emerso effettivamente pi importante dal

il commercio di prodotti tipici, ma in dibattimento questo non

e poi mi pare che la di vista

cosa diciamo

punto

del difensore di

capire perch l tutte queste cose che ci ha detto erano, come dire, dette in forma pi o meno dubitativa un e in

dibattimento stata pi forte, ecco.

invece unaffermazione

pochino

IMP. PESCE - Ma perch a mano a mano tipo io parlandone cio tipo ho contezza delle cose, in pratica io quella che

situazione

ce lavevo gi chiara per il discorso

poi quando... io ricordo che il colloquio si fece, in un colloquio sentii parlare mia madre e mio padre di questa

cosa che dicevano che andato a Milano, il camion dei panini, e quindi praticamente questo era sul discorso dei panini, so che lui aveva qualcosa di interesse a Milano.

Il discorso dei salumi e dei prodotti tipici era un altro interesse per se che lui voleva portare, quindi lui questi non laveva portato

nera parlato di portare

aveva

anche questo tipici dalla

interesse 146

prodotti

Calabria a Milano. AVV. SALDARINI Signora Pesce io la ringrazio per la

precisazione, volevo semplicemente chiederle in pi espressa questo concetto, percepisco, ma forse sbaglio,

maniera

io leggendo i suoi verbali che lei per esattamente

quella che fosse la situazione della gestione dei panini a Milano mi sbaglio? IMP. PESCE - Io come ripeto so che lui doveva andare a Milano, so che doveva andare che cera gi si questo Claudio che aveva per poi da come zio si non ce lavesse molto ben chiara, cos o

i furgoncini che dovevano lavorare evoluta la cosa, dal fatto

che poi mio

lamentava che lui lui non

era andato, si era preso i soldi e a era

glieli aveva dati, da l ho capito che non che questo qua aveva il camion e lui

una cosa andare

doveva

a gestirlo,

era come

se lui fosse subentrato con

una forza a Claudio. AVV. SALDARINI Scusi signora questo tipo poi di lettura lo ha elaborato leggendo le carte

dellavvenimento lei

processuali, leggendo le intercettazioni? IMP. PESCE - No, no. AVV. SALDARINI - Cio lei ce laveva gi in mente da prima? IMP. PESCE - S. AVV. SALDARINI Perch vede a questo proposito, devo farle

unaltra contestazione adesso vado a cercare il passo, in verit nel primo interrogatorio questo colloquio lei

diceva di non averlo affatto ricordato, aspetti che vado trovare il punto perch questo non me lero segnato e riesco

quindi devo avere un po di tempo. Al momento non 147

a ritrovare

quindi semmai una domanda che rinvio

ad un

momento successivo, proseguo con il mio ordine altrimenti mi perdo. Ecco passando invece pi espressamente al tema delle estorsioni io ricordo che ieri lei aveva riferito Claudio e anche questaltro soggetto persone che lavoravano per suo perch con parole

appunto che questo

denominato Marco fossero

zio anche nel settore delle estorsioni

diverse per questo il concetto che stato espresso e a questo proposito ancora lei le chiedo innanzitutto se questa con certezza procedo con e nel delle

circostanza caso la

la pu affermare fosse positiva

risposta

contestazioni. PRESIDENTE - Quindi la domanda Avvocato era scusi? AVV. SALDARINI - Se Lucia e lei certa che il mio Marco assistito Claudio soggetti che

Bassolamento

fossero

lavoravano nel campo delle estorsioni per suo zio Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - Io ho detto Avvocato che Claudio era inserito panini, cio so che faceva questo lavoro dei panini, Marco non mi sembra di averlo detto, Marco so zio in carcere, che nei e di si

prestava ad accompagnare mio

a fornire

dei soldi che servivano anche per i bambini, aiutava mio zio per non mi sembra di aver detto questo. AVV. SALDARINI - Ieri me lero sia sbagliata io signora. IMP. PESCE - Eh mi sembra di s. AVV. SALDARINI - No va beh niente posso essermi sbagliata quindi rettifico per vede io sono pi che e annotato ma pu essere che mi

altro chiedo

interessata alla 148

posizione di Lucia Claudio, le

uno

sforzo

in

questo senso

cio le

dice Claudio

era

impegnato nei panini, nei camioncini, la domanda lei sa cos, pi o meno vagamente, che lui fosse nel settore dei panini e della vendita ambulante di questo genere oppure lei sa che si occupava di estorsioni? Perch sa le cose io le chiedo in per base favore alla una sua

sono moltodiverse quindi risposta sul punto

chiaramente

conoscenza diretta. IMP. PESCE - Allora di diretto io non sul posto questi camioncini o da mio che abbia mai visto da

questa persona,

io so,

discorsi che ho sentito mio

fratello, da mio

zio, da

padre, si faceva riferimento Ora se cera

a questo Claudio per i effettivamente, se

panini.

il camioncino

loro andavano l e prendevano questi soldi dai camioncini che gi cerano di io non lo so, so soltanto che al

riferimento e che questi pagati gli

Claudio erano sempre venivano mio dati a zio e

associati i panini mio zio e venivano la famiglia con i

soldi

avvocati di

bambini, venivano insomma a sostegno della famiglia. AVV. SALDARINI La ringrazio. Dunque lei ieri ha anche

dichiarato di avere

incontrato, almeno in unoccasione, anchea questo proposito corso di altri e io

Claudio Lucia in Calabria, devo contestare che nel

interrogatori riferire

questa circostanza

era stata negata

vado a

alle pagine specifiche, mi trasferisco di posto. PRESIDENTE S Avvocato pu venire anche oppure avanti dovera

accanto allAvvocato Riolo magari lAvvocato Mercurio. AVV. 149 SALDARINI Dunque il primo

interrogatorio ancora

quello del Lucia

14

ottobre, pagina lei sa chi ?,

215,

Pubblico Ministero

Claudio

Pesce Giuseppina no,

allinizio

del provvedimento pensavo fosse una donna, poi

ho detto io cio ho letto tante volte pensavo fosse una donna, ottobre seconda 2010 contestazione 62 nella linterrogatorio questione del 28

pagina

Pompei

coinvolto tale

Lucia Claudio, io glielho gi chiesto e conoscerlo, sicura di non

lei mi ha gi risposto di non averlo mai fratello?

neanche sentito nominare da suo padre e da suo Perch questo era un signore che andava a

pagare gli avvocati

per suo padre e per

suo fratello,

questo emerge chiaramente dai colloqui di intercettazioni ambientali quindi sembra strano che lei non abbia mai

sentito neanche nominare da sua madre, Pesce Giuseppina mio fratello ha un Pubblico Ministero altro amico che si chiama Claudio, che sarebbe Claudio chi?, Pesce

Giuseppina dAgostino, Pubblico Ministero s, Giuseppina quindi io non questo Claudio o so se magari si

Pesce di

parlava

invece

dellaltro Claudio,

Pubblico

Ministero e questo Claudio di cui lei ha sentito parlare dove lo contestualizza, spesso di Pesce Giuseppina cio mio Claudio,

fratello parlava

Claudio, Claudio,

cera un Claudio che lo nominava con i fatti di Milano? eh ma questo non che lei lo so, io sentivo no in base a quello sentiva nominare

sentiva perch se l nomina,

Claudio per i fatti di Rosarno un conto ma se lo sente nominare sui fatti di Milano potrebbe essere il nostro

Claudio, dico lei questi ricordi del Claudio nominato da suo 150 fratello dove li inserisce, cio come le

circostanzia, sui fatti

rosarnesi, sui fatti milanesi?

sinceramente non mi ricordo. PRESIDENTE - Ha finito Avvocato? AVV. SALDARINI - No ce n una terza che adesso le recupero. PRESIDENTE - sempre lo stesso interrogatorio? AVV. SALDARINI - sempre lo stesso argomento, no cambiano a volte. PRESIDENTE- Ah. AVV. SALDARINI - Interrogatorio del 27 parla di sentivo tipo Claudio, Pesce ottobre 2011 ancora si nome che

Giuseppina io il

sempre era erano

Claudio per cera gli amici di

Claudio,

Marco, su o

questi,

mio zio ma

che Claudio

Milano..., Marco?...

Pubblico

Ministero

okay

P.M. CUMPONE - Pagina scusi Avvocato? AVV. SALDARINI Pagina 94 mi perdoni Pubblico Ministero, di che si

okay ma Claudio o

Marco, sa i cognomi, sa

trattasse, ci sa dire il Claudio o il

qualche elemento per individuare o no io Claudio..., Pubblico figli?, Pesce so solo il

Marco?

Ministero sono sposati, Giuseppina nome, non allora di

sono fidanzati,

Claudio...

et?

lo conosco, non...,

Pubblico

Ministero

non

lha mai visto ma neanche in Calabria? risposta no. PRESIDENTE - Okay, finita la contestazione? AVV. SALDARINI - S s Presidente La ringrazio. PRESIDENTE - Ha sentito vero? IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Allora chiarisca il senso di quelle affermazioni che in effetti questa volta abbiamo la certezza che siano 151

diverse

rispetto

quello quindi

che qua

abbiamo c

sentito proprio

in una

dibattimento,

ecco

discordanza,ci vuole dire corretta.

intanto qual la

versione

IMP. PESCE - Allora intanto quelli sono i primi interrogatori quindi io praticamente mano a mano che facevo gli

interrogatori... PRESIDENTE - S signora per ecco lAvvocato... sono due

interrogatori vero Avvocato? AVV. SALDARINI - Questultimo che ho citato di ottobre 2011. P.M. CUMPONE Ma dove si dava lettura di interrogatori

precedenti per. AVV. SALDARINI Posso proseguire nella lettura cos

verifichiamo se c una conferma di questa circostanza se vuole. P.M. CUMPONE - Solo perch il tribunale fosse edotto che si

dava anche lettura degli interrogatori precedenti. PRESIDENTE - S, s. IMP. PESCE - Stavo dicendo praticamente poi nel sforzarmi mi sono venuti altri ricordi che mi veniva tante chiesto non perch praticamente l cos non solo di mi una persona, cio di cio il poi facendo di

persone e cos

veniva, collegare

mente locale,

cominciando a

Claudio

Milano che veniva sempre menzionato a casa e i camion dei panini poi man mano sono riuscita a... PRESIDENTE E quindi s questova bene per dico lo le

effettivamente il fatto conosce, non lha mai

che dato che lei visto, insomma

comunque non l per a l

sembrava un 152

nome che poteva essere

collegato

Milano

per dice

non

sapeva effettivamente

per dico oggi, o

stato ieri non ricordo, ha detto una circostanza particolare, la moglie, la nazionalit queste cose, dico come ha della moglie, la bambina, fatto adesso ricordarle ecco quindi

a tirarle fuori oggi in dibattimento? IMP. PESCE - No, non sono uscite Signor Presidente, ci stanno gi ai verbali queste cose. PRESIDENTE - Quindi successivamente ha dichiarato questo. IMP. PESCE - S. PRESIDENTE - Va bene, okay. IMP. PESCE - Perch questi ricordi poi mi sono venute mano a mano che facevo gli interrogatori non che sono... PRESIDENTE - Ah okay, okay. AVV. SALDARINI - Signora scusi nelloccasione in cui lei Claudio a Rosarno lei Lucia sua quando poi lei ha visto, ha ha incontrato, Lucia in

ha intravisto

anche specificato alloggiava anche su

che

quelloccasione labitazione di

Claudio madre. Ecco

presso questa

circostanza lei certa di questo dato? IMP. PESCE - Sempre da quello che mi stato detto a casa, io non che lho visto che dormiva l, io quel giorno che

sono andata a casa di mio zio queste persone gi stavano per partire, saputo stato un attimo che io le ho viste e ho

insomma dalla moglie di mio

zio che erano stati e che

ospiti da loro, che erano rimasti l per la notte questa signora, la fidanzata, la moglie, non

so che era,

di questo Claudio avevano sta bambina, che erano andati l insomma per fargli visita e tutte queste cose qua. AVV. SALDARINI - Ma voglio capire lei ha visto anche la moglie 153

di Claudio e la bambina o ha visto solo Claudio? IMP. PESCE - No ricordo di averla vista La ragazza, s, per sempre cos, cio stato ... cio non ci ho sempre un attimo insomma non

parlato, non

che siamo stati a

pranzo insieme o a cena insieme. AVV. SALDARINI - No, no, questo chiaro, lha gi detto, stata una cosa fugace, questo mi perch lei molto chiaro

anche

ha dichiarato da subito che non

sarebbe stata domanda appresa e la questo

in grado neanche di riconoscerlo per la mia sulla moglie questa circostanza perch ha visto lei lha

direttamente bimba o

la moglie di Lucia ha parlato e in

perch qualcuno gliene

caso con chi ne ha parlato. IMP. PESCE La bimba non lho vista, la signora s,

praticamente me lo ha raccontato Elvira, la fidanzata di mio zio. AVV. SALDARINI- Senta che lei sappia Elvira Mobaraschina (fonetico), la convivente di suo zio Ferraro, aveva anche lei un rapporto di amicizia con il signor Lucia Claudio? IMP. PESCE - S mi ricordo che lei era amica con la moglie. AVV. SALDARINI - E Claudio? IMP. PESCE - Anche, s. AVV. SALDARINI comunque Lei ha gi riferito la che ha saputo che

Lucia

Claudio

aiutava

moglie di

Ferraro a

dandole dei soldi, questa circostanza si

vorrei capire anche con riferimento come ha appreso questo

elemento e

innanzitutto fatto.

mise a riferire da chi ha saputo questo

IMP. PESCE - S me lo diceva direttamente Elvira quelle volte 154

che io sono andata a trovarla

a casa a Milano,

quando

insomma lei aveva cominciato a fare unattivit di lavoro allora io le chiesi come Claudio non cimporta mai i lavorava soldi, e diceva perch Claudio non mi

pi

risponde neanche pi al telefono e cos. AVV. SALDARINI - Ecco ma prima di arrivare a questa diciamo momento questa

rottura immagino nei loro rapporti c stato un in cui invece Claudio si donna. IMP. PESCE - S, s, prima di questa rottura s insomma di come prestato ad aiutare

perch lei

prima quando parlava io... cio si

viveva gli dicevo

parlava insomma con i bambini, i vestiti,

le cose, allora lei in alcune occasioni diceva s adesso Claudio deve portare i soldi, dobbiamo comprare i vestiti ai bambini e cos. AVV. SALDARINI - Senta signora visto allepoca sua che parlavamo di bambini cognata, comunque la

possiamo chiamarla

signora Mobaraschina... IMP. PESCE - Elvira? La zia. PRESIDENTE - Sua zia. AVV. SALDARINI - Sua zia, ha ragione scusatemi sulle parentele

io... comunque La signora Elvira viveva da sola o con i bambini e se s quanti bambini aveva? IMP. PESCE - Viveva con i bambini, tre ne aveva. AVV. SALDARINI - E che et avevano allepoca? le ricorda che Claudio la Quando nel senso

supportava economicamente,

almeno per un periodo. IMP. 155 PESCE S di preciso non lo ricordo perch... ma

comunque potevano avere

otto... no

avevano due anni, tre

anni il piccolo, 5/6 anni Veronica e 8/9 anni Marina. AVV. SALDARINI - Ecco in quel periodo suo zio Giuseppe Ferraro era in carcere? IMP. PESCE - S. AVV. SALDARINI - E come tre bambini, se la passava la signora Elvira con i bene, era in buone condizioni

viveva

economiche, suo zio le aveva lasciato dei soldi oppure si trovava in difficolt? IMP. PESCE - Allinizio viveva bene, poi la carcerazione di mio zio si cominciava ad allungare e lei ha cominciato ad aver bisogno di qualcuno che la aiutasse. AVV. SALDARINI pagare le Senta ricorda se la luce, se avesse problemi anche a mai

bollette,

per caso lavessero

tagliato

la luce e se in questo caso chi intervenuto

per supportarla? IMP. PESCE - S ricordo di un delle bollette e proposto lite che mio particolare che doveva pagare questa cosa cera stata una

fratello era andato a Milano, non

gli aveva

lasciato neanche i soldi per pagare la luce e pu praticamente ricordo, sempre da una frase di Elvira, che mi diceva se non era per Claudio per lui potevano pure tagliare la

luce. AVV. SALDARINI - Ecco signora i soldi che Claudio offriva o

comunque dava alla signora Elvira periodicamente o quando si presentava la venivano, necessit lei sa esattamente da dove

se venivano daunattivit lavorativa lecita, o da qualche altra provenienza o

se il signor Lucia...

avessero altre provenienze? 156

IMP. PESCE - No, non lo so da dove venivano di preciso. AVV. SALDARINI - Non ho altre domande grazie. PRESIDENTE Grazie allAvvocato. Allora c lAvvocato Di

Fraia, prego.

Difesa Pesce Antonino 53 Avvocato Di Fraia AVV. DI FRAIA - Buongiorno signora sono lAvvocato Di Fraia di Antonino Pesce classe 53. IMP. PESCE -Buonasera Avvocato. AVV. DI FRAIA - Le devo porre soltanto detto alcune domande, suo zio lei

ovviamente

ha gi

che conosce

Antonino

Pesce, giusto? IMP. PESCE - Certo. AVV. DI FRAIA - E si ricorda quando stato arrestato Antonino Pesce? Lei quanti anni aveva? IMP. PESCE - Forse 10. AVV. DI FRAIA - Grazie. E si ricorda quanti quando morto, e lei

anni aveva, suo zio Pesce Giuseppe classe 23? Lo

zio di suo padre. IMP. PESCE - Forse nove anni o forse quando hanno arrestato lo zio Antonino ero pi grande, potevo avere 12 anni insomma e 9 anni quando morto lo zio, poi con le date faccio un po fatica a ricordare. AVV. DI FRAIA - Mi rendo conto, mi rendo conto, quindi lei

dice 9 e 12 anni? IMP. PESCE S, 9 La morte dello zio e forse 11/12 anni

larresto dello zio Antonino. AVV. DI FRAIA - Va bene grazie. Senta lei mai andata a

trovare suo zio Pesce Antonino al carcere? 157

IMP. PESCE - Ho fatto

solo qualche colloquio quando lui

stava

a Palmi che io andavo a trovare anche tipo mio padre o se cera mio di Giuseppe e allora capitava che facevamo i

colloqui insieme. AVV. DI FRAIA - Ah cio lei andava a trovare suo padre e suo

zio Giuseppe non direttamente Pesce Antonio? IMP. PESCE - No, no, lui direttamente forse una o due volte,

proprio i primi tempi, s. AVV. DI FRAIA - Cio lei dico bene? IMP. PESCE - S. AVV. DI FRAIA - Senta e suo fratello suo zio Pesce Antonino? IMP. PESCE - Che sempre di con mio io ricordo no, cio parlo di ultimamente, quando cera eravamo piccoli andavamo una frequentazione no mai andato a trovare sta parlando di pi di 20 anni fa

quei periodi padre per

che

ultimamente, cio recentemente no. AVV. DI FRAIA - E sua sorella? IMP. PESCE - No. AVV. DI FRAIA - E sua madre? IMP. PESCE - Ma forse qualche volta quando sempre lo portavano a Palmi per i processi perch lui era sempre distante quindi

qualche volta giusto per salutarlo c andata. AVV. DI FRAIA - Ma quando sta parlando? IMP. PESCE - Quando non aveva il 41. AVV. DI FRAIA - Cio quali anni? IMP. PESCE - Non lo so adesso di preciso lanno Avvocato per ricordo 158 che qualche volta quando veniva appoggiato a

Palmi, parliamo dopo la

carcerazione

a breve insomma non

stato recentemente, parlo dei primi anni dellarresto di zio Antonino. AVV. DI FRAIA - Cio sta parlando di ventanni fa? IMP. PESCE - Circa. AVV. DI FRAIA - Va beh io comunque come sua memoria, lei aiuto della sua gi stata memoria ulteriore aiuto alla

precisa ma con ulteriore dell8

nellinterrogatorio

settembre del 2011 lei riferiva a pagina 65 signora non Nino, Nino u testuni, Nino praticamente andava nessuno tipo la da parte moglie, mio moglie della dei mia

del verbale a trovarlo

famiglia, della andavano solo tipo a

famiglia trovarlo

Pesce no,

cugino, a lui

i cognati gli

dalla perch

parte della

quindi

dicevano

magari lui domandava della sua sorella

famiglia.

Senta sua madre e

hanno partecipato al

matrimonio di Francesco

Pesce classe 78? IMP. PESCE - No. AVV. DI FRAIA - E a quello di Giuseppe classe 80? IMP. PESCE - No. AVV. DI FRAIA - Si ricorda dove si sono sposati e dove hanno tenuto il banchetto nuziale Francesco Pesce e Giuseppe

Pesce? I suoi cugini, ovviamente mi riferisco ai figli di Antonino. IMP. PESCE - S lo so per conoscenza ma neanche io ci sono andata, allhotel 501 di Vibo Valentia. AVV. DI FRAIA - 501 di Vibo Valentia. IMP. PESCE - S. AVV. DI FRAIA - Grazie. Senta ricorda un racconto che le fece 159

suo zio Vincenzo riguardo poco gentile

ad un

gesto poco ortodosso, Vincenzo gli

di Francesco Pesce allorquando

parlava della sua famiglia,

cosa fece Francesco Pesce in

unoccasione particolare che raccont suo zio? P.M. CERRETI No Presidente cera opposizione alla

formulazione. PRESIDENTE - Non abbiamo capito. P.M. CERRETI - D per scontato un scontato. AVV. DI FRAIA chiaro la chiarisco meglio, lei presupposto che non cos

nellinterrogatorio un gesto

dall8 settembre del 2011 racconta di che fece Francesco Pesce, parlava di

particolare

raccontatogli da suo zio Vincenzo, allorquando si della sua famiglia, poco ortodosso,

poco gentile

Francesco Pesce, ricorda questo gesto particolare? P.M. CERRETI - Ci d la pagina? AVV. DI FRAIA - La pagina 75 2011. IMP. PESCE - Mi ricordo Avvocato. AVV. DI FRAIA - Mi dica signora. IMP. PESCE - Allora intanto Avvocato rispondo prima, alla contestazione dice che io nel verbale che mi alla domanda di lei i del verbale dell8 settembre

ha fatto, quando trovarlo

andavano a

solo

familiari, allora dopo quando aveva il 41 la frequentazione carcerazione. AVV. DI FRAIA - Ho capito, grazie. da parte nostra erano

io dico che la prima

IMP. PESCE - E il gesto poco ortodosso come diceva lei stato a seguito delle liti perch prima di quelle liti diciamo 160

che cera un

buon rapporto

con lui,

tra lui e mia

madre,

insomma avvenuto dopo. AVV. DI FRAIA - E dopo le liti quale fu il gesto che fece

Francesco Pesce? IMP. PESCE Fece uno sputo a terra nel senso che lui non voleva niente a che fare con

voleva sentire parlare, non queste persone. AVV. DI

FRAIA - Grazie. Senta lei

nellinterrogatorio del 19 settembre

ottobre 2010 ripreso

poi successivamente il 27

del 2011 quando le fu mostrata la fotografia di Francesco Pesce classe 78 fece unesclamazione particolare, che

cosa disse si ricorda? P.M. CERRETI No c opposizione per la tecnica di

formulazione. PRESIDENTE - Perch? P.M. CERRETI - Perch a mio se in controesame, non la risposta data modesto avviso Le domande, anche dovrebbero avere come presupposto cio primasi

dellinterrogatorio,

chiede la circostanza di fatto e poi si fa eventualmente la contestazione ma non si pu procedere dicendo Lei

quel giorno ha detto cos, se lo ricorda. PRESIDENTE - Okay, okay. AVV. DI FRAIA - Va bene procuratore, quello che stato fatto in no perch il fatto era e non il

interrogatorio

racconto. PRESIDENTE - Allora la riformuli Avvocato. AVV. DI FRAIA Perfetto, salto sul il se io nellinterrogatorio con che il

allimprovviso Pubblico 161

banco mentre parlo tipico quello

Ministero

fatto

avvenuto durantelinterrogatorio non racconto del probatorio e poich vi fu un particolare, unesclamazione particolare

loggetto

del

atteggiamento della signora

Pesce allorquando vide la fotografia classe 78 mi pu raccontare... PRESIDENTE -

di Francesco Pesce

Allora chiediamo se quando vide la

fotografia

ebbe qualche reazione particolare. P.M. CERRETI - Esatto. AVV. DI FRAIA - chiaro, chiaro. P.M. CERRETI - Ecco cos s. PRESIDENTE - Ecco vediamo se ebbe, vedendo quella fotografia di suo cugino, lei ebbe una reazione particolare. IMP. PESCE - No perch io ricordo che c stata... perch

insomma nella rilettura so che c stata unesclamazione per io sinceramente non lo so forse lho detta cos, non un mio modo di pormi quello. AVV. DI FRAIA - Signora ovviamente io non la sto accusando... IMP. PESCE - No, no, nel senso che neanche io capisco il

senso di quellesclamazione. PRESIDENTE Cio lei non si ricorda di aver fatto quella

esclamazione che per ha letto poi. IMP. PESCE - S, s, nella rilettura dei verbali. PRESIDENTE - E qual lesclamazione non ricorda? IMP. PESCE - Adesso di preciso non lo ricordo, che gli darei che poi ha letto ma che

un calcio, non lo so, una cosa del genere. AVV. DI FRAIA - Le ricordo signora in aiuto alla sua memoria che lei Francesco 162 quando vide testuni a la fotografia pagina 150 numero del 31 di Pesce 27

verbale

del

settembre 2011 riferisce si stomaco, dicendo grazie, che lei

merita un

bel

pugno nello le tipo sto di

ovviamente adusa a

certamente non fare questo

esclamazioni si figuri. Senta lei conosce Rosa Ferraro? P.M. CUMPONE - Ma scusi la domanda quale era? AVV. DI FRAIA - Era questa. PRESIDENTE - Voleva sapere se ha avuto la reazione... AVV. DI FRAIA Si ha avuto una reazione particolare nel

momento in cui ha visto la fotografia. PRESIDENTE - E che tipo di reazione. P.M. CUMPONE - Semplicemente questo? PRESIDENTE Semplicemente questo e lei dice in effetti di

essere rimasta lei leggendo la

stessa sorpresa perch si ricorda che di quellinterrogatorio

trascrizione

effettivamente cera unesclamazione che stata messa in sua bocca diciamo, nella io non sua bocca, solo che sta dicendo

me la ricordo di averla detta quella cosa anche

perch non mio modo. IMP. PESCE - Di pormi. AVV. DI FRAIA-Va bene, grazie. Senta signora lei conosce

Rosa Ferraro? IMP. PESCE - S. AVV. DI FRAIA - E lei ha riferito nel corso del suo esame che come assistente di sua nonna,

Rosa Ferraro ha lavorato giusto? IMP. PESCE - S.

AVV. DI FRAIA - Senta il posto dove lavorava dove stava con voi quanto dista Antonino Pesce? 163 dalla

Rosa Ferraro

casa di suo zio

IMP. PESCE - Poco. AVV. DI FRAIA - Poco, grazie. Senta lei prima di sposarsi dove abitava? IMP. PESCE - Nella casa con mio padre in via Donizetti. P.M. CUMPONE - Lha gi detto a domande specifiche in esame. AVV. DI FRAIA - Va bene, va bene Pubblico Ministero. PRESIDENTE - stato chiesto. AVV. DI FRAIA - S ma non fa niente Presidente, una domanda in pi. PRESIDENTE - Eh appunto. AVV. DI FRAIA - E infatti il procuratore me lha sottolineato. Senta unultima domanda signora, lei ha raccontato che

Francesco Pesce era titolare del negozio World Sport, lei si ricorda se questo negozio era redditizio, se vendeva,

selezione andavano a spendere in questo negozio? IMP. PESCE - S diciamo che era lunico a Rosarno di articoli

sportivi e s, s, la gente ci andava ad acquistare. AVV. DI FRAIA - Senta e lei ha anche riferito che Francesco ricordasse gente

Pesce era stato titolare del negozio Extin, si

anche questo negozio andava bene nel senso che la andava a comprare prodotti? IMP. PESCE - S, s, prendeva bene. AVV. DI FRAIA - Senta si ricorda

Francesco Pesce se ha avuto occupato

altre attivit prima della World Sport? Si mai di assicurazioni? IMP. PESCE - Non ho capito scusi. AVV. DI FRAIA - Sa se Francesco Pesce prima della

World Sport

si occupato di assicurazioni, di unagenzia assicurativa? 164

IMP. PESCE - No, no, non so che faceva questo lavoro. AVV. DI FRAIA - Okay grazie, nessunaltra domanda. PRESIDENTE - Grazie allAvvocato. Chi interviene adesso? Difesa Pesce Francesco 87 Avvocato Commodaro AVV. COMMODARO - Intervengo io Presidente, Avvocato nellinteresse di Pesce Francesco classe Commodaro

87. Signora ripresa, aveva

Pesce mi sa dire quando, se lo ricorda, stata rimproverata da suo zio Vincenzo allorch

questi

saputo di una sua relazione extraconiugale? IMP. PESCE - Non so se era quando mi sono recata sempre per i soldi. AVV. COMMODARO - Che periodo era pi o meno se lo ricorda? IMP. PESCE - Forse febbraio, febbraio/marzo del 2010. AVV. COMMODARO - Bene. Il suo attuale faccio questa compagno, scusi se le dico quello di a casa sua

domanda, quella attuale

cui parliamo in quella relazione? IMP. PESCE - S. AVV. COMMODARO Chi altri della sua famiglia, mi riferisco

della sua famiglia in senso stretto, era a conoscenza di questa relazione? IMP. PESCE - Nessuno. AVV. COMMODARO - In quel tempo? IMP. PESCE - Nessuno. AVV. COMMODARO - Senta e dopo lintervento di suo zio Vincenzo qual stato il suo atteggiamento? IMP. PESCE - In che senso? P.M. CUMPONE C opposizione perch neanche il Pubblico

Ministero ha capito. 165

AVV. COMMODARO - Dopo

il colloquio

con suo zio Vincenzo, la

riformulo, qual stato cosa ha pensato,

il suo atteggiamento nel senso faccio la

ha avuto paura insomma? Le

domanda diretta. IMP. PESCE S, ho avuto paura, persona paura pi che stava che altro per con me e ho

lincolumit

della

interrotto i rapporti. AVV. COMMODARO - Senta visto che non lo sapeva nessuno lei sa come suo zio venuto a conoscenza di questa circostanza? IMP. PESCE - Mi HA detto lui che i miei cugini avevano capito che cera qualcosa, che mi seguivano, insomma una cosa che del

ero monitorata, che cera un allarme insomma, genere.

AVV. COMMODARO - E vi furono conseguenze in seguito a questo colloquio? IMP. PESCE - No, no. AVV. COMMODARO - Non successe nulla? IMP. PESCE - No. AVV. COMMODARO - Nel corso dellesame signora ha riferito che si recava a casa di sua nonna Buonarrigo dei soldi. IMP. PESCE - S. AVV. COMMODARO - Per suo fratello Francesco mi pare, vero? IMP. PESCE - S. AVV. COMMODARO - cos? IMP. PESCE - S. AVV. COMMODARO - Quando e quante volte andata a casa di sua nonna per questa incombenza? IMP. PESCE - Tante. 166 per prelevare

AVV.

COMMODARO

in

queste

occasioni

quante

volte

ha

incontrato suo zio Vincenzo? IMP. PESCE - Diciamo che mio a volte zio lo Vincenzo era sempre l per trovavo insomma per io

andavo e non

andavo quasi tutte le sere. AVV. COMMODARO - Lei si scarcerato? IMP. PESCE - Se non del 2008. AVV. COMMODARO - Quando parla classe 87 nel riferire di suo cugino Pesce Francesco ricordo male nel 2008, novembre o dicembre ricorda quando suo zio Vincenzo fu

delle sue attivit lavorative come

fa a dire che fossero attivit e lecite? IMP. PESCE - Io ho detto che aveva dei camion nei trasporti e

che il lavoro dei trasporti alla Sisa era illecito. AVV. COMMODARO - Mi scusi ma stamattina attivit illecite, invece non ha parlato solo di

le risulta che suo cugino

svolgesse unattivit di carattere lecito? IMP. PESCE - Unattivit commerciale non aveva. AVV. COMMODARO - Commerciale oppure unazienda agricola? IMP. PESCE - Azienda agricola non lo so. AVV. COMMODARO - Lo pu escludere? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CUMPONE - Non pu saperlo. AVV. COMMODARO Senta poi stamattina ha riferito di una

colonnina, di un

distributore di carburante

che sarebbe

stato nella disponibilit di zio Vincenzo, cos? IMP. PESCE - S. AVV. COMMODARO - Ma lei 167 sa chi effettivamente volesse gestire

questo distributore di carburante?

IMP. PESCE - Chi volesse o chi lo gestiva Avvocato? AVV. COMMODARO - Chi lo gestiva. IMP. PESCE - I figli di mio zio Vincenzo. AVV. COMMODARO - Ma li ha visti effettivamente gestire distributore? IMP. PESCE - S, s. AVV. COMMODARO - Non le risulta se Savino per gestire distributore superato? IMP. PESCE - No io che Savino io andavo a fare benzina e lui era l e faceva il rifornimento. AVV. COMMODARO - Sapeva se era autorizzato per fare questo? IMP. PESCE - Ah non lo so se era autorizzato. PRESIDENTE Non interessa Avvocato, interessa solo la lha visto e quando lha dovesse superare un esame e se questo lha questo

circostanza di fatto visto.

se lei

AVV. COMMODARO - Senta signora nel periodo di libert zio Vincenzo che rapporti

di suo

aveva con Francesco Pesce

classe 78? PRESIDENTE - Rapporti tra chi Avvocato? AVV. COMMODARO Pesce fingendo suo zio e Pesce Francesco

classe 78 suo cugino. IMP. PESCE - Sono stati un alti e bassi. PRESIDENTE - Lha detto abbondantemente Avvocato, alti e bassi nel corso dellesame questi rapporti, s. AVV. COMMODARO - Solo una precisazione e poi non ci torno pi, corretto dire che tra Francesco e zio Vincenzo non 168 vi e ha spiegato insomma quali erano po insomma... ci sono stati degli

fosse un buon porto, che quasi si odiassero? IMP. PESCE - C stato questo disaccordo comune accordo. AVV. COMMODARO - Va bene. Le risulta se tra il 2008 ed il 2009 la Sisa di Garruzzo ebbe a fallire? IMP. PESCE - Quando? AVV. COMMODARO - Tra il 2008 ed il 2009. IMP. PESCE - No, non so la condizione della Sisa. AVV. COMMODARO - In merito a questa circostanza mi riservo una produzione documentale Presidente. PRESIDENTE - Ne ha facolt. AVV. COMMODARO - Senta passiamo ad un altro argomento, e mi Arena Domenico? il periodo della lite che hanno avuto per poi hanno fatto pace ed erano in

avvio alla conclusione Presidente, conosce IMP. PESCE - S. AVV. COMMODARO - Come lo conosce?

PRESIDENTE - Lha spiegato questo Avvocato, lha spiegato. P.M. CUMPONE - Ne ha parlato abbondantemente. AVV. COMMODARO - Va bene, va bene. Mi sa riferire di Arena Domenico con suo cugino? dei rapporti a Pesce

Mi riferisco

Francesco classe 78, se vi fossero rapporti. IMP. PESCE - Non conosco Domenico. AVV. COMMODARO - Senta sa che attivit svolge Arena Domenico? IMP. PESCE - No. AVV. COMMODARO - Io qua devo procedere ad una contestazione Presidente 169 rispetto ai verbali, a due verbali che la i so se cerano rapporti fra di Pesce Francesco di loro, non 78 con Arena

rapporti

signora Pesce ha reso, esattamente quello del 19 ottobre

2010, mi

riferisco

ai

verbali in forma riassuntiva,

quello del 9 novembre 2010, a specifica domanda su questo argomento... P.M. CUMPONE - Pu dirmi la pagina cortesemente? IMP. PESCE - S uno a pagina tre, quello... P.M. CUMPONE - Ah il riassuntivo le sta utilizzando. AVV. COMMODARO - S, s, il riassuntivo. P.M. CUMPONE - Ricordo al tribunale che quando laveva il Pubblico Ministero ci fu tutta una questione fatto

e che fu

imposto di fare le contestazioni con la trascrizione. AVV. COMMODARO - Ho avuto difficolt a reperire.. P.M. CUMPONE difficolt Eh lo so ma esattamente era la stessa e

che allepoca

aveva il Pubblico Ministero

poi il tribunale ha invitato il Pubblico Ministero per la trascrizione. AVV. COMMODARO primis mi Allora mi dia solo un Presidente a attimo. verbale Allora in 19/10/2010

riferisco

pagina otto, procuratore Arena lei ha detto

aggiunto quindi questo signor chiama Arena? Domenico

che si

risponde Pesce Giuseppina, Domenico questo s, penso di s, io di sicuro non

ha i camion?

glielo so dire ma s,

penso che doveva mettere camera. PRESIDENTE - E qual la contestazione Avvocato? AVV. COMMODARO - Stamattina Presidente mi dice che non lavoro fa. PRESIDENTE - Non sa che lavoro fa per sui risposto. P.M. CUMPONE Giuseppina. 170 Come attivit lecita ha risposto Pesce camion aveva gi sa che

PRESIDENTE - Aveva questa parte

gi risposto

nel corso dellesame

e di

dei camion aveva parlato,

anche tra laltro

delle lamentele di Ciccio testuni metteva camion al cognato.

che lo zio Vincenzo

AVV. COMMODARO - Ho capito. Nellaltro verbale che mi accingo a reperire parla di unaltra attivit ancora Presidente. PRESIDENTE - Ah va bene allora vediamo. AVV. COMMODARO - Non riesco a trovarlo, farlo poi nella magari mi riservo di

continuazione del controesame da parte questo momento purtroppo non

del codifensore perch in

riesco a reperirlo, non voglio intralciare il lavoro. PRESIDENTE Va bene Avvocato, lAvvocato Novella il

codifensore? AVV. COMMODARO - No lAvvocato Veneto, no Presidente un attimo solo, io non ma non ho finito

ricordo, sono pronto a

ritirare la domanda nel caso in cui questo argomento non sia entrato a far parte dellesame... PRESIDENTE - Non so di che cosa parliamo Avvocato, vediamo. AVV. COMMODARO Appunto prima che si scateni il Pubblico

Ministero io sommessamente faccio una domanda. PRESIDENTE - Va bene. AVV. COMMODARO - Aveva parlato di Arena Antonino? PRESIDENTE - Di Arena Antonino P.M. CUMPONE - Gli stato chiesto oggi al riconoscimento chi era e ha risposto il fratello di Arena Domenico. PRESIDENTE S soltanto in sede di riconoscimento

fotografico. AVV. COMMODARO - Solo se ha subito un danneggiamento. 171

P.M. CUMPONE - Opposizione perch non ha formato oggetto esame. PRESIDENTE Opposizione accolta, se non ci

di

fosse stata

magari... AVV. COMMODARO - Presidente io proprio l volevo... lo ricordavo. PRESIDENTE - Eh va beh ma lha fatta, lei quindi... AVV. COMMODARO - Va bene ho finito io Presidente? () Difesa Avvocato Novella AVV. NOVELLA - Buonasera signora. IMP. PESCE - Buonasera. AVV. NOVELLA - Senta io partirei dalla prima delle posizioni non ricordava neanche perch non

che assisto cos magari cerchiamo di andare con un ordine che ci consente di affrontare meglio gli argomenti,

la prima Valenzise Giuseppe, lei

lo ha individuato, ha

detto che me lo pu ricordare un attimino? IMP. PESCE - Il genero di Arena Domenico. AVV. NOVELLA - Perfetto. Senta signora io le chiedo una cosa ha fatto riferimento anche al marchio del supermercato, vero? IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA - Me lo pu ricordare? IMP. PESCE - S la Conad. AVV. NOVELLA Aveva subito dei cambiamenti questo

supermercato come marchio nellarco del tempo? IMP. PESCE - S. 172

AVV. NOVELLA - Le

riesce

a ricordare

anche diciamo gli

anni,

da quanto tempo esisteva e quanti marchi aveva cambiato? IMP. PESCE - S diciamo che ricordo che da un insomma forse da 10. AVV. NOVELLA - 10 anni almeno lo ricorda. IMP. PESCE - Pi o meno, da quando io che c sempre stato, quando ho e poi gli ultimi anni ci sono stato l ricordo paio di anni,

abitato in quella strada questi cambiamenti,

sono stati

diciamo che negli ultimi due anni quasi con la cadenza di sei mesi cambiava insomma insegna. AVV. NOVELLA - Benissimo quindi non grosso modo a partire dal possiamo contestualizzare 2000 al suo ricordo

dellesistenza del supermercato, corretto? IMP. PESCE - S, s. AVV. NOVELLA - Senta le chiedo questo lei andava a fare la

spesa solo in questo supermercato oppure ne frequentava anche altri? IMP. PESCE - No, andavo anche in altri. AVV. NOVELLA - Senta una domanda per di carattere generale, maniera

c la facolt ovviamente di fare la spesa in

libera a Rosarno oppure cera una forma di costrizione sulla scelta di un supermercato piuttosto che un altro? IMP. PESCE - No, no, cera la facolt di farla dove uno insomma, diciamo che voleva

tendenzialmente veniva preferito non lo so, insomma la famiglia nel supermercato di

quello di Garruzzo, mo Pesce tendenzialmente

andava

Garruzzo. AVV. 173 NOVELLA Senta le chiedo unaltra cosa lei ha

riconosciuto anche oggi, nellalbum fotografico che le

stato

posto in visione, i luoghi proprio dove insiste il

supermercato, corretto? IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA Senta sa anche dirmi a chi appartiene, se

conosce la propriet di quellimmobile, di quei locali. IMP. PESCE Diciamo che io ho sempre saputo che di

Valenzise, anche gli appartamenti che stanno sopra. () AVV. NOVELLA - Signora Le volevo chiedere questo lei fascicolo fotografico ha riconosciuto oggi nel

anche una signora

che ha detto questa Valenzise, la sorella. IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA - Volevo farle questa domanda lei lha mai vista

quella signora nel supermercato? IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA - E cosa faceva? IMP. PESCE - A volte metteva la merce a posto negli scaffali. AVV. NOVELLA - Quindi lavorava allinterno? IMP. PESCE - Non sempre, non tutti i giorni, diciamo che

capitato un paio di volte che lho vista. AVV. NOVELLA - Senta la madre la conosce di Valenzise? IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA - Lha vista mai nel supermercato? IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA - E cosa faceva questa signora? IMP. PESCE - Anche lei a volte lavorava alla cassa. AVV. NOVELLA - Senta il suo ricordo, Arena nel supermercato, ha riferito di aver visto le chiedo

Arena Domenico, io si

questo suo ricordo 174

a che periodo storico

riferisce

cio un anno fa,

due anni fa, 10 anni fa, grosso modo me

lo pu collocare nel tempo? IMP. PESCE - Nel 2010. AVV. NOVELLA - Quindi ultimamente? IMP. PESCE - S anche pochi giorni prima del mio arresto. AVV. NOVELLA - Ma negli anni precedenti quindi no? IMP. PESCE - Diciamo che da quando uscito lo vedevo l. AVV. NOVELLA - E quando uscito? IMP. PESCE - Un paio danni in tutto, due o tre anni penso. AVV. NOVELLA - Quindi ma lo colloca quando, nel 2007? IMP. PESCE Allora io spesso lho visto nel 2010 per in

generale prima ci veniva, tipo non lo vedevo nellultimo periodo,

lo vedevo diciamo come vedevo meno,

prima lo

ultimamente era sempre l. AVV. NOVELLA - Senta le vorrei chiedere unaltra cosa quando del

lei ha fatto riferimento di averlo visto allinterno supermercato mi pu ripetere dove lha visto? IMP. PESCE - Scusi? AVV. NOVELLA - Dico lha visto allinterno allesterno

del supermercato o

IMP. PESCE - Io lo vedevo sempre allesterno del supermercato che parlava quando con i fornitori e quando con persone

che non sono insomma chi erano e poi anche pi volte lho visto allinterno del supermercato vicino un al banco entra

clienti che praticamente c allinterno insomma, non del supermercato.

bancone dove si

so adesso, di un locale interno

AVV. NOVELLA - Ma vicino cosa intende? 175

IMP.

PESCE

Dal lato

interno

dal

lato

esterno

che

insomma... AVV. NOVELLA scusa. IMP. PESCE - Allinterno e allesterno di questo bancone che praticamente portava supermercato. AVV. NOVELLA al retro del anche Scusi non ho sentito la risposta le chiedo

Senta e con i

fornitori mi potrebbe

riferire con quali fornitori lha visto? IMP. PESCE - No, di preciso no, so che a volte erano persone

che erano fornitori e che erano con la valigetta, tipo rappresentanti, e a volte anche con le persone che la

arrivavano con i furgoncini che

dovevano

scaricare

merce e allora lui parlava con queste persone. AVV. NOVELLA - Ma chiedo scusa quindi una sua deduzione che chi avesse la valigetta era un rappresentante o lo

conosce lei, cio conosce il rappresentante? IMP. PESCE No a volte li riconoscevo perch erano

rappresentanti

che venivano al supermercato

quando avevo

io supermercato e a volte li riconoscevo. AVV. NOVELLA - Senta e quindi visto e considerato che venivano anche al suo supermercato me ne potrebbe anche indicare il nome? IMP. PESCE - S quelli della Parmalat li riconoscevo. AVV. NOVELLA - Mi dice come si chiamano cortesemente? IMP. PESCE - Il nome di preciso ora non lo ricordo, ricordo il rappresentante ma non ricordo il nome. AVV. NOVELLA - Senta lei ovviamente conosce Carbone Rocco, lo che lavoro

ha riferito nel corso dellesame pi volte, 176

faceva Carbone Rocco? IMP. PESCE - Di quel periodo sta parlando Avvocato? AVV. NOVELLA - In generale dico quando lo conosceva lei che frequentava casa sua che tipo di attivit lavoro lecito, un lavoro normale? IMP. PESCE - Ha lavorato per diversi supermercato, non per anni come banconista al e mia faceva, era un

quando lo

gestivamo io

sorella, prima. AVV. NOVELLA - In quali anni lo gestivate lei signora scusi che mi sfuggito. IMP. PESCE - S nel 2005/2006. AVV. NOVELLA - Le Valenzise era volevo chiedere unaltra cosa, lei una persona economicamente sa se e sua sorella

facoltosa,

ovviamente se a sua conoscenza o meno. IMP. PESCE - Non ho capito Avvocato, cio non ho capito la... AVV. NOVELLA Le chiedevo se Valenzise lei a conoscenza della o meno facoltoso

circostanza

che

fosse

economicamente. IMP. PESCE - Non lo so, non ne sono a conoscenza. AVV. NOVELLA Fortugno Adesso passerei alla posizione di Andrea

e le chiedo questo lei frequentazione

ricorda innanzitutto il

periodo della

con suo fratello quando ha

inizio, temporalmente se me lo pu ripetere. IMP. PESCE - Diciamo che da sempre. AVV. NOVELLA - Da sempre? IMP. PESCE - Cio da quando mio anni insomma. AVV. NOVELLA - A me era sembrato di capire 177 una cosa diversa fratello forse aveva 10/ 12

cio che Andrea Fortugno si era avvicinato a frequentare suo fratello dopo che era invece aveva la grosso modo

interrotto,

perch si

sposato,

frequentazione

laltro fratello, Domenico, c questa differenza? IMP. PESCE S diciamo che erano pi attaccati in quel

periodo per la conoscenza c sempre stata. AVV. NOVELLA Quindi questo . E ricorda se questa

frequentazione sempre stata assidua o se ci sono stati dei periodi in cui si sono in qualche modo distanziati

per scelte personali, per qualsiasi altra ragione? IMP. PESCE - Mi ricordo Milano che si quando Andrea era andato a vivere per un periodo per a

sono separati e la

poi

diciamo che i contatti stesso, non per in

frequentazione cerano lo

cerano fisicamente perch lui stava a Milano dire che

generale gli ultimi cinque anni si pu

vivevano sempre insieme. AVV. NOVELLA - Cinque anni rispetto a quando signora scusa se ce lo pu dire. IMP. PESCE - Io parlo sempre da quando ero fuori, gli ultimi chiedo

due anni sono azzerati. AVV. NOVELLA - Possa dire una cosa, le chiedo scusa, lei dice quindi gli ultimi cinque anni dal 2010 si presuppone dal 2005 al 2010, corretta questa mia valutazione? IMP. PESCE - Pi o meno. AVV. NOVELLA - Per le chiedo una cosa suo fratello quando stato arrestato? IMP. PESCE - Per quale carcerazione? AVV. NOVELLA - Per quella nella quale credo non fino ad oggi. 178 sia pi uscito

IMP. PESCE - Nel 2009. AVV. NOVELLA - E Andrea Fortugno lo sa? IMP. PESCE - Nel 2010. AVV. NOVELLA - Questa la sua risposta? IMP. PESCE - Di avuto vari quale arresto arresti parla di Andrea? Perch hanno uscivano,

entrambi, entravano e

entravano e uscivano,

entravano e uscivano quindi non

che c una data solo una. AVV. NOVELLA - Le volevo chiedere signora se si pu riesce lei a darmi qualche risposta sul sforzare e punto pi

specifica. IMP. PESCE Io non ricordo adesso le date di arresto di quel tempo, quando

Andrea, mi

ricordo che nellarco di

erano arrestati entrambi, non si frequentavano. AVV. NOVELLA Per Signora scusi lei poco fa ha detto

rispetto al 2010 gli ultimi cinque anni. IMP. PESCE - Gli ultimi fuori. AVV. NOVELLA - Allora io le faccio una domanda diversa, conoscenza se Fortugno Andrea stato arrestato... PRESIDENTE - Per sta facendo la precisazione, nel periodo in cui potevano frequentarsi carcere voglio dire ci perch se tutti e due erano in sta dando una sua spiegazione a cinque anni quando erano tutti e due

Avvocato. AVV. NOVELLA - Adesso Presidente. PRESIDENTE - No lha detto con la precisazione. IMP. PESCE - Ci negli ultimi cinque anni non sempre insieme, 179 quando mio fratello non che stavano cera non si

frequentavano, quando cera si frequentavano.

AVV. NOVELLA - Senta e invece mi dovrebbe fare una cortesia si dovrebbe sforzare di ricordare in che periodo c stato il tentativo di rapimento di Latorre Ilaria, in che anno. IMP. PESCE - Eh un attimo che devo fare mente locale perch

con le date io... PRESIDENTE Cerchi di fare mente locale e vediamo se

possibile... se ci arriva insomma. AVV. NOVELLA - Con calma, con calma. IMP. PESCE - Penso nel 2007, tra il 2007 ed il 2008. AVV. NOVELLA - Le chiedo in quel periodo intanto che riesce a ricordare... IMP. PESCE - Con precisione no. AVV. NOVELLA - No, no, intendo dire se comunque sui ricordi del periodo non dico dellanno, forse il 2007 o il 2008, un periodo

ma si ricordi del periodo lei ce li ha abbastanza chiari, nitidi. IMP. PESCE - Cio se era estate chiedendo? AVV. NOVELLA - Per esempio se era estate o se era inverno, s. IMP. PESCE - Non mi sembra che era inverno. AVV. NOVELLA - Scusi signora non ho sentito la sua risposta. IMP. PESCE - Non mi sembra che era inverno. AVV. NOVELLA - Non le sembra che era inverno quindi grosso o se era inverno mi sta

modo era un periodo estivo pertanto dobbiamo dedurre. IMP. PESCE - S, forse autunno. AVV. NOVELLA - Senta in quel periodo lei a casa di sua madre oppure

continuava a frequentarla con una certa assiduit no?

180

IMP. PESCE - Non ho

mai

frequentato assiduamente nel senso mi che sera

recavo da mia madre la sera unoretta cos per non io andavo da mia madre dalla mattina fino alla

perch io avevo una casa, avevo i bambini. PRESIDENTE - Per diciamo andavo tutti i giorni o quasi? IMP. PESCE - A volte anche ogni due giorni, tre, insomma a seconda della necessit. AVV. NOVELLA E in quel periodo lei ricorda che Andrea volte pure ogni

Fortugno si frequentava assiduamente con suo fratello? IMP. PESCE - S, si frequentavano quel periodo. AVV. NOVELLA Ricorda di averlo visto in quei giorni? di

Rispetto allepisodio Latorre Ilaria, rapimento di Latorre Ilaria lei

tentativo

ricorda di aver visto

Andrea Fortugno fisicamente in compagnia di suo fratello? IMP. PESCE - Di preciso in quei giorni no, non cera un lo ricordo, il che non

ricordo in generale che non

particolare

si frequentava in quel periodo,

lunico

periodo che non

si frequentavano era quando Andrea era a Milano o quando Andrea era in in carcere o quando mio fratello era in da di

carcere,

quel periodo erano

entrambi fuori

quello che ricordo e cera una frequentazione normale tra loro. AVV. NOVELLA tentativo di Senta quando lei rapimento di ha detto riferendo

sul

Latorre Ilaria ha

chi glielha

riferito, corretto? IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA - Ha detto anche che chi glielavrebbe 181 riferito

avrebbe

anche

ammesso le

proprie

responsabilit,

corretto anche questo? IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA - Ha detto altres ammesso, non ha mai detto... IMP. PESCE - No. AVV. NOVELLA - vero, ha detto questo signora ricordo bene? IMP. PESCE - S, s. P.M. CUMPONE Scusi Presidente che non hanno mai parlato Andrea Fortugno non lha mai

della cosa direttamente. PRESIDENTE - No che non hanno mai parlato, s, che non aveva

mai sentito infatti lei ha detto mi sembra. P.M. CUMPONE - Ma detto cos non le che abbiano parlato e che ha mai le ammesse sembra negato le

abbia

responsabilit e invece non hanno mai parlato di questo. IMP. PESCE - Non abbiamo mai lui. AVV. NOVELLA - chiaro quindi non ha mai detto cero anchio in questa situazione. IMP. PESCE - No. AVV. NOVELLA - Benissimo ma ricorda di averlo visto per lei, per escludere che glielabbia confermato o non confermato per deve ricordare se lha visto o meno, questo affrontato questo discorso con

logico. PRESIDENTE - No allora la domanda unaltra, lha saputo da Andrea Fortugno che lui non cera stato, non aveva

partecipato a questo fatto? IMP. PESCE - No, no, io con Andrea non questa situazione, cio lui non 182 abbiamo mai parlato di n che cera

mi ha detto

n che non cera. PRESIDENTE - Quindi non sa se cera o non cera. IMP. PESCE - No detto da altri ma non da lui. AVV. NOVELLA - Perfetto ma lei quel contesto in cui le fisicamente in quel periodo, in fu riferita quella cosa, il

giorno prima, il giorno dopo, ricorda di averlo visto? P.M. CUMPONE ricorda. AVV. NOVELLA - Non ho capito, la risposta lamore dal teste se ammessa la domanda. P.M. CUMPONE - Ha gi risposto. IMP. PESCE - Non ricordo di averlo visto n il giorno prima n il giorno dopo con mio fratello. AVV. NOVELLA - Perfetto. Quando suo fratello diceva che voleva andare a Milano per di iniziare quellattivit alimentari economica di ricorda Ha gi risposto, ha detto che non se lo

importazione

prodotti

eccetera

lanno in cui parlava di questa sua volont? IMP. PESCE - Sempre nellanno del sequestro di Ilaria, quindi tra il 2006 ed il 2007. AVV. NOVELLA - E suo fratello in detto quel contesto diceva, ha

prima, che avrebbe avuto Andrea Fortugno che gli

dava un appoggio a Milano, corretto? IMP. PESCE - S, aveva una casa gi affittata Andrea a Milano e doveva andare a dormire con lui. AVV. NOVELLA - Quindi il periodo coincidente, il periodo, lo stesso periodo? IMP. PESCE Diciamo di mio s, non dopo stato o subito, tre mesi cio dal coincidente

praticamente 183

fratello

due

sequestro decise poi di andare via da Rosarno, non che

stato la stessa settimana. AVV. NOVELLA - E diceva per che sarebbe andato a Milano da Fortugno Andrea perch lui conferma? IMP. PESCE - Che aveva una casa l. AVV. NOVELLA - No lei cosa diversa... IMP. PESCE - Che Andrea a Milano aveva una casa e aveva gi un appoggio dove andare. PRESIDENTE - Che aveva un appoggio perch gi era Fortugno. AVV. NOVELLA - Cera Fortugno presuppone la presenza fisica a Milano. P.M. CUMPONE - No ha detto che aveva una casa, esattamente ha detto oggi nel corso dellesame una era gi l, questo me lo

come ha precisato adesso Avvocato. PRESIDENTE - S, che aveva un appoggio ha detto. AVV. NOVELLA favore. PRESIDENTE - Certo Avvocato. AVV. NOVELLA In aiuto alla memoria ottobre le contesto che nel - Mi dia soltanto il secondo Presidente per

verbale dintegratore

del 27

del 2011 pagine 77

lei testualmente dice... P.M. CUMPONE - Ci d un attimo Avvocato cortesemente? AVV. NOVELLA - Assolutamente s. P.M. CUMPONE - Grazie. AVV. NOVELLA - Allora leggo dallinizio si lamentava della pagina, quindi s, sempre il

del mancato inserimento? che non

discorso Ciccio testuni

faceva

inserire, non criminale disse

aveva spazio s le chiedo io nellattivit della 184 cosca questo che intende? e lui

allora

che voleva andare... perch il Pubblico Ministero sta rileggendo il precedente verbale di interrogatorio che segnatamente quello allora del 28 ottobre 2010 e dice elui qualcosa di che aveva

disse che voleva andare via a crearsi so,

suo a Milano perch a Milano? non lo appoggi a Milano cera Andrea gi

perch, chi cera a Milano? era gi un amico che era

Fortugno che

l, quindi questo presuppone

signora

una discordanza al fatto d una

nel senso che questo categoricamente riferito che Andrea Fortugno fosse spiegazione? fisicamente a Milano, mi

IMP. PESCE - Praticamente era l che era gi avviato l, che aveva una casa l e che praticamente per Andrea non Calabria, che abitava aveva un appoggio veniva in

a Milano e non

cio saliva e scendeva, insomma aveva una

famiglia gi. AVV. NOVELLA Va bene prendo atto della risposta. delle

Senta quando lei

ha fatto riferimento alle

attivit

rapine nel corso dellesame ha detto nel gruppo cera... ha fatto riferimento alla possibilit che ci fosse Andrea Fortugno, me lo conferma? IMP. PESCE - Mi pu ripetere la domanda Avvocato? AVV. NOVELLA Allora il rapine fatto che Andrea Fortugno fosse suo anche

coinvolto nelle

una sua

deduzione perch

fratello le diceva che era una persona scaltra oppure le fu detto apertamente? Questa la domanda. IMP. PESCE - Che sapevo, marito, 185 mi sia stato da mio detto apertamente no, che per fratello per affrontato il anche da discorso mio con

non detto

quando abbiamo

mia sorella,

che sapeva insomma che era scaltro

diciamo,

come dice lAvvocato, in questo campo, s. PRESIDENTE - Quindi la risposta qual , conferma che anche lui si occupava delle rapine? IMP. PESCE - S, s. PRESIDENTE - Perch laveva saputo in questi termini e quindi non era una sua deduzione. IMP. PESCE - No, no. AVV. NOVELLA - E quindi mi dire questa cosa scusi? IMP. PESCE - Ripeto lho sentito anche anche nel contesto che lui da mio marito e poi pu ripetere da chi lha sentita

aveva la casa a Milano so che

lui a Milano faceva, sempre in quel periodo che stava l, aveva fatto delle rapine di cui poi aveva avuto un

procedimento e lui

in quel periodo che era tornato gi era stato riconosciuto e cose

praticamente era perch non

varie, insomma so di questa situazione lui su a Milano.

che aveva avuto

AVV. NOVELLA - E in questa rapina su Milano di cui lei ci sta riferendo era coinvolto anche suo fratello? IMP. PESCE - Non lo so, no, no, era di Andrea, era un problema di Andrea questo. AVV. NOVELLA - Senta sa cosa faceva Andrea Fortugno Milano? IMP. PESCE - Io so che faceva le rapine. AVV. NOVELLA - Quindi faceva attivit illecite pertanto, solo attivit illecite? La domanda circostanziata. IMP. PESCE - Di qualcosa. PRESIDENTE - Non sa se aveva qualcosa di commerciale? 186 commerciale non so che aveva un negozio o

IMP. PESCE - Di attivit lecite insomma. PRESIDENTE - O di altre attivit lecite, non commerciale, non sa niente? IMP. PESCE - No, no. AVV. NOVELLA - Per Signora io sul punto dovrei contestarle a pagina 109 dellinterrogatorio sempre del 27 ottobre del 2011, 108 e 109, le leggo il passaggio, Pesce Giuseppina intanto poi erano amici, siccome lui va beh erano stava gi a necessariamente

allora con Fortugno legati

da unamicizia e

Milano quindi lo sua perch lui Ministero le

avrebbe anche ospitato insomma a casa il Pubblico o anche in

aveva una casa in affitto, domanda ma solo in va questo

attivit?, Pesce Giuseppina no attivit anche perch lui non

beh sicuramente in Pubblico

so..., il

Ministero le domanda attivit illecite o lecite? e lei risponde lui diceva che... eh non so cosa faceva

Fortugno io l, so che viveva l, so che faceva qualcosa per non so cosa, in questo passaggio lei non fa cenno

alle rapine e non fa cenno alle attivit commerciali lecite. PRESIDENTE Allora su questultima effetti parte lo non so, c cio

contraddizione perch in

dice non

non so se aveva attivit commerciali o altre attivit. AVV. NOVELLA - Attivit sia lecite del Pubblico Ministero. PRESIDENTE - S dico su questultima parte conferma in effetti Il dato che illecite era la domanda

di non sapere se aveva altro tipo di attivit. diciamo discordante che in quella sede non

aveva fatto

riferimento alle rapine a cui sarebbe stato dedito, ecco, come 187 me lo spiega questo dato? Come mai oggi ci ha detto

questo, che andr Fortugno faceva le rapine a Milano per in quella sede aveva detto sapeva insomma n di il Pubblico Ministero lecite n che non

attivit

di attivit

illecite. IMP. PESCE - Ripeto non voglio sembrare ripetitiva per quella stata la collaborazione in quel periodo che praticamente non ero serena praticamente sulla condizione io avevo

che io avevo a casa quindi ero un po limitata, problemi avanti e con i bambini, non quindi ero certa cio non di

voler andare che non lo

tante cose...

sapevo allepoca, lo sapevo come lo so oggi per diciamo che alcune cose cercavo di non dirle. AVV. NOVELLA Signora io le le chiedo scusa ho per questo

interrogatorio di cui io utilizzato ai fini

dato lettura

e che

della contestazione quello che lei

ha reso in data 27 ottobre del 2011 in cui vi stata una rilettura dei precedenti verbali e il Pubblico Ministero

nella premessa diceva se ha qualcosa da aggiungere o da modificare libera di rispetto farlo, alle lei precedenti cose dichiarazioni che il

queste

Pubblico

Ministero le diceva in ogni verbale, perch gliele diceva per onore di verit, le ricorda? IMP. PESCE - S, s. AVV. NOVELLA Quindi perch non lha modificata questa

dichiarazione allepoca? Siamo al 27 ottobre del 2011. IMP. PESCE - Perch era una rilettura ed io non con una domanda diretta. AVV. NOVELLA - Va bene prendiamo atto della risposta. Senta lappoggio 188 che Fortugno Andrea avrebbe dovuto dare a suo la prendevo

fratello

Milano

in

cosa doveva consistere solo nellabitazione o in

nellappoggio

diciamo logistico

altra tipologia di appoggio? IMP. PESCE - Io so parlava di appoggio a livello di casa. PRESIDENTE - Avvocato finisca questa posizione di Fortugno se non ne ha per molto e poi sospendiamo. AVV. NOVELLA - Grazie Presidente. PRESIDENTE - Sospendiamo per questa sera intendo. AVV. NOVELLA - S chiara. di traffici di Senta con riferimento allattivit di cui lei ha

sostanze stupefacenti

parlato Andrea

pi volte nel corso dellesame le Fortugno era uno, ha detto lei,

chiedo intanto era uno di

quei soggetti che frequentano il garage, me lo conferma? IMP. PESCE - S. AVV. NOVELLA - Perfetto sapeva lei se lui era coinvolto in

qualche attivit? Mi pare che ha dato una risposta per non ricordo con precisione. IMP. PESCE In qualche attivit cio? Non ho capito la

domanda. AVV. NOVELLA parlando. IMP. PESCE - Ripeto io lo vedevo con mio fratello, nel garage, lo vedevo nei era sempre e indietro movimenti che faceva insomma indaffarato con la lo vedevo mio con lui, Illecita, di traffico di stupefacenti sto

fratello, s,

andavano avanti

macchina, venivano,

scendevano, prendevano qualcosa. AVV. NOVELLA Ha mai avuto modo di vederlo maneggiare

sostanza stupefacente? IMP. PESCE - No. 189

AVV. NOVELLA - Quindi possiamo escludere

che lei con certezza

sappia se Andrea Fortugno fosse coinvolto in traffici? P.M. CUMPONE C opposizione Presidente, non possiamo

escludere proprio niente. PRESIDENTE - Siamo fuori determina Avvocato perch lei sta

rispondendo maniera chiara le conclusioni le pu

alle domande che ha fatto, poi

trarre lei eventualmente sulla base

delle risposte che ha dato. AVV. NOVELLA - Quindi la circostanza di vederlo sempre con suo fratello lha indotta a ritenere che fosse in qualche sua

modo compartecipe in qualche attivit, questa la risposta? IMP. PESCE - S.

AVV. NOVELLA - Per io in aiuto alla memoria Telecom passaggio di una risposta che lei ha dato al Pubblico Ministero, settembre 2011 pagina 67

verbale di interrogatorio del 27

e 68, laddove sempre nella rilettura di aggiungere eventualmente dei

in cui le si chiede in questi

passaggi

traffici

di droga rientrava anche Andrea Fortugno? le

domande Pubblico Ministero, penso di s perch gli amici che lui aveva vicino sicuramente erano..., il Pubblico dice pensa?, dico io con lui..., o

Ministero

sicuramente?, di lui faceva mio

sinceramente non

lo so, so che lo

fratello, so che le

persone che aveva vicino

erano questi ragazzi,

quindi qui esclude o comunque dice

non lo so, dobbiamo tenere in considerazione questa di risposta o quella precedente, questo le chiedo. 190

IMP. PESCE - Mi sembra che ho sbaglio. P.M. CUMPONE lintera Per forse

detto la stessa cosa se non

Presidente

bisognerebbe

leggere

pagina di questo interrogatorio

per comprendere

il senso. AVV. NOVELLA facolt. P.M. CUMPONE No se procede ad una contestazione lei ha In sede di riesame Pubblico Ministero ne ha

lobbligo di leggere tutto. PRESIDENTE - Non ho pezzo. AVV. NOVELLA - Devo continuare? PRESIDENTE - S. P.M. CUMPONE preferisce Oppure lo la difesa, esibiamo al per non si tribunale, pu fare come una capito Avvocato per favore rilegga quel

contestazione in questo modo. AVV. NOVELLA - In questi traffici Fortugno Andrea? penso di s di droga rientrava anche perch gli amici che lui domanda lui... il o

aveva vicino sicuramente erano... pensa? Pubblico Ministero, dico io con

sicuramente?... PRESIDENTE - Dico io chi? Dice lei? AVV. NOVELLA Il Pubblico Ministero pensa? dicoio con

lui... o sicuramente? di lui so che lo faceva mio

sinceramente non lo so, che le persone lei che dice

fratello, so

aveva vicino

erano questi

ragazzi ma quando

qualche traffichetto che cosa intende dire? fratello non fa 191 la

cio mio

che era... il procuratore aggiunto qua le specifica che cosa intende dire per

domanda

traffichetto aveva un

lei

risponde

non

che

mio

fratello se una

lavoro fisso

quindi automaticamente

persona ha dei soldi da qualche parte arrivano, ora dove dovrei andare oltre che non ho letto Pubblico Ministero? P.M. CUMPONE - Cos va bene. AVV. NOVELLA - Okay lho letto. PRESIDENTE Allora lei dice non le pare che ci sia

contraddizione con quello che ha detto oggi, dice lei. AVV. NOVELLA - No oggi ha detto che ritiene, poich lo vedeva vicino al fratello, che fosse coinvolto in qualche modo, qui dice sinceramente non lo so, vedo solo io la

contraddizione? IMP. PESCE - Mi sembra che ho fratello e che pensa detto che stava vicino a mio quello che

che anche lui faceva

faceva mio fratello. PRESIDENTE - Quindi in pratica s ma mi vuole dire una sua deduzione perch... IMP. PESCE - Perch lo vedevo impegnato con lui garage, salire, parlare di prezzi, questo. PRESIDENTE - Questi movimenti, okay, e quindi questo che ha detto anche durante lesame, ha descritto vedeva sicch poi ha detto tutto questo discorso, quello che le andare gi al che quella

per me cos perch cera

ne sentivo parlare di prezzi va lha visto mai con della droga

beh insomma comunque non nelle mani. IMP. PESCE - No, no. AVV. NOVELLA grazie. Su questa

posizione

ho

finito

Presidente,

PRESIDENTE- Allora possiamo chiudere ludienza per questa sera. 192

193