Sei sulla pagina 1di 16

• Le origini

• L’inventore

• Il finalizzatore

• L’iconoscopio

• Il cinescopio

• La televisione in Italia

• Il funzionamento

• La riproduzione dell’immagine

• History of BBC
08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 2
La televisione (dal greco τῆλε, a
distanza, e dal latino video, vedere) è
uno dei mezzi di comunicazione più
conosciuti e più utilizzati al mondo,
consistente nella trasmissione via
etere di immagini e suoni. È uno dei
mezzi di comunicazione di massa.

08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 3


• Il primo televisore
della storia, molto
diverso in realtà da
quelli attuali, fu
costruito
dall’ingegnere
scozzese John
Baird nel 1926 ed
utilizzava un disco
forato ruotante a
grande
velocità(disco
analizzatore
metallico).
08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 4
Il sistema era però di tipo
elettromeccanico e non
essendo suscettibile di
miglioramenti, fu presto
superato da quello  di tipo
elettronico inventato da
Zworykin che utilizzava
l’iconoscopio come tubo da
ripresa, ed il cinescopio per
ritrasformare
gli impulsi elettrici in
immagini luminose

08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 5


E’un tubo elettronico che
utilizza l'effetto
fotoelettrico per
trasformare una
'immagine luminosa,
ricevuta attraverso un
obiettivo, in una serie di
segnali elettrici.
Il cinescopio è una specie di ampolla
di vetro, il cui schermo è stato
spalmato di composti a base di
fosforo, che viene colpito da un
raggio di elettroni generato da un
dispositivo presente dalla parte
opposta del cinescopio.

08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 7


Per dipingere l’immagine su tutta l'area
dello schermo, il raggio di elettroni deve
percorrerlo tutto, un punto dopo l'altro.
Per permettere una buona definizione, il
raggio deve essere il più sottile possibile.
Il suo percorso è standardizzato: parte
dall’angolo superiore sinistro, percorre una
serie di «righe» orizzontali poste l'una sotto
l’altra, finchè non si trova ad illuminare
l'angolo inferiore destro. A questo punto risale,
e riparte all’angolo sinistro in alto.

08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 8


• In italia le prime prove di
diffusione della televisione
furono effettuate a partire dal
1934, e già nel 1949 ci fu una
trasmissione sperimentale
dalla Triennale di Milano.

• Ma il servizio divenne regolare


la Domenica del 3 gennaio
1954 a cura della Rai in bianco
e nero.

• Nel 1954 gli abbonati alla tv


erano 24.000.

• La "prima" televisione italiana


è specialmente strumento di
informazione e educazione
e solo in piccola parte di
"08/24/08
intrattenimento
20 aprile 2007 ": Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 9
• Una telecamera
riprende la scena
trasformando
l’immagine in un
segnale elettrico
televisivo.
Questo segnale
va a modulare • Un’altra antenna
una portante a opportunamente sintonizzata
radiofrequenza sulla frequenza della stazione 
che viene poi trasmittente riceve il segnale a
trasmessa via radiofrequenza che il televisore
etere da demodula ritrasformandolo in
un’antenna. un’immagine uguale a quella di
partenza.
08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 10
La telecamera riprende una scena a colori
trasformando quindi l’informazione racchiusa
nell’immagine stessa in tre segnali elettrici
secondo lo schema seguente.

08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 11


• La luce proveniente dalla scena da riprendere entra
nell’obiettivo della telecamera che la raccoglie e la separa
nei  tre colori fondamentali per mezzo di tre lenti speciali, in
grado di riflettere soltanto il colore rosso la prima, e il
colore blu la seconda e di mandarle entro un tubo da
ripresa in grado di trasformarle  in un opportuno segnale
elettrico.
• La luce verde, non deviata, entra direttamente nella
telecamera del verde.
• I tre tubi da ripresa generano quindi tre distinti segnali
elettrici che racchiudono l’informazione presente
nell’immagine originaria, ma dopo averla scomposta nei tre
colori fondamentali: rosso, blu e verde.

08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 12


Risulta, infatti, che dalla somma di questi
tre colori, opportunamente mescolati in
varie proporzioni, si possono ottenere tutti
i colori possibili ed in tutte le più svariate
sfumature ottenendo  pertanto qualunque
immagini della realtà
.

08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 13


• Il segnale elettrico prodotto è trasmesso al televisore che
lo riceve.
• Ora il pennello elettronico va esplorando tutta la superficie
illuminata per mezzo di righe orizzontali che nello Standard
PAL sono 625, venticinque volte al secondo suddivise però
in due semiquadri alternati per evitare lo sfarfallamento.
• Sono descritte prima le righe dispari e poi le righe pari
cinquanta volte al secondo,si ottengono così venticinque
immagini complete al secondo.  Ciò perché in una
successione più rapida di dieci immagini al secondo, per il
fenomeno della permanenza dell’immagine sulla retina
dell’occhio umano, si ha la sensazione del movimento.

08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 14


• The original British Broadcasting Company was founded in 1922
by a group of telecommunications companies to broadcast
experimental radio services. The first transmission was on
14 November of that year, from station 2LO, located at Marconi
House, London.

• The Company became the British Broadcasting Corporation in


1927.

• Television broadcasting was suspended from 1 September 1939 to


7 June 1946 during the Second World War.

• The European Broadcasting Union was formed on 12 February,


1950, in Torquay with the BBC among the 23 founding
broadcasting organisations.

• Competition to the BBC was introduced in 1955 with the


commercially and independently operated ITV.
08/24/0820 aprile 2007 Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 15
• La cosidetta legge Gasparri, dal suo
promulgatore on. Maurizio Gasparri, è la
legge n. 112 del 3 maggio 2004 - "Norme
di principio in materia di assetto del
sistema radiotelevisivo e della RAI-
Radiotelevisione italiana S.p.a., nonché
delega al Governo per l'emanazione del
testo unico della radiotelevisione".
• La legge Gasparri è una delle leggi più
discusse del Governo Berlusconi II. Si tratta
in sostanza di una legge di riforma
generale del sistema radiotelevisivo, la
terza "legge di sistema" dopo la legge
Mammì e la legge
08/24/0820 aprile 2007
Maccanico.
Asso-Salcuni-Sbarbaro classe 5AE ITIS "Gastaldi-Giorgi" 16