Sei sulla pagina 1di 12

La trasformazione del

Neolitico
Esiti della preistoria
Dall’età paleolitica all’età neolitica

caratterizzata da caratterizzata da

sedentarietà e primi villaggi


nomadismo
agricoltura e allevamento
caccia e raccolta
pietra levigata
pietra scheggiata
ceramica

2
Ecostoria: a partire da 12.000 anni fa …

• inizio di un nuovo periodo interglaciale


• progressivo ritiro dei ghiacci
• lento avvicinamento dell’ambiente alla forma attuale

Un generalizzato miglioramento climatico rende


possibile il successivo sviluppo dell’agricoltura e
dell’allevamento dal IX-VIII millennio a.C.

3
Domesticazione di animali e piante
Primi esperimenti
Diffusione di piante Raccolta
di coltivazione
spontanee selettiva
Avvio dell’agricoltura

Piante utili e facili da conservare Costituzione


Animali docili e facili da riprodurre di scorte alimentari

Numerose specie di mammiferi


Allevamento
adatti a vivere in branco

Luciano Marisaldi, Ecumene 1 © Zanichelli editore 2016 4


Carta a pagina 44-45 con espansione in eBook

Il passaggio all’allevamento e all’agricoltura


avviene secondo sviluppi autonomi, in
luoghi e tempi diversi.
Strumenti del Neolitico
• Asce utili per diboscare
• Macine e mortai per cereali
• Lame affilate e punte di frecce
• Zappe di legno e osso (aratro dal IV mill.)
• Telaio per la tessitura
• Prime imbarcazioni

Luciano Marisaldi, Ecumene 1 © Zanichelli editore 2016 6


La ceramica
La tecnica della ceramica
permise di costruire in grande
quantità recipienti per
conservare e trasportare gli
alimenti.

Gli oggetti di
ceramica aiutano a
datare i reperti (in La ruota fu applicata al tornio
base al criterio del vasaio per ottenere forme
della tipologia) e a più regolari
documentare gli
scambi fra
comunità
Luciano Marisaldi, Ecumene 1 © Zanichelli editore 2016 7
La transizione neolitica
• “Rivoluzione” agricola
• Trasformazioni irreversibili dell’ecosistema
• Sedentarietà e villaggi permanenti
• Prime forme di divisione del lavoro e del potere
• Nuovi atteggiamenti mentali

I cambiamenti legati all’introduzione dell’agricoltura


furono lenti. Furono però davvero cambiamenti
rivoluzionari: la conseguenza più evidente fu
l’accelerazione del progresso nelle società che attuarono
questa trasformazione.

Luciano Marisaldi, Ecumene 1 © Zanichelli editore 2016 8


Società e nuovi atteggiamenti mentali
• Prime forme di divisione del lavoro (artigiani)
• Nasce l’idea della proprietà privata (bestiame)
• Idea dell’eredità
• Forme di religiosità (pratiche per invocare la fertilità)
• Protezione dei beni comuni (guerra)

A differenza degli abitanti dei villaggi, i pastori nomadi,


che praticano un allevamento itinerante, non riconoscono
confini e limiti agli spostamenti. Nascono occasioni di
conflitto; ma i popoli nomadi hanno anche una funzione di
contatto e scambio fra regioni lontane.

Luciano Marisaldi, Ecumene 1 © Zanichelli editore 2016 9


Forme di religiosità
Il culto della dea madre ebbe probabilmente
origine nel Neolitico, per propiziare la fertilità
dei campi e degli animali.

I molti idoli femminili


In diverse culture il
non dimostrano però
parto si effettua con
l’aiuto di appositi
una preminenza
sedili. Forse questo sociale della donna
trono della dea nei villaggi neolitici.
ricorda una sedia da
parto.
Forme femminili
esagerate = enfasi
sulla fertilità

Ankara, Museo archeologico

Luciano Marisaldi, Ecumene 1 © Zanichelli editore 2016 10


Inizi della metallurgia
Dall’età neolitica all’età dei metalli

Perfezionamento dei forni


Villaggi
Ricerca ed estrazione
Forni per la ceramica
Lavorazione del rame,
Aumento di popolazione
poi del bronzo
Contatti fra comunità
Aumento degli scambi

Luciano Marisaldi, Ecumene 1 © Zanichelli editore 2016 11


Luciano Marisaldi, Ecumene 1 © Zanichelli editore 2016 12