Sei sulla pagina 1di 12

A cura dei ragazzi di seconda A della scuola San Giuseppe e della prof.

ssa Sarcuno

Giornalisti si diventa
Questanno, durante le ore di approfondimento, abbiamo pensato di realizzare questo giornale, con laiuto della professoressa Sarcuno. Abbiamo scelto il titolo La gazzetta dellintervallo perch gli articoli scritti sono ispirati agli avvenimenti, non solo scolastici, che riguardano le medie e in particolare la nostra classe, la seconda. Il primo passo stato un percorso di teoria sul giornalismo. Abbiamo inizialmente visto quali notizie ricava il giornalista e dove, la differenza tra i quotidiani di oggi e quelli di ventanni fa, soprattutto per quanto riguarda la presenza di pubblicit, e da quali elementi composto il giornale, analizzandone qualcuno. In seguito siamo stati divisi in gruppi ognuno dei quali aveva un compito specifico: primo piano, cronaca, interviste, cultura generale, sport e moda. Siamo riusciti a creare una vera redazione. Lo scopo di questo lavoro stato approfondire l ambito del giornalismo, al quale ci siamo subito appassionati, allenandoci a scrivere testi informativi e intervistando professori e alunni delle altre classi. stato un lavoro lungo e faticoso, ma ne valsa la pena. Oltre a essere stato un divertente laboratorio, ci ha permesso di scoprire un mondo che finora ci era sconosciuto. Forse un giorno diventeremo dei giornalisti D.O.C !!! Francesca P. ed Eleonora R.

Rosa, rosae, rosae


Ogni marted pomeriggio, a scuola, sei alunni della nostra classe, la seconda, frequentano un corso di latino, tenuto dalla professoressa Sarcuno. I fantastici sei sono Valentina, Paolo, Francesca, Giulio, Eleonora e Daniele. una lingua appassionante, anche se molti la definiscono ormai fuori moda. Secondo noi scoprirla permette di fare un viaggio nel tempo, per esempio allepoca dei grandi imperatori romani e di alcuni importanti autori come Ovidio e Orazio Tuttavia non quella che si dice una lingua morta, poich da essa deriva la nostra, litaliano. Inoltre molti termini in latino vengono utilizzati ancora oggi: per esempio il fac totum, colui che, appunto, fa tutto. Oppure si dice aut aut per indicare la possibilit di scegliere fra due alternative. Com stato emozionante tradurre per la prima volta un breve testo dal latino! Per non ci dedichiamo solo allo studio della teoria, svolgiamo anche lavori pi divertenti: tradurre delle barzellette, organizzare gare a premi, cantare canzoni in latino e molto altro! Ora ci rivolgiamo ai ragazzi di prima: che cosa aspettate? Lanno prossimo non potete rinunciare a una simile occasione. Iscrivetevi subito!!! Eleonora R. e Lorenzo R.

Notte prima e dopo gli esami di terza media


In questa intervista vogliamo mettere a confronto due modi differenti di vedere lesame di terza media: per chi ancora deve sostenerlo, cio Irene C. di terza B e per chi lha gi superato,cio Martina C. di prima liceo. Intervistatori: Come ti aspettavi che fosse lesame? Martina C.: Irene C.: Martina C.: Pensavo fosse molto pi difficile di quello che in realt. Mi aspetto dei buoni risultati ma bisogna comunque studiare bene il programma. Personalmente ho trovato gli scritti semplici perch mi ero preparata bene; agli orali,invece,mi sentivo meno sicura. Intervistatori: E tu? Irene C.: Mi sento pi sicura in italiano e storia poich potr fare collegamenti e mi sento meno sicura in matematica e geometria perch la risposta esatta una sola e quindi hai pi probabilit di sbagliare. Intervistatori: Sei riuscita a dormire la sera prima degli esami o la paura ti ha tenuto sveglia? Martina C.: Diversamente da come si pu immaginare ero tranquilla, ho dormito serenamente e il giorno dopo ero pronta e attiva. Intervistatori: Come ti senti quando pensi che alla fine dellanno dovrai affrontare lesame? Irene C.: Io sono un po preoccupata ma non tanto da farne un problema catastrofico Intervistatori: Cosa ti aspetti dallesame? Intervistatori: In quale materia ti sentivi pi sicura e in quale meno?

Intervistatori: Come ti sono sembrate le prove Invalsi? Erano facili o difficili? Quanti giorni sono durati gli esami? Martina C.: Le prove Invalsi sono abbastanza difficili e richiedono concentrazione, ma non ne capisco lutilit. Ci sono stati cinque giorni di prove scritte e uno la settimana seguente, di orale. Intervistatori: Secondo te, come stanno vivendo i tuoi compagni questo ultimo anno alle medie? Irene C.: Beh,io sono un po preoccupata ma i miei compagni di classe sono a dir poco terrorizzati Intervistatori: Hai dei consigli per i ragazzi che, dopo di te, sosterranno questo esame? Martina C.: La cosa importante studiare bene per tutto lanno e non ridursi a ripassare tutti i libri la notte prima degli esami. Intervistatori: I professori ti danno dei consigli? Se s, rispetto a che cosa? Irene C.: S, certo. Anche se spesso ti terrorizzano dicendoti 24 ore su 24 che alla fine dellanno avrai gli esami Intervistatori: Durante i giorni degli esami, hai portato con te un piccolo portafortuna? Martina C.: bene. No, non credo in queste cose. La fortuna non centra niente, bisogna studiare

A Chiare lettere
Quattro chiacchiere con Chiara S. di terza A, alla scoperta della sua avventura letteraria.
Intervistatori: Di che cosa parla il tuo libro intitolato Gli occhi del cuore? Chiara S.: Il mio libro narra la storia di una ragazza cieca che si trasferisce da Cork a Milano, dove conosce nuova persone e si innamora. Ma poi deve ripartire e lasciare tutto ci a cui si affezionata, ma non bisogna mai perdere le speranze, perch tutto pu sempre cambiare. Infatti torner a Milano e continuer la sua vita tranquillamente. Intervistatori: Dove hai preso lispirazione per questa storia? Chiara S.: Beh, con la scuola sono andata a fare lesperienza dialogo nel buio presso lIstituto dei ciechi. Poi a casa mi venuta lispirazione, cos mi sono messa a scrivere e ho visto che mi appassionava inventare, era un po come leggere un libro, perch neppure io sapevo come sarebbe andata a finire. Intervistatori: Ti piace leggere? Chiara S.: Come ho detto prima, scrivere come leggere. Mentre scrivevo questo libro, provavo felicit, serenit e sicurezza. Il perch non si pu spiegare, neanche io sarei in grado, ci che provi dentro, un po come quando ti innamori. Intervistatori: Qual il tuo genere letterario preferito?

Chiara S.: Amo leggere libri romantici e di avventura. Cito in particolare Niccol Ammaniti, che, a parer mio, un bravissimo autore. Mi piacciono molto il suo modo di scrivere e ci che scrive. Intervistatori: Continuerai a scrivere libri? Chiara S.: Scrivere mi piace, come se mi aprissi ad un mondo diverso da quello in cui vivo. Non so se voglio andare avanti a scrivere, preferisco recitare, per non si sa mai, nella vita tutto pu succedere.

Chiara S., Josu D. e Gianluca F.

SPORT : I calciatori di seconda


GIANLUCA: 6/7 Esagitato Gioca bene quando sta vincendo, ma se inizia a perdere va nel pallone, comincia a tirare forte inutilmente peggiorando la situazione. RUSLAN: 6,5 Solitario Salta luomo, ma non finalizza lazione. Ha un tiro potente, ma troppo individualista. Sbagliando si impara. JOSUE: 8 Macellaio Gioca bene e ha il fiuto del goal, per tiene troppo la palla e la passa poco e soprattutto fa molti falli. LORENZO: 6 Speedy Gonzalez Il suo punto di forza di sicuro la velocit. Il ruolo in cui gioca meglio il portiere. Ha una prestazione a montagne russe; potrebbe migliorare. DEESHAN: 7 Esagerato Ha un gioco molto elaborato anche se cos facendo fa quello che non pu e sbaglia. Segna molto ma sbaglia tanto. GIULIO: 7,5 Tuttofare Segna ed ha gioco altruista, corre molto e esegue tutti i ruoli. DANIELE: 6,5 Ivan il Terribile In porta e in difesa bravo, per in attacco non sa cosa fare. E troppo irrequieto e si arrabbia frequentemente.

SPORT: Andrea Russo e il suo kart


Come secondo te il kart? E uno sport che mi da tanta soddisfazione. Quando hai incominciato? Ho incominciato 6 anni,perch mio pap praticava questo sport, mi ha fatto provare:mi piaciuto! Quali trofei hai vinto? Ho vinto: per 3 anni di seguito il trofeo primavera, il campionato italiano al primo tentativo e sono il vice campione del mondo

Come ti senti a gareggiare? Mi sento molto emozionato e sento ladrenalina che sale a mille. E per la tua famiglia? Mio pap molto contento che pratico questo sport,ma a mia mamma sono venute due ernie per la tensione. Che cosa ti aspetti dal futuro? Vorrei passare alle monoposto e fare carriera Noi speriamo che lui si diverta a praticare questo sport,che non si faccia mai male, che abbia una buona carriera e che porti a casa molti trofei importanti e prestigiosi in bocca al lupo Andrea! Giulio M., Daniele M., Deeshan D. S.

Test sulla personalit


Se arriva una nuova ragazza nella tua scuola cosa fai : a Fai finta di niente b La saluti ,ma non ci parli molto spesso c Siete gi diventate amiche Se il tuo rendimento scolastico in grande calo,per cui il Preside ti fa sapere che ti vuole parlare e sei atteso/a in Presidenza: a Non parlo b Mi trema la voce c Dico che colpa dei prof Se Il tuo migliore amico fa una festa insieme a molti suoi parenti che non conosci e ti chiede di partecipare: a Invento una scusa e non vado b Vado per far piacere al mio amico c Ci vado e cerco di socializzare Se qualcuno ti chiede qualcosa di personale cosa fai: a Entri in confusione e alla fine non rispondi b Giri attorno alle domande, alla fine qualcosa dici c Rispondi tranquillamente senza evitare le domande pi indiscrete A quale di queste tre parole associ i tuoi stati d'animo:

a Turbamento b Tranquillit c Pacchia La tua vacanza ideale : a Da sola o al massimo in compagnia dei tuoi genitori b In un luogo frequentato da poca gente c In un villaggio turistico con tanti amici

Se ti trovi in mezzo a tanta gente cosa provi a Timore b Protezione c Indifferenza Quando entri in un negozio per fare un acquisto... a Aspetti che la commessa ti venga incontro b Fai tirare fuori dagli scaffali tutti i modelli che ci sono in negozio c Vai diritta dalla commessa e le chiedi di farti avere il vestito in vetrina

MAGGIORANZA DI RISPOSTE A Sei timido/a, hai molta paura di parlare con la gente cerca di essere pi sicuro/a in te stesso/a

MAGGIORANZA DI RISPOSTE B Sei perfetto/a continua cos

MAGGIORANZA RISPOSTE C Sei troppo estroversa, calmati un pochino

La mostra impossibile di Caravaggio


esposta al palazzo della Ragione di Milano, dal 10 novembre 2010 al 13 febbraio 2011, la mostra per tutti con all'interno le diverse opere di Caravaggio in digitale ad altissima definizione. Si presenta come mostra impossibile poich riunisce 65 capolavori distribuiti in tutta Italia. La mostra presentata da tre attori che impersonano la figura di Caravaggio con costumi dell'epoca del pittore e con linguaggio cinquecentesco in rima. Le stanze dove sono esposti i quadri sono illuminate da dietro sottolineando il contrasto tra il buio e la luce, utilizzato da Caravaggio. Le opere di Michelangelo Merisi sono in stile pittura naturale. Egli prende i visi dei suoi quadri dal popolo rivoluzionando la pittura dell'epoca. Tre dei quadri sono musicati poich nella tela sono raffigurate delle note (le opere s'intitolano: Riposo durante la fuga in Egitto, Il giovane che suona il liuto e Amore Vincitore). La mostra complessivamente riuscita con il merito di avere i quadri in scala 1:1, ma presentata in modo sintetico e non del tutto soddisfacente poich gli attori si dilungano troppo sulla vita del pittore e pochissimo sulle tele. L'esposizione completa perch riunisce tutti i quadri, ma niente pu sostituire la pennellata, che perde la sua magia nel digitale. Valentina C. e Matilde S.

La moda in classe
La nostra classe tende a vestirsi in un modo molto classico ma nello stesso

tempo elegante e a volte sportivo. Facendo un piccolo sondaggio abbiamo concluso che le marche pi utilizzate sono: H&M, Terranova, Bershka, Pinkie e Abercrombie, questo per quanto riguarda i vestiti. Invece comprano le scarpe, nei seguenti negozi : Nike, Tanagra e Foot Locker. Martina B. e Federica C.

Lenergia premia la fantasia!


I ragazzi di seconda si sfidano a suon di relazioni
Questanno la nostra classe parteciper allundicesima edizione del concorso promosso da Il giornale del Prof. Dix intitolato: Sulle tracce dellenergia, un tema attuale e coinvolgente. Con laiuto di suor Elena, la nostra professoressa di scienze, prepareremo delle relazioni che tratteranno delle diverse fonti di energia, compresa quella nucleare, la pi discussa in questo periodo. Partecipare a questa iniziativa sar una bella occasione per approfondire le nostre conoscenze sullargomento e per scoprire fonti innovative per il recupero energetico. Lobiettivo anche quello di farci preferire lenergia pulita, ottenuta per esempio grazie alle centrali idroelettriche, che sfruttano la forza dellacqua. Le scuole vincitrici saranno premiate con materiale didattico e le prime tre classificate parteciperanno al 41esimo concorso Giffoni Film Festival. Ce la metteremo tutta e che vinca il migliore! Eleonora R. e Lorenzo R.

Boccaccio The Special One

Tutti in scena!
Le novelle di Calandrino viste da noi
La nostra classe a maggio si trasformer in una compagnia teatrale che rappresenter due novelle tratte dal Decameron di Boccaccio: Calandrino e lelitropia e Calandrino e il maiale rapito. Per prepararci stiamo frequentando a scuola un corso di teatro tenuto dalla signora Annamaria, unesperta di recitazione, e dalla professoressa Carrettini, la nostra insegnante di italiano. Il lavoro si svolger in due fasi: la composizione del copione e lorganizzazione dello spettacolo. Questo corso di teatro ci sta aiutando a vincere la timidezza e a mostrare una parte di noi che, magari, era rimasta nascosta. Inoltre ci stiamo divertendo molto a rappresentare queste novelle: alcune scene sono molto buffe e poi recitare anche unoccasione in pi per stare insieme. Dopo molte prove, ecco arrivare il tanto atteso giorno. Siamo nel teatro delloratorio di San Luca. Pronti? Si spengono le luci e inizia lo spettacolo: il divertimento assicurato! Eleonora R. e Lorenzo R.

Sarcunos book
Il giorno 12 febbraio 2011 all'asilo Stella Stellina, in via Soperga 20, la professoressa Sarcuno ha presentato la sua ultima creazione, il libro di poesie ANCORA TENTER LA MIA LIRA. L'ambiente gaio e colorato del salone dell'asilo aveva sui muri affisse delle foto d'arte di Adriana Covini e alcuni disegni degli alunni della prof. Sarcuno che figuravano alcune poesie. La lettura delle poesie, attuata da dodici ragazzi pi la Signora Emma Venturini, era accompagnata da delle musiche di sottofondo di Paolo Girelli e da immagini poetiche. Fabiana Sarcuno con gran sensibilit e lirismo riesce a comunicare, attraverso le poesie, il suo viaggio interiore alla ricerca della Lira. In seguito alle letture stato offerto un rinfresco con bibite, patatine, torte e vari dolci. L'evento stato piacevole e istruttivo, ma non ci aspettavamo proprio che la nostra prof. avesse un talento nascosto per la poesia. Valentina C. e Matilde S.

Le foto della presentazione del 12 febbraio 2011

10

Ragazzi delle medie: alunni a lezione e baristi allintervallo

Buoni come la Nutella

A scuola, durante il mese di ottobre (del 2010), tutte le classi delle medie, a turno, hanno venduto merendine pensando un po ai gusti comuni di noi ragazzi, come ad esempio: schiacciatine, creakers, dolciumi (Ferrero, Kinder), patatine (Fonzies, San Carlo), succhi di frutta e quantaltro. Con grande orgoglio siamo lieti di annunciare il clamoroso successo ottenuto dalla seconda media, che ha superato in bont tutte le altre classi, guadagnando pi di 200 euro attraverso il bar! A quale scopo stata realizzata questa iniziativa?. Il ricavato delle vendite delle merendine sar destinato alladozione a distanza di tre ragazze africane, in modo tale che possano studiare, avere almeno un pasto al giorno e soprattutto crescere, cose che noi sottovalutiamo spesso perch le consideriamo scontate, mentre in molte parti del mondo non cos. afferma la Preside.

Abbiamo conosciuto pi a fondo le ragazze adottate anche grazie alle lettere che ci hanno scritto con allegate le loro foto, tuttora appese nelle classi per ricordarcene sempre.

Questa grande iniziativa non solo stata utile alle ragazze africane ma anche a noi, per farci capire i problemi purtroppo attuali e gravi che ci sono nel mondo.

Una delle ragazze adottate

Paolo S.

11

Agosto, tettoia mia ti costruisco!

Una tettoia caduta dal cielo


Le suore superano se stesse: sorpresa in cortile a inizio anno, tettoia e

panchine nuove di zecca!


Durante le vacanze estive le suore dellIstituto S. Giuseppe non sono andate in ferie! Pensando a noi hanno incaricato la ditta M3 di fornire il materiale necessario per poi successivamente costruire la tettoia verso gli inizi di settembre 2010. La tettoia costruita principalmente in ferro, con basamenti in cemento e con il tetto in policarbonato. Gi in precedenza le care suore hanno donato a noi tutto un magnifico tavolo con rete per giocare a ping-pong portando grande stupore e gioia fra molti alunni dellIstituto e infine due splendidi biliardini una delle tante attrazioni degli intervalli, soprattutto per i ragazzi - . Questo progetto stato realizzato esclusivamente per voi ragazzi della scuola! annuncia la preside. Inoltre, stato realizzato per coprire e proteggere dalle intemperie sia il ping-pong sia entrambi i biliardini; infine ultima potenzialit ma non per importanza - non permette che il tappeto verde sintetico che ricopre una porzione del cortile simpregni dacqua. Pensiamo entrambi che questo cambiamento in cortile sia assolutamente utilissimo a tutti noi e che valsa la pena di investire economicamente su questo progetto; abbiamo notato soltanto un aspetto negativo di questa novit: le foglie degli alberi soprastanti si impastano con la pioggia, per cui si depositano sulla grondaia ma per fortuna ci pensa il vento a spazzarle via e rende tutto pi bello e pulito! Inoltre le tubature che permettono il defluire dellacqua non sintasano e questo un gran bel vantaggio! Paolo S. e Ruslan H.

12

Interessi correlati