Sei sulla pagina 1di 2

Funzione (matematica)

In matematica, una funzione o applicazione denita da: 1. 2. 3. un insieme X detto dominio della funzione f un insieme Y detto codominio della funzione f una legge che ad ogni elemento x in X associa uno ed un solo elemento y in Y. Tale unico elemento indicato con f(x).

Si dice che x l'argomento della funzione, oppure un valore della variabile indipendente, mentre y o f(x) un valore della variabile dipendente della funzione. In ambito geometrico si usano i sinonimi "trasformazione" e "mappa"; quando si trattano spazi vettoriali si usa talvolta il sinonimo "operatore". Dati gli insiemi X e Y non vuoti, si chiama funzione (o applicazione, o mappa, o trasformazione) da X in Y un sottoinsieme f del prodotto cartesiano X x Y tale che per ogni x X, esiste uno ed un solo elemento y Y tale che (x,y) f. Tale elemento tradizionalmente si denota con f(x): in altre parole, invece di scrivere possiamo usare la scrittura tradizionale y = f(x). Il fatto che f una funzione da X in Y che associa a x l'elemento f(x) si pu esprimere con la scrittura: f: X > Y o x > f(x) L'insieme X (da cui la funzione f "prende" i valori) il dominio della funzione f, mentre l'insieme Y (in cui si trovano i valori "restituiti" dalla funzione f) il codominio della funzione f.[1] Osserviamo che i termini metaforici "prendere un valore" e "restituire un valore" fanno riferimento ad un modello meccanico delle funzioni, rappresentate come meccanismi che, fornito loro un elemento del dominio, lo trasformano nel corrispondente elemento del codominio. Dalla precedente ulteriore metafora del trasformare materialmente, segue il sinonimo trasformazione.

Immagine
Data una funzione f di dominio X e codominio Y, comunque scelto un elemento x del dominio si chiama immagine di x il corrispondente elemento del codominio, indicato con f(x). Analogamente, se y un elemento del codominio che sia immagine di un elemento x del dominio, cio se y=f(x), si dice che x la controimmagine di y. Per estensione, l'insieme dato dagli elementi y del codominio per i quali esiste un x nel dominio che ha y come trasformata si chiama immagine di f e si denota anche con Im(f) o con f(X).[2] Anche questo termine proviene da un modello, quello che considera una funzione come un sistema ottico (ad esempio una lente); per tale modello agli elementi del dominio corrispondono possibili sorgenti luminose e agli elementi del codominio immagini di tali sorgenti.

Funzione suriettiva
Una funzione si dice suriettiva (o surgettiva, o una suriezione) quando ogni elemento y del codominio immagine di almeno un elemento x del dominio. In tal caso si ha che l'immagine coincide con il codominio. Formalmente, una funzione suriettiva se .

Funzione iniettiva
Una funzione si dice iniettiva (o ingettiva, oppure si dice che una iniezione) se elementi distinti del dominio hanno immagini distinte. Una funzione si dice iniettiva se ad ogni elemento del codominio corrisponde al pi un elemento distinto del dominio: iniettiva se e solo se o, equivalentemente, utilizzando la contronominale: iniettiva se e solo se L'iniettivit di una funzione una condizione necessaria ma non sufciente afnch esista la funzione inversa. Se una funzione iniettiva esiste sicuramente per una funzione inversa parziale, cio non denita su tutto il codominio ma solo sull'insieme delle immagini:

Se una funzione iniettiva anche suriettiva (si dice allora funzione biiettiva) allora ammette una funzione inversa. Viceversa se una funzione invertibile allora anche iniettiva e suriettiva.

Corrispondenza biunivoca
In matematica, una corrispondenza biunivoca tra due insiemi X e Y una relazione binaria tra X e Y, tale che ad ogni elemento di X corrisponda uno ed un solo elemento di Y, e viceversa ad ogni elemento di Y corrisponda uno ed un solo elemento di X. Lo stesso concetto pu anche essere espresso usando le funzioni: una funzione una biiettiva, bigettiva o biunivoca se per ogni elemento y di Y vi uno e un solo elemento x di X tale che f(x) = y. Una tale funzione detta anche biiezione o bigezione. Una funzione biiettiva se e solo se contemporaneamente iniettiva e suriettiva. Una funzione f : X ---> Y biiettiva se e solo se invertibile, cio se e solo se esiste una funzione g : Y ---> X tale che la funzione composta fg venga a coincidere con la funzione identit su Y (oppure che la funzione gf coincida con l'identit su X). La funzione g se esiste unica, viene chiamata funzione inversa di f e denotata con f -1.