Sei sulla pagina 1di 6

Festa del Perdono

21 maggio 2011

Grazie Padre
per il Tuo amore e il Tuo perdono
che mi hanno dato una nuova vita.
Grande è la gioia e la pace nel mio cuore.
Grande è la speranza di essere con Te
nella Tua casa, per sempre.
Grande è l’amore che hai messo
nel mio cuore perché possa offrirlo
a tutti i miei fratelli.
Aiutami a vivere il mio impegno
di penitenza e mantenere il mio proposito
con impegno e costanza.
(I catechisti, in quanto hanno già ricevuto il Sacramento della Confessione, accolgono i Rinnovo promesse battesimali
bambini, accompagnati dai genitori, alla porta con un lumino acceso in mano. Il sacerdote - Rinunciate al peccato per vivere nella libertà dei figli di Dio? Rinuncio
li accoglie): - Rinunciate all’egoismo che allontana dal Signore?
- Rinunciate alla pigrizia che addormenta la carità?
Sac.: Carissimi Domenico, Giammario, Agnese, Francesco, Lorenzo, Camilla, - Rinunciate alla superbia che spegne la fede?
Roberta, Rebecca, Renato, Greta, Francesca, Lucrezia, Paola e Camilla, oggi il - Rinunciate all’ipocrisia che uccide la sincerità?
Signore vi ha convocati qui per donarvi una cosa importantissima: la gioia del suo
perdono e la sua pace. Cari genitori avete accompagnato i vostri bambini in chiesa - Credete in Dio, Padre onnipotente? Credo
per presentarli al Signore, come avete fatto nel giorno del loro Battesimo, affinché - Credete in Gesù Cristo suo Figlio?
ricevano il suo perdono. Rivolgiamo, fiduciosi a Lui la nostra preghiera. - Credete nello Spirito Santo che santifica?
Prepariamoci a questa festa del perdono cantando, mentre ci rechiamo al fonte - Credete la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica?
battesimale.
Sac.: Con l’acqua che toglie il peccato segnate la vostra mente, il vostro cuore e il
CANTO: Se m’accogli vostro corpo, chiedendo al Signore di rendervi puri da ogni male.
Tra le mani non ho niente, spero che mi accoglierai; (i bambini, con l’acqua benedetta, si segnano con il segno di croce).
chiedo solo di restare accanto a Te.
Sono ricco solamente dell'amore che mi dai,
e per quelli che non l'hanno avuto mai.
RIT. Se m'accogli, mio Signore, altro non ti chiederò Preghiera dei bambini:
e per sempre la tua strada, la mia strada resterà
nella gioia, nel dolore, fino a quando Tu vorrai Signore Dio, Padre nostro,
con la mano nella tua camminerò. tu ci hai donato nel Santo Battesimo
Io ti prego con il cuore so che Tu mi ascolterai, la veste bianca, segno della nostra dignità di figli
rendi forte la mia fede più che mai.
Tieni accesa la mia luce fino al giorno che Tu sai, accolti e santificati nello splendore
con i miei fratelli incontro a Te verrò. della tua grazia.
Noi abbiamo macchiato la nostra veste
( durante il canto, in processione, il sacerdote e i bambini si recano al fonte battesimale e i con le nostre mancanze.
genitori si accomodano nei banchi)
Veniamo a te, o Padre,
Sac.: Cominciamo questa celebrazione ricordando il nostro Battesimo. per essere perdonati
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. e rinnovati nella tua grazia Amen
Tutti: Amen
(I bambini ora si recano sull’altare e attaccano sulla loro veste bianca il “peccato”, poi si
Sac.: La grazia, la misericordia e la pace di Dio nostro Padre e di Gesù Cristo accomodano sulle panche).
nostro Salvatore sia con tutti voi.

Tutti: E con il tuo spirito. Cat.: Il Battesimo ci ha fatti figli di Dio, splendide creature in pace con Dio.
Ascoltiamo questa parabola che Gesù ci racconta per farci comprendere il suo
Sac.: Siamo qui insieme perché come figli di Dio, Padre buono, ci riconosciamo messaggio di infinito amore per tutti noi.
innanzi tutto amati da Lui. Rinnoviamo ora le promesse che il giorno del Battesimo
hanno fatto per noi i nostri genitori.
2 3
Mi arrabbio facilmente? So perdonare i torti che ho ricevuto? So aiutare chi è in
difficoltà?

3) La cura di me stesso.
Sac.: Dal Vangelo di Luca Cerco di sviluppare le mie qualità? So riconoscere i miei sbagli e chiedere scusa?
So limitarmi nel guardare la TV e con i videogiochi? Uso bene il mio linguaggio
Un uomo aveva due figli. Il più giovane disse al padre: o dico parolacce?
“Padre, dammi la parte del patrimonio che mi spetta”. E il padre divise tra loro le
sostanze. Dopo molti giorni, il figlio più giovane, raccolte le sue cose, partì per un
paese lontano e là sperperò le sue sostanze vivendo da dissoluto. Quando ebbe Cat.: Con il peccato, il nostro cuore si è allontanato da Dio, e abbiamo rotto la
speso tutto, in quel paese venne una grande carestia ed egli cominciò a trovarsi nel nostra amicizia con Gesù. Riconosciamo le nostre mancanze e Dio, che è più
bisogno. Allora andò e si mise a servizio di uno degli abitanti di quella regione, che grande del nostro cuore, nella sua bontà infinita, ci darà il suo perdono.
lo mandò nei campi a pascolare i porci. Avrebbe voluto saziarsi con le carrube che
mangiavano i porci; ma nessuno gliene dava. Allora ritornò in sé e disse: “Quanti Preghiamo insieme e diciamo: Perdonaci Signore.
salariati in casa di mio padre hanno pane in abbondanza e io qui muoio di fame! Mi
alzerò e andrò da mio padre e gli dirò: Padre, ho peccato contro il Cielo e contro di - per tutte le volte che non abbiamo pregato e per tutte le volte che non abbiamo
te; non sono più degno di esser chiamato tuo figlio. Trattami come uno dei tuoi preso in mano il Vangelo;
garzoni”. Partì e si incamminò verso suo padre. Quando era ancora lontano, suo - per tutte le volte che non abbiamo partecipato alla Messa e per tutte le volte che ci
padre lo vide, ebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò. siamo dimenticati di te;
Il figlio gli disse: “Padre, ho peccato contro il Cielo e contro di te; non sono più - per tutte le volte che non ci siamo impegnati al catechismo;
degno di esser chiamato tuo figlio”. Ma il padre disse ai servi: “Presto, portate - per tutte le volte che abbiamo disubbidito ai genitori e ai maestri;
qui il vestito più bello e rivestitelo, mettetegli l’anello al dito e i calzari ai piedi. - per tutte le volte che non abbiamo studiato e non siamo stati diligenti a scuola;
Portate il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa, perché questo - per tutte le volte che abbiamo litigato e per tutte le volte che non abbiamo
mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato. E perdonato le offese ricevute;
cominciarono a far festa”. - per tutte le volte che non abbiamo detto la verità;
- per tutte le volte che i nostri occhi si sono fermati su spettacoli indecenti;
- per tutte le volte che abbiamo mancato di rispetto usando brutte parole;
Esame di coscienza - per tutte le volte che abbiamo rubato qualcosa o abbiamo danneggiato le cose di
tutti o degli altri;
Cat.: Gesù ci offre la Sua Parola e il suo sguardo d’amore. Accogliamolo con gioia.
Davanti alla bontà di Dio rivediamo le nostre azioni, i nostri desideri, i nostri
pensieri. Ed ora guardiamoci dentro e scopriamo in cosa abbiamo sbagliato: Dio è CONFESSIONI INDIVIDUALI
il Signore della nostra vita.

1) Il mio rapporto con Dio. Al termine della confessione individuale ogni bambino:
So trovare il tempo per pregare? Cerco di capire cosa vuole Gesù da me? - riceve dal sacerdote e indossa il crocifisso che userà
Partecipo all’Eucarestia alla Domenica? Seguo con attenzione? quando farà la Prima Comunione;
Partecipo con impegno al catechismo? - andrà all’altare e toglierà la macchia dalla vestina bianca;
- metterà nella scatola dei peccati la macchia ed il foglietto dei peccati appena
confessati (che saranno poi bruciati);
2) I miei rapporti con gli altri. - accenderà un lumino, che porrà ai piedi del fonte battesimale aiutato dalle
In famiglia come mi comporto? So obbedire ai miei genitori? Li aiuto? Li catechiste.
rispetto? Cerco di andare d’accordo con i miei fratelli e con le mie sorelle? So
rinunciare a qualcosa per farli contenti? 4 5
Abbà Padre Ai piedi di Gesù
Guardami Signor, leggi nel mio cuor. Signore sono qui ai Tuoi piedi
Sono Tuo figlio, ascoltami! Signore, voglio amare Te (2 v.)
Abbà Padre, Abbà Padre Accoglimi, perdonami,
Abbà Abbà Abbà la Tua grazia invoco su di me.
Più solo non sarò, a Te mi appoggerò. Liberami, guariscimi,
Sono Tuo figlio, abbracciami! Rit. e in Te risorto per sempre io vivrò.
Per ogni mio dolor, la pace invocherò. Signore, sono qui ai Tuoi piedi
Sono Tuo figlio, guariscimi! Rit. Signore, chiedo forza a Te. (2 v.) Rit.
Grazie a Te, Signor, per questo immenso amor. Signore sono qui ai Tuoi piedi
Sono Tuo figlio, perdonami! Rit. Signore, dono il cuore a Te. (2 v.) Rit.

San Francesco Ti dono il mio cuore Gesù


O Signore fa’ di me uno strumento Ti dono il mio cuore Gesù,
Fa’ di me uno strumento della Tua pace. trasformalo come vuoi Tu.
Dov’è odio che io porti l’amore Attiralo a Te che sei la pace,
Dov’è offesa che io porti il perdono sei via verità e vita.(2 v.)
Dov’è il dubbio che io porti la fede Solo Tu hai parole di vita eterna.
Dov’è discordia che io porti l’unione Solo Tu doni la pace e la gioia vera.
Dov’è errore che io porti verità Sei fonte di carità fraterna.
A chi dispera che io porti la speranza Sei Colui che offre a tutti la Salvezza!
Dov’è errore che io porti verità Rit.
A chi dispera che io porti la speranza. Tu ci hai donato Maria come Madre.
O Maestro dammi Tu un cuore grande A Lei noi ci affidiamo e consacriamo.
che sia goccia di rugiada per il mondo Per essere Tuoi in Eterno!
che sia voce di speranza, Per essere Tuoi in Eterno! Rit.
che sia un buon mattino
per il giorno d’ogni uomo Tu Sei
e con gli ultimi del mondo Tu sei, la prima stella del mattino
sia il mio passo lieto nella povertà, nella povertà. Tu sei, la nostra grande nostalgia
O Signore fa’ di me il tuo canto Tu sei, il cielo chiaro dopo la paura
Fa’ di me il tuo canto di pace. Dopo la paura di esserci perduti e
A chi è triste che io porti la gioia Tornerà la vita in questo mare.
a chi è nel buio che io porti la luce. Soffierà, soffierà il vento forte della vita.
E’ donando che si ama la vita, Soffierà sulle vele e le gonfierà di Te (2 v.)
è servendo che si vive con gioia. Tu sei, l’unico volto della pace.
Perdonando si trova il perdono. Tu sei, speranza nelle nostre mani.
È morendo che si vive in eterno. Tu sei il vento nuovo sulle nostre ali, sulle nostre ali
Perdonando si trova il perdono e tornerà la vita e gonfierà le vele in questo mare.
è morendo che si vive in eterno.

6 7
Ringraziamento Benedizione

Sac.: Signore, Dio nostro, che dalla bocca dei piccoli fai scaturire la lode perfetta
1 – Grazie, Signore, perché ci hai accolti come tuoi figli, perché ci hai perdonato ed del Tuo nome, guarda con benevolenza questi bambini che la fede della Chiesa
hai cancellato tutte le nostre colpe; raccomanda al Tuo cuore di Padre.
Come il Tuo Figlio accolse con tenerezza i bambini, benedicendoli e proponendoli
2 – Tu hai riempito il nostro cuore di una grande gioia: sappiamo che Tu ci vuoi come modello per entrare nel Regno dei Cieli, così effondi su questi bambini la Tua
bene e sei sempre pronto a perdonarci. Restaci vicino, guida ogni giorno il nostro benedizione perché, ricolmi della Tua grazia, custodiscano il dono della fede e
cammino e aiutaci a vivere secondo i Tuoi insegnamenti. Grazie Gesù! siano sorretti dalla forza del Tuo amore. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen
3 – Signore Gesù, i nostri peccati Ti hanno fatto soffrire sulla croce, ed hanno
sporcato la vita nuova che Tu ci hai donato nel Battesimo; ma il nostro pentimento Sac.: E vi benedica Dio onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo.
e il perdono che Tu ci hai donato ci hanno fatto ritornare Tuoi amici, ci hanno fatto Tutti: Amen
ritornare splendenti ed immacolati come nel giorno del nostro Battesimo; Ora, ai bambini viene consegnata una pergamena e un ricordino del Sacramento della
Confessione che hanno ricevuto oggi.
4 – Signore la luce del Tuo amore era spenta in noi per il peccato. Ci siamo
accostati a Te. Ti abbiamo chiesto perdono e Tu hai riacceso in noi la gioia di CANTO FINALE:
essere in comunione con Te. Fa che portiamo sempre accesa questa Tua luce nella
nostra vita, perché si veda che Ti amiamo e Ti seguiamo. Alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia ……
5 – Ci hai lavati con il sangue del Tuo Figlio, morto sulla croce per noi. Fa che La nostra festa non deve finire
questa croce che adesso portiamo sia sempre davanti ai nostri occhi, soprattutto non deve finire e non finirà. (2v)
quando Ti riceveremo nella Prima Comunione. Perché la festa siamo noi
che camminiamo verso Te,
Cat.: Signore, siamo contenti perché Tu hai donato ai nostri bambini il Tuo perché la festa siamo noi
perdono. Anche noi adulti vogliamo imparare a chiederTi perdono ogni giorno, e cantiamo insieme così.
vogliamo anche noi trovare la gioia di riconciliarci più spesso con Te nel
Sacramento della Confessione.

CANTO: PADRE NOSTRO

Sac.: Dio, Padre ricco di misericordia, che vai in cerca della pecorella smarrita e
attendi con pazienza e tenerezza i figli che si sono allontanati da Te, noi Ti
ringraziamo per l’amore che ci hai donato sacrificando il Tuo figlio Gesù per la
nostra salvezza, ricolmandoci della grazia del Tuo Santo Spirito. Concedi a tutti noi
di vivere sempre alla Tua presenza, nella gioia e nella pace che vengono dal Tuo
cuore di Padre. Per Cristo nostro Signore.

Tutti: Amen 9

8
Hanno ricevuto per la prima volta il sacramento della Riconciliazione:

BABBUINI CAMILLA
BRANCIAROLI REBECCA
BUCCIARELLI LORENZO
CHIODI FRANCESCA
D’ALESSIO GRETA
DI GIROLAMO AGNESE
DI GIROLAMO GIAMMARIO
D’ISIDORO LUCREZIA
GARGANO FRANCESCO
IANNI ROBERTA
MAZZILLI PAOLA
PETRUCCI DOMENICO
PETTINARO CAMILLA
TAVONI RENATO

E ora tutti a far


festa!

Celebrante e confessore: Don Aldo Falconi

Catechiste: Alida – Nada - Cinzia