Sei sulla pagina 1di 4

04/02/2022, 16:37 LED - corrente e tensione | Electronic Paradise blog

LED – corrente e tensione


Il led, acronimo di Light Emitting Diode ovvero diodo ad emissione luminosa, è un
diodo a semiconduttore che, grazie a particolari drogaggi, ha la prerogativa di
emettere fotoni al passaggio della corrente. Il suo funzionamento è pressochè simile
ad un normale diodo al silicio, quel che cambia è la tensione di giunzione (variabile
da colore a colore), la massima tensione inversa sopportabile (poca) e la corrente di
funzionamento (da 1 decina di mA per i normali led fino a qualche A per i diodi di
grande potenza).

La curva tensione/corrente di un led bianco è la seguente

Curva V/I LED bianco

https://elparadise.altervista.org/led-corrente-tensione/ 1/4
04/02/2022, 16:37 LED - corrente e tensione | Electronic Paradise blog

Tensione di soglia LED

Come si vede al di sotto della tensione di soglia la corrente non fluisce o solo in
minima parte. Al raggiungimento della tensione di soglia, sul ginocchio della curva,
la corrente aumenta all’aumentare della tensione quasi linearmente.
Successivamente per piccole variazioni della tensione si ha un enorme variazione di
corrente, questo significa che aumentando anche di soli 0,1..0,2V la tensione ai capi
del led la corrente raddoppia/triplica fino ad arrivare a valori elevatissimi. Il tipico
andamento di una giunzione a semiconduttore, infatti, è esponenziale.

Questo porta ad una logica conclusione: non è possibile affidarsi al solo valore di
tensione per alimentare un led. Nonostante alcuni consiglino di non porre resistenze
di limitazione (soprattutto sui led di potenza) perchè ‘tanto’ sono progettati per
lavorare a ‘quelle’ tensioni, si evince l’abnormità di tale affermazione. In primo
luogo perchè la soglia di tensione non è ‘fissa’ e precisa, in secondo luogo perchè
bastano appunto piccole variazioni di tale tensione per portare la corrente a valori al
di fuori delle possibilità di dissipazione del led. Non ultima è da considerarsi la
spiacevole particolarità di avere un coefficiente di temperatura negativo, ovvero la
tensione di soglia diminuisce all’aumentare della temperatura. Se la corrente non è
limitata esternamente si verifica un effetto a catena, ovvero

1. +Temperatura = -Tensione di soglia (la curva si sposta verso la sinistra del


grafico)
2. -Tensione = +Corrente
3. +Corrente = +Temperatura
4. si ritorna ad 1

https://elparadise.altervista.org/led-corrente-tensione/ 2/4
04/02/2022, 16:37 LED - corrente e tensione | Electronic Paradise blog

Variazione della curva giunzione PN in funzione della temperatura

Ciò porta al surriscaldamento e alla distruzione della giunzione.

Tutti i led, dunque, vanno limitati in corrente. Fino a che si tratta di led di normale
potenza, la cui corrente è generalmente tra i 10 ed i 15mA, basta una resistenza
calcolata in questo modo:

Rled=(Vcc-Vled)/Iled

Ad esempio a 12V un led rosso di piccola potenza (10mA) necessita di una resistenza
da 1000 Ohm così calcolata:

Rled=(12-2)/0,01

Rled=10/0,01 = 1000

A 5V:

Rled=(5-2)/0,01 = 300 (ovvero tra i 270 ed i 330 Ohm, valori commerciali)

https://elparadise.altervista.org/led-corrente-tensione/ 3/4
04/02/2022, 16:37 LED - corrente e tensione | Electronic Paradise blog

Per i led di potenza conviene realizzare appositi driver a corrente costante, ovvero
circuiti che mantengono la corrente di uscita fissa su un determinato valore. Questo
minimizza la possibilità di rovinare la giunzione allungando di molto la vita del led.

I led mal sopporta una corrente elevata in regime inverso, quindi si dovrà prevedere
di limitare la massima tensione inversa nel caso lo usassimo in corrente alternata.
Un diodo in antiparallelo è di solito una buona soluzione.

Diodo + LED

https://elparadise.altervista.org/led-corrente-tensione/ 4/4

Potrebbero piacerti anche