Sei sulla pagina 1di 5

I segreti per installare correttamente le strip led

Siete mai andati alla ricerca dei segreti per installare correttamente le tanto famose strip led? Innanzitutto
facciamo chiarezza su che cosa sono le strip led, anche chiamate strisce a led. Le strip led sono spesso
vendute sotto forma di un piccolo rotolo della misura complessiva di circa 5 metri sulla cui superficie sono
stati saldati alcuni chips led per illuminare. La quantit e la distanza fra chip e chip varia a seconda della
potenza luminosa desiderata sulla strip led in questione.
Le strip led possono essere tagliate a pezzi a patto che si seguano le indicazioni della ditta produttrice che
solitamente nella sua scheda tecnica indica proprio dove tagliare ed ogni quanto farlo. Nellesempio che
trovate nella foto qui di seguito potete vedere una strip led che potrete tagliare ogni 5 centimetri seguendo
una sequenza di 3 led ogni 5 centimetri proprio. Per facilitare il taglio lazienda produttrice solitamente
appone il simbolo delle forbici sul punto esatto dove potrete tagliare la vostra strip. Questa linea di tagli
indica infatti che la vostra strisca avr circa una sessantina di led ogni metro e di trecento per tutti e cinque i
metri. Facile non vero?
Sono molto comode da instasllare e offrono la possibilit di creare giochi di luce accattivanti molte parti
della casa ed anche gli stessi vostri oggetti di arredo, come mobili, madie, armadi e librerie. Occorre per
fare molta attenzione alle loro caratteristiche illuminotecniche per non commettere i comuni errori legati a
questo tipo di tecnologia luminosa. Il mercato oggi ha fatto notevoli passi da gigante anche nel mondo delle
strip led e questo permette di acquistare prodotti dalla grande durata nel tempo, bassissimi consumi e una
manutenzione veramente ridotta ai minimi termini. Potrete installarle sia allinterno che allesterno grazie alle
nuove strip led waterproof aprendo nuove frontiere anche per lilluminazione decorativa da giardino.

Come si installa in pratica una strip led?


Linstallazione di una strip led pittosto semplice ed facilitata spesso da un adesivo posto sul retro stesso
della striscia. Togliendo questa striscia di carta protettiva potrete posizionare la strip led facendola aderire
alla superficie che volete decorare. Dovete illuminazione un piccola veletta nel cartongesso, illuminare un
mobile posizionado la striscia sotto il piano del mobile stesso? Pulite con attenzione la superficie e poi
cominciate a far aderire la parte adesiva della striscia alla superficie stessa e piano piano stendetela bene.
Elettricamente invece occorre che vi muniate di un alimentatore, anche chiamato driver, da 220V a 12 V.
Dovrete fare attenzione alla polarit segnate sulla vostra striscia led cosi da non sbagliare durante il
collegamento. La casa produttrice in questo vi aiuter segnalando sia la polarit negativa che quella positiva.
Per quanto riguarda il collegamento dellimpianto generale vi dovrete munire di un interruttore che unirete a

quello preesistente facendo un ponte elettrico con un cavo blu. Al cavo di colore marrone invece farete la
stessa cosa collegandolo allinterruttore per poter effettuare laccensione e lo spegnimento della strip led.

Dove collegare lalimentatore? Dovrete collegarlo attraverso altri due fili alla striscia led. Con il saldatore a
stagno potrete invece unire strip a strip qualora vogliate creare una linea pi lunga di 5 metri. Ricordatevi
che i led presenti nelle vicinanze dellalimentatore spesso risultano pi luminosi una volta accesi a causa
della molta pi energia che ricevono dal driver vicino a loro, ma la caduta di tensione nella lunghezza
veramente bassa e con una buona striscia il problema sar veramente trascurabile. Vi consigliamo per di
optare sempre per linee non superiori ai 10 metri per non incappare in questo spiacevole effetto visivo.
Un piccolo trucco che potete adottare contro la diversa luminosit dei led su tratti lunghi quella di
alimentare le strip led centralmente. Questo stratagemma accorcia la distanza di percorrenza della
tensione e quindi risolve spesso gli spiacevoli effetti di strisce luminose in modo diverso sulla loro lunghezza.
Non vi resta che provare anche voi ed acquistare una strip led per cimentarvi nella vostra prima
installazione. Fateci sapere come andata e noi pubblicheremo la vostra esperienza.

COME TAGLIARE LE STRISCE LED ALLA LUNGHEZZA VOLUTA


1) DOVE E COME SI PU TAGLIARE UNA STRISCIA LED
Le strisce led - bianche o a singoli colori, oppure RGB (cio di colore regolabile) - sono strisce rettangolari
flessibili e di solito spesse circa 1 mm e larghe circa 20 mm, contenenti almeno 60 led per metro. Quando
acquistate una striscia led, questa pu essere accorciata - se e quanto necessario - "spezzandola" in un
punto ad hoc (che si presenta ogni 5 cm), anche se uno solo dei due spezzoni cos ottenuti sar
immediatamente utilizzabile perch gi dotato dei fili di uscita da collegare al connettore. In alternativa,
comprando dei connettori "ad angolo", potete usare pure gli altri spezzoni, realizzando ad es. una cornice
(a 3 o 4 lati) dietro la TV. Per il taglio di una striscia led occorre solo un paio di forbici e un buon occhio:
noterete infatti che sulla striscia vi sono dei simboli di taglio posti a intervalli di distanza regolari, che
indicano esattamente i punti dove la striscia pu essere tagliata. A questo punto potete fissare la striscia
led cos ottenuta nel posto voluto, usando un adesivo o una colla al silicone.

2) COME CONNETTERE UNA STRISCIA LED UNA VOLTA TAGLIATA

Dopo aver tagliato la striscia led, occorre rimuovere 1-1,5 cm di adesivo posto sul retro della medesima
partendo dal punto del taglio. Verranno cos alla luce due contatti elettrici, con una sorta di coperchio a
loro protezione. Rimuovere quindi tale coperchio e inserire la striscia nel connettore che intendiamo
usare, che magari avremo semplicemente sfilato da una delle estremit della striscia avanzate dopo il
taglio. A questo punto possiamo collegare la striscia led ad un'altra striscia led (quindi, in pratica, a un
altro connettore, oppure usiamo un connettore doppio semirigido con attacchi ad entrambe le estremit)
oppure collegarla direttamente al sistema di alimentazione (in tal caso il connettore usato avr dei fili che
fuoriescono da esso). Fate sempre attenzione al fatto che i terminali "+" e "-" della striscia devono essere
collegati agli analoghi terminali del connettore. Se la striscia risulta ben connessa ad un'altra oppure
all'alimentatore ma non si illumina, provate a connettere l'altra sua estremit.

3) I VARI TIPI DI CONNETTORI PER STRISCE LED

Esistono vari tipi di connettori led, di facile utilizzo con l'aiuto di un paio di forbici per gli eventuali tagli
delle strisce led e di pinze per stringere il connettore sulla striscia a cui va applicato. I principali tipi di
connettori reperibili in commercio sono essenzialmente i seguenti: (1) adattatori per alimentatore:
possono essere flessibili o rigidi, e permettono di collegare una striscia led o un suo spezzone a un
alimentatore in corrente continua a 12 V, eliminando la necessit di saldature e garantendo una
connessione elettricamente sicura; (2) estensioni flessibili per collegare due strisce fra loro:
permettono di essere orientate di un angolo compreso fra 10 e 180, ottimo per collocare le strisce su
cornici, scaffali, etc., ed in ogni altra situazione in cui occorre una continuit di luce ed al tempo stesso
una flessibilit della striscia; (3) collegamento rigido fra due strisce: consente di unire in maniera
rapida e rigida due strisce led poste una a prolungamento dell'altra, come pu servire lungo un mobile o
una parete.

4) I VARI TIPI DI IMPIANTI CON STRISCE LED

Realizzare un impianto led domestico fai-da-te non cos difficile, ma all'inizio occorre avere le idee
chiare su cosa si vuole, poich gli impianti possibili sono molti e per ciascuno di essi servono determinati
componenti e collegamenti. Qui descriveremo i tipi di impianti di illuminazione a led pi comuni, mentre
per impianti particolarmente complessi occorre una progettazione ad hoc. Solitamente gli impianti a led
pi spettacolari e richiesti per gli effetti di ambiente che possono produrre sono quelli con strisce led, i
quali possono essere suddivisi in due grandi categorie: quelli a luce bianca (calda o fredda) e quelli che
cambiano colore con un telecomando (RGB). Entrambi i tipi possono avere vari tipi di "architetture": (a) a
striscia unica, (b) a striscia unica in pi parti, (c) a pi strisce in parallelo, etc. Ecco di seguito una
semplice guida alla loro progettazione, con l'indicazione dei componenti necessari e di come vanno
collegati fra loro, entrambe cose in realt molto pi semplici di quanto uno possa immaginare.

5) GLI IMPIANTI LED STRIP A STRISCIA UNICA E COLORE VARIABILE TELECOMANDATI


Nel caso di impianti strip light a led a colori variabili con telecomando, vi occorre acquistare i seguenti tre
componenti: (1) una striscia led RGB (1-5 metri); (2) un controller con telecomando; (3) un alimentatore
di potenza (in watt) di poco superiore a quella della striscia led utilizzata. Ad es., se prendiamo 3 metri
di una striscia led da 10 W/m, basta un alimentatore da 10 x 3 = 30 W. Non occorrono in questo caso
connettori, poich il controller stesso adatta, a livello di spinotti, l'uscita dell'alimentatore all'ingresso
della striscia led. Assicuratevi solo che il controller sia compatibile con la striscia led scelta: di solito, se li
acquistate sullo stesso sito web, lo sono. Inoltre, le strisce led esistono con varie densit di led per metro
di lunghezza, per cui quelle con densit di led pi alta (ad es. con doppia fila) risultano pi luminose, ma
costano di pi. La componentistica non varia se l'impianto a led strip per interno o per esterno: in
quest'ultimo caso, semplicemente la striscia led verr scelta di tipo impermeabile.