Sei sulla pagina 1di 41

LE ANTOLOGIE DI TRANSITI POETICI

LA POESIA DEL SALOTTO J’NAN ARGANA – n.3

Antologia Poetica Virtuale


Volume Speciale – Incontro del 22 giugno 2021

a cura di
Giuseppe Vetromile

con la gentile collaborazione di


Dalila Hiaoui

I Quaderni del Circolo Letterario Anastasiano


N. 51
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

La Poesia nel Salotto J’nan Argana n. 3


a cura di
Giuseppe Vetromile

Pubblicato da
© Circolo Letterario Anastasiano, 2021
Quaderno n. 51

Editing, grafica e impaginazione


Giuseppe Vetromile

2
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Gli Autori

Nancy Amato # Ilija Balta # Esther Basile # Viviane Ciampi


Mariano Coreno # Sabrina De Canio # Ida Di Ianni
Yolanda Duque Vidal # Rita Felerico # Dalila Hiaoui
Adriana Hoyos # Rosario Napoli # Salvatore Nappa
Simone Principe # Angelo Puma # Daniela Sannipoli
Antje Stehn # Angelo Torchia # Lucilla Trapazzo
Antonio Vanni # Natasha Xhelili # Saad Yasin Yousif
Giuseppe Vetromile

3
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Introduzione

Dopo il secondo incontro, coinvolti e spronati dall’entusiasmo e dal desiderio di


continuare a “leggerci” e ad “ascoltarci”, non poteva mancare questo terzo volume
dell’Antologia Virtuale J’nan Argana, ancora più ricco di contributi poetici. Questo
quaderno, infatti, rispetto al primo e al secondo, annovera le voci di altri amici poeti
internazionali, oltre a quelli già noti e consolidati che hanno sempre partecipato agli
incontri in diretta video, così ben organizzati e condotti dalla nostra “madrina” Dalila
Hiaoui, che non finiremo mai di ringraziare per l’impegno profuso nel “collegare” tra di
loro voci poetiche così diverse e così lontane, ma sempre concordi nell’esprimere
sentimenti di libertà, di amore, di condivisione di culture, di storie e di costumi
mediterranei e non solo!
In un momento così tragico e oscuro che ci vede coinvolti tutti e che mina nel profondo
il nostro senso di umanità, dall’inizio di questa maledetta pandemia che sta sconvolgendo
letteralmente ogni ordine sociale e sanitario, alla improvvisa (o quasi) crisi geopolitica
afgana, che vede la sconfitta, almeno per ora, di tutti quei valori civili ed etici che quel
popolo, e in particolare le donne, avevano faticosamente raggiunto (al di là delle modalità
e degli scopi più o meno genuini delle grandi potenze che ivi avevano messo piede…),
non possiamo certo dire che la cultura e l’arte, in genere, abbiano facili e serene vie di
sviluppo e di diffusione.
Ma è proprio per questo, per non farci prendere dallo sconforto e per non farci intimorire
da uno stato d’essere in precario e instabile equilibrio quotidiano, causato da “quei”
messaggi negativi che ci provengono dal mondo esterno e che, in un certo modo,
influiscono anche sulla nostra anima e sul nostro cuore, proprio per combattere ciò,
dicevo, è necessario ed opportuno tenerci per mano, universalmente, per cantare, con
diverse tonalità ma all’unisono, lo stesso canto d’amore e di fratellanza.
Facciamo sentire al mondo intero questo nostro canto e dimostriamo che l’arte, e nel
nostro caso la poesia, è forse l’unico tramite, o almeno uno dei pochi essenziali, capaci di
contrastare le ingiustizie, le negatività, gli abomini, gli olocausti, i vituperi, le malvagità, gli
oscuri interessi personali e gli egoismi planetari!
Questo terzo volume antologico del Salotto J’nan Argana vuole essere ulteriore
testimonianza di quanto sia possibile, nonostante tutto, essere uniti e concordi, nel pieno
rispetto della storia e della civiltà di ciascuna persona e di ciascun popolo.
Grazie Dalila Hiaoui per il tuo contributo e collaborazione, grazie a voi tutti Poeti d’ogni
dove e d’ogni cultura!

Giuseppe Vetromile

4
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

NANCY AMATO

Eclissi d’amore

Cosa c’è?
Cosa cerchi nel buio
del tuo cuore.
Parole d’amore
appese al vento.
Ricordi arenati in relitti
nel fondale dell’anima.
Cuore e mente alle corde.
A pugni il dolore.
Passi indietreggiano
e insicuri ritornano.
Il vuoto stringe la gola,
il respiro si strozza a singhiozzi.
Il buio la strada del cammino domani.
Guardo sospirando
l’eclissi d’amore.

Nancy Amato, nata a Portici (Napoli) nel 1969, ha pubblicato il libro di poesie Sensi.
Vincitrice di vari premi di poesia, frequenta salotti letterari nazionali ed internazionali.
È l’organizzatrice di vari eventi di poesia.
Attualmente è volontaria nella Croce Rosa Italiana.

5
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

ILIJA BALTA

Sono felice (*)

Quando apro il libro


e quando si vedono
i colori di Cordoba,
Granada e Guadalquivir,
quando vedo il balcone di Lorca…
Sono felice!
Quando apro il libro
e leggo le pagine dei
versi d’amore per Mathilde,
per le Ande ed il condor…
Le fresche parole di Neruda… Ilija Balta, di origini croate, è nato
Sono felice! il 6 febbraio 1960 a Zenica, in
Quando recito la poesia Bosnia ed Erzegovina. È laureato
pastorale e d’osteria in ingegneria civile presso
di Esenjin, e la poesia l’Università di Sarajevo. È vissuto
calda e sensibile di Tagore… con la sua famiglia a Sarajevo fino
Sono felice! all’inizio della guerra, a causa della
quale ha dovuto lasciare tutto e
Quando apro il libro venire in Italia. Ha lavorato in uno
e quando i pensieri scorrono studio di architettura a Bolzano
di Ungaretti, Baudelaire, per 12 anni. Dal 2004 vive e lavora
Hajjam e Rilke… come ingegnere a Zara, recandosi
Sono felice! frequentemente in Bosnia.
Quando sento i versi Scrive poesie e canzoni, tradotte in
di Rita, Esther, Adriana, italiano e pubblicate in Italia.
Antonio, Natasha, Antje, Partecipa ad incontri di poesia ed
quando vedo e sento eventi letterari.
Lucilla, Giuseppe, Dalila e Sabrina,
quando ascolto i versi
6
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

(tutti noi riuniti online!)


di Yolanda, Rosario, Salam,
Saad, Viviane, Nancy, Angelo,
Mariano, Daniela, Simone…
Sono molto felice!!!
(*) traduzione dal croato dell’Autore, revisionata da Giuseppe Vetromile

---

Sretan sam

Kada otvorim knjigu


i kada se vide
boje Cordobe,
Granade e Guadalquivira,
kada vidim balkon Lorce…
Sretan sam!
Kada otvorim knjigu
i čitam stranice stihova
o ljubavi za Matildu,
o Andama i kondoru.
Svježe riječi Nerude…
Sretan sam!
Kada govorim poeziju
pastorala i kavansku
Jesenjina i pjesme
tople i osjećajne Tagore…
Sretan sam!
Kada otvorim knjigu
i kada poteku misli…
Ungaretti, Baudelaire,
Hajjam e Rilke…
Sretan sam!
Kada slušam stihove koje govore
Rita, Esther, Adriana,
Antonio, Natasha, Antje,
Kada vidim i čujem kako govore
Lucilla, Giuseppe, Dalila e Sabrina,

7
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Kada slušam stihove koje govore


(on line…zajednički)
Yolanda, Rosario, Salam,
Saad, Viviene, Nancy, Angelo,
Mariano, Daniela, Simone…
Jako sam sretan!!!

(in lingua originale croata)

***

Il metro per i versi (*)

Ho provato a fare un metro


per misurare la bellezza del verso,
per misurare la profondità del pensiero,
per misurare la forza di una strofa,
per misurare lo stile della poesia.
Ho provato a misurare
quanto sono buone le metafore
quanto sono belle le rime
come sono sane le parole
qual è l'armonia della poesia.
Ma non potrei fare un metro:
non si misurano al metro versi!
Semplicemente una volta, la bellezza è
fuoriuscita dalla punta della matita
per un foglio di carta sul tavolo,
la profondità si è illuminata dal sospiro dell'idea,
la forza proveniva dalla memoria,
e lo stile non importa comunque.
Buone e facili metafore
che tutti hanno orecchio per capire,
si riversa la rima sul viso dell'ascoltatore
e nel cuore del lettore.
8
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

... I pensieri giocano così


come una sinfonia di parole
e in ultimo… in ultimo
si ripetono come un'eco
la sera, pronti a scaldare il cuore
di qualcuno!
(*) traduzione dal croato dell’Autore, revisionata da Giuseppe Vetromile
---
Stihometar

Pokušao sam napraviti metar


za mjerenje ljepote stiha,
za mjerenje dubine misli,
za mjerenje snage strofe,
za mjerenje stila poezije.
Pokušao sam izmjeriti
koliko su dobre metafore
koliko su lijepe rime
koliko su zvučne riječi
kolika je harmoničnost pjesme.
Al nisam mogao napraviti metar!
…ipak, ne mjere se metrom versi!
Jednostavno nekad, ljepota se
razlije od olovke vrhom
po listu papira na stolu,
dubina se ozari uzdahom ideje,
snaga dođe od sjećanja,
a stil ionako nije važan.
Dobre metafore lako
razumije uho svako,
razlije se po licu slušatelja
rime i po srcu čitatelja.
…zasviraju tako misli
kao simfonija riječi
i traju…i traju…
i ponavljaju se kao eho
u predvečerje, toplo neko!
(in lingua originale croata)
9
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

ESTHER BASILE

Isola

Isola che tutto trasforma


e dipinge come Vermeer
ciò che ama.
Fra scogli, inganni, e tagli di stradine ombrose
solo gli occhi
arrossati dal ricordo.
Sono segno di libertà
mentre le onde
consolano
solitarie
in aria
l’imperfetto andare
controcorrente.

Esther Basile è filosofa presso l’Istituto Italiano Internazionale per gli Studi Filosofici di
Napoli. È presidente dell’Associazione Culturale “Eleonora Pimentel” dal 1996. È
giornalista, scrittrice e poeta. È Tutor di 30 Scuole Estive di alta formazione filosofica fra
Umbria e Abruzzo.
Ha pubblicato: Quaderni di Narni, Umbria (Collettanee di saggistica). Anna Maria Ortese,
Ediz. Alieno, Perugia, 2014. Pier Paolo Pasolini indomito corsaro, Ediz. Homoscrivens, 2018.
Il Giacobino di Monte di Dio, Ediz. Homoscrivens, 2018.
È curatrice dei Quaderni di Bedollo con la Regione del Tentino Alto Adige 2018-2019.
È l’ideatrice del Festival di Narni (Umbria) da 14 anni “Alchimie e linguaggi di donne”
sulla letteratura, la saggistica e l’arte al femminile (Due Medaglie del Presidente Giorgio
Napolitano).
È l’ideatrice del Concorso Letterario “L’Iguana” che si svolge da sette anni al Castello di
Prata Sannita in onore della scrittrice Anna Maria Ortese.

10
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

VIVIANE CIAMPI

Zoom Dalila sulla Felicità

Se mi leggi
Se mi leggi sei vivo
se sei vivo e mi leggi
raccogli i gesti dell’eterna danza
e cose morbide che ti calzino a pennello
dimmi fortissimo sono vivo
guarda la vita a lungo
negli occhi che incontri
ad almeno un metro da te
guarda gli occhi che guardano la vita
ad almeno un metro da te
e non temono lo sguardo della vita
lascia stare la noia anche la noia è vita
oltrepassa la noia creando
e creando spacca coi denti la morte
oltrepassa la morte creando
mordi mordi la vita creando
grida alla finestra non sapendo che cosa
scordando il perché
respira ogni lettera del verbo respirare
vivi dentro il respiro che respira in te
nel suo abbecedario
e ancora respira
e ancora
e ancora

àncorati al verbo respirare

---

11
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Si tu me lis

Si tu me lis tu es vivant
si tu es vivant et me lis
cueille les mouvances de la danse éternelle
et les choses douces qui te vont comme un gant
dis-moi très fort je suis vivant
regarde la vie longuement
dans les yeux que tu rencontres
à au moins un mètre de toi
regarde les yeux qui regardent la vie
à au moins un mètre de toi
et ne craignent pas le regard de la vie
laisse tomber l’ennui même l’ennui est la vie
dépasse l’ennui en créant
casse la mort avec tes dents
dépasse la mort en créant
mords mords la vie en créant
crie par la fenêtre ne sachant pourquoi
en oubliant le pourquoi
respire chaque lettre du verbe respirer
vis dans le souffle qui respire en toi
dans son abécédaire
et encore respire
et encore
et encore

ancre-toi au verbe respirer

***

Felicità fuoco fatuo

Festeggia o sii festeggiato


in febbrile fervente fermezza.
Feroce e fervida la ferita

12
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

un follow up, una fiction, un folto follicolare


un folleggiare fittizio:
che sia la vita un fac-simile?
Tanto fa il fato!
Festeggia la felicità, foraggiala
o fabbricala con foga, feeling.
Festeggiala ché la fiaba finisce
è foglia affidata al fohn
fiacca fiaccola,
fidati
fidati
non farla filare.

Viviane Ciampi (poeta, performer, traduttrice, antologista) nata in Francia, vive a


Genova. Redattrice della rivista francese “Souffles” e della rivista online “fili d’aquilone”
partecipa a festival nazionali e internazionali (Italia, Francia, Tunisia, Palestina, Spagna,
Canada, Repubblica Ceca). È animatrice del festival internazionale “Voix Vives”, in
Francia, a Sète.

13
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

MARIANO CORENO

XVIII
(dalla raccolta Semplicità)

Inafferrabili
Come il vento
le cose che vorrei.
Di notte, fantasmi
Popolano i miei sogni
fino a quando gli uccelli
festeggiano il nuovo giorno
con i loro canti dolci e belli.
I sogni, si sa,
sono più piacevoli della realtà.

Mariano Coreno è nato a Coreno Ausonio (Fr) nel 1939. Dal 1956 vive a Melbourne,
Australia. Ha pubblicato 10 raccolte di poesia ed una di racconti. È stato incluso in molte
antologie di poesia. Ha collaborato a molte riviste letterarie sia in Italia che in Australia.
Da quando vive in Australia ha visitato l'Italia numerose volte stringendo amicizie con
poeti e scrittori italiani. La sua ultima raccolta di poesia dal titolo Una donna una rosa è stata
pubblicata dalla Volturnia Edizioni, 2021, con prefazione di Giuseppe Napolitano e
postfazione di Ida Di Ianni.

14
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

SABRINA DE CANIO

Biglie

Lo scafo inclinato
si riempie di rumore
corpi attoniti, abbracciati
rotolano come biglie
liberando la chiglia.
Smettete di gridare
Silenzio
voglio ascoltare
i segreti del tramonto e della notte
il frizzio della schiuma
i denti del pesce pappagallo
rosicchiare il corallo
il ticchettio del paguro sulla riva
quando ancora l'acqua scotta
alle caviglie
e la razza si nasconde sotto la sabbia.
Questo è il mare che dicesti
trasparente fino alle radici
dove brucano sirene
e dancali nuotano
con lunghe gonne colorate
più veloci di un lampo
in apnea
agguantando tesori per il pranzo
di rumorose lente barche
in un piatto di pane caldo e saporito.
Mi sono addormentata
in questo sogno mamma
dopo aver seguito delfini curiosi
e pesci scintillanti
come torce nella notte
ma ora
in fondo al mare ho freddo
15
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

non sento più la mia mano nella tua.


Ascolto i grandi alberi dell'altipiano
come preghiere
mentre ti cerco.

***

Infinita

Il cielo soffoca
la luna d’inchiostro
mi srotolo
come un tappeto
sull’erba secca di agosto
trabocco infinita
silenziosa sintassi di stelle.

Sabrina De Canio (Piacenza, Italia) è poetessa, traduttrice, condirettrice generale del


Piccolo Museo della Poesia Chiesa di San Cristoforo di Piacenza e direttrice dell’area
internazionale del museo, l’unico museo della Poesia al mondo. Nel settembre 2019 ha
vinto il primo premio assoluto al Festival Internazionale di Poesia “La piuma di Zivodrag
Zivkovic”, a Zenica, in Bosnia Erzegovina e, in quello stesso contesto, è risultata la
migliore poetessa italiana del 2019. Le sue poesie sono state pubblicate su antologie e
riviste letterarie internazionali e tradotte in svariate lingue. Nel 2020 è stata pubblicata
Libera nos a malo, silloge poetica in edizione bilingue (italiano e bosniaco), menzione
speciale al Premio Camaiore 2021.

16
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

IDA DI IANNI

Amo il tempo
e i treni in corsa.
Affiori nelle ore
vestito di istanti perduto
mentre io corro
legata solo ai pensieri.
Ecco gli istanti
: smarriti nel viversi
di nebbie di orizzonti di domani.
Li stringo in un sorriso
li ordino negli occhi
li chiamo per nome.
Ed è così che ti chiamo. Ida Di Ianni è docente di
Italiano e Latino presso i Licei.
Dal 2003 è direttore editoriale
*** della Volturnia Edizioni di Cerro
al Volturno (IS) e direttore
editoriale e redattore della rivista
In questo tramonto
molisana di arte, letteratura,
acceso di parole
storia, natura e tradizioni “altri
e di sguardi
Itinerari”; giurata dal 1997 in
che corrono oltre
diversi Premi nazionali di Poesia
la linea di un treno
e narrativa, svolge attività di
nel volo pallido del mio giorno
critico letterario ed è promotrice
nella fuga triste
culturale. Dal 1996 ha scritto per
delle mie incertezze
diverse testate giornalistiche e
quel che ti donai
riviste letterarie molisane e
iperbole di verità
nazionali. Attualmente pubblica
in ogni tremore.
suoi saggi sulla rivista on line
Divido con te
Quarta Dimensione per Molise
silenzi e esistenza
Cultura. Ha all’attivo diverse
parole e volto
pubblicazioni.
: mi tocco allora il cuore.

17
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

YOLANDA DUQUE VIDAL

Sono felice perché vivo

Sono felice perché sono viva.


Perché quando mi sveglio ogni mattina
sento il canto degli uccelli,
e il sole mi scalda l'anima
entrando dalle mie finestre.
Io amo la vita e la mia solitudine
che non è deserta,
solo un po' male.
Determinata a trascorrere la mia esistenza
per abitare in silenzio
con me stessa.
Non voglio pensare
nella violenza suicida
che nascondono le strade
dietro ogni angolo.
Preferisco sognare
con un mondo migliore.
Accompagnano il mio pensionamento
tanti libri e poesie
che sono stati, sono e saranno
il mio sostentamento, fino alla fine,
scritto con lettere di fuoco
nelle pagine della mia storia.

---

Soy feliz, porque vivo

Soy feliz, porque estoy viva


Porque al despertar cada mañana
escucho el canto de los pájaros
y el sol me entibia el alma
entrando por mis ventanas.
18
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Amo la vida y amo mi soledad,


que no está desierta,
solo un poco herida.
Decidida a pasar mi existencia
para habitar en silencio
conmigo misma.
No quiero pensar
en la violencia suicida
que esconden las calles
detrás de cada esquina.
Prefiero soñar
con un mundo mejor.
Acompañan mi retiro
muchos libros y poemas
que han sido, son y serán
mi sustento, hasta el final,
escrito con letras de fuego
en las páginas de mi historia.

Yolanda Duque Vidal: nata il 16 gennaio 1944 a Santiago del Cile. Appartiene alla Society
of Writers of Chile e REMES (World Writers Network).
Commercialista e amministratore aziendale. Editore e promotore culturale. Parla
spagnolo, francese, inglese e italiano. Ha pubblicato 10 libri, alcuni bilingue. È stata invitata
a diversi festival internazionali di poesia in Messico, Canada, Ecuador, Porto Rico, Francia,
Italia, Romania, Marocco, Belgio, Portogallo e Spagna. Frammenti del suo lavoro sono
stati tradotti in francese, inglese, italiano, rumeno, tedesco, russo e arabo.

19
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

RITA FELERICO
Mediterraneo cielo

in qualche parte del cielo


raggiungo,
allungando le mani come radici,
il punto trasparente della luce.
laggiù nel verde
l’odore dell’erba appena bagnata di pioggia
sfiora i sensi,
lasciati nella terra
ad accarezzare i tondi simboli del cuore.
come fiori di gelsomino - ingabbiati nella memoria delle infanzie -
le pieghe buie del tempo,
che corse affannate incontro al vento
hanno sparpagliato come bellissime foglie d’oro d’autunno.
strana sensazione dirige di contro la scheggia di uno specchio:
invece dell’azzurro
gioco di bimbi per allontanar paura rispecchia.
tenerissimo un passero le nitide piume ondeggia nella celeste fantasia.

Rita Felerico è laureata in Filosofia, è giornalista pubblicista, counselor filosofico,


specializzata in Storia dell’Arte ed è stata per diverso tempo cultrice della materia presso
la cattedra di Storia della Filosofia - Università l’Orientale - tenuta dalla prof.ssa Maria
Donzelli. Nata a Salerno, vive e lavora a Napoli da più di trent’anni. Promotrice di
manifestazioni e iniziative culturali, vincitrice di vari concorsi di poesia, è vice presidente
dell’Associazione Peripli - Culture e Società Mediterranee e membro della Fondazione
Cittadine e Cittadini del Mediterraneo. Presente come socia in diverse associazioni
culturali, con le quali collabora assiduamente. È protagonista in incontri, forum, seminari,
presentazioni di libri e letture poetiche. Ha pubblicato con Bibliopolis DeSiderio, silloge
poetica con disegni dell’artista Lello Esposito e la silloge poetica Invenzioni a due voci, editore
Graus, con disegni di Riccardo Dalisi. Molte poesie sono vincitrici in concorsi nazionali e
presenti in raccolte e collettanei, come alcuni suoi saggi (alcuni pubblicati da Homo
Scrivens). Docente presso le scuole estive dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici,
organizza dal 2009 gli incontri del Cafè Philo a Napoli. Collabora assiduamente con il
Museo Cappella Sansevero. È in programma per il prossimo settembre la pubblicazione
del suo ultimo libro di poesie.

20
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

DALILA HIAOUI

Caro Antara (*)

Caro Antara,
Cavaliere di conquiste notturne,
invasore di castelli e cittadelle,
Signore delle torri…
Prima di augurare al tuo letto
Una seconda Eva,
Dichiarando amore ancora e ancora,
Insultando i matrimoni tradizionali
Agitando doni e regali…
O tessendo racconti
Con ricami di generose bugie
Hai mai chiesto
Alla madre dei tuoi figli
Ovvero la tua futura e nobile discendenza
Se i suoi momenti intimi con te…
Fossero per lei davvero piacevoli?
O se per soddisfare le tue voglie
L’abitudine l’abbia trasformata
In un recipiente che possa far invecchiare
I tuoi spermatozoi?
È soddisfatta della tua “performance” serale?
O è imprigionata
Nella stretta della tua mano
Soltanto per il timore di una società ipocrita
Che finge modernità…
Mentre le menti della sua gente
Sono governate dall’autoritarismo e dall’analfabetismo?
Caro Antara,
Cavaliere di conquiste notturne,
Invasore di castelli e cittadelle,
Signore delle torri…
Portami la testimonianza di tua moglie,
Di ogni misera Eva
Che si è accidentalmente imbattuta
Sul tuo cammino…

21
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

E sette testimonianze di giovani fanciulle


Per valutare la tua virilità
Forse, allora,
Verrà data un’occhiata al tuo caso!

(*)
Antara Ibn Shaddad al -‘Absi - Najd 525 / 615 -, poeta arabo e guerriero pre-islamico, famoso per le
sue poesie e per la sua vita avventurosa. Ostacolato dallo zio paterno riesce nell’impossibile impresa e
sposa la sua amata cugina Abla. Successivamente si unisce in matrimonio con altre sette donne. Ben
otto donne si contendevano, quindi, il suo amore!

Dalila Hiaoui è poetessa e scrittrice. Lavora presso le agenzie delle Nazioni Unite a
Roma. Organizza e conduce da gennaio 2013 il salotto letterario bilingue "J'nan Argana"
(paradiso di Argan) in Italia e in altri Paesi. Nata a Marrakech, risiede a Roma dal 2005.
Ha pubblicato 43 libri come "author & co-author" (poesie, romanzi, storie per bambini,
"2 pièces théâtrales", e un manuale di arabo in tre volumi con l’Università Internazionale
UniNettuno). Le sue poesie in madre lingua araba sono tradotte in italiano, inglese, cinese,
albanese, serbo, bangali, berbero, turco, spagnolo e francese. È Direttrice della rivista
culturale online Il Salotto Culturale e collabora con altre riveste e giornali arabi come
opinionista e scrittrice.
Ha realizzato con l’Università Internazionale UniNettuno i corsi televisivi: IMPARO LA
LINGUA ARABA - Tesoro delle lettere (già in onda sui canali nazionali del Marocco, sui
canali dell'Università, su Rai 2 e sul digitale terrestre dal 2010).

22
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

ADRIANA HOYOS

Amore a mezzogiorno

Coppie si abbandonano
Nei parchi tranquilli
Al sole di mezzogiorno
Al cielo di Madrid
Sotto gli ombrelli
Messaggi cifrati
Bocche ardenti
Mormorii di uomo allucinato
Oh ragazzo dei tigli
Confessami
Rivelami il segreto dei tuoi occhi luminosi
Come insegne al neon
E nella tua bocca
Offrimi scintillante lo champagne di quest'ora

Adriana Hoyos è Poeta, regista e manager culturale colombiana-spagnola. Fondatrice e


direttrice della società di produzione pubblicitaria “La Huella del Gato”. È nata in una
famiglia di rinomati musicisti a Bogotà. Educata nella sua infanzia nell'arte del violino. Ha
diretto i cortometraggi: “Elegía”, “Hotel Santa Fe” e “Beneyto unfolding”. Ha partecipato
a convegni internazionali di poesia in Colombia, Danimarca, Spagna, Egitto, Italia,
Macedonia, Serbia. Le sue poesie sono state tradotte in albanese, arabo, francese, inglese,
italiano, serbo, rumeno. Fa parte di antologie di poesia a Barcellona, Bogotà, Il Cairo,
Macedonia, Madrid, Roma, Venezia. Tra queste si segnala: Poetica dell'Origine. Genesi e
permanenza della poesia femminile, a cura del saggista Jaime D. Parra, Huerga & Fierro. Nel
2009 è venuta alla luce La Torre Sommersa. Nel 2020 viene premiata al Festival Letterario
Internazionale della Serbia Indija Pro Poet.

23
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

ROSARIO NAPOLI

Trasparenza

Nell'altalena della vita


l'unica certezza
lo splendore del tuo sguardo rassicurante
il tuo sorriso accennato
la tua chioma che sfiora la spalla che vorrei accarezzare
con la delicatezza della rondine che si poggia sul ramo!
Tutto traspare dai tuoi occhi
ed il labbro è un invito al tenero bacio desiderato
che porta all'estasi sublime!!

***

E poi sei arrivata tu


col tuo sguardo malinconico e indefinito
intanto che scrutavo dentro
in cerca del tuo essere vero… la tua anima
avvertivo già essere mia!

Rosario Napoli è nato a Palma di Montechiaro (AG), vive ad Anzio. Ha conseguito la


maturità classica presso i Salesiani a Palermo e successivamente ha studiato
Giurisprudenza. È stato giornalista-conduttore in radio e televisioni locali.
Ha sempre scritto per sé stesso, essendo la scrittura lo sfogo e lo specchio di un’anima alla
perenne ricerca di un porto sereno in un mare procelloso.
Ha pubblicato una silloge dal titolo Insonnie e visioni, nella cui prefazione Antonino
Caponnetto scrive: Nel linguaggio poetico dell'autore viene rivissuto l'uomo solo che soffre e la solitudine
conduce il lettore al dolore ma anche al desiderio di quella comunione col mondo femminile che si fa memoria
e visione. È la precarietà dell'esistenza, il sofferto travaglio ed il lavoro di scavo nel profondo dell'anima
che il poeta ha compiuto - attraverso la sua vita stessa – e che attengono a ciascuno di noi su questa terra.
Tale fatica è e rimane sacra e inviolabile figlia della libertà, quella libertà che si respira con forza contagiosa
nell'intera poesia di Rosario Napoli.

24
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

SALVATORE NAPPA

No!

A questa vita senza valori


senza colore, senza gusto e calore
a questa vita artificiosa, senza giudizio e fede.
No!
A questo mondo dove l'amore
non è più una questione di cuore, ma di sesso.
Dove la differenza è vietata per sempre
da tentacoli complessi.
No!
A questa esistenza triste
dove le lacrime di un uomo sono deboli.
Dove le urla di un bambino violato sono soffocate.
No!
A questa terra d’uomini
dove il gesto vince sulla parola.
Dove l’ordine delle cose stordisce
una folla di anime resa folle.
No!
A quel respiro debole che sveglia
i nostri corpi dormienti, appesantiti dal sonno.
Letargia assoggettata, di un'umanità con finte virtù.
No!
A questi sbilanciati principi di una società vacillante
a queste assurde regole tremolanti.
Punire gli innocenti, premiare i colpevoli
dipingere sorrisi su facce opache.
Sognare un Nirvana sotto i cieli
di un Dio che si tinge di azzurro.
Scrivere versi macchiati di sangue.
Rompere le catene di un silenzio pesante.
25
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Vincere con la forza la sua arroganza.


Per costruire una nuova vita
dove sarebbe bello dire:
Sì…

Salvatore Nappa, nato a Napoli, è autore e regista. Nel 2012 realizza, con attori
provenienti da diversi paesi dell’Africa, la pièces teatrale Klan-Destini e il film Non tutti i neri
vengono per nuocere. Nel corso degli anni ha collaborato con Peppe Lanzetta e numerosi altri
attori. Nel 2016, pubblica Aldilà del mare (libro di poesie in italiano e arabo + CD). Suo
ultimo lavoro teatrale è Per amore dal mio popolo, un poema dedicato al sacerdote don
Giuseppe Diana, ucciso dalla camorra. Nel 2018 inizia la collaborazione con la poetessa
Dalila Hiaoui con la quale mette in scena lo spettacolo musico/teatrale Mare Mostrum. Nel
2019 realizza il docufilm Welcome to Abidjan i cui proventi sono stati destinati alla
costruzione di 4 pozzi d’acqua in un villaggio della Costa d’Avorio.

26
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

SIMONE PRINCIPE

L’infinito navigare

Dinanzi alla morte,


sono un bambino che piange,
senza mani del tempo
a confortare il dolore,
come un posarsi su una fronda
per poi volare via
e non ho occhi grandi per queste lacrime,
che trattengono la vita,
mentre l’anima fugge
su erose scogliere,
ad osservare l’infinito navigare delle onde.

Simone Principe è nato ad Isernia nel 1998. Ha frequentato il Liceo Artistico “Giuseppe
Manuppella” di Isernia. Sue poesie sono apparse sul mensile letterario “Il Foglio Volante
– La Flugfolio”, Ediz. EVA, nella rubrica “L’aquilone” a cura di Antonio Vanni. Aria pulita
al risveglio è il suo esordio poetico.

27
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

ANGELO PUMA

Il battito del mondo

Il vento è come il sogno, ti sfiora,


pettina il cielo con i suoi aquiloni,
fili smarriti del senso antico.
Segui le corsie degli occhi dei bambini,
incrocia il sorriso del faccione del sole
e poi plana su una terra smarrita
a ricomporre i colori perduti.
Sorride il neonato che bussa,
ascolta il battito del mondo.

Angelo Puma, medico chirurgo olistico, è poeta siciliano di Castellammare del Golfo.
I suoi studi classici gli danno la struttura e l'amore per la poesia. Vincitore di numerosi
premi nazionali con liriche piene di luce e passione della sua terra, è presente in diverse
antologie. Crede nella funzione catartica e guaritrice della poesia, che utilizza anche come
mezzo di comunicazione per eventi e testi di canzoni.

28
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

DANIELA SANNIPOLI

Mercatino

«Me lo compra
per un euro,
signore?»
E la bambina
con le trecce
ci offriva
il suo tesoro:
un puzzle
ancora in confezione,
come nuovo.
La bambina
con le trecce Daniela Sannipoli è insegnante
ci guardava di Lingua e cultura spagnola in un
e quegli occhi liceo linguistico. Perfezionata
aspettavano formatrice autobiografica presso
e aspettando l’Università Suor Orsola
sognavano Benincasa di Napoli, è referente
di essere quel giorno di progetti di scrittura creativa. È
una commessa ideatrice e speaker del
fortunata. programma radiofonico
Perché “Scioglilingua” dedicato alla
ho detto di no? lingua e cultura spagnola per
l’emittente Radio Civita InBlu.
Ho licenziato Ha pubblicato le raccolte Rosso
la speranza, fuoco e Il mio amore è intraducibile ed
io è presente in varie antologie
che non ho pagato poetiche di AA.VV.
la paura
di portarmi a casa
l’ennesimo ingombro.

29
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

ANTJE STEHN

Una vera fortuna

Trovare in mezzo allo


svolazzo dei capelli
un lobo d'orecchio caldo
come la capocchia di un cerino
appena sfregata su
una superficie ruvida
è una vera fortuna
dedicargli attenzione
è importante e pericoloso:
si rischia di farlo entrare
nel territorio delle parole;
farà parte dei rivoltosi
degli sgraziati asociali
che lottano contro il caso

Antje Stehn è nata in Germania. È artista visiva, poeta, traduttrice, curatrice di mostre,
membro del PEN Tedesco Zentrum für deutschsprachige Autore nim Ausland. Ideatrice
del progetto artistico e poetico internazionale “Rucksack a Global Poetry Patchwork”, ora
parte della collezione permanete del Piccolo Museo della Poesia, San Cristoforo di
Piacenza. Fa parte del collettivo poetico internazionale PoetryismyPassion, e del comitato
scientifico del Piccolo Museo della Poesia, San Cristoforo di Piacenza. È co-curatrice del
librorivista TamTamBumBum, è co-editrice del blog di poesia sudamericano los Ablucionistas
e di Teerandaz del Bangladesh. Le sue poesie sono state tradotte in otto lingue diverse.

30
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

ANGELO TORCHIA

Fantasie in Tamsui
(canzone)

Attendo e nutro ancora fantasie


Restano un gioco
È questo il posto mio
Io viaggio un po'
Se resto solo un po’ tu sai perché
È valido il motivo che c'è in me
Riaffiorano in folle sentimento
In questo scuro e pallido momento
Agisco con fastidio un po’ retrò
Certo che qualcosa cambierà
Noi impotenti noi
Incorreggibili
Questa realtà Angelo Torchia, poeta
Noi importanti noi cantautore, è nato ad Amato
Senza identità (Cz). Ha studiato musica e
Siamo sempre soli noi durante la sua carriera ha
Io parlo e dico le mie fantasie partecipato a numerosi festival
Che riaffiorano la mia mente ormai in Italia, a Sanremo, in Taiwan,
Guardandoti intorno non sei tu in USA (Las Vegas), in Russia,
Con queste note tu vali di più Canada, Marocco, Cuba, ecc.
Sogni sempre più vicini a te Angelo Torchia è noto per la sua
Noi impotenti noi voce ricca e potente e la sua
Incorreggibili originale versatilità. Molto
Questa realtà applaudite ed apprezzate le sue
Noi importanti noi doti di concertista. Ha una storia
Senza identità di formazione melodica e il suo
Siamo sempre soli repertorio è in sintonia con il suo
Io resto fermo qui canto, ma essendo anche
Non c'è niente in me creativo, è in grado di praticare
Poi prendo in mano io diverse tecniche che gli
La mia vita che consentono di raggiungere uno
Non sarà pregevole stile blues.
Non siamo soli

31
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

LUCILLA TRAPAZZO

Anthozoa

Ci vuole la grazia luminosa del corallo


nell’arte del distacco.
Si chiudono gli occhi e poi si apre la mano
nella resa
finché non cade il seme
subendo metamorfosi simbiotica:
dall’animale al fiore
incastonato.
Poi in dissolvenza si svanisce.
Ci vuole della fede il timbro
chiaro. Ci vuole in fondo solo
amore.
Lucilla Trapazzo (Svizzera/Italia).
***
Studi: Letteratura Tedesca (Roma), Film
&Video (Washington, D.C.). Arte
(Corcoran School of Art, Barbara
Come una Milonga Rose). Teatro (Accademia Fersen,
Elizabeth Kemp, Jonathan Fox).
Nascosta nella nebbia si apre all’improvviso Attività: poesia, teatro, installazioni,
una parola traduzioni, critiche letterarie. Redattrice
a guisa di uno squarcio. E resta il buco. poesia MockUp Magazine.
In cui cade la linea Poesie: tradotte in 13 lingue,
pluripremiate (Ossidiana - Primo
cade copiosa dalla gronda premio "I Murazzi", 2019), pubblicate
ardente in antologie, riviste letterarie
si estende in spazi vasti figurati internazionali.
grandina ancora con le crome
sugli ombrelli sui capelli e sulle mani
aperte
danza in fine in binarie cifre o in quattro quarti
come una Milonga.

32
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

ANTONIO VANNI

Ciao ragazzi

Ciao ragazzi.
Voi siete tutti belli,
è così, siete tutti belli.
La bellezza è in ogni vostro istante,
il cielo varia aspetto
specchiandosi nei chicchi spaventati,
ma non abbiate paura, nessuno abbia paura,
siete tutti belli.
Il vasto cielo nei chicchi, se trema,
è il vibrare più bello.
Passeggiando tra i pallidi segreti del vigneto
le rosee guance, raccolte che hanno
il caldo tramonto,
la freschezza sul futuro abita.

Antonio Vanni è nato ad Isernia, dove vive e lavora. Si occupa dei fanciulli diversamente
abili mentalmente. Ha pubblicato diversi libri di Poesia. Ricordiamo tra gli altri: L’albero
senza rami e la luna, 1992, con prefazione di Giorgio Bárberi Squarotti; L'Ariel, 1997,
prefazione di Giorgio Bárberi Squarotti; Le Artemie, 2004, prefazione di Paolo Ruffilli;
Plasmodio, 2017; Dimenticato, 2021, Macabor Editore.

33
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

NATASHA XHELILI

Questa città non conosce la magia

Questa città non conosce affatto la magia


Aspetto che le strade mi salutino
Non vedevo l'ora di venire
che gli alberi compongano serenate
che il tappeto rosso sia posato
come per una regina,
il coro degli uccelli sia la banda che suona la marcia
il principe azzurro esca dalle fiabe per darmi il benvenuto
che diventi una magnifica festa
l’intero mondo mi veda quando cammino
sorridente e sognatrice
imitando il mio vestito,
il Secco Lago si rivitalizzi
e gli uccelli mi parlino
per le bellezze delle terre migratorie,
sulle piastrelle del marciapiede si scrivano
i miei versi sull’amore!
Quanto poco mi conosce questa grande città!
Non si è nemmeno data pensiero che sono venuta.
Lo disegno con colori stracciati
con alberi degradati che mi attaccano come don Chisciotte.
Mi invita a vergognose tentazioni nei grafici dei sottopassi
che mi spingono a sedurmi,
mi immergo nella folla
come in una palude per sentire tutte le sporcizie che la animano
e io combatto per la sopravvivenza
accasciata da qualche parte come un timido uccello
sussurro tutto il mio slancio
fino al ritorno nel mio nido.

34
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Natasha Xhelili è nata a Krahes di Tepelena (Albania) il 28 Febbraio 1975. Ha conseguito


gli studi superiori a Elbasan, mentre si laurea in Lingua e letteratura albanese all'Università
Eqerem Çabej di Argirocastro. Scrive sin dalla tenera età. Nel 2000 arriva la sua prima
pubblicazione in versi.
Scrive anche in prosa e si occupa di critica letteraria nella stampa periodica o virtuale in
Albania e all’estero. Collabora con la rivista macedone "Ylberi plus". Sue poesie sono
apparse in antologie nazionali e internazionali e sono state tradotte in inglese, macedone
e italiano. Nel 2013 pubblica la raccolta Mali sheh ëndërr; nel 2014 la raccolta di racconti
Perdja e mbrëmjes; nel 2016 la silloge Lotët e zjarrit; nel 2020 la raccolta di saggi letterari
Gjurmeve te fjales. Attualmente ricopre il ruolo di vice presidente del gruppo degli autori
ionici a Saranda

35
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

SAAD YASIN YOUSIF

Trees of a Dreary Autumn

At a light
Said to be "dawn"
we got to the shoulder of the Sea book;
Our wrecked boats were floating
As wood stained by bloody waves,
Heads of children slaughtered
by the voracity of a false
prophet,
Eyes yearning farther than the kingdom of light,
Withered flowers,
Pictures of palm trees, standing
drunk on the cliff, waving to other banks,
Butterflies that lost their color of light,
Remains of time,
Cut-off- ears and marks of defeat.
A beach shoulder crying over the nests of its seagulls
mumbled:
"A cheap spring
Is what the miracle doves
have paid their throats a price for its singing !!!“
I loosened the ties for my steps,
But I stood as if pinned to the ground;
I tossed away the moment in which I bereaved my sea,
and went on flirting with
the fuzz of my dreariness.
The couriers of death,
Still in haze black jackets,
raised a mast
stained with clay mixed in
oil of desires;
It’s a spring chocked with the blood of flowers,
Smoke of the lost horizon,
Pirates and autumn
branded with palms
stained by the blood of a grassy dream
beneath a cloud of straw
and ashes...
36
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

And
Trees
the sap rising in it stopped
to green and give colors
to the branches of dreariness.
Oh! How reckoning troubled us
with all that comes with it;
The jars in its coffers
Are full of
forgotten pains,
Fear of the moment,
Broken wings,
Songs shattered in the voice
of reed pipes trying to play it,
And days of spring
that turned into
trees of a dreary autumn.

---

Alberi di un autunno allarmante

Ad una luce,
Discreta come "alba",
siamo arrivati al dorso del libro del mare.
Le nostre barche naufragate stavano galleggiando
come legno macchiato da onde insanguinate,
Teste di bambini massacrate
dalla voracità di un falso
profeta,
Occhi che bramano più lontano del regno della luce,
fiori appassiti,
Immagini di palme in piedi
ubriaco sulla scogliera, salutando altre sponde,
Farfalle che hanno perso il colore della luce,
Resti di tempo,
Orecchie mozzate e segni di sconfitta.
Un dorso di spiaggia che piange sui nidi dei suoi gabbiani
borbottò:
"È una primavera a buon mercato questa…

37
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Durante la quale,
le colombe dei miracoli hanno pagato con le loro gole,
il prezzo per il suo canto!!!“
Ho allentato i legami per i miei passi,
Ma rimasi come inchiodato a terra;
Ho buttato via il momento in cui ho perso il mio mare,
e sono andato via...
accarezzando
la peluria della mia tenerezza.
I corrieri della morte
indossano ancora le giacche delle nuvole nere,
hanno alzato un albero
macchiato con argilla mista con
l’olio dei desideri;
È una primavera piena del sangue dei fiori,
Fumo dell'orizzonte perduto,
Pirati e autunno
marchiato con le palme
macchiato dal sangue di un sogno erboso
sotto una nuvola di paglia
e cenere...
e...
Alberi
la linfa che saliva in esso si fermò
al verde e dai colori
ai rami della secchezza.
Oh! Come la resa dei conti ci ha turbato
con tutto ciò che ne deriva;
I barattoli nei suoi coperchi
sono pieni di
dolore dimenticato,
Paura del momento,
Ali spezzate,
Canzoni frantumate nella voce
Se i flauti provano a suonarla,
durante i giorni di primavera
che si è trasformata in
alberi di un autunno allarmante.

(traduzione in italiano di Dalila Hiaoui)

38
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Saad Yasin Yousif è ricercatore accademico, poeta e critico. Dottore in Storia delle
relazioni internazionali.
Ha pubblicato sette raccolte di poesie, l'ultima delle quali è Alberi che volano in profondità.
È membro dell'Unione degli scrittori in Iraq, membro dell'Unione degli scrittori in
Giordania. Membro del Sindacato dei Giornalisti e dell'Unione dei Giornalisti Arabi.
Ha vinto il 1° Premio Mondiale di Poesia a Belgrado nel 2012.
Celebrato in molte capitali e città arabe, come Amman, Beirut, Tunisi, Il Cairo, Sfax,
Nabeul, Jerash, Arber
lucido e altri.
Ha ricevuto il Creativity Shield dal Ministero della Cultura e lo Jeweler's Shield dall'Unione
degli Scrittori.
L'UNESCO sta lavorando alla sua piattaforma a Baghdad.
Nel 2018 all'Università di Baghdad è stata discussa una tesi di master sulle sue poesie.

39
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Nel paradiso dei poeti

Guarda: come niente se ne va il sole, stasera,


smorendo nel contorno d’un tramonto frastagliato.
E l’ultima luce va diluendosi a malincuore
sui gerani del balcone. Così perdiamo
ogni materia, mia cara, ogni ragione,
stando qui, sotto l’involucro di stelle luminose,
e sciama lontano l’ombra delle case,
rincorsa da una nuova luna piena.
Come niente se ne va il giorno quotidiano
oltre i quartieri sormontati da luci gradasse
e da spicchi di rumori molesti. Ora
è qui un silenzio d’ovatta, riepiloga
soltanto parole d’amore, quel che rimane
del bailamme e delle cianfrusaglie sparse Giuseppe Vetromile,
d’una casa intrisa d’abbagli. E l’infinito napoletano, ha ricevuto
ci entra negli occhi del cuore!… riconoscimenti e numerosi
Viviamo d’attese e di cieli nuovi: il giorno primi premi per la poesia e
è stato un’inconsistenza d’ore, mia cara, per la narrativa. È autore
troppo vaghe per lasciare un seme d’oro di molti libri di poesia e ha
nel solco della storia, e il palpito di buio curato diverse antologie.
va ora cancellando ogni certezza, ogni Responsabile del Circolo
dotta costruzione. Il sogno riapre antiche Letterario Anastasiano,
porte di speranza: ora non resta che organizza eventi e incontri
meraviglia, preghiera, indeterminatezza: letterari. È l’ideatore e il
curatore dell’Antologia
il guardare con rispetto le cose che stanno poetica virtuale “Transiti
al di là, nel paradiso dei poeti, ma pronte Poetici”. Cura recensioni e
– se il desiderio si fa più forte del timore – note critiche per i suoi siti
a rivelarsi in questa notte d’abbandono, in rete.
di mistero e di cosmico fulgore!

Giuseppe Vetromile

40
LA POESIA NEL SALOTTO J’NAN ARGANA n.3 Antologia Poetica

Indice

Introduzione Pag. 4

Nancy Amato “ 5
Ilija Balta “ 6
Esther Basile “ 10
Viviane Ciampi “ 11
Mariano Coreno “ 14
Sabrina De Canio “ 15
Ida Di Ianni “ 17
Yolanda Duque Vidal “ 18
Rita Felerico “ 20
Dalila Hiaoui “ 21
Adriana Hoyos “ 23
Rosario Napoli “ 24
Salvatore Nappa “ 25
Simone Principe “ 27
Angelo Puma “ 28
Daniela Sannipoli “ 29
Antje Stehn “ 30
Angelo Torchia “ 31
Lucilla Trapazzo “ 32
Antonio Vanni “ 33
Natasha Xhelili “ 34
Saad Yasin Yousif “ 36
Giuseppe Vetromile “ 40

23 agosto 2021

41