Sei sulla pagina 1di 28

o  Mi

In sintesi,
in matematica
Che cos’è un modello
scriviamo: nell’ambito scientifico?
Ecco una possibile
e bella definizione:
La visione delle
cose nascoste
input output è data dalle
cose manifeste
(Anassagora)
In sostanza, con un modello
s
cerchiamo di indagare le cose
c
Modello i
non visibili, cioè il perché
delle cose, attraverso lo studio
e
dei fenomeni (dati
n
sperimentali),
z
cioè il come delle cose.
a
Come possiamo interpretare o  Mi ?
Se abbiamo come dati i
fenomeni di input ed output

input output

possiamo individuare
il Modello
Modello
Esempi: le leggi di Keplero,
le leggi del moto di Newton,
la legge di gravitazione universale,
……………….
Come possiamo interpretare o  Mi ?
Se il Modello è già noto
e conosciamo
i fenomeni di input

input output
possiamo individuare
i fenomeni di output,
cioè fare delle previsioni
Esempio: con un modello matematico
Modello attendibile dell’evolversi delle condizioni
meteorologiche, usando i dati odierni di
molteplici strumenti, tra cui i satelliti,
possiamo prevedere il tempo, con una
certa affidabilità, a 5 giorni (90%), a 7
giorni (80%), a 10 giorni (50%), …..
Come possiamo interpretare o  Mi ?
Se il Modello è già noto
e conosciamo
i fenomeni di output

input output
possiamo individuare
i fenomeni di input,
cioè fare delle postvisioni.
In termini matematici:
1
Modello iM o
Esempio: in cosmologia, se disponiamo di un
modello dell’universo come è oggi, possiamo
risalire indietro nel tempo, fino ai primi
minuti, o secondi, o frazioni di secondo a
partire dal Big Bang.
1) Riproduzione dell’originale che ne
conserva le proporzioni (ad es. di un aereo)
2) Modello dell’originale che ne
riproduce la struttura o le relazioni
(es. i modelli elettrici delle reti nervose)
3) Semplificazione
dell’originale che
ne elimina certe
caratteristiche reali
(es. gas perfetti)
4) Formulazione matematica dei
dati empirici, senza una vera e
propria spiegazione dei fenomeni
(es. vari modelli in economia)
5) Formulazione matematica dei dati
empirici, accompagnata da una
spiegazione (o teoria) dei fenomeni
6) Insieme di oggetti e di relazioni tra essi che soddisfa (es. legge di gravitazione universale)
certe ipotesi o assiomi (es. di oggetti: i diagrammi di
Venn; es. di assiomi: quelli dell’algebra di Boole)
Schematicamente, si può dire
che il modello è matematico
se i dati di input e di output
sono delle quantità.
In questo caso M è
input output un operatore matematico
(o tensore) che agisce su
un vettore i e lo trasforma
in un altro o:
Modello
matematico o  Mi
L’idea di poter descrivere la realtà in
linguaggio matematico è stata una
costante della cultura occidentale:
Il libro della natura è scritto con linguaggio
matematico ed i simboli ne sono le figure
Le forme create dal matematico, come geometriche, senza di essi ci si aggira in un
quelle create dal pittore o dal poeta, vuoto labirinto (Galileo).
devono essere belle; le idee, come i colori o le parole, devono legarsi armoniosamente.
Al mondo non vi è un posto perenne per la matematica brutta (G. H. Hardy).
Formulare il problema
Come
costruire
Delineare il modello
un
modello:
flow chart
È utile?
no

si
Sperimentare il modello

Le previsioni Il modello
sono è pronto
no accettabili? si per essere usato