Sei sulla pagina 1di 16

Impianti Industriali

ESERCITAZIONE – Ubicazione di un
impianto industriale

Prof. Ing. Augusto Bianchini

DIN – Dipartimento di Ingegneria Industriale


Università degli Studi di Bologna

Forlì, 16 maggio 2017


Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione
Si hanno 4 impianti esistenti ubicati nelle posizioni:

𝑃1 30,25 ; 𝑃2 10,25 ; 𝑃3 30,50 ; 𝑃4 (10,50)

con cui un nuovo magazzino deve scambiare merce, con i costi per km (ci)e i viaggi
al mese (zi) riportati in tabella:
zi ci
(viaggi/mese) (€/km)
P1 30 700
P2 50 600
P3 30 1200
P4 80 1200
Determinare l’ubicazione ottimale X (x,y) del nuovo magazzino attraverso il
criterio di minimizzazione dei costi dei trasporti, considerando i costi di trasporto
proporzionali a:

a) distanza rettangolare;
b) distanza euclidea al quadrato;
c) distanza euclidea. 2
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione
1. Determinare i pesi dei trasporti:
𝑤𝑖 = 𝑐𝑖 ∙ 𝑧𝑖 i = 1, … , 4

w1 w2 w3 w4
700·30=21000 €/(mese ·km) 30000 36000 96000

a) Costi dei trasporti proporzionali a distanza rettangolare

𝑃𝑖 (𝑎𝑖 , 𝑏𝑖 )

𝑋(𝑥 ∗ , 𝑦 ∗ )

2. Minimizzare la funzione:
4

𝑓 𝑥, 𝑦 = ෍ 𝑤𝑖 𝑥 − 𝑎𝑖 + 𝑦 − 𝑏𝑖 = φ1 𝑥 + φ2 𝑦 + 𝑐𝑜𝑠𝑡
𝑖=1

3
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione
Applicando le condizioni mediane per la determinazione dell’ubicazione ottimale, vale:

• la φ1 𝑥 è minimizzata nella coordinata 𝑐𝑡 (lungo x) per la quale la somma parziale


dei 𝐶𝑗 supera (o eguaglia) la metà della somma totale dei 𝑤𝑖 :
𝑡 4
1
𝑐𝑡 → ෍ 𝐶𝑗 ≥ ෍ 𝑤𝑖 = 91500
2
𝑗=1 𝑖=1

I 𝐶𝑗 sono dati dalla somma dei pesi di tutti i punti giacenti sulla verticale j-esima,
ossia aventi stessa coordinata 𝑐𝑗 lungo x: 𝐶𝑗 = σ 𝑤𝑖 (𝑝𝑒𝑟 𝑖 𝑝𝑢𝑛𝑡𝑖 𝑐𝑜𝑛 𝑎𝑖 = 𝑐𝑗 ).

• la φ2 𝑦 è minimizzata nella coordinata 𝑑𝑠 (lungo y) per la quale la somma parziale


dei 𝐷𝑖 supera (o eguaglia) la metà della somma totale dei 𝑤𝑖 :
𝑡 4
1
𝑑𝑠 → ෍ 𝐷𝑠 ≥ ෍ 𝑤𝑖 = 91500
2
𝑗=1 𝑖=1

I 𝐷𝑖 sono dati dalla somma dei pesi di tutti i punti giacenti sull’orizzontale i-esima,
ossia aventi stessa coordinata 𝑑𝑖 lungo y: 𝐷𝑖 = σ 𝑤𝑖 (𝑝𝑒𝑟 𝑖 𝑝𝑢𝑛𝑡𝑖 𝑐𝑜𝑛 𝑏𝑖 = 𝑑𝑖 ).
4
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione
Nell’esempio:
• per le coordinate lungo x : ordinare le coordinate 𝑐𝑗 lungo x degli
impianti già esistenti e calcolare per ciascuna la somma dei pesi 𝐶𝑗 di tutti i
punti giacenti sulla verticale j-esima (quelli con stessa coordinata 𝑐𝑗 ).
Per ciascuna j calcolare la somma parziale σ𝑡𝑗=1 𝐶𝑗 .

j ai=cj wi Cj ΣCj (j=1, .., t)


P2,P4 10 30000; 96000 30000+96000=126000 126000
P1, P3 30 21000; 36000 21000+36000=57000 126000+57000=183000

• per le coordinate lungo y : ordinare le coordinate 𝑑𝑖 lungo y degli


impianti già esistenti e calcolare per ciascuna la somma dei pesi 𝐷𝑖 di tutti i
punti giacenti sull’orizzontale i-esima (quelli con stessa coordinata 𝑑𝑖 ).
Per ciascuna j calcolare la somma parziale σ𝑠𝑖=1 𝐷𝑖 .

j bi=di wi Di ΣDi (j=1, .., s)


P1,P2 25 21000; 30000 21000+30000=51000 51000
P3, P4 50 36000; 96000 36000+96000=132000 51000+132000=183000
5
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione
4. Calcolare la metà della somma totale dei pesi:
4
1 €
෍ 𝑤𝑖 = 91 500
2 𝑚𝑒𝑠𝑒 ∙ 𝑘𝑚
𝑖=1

5. Applicare le condizioni mediane per la determinazione dell’ubicazione ottimale:


• x* ottimale:
𝑡 4
1
෍ 𝐶𝑗 ≥ ෍ 𝑤𝑖 j ai=cj ΣCj (j=1, .., t)
2 P2,P4 10 126000 > 91500 → 𝑥 ∗ = 10
𝑗=1 𝑖=1
P1, P3 30 183000
→ 𝑐𝑡 = 𝑥∗

• y* ottimale:
𝑡 4
1 j bi=di ΣDi (j=1, .., s)
෍ 𝐷𝑠 ≥ ෍ 𝑤𝑖 P1,P2 25 51000 < 91500
2
𝑗=1 𝑖=1 → 𝑦 ∗ = 50
P3, P4 50 183000 > 91500

→ 𝑑𝑠 = 𝑦 ∗
6
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione

L’ubicazione ottimale è: X (10; 50).

Il costo dei trasporti corrispondente, ossia il costo minimo è:

4 4

𝑓 𝑥 ∗ , 𝑦 ∗ = 𝑓 10,50 = ෍ 𝑤𝑖 𝑥 ∗ − 𝑎𝑖 + ෍ 𝑤𝑖 𝑦 ∗ − 𝑏𝑖
𝑖=1 𝑖=1

𝑓 10,50 = 21 000 ∙ 10 − 30 + 30 000 ∙ 10 − 10 + 36 000 ∙ 10 − 30 +


96 000 ∙ 10 − 10 + 21 000 ∙ 50 − 25 + 30 000 ∙ 50 − 25 + 36 000
∙ 50 − 50 + 96 000 ∙ 50 − 50 = 𝟐 𝟒𝟏𝟓 𝟎𝟎𝟎 €/𝑚𝑒𝑠𝑒

7
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione
Trovare i coefficienti angolari e disegnare le curve isocosto.
4 4
€ €
𝑀0 = − ෍ 𝑤𝑖 = −183 000 𝑁0 = − ෍ 𝑤𝑖 = −183 000
𝑚𝑒𝑠𝑒 ∙ 𝑘𝑚 𝑚𝑒𝑠𝑒 ∙ 𝑘𝑚
𝑖=1 𝑖=1

𝑀1 = 𝑀0 + 2𝐶1 = −183000 + 2 ∙ 126000 𝑁1 = 𝑁0 + 2𝐷1 = −183000 + 2 ∙ 51000

𝑀2 = 𝑀1 + 2𝐶2 𝑁2 = 𝑁1 + 2𝐷2

Il generico coefficiente angolare è dato da:


𝑀𝑡
𝑆𝑠𝑡 = −
𝑁𝑠
𝑀0 −183000
𝑆00 = − =− = −1
𝑁0 −183000
𝑀1
𝑆01 = − 𝑆02 , 𝑆10 , 𝑆11 , 𝑆12 , 𝑆20 , 𝑆21 , 𝑆22
𝑁0
8
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione
È possibile tracciare una generica linea isocosto partendo da un punto non lontano
dall’ubicazione ottimale X(10,50): si assume di partire da A (4,50).

𝑵𝟐

𝑵𝟏

𝑵𝟎

𝑴𝟎 𝑴𝟏 𝑴𝟐
Nel grafico è riportata anche la linea isocosto a partire dal punto L (40,50).
9
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione

b) Costi dei trasporti proporzionali a distanza euclidea al quadrato (gravity


problem)
𝑃𝑖 (𝑎𝑖 , 𝑏𝑖 )

𝑋(𝑥𝑜𝑡𝑡 , 𝑦𝑜𝑡𝑡 )

2. Minimizzare la funzione:
4

𝑓 𝑥, 𝑦 = ෍ 𝑤𝑖 (𝑥 − 𝑎𝑖 )2 + ( 𝑦 − 𝑏𝑖 )2
𝑖=1

10
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione
L’ubicazione ottimale 𝑋 𝑥𝑜𝑡𝑡, 𝑦𝑜𝑡𝑡 si determina attraverso le formule
baricentriche:

σ4𝑖=1 𝑤𝑖 ∙ 𝑎𝑖 σ4𝑖=1 𝑤𝑖 ∙ 𝑏𝑖
𝑥𝑜𝑡𝑡 = 𝑦𝑜𝑡𝑡 =
σ4𝑖=1 𝑤𝑖 σ4𝑖=1 𝑤𝑖

Nell’esempio:

21000 ∙ 30 + 30000 ∙ 10 + 36000 ∙ 30 + 96000 ∙ 10


𝑥𝑜𝑡𝑡 = = 16,23
21000 + 30000 + 36000 + 96000

21000 ∙ 25 + 30000 ∙ 25 + 36000 ∙ 50 + 96000 ∙ 50


𝑦𝑜𝑡𝑡 = = 43,03
21000 + 30000 + 36000 + 96000

11
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione

Il costo dei trasporti corrispondente, ossia il costo minimo è:

𝑓 𝑥𝑜𝑡𝑡 , 𝑦𝑜𝑡𝑡 = 𝑓 16,23; 43,03 = ෍ 𝑤𝑖 (16,23 − 𝑎𝑖 )2 + ( 40,03 − 𝑏𝑖 )2


𝑖=1

𝑓 16,23; 43,03 ~𝟑𝟖 𝟔𝟗𝟎 𝟏𝟔𝟒 €/𝑚𝑒𝑠𝑒

Le curve di isocosto sono circonferenze con centro X(16,23;40,03).

12
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione

c) Costi dei trasporti proporzionali a distanza euclidea o rettilinea

𝑃𝑖 (𝑎𝑖 , 𝑏𝑖 )

𝑋(𝑥 (𝑜𝑡𝑡) , 𝑦 (𝑜𝑡𝑡) )

2. Minimizzare la funzione:
4

𝑓 𝑥, 𝑦 = ෍ 𝑤𝑖 (𝑥 − 𝑎𝑖 )2 + 𝑦 − 𝑏𝑖 2

𝑖=1

13
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione

Si usa la procedura iterativa partendo dal gravity problem e determinando le


coordinate da:
σ4𝑖=1 𝑔𝑖 (𝑥 𝑗−1 ; 𝑦 (𝑗−1) ) ∙ 𝑎𝑖 σ4𝑖=1 𝑔𝑖 (𝑥 𝑗−1 ; 𝑦 (𝑗−1) ) ∙ 𝑏𝑖
𝑥 (𝑗) = 𝑦 (𝑗) =
σ4𝑖=1 𝑔𝑖 (𝑥 𝑗−1 ; 𝑦 𝑗−1 ) σ4𝑖=1 𝑔𝑖 (𝑥 𝑗−1 ; 𝑦 𝑗−1 )

𝑗−1 𝑗−1
𝑤𝑖
𝑔𝑖 𝑥 ;𝑦 =
𝑥 (𝑗−1) − 𝑎𝑖 2 + 𝑦 (𝑗−1) − 𝑏𝑖 2

Si parte dal punto X(16,23;43,03) (gravity problem):

g1 925,5432
x0 16,2295082 g2 1100,717 x1 18,11612612
y0 43,03278689 g3 1360,746 y1 41,00869349
g4 2246,936

14
Scelta dell’ubicazione degli impianti
industriali - Esercitazione

Si continua ad iterare fino a che le due soluzioni successive differiscono di poco tra loro.

Nell’esempio, alla terza iterazione le coordinate trovate sono:


x3 19,66439098
y3 38,80183735

e differiscono dalle precedenti per un 2% circa.

Considerando le coordinate X(19,66;38,80) il costo dei trasporti è:

𝑓 19,66; 38,80 = ෍ 𝑤𝑖 (19,66 − 𝑎𝑖 )2 + 38,80 − 𝑏𝑖 2 = 𝟐 𝟖𝟑𝟔 𝟏𝟗𝟏 €/𝑚𝑒𝑠𝑒


𝑖=1

15
Impianti Industriali

Prof. Ing. Augusto Bianchini

DIN – Dipartimento di Ingegneria Industriale


Università degli Studi di Bologna
Forlì, 16 maggio 2017